Sei sulla pagina 1di 6

S OL

I
CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS F.I.S.S.C.

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

I M P I A N T I F O T O V O LTA I C I E D E O L I C I

Un Leader con una grande forza... QUELLA DELLA NATURA

AFFILIATO

ALERNOranata g
www.salernogranata.it
via r. jemma, 337 battipaglia (sa) tel. 0828.300440 info@artigraf.org

Viale della Repubblica, 73/77 - Montecorvino P. (Sa) Tel. 0828.354767 www.esisolar.com

PERIODICO SPORTIVO - ANNO 0 - NUMERO 5 - DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

DISTRIBUZIONE GRATUITA

In Collaborazione con:

Direttore Commerciale Gianfranco PAOLINI


Offrono un impianto Fotovoltaico e/o un Minieolico, con tanti servizi, dove bastano poche mosse per averli. Finanziamento, installazione. monitoraggio e garanzia dellimpianto TUTTO CHIAVI IN MANO
N.B.: ESCLUSIVISTI PER SALERNO E PROV. E AVELLINO E PROV. DI TEGOLE E TENDE FOTOVOLTAICHE
ESI SOLAR & GREEN POWER cercano personale ambosessi da inserire nel proprio organico. Zone di competenza: Campania, Basilicata. Calabria, Lazio e Puglia. Offresi ottimi guadagni mensili, benefits, formazione e strategie di mercato Enel GRATUITE. Per info: Cell. 327.3391326 366.4361160

STIAMO UNITI
opo la vittoria ad Arzachena e la conseguente sconfitta a Selargius da parte del Marino siamo giunti al momento clou del campionato. A dodici giornate dalla conclusione il Salerno a 6 punti (aspettando la chiusura definitiva sulla vicenda Sora). Non sono molti ma neppure pochi ma giunto il momento di concentrarsi sulla vittoria del campionato per uscire da questo inferno unendoci tutti, tifosi, stampa, simpatizzanti verso un unico obiettivo lasciando da parte polemiche di qualsiasi genere sia sul gioco non gioco della squadra, sia sul mercato e specialmente accantonando ma solo per queste 12 partite la situazione dei segni distintivi della Salernitana. A campionato concluso tireremo le somme e discuteremo su tutto. Farlo ora, in un momento importante del campionato, non farebbe altro che creare inutili distrazioni. Credo nel buon senso di tutti, perch nessun cittadino salernitano, che sia tifoso del Salerno, o della Salernitana, o anche non tifoso ha pi voglia di sentire nomi di societ ai molti sconosciute, e nessuno ha voglia di andare pi nei campetti di provincia ma di tornare in stadi di citt come Verona, Trieste, Barie altri simili. La difficolt di questo campionato esiste anche perch come abbiamo potuto vedere, gli arbitri e gli assistenti amano ergersi a protagonisti quando incrociano il Salerno pi che chiudere un occhio. Visto che stata la settimana del Festival di Sanremo, concludo usando una frase molto cara a Gianni Morandi: Stiamo uniti.

Vittoria...per la fuga!!

Allinterno il poster di GUSTAVO


Tutto lo shopping che cercavi 24 ore su 24

Info: 348.3109143 e-mail:info@tuttoshop24.it


Siamo anche su:

TuttoShop24

UFFICIO E PUNTO VENDITA:

Via Dei Mille, 90 - 84100 Salerno


Tel./Fax 089.3053402 - Cell- 389.4361061
SEDE LEGALE E AMMINISTRATIVA: Via Aria Serre, 1 84090 - Giffoni Sei Casali (SA) - Tel./Fax 089.883319 Cell. 389.4361061 www.mondoimpianti.it e.mail:info@mondoimpianti.it
VENDITA AUTO NUOVE ED USATE PLURIMARCHE

A G E N Z I A A U T O M O B I L I S T I C A

BELLIZZI (Sa) - Tel. 0828.507689

Via Marconi, 17 Loc. Taverna delle Rose 84091 BATTIPAGLIA (SA) gianfrancodinapoli@libero.it tel. 0828 345276 - fax 0828 1843859 - cell. 334 8275332

PESCE FRESCO E SURGELATO - BACCALA E FRUTTI DI MARE VIA DELLA REPUBBLICA, 63 - MONT. PUGLIANO (SA) Cell. 338 1506963

Pagliarulo Franco

Pescheria

MAGLIANO GROUP
MUTUI & PRESTITI

Cessioni del V - Leasing Fidejussioni - Consolidamento prestiti Mutui in tutta Italia - Prestiti - Factoring
Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di M. Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 - e-mail:maglianogroup01@gmail.com

2
Qui Salerno
20 Anni di ricordi; il sondaggio dei tifosi
erti amori regalano unemozione per sempre recita una canzone di Eros Ramazzotti, frase che pu essere sicuramente abbinata al viscerale sentimento dei salernitani nei confronti della prima squadra cittadina. Salerno-Salernitana un legame speciale, indissolubile, una storia lunga 93 anni caratterizzata da alti(pochi) e bassi(molti), ma che inorgoglisce egualmente una delle tifoserie pi calorose e numerose dellintero panorama calcistico Nazionale. Dietro una maglia granata che scendeva in campo ogni domenica e che faceva battere il cuore a migliaia di persone, dietro un simbolo, quello dellippocampo, nel quale si identificava il senso di orgoglio e di appartenenza di un popolo che ama Salerno e la sua squadra di calcio, dietro il nome Salernitana che ha scandito quasi un secolo di storia della nostra citt e della nostra provincia in nome di una fede tramandatasi di padre in figlio e che non ha mai conosciuto ostacoli e categoria, c una realt che parla, purtroppo, di aule di tribunali, sentenze, fallimenti e bancarotta, ma ogni cittadino salernitano lega un momento della sua vita ad una partita della Salernitana portando allinterno del proprio cuore e della propria mente ricordi indissolubili e che, anche col passare degli anni, fanno scendere inevitabilmente qualche lacrima. E proprio ai tifosi, in questa settimana, abbiamo voluto rivolgere un intrigante sondaggio (cui risultati sono stati anche pubblicati sul sito granatissimi.com che ha collaborato all'iniziativa). Per quanto riguarda l'atleta pi forte dagli anni 90 ad oggi, al primo

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Gaetano Ferraiuolo, Mirko Cantarella e Annamaria Catastini

ALERNOranata g
Area Comunicazione CCSC

11
News dal CCSC
Alla Coppa DAfrica trionfa il calcio puro
ncredibile vittoria dello Zambia contro la pi quotata Costa DAvorio nella Coppa dAfrica numero 28 ai calci di rigore dopo che, come 11 eroi, hanno mantenuto il risultato sullo 0 a 0 stoppando tutte le iniziative di Drogba, Kalu, Tour e company. Altra sorpresa stata il Mali che stende un rassegnato Ghana nella finalina di consolazione e conquista la medaglia di bronzo. I giocatori delle Black Stars sono stati affondati dalla doppietta - un gol per tempo - di Diabat che ha regalato il primo terzo posto nella storia al Mali. Una competizione piena di sorprese, le vittorie di Davide contro Golia di squadre nazionali che se pensate bene, vengono pagate nella loro totalit tra stipendi e altro, di meno di una squadra di seconda divisione italiana!! E stato emozionante vedere lottare e trionfare giovani calciatori ( la media di 23 anni) che giocano in squadre di club ai molti sconosciute ma che tecnicamente e fisicamente non inferiori ai pi milionari colleghi europei. Emozionante stato vedere i calciatori dello Zambia cantare e abbracciarsi durante la lotteria dei penalty e ancor di pi piangere e dedicare la vittoria alla tragica scomparsa dei colleghi di nazionale nellincidente aereo del 1993 (Lo Zambia di Kalusha Bualia, attuale Presidente dela Federazione Calcio che vinse 3 a 0 contro lItalia alle Olimpiadi). Questo il trionfo del calcio vero e puro, anche nellinnocenza del tifo, nellallegria di vedere anziani e bambini cantare e tifare senza pericoli, cose che da noi sembrano di altri tempi e cheI non siamo pi abituati a vedere purtroppo. Prendiamo esempio!

