Sei sulla pagina 1di 16

il giornale della tua citt

2 quindicinale di attualit, politica e cultura


1 FEBBRAIO 2012 - anno XLI - n. 2
Editore Milano Communication srl - Redaz. via Conte Suardi 84 - 20090 Segrate (MI) - Poste Italiane Spa - Spediz. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 2, DCB Milano - Reg. presso Trib. di Milano n. 369 19/11/1974 - Costo di una copia: 1 euro

BILANCIO Presentato il preventivo 2012, pi tributi e tagli di spesa per far quadrare i conti

INCHIESTA T-RED

Stangata Imu, gi la Tarsu


DIFFERENZIATA

Aliquota allo 0,4% sulla prima casa, 0,95% su seconde case, uffici e attivit commerciali

Alessandrini e Giona a processo Si parte il 2 aprile


T-Red, tutti a processo. Accogliendo la tesi accusatoria del pubblico ministero Alfredo Robledo, lo scorso venerd, durante la quinta udienza preliminare, il gup Maria Ferrero ha disposto il rinvio a giudizio dei trentatr imputati a vario titolo nell'inchiesta della procura di Milano sui cosiddetti semafori intelligenti. Tra di loro, il sindaco di Segrate Adriano Alessandrini, il comandante della polizia locale Lorenzo Giona e il suo vice Dario Zanchetta (trasferito poi in un altro settore del Comune). Imputati per abuso d'ufficio il primo cittadino e per abuso d'ufficio e turbativa d'asta i due ghisa, in relazione alla gara d'appalto e alla successiva installazione di cinque telecamere sulla Cassanese che sanzionarono pi di 30mila automobilisti in soli sei mesi di attivit.

Obiettivo 65% Ancora gratis i sacchi per lorganico


Caccia ai furbetti del cassonetto. A chi la raccolta differenziata la fa male e, soprattutto, a chi non la fa proprio. Perch il tempo corre e lobiettivo ambizioso: il 65% di raccolta entro fine 2012. Si parte da quota 55%, ma il Comune viene in aiuto dei cittadini, anche questanno, con la distribuzione dei sacchetti biodegradabili, che saranno consegnati gi nelle prossime ore.

Tagli modesti ma mirati. E un ritocco delle imposte, all'ins (ma la Tarsu scende del 10%), per compensare i tagli ai trasferimenti statali agli enti locali, che quest'anno arriveranno a quota 4 milioni di euro. la ricetta del bilancio preventivo 2012, di circa 51 milioni di euro, presentato luned in Consiglio comunale in vista dell'approvazione fissata per domani, gioved 2 febbraio. La grande novit di quest'anno anticipata di due anni dalla manovra Salvaitalia del governo Monti l'introduzione dell'IMU, l'imposta municipale che sostituisce l'Ici, di fatto reintrodotta dopo l'abolizione del 2008.

TROPPI FURTI AL CIMITERO La Ronchi: Prometto sicurezza

a pagina 5 In via Cellini condominio in rivolta per il dosso dellinsonnia I saldi a Segrate non aiutano i commercianti contro la crisi Volley, il Segrate bene in coppa ma in campionato un disastro

a pagina 2

servizio a pagina 6

a pagina 3

Fermata con unindagine lampo banda di dodici italiani. Recuperata refurtiva per un valore di 800mila euro

A PAGINA 5

Svuotano 88 container in dogana Ma cadono nella rete della Polfer


Dodici uomini, due tir, una gru, furgoni e auto rubati. E un colpo clamoroso, da 800mila euro, quasi andato a segno nella notte tra venerd e sabato nel centro intermodale segratese. Quasi, perch a rovinare il piano di una banda di italiani, tutti originari di Cerignola, in Puglia, stata la Polfer Lambrate, che in meno di 48 ore di indagini ha arrestato due dei componenti della banda, identificando gli altri e recuperando tutta la refurtiva. Un gigantesco camion frigorifero che dal parcheggio di una ditta di San Giuliano Milanese stava per partire in direzione Sud con a bordo tonnellate di merce pregiata: climatizzatori, tagliaerbe, computer, attrezzi professionali e molto altro. (Nella foto, lingresso dellarea ex dogana in via Sanzio: i blocchi di cemento sono stati divelti per poter entrare con i camion necessari per portare via la refurtiva)

A PAGINA 6

A PAGINA 14

segue a pagina 7

Vivo con te scritto pro Aido raccomandato per Sanremo


A pochi giorni dallinizio del Festival di Sanremo, al vaglio della direzione artistica una proposta partita dal quotidiano Avvenire: presentare sul palco dellAriston la canzone Vivo con te, scritta da Andrea Mercurio per Aido Segrate, toccante brano sul tema del trapianto e della donazione.

a pagina 11

A causa di alcuni problemi legati alla distribuzione del giornale, nelle scorse settimane abbiamo interrotto la campagna per il rinnovo o la sottoscrizione degli abbonamenti a Segrate Oggi. Informiamo i lettori che gli abbonamenti sono ora disponibili: possibile passare in redazione, in via Conte Suardi 84, dal luned al venerd (ore 9-12), oppure versare 18 euro sul c/c postale 76712751.

Liceo classico San Raffaele una scuola di eccellenza


Il prossimo settembre il Liceo Classico e di Ricerca San Raffaele di Milano 2 festegger il quarto di secolo di attivit. Parla la preside Annalisa Crivellaro, che presenta il suo istituto, lunica scuola superiore di Segrate, a suo parere poco conosciuta in citt.

a pagina 8

RB SERRAMENTI
SNC

20090 Segrate (MI) - Via Borioli, 8 Tel. e Fax 02.26923131 Cell. 336 444 776

SERRAMENTI IN ALLUMINIO, LEGNO E PVC CASSONETTI - TAPPARELLE - PERSIANE ZANZARIERE - PORTE BLINDATE E INTERNE INFERRIATE - FABBRO - PORTE BASCULANTI BOX ANCHE MOTORIZZATE

Possibilit di detrazione fiscale fino al 55%

Politica

1 FEBBRAIO 2012

BILANCIO Presentato il documento finanziario per il 2012. Tagli e leva fiscale per tappare il buco dei trasferimenti statali

Stangata sullImu, gi la tassa rifiuti


Risparmi di 400mila euro sulla San Marco. Previsto un aumento di 500mila euro sulle contravvenzioni
Tagli modesti ma mirati. E un ritocco delle imposte, all'ins, per compensare i tagli ai trasferimenti statali agli enti locali, che quest'anno arriveranno a quota 4 milioni di euro. la ricetta del bilancio preventivo 2012, di circa 51 milioni di euro, presentato luned in Consiglio comunale in vista dell'approvazione fissata per domani, gioved 2 febbraio. La grande novit di quest'anno anticipata di due anni dalla manovra Salvaitalia del governo Monti l'introduzione dell'IMU, l'imposta municipale che sostituisce l'Ici, di fatto reintrodotta dopo l'abolizione del 2008. IMU - L'imposta municipale vale 13 milioni 400mila euro. La fetta maggiore rappresentata dalla tassazione sulle seconde case e gli immobili commerciali o non adibiti a prima casa: la scelta del Comune stata di alzare di qualche punto l'aliquota standard stabilita dal governo, che a Segrate sar dello 0,95%. La batosta arriver per con la rivalutazione delle rendite catastali, che per i fabbricati pi comuni sar del 60%. Ferma allo 0,4% invece l'imposta sulla prima cosa, com'era prima dell'abolizione, con una detrazione di 200 euro e di 50 euro per ogni figlio di et inferiore ai 26 anni. Boccata d'ossigeno per i portafogli dei segratesi arriva invece dal taglio della tassa per lo smaltimento rifiuti (Tarsu), che sar abbassata del 10% (vedi pagina 5). ADDIZIONALE IRPEF L'altra imposta a disposizione dei Comuni l'addizionale comunale Irpref. La scelta dell'amministrazione anche quest'anno caduta su una suddivisione per scaglioni di reddito: fino a 15.000 euro prevista l'esenzione, da 15.000 a 28.000 l'aliquota dello

PIANO OPERE PUBBLICHE

di 42 milioni di euro linvestimento previsto nel prossimo triennio


42 milioni di euro in tre anni. il programma degli investimentimenti in opere pubbliche previsto per lultimo triennio di mandato Alessandrini, che sar discusso e approvato domani insieme con il bilancio. In larga parte, legato alle iniziative immobiliari: saranno infatti gli operatori (Centro Parco, Village, Boffalora, Redest) a realizzare le opere a scomputo oneri, invece che versare i soldi direttamente nelle casse del Comune, che comunque ha messo in bilancio a questa voce 12 milioni di euro. Nel corso di questanno, a fare la parte del leone sono le manutenzioni staordinarie di edifici comunali, scolastici e non, di strade e illuminazione pubblica, degli impianti sportivi cittadini. I cantieri saranno distribuiti in tutti i quartieri, con particolare attenzione per scuole e centri civici. Pronti 500mila euro per la realizzazione di una sala del commiato presso il cimitero comunale, 750mila per la ristrutturazione dei campi da calcio di Novegro, Primo Maggio, per la palestra di Milano 2 e area sportiva di via 25 Aprile (il campo di bocce sar rimosso e trasferito al Palasegrate), per la palestra di Rovagnasco ex ITC Mattioli. Tra le grandi opere viabilistiche, in programma anche questanno la variante Monzese (3 milioni di euro), che dovrebbe sgravare dal traffico di attraversamento Rovagnasco aggirando il quartiere verso la Cassanese. 300mila euro poi saranno destinati alla sistemazione del parchetto di via Vigorelli e delle aree cani. E si comincia a parlare dellaccordo di programma per il centro commerciale nellex dogana: pronti quasi 6 milioni di euro, nel 2012, per lambito 1, a Novegro.

0,2%, da 28.000 a 55.000 dello 0,45%, da 55.000 a 75.000 dello 0,5%, oltre i 75.000 euro arriva allo 0,55%. Complessivamente finiranno nelle casse del Comune 2.320.000 euro. TAGLI Le forbici dell'amministrazione sulla spesa corrente tagliano circa un milione e mezzo di euro. La grossa fetta del risparmio riguarda la diminuzione dei costi per la riscossione dei tributi, che fino al 31 dicembre, in proroga, stato affidato nuovamente alla San Marco. previsto un risparmio di 400mila euro, grazie alla decurtazione dell'aggio spettante alla societ sugli incassi. Per il resto, qualche piccolo intervento nei vari settori, che registrano tutti un contenuto abbassamento dei fondi. In aumento invece, le spese per gli investimenti, salite di quasi tre milioni di euro rispetto al 2011. 600mila arriveranno poi dalla vendita di due immobili, un appartemento a Milano 2, presso la residenza Portici e un altro alloggia a Trezzo d'Adda di propriet del Comune di Segrate. Pi attenzione anche alla bolletta energetica, per la quale sono previsti tagli superiori ai 100mila euro.

0,4%

Imu sulla prima casa

0,95% 60%

Imu su seconde case, uffici, attivit commerciali La rivalutazione sulle rendite catastali, stabilita dal governo Monti

Sprechi non ce ne sono assicura l'assessore al bilancio Franco Tagliaferri la capillare distribuzione dei servizi ai cittadini onerosa anche a causa della natura stessa del territorio, molto frammentato in quartieri. DEBITO Anche per quest'anno nessun nuovo mutuo sar accesso dall'amministrazione. Il debito resta considerevole, superiore ai 30 milioni di euro: in bilancio sono previsti 2 milioni e 300mila euro per la restituzione dei prestiti con i relativi interessi. F.V.

Lopposizione: Troppa fretta, poco rigore


Critiche sui contenuti e sulle modalit di approvazione del bilancio preventivo arrivano dallopposizione, che si espressa con un documento congiunto (Pd, Insieme per Segrate, Segrate Nostra, Italia dei Valori). Lapprovazione del bilancio stata predisposta di fretta e di furia senza possibilit di confronto - spiegano i consiglieri di minoranza per arrivare alla quadratura ancora una volta si ricorre allaumento dei tributi senza unanalisi seria. La reintroduzione dellICI sulla prima casa, che si chiamer Imu, ha previsto un margine di discrezionalit ai Comuni, che possono variare tra lo 0,2 e lo 0,6 per cento laliquota sulle rendite catastali rivalutate. LIMU sulle seconde case, sui negozi e sugli uffici al 9,5 per mille sar un peso che molti commercianti non reggeranno: i famosi negozi di vicinato scompariranno e molti artigiani saranno in grande difficolt. Critiche anche sulla mancanza, secondo lopposizione, di una spending review per individuare sprechi o settori da ottimizzare. Un lavoro serio per garantire il rigore di bilancio non pu essere improvvisato - continuano i consiglieri - questo un bilancio senza rigore, con un incremento delle tasse (IMU e addizionale IRPEF) e un PGT che prefigura palazzoni vuoti come fantasmi indistruttibili. Questi i regali di inizio anno della maggioranza ai segratesi. In questo modo di agire si intravede la fretta di concludere prima che gli eventi travolgano questa classe dirigente miope e sorda alle istanze di cittadini. F.V.

NEL CARROCCIO Non si placa la guerra in sezione. Il transfugo: Non moller mai

Mombelli: Pronto a partire con un nuovo movimento leghista


Allora, arrivata la raccomandata? Di cosa sta parlando?. Scusi, lei non stato espulso dal partito? Ma no, guardi, non arrivato niente, sa perch? Perch Grioni ha portato la richiesta in via Bellerio ma non gli ha dato retta nessuno, ha capito?. Alla sezione dicono il contrario... Eh, allora se mi arriva qualcosa ve lo faccio sapere, e comunque non mi interessa, per essere leghista non ho certo bisogno del loro permesso. Alberto Mombelli, 83 anni, consigliere comunale e fondatore della prima sezione del Carroccio a Segrate, non sembra essere molto preoccupato dalla burocrazia del partito. Lo scorso ottobre, in aperta polemica con il gruppo dirigente locale, ha lasciato il gruppo dei lumbard, dopo essere subentrato in Consiglio comunale alla dimissionaria Antonietta De Maio. Facendo partire una richiesta di espulsione a firma del segretario cittadino e vicesindaco Mario Grioni. In attesa del verdetto, Mombelli, a dispetto dell'invidiabile et, a stare con le mani in mano non ci pensa proprio. Anzi. Proprio in questi giorni ha iniziato la sua campagna di tesseramento, forte dei settanta fedelissimi che, spiega lui, lo hanno gi contattato per rinnovare l'iscrizione. Alla faccia dei moniti degli ex compagni di sezione, che hanno bollato come

illegittima la sua attivit di militante per la Lega. Sono leghista da un quarto di secolo e sono un leghista sano!, spiega. Sano? S, sano. Perch, come ho gi detto, la sezione di via Roma andrebbe disinfestata: io non ci entro perch non voglio prendermi qualcosa, e non sono il solo, dato che la sezione ormai perennemente deserta. Quindi, avanti con le tessere. Gi, e sono quelle che li fanno incazzare tuona Mombel-

li perch io vado in giro, sto in mezzo la gente, loro chi sono?. Ma lei, in caso di espulsione, pu raccogliere iscritti? Ve lo ripeto, io non mollo. Non mi interessa se mi buttano fuori, io non sono mai stato interessato al Palazzo e alle poltrone incalza il Mombelli - le tessere, se non me le danno a Segrate, le prendo da qualche altra parte, non preoccupatevi che tanti sono disposti a darmele per portare i militanti. Nel frattempo, mentre va avanti lo scontro con i leghisti locali (Posso anche perdere qualche battaglia, ma non perder la guerra, dice testuale lui), il consigliere medita nuove, clamorose, iniziative per il futuro. Perch se ora promette fedelt alla maggioranza e al sinda-

co (sono stato io a dire a Grioni che Alessandrini era il nostro candidato!) in vista delle prossime fondamentali scadenze, bilancio e Pgt, la testa va alle prossime elezioni. Sto lavorando con alcuni amici a un nuovo movimento che chiameremo Lega Federalista Segrate rivela se la salute lo permetter, ci sar. F.V.

