Sei sulla pagina 1di 64

DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 ANNO 137 - N.

42 In Italia EURO 1,20

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 62821 Roma, Piazza Venezia 5


Servizio Clienti - Tel. 02 63797510
Fondato nel 1876 www.corriere.it Tel. 06 688281

Serie A L’annuncio di Terzi Trionfo italiano


La Juve soffre col Catania Norma salva ambasciatori Il «carcere» dei Taviani
ma vince e torna prima La Farnesina rinuncia Orso d’oro a Berlino
R. Perrone, M. Sconcerti, Lorenzo Salvia V. Cappelli e P. Mereghetti
P. Tomaselli alle pagine 42 e 43 a pagina 15 a pagina 41

LA LOTTA DI POTERE INTERNA


Giannelli Il Concistoro Il Papa chiede ai cardinali di servire la Chiesa senza inseguire interessi e gloria
I SOTTERRANEI
DEL VATICANO «Pregate perché io tenga il timone»
«Pregate perché io possa tenere
di MASSIMO FRANCO il timone con mite fermezza». Bene-
detto XVI «crea» solennemente 22 E IL PONTEFICE ASCOLTA
nuovi cardinali. E a tutti i porporati
LE VOCI DEL MALESSERE

N
ei giorni che do- è in grado di scommettere chiede di servire e di non inseguire

AP / ANDREW MEDICHINI
vrebbero dimo- su una fine ravvicinata del- il potere e la gloria. La riflessione di ALBERTO MELLONI
strare il primato le manovre di discredito in del Papa, 85 anni nell’aprile prossi-
degli italiani fra i
cardinali, è difficile sfuggi-
re alla sensazione che la lo-
atto. In qualche caso il cla-
more che provocano sarà
anche frutto di un’ostilità
mo, arriva in un momento di tensio-
ni e fughe di documenti riservati.
ALLE PAGINE 2 E 3 Calabrò, Vecchi
F resco come una rosa, dopo secoli,
il Concistoro ha dato ancora una
volta prova della sua efficacia.
ro consistenza numerica preconcetta contro la Chie- con un commento di Luigi Accattoli CONTINUA A PAGINA 3
ne esalti, per paradosso, la sa; ma è figlio soprattutto
debolezza. Lo sforzo di mo- di un pregiudizio positivo.
strare una Chiesa cattolica L’eco viene amplificata
unita e di esorcizzare i con- dall’incredulità di un’Italia Sfida nucleare
flitti e i veleni degli ultimi che chiede punti di riferi- Verso il taglio delle tasse per i redditi più bassi. Pensionati sotto i 1.500 euro: gratuità per i depositi
mesi è meritorio. E il tenta- mento e si sorprende per-
IL RISCHIO
Irpef e conti correnti, le novità
tivo di archiviare lo scon- ché le gerarchie cattoliche
tro sordo fra Segreteria di si mostrano divise e in lot-
Stato e Cei è stato esplicito, ta fra loro; e quasi imitano DI GIOCARE
nelle parole con le quali il alcune tendenze della no-
cardinale Tarcisio Bertone menclatura politica, che D’ANTICIPO
ha esaltato la «sinergia» gli italiani hanno messo in
CON L’IRAN
con i vescovi: la sua è una
disdetta delle ambizioni di
guida espresse nel 2007, e
mora. I cardinali venuti da
tutto il mondo chiedono
conto delle logiche di Cu-
Visco: 2012 di recessione, le banche finanzino le imprese di FAREED ZAKARIA
motivo di tanti malintesi. ria, mentre non si fermano Le novità per Irpef e con-
Eppure perfino quel ge- le voci sul futuro di Berto-
Sul palco di Sanremo
sto è parso tardivo, arrivan-
do nel bel mezzo di una
ne: a conferma che il segre-
tario di Stato è diventato il
ti correnti: si va verso il ta-
glio delle tasse per i redditi
più bassi, mentre per i pen-
Errori
N egli ultimi giorni,
in tutti i dibattiti
sull’Iran, si sente
guerra dei dossier combat-
tuta nei recessi più opachi
del Vaticano. Insomma, se
simbolo e il parafulmine di
quanto non funziona nei
sacri palazzi. È anche possi-
Celentano replica (ma lo fischiano) sionati sotto i 1.500 euro ar-
riva la gratuità dei deposi-
SE IL CREDITO
IGNORA LE AZIENDE
ventilare un nuovo
concetto: la «zona
ti. Il governatore di Bankita- d’immunità». L’idea,
c’è una tregua in incubazio-
ne, più che l’inizio di una
bile, come insistono a dire
i suoi avversari, che sia in-
lia Visco: il 2012 sarà un an- MERITEVOLI spesso elaborata da
nuova fase sembra la coda dotto a fare un passo indie- no di recessione, le banche Ehud Barak, il ministro
finanzino le imprese.
di DARIO DI VICO della Difesa israeliano, è
di una faida interna sfibran- tro prima della fine del A PAGINA 5
te e senza vincitori. Dalle 2012. ALLE PAGINE 5, 6 E 9 che ben presto l’Iran si
parole anche drammatiche Rimane da capire se le sarà spinto talmente
pronunciate ieri al Conci- sue eventuali dimissioni avanti nella sua capacità
nucleare da non
storo nel quale ha nomina-
to ventidue nuovi cardina-
basterebbero a fermare la
macchina del fango in azio-
Balduzzi: non ci saranno più deroghe consentire più a Israele
di infliggere un attacco
li, si intuisce che Benedet-
to XVI ha una lucida consa-
pevolezza di quanto si agi-
ne dentro il Vaticano. Al-
l’ombra degli intrighi curia-
li, c’è chi lavora per il pros-
Il ministro ai medici in grado di rallentare il
suo programma.
In realtà, sebbene i
ta nelle viscere della sua
Chiesa. E si intravede la vo-
simo Conclave anche in
questi giorni di Concisto- degli ospedali: particolari si riferiscano
MATTEINI / TM NEWS / INFOPHOTO

lontà di correggere una de- ro. E forse ha già raggiunto alla situazione attuale,
non siamo davanti a un
riva sfuggita al controllo di
tutti. Ma il tormentato lim-
bo degli ultimi anni ha la-
lo scopo di far ritenere che
difficilmente uno dei cardi-
nali italiani potrà unificare
basta visite in studio nuovo concetto
strategico. Le nazioni
sciato un segno profondo. la Chiesa. Il comportamen- hanno spesso creduto di
È vero, il Vaticano ha i to di alcuni di loro allunga Il ministro della Salute dover sfruttare
suoi tempi. Una saggezza ingiustamente un’ombra Renato Balduzzi: «La fase Genova quell’ultimo spiraglio di
ultramillenaria lo ha abi- su tutti. La conseguenza po- transitoria è finita. Con la tempo per agire, e quasi
tuato ad agire quando i cla- trebbe essere quella di ali- libera professione dei me- sempre questa decisione
mori si sono attenuati, i ri- mentare negli altri episco- dici si fa sul serio». Non ci Pronto soccorso ha portato a esiti
All’insegna di Adriano Celentano (nella foto) anche
flettori spostati, gli animi
placati. Ma la domanda è
pati un sentimento «anti
italiano», riflesso di quello
E nella gara l’ultima serata del Festival di Sanremo: un’altra
saranno più deroghe per
l’«intramoenia allargata»,
Trenta malati disastrosi. L’esempio più
famoso fu l’intervento
se oggi quel metodo non ri- «antiromano», tanto com- vince Emma «predica» dello showman su Gesù e i cattolici, ossia la possibilità per i in un corridoio tedesco che segnò
schi di diventare l’alibi per prensibile quanto gravido ma arrivano i fischi. Grandi applausi invece appena medici ospedalieri di fare l’inizio della Prima
di MARIA VOLPE il «molleggiato» canta e duetta con Morandi. le visite private fuori.
di A. PASQUALETTO guerra mondiale.
velare un difetto di gover- di incognite.
A PAGINA 37 DA PAGINA 36 A PAGINA 39 R. Franco, Laffranchi, Luzzatto Fegiz A PAGINA 19
no. Anche perché nessuno © RIPRODUZIONE RISERVATA A PAGINA 18 De Bac CONTINUA A PAGINA 33
Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

Padiglione Italia di Aldo Grasso Diario di una settimana vissuta rigorosamente senza Rete
a guardia della trincea della virtù, pro-

Quando la farfallina tetta da un perizoma invisibile, una


strisciolina di stoffa in commercio con
il nome di «C-String», niente a che ve-
Il digiuno digitale? Fa bene
dere con le mitiche «mutandine di chif- di BEPPE SEVERGNINI
era un racconto di Montale fon», canzone allegra e birichina degli
anni 20, resa poi immortale dal libro di
Carlo Fruttero: «Mutandine di chiffon,

G razie al vertiginoso spacco di


Belén, abbiamo finalmente capito
sentinelle sentinelle del pudor difende-
te dall’amor la trincea della virtù».
La farfalla di Nabokov

cosa significhi l’espressione «Vuoi sali- Già, perché la storia della Rai è anche
re a vedere la mia collezione di farfal- una storia di mutande e mutandoni.
le?». Salendo, in zona inguinale, c’era Come non ricordare gli scandali di Alba
il grazioso tatuaggio di una farfalla, Arnova, Abbe Lane, le gemelle Kessler e
che fino a poco tempo fa era anche sim- soprattutto il balletto di Delia Scala nel-

❜❜
Storia
bolo della Rai. A scuola ci facevano stu-
diare la «Farfalla di Dinard», una rac-
colta di prose di Eugenio Montale («La
nice. Rappresentava l’anima che, usci-
ta dal corpo, raggiungeva un grado su-
periore di perfezione. Poi, crescendo,
la Canzonissima del 1959 che tanto fece
adirare i benpensanti? Umiliati e scon-
fitti, Garinei e Giovannini commentaro-
20 2 1 9>

di un farfallina colore zafferano che veniva abbiamo letto anche «Lolita» e scoper- no: «Avevamo messo i mutandoni neri
simbolo
dalla
letteratura
ogni giorno a trovarmi al caffè, sulla
piazza di Dinard…») e poco sapevamo
di farfalle, farfalline e farfalloni: «Non
to che il sommo Vladimir Nabokov non
era mai sazio di correre con la rete
aperta (non la patta, come Papaleo), in-
alle ballerine. Allora meglio dirci chia-
ramente che bisogna sopprimere i bal-
letti degli spettacoli tv».
S ette giorni fuori dalla
Rete. Una settimana
senza Twitter, blog e
9 771120 498008

alla Rai più andrai, farfallone amoroso, notte e seguendo farfalle. Farfalle vere, che Altri tempi, altre mutande. Come di- iPad. Diario della disin-
giorno d’intorno girando, delle belle tur- danzavano sopra le tundre di Madre ce il proverbio, «scherzando intorno al tossicazione da web di
bando il riposo». Anzi, ci veniva spiega- Russia ma che, evidentemente, lo ispi- lume che t’invita, farfalla perderai le un iperconnesso. Per arri-
to che la farfalla era segno di trasfor- ravano. ali e la vita». vare a una conclusione: il
mazione e di rinascita, al pari della Fe- A Sanremo la farfallina di Belén era © RIPRODUZIONE RISERVATA digiuno digitale fa bene.
Oggi nel supplemento del Corriere
2
#
Primo Piano Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Vaticano Il Concistoro

L’appello del Papa ai cardinali


«Non inseguite potere e gloria»
«Sarò un pastore mite e fermo». Ventidue nuove nomine
✒ CITTÀ DEL VATICANO — An-
che nella Chiesa, in fondo, è una
tentazione vecchia di duemila an-
«Vatileaks» che «tende a scredita-
re il Vaticano e la Chiesa» per fer-
mare la linea di «purificazione e
rante risposta» di Gesù ai due fi-
gli di Zebedeo: «Voi non sapete
quello che chiedete. Potete bere
nuovi cardinali. Travolgente Ti-
mothy Dolan, l’arcivescovo di
New York, al quale il pontefice
La fiducia a Bertone ni. Poiché nulla è casuale nella li-
turgia, prima che Benedetto XVI
rinnovamento» voluta dal Papa.
Così ora è importante che alla fi-
il calice che io bevo?».
Il calice è quello della Passio-
aveva affidato venerdì l’onore di
aprire il Concistoro con una rela-
e la partita si disponga a «creare» solenne-
mente i 22 nuovi cardinali, al
ne della sua «allocuzione» Bene-
detto XVI alzi lo sguardo e sillabi:
ne, ricorda ai cardinali: «Il servi-
zio a Dio e ai fratelli, il dono di
zione («entusiasmante, gioiosa e
profonda», ha detto Ratzinger)
per fermare i corvi Vangelo, nella Basilica di San Pie-
tro si dà lettura in latino del capi-
«Pregate anche per me, affinché
possa sempre offrire al popolo di
sé: questa è la logica che la fede
autentica imprime e sviluppa nel
sulla nuova evangelizzazione
«che si compie con il sorriso,
tolo 10 di Marco, con Giovanni e Dio la testimonianza della dottri- nostro vissuto quotidiano e che non con il volto accigliato». Ai
di LUIGI ACCATTOLI Giacomo che dicono a Gesù: na sicura e reggere con mite fer- non è invece lo stile mondano giornalisti Usa che gli chiedeva-
«Concedici di sedere, nella tua mezza il timone della santa Chie- del potere e della gloria». Cita un no se potrebbe essere il primo Pa-
Il Papa ha chiesto al cardinale gloria, uno alla tua destra e uno sa». Il Papa vuole procedere con padre della Chiesa, san Cirillo pa americano, il cardinale ha ri-
Bertone di far cessare il gridio alla tua sinistra». Tentazione «mite fermezza» nella sua opera d’Alessandria: «I discepoli erano sposto ridendo in italiano: «Scu-
dei corvi vaticani che si era umana, troppo umana. E Bene- di riforma. La stessa fermezza mi- caduti nella debolezza umana e sate, non parlo inglese», nell’ilari-
fatto assordante nelle ultime detto XVI, davanti ai nuovi por- te con la quale ricorda la «folgo- stavano discutendo l’un l’altro tà generale. Quindi ha mostrato
settimane e il cardinale si è porati e a tutto il Collegio cardi- su chi fosse il capo e superiore la berretta rossa: «È un grande
impegnato a vincere l’impresa: nalizio, commenta: «Non è facile agli altri. Quanto è accaduto ai giorno per New York: questa la
egli è ben motivato entrare nella logica del Vangelo e La parola santi Apostoli può rivelarsi per voglio mettere in cima all’Empi-
soggettivamente nel condurre lasciare quella del potere e della noi un incentivo all’umiltà». re State Building, sopra la casa ba-
questa battaglia perché la
continua fuga di testi riservati
gloria».
È una riflessione di grande im- Concistoro L’anello. E la berretta rosso
porpora. Gesù stesso «si presen-
se dello Yankee Stadium, sulla
Statua della Libertà!».
era diretta innanzitutto contro portanza, quella del pontefice, in ta come servo, offrendosi quale Abbracci, sorrisi. Il cardinale

‘‘
di lui e mirava anche a un momento di tensioni, fughe Dal latino modello». I cardinali si inginoc- cinese John Tong Hon posa per
provocarne la sostituzione come di documenti e veleni interni ed consistorium, seduta chiano uno ad uno davanti al Pa- le foto coi fedeli. L’arcivescovo di
primo collaboratore del Papa. esterni al Vaticano che sono arri- o consiglio, il Concistoro è pa ricevendo i segni di una «di- Berlino Rainer Maria Woelki, il
Questo obiettivo non è stato vati a «farneticare» di «complotti una riunione del collegio gnità cardinalizia» che ha il colo- più giovane porporato al mondo,
raggiunto. Papa Benedetto deve omicidi» contro di lui, di profe- consultivo di un sovrano. re del sangue: «Ai nuovi cardina- sorride: «Mi sembra un po’ stra-
al consiglio di Bertone alcune zie funeste sui «12 mesi di vita», In origine, durante li è affidato il servizio dell’amo- no sentirmi dare del giovane a
buone mosse del governo curiale di dimissioni cui avrebbe pensa- l’Impero romano, il «sacro re: amore per Dio, amore per la 55 anni». Le nubi sembrano lon-
e gli ha confermato la fiducia to in vista del suo ottantacinque- concistoro» era il consiglio sua Chiesa, amore per i fratelli tane. Tensioni? Il prefetto dei ve-
personale che è all’origine della simo compleanno, il 19 aprile, co- privato dell'imperatore, con una dedizione assoluta e in- scovi Marc Ouellet alza le brac-
nomina a segretario di Stato sa smentita per tempo dalla San- composto dai suoi condizionata: fino all’effusione cia: «No comment!». Il neocardi-
(2006) e risale agli anni della ta Sede («la questione non si po- collaboratori più stretti. del sangue, se necessario». Ed nale Giuseppe Betori fa notare
collaborazione nella ne») e dallo stesso calendario di Successivamente usato elenca otto caratteristiche per che dopo il Concistoro il Papa ha
Congregazione per la dottrina impegni del Papa. Mercoledì, me- dalla Chiesa cattolica per «servire» la Chiesa: «Amore, vi- canonizzato otto nuovi santi e so-
della fede. I «corvi» hanno ditando sulla Croce davanti ai se- indicare la riunione del gore, limpidezza, sapienza, ener- spira: «Cosa vuole, nella vita del-
perso la guerra ma hanno vinto minaristi di Roma, Benedetto Collegio cardinalizio (già gia, fortezza, fedeltà e coraggio». la Chiesa gli slanci di Vangelo, di
una battaglia, essendo riusciti a XVI aveva spiegato come Gesù in- Sacro Collegio), i concistori Compito esigente, anche se og- carità e autenticità sono sempre
dare rilievo pubblico a una delle viti «al difficile gesto di pregare si tengono nella Città del gi è un giorno di festa e migliaia accompagnati dai peccati e dalle
debolezze di Bertone come anche per coloro che ci fanno tor- Vaticano e vengono di fedeli, al pomeriggio, si metto- povertà degli uomini».
«moderator Curiae» (arbitro to, ci hanno danneggiato». Padre convocati dal Papa. no in coda tra il Palazzo Apostoli- Gian Guido Vecchi
della Curia): egli non viene dalla Federico Lombardi ha parlato di co e l’aula Nervi per salutare i © RIPRODUZIONE RISERVATA

scuola diplomatica e ha minore


pratica — rispetto ai
predecessori — del governo
degli uffici della segreteria di
E Betori infrange
Stato. È da essi che sono fuggiti
quasi tutti i testi riservati che
il cerimoniale
sono arrivati ai media dal 25
gennaio all’altro ieri. ROMA — «Sì, ho fatto questo "strappo" al
Quei testi avevano protocollo e sono andato personalmente a sa-
principalmente un contenuto lutare il presidente del Consiglio». Mario Mon-
economico e finanziario: la ti, accompagnato dalla moglie, non ha voluto
riforma di questo settore delle mancare in San Pietro. E il neocardinale Giu-
attività vaticane, che mira a seppe Betori, arcivescovo di Firenze, si è avvi-
introdurre criteri di correttezza cinato per stringergli la mano: «Mi è sembrato
e trasparenza, ha molti nemici opportuno dirgli grazie da parte della Chiesa e
— legati per interesse materiale mostrargli la vicinanza della Chiesa alla nazio-
e di carriera ai vecchi metodi — ne in questo momento di crisi».
ed è una delle imprese per le E l’Ici? «Se c’erano ambiguità che potevano
quali il Papa teologo confida di creare equivoci, è stato cosa buona eliminarle.
più nell’aiuto del segretario di Fatto salvo il riconoscimento del non profit».
Stato al quale l’ha pienamente © RIPRODUZIONE RISERVATA

delegata. Un’altra delega


decisiva riguarda l’applicazione
delle nuove norme sui «delitti»
di pedofilia compiuti da
esponenti del clero e da Il retroscena
responsabili — anche laici — di
e cordiale», del resto, è la formula di rito,
attività ecclesiali.
Tra le buone mosse del governo
curiale di Bertone c’è la nomina
nel 2009 di Ettore Gotti
Gli sfoghi dei porporati nel mondo della diplomazia quando du-
rante gli incontri non ci si limita ai conve-
nevoli, ma si squadernano a fondo i pro-

da Vienna all’Opus Dei


Tedeschi a presidente dell’Ior. blemi e li si prende di petto, possibilmen-
Altri due laici di valore sono te per risolverli.
stati immessi nella macchina Innanzitutto, un dato numerico. I cardi-
vaticana in questo quinquennio nali giunti a Roma sono stati «solo» 133,
bertoniano: Antonio Paolucci
che è direttore dei Musei dal
2007 e Gian Maria Vian che
dallo stesso anno dirige
strappano il velo comprese le 22 nuove «berrette», su 213
aventi diritto mentre all’ultimo Concisto-
ro, quello del 2010, erano in 150. «Gli as-
senti (ben 80 «principi» della Chiesa, ndr)
l’Osservatore romano. Tra le
chiamate in Curia di
ecclesiastici dovute a Bertone la
più significativa è quella del
del «senato» vaticano si sono scusati per motivo dell’età o della
salute o di precedenti impegni inderogabi-
li», recitava venerdì il comunicato della
Sala stampa vaticana, ma c’è chi dice aper-
cardinale Gianfranco Ravasi tamente che diversi forfait sono da ricon-
ROMA — «Nel Collegio cardinalizio c’è durre a motivi più legati alle recenti con-

133
che dal 2007 è presidente del
consiglio per la Cultura. stato un scambio franco, libero e bello» troversie. Altri cardinali hanno lasciato
www.luigiaccattoli.it ha commentato ieri pomeriggio il neocar- Roma già ieri sera e non parteciperanno
dinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Fi- alla Messa con il Papa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
renze rispondendo a una domanda sui Non sono pochi, infine, le porpore che
«veleni» che si sono addensati sul Vatica- in questi giorni hanno espresso «tristez-
no nelle scorse settimane e mesi. za» (Antonio Maria Vegliò, presidente
Ecco, in quelle tre parole «franco, libe- Cardinali presenti al Concistoro, pontificio per i migranti), persino «disgu-
ro e bello» c’è un’autentica fotografia di comprese le 22 nuove «berrette» su 213 sto» (Walter Kasper), per le polemiche in
quello che è successo nella riunione di aventi diritto; nel 2010 erano giunti cui è stata trascinata la Santa Sede, per
due ore dei cardinali con il Papa. «Franco a Roma 150 «principi» della Chiesa l’aria di scontro che soffia Oltretevere, e
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Primo Piano 3 #

L’analisi

RATZINGER E LE VOCI DEL MALESSERE


Ben 27 interventi nella riunione di venerdì anziani cardinali conciliari la di-
mostrazione che la tiepidezza in
cui è stato fatto bollire il Vaticano
ficazione che personalizza i pro-
blemi anziché ricondurli al loro
cuore istituzionale. Ma tant’è: e
Nuovo vertice

Molti contro le meschinità degli ambiziosi II ne ha depotenziato la spinta ri-


formatrice. In molti degli uni e de-
gli altri, però, non può che confer-
dunque oggi incombe un nuovo
compito sia su quei cardinali ita-
liani il cui nome popola il «chiac-
Legionari,
SEGUE DALLA PRIMA ne del Sacro Collegio con Benedet-
to XVI. Non ci sono «verbali» (an-
In Italia, infatti, si può anche
sottovalutare l’effetto del clima
marsi l’idea che la scelta del Papa
«straniero» — fatta nel Conclave
chiericcio» (il cardinal Sodano lo
chiamerebbe giustamente così)
la protesta
Ereditato dall’Impero romano,
il Concistoro aduna attorno al ve-
che se bisognerebbe ricordarsi
che la trasparenza è la chemio del-
l’indiscrezione). Eppure, da quel
che si è creato dentro la
cattolicità. Ma chi guarda le cose
dall’America centrale, dal Nord
inatteso del 1978 e ribadita in
quello ventoso del 2005 — è stata
pura provvidenza, che ha sfilato
sulla Chiesa post-ratzingeriana,
sia su quei porporati che con loro
compongono oggi circa metà del
delle donne
scovo di Roma non un organo col-
legiale, ma il «senato del Papa» che si sa, molti porporati hanno Europa, o dall’Africa vede un disa- dalle mani degli italiani cose che Sacro Collegio. Cioè restituire au- ROMA — I Legionari di
composto da chierici così impor- preso di petto le meschinità che stro incomprensibile. Gli ultra- loro sanno solo rovinare. E perfi- torevolezza spirituale alla Chiesa Cristo hanno un nuovo
tanti da meritare il rango di «car- da molti mesi filtrano dai delusi e conservatori e gli anticonciliari no i non pochi cardinali italiani italiana, al suo episcopato, ai suoi vicario generale, Sylvester
dinali», o scelti nell’Urbe o incor- dagli ambiziosi. Hanno detto alla ne ricavano l’impressione che per bene non possono non porsi porporati. O l’Italia esce dalla «li- Heereman (foto), tedesco, 37
porati con la berretta alla Chiesa presenza del Papa — che le ha nemmeno il Papa che ritenevano il problema. bido denigrandi» dei tanti siti va- anni, che ha preso il posto
di Roma. Dal 1049 spetta a questi ascoltate dal vivo e non attraver- più favorevole alla tanto attesa re- Si potrebbe spiegare che que- lorizzati come fossero succursali dell’ex braccio destro del
cardinali «di Santa Romana Chie- so sintesi o rassegne — parole di staurazione riesca a metter ordi- sto giudizio grossolano, che fa del magistero, o torna ad avere fi- fondatore Marcial Maciel,
sa» il compito di eleggere il suc- sincero sgomento e di motivata ne in questo guazzabuglio; per piovere discredito sui giusti e su- gure grandi come quelle che ne Luis Garza Medina, nella
cessore di Pietro e Paolo, quando preoccupazione. quelli meno conservatori e per gli gli ingiusti, è figlio di una sempli- hanno segnato la storia ecclesia- posizione di maggiore potere
la cattedra si renda vacante per la all’interno
morte, le dimissioni o la deposi- dell’organizzazione. Ma la
L’autorevolezza nomina di un sacerdote che
zione del Papa. A loro tocca altresì
il compito di assistere col consi- L’obiettivo è restituire non ha legami con la vecchia
glio il pontefice, da soli e, appun- autorevolezza spirituale guardia, fatta dal cardinale
to, nel Concistoro. Una riunione Velasio De Paolis, delegato
alla Chiesa italiana, al suo del Papa a seguire la
che fra XVI e XIX secolo s’è pro- episcopato e ai suoi porporati transizione dell’istituzione
gressivamente assottigliata, fino
religiosa, travolta dallo
a diventare un nudo rito: ma che scandalo del suo fondatore,
in molte circostanze è anche l’oc- stica — da Borromeo a Lamberti- ha provocato le dimissioni di
casione per uno scambio di idee a ni, da Ferrari a Lercaro, da Dalla Malen Oriol, la leader del
tutto campo. Accedere ed essere Costa a Pellegrino, per tacer dei braccio femminile dei
ascoltati, dal Papa e dagli altri, è vivi e dei papi — o è condannata Legionari e di un’altra
infatti la prerogativa dei cardina- a una marginalità che non può trentina di donne tutte legate
li. che diventare fragilità della Chie- a Garza Medina. Oriol ha
E in ventisette su 125 (come un sa universale. scritto una lettera a De Paolis
dibattito parlamentare con cento Non si può pensare di fare la fe- per annunciare la sua
interventi) si sono fatti ascoltare sta mondiale della famiglia, l’an- decisione, mentre le altre
in questo vivace Concistoro del no della fede, la giornate della gio- consacrate hanno chiesto di
2012, che ha «funzionato» alla ventù e accontentarsi di una Chie- continuare la loro vita
perfezione. Le vaghezze sentimen- sa di separati in casa, aggrappati religiosa sotto l’autorità di un
tali, gli spiritualismi autoassoluto- al potere, incuranti della rugosità
ri, l’arroganza tipica delle istitu- della Sposa resa bella dallo sguar-
zioni declinanti non sono stati il do dello Sposo. Chiudendo la di-
linguaggio o perlomeno il lin- scussione fra i cardinali il Papa
guaggio prevalente della riunio- ha detto che il motto dell’anno
della fede può essere quello di
«vivere la verità nella carità»: una
Dal mondo inversione clamorosa rispetto al
I porporati che guardano titolo di una sua enciclica e un ri-
in questi giorni la Chiesa torno al dettato semplice del Nuo-
vo Testamento. Più che uno slo- vescovo, uscendo comunque
di Roma dalle Americhe gan, è una rotta. dal movimento Regnum
o dall’Africa vedono veleni Alberto Melloni Christi.
Concistoro Il Papa Benedetto XVI impone la berretta al neocardinale John Tong Hon, ieri a San Pietro (Eidon) © RIPRODUZIONE RISERVATA Il cardinal De Paolis in
un’altra lettera ha chiesto a
tutti gli appartenenti ai
Legionari di rimanere
all’interno del movimento. E
a chi ha deciso di lasciare «di
per quelle che possono essere le conse- italiani e che sembra aver fatto ritornare nel Concistoro «pubblico», venerdì ha all’arcivescovo cattolico di Londra Vin- non convincere o convertire»
guenze per l'alto governo della Chiesa. indietro gli orologi del tempo della Curia svolto una relazione invitando la Chiesa a cent Nichols (dove la Chiesa sembra vive- altri a fare lo stesso.
Mentre forse sono state individuate le romana. In particolare i cardinali Julian purificarsi e a fare penitenza. re una nuova giovinezza). De Paolis ha confermato
«talpe» che hanno fatto filtrare documen- Herranz Casado, membro numerario del- Infine, è intervenuto l’arcivescovo di Il caso più clamoroso di mancata eleva- inoltre che l’esodo non
ti riservati, almeno in parte transitati per l’Opus Dei, che per oltre trent’anni ha vis- Vienna, cardinale Christoph Schonborn, zione alla dignità cardinalizia — per cui riguarda solo membri minori
gli uffici della Segreteria di Stato, (princi- suto al fianco di san Josémaria Escrivá de uno dei RatzingerSchuler, degli allievi di sono state espresse riserve al Papa — ri- dei Legionari, ma anche
pale indiziata la «cordata» fedele al prede- Balaguer, fondatore dell’Opus, creato car- Ratzinger, che è stato in passato un accusa- guardano però l’arcivescovo di Manila, importanti funzionari. Ma
cessore del cardinale Tarcisio Bertone, An- dinale nell’ottobre 2003 da Giovanni Pao- tore pubblico del cardinale Sodano tanto Luis Antonio Tagle a capo della Chiesa fi- pur avendo definito il
gelo Sodano) e la «manina» che li ha reca- lo II e king maker dell’elezione di Ratzin- veemente da dovere poi, anche questa vol- lippina, la più numerosa e fervente del- proprio progetto «un
pitati ai giornali italiani. ger. ta pubblicamente, chiedergli scusa, e che l’Asia, un continente in cui vivono ormai cambiamento nella
Ebbene, 27 porporati, cioè quasi un ter- «Non reggiamo più alle critiche», avreb- quindi non può certamente essere «accu- oltre cento milioni di cattolici. continuità», ha anche
zo dei cardinali presenti al Concistoro (se be detto nella sostanza. Altre preoccupa- sato» di far parte della «sua» cordata. Il caso Versaldi è stato un po’ la cartina chiarito che tra i Legionari
si escludono le nuove «berrette») hanno zioni sono state espresse dal Prefetto del- Tutti e tre questi influenti cardinali han- al tornasole del disagio, perché riunisce sono «non poche cose», visto
preso la parola per esprimere le loro pre- la Congregazione per il Culto divino e la no detto a Benedetto XVI che lo stile di go- in sé un altro aspetto del problema di go- che lo stesso Benedetto XVI
occupazioni per una situazione che risul- disciplina dei Sacramenti, Antonio Caniza- verno centrale della Curia romana ormai vernance denunciato da alcuni cardinali: ha definito Maciel come una
ta in gran parte incomprensibile ai non res Llovera (ratzingeriano di ferro), che rischia di travolgere la vita della Chiesa quello che riguarda le finanze del Vatica- persona che ha condotto una
nel mondo. Herranz in particolare ha la- no. vita «al di là di ciò che è
mentato il fatto che mentre sono stati L’amoveatur dal vertice del Governato- morale, un’esistenza
«promossi» cardinali vescovi italiani rite- rato e il promoveatur come nunzio a avventurosa, sprecata,
Forte la preoccupazione che lo stile nuti vicini al segretario di Stato (come ad
esempio Giuseppe Versaldi, nominato a
Washington di monsignor Carlo Maria
Viganò pesa ancora come un macigno, no-
distorta».
M.A.C.
settembre prefetto degli Affari Economici nostante il «compromesso» raggiunto sul-
del governo della Curia romana possa
© RIPRODUZIONE RISERVATA

della Santa Sede) sono stati tenuti fuori la legge di trasparenza finanziaria e il nuo-
dal Concistoro esponenti di primo piano vo assetto nel sistema internazionale, del-
della Chiesa nel mondo ed in Europa. Dal- l’Istituto per le Opere di Religione (Ior).
travolgere la vita della Chiesa nel mondo l’arcivescovo di Bruxelles, André Léo-
nard, (una diocesi che si sta riprendendo
M.Antonietta Calabrò
twitter@maria_mcalabro
dalle ferite dello scandalo della pedofilia) © RIPRODUZIONE RISERVATA
4 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Primo Piano 5

Bankitalia Il Governatore ❜❜ Le banche non stanno strozzando il sistema delle imprese. Il


credit crunch non c’è Enrico Tommaso Cucchiani, consigliere delegato di Intesa Sanpaolo

Visco: banche, più prestiti alle imprese


Il Governatore: nel 2012 è recessione. Calo record del credito a dicembre, meno 20 miliardi
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI nuti» rafforzando «la Bce, sostiene il successore di Ma-
competitività delle imprese». rio Draghi a Palazzo Koch, ha for-
Lavoro e crisi
PARMA — C’è la recessione e Per raggiungere l’obiettivo se- nito la liquidità necessaria per
tanta, tanta incertezza sull’evolu- condo Visco occorre procedere
zione della crisi. Ma «bisogna su tre direttrici: la politica econo-
scongiurare il pericolo di un cre-
dit crunch ma ora spetta alle ban- E adesso
guardare avanti» e «operare» af- mica deve proseguire nelle rifor- che evitare di fare entrare l’econo-
finché sia possibile «stabilizzare me, le banche non devono fare
l’attività produttiva già a metà mancare i prestiti alle imprese e
mia «in asfissia creditizia». Il Go-
vernatore difende gli istituti ita-
nei master torna
dell’anno» per riprendere a cre- la governance europea deve esse-
scere nel prossimo. Il governato- re rafforzata.
liani («Le banche sono solide», di-
ce) ma chiede loro di fare prestiti
a vincere
re della Banca d’Italia, Ignazio Vi- La politica economica interna,
sco, nel suo primo importante ap- innanzitutto. Quella che col go-
puntamento pubblico dopo la verno Monti ha compiuto «pro-
alle imprese che solo a dicembre
si sono contratti di 20 miliardi,
un record, che potrebbe ampliar-
l’industria
sua nomina, l’assemblea dei cam- gressi prima ritenuti impensabili si in gennaio. «Le banche dovran- Un’occhiata ai destini di chi ha appena
bisti e tesorieri di Assiom-Forex, in direzione della sostenibilità fi- no dimostrare di saper svolgere ottenuto un diploma di «Master in business
nanziaria» per bene la loro funzione di allocazio- administration» dal programma a tempo
esempio agendo ne del credito, in una gestione sa- pieno della Bocconi rivela un mondo che
Attenzione all’occupazione «sul fronte pensio- na e prudente, con acuita capaci- cambia. Se si guarda ai datori di lavoro
«Servono investimenti nistico». Ma che tà selettiva». E dovranno nello tradizionali per coloro che sono usciti da
deve andare avan- stesso tempo recuperare efficien- questo corso di élite, le sorprese in fondo
che creino nuove e permanenti ti, aggiunge Visco za e redditività. Sapendo che, pur sono poche: ci sono una decina di società
occasioni di lavoro» con un’esortazio- avendo già attuato un «significati- tecnologiche, altrettante farmaceutiche, una
ne che sembra es- vo rafforzamento patrimoniale», dozzina di grandi marchi industriali. E
sere rivolta più al dovranno continuare su questa cinquanta banche e società d’investimento,
traccia un quadro preoccupato Parlamento e alle forze politiche strada per giungere preparate al- spesso basate a Londra. Anche in Italia, per
della situazione economica italia- chiamate a sostenere l’azione del- chiusa del suo intervento. «Guar- di bilancio. «Va scongiurato defi- Il convegno l’appuntamento coi nuovi para- anni chi si è formato in questa scuola per
na ma indica anche la strada da l’esecutivo che non a quest’ulti- diamo con fiducia a una politica nitivamente il rischio di pericolo- Il governatore metri di Basilea 3 che comince- dirigenti è stato assorbito dal settore
percorrere per imboccare il pri- mo. A cui chiede ancora coraggio economica che, volta alla stabili- si effetti di contagio, portando a della Banca ranno a entrare in vigore il prossi- finanziario. E spesso è finito a Londra o New
ma possibile l'uscita dal tunnel. Il nel perseguire l’efficienza del si- tà finanziaria e orientata alla pro- soluzione il problema della Gre- d’Italia, mo anno. «Ci aspettiamo che le York. Lo stesso costo elevato dell’iscrizione,
2012, sintetizza Visco, sarà un an- stema tributario e nella lotta al- mozione di un ambiente favore- cia» ed «è essenziale la determi- Ignazio Visco, prossime decisioni delle banche 43 mila euro per un anno, sembra pensato
no di recessione con una flessio- l’inflazione. «Le riforme decise vole a una crescita bilanciata del- nazione di tutti a rinsaldare la co- ieri al Forex di in tema di politiche dei dividendi come garanzia di qualità e promessa
ne del Prodotto interno lordo del- vanno rapidamente completate e l’economia, consenta di accresce- struzione europea» dice il Gover- Parma, il e remunerazione dei manager (implicita) di guadagni elevati una volta
l’1,5%. Rispetto ai livelli raggiunti rese operative», in particolare re le opportunità di investimen- natore sottolineando i timori per convegno tengano conto di questa necessi- ottenuto il diploma. Negli Stati Uniti a
nel 2007, prima della crisi «il Pil è quelle volte a liberalizzare i servi- to, di ritornare rapidamente a cre- le turbolenze dei mercati. Perché degli operatori tà», afferma Visco che annuncia Goldman Sachs o a Morgan Stanley sono al
ancora inferiore di 5 punti per- zi, a semplificare gli atti ammini- are nuove e permanenti occasio- «le inquietudini degli investitori finanziari per i prossimi giorni una lettera centro delle stesse dinamiche a Yale o a
centuali, il reddito disponibile re- strativi, a rendere più rapide le ri- ni di lavoro». sui titoli si Stato italiani sono og- messa a punto dalla Vigilanza Harvard: fanno le loro interviste di
ale procapite delle famiglie di 7 sposte del sistema giudiziario, a C’è poi lo scenario europeo gi attenuate rispetto ai momenti con le indicazioni da seguire «per assunzione già nei campus e sottraggono i
punti e la produzione industriale far funzionare meglio il mercato che richiede «la rapida attuazio- peggiori, ma non sono dissipa- orientare le scelte». migliori laureati ai settori più produttivi
di un quinto». Bisogna dunque del lavoro. Il Governatore insiste ne alle prescrizioni del fiscal com- te». Stefania Tamburello dell’economia grazie alla loro superiore
tornare a crescere «a ritmi soste- molto sul lavoro a cui dedica la pact», cioè del patto sulle regole Il sistema creditizio, quindi. La © RIPRODUZIONE RISERVATA capacità di remunerare. In fondo anche alla
Bocconi di Milano c’è stato lo stesso effetto: il
denaro della finanza impoverisce di talenti
l’industria tradizionale, quella del lusso o le
imprese hi-tech. La Bocconi ha cercato di
rimediare alla distorsione lanciando master
per manager specializzati (sull’industria del
turismo, o del food and beverage, o nella
moda e design). Ma ora l’onda lunga di crisi
finanziaria inizia a far cambiare anche le
preferenze dei diplomati del Mba classico.
Fra i primi cinque
datori di lavoro
Ex banchieri per chi è uscito
I 40 mila banchieri dall’ultima
che hanno annata del master
Bocconi c’è solo
perso il posto un’impresa
a Wall Street finanziaria, è
all’ultimo posto
ed è una banca di
sportello (Unicredit), non di trading. Per il
resto la classifica è dominata da consulenti
industriali (Bain and Co. e Bcg), una società
petrolifera (Exxon) e un gruppo globale di
prodotti di consumo (Johnson & Johnson).
Se fa molto old economy, non è un caso. E
Il commento probabilmente neanche un male: Wall Street,
la City e gli altri centri finanziari

