Sei sulla pagina 1di 47

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

2.

il FATTO
Tornata la fiducia sui titoli di Stato.

POLITICA

ed economia

Professa ottimismo il direttore per il debito pubblico del Tesoro, Cannata, parla di acquisti italiani e stranieri

Italia in recessione da Visco la conferma Il Pil gi dell1,5%


Il governatore al Forex: Il governo compia nuovi passi coraggiosi anche sulla lotta allevasione fiscale
IL COMPARTO SOLIDO
IGNAZIO VISCO, GOVERNATORE DELLA BANCA DITALIA

nance. Le inquietudini degli investitori, che Progressi che ora Visco si attende su leffiPARMA. Il 2012 sar un anno di recessione CONFCOMMERECIO hanno fatto schizzare lo spread in autunno, cienza del sistema tributario, la lotta allevaper lItalia che dovr subire una caduta del Pil ora che il differenziale sopra i 300 punti si sione fiscale, la rivisitazione della spesa pub(Prodotto interno lordo) dell1,5%. Pessimiste 3 imprese su 4 sono attenuate ma non dissipate, ammoni- blica, la razionalizzazione di norme, istituIl governatore della Banca dItalia Ignazio vedono nero anche il 2012 zioni e prassi che ztengono imbrigliate le sce. Visco lancia, dal palco del Forex di Parma, un Il governatore compie una rapida disami- energie del paese, comprimono la competimonito ai banchieri che invita a guardare Roma. Tre quarti delle aziende del na dei problemi e le ricette per uscire dalla tivit delle imprese e mortificano le attese avanti e darsi da fare per normalizzare le commercio, turismo e servizi era crisi, molte delle quali provenienti dalla Ban- dei pi giovani. condizioni dei mercati finanziari e del credipessimista sullandamento il direttore generale per il Debito pubblico ca dItalia e dal suo ufficio studi: dalle riforto grazie alle quali si potr stabilizzare lattidelleconomia italiana nel quarto me strutturali, alle liberalizzazioni e alla del Tesoro Maria Cannata, intervenendo al vit produttiva a fine 2012 e tornare a unetrimestre 2011 mentre il 43,9% segnala competitivit delle imprese oltre che la lot- Forex, ha sostenuto che la fiducia degli invespansione del reddito nel 2013. il peggioramento della situazione per la ta alla corruzione e allevasione fiscale. Que- stitori sui titoli di stato italiani tornata nelAnche il governo che ha compiuto passi propria impresa. Emerge da un sto perch la politica monetaria non pu da le ultime due settimane e ha parlato di un coraggiosi riconoPARMA. La strada compiuta rapporto Confcommercio secondo cui sola risolvere la crisi e perch solo una cre- recupero e di sempre pi flussi di acquisto sciuti dallopinione stata lunga e gli sforzi le imprese del settore che sono esposte scita sostenibile pu contribuire al risana- non solo italiani ma anche stranieri. pubblica internazionagrandi ma un nuovo, verso la Pubblica amministrazione In particolare, la dirigente del Tesoro ha cimento dei conti pubblici. li per esempio sulle ragionevole, hanno registrato nel 56,4% dei casi un Tuttavia il nostro paese, grazie agli inter- tato investitori da Gran Bretagna, Asia e, pensioni, deve ora riirrobustimento del aumento dei ritardi di pagamento. venti correttivi realizzati dal governo pu pi recentemente, anche dagli Stati Uniti. peterli su altri fronti capitale ora alla portata Il 40% delle imprese pessimista anche contare su un aggiustamento della finanza Inoltre ha ricordato come il nostro paese come la lotta allevasiodel sistema bancario sul primo trimestre 2012. Il 2011 pubblica in corso anche in caso di ipotesi sempre stato sul mercato delle emissioni e ne fiscale. italiano. stato un anno duro: lo conferma anche poco favorevoli in termini di crescita e di tas- la domanda rimasta, anche se si dovuto Visco rileva infatti La Banca dItalia continua unanalisi della Coldiretti secondo la pagare un prezzo pi elevato negli scorsi si di interesse. come la Bce e le banche a spronare il sistema quale nel 2011 in Italia hanno chiuso i Lavanzo primario del 5% previsto nel 2013 mesi. La Grecia, ha poi sottolineato la diricentrali dellEurosisteitaliano a rafforzarsi e battenti circa 20mila aziende agricole. garantir, spiega il governatore Visco, una ri- gente di via XX Settembre, non il Portogalma hanno fatto e stanriconosce alcune storture Inoltre, c un diffuso pessimismo tra le PALAZZO KOCK, SEDE DI BANKITALIA duzione del rapporto debito/Pil superiore a lo, n lIrlanda n tantomeno lItalia. un cano facendo la loro pardellesercizio Eba, viziato imprese per lanno in corso. Nel settore quella chiesta dallEuropa in uno scenario di so unico, ha aggiunto, auspicando una sote per sostenere la lidalla mancanza del lancio primario operano 845mila imprese luzione rapida seppure non perfetta. In +1% Pil e di spread sopra i 300 punti. quidit e lattivit di prestito delle banche ma dellEfsf e delle garanzie statali e aiuter a colmare iscritte al registro delle Camere di In Italia infatti, riconosce il governatore, la ogni caso, va evitato che Atene esca dalleuper ricondurre lo spread dei titoli di Stato a alcuni svantaggi contabili rispetto ai rivali stranieri. Ma Commercio, la cui competitivit rischia politica economica ha compiuto progressi ro perch verrebbe percepito che lEuropa livelli normali occorre che le politiche nalautorit di vigilanza avvisa anche gli istituti di credito, tuttavia di essere compromessa dalle che prima erano ritenuti impensabili in dire- non stata in grado di mantenere il suo prozionali continuino a essere orientate alla in vista delle assemblee di primavera, a tener conto delle difficolt determinate dagli effetti della zione della sostenibilit finanziaria, ad esem- getto. stabilit e alla crescita mentre lEuropa denecessit di capitale nelle decisioni su retribuzioni dei manovra. pio sul fronte del sistema pensionistico. ve andare avanti con la riforma della goverFABIO PEREGO manager e dividendi e per questo mander presto delle indicazioni ai vertici. Dopo la chiara esortazione al rafforzamento espressa lo scorso anno al Forex di Verona da Mario Draghi, il suo successore Ignazio Visco nella riunione che si tiene a CROLLO DA RECORD. VISCO: LE BANCHE DEVONO SVOLGERE BENE LA LORO FUNZIONE Parma riconosce la solidit del comparto italiano e gli sforzi fatti per raccogliere, negli ultimi anni, mezzi freschi per quasi 20 miliardi di euro. Nella sua prima al convegno degli operatori finanziari riuniti nellAssiomForex, Visco e gli altri componenti del direttorio (Fabrizio Saccomanni, Anna Maria Tarantola. Salvatore PARMA. Il crollo da record e la cifra La contrazione. dal lato delle imprese ma tuttavia si va annunciato una nuova moratoria Rossi e Giovanni Carosio) incontrano e discutono con i ingente: meno 20 miliardi erogati verifica anche un irrigidimento nel- per le imprese rilevando come banchieri in platea e nel tradizionale pranzo i rischi e i dalle banche italiane alle imprese le condizioni di offerta dei prestiti. aziende e banche sono sulla stessa timori del settore, stretto fra costi della raccolta elevati, nel mese di dicembre del 2011 e per cruciale cos che leconomia non barca. economia in recessione, proteste delle imprese e Di certo gli istituti di credito hanquesto motivo gli istituti di credito entri in asfissia creditizia deperendo richieste di maggior capitale da parte degli organismi devono dimostrare di saper svole trascinando con s anche le pro- no superato, grazie alloperazione internazionali. eseguita nel mese di dicembre (che gere bene la loro funzione di allocaspettive del sistema bancario. Gli utili sono modesti e le prospettive per lanno in re il credito con una acuita capacit Lo stesso Mussari, alla vigilia, ave- verr replicata a febbraio), le difficorso sono favorevoli, situazione che andr considerata colt maggiori del funding e la conselettiva e utilizzare il fiume di linei nuovi piani industriali in corso di elaborazione. Il seguente gravissima stretta sul crequidit della Bce (Banca Centrale eugovernatore riconosce la validit di alcune lamentele dito. Il direttore generale di Banca ropea) a cui attingono sempre pi sullesercizio Eba che ha penalizzato fortemente i nostri LIBERALIZZAZIONI, EMENDAMENTO PDL-PD dItalia Fabrizio Saccomanni ricorda largamente le banche italiane, in priistituti e il cui giudizio sui piani presentati dalle banche che loperazione di febbraio sar pi mis Unicredit e Intesa Sanpaolo, per resta sospeso. Unicredit ha fatto il tutto esaurito accessibile anche alle banche minomantenere elevato il finanziamenallaumento di capitale da 7,5 miliardi ma Mps, Ubi e ri grazie allampliamento di collateto delleconomia. Banco Popolare, che hanno messo a punto una serie di rali dati in garanzia e potr fornire un Il governatore della Banca dItalia misure per rafforzare il capitale senza prevedere il ulteriore supporto alleconomia. Ignazio Visco usa, al Forex di Parma, ricorso al mercato, sono in attesa del via libera o delle Andrea Beltratti, presidente del parole diverse ma esprime lo stesso contestazioni da parte dei collegi di supervisione e del consiglio di gestione di Unicredit e concetto espresso dal suo predecesconsiglio Ue di aprile. Roberto Nicastro, direttore generale sore Mario Draghi, il quale ricordava ROMA. I pensionati, o almeno quelli con un convergenti di Pd, Pdl, Terzo Polo, Lega e Idv. La sequenza dellesercizio Eba era sbagliata, ammette di Unicredit ribadiscono cos la parcome bisogna saper fare i banchieassegno fino a 1.500 euro, non dovranno Per quanto riguarda la tenuta del conto Visco, che promette di lavorare per ridurre le differenze tecipazione dei due colossi alloperari anche quando le cose vanno male. pagare nulla per aprire un conto corrente corrente il Pdl, con il suo capogruppo in nel calcolo delle attivit ponderate per il rischio fra i zione di febbraio. Da Francoforte inI dati elaborati dalla Banca dItalia bancario e per la sua tenuta. uno dei punti di commissione Industria, Enzo Ghigo, ha diversi ordinamenti e che, allo stato attuale, penalizza le fatti le banche italiane attingono oracorroborano e rilanciano quelli diffuintesa dei relatori al decreto Liberalizzazioni, presentato un emendamento in base al quale le nostre banche verso le rivali straniere. mai la gran parte delle nuove risorse si dallAbi (associazione bancaria) Filippo Bubbico (Pd) e Simona Vicari (Pdl), che banche sono tenute a non far pagare spese di Ma la Banca dItalia lancia anche un caveat: le decisioni visto che il flusso del risparmio si alla vigilia: i prestiti alle imprese che proporranno marted alla ripresa dei lavori apertura e di tenuta del conto ai pensionati con su quanti dividendi distribuire e quali bonus e disseccato. fino al mese di novembre frenavano della commissione Industria del Senato. assegno fino a 1.500 euro. Pi radicale la retribuzioni assegnare ai manager dovranno essere Per questo motivo gli istituti italiama erano pur sempre positivi, adesLemendamento serve a rispondere alle proposta delle due senatrici del Pd, Rita subordinati al rafforzamento del capitale. Via Nazionale ni non condividono lo stigma che also si sono contratti sebbene una pardifficolt create ai pensionati da una delle Ghedini e Anna Rita Fioroni, che esenterebbe dar presto indicazioni precise. E i banchieri sui bonus si cuni grandi banche europee ancora te lha avuta la forte volatilit di fine norme del decreto Salva-Italia, cio quella che tutti i pensionati. Lorientamento dei relatori dicono daccordo: Victor Massiah (Ubi) ricorda di non ritengano esista su chi prendi i preanno. stabilisce che la pubblica amministrazione non verso lemendamento Ghigo, visto che con aver preso un euro di bonus in 4 anni mentre Enrico stiti della Banca Centrale europea. Anche a gennaio comunque, amuser pi il contante per tutti i pagamenti oltre lipotesi Ghedini-Fioroni i beneficiari sarebbero Tommaso Cucchiani di Intesa Sanpaolo ricorda che il Secondo Beltratti quindi ci sar monisce il governatore Visco, si sai 1.000, comprese le pensioni. Il che ha anche i percettori di pensioni doro. I relatori gruppo allineato alla situazione attuale e ha gi un un forte aflusso alloperazione di febrebbe verificata una lieve contraziocostretto molti anziani che prima riscuotevano proporranno una modifica dellart. 27 del blocco delle retribuzioni e un contributo volontario del braio e la liquidit non ora pi un ne del credito. il proprio assegno cash a rivolgersi agli sportelli decreto il quale stabilisce che Abi, Poste 4% per i manager con gli stipendi maggiori. Ma c da problema in Europa ma piuttosto lo Meno colpiti invece sono i finanbancari. I relatori hanno affrontato gli articoli italiane e Consorzio Bancomat definiscano lavorare anche sulla governance che in alcuni gruppi il rallentamento delleconomia e la ziamenti alle famiglie, solo leggerdel decreto riguardanti le banche, constatando commissioni pi basse per luso delle carte. appare ancora troppo complessa e costosa. crisi del debito sovrano. mente calati. Dalla Banca dItalia si ANDREA DORTENZIO GIOVANNI INNAMORATI come su alcuni punti ci sono emendamenti nota cos come manchi la domanda A. D.

Bankitalia riconosce le storture di Eba ma sprona le banche a rafforzare il capitale

Credito alle aziende: -20 miliardi nel 2011


Meno prestiti anche a gennaio di questanno; soltanto un leggero calo invece per i finanziamenti alle famiglie

Conto corrente gratis a pensionati ma con assegno fino a 1.500 euro

www.lasicilia.it
Direttore responsabile Mario Ciancio Sanfilippo Vicedirettore Domenico Tempio Caporedattore Giorgio De Cristoforo Editrice Domenico Sanfilippo Editore SpA

Direzione e redazione: v.le Od. da Pordenone,50 95126 Catania tel. 095 330544 fax redazione 095 336466 e-mail segreteria@lasicilia.it sms 340-4352032 Amministrazione: fax 095 253435 e-mail amministrazione@lasicilia.it

Lutilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quantaltro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dalleditore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania.
LA SICILIA una testata indipendente e come tale non percepisce contributi pubblici come previsti dalla Legge n 250/90

Abbonamenti Annuale 7 num. e 290 6 num. e 265 Semestrale 7 num. e 175 6 num. e 155 C.c.p. n. 218958 intestato a: Amm.ne Quotidiano LA SICILIA viale Od. da Pordenone, 50 - 95126 CATANIA e-mail: amministrazione@lasicilia.it copie arretrate e 2,40

Stampa: E.TI.S. 2000 S.p.A. v.le O. da Pordenone,50 - Catania Zona Industriale 8.a strada Certificazione ambientale EMAS - N. IT 001292 Pubblicit: Publikompass S.p.A. - Concessionaria esclusiva www.publikompass.it Filiale di Catania - Corso Sicilia, 37/43 tel. 095 7306311 - fax 095 321352

COMMERCIALI: a modulo mm 50 x 21 b/n 476 colori 714 festivi o data fissa, posiz. rig. + 21%. Richiesta pers. specializzato occasionali 395 contrattisti 360 festivi o data rig. + 21%. Finanziari: 31,50 a mm, fest. o data rig. +21%. Legali, appalti, aste, gare, sent. conc.: 31,50 a mm, fest. o data rig. +21%.

Nozze, Culle, Lauree, ecc. (min. 20 mm) 6,20 a mm. Manchette di testata (mm 50x31,50): b/n 963 colori 1.514 fest. +21%. Finestra 1 pagina (mm 104x77): b/n 4.467 colori 6.759 fest. +21%. Pagina intera: (mm 320x437,50): b/n 52.777 colori 80.680. Ultima Pagina (mm 320x437,50): intera b/n 60.023 colori 87.061

Pubblicit politica o elettorale: contattare la sede allo 095/7306311. Rubriche Teatri, Cinema, Ritrovi ecc.: 16 il rigo. Necrologie a parola: 2,20; nome, apposizione al nome, neretti e titoli 12,60; adesioni 2,80; croce 21; foto 94,50. Avvisi economici: da 0,60 a 3,80, Iva 21%. Pagamento anticipato.

Il giornale si riserva il diritto di rifiutare qualsiasi inserzione. Per le tariffe in edizione provinciale rivolgersi alla PUBLIKOMPASS.

Reg.Trib.Catania n.8 [cron.8750] del 7giugno 1948 Associato alla FIEG Federazione Italiana Editori Giornali

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

il FATTO
IL SEGRETARIO ALLE DONNE PD: IN POCHI MESI CAPOVOLTI GLI STEREOTIPI DI GENERE

.3

O RIFORMA DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

Bersani: Tra la Fornero e Belen mia figlia sceglierebbe la prima


Disparit di vedute con Berlusconi sullarticolo 18: La questione ha poco a che fare con gli attuali problemi dei lavoratori
ANNA RITA RAPETTA

ROMA. Botta e risposta sullarticolo 18 tra Bersani e Berlusconi. Il Cavaliere dice che non tab e il segretario del Pd, a Napoli per il convegno delle donne del partito, gli risponde che la questione ha poco o nulla a che fare con i problemi che ha adesso il mercato del lavoro. Bersani si schiera con i sindacati convinto che il tema pi urgente quello delloccupazione. Il fronte sindacale, per, diviso sul tema delle tutele giuridiche per i lavoratori licenzia-

ti illegittimamente. E non con la Cgil che si schiera Bersani. Il sindacato di corso dItalia, infatti, respinge ogni tentativo di rimaneggiare larticolo 18. Mentre, come la Cisl e la Uil, anche il segretario Pd crede che la questione possa essere affrontata in un secondo tempo: Larticolo 18 ha dei limiti: ad esempio, il reintegro dopo sette-otto anni ha poco senso. Lo Statuto dei lavoratori, infatti, prevede che il giudice, in caso di licenziamento illegittimo (senza giusta causa, senza preavviso, discriminatorio), possa disporre il reintegro del lavoratore che, in alternativa, pu scegliere un indennizzo. La lunghezza dei processi costringe i lavoratori che fanno vertenza a cercarsi unaltra occupazione e, quando arriva leventuale sentenza di reintegro, la maggior parte di loro finisce per ripiegare sullindennizzo. Bersani,

quindi, dice s a una manutenzione purch non salti il concetto dellarticolo 18. Il segretario del Pd frena anche sulla proposta del ministro Fornero sullestensione dei sussidi per la disoccupazione in cambio delleliminazione della Cigs: Non c dubbio che bisogna immaginare unevoluzione del sistema degli ammortizzatori, ma prima dico "vedere cammello" perch, siccome costa molto, ragionevole una valutazione in progress che tenga conto che siamo in recessione prima di eliminare certe tutele. Davanti allipotesi di un fallimento della trattativa in corso tra governo e parti sociali, Bersani non si sbilancia: Se manca laccordo, vedremo nel merito il problema alla luce delle nostre proposte e in Parlamento ci comporteremo di conseguenza. Di Berlusconi non parla (mon min-

BELEN RODRIGUEZ

teressa pi) e difende il governo dallaccusa di essere di destra: Saluto con soddisfazione il ritorno di alcuni temi come lotta allevasione, liberalizzazioni, impegno per infrastrutture e servizi. Manca solo un po pi di solidariet. Ma i sengali positivi non mancano: Tra Fornero e Belen mia figlia sceglierebbe Fornero... E incredibile il cambiamento abbiamo avuto in pochi mesi in Italia: prima cera un governo con stereotipi micidiali sulle donne e ora Fornero eccepisce se si dice "la" Fornero.

I tre tipi di cassa integrazione e le ipotesi


ROMA. Oltre tre anni in un quinquennio con la busta paga senza per mettere piede in azienda: la cassa integrazione, nata in Italia per far fronte alle emergenze di mercato e a quelle delle ristrutturazioni delle imprese industriali e delledilizia si man mano estesa agli altri settori fino a comprendere con la cassa in deroga anche commercio, servizi e le imprese artigianali. Ma se la cassa straordinamobilit e lattuale indennit di disoccupazione, bassa e erogata per una breve durata). CASSA ORDINARIA. Ora la Cig ordinaria prevista per le aziende industriali e delledilizia nei casi di sospensione dellattivit produttiva dovuta a eventi temporanei non imputabili al datore di lavoro, situazioni temporanee di mercato e intemperie stagionali. Lindennit pari all80% della retribuzione con un tetto massimo fissato anno per anno (per il 2012 di 931,28 euro lordi, ovvero 876,89 netti per retribuzioni fino a 2.014,77 euro). Gli interventi sono prorogabili fino a 52 settimane. La cassa integrazione ordinaria pagata da ogni impresa con un contributo ordinario sul monte retribuzioni lordo (2,2% o 1,9% per le imprese industriali a seconda delle dimensioni aziendali) e con un contributo addizionale sulle integrazioni salariali anticipate (pari all8% o al 4% delle integrazioni salariali da corrispondere). CASSA STRAORDINARIA. ora prevista per le imprese industriali, edili, imprese editrici con pi di 15 dipendenti, imprese commerciali con pi di 200 dipendenti, imprese appaltatrici di mensa e di pulizia il cui committente sia interessato alla Cigs, vettori aerei. Spetta nei casi di ristrutturazione, riconversione e riorganizzazione aziendale, crisi aziendale e procedure concorsuali. Nei casi di ristrutturazione e riconversione aziendale pu arrivare a 24 mesi prorogabili due volte per 12 mesi (48 mesi al massimo nel Sud, 36 nel Centro Nord). Lindennit pari all80%. Lintervento straordinario finanziato dai datori di lavoro e dai lavoratori con un contributo rispettivamente pari allo 0,9% (0,6 lazienda e 0,3% il lavoratore) della retribuzione lorda. Anche nella Cigs vi inoltre un onere a carico dellimpresa che la usano pari al 4,5% o al 3% delle integrazioni salariali anticipate rispettivamente per quelle con pi di 50 o fino a 50 dipendenti. Lammontare del contributo addizionale raddoppiato del 50% se il trattamento si protrae oltre 24 mesi. CASSA IN DEROGA. il terzo tipo di Cig ora esistente. Spetta anche agli apprendisti e ai lavoratori e in somministrazione (interinali). Spetta dopo aver esaurito gli interventi ordinari e alle aziende non ammesse alla Cig ordinaria e alla Cigs. La durata stabilita negli accordi territoriali o nei provvedimenti di concessione. Comunque i periodi di Cig in deroga non devono essere computati ai fini del raggiungimento del limite di 36 mesi nel quinquennio previsti per la Cigs.

MERCATO DEL LAVORO. Potrebbe

partire in salita il confronto di domani

Sindacati contro il governo no allabolizione della Cigs


Bonanni: vogliamo confermare il sistema di ammortizzatori esistente
ROMA. I sindacati fanno muro contro lipotesi del governo di abolire la cassa integrazione straordinaria per sostituirla con un sussidio di disoccupazione pi consistente dellattuale. Potrebbe partire quindi in salita lincontro previsto per domani nellambito della discussione sulla riforma del mercato del lavoro sugli ammortizzatori sociali anche se il ministro Elsa Fornero ha assicurato che per fronteggiare la crisi economica lapplicazione della riforma sar rinviata almeno allanno prossimo. Quello degli ammortizzatori resta il tema pi spinoso insieme a quello della modifica dellarticolo 18 dello Statuto dei lavoratori sul quale ieri si sono scontrati a distanza i leader del Pdl e del Pd, Silvio Berlusconi e Pierluigi Bersani. Se ne deve poter discutere - ha detto Berlusconi - larticolo 18 non pu essere un tab. Larticolo 18 ha detto Bersani - ha poco o nulla a che fare con i problemi che ha adesso il mercato del lavoro. Il tema vero come diamo un po di lavoro e su questo tema ci stiamo un po girando attorno. Lo strumento pi a rischio eliminazione la cassa integrazione straordinaria, spesso utilizzata per tenere legati i lavoratori alle imprese anche quando non c possibilit di reinserimento in azienda. Lobiettivo del governo limitare la cassa ai casi di difficolt temporanea nei quali quindi possibile per il lavoratore rientrare in azienda. Ma le affermazioni del ministro Fornero sulla possibilit che il sussidio di disoccupazione sostituisca nel futuro (comunque non immediato) la cassa straordinaria non sono piaciute ai sindacati che gi allinizio del confronto con il governo sulla riforma del mercato del lavoro avevano espresso su questa materia le proprie perplessit. La Cisl - ha detto il numero uno del sindacato Raffaele Bonanni - contraria allipotesi di cancellazione della cassa integrazione straordinaria e la sostituzione con un sussidio di disoccupazione. Il ministro sa che vogliamo confermare il sistema degli ammortizzatori esistenti. In una stagione difficile - ha detto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso - prioritario mantenere gli ammortizzatori che abbiamo. Sullammortizzatore universale serve che il governo decida quali risorse rendere disponibili perch sia finanziato altrimenti solo una riduzione delle tutele e non un ampliamento. Secondo il numero
ELSA FORNERO, MINISTRO DEL WELFARE

AL PARLAMENTO PADANO

Tosi troppo italiano Bossi gli toglie lincarico


VERONA. Il sindaco ribelle di Verona Flavio Tosi privato della corona di vicepresidente del Parlamento della Padania. lultima mossa nello scacchiere del Carroccio tra il primo cittadino scaligero, deciso a vincere le prossime amministrative con una lista a suo nome, e i vertici della Lega, certo ispirati da Umberto Bossi. Allorigine della decisione, spiegano nella Lega, ci sarebbe lassenteismo di Tosi alle riunioni del parlamentino, ma anche le posizioni FLAVIO TOSI assunte di recente, di ispirazione nazionalista e quindi distanti dal federalismo padano. Tosi non era mai presente alle riunioni ed era inutile che occupasse la carica - spiega il senatore Piergiorgio Stiffoni - cos lufficio di presidenza diretto da Calderoli ha preso la decisione. Per lassessore veneto Roberto Ciambetti, aver sfilato Tosi dal mazzo delle carte del Parlamento padano un fatto quasi naturale, per di pi deciso da qualche giorno, ovvero dall ultima assemblea del Parlamento del Nord a Sarego (Vicenza). Strano che se ne parli solo oggi (ieri per chi legge, ndr) - aggiunge - tuttavia va ricordato che Tosi non pu prendersi carico dellimpegno parlamentare e di una difficile campagna elettorale nella sua citt. Verona il capoluogo leghista pi importante del Veneto. Del resto la scelta di Dozzo mi sembrava inevitabile: la sua conoscenza del mondo leghista superiore a tutti. Di tutta la vicenda per ora il diretto interessato non parla. Preparandosi, da scacchista di rango, non solo sulla scena politica, alla prossima mossa. Nessuna intenzione di indietreggiare, comunque, confermano gli ambienti a lui vicini. Gli stessi che sussurrano a mezza voce le sospette coincidenze dellannuncio della defenestrazione di Tosi. Annuncio fatto trapelare oggi da Roma, si sottolinea, da ambienti notoriamente vicini al cerchio magic ostile al sindaco veronese. Forse serviva dare ora la notizia, ipotizza qualcuno nellentourage di Tosi, perch ci si avvicina sempre pi alla scadenza dei congressi provinciali del Carroccio di Padova e Treviso. Ma soprattutto al congresso regionale della Liga Veneta. La vera resa dei conti.

uno della Fiom-Cgil, Maurizio Landini senza la Cigs i rischiano licenziamenti di massa. Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero - ha detto il leader Uil, Luigi Angeletti - aveva gi affermato che la Cigs sarebbe stato il principale strumento per affrontare questo periodo di crisi. Se ne parler nellincontro di luned. Labolizione della cassa integrazione straordinaria si potrebbe accettare nella teoria - ha detto il numero uno Ugl, Giovanni Centrella ma non nella realt, che ci obbliga a contrastare una crisi senza precedenti. Proprio ieri la Cgil ha rielaborato i dati di gennaio sulla cassa integrazione affermando che il calo del mese di fatto in segnale di una progressiva transizione verso la disoccupazione. A gennaio erano in cassa lequivalente di 312.000 lavoratori con una perdita media in busta paga di 675 euro. una situazione che non consente ottimismi in un paese entrato nellincubo della recessione - rileva il segretario confederale della Cgil, Vincenzo Scudiere - a fronte della riduzione della cassa c un contestuale aumento del livello di disoccupazione e di mobilit, cos come il calo di quella in deroga il segno della conclusione o della mancata approvazione dei finanziamenti delle regioni. Siamo in piena emergenza, aggiunge, dobbiamo occuparci delle criticit dettate dalla crisi.

Allo studio un sussidio di disoccupazione che sostituisca i diversi strumenti usati ora in caso di crisi
ria e ordinaria sono pagate da aziende e lavoratori con un contributo sulle retribuzioni, quella in deroga introdotta dal governo Berlusconi per fronteggiare la crisi economica e contenere i licenziamenti, finanziata dalla fiscalit generale. LIPOTESI SUL TAVOLO. Il governo vuole una revisione profonda degli ammortizzatori sociali, in modo che la durata e lutilizzo della cassa integrazione sia limitata ai soli casi di rientro al lavoro. Lapplicazione della riforma, comunque, secondo quanto assicurato dal ministro del Lavoro, Elsa Fornero, dovr essere rinviata almeno allanno prossimo a causa della crisi economica. Si studia un sussidio di disoccupazione pi consistente di quello attuale che sostituisca i diversi strumenti utilizzati ora in caso di crisi (la cassa integrazione straordinaria che spesso tiene legato il lavoratore allazienda pur non essendoci possibilit di rientro al lavoro, ma anche, dopo il licenziamento, la

IL CAVALIERE: SAR LEALE. E RICORDA: PROVAI A MUTARE QUELLA NORMA, MA I SINDACATI ERANO FURIBONDI

Berlusconi incoraggia Monti: Larticolo 18 non un tab


GABRIELLA BELLUCCI

SILVIO BERLUSCONI

ROMA. Avanti tutta con il governo Monti. Berlusconi ribadisce la sua lealt al premier e lo incoraggia a portare fino in fondo le riforme mancate dal suo governo. Compreso il mercato del lavoro e larticolo 18 di cui si deve discutere e che non pu essere un tab. In una lunga intervista allagenzia spagnola Efe, il Cavaliere rilancia la sua immagine internazionale di uomo di Stato, consapevole della situazione di emergenza in cui viviamo e disposto a mettersi al servizio di un governo stimato. Conosco bene la serier e la competenza di Monti e gli sono al fianco con lealt nellesclusivo interesse dellItalia, assicura ricordando di essere stato lui stesso, nel 1994, a proporre lat-

tuale premier per la poltrona di commissario europeo e di avergli lasciato palazzo Chigi nel novembre scorso per senso di responsabilit. Nessuna forzatura da parte del Quirinale, insomma, come invece lex-premier lament a caldo: Non mi sento affatto tradito dal presidente Napolitano. Con la stampa estera Berlusconi non lascia trapelare alcun dubbio sulla capacit di questo governo di portare il Paese fuori della crisi attraverso un programma di riforme che sembra benedire senza riserve: Monti si trova nella posizione ideale per realizzare le riforme che il mio esecutivo aveva avviato, senza poterle portare a termine, anche per la riluttanza dei soci della nostra coalizione, spiega convinto che ora sia la

volta buona per mandare in porto la riforma del mercato del lavoro. Con tanto di messa in discussione dellarticolo 18 che il suo governo, nel 2002, tent di abolire con insuccesso, perch la reazione, soprattutto dei sindacati, fu furibonda. Invece, i giovani devono adattarsi a un mondo globalizzato che cambia e imparare a trarre vantaggio dalla mobilit. Ancora una volta, come nella recente intervista al Financial Times, Berlusconi esclude la sua candidatura alle elezioni del 2013: Mi presenter solo per il Parlamento. Tutta la mia generazione deve fare un passo indietro e lasciare spazio ai pi giovani. Ma alla campagna elettorale parteciper di sicuro (ci sta gi lavorando) e dar il suo contributo per stringere i rapporti con la Lega e coinvol-

gere anche lUdc: Per il futuro, confido che con la Lega si possa avere una forte e leale collaborazione a tutti i livelli, spiega lanciando allo stesso tempo segnali di fumo ai centristi affinch capiscano che in Italia i moderati sono la maggioranza, ma vincono solo se restano uniti. Assediato da quattro processi in corso e un rinvio a giudizio, Berlusconi non esita di fronte alle domande sulla sua posizione giudiziaria, ma passa al contrattacco: C stata, ed tuttora in corso, una campagna di calunnia, di persecuzione giudiziaria e di diffamazione a livello internazionale nei miei confronti condotta per fini politici da una casta di magistrati ideologicamente orientati e da organi dinformazione politicamente schierati.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

4.

il FATTO
Il Guardasigilli a Palermo. Sposa lidea

POLITICA

e giustizia

della Confindustria di creare una "white list": Una specie di bollo di qualit per le aziende che ne garantisca lattivit

Via il certificato antimafia? Severino e Grasso dicono s


Il capo della Dna: Aboliamolo. Il ministro: Non un tab
GIORGIO PETTA
PAOLA SEVERINO E PIETRO GRASSO IERI A PALERMO

PALERMO. Il certificato antimafia non pi un tab. Anzi, aboliamolo e le imprese per bene inscriviamole in una white list che ne garantisca Dna ed attivit. Arriva da Palermo la rivoluzione copernicana di una norma approvata nei primi anni 80 e che ormai dimostra tutta la sua incapacit di affrontare collusioni mafiose e prestanomi di comodo. Loccasione un convegno sul codice antimafia organizzato dalluniversit, nellaula magna della facolt di Giurisprudenza e a cui partecipa, in prima assoluta nel capoluogo dellIsola, il ministro della Giustizia, Severino. A lanciare il sasso Pietro Grasso, il procuratore della Direzione nazionale antimafia. I tempi della documentazione rilasciata dalle prefetture - sostiene - vanno accelerati per evitare che sia aggirata dalle intestazioni fittizie e da soggetti puliti. Non meglio accettare lidea di eliminare la certificazione antimafia? Bisognerebbe creare uno standard di aziende modello, unimpresa che si proponga di far parte del sistema legale. Si potrebbero cos risparmiare tempi lunghi per i controlli e rendere pi rapida lattivit imprenditoriale: insomma - aggiunge - una white list, un bollo di qualit per le aziende e per una maggiore trasparenza. Sia sotto il profilo della dirigenza sia su quello del personale. Ma necessario che i movimenti di spesa siano trasparenti e tracciabili. Inoltre, ci devessere la garanzia che limpresa non sia vittima di estorsione. E ancora: Vanno rivedute alcune norme, come il falso in bilancio e levasione. Senza dimenticare. sottolinea il procuratore nazionale, la tracciabilit delle spese attraverso i bonifici bancari, la trasparenza dellassetto societario, il rispetto della legge sullo smaltimento dei rifiuti Lidea piace subito al Guardasigilli: Ha ragione il procuratore Grasso. Labolizione del certificato antimafia non deve essere un tab perch tutto ci che pu contribuire, comunque, a creare una cultura dimpresa etica, e a selezionare le imprese che hanno questa cultura, va benissimo. Quello che conta la sostanza e non la forma. Lincrocio

fra tutela delle parti sane delleconomia e la magistratura - aggiunge il ministro Severino - coinvolge anche altri contesti. Questo incrocio segnato dalla liberazione delleconomia dal fenomeno mafioso. Bisogna agire in questo modo anche nei confronti delle imprese. Unimpresa che costruisce su valori morali va promossa e premiata. Il rating di Confindustria va promosso. Parliamo da tempo di mafia e non di mafia. Lo Stato nella lotta alla mafia andato molto avanti grazie anche al sacrificio dei magistrati, alcuni dei quali hanno pagato con la vita il proprio impegno. Paese davvero strano lItalia. Dove si lotta e si combatte per anni su un cavillo e dove allimprovviso si cambia parere a 180 gradi. Per una curiosa coincidenza - continua il Guadasigilli - lintervento di Grasso era dello stesso tenore che io ho fatto a un altro convegno e che ipotizzava il rating delle imprese virtuose. C anche un progetto politico in tal senso che io sosterrei: daltro canto, tutto quello che crea una cultura dimpresa etica va benissimo. Dallillustre e competente parterre dellaula magna non ci sono reazioni molto vistose, n di sostanziale dissenso allabolizione del tab. E dire che appena qualche mese addietro successe un putiferio quando lex-ministro della Pubblica amministrazione, Brunetta, lanci lidea di rivedere la disciplina della certificazione antimafia. Persino Maroni, allora ministro dellInterno, disse di no. Adesso - per le strane alchimie politiche che sta determinando il governo Monti da quando in carica - tutto diverso. Anche con lAssociazione nazionale magistrati. E di questa nuova realt d atto il ministro Severino: Non dobbiamo mai abbassare la guardia nella lotta alla mafia che continuer a essere un impegno prioritario del governo. Molti provvedimenti del governo interessano la magistratura e allora importante il dialogo con i magistrati. La novit piace anche alla Cisl che giudica - attraverso il segretario regionale, Bernava - ottima, necessaria e condivisa totalmente la proposta lanciata dal procuratore Grasso di superare la certificazione antimafia, formale e cartacea.

O APERTO IERI IL CONGRESSO PROVINCIALE DI PALERMO: PRESIEDE LEX-MINISTRO CARFAGNA

Il piano B di Alfano: se il Pdl non aggancia Costa punta con Cascio al Comune e poi alla Regione
GIOVANNI CIANCIMINO

GRANDI MANOVRE

PALERMO. Primo congresso provinciale del Pdl a Palermo. Lo presiede Carfagna. Non senza significato che Alfano lo raggiunga in compagnia di Cascio. Gi, perch al di l della problematica riformatrice a livello nazionale, nel quadro della ristrutturazione del partito e delle alleanze, il segretario del Pdl impegnato sia Roma sia a Palermo: una fase propedeutica alle politiche del 2013, alle regionali siciliane dello stesso anno e, con effetto pi immediato, alle amministrative di questa primavera. Liniziativa di Casini per la creazione di un area moderata forte e unita, ad Alfano sembra una buona notizia. Abbiamo sempre cre-

Casini smentisce che lUdc abbia lanciato unOpa sui centristi di Berlusconi
ROMA. "Ridicolo". Pierferinando Casini liquida cos le teorie di quanti sospettano unOpa dellUdc sul Pdl. Ma conferma su tutta la linea la volont di costruire un pi ampio partito dei moderati che sar presentato a maggio: "Le forze politiche devono rendersi conto che c bisogno di qualcosa di nuovo". Nella pentola dei centristi bolle lambizione di dare corpo finalmente al sogno perseguito da anni e reso ora possibile dalla decantazione politica causata dal governo Monti. Le manovre per allargare il partito sono in corso da mesi e non un mistero che lUdc si rivolga anche al Pdl, dove in corso un braccio di ferro tra filo-leghisti e promotori di uno spostamento al centro. Una contesa dagli effetti agitati anche sul sostegno al governo Monti, che Casini continua a difendere a spada tratta, a fronte della Lega che pretende un passo indietro del Pdl per riaprire lalleanza, fin dalle prossime amministrative di maggio. La convivenza quanto meno complicata, ed per questo che lUdc ha buon gioco nel tentativo di incunearsi nel partito. "Siamo stati i primi a capire che il sistema bipolare che stava governando il Paese non funzionava. Quindi abbiamo lavorato per demolirlo", dichiara il segretario centrista, Lorenzo Cesa, dando per conclusa la stagione delle due coalizioni contrapposte su cui Silvio Berlusconi ha fatto la sua fortuna politica, insieme con la Lega. "Vogliamo mettere insieme persone che la pensano allo stesso modo - aggiunge - democratici cristiani, liberali, riformisti". Le stesse categorie alle quali pensa anche il Cavaliere, continuando a corteggiare lUdc in nome della comune appartenenza al Ppe, ma tenendo stretto il contatto con Umberto Bossi. Sul fronte moderato, insomma, Udc si pone in concorrenza con il Pdl. Ma Angelino Alfano minimizza linsidia delle grandi manovre centristi. "Io non vedo nessuna Opa assicura - Casini dice solo che ci vuole una grande area moderata forte e unita e questa una buona notizia".
GA. BE.

IN PRIMO PIANO ALFANO, CASTIGLIONE E CARFAGNA

duto in questarea composta da chi si riconosce nei valori del Ppe. E, per, non vedo alcuna opa di Casini nei confronti del Pdl. E poi: Il Pdl ha sempre sostenuto la riforma del mercato del lavoro e che larticolo18 non tab e, comunque, ci non serve a licenziare con facilit, semmai ad assumere meglio. Il finanziamento pubblico ai partiti? E necessario individuare modalit di trasparenza e dare pi spazio alla volontariet dei cittadini. Sulle riforme ribadisce la riduzione del numero dei parlamentari, maggiore efficienza di Senato e Camera. Le polemiche sui tesseramenti nel Pdl, secondo Alfano, sono superate dalla presenza

in campo in carne e ossa di tanti militanti venuti a votare anche qui a Palermo. La giornata di oggi un bellesempio. Pi complesso il discorso sulle amministrative di Palermo, con proiezioni alle regionali. Il Pdl andr da solo o con chi? E qui entra in gioco Cascio: sia perch molto amico di Costa, candidato sindaco del Terzo polo, sia perch, ove la missione di aggancio dovesse fallire, candidato sindaco del Pdl sarebbe proprio Cascio che aspirerebbe anche alla Presidenza delle Regione per la prossima legislatura. Ma vi aspira pure Miccich. Andiamo a vedere le carte. Dice Alfano: Non tiriamo per la giacca il presidente dellArs, ma se dovesse essere necessario, sappiamo quanto ami la citt. E su Costa: La sua candidatura stata annunciata dai giornali, non dal diretto interessato. La potremo commentare non appena conosceremo le sue idee e il suo progetto per la citt. E siamo cos nello scacchiere di una partita alquanto complessa. Prima mossa del Pdl: allargamento della coalizione in Sicilia. Dice Alfano: Puntiamo anche al recupero del rapporto col Grande Sud che non condivide il meccanismo delle primarie, ma se per allargare la coalizione dovessimo rinunciare alla primarie lo faremo volentieri. Quindi? Non conosco accordi tra Gs e Lombardo. Penso di vedere Miccich nei prossimi giorni e spero che possa nascere un nuovo rapporto solido. La risposta di Miccih arriva accompagnata da una serie di paletti e, tra questi, lipotesi di un accordo proiettato alle regionali e alle nazionali: Apprezziamo lapertura di Alfano sulle primarie, ma non un aspetto risolutivo rispetto alle questioni che da tempo poniamo poniamo sui rapporti tra Pdl e Gs. Se il Pdl ha proposte serie, si sappia che le elezioni non si svolgono solo a Palermo e in Sicilia. Qualsiasi proposta dovr riguardare lintero quadro nazionale. Ascolter con interesse e ne parler con i dirigenti del mio partito. In ogni caso, qualsiasi scelta non potr essere incoerente rispetto al processo politico di Gs.
INFORMAZIONE PROMOZIONALE A CURA DELLA PK

Notevolissimo afflusso di visitatori nella Citt del tempo ritrovato per festeggiare il Re Burlone

ETNAPOLIS: per Carnevale Litterio cerca... un posto


Dopo il boom di visitatori di ieri, anche oggi si attende il pienone a Etnapolis per il Carnevale vulcanico che sta catalizzando lattenzione degli abitanti dellarea pedemontana dell Etna, in trepida attesa del gran finale di Marted grasso con Enrico Guarneri Litterio e Salvo La Rosa. Stamattina Il vero Carnevale dellEtna, come lo ha definito proprio il popolare conduttore della trasmissione televisiva Insieme, prende il via alle 9,30 del mattino con i carri allegorici e le parate dei pelouches, dei super eroi, degli artisti da strada e dei clown. Ma ci saranno anche gli interventi della Banda comica e di animatori e figuranti con palloncini modellabili e specializzati in trucco per i bimbi. Senza contare i dj che proporranno i giochi a premi con Radio Etnapolis e la distribuzione di dolciumi e piatti dei caratteristici maccheroni a cinque buchi conditi con il sugo. In questi giorni ha sottolineato Alfio Mosca, direttore della Citt del tempo ritrovato abbiamo avuto una risposta notevolissima

Continuano le parate con maschere e carri allegorici, clown e artisti da strada. Trucchi gratis per i bambini, giochi a premi e distribuzione di dolciumi e maccheroni al sugo. E marted gran finale con Salvo La Rosa ed Enrico GuarneriLitterio
ENRICO GUARNERI - LITTERIO CON SALVO LA ROSA

da parte dei visitatori. A conferma di quanto fosse giusta la scelta di coordinarci con lAmministrazione comunale di Belpasso per dar vita a un Carnevale ricco e divertente. Noi ci crediamo al legame con chi vive in queste zone, alla fi-

losofia della Citt del tempo ritrovato. E per questo abbiamo voluto investire, nonostante la crisi, in fiducia e soprattutto buonumore. Buonumore non significa per buttarsi dietro le spalle le preoc-

cupazioni, ma piuttosto riconsiderarle trovando in se stessi e negli altri la forza di superare i problemi. Nel gran finale del Carnevale di Etnapolis conferma infatti Salvo La Rosa -, ripercorreremo tutto il

meglio del repertorio comico di Enrico Guarneri Litterio, comprese le sue fatiche per trovare un lavoro. Il signor Litterio, infatti, abitante di un paese dellEtna non meglio identificato, ma che non deve essere troppo distante dalla Citt del tempo ritrovato, incarna il popolo, una sorta di Giuf, ingenuo e furbo a un tempo. Ma un personaggio di oggi, che vive i problemi di un siciliano di oggi, a cominciare dalla cronica carenza di occupazione. Il signor Litterio sarebbe capo carriola in edilizia, ma, pur di avere uno di quei posti fissi tanto disprezzati da Monti, sarebbe disposto anche a fare altro, compreso lavorare a Etnapolis. E non escludo che chieder un impiego ad Alfio Mosca o alla famiglia Abate. Dietro la maschera di Litterio c quello straordinario attore che risponde al nome di Enrico Guarneri, e che, tra laltro, sta portando in giro per lItalia con Patrizia Pellegrino il suo fortunatissimo spettacolo La scuola delle mogli. Il lavoro, tratto da Moliere e diretto da Guglielmo Ferro, in replica da

quattro mesi nel teatro Manzoni di Roma. Domenica Guarneri torner in Sicilia proprio per il Carnevale, ma far un unico spettacolo nella parte orientale dellIsola, quello di marted a Etnapolis. Poi riprender il suo tour teatrale da Napoli. Oltre che di occupazione ha aggiunto Salvo La Rosa marted, con il Signor Litterio parleremo anche di altro. A cominciare dalla famiglia e dei rapporti amorevoli ma conflittuali che il nostro intrattiene con la consorte, la signora Crocifissa Martoriata, o con la figlia Fiammetta. Una saga che il pubblico di Insieme conosce alla perfezione. E in cui tantissimi si riconoscono. Perch la forza di questa maschera siciliana quella dell immedesimazione nello sgomento che coglie il popolo nellaffrontare i problemi quotidiani. Ed importante che, in questo, il signor Litterio sia diventato un paladino contro il sopruso e lillegalit, che non manca mai di denunciare, anche se con una risata. Nella foto: Salvo La Rosa con Enrico Guarneri

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

INCHIESTA

.5

VIABILIT

Finta inaugurazione. Ieri festa

e turismo

allultimo casello della SiracusaGela: taglio del nastro e comizio dellonorevole Scazzapoti

Aperta lautostrada Rosolini-Modica Ma solo una farsa


Progetto bloccato e 475 milioni di fondi a rischio Sindacati edili e sindaci: Un ritardo scandaloso
MARIO BARRESI
NOSTRO INVIATO

La fiction Accanto il comizio dellonorevole Scazzapoti con procace miss al seguito, espediente teatrale per denunciare lincompiuta, che stata simbolicamente inaugurata (nel riquadro sopra) col taglio del nastro... dacciaio
[FOTOSERVIZIO DAVIDE ANASTASI]

ROSOLINI. C davvero tanta gente, sotto questo sole caldo e piacevole. Centinaia di cittadini in gioiosa attesa, gli operai, gli striscioni variopinti. E i sindaci, le autorit, le bandierine tricolori. Non mancano forbici e nastro inaugurale. Un po pi robusto della solita stoffa: stavolta lhanno fatto dacciaio e non vuol saperne di essere tagliato. Ma ecco che arriva lospite donore, chiamato a inaugurare la Grande Opera. Lonorevole Benedetto Scazzapoti si fa spazio fra le ali di folla, sfrecciando a bordo di formosa spider mentre savvinghia a una fiammante miss. Sale sul palco e afferra il microfono: Questo un giorno massimamente e specialissimamente storico, proclama mentre tutti lo ascoltano in silenzio. A bocca aperta. Inauguriamo sentitamente il tratto di autostrada Rosolini-Modica e vi invito a percorrerlo precipuamente a piedi per ascoltare in sottofondo il suono delle sirene che arrivano dal porto di Pozzallo e il ronzio dei velivoli dellaeroporto di Comiso. Ma lonorevole Scazzapoti, forte del traguardo raggiunto, punta al rialzo: Adesso sar indiscutibilmente una "babbiata" proseguire lopera. Gi nelle prossime ore le ruspe saranno specificamente in movimento: Ragusa, Comiso, Vittoria, arriveremo brevissimamente fino Gela. La folla lo osanna e il politico cita persino Garibaldi: Lautostrada arriver fino a Trapani. O Trapani o morte!. E poi in un tripudio generale: In avanzato stato di progettazione il ponte fra Trapani e Tunisi, cos quei poveri africani verranno certamente in Sicilia con i pullman delle gite turistiche anzich sbarcare scomodamente a Lampedusa. La gente impazzisce di gioia e lonorevole Scazzapoti chiude trinfonante: la Sicilia che vogliamo: egregiamente pi autostrade, finalmente pi lavoro e vigorosamente vagonate di "pilu" per tutti!!!.

Cronaca dellinaugurazione di unopera che non c. Ieri mattina, al casello di Rosolini, andata in scena lapertura dei lotti 6-7-8 dellautostrada SiracusaGela, quei 38 chilometri che dovrebbero collegare lestremit del territorio siracusano con Modica. Una festa-farsa organizzata dai sindacati edili Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil. Un modo grottesco e intelligente per denuciare una scandalosa incompiuta siciliana. Lonorevole Scazzapoti (alias lattore Vittorio Rubino, accompagnato dalla bella Deborah Messina), esponente del PdP di cettolaqualunquistica memoria, lominicchio ideale per darci il peso di una classe dirigente incapace di sbloccare unoperachiave per leconomia siciliana. Lautostrada, che parte da Cassibile, s fermata a Rosolini. Il cui sindaco, Nino Savarino, quasi imbarazzato nellessere lultimo "casellante": unopera necessaria per tutto il sud-est siciliano. E ora la

I SINDACI DEI COMUNI INTERESSATI

I 38 km maledetti

In attesa del via libera di Ue e Anas. Unopera decisiva per turismo, industria e agricoltura

zona iblea che chiede a gran voce di sbloccare il progetto (213 milioni di fondi regionali e 262 dallUe), che aspetta una sorta di "bollino europeo" per poter diventare esecutivo. Ci sono tutti i primi cittadini dei comuni interessati, indicati nel beffardo cartellone dello svincolo che non c. Antonello Buscema (Modica) sottolinea la strategica importanza dellinfrastruttura per il miglioramento dellofferta turistica; Piero Rustico (Ispica) addita le pesanti responsabilit che ognuno di dovr assumere se si dovessero perdere i finanziamenti europei; Peppe Sulsenti (Pozzallo) azzarda le enormi potenzialit dellautostrada con il contestuale rilancio del porto. I sindacalisti mettono sul piatto il dato occupazionale: quasi 3mila posti di lavoro soltanto nelledilizia per cinque anni, se il progetto infinito diventasse cantiere concreto. Uno di questi andrebbe magari alloperaio di Scicli che prende la parola sullo stesso palco dellonorevole Scazzapoti: Lavoro, legalit e tasse. Se tutti portano un chicco il sacco traboccher: parola di Occhipinti Antonino. Paolo Aquila (segretario ibleo di Fillea-Cgil) cita Guccini: Mi piacciono le favole, raccontamene altre. Noi saremo pure la provincia "babba", ma stavolta non ci facciamo fregare. Emilio Curreale, segretario nazionale Feneal-Uil ricorda i 2.500 posti di lavoro persi sul territorio nellultimo biennio; Domenico Pesenti (segretario nazionale FilcaCisl), prima cita Tot (Venga dalla Val Brembana, ma sono sicuro che mi capirete lo stesso) e poi vola alto: Dare lavoro alledilizia significa assicurare benessere a tutto il Paese. Applausi anche per lui, manifestazione finita. Ci ronzano in mente le parole roboanti dellonorevole Scazzapoti: Questo sar un giorno massimamente e specialissimamente storico. E scoprire poi che stato solo un sabato qualunque(mente) ci lascia un vago senso damarezza. Perch anche la farsa, purtroppo, meglio della realt.

O SIRACUSA-GELA: LOPERA INFINITA

Fra ritardi e scandali attivi 41,5 km su 114,6 il resto solo su carta


NOSTRO INVIATO

IL CASELLO FANTASMA
Una veduta delle barriere di Rosolini, sotto il finto cartello del nuovo svincolo

I NUMERI

38 CHILOMETRI LA LUNGHEZZA

dei lotti 6 ("Ispica"), 7 ("Scardina e Salvia") e 8 ("Modica") in attesa di via libera da Ue e Anas

475 MILIONI DI EURO I FONDI

a disposizione da Regione (213) e Ue (262) a rischio se non si spendono entro il 2015

3.000 LAVORATORI IN 5 ANNI

limpatto occupazionale dellopera nel settore edilizio secondo le stime dei sindacati

ROSOLINI. Sar la prossima gettata dasfalto sullautostrada infinita. I lotti unificati 6 ("Ispica"), 7 ("Viadotti Scardina e Salvia") e 8 ("Modica") dellautostrada Siracusa-Gela aspettano un parere dalla Commissione europea delle grandi opere, che in due anni ha esitato un solo progetto sui 12 allordine del giorno. Entro marzo si aspetta il "bollino Ue" sulla scheda dei lotti autostradali, per poter sbloccare il finanziamento regionale (213 milioni) e quello comunitario (262 milioni). Sul sito dellAnas, con dati aggiornati al 10 marzo 2010, si legge che il progetto esecutivo in corso di approvazione. Durante una recente audizione alla commissione Territorio e ambiente dellArs, i vertici degli enti interessati allopera hanno fatto il punto della situazione. Il progetto risulta definito dal 2003 e sono stati impiegati otto anni per una variante avvenuta nel 2011. Il Consorzio autostrade siciliane ha esitato nella seconda met del 2011 il progetto definitivo, trasmesso allassessorato regionale alle Infrastrutture. I fondi ci sono e addirittura ci sarebbero pure quelli per il lotto successivo (il 9 "Scicli"), grazie alla rimodulazione del plafond dellApq, Accordo di programma qua-

dro. Ma a far paura sono i ritardi: oltre allok di Bruxelles, sattende lapprovazione del progetto definitivo da parte dellAnas. Il rischio di perdere i fondi strutturali europei da spendere entro il 2015. Ma il tratto Rosolini-Modica solo uno dei simboli di unopera "maledetta". Nel 1965 part liter, con lidea di unire le zone industriali di Siracusa e Gela. Il primo tratto (Siracusa-Cassibile di 9 km) fu aperto nel 1983. E si sono dovuti aspettare 25 anni per arrivare fino a Noto. A ottobre 2008 lapertura dellultimo tratto per Rosolini: inaugurato, poi sequestrato dalla magistratura per alcune irregolarit nei lavori, quindi riaperto. A oggi sui 114,6 chilometri del progetto originario ne sono in esercizio 41,5: senza alcun pedaggio ma con lunghi tratti a una sola carreggiata e altri caratterizzati da asfalto in pessime condizioni. Mancano i caselli di Cassibile (costruiti quelli di Avola, Noto e Rosolini) e il collegamento fra lo svincolo di Noto e la Sp Noto-Pachino. Ma sono i altri 73,1 chilometri mancanti il vero nodo. Detto della Rosolini-Modica e del lotto fino a Scicli, il tratto fino al capoluogo ibleo (lotti "10" Irminio e "11" Ragusa) sono oggetto di progetto definitivo del Cas, ma da finanziare. Tutto il resto del percorso (lotti S. Croce Camerina-Comiso-Vittoria-Dirillo-Gela Est) ancora un pezzo di carta ingiallita degli anni 70.
MA. B.

Controtendenza
TONY ZERMO

Cerchiamo di riflettere. I dati positivi di alcuni settori come il golf e i porti turistici, essendo di nicchia, non possono nascondere il dato complessivo, e cio che il turismo siciliano lanno scorso sostanzialmente rimasto stabile perch sono arrivati gli italiani (che hanno evitato i rischi di andare in Egitto o in Tunisia), ma gli stranieri sono stati solo il 20%. Questo vuol dire che siamo messi male nelle previsioni, a meno che la riapertura totale della Villa romana del Casale di Piazza Armerina in accoppiata con la dea di Morgantina ad Aidone non portino turismo culturale (ma bisogner migliorare le strade). In controtendenza Taormina, la capitale del turismo siciliano, dove diminuiscono gli italiani e aumentano gli stranieri: i tedeschi hanno avuto un incremento del 29,39%, gli spagnoli del 9,29, gli australiani dell8,13, i francesi del 3,11, solo per citarne alcuni. A beneficiarne le strutture a 5 stelle che con 162.871 presenze registrano un aumento del 24,32% e lextralberghiero (affittacamere/case vacanza) con 25.568 presenze e un incremento del 62,42%. In sostanza dieci anni fa Taormina aveva un milione di presenze, poi andata via via al ribasso, e nel 2011 si ripresa con poco pi di 900 mila presenze. Abbiamo chiesto al presidente degli albergatori siciliani collegati a Confindustria, Sebastiano De Luca, il motivo di questo ritorno degli stranieri a

A Taormina il 7% in pi di stranieri ma sar dura se riparte il Nordafrica


Taormina. Perch Taormina ha un brand consolidato nei secoli e conosciuto in tutto il mondo come Capri o Venezia e quindi attira un turismo di qualit. Purtroppo abbiamo pochi posti letto, meno di 7000. Tutti vorrebbero venire a Taormina e potremmo riempire i nostri alberghi se accettassimo quello che fanno altri Paesi concorrenti, cio fare tariffe da 40 euro al giorno, ma noi ci siamo sempre rifiutati perch puntiamo sulla qualit, non sulla quantit. Potremmo farlo se avessimo alberghi da 3000 stanze, ma noi abbiamo hotel di charme. C anche il problema dellinverno, periodo in cui molti alberghi chiudono. E sperabile che con lapertura del campo da golf di Trappitello il trend cambi e Taormina torni ad essere una stazione invernale comera mezzo secolo addietro. Anche perch laria fine e questo allunga la vita. Lo sapete che nella Perla dello Jonio ci sono due centenari e 193 dai 90 anni in su (89 donne, 34 uomini), su una popolazione di 11.093 persone? . Questo anche perch latmosfera serena, la citt bella anche nei suoi angoli, ci sono grandi panorami e grandi ville dei magnati vicini e lontani, persino Berlusconi voleva comprarne una per i figli, la gente passeggia per il Corso Umberto, si siede nei bar di piazza IX Aprile e quando vuole ammira il panorama della baia di Naxos dalla terrazza. Poi non gli mancano le attrazioni destate con il cinema, il teatro, la musica e quindi ha modo di svagarsi e di chiacchierare sugli artisti che arrivano per gli spettacoli al teatro antico, tra laltro il pi visitato dei monumenti siciliani da parte delle comitive di stranieri. Questo il segreto di cos accentuata e benaugurante longevit dei taorminesi, che ne hanno visto di tutti i colori nella loro storia, attori celebri, scrittori famosi, ubriacature leggendarie, personaggi strampalati. Il sindaco Mauro Passalacqua stato alla Bit di Milano per presentare le linee generali degli eventi di Taormina Arte. E qui nascono gli interrogativi perch, come sapete, non stato rinnovato lincarico ai direttori delle tre sezioni. Perch? Lo spiega il sindaco: Taoarte aveva dalla Regione 3,5 milioni, ora d un milione in meno. E come si fa a organizzare eventi che durano pi di tre mesi? Il festival del cinema per ragazzi prende 5 milioni. Cos abbiamo ridotto le spese chiedendo a chi si occuper di musica, teatro e cinema di autopromozionarsi, nel senso di proporre un cartellone sostenuto da sponsor. Perch poi non soltanto un problema di cachet dei direttori, ma di tutto il resto, cio delle spese che richiedono i loro cartelloni. Si pu capire per le direzioni di musica e teatro, ma come si fa a organizzare una rassegna cinematografica senza un direttore artistico che coordini? Per il cinema abbiamo contatti con Laura Delli Colli, presidente del sindacato giornalisti cinematografici che organizza a Taormina la serata dei Nastri dargento. Lei tra laltro avrebbe la possibilit di un finanziamento autonomo da parte della Regione. Abbiamo anche trattative con Muller, lex direttore della Mostra di Venezia che pare non vada al festival di Roma. E tutto in itinere, vedremo, ma non c da stracciarsi le vesti. Abbiamo finanziamenti ridotti e quindi dobbiamo arrangiarci senza deprimere il livello culturale delle manifestazioni. Speriamo di riuscirci. Quanto alla musica - ma il sindaco non lo dice - ci sarebbero colloqui sia con Enrico Castiglione e sia con Paolo Veronesi. Sar comunque unestate interessante perch Taormina sfoggia tutti i suoi colori e i suoi sapori nella bella stagione. Il problema proprio questo, cio allungare la stagione per evitare che il 70% degli alberghi chiuda durante linverno.

UNO SCORCIO DI TAORMINA

Tedeschi. Dalla

Germania incremento di flussi di quasi il 30%. I problemi di Taoarte.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

6.

i FATTI
O CASERTA

O TORINO: UN MIGLIAIO ESCLUSI, POLEMICA

Vittime Eternit senza indennizzo per prescrizione


TORINO. Sono un migliaio le parti civili del caso Eternit che non hanno ricevuto un indennizzo: e non si tratta dellerrore di un cancelliere, di un virus informatico o di una dimenticanza, ma di ragioni processuali come la prescrizione, che scattata il 13 agosto 1999. Luciano Panzani, presidente del Tribunale di Torino, ad affermarlo in un comunicato che scioglie una serie di dubbi sorti allindomani della sentenza: il giudice Giuseppe Casalbore, nelle tre ore di lettura del dispositivo, non ha citato tutti i nomi contenuti nello sterminato elenco delle persone offese, e questo, soprattutto nei cittadini di Casale Monferrato (Alessandria), la localit piemontese in cui lamianto ha mietuto 1.800 vittime, ha destato timori e perplessit. Oltre ad infliggere 16 anni di carcere ai due imputati, il magnate svizzero Stephan Schmidheiny e il barone belga Louis De Cartier, il Tribunale ha accordato somme variabili (a titolo di provvisionale, vale a dire di acconto) fra i 30.000 e i 35.000 euro ai malati e ai parenti delle vittime. Il totale compresi i denari che vanno ad enti, associazioni e sindacati supera abbondantemente gli ottanta milioni. Ma perch non a tutti? Il presidente Panzani si rende conto che, dato il numero elevatissimo di parti civili (erano 6.392 allapertura del processo e solo qualche centinaio si sono ritirate dopo una trattativa con la Eternit) possibile che disguidi tecnici abbiano potuto riguardare la posizione di alcune di esse. Ma questo vale per un numero limitato di casi. E allora, se vero che possibile che molte parti civili, nellordine di un migliaio, siano rimaste deluse dal fatto di non essersi viste riconoscere il diritto al risarcimento dei danni, questo non significa che sia frutto di errore. I fattori sono due. In primo luogo se manca un collegamento certo fra la patologia e lesposizione allamianto. E soprattutto c la prescrizione: niente indennizzo a chi si ammalato prima del 13 agosto 1999, data spartiacque che vale per tutti gli stabilimenti Eternit sotto esame (da Casale a Cavagnolo, da Rubiera a NapoliBagnoli) per quanto riguarda il reato di rimozione di cautele. La prescrizione ha tagliato fuori soprattutto le persone offese di Rubiera (Reggio Emilia) e di Bagnoli. A Napoli, luned ci sar una riunione per commentare la nefasta angolazione della sentenza, ed in programma una visita della delegazione dellAfeva (lassociazione dei familiari delle vittime) a Reggio per un incontro con le parti civili.

Troppi sprechi alla Provincia Corte dei conti allattacco


NAPOLI. finita nel mirino della magistratura contabile la gestione dellAcms spa, lazienda casertana di mobilit e trasporti commissariata dal 2009 di cui sono azionisti la Provincia di Caserta e 45 amministrazioni comunali. La Procura regionale della Corte dei Conti ha, infatti, inviato 32 inviti a presentare deduzioni, una sorta di avviso di conclusione indagini, ad amministratori e funzionari pubblici e ai vertici dellazienda, accusati di aver procurato un danno erariale pari a quindici milioni di euro nel periodo che va dal 2006 al 2010, quando la societ era gi gestita dal commissario Francesco Fimman nominato dal ministero per lo Sviluppo Economico. Le indagini, condotte dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Caserta, hanno fatto luce sullenorme flusso di danaro transitato dalla Provincia, allora guidata dallex presidente di centrosinistra, Sandro de Franciscis, allazienda gi in dissesto; oltre 12,7 milioni di euro elargiti senza alcuna giustificazione perch non facenti parte delle somme che lente locale doveva corrispondere per il servizio di trasporto reso dalla societ. Tali soldi, hanno accertato i finanzieri, servivano in pratica per far sopravvivere unazienda ormai in piena crisi di liquidit. Nel 2006, quando si insedi la giunta De Franciscis, lAcms presentava unesposizione debitoria lorda di circa 40 milioni di euro (tra cui 11 milioni verso lInps e 17 di Tfr non versati) e un passivo di gestione di due milioni allanno; fu cos elaborato un piano di ristrutturazione che prevedeva una prima fase tesa a ripianare i debiti, cui sarebbe seguita una gara di rilievo comunitario (del valore di oltre 40 milioni di euro) al fine di aggiudicare il servizio di trasporto pubblico provinciale con i suoi 26 milioni di chilometri vettura. Il piano non pass in consiglio provinciale per lostruzionismo dei rappresentanti dei comuni di centrodestra ma il fiume di danaro continu a scorrere verso lazienda, nonostante la situazione finanziaria consigliasse di portare i libri contabili in tribunale. Denaro che spesso, hanno accertato le fiamme gialle, servito ad alimentare gli sprechi in azienda, pari a 2,5 milioni di euro in quattro anni, consistenti in consulenze date a professionisti esterni invece che ai legali dellAcms, a indennit gonfiate, tra premi, straordinari e altri accessori, elargite alla stragrande maggioranza dei lavoratori, almeno 350, di cui una cinquantina risultati poi assenti dal servizio; tra i privilegiati autisti spesso assenti e decine di lavoratori in distacco sindacale annuale, cui gli emolumenti venivano regolarmente corrisposti pur non venendo mai in ufficio.

PALERMO. Originale tentativo di truffa in un bar

Nasconde nel cornetto una moneta e finge la rottura della dentiera


Ma stato tradito dalle telecamere
LEONE ZINGALES
IL VIDEO. Ecco due fermo immagine del video mostrato dalla polizia e girate dalle telecamere a circuito chiuso del bar in cui si vede il pensionato truffatore mentre inserisce la monetina nel cornetto e poi mentre contratta con il titolare il risarcimento del presunto danno alla dentiera

PALERMO. Se una volta, nellimmaginario collettivo, sarebbe stata Napoli la capitale delle truffe fai da te, ai giorni nostri altre realt della Penisola hanno scalato i vertici di questa non certo invidiabile classifica in quanto ad inventiva da reato penale. Al Sud, al Centro e al Nord il truffatore fai da te sempre in agguato ed il suo cervello lavora unicamente nella pianificazione strategica di una formula magica teorica da trasformare in pratica: ingannare il prossimo. Da Palermo arriva la truffa del cornetto. Lha escogitata un pensionato che, per, stato scoperto e denunciato dalla vittima. Il truffatore ha infilato una moneta da 2 centesimi in un cornetto, quindi ha finto la rottura della dentiera e poi ha chiesto il risarcimento al titolare del Max bar, locale pubblico alla periferia di Palermo. Le mosse del truffatore, un pensionato di 61 anni, sono state registrate dalle telecamere del negozio ed in questo modo gli agenti del commissariato Porta Nuova hanno potuto scoprire la truffa e hanno denunciato lautore del raggiro. Il truffatore, tra laltro, non aveva accettato il risarcimento proposto dal barista attraverso lassicurazione, ma si era messo daccordo su una cifra inferiore purch in contanti. Lepisodio ha avuto luogo nel bar di

Raggiro sventato

Aveva chiesto 2.500 euro di risarcimento

viale Regione Siciliana. Quello escogitato dal 61enne stato un tentativo di truffa inedito ed originale. Il truffatore entrato nel bar, quindi ha ordinato al banconista un cornetto alla crema. Il pensionato ha dato il primo morso e poi stazionando nellarea clienti, sempre a favore di telecame-

ra, ha estratto dalla tasca una monetina da 2 centesimi infilandola nel cornetto con mossa fulminea. Il truffatore non sapeva di essere ripreso dalla telecamera a circuito chiuso. Dopo pochi secondi, addentando il cornetto, il truffatore ha vestito i panni dellattore navigato fingendo

ARRESTATI 23 TRA ITALIANI, AFRICANI E POLACCHI

Si allunga anche lombra di Al Qaida sul narcotraffico Marocco-Napoli


NAPOLI. Un ingente e assiduo traffico di stupefacenti, che dalla Spagna giungeva a Marano di Napoli passando per Spagna e Polonia, stato stroncato ieri dai carabinieri che hanno arrestato 23 persone tra marocchini, italiani e polacchi. Una vicenda che vede coinvolti in veste di acquirenti i clan Nuvoletta e Polverino e sulla quale si allunga lombra di Al Qaida. Figura centrale del traffico il maghrebino Rachid Echemlali Rahmani, di 34 anni, soprannominato Armando, arrestato a Malaga: secondo gli investigatori, infatti, ci sarebbero riscontri documentali che lo legano ad almeno un esponente di Al Qaida coinvolto nellattentato alla metropolitana di Madrid dell11 marzo 2004. Rachid, durante dei controlli eseguiti dalle forze dellordine italiane nel 2002, mostr la patente di guida spagnola intestata a Abdlilah el Fadual el Akil, condannato in primo grado e poi assolto dalla Cassazione spagnola (Tribunal Supremo) proprio per lattentato di Madrid. Era Rachid che si occupava del trasferimento della droga dal Marocco alla Spagna, essendo in grado di spostarne ingenti quantit attraverso lo stretto di Gibilterra. Unattivit particolarmente lucrosa che rimpinguava le sue casse al ritmo di circa 600mila euro al mese. Veloci barchini carichi di stupefacente partivano dal nord del Marocco e poi, nelle vicinanze della costa spagnola, scaricavano in mare la droga, confezionata in modo da poter resistere alle infiltrazioni dacqua. A questo punto squadre di sub si recavano nei punti segnalati dai mandanti e recuperavano la sostanza stupefacente che, una volta a riva, veniva preparata per il viaggio via terra verso lItalia. A gestire il trasferimento finale a Marano di Napoli, invece, era una donna polacca di circa 50 anni, Helena Zajac, anchella tra gli arrestati. Zajac era lanello di congiunzione tra i corrieri in Polonia e i capi clan: quando giungeva la chiamata, inviava potenti auto dotate di doppi fondi, realizzate da meccanici del Napoletano, fino in Polonia dove aveva reclutato autisti. I corrieri si recavano in Spagna per il carico e la droga, una volta nascosta nelle auto, giungeva nel Napoletano. Una volta a Marano, hashish e coca erano recuperate e i corrieri tornavano in Polonia, in attesa di una nuova chiamata.

disappunto per avere scoperto la moneta. A quel punto ha chiesto al banconista di parlare con il responsabile del bar e gli ha manifestato le sue rimostranze per laccaduto che gli aveva provocato la rottura della dentiera. A fronte delle scuse prontamente presentate dal titolare e dellofferta di risarcimento legate alla copertura assicurativa, il truffatore ha rifiuta il rimborso e si mostrato conciliante rispetto ad un accordo privato che prevedeva limmediato pagamento di una concordata somma di denaro. In questo modo, senza alcuna denuncia, intendeva chiudere lincidente. Circa la stima del rimborso, il truffatore si riservato di stimarlo e comunicarlo telefonicamente dopo una visita odontoiatrica. Da quel momento scaturita una breve ma intensa trattativa telefonica nel corso della quale il truffatore, da una iniziale richiesta di 5.000 euro, ha ridotto le sue pretese a soli 2.500 euro. Per il titolare del bar il sospetto di essere stato vittima di un tentativo di truffa divenuto una certezza dopo aver esaminato le immagini registrate dalle telecamere interne. Immediata la segnalazione ai poliziotti che, in poco meno di 24 ore, hanno organizzato un servizio mirato a cogliere sul fatto lautore del raggiro. Il truffatore, intascato il bottino, stato bloccato e condotto in commissariato.