1 FEBBRAIO 2012

Politica

TRIBUNALE Lo ha deciso il Gup di Milano Maria Ferrero - Trentatre gli imputati a vario titolo - Il 2 aprile 1a prima udienza

T-Red, il sindaco e Giona a processo


Con loro anche Zanchetta - Un punto a favore degli automobilisti multati molti dei quali costituitisi parte civile
T-Red, tutti a processo. Accogliendo la tesi accusatoria del pubblico ministero Alfredo Robledo, lo scorso venerd, durante la quinta udienza preliminare, il gup Maria Ferrero ha disposto il rinvio a giudizio dei trentatr imputati a vario titolo nell'inchiesta della procura di Milano sui cosiddetti semafori intelligenti. Tra di loro, il sindaco di Segrate Adriano Alessandrini, il comandante della polizia locale Lorenzo Giona e il suo vice Dario Zanchetta (trasferito poi in un altro settore del Comune). Imputati per abuso d'ufficio il primo cittadino e per abuso d'ufficio e turbativa d'asta i due ghisa, in relazione alla gara d'appalto e alla successiva installazione di cinque telecamere sulla Cassanese che sanzionarono pi di 30mila automobilisti in soli sei mesi di attivit, prima del sequestro disposto dalla magistratura. La fase dibattimentale avr inizio il 2 aprile, data fissata per la prima udienza. Una primo punto a favore, per i multati, che in pi di duecento si sono gi costituiti parte civile nel procedimento e per gli altri che potranno ancora farlo, entro l'inizio del processo, per chiedere la restituzione di soldi e punti. Ma se la respinta dell'eccezione di competenza territoriale presentata dalle difese (accolta tuttavia in casi relativi ad altri Comuni), che avrebbe spezzettato il processo con probabile allungamento dei tempi, fa sperare in un processo rapido, la prescrizione resta dietro l'angolo. Sette anni e mezzo (a

SEL SEGRATE

Ora fermate le multe pazze E sospendete il comandante


Tiepide le reazioni della politica segratese alla notizia del rinvio a giudizio del sindaco e del comandante Giona per la vicenda T-Red. Unica voce quella della sezione locale di Sinistra e Libert. Siamo sempre stati garantisti e convinti della necessit di attendere lemissione del giudizio definitivo - spiega Gregorio Procopio, coordinatore locale di Sel nonostante il sopraggiunto rinvio a giudizio sulla causa dei T-Red, continuiamo a credere nella dichiarata buona fede del sindaco. Al contempo gli chiediamo per di essere altrettanto coerente, garantista e innocentista e di credere a tutti quei cittadini che ritengono di essere stati ingiustamente accusati e multati, sospendendo fino al giudizio definitivo lesazione dellingiusta multa delle penali e sovratasse, frutto di un meccanismo burocratico, subdolo e perverso. E pur offrendo anche ai suoi collaboratori coinvolti la presunzione dinnocenza, crediamo sia un suo preciso obbligo garantire la citt che rappresenta sospendendoli, fino a giudizio definitivo, da ogni incarico.

partire dall'affidamento dell'appalto, nel giugno 2006) potrebbero infatti non bastare per arrivare, in caso di condanna in primo grado e in appello, alla sentenza definitiva. Siamo soddisfatti per questa decisione spiega l'avvocato Francesca Fuso, autrice, insieme con l'ex comandante dei vigili segratesi Franco Fabietti, dell'esposto da cui nacque nel 2007 l'inchiesta sono state prescritte alcune irregolarit minori e, anche se alcune turbative d'asta sono state trasmesse per incompetenza altrove, dodici, tra le quali Segrate, restano a Milano. La vicenda dei T-Red esplose nell'autunno del 2006, quando entrarono in funzione le telecamere collocate sui cinque incroci della Cassanese in territorio segratese. L'operazion e Ross o Stop, c o s come fu bat-

tezzata dall'amministrazione, part con un'ondata incredibile di multe, nelle prime settimane, arrivando in pochi mesi a quota 30mila. E generando una forte protesta popolare che culmin con una manifestazione davanti alla vecchia sede della polizia locale, in via Roma. In seguito a un esposto presentato dall'avvocato Fuso insieme con l'ex comandante dei ghisa segratesi Franco Fabietti, si arriv poi al sequestro, da cui scatur l'inchiesta. Furono pi di 20mila le multe pagate dagli automobilisti: settemila invece quelle fatte cadere in prescrizione dalla Prefettura, che fu letteralmente sommersa dai ricorsi. Federico Vigan

ALESSANDRINI AMAREGGIATO MA...

Sereno e fiducioso Accuse infondate qualcuno lo capir


Andiamo avanti tranquilli, nella convinzione che prima o poi qualcuno ci ascolter. Il sindaco Alessandrini, a qualche giorno di distanza dal rinvio a giudizio che lo porter alla sbarra nel processo T-Red, non si tira indietro davanti all'argomento. Sono sereno spiega amareggiato, certo, ma sereno. Come ha accolto la decisione del giudice? Come tutti gli altri imputati, con un po' di perplessit racconta Alessandrini, accusato di abuso d'ufficio il gup si appiattito sulle tesi del pubblico ministero, ha spiegato di aver passato le carte: ecco, mi chiedo allora perch perdere dieci mesi per l'udienza preliminare, tanto valeva andare subito al processo. Nel merito delle accuse, poi, il sindaco replica senza indugi. Mi chiedo come mai su decine di Comuni coinvolti io sia l'unico sindaco accusato di qualcosa spiega il mio coinvolgimento si basa su dichiarazioni di quarta mano rese da una persona mentre era in carcere, che avrebbe riferito di mie presunte indicazioni per modificare la durata dei semafori. Parole alle quali per hanno creduto pm e gup... Ho chiesto al pm, tempo fa, di essere ascoltato per chiarire la mia posizione, purtroppo ci ha detto di no racconta io mantengo la mia piena fiducia nei confronti dei magistrati, a due dei quali, Falcone e Borsellino, ho voluto fortemente dedicare una via della nostra citt, tuttavia resto amareggiato da come, sin dall'inizio, stata sviluppata questa inchiesta. Insomma, i T-Red non erano stati messi per fare cassa. Ma figuriamoci! In quel momento il bilancio del Comune era in attivo di venti milioni di euro, non avevamo alcun bisogno di fare cassa con le multe. Tanti multati per, ora chiedono un risarcimento. Questa un'altra follia sbotta Alessandrini stato stabilito che gli apparecchi erano regolari, le foto parlano chiaro, chi ha preso la multa era passato con il rosso e doveva pagare, il fatto che siamo accusati di aver voluto fare cassa annulla di per s le multe? Non riesco a capire su cosa si basi tutto questo e credo che l'avvocato Fuso e Fabietti stiano dando false speranze a molta gente in questo senso. Il comandante Giona resta al suo posto? Assolutamente, della gara per la quale accusato di turbativa io non mi sono occupato direttamente, ma sono certo della sua correttezza, semplicemente non credo alle accuse che gli vengono rivolte. F.V.

Il comandante della polizia locale di Segrate Lorenzo Giona, a sinistra, insieme con il sindaco Adriano Alessandrini.

VERSO IL VOTO Continua la maratona in commissione per lanalisi di osservazioni e controdeduzioni

Pgt, lapprovazione slitta al 13


Continuano a ritmo serrato le commissioni consiliari che stanno analizzando le 242 osservazioni al Pgt presentata da partiti, associazioni, enti e cittadini. Dopo la parentesi del bilancio, ripartir la maratona in vista dellapprovazione, che dovrebbe slittare a un doppio appuntamento sabato 11 e luned 13 febbraio. Saranno i capigruppo a decidere, anche se la maggioranza spinger per questa soluzione. Intanto, non si placano le polemiche sul documento di programmazione urbanistica. Ad alzare la voce lopposizione, che dopo lincontro organizzato lo scorso marted al centro civico di Redecesio, al quale hanno partecipato tecnici ed esperti per evidenziare quelle che, secondo lopposizione, sono le debolezze del Pgt, ha convocato un presidio per sabato 4 febbraio, alle 10, davanti al municipio di via Primo Maggio - organizzato dalla lista civica Insieme per Segrate - per manifestare il nostro dissenso e informare i cittadini sugli effetti che questo piano avr sulla nostra citt. Il dibattito in commissione, nel frattempo, procede spedito, in un clima reso molto teso dalla querela presentata dal sindaco contro cinque consigleri di minoranza firmatari di una mozione che accusava lamministrazione di aver manomesso il Pgt per garantirsi una maggiore quota di edificazione. Ma se la maggioranza procede coesa verso lapprovazione, tutta da valutare sar la posizione dellopposizione, che non sembra altrattanto compatta.

LASMORFIA
Perch Internet non piace ai politici segratesi?

La minoranza promette battaglia: presidio organizzato sabato 4 davanti al municipio

Segrate ricorda le foibe con il teatro di Giandrini


Segrate ricorda i martiri delle Foibe e dellesodo giuliano-dalmata. Come ogni anno, lamministrazione, per il Giorno del Ricordo, istituito nel 2004, ha preparato appuntamenti per la commemorazione delle vittime degli eccidi perpetrati per motivi etnici e politici da parte dei partigiani comunisti di Tito ai danni della popolazione italiana della Venezia Giulia e della Dalmazia durante la seconda guerra mondiale e negli anni seguenti. Venerd 10 febbraio appuntamento alle 11 al Giardino di via Grandi, intitolato ai martiri delle foibe, per la deposizione della corona al monumento e i discorsi commemorativi. Mercoled 15 febbraio, alle ore 21 presso lauditorium Toscanini-Cascina Commenda, andr in scena lo spettacolo teatrale Il sentiero del padre - Viaggio tra i segreti delle foibe carsiche, scritto da Davide Giandrini per la regia di Franco Palmieri, organizzato in collaborazione con la Provincia. Per info: 02.2137660.

Internet non piace alla maggioranza. Perch? Non lo sappiamo. Di certo, social network e blog, per quanto riguarda la politica segratese, sono territorio dellopposizione. Di quella pi barricadera, che ogni giorno inonda profili e mail di comunicati, commenti, proclami di ogni genere. I partiti di governo (e la giunta), invece, sembrano guardare alle nuove tecnologie con un certo sospetto. Niente profili facebook, cinguetii su twitter, blog. Solo qualche sito, a cercar bene, che sembra risalire agli albori del Web. Certo, normale che ad aver pi bisogno di strillare, in generale, siano le minoranze. Ma, come hanno dimostrato tutti gli ultimi appuntamenti elettorali, in Italia e allestero, limportanza di Internet per la comunicazione politica diventata sempre pi grande. Sar colpa dellet? I politici segratesi, in tutta la Martesana, sono i pi anziani, non da escludere un certo tasso di analfabetismo informatico. Sar una questione di mentalit? B, politici con trentanni di onorata carriera alle spalle non cambiano cos in fretta. Ormai dimostrato, comunque, che Internet non di sinistra. Perci coraggio, fatevi sentire.

La penna al lettore
verso ditte farmaceutiche e biotecnologiche interessate ad avere loro laboratori presso il DIBIT, che ha ripagato gli investimenti e svolto funzione di volano e traino per il prestigio di tutto il San Raffaele e la creazione dell'Universit, con le facolt di Medicina, Biotecnologie, Psicologia e Filosofia. Il San Raffaele ha fatto scuola, e questo esempio del centro clinico e di ricerca ad alto livello stato seguito anche da IFOM e dallIstituto Oncologico Europeo oltre che da altri importanti istituti, mostrando anche in quei casi la validit di un modello non mirato al quotidiano e al risparmio ma alla qualit, all'eccellenza e al futuro. Per noi segratesi l'ospedale San Raffaele dispone, nella sua sola sede centrale, di pi di 1.000 posti-letto, un qualificato ospedale di rilievo nazionale e internazionale, di alta specializzazione per le pi importanti patologie ed sede del Dipartimento di Emergenza, Urgenza e Accettazione di Alta Specialit. centro di riferimento nazionale per la medicina molecolare, il diabete e le malattie metaboliche, le biotecnologie e le bioimmagini. Nel 2011 sono stati effettuati oltre 50.000 ricoveri, oltre 8 milioni tra prestazioni ambulatoriali ed esami di laboratorio, 25.000 interventi chirurgici, pi di 65.000 accessi al Pronto Soccorso. Per tutto questo un grazie a Don Luigi Verz per quello che lospedale San Raffaele rappresenta per Segrate e un invito al nostro sindaco, tra i pochi a partecipare al funerale, a continuare a fare il possibile per rispettare le sue ultime volont, ovvero la sepoltura nella storica cappella del suo ospedale. Vincenzo Gervasoni Portavoce gruppo Pdl Segrate

1 FEBBRAIO 2012

SCRIVETE A SEGRATE OGGI:

 Allindirizzo: Redazione Segrate Oggi via Conte Suardi 84, 20090, Segrate  Con una mail a: segrateoggi@tiscali.it  Inviando un fax al numero: 02.2139372 Provvidenza...". Certamente era uomo che sapeva guardare lontano - pensare in grande, appunto. Ha puntato sempre sulla qualit: il San Raffaele stato tra i primi in Italia ad avere la TAC, la PET, la risonanza magnetica, il gamma-knife; ha sempre offerto una situazione "alberghiera" nei suoi reparti clinici, anche ai pazienti "della mutua", paragonabile a quella dei"solventi" negli ospedali classici. Per primo don Luigi ha immaginato il progetto di un ospedale fortemente impegnato nella ricerca scientifica, clinica e applicata ma anche di base, sempre di alto livello, inseguendo per decenni e poi realizzando anche l'integrazione con una universit ad alta qualificazione. Non si pensi che questi obiettivi siano facili da raggiungere: non poche sono state le perplessit dell'ambiente clinico che si vedeva "caricare" dei costi di un "fiore all'occhiello" (ricerca di base e universit) apparentemente senza ritorno. Eppure aveva ragione lui: il San Raffaele ha fatto scuola. Lui ha avuto il coraggio di appoggiarsi per costituire un grande centro di ricerca di base - il DIBIT - a trasparenti scienziati che senza cedere ad alcun gioco di potere e conoscenze ha selezionato i migliori gruppi di ricerca e rifiutato ogni soluzione pasticciata di ricercatori - anche di grande prestigio - che non avevano intenzione di trasferirsi davvero al DIBIT. Ne risultato un ritorno, in termini di finanziamenti pubblici e privati alla ricerca, di integrazione con la ricerca clinica,di richiamo

PAROLA AL COLONNELLO

ALLA ESSELUNGA

Derubata 2 volte da ladri abilissimi


Egregio direttore Penso che sia utile pubblicare al pi presto questa mia lettera perch sono stata rapinata per ben due volte a distanza di pochi mesi alla Esselunga di Segrate. Entrambe le volte erano circa le venti e ora ho capito che, quando c meno gente, i ladri si sentono meno osservati La prima volta mi stato sfilato il portafoglio dalla borsa che era nel carrello e qui riconosco la mia leggerezza, ma il 30 dicembre sono stata proprio vittima di due delinquenti nel parcheggio; perch non conoscevo questa nuova tecnica altrimenti non ci sarei cascata, ed per questo che desidero portare a conoscenza ci che mi accaduto. Ho sempre tenuto la borsa con me mentre scaricavo la spesa e posavo il carrello. Ma nel salire in macchina e solo allora posata la borsa sul sedile di destra, mi sono sentita chiamare da un tizio in macchina fermo dietro la mia, che mi ha chiesto dove poteva trovare una farmacia, gli ho dato lindicazione e mi sono seduta nuovamente ma la mia borsa non cera pi e lui era subito sparito con il complice. Ora ho tanta paura anche quando devo prendere lascensore. A chi mi legge raccomando, come ho sempre fatto io, di tenere le chiavi di casa in tasca altrimenti sono guai perch i delinquenti conoscono lindirizzo dai documenti rubati. Anna Maria Rey
IL PDL SEGRATE

Citt imbiancata dalla galaverna e linquinamento


Lo strano fenomeno di effetto neve verificatosi nei giorni scorsi con il cielo libero da nuvole era dovuto alla nebbia e alle particelle inquinate ghiacciatesi insieme
Nella settimana passata in molte zone della Pianura Padana spesso al risveglio, aprendo la finestra, abbiamo trovato il paesaggio tutto imbiancato, come sotto una leggera spolverata di neve. Che i meteorologi abbiano preso un grande abbaglio, prevedendo cielo stellato al posto dei nuvoloni carichi di fiocchi? In realt quella della neve stata solo unillusione, e non sono state le nuvole a produrre la spolverata che ha imbiancato molte zone del Nord, quanto piuttosto la galaverna e linquinamento! Le goccioline di nebbia difatti, con le rigidissime temperature della notte passata, al contatto con alberi, prati e tetti si sono istantaneamente trasformati in minuscoli cristalli di ghiaccio che hanno ricoperto e colorato di bianco il paesaggio: un fenomeno noto appunto come galaverna. Non a caso il fenomeno ha interessa-

to soprattutto la Pianura Lombardo-Veneta, dove le nebbie erano maggiormente presenti. E cosa centra allora linquinamento con la finta nevicata di questa notte? Un ruolo in effetti lha avuto, perch in prossimit delle citt alla galaverna si aggiunto leffetto delle particelle inquinan-

ti che hanno favorito laggregazione e il congelamento delle goccioline di nebbia presenti nellaria, producendo cos delle leggere nevicate senza nuvole! Insomma, una spolverata di bianco causata dagli assai pi grigi scarichi di auto e impianti industriali...

Rovagnasco, che festa per la Befana del CPS


Anche per quest'anno si ripetuto il tradizionale incontro dell'Epifania al Centro Civico di Rovagnasco. L'organizzazione dello scorso 6 gennaio stata gestita dal CPS, l'associazione locale che ha iscritto nel suo atto costitutivo ideale l'avvicinamento generazionale attraverso il racconto e il divertimento. Nel pomeriggio, i membri e i volontari si sono dedicati ai pi giovani consegnando le tradizionali calze dell'Epifania. Qualcuno ha vestito in prima persona gli abiti della Befana, cercando di riconsegnare il momento a un'atmosfera conviviale e sognante. Il presidente dell'associazione Salvatore Manciero ha commentato positivamente la giornata. Come si evince ha sottolineato la partecipazione di genitori e bambini stata numerosissima e l'organizzazione del direttivo del CPS ha mantenuto fede alle proprie aspettative. La presenza fra bambini e genitori superava abbondantemente quota 150 e la magnifica giornata ci ha permesso di utilizzare anche lo spazio all'aperto. Oltre all'usuale consegna, i genitori hanno goduto di una posizione intermedia fra generazioni, assistendo alla recita, dei pi maturi, di brani ispirati alla giornata e all'esposizione di disegni natalizi realizzati dai pi piccoli ed esposti nel salone del Centro di Rovagnasco. Per il noto costume popolare che affida al 6 gennaio la fine di tutte le festivit, il pomeriggio si rivelato anche un'occasione per le ultime visite al Presepe che il CPS aveva aperto alla cittadinanza. Una bellissima giornata ha concluso Manciero con l'augurio di poterla ripetere l'anno prossimo, organizzando un piccolo palco per poter far recitare i piccoli. Simone Risoli

DIRETTORE RESPONSABILE: Pietro Mentana PUBBLICIT: Vittorio Scaratti (Tel. 349.4595084) REDAZIONE: Federico Vigan, Beppe Maseri REALIZZAZIONE GRAFICA: Federico Vigan HANNO COLLABORATO: Santina Bosco, Anna Olcese, Enrico Sciarini, Giacomo Lorenzoni, Alessandro Cassaghi, Giulia Di Dio, Simone Risoli, Valentina Cereda Milano Communication srl Proprietaria ed Editrice SEDE SOCIALE E REDAZIONE: via Suardi 84 20090, Segrate (MI) Registrazione Tribunale di Milano n. 369 - 19/11/1974 ABBONAMENTI c.c.p.n 76712751 1 anno: 18 Euro (22 numeri) E-MAIL: segrateoggi@tiscali.it Tel/Fax: 02.2139372 Stampa: A.G. Bellavite s.r.l. - via I Maggio 42 23873 - Missaglia (LC)

Ricordo e difesa di don Verz


Egregio direttore, In questo silenzio assordante della politica, nella ricerca di equit, per i motivi che ci hanno spinto a fare politica e per un futuro migliore a Segrate non possiamo dimenticare don Luigi Verz che stato un grande personaggio dalla complessa personalit sul quale stato buttato troppo fango invece che riconoscere innegabili meriti. Don Verz era un uomo che pensava in grande. Usava dire: "Noi facciamo ci che va fatto, e poi ci penser la

Il 4 assemblea annuale di SegrateCiclabile


Sabato 4 febbraio 2012 Fiab SegrateCiclabile inizia le sue attivit 2012 con lassemblea annuale che si terr (ore 16.00) presso la ciclofficina del Parco di via Morandi. Sar loccasione per fare il punto sulle attivit del 2011 e presentare le iniziative 2012. Sar possibile rinnovare la tessera di associazione 2012, che prevede anche linvio della rivista BC e lassicurazione RC Bici, ad un costo di 15 euro per i soci ordinari e di 5 euro per i ragazzi al di sotto dei 14 anni. Al termine dell'assemblea (dalle 17 in poi) verr offerto un rinfresco e sar possibile approfittare della convenzione FIAB per mettere in sicurezza la propria bici mediante il sistema "EasyTag Bici Sicura".