Calciomercato: si cerca il sostituto di Nicodemo


on sembra essere destinata a concludersi in tempi brevi lappendice di calcio mercato per il Salerno Calcio, resa necessaria dalla fine anticipata della stagione per un Nicodemo che ha fatto in tempo a disputare appena 5 partite. La societ sembrerebbe essere sulle tracce di un centrocampista che prenda il posto dellex Sorrento e metta al riparo Sbaccanti da un ruolo in cui si trova poco a suo agio. Nella prima parte di stagione Pagni e Susini hanno ripetuto pi volte che se si fosse presentata loccasione di rinforzare la rosa con elementi dal giusto rapporto qualit prezzo la societ non si sarebbe tirata indietro. Intanto i giorni passano e restano da disputare poco pi di dieci turni di campionato in circa 3 mesi ( il campionato finisce i primi di maggio) e di certo prendere un elemento senza preparazione e da recuperare atleticamente (non convocabile quindi per 3-4 settimane) non sarebbe di grande aiuto. Ma evidentemente gli standard posti dal Salerno Calcio sono piuttosto elevati, visto che della dozzina di giocatori venuti in prova il solo Sbaccanti riuscito a strappare un ingaggio. Giacinti ormai una certezza, come anche Lanni. Montervino costantemente tra i migliori, Proia atteso a confermare le buone impressioni della prima parte di stagione. Carletti e Ramiccia sono ancora non giudicabili, ma nessuno ha le doti che mancano in mezzo al campo. Si sono fatti nomi importanti (si possono acquistare solo svincolati entro il 2011) si ritornato a parlare di Raffaele De Martino ma che sfumato per il suo passaggio alla Paganese, si

posto troviamo l'attaccante Marco Di Vaio con oltre il 40% di preferenze. A completare il podio troviamo Giovanni Pisano, ed il capitano Roberto Breda. Dietro la lavagna, al contrario, finisce "mister sette miliardi" Vincenzo Chianese, Seguono a ruota il centrocampista olandese Ely Louhnapessy, e, Ferrier, che con il 20%dei voti precede di pochissimo i vari Machado, Archetti, Cal Campana, Arostegui ed Araboni. Su chi fosse l'allenatore pi amato dubbi ce n'erano pochi: il plebiscito spetta al profeta Delio Rossi, votato dal 95% dei tifosi, che al contrario indicano in Fabrizio Castori il tecnico meno competente , poi Cadregari e Varrella. A Salernitana-Cagliari 3-2 ed Alessandria-Salernitana 1-3 dello scorso 4 giugno la palma di partite pi emozionanti di sempre e poi S a l e r n i ta n a - Vi c e n z a 2 - 1 . A Piacenza-Salernitana, infine, sono legati i ricordi pi tristi per i tifosi granata, con un 1-1 beffardo probabilmente decretato a tavolino(ricordate il rigore negato da Bettin a Tedesco)a cui fece seguito la tragedia del rogo del treno di ritorno dallEmilia che cost le vite di Enzo, Ciro, Peppe e Simone. La speranza che quel clima, quei brividi, possano presto riviversi sulle scalee dellArechi, Tu chiamale se vuoi, emozioni

contattato Roberto Baronio che dopo un primo colloquio ha dato un secco no e di nomi del calibro di Mark Edusei ed Edoardo Catinali. A questi sono da agiungere David DAntoni, ex salernitana ed Edoardo Braiati. Intanto non hanno convinto il difensore Karim Atia Afifi classe 93, e del centrocampista sempre classe 93 Alessandro Frau che erano in prova. Afifi di origini arabe ed stato alla juniores del Monterotondo. Frau solo un omonimo del pi famoso centrocampista ex Roma e Palermo ed ora al Porto Torres. Il nome che pi di tutti pu far sognare di sicuro lex nazionale Roberto Baronio. Nato a Verolanuova l11 dicembre 1977, centrocampista centrale alto 180 cm x 80 kg di peso, stato un talento del nostro calcio ma sicuramente sar difficile almeno per questanno vederlo in maglia blaugrana. Perplesso anche il napoletano Edoardo Catinali (16 agosto 1982), ex Ancona e Piacenza, la pista pi percorribile sembra essere lex pisano Edoardo Braiati (Ferrara, 25 marzo 1980), grazie ai buoni rapporti del suo procuratore con la societ salernitana anche se il presentimento che alla luce di questi sei punti di vantaggio dal Marino, difficilmente verr qualcun altro dando fiducia a Proia e Carletti.

Gli eroi di Arzachena


olo la neve e il blocco dei voli hanno fermato i tifosi salernitani dalla loro presenza ad Arzachena. Nella foto si riconoscono la mitica Celeste Bucciarelli, Gerry del Colorado Caf, Antonio Carmando, Domingo Petrocelli e Giovanni Pagliarulo che espone il logo turistico della citt di Salerno. Presenti allaeroporto erano anche i ragazzi della Nuova Guardia capitanati da Mino Caputo. A proposito di questa foto si creato uninutile polemica in virt dellesposizione della S di Vignelli, specialmente in facebook,dove si parlato male di questi ragazzi. Frasi del tipo vergognatevi, oppure che fine abbiamo fatto o ancora De Luca gli ha pagato la trasferta e altro ancora Se si critica il fatto di piacere o non piacere, inerente il logo, siamo tutti daccordo ed giusto che ognuno si esprima come vuole ma di li a calunniare e dire menzogne e ad offendere c una bella differenza, mancando di rispetto a questi ragazzi che con il caldo o con il freddo spendono i PROPRI SOLDI per divertirsi, fanno kilometri per tifare e non far mancare il loro calore alla squadra di calcio di Salerno. Intervistando uno dei ragazzi, dispiaciuto ha dichiarato si devono mettere vergogna loro , purtroppo in questa citt finch vige lignoranza non si potr mai andare avanti. Ed effettivamente non si vede il motivo di criticare lesposizione della S di Salerno in quanto questo non il logo del sindaco De Luca ma il logo TURISTICO e non POLITICO della Citt di Salerno. Non il nuovo logo dei Progressisti per Salerno, o del PDL, o del PD ma un semplice logo di riconoscimento della citt di Salerno nel mondo. E allora cosa si dovrebbe fare a chi espone striscioni offensivi sugli stadi o a chi fa notare il verde della Lega Nord o addirittura la svastica!!! Siamo allassurdo, ma finch le critiche gratuite e senza senso sono dette da persone comuni o gruppi di persone (alcuni nati apposta per criticare qualsiasi operato del sindaco di Salerno), la cosa potrebbe essere passabile, e senza clamore perch si sa da che pulpito viene la predica, ma quando questo supportato da professionisti di settore e addirittura da colleghi giornalisti allora la situazione davvero preoccupante e deve far pensare.

Organigramma CCSC
Riccardo Santoro
V. Presidente Presidente

Giovanni Cuffa
V. Presidente Esecutivo

Alfonso Pugliese Mario Santaniello Giovanni Pagliarulo


Delegato allo Stadio Delegato trasferte Delegato ai Clubs

Osvaldo Marcantuono Antonio Fiore


Delegato alle Cerimonie Delegato al Tifo

Cesare Clemente
Delegato Attivit Sociali e Culturali

Rocco Calenda
Addetto Stampa

Giuseppe Alviggi Mario Sposito


Vice Delegato FISSC Delegato FISSC

Carmine Prisco
Delegato al Salerno Calcio

Antonio Carmando Carmine Murante Domingo Petrocelli


Addetto al Sito Web Economo Segretario

Antonio Carbone
Delegato Lombardia

Luigi Coppola
Delegato Emilia

Eugenio Mautone
Delegato Piemonte

Luigi De Sio
Delegato Sardegna

Antonio Di Giacomo
OGNI GIOVEDI ALLE 20.30 SU TELECOLORE SALERNO CANALE SKY 826 E DIGITALE TERRESTRE CANALE 16. In collaborazione con Ciro Simeoli

Periodico SALERNO GRANATA


in attesa di registrazione Direttore Responsabile

Mirko Cantarella
Collaboratori

Marco Lanni al torneo di Viareggio


nostro centrocampista classe 92 Marco Lanni, sta prendendo parte in questi giorni alla kermesse internazionale giovanile pi famosa del mondo: la 64 edizione della Viareggio Cup. Il centrocampista infatti stato convocato dal selezionatore Giancarlo Magrini nella Rappresentativa di serie D, che mette in mostra i migliori talenti della quinta serie italiana. Magrini conosciuto dal pubblico pi giovane per essere stato il vice di Graziani nel reality Campioni aveva gi convocato Lanni nei test di preparazione, mentre dopo

