Sei sulla pagina 1di 19

La NICCHIa SaLVa

Assodel, il problema il recupero credito 2012: lanno della verit per lauto elettrica
Lelettronica rende tutto pi intelligente RF & Wireless: pi wireless che radiofrequenza
S
P
E
C
I
a
L
E
R
F

&

W
I
R
E
L
E
S
S
Associazione Nazionale
Fornitori Elettronica
E
L
E
T
T
R
O
N
I
C
A
F
e
b
b
r
a
i
o













B
o
l
l
e
t
t
i
n
o

U
f
f
c
i
a
l
e

A
s
s
o
c
i
a
z
i
o
n
e

N
a
z
i
o
n
a
l
e

F
o
r
n
i
t
o
r
i

E
l
e
t
t
r
o
n
i
c
a


C
o
n
s
o
r
z
i
o

T
e
c
n
o
i
m
p
r
e
s
e

S
c
a
r
l


P
o
s
t
e

I
t
a
l
i
a
n
e

s
p
a

-

S
p
e
d
i
z
i
o
n
e

i
n

A
b
b
o
n
a
m
e
n
t
o

P
o
s
t
a
l
e

-

D
.
L
.

3
5
3
/
2
0
0
3

(
c
o
n
v
.

I
n

L
.

2
7
/
0
2
/
2
0
0
4

N
.
4
6
)

A
r
t
.
1
,

c
o
m
m
a

1
,

R
o
m
a

A
U
T
.

N
.

8
6
/
2
0
0
8


A
n
n
o

X
X
I
I
I

n


0
1
/
2
0
1
2


e

2
,
0
0
A
n
n
o

X
X
I
I
I

n


0
1
/
2
0
1
2

-

F
E
B
B
R
A
I
O
E
L
E
T
T
R
O
N
I
C
A
&
ComE VEdE IL mERCato
FutuRE WIRELESS SoLutIoN
Marco Rizzo, Field applications engineering di Future Electronics Italia
mILaNo,
29 maRzo 2012
an assodel electronics forum
LUMEN
FORTRONIC
Maggio 2012 - Verona
Building & Ecoefficienza
Special topic: photovoltaic applications
Ottobre 2012 - Padova
La produzione illuminotecnica: dai lampioni ai lampadari
Special topic: street lighting
Dicembre 2012 - Roma
Segnaletica & PA
Special topic: insegnistica
PROMOSSO DA:
Associazione
Nazionale
Fornitori
Elettronica
IN AGENDA:
29 MARZO 2012
VII EDIZIONE
MILANO
CENTRO CONGRESSI MILANOFIORI
Assago (MI)
an assodel electronics forum
LUMEN
FORTRONIC
ORGANIZZAZIONE:
Via Console Flaminio 19 - 20134 Milano
Tel 02 210.111.1 - www.tecnoimprese.it
INFORMAZIONI / SEGRETERIA:
Tel 02 210.111.236
marketing@fortronicforum.com
partecipazione previa registrazione
www.fortronic.it
Levento in Italia dedicato ai LED
Strutturato per approfondire:
Il sistema LED nella filiera: componentistica,
alimentazione, pilotaggio e controllo nelle tecnologie
e nelle applicazioni
E anche
| |cc| d| .||uppc pe| || '|||ur||c|e:||:|'
| |erp| d| |||c||c u||'||.e||re||c (pa] oa:| pe||cd,
|a e|e|] e|||:|e|:] |e| ||||||
Special Topic
|'||du|||a| ||ae. Display & LED
s E3IGNAGEDALhTOUCHSCREENvALLEAPPLICAZIONE
EMBEDDED
s$ISPLAYCONMEMORIAENUOVETECNOLOGIEPER
risparmiare energia
IL TARGET
P|cdu||c|| '|||ur||c|e:||:|' P|ce|||||, S]|er |||e|a|c|
|||||| Spe:|a|||, A|:|||e|||
Installatori, Impiantisti, Insegnisti
|c||||c|| d| '|||ur||c||c||:a'
Acquisitori e Uffici Tecnici di Industria e P.A.
IL FORMAT
U|a rc||a :c|.e|c :c| :c||e|e|/e, d|oa||||| e
Wc|||cp p|a||||:a|| da Acde| :c| epe||| p|e:e||| a
|c||||e |c |a|c de||'a||e :|e .a|a a |||e||re||c
del settore

Community - a|ea derc pe| |'||:c|||c ||a dcra|da e
offerta di fornitori e utilizzatori
Conference - un filo conduttore di interventi selezionati
e dedicati alle novit di prodotto, alle applicazioni
|e:||:c/:crre|:|a||, a| :ae |||c|]
Educational - seminari formativi e tutorial
applicativo-progettuali per tecnici
Arena - ||:c|||| e :c|||c||| |e||| e ||:||.| u||'u||||//c
dei LED con domande/risposte per ogni tipo di utente
LE INIZIATIVE SPECIALI
Award - Riconoscimento al prodotto/
p|ce||c :|e re||c |app|ee||a
il design e la tecnologia avanzata
|e||'u||||//c de| |EO

|'epc|/|c|e de||e E::e||e|/e
d| p|cdc||| e ||er| pe| || |EO ||||||

International Trading point per le iniziative
ac:|a||.e a||'e|e|c. |||c|ra/|c||,
pa||e:|pa/|c|| e pa|||e|||p
IL FORUM LED
Electronics Forum - Fortronic
il miglior costo contatto
PERQUALITEDEFFICACIA
intro feb_sommario.indd 1 06/02/12 18.15
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b
Auto Elettrica
Prospettive di mercato interessanti,
soprattutto per il comparto dellelettronica,
anche se restano numerosi ostacoli tecnici
ed economici da superare
Editoriale
Chi sono i precari? 7
silvio baronChElli
mErcAto & supply nEtwork
associazioni & Dati
2011: un equilibrio molto instabile 9
FranCo Musiari
assodel : weve got a problem
il recupero crediti 15
FranCo Musiari
Previsioni & Tendenze
la crisi finanziaria e il rischio di contagio 19
World economic outlook dal FMi :
quanto peggioreranno le cose? 21
lelettronica rende tutto
pi intelligente 25
Gian Carlo lanzETTi
internazionale
Fortronic, un modello internazionale 31
irMa Garioni
lorso assopito: il mercato
dei componenti elettronici in russia 33
aDaM FlETChEr - iDEa
Tutto in un giorno... ( e una notte) 37
opInIonI & mAnAGEmEnt

