Sei sulla pagina 1di 27

Ripasso

esame di gennaio

scritto: grammatica intercomprensione scrivere piccoli testi

4.2.3. Il nome e laggettivo


4.2.3.1. Le forme di base

Le e laggettivo. aggettivi singolari e ed il plurale Il nome terminazioni dei nomi e degliIl singolareplurali seguono generalmente uno dei due sc

ESERCIZI pl. sg.


maschile nome aggettivo il gatto nero i gatti neri
1. A: Prendi una birr..... ? 4. A: Maria. dove sono le mie scarp ..... ? femminile nome la donna il divandonne le .... .! B: No grazie. preferisco il vin ..... . B: Sotta 2. A: Chi ? 5. A: Le vacanz..... sono finite! aggettivo nera nere B: Un amC..... di Piero. B: Eh SI. illavor..... ci aspetta. 3. A: Scusi. dov' la stazion ..... ? 6. A: Quai il fium ..... di Roma? B: Sempre diritto. dopa la chies..... . B: Tevere. Esistono per alcune eccezioniIlsia per i nomi sia per gli aggettivi:

4.2.3.2. Nomi e aggettivi invariabili


1. A: Il padr...... di Laura veramente simpatico! B: 51. vero. La madr....... invece. non parla molto. A: Mah. forse un po' timida. 2. A: Ecco i bigliett...... e il passaport..... .! B: Grazie. La valigi.. .... qui. per favore. L'aere...... parte fra 20 minuti. 3. A: Devo fare gli eserciz...... di italiano per la lezion...... di domani. B: Vuoi un aiut...... ? 4. Dave sono le chiav...... di casa? 5. A: Sai .. ho un gatt....... si chiama Felix. B: Io invece ho un con....... Pol do. 6. A: C' un odor...... terribile qui! B: Apro la finestr ...... ? A: Eh certo!

* Ci non vale per la maggi applica la declinazione di b gli.

Larticolo
In italiano, larticolo distingue il genere e il numero del nome. La forma dellarticolo dipende dalla lettera iniziale della parola successiva.

Articolo determinativo
genere

Gli articoli
determinativi
plurale i salici i topi gli armadi gli elefanti gli zaini gli zeri gli studenti gli scrosci gli xilofoni gli yacht gli zaini gli gnocchi gli pneumatici gli psichiatri Le donne le amiche singolare spiegazioni larmadio lelefante lo zaino lo zero lo studente lo scroscio lo xilofono lo yacht lo zaino lo gnocco lo pneumatico lo psichiatra

articolo determinativo corrisponlo del francese. Poche sono le

st huit heures - sono le otto, a. llaggettivo possessivo (tranne cezioni cfr. infra): io orologio signore, signora, signori alla terza

maschile il salice il topo

Un nome che inizia con una vocale esige L o GLI al plurale Un nome che inizia con z- o con s impura, cio una s+consonante (ad es. str-, scr-, sp-, ecc.) richiede larticolo lo o gli. Meno frequenti sono i nomi che iniziano con x-, y-, gn-, pn- o ps: anchessi esigono larticolo lo o gli.

co il signor Landino. mente quando si tratta di forma di on si usa larticolo: ongiorno, Signora Marchesini.

femmini- la donna le lamica

Articolo indeterminativo singolare

ESERCIZI
1. ......... zio
2 .......... sciopero psicologo 3. borsa 4.

5. ......... isola 6. ... appartamento 7. ......... penna 8. ......... studente

9 .. ... indirizzo 10 .. ... zia


11. prof essore 12 .. ... agenda

1..............gli zii... . 2 ............................. .

3 ........................................ . 4 ...

5. 6. 7. 8.

9. 10 ..
11. 12 ..

l.lj............

:"f1....

vita bella" . storia terribile:

film di Roberto Benigni che ha vinto nazisti contro ........ ebrei,

Oscar. guerra,

Gli aggettivi
3.

ESERCIZI

1. A Gianni piacciono le macchine ................................................ 2. La casa di Anna ............................................... ma ................................................


4. 5. 6. 7. 8.