Via M. A. Vicinanza, 3 BATTIPAGLIA - Salerno


Tel. 0828.370902 - Cell. 333.8199020

qualche apparizione non ha conquistato la riconferma Matteo Piciollo. La Rappresentativa ha chiuso in testa il girone 12 della prima fase: vittoria per 4-1 contro i vice campioni dItalia del Varese; nella seconda partita il successo per 20 sul Bruges ha visto Lanni debuttare negli ultimi 10 minuti; contro il Napoli (partita conclusa per 1-1) il centrocampista nativo di Colleferro ha disputato tutto il secondo tempo. La Rappresentativa ha sorpreso piacevolmente gli addetti ai lavori, con elementi in grande spolvero come la punta dellArezzo Ciss o

il centrocampista del Cerea Guccione. Dopo un weekend di riposo il team ha affrontato negli ottavi i messicani del Pumas battendoli ai calci di rigore dopo che i 90 si erano chiusi sull1-1. Lanni ha assistito al match dalla panchina. Nei quarti di finale la rappresentativa affronter la R o m a , strafavorita p e r l a vittoria finale.

Vieni in trasferta con il CCSC e Salerno Granata


da Salerno a Sanremo Reduce dai successi televisivi in qualit di giudice emergente del talent show X Factor, che ha visto mancare per poco la vittoria di Antonella, sua mentore, ARISA sar al 62 festival di Sanremo con il brano La Notte. La giovane cantante lucana vincitrice nel 2009 di Sanremo Giovani con il brano Sincerit, si imposta nel panorama musicale italiano diventando un personaggio, sicuramente complice il suo look stravagante e i repentini cambi di voce tra parlato e cantato. Il corpo docente e le allieve della Scuola SPEI, trentennale scuola di formazione per estetista e acconciatori di Salerno in cui Rosalba Pippa alias ARISA ha conseguito lattestato professionale, vogliono farle un grande in bocca al lupo e sostenerla, creando una pagina sul noto social network facebook, in questa prestigiosa avventura.

ARISA;

Il CCSC organizza tutte le trasferte del Salerno Calcio, per la stagione sportiva 2011-2012, in BUS o altri mezzi quando consentito. Per venire con noi contatta il Delegato tifo e trasferte GIOVANNI PAGLIARULO. INFO:333.8648299

Giovanni Adinolfi Anna Maria Catastini Valerio Lai Federica Pisani Gaetano Ferraiuolo
Progetto Grafico e impaginazione

Rocco Calenda
Stampa

ARTIGRAF- Battipaglia

Il CCSC ringrazia tutti i media e gli organi dinformazione che sono sempre vicini alle nostre iniziative; Granatissimi.com, Salernitana Fans Forum, Telecolore, Lira TV, Rete1, TV Oggi, Telediocesi, Set TV, La Citt, Il Mattino, Lettera 24, Telereporter, Il Corriere del Mezzogiorno, Roma Cronache, Salernomania, Radio MPA, Radio Bussola 24, Radio Stella, Radio Alfa, Radio Unisound e Salernitana Sporting.

10

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Rocco Calenda

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

CLUB BELLIZZI GRANATA Il club della settimana


Una enclave granata da sempre
el ripercorre il tuor attraverso il mondo dei club associati al CCSC, oggi mi tocca parlare proprio del mio Club, il Bellizzi Granata. Nato nel 2008, da un gruppo di amici tifosi della Salernitana, i quali decisero, di comune accordo di aprire una sede nella cittadina dei Picentini, con lo scopo di riunire tutti quei tifosi che seguivano i granata e volevano avere un punto di riferimento certo. Ricordo con piacere lenorme entusiasmo con cui affrontammo questavventura, dapprima con la ricerca del locale, che si dovette completamente ristrutturare a causa delle pessime condizioni, ma noi non ci perdemmo danimo, animate di volont lo rimettemmo a nuovo. Dopo circa un mese di lavoro, il club era pronto per linaugurazione, cosi il 27 Marzo 2008, a pochi giorni con la gara contro il Martina, che si rivel fondamentale per la Salernitana per la promozione in serie B, si accesero le luci sul nostro Club che da 4 anni porta un considerevole apporto sia in termini di tifo che di sostegno alla squadra. Ricordo con gioia quella sera, ricca di gente e passione, intervenne lallora presidente Lombardi che mi regal la maglia di re art Di Napoli e il gagliardetto della societ. Ma la gioia pi grande fu la presenza dellintero centro di coordinamento, a cui iscrissi il club fin da subito, con a capo lallora presidente Maurizio Tagliaferri con tutto lesecutivo. In questi 4 anni tanti sono stati i traguardi raggiunti dal Club Bellizzi, a cominciare dalla cooperazione attiva con il CCSC, di cui oggi mi onoro di essere il Delegato alle Attivit Sociali, ma soprattutto la determinazione messa insieme ai miei soci, che ringrazio della loro amicizia, nel seguire insieme le sorti dei granata. Numerose infatti, sono state le trasferte fatte con gli amici del Centro dii Coordinamento, tra queste mi piace ricordare quella di Bari, (Vedi Foto), e quelle memorabili di Alessandria prima e Verona poi dello scorso anno. Vorrei ricordare tra gli altri il Vice presidente Donato

3 La legge del Calcio


Interregionale possono partecipare, senza alcuna limitazione di impiego in relazione alla et massima, tutti i calciatori regolarmente tesserati per la stagione sportiva 2011/2012 che abbiano compiuto il 15 anno di et nel rispetto delle condizioni previste dallart. 34 comma 3 delle N.O.I.F. Premesso quanto sopra, il Comitato Interregionale, ha stabilito che nelle singole gare dellattivit ufficiale 2011/2012, le Societ partecipanti al Campionato Nazionale Dilettanti hanno lobbligo di impiegare - sin dallinizio e per lintera durata delle stesse e, quindi, anche nel caso di sostituzioni successive di uno o pi dei partecipanti - almeno quattro calciatori giovani cos distinti in relazione alle seguenti fasce di et: - 1 nato dal 1 gennaio 1991 in poi - 2 nati dal 1 gennaio 1992 in poi - 1 nato dal 1 gennaio 1993 in poi. Circa i meccanismi e le modalit procedurali attinenti agli avvicendamenti dei cosiddetti calciatori giovani opportuno precisare che le eventuali corrispondenti sostituzioni debbono essere effettuate con calciatori appartenenti alla stessa o altra fascia di et temporalmente successiva. Resta inteso che, in relazione a quanto precede, debbono eccettuarsi i casi di espulsione dal campo e, qualora siano state gi effettuate tutte le sostituzioni consentite, anche i casi di infortunio dei calciatori delle fasce di et prestabilite. Linterpretazione del regolamento. Che si trattasse di un vuoto regolamentare, una vacatio legis per dirla secondo giurisprudenza, ormai chiaro a tutti. Il Salerno non ha infranto nessuna norma, ma stata deficitaria in un aspetto al fine di rispettarne un altro. Il Sora si appiglia alla presenza dei 4 under che venuta a mancare; ma a voler essere precisi Sestito non mai stato sostituto quindi in distinta 4 under sono rimasti fino al minuto 99 , quando Panarese ha dato il triplice fischio. Anche sul fronte portiere/uomini di movimento nessuna irregolarit perch in porta pu andare chiunque (purch identificabile e previo autorizzazione dellarbitro) ed una squadra pu giocare con due portieri in campo e metterne uno a fare lala come secondo la regola 3 del gioco del calcio Il numero dei calciatori che al comma 6 (Cambio del portiere) dice: ciascun calciatore partecipante al gioco pu scambiare il ruolo con il portiere a condizione che: larbitro ne sia informato prima che avvenga il cambio; lo scambio di ruolo v e n g a e ff e t t u a t o d u r a n t e uninterruzione di gioco. Lavvocato Chiacchio (difensore del Sora) invece fa affidamento alla espressione letterale del regolamento e sostiene che il ricorso pu essere proposto perch quanto successo allArechi non rientra in nessuna delle due eccezioni presenti nel famoso comma C del Comunicato Ufficiale N.1. Insomma la forma che prevale sulla sostanza. Secondo lavvocato Chiacchio, la norma non dice che i 4 under devono rimanere in campo o se possono giocare 3 con uno fuori per infortunio e la squadra in 10 uomini. Non escluso che la parte soccombente possa ricorrere alla Corte Federale di Giustizia.