Colloqui & interviste
Come vede il mercato
Future Wireless solution 41
a tu per tu con Microelit 43
laura baronChElli
Pmi&Pa
Fair Play e fnanza 47
Fulvio MarCanDElli
il piano di risanamento aziendale 51
avv. anDrEa arnalDi
Formazione
spazio ai gregari 55
Marina Fabiano
lED: formazione specializzata 59
sabina PolETTi
tEcnoloGIE & ApplIcAzIonI
speciale auto elettriche
2012: lanno della verit per lauto elettrica 65
anGEla rossoni
veicoli elettrici, la pi grande
start up italiana 67
Gian Carlo lanzETTi
auto elettrica e batterie evolute:
il ruolo dellelettronica 71
GrEG ziMMEr - linEar TEChnoloGy
Cover story
Titan: lautomotive know-how
per i sensori industriali 73
Klaus sChlunD - Ebv
scenario rF & WirElEss
rF & Wireless, pi wireless
che radiofrequenza 77
FranCo Musiari
accoppiatori dantenna compatti
per la tecnologia TransferJet 83
nobuaKi saToMi - MuraTa
soluzioni
Progettazione con microcontroller
e il basso consumo assicurato 85
WilliaM Marshall - rs CoMPonEnTs
Cross reference 88
Prodotti 91
soMMario
hiGhliGhTs
mErcAto & supply nEtwork
associazioni & Dati
assodel informa ....................................17
osservatorio credito ..............................13
news distribution ..................................23
Previsioni & Tendenze
Mercato & Trend ....................................28
internazionale
Electronics industry Digest ...................39
opInIonI & mAnAGEmEnt
Pmi & Pa
outsourcing ...........................................45
Trading Post ..........................................49
Formazione
Formazione & lavoro ............................57
tEcnoloGIE & ApplIcAzIonI
Qualit & ambiente
Green news ...........................................62
Prodotti
rassegna del mese ..............................91
ASSOCIAZIONE & DATI
newsletter iDEa
SCENARIO TECNOLOGICO
Embedded
SPECIALE
Touch screen
ruBrIcHE
sul prossImo numEro...
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
2
AV ELETTRONICA & ImpREsE
Anno XXIV
n. 1
Febbraio 2012
coVEr story
73
65
titan: lautomotive know-how
per i sensori industriali
Il sensore di pressione Titan
rappresenta lultimo nato nella famiglia
EBVchips
intro feb_sommario.indd 2 07/02/12 14.12
LELEttronica E
LE Micro-PiccoLE iMPrEsE
Lelettronica ce la siamo cercata. Pensavamo che
fosse una nuova corsa alloro e ci siamo trovati
a scalare pareti che quando sono semplici sono
almeno di terzo grado.
Se volete conoscere i grandi numeri del mondo
leggete pure gli editoriali di qualche guru che, a
tempo perso, riporta le migliaia di milioni realizzati
dai cinesi.
Quello che a noi frega rifettere sulla pozza
italiana che, torta o morta, da cinque anni
rappresenta pi o meno un paio di miliardi di euro
nel nostro campione sulla distribuzione. Un anno
un po di pi, un anno un po di meno: ma questo
quanto passa il convento di una industria ormai
totalmente di PMI. Anzi, come ora certifca la stessa
Unioncamere, di MPMI (ovvero Micro, Piccole e
Medie Imprese) sempre pi Micro e sempre meno
Medie.
Una industria che va a rimorchio (grazie a Dio)
delle opportunit ondivaghe che il variegato
manifatturiero italiano riesce di volta in volta a
scovare in sostituzione di altrettante ex opportunit
andato in via di estinzione per le dinamiche
evoluzioni delle tecnologie e del mercato.
vero, la distribuzione italiana rimane terza
in Europa: ma spinte e programmi di politica
industriale non fanno parte dei suoi attuali
orizzonti. Semplicemente perch non ci sono.
La domanda nazionale divenuta un piatto magro
per chi fornisce. Un piatto che fatica a ripagare
le stesse multinazionali localmente presenti. Dove
limpegno degli autoctoni sempre pi quello di
difendere la propria pagnotta dalla voracit degli
altri: pronti ad azzannarla come appena possibile.
Q
ualche rifessione sulla componentistica
saltata fuori tirando le somme del 2011.
Anno che chiude con un +2,5% sul
precedente, ma che non alimenta speranze per gli
ultimi due trimestri, gi decisamente in riduzione.
In prospettiva, cosa ci si dovrebbe aspettare?
Il condizionale giustifca lunico punto certo per
tutti. Nessuno, ma proprio nessuno, ha visibilit.
E quello che serpeggia una comune sensazione
di aleatoriet che fa sponda al clima palpabilmente
recessivo con cui, dai piani alti delleconomia,
vista lattuale situazione dellItalia.
Dibattiti E articoLi
Alla TV si dibatte sullarticolo 18 e la precariet del
lavoratore. Giusti (!?) i principi ma, da che ci siamo a
discutere, c qualcuno che mi spiega la differenza tra
la precariet del Lavoratore con il colletto bianco o la
tuta blu e lImprenditore (piccolo) che fa il boy scout
nella sua impresina arrabattandosi per andare avanti
senza ordini e (peggio ancora) senza soldi?
C un articolo 19 che protegge gli incoscienti che
si sono messi in proprio fdandosi delle proprie
capacit per seguire temerariamente sogni di
successo ma, anche, contando sulle strutture di
uno Stato assente, al dunque, su quasi tutto e
assolutamente incapace di adeguarsi agli standard
europei? Uno Stato che oggi, con una deriva
sempre pi sudamericana e borbonica, spara nel
mucchio con la nota Agenzia, non nella logica
ferrea di Mao colpiscine uno per educarne cento,
ma semplicemente nella paesana concezione romana
ndo acchiappi, acchiappi: basta che porti quarcosa a
cas(s)a?
Tutti e due, Lavoratori e piccoli Imprenditori, hanno
le cos dette pezze al culo. Tutti e due vivono alla
giornata. Tutti e due vivono nella tensione.
Ma quello che rischia in proprio solitamente il pi
stressato quando arriva la notte. Il gusto di farsi
chiamare Amministratore o Presidente, lo paga alla
resa dei conti (quando spesso non tornano).
Quando, a quel punto, gli piacerebbe dar via tutta la
baracca, scendere dallottovolante e trovare qualcuno
che gli garantisca, alla fne del mese, magari la met
del guadagno, ma senza la responsabilit e i crampi
allo stomaco dello stress quotidiano.
Chi sono i precari?
Silvio Baronchelli
s.baronchelli@tecnoimprese.it
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
7
AV ELETTRONICA & ImpREsE
Editoriale
intro feb_sommario.indd 7 07/02/12 14.15
Mercato & Supply network
associazioni & Dati
a&V elettronIca anno XXIV - 01/2012
9
L
a vignetta di apertura credo sia
facilmente interpretabile, se contestua-
lizzata al titolo, anche dai non addetti
ai lavori. In fn dei conti come dice il per-
sonaggio in primo piano per questanno
labbiamo sfangata.
Linguaggio certamente poco professionale
ma che rende bene lidea. A lui fanno il
controcanto uno un poco pi obiettivo
che ammette s, vero, ma proprio per il
rotto della cuffa e un altro decisamente
pi pessimista che si chiede se quei due
avessero guardato le previsioni mentre lui
si prepara ad affrontare la buriana.
Ai numeri
Non perdiamo altro tempo e passiamo ai
numeri di Tabella 1 e al grafco di Figura
1 - che riportano il bilancio totale degli
ultimi tre anni e i relativi coeffcienti di
crescita calcolati sia sul totale che per
ognuna delle tre famiglie attivi, ovvero
semiconduttori, IP&E, raggruppamento
di interconnessione, passivi ed
elettromeccanici e Flat Panel Display
(FPD) - che tradizionalmente compongono
il portafoglio pi consistente del nostro
canale di distribuzione.
2011: un equilibrio molto instabile
Franco Musiari
Chiuso il Q4, eccoci a commentare un anno iniziato alla grande, ma che
lungo la strada ha perso tutta la spinta iniziale
La riga del totale dice un miliardo e
26 milioni di euro che, se misurati al
miliardo quasi tondo del 2010, porta a un
coeffciente di crescita del 2,5% e ai disti
gli spicci per il caff: poco meno di 26
milioni.
Chi ha sostenuto questo leggerissimo
guadagno? A guardare i numeri sembra
che i passivi, con il loro +2,8% abbiano
compensato la risicatissima crescita del
+0,5% dei display, bilanciando il tutto
intorno al 2,5% dei semiconduttori.
Semiconduttori che hanno incassato poco
pi di 700 milioni che, se riparametrati al
coeffciente di copertura del panel Assodel
(oggi stimato al 90/91%) porterebbe a un
DTAM (Distribution Total Available Market)
collocabile tra 770 e 780 milioni di euro.
Fonte: Assodel
Componenti elettronici - Andamento del fatturato annuo totale Figura 1
(in milioni di euro)
Componenti elettronici - Bilancio totale: 2009, 2010 e 2011 a confronto
(in milioni di euro)
2009 2010 10/09% 2011 11/10%
Semiconduttori 476,6 686,0 43,9% 703,1 2,5%
IP&E 203,3 286,2 40,8% 294,1 2,8%
FPD 21,9 28,4 29,5% 28,6 0,5%
Totale 701,9 1.000,6 42,6% 1.025,8 2,5%
Tabella 1
Fonte: Assodel
Crescita della
distribuzione
italiana
nel 2011
+2,5%
mercato_febbraio.indd 9 07/02/12 14.22
a&V elettronIca anno XXIV - 01/2012
10
Mercato & Supply network
associazioni & Dati
Se poi consideriamo che lultimo dato
incrociato tra ANIE Semiconduttori e
Assodel dava il DTAM capace di coprire il
70% circa del TAM nazionale, arriviamo
a 1.100/1.120 milioni come totale della
domanda del mercato italiano per i
semiconduttori. E pensiamo di non essere
lontani dal vero!
LA sToriA di un Anno
I dati appena visti, come sempre, non
raccontano tutta la storia che si visualizza
e capisce meglio nel grafco di Figura 2 che
riporta il fatturato su base trimestrale.
Si capisce il sottotitolo: un anno iniziato
alla grande! In Q1 lindice tendenziale
segnava un +24% pur comparandosi con
un Q110 che aveva guadagnato un 34%
rispetto al depresso 2009. Ma gi i primi
segnali di inversione dei trend si facevano
sentire. Non sono stati pochi coloro che
durante lincontro di commento al Q1
hanno fatto notare che lordinato dava
segni di fessione gi da marzo.
Indicazione che si rifetteva gi nel B2B
del trimestre che andava a 0,94 (vedi
grafco di Figura 4).
Il Q2 manteneva un tendenziale
ampiamente positivo (quasi il +15%) che
insieme al Q1 portavano un 1H al +19%
circa. Ma ancora una volta il B2B era
ampiamente sotto la soglia dellunit e si
fssava a 0,89.
Infne, dopo due trimestri con B2B
negativo, il Q3 presentava il conto con il
fatturato che perdeva il 24% sul trimestre
precedente e, ovviamente, il passaggio in
negativo dellindice tendenziale che segnava
un -10%. Ancora una volta il B2B marcava
male, per il terzo trimestre in sequenza,
portandosi a 0,8 e facendo presagire un
pessimo Q4.
Q4 che chiude lanno con una fessione
trimestre-su-trimestre del -14%
conquistando la posizione di primato.
Quindi un anno sofferto che sembrava
partito bene ma che si chiude con una
discesa piuttosto brusca che, per il
momento, non sembra avere freni.
i migLiori TrA gLi ATTivi
I dati di Tabella 2 distribuiscono il +2,5%
del totale semiconduttori tra le diverse
famiglie.
I sensori si prendono la palma doro
Fonte: Assodel
Semiconduttori - Andamento del fatturato Figura 2
(in milioni di euro)
Semiconduttori - Il bilancio di un anno nelle famiglie degli attivi
(in milioni di euro)
2009 2010 10/09% 2011 11/10%
Analog 119,9 176,3 47,1% 183,6 4,1%
Micro 133,0 185,0 39,0% 190,1 2,8%
Discretes 78,0 126,7 62,4% 139,6 10,2%
Opto 50,8 74,6 46,9% 71,7 -3,9%
Mos Logic 47,7 61,0 28,0% 57,9 -5,2%
Memory 44,3 54,9 23,8% 50,1 -8,8%
Sensor 2,9 7,5 159,6% 10,1 34,8%
semi Total 476,6 686,0 43,9% 703,1 2,5%
Tabella 2
Fonte: Assodel
chiudendo lanno al +35% e, va notato,
dopo che nel 2010 avevano raccolto un
+160%.
I sensori hanno fatto una escalation
straordinaria ma sfortunatamente il loro
peso ancora marginale: circa l1,5%.
I discreti si collocano al secondo posto in
classifca avendo guadagnato un +10%.
Gli analogici, primi come fatturato, si
aggiudicano la terza posizione come
prestazioni, con un +4% e infne arrivano
i micro, ultima famiglia a chiudere lanno
in positivo. Sul lato negativo vediamo le
memorie al -9%, per la grossa pressione
sui prezzi che stanno subendo; le logiche
al -5%, sia per lerosione dei prezzi che per
la migrazione della produzione verso altri
paesi, e infne gli opto al -4%.
i pAssivi
Stessa storia per gli IP&E e non poteva
essere diverso vista la correlazione
abbastanza stretta tra semiconduttori e
passivi. Il grafco di Figura 3 pu aiutarci
nel ripercorrere lanno appena trascorso.
Anche in questo caso lanno si era avviato
con una buona accelerata, +13% sia in Q1
che in Q2 ma con un B2B in calo: 1,05 in
Q1 e 0,92 in Q2. La fessione in Q3 stata
poi pesante al -21% e nuovamente con
un B2B pesantemente negativo a 0,82. E
infne anche in questo caso il Q3 con un
-14% sia rispetto al trimestre precedente
+35%
Bilancio 2011
dei sensori,
i migliori fra i
semiconduttori
Anche in Q4 il B2B
resta inferiore allo 0
mercato_febbraio.indd 10 07/02/12 14.22
Mercato & Supply network
associazioni & Dati
a&V elettronIca anno XXIV - 01/2012
11
che rispetto a quello del 2010. Ma, pi
micidiale che mai, un B2B a 0,92, ovvero
sotto la parit.
In Tabella 3 infne i dati annuali per
le tre categorie che cadono sotto la
defnizioni IP&E: Interconnessione,
(connettori), Passivi (resistenze,
condensatori e induttanze quarzi e fltri)
ed Elettromeccanici. Al 4%, ovvero al
meglio, si piazzano gli emech passando
dai 77 milioni di euro del 2010 agli 80
milioni del 2011. Molto vicini ad aver
ottenuto la stessa performance si sono
piazzati secondi i connettori che hanno
spuntato 67,3 milioni di euro dai 64,9
precedenti: +3,8%. Ultimi per prestazioni
ma non per peso, ma ancora per un soffo
sul lato positivo, i passivi veri e propri che
si accontentano di un +1,7% dopo essere
arrivati a 146,5 milioni di euro.
Trascinati in verso il basso dalla
prestazione deludente degli other passive
ovvero induttanze, fltri, quarzi ecc. Con
un -8,4%, pur non rappresentando una
famiglia di peso, fanno per sentire la loro
assenza.
B2B, indice AnTicipATore
Il rapporto ordinato/fatturato da sempre
un buon indicatore di quello che si
profla allorizzonte. Gli ordini presi oggi
verranno consegnati, e si trasformeranno
in fatturato, domani. Per questo il B2B
sempre agli onori delle cronache, quando
superiore allunit dice bene quando sotto
butta male. I grafci di Figura 4 riportano
landamento del B2B degli ultimi due anni
sia per gli attivi che per gli IP&E.
I semiconduttori accusano quattro trimestri
consecutivi di B2B negativo e lultimo
indice, quello di Q4, sembra quasi perdere
il suo signifcato perch si misura con un
fatturato cos misero che quasi perde di
signifcato.
Parte con un trimestre di ritardo la
sequenza negativa sul B2B per IP&E e
soprattutto mostra un comportamento
diverso nellultimo trimestre: lordinato di
Q4 supera, anche se di poco, quello di Q3
e infatti il B2B si sposta a 0,96 ovvero pi
vicino alla parit.
A ben vedere proprio il caso di dire che
butta male.
8
0
,
4
8
0
,
0
6
2
,
5
6
0
,
7
5
5
,
7
4
7
,
8
4
5
,
7
5
4
,
0
7
2
,
6
7
5
,
1
6
9
,
4
6
9
,
1
8
2
,
2
8
5
,
4
6
7
,
3
5
9
,
3
-
3
,
8
%
-
8
,
6
%
-
3
0
,
7
%
-
4
0
,
3
%
-
2
6
,
9
% -
1
1
,
1
%
-
3
,
0
%
-
1
4
,
2
%
1
3
,
6
%
1
3
,
2
%
2
8
,
0
%
51,7%
57,2%
3
0
,
4
%
-
1
4
,
2
%
-
2
,
6
%
0
10
20
30
40
50
60
70
80
90
1Q-
08
2Q 3Q 4Q 1Q-
09
2Q 3Q 4Q 1Q-
10
2Q 3Q 4Q 1Q-
11
2Q 3Q 4Q
M
i
l
i
o
n
i

