Sei sulla pagina 1di 404

AcronisBackup&Recovery10 AdvancedServer

Manualeutente

CopyrightAcronis,Inc.,20002010.Tuttiidirittiriservati. AcroniseAcronisSecureZonesonomarchiregistratidiAcronis,Inc. AcronisComputewithConfidence,AcronisStartupRecoveryManager,AcronisActiveRestore edillogoAcronissonomarchidiproprietdiAcronis,Inc. LinuxunmarchioregistratodiLinusTorvalds. WindowseMSDOSsonomarchiregistratidiMicrosoftCorporation. Tutti gli altri marchi e copyright a cui si fa riferimento nel presente manuale sono propriet dei rispettivititolari. Ladistribuzionediversionisostanzialmente modificatedelpresentedocumentoproibita senzala previaautorizzazionedeltitolaredelcopyright. Ladistribuzionedelpresentedocumento,nonchdiunlavoroeventualmentederivatodallostesso nellambitodiqualsivogliamanuale(cartaceo)standardperfinicommercialisiintendeproibitasalvo previaautorizzazionescrittadeltitolaredelcopyright. LAPRESENTEDOCUMENTAZIONEVIENEFORNITAALLOSTATOINCUISITROVAEQUALSIVOGLIA CONDIZIONE, DICHIARAZIONE E GARANZIA, SIA ESSA ESPRESSA O IMPLICITA, IVI INCLUSA QUALSIVOGLIA GARANZIA DI COMMERCIABILIT, IDONEIT AD UN FINE SPECIFICO O NON INFRAZIONE, SI INTENDE ESCLUSA, NELLA MISURA IN CUI LE SUDDETTE RINUNCE SIANO DA INTENDERSILEGALMENTECONSENTITE.

Sommario
1 IntroduzioneaAcronisBackup&Recovery10.....................................................................7 1.1 1.2 7 PanoramicadiAcronisBackup&Recovery10.......................................................................... Guidarapida.............................................................................................................................. 8 1.2.1 Utilizzodellaconsoledigestione...............................................................................................................10 1.3 ComponentidiAcronisBackup&Recovery10.......................................................................17 1.3.1 AgenteperWindows..................................................................................................................................18 1.3.2 Componentiriavviabiliegeneratoredisupporto.....................................................................................18 1.3.3 GeneratoreWinPEISO...............................................................................................................................19 1.3.4 AgenteperLinux ........................................................................................................................................19 . 1.3.5 Componentiperlagestionecentralizzata.................................................................................................19 1.3.6 ManagementConsole................................................................................................................................22 1.4 Sistemioperativisupportati....................................................................................................22 Filesystemsupportati..............................................................................................................25 Requisitihardware...................................................................................................................25 Supportotecnico.....................................................................................................................26

1.5 1.6 1.7 2

InformazionigeneralisuAcronisBackup&Recovery10........................................................28 2.1 2.2 2.3 2.4 2.5 2.6 2.7 2.8 2.9 Concettidibase.......................................................................................................................28 Privilegiutenteinunamacchinagestita..................................................................................32 Proprietariecredenziali..........................................................................................................33 Backupcompleti,incrementaliedifferenziali.........................................................................34 SchemadibackupGFS.............................................................................................................36 SchemadibackupTorrediHanoi............................................................................................40 Regolediconservazione..........................................................................................................43 . Backupdivolumidinamici(Windows) ....................................................................................45 . BackupdivolumiLVM(Linux) .................................................................................................48

2.10 BackupdivolumiRAID(Linux).................................................................................................49 2.11 Supportodeinastri..................................................................................................................51 2.11.1 Tabelladicompatibilitdeinastri..............................................................................................................51 2.11.2 Usodiun'unicaunitanastro...................................................................................................................52 . 2.12 TecnologieproprietarieAcronis..............................................................................................53 2.12.1 AcronisSecureZone...................................................................................................................................53 2.12.2 AcronisStartupRecoveryManager...........................................................................................................54 2.12.3 UniversalRestore(AcronisBackup&Recovery10UniversalRestore)....................................................55 2.12.4 AcronisActiveRestore...............................................................................................................................57 2.13 Comprensionedellagestionecentralizzata.............................................................................58 2.13.1 Concettidibase..........................................................................................................................................59 2.13.2 Impostazionedellaprotezionecentralizzatadeidatiinunareteeterogenea.........................................60 2.13.3 Raggruppamentodellemacchineregistrate.............................................................................................63 2.13.4 Criterinellemacchineeneigruppi............................................................................................................66 2.13.5 Statoestatusdeicriteridigruppo.............................................................................................................71 2.13.6 Deduplicazione...........................................................................................................................................74 2.13.7 Privilegiperlagestionecentralizzata.........................................................................................................79 2.13.8 ComunicazionetracomponentidiAcronisBackup&Recovery10.........................................................85

Opzioni..................................................................................................................................92 3.1 . Opzioniconsole .......................................................................................................................92 3.1.1 Paginainiziale.............................................................................................................................................92 3.1.2 Messaggiacomparsa.................................................................................................................................92 3.1.3 Avvisitemporizzati......................................................................................................................................93 3.1.4 Numerodiattivit......................................................................................................................................93 3.1.5 Caratteri......................................................................................................................................................94 3.2 Opzionidelserverdigestione.................................................................................................94 3.2.1 Livellodiaccesso........................................................................................................................................94 . 3.2.2 Regoleperlapuliziadelregistro................................................................................................................94 3.2.3 Tracciamentoeventi...................................................................................................................................95 3.2.4 Credenzialidiaccessoaldominio..............................................................................................................96 3.2.5 AcronisWOLProxy.....................................................................................................................................96 3.2.6 OpzionidiprotezioneVM..........................................................................................................................97 3.3 Opzionidelmacchina ..............................................................................................................98 . 3.3.1 Gestionedellamacchina............................................................................................................................98 3.3.2 Tracciamentoeventi...................................................................................................................................99 3.3.3 Regoleperlapuliziadelregistro.............................................................................................................101 3.4 Opzionidibackuperipristinopredefinite............................................................................101 3.4.1 Opzionidibackuppredefinite.................................................................................................................101 3.4.2 Opzionidiripristinopredefinite..............................................................................................................125 Depositi...............................................................................................................................134 4.1 Depositicentralizzati............................................................................................................135 4.1.1 Metododilavoroconlavisualizzazione"Depositocentralizzato"........................................................136 4.1.2 Azionisudepositicentralizzati................................................................................................................137 4.1.3 Librerieanastro.......................................................................................................................................142 4.2 Depositipersonali.................................................................................................................166 4.2.1 Metododilavoroconlavisualizzazione"Depositopersonale".............................................................167 4.2.2 Azionisuidepositipersonali....................................................................................................................168 4.3 Operazionicomuni................................................................................................................170 4.3.1 Operazioniconarchivicontenutiinundeposito...................................................................................170 4.3.2 Operazioniconbackup............................................................................................................................171 4.3.3 Eliminazionearchiviebackup.................................................................................................................172 4.3.4 Filtroeordinedegliarchivi......................................................................................................................172 Pianificazione......................................................................................................................173 5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 5.6 Pianificazionegiornaliera......................................................................................................174 Pianificazionesettimanale....................................................................................................176 Pianificazionemensile..........................................................................................................178 EventoRegistroeventidiWindows......................................................................................181 Impostazionidipianificazioneavanzate...............................................................................182

Condizioni.............................................................................................................................184 5.6.1 Utenteinattivo.........................................................................................................................................185 5.6.2 Hostdellaposizionenondisponibile......................................................................................................185 5.6.3 Siadattaall'intervalloditempo..............................................................................................................186 5.6.4 Utentedisconnesso.................................................................................................................................187 5.6.5 Timesincelastbackup............................................................................................................................187 Gestionediretta..................................................................................................................189 Amministrazionediunamacchinagestita............................................................................189

6.1

6.1.1 6.1.2 6.1.3

Pannellodicontrollo...............................................................................................................................189 Attivitepianidibackup.........................................................................................................................191 Registro....................................................................................................................................................202

Creazionediunpianodibackup...........................................................................................205 6.2.1 Perchilprogrammachiedelapassword?............................................................................................207 6.2.2 Credenzialidelpianodibackup..............................................................................................................207 6.2.3 Tipodiorigine..........................................................................................................................................207 6.2.4 Elementidasottoporreabackup...........................................................................................................208 6.2.5 Credenzialidiaccessoperl'origine.........................................................................................................209 6.2.6 Esclusioni..................................................................................................................................................210 6.2.7 Archivio....................................................................................................................................................210 6.2.8 Credenzialidiaccessoperl'ubicazionedell'archivio..............................................................................212 6.2.9 Schemidibackup.....................................................................................................................................212 6.2.10 Convalidaarchivio...................................................................................................................................222 6.2.11 Configurazionediunaconversioneregolareinunamacchinavirtuale................................................223 6.3 Recuperodeidati..................................................................................................................224 6.3.1 Credenzialidell'attivit............................................................................................................................227 6.3.2 Selezionedell'archivio.............................................................................................................................227 6.3.3 Tipodidati...............................................................................................................................................228 6.3.4 Selezionedelcontenuto..........................................................................................................................228 6.3.5 Credenzialidiaccessoperlaposizione...................................................................................................229 6.3.6 Selezionedelladestinazione...................................................................................................................230 6.3.7 Credenzialidiaccessoperladestinazione .............................................................................................237 . 6.3.8 Quandoripristinare.................................................................................................................................237 6.3.9 UniversalRestore....................................................................................................................................238 6.3.10 Comeconvertireunbackupdeldiscoinmacchinavirtuale..................................................................239 6.3.11 Risoluzionedeiproblemidiavvio...........................................................................................................240 6.3.12 RipristinodiperifericheMD(Linux)........................................................................................................244 6.3.13 Ripristinodiungrannumerodifiledaunbackupdifile.......................................................................244 6.3.14 Ripristinodelnododiarchiviazione........................................................................................................245 6.4 Convalidadidepositi,archiviebackup................................................................................246 6.4.1 Credenzialidell'attivit............................................................................................................................247 6.4.2 Selezionedell'archivio.............................................................................................................................247 6.4.3 Selezionebackup.....................................................................................................................................248 6.4.4 Selezionedellaposizione........................................................................................................................248 6.4.5 Credenzialidiaccessoperl'origine.........................................................................................................249 6.4.6 Quandoconvalidare................................................................................................................................249 6.5 Montaggiodiun'immagine...................................................................................................250 6.5.1 Selezionedell'archivio.............................................................................................................................251 6.5.2 Selezionebackup.....................................................................................................................................252 6.5.3 Credenzialidiaccesso..............................................................................................................................252 6.5.4 Selezionedelvolume..............................................................................................................................252 . 6.6 Gestionedelleimmaginimontate........................................................................................253 6.2 Esportazionearchiviebackup..............................................................................................253 6.7.1 Credenzialidell'attivit............................................................................................................................256 6.7.2 Selezionedell'archivio.............................................................................................................................256 6.7.3 Selezionebackup.....................................................................................................................................257 6.7.4 Credenzialidiaccessoperl'origine.........................................................................................................257 6.7.5 Selezionedellaposizione........................................................................................................................258 6.7.6 Credenzialidiaccessoperladestinazione .............................................................................................259 . 6.8 AcronisSecureZone.............................................................................................................260 6.8.1 CreazionediAcronisSecureZone...........................................................................................................260 6.8.2 GestionediAcronisSecureZone............................................................................................................262 6.9 AcronisStartupRecoveryManager......................................................................................263 6.7

6.10 Supportodiavvio..................................................................................................................264 6.10.1 Comecreareunsupportodiavvio..........................................................................................................265 6.10.2 Connessioneaunamacchinaavviatadasupporto................................................................................273 6.10.3 Lavorareconilsupportoriavviabile........................................................................................................273 6.10.4 ElencodicomandieutilitydisponibilineisupportidiavviobasatisuLinux.........................................275 6.10.5 RipristinodiperifericheMDevolumilogici...........................................................................................276 . 6.10.6 AcronisPXEServer...................................................................................................................................280 6.11 Gestionedisco......................................................................................................................281 6.11.1 Precauzioniessenziali..............................................................................................................................282 6.11.2 EsecuzionediAcronisDiskDirectorLite.................................................................................................282 6.11.3 Selezionareilsistemaoperativoperlagestionedeldisco.....................................................................283 6.11.4 Visualizzazione"Gestionedisco"............................................................................................................283 6.11.5 Operazionisuidischi................................................................................................................................284 6.11.6 Operazionisuivolumi..............................................................................................................................290 6.11.7 Operazioniinsospeso.............................................................................................................................297 6.12 Raccoltadelleinformazionidisistema.................................................................................298 7 Gestionecentralizzata.........................................................................................................299 AmministrazionediAcronisBackup&Recovery10ManagementServer...........................299 7.1.1 Pannellodicontrollo...............................................................................................................................299 7.1.2 Criteridibackup......................................................................................................................................301 . 7.1.3 Macchinefisiche......................................................................................................................................306 7.1.4 Macchinevirtuali.....................................................................................................................................323 7.1.5 Nodidiarchiviazione...............................................................................................................................328 7.1.6 Attivit.....................................................................................................................................................331 . 7.1.7 Registro....................................................................................................................................................334 7.1.8 Elaborazionedirapporti..........................................................................................................................338 . 7.2 ConfigurazionedeicomponentidiAcronisBackup&Recovery10 .....................................344 7.2.1 Parametriimpostatiattraversoilmodelloamministrativo...................................................................344 7.2.2 ParametriimpostatitramiteGUI............................................................................................................359 7.2.3 ParametriimpostatimedianteilregistrodiWindows...........................................................................359 7.3 Creazionediunastrategiadibackup....................................................................................360 7.3.1 Credenzialidellastrategia.......................................................................................................................362 7.3.2 Elementidadestinareabackup..............................................................................................................362 7.3.3 Credenzialidiaccessoperl'origine.........................................................................................................367 7.3.4 Esclusioni..................................................................................................................................................367 7.3.5 Archivio....................................................................................................................................................368 7.3.6 Credenzialidiaccessoperlaposizione...................................................................................................369 7.3.7 Selezioneschemadibackup...................................................................................................................370 7.3.8 Convalidaarchivio...................................................................................................................................380 7.1 8 9 Glossario.............................................................................................................................381 Indice..................................................................................................................................396

1 Introduzione a Acronis Backup & Recovery 10


1.1 Panoramica di Acronis Backup & Recovery 10
Basato sulle tecnologie brevettate Acronis di creazione di immagine del disco e di ripristino bare metal,AcronisBackup&Recovery10succedeadAcronisTrueImageEchocomesoluzionedidisaster recoverydinuovagenerazione. AcronisBackup&Recovery10ereditaivantaggidellafamigliadiprodottiAcronisTrueImageEcho: Backupdiundiscoovolumecompleto,inclusiilsistemaoperativo,tutteleapplicazionieidati Ripristinodazerosuqualsiasihardware Backuperipristinodifileecartelle Scalabilitdaunasingolamacchinaaun'interaazienda SupportosiaperambientiWindowscheLinux Gestionecentralizzatadiworkstationeserverdistribuiti Serverdedicatiperl'ottimizzazionedellerisorsediarchiviazione. AcronisBackup&Recovery10offrenuovivantaggicheconsentonoalleaziendediraggiungeregli obiettiviRTOriducendosiaicostidegliinvestimentiedellamanutenzionedelsoftware. Sfruttamentodell'infrastrutturaITesistente Deduplicazione dei dati per ridurre il consumo di spazio di archiviazione e l'utilizzo della larghezzadibandadellarete Meccanismodideduplicazioneflessibileperconsentireladeduplicazionedeidatidibackup siaall'originechenell'archivio Supportomiglioratoperlibrerieanastrorobotizzate RetrocompatibiliteaggiornamentofaciledaAcronisTrueImageEcho Protezionedeidatialtamenteautomatizzata Pianificazione completa della protezione dei dati (backup, conservazione e convalida dei backup)all'internodiunacriteriodibackup Schemi di backup Torre di Hanoi e GrandfatherFatherSon integrati con parametri personalizzabili possibilescegliereunaseriedieventiecondizioniperavviareunbackup Gestionecentralizzatabasatasustrategie Applicazionedellestrategiedibackupagruppidimacchine Raggruppamentostaticoedinamicodellemacchine Raggruppamentodimacchinefisicheovirtuali Facilitdilavorocongliambientivirtuali Backup e ripristino di macchine virtuali senza installazione di software di backup su ogni singolamacchina Conversione di un backup in macchina virtuale VMware, Microsoft, Parallels, o Citrix completamenteconfigurata Interfacciautenteridisegnata
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 7

Pannellodicontrolloperdecisionioperativerapide Panoramica di tutte le operazioni configurate e in esecuzione con codifica a colori delle operazioniriusciteefallite Sicurezzaalivelloaziendale Controllodeidirittiutentepereseguireoperazionieaccedereaibackup Esecuzionedeiservizicondirittiutenteminimi Accessoremotolimitatoaunagentedibackup Comunicazionesicuratraicomponentidelprodotto Utilizzodicertificatiditerzepartiperl'autenticazionedeicomponenti Opzionidicrittografiadeidatiperlatrasmissioneel'archiviazionedeidati Backupdimacchineremoteinunnododiarchiviazionecentralizzatoprotettodafirewall.

1.2 Guida rapida


Gestionediretta
1. InstallareAcronisBackup&Recovery10ManagementConsoleeAcronisBackup&Recovery10 Agent. 2. Avviarelaconsole. Windows Avviarelaconsoleselezionandoladalmenudiavvio. Linux Effettuareillogincomeutenterootocomeutenteordinario,quindiattivarelavoceutentecome richiesto.Attivarelaconsoleconilcomando
/usr/sbin/acronis_console

3. Collegarelaconsoleallamacchinaincuiinstallatol'agente. Attivitsuccessive Perleoperazionisuccessive,consultare"Concettidibase(p.28)". Perlacomprensionedeglielementidell'interfaccia,consultare"Utilizzodellaconsoledigestione(p. 10)". Perlaproceduradiabilitazionediutentinonrootall'avviodellaconsoleLinux,consultare"Privilegi dellaconnessionelocale(p.79)". Per la procedura di attivazione della connessione remota alla macchina su cui installato Linux, consultare"PrivilegiperlaconnessioneremotainLinux(p.80)".

Gestionecentralizzata
consigliabile come prima cosa gestire la macchina singola tramite la gestione diretta precedentementedescritta.

Perl'avviotramitegestionecentralizzata:
1. InstallareAcronisBackup&Recovery10(p.19)ManagementServer. 2. InstallareAcronisBackup&Recovery10Agentsullemacchinecherichiedonolaprotezionedati. Durante l'installazione degli agenti, registrare ogni macchina sul server di gestione. Per farlo, immetterel'IPoilnomedelserverelecredenzialidell'amministratorecentralizzatoinunadelle finestredellaproceduraguidatadiinstallazione.
8 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

3. Installare Acronis Backup & Recovery 10 (p. 22) Management Console sulla macchina che si desidera utilizzare. In caso di scelta tra le distribuzioni per la console Windows e Linux, consigliabile utilizzare la console supportata da Windows. Installare Acronis Bootable Media Builder. 4. Avviarelaconsole.Creareilsupportodiavvio. 5. Collegarelaconsolealserverdigestione. Procedurasemplificataperlagestionecentralizzata Eseguireunbackup TramiteilcomandodiBackupselezionarelamacchinadicuisidesideraeseguireilbackup,quindi creareunpianodibackup(p.391)sullamacchina.possibilecreare,aturno,pianidibackupsupi macchine. Ripristino TramiteilcomandoRipristina,selezionarelamacchinasucuirichiestoilripristinodeidatiecreare un'attivitdiripristinosullamacchina.possibilecreare,aturno,pianidiripristinosupimacchine. Perpoterrecuperareilsistemaoperativodellamacchinaseilsistemanonriesceaeseguirel'avvio, utilizzare il supporto riavviabile (p. 394). Non possibile controllare le operazioni da supporto riavviabile tramite il server di gestione, tuttavia possibile scollegare la console dal server e collegarlaallamacchinaavviatadalsupporto. Gestionedipianieattivit Per gestire i piani e le attivit esistenti sulle macchine registrate, selezionare Macchine> Tutte le macchinenell'alberodiNavigazioneinfineselezionareaturnociascunamacchina.Ilpannellodelle Informazionidiseguitoriportatomostraidettaglidipianieazioniesistentisuciascunamacchinae consentediavviare,arrestare,modificareedeliminareipianieleattivit. altres possibile utilizzare la visualizzazione Attivit per mostrare tutte le attivit esistenti sulle macchineregistrate.Leattivitpossonoesserefiltratedallemacchine,daipianidibackupedaaltri parametri.Consultarelaguidarapidapermaggioridettagli. Visualizzazionedelregistro Per visualizzare il registro centralizzato, raccolto dalle macchine registrate, selezionare Registro nell'albero di Navigazione. Le voci di registro possono essere filtrate dalle macchine, dai piani di backupedaaltriparametri.Consultarelaguidarapidapermaggioridettagli. Creazionedidepositicentralizzati Sesiscegliedimemorizzaretuttigliarchividibackupinunaposizioneoinalcuneposizionidirete, creare dei depositi centralizzati in queste posizioni. Dopo aver creato un deposito, possibile visualizzareeamministrareilsuocontenutoselezionandoDepositi>Centralizzati>'Nomedeposito' nell'albero di Navigazione. Il collegamento per il deposito sar implementato su tutte le macchine registrate. Il deposito pu essere specificato come destinazione di backup in qualsiasi piano di backupcreatodall'utenteodagliutentidellemacchineregistrate. Procedurasemplificataperlagestionecentralizzata PerutilizzarealmegliolefunzionidellagestionecentralizzataoffertedaAcronisBackup&Recovery 10,possibilesceglieredi: Utilizzareladeduplicazione 1. Installare il Nodo di archiviazione Acronis Backup & Recovery 10 (p. 20) e aggiungerlo al serverdigestione.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 9

2. Creareildepositogestitodideduplicazionesulnododiarchiviazione. 3. Installare il componente aggiuntivo di deduplicazione Acronis dell'agente su tutte le macchinecheeseguirannoilbackupneldepositodideduplicazione. 4. Garantire che i piani backup creati utilizzino il deposito gestito come destinazione per gli archividibackup. Creareuncriteriodibackuppiuttostochepianidibackup. Impostare un criterio di backup centralizzato e applicarlo al gruppo Tutte le macchine. In questo modo sar possibile implementare piani di backup su ciascuna macchina con una singola azione. SelezionareAzioni>Crearecriteriodibackupdalmenuprincipale,quindiconsultarelaguidarapida. Raggruppamentodellemacchineregistratesulserverdigestione. Raggruppare le macchine registrate tramite parametri appropriati, creare diversi criteri e applicare ciascuncriterioalgruppoappropriatodimacchine.Permaggioriinformazioni,consultarelasezione "Raggruppamentodellemacchineregistrate(p.63)". Unesempiosignificativodellagestionecentralizzataavanzatafornitonellasezione"Impostazione protezionedaticentralizzatainunareteeterogenea(p.60)".

1.2.1

Utilizzo della console di gestione

Subitodopoavercollegatolaconsoleadunamacchinagestita(p.390)oadunserverdigestione(p. 394),rispettivielementiappaiononell'areadilavorodellaconsole(nelmenu,nell'areaprincipalecon la schermata di Benvenuto, il pannello di Navigazione, il pannello di Azioni e strumenti) consentendodieseguireoperazionitipichediunagenteodiunserver.

ConsoledigestioneSchermatadibenvenutoAcronisBackup&Recovery10. 10

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Elementichiavedell'areadilavorodellaconsole
Nome Pannellodi Navigazione Descrizione Contienel'alberodiNavigazioneelabarradeiCollegamentieconsentedinavigare attraversoidiversitipidivisualizzazione(vederelasezionePannellodiNavigazione(p. 11).)

PannelloAzioni Contienelebarreconuninsiemediazionieseguibiliedistrumenti(vederelasezione PannellodiAzionieStrumenti(p.12)). estrumenti Areaprincipale L'areaprincipaledilavoro,incuipossibilecreare,modificare,eliminareegestirepiani dibackup,criteri,attivitedeseguirealtreoperazioni.Mostraidiversitipidi visualizzazioneelepaginedelleazioni(p.14)asecondadeglielementiselezionatinel menu,nell'alberodiNavigazioneonelpannellodiAzionieStrumenti. BarradelMenu Apparesullapartealtadellafinestradelprogrammaeconsentedieseguiretuttele operazionidisponibilisuentrambiipannelli.Glielementidelmenuvarianoinmaniera dinamica.

Per un utilizzo confortevole della console di gestione, richiesta una risoluzione di visualizzazione 1024x768osuperiore.

Pannello "Navigazione"
Ilpannellodinavigazioneincludel'alberodiNavigazioneelabarradeiCollegamenti.

Alberodinavigazione
L'alberodiNavigazioneconsentedinavigareattraversoledifferentivisualizzazionidelprogramma.Il tipodivisualizzazionevariaasecondadellapiattaformaacuicollegatalaconsole,seallamacchina gestitaoalserverdigestione.

Visualizzazionidiunamacchinagestita
Se una console collegata a una macchina gestita, nell'albero di navigazione sono disponibili le seguentivisualizzazioni. [Nomemacchina].Laradicedell'alberoanchedettavisualizzazionediBenvenuto.Visualizza ilnomedellamacchinaacuilaconsoleattualmentecollegata.Utilizzarequestavisualizzazione percollegarsivelocementealleoperazioniprincipali,disponibilisullamacchinagestita. Pannellodicontrollo.Utilizzarequestavisualizzazionepervalutareacolpod'occhiosei datisullamacchinagestitasonosufficientementeprotetti. Pianieattivitdibackup.Utilizzarequestavisualizzazionepergestireipianieleattivit dibackupsullamacchinagestita:eseguire,modificare,arrestareedeliminarepianieattivit, visualizzareglistati,monitorareipiani. Depositi. Utilizzare questa visualizzazione per gestire i depositi personali e gli archivi ivi memorizzati,aggiungerenuovidepositi,rinominareeeliminarequelliesistenti,convalidarei depositi,esplorareilcontenutodelbackup,montareibackupcomeunitvirtuali,ecc.. Registro.Utilizzarequestavisualizzazioneperesaminareleinformazionisulleoperazioni eseguitedaquestoprogrammasullamacchinagestita. Gestione del disco. Utilizzare questa visualizzazione per effettuare le operazioni sulle unitdeldiscorigidodellamacchina.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

11

Visualizzazionidiunserverdigestione
Se una console collegata a un server di gestione, nell'albero di navigazione sono disponibili le seguentivisualizzazioni. [Nome del server di gestione]. La radice dell'albero anche detta visualizzazione di Benvenuto. Visualizza il nome del server di gestione a cui la console attualmente collegata. Utilizzarequestavisualizzazionepercollegarsivelocementealleoperazioniprincipali,disponibili sulserverdigestione. Pannellodicontrollo.Utilizzarequestavisualizzazionepervalutareacolpod'occhiosei datisullemacchineregistratesulserverdigestionesonosufficientementeprotetti. Criteridibackup.Utilizzarequestavisualizzazionepergestireicriteridibackupesistenti sulserverdigestione. Macchinefisiche. Utilizzarequestavisualizzazioneper gestirelemacchineregistratesul serverdigestione. Macchine virtuali. Utilizzare questa visualizzazione per gestire le macchine virtuali dalle macchinefisicheregistrateedallemacchineregistrateconl'agenteperESX/ESXi. Depositi. Utilizzare questa visualizzazione per gestire i depositi centralizzati e gli archivi qui memorizzati: creare nuovi depositi gestiti e non gestiti, rinominare e eliminare quelli esistenti. Nodidiarchiviazione.Utilizzarequestavisualizzazionepergestireinodidiarchiviazione. Aggiungere un nodo di archiviazione per poter creare depositi centralizzati che verranno gestitidalnodo. Attivit. Utilizzare questa visualizzazione per gestire attivit, eseguire, modificare, arrestareedeliminareattivit,monitorareilorostati,esaminarelacronologiadelleattivit. Registro.Utilizzarequestavisualizzazioneperesaminarelacronologiadelleoperazionidi gestionecentralizzata,comelacreazionediungruppodientitgestito,l'applicazionediun criterio, la gestione di un deposito centralizzato, e la cronologia delle operazioni registrate neiregistrilocalidellemacchineregistrateeneinodid'archiviazione.

Barradeicollegamenti
La barra dei Collegamenti compare sotto l'albero di navigazione. Rappresenta un modo facile e convenientepercollegarsiallemacchinerichiesteaggiungendolecomecollegamenti.

Comeaggiungereuncollegamentoaunamacchina
1. Collegarelaconsoleaunamacchinagestita. 2. Nell'alberodinavigazione,cliccarecoltastodestrosulnomedellamacchina(unelementoradice dell'alberodinavigazione),quindiselezionareCreacollegamento. Se la console e l'agente sono installati sulla stessa macchina, il collegamento per questa macchina verr aggiunto automaticamente alla barra dei collegamenti come Macchina locale [Nomedellamacchina]. Se la console stata collegata al server di gestione Acronis il collegamento verr aggiunto automaticamentecomeAMS[Nomedellamacchina].

Pannello "Azioni e strumenti"


IlPannelloAzioniestrumenticonsentedilavorarefacilmenteedefficacementeconAcronisBackup & Recovery 10. Le barre del pannello permettono di accedere rapidamente alle operazioni e agli strumentidelprogramma.Nelmenudiprogramma,tuttiglielementidellabarraAzioniestrumenti sonodoppi.
12 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Barre Azioni'[Nomedell'elemento]'
Contieneuninsiemediazionichepossonoessereeseguitesuglielementiselezionatiinunaqualsiasi delle visualizzazioni di navigazione. Facendo clic sull'azione verr aperta la relativa pagina delle azioni(p.16).Glielementidellediversevisualizzazionidinavigazionedispongonodiunloroproprio insiemediazioni.Ilnomedellabarravariaasecondadell'elementoselezionato.Peresempio,sesi seleziona il piano di backup chiamato Backup di sistema nella visualizzazione Piani e attivit di backup, la barra delle azioni sar nominata "Azioni di backup del sistema" e sar provvista di un insiemediazionitipichedeipianidibackup. possibile accedere a tutte le azioni anche attraverso i rispettivi elementi del menu. La barra dei menu visualizza un elemento del menu quando si seleziona un elemento in una qualsiasi delle visualizzazionidinavigazione.

Esempidellebarre"Azionidelnomedell'elemento"

Azioni
Contieneunelencodioperazionicomunichepossonoessereeseguitesuunamacchinagestitaosu unserverdigestione.Semprelestessepertuttiitipidivisualizzazione.Facendoclicsull'operazionesi aprirlarelativapaginadiazioni(vederelasezionePaginadelleazioni(p.16).) possibileancheaccedereatutteleazioninelmenuAzioni.

"Barradelle"Azioni"suunamacchinagestitaesuunserverdigestione

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

13

Strumenti
Contiene una lista degli strumenti di Acronis. Sempre la stessa per tutti i tipi di visualizzazione di programma. possibileancheaccedereatuttiglistrumentinelmenuStrumenti.

Barradegli"Strumenti"

Guidainlinea
Contieneunalistadiargomenticontenutinellaguida.Diversevisualizzazioniepaginedelleazionidi AcronisBackup&Recovery10dotatediunalistadiargomentispecificidellaguida.

Operazioni con pannelli Comeespandere/ridurreipannelli


Per impostazione predefinita, il pannello di Navigation appare ampliato e quello di Azioni e Strumenti ridotto. Per aumentare lo spazio di lavoro, potrebbe essere necessario ridurre il pannello. Per farlo, cliccare sulle frecce ( per il pannello di Navigazione; per il pannello Azioni e strumenti). Il pannello verr ridimensionato e le frecce cambieranno direzione. Cliccare nuovamentesullefrecceperespandereilpannello.

Comemodificareibordideipannelli
1. Puntaresulbordodelpannello. 2. Quando il puntatore si trasforma in una doppia freccia, trascinare il puntatore per spostare il bordo. Laconsoledigestione"memorizza"ilmodoincuisonoimpostatiibordideipannelli.Allaprossima esecuzione della console di gestione, tutti i bordi dei pannelli avranno la stessa posizione che era stataprecedentementeimpostata.

Area principale, visualizzazioni e pagine delle azioni


L'areaprincipaleunapostazionedibaseincuipossibilelavorareconlaconsole.Quipossibile creare,modificaree gestirepiani,strategieeattivitdibackup edeseguire altreoperazioni.L'area principalepresentavisualizzazioniepaginediazionediverseinbaseaglielementidaselezionarenel menu,nell'alberoNavigazioneonelriquadroAzioniestrumenti.

Visualizzazioni
Dopoavercliccatosuunoqualsiasideglielementipresentinell'alberodiNavigazionenelPannellodi Navigazione(p.11).

14

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Visualizzazionedelle"Azioni"

Proceduradilavorostandardconfinestredivisualizzazione
Generalmente,ognivisualizzazionecontieneunatabelladielementi,unabarradeglistrumentidella tabellaprovvistadipulsantieilpannellodelleInformazioni. Percercarelatabelladell'elementoinquestione,utilizzarelefunzionidifiltraggioeselezione Nellatabella,selezionarel'elementodesiderato NelpannellodelleInformazioni(compressoperimpostazionepredefinita),visualizzareidettagli dell'elemento Eseguireleazionisull'elementoselezionato.Esistonodiversimodipereseguireunastessaazione suglielementiselezionati: facendoclicsuipulsantinellabarradeglistrumentidellatabella; facendo clic sugli elementi [nome elemento] nella barra delle Azioni bar (nel pannello di AzionieStrumenti); selezionandoglielementinelmenudelleActions; Facendo clic con il tasto destro del mouse sull'elemento e selezionando l'operazione nel menucontestuale.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

15

Pagine azioni
Cliccando un elemento di azione qualsiasi nel menu Azioni o sulla barra delle Azioni nel pannello Azioniestrumenticonsentirdivisualizzareunapaginadelleazioninell'areaprincipale.Contienei passaggi da seguire per creare e lanciare un'attivit qualsiasi, un piano di backup o un criterio di backup.

PaginadelleazioniCreareunpianodibackup

Comeutilizzareicomandiespecificareileimpostazioni
Lepaginedelleazionioffronoduemodidirappresentazione:dibaseeavanzata.Larappresentazione di base nasconde campi come credenziali, commenti, ecc... Quando si abilita la rappresentazione avanzata,tuttiicampidisponibilisonovisualizzati.possibilepassaredaunavisualizzazioneall'altra selezionandolacaselladiselezioneVisualizzazioneavanzatainaltosullapaginadelleazioni. La maggior parte dei parametri vengono configurati cliccando nella relativa casella di Modifica... sulladestra. Glialtrisonoselezionatidall'elencoadiscesaoimmessimanualmentenei campidella pagina.

16

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

PaginadelleazioniComandi

Acronis Backup & Recovery 10 memorizza le modifiche apportate nelle pagine delle azioni. Ad esempio, se iniziate a creare un piano di backup e per qualsiasi motivo passate ad un'altra visualizzazione senza completarlo, potete fare clic sul pulsante di navigazione Indietro sul menu. Oppure,seaveteproseguitopervaripassaggi,fateclicsullafrecciaGieselezionatelapaginadove avete iniziato la creazione del piano dall'elenco. A questo punto possibile eseguire i passaggi rimanentieterminarelacreazionedelpianodibackup.

Pulsantidinavigazione

1.3 Componenti di Acronis Backup & Recovery 10


QuestasezionecontieneunelencodeicomponentidiAcronisBackup&Recovery10conunabreve descrizionedellerispettivefunzionalit. AcronisBackup&Recovery10includetretipiprincipalidicomponenti.

Componentiperunamacchinagestita(agenti)
Sitrattadiapplicazionicheeseguonoilbackupeilripristinodeidatiealtreoperazionisullemacchine gestite con Acronis Backup & Recovery 10. Gli agenti richiedono una licenza per l'esecuzione di operazioni sulle macchine gestite. Gli agenti hanno diversi elementi, o componenti aggiuntivi, che abilitanoulteriorifunzionalitequindipotrebberorichiederealtrelicenze. Conilgeneratoredisupportiriavviabili,possibilecrearesupportiriavviabiliperutilizzaregliagentie altre utilit di ripristino in un ambiente di ripristino. La disponibilit di componenti aggiuntivi dell'agente in un ambiente di ripristino dipende dall'installazione del componente aggiuntivo sulla macchinaincuiinfunzioneilgeneratoredisupporti.

Componentiperlagestionecentralizzata
Questicomponenti,forniticonleedizioniavanzate,consentonolagestionecentralizzata.L'utilizzodi questicomponentinonvincolatoallalicenza.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

17

Console
La console fornisce un'interfaccia utente grafica e la connessione remota agli agenti e agli altri componentidiAcronisBackup&Recovery10.

1.3.1

Agente per Windows

Questo agente consente la protezione dei dati a livello di disco e a livello di file in ambiente Windows.

Backupdeldisco
La protezione dei dati a livello di disco si basa sul backup dell'intero file system del disco o del volume, incluse tutte le informazioni necessarie per avviare il sistema operativo; oppure su tutti i settorididiscocheutilizzanol'approcciosettorepersettore(modalitraw).Unbackupcontenente lacopiadiundiscoodiunvolumeinformacompressadettobackupdidisco(volume)oimmagine didisco(volume).Daquestobackuppossibilerecuperareinteridischiovolumi,comepuresingole cartelleofile.

Backupdifile
Laprotezionedatialivellodifilesibasasulbackupdifileecartellecherisiedonosullamacchinain cui installato l'agente o su una condivisione di rete. I file possono essere ripristinati nella loro posizioneoriginaleospostatiinun'altra.possibileripristinaretuttiifileetuttelecartelledicui statoeseguitoilbackuposelezionarequalidiquestiripristinare.

Universal Restore
Il modulo aggiuntivo Universal Restore effettua il ripristino dei dati su configurazioni hardware differenti sulla macchina in cui installato l'agente e crea un supporto riavviabile con questa funzionalit. Universal Restore gestisce le discrepanze nei dispositivi che sono critici per l'avvio di Windows,comeicontrollerdimemoria,laschedamadreounchipset.

Deduplicazione
Questo componente aggiuntivo consente all'agente di eseguire il backup dei dati ai depositi di deduplicazionegestitidalNododiArchiviazioneAcronisBackup&Recovery10.

1.3.2

Componenti riavviabili e generatore di supporto

Icomponentiriavviabilidell'agentepermettonodiabilitareoperazionialriavvio,comeilripristinodel volume contenente il sistema operativo attivo corrente. Una volta completate le operazioni, la macchina avvier nuovamente il sistema operativo. I componenti riavviabili sono basati sul kernel Linux. possibile scegliere di non installare i componenti riavviabili ed eseguire le operazioni che richiedonoilriavviotramiteilsupportoriavviabile. Il Generatore di supporti riavviabili Acronis uno strumento dedicato che consente di creare un supporto riavviabile (p. 394). Il generatore di supporti pu creare supporti riavviabili basati su WindowsPreinstallationEnvironmentosulkernelLinux. IlmoduloaggiuntivoUniversalRestorepermettedieffettuareilripristinodeidatisuconfigurazioni hardware differenti sulla macchina in cui installato l'agente e crea un supporto riavviabile con questafunzionalit.UniversalRestoregestiscelediscrepanzeneidispositiviessenzialiperl'avviodi Windows,comeicontrollerdimemoria,laschedamadreoilchipset.

18

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

1.3.3

Generatore WinPE ISO

IlgeneratoreAcronisWinPEISOunostrumentodedicatoperlacreazionedisupportiriavviabili(p. 394)basatisull'ambientedipreinstallazioneWindows.Questostrumentopuessereinstallatosolo sullemacchinesucuiinstallatoilsistemaoperativoWindows.

1.3.4

Agente per Linux

QuestoagenteconsentelaprotezionedeidatialivellodidiscoealivellodifileinambienteLinux.

Backupdeldisco
La protezione dei dati a livello di disco si basa sul backup dell'intero file system del disco o del volume, incluse tutte le informazioni necessarie per avviare il sistema operativo; oppure su tutti i settorididiscocheutilizzanol'approcciosettorepersettore(modalitraw).Unbackupcontenente lacopiadiundiscoodiunvolumeinformacompressadettobackupdidisco(volume)oimmagine didisco(volume).Daquestobackuppossibilerecuperareinteridischiovolumi,comepuresingole cartelleofile.

Backupdifile
Laprotezionedatialivellodifilesibasasulbackupdifileedidirectorycherisiedonosullamacchina incuiinstallatol'agenteosuunacondivisionedireteacuipossibileaccederetramiteilprotocollo smb o nfs. I file possono essere ripristinati nella loro posizione originale o spostati in un'altra. possibileripristinaretuttiifileetutteledirectorydicuistatoeseguitoilbackuposelezionarequali diquestiripristinare.

Componenti riavviabili e generatore di supporti


Icomponentiriavviabilidell'agentepermettonodiabilitareoperazionialriavvio,comeilripristinodel volume contenente il sistema operativo attivo corrente. Una volta completate le operazioni, la macchina avvier nuovamente il sistema operativo. I componenti riavviabili sono basati sul kernel Linux. possibile scegliere di non installare i componenti riavviabili ed eseguire le operazioni che richiedonoilriavviotramiteilsupportoriavviabile. Il Generatore di supporti riavviabili Acronis uno strumento dedicato che consente di creare un supporto riavviabile (p. 394) contenente i componenti riavviabili. Il generatore di supporti crea un supporto riavviabile che rappresenta i volumi e la rete nello stile di Linux (hda1, sdb2, smb://server/condivisione).

Deduplicazione
Questo componente aggiuntivo consente all'agente di eseguire il backup dei dati ai depositi di deduplicazionegestitidalNododiArchiviazioneAcronisBackup&Recovery10.

1.3.5

Componenti per la gestione centralizzata

Questa sezione elenca i componenti inclusi nelle edizioni Acronis Backup & Recovery 10 che consentono la gestione centralizzata. Oltre a questi componenti, necessario installare gli agenti AcronisBackup&Recovery10sututtelemacchinecherichiedonolaprotezionedati.

Server di gestione
Il Server di gestione Acronis Backup & Recovery 10 costituisce il server centrale che aziona la protezionedatiall'internodellareteaziendale.Ilserverdigestionefornisceall'amministratore:
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 19

unsingolopuntodivocesull'infrastrutturadiAcronisBackup&Recovery10 unmodosempliceperproteggereidatisunumerosemacchine(p.390)utilizzandostrategiedi backup(p.385)eraggruppamento funzionalitdelmonitoraggioalivelloaziendale la possibilit di creare depositi centralizzati (p. 385) per memorizzare archivi di backup di enterprise.(p.382) lapossibilitdigestirenodidiarchiviazione(p.391). Se sono presenti server di gestione multipli sulla rete, questi operano in modo indipendente, gestisconomacchinediverseeutilizzanodepositicentralizzatidifferentipermemorizzaregliarchivi.

Databasedeiserverdigestione
IlserverdigestioneutilizzatredatabaseMicrosoftSQL: Il database di configurazione che memorizza l'elenco delle macchine registrate e altre informazionidiconfigurazione,inclusiicriteridibackupcreatidall'amministratore. Il database di sincronizzazione usato per la sincronizzazione del server di gestione con le macchineregistrateeinodidiarchiviazione.Sitrattadiundatabasecontenentedatioperativi soggettiarapidevariazioni. Ildatabasedeirapportichearchiviailregistrocentralizzato.Questodatabasepuaumentare.La suadimensionedipendedallivellodiregistrazioneimpostatodall'utente. I database di configurazione e sincronizzazione dovrebbero risiedere sullo stesso server Microsoft SQLServer(definitoserveroperativo)preferibilmenteinstallatosullastessamacchinacomeilserver di gestione. Il database dei rapporti pu essere configurato sullo stesso server o su server SQL differenti. Durante l'installazione di un server di gestione, possibile selezionare per entrambi i server operativoedeirapportiqualeserverutilizzare.Sonodisponibilileseguentiopzioni: 1. Microsoft SQL Server 2005 Express fornito con il pacchetto d'installazione da installare sulla stessa macchina. In questo caso, sar creata sulla macchina un'istanza del server SQL con tre database. 2. MicrosoftSQLServer2008(qualsiasiedizione)precedentementeinstallatasuqualsiasimacchina. 3. MicrosoftSQLServer2005(qualsiasiedizione)precedentementeinstallatasuqualsiasimacchina.

Nodo di archiviazione
IlNododiarchiviazioneAcronisBackup&Recovery10unservermiratoall'ottimizzazionedell'uso delle varie risorse (come la capacit di archiviazione aziendale, la larghezza di banda della rete o il carico CPU delle macchine gestite) richieste per la protezione dati a livello di impresa. Questo obiettivoraggiuntotramitel'organizzazioneelagestionedelleposizionichefungerannodaarchivi dedicatidegliarchividibackupaziendali(depositigestiti). I nodi d'archiviazione consentono la creazione di un'infrastruttura di archiviazione altamente scalabileeflessibileinterminidisupportohardware.possibileimpostarefinoaunmassimodi20 nodid'archiviazione,ciascunoingradodigestirefinoa20depositi.L'amministratorecontrollainodi d'archiviazione in maniera centralizzata dal Server di gestione Acronis Backup & Recovery 10 (p. 394).Ilcollegamentodirettodellaconsoleaunnododiarchiviazionenonpossibile.

Impostazionedell'infrastrutturadell'archivio
Installare i nodi d'archiviazione, aggiungerli al server di gestione (la procedura simile alla registrazione(p.393)dellamacchinagestita)andcreareidepositicentralizzati(p.385).Durantela
20 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

creazionediundepositocentralizzato,specificareilpercorsoperildeposito,ilnodod'archiviazione chegestirildepositoeleoperazionidigestionedaeffettuaresuldeposito. Undepositogestitopuessereorganizzato: suundiscorigidolocalealnododiarchiviazione suunacondivisionedirete suunSAN(StorageAreaNetwork) suunNAS(NetworkAttachedStorage) suunalibreriaanastrocollegataalnododiarchiviazione. Leoperazionidigestionesonoleseguenti.

Puliziaeconvalidadellatonododiarchiviazione
Gliarchivi,memorizzatiindepositinongestiti,vengonomantenutidagliagenti(p.382)checreanogli archivi.Cisignificacheciascunagentenonsoloeffettuaunbackupdeidatinell'archivio,maesegue ancheattivitdiservizioapplicabiliall'archivio,alleregolediconservazioneediconvalidaspecificate nelpianodibackup(p.391).PerliberaredalcaricoCPUinutilelemacchinegestite,l'esecuzionedelle attivitpuesseredelegataalnododiarchiviazione.Poichlapianificazionedelleattivitpresente sullamacchinasucuirisiedel'agente,eperciutilizzal'oraeglieventidellamacchina,l'agentedeve avviarelapuliziadellatonododiarchiviazione(p.392)elaconvalidadellatonododiarchiviazione (p.384)secondolapianificazione.Perfarcil'agentedeveessereonline.Un'ulterioreelaborazione eseguitadalnododiarchiviazione. Questafunzionalitnonpuesseredisabilitatainundepositogestito.Iduepassaggisuccessivisono facoltativi.

Deduplicazione
Undepositogestitopuessereconfiguratocomedepositodeduplicato.Cisignificachedatiidentici verrannocopiatiinquestodepositosolounavoltaperridurrel'utilizzodellareteduranteilbackupe lo spazio di archiviazione occupato dagli archivi. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione "Deduplicazione(p.74)"nelManualeutente.

Crittografia
Undepositogestitopuessereconfiguratoinmodocheognidatoinessoscrittovengacrittografato e ogni dato letto decrittografato in modo trasparente dal nodo di archiviazione, utilizzando una chiavedicrittografiaspecificadeldepositomemorizzatasulservernodo.Nelcasoincuiilsupportodi archiviazione sia stato rubato o sia avvenuto l'accesso da parte di una persona non autorizzata, il malfattore non potr decriptare i contenuti del deposito senza accedere al nodo di archiviazione specifico. Se l'archivio gi crittografato dall'agente, la crittografia del lato nodo di archiviazione applicata sullacrittografiaeseguitadall'agente.

Server PXE
IlAcronisPXEconsentediavviaremacchinesucomponentidiavvioAcronisattraversolarete. Avviodallarete: eliminalanecessitdiavereuntecnicosulpostoperinstallareilsupportoriavviabile(p.394)nel sistemachedeveessereavviato

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

21

Durante le operazioni di gruppo, riduce il tempo necessario per avviare pi macchine rispetto all'utilizzodisupportiriavviabilifisici.

Server licenze
IlserverconsentedigestirelelicenzedeiprodottiAcronisediinstallareicomponenticherichiedono lelicenze. Per maggiori informazioni riguardo il Server licenze Acronis consultare "Utilizzo del Server Licenze Acronis".

1.3.6

Management Console

LaConsoledigestioneAcronisBackup&Recovery10unostrumentoamministrativoperl'accesso locale o remoto agli agenti Acronis Backup & Recovery 10 e nelle edizioni del prodotto che prevedonolagestionecentralizzata,alServerdigestioneAcronisBackup&Recovery10. La console ha due distinte distribuzioni per l'installazione su sistemi Windows e Linux. ebbene entrambeledistribuzioniconsentanoilcollegamentoaunoqualsiasidegliagentiAcronisBackup& Recovery10edeiServerdigestioneAcronisBackup&Recovery10siconsiglial'utilizzodellaconsole per Windows in caso sia possibile scegliere. La console supportata da Linux ha una funzionalit limitata: LaconsolesupportatadaLinuxhaunafunzionalitlimitataAcronisBackup&Recovery10non disponibile lefunzionirelativeallaActiveDirectory,comelapossibilitdisfogliarel'AD,nonsonodisponibili.

1.4 Sistemi operativi supportati


Componentiperunamacchinagestita AcronisBackup&Recovery10AgentforWindows
AcronisBackup&Recovery10AdvancedServer AcronisBackup&Recovery10AdvancedServerVirtualEdition Windows2000ProfessionalSP4/XPProfessionalSP2+ Windows2000Server/2000AdvancedServer/Server2003/Server2008 WindowsSBS2003/SBS2008 WindowsXPProfessionalx64Edition,WindowsServer2003/2008x64Edition WindowsVista:tutteleedizionieccettoVistaHomeBasiceVistaHomePremium Windows7 AcronisBackup&Recovery10AdvancedServerSBSEdition WindowsSBS2003/SBS2008 AcronisBackup&Recovery10ServerperWindows Windows2000ProfessionalSP4/XPProfessionalSP2+ Windows2000Server/2000AdvancedServer/Server2003/Server2008 WindowsSBS2003/SBS2008 WindowsXPProfessionalx64Edition,WindowsServer2003/2008x64Edition

22

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

WindowsVista:tutteleedizionieccettoVistaHomeBasiceVistaHomePremium Windows7
Laconnessioneremotaall'agentenonpossibile.

AcronisBackup&Recovery10AdvancedWorkstation Windows2000ProfessionalSP4/XPHomeEdition/XPProfessionalSP2+ WindowsXPProfessionalx64Edition WindowsVista:tutteleedizioni Windows7


Laconnessioneremotaall'agenteinstallatosulleedizionidiWindowsHomenonpossibile.

AcronisBackup&Recovery10Workstation Windows2000ProfessionalSP4/XPHomeEdition/XPProfessionalSP2+ WindowsXPProfessionalx64Edition WindowsVista:tutteleedizioni Windows7


Laconnessioneremotaall'agentenonpossibile.

AcronisBackup&Recovery10AgentforLinux
AcronisBackup&Recovery10AdvancedServer AcronisBackup&Recovery10AdvancedServerVirtualEdition AcronisBackup&Recovery10ServerforLinux Linuxconkernel2.4.20osuccessivo(inclusiikernel2.6.x)eglibc2.3.2osuccessivo VariedistribuzionidiLinux,incluse: RedHatEnterpriseLinux4e5 CentOS4e5 Fedora9e10 Ubuntu8.10(IntrepidIbex)e9.04(JauntyJackalope) Debian4(Lenny)e5(Etch) SUSELinuxEnterpriseServer10 openSUSE Asianux Sonosupportateancheversionix64delledistribuzioniLinuxdicuisopraedialtredistribuzioni Linux. L'agente per Linux un eseguibile a 32 bit. Per l'autenticazione, l'agente utilizza librerie di sistema, versioni a 32 bit che non sono sempre installate per impostazione predefinita con le distribuzionia64bit.Quandosiutilizzal'agentesuunadistribuzionebasatasuRedHata64bit, comeRHEL,CentOS,FedoraoScientificLinux,assicurarsicheiseguentipacchettia32bitsiano installatinelsistema: pam.i386 libselinux.i386
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 23

libsepol.i386 QuestipacchettidevonoesseredisponibilinelrepositorydelladistribuzioneLinuxinuso.

AcronisBackup&Recovery10AgentforHyperV
WindowsServer2008x64EditionconHyperV Questo agente si installa su un host HyperV come componente aggiuntivo di Acronis Backup & Recovery10AgentforWindows.

AcronisBackup&Recovery10AgentforESX/ESXi.
VMwareESXInfrastructure3.5Update2+ VMwareESX/ESXi4.0 L'agenteperESX/ESXivienefornitocomeappliancevirtuale. L'agente per ESX/ESXi supporta tutte le licenze di VMware ESXi eccetto le licenze gratuite. Questo avviene perch l'agente utilizza l'appliance Remote Command Line e VMware ESXi gratuito limita l'accesso a questo appliance all'accesso in sola lettura. L'agente funziona durante il periodo di valutazione di VMware ESXi. Quando viene inserita una chiave di licenza gratuita di VMware ESXi, l'agenteperESX/ESXismettedifunzionare.

Componentiperlagestionecentralizzata
AcronisLicenseServer Windows2000ProfessionalSP4/XPProfessionalSP2+ Windows2000Server/2000AdvancedServer/Server2003/Server2008 WindowsSBS2003/SBS2008 WindowsXPProfessionalx64Edition,WindowsServer2003/2008x64Edition WindowsVista:tutteleedizionieccettoVistaHomeBasiceVistaHomePremium Windows7 InstallareAcronisBackup&Recovery10ManagementConsole Windows2000ProfessionalSP4/XPHomeEdition/XPProfessionalSP2+ Windows2000Server/2000AdvancedServer/Server2003/Server2008 WindowsSBS2003/SBS2008 WindowsXPProfessionalx64Edition,WindowsServer2003/2008x64Edition WindowsVista:tutteleedizioni Windows7 AcronisBackup&Recovery10ManagementServereAcronisBackup&Recovery10StorageNode Windows2000ProfessionalSP4/XPProfessionalSP2+ Windows2000Server/2000AdvancedServer/Server2003/Server2008* WindowsSBS2003/SBS2008* WindowsXPProfessionalx64Edition,WindowsServer2003/2008*x64Edition WindowsVista:tutteleedizionieccettoVistaHomeBasiceVistaHomePremium Windows7* * AcronisBackup&Recovery10StorageNodegestiscelelibrerieanastroeautoloaderutilizzando Removable Storage Management (RSM). Poich Windows Server 2008 R2 e Windows 7 non supportano RSM, un nodo di archiviazione installato in questi sistemi operativi non supporta le
24 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

librerieanastroegliautoloader.

1.5 File system supportati


Acronis Backup & Recovery 10 pu eseguire il backup e ripristinare i seguenti file system con le seguentilimitazioni: FAT16/32 NTFS Ext2/Ext3 ReiserFS3 file particolari non possono essere ripristinati dai backup del disco posizionati sul nodod'archiviazioneAcronisBackup&Recovery10 ReiserFS4ripristinodelvolumesenzapossibilitdiridimensionareilvolume;fileparticolarinon possono essere ripristinati dai backup del disco posizionati sul nodo d'archiviazione Acronis Backup&Recovery10 XFS ripristino del volume senza possibilit di ridimensionare il volume; file particolari non possono essere ripristinati dai backup del disco posizionati sul nodo d'archiviazione Acronis Backup&Recovery10 JFS file particolari non possono essere ripristinati dai backup del disco posizionati sul nodo d'archiviazioneAcronisBackup&Recovery10. LinuxSWAP Acronis Backup & Recovery 10 pu eseguire il backup e il ripristino di file system corrotti o non supportatitramitel'approcciosettorepersettore.

1.6 Requisiti hardware


Questa sezione elenca i requisiti hardware minimi e consigliati per installare ed eseguire i componentidiAcronisBackup&Recovery10.

AcronisBackup&Recovery10ManagementConsole
Elemento Processorecomputer Requisitiminimi Processoremoderno,800MHzo piveloce LepiattaformeItaniumnonsono supportate Memoriadisistema 128MB 512MBomaggiore 1024*768pixelosuperiore Schedadiinterfacciadireteoadattatoredi retevirtuale CDRW,DVDRW,unitperlacreazionedi supportiriavviabili Consigliati Processore1GHz32bit(x86)o64bit(x64)

Risoluzionedelloschermo 800*600pixel Spaziosudiscoper l'installazione Altrohardware 50MB Mouse

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

25

AcronisBackup&Recovery10AgentforWindows
Elemento Memoriadisistema Requisitiminimi Consigliati 256MB 512MBomaggiore

Spaziosudiscoperl'installazione 100MB

AcronisBackup&Recovery10AgentforLinux
Elemento Memoriadisistema Requisitiminimi Consigliati 256MB 512MBomaggiore

Spaziosudiscoperl'installazione 100MB

AcronisBackup&Recovery10ManagementServer
Elemento Memoriadisistema Spaziosudiscoperl'installazione Requisitiminimi Consigliati 512MB 25MB 1GBomaggiore

SpaziorichiestoperSQLServeroperativoeSQLServerdinotifica 200MB

AcronisBackup&Recovery10StorageNode
Elemento Memoriadisistema Spaziosudiscoperl'installazione Requisitiminimi 1GB 40MB Consigliati 4GB

Spaziorichiestoperdatabasesunastri Circa1MBper10archivi

AcronisLicenseServer
Elemento Memoriadisistema Requisitiminimi Consigliati 128MB 256MBomaggiore

Spaziosudiscoperl'installazione 25MB

1.7 Supporto tecnico


Come parte della quota di Supporto annuale acquistata, si avr diritto a usufruire dell'Assistenza tecnica come segue: nella misura in cui i servizi elettronici saranno disponibili, si potr accedere elettronicamente e senza spese aggiuntive ai servizi di Supporto per il software, che Acronis si impegnaarenderedisponibiliventiquattroore(24)algiorno,sette(7)giorniasettimana.Taliservizi elettronici potranno includere, a titolo esemplificativo: forum utenti, informazioni specifiche sul software,suggerimentieconsigli,recuperodipatchperlacorrezionedibugviaInternet,recuperodi codice per la manutenzione del software e per demo tramite un server FTP accessibile mediante WAN, accesso ai database per la risoluzione dei problemi attraverso il sistema di assistenza clienti Acronis. L'assistenza consiste nella fornitura di supporto telefonico o elettronico di altro tipo, allo scopo di aiutarel'utenteaindividuaree,autonomamente,arisolvereproblemiconilSoftwareeforniretutte lepatch,gliaggiornamentiealtremodifichecheAcronis,asuasoladiscrezione,creaoaggiungeal SoftwareecheAcronisrendegenericamentedisponibili,senzacostiaggiuntivi,adaltrilicenziataridel Softwarechehannosottoscrittoilserviziodiassistenza.

26

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Previoaccordoreciprocotraleparti,Acronisdovr: (i)fornirecorrezionidelcodicepercorreggeremalfunzionamentidelSoftwarealloscopodiportare tale Software in conformit sostanziale alle specifiche di funzionamento pubblicate per la versione pi attuale del Software, a meno che modifiche non autorizzate da parte dell'utente proibiscano o impediscanotalicorrezionioprovochinoilmalfunzionamento; o (ii) fornire correzioni del codice per correggere problemi non sostanziali nella successiva release generaledelSoftware. Maggiori informazioni su come contattare il Supporto tecnico Acronis collegandosi a: http://www.Acronis.it/enterprise/support/

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

27

2 Informazioni generali su Acronis Backup & Recovery 10


Questasezioneintendefornireagliutentiunachiaracomprensionedelprodotto,perconsentireloro diutilizzarloindiversecircostanzesenzaistruzionipassoapasso.

2.1 Concetti di base


Di seguito sono illustrate le nozioni di base utilizzate nell'interfaccia utente grafica e nella documentazione di Acronis Backup & Recovery 10. Gli utenti avanzati possono utilizzare questa sezionecomeguidadiavviorapidopassoapasso.Idettaglisonodisponibilinellaguidacontestuale.

Backupnelsistemaoperativo
1. Per proteggere i dati contenuti in una macchina, installare l'agente (p. 382) AcronisBackup & Recovery 10 nella macchina, che da questo momento in poi diventa una macchina gestita (p. 390). 2. Per poter gestire la macchina mediante l'interfaccia utente grafica, installare Management Console(p.384)diAcronisBackup&Recovery10nellastessamacchinaoinqualsiasialtradacui si preferisce operare. Se si dispone dell'edizione indipendente del prodotto, questo passaggio puessereomesso,perchinquestocasolaconsolevieneinstallatainsiemeall'agente. 3. Eseguire la console. Per poter ripristinare il sistema operativo della macchina se il sistema non riesceaeseguirel'avvio,creareunsupportodiavvio(p.394). 4. Connetterelaconsoleallamacchinagestita. 5. Creareunpianodibackup(p.391). Aquestoscopooccorrealmenospecificareidatidaproteggereeilpercorsoincuil'archiviodi backup(p.382)dovressereconservato.Inquestomodosicreerunpianodibackupminimo, costituitodaun'unicaattivit(p.383),checonsentirdicreareunbackup(p.383)completodei dati ogni volta che l'attivit verr avviata manualmente. Un piano di backup complesso pu comprendere diverse attivit eseguite secondo una pianificazione; la creazione di backup completi, incrementali o differenziali (p. 34); l'esecuzione di operazioni di manutenzione degli archivi,adesempiolaconvalida(p.384)deibackupol'eliminazionediquelliobsoleti(pulizia(p. 392) degli archivi). Diverse opzioni di backup consentono di personalizzare le operazioni: comandi pre/post backup, restrizione della banda di rete, gestione degli errori, opzioni di notifica. 6. UtilizzarelapaginaPianieattivitdibackuppervisualizzareinformazionirelativeaipianiealle attivit di backup e per monitorarne l'esecuzione. Utilizzare la pagina Registro per sfogliare il registrodelleoperazioni. 7. Laposizione incuivengonoconservati gliarchivi di backup denominatadeposito(p.385).La pagina Depositi consente di visualizzare informazioni sui depositi in uso. Spostandosi su uno specifico deposito possibile visualizzare archivi e backup ed eseguirvi operazioni manuali (montaggio,convalida,eliminazione,visualizzazionedeicontenuti).inoltrepossibileselezionare unbackupperripristinareirelatividati.

28

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Il diagramma che segue illustra le nozioni fin qui esposte. Per altre definizioni fare riferimento al Glossario.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

29

Backupconsupportidiavvio
possibile avviare la macchina utilizzando il supporto di avvio, configurare l'operazione di backup comeperunsemplicepianodibackupedeseguirla.Ciconsentediestrarrefileevolumilogicidaun sistema che non riesce ad avviarsi, creare un'immagine del sistema offline o eseguire il backup settorepersettorediunfilesystemnonsupportato.

Ripristinonelsistemaoperativo
Per ripristinare i dati, occorre creare un'attivit di ripristino nella macchina gestita specificando il depositoeselezionandol'archivioequindiilbackup,indicandoladatael'oradellasuacreazioneo, pi precisamente, l'ora di inizio della sua creazione. Nella maggior parte dei casi i dati saranno ripristinatiaquelmomento.
Esempidieccezioniaquestaregola: Ripristinodiundatabasedaunbackupchecontieneilregistrodelletransazioni(ununicobackupforniscepi puntidiripristinoequindiconsentedieffettuareselezioniaggiuntive). Ripristinodipifiledaunbackupdifilecreatosenzaistantanea(ognifileverrripristinatonellostatoincuisi trovavaalmomentodellasuacopiaeffettivanelbackup).

Occorreanchespecificareladestinazioneincuisidesideraripristinareidati.L'opzionediripristino puesserepersonalizzatamedianteleopzionidiripristino,adesempiocomandipre/postripristino, gestionedeglierrori,opzionidinotifica. Il diagramma che segue illustra il ripristino dei dati nel sistema operativo (online). Non possibile eseguirebackupnellamacchinamentreincorsol'operazionediripristino.Senecessario,possibile connetterelaconsoleaun'altramacchinaeconfiguraresuquestaun'operazionediripristino.Questa

30

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

possibilit (ripristino remoto parallelo) disponibile a partire da Acronis Backup & Recovery 10; i prodottiAcronisprecedentinonlaprevedono.

Ripristinoconsupportidiavvio
L'esecuzionedelripristinosuunvolumebloccatodalsistemaoperativo,adesempioilvolumeincui risiede il sistema operativo, richiede un riavvio nell'ambiente di avvio che parte dell'agente. Una voltacompletatoilripristino,ilsistemaoperativoripristinatopassaautomaticamenteonline.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

31

Se la macchina non si avvia o necessario ripristinare i dati da zero, occorre riavviare lamacchina utilizzando il supporto di avvio e configurare normalmente l'operazione di ripristino. Il diagramma chesegueillustrailripristinoconsupportodiavvio.

2.2 Privilegi utente in una macchina gestita


Windows
QuandosigestisceunamacchinaincuiinesecuzioneWindows,l'ambitodeidirittidigestionediun utentedipendedaiprivilegidicuidisponesullamacchina. Utentinormali Un utente normale, ad esempio un membro del gruppo Users, dispone dei seguenti diritti di amministrazione: Esecuzione di backup e ripristino a livello di file per i file a cui autorizzato ad accedere, ma senzaistantaneadibackupalivellodifile. Creazionediattivitepianidibackupelorogestione. Visualizzazione,manongestione,diattivitepianidibackupcreatidaaltriutenti. Visualizzazionedelregistroeventilocale. Utenticonprivilegidiamministratore Un utente che dispone di privilegi di amministratore sulla macchina, ad esempio un membro del gruppoAdministratorsoBackupOperators,hainpiiseguentidirittidigestione: Backup e ripristino dell'intera macchina o di qualsiasi parte dei dati che essa contiene, con o senzaistantaneadeldisco.
32 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

ImembridelgruppoAdministratorspossonoinoltre: Visualizzareegestireattivitepianidibackupdiproprietdialtriutentinellamacchina.

Linux
Quando si gestisce una macchina in cui in esecuzione Linux, l'utente ha oppure ottiene privilegi root,epupertanto: Eseguireilbackupeilripristinodituttiidatiodell'interamacchina,conuncontrollocompletosu tutteleoperazionidell'agenteAcronisBackup&Recovery10esuifilediregistrodellamacchina. Gestire attivit e piani di backup locali di propriet di qualsiasi utente registrato nel sistema operativo. Perevitarediaccederesemprealsistemacomeutenteroot,possibileeffettuarel'accessoconle credenzialidiutentenormaleepassareaquellediutenterootquandonecessario.

2.3 Proprietari e credenziali


Questa sezione spiega il concetto di proprietario e il significato delle credenziali di un piano (o di un'attivit)dibackup.

Proprietariodelpiano(attivit)
Ilproprietariodiunpianodibackuplocalel'utentechelohacreatoolohamodificatoperultimo. Il proprietario di un piano di backup centralizzato l'amministratore del server di gestione che ha creatoomodificatoperultimoilcriteriocentralizzatodacuiderivailpiano. Le attivit che rientrano in un piano di backup locale o centralizzato sono di propriet del proprietariodelpiano. Ilproprietariodelleattivitchenonrientranoinunpianodibackup,adesempiol'attivitdiripristino, l'utentechelehacreateomodificateperultimo.

Gestionediunpiano(attivit)dicuiproprietariounaltroutente
Unutentechedispongadiprivilegiamministrativisuunamacchinapumodificareattivitepianidi backuplocalidicuiproprietarioqualsiasialtroutenteregistratonelsistemaoperativo. Quando un utente apre un piano o un'attivit di cui proprietario un altro utente per apportarvi modifiche, tutte le password impostate nell'attivit vengono cancellate. In questo modo non possibile modificare le impostazioni lasciando inalterate le password. Ogni volta che si tenta di modificareunpiano(attivit)lacuiultimamodificastataeseguitadaunaltroutente,ilprogramma visualizzaunavviso.Aquestopuntosihannoadisposizionedueopzioni: FareclicsuAnnullaecreareunnuovopianooattivit.L'attivitoriginalenonverrmodificata. Continuare con le modifiche. In questo caso sar necessario immettere tutte le credenziali richiesteperl'esecuzionedelpianoodell'attivit.

Proprietariodiunarchivio
Ilproprietariodiunarchiviol'utentechelohasalvatonellarelativadestinazione.Piprecisamente, l'utente il cui account stato specificato durante la creazione del piano di backup, al passaggio Doveeseguireilbackup.Perimpostazionepredefinitavengonoutilizzatelecredenzialidelpiano.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

33

Credenzialidelpianoecredenzialidell'attivit
Ogniattiviteseguitasuunamacchinavieneeseguitapercontodiunutente.Durantelacreazionedi un piano o di un'attivit possibile specificare in modo esplicito un account per l'esecuzione del piano o dell'attivit. L'opportunit di utilizzare o meno questa opzione dipende dalla modalit di avvioprevistaperilpianool'attivit:manualeosecondounapianificazione. Avviomanuale Il passaggio relativo alle credenziali del piano (attivit) pu essere ignorato. Ogni volta che verr avviata, l'attivit sar eseguita con le credenziali con cui l'utente ha effettuato l'accesso. L'attivit puessereavviataanche daqualsiasi altroutente chedispongadi privilegidiamministratoresulla macchina.Inquestocasol'attivitverreseguitaconlecredenzialidell'utenteinquestione. Sesispecificanoesplicitamentelecredenzialidell'attivit,questaverrsempreeseguitaconlestesse credenziali, indipendentemente dall'utente che l'ha effettivamente avviata. Per specificare le credenziali,nellapaginadicreazionedelpiano(attivit): 1. SelezionarelacasellaVisualizzazioneavanzata. 2. SelezionareGenerale>Credenzialidelpiano(attivit)>Modifica. 3. Immetterelecredenzialiperl'esecuzionedelpiano(attivit). Avviopianificatooposticipato Le credenziali del piano (attivit) sono obbligatorie. Se il passaggio relativo alle credenziali viene saltato,alterminedellacreazionedelpiano(attivit)verrrichiestodispecificarle. Perchinquestocasoilprogrammaobbligaaspecificarelecredenziali? Un'attivit pianificata o posticipata deve essere eseguita comunque, indipendentemente dal fatto cheunutenteabbiaomenoeffettuatol'accesso(adesempio,quandoilsistemanellaschermata inizialediWindows)ochel'utenteconnessononsiailproprietariodell'attivit.sufficientechela macchinasiaaccesa(ossianoninstandbyoinmodalitibernazione)almomentoprevistoperl'avvio dell'attivit pianificata. Ecco perch occorrono le credenziali specificate esplicitamente affinch l'unitdipianificazioneAcronispossaavviarel'attivit.

2.4 Backup completi, incrementali e differenziali


AcronisBackup&Recovery10consentediutilizzareipidiffusischemidibackup,adesempioGFS (GrandfatherFatherSon)eTorrediHanoi,edicrearnedipersonalizzati.Tuttiglischemidibackup sonobasatisuimetodidibackupcompleti,incrementaliedifferenziali.Iltermine"schema"denota l'algoritmodiapplicazioneditalimetodipil'algoritmodipuliziadegliarchivi. Nonhamoltosensoconfrontaretraloroidiversimetodidibackup,perchinunoschemadibackup tutti i metodi funzionano come un team. Ciascuno pu svolgere un ruolo specifico, a seconda dei vantaggi che presenta. Uno schema di backup creato con competenza consente di usufruire dei vantaggi di tutti i metodi di backup e limitare l'influenza delle rispettive carenze. Ad esempio, il backup differenziale settimanale semplifica la pulizia degli archivi perch pu essere facilmente eliminato contemporaneamente all'insieme di backup incrementali giornalieri che da esso dipendono. Eseguendo il backup con i diversi metodi: completo, incrementale o differenziale, si ottiene un backup(p.383)deltipocorrispondente.

34

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Backupcompleto
In un backup completo vengono memorizzati tutti i dati selezionati per il backup. Un backup completo alla base di tutti gli archivi e dei backup incrementali e differenziali. Un archivio pu contenerepibackupcompletioesserecostituitosolodabackupcompleti.Unbackupcompleto autosufficiente:consentediripristinareidatisenzadoveraccedereadaltribackup. opinione comune che un backup completo sia il pi lento da eseguire ma il pi veloce da ripristinare, ma con le tecnologie Acronis il ripristino da un backup incrementale pu essere altrettantorapido. Ilbackupcompletoutilesoprattuttoneicasiincui: necessarioriportareilsistemaallostatoiniziale tale stato iniziale non cambia frequentemente, pertanto non occorre eseguire backup regolarmente. Esempio: un Internet caf, una scuola o un laboratorio universitario in cui spesso l'amministratore annullalemodificheeffettuatedaglistudentiodagliavventori,mararamenteaggiornailbackupdi riferimento (di fatto, solo dopo aver installato aggiornamenti software). In questo caso il tempo di backup non cruciale e il tempo necessario per il ripristino dei sistemi dal backup completo sar minimo. Per un'affidabilit ancora maggiore, l'amministratore pu avere diverse copie del backup completo.

Backupincrementale
In un backup incrementale vengono memorizzate le modifiche apportate ai dati rispetto all'ultimo backup. Per ripristinare i dati da un backup incrementale occorre accedere agli altri backup dello stessoarchivio. Ilbackupincrementaleutilesoprattuttoneicasiincui: richiestalapossibilitdiriportareilsistemaaunodipistatisalvati lemodificheaidatisonotendenzialmentepiccolerispettoalvolumetotaledeidati. opinione comune che i backup incrementali siano meno affidabili di quelli completi, perch l'eventualedanneggiamentodiunodeibackupdella"catena"rendeinutilizzabiliancheisuccessivi. Memorizzare pi backup completi non tuttavia un'opzione praticabile quando occorrono diverse versioni precedenti dei dati, perch l'affidabilit di un archivio molto voluminoso ancora pi opinabile. Esempio:Backupdiunregistrodelletransazionideldatabase.

Backupdifferenziale
In un backup differenziale vengono memorizzate le modifiche apportate ai dati rispetto all'ultimo backupcompleto.Perripristinareidatidaunbackupdifferenzialenecessarioaccederealbackup completocorrispondente.Ilbackupcompletoutilesoprattuttoneicasiincui: siinteressatiasalvaresololostatopirecentedeidati lemodificheaidatisonotendenzialmentepiccolerispettoalvolumetotaledeidati. La conclusione che tipicamente si trae : "i backup differenziali richiedono pi tempo per essere eseguitiesonopirapididaripristinare,mentrequelliincrementalisonopirapididaeseguireepi lentidaripristinare".Difattononc'unadifferenzafisicatraunbackupincrementaleaggiuntoaun backup completo e un backup differenziale aggiunto allo stesso backup completo nello stesso

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

35

momento.Ladifferenzasopracitataimplicala creazionediunbackupdifferenzialedopo(oinvece della)creazionedipibackupincrementali.


Unbackupincrementaleodifferenzialecreatosuccessivamentealladeframmentazionediundiscopuessere notevolmentepivoluminosodelnormale,perchladeframmentazionemodificalaposizionedeifileneldiscoe il backup riflette tali cambiamenti. Dopo aver eseguito la deframmentazione del disco quindi consigliabile ricreareunbackupcompleto.

Nella tabella che segue sono riepilogati i vantaggi egli svantaggi comunemente attribuiti a ciascun tipo di backup. In realt questi parametri dipendono da numerosi fattori tra cui, ad esempio la quantit, la velocit e lo schema delle modifiche ai dati; la natura dei dati, le specifiche fisiche dei dispositivi, le opzioni di backup/ripristino impostate. La capacit di scegliere lo schema di backup ottimalesiacquistasoprattuttoconlapratica.
Parametro Spaziodiarchiviazione Tempodicreazione Tempodiripristino Backupcompleto Backupdifferenziale Backupincrementale Massimo Massimo Minimo Medio Medio Medio Minimo Minimo Massimo

2.5 Schema di backup GFS


Questasezioneconcernel'implementazionedelloschemadibackupGFS(GrandfatherFatherSon)in AcronisBackup&Recovery10. Con questo schema non possibile eseguire pi di un backup al giorno. Lo schema consente di selezionare i cicli giornalieri, settimanali e mensili nella pianificazione del backup giornaliero e di impostareiperiodidimantenimentodeidiversibackup.Ibackupgiornalierivengonodefinitifigli (son),quellisettimanalipadri(father)equellimensili,piduraturi,nonni(grandfather).

GFScomeschemadirotazionedeinastri
LoschemaGFSstatoinunprimomomentocreato,espessovisifariferimento,comeschemadi rotazione dei nastri. Gli schemi di rotazione dei nastri non forniscono di per s automazione, ma servonosoltantoadeterminare: quanti nastri occorrono per consentire il ripristino con la risoluzione (l'intervallo di tempo tra i puntidiripristino)econilperiododiripristinodesiderati incheordineinastridevonoesseresovrascrittidaibackupsuccessivi. Gli schemi di rotazione dei nastri consentono di utilizzare la minima quantit indispensabile di cartucceenonritrovarsisommersidainastriusati.NumerosefontisuInternetdescrivonolevarianti dello schema di rotazione dei nastri GFS, tutte valide opzioni quando si esegue il backup in una perifericaanastrocollegatalocalmente.

GFSAcronis
Acronis Backup & Recovery 10 semplifica l'impostazione di un piano di backup in base al quale il backupdeidatielapuliziadell'archiviorisultanteverrannoeseguitiregolarmentesecondoloschema GFS. Crearenormalmenteilpianodibackup.Sceglierecomedestinazionedelbackupqualsiasiperiferica di archiviazione in cui sia possibile eseguire la pulizia automatica, ad esempio una periferica di archiviazionecondiscorigidoounalibreriaanastrorobotica.QuandosiusaloschemaGFSinuna

36

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

libreriaanastro(p.154)occorretenercontodelfattochelospaziochesiliberasulnastrodopola pulizianonpuessereriutilizzatofinchtuttoilnastronondivienelibero. DiseguitovengonoillustrateleimpostazionispecifichedelloschemadibackupGFS.

ImpostazionidelpianodibackuprelativealloschemaGFS
Avviailbackupalle: Eseguiilbackup: Questo passaggio consente di creare la pianificazione generale del backup, ovvero di definire i giorniincuidovressereeseguitoilbackup. Supponiamodiselezionarel'esecuzionedelbackupperleore20:00deigiornilavorativi.Eccola pianificazionegeneraledefinita. Bstaperbackup.

Lapianificazionegenerale. Pianificazione:giorniferialialleore20:00

Settimanale/Mensile Inquestopassaggiosidefinisconoicicligiornaliero,settimanaleemensiledellapianificazione. Selezionare un giorno della settimana tra quelli scelti nel passaggio precedente. Ogni primo, secondo e terzo backup creato in questo giorno della settimana sar considerato un backup settimanale. Ogni quarto backup creato in questo giorno della settimana sar considerato un backupmensile.Ibackupcreatineglialtrigiornisarannoconsideratibackupgiornalieri. Supponiamo di selezionare il venerd per il backup settimanale/mensile. Ecco la pianificazione generalecherispecchialeselezionieffettuate. LaletteraGindicailbackupconsideratogiornaliero.LaletteraGindicailbackupconsiderato giornaliero.LaletteraGindicailbackupconsideratogiornaliero.