ESPERIMENTO A NAPOLI

IL CASO

Fa discutere la pena pi severa a una ragazzina in un istituto di Bassano del Grappa

Cos i cani alleviano Sorpresi a fare sesso nei bagni della scuola il ricovero dei bimbi Lei sospesa quattro giorni, lui solo uno
ROMA. Il primo stato Orso poi sono arrivati Nuvola e Abra. Non sono medici ma due barboncini ed un meticcio, impiegati in alcuni ospedali napoletani per far valere il diritto al gioco dei bambini ricoverati, sancito dalla Carta dei diritti dei Bambini. Per due ore, il marted di ogni settimana i piccoli degenti del reparto di pediatria generale del II Policlinico dellUniversit Federico II di Napoli, dal 2007, hanno incontrato gli operatori di unassociazione di volontariato, Aitaca, nella quale lavorano psicologhe, addestratori e una biologa, Amelia Stichi, la fondatrice, specializzata nella fecondazione assistita che ad un certo punto della carriera ha deciso di portare sollievo con lAAA (Attivit Assistita da Animali). Il gruppo di Aitaca ha misurato i benefici percepiti dagli oltre mille bambini (tra i 3 e i 14 anni) in uno studio dal quale emerso che tutti hanno avuto un miglioramento delle capacit relazionali e di interazione. In particolare per i bambini con disturbi del comportamento si registrato un incremento delle competenze linguistiche e relazionali e nei soggetti con disturbo da deficit di attenzione e iperattivit si osservata una riduzione delliperattivit e un aumento dellattenzione. Fin qui la ricognizione scientifica ma le parole di Amelia Stinchi vanno oltre: La meraviglia e la gioia sui volti dei bambini allarrivo del cane in ospedale - afferma Stinchi - sono difficilmente dimostrabili da grafici e tabelle. Alla fine di ogni incontro abbiamo fatto una foto a ogni singolo paziente insieme al cane e labbiamo regalata ad ogni bambino. Rivedere s stessi in un momento di serenit serve a fugare nei ricordi lesperienza spiacevole del ricovero.
MICHELE GALVAN

VICENZA. Facevano sesso nel bagno della scuola, a 15 anni, ma sono stati scoperti e puniti. A far discutere per stata la pena pi severa, 4 giorni di sospensione, inflitta dallistituto - la scuola per ragionieri Einaudi di Bassano del Grappa (Vicenza) - alla ragazzina, rispetto al giorno di stop dalle lezioni imposto al suo giovane partner. Dalla scuola non hanno fornito spiegazioni sul motivo della differente condanna. Negli ambienti dellistituto la voce che rimbalza che alla ragazzina sia stata data una sospensione maggiore in considerazione del suo percorso scolastico discontinuo e della sua condotta. Conosco troppo bene il preside, una persona che non si lascia trascinare dallemotivit - sottolinea lassessore della provincia di Vicenza Morena Martini, per anni insegnante nella scuola per questo penso che nella diversa punizione inflitta ai due ragazzini si sia tenuto conto anche di altre cose. Sulla vicenda gli studenti sembrano

Polemica. La rete

degli studenti: Ci voleva la stessa punizione. LUdu: Bastava il rimprovero

gi dividersi. Per il coordinatore nazionale dellUnione Universitari (Udu), Michele Orezzi, sarebbe stato meglio mettere in riga i due ragazzi con un semplice rimprovero, anzich con la sospensione. La coordinatrice della rete degli Studenti, Sofia Sabatino, ritiene invece che sullargomento sesso-adolescenti servirebbe una maggiore educazione anche a scuola. In ogni caso boccia senza attenuanti lidea della punizione differenziata: Non comprensibile - afferma Sabatino - una punizione diversa ai due adolescenti sorpresi in bagno a fare sesso: entrambi erano consci di quello che facevano e andavano puniti alla stessa maniera. La pensa allo stesso modo Chiara Moroni, responsabile nazionale delle donne di Fli: Come parlamentare e come donna sono indignata: arrivare a giustificare tre giorni di punizione in pi con lingresso nel bagno dei maschi equivale a dire che entrare nei servizi riservati allaltro sesso un atto pi grave del rapporto sessuale stesso consumato allinterno di un istituto scolastico, per il quale un giorno di sospensione al ra-

gazzo stato ritenuto sufficiente. Non possiamo che esprimere sgomento, non per il fatto in s, ma per la stigmatizzazione a cui lo stanno sottoponendo, sottolinea Giuseppina Tucci, responsabile sessualit dellUnione degli Studenti. Il fatto allEinaudi di Bassano avvenuto nei giorni scorsi. stato un compagno di classe a trovarsi di fronte i due quindicenni, aprendo la porta della toilette dei maschi. I due teenager erano in un atteggiamento che non lasciava dubbi. Il coetaneo ha fatto un rapido dietrofront, tornato in aula e si lasciato scappare un qualcuno in bagno si sta divertendo.... In breve lintervallo hard della coppia di ragazzini ha fatto il giro dellistituto, rimbalzando subito dopo sui social network, e infine la storia arrivata fino allufficio del preside, il prof. Giovanni Pone. Ieri mattina il dirigente scolastico non ha voluto assolutamente tornare sullepisodio - No comment ha risposto un po irritato - limitandosi ad aggiungere che la scuola sta lavorando con le famiglie in termini educativi.

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

i FATTI
BLITZ ANTI-EVASIONE. Ieri 60 ispettori con gli sci ai piedi sulle piste e in paese hanno controllato una trentina di esercizi

.7

O LA LOTTA CONTINUA

Sindaci in rete con il Fisco per scovare I turisti plaudono: Bene questi controlli a sorpresa, le tasse devono pagarle tutti gli evasori

Finanzieri anche nelle baite di Courmayeur


BENOIT GIROD

COURMAYEUR (AOSTA). Courmayeur se laspettava. Dopo Cortina, anche ai piedi del Monte Bianco il blitz antievasione dellAgenzia delle entrate era atteso da qualche settimana. E ieri, a partire dalle 10,30, alcune decine di ispettori, con gli sci ai piedi, sono saliti in quota sulle piste innevate e assolate della localit vip, diretti verso i primi obiettivi della giornata: le baiteristoro. Altri funzionari (una sessantina in tutto) si sono concentrati, a valle, sul centro del paese. Nella rete sono finiti circa 30 esercizi commerciali tra ristoranti, bar e negozi. Il modello adottato per i controlli analogo a quello utilizzato a Cortina: i funzionari si sono appostati allinterno dei locali e hanno osservato che tutti gli scontrini fiscali venissero regolarmente fatti. I risultati delle verifiche saranno resi noti domani. Una presenza discreta quella degli 007 del fisco, che non ha impedito che la voce circolasse gi nel primo pomeriggio. Non mi sembra che stia succedendo niente di clamoroso, i controlli che ci aspettavamo si stanno svolgendo con professionalit e senza spettacolarizzazione, commenta il sindaco di Courmayeur, Fabrizia Derriard, a passeggio nelle vie del centro per rendersi conto di cosa stesse succedendo. Nellaffollata via Roma cerano oggi anche alcuni dei vip che frequentano abitualmente la prestigiosa localit. Tra questi la parlamentare Daniela Santanch, con Alessandro Sallusti, direttore del Giornale. Lesponente del Pdl, contattata telefonicamente, dice: Ero sulle piste. Non mi sono accorta di nulla.... E poi coglie loccasione per ribadire le sue critiche alla spettacolarizzazione dei recenti interventi della Finanza. Sia chiaro precisa Santanch la lotta allevasione sacrosanta e nessuno in materia pu insegnare niente a noi, che labbiamo portata avanti quando eravamo al governo.

Senza clamore, ma con efficacia, gli uomini del fisco, provenienti da Aosta e da Torino, si sono distribuiti, per tutta la giornata e fino a sera, nei locali pieni di turisti. Non un blitz come Cortina, sono dei semplici controlli ed corretto che vengano fatti, ha spiegato Antonio Liporace, titolare del Caff Centro, manifestando un certo imbarazzo, vista la presenza nel locale di un ispettore. Controlli anche nelle gastronomie come quella di Paolo Panizzi che, inti-

Nessun clamore

Appostamenti nei locali per controllare che venissero emessi gli scontrini

morito, si limita a dire: Tutto procede regolarmente. Dietro di lui, un funzionario controlla con attenzione gli scontrini battuti. Tuttaltro che infastiditi dal blitz, i numerosi turisti a passeggio nelle vie del centro di Courmayeur dimostrano al contrario di averlo apprezzato: Non mi sono accorto di nulla spiega Andrea Fusetti, di Milano, villeggiante di Courmayeur da 34 anni credo comunque che questi controlli siano positivi, le tasse devono pagarle tutti. Si invece accorto della presenza degli 007 del fisco Stefano Lorato, milanese: Era difficile non accorgersi dei controlli, ma non ho avuto nessun disturbo da questa operazione. Poi, mostrando uno scontrino, sorride: Lho conservato, non vorrei passare per un evasore. Plaude alliniziativa anti evasione anche Silvia Malgarini (Frequento Courmayeur da sempre): Non sempre gli scontrini si fanno, anche qui.

TURISTI IERI A COURMAYEUR: NASCOSTI TRA LORO ANCHE I FINANZIERI

LA STAGIONE DEI CONTROLLI

Da Cortina a Roma, passando per Milano e Napoli


ROMA. I controlli del fisco a Courmayeur fanno seguito alla stagione di incursioni a sorpresa attuate soprattutto a cavallo del fine settimana e iniziate lo scorso 30 dicembre, a Cortina, dove sono state riscontrate numerose irregolarit e tanti nullatenenti sorpresi a bordo di Suv e auto di lusso. Ma la perla delle Dolomiti ora seguita dalla nota e frequentata localit sciistica valdostana non stata la sola localit a finire nei mirino delle verifiche. Gli accertamenti dellAgenzia dellEntrate nellambito della lotta contro i furbetti dello scontrino che allordine del giorno nellagenda del governo Monti si sono svolti anche a Roma dove, il 14 gennaio, sono state battute le strade dello shopping di quattro quadranti della capitale tra i quali quello delle vie del centro. Poi toccato ai locali della Movida milanese, compresi quelli sui Navigli, ad essere passati al setaccio da discreti finanzieri in borghese accanto alla cassa. Nelle ispezioni nel capoluogo milanese emerso anche molto lavoro nero. A San Valentino, in concomitanza con la prima serata del Festival di Sanremo, il fisco ha fatto controlli a tappeto anche nei locali vicino al Teatro Ariston e il giorno dopo toccato a Napoli. Nel capoluogo campano, 250 militari hanno perlustrato 386 esercizi commerciali. Nell 82% dei negozi e locali aperti al pubblico risultato che non veniva emesso lo scontrino. Praticamente in 317 esercizi la cassa non faceva il suo lavoro. E ieri a completare (per ora) le localit prese di mira dal Fisco si aggiunta Courmayeur. Storica rivale della blasonata Cortina, Courmayeur si contende la clientela di prestigio giocando le carte della mondanit e dello sport. Punto di partenza di alcuni dei pi suggestivi e impegnativi itinerari alpinistici e noto per il suo comprensorio sciistico e per il campo da golf, tra i pi alti dEuropa, il paese ai piedi del Monte Bianco attrae da sempre, ma negli ultimi anni in maniera pi evidente, vip di ogni genere. Sono di casa personalit della finanza, come lavvocato torinese Grande Stevens e politici, come il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, lex ministro della difesa Ignazio La Russa e la parlamentare Daniela Santanch. Il sindaco di Courmayeur, Fabrizia Derriard, non si dice sorpresa del blitz antievasione. Come territorio di frontiera siamo abituati alla forte presenza delle forze dellordine sul territorio spiega Derriard . Chi abita qui abituato ai controlli.

ROMA. Tempi sempre pi duri per gli evasori fiscali: i sindaci hanno deciso di scendere in campo facendosi promotori di una iniziativa che sar presentata a Palazzo Marino, a Milano, il 20 febbraio. Si tratta di una rete tra tutti i Comuni italiani, si chiama ReteComuni, e riguarda tutti i soggetti interessati alla disponibilit di dati certificati provenienti dallincrocio di banche dati interne ed esterne. In questo modo il contrasto allevasione sar pi capillare, grazie ad un corretto incrocio delle banche dati in possesso di tutti gli enti coinvolti. La nuova rete sar finalizzata al recupero delle entrate locali evase (Ici, Tarsu, imposta sulla pubblicit o loccupazione di spazi pubblici) ma anche di quelle erariali, cio di competenza dello Stato, dirette (Irpef e Ires), indirette (Iva, Registro) e di tributi minori (imposte ipotecaria e catastale) gestiti dallAgenzia del Territorio. Il meccanismo sul quale ruota lintero sistema quello della segnalazione che lente locale opera sulla base di propri controlli e approfondisce ed incrocia grazie allaccesso allanagrafe tributaria nazionale, messa a disposizione dallAgenzia delle Entrate. Il Comune, attraverso il portale dellAgenzia, accede a tutte le dichiarazioni dei redditi di tutti gli abitanti residenti nel suo territorio in modo analitico. In questo modo, per fare un esempio, il Comune potr verificare se una richiesta di agevolazione per alcuni servizi come la mensa scolastica (Isee) congrua con quanto dichiarato. Oppure potr verificare, incrociando i dati delle utenze o del registro con la richiesta di residenza in proprio possesso se un immobile stato affittato in nero. Avvenuta questa verifica, il Comune segnala allAgenzia delle Entrate il caso e questa, se ritiene che ci siano gli elementi, procede. Il processo pu essere anche inverso. E lente locale fino al 2014 otterr per ogni segnalazione utile il 100% delle maggiori imposte statali non dichiarate.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

8.

i FATTI

IL NAUFRAGIO. Prime indiscrezioni sui risultati degli esami tossicologici

in breve
ROMA Non si ferma allalt dei Cc si schianta contro bus e muore
Al volante di unauto non si fermato allalt dei carabinieri, nella fuga si scontrato con un autobus di linea e nellincidente morto. successo a Vitinia, in provincia di Roma. La vittima si chiamava Alessandro Forte ed era un romano di 42 anni. Luomo morto nellimpatto frontale con un autobus, in via di Ponte Ladrone, a circa 500 metri dal posto di blocco, mentre stava superando una Panda. Forte era proprietario dellauto sulla quale era al volante, una Fiat Bravo.

ALTA TENSIONE. Prova di forza

Coca sui capelli di Schettino ma contaminazione esterna


Il comandante della Concordia non assunse droga
GROSSETO. Francesco Schettino non ha assunto cocaina, ma dalla perizia tossicologica disposta dalla Procura di Grosseto sul comandante della Costa Concordia anche emerso che ce ne erano modestissime tracce sullesterno del campione di capelli analizzato allIstituto di medicina legale delluniversit Cattolica di Roma. I magistrati inquirenti devono ricevere la relazione del consulente della Procura, Marcello Chiarotti, ma sono gi in possesso di comunicazioni informali sulla perizia: Schettino non si drogato e quella scarsa quantit di cocaina definita dagli inquirenti come una pressoch impercettibile contaminazione esterna del capello. Si avanza anche lipotesi che i capelli di Schettino possano essere stati sfiorati da qualcuno che prima aveva toccato cocaina, oppure che lui stesso abbia appoggiato la testa dove si trovavano residui di coca. Il prelievo di capelli e urine fu fatto il 17 gennaio, dopo linterrogatorio di garanzia davanti al gip. Gli accertamenti sui campioni biologici di Francesco Schettino ha detto il consulente della Procura di Grosseto, Marcello Chiarotti sono stati conclusi e hanno prodotto risultati analitici utili per rispondere con certezza ai quesiti posti dalla Procura. Gli esiti non lasciano alcun dubbio n alcuna nullit. La prossima settimana consegner la relazione. Sulle tracce di coca ha specificato che c stato un problema marginale, che non inficia assolutamente il risultato dellanalisi. Potremo chiarire questo problema successivamente. Chi lavora nel nostro settore sa che ci possono essere problematiche del genere. Non una novit. Siamo sempre stati sicuri che Schettino non si drogato, ora aspettiamo la relazione, invece il commento della difesa di Schettino,lavvocato Bruno Leporatti. Mentre sullesito della perizia avanza dubbi lassociazione di consumatori Codacons, che la giudica inattendibile. I risultati delle analisi sui capelli del comandante, condivisi il 16 febbraio dal professor Marcello Chiarotti dice il Codacons hanno evidenziato cocaina sui capelli e nellinvolucro che li

DallIran atomico navi da guerra nel Mediterraneo


Dal canale di Suez. Sono arrivate in Siria, Israele vigila
ROMA. Sono arrivate in Siria, nel porto di Tartus, due navi da guerra iraniane che venerd sera hanno attraversato il Canale di Suez. Movimenti che, come quello di un anno fa, agitano Israele, che assicura di osservare da vicino la missione iraniana nel Mediterraneo per verificare che non si avvicini alle sue coste. Lennesima prova di forza del regime di Teheran arriva in un momento in cui gli Stati Uniti sono convinti dellimminenza di un attacco israeliano allIran, e il ministro degli Esteri britannico, William Hague, parla di rischio di una nuova guerra fredda se Teheran dovesse dotarsi della bomba atomica. Il ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak, intanto tornato ieri a chiedere alla comunit internazionale di aumentare le sanzioni contro il programma nucleare iraniano prima che il Paese entri in una zona di immunit, uno stadio in cui sarebbe invulnerabile a un eventuale attacco. Le navi iraniane nel Mediterraneo mostrano la poten- VITTIME IN TRIBUNALE za della Repubblica islamica e portano un messaggio di pace e amicizia ai Paesi della regione, ha dichiarato il comandante della Marina della Repubblica islamica, ammiraglio Habibollah Sayyari, citato dallagenzia ufficiale Irna. A Tartus le unit iraniane provvederanno a fornire addestramento alle forze navali di Damasco sulla base dellaccordo siglato lo scorso anno su esercitazioni navali congiunte, ha affermato lemittente iraniana Presstv. Teheran peraltro al fianco della Siria di fronte alla comunit internazionale che condanna la dura repressione dei civili in rivolta contro Bashar al Assad chiedendogli di fare un passo indietro. La spedizione navale la seconda da parte della marina dellIran nel Mediterraneo dalla Rivoluzione islamica del 1979. La prima risale al febbraio 2011, quando alcune navi raggiunsero la Siria e tornarono poi indietro senza incidenti, ma in un clima di accesa tensione con Israele (gi fortemente inquieto per i programmi nucleari di Teheran) con il ministro degli Esteri, Avigdor Lieberman, che boll liniziativa iraniana come una provocazione. E mentre Usa e Ue hanno accolto con cauto ottimismo la disponibilit, manifestata in una lettera allAlto rappresentante della politica estera, Catherine Ashton, di tornare ai negoziati sul programma nucleare con il 5+1 (Usa, Francia, Gran Bretagna, Russia, Cina pi la Germania), arrivato ieri in Israele il consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Usa, Barack Obama, per discutere tra laltro del dossier iraniano.

CARCERI Il Sappe: LUcciardone sta cadendo a pezzi


Cade a pezzi il carcere dellUcciardone. Le ristrutturazioni effettuate nella vecchia casa circondariale di Palermo non sono bastate a mettere completamente in sicurezza la struttura. Lultima novit stata ufficializzata dal direttore Rita Barbera e riguarda nuovi cedimenti strutturali. Lo rende noto il sindacato Sappe.

Vertice l1 marzo

Per valutare i rischi ambientali. Continua lo svuotamento dei serbatoi


conteneva, ma totale assenza di metaboliti della cocaina nei capelli dello stesso Schettino. Il Codacons parla di cattivo stato di conservazione dei reperti (urine e capelli) e chiede dunque nuove e approfondite indagini. Tra le parti offese che si sono costituite in Procura, compaiono ora anche 150 persone tra abitanti del Giglio, pescatori dellArgentario e altri che hanno legami con lisola. Chiedono tutela rispetto al disastro ambientale. Il primo marzo il ministro dellAmbiente, Corrado Clini, col commissario per lemergenza Franco Gabrielli, ha convocato al Giglio un vertice per fare il punto sui rischi connessi al naufragio della nave. Grazie alle buone condizioni del mare prosegue senza sosta il prelievo del carburante dalla nave, arrivato ad oggi a 1200 metri cubi estratti dai serbatoi.

AMBIENTE IN SICILIA Ventisette milioni per la rete ecologica


stato emanato dal dipartimento Ambiente della Regione siciliana il bando pubblico, relativo allobiettivo del Po Fesr 2007-2013 "Rafforzare la rete ecologica siciliana, favorendo la messa a sistema e la promozione delle aree ad alta naturalit e conservando la biodiversit in unottica di sviluppo economico e sociale sostenibile e duraturo". Il bando attiva risorse per 27 milioni di euro. Destinatari degli interventi sono le piccole e medie imprese del settore della fruizione turistica e turistico-alberghiera, che operano nei comuni facenti parte della Rete ecologica siciliana.

LIVORNO

Si ribalta imbarcazione da pesca un morto, salvati altri 2 naugfraghi


LIVORNO. Potrebbero non aver avuto tempo di chiamare i soccorsi gli occupanti dellimbarcazione da diporto affondata nellarea delle Secche di Vada, a 5 miglia dalla costa di Rosignano (Livorno). I tre uomini a bordo, uno dei quali ha perso la vita nellincidente, potrebbero infatti aver tentato fino allultimo di togliere lacqua dal fondo della barca che per alla fine si ribaltata. La vittima si chiamava Wladimiro Trotta, aveva 40 anni e lavorava alla Serfer, ditta di trasporti e spedizioni di Rosignano. Non destano particolare preoccupazione, invece, le condizioni di Gaetano Beninati, 60 anni, e Massimo Pardera, 30, gli amici che erano usciti in barca con Trotta per una giornata di pesca amatoriale.

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Economia finanza
Acconti Ires e Irap: in arrivo la riduzione per le imprese
Dal 16 marzo frazionamento degli anticipi in 4 rate trimestrali
SALVINA MORINA TONINO MORINA

.9

oldi in giro ce ne sono pochi ed per questo che il legislatore intende aiutare le imprese, prevedendo una riduzione degli acconti delle imposte con versamenti in quattro rate, in luogo delle due attuali. Con un piccolo sacrificio da parte delle imprese, di anticipare una parte dellacconto dovuto per il 2012. E infatti in dirittura darrivo una norma che riduce gli acconti Ires e Irap per le societ di capitali e soggetti assimilati, con una nuova rideterminazione dei termini di pagamento. La norma in preparazione prevede che: la misura per gli acconti Ires e Irap del 100% potr passare al 98,5%, con una riduzione dell1,5%; i pagamenti, anzich in due rate, potranno essere frazionati in quattro volte. Alla riduzione della misura degli acconti Ires e Irap dei soggetti Ires, si "accompagna" la proposta di un aumento dellimporto minimo per la riscossione dei crediti erariali fino al quale prevista la rinuncia al credito erariale. Lattuale limite di 16,53 euro potr essere elevato a 30 euro. Misura ridotta e pagamenti in quattro volte In base alle norme vigenti, i contribuenti Ires devono lacconto, sia per lIres sia per lIrap, per lanno 2012 nella misura del 100%. Chi paga in due volte deve il 40% del 100%, cio il 40% entro il termine per il saldo dellanno precedente, di norma, per le societ di capitali con esercizio che coincide con lanno solare, entro il 16 giugno, che slitta a luned 18 giugno, o dal 19 giugno al 18 luglio con lo 0,4% in pi; il 60% del 100%, cio il 60%, entro il 30 novembre. Con la riduzione e i nuovi termini, se la norma in preparazione avr effetto gi a partire dagli anticipi dovuti per il 2012, gli acconti Ires e Irap delle societ di capitali e dei soggetti Ires assimilati, dovranno essere versati: prima rata, nella misura del 29,55%, pari cio al 30% del 98,5%, entro il 16 marzo 2012;

seconda rata, nella misura del 19,70%, pari cio al 20% del 98,5%, entro il 16 giugno 2012, che slitta a luned 18 giugno 2012; terza rata, nella misura del 24,625%, pari cio al 25% del 98,5%, entro il 16 settembre 2012, che slitta a luned 17 settembre; quarta rata, nella misura del 24,625%, pari cio al 25% del 98,5%, entro il 16 dicembre 2012, che slitta a luned 17 dicembre 2012. Minimo di versamento da 16,53 euro a 30 euro In tema di riscossione di importi minimi, occorre tenere presente che, per ragioni di economicit dellazione amministrativa, disposto labbandono dei crediti erariali, regionali e locali di importo non superiore a 16,53 euro. Lo prevede il Dpr 16 aprile 1999, n. 129. Esso stabilisce che non si fa luogo allaccertamento, alliscrizione a ruolo e alla riscossione dei crediti relativi ai tributi erariali, regionali e locali di ogni specie comprensivi o costituiti solo da sanzioni amministrative o interessi, qualora lammontare dovuto, per ciascun credito, con riferimento ad ogni periodo dimposta, non superi limporto fissato, in 16,53 euro. Se limporto supera i 16,53 euro, si fa luogo allaccertamento, alliscrizione a ruolo e alla riscossione per lintero ammontare. La norma di favore, che prevede labbandono dei crediti erariali, regionali e locali di importo non superiore a 16,53 euro, non si applica se il credito tributario, comprensivo o costituito solo da sanzioni o interessi, derivi da ripetuta violazione, per almeno un biennio, degli obblighi di versamento concernenti lo stesso tributo. Anche per i tributi locali, facolt degli enti locali disporre dei minimi di versamento che possono essere anche diversi in base al tributo. La nuova previsione normativa, se entrer subito in vigore, potrebbe avere effetto dai versamenti da fare nei prossimi mesi, a partire dai saldi di Unico 2012, per i redditi del 2011, da eseguire entro il 16 giugno 2012, che slitta a luned 18 giugno 2012, o dal 19 giugno al 18 luglio 2012, con lo 0,4% in pi.

FISCO, LA SVIZZERA PRONTA A TRATTARE CON LITALIA. Il governo svizzero disponibile ad aprire un negoziato con lItalia sulle questioni in sospeso in ambito fiscale ma dir no a scambi automatici di informazione sui depositi. Lo dice lambasciatore svizzero in Italia Bernardino Regazzoni il quale ha pecisato: Le concessioni si fanno in corso di negoziato. Solo lo scambio automatico di informazioni tra autorit fiscali escluso.

O LA DENUNCIA DELLA CGIA DI MESTRE

Fisco, rimborsi per quasi 18 miliardi ma tempi di attesa di oltre un anno


VENEZIA. Si pagano subito, ma se le tasse devono essere rimborsate dal Fisco meglio mettersi lanimo in pace: mediamente passano 450 giorni perch Iva e Irpef pagati in pi tornino nelle tasche dei contribuenti e delle aziende italiane. Anche se la somma che lErario si trova a rimborsare non di poco conto: nel 2010 sono stati restituiti complessivamente dal Fisco 17,8 miliardi di euro. I calcoli sui tempi meGIUSEPPE BORTOLUSSI di, e massimi, di pagamento li ha fatti la Cgia di Mestre, su dati forniti dallAgenzia delle Entrate. Se la media di attesa di un anno e mezzo scarso, non sono tuttavia rari i casi nei quali le imprese arrivano ad incassare i rimborsi per Iva, Irap e Irpef anche dopo 4 e persino 5 anni. Negli ultimi anni la situazione nettamente migliorata - osserva il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bortolussi - ma con la crisi in atto bisogna accelerare i tempi dei rimborsi fiscali. Tasse restituite a parte, la Cgia di Mestre ricorda infatti che la media dei pagamenti della Pubblica amministrazione gi pari a 180 giorni. Sempre pi a corto di liquidit, le famiglie e le imprese - prosegue Bortolussi hanno la necessit di essere rimborsate in tempi ragionevoli. Per questo motivo auspicabile che la macchina fiscale aumenti la produttivit a vantaggio del sistema economico. Ai 17, 8 miliardi di euro rimborsati nel 2010 a imprese e a persone fisiche, vanno aggiunti altri 21,7 miliardi che i contribuenti hanno recuperato grazie al meccanismo della compensazione tra debiti e crediti fiscali. Nel 2010, quindi, ai contribuenti che erano in credito con il Fisco sono stati restituiti in totale 39,5 miliardi. La Cgia di Mestre fa presente che, secondo i dati forniti dalla Ragioneria Generale dello Stato, limporto totale si aggirerebbe invece sui 44 miliardi di euro. Bortolussi sottolinea il fatto che nel 2010 lamministrazione finanziaria ha messo in campo alcune efficaci misure di contrasto alle compensazioni indebite, che hanno fatto risparmiare allErario circa 6,6 miliardi di euro. Un risultato che dimostra quanto sia aumentata lefficienza della nostra macchina fiscale. Intanto la Coldiretti sottolinea che fondi comunitari per oltre 65 milioni di euro sono bloccati nelle casse dellAgea che ha accumulato un insostenibile ritardo nel pagamento dei premi Pac (Politica agricola comune) ad oltre 1.500 aziende agricole sarde. La Coldiretti sottolinea quindi che le aziende sono ormai al tracollo e i ritardi nellerogazione dei fondi comunitari rischiano di decretarne la chiusura. Siamo di fronte ad uno Stato a due facce - sostiene la Coldiretti - inflessibile quando deve chiedere con Equitalia, lento e insolvente quando deve dare con Agea. Tra i pagamenti bloccati vi sono anche quelli destinati dal Piano di Sviluppo Rurale allagricoltura biologica.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

10. l ECONOMIA

In contanti e a rate lecito ma solo se c un contratto


Il nuovo limite di pagamento previsto dalla manovra di mille euro
CLAUDIO NINO BUSACCA

ASSEMBLEA ALLA FIAT

E mille euro il limite che sta cambiando le abitudini e i comportamenti quotidiani degli italiani. Il precedente limite ammontante a 2.500 euro (entrato in vigore il 13 agosto 2011) stato abbassato a 1.000 euro gi a partire dal 6 dicembre 2011. Ma, conclusa la fase di non punibilit, periodo compreso tra il 6 dicembre 2011 e il 31 gennaio 2012, a partire dal 1 febbraio costituisce infrazione la mancata osservanza delle norme sul nuovo limite e saranno sanzionate le violazioni commesse. Quindi, la nuova limitazione alluso del contante, prevista dalla manovra con il dl 201/2011, disciplina il divieto di trasferire denaro contante, assegni liberi e libretti al portatore a qualsiasi titolo, tra soggetti diversi per un valore complessivamente pari o superiore a 1.000 euro senza lintervento di una banca o uno sportello postale, ovvero un istituto di moneta elettronica. "Pagamento unico o frazionato", "contante o tracciato", questi sono i dubbi che oggi sorgono ai cittadini nel momento in cui devono sostenere un costo ed eseguirne il pagamento. Comunque, in ogni caso, la regola la possibilit delluso di contante fino a 999,99 euro; oltre questa soglia i trasferimenti devono avvenire con strumenti tracciabili quali bancomat, carte di credito, bonifici assegni bancari e/o postali con la clausola non trasferibile. In tema di rateizzazione o di pagamento frazionato il ministero dellEconomia e delle Finanze, dipartimento del Tesoro, con la circolare 2/2012, ha chiarito che "se la suddivisione di un importo pari o superiore a mille euro dipende da contratti gi stipulati tra le parti, di cui si possa avere contezza o prova, che prevedano ad esempio rateazioni o somministrazioni, in tal caso pu interpretarsi

Fiom: Cig? Per noi la sopravvivenza


ROMA. I lavoratori Fiat che hanno partecipato ieri allassemblea dei delegati della Fiom Cgil legano alla cassa integrazione la loro sopravvivenza. Il sindacato dei metalmeccanici si schiera cos in difesa della cigs e contro lipotesi di una sua cancellazione. Il coro che si levato, in occasione del meeting per la preparazione dello sciopero del 9 marzo, vede nella cassa straordinaria uno strumento imprescindibile per restare, in qualche modo, collegati allazienda anche quando, per lunghi mesi o anni, la produzione si ferma. Maurizio Rea (45 anni, catena di montaggio) racconta che a Pomigliano stata superata la cigs e ora siamo in cassa integrazione in deroga per cessazione dattivit, stiamo aspettando di essere riassunti in Fabbrica Italia, c tempo fino al 13 luglio e finora stato riassorbito il 40%. In cassa, spiega, prendo 840 euro, lo stipendio sarebbe di 1.200 euro. Ormai dal 2008 che sono in cassa, prima c stata lordinaria, poi la straordinaria e ora quella in deroga. E se non ci fosse stata la cigs sarei stato licenziato gi nel 2009. Anche per Mario Costabile (37 anni, catena di montaggio) non ci sono altre possibilit di lavoro nella nostra zona, basta andare in un centro commerciale per vedere quanti negozi stanno chiudendo.

la molteplicit dei trasferimenti come prassi commerciale e non elusione della normativa in questione". La circolare cita un parere del Consiglio di Stato n. 1504/1995 Sez. III, che pone un limite allipotesi di cumulo di trasferimenti avvenuti nel medesimo contesto economico, in presenza di scadenze di pagamento pattuite preventivamente. Quindi, in presenza di un contratto stipulato tra le parti che preveda il pagamento rateizzato o dilazionato nel tempo per somme inferiori al limite, ma complessivamente dimporto superiore, queste non sono tra loro cumulabili e di conseguenza non rappresentano operazioni elusive quando sono relative a distinte e autonome operazioni. Lipotesi tipica quella del contratto di somministrazione che prevede una serie di prestazioni e diversi pagamenti. Ricorrente il caso del contratto di locazione che prevede un corrispettivo annuo per esempio di euro 6.000 da pagarsi in rate mensili di euro 500. Il pagamento mensile pu essere effettuato in contanti in quanto previsto contrattualmente e il singolo importo inferiore alla soglia di euro 1.000. I singoli acquisti effettuati da un operatore commerciale presso il proprio fornitore sono considerati operazioni distinte e autonome, di conseguenza i relativi pagamenti non sono soggetti a cumulo e seguiranno separatamente le regole proprie delluso del denaro: pagamento contante fino a euro 999,99 o tracciato per somme pari o superiori a euro 1.000. In caso di acquisto di bene o servizio di valore pari o superiore a mille euro possibile effettuare il pagamento in contanti fino a euro 999,99 e la differenza con un mezzo tracciabile (es. bancomat, carte di credito, assegni bancari e/o postali con la clausola non trasferibile).

La nuova limitazione alluso del contante prevista dalla manovra del governo, stabilisce il divieto di trasferire denaro contante e assegni per un valore pari o superiore a mille euro

CONFESERFIDI: NEL 2011 CREDITO BANCARIO PER 1.500 IMPRESE SICILIANE


Quello appena trascorso stato un altro anno positivo per Confeserfidi 107. Nonostante la stretta economica i numeri alla fine del 2011 hanno confermato che le imprese sono riuscite a muovere le acque stagnanti determinate dalla crisi economica. Il primo consorzio di garanzia fidi in Sicilia ha aumentato, nel 2011, di 850 unit il numero dei soci, sfiorando le 10.000 imprese aderenti. Un risultato eccellente in 13 anni di attivit. Durante questo periodo di tempo sono stati garantiti finanziamenti per circa 730 milioni alle pmi associate e anche nel 2011 si registrato un risultato pi che soddisfacente con un erogato in linea con quello dellultimo triennio (con una media di 92 milioni di erogato allanno) nonostante la forte stretta creditizia registrata nellultimo semestre dellanno. Le convenzioni con gli istituti di credito sono una trentina ma il Confidi non pi intenzionato a prestare garanzie a quelle banche che non intendono sostenere le piccole imprese del territorio siciliano. "Lavoriamo ogni giorno afferma lad e fondatore di Confeserfidi Bartolo Mililli - per convincere le banche a finanziare i nostri soci, fornendo loro informazioni dettagliate sullimprenditore in quanto tale, sulla sua capacit professionale, sulle qualit morali, anche sulla sua famiglia. Tranne alcuni Istituti veramente vicini al territorio, altre banche rimangono sorde, e con queste ultime, se non cambiano atteggiamento, nel corso del 2012 potremo anche disdire le convenzioni".

CORSO PER COMMERCIALISTI CARTA STAMPATA, TV E WEB

Bilancio negli Enti locali I vincitori del Premiolino


Nei giorni 2-3-9-10 marzo 2012 la Fondazione Dottori Commercialisti Sicilia organizza presso la propria sede un importante corso sul "Bilancio negli Enti Locali". Come al solito, puntando sulla qualit, il corso sar tenuto da relatori di primo piano. Infatti il dott. Franco Bruno da anni riconosciuto come un "Maestro" della contabilit pubblica in Italia essendo stato anche Presidente Nazionale dellArdel e oggi Presidente onorario il quale stato sovente chiamato anche dal ministero competente per la sua collaborazione alla stesura delle norme e circolari in materia. Il dott. Francesco Albo un eccellente magistrato che da anni dirige, con notevole apprezzamento comune la sezione Controllo Regione Sicilia presso la Corte dei Conti di Palermo. La professoressa Eleonora Cardillo docente di contabilit Pubblica allUniversit di Catania sicuramente la docente pi esperta in materia dopo il pensionamento del padre prof. Giovanni Cardillo che per decenni ha dominato in Sicilia la scena fra tutti i docenti di contabilit pubblica. Gli iscritti al corso saranno ammessi fino a sessanta e potranno beneficiare di 16 crediti formativi sia per gli iscritti allOdcec sia per lelenco dei revisori negli Enti Locali. MILANO. Sono stati resi noti i vincitori delledizione 2012 de Il Premiolino. Il gusto della Sincerit, il premio giornalistico pi antico dItalia e promosso per il sesto anno consecutivo da Birra Moretti. Per la sezione quotidiani il Premio viene assegnato a due grandi inviati: Marco Lillo de Il Fatto Quotidiano, Sergio Rizzo del Corriere della Sera. Condividono inoltre simbolicamente il Premio i quattro giornalisti della carta stampata rapiti in Libia lestate scorsa durante la guerra, dai fedelissimi del Colonnello Gheddafi: Elisabetta Rosaspina e Giuseppe Sarcina, de Il Corriere della Sera, Claudio Monici, di Avvenire e Domenico Quirico de La Stampa. Due i premiati per la sezione Tv: Lilli Gruber, conduttrice di Otto e mezzo, contenitore di approfondimento in onda in prima serata su La7, e Riccardo Iacona per le grandi inchieste e i reportage proposti su Rai 3 dal suo programma Presadiretta. Il Premiolino 2012 per il mondo del Web va invece a Jacopo Tondelli, direttore di Linkiesta.it, uno dei fenomeni di "giornalismo online" pi interessanti degli ultimi anni. La Giuria ha inoltre conferito il Premio Birra Moretti per la diffusione della cultura alimentare a Gloria Ciabattoni, che sulle pagine di Quotidiano Nazionale firma la rubrica Viaggi e Sapori.

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

.11

MODIGLIANI. OGGI CONVIENE!

promozione lancio a partire da 7.940


www.piombini.it
per vedere tutte le foto della Collezione Modigliani.
Design: Piergiorgio Pradella

Camera completa in finitura Evolving Sense di vero legno di noce composta da: letto con testata imbottita, armadio a 2 ante scorrevoli specchio fum, com sagomato, comodini sagomati, tutto con inserti di metallo platino. Offerta limitata ai modelli oggetto della campagna pubblicitaria e valida solo nei punti vendita riportati sotto. Il prezzo comprensivo di IVA; trasporto e montaggio esclusi. Per informazioni sulla validit della promozione, visita il sito www.piombini.it
Arredo In di Vinciguerra s.r.l. Via Cavaliere, 3/a - Via R. Imbriani, 203/a Catania Tel 095377904 Forme dArredo Via Casale dei Greci, 1 bis. Adrano (CT) Tel 0957693614 Interni Attaguile Via Raffaele Failla, 31 Grammichele (CT) Tel 0933940234 Mobili Arredotre F.lli Coco s.r.l. C.so M. Polo, s.n. Trecastagni (CT) Tel 0957801483 Mobilia Via G. Basile, 129 Randazzo (CT) Tel 095922666 Russo Mobili s.r.l. Via G. Nicolosi, 10 Zafferana Etnea (CT) Tel 0957081832 Arredi Cannino Contrada Cirata Nicosia (EN) Tel 0935639798 Bruno Arredamenti Via Angelo Pavone, 13 Valguarnera (EN) Tel 0935957580 Miceli Arredamenti S.S. 121 km 78.600 Nissoria (EN) Tel 0935669333 Rizzo Casa Via G.F. Ingrassia, 293/a Regalbuto (EN) Tel 093577605 AF Mobili Via Messina, s.n. Faro Superiore (ME) Tel 090388662

MOBILI FATTI A MANO IN ITALIA DAL 1925

www.facebook.com/brunopiombini

www.twitter.com/BrunoPiombini

www.youtube.com/piombini1

Domande allesperto, consigli e sondaggi su: www.piombini.it/parlaconnoi

Berlinghieri Arr.ti Via Roma, 321 Itala Marina (ME) Tel 090951387 Cipriano Arredamenti s.n.c. Via Stabilimento, 1 Terme Vigliatore (ME) Tel 0909782567 Epoche Arredamenti Via Lungomare, 126 Santa Teresa di Riva (ME) Tel 0942794782 LC Mobili di Lionetto Via Nazionale, 279 Torrenova (ME) Tel 0941958325 Munaf Mobili Via Madonna delle Grazie, 165 Milazzo (ME) Tel 0909295439 Fidelio Arredamenti Via Leonardo da Vinci, 2 Ispica (RG) Tel 0932700037 Gruppo Inventa s.r.l. Via L. Sciascia, 11/b Pozzallo (RG) Tel 0932956933 Sintesi Arredi Via Gen. Cascino, 35/f Vittoria (RG) Tel 09321910439 Arredare Via Augusto Von Platen, 29/d Siracusa Tel 093161050 CMC Arredi Via Etnea, 26/a - Via dello Stadio, 16 Lentini (SR) Tel 0957832774 Midolo Mobili s.r.l. S.P. 114 km. 146,300 Priolo Gargallo (SR) Tel 0931761033 Mobili Carrubba - Floridia S.S. 124 km 107.400 Floridia (SR) Tel 0931949899

LA SICILIA

12.

s p or t

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

Lo sport
8.00 Rai Sport Sci Alpino: CdM (Supercombinata F Discesa) 12.00 Rai Sport 1 Sci Alpino: CdM (Slalom M 2 manche) 12.30 Sky Sport 1 Calcio: Serie A (Lecce-Siena) 16.35 La7 17.00 Sportitalia Basket: Coppa Italia - Finale Calcio: Ligue 1 (Bordeaux-Lione) 17.10 Rai Due Rubrica: Stadio Sprint 17.30 Rai Sport 1 Pallavolo: Coppa Italia - Finale 18.00 Rai Due 19.00 Sportitalia 20.00 Eurosport Rubrica: 90 minuto Basket: NBA (Dallas-New York) Snooker: Welsh Open 20.45 Sky Sport 1 Calcio: Serie A (Palermo-Lazio) 21.30 Sky Sport 3 Calcio: Liga (Barcellona-Valencia) 22.35 Rai Due Rubrica: La Domenica Sportiva

9.00 Rai Sport 1 Sci Alpino: CdM (Slalom M 1 manche) 1.00 Rai Sport 1 Sci Alpino: CdM (Supercombinata F Slalom)

Rossazzurri battuti in rimonta: vantaggio firmato Barrientos, poi tris Juventus

Pur sconfitto bisogna dire bravo al Catania


MICHELE TOSTO

JUVENTUS CATANIA

3 1

Partiamo da un punto fermo: s, il Catania ha perso sul campo della Juve e questo ci pu stare. Ma rimane quel primo tempo in cui i catanesi hanno giocato alla pari con la Juve, portandosi in vantaggio e subendo la logica reazione dei bianconeri che, detto per inciso, ieri sera avrebbero potuto giocarsi un campionato, uno scudetto per essere pi chiari, se non avessero incamerato i tre punti, che permetteranno alla squadra di Conte di presentarsi, sabato prossimo, a San Siro al massimo con due punti di svantaggio sul Milan, ammesso che i rossoneri, oggi pomeriggio, vincano sul campo del Cesena e con una partita ancora da recuperare a Bologna. Un primo tempo senzaltro valido, quello disputato dai rossazzurri, reattivi, capaci di sfiorare pure il secondo gol. Insomma, il Catania non ha fatto barricate - cos come aveva promesso Montella - perch non capace di creare una linea Maginot, difensiva ovviamente, tipo quella del Milan di Nereo Rocco. Lo si capito anche ieri quando, in vantaggio, per un po di tempo ha dovuto subire la reazione bianconera, grazie a unassalto alla baionetta verso la porta degli etnei. bastato, per, portare la difesa a tre per una decina di minuti per alleggerire la pressione degli avversari, anche se nella parte finale della prima frazione il dispositivo difensivo stato riportato a quattro. Ma senza rinunciare a portare pericoli verso la porta di Buffon, per. Quindi, al Catania bisogna dire bravo ugualmente per quello che ha fatto ieri sera, a dimostrazione che la squadra di Montella ha una mentalit offensiva innata, sa colpire lavversario al momento giusto. Che possa andare male, transeat: ci pu stare. E incassare il secondo e il terzo gol dalla Juve con un uomo in pi, non disonerevole. Lunico neo, forse, il tardivo ingresso in campo di Biagianti, che avrebbe potuto giostrare davanti alla difesa, cos come in effetti ha fatto dopo. Ripetiamo: non c il conforto della controprova, ma Biagianti in campo dallinizio della ripresa sarebbe stata unarma in pi per contrastare lo strapotere fisico della Juve e, soprattutto, non avrebbe permesso a Pirlo di imbeccare centralmente, per esempio, Marchisio. Ma giusto riconoscere i meriti al Catania, alla sua organizzazione di gioco, alla sua mentalit: ricordiamoci che, sull1-1, pur gi essendo in dieci, Almiron avrebbe potuto segnare il 2-1, cambiando il corso del match. No, fate i complimenti a questo Catania, li merita.

Il Catania re sta i n d i e c i e s i n ch i n a
GIOVANNI FINOCCHIARO
NOSTRO INVIATO

JUVENTUS (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Padoin (dal 15 st Pepe), Giaccherini, Pirlo, Marchisio, De Ceglie (dal 22 st Vucinic), Borriello (dal 31 st Lichtsteiner), Quagliarella. A disposizione:30 Storari, 4 Caceres, 10 Del Piero, 32 Matri. All. Conte. CATANIA (4-3-2-1): Kosicky, Motta, Bellusci, Legrottaglie, Marchese, Izco, Almiron, Barrientos (dal 5 st Biagianti), Gomez (dal 25 st Seymour), Lodi (dal 14 st Spolli), Bergessio. A disposizione: 20 Carrizo, 22 Ebaglia, 19 Ricchiuti, 32 Catellani. All. Montella. ARBITRO: Brighi di Cesena. RETI: nel primo tempo al 3 Barrientos, al 22 Pirlo, nella ripresa al 28 Chiellini, al 36 Quagliarella. N OTE: terreno in ottime condizioni grazie alle serpentine del riscaldamento. Angoli: 8-1 per la Juventus. Recupero: 0 e 5. Espulsi: Motta al 16 st per doppia ammonizione. Ammoniti: Vucinic per simulazione, Motta, Marchisio, Almiron, Legrottaglie per gioco scorretto. Spettatori 36270, incasso 1.071.378.

Primo tempo giocato benissimo, decisivo il rosso a Motta


TORINO. Ok, la Juve che ha pressato per 70 minuti e ha vinto con un punteggio che non lascia spazio a giustificazione alcuna. Ma visto che il Catania, contro i bianconeri, ha spesso rimontato, verrebbe da chiedersi che cosa sarebbe successo se Motta non fosse stato cacciato a trenta minuti dalla fine. Probabilmente nulla, perch dopo la fiammata iniziale, il Catania ha ceduto il (centro)campo agli avversari, lasciando troppo spago a Pirlo e inutili sono stati gli encomiabili, continui cambi di modulo, di uomini, ordinati dalla panchina etnea per tornare a comandare il gioco. Catania, grazie lo stesso, ma adesso pensa a Siena, Novara, Cesena, avversarie meno robuste di una pattuglia, quella bianconera, che comanda, almeno per oggi, il campionato intero. PITU MARAVIGLIA. Atterrato sullo Juve Stadium che sembra unastronave illuminata, accessoriata in ogni suo angolo, capace di ospitare 40 mila juvenauti, il Pitu Maraviglia confeziona uno dei capolavori che fanno parte di un vastissimo repertorio. Cross di Motta, dalla destra, palla sul palo pi lontano, laddove Buffon volge lo sguardo ma non arriva. La partenza piacevolmente choc del Catania, legittimata dai tiri di Izco e di Almiron nei primissimi minuti, viene concretata dalluomo pi in forma della fase di possesso. In chiave offensiva, Barrientos, al quarto gol, una splendida realt. ZONA PIRLO. La Juve si sveglia, non cera da aspettarsi un naufragio come quello dellInter con il Bologna. Borriello chiude unazione in velocit ideata con la gentile collaborazione di Padoin e Bonucci, lex, molto ex, di Belen in rovesciata sfiora il gol: palla deviata in angolo. Izco (a un metro dalla linea) su Borriello, Lodi su Barzagli, salvano due situazioni in area che sembravano destinate a ben altro destino. Il pari dei padroni di casa arriva in zona Pirlo. Fallo dal limite subto dal fuoriclasse juventino (opera di Bergessio). Punizione facile facile, dalla mattonella privata del numero 21, palla sul primo palo: gol. La barriera era piazzata male, Thomas Kosicky becca il primo gol della sua stagione senza muovere un muscolo. pi esterno, incaricato di alzare il baricentro dellazione, quando c lo spazio propizio. Marchese si accentra, Barrientos diventa esterno destro del centrocampo, Gomez affianca Bergessio in avanti. Stop ai giochi, per i primi 45 minuti. Caressa, al nostro fianco, sorseggia un the caldo con un musicone da discoteca che neanche al Papete beach. MOSSA BIAGIO. Anche nella ripresa la Juve pressa con ossessiva regolarit (Marchese salva sul tentativo di Quagliarella nellarea di porta). Montella, dunque, toglie Barrientos, rimettendo in gioco Biagianti, nella parte centrale del centrocampo, a ruota finisce la partita di Lodi. Al suo posto, ancora una volta, la difesa viene mutata con lingresso di Spolli, risparmiato inizialmente per un acciacco. Il 5-3-2 prevede il ritorno di Izco sullout di destra. SOFFERENZA. Dal 64 sofferenza, solo sofferenza, e poi rassegnazione perch Motta, gi ammonito, si fa cacciare per un fallo ingenuo su De Ceglie. Il Catania fallisce il gol del vantaggio con Almiron, smarcato dai movimenti di Gomez e il passaggio in orizzontale di Bergessio. Buffon bravo a restare in piedi fino allultimo e respingere di piede. Conte gioca la carta Vucinic per sfruttare la superiorit numerica mentre fioccano cross e tentativi da ogni parte per arrivare al 2-1. E la mossa Seymour diventa necessaria per dare robustezza alla fase di non possesso dal centrocampo in gi. Si sacrifica Gomez, sostituito, mentre Marchisio si divora un gol davanti a Kosicky, abile a tuffarsi. TESTA DI CHIELLINI. Una punizione dalla destra, tocco di Marchese con il braccio largo, pone fine allansia juventina. Cross di Pirlo, palla sul palo pi lontano, Bergessio si perde Chiellini che sbuca dalle retrovie, Kosicky in uscita non ci arriva, e il colpo di testa finisce in rete. Fine dei giochi, a 14 minuti dalla fine, con Vucinic che fallisce il tris (para Kosicky) e poi si fa ammonire per una carnascialesca simulazione. Il tris arriva, tranquilli, cari juventini, con Quagliarella che sfrutta, e sinvola, un rinvio errato di Kosicky. E stato bello sognare per un tempo abbondante (e fino al tiro di Almiron quando gi il Catania era senza un uomo) dun sabato sera che stava diventando speciale...

DECISIVA LA REGIA DI PIRLO

[FOTO GALTIERI]

PRESSING JUVE. Dal minuto 23 la partita cambia. La Juve indiavolata, Quagliarella dalla distanza scuote la traversa rossazzurra, ma un minuto dopo, lo scambio con Lodi, porta Bergessio a pareggiare i conti: incrocio da posizione defilatissima per il Toro Lavandina. Pirlo ha una dote di dieci metri almeno, quando prende palla e avanza quasi senza freni. A turno Almiron, che lo offende con un tunnel, e Lodi tentano di arginarlo. CAMBIO MODULO. Montella (33) fa i suoi conti, prende prima appunti, quindi ridisegna il Catania. Difesa a cinque, con Izco che si posizione a sinistra, come uomo

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

lo SPORT

.13

Le pagelle dei rossazzurri

di Concetto Mannisi

Almiron un gigante, Izco che lottatore

KOSICKY
Paga un tributo eccessivo allemozione. Il portiere rossazzurro non sembra impeccabile sulla traiettoria della punizione di Pirlo: non che potesse fare chiss che, ma la barriera sembra piazzata davvero male. Sul secondo gol potrebbe fare di meglio, mentre sul terzo invita con masochismo la Juve a trafiggerlo.

4,5

MOTTA
Il grande ex del match, il pi insultato dalla gente bianconera, ci mette quello che sa e quello che pu in un match subito in discesa, ma messosi per lui altrettanto rapidamente in salita per il successivo arrembare dei bianconeri. Inspiegabile come perda la testa nella ripresa, rimediando due gialli in un soffio.

LEGROTTAGLIE
Laltro ex di turno la mette subito sul piano della prestanza fisica e n Borriello n Quagliarella riescono a creargli dei problemi sotto questo punto di vista, specialmente nel primo tempo. Ogni tanto, per, perde il tempo sullavversario di turno (una volta su Borriello) e rischia di mettere in serie difficolt Kosicky.

BELLUSCI
Ripescato in extremis per un malanno dellultima ora di Spolli, risponde presente alla chiamata del tecnico Montella. Queste sono le partite che gli riescono meglio al giovane difensore: lavversario chiaramente pi forte, ma lui non persona che lo ammetterebbe mai. E perci reagisce come sa. Da combattente.

MARCHESE
Avvio non allinsegna della precisione, poi comprende che in certe occasioni il fioretto va messo da parte ed meglio giocare di sciabola. Lo fa senza crearsi eccessivi problemi. Semmai, quelli, glieli creano gli avversari, perch sugli esterni la Juve travolgente

6,5
IZCO
Il capitano sta attraversando un momento di grazia tale che quando Montella gli chiede alla mezzora del primo tempo di andare a coprire un ruolo per lui "inconcepibile", quinto di sinistra, lo fa con una concretezza invidiabile. Riportato sul suo ruolo si difende fin quando il Catania non resta in dieci per lespulsione di Motta.

LODI
Nei minuti in cui la squadra gira come un orologio svizzero lui fa la sua onestissima figura. Poi, a un certo punto del match, costretto a fare il "barricadiero" e allora anche la qualit va a farsi benedire. Per mette anche Bergessio davanti a Buffon.
6 SPOLLI.

ALMIRON
fra quelli che anche nei momenti di tempesta bianconera non perde mai la tramontana. Anzi, quando pu, con grandissima lucidit, prova a fare risalire la squadra e a farla rifiatare. Si diverte a mettere paura a Gigi Buffon sia nel primo tempo sia nella ripresa, quando pu chiudere la partita

BARRIENTOS
Il gol, anche da quella posizione, pi o meno come a Lecce, sta diventando un pezzo pregiato del suo repertorio. Certo, quando c da combattere e da ripiegare non sempre fra gli arruolati.
6 BIAGIANTI.

5,5

BERGESSIO
In avvio di partita non che si veda moltissimo: crea spazi, ma non combatte come solito fare. Cresce progressivament e e va a costruirsi, con lausilio di Lodi, la pi ghiotta occasione per il raddoppio, ma il legno gli dice di no. Perde Chiellini sul raddoppio bianconero

GOMEZ
S, vero, talvolta perde il tempo giusto per passare il pallone, ma in altre circostanze fa correre brividi di freddo lungo la schiena dei bianconeri, che proprio non sanno come fare per fermarlo
6 SEYMOUR

6,5

MONTELLA
La partenza a razzo bruciante, ma dopo il vantaggio non riesce a tenere alta la squadra, che si appiattisce su Kosicky. I cambi in mezzo al campo, anche coraggiosi, lo premiano. Fino a quando Motta non si fa espellere

Ripescato nella ripresa, il centrale argentino ci mette davvero quello che pu.

Inserito per fare il frangiflutti davanti alla difesa, costretto a giocare una partita tatticamente diversa in seguito allespulsione di Motta.

Forse sbaglia appena un pallone: dimostra, nella difficolt, che il Catania pu contare su di lui.

LE PAGELLE DEI BIANCONERI


7 BUFFON. Il portiere della Nazionale passa un
brutto quarto dora in avvio, quando deve volare per neutralizzare (o tentare di neutralizzare, nel caso di Barrientos) le continue insidie rossazzurre. Quando la serata sembra essersi messa tranquilla, viene graziato dal palo su Bergessio e poi compie il solito intervento monstre su Almiron e col Catania in dieci. 6 BARZAGLI. Inizio in sofferenza anche per lui, poi col Catania che perde quota pu tirare il fiato e proporsi, di tanto in tanto, pure in avanti. 6,5 BONUCCI. Mai uno svarione. A differenza di quel che ogni tanto gli capita. Forse poteva uscire a chiudere su Barrientos, ma da quelle parti passava anche Chiellini. 6,5 CHIELLINI. A prescindere da chi possa avere delle responsabilit sul momentaneo vantaggio rossazzurro, c il solito lottatore che non ama stare in difficolt e si batte, con le buone e con le cattive, su ogni palla che passi dalle sue parti. In pi realizza il gol del sorpasso. 5 PADOIN. Imbarazzante. Specialmente se si considera quel che realizza De Ceglie sullaltra fascia. Alla fine Conte non ne pu pi e lo caccia fuori. 6 PEPE. Non sta benissimo, ma quando si tratta di attaccare gli spazi lui c. 6 GIACCHERINI. Quello di interno, probabilmente, non il suo ruolo e, in effetti, non brilla in maniera particolare. Per il suo lo fa. 8 PIRLO. Immenso. Si prende la rivincita della gara dandata, quando era stato annullato da Delvecchio. Con una certa libert dazione (adesso sarebbe facile criticare Montella: non lo facciamo) disputa una partita eccezionale, dimostrando per quale motivo viene ancora considerato il migliore centrale dItalia. Sul primo gol Kosicky gli d una mano importante, mentre gli assist sono tutta farina del suo sacco. 6,5 MARCHISIO. Ci mette la corsa, il carattere e i mezzi tecnici. Certo, c stato un momento della stagione in cui tutto quello che toccava si trasformava in oro, per la sua importanza nello scacchiere bianconero non si pu mettere in discussione. 6 DE CEGLIE. Spinge come sa e, nei momenti in cui la Juve ha bisogno di lui, risponde presente. Determina, fra laltro, lespulsione per doppio giallo di Motta. 6 VUCINIC. Entra per dare ancora pi peso allattacco di Conte col Catania boccheggiante e, in effetti, assolve al compito. 7,5 QUAGLIARELLA. Sembra avere un conto aperto con il Catania, visto che ogni volta che lo affronta riesce a essere pericolosissimo e a fare gol. Chiaro, anche nella circostanza in cui ha segnato c stato chi riuscito a spianargli la strada, ma le statistiche parlano chiaro. 6 BORRIELLO. Ingaggia un duello personale prima con Legrottaglie e poi con larbitro. Gli va quasi sempre male, ma ogni tanto riesce anche a farsi pericoloso. 6 LICHTSTEINER. Nel finale di gara deve mantenerla posizione e nullaltro. Ci riesce perfettamente. 7 CONTE. La sua Juventus una macchina da guerra da far paura. In avvio concede un pochino, vero, ma una volta che si scuote comincia a macinare il Catania fino a quando, seppur in superiorit numerica, non ottiene quel che vuole.
C. M.

6,5
BRIGHI
Non subisce leffetto polemiche dei giorni scorsi e tiene il campo con la dovuta autorit. Forse per non vede la spinta diChiellini su Bergessio in occasione del secondo gol juventino

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

14. lo SPORT Gli allenatori. Il rossazzurro ci aveva sperato, il bianconero sorride per il pericolo scampato

Il rimpianto di Montella Peccato, finalizzato poco


GIOVANNI FINOCCHIARO
NOSTRO INVIATO

TORINO. Le prossime due partite diventano lobiettivo del Catania e di Vincenzo Montella. In salastampa, lallenatore rossazzurro rilancia: La Juventus ha cercato con veemenza questa vittoria e lha ottenuta, noi nel primo tempo avremmo potuto e dovuto finalizzare meglio le azioni che avevamo costruito con intelligenza e visione tattica oculata. Il problema della finalizzazione si ripropone anche in uno stadio in cui, per la prima volta, i bianconeri sono andati in svantaggio. Quanti rimpianti per il Catania visto fino al 21 Rimpiango le cinque occasioni create, ne abbiamo finalizzata una sola, ho rivisto lazione del palo di Bergessio, stato bravissimo Buffon a deviare sulla traversa la sua conclusione. Prima del riposo ha cambiato la fase difensiva proponendo il 3-5-2 dopo laboriosi spostamenti. In effetti ho cambiato modulo perch soffrivamo gli inserimenti centrali degli avversari. In qualche occasione ci siamo persi Giaccherini, dunque pensavo di tamponare in quella zona del campo, cercando di dare maggiore robustezza al nostro schieramento. Cambi dettati da esigenze. Pensate che, a un certo punto, avevo anche pensato di inserire un attaccante per dare velocit alle nostre azioni. Ma poi arrivata lingenua espulsione di Motta, reo di avere commesso un secondo fallo evitabilissimo. Motta sotto accusa? Ha pagato il fatto che, dopo 33 minuti, siamo passati con la difesa a cinque e lui che un terzino puro ha pagato il fatto di doversi posizionare in maniera differente rispetto al solito. Aggiungiamo che sin qui ha giocato poco, ha esordito laltro giorno contro il Genoa, ha pagato unesigenza di squa-

Noi siamo andati bene con entrambi i moduli, ma credo che il 3-5-2 sia labito migliore che cade a pennello alla squadra. Complimenti a Bonucci, il nostro difensore che sa impostare lazione, anche se gli altri suoi colleghi di reparto sono pi cattivi

Nella foto di Filippo Galtieri la punzione mezza maledetta di Andrea Pirlo che ha beffato Kosicky

Conte ammette le difficolt Non sempre possibile il 4-3-3


ANTONIO CONTE E VINCENZO MONTELLA TECNICI PI CHE EMERGENTI.
[FOTO FILIPPO GALTIERI]

Rimpiango le cinque occasioni create, ne abbiamo concretizzata una sola, ho rivisto lazione del palo di Bergessio, stato bravissimo Buffon a deviare sulla traversa la sua conclusione

dra ed stato danneggiato. Catania, oggi, si risveglier chiedendosi se quello del portiere sar un problema che si riproporr fino a fine stagione. Adesso tutti addosso a Kosicky? E stato sfortunato in occasione dei tre gol beccati, per il resto ha anche pa-

rato bene. Contro la Roma ha salvato il risultato, laltro giorno contro il Genoa stato pi che positivo. Sulla storia dei portieri siamo stati condizionati da partenze, infortuni Ho detto che, in questo ruolo, le scelte non sarebbero state definitive, perch ho in rosa Carrizo che ha esperienza. Decider con serenit. Barrientos uscito malconcio dalla partita, ma al momento della sostituzione avete avuto un civile scambio di idee. Mi ha chiesto di uscire perch aveva dolore. Ho proceduto al cambio e al momento della sua uscita dal campo mi ha detto che voleva continuare a giocare. Ora, io so che cosa ha passato Barrientos, mi sembrava giusto tirarlo via, pensando che tra qualche ora giocheremo di nuovo. Invece. Llama non convocato. Perch? Contro il Genoa ha accusato un fastidio muscolare, sar pronto per le prossime partite.

TORINO. Avevamo giocato mercoled sera a Parma e, quindi, avevamo 48 ore per recuperare e stiamo per affrontare il momento in cui giocheremo tanto, sei-sette partite in 20 giorni: serve avere tutti a disposizione, bisogna fare integrare i giocatori nuovi come Padoin o gli stessi Borriello e Quagliarella, che devono giocare e avere minuti nelle gambe, in prospettiva futura e ho avuto buone risposte. Antonio Conte commenta cos la decisione di schierare in attacco dal 1 la coppia dattacco e il neo arrivato in occasione del match di contro il Catania. Non era mai successo - dice Conte di andare sotto allo Juventus Stadium. stata la prima volta e siamo stati molto bravi, molto maturi a continuare a giocare e non perdere la testa in un momento in cui tutti aspettavano un nostro nervosismo, poca serenit, invece la squadra ha dato una buona risposta e complimenti ai ragazzi. Sul match di sabato prossimo al Meazza contro al Milan e alla dichiarazione di Pirlo che preferirebbe af-

frontare gli ex compagni di squadra con anche Ibrahimovic in campo, afferma: C una giustizia, c qualcuno che deve decidere, la decisione stata posticipata a due giorni prima dalla partita e noi confidiamo sia presa la decisioone giusta. Ibrahimovic in campo o no, questo non deve cambiare il nostro atteggiamento di andare a San Siro e giocarsi la partita, ma sar lo stesso per il Milan che vorr imporci la prima sconfitta, dice Conte. Poi, sulle effusioni un p troppo violente dopo la terza rete di Quagliarella con Storari che dalla panchina ha rifilato una testata al compagno di squadra per la gioia, sorridendo Conte commenta: Se cominciamo a farci male da soli, diventa dura. Io sono contento che ci sia questo entiuiasmo da parte di tutti: un bellissimo segnale. Il tecnico juventino fa anche i complimenti al direttore di gara: Brighi ha arbitrato in maniera impeccabile, complimenti a lui, ma anche ai miei calciatori e anche al Catania, una squadra in grandissima forma e lo ha

dimostrato allo Juventus Stadium. Sullo schema usato contro gli etnei, quindi, rivela: Noi siamo andati bene sia con il 4-3-3 che anche con il 5-3-2. Anzi, credo che a livello dellorganico sia labito che cade pi pennello a questa squadra, avendo cinque attaccanti che, tranne Vucinic, sono tutti centrali, perch quando manca proprio Vucinic o Pepec difficile adottare il 4-3-3 - speiga - poi abbiamo tre difensori centrali bravi e ora c pure Caceres e quindi, ripeto credo sia labito che cade a pennello alla Juventis per ora, com con il 4-3-3 quando ho tutti a disposizione. Conte fa i complimenti, poi, anche a Bonucci: Ha grande personalit e grande qualit, a volte si prende responsabilit e sbaglia qualcosa, ma sono io che gli chiedo di giocare cos, perch, rispetto a Barzagli e Chiellini, meno cattivo sulluomo, ma pi bravo a impostare, piu tattico: tornato il Bonucci, che si conosceva, ma ora deve rimanere sempre concentrato.
G. M.

