Sei sulla pagina 1di 1

Marisa Brugna

"Mio padre salvo grazie ad un suo cugino". "Ricordo mamma vestita di nero che piangeva e pap che non era rientrato a casa. Ad un certo punto abbiamo visto rientrare a casa il carretto trainato da due muli e di pap nessuna traccia. Abbiamo saputo poi che pap era stato prelevato per essere infoibato. Fu salvato ad un passo dalla foiba da un cugino schieratosi con i partigiani di Tito".