Sei sulla pagina 1di 45

SPESOMETRO COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA

versione 2011H1 Gest 55.2a

Manuale Spesometro

PREMESSA
In riferimento a quanto riportato nella documentazione delle precedenti versioni, in cui stata fatta precisa menzione alla necessit di ulteriori chiarimenti da parte dellAgenzia delle Entrate su alcuni aspetti della comunicazione, constatiamo che al momento del rilascio di questa versione tali chiarimenti non sono ancora stati forniti. Qualora lAgenzia dellEntrate emani nuove circolari e/o documenti di approfondimento al riguardo, sar nostra premura portarle a vostra conoscenza. Ad oggi, tramite le nostre associazioni di categoria, esiste un canale di comunicazione con lAgenzia delle Entrate attraverso il quale siamo in attesa di alcune risposte riguardanti diversi quesiti ancora in sospeso. Di seguito le situazioni ancora in sospeso verranno evidenziate con la dicitura *argomento in sospeso con lAgenzia delle Entrate*. Ci premesso, riportiamo di seguito la documentazione completa riguardante la gestione dello SPESOMETRO: partendo dalla predisposizione dei parametri e dalle modalit di registrazione delle operazioni contabili fino ad arrivare alla generazione del file telematico da trasmettere allAgenzia.

CARATTERISTICHE GENERALI
NOTA BENE: nella successiva trattazione ogni qualvolta si faccia riferimento a 3.000 euro come limite di comunicazione si deve intendere il limite di comunicazione previsto per lanno di riferimento (ad esempio per il 2010 il limite di 25.000 euro) e per la tipologia delle operazioni (per gli scontrini/ricevute fiscali a partire dal 01/07/2011 il limite previsto di 3.600 euro).

Di seguito si riportano le caratteristiche generali dello spesometro attraverso una sintesi dei principali contenuti della relativa normativa. Le scadenze di comunicazione, i limiti degli importi ed i soggetti esonerati sono i seguenti: Entro il 31 DICEMBRE 2011 (la scadenza originaria era prevista per il 31/10/2011), le operazioni di importo pari o superiore a 25mila euro, al netto dellIva, rese e ricevute nel periodo dimposta 2010 (solare), per le quali previsto lobbligo di emettere fattura. Entro il 30 APRILE 2012, le operazioni di importo pari o superiore a 3mila euro, al netto dellIva, rese e ricevute nel periodo dimposta 2011 (solare), per le quali previsto lobbligo di emettere fattura. Entro il 30 APRILE 2012, le operazioni di importo pari o superiore a 3.600 euro, al lordo dellIva, per le quali non previsto lobbligo di emettere fattura (Scontrini CO e Ricevute Fiscali RI), con riferimento soltanto a quelle dal 1 luglio 2011 fino al 31 Dicembre 2011.

Sono esonerati dalla trasmissione i contribuenti minimi

PREMESSA 1

Manuale Spesometro Dalla comunicazione vanno ESCLUSE le seguenti operazioni: Importazioni (Bolle Doganali partita iva IT99999999990). Operazioni con cli/for Black List (codice iso del Paese se marcato come tale) Operazioni effettuate e ricevute in ambito comunitario (acquisite con modello INTRA) Operazioni che sotto il profilo territoriale non risultano rilevanti in Italia (codici di esenzione iva specifici) Esportazioni ex art.8 c.1, let.a) e b) DPR n.633/72. Operazioni gi comunicate art.7 DPR 605 1973; ad esempio: fornitura di energia elettrica, servizi di telefonia, contratti di assicurazione. Operazioni effettuate nei confronti di soggetti privati se il pagamento avviene con carte di credito, bancomat o prepagate emesse da operatori finanziari residenti in Italia o con stabile organizzazione in Italia. Se emessi da operatori finanziari non residenti e senza stabile organizzazione in Italia sussiste lobbligo di comunicazione. Passaggi interni di beni tra rami di azienda documentati con fattura.

Le operazioni che rientrano tra quelle da comunicare vanno elencate singolarmente in funzione della data di registrazione (o della data documento qualora non sussista lobbligo di annotazione). La comunicazione si basa sui dati riportati sui REGISTRI IVA Acquisti, Vendite e Corrispettivi. Oltre a tali dati si devono comunicare anche alcune informazioni relative ai clienti/fornitori che sono memorizzate nelle rispettive schede anagrafiche. Sono richiesti dati diversi in funzione dei differenti soggetti come sotto riportato:
Per i SOGGETTI TITOLARI di PARTITA IVA viene richiesta: Per i SOGGETTI NON TITOLARI di PARTITA IVA viene richiesto

Per i SOGGETTI NON RESIDENTI viene richiesto Persone Fisiche Cognome Nome Data di nascita Comune o Stato estero di nascita Provincia di nascita (se stato estero EE) Stato estero del domicilio fiscale (Codice stato da tabella Mod. Unico) Persone Giuridiche Denominazione, Ditta o Ragione Sociale Citt estera della sede legale Stato estero della sede legale Indirizzo estero della sede legale
(*) Le due sezioni s sopra specificate sono normalmente alternative ad esclusione dei casi di societ, associazioni e altre organizzazioni senza personalit giuridica. In tali casi devono essere indicati anche i dati anagrafici di una delle persone che ne hanno la rappresentanza.

PARTITA IVA

CODICE FISCALE

Il presente paragrafo stato predisposto per agevolare lutente nella consultazione sintetica dei punti principali previsti per lo spesometro, ma NON da considerarsi sostitutivo alla normativa di riferimento. E compito dellutente consultare e conoscere tale normativa al fine di una corretta predisposizione della comunicazione. RIFERIMENTI NORMATIVI: Provvedimento Agenzia delle Entrate prot. n. 2010/184182 Legge n.122/2010 Provvedimento Agenzia delle Entrate prot. n. 2011/59327 Circolare Agenzia delle Entrate n.24/2011 Provvedimento Agenzia delle Entrate prot. n. 2011/92846 Provvedimento Agenzia delle Entrate prot. n. 2011/133642 (14 aprile 2011) (30 maggio 2011) (21 giugno 2011) (16 settembre 2011) (22 Dicembre 2010)

CHIARIMENTI AGENZIA DELLE ENTRATE: Operazioni Iva sopra i 3mila euro. LAgenzia risponde ai quesiti (comunicato e risposte) - pdf (24/10/11) (disponibile sul sito dellAgenzia delle Entrate nella sezione ARCHIVIO NOVITA 2011)

2 CARATTERISTICHE GENERALI

Manuale Spesometro

COSA DEVE ESSERE COMUNICATO


Tutti i documenti che da soli, senza aggregazioni con altri documenti, raggiungono il limite di comunicazione. Tutti i documenti che unitamente ad eventuali note di variazione in aumento o in diminuzione raggiungono la soglia di comunicazione (sommatoria del documento origine con tutte le sue note di variazione emesse e/o ricevute nellanno solare). Tutte le note di variazione riferite a documenti e/o operazioni di anni precedenti. Tali documenti vanno inviati sia nel caso che il documento sia stato trasmesso sia che il documento origine non sia stato trasmesso. In questo secondo caso sar comunicata la sola nota di variazione (per lanno 2010 non prevista la trasmissione di note di variazione in quanto riferite allanno 2009 per cui non era in vigore la comunicazione). Tutti i documenti che fanno parte di operazioni complesse il cui ammontare totale supera la soglia di comunicazione (contratti collegati e/o a corrispettivi periodici). Il superamento del limite valido sia che avvenga nel singolo anno solare della comunicazione che in anni diversi. Per la comunicazione, le operazioni facenti parte di uno stesso contratto vanno totalizzate e come riferimenti si devono utilizzare quelli dellultimo documento/operazione. Qualora nellanno solare esistano dei documenti il cui totale complessivo sia inferiore al limite di comunicazione, ma lammontare complessivo della fornitura superi tale soglia, i documenti vanno comunicati anche se al di sotto del limite di comunicazione.

SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO


Rispetto alle versioni precedenti loperativit per linserimento delle operazioni di primanota e/o dei movimenti di magazzino resta sostanzialmente invariata. Lutente NON deve modificare il suo modo abituale di registrare/emettere i documenti, ma la funzione di elaborazione dello spesometro che provvede ad includere le varie operazioni in funzione del limite importo e delle altre caratteristiche specifiche per la comunicazione. Le uniche operazioni che devono essere gestite manualmente dallutente riguardano le operazioni legate ai casi particolari per le quali sono stati introdotti (sia in primanota che in magazzino) apposite finestre e campi che consentono di includere o escludere forzatamente tali documenti nella comunicazione dello spesometro. Le particolarit da gestire manualmente sono le seguenti: FATTURE e NOTE DI CREDITO (qualsiasi tipo sia di Acquisto che di Vendita) Esclusioni per casi particolari. Operazioni da inviare forzatamente anche se inferiori al limite di comunicazione. Operazioni da inviare cumulativamente (contratti). Note di variazione (sia in aumento che in diminuzione).

CORRISPETTIVI Scontrini e Ricevute fiscali (causali CO-RI). Gli scontrini e le ricevute fiscali da trasmettere sono considerati casi particolari. I corrispettivi che devono essere trasmessi DEVONO essere registrati in primanota DISTINTAMENTE inserendo anche il CODICE FISCALE del cliente oppure, per i soggetti non residenti, inserendo il relativo CONTO CONTABILE (dati specifici presenti nelle videate Dati spesometro). Con il termine distintamente si intende lutilizzo di castelletti iva specifici (e quindi di righe contabili specifiche) in cui attribuire il codice fiscale/partita iva o il codice conto. Per fare questo si pu optare per tante registrazioni corrispettivi distinte, oppure per ununica registrazione in cui inserire pi contropartite in funzione dei corrispettivi da comunicare, pi la contropartita generica riferita allammontare complessivo dei corrispettivi giornalieri da non comunicare. Per i soggetti NON RESIDENTI occorre codificare obbligatoriamente i clienti/fornitori nella rubrica del piano dei conti in quanto la trasmissione richiede una serie di dati anagrafici che sono da inserire nella relativa anagrafica conto (Dati spesometro). Per i corrispettivi che NON sono da comunicare le registrazioni di primanota vanno eseguite come in precedenza, anche con uniche registrazione giornaliere. COSA DEVE ESSERE COMUNICATO 3

Manuale Spesometro Nel caso che i corrispettivi siano gi stati inseriti in primanota con ununica registrazione totalizzando sia i dati da trasmettere che non, si deve scomporre la registrazione come sopradescritto. Si ricorda che la trasmissione dei corrispettivi a partire dal 1^ Luglio 2011 per importi uguali/superiori a 3600 Euro iva compresa. Per quanto inerente i corrispettivi emessi dalle funzioni di Magazzino si pu lavorare come nelle versioni precedenti per poi gestire le particolarit dalla primanota OPPURE, impostando un nuovo parametro corrispettivi aziendale per gestire la contabilizzazione automatica dei singoli corrispettivi che devono essere trasmessi (quelli che non si devono trasmettere verranno contabilizzati normalmente raggruppati per singolo giorno con la solita funzione Contabilizza Corrispettivi).

PARAMETRI TABELLE ANAGRAFICA CLI/FOR


ANAGRAFICA AZIENDA DATI AZIENDALI - PARAMETRI CORRISPETTIVI
Solo per le aziende che gestiscono il magazzino (aziende con livello di gestione 1F, 2 o 3), nei parametri corrispettivi presente il parametro: SPESOMETRO: Contabilizzazione immediata CO-RI (S/N) Se impostato a S vengono attivati degli automatismi specifici dalle funzioni di emissione documenti del magazzino che contabilizzano immediatamente i documenti CO RI. Tale contabilizzazione avviene solo se il totale documento raggiunge il limite importo da comunicare (3600 Euro) oppure se viene memorizzato sul corrispettivo un codice contratto. Se viene impostato a S viene forzatamente impostato a S anche il parametro Contabilizzazione immediata FC. Se il nuovo parametro viene impostato a N (valore predefinito) il programma funzioner come nelle versioni precedenti ed i corrispettivi non verranno mai contabilizzati immediatamente dalla funzione di emissione/revisione documenti.

CONTABILITA TABELLE PAGAMENTI


Allinterno dei parametri previsti per i pagamenti presente il seguente campo: TOT.DOC.PAGATO ELETTRONICAM. CON OPERATORI ITALIANI (S/N) Questo campo pu essere impostato a S solo per i pagamenti di tipo C (contanti) con UNA SOLA RATA. Impostando a S questo parametro verr visualizzato un apposito messaggio per segnalare che tutte le rate del pagamento verranno azzerate e sostituite con una unica rata di tipo Contanti, inoltre il campo Pag tot. documento sar automaticamente impostato a S. Si ricorda che se si effettuano operazioni nei confronti di soggetti privati ed il pagamento di tali operazioni avviene con carte di credito, bancomat o prepagate emesse da operatori finanziari residenti in Italia o con stabile organizzazione in Italia, NON sussiste lobbligo di comunicazione ai fini dello spesometro. Se gli strumenti di pagamento elettronico sono emessi da operatori finanziari non residenti e senza stabile organizzazione in Italia sussiste lobbligo di comunicazione. Questo campo viene utilizzato sia in primanota che dalle funzioni di magazzino di emissione documenti quando si inseriscono o vengono emesse nuove fatture a soggetti privati. In particolare, se la fattura viene pagata con un codice pagamento avente questo nuovo campo impostato a S, questa viene marcata in modo da essere ESCLUSA dalla trasmissione telematica anche se di importo pari/superiore al limite di soglia (questa marcatura un campo delle nuove videate riservate allo spesometro). Inoltre viene utilizzato anche dalla funzione di magazzino emissione/revisione documenti per discriminare la contabilizzazione immediata o meno di eventuali CO RI che superano il limite importo di comunicazione. In particolare se nei Parametri Corrispettivi il campo SPESOMETRO: Contabilizzazione immediata CO RI impostato a S, quando si emettono nuovi scontrini o ricevute fiscali e questi vengono pagati con un codice pagamento avente questo nuovo campo impostato a S, anche se limporto raggiunge il limite di soglia di 3600 euro (soglia che determina la contabilizzazione immediata), le operazioni NON vengono contabilizzate immediatamente, ma verranno contabilizzate cumulativamente insieme agli atri corrispettivi giornalieri dalla funzione contabilizza corrispettivi.