Ecco due o tre strade (possibili)


se e dei distretti. In diverse assem- dell’Occidente stanno subendo un fisiologico
blee mi è capitato di proporre la cre- dimagrimento in termini di staff. Come ieri
azione di piccole task force del credi- ha ricordato il Financial Times, dall’inizio
to capaci di insediarsi sul territorio, della crisi dei subprime solo negli Stati Uniti

per scegliere le aziende meritevoli di ricevere gli artigiani e i piccoli in-


dustriali e di fare anche della buona
pedagogia d’impresa. Le Pmi in que-
st’epoca di grandi discontinuità
hanno perso il posto 40 mila banchieri di
rango elevato e 200 mila dipendenti delle
banche. È il segno di un’inversione di
tendenza dopo che il peso del settore
non possono continuare a riversare finanziario in America è passato dal 2% del
Nel gergo del business si chiama va fisicamente sopra il suo ufficio. delle piccole imprese obiettano poi tutte le loro attese nel rapporto con Pil nel 1948, all’8% nel 2008 (sopra anche il
«merito di credito» e non vuole dir
altro che avere la capacità di selezio-
nare quali aziende sia giusto finan-
ziare e quali invece è meglio di no.
Poi c’è stata la stagione delle aggre-
gazioni degli istituti bancari, opera-
zione giudicata necessaria per dota-
re il Paese di almeno un paio di
che il pensiero unico creditizio alla
fine non si è rivelato nemmeno coe-
rente perché ha finito per contem-
plare troppe eccezioni. Tutte a favo-
280 il commercialista di fiducia (come
avviene ancor oggi secondo una re-
cente ricerca di Roberto Weber), ma
dovrebbero trovare in banca chi li
6% toccato nel ‘29). Il valore nominale dei
derivati scambiati nel mondo, soprattutto
contratti futuri su cose come tassi d’interesse
o monete, è arrivato nel 2006 a mille volte il
Sennonché con lo scoppio della player di taglia continentale ma che re di alcuni clienti, forti di relazioni miliardi di euro aiuta a stendere un business plan, a Pil degli Stati Uniti. Sono record che hanno
Grande crisi anche il merito di credi- — tesi esposta Corrado Passera consolidate e troppo-grandi-per-fal- Le attività a garanzia mixare la presenza sul mercato in- creato indignazione morale di fronte alla
to è stato terremotato, non è più quando faceva il banchiere e non il lire. Del resto c’è stata una stagione stanziate presso Bankitalia terno con un po’ di export, a capire perdita di decine di milioni di posti di lavoro
quello di una volta. Non basta opera- ministro — ha sottoposto i gruppi del business italiano nella quale per- dagli intermediari italiani le potenzialità del mettersi in re- «normali» dopo la crisi del 2008. Ma molti di
re nel settore merceologico giusto o dirigenti periferici a un tourbillon sino i Ricucci, gli Statuto e i Coppo- (cifra a fine gennaio) te/dell’aggregarsi e magari chi li questi eccessi sono il riflesso di come il
essere insediati nei mercati felici di esasperato, a continui cambi di se- la hanno trovato orecchie attente, fi- spinge anche a programmare la staf- settore finanziario è cresciuto intermediando
un tempo, oggi le variabili per una de. Risultato: i direttori non cono- guriamoci i gruppi più blasonati. A fetta generazionale. Alla fine di que- debito: quello immobiliare negli Stati Uniti o
strategia vincente sono diventate scono più le imprese e i territori in questo punto però più che guardare sto dialogo serrato non c’è il semafo- quello pubblico (e i suoi derivati) in Europa.
molte di più. Ha fatto bene, dun-
que, il governatore Ignazio Visco
nel suo discorso di Parma a mettere
l’accento sul merito di credito e di
cui operano e così quando devono
emettere le loro sentenze ricorrono
alle tavole di Basilea 2, le regole defi-
nite in sede internazionale, e alla re-
all’indietro bisogna ripartire. Di fi-
nanziamenti da distribuire ce ne so-
no meno di prima e la meritocrazia
non è un optional. Diventa una con-
550 ro verde per tutti ma una meritocra-
zia che potremmo definire intelli-
gente. Lo strumento del rating non
va in soffitta ma evolve e il credito
Adesso in America si costruiscono e si
vendono a debito molte meno case e gli Stati
europei riducono dolorosamente i loro
debiti. È quello che i tecnici chiamano
fatto a consentire a noi tutti di rivol- ligione del rating. Le associazioni dizione imprescindibile per poter punti base Il record premia i comportamenti innovativi. «deleveraging». Per i titani della finanza il
gere alle banche una domanda che spendere meno ma meglio, per ri- toccato a novembre Come la voglia di investire, la capa- business si restringe, decine di migliaia di
può suonare impertinente: pensate durre il rischio. Come fare? Le gran- dallo spread dei Btp cità di creare una rete, l’assunzione banchieri sperimentano un’inedita
di essere veramente attrezzate a se- Scelte di sistema di banche hanno messo in piedi va- decennali sugli analoghi di un manager o anche la denuncia disoccupazione da ricchi. In fondo anche i
lezionare le aziende meritevoli o vi Dall’ascolto del territorio ri strumenti di analisi e monitorag- titoli tedeschi delle infiltrazioni mafiose. E se fos- diplomati della Bocconi sono meno
affidate ancora a criteri puramente alla capacità di valutare chi gio del made in Italy e dei territori, sero queste le vere banche di siste- interessati ai valori carta e più prodotti
quantitativi? tutto questo lavoro però non è anco- ma? (solidi) dell’industria.
In passato la relazione tra il credi- è in grado di investire ra sceso giù per i rami fino in filiale. Dario Di Vico Federico Fubini
to e il territorio era quasi automati- sull’innovazione, di fare rete Non si è tradotto in una reale mag- twitter@dariodivico Twitter @federicofubini
ca, spesso il direttore di filiale abita- giore capacità di ascolto delle impre- © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
6 Primo Piano Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

» Approfondimenti Decreto semplificazione e piano di riforma

MENO TASSE SUI REDDITI PIÙ BASSI to riguarda il capitolo delle società,
il governo potrebbe inserire anche

FINO A 15 MILA EURO ALIQUOTA RIDOTTA


delle norme quadro, cui dare attua-
zione come a tutto il resto con i de-
creti legislativi, sui termini dell’ac-
certamento da parte dell’Agenzia
delle entrate, ma anche sul regime
Nella delega calo al 20%. Pensionati sotto 1.500 euro, conti correnti gratuiti tributario delle perdite.
Nella nuova delega che il gover-
no sta mettendo a punto potrebbe
trovare spazio anche la riforma del

3,7 10%30
catasto dove, a livello locale, esisto-
no sperequazioni macroscopiche,
tornate ad accentuarsi con la rein-
troduzione della tassazione patri-
moniale della prima casa.

Studi più flessibili


milioni I professionisti che la soglia di «tolleranza» euro Dovrebbe salire da 16 a 30 Nel frattempo, prosegue la mes-
secondo i dati comunicati dell’amministrazione fiscale tra il euro la soglia dei debiti fiscali sa a punto del decreto sulle sempli-
dall’Agenzia hanno aderito agli reddito dichiarato negli studi di al di sotto della quale l’Agenzia ficazioni fiscali, anch’esso atteso ve-
studi di settore nel 2007. In prima settore dai contribuenti e quello delle entrate non procederà a nerdì prossimo. E in questo provve-
fila imprese e professionisti del accertato. Se la differenza supera il effettuare accertamenti, purché dimento potrebbe trovare spazio
Nord, con il 51% del totale, segue 10% scatta anche l’accertamento l’infrazione, anche se piccola, anche un ammorbidimento delle
il Centro con il 21% e, infine, Sud e induttivo, e questa soglia potrebbe non sia ripetuta sistematicamente norme sugli studi di settore, così
Isole con il 28% essere elevata, forse al 15% nel tempo da renderle applicabili già per le di-
chiarazioni 2011. Dovreb-
be aumentare, in buona so- Imposte
stanza, la soglia di «tolle-
ranza» dell’amministrazio-

❜❜
ne fiscale tra il reddito di-
ROMA — Insieme al decreto sul- butaria, a partire dalla riduzione l’anno successivo sarebbe messo a chiarato negli studi di set-
la semplificazione fiscale, con il della prima aliquota Irpef, quella servizio del finanziamento di nuo- tore dai contribuenti e
quale arriverebbero anche alcune del 23% che si applica ai redditi ve o maggiori detrazioni fiscali. quello accertato. Oggi se la
novità sugli studi di settore, il go- compresi tra i 7 e i 15 mila euro. In Altre modifiche riguarderanno differenza supera il 10% La proposta
verno potrebbe presentare venerdì prospettiva dovrebbe scendere al la parte della delega sulla fiscalità Il governo verso la scatta anche l’accertamen- Venerdì il
prossimo un nuovo testo di legge 20%, sempreché il governo Monti d’impresa e in quest’ambito do- to induttivo, e questa so- governo
delega per la riforma fiscale da pre- confermi l’impianto del preceden- vrebbe trovare una nuova definizio- revisione della riforma glia potrebbe essere eleva- potrebbe
sentare al Parlamento. Nel quale te esecutivo (tre aliquote al 20, 30 e ne il cosiddetto «abuso del dirit- ta, forse al 15%. presentare una
scrivere a chiare lettere il principio 40%), beneficiando così l’intera pla- to». In sostanza, una distinzione fiscale, le risorse per la Con il decreto semplifi- nuova versione
secondo il quale le somme che sa- tea dei contribuenti italiani. Un’al- netta tra quei comportamenti dei cazioni dovrebbero arriva- della delega
ranno recuperate all’evasione fisca- tra strada, alternativa alla riduzio- contribuenti che sono volti ad aggi- riduzione delle imposte re anche nuove norme per per la riforma
le dovranno essere destinate alla ri- ne dell’aliquota più bassa dell’Ir- rare gli obblighi e i divieti dell’ordi- contrastare l’evasione. Co- fiscale,
duzione delle aliquote Irpef, a co- pef, sarebbe quella di agire sulle de- namento tributario, da quelli che dalla lotta all’evasione me i nuovi meccanismi per fissando il
minciare da quella che grava sul trazioni. In questo caso i proventi configurano, invece, un risparmio la messa a punto delle liste principio che
primo scaglione di reddito, portan- della lotta all’evasione potrebbero di imposta legittimo. Nel nuovo te- di contribuenti da sottopor- quanto verrà
dola dal 23 al 20%. essere convogliati in un fondo, che sto della delega, sempre per quan- re alle verifiche fiscali del recuperato
Del resto, la delega per la rifor- redditometro, tra i quali all’evasione
ma fiscale presentata lo scorso lu- potrebbero finire, ad esem- sarà restituito
glio dal governo Berlusconi, all’esa- pio, tutti i commercianti ai contribuenti.
me delle commissioni Finanze di colti in infrazione nel- Due le ipotesi:
Camera e Senato che devono anco- l’emissione degli scontrini o la riduzione
ra esprimere un parere, è stata già fiscali, o quelli che incorro- graduale della
in parte superata. Alcune misure no nel sequestro di merci prima aliquota
del decreto legge salva Italia varato contraffatte. Sempre nel fi- Irpef dal 23 al
dal governo Monti, ad esempio, lone delle misure antieva- 20%, o
hanno anticipato i meccanismi del- sione si inseriscono anche l’aumento delle
la nuova fiscalità d’impresa, in par- l’aumento delle sanzioni detrazioni
ticolare con l’introduzione dell’A- per l’esportazione illegale Il decreto
ce, l’Aiuto alla crescita economica. di capitali all’estero e la Nella nuova
Da quando la delega è stata presen- nuova, probabile, stretta al- delega sarebbe
riscritta anche
tata, poi, sono cambiati i regimi del- le compensazioni Iva auto-
la parte che
l’Irap, con gli sgravi introdotti sem- matiche.
riguarda il
pre dal salva Italia, e dell’Iva, con Altre misure serviranno
Fisco
l’aumento dell’aliquota dal 20 al a rendere più semplice la d’impresa e
21% deciso dal governo Berlusconi. vita ai contribuenti. Il Fi- potrebbe
E poi c’è da tener conto dei nuo- sco, ad esempio, sarà un entrare la
vi orientamenti del Parlamento, po’ più tollerante nell’acco- riforma del
che non manca di dire la sua, come glimento delle domande di catasto.
ha fatto ieri, dove Pd e Pdl hanno accesso delle imprese ai re- Sempre
concordato un emendamento al de- gimi agevolati, così come venerdì
creto legge sulle liberalizzazioni nei confronti di quelle che, arriverà invece
per rendere gratuito per legge il pur risultando morose con il decreto per
conto corrente bancario per i pen- il Fisco, hanno concordato le
sionati con gli assegni più bassi, fi- e stanno onorando il paga- semplificazioni
no a 1.500 euro. mento rateizzato. Fino a og- degli
Sul Fisco, non più tardi di dieci gi queste imprese sono adempimenti
giorni fa, il governo Monti ha dato escluse dagli appalti pub- fiscali. Possibili
parere favorevole alle mozioni di blici, ma con le modifiche norme un po’
tutti i partiti di maggioranza, che previste dal decreto potran- più tolleranti
sono state approvate e che lo impe- no rientrare in ballo a pie- sugli studi di
gnano in alcune direzioni precise. no titolo. Dovrebbe salire settore con
Così, nel nuovo esecutivo, è matu- da 16 a 30 euro anche la so- l’aumento dello
rata l’idea di rimettere mano alla glia dei debiti fiscali al di scarto
delega prima di dedicarsi alla mes- sotto della quale l’Agenzia ammissibile
sa a punto dei decreti legislativi delle entrate non procede- dal Fisco tra il
per l’attuazione della riforma. rà ad effettuare accerta- reddito
menti, purché l’infrazione, accertato e
La nuova delega anche se piccola, non sia ri- quello
Un testo definito non c’è ancora, petuta sistematicamente dichiarato
ma si lavora soprattutto sugli aspet- nel tempo.
ti della fiscalità d’impresa e del con- Nel decreto di venerdì ci
trasto al sommerso. L’obiettivo è saranno poi i chiarimenti sull’Imu,
quello di vincolare in qualche mo- con la precisazione che lo sconto
do le somme recuperate all’evasio- forfettario di 200 euro (più 50 per
ne alla riduzione della pressione tri- ogni figlio sotto ai 26 anni) potrà

❜❜
essere applicato per una sola abita-
zione per ciascun nucleo familiare.
Ed è possibile che il governo si
spinga a ridurre anche la quota de-
Dalla soglia gli acconti Ires dal 100 al 98,5%, sta-
bilendo anche la possibilità di ra-
di controllo teizzarli in quattro rate anziché in
due. In tempi di crisi, è una misura
per gli studi di che aiuterebbe le imprese lascian-
do loro una maggior liquidità in
settore, tolleranza cassa.
Mario Sensini
fino al 15% © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
7
8 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Primo Piano 9 #

» Approfondimenti Le verifiche dell’Agenzia delle Entrate

GLI 007 DEL FISCO CONTROLLANO COURMAYEUR


Dopo Cortina d’Ampezzo, Roma e Napoli, blitz nella località valdostana
ROMA — E dopo Cortina, Roma, Mila- vetrine più famose di via Roma, dal tempio gli ispettori delle entrate, a sentire il giudi- Claudio Magenta, 65 anni, milanese, titola- trate renderà noto il bilancio del blitz in ne-
no, Napoli, Sanremo, Portofino e Viareg- dei pullover «Guichardaz» alla formagge- zio dei commercianti. Il paese quasi non re dei quattro negozi d’abbigliamento Gui- gozi e alberghi. Risulteranno anche qui eva-
gio, ecco che gli ispettori dell’Agenzia delle ria «Cheese and Wine» di Paolo Panizzi, do- s’è accorto di nulla: «Io ero sulle piste, non chardaz —. Comunque mia figlia Martina, sori clamorosi e nullatenenti con il Suv in
Entrate ieri hanno messo perfino gli sci per ve la gente il sabato fa la fila per comprare ho visto niente», ha raccontato Daniela San- che ha il pancione perché aspetta il quinto garage? «Io credo di no — pronostica il si-
raggiungere i rifugi e le baite più alte di gli yogurt artigianali ricavati con il latte del- tanchè, l’esponente del Pdl in vacanza sulle bebè, mi ha detto che in via Roma è andato gnor Magenta — Courmayeur non è Corti-
Courmayeur. Il motivo? Volevano controlla- le rare «pezzate rosse» valdostane. nevi. La conferma a fine giornata arriva di- tutto bene, noi del resto gli scontrini li fac- na, c’è una clientela old style, sempre le
re se, anche là, bar e ristoranti stessero rila- In campo 70 agenti, 30 gli esercizi visita- rettamente dal sindaco di Courmayeur, Fa- ciamo e li vogliamo fare! Il problema è che stesse famiglie, milanesi, torinesi, genove-
sciando regolarmente gli scontrini ai pro- ti. «Qui tutto bene e massima serenità da brizia Derriard: «Sono controlli che ci aspet- ormai, però, vendiamo bene soltanto nei si. È vero, sì, che negli ultimi tempi nella
pri clienti. Il blitz in Val d’Aosta, nel pae- parte nostra», diceva Paolo Panizzi raggiun- tavamo e debbo dire che si sono svolti sen- weekend, durante la settimana non viene mischia s’è inserito pure qualche personag-
se-gioiello ai piedi del Monte Bianco, dov’è to al telefono ieri sera, mentre dietro di lui za alcuna spettacolarizzazione». più nessuno e così finirà, purtroppo, che gio che forse starebbe meglio in galera, ma
di casa il ministro del Lavoro Elsa Fornero, alla cassa un solerte funzionario sorveglia- «Io ero a casa con la febbre alta da tre due negozi su quattro sarò costretto a chiu- sono mosche bianche...».
è scattato alle 9.30 del mattino: decine di va il traffico di fontine e tomini freschi. «Di- giorni, ce l’ho avuta pensate fino a 41.6, ma derli. Per far quadrare i conti...». Domani la Fabrizio Caccia
007 fiscali, in borghese, hanno bussato alle screti», «gentili», «molto professionali», mica per colpa dei controlli, eh — scherza direzione regionale dell’Agenzia delle En- © RIPRODUZIONE RISERVATA

I controlli

Ieri A Courmayeur Gli ispettori


dell’Agenzia delle Entrate ieri hanno
controllato 30 esercizi commerciali
15 febbraio A Napoli 250 militari
hanno controllato 386 esercizi
commerciali: nell’82% dei
14 febbraio In concomitanza con la
prima serata del Festival di Sanremo,
il Fisco ha fatto controlli anche nei
30 dicembre Controlli del Fisco a
Cortina: numerose irregolarità e
tanti nullatenenti sorpresi a
tra bar, ristoranti e negozi negozi nessuno scontrino battuto locali vicino al Teatro Ariston bordo di Suv e auto di lusso

✑Come cambia
Imposte chi invece se le vedrà ridurre.
E qui dovrebbe entrare in scena l’algorit-
mo di cui dicevamo all’inizio: sarà identifi-

CASA E CATASTO cata una procedura matematica per ricon-


durre i valori fiscali attuali a quelli di mer-
cato redistribuendo i carichi tributari. Per
illustrare il concetto torniamo alla nostra ta-
bella delle città: abbiamo visto che ai fini

UN ALGORITMO Imu in Italia la differenza media è del 128%,


a Milano il valore scende al 70% e a Napoli
sale al 212%. Significa che a Milano l’impo-
nibile Imu dovrebbe scendere e a Napoli sa-

PER LE RENDITE
lire per arrivare in entrambi i casi a far pa-
gare le tasse che si pagherebbero oggi con
un gap del 128% rispetto al mercato. Già co-
sì l’operazione si prospetta cervellotica ma
si complica ancora di più se si considera
L’ipotesi di revisione del 5% che all’interno delle singole realtà urbane
ci sono spesso nelle zone centrali differen-
ze superiori anche il 500% tra i valori reali e
Le tasse sulla casa? Le deciderà un algorit- Con tutte le riserve dovute al fatto che si quelli che il Fisco computa attualmente
mo. Un termine inquietante di per sé ma tratta di medie all’ingrosso, una semplice mentre nelle periferie non è raro il caso in
che quando è legato al Fisco preoccupa anco- analisi su dati rilasciati dall’Agenzia del ter- cui catasto e mercato vanno a braccetto.
ra di più. Questo però è lo scenario che si ritorio mostra i termini della questione: il Per finire, la ciliegina sulla torta: i valori di
prospetta se l’esecutivo, come sembra pro- valore di mercato della casa tipo in Italia è mercato indicati dall’Agenzia del territorio
babile, inserirà nel pacchetto sulle semplifi- più alto del 267% rispetto al valore catastale non sono ancora davvero attendibili. Basta
cazioni fiscali della prossima settimana an- del medesimo appartamento. A Napoli e a guardare la tabellina dei valori medi per di-
che la delega per il riordino del Catasto. Pre- Palermo il gap è addirittura attorno al 400%
annunciata nella conferenza stampa di fine (o per dir la stessa cosa in altri termini: per
anno dal presidente del Consiglio, la modifi- il Fisco una casa vale un quinto rispetto al I dubbi di Confedilizia
ca si propone di rendere più equi i criteri di mercato), a Milano la differenza è del Per Sforza Fogliani dove si è
ripartizione tra contribuenti dell’imposizio- 172,7%, a Roma del 252%. Cambiando il tri- provato a legare le imposte al
ne fiscale. La strada identificata consistereb- buto cambiano anche i numeri: l’imponibi-
be nel legare gli imponibili ai valori di mer- le Imu è minore del 128,8% del mercato nel- valore di vendita si è corso il
cato, approfittando del fatto che l’Agenzia la media nazionale; per le imposte di trasfe- rischio di un «esproprio del bene»
del territorio monitora ogni sei mesi l’anda- rimento per la prima casa il valore ricavabi-
mento dei prezzi di case, uffici, negozi e la- le dall’applicazione degli estimi è del 232%
boratori in tutta Italia. più basso rispetto al prezzo di mercato, per mostrarlo: Milano costa in media meno di
Che vi sia un problema di equità nella de- le altre case il gap scende al 205%. Assodato Bologna, Firenze, Genova, o Napoli.
finizione degli estimi è innegabile: i dati sul- questo aspetto, la faccenda si complica Per questo cambiare le imposte solo con
la cui base si calcolano le imposte risentono enormemente, perché un adeguamento nu- un’operazione matematica ma senza il va-
del tempo (sono stati definiti nel 1992, in do e crudo dei valori senza una contempora- glio di ogni singolo immobile certo non dà
previsione della nascita dell’Ici) e hanno un nea rimodulazione delle aliquote portereb- garanzia di equità. Anche se l’Esecutivo lo
peccato originale: il dato base di estimo è da- be a un inasprimento della tassazione pres-
potrà fare senza il rischio di ricorsi da parte
to dal reddito (teorico) ricavabile dalla loca- soché insostenibile. Lo scopo sarebbe quel-
zione di un immobile; non importa se il pro- lo di rivedere imponibili e aliquote a inva- dei contribuenti, come spiega il presidente
prietario poi quel reddito non lo ricava per- rianza di gettito: questo però è quello che di Confedilizia Corrado Sforza Fogliani: «Al-
ché il suo guadagno è costituito dall’affitto nelle scorse settimane è trapelato ufficiosa- le commissioni tributarie si può ricorrere
risparmiato. Il problema è che quando è av- mente, sarà meglio verificare se e quando la solo per contestare errori formali ma mai
venuta la ricognizione del territorio per defi- delega sarà scritta nero sui bianco, anche contro il merito della stima fatta dall’Agen-
nire le rendite le locazioni delle case aveva- perché nella conferenza stampa citata Ma- zia del territorio. Il problema giuridico che
no valori (teorici perché nessuno affittava rio Monti non lo ha detto. Invarianza di get- si porrebbe è un altro: legando formalmen-
più) calcolati secondo i parametri risibili del- tito però non significa affatto che le impo- te le imposte ai valori di vendita degli im-
l’equo canone. I valori di base non sono stati ste non aumenteranno, ci sarà chi dovrà su- mobili e non al reddito che se ne può trarre
più toccati, nel tempo si è proceduto solo a bire un aumento sostenuto delle imposte e si cambia la natura del catasto come è previ-
un paio di tagliandi di manutenzione, au- sto nel nostro ordinamento. In Germania
mentando del 5% tutti gli estimi e ritoccan-
Il valore di mercato dove si è provato a farlo, la Corte costituzio-
do successivamente i coefficienti di moltipli-
cazione adottati per le singole imposte. Non nale ha bocciato la legge perché può com-
Il confronto tra Milano, portare una tassazione superiore al reddito
sfugge alla regola nemmeno la neonata Imu: Bologna, Roma e Napoli.
la rendita base per il calcolo dell’imponibile derivante dell’immobile e trasformarsi in
è sempre quella del 1992, rivalutata del 5% e La distanza rispetto ai valori di un esproprio progressivo del bene».
moltiplicata per 160 (anziché per 100 come mercato Gino Pagliuca
avveniva con l’Ici). © RIPRODUZIONE RISERVATA
10 Primo Piano Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

I precedenti
Il lavoro Il Cavaliere

Berlusconi e la noia da posto fisso non basta, la Bce deve diventa-


re «un prestatore di ultima

«Ho sempre affrontato sfide nuove»


istanza».
Il giornalista della Efe gli do-
manda se non si sia sentito tra-
dito dal presidente della Repub-
blica per essere stato indotto a
Il Cavaliere: leale appoggio a Monti. E non mi ricandido a premier dimettersi, propiziando così la
candidatura a successore di
Monti. «Niente affatto — è la re-
ROMA — Ormai Silvio Berlu- anche a proposito della battuta plica secca — sono stato io a
sconi parla principalmente con sulla «noia da posto fisso» che scegliere di fare un passo indie-
i giornali stranieri. Forse lo fa tante polemiche ha suscitato. Sul «Financial Times» tro pur avendo ancora la mag-
per scelta, per rassicurare que- «Monti — spiega il Cavaliere — Nella prima intervista gioranza nei due rami del Parla-
gli ambienti internazionali che voleva dire che nel mondo d’og- alla stampa estera dopo mento e senza che il mio gover-
lo ritenevano all’origine della gi, più di ieri, l’obiettivo non le dimissioni, il 3 febbraio no fosse mai stato sfiduciato.
scarsa credibilità italiana. O for- può essere mai il posto fisso, Berlusconi annuncia che L’ho fatto per senso di respon-
se l’assenza dalle cronache ita- ma il lavoro in sé. Monti non non si ricandiderà a premier sabilità e per senso dello Stato,
liane — ad eccezione dei com- voleva certo elogiare il precaria- nel 2013, anche se «mi per togliere pretesti a chi specu-
menti sull’exploit del Milan in to. E nessuno lo sa meglio di sento giovane: di recente ho lava sull’Italia».
Champions League — dipende me che nella mia vita non mi so- giocato a hockey con Putin» Del resto il suo impegno poli-
dal fatto che è distratto dalle no mai fermato né adagiato sui tico sarà diverso dal
sue vicissitudini giudiziarie e successi e ho affrontato sempre passato, non sarà
dai problemi delle sue aziende. nuove sfide». Aggiunge che più quello del front
In ogni caso, alla vigilia di un runner, ammetten-
importante vertice del Pdl alle do così che un ciclo
prese con il caso delle tessere
false e con le alleanze da stipula-
re per le amministrative, il Ca-
❜❜
Il professore non
sta concludendosi:
«Mi presenterò per
il Parlamento, ma
valiere rompe il silenzio che si non mi candiderò
è autoimposto da quando non voleva elogiare il alla presidenza del
siede più a Palazzo Chigi per precariato, ma dire Consiglio. Il Pdl ha
parlare con l’agenzia spagnola eletto all’unanimità
Efe, l’equivalente della nostra che l’obiettivo deve come segretario un
Ansa. E ciò che dice conferma essere il lavoro in sé giovane bravissi-
quanto lui va ripetendo da tem- Ex premier L’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, 75 anni, circondato da microfoni e telecamere Su «The Atlantic» mo, Angelino Alfano, che ha 35
po: «piena e totale lealtà a Ma- Pochi giorni dopo il mensile anni meno di me». Insomma,
rio Monti», che deve fare le ri- Monti è «nella condizione idea- avanti, a superare tutte le resi- personale. Della modifica del- la fiducia dei mercati e degli in- americano pubblica riassume Berlusconi, «tutta la
forme necessarie per tagliare le per realizzare le riforme che stenze. «Spero — insiste — che l’articolo 18 se ne deve potere vestitori dipendono in gran par- un’intervista dal titolo mia generazione deve fare un
lacci e lacciuoli che impedisco- il mio esecutivo non è riuscito riesca a renderlo più flessibile e discutere. L’articolo 18 non te dalla riforma del nostro siste- L’inverno di Berlusconi: passo indietro e lasciare spazio
no la crescita, compresa quella a portare a termine, anche per a realizzare un’effettiva libertà può essere un tabù». A suo tem- ma di relazioni lavorative». L’in- «Gli italiani sanno che sono ai più giovani, io avrò un ruolo
che «mira a modificare l’archi- la riluttanza dei partner della di concorrenza per restituire po, ricorda, «noi proponemmo citamento riguarda anche il mo- un bravo ragazzo. Sono un di padre fondatore, darò il mio
tettura istituzionale indispensa- nostra coalizione». E tra di esse competitività all’Italia». di cambiarlo almeno per i nuo- do con cui Roma deve farsi vale- playman, ma non ho niente contributo alla campagna elet-
bile per la governabilità dell’Ita- il Cavaliere indica quella del Il sostegno allo sforzo del vi assunti, ma la reazione, so- re a Bruxelles. «Da Monti — ar- di cui farmi perdonare» torale quando la parentesi del
lia». E rivolto ai suoi avverte: mercato del lavoro, con un tra- premier è totale. Dice infatti prattutto dei sindacati, fu furi- gomenta — mi aspetto pure governo tecnico si chiuderà».
largo ai giovani, non sarò il can- sporto tale da fare pensare che Berlusconi che Monti «potrà bonda». Eppure, constata oggi che faccia sentire la voce in Eu- Lorenzo Fuccaro
didato premier. Berlusconi sia un vero e proprio incitamen- contare per le riforme sulla lea- il Cavaliere, «produttività, cre- ropa con ancora maggiore for- twitter@Lorenzo_Fuccaro
prende le difese del Professore to rivolto al premier ad andare le collaborazione del Pdl e mia scita e occupazione, così come za e determinazione». Il rigore © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Primo Piano 11

» Approfondimenti Il mercato del lavoro

ROMA — Tocca agli ammortiz-


zatori sociali, ma già si litiga sul-
l’articolo 18. Domani i vertici del-
le associazioni imprenditoriali e
dei sindacati riprenderanno la
trattativa sulla riforma del merca-
to del lavoro, affrontando con il
ministro Elsa Fornero il capitolo
del sistema di assistenza a chi per-
de il lavoro, dalla cassa integrazio-
ne all’indennità di disoccupazio-
ne. Ma intanto le forze politiche
si scontrano sull’articolo 18 e le
norme sui licenziamenti, che sa-
ranno affrontate per ultime nel
negoziato e sulle quali anche le
posizioni tra le parti sociali e tra i
sindacati e il governo sono distan-
ti. Il segretario del Pd, Pier Luigi
Bersani, dice che «la modifica del-
l’articolo 18 ha poco o nulla a che
fare con i problemi che ha adesso
il mercato del lavoro». Il respon-
sabile Lavoro del Pd, Stefano Fas-
sina, attacca l’ex presidente del
Consiglio Silvio Berlusconi per il
quale l’articolo 18 non può essere
un tabù, accusandolo di «sabota-
re l’accordo». Che però, a dire il
vero, sui licenziamenti appare al

LA MOSSA DEL GOVERNO


momento impossibile, con la Cgil
contraria a qualsiasi modifica
mentre la Confindustria vorrebbe
aggravio dei costi.
lasciare il diritto al reintegro solo
Il ministro punta a due ammor-
sui licenziamenti discriminatori, tizzatori estesi a tutti i lavoratori,

PER LIMITARE IL PRECARIATO


sostituendolo con l’indennizzo in anche se con durate e caratteristi-
tutti gli altri casi. che diverse. Il primo, la cassa inte-
grazione, a sostegno dei lavorato-
L’articolo 18 ri di aziende in crisi temporanea.
Anche in mancanza di intesa Il secondo, l’indennità di disoccu-
con le parti sociali il governo pro-
cederà, al massimo entro marzo.
Con modifiche incisive, ma tenen-
Scontro sull’articolo 18. Freddezza di Bersani: i problemi sono altri pazione, per tutti quelli che per-
dono il lavoro, fortemente legato
a corsi di formazione e attività di
do conto delle proposte che Cisl, I contratti lati dall’articolo 18 (al termine il Gli ammortizzatori ricollocamento: chi rifiutasse una
Uil e Ugl hanno avanzato: tirar Fornero ha accolto la proposta Premio rapporto di lavoro può essere in- È il capitolo che verrà affronta- offerta di lavoro corrispondente
fuori dal diritto al reintegro i li- unanime di imprese e sindacati vece interrotto senza indenniz- to domani da Fornero e dalle par- al suo profilo professionale perde-
cenziamenti per motivi economi-
Saranno premiate le imprese
di fare dell’apprendistato il con- che trasformeranno zo). ti sociali. Anche qui il ministro ha rebbe il sussidio.
ci; riscrivere la fattispecie della tratto prevalente di ingresso al la- Per rendere l’apprendistato, indicato la direzione di marcia, A regime sparirebbe la cassa in-
giusta causa di licenziamento in voro per i giovani. Conviene alle l’apprendistato in assunzioni che adesso copre solo il 15% degli raccogliendo allo stesso tempo al- tegrazione straordinaria usata
modo da ricomprendervi con piccole imprese che, già con la ri- a tempo indeterminato occupati tra 15 e 29 anni, il con- cune richieste fatte dalle imprese per le chiusure d’azienda, l’inden-
chiarezza i casi gravi disciplinari; forma varata dal precedente go- tratto prevalente si studia come e dai sindacati, come quella di nità di mobilità che scatta subito
sospendere temporaneamente verno, fino a tutto il 2016 non pa- togliere di mezzo le forme di non mettere in discussione il si- dopo e soprattutto la cassa in de-
l’articolo 18 per i lavoratori preca- gano contributi (il 10% se hanno precarietà abusate: job on call, stema attuale almeno fino a tutto roga che, a differenza degli altri
ri che vengano stabilizzati; rilan- più di 9 dipendenti). Con questo Cassa integrazione partite Iva, associati in partecipa- il 2013. Di non togliere quindi lo strumenti, non è finanziata dai
ciare l’arbitrato volontario come contratto possono inoltre inqua- La Fornero ha accettato zione e contratti a progetto con strumento della cassa integrazio- contributi di imprese e lavoratori
via di risoluzione rapida del con- drare i giovani 2 livelli sotto quel- un unico committente. Con un ne in deroga con la quale si è tam- ma è tutta carico del bilancio pub-
tenzioso. Il mix delle decisioni fi- lo previsto per le mansioni svol-
di non mettere meccanismo di bonus-malus con- ponata la crisi in tante piccole im- blico. L’estensione degli ammor-
nali sull’articolo 18 dipenderà an- te, e beneficiano di una proroga in discussione il sistema tributivo verranno inoltre pena- prese e settori non coperti dagli tizzatori alle piccole imprese e ai
che da come nel frattempo saran- di un anno degli sgravi se alla fi- attuale fino a tutto il 2013 lizzate le imprese che prolunghe- ammortizzatori. lavoratori precari verrebbe ali-
no stati risolti gli altri capitoli del- ne del contratto (da 3 a 6 anni, in ranno i contratti precari (paghe- Ma, finita la fase transitoria, il mentata con contributi sulle stes-
la riforma. Finora governo e parti base al tipo di apprendistato) lo ranno di più) e premiate quelle sistema dovrebbe essere molto di- se piccole aziende (che sono con-
sociali hanno messo alcuni punti trasformano in un rapporto di la- che li trasformeranno in assunzio- verso, secondo Fornero, che però trarie) e dai maggiori versamenti
fermi sul sistema dei contratti e voro a tempo indeterminato. Ma ni a tempo indeterminato (paghe- si scontra con le resistenze delle sui contratti precari.
domani dovrebbero metterli su- conviene anche ai lavoratori che ranno meno, recuperando even- parti sociali, soprattutto commer- Enr. Ma.
gli ammortizzatori sociali. durante l’apprendistato sono tute- tualmente quanto già versato). cianti e artigiani, che temono un © RIPRODUZIONE RISERVATA