d
i

u
r
o
-50%
-30%
-10%
10%
30%
50%
70%
Fonte: Assodel
IP&E - Andamento del fatturato Figura 3
(in milioni di euro)
IP&E - Il bilancio di un anno nelle famiglie IP&E
(in milioni di euro)
2009 2010 10/09% 2011 11/10%
Capacitors 59,0 83,1 40,9% 87,5 5,3%
Resistors 20,6 29,1 41,1% 29,8 2,3%
Other Passive 20,2 31,9 57,4% 29,2 -8,4%
Passive Total 99,8 144,1 44,3% 146,5 +1,7%
Connectors 46,8 64,9 38,8% 67,3 3,8%
Connectors 56,6 77,2 36,5% 80,3 4,0%
semi Total 203,2 286,2 40,9% 294,1 2,8%
Tabella 3
Fonte: Assodel
Andamento del fatturato, dellordinato e relativo indice book-to-bill
Semiconduttori IP&E
Figura 4
Fonte: Assodel
Fatturato
2011
degli emech
80 mln
mercato_febbraio.indd 11 07/02/12 14.22
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
17
MERCATO & SUPPLY NETwORk
A
lta moda, arte e design.
Le eccellenze italiane
saranno al centro del
prossimo Lumen Fortronic, il
LED forum dedicato alle tecno-
logie e alle applicazioni per il
solid state lighting promosso
da Assodel in programma per il
29 marzo a Milano.
Sviluppato attraverso percorsi
espositivi e conferenze dedica-
te, levento intende sottoline-
are la valenza dei prodotti e
delle soluzioni illumino-
tecniche a LED Made in Italy
in quei settori in cui il nostro
Paese pu vantare competenze
e creativit senza eguali.
Levento milanese potr conta-
re su interventi di personaggi
di spicco che punteranno su:
- Luce e moda: dalla boutique
alla passerella (focus sullillu-
Lumen Fortronic,
vince il made in Italy
RUBRICHE
Assodel Informa
I
l Torino Fortronic, che si svolger
il prossimo 8 marzo presso lNH
Ambasciatori (Corso Vittorio
Emanuele II 104 - Torino), rappre-
senta unoccasione di incontro tra la
comunit dei progettisti, degli acqui-
sitori e, in generale, di chi si occupa
di elettronica e desidera interfacciarsi
con le realt locali.
Nella giornata verranno affrontati
diversi aspetti e problematiche princi-
palmente legati al settore dellelet-
tronica industriale e allautomotive
partendo da una Sessione Plenaria,
sviluppata nella mattinata che sar
seguita, nel pomeriggio, da workshop
ed Educational. Tra gli argomenti di
maggiore attualit:
Fortronic Torino:
una fnestra sullelettronica industriale
ArchitetturaARM
DisplayIntelligenti
Relaydipotenza
Sistemiperlautomazione
Thermalmanagement
Tra i workshop e gli educational meri-
tano particolare attenzione:
unapanoramica sui relay per
applicazioni industriali di Zettler
Electronics che supporta un ampio
spettro di prodotti per applicazio-
ni che vanno dallautomotive ai
teleruttoridipotenza,daidisplay
ai trasformatori, dagli switch agli
encoder;
unadettagliataanalisideidisplay
intelligenti o meglio moduli
Tra le iniziative speciali di
Lumen Fortronic:
1. LEDdove Gallery: lesposizione
delle eccellenze di prodotti e
sistemi per il LED lighting
2. Award Lumen: riconoscimento
al prodotto/progetto che meglio
rappresenta design e tecnologia
avanzata nellutilizzo dei LED
3. INTL International: un
meeting point per le iniziative as-
sociative allestero. Informazioni,
partecipazioni e partnership.
Lumen Fortronic promosso da
Assodel e patrocinato da:
APIL (Associazione dei Profes-
sionisti dellIlluminazione);
ASSIL (Associazione Nazionale
Produttori Illuminazione);
ASSOLUCE (Associazione nazio-
nale Produttori Apparecchi luce);
CEI (Comitato Elettrotecnico
Italiano);
Enea (Agenzia Nazionale per le
nuove tecnologie, lenergia e lo
sviluppo economico sostenibile);
Albiqual (Albo dei costruttori
qualifcati di impianti elettrici).
Per informazioni:
www.lumenfortronic.it
SMARTTFT-displayconschermi
tattili e intelligenza a bordo;
ilCoreARMnelleMCUeilsuoeco-
sistema (H/W, S/W e componenti
di contorno), ovvero uno sguardo
a questa architettura che promette
un rapporto consumi/prestazioni
e costi competitivi, grazie alla
effcienza di occupazione delle
aree di silicio.
Visitando larea espositiva sar
inoltre possibile vedere e toccare
con mano i nuovi prodotti presentati
dalle aziende nonch incontrare, re-
lazionarsi e confrontarsi direttamente
con i vari attori presenti.
Per informazioni: www.fortronic.it
minazione daccento e diffusa
nei negozi di alta moda e
negli showroom)
- Illuminazione a regola dar-
te (focus sullilluminazione
museale e delle opere darte)
- Effcienza energetica e
pay-back period (focus sul
ritorno dellinvestimento,
sullimportanza dei LED per
risparmiare soldi ed energia)
Accanto agli argomenti pi
applicativi, Lumen Fortronic
ospiter una tavola rotonda e
un tutorial dai forti contenuti
an assodel electronics forum
RF&
WIRELESS
FORTRONIC
an assodel electronics forum
FORTRONIC
an assodel electronics forum
LUMEN SOLAR POWER
FORTRONIC
I NDUSTRI AL - ANCONA I NDUSTRI AL - TORI NO
el ect r oni cs f or um
i n t e r n a t i o n a l
an assodel electronics forum
FORTRONIC
an assodel electronics forum
RF&
WIRELESS
FORTRONIC
an assodel electronics forum
FORTRONIC
an assodel electronics forum
LUMEN SOLAR POWER
FORTRONIC
I NDUSTRI AL - ANCONA I NDUSTRI AL - TORI NO
el ect r oni cs f or um
i n t e r n a t i o n a l
an assodel electronics forum
FORTRONIC
tecnologici dove interverranno i
principali produttori e distri-
butori di LED e componenti/
sistemi per il lighting presenti
nel mercato italiano.
In particolare, la tavola rotonda
sar intitolata: LED e OLED:
scenari presenti e futuri.
Il forum seguir il tradizionale
format di successo degli eventi
Fortronic che prevede, oltre a
una serie di conferenze, demo
e workshop coordinati dal
Comitato Scientifco & Tecni-
co di Assodel, anche unarea
community dedicata allin-
contro tecnico tra imprese e
interpersonale tra operatori per
la domanda e lofferta dinno-
vazione e uno spazio arena,
dove si svolgeranno incontri e
confronti sullutilizzo dei LED
con approcci divulgativi snelli
per lutente non tecnico.
mercato_febbraio.indd 17 07/02/12 14.22
S
econdo lFMI negli ultimi mesi,
sopratutto a causa della crisi
delleurozona che sta trascinan-
do al ribasso il recupero mondiale,
leconomia globale si rapidamente e
signicativamente deteriorata.
Lultimo World Economic Outlook
(WEO), rilasciato da pochi giorni (ndr.
24 gennaio), prevede un evidente
deterioramento dellEurozona con
lindicazione che questa crisi, tutta
europea, porter anche a una riduzio-
ne della crescita degli altri Paesi.
La ripresa globale minacciata dallin-
tensicarsi delle sofferenze nellarea
euro. Le condizioni nanziarie si sono
deteriorate e le prospettive di crescita
ridotte. Il PIL globale
proiettato a una crescita del 3,3% nel
2012 (Figura 1) una revisione al ribas-
so di 0,7 punti percentuali rispetto al
WEO dello scorso settembre. Questo in
larga parte dovuto allEurozona che nel
2012 entrer in una recessione morbida
come risultato dellaumento dei costi
dei debiti sovrani, della necessit delle
banche di ridurre il rischio (deleve-
raging) e dellimpatto di un ulteriore
consolidamento della leva scale.
World economic outlook dal FMI:
quanto peggioreranno le cose?
Il graco di Figura 1 mostra le nuove
previsioni per le aree pi signicative
delle economie industrializzate.
Ma signicativo anche porre lat-
tenzione alle variazioni che lFMI ha
applicato alle previsioni precedenti
(Settembre 2011) che non erano poi
cos datate!
LEurozona si vista tagliare il 2012 di
1,6 punti percentuali e il 2013 di 0,7
punti di riduzione.
ITALIA FANALINO DI CODA
Il graco di Figura 2 mette invece a
confronto le previsioni sulle variazioni
percentuali del PIL dei principali paesi
dellEurozona (vedi anche
Tabella 1). La Germania quella che
paga meno di tutti a questa crisi,
lFMI ha portato la sua crescita del
2012 al +0,3% riducendola di un
punto percentuale, ma lasciando
inalterato al +1,5% quella relativa al
2013.
Per lItalia, le revisioni al ribasso
sono state di 2,5 punti percentuali
nel 2012, facendo precipitare il PIL al
-2,2% (contro il +0,3% precedente).
Persino la Spagna, nonostante abbia
subito le revisioni al ribasso pi pena-
lizzanti (-2,8 in 2012 e -2,1 nel 2013)
sembra avere una situazione migliore
di quella italiana: -1,7% di variazione
in 2012 e -0,3% in 2013.
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
21
MERCATO & SUPPLY NETWORK
Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha appena rivisto le sue previsioni
circa leconomia mondiale, cosa dicono i dati?
Previsioni & Tendenze
Franco Musiari
Peggioramento previsto per
lEurozona, sopratutto per Italia
e Spagna
Previsioni relative al PIL dellArea Euro
confronto con le stime precedenti e relative differenze Tabella 1
Attuale Precedente Differenza
2010 2011 2012 2013 2012 2013 2012 2013
Area Euro 1,9 1,6 -0,5 0,8 1,1 1,5 -1,6 -0,7
Germania 3,6 3 0,3 1,5 1,3 1,5 -1 0
Francia 1,4 1,6 0,2 1 1,4 1,9 -1,2 -0,9
Italia 1,5 0,4 -2,2 -0,6 0,3 0,5 -2,5 -1,1
Spagna -0,1 0,7 -1,7 -0,3 1,1 1,8 -2,8 -2,1
Fonte: FMI
PIL
variazioni percentuali
Figura 1
Fonte: FMI
Figura 2
Christine
Lagarde
Managing
Director
dellInternational
Monetary Fund
mercato_febbraio.indd 21 06/02/12 18.25
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b
D
a anni, Assodel impegnata
concretamente sul fronte della
internazionalizzazione con
interventi promozionali in partnership
con strutture di riferimento locali
(enti, associazioni e aziende).
In questo ambito si collocano i
Fortronic International, eventi
workshop nalizzati alla demand
creation. Promossi dalle imprese e
dallassociazione verso gli utilizzatori
locali, questi eventi uniscono gli ag-
giornamenti tecnologici alle soluzioni
applicative pi diversicate.
Il modello Fortronic riconosciuto
internazionalmente come il migliore
costo contatto per qualit ed ef-
cacia in quanto realizzato senza ni
di lucro dallassociazione e gestito da
un gruppo di esperti prescelti tra i
maggiori attori del mercato.
Il progetto si attua attraverso incon-
tri focalizzati, rapidi ed essenziali
realizzabili grazie a logistiche stan-
dardizzate - soluzioni di gruppo di
un giorno e a meno di un quarto del
costo che richiederebbe una qualsiasi
partecipazione diretta o indiretta - e
un impegno diretto con gli enti e le
associazioni locali afnch si facciano
promotori dellincoming (coinvolgi-
mento e partecipazione) delle loro
imprese.
Ultimo, ma non di minore importanza,
la capacit di Fortronic di fornire con-
tenuti validi e strutturati in workshop
e conferenze in un format che la
stessa associazione inglese Intellect
(oltre 800 aderenti - www.intellect.uk)
ha identicato come la migliore solu-
zione tra un centinaio di alternative
promozionali e eristiche analizzate a
livello mondiale.
Il programma internazionale per
Fortronic, un modello
di successo internazionale
lanno in corso si articola nella realiz-
zazione di:
Fortronic internazionali:
s Fortronic UK, tre appuntamenti
distinti con approfondimenti su
LED&Lighting, RF&Wireless e Power
Management realizzati in partner-
ship con la societ inglese Motiv8.
Per quanto riguarda i Fortronic
UK, si cercato di creare un lo
conduttore tra gli eventi italiani e
quelli di oltremanica attraverso una
calendarizzazione contigua degli
eventi con argomento similare (LED
Lighting, RF&Wireless & Power).
s Fortronic Tunisia, in collabora-
zione con Fipa, Fedelec, Api e New
Event.
La partecipazione nellarea del
Maghreb, attraverso la terza edi-
zione di Fortronic Tunisia, vedr lo
sviluppo di un progetto ad hoc per
favorire lincontro di aziende che
intendono collaborare e soprattutto
investire in suolo nord africano.
Obiettivo del progetto quello di
rappresentare un supporto per lo
sviluppo di un concreto usso di
vendite.
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
31
MERCATO & SUPPLY NETWORK
Un calendario ricco di appuntamenti rafforza sempre pi la presenza
del marchio Fortronic e il ruolo di Assodel a livello internazionale
Internazionale
Missioni:
s Organizzazione di collettive nelle
due maggiori manifestazioni mon-
diali: Light+Building (per quanto
concerne il lighting) a Francoforte
ed Electronica a Monaco;
s Missioni internazionali (in Turchia,
Marocco e Cina), volte a sondare il
mercato locale e le effettive possi-
bilit di business in quellarea.
CALENDARIO
FORTRONIC INTERNAZIONALI
Fortronic UK
LED & Lighting Design
Oxford, 27 Marzo 2012
www.fortronicuk.com
Fortronic Tunisia
Tunisi, Giugno 2012
www.fortronic.it
Fortronic UK
RF & Wireless
Oxford, 26 Giugno 2012
www.fortronicuk.com
Fortronic UK
Power & Power Management
Oxford, 23 Ottobre 2012
www.fortronicuk.com
Per maggiori
informazioni sugli
eventi internazionali,
sulle modalit di
partecipazione e sulle
altre iniziative Fortronic,
contattate la segreteria
organizzativa:
Tel. 02 210 111 236
marketing@fortronicforum.com
Irma Garioni

