Sei sulla pagina 1di 3

22:52 VonBasch [ scalinata ] allarga le braccia allungando i tessuti contorti che lo ricoprono in una tela astratta, in una ragnatela

senza senso: distanzia le dita e i palmi di entrambe le mani si aprono, completamente, rivelando una fila informe di cicatrici discretamente recenti, incredibilmente profonde. con una rigidit innaturale, slanciato e immobile, lascia andare il nervosismo di un glifo che, soltanto adesso, si esibisce in un frastuono eccitato, prepotente, selvaggio. vonbasch, di traverso, punta uno sguardo implacabile su alais a cui, con decisione, rifila una sventagliata allucinata di pulsazioni secche, dolorose: ha dentro una rabbia improvvisa, inclemente, ossessiva. 22:57 Venyal [ Scalinata ] guarda dall'alto il vampiro che ha afferrato per la testa in quel tentativo in cui prova a colpirlo col ginocchio in mezzo agli occhi: essendo il ginocchio la parte pi esterna della gamba in quel momento e avendo lo zombie la bocca lontana, siccome lo stesso ginocchio punta sul naso e quindi la coscia si trova pi indietro, vyktor va a vuoto, non riuscendo a morderlo ma prendendo al posto della carne il nulla. In tutto ci, quindi, il colpo dovrebbe raggiungere la faccia del vampiro, con una forza piuttosto elevata, visto il movimento del ginocchio accompagnato alle braccia in osmosi; sta ancora puntando il naso. 23:08 Vyktor Zombie [scalinata] il mostro, mantiene la forza del fu vampiro, il suo volto impatta sul ginocchio del sanguine, viene tirato verso il basso, giusto il tempo che serve alla creatura per sollevare nuovamente le braccia e TENTARE di afferrare gli avambracci del Canita, per effetto del movimento di VENYAL il collo del mostro si scuote e la testa rimbalza sul ginocchio proteso del dormiente, auharghhh un suono gutturale produce mentre un rivolo di linfa verdastra, sporca le narici bruaaagghhhh ancora mormora 23:09 Nasake [ scalinata ] ***AURA DEL SANGUE DI MASSA*** se lincantesimo dovesse riuscire lerede dei sogni sar in grado di creare un`aura di sangue simile a brace ardente che la protegger da eventuali attacchi magico/mistici e fisici.area deffetto: lerede dei sogni e massimo 3 persone nel raggio. in questo caso: NASAKE, VONBASCH e ALAIS. durata: 50 minuti. raggio dazione: 15 metri di raggio. malus/limitazioni: non ha effetti contro fruitori di livello superiore allo stregone e sar necessario che egli mantenga la concentrazione per tutta la durata dell`incanto. eventuali altri stregoni compresi nel raggio d`azione potranno invece effettuare incantesimi senza alcun problema. protezione da soffi:3 soffi e poi svanisce. livello cast: IV / livello caster: V 23:10 Alais [Scalinata] ha un moto di dolore, il corpo che sobbalza un poco in avanti quando il proprio glifo viene sommerso dalle pulsazioni dolorose e potenti emanate da VonBasch. Trema visibilmente, ogni membra del suo corpo tremante. Quindi perde la concentrazione, ritrovandisi a terra, il capo chinato in avanti, l'aria che entra e esce dalle labbra socchiude producendo un rumore sinistro di risucchio. il vento di tramontana le soffia addosso i fiocchi di neve che le sferzano il corpo, andando ad incollarsi alla maschera grigia con sfumature su tono, impigliandosi nei lunghi capelli castani che scomposti le ricadono lungo la schiena e sulle spalle. Pare spossata, come se ogni forza fosse risucchiata da lei stessa. 23:17 VonBasch [ scalinata ] AURA DEL SANGUE - NASAKE allunga un'occhiata davvero insistente nei riguardi di alais a cui accoda un borbottio ruvido, impastato, rude. mi prender le vostre mani pheris, gonadh! srotola dalle labbra un sospiro forzato, lungo e rumoroso: quando l'aura del sangue di nasake - una patina simile al fuoco ardente - lo ricopre totalmente, azzarda un passo verso la coppia di vampiri, verso vyktor e venyal. con un glifo carico di nevrosi, irato e vibrante, vonbasch s'immobilizza ad un metro scarso di distanza dall'erede dei sogni e ad una manciata dallo zombie. fissa il cavaliere nero con incredibile veemenza, con un'intensit crescente. 23:23 Venyal [ Scalinata ] Il colpo va a segno e lui sente le mani di vyktor afferrare i suoi avambracci e stringere. Proprio quando sente le mani poggiarsi sui suoi avambracci fa scivolare la sua presa da dietro le orecchie alla gola, nel tentativo di serrarla nella sua morsa. A quel punto cercherebbe di rialzare il busto del vampiro in posizione eretta, come se dovesse strangolarlo. Ovviamente i pollici rimangono rivolti alla gola e le dita dietro la nuca, posizione sicuramente pi agevole nell'intento di tenerlo a distanza. 23:32 Vyktor Zombie [scalinata] sente le mani del Sanguine che scivolano sulla Testa, mollando la presa, il mostro si dimena stringendo gli avambracci del Canita, e nel momento in cui le sposta verso la gola, TENTA spostando la testa repentinamente a sinistra di mordere subito sopra il polso, le iridi vacue fissano il volto di VENYAL , mentre le gambe si divaricano seguendo i movimenti del Dormiente 23:33 Nasake [ scalinata ] fine aura di massa 00:00 spende le ultime energie per sfarfallare le dita oltre la sua stessa testa, chiudendo gli spazi liberi del nugolo sanguigno che ha espulso dal corpo. abbassa gli arti di botto con un profondissimo respiro, ammortizzando la stanchezza che sinfrange sul suo corpo, che le spinge le spalle in avanti, piegandole le ginocchia. nasake ha solo un attimo per osservare vonbasch ed alais, prima di scuotere la testa con un cenno infinitesimale, rassegnato, dedicandosi a vyktor e venyal. 23:35 Alais [Scalinata] AURA DEL SANGUE - NASAKE poggia le mani al suolo, sostenendosi per non crollare sugli scalini. E' ancora seduta a terra, solo il volto celato dalla maschera grigia rialza con estrema lentezza andando a osservare VonBasch Ed io non mi opporr Dubhl se mi permetter di raggiungere il Potere. Pare sicura la voce, eppure verso la fine delle sue parole pare tremolante, mentre la frase viene inframmezzata dai respiri profondi. Muove un poco il capo e osserva Venyal e Vyktor, borbotta qualcosa a bassa voce

