Sei sulla pagina 1di 31
Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Alessandro Nova Uni vers ità L
Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Alessandro Nova Uni vers ità L
Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Alessandro Nova Uni vers ità L
Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Alessandro Nova Uni vers ità L

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i dati della filiera

Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Alessandro Nova Uni vers ità L . B occon
Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Alessandro Nova Uni vers ità L . B occon
Stampa e Trasformazione: i dati della filiera Alessandro Nova Uni vers ità L . B occon

Alessandro Nova Uni vers ità L . B occoni

filiera Alessandro Nova Uni vers ità L . B occon i Roma, 15 febbraio 2012 Filiera

Roma, 15 febbraio 2012

Nova Uni vers ità L . B occon i Roma, 15 febbraio 2012 Filiera della carta
Nova Uni vers ità L . B occon i Roma, 15 febbraio 2012 Filiera della carta

La filiera della carta, editoria, stampa e trasformazione:

comparti e “attori”

stampa e trasformazione: comparti e “attori” L’analisi prende in considerazione la filiera

L’analisi prende in considerazione la filiera complessiva del settore della editoria e della carta stampata. La filiera, così come è analizzata, è composta dai seguenti comparti che si connettono tra loro in senso verticale:

Macchine per la grafica e la cartotecnica (ACIMGA e ARGI)

Produzione di carta e cartone (ASSOCARTA)

Editoria (AIE, ANES, FIEG)

Stampa di giornali quotidiani (ASIG)

Stampa, cartotecnica e trasformazione (ASSOGRAFICI)

La filiera della Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione nel contesto italiano: rappresentatività e sentieri

La filiera della Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione nel contesto italiano:

rappresentatività e sentieri di sviluppo recenti

La struttura della filiera

La struttura della filiera Stam pa editoriale Stam pa pubblicitaria e commerciale E di tor a
Stam pa editoriale Stam pa pubblicitaria e commerciale E di tor a i (libraria, quotidiana,
Stam pa
editoriale
Stam pa pubblicitaria
e commerciale
E
di
tor a
i
(libraria, quotidiana,
periodica, periodica special.)
Carta e cartone
Macchine
(per grafica e cartotecnica)
Cartotecnica
e trasformazione
* Fatturato aggregato stimato 2011
Fatturato 2011* 36.439 (mln di €)
Fatturato
2011*
36.439
(mln di €)

La produzione industriale nei maggiori Paesi Europei: la dinamica di lung o p eriodo ( 20012011)

la dinamica di lun g o p eriodo ( 2001 ‐ 2011 ) 125 120 115
125 120 115 110 105 100 95 90 85 Germany Spain France Italy 80 United
125
120
115
110
105
100
95
90
85
Germany
Spain
France
Italy
80
United Kingdom
75

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011

Fonte: Eurostat

La produzione industriale nei maggiori Paesi Europei: la dinamica recente [ 2009 2011]

Paesi Europei: la dinamica recente [ 2009 – 2011 ] 130 120 110 100 90 80
130 120 110 100 90 80 Germany Spain France Italy United Kingdom 70
130
120
110
100
90
80
Germany
Spain
France
Italy
United Kingdom
70

2009Q2 2009Q3 2009Q4 2010Q1 2010Q2 2010Q3 2010Q4 2011Q1 2011Q2 2011Q3

Fonte: Eurostat

La dinamica delle macrovariabili della filiera [Mln di Euro]

delle macrovariabili della filiera [Mln di Euro] VALORI 2003 2004 2005 2006 2007 2008

