Sei sulla pagina 1di 3

PATINE ARTIFICIALI PROFESSIONALI

TRATTAMENTO PER BRONZI ORICALCO E RAME

Prefazione dellautore Questo documento cerca di spiegare con metodo e ordine la ricostruzione della patina antica di una moneta ormai compromessa dalle incrostazioni e dagli ossidi ma che presenta ancora rilievi validi che possono essere scoperti e valorizzati da questo incredibile sistema di pulizia e ricostruzione. Il procedimento varia dipendentemente dalle leghe e dai metalli. Qui descritto il metodo per rame, bronzo, oricalco ecc.. Lesperienza accumulata pu portare facilmente ad altri metodi per altri tipi di metallo. Questo metodo frutto di 10 anni di test ed esperienze.

Parte Prima: Valutazione dello stato della moneta e prima pulizia. La foto seguente mostra la moneta con tutte le sue incrostazioni dopo un lavaggio di 4/5 giorni in acqua distillata. Come vedete abbastanza irriconoscibile per le varie incrostazioni.

Moneta grezza con incrostazioni varie dopo il bagno di circa una settimana in acqua distillata

Parte seconda: spatinare A questo punto si passa alla parte pi delicata togliere tutta la patina e le incrostazioni con lacido solforico. Il normale acido delle batterie va benissimo a questo scopo. Ricordo che lacido e i suoi vapori sono tossici e quindi bisogna agire in un locale ventilato con contenitori chiusi e lontano dalle mani dei bambini. Usare guanti e pinze per non ustionarsi la pelle.

La moneta a bagno nellacido solforico che disintegra patina e incrostazioni lasciando il metallo nudo

Ed ecco come si presenta la moneta dopo circa 4 ore di bagno nellacido. Il tempo di rimanenza nellacido dipende dalla moneta e dalle incrostazioni. Va quindi valutato a vista.

Dopo aver tirato fuori la moneta dallacido bisogna lavarla accuratamente sotto acqua corrente

La moneta dopo un bagno di 4 ore circa nellacido solforico. Completamente spatinata

Parte terza: la tintura di iodio Ora iniziano le parti da artista per questo conveniente provare questa tecnica su qualche moneta senza valore prima di tentare su monete di pregio o che non volete rovinare. Da questo punto in poi usare SOLO pinzette di plastica per maneggiare la moneta. NON USARE metalli ed evitare di toccare la moneta per non rovinare la patina che si sta formando. A tal fine si pu utilizzare un comune piatto di plastica usa e getta appogiando la moneta sul bordo Una volta che la moneta asciutta, utilizzate un comune pennellino e stendete una mano di tintura di iodio di marca MARCO VITIS. stata specificata questa marca perch ha la giusta concentrazione per questo lavoro. Una volta fatta la prima passata, attendere che si asciughi e ripetere il procedimento finch non appare ben uniforme nel colore.

Dopo le passate di tintura di iodio la moneta cambia di nuovo aspetto

Parte quarta: Idea Patina Bene, quando pensiamo che la moneta sia ormai impregnata di tintura di iodio, possiamo prendere un altro pennello (non usare lo stesso della tintura) e cominciamo a stendere varie mani di Idea Patina in questo caso il prodotto n.E711. Se il caso ripassare anche con lo iodio fino ad ottenere il colore desiderato.

Ed ecco la moneta con la prima mano di Idea Patina E711

Parte quinta: Il tocco finale Se lasciassimo la moneta cos avremmo si un bel colore ma molto artefatto e per nulla naturale. Quindi si interviene mescolando la Tintura di Iodio con la E711 aggiungendo Terra dombra in polvere fine. Dopo aver mescolato si passa una unica mano sulla moneta che acquister una patina antica con le dovute imperfezioni naturali. Se la procedura sar corretta il risultato finale indistinguibile da una moneta con patina naturale. Variando il colore dei componenti possibile creare tutte le gradazioni di patina. Ora godetevi la moneta nel suo aspetto finale:

Spettacolare risultato finale

Per informazioni e consigli chiedere al forum