mercato_febbraio.indd 31 06/02/12 18.25
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b
I
DEA (International Distribution of
Electronic Association) ha scelto di
organizzare la sua prima conferenza
internazionale nel cuore di Milano,
presso la sede di BancaIntesa SanPaolo.
Lappuntamento per il top management
della distribuzione elettronica europea
previsto per il 31 maggio. Una
giornata interamente focalizzata sul
mercato europeo che vedr la partecipa-
zione di relatori di spicco e top player
del settore.
Levento approfondir quali sono le
opportunit di crescita esistenti per i
distributori europei e quali le proble-
matiche e le sfde da dover fronteg-
giare nei prossimi anni. Uno scambio
di opinioni e un confronto a livello
internazionale tra gli attori della supply
chain per dare il polso della situazione
su presente e futuro della distribuzione
elettronica.
GAlA E AwArD AssoDEl:
10 Anni Di succEssi
Data e luogo non sono casuali.
La conferenza internazionale sar infat-
ti organizzata in concomitanza con un
altro evento molto importante:
il tradizionale Gala Assodel, cui
storicamente legata anche la cerimonia
di premiazione degli Award Assodel
2012. Dopo una giornata di conferen-
ze, gli ospiti internazionali potranno
accedere a un momento di networking
molto importante, che nelle passate
edizioni ha visto oltre 400 presenti,
per incontrare e confrontarsi con il
management italiano.
Alla sua decima edizione, il Gala
Assodel rappresenta un irrinunciabile
momento di incontro per lindustria
elettronica italiana: un appuntamento
- unico nel suo genere - per stimolare
e favorire lo scambio di opinioni e di
prospettive di business tra operatori di
uno stesso settore. Organizzato dallas-
sociazione italiana dei fornitori di elet-
tronica, levento rappresenta anche una
serata conviviale tra amici nonch il
momento associativo per eccellenza,
costruito sulla collaborazione e sul
Tutto in un giorno (e una notte)
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
37
MERCATO & SUPPLY NETwORk
Il 31 maggio 2012 sar una data importante per lelettronica italiana ed europea
con lorganizzazione congiunta della prima conferenza internazionale di IDEA,
della serata di Gala e delle premiazioni Award Assodel 2012
Internazionale
senso di appartenenza a un gruppo
avente interessi e obiettivi comuni.
Al culmine della serata milanese,
come ogni anno, saranno quindi
consegnati gli Award Assodel,
premi ai manufacturer che si
sono distinti per la qualit
dei prodotti, per il servizio e
per il supporto fornito ai partner
della distribuzione.
lAwArD AssoDEl
Dal 2003, il riconoscimento
viene conferito ai produttori pi
propositivi e qualifcati in base
alle segnalazioni fornite da imprese di
distribuzione, contoterzismo, progetta-
zione, ingegnerizzazione, installazione
e quanti compongono la supply chain
nazionale.
Le categorie del premio sono:
Attivi
Passivi
Connettori
Elettromeccanici
LED
Display
Wireless
Power
Strumentazione
Alle quali si aggiunge un riconoscimen-
toallaCarriera,assegnatodirettamente
dalConsiglioDirettivoAssodelachi,
da protagonista, ha costruito la storia
dellelettronica italiana.
I criteri di valutazione per la scelta dei
best manufacturer tengono conto del
supporto commerciale, del supporto
logistico e tecnico, del supporto di co-
municazione, della qualit dei prodotti
e delle relazioni e delle politiche distri-
butive con un punteggio che permette
a ogni distributore di assegnare in pri-
orit fno a 5 segnalazioni per categoria
da sottoporre alla Giuria.
LAward Assodel giunto
questanno alla sua decima edizione
Laura Baronchelli
Per informazioni
www.assodel.it
www.ideaelectronics.com
mercato_febbraio.indd 37 07/02/12 14.24
D
a qualche tempo ormai Future
Electronics ha scelto di fo-
calizzarsi su mercati verticali
attraverso la creazione di business
unit e team di lavoro dedicati con
lobiettivo di fornire un supporto
tecnico specialistico ai propri clienti.
Per rispondere alle esigenze del mer-
cato dellRF&Wireless, in particolare,
ritenuto strategico sia a livello eu-
ropeo sia a livello italiano, nata la
divisione Future Wireless Solution.
Abbiamo chiesto a Marco Rizzo, Field
Application Engineer Manager di
Future Electronics Italia, di fornirci
il suo punto di vista e raccontarci
qual lapproccio del distributore sul
mercato.
1. Future Electronics ha deciso
di aprire una divisione dedicata
allRF&Wireless. Com strutturata
questa divisione e quali obiettivi si
pone per il mercato italiano?
Future Wireless Solution a tutti gli
effetti parte integrante di Future
Electronics: stessa forza di vendita,
stesso supporto logistico e stessi ma-
gazzini, oltre a una struttura solida di
supporto marketing.
Linvestimento consiste in un team
di persone a livello europeo dotate
di un ottimo background tecnico
nellambito RF e presenti nelle aree
pi importanti. Ovviamente lItalia
una di queste.
Con tale struttura vogliamo collo-
quiare con i nostri clienti parlando
una lingua comune, potendo cos
Come vede il mercato
Future Wireless Solution
supportarli tecnicamente e commer-
cialmente.
Desideriamo essere il principale pun-
to di riferimento del settore. Il nostro
obiettivo quello di sviluppare un
mercato di sicuro interesse nellarea
del Sud Europa, che vedr nel corso
dei prossimi 2/3 anni crescite di
fatturato molto importanti.
2. Con quale approccio si propone
sul mercato?
Future Electronics dispone gi di una
forte struttura di FAE per il supporto
tecnico. A tale gruppo si afancher
uno specialista della radiofrequenza,
Ing. Alviano Burello, che vanta
unesperienza pluriennale nel settore.
La forza vendita avr una particolare
valenza nel promuovere dai propri
clienti le soluzioni wireless, avendo
alle spalle un supporto tecnico di
primo ordine.
Inoltre, i nostri fornitori saranno
come sempre i nostri partner deccel-
lenza per consentirci di raggiungere
gli obiettivi di vendita che ci siamo
pressati. Proprio di recente abbiamo
siglato degli accordi commerciali
molto importanti con Sierra
Wireless, diventando il loro distri-
butore worldwide per lintero parco
prodotti.
I nostri punti di forza si possono
riassumere in: promozione tecnica,
reattivit nella collaborazione con i
clienti, coinvolgimenti dei fornitori
e supporto nella fase post-vendita.
3. Quali sono i settori applicativi
(nellambito RF&Wireless) a vostro
parere pi interessanti in Italia?
Le applicazioni sono molto disparate,
essendo la tecnologia RF pervasiva
in un gran numero di applicazioni.
Si va dagli esistenti ponti radio
alla localizzazione, dalla sicurezza
e controllo remoto ai prossimi AMR
(Automated Meter Reading) no allo
street lighting.
4. Quali sono le altre divisioni
verticali di Future Electronics?
Future Electronics stata pioniere in
Italia e nellarea EMEA nello sviluppo
di strutture verticali.
La prima vanta unesperienza decen-
nale: si tratta della divisione FLS,
Future Lighting Solution, specia-
lizzata nellambito del LED lighting
grazie allaccordo esclusivo con
Lumileds.
Due anni fa poi nata anche
Future Energy Solution, che ha
posto laccento sui settori del solare,
eolico, smart grid e HAN (Home Area
Network).
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
41
OPINIONI & MANAGEMENT
Colloqui & Interviste
La divisione totalmente focalizzata sullRF&Wireless del distributore pan-europeo
Desideriamo essere riconosciuti
come un punto di riferimento
per il settore
Promozione tecnica, coinvolgimento
dei fornitori e supporto ai clienti
sono i nostri punti di forza
Marco Rizzo
Technical Director
South Europe
Future Electronics
Opinioni_febbraio.indd 41 06/02/12 18.22
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b
Per informazioni:
Sabina Poletti
Tel. 02 210111241
s.poletti@tecnoimprese.it
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
59
OPINIONI & MANAGEMENT
Formazione
L
a formazione professionale
assume un ruolo sempre pi
rilevante in un momento
storico come questo, nel quale serve
ottimizzare le risorse e restare al
passo con i continui cambiamenti
del mercato. La formazione
strategicamente rilevante per
rispondere alle nuove richieste del
mercato in termini di economia
sociale e di gestione delle risorse
umane. Nel mondo del lavoro ci che
serve di pi sono, infatti, le capacit
di apprendere, migliorando le proprie
competenze in modo da mantenersi
aggiornati, e di anticipare i
cambiamenti.
Lo strumento per sviluppare
esperienza e apprendimento
sono proprio i percorsi formativi,
che rendono possibile sia un
orientamento al lavoro, sia
lacquisizione di competenza e abilit
professionali in grado di soddisfare
la nuova, e sempre in trasformazione,
realt lavorativa.
Corsi di formazione gratuita con Formazienda
Un ventaglio di possibilit formative e corsi su misura
Sabina Poletti
Il catalogo corsi
di Tecnoimprese
consultabile su
www.tecnoimprese.it
CALENDARIO CORSI
Ofce: (livello base - Durata 20 ore)
30 gennaio, 13, 20, 27 febbraio e
5 marzo, dalle 14 alle 18
Scrittura web: (Durata 16 ore)
3, 10, 17, 24 febbraio, dalle 9 alle 13
Tecniche di vendita: (Durata 20 ore)
1, 8, 15, 22 e 29 marzo, dalle 9 alle 13
Strategie di marketing: (Durata 16 ore)
1, 8, 15, 22 marzo, dalle 14 alle 18
Gestire efcacemente tempo priorit
e stress: (Durata 16 ore)
16 e 23 marzo, dalle 9 alle 18
Coaching manager allenatore:
(Durata 16 ore)
30 marzo e 13 aprile dalle 9 alle 18
Telefono, strumento efcace di vendita:
(Durata 20 ore)
Milano, 10 ottobre
Docente: Ing. Giacomo Colombo-Microchip
Progettare con i PIC corso avanzato:
(Durata 8 ore)
14 marzo dalle 14 alle 18, 21 e 28 marzo,
dalle 9 alle 18
Il servizio post-vendita: (Durata 24 ore)
5, 12, 19, 26 aprile, 3, 10 maggio,
dalle 9 alle 13
Le aziende, per essere
competitive, devono saper
migliorare la propria
efcienza organizzativa,
saper gestire le nuove
opportunit, sviluppare
le strategie che
consentono di crescere
in un mercato sempre
pi difcile e questo
sembra essere possibile solo grazie
allinserimento di proli qualicati e
specializzati in grado di migliorare
le proprie competenze e le proprie
capacit. Purtroppo, per, molte
realt aziendali non riescono ad
attivare un processo di formazione
costante e continuativo a causa
dellinvestimento che questo
comporta in termini economici.
LOFFERTA FORMATIVA
GRATUITA DI TECNOIMPRESE
per questa ragione che
Tecnoimprese, segreteria
associativa di Assodel, grazie
allaccordo quadro stipulato con
Formazienda (uno dei 20 Fondi
Paritetici Interprofessionali), ha
pianicato e propone alle imprese dei
corsi gratuiti dedicati a tutti i livelli
e a tutte le funzioni aziendali, dai
tecnici ai dirigenti.
Laccordo siglato nel 2009 ha lo
scopo di promuovere attivit
di formazione gratuita per le
imprese operanti nel settore High
Tech (dallelettronica industriale
allautomazione, allInformation
and Communication Technology).
Le aziende che hanno aderito o
intendono aderire a Formazienda
e al conto di Rete TQ, attraverso
il versamento dello 0,30 dei
contributi Inps, possono nanziare
la formazione dei propri dipendenti
e godere della formazione gratuita
programmata da Tecnoimprese.
I percorsi formativi offerti mirano
a costruire le abilit idonee ad
affrontare in termini di efcienza
ed efcacia le sde che lo sviluppo
tecnologico pone attualmente.
I corsi si svolgono nella sede
associativa di Milano e al
raggiungimento di classi minime.
Lofferta formativa gratuita
comprende corsi di marketing, web,
comunicazione, vendita, informatica,
sicurezza.
Opinioni_febbraio.indd 59 06/02/12 18.23
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b
P
rendi un sensore di pressione,
realizzato in milioni di pezzi ogni
anno per le applicazioni automo-
tive, aggiungi una speciale interfaccia a
4/20mA per le applicazioni industriali e
avrai cos un nuovo sensore di pressio-
ne che, nonostante le sue elevate qua-
lit e il suo eccellente livello tecnico,
estremamente economico.
Questa ricetta riassume e semplica in
poche righe il modo in cui EBV Elektro-
nik descrive e sviluppa lultimo nato tra
gli EBVchips: Titan.
Per molto tempo, diversi clienti hanno
chiesto agli oltre 120 FAE di avere dei
sensori di pressione che fossero a buon
prezzo e nello stesso tempo estrema-
mente precisi e di alta qualit. cos
che EBV ha iniziato a lavorare per
trovare una soluzione.
EBV Elektronik ha quindi trovato il
partner adatto per la realizzazione del
progetto Titan: la ditta olandese-ame-
ricana Sensata Technologies. Sensata
produce, per lindustria automotive, 75
milioni di sensori di pressione allanno
in tecnologia ceramic capacitive.
Anche se questi sensori soddisfano i
rigidi criteri di qualit automotive,
Titan: lautomotive know-how
per i sensori industriali
hanno tutti unuscita raziometrica di
0/5V. Luscita 4/20mA rappresenta lo
standard classico industriale, i sensori
senza linterfaccia in corrente erano
adatti solo ad applicazioni industriali
molto dedicate.
BASE CERAMICA
Dal 1985 Sensata produce sensori di
pressione basati su tecnologia ceramica.
In automotive, questi sensori vengono
usati in molti posti diversi: la prima
applicazione in unauto rappresentata
dal sensore di pressione per il compres-
sore dellaria condizionata. Sensata de-
tiene una quota di mercato pari a oltre
l80% in questa applicazione. Versioni
avanzate di questo sensore di pressione
in ceramica sono presenti anche nelle
scatole del cambio automatico, nelle
sistemi di alimentazione per i motori a
bassa pressione (Diesel) oppure per mi-
surare la pressione dellolio. Sulla base
di questa tecnologia, Sensata produce
sensori di pressione che lavorano da
pressione negativa no a 80bar.