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

lo SPORT

.15

IL PERSONAGGIO ROSSAZZURRO
GIOVANNI FINOCCHIARO
NOSTRO INVIATO

Visto da

TORINO. Sar una voce di fantasia, ma il fatto che gi circoli, vuol dire qualcosa. Vuol dire che Barrientos entrato nel mirino degli operatori di mercato. La voce che, ieri sera, confuso tra i 35 mila dello Juve Stadium, o fra i 237 tifosi del Catania che occupavano il settore ospiti (perch negli altri cerano altri sostenitori con le sciarpe del Liotru) ci fosse un emissario del Barcellona che osservava il numero 28 etneo e prendeva appunti. Fantasia, s, magari. Ma le mirabilie del Pitu hanno fatto il giro dItalia. Le tv hanno indugiato a lungo sul suo gesto tecnico, sul gol, sulle giocate, sulla personalit di questo ragazzo che cresce. E non solo soltanto i gol a testimoniarlo. C il rendimento a parlare, quasi, da solo. Barrientos, a fine partita, fa come al solito. Riga dritto e sale sul pullman. Lo aspettiamo, lo invochiamo. Serie di telefonate, a notte fonda ce lo servono su un piatto dargento i dirigenti del Catania, Pippo Franchina e Angelo Scaltriti in testa. Barrientos ha poca voglia di parlare. Dobbiamo necessariamente? chiede. Ma lei ha segnato il gol dellillusione. Un grande gol. Illusione, appunto. Non servito per vincere. Per ha dato seguito alla doppietta con il Genoa. Quello un altro discorso, ma non posso esultare. E non vorrei nemmeno parlare. Lo faccia, Barrientos, perch il Catania si anche retto sulle sue giocate. La Juve una grande squadra ma noi abbiamo giocato Una voce: in una partita pi che positiva. tribuna cera Cos cambiato, dopo luno a zero? un Loro hanno reagito, ma il Catania mai sparito dal camosservatore po. Ora, voi guardate il risuldel Barcellona tato e commenterete che i bianconeri hanno dominato. a vedere il Non cos. fantasista Siamo daccordo con lei: il Catania ha creato anche quando rimasto in dieci. Con Almiron, vero? S, ecco, mai ci siamo arresi, nonostante le difficolt. Quale insegnamento trae da questa serata? Siamo una squadra capace di lottare contro chiunque e di fare risultato ovunque. Ci

Nella foto di Filippo Galtieri, Barrientos, inseguito da De Ceglie. Il Pitu stato uno dei grandi protagonisti nella gara di ieri con la terza rete segnata in due partite

Nel 1 tempo il Catania pi bello


turno, tra le linee, costringeva Barzagli e Chiellini ad allargarsi e, di Nonostante la sconfitta, Il Catania conseguenza, la Juve andava in difha onorato il calcio e lo spettacolo ficolt se attaccata per vie centrali. Dallaltra parte della barricata i allo Juventus Stadium e si reso coprotagonista di uno dei pi bei pri- problemi arrivavano dal geniale Sumi tempi in assoluto del campiona- perPirlo, protagonista assoluto e dominatore del centro campo, su cui to 2011-2012. Sontuoso turnover per Antonio era insufficiente il pressing di Izco; Conte che spiazzava tutti rinuncian- sarebbe stato opportuno che Berdo in un colpo solo a ben cinque gessio si fosse abbassato, in non giocatori e schierando linedita cop- possesso, per impedirgli la costrupia Borriello- Quagliarella in avanti zione del gioco. I meriti del gol del pareggio di con il duplice intento di far tirare il fiato a qualcuno per il big match di Pirlo vanno divisi fifty-fifty con i sabato prossimo ma anche di dare demeriti della difesa rossazzurra che posizionava malisstimoli ad un attacco simo la barriera. piuttosto anemico. Juventus Con la sola eccezioNel secondo tempo ne di Bellusci al posto trascinata da un la spinta veemente di Spolli , non cambiadella Juve induceva Pirlo stellare va , invece, Montella Montella a far di neche riconfermava ancessit virt dei proche, nella che il tridente Barrienblemi fisici di Barrientos-Bergessio-Gomez, ripresa, ha fatto tos per far entrare inutile snaturare una la differenza. Tre Biagianti in modo da squadra che non ha nel provare a contenere gli episodi suo DNA una interprecon maggiore efficatazione esclusivamendeterminanti cia gli assalti juventite difensiva della gara per il risultato ni. Il Catania non riuma se la gioca alla pari sciva pi a salire cocon qualunque avverme nella prima parte sario, vada come vada. della gara ed era costretto ad una Al 3-5-2 dei bianconeri, Vincen- partita difensiva; in tal senso anzo opponeva un 4-3-3 che, in non dava anche la scelta conservativa possesso ,diventava un 4-5-1 ben di Montella dellingresso di Spolli compatto e serrato per poi passare, al posto di Lodi e, successivamenin corso dopera, al 3-5-2. La par- te, quella di Seymur per lo strematenza a razzo della Juve non spa- to Gomez. ventava il Catania che provava subiTre episodi hanno cambiato la to a salire e centrava lobiettivo con storia della partita: lo sciagurato Barrientos. fallo inutile di Motta che lasciava Impressionante come i rossaz- colpevolmente la squadra in dieci, zurri non buttassero mai via il pal- il gol del possibile vantaggio che lone ed uscissero sempre palla al Almiron si incredibilmente divopiede dalla propria area senza ricor- rato e, purtroppo, luscita a vuoto di rere a lanci lunghi, grazie anche al- Kosicky che, complice la marcatura la regia di Lodi da cui partiva limpo- sbagliata su Chiellini che andava stazione dellazione. preso in custodia da Spolii e non da La posizione di Barrientos e Go- Bergessio, spianava la strada verso mez molto larghi sugli esterni e, a la vittoria alla Juve.
GIANNI DI MARZIO

Barrientos in vetrina ma il Pitu si nasconde


Il gol? Ma a me interessava che il Catania vincesse
mancata la fortuna. Barrientos aveva segnato, un grande Buffon ha deviato la palla sopra la traversa, anche Almiron ha tirato bene. Il suo quarto gol stagionale merita una dedica. La ripeto, quella di prima, quella che ho rivelato dopo i due gol al Genoa. Penso a un mio amico che non c pi. Chi ? Una storia mia, non mi va di rivelare il nome. Ma ho giurato che quando ci saranno episodi positivi per me, io dedicher le mie gioie a lui. Si gioca subito, a Siena. Meno male, siamo carichi. Vorremmo scendere in campo tra unora. Il Siena una squadra alla vostra portata. Anche contro la Juve di Conte abbiamo fatto bene. Ripeto, siamo in uno stato di salute ottimo e non sar questa sconfitta a bloccare ogni pensiero positivo. Ma i toscani si possono battere? Giocando cos, sono sicuro che faremo punti anche nella prossima partita. Anche contro la Juventus abbiamo accarezzato limpresa. Lo sa, Barrientos, che adesso lei oggetto di attenzioni internazionali? Non lo so e francamente penso solo al Catania e basta. Ma giocher contro il Siena? Possiamo Perch me lo chiede?. fare bene uscito prima della fine del match, adesso la vediamo anche contro con un ginocchio fasciato. il Siena. Non Nulla di grave, ho un po di dolore, ma passer tutto in vediamo lora fretta. Quando si tratta di gio- di scendere in care, io ci sono sempre. Adescampo so s. Meno male. Pitu c e si vede. Al prossimo gol. Che sia un gol vincente. Come quelli realizzati contro Lecce e Genoa. Come luno a zero che ha fatto tremare la Juventus ancora imbattuta e, per la prima volta, costretta a una affannosa, stressante rincorsa.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

16. lo SPORT Le interviste. Il presidente etneo soddisfatto della prova della sua squadra

Pulvirenti: Per 70 alla pari Abbraccio Lo Monaco-Conte


Marchese: Avrei voluto regalare ai miei familiari un risultato diverso
CONCETTO MANNISI
NOSTRO INVIATO

TORINO. Rammarico rossazzurro. Il Catania va via da Torino con la consapevolezza di chi sa bene che avrebbe potuto realizzare unimpresa storica nello splendido stadio della Juventus (primi a battere la Madama in casa propria), ma che, invece, stato costretto a riporre nel cassetto ogni velleit di questo genere per una serie di episodi determinati pi da demeriti propri che dai meriti effettivi degli avversari. Intendiamoci, la carica rabbiosa della Juventus ha avuto il suo peso, ma senza certe ingenuit fra primo e secondo tempo, dopo il vantaggio di Barrientos, probabilmente le cose sarebbero andate o sarebbero potute andare in maniera diversa: Di sicuro - spiega il presidente Nino Pulvirenti - ci siamo complicati la vita da soli. Per, a mio parere, usciamo a testa alta dallo Juventus Stadium. Siamo andati in vantaggio con Barrientos, dopo il pareggio

Lad etneo e il tecnico della Juve hanno chiarito la polemica a distanza dei giorni scorsi
abbiamo tenuto bene, abbiamo sfiorato il raddoppio, prima con Bergessio e poi, in inferiorit numerica, anche con Almiron, su cui stato strepitoso Buffon. Insomma, i settanta minuti di altissimo livello restano e non si possono cancellare. D pi fastidio il piazzamento della barriera sul momentaneo pari di Pirlo oppure lespulsione di Motta? Sicuramente si tratta di distrazioni che si sarebbero dovute evitare. Certo, Pirlo ha appoggiato la palla in porta sulla punizione, mentre per quel che riguarda le due ammonizioni di Motta, beh, dico che ci possono stare nella foga della partita. Non dovrebbero, ma ci possono stare. Ovvio che giocare con un uomo in meno mezzora, significa dare un vantaggio troppo grande a una squadra come la Juventus. Come tornate da Torino? Sempre pi convinti che possiamo giocarcela con chiunque. Io non

so come sarebbe finita in condizioni di parit numerica questa partita, ma di sicuro so che abbiamo fatto soffrire la Juventus e che il punteggio finale punisce oltre ogni misura la nostra prestazione. Neanche il tempo di tirare il fiato e subito dovrete tornare in campo contro due dirette rivali nella corsa verso la sopravvivenza: Siena mercoled e Novara domenica. Le consideriamo sempre dirette rivali del Catania nella corsa verso la salvezza? Io sono abituato a guardare in casa nostra, non in casa daltri. Diciamo pure che a noi tocca soltanto continuare sulla strada intrapresa, che si sta rivelando quella azzeccata. Poi, alla fine, tireremo le somme, ma mi sembra che, in questo momento, il Catania sappia perfettamente dove pu arrivare e attraverso quali mezzi. Fin qui il presidente Pulvirenti, che prima che cominciasse la partita stato protagonista di una di quelle scene che, come si potrebbe dire in questi casi, fanno bene al calcio. Una situazione favorita da Montella che, da ex compagno di Nazionale di Antonio Conte, ha chiamato il tecnico bianconero e lo ha fatto incontrare con il dirigente rossazzurro. Conte ha stretto la mano a Pulvirenti e si intrattenuto a lungo col presidente, poi si abbracciato e baciato fraternamente con Pietro Lo Monaco, col quale aveva dato vita a un pepato botta e risposta in questi giorni di vigilia, legato a certe dichiarazioni sul mancato rispetto che gli arbitri avrebbero nei riguardi della Vecchia Signora. Magari, non tutti se ne saranno accorti, ma bastano momenti come questi per far comprendere che il calcio, forse, non un mondo cos marcio come qualcuno vuol farlo sembrare. Ultime battute per Giovanni Marchese, che a Torino era seguto in tribuna da alcuni familiari, che vivono proprio nel capoluogo piemontese: il fratello, la cognata, la nipotina e pure la sorella. Avrei voluto regalare loro un risultato diverso - dice con un tono di voce contrito - purtroppo, alla fine, la Juventus riuscita a mettere la partita sui binari pi favorevoli. Peccato, perch dopo il gol di Barrientos e il pareggio di Pirlo abbiamo avuto due ghiottissime occasioni per passare in vantaggio, pure in inferiorit numerica: aandata male e loro sono riusciti a dilagare. Ma il 31 risultato bugiardo.

PRIMAVERA: NIENTE PULLMANN, IL GUBBIO NON PARTE


n.c.) Salta il recupero della partita, valevole per il campionato Primavera, tra il Catania e il Gubbio. La formazione umbra non si presenta a Torre del Grifo per un problema logistico che non gli ha permesso di partire per la Sicilia. Il Gubbio non sarebbe partito perch al raduno previsto ieri alle 3.30 per lassenza del pullman che avrebbe portato i ragazzi di Pasquale Rocco a Roma. Ci sarebbe stato un disguido nella prenotazione. A questo punto la parola passa al giudice sportivo. Non configurandosi la situazione di forza maggiore, la societ rischia per la mancata presentazione la sconfitta a tavolino, la penalizzazione di un punto e la multa. La Primavera preparer ora, in attesa del verdetto, la trasferta di Napoli in programma sabato prossimo.
LABBRACCIO CHIARIFICATORE FRA CONTE E LO MONACO PRIMA DELLA PARTITA
[FOTO FILIPPO GALTIERI]

Stasera il presidente Pulvirenti a Salastampa


Grande appuntamento stasera con Salastampa la domenica sportiva dei siciliani, in onda alle 20.50 su Antenna Sicilia. Sar il presidente Nino Pulvirenti a illustrare nei dettagli il progetto per il nuovo stadio che sorger a Catania e che nei giorni scorsi stato presentato sul nostro quotidiano (Salastampa mostrer il sito dove sar costruito il Catania Stadium). Poi spazio a tutto il calcio siciliano, al rugby e al basket. Nel salotto sportivo pi ambito della Sicilia, sar Umberto Teghini a condurre le danze. Calcio giocato: in primo piano la Serie A, con Juventus-Catania (immagini salienti, analisi tecnica e tattica, pagelle e interviste), oltre agli aggiornamenti sulla partita Palermo-Lazio (dal BarPresti affronbera con Nino ter il RosoliRandazzo, in ni). Per la palstudio con lavolo, interMaud Riina e vista a Paolo padre GiovanGiribaldi, tecni Calcara); nico della Emapprofittando meg Marsala, della pausa capolista del della Prima e campionato Seconda Divi- TEGHINI E IL PRESIDENTE DEL CATANIA PULVIRENTI di Serie B1 sione, spazio alla Serie D con Adrano-Nuvla Felice, femminile. La ventiquattresima puntata stagioMessina-Serre Alburni, Palazzolo-Hinnale di Salastampa, dar come sempre terreggio e Marsala-Acireale. A Salastampa si parler del calcio ai telespettatori, la possibilit di interche conta ormai scomparso a Gela (con venire attraverso il numero di telefono Franco Gallo) e che prova a riprendere della redazione sportiva (095-253497) quota con il campionato di Promozio- o attraverso la posta elettronica (salane, dove gioca lAtletico Gela (che al stampa@antennasicilia.it). La regia curata da Natale Zennaro. Grafica di Antonio Spadaro. Direttore della fotografia, Ernesto Marino. Archivio Sebastiano Seges. Nel team di Salastampa, in postazione web, leclettico Danilo Pasqualino (da qualche settimana si unita al gruppo anche Ylenia Fanni, dellagenzia Luca Napoli Management). Salastampa sar replicata luned sulla piattaforma digitale terrestre, alle ore 15.00, sullemittente Teletna. Organizzazione della trasmissione, a cura dellUfficio Programmi e della Segreteria di redazione (Francesco Gentile e Giuseppe Quattrocchi). La pubblicit allinterno di Salastampa curata dallUfficio Sige (telefono 095-253460), diretto da Carmelo Alecci.

IL PROGRAMMA DI OGGI. La

24 giornata ricca di sfide interessanti sia per lalta classifica che per la salvezza
sorriso. Insomma, una squadra svogliata, facendogli dire che non conferma nessuno nemmeno se stesso. Siamo tutti sotto esame. Il tecnico giallorosso cerca il rendimento della squadra. Non c una lettura tattica n mentale per spiegare i nostri alti e bassi c da valutare di volta in volta la qualit delle due squadre che si affrontano. In questi due mesi abbiamo proposto sempre il nostro gioco: in alcune partite il nostro avversario ha fatto meglio, in altre abbiamo fatto meglio noi. Se si va male, arriveranno altri giocatori e un altro allenatore, questo il calcio. Dopo il putiferio scatenato dalle dichiarazioni di Antonio Conte, in merito allarbitraggio, il tecnico del Parma, Roberto Donadoni, si chiama fuori dalla polemica, cercando di concentrare tutta la propria attenzione al match contro la Roma. Sono anche un po nauseato da queste che considero solo schermaglie dialettiche. In questo senso vedo la mia squadra serena. Alle 12.30 Lecce-Siena. Alle 15 Genoa-Chievo, Novara-Atalanta tutte partite con punti in palio pesanti per la salvezza. I posticipi alle 20.45 in campo Palermo-Lazio e Udinese-Cagliari: in palio punti Champions.

Il Milan a Cesena per sfatare un tab Allegri non avr Boateng, Nesta e Pato
GIANCARLO COLOGGI

MASSIMILIANO ALLEGRI

ROMA. La 24 giornata di Serie A conferma che il clima del campionato entrato nel vivo. Polemiche tra allenatori arbitri e presunti rigori dati e non dati. Allegri e Donadoni criticano le esternazioni del tecnico bianconero Conte contro la classe arbitrale. Le squadre ora sono impegnate su pi fronti e il nervosismo appare evidente. Il duello Milan Juve in vetta alla classifica e la crisi dellInter sono il sale di questa domenica calcistica che vede ora molte squadre in lotta per un posto in Champions ed Europa League. Massimiliano Allegri ha gi dimenticato limpresa contro lArsenal e si concentra sul campionato e sulla partita di Cesena, dove i rossoneri non vincono da 22 anni. Una partita che nella mente del tecnico milanista ha lo stesso peso del-

lottavo di Champions League: Le motivazioni per la partita di oggi devono essere uguali o superiori a quelle dellArsenal. E una partita che anticipa lo scontro diretto con la Juve e non si pu sbagliare. Affrontiamo una squadra organizzata che ha Mutu e Iaquinta davanti, due giocatori esperti e a cui non bisogna lasciare spazi. Per tutti questi motivi per uscire con una vittoria dal Manuzzi dobbiamo fare una grande partita. Ho letto che sono 22 anni che non vinciamo a Cesena e dobbiamo assolutamente sfatare il tab. Preoccupa linfermeria: Nesta ha un ginocchio che fa le bizze, Pato e Boateng hanno affaticamento muscolari. Nessuna polemica con Conte: Ho grande fiducia negli arbitri, non sono condizionati e possono sbagliare. Le parole di Conte sui favoritismi arbitrali le ho ascoltate ma non mi hanno dato fastidio - ha

continuato Allegri - per me gli arbitri sono bravi, ma possono sbagliare come me e i giocatori. La concentrazione tutta sulla sfida di Cesena, una gara delicata da affrontare in emergenza dopo gli stop di Mexes e Seedorf a cui si sono aggiunti gli acciacchi di Nesta, Pato e Boateng. Nessuna indicazione per lattacco dove Maxi Lopez, Rubinho e Al Shaarawy si giocano due maglie. Infine, stuzzicato sul momento che sta vivendo lInter. Quando si attraversano momenti difficili anche difficile trovare le parole, sicuramente Ranieri ha lesperienza e la capacit per tirare fuori lInter da questo periodo negativo. Soprattutto mercoled in Champions magari pu fargli vedere le cose in modo diverso da quelle che vedono adesso. Il tecnico del Cesena, Arrigoni, vuole grande intensit ai suoi giocatori. La squadra stata ferma per 15 giorni, ma

stato importante per lavorare. Ci servono punti per salvarci - ha detto il tecnico - noi dobbiamo arrivare a 40 punti, sfruttando tutte le occasioni che ci arriveranno. La Roma affronter il Parma allOlimpico. Il tecnico giallorosso alquanto irritato con i suoi giocatori. La squadra mostra scarsa attenzione, facendo arrabbiare il tecnico anche durante lallenamento, vedendo alcuni giocatori con il

Il tecnico: 22 anni che non si vince al Manuzzi, ora di farlo. Roma-Parma, L. Enrique suona la carica

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

lo SPORT

.17

LA GRANDE MALATA. Mercoled, in Champions League, a Marsiglia prova dappello per tutta la squadra, Ranieri compreso

Potete vincere, senn mi prendono in giro? E il baby tifoso Filippo oggi va alla Pinetina
MILANO. Filippo, il piccolo tifoso interista che ha esposto un singolare cartello ormai popolarissimo, racconta la sua improvvisa popolarit e spiega i motivi di un gesto che ha sbancato i media e il web. Il bambino - sulle cui tracce si erano messi i cronisti di ogni testata - stato intercettato da Telelombardia che ha raccolto il suo racconto. Filippo ha 9 anni e frequenta la quarta elementare. Caschetto biondo, il disappunto disegnato sul volto mentre lInter perdeva contro il Bologna, le mani a sostegno del cartello dove con garbo esortava i giocatori nerazzurri cos: Potete vincere altrimenti a scuola mi prendono in giro? Grazie!. A seguire la sua firma, il tutto realizzato in caratteri alternati neri e azzurri. A dispetto dellet, Filippo ha le idee chiarissime, almeno sul calcio: Io non
JULIO CESAR, A CAPO CHINO, DOPO AVER INCASSATO IL 3 GOL DAL BOLOGNA

GiocanoOGGI
1 Divisione/girone B - recuperi (19) Piacenza-(34) Portogruato: Minelli di Varese (32) Lanciano-(23) Frosinone: De Benedictis di Bari (22) Prato-(21) Andria: Giorgetti di Cesena 2 Divisione/girone B - 29 giornata (36) Aprilia-(46) Paganese: Lanza di Nichelino (39) Arzanese-(37) Chieti: Ghersini di Genova (27) Campobasso-(13) Celano: Morreale di Roma (52) Catanzaro-(34) Aversa: Gallo di Barcellona PG (23) Ebolitana-(27) Fano: Zappatore di Taranto (42) Gavorrano-(27) Vibonese: Martinelli di Roma (27) Giulianova-(27) Milazzo: Operato di Isernia (48) L'Aquila-(18) Isola Liri: Formato di Benevento (20) Melfi-(29) Fondi: De Meo di Foggia (29) Neapolis-(58) Perugia: Roca di Foggia Serie D/girone I - 23 giornata

ore 14.30

cambio squadra, resto tifoso dellInter. Quando abbiamo vinto il triplete ero io a prendere in giro i miei amici, ora posso girare a testa alta... Spero che questo cartello esposto con il Bologna sia lultimo che mostrer. Cos, dopo che la sua foto e le sue immagini sono salite alla ribalta, ora Filippo ha anche una voce e unidentit pi definita perch condivide con gli ascoltatori le sue passioni: la prima naturalmente il calcio. Io gioco - dice fiero - e sono schierato in attacco. Domani (oggi, ndr) andr alla Pinetina a trovare i giocatori dellInter. Infatti lInter, nonostante il pessimo momento che sta attraversando, si occupata della vicenda del piccolo Filippo, toccata dalla grazia contenuta nello striscione e dallet del tifoso nerazzurro. La societ ha rintracciato la famiglia e si messa in contatto per in-

vitare immediatamente il bambino alla Pinetina. Lincontro avverr stamattina e sar loccasione per addolcire lambiente colpito dagli ultimi insoddisfacenti risultati. Filippo sar accompagnato dalla sua famiglia, composta da mamma, pap e dalle sorelle. I suoi idoli lo attenderanno e in qualche modo gli chiederanno perdono per essere stati causa involontaria di sfott scolastici. Per il ragazzino sar loccasione di riconciliarsi in modo imprevisto ed emozionante con quelli che comunque restano e rimarranno i suoi eroi. Il viatico di Filippo accompagner i nerazzurri nella loro prossima missione che deve essere necessariamente positiva: dopo la terribile sconfitta contro il Bologna, c subito la possibilit di riscatto nella partita di mercoled prossimo contro lOlympique Marsiglia (ottavi di finale di Champions League).

(35) Adrano-(30) Nuvla San Felice: Novellino di Brescia (33) Battipagliese-(32) Acri: Mantelli di Brescia (19) Cittanova I.-(21) Valle Grecanica: Rugini di Siena (30) Licata-(25) Noto: Bercigli di San Giovanni Valdarno (30) Marsala-(23) Acireale: Silvestri di Avezzano (30) Messina-(29) Serre Alburni: Castello di Chivasso (32) N. Cosenza-(23) Sambiase: Pirone di Ercolano (25) Sant'Antonio Abate-(16) Nissa: Balice di Termoli ECCELLENZA/girone A - 22 giornata (40) Akragas-(3) Palermitana: Musumeci di Catania (42) Alcamo-(36) Riviera Marmi: Mezzarobba di Conegliano (12) C.Terrasini-(19) F. Selinunte: Castorina di Acireale (42) Kamarat-(27) Valderice: Maugeri di Acireale (32) Mazara-(37) Atl. Campofranco: Azzaro di Ragusa (48) Ribera-(34) Monreale: Cal di Caltanissetta (29) Sancataldese-(21) Castellammare: Vitale di Palermo ECCELLENZA/girone B - 22 giornata (32) Acicatena-(29) Orlandina: Mazzar di Palermo (23) Comiso-(24) Modica: Pallini di Avellino (36) Due Torri-(7) Leonzio: Vecchio di Palermo (2) Enna-(57) C.Messina: Cammalleri di Palermo (57) Ragusa-(21) Atl. Catania: Lalomia di Agrigento (28) Taormina-(36) C.Vittoria: Petruzzelli di Siracusa PROMOZIONE/girone A - 22 giornata (20) C.I.Femmine-(31) Aragona: Salvo di Barcellona PG (40) Pro Favara-(34) M.F. Strasatti: Saia di Palermo (40) Raffadali-(13) C.Villabate: Ferraro di Caltanissetta (32) Salemi-(37) C.Capaci: Cumbo di Agrigento PROMOZIONE/girone B - 22 giornata (43) C.Bagheria-(21) S.C.Milazzo: Scarciotta di Caltanissetta (27) Montemaggiore-(23) Aspra: Sanzo di Agrigento (51) Nuova Igea-(20) Collesano: Monaco di Acireale (29) Rocca di Caprileone-(11) Aquila: Parrinello di Palermo (43) Tiger-(25) Torregrotta: Madonia di Palermo (14) Valle Del Mela-(17) Casteldaccia: Blanco di Acireale PROMOZIONE/girone C - 22 giornata (35) S.Gregorio-(18) R. Venerina: Spina di Palermo (22) Scommettendo-(26) Garden Sport: Gurrieri di Ragusa (42) Spar-(32) Belpasso: Frasca di Ragusa PROMOZIONE/girone D - 22 giornata

Inter, c una vera crisi didentit E Moratti non sa ancora che fare
MILANO. La mia citt, sempre a met strada tra la tragedia e la luce, scriveva il grande Jean Claude Izzo, parlando di Marsiglia, dove forse si decider il futuro in nerazzurro di Claudio Ranieri. Tre giorni per ribaltare una situazione che si messa male. La crisi dellInter palese. Il presidente Massimo Moratti lo sa e venerd - sul finire del primo tempo, con la sua squadra in svantaggio per due reti a zero, nella sfida contro il Bologna - ha lasciato lo stadio avvilito e arrabbiato, sottraendosi a telecamere e occhi indiscreti. E, il giorno dopo, lo stesso presidente interista, Massimo Moratti, resta in silenzio, nonostante lassedio dei cronisti. Riflette, il massimo responsabile della societ nerazzurra, consapevole che gli sbocchi sono pochi e le alternative al tecnico romano, Claudio Ranieri, sono quasi nulle: per rinascere bisogna stringere i denti e ritrovare uno straccio di orgoglio, con la speranza di salvare la stagione in corso. Che, tradotto in pillole, significa superare almeno il turno degli ottavi di finale di Champions League, eliminando lOlimpique Marsiglia (mercoled landata in Francia) e centrare quel terzo posto in campionato, che assicura i preliminari di Champions League della prossima stagione. In realt, sono due obiettivi possibili, ma con i tempi che corrono in casa Inter... meglio andarci cauti. LInter, per superare londa anomala che la sta investendo, deve ricompattarsi e scendere nelle trincee per respingere il fuoco nemico e contenere i danni. Fuori dalla Coppa Italia, un punto in cinque partite (ma dopo sette vittorie consecutive), una difesa che fa acqua da tutte le parti, la Champions mercoled. Contro lOlympique non si pu e non si deve scivolare in malo modo: ma, se la bandiera nerazzurra dovesse essere ammainata in terra francese, Moratti potrebbe decidere di giocare la carta della soluzione interna con Figo e Baresi. Oppure tamponare con Zenga, tanto caro alla tifoseria. Intanto, ieri stato il giorno della moral suasion con la dirigenza (Branca, Filucchi e Ausilio) ad Appiano Gentile per condurre un giro di consultazioni. Colloqui bilaterali con i singoli giocatori, poi con Ranieri. Lallenatore nerazzurro, ieri mattina, ha chiamato a rapporto i nerazzurri, chiedendo loro di reagire energicamente e di mettere da parte personalismi ed egoismi. Insomma, si cerca faticosamente di trasformare la pagina nera di venerd in una scossa positiva. Serve un po di buona sorte a Marsiglia, una citt non per turisti, sottolineava Izzo. Ma lequazione non facile, perch la squadra vista venerd a San Siro sembra a pezzi, al di l delle considerazioni tattiche. I campioni di un tempo hanno le ruote sgonfie e tutti - giovani e vecchi - vengono triturati impietosamente. Trionfano la mediocrit, la confusione, lapprossimazione. Manca tutto: le motivazioni, la voglia, la lucidit. Lorganizzazione di gioco un qualcosa di cui non si conosce il significato, spesso e volentieri - bene che vada - si punta sulla bravura, o presunta tale, del singolo per salvare la baracca. Ovvero sia quanto pi sbagliato si possa fare. La reazione dei tifosi - come ha riconosciuto Ranocchia (uno dei protagonisti negativi della partita di venerd con il Bologna: scioccante il suo errore che ha permesso a di Vaio di portare il Bologna sul due a zero) - comprensibile: il nome di Mourinho risuonato nei cori dei tifosi furibondi. Un suo ritorno altamente improbabile. Il rebus dellInter assai intricato: dopo un mercato al ribasso (pessimo Castaignos, che venerd ha sputato verso un avversario), tocca spremere quello che rimane, non molto in realt. La svolta - se arriver - sar a giugno. Solo allora potranno prendere quota ipotesi suggestive come quella di Guardiola, che esita a rinnovare con il Barcellona. Villas Boas, forse, non sarebbe un grande affare, analizzando la sua non felice esperienza al Chelsea. A fine stagione, ci potr essere una sorta di rivoluzione, con un cambio generazionale di qualit e un allenatore con un mandato a tempo indeterminato, in grado di impostare e condurre la cosiddetta rifondazione. Rifondazione che - per la sua piena riuscita - implica anche un esame di coscienza da parte della dirigenza, come chiedono tifosi e osservatori, compresi quelli che contano nella galassia nerazzurra.

Palermo dassalto stasera contro una Lazio da battaglia


NINO RANDAZZO

(41) Atl. Gela-(40) C.Rosolini: Savalla di Novara (37) Nicosia-(18) Agira: Andulajevic di Messina (25) Priolo-(27) Santa Croce: Crupi di Acireale (25) Scicli-(24) Real Niscemi: Bert di Barcellona PG (26) Troina-(42) G. Scordia: Pennino di Palermo (32) V.Ispica-(24) S.Sebastiano: Iapichino di Siracusa RECUPERI/PRIMA CATEGORIA GIRONE B (23) Sparta Pa-(13) Mondelliana: Tagliavia di Trapani RECUPERI/PRIMA CATEGORIA GIRONE H (20) At.Caltanissetta-(30) S.A.Licata: Mongiov di Agrigento RECUPERI/SECONDA CATEGORIA GIRONE C (28) Geraci-(39) Castelbuono Seconda Categoria Girone F (19) S.Alfio-(14) S.Alessio RECUPERI/SECONDA CATEGORIA GIRONE L (7) Libertas A.C.-(21) A.Mazzarinese (10) Ravanusa-(34) Macchitella (22) Sutera-(21) Naro

PALERMO. La classe di Miccoli e la potenza di Budan, uniti alla fantasia di Ilicic ed alle geometrie di Donati. E la formula scelta da Bortolo Mutti per dare scacco alla Lazio e lanciare lassalto alle posizioni che contano. Lallenatore continua a ripetere che lobiettivo una tranquilla salvezza, ma con alcune big in caduta libera, dobbligo sperare in grande. E dobbligo soprattutto questa sera (ore 20.45) perch non capiter pi di affrontare la terza forza del campionato in una situazione di grande emergenza. La Lazio che si presenter al Barbera ha il morale a pezzi per la pesante sconfitta con lAtletico Madrid in Europa League e ha linfermeria stracolma per una serie di infortuni che rischiano di compromettere la lotta alla zona Champions. E una situazione talmente anomala, che il pragmatico Edy Reja ha deciso (giocoforza) di sperimentare uninedita difesa a 3. Cerco di potenziare al massimo la zona dove siamo messi meglio, e cio lattac-

co - ha spiegato Reja - so bene che scoprendoci un po possiamo anche rischiare. Andiamo a Palermo per cercare di creare dei problemi. La soluzione a 3 in difesa probabile, cos come la soluzione Ledesma in marcatura come gi accaduto in passato. Cambi panchina e trovi un Mutti a gestire problemi diversi, problemi di abbondanza. Lallenatore del Palermo ha lasciato fuori dalla lista dei convocati Alvarez, Lores, Labrin e Milanovic e, questa sera, sar costretto a mandare in tribuna uno tra Della Rocca e Acquah. Scontato il rientro di Miccoli al fianco di Budan e il rilancio in casa di Ilicic, lunico dubbio riguarda Hernandez. La Joya rientrato (e segnato) a Cagliari dopo 3 mesi in infermeria per un grave infortunio muscolare, ma una botta ricevuta al SantElia lo mette a rischio forfait. Hernandez ha preso una botta a Cagliari che lo sta condizionando - ha spiegato Mutti - vedremo domani mattina (oggi per chi legge, ndr), ma il ragazzo a rischio anche per la panchina. Hernandez o no, lobiettivo non cambia, come ha spiegato il presidente Zamparini (da ieri in citt al fianco della squadra): il

Palermo non firma per il pareggio punta a conquistare i tre punti. Un obiettivo che sembrerebbe a portata di mano contro una squadra ai minimi termini, anche se Mutti non crede ad una Lazio in versione dimessa. terza in classifica - ha replicato lallenatore rosanero - mi aspetto una squadra forte e organizzata. Dovremo commettere meno errori possibili pensando, comunque, a giocare le nostre carte. Klose? La sua gestione difficile perch un giocatore immenso. Dovremo applicarci molto su un riferimento fondamentale per la Lazio. Occhio, quindi, a Klose ma senza perdere di vista Hernanes, sicuramente il giocatore pi in forma della Lazio. Dovr bloccarlo Donati? S, ma anche la linea difensiva: Hernanes crea molte situazioni di gioco, ha grandi capacit tecniche e tattiche. Dovremo stare molto attenti a lui, pur considerando che dobbiamo fare la nostra partita. Al Barbera questa sera arbitrer De Marco. Per la prima di tre partite in casa (nei prossimi 4 turni) con le big (le altre sono Milan e Roma) sono previsti circa 20 mila spettatori.

Sfide salvezza per San Gregorio e Amatori


Rugby. Per lEccellenza il XV di Arancio alle 14 a Nicolosi ospiter Parma; per la Serie A etnei di scena alle 14,30 al Goretti
PAOLO BOCCACCIO

CHRISTIAN RECHICHI (AMATORI CATANIA) IN AZIONE

Una domenica allinsegna del rugby al campo Monti Rossi di Nicolosi e allo stadio Goretti di Catania. Del grande rugby visto che oggi riprende il campionato dEccellenza di rugby e in campo andr a Nicolosi il San Gregorio, mentre per la Serie A al Goretti toccher allAmatori Catania deliziare gli appassionati catanesi. Il San Gregorio (via alle 14 al campo Monti Rossi di Nicolosi) per il quindici di Orazio Arancio in programma la sfida salvezza contro I Crociati Parma che occupano lultimo posto in classifica che porta in Serie A. Il quindici etneo vanta sette punti di vantaggio nei confronti dei parmensi e oggi con una vittoria potrebbe chiudere definitivamente il discorso salvezza.

Bisogner essere perfetti - spiega Orazio Arancio, tecnico del XV etneo - ed evitare gli errori commessi nelle ultime uscite. La squadra ha carattere e voglia di non arrendersi mai. Sappiamo di essere artefici del nostro destino, per questo dobbiamo essere bravi a non sperperare il vantaggio sin qui acquisito. In questi giorni ho guardato negli occhi i miei ragazzi e mi hanno trasmesso grinta e determinazione, sono convinto che lotteremo senza risparmiarci. Oggi contro Parma si assister allesordio assoluto di Jos Manuel Poloni, gi pronto a dare battaglia per la salvezza del San Gregorio: Sono arrivato a Catania spinto dalla voglia di vivere una nuova avventura in Eccellenza e perch ho creduto nella bont del progetto del San Gregorio. Ho conosciuto i miei nuovi compagni e ritengo che la salvezza alla nostra portata, il gruppo com-

petitivo e voglioso di raggiungere lobiettivo. Laltro nuovo arrivato, Joannes Van der Walt, fratello di Petrus, invece oggi partir dalla panchina. Questo il quindici titolare che scender oggi in campo alle 14 a Nicolosi contro gli emiliani: Todeschini; Montanelli, Daupi, Valcastelli, Leonardi; Pucciariello (cap.), Failla; Nordstrom, P. Van der Walt, Sala; Duca, Grimaldi; Poloni, Rampa, Suaria. A disposizione: Gentili, Lo Faro, Privitera, J. Van der Walt, Sarto, Venturi, Giobbe, Bordonaro. E oggi riprende anche la Serie A con una sfida importante per lAmatori Catania che alle 14,30 al Goretti ospiter il Badia rivale diretto nella lotta per non retrocedere. In campo anche i due nuovi arrivati dallArgentina, i giovani Augustin Grandinetti e Matias Lamboglia che hanno entu-

siasmato non poco il tecnico dei trequarti Giuseppe Costantino. Per quello che abbiamo visto negli allenamenti - spiega Costantino - sono due giovani molto dotati tecnicamente e con voglia di fare bene. Allandata i veneti si imposero per 20-7 con i catanesi autori di una prova opaca e quello di oggi per sar un Amatori che cercher la vittoria. Impresa non impossibile per i ragazzi di Vittorio che provengono da due risultati positivi dopo il pari con la Capitolina e la vittoria casalinga contro il Capoterra. Questi i convocati per la gara di oggi: Battaglia, Borina, Delfino, Dupplicato, Ferrara, Forte, Garozzo, Gorgone, Grandinetti, Grasso, Grimaldi, Lamboglia, S. Leonardi, V. Leonardi, Moncada, Montedoro, Palmieri, Rechichi, Strazzeri, Venturino,Vinti.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

18. lo SPORT Serie D. I gialloverdi dominano ma non sfondano Serie B


Serie B
RISULTATI
Albinoleffe-Pescara Ascoli-Grosseto Brescia-Modena Juve Stabia-Reggina Livorno-Bari Nocerina-Cittadella Padova-Empoli Sassuolo-Varese Verona-Gubbio Vicenza-Crotone Torino-Sampdoria La 28 giornata

Il Palazzolo sfiora limpresa lHinterreggio difende il punto


PALAZZOLO-HINTERREGGIO 0-0
PALAZZOLO: Ferla 6; Piluso 6, Mondello 6, Visone 5 (75 Figura 6), Allocca 6, Liga 6,5; Arena 6 (Aperi 6,5), Romeo 6, Panatteri 5,5, Bonarrigo 6,5, Spampinato 7. A disp. Falco, Scaravilla, Martines, Di Paola e Cristiano. All. Giuseppe Anastasi. H INTERREGGIO: Cutrupi 6; Sciarrone 5, Marguglio 6, Vicari 6, Ungaro 6, Franceschini 5; Arig 6,5 (71 Impallari 5), Laurendi 5, Trentinella 5,5, Crucitti 6 (46 Palumbo 5), Iennaco 5. A disp. Cambareri, Taverniti, Sinicropi, Crisalli e Gioia. All. Gaetano Di Maria. ARBITRO: Di Martino di Teramo (Grossi di Frosinone e Benedettino di Bologna). NOTE: splendido pomeriggio di sole, quasi primaverile. Nonostante la giornata feriale, sono stati circa 600 gli spettatori. Ammoniti Visone e Aperi del Palazzolo, Iennaco, Palumbo e Laurendi degli ospiti. Calci dangolo 13-0 (primo tempo 8-0). Recupero: 3+3.

CLASSIFICA

1-1 0-2 0-0 1-1 1-2 0-1 1-1 0-0 1-0 1-1
domani ore 20.45

Sassuolo* Verona Torino* Pescara** Padova* Varese Reggina* Bari (-2) Brescia* Sampdoria* Cittadella Grosseto Juve Stabia* Livorno Vicenza Crotone (-1) Modena*** Empoli* AlbinoLeffe* Gubbio* Ascoli (-7)* Nocerina

PROSSIMO TURNO - 03/03/2012


Varese-Vicenza Bari-Crotone Empoli-Livorno Grosseto-Torino Juve Stabia-Nocerina Modena-Cittadella Padova-Albinoleffe Pescara-Sassuolo Reggina-Ascoli
BONARRIGO SFIORA IL GOL PER IL PALAZZOLO.
[FOTO GIANNI DAGATA]

02/03 ore 20.45 ore 15.00 ore 15.00 ore 15.00 ore 15.00 ore 15.00 ore 15.00 ore 15.00 ore 15.00 ore 15.00 05/03 ore 20.45

FRANCO ANASTASI

PALAZZOLO. Grande partita del Palazzolo che avrebbe voluto festeggiare il ritorno in panchina dellallenatore Giuseppe Anastasi con una vittoria importante contro la capolista Hinterreggio. Vittoria che non arrivata, ma che la formazione gialloverde avrebbe meritato ampiamente per avere comandato il gioco per tutta la gara e anche per avere creato alcune palle-gol banalmente sciupate da Panatteri e soci. Bisogna sottolineare che ai giocatori del Palazzolo non sono mancati la grinta, la volont e limpegno, ma hanno difettato oltre il dovuto sottoporta avversaria, mancando, seppure dun soffio, qualche buona occasione. In verit dalla squadra di Gaetano Di Maria, dallalto della sua splendida classifica, che comanda ormai da un bel pezzo, sarebbe stato lecito aspettarsi molto di pi: invece i giocatori ospiti si sono limitati a difendere e a spezzare il gioco della forma-

GLI ANTICIPI DI IERI


VINCE IL TRECASTAGNI

Serie D Girone I: Palazzolo- Hinterreggio 0-0. Eccellenza Girone A: Parmonval-San Giovanni Gemini 1-1. Girone B: Real Avola-Misterbianco 1-1, Trecastagni-Aquila Caltagirone 20. Promozione Girone A: Canicatt- Ciminna 1-0, Prizzi-Campobello di Mazara 1-4, Sciacca- Borgata Terrenove 2-0, S. Arenella Palermo-Cianciana 10. Girone B: CiappazziSantAgata sospesa sull1-1, per rissa, dopo il primo tempo; Rocca di Caprileone-Aquila Bafia 2-0, Spadaforese-Mazzarr 0-3, TigerTorregrotta 3-2. Girone C: Aci SantAntonio-Villafranca 0-0, Fiumefreddese-Aci San Filippo 30, Piero Mancuso-Sportinsieme 1-1, Pistunina-Sporting Viagrande 1-0, Sporting BattiatiGravina 0-1. Girone D: Leonfortese-Or.Sa. Ragusa (sabato) 3-2, Priolo-Santa Croce 0-0, Scicli-Real Niscemi 0-0.

zione aretusea, limitandosi a restare sistematicamente e per tutta la gara dietro la linea del pallone, affidandosi a rari contropiede o aspettando la brutta giocata della difesa di casa che, per, non mai arrivata. Dopo un primo tempo letteralmente dominato, il tecnico Giuseppe Anastasi, visto che i suoi non riuscivano a sfondare, ha tentato anche la carta Figura e Aperi, giovani freschi e vogliosi di mettersi in mostra, e per poco la mossa non risultata vincente. Dalla parte opposta, anche mister Gaetano Di Maria ha inserito forze fresche in attacco facendo intendere di volere vincere la gara con gli inserimenti degli esperti Impallari e Palumbo, ma anche i nuovi entrati non si sono mai avventurati oltre la loro met campo, se non quando c stato da mettere in atto qualche sparuta ripartenza. Fin dalle prime battute della gara si messo subito in evidenza con delle belle giocate Spampinato, che alla fine risulter il migliore giocatore in campo. All8 proprio Spampinato supera Franceschini, ex giocatore di Serie A, in giornata negativa, ma il suo tiro stato sventato in angolo (13-0 il conto totale). Al 28 una punizione calciata da Bonarrigo non viene intercettata dun soffio da Panatteri. Al 30 ancora in evidenza Spampinato, che porge in area un invitante pallone a Bonarrigo il cui tiro viene respinto in corner. Al 37 avrebbe meritato migliore sorte uno show nella trequarti avversaria di Spampinato, la cui conclusione viene bloccata da Cutrupi. Al 45 ancora un errore di Franceschini che di testa sfiora lautogol sul quale rimedia sulla linea, il portiere Cutrupi. Al 5 della ripresa una delle pi delle azioni dellintera partita con Spampinato-Bonarrigo e palla nuovamente a Spampinato che dalla linea di fondo crossa per Panatteri che non trova la deviazione. Al 51 si vede la squadra ospite portare qualche seria minaccia alla porta di Ferla con Arig in due occasioni nel giro di un minuto. Il Palazzolo ci prova ancora con Bonarrigo al 53 ma al 79 che va vicinissimo al gol grazie a una manovra Bonarrigo-Spampinato il cui pericoloso tiro a rete risulta un cross che attraversa lo specchio della porta e sul quale Panatteri non arriva. All82 e all85 riprova ancora Panatteri senza fortuna, mentre Aperi, da poco entrato, con uno slalom in velocit, supera alcuni avversari ma il suo tiro risulta debole e centrale.

54 54 53 52 46 45 39 39 39 37 37 37 36 30 29 28 25 24 24 23 22 18

Sampdoria-Verona Gubbio-Brescia

Note: * una partita in meno ** due partite *** tre partite


ANSA-CENTIMETRI

Pescara e Sassuolo, solo pari


Pescara e Sassuolo non vanno oltre un pari mentre il Verona sfrutta al massimo il fattore campo e ne approfitta per raggiungere gli emiliani in vetta alla classifica a quota 54, in attesa del super posticipo in programma domani sera tra Torino e Sampdoria. La squadra di Zeman deve dividersi la posta in palio a Bergamo con lAlbinoleffe, mentre il Sassuolo non va oltre lo 0-0 casalingo con il Varese e il Padova continua a seguire i lombardi, non approfittando del turno casalingo contro lEmpoli del rientrante Aglietti in panchina (1-1, Maccarone e poi Cuffa). Ascoli e Nocerina hanno perso entrambe in casa con Grosseto e Cittadella. Il Modena bisognoso di punti ha imposto lo 0-0 al Brescia. Il Livorno cede in casa al Bari, implacabile in trasferta (ottavo successo lontano da casa sugli 11 totali), mentre Vicenza e Crotone si dividono saggiamente il punto, spostando la loro classifica reciprocamente senza farsi del male. Nel posticipo della giornata, la Juve Stabia batte 2-1 la Reggina. Mezavilla e Sau stendono la squadra di Gregucci, la rete di Freddi non serve per arrivare almeno al pareggio.

GIUSEPPE ANASTASI TORNATO SULLA PANCHINA GIALLOVERDE.

[FOTO GIANNI DAGATA]

Dueruote in edicola ad un prezzo speciale

In questo numero:
Speciale tecnica
Ducati Panigale

Sci: per SuperMax Blardone ancora un podio in gigante


BANSKO. Ormai davvero un SuperMax Blardone quello che lItalia schiera in slalom gigante. Il campione piemontese infatti arrivato eccellente secondo nel gigante di Bansko, su una pista estremamente tecnica e difficile. Per Blardone il terzo podio nelle ultime tre gare. Aveva infatti vinto a dicembre sulla Gran Risa di Alta Badia, era arrivato terzo il 4 gennaio scorso sulla leggendaria Cuonigsbaergli di Adelboden e ora - dopo una pausa di 42 giorni senza gare voluta da un calendario Fis di Cdm un p folle e per giunta con solo otto giorni di allenamento alle spalle per una doppia botta alla caviglia destra - c stato il secondo posto di Bansko sulla bella pista Banderiza, new entry nel circuito di coppa. La gara - fuori per un erroraccio lamericano Ted Ligety, che era al comando dopo la prima manche - stata vinta dallaustriaco Marcel Hirscher che ha sfruttato a piene mani la grande opportunit capitatagli dopo luscita temporanea di scena, per problemi a un menisco, del croato Ivica Kostelic, il leader della Coppa del mondo. Terzo posto per un altro austriaco, un altro Marcel, 20 anni e seconda manche da fuoriclasse: Marcel Mathis che era solo 26 dopo la prima. Hirscher nella classifica di gigante cos passato al comando con 465 punti lasciando Ligety a 384. Blardone invece terzo con 258. Inoltre Hirscher ormai a ridosso di Kostelic (1.043 punti) nella classifica generale, essendo salito a quota 1.025: nello speciale di oggi con ogni probabilit passer al comando. Blardone - che il 9 aprile prossimo, secondo calcoli accurati che lui stesso ha reso noti, diventer pap grazie alla sua compagna Simona - dopo la prima manche era settimo, a un secondo dal podio. Era, insomma, in una posizione solitamente abbastanza di retrovia in gigante. Ma era successa la stessa cosa in Alta Badia e ad Adelboden. Il piemontese, insomma, nelle ultime tre eccellenti gare ha scoperto larte difficile di attaccare alla grande nella manche decisiva passando al comando e mettendo una enorme pressione sui rivali.

Anteprima
Norton Commando 961

Prova esclusiva
Suter BMW

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

lo SPORT
SCHERMA: LA COPPA DEL MONDO SCI ALPINISMO PALLANUOTO: LA SERIE A1 MASCHILE

.19

A La Coruna Cassar ok e oggi con libleo Avola insegue il bis a squadre


assalti anche difficile, giungendo in fondo. Andrea Baldini e Giorgio AvoLa scherma italiana non conosce av- la invece non riescono ancora a sblocversari. Ieri nella prova di Coppa del carsi ed a liberarsi dalla tensione. Mi Mondo a La Coruna in Spagna, arri- auguro che dalle prossime gare anche vato il 21 successo nella carriera di loro tornino ad esprimere le grandi Andrea Cassar che continua cos la potenzialit tecniche di cui godono. E oggi si torna in pedana a La Coruserie di vittorie iniziata ai Mondiali di Catania 2011 e proseguita due setti- na per la prova a squadre che vale mane fa con la vittoria nella prima laritmetica qualificazione olimpica. Il prova stagionale a Parigi. Con questa c.t. Cerioni si affida ancora una volta al quartetto composto vittoria, Cassar raggiunda Andrea Cassar, Ange il record di vittorie in Coppa U. 20 drea Baldini, Valerio Coppa del Mondo detesuccesso Aspromonte e Giorgio nuto da Salvatore Sanzo, Avola. Primo assalto mentre ieri Valerio a Budapest programmato per le Aspromonte, argento a 9,15 contro la vincente dellacese Catania ha chiuso al 3 posto e il modicano Fichera nella del match tra Brasile ed Iran. Giorgio Avola, bronzo a Dal fioretto alla sciaCatania, ha chiuso al 17 spada. Montano bola con Aldo Montano posto, ma oggi con An5 a Padova che dopo loperazione al drea Baldini (ieri 33) la tendine peroneo della possibilit nella prova a caviglia sinistra subita squadre per questo dopo la conquista del tiquartetto di chiudere il tolo iridato ai Mondiali discorso Giochi di Londi Catania 2011, ieri a dra. Adesso lobiettivo Padova in Coppa del ci dice invece Cassar - Mondo, ha chiuso al quello di superare Sanquinto posto in classifizo. Ma non ho fretta, loca, dopo aver subto la biettivo a luglio a Lonsconfitta nel tabellone dra. Ieri Cassar in finacon Diego Occhiuzzi che le, ha sconfitto (15-10) il ha chiuso al terzo posto francese Le Pechoux. In battuto dal russo Yakisemifinale, aveva sconmenko che poi in finale fitto per 15-11 Asproha perso con il tedesco monte, che ha chiuso al LACESE MARCO FICHERA Limbach. 3 posto. Dalla sciabola alla spada e stavolta Nel turno dei 32, si era fermato Giorgio Avola, superato 15-12 dal per parlare dellennesima impresa giapponese Ota e sconfitta invece al dellacese Marco Fichera nella Coppa primo incontro di giornata per An- del Mondo Under 20. Fichera detendrea Baldini, eliminato dallisraeliano tore della Coppa Under 20 del 2011, ieri ha vinto la prova di Budapest e Hatoel (15-12). Dal gruppo mi attendo qualcosa di con questo successo rimane saldapi - spiega il c.t. azzurro Stefano Ce- mente in testa alla classifica. Ieri in firioni - escludo da questa considera- nale Fichera ha battuto laltro azzurzione Andrea Cassar e Valerio Aspro- ro Andrea Vallosio. E andata invece in male nella promonte, artefici di unottima prestazione. Entrambi infatti hanno espres- va di Coppa del Mondo Under 20 di so tutta la loro qualit schermistica. Aix En Provence in Francia, allaltro Aspromonte, dopo un inizio contrat- acese Daniele Garozzo che nel fioretto, riuscito a sbloccarsi ed a vincere to ha chiuso al 18 posto.
LORENZO MAGR

Strano Light Catania e Ortigia Siracusa costrette alla resa


STRANO LIGHT CATANIA 8 RN CAMOGLI 9
STRANO LIGHT DIVISION CATANIA: Ruffelli, B. Torrisi 2, Riccioli, Scebba, David 1, Iuppa, Nigro, Nikolic, Kacar 1, Cardinale, Castagna, Privitera 4, Parmessur. All. Dato. RN CAMOGLI: Ferrari, Morena, Presciutti 1, Luongo 2, Fondelli, Cupido, Valentino 1, Steardo 2, Sukno, Nikic, Astarita 1, Sadovyy 2, Gardella. All. Nikolic. ARBITRI: De Chiara e Pascucci. PARZIALI:1-3; 2-2; 3-3; 2-1 NOTE: sup. num. 13 (6 gol), 11 (3). Usciti per 3 fallo: Morena (Camogli) nel 3 t. e Iuppa (Strano Light) nel 4 t. Spettatori 400.

ORTIGIA SIRACUSA PRO RECCO

10 16

ETNA SUD, DA GIOVED PROSSIMO, DAR SPETTACOLO

Etna Sud, da gioved a sabato tappa di Coppa del Mondo


Sono sinora ben 116 gli atleti di nove Nazioni iscritti al 5 Trofeo Internazionale dellEtna, prova di Coppa del Mondo di sci alpinismo che si disputer da gioved a sabato sul versante Sud dellEtna. La massima competizione della specialit torna quindi sulle nevi del Vulcano dopo appena due anni. Nel 2010 infatti, lo stesso versante ospit una tappa di Coppa del Mondo. La manifestazione, organizzata dallo Sci Club Sud Est Ski Team Aetna, stata presentata venerd mattina nella sala consiliare del Comune di Nicolosi dal sindaco Nino Borz, dal presidente della Confcommercio Pietro Agen, dal presidente del Coni, Giuseppe Crisafulli e dallassessore allo Sport del Comune di Nicolosi, Giuseppe Di Mauro. Come detto gli atleti in gara saranno oltre un centinaio; nove, sinora, le Nazioni rappresentate: Italia, Spagna, Francia, Svizzera, Austria, Germania, Slovenia, Stati Uniti e Polonia. Tra i nomi di spicco anche gli italiani Manfred Reichegger, Lorenzo Holzknecht, Michele Boscacci. Larrivo degli atleti previsto per mercoled. Gioved ci sar la ricognizione del percorso e alle 18,30 la cerimonia di apertura. Venerd alle 10 si svolger la prima gara, cosiddetta vertical in quanto prevede ununica salita di circa 15 minuti. Sabato alle 9 la partenza della gara individuale che prevede quattro salite ed altrettante discese. La partenza delle due gare prevista dai Crateri Silvestri, a quota 1890. Anche questanno, quindi, il terzo consecutivo, lEtna avr una vetrina mondiale dopo la gara del 2010, il Giro dItalia dello scorso anno, e la nuova tappa (la seconda dopo quella di Andorra) di Coppa del Mondo di sci alpinismo.
A. C.

ORTIGIA SIRACUSA: Patricelli, Barranco, Pesenti 1, Zimonjic 1, Di Luciano, Napolitano, Tringali, Djogas 4 , Cotelli, Casasola 3 , Rath, Suti 1, Puglisi. All. Aldo Baio. PRO RECCO: Pastorino,La Penna 2, Figari 1, Figlioli, Giorgetti, Di Costanzo 3, Giacoppo 2,Benedek 2,Fondelli 1, Ivovic 6, Gitto, Fiorentini. All. Jonathan Del Galdo. ARBITRI:Rotondano e Zappatore. PARZIALI: 2-1, 2-4,4-4 ,2-4. N OTE: superiorit numeriche: Ortigia 4/10; Pro Recco 6/10+ 1 rigore. Espulsioni definitive: Napolitano (217" del 2 t.), Aldo Baio (354" del 3 t.).

GIRO DELLOMAN: PRIMO CENTRO PER IL MESSINESE NIBALI


Jabal Al Akhdhar. Prima vittoria stagionale per il messinese Vincenzo Nibali sulle strade del Giro dellOman. Nibali si imposto nella 5 e pi dura tappa della corsa araba, la Muscat-Jabal Al Akhdhar di 158 km con arrivo in salita dopo la scalata della Green Mountain. Alle sue spalle, distanziati di 10" e 25", lo slovacco Peter Velits, che veste la maglia di leader della classifica generale con 1" di vantaggio su Nibali, ed il feancese Sandy Casar. Oggi 6 ed ultima frazione, Al Khawd-Matrah-Corniche di 130,5 km.

La Strano Light Catania crede ancora nella salvezza e cos ieri alla piscina Nesima contro la Rari Nantes Camogli sfiora limpresa e paga solo un avvio favorevole agli avversari che col break nel primo tempo hanno capitalizzato la sfida e nel finale sono riusciti a resistere alla grande prova del sette di Peppe Dato. Una Strano Light sicuramente diversa da quella vista in azione nelle due partire perse in Coppa Italia contro Ortigia e Pro Recco e con un Alessio Privitera in grande spolvero. Il giovane attaccante etneo, 19 anni compiuti gioved scorso, stato protagonista della sfida, ma il suo poker di reti non bastato a ribaltare le sorti della sfida con lultima rete a 29" dalla fine che aveva tenuto in gara la Strano Light fino alla fine. La Rn Camogli ha fatto pesare il break iniziale con Luongo, Presciutti e Sadovyy, dopo il vantaggio iniziale di uno scatenato Privitera. Poi solo un lungo rincorrere del Catania che ci crede e questa Serie A1 vuole onorarla fino alla fine e nonostante assenze e infortuni, anche ieri il sette etneo andato in vasca senza mai mollare. Volevamo evitare gli errori fatti in Coppa Italia - ci dice Peppe Dato - e ci siamo riusciti in parte sfiorando una vittoria che poteva essere alla nostra portata.
L. MAG.

SIRACUSA. LOrtigia Siracusa ha disputato allarma bianca la sfida con il Recco con toni agonistici esasperati che poco hanno potuto con la consistenza tecnica e numerica della corazzata ligure. Gli ospiti facevano valere una panchina ricca di nazionali che Del Galdo ruotava senza soluzioni di continuit. Sin dallavvio i liguri mettevano una pesante ipoteca sullinerzia della gara malgrado le reti di Djogas e di Zimonjic tra i pi tenaci. Va segnalata la convincente prestazione di Casasola, chiamato presto a sostituire Cristian Napolitano, sanzionato da Rotondano per proteste. Gli ospiti allungavano nel 2 quarto con Fondelli, Ivovic e Giacoppo, malgrado un rigore parato da Patricelli a Figlioli. Nel 3 quarto a segno Ivovic e Giacoppo, ma la tripletta di Djogas e il gol di Suti consentono di pareggiare il parziale ma la Pro Recco nellultimo 4 mantiene a distanza lOrtigia. ORTIGIA SIRACUSA DONNE: TORNA LEONE. Intanto Gino Leone torna alla guida dellOrtigia di Serie A1 di pallanuoto donne, dopo poco pi di tre mesi di lontananza. La squadra ra stata affidata a Salvo Tranchina che aveva svolto un ottimo lavoro in questo periodo e profuso un grande impegno.
GIUSEPPE BENANTI

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

20.
Diffamazione: oscurati il sito sulla tragedia del Vajont e altri 230 innocenti. E il web si ribella

ggi
Societ

societ idee cultura spettacoli

ANNA RITA RAPETTA

a vendetta di Anonymous si abbattuta su Paniz. Gli hacktivists ieri hanno attaccato il sito del parlamentare Pdl. E se la mafia una montagna di merda, i Paniz e gli Scilipoti sono guide alpine!, si legge sul sito dellesponente Pdl. Una beffa in ri-

sposta ad un provvedimento che ha pochi precedenti in Italia. Il sito Vajont.info portale dedicato al disastro del 1963 stato oscurato in seguito ad un ordine di sequestro preventivo del gip di Belluno su denuncia dei deputati Paniz e Scilipoti, vittime, secondo i rispettivi legali, di diffamazione ad opera dei gestori del sito. Quella

che ora campeggia sul sito di Paniz una delle frasi ritenute gravemente diffamatorie dal giudice che ha ravvisato laggravante di aver commesso il fatto con un mezzo di pubblicit e contro un pubblico ufficiale. La decisione del gip ha un effetto collaterale. Secondo lavvocato Sarzana, esperto di diritto e internet, sono circa 230 i siti che sa-

ranno oscurati senza aver commesso reati (oltre 3mila secondo Webnews). Lordinanza, infatti, ha costretto il provider GoDaddy e i principali provider italiani a bloccare laccesso allindirizzo IP cui fa riferimento il dominio Vajont.info, che, per, un indirizzo IP virtuale a cui corrispondono altri domini estranei ai fatti. E il web si ribella.

CONFRONTO I perch dei bimbi Il Papa ai 22 nuovi cardinali: Sappiate chiave del futuro servire la Chiesa fino ad arrivare al martirio COI LETTORI
DOMENICO TEMPIO TOMMASO GARUFI

I L CO N CI STO RO: 213 PO RPO RATI I N VATI CAN O DA TUT TO I L M O NDO E DIETRO LE QUINTE I COMPLOT TI PER LA MORTE DI BENEDET TO XVI

LA SICILIA CHE VUOLE ESISTERE

l rinascimento scientifico degli Stati Uniti partir dai banchi delle scuole elementari. Cos Barack Obama, seguendo le indicazioni dello scienziato indiano Priya Natarajan, annuncia il suo ambizioso piano di rinascita scientifica e culturale degli States che inizier con lassunzione di centomila nuovi professori di matematica nelle scuole elementari. Volete che vostro figlio sia uno scienziato? Cominciate a prepararlo dalle elementari. Questa sembra essere lunica strada per rendere lOccidente in declino competitivo di fronte allincredibile sviluppo scientifico delle nazioni asiatiche, e devo dire che lidea sembra davvero molto seducente. Formare sin da piccoli i bambini al pensiero scientifico in un ottica di alta competitivit pu essere davvero una soluzione efficace per risollevare le sorti dellOccidente in declino. Se fossi un cittadino americano avrei una sola domanda da porre al presidente Obama: Una volta educate le nuove generazioni al pensiero scientifico in nome della competitivit globale, siamo sicuri che i nostri figli saranno in grado di immaginare un mondo diverso dal nostro, un mondo migliore?. Un pomeriggio dautunno di molti anni fa chiesi a mia madre se crescere sarebbe stato difficile. Avevo pi o meno otto anni e non riuscivo davvero ad immaginare come sarei stato da grande. Mia madre non rispose, mi diede un bacio sulla fronte e mi sorrise dolcemente. Ma da quel giorno continuai a fare domande e ad immaginare come sarebbe stato il mondo da grande. Immaginavo che sarebbe stato diverso e credevo che, attraverso tutte quelle mie domande, che agli adulti di certo potevano sembrare frutto della mia fantasia di bambino, avrei potuto immaginare un mondo nuovo. Credo sia stato cos che ho imparato a sognare il futuro e a coltivare la speranza di poter contribuire con la mia fantasia, anche se in minima a parte, alla costruzione di un mondo un po migliore. Da adulto, giusto qualche mese fa, ho riscoperto un autore che stato fondamentale per la mia infanzia e grazie a cui non ho mai smesso di fare le mie strane sul mondo: si tratta di Gianni Rodari. Mi capitato per caso tra le mani uno dei suoi libri pi belli Il libro dei perch ripubblicato da Einaudi nel 2011, dove sono raccolte le risposte alle domande che i bambini inviavano alla sua rubrica pubblicata su un quotidiano nazionale. Il maestro di Omegna si rivolge cos ad un suo piccolo lettore che gli domandava perch si danno i nomi ai fiori?. Ho rubato una rosa al padrone di casa. La primavera fa luomo ladro. Ma poi, dov il delitto? A una rosa profumata Tutti abbiamo diritto: ho pagato laffitto, ma la rosa lho rubata La morale della storia conclude Rodari non che si possono rubare i fiori: guai! E invece questa: che non si vive di solo pane, e che tutti hanno diritto di desiderare un po di felicit. Dopo avere riletto questa breve filastrocca mi chiedo a cosa serve educare i bambini alla competitivit e al pensiero scientifico, se poi non siamo in grado di ascoltare le loro domande e di sognare assieme a loro un mondo migliore. Mi viene allora il dubbio che prima di riformare la pedagogia e i programmi delle elementari sarebbe assolutamente necessario trovare un modo per imparare ad ascoltare la voce dei nostri figli e per far s che le nostre parole accompagnino le loro nel pensare un mondo nuovo, che oltre ad esigere la competitivit sugli scenari globali si chieda se possiamo ancora desiderare un po di felicit.

Benedetto XVI, e che l si sia potuto chiarire con lui. Le indiscrezioni avevano parlato anche di un ruolo anti-Bertone del cardinal Romeo. Ma Bertoiacomo e Giovanni chiedono a Ges di sedere nella sua gloria. Po- ne stato a Catania per la festa di SantAgata lo scorso 5 febbraio, e in queltete bere il calice che io bevo?, dice Ges. E i discepoli si indignano, loccasione ha incontrato Romeo. Non cera tensione tra i due, semmai inteperch non facile entrare nella logica del Vangelo. Non facile en- sa. E allora, dai corridoi del Palazzo Apostolico Vaticano dove in molti sono trare nella logica del Vangelo nemmeno per i sacerdoti, nemmeno per i 22 nuovi cardinali che Benedetto XVI ha creato ieri. E il Concistoro ordinario giunti per salutare i nuovi cardinali, trapela una ricostruzione della vicenda. pubblico che si svolto nella Basilica vaticana stato loccasione per il Pa- Da tempo, i vertici di Pechino invitano in Cina vescovi della Sicilia. L hanno pa di ribadire chiaramente che cosa significa servire la Chiesa, e per i cardi- interessi economici, ma anche culturali. Siciliano di Piazza Armerina era Pronali di sottolineare limpegno a dare testimonianza fino allo spargimento del spero Intorcetta, missionario gesuita, il primo a tradurre le opere di Confucio in latino, amatissimo dai cinesi che hanno anche ottimi rapporti con la sangue, al martirio. Ma che cosa significa essere martiri oggi? Non solo offrire fisicamente la fondazione a lui dedicata. in queste circostanze che il cardinal Romeo, arcivescovo di Palermo, savita ma rinunciare alle logirebbe stato invitato in Cina. che del mondo. Dominio e Siamo a novembre del servizio, egoismo e altrui2011. Il 6 gennaio, Benedetsmo, possesso e dono, inteto XVI annuncia il Conciresse e gratuit: queste storo. Tra le nuove berrette dice il Papa logiche rosse c John Tong Hon. profondamente contraTong ha preso il posto del stanti si confrontano in battagliero arcivescovo Joogni tempo e in ogni luogo. seph Zen alla guida della Non c alcun dubbio sulla diocesi di Hong Kong. Tong strada scelta da Ges: Egli sembra avere un profilo pi non si limita a indicarla con moderato. Nel 1985, prele parole ai discepoli di alsenzi allordinazione illelora e di oggi, ma la vive cita di Jin Luxian, vescovo nella sua stessa carne. di Shangai, costretto ad acI nuovi cardinali. Sono 22 cettarla per timore che vei nuovi cardinali creati da nisse chiuso il seminario. Benedetto XVI. In molti Ma la sua moderazione, hanno definito questo conmista a una certa fermezza, cistoro bertoniano. Ma in forse considerata dal regirealt, pi che a guardare le me cinese ancora pi pericorrenti, si deve guardare al colosa. Ci saranno difficilprofilo dei nuovi cardinali. mente passi avanti dopo Quasi tutte sono nomine di questa ordinazione, dice tabella (cio di persone un prelato. Dunque, ci sache hanno ricevuto la berrebbe la Cina dietro la difretta per lincarico che hanfusione dellipotesi di comno in Curia o per limporplotto. E il cardinal Dario tanza della diocesi che goCastrillon Hoyos un mezzo vernano), tre dei quattro per amplificare il tutto. ultraottantenni che non Daltronde, Castrillon potranno partecipare al Hoyos ancora risentito Conclave sono professori per essere stato rimosso dalla solida formazione, stidalla guida di Ecclesia Dei, matissimi da Benedetto lorganismo deputato al XVI. Che vola pi alto delle dialogo con i lefevbriani, polemiche, e spiega in detdopo laffaire Williamson, il taglio ai nuovi cardinali il vescovo cui era stata revoloro compito. Anche il Ficata la scomunica che si era glio delluomo dice il Padistinto per aver rilasciato pa non venuto a farsi pi volte dichiarazioni anservire, ma per servire e tisemite. Raccontano che dare la propria vita in ri- IN ALTO IL PAPA CON IL NEO CARDINALE RIES. QUI SOPRA, I CARDINALI ROMEO (A SIN.) E BETORI Castrillon non abbia persiscatto di molti. Queste parole illuminano con singolare intensit lodierno Concistoro pubblico. Esse no in simpatia il Papa, reo di aver avviato una operazione trasparenza ririsuonano nel profondo dellanima e rappresentano un invito e un richiamo, guardo i sacerdoti pedofili. La linea di Castrillon che un prete va sempre difeso. una consegna e un incoraggiamento. Uno scambio sereno. Si parla anche del Vatileaks, ma latmosfera partiIl concistoro. Il concistoro riguarda tutto il collegio cardinalizio, non solo i neo-cardinali. Sono arrivati in 213 da tutto il mondo. Venerd, al primo gior- colarmente rilassata. Il cardinal Bertone, segretario di Stato, non appare per no di discussione, ha aperto i lavori Timothy Dolan, arcivescovo di New York, niente in tensione, cos come gli altri prelati che si avvicendano nei saluti ai che ha sostenuto limportanza di partire da Ges per la nuova evangelizza- neoporporati. E lo scambio di opinioni dei cardinali durante il Concistoro zione. La sera di venerd, stato Benedetto XVI a concludere, proponendo an- stato sereno. Daltronde, la Chiesa spiega il neocardinale Giuseppe Betoche uno slogan per lanno della Fede: vivendo la carit nella verit. Tra i nuo- ri, arcivescovo di Firenze unesperienza varia, articolata e ci sono anvi cardinali c il vescovo cinese John Tong Hon, arcivescovo di Hong Kong. che le piccolezze, le traversie. Ma prima di tutto sottolinea una realt Tra quelli che cardinali lo sono gi, c Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo, universale. Racconta Betori: Nel collegio cardinalizio c stato uno scamcoinvolto negli scorsi giorni nellipotesi di complotto per la morte del Pa- bio franco, libero, bello, che fa giustizia a visioni troppo angolate. Visioni che pa. Unipotesi cui avrebbe dato adito lo stesso cardinal Romeo, parlando con fanno vedere solo un profilo della Chiesa, che ne ha un miliardo. E scherza poi: Cosa si sono detti i cardinali? Chi ha preso la parola? Su questo c il sedei funzionari cinesi delle condizioni di salute del Papa. La pista cinese. Pare che Romeo abbia chiesto e ottenuto un incontro con greto e almeno il primo giorno di scuola preferisco mantenerlo.
ANDREA GAGLIARDUCCI

editoriale Unisola che vuole esistere ha prodotto diverse reazioni. Ne scegliamo due di senso opposto. C chi scrive, come Roberto Vitellaro: Condivido in pieno lo scritto. E possibile mai che ogni volta che si parla di una importante infrastruttura in Sicilia, dal Nord si agiti il pericolo di infiltrazioni mafiose e questo diventa lalibi per non fare lopera e far arretrare ancora di pi la Sicilia, a scapito dei nostri figli e delle future generazioni. Purtroppo una maledizione che ci portiamo addosso. Ma non solo il Nord. Accade anche da noi. Occorre per, come abbiamo gi scritto, avere il coraggio di combattere da una parte la mafia, perch c ed sempre incombente, dallaltra far capire alla gente che qui non tutto mafia. Ci sono giovani che hanno cultura e consapevolezza per non farsi infettare dalla mala erba. Lasciando poi da parte, come diceva Sciascia, quei professionisti dellantimafia il cui solo scopo quello di distruggere invece che costruire. C chi invece garbatamente ci critica. Mi risulta - scrive il signor Carmelo Consoli - che la nostra Sicilia una delle poche regioni europee che ha cinque produzioni agricole annue. Mi sembra di capire che non si cita mai la forza produttiva dellIsola, ma si limita solo a confermare il potenziale lavoro della pubblica amministrazione e della scuola. A cosa poi servono le autostrade spesso citate? A mio avviso la nostra terra cambier solo quando tanti piccoli siciliani capiranno che lo sviluppo solo ed esclusivamente dipendente dalla grande produttivit della regione. Che la nostra regione produca nessuno lha messo in dubbio. E il contorno che va male. E se noi ci occupiamo della pubblica amministrazione perch il settore che non produce. Anzi dilapida. Sono soldi nostri. In quanto alla scuola fuori di dubbio che dovrebbe essere il futuro dei nostri giovani e, quindi, della nostra Isola. Quellinvestimento, s che produttivo, a condizione che la scuola funzioni e non faccia scappare le menti migliori. Le autostrade a cosa servono? Servono proprio per i due aspetti economici e sociali basilari per lo sviluppo della nostra terra: per quella produzione agricola citata dal nostro lettore e per quellaltra ricchezza che dovrebbe essere il turismo. Non che con questo vogliamo cementificare la Sicilia, chiediamo solo una viabilit accettabile, anche allinterno delle province, che consenta un pi veloce collegamento nellIsola. Il servizio che abbiamo pubblicato proprio ieri testimonia come difficile trasferirsi da un punto allaltro della nostra regione. Sullagricoltura e sulla produzione citata il nostro giornale ha sempre privilegiato, spesso con inchieste, questo aspetto produttivo dellIsola. Oggi ancora pi, dato che lesportazione dei nostri prodotti viene messa a rischio dagli accordi europei a favore del Marocco. Come si pu vedere siamo sempre impegnati a salvaguardare ci che di buono si produce. Una Sicilia che vuole esistere.