LapianificazionesecondoloschemaGFS. Pianificazione:giorniferialialleore20:00 Settimanale/Mensile:Venerd

Acronis utilizza i backup incrementali e differenziali, che consentono di risparmiare spazio di archiviazione e ottimizzare la pulizia, eliminando la necessit del consolidamento. Con riferimento ai metodi di backup, il backup settimanale differenziale (D), quello mensile completo(C)equellogiornalieroincrementale(I).Ilprimobackupsemprecompleto. Il parametro Settimanale/Mensile suddivide la pianificazione totale in pianificazioni giornaliere, settimanaliemensili. Supponiamo di selezionare il venerd per il backup settimanale/mensile. Ecco la pianificazione realedelleattivitdibackupcheverrcreata.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

37

AttivitdibackupcreatesecondoloschemaGFSdaAcronisBackup&Recovery10. Pianificazione:giorniferialialleore20:00 Settimanale/Mensile:Venerd

Conservaibackup:Quotidianamente Questo passaggio consente di definire la regola di conservazione per i backup giornalieri. L'attivit di pulizia verr eseguita dopo ogni backup giornaliero, e tutti i backup giornalieri pi vecchidelnumerodigiornispecificatodall'utentesarannoeliminati. Conservaibackup:Ognisettimana Questo passaggio consente di definire la regola di conservazione per i backup giornalieri. L'attivit di pulizia verr eseguita dopo ogni backup giornaliero, e tutti i backup giornalieri pi vecchidelnumerodigiornispecificatodall'utentesarannoeliminati.Ilperiododimantenimento definito per i backup settimanali non pu essere inferiore a quello definito per i backup giornalieri.Disolitovieneimpostatounperiodonotevolmentepilungo. Conservaibackup:Ognimese Questo passaggio consente di definire la regola di conservazione per i backup giornalieri. L'attivit di pulizia verr eseguita dopo ogni backup giornaliero, e tutti i backup giornalieri pi vecchidelnumerodigiornispecificatodall'utentesarannoeliminati.Ilperiododimantenimento definitoperibackupmensilinonpuessereinferioreaquellodefinitoperibackupsettimanali. Di solito viene impostato un periodo notevolmente pi lungo. prevista la possibilit di conservareibackupmensiliatempoindefinito.

L'archiviorisultante:schemateorico
Supponiamodiselezionarelaconservazionedeibackupgiornalieriper7giorni,diquellisettimanali per 2 settimane e di quelli mensili per 6 mesi. Questa sarebbe la struttura dell'archivio una volta avviato il piano di backup, se tutti i backup fossero completi e potessero quindi essere eliminati esattamentequandoloschemaloprevede. Lacolonnaasinistraindicaigiornidellasettimana.Perognigiornodellasettimanavienemostratoil contenutodell'archiviodopoilbackupregolareelasuccessivapulizia. La lettera G indica il backup considerato giornaliero. La lettera G indica il backup considerato giornaliero.LaletteraGindicailbackupconsideratogiornaliero.

38

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

UnarchivioteoricocreatosecondoloschemaGFS. Pianificazione:giorniferialialleore20:00 Settimanale/Mensile:Venerd Conservazionedeibackupgiornalieri:7giorni Conservazionedeibackupsettimanali:2settimane Conservazionedeibackupmensili:6mesi

A partire dalla terza settimana, i backup settimanali saranno eliminati regolarmente. Dopo 6 mesi cominceranno a essere eliminati i backup mensili. Il diagramma relativo ai backup settimanali e mensilisarsimileallacronologiasettimanale.

L'archiviorisultante:schemareale
Inrealtilcontenutodell'archiviodifferirinunacertamisuradalloschemateorico. Quando si utilizzano i metodi di backup incrementale e differenziale un backup non pu essere eliminatoesattamentequandoloschemaloprevede,sevenesonodisuccessivichesibasanosudi esso. Procedere regolarmente al consolidamento non un'opzione accettabile, perch impegna troppe risorse di sistema. Il programma deve attendere il momento in cui lo schema prevede la cancellazionedituttiibackupdipendentiequindieliminarel'interacatena. Ecco come si presenta nella realt il primo mese del piano di backup definito sopra. La lettera C indica un backup completo. La lettera D indica un backup differenziale. La lettera I indica un backupincrementale.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

39

Ibackupchevengonoconservatioltreladuratanominaleacausadelledipendenzesonoevidenziati inrosa.Ilbackupinizialecompletoverreliminatononappenalosarannotuttiibackupdifferenziali eincrementalichesibasanosudiesso.

AttivitdibackupcreatesecondoloschemaGFSdaAcronisBackup&Recovery10. Pianificazione:giorniferialialleore20:00 Settimanale/Mensile:Venerd Conservazionedeibackupgiornalieri:7giorni Conservazionedeibackupsettimanali:2settimane Conservazionedeibackupmensili:6mesi

2.6 Schema di backup Torre di Hanoi


La necessit di eseguire backup frequentemente si scontra sempre con la considerazione del costo cheoccorresostenereperconservareibackupperunlungoperiododitempo.Loschemadibackup TorrediHanoi(ToH)rappresentaunutilecompromesso.

PanoramicadellaTorrediHanoi
LoschemaTorrediHanoisibasasuunrompicapomatematicocheportalostessonome.Unaseriedi anellisonoimpilatiinordinedigrandezza,conilpigrandeinbasso,suunoditrepaletti.Scopodel giocoportarelaseriedianellisull'ultimopaletto.possibilespostaresolounanelloallavolta,eun anellopigrandenonpuessereposizionatosuunopipiccolo.Lasoluzioneconsistenellospostare ilprimoanelloamossealterne(mosse1,3,5,7,9,11...),ilsecondoogniquattromosse(mosse2,6, 10...),ilterzoaintervallidiottomosse(mosse4,12...),ecosvia.

40

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Ad esempio, in un rompicapo con cinque anelli denominati A, B, C, D ed E, per pervenire alla soluzionelemossedevonoavvenireinquestoordine:

LoschemadibackupTorrediHanoisibasasullostessoconcetto.FunzionaconSessioniinveceche MosseeLivellidibackupinvececheAnelli.NormalmenteunmodellodischemaaNlivellicontiene (2allaN)sessioni. QuindinelmodellodibackupTorrediHanoiacinquelivellivieneripetutociclicamenteloschemache consistein16sessioni(lemosseda1a16nellafiguraprecedente). Nella tabella riportato il modello dello schema di backup a cinque livelli. Il modello consta di 16 sessioni.

Lo schema di backup Torre di Hanoi implica la conservazione di un solo backup per livello. Tutti i backupobsoletidevonoessereeliminati.Loschemaforniscepertantouncriteriodiarchiviazionedati efficiente:siaccumulanopibackuprecenti.Sesonoprevistiquattrobackup,possibileripristinarei datiaoggi,ieri,metdellasettimanaprecedenteounasettimanafa.Nelloschemaacinquelivelli possibile ripristinare anche i dati di cui stato eseguito il backup due settimane fa. Ogni livello di backupaggiuntivoraddoppiapertantoilperiodomassimodiripristinodeidati.

TorrediHanoiAcronis
In genere lo schema di backup Torre di Hanoi troppo complesso perch sia possibile calcolare a mente quale sia il prossimo supporto da utilizzare. Ma Acronis Backup & Recovery 10 rende automatica l'applicazione dello schema. Lo schema di backup pu essere impostato durante la creazionediunpianodibackup. L'implementazioneAcronisdelloschemapresentalecaratteristicheseguenti: finoa16livellidibackup backupincrementalialprimolivello(A):perguadagnaretempoerisparmiarenelleoperazionidi backup pi frequenti; ma il ripristino dei dati da questi backup richiede pi tempo perch in genereimplical'accessoatrebackup

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

41

backupcompletiall'ultimolivello(Einunoschemaacinquelivelli):ibackupmenofrequentidello schema,richiedonopitempoeoccupanopispazio backupdifferenzialiatuttiilivelliintermedi(B,CeDinunoschemaacinquelivelli) poichilbackupdellaprimasessioneinassolutoincrementale,equindinonpuesisteresenza unprecedentebackupcompleto,inquestasessionevienecreatounbackupcompletoinvecedi quelloincrementale loschemaforzatuttiilivellidibackupaconservaresoloilbackuppirecente,eglialtribackupdi unostessolivellodevonoessereeliminati;tuttavia,l'eliminazionevieneposticipataneicasiincui unbackupcostituiscelabaseperunaltrobackupincrementaleodifferenziale in ciascun livello un vecchio backup viene conservato finch non ne viene creato con successo unonuovo. Nella tabella riportato il modello dello schema di backup a cinque livelli. Il modello consta di 16 sessioni.

L'uso di backup incrementali e differenziali pu generare la situazione in cui l'eliminazione di un vecchio backup deve essere posticipata, poich il backup in questione ancora alla base di altri backup.Latabellainbassoillustrailcasouncuil'eliminazionedelbackupcompleto(E)creatonella sessione1vieneposticipatadallasessione17finoallasessione25perchilbackupdifferenziale(D) creatoallasessione9ancorapresente.Nellatabellatuttelecellecorrispondentiabackupeliminati sonoingrigio:

Ilbackupdifferenziale(D)creatoallasessione9verreliminatoallasessione25,dopolacreazionedi unnuovobackupdifferenziale.Conquestocriterio,talvoltaunarchiviodibackupcreatosecondolo schema Torre di Hanoi di Acronis pu includere fino a due backup aggiuntivi rispetto all'implementazioneclassicadelloschema. Per informazioni sull'utilizzo dello schema Torre di Hanoi per le librerie a nastro, vedere Uso dello schemadirotazionedeinastriTorrediHanoi(p.160).

42

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

2.7 Regole di conservazione


I backup prodotti mediante un piano di backup costituiscono un archivio. Le due regole di conservazione descritte in questa sezione consentono di limitare le dimensioni dell'archivio e di impostareladurata(periododiconservazione)deibackup.

1.Eliminaibackuppivecchidi
Sitrattadiunintervalloditempochevienecalcolatoaritroso,apartiredalmomentoincuivengono applicate le regole di conservazione. Ogni volta che viene applicata una regola di conservazione, il programma calcola la data e l'ora nel passato che corrisponde all'intervallo specificato ed elimina tutti i backup creati prima di quel momento. Non viene eliminato alcun backup creato successivamente.

2.Mantenereladimensionedell'archivioentro
Questa opzione consente di specificare la dimensione massima dell'archivio. Ogni volta che viene applicata una regola di conservazione, il programma confronta la dimensione effettiva dell'archivio con il valore impostato dall'utente ed elimina i backup pi vecchi in modo da contenere l'archivio entroledimensionispecificate.Ildiagrammainbassomostrailcontenutodell'archivioprimaedopo l'eliminazione.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

43

Questa operazione comporta un margine di rischio, perch se la dimensione massima dell'archivio viene impostata in modo inadeguato (un valore troppo piccolo) o se un backup regolare risulta di dimensionieccessivepotrebberoessereeliminatituttiibackuptranneuno.Perproteggereibackup recenti dall'eliminazione, selezionare la casella Non eliminare mai backup pi recenti di: e specificareilperiododitempomassimodallacreazionedeibackupchedevonoessereconservati.Il diagrammachesegueillustralaregolarisultante.

Combinazionedelleregole1e2
possibile stabilire un limite sia per la durata dei backup che per le dimensioni dell'archivio. Il diagrammachesegueillustralaregolarisultante.

Esempio Eliminaibackuppivecchidi=3mesi Mantieniladimensionedell'archivioentro=200GB Noneliminaremaibackuppirecentidi=10giorni Ognivoltachevengonoapplicateleregolediconservazione,ilprogrammacancellatuttiibackup creatipidi3mesiprima(o,piesattamente,90giorniprima). Sedopol'eliminazionele dimensionidell'archiviosuperanoi200GBeilbackuppivecchioha pidi10giorni,ilprogrammaeliminaquestobackup. Quindi,senecessario,vienecancellatoilsecondobackuppivecchioecosvia,finoariportarele dimensionidell'archivioentroillimitepreimpostatoofinchsonopresentibackuppivecchidi 10giorni.

Eliminazionedibackupcondipendenze
Entrambeleregolediconservazionecomportanol'eliminazionedialcunibackupelaconservazione degli altri. Ma un archivio pu contenere backup incrementali e differenziali che presentano

44

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

dipendenzesiareciprochecheconibackupcompletisucuisibasano.Inquesticasinonpossibile, adesempio,eliminareunbackupcompletoobsoletoeconservareisuoifigliincrementali. Quandol'eliminazionediunbackupincideanchesualtribackupsiapplicaunadelleregoleseguenti: Ilbackupvieneconservatofinoall'eliminazionedituttiibackupdipendenti Il backup obsoleto viene conservato finch non diventano obsoleti anche tutti i backup che dipendono da esso. A questo punto tutta la catena viene eliminata contemporaneamente, durantelapuliziaperiodica.Questocriterioconsentedievitarel'operazionediconsolidamento, potenzialmente lunga, ma richiede pi spazio per l'archiviazione dei backup di cui viene posticipatal'eliminazione.Ledimensionidell'archivioe/oladuratadeibackuppossonosuperare ivalorispecificati. Consolidabackup Ilprogrammaconsolidailbackupsoggettoaeliminazioneconilsuccessivobackupdipendente. Ad esempio, le regole di conservazione richiedono l'eliminazione di un backup completo e la conservazione del successivo backup incrementale. I backup verranno combinati in un unico backup completo che avr la stessa data di quello incrementale. Quando viene eliminato un backupincrementaleodifferenzialecheoccupaunaposizioneintermedianellacatena,ilbackup risultantesarincrementale. Inquestomodo,dopoognipulizialedimensionidell'archivioeladuratadeibackuprientreranno neilimitispecificati.Ilconsolidamentopututtaviarichiedereunaingentequantitditempoe risorse di sistema. Inoltre, occorre comunque spazio supplementare nel deposito per i file temporaneichesicreanonelcorsodell'operazione. Informazionisulconsolidamento Va tenuto presente che il consolidamento un metodo di eliminazione, non un'alternativa ad essa.Ilbackuprisultantenonconterridaticheeranopresentinelbackupeliminatomanonlo eranoinquelloincrementaleodifferenzialeconservato. Neibackuprisultantidalconsolidamentolacompressionesempremassima.Cisignificachea seguitodiripetutepulizieconconsolidamentotuttiibackupdiunarchiviopossonopresentarela massimacompressione.

Procedureottimali
Mantenerel'equilibriotralacapacitdellaperifericadiarchiviazione,iparametrirestrittiviimpostati elafrequenzadellapulizia.Lalogicadelleregolediconservazionepresupponechelacapacitdella periferica di archiviazione sia molto maggiore delle dimensioni medie di un backup e che la dimensione massima dell'archivio non si avvicini alla capacit di archiviazione fisica, ma lasci una ragionevole riserva. Per questo motivo, l'eventuale superamento delle dimensioni impostate per l'archivio che pu verificarsi tra un'attivit di pulizia e l'altra non risulter critico per l'attivit aziendale. Pi le attivit di pulizia sono distanziate nel tempo, pi spazio occorrer per archiviare i backupchevengonoconservatioltreladurataprevista. La pagina Depositi (p. 134) contiene informazioni sullo spazio libero disponibile in ciascuno dei depositi.opportunoconsultarladitantointanto.Selospaziolibero(chequellodisponibilenella periferica di archiviazione) si avvicina a zero, pu essere necessario aumentare le restrizioni per alcuniopertuttigliarchiviresidentineldepositoinquestione.

2.8 Backup di volumi dinamici (Windows)


Questasezionespiegabrevementecomeeseguireilbackupeilripristinodivolumidinamici(p.395) conAcronisBackup&Recovery10.Vengonoinoltreillustratiidischidibasecheutilizzanolatavoladi partizioneGUID(GPT).
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 45

Unvolumedinamicounvolumesituatosudischidinamici(p.387)o,piesattamente,suungruppo didischi(p.389).AcronisBackup&Recovery10supportaiseguentitipidivolumidinamiciolivelli RAID: semplice/spanned striped(RAID0) mirrored(RAID1) unmirrordistripe(RAID0+1) RAID5. AcronisBackup&Recovery10consentedieseguireilbackupeilripristinodivolumidinamicie,con minimelimitazioni,divolumiGPTdibase.

Backupdivolumidinamici(Windows)
Il backup di volumi dinamici e volumi GPT di base viene eseguito come per i volumi MBR di base. QuandosicreaunpianodibackupattraversolaGUI,tuttiitipidivolumisonodisponibiliperessere selezionaticomeelementidicuieseguireilbackup.Sesiutilizzalalineadicomando,perindicarei volumidinamicieGPToccorreutilizzareilprefissoDYN. Esempidilineadicomando
trueimagecmd/create/partition:DYN1,DYN2/asz

ConquestaistruzioneverreseguitoilbackupdeivolumiDYN1eDYN2inAcronisSecureZone.
trueimagecmd/create/harddisk:DYN/asz

Con questa istruzione verr eseguito il backup di tutti i volumi dinamici del sistema in Acronis SecureZone. NonvieneeseguitoilbackupnilripristinodelcodicediavviodeiGPTdibase.

Ripristinovolumidinamici
Unvolumedinamicopuessereripristinato suqualsiasitipodivolumeesistente nellospaziononallocatodiungruppodidischi nellospaziononallocatodiundiscodibase. Ripristinosuunvolumeesistente Quandounvolumedinamicovieneripristinatosuunvolumeesistente,dibaseodinamico,idati delvolumedidestinazionevengonosovrascrittidalcontenutodelbackup.Iltipodelvolumedi destinazione (di base, semplice/spanned, striped, mirrored, RAID 0+1, RAID 5) non verr modificato. Le dimensioni del volume di destinazione devono essere sufficienti ad accogliere il contenutodelbackup. Ripristinonellospaziononallocatodiungruppodidischi Quandounvolumedinamicovieneripristinatonellospaziononallocatodiungruppodidischi, vengonoripristinatisiailtipocheilcontenutodelvolumerisultante.Lospaziononallocatodeve essere sufficiente ad accogliere il contenuto del backup. Anche il modo in cui lo spazio non allocatodistribuitotraidischiimportante. Esempio Ivolumistripedconsumanolastessaquantitdispaziosuciascunodeidischi.

46

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Supponiamodivolerripristinareunvolumestripedda30GBinungruppocompostodadue dischi.Ognidiscopresentavolumieunacertaquantitdispaziononallocato.Iltotaledello spazio non allocato di 40 GB. Il ripristino dar sempre luogo a un volume striped se lo spaziononallocatodistribuitoequamentetraidischi(20GBe20GB). Se lo spazio non allocato di 10 GB in uno dei dischi e di 30 GB nell'altro, il risultato del ripristinodipenderdalvolumedeidatidaripristinare. Setalevolumeinferiorea20GB,undiscopotrcontenere,adesempio,10GBel'altroi rimanenti10GB.Verrcoscreatounvolumestripedinentrambiidischienelsecondodisco 20GBresterannononallocati. Seilvolumedeidatisuperiorea20GB,idatinonpotrannoesseredistribuitiequamentetra i due dischi, ma potranno essere contenuti in un unico volume semplice. Verr creato un volume semplice nel secondo disco, per contenere tutti i dati. Il primo disco non sar utilizzato.
Ripristinatoin: Volumedinamico Volumedinamico Volumedinamico Stessotipodelvolumedi destinazione Volumedinamico Stessotipodelvolumedi destinazione VolumeMBRdibase VolumeGPTdibase VolumeMBRdibase VolumeGPTdibase Backupeseguito(origine): VolumeMBRdibase Volumedinamico Stessotipodelvolumedi destinazione Volumedinamico Semplice VolumeMBRdibase VolumeGPTdibase VolumeMBRdibase VolumeGPTdibase VolumeGPTdibase Volumedinamico Stessotipodelvolumedi destinazione N/A

Spaziononallocato (gruppodidischi) VolumeMBRdibase VolumeGPTdibase Spaziononallocato(disco MBRdibase) Spaziononallocato(disco GPTdibase)

VolumeMBRdibase VolumeGPTdibase VolumeMBRdibase VolumeGPTdibase

Spostamentoeridimensionamentodeivolumiduranteilripristino Duranteilripristinopossibileridimensionareilvolumedibaserisultante,siaMBRcheGPT,o modificare la posizione del volume nel disco. Non possibile spostare o ridimensionare un volumedinamicorisultante.

Preparazionedigruppididischievolumi
Primadiripristinarevolumidinamicidazeronecessariocreareungruppodidischinell'hardwaredi destinazione. Pu inoltre essere opportuno creare o aumentare lo spazio non allocato in un gruppo di dischi esistente.Aquestoscopopossibileeliminarevolumioconvertiredischidibaseindinamici. Se si desidera modificare il tipo del volume di destinazione (di base, semplice/spanned, striped, mirrored, RAID 0+1, RAID 5), possibile farlo eliminando il volume di destinazione e creando un nuovovolumenellospaziononallocatorisultante. AcronisBackup&Recovery10includeunapratica utilityperlagestionedei dischicheconsentedi eseguire queste operazioni sia nel sistema operativo che da zero. Per ulteriori informazioni su AcronisDiskDirectorLite,consultarelasezionerelativaallagestionedeidischi(p.281).
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 47

2.9 Backup di volumi LVM (Linux)


Questasezionespiegabrevementecomeeseguireilbackupeilripristinodivolumigestitimediante LVM(LinuxLogicalVolumeManager),denominativolumilogici,conAcronisBackup&Recovery10. L'agenteAcronisBackup&Recovery10forLinuxconsentediaccedereaquestivolumiedieseguirne ilbackupeilripristinoseeseguitoinLinuxconkernel2.6.xoinunsupportodiavviobasatosuLinux. possibile eseguire il backup dei dati di uno o pi volumi logici e ripristinarli in un volume logico creatoprecedentementeoinunvolumeodiscodibase(MBR);analogamente,idatidiunvolumedi basepossonoessereripristinatiinunvolumelogico.Inognicaso,ilprogrammaarchiviaeripristina solo il contenuto del volume. Il tipo e le altre propriet del volume di destinazione non vengono modificati.
UnsistemaripristinatodalbackupdiunvolumelogicoinundiscoMBRdibasenonpuavviarsiperchilkernel tentadimontareilfilesystemradicenelvolumelogico.Peravviareilsistema,modificarelaconfigurazionedel loadere/etc/fstabinmodochenonvengausatoLVMeriattivareilloaderdiavviocomedescrittonellasezione relativaallarisoluzionedeiproblemidiavvio(p.240).

QuandounvolumelogicovieneripristinatoinunvolumeMBRdibase,possibileridimensionareil volumerisultante. Primadiripristinarevolumilogicisuunamacchinadidestinazionesenzastrutturadivolumelogica corrispondente (ad esempio, per un ripristino baremetal), necessario creare i volumi e i gruppi logiciinunodeiseguentimodi: Prima di eseguire il primo backup del disco su una macchina di origine, eseguire il seguente comando:
trueimagecmddumpraidinfo

Questo salver la struttura del volume logico della macchina nella directory /etc/Acronis. Includereilvolumecontenentequestadirectorynell'elencodeivolumidicuieseguireilbackup. Prima del ripristino, utilizzare lo script restoreraids.sh nel supporto riavviabile per creare la struttura. In alternativa, utilizzare l'utilit lvm per creare manualmente la struttura, quindi eseguire il ripristino.possibileeseguirequestaprocedurasiainLinuxcheinunsupportoriavviabile. Peristruzionidettagliatesulripristinodivolumilogici,vedereRipristinodiperifericheMDevolumi logici(p.276). Selastrutturadivolumigipresentenellamacchinanonnecessariocrearla(adesempioilcaso incuialcunidatidelvolumesonostatipersi,manessundiscorigidostatosostituito).

Comeselezionareivolumilogicidicuieseguireilbackup
Ivolumilogicicompaionoalterminedell'elencodeivolumidisponibiliperilbackup.Ancheivolumidi base inclusi nei volumi logici sono visualizzati nell'elenco, con l'indicazione Nessuno nella colonna Tipo. Se si decide di eseguire il backup di tali partizioni, il programma ne costituir un'immagine settore per settore. Normalmente non occorre. Per eseguire il backup di tutti i dischi disponibili, specificaretuttiivolumilogicioltreaivolumidibasechenonnefannoparte. UnvolumelogicounapartizioneGPT(tavoladipartizioneGUID).Ivolumilogicisonovisualizzatiin Volumidinamici&GPT. Eccounesempiodielencodeivolumiottenutoconilcomando:
48 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

trueimagecmdlist

NellaGUIvienevisualizzataunatabellasimile.
Num Partizione Flag Avvio Dimensione Tipo _________________________________________________________________ Disco 1: 1-1 hda1 (/boot) Pri,Act 63 208782 Ext3 1-2 hda2 Pri 208845 8177085 Nessuno Disco 2: 2-1 hdb1 Pri,Act 63 8385867 Nessuno Disco 3: 3-1 hdd1 Pri,Act 63 1219617 Ext3 3-2 Acronis Secure Zone Pri 1219680 2974608 FAT32 Volumi & GPT dinamici: DYN1 VolGroup00-LogVol00 15269888 Ext3 DYN2 VolGroup00-LogVol01 1048576 Linux Swap

Nelsistemasonopresentitredischifisici(Disco1,Disco2eDisco3).Duevolumilogici,DYN1eDYN2, sono collocati nei volumi di base 12 e 21. Disco3 include la Acronis Secure Zone, di cui normalmentenonvieneeseguitoilbackup. PereseguireilbackupdelvolumelogicoDYN1,selezionareilvolumeDYN1. Pereseguireilbackupdituttietreidischirigidi,selezionareivolumi11,31,DYN1eDYN2. SesiselezionaDisco2,volume12ovolume21,il programma creerun backupraw (settoreper settore). Per eseguire il backup del volume logico DYN1 utilizzando l'interfaccia della linea di comando, eseguireilcomandoseguente(nell'esempioilnomedelbackup/home/backup.tib):
trueimagecmdpartition:dyn1filename:/home/backup.tibcreate

Uncollegamentoutile: http://tldp.org/HOWTO/LVMHOWTO/

2.10 Backup di volumi RAID (Linux)


L'agente Acronis Backup & Recovery 10 for Linux consente di eseguire il backup e il ripristino di perifericheRAIDsoftwareLinux,notecomeperifericheMD(multipledisk)ediarrayRAIDhardware.

ArrayRAIDsoftware
Gli array RAID software, o periferiche MD, combinano diversi volumi e costituiscono periferiche a blocchi consolidati (/dev/md0, /dev/md1,..., /dev/md31), le cui informazioni sono memorizzate in /etc/raidtaboinareededicateditalivolumi.

Backup
Il backup degli array software attivi (montati) pu essere eseguito come per i volumi logici. Gli arraycompaionoalterminedell'elencodeivolumidisponibiliperilbackup. I volumi di base inclusi negli array software sono elencati come se avessero il file system danneggiatoononloavesseroaffatto.Nonhasensoeseguireilbackupdiquestivolumiquando montatounarraysoftware,perchnonsarpossibileripristinarli. Esempio
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 49

Eccounesempiodielencodeivolumiottenutoconilcomandolist:NellaGUIvienevisualizzatauna tabellasimile. IlsistemapresentaunaconfigurazioneRAID1induevolumidibase:sdc1,sdd1.


Num Partizione Flag ---- -------------------- ----------Disco 1: 1-1 sda1 Pri,Act 1-2 sda2 Pri 1-3 sda3 Pri Disco 2: Tavola Non allocato Disco 3: 3-1 sdc1 Pri Non allocato Disco 4: 4-1 sdd1 Pri Non allocato Disco 5: Tavola Non allocato Volumi GPT & dinamici: DYN1 md0 Disco: 5 Disco: 4 Avvio Dimensioni Tipo ---------- ---------- ----------- 63 208845 15759765 0 1 63 16755795 63 16755795 0 1 208782 15550920 1012095 Ext3 ReiserFS Linux Swap Tavola Non allocato Ext3 Non allocato Nessuno Non allocato Tavola Non allocato Ext3

16771859 16755732 16065 16755732 16065

16771859 33511168 63 63

0 0

Ilbackupdell'arrayRAIDpuessereeseguitonelmodoseguente: trueimagecmd progress:on --create --partition:DYN1 --filename:/tmp/raid.tib --

Nell'interfacciautentegraficapossibileselezionarelacasellaDYN1.

Ripristina
IlbackupdeiparametridegliarrayRAIDsoftwarenonvieneeseguito,quindiessipossonoessere ripristinati solo in un volume di base, in spazio non allocato o in un array precedentemente configurato.IlripristinopuessereeseguitoinLinuxoinunsupportodiavviobasatosuLinux. Sevieneavviatodaunsupportodiavvio,l'agentediavviotentadiaccedereaiparametridiun array di dischi software e di configurarli. Tuttavia, se le informazioni necessarie sono perdute, l'array non pu essere configurato automaticamente. In questo caso occorre creare manualmente un array software utilizzando un comando quale mdadm, quindi riavviare la proceduradiripristino. Adesempio,ilseguentecomandocreaunaperifericaMD/dev/md0nellaconfigurazioneRAID1 deivolumidibase/dev/sdc1and/dev/sdd1:
mdadmcreate/dev/md0level=1raiddevices=2/dev/sd[cd]1

Per informazioni dettagliate sul ripristino di array RAID software in Linux e nel supporto riavviabile,consultareRipristinodiperifericheMD(Linux)(p.244)eRipristinodiperifericheMDe volumilogici(p.276),rispettivamente.

ArrayRAIDhardware
Gli array RAID hardware in Linux combinano diverse unit fisiche per creare un unico disco partizionabile. Lo speciale file correlato a un array RAID hardware solitamente situato in /dev/ataraid.IlbackupdiarrayRAIDhardwarepuessereeseguitoconlestessemodalitutilizzate perinormalidischirigidi.
50 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

LeunitfisichechefannopartediarrayRAIDhardwaresonoelencateinsiemeaglialtridischi,come seavesserounatavoladipartizionedanneggiataononneavesseroaffatto.Nonhasensoeseguireil backupdiquestidischi,perchnonsarpossibileripristinarli.

2.11 Supporto dei nastri


AcronisBackup&Recovery10supportalibrerieanastro,caricatoriautomatici,unitanastroSCSIe USBcomeperiferichediarchiviazione.Unaperifericaanastropuesserecollegatalocalmenteauna macchinagestita(inquestocaso,l'agenteAcronisBackup&Recovery10scrivesuinastrielilegge)o possibileaccedervitramiteilnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10(p.20).Inodi di archiviazione garantiscono il funzionamento completamente automatico delle librerie a nastro e deicaricatoriautomatici(p.142). Gliarchividibackupcreaticondiversimetodidiaccessoainastripresentanoformatidifferenti.Un nastroscrittodaunnododiarchiviazionenonpuesserelettodaunagente. IsupportidiavviobasatisuLinuxesuPEconsentonodieseguirebackuperipristinoutilizzandosia l'accessolocalechel'accessoattraversoilnododiarchiviazione.Ibackupcreaticonsupportidiavvio possono essere ripristinati con l'agente Acronis Backup & Recovery 10 in esecuzione nel sistema operativo.

2.11.1 Tabella di compatibilit dei nastri


Latabellaseguentefornisceunriepilogodellaleggibilitdeinastriscritticonlefamigliediprodotti AcronisTrueImageEchoeAcronisTrueImage9.1inAcronisBackup&Recovery10.Nellatabella illustrata anche la compatibilit dei nastri scritti con diversi componenti di Acronis Backup & Recovery10.
...puesserelettoinunaperifericaanastrocollegataa unamacchinacon... Supportodi Agenteper avvio Windows ABR10 ABR10 + + + + + + + + + + + + + + + + + + Agente perLinux ABR10 + + + + + + + + + Nododi archiviazione ABR10 + + + + + + + + + + +

Unnastroscrittoinuna perifericaanastro(unito libreriaanastro)collegata localmentecon...

Supporto riavviabile

Agenteper Windows

Agenteper Linux

ATIE 9.1 ATIE 9.5 ATIE 9.7 ABR10 ATIE 9.1 ATIE 9.5 ATIE 9.7 ABR10 ATIE 9.1 ATIE 9.5 ATIE 9.7

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

51

Unnastroscrittoinuna perifericaanastrocon...

Serverdi backup

Nododi archiviazione

ABR10 ATIE 9.1 ATIE 9.5 ATIE 9.7 ABR10

+ +

+ +

+ +

+ + + + +

2.11.2 Uso di un'unica unit a nastro


Un'unitanastrocollegatalocalmenteaunamacchinagestitapuessereutilizzatacomeperiferica diarchiviazioneneipianidibackuplocali.Lafunzionalitdiuncaricatoreautomaticoodiunalibreria a nastro collegati localmente limitata a quella di una normale unit a nastro. Ci significa che il programma pu lavorare solo con il nastro correntemente montato e che i nastri devono essere montatimanualmente.

Backupinunaperifericaanastrocollegatalocalmente
Quandosicreaunpianodibackuppossibileselezionarelaperifericaanastrocollegatalocalmente comedestinazionedeibackup.Quandosiesegueilbackupsuunnastrononnecessariospecificare ilnomedell'archivio. Unarchiviopuestendersisupinastri,mapucontenereunsolobackupcompletoeunnumero illimitato di backup incrementali. Ogni volta che si crea un backup completo, si parte da un nuovo nastroesicreaunnuovoarchivio.Appenailnastropieno,comparirunafinestradidialogocon unarichiestadiinserireunnuovonastro. Ilcontenutodiunnastrononvuotoverrsovrascrittodopounarichiestadiconferma.disponibile un'opzionedidisattivazionedeiprompt:vedereImpostazioniaddizionali(p.123). Soluzionealternativa Incasosidesidericonservarepidiunarchiviosulnastro,adesempiopereseguireilbackupdel volumeCedelvolumeDseparatamente,sceglierelamodalitdibackupincrementaleanzichil backup completo quando si crea il backup iniziale del secondo volume. In altre situazioni, il backup incrementale viene utilizzato per aggiungere modifiche all'archivio creato precedentemente. Si possono verificare brevi pause necessarie per riavvolgere il nastro. Nastri vecchi o di qualit scadente, nonch la presenza di sporco sulla testina magnetica, possono portare a pause che possonodurarefinoadalcuniminuti. Limitazioni 1. Nonsonosupportatipibackupcompletiinunostessoarchivio. 2. Nonpossibileripristinarefileindividualidaunbackupdeldisco. 3. Non possibile eliminare backup da un nastro durante la pulizia, n manualmente n automaticamente.Quandoilbackupvieneeseguitoinunnastrocollegatolocalmente,regoledi conservazioneeschemidibackupcheprevedonolapuliziaautomatica(GFS,TorrediHanoi)sono disabilitatinellaGUI. 4. Nelleperifericheanastrononpossibilecrearedepositipersonali.

52

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

5. Poich in un backup situato in un nastro non possibile rilevare la presenza di un sistema operativo,alripristinodiognidiscoovolumevienepropostoAcronisUniversalRestore(p.395), anchequandosiripristinaunvolumeLinuxoWindowsnondisistema. 6. AcronisActiveRestore(p.381)nondisponibilequandosiesegueilripristinodaunnastro.

Ripristinodaunaperifericaanastrocollegatalocalmente
Prima di creare un'attivit di ripristino, inserire o montare il nastro contenente il backup che si intenderipristinare.Durantelacreazionediun'attivitdiripristinoselezionarelaperifericaanastro dall'elencodiposizionidisponibili,quindiselezionareilbackup.Duranteilripristinoverrannorichiesti glialtrinastrieventualmentenecessaripercompletarlo.

2.12 Tecnologie proprietarie Acronis


QuestasezionedescriveletecnologieproprietarieereditatedaAcronisBackup&Recovery10dalle famigliediprodottiAcronisTrueImageEchoAcronisTrueImage9.1.

2.12.1 Acronis Secure Zone


Acronis Secure Zone una partizione sicura che consente di conservare gli archivi di backup nello spaziosudiscodiunamacchinagestitaediconseguenzadiripristinareundiscosullostessodiscoin risiedeilbackup. Alla zona possono accedere determinate applicazioni di Windows, ad esempio gli strumenti di gestionediscodiAcronis. Se nel disco dovesse verificarsi un guasto fisico, la zona e gli archivi che essa contiene andrebbero persi.necessariopertantocheAcronisSecureZonenonsial'unicaposizioneincuiunbackupviene archiviato. In ambienti aziendali Acronis Secure Zone pu essere considerata una posizione intermedia in cui conservare i backup quando una posizione normalmente utilizzata non temporaneamentedisponibileoconnessatramiteuncanalelentoosaturo.

Vantaggi
AcronisSecureZone: Consentediripristinareundisconellostessodiscoincuirisiedeilbackup. Costituisce un metodo pratico ed economico per proteggere i dati da malfunzionamenti software,attacchidivirusederrorideglioperatori. Poich si tratta di uno spazio di memorizzazione degli archivi interno, elimina la necessit di disporrediunsupportoseparatoodiunaconnessionedireteperilbackupoilripristinodeidati. Questacaratteristicaparticolarmenteutileagliutentimobili. Pufungeredadestinazioneprincipalequandosiutilizzanoibackupsudoppiadestinazione(p. 119).

Limitazioni
La zona non pu essere organizzata in un disco dinamico o in un disco che utilizzi il sistema di partizionamentoGPT.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

53

GestionediAcronisSecureZone
Acronis Secure Zone viene considerata come un deposito (p. 385) personale. Una volta creata una zonainunamacchinagestita,talezonasemprepresentenell'elencodiDepositipersonali.Ipianidi backupcentralizzati(p.392)possonoutilizzaresiaAcronisSecureZonechepianilocali(p.392). Gli utenti che hanno utilizzato Acronis Secure Zone in precedenza noteranno un cambiamento radicale nella funzionalit della zona. La zona non esegue pi la pulizia automatica, vale a dire l'eliminazione dei vecchi archivi. Per eseguire i backup nella zona opportuno utilizzare schemi di backupconpuliziaautomaticaoeliminaremanualmenteibackupobsoletimediantelafunzionalitdi gestionedegliarchivi. LenuovefunzionalitdiAcronisSecureZoneconsentonodieseguireleoperazioniseguenti: visualizzarel'elencodegliarchivisituatinellazonaedeibackupcontenutiinciascunarchivio esaminareilcontenutodeibackup montareilbackupdiundiscopercopiarefiledalbackupinundiscofisico liminareinmodosicuroarchiviebackupdagliarchivi. Per ulteriori informazioni sulle operazioni disponibili in Acronis Secure Zone, vedere la sezione Depositipersonali(p.166).

AggiornamentodaAcronisTrueImageEcho
Quando si esegue l'aggiornamento da Acronis True Image Echo a Acronis Backup & Recovery 10, AcronisSecureZoneconservergliarchivicreaticonEcho.Lazonacomparirnell'elencodeidepositi personalieivecchiarchivisarannodisponibiliperilripristino.

2.12.2 Acronis Startup Recovery Manager


Unamodificadell'agenteavviabile(p.382)puesserecollocatainundiscodisistemaeconfigurata in modo che venga lanciata in fase di avvio premendo il tasto F11. In questo modo si elimina la necessit di ricorrere a un supporto di avvio o a una connessione di rete per avviare l'utility di ripristino.Questafunzionalitdenominata"AcronisStartupRecoveryManager". AcronisStartupRecoveryManagerparticolarmenteutileagliutentimobili.Sesiverificaunerrore, l'utente riavvia la macchina, preme F11 al prompt "Premi F11 per Acronis Startup Recovery Manager"edesegueilripristinodeidatinellostessomodoutilizzatopericomunisupportidiavvio. L'utente pu anche eseguire il backup mentre in viaggio, utilizzando Acronis Startup Recovery Manager. Nelle macchine in cui installato il caricatore di avvio GRUB, l'utente seleziona Acronis Startup RecoveryManagerdalmenudiavvioinvecedipremereF11.

AttivazioneedisattivazionediAcronisStartupRecoveryManager
L'operazione che consente di utilizzare Acronis Startup Recovery Manager detta attivazione. Per attivare Acronis Startup Recovery Manager, selezionare Azioni > Attiva Acronis Startup Recovery Managerdalmenudelprogramma. possibileattivareodisattivareAcronisStartupRecoveryManagerinqualsiasimomentodalmenu Strumenti.Ladisattivazioneimplicherladisabilitazionedellarichiestainfasediavvio"PremereF11 per Acronis Startup Recovery Manager" (o l'eliminazione della voce corrispondente dal menu di avviodiGRUB).Cisignificachequalorailsistemanonriescaaeseguirel'avviooccorrerutilizzare unsupportodiavvio.
54 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Limitazioni
Acronis Startup Recovery Manager richiede la riattivazione dei caricatori di terze parti dopo l'attivazione.

AggiornamentodaAcronisTrueImageEcho
Dopol'aggiornamentodaAcronisTrueImageEchoaAcronisBackup&Recovery10,AcronisStartup Recovery Manager risulta disattivato, indipendentemente dallo stato prima dell'aggiornamento. comunquepossibileriattivareAcronisStartupRecoveryManagerinqualsiasimomento.

2.12.3 Universal Restore (Acronis Backup & Recovery 10 Universal Restore)


AcronisBackup&Recovery10UniversalRestorelatecnologia proprietariaAcronische agevolail ripristinoel'avviodiWindowssuhardwarediversooinunamacchinavirtuale.UniversalRestorein grado di gestire le differenze delle periferiche per l'avvio del sistema operativo, come controller di memoria,schedamadreochipset.

ScopodiAcronisBackup&Recovery10UniversalRestore
Unsistemapuesserefacilmenteripristinatodaunbackupdeldisco(immagine)nellostessosistema o su hardware identico. Se tuttavia si sostituisce la scheda madre o si usa un'altra versione del processore, un caso che si pu verificare se l'hardware si guasta, il sistema ripristinato potrebbe risultare impossibile da riavviare. Un tentativo di trasferire il sistema su un nuovo computer molto pi potente produce, generalmente, un analogo esito negativo perch il nuovo hardware non compatibileconidriverpiimportantiinclusinell'immagine. UsandoMicrosoftSystemPreparationTool(sysprep)nonsirisolvequestoproblema,perchSysprep pu installare driver solamente per le periferiche Plug and Play (schede audio, adattatori di rete, schedevideoecosvia).PerquantoriguardaidriverdisistemaHAL(livellodiastrazionehardware)e quelli delle periferiche di archiviazione, devono essere identici nei computer di origine e di destinazione(vederegliarticoli302577e216915dellaMicrosoftKnowledgeBase). La tecnologia di Universal Restore offre una soluzione efficiente per un ripristino di sistema indipendentedall'hardware,sostituendoidriveressenzialiHALedelleperiferichediarchiviazionedi massa. UniversalRestorepuessereutilizzatoper: 1. Ripristinoistantaneodiunsistemaguastosuunhardwaredifferente. 2. Clonazioneeimplementazionedisistemioperativiindipendentementedall'hardware. 3. Migrazionedellemacchinedafisicaafisica,dafisicaavirtualeedavirtualeafisica.

PrincipidiUniversalRestore
1. SelezioneautomaticadeidriverHALediarchiviazionedimassa. UniversalRestorecercaidrivernellecartellediretespecificatedall'utente,neisupportirimovibili e nelle cartelle predefinite contenenti i driver del sistema da ripristinare. Universal Restore analizzaillivellodicompatibilitdituttiidrivertrovatieinstallaidriverHALediarchiviazionedi massa pi adatti all'hardware di destinazione. Anche i driver per gli adattatori di rete vengono cercatiepassatialsistemaoperativocheliinstallaautomaticamentealprimoavvio.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

55

La cartella predefinita di Windows contenente i driver indicata nel valore di registro DevicePath che si trovanellachiavediregistroHKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion.La cartelladiarchiviazionesolitamenteWINDOWS/inf.

2. Selezionemanualedeldriverperlaperifericadiarchiviazionedimassa. Se l'hardware di destinazione dotato di un controller specifico per l'archiviazione di massa (come un adattatore SCSI, RAID o Fibre Channel) per il disco rigido, possibile installare manualmente il driver opportuno, evitando la procedura automatica di ricerca e installazione driver. 3. InstallazionedidriverperperiferichePlugandPlay. UniversalRestoresibasasuunprocessointegratodirilevamentoeconfigurazionePlugandPlay per gestire le differenze di hardware in periferiche non critiche per l'avvio del sistema, quali, video, audio, USB. Windows assume il controllo di questo processo durante la fase di collegamentoeseunapartedelnuovohardwarenonvieneindividuata,sarpossibileinstallarei relatividrivermanualmente,inunsecondotempo.

UniversalRestoreeMicrosoftSysprep
UniversalRestorenonunostrumentodipreparazionedelsistema.Puessereapplicatoaqualsiasi immagine di Windows creata con prodotti Acronis, comprese le immagini preparate con Microsoft SystemPreparationTool(Sysprep).Diseguitoriportatounesempiodell'usodeiduestrumentisullo stessosistema. Universal Restore non elimina le impostazioni degli identificatori di sicurezza (SID) e del profilo utente; in tal modo consente l'esecuzione immediata del sistema, senza che sia necessario aggiungerenuovamenteildominio,nripeterelamappaturadeiprofiliutentedirete.Permodificare leimpostazionisopracitateinunsistemaripristinato,possibilepreparareilsistemaconSysprep, crearneun'immagineeripristinarlo,senecessario,utilizzandoUniversalRestore.

Limiti
UniversalRestorenondisponibile: quandouncomputervieneavviatoconAcronisStartupRecoveryManager(utilizzandoF11)o l'immaginedibackupsitrovainAcronisSecureZoneo quandosiutilizzaAcronisActiveRestore, perchquestefunzionalitsonodestinateprincipalmentealripristinoimmediatodeidatinellastessa macchina. UniversalRestorenondisponibilenelripristinodiLinux.

ComeacquistareUniversalRestore
Universal Restore viene fornito gratuitamente con Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server SBSEditioneAcronisBackup&Recovery10AdvancedServerVirtualEdition. UniversalRestoreperaltriprodottideveessereacquistatoseparatamente,prevedeunalicenzaas e viene installato come funzionalit a parte dal file di installazione. Per rendere operativa la funzionalit aggiuntiva appena installata nell'ambiente di avvio necessario ricreare il supporto riavviabile.

56

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

2.12.4 Acronis Active Restore


Active Restore la tecnologia proprietaria Acronis che consente di portare online un sistema immediatamentedopol'avviodelripristino. I clienti che hanno gi dimestichezza con Acronis Recovery per Microsoft Exchange noteranno che questoprodottoutilizzaActiveRestoreperrenderedisponibileunarchivioinformazionidiExchange nonappenaavviatoilripristino.Sebbenesiabasatosullastessatecnologia,ilripristinodell'archivio informazioni procedein modoalquantodiversorispettoaquellodelsistema operativodescrittoin questasezione.

Sistemioperativisupportati
AcronisActiveRestoredisponibileperilripristinodiWindowsapartiredaWindows2000.

Limitazioni
L'unica posizione archivio supportata un'unit locale o, pi precisamente, qualsiasi periferica disponibile attraverso il BIOS della macchina. Pu essere Acronis Secure Zone, un'unit disco USB, un'unitflashoqualsiasiunitdiscointerna.

Comefunziona
Quandosiconfiguraun'operazionediripristino,siselezionanodischiovolumidaripristinaredaun backup.AcronisBackup&Recovery10analizzaidischioivolumiselezionatiinclusinelbackup.Se viene rilevata la presenza di un sistema operativo supportato, l'opzione Acronis Active Restore divienedisponibile. Sel'opzionenonabilitata,ilripristinodelsistemaprocedernormalmenteelamacchinadiventer operativaalcompletamentodelripristino. Sel'opzionevieneabilitata,lasequenzadioperazionisarimpostatacomedescrittodiseguito. All'avvio del ripristino, il sistema operativo si avvia dal backup. La macchina diventa operativa e pronta a fornire i servizi necessari. I dati richiesti per rispondere alle richieste in arrivo vengono ripristinaticonlamassimapriorit;tuttoilrestovieneripristinatoinbackground. Poich l'elaborazione delle richieste viene eseguita contemporaneamente al ripristino, il funzionamento del sistema pu risultare rallentato, anche se la priorit del ripristino nelle opzioni corrispondentiimpostatasuBassa.Inquestomodo,iltempodiinattivitdelsistemavieneridotto alminimo,alprezzodiuntemporaneocalodelleprestazioni.

Scenaridiutilizzo
1. Iltempodiattivitdelsistemaunodeiparametridiefficienza. Esempi:Servizionlineorientatiaiclienti,sitidivenditasulWeb,seggielettorali. 2. Ilrapportospaziodiarchiviazione/sistemafortementesbilanciatoversol'archiviazione. Alcune macchine vengono utilizzate come risorse di archiviazione, in cui il sistema operativo occupa una piccola quota dello spazio, mentre tutto lo spazio del disco rimanente dedicato all'archiviazione,adesempiodifilm,fileaudiooaltrifilemultimediali.Alcunidiquestivolumidi archiviazionepossonoesseredi dimensioniestremamentegrandirispettoalsistema,per cuila quasi totalit del tempo necessario per il ripristino sar dedicata al ripristino dei file, che potrebberoinveceesserenecessari,alpi,inunprossimofuturo.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

57

Sesiutilizzal'opzioneAcronisActiveRestore,ilsistemasaroperativoinpocotempo.Gliutenti potrannoaprireifilenecessaridall'archivioeutilizzarlimentreilrestodeifile,chenonservono immediatamente,vengonoripristinatiinbackground. Esempi:archiviazionediraccoltedifilm,dimusicaodialtricontenutimultimediali.

Utilizzo
1. EseguireilbackupdelvolumeodiscodisistemainunaposizioneaccessibiletramiteilBIOSdel sistema. Pu essere Acronis Secure Zone, un'unit disco USB, un'unit flash o qualsiasi unit discointerna.
Seilsistemaoperativoutilizzatoeilrelativocaricatorerisiedonoinvolumidifferenti,nelbackupincludere sempre entrambi i volumi. I volumi, inoltre, devono essere ripristinati insieme, altrimenti il rischio che il sistemaoperativononsiriavviielevato.

2. Creareunsupportodiavvio. 3. Sesiverificaunerroredisistema,avviarelamacchinautilizzandoilsupportodiavvio.Avviarela consoleedeseguirelaconnessioneall'agentediavvio. 4. Configurareilripristinodelsistema:scegliereilvolumeodiscodisistemaeselezionarelacasella UtilizzaAcronisActiveRestore.


AcronisActiveRestoresceglierperl'avvioeperilsuccessivoripristinoilprimosistemaoperativorilevato durante l'analisi del backup. Non tentare di ripristinare pi di un sistema operativo utilizzando Active Restore,sesivuolecheilrisultatosiaprevedibile.Quandosiripristinaunsistemaconpivolumidiavvio, scegliereunsolovolumedisistemaeunsolovolumediavvioallavolta.

5. All'avvio del ripristino, il sistema operativo si avvia dal backup. L'icona Acronis Active Restore vienevisualizzatanellabarradelleapplicazioni.Lamacchinadiventaoperativaeprontaafornirei servizi necessari. Vengono visualizzate la struttura ad albero dell'unit e le icone, ed immediatamente possibile aprire file o avviare applicazioni, anche prima che sia avvenuto il ripristino. I driver di Acronis Active Restore intercettano le richieste del sistema e impostano la massima prioritperifilenecessariagestirelerichiesteinarrivo.Mentrevieneeseguitoquestoripristino "alvolo",ilnormaleprocessodiripristinoprocedeinbackground.
Sesitentadidisconnetterelamacchina,spegnerlaoattivarelamodalitibernazioneutilizzandoicomandi del menu Start, la chiusura della sessione corrente viene automaticamente posticipata fino al completamentodelripristino.Setuttavialamacchinavienespentaconilpulsantedialimentazione,tuttele modifiche apportate al sistema dall'ultimo avvio andranno perse, il sistema non viene ripristinato, nemmenoinparte,el'unicapossibilitinquestocasoquelladiriavviareilprocessodiripristinodazero, daunsupportodiavvio.

6. Il ripristino in background continua finch tutti i volumi selezionati vengono ripristinati, viene creata la voce di registro e l'icona di Acronis Active Restore scompare dalla barra delle applicazioni.

2.13 Comprensione della gestione centralizzata


In questa sezione riportata una panoramica della protezione centralizzata dei dati con Acronis Backup & Recovery 10. Per leggere questa sezione necessario conoscere la modalit con cui vengonoprotettiidatiinunasingolamacchina(p.28).

58

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

2.13.1 Concetti di base


Applicazionedellestrategiedibackupemonitoraggiodellarelativaesecuzione
Perproteggereidatiinunasingolamacchina,installarviunagente(p.382)opiagentiperivaritipi di dati che si desidera proteggere. Collegare la console alla macchina e creare uno o pi piani di backup(p.391). E se le macchine da gestire sono centinaia? La creazione di un piano di backup in ogni macchina richiede tempo, mentre i piani potrebbero essere abbastanza simili (ad esempio, deve essere eseguito il backup dell'unit di sistema e dei documenti degli utenti). Anche il monitoraggio dell'esecuzionedeipianiinognimacchinaseparatamenterichiedetempo. Per poter propagare le operazioni di gestione a pi macchine, installare il server di gestione di AcronisBackup&Recovery10(p.394)eregistrare(p.393)lemacchinenelserver.Dopodici, possibile creare gruppi di macchine e quindi gestire pi macchine globalmente. possibile proteggerle tutte le macchine o alcune macchine selezionate impostando un piano di backup comune,denominatostrategiadibackup(p.385). Unavoltaapplicatalastrategiaadungruppodimacchine,ilserverdigestioneladistribuisceinogni macchina.Inognimacchinagliagentiindividuanoglielementidasottoporreabackupecreanopiani di backup centralizzati (p. 392) corrispondenti. Sar possibile monitorare gli stati delle strategie in unasingolaschermataedesplorare,senecessario,ognimacchina,pianificareoeseguireattivitper verificarnelostatuselevocidelregistro.Ilserverdigestione,inoltre,consenteilmonitoraggioela gestionedelleattivitgenerateinlocaledagliagenti. Dal momento che la console viene collegata al server di gestione e non a ogni macchina, e poich tutte le operazioni di gestione vengono eseguite tramite l'unit di gestione centralizzata, questo metododigestionevienedettogestionecentralizzata(p.388). La gestione centralizzata non esclude la gestione diretta (p. 388) di ogni macchina. possibile collegarelaconsoleaognimacchinaedeseguirequalunqueoperazionedigestionediretta.Ipianidi backupcentralizzati,tuttavia,possonoesseregestitisolotramiteilserverdigestione,dalmomento cheilfunzionamentodiuncriteriodefinitoinmanierarazionaleautomaticoeraramenterichiede l'interventoumano. Utilizzandoilserverdigestione,possibilecreareunaopimemoriediarchivicentralizzati(depositi centralizzati(p.385))chesarannocondivisidallemacchineregistrate.Undepositocentralizzatopu essereutilizzatodaqualunquestrategiadibackupassiemeaqualunquepianodibackupcreatonelle macchineregistrateconlagestionediretta.

Organizzazionediunamemoriadiarchiviogestito
Quale dovrebbe essere la capacit del deposito centralizzato utilizzato? Cosa accade se il trasferimento di backup di notevoli dimensioni nel deposito causa una congestione della rete? Il backup di un server di produzione in linea incide sulle prestazioni del server? Per accertarsi che il backupcentralizzatononrallentiiprocessiaziendalieperridurrealminimolerisorsenecessarieper laprotezionedeidati,installareilnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10(p.391)e configurarlo per la gestione di uno o pi depositi centralizzati. Tali depositi vengono detti depositi gestiti(p.386). Ilnododiarchiviazioneutileall'agenteperladeduplicazione(p.385)deibackupprimadelrelativo trasferimento in depositi gestiti, e per la deduplicazione dei backup gi salvati nei depositi. La deduplicazionegarantisceriduzionedeltrafficodibackuperisparmiodellospaziodiarchiviazione.Il nododiarchiviazione,inoltre,effettuaoperazionicongliarchivi(adesempiolaconvalidaelapulizia)
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 59

che altrimenti verrebbero eseguite dall'agente, evitando in tal modo che le macchine gestite siano gravate da un carico di elaborazione inutile. Da ultimo, ma non meno importante, il nodo di archiviazione di Acronis Backup & Recovery 10 consente l'utilizzo di una libreria di nastri come depositocentralizzatoperlamemorizzazionedegliarchividibackup. DalserverdigestionediAcronisBackup&Recovery10possibileimpostareecontrollarealivello centralizzatopidiunnododiarchiviazione,ognunodeiqualigestiscenumerosidepositi. Perinformazionipidettagliatesuinodidiarchiviazione,fareriferimentoalnododiarchiviazionedi AcronisBackup&Recovery10(p.20).

2.13.2 Impostazione della protezione centralizzata dei dati in una rete eterogenea
Si supponga che l'infrastruttura di rete includa server (1, 2, 9) e stazioni di lavoro (3, 58) con WindowseLinux.Siha,inoltre,unserverESXVMware(4)incuirisiedonoduesistemiospite. Ogniserverdeveessereprotettoglobalmente:idatidegliutentinellestazionidilavoroelemacchine virtuali.Sidesideraabilitarelatracciadellostatodellaprotezionedeidati,accertarsichegliarchividi backup non memorizzino informazioni duplicate e che i backup obsoleti vengano eliminati tempestivamente dalla memoria. Questi obiettivi possono essere raggiunti tramite un backup regolaredeglielementididatidesideratiinundepositocentralizzatocondeduplicazione.

Impostazionedell'infrastrutturadiAcronis
1. InstallareAcronisBackup &Recovery10ManagementConsole[Console]nellamacchina chesi preferisce utilizzare (3). La console consente di accedere e gestire altri componenti di Acronis tramitel'interfacciautentegrafica(GUI,GraphicalUserInterface).

60

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

2. InstallareAcronisBackup&Recovery10ManagementServer[AMS]inunodeiserverWindows (2).Ilserverdigestionel'unicopuntodiingressoall'infrastrutturadiAcronis. 3. InstallareAcronisBackup&Recovery10Agentinognunadellemacchinepereseguireilbackup deidischi,deivolumiodeifiledellemacchine. Agente(W)AgenteperWindows Agente(L)AgenteperLinux. L'agenteperLinuxpuessereinstallatonelserverESX,dalmomentochequestoprodottodi virtualizzazionesi basasuLinux RedHat.Seilserverutilizzailfilesystemext2oext3,sar possibileeseguireilbackupdeidischi,deivolumiodeifiledelserver.IlfilesystemESXnativo puesseresottopostoabackupsolosettorepersettore. Durante l'installazione degli agenti, registrare ogni macchina sul server di gestione. A tal fine, immettereilnomeol'indirizzoIPdelserverelecredenzialidell'amministratoredelservernella finestra appropriata della procedura guidata di installazione. In alternativa, aggiungere le macchinealserverdigestioneinunsecondomomento,utilizzandoirelativinomioindirizziIP. 4. Installare Acronis Backup & Recovery 10 Agent per ESX [Agent (ESX)] nel server ESX (4) per eseguire il backup delle macchine virtuali dall'host. L'agente si presenta come un apparecchio virtuale. 5. Installare Acronis Backup & Recovery 10 Storage Node [ASN] in uno dei server Windows (9). Il nododiarchiviazioneconsentediorganizzarel'infrastrutturaperlamemorizzazionedegliarchivi dibackupeperl'utilizzodellafunzionedideduplicazione.Ilnodopuessereinstallatoassiemeal serverdigestione,sel'hostdisponedicapacitsufficiente. Quandovieneinstallatoilnododiarchiviazione,registrarlonelserverdigestioneeffettuandole stesseoperazionieseguiteperlaregistrazionedegliagenti. Suggerimentiperl'installazione SiaAMScheASNpossonoessereinstallatianchenelsistemaoperativodiunastazionedilavoro. Nellaretepossonoesserepresentipinodidiarchiviazione.Ognunodeinodipugestirefinoa 20depositilocalioremoti. possibileinstallarepicomponentidiAcronisBackup&Recovery10inunamacchinatramite unasingolaproceduradiinstallazione. In un dominio Active Directory, i componenti possono essere distribuiti utilizzando i Criteri di gruppo.

Configurazionedelnododiarchiviazione
Primadiutilizzareilnododiarchiviazione,accertarsichetuttigliutenticheeseguirannoilbackupnei depositidelnododisponganodiaccountWindowsnelnodo. SeilnodoinclusoinundominioActiveDirectory,tuttigliutentideldominiopotrannoeseguire ilbackupnelnodo,etuttigliamministratorididominiodiventerannoamministratoridelnodo. Inungruppodilavoro,creareunaccountutentelocaleperogniutentecheeseguirbackupnel nodo. I membri del gruppo di amministratori diventano amministratori del nodo. possibile aggiungerealtriaccountinunsecondomomento,asecondadellanecessit. 1. Eseguirelaconsoleecollegarsialserverdigestione. 2. CreareundepositocentralizzatocomedescrittoinOperazionicondepositicentralizzati(p.137). Abilitareladeduplicazionequandovienecreatoundepositogestito.

Impostazionedigruppiecriteri
Perlaspiegazionedettagliatadelmomentoopportunoedelmotivopercuinecessarioorganizzare gruppi di macchine, consultare la sezione Raggruppamento delle macchine registrate (p. 63). Di
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 61

seguitosiriportanoalcuniscenarisupportatidall'implementazionediAcronisBackup&Recovery10 sopradescritta.

Protezione dei server


Molto probabilmente, verranno creati singoli piani di backup in ognuno dei server, a seconda dei relativiruoli.necessario,tuttavia,eseguireunbackupcompletodell'interoserveralmenounavolta. Potrebbeessereopportunoeseguireilbackupdelservernelcorsodiunafinestradimanutenzioneo una finestra di backup, dopo un'installazione o un aggiornamento del software, prima di un trasferimento e cos via. Nell'esempio considerato, non necessario eseguire il backup regolare di interi server. I vecchi backup possono essere eliminati manualmente, dal momento che non sono numerosi. 1. Creare una criterio che esegue il backup di [Tutti i volumi] nel deposito gestito nel nodo di archiviazione.ScegliereEseguibackupinseguito,avviomanualeetipodibackupCompleto. 2. Creareungruppostaticodenominato,adesempio,S_1,eaggiungervituttiiserver.(possibile aggiungereunnododiarchiviazionenelcasoincuiildepositogestitononsitrovinelleunitdel nodolocale.Incasocontrario,l'archivioprovvederalbackupdisestesso). 3. ApplicarelacriterioalgruppoS_1.Accertarsichelacriteriosiastatadistribuitacorrettamentein ognunodeiserver.Lostatodelladistribuzione dellacriteriodevepassaredaIndistribuzionea Distribuito e il relativo stato deve essere OK. Per visualizzare i piani di backup risultanti in ognunodeiserver: a. passarealgruppoTuttelemacchineoalgruppoS_1 b. selezionareilserver c. selezionarelaschedaPianieattivitdibackupnelriquadroInformazioni. Quandonecessarioedpossibileeseguireilbackupdiunodeiserver,passarealpianodibackup sopradescritto,selezionarloedeseguirlo.

Protezione delle workstation


Qui indicato come configurare la pianificazione pi comune: backup completo settimanale e backup incrementale giornaliero delle cartelle predefinite dei documenti degli utenti. Inoltre, verrannoconservatisoloibackupdegliultimi7giorni. 1. Creareunacriteriocheesegueilbackupdi[Tuttelecartelledeiprofili]neldepositogestitonel nodo di archiviazione. Questo eseguir il backup della cartella in cui sono posizionati i profili utente(adesempio,C:\DocumentsandSettingsinWindowsXP).Scegliereloschemadibackup Personalizzato. a. Pianificareilbackupcompletocomesegue:Settimanale,ogni1settimana,il/la:Domenica, eseguil'attivitunavoltaalle12:00:00.Impostazioniavanzate:WakeonLAN:Attiva.Si potrebbevolerdistribuirel'oradiavviodelbackupall'internodellafinestradell'orarioper ottimizzarel'utilizzodellareteedilcaricoCPUdelnododiarchiviazione. b. Pianificareilbackupincrementalecomesegue:Settimanale,ogni1settimana,il/la:Giorni feriali,eseguil'attivitunavoltaalle20:00:00.Regolareancheleimpostazioniavanzatecome richiesto. c. Impostareleregolediconservazionecomesegue:Eliminaibackuppivecchidi:7giorni. Quandosieliminaunbackupcondipendenze:Consolidaibackup.Lasciareleimpostazioni predefiniteperleregolediconservazionerimanenti.InApplicaregolediconservazione, impostareDopoilbackup. 2. Creare un gruppo dinamico nominato, diciamo, W_1. Specificare %Windows%XP% e %Windows%Vista% come strategie. In questo modo, ogni workstation che verr registrata

62

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

successivamente sul server di gestione verr aggiunta a questo gruppo e protetta dalla stessa criterio. 3. ApplicarelacriterioalgruppoW_1.Accertarsichelacriteriosiastatadistribuitacorrettamentein ognuna delle workstation. Lo stato della distribuzione del criterio deve passare da In distribuzione a Distribuito e il relativo stato deve essere OK. Per visualizzare i piani di backup risultantiinognunadelleworkstation: a. passarealgruppoTuttelemacchineoalgruppoW_1 b. selezionarelaworkstation c. selezionarelaschedaPianieattivitdibackupnelriquadroInformazioni. possibilevisualizzareleattivitrisultanticreatesulleworkstation,nellavistaAttivit. 4. UtilizzareilPannellodicontrolloolavistaAttivitpertracciareleattivitgiornaliererelativealla criterio. Dopo essersi assicurati che tutte le attivit vengano eseguite come specificato, possibilecontrollarelostatodellacriterionellavistaStrategiedibackup. Perproteggereidatisubasegiornaliera,anchepossibileutilizzareglischemidibackupGFSoTorre diHanoi.

Protezione delle macchine virtuali


L'agenteAcronisBackup&Recovery10perESXoffrelaflessibilitperproteggerelemacchinevirtuali indiversimodi: Connettere la console all'appliance virtuale (agente per ESX) e creare un piano di backup che eseguirilbackupditutteosolodialcunemacchinevirtuali. Connetterelaconsoleall'appliancevirtuale(agenteperESX)ecreareunsingolopianodibackup perognimacchina.Ilpianoeseguirilbackupdeivolumispecificati. Registrarel'appliancevirtuale(agenteperESX)sulserverdigestione.Tuttelemacchinevirtuali, eccetto l'appliance virtuale, compariranno nel gruppo Tutte le macchine virtuali. possibile raggruppare queste macchine e applicare qualsiasi criterio che esegua su di esse il backup di dischiovolumi. Installare l'agente per Windows o l'agente per Linux su ogni macchina virtuale. Registrare le macchinesulserverdigestione.Lemacchineverrannoconsideratemacchinefisiche.possibile applicareunacriteriodibackupaquestemacchineocreareunpianodibackupseparatamente suognimacchina.Seunadiquestemacchinesoddisfaicriteridiappartenenzaimpostatiperun gruppodinamicodimacchinefisiche,lamacchinaverrprotettadallacriterioapplicataaquesto gruppo. Le edizioni avanzate del prodotto diverse dalla Virtual Edition (Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server, Advanced Server SBS Edition e Advanced Workstation) consentono l'utilizzo solo dell'ultimodeimetodisopraindicati.

2.13.3 Raggruppamento delle macchine registrate


Non appena una macchina viene registrata (p. 393) nel server di gestione, compare nel gruppo integrato di Tutte le macchine (p. 389). Applicando strategie di backup a questo gruppo, si proteggono tutte le macchine registrate. Un singolo criterio, tuttavia, potrebbe non essere soddisfacente,datiiruolidifferentidellemacchine.Idatisottopostiabackupsonospecificiperogni reparto; alcuni dati devono essere sottoposti a backup frequenti, altri due volte all'anno, per cui potrebbe essereopportunocrearevaricriteriapplicabiliainsiemidifferenti dimacchine. Inquesto caso,valutarelacreazionedigruppipersonalizzati.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

63

Gruppi statici e dinamici


possibile specificare in maniera esplicita le macchine da includere nel gruppo personalizzato, ad esempio selezionare le singole macchine dei contabili. Una volta applicato il criterio del reparto contabilit al gruppo, le macchine dei contabili saranno protette. Se viene assunto un nuovo contabile,lanuovamacchinadovressereaggiuntamanualmentealgruppo.Taligruppisonodetti statici(p.390),dalmomentocheilrelativocontenutononcambia,amenochel'amministratorenon aggiungaoeliminiinmanieraesplicitaunamacchina. L'intervento manuale non necessario, tuttavia, se il reparto contabilit forma un'unit dell'organizzazione Active Directory separata. Specificare l'unit dell'organizzazione (OU, OrganizationalUnit)dellacontabilitcomecriteriodiappartenenzaalgruppo.Sevieneassuntoun nuovo contabile, la nuova macchina verr aggiunta al gruppo non appena viene aggiunta all'unit dell'organizzazione,percuisarprotettaautomaticamente.Taligruppisonodettidinamici(p.389), dalmomentocheilrelativocontenutocambiaautomaticamente.

Criteri di raggruppamento dinamico


IlserverdigestionediAcronisBackup&Recovery10offreiseguenticriteridinamicidiappartenenza: Sistemaoperativo(OS) Unitdell'organizzazione(OU)ActiveDirectory GammadiindirizziIP. Per un gruppo dinamico possibile specificare pi criteri. Ad esempio, una serie di criteri "OS equivale a Windows 2000, OS equivale a Windows 2003, OU equivale a Contabilit interpretata come "tutte le macchine con Windows 2000 o Windows 2003 appartenenti all'unit dell'organizzazioneContabilit". Il gruppo Tutte le macchine pu essere concepito come gruppo dinamico con un unico criterio integrato:includituttelemacchineregistrate.

Utilizzo di gruppi personalizzati


Il raggruppamento utile per gli amministratori per organizzare la protezione dei dati in base a reparti aziendali, unit dell'organizzazione Active Directory, varie popolazioni di utenti, ubicazioni dellesediecosvia.PerutilizzarealmeglioilcriterioOUAD,valutarelariproduzionedellagerarchia di Active Directory nel server di gestione. Il raggruppamento per gamma di indirizzi IP consente di tenercontodellatopologiadellarete. Igruppicreatipossonoesserenidificati.Ilserverdigestionepugestirefinoa500gruppiintotale. Unamacchinapuesseremembrodipidiungruppo. Aldildellemacchinefisiche,possibileraggrupparemacchinevirtuali(p.325)residentiinserverdi virtualizzazione registrati. Le macchine virtuali hanno propri criteri di raggruppamento che dipendonodallerelativepropriet.

Esempio
Nellafiguraseguentevienepresentatounesempiodigerarchiadigruppo. Seimacchinesonoregistratesulserverdigestione: 1:ilcomputerportatiledelresponsabileinternazionaledellevendite(WindowsVista) 2: il server in cui risiede il database aziendale e l'archivio documentale condiviso (Windows Server 2008)
64 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

3, 4, 5, 6: le macchine dei venditori (Windows XP) dall'unit dell'organizzazione AD "Reparto vendite".

Esempiodigerarchiadigruppo

Le strategie di backup nel server devono essere diverse da quelli nelle stazioni di lavoro. L'amministratorecreailgruppodinamicoG1contenentemacchineconisistemioperatividelserver, e applica una strategia di backup al gruppo. Qualunque server aggiunto alla rete e registrato nel server di gestione apparir in questo gruppo, e il criterio sar applicato a tale server automaticamente. Perproteggerelestazionidilavorodeivenditoriconun criterio differente,l'amministratorecreail gruppodinamicoG2utilizzandoilcriterioOUAD.Eventualimodificheall'appartenenzaall'OUdiuna macchinaverrannopropagateall'appartenenzaaG2.Ilcriterioappropriatoverrapplicatoaimembri dellanuovaOUeverrrevocatonellemacchineeliminatedall'OU. Ilcomputerportatiledelresponsabileinternazionaledellevenditenoninclusonell'OU,macontiene alcuni dati inclusi nelle macchine di vendita. Per eseguire il backup di questi dati, l'amministratore deve aggiungere "forzatamente" il computer portatile a G2. Tale operazione pu essere eseguita creando un gruppo statico (G3) e spostando il gruppo statico nel gruppo dinamico. Il criterio applicato al gruppo padre (G2) sar applicato al gruppo figlio (G3), ma i membri di G3 non sono consideratimembridiG2,percuiladinamicitvieneconservata. In realt, l'amministratore probabilmente preferir proteggere la macchina del responsabile applicando il criterio direttamente alla macchina, senza includerla in alcun gruppo, per cui l'unico scopo di questo esempio quello di illustrare la nidificazione di tipi di gruppi differenti. Con pi membridelgruppo,lanidificazionedeigruppidiventacomoda.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 65

Operazioni con gruppi personalizzati


Vengono creati gruppi vuoti nella radice generica (macchine fisiche o macchine virtuali) o senza gruppiesistenti;taligruppivengonopopolatiaggiungendomacchinemanualmente(gruppistatici)o aggiungendocriteridiappartenenzaagruppidinamici.possibile,inoltre: modificareungruppo,cio: modificareilnomedelgruppo modificareladescrizionedelgruppo modificareicriteridiappartenenzadinamici trasformareungruppostaticoinungruppodinamicoaggiungendocriteridiappartenenza trasformareungruppodinamicoinungruppostaticotramitedueopzioni: mantenereimembridelgruppo rimuovereimembridelgruppo spostareungruppodallaradiceaunaltrogruppo(qualunquetipodigruppoinqualunquealtro tipodigruppo) spostareungruppodalgruppopadreallaradice spostareungruppodaungruppopadreaunaltro(qualunquetipodigruppoinqualunquealtro tipodigruppo) eliminare un gruppo, cio separare i membri del gruppo che rimangono nel gruppo di tutte le macchineinqualchemodo. Le operazioni con i gruppi a cui sono applicate strategie di backup determineranno la modifica dei criterineicomputermembri.Seunamacchinaalmomentonondisponibileononraggiungibile, l'azionerimaneinsospesoeverreseguitanonappenalamacchinadiventadisponibile. Peristruzionisull'esecuzionedelleoperazioni,vedereOperazionicongruppi(p.319).

2.13.4 Criteri nelle macchine e nei gruppi


Questasezioneutilepercomprendereicriteridirevocaedistribuzioneautomaticaacuiadempieil server di gestione quando un criterio o numerosi criteri vengono applicati a macchine o a gruppi nidificatidimacchineinvariecombinazioni,quandouncriteriovienerevocatoinmacchineegruppi, equandounamacchinaoungruppovienespostatodaungruppoall'altro. Le operazioni con i gruppi a cui sono applicate strategie di backup determineranno la modifica dei criterineicomputermembri.Quandovieneeseguitaunamodificaqualunquedellagerarchia,ciolo spostamento, la rimozione, la creazione di gruppi o l'aggiunta di macchine a gruppi statici, oppure l'immissione di macchine in un gruppo basato su criteri dinamici, possono verificarsi numerose modifiche nell'ereditariet. opportuno approfondire questa sezione affinch le operazioni effettuatesortiscanoirisultatidesideratiepercomprendereirisultatidelleoperazioniautomatizzate delserverdigestionediAcronisBackup&Recovery10.

Cosasiintendeperapplicazione,distribuzioneerevoca?
L'applicazionediuncriteriodeterminalacorrispondenzatrailcriterioeunaopimacchine.Questo processoavvieneall'internodeldatabasedelserverdigestioneenonrichiedemoltotempo. La distribuzione di un criterio trasferisce la corrispondenza stabilita alle macchine. Fisicamente, in ognimacchinavienecreatouninsiemediattivitinbaseallaconfigurazionefornitadalcriterio.

66

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

La revoca di un criterio l'azione inversa alla combinazione di applicazione e distribuzione. Con la revocavienerimossalacorrispondenzatrailcriterioeunaopimacchine,equindivengonorimosse leattivitdallemacchine. Se una macchina al momento non disponibile o non raggiungibile, la modifica verr propagata nella macchina quando questa diventa disponibile. Ci implica che la distribuzione di un criterio in pimacchinenonun'azionetransitoria.Lostessovaleperlarevoca.Questidueprocessipossono esseredurevoli,percuiilserverdigestionetracciaevisualizzaglistatipersonaliperognimacchina concuiopera,nonchlostatocumulativodelcriterio.

Un criterio in una macchina o un gruppo


Nellefigureseguenti,ognischemanumeratoillustrailrisultatodellarispettivaazionenumerata. Ilcontenitoreindicaungruppo;ilcerchiocoloratoindicaunamacchinaconuncriterioapplicato;il cerchio colorato scuro indica una macchina con due applicazioni dello stesso criterio; il cerchio biancoindicaunamacchinaacuinonapplicatoalcuncriterio.

Criterioinunamacchina

1. Uncriteriopuessereapplicatoaunamacchina. 2. Uncriteriopuessererevocatoinunamacchina.

Criterioinungruppo

1. 2. 3. 4. Uncriteriopuessereapplicatoaungruppo. Uncriteriopuessererevocatoinungruppo. Uncriterioapplicatoaungruppononpuessererevocatoinunamacchina. Perrevocareilcriterioinunamacchina,rimuoverelamacchinadalgruppo.

Lostessocriterioinungruppoeinunamacchina

1. Lo stesso criterio pu essere applicato a un gruppo e a una macchina. Nulla cambia nella macchinaallasecondaapplicazionedellostessocriterio,mailserverricordacheilcriteriostato applicatoduevolte. 2. Uncriterio,revocatonelgruppo,rimanenellamacchina.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 67

3. Uncriterio,revocatonellamacchina,rimanenelgruppoequindinellamacchina. 4. Per revocare completamente il criterio nella macchina, revocarlo sia nel gruppo che nella macchina.

Operazioni con una macchina


In questa sezione si riporta un'illustrazione semplificata di ci che accade con i criteri in una macchinaquandoquestavienespostata,copiataoeliminatadaungruppo. Nellafiguraseguente,ilcontenitoreindicaungruppo,ilcerchiodiunsolocoloreindicaunamacchina con un criterio applicato, il cerchio di due colori indica una macchina con due criteri applicati, e il cerchiobiancoindicaunamacchinasenzaalcuncriterioapplicato. 1. Lo stato iniziale il seguente: due gruppi personalizzati contengono macchine differenti. Un criterioapplicatoaungruppo,unaltrocriterioapplicatoaunaltrogruppo.Glischemisuccessivi illustranoirisultatidelleazionispecificate. 2.Spostamentoinunaltrogruppo:Lamacchinan.3vienespostatadaungruppoaunaltrogruppo. Ilcriterio"arancio"vienerevocato,ilcriterio"blu"vieneapplicatoallamacchina. 3.Aggiuntaaunaltrogruppo:Lamacchinan.3vieneaggiuntaaunaltrogruppo.Diventamembrodi entrambiigruppi.Ilcriterio"blu"vieneapplicato,mailcriterio"arancio"rimanenellamacchina. 4. Rimozione dal gruppo: La macchina n. 3 viene rimossa dal gruppo. Il criterio "arancio" viene revocatonellamacchina.LamacchinarimanenelgruppoTuttelemacchine.