Lelemento base del sensore composto
da un substrato di ceramica di circa
3 mm di spessore e da una sottile
membrana essibile in ceramica con uno
spessore da 0,6 a 1,2 mm. La membrana
in ceramica attaccata al substrato
in ceramica secondo una distanza ben
denita per mezzo di un processo di
incollaggio del vetro. In funzione di
questo assemblaggio, i sensori con
scale di pressione diverse si distinguono
soltanto per le membrane con spessore
diverso e con calibratura elettronica.
Su entrambe le parti in ceramica c un
sottile strato doro, connesso allelettro-
nica per mezzo di terminali di contatto.
Entrambe gli strati doro formano un
condensatore, la cui capacit cambia in
funzione della pressione esercitata sulla
membrana. La capacit del condensatore
nella gamma di 15pF.

Utilizzando un processo proprietario
di carica/scarica, Sensata valuta il
cambiamento di capacit rispetto ad un
condensatore di riferimento e genera
una tensione di uscita compresa tra 0
e 5V. In molte generazioni, Sensata ha
migliorato sistematicamente lelettro-
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
73
TECNOLOGIE & APPLICAZIONI
Cover Story
Klaus Schlund
Direttore di
EBVchips
EBV Elektronik
Nel progetto Titan Sensata
partner di EBV
Il sensore di pressione rappresenta lultimo nato nella famiglia EBV chips
Tecnologie_febb.indd 73 06/02/12 18.18
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b
automotive. Di conseguenza, i sensori
possono essere utilizzati nei sistemi di
automazione industriale e in altre ap-
plicazioni. In questo caso, le soluzioni
di sensori 4/20mA sono rappresentate
da quei prodotti Titan che sono com-
mercializzati da EBV come parte delle
attivit di EBVchips.
EBV non ha volutamente limitato il
termine EBVchips soltanto ai semi-
conduttori. Tra gli EBVchips ci sono
componenti ibridi, moduli o encoder
oppure, come in questo caso, sensori
industriali con montaggio a vite.
MOLTI OPTIONAL
Questi sensori di pressione EBVchips
sono al momento disponibili nella
versione in ottone per i tre range di
pressione: 0-10 bar; 0-20 bar e 0-35
bar. Sono disponibili anche varianti in
acciaio inossidabile per il range 0-45
bar. Se viene richiesta unadeguata
quantit, EBV Elektronik e Sensata sono
in grado di produrre altre varianti dota-
te di connettori differenti, di differenti
connessioni meccaniche o packaging.
Al momento i sensori di pressione
sono classicati secondo IP65, IP67 e
IP6K9 (tutti con cavi).
Dato che il sensore viene alimenta-
to attraverso la linea di segnale, i
sensori Titan usano soltanto due linee
di connessione in base alle speciche
SAE, avendo la lunghezza necessaria
per poter essere usati in ambienti indu-
striali dove la compatibilit elettroma-
nica, la calibrazione e la stabilit in
temperatura, mentre il processo di base
sempre rimasto intatto. Ogni singolo
sensore viene calibrato a temperatura
ambiente.
Come parte del processo produttivo,
i sensori vengono validati a 23C e a
135C.
Si effettua una calibrazione su tutta la
scala, alle pressioni massime e minime.
Tutte queste misure sono puramente
analogiche, non coinvolgono luso di
elettronica digitale. Sia nel processo pro-
duttivo che sul campo, questo processo
si rivelato estremamente stabile. In un
core range, gli elementi che compongo-
no i sensori presentano caratteristiche
piuttosto lineari. Soltanto alle estremit
inferiori e superiori di questa scala ci
sono maggiori non-linearit.
IL CHIP EBV TITAN
CON USCITA 4/20mA
Per essere usati in applicazioni indu-
striali, i sensori devono avere unuscita
di 4/20mA.
Su iniziativa di EBV Elektronik, sono
stati creati i sensori di pressione Titan
dotati di unuscita industriale.
EBV Elektronik e Sensata hanno denito
un circuito elettronico back end per
convertire il segnale di 0/5V in corrente
duscita a 4/20mA. EBV stata responsa-
bile dellintera denizione dellinterfaccia
industriale.
In questo modo EBV rende disponibile
per i clienti industriali la tecnologia dei
sensori di pressione di Sensata, origi-
nariamente sviluppata per applicazioni
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
74
TECNOLOGIE & APPLICAZIONI
Cover Story
Tecnologie_febb.indd 74 06/02/12 18.18
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b
gnetica (EMC) un problema. I sensori
di pressione industriali sono immuni alle
interferenze elettriche no a 30V/m.
Lerrore di misura su tutta la gamma
di temperature da -20C a +100C
inferiore al 2%. A 25 C lerrore di mi-
sura sullintera gamma di temperature
soltanto del 0,75%; questo vale per pi
di 10 milioni di cicli specici di misura
di pressione. I sensori sono quindi i pi
precisi tra tutti i prodotti presenti sul
mercato. La tensione di funzionamento
del sensore, con protezione per linver-
sione di polarit, pu essere 6 - 30 V
DC
.
Ci signica che i sensori sono in grado
di gestire tensioni no a 39V
DC
, senza
subire alcun danno.
Le vibrazioni no a 10g con una
frequenza di 25Hz 2,000Hz non
danneggiano I sensori di pressione.
Tali sensori possono anche sopportare
scosse di 100g provenienti da diverse
direzioni con 6Hz (met seno). In tutti
i casi, i sensori conformi UL e RoHS,
certicati CE rendono disponibile il
risultato della loro misura con tempi di
risposta inferiori ai 10ms tramite il con-
nettore Delphi-Packard con protezione
IP6K9 sulluscita. Sensata usa neoprene,
gomma di nitrile idratata (HNBR) e uo-
rosilicone come materiale sigillante per
lanello interno. La pressione di scoppio
corrisponde a cinque volte la pressione
di misurazione.
Usando un terminale a vite esagonale
(1/8 maschio, femmina), i sensori
di pressione non sono adatti soltanto
per le applicazione di automazione
industriale, ma anche per applicazio-
ni come pompe, compressori e HVAC
(riscaldamento, ventilazione e aria
condizionata), oltre a frigoriferi e con-
gelatori. Nellambito dellautomazione
di processo, ad esempio, sono presenti
importanti applicazioni relative agli
impianti idraulici, pneumatici, impianti
di risalita, liquidi e gas. Alcune delle
applicazioni pi importanti relative a
pompe e compressori, sono i sistemi
di pulizia industriale gli impianti di
(auto) lavaggio, sistemi di lavaggio a
base dacqua ad alta pressione, pompe
dacqua e ausiliarie cos come impianti
pneumatici. Il settore HVAC, frigoriferi
e congelatori non include soltanto la
tecnologia industriale di congelamento,
ma comprende anche la building auto-
mation, le pompe di calore, frigoriferi,
congelatori per cibo e per la vendita al
dettaglio.
SITUAZIONE WIN-WIN
Attraverso la vasta rete vendita di EBV
Elektronik, abbiamo accesso a una clien-
tela completamente nuova nel settore
dellelettronica industriale - spiega lIng.
Roger Appelo, Business Development
Manager per i sensori di Sensata in Eu-
ropa. - Daltro canto, EBV Elektronik avr
a disposizione una tecnologia di alta
qualit sui sensori, che presenta ancora
grosse potenzialit. Dal nostro punto
di vista, questa chiaramente una
situazione win-win. Producendo diversi
milioni allanno di sensori per lautomo-
tive, EBV in grado di offrire i sensori di
pressione a prezzi molto competitivi.
Questi EBVchips sono stati sviluppati
in parte in Olanda e in parte negli Stati
Uniti. Il sensore completo, compresa la
produzione in ceramica, verr fatto in
Messico, dove Sensata produce anche i