(veloce) (piccolo/luminoso) Le tue sorelle sono molto ................................................ (intelligenTe) l tuoi amici sono ............................................... , ma un po' ................................................ (simpaticol rumoroso) (difficile/interessol'1te) La lezione ............................................... , ma ................................................ Queste scarpe mi piacciono, ma sono troppo ............................................... per me. (alto) Gii spaghetti sono ............................................... : venite a tavola. (pronto) Ho portato anche alcune amiche ............................................... . Cinglese)

1. la 'giacca rossa
2. due ragazzi spagnoli 3. l'albergo centrale 4. la situazione particolare

5. l'idea geniale
6. le serate estive 7. l'autunno caldo 8. i gatti bianchi

2. due ragazzi spagnoli 3. l'albergo centrale 4. la situazione particolare

Bello...

1. la 'giacca rossa

5. l'idea geniale
6. le serate estive 7. l'autunno caldo 8. i gatti bianchi

1. Che ..................................... bambino, signora! suo figlio?


2 ...................................... festa! Si divertono tutti! 3. Mi piacciono i ..................................... ristoranti. 4. Ha fatto un ..................................... lavoro, e per questo merita un premio.

5. Che ..................................... occhiali! Sono nuovi?


6. Le piacciono i ..................................... vestiti e le ..................................... scarpe. 7. Forse non una ..................................... cosa, ma voglio partire per un po'.
8.

un ..................................... problema:

che facciamo?

(beilo) (bello) (buol1o) (bl.lono) (belle) (bello) (blJol1o) (bello)

forma e posizione corrette


1. La mia vacanza ideale in un ..................................... albergo ..................................... di lusso.
2. La nonna era una ..................................... signora ..................................... , tutti la ammiravano. 3. un ..................................... autore ..................................... , i suoi libri sono famosi in tutto il mondo.

1. .............

...... /.........

....... amico
scuola pantaloni finestre scatole

2. ../......................... 3. . . ...... /. ..................... 4 ........................... /.... .... 5 ......................./.. .. ....

Questo/quello
10.

6 ......................../....... .......... 7 ......................... /... ....... 8. .... /.... ....... 9. .................1 ....................

orologio acqua posto studenti ............. ..1. ....................... influenza

1. Vedi ................................... casa in fondo alla strada? di mio zio.


2. Signorina, vorrei provare ...... ......................... scarpe in vetrina. 3. A: .. ............. pasta proprio buona! B: vero, in ..................................... ristorante si mangia sempre bene. 4. A: Dove posso trovare il Signor Monti? B: In ..... ................. ufficio a destra. 5. A: Scusi, .................................... posto libero? B: Mi dispiace, prenotato. 6. .......... anno andiamo in vacanza aile Mauritius. 7. A: Hai programmi per .. ......... sabato? B: Veramente no. 8. Mi dispiace, signora, ma .. ............... via non la conosco: provi a chiedere a ......................................... signore l.

[/no g rwnmatica italiana per tutti

edizioni Edilingua

4.2.1.2. Articolo indeterminativo singolare

Luso dellarticolo indeterminativo analogo al francese. Larticolo indeterminativo plura interessanti.

indeterminativi
spiegazioni

maschile sg. esempi


un un salice un topo un uomo un armadio* un elefante*

sg.
una

* un seguito da un nome che inizia con una vocale non esige un apostrofo. Un nome che inizia con z- o con s impura, cio una s+consonante (ad es. str-, scr-, sp-, ecc.) richiede larticolo uno. Meno frequenti sono i nomi che iniziano con x-, y-, gn-, pn- o ps: anchessi esigono larticolo uno.

un

uno uno zaino uno zero uno studente uno scroscio uno xilofono uno yacht uno zaino uno gnocco uno pneumatico uno psichiatra 142!