L’intervista L’ex ministro del Welfare: le norme sul reintegro costituiscono un’inibizione ad assumere e a farlo con contratti di qualità

«Avanti con la riforma anche senza accordo» aver rinunciato ad utilizzare la con-
trattazione aziendale per le sanzioni
sui licenziamenti, come hanno fatto
le parti sociali, ha portato alla reitera-
dei lavoratori che fanno il loro dovere Senatore tema dei licenziamenti disciplinari». zione di una richiesta d’intervento sul-
Sacconi: «Il cuore del problema e i giovani che aspirano a lavorare ri-
spetto alle minoranze di assenteisti o Maurizio Sacconi,
È spuntata anche l’ipotesi dell’ar-
bitrato sui licenziamenti.
l’articolo 18 da parte degli organismi
europei, che adesso non si accontente-

sono i licenziamenti disciplinari» disonesti che la norma e la giurispru-


denza rendono intoccabili».
Ma secondo lei il problema disci-
61 anni, senatore
del Pdl, è stato
ministro del
«È la strada che aveva già indicato
il nostro governo e che quello attuale
può concretizzare, come dice la legge,
rebbero più di quello che forse avreb-
bero accettato prima».
Se governo e parti sociali non arri-
plinare è davvero così serio? Lavoro dal 2008 in mancanza di un accordo tra le parti veranno a un accordo?
ROMA — «La riforma del mercato anche l’intervista dell’ambasciatore «Sì, per i motivi sopra detti e per- al 2011 (Ansa) sociali. L’arbitrato volontario può cer- «Il governo potrà recepire tutte le
del lavoro rappresenta la prova del no- americano in Italia al Corriere — de- ché basta che in un’azienda di 20 per- tamente favorire soluzioni rapide del- posizioni comuni tra le parti sociali
ve per il governo». E il Pdl non farà gli investitori esteri, delle organizza- sone ce ne sia uno incapace o infedele le controversie, ma non basta». come quelle già emerse in materia di
sconti, sembra dire l’ex ministro del zioni d’impresa che l’articolo 18 costi- per creare problemi di coesione e di Sarebbe sufficiente limitare l’in- ammortizzatori sociali, costo del lavo-
Lavoro Maurizio Sacconi. Finora l’ese- tuisca una fortissima inibizione ad as- efficienza». tervento a una sospensione dell’arti- ro, apprendistato. Ma su ciò per cui
cutivo «ha fatto bene a praticare un in- sumere e a farlo con contratti di quali- Il segretario della Uil, Luigi An- colo 18 per i precari stabilizzati e le non c'è accordo il governo ha il dove-
tenso ascolto delle parti sociali». Ma tà». geletti, propone di indivi- start up d’impresa? re di decidere senza subire veti. Altri-
sull’articolo 18 (licenziamenti) dovrà Il leader della Cgil, Susanna Ca- duare meglio le fattispe- «È paradossale che queste, che era- menti vi sarebbe un vero e proprio re-
procedere con decisione «senza con- musso, dice che al massimo si può cie della giusta causa. no alcune delle motivazioni quando gresso metodologico oltre che sostan-
segnare a nessuno il potere di veto». intervenire sui tempi delle senten- «Con lucidità ha così misi a punto il contestato articolo 8 ziale».
Sacconi non ha dubbi su cosa andreb- ze. Quello della Cisl, Raffaele Bonan- accettato di affrontare il che lasciava alle parti la contrattazio- È davvero convinto che si debba
be fatto: «Lasciare il diritto al reinte- ni, che si possono indennizzare solo ne delle deroghe all’articolo 18, ven- togliere l’articolo 18?
gro nel posto di lavoro sui licenzia- i licenziamenti individuali per moti- gano fuori ora come ipotesi di in- «No. Come ho detto, va corretto.
menti discriminatori mentre in tutti vi economici. tervento legislativo. Purtroppo Ma questo cambiamento avrebbe un
gli altri casi il lavoratore va adeguata- «Il cuore del problema sono i licen- significato in sé e per ciò che può in-
mente indennizzato in un contesto di ziamenti disciplinari. Oggi il datore di durre. Come fu per la scala mobile nel
maggiore tutela di disoccupati».
Il segretario del Pd, Pier Luigi Ber-
sani, dice che la modifica dell’artico-
lavoro sa che dovrà rinunciare a licen-
ziare i dipendenti infedeli o incapaci
perché consapevole che il giudice
❜❜
Sul lavoro l’esecutivo
1984, che ebbe un valore intrinseco
nel bloccare l’inflazione ma diede an-
che l’idea di un Paese che sapeva rea-
lo 18 non c’entra nulla con i proble- reintegrerebbe il lavoratore, magari gire con discontinuità. Anche questa
mi del mercato del lavoro e che non con 7-8 anni di ritardo, e dovendo non deve volta non bisogna fermarsi. Come si è
ha mai trovato un imprenditore che pagare tutti gli arretrati. Credo che consegnare visto sulle liberalizzazioni le resisten-
non abbia investito a causa di que- non sia interesse di nessuno che ze conservatrici si sono rivelate una ti-
sta norma. questo sistema vada avanti, nem- a nessuno gre di carta».
«Io so che è opinione di tutti gli or- meno dei sindacati che devono il potere di veto Enrico Marro
ganismi sovranazionali — e ricordo difendere la grande maggioranza © RIPRODUZIONE RISERVATA
12 Primo Piano
#
Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

I partiti Le scelte

Partito dei moderati,


timori sul piano di Casini
E il Carroccio avverte il Pdl: alleanza morta e sepolta
ROMA — «Penso che dopo stra alleanza». Ma Roberto Cal-
Comunali Monti nulla sarà più come pri- deroli gela le speranze del Ca-
ma...». L’avvertimento che valiere e seppellisce l’antico
Pier Ferdinando Casini ha lan- asse col Pdl: «L’alleanza è
Renzi ciato ai compagni di strada morta e sepolta».
spiega lo stato d’animo dei lea- Parole che spianano
a Palermo der alla vigilia delle ammini- la strada alle mosse di
strative, un test che molti nel Casini, determinato
«Che tristezza Pd e nel Pdl aspettano con ti-
more, come una sorta di big
a tirare dritto sulla
via del «chi ci sta, ci
i democratici» bang. Prova ne è la forza con
cui lo stesso Casini, per non
sta». Il traguardo,
ha spiegato il segre-
MILANO — «Non tiriamo il esasperare i rapporti tra i parti- tario dell’Udc Loren-
presidente dell’Ars per la ti, ha dovuto smentire di aver zo Cesa, è «un nuo-
giacchetta». Così il segretario
del Pdl Angelino Alfano
lanciato una scalata ostile sui
moderati del centrodestra:
vo partito di centro
moderato» in grado E Rutelli «lancia» Monti
commenta le indiscrezioni «La storia dell’Opa sul Pdl è ri- di superare il bipolari- «Nel 2013 ci sarà la fila per candidare
sulla possibile candidatura a dicola, di cosa stiamo parlan- smo e aggregare «partiti Monti», ha detto il leader dell’Api
sindaco di Palermo di do?». Eppure il tema tiene ban- e persone che la pensino al- Rutelli. «È adatto per la presidenza del
Francesco Cascio. «Sappiamo co, segno che l’idea di una lo stesso modo». E dunque, Consiglio o il Quirinale»
quanto lui ami la città. Di nuova forza politica modera- nel progetto dei centristi, l’U-
certo noi abbiamo ta, che raccolga l’eredità del dc, Fli, l’Api, il Pdl e anche il
individuato il meccanismo governo Monti e si candidi a Pd. Il pressing di Casini su un nuova offerta elettorale ha gittimare il governo», Bersani
delle primarie, ma puntiamo guidare l’Italia nel 2013, è di- Pier Luigi Bersani accusato di taglia fuori da solo». senso — sceglie la seconda Obiettivi continua a credere nel bipola-
a una grande coalizione e ventata centrale nel dibattito voler andare al voto ammini- Il Pd è al bivio. O la foto di via Marco Follini —. Se invece Il leader udc: qui non si rismo e non esclude l’abbrac-
speriamo di recuperare un politico. «Qui non si tratta di strativo con indosso «la coraz- Vasto, cioè l’alleanza con Ven- l’offerta elettorale resta quella tratta di passare dal 10 cio con Sel e Idv. «Penso che
rapporto con Grande Sud di passare dal 10 al 12 per cento za del vecchio», è destinato a dola e Di Pietro per un nuovo che c’è ora, trovo tutto di una riusciremo a compattare un
Gianfranco Miccichè, che non e di salvare 60, piuttosto che intensificarsi. Il leader dell’Udc centrosinistra, o il piano di Ca- noia mortale. La foto di Vasto al 12 % e di salvare 60, centrosinistra di governo che
condivide questo sistema. Se 80 parlamentari — alza l’asti- vuole che il Pd rompa con Sel e sini, dietro alle cui manovre è a coriandoli, non si può ri- piuttosto che 80 dia garanzie», risponde a Lu-
per allargare la coalizione cella Casini —. Ma non possia- Idv e non darà tregua ai demo- molti, al vertice del Pd, vedo- metterla insieme incollando i parlamentari. Ma non cia Annunziata che lo intervi-
dovessimo rinunciare alle mo essere da soli». cratici: «Chi non è capace di no l’approdo di una lista Mon- pezzi». Se Casini si dice «in im- possiamo essere da soli sta a Napoli. La fedeltà del Pd
primarie, lo faremmo». A dispetto delle dichiarazio- sintonizzarsi sugli italiani e in- ti. «Se tutto questo rimescola- barazzo» per l’alleanza del Pd al governo non è in discussio-
Alfano ha anche annunciato ni ufficiali, la caccia agli eletto- dulge alla difesa del passato si mento di carte prelude a una «con chi è impegnato a dele- ne, ma il leader chiede a Mon-
che nei prossimi giorni vedrà ri in libera uscita dai recinti tra- ti di metterci «un po’ più di so-
dizionali è aperta e il segreta- lidarietà». Quanto a Berlusco-
rio del Pdl, Angelino Alfano, Mossa contro il sindaco di Verona ni, Bersani ha voltato pagina:
prova a tranquillizzare i suoi: «Non mi interessa più... Non
«Non vedo nessuna Opa di Ca- è più nel mio mirino».
sini. Il leader udc sostiene che
ci vuole un’area moderata che
Parlamento della Padania: la Lega toglie l’incarico a Tosi Il presente è Monti e France-
sco Rutelli vede nel premier an-
sia forte e unita e questa mi Flavio Tosi privato della carica assunte di recente, «di Marco Reguzzoni, vicino al che il futuro. Parlando a «La
sembra una buona notizia. An- di vicepresidente del ispirazione nazionalista» e «cerchio magico» di stretta Zanzara» su Radio 24 prevede
che Berlusconi vede con favo- Parlamento della Padania. È quindi distanti dal federalismo osservanza bossiana. Roberto che nel 2013 il premier «sarà
re una riunificazione nel cam- l’ultima mossa della guerra padano. «Tosi non era mai Maroni commenta su Facebook: corteggiatissimo» e che per
po dei moderati...». Con il Pdl interna al Carroccio tra il presente alle riunioni ed era «Non so nulla della decisione di candidarlo o andare con lui «ci
che avverte l’urgenza delle alle- sindaco «maroniano» di Verona, inutile che occupasse quella sostituire Tosi nell’ufficio di sarà la fila». Tornerà a Palazzo
anze in vista delle amministra- che vuole correre alle prossime carica — ha spiegato il senatore presidenza del Parlamento della Chigi o salirà al Quirinale? «È
tive, l’ex premier si augura che amministrative con una lista Piergiorgio Stiffoni —. Così Padania, ma sono certo che è un adatto per entrambe le cari-
Casini abbia «la saggezza» di personale, e i vertici del suo Maroniano l’ufficio di presidenza, diretto da fatto regolamentare (anche se che». La questione agita il Pdl,
capire come i moderati possa- partito, che non gradiscono la Flavio Tosi, Calderoli, ha preso la sgradevole) e non politico. tanto che a Casini tocca aggiu-
Miccichè, che replica: no vincere «solo se restano uni- sua «troppa» indipendenza. sindaco di Verona, decisione». Il posto di Tosi sarà Forza grande sindaco, verrò a stare il tiro: «Io avrei candida-
«Apprezziamo l’apertura di ti». E anche a Bossi, Berlusconi Ufficialmente, Tosi è stato farà una sua lista preso da Gianpaolo Dozzo, da sostenerti in campagna to Monti e Passera? Ma se non
Alfano sulle primarie ma lancia segnali di fumo quando sollevato dall’incarico per alle prossime poco nominato anche elettorale nella città degli li ho nemmeno nominati...».
questo aspetto non è dice che la scelta della Lega di assenteismo. Ma sulla decisione amministrative capogruppo del Carroccio alla innamorati». Monica Guerzoni
risolutivo. Se il Pdl avrà stare all’opposizione di Monti hanno pesato anche le posizioni Camera, dove ha sostituito © RIPRODUZIONE RISERVATA mguerzoni@rcs.it
proposte serie le ascolterò e «non significa la fine della no- © RIPRODUZIONE RISERVATA

ne parlerò con i dirigenti del


partito, ma i rapporti solidi si
costruiscono con
comportamenti coerenti». Tensioni La riforma in discussione non piace a Idv e Sel. Ed è già criticata dal «popolo dei referendum»
Intanto, ieri a Palermo sono
dola che Antonio Di Pietro hanno
arrivati il sindaco di Firenze
Matteo Renzi e l’ex direttore
di Canale 5 Giorgio Gori per
sostenere Davide Faraone
Effetto primarie, il Pd frena sul proporzionale già cominciato a protestare per
una legge elettorale che favorireb-
be invece Pier Ferdinando Casini,

«L’accordo rischia di sembrare un inciucio»


(foto sopra), uno dei quattro perché costringerebbe il Terzo po-
candidati alle primarie del Pd. lo a stare insieme e a non sfasciar-
Il partito, però, punta si e regalerebbe al leader dell’Udc
ufficialmente su Rita il ruolo di ago della bilancia nella
Borsellino: e proprio sui fondi prossima legislatura.
che i democratici avrebbero ROMA — Se non ci fossero state era questo il titolo a caratteri cubi- be la fine dell’alleanza con Sel e Idv. Sono questi tutti i problemi di
fornito per la campagna le primarie di Genova, il Partito de- tali dedicato dal quotidiano di An- Entrambi vogliono che nella legge Sul «Riformista» cui Bersani deve tener conto nella
mocratico non sarebbe così pru- tonio Padellaro all’intesa sulle rifor- vi sia un premio di maggioranza ve- trattativa che ha aperto con Alfano
elettorale della sorella del
dente sulla riforma elettorale. Ap- me siglata da Angelino Alfano, Pier ro e proprio. e Casini. Il segretario si dice convin-
giudice ucciso dalla mafia nel
parentemente non sembra esservi Luigi Bersani e Pier Ferdinando Ca- Leader Ieri Bersani si è affrettato a preci- to che sia «necessario uscire da un
’92 Faraone ha polemizzato
alcun nesso tra le due cose, ma così sini. Senza contare che anche all’in- Pier sare di continuare a credere nella Reichlin contro meccanismo iper-maggioritario
venerdì, chiedendo le
dimissioni del tesoriere
non è. Anzi. Quelle consultazioni
in cui le due candidate del Pd sono
terno dello stesso Pd il segretario
ha dei problemi. Arturo Parisi, mag-
Luigi
Bersani,
«dialettica bipolare, che è utile alla
politica». Ma non è bastata questa
Macaluso che ha portato dei guai enormi».
Ma nel contempo si rende conto di
Antonio Misiani. «Mi fanno state sconfitte da Marco Doria e la gioritario a oltranza, non demorde. 60 anni, sua affermazione a fugare i sospetti Scontro sul Riformista tra non poter assolutamente dare al-
tristezza questi politici che revisione del Porcellum sono in re- E Rosy Bindi dà anche lei del filo segretario di quanti temono che con il propor- il direttore del giornale, l’esterno l’impressione che nel Pa-
dicono: "per fortuna ci sono i altà strettamente connesse. da torcere su una riforma del Partito zionale si torni indietro. Insomma, Emanuele Macaluso, e lazzo si stia cercando un inciucio
tecnici perché noi non Il risultato del capoluogo ligure, elettorale che sancireb- democratico la situazione è tale da spingere Bep- Alfredo Reichlin, che lo che permetta all’attuale classe poli-
sapremmo farle queste cose"» infatti, ha messo in allarme il grup- pe Fioroni a confidarsi con un ami- accusa di troppe critiche tica di perpetuarsi anche nella pros-
ha detto Renzi. «Attorno a po dirigente di Largo del Nazareno. co senatore utilizzando queste paro- sima legislatura. Tanto
Faraone c’è un gruppo di Gli elettori di centrosinistra che le: «Secondo me alla fine non si fa- più che questa intesa
ragazzi che sta sfidando i hanno preferito un outsider a Ge- rà nessuna riforma elettorale». verrebbe siglata con Sil-
colossi delle alleanze e la nova, e prima ancora quelli che a Peraltro, se con la revisione del vio Berlusconi. E nella
burocrazia dei partiti che da Milano, Napoli e Cagliari avevano Porcellum passasse anche la ridu- Rete c’è già chi ironizza
sempre determinano la già fatto questa scelta, il popolo dei zione del numero dei parlamentari su questo non piccolo
politica in Sicilia. Come referendum e, più in generale, (su cui Bersani, Alfano e Casini particolare e a questo
Davide contro Golia, i giochi quel mondo che gravita a sini- hanno trovato un’intesa di proposito ricorda i tem-
di alleanze li lasciamo a chi se stra e non ama più i partiti tradi- massima), significherebbe che pi della Bicamerale. An-
ne occupa per mestiere» zionali, potrebbero mai accetta- per Sel, Idv, Pdci e Rifondazio- che perché non è detto
© RIPRODUZIONE RISERVATA re una riforma elettorale propor- ne comunista diventerebbe — e questo è un altro
zionale, frutto di un accordo con assai arduo, se non impossibi- al Pd: «Non dei timori dei vertici del Partito de-
il Pdl di Silvio Berlusconi? È que- le, essere rappresentati alla Ca- guasterebbe meno mocratico — che Berlusconi, esat-
sto l’interrogativo che insegue i mera e al Senato. Di fatto la ri- supponenza da parte di tamente come allora, faccia saltare
dirigenti del Pd dalle primarie di forma su cui si sta ragionando chi per anni non è stato il tavolo della riforma elettorale, la-
Genova. E ieri la lettura del Fatto alzerebbe la soglia di sbarra- un osservatore ma un sciando il Pd in mezzo al guado.
Quotidiano ha confermato dubbi e mento facendo fuori i partiti a protagonista politico». Maria Teresa Meli
timori. «Pdi, partito dell’inciucio»: sinistra del Pd. E sia Nichi Ven- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Primo Piano 13 #

❜❜ Portiamo a termine il rinnovamento: dirigenti, sindaci o


governatori nominati dall’alto non funzionano Fabrizio Cicchitto, Pdl

Il centrodestra Domani vertice da Berlusconi. E Alemanno: il segretario saprà fare luce su qualsiasi aspetto

Tessere sospette, interviene Alfano


Il leader pdl dopo i casi a Modena, Salerno e Bari: polemiche superate
ROMA — Le tessere sospette tocca poi al capogruppo Fabri- Da Nord a Sud Denis Verdini, uno dei coordi-
attribuite a Modena, Salerno e zio Cicchitto fare un passo in natori nazionali inviato da Alfa-
Bari sono le spine nel fianco del più verso la fase congressuale: no come commissario in que-
Pdl che ora, soprattutto a livello «Il Pdl deve portare a termine il sta provincia. Verdini deve
di vertice, si stringe intorno ad rinnovamento indicato da Alfa- sbrogliare la matassa del con-
Angelino Alfano per sostenerlo no, che consiste in primo luogo gresso rinviato dopo le denun-
in questa delicata fase di transi- nell’eleggere, con il voto degli ce della deputata locale Isabella
zione che sta iniziando a speri- iscritti nei congressi, i dirigenti Bertolini (lei sponsorizza la co-
mentare la novità assoluta dei provinciali e cittadini del parti- ordinatrice Claudia Severi) e
congressi locali e delle primarie to». Perché, insiste Cicchitto, dell’ex sottosegretario Carlo
per le cariche elettive (già testa- «come si è visto che non funzio- Giovanardi (lui sostiene Enrico
te a Frosinone). Così — mentre nano i deputati eletti dall’alto, Aimi). Acque agitate anche a Sa-
la campagna del tesseramento così non funzionano molto ne- lerno in vista del congresso pro-
chiusa in autunno, con l’annun- anche i dirigenti del partito o i vinciale che, però, secondo il
cio di oltre un milione di iscrit- sindaci o i presidenti di regione Modena L’onorevole coordinatore campano Nitto
ti, lascia una scia di veleni — il nominati dall’alto». Isabella Bertolini ha Francesco Palma dovrebbe co-
Al centro segretario del Pdl invia un mes-
saggio rassicurante a tutte le
Eppure, per Alfano, i fronti
ancora aperti non sono pochi.
accusato i due
avversari della sua
munque tenersi il 15 marzo: lì
sono in campo il presidente del-
Pier Ferdinando anime del partito. E lo fa dalla Alla vigilia del vertice convoca- candidata di aver la Provincia Edmondo Cirielli,
Casini, 56 anni, sua Sicilia, impegnata in questo to per domani sera da Silvio gonfiato le tessere: che può contare su 22 mila tes-
ieri al congresso fine settimana nelle «primarie Berlusconi, la macchina del par- «Almeno 600 sono serati, e l’ex ministro Mara Car-
regionale dell’Udc della libertà» per le prossime tito cerca di tamponare alcune state sottoscritte da fagna con le sue 3 mila adesio-
a Bari. Venerdì amministrative: «Le polemiche falle. Tutto bene a Forlì, dove originari del Casertano ni. Per Nitto Palma, tuttavia, «è
il leader centrista sui falsi tesseramenti sono supe- ha vinto Stefano Gagliardi, e calabresi» quasi fisiologico che in un parti-
aveva annunciato rate dalla presenza di tanti mili- mentre a Modena oggi arriva to così grande ci sia qualche
che quello che si terrà tanti, venuti a votare anche qui anomalia nel tesseramento: se i
a maggio sarà, a Palermo. Spesso siamo stati sospetti riguardano tessere inte-
per il suo partito, accusati di essere un partito pri- In missione state a persone decedute o inesi-
un congresso vo di democrazia, questa, inve- Oggi Verdini arriva a stenti, tutto questo non influen-
«straordinario» ce, è una giornata di grande de- Modena da zerà il congresso. Da noi non si
per creare «un mocrazia nel partito». vota per delega ma presentan-
contenitore con Ad Alfano è arrivato subito commissario dopo le do un documento».
caratteristiche l’appoggio del sindaco di Ro- accuse della Bertolini Vicenza La Procura Rimane poi sullo sfondo il se-
diverse» da quelle ma, Gianni Alemanno: «Sono indaga sulle tessere condo girone, quello dei con-
degli attuali poli, convinto che il segretario Alfa- gonfiate: migliaia di gressi regionali. La deputata
«che sia in condizione no sia perfettamente in grado, e persone (persino Nunzia Di Girolamo, di Bene-
di porsi come elemento lo sta dimostrando, di fare luce A rischio dirigenti di Lega e vento, condivide la proposta di
di guida dell’Italia e degli su qualsiasi aspetto che non sia Rischi sul congresso Udc), risultano iscritte «alcuni colleghi lombardi» di
italiani» (foto Arcieri) chiaro». È ottimista anche l’ex provinciale di Salerno. a loro insaputa al Pdl. I mettere in calendario, al Tavolo
ministro Mara Carfagna: «Ci at- nomi sarebbero copiati delle regole, anche questa parti-
tende una sfida molto impegna- Ma Nitto Palma: si terrà dagli elenchi delle ta del Pdl.
tiva ma sono certa che il nostro il 15 marzo associazioni venatorie D. Mart.
partito ne uscirà rafforzato». E Segretario Angelino Alfano, 41 anni, al congresso pdl di Palermo © RIPRODUZIONE RISERVATA

Vicenza Berlato e le due valigie di «tesserandi»: fra loro defunti, leghisti e l’ex pd Calearo. Indaga la magistratura

L’uomo da 16 mila iscritti e le accuse Savona Dopo un


esposto presentato da
un consigliere
comunale del Pd che si lunga...». L’interessato, non poten-

«Nomi falsi? Non sta a me controllare» è trovato iscritto al Pdl,


la Procura ha aperto
l’inchiesta sulle false
tessere: nel mirino
centinaia di iscrizioni
do negare di essere andato a Roma,
abbozza una difesa: «Non sapevo
che parte delle tessere erano incom-
plete... Non spettava a me controlla-
re... E comunque non si tratta di
MILANO — L’uomo con la vali- ra), che in quella valigia c’era lo zam- Massimo Calearo. E fosse finita qua. il politico di riferimento (sono state effettuate online iscrizioni al Pdl, ma di proposte di
gia. La valigia dei miracoli. Da far pino o di un grande prestigiatore o A rendere ancora più amara l’incoro- loro, le amate doppiette, a garantire adesione...». Storia antipatica: «Uf-
impallidire Mary Poppins. In quel di un aspirante truffatore. È saltato nazione di Berlato ci si è messo pure il servizio d’ordine al congresso che fa, è solo una bolla di sapone — con-
giorno di fine ottobre scorso, nelle fuori che, di 16 mila tessere, una il «fuoco amico» di quelli di Striscia lo ha visto trionfare). tinua —, saranno una trentina le tes-
stanze azzurre della sede romana buona metà è, per così dire, «ano- che, spedito a Vicenza l’inviato Mo- Al telefono, Berlato conferma la sere anomale su 16 mila: e io avrei
del Pdl, Sergio Berlato, 52 anni, sfo- mala», taroccata. E per scoprirlo reno Morello, hanno scoperto che sua vena di «orgogliosissimo caccia- bisogno di 30 nomi quando alle Eu-
derava per la gioia dei flash il sorri- non ci sono voluti i Ris: è bastato tra i tesserandi comparivano, a loro tore». Tiratore implacabile, ropee ho preso 29 mila preferen-
so di un tempo, quello di rappresen- scorrere i nomi degli aspiranti tesse- insaputa, i nomi di molti aderenti al- pum-pum, pronto a rivoltare ogni ze?». E tutti quei cacciatori inseriti a
tanza, di quando girava per l’Italia rati per imbattersi in defunti, iscritti l’Associazione Cacciatori Veneti, di accusa in proiettili (verbali) contro loro insaputa? Una coincidenza,
vendendo materiali per l’edilizia: ad altri partiti come Rifondazione e cui Berlato è da sempre, oltre che il nemico di turno. «Sono tutte scioc- Bari La Procura ha onorevole? «Ci sarà stata qualche
prima, molto prima, di darsi alla po- Lega o in parlamentari come l’ex pd iscritto, l’indiscusso nume tutelare, chezze — tuona — messe in piedi acquisito i documenti
litica, conquistandosi in Veneto a dai miei avversari per far scoppiare nella sede barese del
colpi di preferenze e sane sgomitate
un posto in Consiglio regionale, poi
un assessorato e infine uno scranno
Le buste
Sergio Berlato,
lo scandalo e tentare di non far svol-
gere il congresso, dove, sapevano,
avrei stravinto...». È una guerra tut-
Pdl, nell’ambito di
un’inchiesta sulle
tessere fantasma: dei
❜❜
Sono tutte sciocchezze
al Parlamento europeo. In quel gior- 52 anni, ta interna, tra ex An ed ex forzisti. 6.500 iscritti al
no romano di fine ottobre, Berlato europarlamentare La corrente che fa capo a Giancarlo partito, 139 risultano messe in piedi dai miei
era l’immagine della felicità. E come del Pdl, nelle foto Galan, ex governatore veneto ed ex residenti al numero avversari per non far
dargli torto? Quelle due valigie blu, che ha pubblicato ministro, dopo aver disertato per 10 di via Colaianni
dimensione extralarge, conteneva- sul suo profilo Facebook, protesta il congresso, non molla la svolgere il congresso
no la bellezza di 16 mila tessere dove mostra le migliaia presa: «Le tessere? Tutte fasulle — dove avrei stravinto
d’iscrizione al Pdl, tutte raccolte a Vi- di tessere che ha raccolto ha detto Galan alla Stampa —, il ca-
cenza (che di abitanti, per la crona- in provincia di Vicenza so di Berlato con la valigia la dice
ca, ne fa poco più di 100 mila) in vi- forzatura, ma io non c’entro: ho
sta del congresso provinciale, al qua- compilato solo la mia tessera...».
le Berlato si presentava con un uni- Magari qualche amico ha esagerato,
co slogan: stravincere e diventare, qualcuno che voleva farsi bello al
lui ex di An, leader di tutto il Pdl vi- Salerno La Dda ha suo cospetto.
centino. Un’ipoteca sul futuro, quel- disposto il sequestro «Non so. Se anche fosse, si è trat-
le due «24 ore» piene di tessere: qua- di 26.000 tessere del tato di un’operazione inutile: quelle
le dirigente romano, di fronte a tan- Pdl per presunte tessere non sono utilizzabili al con-
to bendidio, e con i tempi che corro- irregolarità e sospette gresso dove ci si deve presentare di
no, gli avrebbe mai negato il trono infiltrazioni persona...». D’accordo, ma in fase
di segretario? E così è stato. Candi- camorristiche: tra gli precongressuale pesano: lei alla fi-
dato unico con la benedizione di Al- iscritti under 14 (sotto ne è stato l’unico candidato. «Sì, ma
fano. Elezione centrata. Sogno coro- l’età prevista dallo ha deciso Roma, io volevo il con-
nato. statuto) e defunti fronto. Senta, le confesserò una co-
Però, da allora, Berlato ha perso il sa...». Dica. «Quando il mio staff mi
sorriso. Perché è saltato fuori, con ha detto che le tessere a Vicenza era-
tanto di denuncia alla Procura della no 16 mila, ci sono rimasto male, ne
Repubblica di Vicenza e conseguen- volevo di più...».
te inchiesta per falso continuato in Francesco Alberti
atto privato (nessun indagato fino- © RIPRODUZIONE RISERVATA
14 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Esteri
Voci di un possibile I fronti
attacco dell’esercito
ebraico in autunno
con Obama in piena
campagna elettorale

Militare dell’Us Navy c’è il timore che — in


Il fronte caso di crisi — gli iraniani possano
militare vede lanciare battelli guidati da kamika-
in questi giorni ze. E a Teheran i pasdaran, che se-
la Repubblica guono attentamente ciò che scrivo-
Islamica in no di loro, stanno al gioco. Forse si
attività divertono anche. Il problema è non
soprattutto sui fare errori di valutazione. Senza ca-
mari: la sfida dere in mezzo a qualche incidente
delle due navi che può diventare qualcosa di più se-
entrate in rio. Gli iraniani sono più furbi di Sad-
Mediterraneo dam, ma dovrebbero ricordarsi che
e la risposta sono sotto sorveglianza. E correre
simbolica dei sul filo può diventare rischioso. Così
battelli veloci inviando navi verso i porti siriani

Navi iraniane nel Mediterraneo dei Pasdaran


all’inseguimen-
to della Us
Navy, in
manovra nel
danno ragione alle denunce statuni-
tensi sull’appoggio consistente ga-
rantito al regime di Bashar Assad.
Un sostegno prima politico e poi mi-
litare.

Gli ayatollah mostrano i muscoli Golfo


Nucleare
Le speranze di
una ripresa
delle trattative
L’aria che tira non è buona, anche
se non dispera di far ripartire le trat-
tative sul nucleare. Lo confermano i
pareri raccolti dal quotidiano britan-
nico Guardian nell’amministrazione
La sfida di Teheran, le minacce di Israele, la preoccupazione di Washington sul nucleare
sono ridotte e
l’effetto delle
Usa. A Washington ritengono che le
sanzioni falliranno e che Israele po-

WASHINGTON — Gli americani regioni più remote. Da due anni un Fatte le debite proporzioni tra lo sfida nei confronti dell’Us Navy nel sanzioni
contro L’asse con la Siria
mandano la loro flotta attraverso
Hormuz e gli iraniani rispondono
mostrando bandiera — e muscoli —
inviando due navi nel Mediterraneo.
2 paio di unità sono impegnate nell’at-
tività anti-pirateria in Somalia e al-
tre navi «strane» sono state segnala-
te sulle rotte Africa-Estremo Orien-
schieramento iraniano e quello dei
potenziali avversari, è chiaro che in
questa fase Teheran non vuole resta-
re indietro. E mescolando annunci
Golfo Persico. Gli iraniani hanno
spedito i loro battelli veloci ad inse-
guire il «Carrier Strike Group Nine»,
il gruppo d’attacco guidato dalla por-
Teheran si
prevede
limitato. La
minaccia di un
L’invio della flotta verso i porti
siriani dà ragione alle denunce
Usa di un appoggio
La fregata «Shaid Qandi» e l’unità Le navi nel te. In particolare un cargo — armato ad effetto — sul nucleare, sulle ritor- taerei «Lincoln» che ha di recente attacco
d’appoggio «Kharg», dopo aver attra- Mediterraneo: e dotato di gru — sorpreso dagli in- sioni contro l’Europa, sul negoziato, varcato la porta di Hormuz. Come i israeliano
consistente al regime di Assad
versato Suez, sarebbero giunte nel la fregata diani in movimenti poco chiari. Nei in campo militare — cerca di ripren- lillipuziani con Gulliver, sciami di all’Iran è più
porto siriano di Tartus per esercita- «Shaid Qandi» prossimi mesi, poi, la Marina ha an- dere l’iniziativa. Una risposta eviden- motoscafi veloci simulano incursio- concreta
zioni con la locale Marina. Movimen- e l’unità nunciato di voler inviare una nave te alle minacce — quotidiane — di ni e attacchi, tenendosi comunque a Politico trebbe lanciare un’operazione milita-
ti monitorati dagli israeliani e dagli d’appoggio nell’Atlantico. Una presenza simboli- attacco. distanza di sicurezza. Il potere di fuo- L’arrivo delle re tra settembre e ottobre. Una «sor-
americani che, nonostante la supe- «Kharg» ca che racchiude un significato poli- La «crociera» in Mediterraneo, in- co americano è superiore ma come due navi ieri a
presa d’autunno» favorita dalla vigi-
riorità dei loro mezzi, non si fidano tico. fatti, si accompagna alle manovre di hanno ribadito in questi giorni fonti lia delle presidenziali americane. Il
Tartus, sulla
troppo delle mosse dei mullah. premier israeliano Netanyahu è con-
costa siriana, vinto che Barack Obama potrebbe fa-
L’ingresso delle navi è stato an- ribadisce
nunciato dal comandante in capo re ben poco per frenarlo a meno di
l’appoggio di non voler alienarsi quell’elettorato
della Marina, ammiraglio Habibol- Teheran a
lah Sayyari, e «benedetto» dalla gui- che ritiene l’Iran una minaccia e Isra-
Damasco, ele un alleato da proteggere sempre.
da Alì Khamenei. Un modo per sotto- motivo di Di questo e di altro parlerà a Gerusa-
lineare la compattezza in questo mo- ulteriore lemme in queste ore l’inviato specia-
mento difficile e rimarcare — come attrito tra le di Obama, Tom Dillon. A Washin-
ha detto lo stesso ufficiale — «la po- l’Iran da un gton sorvegliano i minareti di Tehe-
tenza della Repubblica islamica». La lato e ran ma sono ben attentati a quello
missione ripete nella sostanza quel- l’Occidente e i che fanno sotto la torre di David.
la di un anno fa, quando, sempre la Paesi del Golfo Guido Olimpio
«Kharg» e un’altra fregata, si fecero dall’altro golimpio@rcs.it
vedere in Mediterraneo. Teheran, Facite ammuina Il leggendario (ma Diplomazia delle cannoniere Mostrare bandiera La missione iraniana Nelle foto: Twitter @guidoolimpio
che dispone di un naviglio ridotto falso) ordine contenuto nel Regolamento Inventata dai britannici nel XVIII secolo di queste ore ripete nella sostanza quella atlete iraniane © RIPRODUZIONE RISERVATA

per questo tipo di missioni (poche della Real Marina borbonica del 1841: in e molto utilizzata dagli americani nel di un anno fa, quando la stessa unità si esercitano
fregate e alcuni sottomarini russi), è sostanza fare confusione per confondere XX: consiste nell’esibizione della propria d’appoggio, la «Kharg», si fece vedere in arti marziali
IL COMMENTO
intenzionata ad allargare il proprio il nemico. Ispirato a un fatto vero forza per indurre il nemico a capitolare con un’altra fregata nel Mediterraneo giapponesi di Fareed Zakaria
orizzonte operativo. Non solo in dife- (Reuters) nelle Idee&opinioni
sa delle proprie acque ma anche in

Crisi internazionale Il caso degli attivisti Usa a processo al Cairo e la minaccia della Casa Bianca di tagliare gli aiuti miliardari in vigore dal 1979

Egitto, la ministra nemica dell’America fa tremare i generali


Una crociata contro gli Usa to, con il divieto di lasciarlo. Il di bloccare gli aiuti versati an- quei soldi ad aver infuriato la con l’America per aver abban- «crociata» è ormai fuori con-
(e Israele) lanciata dalla donna processo è fissato per il 26 feb- nualmente all’Egitto dalla pace ministra: 20 milioni prima ge- donato i Mubarak da un giorno trollo. I Fratelli Musulmani, pri-
forse più potente d’Egitto ha braio. Il rischio per gli imputa- di Camp David nel 1979: 1,3 mi- stiti da lei, ora versati diretta- all’altro. E la Storia insegna, an- ma forza nel nuovo parlamen-
causato la crisi internazionale ti, accusati di aver agito «senza liardi di dollari per spese milita- mente alle Ong bandite. Ma che a chi non ha un passato di- to, non solo hanno appoggiato
più profonda e imbarazzante licenze» e con «fondi illeciti» al ri, 250 milioni per lo sviluppo. Abul Naga, dicono i media egi- plomatico come la signora, che la campagna della ministra —
per la Giunta militare al potere fine di minare la «sovranità del- Sarebbe proprio una parte di ziani, si sta anche vendicando un nemico esterno in una fase benedetta pure da Al Azhar —
da un anno. Fayza Abul Naga, l’Egitto», sono anni di carcere. di caos distoglie il risentimen- ma minacciano di cancellare il
amica intima dell’ex first lady Ma in gioco non c’è solo la to della gente (e degli elettori: trattato con Israele se gli Usa
Suzanne Mubarak, ministra del- sorte degli attivisti, tra cui figu- voci non confermate la danno bloccano gli aiuti, parte di
la Cooperazione internazionale ra Sam LaHood, figlio del mini- interessata a candidarsi a raìs Camp David. I salafiti di Al Nur
con il vecchio regime poi con- stro ai Trasporti, rifugiatosi nel- in maggio, anche se con zero hanno indetto una sottoscrizio-
fermata dai generali, in dicem- l’ambasciata Usa sul Nilo. La possibilità di vittoria). ne pubblica per rimpiazzare i
bre ha iniziato a indagare sulle lunga, in apparenza inossidabi- Difficile capire cosa pensi la dollari di Obama.
Ong americane al Cairo accu- le alleanza tra Washington e il Giunta, come sempre poco tra- Analisti e diplomatici si chie-
sandole di «voler dirottare la ri- Fayza Abul Naga Cairo è infatti a rischio. I tenta- sparente. Pare che il capo, gene- dono chi ci sia dietro a tutto
voluzione nell’interesse di Usa Ministra della tivi dell’amministrazione Oba- rale Tantawi, abbia tentato di ciò, se sia a favore o contro i ge-
e Israele, seminare il caos, mi- Cooperazione ma di convincere i generali a dissuadere Abul Naga, che i mi- nerali. Nella confusa transizio-
nare la democrazia egiziana». internazionale dal 2004, chiudere il caso sono falliti: per- litari siano divisi. Tradizional- ne egiziana, le certezze sono
Dopo le parole i fatti: chiuse prima donna araba fino la segretaria di Stato Hil- mente alleati (e finanziati) da- davvero poche. Se non che il
quattro Ong americane, denun- sottosegretario agli Esteri, lary Clinton e il capo del Penta- gli Usa, alle prese con una crisi Paese non aveva bisogno di
ciati 43 loro attivisti, alcuni ara- amica di Suzanne gono Leon Panetta sono inter- economica terribile, anche a lo- aprire questo nuovo fronte.
bi, altri occidentali tra cui 19 Mubarak, 61 anni venuti, invano. E ora dal Con- ro può però far gioco distrarre Cecilia Zecchinelli
statunitensi. Sette sono in Egit- gresso Usa monta la richiesta Alleati I generali Martin Dempsey e Mohammed Tantawi (Reuters) il malcontento. E comunque la © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Esteri 15

L’intervista L’emendamento per rinviare la pensione dei diplomatici in scadenza non sarà ripresentato alla Camera. Sarebbe costato 10 milioni di euro all’anno

«Troppe speculazioni sulla Farnesina con persone che rappresentano il meglio della
professionalità. Soprattutto i giovani e le don-
ne, ai quali intendo dare sempre più spazio.