suoi sensori automotive.
DAL MONDO AUTOMOTIVE
A QUELLO CONSUMER
E INDUSTRIALE
Dalla ne del 2011, le nuove auto
vendute in Europa devono avere un
sistema ESP per la stabilit di guida.
Gli elementi fondamentali di ogni siste-
ma ESP sono due sensori: un sensore
di velocit angolare e un sensore di
accelerazione. I primi sistemi ESP sono
stati messi sul mercato alla met degli
anni 90, ma soltanto nelle auto pre-
mium, questo sostanzialmente perch a
quel tempo i sensori venivano prodotti
con difcolt ed erano molto costosi.
Subito dopo il famoso test dellalce
(Moose-test) nel 1997, i sistemi ESP
sono stati resi disponibili anche per la
classe delle auto compatte. Il succes-
so commerciale di ESP iniziato con
lutilizzo di sensori di velocit angolare
in silicio, di elevata qualit e a buon
prezzo e di sensori di accelerazione.
Oggi, i sensori economici di velocit
angolare e i sensori di accelerazio-
ne (MEMS) si possono virtualmente
trovare in ogni nuovo smartphone e
nella maggior parte delle console di
gioco a prezzi molto bassi, grazie alla
produzione di massa per le automobili.
Non si sono inoltre vericati importanti
problemi di qualit con quei sensori
perch i fornitori automotive avevano
gi assicurato unelevata qualit nella
produzione.
Analogamente, come parte dellinizia-
tiva EBVchips, EBV ha preso un sensore
di pressione automotive, lo ha adattato
alle richieste del mercato e lo ha dotato
dellinterfaccia 4/20mA. Dato che questi
sensori di pressione usufruiscono dellu-
tilizzo in massa nei veicoli da molti
anni, il produttore ha perfettamente
sotto controllo la qualit. I clienti indu-
striali hanno motivo di essere soddisfat-
ti dei vantaggi signicativi dovuti agli
alti volumi di produzione dei sensori di
pressione.
A&V ELETTRONICA Anno XXIV - 01/2012
75
TECNOLOGIE & APPLICAZIONI
Cover Story
La corrente
duscita
dei sensori
Titan li rende
adatti anche
per applicazioni
industriali
4/20mA
Tecnologie_febb.indd 75 06/02/12 18.18
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b
ACAL BFI (d)
2J A\TE\\A
A||E\T TECH\0|0|ES
A|0TECH
A\ARE\ ||CR0wAVE
APA w|RE|ESS
AVA0 TECH
AV/
CTECH
CTS
E|C
|RE0UE\C\ E|ECTR0\|CS
|\PH| C0RP.
J|| 0PT|CA| |\OUSTR|ES
J0HA\S0\ TECH\0|0\
|A\TR0\|/
|ECA
0R||\ PS
PCTE|
PRE||ER OEV|CES
S|\w0R|S
T0SH|BA
T0SH|BA E|ECTR0\|CS
TRA\SC0|
TRA\S-TECH
ACSEL ELECTRONICS (d)
A|ER|CA || E|ECTR0\|CS
ADELCO (d)
S0\\
ADIMPEX (d)
AO||PE/
OC C0|P0\E\TS
AERTRONICA (d)
||CRE|
ANALOG DEVICES (p)
A\A|0 OEV|CES (p,
ARR0w E|ECTR0\|CS (d,
S|||CA (d,
AREDICI (d)
AREO|C| 0PE\ |AR|ET
AT|E|
|A|RCH||O SE||C0\OUCT0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
|\TERS||
\/P SE||C0\OUCT0RS
0\ SE||C0\OUCT0R
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
TE/AS |\STRU|E\TS
V|SHA\
ARROW ADVANTAGE (d)
CREE
O|0OES
O|0TEC
E/AR
|A|RCH||O SE||C0\OUCT0R
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
|\TER\AT|0\A| RECT|||ER
|ATT|CE SE||C0\OUCT0R
||\EAE
||\EAR TECH\0|0\
||TSUB|SH| E|ECTR|C
|-PU|SE
\Ew JAPA\ RAO|0
\|TR0\E/
0|||C
PARTR0\
PERER|\E
CIMEE ELETTRONICA (d)
|A/ O|0OE
COMELEC (d)
E\R|C0 |A||0\|
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
|URATA
COMP ELETTRONICA (d)
O|0TEC
|ASTER |\STRU|E\TS
COMPREL - AN ESPRINET
COMPANY (d)
|A0R
|wATT
|/\S
||TTE||USE-TECC0R
||TSUB|SH|
P0wERSE|
RENESAS ELECTRONICS
SA\\0
wESTC0OE
CONSORTIUM (d)
|URATA
Z|O|
CONSORTIUM - ALTA (d)
O|0TEC
|URATA
SE|||R0\
Z|O|
CONSORTIUM - COGEDIS (d)
Z0w|E TECH\0|0\ C0RP.
CONSORTIUM - EL. POINT (RM) (d)
O|0TEC
E\ERA| SE||C0\OUCT0R
MURATA CONSORTIUM - GARDELLA (d)
|URATA
V|SHA\
Z|O|
CONSORTIUM - GIAMPER (d)
H\ E|ECTR0\|CS
||P0T
|URATA
CONSYSTEM - Divisione
Industrial (d)
|UJ| E|ECTR|C
CONSYSTEM - Divisione
Professional (d)
C|SS0|O
|\TER\AT|0\A| RECT|||ER
||CRE|
||TSUB|SH| E|ECTR|C
\/P SE||C0\OUCT0RS
0\ SE||C0\OUCT0R
RE\ESAS E|e:||c||:
SE|||R0\
SHARP E|ECTR0\|CS
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
TA|wA\ SE||C0\OUCT0R
TE/AS |\STRU|E\TS
T0SH|BA E|ECTR0\|CS
V|SHA\
ARROW ELECTRONICS (d)
A\A|0 OEV|CES
AVA0 TECH
|A|RCH||O SE||C0\OUCT0R
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
|URATA
\/P SE||C0\OUCT0RS
0\ SE||C0\OUCT0R
SE|||R0\
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
T0SH|BA E|ECTR0\|CS
V|SHA\
ATMEL (p)
ARR0w E|ECTR0\|CS (d,
EBV E|E|TR0\|| (d,
|SC (d,
AVAGO TECH (p)
ACA| B|| (d,
ARR0w E|ECTR0\|CS (d,
AVA0 TECH (p,
EBV E|E|TR0\|| (d,
|AR\E|| (d,
|UTURE E|ECTR0\|CS (d,
AVNET - MEMEC (d)
APE/
CSR
E\ER\ ||CR0
|A|RO TECH\0|0|ES
||CR0SE||
P|C-S|ERRA
RE\ESAS E|e:||c||:
SE|TECH
S|E
w|2w|
AVNET ABACUS (d)
|URATA
P0wER |\TERAT|0\S
CAMEL GECO ELETTRONICA (d)
H\ E|ECTR0\|C
TA|wA\ SE||C0\OUCT0R
\E\\0
CELTE (d)
AOVA\CEO ||CR0wAVE |\C
ASB
C|| ||CR0C|RCU|TS
E2V
||CR0wAVE TECH\0|0|ES
||TEC TE|EC0|
COVEL (d)
CE\TRA|SE||
SHA\HA| |U\SURE
wU/| /U\A\ E|ECTR0\|CS C0.
\A\ZH0U \A\J|E
CROSS POINT (p)
\0B|E (d,
CYPRESS SEMICONDUCTOR (p)
C\PRESS SE||C0\OUCT0R (p,
|UTURE E|ECTR0\|CS (d,
S|||CA (d,
S||VERSTAR-CE|O|S (d,
DARTON (d)
|B E|ECTR0\|CS
DDS COMPONENTS (d)
OC C0|P0\E\TS
O|0TEC
DELTA ELETTRONICA (d)
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
\/P SE||C0\OUCT0RS
0\ SE||C0\OUCT0R
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
V|SHA\
DELTA ELETTRONICA DI
MARCHIORO (d)
OE|TA E|ETTR. O| |ARCH|0R0
DIMAC RED (d)
HVCA / C|E/ HVPS|
||CR0SE||
DIMAR (d)
|U\SURE
DIS.EL. COMPONENTI (d)
O|SE| BR0|ER
||C
\/P SE||C0\OUCT0RS
P0wER |\TERAT|0\S
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
V|SHA\
EBV ELEKTRONIK (d)
AT|E|
AVA0
AVA0 TECH
|A|RCH||O SE||C0\OUCT0R
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
\/P SE||C0\OUCT0RS
0\ SE||C0\OUCT0R
S||C0|
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
TE/AS |\STRU|E\TS
T0SH|BA E|ECTR0\|CS
V|SHA\
ECOMAL - Electronic Components
and Logistics (d)
|EC
V|SHA\
V|SHA\ SE||C0\OUCT0RS
ELCART (d)
|A0R
00O-AR|
\A|AOA
ELCO ELETTRONICA (d)
CR0UZET
CR\O0|
||C
S0\ CHUA\
ELDECO (d)
E|OEC0
ELECTRONIC PARTNER (d)
AT|E|
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
||CR0CH|P TECH\0|0\
\/P SE||C0\OUCT0RS
RE\ESAS E|e:||c||:
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
TE/AS |\STRU|E\TS
ELMAX (d)
|\TER\AT|0\A| RECT|||ER
V|SHA\
ENRICO FALLONI (d)
CT-C0\CEPT TECH\0|0|E A
FAIRCHILD SEMICONDUCTOR (p)
ARR0w E|ECTR0\|CS (d,
EBV E|E|TR0\|| (d,
|A|RCH||O SE||C0\OUCT0R (p,
|AR\E|| (d,
|UTURE E|ECTR0\|CS (d,
FARNELL (d)
AVA0 TECH
|A|RCH||O SE||C0\OUCT0R
|AR\E||
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
TT E|ECTR0\|CS
FCE (d)
CR0UZET
CR\O0|
|/\S
||TSUB|SH| E|ECTR|C
ZETE/
FLY ELECTRONICS (d)
|S |E\\EO\
TT E|ECTR0\|CS
FREESCALE SEMICONDUCTOR (p)
ARR0w (d,
EBV E|E|TR0\|| (d,
|AR\E|| (d,
FREESCALE SEMICONDUCTOR (p)
|UTURE E|ECTR0\|CS (d,
S|||CA (d,
FUTURE ELECTRONICS (d)
AOO SE||C0\OUCT0RS
ADVANCED POWER ELECTRONICS
D D D D D
RF & Wireless
Cross reference
Estratto Repertorio Fornitori Componenti Elettronici edizione 2011,
lunica pubblicazione riportante i dati delle imprese che forniscono,
producono o commercializzano, componenti elettronici allindustria
Ledizione del Repertorio Assodel 2011 p essere richiesta presso le
associativa: segreteria@assodel.it
Legenda: (D) Discreti
C
r
o
s
s

r
e
f
e
r
e
n
c
e

>

R
F

&

W
i
r
e
l
e
s
s
F
o
r
n
i
t
o
r
i
Tecnologie_febb.indd 88 06/02/12 18.18
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b

