Sei sulla pagina 1di 72

La storia

Gli amori delle musulmane dAmerica


ANGELO AQUARO

Con liPad raddoppia linformazione

Lo sport

Alle 19 su Repubblica sera lanteprima di Sanremo

Barbara Berlusconi: ecco il mio Milan gioco e entertainment


ENRICO CURR

Fondatore Eugenio Scalfari


1 2 www.repubblica.it

Direttore Ezio Mauro


marted 14 febbraio 2012

mar 14 feb 2012

Anno 37 - Numero 37

1,20 in Italia

SEDE: 00147 ROMA, VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - TEL. 06/49821, FAX 06/49822923. SPED. ABB. POST., ART. 1, LEGGE 46/04 DEL 27 FEBBRAIO 2004 - ROMA. CONCESSIONARIA DI PUBBLICIT: A. MANZONI & C. MILANO - VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/574941. PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA, GRECIA, IRLANDA, LUSSEMBURGO, MALTA, MONACO P., OLANDA, PORTOGALLO, SLOVENIA, SPAGNA 2,00; CANADA $1; CROAZIA KN 15; EGITTO EP 16,50; REGNO UNITO LST 1,80; REPUBBLICA CECA CZK 64; SLOVACCHIA SKK 80/ 2,66; SVIZZERA FR 3,00 (CON D O IL VENERD FR 3,30); TURCHIA YTL 4; UNGHERIA FT 495; U.S.A $ 1,50

Condannati a 16 anni per disastro doloso i due proprietari. Le lacrime delle famiglie di Casale. Risarcimenti milionari

Lamianto uccide, sono colpevoli


Sentenza storica sullEternit. Il pm: il sogno di giustizia diventa realt
NON CI SARANNO PI VITTIME FANTASMA
LUCIANO GALLINO
A SENTENZA di Torino riveste unimportanza fondamentale in tema di tutela della salute sui luoghi di lavoro. Essa stabilisce anzitutto una relazione stretta tra una sostanza alla quale gruppi di lavoratori sono stati esposti in azienda e una patologia che li colpisce anche molti anni dopo. Per oltre un secolo, infatti, le famiglie dei lavoratori deceduti a causa dellamianto sono state sconfitte in tribunale, con leccezione di rari casi individuali. SEGUE A PAGINA 47

LEuropa e la crisi.10

RESTITUIRE UN FUTURO AL VECCHIO CONTINENTE


EZIO MAURO

TORINO Il magnate svizzero Stephan Schmidheiny e il barone belga Louis De Cartier De Marchienne sono stati giudicati colpevoli per i morti a causa dellamianto. Alla sentenza del processo Eternit ai due industriali, che in tempi diversi hanno guidato la grande holding svizzera dell'amianto, il tribunale di Torino ha inflitto 16 anni di carcere per disastro doloso. Alla lettura della sentenza i familiari delle vittime sono scoppiati in lacrime. Un sogno di giustizia che diventa realt, dice Raffaele Guariniello, il capo del pool di pm che ha indagato sullEternit. Accordati indennizzi per un totale di 95 milioni di euro, di cui 25 per la sola citt di Casale e 20 per la Regione Piemonte. SERVIZI DA PAGINA 2 A PAGINA 4

Chiesti altri tagli ad Atene

LEurogruppo verso il s alla Grecia Liberalizzazioni, sar battaglia in aula


TENE in fiamme, il Parlamento che approva la manovra di tagli e sacrifici, i mercati che applaudono. E il popolo, ci domandiamo tutti, e i cittadini? Sembra che il nuovo ordine europeo possa instaurarsi prescindendo dal consenso, dalla pubblica opinione, dalla fiducia. LEuropa si presenta come una grande banca, unistituzione a sangue freddo, un arbitro regolatore ma senzanima, dominato dallunica religione dei parametri e impegnato nellunica battaglia di contenimento del debito, prima e assoluta emergenza del continente. Ma lemergenza pu sostituire la politica, soppiantandola? E c qualcosa di vivo dietro i tagli, i sacrifici e i parametri europei? la Repubblica ha condotto su questo tema una grande discussione pubblica, con gli interventi dei direttori delle grandi testate giornalistiche occidentali. Tutti, anche gli inglesi con il loro spirito critico sulla costruzione istituzionale e monetaria europea, hanno convenuto che si esce dalla crisi con pi Europa, non con meno. SEGUE A PAGINA 47

Dopo le primarie si dimettono i vertici locali. Vincenzi: io come Ipazia

Genova, terremoto nel Pd Bersani: mai pi cos divisi


GENOVA I vertici Pd di Genova si sono dimessi dopo le primarie che hanno visto vincere il candidato di Sel Marco Doria. Da Roma arriva il monito del segretario dei democratici Pierluigi Bersani: Non dobbiamo dividerci pi: va scelto un solo candidato. E nel partito scontro sulle regole. Il sindaco uscente Vincenzi si sfoga su Twitter: Io, trattata come la martire Ipazia. SERVIZI ALLE PAGINE 12 E 13

La polemica

Il termometro e la febbre dellelettore di sinistra


CONCITA DE GREGORIO
E PRIMARIE sono un termometro, non serve farle sparire per eliminare la febbre. Non serve nemmeno cambiare le regole, inventarsi un termometro che segni sempre 36: se la febbre a 40 bisogna curarla, diffidare di chi non la vede o la considera un complotto. SEGUE A PAGINA 46 Un palazzo distrutto dalle fiamme ad Atene

Il dossier

Lanalisi

Arriva lIci per la Chiesa


ALBERTO DARGENIO A PAGINA 9

La carica dei partiti in nome delle lobby


ALESSANDRO DE NICOLA

I FA presto a dire governo tecnico: quando i provvedimenti bisogna votarli, sempre per il Parlamento bisogna passare ed, ovviamente, per il bene della democrazia giusto che sia cos. SEGUE A PAGINA 6 SERVIZI ALLE PAGINE 7, 10 E 11

R2

Il caso

Generazione startup il business dei ventenni


RICCARDO LUNA

Milano, vigile spara muore ragazzo in fuga


PIERO COLAPRICO MASSIMO PISA
MILANO Un cileno di 28 anni stato ucciso ieri a Milano da un vigile urbano al termine di un inseguimento in auto. Il sudamericano era stato coinvolto in una rissa e la pattuglia dei vigili era intervenuta per dividere i giovani. Alessandro Amigoni, il vigile che ha sparato, stato indagato per eccesso di difesa. Il complice del cileno sembra che fosse armato. ALLE PAGINE 16 E 17

LTRE il posto fisso, forse non c il baratro. C un esercito di startup che si finalmente messo in moto. Alzate lo sguardo. In Cile qualche giorno fa una startup italiana ha vinto la gara mondiale per i migliori progetti di innovazione e business. Doochoo propone un sistema per fare i soldi con i sondaggi in Rete e ha gi conquistato clienti come Ikea e Toyota. ALLE PAGINE 49, 50 E 51

Calabria, assolto

In cella 21 anni ma innocente

A PAGINA 20

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

IL CASO ETERNIT CRONACA


LAPERTURA
La Eternit apre in Italia nel 1906 a Casale Monferrato, Cavagnolo, Rubiera, Bagnoli

I2

LA SCOPERTA
Negli anni 50 si scoprono gli effetti nocivi dellamianto, fuori legge in Italia solo nel 1992

LA CHIUSURA
La Eternit chiude nel 1986: dava lavoro a 5mila operai. Nell 87 a Casale si vieta lutilizzo dellamianto

GLI EFFETTI
La procura di Torino ha accertato 2.191 morti dal 1952 a oggi a causa delle fibre di amianto

La storia

Eternit, 16 anni ai proprietari Sapevano che lamianto uccide


Maxi-risarcimenti da 95 milioni. Guariniello: un sogno a occhi aperti
MEO PONTE
TORINO Trentamila euro per Gianoglio Luca, Gianoglio Andrea, Gianoglio Piera, congiunti Bai, 60mila euro per Romana Blasotti, vedova Pavesi.... Nellaula 1 del tribunale di Torino risuonano i nomi della Spoon River dellamianto: gente uccisa dal mesotelioma pluerico o dalla asbestosi dentro e fuori le fabbriche di Casale, Cavagnolo, Rubiera e Bagnoli. Ammazzati nel corso degli anni dal polverino, bianco e letale, con cui si lastricavano strade, isolavano case, avvolgendo interi paesi in una nuve velenosa. Otto anni dopo linizio dellinchiesta del procuratore aggiunto Raffaele Guariniello le vittime di quella strage silenziosa hanno finalmente giustizia. Sono le 13.20 di ieri quando Giuseppe Casalbore, presidente della Corte, legge la sentenza che chiude il processo iniziato il 10 dicembre 2009, il pi grande per disastro ambientale mai intentato in Europa. Ed una sentenza di condanna: sedici anni per Ernest Stephan Schmidheiny, 65 anni, magnate svizzero dellamianto e per Jean Louis Marie Ghislain De Cartier De Marchienne, 91 anni, riconosciuti colpevoli di disastro doloso e omissione dolosa di cautele antinfortunistiche. Per la lettura completa del dispositivo di conha lottato contro due fantasmi, i due magnati dellAmianto che mai sono comparsi in aula (solo Thomas Schmidheiny, il fratello di Stephan ha testimoniato per spiegare come il padre lasci a lui le imprese del cemento e allimputato quelle dellamianto), ha gli occhi lucidi dallemozione. Sto sognando ad occhi aperti dir pi tardi queste sentenza dimostra che avere giustizia possibile E Giancarlo Caselli, il procuratore capo che ha voluto essere in aula con Guariniello e i pm Colace e Panelli, sottolinea: Per anni anche per i magistrati le morti del lavoro erano fatalit, dopo Thyssen e Eternit, nata una nuova cultura sulla sicurezza nel lavoro. Gli avvocati degli imputati parlano di sentenza ingiusta e sperano nella prescrizione. I loro assistiti sono stati condannati per omissione dolosa per tutti e quattro gli stabilimenti italiani ma la prescrizione ha eliminato laccusa di disastro doloso per Rubiera e Bagnoli. L non stato possibile dimostrare che lamianto ha causato anche un disastro ambientale esterno. Come accaduto a Casale dove lamianto ha ucciso ovunque: dentro e fuori la fabbrica chiusa nel 1986. E dove continua ad uccidere. Nel 2011 il mesotelioma pleurico se n portato via altri cinquantotto. Nessuno di loro aveva mai lavorato in quello stabilimento messo su nel 1907 i cui padroni erano cos buoni da trasformare gli scarti della lavorazione in giocattoli da regalare ai bimbi. E che negli ultimi anni di produzione erano tanto attenti alla salute dei dipendenti da inserire nelle buste paga raccomandazioni contro il fumo perch cancerogeno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TRE ORE PER LEGGERE IL VERDETTO


La lettura della sentenza, sopra, durata oltre tre ore. A sinistra, fuori dallaula; nella pagina accanto, in alto, la commozione dei familiari delle vittime

Trentamila euro a testa per i parenti. Il richiamo del giudice in aula: Restate in piedi
danna Casalbore impiega pi di tre ore, costretto ad elencare le provvisionali per le parti civili, 95 milioni di euro che la corte assegna a 850 familiari delle vittime (dai 30 ai 35 mila euro, solo per Romana Blasotti, la presidentessa dellAssociazione vittime dellamianto che oltre al marito ha perso figlia, nipote, sorella e una cugina sono previsti 60mila euro) alla Regione Piemonte (20 milioni) al comune di Casale (25milioni) al comune di Cavagnolo (4 milioni) allInail (15 milioni) ai sindacati (100mila per ogni sigla) e allAssociazione Vittime dellAmianto (100mila euro). Altre 1897 parti civili dovranno ricorrere ad un processo civile per essere risarcite. Casalbore legge con voce monotona il lungo elenco e nellaula risuonano i nomi di chi morto respirando il polverino. Qualcuno piange, altri si abbracciano. Molti rischiano il richiamo del presidente della Corte che ricorda pi volte: Le sentenze si ascoltano in silenzio e in piedi. Raffaele Guariniello, il magistrato che per otto anni

I personaggi

Lo svizzero Schmidheiny, il belga De Cartier: non hanno assistito a una sola udienza

Le frasi
IL MINISTRO
Renato Balduzzi: Sentenza storica, ma la battaglia anti-amianto prosegue

Il miliardario e il barone, chi sono i colpevoli


SARAH MARTINENGHI
TORINO Sono un imprenditore, un cittadino, un padre, un escursionista, un collezionista darte e un filantropo. Cos si definisce sul suo sito Stephan Schmidheiny, 64 anni, da ieri ritenuto colpevole per la strage dellEternit e per questo condannato a 16 anni di carcere. Discendente di una dinastia di industriali, vedovo da un anno e padre di due figli, chi lo conosce sostiene che la sentenza lo abbia ferito profondamente, ritenendola una grande ingiustizia. Non soltanto perch quando sal al comando dellEternit, nel 1974, a 27 anni, eredit una situazione gi presente da oltre 70 anni, ma soprattutto per limpegno profuso nel corso della sua vita a favore dellambiente, dellecologia, e dello sviluppo sostenibile (come ha scritto anche in un libro). Alla morte del padre, limpero degli Schmidheiny fu diviso in due: a lui furono affidate le redini dellamianto, al fratello Thomas quelle del cemento. Nel 2011 fu inserito da Forbes alla posizione 393 tra gli uomini pi ricchi del mondo, il quinto in Svizzera, con un patrimonio da 2,9 miliardi di dollari.

Uno si professa filantropo, laltro ammise: venissi in Italia mi arrestereste


Il magnate svizzero Stephan Schmidheiny Ho dedicato una parte importante del mio patrimonio e del mio tempo dice di s a promuovere una nuova forma di filantropia. Come imprenditore ho cercato di creare una ricchezza economica e sociale, ma al tempo stesso ho voluto proteggere e migliorare anche lambiente. Ho sempre desiderato promuovere un cambiamento sociale positivo, aiutando specialmente coloro che ne avevano pi bisogno e salvaguardando le generazioni future. Stephan Schmidheiny, laureato in legge, salito al potere cominci dopo poco a promuovere labbandono della lavorazione dellamianto. Ma il suo autoritratto stride con limmagine emersa nel corso dellinchiesta: quella di un uomo che si sempre sottratto alle sue

I FAMILIARI
Romana Blasotti, associazione familiari vittime: Non riesco a piangere

IL SINDACO
Giorgio Demezzi, sindaco di Casale Monferrato: Sentenza esemplare

REPUBBLICA.IT Sul sito di Repubblica la sentenza Eternit con video e immagini dallaula di Torino

responsabilit, sfuggito alle richieste di interrogatorio del pm, al contrario del fratello Thomas che invece si present dal procuratore Raffaele Guariniello e diede impulso alle indagini spiegando la divisione dellimpero e il ruolo tuttaltro che secondario di Stephan nelle decisioni aziendali anche fuori dalla Svizzera. Un uomo, Stephan, che ha cercato fino allultimo giorno di risarcire in via extra giudiziale le parti civili per estrometterle dal dibattimento. Non si mai presentato in aula, come del resto non ha mai fatto neanche Jean Louis De Cartier De Marchienne, 91 anni: due fantasmi, i due imputati, che hanno affidato la loro difesa a un pool di legali italiani, ma che per anni hanno tentato di manipolare lopinione pubblica e occultare la pericolosit dellamianto, e di tenere bassa lattenzione mediatica. Tuttavia, come emerso dai documenti dellosservatorio Bellodi sequestrati dalla procura, era stato lui stesso ad ammettere involontariamente le sue responsabilit come il vero burattinaio degli stabilimenti italiani dellEternit, quando aveva ammesso: Non vengo in Italia perch ho paura di essere arrestato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.afeva.it www.vocidellamemoria.org

I3

Le reazioni

I familiari delle vittime in lacrime E ora fate giustizia in tutto il mondo


FEDERICA CRAVERO
TORINO Qualcuno scoppiato in lacrime. Altri non sono riusciti a non esultare, con un ghigno carico di rabbia. Lei invece non ha mosso un muscolo mentre il giudice leggeva il verdetto di condanna. Lhanno soprannominata la pasionaria, ma Romana Blasotti, 83 anni, presidente dellassociazione Familiari e vittime dellamianto, in realt una donna semplice e composta, fragile anche. E ieri lo ha dimostrato, quando nel lungo elenco dei caduti dellamianto sono stati letti i nomi della figlia, del marito, della sorella, di un nipote e di un cugino. Questa lista fa troppo male, li ho visti tutti passarmi davanti agli occhi ha detto con un filo di voce Non ho mai pianto, speravo di riuscire a farlo almeno oggi, invece niente. Dietro a lei i genitori che hanno perso i loro figli nel rogo della Thyssenkrupp, altra basilare sentenza in tema di sicurezza sul lavoro. Lascia laula con lamaro in bocca, invece, Libero Tomassoli, casalese di 76 anni, colpito dallasbestosi: Quei due meritavano una condanna pi pesante. Tante le vedove, che una volta erano considerate fortunate perch il marito aveva un buon posto alla Eternit. Poi ci sono i fratelli, i nipoti, i figli di persone uccise dalla polvere damianto. Tra loro anche Paolo Liedholm, 23 anni, nipote del leggendario allenatore svedese, che qualche anno fa ha perso la mamma: Probabilmente si ammalata perch giocava a pallavolo su un campo ricoperto di residui della lavorazione. Quelle persone in nome del profitto hanno avvelenato un territorio. Dobbiamo impedire che succeda ancora. Per lultima udienza del processo ieri mattina sono partiti da Casale 17 pullman: a chi non si perso un minuto del dibattimento si aggiunto chi voleva partecipare a una giornata storica. Lo devo a mio padre, morto tre anni fa dice Piera Martinotti Quando ero piccola si ammalato di asbestosi ma ha continuato a lavorare alla Eternit, accettando unindennit, per farmi studiare. Molti anche gli stranieri: minatori francesi, operai belgi, perfino una delegazione dal Brasile. Tutti a sperare che questa sentenza apra la strada a nuovi processi in giro per il mondo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

Nel reparto eravamo 30, siamo rimasti in 2 quei soldi non mi aiuteranno a vivere di pi
La rabbia delloperaio in aula con la tuta blu: ci hanno ingannato per anni
Malattia

VERA SCHIAVAZZI
TORINO Anche se vive a Casale Monferrato da oltre mezzo secolo, Pietro Condello, 66 anni, continua a parlare con laccento della sua Messina. Di 66 udienze non ne ha persa una, sa bene che quella tuta, azzurro scuro con la scritta Eternit ricamata in giallo sul petto, attira le telecamere e i fotografi. Ma non gli importa, e non per questo che la indossa, piuttosto per ricordare i suoi compagni che non la possono pi mettere: di 30 operai del reparto Materie prime sono vivi in due, e lui uno di quei due. Mentre il giudice Giuseppe Casalbore leggeva linterminabile sentenza con la quale il popolo italiano rendeva giustizia ai morti di Casale, Pietro Condello stava dignitosamente appoggiato a una balaustra, vicinissimo ai giudici popolari. E ogni tanto, ma solo ogni tanto, si passava sugli occhi e sul viso un fazzoletto candido piegato in quattro, di quelli di stoffa che non usa pi nessuno. Signor Condello, contento di questa sentenza? Contento? No. giusta, la pena va bene, ma non c soddisfazione per noi. Non c denaro, e neppure galera, che possa pagare per quelli che sono morti. Se non li condannavano, allora mi sarei sentito umiliato. Non sono umiliato e non sono contento. Lei malato di asbestosi, pu spiegare cosa significa? Significa che sono stato pi fortunato di chi morto di meso-

Ho lasbestosi da 20 anni, mi manca il fiato e uso la bombola dossigeno


Rabbia

Conoscevo chi mi ha assunto: sapeva gi tutto e non mi ha mai detto niente


Dolore

telioma. Significa che ho uninvalidit cronica del 38 per cento. Da ventanni mi manca il fiato, spesso mi devo attaccare alla bombola dellossigeno, ogni notte dormo con tre cuscini dietro la schiena senn mi sento soffocare. Qualche giorno allanno vado a Varazze, in Liguria, il dottore dice che quellaria mi fa bene, poi per torno sempre a Casale, ci sono i miei figli, non voglio andarmene. Adesso, con i 35.000 euro del risarcimento, potr andarci di pi, al mare Non so. Se i miei figli sono daccordo, andremo di pi. Ma 35.000 euro non sono nulla per chi malato come me, io posso solo sperare di morire il

pi tardi possibile. Che cosa faceva alla Eternit? Sono entrato nel 1966 e ci sono rimasto per 24 anni. Facevo il facchino: scaricavo dal treno che fermava l vicino i sacchi pieni di amianto blu (la micidiale crocidolite, importata dallest europeo, i cui effetti cancerogeni erano noti gi negli anni Sessanta, ndr) e me li caricavo in spalla, trenta chili. Ognuno di noi aveva un coltello, quando arrivavamo vicino alla tramoggia li gettavamo sopra, li tagliavamo e quella li portava agli operai e ai macchinari che lavoravano lamianto. Che cosa le fa pi rabbia? Quello che mi ha assunto, una persona che conoscevo. Lui lo sapeva gi che la-

mianto faceva morire le persone, ma non mi ha detto niente. Una volta allanno ci facevano i raggi X, a tutti quanti, ma non era una cosa fatta bene, era una presa in giro. Se provavi a protestare ti mandavano al Cremlino, il reparto di punizione. Per stato proprio quando sono entrato in fabbrica io che cominciata la lotta, poco per volta si iniziato a capire che dovevamo difenderci. Perch viene in tribunale con la sua tuta? Non ha voglia di buttarla via?

Sono andato da tanti amici in ospedale poi ho smesso: era terribile

SUPERSTITE
Lex operaio della Eternit Pietro Condello, 66 anni: stato presente a tutte le 66 udienze

Tanto non me la posso dimenticare. Sono andato fino a Parigi con questa addosso, a un incontro con altri operai che avevano lavorato nellamianto. Inutile che me la tolgo, meglio portarla per chi non pu pi farlo. Ogni volta mia moglie me lha lavata e stirata. Che cosa ricorda dei suoi colleghi che sono morti? Lultimo labbiamo accompagnato al camposanto 8 giorni fa. Sono stato tanto negli ospedali, un po per le mie visite un po per andare a trovare quelli che morivano, poi ho smesso di andare a vederli, era terribile. Mentre il giudice leggeva i loro nomi, li ho ricordati dentro di me, tutti quelli che ho potuto. Che cosa le sembra pi ingiusto? Primo, che sono morte tante persone che non avevano mai lavorato nella fabbrica. Non che sia giusto se muoiono gli operai, a noi non dicevano la verit, ma chi morto perch aveva lavato una tuta o respirato laria sporca che c a Casale, e ci sar ancora per quarantanni, quello ancora pi ingiusto. Secondo, che il sindaco di Casale abbia pensato di prendere 18 milioni di euro in cambio dei morti. una vigliaccheria, non ci doveva pensare. Nel frattempo, il sindaco, Giorgio Demezzi, ha rinunciato a quei soldi. Ma Pietro Condello pensa che sia il minimo che poteva fare, e non gli perdona di averlo anche solo immaginato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTEDI 14 FEBBRAIO 2012

IL CASO ETERNIT CRONACA


Sono sette le zone industriali considerate altamente pericolose Ma nel mirino ce ne sono altre 50

I4

PER SAPERNE DI PI www.epiprev.it www.repubblica.it

La strage non finita. Il mesotelioma pu restare latente anche per 40 anni e il numero di malati destinato a crescere

IL DOSSIER. I danni per la salute

Lamianto
I tetti dello stabilimento Eternit di Casale

Un italiano su tre esposto alle polveri ecco la mappa delle aree pi a rischio

I siti

ANTONIO CIANCIULLO

Dal Piemonte alla Sicilia prodotti 3,7 milioni di tonnellate


LITALIA stato il secondo produttore europeo di asbesto, o amianto: solo tra il 1946 e il 1992 ne sono state estratte e lavorate 3,7 milioni di tonnellate. Ma il brevetto del cemento-amianto, conosciuto con il marchio di fabbrica Eternit, risale al 1901 e da allora la produzione andata crescendo. Un trend che continua anche oggi visto che nella maggior parte dei Paesi il divieto di uso per questa fibra killer non ancora scattato. La regione italiana pi esposta il Piemonte. Qui c il grande stabilimento di Casale Monferrato, dove negli anni di maggior produzione nella fabbrica Eternit lavoravano 2 mila persone. E qui troviamo la pi grande miniera europea, quella di Balangero. Altri due punti critici sono non troppo lontani: la miniera Emarese, in Val dAosta, e la Fibronit di Broni, in provincia di Pavia. A completare il quadro infine gli impianti di Bari, Bagnoli e Siracusa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quanti sono gli italiani a rischio amianto? Perch intere zone del Paese sono minacciate da un minerale classificato come cancerogeno da mezzo secolo? Per rispondere a queste domande conviene partire dalle date. 1962: risulta provato il rapporto causa effetto tra lamianto e una malattia incurabile, il mesotelioma pleurico. 1986: chiude la fabbrica Eternit di Casale Monferrato. 1992: lamianto viene bandito. 2020: atteso il picco dei tumori provocati da questa fibra letale. Tra il verdetto scientifico di estrema pericolosit e la reazione legislativa passato un tempo troppo lungo, commenta Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente. Perci oggi milioni di italiani, probabilmente un terzo della popolazione, si trovano esposti a un rischio che poteva essere evitato con un intervento tempestivo. A questo numero si arriva mettendo assieme le 7 aree con attivit produttive basate sullamianto (75 mila ettari, quasi quanto la provincia di Lodi), alcune discariche e gli altri 50 siti da bonificare, dove con buona probabilit ci sono materiali in Eternit. Infine va considerato a rischio chi ha vissuto vicino a un tetto o a un serbatoio in Eternit danneggiato dal vento e dalla pioggia. Dunque la vicenda giudiziaria non chiude il caso. Restano le bonifiche da fare e come ha documentato un lungometraggio appena uscito, Polvere una contraddizione globale eclatante: solo in 53 paesi luso dellamianto viene proibito. Il 70 per cento della popolazione mondiale esposta a questa fibra mortale: 100 mila persone muoiono ogni anno per averla respirata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le bonifiche

Gli usi

Le vittime

Cinquantamila edifici da ripulire ma le Regioni sono in ritardo


IN ITALIA, secondo le stime del Cnr, ci sono in giro 32 milioni di tonnellate di materiali contenenti amianto, un censimento parziale perch prende in considerazione solo le lamiere ondulate in cemento-amianto. Le Regioni hanno invece elencato 50 mila edifici da ripulire dellasbesto. Anche in questo caso i numeri sono sotto stimati (solo 11 Regioni hanno fatto il calcolo) ma rivelano una dimensione del problema inquietante: 100 milioni di metri quadrati di strutture in Eternit. Tra le Regioni pi avanti con le bonifiche troviamo la Lombardia che comunque ferma al 18,5 per cento del totale, la Puglia (15 per cento), il Molise (7 per cento). Il Lazio dichiara di aver compiuto 3 mila interventi rimuovendo 10 mila tonnellate di amianto. In Italia abbiamo pensato a scavare le miniere per tirar fuori lamianto, a creare le fabbriche per lavorarlo, a costruire le infrastrutture per assorbirlo. Ma ci siamo dimenticati di pensare a un luogo in cui collocarlo a fine carriera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pannelli, tubi, vernici e fioriere cos lasbesto entra nelle nostre vite
SIAMO abituati ad associare lEternit al profilo delle tettoie ondulate che sono entrate a far parte del paesaggio urbano un po trasandato, o ai vecchi cassoni dellacqua che fino a qualche anno fa nei condomini venivano smantellati da squadre di operai attrezzati con tute protettive modello astronauta per evitare il rischio di respirare le fibre di asbesto. laspetto pi visibile di uninvasione che ha tenuto banco per tutto il ventesimo secolo. Ma, purtroppo, la presenza dellamianto non si limitata a questo. stata pi invadente e mascherata. Lasbesto si trova in edilizia anche nei pannelli isolanti, nelle vernici, negli intonaci, nei rivestimenti delle condutture. E in citt stato a lungo nascosto nei freni e nelle frizioni, nella coibentazione delle metropolitane e degli autobus. E ancora: nelle fioriere, nei tubi dellacqua, negli oggetti darredo disegnati quando lamianto era considerato innovativo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ogni anno almeno tremila morti ma il picco arriver dopo il 2020


SI CHIAMA Eternit ma non dura in eterno. E qui sta il problema: appena questo materiale comincia a cedere, eroso dal vento e dalla pioggia, si liberano le fibre killer, che sono estremamente sottili e penetrano in profondit allinterno del nostro apparato respiratorio rischiando di provocare due possibili malattie strettamente legate allesposizione a questa sostanza. La prima lasbestosi, una malattia polmonare progressiva che causa la morte per soffocamento. La seconda il mesotelioma pleurico. Tra il 1993 e il 2004 sono stati censiti 9 mila casi di questo tumore che porta la firma dellamianto: in 7 casi su 10 si trattato di unesposizione professionale. Si calcola che in Italia lamianto provochi circa 3mila morti lanno, con un picco di tumori atteso per il prossimo decennio. Per ridurre i rischi, in attesa della bonifica, bisogna evitare qualsiasi intervento che possa spezzare, danneggiare o perforare una lastra di Eternit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

LA CRISI FINANZIARIA ECONOMIA


Dal Pdl vengono messi sotto attacco vari spazi di libert. I limiti delle proposte Pd sugli istituti di credito Se non verr posta la fiducia, potrebbero passare molte modifiche che ripristinano una serie di ostacoli

I6

IL DOSSIER. Le misure del governo

Le lobby
Liberalizzazioni, la carica dei partiti tra boicottaggi e prove di dirigismo
Dalla difesa di taxi e professioni alle illusioni su banche e Rc auto
ALESSANDRO DE NICOLA
(segue dalla prima pagina) uttavia nella partita che si gioca sul decreto liberalizzazioni, pressioni di lobby, mania di protagonismo e sinceri afflati ideologici stanno facendo emergere un panorama sconcertante: sono stati presentati ben 2299 emendamenti! Mentre in molti casi abrogazioni ed integrazioni sarebbero pertinenti al tema liberalizzazioni, in altri si scambiato il decreto liberalizzazioni per una legge omnibus e ci si vuol infilare dentro un po di tutto, come nelle buone vecchie finanziarie. Per mettere un po dordine tratteremo solo degli emendamenti legati al tema delle liberalizzazioni, dividendoli a seconda della provenienza politica. IL PDL Il Popolo della Libert fa fatica a declinare Libert in liberalizzazione. Ad esempio, viene richiesto di modificare o addirittura abrogare del tutto larticolo 9 che prevede labolizione delle tariffe professionali. Tale accanimento stupefacente anche in considerazione del fatto che il decreto ferragostiano del governo Berlusconi, gi prevedeva la derogabilit delle tariffe e la piena informativa al cliente. Molti spazi di libert previsti nel decreto sono sotto attacco: per le societ di professionisti si prevede un limite del 25% del capitale sociale con diritto di voto ai soci di mero capitale. Naturalmente pensare che questo tetto salvaguardi lindipendenza del professionista illusorio: un volta dentro, il socio di capitale vorr far sentire (giustamente) la propria voce sulla conduzione economica della societ e se i suoi soci professionisti vorranno ottenere altro capitale non potranno fare di testa loro. E se i professionisti non avessero avuto bisogno di denaro fresco, beh, non avrebbero cercato lingresso di un azionista esterno. Sulle farmacie ci si propone di innalzare da 3.000 a 3.500 il numero minimo di abitanti per farmacia: un codicillo tanto per farne aprire qualcuna in meno senza che venga messo in discussione limpianto dirigistico del decreto che allarga s gli spazi di concorrenza, ma non basandosi sul gioco della domanda e dellofferta, bens su una stima governativa di quante farmacie abbiano bisogno un tot numero di italiani. Anche il ripristino richiesto dal PdL (e pure dal PD) del massimo dell1,5% di commissioni bancarie sul pagamento con carta elettronica illusorio. Se si fissano dei tetti ai prezzi di qualsiasi servizio, chi lo fornisce si rifar in qualche altro modo, ad esempio aumentando il canone annuale della carta di credito, provocando cos unallocazione inefficiente delle risorse: invece che pagare il consumo del servizio, si pagher il possesso della carta. La richiesta che lAuthority dei Trasporti debba decidere il numero delle licenze dei taxi dintesa , invece che semplicemente sentiti i sindaci, potrebbe sembrare una ragionevole estensione del principio di sussidiariet: chi vicino al territorio sa i suoi bisogni. In realt, i sindaci sono pi vulnerabili di unauthority nazionale al potere di interdizione dei tassisti e quindi,

in atto al Senato il pressing delle categorie coinvolte per svuotare il decreto. Ma dietro gli emendamenti proposti ci sono anche tentazioni ideologiche da parte di alcune forze politiche. E c il tentativo di trasformare il provvedimento in una vera legge omnibus in cui infilare un po di tutto, come nelle vecchie Finanziarie

PROFESSIONI
Il Pdl, pi di altri partiti, si batte per ripristinare le tariffe e abolire lobbligo del preventivo

cos com successo finora, concederebbero nuove licenze col contagocce. Va bene invece la possibile riduzione del limite di partecipazione azionaria di Eni in Snam Rete Gas al 5%. Una volta che si decide la separazione essa deve essere reale e non fittizia. IL TERZO POLO Gli emendamenti pi significativi Terzopolisti vanno viceversa in direzione pi liberale. Per le farmacie si vuole abolire la prelazione dei comuni per lapertura di nuove farmacie in certi siti, allargare il numero dei farmaci vendibili in esercizi commerciali, concedere pari opportunit ai parafarmacisti nellapertura di farmacie e abbassare la soglia di numero di abitanti dei comuni ove valgono le norme liberalizzatrici da 12.500 a 5.000. Sullaffidamento dei servizi pubblici inhouse da parte dei comuni si prevede un parere non solo obbligatorio ma anche vincolante da parte dellAntitrust, che presumibilmente sar pi severa degli enti locali nel giudicare le eccezioni alla regola dellaffidamento dei servizi in gara. Inoltre, si vorrebbe togliere il limite degli sconti sui libri introdotti dalla legge Levi alle vendite online. Essendo la legge Levi unassurdit, qualsiasi cosa ne diminuisca la portata benemerita. Infine si ripristina limmediata separazione societaria di Rete Ferroviaria Italia da Trenitalia. Sono ottimi emendamenti, peccato che il Terzo Polo abbia gi detto che disposto a rinunciarci pur di far passare intonso il resto del decreto.

BANCHE
Il Pd riserva un certo numero di proposte a rafforzare il capitolo banche e assicurazioni Si propone di impedire il connubio polizzamutuo

FAMIGLIA
Il Terzo Polo, in primis lUdc, chiede di considerare il numero dei componenti della famiglia come parametro di favore nellapplicare le norme del decreto

PARTITO DEMOCRATICO Dal mio punto di vista il caso pi intrigante, perch gli emendamenti del PD ne confermano la natura di Dr. Jekyll e Mr. Hyde in materia economica. Ora, nessuno pretende che i Democratici diventino dei liberisti (o degli ultraliberisti, come viene definito con sgomento chi a favore delleconomia di mercato), non nella loro natura di partito (quasi) socialdemocratico. Per se vogliono, come dicono, dare una mano alla spinta liberalizzatrice, dovrebbero distinguere tra cosa tale e cos dirigismo a favore dei consumatori, favore che poi nemmeno si realizza. Ad esempio, la portabilit gratuita del conto corrente da loro proposta, sembra una bella cosa, non fosse che se la banca ha dei costi per le operazioni di chiusura, li caricher in modo opaco- in altro modo ai correntisti. Se si costringono le assicurazioni a concedere uno sconto al cliente che non ha incidenti (e non ad offrirlo liberamente come strumento di marketing), beh esse aumenteranno il prezzo della polizza in generale. Inoltre cosa vuol dire che le banche non possono condizionare lerogazione di un mutuo allapertura di un conto corrente presso i propri sportelli? Che hanno lobbligo di contrarre? Tale obbligo vale per i monopolisti, non per le imprese in concorrenza.Lequo compenso per i tirocinanti nelle professioni, poi, sar sicuro elemento di contenzioso per intasare i nostri gi stracolmi tribunali e porter allassunzione di meno tirocinanti da parte di quei professionisti non benestanti che per offrivano al praticante almeno lopportunit di imparare il mestiere portandosi a casa

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PIU www.adamsmith.it www.brunoleoni.it

I7

SFOLTIRE
Dopo lappello di Schifani gli emendamenti si sono ridotti a 1570 Sullart.9 il record delle proposte: 180

Il caso

Appello del presidente del Senato. Alla fine si prevede la loro riduzione a un centinaio

Schifani: Tagli agli emendamenti e arrivano proposte bipartisan Pd-Pdl


VALENTINA CONTE
ROMA Un numero elevatissimo, quei 2.300 emendamenti al decreto liberalizzazioni, depositati venerd scorso a Palazzo Madama. E cos interviene il presidente del Senato Renato Schifani che, attraverso una lettera inviata alla Commissione Industria, invita i gruppi parlamentari a ritirare quelli che non toccano i punti su cui intendono concentrarsi e ad evitare qualsiasi sconfinamento verso temi aggiuntivi ed estranei. Un appello che ieri ha gi ridotto a 1.570 il corposo pacchetto di modifiche. Uno sfoltimento reso possibile dallesclusione di 530 emendamenti fotocopia e di altri 200 estranei per materia e che consentir - a detta dei relatori, i senatori Bubbico (Pd) e Vicari (Pdl) - di rispettare la stretta tabella di marcia del Cresci-Italia: due settimane in Commissione (la prossima si voter) e uno in aula (dal 27 febbraio), dove il governo potrebbe porre il voto di fiducia. Lorientamento a velocizzare, concentrando gli emendamenti a un centinaio, di cui una ventina di rilevanza politica e per i quali occorrer unampia convergenza. Si parte oggi con lillustrazione degli emendamenti in Commissione Industria. In parallelo, prosegue lesame della Bilancio che fornir, via via, i pareri sulla copertura finanziaria del decreto. I relatori presenteranno nei prossimi giorni emendamenti a firma congiunta. Tra i capitoli pi bersagliati, nel primo assalto alla diligenza dellera tecnica, si conferma larticolo 9 sulle professioni che raccoglie ben 180 proposte di modifica, dallabolizione totale allammorbidimento del preventivo obbligatorio e al ripristino delle tariffe. La richiesta di Schifani a scremare in fretta trova il plauso condizionato delle forze politiche. Sfoltire s, ma anche migliorare, per Finocchiaro (Pd). Non comprimere il confronto, per Gasparri (Pdl).
RIPRODUZIONE RISERVATA

pochi soldi. Stessi rilievi critici possono esser fatti sui limiti alla partecipazione di soci di mero capitale alle societ di professionisti. Buoni sono altri emendamenti, invece. Ad esempio sulla possibilit di aprire selfservice di carburante anche in citt, sullaccelerazione dei tempi della separazione tra rete e compagnia di trasporto delle FS o dellistituzione dellAutorit dei trasporti o della separazione tra Eni e Snam. Commendevole anche labolizione dei vincoli alla vendita dei farmaci di classe C e la semplificazione delle procedure per i concorsi per le nuove sedi di farmacie. IDV E LEGA In genere i due partiti ripropongono gli emendamenti restrittivi, magari con qualche chiusura in pi. Da notare la proposta della Lega di immediata privatizzazione della Rai, che sarebbe un buon viatico per la liberalizzazione del settore televisivo e la separazione tra Poste e Banco Posta avanzata dallIdV che ne permetterebbe una pi spedita privatizzazione. Ecco, questa e la pancia dei partiti politici in Italia. E non una gran consolazione constatare che, se non verr posta la fiducia, la stragrande maggioranza del Parlamento potrebbe ritrovarsi su alcuni emendamenti che restringono la libert economica, ma quasi mai su quelli che lasciano pi spazio alle forze di mercato. Cos la pensano i politici: la speranza che la maggioranza dellelettorato abbia idee diverse. Chiss. adenicola@adamsmith.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

COMUNI
La Lega pronta ad una battaglia furiosa sulla norma che trasferisce la cassa degli enti locali alla Tesoreria centrale

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

LA CRISI FINANZIARIA POLITICA INTERNA


Anche gli enti ecclesiastici dovranno pagare. Palazzo Chigi simpegna per a esentare le iniziative no-profit DOSSIER. Fisco e Vaticano

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.governo.it

I9

La celebrazione dei Patti Lateranensi, gioved, sar loccasione per esaminare la nuova regolamentazione

Le tasse
Ici anche per gli immobili della Chiesa il governo pronto a rivedere lesenzione
ALBERTO DARGENIO
La proposta finale da spiegare dopodomani alle gerarchie ecclesiastiche pronta. In tempi di sacrifici per tutti e nellimminenza di una condanna Ue per aiuti di Stato illegali, le esenzioni fiscali per le attivit commerciali della Chiesa non sono pi sostenibili: gli enti ecclesiastici dovranno pagare le tasse, anche se il governo si impegna a fare salve le attivit puramente no profit. questo lo schema che gioved Mario Monti e i suoi ministri sottoporranno ai vertici vaticani - a partire dal segretario di Stato Bertone e dal presidente della Cei Bagnasco - in occasione delle celebrazioni dei Patti Lateranensi. Le esenzioni per la Chiesa le aveva introdotte il governo Berlusconi nel 2005 e permettono ad alberghi, scuole ed ospedali degli enti religiosi che operano in regime di concorrenza di non pagare le tasse grazie alla presenza di un semplice cappella al loro interno. Un vantaggio rispetto ai competitor laici, che devono fare prezzi pi alti visto che le tasse le pagano. E con un danno per lerario italiano di almeno un miliardo lanno. C lesenzione totale dellIci alla quale si somma uno sconto del 50% sullIres. Privilegi che saranno cancellati pur salvando le Chiese e le attivit puramente benefiche come oratori o mense per i poveri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SOLUZIONE

Separazione nello stesso edificio tra esercizio sociale e dimpresa


La soluzione trovata dal governo permette di riportare il regime fiscale della Chiesa nel campo della legalit pur mantenendo le esenzioni per gli enti che fanno opera puramente caritatevole o spirituale, ovvero no profit. Il problema giuridico pi complesso da risolvere quello delle attivit miste: come comportarsi quando in un palazzo ci sono quattro piani adibiti ad albergo, e dunque commerciali, e una mensa per i poveri? La soluzione quella di scorporare anche per il fisco le due attivit seguendo lo schema previsto per le societ che svolgono in parte servizi pubblici e in parte attivit in concorrenza. Soluzione giuridicamente inattaccabile ma che provocher pi di un problema nella sua attuazione pratica vista la difficolt a distinguere i due aspetti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL CONTENZIOSO

LESENZIONE

IL GIRO DAFFARI

IL SOMMERSO

LItalia nel mirino di Bruxelles Per le attivit commerciali Quel privilegio aiuto di Stato una norma ancora ambigua
Nellottobre del 2010 la Commissione europea ha aperto unindagine per aiuti di Stato contro lItalia e una decisione finale attesa per la primavera. Tanto a Bruxelles quanto a Roma la condanna data per certa. Cancellando i privilegi lItalia spera invece di evitare una decisione negativa che oltretutto dovrebbe essere accompagnata dallingiunzione di recuperare quanto non pagato dalla Chiesa in violazione delle regole Ue. Ma anche cambiando la legge e chiudendo il contenzioso la condanna per il periodo 2006-2011 potrebbe arrivare. Almeno cos la pensano gli autori della denuncia che ha attivato Bruxelles - guidati dal radicale Maurizio Turco - che annunciano: Se non ci sar lordine di recupero del pregresso andremo in Corte di giustizia Ue.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Da scuole, ospedali e alberghi entrano quattro miliardi lanno


Al Vaticano riconducibile un impero immobiliare che genera un giro daffari di circa 4 miliardi lanno. Scuole private, ospedali, palestre e alberghi gestiti da ordini religiosi e fondazioni che fanno concorrenza a quelli laici con prezzi pi accessibili anche grazie al mancato pagamento delle tasse. Si parla di circa 100 mila fabbricati, ma potrebbero essere di pi. Un quinto di Roma in mano alla Curia: alle 140 case di cura private accreditate nel Lazio, ad esempio, si aggiungono 800 scuole, 65 case di cura, 43 collegi, 20 case di riposo e tanto altro. A Milano le scuole paritarie sono oltre 450 e le cliniche 120. Il solo patrimonio di Propaganda Fide ammonta a 89 miliardi. C poi il turismo religioso: 200 mila posti letto sparsi per lItalia con 3.300 recapiti tra case per ferie e hotel per i pellegrini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Migliaia di costruzioni fantasma arriva lobbligo di registrazione


Tutte stime per difetto visto che gli stessi comuni hanno difficolt a mappare le propriet in mano alla Chiesa: buona parte di esse, infatti, non mai stata registrata al fisco con migliaia di immobili fantasma che affollano centri storici, paesi e campagne. Ecco perch limminente fine dei privilegi fiscali potrebbe non bastare a far emergere tutto il sommerso generato dagli enti ecclesiastici. Cos se con lo stop alle esenzioni lo Stato solo di Ici dovrebbe incassare circa 400 milioni allanno, con un imponente lavoro di mappatura degli immobili si potrebbe superare il miliardo. Ecco perch la fine delle esenzioni dovrebbe essere accompagnata da una legge che obblighi la registrazione degli immobili fino ad oggi sconosciuti ai comuni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La prima legge sullIci del 1992 consentiva a chi riteneva di poter accedere alle esenzioni di non registrarsi al fisco. Privilegio consolidato dal governo Berlusconi che nel dicembre 2005, in vista delle elezioni della primavera successiva, ha regalato agli enti ecclesiastici lesenzione totale dallIci anche in presenza di attivit commerciali e mettendo a tacere la Cassazione che nel 2004 aveva stabilito lobbligo di pagare limposta per tali enti ad eccezione di chi svolgeva attivit puramente sociale. Lanno successivo per bloccare le indagini poi avviate dalla Ue il governo Prodi aveva rimesso mano alla norma generando un mostro giuridico con lesenzione per gli enti non esclusivamente commerciali (o lattivit commerciale, o non lo ) che non ha risolto il problema.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La legge

Prima rata a giugno, poi i comuni potranno decidere gli aumenti per il conguaglio. Evasione, lesecutivo prepara il ripristino dellelenco clienti-fornitori

Imu prima casa, debutto con aliquota al quattro per mille


ROBERTO PETRINI
ROMA Due provvedimenti, uno con norme anti evasione (probabilmente un decreto) e uno per rivisitare la legge delega destina a sfrondare le 270 agevolazioni fiscali contenute nel nostro sistema. Il pacchetto-fisco che alcuni davano allesame del consiglio dei ministri gi per oggi, alle battute finali e, con tutta probabilit, sar varato gioved della prossima settimana. Non escluso che durante la riunione di oggi del governo si faccia un giro di tavolo sullargomento. Il piatto forte del decreto antievasione dovrebbe essere il ritorno del cosiddetto elenco clienti-fornitori, cancellato dal governo Berlusconi: in pratica tutte le aziende e i professionisti dovranno comunicare all Agenzia delle Entrate le fatture emesse o pagate. Un meccanismo che sembrerebbe accettato anche dalle categorie interessate e che potrebbe sostituire lo spesometro che attualmente impone di comunicare al fisco gli acquisti, oltre i 3.600 euro, ma che pesa soprattutto sui consumatori finali. Dopo la stagione del blitz, che continua con lazione della Guardia di Finanza e dellAgenzia, dovrebbero arrivare anche norme volte alla semplificazione degli adempimenti per favorire ladesione spontanea al versamento delle tasse oltre

I numeri

270 7,6

Le agevolazioni nel nostro sistema

Laliquota sulle seconde case

0,2

la variazione affidata ai Comuni

alle nuove regole per contrastare labuso di diritto e lelusione fiscale. Nel men anche una proroga dei termini per i Comuni, che saranno in ritardo, per lapprovazione dei propri bilanci al 30 giugno (oggi il limite fissato al 31 marzo). Di conseguenza il 16 giugno, data in cui debutter lImu sulla prima casa al 4 per mille e al 7,6 per le seconde case, si pagher lacconto del 50 per cento sullaliquota-base. I Comuni tuttavia avranno tempo fino al 30 giugno per aumentare o diminuire dello 0,2 (prima casa ) e 0,3 (seconda casa) le aliquote Imu e a fine anno, il 16 dicembre, in sede di conguaglio si applicheranno le nuove aliquote deliberate (dunque anche con gli

eventuali aumenti). Si tratter formalmente di un debutto per la nuova Imu per la prima casa, che non si pagava dal 2008, e per lImu sui fabbricati rurali che fino ad oggi erano esenti dallimposta e che da questanno saranno soggetti al quattro per mille come aliquota base. Per tutti gli immobili da questanno cambier anche la base imponibile che subir un aumento fino al 160 per cento della rendita catastale. Tornando al pacchetto fisco, terreno pi difficile quello della riscrittura della delega fiscale dellex ministro dellEconomia Tremonti. Sembra assai difficile che possa essere scongiurato laumento dellIva
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

LA CRISI FINANZIARIA ECONOMIA

I 10

La Grecia

LEurogruppo verso il s ma vuole tagli da 325 milioni e limpegno scritto dei partiti
Merkel: il programma di riforme non va cambiato
ANDREA BONANNI
BRUXELLES Dopo il voto del Parlamento greco che ha approvato il pacchetto di misure di austerit in una Atene sconvolta dalla guerriglia urbana, la strada per salvare la Grecia dalla bancarotta ancora lunga e tutta in salita. I ministri economici dellEurogruppo, che si ritroveranno a Bruxelles domani, daranno solo un via libera di principio alla concessione del prestito di 130 miliardi che dovrebbe evitare il default del Paese. E lo faranno solo se, nel frattempo, il governo ellenico avr rispettato le altre due condizioni poste dallEuropa. Oltre al voto del Parlamento, arrivato domenica notte, Bruxelles esige infatti che vengano reperiti tagli alla spesa nel bilancio 2012 per altri 325 milioni, e che ci sia un impegno scritto dei leader politici a mantenere le misure di rigore anche dopo le elezioni anticipate ad aprile. Secondo indiscrezioni, Atene sarebbe orientata a reperire i 325 milioni tagliando le spese per la Difesa, che sono proporzionalmente tra le pi alte dEuropa. Quanto allimpegno scritto dei due leader, George Papandreou per i socialisti e Antonis Samaras per i conservatori moderati, dato per scontato dopo che i due partiti hanno espulso una quarantina di deputati dissidenti e dopo che il partito Laos, di ultra destra, si comunque dissociato dallaccordo. Tutto questo, comunque, non baster ancora per sbloccare il prestito. Prima di dare un via libera operati aprir le sue casse: si spera in tempo per consentire di far fronte alla nuova emissione di bond greci per 14 miliardi che in programma il 20 marzo. Insomma, anche se si compiace per il voto parlamentare di domenica, lEuropa ancora non si fida della Grecia. Le autorit greche e le forze politiche dovrebbero fare proprio il secondo programma, e quindi attuarlo pienamente, al fine di garantire il ritorno del Paese alla crescita economica sostenibile e aumentare loccupazione, ha spiegato il commissario europeo Olli Rehn. E Angela Merkel stata anche pi esplicita. Il programma di riforme della Grecia non poteva e non potr essere cambiato. Ora si tratta di metterlo in pratica. Quel che per noi e molto importante e che la Grecia abbia una chance nel 2020 di arrivare a un rapporto debito-Pil del 120% in modo da poter tornare a finanziarsi sui mercati
RIPRODUZIONE RISERVATA

Domani si riunisce lEurogruppo. Si guarda allaccordo per il taglio del debito


tivo, infatti, i ministri europei vogliono verificare la portata effettiva dellaccordo tra il governo greco e i creditori privati. Lintesa, che dovrebbe portare le banche mondiali detentrici di titoli greci ad accettare una perdita concordata pari al 70% del valore nominale dei bond e un riscaglionamento del debito, virtualmente acquisita. Ma ora lEuropa vuole verificare quante banche la accetteranno e se le dimensioni dellaccordo sono tali da garantire la promessa riduzione di cento milioni di euro del debito greco. Una volta superato lostacolo dei creditori privati, sulle cui reali intenzioni i ministri potranno forse fare una verifica alla loro riunione del 20 febbraio, la strada di Atene verso la salvezza si presenter pi in discesa. Ma, hanno avvertito ieri da Berlino, il prestito non diventer comunque operativo fino a marzo. Prima, il 27 febbraio, ci dovr essere un voto del Parlamento tedesco che dovr dare il suo benestare allesborso della quota della Germania nel prestito. Poi i ministri europei vorranno vedere le prime concrete messe in opera delle misure votate ieri. Solo a quel punto, con la garanzia fattuale che gli impegni greci questa volta saranno stati rispettati, il Fondo salva sta-

Lintervista

Il premio Nobel Christopher Pissarides: la reazione popolare si pu capire

EUGENIO OCCORSIO
ROMA Si pu capire la reazione popolare: la Grecia viene da 5 anni di recessione e la popolazione non si spiega come da misure cos penalizzanti potr uscire qualche risultato di crescita. E non sopporta il fatto che sono norme imposte dalla Germania. Christopher Pissarides, docente alla London School of Economics e premio Nobel 2010, nato nel 1948 a Cipro da una famiglia greca. Guarda con amarezza ai travagli della sua gente ma anche alle perplessit espresse dal governo tedesco sullefficacia delle sofferte misure dellaltra notte: uno scontro politico, di dominio dellEuropa del nord su quella del sud. Quando si trover il modo per gestire politicamente la questione, si appianeranno le incomprensioni anche con lItalia. Quello che fanno trasparire i tedeschi che dei greci non si fi-

I greci non sopportano il diktat tedesco quelle misure per sono inevitabili
dano. Lei lo farebbe dopo linganno sui conti? Guardiamo con realismo a quel che accadde allora. C una larga componente di equivoco. Non si tratt di un marchiano inganno: cera fretta di ampliare leuro e non si stava a guardare troppo per il sottile. Dopo Maastricht nessuno rispettava alla lettera il trattato: ricorda che lItalia e il Belgio avevano un debito triplo del consentito, come peraltro ancora hanno? Si sono inventate espressioni come finanza creativa o linea di tendenza per mascherare inadempienze clamorose. Perfino la Germania ha sforato il 3% ed stata perdonata. Le misure varate bastano a

,,

Si sta consumando uno scontro politico, di dominio dellEuropa del nord su quella del sud
ECONOMISTA
Christopher Pissarides nato a Cipro da genitori greci. Ha vinto il Nobel nel 2010

garantire lintegrit delleuro? Forse s. Il rischio fortissimo. Resto convinto che se salta la Grecia, si smantella lintero euro. Mi conforta la forte determinazione dei due partiti maggiori ad andare avanti e sono fiducioso che alla fine la popolazione capir che non pu accanirsi contro il Parlamento che lavora per i suoi interessi. Dando per assunto che servir al pi presto una fase 2, come giudica nel merito i provvedimenti? Inevitabili. Atene ha solo due alternative: farsi male o farsi molto male, cio uscire dalleuro. Ma sulla rapidit di passaggio alla fase 2 che ho dei dubbi. Perch?

Ci sono riforme urgenti che per veti incrociati tardano ad arrivare. Solo quella delle pensioni passata pur con una tempistica inadeguata: certo, non si va pi a 55 anni ma la progressivit lenta. Almeno stato introdotto il metodo contributivo. Per le altre riforme si sta perdendo tempo prezioso, dalle liberalizzazioni alle semplificazioni per rendere attraente il mercato, fino allesazione fiscale: non questione di nuove tasse, bisogna essere in grado di riscuotere quelle dovute. Sembra lItalia...e il discusso taglio al salario minimo? Probabilmente permetter agli imprenditori di abbassare i prezzi, favorendo per esempio il turismo, e di assumere pi persone. Sono misure dure, ma se si sapr inserirle in un quadro organico garantiranno la permanenza della Grecia nelleuro, la condizione perch il Paese riesca prima o poi a riprendersi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.imf.org www.european-council.europa.eu

I 11

Lunica bella notizia di queste ore lannuncio che ad aprile il Paese torner alle urne

I partiti perdono pezzi e consensi: nessuno, compreso il Pasok, ha pi la maggioranza

IL DOSSIER. Un Paese sul baratro

I sacrifici
Giovani, impiegati, operai tutti in ginocchio per lausterity
dal nostro inviato DANIELE MASTROGIACOMO

Viaggio tra gli umori della gente, in arrivo nuovi disagi

ATENE La Grecia torna alle urne. Si vota ad aprile e questo, per la gente, forse lunica bella notizia di queste ore. C aria di cambiamento, una svolta radicale. I partiti perdono pezzi e consensi; nessuno, compreso il Pasok, ha pi la maggioranza in Parlamento. Non accadeva dal 1993. Tutti pagano la sofferta approvazione del pacchetto di austerit imposto dalla Troika (Fmi, Bce, Ue). Le misure sono state divise in quattro distinti provvedimenti: lavoro e stipendi, creditori privati, ricapitalizzazione delle banche, pensioni. Il pi contestato quello sulla riforma del lavoro: taglio del 22% dei salari nel privato, 150 mila dipendenti pubblici da licenziare entro il 2015. Quindici mila solo questanno. Contratti congelati e validi solo due anni. Alla scadenza, rinnovo annuale. La Troika chiede nuove garanzie. Non si fida. Entro domani, quando si riunir lEurogruppo, pretende una lettera di impegno sottoscritta dal governo e dai leader dei tre partiti che lo sostengono. Ma nel carniere dei sacrifici mancano ancora 300 milioni: se non saranno trovati il prestito da 150 miliardi rischia di saltare. Si lavora sulle spese dei ministeri. Difesa e Sanit. I creditori privati avranno i loro soldi, ma decurtati del 70%.

LA PROTESTA
Unimmagine degli scontri che stanno sconvolgendo Atene

IL GIOVANE

LO STATALE

IL POLIZIOTTO

LOPERAIO

Noi generazione 400 euro cos non si pu vivere


Essere "bamboccioni" in Grecia un lusso. Accade solo nelle famiglie benestanti, che alla fine un lavoro te lo trovano o te lo programmano. Per tutti gli altri giovani una vera corsa ad ostacoli. Dovrebbero essere favoriti e stimolati. Nella realt sono i pi penalizzati. Accade anche da noi. Ma qui, in Grecia, peggio. Al primo impiego - ci conferma Stathis - prendi 752 euro lordi. Devi lavorare dieci ore, anche se ufficialmente, a livello di contributi, sono 8 come da contratto. Sabato compreso. La beffa scatta se hai meno di 25 anni. A tutto c' un limite - si sfoga Stathis -. Il nuovo pacchetto di misure colpisce soprattutto gente come me. Prevede la riduzione del 32 per cento del salario. Capisce? 32 per cento. Significa 510 euro lordi, 410 netti. E' l'inizio. Non ci pago nemmeno l'affitto di una stanza. Qui costa 450 euro. Soluzioni? Restare tappato in casa, risparmiare su tutto. Niente cellulare, niente tv via cavo, niente auto, niente cene con amici. A meno di rubare. Lo fanno in molti. Rischiamo di diventare un Paese dell'illegalit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Persi tre stipendi lanno spesa solo con maxisconti


La scure dell'austerit si abbatte sui pi garantiti. Che ora diventano i pi deboli. I dipendenti. Per quelli del comparto pubblico scatter la libert di licenziamento: saranno decurtati 150 mila posti di lavoro entro il 2015. Almeno 15 mila andranno a casa per la fine dell'anno. Per risanare il deficit, bisogna ridurre un esercito formato da 965 mila impiegati e funzionari. Ogni 5 licenziamenti ci sar una sola nuova assunzione. Con stipendi ridotti del 20 per cento. Di fatto, ci spiega Gergiou che preferisce evitare il cognome, perderemo il valore di tre stipendi l'anno, circa 2.100 euro. Secondo stime attendibili, il potere d'acquisto scender del 40 per cento. La classe media e piccola greca si ritrover nelle stesse condizioni del 1960. Ma 42 anni dopo. Per arrivare alla fine del mese, aggiunge Georgiou, dovremo ricorrere ai mercati rionali, ai bonus offerti dai giornali, ai maxisconti dei negozi di periferia. I pi frequentati sono quelli gestiti dagli extracomunitari. Molti tornano in campagna. Coltivare la terra procura almeno da mangiare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Alt a promozioni e indennit Il nuovo contratto annuale prezzo del piano della Troika per noi significa licenziamento
Nemmeno i dipendenti della Difesa si sentono tranquilli. Anche loro sono nel mirino dell'austerit e rischiano di perdere posti di lavoro considerati inossidabili. In Grecia ci sono molti settori gestiti da uomini con le stellette. Un poliziotto, al primo impiego, percepisce uno stipendio di 600 euro. Poi usufruisce degli scatti di carriera. Ma i tagli hanno bloccato avanzamenti e indennit. I poliziotti sembrano essere i pi tartassati. Spiros, con ruolo di capitano in un commissariato, ci fa notare alcuni segnali eloquenti: I tagli iniziano dalla scuole. Ne abbiamo prestigiose e molto frequentate. Ma da quest'anno i posti disponibili sono stati decurtati dell'80%. Questo significa un piano preciso. Niente scuola, niente diplomati, niente future assunzioni. Cosa accadr? Si rivolgeranno di nuovo ai militari. Almeno di pensare ad una privatizzazione della polizia. Una battuta provocatoria. Molti sono convinti che i 300 milioni che mancano nel pacchetto promesso alla Troika arriveranno proprio dalla Difesa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il collocamento

Rendimenti in calo allasta dei Bot


ROMA Nuovo segnale di stabilizzazione per i titoli di stato italiani dallasta dei Bot annuali. Ieri sono stati interamente assegnati i Bot allasta, per un ammontare di 12 miliardi di euro, con rendimenti scesi ai minimi da luglio scorso per i buoni annuali, con un tasso medio al 2,23% (dal 2,735% del collocamento del 12 gennaio). La domanda stata largamente superiore allofferta, non altissima, per un problema tecnico nellimmissione degli ordini dellasta ha informato la Banca dItalia, spiegando che sono in corso verifiche, per capire la ragione del problema.