VALORI

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011**

Fatturato*

39.984

40.975

41.137

41.686

42.515

40.125

34.580

35.655

36.439

Vendite interne

32.464

33.119

33.025

33.280

33.771

31.293

26.969

26.915

27.191

Export

7.520

7.856

8.112

8.406

8.744

8.832

7.611

8.740

9.247

Import

5.243

5.395

5.543

5.853

6.150

5.823

4.998

5.747

6.107

Consumo apparente

37.707

38.514

38.568

39.133

39.921

37.116

31.967

32.662

33.299

Saldo bilancia commerciale

2.277

2.461

2.569

2.553

2.594

3.009

2.613

2.993

3.140

Export/fatturato

18,8%

19,2%

19,7%

20,2%

20,6%

22,0%

22,0%

24,5%

25,4%

Import penetration

13,9%

14,0%

14,4%

15,0%

15,4%

15,7%

15,6%

17,6%

18,3%

Addetti

259.646

258.521

257.013

253.415

251.468

243.943

234.117

226.859

222.051

VARIAZIONI

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011**

Fatturato

0,5%

2,5%

0,4%

1,3%

2,0%

5,6%

13,8%

3,1%

2,2%

Vendite interne

0,8%

2,0%

0,3%

0,8%

1,5%

7,3%

13,8%

0,2%

1,0%

Export

1,0%

4,5%

3,3%

3,6%

4,0%

1,0%

13,8%

14,8%

5,8%

Import

9,7%

2,9%

2,7%

5,6%

5,1%

5,3%

14,2%

15,0%

6,3%

Consumo apparente

0,8%

2,1%

0,1%

1,5%

2,0%

7,0%

13,9%

2,2%

1,9%

Addetti

0,7%

0,4%

0,6%

1,4%

0,8%

3,0%

4,0%

3,1%

2,1%

* Valori aggregati; ** Stime

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera

La dinamica delle macrovariabili della filiera [Mln di Euro]

delle macrovariabili della filiera [Mln di Euro] 45.000 4 3.000 41.000 39.000 37.000 35.000 33.000
45.000 4 3.000 41.000 39.000 37.000 35.000 33.000 31.000 29.000 27.000 25.000
45.000
4 3.000
41.000
39.000
37.000
35.000
33.000
31.000
29.000
27.000
25.000

2000

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010 2011*

Fatturato Vendite interne Consumo apparente
Fatturato
Vendite interne
Consumo apparente

* Stime

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera

* S t i m e Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera Filiera della carta 2012

La dinamica delle macrovariabili della filiera – alcune riflessioni

macrovariabili della filiera – alcune riflessioni Per una corretta valutazione degli andamenti di tali

Per una corretta valutazione degli andamenti di tali variabili occorre ricord are :

che l’incremento complessivo di fatturato ed export della filiera tra il 2010 ed il 2011 risente fortemente dei notevoli rincari delle q uotazioni internazionali delle materie prime impiegate nelle fasi a monte del processo cartario. Questi hanno caratterizzato in particolare il secondo semestre 2010 e il p rimo semestre 2011 . Se de p urassimo il fatturato 2011 dell’inflazione al consumo (+2,8%) avremmo un valore di tale aggregato in riduzione

che le dinamiche dei principali aggregati della filiera, in recupero nel 2010 dopo i forti cali 20082009, hanno subito una battuta d’arresto dall’estate scorsa , in conseguenza dell acuirsi della crisi economicofinanziaria. Per alcuni comparti della filiera la seconda metà dell’anno ha fatto registrare riduzioni tendenziali dei valori del fatturato

La rappresentatività della filiera nel sistema economico italiano

della filiera nel sistema economico italiano 6% 5% 4% 3% 2% 1% 0% 5 , 2

6%

5%

4%

3%

2%

1%

0%

5,2%

5,2%

5,1%

5,1%

5,1%

5,2%

5 0%

5,1%

 

,

5,0%

5,1%

4,9%
4,9%
2,8% 2,8% 2,8% 2,8% 2,7% 2,7% 2,6% 2,5% 2,6% 2,4% 2,4% 2,2% 2,3% 2,2% 2,0%
2,8%
2,8%
2,8%
2,8%
2,7%
2,7%
2,6%
2,5%
2,6%
2,4%
2,4%
2,2%
2,3%
2,2%
2,0%
1,9%
1,8%
1,7%
1,6%
1,7%

1,5%

1,6%

2000

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010*

Occupazione/occupazione totale Export/Export totale Import/import totale
Occupazione/occupazione totale
Export/Export totale
Import/import totale

* Stime

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera

S t i m e Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera Filiera della carta 2012 ‐

Il fatturato* della filiera per comparti [Mln Euro]

Il fatturato* della filiera per comparti [Mln Euro]   2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009
 

