Sei sulla pagina 1di 14

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2012 - Anno I - N9- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

AVNEWS

Gelo sfratta Eolo Freddo? 2 in 1, la soluzione AV


Brrrrrrrrrrrrr Di nuovo in mare! Riprende, finalmente, la rubrica Radio Melges 24 della nostra carissima Marianna Orr. Diamo inoltre il Benvenuto allamico Bruno Olivieri che, da questa edizione di AVNEWS, ci dar una mano a migliorare la prima pagina con le sue meravigliose vignette! In questo numero troverete: Freddo? 2 in 1 la soluzione al freddo di AV; Traumi a bordo: limportanza di un intervento tempestivo e consapevole; Il Diario di Bordo di una meravigliosa crociera tra le onde dei caraibi; I nuovi tentativi di Record di Soldini a bordo della Maserati. Ma anche: le consuete quattro risate in compagnia al Bar Mario e le cronache dai campi di gara. E ancora: la seconda parte della rubrica Dallobl alla scoperta dei CELENTERATI.

Invernale Marina di Capitana

Risultati 7 giornata
Classe F

AV: meravigliosa giornata di vela con, sullo sfondo, i monti innevati

Classifica Regate
Open Vele Bianche Pos. Barca Prua 1 Koala 609 2 Miokana 616 3 Patuk 617 4 x-live 621 4 Valentina III 603 5 Giro di Boa 618 6 Fin Lizzy 620 Continua a pagina 13 e 14.

AVSTAFF

L Web parla
Equipaggio Avventuravela ph@robertomarci.com

- Messaggio FB: Ciao a tutti, a seguire le convocazioni per la 7 giornata di campionato... - Simone: con immenso dispiacere vi comunico che sono malato - JL: Neanche Giorgio e Adriana saranno dei nostri Complice linfluenza, che ha abbattuto tailer e randisti vari, la rosa AV era sensibilmente ridotta. Mentre per la 6 giornata ci eravamo divisi per picchettare e veleggiare, questa volta invece ci siamo riuniti! Eh si! Considerato il freddo polare ci siamo detti: perch non A pagina 10 una new entry: I riuniamo i 2 equipaggi? parteci-

piamo con una sola imbarcazio- Discorsi facebookkiani ne e, stando vicini vicini, ci riscaldiamo!. Simone: Ideooona! 2 in 1: la soluzione con immenso dispiacere vi coAvventuravela al gelo! munico che sono malato E cos unaltra meraviglio giornata di mare passata. Questa Gianluca: volta tutti insieme (malatucci a Povero... sempre malato? Non parte purtroppo), con la Paperel- stare davanti al PC che ti fa la a prua che fronteggiava il gelo male con il suo nuovo passamontagna Simone: e sullo sfondo lo splendido scelavoro allaperto nario dei monti innevati! Un augurio per una pronta guari- Ettore: gione ad Adriana, Simone e Gior- ebbai, parrisi fattu de papperi gio!
Pierluca Fadda AVSTAFF

Sfott ModeOn

segreti di bordo, pochi accorgimenti per una crociera serena... la nuova rubrica di Francesco Ruscazio.
Segue la saga di Mario Arselle e dei suoi compagni di avventura. Sempre presenti le Regole di Regata e le classifiche. Queste ultime, finalmente, aggiornate dopo le tre prove di domenica! AVNEWS Tutto da leggere!
AVSTAFF

LANGOLO DELLE CURIOSITA VELICHE


DIZIONARIO AV Abbisciare: disporre la cima in modo tale che si possa svolgere senza difficolt. PROVERBI Il mondo come il mare: e vi saffoga chi non sa nuotare. MODI DI DIRE A tutta randa: utilizzato per indicare che si sta andando a forte velocit. FRASI CELEBRI Un grande pilota sa navigare anche con la vela rotta (Seneca)

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 2

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2012 - Anno I - N9- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

... importante agire tempestivamente, avendo consapevolezza di saper cosa fare o no...
Non raro che in barca accadano degli infortuni pi o meno gravi e limportanza di agire tempestivamente, avendo consapevolezza di saper cosa fare o no, spesso fondamentale per evitare conseguenze ancora pi gravi. Chiunque frequenti la disciplina della vela, che sia agonistica o amatoriale, dovrebbe assolutamente frequentare un corso di primo soccorso. Inoltre, essere a conoscenza di queste tecniche diventa estremamente efficace anche in merito della prevenzione, poich aumenta la consapevolezza dei pericoli che possono causare determinati incidenti. Ci nonostante, non inusuale trovare in barca una cassetta di pronto soccorso di quelle standard, con delle confezioni addirittura scadute. A volte non si sa neppure cosa ci sia al suo interno. Questo indice della poca importanza che si attribuisce agli infortuni che possono verificarsi, oppure si ritiene, con una buona dose di ottimismo ma anche di imprudenza, che nella nostra barca una simile eventualit non potr mai accadere. Niente di pi sbagliato! La mag-

colpo di calore, collasso da calore, epistassi, ustioni, ferite superficiali e proAnalizzare con calma e sangue freddo la situazione di allarme fonde...
Limportanza del trattamento di primo soccorso a bordo

Trauma: Come agire?

gior parte di noi pu raccontare episodi dinfortunio capitati in barca, che ci si trovasse in regata, in allenamento, durante una semplice uscita di piacere con

sia stati capaci di apportare alcun tipo dintervento, vuoi perch non istruiti in merito, vuoi perch la cassetta del pronto soccorso non fosse idonea o addirittura mancante. Inoltre avere una certa consapevolezza dellevento traumatico e di come agire in tale situazione, oltre che importante per il trattamento di primo soccorso che si prester allinfortunato o anche a se stessi, di fondamentale importanza nei casi di degli amici oppure in crociera. particolare gravit, per poter coEbbene, sono sicuro che nella municare al personale dellunit stramaggioranza dei casi non si di pronto soccorso un quadro

esaustivo dellentit del trauma, eliminando perdite di tempo che potrebbero mettere in pericolo la sopravvivenza dello sfortunato in questione. Unaltra cosa positiva, che si pu sicuramente acquisire con delle buone lezioni di primo soccorso, la capacit di analizzare con calma e sangue freddo la situazione di allarme che ci si presenta davanti, in modo da poterla gestire con freddezza e senza commettere operazioni avventate, che potrebbero addirittura peggiorare le condizioni dellinfortunato. Questa lucidit di pensiero torna poi utile anche nelle normali attivit di tutti i giorni, e ve ne potrete avvantaggiare in maniera molto sportiva anche durante le regate veliche, per dare filo da torcere ai vostri avversari, altro che tattico di bordo! Gli incidenti pi frequenti in barca: colpo di calore, collasso da calore, epistassi, ustioni, ferite superficiali e profonde, stiramenti e strappi muscolari, distorsioni, lussazioni, fratture, shock anafilattico, trauma cranico e non per ultimi gli attacchi di panico. JL

Leggi AVNEWS
Sostienici

AVVENTURAVELA E AMICIZIA

Edizione AVNEWS N9

SEGUICI E CONDIVIDI

RINGRAZIAMENTI
Hanno collaborato alla realizzazione di questa edizione di AVNEWS: -Marianna Orr -Isacco Curreli -Manuel Castriotta & C. -Francesca & Egidio -Francesco Ruscazio -Gianluca Costa -Pierluca Fadda Foto: ph@robertomarci.com

Segui le edizioni online di AVNEWS collegandoti al sito www.avventuravela.it. Siamo presenti anche su Facebook alla pagina www.facebook. com/AvventuraVelaNews. Vieni a trovarci e sostienici cliccando in alto sul pulsante MI PIACE.
AVSTAFF

Avventuravela... nuovi incontri oltre oceano!