Dimitri lavora da 15 anni in una societ elettrica. E' una di quelle privatizzate. Gode ancora del vecchio contratto che scade tra due anni. Ci hanno gi decurtato il 22 per cento del salario, denuncia. Non hanno nemmeno atteso il varo delle misure. Questo significa che a dicembre percepivo 1030 euro. Nella busta di gennaio si sono ridotti a 804. Parliamo di lordi. Nel 2013 si rinnovano moltissimi accordi. Alla scadenza, il pacchetto della Troika prevede la scadenza annuale. Di fatto, spiega con cinismo, significa licenziamento. Perch l'accordo va raggiunto entro tre mesi. In caso contrario si procede d'ufficio: il datore di lavoro ha la libert di farti retrocedere al primo livello. Ricominci daccapo. Difficile poter accettare. E' un chiaro ricatto e finisci strangolato. Meglio lasciare perdere e mettersi sul mercato. Se esiste un mercato. Anche in questo settore, che comprende le partecipate con capitale pubblico, ci sono 68 mila impiegati. E' previsto un taglio, entro quest'anno, del 20 per cento
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

LE SCELTE DEI PARTITI POLITICA INTERNA

I 12

Le primarie

Genova, la sconfitta travolge il Pd Bersani: Mai pi cos divisi


Va scelto un solo candidato. Via i vertici locali
GIOVANNA CASADIO
ROMA uno tsunami: le due candidate democratiche Marta Vincenzi, sindaco uscente, e Roberta Pinotti sono state sconfitte dopo mesi di guerra guerreggiata sui media e in citt, a vantaggio delloutsider vendoliano Marco Doria. E il giorno dopo, Genova e le sue primarie terremotano il Pd. Si dimettono i segretari regionale e provinciale, Lorenzo Basso e Victor Rasetto. Vincenzi grida al tradimento e affida a Twitter uno sfogo durissimo. Pinotti a botta calda dice di essere addirittura tentata di lasciare la politica, poi si rasserena. Bersani amareggiato, per parla solo di ammaccature, evita processi sommari, sostiene che non brucia, ci crediate o no la sconfitta genovese non brucia. Intanto manda Maurizio Migliavacca, il coordinatore della segreteria, a Palermo dove si rischia unaltra resa dei conti interna al partito nelle primarie fissate per il 4 di marzo. Denuncia il segretario: le divisioni si pagano, mai pi cos, con primarie come queste, con due candidati cio che si indeboliscono a vicenda, una lotta fratricida. Quando alla gara partecipano pi candidati del Pd aggiunge se ne deve accettare lesito. Perci Bersani ritiene ci debba essere una sorta di preselezione: Sarebbe cosa buona e logica se il Pd selezionasse la sua candidatura per vie interne. Pensa a una revisione dello Statuto. E questo scatena un ulteriore putiferio. Assicura comunque che ora si guarno), scrive su Facebook: Anzich pensare di cambiare le regole delle primarie la prossima volta cambiamo candidato. Le primarie sono una cosa bellissima, inventata dal Pd. Michele Meta attacca le logiche correntizie che lacerano il partito. Manca lapertura, ripetono Gentiloni e Verini. Un altro veltroniano, Stefano Ceccanti sollecita: Se primarie dovranno essere, allora andranno realizzate dentro il Pd, senza predeterminare rigidamente alleanze... il richiamo alle primarie non potr invece significare consegnarsi aprioristicamente nel confine dell'alleanza di Vasto. Insieme al dibattito sulle primarie, infatti la questione alleanze a tenere banco, a dividere il partito e a fare riemergere lo scontro sulla linea e un eventuale congresso anticipato. Una cosa che non sta n in cielo n in terra, per Bersani. Che neppure la minoranza di Modem rilancia, per ora. Beppe Fioroni ricorda che se il Pd si posiziona sempre pi a sinistra, chiaro che gli elettori scelgono lautentico piuttosto che una cattiva imitazione, cio il candidato di Sel, e che quella deriva non pagante. Vendola esulta: la voglia di cambiamento. Rispetto alle primarie del 2007 sono andati a votare diecimila genovesi in meno, per le considerazioni numeriche non convincono Salvatore Vassallo. N Pippo Civati. La questione politica, insistono, e si chiama rinnovamento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ELLEKAPPA

DORIA
Il vincitore Marco Doria, professore di Economia candidato di Sinistra e Libert, sostenuto da don Gallo, ha ottenuto il 46% dei voti

VINCENZI
Il sindaco uscente arrivata seconda con il 27,5% dei voti. Laffluenza stata di 10mila voti inferiore alle primarie del 2007

PINOTTI
La senatrice Roberta Pinotti, seconda candidata del Pd, ha ottenuto solo il 23,6%. Ha telefonato a Doria: Avr il mio sostegno

La sfida di Genova

Il retroscena

Difficile per il leader cambiare il regolamento, troppo ampio il fronte contrario alla preselezione

Ma nel partito gi scontro sulle regole la vera battaglia quella sulla premiership
GOFFREDO DE MARCHIS
ROMA Primarie ingovernabili, ora scatta lallarme. Troppe sconfitte, troppe citt lasciate ad altri, troppi danni allimmagine e alla forza del Pd. Se non si trova un rimedio destinato a crescere fra i democratici un partito contro le primarie. Soprattutto in vista dellappuntamento decisivo: la scelta del candidato premier. Franco Marini al telefono lo dice chiaramente: Andare con due o tre candidati significa mancare di rispetto ai militanti, significa meno democrazia non pi democrazia. La prossima volta tanto vale non presentarsi. Pier Luigi Bersani vorrebbe cambiare subito le regole delle primarie, avviare la famosa manutenzione di cui parla da tempo e che rischia di arrivare tardi. Proprio per evitare che la spaccatura di Genova arrivi a Roma sotto forma di un dibattito tra chi a favore delle primarie e chi invece dopo averle digerite a fatica si schiera decisamente contro. Mai pi un caso come quello Vincenzi-Pinotti sintetizza Franco Marini . Le primarie fatte cos sono una cosa contronatura. Se facciamo il bis ci ricoverano a tutti. Oppure, dice lex presidente del Senato, non resta che lasciare il campo libero: Un Pd che non trova una soluzione al proprio interno meglio che non si presenti affatto. Ma nel partito e fuori del partito crescono i tifosi di una consultazione aperta, senza limiti, senza filtri. Anche perch altrettanto

BREVIARIO

Canto la canzone dei Rokes: Bisogna saper perdere/non sempre si pu vincere


Stefano Ceccanti, senatore Pd
RIPRODUZIONE RISERVATA

Boccia: ma a Lecce abbiamo stravinto, a Taranto e Trani i vendoliani si sono rifiutati di correre

da avanti e si vince con Doria. Non ci sono vertici di partito ieri, ma i big democratici si sentono e studiano una strategia per contenere i danni. Non la prima sconfitta alle primarie: ci sono stati i round del centrosinistra la primavera scorsa vinti a Milano dal vendoliano Pisapia, a Cagliari dal vendoliano Zedda, in Puglia per ben due volte da Vendola, per non parlare del caos primarie napoletane dove poi diventato sindaco De Magistris di Idv. Voti contro lestablishment, sostengono i veltroniani. Da Genova arrivano le bordate non solo delle due candidate sconfitte, ma anche di Sergio Cofferati ( un risultato che deve fare riflettere, c un calo secco e rilevante dei votanti dovuto al quadro politico nazionale e poi c una secca sconfitta del Pd) e dei dirigenti locali. Riconosce Basso: Lesito del voto indica che il Pd sconfitto. Bersani non pu nasconderselo. Matteo Renzi, il sindaco di Firenze (che alle primarie di Palermo appoggia Davide Faraone, un candidato anti Rita Borselli-

folle, cio da ricovero, sarebbero le primarie delle primarie, una preselezione della selezione prima la gara vera e propria, quella per il sindaco o per il candidato premier. Un percorso di guerra estenuante che non avrebbe eguali in nessuna parte del mondo. Con queste due posizioni opposte si deve confrontare Bersani. Oggi nella riunione di segreteria dar qualche indicazione. Ma non si sa come e soprattutto quando fare un nuovo regolamento. Perch tira unaria con-

traria, soffia il vento a sostegno di una competizione davvero libera. Ma cos giochi senza frontiere, non si tratta pi di una competizione politica, dice Francesco Boccia. Enrico Letta daccordo, occorre un criterio. Ma non il momento giusto per affrontare il tema. Lecchiamoci le ferite poi ci penseremo. La sfide delle amministrative sono incardinate. Fanno pi rumore le figuracce dei successi. A Lecce il candidato Sel stato sepolto dal nostro sfidante - racconta Boccia -. A Taranto e Trani i vendoliani si sono rifiutati

ALESSANDRA LONGO BELPAESE IL CAMPOSANTO DELLA LEGA

CANDIDATO UNICO
Franco Marini propone un solo candidato pd

hiss se il sindaco di Verona Flavio Tosi ha letto La Padania di ieri dove Sciur Curat (si firma cos, ndr) dedica la sua omelia ai baldanzosi giovanotti che tentano la fuga da Bossi. Il titolo del corsivo contiene gi la sentenza: Chi abbandona la Lega finisce al. .. camposanto. La fantomatica Lista Tosi ricorda allautore i tempi in cui era cappellano presso uno stormo dellaeronautica militare. Ogni tanto cerano giovanotti che salivano sullaereo e facevano gli spericolati. I vecchi dello stormo scrive Sciur Curat mi dicevano: Vedi quello? Sta studiando da morto. Attento Tosi: A volte vado a far visita al camposanto dei caduti leghisti pieni di orgoglio e sulla loro tomba non trovo neppure un fiore. Carino.

RIPRODUZIONE RISERVATA

di fare le primarie. E parlo della regione dove governa Nichi. Ma il punto sono le grandi citt, il bacino elettorale e di classe dirigente tradizionali per il centrosinistra. Appaltate ormai a candidati di altre forze politiche. Al telefono lex presidente del Senato Marini un fiume in piena: Dovevamo porre rimedio prima, adesso per bisogna fare qualcosa. Chiamare gli iscritti della citt a scegliere prima un solo nome, per esempio. Io leggo i dati di affluenza. Calano e il motivo che i nostri elettori si scocciano di vedere un partito spaccato. Se c una sede, un luogo, Marini pronto a mettere subito ai voti una modifica delle regole. Che guarda ovviamente alla scelta pi importante: il candidato premier. Ma allo stessa scadenza guardano i difensori delle primarie aperta a tutti. Matteo Renzi, Walter Veltroni e tutti i veltroniani che attraverso le primarie vogliono tutelare anche lassetto bipolare della legge elettorale. Nichi Vendola con le primarie punta a scompaginare le carte nel Partito democratico. Lo ha gi fatto per due volte in Puglia. Prima delle regole vanno abolite le correnti. Sono loro a creare i casi Genova, avverte Matteo Orfini. Ma Bersani ai suoi interlocutori dice: Stiamo calmi, perch non cambia il percorso. Dal caos il Pd potrebbe essere salvato grazie a una coalizione diversa da quella classica del centrosinistra e dalla riforma elettorale. Sempre che vada in porto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.partitodemocratico.it

I 13

Il caso

Il sindaco uscente attacca correnti pd, intellettuali e don Gallo. Hanno vinto i predicatori

E la Vincenzi esplode su Twitter Trattata come la martire Ipazia


ROMA A ora di pranzo Marta Vincenzi comincia a scrivere su Twitter e non si ferma per mezzora. Uno sfogo, che assomiglia a quello che si potrebbe affidare per sms alla propria migliore amica. Il sindaco decide di renderlo pubblico, arriva a paragonarsi a Ipazia dAlessandria, e d vita a un tormentone che le si ritorcer contro. A fine giornata #ipazia il primo hashtag su Twitter, largomento pi seguito: i commenti, per, sono tutti contro di lei. Come questo, di Ermes75: #Ipazia evidentemente si dimenticata dellalluvione. Gli elettori no. I cinguettii della sconfitta sono una valanga di recriminazioni: contro chi non riconosce lonesta fatica del riformismo vero. Contro i gruppi di potere dentro e a fianco del Pd. Dovevo dargli una mazzata subito. Di fatto, contro il suo stesso partito. Il sindaco riconosce un errore: Cercare di nobilitare la guerra che mi hanno fatto dipingendo le primarie come utili. E una difficolt: tenere insieme una maggioranza impossibile. Ma sperava che il Pd la digerisse elaborando il lutto del

Una mazzata subito

MESSAGGI
Uno dei molti twitt inviati ieri da Marta Vincenzi

Si sono agitati troppi gruppi di potere dentro e a fianco del Pd. Dovevo dargli una mazzata subito. Ora il rischio che la citt muoia

2007, quando le vinse, le primarie, col 60%. E invece nessuno ha digerito il Pd. un crescendo: Comunque a Ipazia andata peggio. Oggi le donne riescono a non farsi uccidere quando perdono, scrive paragonandosi a una martire della libert di pensiero. Da maggio continua non ci sar pi un sindaco donna in nessuna grande citt italiana. Basta con la confusione lessicale, con sindaca, sindachessa, la sindaco. Arriva un rassicurante maschile. Le donne in piazza sono come delle lavandaie che litigano, volgari. Se una donna ti fa pagare lauto in doppia fila una megera. Questione di maschilismo, insomma. E di intellighenzia: I nostri intellettuali, i loro giovani studenti, le firme dei giornalisti, la buona borghesia. Ne ha anche per il prete di strada che ha sostenuto Doria: Basta con sta fissa delle infrastrutture. Vuoi mettere com meglio parlare di beni comuni? Specie se benedice don Gallo. E chiude: A proposito, chiss dove sarebbe stato, don Gallo, al tempo di Ipazia?. (a. cuz.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

FILOSOFA
Ipazia era una filosofa di Alessandria dEgitto assassinata da fanatici cristiani nel V secolo avanti Cristo. A lei and peggio - dice la Vincenzi -. Io sono viva

Lintervista
SORPRESA
Il vincitore delle primarie di centrosinistra a Genova Marco Doria Battute le candidate del Pd Marta Vincenzi e Roberta Pinotti

I democratici non ascoltano i cittadini parlavano dellUdc, io di temi concreti


Doria: niente demagogia, se serve aumenter le tasse
lha presa molta male, scrive di essere una vittima sacrificale, si paragona alla martire Ipazia. Lei vuole paragonarsi a qualche personaggio storico? Per carit. Quella della Vincenzi mi parsa una reazione molto ingenerosa nei confronti del suo partito, che lha difesa anche quando non era facile Certo non normale per un sindaco del Pd in carica dover affrontare le primarie. Non era mai successo. Non nemmeno normale che un sindaco in carica alle primarie prenda il 26 per cento dei voti. Magari su questo la Vincenzi potrebbe farsi un paio di domande. E poi onestamente, questo atteggiarsi a ribelle perseguitata Stamattina alluniversit ho fatto esami a un gruppo di studenti che non erano ancora nati quando la Vincenzi era gi assessore. Dove hanno sbagliato i candidati del Pd? Nel non ascoltare i cittadini, gli stessi militanti. Sono troppo presi dai vertici, dalle loro questioni. Roberta Pinotti ha parlato per met della campagna del problema delle alleanze successive, con lUdc, i centristi. Mi sta dicendo che i genovesi considerano la questione delle alleanze meno importante della disoccupazione giovanile, dello sviluppo del porto, dei tagli allassistenza degli anziani? Incredibile, vero? La verit che, impegnati nella polemica di partito, mi hanno lasciato fare una campagna sui temi concreti. Il lavoro anzitutto, ma anche i modelli di sviluppo, lambiente. Genova strangolata dal cemento, si costruito ovunque e soprattutto dove non si doveva. Il risultato si visto con lalluvione. In quel caso Marta Vincenzi ha subito un processo ingiusto, quando la vera colpa era dei costruttori. vero che ha vinto promettendo pi tasse? Ho detto che voglio mantenere i servizi sociali, anche a costo di aumentare le tasse, s. Il resto demagogia, che laltra grande malattia della politica. Il suo successo ha molte analogie con quelli di Pisapia a Milano e Zedda a Cagliari. Ma anche differenze. La principale che Genova una citt di sinistra, Milano e Cagliari erano roccaforti del berlusconismo. Qui non si tratta di conquistare, ma di riconquistare. Ma non detto che sia pi facile. Le primarie genovesi sono state lette anche come un segnale di disagio del popolo di centrosinistra nei confronti dellappoggio al governo Monti. cos? Hanno detto che ho vinto perch criticavo il governo. bene chiarire. Punto primo, ho accolto con enorme sollievo lavvento di Monti al posto di Berlusconi. Punto secondo, c una bella differenza fra un governo di gente seria e competente e quello di prima, che faceva ridere il mondo. Punto terzo, non che tutte le concrete azioni di Monti debbano essere condivise. Per esempio i tagli agli enti locali, alla rete dei trasporti, che erogano servizi utili, non li condivido. Ci sarebbero tanti altri sprechi da eliminare prima Suo padre Giorgio, quando era vice sindaco, fu lunico in Italia ad abolire le auto blu. Lo far anche lei? Nel lontano 1975. Era il Pci della questione morale. Non lantipolitica. S, credo che servano anche questi segnali, eliminare i privilegi, prima di chiedere sacrifici a chi gi fa molta fatica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CURZIO MALTESE
ROMA Come dobbiamo chiamarlo? Professore, compagno, marchese? Genova, culla della sinistra italiana, continua a inventare straordinarie trame di romanzi politici. Come la vittoria alle primarie di Marco Doria, 54 anni, professore di storia economica, figlio del marchese rosso Giorgio, discendente del leggendario ammiraglio Andrea, partito da candidato di bandiera di Sel nello scontro interno al Pd fra Marta Vincenzi e Roberta Pinotti, eppure eletto a furor di popolo a candidato del centrosinistra. La sua stata definita da molti una vittoria dellantipolitica, dellanticasta. Non curioso per un Doria, uno che in altre epoche avrebbe fatto il doge per grazia divina, senza doversi sbattere per prendere i voti delle periferie industriali? A me lantipolitica non piace. Non sono Grillo, non sono un qualunquista. Sono cresciuto in una famiglia dove la politica era considerata il pi nobile degli impegni. Mi sono battuto contro un certo professionismo della politica che ormai diventato del tutto auto referenziale, davvero una casta. Ma siamo sicuri che sia ancora politica? Bersani ha detto che con lei si vince, come con Pisapia, e che il Pd la sosterr con tutte le sue forze. un augurio o una minaccia? la reazione leale che mi aspettavo dal Pd. Cera un patto esplicito sulle primarie. Chi avrebbe vinto sarebbe stato appoggiato senza se e senza ma dagli alleati. Il voto degli elettori del Pd sar decisivo per vincere le elezioni, del resto lo gi stato per vincere le primarie. Gi, nellincertezza fra i due candidati di partito, molti elettori del Pd hanno votato per lei. Di sicuro non avrei vinto con i soli voti dei militanti di Sel Lex sindaco Marta Vincenzi

Antipolitica

A me lantipolitica non piace. Non sono Grillo. Sono cresciuto in una famiglia dove la politica era nobile impegno

Don Andrea Gallo

Sindaco uscente

Dalla Vincenzi una reazione ingenerosa. Non normale che un sindaco in carica alle primarie prenda il 26%

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

E GIUSTIZIA POLITICA INTERNA

I 14

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.giustizia.it

Ruby mi raccont delle avances di Silvio


Al processo parla lagente Cafaro. La Consulta verso il no al conflitto della Camera
EMILIO RANDACIO
MILANO Appena lassistente di polizia, Ermes Cafaro, pronuncia per la prima volta la parola Silvio (Berlusconi, ndr), la difesa del Cavaliere si alza, si innervosisce, brandisce opposizioni. Eppure, il poliziotto Cafaro, quel nome, ieri, lo ha pronunciato diverse volte. Riportando le confidenze di Ruby El Marough Karima, appena fermata in un centro estetico nel centro di Milano con laccusa di furto, la sera del 27 maggio 2010. E lallora diciassettenne marocchina, alterata per la prospettiva di dover trascorrere lintera notte in Questura, ha anche confidato la sua storia al poliziotto. Incalzato dalle domande del pm milanese Antonio Sangermano, Cafaro ha iniziato a far rivivere anche alla Corte quelle pressioni scattate dallentourage dellallora premier, Silvio Berlusconi, per far rilasciare la nipote del presidente egiziano Hosni Mubarak. Ricordando anche il trambusto che si creato in Questura, poco dopo che era circolata la notizia del fermo della minorenne. Perch stato lassistente Cafaro a rispondere alla telefonata dalla centrale, e a incrociare il proprio destino con quello di questa ragazza di soli diciassette anni. Per la prima volta dallinizio del processo in cui il Cavaliere accusato di concussione e prostituzione minorile, i verbali lasciano il posto alle parole di chi ha

La vicenda
27 MAGGIO 2010
Ruby Karima viene bloccata a Milano con laccusa di furto Dal suo fermo si arriva alle serate di Arcore

MINORENNE
Ruby era minorenne quando entr per la prima volta ad Arcore e quando Berlusconi chiam la Questura di Milano perch Karima fosse affidata a Nicole Minetti

21 DICEMBRE 2010
Il nome di Berlusconi finisce tra gli indagati con le accuse di concussione e prostituzione minorile

9 FEBBRAIO 2011
Vista la prova evidente la procura chiede per lallora premier il processo attraverso il giudizio immediato

che per la ragazza avrebbe respinto, nonostante alla fine le siano stati regalati 15 mila euro. Io volevo andar via ha detto la giovane al poliziotto e Berlusconi si meravigli. Alla festa ci sarebbero state, oltre a lei, donne che si spogliavano e questo lavrebbe messa a disagio. La ragazza avrebbe anche detto al poliziotto

che Mora sapeva che lei era minorenne, ma Berlusconi probabilmente no. Cafaro ha scolpito bene in mente la sera del 27 maggio 2010. Lagente ha raccontato quanto gli aveva riferito il collega a cui aveva passato le consegne. Mi aveva detto che cerano persone che si erano presentate in Questura e di

telefonate e pressioni in merito alla minore, la quale a differenza di quanto era stato ordinato dal pm minorile era stata affidata a unaltra persona, la consigliera regionale del Pdl, Nicole Minetti. La telefonata di cui lagente parla quella della Presidenza del Consiglio. E quando gli stato chiesto di precisare se veramente quella

sera il collega gli parl di pressioni per via della telefonata da Palazzo Chigi, lagente Cafaro ha risposto ricordo per certo che il collega mi disse che gli avevo lasciato una gran rogna e che cera stato un gran trambusto. Ieri, la sfilata dei testimoni dellaccusa, si fermata a quota due. Altri due poliziotti convocati non si sono presentati in aula, senza alcuna spiegazione. Bene la risposta del presidente Turri , vorr dire che nella prossima udienza ci spiegheranno il motivo della loro assenza. Proprio oggi, davanti alla Corte Costituzionale, si discuter del conflitto di attribuzioni del caso Ruby. La Consulta, che dovrebbe decidere in giornata, orientata a respingere il ricorso e a lasciare il processo alla competenza dei giudici del Tribunale di Milano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

6 APRILE 2011
Davanti alla quarta sezione penale, inizia il processo al Cavaliere per concussione e prostituzione minorile

Il poliziotto che port Karima in questura: pressioni per rilasciare la nipote di Mubarak
scoperto cosa si celasse dietro allespressione bunga bunga: i festini, larruolamento di giovani ragazze che facevano la coda per imboccare il vialetto alberato che le portava ad Arcore. Ruby, nellattesa che dalla centrale arrivassero le direttive per ospitarla in una comunit protetta, ha svelato proprio a Ermes che il mio sogno quello di fare il carabiniere, e Silvio mi aiuter a ottenere i documenti per fare il concorso. Solo linizio di un racconto molto pi particolareggiato. Ruby, quella sera, ha raccontato allagente anche di aver partecipato a una festa ad Arcore, dove era stata accompagnata da Lele Mora, e dove ha ricevuto avances da parte di Berlusconi, avances

Il caso

LUdc presenta legge anti-Lusi Niente rimborsi ai partiti morti


ROMA Pier Ferdinando Casini ha presentato ieri il suo ddl anti-Lusi. Una legge sulla riforma dei partiti che attui fino in fondo larticolo 49 della Costituzione. Allarticolo due si stabilisce che le formazioni che cessano di fare attivit politica non possono avere rimborsi elettorali, com stato finora, e non possono continuare a gestire il loro patrimonio, che verrebbe acquisito dallo Stato e amministrato da un commissario liquidatore. Intanto Luigi Lusi - il tesoriere della Margherita accusato di aver rubato 13 milioni al partito - ha deciso di fare ricorso al tribunale civile contro lespulsione del Pd: La decisione di estromettermi da tutto mi sembrata fuori dalla misura e dalle regole.

LEADER UDC
Pierferdinando Casini

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

E GIUSTIZIA POLITICA INTERNA


Si sono ritrovati iscritti militanti di Pd e Lega. Dopo le denunce, i carabinieri hanno bussato alla sede nazionale

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.pdl.it

I 15

Alcuni casi segnalati dallinterno dello stesso partito. Mantovano: Quei pochi truffatori vanno individuati e cacciati

IL DOSSIER. La campagna adesioni 2012

Il Pdl
Tessere false, arruolati anche avversari i congressi azzurri finiscono in procura
GIULIANO FOSCHINI E LELLO PARISE

Congressi con il trucco. Quelli del Pdl. Piovono esposti nelle procure per sedicenti iscritti nelle liste del partito. A fronte di un milione di cittadini che avrebbero aderito al Pdl per eleggere rappresentanti alle assemblee comunali, provinciali e nazionali, c chi allinterno dello stesso Pdl denuncia anomalie orchestrate da pochi truffatori. Laccusa dellex sottosegretario agli Interni, Alfredo Mantovano: Non c da meravigliarsi che qualcuno ci provi, accade in tutti i partiti. Non deve per accadere che non si accerti come stanno le cose. Io sono onorato di far parte del Pdl, chiedo quindi linea dura contro questi truffatori: vanno espulsi. Il materiale non manca. Da Bari a Savona, da Cosenza a Casapesenna, da Modena a Vicenza fioccano le denunce. C liscritta del Pd che si trova fedelissima di Berlusconi, la dj leghista con la foto sulla tessera firmata da Alfano. Nei giorni scorsi i carabinieri di Vicenza hanno sequestrato tessere e documenti nella sede di via dellUmilt per accertare, per esempio, come mai tutti i cacciatori veneti fossero miracolosamente diventati iscritti al Pdl. A Bari, invece, 139 aderenti risultano residenti in un sottoscala. In mezzo a queste discussione, lex ministro Raffaele Fitto appare comunque entusiasta: Il Pdl sta celebrando in tutta Italia una fortunata stagione congressuale. Ci confermiamo un grande partito capace di discutere e scegliere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Puglia

Lanomalia dei 139 di Bari residenti in un sottoscala


E una militante del Pd, ma si ritrova iscritta al Pdl barese. Si chiama Concetta Ladalardo, ha 38 anni: Non volevo crederci, poi ho scoperto che nome, cognome e data di nascita sono quelli della sottoscritta e la cosa mi ha dato molto fastidio. Presenter un esposto alla magistratura, voglio giustizia. Il caso salta fuori dopo la denuncia di due consiglieri comunali azzurri, Filippo Melchiorre e Massimo Posca, che al congresso cittadino segnalano le adesioni anomale di 139 cittadini. Risultano tutti, compresa la Ladalardo, residenti in via Colaianni, 10: lindirizzo di un sottoscala. Il senatore Luigi DAmbrosio Lettieri, segretario del partito, per met impacciato e per met seccato, assicura: Stiamo verificando.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Campania

Pullman con 120mila schede ma in arrivo il commissario


Nel momento della maggior crisi di consenso per il Pdl, in Campania questo stato un anno straordinario. Tanto che il presidente della Provincia Luigi Cesaro, indagato in inchieste di camorra dalla procura di Napoli, stato costretto ad affittare un pullmino per portare tutte le tessere a Roma: 120mila gli iscritti in Campania, con un vero e proprio boom in provincia di Napoli dove i fan del Pdl sono 45mila, quasi tutti proprio vicini a Cesaro. La situazione a Napoli citt non diversa. scontro aperto tra il deputato Amedeo Laboccetta e lassessore regionale Marcello Taglialatela, una guerra che potrebbe spingere il commissario regionale Francesco Nitto Palma a nominare un altro commissario: quello cittadino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Veneto

Emilia-Romagna

Liguria

Calabria

Verifiche su novemila nomi ci sono tutti i cacciatori


Il primo sequestro i magistrati veneti lo hanno effettuato nella sede di via dellUmilt a Roma. Ora i carabinieri di Vicenza, coordinati dal pm Sergio Berlato, stanno spulciando le carte: lipotesi di falso continuato in scrittura privata. Il caso dei finti iscritti nel Pdl in Veneto ha davvero dellincredibile: a Vicenza le tessere sospette allattenzione degli investigatori sono 8mila, a Treviso pi di un migliaio. Ci sono militanti di Rifondazione e della Lega, morti, lonorevole Massimo Calearo eletto nel Pd. Il caso pi bizzarro quello dei cacciatori: praticamente tutti gli iscritti allAssociazione cacciatori veneti si sono trovati con una tessera del Pdl in tasca. Nel mirino - come ha denunciato tra gli altri lex ministro Galan - finito leuroparlamentare Sergio Berlato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A Modena polemica sulliscrizione dei casertani


Il caso Emilia Romagna nasce a Modena dove il 25 febbraio si candideranno tre aspiranti coordinatori provinciali. La coordinatrice uscente, lonorevole Isabella Bertolini, usa parole molto forti accusando gli avversari della sua candidata di aver prodotto una serie di tesseramenti assi dubbi. Ci sono citt che hanno duplicato i numeri degli iscritti. E la cosa bizzarra dice che i nuovi tesseramenti arrivano quasi tutti da una area geografica ben circoscritta: nel Pdl di Modena gli aderenti di Caserta e provincia sono 240, quelli originari dellintera Calabria 93 su circa 5.800 iscritti: sono numeri che si commentano da soli. Il procuratore Vito Zincani, in attesa di un passo ufficiale, ha fatto gi sapere che legger attentamente tutte le carte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quote pagate con Post-pay 91 iscritti subito cancellati


Tesserati di altri partiti, persone agli arresti domiciliari, anche nomadi. Sono alcuni degli iscritti al Pdl in provincia di Savona. Nelle liste, tra gli altri, cerano anche il consigliere comunale del Partito democratico, Reginaldo Vignola e suo figlio Alessio che hanno presentato una denuncia in procura. Il partito ha prontamente provveduto a cancellare circa 91 iscrizioni, ritenute inattendibili, tutte arrivate al fotofinish da uno stesso indirizzo mail e con la quota(10 euro a testa) pagata tramite una PostPay. A compiere loperazione un perito informatico che giura di aver eseguito soltanto una prestazione professionale ma nulla vuole dire su chi gli ha fornito gli elenchi. possibile, per, che a farlo parlare ci pensi direttamente la magistratura.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Due big agli arresti per collusioni mafiose


La campagna di tesseramento del Pdl in Calabria si incrocia con due inchieste molto importanti di ndrangheta. Due dei signori delle tessere del partito calabrese sono stati arrestati dallantimafia, per altri reati, poco dopo aver chiuso la campagna di tesseramento: il consigliere regionale Franco Morelli (13.671 preferenze alle ultime elezioni) finito in manette su ordine del pm Ilda Boccasini. Mentre il 21 dicembre la Dda di Reggio Calabrina ha arrestato il consigliere comunale Giuseppe Plutino. Per entrambi laccusa di contiguit alle cosche. Cos mentre il coordinatore regionale del Pdl, Giuseppe Scopellitti, brindava alle 50mila tessere sul tavolo di Alfano, su quelli della procura arrivavano esposti che spingevano a tenere gli occhi aperti sullincredibile boom.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

ALLARME CRONACA SICUREZZA

I 16

Milano, sparatoria nel parco Lambro vigile insegue e uccide un ragazzo


Il giovane cileno era disarmato. Ma il complice aveva una pistola
MASSIMO PISA
MILANO Il vigile che spara e uccide, indagato per eccesso colposo di legittima difesa. La vittima disarmata, il presunto complice in fuga con una pistola in mano. Nessun testimone in mano alla squadra mobile, oltre ai due dellequipaggio della polizia locale. E un caso che torna a

La vicenda
LA RISSA
Poco prima delle 15 due vigili in borghese arrivano in via Crescenzago, dopo la segnalazione di una rissa

LA FUGA
Due giovani fuggono a piedi. Un agente spara e uccide il cileno di 28 anni perch aveva estratto la pistola

La pattuglia era intervenuta per sedare una rissa per strada tra sudamericani
coinvolgere i vertici della sicurezza cittadina, procura compresa col capo Edmondo Bruti Liberati che segue da vicino il fascicolo aperto dal pubblico ministero Roberto Pellicano. Nella Milano che ricomincia a contare i morti ammazzati per strada, c ancora un ghisa in mezzo alla linea del fuoco: il 13 gennaio Nicol Savarino venne trascinato per 300 metri e ucciso dal Bmw X5 guidato da Gojko Jovanovic (o Remi Nikolic, lidentit

LACCUSA
Lagente, un 36 enne che si occupa di abusi commerciali, indagato per eccesso colposo in legittima difesa

SUL SOCIAL NETWORK


Il vigile urbano Alessandro Amigoni, 36 anni, in una foto pubblicata sulla sua pagina Facebook

e let del pirata sono ancora oggetto dindagine), il 31 altri due vigili vennero speronati da due ladri di corni di rinoceronte e uno dei due spar alle ruote dei fuggiaschi, centrandole ma non evitando che si dileguassero. Stavolta luomo con la pistola si chiama Alessandro Amigoni, 36 anni, in forza al nucleo che d la caccia agli ambulanti abusivi, aria da uomo forte dalle foto pubblicate sui social network. Un solo colpo della sua Beretta 92 trafigge Marcelo Valentino

Gomez Cortes, cileno, 28 anni, irregolare e con qualche precedente per furto. Scappava su una Seat Cordoba blu con targa spagnola, era disarmato. Spara lagente: se per rispondere a una minaccia armata del complice di Gomez, o meno, dovranno stabilirlo gli investigatori. Liscrizione sul registro degli indagati, fanno sapere dalla procura, un atto a sua garanzia. Sono le 14.30 quando arriva una telefonata alla centrale operativa del comando di piazza

Beccaria. Segnala una rissa, tra sudamericani, in via Pusiano, stradina della periferia nord-est che costeggia i binari della metropolitana, fermata Cimiano. Mandano due auto, i vigili. Quella di rinforzo di Amigoni, in quel momento di pattuglia in corso Buenos Aires. Quando arrivano in via Feltre, lo stradone che costeggia il lato sud del parco Lambro, i due equipaggi incrociano la Seat Cordoba che fila a forte velocit. Lauto di Amigoni fa inversione e parte allin-

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.comune.milano.it www.poliziamunicipale.it

I 17

Le rezioni

LA SCIENTIFICA
I rilievi della polizia sul luogo della sparatoria, nella periferia milanese

La Lega si scatena contro Pisapia Ecco gli effetti del suo buonismo
MILANO I toni si sono alzati subito, quando la notizia della sparatoria mortale si era sparsa da poco. Nella Milano di Pisapia allarme sicurezza, chi semina buonismo raccoglie violenza e mette in pericolo vigili e cittadini perbene: cos Matteo Salvini, leuroparlamentare e consigliere comunale della Lega attacca le politiche adottate dalla giunta arancione. Colpevole, per il centrodestra, di voler trasformare i vigili-sceriffi dellera Moratti in vigili di quartiere, senza sovrapposizioni con polizia e carabinieri. Lex vicesindaco, il pidiellino Riccardo De Corato promotore del vigile-poliziotto, in carica fino a maggio scorso tuona: Sto dalla parte dei vigili, sono sotto una pressione senza precedenti nella storia di Milano: lanno scorso hanno subito 250 aggressioni, questo succede perch la giunta Pisapia ha smantellato servizi come quelli dei militari e dei volontari della sicurezza. Polemizza, il centrodestra, con i progetti di ritorno alla figura del ghisa di quartiere che lamministrazione sta portando avanti, soprattutto dopo la morte, un mese fa, di un vigile, Nicol Savarino, investito e ucciso da un malvivente in fuga in un tragico gioco degli specchi con la sparatoria di ieri. Ma a loro risponde compatta la maggioranza. Con lassessore alla Sicurezza Marco Granelli che assicura: Non abbiamo abbassato la guardia sulla sicurezza, anzi aumentato la presenza in strada, ma lordine pubblico non deve essere il primo compito dei vigili. E con il consigliere di Sel Mirko Mazzali, che presiede la commissione Sicurezza, che attacca: De Corato fa il paladino dei vigili a Milano, ma da deputato a Roma ha votato i tagli ai fondi per le forze dellordine. (oriana liso) RIPRODUZIONE RISERVATA

CONSIGLIERE
Leuroparlamentare e consigliere comunale leghista Matteo Salvini

seguimento, laltra prosegue per via Pusiano dove non trover nessuna rissa. La Seat ha la pattuglia biancoverde negli specchietti retrovisori, vira a destra e imbocca in contromano via Crescenzago, il budello sul lato sinistro del parco. I vigili sono addosso, in 300 metri li raggiungono, la curva a esse prima dellingresso del Liceo Scientifico Molinari il punto di contatto. La Seat, tamponata, si ferma, ma la fuga non finita. In due, secondo quanto racconte-

Il racconto

Tra risse al bar e coltelli nel traffico la citt si scopre sempre pi violenta
Ogni anno 20 morti ammazzati: Che cosa ci sta succedendo?
PIERO COLAPRICO
MILANO Per morire ammazzato oggi a Milano non importa pi chi sei, n quanto conti. Puoi essere un cileno disarmato di 28 anni e venire ammazzato da un vigile urbano. Ti voleva agguantare, e preme il grilletto, lo fa mirando ad altezza duomo, ti centra al petto, successo ieri pomeriggio nel sole del parco Lambro. Oppure puoi essere un vigile urbano e finire ammazzato tu, perch difendi un rom in un parcheggio. Fai il tuo dovere e un Suv, guidato da un criminale che manco si sa bene dov nato, ti travolge, insieme con la tua bicicletta, e ti chiamavi Nicol Savarino, ed eri un bravuomo. Puoi morire a Milano in tanti modi. Se sei un tassista e hai messo sotto un cane, e i padroni decretano la tua condanna a morte, e lo fanno a mazzate. O puoi morire perch sei un negro, sei Abba, parli milanese anche se tuo padre del Burghina Faso, ma hai fregato i biscotti in un bar, tornando a casa, e i titolari, padre e figlio, ti inseguono con la spranga. Oppure a ucciderti, se sei un rapinatore scoppiato, pu essere un tabaccaio, che ti fulmina correndoti dietro per cento metri, e poi sar assolto. Oppure puoi morire perch stavi in bicicletta e hai sputato in faccia a un automobilista, parolacce e cattiverie, e quello ti ha raggiunto, e ti ha messo sotto, che ci sono volute le cesoie dei vigili del fuoco. Tra risse nelle discoteche e coltelli che spuntano nel traffico, si potrebbe andare avanti, ma che importa, il punto un altro: che cosa ci sta accadendo? La destra milanese punta il dito contro il sindaco Pisapia, ha disattivato quella rete composta da militari, polizia e carabinieri, dai volontari della sicurezza, tutti smantellati. I leghisti si accodano e Matteo Salvini trova lo slogan: Chi semina buonismo, raccoglie violenza. Ma i morti ammazzati non mancavano nellera Moratti, e cerano anche

La vittima aveva 28 anni e precedenti per furto. Lagente indagato per eccesso di difesa
ranno i vigili, scendono e cominciano a correre nella neve, quando gli agenti intimano lalt uno dei due si girerebbe pistola in pugno. Qui, subentra la versione ufficiale data dal comandante Tullio Mastrangelo, la stessa che Amigoni fornir al pm Pellicano e il collega ai poliziotti della sezione omicidi in questura: Sotto la minaccia dellarma lagente ha sparato, il soggetto non armato si inserito sulla traiettoria del suo colpo. Il fantasma armato scompare, Gomez sempre secondo la versione dei vigili viene afferrato e soccorso dai due uomini in divisa e scalcia come ultima forma di resistenza, prima di accasciarsi. Un foro al petto e uno alla schiena, entrata e uscita. La telefonata al 118 parte alle 14.55. I sanitari provano a rianimare Gomez sul posto, lo intubano, lo portano durgenza al San Raffaele. Muore alle 16. Intorno non c un cane di testimone, non li trovano quelli della omicidi mentre le tute bianche della scientifica ispezionano la Seat e non trovano a bordo nulla che racconti quella fuga, armi, droga, refurtiva o denaro. I due agenti finiscono sotto interrogatorio, cos come i due colleghi finiti in via Pusiano. I loro racconti verranno confrontati per valutarne coerenza e incongruenze. La mobile sta setacciando le telecamere comunali al Parco Lambro, gli eventuali fotogrammi aggiungeranno dettagli alla dinamica. Cos come la targa spagnola della Seat, per capire se fosse rubata e quando. E i precedenti di Gomez, utili alla ricerca del fantasma armato, cui danno la caccia anche i carabinieri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I precedenti

LE ARMI
I Vigili urbani possono portare per difesa personale armi da fuoco senza licenza La legge quadro la 65/86: sulla sua base si sono strutturati gli ordinamenti delle varie citt

31 GENNAIO
Una macchina con due ladri in fuga sperona la pattuglia dei vigili, che tenta di fermarla. Un agente spara alcuni colpi in direzione della vettura

scontra, in questa strage non organizzata, quella che i magistrati chiamano premeditazione. Si percepisce come una predisposizione, un moto danimo, sempre pi diffuso: Se qualche bastardo mi rompe le scatole, gliela faccio pagare, questa la citt ringhiosa, oggi. Ringhio su ringhio la morte facile avanza, di massa diventata anche la sniffata di cocaina, che rende questa citt la pi tossica dEuropa, ragazzini compresi. Il ringhio cresce insieme con la tensione sociale, nelle periferie e non solo, perch allultimo dellanno c stata una festa in piazza Duomo, e i razzi erano lanciati contro la gente, contro Vinicio Capossela che cantava. I segnali esistono, ma chi se ne preoccupa? Come non si d davvero ascolto ai lamenti di chi non

12 GENNAIO
Nicol Savarino viene travolto e ucciso da un Suv guidato da due nomadi di origine slava, che il vigile in bici aveva fermato per un controllo

A Roma le vendette tra criminali, a Napoli i massacri dei boss. Ma qui la rabbia sembra esplodere dal nulla, tra lindifferenza dei pi
prima, anzi ce nerano 130, 150 lanno, specie tra i gangster, pi le overdose da eroina. E se stato cos sino alla met degli anni Ottanta, la Milano attuale contabilizza appena venti morti ammazzati lanno, e molti tra questi sono disperati, senza tetto. Il fatto che non muoiono solo fantasmi senza nome e documenti, ma la nuova morte facile dilaga e - questo il problema oggi si prende chi vuole. E viene inflitta come di passaggio. Perci chiunque, nella Milano che gira sempre, la Milano del terziario avanzato, si diceva, sa che pu passare al momento sbagliato dal posto sbagliato. Come successo sabato notte a un cinese di 55 anni nella proletaria Bovisa: forse per aver lumato una ragazza, stato mandato in coma da un sudamericano minorenne. No, qui non come a Roma, dove stanno morendo a colpi di 7.65 e calibro 38 i vecchi balordi, dove le croci e i gambizzati stanno disegnando con il sangue la mappa di una guerra criminale, evidente per chi la combatte, misteriosa per i detective. Non come Napoli, dove i capi camorristi sono convinti che pi morti fai, pi potere hai di farti ubbidire da chiunque. A Milano no, qui i delinquenti seri stanno acquattati ben bene sin dai primi anni Novanta. Trafficano, fanno affari da decine di zeri, i boss della ndrangheta sono stati filmati mentre sceglievano il loro capo in Lombardia, ma votavano di sera. Perch di giorno lavorano tutti: in ditte, ristoranti, imprese. Ci voleva Ilda Boccassini, per stanare i moderni manager calibro 9, mentre la precedente giunta, quella che straparla di legalit, mai ha osato pronunciare la parola mafia. E no, non si rice la fa a resistere, non si vedono nemmeno le ormai migliaia di ragazze che sbarcano il lunario come fece Ruby Rubacuori, in una Milano non solo indifferente, ma ormai quasi in narcosi, anche davanti alla morte: ieri, mentre la Scientifica correva al parco Lambro per Valentino Gomez Cortez, stato trovato allOrtica un uomo anziano. Stava pancia in gi, immobile, coltello accanto, chiuso nella sua utilitaria. Un bosniaco, correndo al lavoro al mattino, laveva visto. Finito il turno, tornato, il vecchio ancora l. Il medico legale dice che il decesso risale a domenica: come mai solo ieri pomeriggio un bosniaco ha avvisato i poliziotti per sapere se un essere umano fosse ancora vivo? possibile? S, a Milano lo diventato: slogan non ne servono pi, in strada, ma solo nel Palazzo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

11 NOVEMBRE
L11 novembre 2010 il tassista Luca Massari muore dopo un mese in coma. Era stato aggredito da Morris Ciavarella, dopo linvestimento involontario del cane

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

MONDO

I 18

PER SAPERNE DI PI www.difesa.it www.mfa.gov.il

DAL NOSTRO INVIATO GIAMPAOLO CADALANU


BALA MURGHAB (Afghanistan) Il fiato dei buoi si condensa nellaria gelata, laratro di legno avanza piano nellargilla tenace del Badghis e disegna sulla collina un reticolo di solchi superficiali. Meno male che qui non arano sul tracciato della strada, come hanno fatto a Kurutu. Corrado Orr, sergente della Brigata Sassari, abbassa il binocolo sui sacchetti di sabbia dellavamposto Highlander. Sotto la postazione italiana, nella valle, gli afgani dellEsercito nazionale presidiano tranquilli il checkpoint sulla Ring Road. Uno dorme su una sdraio, un altro sparito da qualche parte, dopo aver appeso a un filo luniforme umida di bucato. La Ring Road quasi deserta. Ogni tanto una moto arranca fra le buche, due contadini avanzano lenti accanto allasino carico di legna. Quella striscia sterrata che scompare dietro langolo, poi riappare pi lontano e si inoltra nella foschia, larteria aorta dellAfghanistan: tremila chilometri che uniscono in un anello Kabul a Kandahar, a Herat, a Mazar-iSharif. Costruita negli anni Sessanta con finanziamenti americani e sovietici, quando il governo afgano giocava su due tavoli, adesso la strada della libert, il pegno della scommessa solenne fatta dallOccidente sul futuro del Paese. Quando sar tutta praticabile, potr garantire settecentomila posti di lavoro per tutta lAsia centrale, sostiene uno studio dellInstitute for Security and Deve-

Afghanistan, sulla strada della libert battaglia per larteria che unisce il paese
Kabul-Kandahar, un anello di 3 mila chilometri conteso ai Taliban
UZBEKISTAN TURKMENISTAN
Kunduz Mazar-e Sharif

TAGIKISTAN

Il caso

Road Ring
Herat Kabul

A F G H A N I S TA N
PAKISTAN
Kandahar

Arrestati nel Sud kamikaze di 10 anni pronti per la strage


DI PATTUGLIA
Militari italiani in servizio a protezione della Ring Road, la strada che collega le principali citt dellAfghanistan

Farah

IRAN

I militari italiani della Brigata Sassari presidiano la base avanzata di Bala Murghab
lopment Policy di Stoccolma. Difenderla, controllarla, garantirla parte integrante della missione occidentale. Perch, diceva lex ambasciatore statunitense Karl Eikenberry, dove finiscono le strade cominciano i Taliban. La sentinella la base avanzata Columbus, nel vecchio cotonificio vicino al fiume Murghab. Lacqua marrone divide le enormi tende gonfiabili dellEsercito dalle case di fango del villaggio. A unire le due sponde, accanto al vecchio ponte inservibile, ce n uno di metallo, costruito dai genieri italiani per saldare lanello. Non asfaltata, qui, la Ring Road.

Altrove i dollari della Asian Development Bank sono serviti a renderla un manto liscio. Hanno fatto la gioia degli analisti americani, convinti che non sia facile nascondere bombe sotto il manto di bitume. Peccato che poi la manutenzione peser sulle casse di Kabul: quando lanello sar restaurato del tutto, ci vorr un miliardo di dollari ogni cinque anni per tenerlo in efficienza. Qui a Bala Murghab presto per pensare allasfalto: il tempo va pi lento, scandito dallalba e dal tramonto. Nelle case non c corrente elettrica: quando il sole se ne va, la giornata finisce. Nelle ore di luce gli afgani camminano dietro il mulo, i pi fortunati su una piccola monocilindrica cinese. Ad Highlander vediamo passare

non pi di una macchina ogni ora, racconta il caporale Federico Donatiello. Ma non importa se il traffico sulla Ring Road modesto. Il colonnello Luigi Viel spiega: per lIsaf quello che conta garantire la bolla di sicurezza, la zona bonificata, dove gli insorti non dovrebbero metter piede. una sorta di isola nel nord-ovest, in cui Viel e i suoi 400 uomini tengono duro, contando su rifornimenti lanciati con il paracadute. Con larrivo della Sassari, la bolla ha una forma quasi a X: segue la Ring Road che viene da Sud e curva verso Est, ma copre anche altre due vie, verso Nord e verso Ovest. Questultimo tratto sembra una duplicazione della Ring Road, ma indispensabile per evitare gli agguati nel canyon di Buzbai, che i

soldati chiamano Termopili. Per tenere aperta la circolazione, racconta Viel, si usano le quattro fasi della dottrina Nato della contro-insurrezione: Si comincia con lo Shaping: ricognizioni, contatti con la popolazione, raccolta di informazioni. Poi si va al Clear, cio impedire agli insorti la libert di movimento. la parte pi cinetica. Questa parola lultima passione dei militari: vuol dire semplicemente che si usano le armi, ma nel gergo ufficiale ogni riferimento alluso della violenza sparisce. Old la terza fase: consolidamento di ci che si ottenuto, osservazione e controllo. Infine, Build: operazioni rivolte ai civili, sostegno e aiuti umanitari. Insomma, per tenere libera la regione bisogna costruire il con-

KABUL Kamikaze a dieci anni. Due ragazzini di origine pachistana sono stati arrestati ieri dallintelligence afgana: stavano per tentare un atto terroristico suicida. Sono stati catturati insieme a tre insorti nel Sud dellAfghanistan, a Kandahar, con addosso giubbotti pieni di esplosivo. Azizullah e Nasibullah, questi i loro nomi, hanno ammesso di essere stati addestrati in scuole islamiche. Il primo ha confessato di aver avuto assegnata la missione in una madrassa di Quetta. Invece il secondo, che gi in passato era stato arrestato, ricevendo il perdono di Karzai, ha rilanciato dicendo di essere stato ingannato dagli insorti e ha chiesto ancora una volta la grazia al presidente afgano.

senso, cio conquistare cuori e menti della popolazione. Servono gli incontri con la Shura, lassemblea dei saggi, o i progetti di piccole opere preziose, pozzi, scuole. E lambulatorio, dove Rosanna Annecca e Luca Interisano, medici della Sassari, si affaccendano su Iwaz, nato prematuro da una ragazza di 16 anni che non sopravvissuta al parto. Ce la far: i bambini di qui sono fortissimi, sorride Interisano. E i piccoli abitanti di Bala Murghab, che prima scappavano al passaggio delle pattuglie sui blindati Lince, adesso si fermano e fanno il saluto militare. I sassarini hanno sempre conquistato la gratitudine della gente, da Asiago allAfghanistan, taglia corto Andrea Alciator, decano della Brigata e tutore della memoria. La storia si ripete alla rovescia: nella guerra del 15-18, la Sassari combatteva sulle trincee del Monte Zebio per chiudere la strada che

Difendere, controllare e garantire questa striscia dasfalto la sfida della Nato


serviva al nemico austriaco per i rifornimenti. Oggi sorveglia che resti aperta la via che garantisce il futuro allAfghanistan. Allora cerano uniformi inadatte, scarpe leggere, viveri che non arrivavano, racconta Alciator. Oggi negli avamposti spuntano visori notturni e droni di sorveglianza computerizzati. Nemmeno il freddo pi quello di un tempo: fra i sacchi di sabbia si affaccia la bocchetta del riscaldatore a gasolio, che spinge aria calda sulle sentinelle. Solo il fango denso, cocciuto, colloso, rimasto lo stesso di cento anni fa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli attacchi

Esplosa unauto in India: 4 feriti. Disinnescato un ordigno in Georgia. Netanyahu accusa Teheran ed Hezbollah. Gli Usa: Collaboreremo alle indagini

Due attentati a diplomatici israeliani. lIran


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
GERUSALEMME C lIran dietro gli attacchi contro i diplomatici israeliani di ieri in Georgia e India. Non ha dubbi il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, perch Teheran il pi grande esportatore di terrore nel mondo. Negli ultimi mesi siamo stati testimoni di numerosi tentativi di attentato contro cittadini israeliani ed ebrei in molti Paesi, come lAzerbaigian e la Thailandia, ha detto il premier: Siamo riusciti a sventarli con la cooperazione delle autorit locali, e in tutti i casi i mandanti sono risultati essere lIran e il suo vassallo, Hezbollah. Immediata la risposta di Teheran che, per bocca dellambasciatore iraniano a Nuova Delhi, Mehdi Nabizadeh, ha liquidato le accuse come pure bugie, come gi in passato. Nella capitale indiana una bomba stata piazzata da un motociclista su un minivan con targa diplomatica nei pressi dellambasciata israeliana e ha ferito quattro persone: una diplomatica israeliana, lautista indiano e due passanti. Talya Yehoshua Koren, moglie delladdetto militare israeliano, in condizioni gravi ma stabili. Nel mirino anche la rappresentanza diplomatica israeliana a Tbilisi. Lallarme scattato per una busta di plastica nera sotto lauto dellambasciatore: la polizia ha trovato un

La crisi

La denuncia del commissario Onu In Siria crimini contro lumanit


NEW YORK La mancanza di un accordo nel Consiglio di Sicurezza dellOnu sulla Siria sembra aver incoraggiato le autorit di Damasco a portare avanti un massacro ancora pi indiscriminato di dissidenti e crimini contro lumanit. Lo ha denunciato ieri lAlto commissario dellOnu per i diritti umani Navi Pillay presentando ai membri dellAssemblea Generale un rapporto sul Paese. I morti nel 2011, ha aggiunto, sono stati 5.400, mentre solo negli ultimi dieci giorni a Homs sono state uccise oltre 300 persone.