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011**

P ro duzione di macc hine per la grafica e la cartotecnica

1.470

1.570

1.640

1.670

1.720

1.820

1.500

1.720

1.850

Importazione di macchine per

                 

la rafica e la stam a

g

p

380

560

450

486

556

430

380

260

230

Produzione di carta e cartone

6.905

6.915

7.065

7.250

7.660

7.145

6.005

6.850

7.250

Editoria libraria

3.409

3.518

3.538

3.560

3.574

3.561

3.439

3.353

3.276

Editoria quotidiana ***

3.726

3.882

3.839

3.942

3.859

3.515

3.096

3.060

2.971

Editoria periodica non s pecializzata ***

4.667

5.070

5.096

5.111

5.069

4.313

3.698

3.614

3.561

Editoria periodica specializzata ***

1.330

1.200

1.200

1.224

1.240

1.190

1.000

920

880

Industria della stampa, cartotecnica e trasformazione

18.097

18.260

18.309

18.443

18.837

18.151

15.462

15.878

16.421

Totale

39.984

40.975

41.137

41.686

42.515

40.125

34.580

35.655

36.439

* Valori aggregati; ** Stime; *** Dati comprensivi dei ricavi da pubblicità

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera

La dinamica del fatturato rispetto all’industria italiana

dinamica del fatturato rispetto all’industria italiana 12% 10% 8% 6% 4% 2% 0% ‐ 2% ‐

12%

10%

8%

6%

4%

2%

0%

2%

4%

6%

8%

10%

12%

14%

16%

7,3% 6,3% 5,8% 4,4% 3,7% 3 , 1% 2,7% 2,5% 2,1% 2,2% 2,0% 1,5% 1,3%
7,3%
6,3%
5,8%
4,4%
3,7%
3 , 1%
2,7%
2,5%
2,1%
2,2%
2,0%
1,5%
1,3%
1,1%
0,5%
0,6%
0,4%
2,0%
‐ 5,6%
‐ 8 , 3%
‐ 14 , , 0%
‐ 13 8%

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011

Filiera Totale industria
Filiera
Totale industria

* Stime

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera e Istat

i m e Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera e Istat Filiera della carta 2012 ‐

La dinamica del fatturato rispetto all’industria italiana (segue)

del fatturato rispetto all’industria italiana (segue) L a vari azi one d e l fatturato d

L a vari azi one d e l fatturato d e ll a fili era (+ 2 , 2 % rispetto al 2010) , molto ridotta rispetto a quella media dell’industria italiana (+5,8%), sottolinea il momento di particolare difficoltà attraversato dalla filiera stessa

Il consumo interno* della filiera per comparti [Mln Euro]

consumo interno* della filiera per comparti [Mln Euro]   2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009
 

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011**

Produzione di macchine per la grafica e la cartotecnica

1.111

1.146

1.128

1.210

1.182

1.110

851

892

850

Importazione di macchine per la grafica e la stampa

380

560

450

486

556

430

380

260

230

Produzione di carta e cartone

7.342

7.319

7.389

7.612

8.098

7.470

6.231

7.108

7.545

Editoria libraria

3.459

3.572

3.592

3.614

3.634

3.617

3.491

3.415

3.331

Editoria quotidiana ***

3.726

3.882

3.839

3.942

3.859

3.515

3.096

3.060

2.971

Editoria periodica non specializzata ***

4.667

5.070

5.096

5.111

5.069

4.313

3.698

3.614

3.561

Editoria periodica specializzata ***

1.330

1.200

1.200

1.224

1.240

1.190

1.000

920

880

Industria della stampa, cartotecnica e trasformazione

15.692

15.765

15.874

15.934

16.283

15.471

13.220

13.393

13.931

Totale

37.707

38.514

38.568

39.133

39.921

37.116

31.967

32.662

33.299

* Valori aggregati; ** Stime; *** Dati comprensivi dei ricavi da pubblicità

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera

Export su fatturato e import penetration

Export su fatturato e import penetration 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% 25 4% ,

30%

25%

20%

15%

10%

5%

0%

25 4%

,

22,0% 20,6% 20,2%
22,0%
20,6%
20,2%
19,7% 19 1% , 19 2% , 18 , 8% 18 , 8% 15, 3%
19,7%
19 1%
,
19 2%
,
18 , 8%
18 , 8%
15, 3%
15,3%
15,0%