68

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Ereditariet dei criteri


L'ereditariet dei criteri pu essere compresa facilmente assumendo che una macchina pu essere membro di un solo gruppo oltre al gruppo Tutte le macchine. possibile cominciare da questo approcciosemplificato. Nellafiguraseguente,ilcontenitoreindicaungruppo,ilcerchiodiduecoloriindicaunamacchinacon duecriteriapplicati,ilcerchioditrecoloriindicaunamacchinacontrecriteriapplicatiecosvia.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

69

Oltre al gruppo Tutte le macchine, esiste il gruppoG1personalizzatonellaradiceeilgruppo G2personalizzato,figliodiG1. Il criterio "verde", applicato al gruppo Tutte le macchine,vieneereditatodatuttelemacchine. Il criterio "arancio", applicato a G1, viene ereditato dai membri G1 e da tutti i relativi gruppifigli,siadiretticheindiretti. Il criterio "blu", applicato a G2, viene ereditato solodaimembriG2,dalmomentocheG2nonha gruppifigli. Il criterio "viola" viene applicato direttamente allamacchinan.4,edesisternellamacchinan. 4 a prescindere dall'appartenenza di questa macchinaaungruppo. Si supponga di creare il gruppo G3 nella radice. Sealgruppononapplicatoalcuncriterio,tuttii relativi membri si suppone siano "verdi". Ma se si aggiunge, per ipotesi, la macchina n. 1 a G3, alla macchina verr applicato sia il criterio "arancio"cheilcriterio"verde",ancheseG3non hanullaachefareconilcriterio"arancio". in questo che consiste la difficolt di monitorare l'ereditariet dei criteri dalla cima della gerarchia se la stessa macchina viene inclusainpigruppi. Inrealt,moltopisemplicevisualizzarel'ereditarietdallatodellamacchina.Atalfine,passarea ungruppoqualunquechecontienelamacchina,selezionarelamacchinaequindilaschedaStrategie di backup nel riquadro Informazioni. La colonna Ereditariet indica se un criterio ereditato o applicato direttamente alla macchina. Fare clic su Esplora ereditariet per visualizzare l'ordine dell'ereditariet del criterio. Nell'esempio considerato, i nomi dei criteri, la colonna Ereditariet e l'ordinedell'ereditarietsarannoiseguenti: Perlamacchina Nomedelcriterio Ereditariet N.1on.2on.3 "verde" "arancio" N.4 "verde" "arancio" "blu" "viola" Ereditato Ereditato Ereditato Ereditato Ereditato Ordinedell'ereditariet Tuttelemacchine>N.1on.2on.3 G1>N.1on.2on.3 Tuttelemacchine>N.4 G1>G2>N.4 G2>N.4

Applicatodirettamente

70

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

N.5on.6

"verde" "arancio" "blu"

Ereditato Ereditato Ereditato

Tuttelemacchine>N.5on.6 G1>G2>N.5on.6 G2>N.5on.6

2.13.5 Stato e status dei criteri di gruppo


La gestione centralizzata presuppone per l'amministratore la possibilit di monitorare lo stato dell'interainfrastrutturadiprodottimediantealcuniparametridifacilecomprensione.Lostatoelo statusdellestrategiedibackupsonoinclusiintaliparametri.Eventualiproblematichederivanodalla parte inferiore dell'infrastruttura (attivit in macchine gestite) per lo status dei criteri cumulativi. L'amministratoreesegueunaverificadimassimadellostatus.SelostatusOK,l'amministratorepu esplorareidettaglidelproblemaconpochesemplicioperazioni. Questasezioneutilepercomprendereglistatieglistatusdellestrategievisualizzatedalserverdi gestione.

Stato di distribuzione dei criteri in una macchina


Per visualizzare questo parametro, selezionare nella struttura ad albero un gruppo qualunque che contiene la macchina; selezionare, quindi, la macchina e selezionare, infine, la scheda Strategie di backupnelriquadroInformazioni. Una volta applicato un criterio a una macchina o a un gruppo di macchine, il server distribuisce il criterio alle macchine. In ogni macchina, l'agente crea un piano di backup. Mentre il criterio viene trasferitoallamacchinaeilpianodibackupvienecreato,lostatodelladistribuzionedelcriterionella macchinaIndistribuzione. Una volta creato correttamente il piano di backup, lo stato del criterio nella macchina diventa Distribuito. Potrebbe essere necessario modificare il criterio per qualche motivo. Una volta confermate le modifiche, il server di gestione aggiorna il criterio in tutte le macchine in cui stato distribuito. Mentrelemodifichevengonotrasferiteallamacchinael'agenteaggiornailpianodibackup,lostato del criterio nella macchina In aggiornamento. Una volta aggiornato il criterio, lo stato ridiventa Distribuito. Questo stato indica che il criterio operativo e al momento non in corso alcuna modificaditalecriterio. Lo stato di un criterio modificato durante la distribuzione rimane In distribuzione. Il server di gestionesemplicementeavviadall'inizioladistribuzionedelcriteriomodificato. Potrebbe essere necessario revocare il criterio nella macchina o nel gruppo in cui inclusa la macchina.Unavoltaconfermatelemodifiche,ilserverdigestionerevocailcriterionellamacchina. Mentre le modifiche vengono trasferite alla macchina e l'agente elimina il piano di backup da tale macchina,lostatodelcriterionellamacchinaInrevoca. possibile modificare le condizioni di raggruppamento oppure la macchina pu cambiare le sue propriet in modo da lasciare un gruppo ed essere inclusa in un altro gruppo. Ci pu implicare la revocadiuncriterioeladistribuzionediunaltrocriterio.Inquestocaso,lostatodelprimocriterio nellamacchinasarInrevocaelostatodelsecondocriteriosarIndistribuzione.Icriteripossono comparirenellaGUIsimultaneamenteounodopol'altro.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

71

Diagrammadistatodellastrategiadibackup

Status del criterio in una macchina


Pervisualizzarequestoparametro,selezionareungruppodimacchinequalunquenellastrutturaad albero;selezionare,quindi,lamacchinaeselezionare,infine,laschedaCriteridibackupnelriquadro Informazioni. In ogni stato, lo status del criterio di backup pu essere uno dei seguenti: Errore; Avvertenza; OK. Mentre lo stato del criterio In distribuzione, il relativo status riflette l'esito dell'esecuzione del criterio. Mentre lo stato del criterio in qualunque altro stato, il relativo status riflette l'esito dell'esecuzionedelcriterio. Lostatodelcriterioquandoinunamacchinanonvengonotrovatidatidasottoporreabackup Unacriteriodibackuppuessereapplicataadunamacchinachenondisponedidatichesoddisfano le regole di selezione (p. 393). Non verr registrato alcun errore o avvertimento durante la distribuzionedellacriterio,perchsipresumecheidatipotrannocomparireinfuturo.Unpianodi backupvienecreatocomedisolitoelostatodellacriteriovienemodificatoinDistribuita. Se non viene rilevato nessun backup di dati al momento dell'avvio dell'attivit di backup, l'attivit fallirelostatodellacriteriodiventerErrore.Sevienerilevatoalmenounodeglielementididati, l'attivit di backup riuscir e mostrer un avvertimento. Lo stato della criterio cambier di conseguenza. L'attivit di backup inizier secondo la pianificazione come specificato dalla criterio e produrr un risultato simile fino a quando tutti gli elementi dati compariranno sulla macchina o a quando la criterioverrmodificataperescludereglielementidatinonesistenti.

72

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Esempi SisuppongachelaregoladiselezioneindichiallacriteriodieseguireilbackupdeivolumiD:eF:.La criteriovieneapplicatasiainmacchineLinuxcheWindows.Quandovieneavviatoilprimobackup,la criterio riceve lo stato Errore nelle macchine Linux e nelle macchine Windows che non hanno tali volumi.LacriterioricevelostatoAvvertimentonellemacchineWindowschehannounvolumeD:o F:,amenochenonsiverifichiuneventocheproducaerrori. La criterio che deve eseguire il backup di [Sistema] e dei volumi /dev/sda1 ricever lo stato Avvertimento nelle macchine Windows (dal momento che /dev/sda non viene trovato) e nelle macchine Linux che hanno il volume /dev/sda1 (dal momento che il volume [Sistema] non viene trovato). La criterio riceve lo stato Errore nelle macchine Linux che non dispongono di periferiche SCSI. Latabellaseguenteincludeinformazionidettagliate.
Stato Stato Descrizione Ilregistrodidistribuzionecontieneerrori,adesempiospaziosudisco insufficiente

Indistribuzione Errore

Attenzione Ilregistrodidistribuzionecontieneavvertenze:lamacchinasiscollegata duranteladistribuzione;collegamentoimpossibileperNgiorni OK Distribuito Errore Ilregistrodidistribuzionenoncontieneerrorinavvertenze LostatusdelpianodibackupcorrispondenteErrore

Attenzione LostatusdelpianodibackupcorrispondenteAvvertenza OK LostatusdelpianodibackupcorrispondenteOK Ilregistrodiaggiornamentocontieneerrori:impossibileeliminarel'attivit bloccata,ilservizioAcronisarrestato...

Errore In aggiornamento

Attenzione Ilregistrodiaggiornamentocontieneavvertenze: OK Ilregistrodiaggiornamentononcontieneerrorinavvertenze Ilregistrodirevocacontieneerrori:

Inrevoca

Errore

Attenzione Ilregistrodirevocacontieneavvertenze: OK Ilregistrodirevocanoncontieneerrorinavvertenze

Oltreallostatoeallostatusdelladistribuzionerelativoaunamacchinaspecifica,ilcriteriodibackup haunostatoeunostatusdelladistribuzioneinungruppodimacchineeunostatoeunostatusdella distribuzionecumulativodelcriterio.

Stato di distribuzione del criterio in un gruppo


Pervisualizzarequestoparametro,selezionareMacchinenellastrutturaadalbero,quindiselezionare laschedaStrategiedibackupnelriquadroInformazioni. Questostatosidefinisceunacombinazionedistatididistribuzionedelcriterionellemacchineincluse nelgruppoeneirelativigruppifigli. Adesempio,statoapplicatoilcriterioalgruppocostituitodallemacchineAeB.Mentreavvienela distribuzioneinentrambelemacchine,lostatodelcriterionelgrupposar"Indistribuzione".Sela distribuzioneterminainunadellemacchinementrecontinuanell'altra,lostatosar"Indistribuzione, Distribuito".Quandoladistribuzioneterminainentrambelemacchine,lostatosar"Distribuito".

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

73

Status del criterio in un gruppo


Pervisualizzarequestoparametro,selezionareMacchinenellastrutturaadalbero,quindiselezionare laschedaStrategiedibackupnelriquadroInformazioni. Questostatosidefiniscelostatopigravedelcriterionellemacchineinclusenelgruppoeneirelativi gruppifigli.Seilcriterioalmomentononapplicatoinalcunamacchina,lostato"OK".

Stato e status cumulativo di un criterio


Oltre allo stato e allo status della distribuzione correlato a una determinata macchina o gruppo, la strategiadibackuphaunostatoeunostatusdelladistribuzionecumulativo.

Lostatocumulativodiunastrategiadibackup
Per visualizzare questo parametro, selezionare Strategie di backup nella struttura ad albero. La colonnaStatodelladistribuzionemostralostatocumulativodelladistribuzioneperognicriterio. Questostatosidefinisceunacombinazionedeglistatididistribuzionedelcriteriointuttelemacchine a cui applicato il criterio (direttamente o tramite ereditariet). Se il criterio al momento non applicato in alcuna macchina, non ha uno stato della distribuzione e la colonna mostra "Non applicato". Adesempio,statoapplicatoilcriterioallamacchinaA.Ilcriteriostatodistribuitocorrettamente. A questo punto, il criterio viene modificato e applicato immediatamente al gruppo costituito dalle macchine B e C. Il criterio deve essere aggiornato in A e distribuito in B e C. Mentre il processo avviene,lostatocumulativodelcriteriopuessere"Inaggiornamento,Distribuito"o"Distribuito,In distribuzione",eallafinenormalmentesar"Distribuito".

Lostatuscumulativodiunastrategiadibackup
Per visualizzare questo parametro, selezionare Strategie di backup nella struttura ad albero. La colonnaStatusmostralostatuscumulativoperognicriterio. Questostatussidefiniscelostatuspigravedelcriteriointuttelemacchineacuiapplicato.Seil criteriononapplicatoadalcunamacchina,lostatus"OK".

2.13.6 Deduplicazione
Inquestasezionevienedescrittaladeduplicazione,unmeccanismochehaloscopodieliminarela ripetizionedeidatimemorizzandodatiidenticinegliarchiviunasolavolta.

Panoramica
Ladeduplicazioneunprocessoconcuisiriducealminimolospaziodiarchiviazioneoccupatodai dati,grazieallarilevazionedelleripetizionideidatieall'archiviazionedidatiidenticiunasolavolta. Adesempio,seundepositogestitoincuiabilitataladeduplicazionecontieneduecopiedellostesso file (nello stesso archivio o in archivi differenti), il file viene memorizzato una sola volta, e viene archiviatouncollegamentoatalefileinvecediunsecondofile. La deduplicazione, inoltre, pu ridurre il carico della rete: durante un backup, se si scopre che un bloccodiscoilduplicatodiunbloccogiarchiviato,ilrelativocontenutononvienetrasferitonella rete. La deduplicazione viene eseguita su blocchi disco (deduplicazione a livello di blocco) e su file (deduplicazionealivellodifile),rispettivamenteperbackupalivellodidiscoealivellodifile.
74 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

InAcronisBackup&Recovery10,ladeduplicazioneconsistediduefasi: Deduplicazionenell'origine Vieneeseguitainunamacchinagestitaduranteilbackup.L'agenteAcronisBackup&Recovery10 utilizza il nodo di archiviazione per determinare i dati che possibile deduplicare e non trasferisceidatiicuiduplicatisonogipresentineldeposito. Deduplicazionenelladestinazione Vieneeseguitaneldepositoalterminediunbackup.Ilnododiarchiviazioneanalizzagliarchivi deldepositoedesegueladeduplicazionedeidatineldeposito. Quando viene creato un piano di backup, per tale piano possibile disattivare la deduplicazione nell'origine. In tal modo possibile velocizzare i backup, anche se il carico sulla rete e sul nodo di archiviazionemaggiore. Depositodideduplicazione Un deposito centralizzato gestito in cui abilitata la deduplicazione viene detto deposito di deduplicazione. Quando si crea un deposito di deduplicazione gestito, possibile specificare se abilitareomenoladeduplicazionesudiesso.Nonpossibilecreareundepositodideduplicazionein unaperifericaanastro.

Databasedideduplicazione
IlnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10,chegestisceundepositodideduplicazione, conserva il database di deduplicazione che contiene i valori hash di tutti gli elementi nel deposito, trannequellichenonpossibilededuplicare,adesempiofilecrittografati. IldatabasedideduplicazionearchiviatonellacartellaspecificatadalPercorsodatabasenellavista Crea deposito centralizzato in fase di creazione del deposito. Un database di deduplicazione pu esserecreatosoloinunacartellalocale. Ladimensionedeldatabasedideduplicazionepariacircal'unopercentodelladimensionetotale degliarchivineldeposito.Inaltreparole,ogniterabytedinuovidati(nonduplicati)aggiungecirca10 GBaldatabase. Seildatabasesidanneggiaoseilnododiarchiviazionevieneperso,mentreildepositoconservagli archivielacartelladiserviziocontenentemetadati,ilnuovonododiarchiviazioneesegueunanuova scansionedeldepositoecreanuovamenteildatabase.

Funzionamento della deduplicazione Deduplicazionenell'origine


Quando viene eseguito un backup in un deposito di deduplicazione, l'agente Acronis Backup & Recovery10leggeglielementichevengonosottopostiabackup(blocchidiscoperbackupdeldiscoo file per backup di file) e calcola un'impronta digitale di ogni blocco. Tale impronta digitale, spesso dettavalorehash,rappresentainmanieraunivocailcontenutodell'elementoneldeposito. Primadiinviarel'elementoaldeposito,l'agenteinterrogaildatabasedideduplicazioneperstabilire seilvalorehashdell'elementocorrispondeaquellodiunelementogiarchiviato. Intalcaso,l'agenteinviasoloilvalorehashdell'elemento;incasocontrario,invial'elementostesso. Alcuni elementi, ad esempio file crittografati o blocchi disco di dimensioni non standard, non possono essere deduplicati, e l'agente trasferisce tali elementi al deposito in ogni caso, senza

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

75

calcolarneivalorihash.Perulterioriinformazionisullelimitazionidelladeduplicazionealivellodifile oalivellodidisco,vedereLimitazionidelladeduplicazione(p.78).

Deduplicazionenelladestinazione
Ilnododiarchiviazioneesegueladeduplicazionenelladestinazioneinundepositogestitomediante leattivitdiindicizzazioneedicompattazione.

Attivitdiindicizzazione
Dopo che un backup in un deposito di deduplicazione stato completato, il nodo di archiviazione eseguel'attivitdiindicizzazioneperdeduplicareidatineldepositomedianteleoperazionidescritte diseguito. 1. Sposta gli elementi (file o blocchi disco) dagli archivi in una cartella speciale nel deposito, che memorizza gli elementi duplicati una sola volta. Questa cartella viene detta archivio dei dati di deduplicazione.Glielementichenonpossonoesserededuplicatirimangononegliarchivi. 2. Sostituzionenegliarchivideglielementispostaticoniriferimenticorrispondenti. Diconseguenza,ildepositocontienenumerosielementiunivocideduplicati,ognunodeiqualihauno opiriferimentiasestessodagliarchivideldeposito. Il completamento dell'attivit di indicizzazione potrebbe essere dispendioso in termini di tempo. possibilevisualizzarelostatodiquestaattivitnellavistaAttivitnelserverdigestione.

Attivitdicompattazione
Dopol'eliminazionedaldepositodiunoopibackupoarchivi,manualmenteodurantelapulizia,il deposito pu contenere elementi a cui non si fa pi riferimento da nessun archivio. Tali elementi vengono eliminati dall'attivit di compattazione, che consiste in un'attivit pianificata eseguita dal nododiarchiviazione. Per impostazione predefinita, l'attivit di compattazione viene eseguita ogni Domenica notte alle ore03:00.L'attivitpuessereripianificatacomedescrittoinOperazioniconnodidiarchiviazione(p. 329), in "Modificare la pianificazione dell'attivit di compattazione". L'attivit pu essere anche avviataointerrottamanualmentedallavistaAttivit.

Quando la deduplicazione pi efficace


Diseguitosiriportanoicasiincuiladeduplicazionesirivelapiefficace: Quandovieneeseguitoilbackupinmodalitbackupcompletodaoriginidifferenti.ilcaso,ad esempio, in cui si esegue il backup di sistemi operativi e applicazioni distribuite da una singola origineinrete. Quandovengonoeseguitibackupincrementalididatisimilidaoriginidifferenti,purchanchele modificheaidatisianosimili.ilcaso,adesempio,incuisidistribuisconogliaggiornamentiin talisistemiesiapplicailbackupincrementale.Siraccomandaancoraunavoltadieseguireprima ilbackupdiunamacchinaequindidellealtre,tutteinsiemeounaallavolta. Quando vengono eseguiti backup incrementali di dati che non cambiano, ma cambia solo la relativaubicazione.ilcaso,adesempio,incuinellareteoinunsistemacircolanopipezzidi dati.Ognivoltachesispostaunpezzodidati,vieneinclusonelbackupincrementale,chediventa dimensionabile mentre non contiene nuovi dati. La deduplicazione contribuisce a risolvere il problema:ognivoltacheunelementocompareinunanuovaposizione,invecedell'elementoin svienesalvatounriferimentoall'elemento.

76

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Deduplicazioneebackupincrementali
Nel caso di modifiche casuali ai dati, la deduplicazione nel backup incrementale non avr molto effetto,acausadeiseguentimotivi: Gli elementi deduplicati che non sono stati modificati non vengono inclusi nel backup incrementale. Gli elementi deduplicati che sono stati modificati non sono pi identici e quindi non verranno deduplicati.

Best practice per la deduplicazione


Prendereinconsiderazioneleseguentiindicazioniquandosiutilizzaladeduplicazione. Quando si crea un deposito di deduplicazione, collocare il deposito e il suo database di deduplicazione su dischi diversi. In questo modo, la deduplicazione sar pi veloce; la deduplicazione, infatti, richiede un utilizzo intensivo simultaneo sia del deposito che del database. L'indicizzazione di un backup richiede che il deposito abbia spazio libero minimo pari a 1,1 moltiplicato per la dimensione dell'archivio a cui appartiene il backup. Se il deposito non disponedisufficientespaziolibero,l'attivitdiindicizzazionenonandrabuonfineesiriavvier dopo 510 minuti, con il presupposto che sia stato liberato dello spazio come effetto di una puliziaodiun'altraattivitdiindicizzazione.Maggiorelospazioliberopresenteneldeposito, pivelocementegliarchivisiridurrannoalleminimedimensionipossibili. Quandosieffettuailbackupdipisistemiconcontenutisimili,eseguireprimailbackupdiuno deisistemisimili,inmanieracheAcronisBackup&Recovery10StorageNodeindicizzituttiifile delsistemacomepotenzialivocidideduplicazione.Inquestomodosiavrannoprocessidibackup pi veloci con meno traffico di rete (grazie alla deduplicazione effettiva alla fonte), indipendentementedalfattocheibackupsianostatieffettuatiomenosimultaneamente. Primadiiniziareibackupsuccessivi,verificarechel'attivitdiindicizzazioneabbiaterminatola deduplicazionedelprimobackupesiaorainattiva.possibilevisualizzarelostatodell'attivitdi indicizzazione tramite l'elenco delle attivit su Acronis Backup & Recovery 10 Management Server.

Rapporto di deduplicazione
Il rapporto di deduplicazione mostra la dimensione degli archivi in un deposito di deduplicazione rispetto alla dimensione che occuperebbero in un deposito senza deduplicazione. Maggiore il rapportodideduplicazione,pivantaggiosaquestarisulta. Sisupponga,adesempio,dieseguireilbackupdiduefiledicontenutoidentificodaduemacchine.Se la dimensione di ogni file un gigabyte, la dimensione dei backup in un deposito senza deduplicazionesarpariacirca2GB;inundepositodideduplicazione,taledimensionesarlimitata acirca1GB.Ilrapportodideduplicazione,quindi,2:1. Al contrario, se due file hanno contenuti differenti, le dimensioni dei backup in un deposito senza deduplicazione e in un deposito di deduplicazione saranno le stesse (2GB), e il rapporto di deduplicazionesar1:1.

Rapportiprevedibili
Anche se in alcune situazioni il rapporto di deduplicazione pu essere molto elevato (nell'esempio precedente, aumentando il numero di macchine il rapporto diventa3:1, 4:1, ecc.), una previsione ragionevoleperunambientetipicounrapportocompresotra1,2:1e1,6:1.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

77

Perunesempiopirealistico,sisuppongadieseguireunbackupalivellodifileoalivellodidiscodi duemacchinecondischisimili.Inognimacchina,ifilecomuniatuttelemacchineoccupanoil50% dellospaziodeldisco(adesempio1GB);ifilespecificidiognimacchinaoccupanol'altro50%(altri 1GB). Inundepositosenzadeduplicazione,ladimensionedelbackupdellaprimamacchinainquestocaso sar2GB,equelladellasecondamacchinasar1GB.Inundepositosenzadeduplicazione,ibackup occuperebberointotale4GB.Ilrapportodideduplicazione,quindi,sarebbe4:3ocirca1,33:1. Analogamente,nelcasoditremacchine,ilrapportodiventa1,5:1;perquattromacchine1,6:1.Si avvicinaa2:1all'aumentaredellemacchinecheeseguonoilbackupnellostessodeposito.Ciimplica chepossibileacquistare,adesempio,unaperifericadiarchiviazionedi10TBinvecediunada20 TB. L'entiteffettivadellariduzionedellacapacitdipendedanumerosifattori,adesempioiltipodidati chevengonosottopostiabackup,lafrequenzadelbackupeilperiododiconservazionedeibackup.

Limitazioni della deduplicazione Limitazionidelladeduplicazionealivellodiblocco


Durante il backup di un disco in un archivio incluso in un deposito di deduplicazione, la deduplicazionediblocchidiscodiunvolumenonvieneeseguitaneiseguenticasi: Ilvolumeunvolumecompresso Se la dimensione dell'unit di allocazione del volume (detta anche dimensione blocco o dimensionecluster)nondivisibileper4KB
Suggerimento:ladimensionedell'unitdiallocazionenellamaggiorpartedeivolumiNTFSedext34KB, percuiladeduplicazionealivellodibloccoconsentita.Altriesempididimensionidiunitdiallocazione checonsentonoladeduplicazionealivellodibloccosono8KB,16KBe64KB.

Sel'archiviovieneprotettoconunapassword
Suggerimento: se si desidera proteggere i dati nell'archivio consentendone tuttavia la deduplicazione, lasciare l'archivio senza password di protezione e crittografare il deposito di duplicazione stesso con una password;taleoperazionepuessereeffettuatainfasedicreazionedeldeposito.

Iblocchidiscochenonsonostatideduplicativengonomemorizzatinell'archiviocomeinundeposito senzaduplicazione.

Limitazionidelladeduplicazionealivellodifile
Durante il backup di un disco in un archivio incluso in un deposito di deduplicazione, la deduplicazionediunfilenonvieneeseguitaneiseguenticasi: se il file crittografato e la casella di controllo Negli archivi, memorizza i file crittografati in stato decrittografato nelle opzioni di backup non selezionata (come per impostazione predefinita) seladimensionedelfileinferiorea4KB sel'archiviovieneprotettoconunapassword I file che non sono stati deduplicati vengono memorizzati nell'archivio come in un deposito senza duplicazione. DeduplicazioneeflussididatiNTFS

78

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Nel file system NTFS, a un file pu essere associata una o pi serie di dati supplementari, spesso denominatiflussididatialternativi(AlternateDataStreams). Quandoquestotipodifilevienesottopostoabackup,vieneeseguitoilbackupanchedituttiirelativi flussi di dati alternativi. Questi flussi, tuttavia, non vengono mai deduplicati, anche quando viene deduplicatoilfilestesso.

2.13.7 Privilegi per la gestione centralizzata


Inquestasezionevengonodescrittiiprivilegidegliutentinecessariperlagestionelocaleoremotadi unamacchina,perlagestionediunamacchinaregistratanelserverdigestionediAcronisBackup& Recovery10eperl'accessoelagestionedelnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10.

Tipi di connessione a una macchina gestita


Itipidiconnessioneaunamacchinagestitasonodue:connessionelocaleeconnessioneremota.

Connessionelocale
LaconnessionelocalevienestabilitatraAcronisBackup&Recovery10ManagementConsoleinuna macchinael'agenteAcronisBackup&Recovery10nellastessamacchina.

Perstabilireunaconnessionelocale
NellabarradeglistrumentifareclicsuConnetti,quindiselezionareNuovaconnessioneeinfine fareclicsuQuestamacchina.

Connessioneremota
UnaconnessioneremotavienestabilitatraAcronisBackup&Recovery10ManagementConsolein unamacchinael'agenteAcronisBackup&Recovery10inun'altramacchina. Per stabilire una connessione remota, potrebbe essere necessario specificare le credenziali di accesso.

Perstabilireunaconnessioneremota
1. NellabarradeglistrumentifareclicsuConnetti,quindiselezionareNuovaconnessioneeinfine fareclicsuGestisciunamacchinaremota. 2. In Macchina, immettere o selezionare il nome o l'indirizzo IP della macchina remota a cui si desideracollegarsiofareclicsuSfogliaperselezionarelamacchinadall'elenco. 3. Per specificare le credenziali per la connessione, fare clic su Opzioni e quindi immettere nome utente e password rispettivamente nelle caselle Nome utente e Password. In Windows, se si lascia vuota la casella Nome utente, verranno utilizzate le credenziali con cui viene eseguita la console. 4. Per salvare la password per il nome utente specificato, selezionare la casella di controllo Salva password; la password verr salvata in un'archiviazione protetta nella macchina in cui in esecuzionelaconsole.

Privilegi per la connessione locale Windows


UnaconnessionelocaleinunamacchinaconWindowspuesserestabilitadaqualunqueutenteche nellamacchinadisponedelprivilegioutente"Accessoinlocale".

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

79

Linux
L'impostazionediunaconnessionelocaleinunamacchinaconLinux,elagestioneditalemacchina, richiedeiprivilegiroot.

Perstabilireunaconnessionelocalecomeutenteroot
1. Collegandosicomeutenteroot,lanciareilseguentecomando:
/usr/sbin/acronis_console

Inalternativa,eseguireilseguentecomando:
suc/usr/sbin/acronis_console

2. FareclicsuGestisciquestamacchina.

Perconsentirel'avviodellaconsoleaunutentenonroot
Unutenterootpuaggiungerealfile/etc/sudoersilnomedell'utentenonrootacuiconsentire l'avviodellaconsole,utilizzando,adesempio,ilcomandovisudo.
Attenzione:Aseguitodiquestaprocedura,all'utentenonrootnonsarconsentitosolol'accessoallaconsole coniprivilegiroot,mataleutentepotrancheeseguirealtreazionicomeutenteroot.

Perstabilireunaconnessionelocalecomeutentenonroot
1. Accertarsicheall'utenterootsiaconsentitol'avviodellaconsole,comedescrittonellaprocedura precedente. 2. Lanciareilseguentecomando:
sudo /usr/sbin/acronis_console

3. FareclicsuGestisciquestamacchina.

Privilegi per la connessione remota in Windows


Per stabilire una connessione remota a una macchina con Windows, l'utente deve essere membro delgruppodiprotezioneUtentiremotidiAcronisintalemacchina. Una volta stabilita la connessione remota, l'utente dispone dei privilegi di gestione nella macchina remota,comedescrittoinPrivilegidegliutentiinunamacchinagestita(p.32).
Nota:InunamacchinaremotacheesegueWindowsVistaconUserAccountControl(UAC)abilitatoechenonfa partedeldominio,solol'utenteAmministratoreintegratopueseguireilbackupdeidatiedeseguireoperazioni di gestione dei dischi. Per evitare tale limite, includere la macchina in un dominio o disabilitare UAC nella macchina(perimpostazionepredefinita,UACabilitato).

PerinformazionisuigruppidiprotezionediAcroniseirelativimembripredefiniti,vedereGruppidi protezionediAcronis(p.82)

Privilegi per la connessione remota in Linux


LeconnessioniremoteaunamacchinaconLinux,inclusequelleeseguitedall'utenteroot,vengono stabilite in base ai criteri di autenticazione, impostati utilizzando moduli PAM (Pluggable AuthenticationModule)perLinux,dettiLinuxPAM. Per l'applicazione dei criteri di autenticazione, si raccomanda l'installazione dell'ultima versione di LinuxPAM come distribuzione Linux . Il codice sorgente stabile pi recente di LinuxPAM disponibilenellapaginaWebdelcodicesorgenteLinuxPAM.

80

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Connessioneremotacomeutenteroot
Le connessioni remote tramite l'utente root vengono stabilite in base al criterio di autenticazione dell'agenteAcronis,impostatoautomaticamenteinfasediinstallazionedell'agenteAcronisBackup& Recovery 10 per Linux attraverso la creazione del file /etc/pam.d/Acronisagent con il seguente contenuto:
#%PAM-1.0 auth required auth required account required pam_unix.so pam_rootok.so pam_unix.so

Connessioneremotacomeutentenonroot
Dalmomentochel'accessoalsistemacomeutenterootdovrebbeesserelimitato,l'utenterootpu creareuncriteriodiautenticazioneperabilitarelagestioneremotaconcredenzialinonroot. Diseguitosiriportanodueesempiditalicriteri.
Nota:comerisultato,gliutentinonrootspecificatipotrannocollegarsiallamacchinainremotocomesefossero utentiroot.L'idealedalpuntodivistadellasicurezzarendereparticolarmenteardualacompromissionedegli accountutenti,richiedendo,adesempio,passwordparticolarmentecomplicate.

Esempio1
Questo criterio di autenticazione utilizza il modulo pam_succeed_if e funziona con distribuzioni di Linuxconkernelversione2.6osuccessive.Peruncriteriodiautenticazionefunzionanteconkernel versione2.4,vederel'esempiosuccessivo. Effettuareleseguentioperazionicomeutenteroot: 1. Crearel'accountdigruppoAcronis_Trustedlanciandoilseguentecomando: groupadd Acronis_Trusted 2. AggiungerealgruppoAcronis_Trustedinomidegliutentinonrootacuisidesideraconsentirela connessione in remoto alla macchina. Per aggiungere al gruppo l'utente esistente user_a, ad esempio,lanciareilseguentecomando: usermod -G Acronis_Trusted user_a 3. Creareilfile/etc/pam.d/Acronisagenttrustedconilseguentecontenuto:
#%PAM-1.0 auth required auth required account required pam_unix.so pam_succeed_if.so user ingroup Acronis_Trusted pam_unix.so

Esempio2
IlcriteriodiautenticazioneprecedentepotrebbenonfunzionareindistribuzionidiLinuxconkernel versione 2.4 (incluso Red Hat Linux and VMware ESX 3.5 Upgrade 2), in quanto il modulo pam_succeed_if.sononsupportato. Intalcaso,possibileutilizzareilcriteriodiautenticazionediseguitoindicato. 1. Comeutenteroot,creareilfile/etc/pam.d/Acronis_trusted_users 2. Aggiungereaquestofileinomidegliutentinonrootacuisidesideraconsentirelagestionedella macchina, un nome utente per riga. Per aggiungere gli utenti user_a, user_b e user_c, ad esempio,aggiungerealfileletrerigheseguenti:

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

81

user_a user_b user_c

Senecessario,aggiungerealfileanchel'utenteroot. 3. Creareilfile/etc/pam.d/Acronisagenttrustedconilseguentecontenuto:
#%PAM1.0 authrequiredpam_unix.so auth required pam_listfile.so item=user sense=allow file=/etc/pam.d/Acronis_trusted_usersonerr=fail accountrequiredpam_unix.so

Gruppi di protezione di Acronis


In una macchina con Windows, i gruppi di protezione di Acronis determinano chi pu gestire la macchinainremotoefungeredaamministratoredelserverdigestionediAcronisBackup&Recovery 10. Questigruppivengonocreatiinfasediinstallazionedell'agenteAcronisBackup&Recovery10odel serverdigestionediAcronisBackup&Recovery10.Durantel'installazione,possibilespecificaregli utentidaincludereinognigruppo.

AgenteAcronisBackup&Recovery10
Quandoinunamacchinavieneinstallatol'agenteAcronisBackup&Recovery10perWindows,viene creato(oaggiornato)ilgruppoUtentiremotidiAcronis. Un utente membro di questo gruppo pu gestire la macchina in remoto tramite Acronis Backup & Recovery10ManagementConsole,inbaseaiprivilegidigestionedescrittiinPrivilegidegliutentiin unamacchinagestita(p.32). Perimpostazionepredefinita,questogruppoincludetuttiimembridelgruppodiamministratori.

ServerdigestionediAcronisBackup&Recovery10
Quando in una macchina viene installato il server di gestione di Acronis Backup & Recovery 10, vengonocreati(oaggiornati)duegruppi: AmministratoricentralizzatidiAcronis Un utente membro di questo gruppo un amministratore del server di gestione. Gli amministratoridelserverdigestionepossonocollegarsialserverdigestioneutilizzandoAcronis Backup&Recovery10ManagementConsole;nellemacchineregistratehannoglistessiprivilegi di gestione che hanno gli utenti con privilegi amministrativi, a prescindere dal contenuto dei gruppidiprotezionediAcronis. Per potersi collegare al server di gestione in remoto, un amministratore del server di gestione deveessereanchemembrodelgruppoUtentiremotidiAcronis. Nessun utente, neppure un membro del gruppo di amministratori, pu essere amministratore delserverdigestionesenzaesseremembrodelgruppodiamministratoricentralizzatidiAcronis. Perimpostazionepredefinita,questogruppoincludetuttiimembridelgruppodiamministratori. UtentiremotidiAcronis Un utente membro di questo gruppo pu collegarsi al server di gestione in remoto utilizzando AcronisBackup&Recovery10ManagementConsole,purchtaleutentesiaanchemembrodel gruppodiamministratoricentralizzatidiAcronis.
82 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Perimpostazionepredefinita,questogruppoincludetuttiimembridelgruppodiamministratori.

Inuncontrollerdidominio
Se una macchina un controller di dominio in un dominio Active Directory, i nomi e i contenuti predefinitideigruppidiprotezionediAcronissonodifferenti: Invece di Utenti remoti di Acronis e Amministratori centralizzati di Acronis, i gruppi sono denominatirispettivamenteUtentiremotidiDCNAME$AcroniseAmministratoricentralizzatidi DCNAME$AcronisoveDCNAMEindicailnomeNetBIOSdelcontrollerdidominio.Ognisimbolo didollaroracchiusotraspazisingolidaognilato. Invecediincludereesplicitamenteinomidituttiimembridelgruppodiamministratori,incluso ilgruppodiamministratorimedesimo.
Suggerimento:Peraccertarsicheinomigrupposianocorretti,installareicomponentidiAcronisinuncontroller didominiodopoaverconfiguratoilcontrollerdidominiomedesimo.Seicomponentisonostatiinstallatiprima della configurazione del controller di dominio, creare i gruppi Utenti remoti di DCNAME$Acronis e AmministratoricentralizzatidiDCNAME$AcronismanualmenteequindiincludereimembridiUtentiremotido AcroniseAmministratoricentralizzatidiAcronisneigruppiappenacreati.

Privilegi di amministratore del server di gestione


Normalmente,l'amministratoredelserverdigestionediAcronisBackup&Recovery10operainuna macchinaregistratapercontodiAcronisManagedMachineService(dettoancheservizioAcronis)in talemacchinaedisponedeglistessiprivilegidelservizio. Inalternativa,infasedicreazionedellestrategiedibackup,l'amministratoredelserverdigestioneha lapossibilitdispecificareinmanieraesplicitaunaccountutenteconcuiverrannoeseguitiipianidi backupcentralizzatinellemacchineregistrate.Inquestocaso,l'accountutentedeveesistereintutte lemacchineincuiverrdistribuitoilcriteriocentralizzato.Cinonsempreefficace. Per essere un amministratore del server di gestione, l'utente deve essere membro del gruppo di amministratoricentralizzatidiAcronisnellamacchinaincuiinstallatoilserverdigestione.

Privilegi utente in un nodo di archiviazione


L'ambitodeiprivilegidiunutentenelnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10dipende daiprivilegiutentenellamacchinaincuiinstallatoilnododiarchiviazione. Unutenteregolare,adesempiounmembrodelgruppodiutentinelnododiarchiviazione,pu: crearearchiviinqualunquedepositocentralizzatogestitodalnododiarchiviazione visualizzareegestirearchividiproprietdell'utente Unutentemembrodelgruppodiamministratorinelnododiarchiviazione,inoltre,pu: visualizzareegestirequalunquearchivioinqualunquedepositocentralizzatogestitodalnododi archiviazione crearedepositicentralizzatidagestiretramiteilnododiarchiviazione,purchl'utentesiaanche unamministratoredelserverdigestionediAcronisBackup&Recovery10 ripianificarel'attivitdicompattazionecomedescrittoinOperazioniconnodidiarchiviazione(p. 329),in"Modificarelapianificazionedell'attivitdicompattazione" Gli utenti con questi privilegi supplementari vengono detti anche amministratori del nodo di archiviazione.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

83

Raccomandazionirelativeagliaccountutenti
Per concedere agli utenti l'accesso a depositi centralizzati gestiti da un nodo di archiviazione, accertarsichetaliutentidisponganodiunprivilegiodiaccessoalnododiarchiviazionedallarete. Sesialemacchinedegliutentichelamacchinaconilnododiarchiviazionesitrovanoinundominio ActiveDirectory,probabilmentenonnecessarial'esecuzionediulteriorioperazioni:tuttigliutenti generalmente sono membri del gruppo di utenti del dominio, per cui possono accedere al nodo di archiviazione. In alternativa, necessario creare account utenti nella macchina in cui installato il nodo di archiviazione. Si raccomanda di creare un account utente distinto per ogni utente che acceder al nododiarchiviazione,inmodochegliutentipossanoaccederesoloagliarchivichepossiedono. Quandovengonocreatigliaccount,osservareleseguentiindicazioni: Per utenti che si desidera fungano da amministratori del nodo di archiviazione, aggiungere i relativiaccountalgruppoAdministrators. Peraltriutenti,aggiungereirelativiaccountalgruppoUsers.

Ulterioreprivilegiodegliamministratoridellamacchina
Un utente membro del gruppo di amministratori in una macchina pu visualizzare e gestire qualunque archivio creato da tale macchina in un deposito gestito, a prescindere dal tipo di tale accountutentenelnododiarchiviazione. Esempio Si supponga che due utenti in una macchina, Utente A e Utente B, eseguano backup da questa macchinainundepositocentralizzatogestitodaunnododiarchiviazione.Nelnododiarchiviazione, sisuppongachetaliutentiabbianoaccountnormali(nonamministrativi),rispettivamenteUserA_SN eUserB_SN. Normalmente, l'Utente A pu accedere solo agli archivi creati dall'Utente A (e di propriet di UserA_SN), mentre l'Utente B pu accedere solo agli archivi creati dall'Utente B (e di propriet di UserB_SN). Tuttavia,sel'UtenteAmembrodelgruppodiamministratorinellamacchina,puaccedereanche agli archivi creati da questa macchina dall'Utente B, anche se l'account dell'Utente A nel nodo di archiviazionenonditipoamministrativo.

Privilegi per servizi di Acronis


I componenti Acronis Backup & Recovery 10 Agent for Windows, Acronis Backup & Recovery 10 ManagementServereeAcronisBackup&Recovery10StorageNodevengonoeseguiticomeservizi. Quandosiinstallaunodiquesticomponenti,necessariospecificarel'accountconcuiverreseguito ilserviziodelcomponente. Per ogni servizio possibile creare un account utente dedicato (procedura raccomandata nella maggior parte dei casi) o specificare un account esistente di un utente locale o di dominio, ad esempio:.\UtenteLocaleoNomeDominio\UtenteDominio. Se si sceglie di creare account utente dedicati per i servizi, il programma di installazione creer i seguentiaccountutente: PerilservizioAcronisBackup&Recovery10AgentforWindows,AcronisAgenteUtente PerilservizioAcronisBackup&Recovery10ManagementServer,UtenteASN
84 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

PerilservizioAcronisBackup&Recovery10StorageNode,UtenteASN Ainuoviaccountcreativengonoassegnatiiseguentiprivilegi: AtuttietregliaccountvieneassegnatoildirittoutenteAccedicomeservizio. All'account Utente agente Acronis vengono assegnati i diritti utente Regolazione limite risorse memoriaperunprocessoeSostituzioneditokenalivellodiprocesso. GliaccountUtenteagenteAcroniseUtenteASNvengonoinclusinelgruppoOperatoridibackup. Il programma di installazione assegner i diritti utente sopra elencati a qualsiasi account esistente specificatoperunserviziocorrispondente. Se si sceglie di specificare un account utente esistente per il servizio agente o il servizio nodo di archiviazione, assicurarsi che l'account sia un membro del gruppo Operatori di backup prima di procedereconl'installazione. Se la macchina appartiene a un dominio Active Directory, assicurarsi che i criteri di sicurezza del dominio non impediscano agli account descritti in questa sezione, gi esistenti o appena creati, di disporreditalidirittiutente.
Importante:dopol'installazionenonsarpossibilemodificarel'accountutenteperilserviziodiuncomponente. Incasocontrario,ilcomponentepotrebbesmetteredifunzionare.

Agli account utente creati viene inoltre concesso l'accesso alla chiave di registro HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Acronis, denominata chiave di registro di Acronis, con i diritti Query valore, Impostazione valore, Creazione sottochiave, Enumerazione sottochiavi, Notifica, EliminazioneeControllolettura. Conunaccountdisistema,inoltre,vengonoeseguitidueservizidiAcronis: Acronis Scheduler2 Service fornisce la pianificazione per le attivit dei componenti di Acronis. Vieneeseguitoconl'accountsistemalocaleenonpuessereeseguitoconunaltroaccount. Acronis Remote Agent Service fornisce la connettivit tra i componenti di Acronis. Viene eseguitoconl'accountserviziodireteenonpuessereeseguitoconunaccountdifferente.

2.13.8 Comunicazione tra componenti di Acronis Backup & Recovery 10


InquestasezionevienedescrittalamodalitconcuiicomponentidiAcronisBackup&Recovery10 comunicanotralorotramitecrittografiaeautenticazioneprotetta. In questa sezione, inoltre, sono fornite informazioni sulla configurazione delle impostazioni di comunicazione,sullasceltadiunaportadireteperlacomunicazioneesullagestionedeicertificatidi protezione.

Comunicazione protetta
AcronisBackup&Recovery10forniscelapossibilitdiproteggereidatitrasferitidauncomponente all'altro all'interno di una LAN (Local Area Network) e tramite una rete perimetrale (detta anche DMZ,demilitarizedzone). Sono disponibili due meccanismi che garantiscono la comunicazione protetta tra i componenti di AcronisBackup&Recovery10: Autenticazione protetta, che garantisce il trasferimento sicuro dei certificati necessari per stabilireunaconnessione,tramiteilprotocolloSSL(SecureSocketsLayer).
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 85

Comunicazione crittografata, che garantisce il trasferimento sicuro di informazioni tra due componenti,adesempiotraAcronisBackup&Recovery10AgenteAcronisBackup&Recovery 10StorageNode,tramitelacrittografiadeidatitrasferiti. Peristruzionisullaconfigurazionedelleimpostazionidiautenticazioneprotettaecrittografiadeidati, vedereConfigurazionedelleopzionidicomunicazione(p.86). Per istruzioni sulla gestione dei certificati SSL adoperati per l'autenticazione protetta, vedere CertificatiSSL(p.90).
Nota: I componenti di prodotti Acronis precedenti, inclusi quelli della famiglia Acronis True Image Echo, non possono collegarsi ai componenti di Acronis Backup & Recovery 10, a prescindere dalle impostazioni di autenticazioneprotettaedicrittografiadeidati.

Applicazioni client e server


Dueentitsonoimplicatenelprocessodicomunicazioneprotetta: Applicazioneclient,oclient,un'applicazionechetentadistabilireunaconnessione. Applicazioneserver,oserver,un'applicazioneacuitentadicollegarsiilclient. Ad esempio, se Acronis Backup & Recovery 10 Management Console si collega all'agente Acronis Backup&Recovery10inunamacchinaremota,ilprimoilclienteilsecondoilserver. UncomponentediAcronispufungeredaapplicazioneclient,applicazioneserveroentrambi,come mostratonellatabellaseguente.
Nomedelcomponente AcronisBackup&Recovery10ManagementConsole AgenteAcronisBackup&Recovery10 ServerdigestionediAcronisBackup&Recovery10 Puessereilclient Puessereilserver Si Si Si No Si Si Si Si Si

NododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10 Si AcronisPXEServer AgentediavviodiAcronisBackup&Recovery10 No Si

Configurazione delle impostazioni di comunicazione


Per i componenti di Acronis Backup & Recovery 10 installati in una o pi macchine, possibile configurare le impostazioni di comunicazione, ad esempio se crittografare o meno i dati trasferiti, utilizzando il modello amministrativo di Acronis. Per informazioni sul caricamento del modello amministrativo,vedereModalitdicaricamentodelmodelloamministrativodiAcronis(p.344). Quandovieneapplicatoaunasingolamacchina,ilmodelloamministrativodefinisceleimpostazioni dicomunicazionepertuttiicomponentinellamacchina;quandoapplicatoaundominiooun'unit dell'organizzazione,definisceleimpostazionidicomunicazionepertuttiicomponentinellemacchine presentiintaledominioounitdell'organizzazione.

Perconfigurareleimpostazionidicomunicazione
1. FareclicsuStart,poisuEseguiequindiimmetteregpedit.msc

86

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

2. Nella console Criteri di gruppo espandere Configurazione computer, espandere Modelli amministrativiequindifareclicsuAcronis. 3. NelriquadroAcronisadestra,faredoppioclicsuun'opzionedicomunicazionedaconfigurare.Il modello amministrativo contiene le seguenti opzioni (ognuna delle quali spiegata di seguito questoargomento): Porteagenteremoto Opzionidicrittografiaclient Opzionidicrittografiaserver 4. Perapplicarelenuoveimpostazionidicomunicazione,riavviaretuttiicomponentidiAcronisin esecuzione, preferibilmente riavviando Windows. Se il riavvio non possibile, effettuare le seguentioperazioni: Se in esecuzione Acronis Backup & Recovery 10 Management Console, chiuderlo e riavviarlo. Se sono in esecuzione altri componenti di Acronis, ad esempio l'agente Acronis Backup & Recovery10perWindowsoilserverdigestionediAcronisBackup&Recovery10,riavviarei relativiservizicorrispondentidallosnapinServiziinWindows.

Porteagenteremoto
Specificalaportacheverrutilizzatadalcomponenteperlacomunicazioneinentrataeinuscitacon altricomponentidiAcronis. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Nonconfigurato IlcomponenteutilizzerilnumerodiportaTCPpredefinito,9876. Abilitato Ilcomponenteutilizzerlaportaspecificata;immettereilnumerodiportanellacasellaPortaTCP delserver. Disabilitato EquivaleaNonconfigurato. Per informazioni dettagliate sulla porta di rete e per istruzioni per specificarla in Linux e in un ambienteavviabile,vedereConfigurazionedellaportadirete(p.89).

Opzionidicrittografiaclient
Specifica se crittografare i dati trasferiti quando il componente funge da applicazione client e se riteneresicuriicertificatiSSLautofirmati. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Nonconfigurato Il componente utilizzer le impostazioni predefinite, per cui verr utilizzata la crittografia, se possibile,esarannoritenutisicuriicertificatiSSLautofirmati(vederel'opzioneseguente). Abilitato Lacrittografiaabilitata.InCrittografia,selezionareunadelleseguentiopzioni: Abilitato

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

87

Il trasferimento dei dati verr crittografato se la crittografia abilitata nell'applicazione server,altrimentinonsarcrittografato. Disabilitato La crittografia disabilitata; tutte le connessioni aun'applicazione server che richiedono la crittografianonsarannostabilite. Richiesto Il trasferimento dei dati avverr solo se la crittografia abilitata nell'applicazione server (vedere"Opzionidicrittografiaserver")esarcrittografato. Parametridiautenticazione SelezionandolacaselladicontrolloRitienisicuriicertificatiautofirmati,siconsentiralclientdi collegarsialleapplicazioniservercheutilizzanocertificatiSSLautofirmati,adesempiocertificati creatidurantel'installazionedicomponentidiAcronisBackup&Recovery10(vedereCertificati SSL(p.90)). opportunolasciareselezionataquestacaselladicontrollo,amenochenell'ambienteinusonon sidispongadiun'infrastrutturaachiavepubblica(PKI,PublicKeyInfrastructure). InUtilizzaautenticazionecertificaticlientselezionareunadelleseguentiopzioni: Nonutilizzare L'utilizzo di certificati SSL disabilitato. Tutte le connessioni a un'applicazione server che richiedonol'utilizzodicertificatiSSLnonsarannostabilite. Utilizzasepossibile L'utilizzo di certificati SSL abilitato. Il client utilizzer certificati SSL se il relativo utilizzo abilitatonell'applicazioneserver,altrimentinonliutilizzer. Utilizzasempre L'utilizzo di certificati SSL abilitato. La connessione verr stabilita solo se l'utilizzo di certificatiSSLabilitatonell'applicazioneserver. Disabilitato EquivaleaNonconfigurato.

Opzionidicrittografiaserver
Specificasecrittografareidatitrasferitiquandoilcomponentefungedaapplicazioneserver. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Nonconfigurato Il componente utilizzer l'impostazione predefinita, cio utilizzer la crittografia se possibile (vederel'opzioneseguente). Abilitato Lacrittografiaabilitata.InCrittografia,selezionareunadelleseguentiopzioni: Abilitato Il trasferimento dei dati verr crittografato se la crittografia abilitata nell'applicazione client,altrimentinonsarcrittografato. Disabilitato La crittografia disabilitata; tutte le connessioni a un'applicazione client che richiedono la crittografianonsarannostabilite. Richiesto

88

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Il trasferimento dei dati avverr solo se la crittografia abilitata sull'applicazione client (vedere"Opzionidicrittografiaclient"),esarcrittografato. Parametridiautenticazione InUtilizzaautenticazionecertificaticlientselezionareunadelleseguentiopzioni: Nonutilizzare L'utilizzo di certificati SSL disabilitato. Tutte le connessioni a un'applicazione client che richiedonol'utilizzodicertificatiSSLnonsarannostabilite. Utilizzasepossibile L'utilizzo di certificati SSL abilitato. Il client utilizzer certificati SSL se il relativo utilizzo abilitatonell'applicazioneclient,altrimentinonliutilizzer. Utilizzasempre L'utilizzo di certificati SSL abilitato. La connessione verr stabilita solo se l'utilizzo di certificatiSSLabilitatonell'applicazioneclient. Disabilitato EquivaleaNonconfigurato.

Configurazione della porta di rete


I componenti di Acronis Backup & Recovery 10 per impostazione predefinita utilizzano la porta di comunicazionedirete9876/TCP.Ilserverattendelaconnessioneiningressoinquestaporta.Questa porta,inoltre,perimpostazionepredefinitavieneutilizzatadalclientAcronis.Durantel'installazione dei componenti, all'utente potrebbe essere chiesta una conferma dell'apertura della porta o l'aperturamanualedellaporta,nelcasoincuisiutilizziunfirewalldiversodaquellodiWindows. Dopo l'installazione, le porte possono essere modificate in qualunque momento in modo da corrispondereavalorisceltidall'utenteodasoddisfarescopidisicurezza.Questaoperazionerichiede ilriavviodelservizioAcronisRemoteAgent(inWindows)oAcronis_agent(inLinux). Una volta cambiata la porta lato server, collegarsi al server utilizzando la notazione URL <IP server>:<porta>o<Nomehostserver>:<porta>.
Nota:Utilizzandolaconversionedell'indirizzodirete(NAT,NetworkAddressTranslation),laportapuessere configurataancheimpostandolamappaturadellaporta.

Configurazionedellaportanelsistemaoperativo
Windows Per poter cambiare i numeri di porta, caricare e configurare il modello amministrativo fornito da Acronis, come descritto in Configurazione delle impostazioni di comunicazione (p. 86), in "Porte agenteremoto". Linux Specificarelaportanelfile/etc/Acronis/Policies/Agent.config.RiavviareildaemondiAcronis_agent.

Configurazionedellaportainunambienteavviabile
In fase di creazione del supporto di avvio di Acronis, l'utente ha la possibilit di preconfigurare la portadiretecheverrutilizzatadall'agentediriavviodiAcronisBackup&Recovery10.possibile sceglieretra: portapredefinita(9876)
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 89

portaattualmenteutilizzata Unanuovaporta(immettereilnumerodiporta) Senonstatapreconfigurataalcunaporta,l'agenteutilizzailnumerodiportapredefinito.

Certificati SSL
I componenti di Acronis Backup & Recovery 10 utilizzano certificati SSL (Secure Sockets Layer) per l'autenticazioneprotetta. IcertificatiSSLpericomponentipossonoesserediduetipi: Certificatiautofirmati,adesempiocertificatigeneratiautomaticamentedurantel'installazionedi uncomponentediAcronis. Certificati non autofirmati, ad esempio certificati emessi da un'autorit di certificazione (CA, Certificate Authority) di terzi (es. una CA pubblica come VeriSign o Thawte) oppure dalla CA dellapropriaorganizzazione.

Percorsodeicertificati
Tutti i componenti di Acronis installati in una macchina quando fungono da applicazione server utilizzanouncertificatoSSLdenominatocertificatoserver. In Windows, il percorso dei certificati e il nome file del certificato sono specificati nella chiave di registro HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Acronis\Encryption\Server. Il percorso predefinito%SystemDrive%\Programmi\Filecomuni\Acronis\Agent. Per garantire l'affidabilit, il certificato memorizzato nell'archivio certificati di Windows nella seguenteubicazione:Certificati(computerlocale)\AcronisTrustedCertificatesCache. Percertificatiautofirmati,l'identificazionepersonaledelcertificato(dettaancheimprontadigitaleo hash) viene utilizzata per la futura identificazione dell'host: se un client si collegato precedentementeaunserverutilizzandouncertificatoautofirmatoetentanuovamentedistabilire unaconnessione,ilservercontrollasel'identificazionepersonaledelcertificatocorrispondeaquella utilizzatainprecedenza. Nelcasoincuil'elencodicertificatiperlamacchinalocalenoncompaianellaconsoleCertificati, possibileutilizzarelaseguenteprocedura.

Peraprirel'elencodicertificatidiunamacchina
1. 2. 3. 4. 5. 6. FareclicsuStart,poisuEseguiequindiimmettere:mmc Nellaconsole,nelmenuFile,fareclicsuAggiungi/Rimuovisnapin. NellafinestradidialogoAggiungi/RimuovisnapinfareclicsuAggiungi. NellafinestradidialogoAggiungisnapinautonomofaredoppioclicsuCertificati. FareclicsuAccountdelcomputerequindisuAvanti. FareclicsuComputerlocaleequindisuFine.
Suggerimento:Inalternativa,possibilegestirel'elencodicertificatidiunamacchinaremota.Atalfine, fareclicsuAltrocomputerequindiimmettereilnomedellamacchinaremota.

7. FareclicsuChiudiperchiuderelafinestradidialogoAggiungisnapinautonomoequindifare clicsuOKperchiuderelafinestradidialogoAggiungi/Rimuovisnapin.

Certificatiautofirmati
Nelle macchine in cui in esecuzione Windows, se l'ubicazione dei certificati non contiene alcun certificato server, un certificato server autofirmato viene automaticamente generato e installato
90 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

durante l'installazione di qualunque componente di Acronis, tranne Acronis Backup & Recovery 10 ManagementConsole. Selamacchinavienerinominatadopolagenerazionedelrelativocertificatoautofirmato,ilcertificato nonpuessereutilizzatoel'utentedovrgenerareunnuovocertificato.

Pergenerareunnuovocertificatoautofirmato
1. Collegarsicomemembrodelgruppodiamministratori. 2. NelmenuStartfareclicsuEseguiequindiimmettere:cmd 3. Lanciareilseguentecomando(facendoattenzioneallevirgolette):
"%CommonProgramFiles%\Acronis\Utils\acroniscert"reinstall

4. RiavviareWindowsoiservizidiAcronisinesecuzione.

Certificatinonautofirmati
L'utentehalapossibilitdiutilizzarecertificatiditerziritenutisicuriocertificaticreatidallaCAdella propria organizzazione come alternativa ai certificati autofirmati, utilizzando l'utilit della riga di comandopericertificatidiAcronis.

Perinstallareuncertificatoditerzi
FareclicsuStart,poisuEseguiequindiimmettere:certmgr.msc NellaconsoleCertificatifaredoppioclicsulnomedelcertificatodainstallare. NellaschedaInformazionidettagliate,nell'elencodicampi,fareclicsuIdentitpersonale. Selezionare e copiare il valore del campo, denominato identit personale del certificato (una stringadeltipo209900b63d955728140cd13622d8c687a4eb0085). 5. NelmenuStartfareclicsuEseguiequindinellacasellaApriimmettere: "%CommonProgramFiles%\Acronis\Utils\acroniscert.exe" --install "20 99 00 b6 3d 95 57 28 14 0c d1 36 22 d8 c6 87 a4 eb 00 85" (Fareattenzioneallevirgolette:sostituirel'identitpersonalediesempioquiriportataconquella delpropriocertificato.) 1. 2. 3. 4.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

91

3 Opzioni
Questa sezione riguarda le opzioni di Acronis Backup & Recovery 10 che possibile configurare tramitel'interfacciautentegrafica,oGUI(GraphicalUserInterface).Ilcontenutodiquestasezione validosiaperleedizioniautonomecheperquelleavanzatediAcronisBackup&Recovery10.

3.1 Opzioni console


Le opzioni console definiscono il modo in cui le informazioni sono rappresentate nell'Interfaccia GraficaUtentediAcronisBackup&Recovery10. Peraccederealleopzioniconsole,selezionareleopzioniOpzioni>Consoledalmenuinalto.

3.1.1

Pagina iniziale

Questa opzione definisce se mostrare la schermata di Benvenuto o il Pannello di Controllo alla connessionedellaconsoleaunmacchinagestitaoalserverdigestione. L'impostazionepredefinita:laschermatadiBenvenuto. Pereffettuareunaselezione,selezionareodeselezionarelacasellaMostralavisualedelPannellodi controlloallaconnessionedellaconsoleadunmacchina. QuestaopzionepuancheessereimpostatasullaschermatadiBenvenuto.Sesiselezionalacasella di controllo All'avvio, mostra il Pannello di controllo invece della visualizzazione attuale nella schermatadiBenvenuto,l'impostazionesopraindicataverraggiornata.

3.1.2

Messaggi a comparsa

Informazionisulleoperazionicherichiedonoun'interazione
Questaopzionedisponibilequandoquandolaconsoleconnessaallamacchinagestitaoalserver digestione. L'opzione definisce se visualizzare la finestra popup quando una o pi operazioni richiedono interazione dell'utente. Questa finestra permette di specificare un'attivita da eseguire su tutte le tutte le operazioni nella stessa posizione, ad esempio confermare il riavvio o un nuovo tentativo dopoaverliberatospaziosudisco.Finoaquandoalmenoun'attivitrichiedel'interazione,possibile aprire questa finestra in ogni momento dal Pannello di Controllo della macchina gestita. In alternativa, possibile rivedere lo stato di esecuzione delle attivit nella visualizzazione Attivit e specificarelapropriadecisionesuogniattivitnelriquadrodelleinformazioni. L'impostazionepredefinita:Abilitato. Per effettuare una selezione, selezionare o deselezionare la casella Fai comparire la finestra "L'attivitrichiedeinterazione".

Informazionisuirisultatidell'esecuzionedell'attivit
Questaopzionehaeffettosoloquandolaconsoleconnessaallamacchinagestita.

92

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

L'opzione definisce se visualizzare i messaggi a comparsa sui risultati dell'esecuzione dell'attivit: completamentoriuscito,esitonegativoopositivoconavvisi.Quandolavisualizzazionedeimessaggi a comparsa disabilitata, possibile rivedere lo stato e i risultati dell'esecuzione dell'attivit nella visualizzazioneAttivit. L'impostazionepredefinita:Abilitatopertuttiirisultati. Per effettuare una configurazione per ogni risultato (completamento riuscito, risultato negativo o positivoconavvisi)individualmente,selezionareodeselezionarelerispettivecaselle.

3.1.3

Avvisi temporizzati

Ultimobackup
Questaopzionedisponibilequandoquandolaconsoleconnessaallamacchinagestita(p.390)oal serverdigestione(p.394). L'opzionedefinisceseavvisareonochenonstatoeseguitoilbackupsuunadatamacchinaperun periododitempo.E'possibileconfigurareilperiodoconsideratocriticoperl'attivit. L'impostazione predefinita : avvertire se l'ultimo backup riuscito su una macchina stato completatopidi5giornifa. L'avvisovisualizzatonellasezioneAvvisidelPannellodiControllo.Quandolaconsoleconnessaal server di gestione, questa impostazione controller anche lo schema del colore del valore della colonnadell'Ultimobackupperognimacchina.

Ultimaconnessione:
Questa opzione ha effetto quando la console connessa al server di gestione o a una macchina registrata(p.390). L'opzione definisce se avvisare o no che non stata stabilita una connessione tra una macchina registrata e un server di gestione per un periodo di tempo, in modo da indicare che la macchina potrebbenonesseregestitacentralmente(perilripristinoincasodierroredellaconnessionedirete allamacchina).E'possibileconfigurareladurataditempoconsideratocritico. L'impostazionepredefinita:avvisaresel'ultimaconnessionealserverdigestioneavvenutapidi 5giornifa. L'avvisovisualizzatonellasezioneAvvisidelPannellodiControllo.Quandolaconsoleconnessaal server di gestione, questa impostazione controller anche lo schema del colore del valore della colonnadell'Ultimaconnessioneperognimacchina

3.1.4

Numero di attivit

Questaopzionehaeffettosoloquandolaconsoleconnessaalserverdigestione. Questa opzione definisce quante operazioni saranno visualizzate nello stesso momento nella visualizzazioneAttivit.E'possibileancheutilizzareifiltridisponibilinellavisualizzazioneAttivitper limitareilnumerodelleattivitvisualizzate. L'impostazionepredefinita:400.L'intervallodimodifica:20a500. Pereffettuareunaselezione,scegliereilvaloredesideratodalmenuatendinaNumerodiattivit.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

93

3.1.5

Caratteri

Questaopzionedisponibilequandoquandolaconsoleconnessaallamacchinagestitaoalserver digestione. Questaopzionedefinisceicaratteridausarenell'InterfacciaGraficadell'UtentediAcronisBackup& Recovery 10. L'impostazione del Menu influisce sui menu a tendina e contestuali. L'impostazione dell'Applicazioneinfluiscesuglialtrielementidell'interfaccia. L'impostazionepredefinita:IlcaratterePredefinitodelsistemasiaperimenucheperglielementi dell'interfacciadell'applicazione. Per effettuare una selezione, scegliere il carattere dall'elenco a discesa rispettivo e impostare le proprietdelcarattere.E'possibileeseguirel'anteprimadeltipodicaratterefacendoclicsultastoa destra.

3.2 Opzioni del server di gestione


Leopzionidelserverdigestionepermettonodiregolareilcomportamentodelserverdigestionedi AcronisBackup&Recovery10. Per accedere alle opzioni del server di gestione, connettere la console al server di gestione e poi selezionareOpzioni>Opzionidelserverdigestionedalmenuinalto.

3.2.1

Livello di accesso

L'opzione definisce se il server di gestione deve acquisire gli eventi di registro dalle macchine registratealregistrocentralizzatochememorizzatoinundatabasededicatoeddisponibilenella visualizzazioneRegistro.E'possibileimpostarel'opzionepertuttiglieventiinunavoltaoselezionare il tipo di eventi da raccogliere. Se si disabilita completamente la raccolta degli eventi di registro, il registrocentralizzatoconterrsoloilregistrodelserverdigestione. L'impostazionepredefinita:RaccogliregistriperTuttiglieventi. Utilizzarel'elencoadiscesaTipodieventidasalvarenelregistroperspecificareitipidieventiche sarannoraccolti: Tutti gli eventi tutti gli eventi (informazioni, avvisi ed errori) avvenuti su tutte le macchine registratesulserverdigestionesonoinseritinelregistrocentralizzato. Errorieavvisiavvisiederrorisonoinseritinelregistrocentralizzato Soloerrorisologlierrorichesonoinseritinelregistrocentralizzato. Perdisabilitarelaraccoltadeglieventinelregistro,deselezionarelacasellaRaccogliregistri.

3.2.2

Regole per la pulizia del registro

Questa opzione specifica come pulire il registro eventi centralizzato memorizzato nel database di reportisticadelserverdigestione. IlRegistroeventicentralizzatoaccessibilequandolaconsoleconnessaalserverdigestione.Dal registro centralizzato si pu esaminare la cronologia delle operazioni della gestione centralizzata, come la creazione di un gruppo di entit gestite, l'applicazione di un criterio, la gestione di un

94

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

deposito centralizzato, oltre alla cronologia delle operazioni registrate nei registri locali delle macchineregistrateeinodidiarchiviazione. Fisicamente, il registro eventi centralizzato una tabella all'interno del database di Microsoft SQL dedicato.Latabellacontienelevocidiregistrodeglieventichesisonoverificatinelserverdigestione e le voci dei registri locali, estese nel formato della voce di registro centralizzata. Si possono selezionareitipidivocidaraccoglieredairegistrilocalieinserireneldatabasecentralizzatooppure disattivarelaraccoltadellevocilocali.Permaggioridettagli,vederelasezioneLivellodiregistrazione (p.94).Laregistrazionedeglieventidelserverdigestionenonpuessereregolataodisattivata. Esistonodellelimitazioni sulnumerodivocidiregistropresenti nelregistroeventicentralizzato,in quantoildatabaseSQLExpressnonpusuperarei4GB. Questaopzionedefinisceladimensionemassimadeldatabasedireportistica. L'impostazionepredefinita:Dimensionemassimadelregistro:1GB.Infasedipulizia,mantenereil 95%delladimensionemassimadelregistro. Quando l'opzione abilitata, il programma confronta la dimensione attuale del registro con la dimensionemassimaogni100inserimenti.Quandosisuperaladimensionemassimadelregistro,il programma elimina le voci pi vecchie. possibile selezionare il numero di voci da conservare. L'impostazione predefinita del 95% consente di conservare la maggior parte del registro. Con l'impostazioneminimadell'1%,ilregistrosarquasipulito.
Anche se si rimuove il limite sulla dimensione del registro, quando si effettuano le registrazioni tramite un database SQL Server Express, non possibile superare la dimensione massima di 4 GB, che la soglia consentita da SQL Server Express. Impostare la dimensione massima del registro a 3,8 GB se si desidera sfruttarealmegliolacapacitdeldatabaseSQLExpress.

QuestoparametropuessereimpostatoancheutilizzandoAcronisModelloamministrativo(p.347).

3.2.3

Tracciamento eventi

E' possibile configurare il server di gestione per salvare gli eventi di registro nel registro eventi applicazionidiWindows,oltrealregistrodelserverdigestione. E'possibileconfigurareilserverdigestioneperinviareoggettiSNMP(SimpleNetworkManagement Protocol)aungestorespecificatoSNMP.

Registro eventi di Windows


Questaopzionedefinisceseilserverdigestionedeveregistrareglieventinelregistroapplicazionidi Windows (per vedere questo registro, avviare eventvwr.exe o selezionare Pannello di controllo > Strumentidiamministrazione>Visualizzatoreeventi).E'possibilefiltrareglieventidaregistrare. Ilvalorepredefinito:Disabilitato. Perabilitarequestaopzione,selezionarelacaselladicontrolloEventidelregistro. UtilizzarelacaselladicontrolloTipidieventidaregistrareperfiltrareglieventidaregistrarenel RegistroeventidelleapplicazionidiWindows: Tuttiglieventi:tuttiglieventi(informazioni,avvertimentiederrori) Errorieavvertimenti Soloerrori.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

95

Perdisabilitarequestaopzione,deselezionarelacaselladicontrolloEventidelregistro.

Notifiche SNMP
QuestaopzionedefinisceseilserverdigestionedeveregistrareglieventineigestoriSNMP(Simple NetworkManagementProtocol)specificati.E'possibilescegliereitipidieventidainviare. Acronis Backup & Recovery 10 fornisce i seguenti oggetti SNMP (Simple Network Management Protocol)perapplicazionidigestioneSNMP: 1.3.6.1.4.1.24769.100.200.1.0: stringa che identifica il tipo di evento (Informazione, Avvertimenti, Errore) 1.3.6.1.4.1.24769.100.200.2.0: stringa che contiene la descrizione testuale dell'evento (appare identicaaimessaggipubblicatidaAcronisBackup&Recovery10nelrelativoregistro). L'impostazionepredefinita:Disabilitato.

Perimpostarel'inviodimessaggiSNMP
1. SelezionarelacaselladicontrolloInviamessaggiaunserverSNMP. 2. Specificareleopzioniappropriate,diseguitoindicate Tipo di eventi da inviare: scegliere i tipi di eventi: Tutti gli eventi, Errori e avvertimenti o Soloerrori. Nome/IP del server: immettere il nome o l'indirizzo IP dell'host in cui viene eseguita l'applicazionedigestioneSNMP,acuiverrannoinviatiimessaggi. Community: immettere il nome della community SNMP a cui appartengono l'host in cui viene eseguita l'applicazione di gestione SNMP e la macchina che esegue l'invio. La communitytipica"public". Per disabilitare l'invio di messaggi SNMP, deselezionare la casella di controllo Invia messaggi a un serverSNMP. ImessaggivengonoinviatitramiteUDP.

3.2.4

Credenziali di accesso al dominio

Questa opzione determina il nome utente e la password che il server di gestione utilizzer per accederealdominio. L'impostazionepredefinita:Nessunacredenziale Il server di gestione richiede le credenziali di accesso al dominio quando lavora con un gruppo dinamico basato sul criterio Unit organizzativa (p. 321). Quando si crea questo gruppo e non vengono indicate le credenziali attraverso questa opzione, il programma chiede le credenziali e le salvainquestaopzione. sufficientespecificarelecredenzialidiunutentemembrodelgruppoDomainUsersall'internodel dominio.

3.2.5

Acronis WOL Proxy

Questa opzione funziona in combinazione con l'impostazione avanzata di pianificazione Utilizza WakeOnLAN(p.182).Utilizzarequestaopzioneseilserverdigestionedeveattivaredellemacchine dibackuplocalizzateinun'altrasottorete.
96 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Quandol'operazionepianificataprontaadessereeseguita,ilserverdigestioneinviadei"pacchetti magici"persvegliarelamacchinadesignata.Un"pacchettomagico"unpacchettochecontiene16 copiecontiguedell'indirizzoMACdelNICricevente.AcronisWOLProxy,installatonell'altrasottorete, trasferisceipacchettiversomacchineubicatenellasottorete. L'impostazionepredefinita:Disabilitato.

Perattivarequestaopzione:
1. Installare Acronis WOL Proxy su un server della sottorete in cui sono ubicate le macchine da avviare. Il server deve garantire la disponibilit continua dei servizi. Con la presenza di pi sottoreti,installareAcronisWOLProxyinciascuna dellesottoretisucuisidesiderautilizzarela funzioneWakeOnLAN. 2. AbilitareAcronisWOLProxynelleOpzionidelserverdigestionecomesegue. a. SelezionarelacaselladicontrolloUtilizzaiseguentiproxy. b. FareclicsuAggiungi,quindiinserireilnomeol'indirizzoIPdellamacchinasucuiinstallato AcronisWOLProxy.Fornirelecredenzialidiaccessoperlamacchina. c. RipeterequestopassosesonopresentidiversiproxyAcronisWOL. 3. Quandosipianificaunastrategiadibackup,abilitarel'impostazioneUtilizzaWakeOnLAN. semprepossibilecancellareiproxydall'elenco.Bisognatenereinconsiderazionecheognimodifica a questa opzione influisce sull'intero server di gestione. Se si rimuove un proxy dall'elenco, la funzione WakeOnLAN per la sottorete corrispondente sar disabilitata per tutti i criteri, compresi quellegiapplicati.

3.2.6

Opzioni di protezione VM

Questeopzionidefinisconoilcomportamentodelserverdigestioneinrelazionealbackuperipristino dimacchinevirtualiospitatesuiserverdivirtualizzazione.

VMware vCenter Integration


QuestaopzionedefiniscesemostrarelemacchinevirtualigestitedaunVMwarevCenterServernel serverdigestioneemostrarelostatodelbackupdiquestemacchineinvCenter. L'integrazione disponibile in tutte le edizioni avanzate di Acronis Backup & Recovery 10; non necessariaunalicenzaperlaVirtualEdition.Nonnecessarial'installazionedisoftwaresulvCenter Server.

Latoserverdigestione
Quando l'integrazione abilitata, viene mostrata la visualizzazione dell'inventario VM e modelli di vCenternellaGUIdelserverdigestioneinNavigazione>Macchinevirtuali. Dalpuntodivistadelserverdigestione,sitrattadiungruppodinamicodimacchinevirtuali.Ilnome del gruppo equivale al nome o indirizzo IP del vCenter Server, a prescindere da quello specificato durante la configurazione dell'integrazione. Il contenuto del gruppo sincronizzato con vCenter Serverenonpuesseremodificatodallatodelserverdigestione.Incasodiincoerenzaoccasionale, fareclicconiltastodestrosulgruppoeselezionareAggiorna. Anche le macchine virtuali gestite dal vCenter Server vengono visualizzate nel gruppo Tutte le macchine virtuali. possibile visualizzare le propriet e lo stato dell'alimentazione della macchina virtuale;crearegruppidimacchinevirtualieaggiungeremacchinevirtualiaigruppiesistenti.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

97

Il backup e il ripristino di una macchina virtuale non possibile, a meno che Acronis Backup & Recovery 10 Agent for ESX/ESXi sia distribuito (p. 326) nell'host della macchina virtuale. Queste macchinevengonovisualizzatecomenongestibili(dicoloregrigio). Quando l'agente distribuito su un host ESX/ESXi (ci richiede una licenza di Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition), le macchine virtuali di questo host sono pronte per l'applicazione di un criterio di backup o un backup singolo. Queste macchine vengono visualizzate comegestibili.
SeAgentforWindowsoAgentforLinuxinstallatoinunsistemaguest,manonpresenteAgentforESX/ESXi sulsuohost,lamacchinavirtualeapparecomenongestibileinMacchinevirtuali.Questamacchinadeveessere gestitacomeunamacchinafisica.

LatovCenterServer
Quando l'integrazione abilitata, vCenter Server memorizza e mostra le informazioni su quando avvenuto il backup della macchina virtuale e se stato eseguito correttamente. Le stesse informazionivengonovisualizzatenellecolonneStatoeUltimobackupsulserverdigestione. Statodelbackup:glielementiconlostatodiattenzionepigravedituttiipianiecriteridibackup sulla macchina. Per ulteriori informazioni, vedere "Stato dei piani di backup (p. 193)" e "Stato dei criteriinunamacchina(p.72)". Ultimobackup:iltempotrascorsodall'ultimobackupcreatocorrettamente. possibile visualizzare queste informazioni nel riepilogo della macchina virtuale (Riepilogo > Annotazioni) o nella scheda Macchine virtuali per ogni host, datacenter, cartella o vCenter Server completo(adesempio,Visualizza>Inventario>Hostecluster>selezionehost>Macchinevirtuali).

3.3 Opzioni del macchina


LeopzionidellamacchinadefinisconoilcomportamentogeneraledituttigliagentidiAcronisBackup &Recovery10cheoperanosullamacchinagestita,cosleopzionisonoconsideratespecifichedella macchina. Per accedere alle opzioni della macchina, connettere la console alla macchina gestita e poi selezionareOpzioni>Opzionidellamacchinadalmenuinalto.

3.3.1

Gestione della macchina

L'opzionedefinisceselamacchinadeveesseregestitacentralmentedalserverdigestionediAcronis Backup&Recovery10. E' possibile registrare la macchina sul server di gestione durante l'installazione di un agente di AcronisBackup&Recovery10.Selamacchinanonregistrata,selezionandoGestionecentralizzata verr avviata la registrazione (p. 393). Oppure possibile aggiungere la macchina al server di gestionesullatoserver.Ognunodeitremetodidiregistrazionerichiedeiprivilegidiamministratore delserver. Selezionando Gestione autonoma su una macchina registrata si verificher un arresto delle comunicazionitralamacchinaeilserver.Unavoltacheilserverdigestioneavvisachenonstato possibile connettersi alla macchina per un determinato periodo di tempo, l'amministratore pu eliminarelamacchinadalserveroregistrarla.

98

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

L'impostazionepredefinita:Gestioneautonoma.

Perimpostarelagestionecentralizzatasullamacchina:
1. 2. 3. 4. selezionareGestionecentralizzata; specificareIP/nomedelserverdigestione; specificarenomeutenteepassworddell'amministratoredelserverdigestionequandorichiesto. Nell'indirizzodiregistrazionedellamacchina,selezionarecomelamacchinaverrregistratasul serverdigestione:inbasealnome(consigliato)oinbaseall'indirizzoIP. 5. FareclicsuOKelamacchinaverrregistratasulserverdigestione.