Luso dellarticolo francese. Larticol senta alcune partic

artitivo pu fungere da gli armadi corrisponde lcuni armadi.

rale introduce un lieve spostamento di senso:

plurale forme esempi


maschile dei degli dei salici dei topi degli uomini degli armadi degli elefanti degli zaini degli zeri degli studenti degli scrosci degli xilofoni degli yacht degli zaini degli gnocchi degli pneumatici degli psichiatri femminile delle delle ragazze delle isole delle erbe delle ustioni Un nome che inizia con z- o con s impura, cio una s+consonante (ad es. str-, scr-, sp-, ecc.) richiede larticolo degli. Meno frequenti sono i nomi che iniziano con x-, y-, gn-, pn- o ps-: anchessi esigono larticolo degli.

spiegazioni

del francese, al plurale ssario mettere larticolo ivo. e che: Il cammello ha fante ha zanne bianche.

e: Mastroianni e Soa Loren aliani. Mastroianni e Soa Loegli attori italiani molto estero. prime unopinione molto (1a) larticolo reso dalle precisazioni che una restrizione. In quepotrebbe sostituire lartiuni. seguente, anche senza e che rende necessario rtitivo, luso o lomissioolo indeterminativo plu-

I partitivi

Vuole del vino, signora? No, grazie, non ne bevo mai. Quanti mezzi prendi per andare in ufficio? ne prendo due. Conosci tutte queste persone? No, ne conosco solo alcune. Vuoi spaghetti, Carla? S, grazie, ma ne prendo pochi. Ho dei libri d'arte molto belli. Io non ne ho nessuno. Quanti anni ha tua figlia, Paolo? ne ha quasi venti. Vuole qualcosa da bere, signora? S, se c' ancora dell'acqua tonica, ne prendo volentieri. Davvero non volete della birra? No, grazie, non ne beviamo affatto. I signori Sarti hanno figli? S, ne hanno tre. I tuoi orecchini sono molto belli. Grazie, ne ho altri ancora pi belli.

ANSA.it Trasporti: a rischio bus, tram e metro Ieri interessati dallo sciopero unitario dei sindacati i servizi extraurbani, con adesioni altissime 16 dicembre, 08:11 E' iniziato con adesioni altissime lo sciopero di due giorni dei trasporti, che ieri ha interessato i servizi extraurbani. Da ieri sera i disagi colpiscono i cittadini che intendono muoversi in treno, mentre in mattinata scatta lo stop del trasporto urbano, che coinvolge autobus, tram e metro.

scattare : se dclencher coinvolgere : impliquer mentre : tandis que

sciopero: lo stop del trasporto ->provoca i disagi

Dedurre le forme ed il signicato di


ha interessato interessati dallo sciopero interessare ; ato ; passato prossimo (pass compos) interessati : plurale dallo sciopero : passivo, da = par da = depuis extra - urbani

Da ieri sera extraurbani

4.2.4. Aggettivi e pronomi possessivi giativi e diminutivi.

Luso di sufssi richiede una buona conoscenza della lingua. Allo scritto spesso stilisticamente meglio evitare vezzeg-

I possessivi possono essere usati siapossessivi 4.2.4. Aggettivi e pronomi come aggettivi, sia comeI pronomi. possono essere usati sia come aggettivi, sia possessivi
come pronomi.

I possessivi

sg. maschile il mio il tuo il suo libro il nostro il vostro il loro

pl. i miei i tuoi i suoi libri i nostri i vostri i loro le mie le tue le sue riviste le nostre le vostre le139 loro 139

Laggettivo possessivo preceduto dallarticolo, deterLaggettivo possessivo preceduto dallarticolo, determinativo o indeterminativo. Cilento, Giudicetti, Maeder, Khamal
minativo o indeterminativo.

4.2.4.1. Uso come pronome

Cilento, Giudicetti, Maeder, Khamal

Le forme del pronome possessivo corrispondono a quelle dellaggettivo: Il mio cellulare non funziona. Mi puoi prestare il tuo? In determinati casi per meglio omettere larticolo. Di Uso come pronome 4.2.4.1. chi questo cellulare? mio! Di chi questo cellulare? il mio (non il tuo).