18,3%

15 7% , 15 6% , 15,2% 15 , 4%
15 7%
,
15 6%
,
15,2%
15 , 4%

17,6%

18,3%

22,0%

24,5%

13,9%

14,0%

14,4%

2000

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010 2011*

Export/fatturato Import penetration
Export/fatturato
Import penetration

* Stime

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera

Export su fatturato e import penetration (segue)

Export su fatturato e import penetration (segue) L’evoluzione dei rapporti "export su fatturato" ed

L’evoluzione dei rapporti "export su fatturato" ed "import penetration" nel bi enn i o 20102011 di mostra l a progress i va apertura d e l settore alla componente internazionale del mercato e che gli andamenti di fatturato e consumo interno sono connessi, più che in passato, agli andamenti delle ri spettive componenti estere.

Tuttavia il preponderante peso della componente di mercato nazionale rende il settore estremamente sensibile alle dinamiche della domanda e dei consumi interni.

La dinamica delle variabili di commercio estero [Mln di Euro]

delle variabili di commercio estero [Mln di Euro] 10.000 9.000 8.000 7.000 6.000 5.000 4.000 3.000

10.000

9.000

8.000

7.000

6.000

5.000

4.000

3.000

2.000

1.000

0

9.247

8.832 8.744 8.740 8 . 406 8.112 7.856 7.622 7.599 7.611 7.520
8.832
8.744
8.740
8 . 406
8.112
7.856
7.622
7.599
7.611
7.520

7.312

8 . 406 8.112 7.856 7.622 7.599 7.611 7.520 7.312 6.150 5.959 5.805 5.853 5.823 5.747
8 . 406 8.112 7.856 7.622 7.599 7.611 7.520 7.312 6.150 5.959 5.805 5.853 5.823 5.747
6.150 5.959 5.805 5.853 5.823 5.747 5.543
6.150
5.959
5.805
5.853 5.823
5.747
5.543
7.520 7.312 6.150 5.959 5.805 5.853 5.823 5.747 5.543 6.107 5.867 5 . 3 9 5
7.520 7.312 6.150 5.959 5.805 5.853 5.823 5.747 5.543 6.107 5.867 5 . 3 9 5
6.107
6.107

5.867

5.395

5.805 5.853 5.823 5.747 5.543 6.107 5.867 5 . 3 9 5 5.243 4.998 3.009 2.993

5.243

4.998

3.009 2.993

3.140

5.867 5 . 3 9 5 5.243 4.998 3.009 2.993 3 . 1 4 0 2.569
2.569 2.553 2.594 2.613 2.461 2.277 1.794 1.662
2.569
2.553
2.594
2.613
2.461
2.277
1.794
1.662

1.445

2.569 2.553 2.594 2.613 2.461 2.277 1.794 1.662 1.445 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006

2000

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010 2011*

Export Import Saldo bilancia commerciale
Export
Import
Saldo bilancia commerciale

* Stime

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera

Il Saldo della bilancia commerciale comparato al saldo della bilancia

commerciale italiana (escluso il settore energetico)

commerciale italiana (escluso il settore energetico) 50.000 Valori [M ln di Euro] 45.000 40.000 35.000 30.000

50.000

Valori [M ln di Euro]
Valori [M ln di Euro]

45.000

40.000

35.000

30.000

25.000

20.000

15.000

10.000

5.000

0

47.271
47.271

14%

12%

10%

8%

6%

4%

2%

0%

12,7% 40.161 36.349 36.040 34 172 . 33.120 9,3% 8,7% 30.801 8,7% 8,6% 8,7% 29.513
12,7%
40.161
36.349
36.040
34 172
.
33.120
9,3%
8,7%
30.801
8,7%
8,6%
8,7%
29.513 29.544
26.023 26.505
7,2%
23 592
.
6,4%
6,5%
5,8%
5,0%
4,2%
3.009 2.993 3.140 2.613 2.277 2.461 2.569 2.553 2.594 1.794
3.009
2.993
3.140
2.613
2.277
2.461
2.569
2.553
2.594
1.794

1.662

3.140 2.613 2.277 2.461 2.569 2.553 2.594 1.794 1.662 1.445 2000 2001 2002 2003 2004 2005
3.140 2.613 2.277 2.461 2.569 2.553 2.594 1.794 1.662 1.445 2000 2001 2002 2003 2004 2005