Perdisabilitarelagestionecentralizzata,selezionareGestioneautonoma.

3.3.2

Tracciamento eventi

E'possibileduplicareglieventidiregistrogeneratidagliagenticheoperanosulserverdigestione,nel registro eventi applicazioni di Windows; o inviare gli eventi ai gestori SNMP specificati. Se non si modificano le opzioni del tracciamento eventi in nessun altro posto ad eccezione di qui, le impostazionisarannoefficaciperognipianodibackuplocaleeogniattivitcreatasullamacchina. E' possibile sovrapporre le impostazioni qui impostate esclusivamente per gli eventi che si presentanoduranteilbackupoilripristinonelleOpzionidibackuperipristinopredefinite(p.101).In questocaso,leimpostazionidefinitesarannoefficaciperoperazionidiversedabackuperipristino, comelaconvalidaarchivioolapulizia. E' possibile inoltre sovrapporre le impostazioni definite nelle opzioni predefinite di backup e ripristino quando si crea un piano di backup o un'attivit di ripristino. Le impostazioni ottenute sarannospecifichedelpianoedell'attivit.

Registro eventi di Windows


QuestaopzionedisponibilequandosoloperilsistemaoperativoWindows Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. Questa opzione definisce se gli agenti che operano sulla macchina devono salvare gli eventi nel registro applicazioni di Windows (per visualizzare questo registro, avviare eventvwr.exe o selezionare Pannello di controllo > Strumenti di amministrazione > Visualizzatore eventi). E' possibilefiltrareglieventidaregistrare. E' possibile sovrapporre le impostazioni qui impostate esclusivamente per gli eventi che si presentanoduranteilbackupoilripristinonelleOpzionidibackuperipristinopredefinite(p.101).In questocaso,leimpostazionidefinitesarannoefficaciperoperazionidiversedabackuperipristino, comelaconvalidaarchivioolapulizia. E' possibile inoltre sovrapporre le impostazioni definite nelle opzioni predefinite di backup e ripristino quando si crea un piano di backup o un'attivit di ripristino. Le impostazioni ottenute sarannospecifichedelpianoedell'attivit. Ilvalorepredefinito:Disabilitato. Perabilitarequestaopzione,selezionarelacaselladicontrolloEventidelregistro. UtilizzarelacaselladicontrolloTipidieventidaregistrareperfiltrareglieventidaregistrarenel RegistroeventidelleapplicazionidiWindows: Tuttiglieventi:tuttiglieventi(informazioni,avvertimentiederrori)
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 99

Errorieavvertimenti Soloerrori. Perdisabilitarequestaopzione,deselezionarelacaselladicontrolloEventidelregistro.

Notifiche SNMP
QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. Questa opzione definisce se gli agenti che operano sulla macchina devono inviare gli eventi di registroaigestoridiSimpleNetworkManagementProtocol(SNMP)specificati.E'possibilesceglierei tipidieventidainviare. E' possibile sovrapporre le impostazioni qui impostate esclusivamente per gli eventi che si presentanoduranteilbackupoilripristinonelleOpzionidibackuperipristinopredefinite(p.101).In questocaso,leimpostazionidefinitesarannoefficaciperoperazionidiversedabackuperipristino, comelaconvalidaarchivioolapulizia. E' possibile inoltre sovrapporre le impostazioni definite nelle opzioni predefinite di backup e ripristinoquandosicreaunpianodibackupoun'attivitdiripristino.Leimpostazionichesiottiene sarannospecificidelpianoedell'attivit. Acronis Backup & Recovery 10 fornisce i seguenti oggetti SNMP (Simple Network Management Protocol)perapplicazionidigestioneSNMP: 1.3.6.1.4.1.24769.100.200.1.0: stringa che identifica il tipo di evento (Informazione, Avvertimenti, Errore) 1.3.6.1.4.1.24769.100.200.2.0: stringa che contiene la descrizione testuale dell'evento (appare identicaaimessaggipubblicatidaAcronisBackup&Recovery10nelrelativoregistro). L'impostazionepredefinita:Disabilitato.

Perimpostarel'inviodimessaggiSNMP
1. SelezionarelacaselladicontrolloInviamessaggiaunserverSNMP. 2. Specificareleopzioniappropriate,diseguitoindicate Tipo di eventi da inviare: scegliere i tipi di eventi: Tutti gli eventi, Errori e avvertimenti o Soloerrori. Nome/IP del server: immettere il nome o l'indirizzo IP dell'host in cui viene eseguita l'applicazionedigestioneSNMP,acuiverrannoinviatiimessaggi. Community: immettere il nome della community SNMP a cui appartengono l'host in cui viene eseguita l'applicazione di gestione SNMP e la macchina che esegue l'invio. La communitytipica"public". Per disabilitare l'invio di messaggi SNMP, deselezionare la casella di controllo Invia messaggi a un serverSNMP. ImessaggivengonoinviatitramiteUDP. La sezione successiva contiene informazioni aggiuntive su Impostazione dei servizi SNMP sulla macchinadiricezione(p.101).

100

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Impostazione dei servizi SNMP sulla macchina di ricezione Windows


PerinstallareilservizioSNMPservicesuunamacchinacheesegueWindows: 1. Avvio > Pannello di controllo > Installazione applicazioni > Aggiungi/Rimuovi i componenti Windows. 2. SelezionareStrumentidigestioneemonitoraggio. 3. FareclicsuDettagli. 4. SelezionarelacasellaSimpleNetworkManagementProtocol. 5. FareclicsuOK. E' possibile che venga richiesto lmmib2.dll che pu essere trovato sul disco d''installazione del sistemaoperativo.

Linux
PerricevereimessaggiSNMPsuunamacchinacheesegueLinux,necessarioinstallareilpacchetto netsnmp(perRHELeSUSE)oilsnmpd(perDebian). E' possibile configurare SNMP utilizzando il comando snmpconf. I file di configurazione predefiniti sonoposizionatinelladirectory/etc/snmp: /etc/snmp/snmpd.conffilediconfigurazioneperl'agenteNetSNMPSNMP /etc/snmp/snmptrapd.conffilediconfigurazioneperiltrapdaemonNetSNMP

3.3.3

Regole per la pulizia del registro

Questaopzionespecificacomepulireilregistrodell'agenteAcronisBackup&Recovery10. Questaopzionedefinisceladimensionemassimadellacartellaperilregistrodell'agente(inWindows XP/2003Server,%ALLUSERSPROFILE%\Application Data\Acronis\BackupAndRecovery\MMS\LogEvents). L'impostazionepredefinita:Dimensionemassimadelregistro:1GB.Infasedipulizia,mantenereil 95%delladimensionemassimadelregistro. Quando l'opzione abilitata, il programma confronta la dimensione attuale del registro con la dimensionemassimaogni100inserimenti.Quandosisuperaladimensionemassimadelregistro,il programma elimina le voci pi vecchie. possibile selezionare il numero di voci da conservare. L'impostazione predefinita del 95% consente di conservare la maggior parte del registro. Con l'impostazioneminimadell'1%,ilregistrosarquasipulito. QuestoparametropuessereimpostatoancheutilizzandoAcronisModelloamministrativo(p.353).

3.4 Opzioni di backup e ripristino predefinite


3.4.1 Opzioni di backup predefinite

OgniagenteAcronishaproprieopzionidibackuppredefinite.Unavoltainstallatol'agente,leopzioni predefinite hanno valori predefiniti, detti valori preimpostati nella documentazione. Quando viene creatounpianodibackup,possibileutilizzareun'opzionepredefinitaosovrascriverlaconilvalore personalizzatochesarspecificosoloperquestopiano.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 101

anche possibile personalizzare un'opzione predefinita stessa modificandone il valore rispetto a quello predefinito. Il nuovo valore verr utilizzato per impostazione predefinita in tutti i piani di backupcheverrannocreatiinfuturointalemacchina. Pervisualizzareemodificareleopzionidibackup,collegarelaconsoleallamacchinagestitaequindi selezionareOpzioni>Opzionidibackuperipristinopredefinite>Opzionidibackuppredefinitedal menusuperiore.

Disponibilitdelleopzionidibackup
Laseriediopzionidibackupdisponibilidipendedaiseguentifattori: L'ambienteincuioperal'agente(Windows,Linux,supportoriavviabile) Iltipodidatisottopostiabackup(disco,file) Ladestinazionedelbackup(posizioneinreteodiscolocale) Loschemadibackup(backupimmediatootramiteutilitdipianificazione) Latabellaseguenteriepilogaladisponibilitdelleopzionidibackup.
AgentforWindows AgentforLinux Supportoriavviabile (basatosuLinuxosuPE) Backupdel disco + Backupfile + Backupdel disco + Backupfile + Backupdel disco + Backupfile +

Protezionedell'archivio (p.104) (password+crittografia) Esclusionefilediorigine (p.105) Comandipre/postbackup (p.106) Comandipre/post acquisizionedati(p.107) Snapshotmultivolume(p. 110) Snapshotdelbackupa livellodifile(p.109) UsaVSS(p.110) Livellodicompressione(p. 111) Prestazionidelbackup: Prioritdibackup(p.111) VelocitdiscritturaHDD (p.112)

+ + + + + +

+ + + + + + +

+ + + +

+ + + + +

+ SoloPE +

+ SoloPE +

Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: HDD HDD HDD HDD HDD HDD

Velocitdiconnessionedi Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: condivisione condivisione condivisione condivisione condivisione condivisione rete(p.112) direte direte direte direte direte direte

102

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Backup incrementale/differenziale veloce(p.116) Suddivisionedeibackup (p.116)

Protezionealivellodifile(p.117): Mantienileimpostazioni disicurezzadeifilenegli archivi Negliarchivi,memorizzai filecrittografatiinstato decrittografato Componentisupporti(p. 117) +

Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: supporto supporto supporto supporto rimovibile rimovibile rimovibile rimovibile + + + +

Gestionedeglierrori(p.118): Nonvisualizzarei messaggielefinestredi dialogodurante l'elaborazione(modalit nascosta) Effettuaunnuovo tentativosesiverificaun errore Ignorasettoridifettosi Doppiadestinazione(p. 119) Condizionidiavvio dell'attivit(p.119) Gestionefallimento dell'attivit(p.120) Supportodeinastri(p. 121) + +

Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: locale locale locale locale + + + + + + + +

Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: deposito deposito deposito deposito deposito deposito gestitosu gestitosu gestitosu gestitosu gestitosu gestitosu libreriaa libreriaa libreriaa libreriaa libreriaa libreriaa nastro nastro nastro nastro nastro nastro Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Nastro Nastro Nastro Nastro Nastro Nastro Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: supporto supporto supporto supporto supporto supporto rimovibile rimovibile rimovibile rimovibile rimovibile rimovibile Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: Destinazione: supporto supporto supporto supporto supporto supporto rimovibile rimovibile rimovibile rimovibile rimovibile rimovibile

Impostazioniaggiuntive(p.123): Sovrascriviidatiinun nastrosenzachiedere confermaall'utente Smontaisupportial terminedelbackup Chiedidiinserireilprimo supportodurantela creazionedegliarchividi backupsuisupporti rimovibili.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

103

Convalidailbackupdopo lacreazione Azzerabitarchivio Riavviadopoilbackup Notifiche: Postaelettronica(p.113) WinPopup(p.114) Tracciamentoeventi: Registroeventidi Windows(p.114) SNMP(p.115)

+ +

+ + +

+ +

+ +

+ +

+ +

+ +

+ +

Protezione dell'archivio
Questa opzione disponibile quando per i sistemi operativi Windows and Linux e i supporti riavviabili. Questaopzionehaeffettoperentrambiibackupalivellodidiscoealivellodifile. L'impostazionepredefinita:Disabilitato.

Perproteggereifiledegliarchividibackupdaaccessinonautorizzati.
1. 2. 3. 4. SelezionarelacasellaImpostapasswordperl'archivio. NelcampoImmettilapassword,immettereunapassword. NelcampoConfermalapassword,immetterenuovamentelapassword. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Noncriptarel'archiviosarprotettosoloconlapassword AES128l'archiviosarcriptatoutilizzandol'algoritmoAdvancedStandardEncryption(AES) conunachiavea128bit AES192l'archiviosarcriptatoutilizzandol'algoritmoAdvancedStandardEncryption(AES) conunachiavea192bit AES256l'archiviosarcriptatoutilizzandol'algoritmoAdvancedStandardEncryption(AES) conunachiavea256bit 5. FareclicsuOK. L'algoritmo crittografico AES opera nella modalit Cipherblock chaining (CBC) e utilizza una chiave generatainmodocasualeconunadimensionedefinitadall'utentedi128,192o256bit.Pigrande ladimensionedellachiave,maggioresariltemponecessarioalprogrammapercriptarel'archivioe maggioresarlasicurezzadeidati. LachiavedicriptazionevienepoicriptataconAES256utilizzandounhashSHA256dellapassword come chiave. La password stessa non viene memorizzata in nessun luogo del disco o nel file di backup; l' hash della password viene utilizzato per motivi di verifica. Con questa sicurezza a due livelli,idatidibackupsonoprotettidaogniaccessononautorizzato,manonpossibileripristinare unapasswordpersa.

104

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Esclusione di file sorgenti


Questa opzione disponibile quando per i sistemi operativi Windows and Linux e i supporti riavviabili. QuestaopzioneefficacesoloperilbackupalivellodiscodifilesystemNTFSeFAT.Questaopzione efficaceperilbackupalivellofiledituttiifilesystemsupportati. L'opzione definisce i file e le cartelle da ignorare durante il processo di backup, escludendoli in tal mododall'elencodielementisottopostiabackup. Ilvalorepredefinito:Escludifilecorrispondentiaiseguenticriteri:*.tmp,*.~,*.bak.

Perspecificareifileelecartelledaescludere:
Impostareunodeiseguentiparametri: Escludituttiifileelecartellenascosti Selezionarequestacaselladicontrollopersaltarefileecartelleconl'attributoNascosto.Seuna cartellanascosta,saresclusotuttoilrelativocontenuto(inclusifilenonnascosti). Escludituttiifileelecartelledisistema Selezionare questa casella di controllo per saltare file e cartelle con l'attributo Sistema. Se una cartelladisistema,saresclusotuttoilrelativocontenuto(inclusifilenondisistema).
Gli attributi dei file o delle cartelle possono essere visualizzati nelle propriet dei file o delle cartelle oppure utilizzando il comando attrib. Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla guida e al centro di supporto in Windows.

Escludifilecorrispondentiaiseguenticriteri Selezionarequestacaselladicontrollopersaltareifileicuinomicorrispondonoaunodeicriteri (denominati filtri file) nell'elenco; utilizzare i pulsanti Aggiungi, Modifica, Rimuovi e Rimuovi tuttopercrearel'elencodifiltrifile. Inunfiltrofilepossibileutilizzareunoopicaratterijolly*e?: L'asterisco(*)sostituiscenessunoopicaratteriinunnomefile;adesempio,ilfiltrofileDoc*.txt restituiscesiailfileDoc.txtcheDocument.txt Il punto interrogativo (?) sostituisce esattamente un carattere in un nome file; ad esempio, il filtrofileDoc?.txtrestituisceifileDoc1.txteDocs.txt,manonifileDoc.txtoDoc11.txt Esempidiesclusione
Criterio Pernome Perpercorso Filtro(*) Esempio File1.log Descrizione EscludetuttiifiledenominatiFile1.log.

C:\Finance\test.log Escludeilfiledenominatotest.logcollocatonellacartellaC:\Finance *.log Escludetuttiifileconl'estensione.log. Escludetuttiifile.logconnomichesonocostituitidacinquesimbolie checomincianoconmy.

Filtromaschera my???.log (?)

Leimpostazioniprecedentinonsonoefficaciperifileolecartelleselezionatiesplicitamenteperilbackup.Ad esempio, si supponga di aver selezionato la cartella CartellaPersonalee il file FilePersonale.tmp all'esterno di tale cartella, e di aver scelto di ignorare tutti i file .tmp. In questo caso, tutti i file .tmp nella cartella

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

105

CartellaPersonale saranno ignorati durante il processo di backup, ma il file FilePersonale.tmp non verr ignorato.

Comandi pre/post
Questa opzione disponibile quando per i sistemi operativi Windows and Linux e i supporti riavviabili. L'opzionepermettedidefinireicomandidaavviareautomaticamenteprimaedopolaproceduradi backup. Ilseguenteschemaillustraquandovengonoavviatiicomandipre/post.
Comandiprebackup Backup Comandipostbackup

Esempiodicomeutilizzareicomandipre/post: eliminarefiletemporaneidaldiscoprimadell'avviodelbackup configurareunprodottoantivirusditerzidaavviareautomaticamenteognivoltaprimadell'avvio delbackup. copiareunarchiviosuun'altraposizionedopolafinedelbackup. Ilprogrammanonsupportacomandiinterattivi,ades.comandicherichiedonouninputdell'utente (adesempio,pausa).

Perspecificareicomandipre/post
1. Permetterel'esecuzionedeicomandipre/postselezionandoleseguentiopzioni: Eseguiprimadelbackup Eseguidopoilbackup 2. Eseguireunadelleseguentioperazioni: FareclicsuModificaperspecificareunnuovocomandoounfilebatch Selezionareilcomandoesistenteoilfilebatchdall'elencoadiscesa 3. FareclicsuOK.

Comandi pre-backup
Perspecificareuncomando/filebatchdaeseguireprimadell'avviodellaproceduradibackup.
1. Nel campo Comando immettere un comando o individuare un file batch. Il programma non supportacomandiinterattivi,ciocomandicherichiedonol'immissionedell'utente(adesempio "pause"). 2. Nel campo Directory di lavoro specificare il percorso di una directory in cui sar eseguito il comandooilfilebatch. 3. NelcampoArgomentispecificaregliargomentidiesecuzionedelcomando,senecessario. 4. Asecondadelrisultatochesidesideraottenere,selezionareleopzioniappropriatedescrittenella tabellaseguente. 5. FareclicsuProvacomandopercontrollareseilcomandocorretto.
Casella Interrompil'attivit sel'esecuzionedel comandofallisce Noneseguireil backupfinoal 106 Selezionato Selezione Cancellato Selezionato Cancellato

Selezionato

Selezionato

Cancellato

Cancellato

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

termine dell'esecuzionedel comando Risultato Impostazione predefinita Eseguiilbackupsolo dopocheilcomando statoeseguitocon successo.Interrompi l'attivitsel'esecuzione delcomandofallisce Eseguiilbackup solodopocheil comandostato eseguito nonostantel'esito negativoopositivo. N/D Eseguiilbackup simultaneamentecon l'esecuzionedelcomando senzatenercontodel risultatodell'esecuzionedel comando.

Comandi post-backup
Perspecificareuncomando/fileeseguibiledaavviareunavoltacompletatoilbackup.
1. NelcampoComando,digitareuncomandooppuresfogliarepercercareunfilebatch. 2. NelcampoDirectorydilavoro,specificareunpercorsoversounadirectorydovesaravviatoil comando/filebatch. 3. NelcampoArgomenti,specificaregliargomentidell'esecuzionedelcomando,serichiesto. 4. Sel'esecuzioneconsuccessodelcomandofondamentaleperlastrategiadibackup,selezionare lacasellaInterrompil'attivitsel'esecuzionedelcomandofallisce.Nelcasoincuil'esecuzione delcomandofallisca,ilprogrammarimuoverifileTIBrisultantiesepossibileifiletemporaneie l'attivitfallir. Quando la casella viene selezionata, il risultato dell'esecuzione del comando non influisce sul'esito negativo o positivo dell'esecuzione dell'attivit. E' possibile tracciare l'esecuzione del risultato del comando esplorando il registro o gli errori e gli avvisi visualizzati sul Pannello di controllo. 5. FareclicsuProvacomandopercontrollareseilcomandocorretto.

Comandi pre/post acquisizione dei dati


QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindows. L'opzione permette di definire i comandi da avviare automaticamente prima e dopo l'acquisizione dati (ossia, creare un'snapshot dei dati) eseguita da Acronis Backup & Recovery 10 all'inizio della proceduradibackup. Loschemaseguenteillustraquandovengonoavviatiicomandidell'acquisizionedati.
Comandipre backup <Backup> Comandipreacquisizione deidati Acquisizione dati Comandipostacquisizione deidati Comandipost backup

Sel'opzioneVolumeShadowCopyService(p.110)abilitata,l'esecuzionedeicomandieleazionidi MicrosoftVSSsarannomessipersequenzacomesegue: Comandi "Prima dell'acquisizione dati > Sospensione VSS > Acquisizione dati > Ripristino VSS > comandi"Dopol'acquisizionedati". Utilizzandoicomandipre/postacquisizionedati,possibilesospendereeriprendereundatabaseo applicazionechenoncompatibileconVSS.ContrariamenteaiComandipre/post(p.106),icomandi pre/post acquisizione dati saranno avviati prima e dopo il processo di acquisizione dati, che dura
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 107

qualche secondo, mentre l'intera procedura di backup pu impiegare molto pi tempo, a seconda della quantit dei dati inclusi nel backup. Il tempo di attivit del database o dell'applicazione sar pertantominimo.

Perspecificareicomandipre/postacquisizionedeidati
1. Permettere l'esecuzione dei comandi pre/post acquisizione dei dati selezionando le seguenti opzioni: Eseguiprimadell'acquisizionedeidati Eseguiprimadopol'acquisizionedeidati 2. Eseguireunadelleseguentioperazioni: FareclicsuModificaperspecificareunnuovocomandoounfilebatch Selezionareilcomandoesistenteoilfilebatchdall'elencoadiscesa 3. FareclicsuOK.

Comandi pre-acquisizione dei dati


Perspecificareunfiledicomando/batchdaeseguireprimadell'acquisizionedati
1. Nel campo Comando immettere un comando o individuare un file batch. Il programma non supportacomandiinterattivi,ciocomandicherichiedonol'immissionedell'utente(adesempio "pause"). 2. Nel campo Directory di lavoro specificare il percorso di una directory in cui sar eseguito il comandooilfilebatch. 3. NelcampoArgomentispecificaregliargomentidiesecuzionedelcomando,senecessario. 4. Asecondadelrisultatochesidesideraottenere,selezionareleopzioniappropriatedescrittenella tabellaseguente. 5. FareclicsuProvacomandopercontrollareseilcomandocorretto.
Casella Interrompil'attivit sel'esecuzionedel comandofallisce Noneseguire l'acquisizionedei datifinoaltermine dell'esecuzionedel comando Selezionato Selezione Cancellato Selezionato Cancellato

Selezionato

Selezionato

Cancellato

Cancellato

Risultato Impostazione predefinita Eseguil'acquisizione deidatisolodopo cheilcomando Eseguil'acquisizionedei statoeseguito datisolodopocheil nonostantel'esito comandostato negativoopositivo. eseguitoconsuccesso. Interrompil'attivitse l'esecuzionedel comandofallisce. N/D Eseguil'acquisizionedei datisimultaneamentecon ilcomandoesenzatener contodelrisultato dell'esecuzionedel comando.

108

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Comandi post-acquisizione dei dati


Perspecificareunfiledicomando/batchdaeseguireprimadell'acquisizionedati
1. Nel campo Comando immettere un comando o individuare un file batch. Il programma non supportacomandiinterattivi,ciocomandicherichiedonol'immissionedell'utente(adesempio "pause"). 2. Nel campo Directory di lavoro specificare il percorso di una directory in cui sar eseguito il comandooilfilebatch. 3. NelcampoArgomentispecificaregliargomentidiesecuzionedelcomando,senecessario. 4. Asecondadelrisultatochesidesideraottenere,selezionareleopzioniappropriatedescrittenella tabellaseguente. 5. FareclicsuProvacomandopercontrollareseilcomandocorretto.
Casella Interrompil'attivit sel'esecuzionedel comandofallisce Noneseguireil backupfinoal termine dell'esecuzionedel comando Selezionato Selezione Cancellato Selezionato Cancellato

Selezionato

Selezionato

Cancellato

Cancellato

Risultato Impostazionepredefinita Eseguiilbackup solodopocheil Continuailbackupsolo comandostato dopocheilcomando eseguito statoeseguitocon nonostantel'esito successo.EliminailfileTIB negativoo eifiletemporaneie positivo. annullal'operazionese l'esecuzionedelcomando fallisce. N/D Continuailbackup simultaneamenteconil comandoesenzatener contodelrisultato dell'esecuzionedel comando.

Istantanea di backup a livello di file


QuestaopzionehaeffettosoloperbackupdifileneisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionedefinisceseeseguireilbackupdifileunoperunoocreareun'snapshotdidati.
Nota:Ifilememorizzatinellecondivisionidiretevengonosempresottopostiabackupunoallavolta.

L'impostazionepredefinita:Creasnapshotsepossibile Selezionareunadelleseguentiopzioni: Creasempreunosnapshot Lo snapshot permette di eseguire il backup di tutti i file, inclusi quelli aperti per l'accesso esclusivo. I file saranno inseriti nel backup nello stesso punto temporale. Scegliere questa impostazione solo se questi fattori sono critici, cio se non ha senso eseguire il backup dei file senzaunosnapshot.Perutilizzareunosnapshot,ilpianodibackupdeveessereinesecuzionecon l'accountconiprivilegidiamministratoreodioperatoredibackup.Senonpossibilecreareuno snapshot,ilbackupfallir.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

109

Creasnapshotsepossibile Eseguidirettamenteilbackupdeifilesenonpossibilecreareunosnapshot. Noncreareunosnapshot Esegui sempre il backup dei file direttamente. I privilegi di amministratore o di operatore di backup non sono richiesti. Il tentativo di eseguire backup dei file aperti con accesso esclusivo provocher un errore di lettura. I file nel backup potrebbero non essere cronologicamente coerenti.

Snapshot multi volume


QuestaopzionedisponibilequandosoloperilsistemaoperativoWindows. Questaopzionesiapplicaalbackupalivellodidisco,nonchalbackupalivellodifilequandoquesto file viene eseguito creando uno snapshot. (L'opzione Snapshot di backup a livello di file (p. 109) determinasecreareunosnapshotduranteilbackupalivellodifile). L'opzionedeterminasecreareglisnapshotdivolumimultipliallostessotempoeunoperuno. L'impostazionepredefinita:Abilita Quando questa opzione impostata su Abilita, gli snapshot di tutti i volumi inclusi nel backup saranno creati simultaneamente. Utilizzare questa opzione per creare un backup coerente di dati estesisuvolumimultipli,adesempioperundatabaseOracle. Quando questa opzione viene impostata su Disabilita, gli snapshot dei volumi saranno creati uno dopol'altro.Comeunrisultato,seidatisiestendonosuivarivolumi,ilbackuprisultantepotrebbe nonesserecoerente.

Servizio Copia Shadow del volume Microsoft


QuestaopzionedisponibilequandosoloperilsistemaoperativoWindows. L'opzionedefinisceseunproviderServizioCopiaShadowdelvolumeMicrosoft(VSS),AcronisVSSo MicrosoftVSS,devenotificarealleapplicazionicompatibiliconVSScheilbackupstaperiniziare.Ci garantisce lo stato di coerenza di tutti i dati utilizzati dalle applicazioni, in particolare il completamento di tutte le transazioni del database al momento della creazione dell'istantanea dei dati effettuata con Acronis Backup & Recovery 10. La coerenza dei dati a sua volta garantisce che l'applicazionevengaripristinatanellostatocorrettoechesubitodopoilripristinodiventioperativa. L'impostazionepredefinita:CreasnapshotutilizzandoVSS Acronis Backup & Recovery 10 selezioner automaticamente il provider VSS in base al sistema operativo in esecuzione sulla macchina e all'appartenenza della macchina al dominio Active Directory. CreasnapshotsenzautilizzareVSS Scegliere questa opzione se il database non compatibile con VSS. Lo snapshot dei dati verr acquisitodaAcronisBackup&Recovery10.Laproceduradibackuppiveloce,manonpossibile garantire la coerenza dei dati delle applicazioni le cui transazioni non sono complete al momento dell'acquisizione dello snapshot. possibile utilizzare i Comandi pre/post acquisizione dei dati (p. 107) per indicare quali comandi dovrebbero essere eseguiti prima e dopo la creazione dell'istantanea, per accertarsi che i dati vengano inclusi nel backup in uno stato di coerenza. Ad esempio,specificareicomandipreacquisizionedeidatichesospenderannoescaricherannotuttele cache per accertarsi che tutte le transazioni siano completate, e specificare i comandi post

110

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

acquisizione dei dati che riepilogheranno le operazioni del database dopo la creazione dell'istantanea.

Programmidiscritturadicopieshadowdivolumi
PrimadieseguireilbackupdeidatidiapplicazionicompatibiliconVSS,accertarsichesianoattivatii programmi di scrittura delle copie shadow dei volumi, esaminando l'elenco dei programmi di scrittura presenti nel sistema operativo. Per visualizzare questo elenco, lanciare il seguente comando:
vssadminlistwriters Nota: In Microsoft Windows Small Business Server 2003, il programma di scrittura per Microsoft Exchange Server2003disattivatoperimpostazionepredefinita.Peristruzionisullamodalitdiattivazione,consultare l'articolodiMicrosoftAiutoeSupportohttp://support.microsoft.com/kb/838183/encorrispondente.

Livello di compressione
QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinuxeisupportidiavvio. Questaopzionedefinisceillivellodicompressioneapplicatoaidatiinclusinelbackup. L'impostazionepredefinita:Normale. Illivelloottimaledellacompressionedeidatidipendedaltipodidatiinclusinelbackup.Adesempio, anche la comprensione massima non riduce significativamente le dimensioni dell'archivio, se esso contiene essenzialmente file compressi quali .jpg, .pdf o .mp3. La compressione di determinati formati,quali.doco.xls,verrtuttaviaeseguitacorrettamente.

Perspecificareillivellodicompressione
Selezionareunadelleseguentiopzioni: Nessunoidatisarannocopiaticomesono,senzacompressione.Ledimensionidelbackupfinale sarannoquellemassime. Normaleconsigliatolamaggiorpartedeicasi. Alto le dimensioni del backup risultante saranno come di norma meno che per il livello Normale. Massimo i dati saranno compressi il pi possibile. La durata del backup sar massima. Selezionare questa opzione quando si esegue il backup di supporti rimovibili per ridurre il numerodidischivuotirichiesti.

Prestazioni backup
Utilizzare questo gruppo di opzioni per specificare la quantit di risorse di rete e del sistema da allocarealprocessodibackup. Leopzionidelleprestazionideibackuppossonoavereuneffettopiomenoevidentesullavelocit della procedura di backup. Ci dipende dalla configurazione generale del sistema e dalle caratteristichefisichedelleperiferichedallequaliosullequalivieneeseguitoilbackup.

Priorit di backup
QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux. LaprioritdiunprocessoinesecuzioneinunsistemadeterminalaquantitdiCPUedellerisorsedi sistema allocate per quel processo. Abbassando la priorit del backup si rendono disponibili altre
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 111

risorseperaltreoperazioni.Aumentandolaprioritdelbackuppossibileaccelerarelaproceduradi backup,richiedendoalsistemaoperativodiallocaremaggioririsorse,comelaCPU,all'applicazionedi backup. Tuttavia, l'effetto finale dipender dal generale utilizzo della CPU eda altri fattori come la velocitin/outdeldiscooiltrafficodirete. L'impostazionepredefinita:Bassa

Perspecificarelaprioritdellaproceduradibackup
Selezionareunadelleseguentiopzioni: Bassa per limitare le risorse create dalla procedura di backup, lasciando pi risorse agli altri processiinesecuzionesullamacchina. Normaleperavviarelaproceduradibackupconlavelocitnormale,allocandolerisorsealla pariconaltriprocessi. Altaperaumentarelavelocitdellaproceduradibackupprendendolerisorsedaaltriprocessi.

Velocit di scrittura HDD


QuestaopzioneefficaceperisistemioperativiWindowsandLinuxeisupportiriavviabili. Questaopzionedisponibilequandoundiscorigidointerno(fisso)dellamacchinainclusonelbackup statoselezionatocomedestinazionedibackup Sesiesegueilbackupinundiscorigidofisso,adesempioinAcronisSecureZone,leprestazionidel sistema operativo e delle applicazioni potrebbero ridursi a causa della grande quantit di dati da scriveresuldisco.E'possibilelimitarel'utilizzodeldiscorigidodapartedellaproceduradibackupal livellodesiderato. L'impostazionepredefinita:Massima

PerimpostarelavelocitdiscritturaHDDdesiderataperilbackup
Eseguireunadelleseguentioperazioni: Fare clic su Velocit di scrittura indicata come percentuale della velocit massima del disco rigidodidestinazioneepoitrascinareilcursoreoselezionareunapercentualenellacasella Fare clic su Velocit di scrittura indicata in kilobyte al secondo, e poi inserire la velocit di scritturainkilobytealsecondo.

Velocit di connessione alla rete


QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinuxeisupportidiavvio. Questa opzione disponibile quando una posizione sulla rete (condivisione di rete, deposito centralizzatoounserverFTP/SFTP)vieneselezionatacomedestinazionedibackup. L'opzione definisce la quantit della larghezza di banda della connessione di rete allocata per il trasferimentodeidatidibackup. Per impostazione predefinita la velocit impostata su massima, ad es. il software utilizza tutta la larghezza di banda di rete disponibile durante il trasferimento dei dati di backup. Utilizzare questa opzioneperconservareunapartedellalarghezzadibandadireteperaltreattivitdirete. L'impostazionepredefinita:Massima

112

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Impostarelavelocitdellaconnessionedireteperilbackup
Eseguireunadelleseguentioperazioni: FareclicsuVelocitditrasferimentoindicatacomepercentualedellavelocitmassimastimata dellaconnessionedireteepoitrascinareilcursoreodigitareunapercentualenellacasella FareclicsuVelocitditrasferimentoindicatainkilobytealsecondo,einseguitoinserireillimite dellalarghezzadibandaperiltrasferimentodeidatidelbackupinkilobytealsecondo.

Notifiche
Acronis Backup & Recovery 10 fornisce la possibilit di notificare agli utenti il completamento del backuptramiteemailounserviziodimessaggistica.

E-mail
QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. L'opzione permette di ricevere per email notifiche del completamento riuscito, non riuscito dell'attivitdibackupodellanecessitdiinterazioneinsiemealregistrocompletodell'attivit. L'impostazionepredefinita:Disabilitato.

Perconfigurarelanotificaemail
1. SelezionarelacaselladicontrolloInvianotificheemailperattivarelenotifiche. 2. Nel campo Indirizzi email immettere l'indirizzo email a cui verranno inviate le notifiche. Possonoessereimmessipiindirizziseparatidapuntoevirgola. 3. InInvianotificheselezionarelecaselledicontrolloappropriate,diseguitoindicate: Quando il backup stato completato con successo: per inviare una notifica una volta che l'attivitdibackupsiconclusacorrettamente Quandoilbackupfallisce:perinviareunanotificaquandol'attivitdibackupnonriuscita LacaselladicontrolloQuandorichiestal'interazioneconl'utentesempreselezionata. 4. Affinchilmessaggioemailincludalevocidelregistrocorrelatealbackup,selezionarelacasella dicontrolloAggiungiregistrocompletoallanotifica. 5. Fare clic su Ulteriori parametri email per configurare ulteriori parametri email, di seguito indicati,quindifareclicsuOK: Da: immettere l'indirizzo email dell'utente che invier il messaggio. Se questo campo si lasciavuoto,imessaggiverrannocostruiticomeprovenisserodall'indirizzodidestinazione. Utilizzacrittografia:possibilescegliereunaconnessionecrittografataalserverdiposta. possibileselezionarelacrittografiaditipoSSLeTLS. AlcuniproviderdiserviziInternetrichiedonol'autenticazionenelserverdellapostainarrivo primadiconsentirel'invio.Intalcaso,selezionarelacaselladicontrolloAccederealserverdi postainarrivoperabilitareunserverPOPeconfigurarelerelativeimpostazioni: Serverdipostainarrivo(POP):immettereilnomedelserverPOP. Porta: impostare la porta del server POP. Per impostazione predefinita, impostata la porta110. Nomeutente:immettereilnomeutente Password:immettereunapassword.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

113

SelezionarelacaselladicontrolloUtilizzailserverdipostainuscitaspecificatoperabilitare unserverSMTPeconfigurarnelerelativeimpostazioni: Serverdipostainuscita(SMTP):immettereilnomedelserverSMTP. Porta:impostarelaportadelserverSMTP.Perimpostazionepredefinita,impostatala porta25. Nomeutente:immettereilnomeutente. Password:immettereunapassword. 6. FareclicsuInviamessaggioemaildiprovapercontrollareseleimpostazionisonocorrette.

Servizio Messenger (WinPopup)


QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinuxsullamacchinadiinvio eperWindowssolosullamacchinadiricezione. Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. L'opzionepermettediriceverenotificheWinPopupdelcompletamentoriuscito,nonriuscitoodella necessitdiinterazionedell'attivitdibackup. L'impostazionepredefinita:Disabilitato. PrimadiconfigurarelenotificheWinPopup,accertarsicheilservizioMessengersiaavviatosiasulla macchinacheeseguel'attivitchesullamacchinachericeverimessaggi. Il servizio Messenger per impostazione predefinita non avviatonella famiglia Microsoft Windows Server2003.CambiarelamodalitdiavviodelservizioinAutomaticoeavviarlo.

PerconfigurarelenotificheWinPopup:
1. SelezionarelacaselladicontrolloInvianotificheWinPopup. 2. Nel campo Nome macchina immettere il nome della macchina in cui verranno inviate le notifiche.Nonsonosupportatinomimultipli. InInvianotificheselezionarelecaselledicontrolloappropriate,diseguitoindicate: Quando il backup stato completato con successo per inviare la notifica quando l'operazionedibackupvienecompletataconsuccesso Quando il backup fallisce per inviare la notifica quando l'operazione di backup non riuscita. La casella Quando richiesta l'interazione con l'utente per inviare la notifica durante l'operazionequandorichiestal'interazioneconl'utentesempreselezionata. FareclicsuInviamessaggioWinPopupdiprovapercontrollareseleimpostazionisonocorrette.

Tracciamento eventi
E' possibile duplicare gli eventi di registro delle operazioni di backup che operano sul server di gestione,nelregistroeventiapplicazionidiWindowsoinviareglieventiaigestoriSNMPspecificati.

Registro eventi di Windows


QuestaopzionedisponibilequandosoloperilsistemaoperativoWindows Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. Questa opzione definisce se gli agenti che operano sulla macchina devono salvare gli eventi nel registro applicazioni di Windows (per visualizzare questo registro, avviare eventvwr.exe o
114 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

selezionare Pannello di controllo > Strumenti di amministrazione > Visualizzatore eventi). E' possibilefiltrareglieventidaregistrare. L'impostazionepredefinita:Utilizzaleimpostazioniconfiguratenelleopzionidellamacchina.

Perselezionareseregistrareglieventidelleoperazionidibackupnelregistroeventi applicazionidiWindows.
Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzaleimpostazioniconfiguratenelleopzionidellamacchinaperutilizzareleimpostazioni specificateperlamacchina.Perulterioriinformazioni,fareriferimentoaOpzionidellamacchina (p.98). Salva nel registro i seguenti tipi di eventi per salvare gli eventi del backup nel registro applicazionidiWindows.Specificareitipidieventidaregistrare: Tuttiglieventiregistratuttiglieventi(informazioni,avvisiederrori) Errorieavvisi Soloerrori Non salvare nel registro per disabilitare il salvataggio degli eventi del backup nel registro applicazionidiWindows

Notifiche SNMP
QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. Questaopzionedefiniscesel'agente(i)cheoperasullamacchinadeveinviareglieventidiregistroai gestori specificati di Simple Network Management Protocol (SNMP). E' possibile scegliere i tipi di eventidainviare. Acronis Backup & Recovery 10 fornisce i seguenti oggetti SNMP (Simple Network Management Protocol)perapplicazionidigestioneSNMP: 1.3.6.1.4.1.24769.100.200.1.0: stringa che identifica il tipo di evento (Informazione, Avvertimenti, Errore) 1.3.6.1.4.1.24769.100.200.2.0: stringa che contiene la descrizione testuale dell'evento (appare identicaaimessaggipubblicatidaAcronisBackup&Recovery10nelrelativoregistro). L'impostazionepredefinita:Utilizzaleimpostazioniconfiguratenelleopzionidellamacchina.

PerselezionareseinviareglieventidelleoperazioniaigestoriSNMP:
Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzaleimpostazioniconfiguratenelleopzionidellamacchinaperutilizzareleimpostazioni specificateperlamacchina.Perulterioriinformazioni,fareriferimentoaOpzionidellamacchina (p.98). Invia singole notifiche SNMP per gli eventi dell'operazione di backup per inviare gli eventi delleoperazionidibackupaglioperatoriSNMPspecificati. Tipodieventidainviarescegliereitipidieventidainviare:Tuttiglieventi,Avvisiederrori oSoloerrori. Nome/IP server: digitare il nome o l'indirizzo IP dell'host su cui in esecuzione l'applicazionedigestioneSNMPacuiinviarelenotifiche.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 115

Comunitdigitareilnomeol'indirizzoIPdell'hostsucuiinesecuzionel'applicazionedi gestioneSNMPeacuiappartienelamacchinadiinvio.Lacomunittipica"pubblica". FareclicsuInviamessaggiodiprovapercontrollareseleimpostazionisonocorrette. Non inviare notifiche SNMP per disabilitare l'invio di eventi di registro delle operazioni di backupaigestoriSNMP.

Backup incrementale/differenziale rapido


Questa opzione disponibile quando per i sistemi operativi Windows and Linux e i supporti riavviabili. Questaopzionedisponibilequandoperentrambiilbackupalivellodidisco. Questaopzionedefinisceserilevarelemodificheapportateaifileutilizzandoladimensionedelfilee glioraridimodificaoppureconfrontandoicontenutidelfileconquellimemorizzatinell'archivio L'impostazionepredefinita:Abilitato. Nelbackup incrementale odifferenzialesonoacquisitesololemodifichedeidati.Peraccelerarela procedura di backup, il programma determina se il file sia cambiato o no sotto il profilo della dimensione e della data/ora dell'ultima modifica. Se si disattiva questa funzione, il programma confronterl'interocontenutodelfileconquellomemorizzatonell'archivio.

Suddivisione dei backup


Questa opzione disponibile quando per i sistemi operativi Windows and Linux e i supporti riavviabili. Questaoperazionedefiniscecomepuesseresuddivisounbackup. L'impostazionepredefinita:Automatica. Sonodisponibilileseguentiimpostazioni.

Automatica.
Conquestaimpostazione,AcronisBackup&Recovery10agircomesegue. Quandosicreaunbackupsuundiscorigido: Viene creato un singolo file di backup se il file system del disco di destinazione permette la dimensionestimatadelfile. Ilbackupsardivisoautomaticamenteindiversifileseilsistemadelfiledeldiscodidestinazione non permette la dimensione stimata del file. Ci potrebbe succedere quando il backup posizionatosufilesystemFAT16eFAT32chehannounlimitedelledimensionefiledi4GB. Se il disco di destinazione viene eseguito nello spazio libero durante la creazione del backup, l'attivitinseriscelostatoRichiestainterazione.E'possibileliberarespazioaggiuntivoeriprovare l'operazione. Se si effettua questa operazione, il backup risultante sar diviso in parti create primaedopoaverriprovato. Quandosiesegueunbackupsusupportirimovibili(CD,DVDounaperifericaanastrocollegata localmenteallamacchinagestita): L'attivit inserir lo stato Richiesta interazione e richieder un nuovo supporto quando il precedentepieno.

116

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Dimensionefissa:
Inserire la dimensione desiderata del file o selezionarle dal menu a tendina. Il backup sar quindi diviso in file multipli delle dimensioni specificate. Ci torna utile quando si crea un backup da masterizzare in seguito su diversi CDR/RW o DVDR/RW. Pu anche essere opportuno dividere il backupdestinatoaunserverFTP,poichilripristinodeidatidirettamentedaunserverFTPrichiede cheilbackupnonsuperii2GB.

Sicurezza a livello di file


QuesteopzionisonoefficacisoloperilbackupalivellodifileneisistemioperativiWindows.

Negliarchivi,memorizzaifilecriptatiinstatodecriptato
Questaopzionedefiniscesedecriptareifileprimadellorosalvataggioinunarchiviodibackup. L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Limitarsiadignorarequestaopzionesenonsiutilizzalacrittografia.Abilitarequest'opzionesesono inclusi i file crittografati nel backup e se si vuole impostare l'accesso per tutti gli utenti dopo il ripristino. In caso contrario solo l'utente che ha criptato il file/le cartelle pu leggerli. La decriptazionepuessereutileanchesesiintenderipristinareifilecriptatisuunamacchinadiversa.
LacriptazionedelfiledisponibileinWindowsutilizzandoilfilesystemNTFSconEncryptingFileSystem(EFS). Peraccederealleimpostazionidicriptazionediunfileodiunacartella,selezionarePropriet>Informazioni generali>Attributiavanzati>Crittografacontenutoperlaprotezionedeidati.

Conservareleimpostazionidisicurezzadeifilenegliarchivi
QuestaopzionedefinisceseeseguireilbackupdeipermessiperifileNTFSinsiemeaifile. L'impostazionepredefinita:Abilitato. Quandol'opzioneabilitata,ifileelecartellesonosalvatinell'archivioconipermessioriginaliper leggere,scrivereoeseguireifileperogniutenteogruppoutenti.Sesiripristinaunfileounacartella protetta senza l'account utente specificato nelle autorizzazioni, potrebbe non essere possibile leggereomodificareilfile. Per eliminare completamente questo tipo di problema, disabilitare la conservazione delle impostazionidisicurezzanegliarchivi.Ifileelecartelleripristinatierediterannosempreipermessi dallacartellaincuisonoripristinatiodaldiscoseripristinatodallacartellaroot. In alternativa, possibile disabilitare il ripristino (p. 128) delle impostazioni di sicurezza anche se sono disponibili nell'archivio. Il risultato sar uguale: i file erediteranno i permessi dalla cartella principale
PeraccedereaipermessidelfileodellacartellaNTFS,selezionarePropriet>Sicurezza.

Componenti supporto
Questa opzione disponibile quando per i sistemi operativi Windows, quando la destinazione di backupunsupportorimovibile. Quandosiesegueilbackupsuunsupportorimovibile,possibilefaroperarequestosupportocome un supporto rimovibile (p. 394) normale basato su Linux, scrivendovi componenti aggiuntivi. Di conseguenzanonnecessarioundiscodiripristinoseparato.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

117

L'impostazionepredefinita:Nessunoselezionato. Selezionarelecasellepericomponentichesivuoleinserirenelsupportodiavvio: OneClick Restore rappresenta un'aggiunta minima a un backup del disco memorizzato su un supporto di avvio, permettendo un semplice ripristino da questo backup. Se si avvia una macchinadalsupportoesifaclicsu EseguiAcronis OneclickRestore,ildiscosarripristinato immediatamentedalbackupcontenutosullostessosupporto.
Attenzione: Poich l'approccio del singolo clic non comporta selezioni da parte dell'utente, come la selezione di volumi da ripristinare, Acronis OneClick Restore ripristina sempre l'intero disco. Se il disco contienediversivolumiesiintendeutilizzareAcronisOneClickRestore,includeretuttiivoluminelbackup. Tuttiivoluminoninclusinelbackupandrannoperduti.

L'Agente di riavvio un'utilit di ripristino di avvio (basata su Linux kernel) che include la maggior parte delle funzionalit dell'agente di Acronis Backup & Recovery 10. Inserire questo componente sul supporto se si necessita una maggiore funzionalit durante il ripristino. Sar possibile configurare l'operazione di ripristino nello stesso modo che con il supporto di avvio normale;utilizzareActive RestoreoUniversalRestore.SeilsupportovienecreatoinWindows, sarinoltredisponibilelafunzionalitdigestionedeldisco.

Gestione degli errori


QuesteopzionesonoefficaciperisistemioperativiWindowseLinuxeisupportidiavvio. Queste opzioni permettono di specificare come trattare gli errori che si potrebbero verificare duranteilbackup.

Non visualizzare i messaggi e le finestre di dialogo durante l'elaborazione (modalit nascosta)


L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Con la modalit nascosta abilitata, il programma gestir automaticamente le situazioni che richiedonol'interventodell'utente(eccettoperlagestionedeisettoridifettosi,chedefinitacome opzioneseparata).Seun'operazionenonpucontinuareinassenzadiuninterazionedell'utente,non sarportataatermine.Idettaglidell'operazione,inclusieventualierrori,potrannoesserevisualizzati nelregistrodell'operazione.

Riprova,sesiverificaunerrore
L'impostazionepredefinita:Abilitato.Numeroditentativi:5.Intervallotraitentativi:30secondi. Quandosiverificaunerrorerecuperabile,ilprogrammariprovaadeseguirel'operazionenonriuscita. E' possibile impostare l'intervallo di tempo e il numero dei tentativi. I tentativi saranno terminati appenal'operazionestatacompletataconsuccessoOPPUREvieneeseguitoilnumerospecificatodi tentativi,asecondadiqualesiverificaprima. Peresempio,seladestinazionediventanondisponibileononraggiungibile,ilprogrammatenterdi raggiungere la destinazione ogni 30 secondi ma non pi di 5 volte. I tentativi saranno terminati appenavienerecuperatalaconnessioneOPPUREvieneeseguitoilnumerospecificatodeitentativi,a secondadiqualesiverificaprima.

Ignorasettoridifettosi
L'impostazionepredefinita:Disabilitato.

118

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Quandol'opzionedisabilitata,ilprogrammavisualizzerunafinestrapopupognivoltacherileva unsettorecorrottoepermetterall'utentedidecideresecontinuareointerromperelaproceduradi backup. Per realizzare un backup delle informazioni valide presenti su un disco difettoso, abilitare l'opzioneperignorareisettoricorrotti.Ilrestodeidativerrcopiatoconunbackupesarpossibile montareildiscofinaleedestrarreifilevalidisuunaltrodisco.

Doppia destinazione
QuestaopzionedisponibilepersistemioperativiWindowseLinuxquandoladestinazionedibackup primariaunacartellalocaleoAcronisSecureZoneeladestinazionesecondariaun'altracartella locale o una condivisione di rete. I depositi gestiti e i server FTP non sono supportati come destinazionisecondarie. L'impostazionepredefinita:Disabilitata. Quandoabilitataladoppiadestinazione,l'agentecopiaautomaticamenteognibackupchestato creato localmente sulla destinazione secondaria come una condivisione di rete. Una volta che il backup sulla destinazione secondaria completato, l'agente confronta i contenuti dell'archivio aggiornato con i contenuti dell'archivio secondario e copia sulla destinazione secondaria tutti i backupchemancanoquiinsiemealnuovobackup. Questa opzione permette un backup rapido della macchina su un'unit interna come passo intermedio prima di salvare il backup pronto nella rete. Questo risulta utile se le reti sono lente o sature ed in caso di procedure di backup di lunga durata. Un'eventuale disconnessione durante il trasferimentodellacopianoncomprometterilbackup,alcontrariodicicheavvieneperibackup eseguitidirettamentenellaposizioneremota. Altrivantaggi: Lareplicamiglioral'affidabilitdell'archivio. Gli utenti in viaggio possono eseguire il backup del computer portatile in Acronis Secure Zone durante gli spostamenti. Quando il computer portatile connesso alla rete aziendale, tutte le modifiche effettuate sull'archivio saranno trasferite alla copia stazionaria dopo la prima operazionedibackup.
Se si seleziona Acronis Secure Zone protetta da password come destinazione primaria, tenere presente che l'archivionelladestinazionesecondarianonsarprotettodaalcunapassword.

Perutilizzareladoppiadestinazione:
1. SelezionarelacasellaUtilizzadoppiadestinazione. 2. Sfogliare la destinazione secondaria o inserire manualmente il percorso completo per la destinazione. 3. FareclicsuOK. Pu essere necessario fornire le credenziali di accesso per la destinazione secondaria. Inserire le credenzialiserichiesto.

Condizioni di avvio dell'attivit


QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. Questaopzionedeterminailcomportamentodelprogrammanelcasoincuil'attivitdibackupstia peressereavviata(arrivil'orariopianificatoosiverifichil'eventospecificatonellapianificazione),ma

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

119

lecondizioninonsianosoddisfatte(ounadicondizionimultiple).Permaggioriinformazionieperle condizionivederePianificazione(p.173)eCondizioni(p.184). L'impostazionepredefinita:Attendifinoaquandolecondizionisonosoddisfatte

Attendifinoaquandolecondizionisonosoddisfatte
Con queste impostazioni, l'unit di pianificazione inizia a monitorare le condizioni e avvia l'attivit una volta che le condizioni sono soddisfatte. Se non sono presenti le condizioni, l'attivit non avviata. Per gestire la situazione quando le condizioni non sono soddisfatte per troppo tempo e ulteriori ritardi del backup diventano rischiosi, possibile impostare l'intervallo di tempo dopo cui l'attivit verreseguitasenzatenercontodellecondizioni.SelezionarelacasellaEseguicomunquel'attivit dopo e specificare l'intervallo di tempo. L'attivit inizier appena le condizioni sono soddisfatte OPPUREilritardoditempomassimoscade,asecondadiqualesiverificaprima. Schematemporale:Attendifinoaquandolecondizionisonosoddisfatte

Ignoral'esecuzionedell'attivit
Ilritardodiunbackuppotrebbenonessereaccettabile,peresempio,quandonecessarioeseguireil backupdeidatiesattamenteall'oraspecificata.Inquesticasiopportunononvisualizzareilbackup piuttostocheattenderelecondizioni,soprattuttoseglieventisiverificanorelativamentespesso.

Gestione fallimento dell'attivit


QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio.
120 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Questaopzionedeterminailcomportamentodelprogrammaquandounodelleattivitdelpianodi backupfallisce. L'impostazionepredefinitanonprevedeilriavviodiun'attivitnonriuscita. Il programma tenter di eseguire nuovamente l'attivit non riuscita se si seleziona la casella di controllo Riavvia un'attivit fallita e si specifica il numero di tentativi e l'intervallo di tempo che intercorre tra i tentativi. Il programma si interrompe provando appena un tentativo stato completatoconsuccessoOPPUREilnumerospecificatoditentativieseguito,asecondadiqualesi verificaprima.

Sel'attivitfallisceacausadiunerrorenelpianodibackup,possibilemodificareilpianomentrel'operazione nellostatodiinattivit.Quandol'attivitinfunzione,necessarioterminarlaprimadimodificareilpianodi backup.

Supporto dei nastri


Questeopzionisonoeffettivequandoladestinazionedibackupundepositogestitosituatosuuna libreriaanastro. LeopzioniSupportonastroconsentonodispecificareinchemodoleattivitdibackupdistribuiranno ibackuptrainastri.
Alcune combinazioni delle opzioni nastro potrebbero ridurre l'efficienza dell'utilizzo sia dell'intera libreria a nastro che di ciascun singolo nastro. Se non si costretti a modificare queste opzioni da alcune esigenze specifiche,nonmodificarle.

Unarchiviopuoccuparediversinastri.Inquesticasi,perconservareibackupdeidati,siutilizzaun cosiddettogrupponastri. Il gruppo nastri un gruppo logico composto da uno o pi nastri contenenti backup di dati specificiprotetti.Ungrupponastripucontenereanchebackupdialtridati. Ilgrupponastridistintoungrupponastricontenentesolobackupdispecificidatiprotetti.Altri backupnonpossonoesserescrittiinungrupponastridistinto.

(Percreareuncriterio/pianodibackup)Utilizzareungrupponastridistinto
L'impostazionepredefinita:Disabilitato.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

121

Se si lascia quest'opzione invariata, allora i backup appartenenti al criterio o piano in creazione potrebbero essere scritti su nastri contenenti backup scritti da criteri di backup differenti e comprendenti dati provenienti da macchine diverse. Analogamente, i backup di altri criteri potrebbero essere scritti su nastri contenenti i backup di questo criterio. Non si avranno problemi conquestotipodinastri,poichilprogrammagestiscetuttiitipidinastroinmanieraautomatica. Quando questa opzione abilitata, i backup appartenenti al criterio o piano in creazione saranno salvatisuungrupponastridistinto.Nonsarannoscrittialtribackupsuquestogrupponastri.

Selaconsolecollegataalserverdigestione
L'opzione Utilizza un'impostazione nastro distinta ha definizioni pi precise. Per il criterio di backup da creare quindi possibile utilizzare un'impostazione del nastro distinta per tutte le macchineoperciascunamacchina. L'opzioneImpostazionenastrosingolapertuttele macchine impostatacomepredefinita.Di normaquestaopzionegarantisceunusopiefficacedeinastririspettoall'opzioneImpostazione nastro distinta per ciascuna macchina. Tuttavia la seconda pu risultare utile, ad esempio nel caso in cui vengano richiesti requisiti particolari per archiviare i nastri con backup da una macchinafuorisedespecifica. Quandol'opzioneUtilizzaungrupponastridistintoabilitata,potrebbeesserenecessarioscrivereil backupsuunnastroinquelmomentononpresentenellaperifericadellalibreriaanastro.Definire cosafareinquestocaso. Chiederel'interazioneconl'utentel'attivitdibackupinserirlostatoRichiestad'interazionee attender che il nastro, con l'etichetta richiesta, sia caricato nella periferica della libreria a nastro. Utilizzaunnastroliberoilbackupsarscrittosuunnastrolibero,cosl'operazionesarsospesa soloinassenzadinastroliberonellalibreria.

Utilizzasempreunnastrolibero
Se si lasciano invariate le opzioni di seguito riportate, ciascun backup sar scritto su un nastro specifico dall'opzione Utilizzaungrupponastri distinto.Abilitandoalcunedelleseguenti opzioni,il programmaaggiungernuovinastrialgrupponastriogniqualvoltavienecreatounbackupcompleto, incrementaleodifferenziale. Perciascunbackupcompleto L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Quando questa opzione abilitata, ciascun backup sar scritto su un nastro libero. Il nastro sar caricato su un unit in particolare per questa operazione. Se l'opzione Utilizza un gruppo nastri distinto abilitata, saranno aggiunti al nastro solo i backup incrementali e differenziali degli stessi dati. Perciascunbackupdifferenziale L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Quando questa opzione abilitata, ciascun backup differenziale sar scritto su un nastro libero. Questaopzionedisponibilesoloquandoselezionatol'utilizzodinastroliberoperciascunbackup completo. Perciascunbackupincrementale L'impostazionepredefinita:Disabilitato.

122

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Quando questa opzione abilitata, ciascun backup incrementale sar scritto su un nastro libero. Questaopzionedisponibilesoloquandoselezionatol'utilizzodinastroliberoperciascunbackup completoedifferenziale.

Impostazioni aggiuntive
Specificareleimpostazioniaggiuntiveperl'operazionediripristinoselezionandoedeselezionandole seguenticaselledicontrollo.

Sovrascriviidatisunastrosenzachiedereconfermaall'utente
Questaopzionedisponibilequandosoloduranteilbackupdiunaperifericaanastro. L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Quandosiavviaunbackupsuunnastrononvuotoinunaperifericaanastrocollegatalocalmente,il programmaavviserchesistaperperdereidatisulnastro.Perdisattivarequestoavviso,selezionare questacaselladicontrollo.

Smontasupportoalterminedelbackup
QuestaopzionedisponibileperisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionedisponibilequandosiesegueilbackupsuunsupportorimovibile(CD,DVD,nastro odiscofloppy.) L'impostazionepredefinita:Disabilitata. E'possibileespellereladestinazioneCD/DVDosmontareilnastrodopocheilbackupcompletato.

Chiediilprimosupportoduranteilbackupsusupportorimovibile.
Questaopzionedisponibilequandosoloquandosiesegueilbackupsuunsupportorimovibile. L'opzionedefiniscesevisualizzareilpromptInserireilprimosupportoduranteilbackupdelsupporto riavviabile. L'impostazionepredefinita:Abilitato. Quandol'opzioneabilitata,potrebbenonesserepossibileeseguireilbackupsusupportorimovibile lasciandolamacchinaincustodita,poichilprogrammarichiedechequalcunopremailtastoOKsulla casella del prompt. Quindi, opportuno disabilitare il messaggio se si programma un backup su supporti rimovibili. Poi, se disponibile un supporto rimovibile (ad esempio, un DVD inserito) l'attivitpuessereeseguitalasciandolamacchinaincustodita.

Azzerabitarchivio
L'opzioneefficacesoloperilbackupalivellodifileneisistemioperativiWindowsenelsupporto riavviabile. L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Nel sistema operativo Windows, ogni file ha l'attributo File pronto per l'archiviazione, disponibile selezionando File > Propriet > Generale > Avanzate > Attributi indice e archivio. Questo attributo,notoanchecomebitarchivio,impostatodalsistemaoperativoognivoltacheilfileviene modificatoeleapplicazionidibackuppossonoazzerarloognivoltacheincludonoilfileinunbackup. Ilvalorebitarchivioutilizzatodavarieapplicazioni,comeadesempioidatabase.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

123

Quando la casella di controllo Azzera bit archivio selezionata, Acronis Backup & Recovery 10 azzereribitdell'archiviodituttiifileinclusinelbackup.AcronisBackup&Recovery10stessonon utilizza il valore bit archivio. Quando viene eseguito un backup incrementale o differenziale, il programmastabilisceseilfilestatomodificatoesaminandolesuedimensionieladatael'oraincui statosalvatoperl'ultimavolta.

Riavviaautomaticamentelamacchinaunavoltacompletatoilbackup
Questaopzionedisponibilesoloquandosiutilizzailsupportoriavviabile. L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Quando l'opzione abilitata, Acronis Backup & Recovery 10 riavvier la macchina dopo che la proceduradibackupcompletata. Per esempio, se la macchina si avvia da un disco rigido per impostazione predefinita e si seleziona questacaselladicontrollo,lamacchinasarriavviataeilsistemaoperativosiavvierappenal'agente diavviohacompletatolacreazionedelbackup.

Deduplicailbackupsolodopoaverlotrasferitoneldeposito(nondeduplicareall'origine)
QuestaopzionedisponibilesolonelleedizioniavanzatediAcronisBackup&Recovery10. QuestaopzionehaeffettoperisistemioperativiWindowseLinuxeisupportiriavviabili,quandola destinazionedibackupundepositodideduplicazione. L'impostazionepredefinita:Disabilitato. L'abilitazione di questa opzione disattiva la deduplicazione dei backup all'origine, cio la deduplicazionesareseguitadalnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10dopocheil backupsalvatosuldeposito(sitrattadelladeduplicazionealladestinazione). Ladisattivazionedelladeduplicazioneall'originepuportareaproceduredibackuppiveloci,maa un maggiore traffico di rete e a un carico pi pesante del nodo di archiviazione. L'eventuale dimensione del backup nel deposito non dipende dal fatto che la deduplicazione all'origine sia attivata. La deduplicazione all'origine e la deduplicazione a destinazione sono descritte in Panoramica sulla deduplicazione(p.74).

SalvaRAIDsoftwareemetadatiLVMconibackup
QuestaopzionedisponibilesoloperibackupalivellodidiscoperlemacchineLinux. L'impostazionepredefinita:Abilitato. Quandoquestaopzioneabilitata,primadellacreazionedelbackupAcronisBackup&Recovery10 salver le informazioni sulla struttura dei volumi logici, noti come volumi LVM, e delle periferiche RAIDsoftwareLinux,notecomeperifericheMD(MultipleDisk),nelladirectory/etc/Acronis. Queste informazioni sono utili per ricreare automaticamente la struttura dei volumi durante il ripristino delle periferiche MD e dei volumi LVM con il supporto riavviabile. Per istruzioni, vedere RipristinodiperifericheMDevolumilogici(p.276). Quandosiutilizzaquestaopzione,assicurarsicheilvolumecontenenteladirectory/etc/Acronissia unodeivolumidasottoporreabackup.

124

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

UsaFTPinmodalitattiva
L'impostazionepredefinita:Disabilitato. AbilitarequestaopzioneseilserverFTPsupportalamodalitattivaesivuolechequestamodalit vengautilizzataperitrasferimentidifile.

3.4.2

Opzioni di ripristino predefinite

Ogni agente Acronis ha proprie opzioni di ripristino predefinite. Una volta installato l'agente, le opzionipredefinitehannovaloripredefiniti,dettivaloripreimpostatinelladocumentazione.Quando viene creata un'attivit di ripristino, possibile utilizzare un'opzione predefinita o sovrascrivere l'opzionepredefinitaconilvalorepersonalizzatochesarspecificosoloperquestaattivit. anche possibile personalizzare un'opzione predefinita stessa modificandone il valore rispetto a quellopredefinito.Ilnuovovaloreverrutilizzatoperimpostazionepredefinitaintutteleattivitdi ripristinocheverrannocreateinfuturointalemacchina. Per visualizzare e modificare le opzioni di ripristino predefinite, collegare la console alla macchina gestita e quindi selezionare Opzioni > Opzioni di backup e ripristino predefinite > Opzioni di ripristinopredefinitedalmenusuperiore.

Disponibilitdelleopzionidiripristino
Laseriediopzionidiripristinodisponibilidipendedaiseguentifattori: L'ambienteincuioperal'agente(Windows,Linux,supportodiavvio) Iltipodidatichevengonoripristinati(disco,file) Ilsistemaoperativochevieneripristinatodalbackupdeldisco(Windows,Linux) Latabellaseguenteriepilogaladisponibilitdelleopzionidiripristino.
AgenteperWindows AgenteperLinux Supportodiavvio (basatosuLinuxosuPE) Ripristino disco Ripristino file (anchedaun backupdel disco) Comandipre/postripristino (p.126) Prioritdelripristino(p.128) Sicurezzaalivellodifile(p.128): Ripristinaifileconlerelative impostazionidisicurezza Gestionedeglierrori(p.131): Nonvisualizzareimessaggie lefinestredidialogodurante l'elaborazione(modalit nascosta) + + + + + + + + + + + + + + + Ripristino disco Ripristino file (anchedaun backupdel disco) + + SoloPE Ripristino disco Ripristino file (anchedaun backupdel disco) SoloPE

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

125

Effettuaunnuovotentativose siverificaunerrore Impostazioniaggiuntive(p.132): Impostaladatael'ora correnteperifileripristinati Convalidal'archiviodibackup primadelripristino Controllailfilesystemdopoil ripristino Riavviaautomaticamentela macchinasenecessarioper ilripristino ModificaSIDdopoilripristino

+ +

+ +

+ +

Ripristino di Windows + +

Ripristino di Windows + +

Ripristino di Windows

Notifiche: Postaelettronica(p.128) WinPopup(p.129) Tracciamentoeventi: RegistroeventidiWindows(p. 130) SNMP(p.130) + + + + + + + + + +

Comandi pre/post
Questa opzione disponibile quando per i sistemi operativi Windows and Linux e i supporti riavviabili. L'opzionepermettedidefinireicomandidaavviareautomaticamenteprimaedopolaproceduradi ripristino. Esempiodicomeutilizzareicomandipre/post: lanciare il comando Checkdisk per trovare e correggere errori di file system, errori fisici o settoridifettosiprimadell'avviodelripristinoodopolafinedelripristino. Ilprogrammanonsupportacomandiinterattivi,ciocomandicherichiedonol'immissionedell'utente (adesempio"pause"). Uncomandopostripristinononverreseguitoseilripristinoprocedeconilriavvio.

Perspecificareicomandipre/post
1. Permettel'esecuzionedeicomandipre/postselezionandoleseguentiopzioni: Eseguiprimadelripristino Eseguidopoilripristino 2. Eseguireunadelleseguentioperazioni: FareclicsuModificaperspecificareunnuovocomandoounfilebatch Selezionailcomandoesistenteoilfilebatchdall'elencoadiscesa
126 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

3. FareclicsuOK.

Comandi pre ripristino


Perspecificareuncomando/filebatchdaeseguireprimadell'avviodellaproceduradi ripristino.
1. Nel campo Comando immettere un comando o individuare un file batch. Il programma non supportacomandiinterattivi,ciocomandicherichiedonol'immissionedell'utente(adesempio "pause"). 2. Nel campo Directory di lavoro specificare il percorso di una directory in cui sar eseguito il comandooilfilebatch. 3. NelcampoArgomentispecificaregliargomentidiesecuzionedelcomando,senecessario. 4. Asecondadelrisultatochesidesideraottenere,selezionareleopzioniappropriatedescrittenella tabellaseguente. 5. FareclicsuProvacomandopercontrollareseilcomandocorretto.
Casella Interrompil'attivit sel'esecuzionedel comandofallisce Nonripristinare finoaltermine dell'esecuzionedel comando Selezionato Selezione Cancellato Selezionato Cancellato

Selezionato

Selezionato

Cancellato

Cancellato

Risultato Impostazione predefinita Eseguiilripristinosolo dopocheilcomando statoeseguitocon successo.Interrompi l'attivitsel'esecuzione delcomandofallisce Eseguiilripristino solodopocheil comandostato eseguito nonostantel'esito negativoopositivo. N/D Eseguiilripristino simultaneamenteconil comandoesenzatener contodelrisultato dell'esecuzionedel comando.

Comandi post ripristino


Perspecificareuncomando/fileeseguibiledaavviareunavoltacompletatoilripristino.
1. NelcampoComandoimmettereuncomandooindividuareunfilebatch. 2. NelcampoDirectorydilavoro,specificareunpercorsoversounadirectorydovesaravviatoil comando/filebatch. 3. NelcampoArgomenti,specificaregliargomentidell'esecuzionedelcomando,serichiesto. 4. Se l'esecuzione riuscita del comando critica, selezionare la casella Interrompi l'attivit se l'esecuzionedelcomandofallisce.Nelcasoincuil'esecuzionedelcomandofallisca,l'esecuzione dell'attivitsarimpostatasuNonriuscito. Quando la casella viene selezionata, il risultato dell'esecuzione del comando non influisce sul'esito negativo o positivo dell'esecuzione attivit. E' possibile tracciare l'esecuzione del risultato del comando esplorando il registro o gli errori e gli avvisi visualizzati sul Pannello di controllo. 5. FareclicsuProvacomandopercontrollareseilcomandocorretto.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

127

Uncomandopostripristinononverreseguitoseilripristinoprocedeconilriavvio.

Priorit del ripristino


QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. LaprioritdiunprocessoinesecuzioneinunsistemadeterminalaquantitdiCPUedellerisorsedi sistemaallocateperquelprocesso.Abbassandolaprioritdelripristinosirendonodisponibilialtre risorseperaltreoperazioni.Aumentandolaprioritdelripristinopossibileaccelerarelaprocedura di ripristino richiedendo al sistema operativo di allocare maggiori risorse all'applicazione che eseguirannoilripristino.Tuttavia,l'effettofinaledipenderdalgeneraleutilizzodellaCPUedaaltri fattoricomelavelocitdiI/Odeldiscooiltrafficodirete. L'impostazionepredefinita:Normale.

Perspecificarelaprioritdellaproceduradiripristino
Selezionareunadelleseguentiopzioni: Bassaperlimitarelerisorsecreatedallaproceduradiripristino,lasciandopirisorseaglialtri processiinesecuzionesullamacchina. Normaleperavviarelaproceduradiripristinoconlavelocitnormale,allocandolerisorsealla pariconaltriprocessi. Alta per aumentare la velocit della procedura di ripristino prendendo le risorse da altri processi.

Sicurezza a livello di file


Questa opzione disponibile quando solo per il ripristino dal backup a livello di file dei file di Windows. QuestaopzionedefinisceseripristinaredeipermessiperifileNTFSinsiemeaifile. L'impostazionepredefinita:Ripristinaifileconleloroimpostazionidisicurezza. Se i permessi del file NTFS sono stati conservati durante il backup (p. 117), possibile scegliere se ripristinare i permessi o lasciare ereditare ai file i permessi NTFS dalla cartella sulla quale sono ripristinati.

Notifiche
Acronis Backup & Recovery 10 fornisce la possibilit di notificare agli utenti il completamento del ripristinotramiteemailounserviziodimessaggistica.

E-mail
QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. L'opzione permette di ricevere notifiche email del completamento riuscito, non riuscito o della necessitdiinterazionedell'attivitdiripristinoconilregistrocompletodell'attivit. L'impostazionepredefinita:Disabilitato.

128

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Perconfigurarelanotificaemail
1. SelezionarelacaselladicontrolloInvianotificheemailperattivarelenotifiche. 2. Nel campo Indirizzi email immettere l'indirizzo email a cui verranno inviate le notifiche. Possonoessereimmessipiindirizziseparatidapuntoevirgola. 3. InInvianotificheselezionarelecaselledicontrolloappropriate,diseguitoindicate: Quando il backup stato completato con successo: per inviare una notifica una volta che l'attivitdibackupsiconclusacorrettamente Quandoilbackupfallisce:perinviareunanotificaquandol'attivitdibackupnonriuscita LacaselladicontrolloQuandorichiestal'interazioneconl'utentesempreselezionata. 4. Affinchilmessaggioemailincludalevocidelregistrocorrelatealbackup,selezionarelacasella dicontrolloAggiungiregistrocompletoallanotifica. 5. Fare clic su Ulteriori parametri email per configurare ulteriori parametri email, di seguito indicati,quindifareclicsuOK: Da: immettere l'indirizzo email dell'utente che invier il messaggio. Se questo campo si lasciavuoto,imessaggiverrannocostruiticomeprovenisserodall'indirizzodidestinazione. Utilizzacrittografia:possibilescegliereunaconnessionecrittografataalserverdiposta. possibileselezionarelacrittografiaditipoSSLeTLS. AlcuniproviderdiserviziInternetrichiedonol'autenticazionenelserverdellapostainarrivo primadiconsentirel'invio.Intalcaso,selezionarelacaselladicontrolloAccederealserverdi postainarrivoperabilitareunserverPOPeconfigurarelerelativeimpostazioni: Serverdipostainarrivo(POP):immettereilnomedelserverPOP. Porta: impostare la porta del server POP. Per impostazione predefinita, impostata la porta110. Nomeutente:immettereilnomeutente Password:immettereunapassword. SelezionarelacaselladicontrolloUtilizzailserverdipostainuscitaspecificatoperabilitare unserverSMTPeconfigurarnelerelativeimpostazioni: Serverdipostainuscita(SMTP):immettereilnomedelserverSMTP. Porta:impostarelaportadelserverSMTP.Perimpostazionepredefinita,impostatala porta25. Nomeutente:immettereilnomeutente. Password:immettereunapassword. FareclicsuInviamessaggioemaildiprovapercontrollareseleimpostazionisonocorrette.

Servizio Messenger (WinPopup)


QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux. Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. L'opzione permette di ricevere notifiche WinPopup del completamento riuscito, non riuscito dell'attivitdiripristinoodellanecessitd'interazione. L'impostazionepredefinita:Disabilitato. PrimadiconfigurarelenotificheWinPopup,accertarsicheilservizioMessengersiaavviatosiasulla macchinacheeseguel'attivitchesullamacchinachericeverimessaggi.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

129

Il servizio Messenger per impostazione predefinita non avviatonella famiglia Microsoft Windows Server2003.CambiarelamodalitdiavviodelservizioinAutomaticoeavviarlo.

PerconfigurarelenotificheWinPopup:
1. SelezionarelacaselladicontrolloInvianotificheWinPopup. 2. Nel campo Nome macchina immettere il nome della macchina in cui verranno inviate le notifiche.Nonsonosupportatinomimultipli. 3. InInvianotificheselezionarelecaselledicontrolloappropriate,diseguitoindicate: Quando il ripristino stato completato con successo per inviare la notifica quando l'attivitdiripristinostatacompletataconsuccesso Quando il ripristino fallisce per inviare la notifica quando l'attivit di ripristino non riuscita La casella Quando richiesta l'interazione con l'utente per inviare la notifica durante l'operazionequandorichiestal'interazioneconl'utentesempreselezionata. 4. FareclicsuInviamessaggioWinPopupdiprovapercontrollareseleimpostazionisonocorrette.

Tracciamento eventi
E' possibile duplicare gli eventi di registro delle operazioni di ripristino che operano sul server di gestione,nelregistroeventiapplicazionidiWindowsoinviareglieventiaigestoriSNMPspecificati.

Registro eventi di Windows


QuestaopzionedisponibilequandosoloperilsistemaoperativoWindows Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. Questa opzione definisce se gli agenti che operano sulla macchina devono salvare gli eventi di registro delle operazioni di ripristino nel registro applicazioni di Windows (per vedere questo registro,avviareeventvwr.exeoselezionarePannellodicontrollo>Strumentidiamministrazione> Visualizzatoreeventi).E'possibilefiltrareglieventidaregistrare. L'impostazionepredefinita:Utilizzaleimpostazioniconfiguratenelleopzionidellamacchina.

Perselezionareseregistrareglieventidelleoperazionidiripristinonelregistroeventi applicazionidiWindows.
Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzaleimpostazioniconfiguratenelleopzionidellamacchinaperutilizzareleimpostazioni specificateperlamacchina.Perulterioriinformazioni,fareriferimentoaOpzionidellamacchina (p.98). Salva nel registro i seguenti tipi di eventi per salvare gli eventi di ripristino nel registro applicazionidiWindows.Specificareitipidieventidaregistrare: Tuttiglieventiregistratuttiglieventi(informazioni,avvisiederrori) Errorieavvisi Soloerrori Non salvare nel registro per disabilitare il salvataggio degli eventi del ripristino nel registro applicazionidiWindows

Notifiche SNMP
QuestaopzionedisponibilequandoperisistemioperativiWindowseLinux.
130 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Questaopzionenondisponibilequandosioperaconilsupportodiavvio. Questa opzione definisce se gli agenti che operano sulla macchina devono inviare gli eventi di registrodelleoperazionidiripristinoaigestorispecificatidiSimpleNetworkManagementProtocol (SNMP).E'possibilescegliereitipidieventidainviare. Acronis Backup & Recovery 10 fornisce i seguenti oggetti SNMP (Simple Network Management Protocol)perapplicazionidigestioneSNMP: 1.3.6.1.4.1.24769.100.200.1.0: stringa che identifica il tipo di evento (Informazione, Avvertimenti, Errore) 1.3.6.1.4.1.24769.100.200.2.0: stringa che contiene la descrizione testuale dell'evento (appare identicaaimessaggipubblicatidaAcronisBackup&Recovery10nelrelativoregistro). L'impostazionepredefinita:Utilizzaleimpostazioniconfiguratenelleopzionidellamacchina.

Perselezionareseinviareglieventidelleoperazionidiripristinoalgestore:
Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzaleimpostazioniconfiguratenelleopzionidellamacchinaperutilizzareleimpostazioni specificateperlamacchina.Perulterioriinformazioni,fareriferimentoaOpzionidellamacchina (p.98). InviasingolenotificheSNMPperglieventidell'operazionediripristinoperinviareglieventi delleoperazionidiripristinoaglioperatoriSNMPspecificati. Tipodieventidainviarescegliereitipidieventidainviare:Tuttiglieventi,Avvisiederrori oSoloerrori. Nome/IP server: digitare il nome o l'indirizzo IP dell'host su cui in esecuzione l'applicazionedigestioneSNMPacuiinviarelenotifiche. Comunit digitare il nome della comunit SNMP dell'host su cui in esecuzione l'applicazionedigestioneSNMPeacuiappartienelamacchinadiinvio.Lacomunittipica "pubblica". FareclicsuInviamessaggiodiprovapercontrollareseleimpostazionisonocorrette. NoninviarenotificheSNMPperdisabilitarel'inviodieventidiregistrodelleoperazionidiripristino aigestoriSNMP.