Per la Vostra pubblicit su SEGRATE OGGI Dott. Vittorio Scaratti Tel. 02.45487372 Cell. 349.4595084

1 FEBBRAIO 2012

Attualit

AMBIENTE Lassessore Ferdinando Orrico fa il punto sulla situazione e fissa il traguardo da raggiungere nel 2012

Differenziata, lobiettivo il 60-65%


La raccolta introdotta nel 2006 partendo dal 35% arrivata al 55% - Sacchetti gratis alle famiglie, pi controlli e sanzioni
Caccia ai furbetti del cassonetto. A chi la raccolta differenziata la fa male e, soprattutto, a chi non la fa proprio. Perch il tempo corre e lobiettivo da raggiungere ambizioso: il 65% di raccolta entro fine 2012, come prescritto dal documento di programmazione approvato lo scorso anno da Regione Lombardia. Si parte da quota 55%, frutto della lunga marcia della differenziata segratese, che, introdotta nel 2006, ha fatto un salto di venti punti partendo da poco pi del 35%. Crediamo che lobiettivo sia possibile con laiuto di tutti i nostri cittadini spiega Ferdinando Orrico, assessore allAmbiente abbiamo registrato nel 2011 un aumento dell1,5% ma con un maggiore impegno dei residenti e maggiori controlli possiamo farcela, anche se per la verit arrivare al 60% per me sarebbe gi un trionfo. Gli incentivi, da parte del Comune, non mancano. Anche questanno, tra i pochi Comuni della zona, lamministrazione regaler alle quindicimila famiglie residenti i sacchetti biodegradabili per la raccolta del residuo organico (volgarmente

E diminuisce del 10% la tassa rifiuti


La buona notizia che la Tarsu, a Segrate, peser di meno nelle tasche dei residenti. Gi del 10% rispetto al 2011. Un dato sorprendente, in tempi di crisi nera per i bilanci degli enti locali. Merito del nuovo capitolato dappalto con Amsa spiega lassessore Orrico che ci ha permesso un notevole risparmio e quindi una diminuzione della tassa rifiuti, che finanzia interamente il servizio. Che costa complessivamente 5 milioni di euro lanno tra costi per il canone corrisposto ad Amsa (3.400.000 euro), per lo smaltimento della raccolta differenziata (650.000 euro), per linceneritore (1.000.000 di euro), di propriet del consorzio Core al quale partecipa anche Segrate con una quota del 13%. I cittadini segratesi, che gi pagavano una delle Tarsu pi basse della zona, risparmieranno mediamente 20 euro secondo lassessore con un servizio che crediamo migliorato rispetto al passato, basti pensare alla pulizia meccanizzata delle strade che ora copre il 60% della citt: un dato in controtendenza reso possibile anche dal grande lavoro dellassessore al bilancio Tagliaferri e dalla ragioneria comunale.

dere cosa ci finito dentro. Il tasso di raccolta differenziata di Segrate, nonostante il salto degli ultimi anni, rimane comunque ben al di sotto di certi casi virtuosi della zona Martesana, dove alcune citt raggiungono anche il 75%. Certo, ma bisogna tenere conto della conformazione territoriale dei vari Comuni e delle rispettive caratteristiche precisa Orrico Segrate molto frammentata e ha sul territorio tante realt aziendali molto grandi: il calcolo viene fatto sulla popolazione residente

umido). Dal primo febbraio la cooperativa Multiservizi inizier a recapitare presso tutte le case 220 sacchetti, annuncia Orrico. Una pioggia di quattro milioni di buste per un investimento da 140mila euro. Soldi spesi bene, che hanno garantito un aumento esponenziale della raccolta dellumido spiega lassessore basti pensare al costo che hanno sul mercato questi contenitori: abbiamo calcolato che ogni famiglia spenderebbe quasi 30 euro allanno per il loro acquisto, il che farebbe passare a molti, temiamo, la voglia di fare la raccolta in modo corretto. Oltre alla carota, per, lamministrazione non esclude

luso, talvolta, del bastone. Gi sorride lassessore purtroppo i casi di raccolta fatta in modo scorretto o non fatta sono ancora molti, sia nelle villette sia nei condomini. Per questo, da alcuni mesi, in citt al lavoro tutti i giorni un agente accertatore di Amsa la societ che si occupa della raccolta dei rifiuti addetto al controllo dei sacchi e degli orari di esposizione. Ogni giorno riceviamo un rapporto da parte di questa risorsa sul campo spiega Orrico e in base alle sue segnalazioni provvediamo a emettere avvertimenti o sanzioni secondo il nostro regolamento. Attenzione quindi agli orari (dalle

19 in inverno e dalle 21 nel resto dellanno, un fatto igienico ed estetico, spiega lassessore allAmbiente) e al contenuto dei sacchi, in particolare di quello dellindifferenziato, il vecchio nero che oggi trasparente proprio per permettere di ve-

ma noi abbiamo migliaia di persone che ogni giorno lavorano e quindi producono rifiuti, per cui normale essere al di sotto di certi altri Comuni pi piccoli, pensate a Milano, che non raggiunge il 40%. Federico Vigan

VIA CELLINI Traffico assordante, ma Comune sordo nonostante proteste e petizioni

Un condominio in rivolta per il dosso dellinsonnia


Il dosso della discordia. Non un episodio epico, ma un problema che da un paio danni sta creando non pochi disagi ai residenti del condominio Arcobaleno di via Cellini 40, angolo via Modigliani, a Segrate Centro. Che si sono mobilitati per ora con una petizione, ma promettendo nuove iniziative - dopo due anni di fastidi causati dal rumore che automobili e mezzi pesanti generano quando salgono sul dosso progettato per rallentare la loro corsa in prossimit della scuola elementare Schweitzer. Il dosso ormai stato livellato dal continuo passaggio di mezzi pesanti, le auto non rallentano e si genera cos un concerto da far venire lemicrania. Inoltre avvertono i cittadini della zona - il segnale luminoso di attraversamento pedonale da tempo non funzionante. Esasperati i condmini di via Cellini 40: Ho dovuto mettere i doppi vetri si sfoga un consigliere dellassociazione residenti - sono andato dal medico e mi ha prescritto delle gocce per dormire!. Sulla stessa linea Natale Onofaro: Al mattino la situazione inaccettabile, il traffico perenne sulla strada che d sui nostri apartamenti spiega - abbiamo proposto di sostituire il dosso in porfido con una rotonda, ma la risposta stata: la strada troppo stretta per progettare una rotatoria. Altri due residenti del condominio rincarano la dose, suggerendo unaltra soluzione: Linquinamento acustico nelle ore di punta insopportabile, ma la soluzione c, si potrebbe livellare e asfaltare il dosso, ormai dissestato e in condizioni pietose. Si potrebbe poi allungare lo scivolo, cos che le macchine facciano meno rumore al momento dellimpatto. Sar anche bello esteticamente, ma se inutile, chiediamo al sindaco di tutelare in primis la salute dei cittadini. Durante lora della nostra permanenza di fronte al dosso, una decina tra camion e mezzi pubblici transita su

via Modigliani: nessuno rispetta il limite di velocit di 20 km/h ben segnalato. Risultato? Rumore e disagio. Continua Paola Bagini, residente del condominio Arcobaleno: Chi va verso Milano deve per forza passare da questa zona, e non crediamo al sindaco quando ci parla della tangenzialina (la futura viabilit speciale n.d.r.), ci vorranno dieci anni per costruirla. Secondo i residenti il dosso, che stato realizzato due anni fa, da almeno un anno ha cominciato a creare disagi. A ottobre lassociazione residenti ha firmato una petizione, regolarmente protocollata e firmata da 30 residenti sul totale di 34 abitanti del condominio. Sotto elezioni qualcosa stato fatto, hanno cambiato i

lastroni in salita e discesa dal dosso, nulla pi. Abbiamo scritto al sindaco di venire qui per fare un sopralluogo ma nessuno si fatto vedere. Eppure paghiamo le tasse. Quando abbiamo parlato al telefono con la segretaria allUfficio Tecnico continua un consigliere- ci ha risposto: fate una petizione. Peccato, perch la petizione era gi stata fatta e protocollata. Se dinverno i residenti del condominio Arcobaleno hanno problemi con il prendere sonno, figurarsi destate. Destate non si dorme, con le finestre aperte per far entrare un po di fresco non si riesce nemmeno a sentire la televisione per tutto il rumore che c, ormai non sentiamo pi nemmeno il rumore degli aerei di Linate, il nostro problema proprio davanti casa. Ma sono stati fatti accertamenti per dimostrare il livello di inquinamento acustico? Lo staff del sindaco raccontano - ci ha spiegato che troppo costoso misurare i decibel sprigionati dagli automezzi

in transito, andremo allAsl a farci visitare e denunciare il tutto. Il coordinatore dellassociazione, Giorgio Panari, assieme ai consiglieri Nicola Scirano, Massimo Lovat e Vito Benedusi promette battaglia: Se la situazione dovesse continuare ad esasperarci, bloccheremo il passaggio pedonale. Ci metteremo ad attraversare in continuazione la strada cos da interrompere il traffico, forse cos qualcuno ci ascolter: il sindaco ha ricevuto la nostra lettera di protesta, ma sa cosa ci ha risposto? Che il dosso stato costruito con le migliori tecniche per attutire il rumore. Ma quali tecniche, la pavimentazione piena di buche e il rumore si sente, sempre! Un sindaco corretto ci avrebbe convocati per parlare di questo problema, la prossima volta invece della lettera di protesta gli manderemo i certificati medici, qui c gente che sta diventando matta. Alessandro Cassaghi

Cronaca

1 FEBBRAIO 2012

INCURIA La promessa dellassessore Maria Assunta Rochi dopo le numerose proteste e denunce di furti di ogni genere sulle tombe

Col nuovo appalto, cimitero pi sicuro


Mi sento impegnata in prima persona - Nel saccheggio scompaiono anche intere coperture di rame delle cappelle
Capannoni, ferrovie, edifici pubblici e privati. Non si fanno scrupoli, le bande di cacciatori di rame. Nemmeno davanti alla sacralit del cimitero e dei defunti che vi riposano, presi di mira anche a Segrate negli ultimi mesi cos come tante altre realt vicine e lontane. L'ennesimo allarme in citt stato lanciato dal signor Nazareno che, come tanti altri segratesi frequentatori del campo santo e attenti alla cura dei cari estinti, ha per primo constatato un furto della notte fra il 17 e il 18 gennaio. Secondo la sua testimonianza si tratta almeno della terza volta. Quel che pi impressiona , tuttavia, il fatto che oggetto del saccheggio non siano stati singoli oggetti commemorativi, vasi, statue, decorazioni, bens le intere coperture in rame delle cappelle familiari situate nell'ala sinistra del cimitero di via Morandi. In altri termini, hanno rubato i tetti. Non c' dubbio che, come il cittadino che abbiamo intervistato, altri si siano accorti in questi giorni del fatto, piuttosto evidente. evidente, infatti, l'attuale stato delle tombe coperte provvisoriamente o totalmente scoperchiate a fianco alle rare rimaste integre. Il giorno stesso in cui mi sono reso conto di quanto successo spiega il signor Nazareno ho riferito al custode per sporgere denuncia. Attualmente, sulle cappelle interessate il Comune ha fatto affiggere alcuni avvisi per segnalare ai familiari i furti. Non i primi, come si diceva. Episodi simili si sono verificati nel passato prossimo: un primo circa un anno fa e un altro nel marzo 2011. Hanno cominciato un anno fa sostiene Nazareno portando via l'intera copertura dei loculi. Nazareno si riferisce alla struttura su due piani alla sinistra dell'ingresso principale in cui sono disposti gli ossari dei defunti. Fino a un anno fa prosegue quella parte era coperta in rame, ora, dopo diversi mesi e la conclusione dei lavori, il Comune ha deciso di ricostruire i tetti con materiali alternativi, che impediscano comunque le infiltrazioni d'acqua. Sono proprio queste ultime il principale problema generato dell'assenza di coperture. Oltre allo sfregio e all'offesa, il furto delle coperture in rame ha infatti gi provocato danni di questo genere. A marzo dell'anno scorso la seconda ondata di saccheggi. Ancora le coperture dei loculi e delle cappelle comuni sono state ogvute ai cambi di segretari e dirigenti che si occupavano del caso. E carte sono ora in mano al segretario generale del Comune Roberto Carbonara: in quella sede l'assessore anticipa che porr alcuni vincoli per le imprese che vorranno ottenere la gestione del cimitero, fra cui l'installazione di un sistema di mappatura computerizzata dei defunti e forse anche di videosorveglianza. Ma aggiunge: Non si pensi che qualche telecamera possa spaventare i ladri. Alla richiesta di maggiori dettagli, la Ronchi riferisce alcune voci che ricollegherebbero i furti all'azione di gruppi di rom. Bisogna precisare che si tratta di un'opinione in nessun modo provata. Sicuramente, invece, non si pu escludere che il furto di rame sia divenuto attivit redditizia a seguito degli elevati valori raggiunti dal metallo (quasi 7.500 euro/tonnellata), che viene razziato ovunque da bande specializzate per poi essere rivenduto sul mercato nero o a ricettatori del settore. L'assessore promette comunque una vera e propria campagna politica per rivoluzionare il cimitero dopo anni di incuria. In questo conclude mi sono sempre impegnata in prima persona, da cattolica rispettosa dei defunti. Simone Risoli

Maria Assunta Ronchi, assessore ai serviz civici e cimiteriali. Medico di base a San Felice, la dottoressa Ronchi, eletta consigliere nelle fila del Pdl, stata in assoluto il candidato pi votato, con 244 preferenze. In alto, alcuni dei tetti rubati dalle cappelle di famiglia.

getto della scomparsa. In quel caso particolare i furti hanno riguardato l'ala destra del camposanto. Proprio allora rivelano Nazareno e altri diretti interessati si presentato un reclamo in Comune: a mesi di distanza non abbiamo ricevuto risposta. In mancanza di lavori e provvedimenti i loculi rimasti scoperti sono alla merc delle intemperie e rischiano di danneggiarsi. Si tratta di episodi relativamente frequenti, n pi n meno di quanto accade anche in altri Comuni, secondo Maria Assunta Ronchi, assessore con delega ai servizi civici e cimiteriali. Tuttavia proprio in riferi-

mento ai paesi limitrofi, amministrazioni come quelle di Pioltello hanno deciso di installare sistemi di videosorveglianza. Richiesta analoga proviene da molti segratesi che ammettono di contribuire volentieri alla spese cimiteriali, ma di volere anche garanzie. Stiamo studiando provvedimenti, ci sono stati rallentamenti per l'affidamento dell'appalto per la gestione del cimitero spiega la Ronchi - stiamo facendo ora la gara per pulizie, lavori e manutenzione, la cui attuale gestione da anni in proroga. La gara sar pronta per marzo, ma abbiamo avuto molte frenate do-

A circa tre settimane dallinizio dei saldi - partiti in Lombardia il 5 gennaio, si protrarranno per 60 giorni, ovvero fino ai primi giorni di marzo - siamo andati a verificare landamento delle vendite nei negozi sul territorio di Segrate. E da ogni parte circa la stessa risposta: si sente una certa flessione in negativo delle vendite e purtroppo ai saldi la situazione non migliora. Bench i negozi a unocchiata superficiale possano sembrare tutto sommato frequentati gli esercenti lamentano un calo degli acquisti. La situazione si protrae da una decina di anni circa, dallintroduzione delleuro che ha notevolmente danneggiato il mercato con un calo del 30% - spiega il signor Giorgio Livi di Giorgio IV, a San Felice - per questanno registriamo un calo dell11%. I clienti sono pochi e le spese pi che oculate; non si vede la possibilit di uscire da questa situazione stagnante in breve tempo, quello che si poteva sperare essere un momento per tirare una boccata daria si rivela essere un termometro infallibile e desolante sul trend che seguono gli acquirenti. Eliana Pirola (nella fo-

COMMERCIO La parola ai commercianti di Segrate a tre settimane dallinizio delle vendite