Rinuncio alla norma salva ambasciatori»


Quanto al provvedimento di cui parliamo, ho
pensato alla competitività del sistema Paese
non ai casi singoli. Questi ambasciatori non
avrebbero problemi a ricollocarsi, se restano
lo fanno per il Paese. Dopodiché le speculazio-
ni sono sempre possibili, come sul presunto
Il ministro Terzi: mi rimetto al Parlamento, ma non era una legge ad personam caso con Giampiero Massolo».
Ecco, a proposito. Continuano ad arrivare
segnali di un rapporto contradditorio tra lei
ROMA — «Non era una legge ad personam Chi è e il segretario generale della Farnesina Mas-
ma un modo per salvaguardare la funzionalità solo. Di per sé non è una notizia positiva. Ci
di alcune ambasciate importanti. Il no ci cree- Giulio Terzi, nato spiega quali sono i vostri rapporti?
rà qualche problema ma mi rimetto alla deci- a Bergamo nel
sione del Parlamento. Finisce qui». Davanti ad 1946, è stato

65
un caffè, il ministro degli Esteri Giulio Terzi nominato
racconta cosa c’è dietro l’emendamento che ministro degli
avrebbe evitato la pensione a nove ambasciato- Esteri lo scorso anni l’età pensionabile per gli
ri. Un tentativo bloccato dal presidente del Se- 11 novembre. ambasciatori. La proroga
nato Renato Schifani che ha giudicato la nor- Laureato in avrebbe «favorito» 9 diplomatici
ma «non attinente» al decreto Milleproroghe. Giurisprudenza,
Ministro, dunque era sua quella richie- dagli anni 70 ha «Siamo amici da trenta anni, senza l’aiuto e
sta? alternato il sostegno di Giampiero tutto quello di buono
«Sì, ma non è un mistero. Nel 2010 l’età del- missioni che stiamo facendo non sarebbe possibile. Ho
la pensione per i diplomatici è stata abbassata diplomatiche letto, devo dire, cose fantasiose».
da 67 a 65 anni e così nel giro di due anni per- all’estero con Ministro, alcune navi iraniane sarebbero
deremo 1.350 persone. Un terzo dei dipenden- incarichi in Italia. approdate in Siria. Ci dobbiamo preoccupa-

❜❜
ti su un organico che è meno della metà rispet- E’ stato re?
to ai principali Paesi europei e in un ministero ambasciatore in «Continuo a ritenere altamente improbabi-
dove la mobilità è molto limitata. Per questo Israele e negli le un intervento contro l’Iran. Non potremmo
l’idea originaria era riportare l’età della pensio- Stati Uniti (Eidon) escludere un effetto di ritorno mentre non sa-
ne a 67 anni». remmo certi di bloccare il piano nucleare».
A fine carriera un diplomatico guadagna Rilanceremo Restiamo a guardare, allora?
bene, quella misura sarebbe costata 10 milio- «Bisogna insistere con le sanzioni, senza
ni di euro l’anno. Non pochi in un momento la collaborazione che nessuno faccia sconti, e con il negoziato.
di lacrime e sangue come questo. Da questo punto di vista ci sono piccoli segna-
«Infatti ci è stata messa una pietra sopra. con la Libia li positivi».
Ma ci siamo preoccupati di non bloccare alme- bia telefonato per chiederle di fermarsi. Senato è stato bloccato un emendamento E la Libia? Non rischiamo di essere taglia-

❜❜
no le azioni più importanti in corso in alcuni «Non mi pare il caso di entrare in questi che lasciava a tutti i diplomatici la facoltà di ti fuori da altri Paesi come la Francia?
Paesi, come la Cina. Così è nato quell’emenda- particolari, comunque prima della presenta- rimanere al lavoro fino a 67 anni. «Restiamo il primo partner economico, il
mento che consentiva agli ambasciatori che zione l’emendamento era stato concertato «È una iniziativa di sessanta ambasciatori viaggio di Monti ha messo le basi per un rilan-
non avevano superato i tre anni di mandato di con gli altri colleghi di governo». che hanno indirizzato un appello direttamen- cio della collaborazione. Nelle prossime setti-
restare al lavoro fino al termine del 2013». L’altro giorno ha incontrato il presidente te alle cariche istituzionali». mane andranno a Tripoli i ministri dello Svi-
Emendamento dichiarato inammissibile della Camera Gianfranco Fini. Pensa di far ri- Ma scusi, se il rinvio riguarda solo pochi L’Italia oggi ha luppo economico, dell’Interno e della Giusti-
dal presidente Schifani, che ha applicato il presentare la stessa proposta a Montecito- ambasciatori non diventa davvero una legge zia. Mi creda, adesso l’Italia ha una grande cre-
regolamento. rio? ad personam? più credibilità dibilità all’estero. Ed è questo ciò che conta
«In quanto proroga, si era ritenuto che rien- «Come le ho detto, non vi sono spazi per «Guardi, da sempre lavoro per una Farnesi- davvero».
trasse nella logica del provvedimento». un nuovo impulso del Governo». na sempre più in grado di promuovere l’inte- all’estero Lorenzo Salvia
Si dice che il presidente Mario Monti le ab- Eppure c’è già stato un altro tentativo. Al resse nazionale con una struttura adeguata e © RIPRODUZIONE RISERVATA
16 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Esteri 17

La storia Il sito lanciato dal leader xenofobo ha raccolto oltre 40 mila adesioni. Strasburgo convoca il premier di centrodestra Mark Rutte

«Denuncia il polacco»
Leader Geert Wilders, 48 anni,
fondatore del Partito della libertà
olandese (Ansa/Epa)

Iniziativa choc in Olanda


Sul sito

La condanna europea
Wilders contro gli immigrati dell’Est
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
Parlamento minio fa troppo baccano alla sera? Di-
telo a noi. Si accettano tutte le rispo-

❜❜
BRUXELLES — All’inizio, due setti- ste, anche in forma anonima: ne sa-
mane fa, per alcuni era poco più di un rebbero arrivate finora 40 mila. E tre-
pettegolezzo goliardico. Ora, per tut- mila denunce, che parlano soprattut-
ti, è diventato un brutto incidente di- to di «xenofobia». Un altro deputato
plomatico: con 10 ambasciatori di al- del Pvv, Ino van den Besselaar, si è
trettanti Paesi Ue che protestano con La formazione preoccupato di spiegare meglio: lo Avete dei problemi
il ministro degli Esteri olandese, e il Il Partito della libertà scopo del sito è quello di analizzare a
Parlamento europeo che chiede a (Pvv) è stato fondato fondo «i problemi causati dai cen- con gente dell’Europa
Mark Rutte, il premier dell’Aia, di ve- dal populista Geert tro-europei ed est-europei in termini
nire a giustificarsi in seduta plenaria, Wilders nel 2005. di crimine, alcolismo, droga, uso dei
centrale e orientale?
già fissata per il 13 marzo. È chiamato L’anno successivo rifiuti domestici e prostituzione». Il vostro posto di lavoro
a rompere il suo «silenzio assordan- è entrato in La Commissione europea ha con-
te» (parole del Partito popolare euro- Parlamento. Alle dannato il sito, precisando che spetta
vi è stato portato via da
peo) su una sorta di caccia virtuale al- elezioni del 2010 si è al Paese interessato decidere se inter- un polacco, un bulgaro,
l’immigrato, lanciata proprio nel suo affermato come terza venire o no, e che l’Olanda non ha vio-
Paese. Da un «cacciatore», di nome forza del Paese. È un lato le norme Ue. Il commissario Ue al-
un romeno o altri
Geert Wilders, che sostiene dall’ester- partito apertamente la giustizia Viviane Reding ha detto europei dell’Est?
no il governo. xenofobo e anti Islam qualcosa in più: «Ci appelliamo a tutti
«Avete dei problemi i cittadini dell’Olanda perché non se-
Noi vogliamo saperlo.
con gente dell’Europa guano quest’intolleranza. Dovrebbero Un romeno vi ha bloccato
centrale e orientale? Il invece dichiarare chiaramente al sito
vostro posto di lavoro vi del Pvv che l’Europa è un luogo di li-
l’auto parcheggiando la
è stato portato via da un bertà». Uri Rosenthal, il ministro de- sua in doppia fila? Quel
polacco, un bulgaro, un gli Esteri olandese, si è tenuto più o
romeno o altri europei meno su questa linea nel ricevere i 10
polacco nel condominio
dell’Est? Noi vogliamo ambasciatori dell’Est Europa venuti a fa troppo baccano
saperlo». Queste frasi protestare, e prima ancora firmatari
campeggiavano (e cam- di una lettera collettiva: il Pvv non è
alla sera? Ditelo a noi.
peggiano) nel questiona- certo il governo e non rappresenta le
rio comparso a inizio sue posizioni, ha detto, quel sito è sua
febbraio sul sito Inter- L’appoggio al governo esclusiva responsabilità. C’è stato an- dalle sue parti: non molto tempo fa il portante stampella. Ecco il probabile
net del Pvv, il «Partito della libertà» Con i suoi 24 deputati che qualche tentativo di imitazione al- La protesta diplomatica governo polacco definì «pericoloso» perché del «silenzio assordante» del
fondato dal deputato populista Wil- sui 150 che siedono in trove: in Italia, viene preannunciato un progetto attribuito al ministro de- premier Mark Rutte. Il 69,6% dei citta-
ders. Più sotto, garbati titoli di giorna-
Gli ambasciatori di 10 Paesi dini, secondo un sondaggio, gli chie-
Parlamento, il Pvv non un sito simile a cura dei «volontari pa- (dalla Romania alla Repubblica gli Affari sociali Henk Kamp, per la de-
le: «Non sarebbe meglio se te ne tor- fa parte della coalizione dani» della Lega Nord, «sui comporta- portazione degli immigrati polacchi de ora di condannare apertamente
nassi a casa?», o «Europei dell’Est, di governo, una menti degli extracomunitari». Ceca) hanno presentato disoccupati che non parlano l’olande- Wilders. Una prima risposta netta —
sempre più criminali». Infine, doman- minoranza di Fin qui, la cronaca. La chioma bion- una protesta ufficiale se. un «no», perché queste cose riguarde-
de centrate su tre temi principali — rebbero i singoli partiti — è giunta da
centrodestra guidata da di Geert Wilders non è certo nuo- Ma questa volta non si tratta di un uno dei ministri: è quell’Henk Kamp
l’ubriachezza, la guida spericolata, il da Mark Rutte (foto va, in certe danze polemiche: pochi caso singolo. Perché Wilders, con i che faceva progetti sui polacchi che
chiasso eccessivo — e più o meno di sopra), ma ne è mesi orsono, il deputato predicava suoi 24 deputati sui 150 che siedono parlano solo polacco.
questo tenore: un romeno vi ha bloc- un’importante l’istituzione di villaggi separati per la in Parlamento, non fa parte dell’attua- Luigi Offeddu
cato l’auto parcheggiando la sua in stampella «schiuma della società». E non è sem- le coalizione di governo, una mino- loffeddu@corriere.it
doppia fila? Quel polacco nel condo- pre il solo a manifestare certi umori ranza di centrodestra, ma ne è un’im- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il giorno dopo Le dimissioni del presidente nel commento degli analisti. Ora la Merkel non può permettersi un altro sbaglio

Wulff, la Germania si processa e volta pagina minciato a riflettere anche sul-


la utilità stessa della carica di
capo dello Stato. Ora tutti vo-
«Siamo anche noi peccatori ma le nostre istituzioni hanno dimostrato di funzionare» gliono guardare avanti, a co-
minciare da Angela Merkel che
due anni fa aveva imposto la
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE Precedenti ri», dice al Corriere il politolo- ora si sente autorizzato a dire, parlato Der Spiegel sintetizzan- candidatura del governatore
go Gerd Langguth, docente all’estero, che il Paese che ha Il politologo do le reazioni dei partiti al- della Bassa Sassonia, possibile
BERLINO — Il caso Wulff ha universitario e autore di una fustigato tutti nella crisi del- Langguth: «Abbiamo l’uscita di scena di Wulff non avversario interno nelle file
danneggiato le istituzioni, la dettagliata biografia di Angela l’euro «è un peccatore come ribadito che in una può mettere a tacere i tanti in- dei cristiano-democratici.
cancelliera e la sua coalizione Merkel. A suo giudizio l’elezio- tutti gli altri». «Ma come com- terrogativi, ora passati momen- «Sì, è stato un errore, ma la
di governo, l’immagine dei po- ne di una personalità scelta da plesso di equilibri istituzionali democrazia tutti hanno taneamente in secondo piano, gente ha capito che la cancellie-
litici. Ma ha dimostrato che «la governo e opposizione farà e costituzionali la Germania — gli stessi diritti e gli che questi due mesi di alta ten- ra e l’ex presidente sono due
legge è uguale per tutti, anche presto dimenticare lo scandalo aggiunge — esce bene da que- stessi doveri» sione hanno suscitato in personaggi lontani tra loro nel
per il capo dello Stato». Sono che ha costretto il presidente a sta vicenda. La stampa ha fatto un’opinione pubblica sempre modo di fare politica», sostie-
in molti a pensarla come l’edi- lasciare lo Schloss Bellevue. Se- la sua parte, l’opinione pubbli- più lontana dalla politica tradi- ne Langutth. Nessuno lo discu-
torialista di Der Spiegel Roland condo Angelo Bolaffi, ex diret- ca ha contato. E Wulff ha lascia- zionale e non certo incoraggia- te. Ma è vero anche che tanto
Nelles all’indomani delle di- Zu Guttenberg si dimette da tore dell’Istituto italiano di cul- to l’incarico senza parlare di ta a cambiare idea dopo la sco- tempo è stato perso nel difen-
missioni del presidente federa- ministro della Difesa nel 2011: tura a Berlino, da un certo pun- congiure e senza attaccare la perta delle malefatte di Wulff. dere un uomo indifendibile
le, travolto dalle sue relazioni la tesi di dottorato era copiata to di vista può essere compren- magistratura». La situazione era arrivata a un sperando che lo scandalo per-
pericolose con ricchi uomini sibile la «gioia maligna» di chi Certo, il «sollievo» di cui ha tale punto critico che si era co- desse prima o poi la sua forza.
d’affari e dalla scoperta di fi- Nonostante che alcune voci co-
nanziamenti irregolari che era- Verso casa raggiose si fossero levate an-
no quasi un’abitudine quando Christian Wulff, che all’interno della stessa
era governatore della Bassa 52 anni, presidente Cdu, come quella del deputato
Sassonia. «Il sistema giudizia- tedesco dal 2010, berlinese Karl-Georg Well-
rio tedesco agisce in modo in- con la moglie mann, primo a chiedere le di-
dipendente, anche se si trova Bettina torna a casa missioni. «Sta diventando sem-
ad avere a che fare con l’istitu- a Grossburgwedel, pre più difficile — diceva Well-
zione più alta del Paese», ha Köhler lascia il posto di capo di vicino ad Hannover, mann più di un mese fa — par-
scritto il direttore di Deutsche Stato nel 2010 per polemiche venerdì dopo aver lare di lotta ai privilegi e di mo-
Welle, Ute Schaeffer. Tutti d’ac- sulla missione in Afghanistan dato le dimissioni. ralità mentre stiamo cercando
cordo, o quasi. Senza natural- La stampa ha di passare sopra a questo tipo
mente spingersi a fare come il rivelato che nel di accuse contro il presiden-
quotidiano popolare Berliner 2008 Wulff aveva te». Un caso di coscienza sicu-
Zeitung che ieri titolava in pri- ottenuto dalla ramente non isolato, in una tra-
ma pagina: «Con tutto il rispet- moglie di un amico gedia che ha avuto numerosi
to, è stata una buona giornata imprenditore un atti. Ora però è finita, come ha
per la Germania». prestito di 500 mila commentato il direttore del
«Non penso che le dimissio- euro a tasso Berliner Ensemble, Claus Pey-
ni di Wulff provochino conse- agevolato (Afp) mann, citando le ultime parole
guenze negative a lungo termi- Welteke lascia la guida dell’Amleto di Shakespeare: «Il
ne. Abbiamo dimostrato che in della Bundesbank nel 2004 resto è silenzio».
una democrazia tutti hanno gli per favori avuti da una banca Paolo Lepri
stessi diritti e gli stessi dove- © RIPRODUZIONE RISERVATA
18
#
Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Cronache ❜❜ Il pronto soccorso è il terminale dell’inefficienza di una rete e


risente di un atteggiamento errato Renato Balduzzi, ministro della Salute

Sanità Balduzzi e il caso San Camillo: il problema è che i cittadini abusano dei servizi di emergenza Il caso
«Manca il collegamento con

Il ministro: «Mai più visite in studio La Riforma


i servizi territoriali. Il pronto
soccorso è il terminale dell’inef-
ficienza di una rete e risente di
un atteggiamento errato. Viene
considerato un luogo dove cor-

per i medici dei nostri ospedali» Renato Balduzzi studiò


la Riforma sanitaria che
nel 1999 ha cambiato la
vita dei camici bianchi
pubblici quando era
rere per qualsiasi problema.
Nel prossimo Patto della Salute
dobbiamo prevedere che la re-
te dei medici di famiglia funzio-
ni sette giorni la settimana anzi-
A giugno stop alle deroghe: «Con l’intramoenia si farà sul serio» capo dell’ufficio legale
dell’ex ministro Rosy
ché cinque. Il principio della
continuità delle cure è riporta-
to in tutti i contratti, ma è rima-
Bindi
ROMA — «La fase transito- toria e il governo è tenuto a stazioni private e liste di attesa, verno clinico. La commissione L’obiettivo sto sulla carta. Il cittadino deve
ria è finita. Adesso con la libera La parola conformarsi. Occorre trovare funziona perché fidelizza il me- giudicante sarà presieduta dal In 13 anni solo il 50% capire che l’ospedale serve per
professione dei medici si fa sul una soluzione. Aspettiamo pro- dico. Inoltre la regola era stata direttore sanitario dell’azienda degli ospedali hanno problemi seri, non per l’influen-
serio». Come padre della Rifor-
ma sanitaria che nel 1999 ha Intramoenia poste. L’importante è non gene-
rare guerre fra bande. Ma
pensata affinché l’esclusività
fosse una discriminante per
e due primari sorteggiati. Un
elemento di garanzia. Dobbia-
organizzato la vera
libera professione
za».
I piani di rientro delle Re-
cambiato la vita dei camici l’equilibrio non si ottiene con l’affidamento di incarichi a me- mo però fare attenzione a non intramuraria. Ora
gioni, come il Lazio, vengono

‘‘
bianchi pubblici, il ministro È stata introdotta un’altra deroga». dici legati all’azienda». scardinare il principio dell’a- mancano 4 mesi alla
approvati dal governo. Non
della Salute Renato Balduzzi dalla Riforma In 13 anni solo il 50% degli La politica governa i concor- ziendalizzazione. Chi ha re- condividete le responsabilità?
scadenza che stabilisce
vuole spingere l’acceleratore sanitaria del 1999. Il ospedali hanno organizzato si per primari. Come interve- sponsabilità deve mantenere il «Le Regioni non sono obbli-
che il medico che sceglie
per completare il progetto nato medico con un rapporto la vera libera professione in- nire? potere di circondarsi di perso- gate a tagliare in modo indiscri-
il rapporto in esclusiva
quando era capo dell’ufficio le- di lavoro in esclusiva con tramuraria. Ora mancano 4 «Occorre una graduatoria ne di fiducia». minato i posti letto né ad appli-
col servizio sanitario, se
gale dell’ex ministro Rosy Bin- l’azienda sanitaria svolge mesi. dei candidati, anziché una ter- Pazienti visitati per care trasversalmente il blocco
l’ospedale non ha spazi
di. «Non ci saranno altre dero- la sua libera professione «Vedo il bicchiere mezzo pie- na. Il direttore generale sce- terra al pronto soc- del turn over. Il sistema va in
no. Il 50% delle strutture ha ri- glierà motivando la deci- corso del San Ca- per l’attività privata tilt quando il piano viene inter-
ghe», annuncia mentre i sinda- in spazi organizzati
cati chiedono di prorogare la dall’ospedale (in latino spettato i diritti del cittadino sione. Proporrò un emen- millo di Roma. (intramoenia), dovrà pretato come un intervento di
cosiddetta «intramoenia allar- «intra moenia» vuol dire: che secondo la Costituzione de- damento alla legge sul go- Perché? continuare a visitare nel rientro economico e non di
gata» da lui definita «modalità dentro le mura) o, se non ve poter scegliere chi lo cura. suo studio riorganizzazione».
contraddittoria». In parole sem- disponibili, in In 13 anni il sistema si è asse- Ministro I guadagni Liberalizzazioni. Le azien-
plici: il medico che sceglie il convenzione nel suo stato, ha trovato modelli di rife- Renato Balduzzi Mediamente il medico de farmaceutiche contestano
rapporto in esclusiva col servi- studio privato rimento. Siamo pronti». (Imagoeconomica) devolve alla struttura la norma sull’obbligo da par-
zio sanitario, se l’ospedale non (intramoenia allargata). Riscriverebbe la norma sul- ospedaliera per l’utilizzo te del medico di indicare nella
ha spazi per l’attività privata Dal 30 giugno 2012 la libera professione intramu- dei locali, dei servizi di prescrizione il farmaco equi-
(intramoenia), continua a visi- l’intramoenia allargata, raria? segreteria, delle valente di minor costo. Torne-
tare nel suo studio. Il decreto più volte oggetto di «L’obiettivo era che il medi- apparecchiature e di rete indietro?
Milleproroghe stabiliva che il deroga, non sarà più co si identificasse con l’ospeda- quanto è necessario allo «Abbiamo già chiarito che
doppio regime fosse prolunga- possibile. In cambio del le e questo è avvenuto nelle svolgimento della potrà essere indicata la non
to fino al 31 dicembre del 2012. rapporto esclusivo, scelto aziende che hanno organizzato prestazione circa il 6,5% sostituibilità. Se le aziende te-
Un emendamento del Pd appro- dalla maggior parte dei spazi interni. Dunque bisogna del suo fatturato: nel mono di dover tagliare linee di
vato in Senato ha invece antici- medici pubblici, viene completare il cammino. Le criti- 2010 i medici produzioni e dipendenti, per-
pato la scadenza al 30 giugno. corrisposta un’indennità che riguardano il pericolo che ospedalieri italiani ché non abbassano il prezzo
Ministro, niente più dero- di esclusiva. I sindacati si creino due canali, uno pub- hanno fatturato circa dei medicinali fuori brevetto al-
ghe? medici sostengono che blico l’altro privato. Se l’intra- 1,13 miliardi di euro, lineandoli agli equivalenti?».
«Le commissioni parlamen- siano necessarie nuove moenia è applicata corretta- devolvendo alle Asl circa Margherita De Bac
tari hanno manifestato la vo- deroghe. mente, con regole di trasparen- 0,074 miliardi mdebac@corriere.it
lontà di superare la fase transi- za, controllo dei volumi di pre- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Cronache 19 #

Il reportage Al pronto soccorso del San Martino di Genova. I malati ammassati al primo piano e le urla dei parenti
I letti
Il corridoio al primo
piano dell’ospedale
Le storie
San Martino di
Genova, a sinistra e dei lettori
a destra: qui
vengono fatti Ecco alcune testimonianze
aspettare i pazienti dei lettori sui Pronto
del Pronto soccorso. Potete continuare a
soccorso. Ci sono raccontare le vostre storie su
trenta letti in www.corriere.it
doppia fila sul
corridoio stretto, e UMBERTO I ROMA
sono tutti occupati. Grazie a tutti
L’ospedale ha una
capienza di a 1.500 Il 7 febbraio alle 12 scivolo sul
posti letto, 52 sono ghiaccio e mi fratturo un polso.
quelli del Pronto Dolorante, fermo un taxi e mi
soccorso. A destra faccio portare al vicino pronto
in basso una soccorso del Policlinico. Prima
mamma assiste sorpresa: il tassista non vuole
il figlio in attesa essere pagato, devo insistere.
del responso Mi preparo ad affrontare
medico lunghe attese e caos con Roma
ancora innevata. Seconda
sorpresa: pur nello squallore

Nel corridoio dei trenta letti


Ma anche di privilegi duri a morire
e di corsie preferenziali per i ricove- dei locali vetusti e affollati, il
ri dei parenti di chi conta. «Roba da personale medico e
procura». Si agita, si sbraccia, si infermieristico è efficiente e
strugge. Mentre accanto a lei il si- cortese. Lastre, sala gessi,
controllo radiografico.

«Qui da una settimana»


DAL NOSTRO INVIATO gnor Michele guarda la moglie an-
ziana che è sul letto e ha gli occhi All’uscita chiedo di chiamarmi
GENOVA — Al piano delle ambu- sbarrati: codice rosso, broncopol- un taxi che arriva subito. Dopo
lanze, aperto a tutti, il pronto soccor- monite. «Siamo arrivati ieri sera, poco più di un’ora sono già a
so è un’eccellenza: neppure un brac- sto cercando di capire cosa fare. Ma casa. Vorrei dire «GRAZIE» al
cio rotto, una testa sanguinante, un come possono mancare posti letto personale del Policlinico
malato in barella. Nessuno che aspet-
ta, al San Martino, il tempio della sa-
Sangue dalle orecchie. «Dicono di andare a casa» per una persona ridotta così?».
Il San Martino ha 1.500 posti let-
Umberto I di Roma.
Elio De Nardo
nità ligure. Ma poi una signora sus- to, 52 sono quelli del pronto soccor-
surra: «Li hanno nascosti al primo, ga le orecchie con un batuffolo fioc- ce l’ha e ha pure la maschera per so. Il primario è Paolo Moscatelli BROTZU CAGLIARI
vai vai... se riesci». Su della rampa co di cotone macchiato di rosso: l’ossigeno. «È gravissimo — spiega Il caso che cerca di calmare gli animi: «Il Troppi tagli
c’è una porta antipanico con un car- «Perde sangue, non so cos’abbia, Silvia — ha fatto una polmonite e problema è generale. Qui abbiamo
tello bianco: «Ingresso riservato al speriamo non sia un danno grave. un’infezione all’esofago, non mi ri- solo alcune peculiarità: la conver- Fate un giro al Pronto soccorso
personale ospedaliero, pronto soc- Stanotte è svenuto quattro volte e conosceva più oggi... noi siamo qui Roma genza dell’intera rete metropolitana dell’Ospedale Brotzu di
corso». Suoniamo, bussiamo, risuo- mi sono spaventata: ho pensato a da una settimana». In questo corri- L’inchiesta che il «Corriere genovese, l’età media molto alta dei Cagliari: file d’attesa anche di
6 ore. Quando va bene. Questa
niamo. Alla fine qualcuno apre ed è un ictus, giù mi hanno detto che for- doio? «Sì, ci hanno detto che non della Sera» sta svolgendo degenti, 80 anni, la difficoltà a trasfe-
è la politica dei tagli degli
come se aprisse su un girone dante- se non gli arriva il sangue al cervel- possono spostarlo». A fianco del pa- tra i Pronto soccorso degli rirli, la mancanza di deflusso. Ma, ri-
ultimi anni. Vogliono rendere
sco: parenti che urlano, pazienti che lo. Aspettiamo che ci dicano qualco- pà dorme una signora anziana, sola. ospedali italiani è partita peto, si tratta di una criticità nazio-
inaccessibili gli ospedali?
penano, infermieri che corrono. Die- sa, ma questo è un inferno...». Di fronte ce n’è un’altra, con un car- ieri con il racconto dello nale, anzi, internazionale». Quanto Vogliono abituare le persone
ci, venti, trenta letti in doppia fila Sono qui dalle quattro del matti- tello appeso. Hanno scritto a penna stato del San Camillo di alla «concentrazione» dei pazienti di- alla sopportazione?
sul corridoio stretto, tutti occupati. no. Che dignità questa signora che il numero di letto, le iniziali di no- Roma, dove chi ha l’ictus ce che «siamo solo organizzati diver- Dario Serra
E più in là uno slargo, con altri de- nasconde in silenzio gli occhi lucidi me e cognome e, con una croce, il viene sistemato in una samente rispetto ad altri ospedali».
genti incastrati in una sorta di pieto- mentre intorno a lei c’è un gran ru- sesso. Gli ultimi arrivati si distin- barella e aspetta Centomila i ricoverati ogni anno, CANTÙ
more, di letti che entrano ed esco- guono così. Lei è PI, letto 27. «Mi ri- dodicimila nel suo repar-
no, di uomini che protestano. conosci mamma? Sai chi sono?», le to. Ieri alle cinque del po- 14 ore di attesa
Un’infermiera porta le flebo e le chiede la figlia che non si dà pace. meriggio risultavano 54
INCHIESTA lenzuola e alza la voce con un paren- «Siamo in un dimenticatoio, tutti in persone in attesa, tre in
Mia madre si alza di notte e
cade dalle scale. Avrà una
te: «Le ho detto che la signora deve attesa che qualche reparto se li pren- codice rosso, cioè in peri-
SULLA SANITÀ aspettare fino alle nove di sera». da ma i reparti non se li prendono colo di vita.
frattura all’omero, ma lo
scopriremo molto più tardi.
Nessuno però se la prende davvero più». Lei lo sa bene perché all’ospe- Al letto 25 c’è IC, sesso Alle 2 del mattino la porto al
so mosaico, dove spuntano teste con le infermiere: «Stanno sgobban- dale ci lavorava ed è pure un rappre- F, tutta rossa in faccia e pronto soccorso di Cantù. Dopo
bianche di uomini e donne, in pigia- do come muli, avanti e indietro tut- sentante sindacale. Si chiama Lella con un bernoccolo sulla una lunga attesa, viene
ma e vestiti, tutti insieme ad aspetta- to il giorno». Neppure i dottori so- Trotta, segretario della Uil ligure. A fronte grande come una visitata, ma di notte non fanno
re qualcuno che sembra non arriva- no nel mirino: «Fanno quel che pos- sua madre si è scaricato il pa- noce: «La signora è cadu- radiografie. Si limitano a
re mai. Ma è un brutto sogno o è tut- sono, in questo macello». ce-maker e lei ha voluto scrivere ta, siamo qui da ieri matti- bloccarle il braccio e ci dicono
to vero? Siamo a Nuova Delhi o a Ge- Un passo più in là dorme il si- una lettera di denuncia che ci fa pu- na, aspettiamo che le dica- di tornare la mattina. Verso le
nova? Poi c’è lui, Davide, 17 anni, gnor Carlo De Barbieri. Il nome ce lo re vedere: «...mai avrei voluto farle Genova no qualcosa», sussurra la badante. Al 5 del mattino torniamo a casa,
moribondo in mezzo alla stanza. È dice la figlia Silvia che gli stringe la vivere questa orrenda sensazione di Oggi il viaggio negli 30 c’è MP, sesso M: «Stanotte pensa- e prima delle 9 siamo di nuovo
sdraiato a pancia in su con la testa mano per farsi sentire. Chissà dov’è abbandono, di mancanza di dignità ospedali prosegue con la vo di morire, ora vediamo». Mentre lì. Nuova attesa, viene
piegata, ancora in jeans e scarpe da in questo momento, il signor De assoluta fatta di pannoloni e catete- visita del Pronto soccorso la mamma di Davide è sempre lì, a radiografata e visitata. Deve
tennis. Sua madre Roberta gli asciu- Barbieri. Ma lui almeno il pigiama ri cambiati davanti a tutti. Mi sono del San Martino di Genova. coccolare il suo colosso che non ri- essere ricoverata, ma non ci
vergognata di aver lavorato al San sponde più: «Vogliono farmelo por- sono posti liberi. Quindi viene
Martino, anche se qui ho trovato Apparentemente in ordine, tare a casa ma pesa il doppio di me e
Ancona pulito e silenzioso, in realtà dimessa, ma deve fare una
medici e infermieri attivissimi e non si muove». Prende il cotone e lo Tac. Il medico che la visita non
non vorrei che fossero gli unici a far- mostra tutt’altro aspetto al asciuga ancora una volta. può firmare la dimissione,
si carico di questi problemi. Eppure primo piano, dove i degenti È ormai sera e la porta in ferro
Muore a 5 anni dopo l’operazione alle tonsille ho fatto provare a mia madre il peg- stanno sui letti nell’unico del girone infernale si chiude. Al pia-
tocca al medico accettante (ma
c’è un caso urgente). È
gio del peggio. Togliere dignità a un corridoio no terra il mondo cambia: corsie li- mezzogiorno. Alle 13.30
Una bambina di 5 anni, S.F. , è morta ieri dopo essere stata trasportata
anziano è togliergli la vita. Come bere, bagni vuoti, sei distributori di firmano la dimissione.
d’urgenza in ospedale. La piccola aveva subito un intervento alle
può esporre la propria nudità in bibite caffè e patatine pieni. E tutto Riusciamo a fare la Tac e verso
tonsille dieci giorni fa all’ospedale «Salesi». Ieri alle 6.30, i genitori
una bolgia infernale come questa?». sembra davvero bello. le 16 possiamo tornare a casa
hanno chiamato il 118 perché a seguito di un’emorragia alla gola non
La sindacalista Trotta pensa che il Andrea Pasqualetto ad attendere il ricovero, che
respirava. È morta poco dopo, sembra a causa del soffocamento.
problema sia strutturale, di tagli al- (2- continua) sarà pochi giorni dopo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
la sanità, di risorse mal distribuite. © RIPRODUZIONE RISERVATA Lds

Il comandante L’esito della perizia. Dall’analisi delle urine non risulta assunzione di droga. L’ipotesi della contaminazione del campione

Cocaina sui capelli di Schettino, «ma non ne ha presa»