femminile la mia la tua la sua

rivista Le forme del pronome possessivo corrispondono a quelle dellaggettivo: Il Casi particolari nelluso puoi prestare il tuo? la nostra 4.2.4.2.mio cellulare non funziona. Mi dellaggettivo possessivo In determinati casi per meglio omettere larticolo. la vostra Al singolare non si mette larticolo determinativo quando laggettivo possessivo determina un nome di parentela: Di chi questo cellulare? mio! la loro Grammatica ! questo cellulare? il mio (non il tuo). Di chi
4.2.4.2. Casi particolari nelluso dellaggettivo possessivo Grammatica ! non si mette larticolo determinativo quando laggettivo possessivo determina un nome di parentela: Al singolare

Larticolo si mantiene singolare plurale 1. se il nome di parentela singolare ulteriormente specicato: il mio caro nonno, la mia sorella maggiore. mio padre, mia zia, mio fratello, mia sorella, mio nonno, i miei padri, le mie zie, i miei fratelli, le mie sorelle, i miei 2. Se il nome di parentela modicato o considerato un vezzeggiativo: mia madre nonni, le mie madri La mia sorellina, il mio fratellino, la mia mamma 3. Laggettivo possessivo precede sempre il nome tranne in alcune espressioni come: Larticolo si mantiene a casa mia, a casa tua, = chez moi, chez toi, 1. se il nome di parentela singolare ulteriormente specicato: per colpa mia = par ma faute http://studi-italiani.fltr.ucl.ac.be/unitaesercizi/secondo/2c.htm il mio caro nonno, la mia sorella maggiore. a modo mio = ma faon 2. Se il nome di parentela frais a spese mie = mes modicato o considerato un vezzeggiativo: La mia sorellina, il miomre! Mamma mia ! = Bonne fratellino, la mia mamma

3. Laggettivo possessivo precede sempre il nome tranne in alcune espressioni come: 4.2.4.3.casa mia, a casa tua, dichez moi, chez toi, a Proprio in funzione = possessivo

4.2.4.2. Casi particolari nelluso4.2.4. Aggettivi e pronomi possessivi dellaggettivo possessivo 3. Sono dei ragazzi molto intelligenti, ma non sem pre

condivido ............................................. idee. Al singolare non siAvete dimenticato ............................................. macchina un nome di parentela: casa ............................................. 4. mette larticolo determinativo quando laggettivo possessivo determina fotografica a sg. I possessivi possono essere usati sia come aggettivi, sia pl. come pronomi. 5. Sei stata in vacanza con ............................................. genitori? maschile il mio i miei il tuo i tuoi 6. Simona e Giancarlo dicono che preceduto dallarticolo, deter-macchina consuma pochissimo. Laggettivo possessivo ............................................. il suo i suoi minativo 7. Filippo mi parla sem o indeterminativo. pre di ............................................. amiche di Verona. libro libri

I possessivi

Larticolo si mantiene 1. se il nome di parentela singolare ulteriormente specicato: il mio caro nonno, la mia sorella maggiore. 2. Se il nome di parentela modicato o considerato un vezzeggiativo: La mia sorellina, il mio fratellino, la mia mamma 3. Laggettivo possessivo precede sempre il nome tranne in alcune espressioni come: le tue impressioni a casa mia, a casa tua, = chez moi, chez toi, 2. mie appartamento per colpa mia = par ma faute 3. le vostre a modo mio = ma faon prenotazioni a spese mie = mes frais 4. il nostro appuntamento Mamma mia ! = Bonne mre!

il nostro il vostro il loro femminile la mia la tua la sua la loro amica

i nostri i vostri i loro le mie le tue le sue rivista le nostre le vostre le loro 139 riviste

1.

il

5. 6. il tuo posto la nostra la vostra 7. le sue idee la loro 8. i loro biglietti


COli 0

4.2.4.3. Proprio in funzione di possessivo

Grammatica !