Old & new C economy

hiss se Joseph Alois Schumpeter, dovendo scrivere la sua Teoria dello sviluppo economico oggi anzich nel 1912 come ha fatto, userebbe ugualmente il concetto di distruzione creatrice per definire il drastico processo selettivo che caratterizza le fasi in cui il capitalismo si trasforma grazie allinnovazione lasciandosi alle spalle il ciclo recessivo per entrare in quello espansivo. Il quale sar tanto pi forte e duraturo quanto pi sar stata creativa la distruzione. Il dubbio circa la straordinaria intuizione delleconomista austriaco nasce dallosservazione del carattere a W della fase economica che viviamo, cio quando due recessioni si succedono a distanza di poco tempo, intervallate da un altrettanto breve momento di crescita.

SE ALLA SECONDA RECESSIONE SEGUIR LA STAGNAZIONE

La distruzione creatrice rischia di diventare strage degli innocenti


ENRICO CISNETTO

Questo significa che la ripresina dello scorso biennio in cui il Pil risalito complessivamente di un punto e otto decimi (+1,4% nel 2010 e +0,4% nel 2011) stata figlia pi di un rimbalzo tecnico che di spiriti creativi. Ora si tratta di vedere quanto sar lunga la seconda gamba discendente della W (dopo il -6,5% del 2008-2009 Bankitalia stima un altro punto e mezzo di perdita di Pil, ma lFmi ipotizza per il 2012 un pesante -2,2%) e di conseguenza quando avremo e come sar la seconda linea ascendente. Il timore che ne venga fuori non un dabliu, ma un segno VL, in cui alla se-

conda recessione segue una fase piatta di stagnazione. E deriva dal fatto che allorigine della ricaduta recessiva c il credit crunch che, come ha ricordato ieri al Forex il governatore di Bankitalia, Visco, nellestate scorsa ha fatto seguito alla trasformazione delle tensioni sui mercati finanziari relative ai debiti sovrani europei in crisi sistemica da alta probabilit di insolvenza. Dunque, niente di meno creativo. Perch la rarefazione del credito rischia di trasformare la sana scrematura di mercati affollati di troppe imprese malate (cio la schumpeteriana distruzione creativa) in strage degli innocenti,

cio di costringere alla chiusura anche tante aziende buone, in difficolt solo per ragioni congiunturali. Come ammettono gli stessi banchieri, anche se poi con Mussari rivendicano al sistema bancario, stretto tra le assurde pretese dellEba e la caduta dei profitti, il merito di essersi accollato molte sofferenze pur di aiutare tante ristrutturazioni industriali e salvare posti di lavoro. Visco ieri si detto convinto che le banche dimostreranno una acuita capacit selettiva. E che questo, sommato ad una politica economica finalmente volta a creare un ambiente favorevo-

le ad una crescita bilanciata e duratura, far tornare gli investimenti, unica benzina capace di far girare il motore ora ingrippato della nostra economia. Speriamo che sia davvero cos, e che per favorire tutto ci lo stesso Visco faccia le debite pressioni sullEba verso la quale ieri al Forex stato prudente nel linguaggio ma secco nella sostanza in modo da togliere alle nostre banche il basto pesante di una patrimonializzazione non necessaria e consentirle, grazie ai nuovi flussi di risorse provenienti dalla Bce, di riattivare le linee di credito bloccate. Mettendo i banchieri nella condizione di scegliere veramente il merito di credito delle imprese, aiutando solo le ristrutturazioni virtuose e puntando tutto sullinnovazione creatrice. Con la benedizione di Schumpeter. (www.enricocisnetto.it)

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

ggi

Cultura
SCAFFALE/1 SCAFFALE/2

.21

Lultimo apostolo di Roma


Rita Delcroix propone un viaggio lungo i percorsi geografici e spirituali di San Filippo Neri. Da Firenze a Roma, dallinfanzia alla maturit, nel contesto non facile della Riforma Cattolica attraversiamo, leggendo, le tappe esistenziali del suo cammino verso la santit: dal capoluogo toscano, scenario metafisico quasi un platonico regno delle Idee, da cui il giovane Filippo seppe attingere la necessaria serenit interiore che lo caratterizzer sempre, verso la capitale, che avr un giorno il merito di riconoscere in lui un apostolo di Roma. Fiorentino di nascita, romano di adozione, San Filippo Neri il santo dellallegria ma risulta personalit complessa, segnata da tensioni spirituali profonde. LOratorio il suo simbolo, la sua creazione: apertura salvifica, comprensione che accoglie, luogo di gioco e preghiera. Mentre il pontificato fuori creava scismi, smarrimenti e crude ventate di mondanit lOratorio restava trasposizione di un immutabile serenit interiore; animato da sempre nuove presenze, spesso incuriosite dallincanto emotivo delle laudi: la musica che diventa preghiera. Lanimo di San Filippo, in tempo di modelli pedagogici austeri, si rese leggero e bonario. Lautrice analizza i legami tra esistenze storiche, soppesandone il valore, nellottica delleternit. Emergono tra tutte le figure di Ignazio di Loyola, modello contrapposto di militanza cattolica, e di Savonarola, luminoso esempio di fede sempre in atto.
IRENE GIUFFRIDA

Il bandito Carmine e Serafina


Il palermitano Francesco Busalacchi, autore di raccolte poetiche e collaboratore di giornali e riviste letterarie, si cimenta col primo romanzo: Il rumore degli embrici distrutti, per Nuova Ipsa Editore. Durante le vicende storiche dello sbarco dei Mille presso Marsala, sinserisce il racconto delle traversie di unorfana: Serafina di Ges. Segnata da lancinanti disavventure personali, si lancer al seguito delle truppe di Garibaldi. La donna seguir le camice rosse fino a Gaeta, condividendone le peripezie, fino alla disfatta dei Borbone: questo sar lo spartiacque che ne segner la vita, dato che - da quel momento in poi - leroina del romanzo si legher a una banda di ribelli e disertori, con lo scopo ultimo di combattere gli invasori piemontesi, condividendone tenacemente il destino. Alla storia ufficiale degli eventi - che segnarono indelebilmente il futuro della nostra terra - si alternano passaggi romanzati, dove fanno capolino personaggi decisivi lungo il cammino della protagonista, come laffascinante figura del bandito - intellettuale Carmine. Il libro complesso ma avvincente, nel dipanare una saga tanto personale quanto legata in modo certosino - alle controversie dellUnit dItalia. Consigliato, soprattutto per lasciarsi coinvolgere dal riuscito progetto dellautore: quello di ricreare un linguaggio ottocentesco "alto" eppure denso di ricercata ironia e leggerezza.
GIUSEPPE CIOTTA

Il diavolo, certamente il nuovo libro di trentatr racconti di Andrea Camilleri scritti in un italiano medio, senza sorprese e privo di coloriture locali
SALVATORE SCALIA Andrea Camilleri e la copertina del libro di racconti Il diavolo, certamente

MTI M O R SACRO M

ndrea Camilleri, visto il successo ininterrotto dei suoi libri che sforna a getto continuo, deve avere una coscienza pacificata. Ed uno stato danimo umanamente comprensibile. Come potrebbe essere diversamente, se ogni suo sospiro, ogni sua parola sono accolti con grande favore dal pubblico? Per non dire della folla di scrittori alla Camilleri che ne imitano lo stile, pasticciando italiano e dialetto siciliano, e spacciano per originale una letteratura di seconda mano. Ricco, riverito, caposcuola suo malgrado, non si pu pretendere che lo scrittore non guardi alle cose del mondo con una certa bonomia. E per questo che, anche quando si cimenta con il tema di Satana, ci offre un diavoletto addomesticato, borghese,tutt al pi dispettoso, capace di scoperchiare le pentole e capovolgere i destini. La lingua che usa un italiano medio, senza sorprese e privo di coloriture locali. Non c un grande odore di zolfo, sebbene ci siano tantissime corna, nei racconti del Diavolo, certamente, (pp. 171, euro 10) il volume che inaugura la colla delle Libellule di Mondadori. Sono trentatr racconti, ciascuno di tre pagine: 333 non il demoniaco 666, perch - afferma Camilleri nella breve nota finale - meglio avere a che fare con un mezzo diavolo che con uno intero. Il titolo, per ammissione dello stesso scrittore, debitore del titolo italiano di un film di Robert Bresson Il diavolo probabilmente. Le somiglianze si fermano qua, perch lo scrittore il film non lha mai visto. Ma evidentemente quel titolo, cos suggestivo, gli rimasto in testa ed ha ispirato i racconti. Il diavoletto dimezzato di Camilleri non si affanna a provocare grandi tragedie, un personaggio malizioso da commedia borghese dalle porte girevoli. Si prende gioco della vita, ne tesse le trame per divertirsi a disfarle. Alimen-

Pirandelllo e Gullotta voci dell'anima


MARIA VALERIA SANFILIPPO

Non c odore di zolfo ma tante corna


ta perfidie, odi, amori. Fa s che si miri ad un bersaglio e se ne colpisca un altro. Gi nel primo racconto vengono rovesciate le intenzioni. Il caso e la mancanza dironia fanno s che un articolo, destinato a demolire un filosofo rivale, sia invece accolto come un pubblico riconoscimento e spiani al bersaglio la strada verso il premio Nobel. Il mondo di questi racconti popolato di rivalit tra colleghi dufficio, industriali pentiti che decidono di fare del bene per accaparrarsi la benevolenza del Padreterno, bimbi che con i loro semplici ragionamenti mettono in crisi la dottrina cristiana, e altri che con perfetta perfidia da adulti tendono trappole mortali alle nonne, non mancano i casi fortunosi, gli equivoci mortali e i contrattempi maligni. Ma soprattutto il diavoletto immaginato da Camilleri un perfetto mezzano, le corna che porta in testa diventano motore dei racconti. Nello scrittore siciliano di Porto Empedocle il sesso una fissazione costante, anche se trattato con leggerezza e ironia. In questo senso sinscrive nella tradizione catanese di Brancati e Patti. In questi racconti i tradimenti abbondano. Il sesso attrazione, passione, ma spesso strumento per fare carriera. Cos c lo scrittore che deve il suo piccolo successo alla moglie che simmola, o il fedifrago la cui posizione sociale dipende dalla ricchezza della moglie. Il modello duomo che riscuote la simpatia dellautore questo: E cos Dario, dopo una vita intemerata, si trova ad avere due amanti. Il libro si legge velocemente, anche per la meccanicit della trama e della scrittura. Dopo i primi racconti capisci la chiave del prodotto seriale: sai che la sorpresa arriver nelle ultime righe, e spesso riesci anche ad immaginarla in anticipo. Entri per cos dire nella testa del diavoletto, che poi quella stessa dellautore, e sai che di un tipetto del genere non c da aver timore, perch assolutamente prevedibile.

La recensione

Boss e colletti bianchi la summa di Vecchio


Sono circa 500 voci, fra vittime e carnefici. Dai boss che hanno fatto la truce storia di Cosa nostra ai colletti bianchi che si sono messi a disposizione dellorganizzazione criminale, fino ai pentiti che ne hanno rivelato struttura e atroci delitti ai magistrati. Racchiuse in oltre 330 pagine ci sono pure le biografie dei protagonisti della lotta alla mafia, i termini tecnici ovvero il gergo di Cosa nostra e le stragi che hanno segnato la storia dItalia. Il libro La mafia dalla A alla Z di Angelo Vecchio (Editoriale Novantacento), ha lambizione di costituire un compendio dei crimini pi orrendi che hanno insanguinato il Paese, degli spietati capicosca e dei gregari; e dei coraggiosi uomini dello Stato che hanno pagato con la vita limpegno contro la Piovra. E solo comprendendo a pieno il fenomeno mafioso che Cosa nostra potr essere sconfitta. Solo conoscendo lorrore passato si pu evitare un orrore futuro. Vecchio, giornalista, scrittore e attento studioso di fatti da mafia, scrive testi di impegno civile anche per il teatro.
MARIO BRUNO

iamo tutti neofiti in materia di Stefano Pirandello, figlio primogenito del grande agrigentino. Un bel vantaggio. Giacch, una volta tanto, non richiesto confrontarsi con logiche condizionanti o studi critici di scuole "lun contro laltra armate". Pirandello figlio infatti inaspettatamente balzato alla ribalta, sottratto alloblio solo qualche anno fa, grazie alla decennale opera di disseppellimento condotta da Sarah Zappulla Muscar ed Enzo Zapulla, dapprima con "Tutto il Teatro", che per la prima volta ne riun in un corpus unico (Bompiani) i testi teatrali, poi con il carteggio "Luigi e Stefano Pirandello. Nel tempo della lontananza 1919-1936" (Sciascia), infine, di recente, con il romanzo autobiografico "Timor sacro" (Bompiani). Scoperte letterarie tenute a tacere con lo pseudonimo di Stefano Landi o rimaste a poltrire in un cassetto. Larte di Stefano Pirandello al centro di copiosi progetti di vasta risonanza europea. Unitamente a quelle gi edite o in corso di stampa (in lingua francese, per LAvant Scne Thtre dition, a cura di Myriam Tanant; in lingua greca, per i tipi delle Edizioni Kastaniotis, ad opera di Anteos Chrysostomides), si aggiungono ora proposte di traduzione da diverse parti del mondo (araba, spagnola, tedesca, slava). Una seconda vita per Stefano anche grazie ad un artista della statura di Leo Gullotta. Tra i massimi interpreti pirandelliani di tutti i tempi, Gullotta traduce sulle scene l "odi et amo" consumatosi tra un figlio, in preda a un reverenziale "timor sacro", e un padre troppo ingombrante.

MASANIELLO TORNATO DI MARCO DI LELLO

Napoli e il demiurgo, metafora dItalia


SALVO SPAGANO

tagliar le cose con laccetta, e quindi con rassegnata approssimazione, le pratiche politiche possono essere distinte in due grandi famiglie: quella di chi vuol conservare lesistente, e quella di chi intende cambiare la realt. Questa seconda famiglia sempre stata segnata dalle pi grandi divisioni: convivenze instabili, separazioni, riavvicinamenti forzosi e divorzi. Certo, laccetta non rende giustizia delle sfumature, a volte dirimenti a volte pretestuose, che pure esistono e caratterizzano il pensiero di tanti, ma sufficiente a dare lidea. Chi auspica una realt diversa da quella che gli dato vivere, a sua volta, e sempre con la medesima approssimazione, pu pensare di riformare la realt -li si chiama riformisti - o di rivoluzionarla -li si chiama rivoluzionari. La distinzione non capziosa: se la realt pu essere riformata, significa che si pu indirizzarla verso forme pi desiderabili; se invece riformabile non , va rivoluzionata. Di qui nascono alcune delle lacerazioni pi profonde della sinistra italiana: c chi ammette la possibilit di cambiare il mondo in uno migliore, e chi pensa che il mondo, cos com, non pu affatto migliorare, ed occorre allora ricostruirlo da capo, su pi

solide e giuste basi. In questo quadro, Masaniello tornato, di Marco Di Lello, racconta lesperienza peculiare, ma in certo modo paradigmatica, di Napoli: una grande citt meridionale, forse la pi complessa dItalia, sospesa su di unaltalena tra la fatica del governare e una taumaturgia illusoria, tra riforme faticosamente razionali e un populismo che solo da lontano ricorda lalternativa della rivoluzione. Il riformismo di Napoli, racconta il sottotitolo, stato interrotto. Eppure la Napoli riformista di Di Lello erede di un nobilissimo e lungimirante passato, che annovera uomini dello spessore politico di Giorgio Amendola e dellattuale Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Bassolino, che di una lunga stagione, partenopea prima e campana dopo, stato protagonista, ha sempre mostrato una certa propensione al populismo, a toni da Masaniello, appunto. La sua capacit di chiamare a raccolta lorgoglio dei concittadini, di mobilitarne le passioni, evocava il fascino dei capipopolo rivoluzionari. Ha provato a correggere la rotta in corso dopera, inaugurando, negli anni, la cosiddetta politica del passo dopo passo, che per non ha condotto ad alcuna meta definita. Cos, alla prova dei fatti, la passione si rivelava pi vulnerabile della persuasione: non solo non cera traccia della mira-

bile rivoluzione che molti attendevano, ma nemmeno giunta una pragmatica, lenta ma almeno stabile opera di rimedi reali ai reali mali dei territori da lui amministrati. Complice una nutrita serie di errori (che Di Lello racconta da testimone, avendo a lungo ricoperto la carica di assessore nella giunta regionale), quellesperienza, a met tra riforma e furor di popolo, stata vittima di un logorio che non ha lasciato riforme, ma solo una fatica gi conosciuta. Una fatica gravosa per chi la riceve in eredit, quella di aver costretto Napoli e la Campania a cominciare da capo, a dover nuovamente avvertire la necessit di trovare un Masaniello, De Magistris. Ecco il paradosso: a lasciare irrisolta la questione di come cambiare il mondo, si rischia di lasciarlo immobile, cio di conservarlo. In ci, Napoli metafora dellItalia intera, che pi di una volta s lasciata incantare dal demiurgo. Chi delega, vero, risparmia fatica rispetto a chi partecipa. Pu rinunciare al controllo, al quotidiano esercizio della ragione critica. Ma rinuncia altres ad influenzare scelte che pure su di lui ricadranno. E a tale rinuncia occorre opporsi, in nome della cittadinanza e della ragione. Che cosa opporvi, se non la paziente tessitura di riforme? Se non il migliore futuro possibile, almeno uno migliore di tanti possibili altri.

I TELEGIORNALI
SICILIAIERI
ore 7

DI

ANTENNA SICILIA
TG LA SICILIA
ore 20.15

TG LA SICILIA
ore 14

TG LA SICILIA
ore 23.30

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

22. i FATTI ggi


BERLINALE

Spettacoli
LULTIMO SALUTO

Da 21 anni lItalia non vinceva il premio principale: lultimo era stato Marco Ferreri
LA DEDICA
I fratelli Paolo e Vittorio Taviani ritirano lOrso doro e lo dedicano ai detenutiattori del carcere di Rebibbia, sezione Fine pena mai: anche in cella sono e restano uomini. Soddisfazione per la Rai e per raicinema che hanno prodotto il film

Canzoni, ricordi e star per Whitney Houston Costner: Dolce miracolo


LOS ANGELES. Pi di tre ore di cerimonia, per lultimo saluto a Whitney Houston, sabato mattina nella New Hope Baptist Church di Newark, la citt dove la cantante cresciuta, nella chiesa che ha frequentato sin da bambina. Si trattato di una cerimonia privata, a cui hanno partecipato 1500 invitati, mentre un cordone di polizia ha impedito ai tanti fan e alla stampa di entrare nella chiesa dove la bara stata coperta di rose e lill. Il funerale, trasmesso in diretta da Cnn e molte reti locali, stato scandito da canzoni, cori gospel, ricordi, momenti toccanti e altri umoristici. Kevin Costner con la voce rotta dal pianto ha definito la Houston uno sweet miracle, un dolce miracolo e poi ha raccontato del film Body Guard, dei momenti delle riprese, delle insicurezze di Whitney, dalla sua paura di non essere allaltezza della situazione, non carina abbastanza, non brava abbastanza. La pi grande pop star di tutti i tempi non era sicura di essere allaltezza, ha detto lattore che ha raccontato di quando prese una pausa di vari minuti dal set e in camerino si rifece il trucco. Voleva essere al meglio, solo che indoss il trucco pesante dei concerti, che si sciolse sotto le caldissime luci del set... Whitney, se tu mi puoi sentire, non eri solo brava, eri grande... non eri solo carina, eri bellissima, come una vera donna pu essere. Lattore, con la voce rotta dallemozione ha concluso: Non preoccuparti, anche ora sarai allaltezza. Aretha Franklyn, amica di famiglia, che Whitney chiamava zia Ree, stata costretta a dare forfait alla cerimonia e in un comunicato ha fatto sapere: Con dispiacere non posso partecipare ai funerali, sono stata sveglia sino alle 4 di mattina con spasmi alle gambe. Il mio cuore con Cissy, Bobbi Kristina, Dionne (Warwick, cugina dellartista, che ha fatto da maestro della cerimonia) e il resto della famiglia. ll reverendo Jesse Jackson, Alicia Keys, Oprah Winfrey, Beyonc, Bill Cosby, Mariah Carey, Jennifer Hudson erano fra gli altri ospiti della cerimonia. Steve Wonder ha cantato un paio di canzoni. Lex marito Bobby Brown, in passato accusato di violenza domestica ai danni della cantante, ha accarezzato la bara ed andato via, con un aspetto contrariato.

Orso doro ai Taviani


Anche un detenuto resta un uomo dicono i registi Premio del pubblico a Diaz di Daniele Vicari
BERLINO. LOrso doro di questa 62 edizione del Festival di Berlino andata a Paolo e Vittorio Taviani per Cesare deve morire. Erano 21 anni che lItalia non vinceva il premio principale: era il 1991 quando Marco Ferreri vinse lOrso doro con La casa del sorriso. Questo premio ci d gioia soprattutto per chi ha lavorato con noi. Sono i detenuti di Rebibbia guidati dal regista Fabio Cavalli che li ha portati al teatro. Hanno dato se stessi per realizzare questo film ha detto Paolo Taviani. Spero che qualcuno tornando a casa pensi che anche un detenuto, su cui sovrasta una terribile pena, e resta e un uomo. E questo grazie alle parole sublimi di Shakespeare. Questa una delle frasi pi toccanti di Vittorio Taviani. Il film, ambientato nel carcere di Rebibbia, nella sezione Fine pena mai, racconta la tragedia di Shakespeare con le voci dei carceri, ognuno nel proprio dialetto. Anche dal fratello Paolo, tutto lomaggio per i carcerati: Voglio fare alcuni dei loro nomi: a loro infatti va il nostro pensiero, mentre noi siamo qui tra le luci sono nella solitudine delle loro celle. E quindi dico grazie a Cosimo, Salvatore, Giovanni, Antonio, Francesco e Fabione. Da Paolo Taviani ancora un ringraziamento alla giuria e soprattutto a Mike Leigh presdente della giuria. E poi ci fa piacere vincere in un festival come questo che non ha un indirizzo generico - ha continuato Paolo Taviani - ma un carattere molto specifico: cerca forze nuove e che si appassionano a tematiche sociali. Anche il cinema pu contribuire ad avvicinare lItalia e la Germania nellEuropa della crisi, ha poi aggiunto Paolo Taviani: E certamente un modo per costruire un ponte, sul fronte culturale. Un successo straordinario che dimostra come scegliere la qualit sia sempre linvestimento migliore: cos il presidente della Rai Paolo Garimberti commenta la vittoria dei fratelli Taviani. LOrso doro a "Cesare deve morire" continua Garimberti - il pi bel riconoscimento che potesse arrivare alla Rai attraverso RaiCinema. Unopera unica e meravigliosa per la capacit che ha in s di suscitare emozioni e riflessioni. Brava RaiCinema ma brava anche Rai. Possiamo dirlo davvero con orgoglio. LOrso dOro un premio importante perch punta una luce nuova su un tema di grande attualit come la drammatica situazione in cui si trova il nostro sistema carcerario ha dichiarato Franco Scaglia, presidente di Rai Cinema. Ancora un successo per lItalia arrivato con Diaz, Non pulire questo sangue di Daniele Vicari uno dei tre film (insieme a Parada di Srdjan Dragojevic e al brasiliano Xingu di Cao Hamburger) della sezione Panorama che ha vinto il premio del pubblico. Il film che racconta i fatti della Diaz durante il G8 di Genova una coproduzione Italia-Francia-Romania. Dice il regista: Dedico il premio al cinema italiano a cui sta tornando finalmente la forza di raccontare cosa davvero accade in questo Paese. La reazione che c stata, a fine proiezione, mi stava facendo venire un infarto per quanto era sentita. Mi sono ritrovato ad accogliere i pareri di un pubblico che veniva da ogni parte del mondo - ha continuato il regista - me ne hanno colpito due di questi pareri: quello di una ragazza tedesca che era dentro la Diaz nel 2001 che mi ha detto "Ho rivissuto lincubo fino in fondo, ora finalmente qualcuno mi creder. E poi il parere di un italiano che vive a Berlino e lavora in un negozio che mi ha raccontato che non aveva mai visto tanto orgoglio per questo film anche da parte dei suoi connazionali berlinesi. Spiega ancora Vicari: E importante aver fatto un film sui fatti del G8 di Genova perch allora ci fu una vera e propria sospensione dei diritti civili. E questo in un momento particolare in cui convogliarono a Genova ragazzi da tutto il mondo, di diversa estrazione sociale e politica, per contestare un sistema e un modo di essere.
FRANCESCO GALLO

I PREMIATI
Questi i premi principali della 62 edizione del Festival di Berlino che si chiuso stasera.
ORSO DORO PER MIGLIOR FILM.

Cesare deve morire di Paolo & Vittorio Taviani


ORSO DARGENTO GRAN PREMIO GIURIA Just The Wind di Bence

Fliegauf
ORSO DARGENTO PER MIGLIOR REGIA Christian Petzold per

Barbara
ORSO DARGENTO PER MIGLIOR ATTRICE Rachel Mwanza in

Rebelle (War Witch) di Kim Nguyen


ORSO DARGENTO PER MIGLIOR ATTORE Mikkel Boe Flsgaard in A

Royal Affair di Nikolaj Arcel


ORSO DARGENTO PER IL CONTRIBUTO ARTISTICO Lutz

Reitemeier per la fotografia di White Deer Plain di Wang Quanan


ORSO DARGENTO PER LA MIGLIOR SCENEGGIATURA Nikolaj

Arcel, Rasmus Heisterberg per A Royal Affair di Nikolaj Arcel. PREMIO ALFRED BAUER Tabu di Miguel Gomes.

SCENE DAI FUNERALI DELLA CANTANTE


Il musicista Bobby Brown al funerale dellex moglie nella New Hope Baptist Church di Newark. Un cavallo della polizia sinchina davanti al carro funebre che trasporta le spoglie della cantante quarantottenne trovata morta qualche giorno fa nel bagno del hotel in cui alloggiava a Beverly Hills

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

lo SPETTACOLO
LANTEPRIMA A PALERMO. Un giorno questo dolore ti sar utile di Faenza

.23

Precari allombra delle banche


Il regista: La confusione del giovane protagonista punto di partenza del successo
PALERMO. Roberto Faenza torna sul grande schermo da venerd prossimo con Un giorno questo dolore ti sar utile, tratto dallomonimo romanzo di formazione di Peter Cameron. Girata interamente negli Stati Uniti, la pellicola vanta la partecipazioni di attori di primo piano come i due premi Oscar Marcia Gay Harden e Ellen Burstyn, Lucy Liu e Deborah Ann Woll, e Peter Gallagher e Stephen Lang. Ad impreziosire il tutto la colonna sonora di Andrea Guerra, cantata da Elisa e laiuto della produttrice Milena Canonero, una delle costumiste pi celebri del cinema, richiesta in passato da registi del calibro di Coppola e Kubrick. Dopo i discussi Forza Italia! e Silvio Forever, il regista torinese mette dunque in scena i problemi dei giovani e del loro precario futuro. In questi anni - dichiara Faenza - il mondo si sempre pi sgretolato per via del consueto modo di fare, della crisi, delle richieste delle banche o, nel peggiore dei casi, Ieri mattina il regista sbarcato nel capoluogo siciliano.Ho scelto Palermo come una delle prime tappe per la presentazione della pellicola perch amo questa citt, sia da un punto di vista affettivo che lavorativo. Qui infatti - spiega Faenza - ho girato diversi film. Inoltre, penso che una citt da sempre martoriata da vicende politico e sociali al limite, possa apprezzare questo film e iniziare la via del riscatto. Presentato al Festival Internazionale del Film di Roma, il ritratto umoristico e appassionato della New York di oggi, raccontato attraverso gli occhi del giovane James e della sua squinternata famiglia. Inquieto adolescente in piena crisi didentit e a corto di voglia di vivere. Ragazzo consapevole di essere diverso dai suoi coetanei, e apparentemente disadattato, James fa parte di una famiglia che ha ben poco di ordinario.
ALESSANDRA GALIOTO

Toby Regbo James, giovane protagonista del film di Faenza

degli strozzini. Nel film il dolore diviene la base di una affermazione personale contro il conformismo e lo stereotipo. La confusione del protagonista il punto di partenza del successo e di una vita sui binari giusti.

WAR HORSE

PARADISO AMARO

Spielberg alla guerra tra cavalli e tramonti


Molta Hollywood per famiglie ma dei tempi andati e il professionismo di un grande come Steven Spielberg che, per, ha dato ben altro al cinema. Questo War Horse, carico di nomination, vorrebbe trascinarci dentro linfanzia che tutti ci portiamo dentro in faccia allet e aizzare le spinte romantiche che sono in noi. In apparenza racconta anche lultimo utilizzo dei cavalli come strumento di battaglia nel primo conflitto mondiale che vede lentrata in scena dei carri armati ma Spielberg, che ha deciso di dirigerlo non appena ha visto il suo adattamento teatrale al National Theatre di Londra (poi approdato a Broadway ) e che stato spinto a farlo anche dalla moglie e da una delle figlie che cavalcano appassionatamente, sapeva che tipo di film voleva fare. Leggi: sapeva che sarebbe andato a parare laddove batte sempre larancione dei grandi tramonti, la faciloneria del sentimentalismo (qui mai epico), la fanghiglia dei grandi scenari, il pronto uso di amicizia-amorepovert-riscatto e ha messo la sua grande capacit registica al servizio di tutto ci. Ma stavolta non basta.
SILVIA DI PAOLA

prime film

Padre e marito sperduto alle Hawaii mai visto un George Clooney cos
MARIA LOMBARDO

Paradiso amaro le Hawaii, non ambientazione casuale ma strutturale alla storia di un dramma familiare diretta da Alexander Payne. La dolcezza della natura smorza il dolore di Matt (George Clooney) e delle sue figlie per la morte lenta (si tratta di staccare la spina alla vita solo vegetativa della moglie vittima di un grave incidente). In realt questo elemento centrale della storia rimane sullo sfondo e il racconto si riconduce ad una tela di relazioni familiari e amicali messa alla prova davanti al dramma della morte e al rapporto fra i protagonisti e la natura incredibilmente bella dellarcipelago. Mai visto un George Clooney cos compreso del ruolo di capofamiglia, cos pronto a commuoversi, cos uomo qualunque anzicch eroe di guerre combattute nel nome della giustizia, dellinformazione,

dello spionaggio. Candidato giustamente allOscar per questa interpretazione (ben quattro le candidature del film) lattore statunitense circondato da un cast adeguato. Matt un avvocato che stato sempre distante dalla famiglia, dedito al suo lavoro. Il dramma lo riavvicina alle figlie e gli fa comprendere i propri errori verso la moglie che ha sempre trascurato, scoprendo tardivamente che lei lo tradiva. Il padre laccusa di non aver saputo far vivere alla figlia quelel emozioni di cui aveva bisogno. E cos vero che parenti e amici sono tutti provati ma alla fine forse, citando Roberto Faenza, un giorno questo dolore sar utile. Mare e verdi palmizi, tranquilli cottage e spiagge interminabili: Haway, strada per il paradiso, pezzo di paradiso in terra. Niente paura dunque di trovarsi davanti a un film triste. Non atmosfera cupa ma aperta alla positivit. Decisamente val la pena.

E ORA PARLIAMO DI KEVIN

Tilda madre algida di un figlio mostro


Ha massacrato padre, sorellina e i suoi compagni di scuola, poi si fatto arrestare e processare. Ma da minorenne e imbottito di Prozac non gli daranno che pochi anni. Quando la madre gli chiede perch, lui risponde che pensava di saperlo ma ora no, non lo sa pi. Il protagonista non lui: lincapacit di una madre e il dolore per la sua incapacit. Protagonista Eva (Tilda Swinton) che ha rinunciato a molto della sua carriera per dedicare a suo figlio i migliori anni della sua vita. Protagonista il suo interrogarsi e il suo restare attoniti davanti a ci che ha sbagliato e a un perch, alla domanda mai formulata intorno allaverlo mai amato. Ecco in salsa molto autoriale lincubo: crescere un figlio per accorgersi che forse si sbagliato tutto. Opera prima di Lynne Ramsay questo E ora parliamo di Kevin scorre tra musiche ansiogene e colori a sangue , scomoda simbolismi dogni sorta e gioca allhorror con aggressive zoomate e zigzagando tra piani temporali ma restando troppo su un unico piano emotivo. Quello algido che emana dalla mamma Tilda, lo stesso su cui la ricambia Kevin, il figlio "mostro".
S.D.P.

SEGNALAZIONI
JACK E JILL. La fisicit di Adam Sandler si fa in due. Maschio e femmina.

Il comico americano interpreta due gemelli e si abbandona al gioco molto pi quando in femminee vesti con tettone. Lo appoggia un Al Pacino demenziale. Commedia banale. ALBERT NOBBS. Uomo solo in apparenza, in realt donna che da 30 anni si finge uomo nella Dublino vittoriana: per sopravvivere ha abbandonato ogni identit. E una perfetta , a tratti inquietante Glenn Close. Rodrigo Garcia ci fa sentire il peso della prigionia. HUGO CABRET. Mlis creduto morto vende giocattoli alla stazione di Parigi ed ha la faccia severa di Ben Kingsley, un orfano (Asa Butterfield) vive tra sotterranei e orologi. La prima favola di Scorsese ci catapulta nella magia. MILLENNIUM. Energico remake americano firmato da David Fincher, dalla trilogia di Larsson, non delude a patto che rispetto al film svedese accettiate una corsa nel buio della mente tutta action e scintille. THE IRON LADY. Se cercate la signora Thatcher non la troverete. Questo firmato dalla regista di "Mamma mia" non un biopic. Per Meryl Streep giusta nomination Oscar. THE ARTIST. Muto e in bianco e nero, con regia geniale del francese Hazanavicius, ci racconta dellavvento del sonoro. Storia di uno che non si adegua, interpretato da urlo da Jean Dujardin, premiato a Cannes e in corsa per lOscar.
S.D.P.

QUESTA SETTIMANA SUL PALCO DI INSIEME... GRANDI OSPITI Presenta Salvo La Rosa
con la regia di Natale Zennaro
I DOMAN

Fe A . 20 REPLICbb F ICA . 21REPLebb

Los Locos, Village Girls, Sas Salvaggio, Petrolini Il meglio di... Insieme con Enrico Ruggeri, Viola Valentino, Enrico Guarneri Litterio, Toti e Totino, Gianni Nanfa Il meglio di... Insieme con Gigi DAlessio, Cecilia Gayle, Malika Ayane, Massimo Spata, Martufello
In onda anche sul satellite sullemittente BLU (Sky canale 940)

D MARTE

LED MERCO

Fe A . 22 REPLICbb

Consulenza casting: Tolomeo Spettacoli - tel. 0932 862322 Concessionaria pubblicit: Sige S.p.A. c.alecci@antennasicilia.it - tel. 330 368982

PRENOTA IL TUO POSTO AL TEATRO ABC DI CATANIA Tel. 095 535382 (dalle 17 alle 19)

iPad - iPhone - ANDROID


SCARICA GRATIS

Salvo La Rosa Insieme Fan club ufficiale

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

24.
RAIUNO
06.00 06.30 07.00 09.35 10.00 10.30 10.55 12.00 12.20 13.30 14.00 16.30 16.35 20.00 20.35 20.40 21.30 23.30 00.35 01.00 02.15 02.35 03.05 04.50 05.45

in tv
RAIDUE
segnaliamo
16.35 DOMENICA IN COS LA VITA SANREMO Speciale della trasmissione dedicato a Sanremo. Con i protagonisti del Festival rivivremo i momenti pi belli delle cinque serate e riascolteremo tutte le canzoni in gara. Ampio spazio a interviste esclusive, commenti in presa diretta e curiosit dal dietro le quinte del teatro Ariston 20.40 AFFARI TUOI Al via la nuova edizione di Affari Tuoi, il game show che fa sognare gli italiani mettendo in palio ogni sera fino a 500.000 euro in gettoni doro. Anche quest'anno la conduzione affidata a Max Giusti
06.00 CUORI RUBATI 06.30 RAI EDUCATIONAL LAMPI DI GENIO IN TV 07.00 CARTOON MAGIC 07.25 CURIOSO COME GEORGE 07.55 IL PICCOLO PRINCIPE 08.25 ART ATTACK 09.00 GRANI DI PEPE 09.25 VICTORIUS 10.10 RAGAZZI C' VOYAGER FAI LA TUA DOMANDA 10.50 A COME AVVENTURA 11.30 MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA 13.00 TG 2 GIORNO 13.30 TG 2 MOTORI 13.40 METEO 2 13.45 QUELLI CHE ASPETTANO 15.40 QUELLI CHE IL CALCIO Conduce Victoria Cabello 17.05 TG2 L.I.S. 17.10 RAI SPORT STADIO SPRINT 18.00 RAI SPORT 90* MINUTO A cura di Jacopo Volpi 19.35 LASKO 20.30 TG 2 21.00 N.C.I.S. 21.45 CHARLIE'S ANGELS 22.35 LA DOMENICA SPORTIVA 01.00 TG 2 01.20 PROTESTANTESIMO 01.50 METEO 2 01.55 APPUNTAMENTO AL CINEMA 02.00 L'ISOLA DEI FAMOSI 02.40 MISS CAST AWAY

RAITRE
segnaliamo
10.50 A COME AVVENTURA In questa puntata di A come Avventura andremo in Sudafrica alla scoperta dei suricati, piccoli e buffi mammiferi che popolano il deserto del Kalahari. Poi accompagneremo alcuni velisti italiani nella preparazione a una vera impresa epica: la Minitransat, la traversata in solitario dell'Oceano Atlantico. 19.35 LASKO Il piano di Ares di sferrare un attacco chimico sull'Europa sembra gi irrimediabilmente avviato, ma forse per Lasko rimane ancora una speranza...
06.00 FUORI ORARIO. COSE (MAI) VISTE 07.10 GEO & GEO 07.30 WIND AT MY BACK 08.15 DIECIMILA CAMERE DA LETTO Film 10.05 KINGDOM Telefilm 10.55 TGR ESTOVEST 11.15 TGR MEDITERRANEO 11.40 TGR REGIONEUROPA 12.00 TG3 12.25 TELECAMERE 12.55 PRIMA DELLA PRIMA 13.25 IL CAPITALE 14.00 TG REGIONE 14.15 TG3 14.30 IN 1/2 H 15.00 TG3 LIS 15.05 ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO 17.55 PER UN PUGNO DI LIBRI conduce Veronica Pivetti 18.55 METEO 3 19.00 TG3 19.30 TG REGIONE 20.00 BLOB 20.10 CHE TEMPO CHE FA 21.30 PRESA DIRETTA 23.35 TG3 23.45 TG REGIONE 23.50 LILIT IN UN MONDO MIGLIORE 00.50 TG3

LA7
segnaliamo
08.15 DIECIMILA CAMERE DA LETTO A Roma per acquistare l'ennesimo hotel, Roy Hunter, miliardario re degli alberghi, conosce Maria e la sua modesta famiglia; si innamora di lei e si sposa. 17.55 PER UN PUGNO DI LIBRI Veronica Pivetti conduce questa edizione della trasmissione dedicata ai classici della letteratura italiana ed internazionale. Protagonisti i ragazzi dell'ultimo anno delle scuole superiori, che si affrontano attraverso giochi e prove di abilit, in una lotta "senza esclusione di colpi" su di un testo classico
06.00 TG LA7 METEO OROSCOPO - TRAFFICO Informazione 06.55 MOVIE FLASH 07.00 OMNIBUS 07.30 TG LA7 10.00 FERRAGOSTO IN BIKINI 11.45 TI CI PORTO IO 13.30 TG LA7 Informazione 14.05 MAMMAMIA CHE DOMENICA 15.05 FINCH MORTE NON VI SEPARI Telefilm 16.50 MOVIE FLASH 16.55 BASKET COPPA ITALIA: FINALE 19.00 CROSSING JORDAN Telefilm 20.00 TG LA7 Informazione 20.30 IN ONDA conducono Luca Telese e Nicola Porro 21.30 LA REGINA DEI CASTELLI DI CARTA 00.35 TG LA 7 Informazione 00.45 NOVECENTO ATTO II 03.20 MOVIE FLASH 03.25 BOOKSTORE CONDUCE ALAIN ELKANN 04.00 OMNIBUS (R)

QUELLO CHE UNOMATTINA IN FAMIGLIA TG 1 EASY DRIVER LINEA VERDE ORIZZONTI A SUA IMMAGINE SANTA MESSA DALLA CHIESA SS. FAUSTINO E GIOVITA IN BIENNO RECITA DELL'ANGELUS DA PIAZZA SAN PIETRO LINEA VERDE TG1 - TG1 FOCUS DOMENICA IN L'ARENA TG 1 DOMENICA IN COS LA VITA SANREMO TG 1 RAI TG SPORT 5 MINUTI DI RECUPERO AFFARI TUOI PROVACI ANCORA PROF. 4 Un amore sbagliato SPECIALE TG1 Settimanale del TG 1 TG 1 NOTTE APPLAUSI SETTE NOTE MUSICA E MUSICHE COS LA MIA VITA... SOTTOVOCE MILLE E UNA NOTTE FICTION DA DA DA EURONEWS

segnaliamo
10.00 FERRAGOSTO IN BIKINI Da Roma la gente se ne va a Fregene per il ferragosto. Tra gli altri: il cavalier Bonaccorsi pieno di debiti con segretaria al seguito; Heinrich, ex ufficiale della Wermacht, con l'amica Ain; il gelosissimo ragionier Piccoli che spia la moglie 14.05 MAMMAMIA CHE DOMENICA Nuovo show dedicato alla vita dei genitori: difficolt e ansie affrontate con ironia e il parere degli espertI. Camila Raznovich sfata con ironia i luoghi comuni dellessere mamma

21.30 PROVACI ANCORA PROF. 4 Camilla tornata da single a Roma con la figlia Livietta: si infatti separata da Renzo che ora ha una nuova compagna spagnola chiamata Carmen

21.00 N.C.I.S. TUTTI AL BUIO La squadra sta indagando sulla morte di un Tenente avvenuta durante un tentativo di rapina. Per risolvere il caso, che ha causato anche un black out totale, il team di Gibbs deve cambiare tattica e usare risorse alternative

21.30 PRESA DIRETTA La caratterisitica principe del programma la visione di un fenomeno da svariati punti di vista cos da avere una panoramica pi ampia rispetto a quella normalmente proposta dalla televisione

21.30 LA REGINA DEI CASTELLI DI CARTA Sopravvissuti alla loro ultima avventura, Lisbeth e Zalachenko sono ricoverati nello stesso ospedale: quel che la Sezione Speciale di Analisi nasconde da oltre trenta anni rischia ora di venire a galla

CANALE5
06.00 07.55 08.00 08.50 PRIMA PAGINA TRAFFICO TG5 MATTINA LE FRONTIERE DELLO SPIRITO 10.00 GRANDE FRATELLO 10.15 IL SEGRETO DEL MIO SUCCESSO 13.00 TG5

ITALIA1
segnaliamo
10.15 IL SEGRETO DEL MIO SUCCESSO Brantley giovane, intelligente e povero. Si reca a New York dallo zio Howard, un lontano e ricco parente. Questi lo assume come fattorino. Brantley per riesce a "sdoppiarsi" e a farsi passare per un dirigente, acquistando la fiducia di tutto il personale 14.00 INGA LINDSTROM ESTATE SULL'ISOLA Katarina Fredholm parte da Stoccolma con la figlia per andare a trovare la sua anziana prozia Augusta, che vive su un'isoletta al largo della costa svedese, per risolvere una questione ereditaria
06.30 NED SCUOLA DI SOPRAVVIVENZA Telefilm 07.00 SUPER PARTES 07.40 SAMSON & NEON Cartone 07.50 BABY LOONEY TUNES Cartone 08.15 SPONGEBOB Cartone 08.40 TIN TIN Cartone 09.10 DINOSAUR KING Cartone 10.00 BEYBLADE METAL MASTER Cartone 10.25 ACTION MAN A.T.O.M. 10.55 POWER RANGERS SAMURAI 11.25 YU GI OH! 11.50 GAIKING LEGEND OF DAIKU-MARYU Cartone 12.15 MALEDETTI SCARAFAGGI Cartone 12.25 STUDIO APERTO 13.00 GUIDA AL CAMPIONATO 14.00 LA VERA STORIA DI BIANCANEVE 15.50 FREE WILLY UN AMICO DA SALVARE 18.00 LA VITA SECONDO JIM 18.30 STUDIO APERTO 19.00 LE RISERVE 21.30 CHIAMBRETTI SUNDAY SHOW 00.20 CONTROCAMPO LINEA NOTTE 01.35 POKER1MANIA 02.25 MILLIONS

RETE4
segnaliamo
15.50 FREE WILLY UN AMICO DA SALVARE Jesse, dodici anni, non va d'accordo con i genitori adottivi. Dopo una marachella, accetta di pulire la vasca di un acquario che ha sporcato e fa amicizia con Willy, un'orca che nessuno ha addestrato 19.00 LE RISERVE A Washington D.C., la squadra dei Sentinels paralizzata dallo sciopero dei giocatori, cos il presidente chiama in servizio un vecchio allenatore e lo incarica di mettere in piedi una squadra di rimpiazzi, in grado di arrivare ai play off
06.40 TG4 NIGHT NEWS 07.30 ZORRO Telefilm 08.00 ZORRO Telefilm 08.40 LE ISOLE DEL TESORO 09.10 MAGNIFICA ITALIA Documenti 10.00 S. MESSA 11.00 PIANETA MARE 11.30 TG4 TELEGIORNALE 11.55 TG4 TELEGIORNALE 12.00 MELAVERDE 13.20 PIANETA MARE 14.00 DONNAVVENTURA 15.10 AVVISO DI CHIAMATA 17.00 WALKER TEXAS RANGER: ZONA DI GUERRA 18.55 TG4 TELEGIORNALE 19.20 TG4 TELEGIORNALE 19.35 TEMPESTA D'AMORE 21.30 I MISERABILI 00.10 I BELLISSIMI DI R4 00.15 LA MALA EDUCACION 01.25 TG4 NIGHT NEWS 02.30 ZIO ADOLFO IN ARTE FUHRER 04.00 L' AFFONDAMENTO DELLA VALIANT 05.30 ZIG ZAG Quiz

segnaliamo
12.00 MELAVERDE Oggi, le telecamere di Melaverde puntano il loro obiettivo su un alimento alla base della cucina contadina di un tempo: la Farina Gialla. Per conoscere questo antico prodotto, ci trasferiremo a Storo, in Trentino Alto Adige 17.00 WALKER TEXAS RANGER: ZONA DI GUERRA Una banda di criminali svaligiano banche su banche, uccidendo chiunque gli sia d'ostaocolo. Durante una rapina uccidono un amico di Walker che ha lavorato con lui a molti casi negli anni precedenti

tv locali tvlocali
AntennaSicilia
7.00 7.30 8.00 10.00 11.00 12.40 13.20 14.00 14.40 14.45 20.15 20.45 20.55 7 DI ANTENNA BORGO ITALIA TELEVENDITE BORGO ITALIA TELEVENDITE URBAN WEEK SUPERPASS 7 DI ANTENNA PASSEGGIANDO PER... TELEVENDITE 7 DI ANTENNA TG SPORT SALASTAMPA A cura della redazione sportiva. Risultati, classifiche, immagini, interviste, approfondimenti, moviola, analisi tecnica e filo diretto con i telespettatori degli sport pi seguiti. Salastampa, domenica sportiva siciliana per eccellenza, va in onda dopo la fine degli avvenimenti e illustra tutto quello che si vuol sapere del mondo dello sport. 7 DI ANTENNA TG SPORT PASSEGGIANDO PER... MOTOCICLISMO SALASTAMPA Replica. A cura della redazione sportiva

Telecolor Italia 7
6.45 8.30 13.30 14.30 17.00 19.30 20.45 INFORMAZIONE IERI TELEVENDITE PRIMALINEA TG DIRETTA STADIO TELEVENDITE PRIMALINEA TG IL SOLE DI TUTTI - Film. Sette ragazze sono misteriosamente convocate a Roma, alla ricerca del loro vero padre per la divisione di una cospicua eredit, ma la strampalata idea di un giovanetto, il cantante Dino, per lanciare canzoni inedite del padre carabiniere. 19.30 PRIMALINEA TG 23.00 DOMENICA GOAL 24.00 LE SPIE Telefilm

Informazione
13.40 GRANDE FRATELLO 14.00 INGA LINDSTROM ESTATE SULL'ISOLA 16.05 DOMENICA 5 18.50 THE MONEY DROP 20.00 TG5

Informazione
20.40 PAPERISSIMA SPRINT 21.30 RIASSUNTO CENTOVETRINE 21.33 CENTOVETRINE 23.30 TERRA! 00.30 TG5 NOTTE 01.00 PAPERISSIMA SPRINT 01.50 LETTERS FROM A KILLER 04.00 BOSTON LEGAL 04.25 BOSTON LEGAL 05.00 GRANDE FRATELLO 05.15 TG5-NOTTE REPLICA 05.40 METEO 5 NOTTE

Video3
7.25 8.20 9.30 11.50 14.30 15.00 16.00 19.00 20.30 20.50 INFORMAZIONE IERI TEKKAMEN Cartoon TELEVENDITE LE SPIE -Telefilm PRIMALINEA TG GATCHAMAN Cartoni animati TELEVENDITE TG AUDIOLESI TEKKAMEN Cartoni animati BERSAGLIO SULLAUTOSTRADA Film 22.30 LE SPIE Telefilm 23.15 TG AUDIOLESI

21.30 CENTOVETRINE Zanasi, sempre pi sospettoso, ha rinchiuso Damiano e Cecilia nella stanza di vetro e si aspetta che loro gli dimostrino di essere davvero marito e moglie. Sebastian propone a Viola di lavorare con lui

21.30 CHIAMBRETTI SUNDAY SHOW Quinta puntata dello show di Chiambretti, un miz di spettacolo, musica, satira e confronto di opinioni. Nel cast il Mago Forest e Platinette, in due ruoli inediti, ossia quali avvocati di un processo con tanto di giuria e testimoni

21.30 I MISERABILI Dopo aver passato quasi vent'anni di lavori forzati per un reato minore, Jean Valjean viene rimesso in libert sulla parola. Inasprito dalla violenza subita in carcere Jean diventato un imbroglione costretto a vivere di espedienti

23.30 24.00 0.10 0.15 0.45

TelEtna
7.30 7 DI ANTENNA 7.55 PERLE DI NAPOLI - La piccola orchestra O sole mio (voci, chitarre, mandolini e tamorree) si esibisce in concerti legati allimmortale cultura partenopea. Il repertorio curato dal maestro Palmiero spazia dalle canzoni classiche napoletane alla musica sacra e lirica. 9.55 BORGO ITALIA 12.30 PASSEGGIANDO PER... 13.35 BORGO ITALIA 14.30 7 DI ANTENNA 14.55 IL MEGLIO DI INSIEME 17.15 SUPERPASS 19.20 PART TIME 19.40 RITMO IN TOUR 21.00 7 DI ANTENNA 21.20 TG SPORT 21.30 URBAN WEEK 22.05 SUPERPASS 24.00 7 DI ANTENNA 0.20 TG SPORT 0.25 SUPERPASS 1.20 VIDEO NATURA

tv satellite
Sport&News
14.15 WWE EXPERIENCE Sky Sport 2 14.30 SKY CALCIO POSTPARTITA Sky Sport 1 15.00 SKY IN CAMPO Sky Sport 1 15.15 WRESTLING Sky Sport 2 15.30 WELSH OPEN Eurosport 15.30 AVIVA PREMIERSHIP Sky Sport 2 17.00 SKY CALCIO SHOW Sky Sport 1 17.30 TORNEO WTA DI DOHA Eurosport 17.30 STUDIO GOLF Sky Sport 2 17.45 US PGA TOUR Sky Sport 2 19.00 WELSH OPEN Eurosport 19.00 SKY CALCIO SHOW COUNTDOWN Sky Sport 1 19.30 SERIE A REMIX EP. 24 Sky Sport 1 19.30 MOMENTI DI GOLF Sky Sport 2 20.00 WELSH OPEN Eurosport 20.00 SKY CALCIO PREPARTITA Sky Sport 1 20.00 OBIETTIVO LONDRA 2012 STUDIO Sky Sport 2 20.45 SERIE A Sky Sport 1 21.00 NBA Sky Sport 2 22.45 SKY CALCIO POSTPARTITA Sky Sport 1

TeleJonica
14.10 19.00 20.30 21.00 22.30 TG8 Informazione TG8 Informazione VIAGGIO NEI QUARTIERI SPECIALE TG8 Attualit TG8 Informazione

MATTINA
08.30 SPACE DOGS SKY CINEMA FAMILY L"impresa dei primi esseri viventi, due cagnette, a volare in orbita a bordo di un satellite. 08.40 NESSUNO MI PU GIUDICARE SKY CINEMA 1 Rimasta vedova e senza soldi, una donna prende una drastica decisione: diventare una escort. 09.30 EQUILIBRIUM SKY CINEMA MAX A Libria gli uomini vivono in pace, ma l"equilibrio stato raggiunto vietando le emozioni. 09.30 I DIMENTICATI STUDIO UNIVERSAL Un affermato regista di film brillanti decide di girare un film a sfondo sociale. Per documentarsi e rendere pi realistico possibile il nuovo lavoro si traveste da vagabondo frequentando gli emarginati. Per una serie di equivoci viene accusato di un delitto e condannato ai lavori forzati. 10.00 ROBINSON NELL'ISOLA DEI CORSARI SKY CINEMA FAMILY Una famiglia svizzera fugge dalle guerre napoleoniche approdando su unisola del Pacifico. 10.40 HOOK - CAPITAN UNCINO SKY CINEMA 1 Un uomo rievoca la sua infanzia quando Capitan Uncino gli rapisce i figli. Era lui Peter Pan. 11.15 APOCALYPSE NOW - VM 14 STUDIO UNIVERSAL A Saigon, il capitano Willard dei servizi speciali riceve l'ordine di risalire un fiume della Cambogia.

Ragazzi
16.50 PEPPA PIG II Rai YoYo 16.55 THE LOONEY TUNES SHOW Boomerang 17.00 PICCOLO GRANDE TIMMY Rai YoYo 17.05 I MAGHI DI WAVERLY Disney Channel 17.05 ADVENTURE TIME Cartoon Network 17.10 PICCOLO GRANDE TIMMY Rai YoYo 17.20 SCOOBY-DOO MYSTERY INC Boomerang 17.30 LO STRAORDINARIO MONDO DI GUMBALL Cartoon Network 17.30 MELEVISIONE II Rai YoYo 17.35 I MAGHI DI WAVERLY Disney Channel 17.45 TOM & JERRY TALES Boomerang 17.50 CAPITAN KUK Rai YoYo 17.55 LEONE IL CANE FIFONE Cartoon Network 18.00 I MAGHI DI WAVERLY Disney Channel 18.00 POCOYO Rai YoYo 18.10 BEETHOVEN Boomerang 18.15 EVVIVA SANDRINO Rai YoYo

TSCRete8
14.35 15.30 19.55 22.30 22.45 23.00 TG8 Informazione TG8 SALUTE TG8 Informazione PUNTO DINCONTRO VIAGGIO NEI QUARTIERI TG8 Informazione

POMERIGGIO
14.55 LA VOLPE E LA BAMBINA SKY CINEMA FAMILY Una bambina si imbatte in una volpe. Entusiasta della bellezza dellanimale passer nel bosco tutto il suo tempo libero. 15.05 MIA MOGLIE PER FINTA SKY CINEMA 1 Un chirurgo plastico finge di essere in crisi coniugale per sedurre le donne. 15.15 L'UOMO OMBRA SKY CINEMA MAX Un miliardario dotato di poteri magici combatte contro il discendente di Gengis Khan. 16.20 HOLLYWOOD COLLECTION -STEVE MCQUEEN STUDIO UNIVERSAL Una serie di splendide biografie di alcuni tra i pi famosi attori/attrici che hanno caratterizzato il cinema hollywoodiano classico narrate da voci illustri. 16.35 P3K PINOCCHIO 3000 SKY CINEMA FAMILY Geppetto, genio della robotica, crea Pinocchio, un prototipo di robot che vive come un bambino. 16.50 LA RIVINCITA DELLE BIONDE STUDIO UNIVERSAL Eletta miss giugno nel calendario del suo campus, la bionda Elle Woods viene improvvisamente lasciata dal suo fidanzato Warner che sta per trasferirsi ad Harvard. 17.05 WALL STREET IL DENARO NON DORME MAI SKY CINEMA 1 Un giovane agente di Wall Street si lascia irretire da un vecchio asso della finanza. 17.10 THE HOLE SKY CINEMA MAX Due fratelli esplorano una cavit scoperta nella loro cantina: un mondo da brivido li attende. 18.05 GARFIELD - IL FILM SKY CINEMA FAMILY L"arrivo di un cane iperattivo e festoso sconvolge l"esistenza di un gatto pigrissimo. 18.30 C' POST@ PER TE STUDIO UNIVERSAL Una coppia rivale nel lavoro si conosce da tempo (senza saperlo) e va d'accordissimo solo via web sotto pseudonimo. 18.45 THE INTERPRETER SKY CINEMA MAX Uninterprete allONU scopre per caso il piano per assassinare un capo di stato africano.

Cinema

la radio
06.00 GR 1 06.05 CORRIERE DIPLOMATICO. FATTI, PERSONAGGI E RETROSCENA DELL'ATTUALITA' INTERNAZIONALE 06.15 PIANETA DIMENTICATO 06.25 AREA DI SERVIZIO 06.35 EST OVEST 07.00 GR 1 07.15 VOCI DAL MONDO SETTIMANALE DI ATTUALITA' INTERNAZIONALE 07.35 CULTO EVANGELICO 08.00 GR 1 08.30 RADIO1 SPORT 08.35 IL VIAGGIATORE 09.00 GR 1 09.30 SANTA MESSA 10.30 GR 1 TITOLI 10.35 LA BELLEZZA CONTRO LE MAFIE 11.00 GR 1 11.05 OGGI DUEMILA: LA BIBBIA 11.55 ANGELUS 12.15 GR REGIONE 12.30 ANTEPRIMA SPORT 13.00 GR 1 13.30 DOMENICA SPORT 14.30 GR 1 14.50 TUTTO IL CALCIO MINUTO PER MINUTO 17.00 GR 1 18.00 GR 1 18.30 PALLAVOLANDO 19.00 GR 1 19.25 TUTTO BASKET 20.05 ASCOLTA SI FA SERA 20.10 DOMENICA SPORT 20.45 POSTICIPO SERIE A 21.35 GR 1 23.00 GR 1 23.40 L'ARGONAUTA 00.00 IL GIORNALE DELLA MEZZANOTTE 00.30 BRASIL

RADIO1

Documentari
17.00 MISSIONE RESTAURO: CAMION E TRATTORI The History Channel 17.30 MISSIONE RESTAURO: BICI E BARBECUE The History Channel 17.55 MEGAFABBRICHE CORVETTE National Geographic 18.00 GLI EROI DEL GHIACCIO The History Channel 18.55 MAYDAY: SCENA DEL DISASTRO National Geographic 19.00 GLI EROI DEL GHIACCIO The History Channel 19.55 INFERNO NEL TUNNEL DEL MONTE BIANCO National Geographic 20.00 AFFARI DI FAMIGLIA: OFFERTA SEXY The History Channel 20.30 AFFARI DI FAMIGLIA: I REFERTI DI ELVIS The History Channel 20.55 IL FUTURO DELLA TERRA National Geographic 21.00 2012: L'ULTIMA PROFEZIA The History Channel 21.55 LA FORZA DEGLI ELEMENTI National Geographic

Intrattenimento
15.40 HAPPY ENDINGS Fox 16.05 HAPPY ENDINGS Fox 16.30 LAW & ORDER: UNIT SPECIALE Fox Crime 16.30 SCRUBS Fox 16.55 I SIMPSON Fox 17.25 N.C.I.S. LOS ANGELES Fox Crime 17.25 GLEE Fox 18.15 UNFORGETTABLE Fox Crime 18.20 TEEN WOLF Fox 19.10 C.S.I. MIAMI Fox Crime 19.10 I GRIFFIN Fox 19.35 BOB'S BURGERS Fox 20.00 I SIMPSON Fox 20.05 C.S.I. MIAMI Fox Crime 20.30 I SIMPSON Fox 21.00 LAW & ORDER: CRIMINAL INTENT Fox Crime 21.00 I SIMPSON Fox 21.25 I GRIFFIN Fox 21.50 BOB'S BURGERS Fox 21.55 LAW & ORDER: CRIMINAL INTENT Fox Crime 22.15 NEW GIRL Fox 22.45 HOMELAND - CACCIA ALLA SPIA Fox 22.50 LAW & ORDER: CRIMINAL INTENT Fox Crime 23.35 THE WALKING DEAD Fox 23.45 DEXTER Fox Crime

SERA
20.40 WHO DO YOU THINK YOU ARE? -LISA KUDROW - II PARTE STUDIO UNIVERSAL Ogni settimana una star americana intraprende, affiancata da un team di esperti, un affascinante viaggio alla ricerca delle proprie radici con risvolti a volte sorprendenti. 21.00 SKY CINE NEWS SKY CINEMA 1 Novit e informazioni su tutto ci che accade nel mondo del cinema, in diretta da Hollywood. 21.00 PUZZOLE ALLA RISCOSSA SKY CINEMA FAMILY Le creature del bosco si ribellano ad un imprenditore che vuole costruire nella loro foresta. 21.00 THE FACULTY SKY CINEMA MAX In una scuola dellOhio gli studenti si convincono che i professori siano extraterrestri. 21.10 IL PADRE E LO STRANIERO SKY CINEMA 1 Due uomini e padri partono insieme per la Siria, un viaggio che cambier le loro vite. 21.15 MANHATTAN STUDIO UNIVERSAL La complicata vita sentimentale dello sceneggiatore televisivo Isaac Davies si staglia sullo sfondo di una manhattan intrigante, ma sempre piena di fascino. Due matrimoni falliti alle spalle e una relazione con una diciassettenne in corso sono i tormenti esistenizali di un autore di testi televisivo. 22.35 FLUBBER - UN PROFESSORE TRA LE NUVOLE SKY CINEMA FAMILY Uno svagato professore di chimica inventa una sostanza che gioca con le leggi di gravit. 22.45 OSCAR NOMINATION 2012 SKY CINEMA MAX Quali sono le star che si contenderanno gli Oscar 2012? Quali film sono i favoriti per aggiudicarsi lambita statuetta? Curiosit, aneddoti e notizie: uno speciale che racconta tutto quello che dovete sapere prima della grande Notte degli Oscar. 22.55 VIAGGIO NEL CINEMA AMERICANO -- INTERVISTA RICHARD GERE STUDIO UNIVERSAL I maestri del cinema di Hollywood si raccontano sulla mitica poltrona gialla. 23.05 THE SON OF NO ONE SKY CINEMA 1 Un poliziotto deve affrontare un terribile segreto che lo vide protagonista da bambino. 23.05 ROMANTICA SARA SKY CINEMA MAX Brad e Sara si incontrano ed subito attrazione. Lui per in attesa dei risultati per lHIV. 23.15 MR. JONES STUDIO UNIVERSAL Il rapporto tra un affascinante quarantenne che soffre di psicosi maniaco-depressiva e la sua psichiatra si trasforma in amore.