A|TECH C0RP0RAT|0\
A\A|0|C TECH
AVA0
AVA0 TECH
AV/
CAOE|A ||CR0C|RCU|TS
CR\O0|
C\PRESS SE||C0\OUCT0R
O|0OES (ZETE/,
|A|RCH||O SE||C0\OUCT0R
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
|\TER\AT|0\A| RECT|||ER
|/\S
||TTE||USE
|URATA
\/P SE||C0\OUCT0RS
0\ SE||C0\OUCT0R
R0H|
SE|TECH
TE Cc||e:||.||]
TT E|ECTR0\|CS
V|SHA\
GELSE (d)
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
\/P SE||C0\OUCT0RS
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
V|SHA\
HANTELEC (d)
P0wER |\TERAT|0\S
INFINEON TECHNOLOGIES (p)
ARR0w (d,
C0|E|EC (d,
EBV E|E|TR0\|| (d,
|\||\E0\ TECH\0|0|ES (p,
RUTR0\|| (d,
S|||CA (d,
ITP (d)
H\ E|ECTR0\|C
V|\C0TECH
JOHNVOX (d)
A\ACH|P
AURE|
C|T|ZE\
|0STER
H0|TE|
JRC
|URATA
KEVIN SCHURTER (d)
AUSTR|A||CR0S\STE|S
B|T
RAO|0CRA|TS
SUPERTE/
LA TECNIKA DUE (TO) (d)
B0UR\S
CREE
S|PE/
TR|\A||C
LARCET (d)
CO||
C0|P0wER
MALPASSI (d)
|A/ O|0OE
\/P SE||C0\OUCT0RS
PA\J|T
MCTRONIC (d)
H0|TE|
MELCHIONI (d)
|EC
||:|cer| ScC P|cdu:| |cup
\/P SE||C0\OUCT0RS
SHARP E|ECTR0\|CS
UTC
wEJ
D
MICROELIT (d)
RE\ESAS E|ECTR0\|CS
R||O
TRA\SC0|
MITSUBISHI ELECTRIC (p)
ARR0w AOVA\TAE (d,
CE|TE (d,
|CE (d,
||TSUB|SH| E|ECTR|C (p,
R|CHAROS0\ (d,
MOS (d)
O|0TEC
V|SHA\
Mouser Electronics (d)
|cue| E|e:||c||:
MSC (d)
AT|E|
O|0TEC
E|C
0\ SE||C0\OUCT0R
MURATA (p)
AORE| (d,
ARR0w E|ECTR0\|CS (d,
AV\ET ABACUS (d,
C0|E|EC (d,
C0\S0RT|U| (d,
|UTURE E|ECTR0\|CS (d,
RA||0\O| (d,
RUTR0\|| (d,
TT| (d,
NECTO GROUP (d)
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
||CR0CH|P TECH\0|0\
\/P SE||C0\OUCT0RS
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
NXP SEMICONDUCTORS (p)
ARR0w - C|A|TR0\ (d,
EBV E|E|TR0\|| (d,
|UTURE E|ECTR0\|CS (d,
\/P SE||C0\OUCT0RS (p,
S|||CA (d,
ON SEMICONDUCTOR (p)
ARR0w E|ECTR0\|CS (d,
EBV E|E|TR0\|| (d,
|UTURE E|ECTR0\|CS (d,
0\ SE||C0\OUCT0R (p,
S|||CA (d,
PIETROBELLI ELETTRONICA (d)
AT|E|
AVA0
|A|RCH||O SE||C0\OUCT0R
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
|\TER\AT|0\A| RECT|||ER
|\TERS||
||C
||CR0CH|P TECH\0|0\
\AT|0\A| SE||C0\OUCT0R
\/P SE||C0\OUCT0RS
0\ SE||C0\OUCT0R
P|ETR0BE||| TECH\0|0\
RE\ESAS E|e:||c||:
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
T0SH|BA E|ECTR0\|CS
V|SHA\
PIHER INTERNATIONAL (d)
V|\CE\C
POWER POINT (d)
V|SHA\
PWM SEMICONDUCTORS (d)
A|A/\
SU\CAE\
D
RADIO KALIKA (d)
AO||PE/
A||E\T TECH\0|0|ES
CR\O0|
|AR\E||
|\TER\AT|0\A| RECT|||ER
|/\S
\AT|0\A| SE||C0\OUCT0R
RAO|0 |A|||A
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
TE/AS |\STRU|E\TS
wESTC0OE
RAMOS (d)
RA|0S
RENESAS Electronics (p)
ARR0w (d,
AV\ET - |E|EC (d,
COMPREL - AN ESPRINET COMPANY (d)
RE\ESAS E|e:||c||: (p,
RUTR0\|| (d,
S|||CA (d,
RS COMPONENTS (d)
RS C0|P0\E\TS
SHARP E|ECTR0\|CS
TT E|ECTR0\|CS
RUTRONIK (d)
O|0OES
O|0TEC
|A0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
||TTE||USE
||C
|URATA
\EC
PA\J|T
RE\ESAS E|e:||c||:
R0H|
SHARP E|ECTR0\|CS
SH|\OE\E\
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
V|\C0TECH
V|SHA\
SGE-SYSCOM (d)
||TTE||USE/TECC0R
SHARP ELECTRONICS (p)
ARR0w - C|A|TR0\ (d,
|E|CH|0\| (d,
RS C0|P0\E\TS (d,
RUTR0\|| (d,
S|||CA (d,
SILICA (d)
A\A|0 OEV|CES
C\PRESS SE||C0\OUCT0R
O|0OES
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
|\TER\AT|0\A| RECT|||ER
|A/||
||CR0CH|P TECH\0|0\
\AT|0\A| SE||C0\OUCT0R
\/P SE||C0\OUCT0RS
0\ SE||C0\OUCT0R
PA\J|T
RE\ESAS E|e:||c||:
R0CHESTER
R0H|
SHARP E|ECTR0\|CS
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
TE/AS |\STRU|E\TS
SIRI ELETTRONICA (d)
||TE-0\
SOTEC ENGINEERING SRL (d)
A\A|0 OEV|CES
|A|RCH||O SE||C0\OUCT0R
D
|REESCA|E SE||C0\OUCT0R
|\||\E0\ TECH\0|0|ES
||\EAR TECH\0|0\
||CRE|
\/P SE||C0\OUCT0RS
0\ SE||C0\OUCT0R
RE\ESAS E|e:||c||:
SHARP E|ECTR0\|CS
ST ||CR0E|ECTR0\|CS
T0SH|BA E|ECTR0\|CS
V|SHA\
ZETE/
SPECIAL-IND (d)
COBHAM - CHELTON TELECOM &
||CR0wAVE
SET
H|TT|TE
SE\S|TR0\
S\\ER\ ||CR0wAVE C0RP.
SYNERGY MICROWAVE RESEARCH
VECTR0\ |\TER\AT|0\A|
\EC
STARDAY (d)
OAw|\
||\TR0\|CS
||C
STAROA\
SU\TA\
SYSMA (d)
A\A|0 OEV|CES
AVA0
||CR0SE||
SE|TECH
S\S|A BR0|ER
TD ELEKTRONICS (d)
APEC
B0UR\S
O|0TEC
P0wER |\TERAT|0\S
SE|TECH
TECNIKA DUE (MI) (d)
B0UR\S
O|0TEC
TELEINDUSTRIALE (d)
OC C0|P0\E\TS
R|CHC0
TE Cc||e:||.||]
\A|A|CH| E|ECTR0\|CS
TOSHIBA ELECTRONICS (p)
ARR0w E|ECTR0\|CS (d,
EBV E|E|TR0\|| (d,
T0SH|BA E|ECTR0\|CS (p,
TT| (d,
TOTEM ELECTRO (d)
O|0TEC
SE|||R0\
T0TE| E|ECTR0
TT ELECTRONICS (p)
|AR\E|| (d,
||\ E|ECTR0\|CS (d,
|UTURE E|ECTR0\|CS (d,
|0USER (d,
R|CHAROS0\ (d,
RS C0|P0\E\TS (d,
TT| (d,
TTI (d)
B0UR\S
||TTE||USE
|URATA
T0SH|BA
T0SH|BA E|ECTR0\|CS
TT E|ECTR0\|CS
V|SHA\
D
VECTOR ELECTRONIC (d)
O|0TEC
S|RECT|||ER
VELCO (d)
00O-AR|
H\ E|ECTR0\|C
VEMATRON (d)
TA|wA\ SE||C0\OUCT0R
VISHAY (p)
ARR0w E|ECTR0\|CS (d,
EBV E|E|TR0\|| (d,
ECOMAL - El. Comp. and Logistics (d,
E||A/ (d,
|UTURE E|ECTR0\|CS (d,
P0wER P0|\T (d,
RUTR0\|| (d,
TT| (d,
WELT ELECTRONIC (d)
AIC ANALOG INTEGRATIONS CORP.
00O-AR|
H\ E|ECTR0\|CS
D
Legenda: (D) Discreti
C
r
o
s
s