SALERNITANA CLUB

Il Caso Sestito
nauguriamo questa nostra rubrica sulla legge del calcio ovvero sui casi particolari nel mondo del calcio che hanno fatto cambiare i regolamenti, proprio con un caso unicum nel suo genere e che sar destinato a fare la storia e a far si di modificare determinati punti dei regolamenti dei campionati dilettantistici e non solo. Il caso. Era lottantacinquesimo minuto della partita Salerno calcio - Sora, valevole per la ventunesima giornata del girone G del campionato nazionale dilettanti, il risultato era sull1 a 0 per i salernitani. Gian Raffaele Sestito, portiere del Salerno calcio, si scontra con lattaccante Fank, ed dovuto uscire a bordo campo per le cure dei sanitari ma non stato sostituito. Il Salerno Calcio aveva gi fatto due sostituzioni e doveva far fronte alla regola dei 4 under di cui Sestito faceva parte in quanto tale; a quel punto si scambiato Sestito con Max Caputo che ha vestito i panni del portiere . Dopo pochi secondi c stata la terza sostituzione tra i due senior Caputo con Iannarilli (secondo portiere) ma giocando in 10 e nel caso rientrasse Sestito rientrava come giocatore di movimento. Il reclamo. Il Sora ha quindi preannunciato il famoso reclamo, bloccando di fatto lomologazione del risultato finale di Salerno-Sora (1-0). Al centro della disputa il Comunicato Ufficiale numero 1 del Comitato Interregionale, che riportiamo di seguito: Limite di partecipazione dei calciatori in relazione allet. Alle gare del Campionato Nazionale Dilettanti ed alle altre della attivit ufficiale organizzata dal Comitato

Di Lascio, i consiglieri Daniele Cantalupo e Iginio Garofalo, il nostro ex, per il momento Addetto Stampa, Pino Salvioli, impegnato oggi ad essere il primo cittadino di Bellizzi, al cassiere Mario Procida, sempre puntuale ed attento. Ma una spazio speciale lo voglio dedicare a mio figlio Antonio, il quale mi ha riacceso la passione che si era solamente sopita negli anni ed lui il motore del Club e il webmaster del sito Salerno Granata, non finir mai di ringraziarlo per il notevole lavoro che svolge quotidianamente per tenere aggiornato il sito sia documentandosi, che andando di persona durante gli allenamenti o alle conferenza stampa. Vorrei ricordare anche la collaborazione con lamico Alfonso Pugliese del Club Highlander, che, con questo, sono ben 4 anni che Miss Granata approder a Bellizzi, una kermesse che ogni anno si presenta ricca di novit e di simpatiche presenze. Oggi il Club Bellizzi Granata, complice anche la militanza in serie D, conta 30 soci a fronte dei 65 di partenza, un calo fisiologico spiegabile anche da chi, come me, rivuole il cavalluccio e gli stemmi identificativi, ma sono sicuro che, con la promozione che credo non ci sfuggir e il ritorno della nostra storia ritorner quella passione che nei nostri cuori si era solo addormentata. FORZA SALERNO E SALERNITANA Rocco Calenda Presidente Salernitana Club BELLIZZI GRANATA

20

08

GRANATA
A DIFESA DI UNA FEDE

Lavvocato Gentile (difensore del Salerno calcio) porta al vaglio dei giudici un caso simile accaduto il 31 ottobre 2010 tra lAgnolese e lAC Rimini (4-1) che pochi ricordavano. La A.C. RIMINI 1912? chiede che alla POLISPORTIVA OLYMPIA AGNONESE sia inflitta la punizione per violazione di quanto previsto dal C.U. n.1 dell1 luglio 2010. L A.C. RIMINI 1912? deduce che nel corso della gara di cui alloggetto la POLISPORTIVA O LY M P I A A G N O N E S E h a schierato in campo un numero di calciatori giovani inferiore a quello previsto dal suindicato Comunicato. In particolare, al 27 minuto del primo tempo, era uscito dal terreno di giuoco il calciatore numero 1, Pezzone Francesco, classe 1992, ed era entrato in sua sostituzione il calciatore numero 12, Zoghaib Luca, classe 1990. A tal proposito il giudice ha deciso di accogliere il reclamo; di infliggere alla P O L I S P O R T I VA O LY M P I A AGNONESE la punizione sportiva della perdita della gara di cui alloggetto con il seguente punteggio: POLISPORTIVA OLYMPIA AGNONESE A.C. RIMINI 1912?0-3; di non addebitare la tassa di reclamo.

dal 1964

LANDI GOMME
s.n.c.

L ANDI GOMME
S.N.C.
di D. & M. LANDI

PNEUMATICI DELLE MIGLIORI MARCHE - ASSETTO RUOTE ED EQUILIBRATURA COMPUTERIZZATA


ASSOCIATO
CENTER

VALUTAZIONI GRATUITE
UFFICI AFFILIATI: MONTECORVINO TEL. 0828.351032 - BELLIZZI TEL. 0828.51412 BATTIPAGLIA TEL. 0828.340668 - PONTECAGNANO TEL. 320.6610716 OGNI AGENZIA HA UN PROPRIO TITOLARE ED E AUTONOMA

Driver
Pneumatici & Assistenza

Via Lung. C. Colombo, 229/231 - 84129 SALERNO Tel./Fax 089.339040

CAFE

ICA SERVICE - Impresa Pulizie


di Barbara Perazzo
C.so Concordia, 9 - 20129 Milano Tel./Fax 02.76 02 85 49 - Cell. 349.77 05 352 E-mail:icaservice@tiscali.it

Via R. Cocchia 14/22 tel. 089/753352 SALERNO

4
Lavversario di oggi
IL PROGETTO S. ELIA
Il Progetto SantElia una realt recente del calcio sardo e prende il nome da un quartiere situato nella zona meridionale di Cagliari. Nato nel 1999 e partito quindi - dalla terza categoria, dopo dodici anni si ritrova ad affrontare il Salerno nel campionato nazionale dilettanti. La squadra salernitana proprio contro i sardi vinse la sua prima trasferta. Questanno ha iniziato la stagione in maniera travagliata e ha gi cambiato tre allenatori. Ultimo in classifica dopo aver esonerato Massimiliano Pani alla terza giornata, si affidato a Rosario Affuso che si dimesso alla dodicesima di campionato ed ora guidato da Bernardo Mereu. Questultimo sta guidando bene la squadra, infatti attualmente terzultima in classifica e quindi disputerebbe i play out. Oltre lallenatore, il presidente Cardia ha smantellato la squadra, infatti nel mercato di riparazione di dicembre sono andati via Festa, Farruggia e Riccardi e sono arrivati il portiere Floris (86), il difensore Cimin (88) dal San Nicol (serie D girone F), fedelissimo dell allenatore Mereu essendo stato lanno precedente alle sue dipendenze alla Villacedrese, i centrocampisti Bruno (91) proveniente dal Castiadias, Mascia (91) e Matteoli (91) dallAcquanera seconda squadra di Alessandria radiata a met dicembre dal campionato di serie D girone A. Matteoli nonostante la giovane et gi vanta presenze in Seconda Divisione con la maglia della Torres (2007/2008). Tra i giocatori sicuramente pi esperti ci sono Coppola, centrocampista centrale di esperienza che cresciuto nel Padova e nella stagione 2000/20001 vanta una vittoria del campionato dellallora serie C2 ed una lunga esperienza in serie D, lattaccante Virdis che ha timbrato per nove volte il cartellino dei marcatori in tredici partite giocate - cresciuto nella Sampdoria ed ha calcato anche campi di serie B. Compone il tandem dattacco con Atzori, giocatore che conosce la categoria e ha una buona esperienza in Eccellenza e capitano della squadra sarda. In questo 2012, dalla prima giornata del girone di ritorno, il Progetto SantElia su cinque partite disputate ne ha vinte due, perse altrettanto e pareggiata una. Infatti nel derby contro il Porto Torres hanno perso per 4-3 alla ripresa del campionato dopo la pausa natalizia, pareggiato contro il Budoni, vinto per 4-1 contro lAnziolavinio, perso di misura a Pomigliano a due minuti dal termine del match, e domenica ha vinto in casa contro il Fidene con ben tre gol di scarto.