1.445

2000 2001

2002

2003

2004

2005 2006

2007

2008 2009

2010 2011*

% Rapporto filiera/Italia
% Rapporto filiera/Italia
Filiera carta Italia escluso settore energetico saldo filiera/saldo Italia
Filiera carta
Italia escluso settore energetico
saldo filiera/saldo Italia

* Stime

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera e Istat

L’occupazione nella filiera della carta (Numero di addetti)

nella filiera della carta (Numero di addetti)   2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009
 

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011**

Produzione di macchine per la grafica e la cartotecnica

7.500

7.400

7.300

7.300

7.200

7.200

7.000

7.000

7.000

Importazione di macchine per la grafica e la stampa

1

. 100

1

. 050

1

. 080

1

. 100

1

. 100

1

. 050

1

. 020

980

900

Produzione di carta e cartone

24.000

23.700

23.400

23.000

22.700

21.800

20.900

20.800

20.600

Editoria libraria

17.400

17.650

17.800

17.800

17.800

17.700

17.500

17.500

17.400

Editoria quotidiana

13.699

13.751

13.764

13.857

13.726

13.375

12.939

12.303

12.100

Editoria periodica non specializzata *

1.885

2.030

3.187

3.325

3.337

3.280

3.288

2.891

2.750

Editoria periodica specializzata

7.200

6.800

6.800

6.800

6.800

6.460

5.260

4.470

4.240

Industria della stampa, cartotecnica e trasformazione

186.

862

186.

140

183.

682

180.

233

178.

805

173.

078

166.

210

160.

915

157.

061

Totale

259.646

258.521

257.013

253.415

251.468

243.943

234.117

226.859

222.051

* Solo giornalisti, gli addetti grafici sono compresi nel dato di Assografici; ** stime

Fonte: Uffici Studi Associazioni di filiera

L’occupazione complessiva “generata”

L’occupazione complessiva “generata” Il numero complessivo di addetti che nei settori a valle risulta

Il numero complessivo di addetti che nei settori a valle risulta “direttamente ” i nfl uenzato d alla filiera d e lla carta, ovvero c h e, all’interno dei settori industriali utilizza prodotti finali della lavorazione della carta e dell editoria quali input produttivi essenziali per il proprio lavoro si stima intorno alle 550.000 unità*.

N e l comp l esso l a fili era d e ll a carta “atti va ”, i n Ita li a, circa 775 . 000 a dd etti, un numero estremamente considerevole e una percentuale rilevante dell’occupazione nazionale, specie se riferita al settore manifatturiero.

Va peraltro segnalato come dal 2000 al 2011 l’occupazione sia calata del 16,4%, con una caduta ( 11,7% ) occu p azionale p iù forte coincisa con il periodo della crisi economicofinanziaria e successivo (20072011).

* Fonte: Ns. elaborazioni su dati ISTAT (occupazione totale e matrici InputOutput) e Filiera della carta

Il ruolo della filiera nel sistema industriale italiano [1]

della filiera nel sistema industriale italiano [1] Il sistema rappresentato dalla filiera della carta può

Il sistema rappresentato dalla filiera della carta può essere inquadrato b

a

rappresentatività:

Un’occu p azione diretta sup eriore ai 222.000 addetti nel 2011, p ari a q uasi il 5% dell’occupazione manifatturiera complessiva, quota sostanzialmente stabile nel corso dell’ultimo quinquennio;

Una occupazione “indotta” nei settori a valle che può essere stimata in circa 550.000 unità;

Una produzione che ha mostrato dinamiche divergenti negli ultimi anni, con comparti in crescita e comparti invece “bloccati”, ma che nel corso del triennio 20092011 ha subito gli effetti della profonda crisi che ha i nvesti to il mon d o i n d ustri al e ne l suo comp l esso, d eterm i nand o anch e una forte compressione dei margini di redditività;

lli t

d

l

e

i

t

d tti

pro u vo

it li

ll

su a

d ll

e a

n erno

s s ema

a ano

ase

sua

Il ruolo della filiera nel sistema industriale italiano [1]

della filiera nel sistema industriale italiano [1]  Rapporti di export/fatturato (25% nel 2011) e di