In alcuni casi raccomandabile usare proprio invece della terza persona del pronome personale: (a) 1. Nessuno dimentica la propria origine. 2. Nessuno dimentica la sua origine (ad esempio lorigine di Franco Marchi, una persona di cui si parlato Hai visto ............................................. occhiali? Non li trovo. prima). (b) 1. Ognuno vive la propria vita. 2. Signorina, pu lasciarmi ............................................. numero di telefono? 2. Ognuno vive la sua vita. 3. Puoi ripetere (c) 1. I propri errori sono i peggiori. ............................................. nome? 2. I suoi errori sono i peggiori. 4. (c1) non parlato con precisato. In tutte le frasi potrebbe .' Le frasi (a1), (b1), Avete hanno un soggetto .............................................siamici? anche mettere il possessivo (a2) e (b2) sono sinonimi di (a1) e (b1), ma stilisticamente ............................................. quando volete. 5. Potete venire a casa poveri e considerati da molti come errati. Come prima lettura per si desume che in (a1) Nessuno il nome di una persona!, si pensi allepisodio di Ulisse e Polifemo. La frase (c2) invece 6. Scusi, questo posto? univoca: implica che suoi sta per una persona precisa.

sellzCl l'Clrticolo

1.

.............................................

7. Anna ha perso ............................................. borsa. 4.2.5. Dimostrativi amici vengono con ............................................. macchina. 8. l miei
Cos come i possessivi, i dimostrativi possono essere usati come aggettivi o come pronomi. Laggettivo dimostrativo presenta caratteristiche dellarticolo e lo pu infatti sostituire. Larticolo determinativo nasce etimologicamente dal dimostrativo latino ille.

..

"'J,\f- ' "

"

corretti e gli Clrticoli

Essere e avere (verbi ausiliari)


essere avere

Ver

essere (io) (tu) sono sei

avere ho hai ha abbiamo avete hanno

(lui, lei, Lei) (noi) (voi) (loro, Loro) siamo siete sono

restituire, riunire, sbiadire, scolorire, scolpire, smarrire, sostituire, sostituire,spedire, spedire, starnutire restituire, riunire, sbiadire, scolorire, scolpire, smarrire, sparire, sparire, starnutire, subi svanire, tradire, svanire, tradire, trasferire, ubbidire (o obbedire). trasferire, ubbidire (o obbedire).
parlare mangiare viaggiare in - are, -ere, -ire Verbi riessivi regolari arrivare Verbi riessivi regolari in - are, -ere, -ire
parlarsi mi parlo ti parli si parla ved mi ved ti ved si ved

-are

-care (cercare - provocare) -gare (pagare-*indagare-propagare) -care, -g Verbi cheVerbi che terminano in-gare, -s terminano in -care,

ci parliamo ci ved vi parlate si parlano vi ved si ve

Cilento, Giudicetti, Maeder, Khamal

-care ACENTO !! dimentico dimentico dimentichi dimentichi dimentica dimentichiamo dimentica dimenticate dimentichiamo Cilento, Giudicetti, Maeder, Khamal dimenticano dimenticate dimenticano

-gare pago paghi paga

-scere conosco conosci conosce

paghiamo conosciamo pagate pagano conoscete

fare andare Verbi irregolari - Andarsene stare - dare


fare

conoscono

Verbi servili e modali


scegliere sapere dare andare do so dai sai d sa

stare sto stai sta

piacere piaccio piaci piace piacciamo piacete piacciono

Verbi latineggianti

Verbi servili e modali scelgo faccio vado


fai fa facciamo fate fanno

Verbi latineggianti

scegli vai sceglie va

andiamo scegliamo sappiamo stiamo diamo andate scegliete vanno scelgono sapete date sanno danno

GIT 7-11

state stanno

Essere e avere (verbi ausiliari)


Verbi riessivi regolari in - are, -ere, -ire

Verbi regolari -ere correre re temere mettere prendere temo spendere temi vivere teme -ire part part part part

Verbi che terminano in -care, -gare, -scere, -ggere

erbi che terminano in -care, -gare, -scere, -ggere gare, -scere, -ggere -ggere leggo leggi legge i -scere conosco conosci conosce -ggere leggo leggi legge