r
e
f
e
r
e
n
c
e

>

R
F

&

W
i
r
e
l
e
s
s
F
o
r
n
i
t
o
r
i
Tecnologie_febb.indd 89 06/02/12 18.18
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b
ACAL BFI (d)
Tel. 02893401 - Fax 0257511761
www.acaltechnology.com - info@acaltechnology.it
ACSEL ELECTRONICS (d)
Tel. 0119040938 - Fax 0119040895
www.acsel.it - acsel@acsel.it
ADELCO (d)
Tel. 0392027982 - Fax 0392027985
www.adelco.it - adelco@adelco.it
ADIMPEX (d)
Tel. 071721091 - Fax 0717210922
www.adimpex.it - info@adimpex.it
AERTRONICA (d)
Tel. 0392302240 - Fax 0392302226
www.aertronica.it - info@aertronica.it
ANALOG DEVICES (p)
Tel. 039684891 - Fax 0396848940
www.analog.com - paolo.glionna@analog.com
AREDICI (d)
Tel. 0516350822 - Fax 0516350823
www.aredici.com - commerciale@aredici.com
ARROW ADVANTAGE (d)
Tel. 02661251 - Fax 0266105156
www.arroweurope.com - arrowinfo@arrowitaly.com
ARROW ELECTRONICS (d)
Tel. 02661251 - Fax 0266104184
www.arrowitaly.it - arrowinfo@arrowitaly.com
ATMEL (p)
Tel. 02380371 - Fax 0238037234
www.atmel.com
AVAGO TECH (p)
Tel. 039652741 - Fax 039652700
www.avagotech.com - info@avagotech.com
AVNET - MEMEC (d)
Tel. 02660921 - Fax 0266092496
www.avnet-memec.eu - info@avnet-memec.eu
AVNET ABACUS (d)
Tel. 02660921 - Fax 0266092332
www.avnet-abacus.eu - milano@avnet-abacus.eu
CAMEL GECO ELETTRONICA SRL (d)
Tel. 02 93570527 - Fax 02 93790164
www.camelgeco.it - andrea@camelgeco.it
CELTE (d)
Tel. 0292108020 - Fax 0292108088
www.celte-srl.com www.termocamera.it - info@celte-srl.com
CIMEE ELETTRONICA (d)
Tel. 0238007942 - Fax 0238000657
www.cimee.it - vendite@cimee.it
COMELEC (d)
Tel. 0119367757 - Fax 0119366486
www.comelec.it - info@comelec.it
COMP ELETTRONICA (d)
Tel. 0438470805 - Fax 0438470087
www.compelettronica.it - comp@compelettronica.it
COMPREL - AN ESPRINET COMPANY (d)
Tel. 03624961 - Fax 0362496433
www.comprel.it - info@comprel.it
CONSORTIUM (d)
Tel. 0239005229 - Fax 0239006584
www.consortiumsrl.com - e.marsaglia@consortiumsrl.com
CONSORTIUM - ALTA (d)
Tel. 05575941 - Fax 0557594333
www.altasrl.com - alta@altasrl.com
CONSORTIUM - COGEDIS (d)
Tel. 0239005266 - Fax 0239005268
www.cogedissrl.it - w.ripamonti@cogedissrl.it
CONSORTIUM - ELECTRONIC POINT (RM) (d)
Tel. 065500218 - Fax 0655269996
www.electronicpointsrl.it - info@electronicpointsrl.it
CONSORTIUM - GARDELLA (d)
Tel. 01084141 - Fax 0108414212
www.gardellaelettronica.it - info@gardellaelettronica.it
CONSORTIUM - GIAMPER (d)
Tel. 0437927547 - Fax 0437920042
www.giamper.com - giamper@giamper.com
CONSYSTEM - Divisione Industrial (d)
Tel. 02424147.1 - Fax 0242291305
www.consystem.it - support@consystem.it
CONSYSTEM - Divisione Professional (d)
Tel. 02424147.1 - Fax 0242291305
www.consystem.it - info@consystem.it
COVEL (d)
Tel. 0499470944 - Fax 0499471018
www.covel.it - info@covel.it
CROSS POINT (p)
Tel. 036248881 - Fax 0362306810
www.crosspoint.it/ - info@crosspoint.it
CYPRESS SEMICONDUCTOR (p)
Tel. 0396074200 - Fax 0396074222
www.cypress.com - mres@cypress.com
DARTON (d)
Tel. 0292882970 - Fax 0292882974
www.darton.it - vendite@darton.it
DDS COMPONENTS (d)
Tel. 054235871 - Fax 054222851
www.ddscomponents.it - info@ddscomponents.it
DELTA ELETTRONICA (d)
Tel. 024856111 - Fax 0248002967
www.delta-elettronica.it - flabraca@deltacomp.it
DELTA ELETTRONICA DI MARCHIORO (d)
Tel. 030226272 - Fax 030222372
www.deltaelettronica.com - info@deltaelettronica.com
DIMAC RED (d)
Tel. 0392494856 - Fax 039491773
www.dimacred.it - dimacred@dimacred.it
DIMAR (d)
Tel. 03621707450 - Fax 03621707452
www.dimarelectronic.eu - info@dimar-srl.com
DIS.EL. COMPONENTI (d)
Tel. 0498792380 - Fax 049640680
www.diselcomponenti.com - info@diselcomponenti.com
EBV ELEKTRONIK (d)
Tel. 0266096290 - Fax 0266017020
www.ebv.com
ECOMAL - Electronic Components and Logistics (d)
Tel. 02 49452959 - Fax 02 49456424
www.ecomal.com - giancarlo.rossi@ecomal.com
ELCART (d)
Tel. 0225117395 - Fax 0225117461
www.elcart.com - elcart@elcart.it
ELCO ELETTRONICA (d)
Tel. 0438457217 - Fax 043864649
www.elcoteam.com - industry@elcoteam.com
ELDECO (d)
Tel. 0113804068 - Fax 0113806084
www.eldeco.it - info@eldeco.it
ELECTRONIC PARTNER (d)
Tel. 0498741229 - Fax 0498740202
www.electronicpartnersrl.com - info@electronicpartnersrl.com
ELMAX (d)
Tel. 0261293640 - Fax 0261293553
www.elmax.com - info@elmax.com
ENRICO FALLONI (d)
Tel. 3355638062 - Fax 0248022327
www.enricofalloni.it - info@enricofalloni.it
FAIRCHILD SEMICONDUCTOR (p)
Tel. 022491111 - Fax 0226263424
www.fairchildsemi.com
FARNELL (d)
Tel. 0293995200 - Fax 0293995300
www.farnell.com/it - vendite@farnell.com
FCE (d)
Tel. 028965131 - Fax 0289651341
www.fcedirect.com - info@fcedirect.com
FLY ELECTRONICS (d)
Tel. 0266402231 - Fax 0266401397
www.flyelectronics.it - sales@flyelectronics.it
FREESCALE SEMICONDUCTOR (p)
Tel. 0202573151 - Fax 0257315410
www.freescale.com.it
FUTURE ELECTRONICS S.R.L. (d)
Tel. 02660941 - Fax 0266012843
www.futureelectronics.com
GELSE (d)
Tel. 0498961160 - Fax 0498961161
info@gelse.it
HANTELEC (d)
Tel. 0266223000 - Fax 0266222872
www.hantelec.it - info@hantelec.it
INFINEON TECHNOLOGIES (p)
Tel. 0236725151 - Fax 0236725150
www.infineon.com - info.italy@infineon.com
ITP (d)
Tel. 0437355310 - Fax 0437930156
www.itpbl.com - info@itpbl.com
JOHNVOX (d)
Tel. 0717570554 - Fax 0717571212
www.johnvox.com - components@johnvox.com
KEVIN SCHURTER (d)
Tel. 0230465311 - Fax 0233200917
www.kevin.it - info@kevin.it
LA TECNIKA DUE (TO) (d)
Tel. 0112425905 - Fax 0112425940
www.latecnikadue.com - info@latecnikadue.com
LARCET (d)
Tel. 065580700 - Fax 065573843
www.larcet.com - info@larcet.com
MALPASSI (d)
Tel. 051727252R.A. - Fax 051727515
www.malpassi.com - info@malpassi.com
MCTRONIC (d)
Tel. 032386931 - Fax 0323869322
www.mctronic.it - info@mctronic.it
MELCHIONI (d)
Tel. 0257941 - Fax 025794367
www.melchioni.it - industria@melchioni.it
MICROELIT (d)
Tel. 024817900 - Fax 024813594
www.microelit.it - microelit@microelit.it
MITSUBISHI ELECTRIC (p)
Tel. 03960531 - Fax 0396053212
www.mitsubishichips.com
MOS (d)
Tel. 0362364615 - Fax 0362367071
www.mossrl.com - info@mossrl.com
Mouser Electronics (d)
Tel. 0257506571 - Fax 0257516478
www.mouser.com - italy@mouser.com
MSC (d)
Tel. 039630891 - Fax +039 03963089220
www.msc-ge.com - italy@msc-ge.com
MURATA (p)
Tel. 02959681 - Fax 0295968353
www.murata.eu - info@murata.it
NECTO GROUP (d)
Tel. 0498791001 - Fax 0498791002
www.nectogroup.com - info@nectogroup.com
NXP SEMICONDUCTORS (p)
Tel. 0392168649 - Fax 0392168682
www.nxp.com
ON SEMICONDUCTOR (p)
Tel. 029239311 - Fax 0292393131
www.onsemi.com - a.beltracchini@onsemi.com
PIETROBELLI ELETTRONICA (d)
Tel. 049760015 - Fax 049760016
www.pietrobellielettronica.com - info@pietrobellielettronica.com
PIHER INTERNATIONAL (d)
Tel. 024404779 - Fax 024405531
www.piher-italia.it - piher@piher-italy.com
POWER POINT (d)
Tel. 036274921 - Fax 036274650
www.powerpointitalia.it - info@powerpointitalia.it
PWM SEMICONDUCTORS (d)
Tel. 069072508 - Fax 069072508
www.pwmsemiconductors.com - info@pwmsemiconductors.com
RADIO KALIKA (d)
Tel. 040362765 - Fax 040362806
www.rk-elettronica.it - info@rk-elettronica.it
RAMOS (d)
Tel. 0815609081 - Fax 0815609416
www.ramos.it - mmoscati@iol.it
RENESAS Electronics (p)
Tel. 0266754.1 - Fax 02667454299
www.renesas.com - vincenzo.aleni@renesas.com
RS COMPONENTS (d)
Tel. 02660581 - Fax 0266058071
rswww.it - ordini@rs-components.com
RUTRONIK (d)
Tel. 02409511 - Fax 0240951224
www.rutronik.com - italia_mi@rutronik.com
SGE-SYSCOM (d)
Tel. 02617901 - Fax 02611199
www.sge-syscom.com - info@sge-syscom.com
SHARP ELECTRONICS (p)
Tel. 0396899946 - Fax 0396899948
www.sharpsme.com - Alberto.Quaglia@sharp.eu
SILICA (d)
Tel. 02660921 - Fax 0266092333
www.silica.com - silica.milano@avnet.com
SIRI ELETTRONICA (d)
Tel. 0498840161 - Fax 0498842635
www.siri-el.com - info@siri-el.com
SOTEC ENGINEERING SRL (d)
Tel. 0114530129r.a. - Fax 0114532645
www.soteceng.com - info@soteceng.com
SPECIAL-IND (d)
Tel. 026074741 - Fax 0266800493
www.specialind.it - specialind@specialind.it
STARDAY (d)
Tel. 0513175111 - Fax 039 051725410
www.stardaysrl.it - info@stardaysrl.it
SYSMA (d)
Tel. 0119063140 - Fax 0119003643
www.sysmasrl.it - info@sysmasrl.it
TD ELEKTRONICS (d)
Tel. 0438943211 - Fax 0438943222
www.tdelektronics.com - info@tdelektronics.com
TECNIKA DUE (MI) (d)
Tel. 029595931 - Fax 0295959330
www.tecnikadue.it - info@tecnikadue.it
TELEINDUSTRIALE (d)
Tel. 045508888 - Fax 045508859
www.teleindustriale.it - info@teleindustriale.it
TOSHIBA ELECTRONICS (p)
Tel. 03968701 - Fax 0396870205
www.toshiba-components.com
TOTEM ELECTRO (d)
Tel. 022885111 - Fax 0228851150
www.totemelectro.com - totem@totemelectro.com
TT ELECTRONICS (p)
Tel. 026888951 - Fax 026896995
www.ttelectronics.it - info@ttelectronics.it
TTI (d)
Tel. 02822521 - Fax 0282252233
www.ttieurope.com - sales.milan@it.ttiinc.com
VECTOR ELECTRONIC (d)
Tel. 0200620401 - Fax 029183503
www.vector.it - vector@vector.it
VELCO (d)
Tel. 0444922922 - Fax 0444922338
www.velco-electronic.com - info@velco-electronic.com
VEMATRON (d)
Tel. 0331504064 - Fax 0331505380
www.vematron.it - info@vematron.it
VISHAY (p)
Tel. 02998241 - Fax 0299824232
www.vishay.com
WELT ELECTRONIC (d)
Tel. 055302631 - Fax 055310400
www.weltelectronic.it - info@weltelectronic.it
A
n
a
g
r
a

c
a

>

R
F

&

W
i
r
e
l
e
s
s
Anagraca
Lelenco riporta le aziende (produttori e distributori) che forniscono componenti
RF & Wireless. Lelenco ordinato alfabeticamente
RF & Wireless
Legenda: (p) = Produttore - (d) = Distributore
Tecnologie_febb.indd 90 06/02/12 18.18
X

V
i
s
t
o

7

F
e
b