LATTACCO IN INDIA
Un ferito tirato fuori dallauto in fiamme dopo lesplosione davanti allambasciata israeliana a Nuova Delhi

ordigno esplosivo collegato a una granata a mano. Da mesi le ambasciate israeliane hanno ricevuto unallerta, specie dopo le morti misteriose degli scienziati iraniani impegnati nel programma nucleare. Gli attacchi ieri sono avvenuti il giorno dopo il quarto anniversario della morte di uno dei massimi dirigenti di Hezbollah, Imad Mughniyeh, assassinato nel 2008 da unautobomba a Damasco; le milizie sciite libanesi hanno sempre accusato Israele di essere dietro lattentato. Il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, ha condannato nel modo pi forte possibile gli attentati in India e in Georgia e ha assicurato che Washington pronta a collaborare a qualsiasi indagine. Il ministro degli Esteri indiano, S. M. Krishna, si impegnato a perseguire i responsabili. (f.s.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

MONDO

PER SAPERNE DI PI www.nytimes.com china.einnews.com

I 19

Pi tasse ai ricchi e meno sussidi sul petrolio


Obama presenta il bilancio, sfida ai repubblicani. Fondi a scuola, ambiente e lavoro
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
NEW YORK La riduzione del deficit non pu essere un fine in se stesso. Agli antipodi dallausterity europea, in perfetto contrasto con la filosofia di Angela Merkel, ecco la strategia di Barack Obama: per rilanciare la crescita, sconfiggere la disoccupazione, e naturalmente conquistare un secondo mandato a novembre. Pi tasse sui ricchi per finanziare la scuola, lambiente, il lavoro. Cos il presidente presenta il suo progetto di bilancio. Con un deficit che resta a livelli stratosferici: 1.330 miliardi di dollari ovvero l8,5% del Pil. Un disavanzo che Obama imputa in parte allostruzionismo del partito repubblicano: Hanno bocciato al Congresso le mie proposte di risanamento, perch non vogliono che gli americani pi ricchi contribuiscano per la loro parte. E invece se Obama la spunta la stangata sui ceti abbienti e le imprese ci sar. Una tassa del 30% su tutti i redditi oltre il milione di dollari annuo: la Buffett Tax, dal nome del miliardario che ha lamentato la bassa pressione fiscale sui ricchi. Sui redditi pi elevati inoltre laliquota marginale tornerebbe al 39,6%. Limposta di successione oltre i 3,5 milioni passerebbe dal 35% al 45%. In tutto le imposte sui ricchi aumenterebbero il gettito di 1.500 miliardi in dieci anni. In rialzo anche i prelievi sullindustria del petrolio e del gas, attraverso leliminazione di sussidi e agevolazioni. Io respingo dice il presidente la filosofia economica del ciascuno per s, quella che ha allargato le diseguaglianze, ha diminuito la fiducia degli americani nelle opportunit, e ha tolto energia alla crescita. A sostegno della ripresa Obama propone 30 miliardi di fondi aggiuntivi per la scuola, 476 miliardi per il rinnovamento delle infrastrutture, e un credito dimposta alle piccole imprese che assumono. I repubblicani lo etichettano subito come un bilancio da campagna elettorale. Lo davvero: in questo documento Obama definisce la sua strategia economica per farne la piattaforma della rielezione. Il presidente ha interesse a definire il partito repubblicano come il difensore di una minoranza privilegiata, quella che paga solo il 15% sulle plusvalenze finanziarie (come il candidato della destra Mitt Romney). Ma anche se i repubblicani al Congresso cercheranno di bloccare tutto, almeno una vittoria Obama ce lha gi in tasca: a fine anno scadono automaticamente gli sgravi di George Bush, benefici fiscali che avevano favorito sproporzionatamente i ricchi e le imprese. (f. ramp.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

ONORIFICENZE
Obama abbraccia Al Pacino durante la cerimonia in cui ha consegnato le medaglie per lArte e la Letteratura

La visita

Il Principe rosso alla conquista dellAmerica Barack accoglie Xi Jinping alla Casa Bianca
Dai granai in Iowa alla California hi tech, via al tour del leader in pectore cinese
I temi

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE FEDERICO RAMPINI


NEW YORK Peccato che non si sia portato dietro la moglie, la seducente cantante folk Peng Liyuan: gli americani avrebbero scoperto una First Lady altrettanto visibile di Michelle Obama o Carla Bruni. Il vicepresidente Xi Jinping ha preferito venire da solo perch la sua visita gi sovraccarica di aspettative, senza aggiungerci una consorte che per le liturgie politiche cinesi risulta ingombrante. Oggi Barack Obama scopre il leader che guider la Repubblica Popolare per i prossimi cinque anni. Il presidente americano deve prendere in fretta le misure di questo interlocutore, il pi importante partner-rivale per chi governa lAmerica. un viaggio delicato per tutti e due: Obama incontra per la prima volta colui che assumer le massime cariche a Pechino subentrando a Hu Jintao, in una fase gravida di tensioni tra le due superpotenze

DISTENSIONE
La visita di Xi ha lo scopo di agevolare i rapporti fra Usa e Cina dopo anni di rivalit militari ed economiche

A WASHINGTON
Il vicepresidente cinese Xi Jinping incontrer oggi Obama alla Casa Bianca

ASIA-PACIFICO
Al centro dei colloqui, le mire di Pechino sul Mar Cinese meridionale e gli investimenti militari Usa in Asia

REPUBBLICA.IT La Siria in rivolta: video e immagini dei bombardamenti

Il confronto
(dati 2011) Crescita economica Stati Uniti Cina Stati Uniti Cina Disoccupazione Stati Uniti +1,5% (+2,7% stima per il 2012) +9,2% (+8,5% stima per il 2012)

ECONOMIA
e in piena campagna elettorale americana. Xi, pur essendo un membro pi che esperto della nomenclatura comunista, fa una sorta di battesimo internazionale seguito con attenzione dai cinesi: questo il suo primo viaggio allestero da quando il presidente in pectore. N Obama n Xi hanno diritto allo sbaglio. Del nuovo leader cinese la prima cosa che gli americani vogliono scoprire lo stile. Molto diverso da Hu Jintao: se lattuale presidente sembra una statua di cera del museo Tussaud, il suo vice pi rilassato, parla a braccio, improvvisa, ha senso dellhumour. Unarma a doppio taglio, per, perch Xi capace di battute fulminanti come quella che fece nel 2009 in Messico per rispondere alle critiche americane: Primo, la Cina non esporta pi rivoluzioni. Secondo, non esporta carestia n miseria. Terzo, non esporta guerre. Si pu sapere cosa volete di pi?. La sicurezza gli viene dalle origini aristocratiche, nel senso che Xi un rampollo della
Le richieste Usa: rivalutare lo yuan, accelerare i consumi, eliminare le barriere agli investimenti Usa

diverso da Hu Jintao: pi rilassato, parla a braccio e ha senso dellhumour

Inflazione

3% 4,1% 9,2% 6,5%


103.878 399.335 -295.456

MEDIO ORIENTE
Usa e Cina sono in disaccordo riguardo ai dossier nucleari iraniano e nordcoreano, e alla rivolta siriana

Il debito
Con 1.159 miliardi di dollari, la Cina la principale detentrice del debito pubblico americano

Cina

Gli scambi Usa-Cina (in milioni di dollari)


Esportazioni in Cina Importazioni dalla Cina Bilancia commerciale

Lasciata a casa la moglie Peng Liyuan, una seducente cantante folk

nomenclatura maoista, abituato a frequentare i palazzi del potere dallinfanzia. Perci la Casa Bianca non si fa illusioni. improbabile, se non impossibile, che questa visita di Xi sia loccasione per qualche disgelo sui dossier bilaterali pi scottanti: la sottovalutazione dello yuan, il nucleare iraniano, i massacri di Assad in Siria, le proteste dei tibetani contro loppressione cinese. Sui diritti umani la delegazione cinese talmente suscettibile, che ha negoziato in anticipo con la Casa Bianca perfino litinerario dei percor-

si che Xi far in automobile dagli aeroporti alle sedi degli incontri ufficiali: meglio evitare i tragitti troppo lunghi che offrono pi opportunit a chi vuole organizzare manifestazione di protesta. Da Pechino hanno fatto sapere del resto che non staranno sulla difensiva: questa visita ha per obiettivo di appianare un deficit di fiducia, creato secondo i cinesi dalle ultime decisioni di Obama che rafforzano il dispositivo militare Usa nel Pacifico. In primo piano per restano le questioni economiche, che oggi il vice-

presidente cinese affronter sia nellincontro con Obama, sia con i leader del Congresso. In campagna elettorale, democratici e repubblicani non sono inclini alle gentilezze, ciascuno deve dimostrare ai propri elettori di essere grintoso nella difesa degli interessi nazionali. La Casa Bianca come sempre il luogo dove si concentra il maggiore realismo: Obama e il suo segretario al Tesoro Tim Geithner sanno quanto siano preziosi i capitali della banca centrale cinese per assorbire le emissioni di Trea-

sury Bond. Del resto gli investimenti cinesi non si limitano pi soltanto a finanziare il debito pubblico dello Zio Sam. Sempre di pi, le multinazionali venute da Pechino Shanghai e Shenzhen fanno investimenti industriali, aprono fabbriche, assumono operai americani: per esempio nel Michigan dove hanno contribuito anche loro alla rinascita dellindustria dellauto. Deputati e senatori saranno i pi ostili nei loro scambi con Xi, rinfacciandogli pi aspramente di Obama una politica del cambio che consi-

derata sleale. La questione della svalutazione competitiva per non si pone in termini cos acuti come qualche anno fa. Dal 2005 lo yuan si rivalutato del 31% sul dollaro, e il suo apprezzamento ancora superiore se si tiene conto dellinflazione salariale in atto in Cina. Xi ha avuto labilit di pianificare un itinerario tanto lungo quanto diversificato. Dopo due giorni a Washington andr nellIowa, per concludere il suo lungo viaggio il 17 in California. La dislocazione geografica importante. NellIowa far un tuffo nel passato. Ci and quasi 30 anni fa, da giovane dirigente, fu ospite di una famiglia di agricoltori e dorm nella stanza del figlio teenager. Era piena di manifesti di Star Trek, ricorda Xi. Ma lIowa anche il centro della lobby agricola che venera la Cina: il principale mercato per soya e granturco americano. In California trover quelle multinazionali hi-tech che denunciano contraffazione e pirateria, ma che grazie alle delocalizzazioni in Asia hanno mantenuto margini di profitto eccezionali. Un percorso ideale per ricordare agli americani quanto i rapporti tra i due giganti siano complicati e interdipendenti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

CRONACA

I 20

Non lassassino, assolto dopo 21 anni in cella


Reggio Calabria, Gulotta era accusato di aver ucciso due carabinieri: Una vita bruciata
FRANCESCO VIVIANO
REGGIO CALABRIA Aspettavo questo momento da 36 anni, 36 lunghissimi e tormentati anni, 21 dei quali vissuti in carcere con la prospettiva di morire dentro la galera. Giuseppe Gulotta, 54 anni, si asciuga le lacrime che gli sono sgorgate subito dopo che il Presidente della Corte dAppello di Reggio Calabria, ieri pomeriggio ha pronunciato la sentenza con le parole assolto per non aver commesso il fatto. Da ieri, non pi un assassino, non pi luomo che con altri tre compaesani, uccise il 27 gennaio del 1976, due carabinieri, Carmine Apuzzo e Salvatore Falcetta, ammazzati con colpi di mitra e pistole. Adesso, dopo 21 anni, anni, due mesi e nove giorni di galera, un uomo libero. E soprattutto innocente. Gulotta ha ottenuto finalmente giustizia perch due anni fa un ex maresciallo dei carabinieri, Renato Olino - il militare che lo aveva arrestato ad Alcamo, un paese al confine tra le province di Palermo e Trapani preso dal rimorso di coscienza si presentato dai magistrati e ha raccontato la verit. Ha spiegato che Gulotta e gli altri tre arrestati, Giuseppe Vesco, Giuseppe Ferrantelli e Gaetano Santangelo, allora sedicenni, furono tutti torturati durante gli interrogatori e costretti a confessare, a dire che erano stati loro ad uccidere i due giovani carabinieri dentro la casermetta di Alcamo-Marina. A quel punto lavvocato di Gulotta, Salvatore Lauria, ha chiesto e ottenuto la revisione del processo che si concluso ieri pomeriggio a Reggio Calabria

Lemergenza

Maltempo al Sud e il Ministero indaga sui prezzi record


ROMA La coda del maltempo si sposta a sud. La neve ha imbiancato Capri, Ischia, Vesuvio ed Eolie. Le temperature restano basse (9 a Milano e Torino) e solo venerd saliranno di 3-4 gradi al centro-sud e di 7-8 gradi al nord. Ieri il peso della neve ha fatto crollare i tetti della Cappella dei Frati della Certosa a Serra San Bruno (Vibo Valentia) e della Chiesa dei Cappuccini di Urbino. Il Ministero dello sviluppo economico ha convocato per gioved il tavolo sulle dinamiche dei prezzi. Allesame, i rincari dei prodotti ortofutticoli. Lo stesso ministero ha deciso la fine dellemergenza gas. Gradualmente, verranno spente tutte le centrali a olio accese nei giorni scorsi.

LINTERVISTA
Sul sito RE-Le inchieste lintervista a Giuseppe Gulotta, luomo assolto dopo aver scontato 21 anni per lomicidio di due carabinieri

Il caso

Il portavoce del Papa: Sleale chi diffonde i documenti interni che mettono in cattiva luce il Vaticano ma anche chi li usa

Contro la Chiesa attacco in stile Wikileaks


MARCO ANSALDO
CITT DEL VATICANO Oggi dobbiamo tenere tutti i nervi saldi perch nessuno si pu stupire di nulla. Lamministrazione americana ha avuto Wikileaks, il Vaticano ha ora i suoi leaks, le sue fughe di documenti che tendono a creare confusione e sconcerto e a facilitare una messa in cattiva luce del Vaticano. Santa Sede al contrattacco sulla diffusione delle lettere al Fatto quotidiano. Il portavoce della Sala Stampa pontificia, padre Federico Lombardi, ha rilasciato ieri sera una dichiarazione allemittente di cui direttore, Radio Vaticana. Calma e sangue freddo ha detto e molto uso della ragione, cosa che non tutti i media tendono a fare. Si tratta di documenti di natura e peso diversi ha spiegato nati in tempi e situazioni diverse. Un conto ha invitato a distinguere sono le discussioni sulla migliore gestione economica di una istituzione come il Governatorato; un conto sono appunti su questioni giuridiche con opinioni diverse; ma un altro conto sono i memoriali farneticanti che nessuna persona con la testa sul collo ha considerato seri, come quello recente sul complotto contro la vita del Papa. E ha aggiunto: Ma tant; mettere tutto insieme giova a creare confusione. Una informazione seria dovrebbe saper distinguere le questioni e capirne il significato differente. Il portavoce vaticano ha poi lanciato un affondo. Certo ha proseguito c qualcosa di triste nel fatto che vengano passati slealmente documenti dallinterno allesterno in modo da creare confusione. La responsabilit c dalluna e dallaltra parte. Anzitutto da parte di chi fornisce questo tipo di documenti, ma anche di chi si d da fare per usarli per scopi che non sono certo lamore puro della verit. quello che i malintenzionati desiderano. Padre Lombardi ha citato infine la questione della pedofilia. Il verificarsi di attacchi pi forti segno che in gioco qualche cosa di importante. Alla grande serie di attacchi alla Chiesa sul tema degli

Processo riaperto perch laccusatore ha ammesso di aver estorto la confessione


con la dichiarazione di innocenza di Giuseppe Gulotta. Una sentenza che dovr adesso essere applicata anche agli altri due complici di Gulotta, Ferrantelli e Santangelo, che dopo essere stati scarcerati per scadenza dei termini nel 1978, fuggirono in Brasile dove sono ancora ufficialmente latitanti. Vesco invece morto in carcere anni fa. Fu lui, sotto tortura a confessare e a chiamare in causa gli altri tre. Poi ritratt, disse che era stato costretto dalle torture a confessare. Privo del braccio destro, fu trovato impiccato nella sua cella. Prima di suicidarsi aveva scritto un biglietto ai suoi parenti. Se mi troverete morto sappiate che mi hanno suicidato. La sentenza di ieri ha ridato la dignit e la libert a Giuseppe Gulotta ma i veri assassini dei due carabinieri non sono stati mai individuati. Adesso spero che anche per le famiglie dei due carabinieri dice Gulotta venga fatta giustizia. Oggi stata fatta una giustizia giusta e devo ringraziare il maresciallo Olino, che con le sue dichiarazioni ha permesso la riapertura del processo: per non riesco a non pensare che anche lui ha fatto parte di quel sistema e che nessuno mai potr restituirmi quello che la mia vita bruciata in carcere senza vedere crescere mio figlio e con la macchia di essere stato un assassino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Papa Benedetto XVI

Il giorno 13-02-2012 venuto a mancare il Prof.

Carlo Sartori
Lo annunciano con grande dolore il fratello Pierluigi, le sorelle Teresita e Giovanna ed i nipoti Marco, Maria, Enrico, Giovanni e Alessandra. La cerimonia funebre avr luogo il giorno 15-022012 alle ore 15 in Roma, nella Basilica di Santa Maria del Popolo. Roma, 14 febbraio 2012
Roselli Alberto Srl 06/44232323

Giuseppina Bevivino, Lorenzo Sotis, Giuseppe Zupo piangono lamico e il compagno Avv.

Il Gruppo del Partito Democratico della Regione Emilia Romagna piange la scomparsa di

Germano Bulgarelli e Licia Maserati rendono onore a

Guido Fanti
gi sindaco di Bologna, primo Presidente della Regione Emilia Romagna, fine intellettuale, amministratore e politico illuminato, di grandi valori umani, sempre al servizio delle istituzioni e del bene comune e si stringe con affetto e partecipa al dolore dei familiari. Bologna, 14 febbraio 2012 La Cgil dellEmilia Romagna ricorda con commozione e gratitudine la figura di

Guido Fanti
un uomo al quale la citt di Bologna, lintera regione Emilia-Romagna e il movimento democratico debbono tanto. Bologna, 14 febbraio 2012 La Societ Italiana di Medicina Generale partecipa al dolore per la scomparsa di

Vincenzo Summa
e sono vicini con affetto ad Eugenia, Antonella e Giacomo Roma, 14 febbraio 2012 14-02-2003 14-02-2012 Conserviamo intatta la memoria dell Ing.

Il giorno 11 febbraio mancato allaffetto dei suoi cari

Giovanni Roma
che ricorderemo nella Basilica di San Pancrazio, oggi alle ore 18.00 Roma, 14 febbraio 2012 Federico e Stefania Rampini sono vicini con affetto allamico Alberto Flores per la perdita della mamma

Guido Fanti
Firenze, 14 febbraio 2012 14-02-2001 14-02-2012

Guido Fanti
il suo impegno di dirigente politico, di amministratore pubblico, di parlamentare europeo, sempre dalla parte del lavoro e contro lingiustizia sociale. La febbre del fare sua e di una intera generazione ha contribuito in maniera determinante alla crescita di una societ emiliano-romagnola pi giusta e guardata come esempio della capacit riformatrice del movimento operaio e democratico. Rimarr forte il ricordo della sua umanit, della sua generosit e della sua passione civile. Bologna, 14 febbraio 2012 La Presidenza, il Consiglio di Amministrazione, il Collegio Sindacale ed i dipendenti della Interporto Bologna Spa, formulando le pi sentite condoglianze alla famiglia, ricordano

Maurizio Napolitano
Con grande dolore comunicano limprovvisa e prematura scomparsa Enza, Clemente, Elisabetta, Fabio, Ilaria e Nicola Napolitano. I funerali si svolgeranno mercoled 15 febbraio alle ore 13.30 a Roma, presso la basilica di San Clemente, in via San Giovanni in Laterano 108. Roma, 14 febbraio 2012 Ci ha lasciato ieri

Vittorio Lampronti
Il tuo ricordo sia di benedizione per tutti noi. Firenze, 14 febbraio 2012

Giovanna
New York, 14 febbraio 2012 A chi stato suo scolaro, ai figli e ai nipoti dei suoi scolari, vada il ricordo della Maestra

ANNIVERSARIO
Mattino del 14 febbraio 1992: ultimo dialogo con

Lex vescovo di Ivrea Bettazzi: Credo che Ratzinger pensi alle dimissioni
abusi sessuali giustamente corrisposto un impegno serio e profondo di rinnovamento lungimirante. Ora, diversi dei documenti recentemente diffusi tendono proprio a screditare questo impegno. Chi pensa di scoraggiare il Papa e i suoi collaboratori in questo impegno si sbaglia e si illude. Lipotesi dellattentato stata vigorosamente smentita ieri anche da monsignor Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea. Ma in un programma di Radio2, Bettazzi ha parlato piuttosto di eventualit di dimissioni del Pontefice. Io penso che lui si senta molto stanco ha affermato basta vederlo, un uno abituato agli studi. E di fronte ai problemi che ci sono, forse anche di fronte alle tensioni che ci sono allinterno della Curia, potrebbe pensare che di queste cose se ne occuper il nuovo Papa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marina Della Seta


Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana Lo annunciano con tristezza i nipoti Castelnuovo e Della Seta. I funerali si svolgeranno mercoled 15 febbraio, alle ore 11 al cimitero ebraico del Verano. Roma, 14 febbraio 2012 Una donna e una zia speciale

Gianfranco Folena
la moglie Daniela Padova, 14 febbraio 2012

Zaira Mazza
ved. Cipriani deceduta in pace allet di 100 anni il 12 febbraio tra i suoi cari: la figlia Bruna Cipriani e i nipoti Barbara e Mario Manfredini. I funerali avranno luogo presso la chiesa di San Girolamo della Certosa mercoled 15, alle ore 9.20. Bologna, 14 febbraio 2012
Bologna Onoranze Tel. 051/432066

Guido Fanti
il Sindaco che con grande lungimiranza oltre quarantanni fa volle lInterporto per favorire lo sviluppo economico del territorio. Bologna, 14 febbraio 2012 Le Presidenze di Legacoop Emilia Romagna e di Legacoop Bologna si uniscono al dolore della famiglia per la scomparsa di

Marina Della Seta


ci ha lasciato ieri con un patrimonio di affetti e insegnamenti dolci e preziosi. Con intelligenza, cultura e serenit ha costruito una lunga vita di impegno e di testimonianze che continueranno a ispirare molti tra quanti lhanno conosciuta. I nipoti si stringono nel suo ricordo: Rossella con Gabriele e Riccardo, Lori con Francesco e Federico, Paolo con Antonella, Olimpia e Vittoria, Piera con Bruno. Roma, 14 febbraio 2012 Luigi Roth, Presidente di Terna, partecipa commosso al dolore della famiglia per la scomparsa dell Ing.

Il marito Franco, i figli Gabriele e Paolo, le nuore Francesca e Barbara, i nipoti Federico, Linda e Giovanni, annunciano la scomparsa della cara

Guido Fanti
I cooperatori lo ricordano come uomo politico di grande spessore morale e culturale e dotato di rara lungimiranza politica e progettuale. Devoto alla sua citt e da essa fortemente amato, seppe ricoprire ogni ruolo con grande dedizione e spirito di servizio verso il Paese. Bologna, 14 febbraio 2012

Dina Galli
in Fornasari I funerali avranno luogo domani mercoled alle ore 9.15 nella Chiesa di S. Girolamo della Certosa. Bologna, 14 febbraio 2012
O. F. Golfieri. tel. 051-228622

Giuliano Zuccoli
Roma, 14 febbraio 2012

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

ATTUALIT
LISCRIZIONE
Nel 2009 viene creato a La Sapienza il corso magistrale di Architettura Interni e allestimenti. Si iscrivono in 200

PER SAPERNE DI PI www.architettura.uniroma1.it www.istruzione.it

I 21

Le tappe

LESAME NEGATO
Nellestate 2011 i primi laureati provano a iscriversi allesame di Stato ma scoprono dal Miur che non possono fare labilitazione

IL RICORSO
Gioved mattina si terr la prima udienza del maxi ricorso al Tar presentato dagli studenti contro La Sapienza e il Miur

Noi, architetti ma solo sulla carta a Roma la beffa della laurea fantasma
Pasticcio alla Sapienza: Titolo inutile per lAlbo. In 200 ricorrono al Tar
VIOLA GIANNOLI
ROMA Architetti s, ma solo sulla carta. Senza la possibilit di avere labilitazione. Una situazione paradossale in cui si sono ritrovati circa 200 studenti della facolt di Architettura delluniversit La Sapienza di Roma che, una volta laureati o in procinto di terminare gli esami, hanno scoperto di punto in bianco che il loro corso magistrale in Interni e allestimenti non serve a nulla. Secondo il ministero dellIstruzione, infatti, non valido per sostenere lesame di Stato e iscriversi nella sezione A dellalbo per esercitare a tutti gli effetti la professione firmando progetti e restauri. Una beffa, dopo almeno cinfa, dopo labolizione delle specialistiche, e ci sempre stata presentata come abilitante. Sia sulle guide delluniversit che sul sito del ministero scritto che, una volta laureati, possiamo svolgere tutte le prestazioni professionali consentite allarchitetto iscritto alla sezione A dellalbo. Daltronde il nostro bando di ammissione passato, come da prassi, al vaglio sia degli organi universitari che sotto la lente del Cun, il Consiglio universitario nazionale che dipende dal Miur. Nellestate 2011 per, al termine del biennio magistrale, i ragazzi hanno scoperto che tramite il portale dello studente, unica via alla Sapienza per iscriversi allesame di Stato, non era possibile scaricare i moduli per la prova: il sistema non riconosceva come valido il loro piano di studi. Sconvolti ci siamo rivolti agli uffici della Sapienza racconta una studentessa, F. F. abbiamo scritto lettere, incontrato i professori, finch dal ministero non arrivata, dopo mesi, la drammatica comunicazione che il nostro corso non abilitante. Ci sentiamo truffati. Per i legali che li assistono, Vanna Pizzi e Vittorio Largajolli, il problema risiede in un vizio di interpretazione da parte del Miur della disciplina che regolamenta laccesso alla professione, scritta dal ministero stesso. Il dicastero di viale Trastevere non riconosce il valore abilitante del corso in Interni e allestimenti perch manca il riconoscimento ufficiale dellUnione europea. Di tuttaltro avviso la Facolt, come spiega il preside Renato Masiani: Abbiamo sempre attestato la validit del corso perch rispetta le linee guida della 270 (la legge che regola le magistrali in Italia) che a sua volta tiene conto dei paletti europei. Sono questi per noi i criteri per giudicarlo conforme alla legge. inaccettabile che i ragazzi non possano esercitare la professione. Siamo in un limbo si sfoga Leonardo e il dramma che non possiamo nemmeno riscriverci ad architettura perch non consentito laurearsi due volte nella stessa materia. Se tornassi indietro sceglierei unaltra magistrale, ma era questo il corso che ho sempre sognato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SERVIZIO SANITARIO REGIONE TOSCANA

ESTAV CENTRO
BANDO DI GARA PER ESTRATTO
In esecuzione alla deliberazione n.30 del 30/01/2012, ESTAV Centro indice, ai sensi del D.Lgs.163/2006, la seguente gara: P.A. per la fornitura triennale di sistemi di filtrazione destinati alle Aziende Sanitarie dellArea Vasta Centro e allARPAT per un valore stimato di 546.000,00 oltre IVA compreso estensione del 50%. Il Bando di Gara stato inviato alla GUCE il giorno 30/01/2012. Le offerte dovranno pervenire entro il termine perentorio del giorno 12/03/2012. Gli atti di gara possono essere visionati sul sito https://start.e.toscana.it/estav-centro. Firenze 08/02/2012 Il Direttore Generale Dr.ssa Beatrice Sassi

Il Miur non ne riconosce la validit, ma per la facolt in regola: gioved ludienza


que anni di studi, che ha spinto i 194 ragazzi, tra laureati e laureandi, a rivolgersi ai legali e a presentare un maxi ricorso contro La Sapienza e il Miur. La prima udienza, dopo una richiesta di presentazione degli atti al ministero, si terr tra due giorni, il 16 febbraio, ma il calvario degli studenti parte da lontano. Tutto iniziato a luglio dello scorso anno, quando i primi laureati, immatricolati nel 2009, hanno provato a iscriversi allesame. stata una doccia fredda, un incubo che ancora ci sembra impossibile vivere, raccontano arrabbiati e sconsolati, mentre preparano unassemblea per gioved quando si riuniranno in facolt per seguire, a distanza, le decisioni dei giudici. La nostra magistrale spiega Leonardo Santini stata istituita tre anni

Piazza IV Novembre 84087 SARNO (SA) Estratto Bando di gara C.I.G.:3855696CFB Redazione Sistema Informativo territoriale (Rilievi Aerofotogrammetrici Cartografie numeriche del Territorio del Comune di Sarno) Importo euro 55.000,00 Esclusa IVA. Aggiudicazione col sistema della procedura aperta e con il criterio di aggiudicazione del prezzo pi basso. Lintervento finanziato con fondi del bilancio comunale. Le offerte, dovranno pervenire entro le ore 12.00 del giorno 12 marzo 2012 al seguente indirizzo Comune di Sarno Piazza IV Novembre Palazzo San Francesco 84087 Sarno (SA). Il bando integrale pubblicato allAlbo Pretorio del Comune, e sul sito internet www.comune.sarno.sa.it, dove possibile scaricare il bando e gli allegati. Per qualsiasi informazione rivolgersi all Ufficio di Piano tel. 081 8007260. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, V serie speciale, del 13 febbraio 2012. Il responsabile del Procedimento Capo Servizio Urbanistico Ing. Antimo Angelino

COMUNE DI SARNO

ECONOMIA
FINANZA&MERCATI
Ieri
FTSE MIB ....................16369,28 FTSE IT ALL.................17381,69 FTSE IT STAR ..............10526,27 FTSE IT MID ................20120,65 COMIT .............................880,39 FUTURE.......................16388 (+0,05%) (+0,19%) (-0,12%) (+0,14%) (+0,15%) (-0,61%)

la Repubblica

MARTED 14 FEBBRAIO 2012

I 24

I migliori
FTSE MIB Var.% Pop.Emilia Romagna ...............................2,84 Saipem...................................................2,60 Finmeccanica .........................................1,99 Campari .................................................1,83 A2A ........................................................1,81

Principali titoli del Mercato azionario


Titolo
A2A.............................................0,788 Ansaldo Sts .................................7,145 Atlantia .....................................12,410 Autogrill ......................................8,050 Azimut ........................................6,885 Banca Generali ............................8,805 Banco Popolare ...........................1,377 Bca Pop.Milano ...........................0,455 Buzzi Unicem ..............................8,465 Campari ......................................5,295 Diasorin ....................................23,010 Enel ............................................3,286 Enel Green Pw .............................1,506

Pr. Rif
1,81 -0,90 1,06 -0,19 1,18 0,63 1,03 -4,75 0,71 1,83 -3,56 1,17 -

I peggiori
Bca Pop.Milano .....................................-4,75 Unicredit ...............................................-3,79 Diasorin ................................................-3,56 Monte Paschi Si.....................................-3,39 Intesa Sanpaolo.....................................-1,97

Eni ............................................17,290 Exor ..........................................18,500 Ferragamo ................................12,930 Fiat .............................................4,576 Fiat Industr..................................7,680 Finmeccanica..............................3,492 Generali ....................................12,120 Impregilo.....................................2,506 Intesa Sanpaolo...........................1,491 Lottomatica...............................13,730 Luxottica...................................25,070 Mediaset.....................................2,422 Mediobanca ................................4,770 Mediolanum................................3,372 Monte Paschi Si...........................0,310

1,23 0,43 -1,00 -0,56 0,52 1,99 0,75 -0,79 -1,97 1,48 0,08 0,50 -0,63 0,36 -3,39

Parmalat .....................................1,594 Pirelli & C.....................................7,615 Pop.Emilia Romagna ...................6,160 Prysmian ..................................12,170 RCS Mediagroup .........................0,729 Saipem .....................................36,670 Snam ..........................................3,524 STMicroelectr..............................5,110 Telecom IT ..................................0,812 Tenaris .....................................14,820 Terna ..........................................2,744 Tods ........................................72,000 UBI Banca ...................................3,732 Unicredit .....................................4,064

1,66 1,67 2,84 0,33 -0,82 2,60 -0,17 0,87 0,27 0,15 -0,14 -0,59 -3,79

Riforma del lavoro, il governo accelera


Domani vertice con sindacati e imprese. Napolitano: serve un accordo valido
BARBARA ARD
ROMA Il governo accelera sulla riforma del mercato del lavoro. Il premier Mario Monti vuole portarla a casa entro marzo, anche perch sono i mercati e lEuropa a chiedergliela, quasi fosse il prezzo della nuova fiducia riconosciuta allItalia. E cos ieri da Palazzo Chigi partito latteso invito alle parti sociali per un confronto che tenti di arrivare a una sintesi delle proposte che sono in campo. Lappuntamento, fissato dal ministro del Lavoro Elsa Fornero, per domani alle 9:45. Sono convocati i leader di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, di Confindustria, Rete Imprese Italia, Abi, Ania e Alleanza delle cooperative. Al tavolo, ospite indesiderato, larticolo 18 dello Statuto dei lavoratori, che potrebbe per rimanere congelato, almeno per il momento. Il confronto gi complicato (anche lasciando fuori dalla porta larticolo 18) e a invocare che si arrivi a un ac-

I punti

I CONTRATTI
Sul punto laccordo possibile: governo e sindacati sono per tagliare il numero dei modelli contrattuali

LARTICOLO 18
La Cgil ribadisce lindisponibilit a negoziare sul punto. Unica concessione possibile sui tempi delle sentenze

SCIOPERO
La Fiom si mette di traverso alla trattativa sul lavoro e minaccia ora uno sciopero generale delle tute blu per i primi di marzo

so. Ma ieri tutti e tre i leader sindacali, nellincontro con Rete Imprese, hanno ribadito con chiarezza la tesi che le tutele dovranno riguardare tutti i lavoratori e tutte le aziende. LIRA DELLA FIOM Non arriveranno sorprese dalla Cgil che assicura di voler portare avanti il negoziato quanto pi avanti possibile, anche se ferma la sua posizione sull'articolo 18: non si tocca. Lunico spiraglio su cui apre la Confederazione di Corso Italia sui

Oggi incontro preparatorio tra le organizzazioni dei lavoratori e quelle delle aziende
cordo valido tra il governo e le parti sociali, in particolare i sindacati il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il Capo dello Stato ha detto che non sua intenzione interferire, ma ha ricordato che la coesione sociale non pu significare immobilismo. Dunque un richiamo alto a partiti e sindacati affinch trovino unintesa. PROVE DI UNITA Ci sono temi dove il confronto e la sintesi finale potrebbero essere pi facili: gli ammortizzatori sociali, (anche se rimane il nodo di come finanziarli); e la riduzione del numero di contratti atipici, con leliminazione di quelli dove gli abusi sono pi facili e diffusi, a cominciare da quelle partite Iva, che spesso mascherano lavori dipendenti. Temi sui quali sono al lavoro i tecnici del ministero, mentre fuori continua il confronto tra sindacati e imprese. Oggi si incontreranno Emma Marcegaglia, leader di Confindustria e i dirigenti di Cgil, Cisl, Uil e Ugl. Lobiettivo trovare un accordo, di cui il governo possa tenere conto. Il timore infatti che lesecutivo decida di andare avanti da solo. E a camminare insieme ci provano anche i sindacati. Lo ha ribadito ieri il leader della Cisl Bonani, pur avvertendo che o si hanno le stesse opinioni su ogni questione o altrimenti chiaro che si va in ordine spar-

tempi delle sentenze. Per la Fiom invece la partita sullarticolo 18 tuttaltro che chiusa o accantonata, tanto che il leader, Maurizio Landini, non esclude uno sciopero generale per i primi di marzo. Se oggi la proposta sar approvata dal Comitato centrale verr annullata la manifestazione nazionale convocata per sabato 18. C un unico spiraglio di discussione sui licenziamenti, e per la Fiom, come per la Cgil, quello sui tempi dei contenziosi giudiziari.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso

Per la successione della Marcegaglia aumenta il consenso intorno al patron della Mapei. Ma Bombassei resiste con il sostegno di Friuli e Bergamo

Confindustria, Squinzi mette la freccia grazie allappoggio di Assolombarda


ROBERTO MANIA
ROMA Giorgio Squinzi sembra pi vicino alla presidenza della Confindustria. Nella corsa alla successione ad Emma Marcegaglia il patron della Mapei ha incassato ieri il sostegno importante della maggioranza di Assolombarda, quello di Unindustria Roma, della Liguria, della Federchimica, di Lecco e della Federacciai. Con il presidente della Brembo, Alberto Bombassei, laltro candidato, si sono schierati gli industriali del Friuli Venezia Giulia, quelli di Bergamo e di Brescia. Niente di definitivo, ancora, ma certo segnali di un certo rilievo: Assolombarda, cio lassociazione di Milano, la struttura territoriale pi influente nella composizione degli organismi confindustriali. Ha a disposizione 20 dei 187 voti della Giunta che il 22 marzo prossimo designer il nuovo presidente. E ieri 16 dei 20 voti sono andati a Squinzi, quattro a Bombassei. Quello milanese da sempre un passaggio chiave per la salita al vertice di Viale dellAstronomia. Tradizionalmente chi prevale a Milano finisce per vincere la partita. Che ancora, va detto, non chiusa. Bombassei convinto di avere ancora chance e intende andare fino in fondo. La scorsa settimana si erano schierate dalla parte di Squinzi tutte le otto regioni del Sud (20 voti) e in serata indiscrezioni raccontavano di un incontro dellimprenditore con lad dellEni Paolo Scaroni, segno di un altro appoggio pesante. Torino, area nella quale si sente ancora linfluenza della Fiat che pur essendo uscita da Confindustria rimasta iscritta allUnione industriale cittadina, sta dalla parte di Bombassei, lunico della squadra uscente che ha mantenuto buoni rapporti con Sergio Marchionne. con Squinzi lindustria del tessile e della moda, cos come i costruttori dellAnce. La prossima settimana si schierer la Federmeccanica ma non detto che vada in maggioranza con Bombassei che per due mandati ha guidato i metalmeccanici. LEmilia Romagna sta con Squinzi a parte Parma, Modena e Ravenna. Non dovrebbe dare indicazioni la Piccola industria, anche se dovrebbe essere per la stragrande maggioranza per limprenditore della chimica. Stesso discorso per i Giovani. Venerd sar la volta della Toscana (dovrebbe prevalere Squinzi) La rinuncia di Andrea Riello (era il terzo candidato) a sfidare Squinzi e Bombassei ha aperto la caccia ai voti del Veneto. Riello, infatti, era il candidato del nord est. Dunque tempo di trattative. Per questo non detto come sembrava in un primo momento che il Veneto diventi terra di facile conquista per Bombassei, nativo, per altro, di Vicenza. Bombassei e Squinzi sono due imprenditori molto simili, guidano due multinazionali tascabili (luno nelle produzione dei freni, laltro di sigillanti per ledilizia), hanno alle spalle una lunga vita associativa (rispettivamente nella Federmeccanica e nella Federchimica). La divisione pi marcata riguarda le relazioni industriali: falco Bombassei, dialogante Squinzi. Il consenso di questa fase su Squinzi potrebbe anche dire che le imprese non hanno voglia di conflitti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IN POLE
Squinzi ha il sostegno di Assolombarda

ARRETRA
Bombassei arretra, ma resiste

Battaglia per i voti del Veneto dopo la rinuncia di Riello, incontro tra Squinzi e Scaroni

BORSE EUROPEE
Paese/Indice 13-02 Amsterdam (Aex) ..................322,61 Bruxelles-Bel 20 .................2258,10 Francoforte (Xet Dax)...........6738,47 FTSE Eurotrack 100 ............2236,06 Londra (FTSE 100)...............5905,70 Madrid Ibex35.....................8788,30 Oslo Top 25...........................383,12 Parigi (Cac 40) ....................3384,55 Vienna (Atx) ........................2206,38 Zurigo (SMI) ........................6177,44 Var.% +0,79 +1,22 +0,68 +0,75 +0,91 -0,10 -0,31 +0,34 +1,44 +0,76

BORSE INTERNAZIONALI
Paese/Indice 13-02 DJ Stoxx Euro........................245,57 Hong Kong HS...................20887,40 Johannesburg ..................31202,78 New York (S&P 500) ............1351,77 New York (DJ Ind.).............12874,04 Nasdaq Comp. ....................2931,39 Singapore ST ......................2976,34 Sydney (All Ords).................4359,42 Tokio (Nikkei)......................8999,18 Var.% +0,45 +0,50 +0,62 -0,68 +0,57 +0,95 +0,55 +0,85 +0,58

EURIBOR
SCADENZA 1 mese TASSO 360 0,6330 TASSO 365 0,6418
+0,009 -0,617 +0,037 -0,444 -0,023 +0,493 -0,066 +0,305 +0,420

ORO E MONETE AUREE


13 FEBBRAIO Oro Milano (Euro/gr.) Oro Londra (usd/oncia) Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) Palladio Milano (Euro/gr.) 13 FEBBRAIO Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Krugerrand Marengo Italiano
MATTINO SERA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

VALUTE
CORONA DK...............................7,4329 CORONA N.................................7,5710 CORONA S.................................8,8098 DOLLARO AUS ...........................1,2326 DOLLARO CDN...........................1,3222 DOLLARO USA ...........................1,3254 FRANCO CH ...............................1,2090 STERLINA UK.............................0,8389 YEN J ....................................102,8600

42,33 1.727,00 DENARO

42,26 1.720,00 849,06 42,35 17,88


LETTERA

312,51 313,76 313,08 1.187,80 230,86

340,35 343,24 343,24 1.389,27 252,03

I 25

Il dossier

In sei mesi 690 mila contratti di un giorno ecco la nuova frontiera della precariet
LUISA GRION

E un Paese che invecchia, dove i ragazzi tendono a lasciare gli studi prima del tempo e dove le donne, in media, fanno ancora i conti con una paga inferiore di quasi il 20% rispetto ai colleghi uomini (a parit di qualifica) e si sobbarcano oltre il 70% del carico di lavoro famigliare. E un Paese dove il precariato avanza: i contratti si firmano anche per un solo giorno di lavoro (687 mila solo nel primo semestre 2011). Otto nuove assunzioni su dieci sono a tempo determinato, e non detto che la questione riguardi solo i pi giovani (let media dei parasubordinati di 42 anni). E un Paese che cerca il posto fisso, non lo trova e non fa figli: il precariato va a braccetto con la bassa natalit: il 91% delle neomamme ha alle spalle ha un contratto a tempo indeterminato. Ecco lItalia vista attraverso il Rapporto sulla coesione sociale elaborato da Inps, Istat e ministero del Lavoro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Loccupazione Donne, stipendi ridotti del 20% e su di loro il peso della famiglia
Lavorano di pi e guadagnano di meno. Per le donne italiane il tempo sembra non passare mai: ancor oggi, a parit di qualifica, il loro stipendio in media il 19,6 % inferiore a quello dei colleghi maschi. Se una dipendente, potr contare su una busta paga netta di 1.131 euro al mese contro i 1.407 del suo vicino pari grado. A lei spetta la stragrande maggioranza del lavoro famigliare: le donne lavorano ogni giorno un ora e 3 minuti in pi rispetto al partner, anche se hanno unoccupazione extracasalinga il 71,3 % delle carico familiare sulle loro spalle. Stanno raggiungendo la parit nellet pensionabile, ma non hanno ancora quella del lavoro. Il posto fisso la molla a fare un figlio: nel 2010 il 91 % delle neo-mamme aveva un contratto a tempo indeterminato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli atipici Oltre il 76% delle nuove assunzioni con accordi a termine o collaborazioni
Contratti brevi, anzi brevissimi. E la nuova frontiera della precariet: nel primo semestre del 2011 sono stati firmati in Italia 687 mila accordi che prevedono un solo giorno di lavoro (si tratta di supplenze scolastiche, ma anche di pubblici esercizi e servizi). Fra le nuove assunzioni, il 76,3% avvenuto con contratti a termine o per collaborazioni. Questa tipologia pi utilizzata per lavoratori di et compresa tra i 15 e i 34 anni, ancor pi tra le donne (14,5% contro l'11,4% degli uomini). Ma i meno giovani non sono esclusi: fra i parasubordinati con almeno un versamento contributivo allanno, per esempio, (1, 7 milioni di persone, di cui 1,4 collaboratori e 250 mila professionisti) let media di 42 anni. In Calabria e Puglia lincidenza pi alta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il reddito Il 13% degli italiani povero le famiglie del Sud soffrono di pi


Il 13,8 % degli italiani povero (nel significato di povert relativa, ovvero della difficolt di accesso a beni e servizi considerati nella media). Si tratta di 8 milioni 272 mila individui, poco meno di 3 milioni di famiglie che vivono a stento e non sono in grado di fronteggiare spese impreviste. Nel Mezzogiorno la quota sale al 26 per cento. Il fenomeno in espansione nelle famiglie numerose: sono poveri il 28% dei minorenni che vivono con i genitori e almeno due fratelli (e anche la povert assoluta, quella che non ti permette di accedere allo standard minimo di sopravvivenza, raggiunge in questa fascia il 10,7 per cento). Se invece i minorenni vivono in famiglie con membri aggregati il tasso arriva al 33% (11,8% nel caso della povert assoluta).
RIPRODUZIONE RISERVATA

I giovani Non hanno un posto e non studiano 2,1 milioni di ragazzi a spasso
Non lavorano, non studiano, non si formano: sono i Neet, 2,1 milioni di ragazzi a spasso. Pi femmine che maschi: 1,7 milioni contro 938 mila. Il 38% ha un et compresa tra i 20 e il 24 anni (800mila) e il 14% di nazionalit straniera. Il 46% ha al pi la licenza media, il 34% sono disoccupati e il 30% inattivi scoraggiati. Un fenomeno che va di pari passo con labbandono scolastico: in Italia, nel 2010, circa 800mila giovani tra i 18 e i 24 anni, pari al 18% del totale, hanno lasciato prematuramente gli studi. Nel Mezzogiorno quasi la met dei ragazzi che abbandonano, lo fa senza aver trovato una occupazione. Forte il legame con il grado distruzione dei genitori: il 44,4 % di chi lascia ha mamma e pap con la sola licenza elementare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

ECONOMIA
NASCE NEL 1926
La Ducati si occupa di trasmissioni radio. Prima moto (nel 47) il Cucciolo

I 26
PRIMO SCOOTER
Nel 52, il progettista Fabio Taglioni disegna Cruiser 125: il primo scooter Ducati

PER SAPERNE DI PIU www.ducati.it www.investindustrial.com

SUPER VITTORIA
Nel 1988, Marco Lucchinelli vince la prima gara nel Mondiale super bike sulla sua Ducati 851

ROSSI TWITTA
Il 30 gennaio 2012, Rossi svela la nuova Ducati con un post via Twitter: The new bike

La storia

Ducati in vendita, vale un miliardo


Bonomi pronto a quotare lazienda a Hong Kong o a cederla
SARA BENNEWITZ
MILANO Ducati scalda i motori per sbarcare in Asia. Il gruppo di Borgopanigale starebbe percorrendo due strade contemporaneamente, ma entrambe potrebbero portare lazienda a migrare ad Est. Andrea Bonomi, cames, sa che deve mettere sul piatto un miliardo di euro. La cifra di per s non bassa, ma lazienda un marchio unico, capace di giustificare multipli di lusso. Del resto quando nel 2008 Bonomi lancio unOpa sul mercato, il gruppo che era stato appena ristrutturato fu valutato circa 600 milioni, 20 volte gli utili attesi e 7,7 volte il margine lordo che era pari a 71 milioni su 464 di ricavi. Bmw si gi chiamata fuori, dichiarando di non essere interessata alla partita, ma per il gigante indiano Mahindra, rilevare Ducati potrebbe avere molto senso. Con Valentino Rossi in sella, e con lo stile e il seguito che lazienda italiana evoca in tutto il mondo, Mahindra potrebbe cambiare immagine, entrare nellalto di gamma e vendere e distribuire pi Ducati in Asia. Stesso discorso per un eventuale partner cinese, desideroso di competere con le solite giapponesi, come Yamaha, e magari provare il brivido di batterle su strada.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bpm

Ponzellini sottinchiesta Ipotesi truffa


MILANO - Quattro indagati per il bond convertendo della Bpm. I pubblici ministeri, Roberto Pellicano e Antonio Pastore, hanno inviato un avviso di garanzia allex presidente di Bpm Massimo Ponzellini, ai due ex direttori generali Enzo Chiesa e Fiorenzo Dalu e allallora responsabile della funzione compliance, Ivano Venturini. Laccusa di truffa ai danni dei clienti della banca per la vendita agli sportelli dellobbligazione Bpm convertibile in azioni della stessa banca.

Nominati tre advisor per loperazione: Banca Imi, Goldman Sachs e Deutsche Bank
po del fondo Investindustrial che dal 2006 controlla e gestisce la rossa delle due ruote, avrebbe gi nominato tre advisor - Banca Imi, Goldman Sachs e Deutsche Bank - e starebbe aspettando di capire se conviene di pi collocare lazienda sulla Borsa di Hong Kong - come ha fatto Prada la scorsa estate - oppure vendere il gruppo a un partner industriale,

Lo stabilimento della Ducati che verosimilmente potrebbe arrivare da oriente. Scegliere una o laltra via, comporta benefici e ritorni diversi. Probabilmente con la quotazione sul maggior listino cinese, Bonomi riuscirebbe a spuntare un prezzo migliore, e poi in un secondo tempo potrebbe cedere il controllo a un partner massimizzando il ritorno in tempi brevi. Vendendo invece subito la societ a un gruppo industriale e restando socio di minoranza, il manager riuscirebbe a proiettare Ducati in un mondo di opportunit maggiori, ma per cogliere i benefici industriali ed economici dovrebbe attendere il lungo periodo. A prescindere dal ritorno sullinvestimento, che per un fondo di private equity comunque la prima variabile, Bonomi valuter in concreto le opportunit che si presenteranno sul mercato. Tenendo quindi in piedi il progetto dellIpo, il numero uno di Investindustrial pronto a valutare eventuali offerte da possibili partner industriali. Chi per fosse interessato a un gioiello come la Ducati, dopo lintervista pubblica ieri dal Financial Ti-

la Repubblica

IMPRESE
VITTORIA PULEDDA
MILANO Ancora un altro strappo violento in Borsa, con sospensioni per eccesso di rialzo e un bilancio, a fine seduta, che fa segnare un guadagno del titolo del 18%: ancora una volta Fonsai ha conquistato di prepotenza lattenzione dei mercati, registrando un prezzo di riferimento pari a 1,6 euro. Un balzo del 154% rispetto ai valori del 30 gennaio scorso quando le azioni ordinarie della compagnia avevano segnato un prezzo di chiusura pari a 0,63 euro. Non basta: ancora una volta ieri gli scambi sono stati molto forti, pari al 7% del capitale, dopo i volumi fortissimi dei giorni precedenti. Seduta tranquilla, invece, per Premafin (+1,11%) e Milano assicurazioni (+0,08%) mentre Unipol ha ceduto il 2,03%. Sempre ieri si appreso che Palladio, la finanziaria vicentina, ha superato la soglia del 2% di Fonsai lo scorso 3 febbraio, cos come emerso dagli aggiornamenti alla Consob. Le cronache ufficiali si fermano qui. Non dato sapere chi stia comprando ancora; non solo ieri, ma anche in tutti gli altri giorni successivi al 3 febbraio (venerd). A partire dalla chiusura di luned scorso, quando quisito minimo chiesto dalle autorit di vigilanza - e di conseguenza un aumento di capitale da 1,1 miliardi gi votato dal cda. Il primo banco di prova, da questo punto di vista, sar lassemblea che deve votare la rica-

MARTED 14 FEBBRAIO 2012

&MERCATI
I 27

Palladio e Sator pronti a salire in Fonsai


Passa un altro 7% della compagnia. Mediobanca in campo per difendere Unipol
BANCHIERE
Matteo Arpe ha creato il fondo Sator con cui ha rilevato la Banca Profilo

pitalizzazione (il 19 marzo in seconda convocazione). In quella sede Unipol non potr far sentire la sua voce, non essendo azionista della compagnia. Un altro passaggio-chiave

sar la presentazione del quesito di esenzione dallOpa, che Unipol sta predisponendo e su cui dovr esprimersi la Consob. Che, nel frattempo, continua a tenere sotto stretta osservazione i movimenti dei titoli coin-

volti nel progetto di riorganizzazione societaria (nei giorni scorsi ha chiesto ad un certo numero di intermediari per conto di chi stessero operando sui titoli).
RIPRODUZIONE RISERVATA

La sede della Fondiaria-Sai

I conti

Le due societ del settore energia hanno presentato i conti preliminari per il 2011

Il caso

Dal 30 gennaio scorso le azioni della Fondiaria sono salite del 154% fino a 1,6 euro
LUCA PAGNI
Fonsai salita del 31,32%, per poi correggere del 19% il giorno dopo (unico segno meno in Borsa, dal 31 gennaio in poi) e continuare la sua corsa fino a ieri sera. Non dato sapere se sia ancora Palladio, n se ci sia anche la Sator di Matteo Arpe: per luna e per laltro, comunque, le voci di mercato parlano di un interesse concreto (anche se nel caso di Arpe non ci sono state dichiarazioni Consob, per le quali c tempo cinque giorni di mercato aperto per dichiarare il superamento della soglia del 2%). Sempre il tam tam degli operatori ritiene che entrambi Sator e Palladio - siano intenzionati a salire ancora. Ma in mancanza di conferme ufficiali e certe, si tratta di rumors difficili da valutare: di certo che volumi e prezzi giustificano lipotesi di una scalata. Magari, anche di pi mani in azione sul titolo; magari, anche con intenti diversi. Si sono invece assopiti gli strappi su Unipol, dopo il pi 19% e pi 30% di venerd 3 febbraio e del luned successivo. Dal canto loro sia Mediobanca sia Unicredit ignorano mosse pi precise ed esprimono, pi o meno velatamente, irritazione. Certamente, i loro sforzi sono a favore dellipotesi Unipol, al momento lunica ufficialmente sul tappeto e caldeggiata dai due forti creditori del gruppo. Chiunque guardi a Fonsai si trova ad affrontare una compagnia con un margine di solvibilit sceso circa al 75% - ben lontano quindi da quel 120% di reMILANO Appartengono entrambe al settore energia, ma i risultati per il 2011 non sarebbero potuti andare in maniera pi differente. Per entrambe si tratta di un bilancio da record: per Saipem i risultati non sono mai stati cos brillanti, mentre Edison deve archiviare un rosso senza precedenti. Ma performance cos differenti hanno bisogno di essere spiegate nel dettaglio. Il gruppo di Foro Buonaparte, per il secondo anno consecutivo lascia allasciutto i suoi azionisti: lad Bruno Lescoeur, da pochi mesi alla guida della seconda utility italiana, ha approfittato per completare la pulizia di bilancio, con una serie di svalutazioni e perdi-

Edison chiude in profondo rosso Saipem archivia un anno record


I numeri

70 cent
IL DIVIDENDO

1,4 milioni
I CLIENTI

Il cda di Saipem ha proposto una cedola di 0,7 euro per le ordinarie

Edison ha raggiunto 1,4 milioni di clienti tra gas ed elettricit

te su dismissioni che si aggirano sui 900 milioni. Unoperazione straordinaria che ha portato il cda, presieduto da Renato Ravanelli e che si concluso in tarda serata, ad approvare un bilancio preconsuntivo con un risultato netto negativo di poco inferiore. Sempre nel cda di ieri, stato messo a punto lultimo tassello dellaccordo che porter Edison sotto il totale controllo dei fran-

cesi di Edf: i partner italiani, guidati da A2a e Iren, si sono impegnati ad acquistare partite di gas dalla societ transalpina per i prossimi tre anni a un determinato prezzo. I dettagli verranno resi noti questa mattina prima dellapertura della Borsa. Ben diversa la situazione di Saipem. La societ del gruppo Eni ha confermato la sua posizione di principale gruppo al

mondo nellattivit di esplorazione ed estrazione di idrocarburi. Sfruttando la domanda crescente di gas e petrolio, unita al fatto che trovare nuove riserve sempre pi difficile, Saipem si aggiudicata nel corso del 2012 nuovi ordini per 12,5 miliardi di euro (confermando il risultato di un anno prima). Ma soprattutto raggiungendo un utile netto di 921 milioni di euro, con un incremento dell11,2 per cento. stato particolarmente positivo il risultato del quarto trimestre, con profitti a 258 milioni (in crescita dell8,9% rispetto ai tre mesi precedenti). Per il 2012, la societ prevede di migliorare ulteriormente i risultati, sia come crescita di margini che di utile netto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Calisto Tanzi

Tribunale di Bologna si esprimer il 6 marzo

Tanzi rimane in carcere ma in gravi condizioni


MILANO Il tribunale di sorveglianza di Bologna conferma la reclusione in carcere per Calisto Tanzi. E poche ore dopo si apprende che lex patron della Parmalat ricoverato nell'ospedale Maggiore di Parma in "gravissime" condizioni di salute. Tanzi era gi in ospedale, nella sezione riservata ai detenuti da venerd notte, cio da quando a causa del costante rifiuto di cibo, aveva mostrato un calo di salute tale da rendere necessaria lalimentazione attraverso una sonda. Della eventuale scarcerazione, se ne occuper il prossimo 6 marzo sempre il Tribunale di sorveglianza di Bologna, che ne stato investito dalla Corte di Cassazione. I legali di Tanzi hanno di nuovo chiesto lattenuazione della misura in quanto bisognerebbe tenere conto delle aggravate condizioni di salute, mutate rispetto al primo originario diniego della detenzione domiciliare. Tanzi sta scontando la condanna inflitta a Milano per aggiotaggio a 8 e un mese in Cassazione, alla quale si potranno aggiungere quelle ora in primo grado a Parma a 18 anni di reclusione per il crac del gruppo di Collecchio e quella a 9 anni e due mesi per Parmatour. (w.g.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

AFFARI IN PIAZZA GRAZIE NONNA

SARA BENNEWITZ

conti di LOreal confermano che la bellezza non solo non ha et, ma non conosce la crisi. Una regola che non vale per le famiglie, i cui equilibri spesso si incrinano nel tempo. Nel 2011 il colosso dei profumi ha aumentato gli utili dell8,9% e sar ancora pi generoso con i soci, dato che la cedola salir dell11%. Daltronde questo bilancio non passer alla storia per i numeri, ma perch lultimo ad essere approvato da Liliane Bettencourt, figlia del fondatore. Dopo i vari scandali, la donna pi ricca di Francia passa il testimone al nipote, il primogenito della figlia Franoise, Jean-Victor Meyers che gi tutore della nonna nel consiglio di LOreal.

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

IMPRESE&MERCATI
I 28
LONDRA Lusato va forte in tempi di crisi. E non solo in settori come le automobili e labbigliamento, ma anche in una nicchia in cui era difficile immaginarselo: lintrattenimento a domicilio, ovvero cinema e musica. Music Magpie, una societ creata nel 2007 per acquistare dvd e cd da privati che non li vogliono pi e poi rivenderli via internet sul mercato dellusato, ha triplicato il suo fatturato lo scorso anno raggiungendo circa 38 milioni di euro e conta di triplicarlo nuovamente nel 2012 arrivando a quota 120 milioni. Lidea di partenza come luovo di Colombo: tanta gente ha scaffali di film in dvd e di musica in cd che non guarda e non ascolta pi da tempo, per cui non sa cosa farsene, occupano spazio e basta nella libreria di casa. E in pi c gente che, sentendo i morsi della crisi economica, sarebbe disposta a vendere anche i dvd e i cd che ama, pur di raggranellare qualche soldi extra. Music Magpie li paga meno di 1 sterlina ciascuno, ma la vendita semplice (per posta o addirittura per fattorino se i dvd/cd sono tanti) e il pagamento rapido. Ricavare 50 o 100 sterline semplice. E a quanto pare lo fanno in molti. In media acquistiamo fra 100 mila e 200 mila dvd e cd al giorno, dice Steve Oliver, presidente e fondatore della societ. A inizio gennaio, in una giornata da record, ne hanno comprati 500 mila in 24 ore. Vengono rivenduti, a un prezzo ovviamente maggiorato ma comunque assai pi basso di quello del prodotto nuovo, attraverso il sito di Magpie (al 70%) e a una catena di negozi (il resto). La domanda per dvd e cd usati molto pi alta di quanto si creda, specie allestero, spiega Oliver, ne abbiamo venduti perfino in Vaticano e in Corea del Nord. Se uno se li vende da solo su siti come eBay, naturalmente, pu guadagnare di pi, ma Magpie facilita loperazione e gioca sulle dimensioni: in un colpo solo, svuoti larmadio. E incassi. Enrico Franceschini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Global market

FLASH

Magpie trasforma cd e dvd usati in denaro contante

Abbiamo ridotto il merito di credito di 15 banche spagnole, in linea col taglio di rating sovrano di gennaio. La misura riguarda i maggiori istituti Bbva, Santander, Bankia, Caixabank
Standard & Poors

Rcs rivede al ribasso il piano 2013 Spagna svalutata per 300 milioni
MILANO Rcs MediaGroup deve svalutare per 300 milioni le attivit spagnole, il cui rallentamento non consentir di realizzare gli obiettivi del piano 20112013, e richieder ulteriori azioni di efficientamento. Il gruppo nel 2011 ha totalizzato ricavi consolidati per 2.075 milioni di euro, meno 2,7% sullesercizio precedente, e un margine operativo lordo dopo oneri e proventi non ricorrenti per 167,5 milioni (da 186 milioni nel 2010). Non noto lutile netto si tratta di risultati preliminari che gli analisti di settore stimano vicino a zero. Tuttavia il conto economico chiuder in rosso, per il deprezzamento di Unidad Editorial. Le attivit spagnole, rilanciate con linvestimento di 1,1 miliardi in

Le tappe
LA FRANCIA
Nel 2000 Rcs rileva leditore di libri Flammarion, ora in vendita: potrebbe dare plusvalenze

LA SPAGNA
A met 2007 Rcs paga 1,1 miliardi per Recoletos, rafforzandosi in Spagna poco prima della crisi

LO STRALCIO
Tra il 2011 e il 2012 le attivit spagnole saranno svalutate di 300 milioni. Si dice ne valgano 500

La sede del Corriere della Sera, in via Solferino a Milano contanti per avere Recoletos, saranno infatti svalutate per circa 300 milioni si legge in una nota in parte sullesercizio 2011 e in maggioranza nel 2012. Secondo gli osservatori la Spagna di Rcs varrebbe ora circa mezzo miliardo. Una svalutazione concentrata sul 2012, peraltro, potrebbe notarsi meno a fianco delle eventuali plusvalenze su cespiti in via di cessione, come Flammarion e gli immobili. Ma la nota aggiunge: Sulle operazioni straordinarie non sussistono al momento aggiornamenti rilevanti. Il calo dei ricavi attribuito principalmente alla flessione delle attivit spagnole, e alla contrazione dei ricavi pubblicitari netti. Lutile operativo lordo prima di oneri e proventi non ricorrenti stabile a 188,6 milioni. Lindebitamento finanziario netto, eredit delle acquisizioni, si riduce di 33 milioni, a 938. I chiari di luna spagnoli gettano unombra anche sul piano triennale 20112013 (gi rivisto lo scorso luglio con nuove azioni per 50 milioni), pregiudicato dal perdurare della grave crisi specie nei principali mercati in cui il gruppo opera, dalla conseguente contrazione pubblicitaria, dal permanere dellincertezza macroeconomica. Con due effetti: Un previsto calo di ricavi che non garantir di raggiungere gli obiettivi del piano, alla luce anche dei risultati significativamente inferiori di Unidad Editorial i prossimi due anni. E ulteriori azioni di efficientamento per contenere parzialmente gli effetti negativi sul Mol. Le stime al 2013 erano di ricavi per 2.453 milioni, Mol di 296 milioni, flusso di cassa per 530 milioni. (a.gr.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

LO SPORT La riscoperta della ginnastica con la corda: dieci minuti al giorno per un corpo sempre allenato LE LETTERE Pace-maker, testicoli mobili, igiene orale, ipertensione, cheratosi: gli esperti rispondono

FICOCELLI IN ULTIMA

MARTED 14 FEBBRAIO 2012/NUMERO 734

I 29

Allinterno

La sessualit

Amore protetto per i teen-ager arriva il patentino


GIOMMI E NASELLI

La medicina

Monitor e cure per i malati attraverso i tessuti hi-tech


CAPPELLA

Vaccino VS allergie
Ultimi giorni utili per difendersi dai pollini di primavera
ARNALDO DAMICO E ALESSANDRA MARGRETH
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA DIGETTY IMAGES/CSAIMAGES/MOD ART COLLECTION.