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Federica Pisani

ALERNOranata g
a cura del Dott. Mario De Laurentis

9
Calcio e Salute: da Ippocrate ad oggi
farmaci antiinfiammatori, Tecarterapia; nei casi in cui i sintomi persistono per un tempo maggiore di 12 mesi, proponibile un intervento chirurgico risolutivo. Lesioni muscolari; in ordine di gravit, si suddividono in: A)contrattura (lesione di grado 0): il muscolo contratto. B) elongazione o stiramento (lesione di grado 1): si ha una distensione delle fibre muscolari, ma non c' rottura. C) distrazione o strappo (lesione di grado 2): in questo caso le rotture interessano parte delle fibre del muscolo, con emorragie e conseguenti ecchimosi a livello sottocutaneo. D) rottura (lesione di grado 3): in questo caso la rottura delle fibre interessa tutto il muscolo. Sintomatologia: nelle lesioni di 1 grado il dolore compare spesso alla fine dellimpegno sportivo e, a volte, persino il giorno seguente. La caratteristica del dolore di accentuarsi con la contrazione attiva e con lo stiramento passivo del muscolo stesso. Nelle lesioni di 2 grado il dolore molto pi acuto e compare durante una violenta contrazione del muscolo,con una sensazione di allungamento del muscolo stesso. In quelle di 3 grado il dolore violentissimo determina una completa impotenza funzionale e si rende sempre evidente un ematoma,dolente alla palpazione. Trattamento: la prima cosa da fare sospendere immediatamente l'attivit sportiva ed immobilizzare la zona colpita. Se nei casi pi gravi tale sospensione d'obbligo; nei casi pi lievi, il soggetto, vista la sopportabilit del dolore, naturalmente portato a stringere i denti e continuare, in questo modo per aumenta notevolmente il rischio di aggravare la situazione per cui si consiglia di fermarsi il prima possibile, anche se il dolore avvertito di lieve entit. Dopo essersi fermati evitare di caricare l'arto e metterlo in una posizione di riposo (posizione rialzata). Applicare immediatamente un impacco freddo (borsa del ghiaccio, spray ecc.) sulla zona interessata in modo da ridurre il flusso di sangue ai vasi lesionati (vasocostrizione). Allo stesso tempo evitare qualunque forma di calore (massaggi, pomate, fanghi ecc.). Rivolgersi ad un medico specializzato e sottoporsi ad esami strumentali per valutare la reale entit del danno. Le lesioni di grado 0 e 1 si risolvono nel giro di 1-2 settimane, in cui sono dobbligo il riposo e il trattato con antinfiammatori e miorilassanti della zona interessata. Qualche esercizio di stretching pu aiutare ad accelerare e migliorare il recupero rielasticizzando, per quanto possibile, il tessuto di riparazione cicatriziale. Le lesioni di 2 grado prevedono invece tempi di guarigione pi lunghi (15-30 giorni). Prima della ripresa dell'attivit sportiva il soggetto dovr seguire un percorso di riabilitazione e sottoporsi ad opportuni interventi fisioterapici. Nei casi pi gravi (lesioni di III grado) pu essere necessario l'intervento chirurgico. Tra le terapie fisiche pi efficaci segnaliamo la Tecarterapia, una metodica che consentirebbe di dimezzare i tempi di recupero grazie al trasferimento di cariche elettriche endogene agli strati muscolari pi profondi. Lussazione: si tratta di un'alterazione anatomica che comporta la perdita dei rapporti che intercorrono reciprocamente tra i capi articolari di un' articolazione. Interessano generalmente la spalla, il gomito, le dita, lanca e il ginocchio. In particolar modo nella spalla, la lussazione pi frequente quello scapolo-omerale che consiste nella perdita completa dei normali rapporti articolari tra testa dellomero e cavit glenoidea della scapola. Sintomatologia: deformit della regione interessata, impossibilit a mobilizzare larto, impotenza funzionale e dolore. Trattamento: le lussazioni sono nella maggioranza dei casi riducibili con precise tecniche manuali eseguite e devono esser ridotte possibilmente entro ventiquattro ore dallevento. Ottenuta la riduzione, l articolazione va immobilizzata per un periodo che varia tra 15-20 giorni fino a due mesi, a seconda della localizzazione della lesione. A ci segue un programma riabilitativo di recupero della funzionalit dell articolazione. Pubalgia: la tendinopatia dellinserzione pubica dei muscoli adduttori e/o del retto addominale; interessa in particolari i calciatori. Nel calcio, infatti, sono molti i gesti atletici che possono favorirne linsorgenza (salti, scatti, contrasti di gioco, tiri, ecc.).Sintomatologia: lesordio pu esser acuto, con dolore improvviso e violento nel corso di un cambio direzionale nella corsa, oppure subacuto, dopo una partita o un allenamento. Il dolore di intensit varia: pu manifestarsi solo in concomitanza con lattivit sportiva oppure esser cos intenso e costante da limitare la normale deambulazione. Trattamento: riposo con astensione dallattivit sportiva fino allattuazione del dolore. Un programma di fisioterapia dovr esser intrapreso precocemente con esercizi di mobilizzazione articolare, tonificazione muscolare isometrica e rieducazione posturale lombo-pelvica. Tendinite: La tendinite un processo infiammatorio che coinvolge uno o pi dei 267 tendini presenti nel corpo umano. Tale infiammazione comunemente causata dalla ripetizione cronica di sollecitazioni che a lungo andare alterano la normale struttura delle fibrille. Si parla in questo caso di patologia tendinea da sovraffaticamento. Sintomatologia: il sintomo principale della tendinopatia il dolore localizzato nella sede anatomica in cui si trova il tendine coinvolto dalla lesione. Tale dolore si accentua o compare esclusivamente durante la palpazione dell'area interessata o durante movimenti attivi e passivi che coinvolgono in maniera importante il tendine lesionato. Spesso si registra un deficit nella forza dei muscoli collegati ai tendini lesionati. Durante le attivit sportive il dolore pu essere percepito all'inizio del riscaldamento per poi scomparire e ricomparire al termine della seduta. Trattamento: le cure pi efficaci sono il riposo, luso del ghiaccio sulla zona colpita, la fisioterapia, e lassunzione di FANS (farmaco antinfiammatorio non steroideo). Dott.ssa Angela Di Bello Per info: e-mail:angeladib87@hotmail.it CLUB AQUARA GRANATA

Le probabili formazioni
Salerno Calcio: 4-3-3 All. Perrone
SESTITO

Patologie ricorrenti nella pratica sportiva: quali sono e cosa fare


orsite: un processo infiammatorio di tipo acuto o cronico che colpisce le borse sierose (muscolari, tendinee, sottocutanee). Borsiti colpiscono soprattutto soggetti che praticano attivit sportive o lavorative che comportano una perdurante ripetizione di movimenti a un certo grado di intensit. Le zone pi colpite sono quelle dell'anca, del femore, del ginocchio, del gluteo, del gomito, della spalla e del tendine di Achille. Sintomatologia: tumefazione, gonfiore, edema, aumento della temperatura locale e dolore, spesso acuto, alla digitopressione delle zone interessate. La borsite non una patologia particolarmente grave, ma non deve essere sottovalutata pena un serio aggravamento delle condizioni. Trattamento: Il soggetto affetto da borsite dovr interrompere l'attivit che ha causato la patologia e ricorrere a blande terapie come antinfiammatori, pomate, crioterapia, bendaggi ecc.. Distorsione: si intende linsieme delle lesioni capsulo-legamentose prodotte da una perdita temporanea dei capi articolari di unarticolazione. Colpiscono in ordine di frequenza: il ginocchio, il collo del piede, il gomito, le dita. Si distinguono in lievi e gravi a secondo che ci sia un semplice allungamento o una rottura completa dei legamenti. Sintomatologia: dolore nei punti di inserzione o lungo il decorso dei legamenti interessati, tumefazione dellarticolazione ed eventuali segni di lassit articolare. Trattamento nelle forme lievi: ghiaccio sulla zona interessata, dopodich si applica un bendaggio utilizzando fasce elastiche e si immobilizza per 15-20 giorni; Trattamento nelle forme gravi: si ricorre a immobilizzazione gessata, eventualmente preceduta da intervento ricostruttivo. Fascite plantare: si intende un insieme di sintomi a prevalenza dolorosa che coinvolge la fascia plantare. Sintomatologia: dolore tipico in sede calcaneare (l'episodio doloroso si manifesta soprattutto di mattina quando la persona si alza dal letto e mettendo i piedi a terra avverte fastidio ai talloni, ma la manifestazione ritorna anche durante il susseguirsi del giorno, inoltre il dolore aumenta se viene sollecitato con attivit fisica o altra stimolazione, e solitamente dura almeno 6 mesi). Trattamento: riposo ed astensione dalla pratica sportiva, terapia con