4 SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO

Manuale Spesometro

CONTABILITA TABELLE ARCHIVIO CONTRATTI SPESOMETRO


Come gi accennato nella documentazione della precedente versione contenente lo spesometro, in questa tabella (aziendale) si devono codificare SOLO i contratti le cui operazioni vanno comunicate cumulativamente nellanno solare di riferimento. I contratti di cui si devono considerare le singole operazioni (ad esempio le compravendite) NON devono essere codificati in questa tabella (sono operazioni normali che verranno comunicate SOLO se la singola operazione risulter pari/superiore al limite di soglia). I contratti le cui operazioni vanno trasmesse cumulativamente, possono essere classificati fondamentalmente in due categorie: 1. Contratti a CORRISPETTIVI PERIODICI. Sono le operazioni riferite a contratti di appalto, fornitura, somministrazione, nonch quelli da cui derivano corrispettivi periodici come contratti di locazione, noleggio, concessione, etc. Per questa tipologia di contratti, caratterizzati dalla continuit della prestazione, la comunicazione obbligatoria solo se i corrispettivi dovuti nellintero anno solare sono dimporto complessivo non inferiore a 3.000 euro. Contratti COLLEGATI per i quali, ai fini della comunicazione delloperazione, va considerato lammontare complessivo dei corrispettivi previsti per tutti i contratti (anche contratti collegati su pi anni e/o operazioni effettuate in anni diversi). Se lammontare complessivo di tutti i contratti collegati supera la soglia di comunicazione, linsieme delle operazioni rese e ricevute nell'anno di riferimento deve essere comunicato anche se l'importo complessivo delle stesse inferiore al limite (si pensi, ad esempio alla cessione di tanti singoli beni al fine della costruzione di un singolo impianto).

2.

In relazione a quanto sopra esposto risulta evidente che il contratto un codice attraverso il quale avviene laggregazione dei documenti in modo da poter eseguire le successive valutazione ai fini della trasmissione. In particolare si evidenzia limportanza del campo TIPO (descritto di seguito): Entrando nella funzione viene visualizzata la seguente videata:

CODICE Codice contratto da inserire e o ricercare. Il codice contratto un campo alfanumerico lungo 8 caratteri. Se si digita un codice esistente viene richiamata lanagrafica del contratto selezionato, se si digita un codice non presente in archivio e si conferma tramite INVIO, la procedura apre la finestra per linserimento di un nuovo contratto. Una volta inserito un nuovo contratto il relativo codice non pi modificabile, I contratti presenti in archivio non sono cancellabili, ma si possono annullare logicamente in modo da non comparire nelle ricerche. Si possono fare ricerche per: Codice contratto (Tasto F2), Conto cli/for (F3) e Descrizione del contratto (F4). Una volta inserito il dato, premendo il relativo tasto di ricerca, verranno visualizzati i contratti presenti in archivio a partire dal valore immesso o da quello immediatamente successivo se non presente (se non si inserisce alcun dato la visualizzazione partir dallinizio dellarchivio nellordine prescelto). Anteponendo i caratteri + (Pi) (Meno) ed (Apice) al dato da ricercare e premendo il tasto INVIO verranno visualizzati solo i contratti che iniziano per il valore immesso (se esiste un solo codice verr automaticamente selezionato). Con questi caratteri si comanda la ricerca per Codice Contratto (+), Conto cli/for (-) e Descrizione del contratto (). Si fa notare che se si esegue una ricerca solo per segno (meno) e poi si preme INVIO vengono visualizzati solo i contratti che non sono stati abbinati a clienti/fornitori cio senza codici conto cli/for.

SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO 5

Manuale Spesometro La videata di immissione/revisione dei contratti la seguente:

DESCRIZIONE Descrizione del contratto che si sta inserendo/revisionando. TIPO Tipologia del contratto corrente. Vengono accettati i seguenti caratteri: P = contratti di appalto, somministrazione e/o a corrispettivi PERIODICI. C = contratti COLLEGATI (Modalit di trasmissione Importo Frazionato). Questo campo viene riportato automaticamente sulle operazioni di primanota ogni volta che allinterno della stessa viene inserito un codice contratto (il tipo di contratto che fa testo ai fini dellelaborazione quello memorizzato in primanota, che normalmente coincide con quello di questo archivio). Il tipo di contratto determina un diverso trattamento dello stesso durante lelaborazione della primanota nella predisposizione dei dati da trasmettere: per i contratti di tipo P (corrispettivi periodici) lelaborazione esegue la totalizzazione di tutte le operazioni aventi stesso contratto di uno stesso Cli/For e SOLO se limporto complessivo raggiunge i 3.000 euro loperazione viene inclusa nella comunicazione (normalmente a fronte di contratti esistono pi operazioni, in questo caso viene comunicato lammontare complessivo del contratto con i riferimenti dellultima operazione effettuata). I contratti corrispettivi periodici vengono trasmessi con il campo Modalit di pagamento impostato a 3 = corrispettivi periodici (il campo modalit di pagamento un campo previsto dal tracciato record della comunicazione). per i contratti di tipo C (contratti collegati) lelaborazione esegue la totalizzazione di tutte le operazioni aventi stesso contratto di uno stesso Cli/For, ma in questo caso loperazione viene SEMPRE inclusa nella comunicazione anche se la sommatoria degli importi dellanno di riferimento NON supera i 3.000 euro (normalmente a fronte di contratti esistono pi operazioni, in questo caso viene comunicato lammontare complessivo del contratto con i riferimenti dellultima operazione effettuata). In pratica una qualsiasi operazione contenente un contratto collegato viene sempre trasmessa indipendentemente dalimporto (eventualmente totalizzata con le altre operazioni aventi stesso contratto allinterno dello stesso anno solare di riferimento). I contratti collegati vengono trasmessi con il campo Modalit di pagamento impostato a 2 = Importo frazionato (il campo modalit di pagamento un campo previsto dal tracciato record della comunicazione).

DATA TERMINE Data di scadenza del contratto. Questo data non obbligatoria ed ha una valenza esclusivamente statistica (non ha alcuna influenza sullelaborazione della primanota). CODICE CONTO Codice del conto del cliente/fornitore a cui fa riferimento il contratto (il dato non obbligatorio, ma risulta particolarmente utile per limitare la ricerca dei codici contratto di un solo soggetto cli/for). NOTE Campo facoltativo in cui si possono specificare ulteriori note e/o informazioni inerenti al contratto.

CONTABILITA ANAGRAFICA CLIENTI/FORNITORI


Nellanagrafica clienti/fornitori per la gestione dello spesometro sono presenti i seguenti dati: ESCLUDI SPESOMETRO Se il campo viene impostato a S tutte le fatture del cliente/fornitore in fase di elaborazione della primanota saranno escluse dalla trasmissione. Il valore predefinito dal programma N, cura dellutente modificarlo alloccorrenza (ad esempio le operazioni gi comunicate in base allart.7 DPR 605 1973 come la fornitura di energia elettrica, servizi di telefonia, contratti di assicurazione).

6 SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO

Manuale Spesometro SOLO per i clienti/fornitori con NAZIONALIT imposto a I (ovvero i cli/for considerati residenti) che hanno il campo PRIVATO impostato a N, dopo il campo CODICE FISCALE richiesto il campo SENZA P.IVA (S/N): N(N il valore predefinito). Questo campo, in fase di elaborazione, serve per identificare quei soggetti non privati che non sono in possesso di partita iva, ma solo di un codice fiscale numerico. Se si imposta a S il campo PARTITA IVA viene azzerato forzatamente e non imputabile e ed il cli/for sar trattato dallelaborazione come un soggetto RESIDENTE NON TITOLARE di P.IVA. I cli/for per cui si deve impostare a S questo campo sono i soggetti diversi da persone fisiche non obbligati alla dichiarazione di inizio attivit (condomini, enti, associazioni, fondazioni, parrocchie etc.), che non esercitano un'attivit rilevante ai fini dell'iva. Il codice fiscale di questi soggetti formato da 11 caratteri numerici con le stesse caratteristiche della partita iva. SOLO per i clienti/fornitori in cui il campo NAZIONALIT impostato con un valore diverso da I (Italia) mediante il bottone SH+F11 Stato Anagr./Altro, selezionando la voce DATI SPESOMETRO, possibile inserire i dati anagrafici che sono richiesti per comunicare le operazioni effettuate con i SOGGETTI NON RESIDENTI. In funzione del fatto che il soggetto sia una PERSONA FISICA o meno. la finestra si modifica richiedendo i dati specifici di ciascun soggetto. In particolare: PERSONA FISICA = S

In questa finestra sono richiesti i dati richiesti obbligatoriamente qualora si comunichi unoperazione effettuata con un soggetto non residente PERSONA FISICA. I dati sono i seguenti: DATA DI NASCITA DEL SOGGETTO COMUNE O STATO ESTERO DI NASCITA PROVINCIA DI NASCITA (se estero inserire la sigla EE) CODICE STATO ESTERO (stesso valore del campo PAESE presente sulla videata principale).

Quando si inserisce un nuovo cliente/fornitore la finestra sopra descritta viene aperta automaticamente alluscita del campo Persona Fisica. PERSONA FISICA = N

Questa finestra deve essere compilata solo per i soggetti NON residenti qualora siano SOCIETA, ASSOCIAZIONI o ALTRE ORGANIZZAZIONI senza personalit giuridica. In tali casi devono essere indicati anche gli estremi anagrafici di una delle persone che ne hanno la rappresentanza. I dati richiesti sono i seguenti:

SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO 7

Manuale Spesometro PERSONA RAPPRESENTANTE DELLA SOCIET COGNOME NOME DATA DI NASCITA DEL SOGGETTO COMUNE O STATO ESTERO DI NASCITA PROVINCIA DI NASCITA (se estero inserire la sigla EE) CODICE STATO ESTERO (stesso valore del campo PAESE presente sulla videata principale).

In caso di societ, associazioni o altre organizzazioni indipendentemente dal fatto che abbiano o meno personalit giuridica, oltre agli eventuali dati della finestra sopra descritta, allatto dellelaborazione della primanota vengono prelevate come informazioni del soggetto i seguenti campi dellanagrafica principale del cli/for: Campo di anagrafica Cli/For RAGIONE SOCIALE INDIRIZZO LOCALITA PAESE Corrispondente campo tracciato record ministeriale Denominazione, Ditta o ragione sociale Indirizzo estero della sede legale Citt estera della sede legale Stato estero della sede legale

Se nella finestra Recapito Posta / Sede Amministrativa - Legale (bottone F3) si imposta il campo TIPOLOGIA RECAPITO (P/A/L) con il valore L (sede Legale), questo campo diventa determinate durante lelaborazione dello spesometro per la compilazione dei dati anagrafici. In tali casi infatti, per i soggetti NON RESIDENTI PERSONE GIURIDICHE (societ), per i quali viene richiesta la sede legale, i dati sono prelevati dalla finestra Recapito Posta - Sede Amministrativa Legale invece che dalla videata principale. Lindirizzo della sede legale da inserire solo se diverso da quello fiscale (videata principale).

8 SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO

Manuale Spesometro

IMMISSIONE PRIMANOTA / REVISIONE PRIMANOTA


Per gestire le PARTICOLARIT dello spesometro nelle funzioni di primanota sono attive delle specifiche finestre contenenti appositi campi.

FATTURE E NOTE DI CREDITO (CAUSALI CONTABILI FE FR FS NE NR NS)


Quando si registra una fattura o una nota di credito (sia emessa che ricevuta) sono attive nella primanota due diverse finestre: 1. Finestra SPESOMETRO relativa allINTERO DOCUMENTO. Questa finestra si attiva con il tasto SH+F7 (Segnal. Spesometro) dai campi IMPORTO e SEGNO CONTABILE (D/A) delloperazione. Questi dati sono validi per tutto il documento (equivalente a dati di TESTATA anche se la finestra si apre sulle righe).

2.

Finestra SPESOMETRO allinterno di ogni CASTELLETTO IVA. Questa finestra si attiva con il tasto SH+F7 (Spesometro) direttamente dallinterno dei castelletti iva (dati di RIGA).

Entrambe le finestre NON vengono attivate sui Cli/For BlackList (sigla Paese) e Bolle Doganali (P.Iva 99999999990) in quanto esclusi dalla trasmissione. DATI dellINTERA OPERAZIONE (dati di TESTATA)

ESCLUDI DOCUM. PER PAGAMENTO ELETTRONICO CON OPER. ITALIANO/ALTRO (S/N) Questo campo va impostato a S se il documento viene TOTALMENTE pagato in forma elettronica da soggetti privati (Carte di Credito, Prepagate e Bancomat come precedentemente descritto), OPPURE per un qualsiasi altro motivo per cui il documento debba essere totalmente escluso dalla trasmissione anche se di importo pari/superiori alla soglia (es. documenti gi trasmessi telematicamente). Sia da immissione primanota che da emissione revisione documenti/emissione differita documenti quando si inseriscono o vengono emesse nuove fatture questo campo viene impostato a S se il codice pagamento con cui si paga la fattura ha impostato a S il campo Tot. Doc. Pagato Elettronicam. con operatori italiani (nella relativa tabella pagamenti) ed il Cli/For un Privato (relativo campo di anagrafica impostato a S). NOTA BENE: se questo campo viene impostato a S, viene disattivato il tasto Spesometro (SH+F7) sui castelletti iva in quanto tutta loperazione sar esclusa dalla funzione di elaborazione.

SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO 9

Manuale Spesometro FORZA COMUNICAZIONE SE DOCUMENTO INFERIORE AL LIMITE ( /F/P) - Questo campo consente di forzare sempre la trasmissione delloperazione contabile indipendentemente dallimporto della stessa. Sono accettati i seguenti caratteri: = (Spazio, campo vuoto). Se il campo viene lasciato vuoto (valore predefinito) il documento non viene trasmesso forzatamente, ma viene elaborato e trasmesso solo in funzione del raggiungimento del limite di comunicazione. NON FRAZIONATO (Importo non frazionato). Loperazione viene trasmessa forzatamente con il campo Modalit di pagamento impostato a 1 = Importo non frazionato indipendentemente dal raggiungimento o meno de limite di comunicazione (il campo Modalit di pagamento un campo previsto dal tracciato record della comunicazione). FRAZIONATO (Importo frazionato). Loperazione viene trasmessa forzatamente con il campo Modalit di pagamento impostato a 2 = Importo frazionato indipendentemente dal raggiungimento o meno de limite di comunicazione (il campo Modalit di pagamento un campo previsto dal tracciato record della comunicazione). CORRISPETTIVI PERIODICI. Loperazione viene trasmessa forzatamente con il campo Modalit di pagamento impostato a 3 = Corrispettivi periodici indipendentemente dal raggiungimento o meno del limite di comunicazione (il campo Modalit di pagamento un campo previsto dal tracciato record della comunicazione).