La chirurgia

Alluce valgo, quelle false promesse di soluzioni soft


LODISPOTO

Le terapie

Meno giorni di ricovero e miglior ripresa Ecco come


BOTTACCIOLI

GUGLIELMO PEPE NOI & VOI IL GOVERNO SI RICORDI DEI DISABILI


he il mondo dei disabili sia invisibile ai pi un dato di fatto. Ma non lo per milioni di famiglie che affrontano problemi gravi. E non dovrebbe esserlo per le Istituzioni che hanno in carico lassistenza pubblica. Almeno finch c lo Stato sociale. Il Fondo per le politiche sociali sceso, nellultimo quadriennio, da 929 a 44,6 milioni di euro. Tanto ci sono le famiglie, e le donne lavoratrici, che si rimboccano le maniche, che faticano il doppio, che prosciugano i risparmi, che soffrono per aiutare, assistere, curare 2 milioni e 600 mila disabili. E che dire del Fondo per la non autosufficienza? Da 300 milioni a zero. Sono cifre e condizioni conosciute da tempo, e peggiorano anno dopo anno. Il merito del Censis di aver presentato un rapporto su disabilit, sclerosi multipla e autismo che in teoria potrebbe dare una scossa ai ministri competenti. Perch sostenere lassistenza domiciliare, ad esempio, porterebbe benefici sotto diversi aspetti. giusto salvare e far crescere lItalia. importantissimo larticolo 18 (non si parla daltro). Per milioni di persone e di famiglie non vorrebbero essere dimenticate da Monti, come ha fatto il precedente premier. g.pepe@repubblica.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SALUTE IN PRIMO PIANO

I 30

A TAVOLA

I migliori risultati si raggiungono avviando la somministrazione a dicembre


Ma grazie ai nuovi preparati, anche un trattamento che inizia entro febbraio ottiene una notevole riduzione dei sintomi e un miglioramento della qualit

della vita. Il ruolo degli anticorpi IgG ai fini della desensibilizzazione


EUGENIO DEL TOMA*

INTOLLERANZE ALIMENTARI ATTENTI AI TEST SPESSO INUTILI


e intolleranze alimentari che lOms raggruppa con le allergie tra le reazioni avverse al cibo, sono tuttora uno dei capitoli pi controversi della nutrizione clinica. Le incertezze diagnostiche provengono dalla scarsa attendibilit di alcune procedure giudicate carenti di validit scientifica, sia dallAccademia americana di Allergia e Immunologia, sia dalle consorelle europee. Mentre, per le vere allergie, il laboratorio consente valutazioni obiettive per la presenza di specifiche immunoglobuline, tutto resta mal definibile quando si passa alle cosiddette intolleranze, idiosincrasie o comunque a meno gravi ma fastidiose reazioni avverse ad uno o pi cibi. In assenza di risposte certe dal laboratorio dilagano i test alternativi, costosi e spesso inutili. LAmerican Gastroenterologic Association ha perfino enunciato dettagliatamente, accanto ai test orientativi, anche quelli senza valore scientifico (tra questi, test cutaneo intradermico con cibo, test di citotossicit, misura dellattivit elettrica cutanea, biorisonanza, conta delle pulsazioni pre e post cibo sospetto, e molti altri ancora). Il dato pi scoraggiante della vicenda non sta nel prosperare del sottomercato commerciale, quanto nel danno alla salute che pu derivare dalle conseguenti diete. Diete severissime, con esclusione di interi gruppi di alimenti e quindi destinate ad aggiungere anche la beffa della malnutrizione, causata dalla monotonia alimentare e dalle carenze conseguenti. Tra le intolleranze enzimatiche pi diffuse rientra il deficit di lattasi, ovvero lintolleranza al lattosio, che pu essere documentata con il test del respiro o breath test. Attenzione, quindi, a scegliere per la diagnosi e cura dei veri specialisti (meglio se in un apposito centro ospedaliero o universitario) piuttosto che il mago di turno. * edeltoma@gmail.com
RIPRODUZIONE RISERVATA

Allergie
Ultimi giorni utili per vaccinarsi contro i pollini della primavera
ARNALDO DAMICO

ltimi giorni per vaccinarsi contro i pollini che pi di frequente scatenano le reazioni allergiche, quelli che arrivano con la primavera. Se si inizia la somministrazione entro febbraio, lannuale appuntamento con il naso chiuso, gli occhi arrossati il senso di stordimento e, per molti, anche le crisi asmatiche sar sicuramente meno drammatico e invalidante del solito. La strategia pi efficace, quella da manuale, prevede linizio del trattamento entro la fine del dicembre precedente. Ma grazie anche ai nuovi preparati, una immunoterapia questa la corretta definizione che inizia in questo mese porta notevoli benefici. Da alcuni anni il vaccino si pu dare, oltre che

Non ci sono pi solo le iniezioni Limmunoterapia ora si pu fare anche con gocce o compresse da sciogliere sotto la lingua 2-4 volte a settimana
con le iniezioni, anche in gocce o compresse per via sublinguale spiega Domenico Schiavino, direttore del Servizio e della Scuola di Allergologia del Policlinico Gemelli di Roma una modalit di somministrazione che facilita il trattamento soprattutto nei bambini, dato che la cura, in genere, prevede 2-4 dosi a settimana per alcuni mesi. E che va ripetuta per almeno 3 anni. Altri recenti progressi che ci consentono di trarre benefici sensibili da una immunoterapia breve contro le graminacee, la causa pi frequente e persistente di allergie

di primavera-inizio estate, sono la denaturazione dei pollini e laggiunta di adiuvanti. Il primo procedimento, che si pratica con opportune sostanze, riduce laggressivit del polline per lallergico. Il secondo invece ne potenzia la risposta immunitaria. Il risultato dei due procedimenti la possibilit di somministrate vaccini con maggiori concentrazioni di polline senza rischi, accelerando il processo di desensibilizzazione. Cos si chiama lobiettivo dellimmunoterapia. Il soggetto allergico infatti, a differenza di uno che non lo , produce contro determinati pollini degli anticorpi. Inoltre questi appartengono ad una delle 5 classi di anticorpi, detti IgE, che hanno una funzione di sentinelle: appena il polline entra nel corpo, le IgE lo riconoscono come nemico e lanciano lallarme, scatenando una serie di reazioni chimiche che portano alla liberazione di istamina, la sostanza che mette lorganismo nello stato di infiammazione. Nella parte del corpo dove si libera istamina c una vasodilatazione con aumento di liquidi (da cui il gonfiore e il senso di calore) e attivazione di sostanze irritanti (da cui prurito e dolore). Se il polline entra massicciamente in circolo linfiammazione si estende a tutto lorganismo e pu arrivare una crisi asmatica. La somministrazione controllata dello stesso polline a piccole dosi crescenti invece stimola la produzione di anticorpi IgG spiega Schiavino che hanno funzione bloccante: riconosciuto il polline, vi si legano e lo tolgono di mezzo. Le IgE cos non lanciano nessun allarme. Ma per stimolare la produzione di un livello di IgG efficace c bisogno di somministrazioni lunghe, costanti e ripetute. I mesi che ci separano dalla primavera possono essere sufficienti, specie se si appartiene a quella

maggioranza di pazienti che, come risulta da una nostra indagine, hanno gi avuto una diagnosi, ma non hanno mai iniziato la desensibilizzazione o lhanno fatta incompleta. Basta ordinare il vaccino, che arriva in una settimana, ed iniziare. Un ciclo annuale di vaccino antiallergico la cui produzione illustrata nel disegno costa tra i 300 e i 500 euro. Che, tranne in Lombardia, sono a carico in buona parte del paziente. il trattamento pi efficace e sicuro a lungo termine conclude Schiavino Purtroppo, anche in questo caso si conferma la tendenza degli amministratori a risparmiare oggi, spostando maggiori disagi per il paziente e costi per la spesa pubblica, negli anni a venire.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.siaic.net www.siaip.it

I 31

Lesperto: Bene un collirio antistaminico, meglio da solo, come la formulazione di levocabastina

Pruriti e bruciori da congiuntivite, cosa fare quando a soffrire locchio


ALESSANDRA MARGRETH

llergie, troppo al naso e poco agli occhi. Chi soffre di rinite allergica sottovaluta i problemi che unallergia crea allocchio. Uno dei sintomi principali della rinite allergica infatti la congiuntivite, ma le persone colpite spesso non riportano al proprio medico disturbi come occhi rossi, prurito e bruciore. Spiega Walter Canonica, direttore della Clinica di malattie dellapparato respiratorio e Allergologia allUniversit di Genova: dimostrato che il 95% dei pazienti con rinite allergica abbia anche un interessamento oculare. Locchio estremamente sensibile al contatto con lallergene. E durante una stagione di pollinazione si pu immaginare cosa gli succede quando costantemente stimolato dallallergene. Una indagine sullimpatto della rinite allergica in Europa continua Canonica pubblicata nel 2007, conferma come i sintomi oculari giochino un ruolo che secondo solo allostruzione nasale e agli starnuti. La congiuntivite un sintomo importante, soprattutto nelle persone sensibili sia ad allergeni perenni come gli acari, sia a quelli stagionali. Inoltre i fastidi agli occhi sono pi pesanti in chi affetto da una rinite persistente. Occhi rossi e congiuntivite influiscono anche sulla produttivit lavorativa e sulla qualit di vita in generale. Secondo uno studio osservazionale dellaprile scorso in quattro nazioni europee,

Italia compresa, il 69% delle 1.009 persone esaminate presentava sia sintomi nasali che oculari. Una duplice sofferenza che porta gli allergici a effettuare un maggior numero di visite, a perdere pi ore lavorative, e ad essere meno efficienti. Aggiunge Walter Canonica: Per alleviare prurito e bruciore agli occhi spesso si ricorre allautomedicazione. Bene un collirio antistaminico, meglio da solo, come la formulazione di levocabastina, con effetto rapido e buona tollerabilit. Molti colliri da banco sono associati a un decongestionante. Questultimo va usato con cautela e per tempi brevi, per il rischio che alla sospensione del farmaco posso ricomparire uninfiammazione anche pi intensa di quella per cui si era ricorsi al collirio. Un aiuto allallergico viene poi da Internet: il sito www.meteopolline.it offre un servizio settimanale di previsione delle concentrazioni dei pollini suddivisi per tipologia di pianta. Le informazioni sono disponibili dal 1 aprile al 30 settembre. Possono essere ricevute anche via sms o per newsletter. Sul sito si trovano informazioni varie sul tema, compreso un approfondimento sui sintomi oculari dellAssociazione Italiana Aerobiologia. Inoltre da maggio 2012 la campagna educazionale Occhio allallergia: reagisci ai sintomi oculari dellallergia, coinvolger gli studi oculistici. Presso queste strutture si potr trovare materiale informativo sui sintomi allergici che riguardano gli occhi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SALUTE LA SESSUALIT

I 32

PER SAPERNE DI PI www.sigo.it www.sceglitu.it

Contraccezione
Mentre la Sigo lancia una nuova
campagna per informare i teen-ager,

lallarme dei ginecologi: Troppe


ragazze non scelgono, subiscono
LEI & LUI

ROBERTA GIOMMI *

OBIETTIVO QUINTA ELEMENTARE


ei percorsi di educazione alla sessualit, sia in classe che nei consultori, si parla con maschi e femmine, si consegna la conoscenza del funzionamento del corpo nella fertilit e nel sesso. Poi si esaminano gli stili sessuali, la prima volta e la prosecuzione, prendendo in esame la scelta di legame (un partner con cui si ha una storia, pi partner amici con cui si fa sesso) e quanto sia presente il diritto alla tutela. Un problema importante lalcol o le sostanze come disinibitori dellapproccio, in dimenticanza spesso della tutela. La contraccezione pi frequente la pillola del giorno dopo, usata con la consapevolezza dellemergenza, ma non come educazione a cambiare stile, tanto che intervento ripetuto. Le ragazze fanno opposizione alla pillola contraccettiva, che richiede una scelta, e si adeguano alla paura. Il preservativo un modo semplice di provvedere alla protezione, richiede un coraggio relazionale perch va indossato dai maschi con competenza e vissuto dalle ragazze come un modo per sentirsi emancipate. Le ragazze devono chiedere che ci sia e portarlo senza sentirsi troppo spregiudicate. La contraccezione orale, il cerotto, lanello, sono presentati insieme a tutti i metodi, ma con rinforzi sulla scelta di una contraccezione sicura. Dobbiamo sapere che ogni sabato una ragazza pu fare sesso con qualcuno e i maschi non sono pi accorti nel proteggersi. Ragazze di 15 anni hanno gi avuto molti partner, e molte distrazioni nel proteggersi, come se essere liberi sessualmente non fosse una conquista ma quasi un obbligo. Ai genitori affidiamo un compito forte, di prendersi cura di un inizio precoce della sessualit e di una scarsa competenza dei figli alla protezione. Iniziamo a fare educazione sessuale a scuola in quinta elementare, questo il tempo utile per costruire i comportamenti di tutela. * www.irf-sessuologia.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SCHEDA

Occasionali e non protetti, quando i giovani rischiano


ELVIRA NASELLI

LE ADOLESCENTI
Come le donne adulte hanno una maggiore suscettibilit biologica e sono pi colpite da malattie sessualmente trasmesse (Mst)

IL SISTEMA
Dal 1991 attivo un sistema di sorveglianza nazionale delle Mst basato su centri clinici sentinella che inviano dati allIstituto superiore di sanit

l primo passo arrivare ai destinatari del messaggio. E non sempre facile, n a scuola, dove non ci sono spazi definiti, n nei consultori, a macchia di leopardo. E cos ragazzi e ragazze over 13 o hanno indicazioni dai genitori mamma soprattutto o raccolgono informazioni su riviste, internet e dagli amici. Vivendo spesso la prima volta allo sbaraglio. Oggi - inoltre - il timore non pi solo quello della gravidanza indesiderata ma delle malattie sessualmente trasmesse, in aumento nella fascia dei giovanissimi. Un aumento che ci preoccupa - premette Barbara Suligoi, direttore del centro operativo Aids dellIss - soprat-

tutto per quanto riguarda la clamidia nelle ragazze, infezione che compromette la loro fertilit futura. Bisogna imporre la moda del preservativo, che protegge anche dall'Hiv, ed evitare situazioni a rischio come discoteca, alcol e pasticche che si traducono spesso in sesso non protetto. Tendenza confermata dai medici. Nei miei 20 anni di lavoro ho visto tante ragazze premette Anna Maria Fulghesu, responsabile dellambulatorio di ginecologia dellinfanzia e delladolescenza delluniversit di Cagliari e autrice di molte ricerche sul territorio ed cambiato latteggiamento di fondo nei confronti della sessualit. Oggi le ragazze vengono da so-

I NUMERI
Dei 340 milioni di nuovi casi annui di Mst lOms valuta che ben 111 milioni riguardino giovani sotto i 25 anni I giovani sono considerati categoria a rischio

IN ITALIA
Nel nostro paese recrudescenza mai osservata dalla fine degli anni 70 di infezioni batteriche come gonorrea, sifilide e clamidia, causa di sterilit femminile

1991-2009
In questo arco temporale sono stati registrati 18903 nuovi casi di Mst nei giovani tra 14 e 25 anni, pari al 24% del totale. Di questi i maschi erano il 56%

LE INFEZIONI (1991-09)
Nei maschi maggior proporzione di condilomi ano-genitali (42,2%), diffusi anche nelle ragazze, nelle quali sono pi che triplicate le infezioni da clamidia in 13 anni

Liniziativa

La Sigo presenta una guida sulla falsa riga di quelle su cui si impara il codice della strada

Sesso sicuro, un patentino per gli adolescenti


er guidare una moto o unautomobile bisogna sostenere un esame e ottenere la patente. Per avere rapporti sessuali non ci sono test da superare. E la disinformazione pi che mai diffusa tra i giovanissimi. Secondo un sondaggio promosso dal progetto Scegli Tu con Sigo (Societ di ginecologia e ostetricia) il 71 % dei teen-ager si crede al riparo dalla malattie sessualmente trasmissibili (Mst) perch conosce bene il partner, il 59 si affida al coito interrotto come anticoncezionale, e ben il 54 si affida alla contraccezione di emergenza. Questultimo metodo nel 2011 ha registrato un + 4% nelle vendite, oltre la met tra le ragazze sotto i 20 anni. I ginecologi hanno cos messo a punto lopuscolo Il patentino dellamore sicuro, ispirato al manuale di guida degli autoveicoli. Ci

sono segnali di pericolo (Mst, gravidanza), quelli di divieto (fidarsi delle tante bufale in circolazione), gli obblighi (la contraccezione), e i quiz per testare la propria preparazione. La pubblicazione pu essere utilizzata dagli specialisti per parlare ai ragazzi nelle scuole. disponibile per medici ed educatori sul sito www.sceglitu.it e verr anche distribuito ai ginecologi del territorio. Spiega Chiara Micheletti, psicologa alla Bocconi di Milano: Sempre di pi i ragazzi ricevono precocemente stimoli di tipo sessuale da internet, dalla televisione e dai coetanei. quindi fondamentale bilanciare questo tipo di informazione a scuola e in famiglia. (alessandra margreth)
RIPRODUZIONE RISERVATA

le o con la mamma, che non considerata un ostacolo. Il problema semmai un altro: tendenzialmente si attrezzano per proteggersi quando hanno un rapporto fisso e non considerano il rischio del rapporto occasionale. Ed invece questa finestra che pu essere anche lunga a rappresentare un forte pericolo perch bisogna proteggersi soprattutto dal partner conosciuto la sera prima in discoteca. Bisogna convincere le ragazze che il rischio delle malattie sessualmente trasmesse alto e non vale la pena correrlo. Dunque preservativo, sempre. Il dato pi sconcertante, per sottolinea Fulghesu un altro. Le ragazze pi giovani, e parliamo di 13-14 anni, si sentono forzate ad avere rapporti sessuali. Dalle amiche che lo hanno gi fatto, dal ragazzo di qualche anno pi grande, dal mondo dei cosiddetti pari. E non possono pi neanche usare la mamma come scudo, precisa Fulghesu. Il fenomeno confermato da Metella Dei, ginecologa con lunga esperienza nei consultori per adolescenti, ora al centro ginecologia dellinfanzia e adolescenza dellospedale universitario Careggi di Firenze. Ci sono molti dati su un inizio non voluto n deciso ma subto premette e sono dati che fanno pensare perch sono ragazze molto giovani, tra 13 e 15 anni, che non sono in grado di dire di no al ragazzo pi grande, se non vogliono. Una riflessione da parte di chi lavora in trincea: i patentini (vedi articolo sotto, ndr) sono molto utili se arrivano ai ragazzi, ma si deve riuscire a farli circolare tra di loro. Senza dimenticare che, dietro ai loro comportamenti, ci sono bisogni o vissuti irrazionali che li rendono vulnerabili e fragili. Servono strategie per arrivare fino a loro: il web va bene, ma anche il pediatra di famiglia, la scuola e i genitori. Allestero, per esempio, si organizzano riunioni con i genitori sul luogo di lavoro, durante la pausa pranzo, per aiutarli a usare le parole giuste con i propri figli. Allestero, per, esiste leducazione sessuale nelle scuole.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte dati: Centro Operativo AIDS dellISS.

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SALUTE LINCHIESTA

I 36

Dal semplice monitoraggio dei dati del paziente allinterconnessione con unit robotiche, fino a sensori con impulsi elettrici per attenuare i tremori

ai malati di Parkinson. Magliette, maniche, cinture: sono gli e-textiles, in gran parte prototipi, ma alcuni gi in commercio anche su internet

Flash

La ginecologia
ECCO QUANDO TOGLIERE LE CISTI DELLOVAIO
Come e quando operare in caso di cisti ovariche senza compromettere la fertilit delle giovani donne Lindicazione finalmente arriva da uno studio coordinato da Antonio Lanzone, direttore dellIstituto di Clinica Ostetrica e Ginecologica dellUniversit Cattolica-Policlinico Gemelli di Roma, che ha tracciato un identikit delle cisti dellovaio dovute a endometriosi facendo luce su quelle che si possono asportare senza rischi per la paziente e quelle la cui asportazione chirurgica, invece, pu comportare un rischio infertilit

Tessuti hi-tech
Ictus, cuore, tremori le nuove frontiere degli abiti terapeutici
VANESSA CAPPELLA

La cardiologia
LE SUPER-STAMINALI PER RIPARARE IL CUORE
Identificate super-cellule per rigenerare il cuore. A farlo due giovani ricercatori rientrati in Italia dagli Usa, dellIstituto di biologia cellulare del Cnr e dellIrccs MultiMedica di Milano. I due hanno scoperto che i cardiomiociti, le cellule del cuore, possono essere una fonte di cellule staminali con caratteristiche vantaggiose rispetto ad altre staminali I cardiomiociti hanno capacit proliferative minime, se non assenti spiegano Roberto Rizzi e Claudia Bearzi Ma la nostra ricerca apre la possibilit di utilizzare i cardiomiociti come cellule staminali cardiache, che potranno essere utilizzate per la riparazione del miocardio danneggiato (Cell Death and Differentiation)

La radiologia
FLEBO INTELLIGENTE ANTI EFFETTI TOSSICI
Una nuova tecnologia sperimentata al Centro Cardiologico Monzino, riduce fino al 70% leffetto tossico che il mezzo di contrasto, necessario per eseguire esami e interventi cardiovascolari, pu avere sulla funzione renale Si chiama flebo intelligente, e consiste in una pompa di infusione endovenosa controllata da computer che riduce notevolmente il tempo di permanenza del mezzo di contrasto nei reni, diminuendone gli effetti tossici I risultati dello studio (su 170 pazienti con insufficienza renale sottoposti a coronarografia), coordinato da Antonio Bartorelli, (Cardiologia Interventistica), e Giancarlo Marenzi, (Terapia Intensiva Cardiologica), su Jacc, Cardiovascular Interventions

aniche che fanno sparire il tremore nei malati di Parkinson, vestiti che stabilizzano lumore delle persone bipolari o riabilitano i pazienti colpiti da ictus, cinture che analizzano i parametri biofisici e inviano i dati in tempo reale. Fantascienza? No, Tremor, Psyche, Interaction e Bioharness Bt sono solo quattro esempi di tessuti intelligenti, tra prototipi e prodotti gi in commercio. Al recente Smart Textile Salon, organizzato da Systex e da una vivace quipe delluniversit di Ghent, Belgio, sono stati presentati alcuni modelli di laboratorio in progress. Si scopre cos che esiste una comoda coperta che emette luce blu per il trattamento dellitterizia neonatale, o che le persone sulla sedia a rotelle possono moni-

Lelettrocardiogramma con una semplice cintura, le tute antifreddo o ignifughe e le maglie con barriera laser
torare che la propria postura sia corretta grazie ai sensori del tessuto Odith. O ancora che ci sono tute che difendono dal freddo con un meccanismo autoriscaldante, come Heatable Coverall, o che proteggono dal rischio di ustioni e di esalazioni nocive, come Proetex, ideale per i vigili del fuoco. Ed esistono anche tessuti, come Prosys Laser, che si attivano creando una barriera protettiva quando entrano in contatto con il laser. Degna di nota anche la cintura Active Belt, che permette di realizzare elettrocardiogrammi utilizzando il processore di uno smartphone, mentre si pu gi acquistare su internet la cintura Bioharness BT che rivela la temperatura corporea con un sistema a infrarossi, misura il battito cardiaco e la frequenza respiratoria. Il fenomeno degli e-textiles(che rientrer nel gran consulto internazionale della eHealth Conference, il 18 aprile a Roma) interessa anche la Commissione europea, che da alcuni anni finanzia alcuni progetti elaborati da un consorzio interuniversitario di cui fanno parte anche ricercatori italiani. I laboratori Smartex di Navacchio (Pi) sono tra i pionieri in questo campo: Abbiamo iniziato con prototipi, come Wealthy o MyHeart, rivolti alle malattie cardiovascolari spiega Rita Paradiso, responsabile Smartex Ora il nostro obiettivo combinare questa grande piattaforma di dati biofisici con altre informazioni. Tre i target a cui puntiamo: umore, movimento e soppressione dei disturbi di certe malattie. Ed cos che, dopo aver messo a punto nel 2009 il Wearable Wellness System (Wws), una maglietta leggera e lavabile che monitora e invia con bluetooth dati su battito cardiaco, respirazione, movimento e postura (info e acquisti 050754352), il campo si aperto a nuove applicazioni in cui i tessuti interagiscono con lelettronica. Nascono cos sistemi come Mobiserv, Psyche e Interaction. Mobiserv rivolto al monitoraggio nellambiente domestico della salute, dellalimentazione e del movimento delle persone anziane, attraverso linterazione tra indumenti realizzati con tessuti intelligenti, che raccolgono i dati biofisici della persona, e ununit robotica dotata di telecamera. In caso di necessit, come cadute o malori, il sistema allerta il medico o i familiari. Psyche, invece, sfrutta la connessione tra sistema

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.ehealthforum.it www.smartex.it

I 37

La ricerca

Cos le maglie elettroniche: in laboratorio le fibre parlanti


o sappiamo tutti: a guidare le nostre scelte in fatto di vestiario sono sempre stati fattori come la moda e la necessit di difendere il nostro corpo dal freddo. difficile pensare che, al di l di fattori estetici, psicologici e pratici, gli indumenti possano ricoprire un altro ruolo. Eppure, da oltre quindici anni, i tessuti tradizionali hanno iniziato ad avere unaltra valenza e lindustria del tessile ha cominciato a investire sulla ricerca e sullinnovazione. I tessuti intelligenti, anche noti come smart textiles o etextiles, sono materiali in grado di rilevare e reagire alle condizioni ambientali o agli stimoli provenienti da varie sorgenti, siano esse meccaniche, termiche, chimiche, elettriche o magnetiche. Ne esistono di diversi tipi, pensati per varie funzioni. La prima generazione riguarda i tessili passivi, in grado solo di sentire condizioni ambientali e stimoli. La seconda costituita da tessili attivi, che hanno memoria di forma, resistono allacqua, sono permeabili al vapore, termoregolanti e si possono riscaldare elettricamente. Sentono attraverso dei sensori e reagiscono attraverso gli attuatori. La terza generazione invece quella dei tessili ultraintelligenti, in grado di sentire, reagire e adattarsi da soli alle condizioni ambientali o agli stimoli.

Carbonio o polimeri elettroattivi inseriti durante la filatura, si ottengono manufatti che rispondono a stimoli elettrici e creano una vibrazione
Questi tessuti si possono combinare con altre apparecchiature e dare origine a nuove e inimmaginabili soluzioni. Gli ultra-intelligenti sono frutto di ununione organica tra tessuti tradizionali, tecnologia dellabbigliamento e tecnologie elettroniche. Oggi lobiettivo dei ricercatori la realizzazione di materiali organici allavanguardia, attraverso uninterrelazione sempre pi stretta e flessibile tra tessuti ed elettronica. La fibra tessile conduttiva, in grado cio di veicolare gli impulsi elettrici, la chiave di volta di questo rapporto: infatti il dispositivo elettronico pu combinarsi con questo particolare tipo di fibra tessile, oppure essere direttamente inserito nellindumento. In che modo si pu ottenere questo tipo di fibra? Racconta Piero Sozzani, docente di Chimica Industriale presso lUniversit Bicocca di Milano: Le sostanze conduttive di elettricit, come il carbonio o i polimeri elettroattivi, possono essere inserite nelle fibre tessili durante la filatura attraverso un processo di estrusione (o fusione). Si ottengono cos delle fibre grigio argentee, che conducono elettricit. In particolari applicazioni, si sfruttano le regole della piezoelettricit: allinterno del materiale sono cio disposte cariche di polo opposto in modo asimmetrico che, in seguito ad uno stimolo elettrico, si spostano e creano una vibrazione. Ovviamente anche possibile il processo inverso. E tra queste applicazioni sono compresi anche i tessuti che registrano ed emettono suoni. Esistono infatti prototipi di applicazioni che includono tessuti i quali, oltre a monitorare le funzioni del corpo, catturano discorsi ed emettono segnali acustici. Un team dellInstitute of Technology del Massachusetts, guidato dal ricercatore Yoel Fink, ha infatti annunciato nel 2011 di essere riuscito a realizzare fibre con queste propriet. Le ricerche stanno proseguendo e tra i progetti finanziati dalla Commissione Europea ce n anche uno, Flexibility, che punta ad approfondire ed ampliare le potenzialit di questa propriet del tessuto. (v. c.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL LIBRO QUANDO ANCHE LA STOFFA SMART


er capire il funzionamento e lapplicazione dei tessuti intelligenti e le ricerche in corso, pu essere utile consultare Smart textiles for medicine and healthcare, una raccolta di studi pubblicata nel 2006 e aggiornata al 2011. curata da L. Van Langenhove, docente delluniversit di Ghent. In lingua inglese.

Wws e cellulare per tenere sotto controllo le derive di umore nei pazienti con disturbi bipolari: il sistema integra, infatti, i dati biofisici con lanalisi del tono della voce e la frequenza di rapporti sociali. Interaction un progetto appena partito che punta alla riabilitazione delle persone colpite da ictus attraverso telecamere e piattaforme che riconoscano il movimento e siano da stimolo per non abbandonare la terapia. Un altro prototipo Tremor: si tratta di una manica dotata di sensori che controllano ed eliminano con impulsi elettrici il tremore dal braccio delle persone affet-

te da Parkinson o malattie affini. Il panorama dei tessuti intelligenti applicati alla salute, per, non si limita agli e-textiles. Alcuni indumenti sono appositamente studiati per risolvere problematiche della pelle, come Tepso, in fluoro fibra sintetica utile nella psoriasi, o Skin Comfort Line, contro la dermatite atopica. Tepso, Wws o Bioharness BT si trovano online e il loro prezzo varia a seconda delle esigenze: pu andare dalle poche decine di euro del primo al migliaio degli altri due. Per gli altri bisogner ancora attendere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SALUTE LA RICERCA

I 38

PER SAPERNE DI PI www.epidemiologia.it www.istud.it/attivita_ricerca/Osservatorio.aspx

In corsia
Diversi studi lo confermano: lallungamento della degenza collegata a maggiori rischi di infezioni. Ora due esperimenti (al San Filippo Neri di Roma e al Santa Maria di Terni) dimostrano tutti i vantaggi dellintegrazione psicoterapica

LA SCHEDA

LOMBALGIA
Uno studio di dicembre (Canada) dimostra che luso dellagopuntura riduce di circa il 40% le visite mediche dopo 12 mesi rispetto al metodo standard

INFARTO
Uno studio su 100 ricoverati al San Filippo Neri di Roma segnala i vantaggi del sostegno psicologico in pazienti reduci da angioplastica coronarica

CHIRURGIA
Allospedale S. Maria di Terni, i benefici dellaiuto psicologico tra i pazienti operati: diminuita la durata media della degenza postchirurgica

MEDICINA
Laffiancamento dello psicologo al medico di base migliora lassistenza e riduce la spesa Studio sperimentale univ. Roma-Psicologia

Flash

Il caso
SINDROME MORGELLONS NEL MIRINO DEI CDC USA
C chi lha gi liquidata come una forma di parassitosi allucinatoria e chi invece la considera una patologia vera e propria, dalle cause ancora misteriose. Si chiama sindrome di Morgellons e ad esserne colpite sarebbero migliaia di persone nel mondo, per lo pi donne di mezzet Chi ne affetto dice di sentire cose che si muovono sotto la pelle e strani formicolii, mentre il corpo si copre di ulcere misteriose, dalle quali fuoriescono fibre di vari colori e detriti sconosciuti; alcuni lamentano anche una profonda stanchezza, difficolt di concentrazione. La rete piena di blog, di gruppi di supporto e di bizzarrie di tutti i tipi (non mancano gruppi che tirano in ballo gli extraterrestri e i cibi Ogm). Le prime descrizioni del Morgellons risalirebbero al XVI e XVII secolo Ai giorni nostri, la misteriosa sindrome arrivata sotto la luce dei riflettori grazie alla Morgellons Research Foundation, fondata da Mary Leitao, madre di una giovane (presunta) vittima. Da allora, tutte le universit dAmerica hanno detto la loro in proposito, visto che la sindrome continua a riempire le pagine dei giornali Il verdetto in genere quello di una patologia psichiatrica, allucinatoria o Mnchausen per procura. Alla fine, anche i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) hanno deciso di dare unocchiata andando a setacciare le schede mediche degli assistiti dal Kaiser Permanente della California del Nord dal 2006 al 2008 In questo modo hanno individuato 115 casi di Morgellons, per lo pi donne bianche cinquantenni, spesso con disturbi cognitivi e con residui di droghe allesame dei capelli. I misteriosi materiali che spuntano dalla cute sarebbero fibre di cellulosa o frammenti di smalto, mentre le ulcere cutanee sembrano compatibili con morsi di parassiti o lesioni da grattamento Di parassiti, acari o micobatteri e meno che mai di misteriose nanostrutture invece, neppure lombra nelle biopsie cutanee Le conclusioni dei Cdc, sono state pubblicate di recente su PloS One. Le cause della dermopatia rimangono per il momento oscure, ma leziologia psichiatrica prende sempre pi quota Con buona pace di coloro che credono agli Ufo (maria rita montebelli)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Una terapia anche psicologica per non ammalarsi di ospedale


FRANCESCO BOTTACCIOLI *
li ospedali sono nellocchio del ciclone. Per i crescenti costi economici, ma anche perch sempre pi chiaro che non sono esattamente dei luoghi di salute. I cosiddetti effetti avversi delle terapie ospedaliere, solo negli Usa, costano ogni anno tra i 17 e i 29 miliardi di dollari. Di recente su Medical Care due epidemiologi hanno usato un modello econometrico per valutare, per la prima volta, un grande campione di ricoverati negli ospedali australiani dello Stato di Victoria. Le cartelle cliniche di oltre 200mila pazienti sono stato inserite in un modello matematico che ha cercato di stabilire la frequenza di tre comuni effetti avversi in relazione alla durata della degenza ospedaliera. Il risultato che una degenza di 5 giorni collegata a un aumento del 5,5% del rischio di reazioni

stati divisi in due gruppi, di cui solo uno trattato con una breve psicoterapia da Adriana Roncella, cardiologa dellospedale e psicoterapeuta. Al controllo dopo 12 mesi, il gruppo trattato con psicoterapia ha avuto una riduzione statisticamente significativa di nuovi eventi cardiologici (34%

contro 57%), dei ricoveri e della comparsa di nuove malattie (15% contro 61%). Lo studio prosegue per calcolare anche laspetto del risparmio. Allospedale S. Maria di Terni, lunit di psicologia ospedaliera, diretta da David Lazzari, ha avviato uno studio, con gruppo di controllo, su pa-

zienti ricoverati nei reparti di cardiochirurgia e di chirurgia digestiva, con un follow-up a 3 mesi dallintervento chirurgico. Risultati: in cardiochirurgia, nel gruppo trattato psicologicamente, tra gli altri benefici riscontrati, si registrata una durata media della degenza post-chirurgica di circa

9 giorni contro gli oltre 12 del gruppo a terapia standard. I dati ufficiali dicono che una giornata di degenza in Italia costa mediamente 800 euro al giorno. Il conto del risparmio presto fatto. * Pres. onorario Soc. It. Psiconeuroendocrinoimmunologia
RIPRODUZIONE RISERVATA

LESAME A PALERMO LA RISONANZA CHE VEDE IL METABOLISMO DEL CERVELLO


ttivata al dipartimento di Scienze radiologiche del Policlinico di Palermo, unica nel Sud, la risonanza magnetica funzionale basata sul contrasto Bold (Blood Oxygenation Level Dependent). In estrema sintesi si tratta di un normalissimo esame di risonanza durante il quale esaminando il livello di ossigenazione del sangue cerebrale possibile vedere il metabolismo delle aree cerebrali e dunque mappare quali zone si attivano durante lesecuzione di un determinato compito come ad esempio parlare o muovere una mano. Lapplicazione clinica pi importante l'identificazione di alcune aree cerebrali in pazienti che devono essere sottoposti ad intervento chirurgico per l'asportazione di un tumore. Il chirurgo, in pratica, riesce a preservare le zone preposte ad alcune specifiche funzioni (per esempio il linguaggio). Altre applicazioni cliniche riguardano l'epilessia, per identificare l'area da cui parte lo stimolo elettrico patologico responsabile della crisi epilettica. (prof. Midiri e prof. Savattieri; 091/6552316) (tiziana lenzo)
RIPRODUZIONE RISERVATA

La permanenza post-chirurgica costa 800 euro al giorno in media


farmacologiche avverse, a un aumento del 3% del rischio di ulcere da decubito e a un aumento del 17% del rischio di infezioni ospedaliere, particolarmente difficili da curare. Se poi la degenza di 8 giorni, le percentuali crescono ancora, con il rischio di infezioni che va oltre il 20%. evidente che, per affrontare seriamente linquietante paradosso di luoghi di cura che funzionano da generatori di malattia, occorre ripensare non solo il modello organizzativo, ma anche e soprattutto il paradigma scientifico che n alla base e che si fonda su una visione frammentata dellessere umano. Gli esempi della superiorit di questo approccio integrato, sia in termini economici che di efficacia, vengono non solo dallestero, ma anche dallItalia. Alla cardiologia dellospedale S. Filippo Neri di Roma si appena concluso uno studio controllato che dimostra i vantaggi del sostegno psicologico qualificato e mirato a pazienti reduci da angioplastica coronarica dopo un infarto miocardico acuto. Circa 100 pazienti sono

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SALUTE LA CHIRURGIA

PER SAPERNE DI PI www.snlg-iss.it www.ior.it/curarsi-al-rizzoli/cosa-curiamo

I 39

Alluce valgo
Nulla funziona davvero tra le tante proposte correttive

sul mercato. E questo perch lintervento da eseguire


sul metatarso, il vero colpevole della deviazione

La soluzione non soft unica strada il bisturi


Flash
FABIO LODISPOTO *
orrettori notturni per lalluce valgo, separa-dita, lacci e cinturini, appositi calzettoni rinforzati e molti altri dispositivi dalle forme pi fantasiose, che promettono di riallineare lalluce ed eliminare i sintomi dolorosi, hanno un denominatore comune: non funzionano. Lalluce, una volta che deraglia dai suoi binari, e lentamente si deforma sviluppando la dolorosa sporgenza, inarrestabile. Una patologia a carattere evolutivo che solo il bisturi in grado di correggere efficacemente e in modo definitivo. bene chiarire: in realt non lalluce a deviare e creare la ben nota cipolla al piede, ma il metatarso, il lungo e robusto osso del piede che si articola con lalluce. Normalmente questo elemento dello scheletro ben allineato con lalluce ed mantenuto nella sua corretta posizione da robusti legamenti, tendini e muscoli. A causa per di squilibri biomeccanici a carattere per lo pi ereditario ad un certo punto della vita il metatarso comincia a spostarsi: si allontana dalla sua normale posizione, perdendo i rapporti con i suoi binari naturali (i sesamoidi) e la sua estremit (la testa del metatarso) comincia a sporgere dal profilo anatomico del piede. Lalluce - in questa lenta ma

Il farmaco
DISPONIBILE IN ITALIA PER I MALATI DI IPF
Finalmente a disposizione dei malati di Fibrosi polmonare idiopatica (Ipf) il pirfenidone, primo e unico farmaco approvato per la terapia della malattia. Il farmaco disponibile in 12 centri di 9 regioni italiane. Il farmaco rallenta la progressione della malattia dando pi tempo a chi attende il trapianto. Info www.osservatoriomalattierare.it

La campagna
DONAZIONE SANGUE APPELLO AI GIOVANI
Servono investimenti per evitare entro il 2020, secondo unindagine Censis, un calo dei giovanissimi donatori (-4,5%) e delle Unit di sangue raccolto (-2,5%). A giovani e donne si rivolge la campagna Ci vuole pi coraggio a trovare scuse che a donare il sangue, promossa da Fidas con lIstituto europeo di design (Ied) www.fidas.it

AL SAN MATTEO DI PAVIA NOVIT PER I RENI


Al San Matteo di Pavia effettuati trapianti su pazienti in dialisi utilizzando un rene prelevato da persone decedute per arresto cardiaco. In Italia questo protocollo non era mai stato preso in considerazione perch si riteneva ostacolo insormontabile il periodo dei 20 minuti previsto dalla legge per laccertamento della morte dopo larresto cardiaco (in altri paesi lintervallo 2-10 minuti)

Chi ha un piede piatto non grave pu intervenire precocemente con plantari ad hoc
inesorabile progressione - viene trascinato dal metatarso e i due elementi (metatarso e alluce) si angolano sempre pi tra loro. Una comune radiografia a questo punto mostra con chiarezza quanto accaduto: la punta dellalluce sostanzialmente non si mai spostata dalla sua posizione accanto al secondo dito, mentre la dolorosa deformit altro non che larticolazione tra metatarso e alluce innaturalmente angolata e deformata. Risulta a questo punto evidente anche al profano che raddrizzare lalluce non serve. Ammesso che si riuscisse a riallineare lalluce senza correggere consensualmente anche il suo metatarso si otterrebbe un piede con lalluce dritto ma lontano dalle altre dita penalizzando luso di normali calzature e il modo di camminare. Tanto basta a spiegare perch correttori notturni ed altri dispositivi non potranno mai funzionare: nessuna di queste ortesi correttive pu correggere il metatarso, il vero colpevole della deviazione. Non solo: i correttori pubblicizzati lasciano invariate quelle forze meccaniche che hanno provocato il deragliamento del primo dito cos che, anche volendo immaginare che uno di questi dispositivi sia in grado di correggere lalluce, sospesa la cura il dito tornerebbe rapidamente nella sua difettosa posizione. Solo in caso di piede piatto si pu prevenire o arrestare la deviazione in valgo dellalluce con un semplice plantare ad hoc per sostenere la volta plantare e annullare il piattismo del piede. Il piede piatto infatti una condizione che predispone e sostiene la deviazione dellalluce. Per effetto del cedimento della volta plantare, infatti, i tendini stabilizzatori dellalluce non possono pi esercitare efficacemente la loro funzione durante la fase finale di leva e spinta del piede e lalluce, vittima di forze sfavorevoli, devia formando la dolorosa sporgenza. Tanto pi ladozione del plantare precoce tanto pi la sua funzione di prevenzione risulta efficace.

La conferenza
INCONTRO A ROMA SU DUCHENNE E BECKER
Dal 17 al 19 febbraio (Ergife Palace hotel, Roma) decima conferenza internazionale sulla distrofia di Duchenne e Becker con sessioni dedicate alle famiglie con bambini piccoli e alle sperimentazioni sulluomo che si stanno conducendo in Italia e allestero www.parentproject.org

Lambulatorio
ESPIANTO PROTESI PIP A NAPOLI CORSIA RAPIDA
Al Pellegrini di Napoli tutte le donne a cui sono state impiantate le protesi Pip tra il 2001 e il 2010 salteranno la lista dattesa per ecografie e risonanze e verranno poi operate. In dieci giorni, afferma il chirurgo Alfredo Borriello, sono state operate una ventina di pazienti, due le protesi rotte, il dieci per cento

IL CASO LA SPORGENZA NON UN CALLO OSSEO E ASPORTARLA COSA INUTILE E DANNOSA


ttenzione alla chirurgia che vorrebbe correggere il valgismo asportando la dolorosa sporgenza: non callo osseo ma larticolazione tra metatarso e prima falange dellalluce. La sua asportazione, bench parziale e prevista da alcune tecniche chirurgiche, risulta solo cosmetica ed effimera. La patologica angolazione tra alluce e metatarso, infatti, se non corretta d luogo precocemente a recidiva del valgismo rendendo vano lintervento subito. Non solo: lasportazione della sporgenza, se eccessiva, danneggia larticolazione avviandola

allartrosi. Si deve invece intervenire sul metatarso, che per primo ha avviato la deviazione trascinando anche lalluce. Con nuove tecniche mininvasive il metatarso pu essere spostato e riallineato in maniera definitiva allalluce senza disturbare la delicata articolazione. Non solo: lintervento prevede anche il bilanciamento dei tessuti molli (tendini e capsula articolare) per annullare le forze che hanno generato il deragliamento del metatarso e la formazione dellalluce valgo ottenendo una correzione esente da recidive. (f. l.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Si dovrebbe porre molta attenzione alla prevenzione, soprattutto negli adolescenti, specie se di sesso femminile, nella cui famiglia si riscontrano altri casi di piede piatto e alluce valgo. La familiarit aumenta moltissimo il rischio di sviluppare precocemente linvalidante deformit del primo dito. Le comuni radiografie del piede, eseguite sotto carico (in piedi), permettono di apprezzare e misurare laltezza della volta plantare ed eventualmente cogliere i primi segnali di valgismo dellalluce. Completa le informazioni necessarie allo screening la baropodometria, esame computerizzato che permette di rilevare la mappa delle pressioni esercitate dalla pianta del piede e la sua superficie di appoggio. Solo i piedi piatti pi lievi, di I e II grado, sono candidati ideali alluso del plantare, il piattismo di grado pi severo, il III, invece destinato alla correzione chirurgica. * Specialista in Ortopedia e Traumatologia, Medicina dello Sport, Roma
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

Il trapianto

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SALUTE LA SANIT

I 42

PER SAPERNE DI PI www.stopopg.it www.news-forumsalutementale.it

Ospedali psichiatrici
Il voto del Parlamento ha sancito che entro un anno chiuderanno le sei attuali strutture gi nel mirino della Commissione dindagine: 1510 internati saranno ospitati in nuove residenze sanitarie o affidati ai servizi territoriali (389)
LA LEGGE
Il Parlamento ha deciso che i sei ospedali psichiatrici giudiziari chiuderanno entro il 30 marzo 2013: si creano nuove residenze

In libreria

Le neuroscienze
QUANDO IL CERVELLO STUDIA SE STESSO
Coscienza e neuroni: il cervello che studia se stesso, tra filosofia e malattie. Casualit, burla e un poco probabile disegno intelligente. E interrogativi tipo: Alzheimer, modo geneticamente programmato di invecchiare?
LA COSCIENZA IMPERFETTA

Le terapie
MERCATO DEL DOLORE LA RIVOLUZIONE ITALICA
La legge 38 del 2010, la pi evoluta in Europa per la cura del dolore: cos il sottotitolo del libro (anche guida ai malati) che ne racconta la genesi, il diritto alle cure palliative fino ai primi concreti risultati
CRONACA DI UNA LEGGA CHE CI DIFENDE DAL DOLORE


Arnaldo Benini 242 pagine 18 euro Garzanti M. Filippini M. Campanelli 152 pagine 29 euro Gruppo24ore

I NUMERI
Sono 1510 i pazienti internati nei 6 attuali Opg Di questi, afferma la Commissione dinchiesta 389 si possono gi dimettere

I FONDI
Il ministero della Salute segnala uno stanziamento di 180 milioni pi 78 milioni complessivi per funzionamento nel biennio 2012-13

LA STORIA
La cosiddetta legge Basaglia del 1978 abol i manicomi ma non gli Opg: dal 2008 degenti non pericolosi dovevano essere dimessi

LA SCHEDA

FRANCESCO CRO *
a legge 180, che nel 1978 sanc labolizione degli ospedali psichiatrici, non prevedeva la chiusura dei cosiddetti manicomi criminali. Ora il voto del Parlamento ha sancito, tra molti contrasti, la chiusura degli Opg entro il 30 marzo del 2013. Ad oggi stata censita una popolazione di pazienti internati di 1510 soggetti, dei quali 389 che si possono gi dimettere. Tutte le Regioni (tranne la Sicilia) hanno recepito il decreto del 2008 e si sono mobilitate per la progressiva, se possibile, dimissione dei pazienti internati e il loro affidamento alle strutture territoriali; diverse associazioni si sono fatte promotrici dellappello StopOPG. Degrado derivante dalle pessime condizioni strutturali ed igienico-sanitarieletti

Manicomi criminali, dalla pena alla cura


metallici con spigoli vivi, vernice scrostata e ruggine; pavimenti danneggiati in vari punti; coperte e lenzuola strappate, sporche e insufficientiun lezzo nauseabondo per la presumibile presenza di urinecumuli di sporcizia e residui alimentari: questo lo stato di almeno quattro dei sei Ospedali Psichiatrici Giudiziari (Opg) presenti nel nostro Paese, stando alla relazione della Commissione parlamentare dinchiesta sullefficacia e lefficienza del Servizio sanitario nazionale, presieduta dal senatore Ignazio Marino, che li ha ispezionati nel 2010. In queste strutture, quasi sempre vetuste e sovraffollate, si trovano attualmente detenute circa 1500 persone, autrici di reati e giudicate socialmente pericolose ma non recluse in carcere perch affette da gravi disturbi psichici. Alcuni di questi pazienti si trovavano, al momento dellispezione, legati ai letti (misura praticata, con frequenza variabile, nella maggior parte dei servizi psichiatrici ospedalieri); solo in una delle strutture visitate dalla Commissione, nata da una convenzione con lAsl, il personale appariva motivato e

curato sia nella persona che nelluniforme. Solo in due strutture i degenti avevano la possibilit di spostarsi liberamente e di accedere ad attivit riabilitative. Cosa accadr ora? In una nota del ministero della Salute si spiega che dal 31 marzo 2013 le misure di sicurezza saranno eseguite esclusivamente nelle nuove strutture sanitarie....per la cui realizzazione sono stati reperiti fondi per un totale di 180 milioni di euro (120 nel 2012). Per il funzionamento delle nuove residenze sanitarie vengono stanziati, per il 2012, 38 milioni di euro, fino a 55 milioni nel 2013, che vanno aggiunti ai 23 milioni di euro, gi in carico al Servizio sanitario per la copertura degli oneri degli attuali Opg. *Psichiatra, Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura, Viterbo
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SALUTE LO SPORT

PER SAPERNE DI PI www.jumprope.com www.irsf.org

I 43

Fitness
Secondo recenti ricerche, praticata ogni giorno e con ginnastica due volte a settimana sarebbe ideale per lo sviluppo dei ragazzi
Benefici su cuore, gambe, braccia, addominali e glutei

Bentornata vecchia corda, bastano dieci minuti al d


Flash
SARA FICOCELLI
hi non ricorda Sylvester Stallone in Rocky mentre si allena col salto alla corda? Lo storico campione del pugilato solo uno degli atleti che hanno usato questo strumento semplice e apparentemente giocoso per tonificare i muscoli e rinforzare le articolazioni. Comoda da trasportare, economica, adatta a tutte le et e in grado di coinvolgere ogni parte del corpo, la corda un attrezzo ricco di risorse e per questo sta tornando di moda. Gli istruttori lo sanno: il modo migliore di fare ginnastica rendere lesercizio meno noioso possibile, e allora perch non tornare al gioco usato dai bambini fin dal 1890? Le palestra la stanno riscoprendo perch economicissima spiega il medico sportivo Alessandro Lanzani, responsabile della Scuola italiana di professione fitness e al tempo stesso utile, soprattutto dal punto di vista della coordinazione motoria. Non ci sono controindicazioni, a meno di non avere problemi di peso o lesioni o infiammazioni alle articolazioni. Secondo uno studio australiano della School of Physiotherapy and Exercise Science della Griffith University pubblicato sul Journal of Bone and Mineral Research, dieci minuti di salti al giorno e un po di attivit aerobica due volte a settimana bastano a far crescere in salute un adolescente. L80 per cento della massa ossea corporea si definisce entro i primi venti anni di et e in particolare durante la pubert spiega Benn Weeks, uno degli autori e quindi in questo momento cruciale che va assecondata la vitalit dei ragazzi. Negli Usa esiste anche unassociazione, la Jump Rope for Heart, fondata dallAmerican Heart Association, che sprona i ragazzini ad avere un stile di vita pi sano, in base alla convinzione che il salto alla corda migliori il funzionamento dellapparato cardiovascolare, faciliti la coordinazione e potenzi le funzioni cerebrali. E non il solo saltare a produrre benefici, ma il fatto di farlo usando uno strumento come questo. Nel 1989 il Journal of Occupational Therapy pubblic uno studio che dimostrava come saltellare con una corda sia molto pi utile per il cuore che farlo facendo solo finta di averne una. Con la corda si mettono in moto i muscoli di gambe, spalle, braccia, addominali e glutei e secondo uno studio pubblicato su Medicine and Science in Sports and Exercise, bastano cinque minuti di salti per attivare al massimo il metabolismo e unora per bruciare fino a 730 calorie (contro le 584 di una partita di basket).

La solidariet/1
UNA SCUOLA IN UGANDA GRAZIE ALLITALIA
Inaugurata il 3 febbraio scorso una scuola secondaria a Kampala, in Uganda, costruita grazie ai fondi raccolti dai 1300 volontari italiani che hanno venduto collane di carta riciclata realizzate da donne malate di Aids. Quattrocento nuovi studenti frequenteranno la Luigi Giussani high school grazie al sostegno a distanza. Info: www.avsi.org

lallenamento aerobico pi completo spiega lortopedico Angelo Bertelli, consulente dellIstituto di Medicina dello Sport di Torino perch coinvolge i muscoli pi importanti. Per questo fa parte dellesercizio quotidiano di pugili ed esperti di arti marziali. Il salto alla corda va fatto per con prudenza. Le persone obese dovrebbero evitarlo, perch per allenarsi in modo corretto necessaria agilit, altrimenti si rischia di spostare il peso in modo sbilanciato e pericoloso. La cosa migliore farsi seguire da un istruttore o leggere un manuale ad hoc che spieghi come esercitarsi. Tutti i tipi di salto (con rimbalzo, a passo di corsa, a slalom e di potenza) vanno fatti tenendo i gomiti molto vicini al corpo, facendo ruotare la corda con il solo movimento dei polsi e saltando sulle punte dei piedi facendo forza sui polpacci. Ognuno poi pu fare le variazioni che vuole conclude Lanzani e, sebbene questa sia la tecnica perfetta, se si scostano i gomiti di un millimetro in pi dal corpo non succede nulla. Limportante non sottovalutare questo tipo di allenamento. Che sembra un gioco ma non lo .
RIPRODUZIONE RISERVATA

La solidariet/2
SICUREZZA ALIMENTARE DUE EURO PER LETIOPIA
Con un sms da due euro al 45502 nel periodo 13 febbraio3 marzo (e anche chiamando da rete fissa) sar possibile contribuire ad un progetto volto a migliorare le condizioni di vita e sicurezza alimentare di 800 donne e delle loro famiglie nel distretto di Ankober, in Etiopia Liniziativa di ActionAid, info www.actionaid.it

La solidariet/3
AMPLIFON PER LUNICEF CONTRIBUTO PRO BIMBI
Per ogni primo controllo gratuito delludito presso i 455 propri centri, Amplifon doner un euro allUnicef per la campagna per la riduzione della mortalit infantile dal titolo Vogliamo zero, obiettivo cui tendere progressivamente: 800046385 oppure www.amplifon.it

Lassociazione
RARA E SCONOSCIUTA LA FAP SI PRESENTA
La fondazione Rosa Gallo unorganizzazione di volontariato che punta a fornire sostegno e soprattutto informazioni ai malati di poliposi adenomatosa familiare (Fap), malattia rara e poco conosciuta anche ai medici, ai quali la fondazione si rivolge La fondazione ha anche creato centri di cura presso alcune strutture. Info: www.rosagallo.it

Liniziativa
ONLUS, VOTO SUL WEB BASTA UN SOLO CLICK
1ClickDonation uniniziativa di solidariet via web che assegner allorganizzazione no profit che ricever pi voti 5000 euro, 3000 alla seconda e duemila alla terza www.1clickdonation.com e scegliere lassociazione

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SALUTE LETTERE & RUBRICHE

MANDATE LE VOSTRE DOMANDE A: salute@repubblica.it la Repubblica Salute, via C. Colombo 90, 00147 Roma

I 44

I Medicina Pace-maker e magnetismo quali precauzioni adottare?


lettera firmata e-mail

cui ci si trova esposti bassa e non interferisce con il Pm.

I Cardiologia Ipertensione, cambiare terapia?


Mariangela Belli e-mail


Non potendo trovarmi in presenza di campi magnetici in quanto portatore di pace-maker, quale potrebbe essere una distanza prudenziale orientativa da tenere rispetto pale eoliche, tralicci AT, ripetitori?

Il medico risponde
A CURA DI ELVIRA NASELLI

CAMICI & PIGIAMI


PAOLO CORNAGLIA FERRARIS

NEL PAESE DEI SETTANTENNI I GIOVANI SONO QUASI STERILI


ogliono un posto vicino a mamma: numerosi i commenti sulluscita della ministra Cancellieri. Ne propongo uno sanitario: non si tratta di pretese di figli incapaci dassumersi responsabilit da adulti ma il risultato duna politica che non ha costruito servizi per chi desideri figliare. La vicinanza ai genitori, infatti, consente di utilizzare pensione e tempo libero dei nonni per non pagare asili nido, non assentarsi per il pediatra o per assistere a domicilio chi sammala. I giovani non hanno un welfare che permetta di studiare, lavorare e far figli n di assistere i genitori. Stile sobrio, salario precario e figli a carico? Chi governa propone sanit e welfare sostenibili per costi, ma inadeguati a chi vuol fare figli. Altroch pavidi! La famiglia resta lunico welfare su cui contare. Cari ministri, screditare le nuove generazioni a colpi di sfigati, mammoni ecc. induce a riflettere su come il Bel Paese sia stato pianificato da una classe dirigente fatta da settantenni, la vostra: vecchi ben garantiti e giovani quasi sterili. camici.pigiami@gmail.com

I PROF. ALDO F. DE ROSE

Urologo e andrologo, osp. univ. San Martino, Genova

I DOTT.SSA M. AURORA MORALES


Medico Cardiologo e primo ricercatore di IFC-CNR Chi ha il pace-maker dovrebbe cercare di evitare lesposizione stretta e prolungata a campi magnetici intensi perch ne potrebbe risentire il funzionamento dello stimolatore. I moderni pacemaker sono in buona parte protetti e non cambiano modo di funzionamento se esposti a campi magnetici di ridotta intensit. Solo in caso di campi molto forti, come durante un esame di risonanza magnetica, il dispositivo pu alterare il suo funzionamento o essere danneggiato, cos come gli elettrocateteri. Le accortezze sono modeste. Per quanto riguarda cellulari ed mp3 si consiglia di non tenerli a stretto contatto con il pace-maker ma, per esempio, nella tasca opposta. Evitare lesposizione prolungata a metal detector e sistemi antitaccheggio (sedendosi vicini, per esempio) che si possono tranquillamente attraversare ad andatura normale. I cavi ad alta tensione emettono radiazioni di grande potenza nel raggio di 50/100 m. Non sono i tralicci ad emettere elettromagnetismo ma i cavi che trasportano lenergia, dai quali conviene stare a 50-100 metri (per periodi prolungati); generalmente sono posti ad una distanza da terra tale da non interferire realmente con lo stimolatore. Si reputa che le turbine eoliche possano generare un campo magnetico sufficientemente potente anche a circa mt 20; in ogni caso, anche in presenza di grosse turbine il campo magnetico decade in maniera esponenziale con la distanza ed importante il tempo di permanenza. Difficilmente le pale eoliche possono interferire con il funzionamento del Pm mentre i pannelli solari non sono un problema perch il loro potere radiante decade con il quadrato della distanza, per cui lenergia a

Ho 62 anni, per 4 ho curato lipertensione con ace-inibitori (ramipril) e mezza compressa di diuretico (esidrex). Ho la glicemia alta a digiuno (112-120), che non scesa con la dieta. A questo punto il medico ha cambiato la cura per lipertensione con un recettore dellangiotensina (lastan), che per non mi abbassava la pressione, insieme ad aponil. Ho pressione non sempre bassa, glicemia a 107 e disturbi secondari ai farmaci (battito cardiaco accelerato, disturbi gastrici e intestinali). corretta questa procedura?

I DOTT. GIUSEPPE FERLITO

U. O. C. di Cardiologia Ospedale Ascalesi, Napoli

La terapia dellipertensione, per ogni paziente, sempre costellata da variazioni sia della posologia che della classe di farmaci utilizzata, o per scarsa efficacia della cura o per linsorgere di effetti collaterali. I diuretici tiazidici (esidrex) possono dare iperglicemia e la scelta di sospenderlo , quindi, concettualmente corretta, anche se mi risulta difficile credere che una dose bassa del farmaco ne sia lunica causa. Meno chiara mi risulta la ragione per cui stato abbandonato un ace-inibitore efficace (ramipril), per sostituirlo con un sartano (lastan) e aggiungerne un altro (aponil) responsabile, verosimilmente, degli effetti collaterali che riferisce; in definitiva cos come la descrive una scelta complessivamente discutibile.