, -ere, -ire

leggere

Verbi che conoscere terminano in -care, -gare, -scere, -ggere

-ere

osciamo leggiamo iamo conosciamo leggiamo leggete pagate conoscete leggete

oscete

iamo Cilento, Giudicetti, Maeder, Khamal temiamo part ate


Verbi irregolari

oscono

leggono pagano conoscono leggono Verbi servili e modali latineggianti Verbi


dovere devo (debbo) devi deve dovete potere posso puoi pu

temete temono

part part

Verbi latineggianti
sapere so

volere erbi latineggianti voglio vuoi vuole vogliamo volete

ano
cogliere colgo cogli coglie cogliamo cogliete

bere andare bevo bevi beve

sai Verbi incoativi che esigono linsso -sc-: sa sappiamo sapete

dobbiamo

poniamo possiamo

beviamo bevete

andiamo andate

abolire, agire, ammonire, annerire, appassire, appiattire, arricchire, arros bevono vogliono devono (debbono) possono pongono sanno colgono chiarire, colpire, concepire, costruire, distribuire, esaudire, esaurire, fallire, f GIT 13 gioire, guarire, imbruttire, impallidire, impazzire, impedire, indebolire, indu intontire, istruire, marcire, obbedire, partorire, percepire, preferire, proib 161 restituire, riunire, sbiadire, scolorire, scolpire, smarrire, sostituire, sparire, sp Grammatica ! 161 svanire, tradire, trasferire, ubbidire (o obbedire).

potete

GIT 7-11

161

161

dicativo

esente

e (verbi ausiliari)

Verbi regolari

-ire
partire / finire - capire - preferire

Cilento, Giudicetti, Maeder, Khamal

li

Verbi irregolari

Verbi latineggianti
valere venire valgo vengo vali vieni vale viene valiamo veniamo valete venite valgono vengono

-ire
togliere partire

uscire esco esci esce usciamo uscite escono

dire cogliere dico dici dice coglie diciamo cogliamo dite cogliete dicono colgono

* Verbi in -ire con lin riduco tolgo salgo -sc- vengono chia parto nisco riduci sali togli incoativi poich gi nisci riduce toglie parti sale latino indicavano liniz riduciamo saliamo togliamo unazione. Non sem parte nisce riducete togliete salite questo ancora il c iamo niamo riducono salgono tolgonopartiamo Ecco una lista di verb partite * Le formecuocete sonocuocetepossibili. possibili. * Le forme cuociamonite e cuociamo e anche sono linsso: esigono anche
ridurre salire

nire *

** Muoviamo ** muovete sono alternative accettate. ***Pariamo unalternativaunalternativa accettata. e Muoviamo e muovete sono alternative accettate. ***Pariamo accettata. ono partono niscono **** I verbi composti con -trarre si con -trarre si ettonomodo: sottrarre ! sottraggo, ! sottraggo, attrarreritrarre ! **** I verbi composti ettono nello stesso nello stesso modo: sottrarre attrarre ! attraggo, ! attraggo, ritrarre ! 161 ritraggo, ecc.ritraggo, ecc.

che esigono linsso -sc-:

GIT 7-11

ESERCIZI
1. Paola ............................ domani per Roma.
2. Voi ............................ spesso alla vast ra famiglia. 3. D'inverno malte persane ............................ in montagna. 4. A: ............................ la chitarra, Laura? B: SI, ............................ abbastanza bene, e tu? 5. A: Che casa ............................ di solito? B: ............................ giornali e riviste. E voi? 6. In ufficio tutti ............................ di lavorare aile 18.
(par"rire) (telefol'lare) (sare) (SUOllare)

(leggere)

Come """".,,, 1. Quei ragazzi non ............................ abbastanza.


2. A: A che ara ............................ la sera? B: Di solito, ............................ aile 8, e voi? 3. Non tutte le famiglie ............................ la televisione la sera. 4. A: Lei ............................ , signora?
(studiare) (mclI'lgiare) (guardare) (fllmare)

6. In ufficio tutti ............................ di lavorare aile 18.

Come """".,,, 1. Quei ragazzi non ............................ abbastanza.


2. A: A che ara ............................ la sera? B: Di solito, ............................ aile 8, e voi? 3. Non tutte le famiglie ............................ la televisione la sera. 4. A: Lei ............................ , signora? B: No, non ........ ............. pi da dieci anni. 5. Paolo, .................. .. .... questa parola? 6. Mio figlio ..................... 8 ore al giorno.
edizioni Edilingua Una grammatica italiana per tutti

(studiare) (mclI'lgiare) (guardare) (fllmare)

(c:Jpi!"e) (dormire)

A: Sai se a.b1iiilIuo.llelleibst:"1.i:' B: Gum:da,

C' - ci sono / Ci vuole - ci vogliono

ESERCIZI

1. Il mio lavoro
2. 3. 4. 5. 6.

7.
8.

