Sei sulla pagina 1di 3

LA VOCE DELLA LUNA

di Margherita Molfino (Giardinaggio, gennaio-febbraio 2006)

C' chi non ci crede, ma c' anche chi non compie un'operazione in giardino senza aver prima valutato la fase lunare: ecco il parere degli esperti.

" he fai tu luna in ciel? Dimmi che fai?" si chiedeva il pastore errante nell'Asia di leopardiana memoria. "Influenzo in maniera determinante il buon esito di molte vostre azioni quotidiane, comprese quelle che effettuate in giardino e nell'orto" potrebbe rispondere l'astro d'argento. La tradizione popolare insegna, infatti, come utilizzare il calendario delle fasi lunari e dei segni zodiacali per scegliere il momento giusto per ogni cosa: iniziare una dieta, tagliarsi i capelli, seminare le piante, intraprendere un viaggio e altro ancora. Johanna Paungger, nata in Tirolo da famiglia contadina, ha appreso dal nonno Joseph le conoscenze sugli influssi dei ritmi lunari nell'attivit quotidiana della gente di montagna. "Finch non sono andata a scuola passavo l'intera giornata con lui, e in seguito tutte le ore libere dallo studio". Il nonno conosceva le propriet erboristiche delle piante alpine, sapeva quando raccoglierle e come conservarle in quella farmacia domestica alla quale ricorreva in caso di necessit. Curava la manutenzione dei sentieri in alta quota ed effettuava i lavori in coincidenza con precise fasi lunari perch il fondo non risultasse scivoloso neppure nei giorni di pioggia. dunque questa saggezza avita che costituisce l'ispirazione di fondo dei libri che Johanna scrive a quattro mani col marito Thomas Poppe, testi che costituiscono una guida utilissima per condurre una vita sana e serena, regolata sui ritmi naturali dei cicli lunari. Incontrando i coniugi a Milano, abbiamo parlato soprattutto degli influssi lunari sulle piante dell'orto e del giardino, perch soltanto effettuando le operazioni giuste nel momento giusto il lavoro del giardiniere risulter il pi efficace possibile. Sopra e sotto il suolo "Una prima, fondamentale regola consiste nel seminare o trapiantare in luna crescente le piante da fiore e tutti gli ortaggi di cui si consumano le parti che crescono sopra il suolo, mentre in luna calante si fa lo stesso con quelli di cui si utilizzano le parti sotterranee come patate, carote e rapanelli. In questo modo i vegetali ricevono molta pi forza" esordisce Johanna. In altre parole, seminando i rapanelli in fase crescente, si svilupperanno molte foglie, ma poche radici commestibili. La distribuzione del nutrimento va invece effettuata soltanto con la luna piena, che ne agevola l'assorbimento da parte delle piante. Concimando con luna crescente rischiereste di bruciare la terra senza che il fertilizzante penetri nel terreno. Le fasi lunari non hanno importanza per la lavorazione del terreno: vangature, zappature,