Saldi? La crisi c quasi per tutti Non ha senso e nessuno ci aiuta


to) dellomonimo negozio di via Gramsci, a Segrate Centro, non sembra di umore diverso. I piccoli esercenti non si sentono minimamente tutelati e la nuova liberalizzazione degli orari sembra pi che mai una beffa a tutto vantaggio dei grandi centri commerciali. Un po pi ottimista Dominelli, di Laghetto Moda, a Redecesio. Si lavoricchia nonostante il calo; il problema che i saldi sono troplo specifico gli esercenti della zona centrale di Segrate risentono negativamente del cambio dei sensi di marcia sulle vie che prima erano a larghissima percorrenza mentre invece ora rimangono desolatamente vuote, tagliandoli fuori, a loro dire, dai grossi passaggi di traffico e quindi dalla possibilit di essere visibili. La proprietaria di Abbigliamento Angela afferma che Altro intralcio alle ben misere entrate la mancanza di parcheggi che si rivela essere un altro punto a sfavore nonostante avessimo fatto richiesta di tramutare i parcheggi liberi in parcheggi a ore per favorire un po di movimento. Richiesta a tuttora inascoltata. Sicuramente un modo per rilanciare i consumi potrebbe essere quello di riportare in auge le feste delle vie, come si faceva anni addietro, cos da poter riacquistare un po di visibilit e incentivare la frequentazione del territorio ora a discapito di realt pi grandi e centrali. Valentina Cereda

po lunghi, si lavora per 15 giorni e poi per due mesi si fermi. Se sono saldi di fine stagione non si capisce perch debbano cominciare quando la stagione non neanche a met, e poi il fatto che nei centri commerciali ci siano ciclicamente promozioni anche fuori dalla stagione dei saldi non aiuta il piccolo esercente. Magda Losacco, di Biancheria Magda, sot-

tolinea che Sicuramente questanno, in particolare, i saldi si sono rivelati sottotono e decisamente lontani dalle aspettative anche se tutto sommato durate lanno si continua a lavorare bene. Una voce fuori dal coro quella della signora Remi di La Bottega, a Milano 2: Per noi stato un anno proficuo e anche i saldi hanno seguito questo trend positivo. Nel-

1 FEBBRAIO 2012

Cronaca
SFIDA PER I CARABINIERI

NOVEGRO Indagini e poi burrascosa cattura in un ex dormitorio sulla via Rivoltana

La Polfer Lambrate stana una banda di ladri albanesi


Il loro curriculum andava dalle aggressioni a pubblici ufficiali alle rapine. Ma la vera specialit della casa erano i furti in appartamento. A stroncare lattivit della banda, la scorsa settimana, la Polfer Lambrate, che con un coraggioso blitz ha tratto in arresto sette cittadini albanesi, di et compresa tra 20 e 25 anni. Giovanissimi, ma con alle spalle una lunga carriera criminale. E soprattutto di violenza, indifferentemente contro divise o privati cittadini. La banda si era barricata in un ex dormitorio per ferrovieri in via Rivoltana 96, a Novegro, stabile gi occupato da alcune famiglie rom lo scorso novembre e sgomberato su richiesta della nuova propriet, che progetta di realizzarvi un albergo, da carabinieri e polizia locale di Segrate. E dalla Polfer Lambrate, che, oltre agli scali, ha competenza su tutte le aree ferroviarie della

33 arresti in un mese Nel mirino ora anche le stazioni di servizio


Dopo videopoker, tabaccai, centri sportivi e cantieri, ora anche le colonnine self service delle stazioni di servizio. La tecnica, sempre quella della spaccata. Nelle ultime settimane, sono almeno tre i casi registrati dai carabinieri di San Donato nella zona sud-est della periferia. Ed allarme tra i gestori che, su consiglio delle forze dellordine, starebbero approntando misure di sicurezza per i self-service, di fatto bancomat non protetti esposti in aree spesso isolate. Non proprio raffinato, il modus operandi della banda che si presume, dopo Milano, abbia preso di mira la zona est. Le colonnine del self vengono letteralmente sradicate con luso di un autocarro e vengono caricate su un furgone per poi essere aperte in un secondo momento per svuotarle dellincasso. Unauto funge poi da palo per allertare i complici nel caso di arrivo delle forze dellordine. Settimana scorsa, a Peschiera Borromeo, i primi arresti da parte dei carabinieri del nucleo radiomobile, aiutati dai colleghi di Segrate e San Giuliano. I militari sono giunti sul posto durante una delle spaccate, provocando la fuga dei malviventi a bordo di unauto di grossa cilindrata. Dopo un rocambolesco inseguimento, terminato dopo il salto su un dosso che ha costretto i ladri a lasciare lauto, finito in manette E.M., rom italiano di 24 anni senza fissa dimora. Sono in corso le ricerche degli altri cinque componenti della banda. Da inizio anno - spiega il comando di compagnia di San Donato - sono gi 33 gli arresti effettuati per reati contro il patrimonio.

zona est, tra cui limmenso centro intermodale segratese. Proprio durante i consueti servizi di prevenzione, gli agenti della polizia ferroviaria si erano accorti di uno strano via vai di persone che, entrando nel sottopassaggio di via Lazio, sparivano allinterno dello scalo intermodale. Lintuizione si era rivelata giusta: sfondando una finestra delledificio, i cui ingressi erano stati murati per evitare nuove occupazioni dopo il recente sgombero, la banda

si era sistemata allinterno dei locali del dormitorio, tentando anche di manomettere i quadri elettrici per ottenere corrente e riscaldamento. Dopo una serie di appostamenti, la Polfer Lambrate entrata in azione lo scorso mercoled, proprio mentre i sette albanesi stavano danneggiando le cabine elettriche esterne alledificio per tentare un allacciamento abusivo. Alla vista della polizia, la banda scappata rifugiandosi allinterno dello stabile. Una

volta arrivati i rinforzi, gli uomini della Polfer sono quindi entrati per procedere con i fermi ma sono stati brutalmente aggrediti. Dopo una violenta collutazione finita comunque senza gravi conseguenze per nessuno i poliziotti hanno avuto la meglio procedendo allarresto dei sette giovani senza peraltro luso di nessun tipo di arma. bastato un rapido controllo per capire che si trovavano di fronte a un vero e proprio sodalizio criminale con una lunghissima lista di precedenti, ultimo dei quali una rapina in villa nel bresciano. Saranno i carabinieri di Segrate, con le informazioni fornite dalla Polfer, a collegare la banda, eventualmente, alla recente ondata di furti registrati in citt, in particolare nella zona di Redecesio a ridosso della ferrovia. I sette sono ora a San Vittore in attesa del giudizio per direttissima. Federico Vigan

Terremoto, evacuati scuole e edifici pubblici


Giornate sismiche anche per Segrate. Molti cittadini avranno percepito le scosse di mercoled 25 (alle 9 circa) e venerd 27 gennaio (nel pomeriggio). I fenomeni, a cui non sono stati ricollegati danni, hanno destato senz'altro preoccupazione per la loro intensit che nella giornata di mercoled ha raggiunto magnitudo 4,9 all'epicentro. Scuole ed edifici pubblici di Segrate hanno affrontato la situazione in modi diversi, bench in molti casi l'imprevedibilit del fenomeno e degli effetti abbiano spinto a evacuare gli edifici. In molti istituti scolastici del territorio si sono seguite le procedure di allontanamento dalla sede. Gli studenti, dai pi piccoli di nidi e materne fino ai liceali del Machiavelli, sono infatti abituati, se non ad affrontare situazioni del genere, almeno alle prove di evacuazione, da effettuare almeno due volte l'anno, come si ricorda citando il Decreto Legge in materia di sicurezza. Interessati, quindi numerosi scolari, soprattutto nella mattinata di lezione del 25: si pensi il solo liceo Machiavelli, che ha seguito la procedura, conta sette sezioni nella sede di via Rivoltana. Tuttavia, se seguire le procedure durante le prove previste dal decreto un obbligo, evacuare le aule in caso del solo sospetto di pericolo parso ai pi un dovere. Meno scompiglio nelle scuole hanno creato le scosse pomeridiane. Simone Risoli

NOVEGRO Altra brillante operazione Polfer alla ex dogana: ingente il bottino

La banda svuota 88 container ma sgominata in due giorni


DALLA PRIMA
Il commando entrato in azione nella notte, poco dopo l'una, diviso in due squadre. La prima, entrata da via Lazio scavalcando il muro di cinta del centro smistamento, si diretta ai depositi di Terminal Italia, societ controllata da RFI che si occupa della gestione dei centri intermodali, dove vengono trasferite le merci da binario a gomma e viceversa. Obiettivo: i container parcheggiati in attesa di essere spediti. Il secondo gruppo, invece, penetrato nell'area ex dogana da via Raffaello Sanzio, in zona stazione, per occuparsi del trasporto della refurtiva. Cos, mentre 88 container venivano forzati e il contenuto impacchettato per la fuga, una parte della banda riuscita a rubare una gru per lo spostamento dei container e a usarla come ariete per sradicare i blocchi di cemento posizionati davanti al cancello di via Sanzio per impedire l'accesso di mezzi nell'ex dogana. Aperto il varco che era stato rinforzato alcuni anni fa dopo il rave-party che aveva causato la morte di un giovane per impedire nuove occupazioni due tir che attendevano sono cos entrati nell'area, hanno raggiunto i complici e si sono dileguati con il prezioso carico. Scoperto l'accaduto, sono partite subito le indagine della polizia ferroviaria, che ha competenza sullo scalo intermodale. Un lavoro incessante che ha dato i suoi frutti nella tarda serata di domenica. Grazie ad alcune telecamere di sorve-

glianza posizionate nella zona dei furti, gli investigatori della Polfer sono riusciti a rintracciare gli automezzi, ai quali sono fisicamente risaliti poche ore dopo. Il tir della refurtiva stato fermato a pochi minuti dalla partenza, con dentro tutto il malloppo, del valore di quasi un milione di euro. Due gli arrestati, gli altri componenti della banda risulterebbero invece denunciati a piede libero. Al vaglio degli inquirenti la posizione delle guardie giurate che sorvagliano larea di notte: se sembra da escludere la presenza di un basista, bisogner comunque capire come in tre ore nessuno si fosse accorto di quanto stesse succedendo. F.V.

CENTROTeam PILATES di Lilli Forte e il suo


In 10 sedute sentirai la differenza - In 20 vedrai la differenza - E in 30 avrai un corpo nuovo J. Pilates

PROGRAMMI DI ALLENAMENTO ADATTI A TUTTI E PER TUTTE LE ETA LEZIONI INDIVIDUALI LEZIONI DI GRUPPO DA 2 A 6 PERSONE SUGLI ATTREZZI PILATES

SIAMO IN VIA TIEPOLO, 8 A SEGRATE (MI)

per info: tel.347-8011070 i n f o @ p i l a t e s - l i l l i f o r t e . i t - w w w. p i l a t e s - l i l l i f o r t e . i t

Attualit

1 FEBBRAIO 2012

MILANO DUE

SCUOLA Compie 25 anni il Liceo classico e di ricerca San Raffaele. Parla la preside Annalisa Crivellaro

Serie di incontri sui problemi della famiglia


Don Walter Magni, referente culturale del coordinamento delle parrocchie di Segrate, ha organizzato una serie di quattro incontri con note personalit nel campo culturale e religioso per affrontare le problematiche della famiglia. Il primo di tali incontri ha avuto luogo lo scorso 20 gennaio e ha avuto come relatore il professor Francesco DAgostino dellUniversit di Roma che ha parlato della famiglia Tra realt, fatica e ricerca. Il prossimo incontro gioved 16 febbraio, con lo psicologo Dante Ghezzi che tratter della complessit della relazione di coppia. Il 22 marzo seguir la relazione del rabbino Shlomo Bekhor sul tema In principio la famiglia. Il quarto ed ultimo incontro sar il 19 aprile con il direttore del settimanale Famiglia Cristiana, don Antonio Sciortino, che parler della famiglia come Risorsa preziosa. Tutti gli incontri si terranno presso il centro civico di Milano Due in via Fratelli Cervi alle ore 21.

La crisi (e i pregiudizi) su di noi


Siamo privati ma laici, la retta s impegnativa ma garantiamo unofferta formativa di altissimo livello
Il prossimo settembre il Liceo Classico e di Ricerca San Raffaele di Milano 2 festegger il quarto di secolo di attivit. Fondato nel 1987 da don Luigi Verz, che lo volle inizialmente nella sua Verona, si spost presto nella sua sede naturale, a Milano, presso il Dibit (dipartimento di biotecnologie) dellospedale che, fino a pochi mesi fa, era gestito dall'omonima fondazione guidata dal prete di Illasi recentemente scomparso. A Segrate dal 1993, dove si stabilito nella vecchia sede della scuola elementare Sud del quaritere, il liceo San Raffaele pu contare su pi di cento studenti, suddivisi in una sola sezione per i cinque anni previsti dal corso di studi. Un liceo d'eccellenza, quello guidato dalla preside Annalisa Crivellaro, che in sedici sessioni di maturit ha portato al diploma 300 studenti, tutti promossi con una media di 83/100. Una scuola privata che, tuttavia, sta sentendo come tutte il peso della crisi. Aggravato dalle vicende finanziarie e giudiziarie della fondazione da cui dipendeva insieme con l'ospedale, che ha passato la mano alla Newco dell'imprenditore della sanit Giuseppe Rotelli. Per la prima volta nella sua lunga storia, a poche settimane dalla chiusura delle iscrizioni (previsto il 20 febbraio), la classe 20122013 non ancora al completo. Niente lista d'attesa quest'anno. Colpa dei 5mila euro necessari per l'iscrizione? O dei dubbi sull'affidabilit dell'istituto visti i guai passati dal nosocomio segratese? La notizia, nei giorni scorsi, non scappata ai giornali. Guai per a parlare di crisi alla dottoressa Crivellaro, che ci ha contattati per far conoscere la nostra realt ai segratesi, che sono il nostro bacino naturale di studenti dato che siamo, a rigore, l'unica scuola media superiore sul territorio. Vero. Come vero che un terzo degli iscritti segratese, di Milano 2 per la precisione. Che impatto ha sul liceo la vicenda fallimentare del San Raffaele? Non sono per nulla preoccupata del cambio di gestione spiega la preside - al contrario siamo in procinto di trattare il rinnovo della convenzione con il Comune di Segrate per la concessione delledificio che ospita il liceo a Milano 2, in scadenza nel 2014. Le La preside Annalisa Crivellaro scientifiche, mediche e tecniche. I segratesi iscritti al liceo per, secondo la preside, vista la capacit di reddito e la vicinanza con l'istituto, non sono molti. Solo un terzo degli studenti sono segratesi e quasi tutti provengono dallIstituto Comprensivo Sabin di Milano Due continua la Crivellari - agli studenti di Segrate sono anche destinate quattro borse di studio ma credo che ci sia una mancanza di informazione e di conoscenza della nostra scuola nella citt, oltre che, forse, un sospetto nei confronti di un istituto situato a Milano 2, con tutti i pregiudizi che spesso accompagnano le opinioni su questo quartiere. O quelli sulle scuole private, spesso identificate tout-court come religiose. Siamo un istituto laico - ci tiene a precisare la Crivellaro, docente proprio di religione -linsegnamento della religione cattolica previsto come in tutte le scuole, ma abbiamo anche studenti provenienti da famiglie di religioni diverse, e ci rappresenta per noi solo una ricchezza. Federico Vigan Enrico Sciarini

difficolt economiche, per, fanno scappare dalle private... In generale tutti gli istituti privati hanno subito una flessione, molto superiore rispetto al nostro caso spiega la professoressa Crivellari il messaggio che vogliamo mandare per che l'investimento che chiediamo alle famiglie s importante, ma ricambiato da un'offerta formativa di altissimo livello. I numeri, del resto, parlano chiaro. Il 21% dei diplomati si iscrive a medicina, l11% in discipline scientifiche, il 18% a economia e il 9% in ingegneria: una predilizione per

il sapere tecnico che, in tempi di crisi, la vera cassaforte per garantirsi un posto di lavoro. La nostra realt piccola, in termini di dimensioni, ma mirata a ricercare le capacit e gli interessi specifici degli studenti spiega la dirigente la denominazione stessa di Liceo Classico e di Ricerca la diversifica da un tradizionale liceo classico. I laboratori, sia in sede che presso lUniversit Vita e Salute, mettono in contatto gli studenti con la scienza vera e propria e li mettono in grado di frequentare facolt universitarie

INCONTRO LInteressante dibattito presso la parrochia di Santo Stefano con don Claudio Burgio cappellano del Beccaria

Lesperienza con i ragazzi di strada


Alle loro spalle ci sono storie incredibili. Per aiutarli servono comprensione, dialogo, pazienza e a volte, allimprovviso...
ta pi nel profondo? Non si pu fare un elenco degli affetti e ci sono talmente tante storie che si esce completamente dagli schemi preordinati che abbiamo. Sicuramente ci sono alcune persone che ti prendono di pi perch hanno vissuto drammi sconfinati che ti commuovono e a cui bisogna stare particolarmente vicino. Quanti accettano e quanti rifiutano di parlare? Nessuno rinuncia al dialogo. anche vero che se non sono loro per primi a muoversi per avere un contatto non bisogna irrigidirsi ma essere sempre aperti a cogliere qualsiasi segnale anche minimo e essere disposti a fare il primo passo. Spesso si parla di cose veramente banali che sembrerebbero non avere alcun tipo di riscontro ma anche con questo che si crea un rapporto di fiducia. Con un ragazzo per la bellezza di tre anni e mezzo ho avuto solo due argomenti il Brescia e Roberto Baggio poi un giorno senza preavviso ha parlato di tutto quello che aveva fatto che lo aveva portato in prigione. Sono molte le delusioni e come le affronta? Non tutti ce la fanno. So che non dipende da me direttamente le persone cambiano se lo decidono autonomamente. Pentirsi vuol dire ammettere di essere deboli e accettare di farsi aiutare. Alcuni provano a fingere per cercare di ottenere qualche vantaggio ma un cammino lungo e faticoso che ti porta a scoprire chi sei non possibile bluffare su questo. Non divido mai in categorie come successo e fallimento perch ritengo che ci sia sempre tempo per cambiare. Dopo tanti anni non c pi il sentimento della delusione una categoria che ha perso completamente senso al massimo c la sofferenza perch non si vede una reazione. LAssociazione Kayros fondata da Don Claudio (www.kayros.it) nata nel 2000 per rispondere alle necessit di accoglienza di minori in difficolt. Col tempo le comunit di accoglienza si sono moltiplicate e, attualmente, sono presenti a Milano e nellhinterland milanese, a Vimodrone, Segrate e Giussano. Valentina Cereda