Vignetta Bruno Olivieri www.brunoolivieri.com

AVSTAFF

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2011 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

pagina 3

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Melges 24

Radio Melges 24
Le piccole veloci

Marianna Orr

Le previsioni meteo vengono seguite in maniera ossessiva, fin dalla settimana prima, ma nessun equipaggio viene scoraggiato dalle basse temperature previste, anzi, devo dire, sono pi agguerriti che mai. La mia documentazione fotografica mostra chiaramente la grossa differenza di condizioni, tra la giornata odierna e quella di circa un anno Oohh... finalmente questa domenica non ci svegliamo con lurlo di Eolo come buongiorno... ma uscito dalle coperte mi accorgo che, come promesso, ha mandato in supplenza il cugino Brivido! Chiedendomi cosa diavolo ci faccio fuori dalle coperte a questora... mi giunge lontano un suono da sotto le coltri... tipo: Io non vengo, fatevi... non ricordo, qualcosa che faceva rima con abbaiare... incastrare... boh!?! Ecco, iniziamo bene! Oggi abbiamo dovuto sostituire il nostro prodiere... e la sostituta che molto SPINTANEAMENTE (non un refuso) si immolata a condividere la giornata con noi... gi rema contro! Grazie alle mie capacit persuasive, e complice il dover inaugurare gli stivali nuovi, riusciamo comunque a partire in orario. A Oristano, alle ore 08:00, il termometro segna -2C. Voglio scendereeeeee!... ma se non siamo neanche partiti!

fa: erano i giorni della merla, ma venivo immortalata a bordo in attesa del vento, scalza e in canottiera, con circa 20C di temperatura percepita. Questanno gli strati che si contano sono ben 5, con laggiunta di una bel copricapo brettone, e la temperatura percepita si attesta intorno agli 8C. Ma finalmente siamo alla settima giornata di Campionato Invernale, dopo quelle di fermo biologico causato dal forte vento, tutti pronti sulla L-Line. Parte la prima prova con un vento leggero proveniente da NO circa 10 nodi, ma sono tutti incantati dallo scenario che questo ci propone: giornata splendida, cielo terso, cime dei 7 fratelli innevate. Lunica preoccupazione che il vento non ruoti ancora una volta per soffiare proprio da quella parte, facendo diventare laria pungente e penetrante. I protagonisti di questa giornata di regate sono sicuramente Maricl dellon. Fois (2-2-1), Siv C-

Fadda di Roberto Cuboni (1-2-3-) e Siv Arborea (3-1-2)di Lorenzo Gemini, i quali alternano le loro posizioni durante le 3 prove. Decisamente sotto tono le performance di Arbatax, che con un (55-5) si tengono particolarmente distanti dalle prime posizioni, risultati, questi, decisamente insoliti per il team ogliastrino. Non male la performance di

sperimentazione, come del resto Bajana (6-6-7) di Ignazio Cocco che ingaggia ben 3 membri del suo equipaggio dalla classe dei catamarani, nonostante questo lo vediamo in OCS nella terza prova con un rientro all estremo che infastidisce la manovra di Gianluca Manca di Arbatax, che con i suoi immancabili guanti da giardiniere non si lascia sfuggire locchiataccia. La partenza della terza prova ritardata di almeno unora, e mentre in lontananza si scorge la partenza delle altre barche nelladiacente campo di regata, i nostri nuovi giudici attendono lo stabilizzarsi del nostro vento, che non si capisce quale sia, vista la continua rotazione da maestrale a libeccio. Lo strumento utilizzato il solito pezzo dantenna con filo di lana... phrobertomarci.com ci siamo chiesti ripetutamente se venisse fornito in dotazione Sardegna (4-4-6) timonata da con il superamento dellesame. un esperto Piero Gessa, che per Ironia a parte, gli facciamo un loccasione si porta dietro mem- grosso in bocca al lupo! bri della classe Hobie cat per fare Marianna Orr Tre prove... tre belle partenze... tre schifezze di risultato! Complice anche lavere a bordo una persona non pratica della barca, che ci ha obbligato a rivedere certi ruoli e automatismi, non riusciamo a far camminare il Matyra II neanche a spingere. Chi si perso il cane lupo inferocito che abbiamo attaccato alla deriva? Certo, ci si mette anche qualche armatore di transatlantico che ci vira in prua arrivano in boa... vero Gianluca? ma io so dove parcheggia la smart! (scherzo... non so dove la parcheggia ma tanto dobbiamo andare a Livorno insieme ahahah) Beh, ma tanto noi oggi ci allenavamo solo sulle partenze! A fine giornata... ci siamo comunque divertiti, ci siamo abbronzati mentre il resto del mondo si congela, il th rimasto caldo fino alla fine... ed il Lucano in pi... non ne vogliamo! Paolo Marchesi Matyra II

Classe Gran Crociera - Gruppo A

Prima Eolo e dopo Brivido


7 giornata del Campionato Invernale dal Matyra II

phrobertomarci.com

A Capitana ci accoglie il preludio di quella che meteorologicamente parlando sar una bella giornata e mentre noi operai ci dedichiamo alle obbligazioni rituali (caffe, chiacchere, ed altro che inizia rigorosamente per c...) il prode armatore registra il cambio equipaggio... una tessera FIV di 5 cifre?!?!? Emb, il nostro asso nella manica rega-

tava con Garibaldi, e allora?! Si Giuseppe, non Amilcare del Bar 2 Pini di Arma di Taggia. Riusciamo a salire a bordo con il solito circo, Caronte compreso, dato che il Tim 27 galleggia in mezzo al porto, ed inizia la vestizione anti freddo. Mi mancavano solo le mutande di pile, e solo perch non le ho trovate! Ma c il sole e via!!

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 4

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2012 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Amici di Avventuravela: Nautica & Pesca

Pet Therapy

Serata di Beneficenza
Successo oltre le aspettative

Azienda storica di Cagliari conosciuta dai pi per le forniture allingrosso di cancelleria. Incaspisano anche: nautica, subacquea e pesca. E possibile scegliere tra un vasto assortimento di attrezzature (ecoscandagli, GPS, radar, dissalatori, generatori e caricabatterie...), abbigliamento (cerate,

mute, guanti...) e prodotti biologici (shampoo da mare... Prossimamente ne parleremo anche su AVNEWS). Presentatevi a nome di Avventuravela per ricevere uno sconto extra! Incaspisano in Viale Elmas 155 a Cagliari. Orario continuato!

La serata di Beneficenza, svoltasi sabato 4 febbraio presso lHotel Mediterraneo, ha avuto un successo che andato oltre le aspettative. Oltre mille persone hanno aderiAVSTAFF to alla nobile iniziativa.

Il progetto di Pet Therapy verr presto realizzato. Verr creata una struttura, allinterno dellospedale Microcitemico, che consentir ai bambini ricoverati di poter interagire con gli animali. Questo tipo di terapia consente ai piccoli pazienti, cosa di non poco conto, di vivere in maniera meno traumatica lesperienza ospedaliera. Un sentito ringraziamento va, da parte dellorganizazione, a quanti hanno partecipato. Dagli sponsor, agli artisti alle persone che hanno aderito semplicemente con la presenza.
AVSTAFF

Meteo

La GP vi osserva

IL VERO FREDDO...
Temperatura percepita: -20

CHIACCHIERE E GOSSIP...
Direttamente dal web

...foto di questo pomeriggio dalla Sella del Diavolo....non credevo ai miei occhi... (Alberto Ledda)

Se facciamo un ordine importante, possiamo chiedere uno sconto. (Andrea Porcedda) Freddo? Siamo proprio sicuri? Ecco cosa sta accadendo in questi giorni a Trieste. Ad aumentare i disagi, della perturbazione siberiana, anche il soffiare della bora. Sabato 4 febbraio il termometro ha segnalato loscillare della temperatura tra la minima di -6C e la massima -3C e raffiche di bora fino a 137km/h!!! Il wind-chill, ovvero la temperatura percepita dal corpo umano, sbalzata ad oltre 20. Alla fine dei conti non ci andata cos male!