fresature si possono fare indifferentemente in fase di luna calante o crescente. comunque importante salvaguardare la salubrit del suolo coltivando ad anni alterni, nella stessa aiuola dell'orto, verdure la cui parte commestibile si sviluppa sopra e sotto il suolo. Dove quest'anno allevate pomodori, il prossimo piantate cipolle, rape o patate. A proposito di queste ultime, sono perfette per migliorare la situazione di terreni difficili, quelli nei quali non cresce niente o quelli incolti che vengono utilizzati per la prima volta. Se vi si coltivano i tuberi, non si porter in cucina un prodotto speciale ma pur sempre qualcosa di utilizzabile, e l'anno successivo lappezzamento risulter fertilissimo, adatto a qualsiasi coltura. I giorni dei fiori e dei frutti quindi fondamentale sapere cosa si vuole ottenere da ci che si affida alla Natura e controllare la situazione sul calendario lunare prima di procedere. Se il sole impiega un anno per attraversare i 12 segni dello zodiaco, alla luna basta un solo mese, anzi meno. In ogni ciclo lunare, da luna nuova a luna nuova, il nostro satellite si trova per 2-3 giorni in ciascuno dei segni, raffigurati accanto alla data nei calendari lunari. Abbiamo cos ogni giorno una doppia influenza, quella della luna e quella del segno in cui si trova. Quanto agli effetti sulle piante, si distinguono: giorni da foglia: quando la luna si trova nei segni di Pesci, Cancro o Scorpione; giorni da fiore: con luna in Gemelli, Bilancia o Acquario; giorni da frutto: luna in Ariete, Leone o Sagittario; giorni da radici: con luna in Toro, Vergine o Capricorno. I nostri interlocutori portano qualche esempio: se seminaste i pomodori in giorni da fiore, seppur con luna crescente, otterreste una pianta che fiorisce quasi all'infinito, ma i frutti resterebbero piccoli, marcirebbero presto, sarebbero pessimi pomodori. Attenzione per a non prendere abbagli: la coltivazione dei cavolfiori deve partire nei giorni da fiore, anche se la grossa testa bianca non ha un aspetto poetico, perch la parte commestibile appunto il fiore. La carota un frutto, dal quale partono piccole radici: va seminata nei giorni da frutti. I giorni da radici sono perfetti per altri lavori. Se desiderate vegetali dalle radici forti, mettete a dimora la pianta nel segno del Toro: diventer robustissima pur crescendo lentamente. Il momento migliore per estirpare le erbacce primaverili sono invece i giorni in cui la luna si trova in Capricorno: non dovrete pi farlo per l'intera estate, risparmiando tempo e fatica. Nel calendario lunare si nota che ogni segno zodiacale cade per sei mesi consecutivi in luna crescente e per gli altri sei in luna calante. Per semine e trapianti occorre scegliere le giornate in cui un segno di fiori, foglie, frutti o radici (a seconda della parte di pianta che interessa) cade in luna crescente. Rapportando il calendario solare a quello lunare si nota che, quando il sole entra in un segno, per esempio il 21 marzo in Ariete, si trova in fase calante per quel mese e i cinque successivi, quindi fino ad agosto, mentre da settembre a febbraio in luna crescente. Gemelli, un segno chiave La piccola falce che brilla nel cielo diventando di giorno in giorno pi visibile non va confusa con la luna "ascendente", cosi come la luna calante non "discendente". Con questi due termini, spiegano Johanna e Thomas, si definisce l'astro che percorre la sua traiettoria nel cielo passando dal segno del Sagittario a quello dei Gemelli (luna ascendente) e da quello dei Gemelli al Sagittario (luna discendente). I Gemelli sono il cardine di questo tragitto, durante il quale il nostro satellite compie un giro completo intorno alla Terra. Quando la luna in Gemelli, il giardino non ben presente a se stesso, reagisce poco al nostro lavoro per cui la nostra fatica non rende. In passato non si lavorava mai nell'orto nei giorni in cui la luna era nel segno. Secondo Johanna questa rinuncia totale forse un poco esagerata, ma non il caso di

darsi molto da fare. Il tempo del raccolto coincide coi giorni di luna ascendente; frutta e ortaggi portati in dispensa in questo periodo sono di qualit migliore e si conservano meglio, pi a lungo. La luna discendente invita invece alla semina, alla piantagione. " stato accertato che non solo le piante, ma anche alcuni animali presentano un comportamento legato alle fasi lunari e questo anche se il cielo coperto e la luce dell'astro non visibile" conclude Johanna. "La scienza non a oggi in grado di dirci il perch. La luna emana una forza sconosciuta, misteriosa, di cui avvertiamo e possiamo dimostrare materialmente gli effetti che dobbiamo riconoscere e accettare senza spiegazioni; anche questo fa parte del suo fascino". La luna aiuta ad annaffiare e a diserbare Acqua secondo la luna Siamo abituati - anche per comodit - a irrigare giardini e orti a intervalli regolari. Cos facendo, la terra "si vizia", le piante divengono "pigre", le radici crescono in orizzontale senza andare in profondit, il concime viene portato via... Sarebbe meglio tener conto degli eventi meteorici, irrigando solo quando necessario e solo nei giorni da foglia. Non bagnate mai nei giorni da fiore: le piante si indeboliscono e compaiono parassiti e malattie; in questi giorni non spostate sotto la pioggia le piante d'appartamento. Queste ultime (e quelle da balcone) si bagnano solo nei giorni da foglia, anche pi volte al giorno se molto assetate: potrete partire per due settimane senza bisogno di ulteriori interventi. Diserbo secondo la luna La monocoltura (per esempio una parcella dell'orto) determina la crescita di malerbe: ma non tutte sono tali. Molte piantine selvatiche sono commestibili (tarssaco, borragine, ortica ecc.), altre sono officinali (malva, piantaggine, salvia pratense...): potrebbe valer la pena raccoglierle e utilizzarle. Quelle "inutili" vanno estirpate in luna calante preferibilmente nel segno del Capricorno. Nel segno del Leone, in luna crescente, una zappatura leggera favorisce invece la germinazione dei semi dormienti: estirpando nel Capricorno le pianticelle che nascono, l'aiuola rimarr pulita per lungo tempo.