Sabato 21 presso la parrocchia di Segrate Centro si tenuto un incontro della pastorale giovanile a cui ha partecipato don Claudio Burgio, cappellano del carcere minorile di Milano Cesare Beccaria, che ha portato la sua testimonianza di vita come parroco in un contesto peculiare. Prendendo spunto dal libro che ha scritto, Non esistono ragazzi cattivi (Ed. Paoline, 136 pagg., 12 euro), gi provocatorio nel titolo per sua stessa ammissione, ha portato ad esempio le storie dei ragazzi che ha incontrato durante il suo cammino pastorale. Ragazzi che si sono trovati ad avere un destino gi tragicamente tracciato. Come quello che ha incontrato dopo che era stato arrestato in Stazione Centrale sorpreso a derubare i passanti. Istruito a dovere per commettere furti, era considerato un ottimo investimento dai genitori che lo hanno venduto sul mercato italiano dove arrivato per cominciare la sua carriera a 12 anni. Poco dopo lincontro con don Claudio, che l'ha portato con i suoi ragazzi delloratorio in mon-

tagna, ha potuto confrontarsi con un'altra realt e decidere come avrebbe voluto proseguire la sua vita da quel momento in avanti. Con molto trasporto don Claudio conclude dicendo come oggi, otto anni dopo, questo stesso ragazzo sia perfettamente inserito nel tessuto sociale con un lavoro a tempo pieno e una relazione soddisfacente. Ovviamente non tutte le storie dei ragazzi che ha incontrato si sono concluse cos brillantemente, alcuni hanno ancora bisogno di lavorare molto su se stessi, ma queste sono

le storie che danno speranza e motivano a continuare su questo cammino anche quando sembra che ci si trovi di fronte a una situazione irrisolvibile. Fin dallinizio del suo sacerdozio nella parrocchia di Vimodrone Don Claudio si trovato a confrontarsi con situazioni non facili e con la necessit di creare una seconda occasione per quegli stessi ragazzi indesiderati o come dice lui Quelli che rompono. Dallincontro apparentemente fortuito in oratorio con i ragazzi scomodi Don Claudio percepisce qualcosa. Si trat-

ta di una sintonia in cui il sacerdote riesce a porsi in ascolto dellaltro e a scoprire tutte le potenzialit e i doni seppur nascosti dei ragazzi di strada. Limpatto di queste storie stato decisamente incisivo sui ragazzi presenti non che fossero inconsapevoli della realt che li circonda ma vedere e sentir parlare una persona che in quella realt completamente immerso di cui ha riempito la propria esistenza ha lasciato profondi segni e ampi spunti di riflessione. Qual il ragazzo con cui ha lavorato che lha colpi-

1 FEBBRAIO 2012

Attualit

MILANO 2 Unannosa questione che riguarda 160 posti auto coperti distribuiti su 5000 mq nella pancia di cinque residenze

Giallo dei parcheggi: pubblici o privati?


Saranno i giudici a far luce (tra sequestri, ricorsi e richieste di risarcimenti) sulla vicenda che oppone la Comit al Comune-condomini
La palla ai giudici. Quelli amministrativi, civili e penali. Saranno le toghe a far luce sul vero e proprio giallo dei parcheggi di Milano 2: centosessanta posti auto coperti, distribuiti su 5.000 metri quadrati, nella pancia di quattro delle cinque residenze che si affacciano sulla strada di attraversamento del quartiere: Mestieri, Botteghe, Ponti, Portici. Da una parte, i proprietari degli spazi. Dallaltra, il Comune e alcuni tra gli amministratori condominiali. Una vicenda annosa, che risale agli anni Ottanta ed esplosa negli ultimi mesi tra sequestri, ordinanze, querebi Betti, che lo ha spiegato anche ai residenti durante la riunione pubblica dello scorso luned perch il comportamento dellamministrazione ci ha creato un pesante danno dimmagine mettendoci in cattiva luce in tutto il quartiere. La convenzione originaria con Edilnord prevedeva a scomputo di oneri la cessione al Comune di alcuni manufatti come scuole, farmacie, parcheggi spiega Betti nel 1983 con gli atti attuativi vennero ceduti effettivamente solo alcuni parcheggi scoperti destinati a uso pubblico, ma di quelli coperti delle residenze lungo la strada di spina, che intanto erano stati venduti al fondo Mario Negri, non fu fatto cenno. Nel silenzio, la situazione va avanti per alcuni anni, ma gi nel 1985 lamministrazione comunale riaccende i riflettori sulla vicenda con una commissione consiliare. Iniziarono le prime lamentele per questa situazione anomala, tutti questi anni? I parcheggi vengono gestiti in maniera quasi autonoma dagli amministratori dei condomini che li utilizzano in via praticamente esclusiva, tanto che una delle residenze (la residenza Portici) intent una causa di uso capione in quanto aveva piena disponibilit, da decenni, dei posti auto. Come pu affermare il sindaco che si tratta di parcheggi pubblici spiega Betti erano le residenze a pagare le bollette (come tuttora avviene da parte della Residenza Ponti, Residenza Portici per quei parcheggi e da parte del comprensorio Milano 2 per Botteghe e Mestieri), avevano anche predisposto cancelli elettrici per laccesso che venivano chiusi la sera. Per ora, si attende la sentenza di merito del Tar che nel frattempo non ha accolto la richiesta di sospensiva dellordinanza del sindaco gi pronta comunque una causa civile, che si aggiunge alle querele

Qui sopra, il parcheggio della residenza Mestieri prima dellintervento della polizia locale. A sinistra, Stefano Betti. Sotto, il sindaco Alessandrini. sistemi elettronici di accesso e pagamento. Linizio lavori nella convinzione di avere ragione sulla carta provoca limmediata reazione di residenti e Comune. Dopo pochi giorni, lo scorso luglio, la polizia locale si presenta con unordinanza del sindaco, che con laccusa di truffa ai danni dello stato fa rimuode altro: limpresa che sta riasfaltando il quartiere rimuove le spire di rilevamento del sistema automatico installato poste sotto la pavimentazione allingresso del parcheggio Botteghe nella parte di accesso. Hanno distrutto tutto forzando i cancelli e portando via le recinzioni provvisorie, si sfoga Betti, che ha

le e ricorsi. E che potrebbe costare caro (al Comune) sul quale pende un'ingente richiesta di risarcimento. Milionaria, pare. Cosa successo? Proviamo ad andare per ordine. Nellaprile e settembre del 2011, la societ Comit, amministrata da Stefano Betti, ingegnere originario di Pistoia e residente dal 1998 a Milano 2, acquista tutti i posti auto dalle societ Segrate 1 e Segrate 2, che a sua volta avevano comprato gli spazi nel 1996 dal fondo previdenziale Mario Negri, primo acquirente del lotto dalla costruttrice dell'intero quartiere, Edilnord. Tra i soci nellaffare, quindici anni fa, lex assessore segratese Giovanni Casciaro. Comit prende tutto a un prezzo stracciato, - circa la met di tutto lo spazio fu trasformata in box e venduta agli inquilini delle residenze dai precedenti proprietari la residua parte classificata come privato asservito a uso pubblico. In pratica,

vincolato a parcheggio libero, per residenti e non. Betti, per, ha unaltra idea: il business c ed quello dei parcheggi a pagamento. Secondo i suoi legali, infatti, lo status dei parcheggi sarebbe tuttaltro che chiaro. I rappresentanti della Comit allora si presentano dal sindaco, in via Primo Maggio, per parlargli della loro idea. Ma lapproccio non va come sperato. Ci hanno letteralmente riso in faccia racconta Betti, che lo scorso luned ha incontrato i residenti del quartiere in uno dei saloni della parrocchia Dio Padre per parlare della vicenda ci dispiaciuto moltissimo perch siamo andati dal sindaco con la massima volont di collaborare e siamo stati derisi. Nonostante la chiusura dellamministrazione, per, Betti decide di andare avanti. Forza la mano e parte subito con la sistemazione dei parcheggi, chiudendo laccesso per i lavori di manutenzione e per predisporli di

Il sindaco non fa passi indietro sul caso: Devono restare liberi, sono gli atti a dirlo
Quei parcheggi devono restare liberi e a servizio delle residenze o dei clienti dei negozi, che non a caso si trovano proprio al di sopra dei garage. Non ha dubbi, il sindaco Alessandrini, denunciato dallattuale proprietario, Stefano Betti, per aver, con unordinanza, bloccato lattivit di parcheggio a pagamento che stava preparando. Quando ha acquistato i parcheggi Betti sapeva che erano vincolati con una vere cancelli che erano gi presenti al momento dellacquisto nella residenza Ponti, transenne provvisorie nella residenza Mestieri e sequestra tutti gli impianti nella residenza Mestieri che erano stati installati per consentire laccesso ai proprietari dei box privati e vietarlo nella parte dei box in sistemazione. Ma succeservit pubblica spiega Alessandrini - scritto nella convenzione originale e in tutti gli atti, come se qualcuno venisse a bloccare via Primo Maggio, era necessario intervenire per ripristinare la situazione. Secondo il proprietario gli atti che definiscono lo status dei parcheggi sarebbero nulli, perci lui avrebbe il sporto denuncia per furto con scasso e abuso dufficio. Al fianco del sindaco, gli amministratori delle residenze interessate, anche loro denunciati dal titolare della Comit. Punto chiave della vicenda, ora in mano alla magistratura, il reale status dei parcheggi. Sono privati o privati asserviti a uso pubblico? Non ha dubno evidenti, tra tutte i problemi che abbiamo credo sia una delle cose pi risolvibili - spiega il sindaco, che si dice tranquillo sulla correttezza delloperato dellamministrazione - noi ci siamo basati su dati e atti precisi, certo, poi sar un giudice a pronunciarsi. Quindi, potrebbe anche dare ragione alla Comit. Questo francamente mi sembra difficile, se non quasi impossibile. F.V. gi presentate in sede penale in merito allazione della polizia locale, illegittima per la Comit. Una pasticcio, che potrebbe costare caro. Comit, infatti, pronta a chiedere ingenti danni economici per il blocco dellattivit e per i danni provocati dal blitz dei ghisa. Si parla di milioni di euro. Federico Vigan

diritto di usare le superfici che ha acquistato come meglio crede... A nostro parere le nostre ragioni soper cui nel 1990 il Comune e la propriet procedettero con un atto ricognitivo dattuazione della convenzione urbanistica. In pratica, il fondo Mario Negri si impegn ad asservire a uso pubblico la met circa dei parcheggi coperti. Laltra parte, come gi detto, alcuni anni dopo viene destinata a box privati. Cosa succede in

Agenzia Generale di SEGRATE Cordini, Sardi e Nasisi Assicuratori dal 1974


SEDE: Via Roma, 11 - 20090 Segrate (MI) Tel: 02.2138900 FILIALE: Via XI Febbraio, 17 - 20090 Vimodrone (MI) Tel. 02.25007147 E-MAIL: info@csn-assicuratori.it

Sei segratese? Ami la tua citt e desideri essere informato su quello che succede? Abbonati e/o regala un abbonamento al giornale che da 38 anni radicato nel tuo territorio. Puoi sottoscrivere labbonamento (18 euro) recandoti alla redazione di via Suardi 84, Segrate, Tel.-Fax. 022139372 ogni mattina (dal luned al venerd ore 9-12) oppure versando limporto con un bolletino postale sul conto corrente numero 76712751.

10

Cultura e spettacoli
I Cena e musica

1 FEBBRAIO 2012
I Novegro, il 4 e 5 I I Perturbazione I Gioved 9

SCELTI PERVOI
Dall1 al 15 febbraio

pro LA.P.S.U.S

I Gioved 9

Musica giovane

salone del fumetto

al Magnolia

Tantautori a Mi

di G.D.D.

Venerd 3 serata di autofinanziamento per il laboratorio LA.P.S.U.S. Cena ore 20 (10 euro, prenotazione: 3331732183) e Vito War dj set ore 23. Serata musicale sabato 11 per festeggiare i 10 anni del dj set trash dei Bravi Ragazzi. Lincasso andr a sostenere il percorso di Partigiani in ogni quartiere in vista della festa del 25 aprile. CSA Baraonda, Via Pacinotti, 13.

Quinto appuntamento con la stagione di Musica Giovane. Sul palco Andrea Favalessa e Maria Semeraro, violoncello e pianoforte, interpreti delle Armonie russe. Programma: Sonata op.19 in sol minore di Sergej Rachmaninov e Sonata op.82 n.2 in la minore di Nicolai Miaskovsky. Gioved 9 febbraio ore 21. Atrio scuola media Sabin Milano 2.

Per gli amanti della narrazione illustrata, sabato 4 e domenica 5 il Parco Esposizione Novegro ospita l8a edizione del Salone del fumetto e dei videogames (dalle ore 10 alle 19. Ingresso 10 euro intero, 6 ridotto. Due giornate 15 euro). Sabato 11 e domenica 12 Vinilmania, la 76a Fiera del disco da collezione (dalle 10 alle 18. Ingresso 9 euro). Via Novegro.

I Perturbazione, precursori dellIndie made in Italy, domani sera al Magnolia (ore 22.30. 10 euro). Un tuffo negli anni 50 domenica 5 con Moondog rock n roll party (ore 22.30. Ingresso libero) e venerd 10 con Twist and shout 50 and 60 night (ore 23.00. Ingresso libero). ARCI obbligatoria. Circolo Magnolia. Via Circonvallazione Idroscalo, 41.

I Tantautori rinnovano lappuntamento. Dopo la prima serata live al Ligera, Arci Malabrocca apre la porta ai cantautori riuniti a Milano. Gioved 9 alle ore 22, microfono aperto per autori e musicisti che si susseguiranno sul palco con i loro progetti e performance open stage. Ingresso gratuito con tessera ARCI. Arci Malabrocca: Via Alla Stazione, 22 Pioltello.

TEATRO Ad un anno dal debutto riecco alla Commenda lo spettacolo (dal 9 all11) sui fatti del G8 di Genova del 2001

Torna lapolitico Zena!, lindignazione


Piccole modifiche al copione ed un pezzo inedito di Stingo e Bontempi - In scena nuovo cast di big
A un anno dal debutto, torna in scena Zena!. Uno spettacolo apolitico che ripercorre gli eventi del G8 di Genova del 20 luglio 2001. Situazioni comuni da una parte, caos e rabbia per le strade. Ispirato a Cronaca di una morte annunciata di Gabriel Garcia Mrquez, Zena! (Genova in dialetto) racconta di uomini e della materia di cui sono fatti. Un tributo a Genova. Noi, allatto pratico, siamo i primi in Italia spiega il regista Alessandro Bontempi, autore della rappresentazione con la collaborazione di Ivan Saladino - ad aver organizzato uno spettacolo per manifestare la nostra indignazione e il nostro dissenso attraverso ci che sappiamo fare meglio: il teatro. Il sipario si alzer gioved 9 fino a sabato 11 febbraio a Cascina Commenda con alcune novit. Oltre a piccole modifiche apportate al copione e a un pezzo inedito composto da Massimo Stingo e Bontempi che andr ad aggiungersi alla colonna sonora di tradizione genovese, cambiano gli attori. Abbiamo due cast continua Bontempi il primo ha esordito lo scorso anno e rappresenta lanima e il cuore di Zena!. Il secondo costituito da professionisti, dai quali ci si aspetta che tecnica e esperienza portino maggior valore e visibilit allo spettacolo. Abbiamo lonore di avere con noi uno dei migliori interpreti della compagnia Quelli di Grock Massimo Zatta e altri nomi del calibro di Tony Rucco, Debora Mancini (protagonista di Mi piace da morire in programma per la festa della donna il prossimo 8 marzo) e il poliedrico Arturo di Tullio. Poi artisti della compagnia TeAtrio Barbara Stingo, Lara Fumagalli, Gabriella Sallese, Ivan Saladino, Diego Balconi e altri, per un totale di 16 attori e un pianista. Venerd 10, inoltre, previsto un dibattito per approfondire il tema non il G8, bens cosa sta combinando luomo?. Zena! fa parte di Invito a Teatro in Provincia. Per ognuna delle tre serate verranno messi a disposizione 100 biglietti a 3 euro. Ingresso da 12 a 15 euro (spettacolo fuori abbonamento). Per informazioni e prenotazioni: TicketOne Cascina Commenda: Via Amendola 3, Segrate. Tel: 02-2137660 info@spazioteatrio.it da mer a sab (orari: 10-13 / 16-19). Giulia Di Dio

Le Muse Matte brillano con il Diamante di Maometto


Il 18 Gennaio scorso, la compagnia delle Muse Matte di D come Donna per la regia di Noemi Bigarella (nella foto) ha replicato la divertente commedia Il Diamante di Maometto al cinema-teatro di San Felice, davanti a un pubblico numeroso e partecipe. La storia delle cinque sorelle avarissime e usuraie, che perdono la testa dietro a un fantomatico diamante di enorme valore scomparso nella pancia di uno sconosciuto, con gli svariati colpi di scena, come si pu immaginare ha divertito molto gli spettatori, che hanno risposto con entusiastici applausi. (E.S.)