N =

F =

P =

NOTA BENE: Se il campo viene valorizzato con F o con P nella finestra Spesometro che si apre sui CASTELLETTI IVA viene richiesto SOLO il campo che consente lesclusione del castelletto stesso e non sar possibile impostare gli altri campi. Le operazioni contabili trasmesse forzatamente attraverso questo campo vengono comunque comunicate al netto degli eventuali castelletti esclusi dalla comunicazione.

DATI dei SINGOLI CASTELLETTI IVA (dati di RIGA)

NOTA DI VARIAZIONE RIFER.N.DOC: / DEL Se il documento che si sta registrando una nota di variazione (di accredito o di addebito) di un precedente documento si devono inserire il numero e la data della fattura origine a cui fa riferimento la nota di variazione. Il campo DEL non accetta date inferiori al 01/01/2010 e superiori al 31/12/AAAA (con AAAA si intende lanno della data di registrazione). ATTENZIONE: se si inseriscono dei riferimenti ad un documento origine emesso nellanno corrente, durante lelaborazione il castelletto iva della nota di variazione viene totalizzato al documento origine in modo che questo sia eventualmente trasmesso al netto delle note di variazione stesse. Se si inseriscono dei riferimenti ad un documento origine emesso in un anno PRECEDENTE a quello di riferimento, la nota di variazione viene SEMPRE COMUNICATA come singolo documento (non accorpato al documento origine registrato in anni precedenti) nellapposita sezione prevista dai tracciati record della comunicazione.

10 SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO

Manuale Spesometro OPERAZIONE RIFERITA AD UN CONTRATTO (S/N) Questo campo serve per poter inserire un codice contratto nel castelletto iva corrente al fine di ottenere una eventuale aggregazione con ulteriori documenti. Il valore predefinito di questo campo e N, ma se viene impostato a S la videata si modifica come segue e vengono richiesti anche ulteriori campi:

CODICE CONTRATTO Questo campo condizionato dal parametro precedente Operazione riferita ad un contratto. Se impostato a S il campo diventa accessibile altrimenti il campo non viene nemmeno visualizzato. Sul campo possibile ricercare i contratti presenti nella relativa tabella oppure codificarne dei nuovi (dopo aver inserito il codice del nuovo contratto premere il tasto SH+F4). Se si digita manualmente un codice contratto non esistente nel relativo archivio viene visualizzato il seguente messaggio:

Con il pulsante Codifica (tasto SH+F4) viene aperta la finestra per lautocodifica del contratto immesso, mentre se si preme il pulsante Prosegui (tasto Invio) la procedura prosegue posizionandosi sul campo successivo. In sostanza NON OBBLIGATORIO che il codice contratto sia memorizzato nel relativo archivio. Se il campo codice contratto viene valorizzato (indipendentemente dal fatto che il codice esista o meno nel relativo archivio) si deve impostare obbligatoriamente anche il campo successivo: TIPO CONTRATTO Campo in specificare la tipologia del contratto indicato nel campo precedente. Vengono accettati i seguenti caratteri: P = contratti di appalto, somministrazione e/o a corrispettivi PERIODICI. C = contratti COLLEGATI (Modalit di trasmissione Importo Frazionato). Se il codice contratto specificato nel campo precedente presente nel relativo archivio, questo campo viene impostato automaticamente. Se il codice NON esiste in archivio il dato deve essere inserito manualmente dallutente in quanto determinante nellelaborazione della primanota per linclusione o meno dei diversi contratti nella comunicazione. Il tipo di contratto determina un diverso trattamento delle operazioni ad esso riferite quando si esegue lelaborazione della primanota: per i contratti di tipo P (corrispettivi periodici) lelaborazione esegue la totalizzazione di tutte le operazioni aventi stesso contratto di uno stesso Cli/For e SOLO se limporto complessivo supera i 3.000 euro loperazione viene inclusa nella comunicazione (normalmente a fronte di contratti esistono pi operazioni, in questo caso viene comunicato lammontare complessivo del contratto con i riferimenti dellultima operazione effettuata). I contratti corrispettivi periodici vengono trasmessi con il campo Modalit di pagamento impostato a 3 = corrispettivi periodici (il campo modalit di pagamento un campo previsto dal tracciato record della comunicazione). per i contratti di tipo C (contratti collegati) lelaborazione esegue la totalizzazione di tutte le operazioni aventi stesso contratto di uno stesso Cli/For, ma in questo caso loperazione viene SEMPRE inclusa nella comunicazione anche se la sommatoria degli importi dellanno di riferimento NON supera i 3.000 euro (normalmente a fronte di contratti esistono pi operazioni, in questo caso viene comunicato lammontare complessivo del contratto con i riferimenti dellultima operazione effettuata). In pratica una qualsiasi operazione contenente un contratto collegato viene sempre trasmessa indipendentemente dalimporto (eventualmente totalizzata con le altre operazioni aventi stesso contratto allinterno dello stesso anno solare di riferimento). I contratti collegati vengono trasmessi con il campo Modalit di pagamento impostato a 2 = Importo frazionato (il campo modalit di pagamento un campo previsto dal tracciato record della comunicazione).

ESCLUDI CASTELLETTO DALLA COMUNICAZIONE (S/N) Se impostato a S il castelletto corrente viene sempre escluso dalla funzione di elaborazione che predispone la base dati per la trasmissione.

SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO 11

Manuale Spesometro

FATTURE CORRISPETTIVI (Causale contabile RF, mentre da Magazzino documento FC)


Le fatture corrispettivo seguono la stessa logica delle normali fatture. Vanno comunicate le operazioni uguali/superiori al limite di soglia al netto dellimposta. Nella registrazione contabile il codice del cliente deve essere inserito sulla prima riga delloperazione come per le normali fatture. Dalle funzioni di magazzino emissione revisione documenti / emissione differita documenti le fatture corrispettivo devono essere contabilizzate SINGOLARMENTE in quanto se si eseguisse la funzione di contabilizzazione giornaliera dei corrispettivi le registrazioni di primanota raggrupperebbero tutte le fatture del giorno senza alcun riferimento ai codici clienti. Quindi chi esegue la funzione di contabilizzazione giornaliera dei corrispettivi del magazzino DEVE impostare a S nei parametri corrispettivi il campo Contabilizzazione immediata fatture corrispettivo FC . In PRIMANOTA le RF da trasmettere vanno registrate con il codice cliente in prima posizione, in caso contrario saranno escluse dallelaborazione dello spesometro. Esempio di registrazione corretta: Esempio A: Registrazione con GESTIONE CORRISPETTIVI LORDI con contabilizzazione sui conti di ricavo
Caus: RF FATT. CORRIS Desc: Co/ric: Prot: C01 Ndoc: 1 Del: 18/04/11 Sez:CORRISP.1 Codice Descrizione conto Importo (EuR)|C/R Descrizione 04.00999 CLIENTE PIPPO 4.800,00D| 35.00001 CORRISP.LORDI 1.200,00A| '34.00001 MERCI C/VEN.1 35.00001 CORRISP.LORDI 3.600,00A| '34.00003 MERCI C/VEN.2

Esempio B: Registrazione con GESTIONE CORRISPETTIVI NETTI


Caus: RF FATT. CORRIS Desc: Co/ric: Prot: C01 Ndoc: 1 Del: 18/04/11 Sez:CORRISP.1 Codice Descrizione conto Importo (EuR)|C/R Descrizione 04.00999 CLIENTE PIPPO 4.800,00D| 34.00001 MERCI C/VEN.1 1.000,00A| 34.00003 MERCI C/VEN.2 3.000,00A| 11.00002 IVA VENDITE 800,00A|

SCONTRINI RICEVUTE FISCALI (Causali contabili CO RI)


Per qualsiasi operazione uguale o superiore al limite da trasmettere di 3600 Euro, sui castelletti iva si DEVE inserire il CODICE FISCALE del cliente oppure, per i clienti NON RESIDENTI il relativo CODICE CONTO. IMPORTANTE: loperatore DEVE inserire questi dati sulle operazioni che vanno comunicate. Le finestre dello spesometro per queste operazioni sono le seguenti: Finestra di TESTATA (loperativit ed i campi sono gli stessi sopra descritti per le fatture)

12 SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO

Manuale Spesometro Finestra di riga sui CASTELLETTI IVA

ATTENZIONE: se nel CASTELLETTO iva mancano sia il Codice Fiscale/P.Iva che il Codice Cliente il castelletto NON sar considerato ai fini della trasmissione. Se nella stessa operazione vi sono pi castelletti da trasmettere si deve inserire il codice fiscale o il codice conto del cliente su tutti i castelletti interessati. OPERAZIONE RIFERITA AD UN CONTRATTO (S/N) Questo campo serve per poter inserire un codice contratto nel castelletto iva corrente al fine di ottenere una eventuale aggregazione con ulteriori documenti. Il valore predefinito di questo campo e N, ma se viene impostato a S la videata si modifica come segue e vengono richiesti anche ulteriori campi:

CODICE CONTRATTO Come sopra descritto per le fatture. TIPO CONTRATTO Come sopra descritto per le fatture. CODICE FISCALE/PARTITA IVA Questo campo consente di inserire il CODICE FISCALE e/o la PARTITA IVA ITALIANA del soggetto intestatario delloperazione da trasmettere. Questo campo alternativo a quello successivo (codice cliente). CODICE CLIENTE Per qualsiasi soggetto NON residente in Italia si deve inserire il codice del conto cliente nella cui anagrafica devono essere stati specificati tutti i dati richiesti dalla trasmissione. Questo campo alternativo a quello precedente (Codice Fiscale/Partita Iva). IMMISSIONE CORRISPETTIVI MENSILI I corrispettivi giornalieri devono essere suddivisi fra quelli da comunicare e quelli da non comunicare. Quelli da comunicare vanno inseriti singolarmente con gli ulteriori dati sopradescritti, mentre quelli da non comunicare possono essere inseriti da queste funzioni (singola aliquota o pi aliquote) come nelle versioni precedenti.

SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO 13

Manuale Spesometro

EMISSIONE/REVISIONE DOCUMENTI
CAMPI SPECIFICI PER SPESOMETRO
Nella finestra RIFERIMENTI (tasto F4 nella testata del documento) su tutti i tipi di documento stata aggiunta la sezione SPESOMETRO. In particolare per ogni documento possibile specificare il riferimento ad un eventuale CONTRATTO.

Per accedere al campo Codice Contratto occorre impostare a S il campo precedente Operazione riferita ad un contratto. Se si immette un codice contratto questo deve esistere obbligatoriamente nella relativa tabella. Qualora non esista possibile autocodificare il nuovo contratto direttamente da questo campo attraverso il tasto SH+F4. ATTENZIONE: Se si immette un codice contratto nella testata del documento questo diventa un elemento di rottura in fase di trasformazione ad un documento di livello superiore (sia da Emissione/revisione documenti che da Emissione differita documenti). Ci valido anche in fase di accorpamento di pi documenti in uno e sar quindi possibile raggruppare pi documenti purch abbiano lo stesso contratto.

PARTICOLARITA DOCUMENTI CO RI (SCONTRINI RICEVUTE FISCALI)


Se il nuovo parametro corrispettivi SPESOMETRO: Contabilizzazione immediata CO-RI impostato a S la funzione di emissioni/revisione documenti consente di contabilizzare immediatamente gli scontrini e le ricevute fiscali in funzione di: valore complessivo del documento stesso (pari o superiore ai 3600 Euro); presenza di un codice contratto (in questo caso la contabilizzazione avviene anche se limporto inferiore ai limiti di comunicazione).

Se il parametro sopra menzionato viene impostato a N il programma continua a funzionare come nelle versioni precedenti. Lo specifiche dello spesometro prevedono due categorie distinte di clienti: SOGGETTI RESIDENTI IN ITALIA (in possesso di un CODICE FISCALE o di una PARTITA IVA italiana) SOGGETTI NON RESIDENTI Per i soggetti residenti viene richiesto il codice fiscale o la partita iva mentre per i soggetti non residenti sono richieste una serie di dati anagrafici descritti nei paragrafi precedenti. Per i soggetti non residenti obbligatorio creare un conto cliente specifico comprensivo di tutti i dati richiesti per lo spesometro e intestare sempre i CO - RI che devono essere trasmessi. Con il parametro corrispettivi SPESOMETRO: Contabilizzazione immediata CO-RI impostato a S allatto dellemissione di CO RI il programma si comporta come segue: 1. 2. Se nella testata del CO RI viene inserito un Codice contratto nella finestra RIFERIMENTI, il documento viene SEMPRE CONTABILIZZATO IMMEDIATAMENTE indipendentemente dallimporto. Se il documento NON intestato ad alcun cliente, nella testata del documento il campo NOTE viene sostituito dal campo Cod.FISCALE. In tale campo occorre specificare il codice fiscale del cliente SOLO per le emissioni di scontrini/ricevute fiscali che devono essere comunicate ai fini dello spesometro (sul campo possibile sfruttare la funzione di creazione automatica del codice fiscale mediante il tasto F7 Crea Cod.Fiscale). Se il Codice fiscale errato viene visualizzato un messaggio di avvertimento (che pu essere forzato dallutente), mentre se assente la procedura visualizza un messaggio bloccante.

14 SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO

Manuale Spesometro 3. Se il documento intestato ad un cliente specifico attraverso linserimento del relativo codice conto, il campo NOTE viene normalmente richiesto e come codice fiscale viene prelevato quello presente nella relativa anagrafica (se mancante, solo per i soggetti con il campo Nazionalit impostato a I (Italia), viene visualizzato un apposito messaggio). NOTA BENE: per i CO - RI che devono essere trasmessi ai fini dello spesometro si deve inserire OBBLIGATORIAMENTE il codice fiscale o la partita iva per i soggetti residenti in Italia, mentre per quelli non residenti il codice conto del cliente (compilato con i dati anagrafici previsti per i non residenti). 4. Quando si CONTABILIZZANO immediatamente i corrispettivi (CO - RI): Nella operazione contabile viene riportato SEMPRE il numero del corrispettivo di magazzino. Una eventuale variazione delloperazione di magazzino NON rettifica MAI la relativa operazione contabile. In funzione delle modifiche apportate vengono visualizzati appositi messaggi di avvertimento che guidano loperatore sulle operazioni che deve eseguire manualmente in primanota. Loperazione di magazzino viene marcata affinch la contabilizzazione giornaliera la ESCLUDA (in quanto gi contabilizzata singolarmente). In REVISIONE di un corrispettivo GIA CONTABILIZZATO singolarmente ai fini dello spesometro viene visualizzato in REVERSE lo stato di gi contabilizzato:

Se durante la REVISIONE di un corrispettivo (CO-RI) si preme il tasto F4 Riferimenti nella testata del documento, la finestra che viene aperta riporta al suo interno anche il campo CO-RI contabilizzato in primanota che indica lavvenuta contabilizzazione o meno del corrispettivo ai fini dello spesometro.