Gestione degli errori


QuesteopzionesonoefficaciperisistemioperativiWindowsandLinuxeisupportiriavviabili. Queste opzioni permettono di specificare come trattare gli errori che si potrebbero verificare duranteilripristino.

Non visualizzare i messaggi e le finestre di dialogo durante l'elaborazione (modalit nascosta)


L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Con la modalit nascosta abilitata, il programma gestir automaticamente le situazioni che richiedonol'interventodell'utente.Seun'operazionenonpucontinuareinassenzadiun'interazione dell'utente,nonsarportataatermine.Idettaglidell'operazione,inclusieventualierrori,potranno esserevisualizzatinelregistrodell'operazione.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

131

Riprova,sesiverificaunerrore
L'impostazionepredefinita:Abilitato.Numeroditentativi:5.Intervallotraitentativi:30secondi. Quandosiverificaunerrorerecuperabile,ilprogrammariprovaadeseguirel'operazionenonriuscita. E' possibile impostare l'intervallo di tempo e il numero dei tentativi. I tentativi saranno terminati appena l'operazione stata completata con successo OPPURE viene eseguito il numero specificato deitentativi,asecondadiqualevieneprima. Per esempio, se la posizione di rete diventa non disponibile o non raggiungibile, il programma tenter di raggiungere la destinazione ogni 30 secondi ma non pi di 5 volte. I tentativi saranno terminati appena viene ripresa la connessione OPPURE viene eseguito il numero specificato dei tentativi,asecondadiqualevieneprima.

Impostazioni aggiuntive
Specificareleimpostazioniaggiuntiveperl'operazionediripristinoselezionandoedeselezionandole seguenticaselledicontrollo.

Impostaladatael'oracorrenteperifileripristinati
Questaopzionedisponibilequandosoloquandovengonoripristinatiifile. L'impostazionepredefinitaattivata. Questaopzionedefinisceseripristinareladatael'oradeifiledall'archiviooassegnareaifileladatae l'oracorrente.

Convalidailbackupprimadelripristino
L'impostazionepredefinitadisattivata. Questaopzionedefinisceseconvalidareunbackuppergarantirecheilbackupnonsiadanneggiato, primacheidatisianoripristinatidaquesto.

Controllailfilesystemdopoilripristino
Questaopzionedisponibilesoloquandosiesegueilripristinodeidischiedeivolumi. Durantel'utilizzodelsupportoriavviabile,questaopzionenonefficaceperilfilesystemNTFS. L'impostazionepredefinitadisattivata. Questa opzione definisce se controllare l'integrit del file system dopo un ripristino del disco o del volume.

Riavviaautomaticamentelamacchinasenecessarioperilripristino
Questa opzione disponibile quando il ripristino avviene su una macchina che esegue un sistema operativo. L'impostazionepredefinitadisattivata. L'opzionedefinisceseriavviarelamacchinaautomaticamentesenecessarioperilripristino.Questo potrebbeaccaderequandonecessarioripristinareunvolumebloccatodalsistemaoperativo.

Riavviarelamacchinadopoilripristino
Questaopzionenondisponibilequandosiutilizzailsupportoriavviabile.
132 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

L'impostazionepredefinitadisattivata. Questaopzionepermetteilriavviodelmacchinanelsistemaoperativoripristinatosenzal'interazione dell'utente.

CambiaSIDalterminedelripristino
L'impostazionepredefinitadisattivata. Acronis Backup & Recovery 10 pu generare un identificatore di protezione (SID) univoco per il sistemaripristinato.NonnecessariounnuovoSIDduranteilripristinodiunsistemasusestessoo durantelacreazionediunacopiadelsistemachesostituirilsistemaoriginale.Generareunnuovo SIDseilsistemaoriginaleequelloripristinatofunzionerannoassiemenellostessogruppodilavoroo dominio.

UsaFTPinmodalitattiva
L'impostazionepredefinita:Disabilitato. AbilitarequestaopzioneseilserverFTPsupportalamodalitattivaesivuolechequestamodalit vengautilizzataperitrasferimentidifile.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

133

4 Depositi
Il deposito una posizione per l'archiviazione degli archivi di backup. Per semplificare l'utilizzo e l'organizzazione, un deposito viene associato ai metadati degli archivi. Il riferimento a questi metadati consente di effettuare operazioni rapide e convenienti con gli archivi e i backup memorizzatinedeposito. Un deposito pu essere organizzato in una unit locale o di rete, un supporto separato o una perifericaanastrocollegataalnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10. Non vi sono impostazioni che limitino le dimensioni di un deposito o il numero di backup in un deposito. E' possibile limitare le dimensioni di ogni archivio utilizzando la pulizia ma le dimensioni totalidegliarchiviconservatineldepositosonolimitatesolodalledimensionidiarchiviazione. Perchcrearedeidepositi? Si consiglia la creazione di un deposito in ciascuna destinazione nella quale vengono archiviati gli archividibackup.Intalmodoillavororisultersemplificatocomesegue. Accessorapidoaldeposito Nonsarnecessarioricordareipercorsiperlecartelleincuisitrovanogliarchivi.Quandosicreaun piano backup o un'attivit che richiede la selezione di un archivio o una posizione di destinazione dell'archivio, l'elenco dei depositi sar disponibile per l'accesso rapido senza drilling down lungo la strutturadellecartelle. Gestionearchivisemplice possibileaccedereaun depositodalriquadroNavigazione.Dopoavereselezionatoildeposito, possibile sfogliare gli archivi che vi sono contenuti ed effettuare le seguenti operazioni di gestione archivio: acquisireunalistadeibackupinclusiinciascunarchivio ripristinareidatidaunbackup esaminareilcontenutodelbackup convalidaretuttigliarchivineldepositooneibackuponegliarchiviindividuali montareunbackupdivolumepercopiareifiledalbackupaundiscofisico liminareinmodosicuroarchiviebackupdagliarchivi. Lacreazionedidepositimoltoconsigliatamanonobbligatoria.possibilesceglieredinonutilizzare icollegamentiespecificaresempreilpercorsocompletoperildepositoarchivi.Tutteleoperazioni sopraindicate,eccettol'eliminazionebackupearchivi,possonoessereeseguitesenzalacreazionedi depositi. L'operazione di creazione di un deposito comporta l'aggiunta del nome del deposito nella sezione DepositidelriquadroNavigazione.

Depositicentralizzatiepersonali
Un deposito centralizzato una posizione in rete assegnata dall'amministratore del server di gestione per servire come archiviazione per gli archivi di backup. Un deposito centralizzato pu esseregestitodaunnododiarchiviazione(depositogestito)ononesseregestito.

134

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Un deposito viene definito personale se stato creato utilizzando il collegamento diretto della consoleadunamacchinavirtuale.Idepositipersonalisonospecificiperciascunamacchinagestita.

Metododilavoroconlavisualizzazione"Depositi"
Depositi(nelriquadrodinavigazione):elementosuperioredellastrutturadeidepositi.Fareclic suquestoelementopervisualizzareigruppididepositicentralizzatiepersonali. Centralizzato. Questo gruppo disponibile quando la console collegata a una macchina gestitaoaunserverdigestione.Espanderequestogruppopervisualizzareunelencodidepositi centralizzatiaggiuntidall'amministratoredelserverdigestione. Fare clic su qualsiasi deposito centralizzato nella struttura dei depositi per aprire la visualizzazionedettagliatadiquestodeposito(p.136)epereffettuaredelleazionineldeposito (p.137),negliarchivi(p.170)eneibackup(p.171)archiviati. Personale. Questo gruppo ha effetto solo quando la console connessa ad una macchina gestita. Espandere questo gruppo per visualizzare un elenco di depositi personali creati nella macchinagestita. Fareclicsuqualsiasidepositopersonalenellastrutturadeidepositiperaprirelavisualizzazione dettagliata di questo deposito (p. 167) e per effettuare delle azioni nel deposito (p. 168), negli archivi(p.170)eneibackup(p.171)archiviati.

4.1 Depositi centralizzati


Un deposito centralizzato una posizione in rete assegnata dall'amministratore del server di gestione per servire come archiviazione per gli archivi di backup. Un deposito centralizzato pu esseregestitodaunnododiarchiviazioneoesserenongestito.Ilnumeroeledimensionitotalidegli archivimemorizzatiinundepositocentralizzatolimitatosoltantodalledimensionidiarchiviazione. Non appena l'amministratore del server di gestione si impegna alla creazione di un deposito centralizzato,ilpercorsodeldepositoeilnomevengonodistribuitiatuttelemacchineregistratenel server.IlcollegamentoaldepositoapparesullemacchinenelgruppoDepositi>centralizzati.Tuttii piani di backup esistenti nelle macchine, inclusi i piani locali, possono utilizzare il deposito centralizzato. Suunamacchinachenonregistratasulserverdigestione,unutentechehailprivilegiodieseguire unbackupsuldepositocentralizzatopufarcispecificandoilpercorsocompletoaldeposito.Seil deposito gestito, gli archivi dell'utente, nonch gli altri archivi conservati nel deposito, verranno gestitidalnodidiarchiviazione.

Depositigestiti
Il deposito gestito un deposito centralizzato gestito da un nodo di archiviazione. Il nodo di archiviazioneeseguelapuliziaeseguitadaldelnododiarchiviazione(p.392)elaconvalidaeseguita dalnododiarchiviazione(p.384)perogniarchiviomemorizzatoneldepositogestito.Nellacreazione di un deposito gestito, un amministratore pu specificare operazioni aggiuntive che verranno effettuate dal nodo di archiviazione (deduplicazione (p. 74), crittografia). Le operazioni di gestione non possono essere cancellato o disattivate. Verranno eseguite per tutti gli archivi conservati nel deposito,tranneincasodieliminazionedeldeposito. Ogni deposito gestito auto contenuto, cio contiene tutti i metadati che necessita il nodo di archiviazionepergestireildeposito.Nelcasoincuiilnododiarchiviazionesiaandatoperdutooil database sia corrotto, il nuovo nodo dia archiviazione ripristina i metadati e ricrea il database. Quandoildepositocollegatoaunaltronododiarchiviazione,haluogolastessaprocedura.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 135

Accessoadepositigestiti Per potere eseguire il backup in un deposito gestito, un utente deve disporre di un account nella macchinaincuiinstallatoilnododiarchiviazione.L'ambitodeiprivilegidiunutenteinundeposito dipende dai diritti dell'utente sul nodo di archiviazione. Un utente membro del gruppo Utenti pu visualizzare e gestire i propri archivi. I membri del gruppo Amministratori possono visualizzare e gestire qualsiasi archivi conservato nel nodo di archiviazione. Un utente membro del gruppo Amministratoriinunamacchinagestitapuvisualizzareegestiregliarchivicreatidaunutenteda qualsiasiutentedellamacchina. Per ulteriori informazioni su privilegi dipendenti dai diritti utente, consultare la sezione Privilegi utenteinunnododiarchiviazione(p.83).

Depositinongestiti
Un deposito non gestito un deposito centralizzato che non viene gestito da un nodo di archiviazione.Peraccedereaundepositonongestito,unutentedevedisporredeiprivilegidiaccesso perlaposizionedallarete. Qualsiasiutentechedisponedell'autorizzazionedilettura/scritturainundepositonongestitopu: eseguireilbackupdidatineldepositonongestito ripristinaredatidaqualsiasibackupposizionatoneldepositonongestito visualizzareegestiretuttigliarchiviposizionatoneldepositonongestito.

4.1.1

Metodo di lavoro con la visualizzazione "Deposito centralizzato"

Questa sezione descrive brevemente gli elementi principali della visualizzazione Deposito centralizzatoeindicadeimetodiperlavorarecontalielementi.

Barradeglistrumentideposito
Labarradeglistrumenticontienedeipulsantioperativiconildepositocentralizzatoselezionato.Per ulterioriinformazioni,consultarelasezioneAzionisuidepositicentralizzati(p.137).

Graficoatortaconleggenda
Ilgraficoatortaconsentedivalutareilcaricodeldeposito:mostralaproporzionedellospaziolibero edellospaziooccupatodeldeposito.Ilgraficoatortanondisponibileseildepositoposizionatoin unalibreriaanastro. spaziolibero:spaziosullaperifericadiarchiviazione,incuiposizionatoildeposito.Adesempio, se il deposito posizionato su un disco rigido, lo spazio libero del deposito lo spazio libero del volumeappropriato. spaziooccupato:dimensionetotaledegliarchividibackupedeirelativimetadati,seposizionato neldeposito. Lalegendavisualizzaleseguentiinformazionisuldeposito: [soloperdepositigestiti]ilnomedelnododiarchiviazionechegestisceildeposito percorsocompletodeldeposito numerototalediarchiviebackupconservatineldeposito rapportodellospaziooccupatorispettoalledimensionioriginalideidati
136 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

[soloperdepositigestiti]statodeduplicazione(p.74)(On,Off) [soloperdepositigestiti]statocrittografia(S,No)

Contenutodeposito
LasezioneContenutodepositocontienelatabellaelabarradeglistrumentidegliarchivi.Latabella archivi visualizza gli archivi e i backup conservati nel deposito. Usare la barra degli strumenti degli archivi per eseguire azioni negli archivi e nei backup selezionati. L'elenco di backup viene espanso facendoclicsulsegno"pi"asinistradelnomedell'archivi.Tuttigliarchivisonoraggruppatipertipo nelleseguentischede: La scheda Archivi disco elenca tutti gli archivi che contengono backup di volume o disco (immagini). LaschedaArchivifileelencatuttigliarchivichecontengonobackupdifile. Sezionicorrelate: Operazioniconarchivicontenutiinundeposito(p.170) Operazioniconbackup(p.171) Filtroeordinedegliarchivi(p.172)

Riquadro"Azioniestrumenti"
[Nome deposito] La barra Azioni disponibile quando si fa clic sul deposito nella relativa struttura.Duplicaleazionidellabarradeglistrumentideldeposito. [Nomearchivio]LabarraAzionidisponibilequandosiselezionaunarchivionellatabelladegli archivi.Duplicaleazionidellabarradeglistrumentidegliarchivi. [Nome backup] La barra Azioni disponibile quando si espande l'archivio e si fa clic su uno qualsiasideirelativibackup.Duplicaleazionidellabarradeglistrumentidegliarchivi.

4.1.2

Azioni su depositi centralizzati

Tutte le operazioni descritte di seguito vengono eseguite facendo clic sui pulsanti corrispondenti dellabarradeglistrumentideidepositi.Inoltre,possibileaccedereaquesteoperazionidallabarra [Nomedeposito](nelriquadroAzioniestrumenti)edall'elementoazioni[Nomedeposito]delmenu principale. Leseguentilineeguidaconsentonodieseguiredelleoperazioniconidepositicentralizzati.
Elenco Creareundepositogestitoonon gestito azioni 1. Fareclicsu Crea.

2. NelcampoTipo,selezionareiltipodideposito:GestitooNongestito Laproceduradicreazionedidepositicentralizzativienedescrittainmodo approfonditonellesezioniseguenti: Creareundepositocentralizzatogestito(p.139) Creareundepositocentralizzatonongestito(p.141)

Modificareundepositogestitoo nongestito

1. Selezionareildeposito. 2. Fareclicsu Modifica.

Asecondadeldepositoselezionato(gestitoonongestito),verrapertala rispettivapaginadiModifica: Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 137

La pagina Modifica deposito gestito consente di modificare il nome deldeposito,lapassworddicrittografia,seildepositocrittografato, eleinformazioninelcampoCommenti. La pagina Modifica deposito non gestito consente di modificare il nomedeldepositoeleinformazioninelcampoCommenti. Convalidareundeposito 1. Selezionareildeposito. 2. Fareclicsu Convalida.

VerrapertalapaginaConvalida(p.246)conundepositogi preselezionatocomeorigine.Laconvalidadeldepositoconsentela verificadituttigliarchivinelrelativodeposito. Eliminareundeposito 1. Selezionareildeposito. 2. Fareclicsu Elimina.

Verrrichiestosemanteneregliarchiviconservatineldepositooppure eliminareildepositoinsiemeatuttigliarchivi.Leattiviteipianiche utilizzanotaledepositononpotrannoessereeseguiticonsuccesso. Sesiscegliedimanteneregliarchividiundepositogestito,ildeposito verrscollegatodalnododiarchiviazione.Successivamente,sarpossibile collegarequestodepositoallostessooadunaltronododiarchiviazione. Esplorareundepositonongestito 1. Selezionareundepositonongestito. 2. Fareclicsu Esplora.

Ildepositosardisponibileperilcontrolloconilprogrammadelfile managerstandard. Collegareildepositogestitoche statoeliminatosenzarimuoverneil contenuto. Fareclicsu Collega.

Laproceduradicollegamentodiundepositogestitosuunnododi archiviazionevienedescrittainmodoapprofonditonellasezione Collegamentodiunnodogestito(p.142).

Modificarelecredenzialiutenteper FareclicsuModificautente. l'accessoaundeposito Lamodificadellecredenzialiutentedisponibilesoltantoperidepositi chesitrovanonegliarchivicondivisi. Aggiornareleinformazionidiun deposito Fareclicsu Aggiorna.

Durantelarevisionedelcontenutodeldeposito,possibileaggiungere, eliminareomodificaredegliarchivialdeposito.FareclicsuAggiornaper aggiornareleinformazionisuldepositoconlemodifichepirecenti.

Azionisuunalibreriaanastrosuundepositogestito Definireleetichettenastroed Fareclicsu Gestiscinastri. effettuarel'inventariodiunalibreria NellafinestraGestionenastri,definireleetichetteperinastrie anastroinundepositogestito aggiornarel'inventario.Perulterioriinformazioni,consultarelasezione Gestionelibreriaanastro(p.148). Analizzarenuovamenteinastriinun Fareclicsu Analizzanuovamentenastri. depositogestito L'analisiripetutaleggeleinformazionisulcontenutodeinastriselezionati dall'utenteeaggiornaildatabasedeinodidiarchiviazione. Quest'operazionevienedescrittainmodoapprofonditonellasezione

138

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Analizzanuovamente (p.149).

Creazione di un deposito centralizzato gestito Percreareundepositocentralizzatogestito,eseguireiseguentipassaggi Deposito


Nome Specificareunnomeunivocoperildeposito.Lacreazionediduedepositicentralizzaticonlo stessonomevietata. Commenti [Facoltativo]Immettereladescrizionedistintivadeldepositodacreare. Tipo SelezionareiltipoGestito. Nododiarchiviazione SelezionareilnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10chegestirildeposito. Potrebbeesserenecessarioimmetterelecredenzialidiaccessoperilnododiarchiviazione. Percorso(p.140) Specificarelaposizioneincuiverrcreatoildeposito.Idepositicentralizzatigestitipossono trovarsi in una condivisione di rete, SAN, NAS o un disco rigido locale nel nodo di archiviazione. Percorsodatabase(p.140) Specificareunacartellalocalenelserverdiarchiviazionepercreareundatabasespecificodel deposito. Questo database archivier i metadati richiesti per la catalogazione di archivi e l'esecuzionedelladeduplicazione. Deduplicazione [Facoltativo] Selezionare se abilitare la deduplicazione dell'archivio nel deposito. La deduplicazioneriduceal minimolaspaziodiarchiviazionepresodagliarchivieiltraffico di backup. Riduce le dimensioni degli archivi nel deposito eliminando i dati ridondanti, ad esempioifileduplicatioiblocchidischi. Ladeduplicazionenonpossibilenelleperifericheanastro. Per ulteriori informazioni sul funzionamento della deduplicazione, consultare la sezione Deduplicazione(p.74). Compressione [Facoltativo] Selezionare se comprimere l'archivio dei dati di deduplicazione. Questa impostazionedisponibilesoltantoseladeduplicazioneattivata. Criptazione(p.140) [Facoltativo]Selezionareseproteggereildepositoconlacrittografia.Tuttoquellocheviene scritto nel deposito verr crittografato e tutto quello che viene letto da questo verr decrittografato in modo trasparente dal nodo di archiviazione, utilizzando una chiave di crittografiaspecificaperildepositoeconservatanelnododiarchiviazione. Dopoavereeseguitotuttiipassaggirichiesti,fareclicsuOKperconfermarelacreazionedeldeposito gestito.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

139

Percorso deposito
Perspecificareilpercorsoincuiildepositogestitoverrcreato
1. ImmettereilpercorsocompletoperlacartellanelcampoPercorsooppureselezionarelacartella desideratanellastrutturadellecartelle.Idepositigestitipossonoessereorganizzati: suundiscorigidolocalealnododiarchiviazione suunacondivisionedirete suunSAN(StorageAreaNetwork) suunNAS(NetworkAttachedStorage) suunalibreriaanastrocollegataalnododiarchiviazione. Per creare una nuova cartella per il deposito nella posizione selezionata, fare clic su cartella. 2. FareclicsuOK.
Undepositopuesserecreatosoltantoinunacartellavuota. LacreazionediundepositogestitodideduplicazioneinunvolumeFAT32sconsigliata.Ciperchildeposito memorizzatuttiglielementideduplicatiinduefilelecuidimensionipotrebberoesserenotevoli.Dalmomento che nei file system FAT la dimensione massima di un file limitata a 4GB, il nodo di archiviazione potrebbe smetteredifunzionarealraggiungimentodiquestolimite. Le autorizzazioni della cartella devono permettere all'account utente in cui in esecuzione il nodo di archiviazione (per impostazione predefinita, ASN User) di scrivere nella cartella. Quando si assegnano le autorizzazioni,specificareesplicitamentel'accountutente(nonsemplicementeEveryone).

Crea

Percorso database del deposito


Perspecificareilpercorsoincuiildatabasedeldepositoverrcreato
1. Nelle cartelle Locali del nodo di archiviazione, selezionare la cartella desiderata oppure immettereilpercorsocompletodellacartellanelcampoPercorso. Percreareunanuovacartellaperildatabase,fareclicsu 2. FareclicsuOK. Creacartella.

Quandosisceglieunacartellaperildatabasedeldeposito,seguirequesteconsiderazioni: Ledimensionidellacartellapossonoaumentare:unastima200GBper8TBdispazioutilizzato ocircail2,5percento. Le autorizzazioni della cartella devono permettere all'account utente in cui in esecuzione il nododiarchiviazione(perimpostazionepredefinita,ASNUser)discriverenellacartella.Quando si assegnano le autorizzazioni, specificare esplicitamente l'account utente (non semplicemente Everyone).

Criptazione deposito
Se si protegge un deposito con la crittografia, tutto quello che viene scritto nel deposito verr crittografatoetuttoquellochevienelettodaquestoverrdecrittografatoinmodotrasparentedal nododiarchiviazione,utilizzandounachiavedicrittografiaspecificaperildepositoeconservatanel nodo.Nelcasoincuilamediadiarchiviazionesiastatarubataosiaavvenutol'accessodapartedi unapersonanonautorizzata,ilmalfattorenonpotrdecrittografareicontenutideldepositosenza accederealnododiarchiviazione.

140

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Questacrittografiadeltuttodifferentedallacrittografiadiarchiviospecificatadalpianodibackup ed effettuata da un agente. Se l'archivio gi crittografato, la crittografia eseguita dal nodo di archiviazionevieneapplicatasullacrittografiaeseguitadall'agente.

Perproteggereildepositoconlacrittografia
1. 2. 3. 4. SelezionarelacaselladicontrolloCrittografa. NelcampoImmettilapassworddigitareunapassword. NelcampoConfermalapassword,ridigitarelapassword. Selezionareunadelleseguentiopzioni: AES 128: il contenuto del deposito sar crittografato utilizzando l'algoritmo Advanced StandardEncryption(AES)conunachiavea128bit AES 192: il contenuto del deposito sar crittografato utilizzando l'algoritmo AES con una chiavea192bit AES 256: il contenuto del deposito sar crittografato utilizzando l'algoritmo AES con una chiavea256bit. 5. FareclicsuOK. L'algoritmo crittografico AES opera nella modalit Cipherblock chaining (CBC) e utilizza una chiave generata a random con una dimensione definita dall'utente di 128, 192 o 256 bit. Pi grande la dimensionedellachiave,pitempocivorrperilprogrammapercrittografaregliarchivicontenuti neldepositoepisicurisarannogliarchivi. La chiave di crittografia viene poi crittografata con AES256 utilizzando un hash SHA256 della password come una chiave. La password stessa non viene memorizzata ovunque sul disco; l' hash dellapasswordvieneutilizzatapermotividiverifica.Conquestasicurezzaaduelivelli,gliarchivisono protettidaogniaccessononautorizzato,manonpossibileripristinareunapasswordpersa.

Creazione di un deposito centralizzato non gestito Percreareundepositocentralizzatonongestito,eseguireiseguentipassaggi. Deposito


Nome Specificareunnomeunivocoperildeposito.Lacreazionediduedepositicentralizzaticonlo stessonomevietata. Commenti Immettereladescrizionedistintivadeldeposito. Tipo SelezionareiltipoNongestito. Percorso(p.141) Specificarelaposizioneincuiverrcreatoildeposito. Dopoavereeseguitotuttiipassaggirichiesti,fareclicsuOKperconfermarelacreazionedeldeposito centralizzatonongestito.

Percorso deposito
Perspecificareilpercorsoincuiildepositogestitoverrcreato
1. ImmettereilpercorsocompletoperlacartellanelcampoPercorsooppureselezionarelacartella desideratanellastrutturadellecartelle.Idepositinongestitipossonoessereorganizzati: suunacondivisionedirete
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 141

inunareteSAN(StorageAreaNetwork) inunNAS(NetworkAttachedStorage) suserverFTPeSFTP.


ComeindicatodallaspecificaFTPoriginaria,lecredenzialinecessarieperl'accessoaiserverFTPvengono trasferite in una rete in testo semplice. Ci implica che il nome utente e la password possono essere intercettatidautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

Percreareunanuovacartellaperildeposito,fareclicsu
Undepositopuesserecreatosoltantoinunacartellavuota.

Creacartella.

2. FareclicsuOK.

Collegamento di un deposito gestito


Un deposito gestito da un nodo di archiviazione pu essere collegato ad un altro nodo di archiviazione.Potrebbeesserenecessarioeffettuaretaleoperazionequandosiritiral'hardwaredel nodo di archiviazione, quando il nodo di archiviazione o quando si bilanciano i carichi tra i nodi di archiviazione. Di conseguenza, il primo nodo arresta la gestione del deposito. Il secondo nodo esamina gli archivi nel deposito, crea e compila il database corrispondente al deposito e avvia la gestionedeldeposito. Quandosieliminaundepositogestito,sidisponedell'opzionepermanteneregliarchivicontenutinel deposito.Laposizionerisultantedataleeliminazionepuesserecollegataancheallostessooadun altronododiarchiviazione.
Idepositinongestiticentralizzatiopersonalizzatinonpossonoesserecollegati.

Percollegareundepositogestitoaunnododiarchiviazione,effettuareiseguentipassaggi. Deposito
Nododiarchiviazione SelezionareilnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10chegestirildeposito. Percorso Specificareilpercorsodellaposizioneincuigliarchivisonoconservati. Percorsodatabase Specificareunacartellalocalenelserverdiarchiviazionepercreareundatabasespecificodel deposito. Questo database archivier i metadati richiesti per la catalogazione di archivi e l'esecuzionedelladeduplicazione. Password Perildepositocrittografato,fornirelapassworddicrittografia. Dopo avere eseguito tutti i passaggi richiesti, fare clic su OK per confermare il collegamento del deposito. Questa procedura potrebbe richiedere del tempo poich il nodo di archiviazione deve esaminare gli archivi, scrivere i metadati nel database e deduplicare gli archivi se il deposito era inizialmenteinfasedideduplicazione.

4.1.3

Librerie a nastro

Questasezionedescriveindettagliocomeutilizzareleperifericheanastrorobotichecomedepositi pergliarchividibackup.

142

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Una libreria a nastro (libreria robotica) una periferica di archiviazione a capacit elevata che contieneglielementiseguenti: unaopiunitnastro slotmultipli(finoadiversemigliaia)percontenerelecassetteanastro unoopicaricatori(meccanismirobotici)progettatiperilposizionamentodellecassetteanastro traglisloteleunitanastro lettoridicodiciabarre(facoltativi).

Panoramica
Acronis Backup & Recovery 10 fornisce un supporto completo di una libreria a nastro attraverso il nodo di archiviazione di Acronis Backup & Recovery 10. Il nodo di archiviazione dovrebbe essere installatosullamacchinaallaqualecollegataunalibreriaanastro.Ilnododiarchiviazioneingrado diutilizzarecontemporaneamentepidiunalibreriaanastroperconservaregliarchivi. Per gestire un supporto di libreria a nastro, il nodo di archiviazione utilizza Windows Removable StorageManager(RSM).Permaggioriinformazioni,vederelasezionePoolsupportiRSM(p.144). Un database dedicatodel nododiarchiviazioneconservaleinformazioni del contenutodelbackup scrittosuinastri.Pertanto,alcuneoperazioni(peresempio,quelladiPulizia(p.392))possonoessere eseguite abbastanza velocemente senza dover accedere ai supporti. possibile visualizzare il contenutodiunarchiviodibackupsituatosuunnastroattraversolaconsole,ancheselalibreriaa nastro spenta, grazie alla memorizzazione delle informazioni del contenuto nel database. Per creare un backup incrementale o differenziale dei dati, il programma utilizza il database invece di caricare, montare, riavvolgere e leggere un nastro con il backup completo dei dati. Tuttavia, un nastrodovrebbeessereletto,peresempio,perconvalidare(p.384)unbackupoperripristinareidati daunbackup. Unalibreriaanastropuesserecollegatalocalmenteaunamacchinasucuiinstallatol'agente,ma solo nel caso in cui la libreria sia considerata come un'unica unit a nastro. L'agente pu utilizzare tale dispositivo per scrivere e leggere i backup dei dati, ma il formato del backup diverso dal formatodeibackupsuinastriscrittiattraversoilnododiarchiviazione.Peravereinformazionisulla leggibilit degli archivi su nastri scritti con diversi componenti di altre versioni del prodotto per mezzodiAcronisBackup&Recovery10,consultarelasezioneTabelladicompatibilitdeinastri(p. 51). AcronisBackup&Recovery10consentediimpostareladistribuzionedeibackuppersupporto.Per esempio, possibile utilizzare un gruppo separato di nastri per eseguire il backup di alcuni dati specificieibackupdituttiglialtridativerrannoscrittisuqualsiasinastroattualmentemontatonon appartenentealgruppodinastri.Permaggioriinformazioni,vedereSupportodeinastri(p.121). Glischemidibackup(GrandfatherFatherSon(p.36),TorrediHanoi(p.40))costituisconounvalido supportonellacreazionediunapianificazioneeffettivaediregolediconservazioneperibackupsu unalibreriaanastro.Incombinazioneconleopzionidelnastro,glischemidibackupconsentonodi riutilizzare, in modalit automatica, i nastri che sono considerati liberi dopo l'eliminazione del backup.Permaggioriinformazioni,vedereOpzioninastro(p.152).

Hardware
Una libreria a nastro (libreria robotica) una periferica di archiviazione a capacit elevata che contieneglielementiseguenti: unaopiunitnastro slotmultipli(finoadiversemigliaia)percontenerelecassetteanastro
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 143

unoopicaricatori(meccanismirobotici)progettatiperilposizionamentodellecassetteanastro traglisloteleunitanastro lettoridicodiciabarre(facoltativi). Ciascun nastro deve essere accompagnato da un'etichetta specifica posta sul lato della cassetta e comprensivadi: uncodiceabarredascansionareconunlettorespeciale,solitamentemontatosuuncaricatore uncodiceabarrenumericoleggibile. Le etichette vengono utilizzate per l'identificazione del nastro in una libreria a nastro o, in particolare,nell'archiviazionefuorisede. Se tutte le cassette di una libreria a nastro sono contrassegnate da un codice a barre, la libreria prontaperesseregestitaautomaticamentedalsoftware. Lelibrerieanastrorappresentanounasoluzionediarchiviazionedeidatieconomicaeconcapacit elevata. Inoltre il nastro risulta perfetto per l'archiviazione, dal momento che le cassette possono essere archiviate fuori sede per una maggiore sicurezza dei dati. Tuttavia la lettura anche di un numeroridottodidatidaunalibreriaanastrorichiedemoltopitempo(daalcunisecondiadiversi minuti)rispettoadaltretipologiediarchiviazionedeidati.Laproceduramigliorediutilizzodelnastro puesseresintetizzataconl'espressione"MENOrichiestedascrivere/leggereMAGGIORnumerodi dati". Di conseguenza una libreria a nastro pi adatta all'accesso sistematico a quantit molto elevatedidatirispettoall'accessocasualeaporzioniridottedidati.

Limitazioni
Lelimitazioniall'utilizzodiunalibreriaanastrosonoleseguenti: 1. Non possibile eseguire l'operazione di consolidamento (p. 384) per gli archivi posizionati su nastro. impossibile eseguire l'eliminazione di un singolo backup distinto da un nastro. possibileeliminaretuttiibackuparchiviatisuunnastro.Tuttaviainseguitoaquestaoperazione, tutti i backup incrementali e differenziali archiviati su altri nastri e basati sui relativi backup eliminatinonpossonoessereutilizzatiperilripristinodeidati.Nelleregolediconservazionediun piano di backup Personalizzato l'opzione Se l'eliminazione di un backup influisce sugli altri backup>Consolidailbackupdisabilitata.disponibilesolol'opzionePosticipal'eliminazione. 2. La deduplicazione (p. 385) non disponibile per gli archivi posizionati sulle periferiche di archiviazioneanastro. 3. Il ripristino dei file da un backup del disco archiviato su nastro possibile, ma pu richiedere tempimoltolunghi. 4. Unnastroconibackupscrittidalnododiarchiviazionenonpuesserelettosuunaperifericaa nastro,collegatalocalmenteallamacchina,sucuiinstallatol'agente,acausadiunformatodel nastro diverso. Per avere informazioni sulla leggibilit degli archivi sui nastri, scritti con diversi componentidialtreversionidelprodottopermezzodiAcronisBackup&Recovery10,consultare lasezioneTabelladicompatibilitdeinastri(p.51). 5. Lestampantipercodiciabarrenonvengonoutilizzate.

Pool per supporti RSM


AcronisBackup& Recovery10utilizzaRemovable Storage Manager(RSM) pergestirele cassettea nastroappartenentiallelibreriedelnastro. Per separare l'accesso ai supporti tramite programmi differenti, il RSM utilizza i cosiddetti Pool di supporticostituitidagruppidisupportilogici.Esistonoduecategoriedipooldisupportinelgestore: SistemaeApplicazione.
144 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

I pool dei supporti di sistema includono un pool Libero, un pool di Importazione e un pool Non riconosciuto. I pool di Sistema contengono supporti che non sono attualmente usati dalle applicazioni. Il pool Libero contiene supporti che sono considerati liberi e possono essere utilizzati dalleapplicazioni.IpooldiImportazioneeNonriconosciutisonopooltemporaneiperisupportiche sononuoviincertelibrerie. AttraversoilRSM,un'applicazionepuottenereipropripoolconnomipropri,spostareisupportidal pool Libero all'interno dei suoi propri pool, utilizzare i supporti dei propri pool per scopi corretti, restituireisupportialpoolLibero,ecc... IlNododiarchiviazioneAcronisBackup&Recovery10gestisceinastriappartenentialpoolAcronis. Sesiinseriscononastriinutilizzatiall'internodeglislotdilibrerieanastro,tuttiinastrisarannoinclusi nelpoolLiberoautomaticamente. Seunnastrostatoutilizzatoprecedentemente,ilRSMcercherdirilevarel'applicazioneregistrataa cui si riferisce il nastro. Se l'applicazione non viene trovata, il RSM sposter il nastro nel pool Non riconosciuto. Se l'applicazione non viene trovata, ma il database RSM non ha alcuna informazione relativa al nastro, questo sar spostato nel pool d'Importazione. Se il database RSM possiede l'informazione,ilnastroverrspostatonelpoolspecificodell'applicazione. IlNododiarchiviazioneAcronisBackup&Recovery10fornisceilRSMperrilevareinastriscrittidalle famiglie di prodotti Acronis True Image Echo, Acronis True Image 9.1 e dai componenti di AcronisBackup & Recovery 10 Il nodo di archiviazione posizioner tutti i nastri scritti nel formato Acronisall'internodelpoolAcronisdurantel'operazionediInventario(p.149). IcomponentiAcronisBackup&Recovery10nonutilizzanoilpoolNonRiconosciuto.Perutilizzareun nastroforzatamentedaquestopool,spostareilnastronelpoolLiberousandolosnapindell'archivio rimovibile(Pannellodicontrollo>Strumentid'amministrazione>Gestionedelcomputer>Archivio rimovibile>Poolsupporti).
SeunnastrostatospostatonelpoolLibero,vieneconsideratoliberoesaraccessibileperesserescrittoda qualsiasiapplicazione.Pertanto,idatidelnastroandrannopersi.

Setuttiibackupvengonoeliminatidaunnastro,questononritornernelpoolLibero.Rimanenel pool Acronis come nastro libero per essere riutilizzato. Pertanto, se un nodo di archiviazione necessitadiunnuovonastro,troverunnastroliberoprimanelpoolAcronis,quindinelpoolLibero. Pi avanti, il Nodo di archiviazione Acronis Backup & Recovery 10 si occuper solo dei nastri appartenentialpoolAcronis.

Guida rapida a una libreria a nastro


SelaperifericadellalibreriaanastrocollegataaunamacchinaconnododiarchiviazioneAcronis Backup&Recovery10installato,pereseguireilbackupsullalibreriaanastronecessariosolamente creareundepositodell'archiviosullaperifericanellagestionedelnododiarchiviazione.

Prerequisiti
Una periferica con libreria a nastro deve essere installata su una macchina che esegue Windows secondoleistruzionid'installazionedelproduttoredellaperiferica. Se la propria versione di Windows contiene Removable Storage Manager (RSM), necessario attivarlo.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

145

InMicrosoftWindowsXPeMicrosoftWindowsServer2003: RemovableStorageManagerfapartedelsistemaoperativoedattivatoinizialmente. PerattivareRemovableStorageManagerinMicrosoftWindowsServer2008: 1. FareclicsuStrumentid'amministrazione>Gestoredelserver>Funzioni>Aggiungifunzione. 2. SelezionarelacasellaRemovableStorageManager. PerattivareRemovableStorageManagerinMicrosoftWindowsServerVista: 1. Fare clic su Pannello di controllo> Programmi> Programmi e Funzioni> Abilita/Disabilita le funzionidiWindows. 2. SelezionarelacasellaRemovableStorageManager. Inserirelecassetteanastroneglislotdellalibreria.Seunnastrononottieneuncodiceabarreoilsuo codice a barre corrotto, possibile definire l'etichetta del nastro per la sua successiva identificazione. opportuno installare il Server di gestione Acronis Backup & Recovery 10 e la Console di gestione Acronis Backup & Recovery 10 su macchine remote o locali, e registrare il Nodo di archiviazione Acronis Backup & Recovery 10 sulla macchina con la periferica della libreria a nastro nel server di gestione.

Libreria a nastro come deposito gestito


Perconsentireleoperazionidiprotezionedatitramiteunalibreriaanastro,necessariocreareun depositogestitosullalibreriaanastro. possibile creareun depositodallavisualizzazioneDepositi centralizzati della console. Per maggiori informazioni, vedere la sezione Creazione di un deposito centralizzatogestito(p.139). Tuttavia il procedimento pi semplice la creazione di un deposito dalla visualizzazione Nodi di archiviazione. Inoltre, selezionare il nodo di archiviazione, la libreria a nastro a cui collegato e quindi fare clic su Crea deposito. La pagina Crea deposito centralizzato sar visualizzata con i parametripreselezionati.sufficientespecificareilNomedeldepositoprimadifareclicsuOK. Unavoltacreato,ildepositoaccessibiledallavisualizzazioneDepositicentralizzatidellaconsole.A questopuntolalibreriaanastropuessereusataperilbackup. AcronisBackup&Recovery10consentedicrearesoloundepositoperogniperifericaanastro. Se tutte le cassette in una libreria a nastro sono provviste di codici a barre e il pool Libero RSM contieneabbastanzanastriperunoschemadibackupscelto,lalibreriaprontaperfunzionaredel tuttoautomaticamente. Sipucominciarealavorareconildepositoanchesetuttiglislotdellalibreriaanastrosonovuoti. Se,durantel'operazionedibackup,nonvisononastridisponibilineglislotdellalibreriaanastro,la finestraL'attivitrichiedeinterazionechiederdicaricareunnastro. Seilcodiceabarredelnastrononpuessereletto,un'altrafinestraL'attivitrichiedeinterazione chiederdietichettareunnastro.

Azioni sul deposito di una libreria a nastro


Se il deposito di una libreria a nastro viene selezionato nel riquadro Navigazione della console, la barra degli strumenti della pagina Deposito centralizzato conterr le due azioni seguenti utilizzate soloperlelibrerieanastro:
146 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

GestiscinastrivisualizzalafinestraGestione nastrocheconsentediaggiornareleinformazioni relativeaglislotdellalibreria,aeffettuarel'inventariodeinastrineglisloteadefinireleetichette dei nastri. Se al nastro viene assegnata una nuova etichetta, l'azione consente di estrarre temporaneamenteilnastroperapporrelamedesimaetichettaall'esternodellacartuccia. AnalizzanuovamenteinastrivisualizzalafinestraNuovaanalisidelnastro,utileperlaselezione deglislote peravviarelaproceduraAnalizzanuovamente(p.149)perleggereleinformazioni specialisulcontenutodeinastrispecificati. SuldepositodiunalibreriaanastrosonoconsentiteanchelefunzioniModifica,Elimina,Convalidae Aggiorna. necessario notare che queste funzioni hanno alcune funzionalit specifiche per una libreria a nastro. Di conseguenza l'operazione Modifica consente di sostituire la periferica di una libreria a nastro senza eseguire l'operazione Analizza nuovamente. L'operazione Elimina cancella tutte le informazioni sul deposito della libreria a nastro selezionata dal database del nodo di archiviazione. Ad esempio l'operazione elimina i dati di contenuto di tutti i nastri, ogni volta che i dati vengono utilizzatidalnododiarchiviazionesullaperifericadellalibreriaanastro.
Durantel'operazioneElimina,ilcontenutodeldepositoverreliminatodaldatabasedelnododiarchiviazione senza accedere ai nastri. Le attivit e i piani che utilizzano tale deposito non potranno essere eseguiti con successo. Anche gli archivi di backup coinvolti nell'eliminazione di un deposito centralizzato verranno eliminati, ma tali archivi possono essere ripristinati da qualsiasi nodo di archiviazione attraverso l'operazione Analizza nuovamente.

Azioni con gli archivi posizionati sui nastri di una libreria


Leseguentifunzionisonocomuniperlagestionedeidatidiunarchiviodibackupselezionatonella visualizzazionedellaconsoleDepositicentralizzati,nelcasoincuiildepositocorrenteconsistainuna libreriaanastro:Convalida,Elimina,Eliminatuttigliarchivi.L'eliminazioneneldatabasedelnododi archiviazione viene effettuata senza accedere ai nastri. In seguito all'eliminazione, un archivio di backupeliminatodaldepositodiunalibreriaanastropuessereripristinatoattraversol'operazione Analizzanuovamente(p.149)chevieneeffettuatapertuttiinastri,conservandoidatidell'archivio. L'operazione Analizza nuovamente per un nastro da cui stato eliminato il backup in grado di ripristinareilbackup,dalmomentochericrealeinformazionisulcontenutodelbackupneldatabase delnododiarchiviazione.
Se tutti i backup vengono eliminati, il nastro viene considerato libero. Di conseguenza i backup eliminati andrannoirrimediabilmentepersiinseguitoallaprimascritturaeffettuatasulnastro.

Backup su libreria a nastro


Nella creazione di un criterio/piano di backup con destinazione in una libreria a nastro, il backup viene impostato come per le altre periferiche di archiviazione. L'unica differenza costituita dalle opzioni aggiuntive di Supporto del nastro (p. 121) che possono essere impostate nel corso della creazione di una strategia o di un piano di backup. Queste opzioni consentono di specificare la modalit con cui il criterio/il piano di backup creato deve utilizzare i nastri della libreria a nastro, tuttaviaivaloripreimpostatidelleopzioniincrementanol'efficaciadell'utilizzosiadell'interalibreriaa nastrochedelsingolonastro.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

147

Per visualizzare e modificare le opzioni del nastro, selezionare Opzioni > Opzioni di backup e ripristinopredefinite>Opzionidibackuppredefinite>Supportodelnastrodalmenuinalto. Per modificare le impostazioni del criterio/del piano di backup che deve essere creato, fare clic su Modifica...nellasezioneOpzionidibackupallapaginaCreacriterio/pianodibackup.Vieneapertala finestraOpzionidibackupincuicontenutalapaginaSupportodelnastroconivaloripredefiniti. Quandosiesegueilbackupsuunnastroesiraggiungelafinedelsupporto,unnastroliberoviene montatoautomaticamenteel'operazioneproseguirsulnuovonastro. Nel corso di un'attivit di backup, dalla console possibile accedere alle seguenti informazioni specifichedelnastro: numerodinastriattualmenteutilizzatidall'operazionedibackup etichettedeinastriutilizzatedall'attivitfinoall'oracorrente,incasodisuddivisionedelbackup etichettadelnastroattualmentescritta.

Ripristino dalla libreria a nastro


Ilripristinodeidatiapartiredaarchiviposizionatisuperifericheanastrovieneeseguitonellostesso mododialtreperiferichediarchiviazione. Quandosiesegueun'operazionediripristino,innanzituttosideveavviarelacreazionediun'attivitdi ripristino, selezionare il deposito della periferica a nastro e quindi l'archivio e il backup da cui ripristinare i dati. Durante la creazione di un'attivit, il programma utilizza il database del nodo di archiviazioneinvecediaccedereainastri.Tuttavia,laselezionedeidatidaripristinare(es.:alcunifile ovolumispecifici)richiedelaletturadiunoopinastri,pertantopotrebberichiederetempo. Ilprogrammatrovainastrieliinserisceautomaticamentenell'ordinecorretto.LafinestraL'attivit richiedeinterazionesiaprequaloranonvengatrovatoilnastrorichiesto. Si tenga presente che l'operazione del ripristino dei dati potrebbe richiedere accesso a un certo numerodinastri.Peresempio,ilripristinodeidatidaunbackupincrementalepotrebberichiedereil caricamento,ilmontaggio,ilriavvolgimentoelaletturadeiseguentinastricontenentiibackupdei dati: inastrichearchivianoilbackupincrementaleselezionatoperilripristinodeidati inastrichearchivianol'ultimobackupcompletocreatoprimadiquelloincrementaleselezionato inastrichearchivianol'ultimobackupdifferenzialecreatodopol'ultimobackupcompletoma,se necessario,primadiquelloincrementaleselezionato i nastri contenenti tutti i backup incrementali creati dopo gli ultimi backup completi o, se necessario,ibackupdifferenzialicreatiprimadiquelloincrementaleselezionato. Nel corso di un'attivit di riprisitino, dalla console di gestione possibile accedere alle seguenti informazionispecifichedelnastro: etichettedituttiinastrichepotrebberoesserenecessariperl'operazione etichettadelnastroincorsodilettura etichettedeinastrichesonogistatiletti etichette dei nastri che sono ancora in attesa di essere letti con le informazioni sulla loro disponibilitattuale(caricationon).

Gestione di una libreria a nastro


Pergestireunalibreriaanastro,ilprodottoconsenteleseguentiattivit/procedure:
148 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Inventario(p.149) Analizzanuovamente(p.149) Etichettatura(p.150) Ogni utente conaccessoaun depositogestitosu unalibreriaanastroin gradodigestirequeste operazioni. Tuttavia, un'unit di libreria a nastro non pu essere gestita contemporaneamente da due o pi utenti in quanto alcune operazioni possono richiedere minuti, ore o persino giorni. Per esempio, se un utente lancia l'attivit Analizza nuovamente di una libreria a nastro, le richieste di tuttiglialtriutentidieseguirelastessaattivitsarannoannullateautomaticamente,inquantogiin esecuzioneneldeposito.

Inventario
Per poter funzionare con il nastro, un nodo di archiviazione necessita dell'inserimento delle informazionirelativealnastronelpropriodatabase.Dinorma,quindi,dopoavercreatoildeposito,il passaggiosuccessivoconsistenell'inventariodeinastri. L'inventarioconsistein unaprocedura che consentealnododiarchiviazione diriconoscereinastri attualmentecaricatineglislotdellalibreriaanastro.Laprocedurarelativamenterapidaedinorma necessita della lettura dei codici a barre delle cassette senza la lettura dei dati del nastro. Se un codiceabarrenonpuessereletto,ilnastrosarmontatoperleggernesolol'identificatoreGUID. La procedura Inventario pu essere eseguita manualmente da un utente o automaticamente, quandovienerichiestol'accessoainastriaggiuntidirecente. Peravviarelaprocedura,selezionareildepositodellalibreriaanastronelriquadroNavigazionedella console,fareclicsuGestiscinastriepoisuAvviainventarionellafinestraGestionenastro. Quando l'inventario completato l'utente in grado di visualizzare l'elenco dei nastri attualmente caricatinellalibreria. Eseguirelaproceduraognivoltachevengonocaricatinuovinastrineglislotdellalibreriaanastro.

Analizza nuovamente
Come precedentemente detto, il nodo di archiviazione conserva le informazioni sui nastri e i loro contenuti in un database dedicato. L'attivit Analizza nuovamente legge le informazioni relative al contenutodeinastriselezionatidall'utenteeaggiornaildatabase. L'attivit pu richiedere molto tempo pertanto solo avviata manualmente. Prima di lanciare l'attivit,sarebbeopportunoselezionareciascunoslotconteneteilnastrochesidesideraanalizzare nuovamente. Eseguirel'attivitAnalizzanuovamente: perinastrichesonosconosciutiperilnododiarchiviazione seildatabasedelnododiarchiviazionepersoodanneggiato pernastriilcuicontenutoobsoleto(peresempio,ilcontenutodiunnastrostatomodificato tramiteunaltronododiarchiviazioneomanualmente). Tenere presente che un nastro potrebbe conservare alcuni backup che erano stati eliminati prima che il nastro venisse nuovamente analizzato. Pertanto, dopo aver terminato l'attivit, tutti questi backup saranno ripristinati nel database del nodo di archiviazione e diverranno accessibili per il ripristinodeidati.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

149

Durante una nuova analisi, opportuno salvare l'etichetta di un nastro nel database del nodo di archiviazione. Se uno slot, selezionato per la procedura, contiene un nastro ancora sprovvisto di etichetta, l'attivit Analizza nuovamente per il nastro interrotta per eseguire la procedura di Etichettatura(p.150).

Etichettatura
Quandounnastronecessarioalripristinodeidatinonvieneindividuato,lafinestraL'attivitrichiede interazionechiederall'utentediinserireilnastronelloslotdellalibreriaanastro.Tuttelecassettea nastronecessitanoquindidiuncodiceabarreodialtreetichetteleggibili. Seunnastrononcorredatodaun'etichetta,necessariodefinirneunaprimadell'utilizzodelnastro stesso. Senecessarioapplicareun'etichettaspecificaaunnastro(adesempiol'etichettaLavoripersonali perunnastrodedicatoall'archiviazionedeifiledellacartellaC:\lavoro)alpostodiuncodiceabarre, utilizzarecomunquelaproceduraEtichettatura. Peravviarelaprocedura,selezionareildepositodellalibreriaanastronelriquadroNavigazionedella console, quindi fare clic su Gestisci nastri sulla barra degli strumenti. Verr visualizzata la finestra Gestionenastriincuidisponibileunelencodeglislotdellalibreriachecontengononastri.Perogni nastrocheappartienealpoolLiberioppurealpoolAcronis,nelcampodidatidelloslotvieneindicata l'etichettadelnastro.LeetichettevengonoinoltrevisualizzateperinastripresentinelpoolImportati checontengonobackupeseguitidaAcronis,adesempionelcasoincuisitrasferiscaunnastrodauna libreriaanastrodiversa. Per impostazione predefinita, un nastro non utilizzato con un codice a barre ottiene un'etichetta uguale al codice a barre stesso. Se un codice a barre mancante o danneggiato, il nome dell'etichettaverrcreatoautomaticamente.possibileaccettareetichetteproposteospecificarela propriaetichettaintestosemplice. I nastri provenienti dal pool Liberi o Importati possono essere rinominati purch l'account utente utilizzatopereseguireilserviziorelativoalnododiarchiviazione,ovveroUtenteASN,dispongadelle autorizzazionidiscritturaperipoolspecifici.Taliautorizzazioninonvengonoassegnateaunaccount UtenteASNdurantel'installazioneedpertantonecessarioaggiungerlemanualmente. Per definire la propria etichetta di un nastro, selezionare un campo di dati correlato, fare clic su Espelli nastro, scrivere la stessa etichetta sulla cassetta a nastro (per associarla all'etichetta) e inserirlanuovamentenellostessoslot. Dopo aver completato le etichette richieste, premere Imposta etichette per archiviare le etichette neldatabasedelnododiarchiviazione.

Supporto dei nastri


Questeopzionisonoeffettivequandoladestinazionedibackupundepositogestitosituatosuuna libreriaanastro. LeopzioniSupportonastroconsentonodispecificareinchemodoleattivitdibackupdistribuiranno ibackuptrainastri.
Alcune combinazioni delle opzioni nastro potrebbero ridurre l'efficienza dell'utilizzo sia dell'intera libreria a nastro che di ciascun singolo nastro. Se non si costretti a modificare queste opzioni da alcune esigenze specifiche,nonmodificarle.

150

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Unarchiviopuoccuparediversinastri.Inquesticasi,perconservareibackupdeidati,siutilizzaun cosiddettogrupponastri. Il gruppo nastri un gruppo logico composto da uno o pi nastri contenenti backup di dati specificiprotetti.Ungrupponastripucontenereanchebackupdialtridati. Ilgrupponastridistintoungrupponastricontenentesolobackupdispecificidatiprotetti.Altri backupnonpossonoesserescrittiinungrupponastridistinto.

(Percreareuncriterio/pianodibackup)Utilizzareungrupponastridistinto
L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Se si lascia quest'opzione invariata, allora i backup appartenenti al criterio o piano in creazione potrebbero essere scritti su nastri contenenti backup scritti da criteri di backup differenti e comprendenti dati provenienti da macchine diverse. Analogamente, i backup di altri criteri potrebbero essere scritti su nastri contenenti i backup di questo criterio. Non si avranno problemi conquestotipodinastri,poichilprogrammagestiscetuttiitipidinastroinmanieraautomatica. Quando questa opzione abilitata, i backup appartenenti al criterio o piano in creazione saranno salvatisuungrupponastridistinto.Nonsarannoscrittialtribackupsuquestogrupponastri.

Selaconsolecollegataalserverdigestione
L'opzione Utilizza un'impostazione nastro distinta ha definizioni pi precise. Per il criterio di backup da creare quindi possibile utilizzare un'impostazione del nastro distinta per tutte le macchineoperciascunamacchina. L'opzioneImpostazionenastrosingolapertuttele macchine impostatacomepredefinita.Di normaquestaopzionegarantisceunusopiefficacedeinastririspettoall'opzioneImpostazione nastro distinta per ciascuna macchina. Tuttavia la seconda pu risultare utile, ad esempio nel caso in cui vengano richiesti requisiti particolari per archiviare i nastri con backup da una macchinafuorisedespecifica. Quandol'opzioneUtilizzaungrupponastridistintoabilitata,potrebbeesserenecessarioscrivereil backupsuunnastroinquelmomentononpresentenellaperifericadellalibreriaanastro.Definire cosafareinquestocaso. Chiederel'interazioneconl'utentel'attivitdibackupinserirlostatoRichiestad'interazionee attender che il nastro, con l'etichetta richiesta, sia caricato nella periferica della libreria a nastro. Utilizzaunnastroliberoilbackupsarscrittosuunnastrolibero,cosl'operazionesarsospesa soloinassenzadinastroliberonellalibreria.

Utilizzasempreunnastrolibero
Se si lasciano invariate le opzioni di seguito riportate, ciascun backup sar scritto su un nastro specifico dall'opzione Utilizzaungrupponastri distinto.Abilitandoalcunedelleseguenti opzioni,il programmaaggiungernuovinastrialgrupponastriogniqualvoltavienecreatounbackupcompleto, incrementaleodifferenziale. Perciascunbackupcompleto L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Quando questa opzione abilitata, ciascun backup sar scritto su un nastro libero. Il nastro sar caricato su un unit in particolare per questa operazione. Se l'opzione Utilizza un gruppo nastri distinto abilitata, saranno aggiunti al nastro solo i backup incrementali e differenziali degli stessi dati.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 151

Perciascunbackupdifferenziale L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Quando questa opzione abilitata, ciascun backup differenziale sar scritto su un nastro libero. Questaopzionedisponibilesoloquandoselezionatol'utilizzodinastroliberoperciascunbackup completo. Perciascunbackupincrementale L'impostazionepredefinita:Disabilitato. Quando questa opzione abilitata, ciascun backup incrementale sar scritto su un nastro libero. Questaopzionedisponibilesoloquandoselezionatol'utilizzodinastroliberoperciascunbackup completoedifferenziale.

Rotazione nastri
Se da un nastro vengono eliminati tutti i backup, ad esempio se le informazioni sul nastro relative all'ultimobackupvengonoeliminatedaldatabasedelnododiarchiviazione,ilnastroconsiderato vuotoepuessereriutilizzatoduranteunciclodibackup.Larotazionedellostessonastroconsente diutilizzarelaquantitminimaindispensabiledicassetteenonritrovarsisommersidainastriusati. AcronisBackup&Recovery10consentediraggiungerelapienaautomazionedellarotazionenastri duranteilbackupsulibrerieanastro. Questasezionefornisceinformazioniutiliperlasceltadiunoschemadibackupediopzioninastro perlarotazionenastri. Percalcolarelaquantitdinastrinecessariperglischemidirotazionenastro,possibileutilizzareil metododescrittonellasezionePianificazionenastro(p.164).

Selezione di uno schema di backup


Durante la creazione di un criterio/piano di backup con destinazione una libreria a nastro, sono disponibili i seguenti schemi di backup: Esegui backup adesso, Esegui backup in seguito, GrandfatherFatherSon, Torre di Hanoi o Personalizzato. Lo schema di backup Semplice disabilitatoperchilconsolidamentodelbackupnonpuessereeffettuatopergliarchiviposizionati suinastri. Acronis Backup & Recovery 10 fornisce l'automazione della rotazione del nastro per gli schemi di backupGrandfatherFatherSon,TorrediHanoi,ePersonalizzato. GrandfatherFatherSon(p.36)(GFS)eTorrediHanoi(p.40)(ToH)sonoglischemidibackuppinoti che vengono utilizzati nelle periferiche delle librerie a nastro. Questi schemi sono ottimizzati per mantenere l'equilibrio migliore tra la dimensione di un archivio di backup, il numero di punti di ripristinodisponibilidall'archivioelaquantitdinastririchiestiperl'archiviazione. Se l'archivio di backup deve fornire il ripristino con risoluzione quotidiana degli ultimi giorni, risoluzione settimanale delle ultime settimane e risoluzione mensile per qualunque momento passato,loschemadaprivilegiareGrandfatherFatherSon. Se l'obiettivo principale quello di fornire una protezione dei dati per il periodo pi duraturo possibile con il numero minimo di nastri utilizzati caricato in modo permanente in una libreria a nastro ridotta (es. caricatore automatico), la soluzioni migliore probabilmente risulta essere lo schemaTorrediHanoi.

152

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Lo schema di backup Personalizzato consente di specificare le regole di pianificazione e conservazione del backup, al fine di definire la rotazione dei nastri desiderata. Adottare questo schemanelcasoincuil'utilizzodeglischemiNonnoPadreFiglioeTorrediHanoinonsiasufficiente. Ad esempio, se le dimensioni complete dei dati protetti sono considerevolmente inferiori rispetto alle dimensioni del nastro, la soluzione migliore quella di utilizzare lo schema di backup Personalizzato con backup quotidiani/settimanali/mensili completi, alcune semplici regole di conservazioneeopzionidelnastropredefinite.

Criteri della scelta


Ognivoltachesiinprocintodirealizzareunoschemadirotazionedeinastriperlacreazionediun criterio/unpianodibackup,sidovrannoprendereinconsiderazioneglielementiseguenti: dimensionicompletedeidatidaproteggere dimensioniapprossimativedellemodifichequotidianedeidati dimensioniapprossimativedellemodifichesettimanalideidati requisitiperloschemadibackup(frequenza,prestazionieduratadelleoperazionidibackup) requisitiperlaconservazionedeibackup(periodominimo/massimodiconservazionedelbackup; necessitdiarchiviarefuorisedelecassetteanastro) caratteristiche della libreria a nastro (numero di unit, caricatori, slot e nastri disponibili; caratteristichedelnastro) requisitiperilripristinodeidati(duratamassima) necessarioanalizzarequalsiasiargomentorilevanteperlapropriasituazioneeselezionareicriteri disceltaprincipali.Inseguitoscegliereunoschemadibackupespecificareleopzionidelnastro. Sitengapresentechequalsiasischemadibackupcombinatocondiverseopzionidelnastroprodurr risultatidiversinell'usoefficacedeinastriedelleperiferiche.

Caso da analizzare
Sisuppongadidoverautomatizzarelarotazionedelnastronelcasoincui: ledimensionicomplessivedeidatidaproteggeresianopariacirca320GB ledimensioniapprossimativedellemodifichequotidianedeidatisianopariacirca16GB ledimensioniapprossimativedellemodifichesettimanalideidatisianopariacirca40GB lacapacitdelnastrosiapariacirca400GB. SisuppongadianalizzareirisultatidiunacombinazionedischemiGFSeToHcondiverseopzionidel nastrospecificheperilcasoanalizzato. Tuttigliesempianalizzatiinseguitocostituisconounapprocciosemplicisticoallacasisticareale,ma presentanoiconcettigeneralidelladistribuzionedelbackupsuinastri.

Legendadellefiguredeicasiesplicativi
Nelle figure qualsiasi backup quotidiano/incrementale (16 GB) viene indicato con un rettangolo verde: . Ibackupsettimanali/differenziali(40GB)vengonovisualizzaticonunrettangoloblu: Qualsiasibackupmensilecompleto(320GB)rappresentatoconilcolorearancione: .
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 153

Unnastrointero(400GB)rappresentatoconunrettangologrigio: .

Utilizzo dello schema di rotazione dei nastri Grandfather-Father-Son


La rotazione dei nastri per lo schema di backup GFS essenzialmente definita dalle opzioni nastro specificateperilcriterio/pianodibackupdacreare. SupponiamocheleimpostazioniGFSsianoleseguenti: Avviailbackupalle: Eseguiilbackup: 23.00.00 Venerd Giornilavorativi

Settimanalmente/mensilmente:

Conservaibackup: Giornalieri:2settimane;settimanalmente:2mesi;mensilmente:1anno. L'obiettivo principale raggiungere la piena automazione della rotazione dei nastri per queste impostazioni. Tenerepresenteche,inquestaimplementazionedelloschemaGFS,unbackupmensilecompleto, un backup settimanale differenziale e un backup quotidiano incrementale. Il primo backup semprecompleto.Pertanto,seilcriterio/pianodelbackuphainiziodimercoledebackupcompleti dovrebberoesserecreatiogniquattrovenerd,ilmercoledilprimobackupsarcompletoinveceche incrementale. Eccoalcuniesempianalizzatiche mostranoinchemodoloschemaGFS puesserecombinatocon opzioninastrodifferentinelleseguentisezioni: EsempioGFS1(p.154).L'opzioneUtilizzaunsetdinastriseparatoselezionata.Tutteleopzioni Utilizzasempreunnastroliberosonodeselezionate.Richiede25nastriinrotazione. Esempio GFS 2 (p. 157) L'opzione Utilizza un set di nastri separato selezionata. L'opzioneUtilizza sempre un nastro libero: per ogni backup completo selezionata. Tutte le opzioniUtilizzasempreunnastroliberosonodeselezionate.Richiede16nastriinrotazione. Esempio GFS 3 (p. 159). L'opzione Utilizza un set di nastri separato selezionata. Sono selezionatetutteleopzioniUtilizzasempreunnastrolibero.Richiede28nastriinrotazione. Questi esempi dimostrano come la quantit di nastri richiesti per la rotazione automatica dipenda dalleopzionidelnastro.Seunalibreriaanastronondisponediabbastanzanastriperunarotazione automatica,lafinestraL'attivitrichiedeinterazionepuavoltechiederedicaricareunnastrolibero nellalibreria.

Esempio GFS 1
Sisuppongacheilpianodibackupabbialeseguentiopzionidelnastro: l'opzioneUtilizzaun'impostazionenastrodistintaselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompletocancellata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupincrementalecancellata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupdifferenzialecancellata. Si supponga che la prima operazione di backup sia programmata per venerd 1 gennaio. In questa dataalle23.00vienecreatoilprimobackupcompleto(320Gbsulnastrocondimensioniparia400 Gb).Dalmomentochel'opzioneUtilizzaun'impostazionedelnastrodistintaselezionata,ilnastro attualmentemontatovieneespulso(nelcasoincuinonsiaunnastrolibero).Inseguitovienecaricato un nuovo nastro apposito per eseguire il backup dei dati. Nella figura in basso il nastro
154 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

contrassegnato dal numero 01. In base alla legenda descritta nella sezione Caso da analizzare (p. 153),nellafigurailbackupcompletodeidativienerappresentatoconunrettangoloarancione. LeimpostazionidelloschemadibackupGFSspecificatoforzanoilbackupdeidatiesclusivamentesu Giornilavorativi,inmodotalecheilbackupsuccessivovengacreatoallastessaora(23.00)diluned 4gennaio.Talebackupincrementale(16Gb)edscrittosulmedesimonastro01,poichl'opzione Utilizza sempre un nastro libero: per ciascun backup incrementale cancellata. Nella figura il backuprappresentatoconunrettangoloverde. I tre backup incrementali successivi vengono scritti sul nastro 01 in data 5, 6 e 7 gennaio. Di conseguenza,almomentolospazioliberosulnastropariasoli16Gb. Indata8gennaioilbackupdifferenzialedeidati(40Gb)vieneregistratosullostessonastro01,dal momento che l'opzione Utilizza sempre un nastro libero per ciascun backup differenziale cancellata. Tuttavia il nastro si esaurisce dopo aver salvato 16 Gb di backup. Il nastro viene quindi smontatoedespulsodall'unitinunoslotdalcaricatore.Inoltre,nellastessaunitvienecaricatoe montatounnastroliberoedquindipossibileeseguireilbackupdegliultimi24Gbdidatisulnuovo nastro. La figura successiva mostra l'archivio di backup dei dati al momento. Nella figura il backup differenzialerappresentatoconunrettangoloblu.Ilnumero1nelrettangoloverdeindicailbackup incrementalecreatoilluneddellaprimasettimanadell'anno..

Inseguito,ibackupsuccessivivengonoscrittisulnastro02: quattrobackupincrementalieunbackupdifferenzialedurantelasecondasettimana quattrobackupincrementalieunbackupdifferenzialedurantelaterzasettimana quattrobackupincrementalidurantelaquartasettimana. Il backup successivo completo (320 Gb) deve essere eseguito il venerd della quarta settimana. Tuttavia il nastro 02 al momento dispone di soli 104 Gb di spazio libero. Quindi, una volta che il nastrosiesaurito,laregistrazioneproseguedall'iniziodelnastrolibero03.

Tenere presente che l'attivit Pulizia pu essere avviata dopo ciascuna operazione di backup dello schemaGFS.Questaattiviteliminatuttiibackupobsoleti.Nellafigurasuccessivaibackupeliminati finorasonorappresentaticontriangolidicoloregrigioscuro.

Fisicamenteibackupeliminatisitrovanoancorasuinastri;tuttavialeinformazionirelativeaibackup vengonoeliminatedaldatabasedelnododiarchiviazione.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

155

In seguito la figura mostra i backup eliminati come effettivi, ma visualizza l'utilizzo del nastro nel corsodell'annoperloschemadibackupGFS,incombinazioneconleopzionidelnastrospecificate.Il numero contenuto nel rettangolo verde indica un backup incrementale creato il luned della settimanadell'annocorrispondente.

Utilizzodelnastronelcorsodelprimoanno

Lafiguraseguentemostral'utilizzoeffettivodeinastriconspazioliberoalpostodeibackupeliminati ilprimovenerddell'annosuccessivo.Almomentoilbackupdifferenziale(rettangoloblu)scrittosul nastro24.

156

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Il backup completo archiviato sul nastro 01 viene eliminato dopo aver creato il successivo backup completo sui nastri 23 e 24 il venerd della cinquantaduesima settimana. Poich tutti i backup del nastro01sonostatieliminati,ilnastrovieneconsideratoliberoepuessereriutilizzato. L'ulteriore analisi dell'esempio dimostra che il numero massimo di nastri richiesti per archiviare i backup dei dati 25. Il numero massimo viene raggiunto nel corso della sedicesima settimana dell'annoseguente. Le figure citate in precedenza indicano che il ripristino dei dati richiede uno o due nastri per un backupcompleto,dueotrenastriperunbackupdifferenzialeeuno,dueotrenastriperunbackup incrementale. Adesempio,senecessarioripristinareidatidaunbackupcreatoilluneddellacinquantaduesima settimana,l'attivitnecessiterdeiseguentinastri: Nastro 23 con un backup incrementale (contrassegnato con "52") e un backup differenziale creatoilvenerddellacinquantunesimasettimana. Nastro 21 e nastro 22 che contengono un backup completo creato il venerd della quarantottesimasettimana. L'esempio rivela le seguenti carenze nella combinazione dello schema con le opzioni del nastro specificate: normalmentequalsiasiripristinodeidatiunaproceduralungachenecessitadelcaricamento, delmontaggio,delriavvolgimentoedellaletturadiuno(3%peribackupvisualizzatinellafigura "Utilizzodelnastroduranteilprimoanno"),due(65%)otre(32%)nastri Quando le dimensioni del backup mensile sono inferiori alle dimensioni del nastro, vengono utilizzati22nastriperarchiviare13backupcompletimensili,inmododarenderemenocostosa laconservazionedeidati. Sononecessari25nastriperlarotazioneannualecompletadeibackupdeidati.

Esempio GFS 2
Sisuppongacheilpianodibackupabbialeseguentiopzionidelnastro: l'opzioneUtilizzaun'impostazionenastrodistintaselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompletoselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupincrementalecancellata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupdifferenzialecancellata.

L'esempio presenta un'unica differenza rispetto al precedente che consiste nella selezione dell'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompleto. In seguito la figura mostra i backup eliminati come effettivi, ma visualizza l'utilizzo del nastro nel corsodell'annoperloschemadibackupGFS,incombinazioneconleopzionidelnastrospecificate.Il numero contenuto nel rettangolo verde indica un backup incrementale creato il luned della settimanadell'annocorrispondente.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

157

Senelcorsodell'annosidevonoconservaretuttiibackup,l'archivionecessiterdi28nastri.

DalmomentocheloschemadibackupGFScostringeall'eliminazioneautomaticadeibackupobsoleti, il primo venerd del secondo anno i nastri conserveranno solo i backup indicati nella figura successiva.

158 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

La figura dimostra che loschema di rotazione del nastro Esempio GFS 2 maggiormente indicato rispettoaquellodell'EsempioGFS1.IvantaggidelloschemadirotazionedelnastroEsempioGFS2 nelcasoanalizzatosonoiseguenti: vengonoutilizzati16nastrianzich25 l'attivitdiripristinodeidatirichiedeuno(25%)odue(75%)nastri ilripristinodeidatidaunbackupcompletonecessitadiununiconastrochevelocizzailripristino deidati,passandodaunbackupincrementaleaunodifferenziale.

Esempio GFS 3
Sisuppongacheilpianodibackupabbialeseguentiopzionidelnastro: l'opzioneUtilizzaun'impostazionenastrodistintaselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompletoselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupincrementaleselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupdifferenzialeselezionata. Queste opzioni definiscono lo schema di rotazione del nastro, ovvero quello classico per GFS. La figuramostral'iniziodelloschemadirotazionecheutilizza8nastriperibackupquotidiani,6nastri peribackupsettimanalie13nastriperibackupmensili(13ciclidiquattrosettimaneinunanno)nel caso analizzato. Inoltre necessario un nastro per il backup successivo. Nel complesso, questo schemadirotazione,combinatoconleopzioni,necessitadi28nastri.

Per ripristinare i dati sono necessari un nastro per il backup completo, due nastri per il backup differenzialeedueotrenastriperilbackupincrementale. Loschemapresentaivantaggiseguenti: l'accessoaqualsiasibackupcompletonecessitadiunsolonastro l'eliminazionedelbackupliberaunnastrochepuessereriutilizzato.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 159

Ilprincipalesvantaggiocostituitodalgrannumerodinastrinecessariutilizzatiperil510%. Se necessario conservare un backup quotidiano per una settimana (4 backup) e un backup settimanale per un mese (4 backup), il numero complessivo di nastri necessari sar uguale a 4+4+13+1=22.

Utilizzo dello schema di rotazione nastro Torre di Hanoi


Lo schema ToH (Torre di Hanoi) richiede un numero inferiore di nastri rispetto allo schema GFS (NonnoPadreFiglio). Pertanto, lo schema ToH rappresenta la scelta migliore per piccole librerie a nastro,inmodoparticolarepercaricatoriautomatici. UnavoltaselezionatoloschemadibackupToH,possibilespecificarelapianificazionedelloschema eilnumerodilivelli. LaprassimiglioresuggeriscediutilizzarecinquelivellisesistaapplicandolaTorrediHanoiaibackup settimanali e otto livelli se la si sta applicando ai backup quotidiani. Nel primo caso la rotazione include16sessionisettimanali,cosgarantiscecheilperiododiripristino(ilnumerominimodigiorni di cui possibile risalire nell'archivio) sia 8 settimane. Nel secondo caso, la rotazione dei nastri include 128 sessioni quotidiane, cio consente un periodo di ripristino di 64 giorni. Il periodo di ripristinosempremetdelnumerodisessioni. Ogniulteriorelivelloraddoppianonsoloilnumerodisessioni,maanchel'etdeibackuppivecchi. RitorniamoalcasoanalizzatodescrittonellasezioneCasodaanalizzare(p.153)esupponiamochele impostazioniToHsianoleseguenti: Pianificazione: Avvial'attivitognigiornoalleore23.00.Ripetiunavolta. Numerodilivelli: 5 Lo schema Torre di Hanoi con cinque livelli garantisce che il periodo di ripristino sia 8giorni. Indichiamoibackupdeilivelliconnumerida1a5tramitelelettereA,B,C,D,edErispettivamente. Aquestopunto,ilmodellodirotazioneperlasequenzadibackupnell'archivioilseguente:EABA CABADABACABA.NelloschemaToHacinquelivelli,tuttiibackupnelprimolivello(A)sono incrementali, sul quinto livello (E) completi e gli altri backup nei livelli 2, 3, e 4 (B, C, e D) sono differenziali. La rotazione nastri per lo schema ToH dipende sostanzialmente dalle opzioni dei nastri, le cui impostazioni predefinite non sempre offrono un utilizzo ottimale dei nastri e dell'intera libreria a nastri. L'obiettivoscegliereleopzioninastrocherichiedonolaquantitminimadinastriinrotazione. Vi sono esempi analizzati che mostrano come lo schema ToH possa essere combinato con opzioni nastrodifferentinelleseguentisezioni: EsempioToH1.(p.161)L'opzioneUtilizzaun'impostazionenastrodistintaselezionataTuttele opzioniUtilizzasempreunnastroliberosonocancellate.Richiede5nastriinrotazione. Esempio ToH 2 (p. 162). L'opzione Utilizza un'impostazione nastro distinta selezionata. L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompletoselezionata.Lealtre opzioniUtilizzasempreunnastroliberosonocancellate.Richiede4nastriinrotazione. Esempio ToH 3 (p. 163). L'opzione Utilizza un'impostazione nastro distinta selezionata Sono selezionatetutteleopzioniUtilizzasempreunnastrolibero.Richiedelarotazionedi7nastri. L'EsempioToH2richiede4nastri,ilnumerominimoperilcaso.Leimpostazionidelleopzionirelative ainastri,quindi,sonopreferibilirispettoalleopzioniperaltriesempi.
160 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Esempio ToH 1
Sisuppongacheilpianodibackupabbialeseguentiopzionidelnastro: l'opzioneUtilizzaun'impostazionenastrodistintaselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompletocancellata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupincrementalecancellata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupdifferenzialecancellata. Laseguentefiguramostral'utilizzodeinastriperloschemaToHcombinatoconleopzionidelnastro sopraindicato.Lapartericorrentedelloschemacontienesedicisessionidibackup.Lafiguramostra lostatodiarchiviodelbackupnelmomentoincuiterminatala17asessione.

PoichloschemadibackupdellaTorrediHanoiforzalapresenzadiunsolobackupsuciascunlivello, tuttiibackupobsoletivengonoautomaticamenteeliminati.Nellafigurasuccessiva,ibackupeliminati sonoraffiguraticomerettangoliingrigioscuro.Inrealt,ilbackupeliminatoancoraarchiviatosui nastri,malerelativeinformazionisonoeliminatedaldatabasedelnododiarchiviazione.

Lafiguramostrailbackupcompletoconservatoattualmentesulnastro01,ilqualenonpuessere eliminatoeformaunabaseperglieffettivibackupdifferenziali(D,C,B)eincrementali(A)archiviati sulnastro02.L'eliminazionedelbackupcompletoposticipatafinoaquandononsarannoeliminati tuttiequattroisopracitatibackup. La figura successiva dimostra il contenuto dei nastri nel momento precedente alla creazione del nuovobackupsullivelloD:

Inquestomomento,l'archiviodeidatioccupaquattronastrieladimensionetotaledeibackupscritti finoaoramassimaleperl'esempio.Tuttavia,seinfuturounbackupcompletoverrscrittoallafine diunnastro,l'archiviooccupercinquenastri. Dopo che stato creato il successivo backup sul livello D, il nastro 01 liberato e pu essere riutilizzato. DanotarecheloschemaToHcombinatoconleopzionispecifichehaleseguentiproprietperilcaso analizzato:

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

161

l'ultima figura mostra che il ripristino dei dati richiede il caricamento e il montaggio di un massimoditrenastri(unnastro16%,duenastri72%,trenastri12%)oltrealriavvolgimento diuno(6%),due(50%)otre(44%)backup unoschemaacinquelivellirichiedefinoacinquenastriperquestocaso.

Esempio ToH 2
Sisuppongacheilpianodibackupabbialeseguentiopzionidelnastro: l'opzioneUtilizzaun'impostazionenastrodistintaselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompletoselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupincrementalecancellata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupdifferenzialecancellata. L'unica differenza tra ToH Esempio 2 e ToH Esempio 1 che l'opzione Utilizza sempre un nastro libero:perciascunbackupcompletoselezionata. La prima figura mostra l'utilizzo dei nastri per lo schema ToH combinato con le opzioni del nastro sopraindicato.Lapartericorrentedelloschemacontienesedicisessionidibackup.Lafiguramostra lostatodiarchiviodelbackupnelmomentoincuiterminatala17asessione.

Nellafiguradiseguito,ibackupeliminatialmomentosonorappresentaticomerettangolidicolore grigioscuro.