La barca giuria (Stefano Ottaviani)

Mi scusilei che ha visto tutto!!! chi aveva la precedenza???? (Masala Gianluca)

Guardavo le previsioni per domenica, mi sa che sar un test di sopravvivenza . Se chiamiamo National Geographic CI FA UN DOCUMENTARIO! (Andrea Porcedda) Deciso! Domenica, sotto la cerata, metto anche il mutino... cos posso fare pip :P (sopravvivere fondamentale!) (Pierluca)

AVSTAFF

piuttosto.....dovremo stare attenti agli iceberg.... (Alberto Ledda)


AVSTAFF

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2011 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

pagina 5

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Bar Mario

Quattro risate in compagnia


Direttamente dal web e dal campo di regata Antonello Oggiano: Noi siamo usciti stasera e pi o meno le condizioni erano cos. Bello navigare davanti Serpid innevata...anche se dopo un p il freddo comincia a passare sotto la cerata. Laura Basciu: Anche nOi!!! avevo tanti strati di roba addosso che avevo perfino caldo!!!:-) Massimiliano Zucca: Infatti ... tre termiche e un lupetto spero baavversarie?ah ah ah ah ah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! stino :-DDDDD Antonello Cabras: chiedo modifica del rating! ho messo una stuffa a pellet sotto coperta! Annalisa Serri: anche io voglio una stufa a pellet sotto coperta, altrimenti cambio equipaggio!! Antonio Concu: anche il tuo equipaggio vuole una nuova prodiera! ma non lo rende pubblico! (oramai rendeva!!!) Andrea Porcedda Domanda per il comitato:E vietato durante la fase preparatoria(5 minuti)lanciare secchiate dacqua alle barche Antonio Concu: Laura, non ho ben capito se domani presentano la Volvo Polar per le condimeteo, oppure ci sono queste condimeteo perch presentano la Volvo Polar! Laura Basciu: Mmhhhh...la prima che hai detto:-) c una Volvo per ogni stagione!!!;-) Alberto Ledda: ....finito di montare in pozzetto stufa in ghisa alimentata a carbone, ho la barca un po appoppata....faccio scorta di carbone nel gavone di prua cos la rimetto in assetto.....
AVSTAFF

A.S.D. AVVENTURAVELA

Iniziano a prendere forma gli eventi per i soci AV

EVENTI ESTATE 2012

(da venerdi 6 a lunedi 9 aprile 2012)

Crociera di Pasqua e Pasquetta a Carloforte

Henry a Buggerru.

(date da confermare: da venerdi 27 aprile a martedi 1 maggio 2012)

Sagra del Cus Cus Tabarchino a Carloforte

di Carloforte. Ad arricchire levento contribuiranno la mostra mercato di prodotti tipici, arti e mestieri, lingua e tradizioni.

Per una Pasqua veramente alternativa AvventuraVela vi far veleggiare lungo le magnifiche coste della sardegna Sud-Occidentale, facendo base nella suggestiva cittadina di Carloforte, sullIsola di San Pietro. Meriteranno una visita le pi belle rade dellisola e della costa, il Pan di Zucchero a Masua e, meteo permettendo, escursioni a terra per esplorare le vecchie memorie minerarie della zona, come Porto Flavia e la Galleria

Il Cus Cus Tabarchino, detto anche Cashc, una delle ennesime varianti del famoso piatto nord africano, che rimasto nella tradizione culinaria della popolazione di origine genovese che dallIsola di Tabarka in Africa colonizz nel 1738 lIsola di San Pietro, allora disabitata. La variante Carlofortina perci un mix di tradizioni liguri, nordafricane e sarde, nel quale i sapori intensi e ricchi delle verdure sono esaltati da una generosa dose di peperoncino piccante secco.

(date da confermare: da venerdi 14 a domenica 16 settembre 2012) AvventuraVela vi porter via

Creuza de Ma Festival della Musica per Film a Carloforte

cornice della Piazza di Porta Leone, potremo assaporare al meglio lappuntamento pi importante del Festival: i concerti dal vivo. Questa piazza infatti un anfiteatro naturale tra case e vie nella parte alta del paese, la zona dei pescatori, un luogo dallacustica perfetta. mare alla scoperta di questa stupenda manifestazione e delle meraviglie del territorio dellIsola di San Pietro e dintorni, per godere ancora del piacevole caldo estivo di settembre.

Creuza de M, festival dedicato alla musica per il cinema, focalizza la sua attenzione sullaspetto musicale del lavoro cinematografico, un viaggio musicale attraverso i film che, proiettati nelle suggestive sale di Carloforte, ci trasporteranno La Sagra celebra dunque questo in unatmosfera nostalgica e spepiatto a base di semola cotta a ciale. vapore, e lo fa nella suggestiva Calata Mamma Mahon nel Porto La sera inoltre, nella magica

Per maggiori informazioni, sulla partecipazione alle attivit di Avventuravela, potete visitare il sito: www.avventuravela.it scrivere allindirizzo: info@avventuravela.it contattarci tramite Facebook: www.facebook.com/avventura. vela www.facebook.com/AvventuraVelaNews

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 6

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2012 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela VECCHI DIARI DI BORDO... VIAGGI TRA PENSIERI, EMOZIONI E SENSAZIONI... SCAMPOLI DI VITA VISSUTA IN MARE.

Montagne dacqua... caraibiche


febbraio 2011 Parte 1 Finalmente si realizza un altro sogno... AV approda ai caraibi! Sideral la barca che ci ospita, un meraviglioso sloop di 17 metri, lenergia positiva di questa barca la si percepisce appena saliti a bordo e si resta immediatamente affascinati dai suoi interni caldi e sinceri. Salpati dal marina Club Neptune, sito nellisola di Martinica alle ore 9.00 locali, facciamo rotta 180 verso lisola di S. Lucia. Abbiamo navigato per 35 miglia con mare di traverso, vento aliseo da est con punte di 25 nodi e onda di circa 3 / 4 metri nel tratto del canale tra le due isole; la massima velocit registrata stata di 12 nodi, non male! Ma Philippe dice che domani potremo fare ancora meglio... gli crediamo, anzi non vediamo lora! Alle ore 14.00 assicuriamo Sideral al gavitello della rada di Marigot Bay, unansa naturale e bellissima circondata da vegetazione classica caraibica. dere le redini di Sideral (Anima fedele che come un cane mansueto non ti tradir!) Philippe lo avverte e mi accontenta. Mentre scrivo ho ancora i brividi... e che sar mai direbbe qualcuno. Sideral, come ad un bambino al primo giorno di scuola, mi disegna le linee da seguire uno, due, tre mostri e prendo confidenza con la situazione, non semplice ma ci sono e la governo; il rischio ovviamente che la barca sintraversi nel cavo tra un onda e laltra. Sideral orziera e mi muovo di conseguenza. Quando salgo al secondo piano ci resto qualche secondo per poi scendere senza ascensore... surfate da paura interminabili 13 nodi con tutto genoa e una sola mano di terzaroli (io avrei ridotto tutto il possibile ma Philippe non me fortunatamente) voliamo e godo in queste montagne dacqua. Sono sempre pi tranquillo ma non mollo mai la guardia (me lo ricorda anche Philippe). Godo, godo e ancora godo! Sideral gode con me, lo avverto dalle vibrazioni quando surfiamo Philippe controlla immediatamente il gps: JL, bravo 13 nodi! Per due ore cavalco queste maestose onde Wow ragazzi ho ancora i brividi mentre scrivo! Mi Risveglio a Bequia quando il mare si fa pi tranquillo (si fa per dire). Una favolosa rada con centinaia di barche ci attende, ma io sono e sar altrove per tanto tempo. Grazie Philippe, grazie Sideral. Devo lasciarvi, ho scritto di getto con una tastiera impossibile e ci saranno una marea di errori perdonatemi la corregger in un altro momento. Dedico queste emozioni ai miei amici velisti! Buon Vento dai Caraibi! JL

