Sei sulla pagina 1di 5

20/01/12

Riconoscimento piante

intrugliando

ERISIMO
Famiglia Cr cifere ERISIMO, Er simum cheiranthoides Erisimo, triaca

Nel secolo XVI gli erboristi suggerivano l uso di questa pianta quale rimedio contro le morsicature d insetti e di animali in genere, no sostanza antivenefica. Ci spiega l origine del suo antico nome erboristico: teriaca, che deriva dal greco antico theriaki, cio antid morsi velenosi. A questo proposito, la pianta era considerata di per s efficace, ma ancor di pi se immersa nella triaca veneziana medicamentoso che comprendeva parecchie altre erbe. Un altro uso comune nel passato, era di somministrarne i semi ai bambini per combattere i vermi intestinali.

La pian a

A prima vista, E. cheiranthoides assomiglia a varie altre piante a fiori gialli, per esempio a Sinapsi ar ensis. In particolare, per, le presentano bordi lisci o poco dentati, mentre, le silique appaiono squadrate se tagliate trasversalmente. E una pianta con almeno un fusto eretto ramificato e foglioso. Le foglie inferiori sono picciolate, le superiori sessili. I petali del fiore il doppio dei sepali. Il frutto una siliqua lanuginosa e ha una sezione trasversale quadrata. I semi sono marrone chiaro. L altezza va dai 15 ai 90 cm. Fiorisce da maggio a luglio. E. cheiranthoides raro in Italia. E distribuito soprattutto nel Meridione, nei campi e ai margini delle strade. 27/03/2011 | Posted in: Riconoscimento piante | Nessun commento Famiglia Papa eracee ROSOLACCIO, Papaver rhoeas Papavero, rosolaccio (rosa dei campi)

P. rhoeas, con i suoi fiori rossi, d colore ai cigli delle strade e ai bordi dei campi in tutta Italia. Tuttavia, la vista, una volta familiare, grano e granoturco rosseggianti di papaveri oggi meno comune, a causa del diffondersi dell uso di diserbanti e di una pi comple semi di grano.

L accostamento tra questa pianta e le coltivazioni di frumento antichissima: Cerere, la dea latina delle messi e dell agricoltura in g raffigurata con una ghirlanda di P. rhoeas.

In passato, parti del papavero venivano adoperate quali rimedi per tutta una serie di malanni, compresi vari tipi di dolori, in particola fuoco di S. Antonio; lo sciroppo a base di fiori, veniva somministrato ai bambini irrequieti per indurli al sonno.

La pian a

La pianta alta ed eretta, con fiori grandi e solitari. Le foglie inferiori sono picciolate e hanno stretti lobi ricoperti di setole. Le foglie picciolo, solitamente sono trilobate; i peli sono ad angolo retto rispetto al fusto.

Il fiore va dai 7 ai 10 cm con petali sovrapposti e spesso macchiati. Il frutto una capsula arrotondata, con un anello di pori vicino al semi maturano. Altezza: 20-60 cm. Fiorisce da maggio a settembre. | Posted in: Riconoscimento piante | Nessun commento
intrugliando.noblogs.org/post/category/riconoscimento-piante/ 1/5

20/01/12

Riconoscimento piante

intrugliando

Malva

MALVA ( Malva S lvestris ) Pianta erbacea della famiglia Malvacee con fiori di colore tra il lilla e il rosa. Diffusa in tutta Italia dalle regioni mediterranee fino alla ona della montagna. Viene adoperata in medicina come emolliente. Malackos significa nella lingua greca molle e mitigare, placare.

Famiglia: Malvacee

Tempo balsamico: si utili

ano foglie e fiori in luglio e agosto

Principi attivi: Mucillagine, glucosio, ossalato di calcio, sostan e resinose e pectiche, nelle foglie; i fiori contengono mucillagini, la Malvina , ossalato di calcio, sostan e resinose e pectiche.

A ione farmacologica: emolliente e protettivo delle mucose infiamma ioni delle vie urinarie infiamma ioni tubo gastro-intestinale tosse e bronchite espettorante fluidificante del catarro mucolitico catarro
intrugliando.noblogs.org/post/category/riconoscimento-piante/ 2/5

20/01/12

Riconoscimento piante

intrugliando

vie respiratorie dermopurificante e dermoprotettivo faringite e rinofaringite foruncolosi gengivite collutorio oro-faringeo stitichezza per deperimento o atonia intestinale

23/07/2010 | Posted in: Riconoscimento piante | Nessun commento

Ba dana
BARDANA (Arc i m

lappa)

Arktos orso un riferimento alle infruttescenze spinose. Lappa deriva dal latino lappare , afferrare ad indicare la capacit delle infruttescenze di rimanere attaccate agli animali che le sfiorano. Pianta diffusa nei terreni incolti, vicino ai vecchi muri, dalla pianura alla montagna. Si impiegano in cucina lessate con altre verdure La grossa radice ha propriet diuretiche, depurative. La pi importante applicazione contro le affezioni della pelle quali acne e foruncoli.

intrugliando.noblogs.org/post/category/riconoscimento-piante/

3/5

20/01/12

Riconoscimento piante

intrugliando

Famiglia: Asteraceae, Compostae

Tempo balsamico: Si utilizzano le radici che si raccolgono in primavera, semi raccolti in autunno.

Principi attivi: Olio essenziale (Oleum Bardanae), inulina fino al 45%, mucillagini, lappatine, tannino, Sali di potassio, calcio e magnesio, un principio antibiotico simile alla penicillina, fitosteroli, acido clorogenico (azione bioattivante cutanea), vitamine del gruppo B. A ione farmacologica: Diuretico depurativo del sangue Antiacneico Antiforuncoloso Antiseborroico Alopecia Anti dermatosi squamose Lassativo

| Posted in: Riconoscimento piante | Nessun commento

Tarassaco ( Dente di Leone)

intrugliando.noblogs.org/post/category/riconoscimento-piante/

4/5

20/01/12

Riconoscimento piante

intrugliando

TARA ACUM OFFICINALE

Pianta erbacea della famiglia delle Composite conosciuta con il nome popolare di dente di leone, dalle foglie commestibili. E una delle erbe pi note e diffuse nell ambito terapeutico popolare: i boccioli dei fiori si mettono sott aceto come i capperi, le foglie, giovani crude o cotte, compongono insalate depurative. Famiglia: Composite Tempo balsamico: il rizoma si raccoglie in autunno (settembre-ottobre) o in febbraio prima che la pianta riprenda lo stadio vegetativo. Da giugno ad agosto la radice pi amara. Principi attivi: Taraxina (alcaloide), taraxina (principio fortemente amaro), Sali minerali, carotenoidi, fitosteroli, colina, tannini. A ione farmacologica: diuretico, depurativo, dispepsia da atonia gastrica e intestinale, lassativo blando , stitichezza o stipsi, eczema, intossicazioni, insufficienza epatica, ittero e calcoli biliari,inappetenza e anoressia

22/07/2010 | Posted in: Riconoscimento piante | Nessun commento

intrugliando.noblogs.org/post/category/riconoscimento-piante/

5/5