CALORI CHIAVARO GIUBILATO

PUGLISI

MONTERVINO

PROIA

GIACINTI

DE CESARE

BIANCOLINO VIRDIS CADDEO

MOUNARD

MASCIA

FRONGIA

SANNA

BODANO

GIRALDI BOI

SERAO SEDDA

FLORIS

Progetto S. Elia: 4-4-2 All. Mereu

Il punto sulle giovanili


li Allievi di Avella subiscono una sconfitta per 4-0 contro la forte Puteolana, compagine in lotta per la vittoria nel girone B regionale. Dopo 7 minuti Loffredo trova gi la via del gol per i partenopei, che raddoppiano al 20 con Bottiglieri. Poco dopo la mezzora ancora Loffredo a fissare il punteggio sul 3-0 che chiude la prima frazione. Ad inizio ripresa Loffredo cala il tris e manda i titoli di coda allincontro. Va molto meglio ai Giovanissimi, che battono con un rotondo 3-0 il Football Club S. Agnello. Per il team di Belmonte si tratta di un successo tonificante (quinto stagionale in casa); dopo 20 minuti DAvella sblocca il

di Annamaria Catastini

punteggio con il gol dell1-0. Nemmeno il tempo di mettere il pallone a centrocampo che Piscitella raddoppia. Ad un quarto dora dalla fine lo stesso Piscitella si conferma il bomber di questa formazione realizzando la sua personalissima doppietta e chiudendo la partita sul 3-0, stesso risultato con cui si era conclusa la gara di andata. Ricordiamo che la partita della Juniores contro il Sora stata rinviata per via del maltempo. Allievi Regionali-GironeB-14^ Puteolana Salerno Calcio 40 Marcatori: 7 pt Loffredo, 21 pt Bottiglieri, 34 pt e 5 st Loffredo. Giov.RegionaliGironeD14^

Salerno SantAgnello 3 0 Marcatori: 20 pt DAvella, 21 pt e 32 st Piscitella.


SQUADRA Pt. Gi. V N

CLASSIFICA GIRONE H
P GF GS DR

Marino Fidene Palestrina Anziolavinio Viterbese Atl. Boville Astrea Monterotondo Zagarolo Gaeta Cynthia Civitavecchia SALERNO CALCIO Sora

42 41 36 33 31 31 27 20 18 18 16 14 13 0

17 17 17 17 17 17 17 17 17 17 17 17 17 17

13 13 11 10 8 10 8 6 5 5 5 4 4 0

3 2 3 3 7 1 3 2 3 3 1 2 1 0

1 2 3 4 2 6 6 9 9 9 11 11 11 17

45 59 51 60 31 26 24 29 28 15 24 24 15 3

11 13 19 31 19 21 19 42 34 19 42 38 41 95

34 46 32 39 12 5 5 -13 -6 -4 -18 -14 -26 -92

8
Laltro calcio
Gemellaggio Salerno - Barcellona di Mirko Grilli
nche Salerno Granata ha sposato con vero entusiasmo la brillante idea della Salernitana Sporting di una forte collaborazione sportiva con lFC Barcelona. Tale collaborazione potrebbe portare alla creazione di tanti progetti significativi tra cui la promozione della mai abbandonata idea di azionariato popolare sempre cara al presidente del CCSC Riccardo Santoro e allo stesso CCSC, al Presidente della Salernitana Sporting Antonio Sanges e a Salerno Granata.Infatti la Salernitana Sporting ha proposto al F. C. Barcellona un gemellaggio sportivo. Nella lettera indirizzata al presidente catalano Alexander Rossel, il consiglio direttivo del club salernitano si auspica di attivare a breve con la societ catalana (mas que un club) un progetto sportivo condiviso, una collaborazione europea che fornisca una diversa dimensione dello sport migliore e motivi nel contempo maggiormente dirigenti ed atleti nel loro percorso agonistico. Lipotesi di gemellaggio con il Barcellona potrebbe favorire, come gi accennato, anche lattuazione sul nostro territorio del vincente progetto di azionariato popolare attivato nella citt cara al presidente Rossel. Tale gemellaggio (supportato di

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

ALERNOranata g
di Giovanni Adinolfi

5
Statistiche
Pt. Gi. V N P GF GS DR

La FISSC e le istituzioni; Losservatorio


l presidente della FISSC, Francesco Lotito, ha incontrato al Viminale (Ministero dell'Interno) il nuovo presidente dell'Osservatorio Roberto Sgalla. Alla riunione alla quale ha partecipato anche il vicepresidente Roberto Massucci, il presidente Lotito ha chiesto informazioni su eventuali direttive gi ricevute dal nuovo ministro dell'Interno e si constatato che, dopo la necessaria concertazione prima dell'inizio della nuova stagione calcistica, sar sottoscritto un nuovo protocollo d'intesa, sulla falsariga dei quello approvato nel giugno 2011. Si registrato inoltre, il parere favorevole del Dr. Sgalla come del Dr. Massucci sulla proposta a suo tempo formulata dalla Roma per autorizzare dei "carnet" per un certo numero di partite. Il Dr. Lotito ha accolto la proposta di partecipare ad un tavolo tecnico che coinvolga congiuntamente FISSC/Osservatorio, a condizione che non siano invitate altre associazioni non omogenee con la FISSC alle riunioni, e che quest'ultime non siano pi di natura informali, bens "ufficiali". A tale proposito il presidente

concerto anche con il mensile LAtleta e Sporteconomy.it) mira a realizzare con il Futbol Club Barcellona una solida collaborazione sportiva finalizzata a promuovere il brand dei club del nostro territorio in sinergia con quelli catalani. Obiettivo principale del gemellaggio la creazione di un percorso sportivo innovativo in chiave europea per club, dirigenti ed atleti della nostra citt. La proposta di gemellaggio risulta essere finalizzata altres alla realizzazione di progetti di marketing dello sport, marketing turistico attraverso l organizzazione di viaggi studio, scambi culturali, stages e meeting finalizzati a sviluppare sinergie tra le societ sportive associate a Salernitana Sporting ed i club di Barcellona. Il filo diretto con il club catalano consentirebbe ai dirigenti ed atleti della nostra citt, di confrontare le proprie esperienze sportive con quelle degli atleti cari al presidente Rossel e al tempo stesso creare una rete sociale con il coinvolgimento delle rispettive comunit sportive. Nel rispetto delle proprie tradizioni sportive, il gemellaggio con il Barcellona potrebbe far affermare ancora di pi il valore etico e sociale degli sport migliori targati Salernitana Sporting.

Sgalla ha assunto l'impegno di contattare i vertici della FIGC (dottor Abete e dottor Di Sebastiano) per il necessario nulla-osta al riguardo, collegando tale riconoscimento all'eventuale partecipazione della FISSC, in qualit di membro effettivo, ai lavori dell'Osservatorio. Quanto alla necessit pi volte rappresentata ai vertici dell'Osservatorio di ottenere omogeneit sostanziale di procedure per l'accesso agli stadi, per l'esposizione degli striscioni, per l'introduzione degli ombrelli, per gli interessi dedicati ai possessori di tessera del tifoso, il presidente dell'Osservatorio ha riferito di aver gi organizzato una serie di specifiche riunioni con i vari responsabili del GOS (gruppo di sicurezza operativa); al termine di tale percorso poi, sar predisposta una direttiva al riguardo valida per tutti gli stadi d'Italia. Area comunicazione FISSC

CLASSIFICA GIRONE G
SQUADRA

47 Citt di Marino 41 Budoni 36 Porto Torres 36 Selargius 32 Astrea 31 Fidene Calcio 31 Palestrina 29 Arzachena 28 G. e C. Sora 28 Pomigliano 28 Monterotondo Lupa 25 Civitavecchia 24 Anziolavinio 24 Cynthia 23 Progetto S. Elia 19 Bacoli Sibilla 18 A. Boville Ernica 14
SALERNO CALCIO
Precedente Giornata
Giornata 22 del 12-02-2012 Astrea - Budoni Arzachena - SALERNO CALCIO Bacoli Sibilla - Anziolavinio Civitavecchia - Pomigliano Cynthia - Porto Torres Monterotondo - Boville Ernica SantElia - Fidene Selargius - Marino Sora - Palestrina

22 22 21 21 22 21 22 21 22 21 22 21 22 22 21 22 22 21
Rin. 1 2 1 2 4 0 Rin. Rin. 3 0 2 1 Rin.