mentre il suo glifo vibra trasmettendo la sua delusione e la sua rabbia


23:36 VonBasch [ scalinata ] AURA DEL SANGUE - NASAKE consuma parte del suo tempo per cercare di trovare, in silenzio, il modo di "scagliare" alle sue spalle, almeno metaforicamente, ogni agente esterno, ogni perturbazione: solo, rigido e immobile, rifiuta l'agitazione del respiro che, di conseguenza, si azzera e tenta di non considerare il vento di tramontana, la neve che gli puntella lo sguardo e il corpo, i rumori umani o meno che convogliano nella zona al di sotto del tempio. ha le emozioni annullate, un glifo chiuso a riccio in un'apatia lunga e anormale, perch tenta di trovare una CONCENTRAZIONE ideale, completa. vonbasch fissa soltanto VYKTOR distante da lui un CINQUE-SEI METRI scarsi. 23:48 Venyal [ scalinata ] I dibattersi di vyktor lo prende di sorpresa e le sue braccia vengono scosse abbastanza violentemente, facendogli s perdere la presa ma sortendo anche l'effetto di far mancare il morso al vampiro. In risposta, dato che il nemico ancora piegato in avanti a quindi sbilanciato, risale velocemente all'indietro tre scalini. Estende le braccia per non tirare a s vyktor e successivamente lo tira solamente con il corpo nel tentativo di farlo franare in avanti. 00:02 Vyktor Zombie [scalinata] rauuuughhaaarrrrruggisce il mostro la presa serrata sugli avambracci del canita sfugge a causa, dello strattone di lui, la creatura verdastra osserva l'astante mentre il piede sinistro inciampa sullo scalino successivo, la carcassa del fu vampiro rovina al pavimento, il corpo che impatta produce un tonfo, per un momento le iridi vacue si spostano sul gruppetto dietro le spalle del vampiro, sembra Guardare VONBASCH, uno scossone della testa poi produce tornando a sibilare verso VENYAL auhuauuurggg ancora un gorgoglio insensato mentre le mani stancamente si posano al suolo spingendo in verso l'alto il busto putrido della creatura 00:04 Nasake [ scalinata ] solleva le mani rimaste troppo a lungo immobili lungo i fianchi, articolandole in successivi riverberi, insinuando le dita tra le pieghe di quell'aura sanguigna, iridescente, saggiandola con i polpastrelli, tenendola in vita con una concentrazione leggera, poco faticosa, fino a quando lincanto non si esaurisce e i contorni della protezione si sgretolano. il glifo sveglio e, dopo aver vomitato su vonbasch ed alais una calma innaturale e un senso di protezione cos viscerale da sembrare, simbolicamente, un solido bastione di pietra, si ritira entro le pieghe del sigillo con un borbottio scocciato e stanco. il centro dellattenzione di nasake restano i due vampiri, su cui ha incassato lo sguardo. 00:06 Alais [Scalinata] trema, tremano le mani su cui cerca di sorreggersi, trema mentre il glifo di Vonbasch le cela i suoi sentimenti, trema mentre la calma di Nasake va a invaderla. Cos, estremamente spossata, va a crollare al suolo, rovinando sugli scalini, ormai sfinita dalla stanchezza, svenendo. 