..... interessante e mi d soddisfazione. Non ............. .. .... tempo per finire tutto, continuiamo domani. Paolo e Giorgia ................. sposati da tre anni. .. .. in questo corso? Quanti ragazzi . 099i una bella giornata, ma un po' ventosa. Non ........ pi pane in casa. Chi.... .. ..... queste persone? Che cal do! Per fortuna . . i condizionatori d'aria.

A casa mia c' sempre

Il gerundio
4.2.19.2. Gerundio presente e passato

Il gerundio si forma sostituendo lesito dellinnito (-are, -ere, -ire) con il corrispettivo -ando o -en -are presente passato lavorando -ereessendo -ire nendo avendo nito

avendo lavorato essendo stato

Verbi latineggianti
Cilento, Giudicetti, Maeder, Khamal

dire
!

fare

condurre

porre

trarre traendo

Locuzioni !

Uso

dicendo facendo Ho visto Maria andando al cinema. Ho visto Maria mentre andavo al cinema. Ho visto Maria mentre andava al cinema.

conducendo ponendo

Usato usa spesso in combinazione con stare. Stare facendo, ad esempio, corrisponde al francese verbo Il gerundio sida solo esprime durativit e contemporaneit nei confronti del tre en che lo regge: train de faire o alla continuous form in inglese: to be doing. In italiano questa locuzione molto frequente si usa solo al presente! allimperfetto: e Lavorando molto ci si stanca. Viaggiando simpara. Franco sta mangiando una pizza. Franco stava mangiando una pizza. a una certa anteriorit: Il gerundio presente per pu anche riferirsi Andare + gerundio: indica oltre alla durativit unazione ripetuta: ! Risparmiando potrai il campionato. 1. Franco andava dicendo che avrebbe vinto andare in Turchia. 2. In questo che avrebbefatto campionato. Stava dicendo caso il vinto il di risparmiare avviene prima della partenza per la Turchia. La frase Nel primo esempio, il locutore asserisce che Franco ripeteva spesso che avrebbe vinto il campionato. Nel secondo gerundio passato, non esprime momento stessi avrebbe vinto il esempio, il locutore asserisce che in un determinatoper glidiceva che contenuti. campionato. Venire + ! gerundio: indica unazione che sta per terminare o appena terminata.Turchia. Avendo risparmiato molto potrai andare in 1. Pippo viene dicendo che andr a Parigi.

segu

In questo caso il locutore asserisce che il tu della proposizione ha gi risparmiato i soldi necessar

Il futuro : primi passi

francese PARTIR AVOIR je partirai jai tu partiras tu as il partira il a nous partirons nous [av]ons vous partirez vous [av]ez ils partiront ils ont

Italiano AVERE partir h partirai hai partir h partiremo [abbia]emo partirete [av]ete partiranno hanno

!! Are -> er, ai usare -> user, ai, , ecc.

GIT 25

lui/lei noi voi loro

Scri\li i seguenti verbi al futurQsemplice


-,"', ',:' _ <', -, ..

1. (io - chiamare) ........................................


2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. (lui - leggere) (noi - pagare) (tu - part ire) (io - mangiare) (noi - lavorare) (Ioro - sentire) (Lei - prendere) ........................................ ........................................ ........................................ ........................................ ........................................ ........................................ ........................................

9. (voi - scegliere) 10. (lei - cercare) 11. (io - dormire) 12. (Ioro - finire) 13. (tu - spiegare) 14. (lui - scrivere) 15. (voi - capire) 16. (io - mettere)

Una grammatica italiana per tutti ft e

-cial' presente al future sempl ice


SJ

1. L'aereo parte in ritardo.


2. Domani parto per Roma. 3. Domani c' sciopero generale. 4. Arrivo aile 5. 5. Finisco l'universit e parto per la Spagna.