Rapporti di export/fatturato (25% nel 2011) e di import penetration ( 18 % ne l 2011) re l ati vamente r id o tti i n val ore asso l u to ( i n virtù d e l modesto grado di apertura internazionale della filiera, soprattutto nei suoi segmenti a valle) ma in progressiva crescita, che indicano una b uona tenu ta d e lla competiti v ità anch e i n un contesto di crescente inasprimento della concorrenza internazionale;

Un saldo positivo e crescente della bilancia commerciale che ha messo in evidenza una crescita da 1,8 a 3,1 miliardi di Euro nel periodo 20022011 (dato stimato) ottenuto attraverso una sostanziale stabilizzazione delle importazioni e una crescita dell export di filiera;

Il saldo della bilancia commerciale ha sperimentato una riduzione ris p etto al sistema nazionale ( al netto delle imp ortazioni di p rodotti energetici) nel 2007 e 2008 in virtù del forte sviluppo delle esportazioni a livello nazionale ma che è tornato a crescere tra il 2009 e il 2010 per p oi ridursi nuovamente nel 2011

La dinamica di lungo periodo della produzione industriale

(19902011) [1990=100]

della produzione industriale (1990 ‐ 2011) [1990=100] 120 115 110 105 100 95 90 85 80

120

115

110

105

100

95

90

85

80

114 113 112 111 110 110 109 109 109 108 107 107 106 105 101
114
113
112
111
110
110
109
109
109
108
107
107
106
105
101
100
99
97
95
95
94
88

1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011

Fonte: ISTAT

2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 Fonte: ISTAT Filiera della carta 2012

La dinamica di lungo periodo del settore della carta, della stampa e manifatturiero (19902011) [1990=100]

stampa e manifatturiero (1990 ‐ 2011) [1990=100] 160 150 140 130 120 110 100 90 80

160

150

140

130

120

110

100

90

80

Manifatturiero 150 Carta e prodotti in carta stampa 145 144 144 143 142 138 138
Manifatturiero
150
Carta e prodotti in carta
stampa
145
144
144
143
142
138
138
136
143
135
135
134
133
133
133
133
133
138
128
128
133
126
125
125
129
123
122
121
121
120
118
117
115
112
111
109
108
114
113
112
111
110
110
109
109
102
109
108
100
100
101 100
107
100
107
106
105
101
100
99
97
95
95
94
100 107 100 107 106 105 101 100 99 97 95 95 94 88 1990 1991

88

1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011

Fonte: ISTAT

2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 Fonte: ISTAT Filiera della carta 2012

La dinamica di lungo periodo del settore della carta, della stampa e manifatturiero ( 19902011) [1990=100]

stampa e manifatturiero ( 1990 ‐ 2011 ) [ 1990=100 ] L a s lid e

L a s lide ev id enzi a:

il recupero, se pur parziale, del settore ‘Carta e Prodotti in Carta’ nel biennio 20102011 più strettamente connesso con l’andamento economico generale. Il dato 2011 è evidentemente condizionato dal nuovo peggioramento che ha caratterizzato il quadro economico generale nella seconda metà dell’anno

la prosecuzione del trend negativo del settore ‘Stampa’, che risente ev id entemente d e ll a crescente concorrenza di altri mezz i di comunicazione / informazione, non ultimo del calo degli investimenti pubblicitari sulla stampa e della loro contestuale migrazione verso i mezzi radiote l ev i s i v i

Scomposizione degli effetti di crescita nella Cartotecnica in Italia e in altri paesi europei (2003‐
Scomposizione degli effetti di crescita nella Cartotecnica in Italia e in altri
paesi europei (2003‐ 2011)
25%
Effetto
totale
Effetto settore
20%
19 2%
,
Effetto
sistema
Effetto "disturbo"
15%
12,8%
11,3%
10%
8,6%
6,4%
5%
3,7%
0,5%
0,2%
0%
-0,6%
-0,4%
-0,3%
-2,0%
-2,8%
‐ 5%
3 , 5%
-8,1%
‐ 10%
-8,7%
-10,3%
-12,9%
‐ 15%
-14,9%
-17,9%
‐ 20%
G ermany
S pa i n
F rance
I ta l y
U n i te d Ki ng d om