13 11 9 10 8 7 8 7 6 7 7 6 5 6 5 5 3 3

8 8 9 6 8 10 7 8 10 7 7 7 9 6 8 4 9 5

1 3 3 5 6 4 7 6 6 7 8 8 8 10 8 13 10 13

37 37 26 30 35 26 29 26 25 16 22 21 31 29 27 25 19 18

18 23 20 27 27 23 26 25 19 14 29 23 28 40 28 35 32 44

19 14 6 3 8 5 3 1 6 2 -7 -2 3 -11 -1 -10 -13 -26

Classifica Marcatori
15 reti 12 reti 11 reti 10 reti Caboni (Selargius) Miani (Marino) Biancolino (Salerno) Borrotzu (P. Torres) Pippi (Marino + Monter.) Massella (Fidene) 9 reti Amassoka (Anziolavinio) De Angelis (Cynthia) Mounard (Salerno) Pau (Budoni) Virdis (Prog. S. Elia) 8 reti Di Iorio (Astrea) Giuntoli (Astrea) Angelilli (Marino) Macciocca (Palestrina) 7 reti Gallaccio (Anziolavinio) Mesina (Budoni) 6 reti Caputo (Salerno) Mammetti (Cynthia) Oggiano (P. Torres) Steri (Arzachena) Farrugia (Boville + S. Elia)

Giornata Odierna
Giornata 23 del 19-02-2012 Anziolavinio - Arzachena Boville Ernica - Astrea Budoni - Cynthia Fidene - Selargius Marino - Sora Palestrina - Monterotondo Lupa Pomigliano - Bacoli Sibilla Porto Torres - Civitavecchia SALERNO CALCIO - SantElia

Prossima Giornata
Giornata 24 del 26-02-2012 Arzachena - Marino Astrea - Pomigliano Boville Ernica - Porto Torres Bacoli Sibilla - Fidene Civitavecchia - SALERNO CALCIO Cynthia - Anziollavinio Monterotondo Lupa - Budoni SantElia - Palestrina Selargius - Sora

IACOVAZZO s.r.l.
Via Zanotti Bianco,62 tel./fax 089 336317 Lungomare Trieste,13 tel.089 228984 Via Robertelli, 36/C tel. 089 712525 P .zza XXIV Maggio, 16/b Tel. 089 234412 84100 SALERNO
www.lodatotraslochi.com email:lodatotraslochi@hotmail.it

GRANATA SERVICE
di Riccardo Santoro

Ristrutturazione appartamaneti Impianti Termoidrici gas e condizionamento Via R. Cocchia, Salerno Tel. 089/725757

6
Passato e presente: Tudisco - Montervino
Francesco ciccio Tudisco
rancesco Tudisco (Acireale, 9 gennaio 1968), Ha giocato in Serie B con le maglie di Licata, Salernitana, Reggiana e Fidelis Andria, per un totale di 179 presenze e 26 reti. Ha cominciato la sua carriera nella Cerretese nel campionato 1984-1985 totalizzando 8 presenze e un gol. Poi al Varese, alla Nocerina e dal 1988 nella sua Sicilia prima a Trapani e poi a Licata prima di passare alla Salernitana dove resta dal 1992 al 1997 dove totalizza 162 presenze e ben 21 gol e dove Ciccio trova la sua gloria e il suo miglior periodo da calciatore. Poi Reggiana, Fidelis Andria, Juve Stabia e Avellinoprima di concludere la sua carriera da calciatore. Dopo aver appeso le scarpette al chiodo, intraprende la carriera di allenatore. Dopo un anno come vice alla Nocerina di Ezio Capuano, nel 2003-2004 il presidente Nino Grasso ed il socio Ottavio Cutillo lo chiamano alla guida dellAriano Irpino nel campionato di Serie D. Lanno seguente chiamato in serie D a salvare una Battipagliese in piena zona retrocessione; il miracolo, per, non riesce. Nel campionato 20062007 accetta lofferta del Real Altamura in Eccellenza, dove giunge nono, un risultato che gli vale la riconferma per la stagione successiva che si interrompe con un esonero causato da contrasti con la dirigenza. Nel 2009-2010 porta in serie D l'Atletico Nola. Nel 2010-2011 ancora in Eccellenza, con la Sanseverinese, campionato che termina al quarto posto. Il 28 Giugno 2011 raggiunge un accordo con l'Unione Sportiva

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNOranata g
di Mirko Cantarella

ALERNOranata g
di Valerio Lai

7
La Storia della Salernitana dal 1919
Salernitana presenta un reclamo che sebbene accolto in parte, non porter a cambiamenti in classifica. Al termine del girone di ritorno, la classifica vede saldamente al comando la Virtus Goliarda con 7 punti, a seguire la Rosetana con 6 e subito dopo la Salernitana con 5 punti. Le prime due passano alla prima divisione. Il campionato del 1928/1929 vede degli importanti stravolgimenti, riguardanti la organizzazione dei campionati stessi, i quali vengono suddivisi in: Divisione Nazionale, I divisione, e II divisione. Ma la fortuna sembra sorridere ai granata, i quali, terminato il campionato precedente ad un passo dalla promozione, vengono chiamati a partecipare al campionato di I divisione. Il motivo risiede nel fatto che molte squadre non si erano iscritte al campionato di prima divisione, lasciando vuoti molti posti. Per questo motivo si decide di convocare le squadre migliori della II divisione, quelle giunte ad un passo dalla promozione. La Salernitana viene inclusa nel girone eliminatorio D comprendente il Vomero di Napoli, lo Stabia, l'Aversana, la Nocerina ed il Nola. Il campionato prende il via il 25 novembre. La Salernitana gioca magnificamente, portando a casa, nelle prime due partite, due vittorie schiaccianti per 5-1, la prima in casa, contro il Nola, la secondo ad Aversa contro la squadra locale. Ma la vera prova del nove sar l'incontro con la s q u a d r a d e l Vo m e r o . L a Salernitana sembra essere la favorita. Gioca magnificamente, mostrandosi in pi occasioni molto al di sopra della squadra napoletana, ma viene sconfitta immeritatamente per 2-0. Il risultato negativo caratterizza anche la sfida contro la Nocerina, terminata sull'1-0. Il girone si conclude con una nuova sconfitta, questa volta ad opera dello Stabia che ferma la Salernitana con un secco 2-0. Nel girone di ritorno pareggia a Nola (1-1), batte l'Aversana e cos anche il Vomero, per 2-1, la Nocerina (1-0) e lo Stabia per 3-1. Malgrado la brillante prestazione, per, la Salernitana non riesce a qualificarsi per le semifinali, terminando la propria corsa al terzo posto. Ma ancora una volta la fortuna assiste i granata, e dopo due partite, il direttorio federale della Figc ammette al girone semifinale anche la Salernitana ed il Palermo, con la motivazione di favorire l'attivit calcistica del sud Italia. In occasione di quelle prossime sfide, si provvede ad acquistare nuovi giocatori. Da Milano arrivano il portiere Gabardi, Candiani, il quale in verit si chiama Redaelli, e viene tesserato con la Salernitana sotto falso nome. Ma nonostante la buona volont, la fortuna e gli acquisti, la squadra di Salerno accumula solo sette punti, terminando all'ultimo posto. Alle finali accedono Siracusa e Palermo. La mancata promozione provoca disaffezione nei soci, e molti di essi rinunciano alla tessera. Il nuovo presidente, il podest di Salerno, Luigi Conforti, viene affiancato nella direzione organizzativa dal tenente colonnello Enrico Chiari, originario di Parma ma residente a Salerno. Sar lui, per molti anni, il dirigente della societ ed affronter tutte le difficolt di gestione personalmente. Nuovo allenatore l'ungherese Gza Kertsz, ex capitano della nazionale del suo paese che si riveler essere uno dei migliori tecnici della Salernitana di ogni tempo. GEZA KERTESZ Un altro tecnico straniero, dopo Willi Kargus, Gza Kertsz. Nato il 21 novembre 1894, arriv ad allenare la Salernitana nel 1929 e vi r i m a s e a Salerno fino al 1931. Della sua vita di calciatore si sa che gioc per molte squadre ungheresi, diventando in seguito capitano della nazionale ungherese. Arriv in Italia per il campionato '25-'26, iniziando ad allenare lo Spezia e facendo parte anche della squadra. Per una stagione allen la squadra ligure arrivando poi alla Carrarese, sempre nella doppia veste di calciatore e tecnico. Nel 1927 abbandona il gioco, continuando per ad allenare ed arrivando a Salerno nel 1929, ove rimarr fino al 1931. In seguito, dopo aver allenato Atalanta, Catania, Taranto ed anche squadre titolate come Lazio e Roma, ritorna a Salerno, alla fine della stagione '40-'41. Nel 1943, a causa dell'incalzare degli eventi bellici, il campionato italiano fu sospeso e quindi Kertsz ritorn nella sua amata Ungheria allenando una squadra locale. Kertsz fu anche un eroe. Tornato nel suo paese, insieme ad un suo ex compagno di squadra, Toth, cre una organizzazione attiva nella resistenza contro i nazisti.

