Sei sulla pagina 1di 118
i romanzo La cultura del romanzo Parte quarta Raccontare la modernita x. Johannes Vermeer, Donna in azxurro che legge una lettera, olio su tela, 1663-64 circa. Amsterdam, Rijksmuseum. FRANCO MORETTI I! secolo serio Dove si parla di discorso indiretto libero, di stile analitico, e dei «riem- pitivi» romanzeschi (che sono quegli episodi in cui non succede un gran che, e di cui, a lettura finita, ci si ricorda a malapena). Cose tecniche, e a prima vista non proprio promettenti, ma nel cui sotterraneo lavorio prendono poi forma alcuni grandi valori del xxx secolo: l’impersonalita, la precisione, la condotta di vita regolare e metodica, un certo distacco emotivo; in una pa- rola (una parola che tornera spesso), la «serieta». E anzi, diciamola tutta, la serieta Gorghese: in Francia, Gran Bretagna, e Germania. Borghesia, e serieta. All’inizio, veramente, pensavo a un orizzonte pitt vasto, piti indefinito, Stesura dopo stesura, per, il ragionamento si stringe- va sempre piti attorno allo stile serio ¢ al borghese ottocentesco; un incon- tro che escludeva purtroppo molte altre cose importanti (Stendhal; Dickens; tutta la letteratura di massa), ma che dava al saggio quel tono antropologi- co - storia della letteratura come storia della cultura - che & la scommessa di questo volume. E dunque, proviamo a ragionare sul secolo serio del ro- manzo europeo. 1. Da Vermeer ad Austen. In un bel libro di qualche anno fa, intitolato Arte del descrivere, Svetla- na Alpers sostenne che il Seicento olandese aveva cambiato il corso dell’ar- te europea, perché aveva sostituito all’«imitazione di azioni umane signifi- cative», che era stata tipica della tradizione pittorica, la «descrizione del mondo osservato». Gli olandesi non dipingono pit le grandi scene della sto- ria sacra e profana, ma nature morte, paesaggi, interni, vedute di citta, car- te geografiche... Insomma: «un’arte descrittiva, e non narrativa»'. Bella idea. Ma con un’eccezione di rilievo - Vermeer - dove a me pare che la vera novita non sia tanto la scomparsa della componente narrativa, ma il suo assumere una forma nuova rispetto al passato. Si prenda la lettri- ce in blu, di Amsterdam (fig. 1). Strana forma del corpo. E incinta, forse? * s, aLpErs, Arte del descrivere. Scienza e pittura nel Seicento olandese (1983), Torino 1984, pp. 13 € 6