Quando i testicoli tendono a risalire verso la parte alta dello scroto, fino a nascondersi nel canale inguinale, con presenza di fastidi o dolori, allora consigliabile intervenire per farli restare sempre nello scroto. In questi casi si tratta di testicoli mobili, che vengono spinti verso lalto dal riflesso cremasterico proprio a causa di un difetto congenito, la mancata fissazione del testicolo alla tunica vaginale mediante il gubernaculum testis. Il muscolo cremastere nelluomo ha due importanti compiti: regolare la temperatura e proteggere il testicolo dai traumi. La stimolazione del riflesso avviene a basse temperature e per stimolazione del lato interno della coscia. In caso di testicolo mobile il maggior pericolo rappresentato dalla torsione: questa evenienza si verifica quasi sempre nella pubert, anche se sporadici casi sono segnalati anche in et adulta. Per questo motivo, e per evitare inutili fastidi, consigliabile fissare entrambi i testicoli (orchidopessi).

invasivo, che rappresenta il secondo tumore della pelle nonmelanoma per diffusione. La cheratosi attinica viene raramente asportata chirurgicamente; in questi ultimi anni numerosi passi avanti sono stati fatti nello sviluppo di terapie a base di creme con applicazione domiciliare e con trattamenti ambulatoriali che utilizzano creme fotosensibilizzanti e luce rossa, come la terapia fotodinamica. Queste novit sono valide alternative alla crioterapia, con unalta percentuale di risposta ed un ottimo risultato estetico. Per evitare che le cheratosi continuino a formarsi fondamentale ridurre lesposizione al sole con creme ad alta protezione e lutilizzo di cappello e occhiali da sole.

RIPRODUZIONE RISERVATA

LALTRA MEDICINA
ELIO ROSSI

LEFFICACIA DELLOMEOPATIA? SOTTO ESAME 83 STUDI CLINICI


uscito recentemente, sulla rivista scientifica internazionale Frontiers in Bioscience, un articolo del prof. Paolo Bellavite e collaboratori delluniversit di Verona, sulluso dellomeopatia in campo immunologico. In questo lavoro, che analizza le pubblicazioni scientifiche realizzate negli ultimi 30 anni, sono stati presi in esame ben 83 studi clinici, randomizzati e non, la cui valutazione suggerisce lipotesi che lomeopatia possa essere efficace in alcune condizioni patologiche. Per esempio Galphimia glauca (in bassa diluizione) risulta utile nelle rinocongiuntiviti allergiche, Anas barbariae (Oscillococcinum) nelle forme influenzali e parainfluenzali, il trattamento omeopatico individualizzato classico nellotite, nelle malattie allergiche in genere, nella fibromialgia e, sebbene con minore forza di evidenza, nelle infezioni respiratorie del tratto superiore. Studi pragmatici comparativi inoltre dimostrano che lomeopatia si rivela non inferiore al trattamento convenzionale nelle cure primarie. omeopatia@usl2.toscana.it

I Odontostomatologia Ma non sono troppe le sedute di igiene orale?


Maria Pia Bari

I Dermatologia Come si pu curare la cheratosi sul viso?


M. C. e-mail

Potete darmi qualche consiglio per le formazioni di cheratosi attinica che si stanno diffondendo sul mio viso? Quali sono le cure e c la possibilit che si riformino dopo la rimozione?

Ho 63 anni e sono affetta da piorrea. Nel 2008 mi stato effettuato uno splintaggio sugli incisivi inferiori da 44 a 34. Nel 2009 implantologia, corone zirconio ceramica 47 37 impianti. Oltre ad effettuare unaccurata pulizia giornaliera con scovolino, filo interdentale e spazzolino, faccio due volte lanno ligiene orale. Il dentista mi sollecita a farla 4 volte lanno e ad effettuare un controllo radiologico degli impianti 2 volte lanno. Ho delle perplessit, anche perch non accuso disturbi.

RIPRODUZIONE RISERVATA

LERBA VOGLIO
ROBERTO SUOZZI

I PROF. ENRICO GHERLONE

I DOTT.SSA LAURA EIBENSCHUTZ


Dermatologia oncologica Ist. San Gallicano IRCCS Roma Le cheratosi attiniche sono lesioni della pelle dal colore rossobrunastro, ricoperte da una crosta persistente, con dimensione variabile da pochi millimetri al centimetro, che si manifestano soprattutto nelle aree esposte alla luce solare come viso, cuoio capelluto e decollet. Sono principalmente da mettere in relazione alla carnagione chiara e allesposizione prolungata e reiterata nel tempo ai raggi UV. Devono essere considerate precursori del tumore della pelle perch, seppure in minima percentuale, possono trasformarsi in carcinoma squamocellulare

Malattie odontostomatologiche Universit Vita-Salute San Raffaele Milano

IL MIELE DEI MAORI PER BATTERE I BATTERI


a Medicina Tradizionale Maori (Rongoa) include molte piante e conosce molto bene il Letospermum scoparium, o Manuka: un albero, o arbusto, solitamente dai fiori bianchi, diffuso in Nuova Zelanda e in Australia. Il miele ottenuto dalla Manuka stato utilizzato dai Maori per curare ferite, bruciature, problemi cutanei, tosse e disturbi digestivi. La capacit antibatterica per le ferite stata pi volte dimostrata. Secondo i ricercatori della Cardiff Metropolitan University, Regno Unito, il miele di Manuka potrebbe essere efficace sia nella prevenzione, sia nel trattamento delle ferite cronicizzate e infette (Microbiology). In questo ultimo studio stata anche analizzata lazione del miele sullo streptococcus pyogenes: batterio presente sulla cute (ferite croniche). I batteri che infettano le ferite possono ammucchiarsi e formare un biofilm che fa da barriera ai farmaci. Questi ricercatori hanno dimostrato che il miele di Manuka pu, non solo, distruggere il biofilm ma anche prevenirlo. rmsuozzi@mclink.it

I Urologia Per i testicoli mobili c da preoccuparsi?


lettera firmata e-mail

Mio marito ha 27 anni e ha i testicoli mobili. Spesso per metterli nuovamente in posizione prova dolore, qualche volta fa fatica a trovarli. Vorrei sapere se questo spostamento normale o se dobbiamo rivolgerci ad un medico immediatamente.

Dalla sua lettera traspare fondamentalmente un dubbio riguardo a quanto prospettatole dal suo odontoiatra. In condizioni normali due sedute di igiene allanno con relativi controlli radiografici e clinici dei lavori eseguiti nel cavo orale sono sufficienti. Tengo per a precisarle che la periodicit dei controlli molto individuale e pu cambiare in relazione alla variabilit della situazione clinica, alle volte indipendentemente dalla eventuale sintomatologia soggettiva. Chieda spiegazioni ed approfondimenti al suo dentista e soprattutto cerchi di recuperare la fiducia senza la quale nessuna spiegazione pu essere esaustiva.

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

IMPRESE&MERCATI
I 45

www.finanza.repubblica.it in tempo reale quotazioni di Borsa, commenti e notizie


TITOLO
A A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aerop.Firenze Aedes Aeffe Aicon Alerion Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pell Apulia Pront Arena Arkimedica Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Autostrada To-Mi Autostrade Mer. Azimut B B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Basicnet Bastogi BB Biotech Bca Carige Bca Carige r Bca Finnat Bca Intermobiliare Bca P.Etruria e Lazio Bca P.Milano Bca P.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Stabili Best Union Co. Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Boero Bart. Bolzoni Bon.Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc Brembo Brioschi Buone Societ Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc C Cad It Cairo Comm. Caleffi Caltagirone Caltagirone Ed. Cam-Fin Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Cembre Cementir Hold Cent. Latte Torino Ceram. Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori Cobra Cofide Cogeme Set Conafi Prestito Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp D DAmico Dada Damiani

Rif ieri
0,538 0,788 5,205 3,560 29,520 0,772 0,696 9,395 0,087 0,696 0,122 4,060 3,562 7,145 0,230 0,300 0,005 0,092 1,461 5,625 12,410 8,050 7,495 18,450 6,885 2,974 8,805 4,500 2,040 1,006 60,300 1,456 1,954 0,292 2,698 1,353 0,455 1,950 0,331 3,052 2,750 1,377 6,520 7,020 0,304 0,510 4,670 0,414 0,900 0,282 1,391 3,506 0,400 21,000 1,810 21,740 0,936 1,360 8,480 0,102 0,292 1,181 8,465 4,050 3,120 3,150 1,605 1,499 1,035 0,276 5,295 0,073 1,949 16,580 1,070 0,801 6,370 1,810 1,980 0,195 0,091 0,260 0,388 1,288 0,251 0,495 0,545 0,048 0,685 1,074 19,850 3,830 2,408 0,042 0,850 0,576 2,346 0,852

ieri
1,70 1,81 -1,05 6,38 0,85 -0,64 1,90 7,28 7,41 -2,12 -1,17 -0,90 19,79 -1,92 -3,36 -0,54 -0,71 1,06 -0,19 -0,60 2,84 1,18 -0,13 0,63 -1,10 -0,97 0,60 0,33 -0,55 -0,96 -1,52 1,81 -1,96 -4,75 -0,10 0,64 -1,86 4,88 1,03 1,95 0,29 2,74 2,92 0,56 -0,55 3,45 -3,06 0,43 -2,83 -4,76 -0,55 0,42 -0,53 -2,76 -7,89 0,94 0,71 0,95 -2,19 -0,06 -0,80 0,33 0,10 0,69 1,83 -1,49 -1,42 0,12 -0,93 -3,38 1,43 -0,06 -0,50 -4,68 3,89 1,88 -6,30 0,63 -0,99 1,27 -0,91 5,38 2,38 -0,35 -2,05 1,18 3,19 0,12 -0,69 -2,25 0,83

Var % inizio anno


0,47 3,01 4,73 8,08 52,16 7,90 8,33 -5,96 39,49 18,27 -5,36 8,93 -4,29 11,92 1,39 -13,56 11,52 6,64 11,28 -1,90 4,55 -3,23 11,55 8,60 2,34 21,53 12,56 -4,49 4,79 17,54 -3,58 0,72 -1,65 -2,39 19,73 44,52 5,98 35,14 1,80 14,58 36,20 9,21 -5,84 -1,90 11,73 49,78 17,81 -23,73 6,89 5,06 18,53 -2,61 -3,72 10,36 7,59 3,19 24,07 17,92 12,74 10,07 21,10 19,89 -5,68 12,74 2,69 7,84 11,29 14,96 -0,09 4,59 27,30 14,82 11,46 -8,40 17,53 14,99 12,50 17,01 12,94 0,78 29,08 0,08 -3,58 55,66 -10,36 -4,37 13,41 29,40 3,49 36,59 36,74 52,73 13,56 26,90 7,61 -9,31

2011- 2012 min max


0,444 0,696 4,319 3,145 17,132 0,644 0,605 8,514 0,051 0,485 0,119 3,263 3,072 5,463 0,149 0,170 0,004 0,075 1,237 3,619 9,362 7,206 6,614 15,286 4,369 2,510 6,311 3,718 1,862 0,865 39,719 1,270 1,883 0,258 2,631 0,965 0,258 1,668 0,237 2,740 2,200 0,810 5,209 3,223 0,251 0,415 2,806 0,293 0,870 0,237 1,271 2,313 0,371 20,000 1,536 18,861 0,802 1,250 6,131 0,069 0,204 0,731 5,643 2,974 2,764 2,408 1,115 1,256 0,809 0,217 4,427 0,036 1,376 13,841 0,888 0,749 5,126 1,310 1,639 0,144 0,067 0,232 0,246 1,154 0,216 0,299 0,524 0,034 0,570 0,677 18,038 2,352 1,643 0,028 0,688 0,419 1,918 0,788 1,256 1,182 8,591 4,572 44,325 1,466 1,183 12,370 0,228 1,463 0,269 5,886 4,532 9,606 0,600 0,377 0,029 0,463 1,719 5,957 16,090 10,956 11,380 24,442 8,468 3,997 11,529 5,588 3,068 1,693 60,267 1,805 2,774 0,524 4,371 3,206 1,032 3,451 0,441 4,096 3,724 2,721 9,281 9,891 0,555 0,729 5,708 0,764 1,441 0,420 2,026 7,879 1,012 21,000 2,344 31,311 1,325 1,415 10,258 0,171 0,735 1,455 10,820 6,072 4,325 3,275 1,663 2,094 1,948 0,425 5,909 0,428 4,450 20,331 1,880 1,948 8,731 2,327 4,080 0,311 0,152 0,350 0,760 1,766 0,500 0,996 0,780 0,377 1,069 1,499 24,744 5,398 3,691 0,221 1,295 1,004 4,894 1,246

Cap. in mil. di
72 2479 1115 195 122 27 54 85 62 74 13 179 797 1008 10 71 9 8 341 560 7830 2056 661 81 992 32 989 242 124 18 2617 5 107 418 103 1529 59 224 358 36 2487 46 21 103 849 801 8 22 47 97 14 91 47 122 41 1 571 80 3 125 1407 164 28 248 20 178 129 218 3066 4 90 894 13 109 287 20 17 15 23 71 1026 27 48 396 3 32 413 1228 1295 650 7 28 88 38 70

IL PUNTO

TITOLO

Rif ieri
4,990 4,840 0,322 0,965 6,160 6,390 0,870 0,107 0,283 0,515 8,280 12,170 0,153 0,194 1,792 0,640 0,729 0,555 0,376 6,075 17,200 0,364 0,149 0,840 12,960 0,379 7,255 4,252 5,635 36,670 30,000 1,163 8,590 6,990 0,350 0,038 1,100 3,546 0,299 5,990 1,430 1,777 3,524 2,220 4,290 0,029 1,492 0,322 167,500 5,110 1,450 0,549 0,812 0,177 0,232 0,677 14,820 2,744 2,390 0,406 0,040 72,000 6,420 8,550 3,732 0,504 4,064 13,560 0,285 0,168 3,816 1,286 3,582 3,930 10,230 4,924 0,119 0,250

ieri
4,18 1,26 3,14 4,44 2,84 -0,62 11,68 -6,14 1,11 3,00 2,22 0,33 2,00 0,89 -0,06 -1,39 -0,82 -3,56 0,33 -0,69 4,48 -1,66 -2,89 1,89 1,12 0,48 0,05 -0,70 2,60 -1,86 -1,26 0,29 1,45 4,17 -0,25 2,22 -0,73 -0,17 0,63 2,88 -0,34 -1,20 -1,02 1,20 0,87 0,06 0,22 0,27 0,15 1,79 1,47 3,66 -0,14 0,63 2,40 -0,59 -3,79 -1,67 -2,03 -0,94 -0,42 0,47 -1,27 -1,65 1,99 1,95 1,28 -

Var % inizio anno


11,23 21,00 1,39 9,72 11,19 2,24 7,21 24,85 41,50 -9,65 20,26 22,31 4,79 -18,17 8,61 -1,08 5,65 12,84 -11,07 7,14 6,90 5,75 69,52 3,70 14,89 20,76 7,48 6,57 10,93 9,33 16,47 -6,02 10,25 -24,41 44,23 8,37 -8,61 -1,07 40,20 -9,34 1,21 10,78 6,72 32,43 20,23 3,90 8,72 -3,01 5,58 -4,42 8,06 34,10 -3,97 -0,60 -0,65 -1,81 4,43 16,08 13,56 21,48 -0,35 15,83 -4,92 97,76 10,81 -6,15 -5,54 2,06 7,89 28,35 22,22 8,94 5,78 -7,06

2011- 2012 min max


3,924 3,944 0,270 0,772 4,549 5,028 0,694 0,071 0,112 0,351 5,848 9,291 0,129 0,185 1,600 0,556 0,636 0,444 0,269 5,340 14,713 0,279 0,078 0,740 11,035 0,230 5,281 3,640 4,433 23,771 30,000 0,858 8,153 6,081 0,286 0,024 0,725 3,098 0,297 5,002 0,941 1,495 3,173 1,798 3,627 0,019 1,185 0,275 166,700 4,065 1,392 0,362 0,728 0,144 0,165 0,634 9,020 2,402 2,087 0,324 0,032 61,124 4,868 3,816 2,236 0,493 2,362 4,672 0,172 0,114 3,331 1,141 3,143 2,590 7,341 4,302 0,094 0,077 6,274 9,851 0,490 1,451 9,846 6,761 1,277 0,586 0,798 0,769 9,738 16,037 0,248 0,604 2,395 0,875 1,347 0,880 2,062 7,733 21,402 0,612 0,290 1,410 25,241 0,402 8,731 6,106 13,672 38,607 39,250 2,006 10,832 8,129 0,635 0,091 1,700 7,328 0,299 8,760 5,601 2,739 4,285 2,931 6,039 0,099 2,102 0,663 167,500 9,596 1,580 1,490 1,144 0,238 0,400 1,014 18,734 3,463 3,781 0,708 0,092 96,373 11,358 10,173 7,352 0,525 13,105 17,276 0,550 0,417 4,789 1,501 4,627 4,113 13,274 5,678 0,391 0,288

Cap. in mil. di
61 6 43 133 2046 1982 25 93 119 97 71 2616 57 9 50 20 530 16 18 1271 159 58 124 10 149 35 107 32 327 16104 4 1117 85 386 48 73 1 57 8 1368 1 208 12635 259 387 13 714 28 196 23 10903 256 1 4076 5535 66 43 73 2210 452 23 3406 80 24207 33 626 223 40 39 155 263 562 396 21 1

In discesa Indesit Diasorin e Bpm bene Bper e Finmeccanica

MILANO Piazza Affari chiude sulla parit, con l'indice Ftse Mib in rialzo dello 0,05%. Unicredit lascia il 3,79%, in una seduta che penalizza i grandi nomi del credito. La peggiore Bpm (-4,75%), mentre anche Mps pesante (-3,39%) e Intesa Sanpaolo lascia l1,97%. Fondiaria sale del 18,31%, tra scambi stellari. Rcs lascia sul terreno lo 0,82% dopo i conti e svalutazioni preliminari per 300 milioni stimate per la controllata in Spagna Unidad Editorial. In calo Indesit (-5,86%) e, sul listino principale, Diasorin (-3,56%). Fra i titoli migliori c' Saipem (+2,6%) che ha pubblicato risultati 2011 in crescita e stime confortanti per il 2012. Bene anche Bper (+2,84%) e Finmeccanica (+1,99%) che sul finale di seduta ha annunciato nuove commesse per 730 milioni. Piatta Terna (+0,15%) che ha piazzato con successo un bond da 1,25 miliardi agli istituzionali.
Cap. in mil. di
788 401 331 1222 448 85 1305 21 17 4354 90 32 524 54 61 100 30969 7553 33 287 69070 1267 26 222 51 2969 1254 140 38 235 2195 5026 557 449 8418 423 353 15 166 2018 78 581 78 23 21 273 52 940 3 18906 695 34 455 25 1282 31 279 31 503 218 1010 13 481 2

TITOLO
Danieli Danieli rnc Datalogic DeLonghi Dea Capital Delclima Diasorin Digital Bros Dmail Group E Edison Edison r EEMS EI Towers El.En. Elica Emak Enel Enel Green Pw Enervit Engineering Eni Erg Ergy Capital Esprinet Eurotech Exor Exor priv Exor risp Exprivia F Falck Renewables Ferragamo Fiat Fiat Ind. priv Fiat Ind. risp Fiat Industr. Fiat prv Fiat rnc Fidia Fiera Milano Finarte C.Aste Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai rnc Fullsix G Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gefran Gemina Gemina rnc Generali Geox Greenvision Gruppo Ed.LEspresso Gruppo Minerali M. H Hera I I Grandi Viaggi IGD Il Sole 24 Ore Ima Immsi Impregilo Impregilo rnc Indesit Indesit rnc

Rif ieri
19,080 9,900 5,680 8,140 1,462 0,561 23,010 1,510 2,174 0,838 0,810 0,800 18,230 11,200 1,020 0,603 3,286 1,506 1,880 23,000 17,290 8,460 0,300 4,190 1,372 18,500 16,380 15,180 0,724 0,786 12,930 4,576 5,410 5,595 7,680 4,046 4,348 3,038 3,910 3,492 0,306 1,609 0,606 2,046 0,082 5,965 3,570 0,642 0,820 12,120 2,650 5,790 1,094 4,140 1,145 0,671 0,900 0,725 13,670 0,629 2,506 7,900 4,130 3,870

ieri
0,05 1,02 0,98 -0,49 -0,54 -0,36 -3,56 0,80 -1,09 0,18 1,12 19,94 -3,54 1,63 7,42 -1,31 1,17 1,08 1,68 1,23 1,38 22,85 1,16 -4,92 0,43 1,17 -1,36 -0,48 -3,74 -1,00 -0,56 0,37 -0,44 0,52 -1,37 -2,12 1,27 0,15 1,99 -2,80 18,31 5,85 -0,20 2,50 -3,40 -1,27 -0,47 0,75 -0,38 0,37 0,70 -2,40 0,90 0,66 -4,62 -0,79 3,95 -6,22 -2,27

Var % inizio anno


12,63 16,81 -2,41 23,43 7,03 -42,46 15,17 17,24 60,92 1,82 0,37 25,00 -2,77 4,97 29,69 19,31 1,86 -7,61 -1,05 2,36 6,73 -3,92 9,21 52,92 0,88 15,84 11,81 14,57 4,86 -9,35 23,03 23,34 15,80 14,89 12,94 25,26 28,26 9,36 9,77 18,05 1,83 144,16 62,73 -8,17 58,91 19,54 24,39 5,33 0,55 0,50 15,32 2,57 -1,44 2,32 0,17 0,68 22,03 -0,14 3,56 10,35 4,50 11,19 3,35 -4,44

2011- 2012 min max


14,350 7,674 5,381 5,237 1,123 0,453 18,742 0,909 0,987 0,744 0,711 0,558 14,610 8,502 0,700 0,451 2,834 1,489 1,240 19,242 12,278 7,886 0,188 2,272 1,187 13,638 12,429 10,906 0,555 0,688 8,588 3,356 2,663 2,726 4,950 2,532 2,590 2,455 3,420 2,643 0,271 0,566 0,336 1,062 0,042 2,250 2,652 0,530 0,766 10,665 2,054 4,253 0,968 2,848 1,002 0,605 0,667 0,655 12,785 0,541 1,522 7,050 3,276 3,355 24,634 13,658 6,544 8,359 1,594 0,975 35,892 1,579 3,215 0,955 1,281 1,543 23,286 15,099 1,798 1,481 4,828 2,050 2,301 24,392 18,428 10,454 0,501 6,285 2,501 25,701 21,275 20,231 1,123 1,747 13,586 8,084 7,304 7,250 10,443 6,418 6,399 3,996 4,907 9,808 0,524 4,294 2,866 3,240 0,246 6,862 5,277 0,758 1,155 16,911 4,911 5,958 2,104 4,490 1,756 1,085 1,735 1,494 15,186 0,911 2,683 8,220 8,979 7,378

TITOLO
Industria e Inn Intek Intek r Interpump Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Sviluppo Irce Iren Isagro IT WAY Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc Italy 1 Invest. J Juventus FC K K.R.Energy Kerself Kinexia KME Group KME Group rnc L La Doria Landi Renzo Lazio Lottomatica Luxottica M M&C Maire Tecnimont Marcolin MARR Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mirato Mittel MolMed Mondadori Mondo Tv Monrif Monte Paschi Si. Montefibre Montefibre rnc Moviemax Mutuionline N Nice Noemalife Novare O Olidata P Panariagroup Parmalat Piaggio Pierrel Pininfarina Piquadro Pirelli & C.

Rif ieri
1,500 0,380 0,661 5,775 1,491 1,253 0,415 1,848 0,829 2,560 1,228 5,610 2,300 19,460 12,400 9,800 0,221 0,036 1,599 1,118 0,320 0,530 1,630 1,708 0,510 13,730 25,070 0,202 0,853 3,876 8,135 1,530 2,422 4,770 3,372 5,220 0,108 9,480 0,266 0,265 1,590 0,449 1,478 2,488 0,320 0,310 0,115 0,175 0,479 3,322 2,800 5,175 1,080 0,318 1,127 1,594 1,943 1,287 3,172 1,584 7,615

ieri
1,33 -0,83 0,52 -1,97 -2,87 -0,50 0,05 2,28 0,55 -0,81 -0,88 -0,43 -0,36 -2,13 1,87 -5,59 23,21 1,91 1,64 1,01 0,76 -1,21 -0,99 0,99 1,48 0,08 -1,95 1,01 -0,46 -2,16 2,68 0,50 -0,63 0,36 -4,04 -8,47 4,41 0,08 0,04 -1,30 1,01 -0,14 1,80 0,63 -3,39 2,50 -6,86 -3,13 -1,42 -1,62 -0,19 2,85 -4,33 1,66 -4,10 -1,12 2,59 1,67

Var % inizio anno


-16,67 1,33 -6,90 7,34 12,11 24,06 8,27 -5,23 7,81 1,19 1,66 18,86 12,75 30,96 26,34 -28,05 75,24 -4,31 4,00 -0,93 6,00 -3,32 35,02 10,57 16,26 15,05 -1,95 -15,43 18,90 24,20 5,59 8,03 5,07 10,70 -0,38 12,15 7,12 12,42 38,43 -5,69 -9,90 6,10 -11,14 10,31 18,98 7,98 -6,11 -18,47 -3,71 16,18 -2,36 -0,92 6,43 15,47 17,03 3,90 40,50 -3,82 0,89 13,91

2011- 2012 min max


1,414 0,267 0,639 3,812 0,898 0,781 0,306 1,560 0,661 2,227 1,027 4,081 1,718 13,108 9,159 8,768 0,149 0,017 1,255 0,856 0,246 0,475 1,445 1,018 0,410 9,002 18,627 0,193 0,562 3,096 6,410 1,335 1,883 3,922 2,244 3,175 0,071 8,705 0,212 0,171 1,484 0,384 1,237 2,112 0,280 0,196 0,095 0,155 0,157 3,239 2,335 4,919 1,080 0,273 0,915 1,328 1,750 0,695 2,269 1,232 4,956 2,800 0,533 0,825 6,158 2,424 2,084 2,110 2,663 1,407 4,005 2,695 7,647 3,890 29,961 19,590 10,107 0,410 0,064 3,664 2,115 0,381 0,720 2,089 3,016 0,904 15,381 25,551 0,230 3,591 5,488 9,437 2,426 4,930 8,009 4,035 22,050 0,353 10,442 0,887 0,890 3,181 0,763 2,857 7,415 0,462 0,859 0,179 0,328 0,720 5,543 3,394 6,309 1,175 0,638 1,614 2,638 3,020 3,841 7,378 2,926 7,654

Cap. in mil. di
36 48 4 564 23582 1195 5 52 984 45 10 1004 244 431 203 147 227 102 28 24 143 23 51 195 35 2359 11735 96 280 241 549 28 2859 4162 2505 29 6 36 531 27 141 95 366 11 50 3471 15 5 10 133 325 22 15 11 54 2802 730 22 96 79 3638

Pirelli & C. rnc Poligr. S.Faustino Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Pramac Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prima Industrie Prysmian R R. De Medici R. Ginori 1735 Ratti RCF RCS Mediagroup RCS Mediagroup risp RDB Recordati Reply Retelit Risanamento Rosss S Sabaf S.p.a. Sadi Saes Saes rnc Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r Servizi Italia Seteco International SIAS Sintesi Snai Snam Sogefi Sol Sopaf Sorin Stefanel Stefanel risp STMicroelectr. T Tamburi TAS Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna TerniEnergia Tesmec Tiscali Tods Trevi Fin.Ind. TXT e-solution U UBI Banca Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol pr V Valsoia Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass. Y Yoox Z Zignago Vetro Zucchi Zucchi rnc

FONDI COMUNI APERTI - SICAV ITALIANI E LUSSEMBURGHESI DEL 10 FEBBRAIO 2012


TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri
16,432 5,927 24,015 8,407 3,966 15,556 4,530 9,700 23,177 8,024 7,595 10,176 3,879 9,035 35,688 8,284 5,172 5,145 5,127 5,141 5,117 4,977 5,174 5,122 7,379 7,592 6,183 6,124 12,477 5,522 14,540 15,340 15,224 7,752 5,747 7,536 9,439 8,182 5,541 5,407 5,451 5,283 5,487 6,063 6,042 6,883 6,263 24,498 5,463 6,072 6,072 5,751 5,767 4,804 4,861 4,062 4,119 3,897 3,953

Diff.% 12 mesi
-13,54 -5,92 0,90 -11,39 -19,03 2,76 3,59 1,05 -16,35 -11,13 -5,26 -21,22 -8,55 -5,91 -3,08 3,08 1,06 0,61 0,87 1,02 0,69 -0,29 -0,60 1,26 1,55 0,72 7,60 4,29 4,15 0,92 2,40 1,93 -1,74 11,21 0,68 0,73 -2,01 -0,07 0,15 -0,99 0,57 -0,12 -0,37 -1,95 3,38 1,40 1,40 0,56 0,80 -1,17 -0,74 -2,74 -2,19 -5,34 -4,74

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri

Diff.% 12 mesi

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri
5,033 5,024 5,003 5,043 5,024

Diff.% 12 mesi
-

tel.02-72206431(EX L)/800-893989 AcomeA America A1 ..................12,578 AcomeA America A2 ..................12,696 AcomeA Asia Pac. A2 ...................3,248 AcomeA Asia Pacifico A1 .............3,229 AcomeA Breve Term. A1............12,096 AcomeA Breve Term. A2............12,121 AcomeA Etf Attivo A1....................3,804 AcomeA Etf Attivo A2....................3,818 AcomeA Eurobb. A1...................13,495 AcomeA Eurobb. A2...................13,532 AcomeA Europa A1 ......................8,738 AcomeA Europa A2 ......................8,800 AcomeA Globale A1......................8,200 AcomeA Globale A2......................8,324 AcomeA Italia A1 ........................13,419 AcomeA Italia A2 ........................13,512 AcomeA Liquidita A1 ...................8,085 AcomeA Liquidita A2 ...................8,086 AcomeA Obblig.Corp. A1 .............6,282 AcomeA Obblig.Corp. A2 .............6,311 AcomeA Paesi Em. A1 ..................6,201 AcomeA Paesi Em. A2 ..................6,241 AcomeA Patr. Aggr. A2.................3,210 AcomeA Patr. Aggr.A1..................3,183 AcomeA Patr. Dinam.A1...............4,270 AcomeA Patr. Dinam.A2...............4,295 AcomeA Patr. Prud. A1.................5,155 AcomeA Patr. Prud. A2.................5,210 AcomeA Perform. A1..................17,706 AcomeA Perform. A2..................17,748

12,613 1,01 12,731 3,264 3,245 -8,60 12,156 4,32 12,180 3,855 3,869 13,591 5,68 13,629 8,829 -20,74 8,892 8,258 -7,93 8,382 13,649 -25,16 13,743 8,102 8,103 6,238 -5,86 6,266 6,235 -3,09 6,275 3,234 3,207 -15,82 4,280 -8,15 4,305 5,177 1,50 5,232 17,730 0,77 17,771 -

tel.800-388876 Anima Liquidit .............................6,978 Anima New York ...........................4,345 Anima Salvadanaio ....................11,733 ANM Americhe ...........................10,254 ANM Anima Asia ...........................6,043 ANM Anima Convertibile ..............6,122 ANM Anima Emerging Mkts.......10,560 ANM Anima Europa ......................3,888 ANM Anima Fondattivo ..............14,090 ANM Anima Fondimpiego..........18,389 ANM Anima Fondo Trading........12,671

6,976 1,09 4,371 -4,59 11,737 -3,18 10,232 6,07 6,070 -9,13 6,146 -2,47 10,664 -0,59 3,931 -15,02 14,217 -4,34 18,419 -6,26 12,794 -10,13

ANM Anima Liquidit ....................6,807 ANM Anima Obbl.Euro .................6,872 ANM Anima Obiettivo Rend..........5,329 Anm Anima Trag 2016 Ced3.........5,373 ANM Anima Trag 2017 Ced4 ........5,000 ANM Anima Trag II 2016 ...............5,173 ANM Anima Traguardo 2016 ........5,023 ANM Anima Traguardo 2018 ........5,069 ANM Anima Tricolore....................5,187 ANM CapitalePi Comp.Az. .........4,745 ANM CapitalePi Comp.Bil.15 .....5,238 ANM CapitalePi Comp.Bil.30 .....4,953 ANM CapitalePi Comp.Obb. ......5,471 ANM Corporate Bond...................7,189 ANM Emerging Mkts Bond...........6,790 ANM Emerging Mkts Equity..........7,146 ANM Europa...............................12,762 ANM Iniziativa Europa ..................6,611 ANM Italia ...................................12,773 ANM Pacifico ................................5,027 ANM Pianeta ..............................10,626 ANM Risparmio ............................7,418 ANM Sforzesco ..........................10,272 ANM Valore Globale...................21,021 ANM Visconteo ..........................35,037 Eurizon Stra.Prot. I Trim.2 ..........13,802 Prima Fix Emergenti A ................14,407 Prima Fix Emergenti Y ................14,948 Prima Fix High Yeld Y....................8,608 Prima Fix High Yield A...................8,313 Prima Fix Imprese A......................6,571 Prima Fix Imprese Y......................6,724 Prima Fix Monetario A...................8,592 Prima Fix Monetario I ....................8,722 Prima Fix Monetario Y...................8,728 Prima Fix Obbl. BT......................10,247 Prima Fix Obbl. BT Y ..................10,338 Prima Fix Obbl. Glob.....................9,867 Prima Fix Obbl. Glob. Y ..............10,020 Prima Fix Obbl. MLT .....................5,830 Prima Fix Obbl. MLT Y ..................5,903 Prima Forza 1 A.............................5,271 Prima Forza 1 Bond Y ...................5,339 Prima Forza 2 A.............................4,817 Prima Forza 2 Y.............................4,901 Prima Forza 3 Cl.A ........................5,168 Prima Forza 3 Cl.Y ........................5,298 Prima Forza 4 Cl.A ........................4,585 Prima Forza 4 Cl.Y ........................4,721 Prima Forza 5 Cl.A ........................4,130 Prima Forza 5 Cl.Y ........................4,264 Prima Geo America A....................4,781 Prima Geo America Y....................5,047 Prima Geo Asia A ..........................6,361 Prima Geo Asia Y ..........................6,740 Prima Geo Eu PMI Alto Pot A......13,658 Prima Geo Euro A .........................6,004 Prima Geo Euro Pmi A................21,397 Prima Geo Euro Pmi Y................22,583 Prima Geo Euro Y .........................6,340

6,801 2,41 6,877 -3,44 5,336 -9,77 5,333 5,000 5,123 4,977 0,46 5,024 1,38 5,188 4,772 -6,65 5,245 -2,55 4,963 -5,21 5,469 0,20 7,190 -3,52 6,802 6,68 7,213 -4,57 12,884 -9,53 6,656 -14,27 12,963 -22,06 5,054 -3,25 10,593 8,49 7,419 -1,33 10,264 0,51 21,132 -3,76 35,126 -2,64 13,853 -4,83 14,406 7,04 14,947 8,06 8,624 -0,62 8,328 -1,56 6,572 1,15 6,725 1,79 8,592 0,53 8,722 0,75 8,729 0,88 10,256 0,98 10,347 1,41 9,818 11,24 9,970 12,08 5,840 2,17 5,913 2,80 5,273 3,49 5,341 3,87 4,822 3,95 4,906 4,37 5,163 2,36 5,293 2,89 4,581 1,06 4,716 1,75 4,129 -0,15 4,264 0,66 4,770 1,34 5,035 2,79 6,385 -6,32 6,765 -4,98 13,710 -5,73 6,084 -11,18 21,546 -7,09 22,740 -5,77 6,424 -9,90

Prima Geo Europa A...................11,363 Prima Geo Europa Y...................12,003 Prima Geo Globale A ..................26,132 Prima Geo Globale Y ..................27,607 Prima Geo Italia A .......................12,028 Prima Geo Italia Y .......................12,663 Prima Geo PaesiEm. A..................5,872 Prima Geo PaesiEm. Y..................6,214 Prima Rend.Ass. Prudente A......16,728 Prima Rend.Ass. Prudente Y ........5,304 Prima Stra.Eur. AltoPoten. A.........2,334 Prima Stra.Eur. AltoPoten. Y.........2,389 Prima Stra.Eur. PMI Alto Pot Y ...16,874 Prima Stra.Ita AltoPoten. A ...........5,105 Prima Stra.Ita AltoPoten. Y ...........5,186 PRIMAforza 1 B ............................5,273 PRIMAforza 2 B ............................4,819 PRIMAforza 3 B ............................5,169 PRIMAforza 4 B ............................4,585 PRIMAforza 5 B ............................4,131 Symp. Multimanager P. Emer.......5,233

11,473 -4,51 12,118 -3,15 26,263 -1,59 27,745 -0,18 12,184 -16,69 12,828 -15,50 5,907 -2,77 6,250 -1,37 16,782 5,333 2,354 -2,67 2,409 -1,69 16,929 5,112 5,89 5,192 6,03 5,275 3,49 4,824 3,95 5,164 2,38 4,581 1,04 4,130 -0,19 5,261 -

tel.02-88981 Azimut Bil. ..................................23,324 Azimut Garanzia .........................12,512 Azimut Reddito Euro ..................15,643 Azimut Reddito Usa......................6,183 Azimut Scudo ...............................7,655 Azimut Solidity ..............................7,812 Azimut Str. Trend ..........................5,267 Azimut Trend ..............................22,065 Azimut Trend America................10,035 Azimut Trend Europa..................10,581 Azimut Trend Italia......................13,135 Azimut Trend Pacifico...................6,491 Azimut Trend Tassi .......................9,025 Formula 1 Absolute.......................6,030 Formula 1 Conservative................6,222 Formula 1 Target 2013..................6,562 Formula 1 Target 2014..................6,171

23,440 -3,46 12,521 1,81 15,701 0,88 6,121 8,26 7,665 -0,26 7,832 -1,18 5,287 -1,42 22,207 5,68 10,062 10,678 -17,79 13,343 -19,60 6,514 -4,47 9,071 1,93 6,061 -10,85 6,230 -3,40 6,573 -1,44 6,190 -3,56

tel.02-88101 EC Focus Cap Pro 12/14 ..............5,022 5,047 Eurizon Az.Asia Nuove Economie10,840 10,900 Eurizon Az.EnMatPrime................9,438 9,506

0,36 -2,34 -8,21

Eurizon Az.Finanza.....................16,288 Eurizon Az.Int. Etico......................5,896 Eurizon Az.PMI Amer. ................23,861 Eurizon Az.PMI Europa.................8,356 Eurizon Az.PMI Italia .....................3,928 Eurizon Az.Salute e Amb. ...........15,548 Eurizon Az.Tecn.Avanz.................4,535 Eurizon Azioni America .................9,696 Eurizon Azioni Area Euro ............22,865 Eurizon Azioni Europa...................7,941 Eurizon Azioni Internazionali.........7,569 Eurizon Azioni Italia ....................10,072 Eurizon Azioni Pacifico .................3,849 Eurizon Azioni Paesi Emergenti ....8,945 Eurizon Bilan.Euro Multim. .........35,628 Eurizon DiversEtico.......................8,267 Eurizon F.Garantito 03/13.............5,164 Eurizon F.Garantito 06/12.............5,143 Eurizon F.Garantito 09/12.............5,125 Eurizon F.Garantito 12/12.............5,138 Eurizon F.Garantito 2tri07.............5,116 Eurizon F.Garantito 3tri07.............4,976 Eurizon F.Garantito 4tri07.............5,171 Eurizon F.Garantito Itri07..............5,123 Eurizon Liquidit A ........................7,378 Eurizon Liquidit B........................7,591 Eurizon Obb.Cedola A ..................6,178 Eurizon Obb.Cedola D..................6,119 Eurizon Obb.Emergenti..............12,465 Eurizon Obb.Etico.........................5,522 Eurizon Obb.Euro.......................14,527 Eurizon Obb.Euro B/T A .............15,311 Eurizon Obb.Euro Breve T. D .....15,195 Eurizon Obb.Euro Corp. BreveT. ..7,756 Eurizon Obb.Euro Corporate........5,758 Eurizon Obb.Euro High Yield ........7,526 Eurizon Obb.Internaz....................9,476 Eurizon Obiettivo Rend.to.............8,189 Eurizon Profilo Conservativo ........5,538 Eurizon Profilo Dinamico ..............5,398 Eurizon Profilo Moderato..............5,444 Eurizon Rend.Assoluto 2 Anni ......5,279 Eurizon Rend.Assoluto 3 Anni ......5,476 Eurizon Rendita A .........................6,050 Eurizon Rendita D .........................6,029 Eurizon Soluzione 10 ....................6,879 Eurizon Soluzione 40 ....................6,261 Eurizon Soluzione 60..................24,480 Eurizon Strat.Protetta III trim 20115,444 Eurizon Team 1 .............................6,072 Eurizon Team 1 Cl G .....................6,072 Eurizon Team 2 .............................5,749 Eurizon Team 2 Cl G .....................5,765 Eurizon Team 3 .............................4,799 Eurizon Team 3 Cl G .....................4,855 Eurizon Team 4 .............................4,053 Eurizon Team 4 Cl G .....................4,110 Eurizon Team 5 .............................3,882 Eurizon Team 5 Cl G .....................3,938

Eurizon Tesoreria Dollaro ...........12,599 12,489 3,44 Eurizon Tesoreria Dollaro($) .......16,617 16,616 3,46 Eurizon Tesoreria Euro A ..............7,786 7,787 1,42 Eurizon Tesoreria Euro B ..............7,865 7,866 1,71 Passadore Monetario ...................7,304 7,315 2,71 Prima Rend.Ass. Moderato A .......5,225 5,224 -0,25 Teodorico Monetario ....................7,674 7,686 2,88 Unibanca Azionario Europa..........5,899 5,964 -11,68 Unibanca Monetario .....................5,885 5,893 2,78 Unibanca Obbligazionario Euro....5,962 5,970 3,78

UniCredit Soluzione 40B ..............5,027 UniCredit Soluzione 70A...............5,015 UniCredit Soluzione 70B ..............4,994 UniCredit Soluzione BTA ..............5,043 UniCredit Soluzione BTB..............5,024

tel.800-546961 Fideuram Bilanciato ...................12,298 Fideuram Italia............................19,373 Fideuram Liquidit .....................16,991 Fideuram Moneta.......................14,836 Fideuram Rendimento..................9,170 FMS - Absolute Return .................8,868 FMS - Eq.Glob.Resources .........11,312 FMS - Equity Asia..........................8,683 FMS - Equity Europe.....................9,246 FMS - Equity Gl Em Mkt .............12,765 FMS - Equity New World ............15,913 FMS - Equity Usa ..........................9,363

12,394 -3,67 19,629 -17,58 16,992 0,90 14,839 1,37 9,209 0,21 8,864 -5,07 11,316 -7,79 8,751 -8,08 9,282 -4,54 12,795 -1,66 15,932 -3,60 9,282 4,87

tel.800-551-552 Pion. Eur Gov BT (ex Mon.).........13,595 Pioneer Az. Crescita ..................10,792 Pioneer Az Area Pacifico...............3,391 Pioneer Az Valore Eur Dis..............6,873 Pioneer Az. Am. ............................7,804 Pioneer Az. Europa.....................14,356 Pioneer Az. Paesi Em. ................10,542 Pioneer Liquidita Euro..................5,169 Pioneer O.Euro C.Et. Dis...............4,857 Pioneer Ob. Sist. Italia...................5,000 Pioneer Obb. Euro Dis ..................6,821 Pioneer Obb. Paesi E. Dis...........10,384 Pioneer Obb. Pi Dis.....................8,742 Pioneer Target Controllo...............5,489 Pioneer Target Equilibrio ..............5,388 Pioneer Target Sviluppo.............22,412 UniCredit Soluzione 20A...............5,060 UniCredit Soluzione 20B ..............5,043 UniCredit Soluzione 40A...............5,047

13,603 2,91 10,924 -21,95 3,399 -12,26 6,937 -4,95 7,816 2,12 14,448 -7,24 10,631 -3,92 5,168 1,73 4,850 4,43 5,000 6,814 6,73 10,334 7,66 8,752 6,47 5,488 1,03 5,385 -1,68 22,394 -2,67 5,065 5,047 5,052 -

tel.800-614614 Symp. Multimanager Adagio........5,946 5,953 Symp. Multimanager America ......4,239 4,237 Symp. Multimanager Europa........5,320 5,336 Symp. Multimanager Largo ..........5,662 5,671 Symp. Multimanager Oriente........5,191 5,223 Symp. Obblig. Corporate..............5,704 5,697 Symp. Obblig. Rendita .................7,730 7,732 Symphonia Asia Flessibile............6,010 6,034 Symphonia Az.Small Cap Italia.....6,164 6,215 Symphonia Azionario Euro ...........4,804 4,904 Symphonia Azionario Europa .......8,552 8,695 Symphonia Azionario Globale ......3,655 3,706 Symphonia Azionario Italia ...........6,022 6,097 Symphonia Azionario Usa ............6,348 6,398 Symphonia Bilanciato ................21,882 22,012 Symphonia Europa Flessibile .......4,645 4,658 Symphonia Flessibile....................3,917 3,945 Symphonia Fortissimo..................2,333 2,366 Symphonia Multiman.Emer.Fless.13,11913,176 Symphonia Multiman.Vivace........5,315 5,338 Symphonia Obb.Breve Term........6,670 6,672 Symphonia Obb.Dinamico ...........6,265 6,246 Symphonia Obb.Euro...................7,163 7,153 Symphonia Patrim.Glob.Redd. ....7,306 7,314 Synergia Az. Europa .....................5,254 5,337 Synergia Az. Globale ....................5,606 5,684 Synergia Az. Italia..........................5,005 5,067 Synergia Az. Sm.Cap It. ................4,813 4,851 Synergia Azionario Usa.................6,513 6,565 Synergia Bilanciato 15 ..................5,321 5,326 Synergia Bilanciato 30 ..................5,404 5,422 Synergia Bilanciato 50 ..................5,476 5,509 Synergia Bond Flessib..................5,044 5,040 Synergia Obbl Corporate..............5,610 5,601 Synergia Obbl. Euro BT ................5,121 5,122 Synergia Obbl. Euro MT................5,358 5,349 Synergia Obbligaz.Rendita...........5,185 5,186 Synergia Tesoreria........................5,119 5,118 Synergia Total Return ...................5,242 5,243

-1,11 -0,56 -9,28 -4,29 -6,50 2,79 -5,87 -16,23 -21,08 -18,65 -15,04 -17,60 -4,35 -5,47 -9,01 2,59 -20,38 -3,63 -4,56 1,97 4,25 2,04 -20,31 -16,48 -18,27 -17,57 -5,81 0,19 -2,54 -5,96 3,41 1,23 3,82 1,25 -1,32

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

LETTERE,COMMENTI&IDEE

I 46

IL TERMOMETRO E LA FEBBRE I CREDENTI E I FINANZIAMENTI ALLA CHIESA DELLELETTORE DI SINISTRA


CONCITA DE GREGORIO
(segue dalla prima pagina) isogna pretendere un altro medico, uno che abbia i farmaci e conosca i dosaggi. Le primarie non si perdono mai, che siano di partito o di coalizione, perch sono fatte per misurare il polso dellelettorato, capire il suo stato danimo e dare voce ai cittadini: che siano loro a dire da chi vorrebbero essere governati, e la gara cominci. La gara, va da s, quella che viene dopo: la competizione con lavversario politico. Le primarie sono fatte per trovare la persona giusta per vincere le elezioni. Sono la restituzione temporanea di una delega: scelto, insieme ai cittadini, il candidato ecco che il sistema dei partiti pu attrezzarsi alla contesa, affrontare la campagna elettorale, risultare convincente e coeso, se ne capace, ed eventualmente vincere. In via del tutto teorica si pu dare il caso che la prospettiva strategica sia al contrario quella di perdere le elezioni: in questa eventualit senzaltro opportuno che un partito proponga per le primarie un candidato debole e poco amato e che provi ad imporlo sugli altri candidati di coalizione. Solo in questo caso se il suo candidato fosse sconfitto alle primarie e lantagonista di altra matrice politica vincesse le elezioni il partito in questione potrebbe dire di aver perso. Avrebbe perso la chance di perdere. Sarebbe come se il Pd, dopo aver proposto Morcone come candidato a Napoli, si fosse sentito sconfitto dalla vittoria di De Magistris. Come se, in via teorica. Ma veniamo alla febbre, e parliamo di Genova. Bisogna farsi alcune domande semplici. La prima come proceda il Partito democratico nella scelta dei candidati. Quali sono i criteri? La fedelt al leader, lappartenenza a una corrente, la capacit di interdizione della corrente interna contraria, laltezza, il sesso, la religione, il caso? Marta Vincenzi sindaco in carica. Il partito romano e regionale, ramificazioni locali comprese, non lha mai sostenuta: imprevedibile, poco duttile, cattivo carattere. Unica voce in suo soccorso da Roma, nelle ultime settimane, quella di Ignazio Marino. Se il Pd avesse detto ha mal governato avrebbe avuto senso schierare un altro candidato, ma non lha fatto. Ha messo in campo Roberta Pinotti per sbarrarle il passo. Cattolica, parlamentare, sostenuta dallestablishment: Pinotti rapidamente diventata laltra, come tale stata vissuta da un elettorato stufo oltre il limite di guerre intestine, incertezze, ipocrisie, manovre sotterranee. Pochi giorni fa a Genova un alto dirigente democratico mi ha detto che si sarebbe trattato di una battaglia tra le due candidate, che Doria non aveva nessuna chance, Doria prender il voto dei grillini. Anche di questa miopia bisognerebbe parlare finalmente chiaro: la stessa miopia che faceva prevedere anni fa ai dirigenti romani la vittoria di Boccia su Vendola in Puglia, la loro avversione a De Magistris e a Pisapia, la completa sottovalutazione di Zedda nel suk delle diatribe di partito sarde e, per parlare del futuro prossimo venturo, la ridicolizzazione del candidato Bachelet nelle primarie del Pd Lazio, la contrapposizione fra Borsellino e Faraone a Palermo. Anche a Palermo, il 4 marzo, ci saranno due candidati del Pd. A Monza, qualche settimana fa, ce nerano quattro. Ma il punto non neppure questo, come sembra credere Bersani, per quanto trovarsi di fronte a quattro candidati dello stesso partito possa far pensare gli elettori ad una scarsa coesione del medesimo, diciamo pure ad una certa ostilit interna. Il punto la distanza fra chi prende queste decisioni e il suo elettorato. Lincapacit di leggere la realt e di capirla. La difesa della ditta non pu essere fatta a dispetto di chi quella ditta la deve sostenere. Uno su tre degli elettori del Pd votarono Pisapia a Milano, e sono gli elettori del Pd (ex elettori, elettori delusi, attuali elettori) ad aver votato Doria ieri. Non c nulla di antipolitico e di demagogico in questo, il modo pi chiaro che i cittadini hanno per parlare ai partiti (ai loro partiti) e dire che non la politica che non vogliono, ma questa politica. Non i partiti, ma questi partiti. Di pi chiaro ancora potrebbe esserci solo un disegno: cambi la classe dirigente, si faccia spazio ad una generazione nuova, si azzerino le guerre intestine di corrente, le rendite di posizione e di apparato. Ci si prepari a tornare alla politica, anche a livello nazionale, affidandosi alle competenze, alle passioni, ai talenti: lItalia ne colma, i partiti ne dispongono per quanto si ostinino a ignorarli, a trattarli da guastatori quando si fanno presenti. Diversamente, le accuse di antipolitica suoneranno sempre e solo come autodifesa del proprio posto da occuparsi a vita. Diversamente qualunque outsider forte della dote dellessere contro, dellessere altro rispetto al sistema vincer sempre pi nettamente. Diversamente il Pd, che ha le primarie nel suo Dna e non un caso che di dna si torni a parlare oggi far la bestia da soma che offre alla coalizione gli spazi, le strutture, la logistica, il sostegno per far emergere candidati altrui. Che per lItalia sar anche un bene, per il partito moltissimo di meno. Dice oggi Giovanni Bachelet: Un po dei nostri dirigenti vengono da partiti nei quali contavano solo le tessere e questa storia delle primarie non lhanno digerita fino in fondo. Questi dirigenti sentono che con le primarie stanno mollando ai cittadini un pezzo importante di sovranit e di potere, non vorrebbero mai averle inventate, se le vorrebbero rimangiare. A loro piacerebbero primarie di incoronazione in cui prima i dirigenti decidono chi vince e poi si vota. Non piacciono, invece, primarie nelle quali prima si vota e poi si sa chi ha vinto. cos, e rompere tutti i termometri del regno non servir a nasconderlo. A un certo punto, immaginiamo, verr il giorno in cui gli attuali dirigenti del Pd vorranno osservare la realt anzich licenziarla come ostile: gli italiani hanno voglia di politica, e persino di farla dentro i partiti. di questi partiti, di questa politica e delle sue usurate alchimie che diffidano. A dar loro ascolto la vera antipolitica, quella forcaiola e qualunquista, sarebbe sconfitta con la sola arma possibile: la passione per il bene comune, linteresse di tutti sopra quello di pochi.

CORRADO AUGIAS c.augias@repubblica.it

aro Augias, due esempi concreti di quanto un cittadino tedesco deve sborsare, in aggiunta (sottolineo: in aggiunta) alle tasse, per far parte della Chiesa di sua scelta. Sono cifre fornite da un commercialista tedesco, le arrotondo per comodit, e corrispondono ad unaliquota del 9% circa, variabile da Land a Land. Un contribuente che paga 67 mila euro di tasse deve aggiungere 5.700 euro per far parte della Chiesa. Di questi 350 sono stati detratti dallo stipendio, 5.300 (ca.) li deve aggiungere. A un altro contribuente con un reddito di 41 mila euro (ca.) sono stati detratti dallo stipendio 240 euro (ca.), costui deve aggiungere in dichiarazione 3.700. Costui paga in proporzione molto pi del primo anche se avr diritto a un certo rimborso. Cifre notevoli, radicale differenza col sistema italiano. Per un italiano che paga 50 mila euro di tasse l8 per mille corrisponde a 400 euro. Ci significa che la chiesa cattolica in Italia riceve un sostanzioso sostegno dallo Stato in aggiunta ai proventi dell8 per mille. Ritengo che solo quando saranno i credenti a finanziare in toto e spontaneamente la loro Chiesa, si potr parlare di libera Chiesa in libero Stato. Raffaele Tassinari raffaele.tassinari@fastwebnet.it

C I

l tema molto dibattuto nel clima di austerit e di tagli che la crisi ci ha imposto. S detto che alcuni privilegi ecclesiastici, in particolare lesenzione dallIci, saranno oggetto di consultazioni bilaterali. Finora non ce n stata traccia; speriamo che alle parole seguano presto i fatti. Quanto all8 per mille, ricordo che il meccanismo riguarda non solo le cifre esplicitamente destinate alla Chiesa ma una quota proporzionale dellintero ammontare del gettito e che la cifra viene prelevata a tutti i contribuenti abbiano o no indicato una loro preferenza. Alla Chiesa cattolica va una cifra molto alta, enormemente cresciuta nel tempo. Secondo gli ultimi dati pu essere valutata in circa un miliardo di euro al quale si devono aggiungere numerosi altri benefici, derivanti in primis dalla vasta esenzione

dallIci ribattezzata Imu. evidente che, data la tiepida religiosit media italiana, questo importo si ridurrebbe drasticamente se la sottoscrizione fosse realmente motivata e dunque spontanea come avviene in Germania. Affidarsi ad un meccanismo obbligatorio molto pi rassicurante anche se lo spettacolo umiliante di lotte intestine di cui il governo della Chiesa sta dando prova, rende questa imposizione particolarmente penosa. La Curia vaticana sembra diventata un organo di governo allinterno del quale la corruzione (di cui alla denuncia di monsignor Vigan), il carrierismo e le lotte per riposizionarsi in vista di un possibile conclave prevalgono ormai in modo preoccupante sulla missione spirituale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La povera, piccola ma grande Grecia


Mary M. Findlow Roma
SONO profondamente sconvolta, rattristata e preoccupata delle scene che ci raggiungono da Atene. Come possibile trattare un Paese in questo modo? Il pericolo di una rivoluzione alle porte e la Ue ostaggio della Germania, e anche della Francia e nessuno fa niente. Il mio ex marito greco, come due dei miei figli, e ho vissuto anni felici in Grecia, e anche anni duri durante i difficili anni della dittatura. Sento un urlo doloroso da quel pPaese che nessuno ascolta. Non ho pi molta fiducia in questa Europa, che potrebbe essere forte e orgogliosa se non fosse soggiogata solo dalla finanza.

il primo giorno che vengono chiamati al lavoro. Ed il fenomeno in continua espansione.

La Triennale delle polemiche


Alessandro Dalai Milano
SONO veramente sorpreso dal dibattito sul governo della Triennale che essendo effettivamente un centro di eccellenza di Milano meriterebbe pi rispetto, in particolare dalle cosiddette anime belle dei salotti milanesi. Lappello contro la nomina di De Albertis certamente legittimo ma ignora la necessit di

un ritorno alla normalit politica della citt. Non conosco De Albertis mentre conoscevo bene Rampello e di lui ricordo limperdibile mostra su Striscia la notizia con la quale esord alla Triennale. Se questo lattivismo da prendere ad esempio, meglio lasciar perdere. Penso che la nomina di una personalit in una Istituzione cos importante debba essere esclusivamente delegato a chi ne ha le responsabilit, ed stato eletto per questo. Si rispetterebbero cos maggiormente i ruoli delle persone che abbiamo mandato in Comune evitando la spiacevole impressione delle lobby che, di destra o di sinistra, sempre lobby restano. Mi sembra curioso, infatti, che nes-

suno si sia espresso sulle nomine di societ comunali importantissime per ruolo, fatturato e dipendenti sulle quali ben maggiori perplessit si potrebbero esprimere.

La Siae e i rimborsi per i bollini


Daniela dIsa Capo Ufficio Stampa Siae
A PROPOSITO dellarticolo su Repubblica del 12 febbraio, la Siae intende precisare che non stata condannata al pagamento di alcun rimborso per i bollini. Al contrario, il Consiglio di Stato conferma lobbligo del contrassegno previsto dalla legge. Ha stabilito che tale decreto non ha valore retroattivo. Tuttavia, gli effetti della irretroattivit sono limitati al massimo a due anni ed eventuali ricorsi verranno esaminati dal giudice tributario. Rimane confermata la legittimit e lutilit del bollino a tutela degli autori, degli editori, dei consumatori e contro la pirateria. Infine proprio la Siae ha chiesto una audizione al Parlamento e la Commissione Cultura della Camera ha fissato le audizioni. La Siae inoltre ha promosso un giudizio civile per ottenere il risarcimento dei danni causati dalla precedente gestione del Fondo Pensioni dei dipendenti e ha chiesto di valutare leventuale trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica. Non abbiamo scritto che la sentenza ha condannato Siae al rimborso. Abbiamo scritto invece che ha confermato la validit del bollino. Ma la sentenza ha anche aperto la possibilit di rimborsi, che sar stabilita dai giudici tributari. (a. l.)