GROSSETO — Tracce di coca- portantissima per l’esito delle la cocaina nei capelli dello stes- to di aver assunto ansiolitici». di) ritiene inattendibili i risulta- un problema marginale, che
ina sui capelli di Francesco indagini, non c’è un articolo so Schettino. Inoltre è stata ac- Codacons denuncia inoltre un ti della perizia, a causa del catti- non inficia il risultato dell’anali-
Schettino. Sembrano clamoro- del codice penale, bensì un ter- certata l’assenza di sostanze cattivo stato di conservazione vo stato di conservazione dei re- si. Potremo chiarire questo pro-
se le indiscrezioni sulle analisi mine scientifico, «metabolita», che al contrario sarebbe dovuta del campione. perti (urine e capelli) e chiede blema successivamente. Chi la-
tossicologiche condotte sul co- ovvero una sostanza prodotta essere presente nelle urine, dal Risultato: il consulente di approfondite indagini per capi- vora nel nostro settore sa che ci
mandante della nave Concor- dal corpo umano quando inge- momento che il comandante parte nominato dal Codacons re da dove provenga la cocaina possono essere problematiche
dia. Quando però arrivano altri risce e trasforma qualcosa, in della Concordia aveva dichiara- (il professor Settimio Grimal- rinvenuta sui capelli di Schetti- del genere», spiega l’esperto.
particolari sugli esami, tutto questo caso la cocaina. Dunque no. Dunque, sul caso della cocai-
cambia. Non solo Schettino la presenza di metaboliti della Il consulente dei pm, il pro- na si possono fare solo ipotesi.
sembra essere scagionato cocaina nei capelli dimostra fessor Marcello Chiarotti, repli- «Una contaminazione esterna
(«Non ha assunto droga») ma che quella persona ha assunto Grecia ca: «Gli accertamenti sui cam- dovuta all’ambiente — spiega
si apre un giallo sulla presenza la droga. Il problema è che, nel pioni biologici di Francesco Pietro Pietrini, docente di bio-
della «polvere bianca» all’inter- caso di Schettino, c’è la cocaina Schettino hanno prodotto risul- chimica clinica e biologia mole-
no del contenitore che conser- ma non ci sono i metaboliti. Yacht affonda come la Concordia tati analitici utili per risponde- colare dell’Università di Pisa
vava i suoi capelli. Il Codacons «I risultati delle analisi sui ca- re con certezza ai quesiti posti —. Non è raro: a volte tracce di
Un naufragio in stile Concordia. È successo in Grecia allo «Yogi»,
giudica inattendibile la perizia Ai domiciliari pelli del comandante — scrive dalla procura e gli esiti non la- cocaina si trovano anche sulle
un megayacht di 60 metri di proprietà dell’uomo d’affari francese
e chiede nuovi accertamenti. Il l’associazione dei consumatori sciano alcun dubbio e non c’è banconote. Oppure una conta-
Stephane Courbit, affondato al largo dell’isola di Skyros. Come
perito nominato dalla procura Francesco Schettino, il — hanno evidenziato la presen- alcuna nullità». minazione di laboratorio, cosa
la nave da crociera italiana, l’imbarcazione è rimasta per delle
risponde che tutto è in regola e comandante della Concordia za di cocaina sui capelli e nel- E le tracce di cocaina sul cam- difficile ma possibile».
ore incagliata sul fianco al fondale prima che la guardia costiera
che gli esiti sono chiarissimi. naufragata il 13 gennaio scorso l’involucro che li conteneva ma pione di capelli del comandan- Marco Gasperetti
riuscisse a trarre in salvo tutti e otto i suoi occupanti.
Al centro della disputa, im- davanti all’Isola del Giglio totale assenza di metaboliti del- te della Concordia? «C’è stato © RIPRODUZIONE RISERVATA
20 Cronache
#
Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

La nomina L’esordio del nuovo presidente: meno burocrazia e più efficienza, serve un piano per la ricerca

Nicolais al Cnr. Il Pdl: scelta politica nologie alla fisica della mate-
ria». Il piano esistente era sta-
to varato dalla Gelmini l’anno
scorso.
Proteste anche dalla Lega. Il Pd e i sindacati difendono l’ex ministro Come affrontare l’invecchia-
mento dei cervelli e delle infra-
strutture che non attirano ri-
MILANO — Dopo mesi di at- modello». Sfida ardua dopo la essere professore all’Universi- cercatori stranieri? «Nel Mez-
tese e polemiche che hanno certificazione della Corte dei tà di Napoli è stato anche diret- zogiorno stiamo rinnovando
coinvolto il ministro della Ri- conti sulle spese esagerate nel- tore dell’Istituto materiali com- molti laboratori, ora interver-
cerca Francesco Profumo, fi- la burocrazia in rapporto agli positi e biomedici del Cnr. remo anche al Nord. Per i ricer-
nalmente il Cnr ha il suo presi- investimenti nella ricerca a cui Contemporaneamente ha co- catori più anziani creeremo
dente. È Luigi Nicolais, illustre vanno soltanto tre euro sui die- scienza della realtà internazio- nuove attività come il trasferi-
ricercatore chimico tra i più ci- ci spesi. «Darò il mio contribu- nale essendo stato più volte mento di tecnologie. E i più
tati internazionalmente, ex mi- to per ridurre la burocrazia, au- docente in università america- giovani e i precari li valorizze-
nistro della Funzione pubblica mentare l’efficienza e consoli- ne. E Nicolais parla quasi da remo secondo il merito indivi-
e per l’Innovazione nel gover- dare la fiducia: il Cnr ha punte ministro: «Bisogna fare un duale. Però la nostra produtti-
no Prodi, lunga militanza nel di alta qualità e dobbiamo uti- nuovo piano per la ricerca. vità dipende anche dal conte-
Pd, insomma scienziato e poli- lizzarle al meglio», precisa. Ni- Non si può investire su tutto, sto e quindi si devono supera-
tico; non a caso era tra i candi- colais conosce bene la «gran- Al vertice limitiamoci alle molte eccellen- re le divisioni con le universi-
dati alla poltrona di ministro de macchina» perché oltre ad Luigi Nicolais (Ansa) ze che abbiamo: dalle biotec- tà, gli altri enti, il mondo indu-

Il curriculum Processo Mills Al governo


Ricercatore e più volte Con il governo Prodi fu
docente in Università
americane
Berlusconi, i dubbi sulla prescrizione ministro dell’Innovazione
e della Funzione pubblica
MILANO — Già accolta, prima ancora di gennaio, qui invece chiede la
essere discussa, la ricusazione delle tre ricusazione delle giudici proprio perché
della Ricerca conquistata poi giudici del processo Mills chiesta il collegio, «dimostrando con il taglio striale».
dal «più tecnico» Profumo, dall’imputato Silvio Berlusconi? No, è dei nostri testi di voler considerare Nicolais è stato presidente
suo predecessore al Cnr. Ma solo un buffo (data la situazione) refuso come imperativo» il precedente della dell’Agenzia per l’innovazione
proprio l’anima politica del ad aprire la camera di consiglio Cassazione che nel 2010 collocò la legata all’economia. Poi venne
personaggio ha suscitato alcu- convocata ieri dalla prima Corte responsabilità del teste corrotto Mills in dimenticata. «Sono d’accordo
ne reazioni contrarie. «Diffici- d’appello con un decreto che richiamava una data che oggi si tradurrebbe in con il ministro Profumo che la
le sostenere — dice Fabrizio appunto, per errore, non l’articolo di prescrizione per l’ipotizzato corruttore rilancerà». Necessità della ri-
Cicchitto (Pdl) — che sia una codice giusto ma quello successivo sugli Berlusconi, «ha manifestato una cerca e risorse adeguate: il go-
scelta tecnica: non è stata né effetti della ricusazione accolta. Del resto indebita palese anticipazione di giudizio verno Monti finora non ha
neutra né asettica». «Come è questo processo regala sempre chicche sul momento consumativo del reato». compiuto alcun passo. «È inu-
possibile — si chiede Gianni di humour nonsense: come ancora ieri, Che «questa difesa» — argomentano tile che sottolinei il suo valore
di investimento. Certo il presi-
Fava (Lega Nord) — che un go- quando la difesa sembra eccepire che il Ghedini e Longo «in via subordinata» dente Monti ha avuto ben al-
verno tecnico nomini un poli- fax di convocazione sia stato trasmesso rispetto alla principale «pretesa di una tre emergenze da affrontare
tico?». Cauti i sindacati: «L’uo- ai legali nello studio di Milano anziché sentenza pienamente liberatoria» — ma sono certo che ora il suo in-
mo giusto al posto giusto: ma di Padova. Ma quando la presidente sarebbe «allo stato attuale legittimata a tervento la considererà. I tagli
giudicheremo dai fatti», scrive Marta Malacarne domanda se intendano individuare nella data fissata dal pm orizzontali attuati rischiano di
un comunicato Uil-Rua. formalizzare l’eccezione, i legali si nell’imputazione (29 febbraio 2000), con penalizzare i migliori e comun-
Nicolais taglia corto e ri- limitano a un «valuti la Corte». Un filo prescrizione a maggio 2012». La Corte que le risorse vanno cercate so-
sponde: «Il Cnr è un ente ricco surreale anche il merito della causa visto deciderà entro 5 giorni. prattutto nei fondi europei».
di professionalità che ha biso- che la difesa, che nel processo accredita Luigi Ferrarella Giovanni Caprara
gno di proseguire il rilancio av- la prescrizione già maturata dall’8 © RIPRODUZIONE RISERVATA Twitter@giovannicaprara
viato per diventare un ente © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Cronache 21

Il voto Dal 26 al 28 febbraio Palermo Il ministro pensa a una «white list» delle imprese in regola

Severino: «Si può abolire


il certificato antimafia»
Stessa linea di Grasso. Messineo: meglio riflettere
Gli «uscenti» PALERMO — L’avevano già proposte di modifica presenta- fiuti ovvero che garantiscano to sul "rating" delle imprese vir-
A sinistra Luca Palamara sussurrato costruttori e sindaca- te alla Severino. E lei ha assicu- di non avere subito estorsioni e tuose». Un riferimento esplici-
(presidente dell’Anm) e listi, ma sentire proporre l’aboli- rato che ne terrà conto, come che non pagheranno il pizzo». to del ministro alla proposta di
Giuseppe Cascini zione del certificato antimafia a ha detto dopo avere ascoltato la Un identikit gradito alla Seve- uno dei protagonisti antimafia
(segretario generale Piero Grasso, proprio al procu- provocazione di Grasso, dispo- rino, certa che si possa discute- di Confindustria, Antonello
dell’Anm): di Unicost il ratore nazionale antimafia, nibile a sostituire la certificazio- re della «creazione di "un’etica Montante, vice di Ivan Lo Bello
primo, di Md, il secondo pronto a liquidarlo come «un ta- ne antimafia con la creazione di di impresa" capace di seleziona- in Sicilia: «Bisogna puntare a
(foto Emblema) bù», avrebbe potuto lasciare in- una sorta di «white list» delle re le ditte in grado di rispettare una impresa che costruisce at-
terdetta l’aula magna di Giuri- imprese con le carte in regola certi valori». Anzi, rivolta a torno a valori morali le ragioni
sprudenza ieri affollata da magi- per stare sul mercato legale: Grasso, ha sottolineato la con- del proprio successo».
strati arrivati da ogni parte «Potrebbero farne parte le vergenza di vedute: «Per una Parole pronunciate anche da-
d’Italia. Senonché a ripetere aziende che aderiscano alla re- curiosa coincidenza l’interven- vanti alla platea dei magistrati
con Grasso che forse quel docu- gola della tracciabilità delle spe- to è dello stesso tenore di quel- di Unicost riuniti ieri nel castel-
mento, richiesto ad aziende, en- se, alla trasparenza dell’assetto lo da me fatto poco prima a un lo di Monte Pellegrino per il
ti pubblici e privati per aggiudi- societario, quelle che non inqui- altro convegno, a Castello convegno del Centro Cesare
carsi appalti e forniture o per nino nello smaltimento dei ri- Utveggio, dove ho posto l’accen- Terranova presieduto da Anna-
svolgere attività economiche, ri- maria Palma. Due platee distin-
sulta tutto sommato un impic- te dove non a tutti appare op-
cio burocratico, un rallentamen- portuna la revisione proposta
to complessivo della macchina Palermo sul certificato. È il caso del pro-
amministrativa, è stata Paola curatore di Palermo Francesco
Messineo, dubbioso: «In effetti
Severino, il nuovo ministro del-
il certificato antimafia non ha
la Giustizia per la prima volta
dato risultati decisivi perché
nella città di Angelino Alfano può essere eluso attraverso le
da quando ha preso il suo po- intestazioni a prestanome, ma
sto al dicastero in via Arenula. anche i divieti di parcheggio so-
L’occasione per aprire que- no disattesi e non per questo
sta inedita pagina nel ventesi- vanno aboliti. Meglio riflette-
mo anniversario delle stragi è re». Dibattito aperto. Anche dal

La partita delle toghe stato il gran summit che ha ri-


chiamato magistrati di primo
piano come il procuratore di
Milano Edmondo Bruti Liberati
fronte milanese dove il procura-
tore Bruti Liberati espone alcu-
ni provvedimenti di sequestro
indicando il compito dell’azio-

Due linee contrapposte o il neoprocuratore di Roma


Giuseppe Pignatone, organizza-
to dal Dipartimento Dems di Pa-
lermo guidato dai professori
Truffa con una moneta nel cornetto
Dopo aver inserito una moneta da 2 cent in un cornetto ha finto
ne penale: «Deve essere un "bi-
sturi" per staccare il male dal
corpo sano, non un fenomeno
distruttivo che azzera il capitale

per i vertici dell’Anm Giovanni Fiandaca e Costanti-


no Visconti, per una messa a
punto del Codice antimafia, 23
la rottura della dentiera chiedendo 5 mila euro di risarcimento,
ma il truffatore 61enne è stato smascherato dalle telecamere
della stessa azienda».
Felice Cavallaro
© RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA — Quando la corrente maggiorita- Ne venne fuori una Giunta esecutiva cen-
ria e centrista di Unità per la Costituzione pro- trale (il governo dell’Associazione) comun-
pose un rinvio — per meglio fronteggiare que «di centrosinistra», composta da Uni- Avviso a pagamento
l’emergenza della responsabilità civile dei giu- cost, Md e Movimento. Ma con un ricambio
dici inserita in una legge al vaglio del Parla- generazionale che ha segnato anche un muta-
mento, si disse — tutte le altre componenti si
opposero. Ma poi la neve ha fatto slittare il
voto di una settimana, e il Carnevale di un’al-
tra. Così le elezioni per il rinnovo del «parla-
mentino» dell’Associazione nazionale magi-
mento di rotta rispetto alle precedenti gestio-
ni. I «giovani» Luca Palamara e Giuseppe Ca-
scini (presidente e segretario uscenti, di Uni-
cost il primo e di Md il secondo) entrambi
non ricandidati insieme al vicepresidente Ar-
Luca Maroni premia Firriato
strati, il comitato direttivo centrale, si terran-
no domenica prossima, dal 26 al 28 febbraio.
Urne aperte tre giorni per una consultazio-
ne a suo modo «storica»: la prima del dopo
Berlusconi, con gli attacchi pressoché quoti-
dituro (Movimento), hanno provato un ap-
proccio più dialogante col potere politico —
anche dopo il ritorno di Berlusconi, e adesso
con Monti — e insieme di maggior rigore al-
l’interno della categoria. Per esempio stigma-
“Miglior Produttore dell’anno”
diani e le riforme punitive eredità del passa-
to, non più incubi per il futuro. Almeno nei
tizzando alcune iniziative giudiziarie giudica-
te «avventurose», o invocando interventi nei
Ribeca e Harmonium tra i migliori Rossi d’Italia
propositi e nelle aspettative. Ma saranno ele- confronti di colleghi implicati in vicende sci-
zioni-bivio anche per altri motivi. Per vedere volose come quella della presunta associazio- All’Auditorium del Palazzo dei Congressi in
se sarà confermato il rinnovamento tentato ne segreta ribattezzata P3. Roma, si è tenuta nei giorni scorsi la presenta-
Risulterà la linea vincente o prevarrà il ri- zione dell’Annuario dei migliori vini italiani di
torno a schemi e divisioni del passato? Le pre- Luca Maroni. L’ambìto riconoscimento come
Il dopo Berlusconi visioni non escludono un’ulteriore avanzata “migliore produttore italiano dell’anno” 2012,
Prime elezioni del dopo Berlusconi: di Mi, che già guadagnò consensi lo scorso è stato conferito a Firriato e consegnato a Vin-
anno nel voto per il Csm. Il suo programma zia Novara, in presenza di una platea compo-
periodo in cui il clima tra magistrati elettorale s’intitola «Tornare a fare sindaca-
e governo è spesso stato teso sta da personaggi istituzionali, produttori,
to», e mette al primo punto la «tutela delle
condizioni di lavoro dei magistrati e la loro numerosi giornalisti ed importanti nomi dello
indipendenza economica». Che tradotto signi- spettacolo. Questo premio sottolinea la straor-
dall’Anm negli ultimi quattro anni (intransi- fica rivendicazioni retributive dal sapore un dinaria capacità dell’azienda siciliana di svi-
genza di fronte alle aggressioni esterne ma po’ corporativo. E c’è l’incognita di Proposta luppare grande qualità su tutta la gamma dei
senza contrapposizioni aprioristiche col pote- B, inedita lista che denuncia le «degenerazio- vini prodotti. Un riconoscimento analogo di
re politico, e spinte riformatrici all’interno so- ni del fenomeno correntizio», nell’Anm come assoluta autorevolezza, poco più di un anno
prattutto sui versanti della professionalità e al Csm. fa, era stato già conferito dal prestigioso critico,
della «questione morale»); oppure se prevar- La corazzata Unicost ribatte con il «rispetto il guru americano Robert Parker, giudicando
rà chi ha criticato questa gestione, non solo il della terzietà costituzionale» per allontanare ben otto vini di Firriato nella fascia d’eccel-
gruppo più conservatore Magistratura indi- pericoli di «collateralismo politico», mentre i
pendente, che stava all’opposizione, ma an- progressisti di Md e Movimento, riuniti sotto lenza, un avvenimento che accade solo a
che i dissenzienti di Unicost e delle compo- la sigla Area, mettono l’accento (fra l’altro) poche aziende al mondo. Nel moderno dina-
nenti di sinistra, Magistratura democratica e sulla «questione morale» nella magistratura. mismo che vede coniugare passione ed im- Vinzia Novara, Luca Maroni
Movimento per la giustizia. Di cui in passato s’è discusso, ad esempio, an- prenditoria, si coglie da parte dei produttori
Sarà una conta per capire l’orientamento che a proposito del segretario di Mi (e nume- Salvatore e Vinzia Di Gaetano, un forte impe-
dei circa novemila giudici e pubblici ministe- ro 2 della lista) Cosimo Ferri, dopo che il suo gno professionale ed una visione cosciente e rispettosa nei dell’A.I.S. Meritata affermazione hanno ottenuto i vini Quater
ri d’Italia, che nell’ultimo decennio si sono nome è comparso nelle intercettazioni delle confronti dei consumatori, che rappresentano uno stimolo ir- che, già nel nome, sintetizzano il concetto dell’unione delle
mostrati ondivaghi nelle loro scelte. Alle ele- inchieste sulla P3, sui tentativi di condiziona- refrenabile nella ricerca e valorizzazione di produzioni sem- quattro più significative varietà autoctone racchiuse in un solo
zioni del 2003, nel pieno dello scontro con il mento della Rai e su Calciopoli. Vicende nelle pre più a marcata identità territoriale. Perseguendo questa vino, in un unico bicchiere, per offrire al consumatore
governo Berlusconi che sfornava leggi ad per- quali, peraltro, Ferri non è stato mai coinvol-
sonam a ripetizione e la cosiddetta «controri- to sul piano giudiziario e ha sempre rivendica-
filosofia Firriato si è spinta ed impegnata negli anni, con par- un’espressione composita ed esclusiva dell’intera essenza
forma» dell’ordinamento giudiziario, ci fu to la propria correttezza. Ma le diversità di ve- ticolare dedizione, anche alla produzione degli eleganti vini della terra di Sicilia. Anche il resto della produzione risulta di
un’avanzata delle correnti «di sinistra» — Md dute restano, così come la scelta dei gruppi dell’Etna che con il Cavanera Rovo delle Coturnie 2009 ha alto livello: dal prestigioso Camelot ai vini storici dell’azienda
e Movimento, che già avevano avuto una buo- che hanno governato finora l’Anm di puntare già conquistato recentemente il “tre bicchieri” del Gambero Santagostino Baglio Sorìa, ai ricchi e fragranti Altavilla della
na affermazione nel 1999 — a discapito di su magistrati considerati ancora giovani; tra i Rosso. Ai vertici più alti della classifica di Luca Maroni si po- Corte e Chiaramonte, capaci di offrire sottili emozioni. L’ul-
Unicost e Mi. Vinse la linea di «resistenza», candidati di Unicost risaltano i nomi del pro- sizionano il Ribeca da uve “Perricone”, una varietà siciliana tima ambiziosa sfida che in casa Firriato suscita particolare
che dopo il cambio di maggioranza politica curatore di Palmi Giuseppe Creazzo e del pm intrigante e quasi estinta, e l’Harmonium, un’etichetta storica eccitazione riguarda la reintroduzione della vigna, dopo oltre
del 2006 cercò l’accordo col governo Prodi di Roma Rodolfo Sabelli, titolare dell’indagi- che ha dato un significativo contributo all’immagine del mar- cento anni dalla sua scomparsa, sull’incantevole e straordina-
per rimettere mano alla «controriforma». ne sulla P3, mentre fra quelli di Area l’ex com- chio a livello internazionale. Un altro protagonista di spicco ria isola di Favignana. Una viticoltura, a pochi passi dal mare,
Con qualche compromesso che venne malgiu- ponente del Csm Ezia Maccora e Alessandra della guida risulta il passito L’Ecrù, un prodotto di grande com- definita “eroica” per le avversità naturali con cui, sovente, è
dicato alle successive elezioni del 2007, segna- Galli, giudice a Milano come suo padre Gui-
te da un’inversione di tendenza: aumento di do, assassinato dai terroristi di Prima Linea plessità e finezza da uve Zibibbo e Malvasia, che evidenzia costretta a confrontarsi, per la quale si sta creando grande at-
Unicost e Mi (rispettivamente del 5 e 6 per trentadue anni fa. caratteristiche di stile simili a quelle dei prestigiosi Sauterns tesa per la prima annata dei vini, di prossima uscita, che
cento) e diminuzione dei consensi per Md e Giovanni Bianconi francesi, da poco premiato anche con i “cinque grappoli” avranno una singolare caratteristica: quella di essere unici.
Movimento, meno 5 per cento ciascuno. © RIPRODUZIONE RISERVATA
22 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Cronache 23 #

Vicenza La Rete amplifica il caso. Le proteste di politici e associazioni: discriminata perché donna Anti discarica

Quella studentessa punita mai vissuto qualcosa di simile


nel proprio istituto scolastico:
dieci, venti, trenta, quarant’an-
Franca
Valeri
quattro volte più del compagno ni fa. È lo stesso. Erano tempi
in cui i panni sporchi si lavava-
no in casa (tra le quattro mura
scolastiche, per citare l’isterico
professor Aristogitone di «Alto
in piazza
L’attrice Franca Valeri,
insieme al principe
Facevano sesso a scuola, il preside decide sospensioni diverse gradimento») e non coram po-
pulo, ovvero nella piazza digita-
le. I compagni si sarebbero dati
Urbano Barberini, ieri ha
dato simbolicamente il
via al corteo di protesta
di PAOLO DI STEFANO spensione: varcare quella soglia di gomito, avrebbero tuttalpiù del comitato «Salviamo
sarebbe tre volte più grave che inscenato qualche innocuo Villa Adriana». La
Il web, si sa, è un tessuto po- Venezia fare sesso a scuola? Ridicolo. sfottò, con malcelati ma inevita- manifestazione, davanti a
roso che assorbe tutto: una spe- Il sacrosanto sospetto, che di- bili accenti di invidia. Il presi- Villa Adriana a Tivoli,
cie di carta assorbente che ingi- Il «Quadri» laga ovviamente nella blogsfe- de, dal canto suo, avrebbe con- vicino a Roma, ha
gantisce a dismisura ogni picco-
la macchia di inchiostro. E così,
protesta: ra, è piuttosto che la mannaia vocato solennemente i due
del preside abbia voluto abbat- amanti in erba e avrebbe chiu-
protestato contro
l’apertura di una
basta una parolina buttata là
perché si espanda a cascata
il Carnevale tersi più severamente sulla ra- so la faccenda con una severa la-
gazza in quanto donna, trasci- vata di capo, magari avverten-
discarica a Corcolle, non
distante dal sito
aprendo commenti e discussio- è una sagra nandosi dietro l’accusa di ma- do le famiglie, che avrebbero archeologico di epoca
ni inarrestabili quanto, per lo schilismo e di discriminazione fatto la loro parte: con adeguati romana dichiarato
più, inutili. Succede che in un L’uso di piazza San sessista. È la reazione più sem- castighi, sberloni, sorrisini d’in- patrimonio dell’Unesco.
istituto tecnico di Bassano del Marco durante il plice, di cui si è fatta portavoce, tesa o pacche sulle spalle, a se- Barberini, portavoce del
Grappa, intitolato a Luigi Einau- Carnevale di Venezia per esempio, Chiara Moroni, di conda della rispettiva imposta- comitato, ha letto dei
di, venerdì un ragazzo apre la è al centro di una Futuro e Libertà (sì, il caso di zione pedagogica, tradizionale passi di una lettera
porta del bagno e sorprende querelle tra lo Bassano ha smosso anche la o permissiva. inviata dal professor
due coetanei 15enni a fare ses- storico Caffè sensibilità politica!), la quale si Non sarebbe intervenuta la Andrea Carandini,
so. Chiude la porta, torna in Ristorante Quadri — politica in blocco, presidente del Consiglio
classe e sussurra sorridendo: guidato ora dai nessun assessorato Superiore dei Beni
«Qualcuno in bagno si sta diver- tristellati fratelli Accusa e difesa sarebbe stato sco- Culturali. «È umiliante,
tendo...». Apriti cielo. La noti- Alajmo — e il Chiara Moroni, Fli: «Sono modato per rilascia- per persone civili doversi
zia gira immediatamente su Fa- Comune. La re comunicazioni uf- battere per cause
cebook e dintorni, viene al- polemica è stata indignata». L’assessore Martini: ficiali al riguardo, scontate — ha scritto
l’orecchio del preside della accesa da Raffaele ci saranno altri motivi non avrebbe preso Carandini —. Sto
scuola che, con un decisione Alajmo, che con il la parola il coordina- operando in sede
per lo meno discutibile, distri- fratello Massimiliano tore nazionale del- istituzionale». La zona
buisce le sue belle (brutte) pu- gestisce il ristorante è detta «indignata come parla- l’Unione degli universitari, né perimetrata della
nizioni: un giorno di sospensio- «Le Calandre» di mentare e come donna» per la tanto meno sarebbe seguita di- discarica dista meno di
ne al ragazzo, quattro giorni al- Rubano (Padova): il sproporzione del provvedimen- scussione sulla condizione gio- mille metri dalla fascia di
la ragazza. ristoratore ha to disciplinare. A difesa del pre- vanile, sulla sessualità adole- rispetto della Villa. «Vi
Seconda cascata di commen- giudicato di basso side, invece, è intervenuta l’as- scente, sull’insegnamento sco- immaginate migliaia e
ti e discussioni nei social livello le iniziative sessore (assessora) della Pro- lastico inadeguato ai tempi, sul- migliaia di turisti che
network: come mai questa di- del Carnevale in vincia, Vincenza Morena Marti- l’immancabile cattivo esempio visitano Villa Adriana con
sparità di trattamento? L’aggra- laguna, trasformato, ni, osservando che se c’è stata della televisione, come è acca- la mascherina anti puzza?
vante è il luogo: per fare sesso, a suo dire, in una differenza di trattamento «vuol duto nel caso di Bassano del — ha aggiunto Barberini
la studentessa ha varcato una sagra paesana. La dire che si è tenuto conto an- Grappa. Semmai, un elemento, —. Di questo scempio si
soglia proibita, quella dei ma- critica è soprattutto che di altre cose». Quali altre co- in apparenza secondario, salta sono già occupati diversi
schi, mentre lo studente si limi- verso la musica a se? Mistero gaudioso su cui l’as- vistosamente all'occhio: dov’è media internazionali.
tava a «giocare in casa». Dun- pieni decibel e la sessorato sicuramente sarà sta- finito il maschietto di una vol- Fermiamo questo
que, se così fosse, a rigor di logi- presenza di chioschi to adeguatamente informato. ta, pronto, lui sì, a «giocare in colossale ed
ca, un’allieva che venisse colta a per la vendita di Si allude a precedenti intempe- trasferta» pur di conquistare incomprensibile danno
lavarsi le mani nei bagni ma- bibite e patatine. ranze dell’allieva? E allora per- l'oggetto del desiderio? Voglia- d’immagine per l’Italia».
schili sarebbe punibile, al netto © RIPRODUZIONE RISERVATA ché punirla solo adesso? mo discuterne? © RIPRODUZIONE RISERVATA

del sesso, con tre giorni di so- Alzi la mano chi non abbia © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il tribunale Sempre più ricorsi si basano su prove raccolte sul web: negli Usa si arriva all’81 per cento delle pratiche

Matrimoni annullati, la Sacra Rota scopre Facebook


«Nei nostri fascicoli si stan- sessuali siano importanti secon- ti») è un inganno che si può pa- book alcune informazioni pro-
no moltiplicando le stampate do la morale cattolica al fine di gare con l’annullamento del ma- I motivi prio con la volontà di farsi sco- L’Avvenire
delle pagine di Facebook...» so- un giudizio, non sono i soli ad trimonio: capita che questo par- L’infedeltà non basta. Si cercano prire, per far conoscere al part-
spira monsignor Paolo Rigon, essere presi in considerazione: ticolare caso sia legato alla di- ner la propria vera natura». For-
vicario generale del Tribunale
ecclesiastico della Liguria. Ha
la rete è prodiga di informazio-
ni «sensibili». Ad esempio sulla
pendenza dal gioco e al gioco
on line. E ancora una volta la
inganni (anche economici, come
i debiti) e malafede (presentarsi
se. O forse è stata solo impru-
denza.
Il giornale dei vescovi:
appena inaugurato l’anno giudi-
ziario del Tribunale e ha dato
situazione economica. Tacere
debiti («e non parlo di qualche
prova si trova in Rete. Monsi-
gnore avanza un sospetto: «Pen-
diversi da quelli che si è, o aver
taciuto orientamenti e volontà)
Così anche i Tribunali eccle-
siastici si trovano a fare i conti
«Pregiudizi sull’Ici»
conto dei matrimoni religiosi migliaio di euro», specifica il so — dice — che in certi casi le con il peso da attribuire alla Il quotidiano cattolico Avvenire insorge contro
annullati in Liguria nel 2011 monsignore, «ma di cifre ingen- persone abbiano messo su Face- «prova» di falsità prodotta navi- «l’accusa sballata» rivolta dai Radicali alla diocesi
(sono stati 83). Ha dedicato la gando su Face- di Ferrara di non pagare l’Ici su immobili non
sua prolusione al tema del dolo book, e sulla sua esenti, che invece viene «regolarmente pagata».
e dell’inganno come «motivi di accettabilità, pro- «Continua un’incredibile saga dell’orgoglio e del
scioglimento del matrimonio». blema su cui si pregiudizio anticattolico. Continua incessante:
Ed è qui che, in una conversa- sta interrogando tanto, tantissimo per malizia e un poco per
zione a margine, è saltata fuori già da tempo la superficialità e inerzia», scrive il direttore di
la Rete: «Sempre più i coniugi giustizia laica. «Avvenire», Marco Tarquinio. «L’orgoglio è
cercano la prova dell’inganno Una ricerca degli quello dei laicissimi fustigatori della Chiesa
su Facebook e queste pagine en- avvocati america- evasore fiscale che non paga l’Ici e che poco ci
trano a far parte degli atti» spie- ni dello scorso an- manca ormai che venga dipinta come una vera
ga monsignore. Inganno, in no informa che affamatrice del povero popolo italiano che fa
questo caso, non significa Facebook è diven- sacrifici», scrive. «Il pregiudizio è quello su cui si
«semplice» tradimento, l’infe- tato «una prova fonda l’inerzia di quei nostri colleghi giornalisti

200
deltà è una colpa che non sareb- primaria» nella che fanno sempre benissimo il loro lavoro, ma
be sufficiente a sostenere da so- maggioranza del- quando si tratta della "Chiesa" e delle "tasse"
la una pratica di annullamento Gli avvocati rotali le cause di divor- chissà com’è dimenticano di "incrociare le
di un matrimonio religioso. che sono iscritti zio, nell’81 per fonti"». Il riferimento è alla videoinchiesta dei
Quello che marito o moglie cer- allo speciale albo cento delle prati- Radicali su alcuni immobili non di culto di
cano di provare attraverso i pro- che compaiono Ferrara che non pagherebbero l’Ici, video

21
fili caricati su Facebook dai ri- documenti scari- pubblicato da diversi media. «È l'ultima falsità
spettivi coniugi è l’inganno, ov- cati da Internet. messa in circolo maliziosamente e
vero, come dice il monsignore, Gli uditori pontifici Diversa la situa- truffaldinamente (ci voleva tanto a rivolgersi per
la malafede, essersi presentati cioè i giudici: vengono zione in Italia do- chiarimenti anche alla Chiesa locale oltre che al
diversi da quelli che si è vera- nominati dal Papa ve i messaggi pri- Comune?) dai Radicali e ripresa con superficialità
mente, aver taciuto comporta- vati su Facebook anche da grandi organi di stampa», prosegue
menti sessuali e non solo, aver non costituisco- Tarquinio. In realtà il Comune aveva risposto
nascosto la volontà — ad esem- no prova in una causa di divor- proprio ai Radicali sostenendo che gli immobili
pio — di non avere figli (moti- La procedura zio, né si possono produrre in questione erano esenti dalla tassa. Un errore,
vo questo sì di annullamento), messaggi che non siano stati ca- ha ammesso l’amministrazione comunale, come
aver cercato di ottenere «il con- ricati sul profilo pubblico e con- scrive sempre «Avvenire», che si è anche scusata
senso nuziale» mentendo sulla
La prima istanza La seconda istanza La Rota romana divisi. Ma criteri e giudizi sono per aver reso «di dominio pubblico dati che
propria situazione fisica o men- nei Tribunali diocesani e l’appello L’ultimo grado totalmente diversi da quelli del attengono invece al rapporto tra privati e
tale. Scoprire insomma su Face- Tribunale Ecclesiastico. Basti di- amministrazione». Per tutto questo, insiste il
book una persona diversa dal Depositata presso i Tribunali Si può celebrare, in caso di La Rota romana è un re che nella sua relazione mon- sindaco, «chiediamo scusa, perché la nostra
proprio compagno di vita, una diocesani e regionali locali dubbi o controversie, nel dicastero della Curia signor Rigon ha citato fra i com- errata comunicazione ha indotto gli autori del
persona sconosciuta, non è so- (l’Italia ha 18 sedi). Se la Tribunale locale o su romana: si tratta portamenti sospetti del coniu- video a raccontare cose non vere. E in forza di ciò
lo uno choc, può essere il pri- sentenza è corretta può esplicita richiesta dei dell’ultimo e irrevocabile ge, ammissibile come prova, la chiediamo a loro, ai radicali ma anche all’editore
mo passo per rivolgersi al Tri- bastare un decreto di ricorrenti alla Rota grado di giudizio per «separazione dei letti». che lo ha messo in rete, di ritirarlo».
bunale ecclesiastico. ratifica del giudice di appello romana i tribunali di tutto il mondo Erika Dellacasa © RIPRODUZIONE RISERVATA

Per quanto i comportamenti © RIPRODUZIONE RISERVATA


24 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Da 75 anni aiutiamo a costruire sogni piccoli e grandi.