Francesco ciccio Montervino


rancesco Montervino (Taranto, 7 maggio 1978), Centrocampista centrale, si adatta in caso di necessit a ricoprire altri ruoli, come il terzino e l'esterno di centrocampo. Giocatore dal carattere forte e grande motivatore, nel 1995 inizia la sua carriera andando a giocare con il Fasano, societ di Serie C2, rimanendovi per una stagione e collezionando la sua prima presenza nei professionisti. L'anno seguente pass al Taranto, la squadra della sua citt. Nella stagione 1996-97 fu acquistato dal Parma in prestito e gioc con la formazione primavera rimanendovi solo per una stagione. L'anno successivo ritorn al Taranto che allora era tra i dilettanti e, a diciannove anni, ne divent il capitano. Fino a dicembre del 1997 collezion 16 presenze con 3 reti, poi arriv la chiamata del Perugia che l'acquist e lo gir in prestito all'Ancona. Montervino poi si trasfer definitivamente all'Ancona, squadra con cui debutt in serie B in Chievo Ve r o n a - A n c o n a . I n q u e l l a stagione cont 1 rete e 7 presenze. La sua squadra retrocesse, cos nella stagione 1998-1999 Montervino collezion 26 presenze con l'Ancona in terza serie, ottenendo la convocazione nella nazionale italiana di C. Nella stagione 1999-2000 Montervino disput 17 gare in C1 con Brini in panchina e vinse il torneo ai playoff, centrando la promozione in B. Trascorse in tutto 6 stagioni ad Ancona di cui le ultime tre in serie B, e nell'ultima ottenne con la sua squadra la promozione in Serie A, ma non festeggi poich

La Salernitana del biennio 1928/29


il 10 febbraio del 1928, quando la squadra salernitana ospita in amichevole la squadra del gruppo sportivo Il Mattino, accumulando ben otto punti. Una vittoria schiacciante, seppure conquistata in una amichevole, che fa il paio con quella di qualche giorno dopo, contro il Lecce. In quell'occasione la Salernitana aveva soli tre punti di vantaggio sullo Stabia, il quale aveva disputato una partita in meno. Per concludere al primo posto, la compagine salernitana dovr per forza vincere la gara contro gli avversari pugliesi. Fortunatamente riesce in questa impresa, fissando il risultato sul 21. La Salernitana era considerata uno squadrone, con il miglior portiere della categoria, terzini di alto livello, cos come i mediani. L'alto livello raggiunto dalla squadra, la porta a concludere il girone interregionale di II divisione al primo posto. Ma l'obiettivo la prima divisione, per la quale la Salernitana disputer gare con la Messinese, la Rosetana e la Virtus Goliarda Roma, sodalizio che in seguito cambier la propria denominazione in Alba. La strada sembra essere in salita per la squadra granata. Contro la Messinese rimedia una sconfitta per 3-0, e contro la Rosetana, squadra abruzzese, perde per 1-0. Contro la Virtus Goliarda, affrontata in casa, sfiora due volte la rete, ma alla fine l'incontro termina per 0-0. Le successive gare di ritorno terminano a favore della Salernitana: 3-1 contro la squadra siciliana, mentre la Rosetana viene battuta con un solo goal di scarto, mentre si arrende alla Virtus Goliarda per 3-0. La

Agropoli 1921 per guidare la squadra nella stagione 20112012, con l'obiettivo di vincere il campionato e riportare la formazione bianco-azzurra in serie D, una categoria dalla quale manca da 12 anni. Ora al comando con 6 punti di vantaggio sulla seconda. Carriera: 1984-1985 Cerretese 8 (1) 1985-1986 Varese 1 (0) 1986-1987 Cerretese 26 (5) 1987-1988 Nocerina 18 (0) 1988-1989 Trapani 25 (5) 1989-1992 Licata 75 (5) 1992-1997 Salernitana 162 (21) 1997 Reggiana 7 (0) 1997-1998 Fidelis Andri a21 (0) 1998 Reggiana 0 (0) 1998-1999 Fidelis Andria 29 (8) 1999 Reggiana 1 (0) 1999 Fidelis Andria 4 (1) 1999-2000 Juve Stabia 14 (0) 2000-2001 Avellino 18 (0) Carriera da allenatore 2002-2003 Nocerina vice 2003-2004 Ariano Irpino 2004-2005 Battipagliese 2006-2008 Real Altamura 2008-2009 Battipagliese 2009-2010 Nola 2010-2011 Sanseverinese 2011-2012 Agropoli

a stagione in corso venne ceduto al Napoli. Gioc con la maglia partenopea dal 2003 al 2009, sia prima che dopo il fallimento della societ: infatti l'unico giocatore del "vecchio" Napoli, insieme a Cataldo Montesanto, ad aver militato nella nuova societ di De Laurentiis. Da titolare contribuisce prima alla promozione in Serie B degli azzurri, e poi a quella in Serie A; debutt in massima serie il 26 settembre 2007 in occasione di NapoliLivorno (1-0). Segn la sua prima rete in Serie A il 31 maggio 2009 aprendo le marcature nel match contro il Chievo Verona, al San Paolo. Nei due anni in serie A con il Napoli collezion complessivamente 22 presenze in campionato, 8 in coppa Italia e 3 in Europa League.146 sono invece le complessive presenze con il Napoli arricchite da 6 reti. Dal Napoli poi, raggiunse un accordo per giocare nella squadra della vicina Salerno. Il 31 agosto 2009, pass definitivamente alla Salernitana, disputando 2 stagioni: una in Serie B, collezionando 22 presenze e una in C1, raccogliendo altre 20 presenze in serie C1, dopodich subisce lo svincolo d'ufficio a causa della mancata iscrizione del club campano ai campionati. Il 13 settembre torna a Salerno firmando con la nuova societ del Salerno Calcio in Serie D.

Dal 1972 Onoranze e Trasporti Funebri

CONCESSIONARIA

Cav. Pres. ANTONIO GUARIGLIA

GaldieriAuto
s.r.l.

CLUB SALERNITANA

Unica Sede: Via S. Mobilio,45/47 DI Fronte Ufficio dIgiene SALERNO

Strada Statale 88 Km 10+400 84080 Lancusi - SA Tel. +39 089 827 211 - Fax +39 089 827 200 lancusi@galdieriauto.it

MILANO GRANATA
SEZ. LUCA FUSCO

Tel. 089790719

FRANCESCO: 347 2605547 VITO: 329 2929774


www.antonioguariglia.it
www.lodatotraslochi.com email:lodatotraslochi@hotmail.it

Potrebbero piacerti anche