La quiete dopo la tempesta

Bagni, aperitivo e tanta felicit nei nostri volti e gli occhi lucidi che ancora dicono... non ci credo siamo al caldo, siamo ai caraibi! Trascorriamo il tempo, che passa veloce, a raccontarci le storie pi disparate ed ora di cena. Rum a iosa e i nostri visi silluminano, mentre io (Gianluca) scrivo, sento le risate dei ragazzi in pozzetto e mi chiedono di mollare il pc e andare a raccontargli un pochino delle mie classiche c.... te. Devo e infatti vado. Ragazzi viva la vida!!! Breve commento esterno: Gianlucca mi ha chiamato per correggere il testo: teme di aver sbagliatto qualche dopia.... Il comandante cinforma che domani avremo 7 ore di navigazione per cui la sveglia sar alle 7.00 e colazione in navigazione. Buona giornata a tutti e buon vento dai caraibi... a noi domani il vento non mancher di sicuro. Parte 2 Niente foto, niente video... non servirebbero per raccontare la veleggiata, sino ad ora, pi bella della mia vita. Come da programma salpiamo da Margot Bay, il meteo dice Allerta gialla, da queste parti significa vento 35nodi (sem-

Ovviamente fa caldo, la temperatura di circa 27 gradi, un bagno obbligatorio in questacqua calda, anche se non cristallina, dovuto alla presenza delle mangrovie, benedette in questi luoghi, perch nel periodo degli uragani assicurano un ottimo riparo per le barche che vengono a rifugiarsi.

pre Aliseo) e onde alte sino a 6 metri! La nostra rotta ancora verso sud 210 gradi direzione S. Vincent per poi attraversare uno dei canali pi tosti verso Bequia. Sotto costa il vento arriva da terra, siamo sui 20/25 nodi, il mare leggermente formato, ma niente di che preoccuparsi... Arrivati al canale, che separa le due isole caraibiche (S. Vincent con Bequia), capisco subito cosa andremo a trovare! Il vento salito tosto 30 / 35 forse 40 (abbiamo un anemometro a mano). Navighiamo praticamente in flottiglia, sottovento una sfilza di catamarani (non se la passano bene) noi VOLIAMO. Monta anche il mare e che mare! cazzo mai visto una roba del genere (certo la mia esperienza non tanta ma 60 nodi, a Cagliari li ho vissuti). Non trovo le parole per descriverlo, montagne dacqua gigantesche che arrivano da ogni dove, non proprio incrociato, diciamo pure incasinato, solo il vento arriva sempre dalla stessa direzione, al traverso prima e al giardinetto poi. Il nostro skipper Philippe, che in questi mari ci naviga da sempre, richiede una certa attenzione da parte dellequipaggio (sempre tranquillo). La navigazione molto impegnativa ma fremo dalla voglia di pren-

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2011 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

pagina 7

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Tutti i Record che prover a battere questanno.

Soldini ci riprova con Maserati


Le imprese possono essere seguite su: maserati.soldini.it
do poco a sud dellisola di Terranova. Il record da battere attualmente detenuto da Robert Miller che nellottobre 2003 a bordo del monoscafo Mary Cha IV ha percorso Il primo record che affronta Mala rotta in 6 giorni, 17 ore, 52. serati Cadice (Spagna)-San Salvador (Bahamas): 3884 miglia in oceano Altantico. Il team, guidato da Giovanni Soldini, partito da Cadice il 2 febbraio alle 11 50 08 GMT. Il record monitorato dal World Sailing Speed Record Council, lorganismo internazionale che certifica i migliori tempi di percorrenza sulle rotte storiche dei clipper. In passato stato effettuato solo da maxi trimarani.

Inutili tentativi di copiarci le ExpresSIV


http://www.wowsailing2012.com

WOW: Regata oceanica dedicata alle donne

A marzo 2012 Maserati sar impegnata nella sfida al record MiamiNew York (947 miglia).

Il record assoluto appartiene a Franck Cammas che a bordo del maxi trimarano Groupama 3 nel Maserati sta cercando di stabilire giugno 2007 ha percorso la diper primo il time reference per la stanza in 1 giorno, 11 ore, 5 minuti. categoria monoscafi.) Nessun time reference da battere nella categoria monoscafi. minuti, 39 secondi. 18,5 i nodi di media.
Fonte sito: http://maserati.soldini.it/ AVSTAFF

Si chiama WOW ed la prima regata oceanica dedicata alle donne. Ledizione inaugurale del Womens Offshore Worlds partir da Plymouth nel Regno Unito con obiettivo Falmouth Harbour, ad Antigua, il 28 ottobre 2012. Cosa aspettate? Basta un po di coraggio, unamica fidata e il gioco fatto! Potreste diventare le prossime Susanne Beyer e regalarvi la pi bella esperienza della vostra vita. E non dimenticatevi che mancano 2 giorni alla Serata dei Campioni, dove potrete incontrare Susanne e sentire i racconti in diretta telefonica di Marco Nannini da Capo Horn! CHE COS? Il concetto semplice: un equipaggio doppio composto da donne, la barca il monotipo Beneteau Figaro 2 e una rotta affascinante e impegnativa, 3.300 miglia dalla costa inglese, attraverso il golfo di Biscaglia, le Azzorre, lAtlantico per concludere ad Antigua, nei Carabi. Un percorso pensato per

Tra fine marzo e aprile 2012 per Maserati prevista la sfida al record del nord Atlantico New YorkCape Lizard (UK). 2925 miglia da percorrere passan-

mettere alla prova le capacit veliche e di navigazione delle veliste, ma anche la loro forza e resistenza. La creazione del WOW rappresenta unopportunit fantastica per migliorare limmagine della vela oceanica al femminile. Lidea di avere una flotta di ragazze veramente fantastica, e poi la lotta si far con barche one design quindi si tratter di avere il team migliore, non la barca migliore. I Figaro sono divertenti e veloci e si possono charterizzare a un prezzo ragionevole. Quindi levento accessibile. Hanno detto Hannah Jenner, vincitrice della Transat Jacques Vabre, e Sammie Evans (nella foto sotto), che corrono per il colori del Team Beaudacious. Ideatori della nuova regata sono il Team Concise in associazione con il Royal Western Yacht Club e lAntigua Yacht Club.
Fonte Giornale della Vela

Associazione Sportiva Dilettantistica

AVVENTURAVELA
Crociere e avventure in barca a vela nella meravigiosa Isola della Sardegna e non solo...
per info: mail: info@avventuravela.it www.avventuravela.it www.facebook.com/avventura.vela www.facebook.com/AvventuraVelaNews

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 8

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2012 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Mare: AV vi accompagner nel suo pi intimo, sollevando un lembo della sua immensa coperta blu...
Un viaggio alla scoperta del tesoro sommerso, nascosto tra grotte, coralli, alghe...
CNIDARI, o CELENTERATI (parte 2/2 continua da AVNEWS n8) Classificazione scientifica: Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Radiata Phylum: Cnidaria Sinonimi: Coelenterata Classi: Anthozoa Cubozoa Hydrozoa Scyphozoa Le meduse dei Cubozoi includocui solo una presente nel Medi- si rende il miglior servigio inseterraneo: Carybdea marsupialis. molata e fritta..Tra gli Antozoi Normalmente reperibile nel- pi importanti del Mediterraneo luce penetra in profondit, capace di costruire vere e proprie scogliere. I Cnidari posseggono un modesto apparato muscolare, nervoso e sensoriale. Nonostante ci, si tratta di feroci predatori, capaci di uccidere crostacei, molluschi vermi e pesci di varia dimensione. Non sorprende, quindi, scoprire che possiedono cellule altamente specializzate dette cnidociti, distribuite su tutto lepidermide ed in particolar modo sui tentacoli; queste contengono organuli reversibili det-