08.30 GR 2 08.38 SEGUE BLACK OUT 09.00 OTTOVOLANTE 10.00 610 WEEKEND 10.30 GR 2 10.35 SEGUE 610 WEEKEND 11.00 RADIO2 SOCIAL CLUB 12.30 GR 2 12.48 GR SPORT 13.00 ASTROLOGICA 13.30 GR 2 14.00 IL GIORNO DELLA MARMOTTA 14.45 SPECIALE MOBY DICK 15.30 GR2 15.40 RADIO2 LIVE 17.00 NESSUNO E' PERFETTO 17.30 GR 2 17.38 SEGUE NESSUNO E' PERFETTO 18.00 RADIO2DAYS 19.30 GR 2 19.45 GR SPORT 19.50 ON THE ROAD 19.57 CATERSPORT 21.00 POP CORNER 22.30 GR 2 22.35 SEGUE POP CORNER

RADIO2

RADIO3
08.45 GR 3 09.00 PAGINA 3 09.30 UOMINI E PROFETI 10.15 FILE URBANI 10.45 GR 3 10.50 PASSIONI 11.20 A 3: IL FORMATO DELL'ARTE 11.50 IL CONCERTO DEL MATTINO 13.45 GR 3 14.00 LE MUSICHE DELLA VITA 14.50 RADIO3.RAI.IT 15.00 ZAZA. ARTE, MUSICA, SPETTACOLO 16.45 GR 3 16.55 DOMENICA IN CONCERTO 18.00 LA GRANDE RADIO 18.45 GR 3 19.00 HOLLYWOOD PARTY: CINEMA ALLA RADIO 20.15 RADIO3 SUITE. CONTEMPORANEA 20.30 SEGUE RADIOTRE SUITE- IL CARTELLONE 23.30 DUE SULLA STRADA 00.00 BATTITI

09.00 HIT ITALIA CLASSIFICA CON F. ZAPPAL 10.00 WEEK END SIS CON D. MANNINO 13.00 CATTIVE FREQUENZE IL MEGLIO CON G. ASTORINA. P. MILAZZO 15.00 HIT ITALIA CLASSIFICA CON F. ZAPPAL 16.00 DISCO SHAKE 18.00 HIT SIS CON F. ZAPPAL 20.00 AIRPLAY (HEAVY ROTATION NO STOP) 23.00 SOULSEARCHING - COMPOSTRADIO SHOW CON MICHEAL RUTTER

RADIO SIS

RADIOTELECOLOR
07.00 NANDO SPILOTRI 09.00 ROBERTA LUNGHI 12.00 CLAUDIO FALLICA 15.00 DIFFUSIONE NO STOP SOLO GRANDI SUCCESSI 17.00 CRISTIANO DI STEFANO

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

a l ci n e m a
CATANIA
ABC 677| |DS|R| |M Via P Mascagni, 92 . `095.535382 stagione abbonamenti 2011/2012 con Enrico Guarneri. ALFIERI MULTISALA 677| |R| |M|DTS|DBS Via Duca degli Abruzzi, 8 `095.373760 HUGO CABRET 3D. Una fantastica avventura firmata Martin Scorsese, con Jude Law e Sacha Baron Cohen. Candidato a 11 premi Oscar. Ore: 17.45 - 20.20 - 22.35. Sab. - e dom. - anche - spett. - ore - 16,15 - NO - 3D COME BELLO FAR LAMORE. Divertente commedia con Fabio De Luigi e Claudia Gerini. Ore - 18,35 - 20,30 - 22,30. Intero feriali euro 6,00 - sab, dom e festivi euro 6,50. Per 3D feriali euro 8,00 - sab, dom e festivi euro 8,50. Ridotto feriali euro 4,00 sab, dom e festivi euro 4,50. Per 3D euro 7,00. Martedi non festivi biglietto ridotto per tutti euro 3,50. Per 3D euro 6,50. Mercoledi non festivi ingresso a soli euro 3,00 per donne e universitari muniti di libretto. Famiglie ven, sab e dom sconto per 2 adulti e 1 o 2 bambini + 1 pop corn omaggio. ARISTON MULTISALA 600| |h| |M|DTS|DBS Via Balduino, 17/B
TRE UOMINI E UNA PECORA COM BELLO FAR LAMORE (NO 3D) Commedia al peperoncino, con Fabio de Luigi e Claudia Gerini 16,30 - 18,30 - 20,30 - 22,30 Via Etnea,256. 095/316798 Locale dotato di tutti i comfort e delle massime tecnologie audio-video.dolby Digital Sr.D.E.X. Cinema digitale 3d,la perfezione dimmagine e suono in sala 1 Antonioni. 3 sale climatizzate.servizio di teleprenotazione posti gratuito dalle 17:00 alle 22:00 allo : 095/316798. Servizio Bancomat. Siamo anche su facebook aggiungete ai vostri amici multisala Lo P Catania. Visitate il sito www.lopomultisala.it . Il Marted il cinema per tutti a soli 3,00euro (escluso proiezioni 3d). Intero feriali 5,00euro Ridotto 4,00euro. Intero festivi,sab. e Dom. 6,50euro - Ridotto 4,50euro.universitari dal Lun. al Ven. escluso proiezioni 3D : 4,00euro (esibendo alle casse libretto o tassa).proiezioni 3D (listino Valevole Tutti I Giorni) Intero 8,00euro - Ridotto : 6,50euro. www.lopomultisala.it

numero posti M megaschermo

| fparcheggio | iparcheggio custodito |

sala climatizzata

Rservizio bar |

accesso disabili DD dolby digital DS dolby digital sound DBS dolby surround DTS dolby DTS RIPOSTO MUSMECI 330| |R|M Via Gramsci, 164 `329.4742107 WAR HORSE Candidato a 6 premi Oscar. Dal regista Steven Spielberg, una storia epica di lealt, speranza e amicizia tra un cavallo di nome Joey e un giovane ragazzo, Albert, che lo alleva e lo addestra in Inghilterra durante la Prima Guerra Mondiale. ORE - 17.00 - 19.30 - 22.00 Cinema Musmeci Riposto su Facebook per aggiornamenti in tempo reale. Ingresso ridotto dai 3 ai 13 anni euro 3,50 www.myspace.com/cinemamusmeci. SAN GIOVANNI LA PUNTA CENTRALE Via S. Ten. Scalia, 37 `095.7411637 IL GATTO CON GLI STIVALI animazione in 35mm. ore - 16,45 - 18,35 - 20,25 - 22,00 La grande sala cinematografica pi ricercata dalle famiglie - costo del biglietto dingresso sempre irrisorio. Da lunedi a giovedi euro 2,00. Da lunedi a giovedi per tutti i bambini dai 3 anni e per gli studenti compresi gli universitari euro 1,50. Vi aspettiamo CINESTAR MULTIPLEX (I PORTALI) 2500| |h|f|DS|R| |M|DTS|DDEX|DBS|DD Via Montello, 62 `095.7515163 ALVIN SUPERSTAR 3 - SI SALVI CHI PUO ORE 16.15 - 18.15 40 CARATI ORE - 20.15 LA VERITA NASCOSTA ORE - 22.35 JACK AND JILL ORE - 16.25 - 18.25 - 20.25 22.25 COME E BELLO FAR LAMORE ORE - 16.40 - 18.40 - 20.40 - 22.40 WAR HORSE ORE - 16.30 - 19.30 - 22.30 TRE UOMINI E UNA PECORA ORE - 16.35 - 18.35 20.35 - 22.35 BENVENUTI AL NORD ORE - 15.40 - 18.00 - 20.20 - 22.40 HUGO CABRET 3D ORE - 17.30 - 20.05 MISSION IMPOSSIBLE: PROTOCOLLO FANTASMA ORE - 22.45 IN TIME ORE - 15.45 - 18.05 - 20.25 - 22.45 PARADISO AMARO ORE - 15.40 - 17.50 - 20.20 22.40 Il massimo della tecnologia e del comfort con lo schermo pi grande del sud Italia. Apertura cinema e call center tutti i giorni dalle 17.15, sabato, domenica, festivi e prefestivi dalle 15.15. Vendita on line attiva 24 ore su 24. Luned, mercoled e gioved (esclusi festivi, prefestivi e anteprime) ingresso unico euro 6.00, per studenti euro 4.50; marted (esclusi festivi, prefestivi e anteprime) ingresso unico euro 5.00; proiezioni 3D tutti i giorni intero euro 9.50, ridotto euro 8.00; luned e gioved possessore di Ikea Family euro 4.00 per film 35mm, euro 7.50 per film 3D. Scopri la convenienza dellabbonamento, 10 ingressi a soli 40 euro, validi tutti i giorni, festivi e prefestivi compresi (escluse proiezioni 3d). www.cinestaronline.it TRECASTAGNI METROPOLITAN 800| |DTS C.so Europa, 60 `095.7806615 BENVENUTI AL NORD con Claudio Bisio, Angela Finocchiaro e Alessandro Siani. lattesissimo film pi visto della stagione. Record dincassi. Ore - 18,00 - 20,30 - 22,30 Siamo anche su facebook. Cerca Cine Trecastagni www.metropolitantrecastagni.biogspot.c om

.25

10 Ingressi euro 40,00 validi tutti i giorni, e ricevi subito 1 biglietto omaggio (vedi regolamento). Raccolta Punti: vinci biglietti omaggio! (vedi regolamento). Cinema E Pizza Party: la tua festa di compleanno al Placet! Info 095/222685, prenotazioni alle casse. Consulta sempre www.multisalaplanet.it per ogni aggiornamento. www.multisalaplanet.it PER ADULTI FIAMMA Via Fischetti, 2 | | |DD `095.533017 INCONTRI MORBOSI DI UN ELETTRICISTA IN Prima Visione Assoluta- Produzione Italiana -con Marina PEA E Monica Soave 09,00 - 22,00 Confortevole Locale Climatizzato Proiezione Nostop - Ingresso Vietato AI Minori DI 18 Anni

HUGO CABRET Fantastico - 2h06 14.55 JACK AND JILL Commedia - 1h 31 - 16,10

CABARET
GATTO BLU: COCKTAIL 20 ANNI DI CABARET 24 - 25 - 26 Febbraio. Prenotazione 095.312918 095.7225340

18,15 - 20,20 - 22,25 Per informazioni e prenotazioni: 892.111(senza prefisso) servizio con sovrapprezzo e sul sito www.thespacecinema.it Apertura Cinema: SAB E DOM 14,50 Altri Giorni 16,20 Spettacoli notturni (late shows) sabato/ Biglietti:Intero festivi e prefes. 7,50 euro; da luned a venerd (esclusi festivi e prefestivi) euro 6,30;ragazzi fino a 10 anni euro 5,50,over 60 euro 5,00 ,under Card da luned a venerd euro 4,50; Marted rosa solo per Donne euro 4,50-anziani over 60 euro 5,00 Biglietti Spettacoli 3D: Intero euro10,00, Ridotto euro 9,00 La proiezione del Film inizia circa 20 minuti dopo l`orario indicato www.thespacecinema.it CALTAGIRONE CINE T. POLITEAMA 500| |P|R| |M|DTS Via Giardini Pubblici, 4 `0933.21508 COME E BELLO FAR LAMORE Sala 1 ore - 18,30 - 20,30 - 22,30 THE ARTIST Sala 2 ore - 18,30 - 20,30 - 22,30 TRE UOMINI E UNA PECORA Sala 3 ore - 18,30 20.30 - 22.30 Costo biglietto film normale intero euro 5,00 ridotto euro 4,00 martedi euro 4,00. Film 3D intero euro 8,00 ridotto euro 7,00 martedi euro 7,00. Lunedi aperto www.cineteatropoliteam.com CINE TEATRO S. ANNA 500| |f|R| |DTS V.le P .pe Umberto, 73 `0933.50563 IN TIME ore - 18.30 - 20.30 - 22.30 lunedi e martedi biglietto ridotto. Mercoledi riposo settimanale. www.cineteatrosanna.it FIUMEFREDDO MULTISALA MACHERIONE 600| |h|DS|R| Via Princ. di Piemonte, 90 `095.7762103 CANDIDATO AL PREMIO OSCAR THE IRON LADY Biografico CON Meryl Streep ORE - 18,00 20,00 - 22,00. COME BELLO FAR LAMORE IN 2 D Commedia CON F.De Luigi E C.Gerini. ORE - 18,10 20,20 - 22,30. Martedi Chiuso PER Riposo Settimanale. www.multisalamacherione.com GIARRE CINE TEATRO GARIBALDI 500| |h|P|DS|R| |M Via Garibaldi, 30/A `095.933972 COME BELLO FAR LAMORE Brillante e divertente commedia suullamore con F.De Luigi e Claudia Gerini ore - 18,30 - 20,30 - 22,30 giovedi chiuso per riposo EDEN 200| |h|R| |M|DTS|DD Via A. De Gasperi, 45 `095.932690 40 CARATI. Thriller-Azione. 18,30 - 20,30 22,30. Martedi Chiuso PER Riposo Settimanale. MASCALUCIA MODERNO 392| |h|P|DS|R| |M|DBS Via Li Pani, 38 `095.7278246 COME BELLO FAR LAMORE Il nuovo film di Fausto Brizzi con Fabio De Luigi, Claudia Gerini e Filippo Timi ore - 18,10 - 20,30 22,30 Ampio parcheggio alle spalle del cinema. MISTERBIANCO TRINACRIA 300| |R| |M|DTS Via Roma, 209 `095.463366 BENVENUTI AL NORD con C. Bisio, A. Siani, A. Finocchiaro ore - 17,00 - 19,00 - 21,00 Martedi prezzo ridotto euro 2,50. Consulta su Internet Cinema Trinacria Misterbianco

CONCERTI
PISCATOR DONNA E BLUES con Amanda Tosoni. 23 febbraio ore 21,30. Tel 095.386780

TEATRI
PISCATOR: . 095.386780 - Rassegna donne in scena, Barbara Gallo in LASCIAMI PARLARE regia A. Orofino. Dal 24 al 26 febbraio. BRANCATI: SUGO FINTO di G. Clementi con Alessandra Costanza e Paola Tiziana Cruciani. Regia E. Coltorti. Oggi ore 17,30. Continua Campagna Abbonamenti Stagione 2011/2012 www.teatrodellacitta.it via Sabotino, 4 - Tel. 095.530153 MUSCO TEATRO STABILE:
IL TEATRINO DELLE MERAVIGLIE da Miguel de Cervantes testo e regia Roberto Lagan Manoli con Mimmo Mignemi. Ore 17,30 T. D/3. Domani riposo. Bott. T. Verga 095 7310888. Vendita biglietti on line www.teatrostabilecatania.it. Dalle ore 16,30 bott. T. Musco 095 7310854

MULTISALA PARADISO (RECUPERO) Via Duca degli Abruzzi, 69 `095.383596 40 CARATI - (MAN ON ALEDGE) Solo un piano spettacolare pu spingerti oltre ogni limite. Sala Verde ore - 18,30 - 20,30 - 22,30 SHAME vincitore coppa volpi. Sala Blu ore 18,30 - 20,30 - 22, - 30 ODEON 600| |DS|R| |M|DTS|DBS Via F. Corridoni, 19 `095.326324 PARADISO AMARO Dal regista premio Oscar di Sideways e A proposito di Schmidt, un film appassionante con George Clooney. 18.15 - 20.20 - 22.30. Intero feriali euro 6,00 - sab, dom e festivi euro 6,50. Ridotto feriali euro 4,00 sab, dom e festivi euro 4,50. Martedi non festivi biglietto ridotto per tutti euro 3,50. Mercoledi non festivi ingresso a soli euro 3,00 per donne e universitari muniti di libretto. Famiglie ven, sab e dom sconto per 2 adulti e 1 o 2 bambini. PLANET MULTISALA 1048| |h|f|R| |M|DTS|DD V.le della Costituzione, 47 `095.334866 COME BELLO FAR LAMORE NO 3D. H. 1,40. Divertente commedia con Fabio De Luigi e Claudia Gerini. Ore:18,25 - 20,30 - 22,35. Sab. - e - dom. - anche - spett. - ore - 16,20. HUGO CABRET 3D. H. 2,06. Una fantastica avventura firmata Martin Scorsese, con Jude Law e Sacha Baron Cohen. Candidato a 11 premi Oscar. 17,50 - 20,15 - 22,40. JACK E JILL. H. 1,31. Commedia con Adam Sandler, Al pacino e Katie Holmes. Ore: 18,35 - 20,40 - 22,40. Sab. - e - dom. - anche - spett. - ore - 16,30. PARADISO AMARO. H. 1,50. Dal regista premio Oscar di Sideway un film appassionante con George Clooney. Ore: 18,15 20,30 - 22,45. Sab. - e - dom. - anche - spett. - ore - 16,00. IN TIME . H . 1,43. Thriller con Justin Timberlake. Ore: 18,30 - 20,35 - 22,40. Sab. - e - dom. - anche - spett. - ore - 16,25. Intero da lun a giov non festivi euro 6,00 ven, sab dom e festivi euro 7,00. Ridotto da lun a giov non festivi euro 4,50 ven sab dom e festivi euro 5,50. Film IN 3D: Intero euro 8,50 Ridotto euro 7,50 (sospesi tessere sconto e biglietti omaggio). Exclusive Card, Universitari E Studenti da lun a giov non festivi euro 3,50 ven non festivi euro 6,00 (vedi regolamento). Lunedi non festivi pop corn euro 1,00 + pizza euro 1,00. Martedi non festivi biglietto ridotto per tutti euro 4,50. Movie Card:

MESSINA Via N. Giannotta, 15 `095.383294 LA FIGA DEL BOSS con Jessica Fiorentino. Vietato min. 18 anni . Apertura ore 9,00. Proiezioni no stop SARAH Via A. di Sangiuliano, 128 | `095.7465362 PORNO INFERMIERE A DOMICILIO con Sofia. Apertura - ore - 9,00 - no - stop - buio - in sala. Nuova produzione cinematografica 2012. In prima visione assoluta dolby stereo. ACIREALE MARGHERITA MULTISALA 512| |X|A|h|P| |M|DBS|DD Via Cavour, 26 `095.601265 COME BELLO FAR LAMORE CON F DE Luigi C Gerini Divertentissimo ORE - 17.00 - 19.10 21.15
MILLENNIUM UOMINI CHE ODIANO LE DONNE

`095.441717 Di Stephan Elliott

20,30 - 22,30 WAR HORSE Di Steven Spielberg con Emily Watson,Peter Mullan Candidato a 6 premi Oscar 18,00 - 20,45 THE IRON LADY Di Phyllida Lioyd con Meryl Streep Candidato a 2 premi Oscar 18,10 - 20,30 THE ARTIST Di Michel Hazanavicius con John Goodman - Cannes 2011 vincitore di 3 Golden Globe - Candidato a 10 premi Oscar 18,10 - 22,30 ALBERT NOBBS Di Rodrigo Garca con Glenn Close, Mia Wasikowska Candidato a 3 premi Oscar 18,00 - 20,30 - 22,30 Tutti i mercoled, esclusi festivi e prefestivi, ingresso studenti euro 3. Tutti i marted, esclusi festivi e prefestivi, ingresso unico euro 4. CAPITOL MULTISALA 768| | |M|DDEX Via Vicenza, 14 `095.506471 IN TIME con Justin Timberlake 18.00 - 20.30 - 22.30. COM BELLO FAR LAMORE con Fabio de Luigi e Claudia Gerini. 18.00 - 20.30 - 22.30. Marted prezzo ridotto da Marted a venerd studenti universitari euro 3,00 Luned chiuso per riposo settimanale KING MULTISALA CINESTUDIO 290| |h|DS| |M Via A. De Curtis, 14 `095530218 PARADISO AMARO di Alexander Payne, con George Clooney; presentato al Torino film festival 2011 ore - 18,00 - 20 - 30 - 22 - 30 E ORA PARLIAMO DI KEVIN con Tilda Swinton, John C. Reilly; Presentato al Festival di Cannes 2011 ore - 17 - 45 - 20 - 20 - 22 - 30 Luned e mercoled (non festivi) per tutti gli studenti ed under 26 ingresso euro 3,00 - Marted (non festivo) ingresso per tutti euro 4,00 www.cinestudio.eu LO PO MULTISALA 700| |DS|R| |M|DTS Via Etnea, 256 `095.316798 IN TIME Thriller con Justin Timberlake e Olivia Wilde 16,30 - 18,30 - 20,30 - 22,30 JACK E JILL Divertente commedia con Adam Sandler, Al Pacino e Katie Holmes, 16,30 - 18,30 - 20,30 - 22,30

Candidato A 11 Premi Oscar ORE - 17.30 20.30 www.margheritamultisala.it SPADARO 360| |P|DS|R|M|DBS|DD Via Galatea, 118 `095.601447
CHIUSO

Ingresso euro 5. Ridotto euro 4. Martedi ridotto per tutti euro 4. Mercoledi donne euro 3,50. Da lunedi a venerdi Studenti euro 3,50. Scopri altre promozioni su www.cinemaspadaro.it. Per proiezioni scolastiche o riservate telefonare al 3478447859. www.cinemaspadaro.it BELPASSO THE SPACE CINEMA 2500| |h|f|R| |M|DTS|DDEX|DD 40 CARATI Thriller - 1h 42 - 18,00 - 20,15 22,35 COM BELLO FAR LAMORE Commedia - 1h 40 - 15,00 - 17,10 - 19,20 - 21,40 STAR WARS EPISODIO 1: LA MINACCIA FANTASMA 3D Fantascienza - 2h 16 - 19.10 PARADISO AMARO Drammatico - 1h 55 - 16,35 - 19,15 - 21,50 ATM - TRAPPOLA MORTALE Horror - 1h 30 - 15,40 - 17,45 - 19,55 - 21,55 MISSIONE IMPOSSIBLE: PROTOCOLLO FANTASMA Azione - 2h12 - 16.25 - 22.05 COM BELLO FAR LAMORE 3D Commedia - 1h 40 - 15,30 - 17,50 - 20,10 - 22,30 BENVENUTI AL NORD commedia - 1h52 - 16.40 - 19.05 - 21.35 WAR HORSE Drammatico - 2h 27 - 16,00 19,00 - 22.00 TRE UOMINI E UNA PECORA Commedia - 1h 40 - 15.20 - 17.35 - 19.55 - 22.20 IN TIME Thriller -1h 53 - 14,55 - 17,15 - 19,40 22,10 HUGO CABRET 3D Fantastico - 2h06 16.45 19.25 - 22.20

PICCOLO TEATRO: LE TRE SORELLE di A. Cechov. Oggi, ore 17,30. Botteghino ore 17,00 - 20,00. Via F. Ciccaglione, 29 - Tel. 095.447603 TEATRO MASSIMO BELLINI - STAGIONE LIRICA 2012 - TOSCA di G. Puccini. stasera ore 17,30 turno D TEATRO METROPOLITAN
FESTIVAL NAZIONALE DEL TEATRO

dal 24 al

26/02/2012 presenta
STANNO SUONANDO LA NOSTRA CANZONE

con Giampiero Ingrassia e Simona Samarelli. Per informazioni e prevendita biglietti botteghino Teatro ore 10,00 - 13,00 - 17,00 20,00. Merc. riposo . Tel 095.322323

TEATRO METROPOLITAN IL MEGLIO DI... recital con Alessandro Siani. Giovedi 23 Febbraio ore 21,00. Per informazioni e prevendita biglietti botteghino Teatro ore 10,00 - 13,00 - 17,00 20,00 - Merc. riposo. Tel. 095.322323 TEATRO VERGA - TEATRO STABILE: LE ALLEGRE COMARI DI WINDSOR di William Shakespeare con Leo Gullotta. Ore 17,30 T. D/2. Domani riposo. Vendita biglietti on line www.teatrostabilecatania.it. Bott. 095 7310888

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

26. lo SPETTACOLO

Bert in playback. Morandi: Solo un fallo da ammonizione


SANREMO. Cartellino giallo da Gianni Morandi, che minimizza e parla di fallo da ammonizione e non da espulsione, mentre serpeggia malumore tra alcuni artisti in gara e cresce la perplessit della sala stampa: luso del playback nel brano Respirare del duo Loredana Bert-Gigi DAlessio, venerd rivisitato in chiave dance con il dj Mario Fargetta, non passato inosservato. Ma questo benedetto regolamento viene applicato al Festival?, si chiedono in molti a Sanremo e sui social network. Per Morandi, tutto sommato avevano cantato per tre sere, non dovevano dimostrare di saper cantare. E non un danno ad altri artisti ma semmai a loro stessi, perch quando si canta in playback alla gente arriva del freddo a casa. Interviene anche Gianmarco Mazzi: Ero seduto in sala e non ho avvertito questa cosa. vero che il regolamento va applicato, ma bisogna anche avere un po di sensibilit e intelligenza nella sua applicazione. In tre sere lavevano cantata molto bene. Abbiamo anche tenuto conto del fatto che Loredana unartista molto sensibile, molto emotiva. Non vogliamo essere inutilmente punitivi. E poi, non ci deve dimostrare di saper cantare. Lo staff di Gigi DAlessio taglia corto: La performance di venerd per noi stata costosissima: abbiamo portato al Festival 100 ballerini pagati di tasca nostra, cos come pure i giochi di luci e laser. Un remix implica uno stravolgimento del pezzo e dellarrangiamento con un aumento di velocit che era praticamente impossibile da proporre dal vivo.

Relegate in coda le esternazioni di Celentano e le gag di Luca & Paolo, le canzoni tornano protagoniste nella serata finale. Una gara avvincente e incerta sino alla fine. Il voto della sala stampa toglie il podio a DAlessioBert

La serata finale

Sanremo donna Emma la regina poi Arisa e Noemi


GIUSEPPE ATTARDI
NOSTRO INVIATO

SANREMO. Il Festival si tinge di rosa con un podio tutto femminile. Emma la nuova regina della canzone italiana, nel rush finale prevale sul filo di lana su Arisa e Noemi. La cantante di Non linferno, partita come favorita, conquista il trono dopo averlo sfiorato lanno scorso in coppia con i Mod. Per lei una consacrazione. E anche la vittoria delle eroine dei talent show. Emma e Noemi si sono affermate con Amici, mentre Arisa stata rilanciata da XFactor, dove ha ricoperto il ruolo di giudice nelledizione di Sky. Ma, soprattutto, nei primi tre posti canzoni tristi, disperate, drammatiche, specchio di un Paese in crisi, chiuso su se stesso, con una visione buia del futuro. Relegate in coda le esternazioni di Adriano Celentano e la gag di Luca & Paolo, le canzoni sono tornate protagoniste nella serata finale, dando vita a una gara incerta e avvincente sino alla fine, complici il livellamento verso il basso dei brani, sintomo di un panorama musicale nazionale in crisi creativa, e un complesso meccanismo di voto che pu sconvolgere a ogni passaggio la classifica. Se il televoto, dopo averle salvate, spinge le coppie vip Gigi DAlessio & Loredana Bert e Pierdavide Carone con Lucio Dalla, gli orchestrali premiano Arisa. La golden share della giuria dei giornalisti decisiva nel ripescare Noemi dal quarto posto e proiettarla nella finalissima a tre scalzando cos dal podio DAlessioBert, piazzatisi provvisoriamente al terzo posto. La sfida conclusiva decisa soltanto dal voto dei telespettatori. Samuele Bersani con Un pallone fa il bis del premio della critica gi incamerato nel 2000 con Replay, mentre Nina Zilli viene candidata a rappresentare lItalia allEurosong. La serata si era aperta nel segno dellamore, sulle note di All you need is love dei Beatles. Sfilano coppie di gente comune che si baciano appassionatamente, mentre i corpi dei ballerini compongono la scritta love sul palco e sullo schermo appaiono i versi di Alda Merini e i nomi dei personaggi simbolo della Pace. Dopo la farfallina di Beln Rodriguez, il nude look mozzafiato di Ivana Mrazova, la modella rimasta loggetto misterioso del Festival. Bersaglio, con le bonone dellAriston, della satira garbata di Geppi Cucciari. Ho capito che per rimanere impressa in questo Festival devi scendere senza qualcosa: io ho scelto le scarpe, debutta lattrice sarda allAriston. E a Morandi inchinatosi per infilargliele, chiede: Ti spiace se non dico parolacce? So che ti metter un po in imbarazzo se non le dico. Poi, rivolta al pubblico, indica il conduttore: Questuomo ha resistito a tutto, alle polemiche, alle telepromozioni. Saluto il direttore di Rai1 Mazza, il direttore artistico Mazzi e quello che vi ha fatto il Vaticano questa settimana, mazzo. E non manca di intervenire sul tema del giorno, mostrando gli scatoloni contenenti le postille del contratto di Celentano: tra queste una relativa al mo-

Tre canzoni disperate per la consacrazione delle eroine del talent


nologo, prima nessuno deve capire cosa dir, dopo nessuno deve capire cosa ho detto. Nina Zilli, cofana alla Amy Winehouse, movenze e voce alla Mina, sempre pi somigliante a un transformer, d il via alla gara con Per sempre. Loredana Bert torna a gracchiare, dopo il trucco del playback di venerd che le costata una ammonizione, e con Gigi DAlessio ricostituisce la coppia pi trash del mondo con Respirare. Emma si conferma tra le favorite: canta con pathos e si commuove. False griffe, riciclo del riciclo e cloni. E il leit motiv del Sanremo di M&M. Nulla di nuovo per la musica italiana. Volti e voci per la tv, per talent show o i Migliori anni. Fuori dal coro Samuele Bersani, surreale e intelligente discepolo della tradizione della canzone dautore italiana, ancora in attesa per di una definitiva promozione in serie A. Si resta in tema

LA TOP TEN
1 Emma Non linferno 2 Arisa La notte 3 Noemi Sono solo parole 4 Gigi DAlessio Loredana Bert Respirare 5 Pierdavide Carone Lucio Dalla Nan 6 Dolcenera Ci vediamo a casa 7 Francesco Renga La tua bellezza Nina Zilli Per sempre Eugenio Finardi E tu lo chiami Dio Samuele Bersani Un pallone

con Dolcenera, la cui Ci vediamo a casa gi fra i brani pi trasmessi dalle radio, e laccoppiata CaroneDalla con la banale Nan. Noemi e Arisa continuano la loro risalita con le rispettive Sono solo parole e La notte. Eugenio Finardi manca leffetto Vecchioni con E tu lo chiami Dio, Francesco Renga continua a inseguire i Coldplay ne La tua bellezza. Ospiti internazionali i Cranberries che riesumano il vecchio hit Zombie per poi presentare un brano dal nuovo album Roses. Luca & Paolo, dopo la gag a luci rosse della puntata di marted, vengono sfrattati dalla fascia protetta e trasferiti intorno alla mezzanotte, quando i minori dovrebbero essere gi andati a nanna. Si ripresentano in versione clown. Triste. Per fortuna c lironia di Rocco Papaleo, finalmente cantante. E il suo ballo della foca.

M&M, il triste addio Abbiamo fatto bene nessuno ci ringrazia


NOSTRO INVIATO

CELENTANO. Del suo passaggio apocalittico allAriston restano soltanto macerie. Fa un uso personale del servizio pubblico.
candidandosi a una terza edizione a inizio di settimana. Ha capito per che la seconda volta consecutiva gli stata fatale. Come accadde proprio al presentatore siciliano. Ma non riesce a individuare dove ha sbagliato. Sono felice della serata di venerd e di tutto landamento del festival per cui ho ancora entusiasmo ribadisce La serata di gioved e quella iniziale sono state eccezionali. E sono felice di chiudere con un uomo che ha fatto la storia del Festival e della musica italiana. Un Festival fuori dal contesto? Forse ragiona Morandi siamo tutti alla difficile ricerca della normalit e il Festival riflette questo disorientamento, ma quando il venerd porti oltre 11 milioni di spettatori davan-

5 GIANNI MORANDI. Tradito dagli amici.


Celentano compreso. La stanchezza e lamarezza per la prima volta velano il suo sorriso solare.

SANREMO. Il sorriso sempre solare, ma il volto tradisce la stanchezza. E lamarezza. Per le critiche, per le polemiche, per lingratitudine. Gianni Morandi non se laspettava di concludere cos la sua esperienza sanremese. Pensava almeno di ricevere i ringraziamenti da parte dei vertici Rai per il suo impegno. Speravo che ci ringraziassero per aver portato Celentano al Festival e per aver fatto un buon lavoro. Da viale Mazzini invece sono arrivati rimproveri e moniti. E il buon servito. Una rottura non consensuale. Perch Morandi si era innamorato del Festival e cominciava a sentirsi a suo agio nei panni di Pippo Baudo,

Mazzi lascia, Morandi saluta mesto. La Rai d loro il benservito: si cambia

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

lo SPETTACOLO
per #sanremo 2013 sono gi stati ingaggiati due coccodrilli, un orangotango, due serpenti e unaquila reale scrive @gastanuke. In mezzo tantissima promozione per programmi Rai. Se n accorto @fattoquotidiano che twitta: Il livello di markettismo cos alto che potevano andare in onda su Media Shopping. Grande attesa per Celentano, si crea addirittura un hashtag dal titolo #cosadircelentano. @Pietroraffa scrive: Il problema in quanto tempo lo dir. Dopo lintervento del Molleggiato, valanga di critiche e insulti per il suo nuovo sermone contro i giornali cattolici. @Fam_Cristiana risponde con centinaia di tweet: Unto del Signore: sa che cos la vera religione, la vera politica,il vero Ges, i veri giornali. I bar sono pieni di tipi cos. E @samieobserver sintetizza: Abituato ai nostri politici che prima sparano cavolate e dopo ritrattano, Celentano perlomeno coerente. Per @gcarosi Dolores indica gli spettatori in sala mentre dice zombie zombie zombie. Emma, Arisa e Noemi si giocano la vittoria, ma @Koshkac va oltre: Mentre ci sorbivamo #sanremo i Taviani hanno vinto a Berlino.
LUCA CILIBERTI
ALESSANDRO CASILLO

.27

CASILLO: VOLEVO FARE BELLA FIGURA


SANREMO. Alessandro Casillo il vincitore dei Giovani. Sicuramente la fama tv ha giocato in suo favore. Sono credente e una suora di Sanremo, suor Argia, mi ha regalato un rosario, come portafortuna, racconta Alessandro un po intimidito. Idolo delle teenager, Casillo, 15 anni, padre chef e mamma infermiera, lanciato dal talent show di Gerry Scotti Io canto su Canale 5, alla fine della sua performance scoppiato a piangere: Sono abituato a vedere le ragazze che urlano, avere davanti a me dei signori anziani che si alzavano e mi battevano le mani, mi ha commosso. La notoriet tv ti ha aiutato? Ho avuto la possibilit di farmi conoscere prima di venire qui. Io volevo solo salire sul palco e fare bella figura. Racconta: Faccio una vita normale. Finora ho dovuto mantenere unimmagine, molti mi seguono per quello. Non ho mai pensato a Sanremo come a una gara dove devi vincere. Volevo fare una bella esperienza. Per me gi una vittoria aver fatto tutto questo in cos poco tempo. .

IL SUCCESSO DELLA FOCA

La gara veloce. @tvblog si chiede: Si poteva far cantare 10 cantanti entro le 22.30. Chi lavrebbe mai detto. Nelle pause il balletto tormentone. Visto il successo della foca,

CLOWN E CRANBERRIES. Truccati da clown, Luca e Paolo hanno pregato il signore dei comici e dei pagliacci perch nessuno si prenda troppo sul serio. Ospiti internazionali della serata sono stati i Cranberries, nella foto la cantante Dolores ORiordan

IN GINOCCHIO DA GEPPY. Ho capito che


per rimanere impressa in questo Festival devi scendere senza qualcosa: io ho scelto le scarpe, dice Geppy Cucciari scalza. Morandi, in ginocchio, laiuta a rimetterle. Sopra labbraccio tra Papaleo e Max Giusti

Celentano non si scusa. E il pubblico: Canta


Rilancia la sfida al mondo cattolico, ma in forma pi morbida. I vescovi hanno fatto finta di non capirmi
GIUSEPPE ATTARDI
NOSTRO INVIATO

PROTAGONISTA

SANREMO. E riuscito nel suo intento: distruggere il Festival, per farlo rinascere. Come scrisse nel 2004 sul Corriere della Sera. Da ospite si trasformato in padrone di casa, lanciando bombe, lasciando soltanto macerie. Ha monopolizzato le prove, occupato il palcoscenico, accentrato su di s tutte le attenzioni, irritato i cantanti in gara e i direttori di giornali, indignato il Vaticano, soprattutto ha offerto uno spettacolo men che mediocre. Non contento, ieri sera tornato sul luogo del delitto. Questa volta senza bombe. Lo stacco, rispetto al Festival, meno netto. Anzi, lancia un segnale distensivo, accettando di entrare in scena dopo lesibizione dei dieci Big per evitare cos di interferire con la gara. Ma non ha alcuna intenzione di porgere laltra guancia. Tuttaltro. Rilancia la sua sfida, anche se la ammorbidisce. Dopo aver riflettuto per tre giorni, Celentano sceglie di replicare pubblicamente allondata di sdegno suscitata dal suo intervento nella serata desordio del Festival. Per precisare. Nella forma. Non nei contenuti. Rettifiche, in gergo giornalistico, per non incorrere nelle ire del direttore generale della Rai, Lorenza Lei, ed evitare il rischio di strascichi legali che avrebbero messo a rischio il sontuoso contratto da 700mila euro (destinati in solidariet, unica luce nelle tenebre). Anche perch Lui una vittima della corporazione dei media che si coalizzata per andare contro di me, neanche fossi reo di un

I media coalizzati contro di me. Non ho detto che Avvenire e Famiglia cristiana devono chiudere. Morandi commosso: Adriano non odia nessuno. Dalla sala fischi e applausi. Ma ancora polemica. Garimberti: Fuori contesto
attentato allo Stato, debutta nellunico monologo del suo intervento dopo aver cantato Thirteen women di Bill Haley. Soltanto un prete, don Mario, ospite di Mara Venier in televisione, continua Adriano, ha capito ci che i vescovi hanno fatto finta di non capire. Invece anche il paladino del giornalismo dinchiesta, Marco Travaglio, non ha resistito ad affondare il coltello nella piaga, non mia, ma vostra piaga accusa Perch alla fine la vostra piaga sempre pi profonda, vi distolgono dal capire. Affinch non possiate capire, estrapolano una frase, cambiando anche il modo dei verbi. Perch, insiste Celentano, stato interpretato male il suo attacco alla stampa cattolica. Non ho detto che Avvenire e Famiglia Cristiana devono chiudere, anche perch non ho il potere per farlo, come qualcuno non ha esitato di chiudere qualcosa. Sono contento se restano, io non auspico la chiusura. Potete restare aperti, ma tornate a parlare di Dio. Se volete invece parlare di politica, allora cambiate testata. E indica la linea editoriale che i due giornali cattolici dovrebbero adottare. Durante il monologo, tra un sorso dacqua e una pausa, viene interrotto dal pubblico. Vogliono sentirlo cantare, Lui invece vuole parlare. Perch mi dite basta?, chiede. Fatemi finire, interessa anche voi. E quando, alla fine dellintervento, sfida la gente a contestarlo, viene subissato dagli applausi. Ogni minuto dei trenta concessigli per il suo secondo intervento fa scorrere un brivido ai dirigenti Rai seduti in platea e al dg Lei che lo segue da Roma attaccata al televisore. Tutti vorrebbero essere allinterno del gobbo dove soltanto un uomo di fiducia del Clan ha inserito i discorsi di Celentano per evitare intrusioni o controlli censori preventivi. Il gobbo scorre e Lui legge quello che ha scritto nel computer in questi giorni di segregazione nella suite di un residence attiguo allAriston. Anche quando intona La cumbia di chi cambia predicatore. Se c qualcuno che cha voglia di ballare/ si faccia avanti si faccia avanti/ se c qualcuno che cha voglia di cambiare/ si faccia avanti si faccia avanti/ i funzionari dello Stato italiano/ si fanno prendere spesso la mano/ inizian bene e finiscono male/ capita spesso che li trovi a rubare/ e fanno cose che stan bene solo a loro/ a usufruire di vantaggi esagerati/ cos abbandonano ogni tipo di decoro/ e si comportano come degli impuniti. Se non una invettiva anche questa. Il Celentano cantante per migliore di quello messianico, del tuttologo qualunquista. E gli applausi del teatro esplodono quando finalmente Adriano torna il Molleggiato e, insieme con Gianni Morandi, intona Ti penso e cambio il mondo, altra canzone del nuovo album, chiudendo i 27 minuti pi lunghi per la Rai e per il Festival. AllAriston si tira un sospiro di sollievo: Celentano ha fatto il suo lavoro in modo corretto e attento: c soddisfazione per il suo discorso, vicino agli uomini, alle donne, alla realt. E stato bello ascoltarlo, la valutazione a caldo che arriva da ambienti della Rai. Sapremo oggi se anche i vescovi sono della stessa opinione. Morandi commosso: Non me lo dimenticher mai. In questi dieci minuti con Adriano ho rivissuto tutte le immagini della mia vita, di quando ero ragazzino e cercavo di imitarlo. Quindi mi sono emozionato un po tanto. Sono veramente felice. Adriano ama la musica, ama Sanremo, ama la gente, i giornali, i media. Adriano non odia nessuno. Cantano insieme. Sono la storia della musica italiana e cantano di un mondo che sta cambiando. Lamore dopo la guerra, dopo le bombe. S, il mondo sta cambiando. Ora anche il Festival si dovrebbe adeguare. Immediate le reazioni. Per il presidente della Rai Garimberti di cattivo gusto che Celentano sia tornato ad attaccare i giornali cattolici, e totalmente fuori contesto sono le teleprediche. Famiglia cristiana replica con ironia su Twitter: Facciamo una colletta per lartista perseguitato?. Il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio: la delusione resta e saggrava. E come s capito ieri sera in diretta tv non solo nostra. E il clan? Uscendo dallAriston dopo lesibizione del marito, cos Claudia Mori si rivolta al consigliere damministrazione della Rai Antonio Verro: Complimenti per la buffonata che avete organizzato.

CANZONI. Livellamento verso la mediocrit, come nel campionato di calcio italiano. Mancano i picchi della scorsa edizione.
-ti al televisore un risultato eccezionale, considerando come sta cambiando la televisione ormai frammentata da una proposta enorme: internet, le satellitari. Tenere questa media di ascolti per tante sere un miracolo. Non ci credevo neanche io. Non facile stare sempre sullo stesso livello. Sono contento, le canzoni piacciono, le radio le trasmettono, ho fatto questo lavoro con passione con Gianmarco Mazzi, sono soddisfatto di come sta andando. Stiamo tecnici, ripete. Ma il suo Festival non ha nulla del governo Monti. Tuttaltro. Un Festival che non hanno captato il cambiamento in corso nel Paese. Se lanno scorso si era data limpressione di aver sentito in anticipo il vento della svolta, con la serata dellUnit e Be-

ROCCO PAPALEO. Lo sguardo stralunato, visionario e poetico sul Festival. E un alieno. Il suo ballo della Foca diventa un tormentone.
nigni, questa volta non accaduto. E stato il Festival dello sguardo allindietro. Tuttaltro che sobrio e serio come limmagine dellItalia che Monti vuole offrire al mondo e che i tempi di sacrifici e crisi impongono. E tornato alla stagione delle polemiche, delle divisioni, delle mutande, delle farfalline, della scurrilit, delle invettive. Morandi per difende il suo amico Celentano, che da ospite si trasformato in padrone di casa espropriandogli lAriston e il Festival. Ma Morandi un buono. E corre a dar man forte al suo compagno davventura sanremese, Gianmarco Mazzi, laltra M, laltro direttore artistico. Colui il quale riuscito nellimpresa di portare Celentano al Festival e che adesso nel mi-

10

4 DONNE. Ivana Mrazova resta loggetto 5 OSPITI. Latitanti in un Festival autarchico


misterioso. Beln Rodriguez si prende la scena grazie alla farfallina inguinale. al risparmio. Patti Smith e Brian May illuminano la serata dei duetti internazionali.

rino del direttore generale della Rai, Lorenza Lei. Mi ha dato molto dispiacere leggere la lettera della Lei si lamenta Mazzi perch emerge che invece che un bravissimo artista, Celentano sia un delinquente senza qualit. Io lho letta cos. Non mi sembra una nota rispettosa. Peraltro ci sono lati contrattuali che dovevano restare riservati. E la premessa per lannuncio delladdio. Meditato tiene a precisare Mazzi deciso gi un mese fa prima del Festival. E spiega: Considero concluso questo percorso. E meglio fermarsi, perch penso di aver esaurito tutte le idee su questa manifestazione. In questi anni, che sono stati sette, con laiuto di Lucio Presta e di altri artisti, come Bonolis e Morandi, mi sono dedicato alla ricostruzione del Festival.

Lho rilanciato e gli ascolti sono stati sempre alti. Ora il tempo di una pausa. Ad ascoltarlo c il direttore di Rai1, Mauro Mazza. Poco prima aveva sottoscritto la lettera di Lorenza Lei. Ora tace. E va via, senza un saluto, senza una stretta di mano. Senza quel grazie che M&M si aspettavano. I ringraziamenti arrivano. Dopo le dimissioni. Da parte della vicedirezione generale della Rai. E per ribadire la fine di un percorso storico importante. E gi noto a tutti che il prossimo Festival sar gestito dalla Direzione Intrattenimento, che dovr ricostruire insieme a Rai1 una nuova squadra vincente. Insomma, grazie per essere andati via.
G. ATT.

28.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: viale O. da Pordenone, 50 tel. 095 330544 cronaca@lasicilia.it

e provincia
ACICATENA. Fallisce il colpo

domenica 19 febbraio 2012

MASCALUCIA. E polemica

BRONTE. Punto nascite

sulle bollette dellacqua


37
Protestano i consumatori perch la societ che gestisce il servizio fa pagare allutenza i costi della manutenzione

al BdS con unauto-ariete


39
Tentativo in piena notte: il vetro blindato dellistituto di credito resiste allurto e i malviventi sono costretti a fuggire

corteo contro la chiusura


43
Ieri la manifestazione per evitare la paventata chiusura del reparto di Ostetricia e Ginecologia dellospedale

SCONVOLGENTE SCENARIO DI UN CONTROLLO DEI CARABINIERI IN VIA DELLA CONCORDIA

PICCO DI TRAFFICO SU DUE DIRETTRICI

Di notte bambini di 10-12 anni Oggi bollino rosso sfruttati per lo spaccio di cocaina su Etna e Statale 114
Denunciato a piede libero il pusher 21enne mentre i ragazzini si sono come volatilizzati
Era da tempo che a Catania non si sentiva parlare di bambini usati per spacciare droga. successo ancora, per giunta in orario notturno a San Cristoforo, precisamente in via della Concordia. accaduto ieri, quando la mezzanotte era trascorsa da mezzora. I carabinieri avevano predisposto un servizio di osservazione proprio per reprimere le fiorenti attivit di spaccio che in quel quartiere sono allordine del giorno; infatti, nonostante le continue attivit delle forze dellordine e i numerosi arresti di spacciatori, i trafficanti continuano imperterriti nelle loro attivit. Osservando uno spacciatore ventunenne in piena attivit, i militari si sono resi conto che a consegnare la cocaina ai numerosi clienti erano due bambini dellapparente et di 10-12 anni, circostanza che stata successivamente confermata anche dai diversi consumatori fermati dopo lacquisto della droga. Pare che lo spacciatore, una volta contattato dai clienti e incassato il denaro, desse precise indicazioni ai due bambini per consegnare le dosi; una sorta di precauzione per non farsi beccare con la roba in mano. Quando i militari sono intervenuti per interrompere il traffico i due bambini si sono come volatilizzati, scappando attraverso le strette viuzze del quartiere e a nulla valso tentare di inseguirli; probabile infatti che abbiano trovato rifugio in un androne o che siano riusciti a raggiungere le proprie case, che si suppone non siano distanti dal luogo dello spaccio. Il maggiorenne stato denunciato a piede libero. Non sappiamo ancora se i due ragazzini siano parenti del pusher denunciato, perch questultimo sembra che abbia negato persino la loro partecipazione al reato. A 12 anni si dovrebbe studiare e giocare, altro che spacciare. Che futuro hanno questi bambini?
G. Q.

Controlli anti-alcol fino a notte


Quella odierna sannuncia come una delle domeniche pi trafficate e critiche dellanno per il traffico. Nel Catanese, infatti, le gite fuori porta saranno su due direttrici: sullEtna per gli appassionati della neve e in direzione Acireale, soprattutto, per il Carnevale. Sono previste di conseguenza delle ore critiche con picchi di traffico: al mattino tra le 8 e le 10 verso la montagna, dal primo pomeriggio in direzione di Acireale sia da S. Gregorio innesto A18 che sulla Statale 114 a valle, per la sfilata dei carri allegorici. Quasi 150 agenti della Polizia stradale saranno allopera, insieme a tutte le altre forze dellordine e di soccorso. Obbligo di catene al seguito sulle strade dellEtna, per tutti invito alla prudenza e al rispetto del codice della strada. Anche se il rientro sar scaglionato, fino alle prime ore del mattino di domani la Stradale non moller i controlli, specie quelli anti-ebbrezza. Per farsi unidea del traffico previsto, basti il dato relativo alla domenica di Carnevale dello scorso anno, quando la Polizia stradale del compartimento di Catania in tutta la Sicilia orientale rilev la presenza sulle strade di 400mila veicoli.
AGATINO ZIZZO

VIA FRATELLI GUALANDI

Padre e figlio soci in affari nello spaccio della cocaina


PAGINA 31

UNO STUDIO DI IRES CGIL. In provincia di Catania appena il 27,8% degli occupati sono stabili

SULLA SS 92 VICINO ALLA STAZIONE DI MOTTA

Posto fisso solo per 3 su 10


ISOLE ECOLOGICHE

Scontro frontale tra auto muore anziana di Patern

Il nuovo rinvio del Consiglio danneggia la differenziata


La mancata approvazione del regolamento sulle isole ecologiche ritarda ancora lapertura dei tre impianti. LALLARME E LO SPRECO Lassessore allEcologia Torrisi non nasconde il rischio di una disaffezione dei cittadini verso la raccolta differenziata. Da tenere in considerazione anche lo spreco di risorse: per i tre impianti - pi volte vandalizzati - sono stati spesi due milioni.
CESARE LA MARCA PAG. 30

Anche i dati di un recente studio dellIres Cgil confermano quello che tutti sappiamo: il posto fisso diventato un miraggio, soprattutto per i giovani e tanto pi per le donne. Altro che ragazzi mammoni, altro che monotonia. Nel nostro territorio dilaga la precariet e la disperazione. Su 303.000 occupati i lavoratori dipendenti sono ben 223.000, eppure la maggior parte di loro sono precari e soltanto 84.251 ha unoccupazione a tempo indeterminato, un dato che equivale al 27,8% degli occupati. Per le donne tra i 15 e i 24 anni la situazione ben pi drammatica: solo il 5,42% ha un lavoro sicuro e per i giovani in genere questo dato raggiunge appena il 13,5%.
PINELLA LEOCATA PAG. 33

TESTIMONIANZA A MARGINE DELLA PROTESTA DEI FORCONI

Storia di Sergio Ormai vivo di carit


Ieri i pescatori catanesi, i Forconi e il Movimento Forza dUrto sono scesi in piazza e con loro tanti disoccupati come Sergio che racconta la sua storia.
SONIA DISTEFANO PAG. 32

IL PIANO PREVEDE ANCHE LA DELOCALIZZAZIONE DI UFFICI DEL TAR E DELLAVVOCATURA

Cittadella giudiziaria a Librino c il progetto


C un progetto per la nuova cittadella giudiziaria che dovrebbe sorgere a Librino. E stato presentato lo scorso 15 novembre. Prevede oltre agli uffici giudiziari aggiuntivi la delocalizzazione di uffici comunali, di quelli del Tar, dellAvvocatura distrettuale e delle commissioni tributarie provinciale e regionale. BONACCORSI PAG. 31

Lavori in vista a Picanello


Da questa settimana manutenzione in via Gianni
DAMIANO SCALA PAG. 30

Un tragico impatto frontale, avvenuto ieri intorno alle 15 lungo la strada statale 92, nei pressi della stazione ferroviaria di Motta S. Anastasia, ha spezzato la vita di una signora paternese di 73 anni, Anna Valore. La vittima era a bordo di una Fiat Seicento, guidata dal marito e verosimilmente diretta a Patern, che, in corrispondenza dellincrocio con la strada provinciale 77 per cause da accertare - si scontrata con una Citron Xsara che procedeva in senso opposto. A condurre questultimo mezzo un cittadino tunisino residente a Catenanuova, regolarmente dotato di patente di guida italiana. Limpatto si verificato sul lato anteriore destro dei due autoveicoli: la signora, rimasta incastrata tra le lamiere, morta sul colpo. Feriti, invece, i due conducenti. Pi critiche le condizioni del marito, tra-

sportato con lelisoccorso allospedale Cannizzaro. Meno gravi quelle del cittadino extracomunitario, condotto allospedale SS. Salvatore di Patern. La salma, su disposizione dellautorit giudiziaria, stata trasportata nellabitazione della vittima. Sul luogo, per gli accertamenti del caso, sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco di Patern guidati dal caposquadra Carmelo Porto. Presenti pure i cantonieri Anas, che hanno provveduto alla ripulitura del manto stradale, e gli agenti della Polizia militare di stanza a Sigonella. I due autoveicoli sono stati posti sotto sequestro dallautorit giudiziaria. Inevitabili i disagi lungo larteria: chi era diretto a Catania, in particolare, ha dovuto attendere fino alle 17,30 prima di poter riprendere regolarmente a circolare.
GIORGIO CICCIARELLA

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

30.

CATANIA
Una maggioranza sfilacciata non ha garantito il numero legale per il s al regolamento, necessario per lapertura

Isole ecologiche e nodi politici

in breve
ESPIAZIONE PENA In carcere per ricettazione e falsit
Laltro ieri sera, la squadra mobile, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Catania, ha arrestato il cinquantenne Giuseppe Sapienza. Luomo dovr espiare una condanna a un anno, cinque mesi e ventotto giorni dopo essere stato riconosciuto colpevole di ricettazione e falsit materiale.

Delegittimati dal Consiglio dopo lo stop ai centri raccolta


Lassessore Torrisi: Cos difficile chiedere la collaborazione dei cittadini
CESARE LA MARCA
UNO SPRECO DI 2 MILIONI

UDC Convocato il prossimo 25 febbraio il primo Comitato provinciale


stato convocato, a cura del segretario provinciale del partito Salvo Calogero, il primo Comitato provinciale dellUdc eletto nel recente Congresso del 29 gennaio scorso. Lassemblea degli eletti si terr il 25 febbraio prossimo, alle 10, allhotel Nettuno, alla presenza del segretario regionale Gianpiero DAlia. Nel corso dellincontro si proceder allelezione della Direzione provinciale a cui, in via esclusiva a termini di Statuto, spetta il compito di approvare su proposta del segretario provinciale e sulla base degli indirizzi del Comitato provinciale, il programma di attivit del partito nella provincia, anche e soprattutto per quanto attiene la linea politica da tenere in vista delle prossime amministrative. Nella composizione della Direzione provinciale sar dato ampio risalto alla presenza dei giovani e, soprattutto, di donne, gi peraltro ben rappresentate allinterno del Comitato provinciale. A tal proposito preciso intendimento della segreteria provinciale procedere alla nomina del responsabile femminile provinciale. Non si prevede la figura del portavoce, quindi, le comunicazioni ufficiali del partito saranno fatte dal segretario provinciale.

La distanza tra il palazzo e i cittadini, patologia della politica con la p minuscola fatta di tanti piccoli e grandi episodi che minano alla base il patto tra chi amministra e chi ha espresso col voto la propria fiducia, si come materializzata nelle ultime ore nel mancato e inutilmente quanto lungamente atteso passaggio che avrebbe dovuto portare allapprovazione in Consiglio comunale del regolamento dei tre centri comunali di raccolta per lincremento della differenziata. Questi sono costati complessivamente circa due milioni di euro, oltre a tutti gli interventi fatti (e ancora da fare) per riparare i danni dei vandali. Invece in aula sono mancati numero legale e necessaria coesione della maggioranza, sia gioved che venerd, per un passaggio indispensabile per aprire intanto ai cittadini con regole e orari definiti lunico impianto gi in grado di funzionare, quello di viale Tirreno, incentivando con dei bonus in base a peso e tipologia il recupero dei vari materiali, nella speranza di poter presto spalancare anche i cancelli della struttura di Picanello, che riporta ancora i segni delle ripetute visite dei vandali, e in tempi meno brevi quelli del centro di via Ameglio, molto pi pesantemente danneggiato. Adesso come si fa a parlare ai cittadini di raccolta differenziata, o della necessit di separare i rifiuti organici - afferma lassessore allEcologia Claudio Torrisi adesso ancora pi difficile guadagnare la fiducia degli utenti proprio nel momento in cui chiediamo collaborazione per far funzionare il servizio, come continueremo a fare. Un rischio in pi di delegittimazione e crollo di fiducia comunque da evitare in una fase delicatissima del servizio di raccolta dei rifiuti, in cui i conti non tornano soprattutto per lumido, che non dovrebbe finire in gran parte in discarica come ancora succede. La questione degli impianti realizzati con fondi comunitari dallAto Catania Ambiente su terreni comunali al viale Tirreno, in via Gianni a Picanello e in

776.874
Costo a base dasta inclusi oneri di sicurezza per la realizzazione del centro di raccolta di viale Tirreno

495.329
Costo a base dasta inclusi oneri di sicurezza per la realizzazione dellimpianto di Picanello
Accanto al titolo limpianto di viale Tirreno, lunico gi pronto, sopra quello di via Gianni a Picanello, dove servono ulteriori interventi, mentre lavori pi radicali dopo i danni dei vandali sono necessari in via Ameglio (foto darchivio)

736.391
Costo a base dasta inclusi oneri di sicurezza per la realizzazione della struttura di via Ameglio a Nesima

via Generale Ameglio ha assunto nel tempo un valore non solo reale ma anche simbolico sempre maggiore, tanto da fotografare oggi pi di tante altre, nella realt di Catania, la distanza tra cittadini e istituzioni ormai diffusa e trasversale a livello nazionale. Questo per-

ch - dopo una vicenda caratterizzata fin dalla fase dellavvio dei lavori, nel 2006, dalle polemiche sollevate dai residenti nel timore di cattivi odori e rifiuti fuori controllo vicino casa, dopo lo sforzo dellAmministrazione per garantire che nulla di tutto questo sarebbe accaduto,

dopo il completamento degli impianti, il loro mancato utilizzo per una infinita serie di intoppi burocratici e tecnici, i raid a ripetizione di vandali e ladri - non si capisce perch adesso proprio il regolamento, atto peraltro gi predisposto e semplicemente da votare in Aula, debba prolungare questa odissea amministrativa legata anche alla falsa partenza dellAto Rifiuti. Prolungando, anche, il rischio di ulteriori danni e rimandando un passaggio atteso dai cittadini quale quello dei premi in buoni benzina o del supermercato (sulla Tarsu inapplicabile lo sgravio economico possibile per la tariffa) in base alla quantit di plastica, carta, cartone e alluminio portata agli impianti. E nonostante la crisi, il valore maggiore dei premi legati alla differenziata starebbe forse nel ridare un minimo di fiducia ai cittadini, riducendo quella distanza che rischia di diventare un abisso tra loro e la politica, se ancora possibile.

IN SETTIMANA LAVVIO DELLA MANUTENZIONE PER UN PAIO DI SETTIMANE

Isola di Picanello, dopo i vandali i lavori


Cominceranno questa settimana i lavori per riqualificare loasi ecologica di via Gianni. Parola dellassessore allAmbiente Claudio Torrisi che, nel corso dellincontro con la circoscrizione di "Ognina-Picanello", ha spiegato modalit e tempistiche per rendere funzionale una struttura che il quartiere aspetta da anni: Gli interventi dureranno circa due settimane - afferma Torrisi - in seguito sar consegnata alla ditta a marzo. Per rendere loasi ecologica fruibile sar necessario ripristinare i condizionatori e lo scaldabagno rubati oltre a sostituire servizi igienici ed i vetri danneggiati di porte e finestre. Lavori da migliaia di euro che prevedono anche il discerbamento del cortile da sterpaglie ed erbacce oltre alla piena accessibilit ai quattordici contenitori per il recupero del vetro, della plastica e della carta rimasti finora desolatamente vuoti: Riattivare questo impianto vorrebbe dire lanciare un segnale importante per tutto il territorio - ammette il presidente della II circoscrizione Alessandro Condorelli - complice il totale stato di abbandono e la mancanza di vigilanza limpianto diventato una terra di nessuno dove compiere ogni tipo di attivit criminale. Adesso chiediamo che gli interventi di recupero siano eseguiti solo dopo la consegna dellimpianto - prosegue Condorelli - altrimenti c il rischio che, nel giro di pochi giorni, tutto ritorni allo stato di degrado iniziale. Altra questione al centro della conferenza dei servizi la distribuzione dei kit sulla differenziata. Il consiglio di quartiere ha chiesto laumento dei giorni e del personale addetto alla distribuzione. Il motivo? Le code che si formano davanti agli uffici circoscrizionali con tempi dattesa lunghi anche ore: Ci sono solo due dipendenti della "Ipi Oikos", presenti solo il luned e il mercoled mattina, a fronte di una utenza quotidiana di 50-60 persone - sottolinea Condorelli - bisogna raddoppiare gli operatori a disposizione oppure aumentare i giorni di ricevimento, garantendo anche un turno pomeridiano, per ottenere il kit. Una possibilit che lassessore Torrisi non esclude a priori anche se precisa che occorre il parere favorevole dellazienda responsabile della distribuzione dei sacchetti.
DAMIANO SCALA

UFFICIO CASA Da marted nelle agenzie BdS in pagamento il contributo 2009


LUfficio Casa comunale ha reso noto che da marted 21 febbraio in tutte le agenzie del Banco di Sicilia-Unicredit sar in pagamento il contributo affitto anno 2009. Gli aventi diritto si dovranno recare negli sportelli bancari muniti di valido documento di riconoscimento e codice fiscale.

VILLAGGIO S. AGATA Oggi rientro in sede per la 12 candelora della festa agatina
a.b.) Oggi, alle 8, anche la candelora del Villaggio S. Agata, al termine della sua prima partecipazione alla festa agatina come 12 cereo processionale, assieme allassociazione cattolica "Uniti per Agata" della parrocchia S. Croce, uscir dalla Cattedrale per ritornare nella sede allestita nel suo quartiere dal presidente e fondatore Salvo Russo. Prima di lasciare piazza Duomo, i portatori e i devoti agatini del cereo, accompagnato dalla banda musicale diretta dal m Giulio Virgillito, condivideranno un momento di festa coi "confratelli" di 2 "storiche" candelore: la "bersagliera" dei Pescivendoli e il Primo Cereo dei Rinoti.

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CATANIA .31

Riqualificare il quartiere

Il piano prevede anche la delocalizzazione di uffici comunali e quelli delle commissioni tributarie provinciale e regionale

Scartata lipotesi palazzo delle Poste. Nominato anche il Responsabile unico del procedimento: ling. Rosario Leonardi

In breve
S. BERILLO VECCHIO /1 Furto di energia elettrica in edificio pericolante
Venerd mattina gli agenti delle volanti hanno constato che in un edificio di via Reggio, a San Berillo Vecchio, erano stati manomessi due contatori dellEnel e dunque hanno avviato indagini per identificare chi esattamente, azionando il marchingegno, rubava lenergia elettrica. La scoperta stata fatta casualmente allorquando sono stati chiamati i vigili del fuoco da alcuni residenti preoccupati del fatto che i vecchi muri di un palazzetto presentassero alcune crepe. Constatata poi la presenza di fili della luce penzolanti, sono stati chiamati i tecnici dellEnel che si sono subito accorti della manomissione dei contatori. Concluso il sopralluogo, la palazzina stata giudicata inagibile e i pochi inquilini invitati a sgomberare.

Cittadella giudiziaria, per il Tar e lAvvocatura c un progetto per linsediamento a Librino


Tutto concentrato su Librino per lo sviluppo della legalit di un quartiere che fin troppo tempo stato considerato un dormitorio e unarea scollegata dal resto della citt attraverso il miglioramento del contesto urbano, economico e sociale. Lamministrazione Stancanelli lo va dicendo da anni e adesso sta mettendo in pratica i primi provvedimenti per trasferire nel quartiere sud molti uffici anche se in verit ancora di concreto non c nulla. C gi in atto il piano per il recupero del palazzo di cemento che dovrebbe ospitare due direzioni comunali. Due giorni fa il sindaco ha ricevuto il presidente del Catania calcio, Antonio Pulvirenti che ha presentato la proposta di realizzare uno stadio nuovo a Librino, nellarea di San Teodoro e accanto il centro direzionale del Comune che consentir allamministrazione etnea di risparmiare oltre due milioni lanno di fitti passivi. Da tempo inoltre si parla anche della possibilit di realizzare nel quartiere la nuova questura e di edificare la cittadella giudiziaria al posto dellex palazzo delle Poste di viale Africa che cade ormai a pezzi. Proprio su questo argomento il 15 novembre del 2011 lUfficio stralcio (ex ufficio Poteri speciali) ha presentato il progetto di finanza sulla riqua-

SEL: NO ALLAUMENTO DELLIMU


Sel ha tenuto ieri una conferenza stampa sullaumento dellImu. Allincontro sono intervenuti Marcello Failla Rinascita e Enrico Giuffrida del circolo Rinascita che hanno denunciato le gravi responsabilit del sindaco, che continua ancora oggi a nascondere la grave crisi finanziaria. Il Comune denuncia oggi una grave difficolt dovuta al ritardo dei trasferimenti statali. Ci la prova di una persistente crisi di liquidit che allorigine del ritardato pagamento degli stipendi a 830 dipendenti Amt. In questi anni il sindaco in mille occasioni ha decantato il presunto miracolo del risanamento. Ma in verit hanno continuato Failla e Giuffrida - Stancanelli ha ripetutamente nascosto la verit. I buchi di bilancio non possono essere sempre ripianati dai cittadini con laumento dellImu per corpire i buchi dellamministrazione Stancanelli.

SAN BERILLO VECCHIO /2 Una denuncia per macellazione abusiva


Nello stesso vecchio edificio in cui le volanti, venerd scorso, hanno scoperto i contatori della luce, gli agenti hanno denunciato un uomo che in quel momento stava uccidendo alcuni ovini; luomo dovr cos rispondere di macellazione abusiva. Sul posto sono stati chiamati anche i veterinani dellAsp. I Vigili del Fuoco hanno dichiarato inagibile lo stabile, mentre i tecnici dellEnel hanno accertato la manomissione di due contatori Enel: pertanto, sono in corso indagini al fine di identificare gli autori del relativo furto di energia elettrica.

VILLAGGIO SANTAGATA Furto in cabina elettrica, 25enne ai domiciliari


Il 25enne Giuseppe Boscarino stato arrestato venerd dagli agenti delle Volanti per essersi impossessato di materiale metallico e apparecchiature asportate rubati una cabina elettrica, al Villaggio SantAgata. Il giovane stato fermato mentre trasportava la refurtiva (tre carcasse di trasformatori Brt per illuminazione pubblica, 4 condensatori, due isolatori e un serbatoio di olio per trasformatori) a bordo di una motoape. Al giovane gli agenti hanno contestato il reato di guida senza patente, oltre che quello di trasporto di rifiuti pericolosi. Il giovane stato poi sottoposto agli G. BOSCARINO arresti domiciliari.

LA RIPRODUZIONE VIRTUALE DELLA NUOVA CITTADELLA GIUDIZIARIA CHE DOVREBBE SORGERE A LIBRINO

lificazione di Librino denominato Centro direzionale secondo il master plan del centro urbano di Librino che prevede la delocalizzazione degli uffici del Comune, degli uffici giudiziari, del Tribunale amministrativo regionale, dellAvvocatura distrettuale dello Stato e delle Commissioni tributarie provinciale e regionale. Una vera e propria cittadella giudi-

ziaria con accanto gli uffici del Comune. Il 20 dicembre, con provvedimento dirigenziale, stato nominato anche il Rup del procedimento. Si tratta dellingegnere Rosario Leonardi della direzione Lavori pubblici del Comune. Secondo il master plan del centro urbano LIbrinogli uffici comunali avranno una estensione di 29mila600

metri quadrati, gli uffici giudiziari 23mila900, il Tar 10mila400, lAvvocatura distrettuale 3mila080 mq e le commissioni tributarie 3mila080metri quadrati. Inoltre il progetto prevede una struttura ricettiva da 11mila600mq e un centro polifunzionale di 4mila oltre a verde attrezzato e parcheggi pubblici.
GIUSEPPE BONACCORSI

DUE ARRESTI DEI CARABINIERI NEI PRESSI DI VIA GALERMO, IL PADRE GIA CONDANNATO PER ASSOCIAZIONE MAFIOSA

Genitore e figlio spacciatori in societ

In via Fratelli Gualandi, nei pressi di via Galermo, padre e figlio, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Fontanarossa per spaccio di cocaina. Sono Claudio Natalizio Minnella, 46 anni, sorvegliato speciale di Ps e ritenuto legato agli

ambienti mafiosi del clan Mazzei (i carcagnusi) e suo figlio Eugenio Minnella, 21enne, colti in flagranza di reato nel pomeriggio di venerd scorso. Addosso sono stati loro trovati alcuni involucri di cellofan e 105 euro, soldi che sono stati seque-

strati perch ritenuti provento di attivit illecit. Dopo le formalit entrambi sono stati trasferiti in piazza Lanza. Nel 2010 il padre ha riportato, nel processo dappello denominato Traforo, una condanna a 6 anni e 10 mesi per mafia

MINNELLA PADRE

MINNELLA FIGLIO

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

32.

CATANIA
Si occupa di telecomunicazioni, ma quando scaduto il contratto, dopo qualche rinnovo, lo hanno lasciato a casa Da anni desidero farmi una famiglia, per fortuna non lho potuto fare, oggi vivo in un monolocale con quattro persone
GARIBALDI DI NESIMA

Il dramma del lavoro

Oggi Cardiologia aperta informazione e prevenzione


Le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte nei Paesi occidentali. In Italia 240mila persone (di cui 110mila circa sono uomini e 130mila donne) muoiono ogni anno per malattie dellapparato cardiocircolatorio. Se si cardiopatici, diabetici, obesi, ipertesi o si ha il colesterolo elevato, se si parenti di un paziente con queste patologie, o solo se si vuol saperne di pi su infarto del cuore, ipertensione, scompenso e prevenzione del rischio cardiovascolare, bene partecipare alla giornata di informazione scientifica in favore dei pazienti cardiopatici e dei loro congiunti, aperta a tutti i cittadini oggi dalle 9 alle 12 nella Cardiologia dellospedale Garibaldi-Nesima diretta dal dott. Michele Gulizia. Con laumentare dellet cuore e vasi sanguigni possono diventare meno pronti a reagire allo sforzo e ad altri stimoli ed essere pi esposti allo sviluppo di MICHELE GULIZIA malattie - afferma il dottor Gulizia -. Se invece riusciamo a mantenere stile di vita sano e pratichiamo regolare attivit fisica, i cambiamenti associati allinvecchiamento sono meno marcati e si pu non solo aggiungere anni alla vita, ma soprattutto vita agli anni. Dopo sar aperto al pubblico un ambulatorio per misurare la pressione sino alle 14. La nostra Cardiologia aderisce alliniziativa "Cardiologie Aperte - per il tuo cuore" organizzata dalla Fondazione Hcf Onlus dellAssociazione nazionale medici cardiologi ospedalieri (Anmco) "Dammi il tuo cuore, ne avr cura", per sostenere la ricerca clinica innovativa in cardiologia - continua Gulizia -. E il programma di questa giornata in ospedale prevede info sul mantenimento di un corretto stile di vita; la distribuzione gratuita dellopuscolo informativo "Mantieni giovane il tuo cuore"; la sensibilizzazione degli intervenuti alla campagna di prevenzione "Un sms a S. Valentino" al 45505 per sostenere con 2 euro ricerca e cura delle malattie cardiovascolari.
ANGELO TORRISI

Storia di Sergio, 40 anni, tecnico disoccupato Vivo grazie allaiuto della Caritas e di amici
Ha aderito al Movimento dei Forconi sperando nello Statuto siciliano
Sguardo serrato sotto lombra di uno dei cappellini blu del Movimento dei forconi e un grande cartello appeso al collo che in sintesi racconta la storia di un lavoratore deluso dalle porte che ripetutamente il sistema occupazionale siciliano chiude in faccia a chi per lavorare invece ce la mette proprio tutta. "Ho 40 anni, sono disoccupato, da 7 mesi vivo con quel poco che mi passa la Caritas e con lelemosina di qualche amico". Parole forti che lasciano di stucco per il coraggio che ci vuole nel mettere in piazza quellimpegno e quella dedizione che, nonostante tutto, in Sicilia si trasformano in un fallimento professionale. Ma il protagonista di questa storia, Sergio Scavone, non ha timore a raccontarsi. In fondo sa che ha fatto tutto il possibile per realizzarsi. "Sono un tecnico delle telecomunicazioni specializzato, ho lavorato

78,49%

LINCREMENTO delle persone che per la prima volta hanno bussato alla Caritas registrato tra settembre e novembre. Nei tre mesi precedenti laumento era stato del 60%. 41,26% LA PERCENTUALE di persone che si sono rivolte al centro di ascolto per un bisogno legato allalloggio.
DISOCCUPATO DA SETTE MESI HA PORTATO COS IN STRADA LA SUA DRAMMATICA CONDIZIONE

30-65
LA FASCIA DET degli uomini italiani che si rivolgono alla Caritas. Tra i 20 e i 50 anni let delle donne.

per la linea dei carabinieri, per la Prefettura, per diverse banche. Mi scaduto il contratto. Mi stato rinnovato un paio di volte da unazienda, come fanno tutte le societ di Catania. Poi sono stato lasciato a casa. da sette mesi che se non fosse per

la Caritas e per qualche amico". Ora dal 16 gennaio Scavone ha aderito attivamente alla protesta portata avanti dal Movimento dei Forconi. Per questo ieri ha partecipato alla manifestazione che si snodata lungo via Etnea.

"La protesta iniziata come voce degli agricoltori, pescatori, autotrasportatori, ma poi tutti si sono resi conto che la chiave di volta lapplicazione di quanto ci negato da anni, lo Statuto siciliano. Questo darebbe modo a tutti di poter vivere e non di sopravvivere a stento". Alla sua et, in cui in Italia, e ancora di pi in Sicilia, si considerati "giovani" perch inseriti in percorso professionale tutto in salita, senza certezze n prospettive, ma gi "vecchio" per i Paesi pi evoluti, Scavone ieri si limitato a raccontarci il suo sogno. " una vita che desidero farmi una famiglia - dice ma in questo momento ringrazio Dio che non lho potuto fare. Lavoro sei mesi e poi sto altri sei mesi senza lavoro. Ho una compagna, che ha due bambini e vive con sua madre. Io ho una stanza. In un monolocale quattro persone come le ospito?"
SONIA DISTEFANO

E i Forconi di nuovo in strada


Ormai sfiduciati e sfiancati dal "peso" della politica - come dicono nei loro striscioni - i pescatori catanesi, il Movimento dei Forconi e Forza durto ieri, appoggiati dal Gar, sono scesi nuovamente in strada, proprio dove era scoppiata la protesta, per chiedere al Comune la convocazione di un Consiglio straordinario aperto a tutti per discutere e accogliere le loro 10 istanze volte ad agevolare e tutelare i lavoratori siciliani. Alle 10 il corteo si mosso dalla Villa Bellini per concludersi, alle 14, in piazza Universit. "Chiederemo anche alla Provincia di ascoltarci e di sedere alla Camera di commercio - ha detto Fabio Micalizzi, rappresentante dei pescatori -. Siamo molto preoccupati inoltre per il settore della pesca. Sembra che sia stato eliminato dal consiglio camerale. Scriveremo a tutte le istituzioni e presenteremo un dettagliato esposto in Procura. Il prossimo 6 marzo tutti i pescatori ci riuniremo nuovamente a Palermo".
S.D.
QUI SOPRA E NELLA FOTO A SINISTRA DUE MOMENTI DELLA PROTESTA DI IERI A CATANIA

Il trans aggredito, solidariet da Autonomia in movimento e Prc


In merito alla notizia riguardante laggressione di Michelle Santamaria, il trans di Licata, avvenuta in un pub del centro storico la notte di San Valentino, i consiglieri comunali del gruppo Autonomia in movimento - Tringale, Corradi e A. Messina - esprimono la loro solidariet al ragazzo e alla sua famiglia per un atto vile e meschino che ha trasmesso unimmagine negativa della citt e invitano Michelle e la sua famiglia a fare insieme con noi un giro del centro storico. Rifondazione comunista parla di vigliacca aggressione ed esprime solidariet a Michelle, riconoscendole il coraggio di essersi esposta con una denuncia pubblica, e le augura di rimettersi al pi presto e di avere sempre la forza di difendere la sua libert.

CON LA GAMMA GPL O METANO DI FIAT VIAGGI SPENDENDO LA MET.