00:07 VonBasch [ scalinata ] sottolinea il raggiungimento della concentrazione con un movimento del braccio destro che, seccamente, si allarga di scatto verso lesterno: la mano, dopo una rotazione del polso, si stringe in un pugno indelicato che fa stridere la pelle con un rumoraccio. mentre il glifo urla un disprezzo esagerato la mano sinistra, rimasta per lo pi immobile fino a quel momento, inizia a graffiare laria con una serie di arabeschi indefiniti, enigmatici, eleganti. lemozione portante, una rabbia sconfinata e desolante, si appropria della runa di morte in ununica, e violenta, scossa di potere. vonbasch cerca il RICHIAMO delle energie arcane quando ha, da un pezzo, negli occhi solo e soltanto VYKTOR che gli rimane a SEI METRI di distanza. lultimo movimento che si concede quello dello sterno che libera, di fretta, un sospiro veemente. 00:13 Venyal [ scalinata ] Cadutogli davanti, il vampiro non gli d il tempo di rialzarsi tentando di piazzargi il piede destro proprio in mezzo alla schiena, per schiacciarlo sugli scomodi gradini. Non avvicina per il sinistro tentando di rimanere fuori dalla portata delle sue braccia. Esegue un passo lungo che lo porta a saltare un paio di gradini, abbattendosi con il peso del suo corpo sulla schiena di vyktor, appena sotto la testa in mezzo alle scapole, questo il punto preciso che mira. 00:23 Vyktor Zombie [scalinata] sta per raccogliere il ginocchio al petto, per rimettersi in postura eretta il mostro, mentre la linfa verde gocciola sulla scalinata, di nuovo pero' il busto ricalca gli scalini, sotto la spinta del colpo del Vampiro, il pede lo schiaccia a terra di nuovo, cosi il collo ruota inumanamente verso egli fissandolo con gli occhi bianchi appena inniettati di linfa, come quella che bagna il suo volto un nuovo gorgoglio erompe nel silenzio del locoahhhhhrrgg le braccia, si muovono insistentemente, dal basso verso l'alto tentando di liberarsi dal peso del Canita 00:24 Nasake [ scalinata ] rigida e impettita, con le spalle basse e le mani lungo i fianchi, si mette davanti a vonbasch, a sei metri scarsi da vyktor e venyal. il glifo quasi completamente spento, ma da quel pizzico di stregoneria lasciata libera emerge uninsofferenza plateale e discretamente pungente. la neve ha ormai decorato ogni parte del vestito, ogni ciocca di capelli, lasciando completamente libera solo la maschera viola e bianca. la mani di nasake si aprono e si chiudono a pugno a pi riprese, scandendo il ritmo del suo respiro. 00:25 VonBasch [ scalinata ] ***RISVEGLIO DELLA MORTE*** lincantesimo permetterebbe a vonbasch, in caso di buona riuscita, di espellere energia magica dal proprio corpo facendo avvizzire tutto ci che entrer in contatto con essa. || area d'effetto: fino a 5 bersagli nel raggio dazione in questo caso lUNICO BERSAGLIO VYKTOR . | durata: istantanea. | raggio d'azione: circolare, 10 metri di raggio. | malus/limitazioni: tutte le creature che entreranno a contatto con lenergia emanata da vonbasch cominceranno a riportare piaghe e danni sul corpo. pi la vittima gli sar prossima maggiori saranno i danni che possono condurre anche alla MORTE per necrosi NEL CASO DI UNICO BERSAGLIO.