Dallobl...

ti cnidi, che racchiudono una la fascia batiale tra 500 e 1000 si ricorda inoltre, il pregiatissimo struttura urticante (nematocisti) no la maggior parte degli organimetri di profondit e pu, rara- Corallo rosso (Corallium rubrum) che viene utilizzata ogni volta smi marini velenosi attualmente mente, essere portata in acque (unica specie endemica del Meche un animale viene sfiorato da noti, gli unici Cnidari mortali ansuperficiali dalle correnti. E cer- diterraneo delle 27 esistenti) e un celenterato. Il liquido urticanche per luomo. Le loro medutamente molto pericolosa, ma la Cladocora caespitosa meglio te costituito da tossine ad attise, di forma cubica, sono genenota come Madrepora pagnotta. raramente mortale. vit neurotossica (paralizzante), ralmente piccole e trasparenti. Sebbene si rinvengano in tutta larea tropicale, i Cubozoi risultano particolarmente comuni nell area Indo-Pacifica e lungo le coste dell Australia. La specie che normalmente vive nel mar dei Caraibi e lungo le coste africane e portoghesi, da giugno La classe degli Antozoi (Attinie, Coralli e Madrepore) costituita da organismi che hanno sempre solo la forma fissa di polipo; questi sono di solito riuniti in colonie, anche se esistono alcune miotossica, emolitica e necrotica ed in alcuni casi possono essere seriamente pericolose anche per luomo.

forme solitarie. Per la loro forma Essa costituita da numerosi come Vespa di Mare o Box a settembre si pu rinvenire an- simile a fiori erano considerati un polipi uniti da una struttura cal- Jellyfish lo cnidario pi veleche nellAdriatico e nel Tirreno. tempo dei vegetali, per questo carea, composta a sua volta da noso tra tutti quelli conosciuti e, hanno assunto il nome di Anto- rametti cilindrici con calici sem- molto probabilmente, lanimale Classificazione scientifica zoi, che ukaryota animali-fiore. pre rivolti verso lalto. Si tratta pi velenoso oggi conosciuto al Dominio: E significa

(Chironex fleckeri), nota anche

Una particolare cubomedusa,

Le Attinie,umetazoa loro spettaco- del pi grosso fra i madreporari mondo!. Essa si rinviene sopratSottoregno: E per le Ramo: Radiata lari forme e colorazioni sono tra del Mediterraneo, che cresce su tutto nelle acque australiane e Phylum: Cnidaria Sinonimi: Coelenterata gli organismi meglio conosciuti fondali rocciosi o detritici a par- pu causare la morte per shock, Classi: Anthozoa della fauna marina ed anche me- tire da pochi metri di profondit dopo intensi spasmi muscolari,

Regno: Animalia

glio apprezzati dalla migliore ga- e pu formare dei cuscinetti an- paralisi respiratoria e muscolare Hydrozoa Scyphozoa stronomia sarda, specialmente l che di 50 cm di diametro. La Cla- ed arresto cardiaco. Francesca & Egidio

Cubozoa

Si conoscono poche specie (circa Anemonia sulcata o meglio co- docora caespitosa una specie 20) esclusivamente marine, di nosciuta come Orziadas..a cui fotofila, che vive cio fin dove la per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2011 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

pagina 9

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Racconti brevi sulla vita di Mario Arselle e dei suoi compagni di avventura dalladolescenza fino al progetto Fly Zone.

TRA SBURRASCHE E SCALLAZZI


Chi non si avvicina non tocca
Capitolo 4 (parte 2) Nervi tesi e guanti slam tarocchi sulle mani, scotte in tiro e solo il rumore del winch di dritta a digrignare i denti e scandire i pensieri dei grinder di Pai Pai. Il capitano aveva appena indossato la sua cerata presa a dieci euro dal Lidl di Carbonia e questo era il segnale che presto sarebbero arrivati i guai e tutti su Pai Pai avrebbero dovuto dire Dai, Dai, Dai. per era stata sempre in grado di affrontare. Stavolta era diverFu a quel punto che il radiotele- so per. Aveva esagerato con grafista di bordo si mise davan- le coccole, le passeggiate lente ti al VHF, canale 16 per sentire a piedi nudi sul ponte, le vele il bollettino e gli avvisi di burra- di poppa sempre ammainate e sca. Nei primi 3 minuti di silen- quella di prua solo un piccolo zio radio si sent distintamente triangolino per venti forti anche una voce disperata gridare: con bonaccia. Aveva spinto tropSeculit, Seculit, Seculit: balca po oltre la sua voglia di rendere glande pelicolo, balca glande pe- felice lequipaggio composto da licolo cooldinate: Latitudine 36 pazienti troppo anziani se non Sud; Longitudine 6Est 6 Secondi per mangiare una minestrina. e 6 Contolni. Echiko in peri- Fu cos che lammutinamento colo, url il nostromo, mentre sotto forma di discredito poporiconosceva la voce dallinfles- lare e qualche colpo di cannone sione evidentemente orientale- li port tutti a secco di succhi e sarda. Riconosceva anche la go- la stanchezza sotto il ponte. Non liardia della sorella del capitano riuscivano pi a fare lamore e che anche nei momenti pi dif- ripresero a far governare lodio ficili veniva fuori come un bom- e gli uragani. Il resto va da se. presso dopo lincavo dellonda. Onde enormi sullo scafo e spalle La ragazza era in pericolo, il suo strette e sole ad affrontarle. Tutti mestiere di badante la portava dietro rattoppati ed Echiko li daspesso a situazioni estreme che vanti. ne ha voglia e chi si sente, senza ma perch, ho paura e con te no. Tutti con tutti a imparare nuove regolazioni, modi di navigare e assetti belli. Unorgia velica FlyZone tutti insieme, insieme a tutti e poi ancora tutti con tutti e anche da soli perch no Alberto disteso sul divano dello Yacht Club di fronte al mare e se la ride appagato, orecchie tese ad ascoltare il racconto di Echiko, chiude gli occhi, gli si stampa un sorriso sulla prua e lui sa bene che la sua musa pazza e creatrice di storie astruse e vichinghe e se la ride pazzo damore a dirsi che mondo fantastico pieno di vento, sole, carezze e sorrisi. Dominic l a fianco a sentire anche lui, contento che la sua barca salv Echiko, contento per Alberto anziano ma contento e il suo pensiero al nuovo scafo, chiglia ovale e la regata pi importante, la Flumini-VillasimiusFlumini long distance per derive, destinata a incoronare il miglior progettista e l equipaggio campione di FJ, le sorti di una vita il briefing alle sei, ma questa tutta unaltra storia E.Nieddu

Gestire in solitario il suo catamarano non era possibile ed il maltempo fece il resto. Portlano Echiko ma non bastava stavolta e tutto sembrava perduto. Le flebo esalavano le ultime bolle, frangenti di cinquecento metri, dabbasso preghiere impotenti per chi sta s ed Echiko alle prese con le ultime brico-coccole fai da te. E finita pens Echiko quando in lontananza Pai Pai arriv in gran fretta a perdonarla e a salvarla.

Seguirono concerti raggae, muscoli e corpi sodi, balli, sabbia, fuoco, barbecue e occhi a mandorla, Echiko si dimen, roll a pi non posso e gi col rhum e la fasulada e via vento per tutti nella notturna con la brezza di terra entro i 300 metri. Nudi, tutti nudi anche Dominic e silen- Continua... ziosi a baciarsi porcellini su chi

RICHIEDI LA TESSERA DI STILE ALPINO A NOME DI AVVENTURAVELA PER UN ULTERIORE SCONTO

Abbigliamento Tecnico per ogni esigenza


Viale Marconi, 10 - Cagliari

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 10

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2012 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

I segreti di bordo secondo Francesco Ruscazio

Lacqua scarseggia? Un tuffo in mare e si riparte...