GAMMA GPL FIAT AL PREZZO DEL BENZINA finanziamento con anticipo zero e INTERESSI zero.
TAEG 1,87%
Gpl al prezzo del benzina, offerta valida su motori GPL di Punto, Bravo, Panda Classic, 500, Idea. Consumi ciclo comb. (l /100 Km): GPL da 6,4 a 8,3; bz da 4,9 a 6,3. Emissioni Co 2 (g/km): GPL da 104 a 134; bz da 113 a 146 Es. nanz.: Bravo GPL Active, pr. promo 15.450 (IPT escl.). Anticipo 0, 36 rate mese 441,45, imp. tot credito 15.764,62, (incl. spese pratica 300, Bolli 14,62), imp. tot. dovuto 15.903,44, spese Rid 3,5/rata, spese invio e/c 2,81 anno, TAN sso 0%, TAEG 1,87%. Salvo approvazione Valida no al 29.2.12. Fogli Informativi su www.sava.it. Mess. Pubb. a scopo Promozionale.

www.fiat.it

A.B.AUTO (Catania) LUPO&DELUCA (Patern) - OSCARAUTO (Misterbianco)

Le immagini delle auto sono solo indicative

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CATANIA .33

Dossier lavoro dellIres Cgil

Per i giovani tra i 15 e i 24 anni la situazione pi drammatica: ha un lavoro stabile solo il 13,5%, dato che crolla al 5,42% per le donne

Il segretario generale Villari: Assistiamo ad una disperazione la cui "monotonia" rischia di durare per tutta la vita lavorativa

CGIL FP CONTRARIA ALLIPOTESI

I militari nella Pa? Una cosa impensabile


Allordine del giorno la possibilit che i militari vengano spostati nella Pubblica amministrazione, secondo la soluzione indicata dal ministro Di Paola al fine di ridimensionare e modernizzare le Forze Armate e il controverso sistema di valutazione del personale. Per la Funzione pubblica Cgil , che ieri ha tenuto unassemblea alla quale ha partecipato il segretario generale della Fp Cgil Gaetano Agliozzo, da Noemi Manca della Fp Cgil Difesa nazionale, e da Armando Garufi della segreteria provinciale, impensabile spostare i militari nella pubblica amministrazione mentre si discute di esuberi. Gi oggi la pubblica amministrazione deve affrontare una pesantissima cura dimagrante in seguito alla riforma Brunetta, e i singoli enti sono chiamati a comunicare i propri esuberi in base ai due tagli consecutivi del 10% agli organici, operati dallo scorso governo. Per il sindacato, chiedere alle stesse amministrazioni di mandare in mobilit personale qualificato per poi assorbirne altro in esubero dalle Forze Armate, con una formazione non adatta allofferta di servizi pubblici, significherebbe non aver ben chiara la gravit della situazione. Eincomprensibile come un progetto di queste dimensioni non sia stato discusso con chi ha il polso della situazione. Pensare di poter con una mano ridimensionare le amministrazioni pubbliche e con laltra utilizzarle per risolvere un problema, vuol dire ritenere il lavoro pubblico un ammortizzatore sociale e non una leva per lo sviluppo. In un recente incontro con la Fp nazionale, il ministro Di Paola ha indicato il piano decennale di attuazione del processo, che prevede riduzione di strutture e personale, militare (20% di 183 mila - 40 mila unit) e civile (33% di 30 mila - 10 mila unit circa).

Solo il 27,8% degli occupati ha un posto fisso Aumentano i precari, i disoccupati e i disperati
PINELLA LEOCATA

LAVORO IN NUMERI

Il posto fisso? Nel nostro territorio pi che una speranza un sogno, una fantasia, e non solo per i ragazzi in formazione, ma anche per chi, non pi giovane, da anni si presenta sul mercato del lavoro in bilico tra inoccupazione, disoccupazione e precariet. E se non si riesce a trovare un lavoro, se non si ha un reddito minino per provvedere alle necessit della vita, allora non resta che la famiglia, lunica rete di sostegno del nostro Paese, fino a quando sar in grado di tenere. I governi tecnici e di destra dovrebbero rimproverare solo se stessi se gli italiani restano fino ai 30/40 anni a casa di mamma e pap. C solo la famiglia su cui contare, e lo sanno bene anche loro e i loro figli dal momento che lunica occupazione sicura che oggi si trasmette da padre in figlio proprio quella delle professioni liberali e delle corporazioni. E non un caso che un numero sempre crescente di giovani siciliani e catanesi, dopo la laurea, emigri al Nord e allestero nel tentativo di trovare lavoro, disperdendo cos risorse e tagliando alle radici la possibilit di un rilancio della nostra terra. Un quadro che conosciamo bene. A dargli corpo, un corpo fatto di dati, adesso il dossier dellIres Cgil, elabora-

303.000 occupati
nella Provincia di Catania di cui dipendenti dei quali soltanto

223.000 lavoratori 84.251con rapporto


di lavoro a tempo indeterminato e questo equivale al occupata

27,8% forza lavoro 5.000 i lavoratori in


cassa integrazione

3.300 i precari della


scuola, delluniversit e del pubblico impiego 15 e i 24 anni con unoccupazione stabile

5,42% le donne tra i 13,5% i giovani,


maschi e femmine tra i 15 e i 24 anni, con un lavoro a tempo indeterminato.

to dal dottor Tuccio Cutugno incro- ch, anche in questo caso, non detto ciando i dati di Istat, Inpd, Inpdap, Uf- che si tratti di posti fissi. Infatti ficio del Lavoro. Uno studio che de- 57.706 lavoratori sono dipendenti scrive il mondo del lavoro del nostro pubblici iscritti allInpdap, mentre territorio mettendo a nudo tante mi- 26.545 sono dipendenti dei comparti stificazioni. Innanzitutto un dato, il privati, dunque occupati nel settore dato: il posto fisso una realt mi- dellindustria, del commercio, dellarnoritaria, peraltro in via di estinzione. tigianato etc. e dunque in settori e in I dati del 2010 ci dicono che nella pro- aziende in cui, a causa della crisi, in corso un grave vincia di Catania, processo di ridisu 303.000 occumensionamento pati, i lavoratori a con i tagli che tempo indetermiquesto compornato sono soltanto ta. 84.251, il 27,8% delA questo si agla forza lavoro ocgiunge - come ricupata. Eppure i lavela la ricerca del voratori dipendendottor Cutugno ti sono la stragranche, sempre nel de maggioranza 2010, i lavoratori degli occupati, ben SUSANNA CAMUSSO E ANGELO VILLARI in cassa integra223.000. In teoria i conti non tornano. E, invece, s perch zione erano 5.000 e che anche i lavodi questi 223.000 18.610 sono iscrit- ri un tempo considerati sicuri, quali ti allInps come lavoratori parasubor- quelli nel pubblico impiego, non sono dinati, 98.134 sono stati assunti a tem- pi tali. Nello stesso anno, al netto po determinato (dati Ufficio del la- dei pensionamenti - 1.100 persone voro ), 966 con contratti di inseri- allInpdap sono state registrate 3.300 mento, 2.905 come apprendisti, iscrizioni in meno, cio 3.300 occupa17.096 con contratto di somministra- ti in meno, un numero che corrizione, 1.038 fanno i tirocini formati- sponde esattamente a quello dei previ. Ne consegue che soltanto 84.251 cari della scuola, dellUniversit, del persone possono contare su un rap- pubblico impiego, in genere non riporto di lavoro a tempo indetermina- confermati a causa degli effetti delle to. Indeterminato ma non sicuro, per- riforme del Governo Berlusconi.

E le cose non vanno bene neppure a chi unoccupazione la trova perch spesso di tratta di lavoro precario e mal pagato che non consente di affrontare i costi della gestione di una casa e di una famiglia. E, anche in questo caso, a pagare pegno sono soprattutto le donne e i giovani. Nella provincia di Catania risultano occupate 6.000 le donne tra i 15 e i 24 anni. A queste bisogna sottrarre le poche donne imprenditrici e le 2.246 ragazze cosiddette lavoratrici parasubordinate, cio assunte con uno dei diversi contratti di collaborazione con un reddito medio pro capite annuo di 2.261 euro. La conclusione drammatica: pu contare su unoccupazione stabile sono il 5,42% delle giovani donne, un dato di gran lunga peggiore di quello, pure pesantissimo, relativo ai giovani in generale tra i quali soltanto il 13,5% occupato a tempo indeterminato . Altro che monotonia del posto fisso - commenta polemico il segretario generale Angelo Villari -. Qui a Catania assistiamo alla disperazione della precariet e della disoccupazione, una monotonia che rischia di durare per lintera vita lavorativa degli individui. Precariet che include uninsidia durissima: non poter accedere a quel credito bancario che a volte consente di costruirsi un futuro solido.

Fondo "trasversale" per aiutare nuove imprese


Ridare valore a Catania dopo dieci anni di immobilismo. Ridarle valore per farla diventare il simbolo di un Mezzogiorno che, con i suoi giovani e le sue donne, deve tornare ad essere tema centrale del Paese in vista di uno sviluppo possibile. E rimettere al centro Catania vuol dire anche mettere in campo idee di crescita e sostegno alle giovani generazioni, come "Valore Catania", una delle innovazioni possibili lanciata ieri dal parlamentare catanese del Pd Giuseppe Berretta in occasione dellincontro "Sud - Unimpresa grande", svoltosi a Palazzo Platamone e organizzato dal Dipartimento Economia e Lavoro del Pd, alla presenza di Stefano Fassina, responsabile economico nazionale del Pd. Abbiamo avuto unidea semplice ma efficace che proveremo a realizzare - ha detto Berretta - Un fondo, uno strumento finanziario cofinanziato da Enti locali, banche, consorzi fidi per raccogliere risorse da Durante lincontro, moderato dalla responsabile Lavoro del Pd etneo Tania Spitaleri, Berretta e Fassina hanno approfondito i temi della crescita e dello sviluppo, declinati in chiave locale e nazionale. Altro che bamboccioni - ha esordito Berretta, membro della Commissione Lavoro della Camera - occorre parlare piuttosto del rischio di tsunami demografico al Sud, con i giovani costretti ad andare altrove. Al governo Monti chiediamo di affrontare velocemente questo tema, ma noi vogliamo anche provare a fare qualcosa qui sul nostro territorio, partendo da tre grandi temi: rivedere il rapporto con il mare dotando Catania di grandi infrastrutture e potenziando quelle esistenti oltre alla Zona Industriale; costruire un nuovo rapporto tra cultura, ricerca, Universit ed economia e proprio per questo lanceremo lidea del fondo per lo start-up di imprese giovani chiamato Valore Catania; in-

DOMANI UN SEMINARIO

Provincia, agevolazioni Quale sviluppo al Sud. Iniziativa del Pd con Berretta e Fassina: Le nostre proposte per ridare valore a Catania ai giovani professionisti
fine una citt pi solidale e sostenibile. La nostra ricetta - gli ha fatto eco Fassina - lo sviluppo per combattere la precariet del lavoro. Ma per realizzarlo occorrono riforme per tutto il Paese e che diano maggiori benefici proprio al Sud. Fassina dice no allabolizione dellarticolo 18 e chiede invece di mettere ordine nella giungla dei contratti di lavoro. Oltre a Berretta e Fassina allincontro hanno partecipato, tra gli altri, il segretario provinciale del Pd Luca Spataro, il segretario provinciale della Cgil, Angelo Villari, Niccol Notarbartolo (esperto in Economia del territorio e componente dellesecutivo del partito), il sindaco di Biancavilla, Giuseppe Glorioso, Giancarlo Spinella, presidente Cna-Fita Sicilia, Salvo La Rosa (direttore istituto di credito), Orazio Micalizzi del Consorzio Connecting People, Andrea Valenziani, giovane imprenditore agricolo, .
Le agevolazioni della Provincia a favore dei neo-professionisti che desiderano avviare una propria attivit saranno al centro di un seminario promosso da Ordine e Fondazione degli Ingegneri e che si terr domani, alle 16, al President Park Hotel di Aci Castello. Con il presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione, interverranno lassessore provinciale alle Politiche finanziare Ascenzio Maesano, i presidenti dellOrdine e della Fondazione etnei, Carmelo Maria Grasso e Santi Maria Cascone, il presidente della VII Commissione della Provincia Nello Cutuli e Sebastiano Messina, dirigente della stessa Provincia. Concludono i presidenti dellOrdine e della Fondazione Architetti, Luigi Longhitano e Carlotta Reitano, coordina il segretario della Fondazione Alfio Grassi.

LINTERVENTO DELLON. BERRETTA; A FIANCO FASSINA

destinare alle nuove imprese di giovani che decidano di investire in innovazioni e progetti di valenza sociale. Catania metafora del Sud, dunque, e non a caso stata scelta, come annunciato da Fassina, per ospitare a fine settembre la Festa nazionale del Lavoro del Pd.

FARMACIA

Accordo Federfarma-Acli sulla fruibilit dei servizi


Una sinergia con le Acli di Catania, un altro tassello di quel mosaico di servizi che Federfarma sta realizzando allinterno delle farmacie etnee, per venire incontro alle esigenze di salute e benessere dei cittadini. Il protocollo dintesa, firmato ieri da Federfarma e Acli, punta ad avviare un programma di collaborazione reciproca, a favorire il dialogo e le attivit comuni per garantire una maggiore fruibilit dei servizi, anche da parte degli associati, dei loro dipendenti e dei collaboratori, oltrech degli utenti. Lintesa, che prevede anche la promozione di attivit congiunte di informazione e produzione di servizi, stata sottoscritta dal presidente dellassociazione che riunisce le 274 farmacie etnee Gioacchino Nicolosi e dal rappresentante legale delle Acli provinciali Franco Luca, presente il responsabile di Federfarma Catania Agata Cardillo. "Le difficolt che in GIOACCHINO NICOLOSI E FRANCO LUCA questo momento affliggono la categoria - ha detto Nicolosi - non ci impediscono di guardare avanti, al futuro della farmacia, che deve continuare a crescere e legarsi alle istituzioni, al mondo del volontariato e del sociale, e al territorio, senza tuttavia perdere di vista la delicata fase che stiamo vivendo. Solo realizzando quella "Casa della salute" prevista dalla legge e dai decreti attuativi, che introducono i servizi in farmacia, potremo far comprendere quanto il nostro lavoro sia differente da qualsiasi altra attivit produttiva o commerciale, e quanto sia prezioso e insostituibile il servizio che offriamo quotidianamente, 24 ore su 24, mettendo da sempre la nostra professionalit ed esperienza al servizio del cittadino. Come facciamo anche in questa occasione, con la firma di un nuovo protocollo, che va ad aggiungersi ai precedenti, gi siglati con lUniversit, con lAsp, con la Casa dei popoli del Comune di Catania, con la Croce Rossa, la Lilt e altri enti no profit e del terzo settore. A riprova che la Farmacia un ponte tra i cittadini e il Servizio sanitario nazionale (di cui fa parte), e spesso riesce ad alleviare i disagi delle fasce pi deboli della popolazione o a fornire risposte immediate alle esigenze di benessere". "Il protocollo dintesa con Federfarma Catania - ha detto il rappresentante delle Acli Franco Luca - rappresenta un ulteriore processo di apertura verso quella politica di integrazione con altre associazioni che pu portare a sinergie di intervento per rispondere sempre meglio ai bisogni".

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

34.

CATANIA
Lo dico a La Sicilia
Etna sud: no servizi, s verbali
Etna Sud Piano Vetore, mattina di sabato 18 febbraio. Nei pressi della Scuola Italiana Sci di Fondo gi alle 9.30 s creata una fila di auto in sosta sul margine sinistro. Il transito stretto in un corridoio giusto per il passaggio di una vettura alla volta, pur essendo una strada comunale a doppio senso di circolazione. In sostanza, i mezzi spazzaneve della Provincia Regionale di Catania, nei giorni scorsi non hanno spazzato per lintera larghezza stradale. Alle ore 11.20 arriva una pattuglia della Polizia Provinciale e inizia a far rimuovere le auto in sosta (sono sciatori, famiglie con bambini in vacanza di Carnevale, per il primo vero week-end di bel tempo e tanta neve su questo versante etneo), pena verbali. Ora, la considerazione molto semplice. Come si fa a volere ordine quando non si offrono i servizi? Cio: la strada viene praticamente ignorata al momento dello sgombero della neve e poi per si fanno i verbali per le auto in sosta che intralciano la circolazione? Ma dove sono i parcheggi? E dove sono i segnali di divieto di sosta? Cogliamo loccasione per lanciare agli amministratori una proposta altrettanto semplice per regolare la viabilit della zona, soprattutto nei week-end. Istituire il senso unico attorno a Monte Vetore. I costi sarebbero la realizzazione e la messa in opera di tre cartelli. SERGIO MANGIAMELI

Citt flash
ASSOC. MARRANZATOMO Oggi domenica, alle ore 17,30, nella biblioteca della chiesa Santa Maria della Consolazione, presentazione del libro di poesie Il peso della cenere di Salvatore Solarino (ed. Novecento); relatore Renato Pennisi, intervento di Luccio Privitera, voce recitante Orazio Aric. APPELLO PER SANGUE LAssociazione San Marco Donatori Volontari Sangue, nel ricordare che lemergenza sempre in agguato, invita, chiunque volesse donare in favore dei bambini thalassemici e di chi necessita di emotrasfusioni a qualsiasi titolo, a presentarsi tutti i giorni, compresa la domenica, dalle ore 7:30 alle 12 presso il Servizio Trasfusionale dellOspedale Vittorio Emanuele; oppure presso il Centro di Raccolta di Via Ofelia 35, tutti i sabati dalle ore 8 alle 12. RACCOLTA DI SANGUE Oggi come in tutti i giorni feriali il centro fisso Avis di via Asiago 10 rimane aperto dalle ore 8,30 alle 11,15. Tali iniziative rientrano nel programma dellAVIS per sopperire alla cronica carenza trasfusionale catanese. INCONTRO CULTURALE Domani luned 20, ore 17.30, nellaula Santo Mazzarino del monastero dei Benedettini, Simona Lo Iacono e Sergio Sciacca presentano il romanzo di Stefano Pirandello "Timor sacro" a cura di Sarah Zappulla Muscar; coordina Domenico Tempio. INCONTRO CULTURALE Domani luned, alle 17,30, alla libreria Cavallotto di Corso Sicilia 91, presentazione del libro "Folli giardinieri, storie damore e di verde" di Maury Dattilo (ed. Pendagron), introduce Lisetta Giardina Fiamingo; in collaborazione con Garden Club di Catania e Messina. INCONTRO CULTURALE Domani luned, alle ore 18, alla Feltrinelli di via Etnea 285, Rocco Familiari presenta "Il ragazzo che lanciava messaggi nella bottiglia (Marsilio); interviene Giuseppe Condorelli, letture di Marina Cosentino. ROTARY CATANIA EST Domani luned, alle ore 20,30, caminetto in sede; il prof. Emilio Cottini, istruttore distrettuale e coordinatore del progetto interdistrettuale Talassemia Marocco, relazioner su Talassemia - Marocco: un Progetto Distrettuale e Internazionale. CASTELLO LEUCATIA Marted 21, alle ore 17, al Centro Culturale "Rosario Livatino, conferenza su "Il Sacro Femminile" che tratter sia crescita personale e consapevolezza femminile e recupero della storia perduta delle donne; relatrice Barbara Fasano, formatore e counselor. DIREZIONE URBANISTICA Solo marted 21 e poi marted 28 gli uffici comunali della Direzione Urbanistica e Gestione del Territorio in via Biondi 8 saranno aperti al pubblico. Il personale dipendente impegnato in un corso di aggiornamento professionale per lacquisizione di un nuovo software per la gestione informatica delle pratiche edilizie. CONFCOMMERCIO Sono aperte le iscrizioni per i seguenti corsi che si terranno in sede nei prossimi giorni: Rec per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande; agenti e rappresentanti di commercio; agenti immobiliari in mediazione; informazioni allAscom, via Mandr 8, tel. 095 7310711 CONFESERCENTI Sono aperte le iscrizioni ai corsi abilitanti per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, per labilitazione allattivit di agente e rappresentante di commercio e i corsi preparatori per agenti immobiliari, e corsi sostitutivi del libretto sanitario; informazioni in segreteria, viale V. Veneto 14, tel. 095388274 -0957374142. CASA DELLA MERCEDE C bisogno urgente di vestiti stagionali, scarpe, alimenti, coperte, medicine e oggetti per la casa da destinare a persone bisognose. Le consegne si possono effettuare in via di San Giuliano 58, tel. 095.532753, tutti i giorni feriali dalle 9,30 alle 12.

segnalazioni al numero fax 095 253495, e-mail cronaca@lasicilia.it - Le lettere devono recare nome e cognome del mittente (che a richiesta non viene pubblicato) e un suo recapito telefonico
co, pu dar fastidio". Ritengo che tali rozze posizioni omofobiche siano da stigmatizzate con decisione, alla stessa stregua di xenofobia e intolleranza religiosa. I partiti politici che si dichiarano portatori di libert dovrebbero valutare con attenzione lopportunit di non candidare presso le proprie fila individui che propugnano con disinvoltura simili becere istanze sociali, oppure non potranno essere considerati portatori di libert. ARTURO PALERMO

Potatura forse eccessiva per gli alberi di corso Indipendenza


Le foto, scattate in Corso Indipendenza, forse sono pi eloquenti di qualsiasi. Prima si pensava stessero facendo un lavoro di potatura. Dopo invece ecco i risultati. Un altro pino, addirittura, stato tagliato alla base dopo essere stato pian piano privato di tutti i rami. Si trovava a pochi metri da quello evidenziato nella foto. Unica nota positiva di questa vicenda che sul posto stesso tutto il materiale stato macinato con un apposito macchinario, nella speranza sia poi utilizzato come organico. C qualcuno adesso, per esempio lufficio stampa del Comune, che magari ci fa sapere cosa sta succedendo? Poi se qualche ambientalista ci fa sapere anche la sua opinione, per noi cittadini assetati di verde, non sarebbe male! NICOLA CIANCICO

Un poeta napoletano invento "Sanremo"


Fu il poeta napoletano Ernesto Murolo (il padre del cantante Roberto) "linventore di Sanremo", infatti nel 1932 organizz proprio a Sanremo il "Primo Festival di canti, tradizioni e costumi". Un grande spettacolo di canzoni napoletane e italiane eseguite dai pi noti cantanti dellepoca. Sarebbe bello se gli organizzatori dedicassero, durante le serate del festival, un omaggio a questo poeta "padre naturale del festival" e agli altri grandi autori che hanno onorato, ed onoreranno in eterno, la nostra canzone in tutto il mondo. E cos Sanremo avrebbe anche lopportunit di colmare la grande lacuna della passata edizione quando, ricordando il 150 dellUnit dItalia, manc lesecuzione della "Leggenda del Piave" che E. A. Mario "il signor tutto della canzone napoletana" scrisse e music nella notte dal 23 al 24 giugno 1918. Un inno di incomparabile bellezza che accompagn e sostenne sui campi di battaglia lavanzata progressiva e inarrestabile dei nostri soldati che conclusero le sorti della guerra con una disperata ma splendida vittoria. RAFFAELE PISANI

gi adottati in passato, poich con la prima pioggerellina si torna nelle stesse identiche, se non peggio, situazioni critiche gi esposte. La sistemiamo definitivamente? E.C.

Ci interessano solo le curve di Belen


Non interverr nessuno fin quando qualcuno non ci perder la vita solita storia italiana, o meglio siciliana, che lascia irrisolti problemi spesso banali, ma che talvolta possono rivelarsi fatali. Parlo delle pericolosissime curve che da mesi sono al buio, tra Santa Venerina e Zafferana Etnea, nelle zone della famosa Azienda Agricola Murgo, dove per un comune guasto ad un palo dellilluminazione pubblica, pericolosi tornanti, molto stretti talaltro, sono completamente al buio. Eppure fino ad oggi nessuno intervenuto per rimediare, le curve stanno l, silenziose e pericolose, forse perch chi ci governa, e forse pure noi, siamo pi interessati per le curve che Belen mostra in diretta televisiva a Sanremo, che per i problemi che affliggono le nostre citt. LUCA B.

San Benedetto, Santa Chiara e tanta approssimazione


Poveri Santi in Paradiso! E per fortuna sono tranquilli in Paradiso. In questa terra ne vedrebbero di belle e di brutte, soprattutto se vivessero a Catania. In questa citt infatti si accorgerebbero di come non solo viene oltraggiata la festa di Agata, ma di come essi stessi vengono oltraggiati. Ma poich sono Santi, sono anche modelli di pazienza. Poveretti, in occasione della Festa della loro precorritrice Agata si sono visti calpestati anche loro. Di come stata maltratta Agata ce ne siamo accorti in tanti (o forse tutti, considerate le riprese televisive trasmesse in varie parti del mondo). Di come invece siano stati maltrattati Benedetto e Chiara se ne saranno accorti pochi (quei pochi nel mondo, o tanti che come me leggono quotidianamente La Sicilia). A cosa mi riferisco? Come ogni anno La Sicilia dedica molte pagine alla festa patronale appena conclusasi (siamo in attesa dellottava: altre bombe, altri botti, e altre botte, speriamo di no!). Tra i vari servizi giornalistici c quello che a pagina 30 di Domenica 5 Febbraio si occupa delle Monache Benedettine di via Dei Crociferi. Ebbene, nellultima colonna allinizio del secondo capoverso scrive: La voce angelica delle Clarisse rapisce lanima [...]. Ma le Clarisse alle quali ella allude nulla hanno a che vedere con San Benedetto, bens hanno a che vedere con Santa Chiara (dal latino Clara). Le Clarisse sono monache che seguono la regola di Chiara di Assisi, e vivono nei monasteri di Clausura francescani. Le Benedettine di via Dei Crociferi sono monache anchesse di Clausura, ma nulla hanno a che vedere con le Clarisse, in quanto seguono la regola di San Benedetto. Ecco dunque chiarito lequivoco tra Monache di clausura, Benedettine e Clarisse. SALVATORE CANTARELLA

Che la tolleranza zero valga pure per le buche stradali


Giorni fa, in cronaca, apparsa una nota che riguarda la viabilit a Catania. Il propositivo assessore Pesce ha dichiarato: "tolleranza zero per le soste selvagge". E fin qui nulla da ridire, anche se molte soste irregolari avvengono per la risaputa carenza di parcheggi utili. In certe zone della citt (piazza Verga e adiacenze), ma in tutto il lato est, trovare un parcheggio quasi impossibile. Non sono da meno il lato sud e ovest della citt. Purtroppo vicende giudiziarie hanno rallentato la realizzazione dei tanti parcheggi previsti nellera Scapagnini. Lunico che verr alla luce (ma quando?) pare sia quello di piazza Europa. Nella tolleranza zero (frase spesso usata dallamministrazione Stancanelli) i cittadini gradirebbero sentire che la stessa "tolleranza zero" avvenisse per le migliaia di buche che esistono in tutta (proprio in tutta) la rete stradale di Catania. arcinoto che molte realizzazioni riconducibili al miglioramento delle strutture viarie, sono legate a carenza di fondi; pertanto se si pu, si usi meno "quella" frase, e appena possibile, la si trasferisca anche nella mancanza di segnaletica orizzontale e negli attraversamenti pedonali eternamente sbiadite o mancanti. NUCCIO MIRABELLA

sero numerosi (circa tremila) alla rappresentazione che narrava la vita della Vergine e Martire Agata. Lautore era, allora, un giovane sconosciuto ventitreenne: Antonio Rapisarda (Viagrande 1900Sanremo 1983), meglio noto con lo pseudonimo di Aniante. Limpresario intravide del talento in questo giovane che in seguito avrebbe scalato le vette letterarie europee, perci gli mise a disposizione lanfiteatro Gangi e una compagnia di guitti con una discreta esperienza recitativa. La trama non fu per quella che il pubblico si attendeva. Agata, anzich essere la giovane nobildonna che per amore di Dio rifiuta le profferte del Pretore romano, qui appare una piccola borghese, dedita alla tessitura, col suo bravo fidanzatino che alla fine uccider il tiranno ormai abbandonato da tutti. A completare il quadro gi fosco del racconto, fu lattrice che imperson Agata. Il pubblico la riconobbe subito: si trattava della volubile e formosissima figlia del lampionaio del porto. Si pavoneggiava sconnessa tra veli e sof. La gente che affollava in ogni ordine e grado il teatro, sin dal primo atto cominci a masticare amaro. Aspett impaziente un segnale per lanciarsi. E questo segnale arriv da un ragazzetto che, senza aspettare la fine, ne moll una di quelle sonore. Vol di tutto. Racconter anni dopo Aniante nelle sue memorie: "Il cassiere dellanfiteatro ne approfitt per sparire con lincasso, mentre io sfuggii al linciaggio per puro miracolo". SANTO PRIVITERA

Alluscita da scuola ingorghi in via del Bosco


Transitare in via del Bosco in prossimit dellIstituto Cutelli ogni giorno alluscita degli alunni, diventato unimpresa difficile. Lunghe code di auto di genitori posteggiate, anche in doppia e tripla fila, che attendono larrivo dei figli. Un caos di auto che creano un serio disagio alla viabilit. I mezzi di soccorso o di trasporto pubblico in quelle ore si ritrovano in un ingorgo difficile da superare con gravi conseguenze. Le auto vengono posteggiate anche in prossimit di portoni privati. Se una persona deve rientrare nella propria abitazione si ritrova il transito sbarrato ed costretto a chiedere cortesemente di spostare lauto per sentirsi rispondere: "un attimo, sta arrivando mia figlia o mio figlio", ma non si spostano di un centimetro. Nessun garbo, nessun rispetto civico e pensare che listituto noto perch accoglie i figli della Catania "bene". Occorre provvedere al pi presto alla risoluzione del problema di viabilit nelle ore di uscita degli alunni, predisponendo un servizio di vigili urbani al fine di regolamentare la viabilit e la sosta selvaggia. Un quartiere intero non pu soffrire lineducazione e lincivilt di alcuni che per comodit propria, creano un disagio quotidiano alla collettivit bloccando la libera circolazione. PINA RAPICAVOLI

Il senso di una festa


Gi parecchi anni fa ebbi modo in questa rubrica di commentare la frase "i catanesi si illudono di raggiungere il Paradiso mangiando calia dietro alla vara di S.Agata...". Io dico che c una certa leggerezza nellaffernamare certe cose, quasi a sottovalutare le "intenzioni" del popolo catanese... Festeggiare S.Agata non vuol dire rinnegare o annullare i principi di vita cristiana: Salvatore Resca proprio convinto che, una volta finita la festa, il catanese non sia in grado di prendere la sua santa croce e portarsela sulle spalle ? Perch una cosa (la festa) dovrebbe escludere laltra (vita cristiana) ? La festa soltanto una festa e basta, pu non piacere nei suoi aspetti pi svariati ma solo una festa, una goccia nel mare della vita....Perch non dovrei o non potrei godermi e partecipare alla bellissima festa di S.Agata e contemporaneamente vivere da cristiano ? E ancora: i malati si accostavano a Ges con la speranza e/o la certezza di venire guariti... oggi lo facciamo attraverso S.Agata, veniamo al mondo per servire Dio, ma cos sbagliato chiedere? E forse una debolezza? E per finire: sarebbe bellissimo che i devoti che il 6 mattino (o comunque durante i festeggiamenti) si sono resi protagonisti di azioni indegne di un vero devoto avessero il coraggio e la forza di chiedere perdono alla nostra Patrona, che lo facessero pubblicamente, sarebbe un gesto meraviglioso, ma forse chiedo troppo... SALVATORE FACINEROSO

Giarre, necessario uno stop nellincrocio di via Oberdan


Incroci pericolosi, con segnaletica assente o non sufficiente? il caso dellincrocio di via Oberdan con via Marconi, a Giarre (vedi foto). Dove non esiste alcun segnale di arresto, in entrambe le carreggiate. Cos si verificano almeno due incidenti al mese, come testimoniano alcuni residenti. Lulti-

S. Agata procur ad Aniante un solenne dispiacere


La fede dei catanesi per SantAgata indiscutibile. Un manipolo di incivili esibizionisti non basta di certo a macchiare una festa che non va elogiata solo per il semplice fatto di essere patrimonio antropologico dellUnesco, ma per la potente immagine di spiritualit che la figura di SantAgata capace di irradiare nel mondo. Essi, gli incivili esibizionisti, appunto, non si rendono conto che il loro agire da considerare doppiamente censurabile: per loffesa arrecata alla Santa e per il danno arrecato allimmagine della citt. Senza contare lo sdegno provato dalla stragrande maggioranza dei catanesi allorquando costretta a rinunciare a partecipare alla festa per non assistere dal vivo a certe "performance" di questi pseudodevoti. Nel tentativo di assimilare tale condotta a certi episodi deprecabili accaduti nel tempo, mi imbatto in quello che nel giugno del 1923 costitu a Catania un vero e proprio caso letterario: "Il Quinziano". Si tratt di un dramma sacro(?) in cinque atti. Un vero e proprio dramma, ma per gli spettatori che accor-

S. A. li Battiati: pericoli in via Antonino di San Giuliano


Si richiede intervento fattivo da parte dellAmministrazione Comunale per la via Antonino di San Giuliano allaltezza del Centro di riabilitazione "Lucia Mangano", poich, oltre ad esservi scarsissima illuminazione della via, sia in orari diurni e serali ci sono autovetture e motocicli che percorrono con velocit sostenuta. Purtroppo, giorno 15 intorno alle ore 21,15 un dipendente deceduto sul colpo a causa di un impatto violento a 20 metri circa dal centro. Molte volte ribadisco, che detto tratto di strada privo: illuminazione adeguata, mancanza di segnalazione a mezzo semaforo alla chiamata,striscie pedonali e dossi di rallentamento nei pressi del centro riabilitativo. Un deterrente ai fini di prevenire rischi sia per i pedoni che dei residenti,occorre che la presenza non costante della polizia locale,solo alla fine di prevenzione. Certo , che perdere la vita umana,dopo che si finisce di lavorare e venire ad essere travolti da automobilisti e motociclisti veramente da non crederci. Devesserci unaltra perdita di vita perch qualcuno si muova? Questo quello che continuo a chiedermi. ANTONIO PANZERA

Lex ministro Giovanardi e lomofobia


A proposito di atteggiamenti saffici resi in pubblico lex ministro Carlo Giovanardi ha dichiarato: "Due donne che si baciano? come chi fa la pip per strada. Se uno lo fa in bagno va bene, ma in pubbli-

mo incidente ha causato anche danni alle abitazioni vicine, come lo sfondamento di un cancello ed un muretto perimetrale. indispensabile che il Comune installi con urgenza la segnaletica proposta. GAETANO BONAVENTURA

Rinsaldare l'alleanza fra operatori della riabilitazione e famiglie dei disabili


Il convegno "Prendiamoci cura", organizzato qualche giorno fa dallODA di Catania, potrebbe aver segnato una svolta di cambiamento nella programmazione in tema di riabilitazione dei disabili e cura dei soggetti non autosufficienti. Si attendono adesso le risposte delle pubbliche istituzioni, dopo le sollecitazioni provenienti dal mondo delle organizzazioni, ecclesiastiche e non, impegnate quotidianamente nel "prendersi cura" dei soggetti pi sfortunati della nostra societ. Il Censis lha ribadito in un recentissimo documento pubblicato la scorsa settimana: la questione disabilit ancor oggi invisibile nellagenda istituzionale dello Stato e delle Regioni, per entit e qualit della spesa. Il numero di disabili e non autosufficienti pari al 5% della popolazione. Una buona met vive in casa, sotto le cure amorevoli dei familiari, molto spesso lasciati soli in questa difficile battaglia di recupero ed integrazione. Unaltra parte condivide questi percorsi di riabilitazione con gli Enti che, come lODA, operano quotidianamente in questo campo. Sono ancora poche le strutture in Sicilia rispetto al fabbisogno. Quelle esistenti - retaggio di enti morali, religiosi, un tempo sorti volontaristicamente per assistere gli "ultimi" - oggi sono in gravi difficolt, perch i loro modelli di gestione, necessariamente improntati a rigidi standard della Sanit e ai criteri di buona amministrazione aziendale, non sono pi pienamente sostenibili. Occorre cambiare registro e generare nuove risorse. Per voltar pagina, come stato ricordato al convegno dellODA, necessario definire ed attuare a tutti i livelli nuovi modelli di "alleanza di cura" fra pubbliche istituzioni, famiglie e societ civile. A livello regionale, lalleanza di cura potrebbe finalmente realizzare appieno la tanto auspicata integrazione socio-sanitaria fra Assessorato alla Salute e alle Politiche per la Famiglia. A livello territoriale, di ASP, si potrebbero avviare e finanziare progetti sperimentali finalizzati al prendersi cura di "nuovi bisogni" emergenti nelle disabilit. A livello delle singole organizzazioni, fondamentale rinsaldare lantica e forte alleanza fra operatori della riabilitazione e famiglie dei disabili, con un pi generoso e fattivo concorso di tutte le componenti della societ civile, e di tutta la Chiesa in particolare. ROSARIO FARACI

Belpasso, crateri sulla circonvallazione


Desidero risegnalare ancora una volta la precariet del manto stradale della circonvallazione di Belpasso per la presenza di piccoli crateri che costringono i tanti automobilisti (sempre di pi) a "zig-zagare" con annessi rischi e pericoli facilmente intuibili. Desidero inoltre far presente che non bastano le piccole coperture di asfalto come

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

GIORNO
oggi dove
Teatro Massimo Bellini. Alle 17,30, Tosca, di Giacomo Puccini, direttore Giuliano CVarella, regia di Giovanni Anfuso. Teatro Verga. Alle 17,30, Le allegre comari di Windsor con Leo Gullotta. Teatro Musco. Alle 17,30, Il teatrino delle meraviglie, da Cervantes, testo e regia di Roberto Lagan Manoli, con Mimmo Mignemi e Fulvio DAngelo. Teatro Metropolitan. Alle 18,30, E un problema di famiglia, commedia in due atti di Turi Amore, regia di Franco Leontini. Sala Harpago. Tutta colpa di Gino, di e con Carlo Pistarino. Teatro Brancati.Alle 17,30, Sugo Finto di Gianni Clementi, con Alessandra Costanzo e Paola Tiziana Cruciani. Piccolo Teatro. Alle 17,30 Tre sorelle di Anton Cechov, regia di Gianni Salvo. Teatro Valentino. Alle 18,30, Medico per forza di Molire, diretto e interpretato da Costantino Carrozza. Teatro LIstrione. Alle 18 per la rassegna teatrale Ppi Malasanit di Mauro Longo, con Valerio Santi, Concetto Venti e Gianni Rossi. Sala Magma. Alle 20,30, Miles, commedia ciarlatana, versione in siciliano del Miles gloriosus di Plauto, per la stagione di Ferre Forti di Librino. Sipario Blu. Alle 18, Amuri non vanta ricchizzi scritta e diretta da Irene Di Mauro per la Compagnia della Fenice. Teatro Abc. Alle 19, Lui Lei lAltro di Rino Longo a cura della compagnia Rosina Anselmi diretta da Pippo Barone. Regia Massimo Ferrara. Teatro Fellini. Alle 18, Oh... chi Cannaluvari! Ma cu mu fici fari, divertente commedia in tre atti con e per la regia di Saretto Angirello. Teatro Grotta Smeralda. Alle 18, Dormi cara, dormi... tre atti di Giacomo Pappalardo; presenta la compagnia Teatro di Catania. Teatro Zig Zag. Alle 11, E settete marionette e attori con Letizia Catarraso e Filippo Aric. San Giovanni La Punta. Alle 18, al Teatro di via Ravanusa, Il settimo si ripos commedia di Sam Fayad, regia di Michele Russo. Associazione Sotto il Tocco. Teatro Tezzano. Alle 19, Facciamoci una storia, improvvisazione di Teatro impulso con il coach Mario Guarneri. Scenario Pubblico. Alle 21, Animalie da unidea di Giorgio Rossi, regia di Giorgio Gallione con David Riondino, Gabriele Mirabassi e Giorgio Rossi. Ma. Alle 21, Anthony Strong voce e piano, Chris Preece batteria, Carmelo Venuto contrabbasso. Belpasso. Al Teatro Comunale, alle 18, la compagnia Le nuove maschere in Pensaci Giacomino, regia di Eduardo Saitta. Acireale. Dalle 21, in piazza Duomo, Jerry Cal e band Non sono bello... piaccio!. Galleria darte Orizzonti. In viale Ionio 61, mostra di Bruno Ceccobelli Eroi dEros, da marted a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20. Palazzo della cultura. Orari: da luned a sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 15,30 alle 19. Domenica dalle 9 alle 13. Manifattura tabacchi. Fino al 25 marzo, nella sede del Museo archeologico regionale Ignazio Patern Castello V Principe di Biscari, ex quartiere militare borbonico, in via Garibaldi 233, mostra Catania 1870-1930 Cultura Memoria Tutela. La mostra sar aperta tutti i giorni dalle 9 alle 13, marted e gioved orario continuato dalle 9 alle 18. Castello Ursino. Aperto da luned a sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14,30 alle 19. Domenica aperto dalle 9 alle 20. E visitabile la mostra: 18612011. Le donne che hanno fatto lItalia, rassegna delle protagoniste delunit del Paese. Fino all8 marzo, ingresso gratuito, mentre alla pinacoteca del primo piano a pagamento. Prenotazione gruppi e visite guidate allo 095345830.
Segnalazioni al fax 095253495. (Non pubblicheremo segnalazioni che non riportino date e orari dapertura al pubblico).

&

NOTTE
ma per me stata una vera lezione di armonia di base e diatonica. Quando venuto il tempo di prendere lezioni avevo il Do maggiore ben impresso. Mescolando la sua sensibilit sui classici del jazz con la sua vena pi spontanea di cantautore, Strong ha costruito rapidamente un fedele seguito di appassionati di musica e di musicisti. Il suo album di debutto "Guaranteed!" uscito nellestate del 2009 e la sua band era formata da otto dei suoi migliori amici che erano anche alcuni dei migliori musicisti jazz a Londra. Natalie Williams ha dato il suo contributo vocale.

CATANIA .35

STASERA AL MA

GOLD ELEPHANT WORLD

La musica raffinata di Anthony Strong


Per gli addetti ai lavori il clone di Jamie Cullum. In effetti Anthony Strong, cantante e pianista londinese, incarna perfettamente la figura del crooner. Stasera, per la rassegna "Jazz e dintorni", suoner al Ma, accompagnato da Chris Preece alla batteria e da Carmelo Venuto al contrabbasso. Di lui hanno detto un gran bene lo stesso Cullum, ma anche Rod Stewart e Michael Parkinson, voce della Bbc: Ha tantissimo talento, ha le carte in regola per essere il prossimo fenomeno. Ricordo quando ascoltai un brano promo di Jamie Cullum e ho provato le stesse emozioni ascoltando per la prima volta Anthony Strong. Ero molto giovane quando mi sono interessato per la prima volta alla musica - racconta lo stesso Strong - e non avevamo un pianoforte decente a casa. A Pasqua o durante le vacanze di Natale, quando andavamo a visitare i miei nonni, passavo tutto il mio tempo "a testa in gi" sul pianoforte. Ho imparato tutto in Do in un primo momento, e in quella fase (non avevo studiato musica e non avevo neanche una radio con cui confrontarmi), Do maggiore stata la scelta pi ovvia. Adesso mi sembra strano a ripensarci

Premiaziome e proiezione dei film in concorso


Inaugurata ieri la prima edizione del Gold Elephant World, Festival Internazionale del Cinema e del Musical che, fino a marted, ospiter a Palazzo Manganelli un parterre deccezione. Levento patrocinato dalla Provincia regionale di Catania, dalla Camera di Commercio e dalla Catania Film Commission - promosso dal direttore generale Cateno Piazza, dal direttore artistico John Real (regista e produttore cinematografico) e dallattrice Fioretta Mari. Ieri, giornata dapertura, il convegno dedicato al cinema e alla medicina narrativa, con la proiezione di spezzoni di film e serie tv e il dibattito coordinato dal dott. Umberto Privitera, Dirigente Qualit Aziendale e Gestione Rischio Clinico ospedale Cannizzaro. A seguire, la proiezione dei film in concorso e fuori concorso e, in serata, il "Tango Gran Gal con i maestri argentini Walter Cardozo e Margarita Klurfan. Oggi si prosegue, a partire dalla 9, con lincontro e dibattito sui temi Proiezione e Distribuzione Cinema Indipendente, Le difficolt di distribuzione del Cinema in Italia, Cinema dautore e Cinema dEssai. Ospiti: Elizabeth Missland, Shlomo Blanga, Ivan Schinardo, John Real, Giovanni Aloisio, Lorenzo Lombardi, Marco Werba, Elisabetta Rocchetti, Eleonora Stagi, Franco Simone, Giacomo Barbaccia; dalle 11, la proiezione dei film in concorso: "Jabal di Filippo Arlotta e Salvo Campisano, Corri di Dario Inserra e Giuseppe Schillaci; alle 17 la premiazione dei film in concorso e premi di riconoscimento alla carriera, Infine il Gran Gal del carnevale e lo spettacolo di Dixie Ramone, vincitrice del Dixie Evans Burlesque Festival di Las Vegas.

ANTHONY STRONG STASERA AL MA

COMPAGNIA SOTTO IL TOCCO. Commedia degli equivoci in una domenica particolare

E il settimo giorno non ripos


"Domenica sempre domenica" ricorda una celebre canzone. Un inno al giorno tradizionalmente dedicato al riposo e al relax al culmine della settimana lavorativa, spesso intrisa di stress e ricca di problematiche di ogni tipo. Non cos, purtroppo, per Antonio Orefice, il protagonista delladattamento e traduzione in dialetto siciliano della commedia in tre atti di Samy Fayad "Il settimo si ripos" che la compagnia "Sotto il Tocco" propone ancora oggi, alle 18, sul palcoscenico del teatro di via Ravanusa a San Giovanni la Punta. E proprio, infatti, durante una domenica, in apparenza uguale a tante altre, che la sua vita viene letteralmente sconvolta. Il malcapitato (interpretato da Cosimo Daidone), rimasto vedovo, non solo costretto a subire le "pressioni" e le amorevoli (si fa per dire) cure della suocera Gemma (Enza Cabban), ancora piacente e dallaspetto giovanile, e le preoccupazioni della figlia Teresa (Rossana Riso), alle prese con il fidanzato ipocondriaco Gioacchino (Luca Parisi), ma deve anche confrontarsi con latavica invidia che prova nei confronti di un fantomatico vicino di casa, Vincenzo Spampinato Camporeale, ricco e sempre attorniato da belle donne. E come se non bastasse, la sua meritata giornata di riposo viene macchiata dallincursione in casa di Filippo Capurro (Angelo Leonardi), noto e pericoloso malvivente. Diretti da Michele Russo arricchiscono il lavoro altri personaggi dai contorni fortemente marcati: il goffo garzone Gaetano Dommarumma (Pippo Del Popolo), uninvadente intervistatrice (Pina Torrisi), i coniugi Persico (Santo Scir e Wanda DArrigo), una psichiatra (Giovanna Abate) con i suoi assistenti (Antonio Magr e Mary Trovato).
ANTONIO LONGO

LA FEBBRE DEL TANGO: STASERA ALLEMPIRE RIVIVE LA BUENOS AIRES DELLEPOCA DORO

Una milonga da amarcord per ritrovare le atmosfere degli Anni 40


Walter Cardozo e Margarita Klurfan stasera ospiti di Caminito Tango

Rievocando gli anni doro del tango argentino oggi, dalle 21.30, lEmpire si traformer in un ambiente dove tutto profumer di "antico". Lassociazione catanese CaminitoTango con il supporto dellAcademia ProjectoTango, presentano infatti la seconda edizione di una milonga deccezione. Sulla scia del successo che tale manifestazione ha riscosso a Roma e a Napoli, si rievocher la Buenos Aires degli Anni 40; caff raffinati, atmosfere rarefatte e fumose, note suonate da grandi orchestre, la tradizione e il progresso che convivevano nel tessuto urbano dellepoca. Il tango respirava in quegli anni - dice Elena Alberti, presidente di CaminitoTango - lenergia della citt in trasformazione, una stagione unica, riconosciuta come il momento di massima espressione di questa danza popolare che continua ad affascinare milioni di persone in tutto il mondo. Per ricreare questo tuffo nel passato abbiamo invitato, pertanto, coloro che interverranno allevento ad indossare un abito a tema; il resto sar buon tango, atmosfera ricreata secondo gli stili dellepoca a cura di Rosa Buscema, una scenografia evocativa, le selezioni musicali dannata curate da Stefania "Tormenta" Panucci e lo show dei ballerini Walter Cardozo e Margarita Klurfan, grandi stars di levatura internazionale.

PRESENTATO IL TERZO CD DELLA BAND CATANESE

Il volto migliore della Sicilia nella musica degli Anzikitanza


Showcase in libreria per presentare un disco che fa ballare e pensare. E "Questione di stile", lultima fatica discografica degli Anzikitanza, allegra band ska di nove musicisti etnei che si sono esibiti in quello che fu lo storico teatro liberty Diana. Il gruppo forte di una carriera decennale conosciuta "da Udine a Porto Palo" e fatta di collaborazioni con artisti del calibro di Caparezza, Meg (ex 99 Posse), Radici Nel Cemento e Roy Paci & Aretuska. La nostra musica fatta di ritmo solare, di idee concrete fuori dagli stereotipi e di voglia di esportare la Sicilia positiva: tutto questo una questione di stile hanno precisato durante la presentazione del nuovo disco. Ritmi caraibici, testi impegnati che affondano a piene mani nel tessuto sociale dellisola (come nel brano "Pizzo", ndr) e voglia di divertimento, condivisa da sempre con il pubblico dei loro concerti. Gli Anzikitanza, infatti, oltre a raccontare la semplicit della tradizione popolare in modo originale e creativo, usano il reggae e lo ska anche come arma di denuncia. Rocksteady, dubstep e suoni profondi di drum&bass per ballare senza smettere di pensare - dicono della loro musica - perch il colore, il mare e le bellezze della nostra Isola sono tante, ma le storture sono altrettante e bisogna guardarle in faccia. Siamo tutti originari del Calatino, zona in cui fino ad oggi la magistratura indaga per i rapporti tra politica e criminalit organizzata. Ma noi rappresentiamo la Sicilia diversa, vogliamo farci portatori della voce dei tanti giovani puliti che vogliono emergere nella legalit. Il nuovo disco, il terzo della band, contiene dieci brani e una cover autorizzata dei 99 Posse oltre alle nuove collaborazioni Jaka, Lorr, La Kontramina e Lumarra. Una curiosit: Anzikitanza la traslitterazione di unespressione dialettale siciliana che viene usata per definire un avvenimento rapido, frenetico e veloce proprio come la musica proposta dai nove elementi della band.
L. C.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

36.

CATANIA
Riflettere sullimpugnativa del MIUR e sul conseguente dibattito per evitare che si crei un caso Catania
Riteniamo che limpugnativa di legittimit dello Statuto dellUniversit di Catania da parte del MIUR e il dibattito che ne scaturito in Ateneo debbano indurre a qualche riflessione per evitare che si crei, nel panorama universitario italiano, un "caso Catania". Ricevute le osservazioni dal MIUR, il nostro Ateneo ha preferito ignorarle, riservandosi di discuterne, eventualmente, in futuro ed in modo parziale. Arrivata poi limpugnazione con richiesta di sospensiva, si ritiene di dover procedere con lapplicazione delle norme impugnate, senza neanche attendere lesito del giudizio di sospensione. Si rinuncia cos ad una linea di cooperazione istituzionale che avrebbe dovuto indurre, invece, a valutare nel merito i rilievi del Ministero. Alcuni di questi rilievi, infatti, pongono questioni rilevanti per il futuro del nostro Ateneo e sembrano del tutto condivisibili perch alcune norme dello Statuto impugnato rischiano di caratterizzare il nostro Ateneo secondo profili che nulla hanno a che vedere con i cambiamenti richiesti dalla legge di riforma universitaria. Non si tratta quindi di difendere il MIUR contro il nostro Ateneo, ma di riportare lAteneo ad una pi equilibrata applicazione della legge e ad un esercizio dellautonomia coerente con gli interessi generali della comunit accademica e degli studenti. Il punto pi critico riguarda la norma relativa alla designazione dei componenti del consiglio di amministrazione, lorgano che concentra i maggiori poteri decisionali. Su questo argomento le procedure dello Statuto impugnato configurano un sistema di governo che accentra un vasto potere nelle mani del rettore, senza prevedere adeguati contrappesi istituzionali. In tal modo si finisce con lattribuire una sorta di potere "assoluto" ad una sola persona che, una volta eletta, potr governare senza dover rendere conto ad alcuna espressione democratica della comunit accademica. Il mandato unico, giustamente previsto dalla legge, e quindi il fatto di non dover rendere conto alla comunit per un rinnovo del consenso, aggrava ulteriormente il rischio di "irresponsabilit" di un rettore che gi gestisce in modo assoluto il governo dellUniversit. Riteniamo quindi necessaria, come obietta il MIUR, una revisione di tale norma al fine di assicurare un corretto equilibrio dei poteri. Un altro punto critico riguarda la retribuzione da corrispondere al personale che collabora a prestazioni a favore di terzi. Al di l degli aspetti di legittimit contestati dal MIUR, ci sembra che la possibilit di assegnare a questo personale compensi fino al doppio (200%) della retribuzione annua complessiva lorda costituisca un criticabile segnale di voler privilegiare linteresse individuale rispetto a quello collettivo ed alle attivit istituzionali. Ci sono poi questioni che, sebbene non sollevate dal MIUR, non sono di minore importanza. Tra queste crediamo debba essere ridiscussa lesclusione del personale tecnico-amministrativo da qualsiasi rappresentanza nei vari organi accademici, diversamente da quanto previsto in altri Statuti gi approvati dal MIUR. E ancora: si sta procedendo a tappe forzate ad un accentramento della gestione amministrativa dellAteneo, con conseguente spoliazione di funzioni di gestione in capo ai Dipartimenti. Laccentramento, in una misura e con modalit non previste dalla legge, delle funzioni amministrative in pochi poli gestionali, individuati sulla base di criteri mai dichiarati, e lafferenza del personale tecnico-amministrativo alle aree dellamministrazione centrale rischiano di disperdere un patrimonio di competenze che si era accumulato nel corso degli anni e di mortificare, in alcuni casi, la storia professionale dello stesso personale. Le ricadute principali di un tale accentramento si faranno presto sentire in termini di perdita di efficienza e tempestivit dellazione amministrativa, e di indebolimento delle strutture dipartimentali. Dalla interpretazione rigida dello Statuto stanno intanto derivando conseguenze che potranno influenzarne in modo molto negativo il buon funzionamento: lattribuzione di un corso di Laurea complesso come quello di Medicina e Chirurgia ad un singolo dipartimento dei sette della Facolt appare controversa e poco razionale. Perch imporre, contro il parere del preside e dei direttori di dipartimento, procedure tortuose e defatiganti per lassegnazione degli incarichi di insegnamento, rendendo difficile il coordinamento con le diverse aziende sanitarie e prevedendo procedure burocratiche che richiedono perfino lintervento del Consiglio di Amministrazione (non competente in materia di didattica e di assistenza) per assegnare alcuni incarichi di insegnamento? Perch non seguire lesempio di altre Universit che hanno assegnato questo compito alla Facolt (Scuola) di Medicina ove tutti i dipartimenti sono rappresentati ? Ed il trasferimento (senza alcuna consultazione degli interessati) allAzienda sanitaria Policlinico-Vittorio Emanuele del personale tecnico-amministrativo che opera nelle unit clinicizzate e che svolge compiti universitari oltre che sanitari, non indebolir ulteriormente le capacit operative dei dipartimenti che dovrebbero gestire i numerosi corsi di laurea ? Su questi punti crediamo sia non solo lecito ma anche doveroso esprimere un dissenso ragionato dallo Statuto di Catania e proporre la riapertura di un confronto aperto e leale allinterno dellAteneo, sul merito delle questioni, evitando attacchi personali. Il confronto con il MIUR necessario: la contrapposizione tra istituzioni non presupposto di buoni esiti n di buona amministrazione. A questo punto crediamo sia opportuno mettere da parte la fretta, sospendere lapplicazione di norme statutarie contestate e dei regolamenti che ne derivano, anche al fine di garantire la piena legittimit delle procedure ed evitare ulteriori inasprimenti nei confronti del Ministero. Si eviterebbero, cos, le conseguenze caotiche che potrebbero derivare allAteneo da una concessione di sospensiva da parte del TAR. Del resto, anche in caso di esito negativo della richiesta di sospensiva, permarrebbe una situazione di grave incertezza in cui lattuazione dello Statuto resterebbe con dubbi di legittimit (e con possibilit di ricorsi) e con un rischio di annullamento, nei mesi successivi, nel giudizio di merito. Crediamo che il nostro Ateneo, i nostri studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo non meritino di correre questo rischio. Auspichiamo pertanto che il Magnifico Rettore accolga questa richiesta e riprenda, sui punti contestati, una discussione sulle possibili soluzioni ed un leale e franco confronto con il MIUR. Docenti: RICCARDO VIGNERI (Medicina), MARIO BARCELLONA (Seminario Giuridico), limitatamente alle valutazioni su CdA e sospensione dellapplicazione dello statuto impugnato, MAURIZIO CASERTA (Economia), ANTONIO DI CATALDO (Chirurgia), VINCENZO DI CATALDO (Seminario Giuridico), NUNZIO FAMOSO (Scienze Umanistiche), ANTONIO INSOLIA (Fisica), G IOVANNA LAUDANI (Seminario Giuridico), ANTONIO LICATA (Chirurgia), F RANCO MIGLIORINO (Seminario Giuridico), G IUSEPPE MULONE (Matematica e Informatica), ROBERTO PENNISI (Seminario Giuridico), GIACOMO PIGNATARO (Economia), ANTONIO PIOLETTI (Scienze Umanistiche), SEBASTIANO SQUATRITO (Medicina). Rappresentanti del personale tecnico-amministrativo negli organi accademici: ROSA ANNA CIRALDO (S.A.), ENZO GRASSO (CDA), SALVATORE LA GIGLIA (CdA), ANTONELLA LANZAFAME (CdA)

PUNTI DI VISTA. Interventi nel dibattito sul nuoivo Statuto dellUniversit di Catania

La dialettica normale, la polemica che avvelena da evitare


Nei mesi scorsi un dibattito serrato e vivace ha scandito le fasi dellelaborazione e dellapprovazione dello Statuto dAteneo. E, come naturale e fisiologico in un consesso democratico in cui si confrontano opinioni diverse, il dibattito ha in taluni momenti vissuto forti tensioni, con toni anche aspramente polemici. La fase si poi conclusa con lapprovazione dello Statuto, promosso con una larghissima maggioranza dagli organi di governo dellateneo democraticamente eletti. Il recente ricorso presentato dal MIUR contro alcuni punti dello Statuto ha riaperto il dibattito che, mai sopito, si manifesta nelle ultime settimane con accenti talora garbati, talora meno eleganti e rispettosi dellaltrui posizione. Al di l del merito delle opinioni e delle dichiarazioni che si sono susseguite in questi giorni, come giuristi del dipartimento Seminario giuridico dellUniversit di Catania, vogliamo richiamare lattenzione su un dato, e condividere alcune riflessioni di fondo. I direttori dei dipartimenti, il 7 febbraio, e il Senato accademico, il 13 febbraio, hanno approvato con una maggioranza di oltre l80 per cento la "linea adottata dallAteneo sulla questione del ricorso presentato dal Miur avverso il nuovo Statuto". Vicenda del ricorso che, alla luce di altri dallo stesso MIUR presentati contro Statuti di altri Atenei, parrebbe dimostrare o inconciliabili contraddizioni nella posizione dello stesso Ministero, ovvero laccettazione della tesi dellUniversit di Catania circa la controversa questione dei criteri di nomina del Consiglio di amministrazione. Al di l, tuttavia, del merito giuridico della vicenda che sar risolta nella sede giudiziaria opportuna e che dovr essere, comunque, accolta da tutti i protagonisti della vicenda con serenit di giudizio, va rilevato quanto segue. Anche alla luce delle deliberazioni assunte con una maggioranza cos ampia dai rappresentanti democraticamente eletti, auspichiamo che i termini del dibattito siano dora in poi sempre ispirati al rispetto e al riconoscimento della dignit e della onest intellettuale di ciascuno dei docenti, dei tecnici amministrativi e degli studenti che quotidianamente si confrontano sul tema, studiano e lavorano in Ateneo e costituiscono una parte importante della comunit cittadina e isolana. Anche nella ormai ex facolt di Giurisprudenza, che nel contesto cittadino vanta una altissima tradizione di pluralismo e tolleranza culturale, si confrontano posizioni tutte aventi pari dignit. Va in tal senso incidentalmente ricordato che, nella vicenda della redazione del nuovo statuto e dei suoi contenuti, mentre autorevoli membri ed ex membri della facolt hanno manifestato dissenso, altri, non meno autorevoli, hanno fattivamente contribuito alla sua redazione. Tutto ci rientra nella normale dialettica di posizioni, di vedute e nella oggettiva contendibilit della interpretazione giuridica. Quel che sembra opportuno evitare , invece, di sovrapporre il piano della legittima contrapposizione politica con le valutazioni di ordine tecnico giuridico. Al di l di ogni polemica, riteniamo, in ogni modo, che mai come nellattuale transizione sia necessario che ciascuno si impegni e lavori su ci che unisce, piuttosto che disperdere le proprie energie e le proprie risorse su ci che divide. Di certo non chiediamo il silenzio o lunanimit. Invochiamo una maggiore coesione per affrontare un momento difficile e per recuperare e offrire, innanzitutto a ciascuno di noi che vive di universit e nelluniversit, e nello specifico contesto dove si elabora la scienza giuridica e si formano i futuri giuristi, il ruolo e limmagine di unistituzione complessa, articolata, dialettica, ma coesa intorno ad alcuni valori comuni. Adottare nel dibattito interno sui temi complessi dellautonomia universitaria gli stili e i (mal)vezzi che purtroppo hanno contaminato il costume nazionale, semplificando e banalizzando delicati problemi, innescando polemiche personalistiche o fini a se stesse, disconoscendo lautonomia, lonest intellettuale e la dignit degli interlocutori, non solo avvelena e svilisce il confronto, ma crea stanchezza ed estraniazione anche in coloro i quali (e sono la maggioranza) si ostinano a impegnarsi nel proprio lavoro e nel proprio ruolo, nonostante tutto. Un istituzione antica, radicata nella societ, percepita, diremmo ancora e nonostante tutto, come il serbatoio e la fucina delle intelligenze, ha enormi responsabilit verso se stessa e verso la comunit in cui inserita. A noi stessi, innanzitutto, e a tutti i docenti, gli studenti e i tecnici amministrativi vogliamo ricordare il peso di tale responsabilit. FRANCESCO ARCARIA (professore ordinario di Diritto romano), ANDREA BETTETINI (professore ordinario di Diritto ecclesiastico), BRUNO CARUSO
(professore ordinario di Diritto del Lavoro),

in breve
SEMINARIO ARCIVESC. Oggi giornata diocesana dei ministranti
Oggi, al seminario arcivescovile, ingresso da via Vittorio Emanuele da Bormida 56, a cura dellassociazione diocesana ministranti, si terr la Giornata diocesana dei ministranti dal tema "Ministrante: un servitore deccezione, servitore dei fratelli". La messa programmata a mezzogiorno, con la partecipazione di tutti i ministranti; coloro che hanno compiuto 8, 9 e 10 anni indosseranno la veste liturgica. Ogni gruppo porter alcuni generi alimentari per i bisogni dei poveri.

CALENDARIO
IL SOLE: sorge alle 6,44 e tramonta alle 17,43. LA LUNA: sorge alle 4,52 e tramonta alle 15,28. PREVISIONI DEL TEMPO: nuvolsit variabile con tendenza ad aumento, e piogge deboli, temperature stazionarie, o il lieve aumento, venti deboli da moderati merdionali, mari da poco mossi a mossi. IL SANTO: Corrado. Nasce da una nobile famiglia di Piacenza, identificata in quella dei Confalonieri. La decisione di ritirarsi dal mondo avviene inconseguenza di un incidente: nel 1313 Corrado si trova a caccia quando un incendio, inizialmente appiccato per far uscire allo scoperto alcuni conigli, sfugge al suo controllo distruggendo molte messi e alcuni edifici alla periferia della citt. Oggi il suo culto fiorente soprattutto a Noto, dove la processione dellarca dargento del XVI secolo, contenente il suo corpo (ora custodito nella chiesa madre di san Nicola), accompagnata da danzatori che portano dei ceri caratteristici. Nel 1740 stata costruita una chiesa sul suo eremo. FARMACIE APERTE DI TURNO: v. xx Settembre 87; v.le M. Rapisardi, 320; p.zza Stesicoro 36; via Vitt. Emanuele 54; str. Gelso Bianco 54-A; v. Della Concordia 211; v. Del Bosco 401; c.so italia 111; v. Passo Gravina 127; v. C. Beccaria 79; c.so Martiri della Libert 16, v. Lago di Nicito. FARMACIE APERTE ANCHE DALLE 13 ALLE 16: via Vit. Emanuele 54; str. Gelso Bianco 54-A; c.so italia 111; v. Passo Gravina 127; v. C. Beccaria 79; c.so Martiri della Libet 16. FARMACIE NOTTURNE: via del Bosco 282; via F. Crispi, 195; via G. Dannunzio, 43; via Vitt. Emanuele, 54; c.so Italia, 111; via Etnea, 591; via S. G. Battista, 8 (S. G. Galermo); via Galermo, 308; via Medea, 11/B; via L. Nobili, 3; via Cesare Beccaria, 79; via Plebiscito, 329; Vill S. Agata - Zona A, 26; via Diaz.

CRISTIANI ORTODOSSI Oggi si celebra San Leone, vescovo di Catania


Oggi, anche i cristiani ortodossi celebrano il santo vescovo catanese San Leone II il Taumaturgo, nella vigilia della sua memoria liturgica. Alle 10, nella chiesa parrocchiale ortodossa italo-greca "San Leone vescovo" a "S. Cristoforo minore", in piazza Spirito Santo, celebrazione della Divina Liturgia in onore del "santo padre Leone, vescovo di Catania", presieduta da padre Apollinare Simonovic, parroco della comunit ortodossa russa "S. Agata martire di Catania".

omnibus
Donati dal Lions due vitigni allIstituto Eredia

TEMPIO INDUISTA Oggi si celebra la preghiera "Maha Shivatri di Shiva"


Oggi, alle 18, nel Tempio induista "Geetajali Circle - Durga Maa" di via Cava 13, si svolger la preghiera "Maha Shivatri di Shiva". Celebra Ravin Dranath Reetoo.

EX ALLIEVI SALETTE I cattolici e la politica, domani incontro ai salesiani


Organizzato dallUnione ex allievi Don Bosco della Salette, domani luned 20, alle 18,30, nella sede dellUnione, nellIstituto salesiano San Giovanni Bosco di via Santa Maria della Salette 116 si terr un incontro-dibattito sullattuale momento sociopolitico. Si discuter su "I cattolici e la politica. Una rinnovata stagione di partecipazione". Dopo i saluti del presidente dellUnione Salvatore Cali, il socio Orazio DAntoni presenter lincontro. Relatore don Piero Sapienza, responsabile della Pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Catania.

stata una festa culturale, storica e ambientalista insieme quella organizzata ieri mattina dallistituto "Eredia" di Catania, in collaborazione con il Lions club "Catania Stesicoro Centrum". "Festa dellalbero" il suo titolo e, come dice la stessa parola, sono stati la natura e, soprattutto, il valore delle biodiversit siciliane i protagonisti dellevento. Infatti - in linea con il progetto promosso dal Lions Club Sicilia, insieme allAzienda regionale Foreste demaniali e allUfficio scolastico regionale, "La strategia nazionale dellUe: per la biodiversit fino al 2020 e i grandi alberi di Sicilia" - il Lions catanese ha donato alla scuola due pregiatissime barbatelle del Moscato di Noto e altri vitigni autoctoni siciliani, provenienti dalle Cantine Savarino, che ampliano la gi ricchissima collezione ampelografica - ovvero relativa alla classificazione dei vitigni - della Scuola enologica di Catania. Allevento intervenuto lo stesso Luigi Savarino, responsabile cura dellambiente dei Lions, Legambiente e un consigliere provinciale che ha portato i saluti del presidente Castiglione. La degustazione del pregiato Moscato di Noto - dice Angela Maria Scandura - ha permesso agli alunni del corso specialistico "Enotecnico" di mostrare agli ospiti le competenze acquisite e spendibili nelleterogeneo mondo del lavoro enologico. La biodiversit della nostra produzione agroalimentare - continua la preside dell"Eredia" - offre una grande opportunit economica per la Sicilia, infatti il Made in Sicily valorizza i prodotti agricoli di qualit e nel contempo crea nuove opportunit di mercato, perch porta il consumatore a voler conoscere il nostro territorio. Giusto per fare un esempio pratico, una ricerca della Coldiretti del settembre 2011 stima in cinque miliardi il giro daffari del turismo enogastronomico. Lenoturismo rappresenta oggi una parte sempre pi significativa del mercato turistico. da qui, ovvero dalle peculiarit dei prodotti locali - penso ad esempio al pistacchio di Bronte, allarancia rossa, alla Doc dellEtna o alle Dop dellolio doliva - che deve ripartire leconomia siciliana. a questa valorizzazione che la politica deve seriamente iniziare a guardare. La biodiversit lidentit di un popolo. E lidentit siciliana pu contribuire, insieme alle altre, allarricchimento culturale ed economico dellintero Paese.
ALESSANDRA BELFIORE

GIUSEPPE SPECIALE (professore ordinario di Storia


del Diritto medievale e moderno)

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Hinterland
MISTERBIANCO

CATANIA PROVINCIA .37


Il gruppo aveva asportato materiale per 10mila euro in una scuola a Librino
Incrociati i dati delle denunce e notato il furto denunciato allinterno dellistituto scolastico Vitaliano Brancati a Librino i militari ricostruivano gli spostamenti effettuati dai tre e recuperavano la refurtiva prelevata allinterno della scuola dove erano stati asportati della sala multimediale 6 monitor lcd, 6 casse con sei scanner ed altrettanti stampanti oltre a due gruppi di continuit, per un valore complessivo di circa di 10.000 euro. La voluminosit della refurtiva aveva per costretto i tre a nascondere il tutto nei pressi della scuola, in un terreno abbandonato nei pressi della stradale S. Teodoro.
CARMELO SANTONOCITO

Due furti in poche ore arrestati 3 incensurati


Uno un minore catanese di 17 anni. Si sospettano altri colpi

I carabinieri incrociano il trio che ha appena rubato in una casa preziosi e una videocamera
Si erano specializzati a compiere furti in appartamenti o istituzioni prive di sorveglianza, ma dopo lultimo furto sono stati scoperti e arrestati dai carabinieri della tenenza di Misterbianco. Tre gli arrestati, tutti incensurati e tra cui un 17enne residente a Catania assieme al complice di 26 e uno a Misterbianco di appena di 19 anni. Il primo colpo lo avevano portato a segno nel centro storico, in via Plebiscito dove, dopo aver forzato la serratura di un portone e infranto il vetro di una finestra si erano introdotti, in assenza del proprietario, allinterno dellappartamento, prelevando preziosi e una video camera per un valore di circa 1.500 euro.

Scattano le indagini e i militari bloccano presto il terzetto su una Fiat 500

I computer recuperati dai carabinieri e riportati nella scuola

Saliti a bordo dellauto, si allontanavano ad alta velocit e questo particolare non sfuggito ai carabinieri che comunque perdevano le loro tracce, ma si accertavano di quanto fosse accaduto prima. Appurato che era stato commesso un furto i militari avviavano la ricerca e dopo sei ore rintracciavano la Fiat 500 in corso Carlo Marx con i tre giovani a bordo. Recuperata la refurtiva e restituita al legittimo proprietario, un cittadino di 50 anni dello Sri Lanka, i carabinieri non chiudevano lindagine, convinti che in quelle 6 ore i tre ladri avessero portato a segno qualche altro colpo, anche perch nei giorni scorsi diverse sono state le denunce di furto.