Da 75 anni i prodotti Mapei migliorano la qualità del lavoro in cantieri edili piccoli e grandi. Un impegno
concretizzato da 59 stabilimenti nei 5 continenti, 18 centri principali di Ricerca & Sviluppo, oltre 800
ricercatori, una gamma di più di 1400 prodotti ed oltre 200 novità ogni anno. Questi “numeri” fanno di Mapei
il primo gruppo internazionale nei prodotti chimici per l’edilizia. Scopri il nostro mondo: www.mapei.it
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Cronache 25

Il caso Cecchi replica alle accuse della Corte dei Conti Casi controversi

Il sottosegretario
e il Crocifisso milionario
«Valeva quei soldi»
«Per Zeri e Settis era di Michelangelo»
ROMA — «Citerò due pareri. Federi- Il papiro di Artemidoro
co Zeri, su Il giornale dell’arte: "Se Luciano Canfora ne «La
non è Michelangelo, è Dio". Salvatore La scultura meravigliosa storia del falso
Settis, allora presidente del consiglio Il Cristo crocifisso è Artemidoro» ribadisce la sua
superiore dei Beni culturali, il 18 no- alto 41,3 centimetri tesi che il «papiro di
vembre 2008, prima dell’acquisto mi e largo 39,7. Viene Artemidoro» sia stato
scrive: "Caro Roberto, mi sembra fatto risalire al 1495 prodotto nell’Ottocento dal
un’ottima decisione"». Roberto Cec- (Mirko Cecchi) famoso falsario greco
chi (nella foto), sottosegretario ai Be- Costantino Simonidis
ni culturali del ministro Lorenzo Orna- Quintavalle, Timothy Verdon, Lucia- milioni. Si chiude a 3,250 milioni nel non essere d’impaccio, anche se il mi- (1820-1890). Condivisi da
ghi, parla dopo la citazione della Corte no Bellosi. «Le uniche voci contrarie novembre 2008. Ancora Cecchi: «La nistro ha avuto la cortesia di ribadir- molti studiosi i dubbi
dei Conti per i 3 milioni 250 mila euro sono quelle di James Beck e di Margrit Corte dei Conti registra a dicembre mi la sua fiducia. Ma una certa sequen- sull’autenticità del rotolo
pagati per il Crocifisso attribuito a Mi- Lisner che lo attribuisce al Sansovi- 2008 senza obiezioni. Paghiamo il pri- za di avvenimenti mostra aspetti da acquistato nel 2004 dalla
chelangelo. Per la Corte non vale più no». E l’opinione negativa espressa, mo milione ma all’inizio del 2009 gira- chiarire e la mia presenza nell’ammini- Compagnia di San Paolo
di 700 mila euro. Valutazione basata per esempio, da Mina Gregori? «Non no voci su un’indagine della Corte dei strazione può fornire ulteriori elemen-
su una stima come «scuola di Miche- risulta prima dell’acquisto, vengo a sa- Conti. Io blocco il pagamento». I pro- ti». A cosa si riferisce? «Prima l’indagi-
langelo». Di qui l’ipotesi di danno era- perlo dopo...» prietari si rivolgono al Tribunale civi- ne sullo svincolamento della preziosa
riale con richiesta di risarcimento. Ol- Nel 2007 l’opera è sul mercato e nel le che dispone il pagamento dell’inte- commode Antoine-Robert Godreaus,
tre a Cecchi, la contestazione riguarda luglio-agosto Paolucci e Acidini ne ra cifra. E qui avviene qualcosa di tipi- è di pochi giorni fa l’archiviazione co-
Cristina Acidini, soprintendente del chiedono l’acquisto da parte dello Sta- camente italiano. Cecchi: «Il 3 marzo me indagato, sono stato ritenuto
Polo museale fiorentino e altri quattro
tecnici. A difendere Cecchi, ai tempi
direttore generale per i Beni storico ar-
❜❜
L’Avvocatura
to: «Qui scatta l’iter previsto dal decre-
to del presidente della Repubblica 233
del 1977 sull’acquisto di beni privati.
2010 arriva il parere 82/99 dell’Avvoca-
tura di Stato del distretto di Torino
che invita a pagare perché un’azione
"estraneo ai fatti". Poi l’operazione Co-
losseo: anche lì avrei potuto decidere
di dimettermi ma l’Autorità per gli ap-
tistici, l’allora ministro Sandro Bondi: Il Comitato di settore storico artistico risarcitoria del proprietario sarebbe palti ha definito regolarissima la spon-
«Rivendico bontà e correttezza delle di Stato disse il 31 dicembre 2007 si orienta per l’ac- troppo onerosa. L’indagine della Cor- sorizzazione del restauro». Addirittu-
decisioni, che hanno avuto il mio be- che l’indagine quisto chiedendo "condizioni econo- te dei Conti, si legge, "deve ritenersi ra una macchinazione? «Parole gros-
nestare finale dopo un esame di meri- miche compatibili con la sua non do- superata dagli eventi come mera con- se. Ma noto che la Corte dei Conti con-
to rigoroso e professionalmente cor- della Corte dei cumentabile attribuzione a Michelan- gettura". Cos’altro avrebbe dovuto fa- testa oggi un fatto del 2008...» A pro-
retto dei tecnici del ministero». Conti era da gelo"». Seguono altri due pareri, nel- re il ministero?». posito, ma il Crocifisso è ancora chiu- Sant’Agostino nello studio
Cecchi si difende: «Dimostreremo l’ottobre 2007 e nel febbraio 2008, in Comunque, Cecchi, c’è chi chiede le so nei sotterranei del Bargello a Firen- L’opera è attribuita a
di aver agito solo nell’interesse pubbli-
ritenersi superata cui si raccomanda un prezzo tra i 3 e i sue dimissioni... «Da funzionario del- ze... «Sono in corso ulteriori indagini Michelangelo Merisi da
co e con la massima correttezza. Forse Gli esperti? 5 milioni, mentre la richiesta è di 18 lo Stato sentirei il bisogno di farlo per del legname che potrebbero essere Caravaggio. Il dipinto è stato
qualcuno pensa che, al ministero, una Solo in due scientificamente molto utili. Ma sarà rintracciato in una collezione
privata spagnola (ma poi
mattina un dirigente si sveglia e com- esposto presto. Proprio lì, al Bargel-
pera ciò che vuole. Per fortuna non è non lo attribuirono I pareri lo». Il mistero del Crocifisso (per ora rivelatasi britannica).
così». Ed ecco la sua ricostruzione: a Michelangelo invisibile) continua. Secondo molti critici si tratta
«L’opera viene sottoposta a tutela nel Federico Salvatore Paolo Conti dell’ennesimo falso scoop.
2004 dall’allora direttore regionale An- Zeri Settis © RIPRODUZIONE RISERVATA Lo scorso 6 febbraio a Roma
tonio Paolucci. Il Crocifisso è di un pri- Del Crocifisso Scrisse a tuttavia si è tenuta una tavola
vato, l’antiquario torinese Giancarlo disse: Cecchi: «Caro rotonda dedicata al tema
IL COMMENTO
Gallino». Poi, racconta Cecchi, tra il «Se non è Roberto, di Angelo Crespi
dell’autenticità dell’opera
2004 e il 2006 arrivano molte attribu- Michelange- un’ottima nelle Idee&Opinioni
zioni a Michelangelo: Umberto Baldi- lo, è Dio» decisione»
ni, Giorgio Bonsanti Arturo Carlo

Enologia In cinque anni si è passati da 6 a 12 milioni di bottiglie. Le famiglie storiche difendono la tradizione e il territorio

La disfida dei produttori sull’Amarone low cost


Il vino sugli scaffali anche a 10 euro: «Una follia, così perderà il suo prestigio»
È amato dalle donne (per il Oggi si trovano sugli scaffali s’interseca con un’altra, non negrarizzazione, emblema di contro l’avanzare del cemento. 12 Famiglie dell’Amarone d’Ar-
gusto accattivante, rotondo, bottiglie a 10 euro. No grazie. meno significativa. Riguarda speculazione edilizia insensa- Cemento che avanza Così, abbiamo visto, giorno te (Allegrini, Begali, Brigaldara,
pur nella forza del corpo) il vi- Questo non è un vino da pro- l’ambiente della Valpolicella. È ta, viene proprio da Negrar, il Allegrini: «Ogni giorno per giorno, la nostra terra-giar- Masi, Musella, Nicolis, Speri,
no che piaceva tantissimo ad duttori seri». successo, infatti, che mentre i comune-dormitorio della vici- dino trasformarsi». Tedeschi, Tenuta Sant’Anto-
Ernest Hemingway, genio e Da qui, la reazione di un suoi vini (Valpolicella classico, na Verona. Negrar si trova in vediamo trasformarsi Certo, non tutto è perduto. I nio, Tommasi, Venturini, Zena-
sregolatezza. «Gli regalai tre gruppo di famiglie storiche, Ripasso, Amarone, Recioto) si Valpolicella», sottolinea Marili- la nostra terra-giardino» vigneti, le ville, le torri superbe to), gruppo presieduto da San-
boccette d’inchiostro e tre bot- che da qualche anno si sono as- andavano affermando, il terri- sa Allegrini, produttrice illumi- sono ancora visibili. Ma occor- dro Boscaini, è attiva «SalValo-
tiglie di Amarone, le finì tutte sociate per difenderne il presti- torio veniva attaccato dal ce- nata. Aggiunge: «Nessuna isti- re vigilare sul paesaggio come policella», associazione che
insieme», disse tempo fa, ricor- gio e la qualità. Battaglia che mento. «Del resto, il termine tuzione si è mai pronunciata sulla qualità del vino. Oltre alle porta avanti la difesa ambienta-
dando lo scrittore, Giorgio Gio- le. Punto di riferimento è Villa
co, ultraottantenne patron del Serego Alighieri di Sant’Ambro-
famoso ristorante «12 Aposto- gio Valpolicella, dove risiede il
li» di Verona. Dai tempi del conte Pier Alvise (21˚ discen-
grande americano, che visse dente di Dante Alighieri), pro-
periodi esaltanti in terra vene- prietario dei vigneti di Masi
ta, il vino più pregiato della Agricola. Marilisa Allegrini, in-
Valpolicella ne ha fatta di stra- vece, nella cinquecentesca Vil-
da, camminando in Italia e nel la della Torre, a Fumane, orga-
mondo. Rafforzando la propria nizza incontri culturali e con-
immagine, imponendosi sul certi. Fin qui i blasonati. Ma i
mercato, allineandosi ai suc- nuovi pensano soltanto al fattu-
cessi del Barolo e del Brunello rato? «Non tutti — puntualizza
di Montalcino. Boscaini —. Vi sono produttori
Ma, come spesso succede, coscienziosi e di livello anche
quando il prodotto tira, tutti si tra coloro che non vantano an-
buttano. «Forzando anche la tiche tradizioni. Vero è che, al
natura per soddisfare la do- contrario, altri sono interessati
manda», dice Sandro Boscaini, a cavalcare l’onda, fin che dura.
presidente di Masi Agricola, La logica è: se il terreno vitato
alias mister Amarone, dal tito- di oggi rende bene, non è detto
lo del libro che racconta di lui che domani non possa essere
(sesta generazione di produtto- ceduto, passando da agricolo a
ri della Valpolicella), di viticol- edificabile. Convenienza, non
tura e di vino. Edito da Marsi- passione per il vino». Per il
lio, l’autrice è Kate Singleton, prossimo Vinitaly di Verona, le
signora inglese che vive in To- 12 Famiglie dell’Amarone d’Ar-
scana. «Fatto sta che, nel giro te organizzeranno un semina-
di cinque anni — spiega Bo- rio tecnico, con degustazioni
scaini — da 6 milioni di botti- guidate. «Per dimostrare le au-
glie di Amarone siamo passati tentiche performance di un
a 12 milioni. Una follia. Per grande vino».
non dire dei prezzi, così strac- Marisa Fumagalli
ciati che umiliano il prodotto. © RIPRODUZIONE RISERVATA
26 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Economia
Piazza Cordusio «Ho sempre detto che 23 consiglieri sono troppi». Il pressing delle Fondazioni e il ruolo degli investitori esteri
CorrierEconomia
LA DISCESA
DELLO SPREAD,
VINCONO
Unicredit, campagna elettorale al via
GLI OTTIMISTI Il presidente Rampl: pronto a restare con l’accordo di tutti sulla governance
L e Borse europee,
Piazza Affari
compresa, possono salire
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

PARMA — «Siamo in demo-


di un altro 5-10% da qui a crazia, se la maggioranza degli
fine anno. La recessione? azionisti mi vuole...», sorride
Sarà sopportabile. E lo Dieter Rampl, presidente di Uni-
spread tra i Btp e i Bund, credit, sotto il palco del Forex
che oggi oscilla tra 350 e da cui ha appena parlato il
400 punti, entro Natale governatore Ignazio Visco.
potrebbe scendere sotto i Il numero uno di Piazza
300. Ecco in sintesi le Cordusio non si sottrae al-
opinioni, caute ma le domande sul rinnovo
speranzose, di quaranta del consiglio d’ammini-
operatori italiani e strazione di inizio mag-
internazionali interpellati gio. E lancia un messag-
da CorrierEconomia, in gio chiaro ai soci di Uni-
edicola domani con il credit: sono favorevole
«Corriere della Sera». a restare al vertice ma «a
Dopo cinquanta giorni di fronte di un progetto di
moderati rialzi per i listini governance valido per ca necessariamente stranie- tà dell’azionariato di Unicredit,
(Piazza Affari da gennaio tutti gli azionisti italiani e re), anche per rispondere alle in cui primo socio non è un italia-
Le regole
è salita del 10% dopo aver internazionali». Perché raccomandazioni di Bankita- no ma il fondo sovrano di Abu
bruciato il 25% nel 2011) e
di discesa controllata del
differenziale di
«lo scopo è quello di fare
buoni risultati per la banca.
Per me la cosa più importante
lia e di Eba. Non è certo un aut
aut, hanno chiarito fonti vici-
ne al presidente, quanto piutto-
Dhabi, Aabar, cresciuto al 6,5%
nell’aumento. Finora gli emirati
non hanno fatto filtrare un inte-
Conflitti d’interesse,
è sempre stato il be-
ne della banca». Un
messaggio diretto in-
sto l’indicazione del percorso
che egli intende seguire: in que-
sto contesto Rampl — che non
resse a entrare nel board ma han-
no solo espresso sostegno al ma-
nagement guidato dal ceo Federi-
si apre il tavolo
nanzitutto al fronte
delle Fondazioni,
che si è un po’ dilui-
rappresenta i soci tedeschi (po-
co presenti in Unicredit) né è
più protetto dagli accordi della
co Ghizzoni. «Se Aabar chiedesse
di entrare in consiglio, avrebbe
senso, sono i primi azionisti. Ci
Tesoro-Bankitalia
to — ora è attorno al fusione con Hvb — si propone sono soci che hanno molte meno DA UNO DEI NOSTRI INVIATI stando ovviamente presidente
12% — ma che non come figura di sintesi tra l’azio- azioni», ha continuato Rampl sor- di Intesa Sanpaolo. Diversa-
ha perso il suo ruolo nariato italiano e quello interna- ridendo, «e vogliono più posti in PARMA — Bankitalia ha mente, sempre in Unicredit il
strategico, come ha zionale, necessaria in una public consiglio...». Tra i sorrisi, un al- proposto al viceministro per presidente Dieter Rampl e il vi-
più volte ribadito company quale è sempre più tro messaggio: è sufficiente un l’Economia Vittorio Grilli cepresidente Fabrizio Palenzo-
l’amministratore de- Piazza Cordusio. Il non detto è solo consigliere per essere rap- l’apertura di un tavolo tecnico na, entrambi anche consiglieri
legato, Federico tra le righe: se l’idea prevalente presentati, due o più sono ridon- sulla questione degli incarichi di Mediobanca, non hanno fi-
rendimento che da alcune Ghizzoni. tra i soci italiani (Fondazioni ma danti. Ma le Fondazioni Carivero- incrociati fra società operanti nora preso alcuna decisione in
settimane ha ripiegato La discussione per il rinnovo anche, forse, i privati come Della na, Crt o Carimonte potrebbero nei mercati del credito, assicu- vista delle indicazioni attuati-
sotto i 400 punti, l’idea del board è in pieno svolgimen- Valle, Del Vecchio, Caltagirone, non pensarla allo stesso modo. Il rativo e finanziario, cioè sull’ar- ve. Proprio perché, come ha
che le cose che possano to. Rampl riprenderà a incontra- Maramotti) è invece di orientare commento del fronte italiano è ticolo 36 del decreto salva Italia detto Visco, restano alcune in-
andare meglio sta re i soci, attraverso i loro rappre- su logiche di altro tipo la gover- arrivato a stretto giro di posta: «I convertito in legge. Lo si è sa- certezze interpretative. Una del-
prendendo piede. Anche gli sentanti nel board, la prossima nance, allora il progetto po- giochi sono aperti, da parte mia puto ieri al convegno del Forex le quali attiene per esempio a
ottimisti, che sono in netta settimana nei vari comitati che trà essere meglio rappre- non c’è un giudizio negativo nei che si è svolto a Parma, nel cor- legami come quello fra Unicre-
maggioranza, non precedono il consiglio del 28 feb- sentato da un diverso presi- confronti dell’attuale presiden- so del quale il governatore Igna- dit e Piazzetta Cuccia: la banca
nascondono le incognite e i braio. Nei primi incontri subito dente. E i rumors che danno co- te», ha detto Giovanni Puglisi, zio Visco ha dedicato un pas- guidata da Federico Ghizzoni è
rischi sempre in agguato dopo la fine dell’aumento di capi- Vertici Il presidente me pretendente alla presidenza numero uno della Fondazione saggio del discorso alla questio- con l’8,6% il maggior compo-
nel complicato panorama tale da 7,5 miliardi, Rampl ha im- di Unicredit Dieter Fabrizio Palenzona, attuale vice- Bds (allo 0,3% che sale allo 0,6% ne delle «doppie poltrone». nente il patto di sindacato che
dove devono combinarsi postato il lavoro spiegando la Rampl è pronto per presidente in quota Crt (nuovo con la quota della Regione Sici- «Fra gli interventi legislativi governa Mediobanca ma con la
gli effetti delle riforme, la sua idea di consiglio: un board un nuovo mandato «a primo socio italiano con il lia), tra gli azionisti minori che più recenti», ha sottolineato, il sua quota non esercita diritto
politica europea e la più leggero — «L’ho sempre det- fronte di un progetto di 3,85%) non sarebbero estranei a potrebbero essere sacrificati in divieto di assumere incarichi di veto nell’accordo parasocia-
crescita, minacciata dalle to che 23 consiglieri sono trop- governance valido per queste logiche. consiglio dal taglio dei posti. contestuali in imprese concor- le: si può dire perciò che il lega-
manovre di austerità. I pi» — con persone esperte di tutti gli azionisti italiani D’altronde, è il ragionamento Fabrizio Massaro renti è volto a prevenire il ri-
quaranta gestori banca e che abbiano un profilo e internazionali» di Rampl, in qualche modo biso- fmassaro@corriere.it schio di concertazioni collusi-
immaginano però che il internazionale (che non signifi- gnerà tenere conto della diversi- © RIPRODUZIONE RISERVATA ve nei consigli di amministra- Articolo 36
morso della recessione in zione». L’authority rimarca
Europa possa alla fine Secondo Via Nazionale
questo aspetto anche perché, vanno risolti subito
risultare non troppo come ha ricordato Visco ieri,
doloroso, con un -1% frutto fra i suoi compiti c’è, oltre a i dubbi interpretativi
della media tra la tenuta Riassetti L’amministratore delegato del Banco Popolare: ottimi rapporti con Meneguzzo quello della vigilanza pruden- relativi all’articolo 36
della locomotiva tedesca e ziale, anche la «responsabilità
le frenate dell’Italia e degli
altri Paesi meno capaci di
correre. Le loro scelte di
portafoglio, quindi,
risultano più sbilanciate
Saviotti: meglio Unipol-Fonsai in materia di trasparenza e cor-
rettezza delle relazioni fra inter-
mediari e clienti». La Banca
d’Italia, dunque, «condivide
me è di controllo o no?
Quella del controllo, che di
per sé rende le imprese non
sulle azioni: il 50% si
dichiara più impegnato in
Palladio? «Noi stiamo con Unicredit e Mediobanca» pienamente lo spirito di queste
norme ed è pronta a dare il pro-
concorrenti ma va esaminato
in che casi si applichi quando è
Borsa, contro un 36% che prio contributo nella loro appli- esercitato in coalizione, è solo
preferisce i bond e un 14% DA UNO DEI NOSTRI INVIATI zione sia finalizzata a puro tra- parte di Palladio e Sator. cazione superando in tempi ra- una delle incertezze interpreta-
neutrale. I più votati sono ding: «Pensiamo di no, ma se Tutta l’operazione è sotto pidi talune incertezze interpre- tive. Ecco alcuni esempi. A chi
i settori ciclici, cioè gli PARMA — «Abbiamo già è qualcosa di diverso ce lo di- osservazione da parte dell’I- tative sull’esatta portata di alcu- applica la norma: solo alle so-
industriali, le materie detto che noi siamo con Uni- ranno». svap e della Consob. L’authori- ni divieti». cietà quotate? Sono compresi i
prime, i titoli tecnologici, credit e Mediobanca». Pensia- Le dichiarazioni di Saviotti, ty sulle assicurazioni ha richie- In effetti sul mercato sono at- consulenti finanziari o chi svol-
le azioni dell’energia. Vale mo che Unipol-Fonsai «sia la che confermano al momento sto e ricevuto venerdì il testo tese le disposizioni attuative in ge unicamente attività di fun-
a dire quelle società che soluzione più giusta, più utile l’assenza di visibilità sui pro- dell’accordo parasociale per vista del 25 aprile, data che ding? Quali sono gli incarichi
vanno forte quando arriva e più semplice». Così ieri a Par- getti di Palladio-Sator, così co- verifiche sotto il profilo auto- (passati i 120 giorni dalla entra- considerati «analoghi» (per
la ripresa. Una scelta che ma, a margine del Forex, Pier me le riflessioni in seno alla rizzativo, visto che per l’even- ta in vigore della legge indicati esempio: lo sono consigliere e
potrebbe sembrare Francesco Saviotti, ammini- Fondazione Crt sulla possibile tuale superamento della soglia nel testo) è la scadenza per le sindaco?) e cosa si intende per
bizzarra o eccessivamente stratore delegato del Banco Po- uscita da Effeti (la joint ventu- del 10% in una compagnia di eventuali scelte fra i diversi «funzionari di vertice»? Inol-
ottimista. In realtà riflette polare, ha espresso i suoi dub- re tra Ferak, partecipata da Pal- assicurazioni va ottenuto l’ok consigli. In alcuni casi le scelte tre, quando si parla di imprese
l’idea, piuttosto condivisa, bi sulle mosse di Palladio, di ladio, e appunto Crt, che detie- dell’Isvap. La Consob invece, sono già state anticipate: l’im- concorrenti che operano «nei
che le quotazioni di questi cui l’istituto è uno degli azioni- ne il 2,2% di Generali, da som- nell’ambito degli accertamenti prenditore Carlo Pesenti si è di- medesimi mercati del prodotto
titoli, oggi troppo sti con circa il 9%. Amministratore delegato marsi all’1,3% nel portafoglio che sta svolgendo sul dossier messo dal board di Unicredit e geografici» andrebbe forse ag-
penalizzate dal panico dei Saviotti ha poi precisato che Pier Francesco Saviotti della stessa Ferak) dicono che Fonsai, la scorsa settimana ha mentre resta in quello di Me- giunta qualche precisazione:
mesi passati, vengano i rapporti con Roberto Mene- il blitz dei due alleati nel patto chiamato Meneguzzo e Pier- diobanca; Francesco Gaetano come vanno considerate dal
prima o poi riabilitate dal guzzo, che insieme a Giorgio di consultazione è seguito con giorgio Peluso di Fondia- Caltagirone, che ha ridotto la punto di vista mercato-prodot-
mercato. Drago guida Palladio, «sono ot- attenzione e anche qualche ria-Sai, e nei prossimi giorni quota nel Montepaschi sotto to per esempio una banca retail
Giuditta Marvelli timi», ciò però «non significa perplessità da alcuni attori invece convocherà Matteo Ar- l’1%, ha lasciato la vicepresi- e una d’affari? Un istituto di cre-
© RIPRODUZIONE RISERVATA pensarla sempre allo stesso Authority coinvolti nella vicenda. Biso- pe di Sator e Carlo Cimbri di denza della banca senese, indi- dito e una società di bancassu-
modo». Non sa dire però, il Gli accertamenti gnerà vedere se nei prossimi Unipol. Giovedì 23 febbraio si cando al suo posto il manager rance? Insomma, le incertezze
banchiere, se l’operazione con dell’Isvap sul patto giorni verrà rivelato qualcosa svolgerà infine il consiglio di del gruppo storicamente a lui non sono di scarso rilievo. E
la quale Palladio e Sator hanno di più sulle effettive intenzio- Fonsai per un esame prelimi- più vicino, Mario Delfini; infi- c’è poco tempo per risolvere i
acquistato rispettivamente il mentre proseguono ni e sulla presenza di un aspet- nare sui conti. ne Giovanni Bazoli sarebbe dubbi.
5% e il 3% di Fonsai sottoscri- gli incontri in Consob to industriale sottostanti l’ac- S. Bo. pronto a dimettersi dal consi- Sergio Bocconi
vendo poi un patto di consulta- quisto delle partecipazioni da © RIPRODUZIONE RISERVATA glio di sorveglianza di Ubi, re- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Economia 27

Debito Il premier di Atene, Papademos: abbiamo trovato altri 125 milioni di euro da tagliare Il mercato

Caos Grecia, salvataggio a rate Cannata: Bot e Btp,


tornata la fiducia
Ultimatum dell’Eurogruppo, lunedì il vertice. Il nodo dei titoli Bce sui titoli di Stato
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI
DAL NOSTRO INVIATO Resta quindi incerto l’esito 2013) è condizionato da
della riunione di domani, a un’opinione pubblica ampia- PARMA — «Gli investitori stanno
BRUXELLES — La Grecia ri- cui è annunciata la presenza mente contraria a pagare per tornando ad acquistare titoli di Stato
schia il fallimento già a mar- del premier Mario Monti nel la Grecia, se ad Atene non ac- italiani»: sorride Maria Cannata, la
zo per l’impossibilità di rifi- suo ruolo di responsabile an- cettano drastici obblighi in responsabile della gestione del debito
nanziare la quota del suo de- che dell’Economia. In agenda grado di garantire la restitu- pubblico al ministero dell’Economia,
bito in scadenza. Ma l’Euro- figurano altri temi della stra- zione dei prestiti. quando rivela la schiarita delle ultimissime
gruppo dei 17 ministri finan- tegia anticrisi dell'eurozona, Il governo ellenico è arriva- settimane. I flussi di acquisto, aggiunge
ziari in programma domani a che interessano molto l’Ita- to ad accettare un discusso intervenendo ad una tavola rotonda
Bruxelles, che si annuncia co- lia. C’è l’aumento del Fondo acquisto di armamenti tede- organizzata da Il Sole 24 Ore Radiocor in
me l’ennesimo ultimatum salva Stati in vista del sum- schi e francesi. Ma il mini- occasione del congresso Assiom Forex,
per Atene, in larga maggio- mit dei capi di governo dell’1 stro delle Finanze tedesco, arrivano «non solo dall’Europa, ma anche
ranza sembra pronto a inven- e 2 marzo prossimi. Pesano Wolfgang Schauble, capofila dall’Asia e anche, da ultimo, dagli Stati
tarsi di tutto pur di allontana- poi sempre più le pressioni nell’Eurogruppo della linea Uniti». Cannata
re il tracollo. di vari governi e dell’Europar- dura (appoggiata da Olanda comunque non si
Molti ministri temono un lamento per far varare inter- e Finlandia), finora ha solo sbilancia troppo, si
successivo contagio in altri Ma oggi ad Atene sono con- Atene venti concreti per il rilancio moderato i suoi toni abituali mantiene cauta, sa
Paesi dell’Eurozona. Nelle
trattative della vigilia è così
spuntata perfino l’ipotesi di
anticipare solo la quota neces-
13 vocate manifestazioni di pro-
testa contro le politiche di au-
sterità proprio in vista del-
l’Eurogruppo. I sindacati e i
Lucas
Papade-
mos
della crescita e dell’occupa-
zione, in modo da frenare le
preoccupanti tensioni sociali
provocate dagli effetti recessi-
esprimendo «grande conside-
razione» per i cittadini greci
“toccati dalle misure di
austerità”. Che a Berlino ri-
bene che la situazione
resta incerta e «ancora
impegnativa»,
soprattutto in assenza
saria il mese prossimo, qualo- miliardi di euro partiti estremisti le conside- vi delle misure di austerità. tengono comunque indispen- di una soluzione
ra non fosse possibile sblocca- Il prestito che il Fmi potrebbe rano insostenibili per una po- Il nodo è la rigidità del go- sabili. rapida della crisi
re il totale di almeno 130 mi- concedere alla Grecia polazione stremata da una verno della Germania, che Ivo Caizzi Maria Cannata greca, anche se le
liardi di euro. La Bce (Banca drammatica recessione. (con le elezioni nazionali nel © RIPRODUZIONE RISERVATA preoccupazione della
centrale europea) di Mario fase buia di novembre e dicembre è
Draghi ha studiato una solu- passata. In particolare per merito del
zione tecnica per anticipare i pacchetto di misure varate dal governo
guadagni scaturiti dagli acqui- Indiscreto Monti prima di Natale. Ma c’è altro. La
sti di titoli di Stato. Vari Paesi dirigente del ministero di via XX settembre
chiedono l’accelerazione del chiama in causa le agenzie di rating che
potenziamento del Fondo sal-
va Stati. Si tratta un ulteriore
Missione di Vegas nella City. Andrà alla Borsa di Londra hanno «avuto un ruolo» nell’aggravarsi
delle turbolenze del mercato. Questa
aumento delle perdite concor- Trasferta a Londra per Giuseppe Vegas. Giovedì il presidente della Consob ceo Xavier Rolet sull’assetto di Piazza Affari. Le questioni di cui parlare non estate, ricorda, il mercato ha iniziato a
date con le banche private in volerà nella capitale britannica per incontrare i vertici del London Stock mancano. Dalla concorrenza tra sistemi regolamentati e piattaforme alternative penalizzare il debito pubblico italiano per
possesso di titoli greci. Exchange. Vegas, che nella visita sarà accompagnato dal presidente di Borsa al fenomeno degli high frequency trading, gli scambi ad alta frequenza su cui la due ragioni: «da un lato le criticità che il
Il premier greco Lucas Pa- Italiana, Massimo Tononi e dall’ad Raffaele Jerusalmi, è stato invitato dal Lse a Consob ha puntato l’indice chiedendo a Borsa Italiana di arginare il fenomeno mercato percepiva dal lato della
pademos, dopo una riunione una tavola rotonda. In agenda anche un incontro con esponenti della business per scoraggiare la speculazione. Di contro a Vegas potrebbe essere chiesto cosa governance europea nella risoluzione della
d’emergenza del suo gover- community. È la prima volta che Vegas si reca a Londra in veste ufficiale. Tra intende fare con il divieto di short selling, ormai rimosso da tutte le piazze che situazione Grecia con il relativo rischio
no, ha annunciato «misure l’autorità di vigilanza e il Lse, azionista di controllo di Piazza Affari, ci sono lo avevano adottato insieme a Milano. La proroga scade venerdì e il tema contagio» e dall’altro, «il focus sul fatto che
aggiuntive per 125 milioni», contatti frequenti e l’idea di organizzare la visita sarebbe nata nell’ambito dei potrebbe essere di interesse soprattutto per gli investitori a cui il Vegas ha l’Italia aveva un grande debito pubblico
che completerebbero i 325 recenti scambi tra Roma e Londra. L’occasione sarà utile a Vegas per tastare il deciso di riservare uno spazio nella sua agenda londinese. abbinato a una crescita debole da tempo».
milioni di tagli richiesti da polso della principale piazza finanziaria. Ma può anche essere l’occasione per Federico De Rosa S.Ta.
Bruxelles per sbloccare i 130 uno scambio di vedute con il presidente del listino, Chris Gibson Smith, e il © RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

miliardi.
28 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
29

CONSERVAZIONE E RESTAURO La conservazione nel tempo dei testi cartacei, fissati i requisiti dei manufatti di pubblica consultazione di ulteriori e più onerosi interventi, sia per il danno
soprattutto quelli sottoposti a una forte usura perché e le caratteristiche ottimali per le rilegature di libri o culturale e sociale che può derivare dalla distruzione di
Salvare i testi cartacei: destinati alla pubblica consultazione, è una sfida di non
poco conto, tanto più che le risorse a disposizione di
documenti. Non di rado oggi bibliotecari e archivisti si
trovano a dover prendere decisioni in materia senza
documenti. La Uni Iso 14416, dal cui ambito sono
esclusi i testi «di elevato valore storico e artistico» che
nuove regole tecniche archivi e biblioteche vanno diminuendo. Ora però gli
addetti al settore possono contare su uno strumento
avere la necessaria preparazione tecnica, il che li espone
al rischio di compiere scelte inadeguate o li spinge a
necessitano di cure speciali, fornisce tutto l’occorrente
per scelte di conservazione e restauro adeguate.
per archivi e biblioteche nuovo: si tratta della norma tecnica Uni Iso 14416
dell’Uni (Ente italiano di unificazione), nella quale sono
un’inerzia spesso pericolosa. Le conseguenze possono
essere pesanti, sia in termini finanziari, per la necessità
Antonio Carioti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cultura
il Classico
Un romanzo di Robert Louis Stevenson inedito in Italia, uscito
nel 1877 in forma anonima sulla rivista «London» e riscoperto
solo nel 1982. Questo è Una vecchia canzone (Barbès Editore,
traduzione e cura di Fabrizio Bagatti, pp. 112, e 8): in pratica
il primo romanzo pubblicato dall’autore de L’isola del tesoro.

Intervista Simboli e istituzioni


Lo scrittore racconta
il legame che unisce TRA CORONA
due famiglie E ALBERO
della California: DELLA LIBERTÀ
una afroamericana
e una bianca di ARTURO COLOMBO

S’
intitola Monarchia e
Repubblica un originale
saggio in cui Maurizio
Ridolfi e Marina Tesoro, due

MICHAEL CHABON E AYELET WALDMAN CON I LORO FIGLI (FOTO JENNIFER CHANEY)
dal nostro corrispondente storici contemporaneisti, si
ALESSANDRA FARKAS propongono di rivisitare un
secolo — per l’esattezza, dal
NEW YORK — Anche se nessuno 1848 al 1948 — allo scopo di
di loro l’ha letto, i critici americani illustrare «istituzioni, culture e
hanno già definito Telegraph Avenue rappresentazioni politiche in
di Michael Chabon, in uscita a settem- Italia». Emerge così, scandita
bre in Usa (da noi sarà pubblicato da nei quattro momenti decisivi —
Rizzoli l’anno prossimo), come «uno durante il Risorgimento, nell’età
dei libri più attesi e intriganti del liberale, sotto il fascismo e
2012». «Mia moglie ne sarà felice», af- nell’avvio della democrazia
ferma l’autore al telefono da Berke- repubblicana — la serie, fitta e
ley, dove vive con la scrittrice Ayelet spesso tormentata, di
Waldman e i loro quattro figli, «per- contrapposizioni e divaricazioni
ché ha letto le quasi 500 pagine del fra la Corona e l’Albero della
romanzo ben 12 volte, senza rispar- libertà, che ha visto per lungo
miarmi peraltro dure critiche. È entu- tempo prevalere casa Savoia e
siasta della versione finale». poi, con il referendum del 2
La sua ultima opera è un memoir giugno 1946, ha dato partita
oppure fiction? vinta ai sostenitori della
«È un romanzo che racconta del- Repubblica. Il discorso si
sviluppa, facendo emergere e
mettendo a confronto quelli che