Un luogo comune che in barca si possano rovinare solide amicizie di vecchia data in poche ore e purtroppo devo dire che un inconveniente che si pu presentare. Gli attriti allinterno di un equipaggio, specie durante crociere medio lunghe possono esser piuttosto seccanti e rendere tesa una situazione che invece dovrebbe essere vissuta in maniera serena e festosa. Ma perch persone che a terra non esiterebbero a scambiarsi le chiavi dellauto in mare si prendono a padellate in testa? Ci son molteplici ragioni che in questo e nei prossimi articoli cercheremo di identificare e soprattutto cercheremo delle soluzioni semplici. Il primo problema , che in realt comprende tutti gli altri, legato a una percezione errata del mezzo e soprattutto dellidea di vacanza. La barca , ovviamente , una barca, non una casa! Il mercato attuale della nautica invece orientato in maniera opposta : la barca deve somigliare il pi possibile a una casa!

Lequipaggio perfetto
Pochi accorgimenti per una crociera serena

Scusa dov il bagno?... Tre testate a dritta, due a sinistra, pedata sulla seduta del carteggio e sei arrivato!
la del comandante. La convivenza con lo skipper , sempre che sia una persona assennata, spesso una piacevole esperienza con un uomo che vive continuamente e con competenza quel mondo affascinante al quale ci si avvicinati e non infrequente che tra quel ragazzone vitaminizzato con qualche cicatrice e una serena famiglia borghese che viene da posti pi freddi nasca una sincera e duratura amicizia. In questo caso comunque vada sar un successo, lequipaggio si fider delle scelte del rude marinaio e si far portare in posti che su quella barca lunico a conoscere e soprattutto che saranno ancoraggi sicuri nelle condizioni meteo che si incontrano al momento. Tuttavia uno skipper assennato , per quanto possa cercare di assecondare i desideri del resto della ciurma, ogni tanto deve dire no . Spesso lui lunico ad essere consapevole di un possibile peggioramento del tempo o del bisogno di passare una notte in porto per dare una bella carica alle batterie. Quindi, anche se il passare una notte in rada una cosa meravigliosa , per quella serata cercate di apprezzare les aubergines a la Bonifacienne che fanno nel ristorantino pittoresco sulla rocca di Bonifacio, approfittatene per sgranchirvi le gambe e soprattutto per caricare computer, cellulari etc etc finch disponete della corrente in banchina. Data unidea dei ruoli che in barca nel bene o nel male vanno rispettati vi saluto e vi aspetto al prossimo numero dove inizieremo a parlare della vita di tutti i giorni, anzi, della parte pi importante e difficile da gestire: La cucina! Francesco Ruscazio

sulle quali il bagno era un lusso! La barca, per quanto moderna, comoda e simile a una casa resta comunque una barca e come tale va vissuta. La caratteristica principale di una barca che galleggia sullacqua e, nel caso che interessa principalmente a noi, sul Mare. Il Mare ha un tratto caratteriale peculiare che consiste nel fregarsene altamente del fatto che su di lui galleggino le barche e dato che lui non si adatter mai alla barca e la barca da sola non fa nulla lunica soluzione per gli inconvenienti creati da questo che sia lequipaggio ad adattarsi a lui.

una bottiglia di bianco e se poi la mattina lacqua scarseggia un po e non il caso di farsi la doccia chi se ne frega, un tuffo in mare e si riparte! Per esperienza posso dirvi che la maggior parte dellacqua in barca si perde per fare i piatti, i piatti di plastica sono una seccatura perch si aumenta drasticamente la produzione di rifiuti che andranno stivati fino allarrivo in porto. Ma alla fine le nonne non consigliano di mettere il sale nellacqua per sgrassare i piatti? E noi non siamo circondati da acqua salata? Mettersi dopo cena a fare i piatti in mare, seduti sulla spiaggetta di poppa , magari in gruppo, oltre ad offrire oggettivi vantaggi in termini di efficienza e risparmio dacqua, pu diventare un gioco divertente ed una cosa che se presa nella maniera giusta pu rendere i vari membri dellequipaggio complici e coesi. Magari, per ovvie ragioni, evitate di farlo dentro i porti, ma tanto in porto avete tutta lacqua che vi pare e il problema non si pone!

Un po di comfort fa piacere a tutti, chi non preferisce star comodo in piedi in cucina e non aver bisogno di orientarsi al buio vero, alcune cose sono un po dando craniate come sulle bar- scomode, lacqua non infinita e che di qualche anno fa: se finisce si costretti ad andare in porto, se le batterie scendono - Scusa dov il bagno? bisogna accendere per un po - Tre testate a dritta, due a sini- il motore, ma il mio consiglio stra, pedata sulla seduta del car- di accettare di buon grado queteggio e sei arrivato! ste cose e tenere conto che un prezzo irrisorio da pagare rispetTuttavia questa tendenza vie- to a quello che una o due settine spesso mal compresa specie mane a gironzolare con una barda chi si avvicina per le prime ca a vela possono offrire. Quindi volte alla vela adesso e dunque quando sarete in rada a Lipari , A questo punto salta fuori una senza esser passato e aver fatto a Teulada o Corf godetevi lac- figura fondamentale , ma piuttocrociere memorabili su barche qua cristallina, il cielo stellato e sto antidemocratica , che quel-

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2011 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

pagina 11

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

NOTIZIE DA TUTTI I CAMPI


MELGES 24 - PRUA 204
SIV masnata chimici inizia il 2012 con una partenza OCS ... ma si riprende con un quarto posto nella terza prova della prima giornata dellanno!!!! Nonostante il freddo,nonostante il cambio di equipaggio ( nuova prodiera a bordo e per fortuna non sono io) siamo ripartiti con un sacco di buoni propositi per la lunga stagione di regate... la Volvo CUP si avvicina!!!! Pregando che la nuvoletta della sfiga che si abbattuta su ITA469 domenica stia ben lontana nelle prossime regate faccio i complimenti a tutti gli amici che domenica con grande entusiasmo si son ritrovati in mare ( e spero presto a tavola... organizziamo???) e mando un saluto a tutti!!!! Laura Basciu SIV Masnata Chimici

VELE BIANCHE - GRUPPO E


Splendida giornata di regata! Non ci hanno fermato neanche le temperature proibitive e il vento gelido, per fortuna il sole ci ha accompagnato dandoci un p di sollievo permettendoci di scaldarci e abbronzare gli unici centimetri di pelle che abbiamo esposto: quelli intorno agli occhi. Nessuno ha rischiato lassideramento: ci siamo salvati grazie alle manovre che abbiamo ripetuto anche oltre il necessario e una quantit di panini con nutella, whisky ( che per quanto il suo riscaldamento sia temporaneo... ma chissenefrega!!!) e allarrivo in porto pasta calda, vin brul, sacher e tanti amici. Gianluca Murgia Terra Three

J 24 - PRUA 102
Per noi stata una giornata disfazione il 3 posto in classifica fantastica, al di l di ogni pi generale. rosea aspettativa, Combatteremo duramente per a partire dal meteo che ci ha mantenerlo e migliorarlo un sorpreso con una giornata da giorno, forse, chiss. fresca primavera. Le girls Gli allenamenti a cui ci stiamo di Expressiv-Medifarma sottoponendo con assiduit ci hanno finalmente premiato e, anche se un po altalenanti con i risultati siamo riuscite a riagguantare con grande sod-

MELGES 24 - PRUA 202


Grande giornata per Pietro Fois post regata con tanto di vin e Giovanni Meloni che vincono brul:-) la classifica di giornata. Bene SIV Arborea anche Cfadda timonata per SIV Arborea loccasione da Antonello Ciabatti. Unica nota critica: le boline e le poppe dovrebbero essere fatte di virate e strambate e non di bordi unici come avvenuto nelle ultime due prove. Da rivedere il posizionamento del campo di regata per le prossime volte. Perfetta lorganizzazione
VELE BIANCHE - GRUPPO D

VELE BIANCHE - GRUPPO F


Una fantastica giornata. scatta foto alla Paperella!!! Linvestitura a cipolla, anzi a Un lavorone di squadra :D multi cipolla, mi ha salvato! In partenza, ricordo, sono stato assegnato alla randa con Isacco. 3, 2, 1 cazza, cazza a ferro! Ma Isacco dov? A prua che Pierluca Valentina III

Inviaci i tuoi commenti sulla giornata di campionato appena trascorsa! PARTECIPA ANCHE TU! Contattaci allindirizzo: redazione.avnews @ gmail.com e ti spiegheremo come partecipare!