La figura indica che vi sono due backup completi sul livello E poich al momento il primo backup completo forma una base per i backup differenziali D, C e B forma una base per il backup incrementaleA.Diconseguenza,l'eliminazionedelbackupcompletoposticipatafinoaquandonon sarannoeliminatiibackupD,C,BeA. Lafigurasuccessivamostral'utilizzodelnastroprimadellacreazionediunnuovobackupsullivelloD:

Al momento, l'archivio di backup occupa quattro nastri. il numero massimo di nastri richiesti nell'esempio. Dopo che il successivo backup sar stato creato sul livello D, entrambi i nastri 01 e 02 vengono liberatiepossonoessereriutilizzati. DanotarecheloschemaToHcombinatoconleopzionispecifichehaleseguentiproprietperilcaso analizzato:
162 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

ilripristinodeidatirichiedel'accessoaibackupconservatisuuno(25%)oduenastri(75%) loschemaacinquelivellipurichiederefinoaquattronastri. Diconseguenza,inquestocasospecifico,laselezionedell'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero: perciascunbackupcompletoaumentanotevolmentel'efficienzadiutilizzodeinastrinellalibreria.

ToH Esempio 3
Sisuppongacheilpianodibackupabbialeseguentiopzionidelnastro: l'opzioneUtilizzaun'impostazionenastrodistintaselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompletoselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupincrementaleselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupdifferenzialeselezionata. LafiguramostralarotazionedeinastriperloschemaToHconquesteopzioni.

Ilnumeromassimodinastriutilizzatinellarotazionesette,ciopichenelloschemaclassicoToHa cinquelivelli. Duenastriaggiuntiviutilizzatiper: 1. conservareunvecchiobackupcompleto(eliminazioneposticipata)poichformalabaseperaltri backupdilivello 2. conservareunvecchiobackupinunlivellofinchnonnevienecreatoconsuccessounonuovo. L'esempiodimostrachel'efficienzadiutilizzodeinastriridotta.Inoltre,ilripristinodeidatirichiede l'accesso ai backup conservati in un nastro (backup completi, 6%), due nastri (backup differenziali, 44%) o tre nastri (backup incrementali, 50%). Di conseguenza, in media, l'operazione richiede pi tempocheneiprecedentiesempi.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

163

Pianificazione del nastro


Unavoltaspecificatoloschemadibackupeleopzionidelnastro,opportunodeterminareilnumero minimodinastrinecessariperraggiungerelapienaautomazionedellarotazionedeinastri. Per semplificare la pianificazione dei nastri, scartare l'ipotesi che i nastri calcolati potrebbero contenereibackupdialtridati.implicitochel'opzioneUtilizzaungrupponastridistintosiastata abilitata. Percalcolareilnumerodinastri,opportunofareleseguenticonsiderazioni: dimensionedelbackupcompleto dimensionemediadeibackupincrementali dimensionemediadeibackupdifferenziali livellodicompressionespecificoperilbackupdeidati schemadirotazionedeinastri(frequenzadeibackup,regolediconservazione) opzionidiaggiuntanastro requisitiperilsupportodiarchividicassetteanastrofuorisede. Nonesisteunaformulacomunepercalcolareunnumerodinastririchiestiintuttelecombinazioni possibilidelleconsiderazionisopraelencate.Tuttavialaprocedurageneraleperottenereunnumero dinastriperuncasoprevedeiseguentipassaggi: 1. Disegnare (o scrivere) una catena di backup fino a quando non potr essere eliminato il primo backup 2. Prendere in considerazione le opzioni di aggiunta nastro, la catena potrebbe essere divisa su gruppidinastri 3. Calcolareilnumerodeinastriinciascungrupponastri 4. Lasommadeivaloricalcolatirappresentailnumerodinastrinecessariperilcaso.

Pianificazione del nastro: Esempio 1


Ipotizzareilcasoconleseguentifunzioni: ladimensionedelbackupcompletoF_GB ladimensionemediadeibackupincrementaliI_GB ladimensionemediadeibackupdifferenzialiD_GB illivellodicompressionefornisceilcoefficientemediodiriduzioneCL loschemadirotazionedeinastriselezionatoTorrediHanoiconquattrolivelli leopzionidelnastrosonoleseguenti: l'opzioneUtilizzaun'impostazionenastrodistintaselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompletocancellata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupincrementalecancellata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupdifferenzialecancellata ladimensionedelnastroT_GB. LoschemadellaTorrediHanoiaquattrolivelli(A,B,C,eD)specificalaseguenterigadibackupsui nastriprimacheilprimobackupvengaeliminato:D(completo),A,B,A,C,A,B,A,D,A,B,A,C.Le opzioni del nastro specificate non richiedono l'utilizzo di un nastro libero per qualsiasi backup, pertantolarigadibackupverrautomaticamentedivisaecontinuatasuunnuovonastrounavolta chesarraggiuntalafinediquestonastro.Nonpresenteungruppodinastridacalcolare.

164

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Ilnumerototaledeinastririchiesti=arrotondato((2*F_GB+6*I_GB+5*D_GB)*CL/T_GB)+1. L'EsempioToH(p.161)1sopradescrittosibasasulloschemadibackupdellaTorrediHanoiacinque livelliaventelemedesimeopzionidelnastro.Larigadibackuperalaseguente:E(completo),A,B,A, C,A,B,A,D,A,B,A,C,A,B,A,E,A,B,A,C,A,B,A,D. Numerototaledinastririchiesti=arrotondato((2*F_GB+12*I_GB+11*D_GB)*CL/T_GB)+1= arrotondato((2*320+12*16+11*40)*1/400)+1=arrotondato(3,18)+1=5(nastri).

Pianificazione del nastro: Esempio 2


Ipotizzareilcasoconleseguentifunzioni: ladimensionedelbackupcompletoF_GB ladimensionemediadeibackupincrementaliI_GB ladimensionemediadeibackupdifferenzialiD_GB illivellodicompressionefornisceilcoefficientemediodiriduzioneCL loschemadirotazionenastriselezionatoPersonalizzazioneaventeleseguentiimpostazioni: backupcompletoogni10giorni backupdifferenzialeogni2giorni backupincrementaleognigiorno,ogni6ore regolediconservazione:eliminareibackuppivecchidi5giorni leopzionidelnastrosonoleseguenti: l'opzioneUtilizzaun'impostazionenastrodistintaselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupcompletoselezionata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupincrementalecancellata L'opzioneUtilizzasempreunnastrolibero:perciascunbackupdifferenzialecancellata ladimensionedelnastroT_GB. Ilcasodefiniscelarigadeibackupcheconsistediduesezioni.Lafiguradiseguitomostralesezioni prima che venga eliminato il primo backup. Nella figura, i backup completi, differenziali e incrementalisonoindicaticomerettangolidicolorerispettivamentearancione,blueverde.

Al momento i backup sono eliminati dall'attivit di Pulizia. L'eliminazione dei backup obsoleti evidenziaticoncoloriscuriposticipata,poichquestibackupsonoessenzialiperibackupeffettivi.

Poichnonsiconoscel'esattacorrelazionetraladimensionedelnastroeladimensionedelbackup, impossibiledeterminareilnumerodeinastrichesarannoliberidopol'eliminazione.Diconseguenza, ilcalcoloignoraquestapossibilit. Il gruppo nastri 01 dovrebbe contenere (arrotondato ((F_GB + 4*D_GB + 5*7*I_GB) * CL / T_GB)) nastriperarchiviareibackup.Ilgrupponastri02richiede(arrotondato((F_GB+1*D_GB+7*I_GB)* CL/T_GB))nastri.Lasommadeivaloricalcolatirappresentailnumerodinastrinecessariperilcaso.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

165

Cosa fare se
Cosafaresenecessarioperspostarenastriconbackupdaunalibreriaanastroadun'altra? 1. SeentrambelelibrerieanastrosonocollegateallamacchinaconAcronisBackup&Recovery 10StorageNodeinstallato(ades.lelibreriesonogestitedallostessonododiarchiviazione), ildatabasedelnododiarchiviazionecontienetutteleinformazioninecessariesulcontenuto dei nastri spostati. Quindi sufficiente eseguire la procedura inventario (p. 149) per il depositogestitonellalibreriaincuivengonoposizionatiinastri. 2. Se si spostano i nastri in una libreria a nastro gestita da un alto nodo di archiviazione, necessario analizzare nuovamente (p. 149) ogni nastro riposizionato per fornire al nodo di archiviazioneleinformazionisuibackupcontenutinelnastro. Cosaaccadesedevoutilizzareunnastrodallalibreriaanastronellaperifericaanastrolocalee viceversa? Gli agenti Acronis creano backup su nastro in un formato diverso da quello usato dal nodo di archiviazione. Per questa ragione non possibile scambiare nastri tra due periferiche a nastro collegate al nodo di archiviazione e a una macchina gestita: un nastro scritto da un nodo di archiviazionenonpuesserelettodaunagenteinunaperifericaanastrocollegatalocalmente. Tuttavia,ilnododiarchiviazionein gradodileggerenastriscrittida unagente.Consultarela tabelladicompatibilitnastro(p.51)perottenereinformazioniesaustivesullacompatibilitdei formatinastroinAcronisBackup&Recovery10. Cosa fare in caso sia necessario reinstallare il nodo di archiviazione o collegare la libreria a nastroaun'altramacchina? Installareunnododiarchiviazionesullamacchinaacuicollegatalalibreriaanastro,creareun deposito centralizzato sulla libreria a nastro, quindi analizzare nuovamente ciascun nastro contenenteibackup. Cosafareincasodiperditadelnododiarchiviazioneedinecessitdiripristinodeidatidaun nastro? Sesiconosceilnastrocontenenteidatidaripristinareesidisponediunaperifericaanastrocon deposito gestito da un nodo di archiviazione, inserire la cassetta a nastro nella periferica, accedere alla visualizzazione della console Depositi centralizzati, selezionare il deposito, analizzarenuovamenteilnastro,selezionarel'archivioeilbackupdacuiripristinareidati,infine creareun'attivitdiripristino. Se non si conosce quale nastro contiene i dati da ripristinare, necessario analizzare nuovamente ciascun nastro fino a quando non saranno trovati i dati. Generalmente, come gi detto, tutti i passaggi richiesti sono gli stessi, solo che l'esecuzione di una nuova analisi deve essereapplicataapinastripiuttostocheaunosolo. CosafareincasodinecessitdiripristinodeidatidaunnastroEcho? Utilizzare un nastro dalla sezione Tabella di compatibilit nastro (p. 51) per individuare quali componentiAcronisBackup&Recovery10sonoingradodileggeredatidalproprionastro.

4.2 Depositi personali


Un deposito viene definito personale se stato creato utilizzando il collegamento diretto della consoleadunamacchinavirtuale.Idepositipersonalisonospecificiperciascunamacchinagestita.I depositipersonalisonovisibiliaqualsiasiutentechepossaaccederealsistema.Ildirittodiunutente albackupdiundepositopersonalevienedefinitodalleautorizzazionidell'utenteperlacartellaola perifericaincuiposizionatoildeposito.

166

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Un deposito personale pu essere organizzato in un supporto scollegabile o rimovibile. Acronis Secure Zone viene considerata come un deposito personale disponibile per tutti gli utenti che possonoaccederealsistema. Idepositipossonoessereutilizzatidai pianidibackuplocaliodaattivitlocali.Neipiani dibackup centralizzatinonpossibileutilizzaredepositipersonaliadeccezionediAcronisSecureZone.

Condivisionediundepositopersonale
Pi macchine possono fare riferimento alla stessa posizione fisica, ad esempio alla stessa cartella condivisa,maciascunadellemacchinedisponedelpropriocollegamentonellastrutturaDepositi.Gli utenticheeseguonoilbackupsuunacartellacondivisapossonovisualizzareegestiregliarchividegli altri utenti in base alle autorizzazioni di accesso relative a quella cartella. Per facilitare l'identificazionedegliarchivi,lavisualizzazioneDepositopersonalepresentalacolonnaProprietario chevisualizzailproprietariodiciascunarchivio.Perulterioriinformazionisulconcettodiproprietario, consultareProprietariecredenziali(p.33).

Metadati
Lacartella.metavienecreataduranteilbackupinognidepositopersonale.Questacartellacontiene informazioni aggiuntive sugli archivi e i backup conservati nel deposito, ad esempio i proprietari di archivi o il nome della macchina. Se la cartella .meta viene eliminata per errore, verr ricreata automaticamente al successivo accesso al deposito. Tuttavia alcune informazioni, come i nomi dei proprietarieinomidellemacchine,potrebberoandareperduti.

4.2.1

Metodo di lavoro con la visualizzazione "Deposito personale"

QuestasezionedescrivebrevementeglielementiprincipalidellavisualizzazioneDepositopersonale eindicadeimetodiperlavorarecontalielementi.

Barradeglistrumentideposito
La barra degli strumenti contiene dei pulsanti operativi con il deposito personale selezionato. Per ulterioriinformazioni,consultarelasezioneAzionisuidepositipersonali(p.168).

Graficoatortaconleggenda
Ilgraficoatortaconsentedivalutareilcaricodeldeposito:mostralaproporzionedellospaziolibero edellospaziooccupatodeldeposito. spaziolibero:spaziosullaperifericadiarchiviazione,incuiposizionatoildeposito.Adesempio, se il deposito posizionato su un disco rigido, lo spazio libero del deposito lo spazio libero del volumeappropriato. spaziooccupato:dimensionetotaledegliarchividibackupedeirelativimetadati,seposizionato nel deposito. Altri file che potrebbero essere inseriti in questa cartella dall'utente non vengono considerati. Lalegendavisualizzaleseguentiinformazionisuldeposito: percorsocompletodeldeposito numerototalediarchiviebackupconservatineldeposito rapportodellospaziooccupatorispettoalledimensionioriginalideidati.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

167

Contenutodeposito
LasezioneContenutodepositocontienelatabellaelabarradeglistrumentidegliarchivi.Latabella archivi visualizza gli archivi e i backup conservati nel deposito. Usare la barra degli strumenti degli archivi per eseguire azioni negli archivi e nei backup selezionati. L'elenco di backup viene espanso facendoclicsulsegno"pi"asinistradelnomedell'archivi.Tuttigliarchivisonoraggruppatipertipo nelleseguentischede: La scheda Archivi disco elenca tutti gli archivi che contengono backup di volume o disco (immagini). LaschedaArchivifileelencatuttigliarchivichecontengonobackupdifile. Sezionicorrelate: Operazioniconarchivicontenutiinundeposito(p.170) Operazioniconbackup(p.171) Filtroeordinedegliarchivi(p.172)

Riquadro"Azioniestrumenti"
[Nome deposito] La barra Azioni disponibile quando si fa clic sul deposito nella relativa struttura.Duplicaleazionidellabarradeglistrumentideldeposito. [Nomearchivio]LabarraAzionidisponibilequandosiselezionaunarchivionellatabelladegli archivi.Duplicaleazionidellabarradeglistrumentidegliarchivi. [Nome backup] La barra Azioni disponibile quando si espande l'archivio e si fa clic su uno qualsiasideirelativibackup.Duplicaleazionidellabarradeglistrumentidegliarchivi.

4.2.2

Azioni sui depositi personali

Per eseguire tutte le operazioni (eccetto la creazione) con un deposito, occorre innanzitutto selezionarlo. Tutte le operazioni descritte di seguito vengono eseguite facendo clic sui pulsanti corrispondenti della barra degli strumenti. Inoltre, possibile accedere a queste operazioni dalla barra [Nome deposito] (nel riquadro Azioni e strumenti) e dall'elemento azioni [Nome deposito] del menu principalerispettivamente. Leseguentilineeguidaconsentonodieseguiredelleoperazioniconidepositipersonali.
Elenco Creareundeposito personale azioni Fareclicsu Crea.

Laproceduradicreazionedidepositipersonalivienedescrittainmodo approfonditonellasezioneCreazionediundepositopersonale(p.169). 1. Selezionareildeposito. 2. Fareclicsu Modifica.

Modificareundeposito

NellapaginaModificadepositopersonalepossibilemodificareilnomedel depositoeleinformazioninelcampoCommenti. Modificarel'account FareclicsuModificautente. utenteperl'accessoaun Nellafinestradidialogovisualizzata,fornirelecredenzialirichiesteperaccedereal deposito deposito.

168

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

CreareAcronisSecure Zone

Fareclicsu

CreaAcronisSecureZone.

LaproceduradicreazionediAcronisSecureZonevienedescrittainmodo approfonditonellasezioneCreazionediAcronisSecureZone(p.260).

Esplorareilcontenutodi Fareclicsu Esplora. undeposito NellafinestraExplorerchevienevisualizzata,esaminareilcontenutodeldeposito selezionato. Convalidareundeposito Fareclicsu Convalida.

SiverrindirizzatiallapaginaConvalida(p.246),dovequestodepositogi preselezionatocomeorigine.Laconvalidadeldepositoconsentelaverificaditutti gliarchiviconservatinelrelativodeposito. Eliminareundeposito Fareclicsu Elimina.

L'operazionedieliminazioneeffettivamenterimuovesoltantouncollegamentoalla cartelladallavisualizzazioneDepositi.Lacartellastessarestaintatta.L'utente disponedell'opzionedimantenereoeliminaregliarchivicontenutinellacartella. Aggiornarele Fareclicsu Aggiorna. informazionidellatabella Durantelarevisionedelcontenutodeldeposito,possibileaggiungere,eliminareo deldeposito modificaredegliarchivialdeposito.FareclicsuAggiornaperaggiornarele informazionisuldepositoconlemodifichepirecenti.

Creazione di un deposito personale Percreareundepositopersonale


1. NelcampoNome,digitareilnomeperildepositodacreare. 2. [Opzionale]NelcampoCommenti,aggiungereunadescrizionedeldeposito. 3. NelcampoPercorso,fareclicsuModifica... Nella finestra Percorso deposito personale aperta, specificare un percorso per la cartella che verr utilizzata come deposito. possibile organizzare un deposito personale su un supporto separatoorimovibile,inunacondivisionedireteosuFTP. 4. FareclicsuOK.Diconseguenza,ildepositocreatovienevisualizzatonelgruppoPersonaledella strutturadepositi.

Unione e spostamento dei depositi personali Cosafaresenecessarioperspostareildepositoesistentedaunluogoaunaltro?


Procederecomesegue 1. Accertarsichenessunodeipianidibackuputilizziil depositoesistentedurantelospostamento deifileoppuredisattivaretemporaneamente(p.199)lepianificazionideipianiforniti. 2. Spostare la cartella del deposito con tutti gli archivi in una nuova posizione manualmente medianteunfilemanagerditerzi. 3. Creareunnuovodeposito. 4. Modificareleattiviteipianidibackup:reindirizzarelarelativadestinazionenelnuovodeposito. 5. Eliminareildepositoprecedente.

Inqualemodopossibileunireduedepositi?
Supporre di disporre di due depositi, A e B in uso. Entrambi i depositi sono utilizzati da piani di backup.SidecidedilasciaresoltantoildepositoB,spostandovituttigliarchivideldepositoA. Pereffettuaretaleoperazione,procederecomesegue
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 169

1. Assicurarsi che nessuno dei piani di utilizzi il deposito A durante l'unione oppure disattivare temporaneamente(p.199)lepianificazionideipianiforniti. 2. SpostaregliarchivineldepositoBmanualmentemedianteunfilemanagerditerzi. 3. ModificareipianidibackupcheutilizzanoildepositoA:reindirizzarelarelativadestinazionenel depositoB. 4. Nellastrutturadepositi,selezionareildepositoBperverificaresegliarchivivengonovisualizzati. Incasocontrario,fareclicsuAggiorna. 5. EliminareildepositoA.

4.3 Operazioni comuni


4.3.1 Operazioni con archivi contenuti in un deposito

Per eseguire qualsiasi operazione con un archivio, occorre innanzitutto selezionarlo. Se l'archivio protettoconunapassword,verrrichiestodidigitarla. Tutte le operazioni descritte di seguito vengono eseguite facendo clic sui pulsanti corrispondenti della barra degli strumenti. Inoltre, possibile accedere a queste operazioni dalla barra [Nome archivio] (nel riquadro Azioni e strumenti) e dall'elemento azioni [Nome archivio] del menu principalerispettivamente. Leseguentilineeguidaconsentonodieseguiredelleoperazioniconarchivicontenutiinundeposito.
Elenco Convalidareun archivio azioni Fareclicsu Convalida.

LapaginaConvalida(p.246)verrapertaconl'archiviopreselezionatocomeorigine. Laconvalidadiunarchivioconvalidertuttiibackupdell'archivio.

Esportareun archivio

Fareclicsu

Esporta.

VerrvisualizzatalapaginaEsporta(p.253)conl'archiviopreselezionatocomeorigine. L'esportazionediunarchiviodeterminalacreazionediunduplicatodell'archiviocontutti irelativibackupnellaposizionespecificata. 1. Selezionarel'archivioounodegliarchivichesidesideraeliminare. 2. Fareclicsu Elimina.

Eliminareun singoloarchivioo piarchivi

IlprogrammaraddoppialaselezionenellafinestraEliminazionebackup(p.172)che presentadellecaselledicontrolloperciascunarchivioeperciascunbackup.Rivederela selezioneecorreggeresenecessario(selezionarelecaselledicontrollodegliarchivi desiderati),quindiconfermarel'eliminazione. Eliminaretuttigli Tenerepresentechesedonostatiapplicatideifiltriall'elencodepositi,verrvisualizzata archivineldeposito solounapartedelcontenutodeldeposito.Assicurarsicheildepositononcontenga archivichenecessariomantenereprimadiavviarel'operazione. Fareclicsu Eliminatutto.

Ilprogrammaraddoppialaselezionenellanuovafinestrachepresentadellecaselledi controlloperciascunarchivioeperciascunbackup.Rivederelaselezioneecorreggerese necessarioquindiconfermarel'eliminazione.

170

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

4.3.2

Operazioni con backup

Pereseguirequalsiasioperazioneconunbackup,occorreinnanzituttoselezionarlo.Perselezionare un backup, espandere l'archivio e fare clic sul backup. Se l'archivio protetto con una password, verrrichiestodidigitarla. Tutte le operazioni descritte di seguito vengono eseguite facendo clic sui pulsanti corrispondenti dellabarradeglistrumenti.Inoltre,possibileaccedereaquesteoperazionidallabarradelleazioni '[Nome backup]' (nel riquadro Azioni e strumenti) e dalla voce azioni '[Nome backup]' del menu principale. Leseguentilineeguidaconsentonodieseguiredelleoperazioniconibackup.
Elenco azioni

Visualizzareilcontenuto Fareclicsu Visualizzacontenuto. delbackupinuna NellafinestraContenutobackup,esaminareilcontenutodelbackup. finestraseparata Ripristina Fareclicsu Ripristina.

LapaginaRipristinadati(p.224)verrapertaconilbackuppreselezionatocome origine. Ripristinareun disco/volumecome macchinavirtuale Fareclicconilpulsantedestrodelmousesulbackupdeldisco,quindiselezionare Ripristinacomemacchinavirtuale. LapaginaRipristinadati(p.224)verrapertaconilbackuppreselezionatocome origine.Selezionarelaposizioneeiltipodinuovamacchinavirtualeeprocedere nellanormaleoperazionediripristinodelvolumeodeldisco. Fareclicsu Convalida.

Convalidareunbackup

LapaginaConvalida(p.246)verrapertaconl'archiviopreselezionatocomeorigine. Laconvalidadiunbackupdifileimitailripristinodituttiifiledalbackupaun destinazionenonoperativa.Laconvalidadiunbackupdidischicalcolaunasommadi controlloperognibloccodeidatisalvatonelbackup. Esportareunbackup Fareclicsu Esporta.

VerrvisualizzatalapaginaEsporta(p.253)conilbackuppreselezionatocome origine.L'esportazionediunbackupdeterminalacreazionediunnuovoarchiviocon unacopiaautosufficientedelbackupnellaposizionespecificata. Eliminareunoopi backup Selezionareunodeibackupchesidesideraeliminare,quindifareclicsu Elimina.

IlprogrammaraddoppialaselezionenellafinestraEliminazionebackup(p.172)che presentadellecaselledicontrolloperciascunarchivioeperciascunbackup. Rivederelaselezioneecorreggeresenecessario(selezionarelecaselledicontrollo deibackupdesiderati),quindiconfermarel'eliminazione.

Eliminaretuttigliarchivi Tenerepresentechesedonostatiapplicatideifiltriall'elencodepositi,verr eibackupneldeposito visualizzatasolounapartedelcontenutodeldeposito.Assicurarsicheildeposito noncontengaarchivichenecessariomantenereprimadiavviarel'operazione. Fareclicsu Eliminatutto.

IlprogrammaraddoppialaselezionenellafinestraEliminazionebackup(p.172)che presentadellecaselledicontrolloperciascunarchivioeperciascunbackup. Rivederelaselezioneecorreggeresenecessarioquindiconfermarel'eliminazione.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

171

4.3.3

Eliminazione archivi e backup

LafinestraEliminazionebackupvisualizzalastessaschedadellavisualizzazionedeidepositi,macon caselle di controllo per ciascun archivio e backup. L'archivio o backup scelto per l'eliminazione contrassegnatodalsegno spunta.Rivederel'archiviooilbackupselezionato perl'eliminazione.Per eliminare altri archivi e backup, selezionare le rispettive caselle di controllo, quindi fare clic su Eliminaselezionatieconfermarel'eliminazione. Ifiltriinquestafinestraderivanodall'elencodiarchividellavisualizzazionedeldeposito.Intalmodo, se alcuni filtri sono stati applicati all'elenco archivi, vi verranno visualizzati soltanto gli archivi e i backupcorrispondentiaqueifiltri.Pervisualizzaretuttoilcontenuto,puliretuttiicampideifiltri.

Cosasuccedesesieliminaunbackupcherappresentalabasediunbackupincrementaleo differenziale?
Per preservare la consistenza dell'archivio, il programma consolider i due backup. Ad esempio, si elimina un backup completo ma si mantiene il successivo backup incrementale. I backup verranno combinatiinununicobackupcompletocheavrlastessadatadiquelloincrementale.Quandoviene eliminatounbackupincrementaleodifferenzialecheoccupaunaposizioneintermedianellacatena, ilbackuprisultantesarincrementale. Vatenutopresentecheilconsolidamentounmetododieliminazione,nonun'alternativaadessa.Il backup risultante non conterr i dati che erano presenti nel backup eliminato ma non lo erano in quelloincrementaleodifferenzialeconservato. Nel deposito, deve essere presente spazio sufficiente per i file temporanei creati durante il consolidamento.Neibackuprisultantidalconsolidamentolacompressionesempremassima.

4.3.4
Per

Filtro e ordine degli archivi


Azione

Leseguentilineeguidaconsentonoall'utentedifiltrareeordinaregliarchivinellarelativatabella.

Ordinaregliarchividelbackup Fareclicsull'intestazionedellacolonnaperordinaregliarchiviinordine mediantequalsiasicolonna ascendente. Farenuovamenteclicperordinaregliarchiviinordinediscendente. Filtraregliarchivipernome, proprietarioomacchina. Nelcamposottostantel'intestazionedellacolonnacorrispondente,digitareil nomedell'archivio(ilnomedelproprietariooilnomedellamacchina). Diconseguenza,verrvisualizzatol'elencodegliarchivi,icuinomi(nomidei proprietarionomidellemacchine)coincidono,intuttooinparte,conilvalore immesso.

Configurazionedellatabellaarchivi
Per impostazione predefinita, la tabella presenta sette colonne visualizzate e altre nascoste. Se necessario,possibilenasconderelecolonnevisualizzateemostrarequellenascoste.

Permostrareonasconderecolonne
1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un'intestazione di colonna per aprire il menu contestuale. Le voci di menu non selezionate corrispondono alle intestazioni di colonna presentatenellatabella. 2. Fareclicsullevocichesidesideravisualizzare/nascondere.

172

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

5 Pianificazione
Acronis supporta, mediante l'unit di pianificazione, l'amministratore nell'adattamento dei piani di backupalleattivitgiornalieredellasocietealleesigenzediciascundipendente.Leattivitdeipiani verrannolanciatesistematicamentemantenendoidatiimportantiprotettiinmodosicuro. L'unitdipianificazioneutilizzal'oralocaledellamacchinaincuipresenteilpianodibackup.Prima dellacreazionediunapianificazione,accertarsicheleimpostazionididataeoradellamacchinasiano corrette.

Pianificazione
Per definire quando un'attivit deve essere eseguita, necessario specificare uno o pi eventi. L'attivitverrlanciatanonappenaunoqualsiasideglieventisiverifica.Nellatabellaseguentesono elencatiglieventidisponibilineisistemioperativiWindowseLinux.
Evento Ora:Giornaliero,Settimanale,Mensile Tempotrascorsodalcompletamentodell'ultimobackupriuscito (specificareladurata) Accessoutente (qualsiasiutente,utentecorrente,specificarel'accountdell'utente) Disconnessioneutente (qualsiasiutente,utentecorrente,specificarel'accountdell'utente) Avviosistema Modificadellospaziolibero (specificarelaquantitdimodificadispazioliberosuivolumiselezionatiperilbackupoche contieneidatiperilbackupselezionato) UneventonelregistroeventiWindows (specificareiparametridell'evento) + + + + + + Windows Linux + + + +

Condizione
Soltanto per le operazioni di backup, possibile specificare una o pi condizioni in aggiunta agli eventi.Quandounoqualsiasideglieventisiverifica,l'unitdipianificazioneverificalacondizionee, se tale condizione soddisfatta, esegue l'attivit. In caso di condizioni multiple, necessario che tutte vengano soddisfatte contemporaneamente per consentire l'esecuzione dell'attivit. Nella tabellaseguentesonoelencatelecondizionidisponibilineisistemioperativiWindowseLinux.
Condizione:eseguirel'attivitsoltantose L'utenteinattivo(unoscreensaverinesecuzioneoppurelamacchinabloccata) Hostdellaposizionenondisponibile L'oradiesecuzionedell'attivitrientranell'intervalloditempospecifico Tuttigliutentisonodisconnessi Ilperiododitempospecificatotrascorsodall'ultimobackupcompletatocorrettamente Windows Linux + + + + + + + +

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

173

Il comportamento dell'unit di pianificazione, qualora l'evento si verifichi ma la condizione (o una qualsiasidellevariecondizoni)nonvienesoddisfatta,vienedefinitodall'opzionedibackupCondizioni diavviodell'attivit(p.119).

Cosafarese...
Cosasuccedeseuneventosiverifica(eunacondizione,sepresente,vienesoddisfatta)mentre l'esecuzionedell'attivitprecedentenonstatacompletata? L'eventoverrignorato. Cosa succede se un evento si verifica mentre l'unit di pianificazione in attesa della condizionerichiestadall'eventoprecedente? L'eventoverrignorato. Cosasuccedeselacondizionenonvienesoddisfattaperunlungoperiododitempo? Se il ritardo di un backup diventa rischioso, possibile forzare la condizione (comunicare agli utenti di disconnettersi) oppure eseguire l'attivit manualmente. Per gestire automaticamente questa situazione, possibile impostare l'intervallo di tempo dopo il quale l'attivit verr eseguitaindipendentementedallacondizione.

5.1 Pianificazione giornaliera


LapianificazionegiornalieraefficaceperisistemioperativiWindowsandLinux.

Perspecificareunapianificazionegiornaliera
Nell'areaPianificazione,selezionareilparametroappropriatocomesegue:
Ogni:<...> giorni Impostareunnumerodeterminatodigiorniincuisidesideraeseguirel'attivit.Adesempio,se siimpostaOgni2giorni,l'attivitverravviataagiornialterni.

Nell'areaDuranteilgiornoeseguil'attivit...area,selezionareunadelleseguentiopzioni:
Unavolta Impostarel'oraincuil'attivitverreseguitaunavolta. ogni:<...> Ogni: <...> Da:<...> Fino:<...> Impostareilnumerodivolteincuil'attivitverrriavviatadurantel'intervalloditempo specificato.Adesempio,l'impostazionedellafrequenzadell'attivitsuOgni1oraDalle10:00:00 alle22:00:00consentedieseguirel'attivit12volte:dalle10:00alle22:00inungiorno.

Nell'areaEffettivo...,impostareleseguentiimpostazioni:
Da: <...> A: <...> Impostareunadatadiattivazionedellapianificazione(unadataeffettiva).Selacaselladicontrollo deselezionata,l'attivitverravviatanelgiornoenell'orapiprossimiindicatiinprecedenza. Impostareunadatadidisattivazionedellapianificazione.Selacaselladicontrollodeselezionata, l'attivitverreseguitaperunnumeroindefinitodigiorni.

Le Impostazioni di pianificazione avanzate (p. 182) sono disponibili soltanto per le macchine registrate nel server di gestione di Acronis Backup & Recovery 10. Per specificare queste impostazioni,fareclicsuModificanell'areaImpostazioniavanzate. TutteleimpostazioniapportatevengonovisualizzatenelcampoRisultatonellaparteinferioredella finestra.

Esempi
Pianificazionegiornaliera"Semplice"
174 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Eseguirel'attivitognigiornoalle18:00. Iparametridellapianificazionesonopertantoimpostaticomesegue. 1. Ogni:1giorno. 2. Unavoltaalle:18:00:00. 3. Effettivo: Da: non impostato. L'attivit verr avviata nel giorno corrente, se stata creata prima delle 18:00. Se l'attivit stata creata dopo le 18:00, verr avviata per la prima volta il giorno successivoalle18:00. A:nonimpostato.L'attivitverreseguitaperunnumeroindefinitodigiorni. Pianificazione"Ognitreorepertremesi" Eseguire l'attivit ogni tre ore. L'attivit viene eseguita in una determinata data (ad esempio, il 15 settembre2009)eterminadopotremesi. Iparametridellapianificazionesonopertantoimpostaticomesegue. 1. Ogni:1giorno. 2. Ogni:3ore Da:12:00:00(mezzanotte)Fino:21:00:00:intalmodo,l'attivitverreseguita8voltealgiorno conunintervalloditempodi3ore.Alterminedell'ultimaricorrenzadelgiorno,alle9PM,iniziail giornosuccessivoel'attivitriprendedamezzanotte. 3. Effettivo: Da:15/09/09.Se15settembre2009ladatacorrentedicreazionedell'attivite,adesempio,le 01:15l'oradicreazionedell'attivit,questaverravviatanell'intervalloditempopiprossimo: alle15:00inquestoesempio. A: 15/12/09. In questa data l'attivit verr eseguita per l'ultima volta, ma l'attivit stessa ancoradisponibilenellavisualizzazioneAttivit. Variepianificazionigiornaliereperun'attivit Sono presenti alcuni casi in cui potrebbe essere necessario eseguire l'attivit pi volte al giorno oppure pi volte in un giorno con diversi intervalli di tempo. In tali casi, considerare l'aggiunta di variepianificazioniperunasingolaattivit. Adesempio,supporrechel'attivitdebbaessereeseguitaogniterzogiorno,apartiredal20/09/09, cinquevoltealgiorno: primavoltaalle8:00 secondavoltaalle12:00(mezzogiorno) terzavoltaalle15:00 quartavoltaalle17:00 quintavoltaalle19:00 Il metodo pi ovvio aggiungere cinque pianificazioni semplici. Valutando meglio, sar possibile trovare un metodo migliore. Infatti, l'intervallo di tempo tra la prima e la seconda ricorrenza dell'attivitdi4oreetralaterza,laquartaelaquintadi2ore.Intalcaso,ilmetodomigliore aggiungereduepianificazioniall'attivit. Primapianificazionegiornaliera 1. Ogni:3giorni.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

175

2. Ogni:4ore. Da:08:00:00Fino:12:00:00. 3. Effettivo: Da:09/20/2009. A:nonimpostato. Secondapianificazionegiornaliera 1. Ogni:3giorni. 2. Ogni:2ore. Da:15:00:00Fino:19:00:00. 3. Effettivo: Da:09/20/2009. A:nonimpostato.

5.2 Pianificazione settimanale


LapianificazionesettimanaleeffettivaperisistemioperativiWindowsandLinux.

Perspecificareunapianificazionesettimanale
Nell'areaPianificazione,selezionareilparametroappropriatocomesegue:
Ogni:<...> settimana/eil: <...> Specificareundeterminatonumerodisettimaneegiornidellasettimanaincuisidesidera eseguirel'attivit.Adesempio,conl'impostazioneOgni2settimaneilLun,l'attivitverr eseguitaillunediasettimanealterne.

Nell'areaDuranteilgiornoeseguil'attivit...,selezionareunadelleseguentiopzioni: Unavolta Impostarel'oraincuil'attivitverreseguitaunavolta. alle:<...> Ogni: <...> Da:<...> Fino:<...> Impostareilnumerodivolteincuil'attivitverreseguitadurantel'intervalloditempospecificato. Adesempio,l'impostazionedellafrequenzadell'attivitsuOgni1oraDalle10:00:00alle22:00:00 consentedieseguirel'attivit12voltedalle10:00alle22:00inungiorno.

Nell'areaEffettivo...,impostareleseguentiimpostazioni:
Da: <...> A: <...> Impostareunadatadiattivazionedellapianificazione(unadataeffettiva).Selacaselladicontrollo deselezionata,l'attivitverravviatanelgiornoenell'orapiprossimiindicatiinprecedenza. Impostareunadatadidisattivazionedellapianificazione.Selacaselladicontrollodeselezionata, l'attivitverreseguitaperunnumeroindefinitodisettimane.

Le impostazioni di pianificazione avanzate (p. 182) sono disponibili soltanto per le macchine registrate nel server di gestione di Acronis Backup & Recovery 10. Per specificare queste impostazioni,fareclicsuModificanell'areaImpostazioniavanzate. TutteleimpostazioniapportatevengonovisualizzatenelcampoRisultatonellaparteinferioredella finestra.

Esempi
Pianificazione"Ungiornoasettimana"

176

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Eseguirel'attivittuttiiVenerdalle22:00,apartiredaunadeterminatadata(adesempio,14/05/09) eterminandodoposeimesi. Iparametridellapianificazionesonopertantoimpostaticomesegue. 1. Ogni:1settimanail:Ven. 2. Unavoltaalle:22:00:00. 3. Effettivo: Da:13/05/09.L'attivitverravviatailprossimoVenerdalle22:00. A: 13/11/09. L'attivit verr eseguita per l'ultima volta in questa data, tuttavia l'attivit stessa rester disponibile nella visualizzazione Attivit dopo tale data. (se la data non dovesse corrispondere ad un venerd, l'attivit verr eseguita per l'ultima volta l'ultimo venerd che precedetaledata) Questa pianificazione ampiamente utilizzata nella creazione di uno schema di backup personalizzato.Lapianificazioneditipo"Ungiornoasettimana"vieneaggiuntaaibackupcompleti, mentre i backup incrementali sono pianificati per essere eseguiti nei giorni lavorativi. Per ulteriori dettagli,vedereBackupcompletieincrementalinonchl'esempiodipulizianellasezioneSchemadi backuppersonalizzato(p.219). Pianificazione"Giornilavorativi" Eseguil'attivittuttelesettimaneneigiornilavorativi:dalunedavenerd.Inungiornolavorativo, l'attivitvieneavviatasoltantounavoltaalle21:00. Iparametridellapianificazionesonopertantoimpostaticomesegue. 1. Ogni:1settimana,il:<Giornilavorativi>:selezionandolacaselladicontrollo<Giornilavorativi> vengonoselezionateautomaticamentelecaselledicontrollocorrispondenti(Lun,Mar,Mer,Gio eVen)lasciandoquellerimanentiinvariate. 2. Unavoltaalle:23:00:00. 3. Esecuzione: Da:vuoto.Sel'utentehacreatol'attivit,adesempioLunedalle11:30,l'attivitverravviata nellostessogiornoalle21:00.Sel'attiviterastatacreata,adesempioilVenerddopole21:00, questaverravviataperlaprimavoltailgiornolavorativosuccessivo(inquestoesempio,Luned) alle21:00. Datadiconclusione:vuoto.L'attivitverrriavviataperunnumeroindefinitodisettimane. Questa pianificazione ampiamente utilizzata nella creazione di uno schema di backup personalizzato. La pianificazione di tipo "Giorni lavorativi" viene aggiunta ai backup incrementali, mentreilbackupcompletovienepianificatoperessereeseguitoungiornoasettimana.Perulteriori dettagli,vedereBackupcompletieincrementalinonchl'esempiodipulizianellasezioneSchemadi backuppersonalizzato(p.219). Variepianificazionisettimanaliperun'attivit Nel caso in cui l'attivit deve essere eseguita in giorni differenti delle settimane con intervalli di tempo, considerare l'aggiunta di una pianificazione dedicata per ogni giorno desiderato della settimanaopervarigiorni. Adesempio,necessariochel'attivitvengaeseguitaconlaseguentepianificazione: Luned:duevolte,alle12:00(mezzogiorno)ealle21:00 Marted:ogni3ore,dalle9:00alle21:00

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

177

Mercoled:ogni3ore,dalle9:00alle21:00 Gioved:ogni3ore,dalle9:00alle21:00 Venerd:duevolte,alle12:00ealle21:00(adesempio,comeLuned) Sabato:unavolta,alle21:00 Domenica:unavolta,alle21:00 Combinandoglielementiidentici,sarpossibileaggiungereall'attivitleseguentitrepianificazioni: Primapianificazione 1. Ogni:1settimana,il:Lun,Ven. 2. Ogni:9ore Da:12:00:00Fino:21:00:00. 3. Effettivo: Da:nonimpostato. A:nonimpostato. Secondapianificazione 1. Ogni1settimana,il:Lun,Mer,Giov. 2. Ogni3ore Dalle09:00:00alle21:00:00. 3. Effettivo: Da:nonimpostato. A:nonimpostato. Terzapianificazione 1. Ogni:1settimanail:Sab,Dom. 2. Unavoltaalle:21:00:00. 3. Effettivo: Da:nonimpostato. A:nonimpostato.

5.3 Pianificazione mensile


LapianificazionemensileeffettivaperisistemioperativiWindowseLinux.

Perspecificareunapianificazionemensile
Nell'areaPianificazione,selezionareilparametroappropriatocomesegue:
Mesi: <...> Giorni: <...> Il:<...> <...> Selezionareunmeseodeimesiincuisidesideraeseguirel'attivit. Selezionaredeigiornispecificidelmeseincuieseguirel'attivit.Inoltre,possibileselezionare l'ultimogiornodelmese,indipendentementedalladataeffettiva. Selezionaredeigiornispecificidellesettimaneincuieseguirel'attivit.

Nell'areaDuranteilgiornoeseguil'attivit...area,selezionareunadelleseguentiopzioni: Unavolta Impostarel'oraincuil'attivitverreseguitaunavolta. alle:<...> 178 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Ogni: <...> Da:<...> Fino:<...>

Impostareilnumerodivolteincuil'attivitverreseguitadurantel'intervalloditempospecificato. Adesempio,l'impostazionedellafrequenzadell'attivitsuOgni1oraDalle10:00:00alle22:00:00 consentedieseguirel'attivit12voltedalle10:00alle22:00inungiorno.

Nell'areaEffettivo...,impostareleseguentiimpostazioni:
Da: <...> A: <...> Impostareunadatadiattivazionedellapianificazione(unadataeffettiva).Selacaselladicontrollo deselezionata,l'attivitverravviatanelgiornoenell'orapiprossimiindicatiinprecedenza. Impostareunadatadidisattivazionedellapianificazione.Selacaselladicontrollodeselezionata, l'attivitverreseguitaperunnumeroindefinitodimesi.

Le Impostazioni di pianificazione avanzate (p. 182) sono disponibili soltanto per le macchine registrate nel server di gestione di Acronis Backup & Recovery 10. Per specificare queste impostazioni,fareclicsuModificanell'areaImpostazioniavanzate. TutteleimpostazioniapportatevengonovisualizzatenelcampoRisultatonellaparteinferioredella finestra.

Esempi
Pianificazione"Ultimogiornodiognimese" Eseguirel'attivitunavoltaalle10:00l'ultimogiornodiognimese. Iparametridellapianificazionesonoimpostaticomesegue. 1. Mesi:<Tuttiimesi>. 2. Giorni: Ultimo. L'attivit verr eseguita l'ultimo giorno di ogni mese, indipendentemente dalla dataeffettiva. 3. Unavoltaalle:22:00:00. 4. Effettivo: Da:vuoto. A:vuoto. Questa pianificazione ampiamente utilizzata nella creazione di uno schema di backup personalizzato. La pianificazione "Ultimo giorno di ogni mese" viene aggiunta ai backup completi, mentre i backup differenziali vengono pianificati per essere eseguiti una volta a settimana e gli incrementali nei giorni lavorativi. Per ulteriori informazioni, vedere i backup mensili completi, differenzialisettimanalieincrementaligiornalierinonchl'esempiodipulizianellasezioneSchemadi backuppersonalizzato(p.219). Pianificazione"Stagionale" Eseguirel'attivitintuttiigiornilavoratividurantelestagioniautunnaliborealidel2009e2010.Inun giornolavorativo,l'attivitvieneeseguitaogni6oredalle00:00(mezzanotte)finoalle18:00. Iparametridellapianificazionesonoimpostaticomesegue. 1. Mesi:settembre,ottobre,novembre. 2. Il:<tutti><igiornilavorativi>. 3. Ogni:6ore. Da:00:00:00Fino:18:00:00. 4. Effettivo:

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

179

Da: 30/08/09. Effettivamente l'attivit verr avviata il primo giorno lavorativo di settembre. Mediantel'impostazionediquestadata,vienedefinitochel'attivitdeveessereavviatanel2009. A: 01/12/10. Effettivamente l'attivit verr terminata l'ultimo giorno lavorativo di novembre. Mediantel'impostazionediquestadata,vienedefinitochel'attivitdeveinterrottanel2010,al terminedell'autunnonell'emisferoboreale. Variepianificazionimensiliperun'attivit Seun'attivitdeveessereeseguitaingiorniosettimanediverseentrointervalliditempodifferentia secondadelmese,opportunoconsiderarediaggiungereunapianificazionededicatadiognimese desideratoodivarimesi. Supporrechel'attivitiniziapartiredal01/11/09. Durantel'invernoboreale,l'attivitvieneeseguitaalle22:00diognigiornolavorativo. Durante la primavera e l'autunno boreale, l'attivit viene eseguita ogni 12 ore in tutti i giorni lavorativi. Durantel'emisferoboreale,l'attivitvieneeseguitailprimoeilquindicesimogiornodiognimese alle22:00. Pertanto,letreseguentiattivitvengonoaggiunteall'attivit. Primapianificazione 1. 2. 3. 4. Mesi:Dicembre,Gennaio,Febbraio. Il:<Tutti><Tuttiigiornilavorativi> Unavoltaalle:22:00:00. Effettivo: Da:11/01/2009. A:nonimpostato.

Secondapianificazione 1. Mesi:marzo,aprile,maggio,settembre,ottobre,novembre. 2. Il:<Tutti><Tuttiigiornilavorativi>. 3. Ogni:12ore Da:00:00:00Fino:12:00:00. 4. Effettivo: Da:11/01/2009. A:nonimpostato. Terzapianificazione 1. 2. 3. 4. Mesi:giugno,luglio,agosto. Giorni:1,15. Unavoltaalle:22:00:00. Effettivo: Da:11/01/2009. A:nonimpostato.

180

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

5.4 Evento Registro eventi di Windows


QuestotipodipianificazioneeffettivasoltantoneisistemioperativiWindows. possibilepianificareun'attivitdibackupdaavviarequandoundeterminatoeventoWindowsviene registratoinunodeiregistrieventi,qualiApplicazione,SicurezzaoSistema. Ad esempio, potrebbe essere necessario configurare un piano di backup che esegua automaticamenteunbackupcompletodiemergenzadeidatinonappenaWindowsrilevachel'unit discorigidostaperarrestarsi.

Parametri
Nomeregistro Specifica il nome del registro. Selezionare il nome di un registro standard (Applicazione, Sicurezza o Sistema) dall'elenco o digitare un nome registro, ad esempio: MicrosoftOfficeSessions Origineevento Specifical'origineevento,cheingenereindicailprogrammaolacomponentedisistemacheha causatol'evento,adesempio:disco Tipodievento Specifica il tipo di evento: Errore, Avvertimento, Informazioni, Controlloriuscito o Controllofallito. IDevento Specificailnumeroevento,cheingenereconsentediidentificareiltipoparticolaredieventifra glieventidellastessaorigine. Adesempio,uneventoErroreconEventoorginediscoeEventoID7siverificaquandoWindows rileva un blocco danneggiato in un disco, mentre un evento Errore con Eventooriginedisco e EventoID15siverificaquandoundiscononancoraprontoperl'accesso.

Esempi
Backupdiemergenza"Bloccodanneggiato" In genere, uno o pi blocchi danneggiati visualizzati improvvisamente sul disco rigido indicano che l'unitdiscorigidosiarresterpresto.Supporrelacreazionediunpianodibackupconcuieffettuare ilbackupdeidatideldiscorigidononappenaquestotipodisituazionesiverifichi. Quando Windows rileva un blocco danneggiato in un disco rigido, registra un evento con il disco origineeventiel'eventonumero7nelregistrodiSistema;questoeventoditipoErrore. Nellacreazionedelpiano,digitareoselezionareglielementiseguentinell'areaPianifica: Nomeregistro:Sistema Origineevento:disco Tipodievento:Errore IDevento:7
Importante:Peraccertarsichequestotipodiattivitvengacompletata,indipendentementedallapresenzadi blocchi danneggiati, necessario che l'attivit ignori i blocchi danneggiati. A tal fine, in Opzioni di backup, passareaGestionedeglierrorieselezionarelacaselladicontrolloIgnorasettoridifettosi.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

181

BackuppreaggiornatoinVista Supporrelacreazionediunpianodibackupcheeseguirautomaticamenteunbackupdelsistema, mediante il backup del volume in cui Windows installato, ogni volta che Windows installa degli aggiornamenti. Conildownloaddiunoopiaggiornamentielapianificazionedellarelativainstallazione,ilsistema operativo Windows Vista di Microsoft registra un evento con l'origine evento MicrosoftWindows WindowsUpdateClient e il numero evento 18 nel registro di Sistema; questo evento di tipo Informazioni. Nellacreazionedelpiano,digitareoselezionareglielementiseguentinell'areaPianifica: Nomeregistro:Sistema Origineevento:MicrosoftWindowsWindowsUpdateClient Tipodievento:Informazioni IDevento:18
Suggerimento:PerimpostarunpianodibackupsimilepermacchineinesecuzioneconMicrosoftWindowsXP, sostituireiltestoinOrigineeventoconWindowsUpdateAgentelasciareugualiicampirestanti.

ComevisualizzareglieventinelVisualizzatoreEventi PeraprireunregistroinVisualizzatoreEventi
1. DalDesktoponelmenuAvvia,fareclicconilpulsantedestrodelmousesuComputerescegliere Gestisci. 2. Nella console Gestione computer, espandere Utilit di sistema ed espandere Visualizzatore Eventi. 3. InVisualizzatoreEventi,fareclicsulnomediunregistrochesidesideravisualizzare,adesempio Applicazione.
Nota: Per potere aprire il registro di sicurezza (Sicurezza), necessario essere membri del gruppo Administrators.

Pervisualizzareleproprietdiunevento,inclusil'origineeventoeilnumeroevento
1. InVisualizzatoreEventi,fareclicsulnomediunregistrochesidesideravisualizzare,adesempio Applicazione.
Nota: Per potere aprire il registro di sicurezza (Sicurezza), necessario essere membri del gruppo Administrators.

2. Nell'elenco di eventi del riquadro di destra, fare doppio clic sul nome di un evento di cui si desideravisualizzarelepropriet. 3. Nella finestra di dialogo Propriet evento, visualizzare le propriet dell'evento, quali l'origine evento,indicatanelcampoOrigine,eilnumeroevento,indicatonelcampoIDevento. Altermine,fareclicsuOKperchiuderelafinestradidialogoProprietevento.

5.5 Impostazioni di pianificazione avanzate


Leseguentiimpostazioniavanzatesonodisponibiliquandosidefinisceunapianificazionegiornaliera, settimanaleomensilenell'ambitodiunastrategiadibackup.

182

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

UsaWakeOnLAN
Quando questa opzione abilitata, il server di gestione Acronis Backup & Recovery 10 utilizzer la funzionalit WakeonLAN (WOL) per attivare le macchine registrate spente nel momento in cui statopianificatol'avviodiun'attivitdibackup,puliziaoconvalida.Sel'attivitdibackupsuciascuna macchina inizia in ritardo (vedere l'impostazione successiva), il server di gestione attiver le macchinetenendocontoditaleritardo. Primadiutilizzarequestaimpostazione,assicurarsidiaverabilitatolafunzionalitWakeonLANsulle macchine registrate. La configurazione del sistema di base input/output system (BIOS) della macchina,laconfigurazionedell'adattatoredireteelaconfigurazionedelsistemaoperativodevono permetterediattivarelemacchinedallostatodispento,conosciutoanchecomestatoS5oG2.

Distribuiscil'oradiavvionellafinestradell'ora.
Quando disponibile questa impostazione, l'attivit di backup su ciascuna macchina registrata inizierconunritardospecificorispettoall'oradiavvioimpostatanelcriterio.Inquestomodo,leore effettivediavviodelleattivitverrannodistribuiteall'internodiunintervalloditempo. Per evitare un sovraccarico di rete, si potrebbe voler utilizzare questa impostazione durante la creazionediuncriteriodibackuppereseguireilbackupdimacchinemultipleinunarete. Ivaloridiritardovarianodazeroalvalorediritardomassimospecificatoesonodeterminatiinbase almetododidistribuzionescelto. Ilvalorediritardoperciascunamacchinadeterminatodurantel'implementazionedelcriteriosulla macchina e rimane invariato fino a quando non si modificher il criterio e il valore di ritardo massimo. Eventualicondizionisarannoverificateall'avvioeffettivodell'attivitsuciascunasingolamacchina. Iseguentiesempiillustranoquestaimpostazione. Esempio1 Supponiamochel'utentestiaimplementandouncriteriodibackupsutremacchinediversecon laseguentepianificazione: Eseguirel'attivit:Giornalmente unasolavoltaalleore:09:00:00. Distribuirel'oradiavvioall'internodellafinestradell'ora Ritardomassimo:1ora Metododidistribuzione:Casuale L'ora di avvio dell'attivit su ciascuna macchina quindi pu essere inclusa tra le 09.00.00 e le 09:59:59peresempio: Primamacchina:Ognigiornoalle09:30:03. Secondamacchina:Ognigiornoalle09:00:00. Terzamacchina:Ognigiornoalle. Esempio2 Supponiamochel'utentestiaimplementandouncriteriodibackupsutremacchinediversecon laseguentepianificazione: Eseguirel'attivit:Giornalmente Ogni:2oreDalle:09:00:,finoalle:11:00:00.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

183

Distribuirel'oradiavvioall'internodellafinestradell'ora Ritardomassimo:1ora Metododidistribuzione:Casuale L'ora della prima esecuzione dell'attivit su ciascuna macchina quindi pu essere inclusa tra le 09:00:00 e le 09:59:59; l'intervallo tra la prima e la seconda esecuzione esattamente di due ore,adesempio: Primamacchina:Ognigiornoalle09:30:03ealleand11:30:03. Secondamacchina:Ognigiornoalleore09:00:00e11:00:00. Terzamacchina:Ognigiornoalleore09:59:59e11:59:59.

Perspecificareleimpostazioniavanzate
1. Collegarsialserverdigestioneoallamacchinaaessoregistrata,quindiavviarelacreazionediun criteriodibackupounpianodibackup. 2. Nella sezione Come eseguire il backup, selezionare Semplice, Torre di Hanoi, o Schema personalizzato,quindifareclicsuModificaperspecificareunapianificazioneperloschema. 3. SottolavoceEseguil'attivit,selezionareGiornalemnte,Settimanalmente,oMensilmente. 4. Nell'areaImpostaziniavanzate,fareclicsuModifica. 5. Per abilitare l'utilizzo della funzionalit WakeonLAN, selezionare la casella di controllo Usa WakeonLAN. 6. Per distribuire le ore di avvio delle attivit di backup centralizzato, selezionare la casella Distribuirel'oradiavvioall'internodellafinestradell'ora,quindispecificareilvalorediritardo massimoeilmetododidistribuzione.

5.6 Condizioni
Lecondizioniaggiungonomaggioreflessibilitallapianificazione,consentendodieseguireleattivit dibackuprispettoadeterminatecondizioni.Quandosiverificauneventospecificato(perl'elencodi eventi disponibili, consultare la sezione Pianificazione), la pianificazione verifica la condizione specificataedeseguel'attivitselacondizionesoddisfatta. Il comportamento dell'unit di pianificazione, qualora l'evento si verifichi ma la condizione (o una qualsiasi delle varie condizioni) non viene soddisfatta, viene definito dall'opzione di backup Condizionidiavviodell'attivit(p.119).Qui,possibilespecificarel'importanzadellecondizioniper lastrategiadibackup: le condizioni sono obbligatorie: mettere in attesa l'attivit di backup fino a quando tutte le condizionisonosoddisfatte. le condizioni sono preferibili, ma l'esecuzione di un'attivit di backup ha maggiore priorit; mettereinattesal'attivitdibackupperl'intervalloditempospecificato.Sel'intervalloditempo scadeelecondizioninonsonoancorasoddisfatte,eseguirecomunquel'attivit.Mediantequesta impostazione, il programma gestir automaticamente la situazione quando le condizioni non sonosoddisfattepertroppotempoeun'ulterioreritardodelbackupnonconsigliabile. questioni relative all'ora di avvio dell'attivit di backup ignorare l'attivit di backup se le condizioni non sono soddisfatte nel momento in cui l'attivit dovrebbe essere soddisfatta. Ignorare l'esecuzione dell'attivit risulta utile quando necessario il backup di dati necessariamenteall'oraspecificata,inparticolareseglieventisonorelativamentefrequenti.

Aggiuntadipicondizioni
Perabilitarel'esecuzionedell'attivit,occorresoddisfarecontemporaneamentepicondizioni.

184

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Esempio: Vienerichiestodieseguirel'attivitdibackupdopochelospazioliberonellamacchinagestitaviene modificatodialmenoun1GB,masoltantosetuttigliutentisonodisconnessie,dall'ultimobackup, sonotrascorsepidi12ore. Impostarelapianificazione,lecondizioniel'opzionedibackupCondizionidiavviodell'attivitcome segue: Pianificazioni: Quando cambia lo spazio libero; Valore: Eseguire l'attivit se lo spazio libero statomodificatodialmeno:1GB. Condizione: Utente disconnesso; Valore: Eseguire l'attivit nella pianificazione soltanto se tutti gliutentisonodisconnessi. Condizione:Tempotrascorsodall'ultimobackup;Valore:Tempotrascorsodall'ultimobackup:12 ore. Condizionidiavviodell'attivit:Attendiquandolecondizionisonosoddisfatte. Selospazioliberovienemodificatodipidiun1GB,l'unitdipianificazioneattenderfinoaquando entrambelecondizionivengonosoddisfattecontemporaneamenteequindivieneeseguital'attivit dibackup.

5.6.1

Utente inattivo

Siapplicaa:Windows

"Utente inattivo" indica che uno screen saver in esecuzione nella macchina gestita oppure la macchinabloccata.

Esempio:
Eseguire l'attivit di backup nella macchina gestita ogni giorno alle 21:00, preferibilmente quando l'utenteinattivo.Sel'utenteancoraattivoalle23:00,eseguirecomunquel'attivit. Evento:Giornaliero,ogni1giorno;Unavoltaalle:21:00:00. Condizione:Utenteinattivo. Condizioni di avvio dell'attivit: Attendi quando le condizioni sono soddisfatte, Esegui comunquel'attivitdopo2ore. Diconseguenza, (1)Sel'utentedivieneinattivoprimadelle21:00,l'attivitdibackupverravviataalle21:00. (2)Sel'utentedivieneinattivotrale21:00ele23:00,l'attivitdibackupverravviatasubitodopo. (3)Sel'utentedivieneinattivoalle23:00,l'attivitdibackupverravviatacomunque.

5.6.2

Host della posizione non disponibile

Siapplicaa:Windows,Linux

"Host della posizione disponibile" significa che la macchina che ospita la destinazione di memorizzazionedegliarchiviinun'unitdiretedisponibile.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

185

Esempio:
Ilbackupdeidatinellaposizioneinretevieneeseguitoneigiornilavorativialle21:00.Selaposizione dell'host non disponibile in quel momento (ad esempio, a causa di operazioni di manutenzione), ignorare il backup e attendere il prossimo giorno lavorativo per avviare l'attivit. Si presume che l'attivitdibackupnondebbaessereavviatacompletamentepiuttostochefalliredopol'avvio. Evento:Settimanale,Ogni1settimananei<giornilavorativi>;Unavoltaalle21:00:00. Condizione:Hostdellaposizionenondisponibile Condizionidiavviodell'attivit:Ignoral'esecuzionedell'attivit. Diconseguenza, (1)Searrivanole21:00el'hostdellaposizionedisponibile,l'attivitdibackupverravviataappena intempo. (2)Searrivanole21:00,mal'hostalmomentonondisponibile,l'attivitdibackupverravviatail giornoferialesuccessivosel'hostdellaposizionedisponibile. (3)Sel'hostdellaposizionenontornerpidisponibileneigiorniferialialle21:00,l'attivitnonverr maiavviata.

5.6.3

Si adatta all'intervallo di tempo

Siapplicaa:Windows,Linux

Restringel'oradiavviodiun'attivitdibackupadunintervallospecificato.

Esempio
Una societ utilizza diverse posizioni nella stessa NAS (Network Attached Storage) per il backup di serveredatiutente.Lagiornatalavorativainiziaalle8:00eterminaalle17:00.Idatiutentedevono esseresottopostiabackupnonappenal'utentesidisconnette,manonprimadelle16:30enondopo le22:00. Tuttiigiornialle23:00vieneeseguitoilbackupdi tuttiiserverdellasociet.Pertanto, i datidituttigliutentidevonoesserepreferibilmentesottopostiabackupprimadiquest'ora,alfinedi liberarelalarghezzadibanda.Medianteladefinizionedellimitesuperiorealle22:00,sisupponeche ilbackupdeidatiutentenonrichiedapidiun'ora.Seunutenteancoraconnessoentrol'intervallo specificatoditempooppuresidisconnetteinqualsiasialtromomento,noneffettuareilbackupdei datiutente,adesempio,ignorarel'esecuzionedell'attivit. Evento:Duranteladisconnessione,Ilseguenteutente:Tuttigliutenti. Condizione:Siadattaall'intervalloditempo,dalle16:30:00alle22:00:00. Condizionidiavviodell'attivit:Ignoral'esecuzionedell'attivit. Diconseguenza, (1)sel'utentesidisconnettetrale16:30:00ele22:00:00,l'attivitdibackupverravviatasubito dopoladisconnessione. (2)sel'utentesidisconnetteinqualsiasialtromomento,l'attivitverrignorata.

Cosafarese...
Cosasuccedeseun'attivitvienepianificataperl'esecuzioneadunadeterminataorachenonrientra nell'intervalloditempospecificato?

186

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Adesempio: Evento:Giornaliero,Ogni1giorno;Unavoltaalle15:00:00. Condizione:Siadattaall'intervalloditempo,dalle18:00:00alle23:59:59. Intalcaso,seequandol'attivitverreseguitadipendedallecondizionidiavviodell'attivit: Selecondizionidiavviodell'attivitsonoIgnoral'esecuzionedell'attivit,l'attivitnonverrmai eseguita. Se le condizioni di avvio dell'attivit sono Attendi quando le condizioni sono soddisfatte e la casella di controllo Esegui comunque l'attivit dopo deselezionata, l'attivit (pianificata per l'esecuzionealle15:00)verravviataalle18:00,l'oraincuilacondizionesoddisfatta. Se le condizioni di avvio dell'attivit sono Attendi quando le condizioni sono soddisfatte e la caselladicontrolloEseguicomunquel'attivitdoposelezionatacon,adesempio,iltempodi attesadi1ora,l'attivit(pianificataperl'esecuzionealle15:00)verravviataalle16:00,l'orain cuiilperiododiattesatermina.

5.6.4

Utente disconnesso

Siapplicaa:Windows

Consentedimettereinattesaun'attivitdibackupfinoaquandotuttigliutentisidisconnettonoda Windowsnellamacchinagestita.

Esempio
Eseguire l'attivit di backup alle 20:00 il primo e il terzo venerd di ogni mese, preferibilmente quandotuttigliutentisonodisconnessi.Seunodegliutentiancoraconnessoalle23:00,eseguire comunquel'attivit. Evento:Mensile,Mesi:<Tutti>;Il:<Primo>,<Terzo><Venerd>;Unavoltaalle20:00:00. Condizione:Utentedisconnesso. Condizioni di avvio dell'attivit: Attendi quando le condizioni sono soddisfatte, Esegui comunquel'attivitdopo3ore. Diconseguenza, (1)Setuttigliutentisonodisconnessialle20:00,l'attivitdibackupverravviataalle20:00. (2)Sel'ultimoutentesidisconnettetrale20:00ele23:00,l'attivitdibackupverravviatasubito dopoladisconnessionedell'utente. (3)Seunodegliutentiancoraconnessoalle23:00,l'attivitdibackupvieneavviatacomunque.

5.6.5

Time since last backup

Siapplicaa:Windows,Linux

Consentedimettereinattesal'esecuzionediun'attivitdibackupfinoaquandotrascorrel'intervallo ditempospecificatodalcompletamentodell'ultimobackupriuscito.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

187

Esempio:
Eseguire l'attivit di backup dopo che lo spazio libero nella macchina gestita viene modificato di almenoun1GB,masoltantosedall'ultimobackupriuscitosonotrascorsepidi12ore. Evento:Quandocambialospaziolibero,Eseguirel'attivitselospazioliberostatomodificato dialmeno:1GB. Condizione:Timesincelastbackup,Timesincelastbackup:12ore. Condizionidiavviodell'attivit:Attendiquandolecondizionisonosoddisfatte. Diconseguenza, (1) se lo spazio libero viene modificato di pi di un 1 GB prima del termine di 12 ore dal completamentoriuscitodell'ultimobackup,l'unitdipianificazioneattenderchetrascorrano12ore eavvierl'attivit. (2) se lo spazio libero viene modificato di pi di un 1 GB dopo 12 ore dal completamento riuscito dell'ultimobackup,l'attivitdibackupverravviataimmediatamente. (3)selospazioliberononvienemaimodificatodipidiun1GB,l'attivitnonverrmaiavviata. possibile avviare il backup manualmente, se necessario, nella visualizzazione Attivit e piani di backup.

188

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

6 Gestione diretta
Questa sezione illustra le operazioni che possono essere eseguite direttamente su una macchina gestitautilizzandolaconnessionedirettaconsoleagente.Ilcontenutodiquestasezionevalidosia perleedizioniautonomecheperquelleavanzatediAcronisBackup&Recovery10.

6.1 Amministrazione di una macchina gestita


Questa sezione descrive le viste disponibili nell'albero di navigazione della console collegata a una macchinagestitaefornisceistruzioniperl'utilizzodiognivista.

6.1.1

Pannello di controllo

UtilizzareilPannellodicontrollopercontrollarerapidamenteseidatinellamacchinasonoprotetti correttamente. Il pannello di controllo visualizza il riepilogo delle attivit dell'agente di Acronis Backup&Recovery10econsentediidentificareerisolvererapidamenteeventualiproblemi.

Avvisi
La sezione degli avvisi riguarda in particolare i problemi che si sono verificati nella macchina e forniscemetodipercorreggerlioperesaminarli.Nellapartesuperiorevisualizzatalamaggiorparte deiproblemicritici.Sealmomentononvisonoavvisioallarmi,ilsistemavisualizza"Nessunavvisoo allarme".

Tipidiavvisi
Latabellasottostantemostraitipidimessaggichepossibileincontrare.
Descrizione Offerta Risolvi Commento RisolviaprirlavistaAttivitepianidibackupcon leattivitnonriuscite,incuisarpossibile esaminareilmotivodell'esitonegativo. Ognivoltacheun'attivitrichiedel'interazione dell'utente,ilPannellodicontrollomostraun messaggiocheinformal'utentedell'azioneda eseguire(adesempio,inserireunnuovoCDo Arrestare/Riprovare/Ignorareunerrore).

Attivitfallite:X

Attivitcherichiedonoun'interazione: Risolvi

correntenonriuscito.Xgiorno/i
rimanentiprimacheilsoftware smettadifunzionare.

Controllodellalicenzaperl'edizione

Assicurarsididisporrediunalicenza validasulserverdellelicenzeAcronis.

Connessione L'agenteAcronisBackup&Recovery10siconnette alserverdellelicenzeAcronisall'avvioeogni15 giorni(l'impostazionepredefinita1giorno),come specificatodaiparametridiconfigurazione dell'agente. Seilcontrollodellalicenzanonhaesitopositivo per160giorni,comespecificatodaiparametridi configurazionedell'agente(l'impostazione predefinita30giorni),l'agentesmetterdi funzionarefinoaquandosiverificheruncontrollo dell'ultimalicenzaconesitopositivo.

chiavedilicenzaperl'edizione

Impossibileeffettuareilcontrollodella Connessione AcronisBackup&Recovery10terminato.Negli ultimiXgiorni,l'agentenonstatoingradodi 189

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

correntedaXgiorni.AcronisLicense Servernoneradisponibileoppurei datidellachiavedilicenzaerano danneggiati.Controllarela connettivitalserveredeseguire AcronisLicenseServerpergestirele licenze. Assicurarsididisporrediunalicenza validasulserverdellelicenzeAcronis.

controllareladisponibilitdellalicenzanelserver dellelicenzeAcronis. Ciprobabilmentedovutoallamancata disponibilitdelserverdilicenza.Verificarechele licenzesianopresentinelserverdellelicenzeoche idatidellachiavedilicenzanonsianodanneggiati. Dopouncontrolloconesitopositivodellachiavedi licenza,l'agenteinizierafunzionare. Connessione Unavoltainstallatalaversionetrialdelprodotto,il programmaavviailcontoallarovesciadeigiorni rimanentifinoallascadenzadelperiododiprova.

traXgiorno/i

Laversionetrialdelprodottoscadr Assicurarsididisporrediunalicenza validasulserverdellelicenzeAcronis.

Avviareilprogrammadiinstallazionee
inserireunalicenzacompleta. Assicurarsididisporrediunalicenza validasulserverdellelicenzeAcronis.

Ilperiododiprovaterminato.

Connessione Ilperiododiprovadi15giorniscaduto. Immettereunachiavedilicenzacompleta

insufficiente:X

Depositiconspaziolibero

Visualizza depositi

VisualizzadepositiaprelavisualizzazioneDepositi, dovesipuesaminareladimensionedeldeposito, lospaziolibero,ilcontenutoedeseguireipassaggi necessariall'aumentodellospaziodisponibile. Perpoterripristinareunsistemaoperativodiuna macchinachenonriesceadavviarsi,eseguirela seguenteprocedura: 1. Eseguireilbackupdelvolumedisistema(edel volumediavvio,sediverso) 2. Crearealmenounsupportoavviabile(p.394). CreaadessoavvierBootableMediaBuilder(p. 388).

creato

Ilsupportoriavviabilenonstato

Creaadesso

giorni

NonsonostaticreatibackupdaX

Esegui backup adesso

IlPannellodicontrolloavvertechenessundato statosottopostoabackupnellamacchinaperun periododitemporelativamentelungo. EseguibackupadessoconduceallapaginaCreaun pianodibackup,incuipossibileconfigurareed eseguireimmediatamentel'operazionedibackup. Perconfigurarel'intervallotemporaleritenuto critico,selezionareOpzioni>Opzionidellaconsole >Avvisitemporali.

Xgiorno/i

Nonconnessoalserverdigestioneda Visualizzale macchine

Questotipodimessaggiopucomparireinuna macchinaregistratainunserverdigestione.Il Pannellodicontrolloavvertechelaconnessione potrebbeessereperdutaoppurecheilserver potrebbenonesseredisponibile,percuila macchinanongestitaalivellocentralizzato.

190

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Attivit
Il calendario consente di esplorare la cronologia delle attivit dell'agente di Acronis Backup & Recovery 10 nella macchina. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una data evidenziata e selezionareVisualizzaregistropervisualizzarel'elencodellevocidelregistrofiltrateperdata. Nella sezione Visualizzazione (a destra del calendario) possibile selezionare le attivit da evidenziare,asecondadellapresenzaedellagravitdeglierrori.
Determinazione Errori Avvisi Evidenziareladatainrossosenelregistroaquestadataapparealmenounavoce"Errore". Evidenziareladataingiallosenelregistroaquestadatanoncomparsaalcunavoce"Errore" maalmenounavoce"Avvertenza".

Informazione Evidenziareladatainverdeseinquestadatacompaionosolovocidiregistro"Informazioni" (attivitnormale).

IlcollegamentoSelezionadataattualebasalaselezionesulladataattuale.

Visualizzazionesistema
Mostrastatistichediriepilogodipianidibackup,attivitebreviinformazionisull'ultimobackup.Fare clic sugli elementi in questa sezione per ottenere le relative informazioni. In tal modo, verr visualizzata la vista Attivit e piani di backup (p. 191) con i piani o le attivit precedentemente filtrati.Adesempio,facendoclicsuLocaleinPianidibackup,verrapertalavistaAttivitepianidi backupconipianidibackupfiltratiinbaseall'origineLocale.

Attivit che richiedono interazione


Questafinestraunisce in un'unica posizionetutteleattivit che richiedonointerazione dell'utente. Consente all'utente di specificare la propria decisione, ad esempio la conferma del riavvio o l'esecuzionediunnuovotentativodopolaliberazionedellospaziodeldisco,inognunadelleattivit. Finoaquandoalmenoun'attivitrichiedeinterazione,possibileaprirequestafinestrainqualunque momentodalPannellodicontrollo(p.189)dellamacchinagestita. SesiselezionalacaselladicontrolloperilparametroNonmostrarequestafinestraquandoattivit richiedonointerazione.Questeinformazionisarannovisualizzatenelpannellodicontrolloenelle informazionidettagliatedelleattivit,leattivitverrannovisualizzatenelPannellodicontrollotra glialtriavvisieavvertimenti. Inalternativa,possibileesaminareglistatidiesecuzionedelleattivitnellavistaAttivitepianidi backup(p.191)especificarelapropriadecisioneinogniattivitnelpannelloInformazioni(onella finestraDettaglidell'attivit(p.199)).

6.1.2

Attivit e piani di backup

LavistaAttivitepianidibackupcontieneinformazionisullaprotezionedeidatiinunadeterminata macchina.Consenteilmonitoraggioelagestionediattivitepianidibackup. Unpianodibackupcostituitodaunaseriediregolechespecificanolamodalitconcuiverranno protettideterminatidatiinunadeterminatamacchina.Fisicamente,unpianodibackupuninsieme di attivit configurate in modo che vengano eseguite in una macchina gestita. Per verificare quale piano di backup al momento in esecuzione nella macchina, controllare lo stato di esecuzione del pianodibackup(p.192).Lostatodiesecuzionediunpianodibackupunostatocumulativodelle

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

191

attivitdelpiano.Lostatusdiunpianodibackup(p.193)utilepercontrollareseidatisonoprotetti correttamente. Un'attivit costituita da una serie di azioni sequenziali da eseguire in una macchina in un determinatomomentooalverificarsidiundeterminatoevento.Perteneretracciadell'avanzamento corrente di un'attivit, esaminarne lo stato (p. 193). Per accertarsi del risultato dell'attivit, controllarnelostatus(p.195).

Utilizzo
Utilizzare i filtri per visualizzare i piani di backup (attivit) desiderati nella tabella dei piani di backup. Per impostazione predefinita, la tabella visualizza tutti i piani della macchina gestita, ordinatipernome.possibileanchenasconderecolonnechenonservonoevisualizzarequelle nascoste.Perinformazionidettagliate,vederelasezioneFiltroeordinamentodiattivitepianidi backup(p.198). Nellatabelladeibackup,selezionareilpianodibackup(attivit). Utilizzare i pulsanti della barra degli strumenti per eseguire un'azione sul piano (attivit) selezionato.Perinformazionidettagliate,vederelasezioneAzionisuattivitepianidibackup(p. 195).Leattiviteipianicreatipossonoessereeseguiti,modificati,interrottiedeliminati. Per informazioni dettagliate sul piano (attivit) selezionato, utilizzare il pannello Informazioni. Per impostazione predefinita, il pannello compresso. Per espandere il pannello, fare clic sul simbolo .IlcontenutodelpannelloripetutoanchenellefinestreDettaglidelpiano(p.201)e Dettaglidell'attivit(p.199)rispettivamente.

Concetti di stato e status

Stati di esecuzione dei piani di backup


Un piano di backup si pu trovare in uno dei seguenti stati di esecuzione: Inattivo; In attesa; In esecuzione;Inarresto;Richiestainterazione. Inomidellostatodeipianisonoglistessinomidellostatodelleattivit,perchlostatodiunpiano unostatocumulativodelleattivitdelpiano.
Stato Determinazione Gestione Identificareleattivitpercuinecessariainterazione.Verr visualizzatal'azionedaeseguire.>Interrompereleattivitoabilitare quelledaeseguire,ovveromodificareisupporti,fornirespazio aggiuntivosuldeposito,ignorarel'erroredilettura,crearel'Acronis SecureZonemancante.

1 Richiesta Almenoun'attivit interazione richiede l'interazione dell'utente. Altrimenti,vedere2. 2 In esecuzione

Almenoun'attivit Nessunaazionenecessaria. inesecuzione. Altrimenti,vedere3.

3 Inattesa

Almenoun'attivit Inattesadellecondizioni.Questasituazioneabbastanzanormale,ma inattesa. ritardaretroppounbackuprischioso.Lasoluzionepotrebbe consisterenell'impostareilritardomassimoonelforzarelecondizioni Altrimenti,vedere4. (indicareall'utentedidisconnettersi,consentirelaconnessionedirete richiesta). Inattesamentreun'altraattivitbloccalerisorsenecessarie.Uncaso diattesaoccasionalesipuverificarequandol'avviodiun'attivitviene ritardatool'esecuzionediun'attivitduratroppopialungorispettoal solitoperqualcheparticolaremotivoeinquestomodoimpedisce

192

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

l'avviodiun'altraattivit.Questasituazionevienerisolta automaticamentequandol'attivitcherappresentailbloccotermina. Considerarel'interruzionediun'attivitseessarimanebloccataper troppotempoperconsentirel'avviodell'attivitsuccessiva. Lasovrapposizionepersistentediattivitpuderivaredaunoopi pianipianificatiinmodoerrato.Inquestocasohasensomodificareil piano. 4 Inarresto Almenoun'attivit Nessunaazionenecessaria. inarresto. Altrimenti,vedere5. 5 Inattivo Tutteleattivitsono Nessunaazionenecessaria. inattive.