«La magia della musica cancella


Ridolfi e la Tesoro definiscono
«i due universi politico-culturali
e simbolico-rituali», che si
contrappongono anche
radicalmente, ma di cui, per
esempio, il tricolore costituisce

i confini tra mondi diversi»


l’amicizia tra due famiglie: una cop-
pia di coniugi bianchi quarantenni di
Berkeley, Nat Jaffe e Aviva Roth-Jaffe,
e una coppia afroamericana trenten-
ne di Oakland, Archy Stallings e
Gwen Shanks».
un «simbolo polisemico», cioè
«assume una valenza identitaria
per gli italiani, quale che sia il
referente politico e ideale»,
monarchico da una parte,
repubblicano dall’altra: con
Come nasce questa amicizia?
«Da una grande passione per la
Michael Chabon: il mio prossimo romanzo tare di questi luoghi dove per le per-
sone è naturale, quasi involontario e
l’unica variante dello «spazio al
centro della bandiera»,
musica e per i dischi in vinile. Oltre a
suonare insieme in una band, i due
mariti gestiscono anche un negozio
ruota intorno a un negozio di dischi in vinile inconsapevole, incontrarsi e stare in-
sieme. Proprio come i quartieri al
confine tra Berkeley e Oakland dove
occupato dallo stemma
sabaudo, oppure lasciato in
bianco «o magari ornato da
di 78, 45 e 33 giri a Oakland. Broke- vivo e dove tutto il romanzo è am- scritte o segni alternativi». Uno
land Record non è una semplice bot- In un saggio sull’«Atlantic Re- È una ricerca del tempo perduto La stampa ha elogiato la scelta di bientato. La baia di San Francisco è dei momenti chiave coincide
tega, ma un piccolo luogo magico do- view» del 2011, lei esalta il vinile a proustiana, la sua? ambientare il romanzo in Califor- piena di posti così». con le vicende del 1943, quando
ve mondi diversi si intersecano. Ogni scapito del cd. «Sì. Oltre alle famiglie, i veri prota- nia, rompendo così il trend degli Nell’America di Obama è diventa- non solo il re che ha tradito non
giorno bianchi, asiatici e neri si siedo- «Considero il cd come il manufat- gonisti sono i luoghi, sia attraverso il scrittori amanti dei sobborghi di to più facile per la gente superare rappresenta più la nazione (e
no dietro al bancone per parlare, sen- to tecnologico meno attraente finora ricordo di come erano un tempo, sia Brooklyn. le barriere razziali? quindi, la monarchia «risulta
za barriere, di ciò che li accomuna: la creato per infondere piacere. Molto tramite la descrizione di come appa- «Celebro questa parte di mondo «Non credo si possa generalizzare. incompatibile con il
musica. Un po’ come i bar delle stazio- diverso dal disco in vinile, che è sen- iono oggi. Il marito afroamericano, che adoro, nonostante i difetti su cui Direi che, per natura, le persone ten- cambiamento»), ma addirittura
ni spaziali di Star Trek, punto di in- za dubbio un feticcio da adorare, un ad esempio, è nato e cresciuto nella ironizzo puntualmente nei miei libri. dono a segregarsi. E oggi assistiamo si contrappongono due
contro per alieni di galassie diverse». bene superiore e irrinunciabile che, vecchia Oakland, di cui ricorda ogni Per lavoro viaggio molto, sia negli Sta- anche a un altro tipo di fenomeno: la repubbliche: quella dei
Che cosa hanno in comune le dalla grafica all’etichetta, dall’odore ruga. Le strade, i nomi, le persone ti Uniti sia all’estero e, ogni volta che segregazione economica, ovvero gen- «repubblichini», coincidente
due famiglie oltre alla musica? al tatto e dalla fodera alla copertina, che incontra rievocano immagini del ritorno a casa, sono grato di vivere te che si allontana da certi gruppi a con la Rsi (la Repubblica sociale
«I mariti sono gli artefici del forte stimola tutti i nostri sensi. Anche le passato, come il barbiere che 40 anni qui per la diversità che mi circonda». causa della crisi che li fa retrocedere italiana di Mussolini) e quella
legame tra i due nuclei famigliari. Pe- audiocassette però hanno il loro fasci- prima aveva la sua bottega dove ades- Un paradiso interrazziale? nella scala sociale». «vera», che riunisce molte delle
rò, anche le mogli diventano subito no». so sorge Brokeland Records». «Sì. Il libro intende proprio raccon- © RIPRODUZIONE RISERVATA forze impegnate nella
amiche. Entrambe infermiere profes- Resistenza e che punta a
sioniste, condividono l’esperienza completare «il secondo
della maternità: Gwen con la gravi- 1941-2012 Latinista e filologo classico, figlio del celebre epistemologo Ludovico Risorgimento». Per meglio
danza, Aviva con il figlio adolescente. spiegare un simile processo
Vi è poi un altro legame generaziona- centenario, mi pare appropriato
le tra di loro».
Che cosa intende dire?
«Julius, il figlio teenager della cop-
pia di bianchi, è grande amico del co-
Addio al «virgiliano» Mario Geymonat e lodevole lo sforzo di
recuperare il ruolo svolto dalle
immagini, forse con qualche
maggior richiamo a certi
etaneo Titus, primogenito del marito di ARMANDO TORNO riprendeva un particolare — Eratostene (non a caso matematico e astrono- manifesti elettorali in occasione
della famiglia afroamericana. Questo arricchendolo magnificamen- mo), il poeta Partenio o Valgio Rufo, che faceva del referendum del 1946 (per
ultimo, però, non ha mai incontrato
suo figlio e non sa neanche che il ra-
gazzino vive a Oakland, molto vicino
È morto a Venezia il latinista e filologo classico
Mario Geymonat. Era uno dei figli del celebre
epistemologo Ludovico. Dal padre ebbe molto,
te — della sua edizione degli
«Scholia» agli Alexiphármaca
di Nicandro (Contravveleni:
parte del circolo di Mecenate.
Mario fu un filologo vero: seppe curare testi
critici, leggere e trascrivere papiri. Il suo lavoro
esempio, quello dei
repubblicani con il perentorio
imperativo: «Liberateci dal
a lui. Nel libro Julius si pone in un at- non ereditò soltanto il metodo rigoroso negli stu- l’opera fu pubblicata da Cisal- scientifico si accostò a un impegno politico co- nodo sabaudo!»).
teggiamento di sfida nei confronti di: gli restò, tra le qualità, l’amore per la storia pino-Goliardica nel 1974). Si stante e prova ne è un articolo apparso su «Libe- © RIPRODUZIONE RISERVATA

del padre e dei suoi gusti musicali, della scienza. Per tale motivo scrisse un libro co- muoveva con disinvoltura nel razione» il 26 ottobre 2010 nel quale, tra l’altro,
considerati troppo raffinati. Con la me Il grande Archimede (Sandro Teti Editore), mondo classico e il suo lascito di studi e ricerche scriveva: «Siamo giunti a un punto critico: o ci si R Il libro: Maurizio Ridolfi, Marina
sua passione per il progressive rock nel quale seppe mettere in luce le scoperte del fa parte di quel genere che resta. distrugge da soli (e su questa prospettiva incon- Tesoro, «Monarchia e
anni Settanta, il quindicenne calpe- sommo siracusano e far conoscere meglio le pagi- Nel 1973, nel prestigioso «Corpus Paravia- treremo pure non pochi provocatori), o con un Repubblica», Bruno Mondadori,
sta l’anima jazz e soul del genitore. ne che su di lui lasciarono autori quali Plutarco, num», curò l’opera di Virgilio (poi ripresa dalle illuministico spirito autocritico avremo il corag- pagine 190, € 18
Brokeland Records è il regno della Vitruvio, Livio e Cicerone (dal 2010 c’è un’edizio- Edizioni di Storia & Letteratura); inoltre scrisse gio di cambiare prospettiva e di riprendere a or-
grande tradizione musicale nera tra ne americana presso la Baylor University Press). numerose voci per L’Enciclopedia virgiliana del- ganizzarci in modo unitario da comunisti». Paro-
gli anni Cinquanta e Ottanta. Nei suoi Fisicamente Mario assomigliava a papà Ludo- la Treccani (l’ultimo volume uscì nel 1991). Arri- le ferme, che non lasciano spazio a compromes-
scaffali troviamo i capolavori di leg- vico. Anche nei gesti. Quando si incontrava, ave- vò alla cattedra di Ca’ Foscari dopo essersi forma- si. Non a caso suo padre si chiamava Ludovico
gende quali Donald Byrd, Lou Donald- va sempre un consiglio o una notizia. A volte si to alla scuola filologica milanese (tra i suoi mae- Geymonat.
son e Charles Kynard». soffermava su un palinsesto di Euclide; oppure stri, Alberto Grilli) e aver studiato autori quali © RIPRODUZIONE RISERVATA
30 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
31
32 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

G2021806

G2021514
ASSOCIAZIONE TRENTO RISE
Via Sommarive, 18,
38123 Povo - Trento, Italy PROCEDURA APERTA
Tel. n. 0461 314042 – Fax n. 0461 314058 Coordinamento della Sicurezza per l’esecuzione dei lavori del
Polo della Meccatronica.
Estratto di AVVISO PUBBLICO Società Appaltante: TRENTINO SVILUPPO S.p.A. Via F. ZENI, 8
PER LA REALIZZAZIONE DI UN PROGETTO DI RICERCA E SVILUPPO (PRE COMMERCIAL PROCUREMENT)
ROVERETO 38068
Punti di contatto: Tel. +390464443111 - Posta elettronica:
CONCERNENTE “A PLATFORM FOR INTELLIGENT PROVISION AND UBIQUITOUS ACCESS TO
info@trentinosviluppo.it - Fax: +390464443112
INFORMATION AND SERVICES FOR THE CULTURAL HERITAGE” CIG 39343719A6 – CUP I61J12000000003
Breve descrizione dell'appalto: l'appalto ha per oggetto la ricerca di
Trento Rise intende procedere all’effettuazione di una procedura pubblica (pre commercial procurement) per la stipula di una figura professionale cui affidare l’incarico di coordinatore della
un Accordo Quadro relativamente alla realizzazione di un progetto di ricerca e sviluppo concernente “A PLATFORM FOR sicurezza in fase di esecuzione dei lavori di realizzazione del Polo
INTELLIGENT PROVISION AND UBIQUITOUS ACCESS TO INFORMATION AND SERVICES FOR THE CULTURAL della Meccatronica di Rovereto (TN).
HERITAGE”, conformemente a quanto stabilito dagli articoli 19 e 27 del D.Lgs. n. 163/2006 e s. m. e i., nonché dall’arti- Base d’Asta: 340.000,00 IVA Esclusa
colo 25 bis della L.P. n. 14/2005 e s. m. e i. Tipo di procedura: Aperta
L’importo complessivo stimato per la realizzazione del progetto è pari ad € 1.800.000,00 (unmilioneottocentomila/00) Criteri di aggiudicazione, condizioni e requisiti economici, tecni-
all’anno, per tre anni. La durata del progetto è stabilita in 36 mesi. Il criterio di aggiudicazione sarà quello dell’offerta eco- ci, etc. e condizioni per ottenere la documentazione di gara sono
nomicamente più vantaggiosa. specificati nel Disciplinare di Gara reperibile su sito web di
Trento Rise si riserva la facoltà di richiedere lo sviluppo di un applicativo-pilota (ed eventuale prima fase di esercizio), rela- Trentino Sviluppo S.p.A. www.trentinosviluppo.it nella sezione
tivo al progetto di ricerca e sviluppo in oggetto. L’importo massimo complessivo stimato per la realizzazione e l’esercizio “Bandi e Appalti”.
dell’applicativo-pilota è pari ad € 850.000,00 (ottocentocinquantamila/00). Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di parte-
Il testo integrale dell’avviso in oggetto è pubblicato sul sito http://www.trentorise.eu/. cipazione 12/04/2012 ore 12.30.
Responsabile del procedimento ai sensi della L.P. n. 23/1992 e s. m. e i.: dott. Michele Debiasi. Lingue utilizzabili ITALIANO
Le richieste di partecipazione alla procedura dovranno pervenire esclusivamente al seguente indirizzo: Trento Rise, Via Data di trasmissione alla GUUE: 10 febbraio 2012
Sommarive, 18, 38123 Povo - Trento, Italy, a pena di inammissibilità entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 17.04.2012. Trentino Sviluppo S.p.A. - Il Presidente - Diego Laner
Ulteriori informazioni potranno essere richieste presso Trento Rise a mezzo fax n. 0461314058 entro e non oltre le ore
Tribunale di Latina
12.00 del 03.04.2012. ESECUZIONE IMMOBILIARE NUMERO 269/06
Il Notaio Nicola Riccardelli avvisa che il giorno 17
Abstract of a PUBLIC NOTICE aprile 2012 alle ore 10.00 e seguenti procederà
presso il suo studio in Latina, alla via Oberdan 24, alla
FOR THE IMPLEMENTATION OF A PRE-COMMERCIAL PROCUREMENT R&D PROJECT REGARDING “A vendita senza incanto dell’immobile sito in Comune di
PLATFORM FOR INTELLIGENT PROVISION AND UBIQUITOUS ACCESS TO INFORMATION AND SERVICES Latina (LT), Via Medardo Rosso s.n.c. e precisamente:
porzione di villetta a schiera per complessivi due piani
FOR THE CULTURAL HERITAGE” CIG 39343719A6 – CUP I61J12000000003 fuori terra con annessa area giardino di esclusiva pro-

www.corriere.it/legale
Trento Rise wishes to proceed with a pre-commercial procurement public procedure to draw up a Framework prietà. Detto immobile si compone di un piano inter-
rato adibito a garage e rustico; piano terra con cucina,
Agreement regarding the realization of an R&D project for “A PLATFORM FOR INTELLIGENT PROVISION AND sala, e un bagno; piano primo con tre camere da letto
UBIQUITOUS ACCESS TO INFORMATION AND SERVICES FOR THE CULTURAL HERITAGE”, in compliance with the e piano sottotetto adibito a mansarda. Prezzo base
rib 226.700,00 ril. 4.534,00. AVVISA ALTRESI’ che
provisions of articles 19 and 27, Legislative Decree no. 163/2006 as subsequently amended, and article 25 bis of l’eventuale successiva vendita con incanto avrà luogo
Provincial Law no. 14/2005 as subsequently amended. presso lo studio del Notaio Nicola Riccardelli in Latina
alla via Oberdan, 24, il giorno 15 maggio 2012 alle ore
The estimated total overall amount for realizing the project corresponds to € 1,800,000.00 (one million eight hundred 10.00 al prezzo base 226.700,00 rilancio 10.000,00.
thousand/-) per year, for three years. The project length is established at 36 months. The criterion for making the award
will be the most cost-effective bid. Per la pubblicità legale e finanziaria
Trento Rise reserves the right to request development of a pilot application (if necessary, including an initial operational rivolgersi a:
phase) for the R&D project concerned. The estimated overall maximum amount for realizing and operating the pilot Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano
application corresponds to € 850,000.00 (eight hundred and fifty thousand/-). Tel. 02 2584 6665/6256 - Fax 02 2588 6114
The full text of the notice is published on the http://www.trentorise.eu/ website. Via Valentino Mazzola, 66/D - 00142 Roma
Tel. 06 6882 8650 - Fax 06 6882 8682
The person in charge of the proceedings pursuant to Provincial Law no. 23/1992 and subsequent amendments is: Mr Vico II San Nicola alla Dogana, 9
Michele Debiasi. 80133 Napoli
Applications to take part in the procedure must be sent exclusively to the following address: Trento Rise, Via Tel. 081 49 77711 - Fax 081 49 77712
Via Villari, 50 - 70122 Bari
Sommarive, 18, 38123 Povo - Trento, Italy, on pain of disqualification if received later than midday on 17.04.2012. For Tel. 080 5760 111 - Fax 080 5760 126
more information, please contact Trento Rise by fax at 0461314058 no later than midday on 03.04.2012.
RCS MediaGroup S.p.A.
RCS MediaGroup S.p.A. Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano
Trento, 17 febbraio 2012 Il Presidente dell’Associazione Trento Rise - Prof. Fausto Giunchiglia - Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

BARI - Via P. Villari 50 FIRENZE - Lungarno alle Grazie 22 OSIMO (AN) - Via Grandi 10 TORINO - Corso Duca d’Aosta 1
Tel. 080 5760111 - Fax 080 5760126 Tel. 055 552341 - Fax 055 55234234 Tel. 071 7276077 - Fax 071 7276084 Tel. 011 502116
RCS MediaGroup S.p.A. Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14.30-18 Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-17.30 Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18 Fax 011 503609
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
BOLOGNA - Via S. Donato 85 MILANO - Via Solferino 22 PALERMO - Via G. Sciuti 164
Tel. 051 4201711 - Fax 051 4201028 Tel. 02 6282 7555 / 7422 - Fax 02 6552436 Tel. 091 306756 - Fax 091 342763 VERONA - Via Carlo Cattaneo, 26
Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18 Dal lunedi al venerdi 9-17.45 Dal lunedi al venerdi 9-13,30 / 15-18 Tel. 045 8011449
Fax 045 8010375
Piccola Pubblicità - Punti raccolta inserzioni COMO - Piazza del Popolo 5 NAPOLI - Vico San Nicola alla dogana 9 PADOVA - Via Francesco Rismondo 2e int. 8 Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
Tel. 031 243464 - Fax 031 303326 Tel. 081 4977711 - Fax 081 4977712 Tel. 049 6996311 - Fax 049 7811380
SPORTELLI AGENZIE Dal lunedi al venerdi 8.30-12.30 / 14.30-18.30 Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14.45-17.30 Dal lunedi al venerdi 9-13 / 14-18
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
33

Idee&opinioni Corriere della Sera SMS


Le news più importanti in anteprima sul tuo cellulare. Invia un sms con la parola CORRIERE al 4898984
Servizio in abbonamento (3 euro a settimana). Per disattivarlo invia RCSMOBILE OFF al 4898984
Maggiori informazioni su www.corrieremobile.it

STRATEGIE

A QUASI UN ANNO DA FUKUSHIMA Cautele americane, paure israeliane


IL RITORNO (SILENZIOSO) DEL NUCLEARE
I rischi di giocare d’anticipo con l’Iran
✒ Non manca molto al primo anni-
versario di Fukushima e la lezio-
ne del disastro giapponese pare essere già
lontana, quasi sfocata. Dopo l’abbandono
A ben guardarla la faccenda sta proprio
qui. Come era logico attendersi, l’effetto
emotivo del disastro dello scorso marzo si
va attenuando. E le ragioni di quella «lezio-
di FAREED ZAKARIA

del nucleare dichiarato da Germania, Sviz- ne», per di più, si scontrano con i timori SEGUE DALLA PRIMA
zera e Belgio all’indomani dell’incidente, che la recessione possa acuirsi se i prezzi
dopo il secondo «no» referendario italiano del petrolio (e dell’energia in genere) conti- Lo stato maggiore tedesco era convinto che il
e dopo gli stress test pretesi dalla Commis- nuassero a salire, come è assai probabile. suo arcinemico — la Russia — stesse
sione Ue, ci sono segnali sempre più nume- «Non possiamo permetterci di rinunciare procedendo nel riarmo con una tale celerità
rosi di un ritorno all’energia dall’atomo, in a nessun tipo di fonte», ha detto il mini- da presentare una seria minaccia alla potenza
Europa e nel mondo. Due giorni fa il presi- stro spagnolo dell’Industria per giustifica- militare germanica. I tedeschi erano convinti
dente francese Nicolas Sarkozy e il premier re la mossa del suo governo. che in due anni — entro il 1916 — la Russia si
britannico David Cameron hanno stretto Nell’Occidente, insomma, prevale la logi- sarebbe assicurata un vantaggio strategico
un accordo proprio su questo terreno: nei ca del pragmatismo: in situazioni difficili considerevole, tale da renderla imbattibile.
mesi passati Londra non ha fermato il suo alcune scelte diventano un lusso. Da noi Di conseguenza, allo scoppiare dei primi
programma. La Spagna ha confermato che non è andata così, ed è troppo tardi e inuti- disordini nei Balcani nel giugno del 1914, la
la vecchia centrale di Garona non chiuderà le recriminare. Ma l’Italia, se si vuole fare Germania decise di agire. Per impedire alla
nel 2014 ma resterà aperta fino al 2019 (a un esempio di altri «lussi» energetici, sie- Russia di penetrare in una zona di immunità,
Villar de Canas, intanto, la speculazione fa de anche su riserve nazionali di petrolio e la Germania invase la Francia (principale
salire alle stelle il valore dei terreni che do- gas che per quanto limitate potrebbero co- alleato della Russia) e il Belgio, costringendo
vranno ospitare il sito delle scorie radioatti- prire il 20% della sua domanda per vent’an- così l’Inghilterra a entrare in guerra e
ve). Gli Stati Uniti, a 34 anni da Three Mile ni. Senza contare gli introiti fiscali connes- scatenando un conflitto europeo su un
Island, hanno dato il via libera alla costru- si. Un «dossier» che con le dovute garanzie doppio fronte militare che si protrasse
zione di due nuovi reattori, per i quali si ambientali, e senza alcuna rinuncia sul quattro anni e si lasciò alle spalle più di 37
attingerà ampiamente a fondi federali. A vo- fronte dello sviluppo delle energie rinnova- milioni di morti.

DORIANO SOLINAS
tare contro (4 a 1) è stato solo il presidente bili, varrebbe forse la pena di esaminare. Non mi azzardo certamente a ipotizzare che
dell’authority sul nucleare, che non a caso Stefano Agnoli un attacco israeliano contro l’Iran
ha citato proprio la «lezione di Fukushi- twitter@stefanoagnoli rischierebbe di innescare conseguenze
ma». © RIPRODUZIONE RISERVATA
simili, vorrei soltanto suggerire che è
profondamente miope motivare una
gravissima decisione — l’entrata in guerra — occidentali per instaurare il comunismo Alla fine, tuttavia, i rivoluzionari globali di
sulla base di considerazioni tecniche assai
I PARTITI ANTIEUROPEI CONQUISTANO fragili e limitate, come gli spiragli di
globale. Per noi Mosca era irrazionale,
aggressiva e totalmente sprezzante della vita
Mosca, i pazzi autocrati di Pyongyang e i
generali simpatizzanti dei terroristi in
vulnerabilità. Nel marzo del 2003, furono in umana. Pakistan, hanno tutti trovato il miglior
LA STABILE OLANDA E LA FRAGILE GRECIA molti a Washington a insistere che non si Proprio come oggi Israele sta apertamente deterrente nel timore della distruzione
poteva aspettare che gli ispettori dell’agenzia considerando azioni militari preventive reciproca. Benché spesso definito


nucleare terminassero il loro lavoro in Iraq, contro l’Iran, molti in Occidente demenziale, il regime di Teheran è lungi
«Chi sono gli olandesi?» si è Hond segnalano l’ascesa esponenziale perché quello spiraglio si chiudeva ogni sollecitavano simili interventi contro Mosca dall’aver replicato gli eccessi perpetrati dalla
chiesto, irritato, il presidente del Partito socialista, una formazione giorno di più — e avrebbe fatto troppo caldo sul finire degli anni Quaranta. Per cogliere Cina di Mao. Nel corso dell’ultimo decennio,
greco Karolos Papoulias dopo le ennesi- nata nel ’94 sotto il nome di Partito a giugno e a luglio per inviare l’esercito appieno le tensioni di quei tempi, rileggiamo ci sono stati migliaia di attentatori suicidi di
me richieste di austerità da parte dei cre- marxista-leninista sulla base di una piat- americano. Ci siamo precipitati in queste righe, tratte dal diario di Harold origine saudita, egiziana, libanese,
ditori. La risposta più breve può essere: taforma maoista. I socialisti olandesi so- un’invasione e in un’occupazione militare Nicolson, che forse fu uno dei diplomatici palestinese e pakistana, ma non un solo
un Paese in «tripla A» nel quale i sondag- no anti-Europa, anti-globalizzazione e che non erano state adeguatamente britannici più riflessivi e misurati della sua attacco è stato portato a termine da un
gi indicano una costellazione politica si- rubano consensi sia ai laburisti sia al- preparate, costringendo i nostri soldati a generazione: «29 novembre 1948. Si dà per cittadino iraniano. Anche se riuscisse a
mile a quella della Grecia, un’economia l’estrema destra xenofoba di Geert Wil- combattere in Iraq per nove lunghissimi, e certo che la Russia si sta preparando alla dotarsi di un ordigno nucleare rudimentale
in default. ders. Se si votasse oggi in Olanda, sareb- caldissimi, anni. battaglia finale per la conquista del mondo e nei prossimi anni, siamo sicuri che l’Iran
In Grecia le prime rilevazioni dopo il bero il primo partito con 32 seggi: quasi Gli ufficiali israeliani ci spiegano che noi che non appena disporrà di un arsenale voglia lanciare per primo un attacco suicida?
sì del parlamento ai nuovi il doppio dei laburisti, dis- americani non possiamo capire i loro timori: sufficiente distruggerà l’Europa occidentale, «Israele si trova ad affrontare le scelte che
sacrifici (c’è anche un ta- sanguati dal loro soste- l’Iran rappresenta una minaccia esistenziale per poi occupare l’Asia e scatenare un Stati Uniti e Gran Bretagna dovettero
glio al salario minimo del gno al governo conserva- per il loro Paese. Ma in realtà li capiamo attacco all’ultimo sangue contro le Americhe. fronteggiare più di sessant’anni fa», dice
23%) rivelano un terremo- tore sulle decisioni euro- benissimo, perché anche noi abbiamo Se ciò accadesse e noi finissimo annientati Gideon Rose, direttore di Foreign Affairs.
to. Secondo il settimanale pee. Gli xenofobi di Wil- dovuto affrontare un’esperienza molto qui in Europa, i superstiti in Nuova Zelanda «Anche Israele ammetterà, si spera, che è
Epikaira i tre partiti comu- ders sono già oggi a 24 simile. Dopo la Seconda guerra mondiale, potrebbero accusarci di non aver mosso dito impossibile garantirsi la sicurezza assoluta
nisti sommati, Sinistra De- seggi e anche all’Aia si quando l’Unione Sovietica si dotò dell’arma per impedirlo». nell’era nucleare, e che se non sarà in grado
mocratica, Kke e Syriza, ar- configura il rischio di un atomica, gli Stati Uniti furono invasi da un In un discorso presso l’arsenale marittimo di di ritardare o danneggiare i programmi
rivano al 45%; con altre pic- parlamento nel quale il panico che si trascinò per anni. Tutto quello Boston, nell’agosto del 1950, il ministro della nucleari dei suoi nemici, la dissuasione è
cole formazioni, l’estrema centrosinistra e il centro- che Israele dice oggi dell’Iran noi lo abbiamo Marina militare Francis Matthews sostenne meno disastrosa di una guerra preventiva».
sinistra supera il 50%. I par- destra sono minoranze. detto dell’Unione Sovietica. L’Urss che proprio «per aver iniziato una guerra di (Traduzione di Rita Baldassarre)
titi di estrema destra sono All’Aia come ad Atene, rappresentava ai nostri occhi un regime aggressione», gli Stati Uniti «sarebbero stati (c) 2012, Washington Post
al 7% mentre le classiche forze di gover- lo schiacciamento politico dei moderati estremista e rivoluzionario, contrario a tutti i chiamati i primi aggressori in nome della Writers Group
no, i conservatori di Nea Demokratia è il riflesso di quello sociale dei ceti me- nostri valori, deciso a rovesciare i governi pace». © RIPRODUZIONE RISERVATA

(27%) e Pasok (11%), non raggiungono il di. In parte è anche il prodotto del fiasco
premio di maggioranza nemmeno alle- delle classi politiche tradizionali nel ge-
andosi. Il centro politico si è svuotato, le stire quell’incubo collettivo che è diven- CNR
estreme conquistano circa il 60% dell’opi- tato la Grecia. Ma finendo per somigliar-
nione sulla base di un messaggio anti-eu-
ropeo e refrattario alle riforme.
In Olanda, il più austero dei Paesi cre-
ditori, il paesaggio è speculare. Dall’ini-
si, ellenici e olandesi mandano al conti-
nente un allarme che non riguarda più
solo il loro futuro.
Federico Fubini
Troppi pregiudizi verso le scienze umane
zio dell’anno i sondaggi di Maurice de © RIPRODUZIONE RISERVATA
di TULLIO GREGORY

I
l Consiglio di amministrazione del l’energia e i trasporti; Scienze bio-agroali- la proposta di ridurle tutte in un unico di-
VERO O FALSO MICHELANGELO Cnr (Consiglio nazionale delle ricer-
che) — senza presidente, nominato
mentari.
Così, mentre per gli istituti scientifici si
partimento Patrimonio culturale. Fu l’inter-
vento dei consiglieri del presidente Ciampi
solo ieri — ha ritenuto opportuno av- sono rispettati e distinti alcuni grandi com- e di alcuni uomini politici e di cultura a ga-
L’ITALIA HA BISOGNO DI NUOVI ACQUISTI? viare nei giorni scorsi la riforma dei parti disciplinari, nel dipartimento Scienze rantire l’istituzione di due dipartimenti su
Regolamenti dell’Ente in attuazione del nuo- umane e sociali, patrimonio culturale si tro- undici: Identità culturale e Patrimonio cultu-


vo Statuto, decidendo su quello che è forse vano insieme discipline che vanno dall’ar- rale. Questo avvenne nel 2005.
Al di là della contestazione avan- co del proprio percorso espositivo. il punto più delicato: il numero e la natura cheologia micenea al diritto comunitario eu- Anche due dipartimenti sono apparsi
zata dalla Corte dei Conti che In via generale, lo Stato dovrebbe prov- dei Dipartimenti ai quali dovranno affluire i ropeo, dalla sociologia alle tecniche di re- troppi all’attuale Cda che ha voluto abbassa-
coinvolge alcuni tra i massimi esponenti vedere ad acquisire pezzi quando indispen- singoli istituti scientifici. Lo Statuto preve- stauro, dalla papirologia alla psicologia, dal- re il rapporto fra scienze «dure» e scienze
del ministero dei Beni Culturali e alcuni sabili a completare la collezione di un mu- deva la riduzione del loro numero e il Cda l’economia alla linguistica. Nessun rappre- umane, con il prevedibile abbassamento
eccellenti storici dell’arte, e al di là della seo (non per forza capolavori), o a comple- ha scelto il numero massimo consentito, set- sentante delle scienze dette «dure» avrebbe delle quote di bilancio proporzionalmente
questione meramente critica che ha visto tare un’opera, per esempio un polittico. Da te dipartimenti, definendo raggruppamenti mai proposto di accorpare l’agroalimentare ripartite. Difficile comprendere i criteri
impegnati per anni i più grandi studiosi qualche anno, tanto per citare un caso, la disciplinari che destano non poche perples- con la tecnologia dei materiali, le scienze scientifici che hanno portato così a costitui-
italiani del settore, da Antonio Paolucci in sovrintendenza di Venezia sta lottando per sità: soprattutto si è perduta l’occasione di della terra con la neurofisiologia. In realtà re un unico dipartimento, coacervo di disci-
giù, la vicenda del crocifisso di Michelan- comprare sul mercato (ad una cifra 10 volte fare chiarezza e dare giusto risalto alle scien- agli occhi di molti scienziati «duri» le disci- pline caratterizzate da metodi scientifici e
gelo o michelangiolesco pone almeno inferiore di quella del Michelangelo) una ze umane, approfondendo invece la confu- pline umanistiche costituiscono un magma oggetti di ricerca inafferenti fra loro.
una riflessione. E cioè se sia giusto che lo tela di Vasari che ricostituirebbe uno dei sione già in atto con la riforma del 2005 e indistinto, senza metodo scientifico rigoro- Pure l’importanza e il valore delle scienze
Stato continui ad investire per acquistare più bei soffitti a comparti del tardo Cinque- accentuandone la marginalizzazione. Se al- so, senza prodotti brevettabili. umane nel Cnr è stato fortemente sottoline-
opere d’arte. Di primo acchito la risposta cento veneziano, svenduto nel Settecento. lora le discipline umanistiche erano state ac- L’insofferenza, se non l’opposizione, di al- ato dal comitato internazionale di valutazio-
dovrebbe essere sì, ma solo a certe condi- Pensando poi alle condizioni tragiche in corpate nel dipartimento Identità culturale, cuni ambienti del Cnr per le scienze umane ne istituito dall’ente: fra tutti i classificati ai
zioni. Il crocefisso in questione, pagato ol- cui versano molti dei beni culturali italiani, tenendole però distinte dalle discipline ar- è di antica data. Come è noto tali scienze en- primi posti per originalità di ricerche e im-
tre 3 milioni di euro, qualora fosse anche pensando alle decine di migliaia di opere cheologiche, storico-artistiche e tecnologie trarono nel Cnr con la riforma del 1963: esse portanza di risultati; valutazione che peral-
con certezza attribuito al giovane Miche- nei depositi, varrebbe la pena riconsidera- di restauro (dipartimento Patrimonio cultu- afferivano a tre comitati di consulenza su tro rispecchia il prestigio degli studi umani-
langelo, non aumenterebbe di una bricio- re il ruolo dello Stato come conservatore e rale), oggi il Cda ha deciso di fondere tutte undici; inoltre erano presenti in quattro co- stici italiani sul piano internazionale.
la il nostro immenso patrimonio pubbli- valorizzatore, prima ancora che come ac- queste discipline sotto il titolo, forse provvi- mitati interdisciplinari, con particolare pe- Forse anche questo risultato non è piaciu-
co. Il museo del Bargello di Firenze, che quirente. Non andrebbe neppure sottovalu- sorio, certo pasticciato, di «Scienze umane so in quello relativo al patrimonio culturale. to a qualcuno e c’è solo da sperare che il
ospita la più straordinaria collezione di tato l’apporto dei privati che spesso si sosti- e sociali, patrimonio culturale». Gli altri di- Tuttavia, dopo la riforma avviata frettolo- nuovo presidente, Luigi Nicolais, vorrà resti-
scultura del mondo, a cui il crocefisso era tuiscono allo Stato in questi importanti partimenti sono: Scienze biomediche; Scien- samente da Giovanni Berlinguer con la sop- tuire perduti equilibri e distinzioni discipli-
destinato, ospitando questa opera non compiti, con risultati perfino migliori, e so- ze fisiche e tecnologie della materia; Scien- pressione dei comitati nazionali, durante il nari che sono il presupposto per quella «in-
avrebbe avuto e non avrà nessun plus at- no invece guardati con sospetto. za del sistema terra e tecnologie per l’am- commissariamento dell’ente, fu presentata terazione di saperi positivi» alla quale ha
trattivo per il pubblico né migliorerà in Angelo Crespi biente; Scienze chimiche e tecnologie dei in ambienti politici la proposta di eliminare sempre tenuto.
maniera rilevante l’aspetto storico artisti- © RIPRODUZIONE RISERVATA materiali; Ingegneria, ICT e tecnologie per dal Cnr le scienze umane e si ripiegò poi sul- © RIPRODUZIONE RISERVATA
34 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
35

Lettere al Corriere Le lettere, firmate con nome, cognome e città, vanno inviate a:
«Lettere al Corriere» Corriere della Sera
via Solferino, 28 20121 Milano - Fax al numero: 02-62.82.75.79
@ E-mail: lettere@corriere.it
oppure: www.corriere.it
oppure: sromano@rcs.it

Risponde I RICORDI DELLA BELLE ÉPOQUE A conti fatti


Sergio Romano LE ILLUSIONI DELLA NOSTALGIA di Massimo Mucchetti

Chi ha coniato l’espressione


«Belle Époque»? Potrebbe
esserci qualche affinità tra
gli orrori del secondo conflit-
to mondiale. Fu quello il mo-
mento in cui il periodo tra la
innovazioni tecnologiche. La
filosofia dell’Occidente era il
positivismo, vale a dire un
Russia, si tenne la prima con-
ferenza internazionale della
pace. A questo diffuso ottimi-
to che anche durante la Belle
Époque vi furono massacri,
anche se alla periferia dell’Eu-
Se il Web va in Borsa
quel periodo e gli anni che
vanno dal 1989 al 2008,
prima dello scoppio della
fine dell’Ottocento e gli inizi
del Novecento sembrò
un’età dell’oro, oggetto di no-
pensiero ottimista che sem-
brava assicurare all’umanità
una linea ininterrotta di con-
smo il mondo delle arti, del-
l’architettura e delle arti ap-
plicate rispondeva con una
ropa, guerre e rivoluzioni, at-
tentati terroristici, sanguino-
si scontri sociali, piani indu-
e penalizza il lavoro
crisi economica che ancora stalgie e di rimpianti. tinui progressi. I lavori di straordinaria fioritura di ini- striali e strategici per il pros-

«F
angustia buona parte del Per certi aspetti la nostal- Louis Pasteur sulla vaccina- ziative. Molte città rinnovaro- simo conflitto. È possibile acebook è valutato tra i 75 e i 100 miliardi di dol-
mondo occidentale? gia era giustificata. Dopo la zione, di Robert Koch sulla no i loro quartieri centrali in che anche lei, caro Rocchi, ve- lari, con 3,7 miliardi di fatturato, 1 miliardo di
Davide Rocchi grande crisi economica degli tubercolosi, di August von uno stile architettonico eclet- da il ventennio di cui parla utile e 3200 impiegati, mentre la Boeing capita-
davide@neteservice.it anni Settanta dell’Ottocento, Wassermann sulla sifilide, di tico ed esuberante che trasu- nella sua lettera, con gli oc- lizza 56 miliardi, ha un utile di 4 e dà lavoro a
l’economia dei maggiori Pae- Sigmund Freud sulla psiche, dava prosperità, orgoglio, fi- chi di chi sta attraversando 160 mila persone. Mucchetti si interroga perples-
si occidentali aveva ricomin- insieme al grande impegnati- ducia nel futuro. Il migliore momenti particolarmente dif- so sulla "cattiveria" intrinseca di Facebook nei confronti della Bo-
Caro Rocchi, ciato a crescere. Negli Stati vo organizzativo e divulgati- simbolo iconografico della ficili. Può darsi che per alcu- eing che dà da lavorare a tanta gente in più. Ma se ci mettessimo

N
on so se «Belle Épo- Uniti il boom delle ferrovie vo di Paolo Mantegazza, ave- belle époque è la Torre Eiffel, ne piazze finanziarie gli anni dalla parte degli azionisti il discorso sarebbe semplice. Facebook è
que» abbia un padre ri- aveva creato un grande mer- vano diffuso la convinzione innalzata a Parigi in occasio- tra il 1989 e il 2008 siano sta- meglio organizzato e produce più ricchezza con meno persone.
conosciuto e accerta- cato nazionale e sollecitato la che ogni male o disturbo po- ne della Esposizione Univer- ti effettivamente una belle Mucchetti pagherebbe 4 idraulici quando ne potrebbe pagare solo
to. Penso piuttosto che fantasia di imprenditori intel- tesse venire curato e guarito. sale del 1889. Il romanzo che époque. Non fu tali furono, uno?». Trascrivo questa mail di Giuseppe Vatinno, responsabile na-
l’espressione abbia una matri- ligenti e coraggiosi. In Euro- Segnali altrettanto rassicu- meglio esprime il suo senso tuttavia, per gli afghani, per zionale dell’Api, perché sollecita alcuni chiarimenti.
ce giornalistica e sia divenu- pa, alcuni Paesi — l’Italia e la ranti venivano nel frattempo dell’avventura e della scoper- le popolazioni del Caucaso e Vatinno ha ragione: l’economia può essere osservata dai diversi
ta popolare soprattutto quan- Russia in particolare — stava- dall’Aia dove nel 1899, grazie ta è Il giro del mondo in 80 del Caspio, per quelle della punti di vista. Tra questi, quello dell’azionista. Ma si può dare per
do gli uomini e le donne del no divenendo, finalmente, a una iniziativa dello zar di giorni di Jules Verne. ex Jugoslavia, per gli irache- buono che si valuti una società 75-100 volte gli utili? Facebook ha
ventesimo secolo comincia- potenze industriali. In Ger- La nostalgia retrospettiva, ni, per i nord-coreani, per i solo 8 anni di vita. E dunque può crescere, ancorché sul quantum le
rono e vedere quegli anni mania, dopo l’unificazione, il dopo le guerre e le stragi del somali, i ruandesi, i congole- opinioni divergano. Ma un dirigente politico può dimenticare la
con gli occhi di chi aveva vis- connubio tra la scienza e l’in- Novecento, ebbe l’effetto di si, i liberiani e gli abitanti del- speculazione di 12 anni fa sulle dotcom, un inganno che arricchì i
suto la Grande guerra, i rab- dustria aveva regalato al mer- oscurare e cancellare gli la Sierra Leone. Temo di aver- furbi e penalizzò il risparmio? I partiti giovani — e l’Api lo è — non
biosi nazionalismi degli anni cato una straordinaria casca- aspetti meno positivi di que- ne dimenticati parecchi. diventano nuovi solo perché smemorati. Come si può considerare
successivi, le guerre civili e ta di scoperte scientifiche e gli anni. Abbiamo dimentica- © RIPRODUZIONE RISERVATA equivalente, perciò paragonabile, la ricchezza cartacea espressa da
titoli azionari e quella reale, fatturata su merci e servizi?
Ma l’editoriale con cui polemizza il dirigente rutelliano aveva un

❜❜
OTTO D’ASBURGO ad aprire il confine e provocò timbro e nessun costo. Lo SPOT IN TV / 1 altro focus. Lungi dall’attribuire cat-
Qualità non comuni poi la caduta del muro di prevede una norma del 2008. Giochi d’azzardo tiverie a Facebook, abbiamo scritto
Berlino. È stato un Semplice e banale. Eppure non che la Borsa non esaurisce un Pae-
Caro Romano, al suo ricordo combattente contro i è così. Gli uffici comunali mi Da mesi le puntate del se. Politici e giornalisti dovrebbero
sulla figura di Otto von
Habsburg( d’Asburgo), vorrei
totalitarismi per la libertà e
per l’unità dell'Europa. della Repubblica, per pochi
hanno avvertito che tale
modalità non è riconosciuta in
Superenalotto e di altri giochi
d'azzardo registrano un forte
Negli Usa finisce considerare il Paese e il Cittadino, e
solo dopo l’Imprenditore, il Lavora-
aggiungere qualche notizia. È Rocco Buttiglione spiccioli, si dimette e in 7 alcuni Paesi Ue e da alcune calo. Probabilmente la crisi la corsa tore e l’Azionista. Tutti i modelli
stato un grande avversario del
nazionalsocialismo, in nome
Un lettore, Giuseppe Banca-
le, mi ha segnalato che Otto,
minuti se ne va. Da noi, citto
uno dei tanti, un parlamentare
compagnie aeree. Perciò, se
non si vuole rischiare di essere
induce a risparmiare anche
quei pochi euro destinati ai
appaiata d’impresa, da Facebook a Boeing,
possono e devono coesistere. Ma ci
di una diversa visione dello con il cancelliere austriaco e il si appropria indebitamente fermati alla frontiera o allo sogni. Lo Stato, però, continua di occupazione dobbiamo pur chiedere dove andrà
spirito tedesco e della identità
austriaca. I suoi beni furono
capo del governo ungherese,
aprì un varco nel reticolato che
della bella cifra di 13 milioni di
euro e continua a percepire dal
scalo aeroportuale, meglio il
vecchio rinnovo: 3 foto e 5,16
a pubblicizzarli per lucrare
sulle debolezze delle persone in
e produttività l’Occidente se il mercato dei capita-
li privilegia un social network al pri-
confiscati, gli fu tolta la aveva separato sino ad allora «popolo sovrano» il lauto euro di diritti di segreteria. Mi difficoltà. Perché continua a mo costruttore di aerei al mondo. E
cittadinanza e dovette l’Ungheria dall’Austria. Accad- emolumento. chiedo se in Paese serio il dimenticare che prima di allora, accanto alle distorsioni del mercato finanziario che dirotta i
rifugiarsi all'estero per avere de a Sopron il 17 giugno 1989, Alfredo Finotti ministro degli Interni o uno giocare, si deve pensare a fare denari dall’economia reale a quella immaginaria, ecco un fenome-
salva la vita. Fu amico del quasi cinque mesi prima della alfredo.finotti@alice.it dei tanti superministri che la spesa? no più profondo e inquietante da capire e contrastare: il divorzio tra
presidente Roosevelt e fece il caduta del muro di Berlino. lotta contro la burocrazia non Decimo Pilotto produttività e occupazione, alimentato dal web che genera Face-
possibile per evitare la CARTA D’IDENTITÀ ritengano che sia ora di fare Tombolo (Pd) book ma rivoluziona pure i processi produttivi di Boeing, che lancia
divisione dell'Europa che fu il CONFRONTI Rinnovi quinquennali un passo ufficiale per far Google e fa spostare l’ingegneria e le analisi mediche dall’America e
risultato (forse non voluto o Moralità dei politici cessare tale incomprensibile SPOT IN TV / 2 dall’Europa all’India. Negli Usa, osserva James Manyika del McKin-
non voluto da tutti nello stesso Per prorogare la validità della situazione. Arance siciliane sey Global Institute, l’ultimo decennio è stato il primo che ha visto
modo) delle conferenze di Vorrei far notare la serietà carta di identità (da 5 a 10 Antonio Apruzzese aumentare la produttività e calare l’occupazione. Fatto 100 il 1980,
Yalta e di Potsdam. Ha dato della Germania. Il presidente anni) occorre un semplice Casalecchio (Bo) Vedendo in tv lo spot sulle produttività e occupazione crescono assieme fino a quota 135 attor-
un grande contributo alla nostre arance di Sicilia una no al 1998. Poi la prima sfonda quota 160 nel 2010, mentre la crescita
riconciliazione a Stati Uniti e domanda sorge spontanea: dell’occupazione rallenta, si porta a quota 145 nel 2007-2008 e poi
Germania e ha tenuto viva la dovevamo aspettare le scende sotto 140 nel 2010. E quella che va contraendosi è l’occupazio-
idea della comune civiltà La tua opinione su SUL WEB Risposte alle 19 di ieri La domanda liberalizzazioni dal Marocco ne a media e alta specializzazione nel settore dei servizi, perché,
europea negli anni della corriere.it/opinioni/ di oggi per essere pubblicizzati? come quella industriale, può essere anch’essa trasferita in Paesi
cortina di ferro. Fu uno degli Grazie, comunque, a chi lo ha emergenti con analoghe competenze e costi inferiori. L’Azionista
organizzatori del picnic della Alfano, Bersani In arrivo liste ideato: le arance rimangono la ne sorriderà compiaciuto, ma il Politico può accettare la prospettiva
libertà, la manifestazione di
migliaia di persone al confine
fra Ungheria e Austria che
convinse le autorità magiare
e Casini annunciano
una riforma condivisa
della Costituzione.
Ci riusciranno?