LAMACA

MICHELE SERRA

Io, ispettore del lavoro e lesercito dei precari


Bruno Nobile b.nobile@inwind.it
DALLA mia esperienza quotidiana di ispettore del lavoro vedo moltiplicarsi a dismisura i lavori atipici, specie quello a chiamata o intermittente, per evadere contributi e tasse. Bar, ristoranti, alberghi e negozi occupano soltanto lavoratori a chiamata. La paga viene data in nero, i contributi non dichiarati. Abbiamo ispezionato aziende che gestiscono pi negozi e che hanno un lavoratore a tempo indeterminato per ogni punto vendita e quattro o cinque a chiamata i quali, interrogati, sono costretti a mentire agli ispettori dichiarando che, guarda caso, quello

molto in voga, tra i governanti deposti, lodare il governo Monti come ideale prosecutore della loro opera illuminata. Da Alfano al socialista (ah! ah! ah!) Cicchitto e addirittura alla Santanch, che avendo sentito dire che Monti di destra se ne sente in qualche modo imparentata. Il trucco patetico, ma fa parte di quegli auto-inganni che aiutano a tirare avanti quando i conti con se stessi sarebbero troppo dolorosi. Basterebbe una lettura anche distratta della stampa del pianeta Terra per prendere atto che il cambio Berlusconi-Monti vissuto, nel mondo intero, come un miracoloso ribaltamento: come se la Costa Concordia si raddrizzasse da s sola, tirasse un muggito con la sirena e riprendesse la navigazione. Niente non lo stile, non gli obiettivi, non la velocit di esecuzione, perfino non laplomb dei maschi e delle femmine rassomiglia, nel governo Monti, al precedente. Destra, per altro, significa poco, forse anche meno di sinistra. Di destra furono Mussolini e Einaudi, Almirante e Scalfaro. Di destra la Minetti e probabilmente il ministro degli Interni Cancellieri. Non solo non c nesso, ma c una cesura clamorosa, mai vista nella storia repubblicana, tra la destra di Arcore e quella che ne ha pietosamente rimosso la salma.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Via Cristoforo Colombo, 90 00147 Roma Fax: 06/49822923 Internet: rubrica.lettere@repubblica.it

FONDATORE EUGENIO SCALFARI DIREZIONE Ezio Mauro direttore responsabile vicedirettori Gregorio Botta, Dario Cresto-Dina, Massimo Giannini, Angelo Rinaldi (art director) caporedattore centrale Fabio Bogo, caporedattore vicario Massimo Vincenzi, caporedattore internet Giuseppe Smorto GRUPPO EDITORIALE LESPRESSO Spa Consiglio di amministrazione Presidente: Carlo De Benedetti Amministratore delegato: Monica Mondardini Consiglieri Agar Brugiavini, Rodolfo De Benedetti, Giorgio Di Giorgio, Francesco Dini, Sergio Erede, Mario Greco, Maurizio Martinetti, Tiziano Onesti, Luca Paravicini Crespi Direttori centrali Alessandro Alacevich (Amministrazione e Finanza), Pierangelo Calegari (Produzione e Sistemi informativi), Stefano Mignanego (Relazioni esterne), Roberto Moro (Risorse umane), Divisione Stampa Nazionale - Via Cristoforo Colombo, 98 - 00147 Roma Direttore generale: Corrado Corradi - Vicedirettore: Giorgio Martelli
Certificato ADS n. 7196 del 14-12-2011
REDAZIONI Redazione centrale Roma 00147 - Via Cristoforo Colombo, 90 - tel. 06/49821 G Redazione Milano 20139 - Via Nervesa, 21 - tel. 02/480981 G Redazione Torino 10123 - Via Bruno Buozzi, 10 - tel. 011/5169611 G Redazione Bologna 40125 - Via Santo Stefano, 57 - tel. 051/6580111 G Redazione Firenze 50121 - Via Alfonso Lamarmora, 45 - tel. 055/506871 G Redazione Napoli 80121 - Riviera di Chiaia, 215 - tel. 081/498111 G Redazione Genova 16121 - Via XX Settembre, 41 - tel. 010/57421 G Redazione Palermo 90139 - Via Principe di Belmonte, 103/c - tel. 091/7434911 G Redazione Bari 70122 - Corso Vittorio Emanuele II, 52 - tel. 080/5279111. PUBBLICIT A. Manzoni & C. - Via Nervesa, 21 - 20139 Milano TIPOGRAFIA Rotocolor SpA - 00147 Roma, Via Cristoforo Colombo, 90 STAMPA - Edizioni teletrasmesse: G Bari Dedalo Litostampa srl - Via Saverio Milella, 2 G Catania ETIS 2000 Spa - Zona Industriale VIII strada G Livorno Finegil Editoriale - Via dellArtigianato G Mantova Finegil Editoriale presso Citem Soc. Coop. arl - Via G. F. Lucchini G Paderno Dugnano (MI) Rotocolor SpA - Via Nazario Sauro, 15 G Padova Finegil Editoriale - Viale della Navigazione Interna, 40 G Roma Rotocolor SpA - Via del Casal Cavallari, 186/192 G Salerno Arti Grafiche Boccia SpA Via Tiberio Claudio Felice, 7 G Sassari La Nuova Sardegna SpA - Zona Industriale Predda Niedda Nord Strada n. 30 s.n.c. G Gosselies (Belgio) Europrinter S.A. - Avenue Jean Mermoz G Toronto (Canada) Newsweb Printing Corporation, 105 Wingold Av. G Norwood (New Jersey) 07648-1318 Usa - Gruppo Editoriale Oggi Inc., 475 Walnut Street G Malta Miller Newsprint Limited - Miller House, Airport Way - Tarxien Road - Luqa LQA 1814 ABBONAMENTI Italia (c.c.p. n. 11200003 - Roma): anno (cons. decen. posta) Euro 403,00 (sette numeri), Euro 357,00 (sei numeri), Euro 279,00 (cinque numeri). Tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari). E-mail: abbonamenti@repubblica.it Arretrati e servizio clienti: www.servizioclienti.repubblica.it, e-mail: servizioclienti@repubblica.it, tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari) gli orari sono 9-18 dal luned al venerd, il costo massimo della telefonata da rete fissa di 14,26 cent. al minuto + 6,19 cent. di Euro alla risposta, IVA inclusa.

RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI (D. LGS. 30-6-2003 N. 196): EZIO MAURO REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N. 16064 DEL 13-10-1975

La tiratura de la Repubblica di luned 13 febbraio 2012 stata di 471.018 copie

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.partitodemocratico.it www.afeva.it

I 47

RESTITUIRE UN FUTURO AL VECCHIO CONTINENTE


EZIO MAURO
(segue dalla prima pagina) tutti hanno denunciato la debolezza della politica che rende lEuropa, come dice il direttore del Times James Harding, senza leadership e senza soluzione, un continente senza visione, senza coraggio, e dunque incapace di offrire ai cittadini traguardi simbolici che possano ricostruire una speranza oltre lorizzonte preoccupante della fase che stiamo vivendo. Ma non solo. Per gli osservatori europei i rischi sono molto maggiori di quelli che vediamo a occhio nudo. Le tre A che davvero ci interpellano (Asia, America, Africa) rischiano secondo Erik Izraelewicz, direttore di Le Monde, di marginalizzare lEuropa, troppo piccola e divisa per le nuove sfide globali. Per Arianna Huffington (Huffington Post) e per John Micklethwait, direttore dellEconomist stiamo diventando un continente sadomasochista che punta tutto sullausterity, unausterity che non far altro che alimentare la recessione, perch come spiega Laurent Joffrin, direttore del Nouvel Observateur, il rimborso del debito non pu fare le veci di una politica europea che non c. Ma il vero allarme quello per la democrazia. I direttori di due giornali tedeschi, Giovanni di Lorenzo della Zeit e Heribert Prantl della Sueddeutsche Zeitung pongono la questione apertamente: Il pericolo dallinterno la sfiducia verso la democrazia, la tendenza a chiedersi se ancora il sistema pi efficiente oppure no. A lungo termine la sfida dellEuropa questa, dice di Lorenzo. Se i governi nazionali e la Commissione pensano di difendersi da soli si sbagliano, aggiunge Prantl: Per farcela hanno bisogno del sostegno delle societ dei Paesi membri, della fiducia dei cittadini, perch senza questa fiducia qualsiasi ombrello resta instabile. Come dire che i saldi dellauterit da soli non bastano. Anzi, avverte il direttore del Guardian Alan Rusbridger, se gli sforzi per la convergenza finanziaria dovessere essere la causa dello smantellamento dei sistemi di redistribuzione e di welfare dai quali dipendono milioni di europei dei ceti meno abbienti, si rischierebbero reazioni nazionalistiche e populiste anche violente in quasi tutti gli Stati. il problema posto infine del direttore del Pas, Javier Moreno: la legittimit delle scelte europee: Con quanta legittimit si possono prendere decisioni per salvare lEuropa senza tener conto degli europei? accettabile sacrificare la sovranit nazionale per salvare lUnione Europea? Abbiamo accettato definitivamente lidea che sia possibile governare senza chiedere ai cittadini il loro parere?. Il nodo che viene al pettine vecchio come leuro. Un nodo di sovranit, di potest, di responsabilit intrecciate e mai definitivamente risolte. La moneta unica stata insieme un atto di fede e di coraggio, dunque un gesto politico che la storia economica del mondo moderno non aveva mai conosciuto, per di pi nato nel cuore del Vecchio Continente dove nel Novecento erano nate le guerre e i totalitarismi, con le ideologie trasformate in Stati e partiti. Ma leuro non diventato un principio costituente del nuovo ordine europeo, perch si realizzato sotto la linea dombra della politica, riducendosi a strumento pi che a soggetto, mentre ogni passo della sua costruzione fingeva ipocritamente di ignorare il successivo, non guardando al contesto. Con la moneta unica lEuropa
GLI INTERVENTI

LE MONDE
La nostra scommessa davanti alle tre A

SUEDDEUTSCHE ZEITUNG
Il ragazzo che vola dentro la tempesta

THE GUARDIAN
Leconomia a due velocit indebolisce lUnione

NOUVEL OBSERVATEUR
La missione di fare politica con i popoli

THE ECONOMIST
Il miracolo che pu salvare lUnione

DIE ZEIT
Non date colpa ai cattivi tedeschi

HUFFINGTON POST
Il coraggio di costruire una vita migliore

EL PAIS
LUnione e la tirannia del realismo

THE TIMES
C solo un modo per salvare leuro

poteva trasformarsi da mercato a soggetto politico, e invece leuro nato politicamente e culturalmente sterile, come se fosse soltanto la proiezione geometrica

dei parametri di Maastricht e poco pi: parametri indispensabili per forzare la convergenza di base e luniformit tra i Paesi, ma sordi e ciechi per definizione, in quanto

non contemplano la variabile decisiva della pubblica opinione e sono indifferenti ad un problema capitale delle democrazie occidentali, quello appunto della fiducia, della partecipazione e della condivisione, vale a dire del consenso. La moneta rimasta un caff freddo, come dicevano i tedeschi nel 2001, una moneta nuda perch senza uno Stato che possa batterla, senza un esercito che sappia difenderla, senza un governo che riesca a guidarla, senza una politica estera che la rappresenti e soprattutto senza un sovrano capace di spenderla politicamente nel mondo. E tuttavia quel gesto di coraggio il punto simbolico e concreto pi alto raggiunto dalla politica nel nostro continente, dopo le divisioni delle guerre. Oggi ci accorgiamo che linclusione del consenso indispensabile, per non far perdere allEuropa e alleuro la fiducia degli europei. Ma dobbiamo anche dire che questa difesa improvvisa delle sovranit e delle autonomie nazionali davanti a Bruxelles e Francoforte nasconde un problema: lincapacit di molti governi (e delle loro pubbliche opinioni, giornali compresi, va aggiunto) di rispettare le regole comuni che tutta lEuropa si era data, e che sono state per troppi anni disattese o addirittura aggirate. Il problema che tutto il sistema di governance dellOccidente deve essere rivisto sotto lurto della crisi. Per la prima volta scopriamo che la ripresa americana rischia di non trainare lEuropa, appesantita dal carico dei debiti sovrani, dalla miopia di unausterity che non stimola la crescita: se il problema-opportunit della Cina trasformer nel secondo mandato Obama in un presidente asiatico il nostro continente toccher con mano un isolamento a cui non abituato e soprattutto

non preparato, avendo abitato per decenni il concetto di Occidente senza una precisa idea di s, e senza una politica estera conseguente. Ma gli altri problemi sono tutti indigeni, nascono e crescono in Europa. Come regoleremo il nuovo rapporto di sovranit tra gli Stati nazionali oggi esautorati dallEuropa e le istituzioni comunitarie? Come armonizzeremo la leadership europea di fatto (Merkel) con quella di diritto (Barroso e Van Rompuy)? Come ci comporteremo con una Banca Centrale benedetta perch compra il debito pubblico degli Stati, ma sempre pi soggetto attivo e diretto dellEuropa, senza avere alcuna rappresentanza dei cittadini? E infine, come risponderemo a quelle spinte nazionali e sociali (le parole sono proprio queste) che stanno riemergendo a destra e a sinistra davanti ad una politica europea che non sembra una politica, ma il bando di un sovrano a cui dobbiamo soltanto ottemperare? La parola, per fortuna e come sempre, tocca alla politica, allestablishment europeo, alle cancellerie e alla cultura: anche se la dominante la crisi, siamo in realt allinizio di un processo di fondazione istituzionale, e un nuovo europeismo pu diventare lunica ideologia superstite e utile, dopo la sconfitta di tutte le altre. Tocca alla classe dirigente europea, nel suo insieme, riprendere il coraggio incompiuto delleuro e usare la moneta e il mercato, dopo un decennio di strumentalit neutra, come suscitatori e fondatori di vere istituzioni sovranazionali e democratiche: per riunire lEuropa, la politica e i cittadini in un destino condiviso del continente, in unidea forza e in una visione. Che non pu essere soltanto tagli e sacrifici. Una speranza europea ancora possibile, anzi lunica arma contro la crisi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BASTA VITTIME FANTASMA


LUCIANO GALLINO
(segue dalla prima pagina) li avvocati della difesa, infatti, riuscivano a insinuare nei giudici il dubbio che un cancro alla pleura o al polmone potesse davvero manifestarsi a decenni di distanza dal periodo di esposizione ad esso. In realt sulla pericolosit delle polveri di amianto, dovuta alla loro conformazione vetrosa, aveva richiamato lattenzione unispettrice di fabbrica inglese sin dal 1898. Nel corso del Novecento la sua denuncia fu seguita da quella di numerosi medici in Francia, Usa, Canada, Germania, Sud Africa, oltre che nel Regno Unito. Ma pur nei casi in cui si era arrivati a una causa, la parte civile ebbe sempre la peggio nel tentativo di dimostrare che era stato il lavoro su manufatti amiantiferi a decretare la morte di molti operai in un dato impianto, a distanza di venti o trentanni. Pertanto la sentenza di Torino avr certamente un effetto sulla valutazione di altre tragedie. LOrganizzazione Internazionale del Lavoro stima che le morti correlate alle condizioni delle fabbriche siano due-quattro volte maggiori di quelle dovute agli incidenti sul lavoro. Si tratta quindi di aggiungere agli oltre mille decessi che si registrano in Italia altre 2.000-4.000 vittime fantasma lanno. La responsabilit dei maggiori dirigenti un altro aspetto innovativo della sentenza di Torino. Anche dinanzi a gravi compromissioni della salute dei dipendenti, il loro ad, il direttore generale o il presidente, siano italiani o stranieri, se la sono sovente cavata sostenendo che non potevano sapere che cosa succedeva. Il responsabile, se cera, andava individuato nel direttore di stabilimento, nel capo reparto o altre figure intermedie. Dallandamento del processo si pu invece desumere che la sentenza in parola non si fondi semplicemente sullipotesi che il capo della Eternit Italia, o il maggior azionista svizzero, non potevano non sapere. Essa sembra invece statuire che i massimi dirigenti avevano il dovere di predisporre un sistema di informazioni atto a comunicare ci che nella loro posizione avevano il dovere di sapere: che lamianto uccide. Lomissione di tale intervento ci che ha concorso a renderli penalmente responsabili. La sentenza di Torino vale anche a ricordare che lamianto ha ucciso in Europa milioni di persone nel corso del Novecento, grazie allimportazione di 800.000 tonnellate lanno, diminuite solo dopo il 1980. Luso industriale dellamianto stato infatti vietato dalla Ue con grande ritardo, nel 1999. Inoltre, dato che il cancro indotto da esso ha tempi lunghi, continuer a uccidere per decenni. Un rapporto 2001 dellAgenzia Europea per lAmbiente stimava che da l al 2035 esso avrebbe provocato ancora tra 250.000 e 400.000 decessi. Dal che emerge unaltra colpa, largamente distribuita tra imprese, ministeri del lavoro e della sanit, dirigenti industriali, ricercatori. Per centanni, dopo che unispettrice del lavoro e un medico inglesi avevano denunciato la pericolosit di quella sostanza, non si dato peso ai segnali precoci. Fino a quando non si sono trasformati in una terribile lezione, come dice il rapporto citato. Perci la sentenza di Torino rappresenta pure un fermo invito a badare ai segnali precoci che di continuo si profilano in tanti settori industriali, dove si lavora con sostanze e processi forse non pericolosi come lamianto, ma che rischiano comunque di infliggere col tempo dolorose lezioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NON SIAMO PI UN PARTITO IN CERCA DI UN DNA


PIER LUIGI BERSANI
aro direttore, rispondo volentieri alla sollecitazione di Eugenio Scalfari affinch mi pronunci sulla possibilit che il Pd sia ricondotto ad un Partito Socialdemocratico. Con tutta franchezza (e non facendo certo difetto ai democratici la pluralit di opinioni!) non conosco n documenti n intenzioni di dirigenti di Partito che pongano quel problema. Nessuno discute di questo. Piuttosto si discute, da noi e in Europa, su come configurare i rapporti fra Partito Democratico e famiglia dei Socialisti Europei ai cui appuntamenti siamo invitati ed attivamente presenti senza esserne membri. Parliamo dunque di questo e parliamone avendo negli occhi le immagini del dramma greco, ben evitabile con una diversa politica europea, cos da andare alla sostanza evitando quegli stucchevoli giochi di posizionamento che ogni tanto (sempre meno, per fortuna!) riemergono nel Pd. Innanzitutto una premessa, che devo ad un elettore come Eugenio Scalfari. Dopo quattro anni siamo usciti dal problema identitario. Non abbiamo certo finito il nostro lavoro di costruzione n abbiamo corretto tutti i nostri difetti, ma non siamo pi una ipotesi o un esperimento o un partito in cerca di Dna. Siamo il primo Partito Italiano. Con laiuto di tutti, davvero di tutti, abbiamo fatto i conti con riflessi nostalgici e continuisti e con nuovismi vacui. Ci siamo appassionati alla sintesi di culture riformiste antiche e nuove, e vogliamo che vivano contaminandosi e non da separate in casa. Abbiamo ribadito il ruolo della politica riconoscendone tuttavia i limiti; vogliamo regole nuove nella politica e sperimentiamo con convinzione lapertura alle espressioni civiche e al protagonismo dei cittadini. Siamo un Partito progressista, un Partito del lavoro, della Costituzione, dellUnit della nazione. Un Partito profondamente europeista. Ormai esistiamo. Non possiamo pi permetterci sedute psicanalitiche. Il nostro profilo sar semplicemente il prodotto di quello di ci che diremo e che faremo per lItalia e per lEuropa, sostenendo i valori e gli interessi che vogliamo rappresentare. In Europa siamo ad un tornante storico. Nei giorni scorsi il direttore del Times ha raffigurato plasticamente su Repubblica i dilemmi che abbiamo di fronte. In conseguenza della sbornia liberista si radicata (non solo in Germania) una ideologia difensiva e di ripiegamento che stata corteggiata dalla Destra ed estremizzata dai populismi. Questa ideologia ci sta portando tutti al disastro. Che la risposta a tutto questo possa venire solo da periodici vertici di Bruxelles, una drammatica illusione. Serve una battaglia politica ed ideale, serve una voce sola dei progressisti che si faccia sentire in Europa, serve una piattafor-

ma comune. Ci stiamo lavorando con intensit, in particolare con la Spd di Gabriel e con Francois Hollande. Emergono ormai proposte concrete per una diversa politica europea. Le sosterremo assieme nella prossime campagne elettorali, a cominciare da quella francese. Ecco allora la domanda di prospettiva: quale soggetto puoi interpretare stabilmente una politica comune dei progressisti, a fronte di forze conservatrici europee che hanno mostrato di sapere ampliare le loro relazioni politiche? Nel Parlamento Europeo c stata una evoluzione positiva: si formato il gruppo dei Socialisti e dei Democratici Europei, che sta lavorando bene. Ci si deve impegnare per un esito simile sul piano politico: la costruzione cio di un soggetto politico europeo aperto ai riformisti di diversa ispirazione. Non forse geneticamente connaturata al Pd una simile proposta? Non forse coerente con quello che diciamo a proposito di una organizzazione internazionale dei progressisti che oltrepassi le antiche famiglie e che raccolga i soggetti socialisti, democratici e liberali, di tradizione ambientalista o di ispirazione religiosa, che in tutto il mondo combattono il liberismo della destra conservatrice? Noi dunque opereremo in questa chiave. Con due avvertenze. La prima: non cadremo nella pretesa ridicola di dare lezioni e terremo conto del peso reale delle forze progressiste in campo in Europa. La seconda: non avremo timore di contaminazioni per eccesso di vicinato. Ci affideremo con fiducia alla forza della nostra esperienza e delle nostre convinzioni. Chi volesse osservare la discussione nella Spd e nei verdi tedeschi o le recenti pratiche politiche dei Socialisti francesi potrebbe forse riconoscere qualche traccia delle nostre buone ragioni. Ringrazio lonorevole Bersani per la lettera che ci ha indirizzato. Non avevo dubbi sul suo pensiero che riguarda lidentit del Partito Democratico, sulle sue capacit evolutive e sulla pluralit di culture politiche che non vivono come separate in casa ma vicendevolmente si contaminano. Lapprodo ad un soggetto politico europeo rientra anchesso in questo disegno nel quale, come elettore democratico, mi ritrovo perfettamente. Naturalmente questa soltanto una parte importante del lavoro che il Pd deve svolgere. Ne ho fatto cenno nel mio articolo e confido che venga portato avanti con buona lena perch il distacco tra la pubblica opinione e i partiti in genere nessuno escluso si sta pericolosamente trasformando in un incolmabile fossato. Auguri, caro Bersani, di buon lavoro a voi tutti. e.s.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MARTED 14 FEBBRAIO 2012

La storia

La cultura

Da Caruso al Vate in mostra le ultime volont dei grandi


STEFANIA PARMEGGIANI

Il mondo di Rizzolatti Ecco i neuroni dellempatia


FRANCO MARCOALDI

I 49

Le nuove imprese del Web oggi sono il vero motore delloccupazione. Lanciate da giovani e giovanissimi fatturano milioni e il mondo ce le invidia

RICCARDO LUNA
ltre il posto fisso, forse non c il baratro. C un esercito di startup che si finalmente messo in moto. Alzate lo sguardo. In Cile qualche giorno fa una startup italiana ha vinto la gara mondiale per i migliori progetti di innovazione e business. Doochoo propone un sistema per fare i soldi con i sondaggi in rete, ha gi conquistato clienti come Ikea e Toyota, ed guidata da un giovane che quando parla sembra sempre che stia per ribaltare il mondo: Paolo Privitera, veneziano, 35 anni, da dieci negli Stati Uniti (me ne sono andato perch volevo

Startup

LItaliadelfuturo
L

correre). uno startupper seriale, nel senso che ne ha allattivo gi sei. Il premio cileno funziona cos: i team scelti vengono ospitati a Santiago per sei mesi e incassano 40 mila dollari ciascuno. Tanti? Pochi, se pensate che Doochoo potrebbe essere comprata entro lanno per 25 milioni di dollari. Dice Privitera: A San Francisco non ho mai visto tanti startupper italiani come in questi giorni. Un terremoto? No, un tumulto. Ecco, tumulto rende meglio lidea della rivoluzione in corso. Tumulto iniziato da un po: l8 dicembre a Parigi unaltra startup italiana ha vinto LeWeb, il pi importante evento europeo dedicato alleconomia digitale. SEGUE NELLE PAGINE SUCCESSIVE

OGGI SU REPUBBLICA.IT
San Valentino/1 Salute

MARTED

FEDERICO RAMPINI

APPLE, EXPLOIT ANCHE NEI DIRITTI


a Borsa ieri festeggiava un nuovo record storico per le azioni Apple, che per la prima volta hanno sfondato il tetto dei 500 dollari. Lexploit ha catapultato Apple a 466 miliardi di dollari di capitalizzazione, distanziando sempre di pi la seconda azienda pi costosa del mondo che la compagnia petrolifera Exxon. Ma la notizia pi importante ieri era unaltra: finalmente Apple ha ceduto alle pressioni per fare luce sugli abusi dei diritti umani nella fabbrica cinese che assembla iPhone, iPod e iPad. Una ong specializzata nel verificare le condizioni di lavoro, la Fair Labor Association, ha cominciato ieri le sue ispezioni alla Foxconn di Shenzhen, una delle pi grandi fabbriche del pianeta con 230.000 dipendenti. Da anni la Foxconn tristemente nota per i numerosi suicidi di operai. Di recente si sono moltiplicate le denunce sullo sfruttamento dei lavoratori in quel mega-stabilimento. La stessa Apple nei suoi rapporti sulle condizioni di lavoro aveva ammesso abusi, senza per mai specificare i nomi e lubicazione degli stabilimenti. Ora ha ceduto grazie alle proteste organizzate da gruppi di consumatori americani in diversi Apple Store. Il prossimo passo: cambiare davvero le regole, i salari, gli orari, i diritti sindacali dentro la Foxconn.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cuore smartphone viaggio tra le app per gli innamorati


San Valentino/2

Lavarsi troppo aumenta il rischio di attacchi di asma

Amore140 provate a dirlo con un tweet


Spazio Immagini iPad

Nella via Lattea una strana foschia sfida gli scienziati


Interattivo

A Venezia lartigiano che ripara le gondole

LAMORE FA BENE E NON SOLO AL CUORE: LO DICE LA SCIENZA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

LINCHIESTA R2MONDO
A marzo, il sorpasso: sono pi
i ventenni che fondano imprese di quelli che trovano un lavoro.

I 50

Perch oltre il posto fisso ci sono loro:


gli startupper. Usano al meglio la Rete, parlano pi lingue, viaggiano molto e non sprecano i soldi con cui trasformano idee

innovative in micro-aziende di successo

Ilnuovobusiness dei
(segue dalla copertina)

giovani.it
RICCARDO LUNA
er i francesi stato uno shock: appena qualche giorno prima il presidente Sarkozy faceva i sorrisini quando gli nominavano les italiens. Antonio Tomarchio, 29 anni, partito da Giarre, provincia di Catania, sapeva di dover battere anche lo spread della credibilit: salito sul palco ed ha sbaragliato la concorrenza parlando di Beintoo (una piattaforma per applicazioni legate al gioco che ha tre milioni di utenti al giorno, di cui un milione solo in Cina). Ancora un passo indietro: a ottobre aveva fatto scalpore il fatto che Mashape, limpresa di tre ventenni che avevano polemicamente lasciato lItalia, era stata finanziata con circa un milione e mezzo di dollari dal numero uno di Google e dal fondatore di Amazon, ovvero la Champions League della Silicon Valley. Ma il tumulto non riguarda solo gli startupper lontani. Se restiamo ai casi di successo, quello forse pi eclatante in questi giorni AppsBuilder, piattaforma per farsi da soli applicazioni per telefonino, creata da un ingegnere del Politecnico di Torino di 25 anni, Daniele Pelleri: in

STARTUP
Loperazione, il periodo, di avvio per unazienda. Ma ora diventato sinonimo di idea di impresa, che nasce nel mondo del web e dellinnovazione

VENTURE CAPITAL
Il capitale di rischio fornito da investitori professionali alle imprese di recente formazione con potenzialit di reddito ma elevato fabbisogno finanziario

undici mesi ha gi sfornato 20 mila apps che sono state scaricate oltre un milione di volte. Questo elenco potrebbe non finire mai. E vuol dire in fondo una cosa sola: avanza una generazione di startupper. Sono di solito molto giovani, in prevalenza uomini ma ci sono tanti casi di donne (RisparmioSuper di Barbara Labate il pi noto). E poi: sanno usare benissimo la Rete; parlano alla perfezione almeno linglese; viaggiano in economy anche quando hanno successo perch i soldi non si sprecano; spesso allinizio non hanno un vero ufficio e sanno raccontare il loro progetto in tre minuti esatti, non una misura qualsiasi, ma il tempo di una corsa in ascensore con un potenziale investitore (di qui la formula americanissima degli elevator pitch per le ormai tantissime competizioni a caccia di capitali). Ma, soprattutto, gli startupper, non sanno cos il posto fisso. Il nostro obiettivo nella vita non trovarci un lavoro, ma creare lavoro, ha scolpito nel web Max Ciociola, 34 anni, fondatore di musiXmatch e startup activist. Loccasione fu la sua lettera di uno startupper a Berlusconi e la frase in realt non originale: una citazione della risposta che il rettore di Harvard d ai gemelli Winklevoss nel film

The Social Network. Ecco, Mark Zuckerberg per molti un modello: Ha successo secondo Ciociola perch sa rendere felici un miliardo di utenti. Gli startupper ci sono sempre stati. Alla fine degli anni Novanta, con la cosiddetta new economy, anche in Italia ci fu un fiorire di nuove imprese legate al web. Molte fallirono, mentre alcune sono diventate grandi, molto

grandi: come Yoox, il portale per vendere la moda online, creato da Federico Marchetti dodici anni fa e sbarcato in Borsa nel 2010 sfidando la crisi. Proprio laltro giorno Yoox ha reso noto di aver chiuso lanno con ricavi netti per quasi 300 milioni di euro (pi 35 per cento sullanno precedente): ecco cosa diventata una startup in cui allinizio credeva solo Elserino Piol, il decano degli investi-

tori italiani. Ora c una nuova onda ma diverso. molto pi alta. Facciamo un esempio. Un anno fa, in occasione dei 150 anni dellunit dItalia, Telecom Italia e il Premio Nazionale Innovazione si erano messi in testa di trovare i Nuovi Mille: sembrava un obiettivo esagerato scovare mille aspiranti startupper in un paese in cui si diceva che gli eventi per startup sono pi nu-

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.startupper.it www.h-farmventures.com

I 51

COSA FANNO E DOVE SONO


Le startup italiane si occupano soprattutto di web (60%), di tecnologie dellinformatica e della comunicazione (25%), ma anche di rinnovabili (10%) e biotech (5%). Hanno sede al Nord (39%) pi che al Centro (35%) e al Sud (10%)

PROFILO DA STARTUPPER
32 anni, maschio (ma le donne sono in aumento), laureato (facolt scientifiche nel 61% dei casi) in lavora da solo: il team composto da 2/3 persone, e assumono poi 3 o 4 dipendenti

CON QUALI SOLDI?


Linvestimento di partenza mediamente 70mila euro, reperiti nel 40% dei casi tra amici, familiari e conoscenti. Il 23% delle startup trovano sostegno economico da partner esterni, il 4% da societ di venture capital

I BISOGNI E LE PROSPETTIVE
Per poter crescere il 69% delle startup italiane cerca risorse finanziarie dalle societ di venture capital e nel 50% dei casi necessita di partner strategici per sviluppare lidea di business. Oltre il 60% si evolve e afferma sul mercato

Lintervista

Riccardo Donadon, 45 anni, fondatore di H-Farm, la Silicon Valley italiana

Il web salver leconomia ma ora servono investimenti


Il modello per molti Zuckerberg perch sa rendere felici un miliardo di utenti Il Fondo Italiano ha deciso di destinare 50 milioni di euro al finanziamento dei venture capital
tup America, ovvero una rete di incentivi, facilitazioni e collegamenti per far ripartire leconomia americana con una formula che andava oltre il posto fisso. In Italia un progetto simile non c ancora ma alcuni tasselli stanno andando al posto giusto. Il primo stato la possibilit per gli under 35 di costituire societ semplificate con un euro di capitale e senza notaio. Sembra poco, ma una svolta i cui effetti si vedranno presto. In questi giorni tantissimi ragazzi stanno aspettando che questa previsione del decreto CresciItalia diventi operativa per trasformare il loro progetto in un business. Nasceranno migliaia di startup? Possibile. Ma per farle crescere servir il venture capital, risponde Gianluca Dettori, ex startupperdi successo degli anni Novanta, felicemente passato nel ruolo di talent scout dellinnovazione. In fatto di venture capital siamo lultimo paese dEuropa, per ogni dollaro investito in Italia, la Svizzera ne investe 69, lOlanda 62 e persino Portogallo e Grecia fanno meglio di noi. Come rimediare? Un anno fa, era il 2 febbraio, alla Camera dei deputati il premio Nobel per lEconomia Edmund Phelps venne a sostenere la causa di una Banca dellinnovazione. Ad ascoltarlo, fra gli altri cerano due ministri del governo Monti: Corrado Passera e Francesco Profumo. Non un caso quindi che oggi si stia andando in quella direzione. Spiega Massimiliano Magrini, ex capo di Google Italia, oggi attivissimo investitore di capitale di rischio: Il Fondo Italiano ha deciso di destinare 50 milioni di euro al finanziamento dei venture capital. Sono tanti soldi per il nostro mercato. Se sapremo approfittarne, pu essere un anno memorabile. Startup, Italia!
RIPRODUZIONE RISERVATA

merosi dei progetti. Si iscrissero in oltre duemila: calcolando quattro o cinque persone dietro ogni progetto, voleva dire diecimila potenziali startupper. Un piccolo esercito per fare una nuova Italia. Neanche tanto piccolo, in fondo. Oggi le imprese rischiose, innovative ma con dentro il seme del futuro, non sono pi leccezione di moda: sono la maggioranza. Secondo le stime della Camera di Commercio di Monza e Brianza, nei primi tre mesi del 2012 per la prima volta ci sar uno storico sorpasso: i ventenni che apriranno una impresa (19 mila) saranno di pi di quelli che troveranno un posto di lavoro a tempo indeterminato (18 mila). Inoltre i primi assumeranno seimila persone. Lesempio pi eclatante in casa nostra quello di Groupon, il colosso dei coupon scontati lanciato nel novembre 2008 a Chigago da Andrew Mason. Alla fine del 2010 Giulio Limongelli, 30 anni e un curriculum lungo un metro, ha aperto la sede italiana a Milano: da allora ha assunto a tempo determinato 450 persone. Di media una al giorno. Quanti altri lo hanno fatto in Italia? Nellattuale sistema economico sono le startup lunico motore di nuova occupazione: fu questa conclusione di un report della fondazione Kaufmann a convincere il presidente Obama a lanciare esattamente un anno fa il progetto Star-

ella campagna fra Venezia e Treviso c una fabbrica di startup digitali: si chiama HFarm, dove H sta per Human e Farm per fattoria, visto che si stende per molti ettari di casolare in casolare. Dove prima cerano i trattori, ora ci sono giovani startupper al lavoro. Lartefice di tutto ci si chiama Riccardo Donadon, ha 45 anni, e con il socio Maurizio Rossi, 47, sta provando, dal 2005, a ricreare una piccola Silicon Valley. Qualche giorno fa il Financial Timesgli ha dedicato un lungo servizio definendo H-Farm il tentativo di creare un centro di tecnologia e venture capital in un paese che ne totalmente privo. Tutto cominciato con una startup? S, nel 1995 lavoravo in Benetton. Mi venne in mente di creare un centro commerciale virtuale: il primo portale di ecommerce. Poi ho fondato eTree. Aiutava le aziende a entrare in rete. Era il 1998, erano tutti pazzi per il web. Di eTree si parl molto allepoca per il fatto che lufficio fosse aperto 24 ore al giorno e che ci fosse il biliardino per i dipendenti: gi allora aveva in testa la Silicon Valley. Sono innamorato del loro modello. Non intendo il calciobalilla, il biliardo o le piste da bowling nelle aziende. Ma le possibilit che senti di avere. Il fatto di incontrare ad ogni passo qualcuno che sta provando a fare qualcosa di importante. Anche in Italia si muove qualcosa? Un esempio: ogni settimana da noi si fa un piccolo evento chiamato storming pizzaper parlare di nuovi progetti. Stanno venendo ogni volta centinaia di persone da tutta Italia. Mai stato cos prima. Non tutti se ne sono ancora resi conto ma le cose stanno cambiando. Rispetto a prima quando si parlava solo del la-

to folkloristico del web, del calcetto in ufficio appunto, ora parlare di startup non pi una cosa da pionieri. Ma dobbiamo ancora lavorare sulla mentalit. Intende la cultura del posto fisso? Mi illudo che certe cose non appartengano pi alle nuove generazioni. folle che si possa ancora guardare al futuro solo in questo modo: ci sono opportunit pazzesche. Forse queste opportunit non sono cos evidenti. O forse hanno paura di sbagliare. La cultura del fallimento laltra cosa da combattere. Da noi chi sbaglia un fallito, in Silicon Valley uno che ci ha provato. Se la politica riuscisse a trasmettere la consapevolezza delle opportunit, forse pi giovani si lancerebbero. Qualche segnale c. La societ a un euro per gli under 35. Molto comoda. Sono curioso di vedere cosa accadr, secondo me cambia tutto: prima ogni volta per una startup buttavamo 15 mila euro tra capitale e notaio, ora quei soldi vanno nel progetto. importante anche psicologicamente: 1 euro fa pensare che provarci facile e sbagliare non cos grave. E poi i 50 milioni di euro del Fondo Investimenti per il venture capital. Fondamentali. Servono investimenti su cui guadagnare. Cosaltro serve per far decollare leconomia? Un progetto come Startup America di Obama. Le aziende tradizionali fanno fatica; se non usano la tecnologia, sono spacciate. Solo la cultura della rete pu garantirci un futuro. (r.l.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

ANAS S.p.A.
Compartimento della viabilit per la Calabria
UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA S.U.A. CALABRIA

ESTRATTO BANDO DI GARA


1. Amministrazione Appaltante: AUTORIT REGIONALE - Stazione Unica Appaltante - Regione Calabria - Via Cosenza 1/G - 88100 Catanzaro Lido - Telefono: 0961 857281 - Fax: 0961 857291 - Indirizzo Posta Elettronica: sua@pec.regione.calabria.it - Indirizzo internet (URL) www.regione.calabria.it. 2. Amministrazione contraente: REGIONE CALABRIA - Dipartimento N. 9 - Infrastrutture e Lavori Pubblici - Via Francesco Crispi, 33 - 88100 Catanzaro - tel. 0961. 709564-72 codice Fiscale 02205340793. 3. Indirizzo internet (URL): www.regione.calabria.it. 4. Procedura di aggiudicazione: aperta ai sensi dellart. 54 comma 2 e dellart. 55 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. 5. Forma dellappalto: appalto pubblico di servizi. 6. Oggetto dellappalto: afdamento del servizio di verica, nalizzata alla validazione della Progettazione Denitiva, per appalto integrato, comprensiva del piano di sicurezza, della successiva verica della Progettazione Esecutiva e delle eventuali Perizie di Varianti, relativo alla realizzazione del Sistema di collegamento metropolitano tra Cosenza - Rende e Universit della Calabri, ai sensi dellart. 112 del D.Lgs. 163/2006, e s.m.i., e dellart. 48 del D.P.R. 207/2010. 7. Importo del servizio: 350.000, 00 Iva esclusa, soggetto a ribasso dasta unico, oneri per la sicurezza non previsti. 8. Luogo di esecuzione: Italia, Regione Calabria. 9. Durata dellappalto: dalla sottoscrizione del contratto di afdamento no allapprovazione del certicato di collaudo dei lavori, presuntivamente entro il 30.11.2015. 10. Informazioni di carattere giuridico, economico, nanziario e tecnico: sono indicate nel Disciplinare di gara. 11. Criteri di afdamento: offerta economicamente pi vantaggiosa. 12. Divisione in lotti: no. 13. Lingua utilizzabile: italiana. 14. Modalit di presentazione della domanda: i concorrenti possono presentare domanda secondo le modalit indicate nel Disciplinare di gara pubblicato sul sito della Regione Calabria www.regione.calabria.it alla sezione Bandi ed avvisi di gara. 15. Termine per la ricezione delle offerte: ore 12.00 del 26/03/2012. 16. Indirizzo al quale devono essere inviate le offerte: Regione Calabria - Autorit Regionale - Stazione Unica Appaltante - Via Cosenza 1/G 88100 Catanzaro Lido. 17. Termine per lapertura delle domande di partecipazione: in data 02/04/2012 alle ore 10:00 in seduta pubblica presso lAUTORIT REGIONALE - Stazione Unica Appaltante - Via Cosenza 1/G 88100 - Catanzaro Lido. 18. Responsabile Unico del Procedimento: Ing. Luigi Zinno - Dirigente della Regione Calabria - Via E. Mol, snc - 88100 Catanzaro - Telefono: 0961/853189 Fax: 0961/853409, Indirizzo Posta Elettronica: l.zinno@regcal.it. 19. Responsabile del Procedimento di gara: Arch. Francesco Cersosimo, Telefono: 0961/857272 Fax: 0961/857297, Indirizzo Posta Elettronica: f.cersosimo@regcal.it. Il bando, il disciplinare e il capitolato prestazionale sono pubblicati sul sito www.regione.calabria.it - sezione Bandi ed avvisi di gara. Gli elaborati progettuali sono posti in visione, sino al termine di presentazione delle offerte, presso lUfcio del RUP - Dipartimento N. 3 - Programmazione Nazionale e Comunitaria - sito in Via Mol, snc, 88100 Catanzaro - Tel. n. 0961/853189 - Fax n. 0961/853409 e potranno essere consultati nei giorni dal luned al venerd dalle ore 9.00 alle ore 13.00 ( preferibile preavviso telefonico). Il Dirigente della Sezione Tecnica: Dott. Mario Martina

AVVISO DI GARA PER ESTRATTO


pubblicato sulla G.U.R.I. n. 18 del 13.02.2012 il bando relativo alla sotto indicata gara da effettuarsi mediante procedura aperta con il criterio del prezzo pi basso (art.82 comma 2 del D.lgs. 163/06), con esclusione automatica delle offerte anormalmente basse ai sensi dellart. 122, comma 9 e dellart. 86, comma 1 del D. Lgs. n. 163/2006 per lafdamento dei seguenti lavori: GARA N. CZBS12/1 del 14.03.2012 - Codice commessa: Voce di Budget Z2A - CIG.: 3858405886 - Oggetto: Lavori di adeguamento e ammodernamento fabbricati esistenti presso la Casa Cantoniera di Cuturelle ubicata lungo la SS. 107+180 in comune di San Giovanni in Fiore (CS) - Importo soggetto a ribasso 526.500,00 - Oneri sicurezza 20.500,00 - Importo a base dappalto 547.000,00 - Categoria prevalente: OG1 III class. 547.000,00 - Cauzione provvisoria 2% 10.940,00. Tempo contrattuale Tc = giorni 270 comprensivo di Ts = giorni 30 (Andamento stagionale sfavorevole). I plichi contenenti le offerte e la relativa documentazione, devono pervenire presso lANAS S.p.A. - Compartimento della Viabilit per la Calabria - Via E. De Riso n. 2 - 88100 Catanzaro a mezzo raccomandata/posta celere (Poste Italiane o altro corriere autorizzato), entro il termine perentorio del 13.03.2012 ore 11:00. Aperture offerte: in seduta pubblica il giorno 14.03.2012 alle ore 09:30 a seguire, presso il salone Gare Compartimentale di Catanzaro. Il bando integrale pubblicato su Albo Pretorio on line del Comune di Cosenza, sullAlbo compartimentale di Catanzaro e delle Sezioni Staccate di Cosenza e Reggio Calabria e sui Siti Internet www.stradeanas.it. (ANAS S.p.A.) e www.serviziocontrattipubblici.it. (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti). IL DIRIGENTE DELLAREA AMMINISTRATIVA Avv. Giuseppe SCISCI
VIA E. DE RISO, 2 - 88100 CATANZARO Tel. 0961/531011 - Fax 0961/725106 sito internet www.stradeanas.it

COMUNE DI SANREMO ESITO DI GARA Stazione Appaltante:Comune di Sanremo - Servizio Appalti e Contratti C.so F. Cavallotti, 59 - 18038 - Sanremo (IM) tel. +390184/580439 - fax +390184/502371. Oggetto dellappalto: Servizio di pulizia dei collettori fognari, asportazione, trasporto e smaltimento a discarica dei fanghi dagli impianti ecologici comunali, avente la durata certa di anni due, eventualmente rinnovabile Codice CIG: 1874465971. Procedura di aggiudicazione: procedura aperta di cui allart. 55 e ss. del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., con il criterio del prezzo pi basso, mediante massimo ribasso percentuale unico, ai sensi dellart. 82, comma 2, lett. a), pari decreto. Aggiudicazione definitiva: determinazione dirigenziale n. 101 del 30 gennaio 2012, esecutiva - Numero di offerte ricevute: 3. Soggetto aggiudicatario: R.T.I. costituendo - R.S.E. Riviera Servizi Ecologici S.r.l, C.F./P.I. 00892480088, con sede legale in Taggia (IM), Via Periane n. 21 - Docks Lanterna S.p.A., C.F./P.I. 023515050100, con sede legale in Genova, Via Corsica 366.000,00 oltre IVA 21% riferito alla n. 21/6a. - Importo di aggiudicazione: durata contrattuale certa di anni due - ribasso offerto: 22,7% da applicare allelenco prezzi. Lesito di gara pubblicato all'Albo Pretorio e scaricabile dai siti Internet: www.comunedisanremo.it e www.appaltiliguria.it. Data di invio alla U.E.: 30/01/2012. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI Avv. Antonio Borea

Via A. Costa 12 - 40062 MOLINELLA (BO)

MOLINELLA FUTURA Srl

AVVISO DI PROCEDURA APERTA indetta Procedura Aperta per affidamento dellAppalto per SERVIZIO DI MANUTENZIONE VERDE PUBBLICO-TRIENNIO 2012/2015 - CIG 38399223E0. Importo complessivo a base di gara 675.000,00 IVA esclusa di cui 650.400,00 per lavori ed 24.600,00 per oneri di attuazione dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso. Procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, D.Lgs. n. 163/2006. Criterio: offerta economicamente pi vantaggiosa ai sensi dellart. 83 D.Lgs. n.163/2006. Offerte entro le ore 12.00 del giorno 17/3/2012 a MOLINELLA FUTURA Srl Via Costa 12 40062 MOLINELLA (BO). Il Bando stato inviato alla GUCE e ricevuto il 25/1/2012 ed pubblicato integralmente allAlbo Pretorio del Comune di Molinella e sul sito www.comune.molinella.it. Per informazioni: 0516906864-0516906873 -fax 0516906869. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E AMMINISTRATORE UNICO Dr. Danilo Fricano

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

IL CASO R2CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.loveinshallah.com www.washingtonpost.com

I 53

Negli Stati Uniti esce oggi a San Valentino Love, InshAllah, una raccolta di venticinque storie vere Lobiettivo delle due autrici: Far capire che sotto il burqa c di pi. Anche noi abbiamo desideri e sofferenze

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE ANGELO AQUARO NEW YORK an Valentino non figura tra i profeti dellIslam ma Nura Maznavi e Ayesha Mattu hanno scelto proprio il 14 febbraio per fare strage dei pregiudizi che circondano le musulmane e il sesso con un libro. Prendete la storia di Najva Sol. Aveva 15 anni la prima volta che fece sesso scoprendo quel mondo che i genitori le avevano oscurato. Ogni divieto produce una reazione opposta e Najva naufrag in un mare di sesso, alcol e bugie. Finch non and al college, cominci a studiare, prese coscienza, sinnamor della letteratura e cominci a sperimentare con la scrittura. E qualcosaltro: tuffandosi in una tumultuosa relazione con la sua compagna di stanza. Aveva 21 anni quando prese il coraggio di affrontare quei genitori, iraniani immigrati, che non avrebbero certamente trovato il coraggio di perdonarla. E invece, ricorda Najva, che per quella confessione aveva scelto il campo neutro di un chiassoso caff, quelli sapevano gi tutto: o quantomeno sospettavano. Per la sorpresa, stavolta, della ragazza: Droghe, ubriacature, sesso tra ragazzi e ragazze: magari sar normale per gli standard dellAmerica che guarda Mtv racconta la ragazza al Washington Post ma non per una famiglia iraniana che non aveva voluto neppure mettere la tv nel salotto. Se c una parola che unisce le 25 storie raccolte, come quella di Najva, in questo Love, InshAllah, cio Lamore, grazie a Dio, forse proprio contraddizione. Venti storie su 25 sono raccontate con tanto di nome e cognome vero: un atto di coraggio. Le cronache di questi giorni sono ancora piene dei riflessi di un fattaccio doltrefrontiera, le figlie e la moglie trucidate in Canada, con laiuto del figlio maschio, da un immigrato afgano che non tollerava che le ragazze vedessero gli amici occidentali: un caso-Hina, la povera pachistana trucidata a Brescia, anche al qua dellAtlantico. In America la parola musulmano porta subito in mente politica e sicurezza nazionale, ricorda Ayesha Mattu, che lavora nei diritti umani. Con questo libro volevamo far capire che sotto il burqa c di pi. Dice laltra curatrice, Nura Maznavi, anche lei avvocato specializzata nei diritti civili: Le donne musulmane vengono viste o come danzatrici del ventre, ridotte a corpi sotto controllo celate dietro alle vesti neri, senza desideri, tantomeno di sesso. La verit che come tutte le donne anche noi soffriamo per amore. Un cammino contorto come quello di tutte le ragazze e i ragazzi di ogni latitudine. Di fronte ai divieti del pap iraniano lirrequieta Najva

IL LIBRO
Love, InshAllah il titolo di una raccolta di storie sugli amori delle ragazze musulmane cresciute negli Usa

Il sesso sotto il velo gli amori segreti delle musulmane cresciute in America

fu sorpresa quattordicenne davanti al computer a compulsare siti porno: Ma io ero solo curiosa di vedere come siamo fatti. Love, InshAllah racconta finalmente quello che le donne (islamiche) non dicono. Ed solo lultimo arrivato in una sfilza di libri che negli ultimi anni hanno contribuito a sollevare appunto il velo sui pregiudizi, nostri e loro, su Islam e sesso: dallo

scandaloso La mandorla, il romanzo che sotto il nome darte di Nedjma fu identificato come I racconti della vagina musulmani, fino a quellAmerican Dervishcon cui Ayad Akhtar racconta oggi leducazione sentimentale di un musulmano (e di riflesso varie musulmane) cresciuto negli Usa. Ma quelli sono romanzi. La raccolta di Nura e Ayesha invece piena di storie vere.

Anche se per il nostro pregiudizio incredibili. Quando Najva trov il coraggio di raccontare ai genitori che cosa aveva combinato sessualmente, concluse col cuore in mano: posso continuare a essere per voi una brava figlia, una brava persona e una brava lesbica? E i genitori pi severi del mondo per Amore, grazie a Dio risposero di s.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

Parla la scrittrice iraniana Farzaneh Milani: In Occidente strane idee sullIslam

Ci sono troppi pregiudizi il Corano incoraggia leros


ALESSANDRA BADUEL
n Occidente avete sempre una strana idea del mondo musulmano. LIslam non proibisce il sesso, anzi lo considera un diritto. La scrittrice e studiosa iraniana di genere Farzaneh Milani insegna Donne e Islam alluniversit della Virginia e sta per pubblicare ledizione francese del suo ultimo libro sulle iraniane, Les mots sont mes armes, le parole sono le mie armi. Cosa pensa dellimmagine delle musulmane in Occidente? Sono due: una la musulmana a cui la sessualit proibita. Laltra lodalisca che agogna il sesso, esperta e disponibile. Ma c una terza immagine: la realt di un Islam che incoraggia il sesso. Certo ponendo dei parametri entro cui concesso, ma senza concepire il peccato originale di Adamo ed Eva. Cos la sessualit, secondo lIslam? Un diritto per uomini e donne. Per lIslam, se una donna pu provare che il marito non la soddisfa sessualmente, ha diritto al divorzio. Cosa pensa delle giovani musulmane americane di seconda o terza generazione? Che ce ne sono di tutti i tipi e totalmente integrate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA STUDIOSA
Iraniana, Farzaneh Milani docente di studi di genere

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

LA MODA R2CRONACA

I 54

PER SAPERNE DI PI www.mbfashionweek.com www.seidimoda.repubblica.it

Sulle passerelle newyorkesi la scelta di stupire rimanendo sempre ancorati alla vita reale Signore algide, ragazze originali, femmine seducenti: limportante avere abiti con personalit
I dettagli

GLI ORECCHINI LA POCHETTE


Raso e Swarovski per la borsetta firmata Rodo3 Rubini o zaffiri Sweet per Giorgio Visconti

DAL NOSTRO INVIATO LAURA ASNAGHI NEW YORK ive tra Park Avenue, una delle strade pi esclusive di Manhattan, e il verde del Connecticut, la raffinata signora di Tommy Hilfiger, affascinata da una moda classica, con contaminazioni rock e sportive. Durante la settimana veste con rigorosi cappotti dai dettagli militari, stile cadetti di Westpoint, e per il fine settimana si concede labbigliamento da cavallerizza, con giacche trapuntate e abiti in seta che riproducono le

LA DCOLLET LOROLOGIO
Movimento meccanico a carica automatica, dettagli fashion, design di Kenneth Cole

Con plateau e tacco 14 la proposta di Padovan

Collage di stili
staffe dei cavalli. Quella di Hilfiger una moda classica la compri oggi e la puoi usare sempre dice lo stilista sottolineando che nella sua collezione c lottimismo degli americani, che guardano avanti. La passerella riproduce il percorso allinterno di un giardino che fa pensare a quelli di ricche magioni con alberi secolari e muri di cinta maestosi. In passerella le american beauty di Hilfiger hanno come icona di riferimento Nicole Kidman, una bellezza algida, riscaldata dalla musica di All you need is love dei Beatles. Altra passerella altra musica, questa volta bollente per Custo Barcelona. Sullo sfondo di un mobile alla Calder, il marchio spagnolo esalta il suo Dna, mescolando tessuti, pelle, lana, colori, in maniera puzzle. una Belle de jour molto ironica ricorda Yvan Mispelaere, il braccio destro di Diane von Furstenberg, stilista e presidente della Camera della moda americana. lei la regista dei calendari delle sfilate, oggetto di una recente polemica. Cari italiani, avete vinto voi dice tutto resta come pri-

ELEGANZA
Cavallerizza con dettagli militari, la donna di Tom Hilfiger ha sempre uneleganza che dura

STRAVAGANZE
Tessuti, pelle, lana, colori per la fantasia dei fratelli che hanno dato vita al marchio Custo Barcelona

Hilfiger e Custo rock, colori e fantasia


ma. Quindi niente modifiche nei calendari della moda che rischiavano di stritolare la passerella di Milano tra quella di New York e Londra, nel tentativo di

affossare il made in Italy. Con Y3, il marchio di Adidas disegnato da Yohji Yamamoto, si va alla scoperta dellAsia. Gli abiti, dallimpronta poetica, si

Diane von Furstenberg esalta una seduzione sottile, che non vuole svelare
sempre pi creativa e stravagante, con elaborate costruzioni al telaio. Noi siamo i pionieri della sperimentazione dice Custo Dalmau che con il fratello ha creato il marchio, diventato famoso nel mondo per il mix di stampe, uno stile che ha fatto scuola e che molti copiano. Ecco perch Custo si lancia in questa nuova sfida con un linguaggio creativo fantasioso, con tessuti dai riflessi metallici, mescolati alla pelle e silhouette che fasciano il corpo. Seduzione e mistero rappresentano invece le due parole chiave della sfilata di Diane von Furstenberg, una collezione molto francese, pensata per una donna che vuole far perdere la testa al suo uomo, con ampi cappotti stretti in vita che non toglie mai, lasciando il dubbio che sotto sia nuda. E se sceglie un abito preferisce quello che svela solo lo stretto necessario, con decori fatti di cuori, serrature e tessere di

Levento

Il marchio torna alle origini con labbigliamento per gli sport invernali

Pattinando tra le luci al Central Park duecento atleti vestiti Moncler


SPETTACOLARE show di pattinaggio artistico, al Wollman Rink, di Central Park di New York per il lancio della collezione Moncler Grenoble che segna il ritorno del marchio alle sue origini con giacche, pantaloni, maglie, sciarpe, cappelli, ghette e calze, perfetti per gli sport invernali. Tra giochi di luci colorate, si sono esibiti 180 atleti, maschi e femmine, professionisti di pattinaggio artistico. Con indosso i capi della nuova collezione, hanno incantato il pubblico (tra loro Liz Hurley con marito e figlio) con uno spettacolo di pattinaggio artistico sincronizzato. Al bordo della pista ha cantato dal vivo un gruppo gospel che si alternato con una orchestra di artisti newyorkesi. A curare le corografie stata Luam, personaggio noto nel mondo dello show business perch la regista degli spettacoli di Beyonc, Rihanna e Britney Spears. Ma il direttore artistico del mega show di Moncler Grenoble a Central Park stato Etienne Russo che da sempre cura gli eventi del marchio, rilanciato con successo da Remo Ruffini.

ispirano alle trib nomadi, con dettagli etnici che si sposano a tessuti tecno, come quelli antifreddo usati dalla Nasa. In prima fila, a rappresentare i volti nuovi del cinema italiano Martina Codecasa. Edun, il marchio pro-Africa fondato nel 2005 da Bono e sua moglie Ali, propone abiti con stampe di zebre e giraffe su morbida seta e flanelle, vere cartoline dallA-

E Costume National di Ennio Capasa sponsorizza il video dellartista Marina Abramovic


frica per non dimenticare un continente straziato da mille conflitti. Con Thakoon, uno degli stilisti amati da Michelle Obama, si torna a una eleganza di massima semplicit fatta di abiti che esaltano il corpo con un gioco di elastici nascosti al loro interno. La moda anche arte e cos Costume National di Ennio Capasa, ha deciso di sponsorizzare il video di Marina Abramovic che celebra il suo funerale da viva, con un cast deccezione: Robert Wilson (per le coreografie), lattore Willem Dafoe e la regia di Giada Colagrande. Allanteprima del video cerano anche Lou Reed con Laurie Anderson e Abel Ferrara.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SEDUCENTE
Tutto stretto in vita per Diane von Furstenberg

NOMADE
Ispirata alle trib la moda Y3, Adidas & Yamamoto

LO SHOW
Spettacolare levento Moncler

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

LA STORIA R2CULTURA
Apre a Roma una mostra di manoscritti storici Sono le ultime disposizioni di 25 italiani illustri

PER SAPERNE DI PI www.fondazionenotariato.it www.archiviocapitolino.it

I 55

I documenti

Testamenti
Da Verdi a Pirandello le volont dei grandi
del faldone in cui era contenuto. Quando leroe dei due mondi prese la penna in mano per lultima volta chiese al figlio Menotti di occuparsi dei fratelli pi piccoli. Una preoccupazione che accomuna anche altri italiani illustri. Giovanni Agnelli senior raccomandava ai suoi eredi di rimanere uniti negli affetti e negli intendimenti e di ricordare che il maggior conforto e la maggiore forza morale nella vita sono la-

GIUSEPPE GARIBALDI
Chiese che la salma venisse vestita con la camicia rossa. E il giorno prima di morire integr il testamento affidando al primogenito i figli pi piccoli

STEFANIA PARMEGGIANI
iuseppe Verdi scelse il silenzio. Non quando ormai prossimo alla morte riposava in una camera dalbergo di Milano e i rumori, lo scalpitio dei cavalli e il cigolio delle carrozze, gli arrivavano attutiti dalla paglia gettata in strada per proteggerlo. Ma il 14 maggio 1900, quando nel suo testamento con mano ferma ordin: Che i miei funerali siano modestissimi e siano fatti allo spuntar del giorno o allAve Maria di sera senza canti e suoni. Non fu lunico, tra gli italiani illustri, a scegliere un commiato sobrio. Altri come Luigi Pirandello dissero addio al mondo in solitudine o chiesero, come il primo presidente della Repubblica Enrico De Nicola, di non essere commemorati in nessun tempo, in nessun luogo, per nessuna ragione, in nessuna occasione. Le ultime volont di venticinque uomini e donne celebri da Grazia Deledda a Guglielmo Marconi, da Cavour a Papa Giovanni XXIII sono state raccolte dal Consiglio nazionale e Fondazione italiana del Notariato, in collaborazione con la presidenza del Consiglio dei Ministri e lassessorato alle politiche culturali e centro storico di Roma Capitale, nella mostra: Testamen-

more di patria, la coesione famigliare, la rettitudine e il rispetto dal lavoro umano. Un testamento spirituale che, come altri in mostra, non sempre stato rispettato. Le ceneri di Pirandello non furono disperse, a De Nicola vennero dedicate strade, piazze e istituzioni. Verdi, lui s, trov il silenzio che desiderava: centomila persone seguirono il suo feretro senza pronunciare parola.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GABRIELE DANNUNZIO
Assicur i suoi scritti: Tutto devessere raccolto e custodito e vivere nel Vittoriale degli italiani. E si raccomand al fratello dArmi Mussolini