Tale campo pu essere modificato manualmente dallutente. In ogni caso, quando viene variato, alla conferma del documento vengono visualizzati appositi messaggi per guidare loperatore sulle corrette operazioni da eseguire manualmente in primanota.

PAGAMENTI ELETTRONICI DA ESCLUDERE DALLA COMUNICAZIONE (carte di credito, bancomat, prepagate)


Se una FATTURA EMESSA (FT, FS, FD, FC) viene incassata con un pagamento elettronico utilizzando un codice pagamento specifico (vedi parametro descritto nella tabella pagamenti) ed il cliente un soggetto PRIVATO (vedi apposito campo dellanagrafica clienti) quando si contabilizzano tali FATTURE, il campo delloperazione contabile Escludi documento per pagamento elettronico con oper.Italiano/altro presente nella finestra SPESOMETRO DI TESTATA viene impostato automaticamente a S per escludere tali operazioni dalla trasmissione.

SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO 15

Manuale Spesometro Se una RICEVUTA FISCALE (RI) o uno SCONTRINO/CORRISPETTIVO (CO) viene incassato con un pagamento elettronico utilizzando un codice pagamento specifico (vedi parametro descritto nella tabella pagamenti) ed il cliente un soggetto PRIVATO, anche se il corrispettivo raggiunge limporto minimo previsto per la comunicazione (3600 Euro) questo NON viene contabilizzato immediatamente in primanota. In particolare ci avviene quando il corrispettivo (CO RI) intestato con un codice conto cliente identificato come PRIVATO (vedi apposito campo dellanagrafica clienti) oppure quando il corrispettivo NON intestato (codice conto cliente non specificato) e nel campo C.Fisc viene inserito un Codice Fiscale vero e proprio [stringa di 16 caratteri] oppure il campo C.Fisc non viene compilato (campo vuoto). Se nel campo C.Fisc viene inserito un qualsiasi codice inferiore a 16 caratteri (ad esempio una Partita Iva italiana composta da 11 caratteri numerici), il cliente NON considerato come un soggetto privato e quindi il corrispettivo viene comunque contabilizzato in primanota per poter essere trasmesso. Se il corrispettivo non viene contabilizzato immediatamente sar elaborato cumulativamente insieme agli altri corrispettivi giornalieri quando si esegue la funzione Contabilizza corrispettivi. EMISSIONE DIFFERITA DOCUMENTI Le logiche introdotte per la funzione di Emissione/revisione documenti sono valide anche per la funzione Emissione differita documenti.

PARCELLAZIONE
E stata aggiunta la nuova finestra SPESOMETRO (tasto SH+F4 nella testata del documento) dove per ogni documento possibile specificare il riferimento ad un eventuale CONTRATTO.

Per accedere al campo Codice Contratto occorre impostare a S il campo precedente Operazione riferita ad un contratto. Se si immette un codice contratto questo deve esistere obbligatoriamente nella relativa tabella. Qualora non esista possibile autocodificare il nuovo contratto direttamente da questo campo attraverso il tasto SH+F4. E possibile effettuare le ricerche dei codici contratto presenti nel relativo archivio con le stesse modalit descritte nel paragrafo CONTABILITA TABELLE ARCHIVIO CONTRATTI SPESOMETRO. Se il pagamento viene effettuato TOTAMENTE in forma elettronica utilizzando un codice pagamento specifico (vedi nuovo parametro descritto nella tabella pagamenti) ed il cliente un soggetto PRIVATO (vedi apposito campo dellanagrafica clienti) nelloperazione contabile il campo Escludi documento per pagamento elettronico con oper.Italiano/altro presente nella finestra di testata SPESOMETRO viene impostato automaticamente a S. Ci avviene SOLO se alla conferma della parcella il campo Parcella totalmente pagata impostato a "S.

16 SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO

Manuale Spesometro

SUGGERIMENTI OPERATIVI SU OPERAZIONI DA TRASMETTERE CUMULATIVAMENTE


Di seguito vengono genericamente descritte due possibili situazioni (contemplate nelle circolari dellAgenzia delle Entrate) che prevedono la necessit e/o la possibilit di trasmettere pi documenti totalizzandoli in ununica operazione: 1) Le operazioni riferite ad un unico CONTRATTO effettuate nellanno solare di riferimento vanno trasmesse cumulativamente con i riferimenti dellultima operazione. La totalizzazione di queste operazioni non obbligatoria e dunque il soggetto obbligato pu trasmettere le operazioni anche singolarmente. 2) Le NOTE di VARIAZIONE (sia in aumento che in diminuzione) riferite ad un documento origine emesso nellanno solare di riferimento vanno totalizzate con loperazione originaria. In questo modo il documento origine pu essere trasmesso per il corretto importo gi al netto delle note di variazione (ovviamente la trasmissione avviene solo se il totale derivante dalla sommatoria algebrica tra il documento origine e le relative note di variazione raggiunge il limite di trasmissione). Le note di variazione riferite a documenti emessi in anni precedenti a quello di riferimento vanno comunicate singolarmente (non totalizzate con il documento origine) attraverso la predisposizione di un apposita sezione della comunicazione. In funzione di quanto sopra descritto allinterno della procedura si pu operare in due diversi modi per trasmettere cumulativamente le operazioni: CONTRATTI Attraverso lutilizzo dei codici contratto (descritto nei precedenti paragrafi) si pu ottenere la totalizzazione di pi documenti (sia fatture che note di credito, ovvero sommatoria algebrica di documenti positivi e negativi) affinch venga trasmessa ununica operazione avente limporto complessivo ed i riferimenti dellultima fattura (le note di credito contribuiscono a determinare il totale, ma non attribuiscono mai i riferimenti alloperazione da trasmettere). Questo logica di funzionamento valida sia per i contratti di tipo P (corrispettivi periodici) che di tipo C (contratti collegati), con la differenza che le operazioni riferite a contratti P vengono incluse dallelaborazione dello spesometro solo se il totale raggiunge il limite di comunicazione, mentre quelle riferite ai contratti C sono sempre inserite nella comunicazione indipendentemente dal raggiungimento o meno del limite. In relazione al punto 1) sopra descritto, qualora si vogliano trasmettere le operazioni singolarmente e non in modo cumulativo si pu utilizzare lapposito campo FORZA COMUNICAZIONE SE DOCUMENTO INFERIORE AL LIMITE ( /F/P) che prevede la trasmissione forzata delloperazione indipendentemente dallimporto. NOTA BENE: laggregazione di pi operazioni attraverso il CODICE CONTRATTO viene eseguita ESCLUSIVAMENTE allinterno dellanno solare di riferimento della comunicazione. NOTE DI VARIAZIONE Attraverso i campi Nota di Variazione Rif. Doc. N. Del: possibile accorpare le note di variazione al relativo documento origine in modo che questo venga trasmesso per lammontare complessivo degli importi (le note di variazione possono essere sia in aumento che in diminuzione). Questo avviene SOLO se le note di variazione fanno riferimento ad un documento origine emesso nello stesso anno. Qualora la nota di variazione sia riferita ad un anno precedente questa verr sempre trasmessa singolarmente. Poich linserimento di riferimenti a documenti di anni precedenti pu produrre diverse situazioni a seconda che il documento origine fosse gi stato trasmesso o meno, sar compito dellutente individuare le note di variazione su cui inserire i riferimenti del documento origine. In particolare le situazioni possibili sono le seguenti: se il documento origine non era stato trasmesso in quanto inferiore al limite, si devono inserire i riferimenti sulla nota di variazione SOLO se questa aumenta il limite del documento origine fino a raggiungere o superare la soglia di trasmissione (in questo caso si trasmette solo la nota di variazione, ma non il documento origine); se il documento origine era gi stato trasmesso in un anno precedente poich superiore al limite, si devono inserire i riferimenti sulla nota di variazione (sia essa in aumento o in diminuzione). ATTENZIONE: la procedura NON accetta la presenza contemporanea di codici contratto e note di variazione; per eseguire la trasmissione cumulativa di pi documenti in ununica operazione si DEVE operare in modo uniforme su tutti i documenti da raggruppare: per CODICE CONTRATTO per NOTE di VARIAZIONE con RIFERIMENTO allo stesso documento origine

SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO 17

Manuale Spesometro Esempi: 1) Totalizzazione attraverso le NOTE di VARIAZIONE (Aumento/Diminuzione) DOCUMENTO ORIGINE FE 145 del 27/08/2011

NOTE di VARIAZIONE FE FE NE 178 del 03/09/2011 --------> 190 del 15/09/2011 --------> 200 del 16/09/2011 --------> Rif. num. 145 del 27/08/2011 Rif. num. 145 del 27/08/2011 Rif. num. 145 del 27/08/2011

In questo caso esiste un documento origine (principale) che verr comunicato con i suoi riferimenti al netto delle successive note di variazione. 2) Raggruppamento attraverso CODICE CONTRATTO (Aumento/Diminuzione) FE FE NE FE 145 del 27/08/2011 --------> Contratto A 178 del 03/09/2011 --------> Contratto A 190 del 15/09/2011 --------> Contratto A 200 del 16/09/2011 --------> Contratto A

In questo caso non esistono dei documenti origine, ma tutti contribuiscono a determinare lammontare complessivo da comunicare con i riferimenti dellultima operazione (Fattura). 3) Totalizzazione attraverso le NOTE di VARIAZIONE su documento avente codice contratto DOCUMENTO ORIGINE FE 145 del 27/08/2011----------> Contratto B

NOTE di VARIAZIONE FE NE 178 del 03/09/2011 --------> 200 del 16/09/2011 --------> Rif. num. 145 del 27/08/2011 Rif. num. 145 del 27/08/2011

SITUAZIONE MISTA NON AMMESSA (lelaborazione restituir un messaggio che indicher lo scarto dei documenti). In questa situazione si deve operare in uno dei seguenti modi: 1. 2. Sulle note di variazione azzerare i riferimenti al documento origine ed inserire il Contratto B in modo che la totalizzazione avvenga per codice contratto; Sul documento origine azzerare il Contratto B in modo che la totalizzazione avvenga con il metodo delle note di variazione.

18 SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO

Manuale Spesometro

UTILITY PER SPESOMETRO


STAMPE CONTABILI PRIMANOTA
Fra i parametri del TIPO DI STAMPA presente il campo Solo Op. con dati spesometro. Questo campo pu essere impostato a S solo se si eseguono stampe ESTESE (parametro Stampe= E). Con S vengono riportati in stampa SOLO le operazioni aventi almeno un campo di spesometro valorizzato o con un valore diverso da quello predefinito (si ricorda che questi campi sono situati all'interno delle rispettive finestre di primanota, sia di testata che di ogni castelletto iva). Con N i dati di spesometro non vengono riportati in stampa. I dati relativi allo spesometro inseriti in primanota vengono riportati sulla parte destra del tabulato: quelli di testata sulla prima riga delloperazione, mentre quelli di castelletto sulla riga del conto del castelletto. ESEMPI di stampa. 1^ operazione: 2^ operazione: 3^ operazione: 4^ operazione: 5^ operazione: 6^ operazione: stato impostato a S il campo di testata Esclusione. una nota di variazione e sul castelletto sono stati inseriti i riferimenti al documento origine. stato impostato a F il campo di testata Forza comunicazione se doc. inferiore al limite. stato inserito sul castelletto il codice fiscale del cliente. stato inserito sul castelletto il codice conto del cliente estero. stato inserito sul castelletto un codice contratto.
Protocollo registri iva Descrizione Dare Avere Alq Imponibile Imposta SPESOMETRO Testata SPESOMETRO Castelletti Iva Escl

---------------------------------------------------------------------------------------------- 1^ Operazione------------: Reg.iva ******> V01/000064 CLIENTE PIPPO 11.000,00 : MERCI C/VENDITE 10.000,00: 10 10.000,00 1.000,00 IVA VENDITE 1.000,00: --- 2^ Operazione------------: Reg.iva ******> V01/000065 CLIENTE PIPPO 11.000,00 : MERCI C/VENDITE 10.000,00: 10 10.000,00 1.000,00 IVA VENDITE 1.000,00: --- 3^ Operazione------------: Reg.iva ******> V01/000068 CLIENTE PIPPO 2.200,00 : MERCI VENDITE 2.000,00: 10 2.000,00 200,00 IVA VENDITE 2,10: --- 4^ Operazione------------: Reg.iva ******> C01 CORRISP.LORDI 4.000,00: 10 4.000,00 da ripart. Cassa 4.000,00 : ---5^ Operazione-------------: Reg.iva ******> C01 CORRISP.LORDI 10.000,00: 10 10.000,00 da ripart. Cassa 10.000,00 : Escludi documento: S (Testata)

Nota Var:

1/1234

del 25/10/11

(Castelletto) (Testata)

Forza comunicazione: Frazionato

BRXFDC57D20F445R

(Castelletto)

04.01031

Cli Cinese

(Castelletto)

---6^ Operazione-------------: Reg.iva ******> V01/000070 CLIENTE PIPPO 1.000,00 : MERCI C/VENDITE 1.000,00: 10 1.000,00 100,00 C1 Contratto c1 Collegato (Castelletto) IVA VENDITE 100,00: --------------------------------------------------------------------------------------------

STAMPE CONTABILI CLIENTI/FORNITORI


Nelle selezioni di stampa presente il campo: Escl. Spesometro (T/S/N) Se impostato a T sono considerati TUTTI i clienti/fornitori, se impostato a S sono selezionati solo i clienti/fornitori che hanno il relativo campo di anagrafica impostato a S (cli/for da escludere dallelaborazione dello spesometro) mentre se impostato a N vengono selezionati solo i clienti/fornitori con il relativo campo di anagrafica impostato a N (cli/for da includere dallelaborazione).

SINTESI OPERATIVA PRIMANOTA/MAGAZZINO 19

Manuale Spesometro

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA


Di seguito vengono riportate tutte le funzionalit che consentono di predisporre i dati che confluiranno nel file telematico da trasmettere allagenzia delle entrate. La voce di men principale dello spesometro denominata Spesometro Comunicaz. Operazioni Iva ed collocata come le altre dichiarazioni annuali allinterno del menu DR. Allinterno del men principale sono contenute le seguenti funzioni: TABELLE ELABORAZIONE IMMISSIONE/REVISIONE IMPEGNO ALLA TRASMISSIONE STAMPA COMUNICAZIONE INVIO TELEMATICO

Per predisporre la comunicazione delle operazioni iva dellanno desiderato, occorre operare in una qualsiasi data dellanno solare di riferimento (ad esclusione dellelaborazione che richiede obbligatoriamente di operare in data 31/12). Esempio: per predisporre la comunicazione dellanno 2010 operare in una qualsiasi data 2010, per predisporre la comunicazione del 2011 operare in una qualsiasi data 2011, ecc. Per ogni anno di comunicazione esiste il relativo archivio.