Status del piano di backup


Unpianodibackuppuavereunodeiseguentistatus:Errore;Avvertimento;OK. Lostatusdiunpianodibackupderivadairisultatidell'ultimaesecuzionedelleattivitdelpiano.
Stato 1 Errore Comesidetermina Almenoun'attivit nonriuscita. Altrimenti,vedere2 Modalitdigestione Identificareleattivitnonriuscite>Controllareilregistrodelleattivit perscoprireilmotivodell'esitonegativo,quindieffettuareunaopi operazionidiseguitoindicate: Rimuovereilmotivodell'esitonegativo>[facoltativamente]Avviare manualmentel'attivitnonriuscita Modificare il piano locale per evitare che in futuro non riesca nel casoincuiunpianolocalenonsiariuscito Modificare le strategie di backup nel server di gestione nel caso in cuiunpianocentralizzatononsiariuscito Quandovienecreatouncriterioounpianodibackup,l'amministratore puattivarel'opzionediinterruzionedell'esecuzionedelpianodi backupnonappenailrelativostatusdiventaErrore.L'esecuzionedel pianodibackuppuessereripristinatautilizzandoilpulsanteRiavvia. 2 Avvertimento Almenoun'attivit riuscitacon avvertimenti. Altrimenti,vedere3. 3 OK Tutteleattivitsono Nonnecessariaalcunaazione.Tenerepresentecheunpianodi terminate backuppuessereOKnelcasoincuinessun'attivitsiastataancora correttamente. avviataoalcuneattivitsianointerrotteoinfasediarresto.Tali situazionisonoritenutenormali. Visualizzareilregistroperleggeregliavvertimenti>[facoltativamente] Eseguireazioniperevitareinfuturoavvertimentioesitinegativi.

Stati delle attivit


Un'attivit pu trovarsi in uno dei seguenti stati: Inattivo; In attesa; In esecuzione; In arresto; Richiestainterazione.Lostatoinizialediun'attivitInattivo. Quandoun'attivitvieneavviatamanualmenteosiverifical'eventospecificatodallapianificazione,lo statodell'attivitdiventaInesecuzioneoInattesa.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

193

Inesecuzione Lo stato di un'attivit diventa In esecuzione quando l'evento specificato dalla pianificazione si verifica E tutte le condizioni impostate nel piano di backup sono soddisfatte E non in esecuzione alcun'altra attivit che blocca le risorse necessarie. In questo caso, nulla impedisce l'esecuzionedell'attivit. Inattesa Lo stato di un'attivit diventa In attesa quando l'attivit prossima all'avvio ma gi in esecuzioneun'altraattivitcheutilizzalestesserisorse.Inparticolare,pidiun'attivitdibackup oripristinononpuessereeseguitasimultaneamenteinunamacchina.Un'attivitdibackupe un'attivit di ripristino, inoltre, non possono essere eseguite simultaneamente. Una volta che l'altraattivitsbloccalarisorsa,lostatodell'attivitinattesadiventaInesecuzione. Lo stato di un'attivit pu diventare In attesa anche quando l'evento specificato dalla pianificazione si verifica senza che sia soddisfatta la condizione impostata nel piano di backup. Perinformazionidettagliate,vedereCondizionidiavviodell'attivit(p.119). Richiestainterazione Qualunque attivit in esecuzione pu collocarsi in stato Richiesta interazione quando necessarial'interazioneumana,adesempioilcambiodiunsupportooladecisioneseignorareo meno un errore di lettura. Lo stato successivo pu essere In arresto (se l'utente sceglie di interrompere l'attivit) o In esecuzione (selezionando Ignora/Riprova o un'altra azione, ad esempioRiavvia,chepucollocarel'attivitinstatoInesecuzione). Inarresto L'utente ha la facolt di interrompere un'attivit in esecuzione o un'attivit che richiede interazione. Lo stato dell'attivit diventa In arresto e quindi Inattivo. possibile anche interrompereun'attivitinattesa.Inquestocaso,dalmomentochel'attivitnoninesecuzione, l'interruzioneneimplicalarimozionedallacoda. Diagrammadistatodelleattivit

194 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Status dell'attivit
Un'attivitpuavereunodeiseguentistatus:Errore;Avvertimento;OK. Lostatusdiun'attivitderivadalrisultatodell'ultimaesecuzionedell'attivit.
Stato 1 Errore Comesidetermina Modalitdigestione

L'ultimorisultato"Non Identificarel'attivitnonriuscita>Controllareilregistrodell'attivit riuscito" perscoprireilmotivodell'esitonegativo,quindieffettuareunaopi operazionidiseguitoindicate: Rimuovere il motivo dell'esito negativo > [facoltativamente] Avviaremanualmentel'attivitnonriuscita Modificare l'attivit non riuscita per evitare che in futuro non riesca Modificareilpianolocaleperevitarecheinfuturononriescanel casoincuiunpianolocalenonsiariuscito Modificarelestrategiedibackupnelserverdigestionenelcaso incuiunpianocentralizzatononsiariuscito

2 Avvertimento L'ultimorisultato "Riuscitocon avvertimento" 3 OK L'ultimorisultato "Riuscito",""o "Interrotto"

Visualizzareilregistroperleggeregliavvertimenti> [facoltativamente]Eseguireazioniperevitareinfuturoavvertimenti oesitinegativi. Nonnecessariaalcunaazione. Lostato""indicachel'attivitnonmaistataavviataoppureche stataavviatamanonancoraterminata,percuil'esitonon disponibile.

Utilizzo di attivit e piani di backup

Azioni su attivit e piani di backup


Diseguitosiriportanoleindicazioniperl'esecuzionedioperazioniconattivitepianidibackup.
Elenco azioni

Creareunnuovo Fareclicsu Nuovo,quindiselezionareunadelleopzioniseguenti: pianodibackupo Pianodibackup(p.205) un'attivit Attivitdiripristino(p.224) Attivitdiconvalida(p.246) Visualizzarei dettaglidiun pianoodi un'attivit Pianodibackup Fareclicsu Visualizzadettagli. NellafinestraDettaglidelpiano(p.201),rivederetaliinformazioni. Attivit Fareclicsu Visualizzadettagli. NellafinestraDettaglidell'attivit(p.199),rivederetaliinformazioni. Visualizzareil Pianodibackup registrodiun pianooun'attivit Fareclicsu Visualizzaregistro. Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 195

ComparirlavistaRegistro(p.202)contenentel'elencodellevocidiregistrocorrelateal piano. Attivit Fareclicsu Visualizzaregistro.

ComparirlavistaRegistro(p.202)contenentel'elencodellevocidiregistrocorrelate all'attivit. Eseguire un'attivitoun piano Pianodibackup Fareclicsu Esegui.

NellafinestraEseguipianodibackup(p.199),selezionarel'attivitchedeveessere eseguita. L'esecuzionedelpianodibackupavviaimmediatamentel'attivitditalepianoselezionata, indipendentementedallerelativecondizioniedallarelativapianificazione. Perchnonpossibileeseguireilpianodibackup? Mancanzadeiprivileginecessari Senzaiprivilegidiamministratorenellamacchina,unutentenonpueseguirepianidi proprietdialtriutenti. Attivit Fareclicsu Esegui.

L'attivitverreseguitaimmediatamente,indipendentementedallerelativecondizionie dallarelativapianificazione. Arrestare un'attivitoun piano Pianodibackup Fareclicsu Termina.

L'arrestodell'esecuzionedelpianodibackupimplical'arrestodituttelerelativeattivit.In talmodo,tutteleoperazionidell'attivitverrannointerrotte. Attivit Fareclicsu Termina.

Conseguenzedell'arrestodiun'attivit Normalmente,l'arrestodiun'attivitneinterrompel'operazione(backup,ripristino, convalida,esportazione,conversione,migrazione).L'attivitentraprimanellostatoIn arresto,quindiinquelloInattivo.Laprogrammazionedelleattivit,secreata,rimane valida.Percompletarel'operazione,sarnecessarioeseguirenuovamentel'attivit. attivitdiripristino(dalbackupdeldisco):Ilvolumedidestinazioneverreliminatoe sarannullatal'allocazionedelrelativospazio(ilrisultatoanalogoseilripristinonon riesce). Per ripristinare il volume "perduto", sar necessario eseguire nuovamente l'attivit. attivitdiripristino(dalbackupdeldisco):Laproceduraannullatapotrebbeprovocare deicambiamentinellacartelladidestinazione.Alcunifilepotrebberoessererecuperati ealtrino,asecondadelmomentoincuil'attivitstataarrestata.Perrecuperaretutti ifile,sarnecessarioeseguirenuovamentel'attivit.

196

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Modificare un'attivitoun piano

Pianodibackup Fareclicsu Modifica.

Lamodificadiunpianodibackupvieneeseguitainmanieraanalogaallacreazione(p.205), adeccezionedelleseguentilimitazioni: Sel'archiviocreatononvuoto(ciocontienebackup),nonsemprepossibileutilizzare tutteleopzionidelloschemainfasedimodificadiunpianodibackup. 1. NonpossibilemodificareloschemainNonnoPadreFigliooTorrediHanoi. 2. SesiutilizzaloschemaTorrediHanoi,nonpossibilemodificareilnumerodilivelli. Intuttiglialtricasiloschemapuesseremodificatoecontinuaafunzionarecomesegli archiviesistentifosserocreaticonunnuovoschema.Perarchivivuoti,possibileeseguire qualunquemodifica. Perchnonpossibilemodificareilpianodibackup? Ilpianodibackupalmomentoinesecuzione. Lamodificadelpianodibackupinfasediesecuzionenonpossibile. Mancanzadeiprivileginecessari Senzaiprivilegidiamministratorenellamacchina,unutentenonpumodificarepiani diproprietdialtriutenti. Ilpianodibackuphaun'originecentralizzata. La modifica diretta di piani di backup centralizzati non possibile. necessario modificarelestrategiedibackuporiginali. Attivit Fareclicsu Modifica.

Attivitnonmodificabili L'attivitappartieneaunpianodibackup Sipossonomodificaredirettamentesololeattivitchenonfannopartediunpianodi backup, come ad esempio un'attivit di ripristino. Quando necessario modificare un'attivitchefapartediunpianodibackuplocale,modificareilpianodibackup.Per cambiare un'attivit appartenente a un piano di backup centralizzato, modificare il criteriocentralizzatodacuiderivailpiano.Taleoperazionepuessereeseguitasolo dall'amministratoredelserverdigestione. Mancanzadeiprivileginecessari Senza i privilegi di amministratore nella macchina, un utente non pu modificare attivitdiproprietdialtriutenti.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

197

Eliminare un'attivitoun piano

Pianodibackup Fareclicsu Elimina.

Cosasuccedesesieliminailpianodibackup? L'eliminazionedelpianoimplical'eliminazionedituttelerelativeattivit. Perchnonpossibileeliminareilpianodibackup? Lostatodelpianodibackup"Inesecuzione" Unpianodibackupnonpuessereeliminatoseinesecuzionealmenoun'attivit. Mancanzadeiprivileginecessari Senzaiprivilegidiamministratorenellamacchina,unutentenonpueliminarepiani diproprietdialtriutenti. Ilpianodibackuphaun'originecentralizzata. Unpianocentralizzatopuessereeliminatodall'amministratoredelserverdigestione revocandolestrategiedibackupconcuistatoprodottoilpiano. Attivit Fareclicsu Elimina.

Impossibileeliminareunattivit L'attivitappartieneaunpianodibackup Un'attivit appartenente a un piano di backup non pu essere eliminata separatamente dal piano. Per rimuovere l'attivit, modificare o eliminare il piano completo. Mancanzadeiprivileginecessari Senza i privilegi di amministratore nella macchina, un utente non pu eliminare attivitdiproprietdialtriutenti. Aggiornarela tabella Fareclicsu Aggiorna.

Laconsoledigestioneaggiornerl'elencodiattivitepianidibackupesistentinella macchinaconleinformazionipirecenti.Anchesel'elencovieneaggiornato automaticamenteinbaseaglieventi,idatipotrebberononessererichiamati immediatamentedallamacchinagestita,acausadiunacertalatenza.L'aggiornamento manualegarantiscelavisualizzazionedeidatipirecenti.

Filtro e ordinamento di attivit e piani di backup


Per Azione Ordinareattivitepianidibackupper: Fareclicsull'intestazionedellacolonnaperordinareleattivitei nome,stato,status,tipo,origineecosvia pianidibackupinordineascendente. Farenuovamenteclicperordinareleattiviteipianiinordine discendente. Filtrareattivitopianipernomeo proprietario. Immettereilnomediun'attivitodiunpianooilnomediun proprietarionelcampoaldisottodelnomedell'intestazione corrispondente. Intalmodo,verrvisualizzatol'elencodiattiviticuinomionomi proprietariocoincidonointeramenteoparzialmenteconilvalore immesso.

198

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Filtrareattivitepianiperstato,status, tipo,origine,ultimorisultato, pianificazione.

Nelcampoaldisottodell'intestazionecorrispondente,selezionare ilvalorerichiestodall'elenco.

Configurazionedellatabelladelleattivitedeipianidibackup
Perimpostazionepredefinita,latabellacontieneseicolonnevisualizzateealtrecolonnenascoste.Se necessario,possibilenascondereemostrarecolonneevisualizzarequellenascoste.

Permostrareonasconderecolonne
1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un'intestazione di colonna per aprire il menu contestuale. Le voci di menu non selezionate corrispondono alle intestazioni di colonna presentatenellatabella. 2. Fareclicsullevocichesidesideravisualizzare/nascondere.

Esegui piano di backup


Ilpianodibackupritenutoinesecuzioneseinesecuzionealmenounadellerelativeattivit.La finestra Esegui piano di backup consente di eseguire manualmente l'attivit del piano di backup selezionato,aprescinderedallarelativapianificazione.

Pereseguireun'attivitdelpianodibackupselezionato
1. Selezionarel'attivitdelpianodibackupchedeveessereeseguita.Perunasceltaconsapevole, controllare le informazioni sull'attivit raccolte nelle schede nella parte inferiore della finestra. QuesteinformazionisiripetonoanchenellafinestraDettaglidell'attivit(p.199). 2. FareclicsuOK.

Disabilitazione temporanea di un piano di backup


Ladisabilitazionetemporaneadiunpianodibackupnecessariainfasedispostamentodiarchivida undepositoaunaltrotramiteungestorefilediterzi. Riguardapianidibackupcheutilizzanosoloschemidibackuppersonalizzati.

Perdisabilitareunpianodibackup
1. Fareclicsu Modifica. 2. Immetterel'opzionedipianificazionedelloschemadibackupedisabilitarelapianificazioneperil periododesideratomodificandoiparametriDatadiinizioe/oDatadifine.

Dettagli attivit
LafinestraDettagliattivit(duplicataanchenelpannelloInformazioni)aggregatutteleinformazioni sull'attivitselezionata. Quando un'attivit richiede l'interazione dell'utente, sulle schede appare un messaggio e alcuni pulsantidiazione.Ilmessaggiocontieneunabrevedescrizionedelproblema.Ipulsanticonsentono diritentareoarrestarel'attivitoilpianodibackup. Tipidiattivit
Nomeattivit Backup(disco) Backup(file) Descrizione Backupdidischievolumi Backupdifileecartelle

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

199

Backup(macchinavirtuale) Backupdiunamacchinavirtualecompletaodeirelativivolumi Ripristino(disco) Ripristino(file) Ripristino(volume) Ripristino(MBR) Ripristino(discosuVM esistente) Ripristino(discosunuova VM) Ripristino(VMesistente) Ripristino(nuovoVM) Convalida(archivio) Convalida(backup) Convalida(deposito) Pulizia CreazionediASZ GestionediASZ Gestionedisco Compattare Indicizzazione Ripristinodelbackupdisco Ripristinofileecartella Ripristinodivolumidaunbackupdisco Ripristinodelrecorddiavvioprincipale Ripristinodiunbackupdidisco/volumesuunamacchinavirtualeesistente Ripristinodiunbackupdidisco/volumesuunanuovamacchinavirtuale Ripristinodelbackupdiunamacchinavirtualesuunamacchinavirtualeesistente Ripristinodelbackupdiunamacchinavirtualesuunanuovamacchinavirtuale Convalidadiunarchiviosingolo Convalidadibackup Convalidadituttigliarchivimemorizzatiinundeposito Eliminazionedeibackupdaunarchiviodibackupinaccordoalleregoledi conservazione CreazionediAcronisSecureZone Ridimensionamento,modificadellapassword,eliminazionediAcronisSecure Zone Operazionidigestionedisco Attivitdiservizioeseguitainunnododiarchiviazione Attivitdideduplicazioneeseguitadalnododiarchiviazioneneldepositoquando unbackupcompletato

A seconda del tipo di attivit e della relativa esecuzione, verr visualizzata una combinazione delle schedeseguenti:

Attivit
La scheda Attivit comune per tutti i tipi di attivit. Fornisce informazioni generali sull'attivit selezionata.

Archivio
LaschedaArchiviodisponibileperilbackup,laconvalidaarchivieleattivitdipulizia. Fornisceinformazionisull'archivio:nome,tipo,dimensioni,posizioneincuiconservato,ecc.

Backup
LaschedaBackupdisponibileperilripristino,laconvalidadelbackupeleattivitdiesportazione. Fornisce dettagli sul backup selezionato: quando stato creato, il tipo (completo, incrementale, differenziale),informazionisull'archivioeildepositoincuiconservatoilbackup.

Impostazioni
LaschedaImpostazionivisualizzaleinformazionisullapianificazioneeleopzionimodificaterispetto aivaloripredefiniti.
200 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Progresso
La scheda Progresso disponibile mentre l'attivit in esecuzione. comune per tutti i tipi di attivit.Laschedafornisceinformazionisulprogressodell'attivit,iltemposcadutoealtriparametri.

Informazioni dettagliate sul piano di backup


La finestra Dettagli del piano di backup (che appare anche nel pannello Informazioni) aggrega in quattroschedetutteleinformazionisulpianodibackupselezionato. Ilrispettivo messaggiocomparirnellapartesuperioredelleschede,seuna delleattivit delpiano richiede l'interazione dell'utente. Contiene una breve descrizione del problema e il pulsante dell'azione,checonsentediselezionarel'azioneappropriataodiinterrompereilpiano.

Pianodibackup
LaschedaPianodibackupfornisceleseguentiinformazionigeneralisulpianoselezionato: Nome:nomedelpianodibackup Origine:indicaseilpianostatocreatonellamacchinagestitatramitegestionediretta(origine locale)oapparsonellamacchinacomerisultatodelladistribuzionedellestrategiedibackupdal serverdigestione(originecentralizzata). Strategia (per piani di backup con origine centralizzata): nome della strategia di backup la cui distribuzionehacreatoilpianodibackup. Account:ilnomedell'accountconcuivieneeseguitoilpiano Proprietario:ilnomedell'utentechehacreatoochehamodificatoperultimoilpiano Stato:statodiesecuzione(p.192)delpianodibackup. Status:status(p.193)delpianodibackup. Pianificazione:indicasel'attivitpianificataoimpostataperl'avviomanuale. Ultimobackup:indicailtempotrascorsodalmomentodell'ultimobackup. Creazione:datadicreazionedelpianodibackup. Commenti:descrizionedelpiano(sefornita).

Origine
LaschedaOriginefornisceleseguentiinformazionisuidatiselezionatiperilbackup: Tipodiorigine:iltipodidati(p.207)selezionatiperilbackup. Elementidasottoporreabackup:elementiselezionatiperilbackuperelativedimensioni.

Destinazione
LaschedaDestinazionefornisceleseguentiinformazioni: Ubicazione:nomedeldepositoopercorsodellacartellaincuimemorizzatol'archivio. Nomedell'archivio:nomedell'archivio. Commentisull'archivio:commentisull'archivio(seforniti).

Impostazioni
LaschedaImpostazionimostraleseguentiinformazioni: Schema di backup: lo schema di backup selezionato e tutte le relative impostazioni con le pianificazioni.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

201

Convalida(seselezionato):eventiprimadeiqualiodopodeiqualivieneeseguitalaconvalidaela pianificazionedellaconvalida. Opzionidibackup:opzionidibackupmodificaterispettoaivaloripredefiniti.

6.1.3

Registro

Il Registro archivia la cronologia delle operazioni eseguite da Acronis Backup & Recovery 10 nella macchina oppure le azioni eseguite nella macchina dall'utente con il programma. Ad esempio, quando un utente modifica un'attivit, al registro viene aggiunta la relativa voce. Quando il programma esegue un'attivit, aggiunge pi voci. Con il registro possibile esaminare operazioni, risultatidell'esecuzionediattiviteimotividieventualierrori.

Utilizzodellevocidelregistro
Per visualizzare le voci del registro desiderate, utilizzare i filtri. possibile anche nascondere colonne che non servonoe visualizzare quelle nascoste. Per informazioni dettagliate, vedere la sezioneFiltraggioeordinamentodellevocidiregistro(p.203). Nellatabelladelregistro,selezionarelavoce(olevoci)delregistrosucuieseguireun'azione.Per informazionidettagliate,vederelasezioneAzionisullevocidiregistro(p.202). Perinformazionidettagliatesullavocediregistroselezionata,utilizzareilpannelloInformazioni. Per impostazione predefinita, il pannello compresso. Per espandere il pannello, fare clic sul simbolo . Il contenuto del pannello ripetuto anche nella finestra Dettagli delle voci di registro(p.204).

AperturadelRegistroconvocidelregistroprecedentementefiltrate
Con gli elementi selezionati nelle altre viste di amministrazione (Pannello di controllo, Attivit e pianidibackup),possibileaprirelavistaRegistroconvocidiregistroprefiltrateperl'elementoin questione.Intalmodo,nonnecessarioconfigurarefiltripercontoproprionellatabelladelregistro.
Visualizzazione Pannellodi controllo Azione Nelcalendario,fareclicconilpulsantedestrodelmousesuunadataevidenziataequindi selezionare Visualizzaregistro.ComparelavistaRegistroconl'elencodellevocidel registrogifiltrateinbasealladatainquestione.

Attivitepianidi Selezionareun'attivitounpianodibackup,quindifareclicsu Visualizzaregistro.La backup vistaRegistromostrerunelencodellevocidelregistrocorrelateall'attivitoalpiano selezionato.

Azioni sulle voci del registro


Tutteleoperazionidescrittediseguitovengonoeseguitefacendoclicsuglielementicorrispondenti nellabarradeglistrumentidelregistro.Tuttequesteoperazionipossonoessereeseguiteancheconil menu contestuale (facendo clic con il pulsante destro del mouse sulla voce del registro) o con la barraAzioniregistro(nelriquadroAzioniestrumenti). Diseguitosiriportanoleindicazionipereseguireazionisuvocidelregistro.
Elenco azioni

Selezionareunasingolavoce Fareclicsudiessa. delregistro Selezionarepivocidel registro noncontigue:tenerepremutoCTRLefareclicsullevocidelregistrounaper una

202

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

contigue:selezionareunasingolavocedelregistro,tenerepremutoMAIUSe fareclicsuun'altravoce.Verrannoselezionateanchetuttelevocitralaprima el'ultima. Visualizzareinformazioni dettagliatesuunavocedel registro 1. Selezionareunavocedelregistro 2. Effettuareunadelleseguentioperazioni Fareclicsu Visualizzainformazionidettagliate.Leinformazionidettagliate sullavocedelregistroverrannovisualizzateinunafinestraseparata. EspandereilpannelloInformazionifacendoclicsullafreccetta. Salvarelevocidelregistro selezionateinunfile 1. Selezionareunaopivocidelregistro. 2. Fareclicsu Salval'elementoselezionatoinunfile.

3. Nellafinestrachesiapre,specificareilpercorsoeilnomedelfile. Salvarelevocidelregistro selezionateinunfile 1. Accertarsichenonsiaimpostatoalcunfiltro. 2. Fareclicsu Salvatuttoinunfile.

3. Nellafinestrachesiapre,specificareilpercorsoeilnomedelfile. Salvarelevocidelregistro filtrateinunfile 1. Impostare filtri per ottenere un elenco di voci del registro che soddisfano i criteridifiltro. 2. Fareclicsu Salvatuttoinunfile.

3. Nellafinestrachesiapre,specificareilpercorsoeilnomedelfile.Intalmodo, verrannosalvatetuttelevocidelregistroditaleelenco. Eliminaretuttelevocidel registro Fareclicsu Cancellaregistro.

Tuttelevocidelregistrosarannoeliminatedalregistroeverrcreataunanuova vocediregistro.Leinformazioniincluseindicherannol'utentechehaeliminatole vocieilmomentoincuilevocisonostateeliminate.

Filtraggio e ordinamento delle voci di registro


Diseguitosiriportanoleindicazioniperfiltrareeordinarevocidelregistro.
Elenco Visualizzarevocidelregistroperun determinatoperiododitempo azioni 1. NelcampoDa,selezionareladatainizialedacuivisualizzarelevoci delregistro. 2. Nel campo A, selezionare la data fino a cui visualizzare le voci del registro. Filtrarevocidelregistropertipo Premereorilasciareiseguentipulsantidellabarradeglistrumenti: perfiltraremessaggidierrore perfiltraremessaggidiavvertenza perfiltraremessaggidiinformazioni Filtrarevocidelregistroinbaseal pianodibackuporiginariooaltipodi entitgestita Filtrarevocidelregistroperattivit, entitgestita,macchina,codice, proprietario Nell'intestazionedellacolonnaPianodibackup(oTipodientit gestita),selezionareilpianodibackupoiltipodientitgestita dall'elenco. 11:0717/7/2552,nomemacchina,nomeproprietarioecosvia)nel campoaldisottodellarelativaintestazionedicolonna. Intalmodo,sivedrchel'elencodivocidelregistrocoincider 203

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

interamenteoparzialmenteconilvaloreimmesso.

Ordinarevocidelregistroperdatae ora

Fareclicsull'intestazionedellacolonnapervisualizzarelevocidel registroinordineascendente.Farenuovamenteclicpervisualizzarele vocidelregistroinordinediscendente.

Configurazionedellatabelladelregistro
Perimpostazionepredefinita,latabellacontienesettecolonnevisualizzabili,lealtresononascoste. Senecessario,sipossononasconderelecolonnevisibilievisualizzarequellenascoste.

Permostrareonasconderecolonne
1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un'intestazione di colonna per aprire il menu contestuale. Le voci di menu non selezionate corrispondono alle intestazioni di colonna presentatenellatabella. 2. Fareclicsullevocichesidesideravisualizzare/nascondere.

Informazioni dettagliate sulla voce del registro


Visualizza informazioni dettagliate sulla voce del registro selezionata e consente di copiarle negli appunti. Percopiareleinformazionidettagliate,fareclicsulpulsanteCopianegliappunti.

Campididatidellevocidelregistro
Unavocedelregistrolocalecontieneiseguenticampididati: Tipo:tipodievento(Errore,Avvertimento,Informazioni) Data:dataeoraincuisiverificatol'evento Pianodibackup:l'eventualepianodibackupacuicorrelatol'evento Attivit:l'eventualeattivitacuicorrelatol'evento Codice: il codice di programma dell'evento. Ogni tipo di evento nel programma ha un proprio codice.UncodiceunnumerointerochepossibileutilizzareconilserviziodiassistenzaAcronis perrisolvereilproblema. Modulo:ilnumerodelmodulodelprogrammaincuisiverificatol'evento.unnumerointero chepossibileutilizzareconilserviziodiassistenzaAcronisperrisolvereilproblema. Proprietario:nomeutentedelproprietariodelpianodibackup(solonelsistemaoperativo) Messaggio:unadescrizionetestualedell'evento. Le informazioni dettagliate sulle voci del registro copiate verranno visualizzate come di seguito indicato:
Informazionidettagliatesullavocedelregistro Tipo:Informazioni Dataeora:GG.MM.AAAAHH:MM:SS Pianodibackup:Nomedelpianodibackup Attivit:Nomedell'attivit Messaggio:Descrizionedell'operazione Codice:12(3x45678A) Modulo:Nomedelmodulo Proprietario:Proprietariodelpiano

204

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Lapresentazionedidataeoravariaasecondadelleimpostazioniinternazionaliutilizzate.

6.2 Creazione di un piano di backup


Primadicreareilprimopianodibackup(p.391),acquisirefamiliaritconiconcettidibase(p.28) utilizzatiinAcronisBackup&Recovery10.

Percreareunpianodibackup,effettuareleseguentioperazioni. Generale
Nomedelpiano [Facoltativo] Immettere un nome univoco per il piano di backup. La scelta di un nome significativoconsentediidentificarechiaramenteunpianotraglialtri. Credenzialidelpiano(p.207) [Facoltativo] Il piano di backup verr eseguito per conto dell'utente che lo crea. Se necessario, le credenziali dell'account del piano possono essere modificate. Per accedere a questaopzione,selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata. Commenti [Facoltativo]Immettereunadescrizionedelpianodibackup.Peraccedereaquestaopzione, selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Oggettodelbackup
Tipodiorigine(p.207) Selezionareiltipodidatidasottoporreabackup.Iltipodidatidipendedagliagentiinstallati nellamacchina. Elementidasottoporreabackup(p.208) Specificareglielementididatidicuieseguireilbackup.L'elencodielementidasottoporrea backupdipendedaltipodidatiprecedentementespecificato. Credenzialidiaccesso(p.209) [Facoltativo] Fornire le credenziali per i dati di origine se l'account del piano non dispone delleautorizzazioniperaccedereaidati.Peraccedereaquestaopzione,selezionarelacasella dicontrolloVisualizzazioneavanzata. Esclusioni(p.210) [Opzionale]Impostareleesclusioniperitipispecificidifiledicuinonsidesideraeseguireun backup. Per accedere a questa opzione, selezionare la casella di controllo Visualizzazione avanzata.

Doveeseguireilbackup
Archivio(p.210) Specificareilpercorsodellaposizioneincuiverrmemorizzatol'archiviodibackupeilnome dell'archivio. Si consiglia un nome di archivio univoco nella posizione. Il nome archivio predefinitoArchivio(N),doveNilnumerosequenzialedell'archivionell'ubicazionescelta. Credenzialidiaccesso(p.212) [Facoltativo] Fornire le credenziali per i dati di origine se l'account del piano non dispone delleautorizzazioniperl'accessoallaposizione.Peraccedereaquestaopzione,selezionarela caselladicontrolloVisualizzazioneavanzata. Commentiarchivio

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

205

[Facoltativo] Immettere commenti sull'archivio. Per accedere a questa opzione, selezionare lacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Comesiesegueilbackup
Schemadibackup(p.212) Specificareilmomentoelafrequenzaconcuieseguireilbackupdeidati;definireiltempodi conservazione degli archivi di backup creati nella posizione selezionata; impostare una pianificazione per la procedura di pulizia dell'archivio. Utilizzare schemi di backup noti, ad esempio GrandfatherFatherSon e Torre di Hanoi; creare uno schema di backup personalizzatooeseguireilbackupdeidatiunasolavolta.

Convalidaarchivio
Quandoconvalidare(p.222) [Opzionale] Definire quando e con quale frequenza eseguire la convalida e se convalidare l'interoarchiviool'ultimobackupnell'archivio.

Opzionidibackup
Impostazioni [Opzionale] Configurare i parametri dell'operazione di backup, ad esempio i comandi pre/postbackup,lalarghezzadibandadiretemassimaallocataperilflussodibackupoppure il livello di compressione dell'archivio di backup. Se in questa sezione non viene effettuata alcunaazione,verrannoutilizzatiivaloripredefiniti(p.101). Dopoaveremodificatoilvalorepredefinitoditutteleimpostazioni,appareunanuovalinea chevisualizzailvaloreappenaimpostato.Lostatodell'impostazionepassadaPredefinitoa Personalizzato. Se l'impostazione viene modificata di nuovo, la riga visualizzer il nuovo valore, a meno che questo corrisponda al valore predefinito. Quando impostato il valore predefinito, la riga scompare, per cui in questa sezione della pagina Crea piano di backup vengonosemprevisualizzatesololeimpostazionichenoncorrispondonoaivaloripredefiniti. Per reimpostare tutte le impostazioni sui valori predefiniti, fare clic su Ripristina allo stato predefinito.

ConvertiinVM
Si applica a: Backup di dischi/volumi, backup di macchine virtuali complete o di volumi di una macchinavirtuale NondisponibileinmacchineincuiinesecuzioneLinux Se si imposta una conversione regolare, si otterr una copia del server o della workstation in una macchinavirtualechepuessereattivataimmediatamentenelcasoincuilamacchinaoriginalenon funzioni.Laconversionepuessereeseguitadallostessoagentecheesegueilbackupodaunagente installatoinunamacchinadiversa.Inquest'ultimasituazione,necessarioinserirel'archivioinuna posizione condivisa, ad esempio una cartella di rete o un deposito gestito, in modo che l'altra macchinasiaingradodiaccedereall'archiviostesso. Quandoeseguirelaconversione(p.223) [Facoltativo]Specificareseeseguirelaconversionediognibackupcompleto,incrementaleo differenziale o se eseguire la conversione dell'ultimo backup creato in base a una pianificazione.Specificarelapianificazionedellaconversione,senecessario. Host(p.223) Specificare la macchina che eseguir la conversione. Nella macchina deve essere installato AcronisBackup&Recovery10AgentforWindows,AgentforESX/ESXioAgentforHyperV.
206 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Serverdivirtualizzazione(p.223) Selezionare il tipo e la posizione della macchina virtuale derivante. Le opzioni disponibili dipendonodall'hostselezionatonelpassaggioprecedente. Memoria(p.223) Sceglierelaposizionediarchiviazionenelserverdivirtualizzazioneolacartellaincuiinserire ifiledellamacchinavirtuale. Macchinevirtualiderivanti Specificareilnomedellamacchinavirtuale. Unavoltaeffettuatetutteleoperazioninecessarie,fareclicsuOKpercreareilpianodibackup. Aquestopunto,possibilechevengarichiestalapassword(p.207). Peresaminareegestireilpianocreato,sarpossibileaccedervinellavistaAttivitepianidibackup (p.191).

6.2.1

Perch il programma chiede la password?

Un'attivit pianificata o posticipata deve essere eseguita indipendentemente dagli utenti collegati. Nelcasoincuinonsianostatespecificateesplicitamentelecredenzialiconcuil'attivitoleattivit verranno eseguite, il programma propone l'utilizzo dell'account dell'utente. Immettere la propria password,specificareunaltroaccountopassaredall'avviopianificatoaquellomanuale.

6.2.2

Credenziali del piano di backup

Fornirelecredenzialidell'accountconcuiverrannoeseguiteleattivitdelpiano.

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Eseguiconl'utentecorrente Le attivit verranno eseguite con le credenziali con cui collegato l'utente che avvia le attivit.Seunadelleattivitdeveessereeseguitainbaseaunapianificazione,verrchiesta lapassworddell'utentecorrentealcompletamentodellacreazionedelpiano. Utilizzaleseguenticredenziali Le attivit verranno sempre eseguite con le credenziali specificate dall'utente, sia che venganoavviatemanualmentesiachevenganoeseguiteinbaseaunapianificazione. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapassworddell'account. 2. FareclicsuOK. Per ulteriori informazioni sulle operazioni disponibili a seconda dei privilegi dell'utente, vedere la sezionePrivilegidegliutentiinunamacchinagestita(p.32).

6.2.3

Tipo di origine

Selezionare il tipo di dati da sottoporre a backup nella macchina gestita. L'elenco dei tipi di dati disponibilidipendedagliagentiinesecuzionenellamacchina:

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

207

File Disponibileseinstallatol'agenteAcronisBackup&Recovery10perWindows(operLinux). Selezionarequestaopzionepereseguireilbackupdifileecartellespecifici. Senoninteressailripristinodelsistemaoperativoassiemeatutteleimpostazionieapplicazioni,ma la pianificazione per garantire la protezione solo di determinati dati (ad esempio il progetto corrente),scegliereilbackupdeifile.Intalmodo,siridurrladimensionedell'archiviorisparmiando spaziodimemoria. Dischi/volumi DisponibileseinstallatoAcronisBackup&Recovery10AgentperWindows(operLinux). Selezionarequestaopzionepereseguireilbackupdidischie/ovolumi.Perpotereseguireilbackupdi dischiovolumi,necessariodisporredeiprivilegidiamministratoreodioperatoredibackup. Il backup di dischi e volumi consente di ripristinare l'intero sistema in caso di gravi danni ai dati o graviproblemihardware.Laproceduradibackuppirapidadellacopiadeifile,epuvelocizzare sensibilmenteil processodibackupquandoilmomento di eseguireilbackupdivolumi didatidi notevolidimensioni.
Note per gli utenti di Linux: Si raccomanda di smontare eventuali volumi contenenti file system non di journaling, ad esempio il file system ext2, prima di sottoporli a backup. In caso contrario, al ripristino questi volumi potrebbero contenere file danneggiati e l'esito del ripristino di tali volumi con il ridimensionamento potrebbeesserenegativo.

6.2.4

Elementi da sottoporre a backup

Gli elementi di cui eseguire il backup dipendono dal tipo di origine (p. 207) precedentemente selezionato.

Selezione di dischi e volumi Perspecificaredischiovolumidasottoporreabackup


1. Selezionare le caselle di controllo per i dischi e/o volumi di cui eseguire il backup. possibile selezionareunaseriecasualedidischievolumi.
Seilsistemaoperativoutilizzatoeilrelativocaricatorerisiedonoinvolumidifferenti,nelbackupincludere sempre entrambi i volumi. I volumi, inoltre, devono essere ripristinati insieme, altrimenti il rischio che il sistemaoperativononsiriavviielevato.

2. [Facoltativo] Per creare una copia esatta di un disco o un volume a livello fisico, selezionare la caselladicontrolloBackupsettorepersettore.Ilbackuprisultanteavrlestessedimensionidel disco sottoposto a backup (se l'opzione Livello di compressione impostata su Nessuno). Utilizzare il backup settore per settore per eseguire il backup di unit con file system e altri formatididatiproprietarinonriconosciutiononsupportati. 3. FareclicsuOK.

Qualiinformazionivengonomemorizzatedalbackupdiundiscoounvolume?
Perfilesystemsupportati,conladisattivazionedell'opzionesettorepersettoreilbackupdiundisco ounvolumearchiviasoloisettoricontenentidati.Intalmodo,siriduceladimensionedelbackupe siacceleranoleoperazionidibackuperipristino. Windows
208 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Ilfilediscambio(pagefile.sys)eilfilecheincludeilcontenutodellaRAMquandolamacchinava in ibernazione (hiberfil.sys) non vengono sottoposti a backup. Dopo il ripristino, i file verranno creatinuovamentenellaposizioneappropriatacondimensionezero. Il backup di un volume archivia tutti gli altri file e cartelle del volume selezionato, indipendentemente dai relativi attributi (inclusi file nascosti e di sistema), il record di avvio, l'eventualetabelladiallocazionefile(FAT),laradiceelatracciazerodeldiscorigidoconilrecord diavvioprincipale(MBR).IlcodicediavviodivolumiGPTnonvienesottopostoabackup. Il backup di un disco archivia tutti i volumi del disco selezionato (inclusi volumi nascosti, ad esempio partizioni di manutenzione del fornitore) e la traccia zero con il record di avvio principale. Linux Ilbackupdiunvolumearchiviatuttiifileelecartelledelvolumeselezionato,indipendentemente dairelativiattributi,unrecorddiavvioeilsuperbloccodelfilesystem. Il backup di un disco archivia tutti i volumi del disco e la traccia zero con il record di avvio principale.

Selezione di file e cartelle Perselezionarefilee/ocartelleperilbackup


1. Espandere la struttura ad albero di cartelle locali per visualizzare le relative cartelle e file nidificati. 2. Scegliere un elemento selezionando la casella di controllo corrispondente nella struttura ad albero. La selezione di una casella di controllo di una cartella implica che sar sottoposto a backup tutto il relativo contenuto (file e cartelle). Ciriguarda anchenuovi file che verranno visualizzatiinfuturointaleposizione.
Unbackupbasatosufilenonsufficienteperilripristinodelsistemaoperativo.Perripristinareilsistema operativoutilizzato,necessarioeseguireunbackupdeldisco.

Utilizzare la tabella nella parte destra della finestra per individuare e selezionare gli elementi nidificati. Selezionando la casella di controllo accanto all'intestazione della colonna Nome, vengono selezionati automaticamente tutti gli elementi nella tabella. Deselezionando questa caselladicontrollo,automaticamenteverrannodeselezionatituttiglielementi. 3. FareclicsuOK.

6.2.5

Credenziali di accesso per l'origine

Specificarelecredenzialinecessarieperaccedereaidaticheverrannosottopostiabackup.

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzalecredenzialidelpiano Il programma acceder ai dati di origine utilizzando le credenziali dell'account del piano di backupspecificatenellasezioneGenerale. Usareleseguenticredenziali Il programma acceder ai dati di origine utilizzando le credenziali specificate dall'utente. Utilizzarequestaopzionesel'accountdelpianonondisponedelleautorizzazioniperl'accesso aidati. Specificare:

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

209

Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK.

6.2.6

Esclusioni

[Facoltativo]Impostareesclusioniperdeterminatitipidifilechenonsidesiderasottoporreabackup. Potrebbe non essere opportuno, ad esempio, memorizzare nell'archivio database, cartelle e file di sistemaonascostiassiemeafilecondeterminateestensioni.

Perspecificareifileelecartelledaescludere:
Impostareunodeiseguentiparametri: Escludituttiifileelecartellenascosti Selezionarequestacaselladicontrollopersaltarefileecartelleconl'attributoNascosto.Seuna cartellanascosta,saresclusotuttoilrelativocontenuto(inclusifilenonnascosti). Escludituttiifileelecartelledisistema Selezionare questa casella di controllo per saltare file e cartelle con l'attributo Sistema. Se una cartelladisistema,saresclusotuttoilrelativocontenuto(inclusifilenondisistema).
Gli attributi dei file o delle cartelle possono essere visualizzati nelle propriet dei file o delle cartelle oppure utilizzando il comando attrib. Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla guida e al centro di supporto in Windows.

Escludifilecorrispondentiaiseguenticriteri Selezionarequestacaselladicontrollopersaltareifileicuinomicorrispondonoaunodeicriteri (denominati filtri file) nell'elenco; utilizzare i pulsanti Aggiungi, Modifica, Rimuovi e Rimuovi tuttopercrearel'elencodifiltrifile. Inunfiltrofilepossibileutilizzareunoopicaratterijolly*e?: L'asterisco(*)sostituiscenessunoopicaratteriinunnomefile;adesempio,ilfiltrofileDoc*.txt restituiscesiailfileDoc.txtcheDocument.txt Il punto interrogativo (?) sostituisce esattamente un carattere in un nome file; ad esempio, il filtrofileDoc?.txtrestituisceifileDoc1.txteDocs.txt,manonifileDoc.txtoDoc11.txt Esempidiesclusione
Criterio Pernome Perpercorso Filtro(*) Esempio File1.log Descrizione EscludetuttiifiledenominatiFile1.log.

C:\Finance\test.log Escludeilfiledenominatotest.logcollocatonellacartellaC:\Finance *.log Escludetuttiifileconl'estensione.log. Escludetuttiifile.logconnomichesonocostituitidacinquesimbolie checomincianoconmy.

Filtromaschera my???.log (?)

6.2.7

Archivio

Specificarelaposizioneincuiverrmemorizzatol'archivioeilnomedell'archivio.
210 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

1.Sceltadelladestinazione
Immettere il percorso completo della destinazione nel campo Percorso o selezionare la destinazionedesideratanellastrutturaadalberodellecartelle. Per eseguire il backup di dati in un deposito centralizzato, espandere il gruppo Centralizzato e fareclicsuldeposito. Pereseguireilbackupdidatiinundepositopersonale,espandereilgruppoPersonaleefareclic suldeposito. Pereseguireilbackupdidatiinunacartellalocalenellamacchina,espandereilgruppoCartelle localiefareclicsullacartellarichiesta. Pereseguireilbackupdeidatiinunacondivisionedirete,espandereilgruppoCartelledirete, selezionare la macchina in rete richiesta e quindi fare clic sulla cartella condivisa. Se la condivisionediretenecessitadicredenzialidiaccesso,questeverrrichiestedalprogramma.
Note per gli utenti di Linux: Per specificare una condivisione di rete CIFS (Common Internet File System) montatainunpuntodimontaggiocome/mnt/share,selezionarequestopuntodimontaggioinvecedella condivisionediretestessa.

PereseguireilbackupdeidatiinunserverFTPoSFTP,immettereilnomeol'indirizzodelserver nelcampoPercorso,comediseguitoindicato: ftp://server_ftp:numero_portaosftp://server_sftp:numero_porta Seilnumerodiportanonvienespecificato,vieneutilizzatalaporta21perFTPelaporta22per SFTP. Dopo l'immissione delle credenziali di accesso, le cartelle contenute nel server diventano disponibili.Fareclicsullacartellaappropriatacontenutanelserver. Alserverpossibileaccederecomeutenteanonimo,seilserverconsentequestotipodiaccesso. Atalfine,fareclicsuUtilizzaaccessoanonimoinvecediimmetterelecredenziali.
ComeindicatodallaspecificaFTPoriginaria,lecredenzialinecessarieperl'accessoaiserverFTPvengono trasferite in una rete in testo semplice. Ci implica che il nome utente e la password possono essere intercettatidautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

Pereseguireilbackupdeidatiinunaperifericaanastrocollegatainlocale,espandereilgruppo Perifericaanastroequindifareclicsullaperifericarichiesta.

2.Utilizzodellatabellaarchivi
Come ausilio nella scelta della destinazione adeguata, la tabella mostra i nomi degli archivi contenutiinogniubicazioneselezionata.Mentrevieneesaminatoilcontenutodell'ubicazione,gli archivipossonoessereaggiunti,eliminatiomodificatidaunaltroutenteodalprogrammastesso, inbaseaoperazionipianificate.UtilizzareilpulsanteAggiornaperaggiornarel'elencodiarchivi.

3.Denominazionedelnuovoarchivio
Una volta selezionata la destinazione dell'archivio, il programma genera un nome per il nuovo archivio e lo mostra nel campo Nome. Il nome generalmente simile a Archive(1). Il nome generato univoco nell'ubicazione selezionata. Se il nome generato automaticamente accettabile,fareclicsuOK.Incasocontrario,immettereunaltronomeunivocoefareclicsuOK.

Backupdiunarchivioesistente
Ilpianodibackuppuessereconfiguratoinmodocheeseguailbackupinunarchivioesistente.Atal fine,selezionarel'archivionellatabellaarchivioimmettereilnomedell'archivionelcampoNome.Se l'archivioprotettoconunapassword,ilprogrammalachiedernellafinestraacomparsa. Selezionandol'archivioesistente,siaccedeall'areadiunaltropianodibackupcheutilizzal'archivio. Ci non costituisce un problema se l'altro piano non utilizzato, ma generalmente necessario
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 211

osservare la seguente regola: "un piano di backup un archivio". In caso contrario, il programma funzionamanonpraticonefficiente,adeccezionidialcunicasispecifici.

Perchdueopipianinondevonoeseguireilbackupdellostessoarchivio
1. Il backup di origini differenti nello stesso archivio rende l'archivio difficilmente utilizzabile. Al momento di eseguire un ripristino, ogni secondo ha la sua importanza, ma occorre non sottovalutarelapossibilitdiperditenelcontenutodell'archivio. I piani di backup che operano con lo stesso archivio devono eseguire il backup degli stessi elementididati(adesempio,entrambiipianieseguonoilbackupdelvolumeC.) 2. L'applicazione di pi regole di conservazione a un archivio ne rende in qualche modo imprevedibile il contenuto. Dal momento che ogni regola verr applicata all'intero archivio, i backupappartenentiaunpianodibackuppossonoessereeliminatifacilmenteassiemeaibackup cheappartengonoall'altropiano.Inparticolare,nonsipuprevedereilfunzionamentoclassico deglischemidibackupGFSeTorrediHanoi. Normalmente,ognipianodibackupcomplessodeveeseguireilbackupinunproprioarchivio.

6.2.8

Credenziali di accesso per l'ubicazione dell'archivio

Specificarelecredenzialinecessarieperaccedereall'ubicazioneincuiverrmemorizzatol'archiviodi backup.L'utentedicuivienespecificatoilnomesarritenutoproprietariodell'archivio.

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzalecredenzialidelpiano Il programma acceder ai dati di origine utilizzando le credenziali dell'account del piano di backupspecificatenellasezioneGenerale. Usareleseguenticredenziali Il programma acceder ai dati di origine utilizzando le credenziali specificate dall'utente. Utilizzarequestaopzionesel'accountdelpianonondisponedelleautorizzazioniperl'accesso all'ubicazione.Perunacondivisioneinreteoundepositodinodidiarchiviazione,potrebbe esserenecessariofornirecredenzialispeciali. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK.
Attenzione: Come indicato dalla specifica FTP originaria, le credenziali necessarie per l'accesso ai server FTP vengonotrasferiteinunareteintestosemplice.Ciimplicacheilnomeutenteelapasswordpossonoessere intercettatidautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

6.2.9

Schemi di backup

Scegliereunodeglischemidibackupdisponibili: Esegui backup adesso: per creare un'attivit di backup per l'avvio e l'esecuzione dell'attivit immediatamentedopochestatacreata. Esegui backup in seguito: per creare un'attivit di backup per l'avvio manuale O pianificare l'esecuzioneoccasionaledell'attivitinunsecondomomento.

212

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Semplice: per pianificare il momento e la frequenza con cui eseguire il backup dei dati e per specificareregolediconservazione. NonnoPadreFiglio: per utilizzare lo schema di backup NonnoPadreFiglio. Lo schema non consente l'esecuzione del backup dei dati pi di una volta al giorno. Impostare i giorni della settimanaincuiverreseguitoilbackupgiornalieroeselezionaretrataligiorniquelloincuiverr eseguito il backup settimanale o mensile. Impostare, quindi, i periodi di conservazione dei backup giornalieri (detti "figli"), settimanali ("padri") e mensili ("nonni"). I backup scaduti verrannoeliminatiautomaticamente. TorrediHanoi:perutilizzareloschemadibackupTorrediHanoi,laddovesipianificailmomento e la frequenza con cui vengono eseguiti i backup (sessioni) e si seleziona il numero di livelli di backup(finoa16).Inquestoschema,idatipossonoesseresottopostiabackuppidiunavoltaal giorno. Impostando la pianificazione del backup e selezionando i livelli di backup, si ottiene automaticamente il periodo di ripristino il numero garantito di sessioni che possibile ripristinare in qualunque momento. Il meccanismo di pulizia automatica gestisce il periodo di ripristinorichiestoeliminandoibackupscadutieconservandoibackuppirecentidiognilivello. Personalizzato: per creare uno schema personalizzato, in cui impostare liberamente una strategia di backup in base alle esigenze aziendali pi importanti: specificare pianificazioni multiplepervaritipidibackup,aggiungerecondizioniespecificareleregolediconservazione.

Schema Esegui backup adesso


ConloschemaEseguibackupadesso,ilbackupverreseguitoimmediatamentedopoaverfattoclic sulpulsanteOKnellaparteinferioredellapagina. Nel campo Tipo di backup, indicare se si desidera creare un backup completo, incrementale o differenziale(p.34).

Schema Esegui backup in seguito


Con lo schema Esegui backup in seguito, il backup verr eseguito una sola volta, alla data e ora specificate. Specificareleimpostazioniappropriate,diseguitoindicate
Tipodibackup Selezionareiltipodibackup:completo,incrementaleodifferenziale.Sel'archivio noncontienealcunbackupcompleto,aprescinderedallaselezioneverrcreatoun backupcompleto. Specificarel'oradiavviodelbackup.

Dataeora

L'attivitverravviata Selezionarequestacaselladicontrollosenonnecessarioincluderel'attivitdi manualmente backupinunapianificazioneesesidesideraavviarlamanualmenteinunsecondo momento.

Schema semplice
Con lo schema di backup semplice sufficiente pianificare il momento e la frequenza con cui eseguire il backup dei dati, e impostare la regola di conservazione. La prima volta verr creato un backupcompleto.Ibackupsuccessivisarannoincrementali. Per impostare uno schema di backup semplice, specificare le impostazioni appropriate, di seguito indicate.
Eseguireunbackup Impostarelapianificazionedelbackupilmomentoelafrequenzaconcuieseguireil backupdeidati. Perulterioriinformazionisull'impostazionedellapianificazione,vederelasezione Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 213

Pianificazione(p.173). Regoladi conservazione Conloschemasemplice,disponibileunasolaregoladiconservazione(p.43). Impostareilperiododiconservazionedeibackup.

Schema Grandfather-Father-Son Inbreve


Backupincrementaligiornalieri,differenzialisettimanaliecompletimensili Giornopersonalizzatoperbackupsettimanaliemensili Periodidiconservazionepersonalizzatiperbackupdiognitipo

Descrizione
Supponiamodivolerconfigurareunpianodibackupcheprodurrregolarmenteunaseriedibackup giornalieri (G), settimanali (S) e mensili (M). Di seguito viene illustrato un metodo naturale per l'esecuzioneditaleoperazione:laseguentetabellamostraunperiodocampionediduemesipertale piano.
1gen7gen 8gen14gen Lu Ma Me Gi Ve Sa Do G G G G G G S G G S G G S

15gen21gen G G 22gen28gen G G 29gen4feb 5feb11feb G G G G

G G M G G S G G S G G S

12feb18feb G G 19feb25feb G G 26feb4mar G G

G G M G G S

I backup giornalieri vengono eseguiti ogni giorno lavorativo tranne il venerd, riservato ai backup settimanaliemensili.Ibackupmensilivengonoeseguitiogniquartovenerd,quellisettimanalitutti glialtrivenerd. Ibackupmensili("Nonni")sonocompleti; Ibackupsettimanali("Padri")sonodifferenziali; Ibackupgiornalieri("Figli")sonoincrementali.

Parametri
PerunoschemaNonnoPadreFiglio(GFS,GrandfatherFatherSon)possibileimpostareiparametri diseguitoindicati.
Avviailbackupalle: Eseguiilbackup: specificailmomentoincuiavviareunbackup.Ilvalorepredefinito12:00 PM. specificaigiorniincuieseguireunbackup.IlvalorepredefinitoGiorni lavorativi.

Settimanalmente/mensilmente: specificaqualideigiorniselezionatinelcampoEseguiilbackupriservareper ibackupsettimanaliemensili.Unbackupmensileverreseguitoogni quartaricorrenzaditalegiorno.IlvalorepredefinitoVenerd. 214 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Conservaibackup:

specificaperquantotempoconservareibackupnell'archivio.Ilterminepu essereimpostatoinore,giorni,settimane,mesioanni.Perbackupmensili, inoltre,possibileselezionareConservaatempoindefinitosesidesidera salvarlipersempre. Ivaloripredefinitiperognitipodibackupsonoindicatidiseguito. Giornalieri:7giorni(valoreminimoconsigliato) Settimanali:4settimane Mensili:atempoindefinito Ilperiododiconservazionedeibackupsettimanalidevesuperarequello impostatoperibackupgiornalieri;ilperiododiconservazionedeibackup mensilideveesseresuperioreaquelloimpostatoperibackupsettimanali. Peribackupgiornalieri,siconsiglial'impostazionediunperiododi conservazionedialmenounasettimana.

Inqualunquemomento,unbackupnonvieneeliminatofinoaquandononsianosoggettiaeliminazioneanche tutti i backup direttamente dipendenti. Ci perch potrebbe accadere che un backup settimanale o mensile rimanganell'archivioperqualchegiornodopolarelativadatadiscadenzaprevista. Se la pianificazione comincia con un backup giornaliero o settimanale, viene creato comunque un backup completo.

Esempi Ognigiornodellasettimanaprecedente,ognisettimanadelmeseprecedente
SiconsideriunoschemadibackupGFSchepurivelarsiutileinmoltesituazioni. Esecuzionedelbackupdeifileognigiorno,inclusifinesettimana Possibilitdiripristinareifileapartiredaqualunquedataperisettegiorniprecedenti Accessoaibackupsettimanalidelmeseprecedente Conservazionesenzalimitiditempodeibackupmensili. Iparametridelloschemadibackuppossonoessereimpostaticomediseguitoindicato. Avviailbackupalle:23:00 Eseguiilbackup:Tuttiigiorni Settimanalmente/mensilmente:Sabato(adesempio) Conservaibackup: Giornalieri:1settimana Settimanali:1mese Mensili:indefinitamente Intalmodo,verrcreatounarchiviodibackupgiornalieri,settimanaliemensili.Ibackupgiornalieri saranno disponibili per sette giorni a partire dalla creazione. Ad esempio, un backup giornaliero di domenica 1 gennaio sar disponibile fino al successivo sabato 8 gennaio; il primo backup settimanale, quello di sabato 7 gennaio, sar memorizzato nel sistema fino al 7 febbraio. I backup mensilinonverrannomaieliminati.

Archiviazionelimitata
Pernondoverdedicareunanotevoleentitdispazioallamemorizzazionediunarchivioimmenso, possibile impostare uno schema GFS in modo da effettuare backup di durata pi limitata,
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 215

accertandosialtempostessocheleinformazionipossanoessereripristinateincasodiperditedidati accidentali. Sisuppongachesianecessario: Eseguirebackupallafinediognigiornolavorativo Poterripristinareunfileeliminatoaccidentalmenteomodificatoinavvertitamentesetalefile statoindividuatoconrelativarapidit Accedereaunbackupsettimanaleper10giorniapartiredallacreazione Conservarebackupmensiliperseimesi. Iparametridelloschemadibackuppossonoessereimpostaticomediseguitoindicato. Avviabackupalle:18:00 Eseguiilbackupil:Giornilavorativi Settimanalmente/mensilmente:Venerd Conservaibackup: Giornalieri:1settimana Settimanali:10giorni Mensili:6mesi Con questo schema si avr una settimana per ripristinare una versione precedente di un file danneggiato da un backup giornaliero, nonch l'accesso per 10 giorni ai backup settimanali. Ogni backupcompletomensilesardisponibileperseimesiapartiredalladatadicreazione.

Pianificazionelavoro
Supporre di svolgere un'attivit di consulenza finanziaria parttime per una societ nei giorni di martedemercoled.Intaligiorni,siapportanospessodellemodificheaipropridocumentifinanziari, dichiarazioniesieffettuanoaggiornamentiaifoglidicalcolo,ecc.sulpropriocomputerportatile.Per eseguireilbackupdiquestidati,potrebbeesserenecessario: Tenere traccia delle modifiche apportate alle dichiarazioni finanziarie, i fogli di calcolo, ecc. effettuateimartedieimercoled(backupincrementalegiornaliero). Disporrediunriepilogosettimanalesullemodifichedeifiledalmesescorso(backupdifferenziale settimanale,venerd). Disporrediunbackupcompletomensiledeiproprifile. Inoltre,sisuppongadivolerconservarel'accessoatuttiibackup,inclusiquelligiornalieri,peralmeno seimesi. IlseguenteschemaGFSsoddisfataliobiettivi: Avviabackupalle:23:30 Eseguiilbackupil:marted,mercoled,venerd Settimanalmente/mensilmente:Venerd Conservaibackup: Giornalieri:6mesi Settimanali:6mesi Mensili:5anni

216

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Qui, i backup incrementali giornalieri verranno creati il marted e il mercoled con i backup settimanali e mensili eseguiti nei venerd. Per poter scegliere Venerdi nel campo Settimanale/mensile,necessarioinnanzituttoselezionarlonelcampoEseguiilbackupil. Questotipodiarchivioconsentediconfrontareidocumentifinanziaridelprimoedell'ultimogiorno lavorativoedidisporrediunacronologiadicinqueannodituttiidocumenti,ecc.

Nessunbackupgiornaliero
ConsiderareunoschemaGFSpiesotico: Avviabackupalle:12:00 Eseguiilbackupil:Venerd Settimanalmente/mensilmente:Venerd Conservaibackup: Giornalieri:1settimana Settimanali:1mese Mensili:indefinitamente Ilbackupverrcoseseguitosoltantoilvenerd.Intalmodo,ilvenerdrappresentalasolasceltaperi backup settimanali e mensili, non lasciando altre date per i backup giornalieri. L'archivio GrandfatherFatherrisultanteconsistersoltantodeibackupdifferenzialisettimanaliedeibackup completimensili. SebbenesiapossibileutilizzareGFSpercrearequestotipodiarchivio,loschemaPersonalizzatopi flessibileintalesituazione.

Schema Torre di Hanoi Inbreve


Finoa16livellidibackupcompleti,differenzialieincrementali Ibackupdilivellosuccessivosonoduevoltemenofrequentideibackupdilivelloprecedente Vienearchiviatounbackupallavoltaperognilivello Ladensitmaggioreperibackuppirecenti

Parametri
PerunoschemaTorrediHanoipossibileimpostareiseguentiparametri. Pianificazione Impostareunapianificazionegiornaliera(p.174),settimanale(p.176)omensile(p. 178). L'impostazione dei parametri di pianificazione consente la creazione di pianificazioni semplici (esempio di una pianificazione giornaliera semplice: un'attivit di backup verr eseguita ogni giorno alle ore 10:00) ma anche pianificazioni pi complesse (esempio di una pianificazione giornaliera complessa: un'attivit verr eseguita ogni 3 giorni, a partire dal 15 gennaio. Durante i giorni specificati, l'attivit verr ripetuta ogni 2 ore dalle ore 10:00 alle ore 22:00). Pianificazionicomplesse, quindi,specificanolesessioniincui deveessereeseguito loschema.Nellaspiegazioneseguente,"giorni"puesseresostituitocon"sessioni pianificate". Numero livelli Periodo di Scegliere da 2 a 16 livelli di backup. Per informazioni dettagliate, esaminare l'esempiosottoriportato. di Il numero garantito di sessioni a cui possibile risalire nell'archivio in qualunque
217

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

ripristino

momento.Calcolatoautomaticamente,asecondadeiparametridipianificazionee dei numeri di livelli selezionati. Per informazioni dettagliate, esaminare l'esempio sottoriportato.

Esempio
IparametridellaPianificazionesonoimpostaticomediseguitoindicato Ripeti:Ognigiorno Frequenza:Unasolavoltaalleore18:00 Numerodilivelli:4 L'aspetto dei primi 14 giorni (o 14 sessioni) della pianificazione di questo schema il seguente. I numeriombreggiatiindicanolivellidibackup.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 4 1 2 1 3 1 2 1 4 1 2 1 3 1

Ibackupdilivellidifferentihannotipidifferenti: IbackupdiUltimolivello(inquestocasoillivello4)sonocompleti; Ibackupdilivelliintermedi(2e3)sonodifferenziali; IbackupdiPrimolivello(1)sonoincrementali. Un meccanismo di pulizia garantisce la conservazione solo dei backup pi recenti di ogni livello. L'aspettodell'archiviol'ottavogiorno,ungiornoprimadellacreazionediunnuovobackupcompleto, ilseguente.
1 2 3 4 5 6 7 8 4 1 2 1 3 1 2 1

Loschemaconsenteun'efficientearchiviazionedeidati:pibackupsiaccumulanoversoilmomento presente. Avendo quattro backup, possibile ripristinare i dati a partire da oggi, da ieri, da met settimanaodaunasettimanaprima.

Periododiripristino
Ilnumerodigiorniacuipossibilerisalirenell'archiviovariaalvariaredeigiorni.Ilnumerominimodi giornigarantitovienedettoperiododiripristino. Laseguentetabellamostraperiodidiripristinoebackupcompletoperschemidivarilivelli.
Numerodilivelli Ognibackupcompleto Invarigiornipossibilerisalirea Periododiripristino 2 3 4 5 6 2giorni 4giorni 8giorni 16giorni 32giorni da1a2giorni da2a5giorni da4a11giorni da8a23giorni da16a47giorni 1giorno 2giorni 4giorni 8giorni 16giorni

L'aggiuntadiunlivelloraddoppiaperiodidiripristinoebackupcompleto.

218

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Perscoprireilmotivopercuiilnumerodigiornidiripristinovaria,necessariotornareall'esempio precedente. Diseguitosonoindicatiibackupdeldodicesimogiorno(inumeriingrigioindicanobackupeliminati).


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 4 1 2 1 3 1 2 1 4 1 2 1

Nonstatoancoracreatounnuovobackupdifferenzialediterzolivello,percuiarchiviatoancorail backup del quinto giorno. Dal momento che questo dipende dal backup del primo giorno, disponibile anche tale backup. In tal modo, possibile risalire fino a 11 giorni (scenario pi favorevole). Ilgiornoseguente,tuttavia,vienecreatounnuovobackupdifferenzialediterzolivello,eilvecchio backupcompletovieneeliminato.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 4 1 2 1 3 1 2 1 4 1 2 1 3

Intalmodo,l'intervallodiripristinolimitatoaquattrogiorni(scenariomenofavorevole). Il quattordicesimo giorno, l'intervallo di cinque giorni. Esso aumenta i giorni successivi per poi diminuirenuovamente,ecosvia.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 4 1 2 1 3 1 2 1 4 1 2 1 3 1

Il periodo di ripristino mostra quanti giorni sono garantiti anche nei casi pi sfavorevoli. Per uno schemadiquartolivello,igiornisonoquattro.

Schema di backup personalizzato Inbreve


Pianificazionepersonalizzataecondizionidibackupperognitipo Pianificazionepersonalizzataeregolediconservazione

Parametri
Parametro Backupcompleto Significato Specificainbaseaqualepianificazioneeinqualicondizionieseguireunbackup completo. Adesempio,ilbackupcompletopuessereimpostatoinmodochevengaeseguitoogni domenicaalleore01:00nonappenatuttigliutentisonoscollegati. Incrementale Specificainbaseaqualepianificazioneeinqualicondizionieseguireunbackup incrementale. Sel'archiviononcontienebackupalmomentodell'esecuzionedell'attivit,vienecreato unbackupcompletoinvecedelbackupincrementale. Differenziale Specificainbaseaqualepianificazioneeinqualicondizionieseguireunbackup differenziale. Sel'archiviononcontienebackupalmomentodell'esecuzionedell'attivit,vienecreato unbackupcompletoinvecedelbackupdifferenziale.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

219

Puliziaarchivio

Specificalemodalitdieliminazionedibackupprecedenti,ovveroseapplicareleregole diconservazione(p.43)conregolaritosepulirel'archivioduranteunbackupquando lospazionellaposizionedidestinazionenonsufficiente. Perimpostazionepredefinita,leregolediconservazionenonsonospecificateedi conseguenzaibackupprecedentinonvengonoeliminatiautomaticamente. Utilizzodelleregolediconservazione Specificareleregolediconservazioneeilmomentoincuiapplicarle. Questaimpostazioneconsigliataperdestinazionidibackupcomecartellecondiviseo depositicentralizzati. Quandolospazioperilbackupnonsufficiente L'archivioverrpulitosolodurantel'operazionedibackupesoloselospaziopercreare unnuovobackupnonsufficiente.Inquestocaso,nelprogrammaverrannoeseguitele operazionidescrittediseguito. Eliminazione dei backup completi meno recenti con tutti i backup incrementali/differenzialidipendenti. Sepresenteununicobackupcompletononeliminatoedincorsol'esecuzionedi un altro backup completo, eliminazione dell'ultimo backup completo con tutti i backupincrementali/differenzialidipendenti. Sepresenteununicobackupcompletononeliminatoedincorsol'esecuzionedi unbackupincrementaleodifferenziale,siverificaunerrorecheindicalamancanza dispaziodisponibile. Questaimpostazioneconsigliataquandosiesegueilbackupinun'unitUSBoin AcronisSecureZone.Questaimpostazionenonapplicabileaidepositigestiti. Questaimpostazioneconsentedieliminarel'ultimobackuppresentenell'archivionel casoincuilaperifericadiarchiviazionenonsiaingradodicontenerepidiunbackup. possibiletuttaviachenonvengaeseguitoalcunbackupseilprogrammanonin gradodicreareunnuovobackuppermotividiversi.

Applicazionedelle regole

Specificaquandoapplicareleregolediconservazione(p.43).

Adesempio,laproceduradipuliziapuessereconfigurataperl'esecuzionedopoogni (solosesono backupeancheconpianificazione. impostateleregoledi Questaopzionedisponibilesolosestataimpostataalmenounaregoladi conservazione) conservazioneinRegolediconservazione.

Pianificazionedella pulizia (soloseselezionato Secondola pianificazione)

Specificaunapianificazioneperlapuliziadell'archivio. Adesempio,lapuliziapuesserepianificataperl'avvionell'ultimogiornodiognimese. QuestaopzionedisponibilesolosestatoselezionatoSecondolapianificazionein Applicareleregole.

Esempi Backupcompletosettimanale
Loschemaseguenteproduceunbackupcompleteeseguitoognivenerdsera. Backupcompleto:Pianificazioni:Settimanale,ogniVenerd,alle22:00

220

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Qui, tutti i parametri, eccetto Pianifica in Backup completo, vengono lasciati vuoti. Tutti i backup nell'archiviovengonomantenutiinmodoindefinito(nonvieneeffettuataalcunapuliziadiarchivio).

Backupcompletoeincrementalepipulizia
Con il seguente schema, l'archivio sar costituito da backup completi settimanali e backup incrementaligiornalieri.richiesto,inoltre,cheunbackupcompletocomincisolodopochetuttigli utentisisonoscollegati. Backupcompleti:Pianificazioni:Settimanale,ognivenerdalle22:00 Backupcompleti:Condizioni:Utentedisconnesso Incrementali:Pianificazioni:Settimanale,ognigiornolavorativoalleore21:00 Consentire,inoltre,l'eliminazionedall'archiviodituttiibackuppivecchidiunannoel'esecuzione dellapuliziaquandovienecreatounnuovobackup. Regolediconservazione:Eliminaibackuppivecchidi12mesi Applicaleregole:Dopoilbackup Per impostazione predefinita, un backup completo vecchio di un anno non sar eliminato fino a quando non saranno soggetti a eliminazione anche tutti i backup incrementali da esso dipendenti. Perulterioriinformazioni,vedereRegolediconservazione(p.43).

Backupcompletimensili,differenzialisettimanalieincrementaligiornalieripipulizia
Questoesempiodescrivel'utilizzoditutteleopzionidisponibilinelloschemapersonalizzato. Si supponga di avere necessit di uno schema che produca dei backup completi mensili, backup settimanalidifferenzialiedeibackupincrementaligiornalieri.Intalcaso,lapianificazionedelbackup sarlaseguente. Backupcompleti:Pianificazioni:Mensile,ogniUltimadomenicadelmese,alle21:00 Incrementali:Pianificazioni:Settimanale,tuttiigiornilavorativi,alle19:00 Differenziali:Pianificazioni:Settimanale,ognisabato,alle20:00 Inoltre,sidesideraaggiungeredellecondizionichedevonoesseresoddisfatteperconsentirel'avvio diun'attivitdibackup.QuestevengonoconfigurateneicampiCondizioniperciascuntipodibackup. Backupcompleto:Condizioni:Posizionedisponibile Incrementale:Condizioni:Utentedisconnesso Differenziale:Condizioni:Utenteinattivo Di conseguenza, un backup completo, inizialmente pianificato alle 21:00, potrebbe effettivamente essere avviato successivamente: non appena la posizione del backup diviene disponibile. Analogamente, le attivit di backup per i backup incrementali e differenziali attenderanno fino a quandotuttigliutentisonodisconnessiegliutentisonoinattivi,rispettivamente. Infine,vengonocreatedelleregolediconservazioneperl'archivio:conservaresoltantoibackupdegli ultimiseimesi,consentirelapuliziadopociascunaattivitdibackupeanchel'ultimogiornodiogni mese. Regolediconservazione:Eliminaibackuppivecchidi6mesi
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 221

Applicareleregole:Dopoilbackup,Secondolapianificazione Pianificazionedellapulizia:Mensile,l'UltimogiornodiTuttiimesi,alle22:00 Per impostazione predefinita, un backup non viene eliminato fino a quando presenta dei backup dipendentichedevonoessereconservati.Adesempio,seunbackupcompletodeveessereeliminato, masonopresentideibackupincrementaliodifferenzialidipendentidaquesto,l'eliminazioneviene posticipatafinoaquandoverrannoeliminatianchetuttiibackupdipendenti. Perulterioriinformazioni,vedereRegolediconservazione(p.43).

Attivitderivanti
Qualsiasi schema personalizzato produce sempre tre attivit di backup e, in caso siano specificate regole di conservazione, un'attivit di pulizia. Ogni attivit viene indicata nell'elenco delle attivit comePianificata(sestataconfiguratalapianificazione)ocomeManuale(selapianificazionenon stataconfigurata). possibile eseguire manualmente qualsiasi attivit di backup o di pulizia in qualsiasi momento, a prescinderedallapianificazione. Nel primo degli esempi precedenti, configuriamo una pianificazione solo per backup completi. Tuttavia, lo schema produrr ugualmente tre attivit di backup, consentendo di avviare manualmenteunbackupdiqualsiasitipo: Backupcompleto,eseguitoognivenerdalle22:00 Backupincrementale,eseguitomanualmente Backupdifferenziale,eseguitomanualmente possibile eseguire ciascuna di queste attivit di backup selezionandola dall'elenco delle attivit nellasezionePianieattivitdibackupnelriquadroasinistra. Seleregolediconservazionesonostatespecificateanchenelloschemadibackup,questoprodurr quattroattivit:treattivitdibackupeun'attivitdipulizia.

6.2.10 Convalida archivio


Impostarel'attivitdiconvalidapercontrollareseidatisottopostiabackupsonorecuperabili.Seil backupnonhasuperatocorrettamentelaconvalida,l'attivitdiconvalidanonriesceelostatusdel pianodibackupdiventaErrore. Perimpostarelaconvalida,specificareiseguentiparametri 1. Quando convalidare: scegliere il momento in cui eseguire la convalida. Dal momento che la convalida un'operazione che richiede molte risorse, ha senso pianificarla in un periodo di scarso carico della macchina gestita. D'altra parte, se la convalida rappresenta un elemento fondamentale della strategia di protezione dei dati utilizzata e si preferisce essere informati immediatamente che i dati sottoposti a backup non siano danneggiati e possano essere ripristinati correttamente, pu essere opportuno avviare la convalida appena prima della creazionedelbackup. 2. Cosa convalidare: scegliere di convalidare l'intero archivio o l'ultimo backup nell'archivio. La convalidadiunbackupdifileimitailripristinodituttiifiledalbackupinunafintadestinazione. La convalida del backup di un volume calcola una somma di controllo per ogni blocco di dati salvato nel backup. Con la convalida dell'archivio verr eseguita la convalida di tutti i backup dell'archivio,operazionechepuimpiegaremoltotempoenotevolirisorsedelsistema.
222 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

3. Pianificazione della convalida (compare solo se stata selezionata l'opzione In base alla convalida al passo 1): impostare la pianificazione della convalida. Per ulteriori informazioni, vederelasezionePianificazione(p.173).

6.2.11 Configurazione di una conversione regolare in una macchina virtuale


Quandosicreaunpianodibackup(p.205),possibileconfigurareunaconversioneregolarediun backup di disco o di volume in una macchina virtuale. Questa sezione fornisce informazioni che aiutanoadeseguirelaconfigurazioneappropriata.

Configurazione di una pianificazione di conversione


Unbackupdeldisco(p.383)creatodurantel'esecuzionediunpianodibackuppuessereconvertito in una macchina virtuale immediatamente o in base a una pianificazione, oppure possibile combinareentrambiimetodi. L'attivit di conversione verr creata sulla macchina di cui eseguire il backup e utilizzer la data e l'oradiquestastessamacchina. Come conseguenza della prima conversione, verr creata una nuova macchina virtuale. Ogni conversionesuccessivacreernuovamentequestamacchinadazero.Prima,vienecreataunanuova macchina virtuale (temporaneamente). Se l'operazione viene eseguita correttamente, la vecchia macchinavienesostituita.Sesiverificaunerroredurantelacreazionedellamacchinatemporanea, essavieneeliminata.Inquestomodo,l'attivitterminasempreconlamacchinasingola,malospazio di archiviazione aggiuntivo necessario durante la conversione per conservare la macchina temporanea. Lavecchiamacchinavirtualedeveesserespentaalmomentodellaconversione,altrimentinonsar possibileeliminarlaedeseguirelattivitdiconversione.Seciaccade,possibileriavviarel'attivit di conversione manualmente dopo aver spento la macchina. Tutte le modifiche applicate alla macchinamentreeraaccesaverrannosovrascritte.

Selezione di un host che eseguir la conversione


Specificare la macchina che eseguir la conversione. Nella macchina deve essere installato Acronis Backup&Recovery10AgentforWindows,AgentforESX/ESXioAgentforHyperV. Tenereamenteleseguenticonsiderazioni.

Qualeagenteinstallatosull'host?
Il tipo di macchina virtuale derivante e la posizione dipendono dall'agente che risiede sull'host selezionato. AgentforWindowsinstallatosull'host possibilesceglieretradiversitipidimacchinavirtuale,ovveroVMwareWorkstation,Microsoft VirtualPCoParallelsWorkstation.Ifiledellanuovamacchinavirtualeverrannoposizionatinella cartellaselezionata. AgentforESX/ESXiinstallatosull'host NelserverESX/ESXiverrcreataunamacchinavirtualeVMware. Nonpossibileeseguireilbackupdellemacchinevirtualiderivantidabackup,quindiquestenon vengonovisualizzatenelserverdigestione,amenochelasuaintegrazioneconVMwarevCenter

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

223

Serversiaabilitata.Sel'integrazioneabilitata,questemacchinevengonovisualizzatecomenon gestibili.Nonpossibileapplicareadesselestrategiedibackup. AgentforHyperVinstallatosull'host possibilesceglieretralacreazionediunamacchinavirtualenelserverHyperVelacreazionedi una macchina VMware Workstation, Microsoft Virtual PC o Parallels Workstation nella cartella selezionata. LemacchinevirtualicreatesulserverHyperVderivantidabackupnonverrannovisualizzatesul serverdigestione,perchnonpossibileeseguirneilbackup.

Quallapotenzadicalcolodell'host?
L'attivit di conversione verr creata sulla macchina di cui eseguire il backup e utilizzer la data e l'ora di questa stessa macchina. L'attivit verr eseguita dall'host selezionato e quindi occuper le risorse della sua CPU. Se diversi piani di backup utilizzano lo stesso host diverse attivit di conversione verranno messe in coda su tale host e potrebbe essere necessario molto tempo per il lorocompletamento.

Qualearchivioverrutilizzatoperlemacchinevirtuali?
Utilizzodirete A differenza dei backup comuni (file TIB), i file della macchina virtuale vengono trasferiti non compressiattraversolarete.Perquesto,l'utilizzodiSANodiunarchiviolocalerispettoall'hostche eseguelaconversionerappresentalasceltamiglioredalpuntodivistadell'utilizzodellarete.Inogni caso, un disco locale non rappresenta un'opzione se la conversione viene eseguita dalla stessa macchinadicuisiesegueilbackup.Anchel'utilizzodiunNASmoltosensato. Spaziosudisco In VMware Infrastructure 3.5.2+, le nuove macchine vengono create con dischi pre allocati. Ci significa che la dimensione del disco virtuale sempre pari alla capacit originale del disco. Ipotizzando che la dimensione del disco originale sia 100 GB, il disco virtuale corrispondente occuper100GBancheseildiscoarchivia10GBdidati. LemacchinevirtualicreatesumacchineditiposerverHyperVoworkstation(VMwareWorkstation, Microsoft Virtual PC o Parallels Workstation) utilizzano altrettanto spazio su disco di quanto occupatodaidatioriginali.Poichlospaziononpreallocato,ildiscofisicosucuiverreseguitala macchinavirtualedovraverespazioliberosufficienteaffinchsipossanoaumentareledimensioni deidischivirtuali.