SUPERBIMBI Il 4 e 5 alla Commenda alla ribalta cantanti, vallette, attori e ballerine

Signori, ecco a voi San Tremo il festival degli artisti bambini


A pochi giorni dal Festival di Sanremo, Segrate risponde con San Tremo! Nato 10 anni fa da un progetto di TeAtrio, San Tremo un laboratorio artistico inserito nella stagione SUperBIMBI di Cascina Commenda che ogni anno riscuote grande successo. Cantanti, ballerini, attori, presentatori, vallette, ospiti stranieri. Protagonisti, bambini di tutte le et che daranno vita al loro mini festival della canzone, giocando a fare gli artisti. Parola dordine: emozione e divertimento. Perch anche se il risultato finale non sar tecnicamente perfetto ci che conta mettersi in gioco e superare le insicurezze. A Lara Fumagalli, Barbara Stingo e Gabriella Sallese, il compito di affiancare i piccoli interpreti. Li consigliamo e gli dimostriamo fiducia. Quanto basta perch tirino fuori la loro personale attitudine artistica ha affermato Barbara - La sfida coinvolgere anche i pi timidi che spesso poi sono quelli che sul palco danno di pi. Il copione viene costruito durante le prove tenendo conto delle attitudini dei ragazzi che si presentano ogni anno. il loro

SANFELICINEMA Piazza Centro Commerciale


Tel. 02.7530019 2-5 FEBBRAIO
LE IDI DI MARZO Gioved 2, venerd 3 e sabato 4 (ore 21,15) e domenica 5 (ore 16 e 21,15) Drammatico, Usa 2011. Durata: 1 ora e 42 minuti. Di George Clooney. Con Phillippe Seymour Hoffman George Clooney torna alla regia con un film potente che racconta il lato nascosto della politica americana. Il risultato un dramma politico girato come un thriller, in cui ad ogni azione corrisponde una reazione solitamente tremenda e in cui ogni personaggio gioca con gli altri come se fossero pedine in un'enorme scacchiera. Quando si avvia alla conclusione e le trame si chiudono, incastrandosi come uno stupendo meccanismo ad orologeria, Le idi di marzo cala la maschera e si palesa in tutta la sua agghiacciante, sconvolgente onest. Clooney ha dichiarato che con questo film voleva parlare soprattutto di morale, ma innegabile che, anche a livello politico, si aprano scenari inquietanti.

momento di gloria ha aggiunto Lara - Hanno la possibilit di presentare la propria eccellenza artistica. E come ogni spettacolo che si rispetti, anche il lavoro dietro le quinte importante. Durante la rappresentazione finale, Massimo Stingo e Alessandro Bontempi si occuperanno della regia, noi tre continua Lara facciamo il gobbo. A trucco, parrucco e costume di scena penseranno i bambini che potranno sbizzarrirsi con colori, lustrini e abiti eleganti o bizzarri per immedesimarsi al meglio nel proprio personaggio. Il la-

boratorio gratuito ma sono necessarie la prenotazione e la partecipazione a entrambe le giornate. A partire dalle ore 16, sabato 4 febbraio si lavorer alla scaletta, alla scelta delle parti e alle prove; domenica 5 interamente dedicata allo spettacolo a cui potranno intervenire amici, parenti e naturalmente mamma e pap. Non sarebbe SanTremo senza le premiazioni finali. Agli artisti, che sfileranno singolarmente sul palco per i saluti, verranno riservati applausi e verr consegnato lattestato di partecipazione. TeAtrio questanno

entrato a far parte del catalogo teatrale per la scuola della Provincia di Milano. Gli istituti milanesi potranno acquistare 10 laboratori (tra cui San Tremo) e lo spettacolo Che pasticcio di colori. A Segrate la Scuola dellInfanzia Arcobaleno e la Scuola Primaria Enrico Fermi hanno gi scelto 3 laboratori. Per informazioni e prenotazioni: TicketOne Cascina Commenda: Via Amendola 3, Segrate. Tel: 02-2137660 info@spazioteatrio.it da mer a sab (orari: 10-13 / 1619). G.D.D.

1 FEBBRAIO 2012

Cultura e spettacoli

11

MUSICA Con la Giornata della Memoria il via alla nuova edizione de lArte dei Suoni

Ogni mese musicisti talentuosi e la Gelati, toile della Scala


Venerd 27 gennaio ha preso il via la nuova edizione de LArte dei Suoni. La manifestazione musicale, patrocinata dal Comune di Segrate, sotto la direzione artistica della violinista dell Orchestra Giuseppe Verdi di Milano Elsa Marmenticare. Musicisti di talento e affermati, gi noti e non al pubblico di Segrate e lospite deccezione Gilda Gelati, prima ballerina del Teatro alla Scala, calcheranno il palco dellAuditorium Toscanini di Cascina Commenda un Nefesh Trio

Con la Mazzoni alla (vana) ricerca in versi della felicit


Matilde Mazzoni laureata in Lettere, ha insegnato per molti anni coltivando una grande passione per la poesia pur non avendone mai scritte. Ha mantenuto la sua passione anche quando ha smesso linsegnamento, anzi, avendo pi tempo a disposizione e avvalendosi dei nuovi mezzi che la tecnologia mette oggi a disposizione, diventata una grande conoscitrice delle opere dei grandi e piccoli poeti che nel corso dei secoli ci hanno lasciato quel grande patrimonio culturale che la poesia. Quando dieci anni fa Paolo Bontempi, animatore e presidente del Gruppo Terza Et, esprimendo anche il desiderio di molti associati, ha chiesto a Matilde di riportare alla memoria quelle poesie studiate negli anni di scuola e poi andate dimenticate, nato il primo pomeriggio con la poesia che questanno si rinnovato per la decima volta con immutato successo. Il luogo delle letture sempre il salone della parrocchia del Villaggio Ambrosiano, la data questanno stata il 26 gennaio. Nella scelta dei poeti e delle loro opere Matilde ne ha sempre ricercato un tema specifico. Nel corso degli anni si cos passati dalle poesie sullamore a quelle sulla guerra, sulla pace, sulla vita e sulla morte. La scelta per il decennale caduta sulla Felicit. Nel presentare le poesie scelte per la lettura, la Mazzoni ha detto che sullargomento Felicit sono millenni che poeti e filosofi cercano di darne una definizione e soprattutto di insegnare come raggiungerla. Ma la definizione pi saggia di Felicit ancora questa: La Felicit quella cosa che tutti cercano e che nessuno trova. Da Goethe a Neruda giungendo a Madre Teresa di Calcutta, le poesia lette, anche se non sono riuscite ad insegnare come si pu raggiungere la felicit, sono per riuscite a far trascorrere un pomeriggio felice a un centinaio di persone che le hanno ascoltate. E. S.

tignoni, da 3 anni si avvale della collaborazione dellAssociazione culturale Il Clavicembalo Verde di Angelo e Giovanni Mantovani. Per il debutto di stagione stata scelta la giornata della memoria, ricordata dal palco del Centro Civico di Milano 2 dal Nefesh Trio. Daniele Parziani al violino, Manuel Buda alla chitarra e Davide Tedesco al contrabbasso hanno ripercorso la tradizione popolare musicale ebraica nel concerto intitolato Musiche e parole per non di-

gioved al mese fino al 10 maggio (alle ore 21). Di seguito il calendario delle prossime 4 serate (ingresso gratuito). 23 febbraio: Antonio Vivaldi: Lautunno e Linverno Orchestra da camera Il Clavicembalo Verde. Elsa Martignoni (violino solista). Stefano Ligoratti (direttore). 29 marzo: Suoni di antichi strumenti Caterina Sangineto (voce, salterio ad arco, flauto e becco). Adriano Sangineto (arpa, arpetta, salterio ad arco, galoucor-

de, organo di carta, voce). 19 aprile: Alessandro Manzoni tra musica e danza per voce recitante con Elsa Martignoni (violino solista). Partecipazione della prima ballerina del Teatro alla Scala Gilda Gelati. 10 maggio: Ritratti di signora nellarte e nella musica le Cameriste Ambrosiane Eleonora Matsuno, Katia Calabrese, Sarah Cross e Valentina Favotto (violini), Claudia Brancaccio e Valentina Cattaneo (viole), Marija Drincic e Matilda Colliard (violoncelli). In collaborazione con Elisa Sargenti (arpa). Per informazioni: info@ilclavicembaloverde.com. Cascina Commenda: via Amendola 3. Tel: 02-2137660 info@spazioteatrio.it da mer a sab (orari: 10-13 / 16-19). (G.D.D.)

SANTO STEFANO

MUSICA uscita e sta avendo un buon successo la canzone scritta dal segretase Andrea Mercurio

Anche con i film si dibattuto sulla famiglia


In preparazione allincontro mondiale delle famiglie che si terr a Milano dal 30 maggio al 3 giugno prossimo, la Parrocchia S. Stefano ha organizzato due serate cinematografiche che hanno avuto luogo il 20 e il 27 gennaio scorso. I due film erano espressamente dedicati ai genitori e agli adolescenti. Entrambi i film sono recenti e hanno messo in risalto il disagio adolescenziale, soprattutto quando la famiglia si rompe. Nel primo dei due film, Il ragazzo con la bicicletta dei registi francesi Jean-Pierre e Luc Dardenne, il padre che rifiuta il rapporto con il figlio. Nel secondo, In un mondo migliore della regista danese Susanne Bier, invece il figlio a rifiutare il dialogo con il padre. Ma, oltre che mettere in risalto le crisi generazionali e il disagio giovanile Il ragazzo con la bicicletta evidenzia come tali crisi possano condurre i giovani verso la delinquenza. Il secondo pluripremiato film, il cui titolo originale Vendetta, ha messo in evidenza i conflitti vendetta/perdono, bont/ cattiveria, giustizia/ingiustizia. Temi importanti e poi dibattuti E.S.

Aido, Vivo con te andr al Festival?


La presentazione a Sanremo sollecitata dal direttore di Avvenire per favorire la cultura della donazione
Puntuale come ogni anno sta per arrivare Sanremo preceduto dalle immancabili polemiche di varia effimera natura. Controcorrente, in questi giorni, un nuovo spunto di riflessione partito dal Direttore del quotidiano Avvenire e riguarda Vivo con te, la canzone composta per lAssociazione italiana donatori di organi di Segrate. Il brano, che stato pubblicato il 23 gennaio scorso ed ha gi avuto un buon riscontro di pubblico, stato scritto dal musicista segratese Andrea Mercurio e conta la partecipazione di musicisti quali Andrea Braido, (chitarrista di Vasco Rossi, Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Zucchero e molti altri), Walter Savelli (pianista storico di Claudio Baglioni), Faso (storico bassista di Elio e le storie tese) e Flaviano Cuffari alla batteria (Claudio Baglioni, Renato Zero). Il testo della canzone stato ispirato da un donazione realmente avvenuta: il 25 agosto 2007 Camilla e Alessio erano nello stesso ospedale dove le loro vite si sarebbero incontrate per non separarsi mai pi. Erano vicinissimi ma le direzioni che avrebbero preso successivamente sarebbero state diametralmente opposte tra loro: Alessio se ne andava per sempre mentre Camilla si preparava a una nuova vita. Il ragazzo, quindici anni, vittima di un incidente stradale con una moto aveva gi preso la sua decisione. Come lui voleva, i genitori hanno donato i suoi organi, regalando alla ragazza, quindici anni anche lei, una nuova nascita. A Camilla lepatite autoimmune fu diagnosticata quando di anni ne aveva appena nove: i suoi anticorpi aggredivano il fegato come se fosse un corpo estraneo, non riconoscendolo. Solo con la donazione di un organo sano le poteva dare la speranza di un futuro, di crescere, realizzare le sue aspirazioni cos visceralmente insieme uniti una parte di Alessio far esattamente questo insieme a Camilla. Il video si pu gi vedere su Youtube dove compare anche Camilla, che vive a Carbonia, e oggi ha 19 anni. Ora il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, dalle colonne del suo giornale ha lanciato un appello a Gianni Morandi, presentatore del festival sanre-

Matilde Mazzoni

La saga di Zeffirino continua

Vivo con te stata scritta per Aido Segrate dal musicista Andrea Mercurio ed interpretata dalla cantante Manu accompagnata da Andrea Braido (chitarra), Faso (basso), Flaviano Cuffari (batteria). Per acquistare il cd o per informazioni: Bruno Ghidini, presidente Aido Segrate, tel. 335 6544653 mese: ospitare all'Ariston la canzone dei trapiantati. Abbiamo bisogno scrive Tarquinio - che in Italia la cultura del dono e della donazione cresca (non solo per inerzia, ma per convinzione). Si attende ora la risposta del diretto interessato. A questo si aggiunga che la canzone bella, asciutta e non cade nella facili sbavature lacrimevoli che sono sempre linsidia dietro langolo quando si parla di un argomento cos delicato. Valentina Cereda

Ormai collaudatissimo, lo spettacolo dal titolo La Saga di Zeffirino da Segrate stato esportato a Vimodrone (domenica 22 gennaio al teatro San Remigio) con la regia di Monica Locati. Cera veramente un bel pubblico, molto coinvolto, che rispondeva alle battute del Cantastorie o ai rimbrotti dellImperatore con

risate e applausi. Questo personaggio rischia di diventare un eroe locale ben conosciuto, capace di oscurare la fama di Alberto da Giussano usando il mestolo invece che lo spadone!... Adesso la compagnia degli Arciallegri sta pensando a nuove performances nei paesi vicini. Ai prossimi successi, dunque.

12

Rubriche

1 FEBBRAIO 2012

Ricerca sul cambiamento del clima e gli effetti su popolazioni a rischio


METEO E... SALUTE
Un nuovo programma di ricerca avviato dallIstituto Nazionale per la Salute (NIH, National Institutes of Health) degli Stati Uniti cercher di meglio comprendere limpatto dei cambiamenti climatici sulla salute. Condotto dal NIEHS (National Institute of Environmental Health Sciences), la sezione del NIH che si occupa prevalentemente delle problematiche am-

di Andrea Giuliacci III CENTRO EPSON METEO III www.giuliacci.it


retti, a livello sanitario, cui potrebbe andare incontro lUomo nel prossimo futuro, gli studiosi incroceranno i dati epidemiologici con quelli relativi alle proiezioni climatiche, cos da individuare le popolazioni che nel Mondo saranno maggiormente esposte e vulnerabili allinasprimento di patologie gi esistenti. Gli ideatori del programma confidano di ottenere dallo studio delle indicazioni utili per sviluppare metodi e modelli che consentano in futuro di effettuare previsioni affidabili riguardo limpatto dei fenomeni atmosferici e dei cambiamenti climatici sulla salute della popolazione. John Balbus, portavoce del NIEHS, sostiene difatti che necessario fornire a governanti e legislatori informazioni dettagliate su quali siano gli effetti del cambiamento del clima sulla popolazione, e su quali siano gli individui maggiormente a rischio, e questa la funzione del programma di ricerca, che in futuro costituir una preziosa guida per gli interventi in materia di salute pubblica, con lo scopo fondamentale di prevenire situazioni pericolose per gli individui pi vulnerabili.

bientali, il programma della ricerca prevede tra laltro unindagine accurata dei particolari fattori di rischio che possono rendere le persone maggiormente vulnerabili alle ondate di caldo intenso, ai bruschi cambiamenti del tempo, alle variazioni dellhabitat e allesposizione agli agenti inquinanti. Inoltre, al fine di meglio comprendere i rischi diretti e indi-

In questo articolo prenderemo in rassegna il tema delle disabilit motorie che possono colpire i pi giovani. In questo campo le patologie motorie maggiormente frequenti sono le distrofie muscolari e le paralisi cerebrali infantili. Questoggi ci concentreremo sulle paralisi cerebrali infantili. Con il termine paralisi cerebrali infantili andiamo a definire un ampio gruppo di affezioni che toccano un manifesto disturbo motorio che tende a cronicizzarsi e non progredisce. Lorigine di tali patologie nasce solitamente come il prodotto di una lesione cerebrale avvenuta in et precoce. In genere, le conseguenze sono il ritardo

RISPONDE LO PSICOLOGO
di DARIO LUPO

Paralisi cerebrali infantili: epilessia il danno frequente


quelle che si verificano in et adulta, si caratterizzano proprio per la difficolt che il bambino ha nellapprendere nuove informazioni a causa di un deficit che lo svantaggia sin dallinizio del suo apprendimento. Nelladulto, invece, il processo opposto: infatti egli andr a perdere funzioni che nel corso della vita ha acquisito. Tra i diversi quadri clinici, si manifesta con grande frequenza lepilessia che riguarda circa il 40% dei soggetti che presentano una paralisi cerebrale infantile. Inoltre, i soggetti che vi soffrono possono manifestare disturbi visivi, disturbi del linguaggio, disturbi delludito. General-

mentale e lepilessia a cui si associa molto spesso un disturbo a carico dellapparato motorio. Nonostante lestensione della lesione non si evolva, con il passare del tempo si modifica la gravit del deficit, in conseguenza di un mancato apprendimento di nuove esperienze. Le paralisi cerebrali infantili, diversamente da

mente la famiglia che vive giornalmente allinterno di questo problema sperimenta grandi difficolt legate alla gestione della quotidianit. In molti casi i caregiver (coloro che si prendono cura della persona malata) vivono un carico psicologico generato dalla grande frustrazione insita in questi disturbi.
Per parlare al dottor Lupo, scrivete una mail a: dlupo2005@libero.it o telefonate al 339.1985441