nessuno esentato dal subire danni, membri della setta compresi se presenti nellarea. gli effetti delle piaghe possono essere dissolti con incanto/invocazione apposito. || LIV. CAST: V. | LIV. CASTER: V+I.
00:33 Venyal [ scalinata ] si flette sul ginocchio, caricando il peso sulla schiena di vyktor. A questo punto allunga le braccia tentando di afferrare le sue, per gli avambracci. Una volta serrata la presa su quelli, il tentativo sarebbe quello di strattonarle con tutta la potenza e la velocit che l'osmosi gli permette, con l'intento di spezzarle a seguito di un movimento che sarebbe totalmente innaturale, o comunque di renderle inutilizzabili. NOn si accorge del cast di VonBasch ma quando i suoi effetti diventano visibili si stacca dallo zombie, immediatamente. 00:42 Vyktor Zombie [scalinata] la creatura e' sdraiata supina, il corpo segue le forme degli scalini dove e' adagiato, le braccia vengono afferrate e rilasciate dal Sanguni in piedi innazi al mostro, ma l'incanto di VONBASCH lo investe in pieno, la pelle del fu Vampiro gia sottile e scarsa per via del morbo, lentamente si assottiglia, lasciando ampi spazi di tessuto muscolare, uaurhhhhggg ringhia verso quell'emanazione, mentre un pezzo di guancia si stacca dal volto dello Zombie, la linfa verdastra e puzzolente, schizza sgli scalini, cosi come, due dita della mano sinistra si sgretolano, mentre il medesimo braccio si solleva in direzione di VENYAL

Nasake [ scalinata ] adesso basta.. si lascia sfuggire un ringhio lungo, gutturale e profondamente alterato, mentre il glifo si esibisce in una serie di strali energici, esasperati, al limite. nasake si concede appena il tempo di osservare l'esito dell'incanto di vonbasch prima di voltarsi di scatto verso di lui. con una luce insana nello sguardo e facendo appello alla sua forza animale, piega le ginocchia e cerca di cingere leco della stregoneria come un bambino con una mano dietro le ginocchia e laltra sulla schiena - tirandolo su di peso in un gesto veloce e violento, a cui si accompagna lincipit di un primo passo in corsa, gi per le scale.
00:45 00:49 VonBasch [ scalinata ] rantola, tossendo, finendo a terra in un unico, e pesante, movimento delle ginocchia: ha la testa bassa, il respiro mozzato, la forza di abbarbicarsi alle gambe di nasake per trovare una specie di sostegno accettabile. stanco, terribilmente stanco: annaspa con suoni lugubri, ruvidi, impastando suoni striduli e metallici da sotto una maschera annerita dai capelli. il sigillo confinato ad un silenzio assurdo, patetico, deforme: inavvertibile. vonbasch viene raccolto da terra come fosse un sacco: sgrana gli occhi, tossisce e si lascia avvolgere dalla stretta di nasake: offre un peso morto, zero resistenza. 00:51 Venyal [ Scalinata ] guarda l'effetto del cast di VonBasch sul corpo di Vyktor standogli ancora sopra e lui si limita a tenerlo bloccato, protendendo un braccio e tenendolo distante dalla bocca ma cercando con le dita i suoi capelli, in modo tale da stringerli e staccargli definitivamente la testa in un ultimo tiro: la sua forza - cos come la sua velocit - sono diminuite e il dispendio di vitae accentua i sintomi. Non segue nemmeno l'allontanamento dei due stregoni ma compie solo quel lieve moto, rimanendo ancora addosso al vampiro. 01:02 Vyktor Zombie [scalinata] il mostro giace esanime, sotto l'effetto del cast di VONBASCH il Canita ora nuovamente sulla sua carcassa afferra indisturbato la ciocca di capelli del Fu vampiro, giusto il tempo di stringerle un momento, lentamente la Creatura Morta ora si polverizza, lasciando sulla mano di VENYAL solo un pugno di cenere, cenere che si mescola con la neve che copiosa scende a coprire quello scempio 01:03 Venyal [ Scalinata ] concluso il combattimento, con molta lentezza, abbandona la scalinata verso lo spiazzo, allontanandosi. 01:04 Nasake [ scalinata ] tira vonbasch su con uno sforzo evidente che le contrae i muscoli nelle braccia, nude fino alle spalle. scende le scale in fretta, con la premura di non passare dal lato in cui si trovano vyktor e venyal, ma aggirandoli entrambi i vampiri dalla parte opposta. si allontana in fretta, mischiando ringhi a parole smezzate che, probabilmente, solo leco riuscir a capire. il glifo un tripudio di emozioni sconquassate, di sali e scendi frenetici, esagerati. solo quando i due stregoni sono un puntino allorizzonte, troppo lontani perch i bracieri del tempio possano illuminarli, le emozioni si stemperano, annacquandosi in un piattume informe e freddo.

VonBasch [ scalinata ] .. mor- blatera con poca convinzione dovendo balbettare, attivamente, ogni volta che nasake compie un passo e lo agita per bene. .. mort-o! lo urla a mezza voce, con un sussulto che lo fa tossire e annaspare di brutto. ha il glifo urtato, arrabbiato, sconfortato, agitato, eccitato: ha dentro una rosa di emozioni impressionante. vonbasch si allontana grazie all'erede dei sogni che, come un sacco di patate, lo porta via dallo spiazzo.
01:07