Solo poche parole, ma che racchiudono la mia 7^ giornata di campionato. Luna e il suo equipaggio... un tuttuno. Tommaso Sancio Luna

NOTIZIE DA TUTTI I CAMPI


per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 12

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2012 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

E fondamentale, per giocare, conoscere le regole del gioco

LE REGOLE DI REGATA 2009-2012


Tratte dal sito FIV - Federazione Italiana Vela
50 NORME PER ISSARE E MANOVRARE LE VELE 50.1 Cambio di vele Quando si stanno cambiando vele di prua o spinnaker, una vela rimpiazzante pu essere completamente sistemata e messa a segno prima che la vela rimpiazzata venga ammainata. Comunque, si deve portare spiegata una sola randa e, tranne durante il cambio, si pu portare un solo spinnaker alla volta. Le manovre fisse, quelle correnti, le aste e le appendici mobili dello scafo duna barca devono essere messi a punto e manovrati soltanto con la forza manuale. 53 RESISTENZA DATTRITO Una barca non deve emettere o lasciare uscire una sostanza, quale un polimero, n deve avere uno scafo con una superficie appositamente tramata che possa migliorare le caratteristiche di scorrimento dellacqua allinterno dello strato limite.

50.2 Tangoni di spinnaker; Aste fuori bordo Si pu usare un solo tangone o asta fuoribordo alla volta, tranne quando si fa unabbattuta. Quand in uso esso deve essere fissato allalbero pi a prua. 54 STRALLI DI PRUA E MURE DEI FIOCCHI Gli stralli di prua e le mure dei fiocchi, ad eccezione di quelle degli spin- naker 50.3 Uso di buttafuori asimmetrici quando la barca non di bolina, devono essere fissati approssima(a) Nessuna vela deve essere bordata sopra o mediante un buttafuori, tranne tivamente sulla linea mediana della barca. per quanto permesso dalla regola 50.3 (b) o 50.3 (c). Per buttafuori sintende ogni attrezzatura od altro dispositivo collocato in modo da poter esercitare una PARTE 5 spinta verso lesterno su di una scotta o vela in un punto dal quale, con la barca PROTESTE, RIPARAZIONI, UDIENZE, CATTIVA CONDOTTA ED APPELLI dritta, una linea verticale verrebbe a cadere allesterno dello scafo o del piano Sezione A: PROTESTE; RIPARAZIONI; AZIONI PER LA REGOLA 69 di coperta. Ai fini della presente regola non sono parti dello scafo o del piano di 60 DIRITTO DI PROTESTARE; DIRITTO DI CHIEDERE RIPARAZIONE O AZIONI coperta le impavesate, le falchette e i bottazzi, e non sono buttafuori: un bom- PER LA REGOLA 69 presso usato per fissare la mura duna vela bordata, un butta- fuori poppiero 60.1 Una barca pu usato per bordare il boma duna vela bordata, o il boma duna vela di prua (a) protestare unaltra barca, ma non per unasserita violazione di una regola bomata che non richiede alcun aggiustamento durante la virata. della Parte 2 salvo che essa sia stata coinvolta nellincidente o labbia visto; o (b) Ogni vela pu essere bordata ad un boma o guidata sopra un boma che (b) chiedere riparazione. sia normalmente usato per una vela bordata e sia permanentemen- te fissato 60.2 Un comitato di regata pu allalbero al quale fissata la penna della vela bordata. (a) protestare una barca, ma non in seguito ad informazioni derivanti da una (c) Una vela di prua pu essere bordata o fissata col suo punto di scotta ad un richiesta di riparazione o da una protesta invalida, o da un rap- porto di una tangone di spinnaker o ad un asta fuoribordo, purch lo spinna- ker non sia parte interessata diversa dal rappresentante della barca stessa; armato. (b) richiedere riparazione per una barca, o 50.4 Vele di prua (c) fare rapporto al comitato per le proteste richiedendo una azione a norma La differenza tra una vela di prua e uno spinnaker sta nel fatto che la lar- ghezza della regola 69.1 (a). mediana duna vela di prua, misurata tra i punti a met della sua in- feritura Comunque, quando il comitato di regata riceve un rapporto a norma della ree della sua balumina, non supera il 50% della lunghezza della sua base, e che gola 43.1(c) o 78.3 deve protestare la barca nessunaltra sua larghezza intermedia supera nella stessa pro- porzione per- 60.3 Un comitato per le proteste pu centuale la sua distanza dal punto di penna della vela. Una ve- la murata a (a) protestare una barca, ma non in seguito ad informazioni derivanti da una poppavia dellalbero pi a prua non una vela di prua. richiesta di riparazione o da una protesta invalida, o da un rapporto da una parte interessata diversa dal rappresentante della barca stessa. Peraltro esso 51 ZA VORRA MOBILE pu protestare una barca Tutta la zavorra mobile, incluse le vele che non sono armate, deve essere ben (1) se ha notizia di un incidente che lha coinvolta, che potrebbe aver provocato stivata. Lacqua, i pesi morti o la zavorra non devono essere mossi allo scopo lesioni o danni gravi o di modificare lassetto o la stabilit. I paglioli, le paratie, le porte, le scalette e i (2) se nel corso delludienza di una protesta valida ha notizia che la barca, sebserbatoi dacqua devono essere lasciati al loro posto e tutto il corredo di cabina bene non sia parte nelludienza, era coinvolta nellincidente e possa aver inva tenuto a bordo. Comunque, lacqua di sentina pu es- sere sgottata. franto una regola; (b) convocare unudienza per prendere in considerazione una ripara- zione; o 52 FORZA MANUALE agire a norma della regola 69.1 (a).

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2011 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

pagina 13

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

CLASSIFICHE INVERNALE DI CAPITANA - 7^ GIORNATA


Prua 103 105 102 101 106 108 107 104 Barca Paco-Jadine Ornella allattacco....torra ExpresSiv-Medifarma Belligh Alia Eupalinos Achab.adda Lybissonis Classe J24 Armatore/Timoniere 1 2 Pace Vito 1 1 Laura De Luisa 6 6 Barbara Cao 2 2 Simone Nenna 3 3 Giorgio Cabras 6 6 Ornella Vacca 6 6 Giorgio Cabras 6 6 Antonello Ciabatti 6 6 3 1 6 3 2 6 6 6 6 4 8 8 8 8 8 8 8 9 5 2 1 4 3 5 8 8 9 6 2 1 4 3 6 9 5 9 7 2 1 4 3 7 9 5 9 8 2 1 4 3 7 9 7 9 9 1 2 5 4 6 3 9 9 10 1 2 3 5 6 4 9 9 11 1 3 2 4 9 9 9 9 12 1 2 4 3 9 9 9 9 13 1 2 3 4 9 9 9 9 Totale 12 21 31 31 63 68 69 81

Prua 202 206 207 201 203 208 204 205

Barca SIV Arborea Maricl-Un mare di vela SIV CFadda Arbatax Sardegna Bajana SIV Masnata Chimici Grendi Marchingegno