Le bollette inattese

Negli avvisi inviati ai cittadini sono comparsi addebbiti pari a oltre 840 euro dovuti ai costi dei lavori nella rete idrica

Interrogazione del consigliere del Pd Giovanni Consoli che definisce un abuso la richiesta della Societ Carcaci

in breve
TREMESTIERI Oggi raccolta di sangue
a.l.) Oggi lAdvs-Fidas (Associazione Donatori Volontari di Sangue) sezione di Tremestieri Etneo organizza in corso Sicilia 33 una raccolta di sangue dalle 8.30 alle 12, a favore dei talassemici dellOspedale Garibaldi. Occorre presentarsi a digiuno ( consentito il caff o il the), saranno eseguiti la visita medica e gli accertamenti di idoneit alla donazione prima del prelievo.

Acqua: paghiamo solo il consumo


Mascalucia. Per la Federconsumatori Etna sud il servizio manutenzione compreso nella tariffa
A Mascalucia si sta alzando la protesta per le nuo- inoltre che la legislazione nazionale vigente stabive bollette dellacqua emesse dalla Societ "Acque lisce che il costo della tariffa determinato tenenCarcaci del Fasano - che gestiste il servizio di ero- do conto delle opere e degli adeguamenti necessagazione in unampia zona del territorio - con una ri. "Quindi il costo delle manutenzioni compreso voce in pi: costi per la manutenzione della rete gi nella tariffa". Per ling. Francesco Patern proprietario di "Acidrica. Non era mai accaduto che una societ di eroga- que Carcaci" si tratta di una protesta ingiustificata. zione idrica, dopo aver eseguito lavori di manuten- Noi stiamo applicando, a Mascalucia per la prima volta, - dichiara - le stesse norme zione nella rete di propriet, precontrattuali sottoscritte dai clienti, sentasse il conto agli utenti. A deapplicate nel comune di Catania da nunciare il caso la FederconsumaACQUE CARCACI oltre cinquantanni e a Catania non tori "Etna sud" di Mascalucia dopo Acque Carcaci del si lavata mai alcuna lamentela. le lamentele di diversi residenti nelFasano Spa del gruppo Ci nonostante la Societ "concele vie Caracciolo, Tirreno, Marittimo Consorzio Sintesi - ha de" agli utenti che lo richiederanno e San Francesco che hanno chiesto la propria sede a la dilazione dellimporto sulle bolassistenza alla Federconsumatori Catania in via Caronda lette senza aggravio di interessi. per contestare bollette che presen109 - con oltre 30mila Siamo orgogliosi - dichiara Patano addebiti pari a 842, 28 euro. allacci eroga a tern - che le nostre tariffe per la La delicata questione si sposta Mascalucia, Belpasso, cessione del servizio dellacqua soanche sul piano politico con uninS. P. Clarenza, Catania. no pari al 60% di quelle applicate da terrogazione del consigliere comualtre societ presenti in zona e sono nale Giovanni Consoli (Pd) che ha chiesto allamministrazione comunale di mettere in bloccate dal 1997. Inoltre, solo a Mascalucia abbiaatto quanto necessario per tutelare gli utenti da mo sostituito ben 60 Km di condotta senza ottenere contributi. Il sindaco Salvatore Maugeri afferma quello che definisce un abuso. Francamente sono rimasto deluso dal fatto che invece che lamministrazione comunale sta valuil sindaco - ha dichiarato Consoli - abbia inviato so- tando la questione affidando ai suoi legali il compilo una lettera di chiarimento alla Societ la quale to di verificare se, quanto richiesto dalla Societ Carperaltro non ha neppure risposto. Consoli ricorda caci ai propri utenti sia legittimo.

GRAVINA

GRAVINA

Evade dai domiciliari: arrestato


c.d.m.) I carabinieri di Gravina hanno tratto in arresto il pregiudicato Carmelo Scilio, 37enne catanese, su ordine di esecuzione di aggravamento della misura coercitiva, emesso dalla Procura della Repubblica. Luomo, gi sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione di San Giovanni Galermo in attesa di giudizio per detenzione di sostanza stupefacente, ha pi volte disatteso le prescrizioni cui era soggetto.

Bullismo, scuola e famiglia: tre realt Un progetto per prevenire possibili rischi
Ha preso il via il progetto: "Il Bullismo, la Scuola e la Famiglia, tre realt a confronto. Internet e telefonino, a scuola come a casa, sono solo strumenti di aggregazione e comunicazione?" promosso dallAmministrazione comunale e nello specifico dallassessorato alla Pubblica Istruzione, retto da Paolo Melillo e condotto in tutte le scuole del territorio dal criminologo Salvatore Vitale. In calendario una serie di appuntamenti che coinvolgeranno gli alunni delle classi IV della scuola primaria e quelli delle classi I della scuola secondaria di primo grado, sul fenomeno bullismo e sulle possibili molestie derivanti da un uso improprio di strumenti tecnologici, quali social network e/o telefonino, da parte dei ragazzi. Gli incontri sono estesi anche alle famiglie dei ragazzi, secondo un calendario stilato da ogni scuola, a cui interverranno il sindaco, Domenico Rapisarda, il vicesindaco, Alfio Nicosia e lassessore alla Pubblica Istruzione, Paolo Melillo. Durante il primo di questi incontri che si svolto presso la "Nosengo" sono stati analizzati da Vitale i dati raccolti durante lo svolgimento del progetto relativi alle abitudini dei ragazzi fuori dallorario scolastico: "I dati nazionali non si discostano molto da quelli locali - spiega Vitale - difatti, fra laltro, il 15 per cento dei ragazzi dichiara di avere ricevuto foto e/o filmati hard sul proprio telefonino, frutto della loro leggerezza nellinserire i propri dati sensibili in rete".

GRAVINA Celebrazioni in onore di S. Antonio


Si concludono oggi le celebrazioni in onore di S. Antonio di Padova. Dalle 8,30 lo scampanio e lo sparo di colpi a cannone annunceranno il giorno di festa. Alle 16 nella chiesa dedicata al santo ci sar il raduno di autorit, associazioni e gruppi parrocchiali, dalle 16,30 la processione con le reliquie di S. Antonio sino alla Chiesa Madre. Alle 18 prevista la celebrazione eucaristica presieduta da mons. Gristina e alle 19 la tradizionale cantata con processione in via Sella e piazza della Libert.

ACI BONACCORSI Oggi Il paese dei balocchi


n.l.) Doppio appuntamento oggi per le manifestazioni carnevalesche. Alle 9,30 in piazza Della Regione giochi vari per i pi piccoli con Il paese dei balocchi con strutture gonfiabili ad animare la mattinata. Alle 17, nella palestra della scuola elementare di via Istituto Canossiano si svolger la sfilata in maschera con animazione e regali per i pi piccoli.

INCIDENTE AD AUGUSTA

Cade dallalbero mentre lavora: prognosi riservata per un viagrandese


Un incidente sul lavoro ha causato un ferito che si trova in prognosi riservata. Un uomo di 45 anni, natio e residente a Viagrande, titolare di una ditta di manutenzione di giardini, si trovava a svolgere la propria attivit in un giardino di Augusta, ubicato nella zona del Monte Tauro. Luomo era intento a ripulire gli alberi dal fogliame secco e per farlo era salito su una scala. Il fatto successo ieri mattina. Per motivi imprecisati caduto dallalbero da un altezza di circa 4 metri rovinando al suolo. Subito soccorso dalle stesse persone che gli avevano commissionato il lavoro stato trasportato al pronto soccorso del Muscatello. I medici gli hanno diagnosticato un trauma cranico con ampie ferite lacero contuse al cuoio capelluto e alla testa; fratture costali multiple e fratture di una vertebra dorsale. Luomo allarrivo allemergenza era lucido e cosciente. Ma le ferite riportate non hanno potuto far stabilire ai sanitari i tempi di guarigione. Il forte trauma al torace potrebbe mettere luomo in pericolo di vita. Dopo tutti gli accertamenti e analisi del caso nel presidio megarese, il ferito stato trasportato allospedale di Lentini. Al reparto di Chirurgia di Augusta, dove doveva essere trasferito, infatti, mancavano posti letto disponibili. Della vicenda si stanno interessando gli agenti e gli inquirenti del Commissariato di Augusta della Polizia di Stato. Lo stesso sostituto commissario, dott. Antonio Moggi si recato al presidio cittadino per avere maggiori ragguagli sullincidente. Secondo i sanitari, in base a una prima ricostruzione, luomo potrebbe aver sottovalutato i pericoli del lavoro. Gli incidenti sul lavoro sono aumentati negli ultimi mesi in provincia.
ANNA BURZILLERI

FARMACIE DI TURNO ACI BONACCORSI: via Garibaldi, 21; ACI CASTELLO (Cannizzaro): via Firenze, 15; GRAVINA: via Coviello, 23, MASCALUCIA: via Roma, 150; MISTERBIANCO: via Matteotti, 199; MISTERBIANCO (Belsito): via dei Gerani, 12; MOTTA: via Regina Elena, 2; PEDARA: via Perriera, 2; S. GIOVANNI LA PUNTA (Pietra dellova): piazza Rosario Bonaccorso, 10; S. AGATA LI BATTIATI: via Umberto, 13; TRECASTAGNI: piazza S. Alfio, 59 (solo diurno).

omnibus

A S. Agata li Battiati hanno giurato sindaco e Consiglio baby


c.c.) Nella sala consiliare del municipio cerimonia di giuramento del baby sindaco, Irene Mazzara, e del baby Consiglio della S.M.S. M. Pluchinotta. Oltre al sindaco avv.. Galati al presidente del Consiglio Comunale S. Mavilla, erano presenti esponenti delle autorit civili e militari del territorio e il Dir. Scol. prof. Adern promotore del progetto del Baby consiglio nell ambito del territorio. Il progetto "Io, cittadino della Scuola" finalizzato a rendere gli alunni consapevoli del proprio ruolo nella comunit attraverso la pratica dei diritti-doveri, sperimentando lazione civica all interno dell organizzazione scolastica.

Marines del Nas di Sigonella ripuliscono lungomare di Acitrezza


e.b.) Ormai il sindaco drago e i Marines di Sigonella sono damore e daccordo nel pensare a iniziative per lambiente che creano rapporti di collaborazione. Ieri mattina 25 Marines del Nas di Sigonella, guidati dal comandante David Morgan, insieme ad alcuni volontari delle associazioni locali hanno effettuato la pulizia straordinaria di un vasto tratto della costa di Acitrezza, nel tratto compreso tra lo scalo "Palombello" e sino al Lungomare Galatea. Sono stati raccolti circa 50 sacchi di rifiuti di varia natura (vetro, plastica, materiale legnoso, tubi e un fornetto elettrico in disuso) ed stata bonificata una vasta zona costiera. Con limminente avvento della bella stagione, altre iniziative similari saranno a breve indette.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

38.

CATANIA PROVINCIA
Complice il bel tempo, ieri la prima grande sfilata che ha visto nel circuito i carri allegorico-grotteschi e i carri infiorati Le esibizioni nelle piazze Duomo, Garibaldi, Indirizzo e per la prima volta in piazza Gusmana, dove sono stati rimossi i fili elettrici

ACIREALE
Il Carnevale di Acireale ieri entrato nel vivo cos da proporre adesso giornate molto intense, nelle quali allegria e spensieratezza saranno il filo conduttore, fra coriandoli e stelle filanti. Dopo tanto freddo e anche pioggia dei giorni scorsi, finalmente una bella mattinata con un tiepido sole ha contribuito a riscaldare una atmosfera gi carica di buonumore e nella quale era palpabile, in grandi e piccini, la tanta voglia di trascorrere ore di sano divertimento. Il tour de force che sta vedendo la variegata e colorita corte guidata da Re Burlone avere preso pieno possesso del palcoscenico della citt, iniziato alle 10 in punto, ieri mattina, con lo speaker, Giulio Vasta, che ha presentato la sfilata con protagonisti gli oltre duecentocinquanta bambini e ragazzi delle scuole materne, medie ed elementari, con i loro costumi carnascialeschi in bella mostra. Due ali di folla hanno osservato il passaggio lungo il corso Umberto e corso Savoia dei diversi gruppi i quali poi, giunti in piazza Duomo, hanno offerto delle coreografie. stato solamente il ghiotto antipasto di ci che poi ha costituito il piatto forte del pomeriggio e della serata di ieri con larrivo in circuito, per la loro prima sfilata, dei carri infiorati, naturalmente bentornati dopo lassenza della scorsa edizione. La magia e la delicatezza dei fiori presenti in queste opere, con lutilizzo specialmente di garofani in quanto pi resistenti degli altri al freddo, da circa trentamila a trentacinquemila, non solo ha prodotto una intensa emozione in coloro i quali hanno avuto il piacere di ammirare le opere dei maestri artigiani acesi per la prima volta, ma anche fra quanti gi in passato avevano avuto lopportunit di vederle. In questa edizione figurano iscritti al concorso quindi Debora Trovato con "Lo era azzurro", Orazio Cavallaro "La prima cosa bella", Felice Trovato "A bocca asciutta", Cataldo Sardo "Privacy please", Gaetano Bonanno "Passione contro", Concetto Urso "Mutu cu sapi u iocu", Camillo Trovato "Gi le mani dallItalia". Riflettori quindi puntati ieri sui carri infiorati, ma sulla scena nel contempo vi sono stati pure i dieci carri allegorico grotteschi, suddivisi in due categorie, delle diverse associazioni culturali partecipanti al concorso. Nella sezione A cos figurano "Noi che" di Coco, "Meccanismi furbi" di Ardizzone, "Stiamo Karmi" di Principato, "Molla losso" di Belfiore e Di Paola, "Dalla Sicilia con furore" di Scalia e Fichera, "In god we trust" di Scuto e Principato. Nella sezione B troviamo invece "La rivelazione" di

Finalmente il Carnevale nella sua magica veste


Sono tornate ieri pomeriggio le opere dei maestri del fiore
piazza Duomo cos da consentire al meglio la loro visione, con riprese video e foto che sicuramente non mancheranno. Anche i carri questoggi saranno di nuovo in circuito. Ma al Carnevale di Acireale non vi sono solo le sfilate. Per conoscere inoltre le diverse sfaccettature della manifestazione, in via Marchese di Sangiuliano, nel chiostro dellex liceo Gulli e Pennis, possibile visitare unna serie di mostre a tema. Ecco quindi i carri in miniatura, opere di circa un metro realizzate da giovani appassionati della lavorazione della cartapesta. Presenti inoltre foto e manifesti depoca predisposti dalla Associazione filatelica e numismatica acese; sempre nella medesima sede, dalle 9 alle 13, avr luogo lannullo postale figurato Il pi bel Carnevale di Sicilia 2012". Predisposte pure alcune aree destinate alla sosta, mentre gi ieri sera erano numerosi i camper visibili in citt: per le auto sono disponibili gli spazi di piazza Cappuccini mentre per gli autobus stato individuato come primario riferimento il sito dello stadio Tupparello. stato infine reso fruibile pure lampio parcheggio della frazione di Capomulini. Per venire incontro alle esigenze di coloro che lo sfrutteranno, stato predisposto dalle 9,30 fino a mezzanotte un servizio gratuito di bus navetta che far continuamente la spola con il capolinea, individuato ad Acireale in via delle Terme, nello spazio antistante la via Igea. La serata si concluder in piazza Duomo con la verve comica di Jerry Cal che sar protagonista delle spettacolo "Non sono bello piaccio!".
N.P.

Faro, "Favola di Adamo ed Eva" di Belfiore e Di Paola, "Uragano" di Coco, "Face - off" di Scalia e Fichera. Da questanno, oltre a prevedere la regolarizzazione dal punto di vista burocratico dei tradizionali "cantieri" sotto forma di "associazioni culturali", riguardo laspetto tecnico stato necessario, per ci che concerne specialmente lilluminazione dei faccioni in cartapesta, adeguarsi alle normative vigenti e passare dalle lucette che adornavano nei diversi dettagli i carri, allutilizzo di fari e faretti. Leffetto scenico comunque stato gestito al meglio dagli artigiani della cartapesta. Anzich cartapesta, maggiormente appropriato sarebbe il termine di "cartone romano". Infatti la lavorazione prevede la realizzazione di un calco con la creta, si adatta poi la forma con il gesso, quindi si pone la cartapesta e si fa asciugare, lavorandola successivamente con la carta, unendo alla fine le due parti. Parecchio ammirate le esibizioni dei carri che si tengono ad ogni passaggio in piazza Duomo, piazza Garibaldi, piazza Indirizzo e, per la prima volta pure in piazza Gusmana dove, per consentire ci, sono stati rimossi i fili aerei che da decenni erano presenti nella zona. Un appunto va fatto al fine di assicurare in piazza Indirizzo una migliore sonorit ai presenti; infatti sarebbe opportuno staccare lamplificazione presente in questa parte del circuito, cos da poter cogliere al meglio le diffusioni sonore dei carri, strettamente connesse con le movenze dei mascheroni. Tantissima gente ad affollare le strade del Carnevale ed anche nel corso Italia dove vi il luna park; un preludio a quella che sar, come da tradizione consolidata, lodierna giornata da tutto esaurito. La serata si conclusa con lapprezzata esibizione del gruppo La Luna Rossa, cover band di Renzo Arbore.
NELLO PIETROPAOLO

Da sinistra, la sfilata di ieri sera (nella foto il carro In God we trust); in alto a destra il gruppo dellIstituto Giovanni XXIII di Acireale e, nella foto piccola, il gruppo delle ragazze Mimosa di Palermo. Nella foto in basso, un carro infiorato Foto Consoli

OPERAZIONE CARNEVALE SICURO

I PREPARATIVI DELLA DOMENICA CLOU

Servizio interforze per il controllo della viabilit e dei parcheggi


Il giorno di maggiore affluenza del Carnevale anche quello del super lavoro per le forze dellordine, impegnate a garantire lordine pubblico e a prevenire atti di incivilt ed episodi di microcriminalit. Quella che pu essere definita l"Operazione Carnevale sicuro" stata gi ampiamente pianificata per tempo e, coordinata dal locale commissariato di Polizia diretto dal dott. Salvatore Fazzino, coinvolge anche la Compagnia dei Carabinieri, la Tenenza della Guardia di Finanza e il Comando della Polizia Municipale di Acireale. Un servizio interforze che, stato spiegato, prevede limpegno nellarco della giornata di oltre 50 uomini oltre che di diverse pattuglie, auto e motomontate. Particolari presidi spiega lo stesso dott. Fazzino - sono stati previsti, oltre che in tutto il percorso del carnevale, anche nelle vie limitrofe, che possono diventare oggetto dattenzione da parte di malintenzionati. Una pattuglia interforze provveder inoltre a girare lungo il circuito cittadino per controllare il regolare svolgimento della manifestazione ed evitare ogni possibile episodio di incivilt. Una specifica attenzione verr riservata dalla polizia municipale anche alla viabilit e ai parcheggi, in considerazione del particolare afflusso di mezzi previsto ad Acireale per tutto il giorno. Gli sforzi maggiori saranno concentrati lungo la Statale 114, al casello autostradale e agli altri ingressi cittadini, oltre che allaltezza delle aree di parcheggio predisposte per loccasione.
ANTONIO CARRECA

Stamattina i carri in piazza Duomo e in piazza Europa


Tutto pronto ad Acireale a ricevere le centinaia di migliaia di visitatori che confluiranno nella citt di Aci e Galatea in occasione del Carnevale che vedr oggi la sua domenica clou. Il presidente della Fondazione, Nino Garozzo, anche nella sua qualit di sindaco, ha dichiarato: Siamo pronti ad accogliere la consueta folla oceanica che affoller le strade di Acireale. Abbiamo curato ogni dettaglio per offrire una piacevole giornata e garantire un sano divertimento a tutti, grandi e piccoli. Del resto la manifestazione acese si distingue per la sua signorilit!. La giornata che vedr la citt piacevolmente invasa da famiglie e comitive giunte con ogni mezzo, magari dopo aver trascorso qualche ora sulle nevi dellEtna, comincer perci di buon mattino. Infatti i sette carri infiorati possono essere visti dalla tarda serata di ieri, ci a conclusione della loro prima sfilata, nella centrale piazza Europa dove resteranno fino al momento di intraprendere alle 16 la strada alla volta del circuito. Analogo discorso va fatto pure per i dieci carri allegorico grotteschi per i quali gi intorno a mezzogiorno previsto il raduno in

Aree di sosta ai Cappuccini e a Capomulini, e bus navetta gratuito

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Acese
A C I C AT E N A

CATANIA PROVINCIA .39


Portata insufficiente. Anche

Una delle strade pi antiche.

Conduttura vetusta. Questa

Rete idrica in via Macello per dire addio alle carenze


Ultimi lavori prima di potere finalmente... riaprire i rubinetti

Cerniera tra il centro storico e la nuova zona di Rua Loco


Dovrebbero essere in via di soluzione i problemi legati alla distribuzione idrica in via Macello. Alcuni giorni fa hanno avuto inizio i lavori di razionalizzazione e ottimizzazione della rete. Lintervento non ancora finito, per cui in questi giorni ai vecchi disagi si aggiungerebbero nuovi, sebbene temporanei, disservizi, almeno secondo quanto dichiarato da alcuni residenti. Il traguardo, comunque, dovrebbe finalmente essere a portata di mano: si lasceranno alle spalle antichi e purtroppo consolidati problemi. Infatti, soprattutto nellarea delle case popolari, pi volte stata segnalato lassenza dacqua. A dire il vero, nel corso dei mesi, i

una delle cause principali della continua mancanza di acqua

per questo i tecnici spesso sono stati costretti a rapidi interventi


metro del vecchio centro storico a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, ma che oggi divenuto la maggiore area residenziale di tutta Acicatena. Via Macello ha quindi sofferto su due fronti: una doppia periferia dove lacqua arriva s, ma forse non sempre, e dove a volte i cittadini sono costretti a lamentare carenze. Di vario genere: nel servizio di raccolta dei rifiuti, come per la scerba tura dei luoghi. Adesso, al di l dei disagi attuali che si spera possano essere risolti in breve tempo, una delle croniche criticit della strada potrebbero essere superate, o almeno questo spera chi abita nella vecchia strada du Macellu.
MARIO GRASSO

La bambinopoli in via Macello, una delle strade pi antiche di Aci Catena, cerniera fra la zona vecchia e quella nuova

problemi non hanno riguardato solo via Macello o le vicine vie Don Alfonso e Ospedale, ma buona parte del territorio comunale. Per colpa della rete in moltissime zone di Acicatena la conduttura vetusta ma anche per via di alcune insufficienze di portata, concause che hanno spesso costretto i tecnici comunali allintervento rapido. Lavori immediati e costosi, sulle spalle delle casse comunali che, visto i tempi (ovviamente non solo ad Acicatena), non brillano affatto. Via Macello una delle strade pi antiche di Acicatena e, per molti versi, rappresenta la vera cerniera tra lantico mondo catenoto e la nuova frontiera di Rua Loco. Un quartiere, questultimo, nato sul peri-

Una risorsa non sfruttata

Il Partito democratico ha rinnovato linvito a sostenere lapprovazione del Ddl sul termalismo in Sicilia

Lattuale gestione ricorda le difficolt e i lavori portati avanti anche dal punto di vista della sicurezza

in breve
ACIREALE Questa mattina opera dei pupi a Capomulini
a.g.) Oggi alle 11 (e marted alle 16), nella sede dellOpera dei Pupi "Turi Grasso" a Capomulini, spettacolo della tradizione popolare con lOpra de pupi.

Il Pd: Solo silenzio sulle Terme


La replica del commissario liquidatore Margherita Ferro: Peccato che non si accorgano che stiamo lavorando
"Mi spiace che il Pd non veda e non voglia vedere il lavoro che stiamo facendo con grande alacrit alle Terme di Acireale - si esprime con rammarico il commissario liquidatore delle Terme di Acireale Margherita Ferro - da commissari liquidatori stiamo chiudendo alcune partite, recuperando alcuni crediti e mettendo in sicurezza i settori usurati degli stabilimenti di Santa Caterina oltre al grande impegno per il ripristino del parco dello stabilimento di Santa Venera; e nonostante le difficolt andiamo comunque avanti". Una risposta piena damarezza al recente comunicato del Pd acese che rincara la dose sulla vicenda Terme. "Il silenzio ed il disinteresse favoriscono solo lo scempio e la distruzione delle Terme di Acireale, perpetrati nellultimo decennio prima dal centro-destra, poi dallattuale organo di liquidazione" aveva evidenziato il partito acese. In ballo cera ancora una volta il disegno di legge sul riordino del settore termale, presentato in occasione del convegno regionale tenutosi ad Acireale l11 giugno scorso; un documento che attualmente allesame della sesta Commissione Sanit dellAssemblea Regionale Siciliana. Il Ddl, primi firmatari gli onorevoli Raia, Cracolici, Lupo, Barbagallo, ha lo scopo di definire finalmente un quadro normativo che consenta il rilancio e lo sviluppo del termalismo in Sicilia, a partire dalla qualit dei territori termali e favorisca la realizzazione di piani di sviluppo integrato. Il Partito Democratico di Acireale segue attivamente liter del Ddl attraverso un proficuo e costante rapporto con il gruppo parlamentare. Una occasione per rinnovare al sindaco acese Nino Garozzo, al Consiglio Comunale, ai parlamentari nazionali e regionali acesi linvito a sostenere lapprovazione di un quadro normativo regionale che individua nel termalismo un assetto strategico per lo sviluppo della Sicilia e che quindi rid speranza e futuro alle Terme di Acireale. Intanto dallo scorso mercoled sul sito del Dipartimento Bilancio e Tesoro della Ragioneria generale della Regione Siciliana stato pubblicato lavviso pubblico per il conferimento di un incarico di consulente, laureato in Giurisprudenza, che supporter il Servizio partecipazioni e liquidazioni, tra le cui competenze ricadono la supervisione e la vigilanza delle Terme di Acireale SpA e delle Terme di Sciacca SpA. Una figura con comprovata specializzazione nellattivit di analisi delle problematiche connesse allattuazione del piano di riordino delle partecipazioni regionali in societ di capitali, con particolare riferimento agli aspetti civilistici e tributari delle eventuali fusioni ed operazioni straordinarie delle societ e. al controllo analogo per le societ in house.
TERESA GRASSO

ACIREALE Questa mattina raccolta di sangue Fratres


a.g.) Giornata della donazione di sangue oggi, dalle 8 alle 12, nella sede del Gruppo Fratres S. Maria del Carmelo, Largo Stefano Ittar 2, zona Mandorle.

ACI CATENA, FRA VIA MATRICE E VIA IV NOVEMBRE

Tentano colpo al BdS con unauto-ariete il vetro blindato resiste e si danno alla fuga
Tentato furto con il cosiddetto sistema ariete ai danni dello sportello del Banco di Sicilia allangolo tra le vie Matrice e IV Novembre. La notte tra venerd e sabato i soliti ignoti hanno scagliato una autovettura Y10, rubata poco prima sempre ad Acicatena, contro lingresso a vetro blindato della banca. Poco distante anche il bancomat. Malgrado il violento urto, le protezioni dellistituto di credito hanno parzialmente resistito. Anzi, sarebbe scattato pure lallarme, e questo avrebbe fatto desistere i malviventi, che hanno abbandonato lariete per fare perdere le tracce. Le ore della notte dove solitamente non vi alcun transito viario, hanno coperto la fuga. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia di Acireale, che hanno avviato le indagini nel tentativo di risalire ai colpevoli. La banca ieri, sabato, sarebbe rimasta comunque chiusa agli utenti e al personale. Lautovettura utilizzata per sfondare le protezioni, era stata prelevata da una strada del centro catenoto, probabilmente appena pochi minuti prima dellazione contro lo sportello bancario. I carabinieri prenderanno in esame ogni indizio utile, dalla acquisizione del video dei sistemi di sorveglianza alle eventuali tracce lasciate allinterno dellautovettura. I danni dellistituto di credito, da una prima verifica, sebbene ingenti, sembrano essere limitati solo al danneggiamento delle strutture perimetrali allantico edificio che ospita gli sportelli.
M. G.

ACIREALE Confesercenti su Centri commerciali naturali


a.g.) La Confesercenti Acireale informa i propri iscritti e gli interessati che gli uffici sono a disposizione per qualsiasi chiarimento relativo alla partecipazione al bando per i Centri Commerciali naturali la cui scadenza fissata al 28 febbraio prossimo.

ACIREALE Corso aggiornamento in astrofisica per insegnanti


a.g.) LItis Galileo Ferraris di Acireale e lOsservatorio Astrofisico di Catania, organizzano la quarta edizione del corso di aggiornamento in astrofisica per insegnanti. Il corso, la cui partecipazione gratuita, riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione. Per maggiori informazioni consultare la sezione "Astronomia" allindirizzo www.itisferraris.eu.

ACI CATENA Oggi Carnevale insieme a San Nicol


m.g.) Oggi con inizio alle 9.30 nelle vie di San Nicol, prima edizione di Carnevale insieme promossa dallassociazione Libero Comitato Cittadino in collaborazione con Giuseppe Garozzo. Sfileranno piccoli carri allegorici, mascheroni Disney, gruppi mascherati e trampolieri. Alla villa danza e magia.

ACIREALE

In due armati rapinano mille euro in foto-copisteria vicino corso Umberto


Mille euro. A tanto ammonta il bottino di una rapina a mano armata che si consumata di pomeriggio in pieno centro ad Acireale. Nel mirino una foto -copisteria frequentatissima della via Roma a qualche metro dal corso Umberto. Erano da poco passate le ore 18 quando nel negozio che anche un frequentato internet point due malviventi con il volto travisato sotto la minaccia delle armi hanno intimato il proprietario a farsi consegnare lincasso del giorno. Il titolare si visto puntare addosso una pistola e ha svuotato velocemente il registratore di cassa delle somme incassate. Un colpo effettuato con estrema maestria in un orario strategico. Il negozio infatti spesso frequentatissimo e collocato in una arteria che collega il posteggio di piazza Cappuccini alla strada pi importante del centro cittadino anchessa gremita di passanti. Attimi concitati e di grande tensione, dopo la consegna del denaro i due sono fuggiti a piedi senza lasciare traccia. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di polizia locale. Aperte le indagini per cercare di risalire allidentit dei malviventi. Oltre al titolare dellesercizio sono stati sentiti alcuni passanti e i vicini negozianti. Da una prima ricostruzione sembra che si tratti di due giovani che abbandonato il motorino non distante dal negozio effettuato il colpo in pochi minuti, sono fuggiti poi mescolandosi ai passanti. Importante lausilio che potranno fornire alle indagini gli impianti di video sorveglianza che sono presenti nella zona.
T. G.

SANTA VENERINA Nel pomeriggio sfilata di Carnevale


o.v.) Nellambito del programma del Carnevale messo a punto dal Comune, oggi alle 15 partir da Piazza Roma la sfilata di bambini e gruppi in maschera che si concluder nella Casa del Vendemmiatore di via Trieste, dove si svolgeranno diversi momenti di animazione.

LE FARMACIE DI TURNO ACI S. FILIPPO: piano S. Filippo, 5; ACIREALE: piazza L. Vigo, 11; ACIREALE: via Verga, 47 (notturno); S. VENERINA: via Stabilimenti, 24.

Santa Venerina, lanno scorso ai consiglieri novemila euro di gettoni per le presenze
Hanno pesato sulle casse del Comune di Santa Venerina poco pi di novemila euro i gettoni dei consiglieri comunali maturati per le attivit espletate nel corso del 2011. Per la precisione, 9.408 euro: somma dei costi sostenuti dallente per le presenze in Consiglio (5.600 euro) e nelle commissioni consiliari (3.808). Le cifre si riferiscono a 14 consiglieri, perch al presidente spetta unindennit fissa. Ogni gettone, riconosciuto in funzione della partecipazione alle sedute, ammonta a 28 euro e un centesimo. Secondo i ai dati che sono stati pubblicati dal Comune allAlbo pretorio, sono state 17 le sedute di Consiglio comunale svolte nel corso del 2011. Hanno partecipato a tutte solo quattro consiglieri: Toti Fichera, Dario Mangano, Salvatore Raciti e Orazio Sgroi, che quindi hanno maturato ciascuno un compenso di 476 euro. Gli altri gettoni relativi alle sedute di Consiglio comunale variano da 308 a 448 euro. Discorso pi complesso riguarda le commissioni consiliari, perch la maggior parte dei consiglieri componente di pi di una commissione e perch le convocazioni variano da caso a caso. In assoluto, la commissione che stata convocata di pi, nel corso del 2011, stata la prima (statuto, affari generali e istituzionali, personale, pianta organica): ben 12 volte (comprese quelle in cui non stato raggiunto il numero legale), seguita dalla seconda commissione (8 volte), dalla quarta (7 convocazioni) e dalla terza (6 convocazioni). Complessivamente, il maggior numero di presenze (20) di Dario Mangano, che ha quindi totalizzato 560 euro, seguito da Giuseppe Grasso (18 presenze, 504 euro) e da Toti Fichera (17 presenze, 476 euro); dallaltro lato, Carmelo Mangano con una presenza (28 euro) e Alfio Sgroi con tre (84 euro). In totale, stato calcolato che il Comune ha pagato 136 gettoni per le sedute delle commissioni. Dagli stessi dati del Comune, non risulta convocata nemmeno una volta nel 2011 la quinta commissione, quella "speciale" sulla ricostruzione, costituita nel 2008: almeno, non costata nulla ai contribuenti.
O. V.

SANTA VENERINA: IL BANDO PER I LAVORI DEL SECONDO TRATTO

Ricostruzione, gara per via Ardichetto


Dopo quelli sul primo tratto, conclusi circa un anno addietro, anche nel secondo tratto della via Ardichetto saranno effettuati interventi di ripristino e di sistemazione a seguito dei danni del terremoto del 2002. Il Comune di Santa Venerina ha infatti pubblicato lavviso della "manifestazione di interesse per la partecipazione alla procedura negoziata" con la quale saranno affidati i lavori del progetto approvato a fine dicembre. Limporto a base dasta di poco pi di 48mila euro, i termini per la presentazione delle offerte scadono il prossimo mercoled 22 febbraio. I lavori, recita il bando, consistono nel "ripristino della sede stradale di un tratto di via Ardichetto, mediante la ricostruzione dei muri crollati a seguito degli eventi sismici del 29 ottobre 2002", e contemplano anche lallargamento della sede stradale, allaltezza dellincrocio con la via Volta, nonch la ripavimentazione della carreggiata (corrosa dalle violente piogge pi che dal terremoto). Dopo la consegna, limpresa aggiudicataria avr 90 giorni di tempo per lultimazione degli interventi. Se dunque, com plausibile, laggiudicazione sar effettuata entro la fine di marzo o nel corso del mese di aprile, in estate anche il secondo tratto della strada sar totalmente recuperato. Il primo fu ultimato lanno scorso: i lavori, dellimporto pi corposo (quasi 80 mila euro compreso il contributo dellassessorato regionale e le somme sostenute dal Comune) furono consegnati a fine 2010 e completati dopo circa tre mesi. La via Ardichetto, che d il nome alla localit, tra le pi colpite dal sisma del 2002, una strada di notevole importanza, in quanto collega due assi fondamentali nella viabilit della zona: la strada provinciale che porta alla frazione di Linera e quindi ad Acireale, con le provinciali che risalgono da un lato al centro di Zafferana Etnea, dallaltro verso le localit di Pisano, Fleri, Monterosso.
O. V.

VIA ARDICHETTO SECONDO TRATTO

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

40.

CATANIA PROVINCIA
Sono circa 250 gli studenti del Centro di educazione degli adulti, che organizza corsi di licenza media, lingue, informatica, ginnastica, cartapesta e progetti professionali

GIARRE
VINCENZO GIANGRECO

Centro Eda alla scuola media Guttuso lezioni per integrazione e arricchimento
Attivit specifiche sono previste per gli stranieri e per i detenuti
Gli allievi e i docenti della classe del corso di cartapesta del centro Eda. Per i corsi di licenza media ci sono cinque insegnanti (Foto Di Guardo)

Spero che la licenza media possa contribuire a migliorare la mia vita


PATRIZIA RUSSO

in breve
GIARRE

un sogno. Volevo prendere la licenza da ragazza, ma non ci sono riuscita

C una "scuola nella scuola", a Giarre, che inizia quando la campanella annuncia la fine delle lezioni "normali". Gli alunni vanno via che fuori buio. Spesso conducono una "doppia vita": studenti nel pomeriggio, lavoratori di mattina. Fitti sui banchi, gli alunni del Centro territoriale permanente per leducazione degli adulti (Eda) della scuola media "Renato. Guttuso" sono solo un po cresciuti. Il centro organizza corsi sulle orme delle vecchie "150 ore" per i lavoratori dei 11 Comuni dellhinterland, fino a Randazzo. Per frequentare le lezioni per adulti, italiani o stranieri, detenuti, pensionati e lavoratori, serve un contributo minimo e lacquisizione delle competenze non collegata solo alloccupazione, ma anche allintegrazione sociale e allarricchimento culturale. I frequentanti in totale sono circa 250, per le attivit specifiche ci sono gli esperti, per la scuola media 5 docenti: Salvatore Vasta (tecnologia), Marisa Brancato (lettere), Ermelinda Ciaurella (storia e geografia), Rossella And (inglese), Pierina Patan (matematica). Assieme ai corsi per la licenza media, quelli di lingue, informatica, ginnastica, cartapesta, e progetti, che scadono domani e

RAMONA ALBERTI

MARIA GIUFFRIDA

Ho fatto le medie in Bolivia, ma devo ricominciare daccapo

Voglio aprire unattivit. Senza i centri Eda come si potrebbe fare?

sono finanziati dallUnione Europea, i "Pon": di decorazione lignea, patente informatica, fotografia, intarsio, stampa su tessuto e alfabetizzazione per immigrati in attesa del permesso di lungo soggiorno. La licenza media so che non mi cambier la vita, ma spero almeno che possa migliorarmela, afferma Vincenzo Giangreco, muratore di 33 anni. Patrizia Russo frequenta le lezioni con le sue gemelle: Volevo prenderla da ragazza, la licenza: un sogno per me, e sar una soddisfazione dimostrare che, nonostante tutto, ce lho fatta. Surreale la vicen-

da di Ramona Alberti, 26 anni: Per il lavoro di mio padre ho fatto le medie in Bolivia, ma lambasciata ha perso i miei documenti. Quindi prendo la licenza per la seconda volta, ma almeno cos potr iscrivermi allalberghiero. Vuole aprire unattivit Maria Giuffrida, casalinga con 3 figli: Se non esistessero i centri Eda, come potremmo fare?. Carmelo Cotugno, 67 anni, ex direttore di macchine sulle navi mercantili, dal corso di informatica ha imparato a usare internet, skype ed e-mail per parlare con la figlia che vive fuori. Sono in pensione, cos impegno il tempo, afferma

Salvatore Marano, anche lui ex direttore di macchine. Tra gli studenti dinglese c anche unoperatrice di polizia penitenziaria: Accolgo i famigliari in visita ai detenuti e capita di dover parlare con gli stranieri. Molti stranieri vengono a imparare litaliano: Sono qui da 9 anni racconta Hulmina Halento, ucraina -. Ho lavorato come badante, ma nel mio Paese ero ragioniera e qui voglio iscrivermi al Commerciale. Molto delicato il lavoro che i docenti del Centro svolgono al carcere, dove gli "alunni" sono spesso soggetti a trasferimenti. I corsi vengono finanziati solo in relazione al numero di ammessi agli esami di licenza - spiega Salvatore Vasta, docente responsabile -. Il nostro scopo non solo preparare poche o molte persone allesame, il servizio offerto pi ampio, ma purtroppo non recepito per il suo vero valore. evidente lassenza di politiche scolastiche - spiega Alfredo Pappalardo, dirigente della scuola media Guttuso - da parte delle amministrazioni e in particolare del Comune di Giarre che, nonostante ospiti il centro, non se n mai interessato e, assieme alle potenzialit, forse ne ignora pure la presenza.
LORENA LEONARDI

CARMELO COTUGNO

Imparo a usare internet, per parlare con mia figlia che vive fuori
SALVATORE MARANO

Sono in pensione, cos impiego il mio tempo libero

GIARRE

Baby Carnival part fino a marted


m.g.l.) Sino a marted 21 febbraio, ogni giorno dalle 16 alle 19, nella sala Messina di via Calderai, gli assessorati al Turismo e spettacolo e alla cultura del Comune di Giarre organizzano Baby Carnival part, festa per i bambini con giochi e animazione.

Variante al Prg presto in Consiglio: associazioni in fermento


Torner presto di forte attualit, a Giarre, la discussione sulla variante al piano regolatore generale. Proprio per questo motivo, sono in fermento gi da qualche giorno le associazioni rappresentative delle attivit produttive giarresi che, a cominciare dalla locale Confcommercio, chiedono alle istituzioni un coinvolgimento autentico nel procedimento di modifica allimportante strumento urbanistico della cittadina jonica. Una richiesta formale stata inoltrata allAmministrazione comunale, recante le sigle associative di tutti quei soggetti interessati ad avere voce in capitolo sullargomento della variante al piano regolatore generale, prima che questultimo venga discusso e adottato in Consiglio comunale. Oltre alla Confcommercio, chiedono di essere convocate e di partecipare al tavolo della concertazione con lAmministrazione comunale le associazioni LAgor, Insieme Persone Onlus, Confederazione nazionale Artigiani, Centro aiuto alla vita, Oasi famiglia, Aniep, Aimc, Unaltra storia, Centro promozione famiglia, rappresentanti, nel territorio di Giarre, il mondo economico e le attivit produttive, ma anche limpegno in attivit sociali e culturali. Alcune di queste associazioni operano gi nellambito della famosa Rete delle associazioni, che da anni si batte contro lo smantellamento dellospedale di via Forlanini, ma anche a difesa di altri importanti presidi territoriali. La richiesta di convocazione sulla variante al Prg da parte della Confcommercio si basa soprattutto su un chiaro riferimento statutario comunale, che allarticolo 71 concede la possibilit alle associazioni, nellambito della "Consulta dei cittadini", di esprimere pareri e formulare proposte anche sulladozione del Prg. Lultima concertazione risale a diversi anni fa - dichiara il presidente della Confcommercio, Armando Castorina - ma adesso le condizioni socio-economiche sono decisamente cambiate, pertanto ci aspettiamo di essere convocati dallAmministrazione comunale per sederci attorno a un tavolo, capire quali varianti si vogliono apportare al Prg ed esprimere i nostri punti di vista. Per il momento non prevista la trattazione della variante al piano regolatore generale in Consiglio comunale - fa notare il presidente del Consiglio, Raffaele Musumeci - bisogner prima convocare la Conferenza dei capigruppo per stabilire i prossimi argomenti allordine del giorno.
FABIO BONANNO

GIARRE Derattizzazione scuole comunali


f.b.) Lunedi e martedi prossimi, approfittando della sospensione delle attivit didattiche nelle scuole per le festivit del carnevale, stato programmato un intervento straordinario di derattizzazione in tutti gli istituti scolastici di pertinenza comunale (1, 2 e 3 Circolo didattico e scuole Medie). Gli interventi saranno coordinati dai tecnici comunali della 4 Area e dagli assessori Francesco Longo (Pubblica istruzione) e Salvo Camarda (Ecologia).

LA FESTA DI CARNEVALE AL PARCO JUNGO DEGLI STUDENTI DELLISTITUTO ALBERGHIERO G. FALCONE E DELLIPSIA MAJORANA-SABIN
m.g.l.) Una bella giornata di sole ha baciato, ieri mattina, la festa di carnevale degli studenti dellistituto alberghiero G.Falcone e dellIpsia Majorana- Sabin, organizzata, allinterno parco Jungo, insieme al gruppo Sublimaeventi. Per tutta la mattinata centinaia di giovani hanno ballato con la musica a tutto volume allinterno del parco. Gabriele Spina, organizzatore delliniziativa insieme a Salvo Garozzo, soddisfatto commenta: Durante la mattinata abbiamo anche premiato le maschere pi belle. Ringraziamo per la collaborazione tutti i rappresentanti distituto delle due scuole.

FARMACIE DI TURNO CALATABIANO (Pasteria): piazza Sacerdote Dominici; CARRUBA: via E. Toti, 36; FIUMEFREDDO: via Roma, 13/a (solo diurno); GIARRE (Macchia): viale Ionio, 34/e; MASCALI: via Sicula Orientale, 210; RIPOSTO: corso Italia, 65.

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Jonica
Giarre. Uniniziativa per promuovere il consumo con filiera corta
Si chiama Men Dos, che sta per Men di origine siciliana, ed uniniziativa che mira a promuovere il consumo dei prodotti siciliani a partire dai ristoranti e pub. Si tratta di men costituiti da prodotti di stagione e appositamente elaborati per consentire ai consumatori di apprezzare i sapori e la genuinit dei prodotti del territorio, favorendo i produttori siciliani. Tra Giarre e Mascali gi alcuni ristoranti e pub hanno fatto proprio il Men Dos e sono riconoscibili da un adesivo esposto nel locale. Liniziativa di grande attualit, basti pensare alle proteste di questi giorni degli agricoltori siciliani contro laccordo tra Unione Europea e Marocco sulla liberalizzazione di alcuni prodotti ortofrutticoli e ittici. A promuovere tra Giarre e Mascali il Men Dos lassociazione di promozione sociale NutriAmo la Salute, fondata un anno fa dalla dott. Karin Arena e dalla dott. Lidia Torrisi, tecnologi alimentari laureate presso lateneo catanese. Lassociazione nasce per promuovere abitudini di vita salutari, legate alle tradizioni culturali nonch allo sviluppo di ciascun territorio. Attraverso attivit innovative, lassociazione si propone di contribuire alla formazione di una societ fondata sulla ricerca del benessere, inteso come raggiungimento di uno stile di vita salutare in un contesto ambientale pi vivibile e tutelato. In particolare il Men di origine siciliana" privilegia alimenti di produttori locali, ingredienti che percorrono brevi distanze prima di arrivare sulle tavole di ristoranti, pub e pizzerie. Questa - spiegano le promotrici una delle iniziative che favorisce la filiera corta, che prevede un rapporto diretto fra consumatore e produttore accorciando cos il numero degli intermediari commerciali. Il circuito Dos in espansione e i partner saranno riconoscibili attraverso lesposizione di un adesivo fornito dallassociazione. Per informazioni si pu visitare il sito www.nutriamolasalute.it.
MARIA GABRIELLA LEONARDI

CATANIA PROVINCIA .41

Aiutiamo i nostri produttori Giarre, in collisione microcar e moto


Incidente stradale, per fortuna senza gravi conseguenze, ieri nella tarda mattinata sul corso Europa, non lontano dallIpsa Majorana Sabin. Per cause ancora da accertare sono andate in collisione, mentre procedevano ognuno sulla propria corsia, una microcar guidata da un 18enne di Giarre e un moto Kawasaky Ninja 600 in sella al quale cera invece un 35enne di Riposto. Nel terribile impatto, avvenuto nellora di uscita degli studenti (nella zona ricadono diversi istituti superiori) ad avere la peggio stato il centauro che stato sbalzato sul selciato; la moto ormai fuori controllo, ha urtato con violenza contro un marciapiede allincrocio tra il corso Europa e la via Abruzzo, mentre la microcar, che percorreva larteria in discesa in direzione di via Trieste, uscita fuori strada schiantandosi contro una Matiz regolarmente parcheggiata sul ciglio della strada. Il centauro stato immediatamente soccorso da una quipe medica del 118 e trasportato in ambulanza al vicino ospedale S. Isidoro: ha riportato un trauma cranico e ferite lacero contuse ed sta- LA MICROCAR GUIDATA DA UN 18ENNE to ricoverato per le cure del caso. I rilievi dellincidente, che ha comportato per circa unora la parziale chiusura del corso Europa, sono stati eseguiti dalla locale polizia municipale.
MA.PREV.

ferito motociclista 35enne di Riposto

[DI GUARDO]

Lincidente avvenuto ieri in corso Europa

in breve
RIPOSTO Asilo chiuso domani e marted
s.s.) Lasilo nido comunale della cittadina marinara - che si trova temporaneamente ubicato nel plesso scolastico "Maria Montessori" di via Francesco Crispi - rimarr chiuso per motivi igienico - sanitari domani e marted. Con unapposita ordinanza, il sindaco Carmelo Spitaleri ha disposto che, nei due giorni di chiusura, venga eseguita una pulizia straordinaria delledificio che ospita lasilo nido comunale.

RIPOSTO. Discariche abusive: il Comune annuncia che si costituir parte civile nei processi contro i responsabili

Terroristi ambientali, niente pi sconti


Viaggio nelle discariche abusive a cielo aperto spalmate nel territorio comunale ripostese. Ci sarebbe certamente solo limbarazzo della scelta per il "luogo" da dove iniziare questo "viaggio", considerate le numerose aree a rischio discarica oggi esistenti nella citt del porto dellEtna. Una volta si pensava che tale fenomeno di malcostume interessasse solo le zone periferiche del paese marittimo, poi, invece, si scoperto che dal conferimento abusivo di rifiuti non assolutamente risparmiato il centro urbano. Dallinizio di questanno, la lotta ai cosiddetti "terroristi ambientali" da parte delle forze dellordine operanti nella cittadina marinara ha per incominciato a dare i risultati sperati, grazie allintensificazione di mirati servizi di controllo del territorio finalizzati alla repressione di reati di natura ambientale. Risultati che sono il frutto della sinergia collaborazione instaurata tra i carabinieri della locale stazione e gli agenti della polizia municipale ripostese; attivit di controllo che ha portato, tra laltro, nelle scorse settimane, allarresto di diversi soggetti responsabili di reati ambientali (processati per direttissima), e alla denuncia di altre persone scoperte a scaricare rifiuti in zone periferiche della cittadina.

RIPOSTO

Corso di ri-educazione fisica al Centro di incontro anziani


Migliorare la qualit della vita degli appartenenti alla "terza et" della cittadina marinara. E lobiettivo che si prefigge di raggiungere lamministrazione comunale ripostese, guidata dal sindaco Carmelo Spitaleri, con la prossima attivazione di un corso settimanale, destinato ai frequentatori del Centro di incontro per anziani di via Archimede, denominato "Ri Educazione Fisica". Il corso in questione - che sar diretto dalla prof. Letizia Marcoletti in sinergia con la dott. Laura Vecchio, dirigente comunale dellArea V - nasce dalla fattiva collaborazione tra gli assessorati comunali di riferimento e la giusta interazione tra professionisti del settore e responsabili municipali. "Il corso denominato "Ri Educazione Fisica" - ha spiegato il primo cittadino ripostese - ha come finalit quella di favorire il benessere psicofisico delle persone anziane che risiedono nella nostra cittadina, contrastando cos linsorgere di situazioni di emarginazione e isolamento, stimolando, nel contempo, anche unazione di sviluppo della volont partecipativa alla vita del nostro paese. "Grazie alla pratica di attivit fisiche, si mantiene nelle persone anziane una maggiore mobilit - ha concluso Spitaleri - e si aumenta nettamente la qualit della vita. Limportanza dello sport trova, inoltre, la sua ragion dessere anche nellaffrontare laspetto dellisolamento che caratterizza spesso le giornate degli anziani".
SA. SE.

GIARRE Judo kata, atleti della Bonfiglio a Bruxelles


m.v.) Parteciperanno oggi a Bruxelles al Torneo europeo di serie A di Judo Kata gli atleti della G. Bonfiglio di Giarre. Gli atleti Antonio Mavilia e Giovanni Tomarchio, allenati dal maestro Lio Tomarchio, sono reduci dallottima prestazione ottenuta al Grand Prix che si svolto nei giorni scorsi a Giaveno (Torino), torneo che porter alla classificazione dellItalia ai Campionati Mondiali, dove si sono piazzati subito dopo i due attuali campioni del mondo, i giapponesi Yokoyama-Omori.

UNA DELLE TANTE DISCARICHE ABUSIVE DISSEMINATE NEL TERRITORIO RIPOSTESE

[DI GUARDO]

CALATABIANO Carnevale in piazza, strade chiuse al traffico


s.z.) In programma, oggi, alle 16,30 il Carnevale in piazza con sfilata di carri allegorici e gruppi mascherati in piazza Mercato; Dalle 18,30 alle 24, invece, serata di musica e balli. Per questo, oggi e marted 21 febbraio, stata disposta la chiusura al transito veicolare e divieto di sosta in piazza del Mercato, in via Duomo, via Umberto, via Roma e via XX Settembre dalle 15 alle 24.

Nei processi a carico dei cosiddetti "terroristi ambientali" il Comune marinaro, come peraltro annunciato, si costituito parte civile. "Siamo soddisfatti ha commentato il sindaco Carmelo Spitaleri - dei risultati positivi ottenuti dai controlli effettuati sinergicamente dai militari dellArma della stazione di Riposto e dalla nostra polizia municipale. Lintensificazione di tali servizi, finalizzati al contrasto dei reati di natura ambientale, fa ben sperare. Noi continueremo, come del resto un nostro preciso dovere, a costituirci parte civile nei processi contro chi non ha rispetto della

collettivit, contro chi inquina in maniera insensata lambiente. Per individuare e denunciare i "terroristi ambientali" - ha continuato il primo cittadino ripostese - si deciso di acquistare cinque sistemi di videosorveglianza da installare nelle zone a rischio discarica. Siamo convinti che le attivit di controllo portate avanti dai carabinieri e di vigili urbani ripostesi - ha concluso Spitaleri - unitamente allattivazione del sistema di videosorveglianza serviranno ad arginare tale grave e diffuso fenomeno di incivilt e malcostume.
SALVO SESSA

CALATABIANO: APPELLO DELLA NEW RANCH DOG CLUB MASCALI, LINIZIATIVA DELLAVIS

CALATABIANO Pancrazio Petralia responsabile dellImu


s.z.) La Giunta municipale ha designato il dipendente comunale Pancrazio Petralia, gi responsabile dellArea Gestione Entrate Tributarie dellente, responsabile dellImposta Municipale Propria (Imu). Si tratta della nuova imposta sulle case, che sostituisce la vecchia Ici.

Mantenimento dei cani abbandonati Donatori di sangue in maschera non erogato contributo di mille euro per un Carnevale di solidariet
I volontari dellassociazione "New Ranch Dog Club" a Marina di San Marco, punto di riferimento nella zona per i cani abbandonati, tornano a fare un appello per aiutare i cani ospiti del rifugio. Sono trascorsi quasi due mesi da quando la Giunta Comunale, in riscontro ad una richiesta avanzata un anno fa, ha deliberato in favore dellassociazione animalista un contributo di mille euro per lattivit di mantenimento dei cani ospiti del rifugio, incaricando la Polizia municipale di esercitare le attivit gestionali finalizzate allesecuzione dellindirizzo politico amministrativo. Ad oggi quel contributo comunale, che aiuterebbe a garantire per un determinato periodo cibo e cure per quei cani abbandonati, non ancora arrivato allassociazione, costretta a far fronte, con laiuto dei volontari e di piccole donazioni a tutte le necessita che il rifugio richiede. In questi giorni - parla la responsabile dellassociazione Natalie Bonsignore - ho chiesto chiarimenti presso gli uffici del Comune,ricevendo rassicurazioni dal Comando dei vigili urbani che ha giorni mi verr concesso. Mi auguro che sia cos, viste le non poche difficolt economiche per assicurare giornalmente il cibo agli animali, diversi dei quali, hanno gi avuto una vita difficile. Un appello dunque a far s che latteso contributo venga erogato a breve. Rimane tuttavia il fenomeno dellabbandono dei cani, il cui numero destinato ad aumentare con larrivo della bella stagione, che non pu riguardare unicamente lassociazione animalista, alla luce della indisponibilit dei canili convenzionati. Faccio un appello - parla la Bonsignore - alle associazioni affinch si prendano cura di qualche animale.
SALVATORE ZAPPULLA

CALATABIANO Gita per anziani, stilata la graduatoria


s.z.) E stata approvata dai Servizi sociali del Comune la graduatoria dei richiedenti aventi diritto (settantasette in tutto) a partecipare alla gita a Roma, Rimini, San Marino, Gubbio, Fabriano e Assisi in programma dal 3 al 7 marzo. Alliniziativa comunale potranno per partecipare soltanto 46 anziani; dunque, eventuali sostituzioni avverranno per scorrimento della suddetta graduatoria.

Re Carnaluvariietta sangu il titolo della prima edizione di una tra le pi divertenti iniziative proposte dalla sezione comunale Avis di Mascali. Lidea della manifestazione, svoltasi ieri sera, a Riposto, presso una scuola di ballo, partita da alcuni donatori che in occasione del Carnevale hanno deciso di trascorrere una serata in allegria e in compagnia di tutti i donatori della sezione comunale Avis di Mascali. Quasi 200 donatori, molti dei quali in maschera, hanno festeggiato in modo allegro e piacevole la pi divertente e spensierata festa dellanno. In molti hanno ricordato gli importanti e buoni risultati ottenuti dalla sezione comunale di Mascali nel 2011 e tutti hanno confermato il loro impegno di donatori per questo nuovo anno. I nostri donatori partecipano volentieri a queste iniziative che danno la possibilit di

stare insieme e divertirsi - ha detto il presidente della sezione comunale Avis di Mascali, Saveria Ciotta - Per qualche ora abbiamo cercato di mettere da parte i tanti problemi della quotidianit senza dimenticare i positivi risultati ottenuti lo scorso anno dalla nostra sezione grazie ai donatori, alla tenacia del gruppo degli avisini e ai collaboratori che sostengono la sezione e le tante iniziative volte a sviluppare il valore della donazione di sangue e dellaltruismo. Sono felice - conclude la Ciotta- che la grande famiglia dellAvis di Mascali abbia risposto positivamente ancora una volta alla chiamata dei valori della solidariet e dellunione. Conto di riproporre questa iniziativa anche lanno prossimo e di ottenere ancora una grande partecipazione.
ANGELA DI FRANCISCA

omnibus
Dallo spettacolo sul ghiaccio al PalaGiarre un aiuto a ragazzi senza famiglia Ente Parco Alcantara: premiati i vincitori del concorso Balcone fiorito
Lo spettacolo sul ghiaccio, Cocktail Show, andato in scena nello scorso fine settimana al PalaGiarre ha avuto anche un scopo benefico. Infatti parte dei proventi delle due serate stato destinato al progetto "Ricomincio da me" ideato e promosso dalla Fidapa di Giarre-Riposto. "Ricomincio da me" consentir a ragazzi cresciuti senza famiglia in comunit alloggio di poter trovare un lavoro o comunque avviare un attivit professionale. Ieri negli uffici della Lions Construction, il presidente dellazienda che gestisce il PalaGiarre e che ha organizzato il Cocktail Show, Kimberly Baxendale ha consegnato una parte dellincasso al presidente della Fidapa di Giarre Riposto, Francesca Gentile. Posso confermare ha detto Kimberly Baxendale - che la nostra partnerchip con la Fidapa proseguir anche per eventi futuri perch pensiamo che idee come "Ricomincio da me" debbano essere sostenute. Aver abbinato al nostro primo grande evento al PalaGiarre a un progetto del genere, ci rende molto orgogliosi. Sulla stessa lunghezza donda la presidente della Fidapa di Giarre-Riposto, Francesca Gentile: Io ringrazio la Lions Construction per la fiducia che ha avuto in noi e in questo progetto e siamo felici di poter collaborare anche in futuro. Speriamo di poter avviare il progetto nei prossimi mesi anche grazie alla collaborazione degli uffici dei servizi sociali del Comune di Giarre. CARMELO PUGLISI Si svolta nel Centro di ricerca, formazione ed educazione ambientale sugli ecosistemi fluviali del Parco, a Castiglione di Sicilia, la cerimonia di premiazione del concorso " Balcone fiorito" promosso lestate scorsa dallEnte Parco Fluviale dellAlcantara con la collaborazione delle Pro Loco. La premiazione, ha riguardato i primi tre classificati di ogni Comune, ricadente nel territorio del Parco, con la consegna, da parte del direttore reggente del Parco Ettore Lombardo, di sottovasi in ceramica e di un tappetino per il mouse del computer. Questi i nominativi premiati,su 29 partecipanti a Calatabiano.Al 1posto, Rosaria Russo,premiata per la scalinata, al 2 posto( ex aequo) Marisa Finocchiaro, per la vetrina commerciale e Maria Carmela Torrisi con il balcone, al 3 posto Rosaria Mosello per la cura del giardino, di Pasteria. Ai presidenti delle Pro Loco andato invece un vaso in ceramica. La valutazione delle migliori composizioni floreali - parla il presiedente della Pro Loco di Calatabiano, Pina Catalano- stata effettuata da una giuria di esperti, che ha tenuto conto della migliore combinazione nella scelta dei fiori e del loro accostamento e armonia con il contesto di inserimento. S. Z.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

42.

CATANIA PROVINCIA
Problema irrisolto. Pi volte stato Snodo viario fondamentale. Congiunge

PATERNO
Le condizioni sono di assoluto degrado ed abbandono. Pi volte i cittadini ne hanno chiesto interventi: dagli autotrasportatori che pi volte al giorno transitano su questarteria viaria, agli automobilisti e agli scooteristi che scelgono questa parte della citt per evitare di attraversare il centro, soprattutto nelle ore di punta; fino anche agli agricoltori, che percorrono questarteria viaria per raggiungere i loro fondi agricoli. Stiamo parlando della via Sella, un importante snodo viario, seppur periferico che congiunge via Verga, la zona sud della citt, a via Balatelle, nei pressi del cimitero. Nonostante le tante richieste ad oggi nulla stato fatto. Nei mesi scorsi, un anonimo, come forma di protesta, visto il lungo silenzio relativamente agli interventi lungo questa strada, affisse alcune foto che ritraevano le pessime condizioni della strada; gli scatti, circa sei, fecero la loro comparsa sulla bacheca che si trova allingresso del Comune. Rimasero esposte appena mezzora, dalle 7 alle 7.30, poi qualche dipendente comunale, in tutta fretta, le fece sparire. Sono passati i mesi, ma nulla cambiato, nulla stato fatto. LAmministrazione comunale, per voce dellassessore ai Servizi tecnologici, Angelo Calenduccia, ha ribadito in pi occasioni che non ci sono le somme sufficienti in bilancio per potere provvedere al ripristino del manto stradale. A ben vedere qui non si tratta di coprire solo qualche buca, ma di rifare per intero il tratto viario, ormai completamente dissestato. Certo, vista la possibilit di interventi risolutori definitivi, forse, anche un piccolo intervento tampone potrebbe essere sufficiente a evitare disastri per gli automobilisti. Disastri che sono quasi allordine del giorno con tanti automobilisti intrappolati nelle immense buche che si aprono lungo il tracciato come dei veri crateri. Il risultato sono gomme bucate ed auto in panne. Dopo le recenti piogge la situazione diventata davvero insostenibile, con il manto stradale completamente distrutto. Un intervento oggi appare quanto meno necessario anche in vista della futura, quanto prossima, inaugurazione della bretella viaria che dallarea di "Tre Fontane" giunge proprio su via Balatelle, con via Sella che potrebbe rappresentare un importante raccordo. Problemi di buche sullasfalto si segnalano anche in molte altre parti della citt, dal centro alla periferia. E se via Sella aspetta sono, invece, pronti a partire i lavori per linstallazione dello spartitraffico centrale su viale dei Platani. Il finanziamento, per quarantamila euro, della Provincia regionale di Catania, che ha approvato un cantiere lavoro. Si spera che insieme allintervento possa essere ripristinato anche il manto stradale, pessimo anche in questa parte della citt.

chiesto un intervento risolutore per rendere quantomeno percorribile la strada

via Verga, nella zona sud della citt, con la via Balatelle, nei pressi del cimitero

Via Sella, strada ridotta a un percorso di guerra


Fondo completamente dissestato: lAmministrazione nicchia

I CITTADINI
Denunce inutili, ma bisogna intervenire in fretta per evitare che automobilisti e scooteristi rischino ogni giorno la pelle

LASSESSORE
Non ci sono le somme sufficienti in bilancio per potere provvedere al ripristino del manto stradale
LE CONDIZIONI DISASTRATE DELLA VIA SELLA; IN BASSO A SINISTRA, UN AUTOMOBILISTA IN PANNE

O I CANDIDATI A SINDACO

O IL FUTURO DELLOSPEDALE SS. SALVATORE

E Lo Presti Punto nascite: la decisione spera nel Pdl sar presa solo in giugno
Il primo incontro ufficiale con la citt ieri pomeriggio, alla Biblioteca comunale. Il candidato Vittorio Lo Presti, parte ufficialmente con la campagna elettorale, presentando il suo programma. Due i nodi chiave: servizi sociali e sviluppo economico. E intanto proprio Vittorio Lo Presti attende di capire se il Pdl scioglier la riserva andando a sostegno del suo nome. Sembra, comunque, che il partito non abbia ben gradito la fuga in avanti di Lo Presti, presentatosi al momento con il sostegno del movimento "La citt", e della lista civica "Movimento Cristiano Democratico", dellassessore Alfio Virgolini. E proprio il movimento "La citt" ha diffuso un comunicato stampa dove evidenziava la necessit di unire tutte le forze sane della citt. Al di l delle storie personali - si legge nel comunicato - e delle appartenenze partitiche per creare una coalizione che non abbia come obiettivo solo la vittoria elettorale, ma la buona amministrazione, dove il cittadino non sia al servizio della politica, ma la politica al servizio del cittadino. Lobiettivo da raggiungere di realizzare unesperienza partecipativa, a partire dalle esigenze e dai bisogni della comunit. Intanto, conferma il suo sostegno al candidato del centrosinistra Mauro Mangano, il movimento di "Scelta Giovane" che presenta inoltre i candidati al Consiglio comunale. Mangano presenter il suo programma alla citt, domenica prossima
M. S.

Intanto con i 40mila euro della Provincia a giorni sar installato il nuovo spartitraffico in via dei Platani

Le dichiarazioni del commissario dellAsp 3 di Catania, Gaetano Sirna, non lasciano scampo ad equivoci. Si getta acqua sul fuoco delle polemiche, chiarendo in maniera netta che la chiusura del punto nascita al reparto di Ostetricia e ginecologia del nosocomio cittadino "Ss. Salvatore", non fissata al 6 marzo e che ad oggi, nulla sarebbe definitivamente deciso con la possibilit, a giugno "se saranno stati raggiunti 250 parti come afferma il commissario Sirna - di chiedere una rivisitazione del decreto". Non si chiude, dunque, e si spera ancora che il reparto possa salvarsi. In queste condizioni chiaro che la palla passa ora alla citt. Ginecologi e future mamme sono chiamate a compiere una scelta che non di poco conto. Piuttosto, come spesso accade, di emigrare a Catania, bisogna operare una scelta chiara, puntando su Patern che, ha tutti i requisiti, anche strutturali (tra i pochi dellAsp visto che non tutti sono nelle condizioni), per soddisfare ogni esigenza.

Addirittura dallinizio dellanno, proprio con lobiettivo di migliorare lofferta per lutenza, il primario del reparto Salvatore Corsello, grazie alla collaborazione con gli anestesisti dellospedale, ha attivato la procedura del "parto indolore". A giugno, dunque, sar effettuata una sorta di esame di met danno. Se i parti saranno stati almeno 250, met dunque di quanto prescrive la legge (il limite fissato a 500), il reparto potrebbe continuare ad esistere; in condizioni diverse, con meno di 250 parti, non ci

Sirna: Se i parti saranno almeno 250 si potrebbe chiedere una rivisitazione del decreto

sarebbero alternative, la legge chiara e va rispettata. Intanto arrivano le prese di posizione; in testa quella del sindaco, Pippo Failla che non crede alle dichiarazioni del commissario dellAsp, Gaetano Sirna: "Credo che Sirna sia andato alla scuola di Russo ed entrambi a scuola insieme a Pinocchio. Vi ricordate cosa dichiar Russo durante una sua visita a Patern? Che era un errore del sindaco laver interpretato la trasformazione dellospedale in Pta e che sempre restava un mio errore la chiusura del reparto. Invece, tutto si sta dimostrando chiaro e lampante". Intanto domani, davanti lospedale si terr una manifestazione organizzata dalla Pro loco e dallassociazione "Citt viva", che chiama a raccolta le donne, a tutela del punto nascita. Venerd prossimo, invece, appuntamento a largo Assisi per un corteo che giunger fino allospedale. Anche in questo caso tutta la citt chiamata a partecipare.
M. S.

LO SPORT

Ecco cinque karateka da medaglia

Dieci medaglie per Om sai ram la scuola di karate paternese presente ai campionati italiani organizzati dalla confederazione Cki. Tra i 250 atleti giunti a Pontedera da tutta Italia, i cinque paternesi si sono imposti conquistando ben 10 medaglie tra cui 5 primi posti. Del team paternese fanno parte Giuseppe Cucchiara (due primi posti nella categoria Master), Andrea Garofalo (due primi posti ed un 2 posto fra i Seniores) e Adriano Cucchiara (1 fra gli Esordienti). Ad arricchire il palmares hanno contribuito le due medaglie di bronzo conquistate da Alfredo Lombardo e Carmelo Fazio. Sono molto soddisfatto per i ragazzi - ha dichiarato il maestro Sebastiano Messina - soprattutto per Giuseppe Cucchiara e Andrea Garofalo che dovrebbero partecipare agli Europei con la Nazionale della nostra confederazione e per Adriano Cucchiara e Giuseppe Rapisarda che si stanno preparando per il campionato mondiale di categoria.
SALVO SPAMPINATO

Nella foto, da sinistra: Messina, Cucchiara, Garofalo, Cucchiara, Rapisarda

MARY SOTTILE

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Etnea
L A D O M E N I C A S U L L E T N A

CATANIA PROVINCIA .43


Nicolosi Nord. Anche su questo versante

Piano Provenzana. Impianti scioviari tutti

Sci, neve e sole oggi giornata da gran pienone sui due versanti
Strade percorribili. Ma resta lobbligo delle catene a bordo

aperti grazie a un innevamento eccezionale In ottime condizioni pure la pista da fondo


Per oggi previsto un gran pienone su ambedue i versanti dellEtna. Ieri Piano Provenzana stato piacevolmente "invaso" da sciatori e turisti che si sono portati sia sulle piste di discesa che su quella da fondo. Tutti e tre gli impianti di Etna nord girano a pieno ritmo, sia la seggiovia "Pouchoz" che i skilift "Monte Conca" e "Anfiteatro". Linnevamento davvero eccezionale. Ieri Piano Provenzana ha registrato il quasi pienone, con i parcheggi pieni di auto, autobus e camper. Analogo afflusso previsto per oggi, grazie anche alla ricorrenza del carnevale che spinge moltissimi sciatori a sfruttare le vacanze scolastiche per portarsi sui pendii dellEtna. Per oggi prevista poi la gara di discesa "Pinocchio

impianti in funzione e piste ben battute grazie allottimo lavoro degli operatori turistici
sugli sci", organizzata dallo "Sci Club Mareneve". In ottime condizioni la strada di accesso alla stazione: totalmente spazzata, al momento percorribile senza catene, anche se rimane lobbligo di averle a bordo, qualora non si montino pneumatici da neve. I parcheggi sono stati liberati del tutto dalla neve e dal ghiaccio e si presentato in ottimo stato. Eccezionale anche linnevamento della pista da fondo "Poiana" che, posta ad ovest di Monte Conca, accoglie sempre pi appassionati della specialit. Buona la situazione anche sullaltro versante dellEtna, quello Sud. Gli impianti sono aperti e le piste si presentano in ottimo stato e ben battute grazia anche al lavoro degli operatori turistici. Le strade di accesso sono state ripulite e si presentano ben percorribili. Qualche problema sussiste ancora per i parcheggi non totalmente pronti. Ma gli operatori stanno lavorando per renderli quanto pi utilizzabili anche per oggi. Per lodierna giornata sar severo, su entrambi i versanti, il controllo degli uomini delle forze dellordine lungo le strade di accesso alle rispettive stazioni turistiche che vieteranno, innanzitutto, lacceso alle automobili sprovviste di catene o che non montano copertoni idonei per la neve. Si raccomanda, inoltre, la massima prudenza per evitare intasamenti.
EGIDIO INCORPORA

PINOCCHIO SUGLI SCI. Oggi, sulle piste di Piano

Provenzana, in programma anche la gara di discesa Pinocchio sugli sci organizzata dallo Sci Club Mareneve

I tagli alla sanit

Piazza Spedalieri gremita con il sindaco, il sen. Pino Firrarello, che ha accolto i colleghi degli altri Comuni

Laffollato corteo ha poi raggiunto il Castiglione Prestianni che copre un territorio di oltre 50mila abitanti

in breve
BELPASSO Al Giardino Martoglio oggi bambini in maschera
s.d.) Per la carenza di risorse finanziare a Belpasso solo un piccolo Carnevale dedicato soprattutto ai bambini. Il calendario della "scacchiera dellEtna", organizzato dallassessorato agli eventi guidato dal vicesindaco Carlo Caputo, si apre oggi alle ore 17 al "Giardino Martoglio" con lanimazione per bambini. In piazza le maschere Walt Disney. Poi alle 19 lo spettacolo musicale della band "Charlies Angels". Lanimazione per bambini si sposter domani a Piano Tavola nei locali ex Casa La Rosa. Gli eventi carnascialeschi torneranno in centro per la chiusura con il tradizionale momento conviviale della maccheronata a cura dellassociazione Moica al "Giardino Martoglio". La serata avr inizio alle ore 18.