TABELLE
Questa funzione consente di escludere dalla comunicazione i castelletti iva e/o i conti contabili utilizzati nelle registrazioni di primanota. OPERAZIONI ESCLUSE DALLO SPESOMETRO IN BASE ALLA TIPOLOGIA DI OPERAZIONE CODICI ESENZIONE IVA DA ESCLUDERE Sono escluse dallobbligo di comunicazione le operazioni fuori campo IVA in seguito alla mancanza di uno dei seguenti requisiti (i codici iva di seguito riportati sono quelli gi previsti nei raggruppamenti standard 80 e 81): Requisito SOGGETTIVO identificato dal codice F04 Requisito OGGETTIVO identificato dai codici F02,3 e F03,4 Requisito TERRITORIALE identificato dai codici F07 - F07,2 - F07,4 F07,5 F07,6 F07,7 Z07,2 e Z07,3 le somme per anticipazioni fatte in nome e per conto della controparte, regolarmente documentate e identificate dal codice S15 le operazioni allinterno dei depositi IVA, in quanto per queste tipologie di operazioni vige un periodo di sospensione dallIVA (assumeranno rilevanza solo al momento dellestrazione), identificate dai codici N50,1 N50,2 N50,3 N50,4 N50,5 N50,6 N50,7 N50,8 e N50,9 le operazioni intracomunitarie identificate dai codici N41 N42,1 N42,2 E42 - Z40,2 e G41 le esportazioni dirette, codici N08,1 e G08,1, in cui un soggetto passivo dimposta identificato in Italia cede ad un cliente estero beni, ne cura il trasporto o la spedizione fuori dal territorio comunitario utilizzando mezzi propri ovvero incaricando del trasporto o della spedizione un terzo (spedizioniere, vettore, ecc..) le esportazioni improprie, codice N08,2, in cui, a differenza del caso precedente, il trasporto o la spedizione sono a cura o a nome del cessionario non residente. In questo caso lesportazione viene dichiarata in dogana a nome delloperatore non residente, il quale deve sempre possedere la qualifica di soggetto passivo dimposta nel suo Paese

Sono altres escluse:

CONTI DA ESCLUDERE (passaggi interni e/o altro) Indicare i conti da escludere per i passaggi interni. Il funzionamento di questa tabella analogo a quanto gi avviene nelle funzionalit annuali quali lIVA11, la comunicazione IVA, ecc. 20 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro

ELABORAZIONE
CONTROLLI PRIMA DELLELABORAZIONE
Prima di eseguire lelaborazione si deve effettuare un controllo sui dati anagrafici dei clienti fornitori. In particolare occorre verificare la corretta impostazione dei seguenti campi: NAZIONALITA PRIVATO PARTITA IVA CODICE FISCALE ESCLUDI SPESOMETRO

NOTA BENE: Per quanto concerne i Cli/For Italiani (NAZIONALITA = I) si deve verificare la corretta impostazione dei campi Partita Iva e Codice Fiscale; per i PRIVATI necessaria la presenza del CODICE FISCALE, mentre per i SOGGETTI NON PRIVATI indispensabile la PARTITA IVA. Tutto questo deriva dalla modalit di trasmissione prevista per i soggetti residenti con due sezioni distinte: TITOLARI DI P. IVA e NON TITOLARI DI P. IVA. In pratica per la procedura limpostazione del campo PRIVATO discrimina le due categorie sopradescritte. Per effettuare tali verifiche utilizzare la funzione STAMPE-CONTABILI-CLIENTI/FORNITORI impostando i relativi campi di selezione.

ELABORAZIONE SPESOMETRO
Prima di eseguire lelaborazione occorre aver predisposto la TABELLA della spesometro (voce di men DR SPESOMETRO/COMUNICAZ.OPERAZIONI IVA TABELLE) Lelaborazione va eseguita in data 31/12/AAAA dove AAAA identifica lanno di riferimento e pu essere eseguita anche in modalit multiaziendale dallazienda STD. La funzione elabora le operazioni che vengono riportate sui registri iva A/V/S/C, escludendo i PS pagamenti iva ad esigibilit differita, registrate nellanno solare di riferimento (data registrazione 01/01/AAAA 31/12/AAAA). Le operazioni che vengono elaborate sono le seguenti: FR NR (Fatture e Note di Credito Ricevute ACQUISTI) FE NE (Fatture e Note di Credito Emesse CESSIONI) FS NS (Fatture e Note di Credito ad Esigibilit differita sia CESSIONI che ACQUISTI) CO RI (Scontrini e Ricevute Fiscali CESSIONI) RF (Ricevuta Fiscale Fattura CESSIONE) Si fa notare che le Ricevute Fiscale Fatture (RF) vengono elaborate come delle normali fatture di vendita (FE) nonostante siano memorizzate sui sezionali dei corrispettivi (per essere considerate dallelaborazione devono essere intestate ad un Cliente, codice del conto sulla prima riga delloperazione, altrimenti vengono escluse). Per gli scontrini (CO) e le ricevute fiscali (RI) vengono elaborati SOLO i castelletti iva che nella relativa finestra spesometro hanno impostato il campo Codice Fiscale/Partita iva italiana (da utilizzare per i soggetti residenti) oppure il campo Codice Cliente (da utilizzare per i clienti non residenti). Lelaborazione CANCELLA tutti i dati delle operazioni presenti nellarchivio spesometro dellanno di riferimento; pu essere eseguita SOLO se il campo Comunicazione definitiva presente sul frontespizio impostato a N.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 21

Manuale Spesometro Alla partenza del programma vengono richiesti i valori di soglia dellanno di riferimento.

Limiti importo Anno riferimento 2010 Acquisti/vendite con obbligo di Fattura (tot. imponibile) Euro: 25.000

Limiti importo Anno riferimento 2011 Acquisti/vendite con obbligo di Fattura (tot. imponibile) Euro: 3.000 Vendite con scontrini e ric. Fiscali (al lordo iva) Euro......: 3.600 NOTA BENE: per lanno 2011 gli scontrini (CO) e le ricevute fiscali (RI) vengono considerati a partire dal 1^ Luglio. Nei campi relativi ai limiti importo vengono proposti gli importi previsti dalla normativa, ma qualora lutente voglia comunicare anche operazioni al di sotto di tale soglia pu inserire un valore inferiore e tutte le operazioni che raggiungono il valore inserito verranno trattate dallelaborazione al fine di valutare o meno la relativa trasmissione. Il campo STAMPA BROGLIACCIO consente di eseguire la stampa di tutte le operazioni che vengono incluse nella comunicazione (il valore predefinito S in modo che normalmente venga stampato). 22 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro Per le aziende Nuovi contribuenti Minimi (parametro contabile Gestione fiscale = T), se si esegue lelaborazione dalla singola azienda viene richiesta anche un ulteriore campo.

ELABORAZIONE DALLA DATA Questo campo viene richiesto solo per i contribuenti minimi e serve per indicare la data di registrazione da cui considerare le singole operazioni (data in cui sono venuti a mancare i requisiti per rientrare nel regime agevolato).

Lelaborazione esegue le seguenti ESCLUSIONI: ESCLUSIONE DELLINTERA OPERAZIONE A) In base allimpostazioni dei dati presenti nellanagrafica dei clienti/fornitori: Le operazioni d importazione (Fornitori Bolle Doganali, partita iva = IT99999999990). Le operazioni di fatture/note credito con Cli/For Black List (Cli/For con Paese marcato Black List). Sono esclusi anche le operazioni di Cli/For con Nazionalit = R (Rsm). Le operazioni di Cli/For che in anagrafica hanno il campo Escludi Spesometro impostato a S (ad esempio: fornitura di energia elettrica, servizi di telefonia, contratti di assicurazione in quanto gi comunicate art.7 DPR 605 1973).

B) In base alle caratteristiche delle operazioni contabili: Le operazioni di Acquisti Intracomunitari (Fatture di Fornitori Cee registrate con Doppio Protocollo ed Intra = S). Le operazioni che sono state marcate da ESCLUDERE nellapposita finestra di testata delloperazione (campo Escludi docum. per pagam. elettronico con operatori italiani / altro impostato a S).

ESCLUSIONE DI PARTE DELLOPERAZIONE C) In base allimpostazioni della Tabella dello spesometro (conti /esenzioni): Vedi paragrafo TABELLE precedentemente descritto.

D) In base allimpostazione dei dati di prima nota Campo Escludi castelletto dalla comunicazione presente nella finestra spesometro delle righe di prima nota.

Si fa notare che se tutti i castelletti iva vengono esclusi sottointeso che lesclusione parziale coincide con lintera operazione. Una volta escluso quanto sopra descritto lelaborazione INCLUDE le operazioni come segue: Vengono incluse le singole operazioni che al loro interno non hanno riferimenti a contratti e che raggiungono la soglia della trasmissione. Vengono incluse anche i documenti FORZATI in primanota come da comunicare. Tali operazioni vengono sempre trasmesse al netto di eventuali note di variazioni. Con note di variazione s intendono quei documenti al cui interno siano presenti dei castelletti iva che nella relativa finestra spesometro abbiano impostati i campi Nota di variazione Rifer N.Doc. Se le note di variazione sono riferite a documenti dello stesso anno solare queste NON sono incluse singolarmente, ma vengono totalizzate con i relativi documenti origine che saranno cos trasmessi al netto delle note di variazione stesse. Se le note di variazione sono riferite a documenti di anni precedenti, queste vengono sempre incluse singolarmente indipendentemente dal loro valore (apposite sezioni: tipi record 4 e 5 del tracciato ministeriale).

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 23

Manuale Spesometro OPERAZIONI CON CONTRATTI I documenti al cui interno sono presenti dei contratti (apposita finestra spesometro di ogni castelletto) vengono trattati come segue: Per ciascun cliente/fornitore, a parit di codice contratto, tutti gli importi di castelletto vengono totalizzati per poter determinare se il contratto in oggetto raggiunge il limite di comunicazione. I contratti di tipo P (Periodici) vengono inclusi SOLO se lammontare complessivo raggiunge la soglia; mentre quelli di tipo C (Collegati) vengono SEMPRE inclusi indipendentemente dal valore totale. In entrambi i casi, come riferimenti documento, vengono assunti quelli dellultima operazione effettuata nellanno di comunicazione (data e numero). Se i documenti misti superano la soglia di comunicazione (con documenti misti si intendono quelli che contengono sia castelletti iva con riferimento a codici contratto che non), verranno inclusi nella trasmissione SOLO per la parte dei castelletti non legati ad alcun contratto (tale importo sar incluso con il campo Modalit di pagamento impostato a 1 Importo non frazionato). La restante parte (in cui sono specificati dei codici contratto) rientrer nella totalizzazione dei contratti come sopra descritto. ESEMPIO trasmissione per lanno 2010 (Operazioni maggiori/uguali 25.000) Fattura 111 del 05/06/2010 1^ Castelletto Iva 6.000 Euro Contratto A 2^ Castelletto Iva 24.000 Euro Senza contratti Fattura 234 del 07/10/2010 Castelletto Iva 10.000 Euro Contratto A Fattura 469 del 28/11/2010 Castelletto Iva 10.000 Euro Contratto A Vengono inviate le seguenti operazioni: - Fattura 111 del 05/06/2010 per un valore di 24.000 Euro - Fattura 469 del 28/11/2010 per un valore di 26.000 Euro Il Contratto A di 26.000 Euro e quindi supera il limite della comunicazione. 24.000 Euro NON riferiti a contratto sono trasmessi singolarmente in quanto la fattura 111 raggiunge lei stessa la soglia, 26.000 Euro, corrispondenti alla somma di tutti i castelletti con stesso contratto, vengono comunicati con i riferimenti dellultimo documento. I tracciati record ministeriali prevedono linvio delle operazioni come segue: Soggetti Residenti NON titolari di P.Iva Soggetti Residenti titolari di P.Iva Soggetti NON Residenti Persone Fisiche (Tipo Record 1 del tracciato ministeriale) (Tipo Record 2 del tracciato ministeriale) (Tipo Record 3 del tracciato ministeriale)

Soggetti NON Residenti Persone Giuridiche (Tipo Record 3 del tracciato ministeriale) Lelaborazione individua la tipologia dei soggetti in base allimpostazione dei seguenti campi presenti nelle rispettive anagrafiche: Soggetti Residenti : NAZIONALITA = I (Italia) Titolari Partita Iva: PRIVATO = N (viene assunta la P. Iva) Non titolare Partita Iva: PRIVATO = S (viene assunto il Cod. Fiscale) Soggetti Non Residenti: NAZIONALITA diversa da I (Italia) Persona Fisica: PF = S Persona Giuridica: PF = N

24 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro Le operazioni effettuate con il rilascio di scontrini (CO) o di ricevute fiscali (RI) vengono suddivise come segue: i clienti residenti sono suddivisi in soggetti titolari di p.iva o soggetti non titolari di p.iva in base alla valorizzazione del campo Codice fiscale/P.iva presente nella finestra spesometro del castelletto iva. Se stato inserito un codice fiscale (16 caratteri alfanumerici) il soggetto viene classificato non titolare di p.iva, qualora venga inserita una qualsiasi stringa inferiore a 16 caratteri il soggetto viene classificato come titolare di p.iva. i soggetti non residenti sono suddivisi in Persona fisica o Persona Giuridica in base ai relativi campi di anagrafica, come sopra descritto, del conto cliente inserito nel campo specifico nella finestra spesometro sui singoli castelletti iva.