Sul Barro tra archeologia botanica e viste da fiaba


ndare a piedi
a cura di DI-HO

PARERE LEGALE

Morso da un cane Presupposti per un equo risarcimento


Qualche giorno fa sono stato aggredito da un cane che girava liberamente in un parco senza guinzaglio. Il cane mi ha procurato una grave ferita alla mano destra. Al pronto soccorso mi hanno dato una prognosi di 20 giorni. Il padrone, che ha assistito a tutta la scena, sostiene che la colpa sia mia, che mi sono avvicinato al cane importunandolo. Posso agire contro il proprietario del cane sia in sede civile per richiedere il risarcimento che in sede penale? Rispondiamo subito al quesito del nostro lettore, affermando che possibile agire nei confronti del proprietario del cane sia in sede penale che civile. Infatti, laccadimento in questione integra la fattispecie di reato prevista dallarticolo 672 del codice penale: Omessa custodia e malgoverno di animali. Chiunque lascia liberi, o non custodisce con le debite cautele, animali pericolosi da lui posseduti, o ne affida la custodia a persona inesperta, punito con la sanzione amministrativa da 25 euro (lire cinquantamila) a euro 250 (lire cinquecentomila). Alla stessa pena soggiace: 1) chi, in luoghi aperti, abbandona a se stessi gli animali da tiro, da soma o da corsa, o li lascia comunque senza custodia, anche se non siano disciolti, o li attacca o conduce in modo da esporre a pericolo lincolumit pubblica, ovvero li affida a persona inesperta; 2) Chi aizza o spaventa animali, in modo da mettere in pericolo lincolumit delle persone. Il nostro lettore, pertanto, ha facolt di sporgere querela contro il proprietario del cane entro tre mesi dallaccadimento, chiedendone la punizione ai sensi e per gli effetti del sopracitato articolo. Per quanto, invece, riguarda il profilo civile, il proprietario del cane responsabile dellaccaduto ai sensi dellarticolo 2052 del codice civile, che stabilisce: Danno cagionato da animali. Il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, responsabile dei danni cagionati dall'animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito. Il nostro lettore, quindi, potr chiedere il risarcimento di tutti i danni materiali e non a lui occorsi in seguito allaggressione da parte del cane al proprietario dello stesso, il quale, se assicurato, far intervenire la propria assicurazione, che provveder alla suddetta richiesta risarcitoria. Invece, nel caso in cui il proprietario del cane non fosse assicurato, egli sar costretto a risarcire lui direttamente i danni causati dal proprio animale.

di LIVIA ACHILLI

Il Monte Barro alto soltanto 922 metri, poco pi di una collina, ma la sua posizione isolata lo rende un punto panoramico unico. Si tratta di quella montagna di forma conica proprio davanti a Lecco, Si pu arrivare in vetta piuttosto comodamente salendo in auto fino allEremo (la strada, asfaltata e ben tenuta, finisce qui) e percorrendo poi un sentierino con qualche roccetta: unora circa di cammino. Per chi volesse camminare di pi, ci sono svariate opzioni: si pu parcheggiare la macchina a met strada fra Galbiate e lEremo: da qui una bella mulattiera porta allEremo in meno di unora; oppure si pu addirittura partire da Galbiate. C poi anche il sentiero sul lato opposto della montagna, che parte da Malgrate: in questo caso ci vogliono quasi due ore per arrivare allEremo, da dove naturalmente si pu proseguire per la vetta. Ma il Monte Barro offre altre interessanti caratteristiche: intanto un Parco naturalistico molto importante, dato che sede di numerosi endemismi botanici: infatti intorno allEremo e lungo il sentiero per

la vetta spesso si trovano cartellini gialli applicati a fianco di alberi o fioriture particolari. Poco sopra lEremo c un giardino botanico. Ma non tutto: a un quarto dora di cammino dallEremo, scendendo in direzione Galbiate, si trova un importante sito archeologico con muri e piante di edifici ancora ben visibili. A quanto pare, il sito stato sede di un gruppo di Visigoti, di cui esiste anche una torre, poco pi in l. Il sito archeologico comunque straordinario anche perch si trova su un pianoro dal quale si gode la vista pi spettacolare che si possa trovare, dei tre Corni di Canzo, uno in fila allaltro. Pochi metri sotto lEremo c un piccolo museo con numerosi reperti archeologici della zona. Da ultimo ma non meno im-

portante per chi voglia farsi un giro in loco la cucina dellEremo: questa struttura, che stata convento, sanatorio, asilo provvisorio per gli immigrati e altro ancora, ospita oggi un bar-ristorante con cucina tipica in ogni stagione dellanno: se non fa freddo e il cielo limpido, la terrazza del ristorante offre un incomparabile vista sui laghi della Brianza (Annone, Pusiano, Alserio, Montorfano) tutti uno in fila allaltro. Salendo invece dallEremo pochi minuti a una cappelletta, si ha la vista del ramo del Lago di Lecco e della citt. Insomma, tanti buoni motivi per fare una visita in loco. Va da s che le Tartarughe sono state sul Barro pi volte, da
Per informazioni sulle attivit delle Tartarughe scrivete una mail a: yoonkyun@fastwebnet.it

1 FEBBRAIO 2012

Mercatino
(18/01/12) -San Felice affittasi deposito 48 mq (6x8) per ricovero camper, roulotte, imbarcazioni e/o attrezzature per tempo libero. Altezza interna ca. 4 mt., ampio portone di ingresso. Prezzo interessante, spese condominiali contenute, privo di riscaldamento. Tel. 339-6332906 (18/01/12) -Vendo Ford Focus berlina TD 90 cv, anno 2001, km 73.000. Sempre in box, gomme e batterie seminuove, cinghia rifatta. Euro 2.500. Tel. 338-4573766 (21/12/11) -Residenza Mestieri vendo sottocosto box doppio in larghezza, piastrellato, elettrificato, mai utilizzato. Tel. 02-2640305 (21/12/11)

13

CERCO LAVORO
-Esperta contabile esperienza anche presso studi professionali cerca lavoro. Tel. 347-7524572 (01/02/12) -Signora rumena cerca lavoro giorno e notte come badante. Tel. 347-6670446 (01/02/12) -Sig.ra dello SriLanka in regola cerca lavoro come pulizie casa per 5 ore. Tel. 3288074253 (01/02/12) -Sig.ra dello SriLanka in regola cerca lavoro come badante o domestica. Tel. 3272403936 (01/02/12) -Sig.ra 53enne residente in Segrate nazionalit italiana cerca lavoro come pulizie case o uffici, baby-sitter. Tel. 392-6290701 (01/02/12) -Giovane pensionato automunito si rende disponibile ad accompagnare persone, eseguire commissioni o svolgere piccoli lavori anche di giardinaggio. Tel. 3384843773 (01/02/12) -Signora italiana abitante in Segrate centro si occuperebbe di bambino/a di et superiore ai 3 anni, per accudirlo (anche a casa propria), aiutarlo a svolgere i compiti e fare in sostanza da nonna. Tel. 347-3591702 -Docente di Matematica impartisce lezioni di recupero e preparazione a ragazzi delle scuole medie in Segrate e zone limitrofe. Tel. 3403776206 -Signora 52enne residente in Segrate cerca lavoro come collaboratrice domestica anche part/time da gennaio 2012. Tel. 328-0329763 (18/01/12) -Ragazzo filippino referenziato offresi per lavori di pulizia negli appartamenti, condomini, uffici, assistenza anziani. Tel. 389-1129330 (18/01/12) -Signora italiana seria e volenterosa cerca lavoro da luned al venerd come pulizie uffici, condomini; referenziata seriet e bella presenza. Tel. 345-2419480 (18/01/12) -Signora 34enne esperienza pluriennale prima nota clienti, fornitori, centralino, contabilit recupero credito, uso PC, internet, e-mail, seria e volenterosa cerca. Tel. 3466105355 (18/01/12) -Signora ucraina 42enne con documenti in regola, referenziata, cerca lavoro come pulizie, stiro, baby-sitter,assistenza anziani, a giornata. Libera subito. Tel. 3348346781 (18/01/12) -Signora dello Sri Lanka 26enne cerca lavoro come pulizie casa, uffici, stiro, baby-sitter. Tel. 3279941300 (18/01/12) -Signora peruviana referenziata con esperienza, documenti in regola e diploma A.S.A. cerca lavoro come

Nome Cognome Indirizzo Inserzione

Telefono Firma

Fax data

pianoforte o la tastiera elettronica in modo semplice e divertente? Lezioni di musica per tutti, da 6 a 70 anni, presso studio attrezzato con le pi moderne tecnologie musicali a San Felice. O al vostro domicilio se possedete gi lo strumento. Tel. 338-5784474 (01/02/12) -Cerco motorino a scoppio per irrigare orto a modico prezzo. Tel. 022135320 (01/02/12) -Cedo divano 4 posti con penisola in cambio di imbiancatura 2 box. Tel. 3493105787 (01/02/12)
La Direzione del giornale non si assume alcuna responsabilit sul contenuto delle inserzioni.

(Ai sensi della Legge sulla privacy dichiaro che la firma autentica)

LE INSERZIONI SONO GRATUITE E DEVONO ESSERE INVIATE A SEGRATE OGGI - VIA CONTE SUARDI 84, 20090 SEGRATE OPPURE POSSONO ESSERE SPEDITE VIA FAX AL N. 02.2139372 O VIA EMAIL ALLINDIRIZZO: segrateoggi@tiscali.it PREGHIAMO DI FORMULARE INSERZIONI BREVI.

assistenza anziani e disabili, servizio domestico, babysitter, stiro, pulizie uffici, condomini, abitazioni. Tel. 333-8296067 (18/01/12) -Docente chimica lunga esperienza insegnamento offresi per ripetizioni singole o di gruppo a ragazzi di qualunque et e livello scolastico, anche per preparazione test di ingresso alluniversit. Massima seriet e risultati garantiti. Tel 3487746083 (21/12/11) -Perito meccanico con esperienza tecnico commerciale e ottimo inglese, disponibile per mansioni di ufficio varie, gestione documentazione sistemi: qualit, ambientale, salute e sicurezza e disponibile ad eventuali trasferte anche allestero. Tel. 3403623726 (21/12/11) -Docente di lettere impartisce lezioni di italiano e latino. Tel. 340-9324023 (21/12/11)

per manovra. No spese di manutenzione cancello automatico (1/2/12) -A 800 metri dal passante ferroviario di Segrate affitto monolocale arredato silenzioso: canone +spese+posto auto 400 euro/mese. Tel. 348-7010010 (1/2/12) -Vendo 2 gabbie per canarini e una gabbia con piedistallo. A 50 euro. Tel. 3388054854 (1/2/12) -Vendo Alfa Romeo 147 JTD 1.9 3P grigio metallizzato, giugno 2002, km 80.000, gomme, batteria, pastiglie e cinghia nuovi, bol-

lo pagato fino a maggio 2012. Euro 3.000. Tel. 3393283077 (18/01/12) -Affittasi box auto singolo in complesso via Primo Maggio. Tel. 02-26921428 335-6789353 (18/01/12) -Contabile 50enne inglese spagnolo - clienti fornitori generale banche - in mobilit, disponibilita' immediata Milano Est. Tel. 3475844336 -Vendesi roulotte 6 posti letto veranda mq 25 copertura invernale a Euro 7.500 visibile a Dormelletto. Tel. 0226955444 3349275737 (18/01/12) -Vendo bicicletta uomo, lettino Foppa Perdetti materasso nuovissimo mai utilizzato, ciclette dimagrante, macchina da cucire di marca Paf. Tel. 347-8606881

ALTRO
-Volete imparare a suonare il

La citt a portata di mano


NUMERI UTILI Polizia Locale: 02.2693191 Carabinieri: 02.2133721 Enel: pronto intervento 800-023426 Aem: 02.77201 800.199.955 Pronto Intervento: 02.5255 Vigili del fuoco: 115 Soccorso stradale: 116 Ufficio per l'Impiego: 02.9559711 San Marco riscossione tributi: 02.26923026 Sportello lavoro: 02.26902287 SEA aeroporti milanesi: 02.7485200 Trenitalia: 848.888.088 Misericordia Segrate: 02.2139584 / 02.26920432 Protezione civile Idroscalo: 02.7561068 Palazzetto dello Sport: 02.2136198 Taxi Mi 2: 02.2153924 Radiotaxi Martesana: 2181 Cimitero comunale: 02.02 26920638 Poste: via Conte Suardi 69 tel.02.26954814 Associazione segratese Lotta al Cancro: 02.21871332 MUNICIPIO Tel. 02.269021 (20 linee) S@C: lun-merc-gio 8.0012.15/13.15-15.00; mar 8.00-12.15/13.45-17.30 venerd: 8.00-12.45 OSPEDALI Cernusco: 02.923601 San Raffaele: 02.26431 Melzo: 02951221 ASL ROVAGNASCO 02.92654.01- 02-03 Orari: lun-mar-gio 8.30-13/ 14-16; mer-ven 8.30-13 FARMACIA NOTTURNA Il servizio farmaceutico notturno svolto dalla farmacia comunale di Pioltello in via Nenni 9 02.2136198 AMBULANZE Coordinamento sos: 118 Misericordia: 02.26920432 Croce Verde Pioltello: 02.92101443-02.92109686 Croce Bianca Cernusco: 02.92111520 Guardia Medica Melzo.: 02.95.12.21 Guardia Medica Pioltello: 02.92103610 RACCOLTA RIFIUTI Amsa: 800.33.22.99 Centro raccolta differenziata via Rugacesio: da lun a sab 912; 15-18,30 02.2136486 BIBLIOTECA CIVICA via degli Alpini 34 Orari: 9,30-12,15-14,0018,30. Chiusa il luned, domenica e gioved mattina. Tel. 02.21870035 ORARI SS. MESSE S. Stefano - Segrate Centro Fer.: 8,30-18,00. Fest.: 8,0010,00 - 11,30 -18,00 Prefestivi 18. Tel. 02.2131016 SS. Carlo e Anna - S. Felice Fer.: 9,00-18,00. Fest.: 10,0011,30 -18,30. Prefest.: 18,30. Tel. 02.7530325 Beata Vergine Immacolata Lavanderie Fer.: 17. Fest.: 8,30-10,30-18. Prefestivi: 18. Tel. 02. 2136535 S. Alberto Magno - Novegro Fer.: 17 - Fest.: 8 -10,30. Prefest.: 18 (Tregarezzo). Tel. 02.7560204 Dio Padre - Milano Due Fer.: 7,30. Merc. 18,30. Fest.: 11-19. Prefest.: 18.30. Tel. 02. 2640640 Madonna del Rosario Redecesio Fer.: 9,00 (mer. a S. Ambrogio). Fest.: 8,30 (S. Ambrogio). Pref.: 18,30. Tel. 02.2138808 S. Ambrogio ad Fontes Villaggio Ambrosiano Fer.: 8,30-18. Fest.: 8,30-1011,30-18,30. Pref.: 18,30.

VENDO-AFFITTO
-Vendesi due antichi bellissimi lettini in ferro battuto fine 800 inizio 900 trasformabili in letto matrimoniale Tel. 338-4843773 (01/02/12) -Vendesi delle belle radio a valvola funzionanti. Tel. 338-4843773 (01/02/12) -Vendo pianola Bontempi mod. 805 BT in condizioni perfette a Euro 80. Tel. 022136087 (01/02/12) -Vendo macchina da caff espresso Kimbo Capsula mai usata con 40 capsule a Euro 60. Tel.02-26920292 (01/02/12) -Vendo o affitto in via Cassanese 200 sotto la scala I ampio posto auto con ingresso agevolato comodo

Esclusiva punto

ISTITUTO PER LA CREMAZIONE DISPERSIONE CENERI

ACCETTAZIONE DISPOSIZIONI TESTAMENTARIE

14

Sport

1 FEBBRAIO 2012

VOLLEY/SERIE A2 Il Segrate Crazy Diamond (nuovo sponsor) entra nella Final Four di Coppa Italia del 3-4 marzo

Bene in Coppa, ma che disastro a Roma


Preoccupanti amnesie (a muro e in attacco) nella partita di campionato nella Capitale contro il Club Italia
Altra battuta darresto per la Segrate Volley targata Crazy Diamond Milano, nuovo title sponsor dei gialloblu di coach Daniele Ricci (nella foto, Max Russo con la nuova maglia). Il sestetto segratese si deve inchinare alla volta del Club Italia Roma che in tre set si libera degli avversari. Segrate viene da un buon periodo, dopo le vittorie in coppa e in campionato: dopo il 3-1 contro Loreto in Coppa Italia, i ragazzi di coach Ricci nella quinta giornata di campionato hanno avuto la meglio sui toscani di Santa Croce (2-3, top scorer il belga segratese Van Den Dries autore di 19 punti). Grazie alla vittoria in Coppa Italia, Segrate Volley raggiunge cos le Final Four durante le quali lotter per la vittoria finale assieme alle altre tre teste di serie (Molfetta, Castellana Grotte e Perugia) il 3 e 4 Marzo. Tornando alla partita di campionato persa 3-0, al Palazzetto di Viale Tiziano a Roma il sestetto di Ricci parso subito in difficolt contro gli azzurri capitolini. Prima del match, il Direttore Sportivo di Segrate, Fabio Lini, ha voluto rendere omaggio allex giallobl Carlo Castellani, a cui stata consegnata una targa in ricordo dei due anni trascorsi nelle file della Volley Segrate, con la quale ha realizzato punti importanti durante la stagione della promozione dalla serie B1 alla A2. La partita persa contro il team della capitale evidenzia che i fondamentali in casa giallobl non hanno funzionato a dovere, basti pensare allindecoroso 38% in attacco dei segratesi, contro il 56% degli atleti del Club Italia. Per di pi, Roma lavora bene a muro, 8 conclusioni giallobl vengono infatti rispedite al mittente. Il cannoniere Van Den Dries viene letteralmente ipnotizzato dalla difesa romana, delle 25 palle fornitegli dal regista Pinelli, in campo per linfortunato Fabroni (rimasto a Segrate per seguire la terapia di riabilitazione), lopposto belga metter a segno solo 7 conclusioni, set vede Segrate in affanno per i troppi errori in attacco. Si riparte con capitan Russo in campo e molta determinazione, ma Roma avanti al primo tempo tecnico (87). Segrate, dopo aver impattato a quota 12, perde la concentrazione e regala ai capitolini punti facili per il 16-12. Il romano Paris chiude set e gara con il punto del 25-20. Il prossimo impegno casalingo vedr impegnata la Volley Segrate contro Citt di Castello Domenica 5 Febbraio, in un match che si preannuncia molto interessante perch vedr scontrarsi due squadre ormai stabili nelle zone alte della classifica. Alessandro Cassaghi CLASSIFICA Serie A2 Sustenium: Perugia 49, Castellana Grotte 48, Crazy Diamond Segrate 42, Molfetta 40, Citt di Castello 39, Milano 39, Sora 37, Genova 35, Loreto 33, Santa Croce 31, Corigliano 27, Isernia 24, Roma 23, Atripalda 15, Reggio Emilia 12, Cant 10

con una pessima percentuale in attacco (28%). Lemozione tradisce tutti i giallobl segratesi, che poco concentrati ed entrati in partita troppo tardi, sbagliano molto: 11 battute non vanno a segno e 15 saranno a fine partita i palloni caduti oltre la linea di demarcazione. Il primo set vede subito un Club Italia Roma proteso in avanti e carico, fa suo il break iniziale per 3-1 grazie ad un errore in attacco di Van Den Dries. Il tecnico