I nostri figli devono nascere qui


Bronte. In migliaia provenienti anche dai centri vicini hanno sfilato contro la chiusura del Punto nascita
In migliaia ieri hanno raccolto linvito di istituzioni e associazioni del versante nord dellEtna e hanno sfilato in corteo a Bronte per dire no alla chiusura del Punto nascite dellospedale Castiglione Prestianni. Alle 10 piazza Spedalieri era gi gremita di gente. Il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, stato il primo ad arrivare per accogliere i suoi colleghi. Nessuno dei primi cittadini, infatti, ha mancato allappuntamento: Ernesto Del Campo di Randazzo, Pippo De Luca di Maletto, Salvatore Pinzone Vecchio di Maniace, Antonio Pinzone di Santa Domenica Vittoria, Salvatore Agliozzo di San Teodoro ed Antonio Caputo di Cesar, hanno guidato insieme con Firrarello il corteo che dalla centrale piazza Spedalieri si mosso fino allospedale. Con loro i presidenti dei Consigli comunali, i rappresentanti delle associazioni che insieme alle istituzioni hanno organizzato la protesta, ed a cui si aggiunto anche il comitato cittadino "Uniti per la difesa dellospedale". Presenti anche numerose autorit fra cui gli onorevoli Pippo Limoli e Nino DAsero, i consiglieri provinciali Nunzio Parrinello ed Aldo Catania, ed il presidente di Joniambiente, gi presidente dellAsl 39 di Bronte, Francesco Rubbino. Tantissime le donne, vere protagoniste della protesta. Hanno ragione le donne a protestare. - ha affermato il sindaco Pino Firrarello - Non si pu chiudere un Punto nascite che assicura un servizio in un territorio montano di oltre 50 mila abitanti. Non si pu chiudere usando la forza dei numeri dopo che il reparto, insieme con lintera struttura ospedaliera di Bronte, stata privata di medici e di primari e lasciata ad agonizzare. Difendiamo il Punto nascita e lintero ospedale. - ha aggiunto il presidente del Consiglio comunale, Salvatore Gullotta - E domani spiegheremo a Sirna quanto grave sarebbe non potenziarlo". "Pensate a chi - hanno replicato gli onorevoli Limoli e DAsero - devo deve percorrere diversi chilometri su queste strade tortuose prima di raggiungere un ospedale attrezzato". Questa riforma regionale - ha affermato Rubbino - vanifica il lavoro ed il sacrificio di unintera generazione di amministratori, che con fatica ha costruito una buona Sanit. "Difendiamo il diritto alla vita ha affermato il presidente del Consiglio delle donne Maria Pia Castiglione - e soprattutto il diritto di nascere nel proprio territorio I miei figli sono nati qui - ha aggiunto Antonella Caltabiano dellassociazione telefono Rosa - un diritto che debbiamo difendere per tutte le donne. Questo solo linizio - ha concluso il presidente del Comitato cittadino Giuseppe Mancuso - la battaglia prosegue per difendere Punto nascite e ospedale intero".

LINGUAGLOSSA Stamattina passeggiata in maschera sul carretto


Nell ambito del cartellone "Gran Carnevale Citt di Linguaglossa", promosso dal Comune di Linguaglossa, stamattina in piazza Vespri siciliani, alle 10, in programma la passeggiata in maschera sul carretto siciliano e animazione per i pi piccoli. In serata ancora discoteca in piazza Matrice a partire dalle 21. Grande successo ha avuto la festa in maschera dei piccoli, "Carnival Baby", ospitata allinterno del Palazzetto dello Sport, che grazie allanimazione dellassociazione lApe Maia, ha coinvolto circa 200 bambini. Domani pomeriggio appuntamento alla ludoteca Larcobaleno con Carnival junior e marted dalle 21 serata di discoteca in piazza Matrice.

IL CORTEO CHE HA ATTRAVERSATO LE VIE DEL CENTRO DI BRONTE

LE FARMACIE DI TURNO ADRANO: via Spampinato, 35; BELPASSO: via Roma, 260; BIANCAVILLA: via Lazio, 1; BRONTE: corso Umberto, 271; LINGUAGLOSSA: via Roma, 376, MANIACE: via Fondaco, 10; PATERNO: piazza Indipendenza, 30 (solo 19/2); PATERNO (notturno): via E. Bellia, 94; PATERNO (Diurno): via Circonvallazione, 182; RANDAZZO: via C. A. dalla Chiesa, 11; S. ALFIO: via V. Emanuele, 5; ZAFFERANA ETNEA: via Etnea, 327.

MALETTO

RANDAZZO

Truffa e rapina in Germania, arrestato dai Cc


Nel 2010 in Germania ed esattamente a Loerrach, Schopfheim e Wehr si era reso responsabile dei reati di truffa, rapina e contraffazione di documenti. Ieri finito in carcere su mandato darresto europeo emesso dallautorit giudiziaria tedesca. Parliamo di Davide Parasiliti di 25enne, pregiudicato, residente a Maletto e conosciuto dai carabinieri della locale Stazione per un episodio ben preciso. Luomo, infatti, nel novembre del 2005 ha commesso un furto imitando un po le gesta di "Diabolik". Con passamontagna si introdotto allinterno di una villetta del paese, provando con la classica torcia elettrica in mano e un sacco dietro le spalle ad arraffare quanto possibile dallabitazione. La padrona di casa per lo ha sentito si messa ad urlare. Cos il giovane costretto a scappare per vendetta ha rubato lauto della donna prima di essere arrestato. Cos quando ai carabinieri di Maletto laltroieri arrivato il messaggio da parte del Ministero dellInterno, hanno subito capito di chi si trattava e lo hanno nuovamente arrestato. Accompagnato nel carcere di piazza Lanza adesso si trova a disposizione dellAutorit giudiziaria in attesa di eventuale estradizione.

Si firma contro lantenna a 50 metri dalla scuola


Non si ferma a Randazzo la protesta di docenti e cittadini che non vogliono lantenna di telefonia mobile a 50 metri dal comprensivo "De Amici". Sono sempre di pi coloro che stanno contribuendo alla raccolta firme per chiedere la rimozione dellantenna. Fra questi il movimento Forza Giovane che oggi allinizio di corso Umberto, dalle ore 9 alle 21effettueranno una raccolta firme contro questa e contro tutte le antenne poste al centro di Randazzo. Si ricorda - ha dichiarato il presidente del collegio elettorale di Giarre, Michele Camarda - che, come raccomandato del Consiglio dellUnione europea, imperativo proteggere i singoli cittadini dagli effetti negativi certi sulla salute, che possono derivare dallesposizione a campi elettromagnetici.

LANTENNA DI TELEFONIA MOBILE

Adrano, nel Pdl Gullotta si dimette Federico Floresta nuovo capogruppo


A sorpresa, Giosu Gullotta si dimesso da capogruppo consiliare del Pdl. Lo ha comunicato nel Consiglio comunale di venerdi sera, ma le dimissioni sono state protocollate in mattinata in municipio, nessuna comunicazione diretta invece al suo partito. "Nel ricordare che per svolgere il difficile compito di coordinatore di un gruppo di 10 consiglieri bisogna sentire forte la fiducia e la stima di tutti - scrive in una nota Gullotta - ringrazio quanti mi hanno permesso questa esaltante esperienza, certo che limpegno sempre crescente di tutti possa portare il Pdl alla guida della citt. Auspico che il ruolo del capogruppo nelle mani di un giovane garantir nuova linfa in una fase politica delicata che condurr alle elezioni del 2013". Gullotta parla di "stima e fiducia" segno che, forse, i rapporti con il suo partito sono incrinati. E in effetti da tempo i rapporti interni non sono stati sempre lineari, anzi a volte contrastanti. In Consiglio, da capogruppo del Pdl, Gullotta in due occasioni vot favorevolmente atti (elisuperficie e regolamento protezione civile) con la maggioranza perch li riteneva di interesse per la collettivit. In altre rimase solo in aula, mentre il suo gruppo abbandonava i lavori consiliari. Nuovo capogruppo stato eletto Federico Floresta, suo vice, che in Consiglio ha espresso a nome del partito "rammarico e perplessit" per le modalit con cui sono avvenute le dimissioni di Gullotta. In una nota il coordinatore del Pdl, Pino Liggeri, parla di "inaspettate e immotivate dimissioni" di Gullotta. "Floresta guider un gruppo - dice - che amplia la propria componente, vista la nuova adesione del consigliere Alfredo Caltabiano. Gullotta ha fatto bene a dimettersi risultando per lui gravoso il ruolo di capogruppo, riteniamo che, da semplice componente del gruppo, possa dare il proprio contributo pi efficacemente nellazione di opposizione". In Consiglio intanto slitta ancora la trattazione dei punti sulla Tia e sul programma costruttivo di cooperative edilizie.
SALVO SIDOTI

BELPASSO: LO STUDIO PROPEDEUTICO ALLA REDAZIONE DEL NUOVO PRG

Microzonazione sismica, avviate le indagini


Primi passi a Belpasso sullo studio del rischio sismico. Con unordinanza del dipartimento regionale di Protezione civile sono state avviate, infatti, le indagini di microzonazione sismica. Sullargomento, nei giorni scorsi, al Palazzo municipale si svolto un primo incontro tra il sindaco della cittadina etnea, Alfio Papale, i tecnici comunali di Protezione civile, capitanati dallarch. Santo Caruso, e i ricercatori dellUniversit di Catania incaricati di redigere lo studio. Noi come Universit di Catania - ha dichiarato il responsabile scientifico della convenzione prof. Stefano Catalano, supportato dal ricercatore della facolt di Ingegneria Michele Maugeri - siamo stati incaricati tramite convenzione dal Dipartimento di Protezione civile. Laccordo avviato gi da gennaio consentir la raccolta dei dati nei 54 Comuni siciliani - tra cui venti presenti nella provincia di Catania - che, come Belpasso, hanno aderito alla proposta formulata dal dipartimento regionale. Stiamo raccogliendo i dati geologici di base depositati presso i Comuni - ha continuato Catalano entrando nello specifico del progetto - Questo studio prevede la redazione di una carta geologica comunale sintetica, in cui saranno riportati tutti gli aspetti della geologia del territorio comunale. Noi stiamo conducendo il primo livello di approfondimento, che nello specifico consiste nel fare uno stato dellarte della situazione e sulla base dei dati disponibili, integrati da nostre ulteriori indagini, classificheremo il territorio in questione. La nuove misurazioni tenderanno a fare capire quale sar il periodo di oscillazione dei terreni in vari punti del territorio in modo da prevedere cosa succeder al verificarsi di un eventuale terremoto. Questi sono i dati che noi raccoglieremo ex novo - ha puntualizzato Catalano - quasi nessun Comune dispone di tali informazioni. Lobiettivo dello studio non sar quello di rilevare le criticit dei territori che gi sono ampiamente conosciute, ma definire in dettaglio come si comporteranno i vari settori di un Comune allarrivo di un onda sismica. Per il sindaco di Belpasso, Alfio Papale, si tratta di uno studio particolarmente importante perch propedeutico alla redazione del nuovo Piano regolatore generale. In questo modo - ha detto il primo cittadino belpassese - conosceremo le omogeneit e le diversit del nostro territorio e saremo in grado di fornire i dati che dicano quali accorgimenti adottare in termini di calcoli per la progettazione delle strutture.
SONIA DISTEFANO

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

44.

CATANIA PROVINCIA

Calatino
Le associazioni sportive. LSos della cultura. La biblioteca

I conti di Militello

Necessario salvaguardare, oltre alle attivit agonistiche, la funzione educativa e sociale dello sport

popolare "Majorana" non avr pi di trecento euro. Ci ritroveremo a gestire quasi il nulla

in breve
CALTAGIRONE Mancuso presenta il candidato
g.p.) Alle 10 di stamani, nella sala convegni Villa San Mauro di Mauro di Caltagirone, si terr un convegno pubblico nel corso del quale sar presentato alla citt il programma elettorale della candidata sindaco come indipendente nellIdv, Sabrina Mancuso. Saranno presenti gli onorevoli Leoluca Orlando e Fabio Giambrone, oltre a esponenti locali, provinciali e regionali dellIdv.

Il Comune rischia il dissesto finanziario sar un bilancio con 370mila euro in meno
Il Comune deve evitare altre esposizioni debitorie, che porterebbero alla dichiarazione di dissesto finanziario, al massimo aumento del prelievo fiscale e alla riduzione dei servizi essenziali. Il bilancio di previsione per lesercizio corrente, che subir una riduzione delle entrate per circa 370 mila euro, deve rispettare le ultime direttive nazionali. Lo ha detto il commissario straordinario di Militello, dott. Francesco Spataro, che ha preannunciato tagli consistenti nella gestione municipale di interventi pubblici e iniziative. Unanalisi da lacrime e sangue stata effettuata nella sala-convegni di Palazzo Lagan Campisi, durante una riunione con alcuni consiglieri e tre dirigenti di aree tecnico-amministrative, Maria Messina, Tino Fucile e Salvina Cirnigliaro. Allincontro erano presenti i responsabili delle locali associazioni sportive, che partecipano, con circa 400 tesserati e con il coinvolgimento dei settori giovanili, a diverse attivit promozionali e a campionati federali di calcio, volley e basket. I dirigenti Sebastiano Caruso, Nicola Campisi, Alessandro Renda, Lucia Falbo, Tullio e Salvatore Carrera hanno sottolineato la necessit di salvaguardare, oltre alle attivit agonistiche, che proseguono da alcuni decenni, la funzione educativa e sociale dello sport nella nostra cittadina. Sar il civico consesso a pronunciarsi definitivamente sulle previsioni del documento contabile. Qualche consigliere ha preannunciato "battaglie" su alcune voci di spesa, che prevedono notevoli esborsi nel settore del contenzioso e delle spese legali, oltre che in materia di "premi" econo-

CASTEL DI IUDICA Oggi sfilata in maschera a Cinquegrana


s.a.) Il programma carnascialesco odierno organizzato dal Comune - in collaborazione con Ic Leonardo da Vinci, Ass. Franchetto Futuro 2000, coop sociale Pro Iudica e parrocchia Maria Ss del Rosario di Giumarra - prevede la sfilata dei gruppi in maschera dallincrocio di via Dragonia (Cinquegrana), esibizione in piazza Anfuso e arrivo in piazza Veneto (Giumarra).

I TAGLI PREVISTI
lu.gam.) Secondo una proposta dellamministrazione municipale, che sar sottoposta allesame e al voto finale del Consiglio, il bilancio di previsione 2012 prevede lazzeramento dei contributi per la sagra della mostarda (20 mila euro nel 2011), per le associazioni sportive (16 mila), per le tre feste religiose (16 mila), per le manifestazioni ricreative e turistiche (11 mila), per spettacoli e mostre (11 mila), per il funzionamento di pinacoteche e musei (4 mila), per la valorizzazione dei beni culturali e ambientali (4 mila).

Nella foto sopra, uno scorcio della piazza Municipio, nel cuore di Militello; nel riquadro, il commissario straordinario del Comune, dott. Francesco Spataro

mici a dipendenti della pubblica amministrazione. Ipotesi di intervento e sostegno alla cultura, al turismo e allo sport, comunque, non sono state escluse dal consigliere Giuseppe Fucile e dal presidente del Consiglio, Antonino Li-

sciandrano, che hanno assicurato, in aula consiliare, ogni benevola attenzione al ruolo degli organismi che operano, con il coinvolgimento di numerosi volontari, nei diversi ambiti ricreativi e sociali di Militello. In una cittadina che dovrebbe pun-

tare sulla promozione dei beni storici e dellarte barocca, che ha ottenuto il "sigillo" dellUnesco quale patrimonio dellUmanit, tagli drastici sono pure previsti nel settore culturale. La biblioteca popolare "Angelo Majorana" potr beneficiare soltanto di 300 euro per leventuale acquisto di nuovi libri, mentre cresce lattenzione delle nuove generazioni e di studiosi verso collezioni antiche e volumi. Non ha dubbi la responsabile del servizio bibliotecario, dott.ssa Marina Marino: La crisi finanziaria ci metter nelle condizioni di gestire quasi il nulla. Listituzione comunale, che dovrebbe incoraggiare, in un centro a vocazione turistica, le iniziative di carattere culturale, rischia di non poter dare alcuna risposta ai suoi visitatori.
LUCIO GAMBERA

LICODIA EUBEA Inaugurazione della nuova sede dellAlbacas


n.ga.) Questa sera alle 20, il vescovo di Caltagirone, mons. Calogero Peri, inaugurer la nuova sede dellAlbacas (Associazione licodiese beni archeologici culturali ambientali sacri), ubicata al piano terra di Palazzo Mugnos.

LICODIA EUBEA Stamattina festa di Carnevale per bambini


n.ga.) Questa mattina, al piazzale Kennedy, dalle 10,30 si svolger una festa per bambini in maschera; levento organizzato dal locale gruppo dei Pionieri della Croce Rossa.

Mirabella, solidariet ai comunali senza la tredicesima


Gli 86 dipendenti comunali di Mirabella Imbaccari, che attendono i pagamenti dello stipendio di gennaio e la 13 mensilit, si sono autoconvocati in assemblea, per decidere le iniziative da assumere a sostegno della vertenza. Alla riunione non hanno preso parte rappresentanze sindacali. I circa 40 partecipanti allassemblea, hanno poi deciso allunanimit di chiedere lintervento delle segreterie sindacali provinciali, per proclamare lo stato dagitazione e, quindi, programmare poi, con il supporto degli stessi sindacati, un giorno di sciopero. La vertenza sta intanto generando ripercussioni politiche. Il consigliere comunale dellMpa, Filippo Granato, nellesprimere solidariet ai lavoratori, ha denunciato altre inadempienze economiche: Agli ingenti debiti maturati nei confronti dellEnel, di Kalat ambiente, di diversi fornitori, si aggiungono le sette mensilit non erogate alle dipendenti della cooperativa Progetto donna. La Giunta continua a contraddistinguersi per una marcata e palese mancanza del senso di responsabilit politica. La problematica, come si ricorda, fu sollevata nei giorni scorsi dal segretario generale della Fp-Cgil di Caltagirone, Giuseppe Contrafatto. Sul fronte delle istituzioni comunali il sindaco, Enzo Marchingiglio impegnato a risolvere la questione e, dal canto suo, conta di soddisfare a breve le attese degli impiegati comunali. Il problema di fondo - a detta del sindaco - rimane legato, oltre al mancato introito di un milione di euro, per i conferimenti nellex discarica di pi Comuni, ma anche ai minori trasferimenti di Stato e Regione, che hanno determinato labbassamento del tetto complessivo dellentrate comunali. Una situazione di incertezza, dunque, che sta generando sempre pi malcontenti in seno al personale comunale che, fra laltro, sta per maturare anche gli stipendi di febbraio.
GIANFRANCO POLIZZI

MAZZARRONE Sfilata di carri e gruppi in maschera


n.ga.) Oggi pomeriggio alle 16, con partenza dai Cucchi, sfilata per carri di carnevale e gruppi in maschera. Alle 21, in piazza San Giuseppe, avr luogo una festa con balli e musica.

LE FARMACIE DI TURNO CALTAGIRONE: via L. Sturzo, 34; CASTEL DI IUDICA: via Trieste, 1; GRAMMICHELE: piazza Dante, 13; MILITELLO: via Umberto, 41; MINEO: piazza Buglio, 32; MIRABELLA I.: via Garibaldi, 11; PALAGONIA: piazza Municipio, 5; RAMACCA: piazza Umberto, 7, S. CONO: piazza Umberto I, 8; SCORDIA: via Garibaldi, 151; VIZZINI: via V. Emanuele, 87.

CALTAGIRONE

Famiglie a teatro: La cena impossibile


Giunge la terzo appuntamento la Rassegna di teatro per linfanzia Famiglie a Teatro promossa dall Associazione Culturale "Nave Argo" con il sostegno del Comune di Caltagirone (assessorato alla Cultura e Turismo) e della Regione (assessorato del Turismo, Sport e Spettacolo). Oggi alle 17,30 nellAuditorium del plesso scolastico di via Fisicara andr in scena il gruppo teatrale Teatro Atlante di Palermo che presenter lo spettacolo La cena impossibile di e con Emilio Ajovalasit e Preziosa Salatino. Mister Mu, personaggio timido e imbranato dotato di poteri magici che il pi delle volte non riesce a controllare, si ritrova catapultato per caso in un lussuoso ristorante. Trovandosi ad agire nellimprobabile ruolo di cameriere, ne combiner di tutti i colori. Uno spettacolo divertente e poetico, che stimola la fantasia e limmaginazione dei piccoli spettatori invitati a partecipare in maschera vista la coincidenza con il Carnevale. Nave Argo continua, con questa iniziativa dedicata allInfanzia, il suo lavoro di promozione del Teatro attraverso una presenza stabile nel Comprensorio del Calatino con la programmazione di eventi teatrali diversi, per i bambini e gli adulti.
CHIARA DI GRANDE

Prg in dirittura col massimo rigore


Caltagirone. Il sindaco: Consegneremo ai nuovi amministratori gli elementi per concludere liter
LAmministrazione considera un risultato qualificante della propria attivit laver portato a uno snodo cruciale, grazie al concorso del Consiglio comunale e delle forze sociali, la lunga e complessa procedura di revisione del Prg e ritiene che questultimo delicato passaggio vada fatto con il massimo rigore. Perci, in considerazione dellimminenza delle elezioni amministrative, lAmministrazione comunale valuta opportuno portare a compimento con accuratezza la fase istruttoria, consegnando ai futuri amministratori tutti gli elementi per poter compiere lultimo atto del processo di revisione dello strumento di pianificazione urbanistica. E quanto dichiarato dal sindaco di Caltagirone Francesco Pignataro sulla revisione del Prg in dirittura darrivo. LAmministrazione comunale - aggiunge il primo cittadino di CaltagiroSul piano del merito - prosegue il sindaco Pignataro - perch, ponendosi come obiettivo la ricucitura del tessuto urbano, da un lato prevede infrastrutture leggere e un nuovo sistema di mobilit per alleggerire il traffico, la creazione di polmoni verdi, il riequilibrio delle aree commerciali e del rapporto tra centro e periferie, dallaltro elimina megaopere insostenibili per le ristrettezze della finanza pubblica e per il loro pesante impatto ambientale. Come evidenzia Pignataro, nel luglio 2011 unampia maggioranza del Consiglio comunale ha approvato questo schema di revisione che, successivamente, la Commissione consiliare competente ha sottoposto a rigoroso esame, formulando proposte e osservazioni che devono ora essere vagliate e organicamente rielaborate dallUfficio tecnico.

PROSEGUE POSITIVAMENTE LITER PER LA REVISIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE

SAN CONO

Sfilata in maschera degli alunni dellIc Falcone


Dopo un periodo di assenza, la scuola torna a vestirsi in maschera per regalare momenti di allegria e di spensieratezza. Favoriti da una bella giornata di sole, gli alunni dellIc G. Falcone hanno sfilato, vestiti in maschera, per il paese attraverso un percorso stabilito. Ogni classe rappresentava un tema adatto allet degli alunni e conforme agli argomenti delle discipline scolastiche. I costumi variopinti hanno disegnato per le strade scene colorate e divertenti. Uno dei momenti pi significativi stata la sosta in piazza Umberto I dove il gruppo degli Egiziani ha rappresentato, lungo la gradinata, una scena dellantico Egitto con lo sfondo di una Piramide. Gli altri gruppi si sono esibiti nel centro della piazza con balli, danze e canti. Dietro il successo della manifestazione c da registrare lorganizzazione accurata da parte dei docenti e la collaborazione delle famiglie che hanno curato lallestimento dei costumi. La dirigente scolastica Sabina Mancuso ringrazia docenti, genitori e alunni perch hanno saputo lavorare insieme per la riuscita di questo evento che ha offerto alla citt di San Cono una mattinata allegra, colorata e divertente.
PINO RANDAZZO

ne - nel corso del mandato che volge al termine, ha disposto una proposta di revisione del Piano regolatore generale basata sui principi di economicit ed ecosostenibilit, elaborata attraverso unintensa concertazione che ha coinvolto le associazioni di categoria interessate. Si tratta di una proposta seria e innovativa per il metodo e per il me-

rito. Sul piano del metodo perch introduce un sistema premiale per chi investe sul patrimonio edilizio del centro storico e sul risparmio energetico e un sistema di perequazione urbana che consente la realizzazione dei servizi senza caricare ulteriori, pesanti oneri di esproprio sulle magre finanze comunali.

LOMICIDIO DEL NETTURBINO DI PALAGONIA

CALTAGIRONE, DAMMI IL TUO CUORE

Pm in Appello per Sapienza Malattie cardiovascolari chiede conferma condanna fra prevenzione e ricerca
Chiesta - nel processo davanti alla Corte dassise dappello di Catania - dal pm Sabrina Gambino la conferma della sentenza di I grado (condanna a 14 anni e 8 mesi per omicidio volontario con lattenuante della provocazione) per Gesualdo Sapienza, il 51enne di Caltagirone che, il 10 giugno 2010, uccise con 3 colpi di fucile il 35enne Carmelo Ferraro, operatore ecologico di Palagonia entrato nella sua casa brandendo una spranga. Per il pm Sapienza fece fuoco per uccidere, ma in un contesto di pessimi rapporti con la vittima (la convivente di Sapienza era stata aggredita) e dopo avere subto una "visita" violenta. Durante il processo dappello limputato ha reso dichiarazioni spontanee, dicendo di avere ucciso per legittima difesa perch di fronte al rischio incombente di avere la peggio in maniera irrimediabile. Prossima udienza il 1 marzo con lintervento dellavv. Massimo Favara, che assiste le parti civili (i familiari di Ferraro) e che in I grado aveva rilevato la volontariet, come si deduce dai tre colpi, soprattutto il terzo, quando Ferraro era rantolante, e del difensore, avv. Massimo Al, che aveva chiesto il riconoscimento delleccesso colposo in legittima difesa, sostenendo che la reazione fu giustificata dalla paura di subire un male ingiusto e irreparabile. Il difensore aveva insistito sulle attenuanti generiche, il cui mancato riconoscimento stato uno dei motivi dappello.
MARIANO MESSINEO

Anche lUoc di Cardiologia e Utic (diretta da Giacomo Chiarand) dellospedale "Gravina" di Caltagirone aderisce alla settimana nazionale per sostenere la ricerca contro le malattie cardiovascolari, nel segno dello slogan: Dammi il Tuo cuore. Ne avr cura. Yes, I do!. Ricco il programma di eventi che stato allestito per la giornata di oggi: alle10, nella sala convegni del Palazzo Ceramico, conferenza dibattito sulla lotta ai fattori di rischio e sul mantenimento di un corretto stile di vita per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Interverranno il direttore sanitario dellAsp Catania, Domenico Barbagallo, i coordinatori amministrativo e sa-

nitario del Dic Francesco Iudica e Salvatore Privitera. A seguire, dalle 11.30, in piazza Municipio, il concerto "Cantiamo di cuore", a cura del circolo Anspi di Caltagirone. Alle 17.30, nellauditorium dellistituto Maria Ausiliatrice, spettacolo teatrale "Settembre 90-Luglio 92, storia di siciliani per bene", a cura dellOfficine Alijoscia. Partir, inoltre, alle 9 liniziativa "Porte aperte alla Cardiologia". Per i cittadini che lo volessero, sar possibile, fino alle 12 di stamani, visitare i locali dellunit operativa e informarsi sulle attivit clinico-diagnostiche svolte.
M. M.

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CATANIA SPORT .45

Acireale e Adrano, volere volare


ACIREALE. Giunge in un momento difficilis- considerata lassenza di Vezzosi per squalisimo la trasferta di Marsala per lAcireale. fica e Fascetto per infortunio. Dopo le dimissioni di Marino, un eleLa sconfitta interna patita ai danni del Messina, domenica scorsa, le successive dimis- mento che diventato il vero riferimento sioni del direttore Mario Marino e lim- per squadra e tecnico, dal punto di vista loprovvisa morte, avvenuta venerd scorso, di gistico, il team manager Carmelo Messiun grande tifoso dellAcireale come il pre- na, da sempre tifoso come pochi dellAcisidente del Consiglio Comunale, Pietro Fi- reale, che ha vissuto pi di tutti, nellera letti, fra laltro molto amico del presidente Marino, il contatto con la squadra, conodel sodalizio di via Pasiano, Saro Pennisi, scendo umori, pregi e difetti di tutti gli uoche ha lasciato sgomento non poco lam- mini della rosa. Certo - afferma Messina il momento non semplice. biente acese, rendono la traPer sono convinto che quesferta di Marsala davvero arsta squadra ha i mezzi per ridua per lAcireale. Se a questo sollevarsi. Anche contro il ci si mette una classifica a riMessina non abbiamo affatto schio, con i granata in piena sfigurato, al cospetto di una zona retrocessione, si comcorazzata come quella peloprende come il momento sia ritana. Anzi, se cera una particolarmente difficile per squadra che doveva vincere gli acesi e la trasferta abbadoveva essere proprio la nostanza delicata. stra. Ci vuole un pizzico di La squadra lilibetana, in lucidit in pi sotto porta, classifica, staziona in posiziodobbiamo praticamente riune medio-alta, a quota 30 CRISTIAN IANNELLI scire a capitalizzare con pi punti e con una gara da recucinismo le numerose occasioperare. La compagine biancazIl team ni da rete che creiamo. zurra scender in campo priva Come sopra citato, dopo le del solo giovane Testa. Per il manager dimissioni di Marino, Carmeresto tutti disponibili compreCarmelo lo Messina, acese doc, diveso lex portiere Di Masi e gli esperti Impiccich, Matinella Messina: Gara nuto lunico riferimento tecnico per squadra e allenatore. e Fina, nonch i giovani intedura, ma ho Sto cercando di non fare ressanti Trezza e Saluto. Allandata la formazione granagrande fiducia mancare nulla ai ragazzi e allo staff tecnico. Il momento ta impatt sul proprio terreno, nei ragazzi prosegue Messina - non facontro lundici di Nicol Sciaccile ma necessario che tutte ca, col punteggio di 1-1. A Marsala, il tecnico piemontese Massi- le componenti, squadra, staff tecnico, tifomo Gardano dovr fare a meno dello squa- si e stampa si compattino. Bisogna intanto lificato Vezzosi. Per il resto, a parte linfor- salvare la stagione. E fondamentale che si tunato Fascetto, tutti presenti e arruolabili mantenga la categoria, un patrimonio tropper la delicata sfida contro il Marsala. Pro- po importante per la citt. Ma lamore dei babile la conferma in attacco dellattaccan- tifosi, sono certo, andr contro qualsiasi te Lo Bosco, alla ricerca ancora del gol in ostacolo e fino alla fine non mancher lapmaglia granata, affiancato da Savanarola e porto ed il proprio sostegno a questi ragazIannelli. Questultimo ha davvero ben figu- zi. A Marsala linizio fissato per le 14.30. rato domenica scorsa contro il Messina. La gara sar diretta dal signor Manuel SilveLunico rebus riguarda la difesa, e in parti- stri di Avezzano. colare luomo da affiancare a Lombardo, RICCARDO CASTRO ADRANO. Continuer a volare lAdrano per volta: i 40 punti necessari per la salvezza avvicinarsi sempre pi alla lepre Hinterreg- non sono stati ancora centrati. Lasciateci lagio? Oggi la formazione guidata in panchi- vorare in tutta tranquillit e vedrete che na dal tecnico catanese Pippo Strano po- cercheremo di mirare sempre pi in alto trebbe ottenere un nuovo risultato positivo per soddisfare anche le aspirazioni dei diriinanellando una vittoria e bissando la gara genti e dei tifosi. di andata finita, come si ricorder, sul risulMi sembra che allinterno dello spogliatato di 4-3 per lAdrano. toio si respiri, a pieni polmoni, serenit e Lintenzione e la voglia di vincere ci tranquillit, che nelle ultime gare anche ad stanno tutte - afferma il direttore sportivo Adrano si stanno mettendo in bella eviAlfredo Finocchiaro - ma bisogna tenere denza i gemelli del gol, cio Pasca e Torcigli occhi ben aperti poich i via e che la stessa amministracampani del Nuvla San Felice zione comunale, con in testa il hanno dimostrato di saper sindaco Pippo Ferrante, vi apgiocare meglio fuori casa non poggi concretamente. arrendendosi mai sino allulProcediamo con ordine - ritimo istante: giocatori che sponde Finocchiaro che un corrono tantissimo, senza direttore sportivo vulcanico fermarsi mai. Alfredo Finocma che predilige anche afchiaro, prima di addentrarsi frontare le situazioni a una a nella disamina della gara una - oggi , contro il Nuvla odierna, ci tiene a esprimere San Felice siamo quasi al gran la solidariet a Mario Maricompleto a eccezione di Tinno, dimessosi in settimana LATTACCANTE TORCIVIA daro Calabrese non ancora ridallAcireale, e dal quale noi messosi dallinfortunio di aldirettori sportivi pi giovani cune domeniche or sono. E Il direttore abbiamo appreso molto. vero, allinterno della squadra c la massima serenit: da Ad Adrano si lavora in un sportivo ambiente molto pi sereno, Finocchiaro: una parte questa serenit la infonde Pippo Strano, con il anche se attorno alla squadra non c la nutrita tifose- Contro il Nuvla suo carisma, e dallaltra parte riconoscere ria presente su altre piazze. San Felice una bisognacome sempreche i dirigenti - rispetIn effetti, proprio cos tano gli impegni presi. Lamconferma Finocchiaro - i nopartita alla ministrazione comunale, da stri tifosi, quelli che vengono allo stadio dellEtna e quelli nostra portata parte sua, sta rispettando gli impegni assunti e ha gi eroche ci seguono nelle trasferte ci hanno sempre sostenuto, consci dei sa- gato met del contributo promessoci (32 crifici sostenuti dai patron della societ, i mila euro, ndr), il che non poco. Certo, se fratelli Alfredo e Giuseppe Salv, che hanno riuscissimo, oggi, a centrare una bella e puntigliosamente rispettato i loro pro- convincente vittoria, potremmo guardare grammi e che, soprattutto, sono i primi ve- al futuro con prospettive sicuramente pi concrete. ri tifosi della squadra. A proposito di programmi, lAdrano or- Alfredo Finocchiaro non lo dice, ma c mai vicinissimo alla quota salvezza, alla sempre in sospeso il ricorso presentato per quale avete sempre mirato sin dallinizio la gara contro il Cosenza: dessero allAdradel campionato. Non vi viene lacquolina no quei tre punti, il campionato potrebbe davvero imboccare una nuova strada. in bocca? Siamo abituati a compiere un passo per PAOLO LICCIARDELLO

Promozione
Fiumefreddese, un successo meritato
FIUMEFREDDESE ACI S. FILIPPO 3 0

Serie D. I granata, a Marsala, sperano in un pronto riscatto, i biancazzurri giocano in Campania lAci S. Filippo si lamenta dellarbitro

FIUMEFREDDESE: Scrivano, Lo Nardo (83 Tancona), Vecchio, La Guzza G., Trapanese, Mobilia (65 Forzisi), Cantarella, Anastasi (90 Di Fazio), La Guzza S.,Leonardi, Garozzo. All. Bucciarelli. ACI S. FILIPPO: Capilleri, Luca, Alonzo (26 Spina), Nicotra, Greco, Toscano (47 Catania Mar.),Catania Mau., Maiolino (66 Maccarrone), Musumeci, Papa, Boncaldi. All. Di Maria. ARBITRO: Tomasello di Messina. Ass. Tomaso e Saia di Messina. RETI: 40 La Guzza G.,42 Anastasi, 93 Garozzo. NOTE: espulso per proteste al 48 Maurizio Catania.

FIUMEFREDDO. Vittoria meritata per la Fiumefreddese. La squadra di Bucciarelli ha mantenuto quasi sempre il possesso palla e, a differenza di altre gare, la difesa ha chiuso ogni varco agli attaccanti acesi. Gli ospiti si sono lamentati dellarbitraggio, considerandolo troppo casalingo. Al 40 la prima rete: punizione calciata dal limite destro da Anastasi e sul dischetto del rigore posizionato La Guzza G. che colpisce di testa mandando la sfera a gonfiare la rete. Raddoppio due minuti dopo con tiro direttamente dal corner di Anastasi e la palla sinsacca sul primo palo. Al 48 larbitro espelle Maurizio Catania Maurizio per proteste. Nellultimo minuto di recupero azione corale di contropiede della Fiumefreddese e la palla arriva allindisturbato Garozzo che da due metri mette nella porta sguarnita.
ANGELO VECCHIO RUGGERI

LAci S. Antonio non riesce a sfondare e il Villafranca porta via un buon punto
ACI S. ANTONIO VILLAFRANCA 0 0

ACI S. ANTONIO: Tasinato, Agresta, Capriglione (75 Occhipinti), Bonnici, Pistar, Ricca, Manca (55 Litrico), Caponcello, Amico (77 Saitta), Cordova, Ventura. All. Marchetti. VILLAFRANCA: Giunta, Bonaffini, Celi, Minutoli, Giacobello, Spidaleri, Pergolizzi, Brancati, Cannav, Cardia, La Rocca. All. Giunta. ARBITRO: Santi di Prato.

ECCELLENZA

RETI DI BERTOLO E F. FEMIANO

ACI S. ANTONIO. Finisce con un pareggio a occhiali latteso big match tra la capolista Aci S. Antonio e i messinesi del Villafranca. Un risultato di parit che danneggia soprattutto i santantonesi che adesso rischiano di mettere a repentaglio una promozione diretta che fino a qualche settimana fa sembrava quasi scontata. Adesso invece le dirette inseguitrici si sono fatte sotto e di conseguenza aumenta anche la bellezza del torneo per una lotta che si risolver sicuramente nelle ultime giornate. Nella prima frazione di gioco ad essere pi incisivi erano i padroni di casa che alla mezzora si vedevano negare la rete dalla traversa colpita splendidamente da Ventura. Qualche minuto dopo Bonnici con un tiro dal limite sfiorava di poco il palo. Nella ripresa continuava a spingere sullacceleratore lAci S. Antonio che per non riusciva a mettere in serie difficolt gli ospiti,che invece attendevano sornioni in attesa ripartire in contropiede. Nel finale di partita qualche mischia in area ospite ma il risultato non cambiava.
ANTONIO DAGATA

Cracc apre i giochi, Regalino risponde Il Trecastagni segna un gol per tempo per il Misterbianco pareggio ad Avola lAquila Caltagirone poco consistente
REAL AVOLA MISTERBIANCO 1 1
REAL AVOLA: Tarantino, Accaputo, Iuvara (71 Ricca), Quarto (76 Mincica), Gargano, Conti, Montalbano, Gambino, Cracc, Intagliata, Novello (60 Tiralongo). All. Giovanni Luca Perrone MISTERBIANCO: Pincio, Murabito, Torre, Costanzo, Stracuzzi, Regalino, Sanfilippo (46 Zappulla), Nicolosi S., Mongelli (90 La Mastra), Caruso, Consoli (79 Nicolosi A.). All. Antonino Battiato ARBITRO: Giuseppe Trischitta di Messsina RETI: 17 Cracc (rig.), 68 Regalino

Sp. Viagrande, il pari sciupato sul pi bello Bagnato trafigge all85 un grande Idonea
PISTUNINA SPORTING VIAGRANDE 1 0

AVOLA. Finisce in parit il "derby del Carnevale" tra Real Avola e Misterbianco. Risultato tutto sommato giusto, quello maturato in campo, con il Real Avola che si fatto preferire nel primo tempo. Alla distanza poi, uscita tutta la grinta e la voglia dei ragazzi di Battiato che, a conti fatti, hanno meritato il pari. La prima occasione a favore degli ospiti. Schema su calcio da fermo di Caruso, palla fuori area per Consoli, il migliore della gara, che di collo destro impegna Tarantino. Al 17, Real Avola passa in vantaggio. Bel duetto ai 16 metri Novello-Intagliata

con quest ultimo che entra in area, dribbling su un difensore etneo che in scivolata colpisce la sfera con le mani; per il signor Trischitta di Messina rigore. Dal dischetto si presenta Cracc che spiazza Pincio. Al 24 i padroni di casa vicini al raddoppio. Quarto raccoglie palla tra le linee e lancia Cracc in area, lattaccante controlla di petto e calcia un destro al volo che sorvola la traversa. Per ammirare la reazione ospite si deve attendere il 29 quando Nicolosi S. entra in area dalla destra facendo partire un bolide indirizzato all angolino alto, ma Tarantino vola deviando in angolo. Ad inizio ripresa, al 47, etnei in avanti: punizione dalla trequarti di Caruso, palla per Consoli che al volo d lillusione del gol. Il Misterbianco, scampato il pericolo, comincia ad alzare il baricentro lottando su ogni palla: al 68 riesce a raggiunge il pareggio. Consoli arriva sul fondo dalla sinistra, traversone sul secondo palo per Regalino che tira al volo, Tarantino devia ma non pu nulla poi sulla ribattuta dello stesso Regalino che insacca a porta sguarnita.
LUCA NIGRO

TRECASTAGNI AQUILA CALTAGIRONE

2 0

TRECASTAGNI: DAntone, Reale, Coriolano, Di Silvestro (82 Ponzio), Bertolo, F. Femiano, Pecorino, balsamo, Russo, Varrica (75 Garrasi), Inserra (69 Giuca). All. Alderisi. AQUILA CALTAGIRONE: Scacco, Giarratana, Benefico, Vicino, Murgano (75 Lorenzon), Costantino, Cilio (37 Lupica), Privitera (56 Monteverde), DAmico, Alma, Longobardi. All. Ferrara. ARBITRO: Saggio di Siracusa. Assistenti Avolio e Cal di Catania. RETI: 33 Bertolo, 48 F. Femiano su rig.

TRECASTAGNI. I giallob di Pierpaolo Alderisi centrano la terza vittoria consecutiva dopo quelle con Atletico Catania e Leonzio. Nello scontro salvezza il Trecastagni ha meritato il successo anche perch lAquila Caltagirone si rivelata poco consistente. Con due calci piazzati i padroni di casa hanno regolato gli avversari. Al 33 il centrale Bertolo su calcio di punizione per fallo su Varrica, lasciava partire un fendente con Scacco partito leggermente in ritardo.

Nella ripresa il raddoppio ancora lo sgusciante Varrica dribblava Murgano, che lo stendeva in area, rigore ineccepibile che con freddezza il capitano Fabio Femiano realizzava. La partita si accendeva, cosicch lottimo Saggio distribuiva cartellini gialli destra e a manca, Cirino Russo ne beccava due e veniva spedito nello spogliatoio. LAquila Caltagirone ha cercato di contenere ma in avanti non pervenuta: soltanto all86 il primo tiro in porta con il volenterso Alma, la botta esaltava D Antone che deviava in angolo. Per il Trecastagni un momento felice e adesso pu ancor pi prepararsi con il morale alto per la trasferta di Vittoria. Due dirigenti portafortuna per i giallobl: Turi Cavallaro che da tre settimane siede insieme al tecnico in panchina e Gaetano Di Stefano, ex tecnico del Trecastagni degli anni doro, che da poco tempo rientrato alla base dellUsd Trecastagni. Per lAquila Caltagirone, invece, la situazione pi delicata.
PAOLO BOCCACCIO

PISTUNINA: Di Pietro, S. Munaf (57 Bagnato), Mangano, La Fauci (65 Bonfiglio), Nocita, Di Bella, Loria, D. Munaf, La Speme, Torre (74 Bonura), Centorrino. All. Miano. SPORTING VIAGRANDE: Idonea, Balbo (87 La Piana), Giglio, Milici, Cali, Nicosia, Puglisi (67 Lanza), Gerbino, Galiano, Tenerelli, Bonomo. All. Butt. ARBITRO: Tilaro di Enna. RETE: 85 Bagnato.

MESSINA. Un gol di pregevole fattura, messo a segno da Bagnato (entrato al posto di Munaf) a 5 minuti dallo scadere, ha mutato linerzia di un confronto che sembrava indirizzarsi verso un pareggio a reti inviolate. Le squadre si sono equivalse anche se i padroni di casa hanno avuto le occasioni migliori. Al 37 larbitro decreta un rigore a favore dei rossoneri per un intervento dubbio in area di Cali su La Speme, ma dal dischetto lo stesso attaccante si fa ipnotizzare dal bravo Idonea. La ripresa sapre con un colpo di testa ravvicinato del catanese Galiano, che esalta i riflessi di Di Pietro. Pistunina sfortunato al 60, quando Bagnato, servito da La Speme, centra la traversa. Gli ospiti potrebbero colpire due minuti dopo, ma il diagonale di Galiano lambisce il palo. Al 69 miracolo di Idonea su una battuta ravvicinata di La Speme. Lincontro appare destinato a non sbloccarsi e, invece, linvenzione di Bagnato che stoppa la sfera di petto al limite e insacca con limparabile rasoterra.
OMAR MENOLASCINA

Colpo del Gravina a S. Agata li Battiati eurogol di Napoli nel finale, esulta Curr

Pallanuoto: in A2 Famila battuta, in B derby alla Strano Light


TELIMAR PALERMO FAMILA CATANIA 12 8
TELIMAR PALERMO: Sansone, Zubcic, Galioto 2, Di Patti 3 (1 rig.), Salemi, DAleo, Calabrese 1, Mauti 1, Lo Cascio 1, Mattarella 3, Andaloro, CovelloA. 1, Y. Covello. All. Occhione. FAMILA MURI ANTICHI CATANIA: Graziano, Carchiolo 3, Piazza, Herceg, Marchese, Calarco, Scir 2, Aloisi 1, Cassone 2, Distefano, Spampinato, Simonetti, Alessi. All. Russo. ARBITRI: Marongiu e Monnis. PARZIALI: 2-2, 5-2, 3-1, 2-3. NOTE:sup. num. Telimar Palermo 7/10, Muri Antichi Catania 2/8. Usciti per 3 f.: Marchese (M) nel 3 t.

SPORTING BATTIATI GRAVINA

0 1

PALERMO. Il derby sorride al Telimar. Il sette allenato da Gaetano Occhione simpone sul Muri Antichi Catania per 12-8 alla piscina Olimpica. La formazione ospite, guidata in panchina da Russo, resiste per un tempo e mezzo abbondante prima di cedere di schianto sotto i colpi dei giocatori palermitani. Dopo un inizio molto equilibrato (2-2),

in cui Calabrese e Mauti rispondono a Carchiolo e Scir, il Telimar prende il largo nel 2 tempo. Galioto, Mattarella, Lo Cascio e capitan Di Patti firmano lallungo decisivo. Non bastano Cassone e il mancino Carchiolo agli etnei per restare in scia. Con tre gol di vantaggio (7-4), al cambio di campo, la squadra di casa gioca sul velluto. Il mancino croato Zubcic orchestra il gioco, ancora Di Patti, Galioto e il giovane centroboa Adriano Covello portano il sette di Occhione al massimo vantaggio alla fine del terzo periodo di gioco (10-5). Lunica segnatura ospite firmata da Scir. Nellultimo tempo, Mattarella apre le danze per il momentaneo 11-5. Il Telimar si rilassa un po permettendo al Muri Antichi di rendere il punteggio meno pesante. Ancora Cassone e Carchiolo superano Sansone, beffandolo sul proprio palo. Lo scatenato Mattarella, miglior marcatore palermitano con 3 gol insieme a Di Patti, segna l117. Aloisi fissa il risultato a poco dalla sirena.
FRANCESCO TRUPIA

STRANO LIGTH POZZILLO

9 5

STRANO LIGTH: Vittoria, Sicilia, M. Scuderi 3, La Rosa 2, Raspagliesi, Catania 1, Punzio 1, Strano, Zappal, Paladino, Muscuso 1, S. Scuderi 1, La Mantia. All. Cacia. POZZILLO ACIREALE: Caltabiano, Arnaud, Dato 2, Augello, Tagliaferri 1, Cacciola 1, Mirone 2, Musumeci 1, Patern, Mannino, Corso, Albano, Scicali. All. Fazekas 3. ARBITRO: Alessio Acierno di Siracusa. PARZIALI: 2-2, 4-0, 1 - 3, 2 - 0.

Bella vittoria dei catanesi della Waterpolo Strano Light Catania, che sfruttano soprattutto le loro veloci e ficcanti ripartenze per avere ragione della Pozzillo Acireale, brava nel difendersi con luomo in meno ma non altrettanto (almeno ieri sera) nellorganizzazione del gioco e nel tirare i rigori (ne hanno falliti 3). Lincontro stato equilibrato solo nel primo tempo, con gli acesi che sono anche passati a condurre per 1 -2 ma, do-

po il pari (acquisito sul suono della sirena), i catanesi hanno dilagato ad inizio del secondo tempo e il risultato non stato pi in forse. Nelle altra sfide che vedevano impegnate squadre siciliana, la Waterpolo Palermo ha battuto di misura Cosenza col punteggio di 10 a 9 e i siracusani della Enzo Grasso hanno vinto il derby col Cus Palermo. La Waterpolo Palermo rimane cos in vetta alla classifica del girone 4 della B di pallanuoto maschile. Ecco i risultati del girone 4: Waterpolo Pa-Cosenza 10-9; Rn Taranto-Volturno 8-24; Enzo Grasso-Cus Palermo 8-6; Bari Nuoto-Rn Napoli 9-9; Strano Light Waterclub-Pol. Pozzillo 9-5. La classifica: Waterpolo Palermo 13; Rn Napoli 11; Cosenza 9; CsS Enzo Grasso Suracusa 8; Strano Light Waterclub Catania 7; Cus Palermo 6; Volturno Sc 6; Bari 5; Pol. Pozzillo 3; Rn Taranto 1996 0.
ENRICO BLANCO

SPORTING BATTIATI: Bua (71 Richichi), Mirabella, Pandolfo, Rundo, Sanfilippo, Giacone (60 Giacone), Iddrisu, Indelicato, Pecorini, Garofalo, Calcaterra (64 Di Gregorio). All. Strano. GRAVINA: Caruso, Ciaccio, Montalto G. (82 Napoli), Giuffrida, Torrisi, Ventura, Colombo S. (54 Colombo D.), Montalto O., Clienti, Mirabella, Capobianco (90 Caio). All. Curr. ARBITRO: Morabito di Acireale (Span e Cappello di Messina). RETI: 85 Napoli.

S. AGATA LI BATTIATI. Un grande Gravina espugna il campo dello Sporting Battiati conquistando tre punti meritati che danno ossigeno alla squadra di Curr. Sempre pi inguaiato in zona play-out lo Sporting Battiati, che non vince ormai da pi di un mese. Il primo tempo, terminato a reti inviolate, ha visto un Gravina propositivo. Intorno alla mezzora il momento migliore degli ospiti. Al 30 Capobianco a mettere i brividi a Bua, ma il suo tiro trova soltanto lesterno della rete. Nel secondo tempo, il Battiati avrebbe loccasionissima per portarsi avanti. Al 47 infatti, sugli sviluppi di un cross effettuato da Rundo, Iddrisu viene atterrato in area, con conseguente penalty assegnato dal direttore di gara. Dal dischetto va Garofalo ma Caruso si esalta respingendo il tiro e la susseguente ribattuta. Il Battiati accusa pesantemente il colpo e il Gravina torna a comandare la manovra. Dopo numerosi tentativi arriva la rete decisiva per il Gravina con Napoli, entrato pochi minuti prima. All85 proprio Napoli, dal vertice dellarea, fa partire un tiro che si insacca dove il portiere non pu arrivare.
DAVIDE CALTABIANO

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

46.

PICCOLA PUBBLICIT

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

le
OGGI DOMANI OGGI
NORD: peggiora con piogge sparse dalla

RUBRICHE .47

DOMANI
NORD: piogge ovunque con neve dai 300-

Fonte 3BMeteo.com

OROSCOPO di Anna Maria Neri


Ariete 21 marzo - 20 aprile
Le soddisfazioni professionali arrivano ma purtroppo suscitano gelosia in qualche collega che non riesce ad apprezzare i successi altrui. Organizzatevi un fine settimana tranquillo, fra hobby e relax.

ME PA TP CL AG EN RG CT SR AG TP CL EN RG CT PA

ME

SR

sera; pi asciutto su estremo Nordovest e Romagna. Neve oltre 800-1100m, in calo a 500-700m la notte. Temperature in lieve diminuzione, massime tra 7 e 10. CENTRO: nuvoloso sulle Tirreniche con deboli piogge, diffuse la sera; nubi in aumento sulle Adriatiche. Temperature in aumento sui versanti orientali, massime tra 9 e 14. SUD: nubi ed isolati piovaschi in Campania; pi soleggiato altrove ma peggiora sulla Sicilia meridionale. Temperature in ascesa, massime tra 11 e 14. Min Max Alghero Ancona Aosta Bari Palese Bologna Bolzano Cagliari Campobasso Cuneo

500m su Alpi e Prealpi, localmente in pianura su Ovest Emilia. Migliora a partire da Nord la sera. Temperature in calo, massime tra 3 e 7. CENTRO: precipitazioni sparse su dorsale e Tirreniche, in marcia verso le Adriatiche entro la sera-notte. Pi stabile sulla Sardegna. Neve dai 900-1400m. Temperature in calo sulla Toscana, massime tra 8 e 13. SUD: acquazzoni tra Ioniche e Salento; discreto altrove ma peggiora sulla Sicilia. Temperature stabili, massime tra 10 e 15. Min Max Min Max

Toro 21 aprile - 20 maggio


Siete troppo pieni di impegni ed un bene ma non finite con il litigare con il partner o gli altri familiari. Non state troppo in casa, meglio uscire: una boccata daria vi ridar serenit.
Min Max -2 13 1 3 -10 -8 1 6 -2 3 0 7 0 1 2 5 0 2

Minima AG CL CT EN ME PA RG SR TP

Massima

Minima AG CL CT EN ME PA RG SR TP

Massima

6 1 6 2 10 7 2 9 5

12 9 14 7 14 15 11 14 14

6 3 3 4 10 10 4 10 9

12 9 13 7 13 15 11 13 13

4 4 1 4 0 2 4 2 2

13 11 8 14 10 7 13 8 8

Firenze Genova Imperia L'Aquila Milano Mondov Napoli Perugia Pescara

4 8 8 -1 4 1 8 4 1

10 10 11 8 9 8 13 7 13

5 Pisa 0 Potenza 10 R.Calabria Roma Ciamp. 6 Roma Fiumic. 8 S.M. di Leuca 8 3 Torino 6 Trieste 3 Venezia

11 8 14 11 13 13 8 9 8

Min Max Min Max -2 7 14 Chicago 1 Madrid Algeri 3 4 Monaco 8 Copenaghen 0 Amsterdam 3 -3 14 Francoforte 6 Mosca Atene 10 13 New York 23 31 Ginevra Bangkok -5 -2 0 Oslo 1 Helsinki Belgrado 13 19 Parigi 2 6 Hong Kong Berlino 9 16 Stoccolma 1 5 Il Cairo Bruxelles 5 16 Vienna -4 0 Lisbona Bucarest -1 8 Zurigo Buenos Aires 25 26 Londra

Gemelli 21 maggio - 21 giugno


Momenti di confusione in campo sentimentale si chiariscono rapidamente, grazie anche alla solida partecipazione di un vecchio amico e alla vostra capacit di autocritica.

TEMPERATURE OGGI

TEMPERATURE DOMANI

TEMPERATURE ITALIA IERI

TEMPERATURE MONDIALI IERI

Cancro 22 giugno - 22 luglio


Tanti i progetti, ma potreste finire con il rimandare tutto. Difficile progredire senza lappoggio e la collaborazione dei familiari con i quali avete avuto qualche discussione. Chiarite.

Lintervento

CRUCIVERBA
sabato 18 febbraio 2012

Leone 23 luglio - 22 agosto


Ascoltate le richieste che vi vengono fatte senza arroccarvi sulle posizioni dettate da orgoglio. Forse non vi sentite sicuri di accettare le proposte che vi hanno fatto e cercate alibi per non decidere.

PROF. MODELLO LOMBARDIA


Il "modello Lombardia", sperimentato dal suo presidente, Formigoni, con cui si eroga un bonus uguale per tutti da spendere nelle scuole private dove ci si iscrive, si arricchisce di un ulteriore prototipo, con lappoggio del nuovo assessore alla Istruzione, nella persona dellon. Valentina Aprea, gi presidente Pdl della Commissione cultura. La Regione infatti ha deliberato che le istituzioni scolastiche statali possono organizzare concorsi differenziati a seconda del ciclo di studi, al fine di reclutare personale docente necessario a svolgere le attivit didattiche annuali. Si prevede inoltre che sia ammesso a partecipare alla selezione il personale docente del comparto scuola che conosca e condivida il progetto e il patto per lo sviluppo professionale, che costituiscono parte integrante del bando di concorso di ciascun istituto scolastico. Questo significa che in Lombardia, sfruttando il titolo V della costituzione, ogni scuola provvede a reclutare i docenti attraverso propri concorsi senza andare appresso a quelli nazionali che guardano solo ai titoli e alla preparazione di ogni singolo candidato. La chiamata diretta dei professori una prerogativa solo delle scuole private, ma che questo modello possa espandersi alla istruzione pubblica appare una forzatura, aggravata dalla clausola che pu essere ammesso al concorso solo chi ne condivida il progetto. Ogni scuola pubblica quindi stabilisce, secondo larticolo lombardo, cosa intende proporre ai sui alunni e poi esamina i concorrenti, guardando pi alle idee e alla visione del mondo piuttosto che ai reali titoli e alla preparazione. Il vecchio progetto della Lega si verrebbe dunque a concretizzare anche perch nulla vieta di inserire fra le prove di esame anche la conoscenza della lingua e cultura locale con attribuzione di punteggio perfino superiore. La coesione sociale con lunit culturale sancite dalla Costituzione si svuoterebbero dunque l dove proprio si sono formate nel corso dei 150 anni, nella scuola pubblica, e magari certi presidi finalmente potrebbero realizzare la nascosta ambizione di essere dirigentipadroni, tenutari dello staff di docenti pi caro e vicino a essi, per imporre il proprio volere e per non avere seccature sindacali o contestazioni da parte di nessuno, terroni compresi.
PASQUALE ALMIRANTE

28 78 77 80 20 73 34 13 11 16 36

35 81 78 26 45 65 36 39 7 70 17

55 17 10 88 89 50 69 75 2 57 61

52 47 9 40 23 3 18 66 62 9 71

53 8 21 39 56 74 81 19 Numero Jolly 74 Numero Superstar 30 65.900.000,00 89 Jackpot: t Euro 83 n. vincite categoria nessun 6 84 nessun 5+1 43.293,36 11 5 71 1.612 297,33 4 16,81 3 16 56.826 QUOTE SUPERSTAR 33 n. vincite categoria Euro 78 nessun 5 stella 29.733,004 stella 11 3 stella 1.681,00 203 3 3.626 2 stella 100,00 1 stella 10,00 24.300 10 52.728 0 stella 5,00

Vergine 23 agosto - 22 settembre


Oggi anche se va tutto bene, lasciate che una vena di malinconia si impadronisca di voi: Distraetevi con qualcosa di piacevole, anche perch il giorno adatto per farlo.

Bilancia 23 settembre - 22 ottobre


Dialogo sul piano intellettuale e complicit di fronte agli altri vi permetteranno di cementare larmonia di coppia. Non alimentate i pettegolezzi e siate riservati e diplomatici come solo voi sapete essere.

Scorpione 23 ottobre - 22 novembre


Dopo aver sperato per tanto tempo che una certa situazione si concretizzi, al momento avete la tentazione di lasciar perdere, pensate bene non siate precipitosi, perch lo rimpiangereste a lungo!

7 11 13 16 20 26 28 34 35 36 39 45 55 65 70 73 77 78 80 81
Orizzontali
1. LAngiolieri poeta del Duecento 5. Un attrezzo dellautomobilista 9. Anticipo, acconto 10. Sono simili ai cervi 11. Dopo 12. LEmiliano rivoluzionario messicano 13. Iniezione Elettronica 14. Scuola religiosa buddhista 15. Antico titolo notarile 16. Un antiruggine 18. Il centro dellorlo 19. Onde Medie 21. Abitanti dellaAzerbaigian 22. Dopo Fiat nella Creazione 24. Il nome dellattore Wallach 25. Antico Testamento 26. Ventilare 28. Dura 60 minuti 29. Liscivia 30. Il Prost ex campione di F1 31. Celebre collegio inglese 32. La volta che ci sovrasta

Sagittario 23 novembre - 21dicembre

Verticali
1. Arrendersi 2. Garibaldi lo era dei due mondi 3. Il verso del grillo 4. Cagliari 5. Un numero sulla busta 6. I fiordi spagnoli 7. Gioca il derby col Milan 8. Truffatore, imbroglione 10. Il nome del patriota Manin 12. Pianta aromatica da cui si ricava una droga piccante 14. Sorella di un genitore 17. Un seme delle carte napoletane 20. Gioacchino che fu re di Napoli 23. Gas raro dellatmosfera 25. Lago dellAsia centrale 27. La Margret diva di una volta 28. Voce di esortazione 30. La fine dei gua

La vignetta

Approfittate del favore degli astri per lanciare i giusti segnali nei confronti della persona che vi fa battere il cuore. Preparate la fine di un progetto di lavoro e finalmente oggi avrete la soddisfazione di finirlo.

Capricorno 22 dicembre - 20 gennaio


Fantasia e vivacit, quanto basta per ravvivare la giornata! Vi aspettano compiti un po diversi dal solito, sia nella vita sentimentale, dove potete rinsaldare posizioni e giungeranno soddisfazioni!

Acquario 21 gennaio - 19 febbraio


Serata bella con il partner: con punte di inaspettato romanticismo che, vi far dimenticare lo stress dei giorni passati. Cocktail di energie che trovano il modo di incanalarsi bene.

Pesci 20 febbraio - 20 marzo


Lenergia fisica in aumento e, in questa giornata, promette soddisfazioni. Esprimete i vostri sentimenti, ma cercate di essere pi ragionevoli, negli aspetti concreti della vita.

Sark in campo Carla iperattiva larma segreta


PARIGI. Nicolas Sarkozy va alla guerra e la sua arma segreta si chiama Carla: discreta, sorridente, felpata, la premiere dame diventata attivissima negli ultimi giorni, da quando il marito finalmente sceso in campo. Oggi sar anche a Marsiglia, per latteso primo grande comizio elettorale del presidente, che si candida a guidare la Francia per altri 5 anni. una cosa che non ho mai fatto in vita mia - ha confidato Carla a Liberation la politica non mi interessava affatto prima di sposarmi. Adesso le interessa, ma soltanto perch c Nicolas in prima linea. Nei giorni scorsi ha moltiplicato le interviste per far sapere a tutti che lei la prima fan di Sark, che lo sostiene al 100 per cento e che le sue idee sono favolose. Tanto che tutta la paura di ritrovarsi come la Grecia, diminuisce se lui sar presidente. Un video (forse) rubato ha fatto il giro del web nelle ultime ore: lei che, prima dellintervista a Tf1 in cui Sarkozy ha annunciato la candidatura, gli aggiusta il distintivo della Legion donore e gli stampa un amorevole bacio sulle labbra. Carla in versione fan numero 1 del candidato UMP era una variante annunciata in unintervista dalla stessa premiere dame, che si spingeva fino ad ipotizzare di prendere la parola durante qualche comizio. La strada ancora tutta in salita, cinque punti da rimontare allavversario socialista Francois Hollande sono un bel distacco, ma i motori sono accesi e rombanti. Se ne avuta una prova anche ieri mattina, quando Sarkozy - maglione nero con il collo alto sotto giacca dello stesso colore - si avviato a piedi, salutato dai sostenitori, ad inaugurare il quartier generale della campagna elettorale, in rue de la Convention. Un quartiere che sembra scelto al microscopio: il XV, borghese-popolare, habitat di quel ceto medio sul quale vuole far leva Sarkozy con la sua campagna elettorale.

Il 18 febbbraio 2012 si assopita serenamente PROF.SSA

Il dott.Mario DUrso ed i collaboratori - Maria e Valeria Mocciaro - Liliana Calabrese - Simona Genovese - Paola Clienti partecipano con affetto al dolore della famiglia per la prematura ed improvvisa scomparrsa del RAG.

RINGRAZIAMENTO
I familiari ringraziano coloro i quali hanno partecipato al loro dolore per la scomparsa del caro AVV.

I ANNIVERSARIO

XXIV ANNIVERSARIO

ROSETTA LONGO CAPIZZI


Il marito, i gli, la sorella La ricordano con affetto. Una S. Messa sar celebrata marted 21 febbraio alle ore 19,00 nella chiesa S. Maria di Ges. Catania, 19 febbraio 2012

ANGELO MINGIARDI
Catania, 19 febbraio 2012

MARIA FONSECA GERMENIA


ne danno annuncio la glia Giusi con Aldo ed il fratello Giuseppe Amleto. La messa funebre sar celebrata il 20 febbraio alle ore 9.30 nella chiesa di SS. Pietro e Paolo . Si dispensa dalle visite. Catania, 18 febbraio 2012 Alberto e Antonio con Silvia ringraziano la Nanna

ANDREA CONSOLI
commercialista stimatissimo professionista ed amico Catania 19 Febbraio 2012 Alberto Carrera, addolorato per la prematura scomparsa, ricorda con profonda stima il PROF.

RINGRAZIAMENTO
Franco Distefano e famiglia ringrazia quanti hanno partecipato il loro dolore per la perdita della cara

DIANORA TRAVERSI DISTEFANO


Catania, 19 febbraio 2012

IX ANNIVERSARIO
La famiglia ricorda con innito rimpianto il PROF.

TRIGESIMO

PAOLO MARIO SIPALA


Una S. Messa in suffragio sar celebrata luned 20 Febbraio alle 18.30 nella Chiesa del Crocisso del Miracoli, Via Umberto Catania, 19 Febbraio 2012

MARIA
per tutti i monenti vissuti insieme. Catania, 18 febbrario 2012 I nipoti - Fernanda e Gaetano - Salvatore e Grazia - Maria Cristina piangono la cara nonna

IGNAZIO MARINO
e non dimenticher mai i suoi preziosi e dotti insegnamenti. Roma, 18 febbraio 2012 Gli alunni e i genitori della III B primaria dellIstituto Salesiano si uniscono al dolore del Maestro Gaetano Furno per la perdita della cara mamma, signora

ISABELLA LO PRESTI SGRO


Sono trascorsi nove anni da quel tragico incidente stradale che ti ha spezzato la vita, lasciando in tutti noi un dolore struggente. La bont del Tuo carattere, il Tuo dolce sorriso, laffetto e la disponibilt verso tutti rimarranno sempre presenti nel nostro cuore e nel nostro ricordo. Ci manchi tanto. Il marito ed i familiari tutti. Una S. Messa sar celebrata luned 20 febbraio alle ore 19,00 nella chiesa S. Maria della Guardia.

XXVIII ANNIVERSARIO

ANTONINO LA SPINA
Catania, 19 febbraio 2012

MARIA
Catania, 18 febbraio 2012 Ieri venuta a mancare allaffetto dei Suoi cari lanima nobile e generosa di

AGATA MARZO
Catania, 18 febbraio 2012 I genitori, gli alunni della classe II A primaria dellIstituto Salesiano con la maestra Sara partecipano al dolore del maestro Furno e famiglia per la grave perdita della cara mamma

Andrea, Lucio, Sonia Anastasi ringraziano parenti ed amici che hanno partecipato al cordoglio, nonch i medici curanti per limpegno e lumanit profusi per

XXXI ANNIVERSARIO

PAOLINO MAZZONE
Non esiste una vita che nisce, nch esiste una vita di ricordi, e che bei ricordi. Mi manchi, mi manchi tanto. La Tua cara moglie Catania, 19 febbraio 2012

ROBERTO TROVATO
Il glio, i genitori, il fratello e la sorella, i cognati, i nipoti ed i parenti tutti ne danno il triste annuncio. I funerali saranno celebrati luned 20 febbraio, ore 11, nella Cattedrale di Fiumefreddo. Fiumefreddo, 19 febbraio 2012 Gli Avvocati Francesco Antille e Salvatore Pace partecipano con profondo cordoglio al dolore dei familiari in occasione della scomparsa della signora

BARBARA MARLETTA ANASTASI


Una S. Messa sar celebrata nella parrocchia S. Michele Arcangelo, via Sebastiano Catania 201/a, marted 21 febbraio alle ore 19. Catania, 19 febbraio 2012

AGATA MARZO
Catania, 18 febbraio 2012 Il Presidente, i Consiglieri ed il personale di Segreteria del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Catania, partecipano al dolore dei familiari per limprovvisa ed immatura perdita del GEOMETRA

XII ANNIVERSARIO
DOTT.

I ANNIVERSARIO
20-02-2011 DOTT. 20-02-2012

ANNIVERSARIO
I gli Nino, Pierdomenico, Enzo, Renato, Daniela ed Enrico ricordano la cara mamma

GIUSEPPE MARIA LAUDANI


La famiglia Lo ricorda con immutato affetto ed innito rimpianto. S. Messa marted 21 alle ore 17.00 chiesa SS. Trinit di Lentini. Lentini, 19 febbraio 2012

SEBASTIANO FAZIO
Testimonianza di vita dedita agli affetti e al lavoro vive nel cuore dei suoi cari.Lo ricorderemo nella celebrazione Eucaristica che avr luogo il 20-02-2012 alle ore 19 presso la Parrocchia Santa Maria Della Guardia

ROSA CATANESE
ved. SANTANGELO Una messa di suffragio sar celebrata marted 21 febbraio ore 18.00 nella chiesa Cristo Re. Catania, 19 febbraio 2012

GAETANA CONTI
uccisa dalla umana ingiustizia prima ancora che dalla malattia. Catania, 18 febbraio 2012

ANTONINO MAUCIERI
Catania, 18 febbraio 2012

48.

LA SICILIA

DOMENIC A 19 FEBBRAIO 2012