6. Allora cosa fai domenica? 7. Stasera guardiamo la televisione. 8. Ti chiamo la settimana prossima. 9. L'anno prossimo comprano una casa. 10. A che ara inizia il film?

dormire prel'1dere leggere controllare spiegare pagare aprire prendere comprare chiudere guadagnare arr;vare partire mettere
1. Domani al ristorante io ............................................................. il pesee, e tu?

I
!
A /

p r o n o m i
g n r a l

p e r s o n a l i

T a b l e a u

Sujet

Objet Atone (dvt le verbe) mi ti lo (l+ v.) la (l+ v.) La (L+ v.) ci vi li (masc) le( fem) Le

io tu lui (esso) lei (essa, ella) Lei (forme polie) noi` voi loro (essi) (esse) Loro (Forme polie)

direct Tonique (aprs le vb ou un prposition) me te lui lei Lei noi voi loro Loro

Objet

indirect Combin avec un autre pronom me te glieglieGliece ve

mi ti gli le Le ci vi loro (1) (1) Loro

B/

synthse sur (reprise)

la

personne

forme

de

politesse

b. singulier lui (esso) lei (essa, ella) b. pluriel

lo la

gli le

loro (essi)

li

gli (2)

loro

(1)

7 40 35 123 61 38 2010

sette Scrivete i numeri in lettere quaranta 1. Gli aggettivi numerali cardinali sono invariabili, ad eccezione di uno / una e di mille che al plurale diventa -mila. trentacinque 2. Milione e miliardo, essendo nomi, devono essere preceduti da un numerale cardinale e hanno il plurale. ! due milioni - tre miliardi. Quando sono seguiti da un nome, esigono la preposizione di. centoventitr ! un milione di lire, sette miliardi di euro. 3. In italiano, gli aggettivi numerali cardinali si scrivono sempre in una sola parola. sessantuno 4. Il numerale tre va accentato nei suoi composti trentotto duemila dieci
0 zero 1 uno 2 due 3 tre 4 quattro 5 cinque 6 sei 7 sette 8 otto 9 nove
! ventitr, trentatr, centotr, 5. La vocale nale dellaggettivo numerale spesso si elide davanti al sostantivo anni. ! ventanni, trentanni, quarantanni,

quattro 4.2.6.1. Cardinali una tre due sei cinque dieci miliardi

4.2.6. Numerali

4.2.6.2. Numeri ordinali

10 dieci 20 venti 30 trenta 100 cento 600 seicento 1000000 11 undici 21 ventuno 31 trentuno 101 centouno 700 settecento un milione 12 dodici 22 ventidue 32 trentadue 102 centodue 800 ottocento 13 tredici 23 ventitr 33 trentatr 103 centotr 900 novecento 2000000 14 quattordici 24 ventiquattro 40 quaranta 110 centodieci 1000 mille due milioni 15 quindici 25 venticinque 50 cinquanta 120 centoventi 1001 mille uno 16 sedici 26 ventisei 60 sessanta 200 duecento 1100 mille cento 1000000000 17 diciassette 27 ventisette 70 settanta 300 trecento 1200 mille duecento un miliardo 18 diciotto 28 ventotto 80 ottanta 400 quattrocento 2000 duemila 19 diciannove 29 ventinove 90 novanta 500 cinquecento 2001 duemila uno 2000000000 1. A partire da undici, il numerale ordinale si forma sostituendo la vocale nale con il sufsso -esimo. Le uniche due miliardi eccezioni sono : ventitreesimo; ventiseiesimo 2. Il numerale ordinale si usa: 1. Gli aggettivi numerali cardinali sono invariabili, ad eccezione di uno / una e di mille che al plurale diventa -mila. ! con i nomi di re, imperatori, papi: 2. Milione e miliardo, essendo nomi, devono essere preceduti da un numerale cardinale e hanno il plurale. miliardi. ! due milioni - tre Carlo I (primo) ; Giovanni Paolo II (secondo) ! per indicare i numeri dei capitoli, atti teatrali, canti, Quando sono seguiti da un nome, esigono la preposizione di. capitolo III (terzo) ; atto II (secondo) ! un milione di lire, sette miliardi di euro.