ENRICO CARUSO

Il compositore e lo scrittore vollero funerali semplici Mentre DAnnunzio cit Mussolini


ti di grandi italiani. Da gioved al 17 marzo lArchivio storico capitolino esporr i lasciti, scritti a mano e originali, che svelano eredit affettive e spirituali oltre che economiche. Nei documenti si rintraccia spesso la volont di un commiato sobrio. il caso di Luigi Pirandello che chiese di essere trasportato con un carro dinfima classe, quello dei poveri senza che n parenti n amici lo seguissero: Bruciatemi. E il mio corpo, appena arso, sia lasciato disperdere, perch niente, neppure la cenere, vorrei avanzasse di me. Come Lina Cavalieri, la donna pi bella del mondo, che dopo quattro matrimoni e una vita sotto i riflettori, volle un funerale improntato a quella sincerit che esula sempre dalle cerimonie fastose. Leccezione pi vistosa, ma difficile stupirsi, quella che Gabriele DAnnunzio affid alla carta per assicurarsi che i suoi scritti venissero custoditi nel Vittoriale degli italiani, chiamando in causa anche il suo fratello dArmi Benito Mussolini. In altri documenti, quello che emoziona, la calligrafia, resa incerta dalla mano tremante per paura del futuro o per lavanzare della malattia. Come accade nel codicillo testamentario che Giuseppe Garibaldi firm il giorno prima di morire e oggi visibile grazie al restauro

Il 4 gennaio 1919, tre anni prima di morire, il tenore chiese ai suoi eredi di mantenere decorosamente la sua matrigna Maria Castaldi

ETTORE PETROLINI
Lasci ai figli la Villa di Castelgandolfo con lobbligo di alloggiare sua moglie se non maritata

GUGLIELMO MARCONI
Ricord i tre milioni dati con il divorzio allex moglie perch non siano dimenticati alcuni momenti della mia vita, certo non piacevoli

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

CULTURA
DISEGNO DI GABRIELLA GIANDELLI

*
I 57

VERIT/4
FRANCO MARCOALDI

CHE COSA RESTA DELLA

Lo studioso spiega perch il metodo della ricerca non pu accettare il relativismo


desime azioni. Avremmo potuto tralasciare la cosa, invece siamo stati bravi a focalizzare lattenzione proprio su questo punto. Perch da l cominciato tutto: cambiata la nostra strategia, e i nostri esperimenti si sono indirizzati anche verso gli esseri umani. Qual la definizione pi semplice e sintetica di neurone specchio? un neurone che offre la descrizione dellazione altrui in termini motori propri di colui che la osserva. Vede, esistono due forme di conoscenza. La prima di tipo logico-inferenziale, alla Sherlock Holmes. Osservando una persona che afferra un bicchiere in un certo modo, ne deduco che lo sta prendendo per bere la birra che vi contenuta, oppure per passare quel bicchiere a un altro signore o ancora per sbatterlo contro il muro. Ma esiste anche unaltra forma di conoscenza, pi empatica, fenomenologica, alla Merleau-Ponty. Ovvero: io non ho bisogno di fare quel lungo tragitto conoscitivo di tipo logico-inferenziale, perch dentro di me, nel mio sistema nervoso, esiste gi un progetto simile al tuo. E lo colgo immediatamente. questo che abbiamo dimostrato: esistono dei programmi motori identici tra i diversi individui. Se una persona piange, dentro di me pianger la stessa area neurologica che si attiva quando a piangere sono io. E lo stesso accade con le diverse forme di dolore o di disgusto. Ne consegue che il sistema motorio non un semplice esecutore di comandi, ma uno strumento di conoscenza a tutti gli effetti. Esattamente. E difatti: se arrivasse un marziano e cominciasse a fare dei gesti strani, incomprensibili, non si determinerebbe nessuna reazione intima del nostro sistema motorio. Se invece io vedo una persona saltare o correre, mi agito, imito il suo gesto, vorrei farlo anchio. Perch ci che lui sta facendo gi dentro di me. Per questo capisco immediatamente cosa c dietro quel suo gesto. Perch dentro di me esiste una copia esatta di quel comportamento. Ha mai provato a verificare lattivit dei neuroni specchio in ambito artistico? S, e qui si torna allempatia. Abbiamo lavorato con alcune immagini di sculture classiche, greche e rinascimentali, e grazie allaiuto di amici matematici abbiamo cambiato, appena appena, la loro proporzione aurea. Ebbene, la cosa interessante che a quel punto lattivazione delle aree visive corticali permaneva, ma quella della struttura emozionale, linsula, veniva a mancare. Questo significa che geni come Prassitele o Donatello riescono a suscitare dentro di noi una vera e propria reazione biologica. Professore, volendo ricapitolare il senso pi generale della sua ricerca: qual il fine ultimo che la anima? Definire il funzionamento del sistema nervoso con la migliore approssimazione possibile. Da giovane ero a Pisa e lavoravo con il professor Moruzzi: nei nostri laboratori regnava unatmosfera quasi mistica. Anche allora non cerano abbastanza soldi per la ricerca, non certo una novit degli ultimi anni. Ma noi lavoravamo come dannati, nella convinzione che non avremmo mai guadagnato come dei chirurghi o dei medici alla moda, ma in compenso facevamo quello che ci piaceva. E quello che ci piaceva era utile alla societ. Si pu ambire a qualcosa di pi? lo stesso insegnamento che ho cercato di trasferire ai miei allievi: perseguire la ricerca della verit con tenacia e pazienza. Assumendosi per, al momento opportuno, tutti i rischi necessari. una lezione che mi dette il premio Nobel John Eccles. Controlla bene tutti i dati che hai a disposizione: ma quando sei intimamente convinto di quello che hai fatto, compi lazzardo. Esponiti al pericolo di essere criticato, ma prova finalmente a dire la tua. (4 - continua)
RIPRODUZIONE RISERVATA

PARMA asta guardare qualcuno dei tanti video che circolano su You Tube, o meglio ancora leggere il volume che il neuroscienziato Giacomo Rizzolatti ha scritto con il filosofo Corrado Sinigaglia (So quel che fai, Cortina editore), per capire leccezionalit della scoperta dei neuroni specchio, neuroni che si attivano non soltanto quando siamo noi a compiere unazione, ma anche quando, ed questa la sorpresa non contemplata dalla fisiologia classica, la vediamo compiere da un altro. Scoperti allinizio degli anni Novanta, scritto nel libro, essi mostrano come il riconoscimento degli altri, delle loro azioni e perfino delle loro intenzioni dipende in prima istanza dal nostro patrimonio motorio. Percezione e azione, insomma, vanno insieme: il cervello che agisce anche e innanzitutto un cervello che comprende. Ora, perfino la persona pi digiuna di scienza, come il sottoscritto, si rende immediatamente conto delle infinite ricadute di tale scoperta: non soltanto in ambito medico, ma psicologico, estetico, filosofico. I circuiti specchio, infatti, ineriscono a molte esperienze di tipo sociale, che vanno dallimitazione alla comunicazione gestuale e verbale, senza contare le emozioni mediate da quellarea neurologica detta insula, la quale si attiva davanti alla sofferenza dellaltro, facendola sentire come propria. Lempatia, questa la conclusione, ha una precisa base biologica e regola il rapporto tra le persone. Ecco spiegato perch il celebre neurologo indiano Vilayanur S.Ramachandran si spinto ad affermare: i neuroni specchio saranno per la psicologia quello che il Dna stato per la biologia. Capofila di questa rivoluzionaria scoperta Giacomo Rizzolatti, una bellissima faccia da moschettiere e modi semplici, schietti. Direttore del Dipartimento di Neuroscienze dellUniversit di Parma e da tempo in odore di Nobel, in questo preciso istante diviso tra lintervista e un ben pi decisivo incontro per ottenere da una fondazione nuove risorse per la sua ricerca. Lei mi chiede cosa rappresenti, per uno scienziato come me, la parola verit. Tutto, direi. la nostra missione: un valore assoluto. Perch vede, la parola relativismo ha un significato quanto mai positivo, se la coniughiamo con Montaigne e le guerre di religione del 600. Ma tutto un altro paio di maniche, se quella parola finisce in bocca a certi filosofi contemporanei che la utilizzano per dimostrare linsussistenza di fatti oggettivi. Sono un medico e so bene che se la glicemia non rientra in certi valori, il malato che ho di fronte muore. un dato di fatto, incontrovertibile. Oppure: prenda la legge di gravit, o la velocit della luce. Sono entrambe soggette a misurazione e certo non rientrano nella categoria dei fenomeni relativi, modificabili a seconda del contesto sociale o delle interpretazioni individuali. Gli scienziati sanno, e in particolare lo sanno i biologi, che esistono aspetti della realt indiscutibili. Naturalmente la cultura esercita un ruolo, ma entro i limiti imposti dalla biologia. Per lidea di revocabilit intrinseca alla forma mentis scientifica. Thomas Kuhn parlava di slittamenti tra i diversi paradigmi scientifici. La scienza procede per successive approssimazioni, ma non per questo i risultati raggiunti finiscono per essere negati. Semmai vengono riscritti dentro unaltra cornice. Secondo nuove ricerche i neutrini potrebbero viaggiare a una velocit superiore a quella della luce. Ma questo non metter in discussione la velocit con cui viaggia la luce. La vostra ricerca sui neuroni specchio era cominciata con le scimmie, poi, a un certo punto si spostata sugli umani e ha dato i sorprendenti risultati che sappiamo. Le domando: nel suo lavoro che ruo-

RIZZOLATTI
Lo scienziato un musicista della realt cos abbiamo scoperto i neuroni dellempatia
lo giocano la fantasia e il caso? Pi che di fantasia, io parlerei di talento. Le persone comuni spesso lo ignorano, ma nel nostro mestiere il talento conta moltissimo. una cosa acclarata per i matematici, non altrettanto per i biologi. Quando ero ragazzo anchio pensavo che lo scienziato, alla fin fine, soltanto un osservatore attento che mette in ordine i dati che via via gli si presentano. Non cos. Per scoprire qualcosa di nuovo occorre lo stesso talento di un compositore capace di creare nuovi legami tra note e melodie. Nel nostro caso si tratta di cogliere laspetto nascosto delle cose, di connettere aspetti comportamentali apparentemente lontani tra loro. Quanto al caso, invece, che ruolo ha giocato durante la ricerca dei neuroni specchio? Non stato cos rilevante come po-

GIACOMO

La serie
Con lintervista a Rizzolatti prosegue la serie sulla verit Le sue ricerche sui neuroni specchio sono illustrate nel libro So quel che fai scritto con Corrado Sinigaglia e pubblicato da Cortina

trebbe sembrare. Pi semplicemente, a un certo punto abbiamo cambiato strategia. Prima per devo ricordare un altro fatto: la maggior parte degli studiosi che ci hanno preceduto erano convinti che il sistema motorio produce soltanto dei movimenti. Dunque la loro ricerca si riduceva ad un accumulo quantitativo di dati. Il nostro approccio nei confronti delle scimmie era invece pi etologico. Ci rapportavamo a esseri viventi che entrano in contatto con altri esseri delle stessa specie, oltre che con gli uomini. A noi insomma interessava ricostruire il racconto dei neuroni delle scimmie. Per questo giocavamo con loro, davamo loro da mangiare, eccetera. E a un certo punto abbiamo scoperto che certi neuroni si attivavano sia quando erano loro ad afferrare un oggetto o a prendere del cibo, sia quando eravamo noi a compiere le me-

Il caso

LEDITORE ODOYA ACQUISTA IL MARCHIO MERIDIANO ZERO


ROMA tempo di accorpamenti e di acquisizioni per le case editrici italiane mediopiccole. Se Fandango libri ha ufficializzato di aver acquisito, oltre a Playground, le padovane Alet e Becco Giallo (marchio, questo, con vocazione per la graphic novel), la bolognese Odoya ha comprato Meridiano Zero. Anche in questo caso, la casa editrice, fondata da Marco Vicentini, rester un marchio a s stante, tra continuit e differenze. I primi titoli del nuovo corso usciranno in aprile, con rinnovata veste grafica, curata dal collettivo Meat di Bologna. Saranno pubblicati non solo noir, ma narrativa tra passato e futuro con autori provenienti da Francia, Stati Uniti, America Latina, Spagna, Russia, Nord Europa, Asia e Australia.

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

R2CULTURA
Anticipiamo un brano del nuovo saggio di Chiara Saraceno che affronta la mancata equit strutturale del nostro Paese

I 58

Linventore della celebre parola ha fatto un ebook sul fenomeno

E METROSEXUAL CAMBI I MASCHI


FRANCESCO PACIFICO
l termine metrosexual diventato maggiorenne: il primo articolo che lo citava sullinglese The Independent, del 1994. Mark Simpson, autore dellarticolo, ha pubblicato Metrosexy: A 21st Century Self-Love Story: una raccolta di tutti i suoi pezzi sul tema del Narciso contemporaneo, che si veste bene e usa prodotti di bellezza. Il libro disponibile solo in digitale, su Amazon, a 2,68 euro. Ecco di seguito un glossario dei termini usati da Simpson per capire il maschio contemporaneo e il suo rapporto con la bellezza, lidentit, il desiderio, lo shopping. Metrosexual. Il desiderio maschile di essere desiderati: da tutti, soprattutto dagli altri uomini metrosexual. A ispirare il fenomeno c lo stile italiano, in particolare Dolce & Gabbana. Il primo articolo sul tema, Here Come the Mirror Men, Arrivano gli uomini specchio, parla di una mostra di moda e prodotti per la bellezza maschile a Londra, sponsorizzata da GQ. Il metrosexual forse il mercato pi promettente del decennio, una creazione dellappetito vo- LEBOOK race del capitalismo per i nuovi Metrosexy: A 21st Century mercati. Licona David Self-Love Story di Mark Beckham, che posa nel 2002 per Simpson solo in digitale una rivista patinata gay. Nellintervista abbinata, il calciatore ha confermato di essere etero, mente, esilarantemente, pseuma ammette di esser felice del do-retrosexual. una visione suo status di icona gay; gli piace iperreale della mascolinit, meessere ammirato, dice, e non gli diata e troppo consapevole. importa se ad ammirarlo sono le Menaissance. (Men + Renaisdonne o gli uomini. Quanto al- sance). Il cosiddetto rinascila differenza con i dandy, narci- mento delluomo vero ai tempi si di fine Ottocento: i dandy era- di Bush Jr. e della moda degli no unlite, il metrosexual Hummer. Le pubblicit di nomi mainstream. In ogni caso, gli si come Dodge, Hummer, Miller pu applicare la frase di Oscar Lite e Burger King mettono in Wilde: Amare se stessi linizio ridicolo lo stile metrosexual cerdi un idillio che dura una vita. cando di associare i propri marRetrosexual. Un tempo defi- chi alla vera mascolinit. Praniva luomo non metrosexual, ticamente facendo della propria allantica, colui che non ha il fe- obsolescenza una virt. ticcio di se stesso e del proprio Bigorexia. (Big + Anorexia). corpo. Dopo il trionfo delle este- Lillusione di non essere abbatiche retro e delluomo elegante stanza muscolosi e pompati. (il modello Don Draper, della una forma di anoressia al conserie Mad Men), la parola stra- trario. Tutto inizia con linfluenza dei film di Arnold Schwarzenegger, da Conan e Terminator in poi. Oggi, Brad Pitt la paIl termine descrive rola in esperanto per definire gli i nuovi narcisi: ora addominali scolpiti. Simpson, 18 anni Metro-cowboy. Secondo dopo, aggiunge Mark Simpson, il film Brokeback Mountain non parla di omosesaltri neologismi sualit. Piuttosto, la propaganda per una metrosessualit volge il suo significato per anda- contemporanea e metropolitare a definire il metrosexual azzi- na. un attacco alla repressione mato che cita il passato nel pro- retrosessuale in generale. Perprio stile. ci molto popolare: mette in The New Macho (Ubersexual; scena la fascinazione della noHeteropolitan; Machosexual). stra cultura per lomoerotismo e Termini con cui le riviste patina- la sensualit maschile. te hanno cercato di annunciare Sporno.(Sport + Porno). Esteil ritorno del maschio allantica, tica post-metrosexual usata da meno vanitoso e meno gay. sport e pubblicit per venderci il Secondo Simpson qualcosa corpo maschile. A far vincere i di vecchio reimpacchettato e mondiali di calcio allItalia nel venduto come nuovo. Ora che la 2006 stato non tanto lo spirito mascolinit stata resa merce, sportivo ma lo spirito sporno. perch non fare il repackaging Nella preparazione al torneo, aldelluomo regolarmente?. cuni membri in gran forma delSpeedophobia. La fobia dei la squadra italiana hanno preso costumini per uomo. Creata ne- una pausa dagli allenamenti per gli avversari del Metrosexual fare qualcosa di ben pi utile: redallimporsi del maschio ben clutare Dolce & Gabbana (o il oliato in costumino marca contrario?) per produrre un serSpeedo. vizio fotografico spornografico Phalliban. (Da Phallic + Tali- in cui posano ben oliati e pronti ban.) il fanatico nemico del per noi. Metrosexual, lo speedofobico Clonosexual. Lepoca metroper eccellenza. sexual un mondo digitale e Hummersexual. (Da Hum- clonato in cui la forza trainante, mer, gigantesco veicolo da stra- la molla al cuore di un meccanida.) Termine per prendere in gi- smo perfetto, non la riproduro il new macho: Lo Hummer- zione sessuale, e neppure lacsexual un rumoroso, pompa- coppiamento omosessuale, ma to, studiato e francamente ef- piuttosto la perfezione narcisifemminato tipo di falsa mascoli- stica, ottenuta tramite la moda, nit che ama attirare attenzione il consumo, la cosmesi, la tecnosu se stessa e la sua presunta vi- logia, la chirurgia, e una illumirilit vecchio stampo. Il termi- nazione fantastica. Un futuro ne si ispira alla campagna ame- utopico-distopico in cui uomini ricana della Hummer, col suo e donne escono solo con se stesslogan Reclama la tua virilit. si. Lo Hummersexual chiara RIPRODUZIONE RISERVATA

DISUGUAGLIANZA DI

STATO
RICCHEZZA, DIRITTI E FAMIGLIA GLI ITALIANI CITTADINI A MET
Il libro
Cittadini a met. Come hanno rubato i diritti degli italiani di Chiara Saraceno (Rizzoli) Il volume raccoglie, rielaborandoli, molti interventi della studiosa (alcuni dei quali usciti su Repubblica) sui temi della condizione delle donne, della famiglia, del welfare e della laicit in Italia ma un orizzonte temporale su cui proiettarli pi breve di quello cui si riferiscono coloro che sono pi fortunati. Come sostiene lantropologo Appadurai, la capacit di aspirare, ovvero di sperare in, e lavorare per, un futuro migliore, la risorsa insieme pi a rischio e pi preziosa per chi economicamente e social-

CHIARA SARACENO
l problema centrale della democrazia italiana non tanto la forte disuguaglianza nei risultati, nei punti di arrivo, quanto il peso che hanno su questi ultimi, quindi sui destini individuali, le disuguaglianze socialmente strutturate nelle condizioni di partenza, nelle risorse materiali, culturali, di riconoscimento necessarie non solo per sviluppare appieno le proprie capacit, ma per fare in modo che queste vengano riconosciute. Lorigine sociale, inclusa quella territoriale, infatti, nel nostro pi che in altri Paesi democratici e sviluppati, condiziona fortemente, per utilizzare il linguaggio di Amartya Sen, le possibilit di scegliere il tipo di vita che si vuole vivere. Le disuguaglianze sociali fondamentali sono di due tipi. Esse riguardano da un lato laccesso alle risorse materiali, dallaltro il potere di influire sulle condizioni di vita proprie e altrui e di ottenere riconoscimento. Tutte e due concorrono a disegnare una stratificazione sociale delle chance di vita che poco dipende dalle caratteristiche individuali e molto invece dallo status sociale attribuito al gruppo cui si appartiene, e alla cui appartenenza si viene appiattiti: perch donne, immigrati, di religione non posizioni di partenza, e di prodominante o senza religione, vare a realizzarli, siamo di di colore diverso, di orienta- fronte a una democrazia blocmento sessuale non standard cata e a una gerarchizzazione e cos via. Quando queste disu- delle possibilit di cittadinanguaglianze sono cristallizzate za, con cittadini di serie A e di al punto da costituire un serio serie B. Le ricerche degli psicoimpedimento alla possibilit logi sociali hanno mostrato di singoli e gruppi di sviluppa- che chi appartiene ai gruppi re progetti di vita che vadano al sociali pi svantaggiati ha non di l dei confini segnati dalle solo progetti di vita pi ridotti,

mente deprivato. una capacit individuale, le cui condizioni tuttavia sono socialmente strutturate. In Italia queste condizioni sono particolarmente ridotte in molte zone economicamente e socialmente arretrate del Mezzogiorno. Il susseguirsi di fallimenti dello sviluppo e il perdurare di unassenza dello Stato a favore di logiche politiche clientelari hanno non solo impedito la riduzione della povert e delle forti disuguaglianze, ma anche ridotto le capacit di sperare attivamente e realisticamente in un futuro migliore. () Non tuttavia solo la povert a produrre destini bloccati e cittadinanze imperfette.

Il saggio
ANGELO CAROTENUTO
uando un giorno la Terra sar troppo piccola per tutti, allora s che ce ne accorgeremo. Ci spareremo addosso per la sopravvivenza dopo averlo fatto per il petrolio, per lacqua e per luranio. Lo faremo per il suolo e il sottosuolo, per il cibo e i serbatoi delle macchine. Andrea Segr, economista triestino e preside della facolt di Agraria allUniversit di Bologna, immagina come sar lapocalisse del mondo occidentale, schiavo della triade crescitaconsumo-debito. Lo fa nel suo Basta il giusto (quanto e quando) (Altreconomia), un libretto sottile costruito come una lettera a uno studente universitario diciottenne. Quando un giorno la Terra sar troppo piccola per tut-

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.dss.unito.it/persone/saraceno/pagina_personale www.unipr.it

I 59

Esce unedizione dellopera del filosofo tedesco. Che aiuta a capire larte di oggi

STUDIARE LESTETICA RILEGGENDO HEGEL


ANTONIO GNOLI
mite forte di ogni democrazia non un fenomeno nuovo, essa diventa insieme pi drammatica e problematica per i destini individuali e per la stessa democrazia in un contesto, quale quello italiano attuale, caratterizzato da uno sviluppo bloccato. Anche i modesti ascensori sociali disponibili un tempo si sono ridotti se non sono spariti del tutto, riducendo le opportunit per le generazioni pi giovani. E le politiche pubbliche sembrano accentuare ulteriormente le responsabilit di solidariet familiare. () La mancanza di riconoscimento pieno e di accesso a tutti i percorsi e chance di vita stata storicamente lesperienza delle donne: escluse dal potere sociale, ma spesso anche dallaccesso alle risorse culturali e simboliche, incluse quelle che consentono lelaborazione di forme di (auto) rappresentazione autonoma. Inoltre, ancora oggi le donne, in Italia pi ancora che in altri Paesi, hanno di fatto, ma per certi versi anche per legge (si pensi a talune norme invasive del corpo e della salute contenute dalla legge sulla fecondazione assistita), un diritto allhabeas corpus pi ridotto di quello degli uomini. () Una causa di cittadinanza imperfetta nel nostro Paese, infine, anche la debole laicit dello Stato e della cultura politica dominante, senza particolari distinzioni tra orientamenti politici. La presenza del Vaticano nel cuore del territorio nazionale, la mancanza di un pluralismo religioso effettivamente paritario, unitamente a una classe politica insieme culturalmente povera e a democraticit debole, ha consentito e consente alla Chiesa cattolica italiana un potere di veto, di ricatto e di influenza sulle materie di suo interesse dai cosiddetti valori non negoziabili al finanziamento alle scuole confessionali e alla loro trasformazione in scuole paritarie, passando per gli sconti allIci e una distribuzione abnorme dell8 per mille impossibili altrove. 2012 RCS Libri S. p. A., MIlano
RIPRODUZIONE RISERVATA

I modesti ascensori sociali disponibili un tempo sono spariti, riducendo le opportunit


Come ha documentato anche un rapporto Ocse, lItalia uno dei Paesi sviluppati in cui non solo la disuguaglianza economica pi elevata, ma lorigine familiare conta di pi per le chance di vita individuali, in primis sul piano del reddito e della ricchezza. Anche a parit di titolo di studio, ovvero anche se genitori in condizioni economiche modeste investono, a prezzo di sacrifici, per

portare i figli allo stesso titolo di studio di chi ha alle spalle genitori pi abbienti, la ricchezza e la posizione sociale della famiglia dorigine sono i fattori decisivi per determinare il livello di reddito e ricchezza dei figli. Si tratta di un indicatore di una democrazia e una cittadinanza molto imperfette, nella misura in cui non realizzano la promessa di una corsa ad armi pari, senza handicap insuperabili. la conseguenza delleccesso di affidamento alla redistribuzione intrafamiliare a fronte di una scarsa, oltre che squilibrata, redistribuzione sociale. Se lintensit della redistribuzione intergenerazionale della disuguaglianza di per s un li-

egli stessi giorni in cui Hegel tiene a Berlino le sue lezioni di estetica, in unaula accanto Schopenhauer mette in guardia i pochi studenti che lo seguono sui nefasti influssi della filosofia hegeliana. il 1820. Sebbene entrambi insegnino nella prestigiosa universit tedesca, solo la fama di Hegel brilla incontrastata. Ha da poco pubblicato I lineamenti della filosofia del diritto. Unopera in cui la complessa analisi sullo Stato e la societ civile, la loro giustificazione in una visione organica, fa da sfondo a una concezione della filosofia politica che ha diviso i suoi eredi tra destra e sinistra. Non si capisce bene se Hegel sia un reazionario, come vorrebbe la tradizione marxista. Oppure un liberale, come ritiene chi vede in lui il sottile interprete dei bisogni cresciuti con let della borghesia. In ogni caso larte non estranea neppure alla politica, alle sue visioni del mondo. Davanti a un uditorio affollato pontifica sui suoi destini. Ha alle spalle le figure putative di Winckelmann e Schiller. Non dice cose nuove. Ma le dice con grande autorit. Le sistema in un programma filosofico grandioso. Sostiene che larte, come del resto la religione e la filosofia, fanno parte di un movimento destinato ad approdare allo Spi- dinaria cavalcata ci sono pagine godibirito assoluto (che pure le precede). Sem- lissime dedicate al tema dellonore e dellamore, a Shakespeare e a Cervanbrano giochi di prestigio. Ma non cos. Alle lezioni dei primi anni Venti c chi tes. Come pure scopriamo che un acuprende appunti. Uno in particolare sem- to interprete della letteratura italiana. bra dotato di grande tenacia. Si chiama Gli anni di Berlino sono per il filosofo il Heinrich Gustav Hotho. Pende dalle lab- trionfo, non solo dello spirito ma anche bra del maestro e annota tutto. A lui si de- della carne. mondano: va a teatro e allopera, viaggia per mezza Europa. Frequenta belle donne e belle menti. LuniQueste lezioni spaziano dallamore ca cosa che non tollera sono le rivoluzioni. LEuropa (ma siamo gi nel 1830) a Shakespeare alla letteratura attraversata da tumulti e rivolte liberaNon sono mai oscure e come li che egli stigmatizza, in perfetto stile diceva Gombrich vanno consultate prussiano. Ma torniamo allEstetica, la cui fama dagli storici come la Bibbia si lega a un conc etto ambiguo che Hegel espresse e non espresse. Quello della ve questa edizione di Estetica (egregia- morte dellarte. La cosa ci riguarda IL LIBRO mente curata da Francesco Valagussa), troppo da vicino per non sapere cosa inLEstetica pubblicata da Bompiani. Si tratta di tendesse con il gioco di negazione e condi Hegel unopera immensa. Diceva Gombrich servazione: larte che contiene in s il a cura che lo storico dellarte deve studiare He- suo superamento si invera nello Spiridi Francesco gel come lo studioso dellarte ecclesia- to Assoluto. Quello stesso Spirito che Valagussa stica medievale fa con la Bibbia. Effetti- nelle ultime pagine dellEstetica fre(Bompiani vamente, chiunque intenda misurarsi quenta i bassifondi del comico. Non pagg. 3000 con le grandi questioni inerenti allarte trascurabile che un tale monumento aleuro 50) non pu prescindere da questo testo. lestetica e alle sue visioni del mondo, si Come del resto non potrebbe fare a me- concluda con la commedia, cio con il no dalla Critica del giudizio di Kant. genere che porta alla dissoluzione delLEstetica di Hegel in ogni caso pi larte in generale. Certo, per Hegel larte discorsiva dellopera di Kant. Una volta riguarda soprattutto il passato. la conafferrato il congegno che la regola di- dizione affinch essa si superi e si realizciamo il movimento ascendente e con- zi in qualcosaltro. E tuttavia la dissaciliativo non difficile inoltrarsi nelle crante forza del comico, in grado di detremila pagine che la compongono. Si molire il fondamento, rende la chiusa capisce che Hegel ha letto tutto, cono- hegeliana una situazione molto prossisce ogni dettaglio delle cose di cui si oc- ma al nostro stato danimo. A ci che il cupa. Dal mondo egizio pieno di risor- Novecento ha conosciuto come imposse simboliche a quello romantico che sibile ritorno alla metafisica. non ama affatto. E dentro questa straor RIPRODUZIONE RISERVATA

Il manifesto del professor Andrea Segr che unisce modelli diversi

TRA CAMUS E LATOUCHE LECONOMIA DEL SUFFICIENTE


ti, sar pure troppo tardi. Perci bisogna agire adesso, e una strada per Segr esiste gi. Sar lossimoro a salvare il mondo, a garantire ancora un futuro. La strada delle contraddizioni apparenti condurr lentamente, ma per davvero a meno benessere e pi ben vivere. A una societ con un modello economico in grado di ridurre le diseguaglianze riducendo il possesso, votandosi alla cultura della sufficienza. Segr cita la societ diversamente ricca di Riccardo Lombardi, la povert felice di Albert Camus, lopulenza frugale di Serge Latouche. Le chiama visioni, non utopie, giacch se utopie

IL LIBRO
Basta il giusto di Andrea Segr Altreconomia pagg.120 euro 7

fossero sarebbero utopie concrete. Lelogio del limite e della vita responsabile passa dunque attraverso un mondo nuovo che rinneghi la pervasiva cultura del consumo e del rifiuto che generano lo spreco di cui siamo circondati e sommersi. Se entro il

2030 il 48% dei maschi inglesi e il 43% delle donne sar obeso; se il 40% della popolazione mondiale dispone di meno di 50 litri dacqua al giorno mentre ogni italiano di 250; se un cittadino dellIndia consuma 4 tonnellate annue fra minerali, carburanti fossili e biomasse contro le 40 dei Paesi industrializzati; allora servir un pianeta di riserva che non c. Lutopia concreta e la strada dellossimoro possono invece cambiare i comportamenti di consumo. Segr alla fine trova una formula per lHomo Sufficiens: meno spreco, pi ecologia. Il microcredito, la filiera corta, il commercio equo. Non un sacrificio, non fare senza. Sapere che abbastanza abbastanza significa aver sempre a sufficienza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SPETTACOLI
Arisa

&TELEVISIONE
I 61

Rocco Papaleo e Ivana Mrazova (al momento apre le danze stasera alle 20.40 Sanremo Gianni Morandi, conperformance del Molleggiato tenuta segreta finoinfortunata),50 minuti di parole e musica allultimo: 20 Grande attesa per la 12

Il

austerity
E Celentano trasforma lAriston in uno scenario di guerra e macerie
DAL NOSTRO INVIATO SILVIA FUMAROLA SANREMO driano Celentano porta la guerra sul palco dellAriston. Non si era mai visto niente del genere al Festival di Sanremo, che si apre stasera (RaiUno alle 20.40, subito dopo il Tg per non perdere neanche uno spettatore). Il rumorista ha lavorato come per un film dazione. Latteso intervento del Molleggiato accompagnato dal fragore di esplosioni e

dell

Festival
I presentatori
Papaleo e Morandi saranno allAriston da stasera a sabato. A sinistra, larrivo di Celentano a Sanremo

I big in gara

La notte Una corsa verso lamore ma che arriva poco lontano

Samuele Bersani
Un pallone Bella metafora sul paese sgonfio e svuotato

Pierdavide Carone e Dalla


Nan Un giovane si innamora di una prostituta. E soffre

Chiara Civello
Al posto del mondo Poca cosa per il talento della cantante

DAlessio e Bert
Respirare Suona come omaggio alla grinta della Bert

Dolcenera
Ci vediamo a casa. Anche lei canta la crisi, in cerca di casa

Avvio sotto le bombe con una cinquantina di comparse che si fingono vittime di un conflitto In scena anche Luca & Paolo che prendono in giro i comici orfani di Berlusconi
fiamme, mentre cinquanta comparse simulano di essere rimaste colpite in un bombardamento aereo. Gianni Morandi aveva annunciato una grande sorpresa, Claudia Mori aveva fatto capire che quella del marito non sarebbe stata una semplice apparizione ma una vera performance uno spettacolo nello spettacolo. E cos sar: il Molleggiato sar protagonista di uno show di 50 minuti, in cui alterner canzoni a riflessioni sui temi a lui pi cari: dalla guerra allambiente. E non si esclude che possa tornare a parlare della decisione di devolvere il compenso in beneficenza, a Emergency (per sostenere due ospedali in Sierra Leone e in Sudan) e alle famiglie in difficolt. Celentano sotto le bombe, lancer cos il suo appello per la pace, quindi dovrebbe cantare subito una canzone. Forse Non so pi cosa farema in questi giorni ha provato anche Ti penso e cambia il mondo(scritta da Pacifico). A avrebbe scelto un solo brano tratto dallultimo album, Facciamo finta che sia vero, mentre nel resto dellesibizione dovrebbe proporre quattro classici, tra cui Il forestiero (del 1970). Ieri arrivato alle prove allAriston intorno alle 18.30, accompagnato dalla moglie e dal direttore artistico del festival Gianmarco Mazzi, passando da unentrata secondaria. I fan lo aspettavano da ore, solo un saluto, e si infilato nel teatro, dov rimasto quasi due ore. Come da contratto, la prima uscita del Molleggiato non sar interrotta dagli spot. evidente che, a compensazione di questo dice ironicamente il direttore di RaiUno Mauro Mazza dopo di lui avremo break pubblicitari interrotti da qualche brano. E mentre il Clan rende noto come devolver il cachet, anche Le Monde promuove Celentano gran signore a Sanremo e prevede che con la scelta della beneficenza la sua leggenda uscir rafforzata. Com noto il cantante aveva annunciato (travolto dalle polemiche politiche), di voler devolvere il suo cachet (350 mila euro a serata, 700 mila euro per due, per un tetto massimo di 750 mila nel caso di tre o pi esibizioni) in beneficenza con la massima trasparenza e chiarezza anche per coloro ai quali tale iniziativa risulta indigesta. Il Clan spiega in una lunga nota le modalit di distribuzione del compenso, che andr alle famiglie povere con bambini di sette citt (Milano, Verona, Firenze, Roma, Napoli, Bari e Cagliari), individuate dai rispettivi sindaci (Pisapia, Tosi, Renzi, Alemanno, De Magistris, Emiliano e Zedda) e a due ospedali di Emergency, il Centro chirurgico e pediatrico di Goderich (Sierra Leone) e lOspedale di cardiochirurgia di Khartoum (Sudan). A Roma il sindaco Alemanno avrebbe gi selezionato due famiglie: una numerosa, otto figli pi mamma e pap disoccupato, che abita a Torrevecchia e un piccolo nucleo, madre ammalata, padre e bambino ancora piccolo. Ma le sorprese nella serata dapertura del Sanremo condotto per il secondo anno da Morandi con Rocco Papaleo e Ivana Mrazova (assente al primo incontro stampa, colpita dal torcicollo), non sono finite. Torna la satira con Luca (che su Twitter scrive: ho la febbre, 38.2) e Paolo, mattatori nel 2011. Forse bis di Ti sputtaner con altri politici, ma il pezzo forte una versione di Uomini soli dei Pooh sui comici orfani di Berlusconi, con un verso dedicato a Serena Dandini spalmata sul divano. Sono loro a introdurre il Molleggiato, che, da re degli ignoranti, sta dietro alla lavagna.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Emma
Non linferno Inno alla precariet del paese

Eugenio Finardi
E tu lo chiami Dio Grande evocazione spirituale

Irene Fornaciari
Grande mistero Ci riprova, con un pezzo pi solido

Marlene Kuntz
Canzone per un figlio Lettera padrefiglio per i nostri tempi

I tagli

Si canta la crisi, il cast degli stranieri modesto e al posto di Madonna arrivano Ferilli e Pellegrini
GINO CASTALDO
iusciranno i nostri eroi a distrarre il paese dai suoi malanni? Il 62 festival della canzone di Sanremo si annuncia nel segno della nuova austerity. il primo festival della crisi, e si sente nei tagli con i quali lorganizzazione giustifica la mancanza di ospiti internazionali di livello. E si sente perfino nelle canzoni. La pi esplicita Emma che inizia il pezzo cantando: Ho dato la vita e il sangue per il mio paese e mi ritrovo a non tirare a fine mese. Dovesse vincere sarebbe il trionfo dei precari. Perfino Dolcenera az-

Matia Bazar
Sei tu Ancora loro, per lennesimo pezzo sentimentale

Federica Pellegrini zarda: La chiamano realt... questa specie di libert... che non vale un monolocale. Samuele Bersani racconta unItalia svuotata e rotolante, come un pallone sgonfio. Per il resto c Eugenio Finardi che osa un taglio spirituale di grande suggestione. E poi brividi caldi, bellezze furio-

se e nobili, amori disperati e tremebondi, come al solito. Ma i tagli si vedono, ovunque. C una presentatrice al posto delle solite due. La Ecclestone lhanno rispedita a casa per presunti capricci ma non stata rimpiazzata. Modesto anche il cast degli stranieri che duetteranno gioved con i big. Al posto di Stevie Wonder, Madonna, Adele e Lady Gaga avremo Federica Pellegrini e Sabrina Ferilli. E si chiude la polemica con Vasco Rossi. La sua canzone non stata bocciata, spiegano Morandi e Mazzi, Patty Pravo che non voluta andare al festival a cantarla: Basta che Vasco lo chieda a lei.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Noemi
Sono solo parole Bella canzone intensa e coinvolgente

Francesco Renga
La tua bellezza Grande slancio vocale. Per amore

Nina Zilli
Per sempre Pezzo damore ma cantato con grande verve vocale

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

SPETTACOLI R2SPETTACOLI & TV

I 62

PER SAPERNE DI PI trovacinema.repubblica.it www.berlinale.de

NATALIA ASPESI
eorge Clooney nel ruolo di padre distratto, di marito tradito, di ricco proprietario terriero in una delle isole Hawaii, con spaventose camicie hawaiane, bermuda, ciabatte, e guance improvvisamente paffute, non al meglio per le sue ammiratrici. Ma forse si sbagliano perch lui e il suo ultimo film Paradiso amaro, diretto dal venerato Alexander Payne (Sideways) hanno entusiasmato la critica non solo americana, vinto i Golden Globe e sono tra i candidati agli Oscar (con 5 candidature, tra cui miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista). Il titolo originale, The descendants si riferisce al fatto che Clooney e i suoi molti grassi cugini ubriaconi discendono da una principessa locale e da un banchiere americano, e hanno ereditato un immenso meraviglioso incontaminato terreno nellisola di Kaui. Il titolo italiano, pi spiccio, riassume la situazione: il paradiso Honolulu e dintorni, e sin dalle prime scene di grattacieli, traffico pazzo e capanne sulla spiaggia ci si ripromette di non andarci mai. Lamaro la sconvolgente disgrazia che si abbatte su una famiglia molto americana che come tante appariva felice ed invece non lo era affatto. Un incidente mentre faceva sci dacqua ha ridotto in coma irreversibile Elizabeth, la bella moglie di Matt King (Clooney) che, abituato ad occuparsi solo delle sue propriet e della prossima vendita della terra di famiglia allimmancabile speculatore edilizio che ne lorder la meraviglia con quintali di cemento per turisti di bocca buona, si trova allimprovviso a do-

Un Clooney insolitamente opaco pap distratto e marito tradito


Vincitore di un Globe, ora punta allOscar per Paradiso perduto
che anche commedia, scene che ricordano da noi il calvario crudele, straziante e per fortuna senza immagini della povera Eluana. Finalmente il gruppetto familiare, con le ragazze che a poco a poco si riappropriano del padre, scova in una casetta sulla spiaggia lamante della mamma, un uomo non solo provvida evitare si pu perdere si pu vedere da vedere da non mancare indimenticabile

un racconto di quanto conti il testamento biologico. Persino alle Hawaii

sto di una moglie devota e ignara e di giocosi piccini, ma anche del tutto insignificante. Persino rispetto a questo Clooney insolitamente opaco. Eppure era Elizabeth che amava quellometto, lui no, la considerava solo unavventura. O peggio, perch poi si viene a sapere che questo Brian un agente immobiliare imparentato con il co-

La Berlinale
LEX ANGELINA JOLIE UNA CARA AMICA
Billy Bob Thornton stato sposato con Angelina Jolie: dopo la separazione i due sono rimasti legati

struttore che sta per comprare i terreni dei King, il che arricchirebbe anche lui. Cos Matt, che era daccordo con i tanti cugini per vendere il paradiso di famiglia, pone il suo veto essenziale e lo salva. Nel tanto elogiato, anche ecologicamente, Paradiso amaro, scelto pure come miglior film dellanno dallAmerican Film Institute, non manca nulla: un suocero manesco e furibondo verso il genero che non ha protetto sua figlia, una suocera perduta nellAlzheimer (ultimamente questi vecchi malati si vedono in vari film), la moglie tradita dellamante che va a fare una scenata al corpo assente della donna che le ha rovinato il matrimonio. Per vergogna delle nostre leggi disumane, della stolida acquiescenza alla durezza della gerarchia vaticana e dei suoi atei e vocianti sostenitori, il film mostra come

Il divo George in bermuda e ciabatte non al meglio per le sue ammiratrici


ver fare sul serio il padre, a badare alle due figlie, antipatiche e rancorose, la decenne e cicciotta Scottie e la bella diciassettenne Alex (Shailene Woodley, molto brava), tendente allalcol e per questo mandata in collegio. da lei, richiamata a casa a causa della disgrazia, che Matt apprende (e Clooney non muove neppure un sopracciglio) che questa moglie, del resto da lui trascurata, lo stava tradendo e pensava di abbandonarlo, e da una coppia di amici viene a sapere con chi. Pap e ragazze, cui si aggiunge un corteggiatore di Alex, adolescente scemotto che poi si riveler un cuore ferito, (Nick Krause), partono alla ricerca di questo amante: e intanto in un letto di ospedale giace il corpo inerte di Elizabeth, tenuto in vita da sibilanti macchine, il viso che si fa di giorno in giorno, pi grigio, pi scavato, perduto, non pi umano. Sono scene dure, dolorose, di un film

MARIA PIA FUSCO BERLINO io padre era un uomo molto violento, con le parole e fisicamente. Aveva fatto la guerra in Corea, quando arrivava con luniforme sembrava una rockstar. Gli piaceva portarmi a vedere gli incidenti dauto, anche mortali, ero piccolo, restavo l a guardare mentre lui fumava Lucky Strike. Ho passato la vita a cercare di stabilire un rapporto con lui. Non ci sono riuscito, morto quando avevo 17 anni. La voce di Billy Bob Thornton si spezza, lotta con le lacrime, in sala stampa si fa un rispettoso silenzio, poi lapplauso affettuoso e commosso. Non a caso Thornton evoca la memoria intima: al padre ispirato il personaggio di Jim Caldwell (magistralmente interpretato da Robert Duvall) nel suo Jane Mansfields car: odioso nellaspra durezza nei confronti dei tre figli. Ricco di humour nero, il film ambientato in Alabama nel 1969, sullo sfondo Vietnam, droghe e pacifismo. Jim Caldwell riceve dallInghilterra la notizia della morte dellex moglie, che lo

Billy B. Thornton in lacrime Questo film su mio padre un uomo cattivo e manesco
aveva lasciato 30 anni prima, e la famiglia inglese, marito (John Hurt) e due figli, sono in arrivo per seppellirla in Alabama. Lincontro tra lex e il vedovo non facile, i pregiudizi anti-British non aiutano, largomento comune la guerra, dal secondo conflitto mondiale alla Corea, tutti, padri e figli, hanno combattuto. Jane Mansfields car la quarta regia di Thornton, classe 1955, una lunga carriera di attore, noto alle cronache per il matrimonio con Angelina Jolie nel 2000 (il quinto per lui), ununione chiacchierata per strava-

ganze varie come quella di portare al collo fiale con il sangue del partner, finita di colpo dopo tre anni. Occhiali, un buffo pizzetto, sorriso gentile, Thornton non si sottrae alla domanda inevitabile: Sempre, ovunque vada, mi chiedono del rapporto con Angelina. Siamo ottimi amici, mio amico anche Brad e amo i loro figli. Ci vediamo poco per impegni di lavoro, ma approfitto della loro presenza a Berlino per un pomeriggio insieme. So che nei casi di separazione la stampa preferirebbe cattiverie e pettegolezzi, ma questa la verit, Angelina unamica che amo da morire. Se nel film di Thornton i rapporti padri-figli sono duri, ancora pi crudele la convivenza tra una madre e un figlio nel bel film di Ursula Meier Sister, in uscita in Italia con Teodora. Protagonista un dodicenne, ladro provetto, che nella stagione invernale ruba negli hotel di lusso delle Alpi, per mantenere se stesso e una ragazza borderline, spacciata per la sorella, ma che in realt la madre, troppo giovane quando lo ha messo al mondo per accettare la maternit. un legame di odio e amore, di rabbia e tenerezza, impossibile da spezzare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

REPUBBLICA.IT Speciale Sanremo: il commento di Assante e Castaldo


laggi, in un arcipelago del Pacifico che il 50 stato americano, conti il testamento biologico. Elizabeth lo aveva fatto, il suo rifiuto di essere tenuta in vita artificialmente non viene discusso da nessuno, n dai medici, n dai genitori, n dal marito e dalle figlie. Le macchine vengono staccate, chi lha amata bella, ridente, piena di vita, come si vista nella prima e unica scena del film, aspetta che il suo corpo gi perduto si spenga. Poi magari si poteva evitare linutile lieto fine: nella loro casa hawaiana con sottofondo di insopportabili ukulele, pap, ragazze e ragazzo, seduti sul divano, mangiano un gelato guardando la tv. Anche con quel lutto l, la famiglia viva e vegeta...
RIPRODUZIONE RISERVATA

da vedere

PARADISO AMARO
Regia di Alexander Payne Con George Clooney

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

PER SAPERNE DI PI www.grammy.com www.adele.tv/21

I 63

Whitney uccisa da farmaci e alcol E ora si teme per Bobbi Kristina


Anche la figlia soccorsa nella vasca il giorno prima
CARLO MORETTI ROMA l giorno prima della morte di Whitney Houston, anche sua figlia Bobbi Kristina, 18 anni, era stata soccorsa svenuta nella vasca da bagno allinterno della sua stanza nello stesso hotel Beverly Hilton di Los Angeles, e allo stesso piano, dove sabato scorso sarebbe stata poi ritrovata morta la cantante americana. La figlia della Houston e del suo ex marito Bobbi Brown stata soccorsa dal personale dellalbergo, che ha forzato lapertura della porta dopo essere stato allertato dagli amici della ragazza, allarmati perch Bobbi Kristina non rispondeva pi al telefono. La notizia dellinquietante precedente stata data dal sito di gossip americano Tmz, lo stesso che fece lo scoop annunciando al mondo la morte di Michael Jackson. Al momento Bobbi Kristina ricoverata al Cedar Sinai Hospital di Los Angeles dove stata trasportata in stato di shock per la morte della madre e qui stata raggiunta dal padre, Bobbi Brown, che ha annullato la tourne ed volato da Memphis a Los Angeles per stare con la figlia. La famiglia ora teme che la ragazza possa commettere un suicidio: Era isterica, sfinita, inconsolabile, e ha avuto una forte lite con un poliziotto che le ha im-

Whitney; la figlia BobbiKristina

Il sito Tmz lascia intendere che anche la ragazza soffre di dipendenze


pedito di vedere il corpo senza vita della madre. Sempre secondo il sito Tmz, che riferisce fonti dellufficio del medico legale della Contea di Los Angeles, Whitney Houston non sarebbe morta per annegamento ma stata uccisa da un mix di alcol e farmaci, tra cui lantidolorifico Ibuprofen e lantidepressivo Xanax. In attesa dei risultati ufficiali dellautopsia, le cause del decesso sono state riferite alla famiglia da alcuni funzionari

dellufficio del medico legale. Esclusa decisamente la morte per annegamento: troppo poca lacqua nella vasca da bagno e nei polmoni della Houston per provocarne il decesso. Si anche appreso che a ritrovare sabato scorso il corpo senza vita della cantante americana non stata la guardia del corpo ma la zia della Houston, Mary Jones. Dopo averle consegnato labito per il party annuale organizzato dal discografico Clive Davis come anticipo della serata dei Grammy, la Jones laveva lasciata da sola in bagno per circa mezzora. Non ricevendo alcuna risposta dalla nipote, poi rientrata nella stanza e trovandola svenuta nella vasca da bagno ha tentato un inutile massaggio cardiaco prima di chiamare i soccorsi. Il corpo della Houston sar consegnato alla famiglia entro domani: Lautopsia stata completata domenica scorsa ma gli esami tossicologici sono ancora in corso, ha detto lassistente del medico legale. La madre di Whitney Houston ha espresso il desiderio di trasportarne presto il corpo ad Atlanta, dove si terranno le esequie, e se la polizia non opporr un veto ci sar possibile entro la giornata di mercoled, perch secondo il medico legale la morte non presenta pi elementi sospetti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La cerimonia

Molta commozione in ricordo della cantante scomparsa il giorno prima del gran gal

Grammy, la festa in lutto celebra Adele pigliatutto sei premi e grida: ridicolo
DAL NOSTRO INVIATO ANGELO AQUARO NEW YORK uel che resta dei Grammy il sorriso senza et di Paul McCartney che a 69 anni chiude questo Sanremo globale con una canzone dal titolo che un programma: The End. E alla fine lamore che hai preso uguaglia lamore che hai dato: sono le parole dellultima canzone che i Beatles incisero insieme e Paul sceglie per far calare il sipario. E come fai a non commuoverti mentre chiudono i Grammy pi tristi della storia? Lo show doveva continuare: anche se fuori da questo teatro maledetto lo stesso Staples Center dove Michael Jackson mosse gli ultimi passi nelle sue ultime prove di tre anni fa, lo stesso Staples Center che ospit i funerali il corpo senza vita di Whitney Houston riposa finalmente in pace. La frase che tutti avrebbero voluto sentire qui lha gi detta alla Cnn la mitica Aretha Franklin: cari ragazzi e ragazze, preparatevi per quando gli applausi finiranno, non importa chi sarete diventati, gli hallelujah e gli amen finiranno e i fan non

Adele abbraccia i sei premi Grammy, dove ha cantato di nuovo saranno pi l. Sono in ottime mani, allora, i sei Grammy finiti tra le braccia di Adele: Ma ridicolo, sbotta la 23 enne londinese quando si accorge che continua a strappare successo su successo, miglior album, miglior disco, migliore canzone. I censori della serata tv temevano che la signorina, come minacciato, sbottasse nelle imprecazioni che per lei abbondano come i do di petto: ma sono altri i brividi. Rolling on the Deep il singolo pi venduto dai tempi di Candle in the Light, 1997, il tributo di Elton John a Lady Diana. Ma la ragazza dimostra di meritarsi tutta la gloria quando intona la canzone provando per la prima volta in pubblico le corde vocali appena operate. Grande tensione. Come quando Jennifer Hudson trova il coraggio di intonare tra le lacrime I Will Always Love You: perfino la veterata Chaka Khan s tirata indietro, troppo scossa per rendere omaggio a Whitney. Il resto (show) business, as

usual. Apre il Boss che ha disco e tour da promuovere e canta quella We Take care of Our Own che Barack Obama ha gi inserito nella compilation per la sua rielezione. Anche Sir Paul presenta la nuova ballad, My Valentine, giusto in tempo per San Valentino, con al piano la jazzista Diana Krall (moglie di Elvis Costello) e alla chitarra Joe Welsh degli Eagles: lo lancia, con larmonica di Love Me Do, nientemeno che Stevie Wonder, e qui veramente non capisci pi chi pi grande di chi. Ma nella festa che dovrebbe promuovere la nuova musica sono sempre i vecchi i protagonisti. Per la prima volta dopo ventanni si riuniscono i Beach Boys: hanno anche loro da promuovere uno storico megatour e la platea tutta in piedi, Coldplay compresi, quando intonano Good Vibrationsscortati, non si sa perch dai Maroon 5 e dai Foster The People, pesci fuor dacqua. Che tenerezza per quei nonni incartapecoriti che cantano di vibrazioni positive. Al confronto Paul sembra un ragazzino quando viene raggiunto sul palco da Springsteen, Foo Fighters, Eagles e quantaltri... Ai Grammy morta una regina? Evviva uno, due, mille altri re.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

R2PROGRAMMI
CANAL GRANDE DI ANTONIO DIPOLLINA LE SAPPIAMO... TUTTEEE!!!
ACCORDO Sanremo, ma c modo e modo. Quelli di Rai Storia se ne occupano con due puntate della serie Koin, in collaborazione nientemeno che con lAccademia della Crusca. Appunto le canzoni, le parole delle canzoni, la lingua italiana annessa che cambia e va. La seconda puntata domani sera alle 21, la prima recuperabile sul web. Parlano i protagonisti, un Mogol che se la tira da tracciatore di linee definitive: o un Vecchioni punto di congiunzione ideale visto che Sanremo lo ha celebra-

PER SAPERNE DI PI www.ballaro.rai.it www.storia.rai.it

I 65

IL PREMIER Mario Monti sar a Rapporto Carelli e risponder in diretta alle domande dei giornalisti del canale all news diretto da Sarah Varetto. Con Renato Coen, Massimo Leoni, Alessandro Marenzi. Sky Tg24 - 20.00 RAI 1
6.10 Unomattina caff 6.30 Tg1 Previsioni sulla viabilit / CCISS Viaggiare informati 6.45 Unomattina. Allinterno: 7.00 / 8.00 / 9.00 Tg1; allinterno Che tempo fa; 7.30 Tg1 L.I.S. / 7.35 Tg Parlamento / 8.20 Tg1 Focus / 9.30 Tg1 - Flash 10.55 Che tempo fa 11.00 Tg1 11.05 Occhio alla spesa 12.00 La prova del cuoco 13.30 Telegiornale 14.00 Tg1 Economia Tg1 Focus 14.10 Verdetto finale 15.15 La vita in diretta - conducono M. Liorni, M. Venier. Allinterno: 16.50 Tg Parlamento; 17.00 Tg1; 17.10 Che tempo fa 18.50 LEredit - con C. Conti 20.00 Telegiornale 20.30 Qui Radio Londra 20.30 62 Festival della canzone italiana. Conduce Gianni Morandi con Rocco Papaleo, Ivana Mrazova 23.55 Tg1 60 secondi 0.40 Tg1 Notte Tg1 Focus 1.10 Che tempo fa 1.15 Sottovoce 1.45 Scrittori per un anno 2.15 Mille e una notte - Memoria Quelli della domenica

to assai. O il Guccini che eccepisce sulla potenza innovativa di Nel blu dipinto di blu, il dubbio che Il cielo in una stanza fu in realt quella che cambi davvero tutto. Le relative discussioni sono pi interessanti di molte polemiche correnti. Il viaggio di Vita spericolata era solo quello innescato da sostanze psicotrope? E Una lacrima sul viso improvvisata da Mogol in auto fingendo di averla gi scritta ha dentro il genio della semplicit pop o una furbata? E via cos, canticchiando allegri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VINCITORE
Roberto Vecchioni ha vinto lultimo Sanremo

RAI 2
7.00 10.00 10.20 10.30 10.35 10.40 10.45 11.00 13.00 13.30 13.50 14.00 16.10 16.55 17.45 17.50 18.00 Cartoon Flakes Tg2punto.it / Tg2 Tg2 Medicina 33 S Viaggiare Tg2 Eat Parade Non solo soldi Tg2 Costume e Societ I fatti vostri Tg2 Giorno Tg2 Costume e Societ Medicina 33 Italia sul Due Ghost Whisperer - Tf Hawaii Five 0 - Tf Tg2 Flash L.I.S. Meteo2 Rai Tg Sport Dalla Camera dei Deputati dichiarazioni sul voto finale del disegno di legge di conversione del decreto legge 22/12/2011, n. 211, recante interventi urgenti per il contrasto della tensione detentiva determinata dal sovraffollamento delle carceri LIsola dei Famosi Estrazioni del lotto Tg2 20.30 Criminal Minds - Tf Criminal Minds - Tf The Good Wife - Tf Tg2/ Tg2 Punto di vista Almost True Past Life - Tf Tg Parlamento LIsola dei Famosi Meteo2 Appuntamento al cinema

RAI 3
6.30 7.00 7.30 8.00 10.00 11.00 12.00 12.25 12.45 13.10 14.00 14.20 14.50 15.00 15.05 15.55 17.40 19.00 19.30 20.00 20.15 20.35 21.05 23.15 0.00 0.10 1.00 1.05 1.35 2.05 Il caff di Corradino Mineo Tgr Buongiorno Italia Tgr Buongiorno Regione Agor Rai 150 anni. La Storia siamo noi Apprescindere. Allinterno: 11.10 Tg3 Minuti Tg3 - Rai Sport Notizie Meteo3 Tg3 Fuori Tg Le storie - Diario italiano con C. Augias La strada per la felicit - Tf Tg Regione Tg Regione Meteo Tg3 Meteo3 Tgr Leonardo Tg3 L.I.S. Lassie - Tf Cose dellaltro Geo Geo & Geo. Allinterno: 18.10 Meteo 3 Tg3 Tg Regione Tg Regione Meteo Blob Per ridere insieme con Stanlio e Ollio Un posto al sole Ballar con Giovanni Floris 90 Minuto Serie B Tg3 Linea Notte Tg Regione Meteo 3 Gap Prima della Prima La damnation de Faust di Hector Berlioz Fuori orario. Cose (mai) viste

CANALE 5
6.00 Prima pagina 7.55 Traffico / Meteo5 /Borse e Monete 8.00 Tg5 Mattina 8.40 La telefonata di Belpietro 8.50 Mattino Cinque. Conducono F. Panicucci e P. Del Debbio 10.05 Grande Fratello 10.10 Tg5 Ore 10 10.15 Mattino Cinque 11.00 Forum 13.00 Tg5 Meteo5 13.40 Beautiful 14.10 Centovetrine 14.45 Uomini e donne 16.15 Amici 16.55 Pomeriggio Cinque. Allinterno: 18.05 Tg5 Minuti 18.45 The Money Drop 20.00 Tg5 Meteo5 20.30 Striscia la notizia - con E. Greggio e M. Hunziker 21.10 Film: Guardia del corpo di M. Jackson con K. Costner, W. Houston, G. Kemp, B. Cobbs 23.40 Film: The Forgotten - di J. Ruben con J. Moore, D. West, G. Sinise, A. Woodard 1.30 Tg5 Notte Meteo5 2.00 Striscia la notizia 2.30 Media Shopping 2.45 Uomini e donne 4.00 Amici 5.00 Grande Fratello

ITALIA 1
6.50 Cartoni animati 8.40 Settimo cielo (due episodi) - Tf 10.35 Everwood (due episodi) - Tf 12.25 Studio aperto Meteo 13.00 Studio Sport 13.40 I Simpson (due episodi)- Tf 14.35 Cartoni animati 15.30 Camera Caf ristretto 15.40 Camera Caf 16.15 The Middle (due episodi) Tf 16.40 La vita secondo Jim (due episodi) - Tf 17.45 Trasformat - con Enrico Papi 18.30 Studio Aperto Meteo 19.00 Studio Sport 19.20 Tutto in famiglia - Tf 19.50 I Simpson - Tf 20.20 C.S.I. - Scena del crimine Tf 21.10 Wild - Oltrenatura - con Fiammetta Cicogna 0.30 Romanzo criminale - Tf 1.30 The Shield - Tf 2.20 Studio Aperto - La giornata 2.35 The Shield - Tf 3.15 Media Shopping 3.30 Prison Break - Tf 4.10 Film: Best - di M. McGuckian, con J. Lynch, I. Bannen 5.50 Media Shopping 6.05 Ned - Tf 6.30 Media Shopping