AL termine dellelaborazione, qualora vengano individuate delle operazioni da trasmettere riferite a soggetti aventi dati incompleti, vengono segnalate le seguenti incongruenze: 1) Conto GMM.CCCCC soggetto Privato mancante del codice fiscale 2) Conto GMM.CCCCC soggetto NON Privato mancante della P.Iva 3) Conto GMM.CCCCC soggetto NON residente dati spesometro incompleti NOTA BENE: per i primi due messaggi tutte le operazioni dei conti segnalati NON vengono riportate nello spesometro (per riportare le operazioni occorre inserire i dati mancanti sulle anagrafiche dei conti segnalati e rilanciare lelaborazione). Per la terza segnalazione le operazioni sono in ogni caso riportate nello spesometro su cui poi si dovr intervenire per inserire i dati mancanti. Altre segnalazioni particolari possono riguardare eventuali note di variazione dellanno solare per le quali non stato trovato il relativo documento origine su cui eseguire la variazione. Anche in questo caso occorrer apportare le dovute modifiche in primanota inserendo i riferimenti corretti. STAMPA BROGLIACCIO ELABORAZIONE Lelaborazione stampa un brogliaccio cos suddiviso: SEZIONE INCLUSIONI: In questa sezione vengono riportate tutte le operazioni incluse nellarchivio dello spesometro con i relativo riferimenti. Nella stampa sono presenti alcune colonne che evidenziano i casi particolari specificati attraverso una apposita Legenda. Lelenco delle operazioni incluse ordinato per CODICE CONTO e/o per CODICE FISCALE /PARTITA IVA dei soggetti inclusi nella trasmissione. In particolare si vuole evidenziare la colonna CONTRATTO: le righe in cui valorizzata la colonna Contratto (con relativo codice e tipologia C o P), segnalano linclusione del contratto stesso ed i riferimenti documento con cui stato incluso. SEZIONE INCLUSIONI NOTE DI VARIAZIONE ANNI PRECEDENTI. In questa sezione sono riportate le note di variazione che fanno riferimento ad operazioni di anni precedenti. SEZIONE ESCLUSIONI In questa sezione sono riportate le operazioni che nella testata di primanota sono state marcate 'Da escludere'.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 25

Manuale Spesometro REGIME DEL MARGINE *argomento in sospeso con lAgenzia delle Entrate*. Ad oggi la modalit di trasmissione delle operazioni che ricadono nel regime del margine non ben definita. In particolare lunico riferimento ufficiale la Circolare Agenzia delle Entrate n.24/2011 del 30 maggio 2011 di cui si riporta di seguito un estratto: In particolare, nel caso di operazioni rientranti nel regime speciale per i rivenditori di beni usati, di oggetti d'arte, di antiquariato o da collezione di cui allarticolo 36 del decreto legge 23 febbraio 1995, n. 41, dovr essere comunicata la sola base imponibile cui riferibile limposta, restando non rilevante la quota dellimporto non soggetta ad IVA. Nella stessa circolare inoltre evidenziato anche il successivo passaggio: Nel tracciato stato previsto un apposito campo "Importo delle operazioni effettuate nell'anno - Operazioni imponibili con IVA non esposta in fattura", dove dovranno essere inserite le singole operazioni attive documentate con fattura con IVA non esposta. Trattasi, ad esempio, delle operazioni effettuate da coloro che cedono beni usati che applicano il regime del margine (cfr. articolo 36 del decreto legge n. 41 del 1995), o dalle agenzie di viaggio e turismo, ivi inclusi i tour operator, che per le operazioni di organizzazione di pacchetti turistici e per i servizi singoli acquisiti applicano la disciplina prevista dall'articolo 74-ter del decreto e dal D.M. 30 luglio 1999, n. 340, secondo cui "deve essere emessa la fattura di cui all'art. 21 del d.P.R. n. 633 del 1972, senza separata indicazione dell'imposta". Con i provvedimenti emessi successivamente ed in particolare con il Provvedimento dellAgenzia delle Entrate prot. n. 2011/133642 del 16 settembre 2011 (ultime specifiche tecniche disponibili) il campo precedentemente citato Importo delle operazioni effettuate nell'anno - Operazioni imponibili con IVA non esposta in fattura stato eliminato. Oltre a quanto sopra riportato risulta evidente che se per il REGIME ANALITICO possibile determinare il margine e limposta di ogni singolo documento di vendita, altrettanto non lo per REGIME GLOBALE (in questo secondo caso risulterebbe possibile trasmettere solo i documenti di vendita per il loro importo complessivo e non per la sola parte di margine e relativa imposta). Attualmente, tramite il canale di dialogo con lAgenzia delle Entrate precedentemente menzionato, risulta che le modalit di trasmissione per il regime del margine in fase di rivalutazione. La tendenza generale quella di includere tutti movimenti per il valore complessivo per ci che concerne il REGIME GLOBALE (che anche in termini logici rappresenta lunica soluzione applicabile), mentre siamo in attesa di avere una risposta ufficiale per ci che riguarda il REGIME ANALITICO. In base a quanto sopra riportato la procedura di elaborazione opera nel seguente modo: REGIME GLOBALE: vengono sempre incluse tutte le operazioni di acquisto e di vendita per limporto complessivo (per eventuali esclusioni occorre operare attraverso la funzione TABELLE). REGIME ANALITICO: per il regime analitico viene proposto un ulteriore parametro di elaborazione:

INCLUDI CESSIONI BENI USATI ANALITICI PER LIMPORTO COMPLESSIVO Questo campo viene richiesto solo se lazienda ha la gestione del regime del margine ANALITICO o nelle elaborazioni multiaziendali da azienda STD. Vengono accettati si seguenti valori: N = (Valore predefinito) Impostando N tutti i movimenti di VENDITA relativi ai beni usati vengono esclusi dallelaborazione. In ogni caso vengono incluse le operazioni di acquisto. Qualora si intenda comunicare la sola parte di margine ed imposta occorre operare manualmente dalla funzione di Immissione/revisione. S = Tutti i movimenti di VENDITA relativi ai beni usati vengono inclusi per lammontare complessivo e non per la sola parte di margine pi relativa imposta.

26 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro ELABORAZIONE DELLE AZIENDE ART.36 (dalle singole aziende) Coloro che gestiscono lArt.36 con le SOTTOAZIENDE (ogni sottoazienda una singola attivit iva) devono eseguire lelaborazione dalla sottoazienda Generale. In questo modo vengono elaborate le singole sottoaziende come se fossero aziende separate. Si fa notare che tutte le voci di men relative allo spesometro sono attive SOLO sulla sottoazienda generale. Coloro che gestiscono lArt.36 con le AZIENDE MADRI (identificate Art.36/Bilancio Cumulat = @ nella funzione Anagrafica azienda) a cui sono collegate le AZIENDE FIGLIE (campo Art.36/Bilancio Cumulat = # nella funzione Anagrafica azienda) devono eseguire lelaborazione dallazienda MADRE. Tale elaborazione esegue automaticamente la lettura della primanota di tutte le aziende figlie. Si fa notare che tutte le voci di men relative allo spesometro sono attive SOLO sulla azienda MADRE.

Lelaborazione delle aziende Art.36 in modalit multiaziendale (da STD) esegue automaticamente lelaborazione come sopradescritto. ATTENZIONE Le fatture ricevute il cui valore complessivo raggiunge la soglia di comunicazione, se devono essere ripartite su pi attivit e vengono registrate spezzando il documento, affinch tale fattura venga trasmessa per limporto totale occorre forzare la comunicazione di tutte le singole FR parziali registrate sulle diverse attivit. Tale forzatura deve essere eseguita attraverso lapposita finestra spesometro di testata. In questo caso vengono comunicate le singole FR parziali. Questa forzatura va applicata anche nei casi di contratti trasversali su pi attivit.

ELABORAZIONE MULTIAZIENDALE DA STD Lelaborazione pu essere eseguita anche in modalit multiaziendale dallazienda con sigla STD. Lelaborazione multiaziendale si comporta come lelaborazione eseguita dalle singole aziende, lunica differenza sta nella esclusione delle seguenti aziende: Nuovi contribuenti Minimi (parametro contabile Gestione fiscale = T) Aziende figlie art.36 (campo Art.36/Bilancio Cumulat = # nella funzione Anagrafica azienda) Aziende madri bilancio cumulativo (Art.36/Bilancio Cumulat = B nella funzione Anagrafica azienda) Aziende che hanno impostato a S il campo Comunicazione definitiva sul frontespizio dello spesometro.

Si ricorda che se per i Nuovi contribuenti Minimi sono venuti a mancare i requisiti per rientrare ne regime agevolato nel corso dellanno, lelaborazione va effettuata dalla singola azienda. In questo caso verr richiesta la data di registrazione da cui considerare le singole operazioni (data in cui sono venuti a mancare i requisiti del regime). Si ricorda altres che effettuando lelaborazione multiaziendale viene sempre richiesto anche il parametro INCLUDI CESSIONI BENI USATI ANALITICI PER LIMPORTO COMPLESSIVO per poter elaborare le aziende che hanno la gestione del margine ANALITICO.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 27

Manuale Spesometro

IMMISSIONE/REVISIONE
La funzione di immissione/revisione consente di gestire i dati che dovranno essere trasmessi allAgenzia delle Entrate. Attraverso questa funzione possibile visualizzare e gestire i dati predisposti dalla funzione di elaborazione dello spesometro. E possibile modificare soggetti e/o operazioni gi esistenti, integrare la comunicazione attraverso linserimento manuale di nuovi soggetti e/o nuove operazioni oppure cancellare quelli gi presenti in archivio. La funzione di immissione/revisione attiva anche per le aziende NULL (aziende con livello di gestione 0 NESSUNO). In questo modo anche tali aziende possono predisporre la comunicazione dello spesometro. Entrando nella funzione viene visualizzata la seguente finestra:

Selezionando la voce Operazioni da trasmettere viene aperta la finestra contenente lelenco dei soggetti inseriti nella comunicazione. In questa fase si potranno inserire/modificare/cancellare le operazioni di ciascun soggetto. Selezionando invece lopzione Dati del contribuente / Intermediario viene aperta la funzione di gestione dei dati di frontespizio in cui indicare i dati del soggetto obbligato ed i dati generali della comunicazione.

DATI CONTRIBUENTE / INTERMEDIARIO


A seconda che lazienda sia una persona fisica o una societ, la prima pagina del frontespizio si modifica richiedendo i dati coerenti con il tipo di soggetto per cui si sta predisponendo la comunicazione. SOGGETTO OBBLIGATO PERSONA FISICA

28 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro Nel caso in cui il soggetto obbligato sia una persona fisica vengono richiesti il NOME, COGNOME, CODICE FISCALE e PARTITA IVA, COMUNE DI NASCITA, PROVINCIA DI NASCITA, DATA DI NASCITA e SESSO. SOGGETTO OBBLIGATO NON PERSONA FISICA

In caso di soggetto obbligato NON persona fisica vengono richiesti la RAGIONE SOCIALE, CODICE FISCALE e PARTITA IVA, COMUNE DEL DOMICILIO FISCALE, e la PROVINCIA DEL DOMICILIO FISCALE. Per entrambe le tipologie di soggetti vengono richiesti i seguenti campi: ANNO DI RIFERIMENTO Campo di sola visualizzazione in cui viene evidenziato lanno di riferimento della comunicazione. TIPO DI INVIO Vengono accettai i seguenti valori: 0 = INVIO ORDINARIO valore predefinito (il campo pu essere valorizzato con zero o pu essere lasciato vuoto) 1 = INVIO SOSTITUTIVO 2 = ANNULLAMENTO Di seguito si riporta un estratto delle istruzioni di compilazione disponibili sul sito dallAgenzia delle Entrate alle quali si rimanda per maggiori informazioni: Estratto del documento Istruzioni per la compilazione della Comunicazione telematica prevista dallart. 21 del D.L. 78/20101 dellAgenzia delle Entrate Invio ordinario: l'invio delle comunicazioni relative all'area e al periodo di riferimento, da effettuare entro la scadenza fissata dal Provvedimento. Leventuale tardivit nella trasmissione potr essere notificata nella ricevuta telematica. Invio sostitutivo: la comunicazione con la quale si opera la completa sostituzione di un documento individuato dal Numero di Protocollo e dal Protocollo documento assegnati allatto dellacquisizione e desumibili dalla ricevuta telematica - contenuto nel file (ordinario o sostitutivo) precedentemente trasmesso e correttamente acquisito dal Sistema. Si avverte che la trasmissione sostitutiva opera una sostituzione integrale. Nel documento sostitutivo andranno pertanto indicate tutte le posizioni, anche quelle corrette precedentemente inviate, escludendo le sole posizioni per le quali si voglia operare la cancellazione e includendo eventuali nuove posizioni. Il contenuto del documento che si intende sostituire, a valle di tale operazione, non sar pi disponibile. Annullamento: la trasmissione con la quale il soggetto obbligato richiede l'annullamento di documento contenuto in un file ordinario o sostitutivo precedentemente trasmesso.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 29

Manuale Spesometro COMUNICAZIONE DATI SOCIETA INCORPORATA Vengono accettati i seguenti valori: N = (Valore predefinito) Comunicazione riferita esclusivamente al soggetto che comunica. S = Comunicazione riferita anche alle operazioni di un'altra societ incorporata. PROTOCOLLO TELEMATICO Protocollo telematico attribuito al file in fase di acquisizione e desumibile dalla ricevuta telematica. Questo campo deve essere valorizzato esclusivamente nei casi di: Invio sostitutivo (Tipologia invio = 1) Annullamento (Tipologia invio = 2)

PROTOCOLLO DOCUMENTO Protocollo documento assegnato allatto dellacquisizione e desumibile dalla ricevuta telematica. Questo campo deve essere valorizzato esclusivamente nei casi di: Invio sostitutivo (Tipologia invio = 1) Annullamento (Tipologia invio = 2)

COMUNICAZIONE DEFINITIVA Campo che specifica se la comunicazione corrente da considerarsi definitiva o meno. Qualora il campo sia impostato a S la procedura blocca le eventuali elaborazioni eseguite successivamente a tale marcatura ed impedisce, previo apposito messaggio, la modifica dei dati quando si opera dalla funzione di immissione/revisione. La PAGINA 2 del frontespizio comune ad entrambe le tipologie di soggetto obbligato e contiene i dati tipici delle trasmissioni telematiche.

CODICE INTERMEDIARIO Indicare il codice dellintermediario desunto dalla relativa tabella presente nei Parametri di base. CODICE FISCALE DELLINTERMEDIARIO Campo di sola visualizzazione in cui viene indicato il codice fiscale dellintermediario selezionato nel campo precedente. N. ISCRIZIONE ALLALBO DEI C.A.F. Campo di sola visualizzazione in cui viene visualizzato il numero di iscrizione allalbo dei C.A.F. dellintermediario che trasmette la comunicazione, nel caso in cui lintermediario sia un C.A.F. COM. PREDISPOSTA DAL CONTRIBUENTE Barrare la casella se la comunicazione stata predisposta dal contribuente. COM. PREDISPOSTA DAL SOGGETTO CHE TRASMETTE Barrare la casella se la comunicazione stata predisposta da chi effettua linvio. DATA IMPEGNO Indicare la data di assunzione dellimpegno a trasmettere la comunicazione. Viene aggiornata automaticamente dalla stampa dellimpegno.