Classe Melges 24 Armatore/Timoniere 1 2 3 Lorenzo Gemini 1 1 2 Pietro Fois 7 4 4 Roberto Cuboni 4 8 3 Raffaele Balzano 2 2 1 Sergio Carta 3 6 8 Ignazio Cocco 5 3 6 Gianmarco Verachi 8 5 5 Carlo Marongiu 6 7 7 Classe Altura ORC Armatore/Timoniere 1 2 3 Mattia Meloni 4 4 5 Tore Plaisant 1 1 5 Luciano Dubois 4 4 5 Filippo Dore 2 3 5 Francesco Da Rios 4 4 5

4 9 1 2 3 5 4 9 9

5 1 3 2 4 7 9 6 5

6 1 9 2 3 9 4 6 5

7 1 4 8 2 6 5 3 7

8 1 3 4 2 8 5 7 6

9 1 2 6 4 7 9 5 3

10 1 2 3 4 5 9 7 6

11 1 3 2 5 4 9 6 7

12 3 2 1 5 4 6 7 9

13 1 2 3 5 4 6 7 9

14 2 1 3 5 6 7 4 9

Totale 12 27 29 32 57 60 61 68

Prua 302 301 303 304 305

Barca Nal to come giro Caesar Tatsun Patricia

4 1 2 4 3 5

5 1 2 3 4 5

6 1 2 3 4 5

7 1 2 3 4 5

8 1 2 3 4 5

9 3 1 2 4 5

10 1 3 2 4 6

11 3 4 2 1 6

12 1 4 2 3 6

Totale 13 16 24 28 43

Prua 405 301 409 407 406

Barca Elixir TO COME GIRO Restless csc pulce La Lupa Occhialuta 3

Classe Gran Crociera Gruppo B Armatore/Timoniere 1 2 3 4 Giovanni Marchetti 1 1 6 1 Salvatore Plaisant 2 2 6 2 Cabriolu Roberto 3 3 6 3 Antonio Concu 4 5 6 5 Davide Macciotta 5 4 6 4

5 2 1 3 4 5

6 1 2 3 4 5

7 2 1 3 4 5

8 1 2 3 6 4

9 2 1 3 4 5

10 1 2 3 4 6

11 1 2 3 4 6

12 1 2 3 4 6

Totale 10 15 27 37 43

CFADDA CUP
per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Fonte www.invernalemarinadicapitana.it

Prua 501 506 503 505 502 504

Barca Veladiabetica - Sueno 1 Hot Foot CRAL Saras Xalest MAtyra II Aloha Aloha

Classe Gran Crociera Gruppo A Armatore/Timoniere 1 2 3 4 5 Antonio Cabras 1 2 1 3 1 Paolo Pirisi 4 1 2 1 3 Attilio Leone 7 7 3 2 2 Fois Sandro 3 3 7 5 5 Gerolamo Razeto 2 7 7 4 4 Paolo Basso 6 4 7 6 6

6 2 1 4 3 5 6

7 2 1 5 6 3 4

8 1 6 7 4 2 3

9 1 2 7 3 4 5

10 1 2 3 4 6 5

11 1 2 3 4 6 5

12 1 2 3 4 5 6

Totale 10 14 32 33 35 44

pagina 14

Cagliari - Gioved 09 Febbraio 2012 - Anno I - N9 - Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

CLASSIFICHE INVERNALE DI CAPITANA - 7^ GIORNATA


Classe Gran Crociera Gruppo C Prua 302 404 403 304 415 412 416 419 401 305 Barca Nalu Abbardente Sims IV Tatsun ENIF Sibelia Morning Star Blues Jonathan Livingston Patricia Armatore/Timoniere Mattia Meloni Sandro Loche Stefano Liguori Filippo Dore Luciano Biggio Alessandro Sias Giovanni Grivel Andrea Mannias Hoder Grassi Francesco Da Rios 1 7 2 1 4 5 3 7 7 6 7 2 7 1 2 7 7 3 7 7 7 7 3 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8 4 1 4 5 2 3 6 8 8 7 8 5 1 3 2 4 5 6 7 8 9 6 1 2 3 4 6 5 7 8 9 7 1 2 3 7 5 6 4 8 9 10 8 1 2 4 6 3 11 5 7 8 9 9 1 5 2 4 3 11 6 8 9 7 10 1 3 2 4 5 6 7 11 11 11 11 1 2 4 3 6 7 5 11 11 11 12 1 3 2 4 6 7 5 11 11 11 Totale 9 20 21 35 41 49 53 69 74 74

10 10

Classe Gran Crociera Gruppo G Prua 413 411 408 410 Barca JOD L JOD E SIV Proeco SIV Volvo Auto Cagliari Armatore/Timoniere Luca Mereu Silvia Abis Franco Ricci Massimo Coni 1 1 2 4 3 2 5 3 2 1 3 5 5 5 5 4 2 1 3 4 5 3 5 1 2 6 3 4 1 2 7 5 3 1 2 8 1 4 3 2 9 1 2 3 4 10 1 2 3 4 11 1 2 4 3 12 2 1 4 3 Totale 15 20 21 22

Classe Vele Bianche Gruppo D Prua 604 610 612 605 606 613 614 Barca Luna Vermentino Stagme alla larga Luna Galana Soxi Six - VI Legio Kimm Tinky Winky Armatore/Timoniere Tommaso Sancio Silvio Ligia Luca Casu Bruno Contu Andrea Catania Cristiano Pietro Grisanti Alberto Ledda 1 1 2 7 3 7 7 7 2 2 1 7 3 5 7 7 3 6 2 1 3 6 8 8 4 2 1 4 3 6 8 8 5 4 1 3 2 8 8 6 6 3 1 2 4 8 8 8 7 1 2 3 4 8 8 8 8 1 3 2 4 5 6 8 9 3 1 2 4 5 6 8 10 1 3 2 4 6 8 8 11 1 3 2 4 5 8 8 12 1 3 2 4 5 8 8 Totale 13 14 19 30 50 66 68

Classe Vele Bianche Gruppo E Prua 602 615 619 608 601 611 607 Barca Lyra Tinky Winky 2 Losna Wyuna Terrathree Dispettosa Asterix Armatore/Timoniere Delogu Antonio Enrico Napoleone Giuseppe Fanni Carlo Cottiglia Paolo Antonio Caboni Delio Cisc Marco Bonansea 1 1 2 3 5 4 6 8 2 2 1 3 4 5 6 8 3 2 4 3 1 8 8 8 4 1 2 3 5 4 6 7 5 1 2 3 5 4 6 7 6 1 2 3 6 4 5 7 7 4 1 3 2 5 6 7 8 3 4 1 2 5 7 6 9 1 2 3 4 5 7 6 10 1 2 4 3 5 6 7 11 1 3 2 6 5 7 4 12 2 1 3 4 5 7 6 Totale 11 15 24 30 55 57

Classe Vele Bianche Gruppo F Prua 609 616 617 621 603 618 620 Barca Koala Miokana Patuk x-live Valentina 3 Giro di Boa Fin Lizzy Armatore/Timoniere Bruno Carta Leucio Magnante Raymond Fadda Franco Cacciapaglia Gianluca Costa Gianluca Costa Giuseppe Sanna 1 1 5 5 5 2 3 5 2 1 5 5 5 2 3 5 3 1 2 3 7 7 7 7 4 2 1 3 7 4 5 6 5 1 2 3 7 4 5 6 6 1 2 3 7 4 6 5 7 1 2 3 7 4 5 6 8 2 3 4 1 5 7 6 9 1 2 4 3 5 7 6 10 1 2 4 3 5 8 6 11 3 1 4 2 6 8 5 12 3 1 4 2 5 8 6 Totale 10 15 31 35 35 48 50

CFADDA CUP
per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Fonte www.invernalemarinadicapitana.it

41