RETE 4
6.05 6.15 6.45 7.20 7.25 8.20 9.40 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 14.05 15.10 16.20 16.30 18.55 19.35 20.30 21.10 23.10 23.15 2.05 2.30 3.55 4.10 5.30 Peste e corna Media Shopping TgCom24 /Meteo Ieri e oggi in tv Nash Bridges- Tf Hunter - Tf R.I.S. Roma delitti imperfetti - Tf Benessere - Il ritratto della salute - con E. Folliero Tg4. Allinterno: Meteo 4 Detective in corsia- Tf La signora in giallo - Tf Il Tribunale di Forum anteprima Sessione pomeridiana: Il Tribunale di Forum Flikken - Tf Ieri e oggi in Tv Film: I cannoni di San Sebastian- di H. Verneuil, con A. Quinn, C. Bronson Tg4. Allinterno: Meteo Tempesta damore Walker Texas Ranger - Tf Film: Le comiche - di N. Parenti, con R. Pozzetto, P. Villaggio, E. Cannavale I Bellissimi di R4 Film: Ray - di T. Hackford, con J. Foxx, K. Washington Tg4 Night News Film: Faccia da schiaffidi A. Crispino, con G. Morandi, L. Belli Media Shopping Film: Per amore di Cesarina - di V. Sindoni, con W. Chiari, G. Bramieri Peste e corna

LA SETTE
6.00 Tg La7 Meteo Oroscopo Traffico 6.55 Movie Flash 7.00 Omnibus. Allinterno: 7.30 Tg La7 9.45 Coffee Break 11.10 Laria che tira 12.30 I men di Benedetta 13.30 Tg La7 - Informazione 14.05 Film: Assassinio sul palcoscenico - di George Pollock, con Margaret Rutheford, Ron Moody, Charles Tingewell 16.15 Atlantide - Storie di uomini e di mondi, conduce Greta Mauro 17.25 Movie Flash 17.30 Lispettore Barnaby - Tf 19.20 G' Day - di Geppy Cucciari 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo. Conduce Lilli Gruber 21.10 Film: Assassinio sullEiger - di e con Clint Eastwood, con George Kennedy 23.20 Film: Luomo dalla cravatta di cuoio - di Don Siegel, con Clint Eastwood, Susan Clark 1.15 Tg La7 1.25 a(hi) Piroso. Conduce Antonello Piroso 2.20 Movie Flash 2.25 G' Day (r) 3.30 Otto e mezzo (r) 3.40 Omnibus (r)

DEEJAY TV
14.00 15.00 15.55 16.00 17.30 18.30 18.35 20.00 20.20 21.00 21.30 22.30 23.30 23.45 0.15 Popular The Flow Deejay Tg Popcake Rock Deejay Deejay Tg Platinissima presenta Good Evening Lorem Ipsum Via Massena 30 gradi di separazione Iconoclasts Deejay chiama Italia Lorem Ipsum Via Massena 30 gradi di separazione

MTV
13.00 13.05 14.00 14.05 15.00 15.05 16.00 17.00 18.00 19.00 19.05 20.00 21.00 22.00 23.00 23.30 0.30 Mtv News Jersey Shore Mtv News Jersey Shore Mtv News Degrassi: The Next Generation Made 16 anni e incinta Friendzone: Amici o Fidanzati? Mtv News Degrassi: The Next Generation Jersey Shore Diario di una Nerd Superstar My life as Liz Speciale Mtv News: Story of the Day South Park Jersey Shore

19.35 20.25 20.30 21.05 21.50 22.40 23.25 23.40 0.30 1.10 1.20 2.00 2.05

SKY

DIGITALE TERRESTRE

SATELLITE

[servizio a pagamento]

RAI

cinema mattina

cinema pomeriggio

cinema sera

cinema notte

I
6.15 6.30 7.00 7.45 8.30 9.20 10.40 11.30 12.20 13.05 13.50 15.15 15.40 16.25 17.15 18.00 18.50 19.35 20.25 21.10 22.40 0.20 0.25 0.45 2.15 2.45 3.10 3.55

RAI 4
Maddechea La situazione comica Watch Over Me - Serie Tv Streghe - Serie Tv One Tree Hill - Serie Tv Fisica o Chimica - Serie Tv Torchwood - Serie Tv Farscape - Serie Tv Eureka - Serie Tv Lost World - Serie Tv Fisica o Chimica - Serie Tv Entourage - Serie Tv Being Erica - Serie Tv One Tree Hill - Serie Tv Eureka - Serie Tv Farscape - Serie Tv Lost World - Serie Tv Primeval - Serie Tv Supernatural - Serie Tv Film: A testa alta - di K. Bray con D. Johnson, N. McDonough, J. Knoxville Film: Fearless - di R. Yu con Jet Li, N. Shidou, Sun Li, Dong Yong Appuntamento al cinema Wonderland Underbelly - Serie Tv Entourage - Serie Tv 30 Rock - Serie Tv Roswell - Serie Tv Lost World - Serie Tv

I
8.45 9.40 10.35 12.20 13.15 13.30 14.25 15.20 15.25 17.15 17.20 18.15 19.10 20.05 21.00 22.45 23.40 1.25

PREMIUM
Don Matteo 2 - Tf Compagni di scuola - Tf Linda e il Brigadiere - Tf Incantesimo - Soap Andata e ritorno - Sitcom Don Matteo - Tf Un medico in famiglia - Tf Appuntamento al cinema Donna detective - Tf Gente di mare - Tf Gente di mare - Tf Incantesimo - Soap Un medico in famiglia - Tf Don Matteo 2 - Tf Un caso di coscienza - Tf Autoritratti Nostromo - Miniserie La Squadra - Tf

09.05 Beverly Hills Cop II - Un piedipiatti a Beverly Hills - di T. Scott Sky Cinema Hits HD 09.15 Cake - Ti amo, ti mollo... ti sposo - di N. Ganatra Sky Cinema Comedy 09.55 Tesoro, mi si allargato il ragazzino di R. Kleiser Sky Cinema Family HD 11.10 Il pesce innamorato - di L. Pieraccioni Sky Cinema Comedy 11.30 Space Dogs - di S. Ushakov Sky Cinema Family HD 12.15 The Guardian - di J. Terlesky Sky Cinema Max HD 12.25 The Lost Future - di M. Salomon Sky Cinema Hits HD

14.00 Mine vaganti - di F. Ozpetek Sky Cinema Hits HD 15.05 Vento di primavera - di R. Bosch Sky Cinema 1 HD 15.30 The Wedding Planner - Prima o poi mi sposo - di A. Shankman Sky Cinema Passion 15.50 I Cavalieri del Nord Ovest - di J. Ford Sky Cinema Classics 16.10 Spy Kids - di R. Rodriguez Sky Cinema Family HD 17.10 Ipotesi di reato - di R. Michell Sky Cinema Max HD 17.15 Un amore a 5 stelle - di W. Wang Sky Cinema Passion 17.35 Invito a cena con delitto - di R. Moore Sky Cinema Classics

19.15 Class - di J. Carlino Sky Cinema Classics 21.00 Un turco napoletano - di M. Mattioli Sky Cinema Classics 21.00 Flubber - Un professore tra le nuvole di L. Mayfield Sky Cinema Family HD 21.00 Lara Croft Tomb Raider - La culla della vita - di J. De Bont Sky Cinema Max HD 21.00 Serendipity - Quando l'amore magia - di P. Chelsom Sky Cinema Passion 21.00 Fantozzi in Paradiso - di N. Parenti Sky Cinema Comedy 21.10 I padroni della notte - di J. Gray Sky Cinema 1 HD

21.10 La concessionaria pi pazza d'America - di N. Brennan Sky Cinema Hits HD 22.40 Occhi senza volto - di G. Franju Sky Cinema Classics 22.40 Missione Tata - di A. Shankman Sky Cinema Family HD 22.40 Kate & Leopold - di J. Mangold Sky Cinema Passion 22.45 Braveheart - Cuore impavido - di M. Gibson Sky Cinema Hits HD 22.55 The Virginity Hit - La prima volta online - di H. Botko Sky Cinema Comedy 23.05 Nikita - di L. Besson Sky Cinema Max HD

17.40 Film: Il mio migliore amico - di P. Leconte con D. Auteuil, D. Boon 19.20 Film: Luna di miele in tre - di C. Vanzina con R. Pozzetto, S. Casini 21.00 Film: Baciati dalla sfortuna - di D. Petrie con L. Lohan, C. Pine, S. Armstrong 22.45 Film: La sposa di Chucky - di R. Yu con J. Tilly, K. Heigl, N. Stabile, B. Dourif 0.20 Appuntamento al cinema 0.25 Film: Gli innocenti dalle mani sporche - di C. Chabrol con R. Steiger, R. Schneider, P. Giusti, F. Maistre 2.20 Film: Un bacio appassionato - di K. Loach con A. Yaqub, E. Birthistle, A. Riaz, S. Akhtar

RAI 5
David Letterman Show Passepartout Appuntamento al cinema No Reservations Globe Trekker Cool Tour Tous Les Habits Le case pi verdi del mondo No Reservations Explore: dalla Patagonia alle Pampas Passepartout Film: Diciassette anni - di Zhang Yuan con Liu Lin, Li Bingbing, Li Yeding David Letterman Show Cool Tour Posso venire a dormire da voi?

sport
20.00 Biliardo: Welsh Open EuroSport HD 20.45 Bollettino Sportivo Eurosport 2 20.45 Calcio: Bayer Leverkusen Barcellona UEFA Champions League Sky Sport 1 HD 20.45 Basket: Louisville - Syracuse NCAA Sky Sport 2 HD 20.45 Calcio: Olympique Lione - Apoel Nicosia UEFA Champions League Sky Sport 3 HD 20.45 Calcio: Diretta Gol Champions League Sky Supercalcio HD 21.15 Basket: Una partita Eurocup Eurosport 2 21.15 Rugby: Francia - Irlanda Torneo Sei Nazioni Sky Sport Extra 22.30 Azzurro Forte Sky Sport 2 HD 22.45 Champions League Postpartita Sky Sport 1 HD 22.45 Calcio: Bayer Leverkusen Barcellona UEFA Champions League Sky Sport 3 HD 22.45 Champions League Postpartita Sky Supercalcio HD 23.00 Tennis: Torneo WTA di Doha EuroSport HD 23.00 Tennis: Torneo WTA di Doha Eurosport 2 23.15 Rugby: Galles - Scozia Torneo Sei Nazioni Sky Sport 2 HD 23.30 (E' sempre) Calciomercato Sky Sport 1 HD 23.30 (E' sempre) Calciomercato Sky Supercalcio HD 00.00 Night News Eurosport 2 00.15 Poker: Ep. 14 Poker WPT Series 5 Sky Sport 2 HD 00.30 Salto con gli sci: HS 140 Coppa del Mondo EuroSport HD 00.30 Highlights Champions League Sky Sport 1 HD

19.00 Biliardo: Welsh Open EuroSport HD 19.00 Basket: Una partita Eurocup Eurosport 2 19.00 Sky Magazine Sky Sport 1 HD 19.00 Wrestling: Ep. 34 WWE Domestic Raw Sky Sport 2 HD 19.30 Champions League Prepartita Sky Sport 1 HD 19.30 Champions League Prepartita Sky Sport 3 HD 19.30 Rugby: Italia - Inghilterra Torneo Sei Nazioni Sky Sport Extra 19.30 Champions League Prepartita Sky Supercalcio HD

I
7.15 8.45 10.15 12.20 14.05 15.50

14.15 15.05 15.40 15.45 16.35 Film: Teresa Venerd - di V. De Sica 17.25 con A. Benetti, A. Magnani, V De Sica 17.55 Film: Quando volano le cicogne - di M. Kalatozov con T. Samojlova, A. Batalov 18.30 19.00 Film: E poi lo chiamarono il 19.55 Magnifico - di E. Borboni, con T. Hill Film: Lady Henderson presenta - di 20.45 21.15 S. Frears con J. Dench, B. Hoskins Film: Analisi di un delitto - di R. 22.45 Herrington con T. Berenger, E. Stoltz 23.35 Film: Red Baron - di N. Mllerschn con M. Schweighofer, T. Schweiger 0.05

MOVIE

FOX
11.15 Tutto in famiglia Fox HD 11.40 Ghost Whisperer - Presenze Fox Life 11.55 Happy Days Fox Retro 12.35 Cash & Cari - Tesori in soffitta Fox Life 12.45 C.S.I. - 100% Grissom Fox Crime HD 12.55 Mayday. scena del disastro National Geographic Channel 13.00 Vado a vivere da solo Fox Life 13.00 La Tata Fox Retro 13.30 La Tata Fox Retro 13.40 C.S.I. Miami Fox Crime HD 14.50 Scrubs Fox HD 14.50 15.30 16.10 16.10 16.25 16.30 17.30 17.35 17.35 17.45 18.00 Bones Fox Life Love Boat Fox Retro Tutto in famiglia Fox HD A spasso sulla Grande Muraglia National Geographic Channel N.C.I.S. - Unit anticrimine Fox Crime HD Top Secret Fox Retro Missione Impossibile Fox Retro I Simpson Fox HD Dog Whisperer National Geographic Channel Cash & Cari - Tesori in soffitta Fox Life I Simpson Fox HD 18.15 Numb3rs Fox Crime HD 18.25 Mary Tyler Moore Fox Retro 19.30 Quei secondi fatali National Geographic Channel 19.35 Sex and the City Fox Life 19.45 American Dad Fox HD 19.55 Megastrutture giganti National Geographic Channel 20.00 L'albero delle mele Fox Retro 20.35 I Simpson Fox HD 20.55 Quei secondi fatali National Geographic Channel 21.00 C'era una volta Fox HD 21.00 Criminal Minds Fox Crime HD 21.00 Castle Fox Life 21.00 Moonlighting Fox Retro 21.20 Quei secondi fatali National Geographic Channel 21.50 Glee Fox HD 21.50 Quei secondi fatali National Geographic Channel 21.55 Criminal Minds Fox Crime HD 22.50 Venezia pronto intervento National Geographic Channel 23.00 I Jefferson Fox Retro 23.20 Venezia pronto intervento National Geographic Channel 23.30 Happy Days Fox Retro 23.35 American Dad Fox HD 23.45 Tab National Geographic Channel

MEDIASET PREMIUM

cinema
Premium Cinema Emotion 18.30 Constantine - di F. Lawrence Studio Universal 19.05 Sabrina - di S. Pollack Premium Cinema Emotion 19.30 Matrimonio allinglese - di S. Elliott Premium Cinema 21.15 Il mistero di Sleepy Hollow - di T. Burton Premium Cinema Energy 21.15 Il solista - di J. Wright Premium Cinema 21.15 Notting Hill - di R. Michell Premium Cinema Emotion 21.25 Mr. Jones - di M. Figgis Studio Universal 23.20 Harry Potter e i doni della morte - di D. Yates Premium Cinema 0.00 Misery non deve morire - di R. Reiner Studio Universal 0.45 Lo squalo - di S. Spielberg Premium Cinema Energy

I
08.10 09.00 09.10 10.35 11.15 12.00 12.20 13.20 13.20 15.15 15.50 15.55 17.25 18.25 19.30 19.30 21.15 21.15 21.15 22.55 23.05 23.40 00.35

intrattenimento
Hamburg distretto 21 - Tf Steel The Middle - Tf Joi Sophie Paquin - Tf Mya Packed to the Rafters - Tf Joi Una famiglia del 3 tipo - Sitcom Steel One Tree Hill - Tf Mya V - Tf Joi Fringe - Tf Steel Summertime - Sole, cuore... - Tvm Mya The Middle - Tf Joi Lultimo samurai - Film Joi Smalville - Tf Steel My Last Five Girlfriends -Tvm Mya R.I.S. Delitti imperfetti - Tf Steel One Tree Hill - Tf Mya ER - Medici in prima linea - Tf Joi Gossip Girl - Tf Mya Warehouse 13 - Tf Steel Royal Pains - Tf Joi Nipn Tuck - Tf Mya Dr. House - Tf Joi Sanctuary - Tf Steel Smalville - Tf Steel

8.40 4 amiche e un paio di jeans 2 - di S. Hamri Premium Cinema Emotion 10.25 Femme fatale - di B. De Palma Premium Cinema Energy 10.45 Somewhere - di S. Coppola Premium Cinema Emotion 11.40 Giustizia privata - di F. Gary Gray Premium Cinema 12.10 Magic Numbers - di N. Ephron Studio Universal 14.10 The Big Easy / Brivido seducente - di J. McBride Studio Universal 14.15 Vi presento Joe Black - di M. Brest Premium Cinema Emotion 15.20 The Next Three Days - di P. Haggis Premium Cinema 16.10 Driven - di R. Harlin Premium Cinema Energy 16.40 Il club delle prime mogli - di H. Wilson Studio Universal 17.20 Jersey Girl - di K. Smith

IRIS
11.00 Film: Dalle Ardenne allinferno di A. De Martino, con F. Stafford 13.20 Film: Caccia spietata ai rapitori di F. Di Leo, con L. Merenda 15.30 Film: Storie damore con i crampi P. Quarturllo, con R. Falk, S. Rubini 17.20 Film: Giorni di passione - di B. Barreto, con D. Hopper, A. Irving 19.15 Supercar - Tf 20.05 A-Team - Tf 21.00 Film: Baci e abbracci - di P. Virz, con F. Paolantoni, M. Gambacciani 22.55 Film: Appuntamento al buio - di B. Edwards, con K. Basinger, B. Willis 0.45 Film: Giorni di passione - di B. Barreto, con D. Hopper, A. Irving

CIELO
10.00 11.00 12.00 13.00 13.10 13.30 14.00 15.00 16.00 17.00 18.00 19.00 20.00 21.00 23.00 0.00 Cambio vita... mi sposo Top Chef - All Star Sky Tg24 Giorno Gli Sgommati Masterchef Magazine Non lo sapevo! Dog Whisperer con Cesar Millan Voglio vivere cos Italia Cambio vita... mi sposo Uno su tutti Voglio vivere cos Dog Whisperer con Cesar Millan Top Chef - All Star La dura verit Aiuto! Animali imbarazzanti Sky Tg24 Notte

REAL TIME
12.40 13.10 14.05 14.30 15.00 15.25 16.20 17.15 17.45 18.40 19.10 19.40 20.40 21.10 22.10 23.05 Cucina con Buddy Cortesie per gli ospiti NY Com' fatto con Barbara Gulienetti Clio Make Up Abito da sposa cercasi Extreme Makeover: Diet Edition Cerco casa disperatamente Abito da sposa cercasi Tabatha Mani di Forbice Cucina con Ale Cucina con Buddy Gordon Ramsay Abito da sposa cercasi Il boss delle torte Top Chef: Masters Cucine da incubo USA

SPORT
Intervista a Barbara Berlusconi: la passione da bambina, il business, le sfide del futuro. E lultima parola su Pato e il Psg: Mi sono tenuta volontariamente fuori dalla vicenda
ENRICO CURR MILANO arbara Berlusconi, adesso che il mercato finito, dica la verit: stata lei a bloccare la cessione del suo fidanzato Pato al Psg? Mi sono tenuta volontariamente fuori dalla vicenda. Le decisioni di mio padre e di Adriano Galliani sono state motivate da valutazioni tecniche ed economiche. Trovo sminuente verso i vertici del club ipotizzare che una scelta strategica cos importante sia stata condizionata da interessi privati. Avr messo in conto il gossip: la figlia del padrone sta col giovane campione, non le crea imbarazzo? Non certo semplice. Questa situazione si presta a strumentalizzazioni ed spesso utilizzata per alimentare false credenze, che creano tensioni immotivate. Ma non per me motivo dimbarazzo. A volte nella vita le cose belle, quanto impreviste, accadono. E bisogna saperlo accettare. In Italia il calcio roba da uomini: perch lei e non i suoi fratelli Piersilvio o Luigi? Perch sono da sempre una tifosa appassionata. E perch non sopporto la scelta comoda, che protegge ma non d emozioni. Delle emozioni non potrei mai fare a meno: mi permettono di progettare e di proiettarmi nella vita con obiettivi forti. E nel calcio, oltre alla testa, bisogna metterci il cuore. E i presunti contrasti con sua sorella Marina sullopportunit di vendere il club? In questo percorso i miei fratelli mi stanno sostenendo e Marina in particolare. Lei sa che, per una donna, doppiamente difficile. Inventati anche i contrasti con Galliani? Galliani vicepresidente e amministratore delegato. Sono ventisei anni che lavora al Milan e io ho il grande privilegio di poterlo affiancare. Inoltre abbiamo et, competenze, prospettive e ruoli cos diversi che mi risulta davvero impossibile pensare a uno scontro. Ma la famiglia Berlusconi, dopo 25 anni di successi, ha ancora voglia di investire nel calcio? Come famiglia, abbiamo investito tantissimo. E chi pensa ancora che il Milan sia un giocattolo di lusso non comprende come il calcio sia cambiato e come si sia sviluppato. Que-

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

I 66

Milan
Pato

Il mio
61
I GOL
Alexandre Pato, 22 anni, ha segnato 61 gol col Milan, di cui 4 questanno (in 15 gare)

Meno follie e tante emozioni ecco come vedo il calcio del futuro
Il legame con Pato Il fair play Uefa La famiglia

Il gossip? Non semplice A volte nella vita le cose belle, quanto impreviste, accadono. E bisogna sempre saperlo accettare
nanziario vi spaventa? Obbliga a una gestione totalmente diversa. Le propriet avranno forti limiti alla possibilit di ripianare le perdite. E non perch non lo vorranno, ma perch questo provvedimento non lo consentir pi. Il Milan, in ogni caso, come anche altre realt italiane, chiamato a vincere la sfida della modernit. Deve strutturarsi per competere sui mercati internazionali, attrarre nuovi partner commerciali, guardare ai paesi emergenti, far crescere la notoriet del brand, rinnovare le strutture, gestire il marchio a 360 gradi. Soprattutto, diversificare i ricavi. Tutti gli sforzi e le energie non potranno pi esaurirsi nella mera fase sportiva. Come? Con ancora pi programmazione e una visione di medio-lungo periodo. Sono necessarie an-

Questo sport ha vissuto fuori da ogni regola di bilancio: inutile dire se il fair play sbagliato o giusto, ora una sfida
che strategie di ampio respiro, che prescindano dalla mentalit del Sunday to Sunday Business. Anche al Milan? Il Milan ha certamente lavorato molto in questi anni. Oggi la sfida ancora pi difficile: non pi solo con Manchester, Real, Bayern. Ora anche da noi le societ di calcio, in particolare Juve e Roma, dimostrano di non temere il futuro. Con coraggio e qualche idea nuova. La Juve ha passato anni difficili. Ma a volte i sacrifici sono indispensabili per ritornare a grandi livelli. Il metro del successo di un club il risultato del campo. In parte anche vero. Per questo alla fine degli anni Novanta molti club hanno investito tutti gli introiti dei diritti televisivi negli ingaggi e non per rinnovare le strutture e creare valore. Ma cos nulla rimasto per gli impianti e per lo

Vogliamo continuare a mantenere una grande squadra. E il ritorno di mio padre da presidente darebbe nuovo slancio
sviluppo. Con quali conseguenze? Si sottovalutata la concorrenza europea che, stagione dopo stagione, ha guadagnato quote di mercato, sottraendo ai nostri club importanti porzioni di ricavi. Nel 2000 3 delle prime 5 societ dEuropa per fatturato erano italiane. Oggi il primo club del nostro paese, il Milan, solo settimo. Ne deriva che il modello del calcio futuro inevitabilmente un mix di successi sportivi e capacit di ottenere risultati commerciali, finanziari e manageriali. E i risultati migliori sul campo vanno proprio a chi stato capace di dotarsi di una struttura e di efficienti strategie commerciali. Quindi il calcio italiano, qualunque trofeo possa vincere, in crisi? Nientaffatto. Il nostro modo di vivere il calcio e di operare ci ha

REPUBBLICA.IT Le immagini dei gol e delle principali azioni dei due posticipi di serie A

sto sport diventato anche business, non pi sola passione sportiva. Se questo cambiamento di prospettiva non dovesse avvenire, indipendentemente dai capitali a disposizione, si rischierebbe forse di non essere allaltezza delle nuove sfide. Il ritorno di suo padre sarebbe davvero cos importante per il Milan? Il suo ritorno da presidente sarebbe importante per dare un nuovo slancio alla societ e alla squadra. Il calcio anche un costo importante: la sfida del fair-play fi-

Prandelli

Recuperi serie A

Dopo la nazionale voglio tornare in un club


ROMA Il ct azzurro Cesare Prandelli (foto) intervenuto a Gr Parlamento: Ho in testa solo lazzurro, a Euro 2012 dipende tutto da noi. Sul suo futuro: Dopo la nazionale, torner in un club. Su Balotelli e Capello: Mario straordinario, ma stonano gli 8 turni di stop. Le dimissioni di Fabio per Terry? Deve esserci altro. Gli stadi? Inadeguati. Interessante anticipare il campionato.

Bologna-Juventus e Parma-Fiorentina il 7 marzo


ROMA Si giocheranno il 7 marzo, alle 18.30, Bologna-Juve e ParmaFiorentina, recuperi delle gare della 23 giornata, rinviate per maltempo. Il 7 marzo sar disputata pure Cesena-Catania, prevista domani e nuovamente spostata. Il Napoli ha chiesto di anticipare alle 18.30 la gara di venerd con la Fiorentina (prevista alle 20.45).

Inter
A MILANELLO
Barbara Berlusconi, ieri stata circa due ore a Milanello per sostenere Allegri e la squadra nella fattispecie, pi importante. Ma questo sport ha vissuto per troppi anni al di fuori delle pi elementari regole economiche e di bilancio. Nessuna azienda pu prescindere sempre e comunque dai propri conti. Anche il calcio dovr adeguarsi. Dobbiamo preoccuparci? Direi attrezzarci. Ma sbaglia chi pensa che solo lItalia rischi. Il calcio inglese, pur bello e spettacolare, deve fare i conti con circa 3,8 miliardi di debiti e una gestione finanziaria gravemente in difficolt. Anche la Spagna in una situazione di forte indebitamento. Invece altrove, ad esempio in Germania, con stadi di propriet e ricche sponsorizzazioni, senza fare follie hanno creato un sistema virtuoso, un esempio da imitare. Conti in ordine, stadi pieni, sviluppo delle attivit commerciali e tanti giovani in campo. Il calcio non un business solo per chi guadagna milioni di euro, ma anche per i tanti posti di lavoro che crea. Unindustria. Ha un giro daffari che genera, nel nostro paese, un indotto di circa 8 miliardi di euro. Ma soprattutto produce, per lo Stato, introiti per 1,3 miliardi. Per questo, e per il valore sociale nei confronti di 40 milioni di appassionati, non si pu far finta che sia un intrattenimento come un altro. Come immagina lindustria Milan? Ancor pi simile a una moderna entertainment company, al centro di un sistema di relazioni vincenti con pubblico e sponsor. Lobiettivo di riuscire a mantenere una squadra di livello tecnico eccellente e una struttura di costo efficiente. Vogliamo continuare a emozionare, ma per fare questo necessario forse avere il coraggio di scelte impegnative, per una gestione ancor pi redditizia. Ultima cosa. Lei appassionata di teatro e di arte: il calcio italiano attuale, per, non il massimo del comfort e della raffinatezza. Le racconto un aneddoto. Da bambina andavo al circo con mia madre. A poco a poco ho cominciato a trovarlo uno spettacolo ripetitivo, basato su emozioni forti ma poco condivisibili, in un ambiente poco accogliente. Divenuta madre, non ho avuto il desiderio di portarci i miei figli. Poi sono stata a uno spettacolo del Cirque du Soleil. Sono tornata spesso e, appena ci sar loccasione, porter la mia famiglia. Quindi? Quindi, se penso allintrattenimento che il calcio pu offrire, vorrei che riuscisse a sparigliare in questo modo, a diventare sempre pi emozionante: non tanto per la partita quanto per il contorno e tutto linsieme, dagli stadi fino al fascino del marchio delle squadre, il cosiddetto brand, e al modo di vivere lincontro, che deve sempre riuscire a trasmettere adrenalina positiva. Non esagerato fare paragoni tra due cose tanto diverse? No, anzi. Pensi che il nuovo responsabile marketing dellArsenal lex direttore marketing del Cirque du Soleil.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Wesley Sneijder domenica sul prato di San Siro, dove il Novara ha vinto 1-0

Emergenza continua tre partite per Ranieri


IL MERCATO
Deficitario: Guarin (foto) fermo altre 2 settimane, Palombo non sostituisce Motta

Ma sotto accusa c chi ha fatto il mercato


ANDREA SORRENTINO MILANO emibili ultr avvolte nel visone non si vedono spesso, n sono frequenti contestazioni di piazza in cui i poliziotti sono in schiacciante maggioranza rispetto ai dimostranti. Ma nulla impossibile, se c di mezzo lInter e quel rassicurante refolo di follia, o forse studiato surrealismo, che soffia alle spalle della Beneamata e ne caratterizza la storia, i trionfi e i disastri. Cos ieri contestazione stata, sotto gli uffici di Moratti, e con tanto di striscione: Vergogna, game over cera scritto. Solo che a reggere il drappo erano tre signore, le uniche ultr presenti, due delle quali in pelliccia e telefono palmare in tasca. A fronteggiarle pare ci fossero sei agenti, perch della contestazione si era sparsa voce sui social network e si temevano folle oceaniche. Macch. Le signore hanno stazionato un po l sotto, hanno concesso interviste televisive per ammazzare il tempo e fornire materiale ai tg sportivi, poi sono tornate a casa dove hanno lasciato cadere il visone nel guardaroba, forse un po smarrite, senzaltro deluse. Daltronde il destinatario dei loro strali, Massimo Moratti, non era in ufficio. Non certo di buonumore, il pre-

sidente interista, mentre tutti si chiedono cosa pensi dellennesima crisi nerazzurra, e come intenda affrontare lemergenza. Perch emergenza c: appena tre settimane fa celebravamo lInter delle sette vittorie consecutive, ora ne attestiamo la crisi nera, dopo quattro sconfitte nelle ultime cinque gare ufficiali (Tim Cup compresa) e un solo punto in campionato in quattro

LA DIFESA
Il punto debole: ha incassato 30 gol in 23 partite, e 10 nelle ultime 4 (foto: Lucio)

Fiducia nel tecnico, per Moratti esige una reazione tra Bologna, Marsiglia e Napoli
partite. E il momento pi difficile di una stagione comunque iniziata male. A settembre cera margine per rimediare, adesso ce n molto meno: tra una settimana Champions League e c un terzo posto da agganciare in campionato. Il terzo posto vitale per i bilanci futuri, e in fondo la Lazio distante appena sei punti (con lUdinese che senza Isla e Di Natale camminer meno velocemente), mentre in Champions lavversario degli ottavi labbordabile Olympique Marsiglia. Quindi non si scappa: Moratti

Il business

Chi pensa che il Milan sia un giocattolo non ha capito quanto il calcio sia cambiato: non solo passione, ma business
fatto forse crescere meno degli altri. Nel 2000 il fatturato della serie A era di un miliardo di euro, oggi di 1,5. Quello inglese nel 2000 era sempre di un miliardo, ma nel 2010 era di 2,5. In Spagna si passati in 10 anni da 0,5 a 1,5 miliardi. Per il calcio italiano ancora in grado di muovere soldi e interessi. I nostri club sono brand straordinari, grazie a un campionato equilibrato e di alto livello, dove le ultime possono mettere in difficolt le prime. Ma il fair-play finanziario giusto o no? Inutile ormai dire se sia giusto o sbagliato. Lobiettivo che i club programmino le loro attivit rimanendo nei limiti dei propri introiti, con una gestione responsabile. C qualcosa che non la convince di questo provvedimento? Forse sembra troppo orientato sul controllo del conto economico, anzich sul controllo dei flussi di cassa, cosa che ritengo,

LALLENATORE
Ranieri pasticcia con i moduli da 3 turni. E non ha gestito il rientro di Sneijder

pretende che lInter e Ranieri ripartano, subito e di slancio, perch non pi consentito perdere altro terreno, n collezionare altre figuracce. Per questo Ranieri, che ultimamente sembrato meno in controllo della situazione, non rischia la panchina oggi, ma potrebbe rischiarla se nelle prossime gare (Bologna, Olympique, Napoli) la tendenza negativa continuasse. Deve dare segni di vita, lInter, e in parte li ha dati contro il Novara nonostante la sconfitta. Per questo Ranieri non ha strigliato la squadra ieri alla Pinetina, ma ha cercato di usare parole di incoraggiamento: magari la carota funziona, chiss. Ma in questo periodo il peso di tutto sulle spalle del tecnico. Pi in l sar il tempo delle analisi e dei processi sommari. Magari anche nei confronti di chi, nei quasi due anni trascorsi dal Triplete del 2010, ha trattato e acquistato una ventina di giocatori senza che nessuno di loro risultasse determinante per le sorti dellInter. A parte Pazzini e per certi versi Nagatomo, non un solo acquisto si guadagnato il posto da titolare in una squadra condannata a ripetere se stessa allinfinito. La crisi nasce da l, non da Ranieri o da chi lo ha preceduto. E questo ormai appare chiaro a ogni tifoso, in pelliccia o in giubbotto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Coppa dAfrica

Zambia, la grande festa i campioni tornano a casa


LUSAKA Una notte, un giorno e altri ancora di festa. Calciatori accolti come eroi. Centinaia di migliaia di persone per le strade per rendere omaggio alla nazionale di calcio dello Zambia che ha vinto per la prima volta la Coppa dAfrica sconfiggendo in uninterminabile finale la Costa DAvorio. Ora le anime dei nostri fratelli morti potranno finalmente riposare in pace. Abbiamo vinto per loro. Le parole dellattaccante Felix Katongo fanno capire il significato epico della vittoria: i Chipolopolo, i proiettili di rame la cui estrazione la principale fonte di reddito del paese, hanno conquistato la Coppa a Libreville, capitale del Gabon, nella loro Superga: nel 93 morirono 18 calciatori in un incidente aereo. Molti tifosi erano andati a pregare sulle tombe. Migliaia allaeroporto di Lusaka per nove ore in attesa degli eroi della patria: cortei, vuvuzelas e una festa che durer ancora molti giorni.

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

R2SPORT

I 68

PER SAPERNE DI PI www.uefa.com www.arsenal.com

Spezzatino di Champions, apre il Bara


Stasera via allandata degli ottavi: catalani a Leverkusen. LApoel a Lione
ALESSANDRO DI MARIA
pezzatino di Champions. Dopo due mesi di sosta stasera torna con landata degli ottavi di finale. Anche questanno gare spalmate in quattro giorni. Si comincia con Bayer Leverkusen-Barcellona (ore 20.45, diretta su Sky Sport1, Sky Calcio1, Premium Calcio e Premium Calcio Hd2) e Lione-Apoel (20.45 su Sky Sport3, Sky Calcio2 e Premium Calcio1). Grande attenzione per i catalani, che devono ritrovare in Champions la strada persa in campionato (10 dal Real), dopo il ko

con lOsasuna in quella che probabilmente stata la pi brutta gara dellera Guardiola: Siamo stati la squadra pi competitiva a livello mondiale negli ultimi quattro anni spiega il tecnico del Bara ma qui sembra che se non vinciamo la Champions la stagione sia fallimentare, come se fosse facile. E anche stasera non mancano i problemi: Busquets in forse, Iniesta, Xavi, Pedro e Sanchez non sono al meglio, Piqu sfuggito per un soffio a un incidente stradale uscendo dal garage di casa della sua abitazione: un autobus ha centrato lo sportello dellauto. Solo spavento. Dallaltra parte i tedeschi del Leverkusen: Dopo il sorteggio

ha spiegato il difensore Friedrich avevamo due strade, potevamo lamentarci o entusiasmarci. Mancher la stella Ballack per un problema a un polpaccio. Nellaltra gara della serata la grande sorpresa di questa Champions, i ciprioti dellApoel, contro il Lione, promosso grazie al discusso 7-1 con la Dinamo Zagabria. Infine una curiosit, 7 delle 16 rimaste in corsa (Napoli, Inter, Marsiglia, una tra Chelsea e Arsenal, Bayer, Apoel e Lione) si giocano tutto o quasi: non sarebbero per ora qualificate alla prossima Champions. Praticamente il 50%. Come dire, lEuropa si paga. E anche tanto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La scena madre
di GABRIELE ROMAGNOLI

34anni

CON I BLEUS
Nato a Les Ulis (Francia). Nazionale fino al 2010: 123 match e 51 gol (foto, lex ct Domenech)

rovaci ancora, Smiley. Allanagrafe Thierry Henry, attaccante di calcio. Di fatto, nelle stesse condizioni dellagente segreto protagonista del libro di Le Carr e del film La Talpa: pensionato. Poi richiamato in servizio per unultima missione, destinata a diventare penultima. Smiley un uomo stanco, sperduto in una Londra grigia che pure era stata il suo regno. Si compra occhiali nuovi, cucina aspettando una moglie che si suppone bella, si sa infedele, resta invisibile. Gli affidano un incarico delicato: scoprire linfiltrato dei sovietici nei Servizi di Sua Maest. Ha poco tempo e

La gioia in una spaccata lultima missione del pensionato Henry P


Heath Ledger. La mattina un raggio di sole lo svegliava scoprendolo sdraiato accanto alla modella bosniaca Andrea Rajacic. Si godeva le partite di football americano, di cui esperto. Andava al Madison Square Garden per vedere i Knicks quando affrontavano San Antonio del suo amico Tony Parker. Faceva shopping compulsivo, accumulando scarpe da ginnastica. Per andare a giocare nello stadio nel Jersey prendeva il treno da solo e si dichiarava contento che nessuno lo riconoscesse. A un certo punto della vita ti racconti una favola della buonanotte. Incontri ex soldati o ex inviati speciali in pensione, gli chiedi come va, ri-

LACROBAZIA
Il gol vittoria contro il Sunderland al 91, nella sua ultima gara in Premier League prima di rientrare a New York

spondono: Bene. Fantastico. Leggo molto. Vedo i vecchi film che mi sono perso. Faccio lunghe passeggiate con il cane. (Ogni pomeriggio penso al suicidio). Lultima foto di Henry pubblicata dai giornali sportivi era quella in cui abbraccia Beckham, che lo ha eliminato ai play-off del torneo americano. David andato a vincerlo, a lui che cosa restava? Thierry stato u n o dei ragaz-

zi doro del calcio francese. Ha vinto i Mondiali a 21 anni, nel 98. Due anni dopo, gli Europei. Sulla maglia della nazionale ha messo due macchie: il gol di mano che favor la qualificazione in Sudafrica, rubandola allEire. E la feroce nemesi che ne segu: una spedizione ridicola, finita tra gli insulti in prima pagina. Fu lui a chiamare il presidente Sarkozy per dare pubbliche spiegazioni e salvare lonore. Dopodich? Non fu pi convocato da Blanc, venne scaricato da Guardiola, esiliato a New York. Come molti, Henry stato felice in un solo posto. Non lo cap la Juventus, non gli diede abbastanza

soddisfazione il Barcellona. La maglia della sua vita restava quella dellArsenal. Laveva appesa a una parete nella sua casa da milionario a Manhattan. Sembrava un souvenir, qualcosa da poter indossare ancora se avessero organizzato un memorial per il suo ritiro. Di fatto, gi avvenuto. Poi hanno richiamato Smiley. Senza esserne troppo convinti, in verit. Ma lui aveva tempo libero e lArsenal qualche gettone da spendere e uno spazio da concedere, presumibilmente quello riservato alla nostalgia, a risultato acquisito. Invece, fin dal debutto, Henry ha giocato per sovvertire la logica, inserire la prolunga al passato.

BARA E USA
Nei suoi tre anni al Barcellona (2007-2010) Henry ha vinto 2 volte la Liga (09 e 10) una Champions e Mondiale per club (2009). Nel 2010 va a New York per giocare nei Red Bulls

La maglia dellArsenal era alle pareti della casa da milionario a Manhattan, sembrava un souvenir. Lo hanno richiamato Come lagente Smiley
una sola risorsa: se stesso. Per Thierry Henry il tempo era gi scaduto: in tutti i sensi. Il novantesimo era scoccato nello stadio del Sunderland quando Arshavin, subentrato come lui dalla panchina, aveva crossato la palla della disperazione. Sullazione gemella, attimi prima, un compagno pi giovane aveva fallito loccasione. Il passaggio fila e Henry si distende oltre ogni limite. Non dovrebbe pi giocare nellArsenal, non avrebbe dovuto disputare quella partita, non dovrebbe arrivare su quel pallone. Eppure. Va in spaccata. Da dove ha preso lo slancio? Un anno e mezzo fa, a New York, sono andato alla sua ricerca. Giocava nei Red Bulls, guadagnava bene, si era comprato un appartamento da 15 milioni di dollari a Soho, nel palazzo dove si era suicidato lattore

Nessuna felicit sta posata sul comodino, bisogna rompersi un arto per prenderla. Ne vale sempre la pena. E ora il Milan, ma lui ha gi fatto il check-in
Quando si esteso sul cross di Arshavin anche il tifo avverso ha trattenuto il respiro, sospeso tra la paura del dolore e il desiderio di leggenda. Come quando ti tira il rigore contro uno che hai in squadra al fantacalcio: un po sarai felice comunque. Lha messa dentro, Henry, scavalcando ogni confine. Era la sua ultima partita di campionato. Gli resta quella di Champions, domani contro il Milan. Ha gi fatto le valigie e il check-in online. Lo aspetta la sua casa di vetro, bambola inclusa, scarpiera traboccante. Nessuna gioia sta posata sul comodino. Bisogna spaccarsi un arto per andarla a prendere. Ne vale sempre la pena. Interpretando la parte di Smiley un dimenticato Gary Oldman si conquistato la nomination allOscar. Domani Henry allultima recita. Il palcoscenico grandioso, nel copione ha una comparsata. Gli fan gi ombra le falde del sipario. Devessere magnifico giocarsela ancora.
RIPRODUZIONE RISERVATA

229
GOL INGLESI
AllArsenal dal 99 al 2007 segn 226 gol. Da gennaio 2012 ne ha fatti altri 3

SEI MESI
Dal gennaio al giugno 99 alla Juventus (con Ancelotti in panchina, foto)

MANO MONDIALE
18/11/2009, playoff Francia-Irlanda per il Mondiale 2010: Henry controlla la palla con la mano e passa a Gallas che segna il decisivo e contestatissimo gol qualificazione. In carriera ha vinto un Mondiale (98) e un Europeo (2000)

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

R2SPORT

PER SAPERNE DI PI www.sscnapoli.it www.asroma.it

I 69

I DUE RIGORI
Il gol vittoria di Calai realizzato su rigore. A destra, il 2-0 di Cavani al Chievo, sempre su rigore

Roma, torna il buio il Siena la affonda


DAL NOSTRO INVIATO ENRICO SISTI SIENA vrebbero dovuto avvertirlo, Juan, che Destro era capace di calciare anche col sinistro. Anzi soprattutto col sinistro. Al 9 uno dei rimbalzi astrusi che lerba ghiacciata ispira al pallone (il rimbalzo verticale di un lancio raro a vedersi) mette Destro in condizione di cambiare subito il volto del match: ma il pallonetto finisce alto da una posizione in cui forse gli sar parso banale segnare rasoterra. Cos la situazione si stabilizza, anzi si congela. Ma solo per un po. Il Siena avr pensato: abbiamo pareggiato in casa della Juve, abbiamo vinto col Napoli in Coppa Italia, perch non possiamo inventarci unaltra bella partita, tutti stretti come nel calcio balilla, contro la Roma? Roma che avr ripetuto borbottando fra s e s lormai logora cantilena del suo tecnico: dobbiamo migliorarci per vincere con continuit. Non lavesse mai detto. La continuit rimane una chimera. Vince il Siena e lo fa con le sue piccole virt, coi mezzi e non coi Messi che ha a disposizione. Non smette mai di correre, ha fisici robusti dietro, Giorgi ha grinta sullesterno, Brienza i piedi. Enrique non voleva giocare ma non si aspettava che una volta in campo fossero i suoi a non giocare. C una Roma 1, quella dellInter, una Roma 2, quella che non perde ma non brilla, una Roma 3, quella che si autosquaglia. Il problema della Roma, se cos si pu chiamare, la sua massima forza: De Rossi: troppa differenza quando lui in campo, troppo disagio senza. Viviani pi condannato che onorato di rappresentarlo. Il Siena pressa alto. Si capisce subito che Gazzi e Vergassola faranno le stesse mosse di Nainggolan e Conti. E difficile immaginare spazi fra Rossettini e Terzi in cui un uomo vestito di rosso possa tentare di infilarsi. E cos Calai al 16 a divorarsi la seconda palla gol. Il Siena si prende tutti gli spazi che pu con Brienza e Calai. In piccolo ricorda la miglior Lazio di Reja. Al 23 un ampio triangolo aperto Brienza-Giorgi-Destro confeziona la terza palla-gol per il Siena. Le incursioni giallorosse sono folate vagamente nevrotiche. Nella ripresa Enrique cambia Juan, tor-

SIENA ROMA

1-0
SIENA (4-4-2) Pegolo 6 Vitiello 6, Rossettini 6.5, Terzi 6, Del Grosso 6 Giorgi 7 (32 st Parravicini sv), Vergassola 6.5, Gazzi 6, Brienza 7 Calai 6.5 (25 st Angelo 6), Destro 6 (38 st Grossi sv). ROMA (4-3-3) Stekelenburg 6 Rosi 5, Juan 5 (1 st Kjaer 5), Heinze 6, Jos Angel 5 Simplicio 5 (23 st Bojan 6), Viviani 4.5, Pjanic 5.5 Lamela 6, Totti 5 (10 st Osvaldo 5), Borini 5.5. Arbitro: Rocchi 6.5. Reti: 7 st rig. Calai. Note: ammoniti Totti, Kjaer, Grossi. Spettatori 9.228.

Il Napoli si rilancia tutto facile col Chievo


MARCO AZZI NAPOLI ine del black-out. Il Napoli ritornato a vincere in campionato dopo pi di mese e s riagganciato al treno per lEuropa. Ma il successo sul Chievo (2-0) un segnale di risveglio anche per la Champions, a una settimana dalla sfida col Chelsea. Si capito abbastanza presto che non sarebbe stata unaltra serata di passione, per il Napoli. Ci ha messo del suo anche Di Carlo, che ha avuto il torto di presentarsi al San Paolo con tre punte e un modulo tattico troppo spregiudicato, accettando il pericolo di esporsi allarma migliore degli avversari: il gioco di rimessa. Mazzarri, per una volta, non s dovuto dunque misurare con il rebus ancora insoluto degli spazi stretti, causa di parecchie sofferenze per la sua squadra contro le piccole. Ma la gara degli azzurri diventata in discesa soprattutto per il sollecito vantaggio di Britos (14 pt, bel colpo di testa su angolo di Lavezzi), che ha sollevato i compagni dellattacco dallincombenza pi complicata: sbloccare il risultato. Obbligato dallo svantaggio a spingersi in avanti, infatti, il Chievo si scoperto le spalle ancora di pi e si trovato fatalmente nei guai. La trazione anteriore non ha prodotto i risultati che si augurava Di Carlo. Solo due i rischi per la porta di De Sanctis, che si fatto trovare pronto sulle conclusioni centrali di Pellissier e Sardo. Ha retto bene la rinnovata difesa azzurra, priva dello squalificato Cannavaro e rimodellata da Mazzarri per il turnover, con il debutto di Grava e Britos. Lunica macchia stata una gomitata di Aronica a Paloschi, sfuggita a Gava. Troppo buonista la sua direzione di gara, con qualche provvedimento disciplinare risparmiato anche ai giocatori del Chievo, in particolare a Dram. Larbitro veneto non ha invece avuto esitazioni nel concedere il calcio di rigore al Napoli (37 pt), per un ingenuo fallo in area di Sorrentino su Cavani. Perfetta lesecuzione del Matador: portiere spiazzato. Allintervallo, dunque, gli azzurri si sono potuti presentare con il comodo vantaggio di due reti, da gestire durante la ri-

Sannino

Complimenti ai miei, giocare contro i giallorossi molto faticoso, si sono sacrificati tutti Negli ultimi 15 ho avuto paura

Cavani

NAPOLI CHIEVO

Era un momento sfortunato, non una crisi vera. Non si giocava come Mazzarri voleva Il Chelsea? Prima Firenze

2-0
NAPOLI (3-4-2-1) De Sanctis 6 Grava 6.5, Aronica 6, Britos 7 Zuniga 6.5, Inler 6.5, Gargano 6.5, Dossena 6 Hamsik 6 (23 st Maggio 6), Lavezzi 6 (32 st Pandev sv) Cavani 6 (43 st Vargas sv). CHIEVO (4-3-1-2) Sorrentino 5.5 Sardo 6, Andreolli 5.5, Acerbi 6, Dram 5.5 Luciano 5.5 (29 st Rigoni 6), Bradley 5.5 (29 st Vacek sv), Hetemaj 5.5 Thereau 5 Paloschi 5.5 (16 st Moscardelli 5.5), Pellissier 6. Arbitro: Gava 5. Reti:14 pt Britos, 37 pt rig. Cavani. Note: ammoniti Sardo, Grava, Hetemaj, Zuniga, Britos e Andreolli. Spettatori 25 mila.

Luis Enrique

Mazzarri

Non siamo regolari. Peccato era una buona occasione per la classifica. Troppi errori. Kjaer punta? Una mossa disperata
nato tremebondo a causa della velocit di Destro, con Kjaer, che tremebondo lo anche quando non gioca. Detto fatto. Destro lo aggira e Kjaer lo stende: rigore. Calai, che alla Roma non aveva mai segnato in vita sua, cancella lo zero dalla sua personale casella giallorossa. Nella caotica reazione la Roma produce altri buchi per ingolosire lattacco senese. Ma davanti un mezzo pianto. Cominciano a pesare lorribile giornata di Rosi, Borini, Simplicio e Pjanic. E anche limprecisione di Totti, alla sua 700 partita da professionista. Gi ammonito al 10 Enrique sostituisce il capitano con Osvaldo. Entrato pure Bojan, la Roma si lancia verso la porta come un razzo caricato a salve: produce solo un tiro di Borini al 36. Davvero troppo poco per pareggiare a Siena. O in qualunque altro posto del mondo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Buona prestazione per carattere, ma quando il Napoli non avr pressione e paura sapr giocare molto meglio
presa. Mazzarri ha lasciato volentieri liniziativa al Chievo, comunque generoso nel non darsi mai per vinto. Ma il portiere pi impegnato stato ancora Sorrentino, che si riscattato con un paio di parate su Inler e Gargano. Tranquillo il conto alla rovescia fino al fischio finale. Se l goduto anche De Laurentiis, sentito in mattinata come teste in Procura dai pm Melillo e Ardituro, del pool competente per i reati collegati a manifestazioni sportive. Al centro del colloquio, i rapporti con la tifoseria, lallarme bagarini, i nodi legati agli steward e la convenzione con il Comune sul San Paolo. E poi gli interrogativi legati ai furti ai danni di calciatori e parenti e il filone napoletano dellindagine scommesse. Il presidente ha dato agli inquirenti i chiarimenti richiesti, garantendo collaborazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

23a giornata
LAZIO-CESENA UDINESE-MILAN CAGLIARI-PALERMO ATALANTA-LECCE CATANIA-GENOA INTER-NOVARA PARMA-FIORENTINA BOLOGNA-JUVENTUS NAPOLI-CHIEVO SIENA-ROMA 3-2 1-2 2-1 0-0 4-0 0-1
rinv. rinv.

2-0 1-0

La classifica
MILAN JUVENTUS** LAZIO UDINESE INTER ROMA NAPOLI PALERMO GENOA* CAGLIARI 47 45 42 41 36 35 34 31 30 30

ogni*una gara in meno FIORENTINA**28 PARMA** 27 CHIEVO 27 CATANIA** 27 ATALANTA* (-6) 24 SIENA* 23 BOLOGNA** 22 LECCE 18 CESENA* 16 NOVARA 16

Il caso

In breve Vela
degli Aironi, sostituisce in azzurro linfortunato Martin Castrogiovanni per lincontro del 6 Nazioni con lIrlanda, il 25 febbraio a Dublino. TENNIS Rotterdam, 1 turno: Gasquet (Fra) b. Cipolla 6-3, 1-6, 6-1. San Paolo, 1 turno Volandri b. Montanes 6-2, 6-3. CICLISMO Vincenzo Nibali la novit della Liquigas-Cannondale per il Tour dellOman oggi al via. ADRIANO C anche il nome del brasiliano ex Roma e Inter nella lista dei giocatori del Corinthians iscritti per la Coppa Libertadores. VAN BASTEN Lex Milan, 47 anni, allener lHeerenveen da luglio per due anni in sostituzione di Ron Jans, che lascer il club olandese ora 3 in classifica. Sulla panchina dellAjax fino al 2009, dal 2004 al 2008 aveva guidato la nazionale olandese.

Stampa russa: Capello allAnzhi. Ma a St.Moritz


ROMA Saint Moritz fa freddo. Meno 19 gradi. Ma pi della notizia, stavolta rilevante la fonte: Fabio Capello. Lex citt dellInghilterra, sparito dalla circolazione dopo il burrascoso finale della sua storia damore con quelli di Londra, ha infatti utilizzato questa informazione per dimostrare di non essere a Mosca, e smentire di conseguenza lorda di indiscrezioni della stampa russa che in queste ore lo vogliono a un passo dalla firma per lAnzhi, la squadra del Daghestan che questestate ha ricoperto doro Etoo per portarlo via dallInter,

INCOGNITA
Fabio Capello si dimesso l8 febbraio da ct inglese. Russia, Italia, Inghilterra: il suo futuro unincognita e da ieri con la panchina vuota per la rottura con Krasnozhan. Sono semplicemente a Saint Moritz, in montagna. Potete scriverlo. Posso dirvi che fa freddo, ci sono meno 19 gradi, la dichiarazione ufficiale rilasciata da Capello ai giornalisti dellEquipe. Poi il tecnico ha aggiunto: Sono qui, in relax. E lunico appuntamento che ho il 20 febbraio a Bologna, per consegnare un premio. Ora, a una rapida verifica (sul sito www.meteo.it), in realt la minima di ieri nel cuore della notte a St. Moritz era di meno 15 gradi. Ma la cosa sostanzialmente irrilevante, visto che a quanto pare lex ct (ovunque

sia) non pare intenzionato ad accettare lofferta russa: Mio padre? A quanto ne so non sta valutando alcuna offerta, ha dichiarato il figlio di Capello, smentendo quanti dalla Russia giurano che la cosa si potrebbe chiudere a breve. Capello sarebbe piuttosto intenzionato ad aspettare un po prima di imbarcarsi in una nuova impresa. Alla finestra ci sono molte possibili soluzioni, dal Chelsea del vacillante Villas Boas, al Manchester City se Mancini dovesse vincere il campionato. Ma non sarebbe nemmeno da escludere un ritorno in Italia, nonostante le sue recenti frasi in senso opposto.

Soldini alle Bahamas traguardo in 10 giorni


SAN SALVADOR Giovanni Soldini ha coperto a bordo di Maserati le 3884 miglia della traversata della Scoperta, da Cadice (Spagna) a San Salvador (Bahamas), in 10 giorni 23 ore 9 minuti e 2 secondi, stabilendo cos un ottimo time reference per la categoria dei monoscafi. Alla partenza pronosticava di farcela in 12 giorni. SCI Il croato Ivica Kostelic, 32 anni, stato operato al menisco al ginocchio destro: 2 settimane di riposo. Detentore della coppa della passata stagione e leader della classifica in quella attuale, torner in pista il 10-11 marzo a Kranjska Gora. Difficile riconquistare il titolo. RUGBY Fabio Staibano, pilone

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

R2SPORT

I 70

PER SAPERNE DI PI www.coni.it www.repubblica.it/sport

Lo sprint di Roma 2020 ultimi dubbi di Monti oggi lincontro decisivo


Vigilia tra giallo e tensioni col sindaco Alemanno
FULVIO BIANCHI ROMA ol fiatone e anche col giallo. Mario Monti decider solo oggi se dare il via libera alla candidatura di Roma 2020. Il sindaco Alemanno, nel primo pomeriggio, fa sapere che il premier lo incontrer oggi (non si sa a che ora) a Palazzo Chigi insieme con Gianni Petrucci, Gianni Letta e Mario Pescante. Ma una fonte del governo un paio dore dopo

Tira e molla sul vertice a Palazzo Chigi, poi il clima si rasserena. Il governo deve dare via libera entro domani alla candidatura
gela tutti: Non c alcun incontro in programma col sindaco di Roma. Controreplica (immediata) di Alemanno, che evita polemiche: Limportante non lincontro ma la risposta: comunque, ci sar un incontro. Meglio tenersi pronti: la telefonata con la convocazione, assicurano fonti ben informate, arriver. Quale sar la risposta del premier resta invece un altro discorso. Insomma, un finale pieno di dubbi, incertezze, appelli. Serve, come si sa, la firma del governo sulle lettere di garanzia che vanno presentate al Cio entro le 24 di domani. Una delegazione gi pronta a partire per Losanna, via Ginevra: alla guida il direttore generale del comitato promotore, Albanese. Con lui Rosella Sensi, latleta paralim-

OLIMPIADI ITALIANE
Gli azzurri allapertura dei Giochi invernali di Torino 06. Sotto, Alemanno e Monti

La scheda
LE SCADENZE
Entro la mezzanotte di domani il Cio deve ricevere le lettere di garanzia delle citt candidate, firmate dai rispettivi governi. Tokyo le ha gi spedite ieri, Madrid lo far stamattina

pica Cerasuolo, lex campione Jury Chechi e il manager Bob Fasulo. Tokyo ha fatto avere ieri al Cio le guarantees letters, Madrid lo far stamani. A posto anche Istanbul, Doha e Baku. Resta solo lincognita-Roma, ultima allappello (ma preferita dai bookmakers). La lunga attesa per non viene vista con preoccupazione dal Cio. I vertici del Comitato olimpico mondiale non sono sorpresi da Monti, che ha voluto vedere nel dettaglio le carte. Un gesto di attenzione, quello del premier italiano, nei confronti dellEuropa, in questi tempi cos delicati. Nello staff vicino a Monti per circola il timore di non essere in grado di giustificare e sostenere una spesa pubblica cos ingente (4,7 miliardi di euro), perch, stato detto, che Atene, insegna, e la relazione della commissione Fortis stata studiata in tutti i dettagli dal 12 gennaio ad oggi per pesare gli aspetti positivi e negativi. Gianni Petrucci conserva co-

LE RIVALI
Le altre citt che puntano a ospitare le Olimpiadi 2020 sono Tokyo (Giappone), Madrid (Spagna), Istanbul (Turchia), Doha (Qatar), Baku (Azerbaijan)

LA MOBILITAZIONE
Nei giorni scorsi a sostegno della firma di Monti per la candidatura olimpica di Roma si sono espressi nomi importanti del mondo dello sport, dello spettacolo, della politica e dellindustria

LA DECISIONE
Il 7 settembre 2013 a Buenos Aires, durante lassemblea generale del Cio verr votata e decisa la sede dei Giochi Olimpici del 2020

munque lantica fiducia, anche il sindaco Alemanno pensa che il s alla candidatura alla fine arriver. I tre partiti della maggioranza (Pdl, Pd e Udc) hanno presentato ieri in Parlamento tre mozioni di sostegno. E gli stessi Cicchitto e Cesa sono intervenuti per caldeggiare la firma. E questo appoggio della maggioranza aumenta lottimismo, ha detto Alemanno. Solo la Lega Nord, che non schierata con il governo-Monti, si messa di traverso. Anche il ministro dellambiente, Clini, uscito allo scoperto: Spero che i Giochi siano davvero loccasione per rendere Roma sostenibile, bisogna cogliere questa opportunit. Tutti questi appelli, in realt, non sono piaciuti affatto al premier: decide lui. E poco conta, a questo punto, se lo far soltanto in zona Cesarini. Limportante, sostengono al Comitato promotore, che lo faccia. Un no sarebbe visto come un segnale di resa, proprio quando c da fare ripartire leconomia. La vera partita daltronde deve ancora da iniziare e non sar facile vincerla da qui al 7 settembre 2013. Ma chiederemo al governo di creare una commissione di alto profilo per valutare la correttezza delle procedure, assicura Alemanno. Chiss se questo riuscir a fugare gli ultimi dubbi di Monti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 14 FEBBRAIO 2012

METEO

PER SAPERNE DI PI meteo.repubblica.it

I 71