30 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro

OPERAZIONI DA TRASMETTERE
Selezionando lopzione Operazioni da trasmettere viene aperta una videata contenente lelenco dei soggetti inseriti nella comunicazione simile alla seguente.

Nellelenco per ciascun soggetto sono evidenziati i seguenti dati: Res S/N Soggetto residente SI, soggetto residente NO. Conto/Id: eventuale codice del conto cliente/fornitore memorizzato in anagrafica piano dei conti o eventuale Id (identificativo) se lazienda e di tipo NULL (livello di gestione = 0 NESSUNO). Pf S/N Persona fisica SI, Persona fisica NO. Questo dato visualizzato e gestito solo per i soggetti Non Residenti. RagioneSoc./Nominativo Ragione sociale e/o nominativo del soggetto. Il dato pu non esistere in quanto non obbligatorio. PartitaIva Partita Iva del soggetto. Questo dato gestito e visualizzato solo per i soggetti residenti. CodiceFiscale Codice fiscale del soggetto. Questo dato gestito e visualizzato solo per i soggetti residenti. Con i tasti di navigazione (freccia su, freccia gi, pag. su, pag. gi, inizio e fine elenco) possibile scorrere lelenco dei soggetti presenti nella comunicazione e con i tasti funzione attivi possibile inserire nuovi soggetti, visionare e/o rettificare le anagrafiche gi esistenti, inserire e/o variare le operazioni o le note di variazione da comunicare, ecc. Il tasto SH + F3 Cancella soggetto esegue la cancellazione del soggetto su cui posizionata la barra di selezione (con la cancellazione del soggetto viene eseguita anche leliminazione di tutte le sue operazioni/note di variazione). Di seguito vengono descritti i vari tasti funzione attivi e le prerogative specifiche di ciascuno. Tasto F7 Filtra soggetti Premendo il pulsante F7 Filtra viene aperta la seguente finestra di ricerca per limitare lelenco visualizzato in funzione dei dati inseriti nella finestra di ricerca.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 31

Manuale Spesometro I campi presenti sono i seguenti: CONTO: viene ricercato il codice conto specifico. RAGIONE SOCIALE / NOMINATIVO: vengono elencati tutti i soggetti la cui ragione sociale e/o nominativo inizia per la stringa di ricerca immessa. Ad esempio se si inserisce la sola lettera R e si conferma verr visualizzato un elenco contenente tutti i soggetti la cui ragione sociale/nominativo inizia con il carattere R. PARTITA IVA: viene ricercata la partita iva specifica. Questo campo alternativo al campo successivo codice fiscale. CODICE FISCALE: viene ricercato il codice fiscale specifico. Questo campo alternativo al campo precedente partita iva. Una volta impostato il filtro di ricerca possibile azzerarlo richiamando nuovamente la finestra ed azzerando i parametri impostati oppure premendo il tasto SH+F7 Visualizza tutti che ripristina lelenco completo di tutti i soggetti. Tasto INVIO Elenco Operazioni del soggetto Premendo il tasto INVIO sul soggetto desiderato viene visualizzata un finestra simile alla seguente:

Nella prima parte della finestra sono riportati i dati anagrafici del soggetto, mentre nella parte rimanente riportato lelenco delle operazioni da comunicare del soggetto corrente. Nellelenco delle operazioni sono riportate sia le operazioni di acquisto/cessione che le note di variazione da comunicare. In questa videata sono attivi i seguenti tasti funzione: INVIO Varia Operazione/Nota di variazione. Questo tasto apre la finestra relativa alla riga selezionata per poter apportare le modifiche desiderate. Tale finestra viene esaminata di seguito in questo stesso paragrafo in corrispondenza delle sezioni <Tasto F4 - Inserimento nuova operazione> e <Tasto F6 - Inserisci nuova nota di variazione>. Inserisci nuova operazione (per i dettagli si veda di seguito in questo stesso paragrafo la sezione <Tasto F4 - Inserimento nuova operazione>). Varia dati anagrafici Inserisci nuova nota di variazione (per i dettagli si veda di seguito in questo stesso paragrafo la sezione <Tasto F6 - Inserisci nuova nota di variazione>). Cancella operazione. Consente di eliminare loperazione e/o la nota di variazione su cui posizionata la barra di selezione.

F4 F5 F6 SH+F3

32 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro Tasto F8 Inserisci NUOVO SOGGETTO Premendo il pulsante F8 Nuovo Soggetto la procedura richiede se il soggetto che si sta creando RESIDENTE o NON RESIDENTE.

Tale distinzione necessaria in quanto i dati richiesti nel file telematico differiscono in funzione della residenza o meno. In funzione di tali differenze le videate di gestione dei soggetti residenti richiedono informazioni diverse rispetto a quelle dei soggetti non residenti. Per creare un nuovo soggetto, oltre ai dati anagrafici dello stesso occorre inserire almeno unoperazione da comunicare. Qualora si inseriscano i dati del soggetto e si abbandoni loperazione prima di aver completato linserimento della prima operazione (che viene richiesta in automatico al momento della creazione), anche i dati del soggetto vengono perduti. In sostanza affinch un soggetto possa esistere in archivio deve avere almeno unoperazione da trasmettere. SOGGETTO RESIDENTE

I dati richiesti obbligatoriamente per i soggetti residenti allinterno del file telematico sono i seguenti: Per i soggetti titolari di partita iva richiesta la PARTITA IVA. Per i soggetti NON titolari di partita iva richiesto il CODICE FISCALE.

Gli altri campi sono esclusivamente di ausilio allutente per poter meglio individuare il soggetto che si sta codificando. CONTO Codice del conto cliente/fornitore da cui prelevare i dati. Questo campo non obbligatorio. Se specificato vengono visualizzati anche i campi INDIRIZZO, LOCALTIA e PROVINCIA presenti nellanagrafica del conto cliente/fornitore. Per le aziende di tipo NULL (che hanno livello di gestione 0 e non hanno alcun un piano dei conti) il campo si modifica in COD. IDENTIFICATIVO del soggetto; anche in caso di azienda NULL il campo non obbligatorio. RAG. SOCIALE/NOMINATIVO Ragione sociale o il nominativo del soggetto. Se viene specificato un conto nel campo precedente il dato di sola visualizzazione e viene evidenziata la ragione sociale o il nome cognome del conto cli/for. Il campo non obbligatorio, ma risulta utile per individuare un soggetto attraverso il nominativo o la ragione sociale piuttosto che con un codice fiscale e/o una partita iva. TITOLARE DI PARTITA IVA Campo in cui specificare se il soggetto corrente titolare di partita iva o meno. Se si imposta S viene obbligatoriamente richiesto il campo partita iva, altrimenti viene richiesto obbligatoriamente il codice fiscale. Una volta che il soggetto stato inserito (confermando la prima operazione), questo campo NON pi modificabile. Limpossibilit di modifica del campo dovuta al fatto che gli importi e/o i campi richiesti nelle operazioni da trasmettere differiscono tra un titolare di partita iva rispetto ad un non titolare e quindi non possibile cambiare la natura del soggetto una volta che stato inserito un movimento. PARTITA IVA Partita iva del soggetto corrente. CODICE FISCALE Codice fiscale del soggetto corrente.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 33

Manuale Spesometro SOGGETTO NON RESIDENTE

Come gi descritto per i soggetti residenti, il campo CONTO non obbligatorio. Se specificato vengono visualizzati anche i campi INDIRIZZO, LOCALTIA e PROVINCIA presenti nellanagrafica del conto cliente/fornitore. Per le aziende di tipo NULL (che hanno livello di gestione 0 e non hanno alcun un piano dei conti) il campo si modifica in COD. IDENTIFICATIVO del soggetto; anche in caso di azienda NULL il campo non obbligatorio. PERSONA FISICA Campo che specifica se il soggetto corrente una persona fisica o una persona non fisica. Se PERSONA FISICA valorizzato con N vengono richiesti i dati della sezione centrale DA COMPILARE SOLO SE NON E PERSONA FISICA. I campi richiesti sono i seguenti: DENOMINAZIONE / RAGIONE SOCIALE (Dato obbligatorio) CITT ESTERA DELLA SEDE LEGALE STATO ESTERO DELLA SEDE LEGALE (Dato obbligatorio) INDIRIZZO ESTERO DELLA SEDE LEGALE

Se il soggetto NON PERSONA FISICA una societ, associazione o altra organizzazione senza personalit giuridica, si devono indicare gli estremi anagrafici di una delle persone che ne hanno la rappresentanza, utilizzando la sezione DA COMPILARE SE PERSONA FISICA PERSONA RAPPRESENTANTE SOCIET. Se il campo PERSONA FISICA viene impostato a S vengono richiesti solo i dati presenti nella sezione finale della videata DA COMPILARE SE PERSONA FISICA PERSONA RAPPRESENTANTE SOCIET. I campi richiesti sono i seguenti: COGNOME (Dato obbligatorio) NOME (Dato obbligatorio) DATA DI NASCITA (Dato obbligatorio) COMUNE O STATO ESTERO DI NASCITA (Dato obbligatorio) PROVINCIA DI NASCITA (Dato obbligatorio). In caso di Stato Estero indicare EE. STATO ESTERO DEL DOMICILIO (Dato obbligatorio)

Una volta che il soggetto viene salvato, il campo PERSONA FISICA NON pi modificabile. Confermando i dati anagrafici del soggetto con il tasto F10 (OK), viene visualizzata la seguente finestra per poter selezionare il tipo di dato da inserire ai fini della comunicazione (vengono richieste due diverse tipologie in funzione del fatto che per ciascuna di esse sono richiesti una serie di dati specifici):

Selezionando la voce NUOVA OPERAZIONE viene aperta la videata di inserimento di una nuova operazione da trasmettere. Le modalit di inserimento di una nuova operazione sono descritte di seguito la sezione <Tasto F4 Inserisci nuova operazione>. Se si seleziona la voce NUOVA NOTA DI VARIAZIONE viene aperta la videata di inserimento di una nuova NOTA DI VARIAZIONE. Le modalit di inserimento di una nuova nota di variazione sono descritte di seguito la sezione <Tasto F6 Inserisci nuova nota di variazione>. Tasto F4 Inserisci NUOVA OPERAZIONE 34 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro Quando si inserisce una nuova operazione viene aperta una finestra simile alla seguente:

Nella prima sezione della videata vengono riepilogati i dati del soggetto intestatario delloperazione corrente. I dati richiesti sono i seguenti ( stata adottata la stessa nomenclatura menzionata sui tracciati e sulle procedure di compilazione ministeriali): Per i soggetti RESIDENTI NON TITOLARI DI PARTITA IVA vengono richiesti solo i 3 campi riportati di seguito. DATA OPERAZIONE Data di registrazione oppure data di cui all'art. 6 d.P.R.n.633/1972. Da indicare nel formato "GGMMAAAA". Deve essere inclusa nell'anno di riferimento o nell'anno immediatamente precedente. MODALITA DI PAGAMENTO Questo campo obbligatorio ai fini della trasmissione. Non indica la modalit di pagamento come normalmente si potrebbe intendere (ad esempio contanti, assegno, carta di credito, bonifico, ecc.), ma rappresenta la tipologia delloperazione che si sta inserendo. Vengono accettati i seguenti valori: 1 = IMPORTO NON FRAZIONATO Loperazione corrente unoperazione unica, non collegata ad altre operazioni (in sostanza rappresenta unoperazione non frazionata). 2 = IMPORTO FRAZIONATO Loperazione corrente parte di un insieme pi complesso di operazioni che costituiscono lintera fornitura (ad esempio operazione riconducibile ad un contratto collegato il cui importo totale supera il limite di trasmissione, oppure un acconto o un saldo relativo ad unoperazione il cui valore complessivo supera il limite di comunicazione). 3 = CORRISPETTIVI PERIODICI Loperazione corrente fa parte di un insieme pi complesso di operazioni tutte caratterizzate dalla ricorrenza periodica. In questo caso ricadono i contratti di appalto, fornitura, somministrazione, quelli di locazione, noleggio, concessione, ecc. In sostanza ricadono in questa casistica tutti quei contratti caratterizzati dalla continuit della prestazione. IMPORTO DOVUTO Importo delloperazione da comunicare espresso in Euro parte intera. Questo dato va inserito al lordo o al netto di iva a seconda del soggetto. In particolare: Se soggetto RESIDENTE NON TITOLARE DI PARTITA IVA nel campo si deve inserire limporto dell'operazione COMPRENSIVO dell'IVA, anche in caso di emissione della fattura. Se soggetto RESIDENTE TITOLARE DI PARTITA IVA nel campo si deve inserire limporto dell'operazione al NETTO dell'IVA. Se soggetto NON RESIDENTE nel campo si deve inserire limporto dell'operazione al netto dell'IVA.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 35

Manuale Spesometro Solo per i soggetti RESIDENTI TITOLARI DI PARTITA IVA o per i soggetti NON RESIDENTI vengono richiesti anche i seguenti campi: IMPOSTA Ammontare dell'Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) da comunicare espresso in Euro parte intera. NUMERO DELLA FATTURA Campo alfanumerico di 15 caratteri in cui specificare il numero della fattura. TIPOLOGIA OPERAZIONE Vengono accettati i seguenti valori: C = Cessione e/o prestazione Le cessioni vengono riportati sul tracciato telematico con valore 1 (cessione e/o prestazione). A = Acquisto e/o prestazione ricevuta Gli acquisti vengono riportati sul tracciato telematico con valore 2 (acquisto e/o prestazione ricevuta). Tasto F6 Inserisci NUOVA NOTA DI VARIAZIONE Quando si inserisce una nuova NOTA DI VARIAZIONE viene aperta una finestra simile alla seguente:

Nella prima sezione della videata vengono riepilogati i dati del soggetto intestatario delloperazione corrente. Le note di variazione possono essere effettuate per tutti i tipi di soggetti (residenti non titolari di partita iva, residenti titolari di partita iva, non residenti). I dati richiesti sono i seguenti (anche in questo caso stata adottata la stessa nomenclatura menzionata sui tracciati e sulle procedure di compilazione ministeriali): DATA OPERAZIONE Data della nota di variazione da indicare nel formato "GGMMAAAA". Deve essere inclusa nell'anno di riferimento o nell'anno immediatamente precedente. NUMERO NOTA Campo alfanumerico di 15 caratteri in cui specificare il numero della nota di variazione. IMPONIBILE Imponibile della nota di variazione espresso in Euro parte intera. IMPOSTA Ammontare dell'IVA della nota di variazione da comunicare espresso in Euro parte intera. DATA DELLA FATTURA DA RETTIFICARE *argomento in sospeso con lAgenzia delle Entrate*. Campo obbligatorio in cui indicare la data della fattura origine da rettificare. Sicuramente corretto indicare una data dellanno precedente. I dubbi riguardano la possibilit di indicare anche date dellanno solare di riferimento della comunicazione. Tale comportamento infatti consentito dal programma di immissione/revisione distribuito dallAgenzia delle Entrate, ma discordante con quanto riportato nella circolare n.24 del 30 maggio 2011 dallAgenzia delle Entrate e con quanto affermato nel documento Comunicazione allAnagrafe Tributaria delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a euro tremila di cui allart. 21 del decreto-legge n. 78 del 31 maggio 2010 Risposte ai quesiti pervenuti da Associazioni di categoria. pubblicato anchesso dallAgenzia delle Entrate in cui si specifica che: i record di dettaglio n.4 e n.5 (rispettivamente note di variazione soggetti residenti e note di variazione soggetti non residenti) sono relativi a note di variazione che intervengono su operazioni gi comunicate e non gi effettuate nello stesso anno in cui viene emessa/ricevuta la nota di variazione. Rimane dunque valido quanto stabilito dalla circolare n.24 del 30 maggio 2011 sullobbligo di comunicazione delle operazioni al netto delle note di variazione. Al momento la procedura accetta anche date dellanno solare, ma non sappiamo se tale opzione sar confermata o sar bloccata. Il suggerimento quello di indicare in questa sezione solo note di variazione degli anni precedenti ed evitare di inserire date dellanno corrente, comunicando per questultimo i soli documenti origine al netto delle note di variazione.