RR 46 No 54 di sospetti evasori
da sottoporre
ad accertamenti fiscali.
Siete d’accordo?
nostra unica ricchezza,
aiutateci a mantenerla.
Tania Cottone
taniacottone@hotmail.com
di una società senza più ceto medio, fatta di finanzieri, marketing
manager e di servizi, per lo più di base, alla persona?
mmucchetti@rcs.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Interventi & Repliche


Aeroporto di Grazzanise: il progetto favorevole alla nascita di un aeroporto a organizzato. Infine preciso che attualmente direzione, condivisa in assoluto, affinché sull’aeroporto di Grazzanise nasce prima che
Alcune precisazioni a seguito dell'articolo di Grazzanise. Dall’articolo traspare una sorta di sono deputato della Repubblica, ma milito da «l’affaire Grazzanise» non diventi l’ennesima i tanti «Cosentino» fossero presenti in
Sergio Rizzo «La corsa degli aeroporti, divisione tra i «buoni» (coloro i quali non sempre tra le fila dell’Udc e non del Pdl. occasione delle possibili infiltrazioni della politica. Oggi a chi riveste un ruolo nelle
spunta Grazzanise» (Corriere, 14 febbraio). vogliono l'aeroporto) e i «cattivi», ovvero i on. Domenico Zinzi, presidente criminalità organizzata, presenti non solo istituzioni pubbliche del Sud, di maggioranza
Innanzitutto, lo scalo di Grazzanise sarebbe politici locali, interessati a questo progetto. Provincia di Caserta nelle vicende meridionali ma, come è o minoranza, spetta il coraggioso compito di
sostitutivo di Capodichino, un aeroporto Non è una questione di lotta tra opposte ampiamente notorio, anche su opere e/o servire e fare delle scelte, con sacrificio,
inadeguato e pericoloso in quanto sorge nel fazioni politiche, come dimostra la L'aeroporto di Grazzanise rappresenta uno iniziative che travalicano il «territorio di onestà e coerenza, cercando di infondere
cuore della città di Napoli. Grazzanise, quindi, mobilitazione trasversale avvenuta a favore scalo naturale e strategico rispetto all'attuale appartenenza». Pensiamo, a quanto si è un’idea di speranza e di rilancio per il futuro
non sarebbe in concorrenza con altri scali della realizzazione dello scalo. In un territorio stato di congestionamento che vive il scritto e detto sulla Expo di Milano, la delle nuove generazioni.
minori, ma rappresenterebbe il vero e come il nostro, dove, ahimé, non posso certo limitrofo aeroporto di Capodichino e, come ricostruzione del post terremoto in Abruzzo e Gennaro Oliviero
proprio aeroporto di riferimento del negare vi sia la presenza della criminalità anche da parere favorevole espresso tant’altro. Dunque, la questione «aeroporto» Consiglio Regionale della Campania
Mezzogiorno, come dimostrano molti organizzata, c’è l’assoluta necessità di dall’Enac sullo studio di fattibilità, esso non può e non deve rappresentare solo un
autorevoli studi di fattibilità. Inoltre, è stato favorire occasioni di sviluppo e di rappresenta il fulcro di un’idea di sviluppo dibattito da confinare alle nostre terre di Mi limito a ricordare che fra gli «autorevoli
un errore affidare alla Gesac il compito di occupazione per i nostri cittadini. La camorra complessivo di una rete di infrastrutture di frontiera. In conclusione, dispiace registrare studi di fattibilità» ce n’è anche uno, appena
realizzare lo scalo di Grazzanise. La Gesac è si combatte con la creazione di opportunità trasporti di tutta l'area del Mediterraneo, di dell’errata ricostruzione storiografica e sfornato dal Politecnico di Milano, per cui lo
un soggetto privato che ha investito molto su di crescita e non con l'immobilismo, cui la Regione Campania è il centro vitale. Del politica fatta rispetto alle vicende e ai scalo di Grazzanise in base all’analisi
Capodichino e quindi, trovandosi in una giustificato dal fatto che nella nostra terra resto, mi preme aggiungere che l'intervento personaggi politici dell’area casertana. Le costi/benefici «non risulta fattibile in nessuno
condizione di conflitto di interessi, non è (come in molte altre, del resto) c’è il crimine dello scrittore Roberto Saviano va nella considero fuori luogo: il dibattito scenario». (s. riz.)

© 2012 RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI EDIZIONI TELETRASMESSE: Tipografia Divisione Quotidiani RCS MediaGroup S.p.A. Corsera + IoDonna + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20. In Campania, Puglia, Matera e prov.,
Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 S RCS Produzioni non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. e 0,80 + e 0,40; m/m/v/d
4 S.p.A. 00169 Roma - Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 S SEPAD S.p.A. 35100 Corsera + CorMez. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab.
Registrazione Tribunale di Milano n. 139 del 30 giugno 1948
Padova - Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 S Niber S.r.l. 40057 Cadriano di Grana- Corsera + IoDonna + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Veneto, non acquistabili separati:
FONDATO NEL 1876 Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli rolo dell’Emilia (Bo) - Via Don G. Minzoni 54 - Tel. 051-76.55.67 S Tipografia SEDIT Servi- m/m/v/d Corsera + CorVen. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011 zi Editoriali S.r.l. 70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 S 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Trentino Alto Adige, non
© COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Società Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5ª n. 35 - Tel. 095-59.13.03 S acquistabili separati: m/m/v/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera +
DIRETTORE RESPONSABILE PRESIDENTE Piergaetano Marchetti Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano può essere Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo - Tel. 070-60.131 S Sette + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o
Ferruccio de Bortoli riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione BEA printing bvba - Maanstraat 13, 2800 Mechelen, Belgium S Speedimpex USA, Inc. CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. A Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/v/d
VICE PRESIDENTE Renato Pagliaro sarà perseguita a norma di legge. 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 Corsera + CorBo e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Sette + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera
AMMINISTRATORE DELEGATO E DIRETTORE GENERALE Antonello Perricone - 28820 Coslada (Madrid) S La Nación - Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires S Taiga Gráfi- + Io Donna + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67. A Firenze e prov. non acquistabili separati:
CONDIRETTORE
CONSIGLIERI Raffaele Agrusti, Roland Berger, Roberto Bertazzoni, DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 - ca e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington N˚1808 - Osasco - São Paulo - Brasile l/m/m/v/d Corsera + CorFi e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Sette + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67;
Luciano Fontana Tel. 02-62821 S Miller Distributor Limited – Miller House, Airport Way, Tarxien Road – Luqa LQA 1814 sab. Corsera + Io Donna + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67.
Gianfranco Carbonato, Diego Della Valle, John Elkann, - Malta S Hellenic Distrubution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia -
VICEDIRETTORI Giorgio Fantoni, Franzo Grande Stevens, Jonella Ligresti, DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. 1300 Nicosia - Cyprus
Antonio Macaluso Giuseppe Lucchini, Vittorio Malacalza, Paolo Merloni, Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
Daniele Manca Andrea Moltrasio, Carlo Pesenti, Virginio Rognoni, PREZZI: * Non acquistabili separati, il giovedì (nella regione Sardegna la domenica) Corriere
PUBBLICITÀ della Sera + Sette e 1,50 (Corriere e 1,20 + Sette e 0,30); il sabato Corriere della Sera + IoDonna e
Giangiacomo Schiavi Alberto Rosati, Giuseppe Rotelli, Enrico Salza RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Pubblicità 1,50 (Corriere e 1,20 + IoDonna e 0,30) . A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/v/d
ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7336 del 14-12-2011
Barbara Stefanelli DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Giulio Lattanzi Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543 - www.rcspubblicita.it Corsera + Cor. Como e 1,00 + e 0,20; gio. Corsera + Sette + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20; sab. La tiratura di sabato 18 febbraio è stata di 640.691 copie

PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 13,00 (recargo envio al interior $ 0,70); Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek. 25; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 600; U.S.A. USD 4,00. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti
CH Tic. Fr. 3,00; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; CZ Czk. 64; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e nazionali e per l'estero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815; per il Brasile Numero Verde 0800-558503 solo per San
2,00; Malta e 2,00; Marocco e 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Paolo e 00xx11-36410991 per tutte le altre località). ARRETRATI: Tel. 02-99.04.99.70. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con "Sette" e 2,70; con "Io Donna" e 2,70; con "Style Magazine" e 3,20; con "Corriere Enigmistica" e 2,50; con "I due Fantagenitori" e 9,19; con "La grande storia" e 14,10; con "La Cucina del Corriere della Sera" e 6,10; con "I Classici dell’Arte" e 8,10; con "L’Europeo" e 9,10; con "La storia sono loro" e 6,10; con "Concordia la vera storia" e 4,00; con "Corso di Fumetto" e 8,19; con "Classici dell’Avventura" e 8,10; con "Supereroi. Le
leggende Marvel" e 11,19; con "A tavola con Benedetta Parodi" e 9,10; con "Vasco Manifesto" e 14,10; con "Un secolo di guerre" e 11,19; con "Un secolo di Poesia" e 9,10; con "Arrivederci, Mostro! In acustico" e 11,10; con "Eros Ramazzotti" e 11,10; con "PK. Il mito" e 11,19; con "Mani pulite" e 11,10; solo a Roma "Nevicava a Roma" e 9,10; con "Le Grandi Fiabe" e 9,10; con "Il Mondo" e 4,00; con "Laicicattolici + Sette" e 4,20
36
#
Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Spettacoli
Sul palco
Il Festival Gianni
Morandi (67
Adriano lancia un nuovo anni) ha
aperto la
attacco ad «Avvenire» finale con
un gruppo di
e a «Famiglia Cristiana»: ballerini che
hanno
la platea dell’Ariston si divide danzato
tra fischi e applausi fasciati da
bandiere
della pace.
A destra
Adriano
Celentano
(74) che ieri
è tornato
all’Ariston
dopo la
prima serata

Lezione di Celentano
su Gesù e i cattolici
Il pubblico: ora basta
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

SANREMO — Questa volta


La Mori contro un consigliere Rai:
canta di più, ma continua a fa-
re il Profeta: «Sono venuto per
parlare della vita, della morte
e soprattutto di quello che vie-
una buffonata organizzata
ne dopo». Accipicchia. E poi
no, chiedere scusa non è nelle Garimberti: accuse inaccettabili

sue corde, non ci pensa nem-
meno il Grande Esternatore. fortuna che tutti abbiamo avu- ché l’idea del Clan è che i fi-
Ecco il Secondo Monologo to per essere nati e dunque di- schi in sala siano stati organiz-
di Celentano. In sala c’è chi vertirci a fantasticare su dove zati dalla Rai. Una ricostruzio-
contesta, la platea si divide, vo-
lano i «basta, basta» nel mo-
Il Molleggiato e come sarà il Paradiso». Un
mondo dal quale «ci allonta-
ne e un gesto che Garimberti
subito bolla come «inqualifi-
mento in cui l’aspirante apo-
stolo cerca di chiarire il suo
scopre niamo sempre di più e invece
dovremmo cercarlo». Sottoli-
cabile e inaccettabile». Insom-
ma le polemiche non manche-
pensiero: «Quando dico che
Famiglia Cristiana e Avvenire la contestazione nea: «Su questi temi dovrebbe
basarsi un giornale che ha la
ranno.
L’esibizione di Celentano si
andrebbero chiusi, ho detto presunzione di chiamarsi Fa- era chiusa con due canzoni,
"andrebbero", non significa di MARIO LUZZATTO FEGIZ miglia Cristiana o anche Avve- entrambe dall’ultimo disco.
esercitare una forma di censu- nire. Ma loro parlano di politi- «La cumbia di chi cambia» è
ra». ca, della politica del mondo un’accusa alla classe politica.
Era entrato in scena alle
22.40 e ci è rimasto per 28 mi-
nuti. Fa la sua Epifania sul
rock di «Thirteen Women» di
F orse nel prossimo
contratto Celentano
dovrà inserire anche la
scelta nominativa degli
spettatori in sala. Per la
anziché di Dio». Concede: «Se
i giornali fossero miei io non
li chiuderei, ma cambierei la
loro impostazione. Siamo in
Con Morandi canta «Ti penso
e cambia il mondo», una bra-
no che fa venire letteralmente
le lacrime agli occhi al condut-
Bill Haley, la scenografia è la prima volta nella sua carriera democrazia, ho espresso un tore.
stessa della prima serata: una si è trovato di fronte a un mio desiderio: potete anche A Celentano piacendo, San-
scrivania, luci soffuse, l’im- dissenso clamoroso di una stare aperti, ma almeno cam- remo si svuota.
mancabile bicchiere d’acqua. parte della platea dell’Ariston biate il nome della testata». Renato Franco
Torna a occuparsi del diluvio che lo ha colto chiaramente di In Rai le prime reazioni al © RIPRODUZIONE RISERVATA

(universale, visto il soggetto) sorpresa. Le grida non Secondo Monologo sono di-
di reazioni che il Primo Mono- sembravano tanto riguardare scordanti. Il direttore generale
logo aveva causato. La colpa è i contenuti delle sue Lei avrebbe apprezzato, il pre-
di chi non ha compreso. «La
corporazione dei media si è co-
alizzata in massa neanche
esternazioni, quanto proprio
il suo ruolo su quel palco.
L’espressione del Celentano
sidente Garimberti no. «Celen-
tano ha fatto il suo lavoro in
modo corretto e attento: c’è
Le pagelle di ALDO GRASSO
avessi fatto un attentato allo stupito-seccato sarà difficile soddisfazione per il suo discor-
Stato. Fra quelli che mi hanno
difeso, mi ha colpito la voce di
da dimenticare. Rivelava un
uomo poco abituato ad essere
so, vicino agli uomini, alle
donne, alla realtà. È stato bello Gianni Morandi Gianmarco Mazzi Ivanka Mrazova
un prete, don Mario, che ha ca- contraddetto, da sempre ascoltarlo», il pensiero che ver-
pito ciò che i Vescovi hanno
fatto finta di non capire». Mol-
ti di più quelli, a suo dire, che
circondato da yes-men, fin
dai tempi del Clan. La
contestazione lo ha colto
rebbe attribuito al dg. Il presi-
dente invece avrebbe giudica-
to «di cattivo gusto il fatto che
6 Esclama «stiamo
tecnici!», ma è evidente
che fare il presentatore
4 Come si organizza un
evento musicale? Come
«X Factor» trasmesso da
6 Parte tra mille difficoltà:
ha la cervicale ma
soprattutto deve farsi
non hanno inteso le sue paro- impreparato. Lui, abituato ad Celentano sia tornato ad attac- non è il suo mestiere. Sky, per esempio. Il trio largo tra farfallina
le e tra questi, surprise, ci met- ammaliare le grandi platee e i care i giornali cattolici, total- Non ha i tempi Mazzi-Mazza-Presta ha Belén e Canalis, che
te Marco Travaglio, un modo colleghi di ogni età, lui così mente fuori contesto le tele- televisivi, è il primo fatto fare alla Rai una certo non le lasciano
— l’esegesi del pensiero celen- pericolosamente simpatico, prediche e il modo in cui sono conduttore del Festival figura non degna della volentieri spazio. Si
tanesco — per dimostrare la messo al muro da urla e fischi stati toccati argomenti alti che
a essere sfumato dalla sua tradizione. Dai tempi riscatta con la battuta
sua anarchia e libertà di pen- in diretta eurovisione. Ma c’è andrebbero toccati in diverso
siero: «Perfino Travaglio inve- contesto e con ben altro livel- pubblicità, colleziona della conduzione di più fulminante e
sempre, per tutti, una prima gaffe, come spalla Rosita Celentano, Paola riuscita del Festival, al
ce non ha resistito, ha affonda- volta. Cogliere il mondo solo lo intellettuale».
to il coltello nella piaga, non Interviene anche Dino Bof- spesso non capisce le Dominguin, Danny Quinn termine del monologo
attraverso i media
la mia, la vostra. Vi distolgono fo, direttore di Tv2000 che ac- battute. Resta un’icona e Gianmarco Tognazzi di Siani: «Molto
nell’isolamento di Galbiate,
dal capire e allora cosa fanno? non aiuta a restare connessi cusa Celentano di «falso in at- nazionale, impossibile non si vedevano così divertente ma io non ho
Estrapolano una frase dal con- con la gente vera, quello che to pubblico, non si può mistifi- trovarlo antipatico tanti imbarazzi capito niente». Applausi
testo cambiando anche il mo- grida «basta, predicatore!» e care la realtà». Claudia Mori in-
do dei verbi». che non mostra nessuna vece è furibonda. Alla fine del-
Quindi spiega il motivo del- indulgenza per chi si ritiene l’esibizione del marito rag-
la sua apparizione: «Io sono al di fuori e al di sopra delle giunge come un ciclone il con-
venuto qui per parlare del si- regole. sigliere di amministrazione
gnificato della vita, della mor- Verro seduto in prima fila:
© RIPRODUZIONE RISERVATA
te, soprattutto di quello che «Complimenti per la buffona-
viene dopo, della straripante ta che avete inscenato», per-
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Spettacoli 37 #

La serata Geppi diverte con l’ironia su Ivanka e Morandi. «Preghiera» di Luca e Paolo contro la Lei

Il televoto alla fine incorona Emma


Tre ragazze sul podio del Festival
Ai posti d’onore Arisa e Noemi. Bersani vince il premio della critica
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI
Le canzoni
SANREMO — Tre donne sul podio, tre donne nor-
mali. Vince Emma, al secondo posto Arisa, al terzo
Noemi. Tre ragazze attorno ai 30 anni, grintose, forti, Quanta nostalgia
appassionate. In un Festival che non ha reso grande
onore al sesso femminile, è una vittoria che suona un
po’ come una rivincita. La rivincita del talento. E del
di Vecchioni
talent show, visto che Emma arriva da «Amici», Noe-
mi da «X Factor» e Arisa ora è una giurata di «X
e Van De Sfroos
Factor». La classifica provvisoria vedeva Arisa al pri-
mo posto, Emma seconda, D’Alessio-Berté terzi, Noe-
mi quarta: lei è risalita di tre posizioni grazie alla gol-
den share (il voto della sala stampa). Premio della cri-
C i sono mancati Vecchioni e la
sua foto di un paese smarrito,
ci sono mancati i tre colori di
tica è andato a Samuele Bersani che ha vinto con un Tricarico, e soprattutto c’è
punto di scarto su Eugenio Finardi. mancato Yanez, l’immaginario
E oltre alle cantanti, un’altra donna ha illuminato eroe decaduto e reinventato in
la serata. Geppi Cucciari, la conduttrice de La7, bella, dialetto comasco da Davide Van
De Sfroos. Insomma niente
canzoni che fanno discutere,
Cucciari scalza scarso spazio alla scoperta. Le
Scende le scale dell’Ariston scalza, canzoni di Sanremo vanno ad
poi lui le infila le scarpe: «Che bello annate, come il vino e l’olio, e
stavolta non è andata troppo bene.
vedere Gianni in ginocchio da me» Non è necessariamente tutta colpa
degli osti Morandi e Mazzi. Però
bisognerebbe almeno mettersi
preparata, ironica, arriva sul palco a piedi nudi «per- d’accordo sulla definizione di
ché in questo Festival per restare impressa, devi scen- «big». In passato il regolamento ci
dere senza qualcosa. Io ho tolto le scarpe». È chiaro il provava («aver avuto almeno un
suo intento, per tutta la serata: ironizzare sulle sbava- brano in classifica o aver venduto
ture di questo Festival. Gianni Morandi la introduce un certo numero di copie»).
così: «Si dice che non sia stato un Festival al femmini- Adesso l’ammissione al girone
le e invece non è vero: ci sono state Belén, Canalis, principale avviene per invito, a
Ivanka. Ma stasera c’è la più simpatica di tutte, un’at- totale discrezione degli
trice, ora conduttrice, che sa sorridere su tutto». Ecco- organizzatori. E siccome gli artisti
la Geppi affascinante e sicura. «Che bello vedere Gian- che possono fare a meno di
ni Morandi in ginocchio da me». Lui che infila le scar- Sanremo non si mettono
pe a lei, sembra quasi una divertita metafora: la musi- certamente la coda per
ca è cambiata... Ne ha per tutti Cucciari: «Ti dispiace Gioia Emma Marrone è nata a Firenze il 25 maggio del 1984 ed è diventata famosa con «Amici» parteciparvi, alla fine succede che
Gianni se non dico parolacce?». E ancora: «Mi ha chia- si imbarcano sulla nave altri
mato la Fornero, piangendo, per dirmi che non sei a Arisa Dopo la mezzanotte è stata la volta anche di Luca e soggetti artistici. Quali? I figli dei
posto coi contributi, devi condurre un altro Festi- Il suo vero Paolo. Si tolgono un po’ di sassolini dalla scarpa i due talent show (abbastanza famosi
val». Poi il bersaglio diventa Celentano, e la nome è comici genovesi. Per la loro performance della prima per fare ascolti e attirare televoti,
platea che «attende i suoi vaneggiamenti». Rosalba serata sono stati attaccati dal direttore di Rai1 Mazza,
ma non ancora così star da far gli
Ironizza: «Lui vuol chiudere dei giornali, an- Pippa ed è che ha parlato di «pochezza e volgarità». Accuse di
schizzinosi) o quelli che, come
che io ne voglio chiudere uno: Playboy. nata a troppe parolacce da più parti e perfino la nota del di-
Arisa, hanno avuto forti
Quelle donne non esistono. Ci sono solo lì, Genova il 20 rettore generale Lorenza Lei che li tira in ballo e chie-
esposizioni televisive. Con veri big
a "Studio aperto" e qui all’Ariston. Possono agosto 1982. de «buon gusto, correttezza e rispetto delle regole».
danneggiare le menti più semplici, quelle A Sanremo ha Luca e Paolo, entrano con la faccia bianca, truccata da in gara (attratti magari da
di voi uomini». cantato «La clown: recitano una preghiera al «Signore dei comi- agevolazioni fiscali o da compensi
Poco dopo è Ivanka (che ieri ha sfoderato notte» e con ci». C’è una frase dura, che non lascia spazio a dubbi: interessanti...), in grado di fare
un nude look mozzafiato e si è esibita pure in Josè Feliciano «Ti prego, Signore / fa che quel senso dell’umorismo spettacolo già solo con la loro
un balletto) il bersaglio: «La valletta consigliata ha duettato in / possano avercelo tutti / ma tutti... lui... lui... lui... / presenza, Sanremo potrebbe
da nove dentisti su dieci. L’hai scelta tu Gianni?». «Che sarà» ma anche... lei... soprattutto Lei». E un’altra, ancora affrancarsi dalla necessità del
Cucciari disturbatrice funziona ottimamente. Altri peggio: «E fa in modo - tu che puoi - che davvero / contorno acchiappa ascolti. Ma
interventi in tarda serata (in uno ricorda Rossella Ur- Noemi nessuno quaggiù su questa Terra / o su questo palco per ora i veri big (a parte il caso
ru, 29 anni sarda di Samogheo in provincia di Ori- Il suo vero / si prenda troppo sul serio / dirigenti o cantanti / Vecchioni) si accostano a Sanremo
stano, cooperante italiana, rapita in Algeria il nome buffoni o direttori / ballerine o commissari / perché di rado, protetti da guanti e
22 ottobre 2011). Ieri si è privilegiata la musi- è Veronica i cuori e le menti restino vigili / all’ascolto delle paro- mascherina: basti pensare alla
ca, vera regina della serata. Le dieci canzoni Scopelliti ed è le importanti / e non si perda tempo / distratti dalle microscopica partecipazione di
in gara, l’esibizione del 15enne Casillo vinci- nata a Roma, parole inutili / ...o dalle parolacce». Battiato con Luca Madonia lo
tore di Sanremo giovani, la performance il 25 gennaio Si è chiuso un Festival — che ieri si è aperto con scorso anno, o quest’anno a Dalla,
canora di Papaleo. E perfino Morandi ha 1982; ha un poetico inno all’amore, tra mille baci — che ha mezzo corista e mezzo direttore
cantato. Mentre si attendeva Celentano, gra- partecipato a scoperto Rocco Papaleo, «l’Al Pacino della Basilicata» con Pierdavide Carone. Così anche
zie a un tempo morto, il conduttore ha into- «X Factor» e come lui stesso si è definito. Ieri si è tolto il loden un vero fan della musica come
nato «C’era un ragazzo che come me...». La ieri è arrivata «perché ci abbiamo marciato quattro sere con questa Morandi deve accettare che i suoi
canta passeggiando in mezzo al Teatro Ari- terza con minchiata». amati colleghi siano il contorno.
ston. Tutti cantano e battono le mani. Poi arriva «Sono solo Maria Volpe M.L.F.
il Molleggiato. parole» © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

Rocco Papaleo Alessandro Siani Adriano Celentano I Soliti Idioti Stefano Vicario Gaetano Castelli Geppi Cucciari
5 Sarà anche un bravo
attore ma cosa ci faceva
a Sanremo uno la cui
4 Riesce nella difficile
impresa di fare un
monologo senza
s. v. 5 La loro comicità è così
fuori contesto rispetto
all’Ariston che anche il
5 Non è facile fare la
regia di Sanremo, in un
teatro e non in uno
6 La stima per come negli
anni ha saputo
trasformare l’Ariston e
8 Una grande lezione per
tutti i comici che hanno
partecipato a Sanremo:
più grande trovata è azzeccare nemmeno loro celebre tormentone studio (questa, però, è dargli dignità artistica è simpatia ma anche
stata coinvolgere il una battuta. Strappa «omosessuale» viene una follia). Vicario si è immensa. Ma la grande prontezza di riflessi, di
pubblico dell’Ariston, l’applauso al pubblico del tutto frainteso. dimostrato più volte in astronave che battuta, di stoccata
autorità comprese, nella dell’Ariston solo quando Morandi non ne capisce difficoltà, non dando quest’anno (ridendo ha infilzato
«mossa della foca»? Il cede al demagogico e l’ironia e si affretta a mai l’impressione di campeggiava sul palco due o tre tromboni
resto scorre via tra perora il tema dell’unità scusarsi peggiorando la esprimere uno stile, una sembrava richiamare festivalieri). Da tempo
battute che mettono a nazionale. Ma il primo situazione. Colpa del personalità. Non è tutta più i saloni della nave diciamo che è la
disagio anche Morandi e dovere per un’Italia contenitore, certo, ma colpa sua, ma le scene Concordia che un futuro migliore
momenti in cui è usato unita non sarebbe non spettava anche a dell’Apocalisse sono spaziale
come riempitivo per quello di parlare una loro due adeguarsi un quanto di più brutto
coprire i disagi tecnici lingua unitaria? po’ meglio all’evento? visto quest’anno
38 Domenica 19 Febbraio 2012 Corriere della Sera
Corriere della Sera Domenica 19 Febbraio 2012
Spettacoli 39

Volti
Elisabetta Canalis Giovani Il divieto ai minorenni
(33 anni) e Belén
Rodriguez (27)
star delle due
ultime edizioni
Casillo, 15 anni:
guidate da Mazzi
(a sinistra) vittoria e brindisi
fuori dall’Ariston
Il caso Il direttore artistico lascia. La rassegna passa a Giancarlo Leone

Mazzi chiude con Sanremo:


ma almeno ci dicano bravi
«Tanti complimenti privati, mai pubblici. È poco sano»
DA UNO DEI NOSTRI INVIATIAltro che ringraziamenti, quest’anno prima volta di Mazzi è stata
sono arrivati attacchi. Prima il commis- nel 2004 come consulente: DA UNO DEI NOSTRI INVIATI
SANREMO — Tramonta l’era Mazzi. sariamento con l’arrivo del vice dg An- doveva aiutare il direttore ar-
Dopo sei direzioni artistiche (e mezza) tonio Marano per il caso Celentano-ve- tistico Tony Renis nell’anno SANREMO — La maledizione di mezzanotte.
negli ultimi nove anni, Gianmarco scovi e poi la lettera del dg Lorenza Lei del boicottaggio delle Alessandro Casillo, vincitore di Sanremo giovani,
Mazzi lascia Sanremo. «Nessuno mi ha che chiedeva «buon senso e correttez- major discografiche. Mise non ha potuto festeggiare sul palco. Dopo
chiesto le dimissioni. Considero con- za». «Sembra che io abbia portato anzi- in piedi un cast accettabi- mezzanotte i minori non possono andare in
cluso questo mio percorso», annun- ché un grande artista, un delinquente le e portò Adriano ospite onda. Ha visto Morandi annunciare il risultato
cia. Se ne va ma non lo senza qualità». alla finale. Promosso di- dalla green room, la sala dove gli artisti
avrebbero richiamato, dico- Gli si rinfaccia anche rettore artistico con Bonolis attendono il loro turno. Urla e lacrimoni, quindi
no gli avversari. La Rai ha una gestione troppo disin- (2005), ha ricoperto quel ruo- la festa con famiglia e staff: «Brindisi con una
già deciso che dall’anno volta e personale del pote- lo con Panariello (2006) e, bottiglia di champagne e cena infinita fino alle 4
prossimo tutto tornerà in re. Paga la sua vicinanza po- saltando le due edizioni Bau- e mezza», racconta. «È vero», stesso titolo del
casa. Del Festival se ne oc- litica all’ex An, in particola- do, di nuovo dal 2009 con Bo- suo album, l’ha potuta cantare ieri. Per una serata
cuperà la direzione Intratte- re l’amicizia con La Russa e nolis, Clerici e Morandi. mamma Patrizia, infermiera, ha concesso la
nimento guidata da Gian- Gasparri. E anche quella «Da domani sarò anche un po’ disoc- deroga al coprifuoco, ma quell’orario è la sua
carlo Leone che ha già an- con Lucio Presta con cui ha cupato». In realtà la sua agenda è già bestia nera anche nella vita privata: «Può uscire
nunciato austerity: «Niente Giancarlo Leone costruito questi Festival: occupata da altri progetti. Quelli di Are- con gli amici solo il sabato e deve tornare entro
super compensi e super lui impegnato sulle canzo- na Extra, società del comune di Verona mezzanotte», dice. Immaginatela, quindi,
ospiti». Che erano stati invece la firma ni, l’altro a scegliere i volti tv e a tesse- che gestisce gli eventi non lirici del tea- mentre sgrida il figlio e il manager,
di Mazzi. re diplomazie con la concorrenza per tro. E forse altri progetti sui quali qual- Gabriele Parisi, uno che ha
Se ne va, ma si toglie qualche sassoli- fermare la controprogrammazione. Co- cuno adombra lo spettro del conflitto seguito per anni Laura Pausini,
no. «Dovete dirci: siete stati bravi — di- sì il ragazzo di bottega della Nazionale d’interessi. Si parla di una consulenza perché dopo un concerto di Raf
ce al direttore di Rai1, Mauro Mazza Cantanti e factotum del Clan Celenta- con «Amici» di Maria De Filippi: «Non sono tornati a casa alle due.
—. È quattro anni che non sbaglio un no è diventato uno dei più potenti del- c’è nessun contratto. Ma stiamo pen- Alessandro, 15 anni, è stato scoperto da «Io
colpo. Se continuate a mandare mes- la musica italiana. sando di portare la finale all’Arena». canto», talent canoro per giovanissimi di Gerry
saggi privati senza fare complimenti La sua storia a Sanremo si è aperta e Andrea Laffranchi Scotti. Prima di quello il coro della chiesa, due
pubblici, c’è qualcosa di poco sano». chiusa all’insegna del Molleggiato. La © RIPRODUZIONE RISERVATA anni di pianoforte, qualche lezione di canto, un
paio di concorsi e il fratello Michele, 27 anni, che
lo iscrive al talent allegando la sua versione di
«Cambiare» di Alex Baroni. «Una delle mie
Simona Ercolani Il capo progetto della rassegna: chiediamoci perché non c’è mai stata una direzione artistica femminile. Vedrei bene la Mori canzoni preferite — racconta —. Quella e "Mille
giorni di te e di me" di Claudio Baglioni». Il talent
gli porta popolarità. Le 12-16enni impazziscono,
«Donne oggetto? Se è così ho fallito come autrice» in rete è un fenomeno con 130 mila «mi piace»
su Facebook. Tira fuori dalla tasca un bigliettino
con i nomi di alcune ragazze che gli chiedono di
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI do che il problema vero è la man- una passerella, una messa in sce- sime e in gamba in giro. «Abbia- diventare amiche virtuali. «I social network sono
Bersani (Pd) canza di donne nei ruoli chiave. na. E comunque è stata scelta mo puntato alle super ospiti. Ho un modo di comunicare velocemente con le
SANREMO — Il capo progetto Il resto sono sciocchezze. per contrastare Tamara Ecclesto- voluto fortemente Federica Pelle- persone che ti vogliono bene. E poi io lo uso per
del Festival si chiama Simona Er-
colani. «Chiediamoci perché c’è «Mia figlia a Belén «Davvero pensate che in que-
sto Festival sia passato il concet-
ne: da una parte doveva esserci
la ricchissima, che nella vita ha
grini, una donna determinata e
libera, come pure Sabrina Feril-
stare in contatto con i fan. Ma non è vero che noi
15enni viviamo attaccati al computer». Vive a
solo un’autrice donna a Sanre-
mo. E perché non c’è mai stata
preferisce Fornero» to di donna oggetto? Mi dispiace
perché vuol dire che ho fallito
avuto tutto facile; dall’altra Iva-
na, la ragazza semplice che ha
li. Infine Geppi Cucciari ancora
un altro tipo di donna».
Buccinasco, sud di Milano, ama il r