Ricci vede i suoi giocatori in difficolt e chiama time out per contenere i colpi romani, ma senza risultati perch Roma in scioltezza si porta sul 16-10 al secondo tempo tecnico. Il set si chiuder 25-17 per il Club Italia. Nel secondo set si assiste ad una dimostrazione di carattere dei leoni giallobl che prima agguantano il pareggio dopo aver sofferto durante le battute iniziali (66), poi vanno in vantaggio al primo tempo tecnico (6-8)

merito di un ace di Pinelli e una buona conclusione di Van Den Dries. Il vantaggio soltanto temporaneo per gli uomini di Ricci, complici i diversi errori in attacco, Roma si riporta avanti nel punteggio (13-11). Ricci tenta la carta Spairani, al primo gettone di presenza in questo campionato, ma la musica non cambia: la sinfonia romana continua ad addormentare lattacco segratese, il set si chiude 2523. Anche il terzo ed ultimo

BASKET/SERIE D Condizionano le assenze per infortunio di Chioda e Travaglini

Il Village mantiene la rotta nonostante grosse defezioni


Segrate Village rimane in scia delle solite note andando a vincere nei difficili campi del San Pio X per 6468 e per 43-50 nellimportante match che chiude la seconda giornata del girone di ritorno di serie D contro Ombriano. Per i giallorossi di Colombi la sfida contro Ombriano vuol dire tutto, in palio vi un posto ai playoff, le due squadre sono dirette pretendenti al quarto posto in campionato. Il punteggio basso della sfida indica quanto le due squadre avessero bisogno delle loro bocche di fuoco ferme in infermeria. Per Segrate sono indisponibili Chioda e Travaglini, vittima di uno strappo il primo e alle prese con lernia il secondo. Per Ombriano manca il primo terminale dattacco, il bomber Poli. Ne nasce quindi una partita tattica e costellata dai molti contatti fisici. Pronti via, subito 9-0 per i padroni di casa, volenterosi e abili nellattaccare la difesa segratese. I giallorossi ribaltano la situazione grazie ad un buon parziale portandosi alla fine del primo periodo sul 16-11, a solo cinque punti di distacco da Ombriano. Il secondo parziale di gioco si chiude in perfetta parit, la due squadre segnano 11 punti a testa. Segrate Village dopo la pausa lunga sembra rigenerata, il playmaker Perego segna due triple che danno la spinta giusta a Segrate per tentare limpresa e conquistare il break decisivo. Senza i due soliti trascinatori, Chioda e Travaglini, tutta la squadra deve dare il contributo per conquistare la vittoria. La ventata dentusiasmo in casa giallorossa fa crescere lattacco segratese, di pari passo con la difesa. Tutti gli uomini di coach Colombi lottano per la vittoria: Gabaldi un leone sotto canestro, Ghirardi ruba due palloni preziosi, il centro DAyala segna da oltre larco dei 6,75 metri, Polo ne butta dentro 11; il quintetto giallorosso ormai concentrato e pronto a portare a casa i due fondamentali punti in chiave playoff. Il match si chiude 43-50. Soddisfatto a fine gara lallenatore Michele Colombi: Era importante vincere, ci apprestavamo a scontrarci con una diretta concorrente per un posto nei playoff. Abbiamo dalla nostra un buono score in quanto a scontri diretti, ma sappiamo anche che il campionato lungo e non mai detta lultima parola. Per come la vedo io, questanno vincer il campionato chi sapr gestire bene la rosa di giocatori, in mezzo a cos tanti infortuni il giocatore giusto al momento giusto pu cambiare le sorti della partita. Per quanto riguarda la situazione in infermeria, il bomber Chioda in settimana verr visitato per capire se lo strappo si sia cicatrizzato a dovere, mentre lala Travaglini si sta allenando, ma ancora incerta la data del rientro in campionato. Entro 15 giorni si sapr lesito per entrambi i giocatori. Alessandro Cassaghi CLASSIFICA serie D regionale: Voghera 30, Siziano 26, Pentagono Milano 26, Basketown 24, Segrate Village 24, Ombriano 24, Pavia 20, Social Osa 18, Bocconi 16, Lodi 14, Castiglione 12, Mojazza 12, San Pio X 10, Inzago 8, SantAmbrogio 6, Gaggiano 2.

Polo, top scorer della partita per Segrate Village con 11 punti. Nel prossimo turno, Segrate Vilage ospiter sul campo del Don Giussani, in via Trento a Redecesio, la Pieffepi Vision Siziano. Venerd 3 febbraio, ore 21.15.

Sei uno studente universitario appassionato di giornalismo e scrittura e vuoi fare una prima esperienza "sul campo"? Sei un fotografo dilettante e sei interessato a fotogiornalismo e cronaca? Segrate Oggi ti offre la possibilit di una collaborazione/stage per metterti alla prova e per partecipare alla realizzazione del giornale, insieme con lo staff della redazione, seguendo da vicino tutti i passaggi che portano alla pubblicazione. Requisiti: residenza a Segrate o limitrofi, familiarit con Pc-Internet. Disponibilit richiesta? Quella che ci potrai dare, a seconda dei tuoi impegni e dellinteresse che dimostrerai verso questo affascinante - e difficile mestiere. Se sei interessato, scrivici all'indirizzo segrateoggi@tiscali.it, saremo felici di conoscerti per valutare insieme una possibile collaborazione.

1 FEBBRAIO 2012

Sport

15

CALCIO/1A CAT. I gialloblu iniziano il girone di ritorno con un pareggio contro la quotata Agnedellese dominata per 90

Grande Segrate, purtroppo sfortunato


Il girone di ritorno iniziato con un pareggio per la Polisportiva Citt di Segrate, ma la squadra di mister Omini sicuramente avrebbe meritato di portare a casa lintera posta. Limpegno si preannunciava molto duro, visto che lAgnelladese una delle squadre di testa del campionato (attualmente seconda in classifica) e quella con il migliore attacco, ma il Segrate ha disputato una gara maiuscola, dominando lavversario per gran parte dei 90 minuti. Quindi l1-1 finale va davvero stretto alla compagine giallobl. E probabilmente la Polisportiva pu anche recriminare con larbitro, visto che nel primo tempo ci sono stati un paio di episodi molto dubbi nellarea avversaria (e probabilmente erano da punire con il calcio di rigore) e nella ripresa il Segrate ha dovuto giocare in 10 per pi di mezzora a causa dellespulsione di Rolla, che sembrata quanto meno eccessiva ed affrettata. Lo stesso Rolla aveva portato in vantaggio il Segrate al quarantesimo minuto della prima frazione, mettendo a frutto un predominio che fino a quel momento era stato netto. Nella ripresa, anche dopo essere rimasti in inferiorit numerica, i ragazzi giallobl hanno continuato a controllare la partita, subendo il gol del pareggio solamente nel finale e per colpa di una sfortunata autorete. Mister Omini dispiaciuto per il risultato, ma anche molto soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi: Prima della partita avrei forse firmato per una pareggio, visto lo spessore dellavversario, ma al termine della gara possiamo solo recriminare per non essere riusciti a portare a casa una vittoria che ai punti avremmo certamente conquistato. I ragazzi hanno disputato una gara eccezionale, forse una delle migliori della stagione, quindi meritavano molto di pi. Certamente la fortuna e larbitraggio non ci hanno aiutato; lespulsione ci sembrata a dir poco incredibile, ma nonostante fossimo in dieci abbiamo comunque creato occasioni da gol e anche negli ultimi minuti avremmo potuto segnare. Peccato per il risultato, ma rimane sicuramente lottima prestazione dei ragazzi, che hanno dato tutto e che continuando con questa grinta si potranno togliere delle soddisfazione. Guardiamo avanti con fiducia, consci del lavoro serio ed intenso che viene fatto in settimana durante gli allenamenti e convinti di poter giocare ad armi pari contro tutti. Con questo pareggio il Segrate sale a quota 16 punti, attualmente al quartultimo posto della classifica. Nel prossimo turno il Segrate far visita alla Vercellese, attualmente fanalino di coda della graduatoria: uno scontro diretto, una gara comunque da non sottovalutare, ma se il Segrate giocher con lo stesso ardore mostrato contro lAgnelladese, ha certamente buone chances di uscire dal campo con un risultato positivo.. Giacomo Lorenzoni CLASSIFICA Prima Categoria Milano - Girone C: Accademia Sandonatese 29, La Locomotiva 29, Agnelladese 25, Accademia S. Leonardo 23, Palazzo Pignano 22, Pantigliate 22, Valentino Mazzola Pieve 19, Garibaldina 19, Savorelli 16, Sporting Linate 15, Nuova Acop Zelo B.P. 13, Centro Schuster 13, Citt di Segrate 12, Crespi Morbio 11, Borgolombardo 7, Vercellese 6.

La squadra in dieci per 30raggiunta su autorete dopo occasioni fallite e decisioni arbitrali dubbie - Omini: Bene, avanti cos CALCIO/ TERZA CATEGORIA

Fulgor, Brunelli: Pregusto il derby...


La Fulgor, che ha concluso il girone dandata al secondo posto in classifica con 22 punti (tre meno della capolista Medigliese) ma con una partita ancora da recuperare riprender la marcia il 12 febbraio in trasferta sul campo del Fiera, attestato nel grupo della bassa classifica. Il presidente Mario Brunelli ottimista sul prosieguo (e la conclusione) del campionato. O promozione diretta con il primo posto o sicuramente ce la giocheremo ai play-off. Non c scampo. Gi mi pregusto il derby col Segrate la prossima stagione. Perch? Faccia lei, noi promossi e loro.... No, no scherzo, per carit. Per sarebbe davvero bello. La squadra ha dimostrato di essere forte, di saper navigare bene sotto la guida di mister Ghirardi e la spinta del nostro giovin capitato Filippazzi (nella foto), indomito ragazzino di 52 anni... sempre un esempio per tutti. Nel frattempo il presidente non ha dormito e ha provveduto a rinforzare lorganico della squadra assicurandosi la mezzapunta Jonker, moldavo di 29 anni, da 5-6 in Italia, prelevato dal Segrate. Voleva venire da noi e noi labbiamo accontentato. Mi dicono che sia interessante. Verr a darci una mano. Sulla rampa di lancio anche un difensore e un centrocampista di cui per Brunelli non ha voluto svelare le identit.

Prossimo turno: domenica 5 febbraio, ore 14.30 via Caldera 85, Milano: Vercellese-Citt di Segrate. A destra, il capitano della Fulgor Segrate Ernestino Filippazzi, 52 anni.

ARTI MARZIALI Paolo Belingheri, responsabile della palestra di via Manzoni, parla dellattivit del Judo Club Segrate

Qui il Judo educa e vince in silenzio


Lavoriamo da tempo sul territorio, abbiamo ragazzi e ragazze di interesse nazionale, ma manca uno sponsor
Il Judo a Segrate da anni una realt anhe se poco conosciuta. Ogni stagione vede gli atleti del Judo Club Segrate protagonisti delle competizioni agonistiche. Grande merito va a Paolo Belingheri, direttore tecnico nella palestra di via Manzoni che a 12 anni comincia a praticare judo e da allora un crescendo di successi: nel 93 diventa direttore tecnico, presidente poi, dellAssociazione Sportiva Ren Bu Kan Segrate (dal 95 denominata Judo Club Segrate), da poco ha ottenuto il quinto Dan di cintura nera. Come nato il movimento del Judo Club Segrate? Il Judo Club Segrate nasce dal Ren Bu Kan che aveva la sua centrale operativa nella palestra del Villaggio Ambrosiano. Sono stato chiamato da Graziano Agnoletto nel 93, nel 95 la societ ha cambiato nome in Judo Club Segrate. Con il passare del tempo la societ ha cambiato sede, da via Amendola a Cascina Nuova, per poi trovare lattuale sede in Via Manzoni. La svolta importante vi stata quando siamo confluiti volontariamente in Acquamarina Sport & Life. Come si evoluto nel tempo il rapporto dei segratesi con questo sport? Opinione comune reputare gio di interesse nazionale, tre ragazze ultimamente sono state premiate ai Gran Prix regionali: Federica Malinverno, classe 99, ottimo prospetto futuro; Serena Bravin, nazionale under 23 nel 2011; Valentina Turla, dal 2006 di interesse nazionale in due differenti classi di et. Un altro ragazzo, Gabriele Santicchi (classe 1998) ha cominciato a farsi conoscere arrivando settimo ai Campionati Italiani come esordiente. Nella categoria Master, nel 2007, il nostro Boriotti arrivato terzo al Campionato Mondiale in Germania. Dal 2001 al 2007 abbiamo vinto i Campionati Regionali, poi dato che il nostro club continuava a vincere, la federazione ha avuto lidea di azzerare le classifiche e modificare il regolamento! Vi siete fatti conoscere, quindi S, i risultati ottenuti sono importanti, la nostra palestra conosciuta, tanto che una volta al mese sede del Centro Tecnico Lombardo: qui si riunisce llite per allenarsi, in questa struttura si formano gli istruttori e abbiamo un corso per aspiranti cinture nere. Come avvicinare i pi giovani a questa disciplina? Dico solo che dovrebbero provare e venire qui ad ambientarsi. Qui i ragazzi si sfogano, fanno la lotta seguendo delle regole, imparano lautocontrollo e il rispetto per lavversario. Il bambino lotta per istinto, noi abbiamo il compito di incanalarlo in un processo fatto di regole ferree. Il judo anche sport sociale perch si fa in due, utile in ottica anti-bullismo perch da noi si devono seguire delle regole. Obiettivo del Club Segrate per questo 2012? Vogliamo portare a Segrate, in collaborazione con la palestra di Sesto San Giovanni, il Trofeo internazionale Expo. Altro obiettivo sarebbe istituire il Training Camp che prepara per lEuropean Cup (gare importanti che stabiliscono il ranking e la selezione per i Campionati Europei Cadetti), ma per realizzare tutto ci abbiamo bisogno di sponsor. Ogni sostenitore ben accetto, le gare da disputare sono in tutta Europa quindi il marchio potrebbe avere ottima visibilit. Per ora la famiglia dellatleta si sobbarca tutti i costi per il trasporto, quindi la presenza di uno sponsor potrebbe aiutarci. Il nome dello sponsor sarebbe anche associato al nome della palestra, quindi presente in ogni comunicato e manifestazione sportiva. Alessandro Cassaghi

il nostro uno sport minore, la televisione non passa mai le gare se non in periodo di Olimpiadi. Anche se non uno sport famoso come il calcio, il judo ha un grande merito: molto educativo, uno dei pilastri di questa disciplina infatti linsegnamento del rispetto attraverso larte del combattimento. Linteresse poco perch il nostro uno sport di fatica, non di divertimento, con regole ben precise, educative. Che insegnamenti arrivano ai giovani che si avvicinano a questa disciplina? Il ragazzo acquisisce regole civili, impara il rispetto per lavversario, ma comunque cercando ad ogni incontro di

dare il massimo per poter raggiungere la vittoria. Quanti iscritti avete? Sono tesserati 40 ragazzi con Judo Club, 50 con Acquamarina. Dei 40 iscritti al Judo Club, alcuni praticano altre discipline come il KungFu e lAikido, direi che i ragazzi che praticano il judo con noi sono una ventina. Acquamarina importante per il nostro movimento perch fa da serbatoio, infatti responsabile dei corsi di Gioco Judo, per bambini di et compresa tra i 3 e i 5 anni. Qui da noi poi i ragazzi si allenano dai 6 anni compiuti per conquistare le diverse cinture. Quanto pu durare il per-

corso per arrivare alla cintura nera? I ragazzi hanno ogni anno la possibilit di provare lesame per il passaggio di livello, ma solo dai 16 anni possono provare lidoneit per la cintura nera. La prima cintura bianca, poi vi sono quella gialla, larancione, la verde, la blu e la marrone, quindi in cinque anni un ragazzo pu arrivare a provare lesame per la cintura nera. In seguito vi sono i vari Dan, dieci in tutto. In questa palestra vi sono atleti promettenti? Abbiamo due atleti che vengono da Bergamo per allenarsi da noi. Dal 1999 i nostri atleti sono entrati nel rag-

16

1 FEBBRAIO 2012