36 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro In caso di variazione di pi fatture relative allo stesso anno o quando nella nota non presente il numero di fattura, si pu inserire nel campo il valore "3112AAAA". NUMERO DELLA FATTURA DA RETTIFICARE Numero della fattura origine da rettificare. Il campo non obbligatorio. VARIAZIONE IMPONIBILE Indicare se la variazione dellimponibile in aumento o diminuzione. Le specifiche ministeriali prevedono due distinte lettere: D (debito) e C (credito). In funzione agli ultimi contatti avuti con lagenzia delle entrate da parte delle associazioni di categoria, stato confermato che la lettera D da utilizzarsi in caso di variazione in aumento (sia di documenti emessi che ricevuti), mentre la C da utilizzarsi in caso di variazioni in diminuzione (sia di documenti emessi che ricevuti). Tali istruzioni non sono attualmente disponibili in alcun documento ufficiale pubblicato dallagenzia delle entrate. Per semplificare lutilizzo di questo campo vengono accettati i seguenti caratteri: + Variazione in aumento del documento origine. Il carattere + indica una variazione in aumento ed allinterno del file telematico viene trascodificato come D (debito). Variazione in diminuzione del documento origine. Il carattere indica una variazione in diminuzione ed allinterno del file telematico viene trascodificato come C (credito).

VARIAZIONE IMPOSTA Indicare se la variazione dellimposta in aumento o diminuzione. Questo campo viene automaticamente proposto con lo stesso valore del campo precedente. Come per il capo precedente le specifiche ministeriali prevedono due distinte lettere: D (debito) e C (credito). In funzione agli ultimi contatti avuti con lagenzia delle entrate da parte delle associazioni di categoria, stato confermato che la lettera D da utilizzarsi in caso di variazione in aumento (sia di documenti emessi che ricevuti), mentre la C da utilizzarsi in caso di variazioni in diminuzione (sia di documenti emessi che ricevuti). Tali istruzioni non sono attualmente disponibili in alcun documento ufficiale pubblicato dallAgenzia delle Entrate. Per semplificare lutilizzo di questo campo vengono accettati i seguenti caratteri: + Variazione in aumento del documento origine. Il carattere + indica una variazione in aumento ed allinterno del file telematico viene trascodificato come D (debito). Variazione in diminuzione del documento origine. Il carattere indica una variazione in diminuzione ed allinterno del file telematico viene trascodificato come C (credito).

Tasto F5 Varia DATI ANAGRAFICI Questo tasto apre la finestra contenente i dati anagrafici del soggetto per consentire una eventuale variazione degli stessi. Le videate sono le stesse gi esaminate nellinserimento di un nuovo soggetto, le uniche particolarit sono rappresentate dai seguenti campi: SOGGETTI RESIDENTI Il campo TITOLARE DI PARTITA IVA non modificabile. SOGGETTI NON RESIDENTI Il campo PERSONA FISICA non modificabile.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 37

Manuale Spesometro

IMPEGNO ALLA TRASMISSIONE

Tale funzione consente di stampare la ricevuta, da consegnare al cliente, con cui lintermediario si impegna a trasmettere telematicamente la comunicazione. La stampa viene effettuata su un modello in carta semplice e pu essere eseguita anche dallazienda STD. DATA IMPEGNO A TRASMETTERE LA COMUNICAZIONE Indicare la data di stampa dellimpegno a trasmettere. Viene proposta la data di ingresso in procedura. SIGLA AZIENDA SU MODULO I valori ammessi sono: S = si desidera stampare sullimpegno la sigla dellazienda; N = non si desidera riportare sullimpegno la sigla dellazienda. IMPEGNO A TRASMETTERE LA COMUNICAZIONE PREDISPOSTA Consente di definire da quale soggetto stata predisposta la comunicazione per la quale si effettua la stampa dellimpegno. I valori ammessi sono i seguenti: 1 = indica che la comunicazione stata predisposta dal contribuente (campo Comunicazione predisposta dal contribuente = X), nellimpegno a trasmettere viene riportata la dicitura TRASMETTERE IN VIA TELEMATICA LA DICHIARAZIONE CONSEGNATA GIA COMPILATA DAL CONTRIBUENTE. 2 = valore proposto automaticamente dalla procedura. Indica che la comunicazione stata predisposta dal soggetto che trasmette (campo Comunicazione predisposta dal soggetto che trasmette = X), nellimpegno a trasmettere viene riportata la dicitura TRASMETTERE IN VIA TELEMATICA LA DICHIARAZIONE PREDISPOSTA DAL SOTTOSCRITTO. ASSEGNAZIONE CODICE FORNITORE I valori ammessi sono: S = vengono stampati gli impegni relativi alle aziende nelle cui comunicazioni non stato indicato il codice intermediario. In questo caso viene richiesto il successivo campo Codice fornitore telematico; N = vengono stampati gli impegni relativi alle aziende nelle cui comunicazioni presente il codice fornitore telematico (Intermediario). CODICE FORNITORE TELEMATICO se impostato a S il campo Assegnazione codice fornitore, viene richiesto il codice del fornitore telematico (Intermediario) che verr poi aggiornato automaticamente allinterno della comunicazione insieme con il relativo codice fiscale e numero iscrizione allalbo.

38 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro

STAMPA COMUNICAZIONE
Questa funzione consente di effettuare la stampa dei dati contenuti in DR Spesometro/Comunicaz. operazioni iva Immissione/revisione, suddividendoli per sezione in base alla tipologia dei soggetti che devono essere trasmessi. La videata che appare richiamando la voce di men la seguente:

In automatico tutte le sezioni vengono impostate a S ma possibile selezionare solo quelle desiderate. Indipendentemente dalla sezione richiesta il programma riporter sempre sulla prima pagina i dati del frontespizio ed effettuer il salto pagina ad ogni cambio sezione. Nellultima pagina viene stampato un prospetto in cui vengono riepilogate il numero totale delle operazioni per tipologia di soggetti. Attraverso limpostazione del campo Marca comunicaz. come definitiva possibile aggiornare il campo Comunicazione definitiva presente nei dati del frontespizio. La marcatura pu essere apposta solo se sono presenti i dati minimi richiesti, in caso contrario il programma restituisce un apposito messaggio di avvertimento e non aggiorna il relativo campo. NOTA BENE: nel caso in cui la Comunicazione sia gi stata marcata come definitiva possibile variare il campo SOLO da DR Spesometro/Comunicaz. operazioni iva - Immissione/revisione.

INVIO TELEMATICO
PREDISPOSIZIONE DI UNA FORNITURA TELEMATICA
La funzione di generazione posta nel men DR Spesometro/Comunicazione operazioni Iva Invio telematico. Impostare il codice fornitore (possibilit di ricerca con tasto [F2 ]). Le anagrafiche fornitori/intermediari possono essere inserite da apposito men Aziende Parametri di base Intermediari/Fornitori servizio telematico. Premendo il tasto [F2] verranno elencate le aziende per le quali risulteranno presenti: il frontespizio ed almeno unoperazione da trasmettere (ad esclusione degli invii di annullamento per i quali non sussiste la presenza di operazioni) data dellimpegno il parametro Comunicazione definitiva impostato a S

La procedura di invio differisce dalle altre per via di un limite dei record pari a 15.000. Qualora la singola comunicazione di unazienda superi tale limite, verranno adottare le seguenti modalit operative: la comunicazione verr frazionata in pi invii esclusivamente ad essa riservati. Al fine di minimizzare il numero di invii necessari a trasmettere lintera comunicazione, verr dimensionato ciascun invio al limite dimensionale massimo descritto; ciascun invio verr identificato da un Progressivo invio e Totale invii di cui si compone la comunicazione; Le comunicazioni facenti parte di un frazionamento devono essere inviate autonomamente.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 39

Manuale Spesometro In fase di selezione verranno evidenziati i progressivi di fornitura e il numero dei record di cui composto il flusso.

Selezionare con Invio le pratiche che si desidera accorpare e confermare con [F10]. Se avviene una selezione di contribuenti la cui somma eccede i 15.000 record, la pressione del tasto [F8]-Controllo segnaler il seguente messaggio e i contribuenti eccedenti verranno accorpati nella fornitura 99..

Siccome i file facenti parte di un frazionamento debbono essere inviati autonomamente, in caso di selezione fra un flusso frazionato e uno non frazionato apparir il seguente messaggio.

Al termine premere i tasti [F8]-Controllo e [F5]-Crea per generare il flusso telematico.

RICERCA SEGNALAZIONI DERRORI DA CONTROLLO TELEMATICO.


Il controllo Entratel restituisce un dettaglio errori composto da una nomenclatura differente dagli altri diagnostici, contenente un numero di riga come riferimento di errore e non informazioni quali codice fiscale, partita IVA o altro, stata generata una funzione di ricerca del rigo allinterno del flusso telematico. Un esempio di messaggi:
RECORD TIPO: 1 ALLA RIGA : 000026 IMPORTO DOVUTO: PER IL 2010 DEVE ESSERE >= 25000 RECORD TIPO: 2 ALLA RIGA : 000112 IMPORTO DOVUTO: PER IL 2010 DEVE ESSERE >= 25000

40 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

Manuale Spesometro Struttura record: Record di tipo 0 E il record di test che contiene i dati identificativi di fornitura, contribuente e intermediario; Record di tipo 1 Operazioni con soggetti residenti non titolari di partita IVA; Record di tipo 2 Operazioni con soggetti residenti titolari di partita IVA; Record di tipo 3 Operazioni con soggetti non residenti; Record di tipo 4 Operazioni con soggetti residenti, note di variazione; Record di tipo 5 Operazioni con soggetti non residenti, note di variazione; Record di tipo 9 E il record di coda e coincide con il record di tipo 0.

Il tipo di record si riferisce alla tipologia del soggetto, ma con il solo riferimento di riga non possibile risalire immediatamente di quale soggetto si tratta soprattutto se sono presenti pi persone fisiche con o senza partita IVA. Al tale scopo stata creata la funzione di ricerca [F3] Visualizza Riga disponibile dalla gestione dellinvio telematico. La funzione abilitata solo per le forniture Accorpate.

Appare una maschera dalla quale possibile specificare il numero di riga segnalato dal diagnostico, confermare con [F10], e infine visualizzare i riferimenti del soggetto a cui si riferisce lerrore bloccante. Terminata la rettifica da Immissione/Revisione, seguire i passaggi trattati al paragrafo Rigenerazione del File Telematico. Nel caso dei messaggi sopracitati, eseguendo la ricerca della riga 00026 appariranno i seguenti dettagli soggetto: > Tipo Record: 1 SOGGETTI RESIDENTI NON TITOLARI DI PARTITA IVA Codice Fiscale: XXXXXXXXXXXXXXXX Data dell'operazione: 15012010 Modalita' di pagamento: 1 Importo dovuto: 000000100 Si tratta di un soggetto residente non titolare di partita IVA collegato al codice fiscale, data fattura 15/01/2010, modalit di pagamento a importo non frazionato e totale documento di 100,00. Nel caso del secondo messaggio sopracitato, eseguendo la ricerca della riga 00112 appariranno i seguenti dettagli soggetto: > Tipo Record: 2 SOGGETTI RESIDENTI TITOLARI DI PARTITA IVA Partita iva: 01010101010 Data dell'operazione: 01032010 Numero della fattura: 333 Si tratta di un soggetto residente titolare di partita IVA collegato alla partita IVA visibile, data fattura 01/03/2010 e numero fattura 333.

MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA 41

Manuale Spesometro

REINVIO E ANNULLAMENTO
Alla pagina 1/2 dei dati contribuente possibile specificare la tipologia di invio e il numero di protocollo/documento a cui si fa riferimento. Impostare il valore: 1 per Sostitutivo: la comunicazione con la quale si opera la completa sostituzione di un documento (individuato dal Numero di protocollo e dal Protocollo documento) contenuto nel file precedentemente trasmesso e correttamente acquisito dal sistema. Si avverte che la trasmissione sostitutiva opera una sostituzione integrale. Nel documento sostitutivo andranno pertanto indicate tutte le posizioni, anche quelle corrette precedentemente inviate, escludendo le sole posizioni per le quali si voglia operare la cancellazione e includendo eventuali nuove posizioni. 2 per Annullamento: la trasmissione con la quale il soggetto obbligato richiede lannullamento di un documento ordinario o sostitutivo precedentemente trasmesso.

Per rigenerare il file, deve essere modificato lo stato da Accorpato a Controllato con il tasto [ShF8]-Cambia Stato quindi riconfermarlo con [F5]-Crea. Per generare un nuovo file contenente una o pi pratiche facenti parte di un precedente flusso, accedere con Invio allelenco pratiche selezionate, nuovamente Invio sulla pratica che si desidera estromettere quindi modificare il numero di fornitura con uno nuovo e diverso da tutti quelli gi creati fino ad ora. Confermare con [F10].

42 MENU DR SPESOMETRO / COMUNICAZ. OPERAZIONI IVA

World Trade Center Edificio A Via Consiglio dei Sessanta, 99 47891 Dogana Rep. San Marino Tel. 0549 978011 Fax 0549 978005 www.passepartout.net info@passepartout.sm