Fonte: ISTAT

S pa i n F rance I ta l y U n i te d Ki
Scomposizione degli effetti di crescita nella Stampa in Italia e in altri paesi europei (2003‐
Scomposizione degli effetti di crescita nella Stampa in Italia e in altri paesi
europei (2003‐ 2011)
30%
Effetto
totale
Effetto settore
19,1%
20%
Effetto
sistema
Effetto "disturbo"
10%
7,3 %
1,6%
1,8%
0,9%
0,1%
0,3%
0%
-0,1%
-0,1%
-
1 , 6%
1 , 9%
-4,3%
-5,6%
‐ 10%
-8,8%
-13,0%
-15,7%
‐ 20%
-21,4% -21,6%
‐ 30%
-28,2% - 27 , 1%
‐ 40%
Germany
Spain
France
Italy
United Kingdom

Fonte: ISTAT

40% Germany Spain France Italy United Kingdom Fonte: ISTAT Filiera della carta 2012 ‐ Alessandro Nova

Le misure per la crescita della Filiera

Le misure per la crescita della Filiera La crisi economica e la concorrenza hanno ridisegnato la

La crisi economica e la concorrenza hanno ridisegnato la filiera, ma il suo contenuto tecnologico e culturale riveste oggi più che mai un ruol o fondamentale ne llo sv iluppo de lla soc ietà contemporanea, ruolo che deve essere salvaguardato e sostenuto con misure ade g uate. E' infatti evidente che i settori della stampa e dell'editoria rappresentano un caposaldo dell'informazione e della cultura del Paese, contribuendo anche a definirne il "ranking" in termini di informazione e democrazia, elementi primari nella definizione dello " standing" internazionale di una nazione.

Le misure per la crescita della Filiera

Le misure per la crescita della Filiera • A sostegno della domanda e della promozione della

A sostegno della domanda e della promozione della lettura

Introdurre , entro li m iti prefi ssati , l a d etassaz i one:

della spesa per l’acquisto di libri di testo scolastici

della s p esa p er l’ac q uisto di abbonamenti a q uotidiani, p eriodici, servizi di agenzie di stampa e di libri

Le misure per la crescita della Filiera (segue)

Le misure per la crescita della Filiera (segue) • A sostegno dell’offerta  istituire il credito

A sostegno dell’offerta

istituire il credito d’imposta a favore delle imprese produttrici di prodotti editoriali, dell’industria grafica, cartotecnica e cartaria per g li investimenti in beni strumentali e in p rog rammi di ristrutturazione economicoproduttiva e di aggiornamento professionale

rifinanziare il credito agevolato per il settore , fermo dal giugno del

2003

estendere al 2012 e agli anni successivi il credito di imposta per l’acquisto (e il consumo) della carta in favore delle imprese editrici di quotidiani, periodici e libri

di spo rre fo rm e di sosteg n o a ll a m o d e rni zzaz i o n e d e ll a rete d e ll e edicole e della distribuzione dei giornali (piani di informatizzazione, di ampliamento dei punti vendita, di formazione dei rivenditori, ecc.)

Le misure per la crescita della Filiera (segue)

Le misure per la crescita della Filiera (segue) • A sostegno dell’offerta (segue)  preve d

A sostegno dell’offerta (segue)

preve d ere i nterventi per l ’ innovazione e l ’ i nd ust ri ali zzazi one d e i servizi e l’adeguamento tecnologico delle aziende nelle forme di:

detassazione degli utili reinvestiti in acquisto e sviluppo di software applicativi e gestionali, licenze d’uso, cablaggi e reti di comunicazioni, sistemi di protezione informatica nonché per adattare il materiale editoriale e i processi produttivi anche alle caratteristiche della stampa digitale

sgravi sulle retribuzioni corrisposte dalle imprese ai lavoratori (compreso il personale interno utilizzato come tutor) nei periodi di formazione e aggiornamento professionale

sgravi sulle retribuzioni corrisposte dalle imprese ai lavoratori (compreso il personale interno utilizzato come tutor) nei periodi di formazione correlati all’utilizzo di nuovi macchinari e attrezzature e detassazione delle s p ese sostenute , in p ercentuale