6.3 Recupero dei dati


Al momento del recupero dei dati, occorre considerare innanzitutto il metodo pi funzionale: connetterelaconsoleallamacchinagestitainesecuzionenelsistemaoperativoecreareildiscodi ripristino. Seilsistemaoperativodellamacchinagestitanonriesceaeseguirel'avviooppuresenecessario recuperare i dati da zero, avviare la macchina dal supporto riavviabile (p. 394) oppure utilizzando AcronisStartupRecoveryManager(p.54).Aquestopunto,creareun'attivitdiripristino. AcronisUniversalRestore(p.55)permettediripristinareeavviareWindowssuunhardwarediverso ounamacchinavirtuale.

224

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

UnsistemaWindowspuessereportatoonlineinalcunisecondiduranteilripristino.Utilizzandola tecnologia proprietaria Acronis Active Restore (p. 57), Acronis Backup & Recovery 10 avvier la macchinanelsistemaoperativoindividuatonelbackupcomeseilsistemasitrovineldiscofisico.Il sistemadiventaoperativoeprontoperfornireiservizinecessari.Intalmodo,itempidiinattivitdel sistemasarannominimi. Unvolumedinamicopuessereripristinatosuunvolumeesistente,nellospaziononallocatodiun gruppodidischionellospaziononallocatodiundiscodibase.Perulterioriinformazionisulripristino divolumidinamici,consultarelasezioneMicrosoftLDM(Volumidinamici)(p.45). L'agenteAcronisBackup&Recovery10perWindowsingradodiripristinareunbackup(volume)di disco su una nuova macchina virtuale di qualsiasi dei tipi seguenti: appliance virtuale basata su VMware Workstation, Microsoft Virtual PC, Parallels Workstation o Citrix XenServer. L'appliance virtuale pu essere quindi importato in XenServer. La macchina VMware Workstation pu essere convertita nel formato di virtualizzazione aperto (OVF) utilizzando lo strumento OVF VMware. Con l'agenteAcronisBackup&Recovery10perHyperVol'agenteperESX/ESXi,possibilecreareuna nuovamacchinavirtualenelrispettivoserverdivirtualizzazione. possibilechesianecessariopreparareidischididestinazioneprimadelripristino.AcronisBackup& Recovery10includeunapraticautilitperlagestionedeidischicheconsentedicreareoeliminare volumi,modificareunostiledipartizionamentodeldisco,creareungruppodidischiedeseguirealtre operazionidigestionedeldisconell'hardwaredidestinazione,sianelsistemaoperativochedazero. PerulterioriinformazionisuAcronisDiskDirectorLV,vederelasezioneGestionedisco(p.281).

Percreareun'attivitdiripristino,eseguireiseguentipassaggi Informazionigenerali
Nomeattivit [Opzionale] Immettere un nome univoco per l'attivit di ripristino. Un nome scelto specificamenteconsentediidentificarerapidamentel'attivitfralealtre. Credenzialidell'attivit(p.227) [Opzionale]L'attivitverreseguitapercontodell'utentechecreal'attivit.Senecessario, possibile modificare le credenziali di account dell'attivit. Per accedere a questa opzione, selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Cosaconvalidare
Archivio(p.227) Selezionarel'archiviodacuiripristinareidati. Tipodidati(p.228) Siapplicaa:ripristinodisco Scegliereiltipodidatidaripristinaredalbackupdeldiscoselezionato. Contenuto(p.228) Selezionareilbackupeilcontenutodaripristinare. Credenzialidiaccesso(p.229) [Opzionale] Fornire le credenziali per la posizione dell'archivio se l'account dell'attivit non disponedelrelativodirittodiaccesso.Peraccedereaquestaopzione,selezionarelacasella dicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

225

Doveripristinare
Questa sezione viene visualizzata dopo che il backup richiesto viene selezionato e il tipo di dati da ripristinare definito. I parametri qui specificati dipendono dal tipo di dati che vengonoripristinati. Dischi(p.230) Volumi(p.232) AcronisActiveRestore [OPZIONALE] La casella di controllo Acronis Active Restore disponibile per il ripristino di Windows a partire da Windows 2000. Acronis Active Restore porta un sistema on line immediatamente dopo l'avvio del ripristino. Il sistema operativo si avvia dall'immagine di backupelamacchinadiventaoperativaeprontaperfornireiservizinecessari.Idatirichiesti per rispondere alle richieste in arrivo vengono ripristinati con la massima priorit; tutto il restovieneripristinatoinbackground. Perulterioridettagli,vedereAcronisActiveRestore(p.57). File(p.235) Pu essere necessario specificare le credenziali per la destinazione. Nel funzionamento in unamacchinaavviataconunsupportoriavviabile,ignorarequestopassaggio. Credenzialidiaccesso(p.237) [Opzionale] Fornire le credenziali per la destinazione se le credenziali dell'attivit non consentono il ripristino dei dati selezionati. Per accedere a questa opzione, selezionare la caselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Quandoripristinare
Ripristina(p.237) Scegliere quando avviare il ripristino. L'attivit pu essere avviata subito dopo la sua creazione,programmataperunadataeun'oraspecifichenelfuturooppuresemplicemente salvataperl'esecuzionemanuale.

[Opzionale]AcronisUniversalRestore
Siapplicaa:WindowsOSeripristinodelvolumedisistema UniversalRestore(p.238) Utilizzare Acronis Universal Restore quando occorre ripristinare e avviare Windows su un hardwarediverso. Ricercaautomaticadeidriver Specificare la posizione in cui il programma deve effettuare la ricerca dei driver HAL, di archiviazionedimassaediadattatoridirete.AcronisUniversalRestoreinstalleridriverpi adattiall'hardwaredidestinazione. Driverdiarchiviazionedimassadainstallareinognicaso [Opzionale] Specificare i driver di archiviazione di massa manualmente se la ricerca di automatica di driver non ha trovato i driver appropriati. Per accedere a questa opzione, selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Opzionidiripristino
Impostazioni [Opzionale]Personalizzarel'operazionediripristinomediantelaconfigurazionedelleopzioni diripristino,adesempiocomandipre/postripristino,gestionedeglierrori,opzionidinotifica.

226

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Seinquestasezionenonvieneeffettuataalcunaazione,verrannoutilizzatiivaloripredefiniti (p.125). Dopoaveremodificatoilvalorepredefinitoditutteleimpostazioni,appareunanuovalinea chevisualizzailvaloreappenaimpostato.Lostatodell'impostazionepassadaPredefinitoa Personalizzato. Se l'impostazione viene modificata di nuovo, la linea visualizzer il nuovo valore, a meno che questo corrisponde al valore predefinito. Quando si imposta il valore predefinito, la linea scompare e, pertanto, vengono visualizzate sempre soltanto le impostazionidiversedaivaloripredefinitinellasezioneImpostazioni. FacendoclicsuRipristinaallostatopredefinito,verrannoreimpostatetutteleimpostazioni suivaloripredefiniti. Dopo avere completato tutti i passaggi richiesti, fare clic su OK per creare l'azione di creazione dell'attivitdiripristino.

6.3.1

Credenziali dell'attivit

Forniscicredenzialiperl'accountconcuiverreseguital'attivit.

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Eseguiconl'utentecorrente L'attivitverreseguitaconlecredenzialiconcuicollegatol'utentecheavvialeattivit.Se l'attivit deve essere eseguita in base a una pianificazione, verr chiesta la password dell'utentecorrentealcompletamentodellacreazionedelpiano. Utilizzaleseguenticredenziali L'attivit verr sempre eseguita con le credenziali specificate dall'utente, sia che venga avviatamanualmentesiachevengaeseguitainbaseaunapianificazione. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo delle credenziali in Acronis Backup & Recovery 10, vedere la sezioneProprietariecredenziali(p.33). Per ulteriori informazioni sulle operazioni disponibili a seconda dei privilegi dell'utente, vedere la sezionePrivilegiutenteinunamacchinagestita(p.32).

6.3.2

Selezione dell'archivio

Selezionedell'archivio
1. Immettere il percorso completo dell'ubicazione nel campo Percorso o selezionare la cartella desideratanellastrutturaadalberodicartelle. Sel'archiviomemorizzatoinundepositocentralizzato,espandereilgruppoCentralizzatoe fareclicsuldeposito. Sel'archiviomemorizzatoinundepositopersonale,espandereilgruppoPersonaleefare clicsuldeposito.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

227

Se l'archivio memorizzato in una cartella locale nella macchina, espandere il gruppo Cartellelocaliefareclicsullacartellaappropriata.
Sel'archiviocollocatoinunsupportorimovibile,adesempiounDVD,inserireprimal'ultimoDVDequindii dischinell'ordine,cominciandodalprimo,quandorichiestodalprogramma.

Sel'archiviomemorizzatoinunacondivisionedirete,espandereilgruppoCartelledirete, selezionare la macchina in rete appropriata e fare clic sulla cartella condivisa. Se la condivisionediretenecessitadicredenzialidiaccesso,questeverrrichiestedalprogramma.
Note per gli utenti di Linux: Per specificare una condivisione di rete CIFS (Common Internet File System) montatainunpuntodimontaggiocome/mnt/share,selezionarequestopuntodimontaggioinvecedella condivisionediretestessa.

Sel'archiviomemorizzatoinunserverFTPoSFTP,immettereilnomeol'indirizzodelserver nelcampoPercorso,comediseguitoindicato: ftp://server_ftp:numero_portaosftp://server_sftp:numero_porta Seilnumerodiportanonvienespecificato,vieneutilizzatalaporta21perFTPelaporta22 perSFTP. Dopo l'immissione delle credenziali di accesso, le cartelle contenute nel server diventano disponibili.Fareclicsullacartellaappropriatacontenutanelserver. Al server possibile accedere come utente anonimo, se il server consente questo tipo di accesso.Atalfine,fareclicsuUtilizzaaccessoanonimoinvecediimmetterelecredenziali.
ComeindicatodallaspecificaFTPoriginaria,lecredenzialinecessarieperl'accessoaiserverFTPvengono trasferite in una rete in testo semplice. Ci implica che il nome utente e la password possono essere intercettatidautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

Sel'archiviomemorizzatoinunaperifericaanastrocollegatainlocale,espandereilgruppo Perifericheanastroefareclicsullaperifericaappropriata. 2. Nella tabella a destra dell'albero, selezionare l'archivio. La tabella riporta i nomi degli archivi contenutiinognicartellaodepositoselezionato. Mentre viene esaminato il contenuto dell'ubicazione, gli archivi possono essere aggiunti, eliminatiomodificatidaunaltroutenteodalprogrammastesso,inbaseaoperazionipianificate. UtilizzareilpulsanteAggiornaperaggiornarel'elencodiarchivi. 3. FareclicsuOK.

6.3.3

Tipo di dati

Scegliereiltipodidatidaripristinaredalbackupdeldiscoselezionato: Dischi:perripristinareidischi Volumi:perripristinareivolumi File:perripristinarefileecartellespecifiche

6.3.4

Selezione del contenuto

Larappresentazionediquestafinestradipendedaltipodidatimemorizzatinell'archivio.

Selezione di dischi/volumi Perselezionareunbackupeidischi/volumidaripristinare:


1. Selezionare uno dei backup successivi in base alla data e all'ora di creazione. In tal modo, possibileriportareidatideldiscoinprecisomomento.
228 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Specificareglielementidaripristinare.Perimpostazionepredefinita,tuttiglielementidelbackup selezionato verranno selezionati. Se non si desidera ripristinare determinati elementi, sufficientedeselezionarli. Per ottenere delle informazioni un disco/volume, fare clic con il pulsante destro del mouse su questoefareclicsuInformazioni. 2. FareclicsuOK.

SelezionediunMBR
Ingenere,verrselezionatoilMBRdeldiscose: Ilsistemaoperativononriesceadavviarsi IldisconuovoenonpresentaunMBR RipristinodiloaderdiavviononWindowsopersonalizzati(adesempio,LILOeGRUB) Lageometriadeldiscodifferentedaquellamemorizzatanelbackup. PotrebberoverificarsialtreoccasioniincuisarnecessarioripristinareilMBR,quelleindicatesopra sonolepicomuni. QuandosiripristinailMBRdiundiscoinunaltro,AcronisBackup&Recovery10ripristinalaTraccia 0,chenoninfluiscesullatabelladipartizioneesullayoutdipartizionedeldisco.AcronisBackup& Recovery 10 aggiorna automaticamente i loader Windows dopo il ripristino, pertanto non necessarioripristinareilMBRelaTraccia0perisistemiWindows,amenocheMBRsiadanneggiato.

Selezione di file Perselezionareunbackupeifiledaripristinare:


1. Selezionareunodeibackupsuccessiviinbaseallarelativadata/oradicreazione.Intalmodo, possibileriportareifile/cartelleinunprecisomomento. 2. Specificare i file e le cartelle da ripristinare selezionando le caselle di controllo corrispondenti nellastrutturadegliarchivi. Mediante la selezione di una cartella, tutte le cartelle e i file relativi verranno selezionati automaticamente. Utilizzarelatabellaadestradellastrutturadegliarchiviperselezionareglielementinidificati.La selezione della casella di controllo per l'intestazione della colonna Nome seleziona automaticamente tutti gli elementi nella tabella. Deselezionando questa casella di controllo, verrannodeselezionatiautomaticamentetuttiglielementi. 3. FareclicsuOK.

6.3.5

Credenziali di accesso per la posizione

Specificare le credenziali richieste per l'accesso alla posizione in cui memorizzato l'archivio di backup.

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzalecredenzialidell'attivit Il programma acceder all'ubicazione utilizzando le credenziali dell'account dell'attivit specificatonellasezioneInformazionigenerali. Utilizzaleseguenticredenziali Il programma acceder all'ubicazione utilizzando le credenziali specificate dall'utente. Utilizzare questa opzione se l'account dell'attivit non dispone delle autorizzazioni per
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 229

l'accessoall'ubicazione.Perunacondivisioneinreteoundepositodinodidiarchiviazione, potrebbeesserenecessariofornirecredenzialispeciali. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK.
Come indicato dalla specifica FTP originaria, le credenziali necessarie per l'accesso ai server FTP vengono trasferiteinunareteintestosemplice.Ciimplicacheilnomeutenteelapasswordpossonoessereintercettati dautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

6.3.6

Selezione della destinazione

Specificareladestinazioneincuisarannoripristinatiidatiselezionati.

Dischi
Ledestinazionididischidisponibilidipendonodagliagentioperantinellamacchina.

Ripristinain:
Macchinafisica Disponibile quando l'agente Acronis Backup & Recovery 10 per Windows o l'agente per Linux installato. I dischi selezionati verranno ripristinati nei dischi fisici della macchina a cui connessa la console. Mediante tale selezione, l'utente procede alla regolare mappatura del disco descrittadiseguito. Nuovamacchinavirtuale(p.234) Sel'agenteAcronisBackup&Recovery10installato. I dischi selezionati verranno ripristinati in una nuova macchina virtuale di uno qualsiasi dei seguenti tipi: appliance virtuale basata su VMware Workstation, Microsoft Virtual PC, ParallelsWorkstationoCitrixXenServer.Ifiledellamacchinavirtualeverrannosalvatinella destinazionespecificatadall'utente. Sel'agenteAcronisBackup&Recovery10perHyperVol'agenteperESX/ESXiinstallato. Questi agenti consentono la creazione di una nuova macchina virtuale nel server di virtualizzazionespecificatodall'utente. La nuova macchina virtuale verr configurata automaticamente e la configurazione della macchinadioriginecopiatadovepossibile.Laconfigurazionevienevisualizzatanellasezione Impostazioni macchina virtuale (p. 235). Verificare le impostazioni e, se necessario, apportarelemodifiche. Successivamente,procedereallaregolaremappaturadeldiscodescrittadiseguito. Macchinavirtualeesistente Disponibilequandol'agenteAcronisBackup&Recovery10perHyperVol'agenteperESX/ESXi installato. Mediantetaleselezione,l'utentespecificailserverdivirtualizzazioneelamacchinavirtuale di destinazione. Successivamente, procedere alla regolare mappatura del disco descritta di seguito.

230

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Tenerepresentechelamacchinadidestinazioneverrspentaautomaticamenteprimadelripristino.Sesi desideraspegnerlamanualmente,modificarel'opzionedigestionedell'alimentazionedellaVM.

Disco#:
Disco#(MODELLO)(p.233) Selezionareildiscodidestinazioneperciascunodeidischidiorigine. FirmaNT(p.231) Selezionareilmodoincuiverrgestitalafirmadeldiscoripristinato.Lafirmadeldiscoviene usatadalkernelWindowseLinuxversione2.6esuccessive.

Destinazione del disco


Perspecificareundiscodidestinazione:
1. Selezionare un disco in cui si desidera ripristinare il disco selezionato. Lo spazio del disco di destinazionedovrebbeaverealmenolestessedimensionideidatinoncompressidell'immagine. 2. FareclicsuOK.
Tutti i dati memorizzati sul disco di destinazione verranno sostituiti dai dati contenuti nel backup, quindi prestareattenzioneecontrollaretuttiidatichepotrebberoesserenecessarienonsonostatisalvatinelbackup.

Firma NT
QuandoilMBRvieneselezionatoinsiemealbackupdeldisco,necessariomantenerelapossibilitdi riavvio del sistema operativo sul volume del disco di destinazione. Il sistema operativo deve presentareinformazionidelvolumedisistema(adesempiolaletteradelvolume)corrispondentialla firma NT del disco, conservata nel record del disco MBR. Due dischi con la stessa firma NT non possonotuttaviafunzionarecorrettamentenellostessosistemaoperativo.
SesuunamacchinasonopresentiduedischiconlastessafirmaNTcostituitidaunvolumedisistema,all'avvioil sistemaoperativovieneeseguitodaundisco,rilevalastessafirmasulsecondo,generaautomaticamenteuna nuovafirmaNTunivocaelaassegnaalsecondodisco.Tuttiivolumidelsecondodiscoperdonodiconseguenza laproprialettera,tuttiipercorsisuldiscocessanodiesserevalidieiprogramminontrovanoirispettivifile.Il sistemaoperativodeldiscoinquestionenonriavviabile.

Permantenerelapossibilitdiriavviodelsistemanelvolumedeldiscodidestinazione, scegliereunadelleseguentiopzioni:
Selezionaautomaticamente VerrcreataunanuovafirmaNTsoloselafirmaesistentediversadaquellainclusanelbackup. Incasocontrario,verrmantenutalafirmaNTesistente. Creanuovo IlprogrammagenererunanuovafirmaNTperl'unitdeldiscorigidodidestinazione. Ripristinodabackup IlprogrammasostituirlafirmaNTdeldiscorigidodidestinazioneconunadalbackupdidisco. Ilripristinodellafirmadeldiscoconsigliabileperiseguentimotivi: Acronis Backup & Recovery 10 crea attivit pianificate usando la firma del disco rigido di origine. Se si ripristina la stessa firma del disco, non sar necessario creare nuovamente o modificareleattivitcreateinprecedenza Alcuneapplicazioniinstallateusanolafirmadeldiscoperlalicenzaealtriscopi QuestoconsentedimanteneretuttiiPuntidiripristinoWindowsneldiscoripristinato
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 231

PerripristinareleistantaneeVSSusatedallafunzione"Versioniprecedenti"diWindowsVista Conservaesistenti IlprogrammalascerinvariatalafirmaNTesistentedeldiscorigidodidestinazione.

Volumi
Ledestinazionidivolumidisponibilidipendonodagliagentioperantinellamacchina.

Ripristinain:
Macchinafisica Disponibile quando l'agente Acronis Backup & Recovery 10 per Windows o l'agente per Linux installato. I volumi selezionati verranno ripristinati nei dischi fisici della macchina a cui connessa la console. Mediante tale selezione, l'utente procede alla regolare mappatura del volume descrittadiseguito. Nuovamacchinavirtuale(p.234) Sel'agenteAcronisBackup&Recovery10installato. Ivolumiselezionativerrannoripristinatiinunanuovamacchinavirtualediunodeiseguenti tipi: VMware Workstation, Microsoft Virtual PC, Parallels Workstation o apparecchiatura virtuale Citrix XenServer. I file della macchina virtuale verranno salvati nella destinazione specificatadall'utente. Sel'agenteAcronisBackup&Recovery10perHyperVol'agenteperESX/ESXiinstallato. Questi agenti consentono la creazione di una nuova macchina virtuale nel server di virtualizzazionespecificatodall'utente. La nuova macchina virtuale verr configurata automaticamente, la configurazione della macchina di origine viene copiata dove possibile. La configurazione viene visualizzata nella sezioneImpostazionimacchinavirtuale(p.235).Verificareleimpostazionie,senecessario, apportarelemodifiche. Successivamente,procedereallaregolaremappaturadelvolumedescrittadiseguito. Macchinavirtualeesistente Disponibile se l'Agente Acronis Backup & Recovery 10 per HyperV o l'Agente per ESX/ESXi installato. Mediantetaleselezione,l'utentespecificailserverdivirtualizzazioneelamacchinavirtuale didestinazione.Successivamente,procedereallaregolaremappaturadelvolumedescrittadi seguito.
Vatenutopresentechelamacchinadidestinazioneverrspentaautomaticamenteprimadelripristino.Se sidesideraspegnerlamanualmente,modificarel'opzionedigestionedell'alimentazionedellaVM.

RipristinaMBR[Disco#]in:[SeilMasterBootRecordselezionatoperilripristino]
Disco#(p.233) ScegliereildiscoincuiripristinareilMasterBootRecord. FirmaNT:(p.231) Selezionare la modalit di gestione della firma del disco contenuta nel Master Boot Record. La firmadeldiscovieneusatadalkernelWindowseLinuxversione2.6esuccessive.

Ripristina[Volume][Lettera]in:
Disco#/Volume(p.233)

232

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Mappare in modo sequenziale ciascuno dei volumi di origine in un volume o uno spazio non allocatoneldiscodidestinazione. Dimensioni(p.233): [Facoltativo]Modificareledimensionidelvolumeripristinato,laposizioneelealtrepropriet.

Destinazione dell'MBR
Perspecificareundiscodidestinazione:
1. Selezionareildiscodicuirecuperarel'MBR. 2. FareclicsuOK.

Destinazione del volume


Perspecificareunvolumedidestinazione:
1. Selezionare un volume o uno spazio non allocato in cui si desidera ripristinare il volume selezionato. Il volume di destinazione/spazio non allocato dovrebbe avere almeno le stesse dimensionideidatinoncompressidell'immagine. 2. FareclicsuOK.
Tutti i dati memorizzati sul volume di destinazione verranno sostituiti dai dati contenuti nel backup, quindi prestareattenzioneecontrollaretuttiidatichepotrebberoesserenecessarienonsonostatisalvatinelbackup.

Quandosiutilizzaunsupportodiavvio
Le lettere dei dischi visualizzate nel supporto di avvio in stile Windows possono differire da quelle utilizzatedaWindowsperidentificareleunit.Adesempio,l'unitD:nell'utilitydiripristinopotrebbe corrispondereall'unitE:inWindows.
Attenzione.Permaggioresicurezza,siconsigliadiassegnarenomiunivociaivolumi.

Il supporto di avvio in stile Linux visualizza i dischi e i volumi locali come se non fossero montati (sda1,sda2...).

Propriet di volume
Ridimensionamentoeriposizionamento
QuandosiripristinaunvolumeinundiscoMBRdibase,possibileridimensionareeriposizionareil volume trascinandolo, trascinandone i bordi con il mouse o inserendo i valori corrispondenti nei campi appropriati. Usando questa funzione possibile ridistribuire lo spazio su disco tra i volumi ripristinati.Inquestocaso,sarnecessarioripristinareprimailvolumedaridurre.

Propriet Tipo
UndiscoMBRdibasepucontenerefinoaquattrovolumiprimariofinoatrevolumiprimarievarie unit logiche. Per impostazione predefinita, il programma seleziona il tipo del volume originale. Se necessario,possibilemodificarequestaimpostazione. Primario.LeinformazionisuivolumiprimarisonocontenutenellatabelladipartizioneMBR.La maggiorpartedeisistemioperativipuessereattivatasolodalvolumeprimariodeldiscorigido, mailnumerodivolumiprimarilimitato.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

233

SesiintendedeterminareunvolumedisistemasuundiscoMBRdibase,selezionarelacaselladi controllo Attivo. Il volume attivo viene utilizzato per il caricamento di un sistema operativo. La scelta di attivo per un volume senza un sistema operativo installato potrebbe impedire l'avvio dellamacchina.Nonpossibileimpostareun'unitlogicaounvolumedinamicoattivo. Logico. Le informazioni sui volumi logici non sono posizionate in MBR, ma nella tabella di partizione estesa. Il numero di volumi logici in un disco illimitato. Un volume logico non pu essereimpostatocomeattivo.Sesiripristinaunvolumedisistemasuunaltrodiscorigidoconi relativivolumiesistemaoperativo,quasisicuramentesarnecessarioripristinaresoloidati.In questocaso,possibileripristinareilvolumecomeLogicoperaccederesoloaidati.

Filesystem
Se necessario, modificare il file system del volume. Per impostazione predefinita, il programma selezionailfilesystemdelvolumeoriginale.AcronisBackup&Recovery10pueffettuareleseguenti conversioni di file system: FAT 16 > FAT 32 e Ext2 > Ext3. Per volumi con altri file system nativi, questaopzionenondisponibile. Supporredi volerripristinareunvolumedaundiscoFAT16obsoletoacapacitridottasuundisco nuovo. FAT16 non sarebbe efficace e potrebbe essere persino impossibile da impostare sul disco rigidoadaltacapacit.Questoavvieneperch FAT16supportavolumifinoa4GB,pertantononsar possibileripristinareunvolumeFAT16di4GBinunvolumecheeccedequellimitesenzamodificareil filesystem.InquestocasoavrebbesensomodificareilfilesystemdaFAT16aFAT32. Isistemioperativipivecchi(MSDOS,Windows95eWindowsNT3,x,4,x)nonsupportanoFAT32e nonfunzionerannodopoavereripristinatounvolumemodificandoneilfilesystem.Questipossono essereripristinatinormalmentesolosuunvolumeFAT16.

Letteradeldriverlogico(soloperWindows)
Assegnareunaletteraalvolumeripristinato.Selezionarelaletteradesideratadaunelencoadiscesa. ConlaselezioneAUTOpredefinita,laprimaletterainutilizzataverrassegnataalvolume. SesiselezionaNO,nonverrassegnataalcunaletteraalvolumeripristinato,nascondendolodal sistemaoperativo.NonassegnarelettereaivolumiinaccessibilidaWindows,adesempioquelli diversidaltipoFATeNTFS.

Tipo di macchina virtuale / selezione del server di virtualizzazione


Lanuovamacchinavirtualepuesserecreatasuunserverdivirtualizzazione(intalcaso,necessaria l'installazione dell'Agente Acronis Backup & Recovery 10 per HyperV o l'Agente per ESX/ESXi) o in qualsiasicartelladireteolocaleaccessibile.

Perselezionareilserverdivirtualizzazioneincuilanuovamacchinavirtualeverrcreata
1. Sceglierel'opzionePosizionaserverdivirtualizzazioneselezionato. 2. Nella parte sinistra della finestra, selezionare il server di virtualizzazione. Usare la parte destra dellafinestraperrivedereidettaglisulserverselezionato. 3. FareclicsuOKpertornareallapaginaRipristinodati.

Perselezionareiltipodimacchinavirtuale
1. Sceglierel'opzioneSalvacomefiledeltipoVMselezionatonellacartellaspecificata. 2. Nella parte sinistra della finestra, selezionare il tipo di macchina virtuale. Usare la parte destra dellafinestraperrivedereidettaglisultipodimacchinavirtualeselezionata. 3. FareclicsuOKpertornareallapaginaRipristinodati.

234

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Impostazioni della macchina virtuale


possibileconfigurareleseguentiimpostazionidellamacchinavirtuale.

Memoria
Impostazioneiniziale:l'archiviazionepredefinitadelserverdivirtualizzazioneselanuovamacchina viene creata nel server di virtualizzazione. In caso contrario, la cartella documenti dell'utente corrente. Questa la posizione in cui la nuova macchina virtuale verr creata. La modifica o non modifica dell'archiviazionenelserverdivirtualizzazionedipendedalmarchioedelleimpostazionidelprodotto di virtualizzazione. VMware ESX pu presentare varie archiviazioni. Un server Microsoft HyperV consentelacreazionediunanuovamacchinavirtualeinqualsiasicartellalocale.

Memoria
Impostazione iniziale: se non contenuta nel backup, l'impostazione predefinita del server di virtualizzazione. Questa rappresenta la quantit di memoria allocata nella nuova macchina virtuale. L'intervallo di regolazionedellamemoriadipendedall'hardwarehost,ilsistemaoperativohosteleimpostazionidel prodotto di virtualizzazione. Ad esempio, pu essere consentito alle macchine virtuali di utilizzare nonpidel30%dimemoria.

Dischi
Impostazioneiniziale:ilnumeroeledimensionideidischidellamacchinadiorigine. Il numero di dischi generalmente uguale a quello della macchina di origine, ma potrebbe essere differente se il programma deve aggiungere pi dischi per accogliere i volumi della macchina di origine a causa delle limitazioni impostate dal prodotto di virtualizzazione del prodotto. possibile aggiungere dischi virtuali alla configurazione della macchina o, in alcuni casi, eliminare i dischi proposti.
L'implementazionedimacchineXenbasatasuMicrosoftVirtualPCeneereditailimiti,ovverofinoatredischi IDEcondimensionimassimedi127GBeunprocessore.IdischiSCSInonsonosupportati.

Processori
Impostazioneiniziale:senoncontenutanelbackupoppurel'impostazionesottopostaabackupnon supportatadalserverdivirtualizzazione,l'impostazionedelserverpredefinita. Questo il numero di processori della nuova macchina virtuale. Nella maggior parte dei casi impostata su uno. Il risultato dell'assegnazione di pi di un processore nella macchina non garantito. Il numero di processori virtuali pu essere limitato dalla configurazione CPU host, il prodotto di virtualizzazione e il sistema operativo ospite. I processori virtuali multipli sono generalmente disponibili su host multiprocessore. Una CPU host multicore o hyperthreading pu abilitarepiprocessorivirtualisuunhostaprocessoresingolo.

Destinazione del file Perspecificareunadestinazione:


1. Selezionareunaposizioneincuiripristinareifilecontenutinelbackup: Posizione originale: i file e le cartelle verranno ripristinati negli stessi percorsi in cui si trovano nel backup. Ad esempio, se stato eseguito il backup di tutti i file e le cartelle in
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 235

C:\Documenti\Finanza\Rapporti\, i file verranno ripristinati nello stesso percorso. Se la cartellanonesiste,verrcreataautomaticamente. Nuova posizione: i file verranno ripristinati nella posizione che viene specificata nella struttura.Ifileelecartelleverrannoripristinatisenzaricreareunpercorsocompleto,ameno chesideselezionalacaselladicontrolloRipristinasenzapercorsocompleto. 2. FareclicsuOK.

Esclusioni
Impostareleesclusioniperitipispecificidifilichenonsidesiderasovrascrivereduranteilripristino.

Perspecificareifileelecartelledaescludere:
Impostareunodeiseguentiparametri: Escludituttiifileelecartellenascosti Selezionarequestacaselladicontrollopersaltarefileecartelleconl'attributoNascosto.Seuna cartellanascosta,saresclusotuttoilrelativocontenuto(inclusifilenonnascosti). Escludituttiifileelecartelledisistema Selezionare questa casella di controllo per saltare file e cartelle con l'attributo Sistema. Se una cartelladisistema,saresclusotuttoilrelativocontenuto(inclusifilenondisistema).
Gli attributi dei file o delle cartelle possono essere visualizzati nelle propriet dei file o delle cartelle oppure utilizzando il comando attrib. Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla guida e al centro di supporto in Windows.

Escludifilecorrispondentiaiseguenticriteri Selezionarequestacaselladicontrollopersaltareifileicuinomicorrispondonoaunodeicriteri (denominati filtri file) nell'elenco; utilizzare i pulsanti Aggiungi, Modifica, Rimuovi e Rimuovi tuttopercrearel'elencodifiltrifile. Inunfiltrofilepossibileutilizzareunoopicaratterijolly*e?: L'asterisco(*)sostituiscenessunoopicaratteriinunnomefile;adesempio,ilfiltrofileDoc*.txt restituiscesiailfileDoc.txtcheDocument.txt Il punto interrogativo (?) sostituisce esattamente un carattere in un nome file; ad esempio, il filtrofileDoc?.txtrestituisceifileDoc1.txteDocs.txt,manonifileDoc.txtoDoc11.txt Esempidiesclusione
Criterio Pernome Perpercorso Filtro(*) Esempio File1.log Descrizione EscludetuttiifiledenominatiFile1.log.

C:\Finance\test.log Escludeilfiledenominatotest.logcollocatonellacartellaC:\Finance *.log Escludetuttiifileconl'estensione.log. Escludetuttiifile.logconnomichesonocostituitidacinquesimbolie checomincianoconmy.

Filtromaschera my???.log (?)

Leimpostazioniindicatenonsonovalideperifileolecartelleesplicitamenteselezionatiperil ripristino.Adesempio,presumerediavereselezionatolacartellaCartellaPersonaleeilfile FilePersonale.tmpfuoridaquellacartellaediaveresceltodiignoraretuttiifile.tmp.Inquesto

236

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

caso,tuttiifile.tmpnellacartellaCartellaPersonaleverrannoignoratiduranteilprocessodi ripristino,mailFilePersonale.tmpnonverrignorato.

Sovrascrittura:
Sceglierel'operazionedaeseguireseilprogrammatrovanellacartelladidestinazioneunfileconlo stessonomediunonell'archivio: Sovrascrivifileesistenti:ilfilenelbackupotterrlaprioritsulfileneldiscorigido. Sovrascrivi il file esistente se meno recente: questa opzione fornir priorit alla pi recente modificadelfile,ovunqueessasia,nelbackuponeldisco. Non sovrascrivere file esistente: questa opzione fornir priorit incondizionata al file sul disco rigidorispettoalfilenelbackup. Sesiconsentelasovrascritturadeifile,sarancorapossibileimpedirlaper(p.236): fileecartellenascosti fileecartelledisistema filespecificatipernomeoconcaratterijolly qualsiasicartellaspecificataconilpercorso.

6.3.7

Credenziali di accesso per la destinazione

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzalecredenzialidell'attivit Il programma acceder alla destinazione utilizzando le credenziali dell'account di attivit specificatonellasezioneGenerale. Utilizzaleseguenticredenziali Il programma acceder alla destinazione utilizzando le credenziali specificate dall'utente. Utilizzarequestaopzionesel'accountdell'attivitnondisponedelleautorizzazionidiaccesso perladestinazione. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK.

6.3.8

Quando ripristinare

Selezionarequandoavviarel'attivitdiripristino: Ripristinaora:l'attivitdiripristinoverravviatasubitodopoaverefattoclicsull'ultimoOK. Ripristinainseguito:l'attivitdiripristinoverravviataalladatael'oraspecificate. Se non necessario pianificare l'attivit e si desidera avviarla manualmente successivamente, selezionarelacaselladicontrolloL'attivitverravviatamanualmente(nonpianificarel'attivit).

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

237

6.3.9

Universal Restore

Utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Universal Restore quando occorre ripristinare e avviare Windowssuunhardwarediverso.UniversalRestoregestisceledifferenzeinperiferichecriticheper l'avviodelsistemaoperativo,adesempiocontrollerdiarchiviazione,schedamadreochipset. PerulterioriinformazionisullatecnologiaUniversalRestore,vederelasezioneUniversalRestore(p. 55).

AcronisBackup&Recovery10UniversalRestorenondisponibilequando:
unamacchinavieneavviataconAcronisStartupRecoveryManager(utilizzandoF11) l'immaginedibackupsitrovainAcronisSecureZone sisceltodiutilizzareAcronisActiveRestore(p.381) perchquestefunzionalitsonodestinateprincipalmentealripristinoimmediatodeidatinellastessa macchina.

Preparazione
PrimadiripristinareWindowssuunhardwarediverso,assicurarsididisporredeidriverperilnuovo controllerdiscorigidoeilchipset.Questidriversonofondamentaliperl'avviodelsistemaoperativo. UtilizzareilCDoilDVDdistribuitodalfornitoredell'hardwareoppurescaricareidriverdalsitoWeb delfornitore.Ifiledeldriverdevonopresentarele estensioni*.inf,*.syso*.oem.Sesiscaricano i driver nel formato *.exe, *.cab o *.zip, estrarli utilizzando un'applicazione di terzi, ad esempio WinRAR(http://www.rarlab.com/)oUniversalExtractor(http://legroom.net/software/uniextract). La procedura migliore comporta la conservazione dei driver di tutto l'hardware utilizzato nell'organizzazione in un unico repository, ordinato per tipo di dispositivo o mediante le configurazionihardware.possibileconservareunacopiadelrepositoryinunDVDoun'unitflash; scegliere alcuni driver e aggiungerli al supporto di avvio; creare il supporto di avvio personalizzato con i driver necessari (e la configurazione di rete necessaria) per ciascuno dei server in uso. In alternativa, possibile specificare semplicemente il percorso del repository ogni volta che viene utilizzatoUniversalRestore.

ImpostazionidiUniversalRestore Ricercaautomaticadeidriver
SpecificarelaposizioneincuiilprogrammaricercherildriverHAL(HardwareAbstractionLayer), ildriverdelcontrollerdiscorigidoeidriverdell'adattatoredirete: Seidriversitrovanosuundiscodelfornitoreosualtrisupportirimovibili,attivarelaRicerca supportorimovibile. Seidriversonoposizionatiinunacartelladireteonelsupportodiavvio,specificareilpercorso nelcampoSfogliacartella. Duranteilripristino,UniversalRestoreeseguirlaricercaricorsivaintuttelesottocartelledella cartellaspecificata,individuareidriverdelcontrollerHALediscorigidopiadattifratuttiquelli disponibili e installarli nel sistema ripristinato. Universal Restore ricerca anche il driver dell'adattatore di rete; il percorso del driver individuato viene quindi trasmessomediante UniversalRestorealsistemaoperativo.Sel'hardwaredisponedipischedediinterfaccedirete, Universal Restore tenter di configurare tutti i driver delle schede. Se Universal Restore non riesce a individuare un driver compatibile nelle posizioni specificate, specificher il problema dellaperifericaerichiederundiscoounpercorsodireteperildriver.

238

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Dopol'avvio,Windowsinizializzerlaprocedurastandardperl'installazionedelnuovohardware. Il driver dell'adattatore di rete verr installato in modalit silenziosa se il driver dispone della firmadiMicrosoftWindows.Incasocontrario,Windowsrichiederlaconfermaperinstallareil drivernonfirmato. Successivamente, sar possibile configurare la connessione di rete e specificare i driver per l'adattatorevideo,l'USBealtridispositivi.

Driverdiarchiviazionedimassadainstallareinognicaso
Peraccedereaquestaopzione,selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata. Se l'hardware di destinazione dispone di uno specifico controller di archiviazione di massa, ad esempio RAID (in particolare NVIDIA RAID) o un adattatore Fibre Channel, specificare i driver appropriatinelcampoDriver. Idriverquidefinitiavrannolapriorit.Verrannoinstallati,conavvertenzeappropriate,anchese ilprogrammaindividuaundrivermigliore. Utilizzare questa opzione soltanto se la ricerca di driver automatici non consente di avviare il sistema.

Driverperunamacchinavirtuale
Quando si ripristina un sistema su una macchina virtuale, la tecnologia Universal Restore viene applicata in background, poich il programma riconosce i driver richiesti per le macchine virtuali supportate. Quando si ripristina il sistema su una macchina virtuale esistente che utilizza il controller di disco rigido SCSI, accertarsi di specificare i driver SCSI per l'ambiente virtuale, nel passaggio Driver di archiviazionedimassadainstallareinognicaso.Usareidriverforniticonilsoftwaredellamacchina virtualeoscaricareleversionipirecentidalsitoWebdelproduttoredelsoftware.

6.3.10 Come convertire un backup del disco in macchina virtuale


Anzich convertire un file TIB in file di disco virtuale, che richiede ulteriori operazioni per rendere utilizzabile il disco virtuale, Acronis Backup & Recovery 10 esegue la conversione attraverso il ripristino di un backup del disco in una nuova macchina virtuale completamente configurata e operativa.possibileadattarelaconfigurazionedellamacchinavirtualealleproprieesigenzequando siconfigural'operazionediripristino. Con l'Agente Acronis Backup & Recovery 10 per Windows, possibile ripristinare un backup del disco (volume) su una nuova macchina virtuale di uno qualsiasi dei seguenti tipi: VMware Workstation,MicrosoftVirtualPC,ParallelsWorkstationol'appliancevirtualeCitrixXenServer. Ifiledellanuovamacchinavirtualeverrannoposizionatinellacartellaselezionata.possibileavviare lamacchinautilizzandoilrispettivosoftwaredivirtualizzazioneopreparareifiledellamacchinaper un ulteriore utilizzo. L'appliance virtuale Citrix XenServer pu essere importato in un XenServer utilizzandoCitrixXenCenter.LamacchinaVMwareWorkstationpuessereconvertitanelformatodi virtualizzazioneaperto(OVF)utilizzandolostrumentoOVFVMware. Con l'Agente Acronis Backup & Recovery 10 per HyperV o l'Agente per ESX/ESXi, possibile ripristinare il backup di un disco (volume) in una nuova macchina virtuale nel rispettivo server di virtualizzazione.

Perconvertireunbackupdeldiscoinmacchinavirtuale:
1. Connetterelaconsoleadunamacchinaincuisiainstallatol'AgenteperWindows,l'Agenteper HyperVol'AgenteperESX/ESXi.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 239

2. Eseguireunadelleseguentioperazioni: FareclicsuRipristinaperaprirelapaginaRipristinadati.Avviarelacreazionediun'attivitdi ripristino come descritto in "Ripristino dei dati (p. 224)". Selezionare l'archivio e quindi scegliereilbackupdeldiscoodelvolumedaconvertire. Utilizzare il riquadro Navigazione per navigare nel deposito in cui conservato l'archivio. Selezionarel'archivioequindiscegliereilbackupdeldiscoodelvolumedaconvertire.Fare clic su Ripristina come macchina virtuale. La pagina Ripristina dati si apre con il backup preselezionato. InTipodidati,selezionareDischiorVolumiasecondadicichesideveconvertire. InContenuto,selezionareidischidaconvertireoivolumiconiMasterBootRecord(MBR)dei dischicorrispondenti. InRipristinain,selezionareNuovamacchinavirtuale. In Server VM, selezionare il tipo della nuova macchina virtuale da creare o il server di virtualizzazionesucuicrearelamacchina. InNomeVM,immettereilnomedellanuovamacchinavirtuale. [Facoltativo] Rivedere le Impostazioni della macchina virtuale (p. 235) e modificarle se necessario.Quipossibilemodificareilpercorsodellanuovamacchinavirtuale.
Nonpossibilecrearelostessotipodimacchineconlostessonomenellastessacartella.Sesiriceveun messaggiodierrorecausatodanomiidentici,modificareilnomedellaVMoilsuopercorso.

3. 4. 5. 6. 7. 8.

9. SelezionareildiscodidestinazioneperognunodeidischidiorigineodeivolumidiorigineeMBR.
In Microsoft Virtual PC, accertarsi di ripristinare il disco o il volume quando il caricatore del sistema operativorisiedesuldiscorigido1,altrimentiilsistemaoperativononverravviato.Questoproblemanon pu essere risolto modificando l'ordine delle periferiche di avvio nel BIOS, dal momento che Virtual PC ignoraquesteimpostazioni.

10. InQuandoripristinare,specificarequandoavviarel'attivitdiripristino. 11. [Facoltativo] Rivedere le Opzioni di ripristino e modificare le impostazioni rispetto a quelle predefinite, se necessario. In Opzioni di ripristino> Gestione energetica VM possibile specificare se avviare automaticamente la nuova macchina virtuale, al completamento del ripristino.Questaopzionedisponibilesoloquandolanuovamacchinavienecreatasuunserver divirtualizzazione. 12. FareclicsuOK.Sel'attivitdiripristinopianificataperilfuturo,specificarelecredenzialiconcui verreseguital'attivit. SiverrportatiallavistaPianieattivitdibackup,dovepossibileesaminarelostatoeilprogresso dell'attivitdiripristino.

6.3.11 Risoluzione dei problemi di avvio


Seunsistemapuessereriavviatoalmomentodelbackup,sipresupponechevengariavviatodopoil ripristino. Tuttavia, le informazioni memorizzate e utilizzate dal sistema operativo per l'avvio potrebberodivenireobsoleteduranteilripristino,inparticolareincasodimodificadelledimensioni dei volumi, delle posizioni o delle unit di destinazione. Acronis Backup & Recovery 10 aggiorna automaticamenteiloaderWindowsdopoilripristino.possibilecorreggereanchealtriloader,main alcunicasinecessarioriattivareiloader.Inparticolare,quandosiripristinanoivolumiLinux,alcune volte necessario applicare delle correzioni o apportare delle modifiche di avvio per consentire l'avvioeilcaricamentodiLinuxinmodocorretto.

240

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Di seguito riportato un riepilogo di situazioni tipiche che richiedono ulteriori azioni da parte dell'utente.

Causeprobabilidelmancatoavviodiunsistemaoperativoripristinato
LamacchinaBIOSconfigurataperl'avviodaunaltrodiscorigido. Soluzione:configurarelamacchinaBIOSpereseguirel'avviodaldiscorigidoincuisitrovail sistemaoperativo. Ilsistemastatoripristinatosuunhardwarediversoeilnuovohardwareincompatibileconi driverpiimportantiinclusinelbackup SoluzioneperWindows:ripristinaredinuovoilvolume.Quandosiconfigural'operazionedi ripristino, scegliere l'utilizzo di Acronis Universal Restore e specificare l'HAL e i driver di archiviazionedimassaappropriati. Windowsstatoripristinatosuunvolumedinamicochenonpuessereriavviato Soluzione:ripristinareWindowssuunvolumedibase,sempliceomirror. UnvolumedisistemastatoripristinatosuundiscochenondisponediMBR QuandosiconfigurailripristinodiunvolumedisistemasuundiscochenondisponediMBR, il programma richiede se si desidera ripristinare il MBR insieme al volume di sistema. Sceglieredinonripristinaresoltantosenonsidesideracheilsistemasiariavviabile. Soluzione:ripristinareilvolumeancoraunavoltainsiemealMBRdeldiscocorrispondente. IlsistemautilizzaAcronisOSSelector DalmomentocheilMBR(MasterBootRecord)puesseremodificatoduranteilripristinodel sistema,AcronisOSSelector,cheutilizzailMBR,potrebbedivenireinutilizzabile.Sesiverifica talesituazione,riattivareAcronisOSSelectornelmodoseguente. Soluzione: avviare la macchina dal supporto di avvio di Acronis Disk Director e, nel menu, selezionareStrumenti>AttivaOSSelector. Il sistema utilizza GRUB (GRand Unified Bootloader) ed stato ripristinato da un backup normale(nondaunbackupraw,valeadiresettorepersettore) Una parte del loader GRUB si trova nei primi dei vari settori del disco o nei primi dei vari settoridelvolume.Larestantepartesitrovanelfilesystemdiunodeivolumi.L'avviabilit del sistema pu essere ripristinata automaticamente soltanto quando GRUB si trova nel primodivarisettorideldiscoenelfilesystemmedianteilqualepossibilel'accesso.Inaltri casi,l'utentedeveattivaremanualmenteilloaderdiavvio. Soluzione:riattivareilloaderdiavvio.Inoltre,potrebbeesserenecessariocorreggereilfiledi configurazione. IlsistemautilizzaLILO(LinuxLoader)edstatoripristinatodaunbackupnormale(nondaun backupraw,valeadiresettorepersettore) LILOcontienenumerosiriferimentianumeridisettoreassolutie,pertanto,nonpuessere riparato automaticamente, ad eccezione del caso in cui tutti i dati vengono ripristinati nei settorichepresentanoglistessinumeriassolutideldiscosorgente. Soluzione:riattivareilloaderdiavvio.Inoltre,potrebbeesserenecessariocorreggereilfiledi configurazionedelloaderperilmotivodescrittonell'elementoprecedente. Illoaderdisistemapuntaalvolumeerrato Talesituazionepuverificarsiquandoilsistemaoivolumidiavviononvengonoripristinati nellarelativaposizioneoriginale. Soluzione:

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

241

lamodificadeifileboot.inioboot\bcdconsentelacorrezioneperiloaderWindows.Acronis Backup & Recovery 10 effettua tale azione automaticamente in modo da evitare che tale problemanonsiverifichi. Per i loader GRUB e LILO, sar necessario correggere i file di configurazione GRUB. Se il numero della partizione root Linux stato modificato, si consiglia anche di modificare /etc/fstabinmodochesiapossibileaccederealvolumeSWAPinmodocorretto. LinuxstatoripristinatodaunbackupdivolumeLVMinundiscoMBRdibase Talesistemanonpuavviarsipoichilsuokerneltentadimontareilsistemadifilerootsul volumeLVM. Soluzione:modificarelaconfigurazionedelloadere/etc/fstabinmodochenonvengausato ilLVMperriattivareilloaderdiavvio.

Procedura per riattivare GRUB e modificare la relativa configurazione


In generale, necessario fare riferimento alle pagine del manuale del loader di avvio per la proceduraappropriata.disponibileancheilrelativoarticolodellaKnowledgeBasesulsitoWebdi Acronis. Il seguente un esempio della procedura di riattivazione di GRUB in caso di ripristino del disco di sistema(volume)suhardwareidentico. 1. AvviareLinuxoeseguirel'avviodalsupportoriavviabile,quindipremereCTRL+ALT+F2. 2. Montareilsistemachesistaripristinando:
mkdir/mnt/system/ mounttext3/dev/sda2/mnt/system/#rootpartition mounttext3/dev/sda1/mnt/system/boot/#bootpartition

3. Montareifilesystemprocedevnelsistemachesistaripristinando:
mounttprocnone/mnt/system/proc/ mountobind/dev//mnt/system/dev/

4. SalvareunacopiadelfiledelmenudiGRUBeseguendounodeiseguenticomandi:
cp/mnt/system/boot/grub/menu.lst/mnt/system/boot/grub/menu.lst.backup

o
cp/mnt/system/boot/grub/grub.conf/mnt/system/boot/grub/grub.conf.backup

5. Modificareilfile/mnt/system/boot/grub/menu.lst(perledistribuzioniLinuxDebian,Ubuntue SUSE) o il file /mnt/system/boot/grub/grub.conf (per le distribuzioni Linux Fedora e Red Hat Enterprise);adesempio,comesegue:
vi/mnt/system/boot/grub/menu.lst

6. Nel file menu.lst (rispettivamente grub.conf), trovare la voce del menu che corrisponde al sistemachesistaripristinando.Questevocidelmenuhannolaseguenteforma:
titleRedHatEnterpriseLinuxServer(2.6.24.4) root(hd0,0) kernel/vmlinuz2.6.24.4roroot=/dev/sda2rhgbquiet initrd/initrd2.6.24.4.img

Lerighecheinizianocontitle,root,kerneleinitrddeterminanorispettivamente: Iltitolodellavocedelmenu. IldispositivosucuiposizionatoilkernelLinux:disolito,sitrattadellapartizionediavvioo dellapartizioneroot,comeroot(hd0,0)inquestoesempio. Il percorso del kernel su tale dispositivo e nella partizione root: in questo esempio, il percorso /vmlinuz2.6.24.4 e la partizione di root /dev/sda2. possibile specificare la
242 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

partizione di root in base all'etichetta (come root=LABEL=/), all'identificativo (nella forma root=UUID=some_uuid)oalnomedeldispositivo(comeroot=/dev/sda2). Ilpercorsodelservizioinitrdsutaledispositivo. 7. Modificareilfile/mnt/system/etc/fstabpercorreggereinomidituttiidispositivichesonostati modificaticomerisultatodelripristino. 8. AvviarelashelldiGRUBeseguendounodeiseguenticomandi:
chroot/mnt/system//sbin/grub

o
chroot/mnt/system//usr/sbin/grub

9. SpecificareildiscosucuiposizionatoGRUB:disolito,lapartizionediavviooroot:
root(hd0,0)

10. InstallareGRUB.Adesempio,perinstallareGRUBnelrecorddiavvioprincipale(MBR)delprimo disco,eseguireilseguentecomando:


setup(hd0)

11. UsciredallashelldiGRUB:
quit

12. Smontareifilesystemmontatieriavviare:
umount/mnt/system/dev/ umount/mnt/system/proc/ umount/mnt/system/boot/ umount/mnt/system/ reboot

13. Riconfigurareilcaricatorediavviousandoglistrumentialadocumentazionedelladistribuzione Linux utilizzata. Ad esempio, in Debian e Ubuntu, possibile modificare alcune righe commentatenelfile/boot/grub/menu.lstepoieseguireloscriptupdategrub;incasocontrario, lemodifichepotrebberononavereeffetto.

Informazioni sui loader di Windows WindowsNT/2000/XP/2003


Unapartedelloadersitrovanelsettorediavviodellapartizione,larestantepartesi trovaneifile ntldr,boot.ini,ntdetect.com,ntbootdd.sys.boot.iniunfileditestochecontienelaconfigurazione delloader.Esempio:
[loaderdiavvio] timeout=30 default=multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(1)\WINDOWS [sistemioperativi] multi(0)disk(0)rdisk(0)partition(1)\WINDOWS="MicrosoftWindowsXPProfessional" /noexecute=optin/fastdetect

WindowsVista/2008
Unapartedelloadersitrovanelsettorediavviodellapartizione,larestantepartesi trovaneifile bootmgr, boot\bcd. All'avvio di Windows, boot\bcd viene montato sulla chiave di registro HKLM \BCD00000000.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

243

6.3.12 Ripristino di periferiche MD (Linux)


In Linux, quando si esegue il ripristino da un backup del disco in una periferica MD esistente (chiamata anche periferica Linux Software RAID), assicurarsi che tale periferica sia assemblata al momentodelripristino. Selaperifericanonassemblata,eseguirequestaoperazioneutilizzandol'utilitmdadm.Quisono presentidueesempi: Esempio1.Ilseguentecomandoassemblalaperiferica/dev/md0combinatadeivolumi/dev/sdb1e /dev/sdc1:
mdadmassemble/dev/md0ayes/dev/sdb1/sdc1

Esempio 2. Il seguente comando assembla la periferica /dev/md0 combinata dei dischi /dev/sdb e /dev/sdc:
mdadmassemble/dev/md0ayes/dev/sdb/dev/sdc

SeilripristinodiunaperifericaMDrichiedeilriavviodellamacchina(disolito,quandolaperiferica contieneilvolumediavvio),seguirequestelineeguida: Se tutte le parti della periferica MD sono volumi (un caso tipico, come nel primo esempio), assicurarsicheiltipodiognivolume,chiamatotipodipartizioneoIDdelsistema,Linuxraid automount; il codice esadecimale di questo tipo di partizione 0xFD. Ci garantir che la perifericaverrassemblataautomaticamentedopoilriavvio.Pervisualizzareomodificareiltipo dipartizione,utilizzareun'utilitdipartizionamentodeldiscocomefdisk. Incasocontrario(comenelsecondoesempio),ripristinarelaperifericadalsupportoriavviabile; in questo caso non sar necessario il riavvio. Utilizzare l'utilit mdadm per l'assemblaggio. Nel supporto riavviabile, potrebbe essere necessario creare la periferica MD manualmente, come descrittoinRipristinodiperifericheMDevolumilogici(p.276).

6.3.13 Ripristino di un gran numero di file da un backup di file


Siapplicaa:MicrosoftWindowsServer2003 Quando si ripristina un gran numero di file in una sola volta (centinaia di migliaia o milioni) da un backupdifile,possibileincontrareiseguentiproblemi: Laproceduradiripristinofallisceecompareilmessaggio"Errorediletturadelfile". Nontuttiifilevengonoripristinati. Lacausapiprobabiledelproblemaunaquantitinsufficientedimemoriaallocataallaprocedura diripristinodalgestoredellacachedelsistemaoperativo.possibilelavorareignorandoilproblema omodificareilregistroperaumentarelaquantitdimemoriaallocata,comedescrittodiseguito. Perrisolvereilproblema,eseguireleseguentioperazioni: Ripristinareifilecomedueopigruppi.Adesempio,seilproblemasiverificaquandosiripristina 1milionedifile,provarearipristinareiprimi500.000epoiirimanenti500.000. Modificareilregistrocomesegue:
Nota: Questa procedura richiede il riavvio della macchina. Utilizzare precauzioni standard quando si modificailregistro.

1. Nell'Editordelregistro,aprireleseguentisottochiavidiregistro:

244

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Management

Manager\Memory

2. AggiungerelavocePoolUsageMaximumallasottochiave: Tipodivoce:ValoreDWORD Base:Decimale Valore:40 3. AggiungerelavocePagedPoolSizeallasottochiave: Tipodivoce:ValoreDWORD Base:Esadecimale Valore:FFFFFFFF 4. Usciredall'Editordelregistroeriavviarelamacchina. Se il problema non risolto o per ulteriori dettagli su come aggiungere queste impostazioni di registro,vederel'articolocorrispondenteAssistenzaesupportoMicrosoft.
Suggerimento: In generale, se un volume contiene molti file, considerare l'utilizzo di backup a livello di disco anzichalivellodifile.Inquestocaso,sarpossibileripristinarel'interovolumeoltreaisingolifileconservatisu diesso.

6.3.14 Ripristino del nodo di archiviazione


Oltre al backup dei dati in depositi centralizzati gestiti da Acronis Backup & Recovery 10 Storage Node,possibileeseguireilbackupdeidischidellemacchineincuiilnododiarchiviazionestesso installato. Questa sezione descrive le modalit di ripristino del nodo di archiviazione registrato sul server di gestioneincasoilnododiarchiviazioneeilserverdigestionevenganoinstallatisumacchinediverse (sesonoinstallatinellastessamacchina,sufficienteeseguireilripristinodellamacchina). Considerareilseguentescenario: presenteunamacchinaconilserverdigestioneeilnododiarchiviazione. Ilnododiarchiviazioneregistratosulserverdigestione. statoeseguitoinprecedenzailbackupdellamacchinaconilnododiarchiviazioneedappena statoripristinato,nellastessamacchinaoinunamacchinadiversa. Primadiutilizzareilnododiarchiviazioneripristinato,seguirequestipassaggi: Se stato ripristinato il nodo di archiviazione nella stessa macchina e non stato aggiunto o rimosso nessun deposito centralizzato gestito dal nodo di archiviazione tra il backup e il ripristino,noneseguirenessunaazione. Incasocontrario,operarecomesegue: 1. Eseguirelaconnessionealserverdigestioneerimuovereilnododiarchiviazionedaesso.
Nota:Anche tutti i depositigestiti dal nodo diarchiviazione verrannorimossi dalserver di gestione. Non andrperdutonessunarchivio.

2. Aggiungere nuovamente il nodo di archiviazione al server di gestione specificando la macchinasucuiilnododiarchiviazioneripristinatoinstallato. 3. Ricreareidepositigestitinecessari.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

245

6.4 Convalida di depositi, archivi e backup


La convalida un'operazione che consente di verificare la possibilit di ripristino dei dati da un backup. La convalida di un backup di file imita il ripristino di tutti i file dal backup a un destinazione non operativa. La convalida di un backup di disco o di volume calcola una somma di controllo per ogni bloccodeidatisalvatonelbackup.Entrambeleproceduresonodispendioseinterminidirisorsa. Laconvalidadiunarchivioconvalidertuttiibackupdell'archivio.Unaconvalidadideposito(odiuna posizione)convalidertuttigliarchivimemorizzatiintaledeposito(posizione). Mentrelaconvalidariuscitasignificaun'altaprobabilitdiripristinoriuscito,questononverificatutti ifattoricheinfluenzanolaproceduradiripristino.Sesiesegueilbackupdelsistemaoperativo,solo unripristinodiprovasull'ambientediavviosuundiscorigidodiricambiopugarantireilripristino riuscito.Assicurarsialmenocheilbackupvengaconvalidatocorrettamenteutilizzandoilsupportodi avvio.

Varimetodidicreazionediundiscodiconvalida
L'utilizzodellapaginadiconvalidarappresentailprincipalemetodogeneralepercreareun'attivitdi convalida. Tale metodo consente di effettuare subito la convalida oppure di configurare una pianificazioneperqualsiasibackup,archiviooposizionedicuisihal'autorizzazioneperaccedere. La convalida di un archivio o dell'ultimo backup nell'archivio pu essere pianificata come parte del programma di backup. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione Creazione di un piano di backup(p.205). possibileaccedereallapaginaConvalidadallavistaDepositi(p.134).Fareclicconilpulsantedestro del mouse sull'oggetto da convalidare (archivio, backup o deposito) e selezionare Convalida dal menudicontesto.LapaginaConvalidaverrapertaconl'oggettopreselezionatocomeorigine.Sar sufficienteselezionarequandoconvalidaree(facoltativamente)fornireunnomeperl'attivit.

Percreareun'attivitdiconvalida,eseguireiseguentipassaggi. Informazionigenerali
Nomeattivit [Facoltativo] Immettere un nome univoco per l'attivit di convalida. Un nome scelto specificamenteconsentediidentificarerapidamentel'attivitfralealtre. Credenziali(p.247) [Facoltativo]L'attivitdiconvalidaverreseguitapercontodell'utentechecreal'attivit.Se necessario,possibilemodificarelecredenzialidell'attivit.Peraccedereaquestaopzione, selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Cosaconvalidare
Convalida Scegliereunoggettodaconvalidare: Archivio(p.247):intalcaso,necessariospecificarel'archivio. Backup (p. 248): specificare innanzitutto l'archivio e successivamente selezionare il backup desideratoinquestoarchivio. Deposito (p. 248): selezionare un deposito (o un'altra posizione), di cui convalidare gli archivi.

246

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Credenzialidiaccesso(p.249) [Facoltativo] Fornire le credenziali per l'accesso all'origine se l'account dell'attivit non dispone di privilegi sufficienti per accedervi. Per accedere a questa opzione, selezionare la caselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Quandoconvalidare
Convalida(p.249) Specificareilmomentoelafrequenzadiesecuzionedellaconvalida. Dopo avere configurato tutte le impostazioni richieste, fare clic su OK per creare l'attivit di convalida.

6.4.1

Credenziali dell'attivit

Forniscicredenzialiperl'accountconcuiverreseguital'attivit.

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Eseguiconl'utentecorrente L'attivitverreseguitaconlecredenzialiconcuicollegatol'utentecheavvialeattivit.Se l'attivit deve essere eseguita in base a una pianificazione, verr chiesta la password dell'utentecorrentealcompletamentodellacreazionedelpiano. Utilizzaleseguenticredenziali L'attivit verr sempre eseguita con le credenziali specificate dall'utente, sia che venga avviatamanualmentesiachevengaeseguitainbaseaunapianificazione. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo delle credenziali in Acronis Backup & Recovery 10, vedere la sezioneProprietariecredenziali(p.33). Per ulteriori informazioni sulle operazioni disponibili a seconda dei privilegi dell'utente, vedere la sezionePrivilegiutenteinunamacchinagestita(p.32).

6.4.2

Selezione dell'archivio

Selezionedell'archivio
1. Immettere il percorso completo dell'ubicazione nel campo Percorso o selezionare la cartella desideratanellastrutturaadalberodicartelle. Sel'archiviomemorizzatoinundepositocentralizzato,espandereilgruppoCentralizzatoe fareclicsuldeposito. Sel'archiviomemorizzatoinundepositopersonale,espandereilgruppoPersonaleefare clicsuldeposito. Se l'archivio memorizzato in una cartella locale nella macchina, espandere il gruppo Cartellelocaliefareclicsullacartellaappropriata.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

247

Sel'archiviocollocatoinunsupportorimovibile,adesempiounDVD,inserireprimal'ultimoDVDequindii dischinell'ordine,cominciandodalprimo,quandorichiestodalprogramma.

Sel'archiviomemorizzatoinunacondivisionedirete,espandereilgruppoCartelledirete, selezionare la macchina in rete appropriata e fare clic sulla cartella condivisa. Se la condivisionediretenecessitadicredenzialidiaccesso,questeverrrichiestedalprogramma.
Note per gli utenti di Linux: Per specificare una condivisione di rete CIFS (Common Internet File System) montatainunpuntodimontaggiocome/mnt/share,selezionarequestopuntodimontaggioinvecedella condivisionediretestessa.

Sel'archiviomemorizzatoinunserverFTPoSFTP,immettereilnomeol'indirizzodelserver nelcampoPercorso,comediseguitoindicato: ftp://server_ftp:numero_portaosftp://server_sftp:numero_porta Seilnumerodiportanonvienespecificato,vieneutilizzatalaporta21perFTPelaporta22 perSFTP. Dopo l'immissione delle credenziali di accesso, le cartelle contenute nel server diventano disponibili.Fareclicsullacartellaappropriatacontenutanelserver. Al server possibile accedere come utente anonimo, se il server consente questo tipo di accesso.Atalfine,fareclicsuUtilizzaaccessoanonimoinvecediimmetterelecredenziali.
ComeindicatodallaspecificaFTPoriginaria,lecredenzialinecessarieperl'accessoaiserverFTPvengono trasferite in una rete in testo semplice. Ci implica che il nome utente e la password possono essere intercettatidautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

Sel'archiviomemorizzatoinunaperifericaanastrocollegatainlocale,espandereilgruppo Perifericheanastroefareclicsullaperifericaappropriata. 2. Nella tabella a destra dell'albero, selezionare l'archivio. La tabella riporta i nomi degli archivi contenutiinognicartellaodepositoselezionato. Mentre viene esaminato il contenuto dell'ubicazione, gli archivi possono essere aggiunti, eliminatiomodificatidaunaltroutenteodalprogrammastesso,inbaseaoperazionipianificate. UtilizzareilpulsanteAggiornaperaggiornarel'elencodiarchivi. 3. FareclicsuOK.

6.4.3

Selezione backup

Perspecificareunbackupdaconvalidare
1. Nelpannellosuperiore,selezionareunbackuptramiteladata/oradicreazione. La parte inferiore della finestra visualizza il contenuto del backup selezionato, supportando l'individuazionedelbackupcorretto. 2. FareclicsuOK.

6.4.4

Selezione della posizione

Perselezionareun'ubicazione:
Immettere il percorso completo dell'ubicazione nel campo Percorso o selezionare l'ubicazione desideratanellastrutturaadalberodicartelle. Per selezionare un deposito centralizzato, espandere il gruppo Centralizzato e fare clic sul depositoappropriato. Per selezionare un deposito personale, espandere il gruppo Personale e fare clic sul deposito appropriato.
248 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Perselezionareunacartella(unitCD/DVDoperifericaanastrocollegatalocalmente),espandere ilgruppoCartellelocaliefareclicsullacartellarichiesta. Per selezionare una condivisione di rete, espandere il gruppo Cartelle di rete, selezionare la macchinainreteappropriataefareclicsullacartellacondivisa.Selacondivisionedireterichiede credenzialidiaccesso,questeverrrichiestedalprogramma. PerselezionareunserverFTPoSFTP,espandereilgruppocorrispondenteefareclicsullacartella appropriatacollocatanelserver. Come indicato dalla specifica FTP originaria, le credenziali necessarie per l'accesso ai server FTP vengono trasferite in una rete in testo semplice. Ci implica che il nome utente e la password possonoessereintercettatidautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

Utilizzodellatabellaarchivi
Persupportarel'utentenellasceltadellaposizioneappropriata,nellatabellasonovisualizzatiinomi degli archivi contenuti in ciascuna posizione selezionata. Mentre viene esaminato il contenuto dell'ubicazione, gli archivi possono essere aggiunti, eliminati o modificati da un altro utente o dal programma stesso, in base a operazioni pianificate. Utilizzare il pulsante Aggiorna per aggiornare l'elencodiarchivi.

6.4.5

Credenziali di accesso per l'origine

Specificare le credenziali richieste per l'accesso alla posizione in cui memorizzato l'archivio di backup.

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzalecredenzialidell'attivit Il programma acceder all'ubicazione utilizzando le credenziali dell'account dell'attivit specificatonellasezioneInformazionigenerali. Utilizzaleseguenticredenziali Il programma acceder all'ubicazione utilizzando le credenziali specificate dall'utente. Utilizzare questa opzione se l'account dell'attivit non dispone delle autorizzazioni per l'accessoall'ubicazione.Perunacondivisioneinreteoundepositodinodidiarchiviazione, potrebbeesserenecessariofornirecredenzialispeciali. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK.
Come indicato dalla specifica FTP originaria, le credenziali necessarie per l'accesso ai server FTP vengono trasferiteinunareteintestosemplice.Ciimplicacheilnomeutenteelapasswordpossonoessereintercettati dautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

6.4.6

Quando convalidare

La convalida un'operazione dispendiosa in termini di risorse, pertanto opportuno pianificare la convalida in una fascia oraria ridotta della macchina gestita. D'altra parte, se si desidera essere

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

249

informati immediatamente se i dati non sono corrotti e possono essere ripristinati correttamente, considerarel'avviodellaconvalidasubitodopolacreazionedell'attivit.

Selezionareunadelleseguentiopzioni:
Adesso: per avviare l'attivit di convalida subito dopo la sua creazione, vale a dire dopo avere fattoclicsuOKnellapaginaConvalida. Inseguito:peravviarel'attivitdiconvalidaunicaalladatael'oraspecificatedall'utente. Specificareiparametriappropriaticomesegue: Dataeora:ladatael'oraincuiavviarel'attivit. L'attivitverravviatamanualmente(nonpianificarel'attivit):selezionarequestacasella dicontrollo,sesidesideraavviarel'attivitmanualmenteinseguito. Secondolapianificazione:perpianificarel'attivit.Perulterioriinformazionisullaproceduradi configurazionedeiparametridipianificazione,consultarelasezionePianificazione(p.173).

6.5 Montaggio di un'immagine


Ilmontaggio divolumidaunbackupdeldisco(immagine)consentediaccedereaivolumicomese fossero unit fisiche. Volumi multipli contenuti nello stesso backup possono essere montati entro una singola operazione di montaggio. L'operazione di montaggio disponibile quando la console connessaadunamacchinagestitainesecuzionesuWindowsoLinux. Ilmontaggiodivoluminellamodalitletturascritturaconsentedimodificareilcontenutodibackup, vale a dire salvare, spostare, creare, eliminare file o cartelle ed eseguire gli elementi eseguibili consistentidiunfile.
Limitazioni:IlmontaggiodeibackupdivolumiarchiviatinelNododiarchiviazioneAcronisBackup&Recovery 10nonpossibile.

Scenaridiutilizzo:
Condivisione:leimmaginimontatepossonoesserecondivisefacilmentetragliutentidellarete. Soluzione di ripristino di database "Band aid": monta un'immagine che contiene un database SQLdaunamacchinaguastadicuistatoeseguitoilripristinodirecente.Ciforniscel'accessoal databasefinoalripristinodellamacchinaguasta. Pulizia da virus offline: se una macchina viene attaccata, l'amministratore la spegne, esegue l'avvio con un supporto riavviabile e crea un'immagine. Quindi, l'amministratore monta quest'immagine in modalit letturascrittura, ne esegue la scansione e la pulisce con un programmaantivirus;infine,ripristinalamacchina. Controllodeglierrori:seilripristinofallisceacausadiunerroredeldisco,montarel'immaginein modalit letturascrittura. Quindi, controllare la presenza di errori sul disco con il comando chkdsk/r.

Permontareun'immagine,eseguireiseguentipassaggi. Origine
Archivio(p.251) Specificareilpercorsodellaposizionearchivioeselezionarel'archiviocontenenteibackupdi disco. Backup(p.252) Selezionareilbackup.

250

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Credenzialidiaccesso(p.252) [Opzionale]Fornirelacredenzialeperlaposizionearchivio.Peraccedereaquestaopzione, selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Impostazionidimontaggio
Volumi(p.252) Selezionare i volumi da montare e configurare le impostazioni di montaggi per ciascun volume: assegnare una lettera o immettere il punto di montaggio, scegliere la modalit di accessoinsolaletturaolettura/scrittura. Dopoaverecompletatotuttiipassaggirichiesti,fareclicsuOKpermontareivolumi.

6.5.1

Selezione dell'archivio

Selezionedell'archivio
1. Immettere il percorso completo dell'ubicazione nel campo Percorso o selezionare la cartella desideratanellastrutturaadalberodicartelle. Sel'archiviomemorizzatoinundepositocentralizzato,espandereilgruppoCentralizzatoe fareclicsuldeposito. Sel'archiviomemorizzatoinundepositopersonale,espandereilgruppoPersonaleefare clicsuldeposito. Se l'archivio memorizzato in una cartella locale nella macchina, espandere il gruppo Cartellelocaliefareclicsullacartellaappropriata.
Sel'archiviocollocatoinunsupportorimovibile,adesempiounDVD,inserireprimal'ultimoDVDequindii dischinell'ordine,cominciandodalprimo,quandorichiestodalprogramma.

Sel'archiviomemorizzatoinunacondivisionedirete,espandereilgruppoCartelledirete, selezionare la macchina in rete appropriata e fare clic sulla cartella condivisa. Se la condivisionediretenecessitadicredenzialidiaccesso,questeverrrichiestedalprogramma.
Note per gli utenti di Linux: Per specificare una condivisione di rete CIFS (Common Internet File System) montatainunpuntodimontaggiocome/mnt/share,selezionarequestopuntodimontaggioinvecedella condivisionediretestessa.

Sel'archiviomemorizzatoinunserverFTPoSFTP,immettereilnomeol'indirizzodelserver nelcampoPercorso,comediseguitoindicato: ftp://server_ftp:numero_portaosftp://server_sftp:numero_porta Seilnumerodiportanonvienespecificato,vieneutilizzatalaporta21perFTPelaporta22 perSFTP. Dopo l'immissione delle credenziali di accesso, le cartelle contenute nel server diventano disponibili.Fareclicsullacartellaappropriatacontenutanelserver. Al server possibile accedere come utente anonimo, se il server consente questo tipo di accesso.Atalfine,fareclicsuUtilizzaaccessoanonimoinvecediimmetterelecredenziali.
ComeindicatodallaspecificaFTPoriginaria,lecredenzialinecessarieperl'accessoaiserverFTPvengono trasferite in una rete in testo semplice. Ci implica che il nome utente e la password possono essere intercettatidautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

Sel'archiviomemorizzatoinunaperifericaanastrocollegatainlocale,espandereilgruppo Perifericheanastroefareclicsullaperifericaappropriata. 2. Nella tabella a destra dell'albero, selezionare l'archivio. La tabella riporta i nomi degli archivi contenutiinognicartellaodepositoselezionato.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 251

Mentre viene esaminato il contenuto dell'ubicazione, gli archivi possono essere aggiunti, eliminatiomodificatidaunaltroutenteodalprogrammastesso,inbaseaoperazionipianificate. UtilizzareilpulsanteAggiornaperaggiornarel'elencodiarchivi. 3. FareclicsuOK.

6.5.2

Selezione backup

Perselezionareunbackup:
1. Selezionareunodeibackuptramiteladata/oradicreazione. 2. Per supportare l'utente nella scelta del backup appropriato, nella tabella in basso sono visualizzatiivolumicontenutinelbackupselezionato. Per informazioni su un volume, fare clic con il pulsante destro del mouse su tale volume e selezionareInformazioni. 3. FareclicsuOK.

6.5.3

Credenziali di accesso

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzalecredenzialidell'utentecorrente Ilprogrammaaccederallaposizioneutilizzandolecredenzialidell'utentecorrente. Utilizzaleseguenticredenziali Il programma acceder alla posizione utilizzando le credenziali specificate dell'utente. Utilizzarequestaopzionesel'accountdell'utentecorrentenondisponedelleautorizzazionidi accesso per la posizione. Pu essere necessario fornire delle credenziali speciali per una condivisionedireteoundepositodinodidiarchiviazione. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK.
Come indicato dalla specifica FTP originaria, le credenziali necessarie per l'accesso ai server FTP vengono trasferiteinunareteintestosemplice.Ciimplicacheilnomeutenteelapasswordpossonoessereintercettati dautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

6.5.4

Selezione del volume

Selezionare i volumi da montare e configurare i parametri di montaggio per ciascuno dei volumi selezionaticomesegue: 1. Selezionarelacaselladicontrolloperciascunvolumedamontare. 2. Fareclicsulvolumeselezionatoperimpostareirelativiparametridimontaggio. Modalitdiaccesso:sceglierelamodalitdimontaggiodelvolumedesiderata: Solalettura:consentel'esplorazioneel'aperturadifilenelbackupsenzaapplicarealcuna modifica. Lettura/scrittura:mediantequestamodalit,ilprogrammapresupponecheilcontenuto delbackupvengamodificatoecreaunbackupincrementaleperacquisirelemodifiche.
252 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Assegnalettera(inWindows):Acronis<NOME_PRODOTTO>assegnaunaletteranonusataal volume montato. Se necessario, selezionare un'altra lettera da assegnare dall'elenco a discesa. Puntodimontaggio(inLinux):specificareladirectoryincuisidesideramontareilvolume. 3. Sevengonoselezionativarivolumiperilmontaggio,fareclicsuciascunvolumeperimpostarei relativiparametridimontaggio,descrittinelpassaggioprecedente. 4. FareclicsuOK.

6.6 Gestione delle immagini montate


Dopo avere montato un volume, possibile sfogliare i file e le cartelle contenuti nel backup utilizzando un file manager e copiare i file desiderati in qualsiasi destinazione. In tal modo, se necessario estrarre soltanto pochi file e cartelle e da un backup di volume, non sar necessario effettuarelaproceduradiripristino.

Esplorazionediimmagini
L'esplorazionedeivolumimontaticonsentedivisualizzareemodificare(semontatonellamodalitdi lettura/scrittura)ilcontenutodelvolume. Peresplorareunvolumemontato,selezionarlonellatabellaefareclicsu Esplora.Lafinestradel file manager predefinito viene aperta consentendo all'utente di esaminare il contenuto dei volumi montati.

Smontaggiodiimmagini
Ilmantenimentoivolumimontatirichiedemolterisorsedisistema.Siconsigliadismontareivolumi dopo avere completato le operazioni necessarie. In caso di smontaggio non manuale, un volume restermontatofinoaquandovieneilsistemaoperativovieneriavviato. Persmontareun'immagine,selezionarlanellatabellaefareclicsu Persmontaretuttiivolumimontati,fareclicsu Smontatutti. Smonta.

6.7 Esportazione archivi e backup


L'operazionediesportazionecreaunacopiadiunarchivioolacopiadiunaparteautosufficientedi unarchivionellaposizionespecificata.L'archiviooriginalerimaneintatto. L'operazionediesportazionepuessereapplicataa: ununicoarchivio:verrcreataunacopiaesattadell'archivio un unico backup: verr creato un archivio che consiste in un unico backup completo. L'esportazione di un backup incrementale o differenziale viene eseguita utilizzando il consolidamentodeibackupprecedentifinoalbackupcompletopivicino selezione personale di backup appartenenti allo stesso archivio: l'archivio derivante conterr solo i backup specificati. Il consolidamento viene eseguito come richiesto, quindi l'archivio derivantepucontenerebackupcompleti,incrementaliedifferenziali. undepositocompletochepuessereesportatoutilizzandol'interfacciadarigadicomando.Per ulteriori informazioni, consultare i Riferimenti sulla riga di comando di Acronis Backup & Recovery10. Situazionidiutilizzo
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 253

L'esportazione consente di separare un backup specifico da una catena di backup incrementali per velocizzareuneventualeripristino,scrivendosusupportirimuovibilioscollegabilioaltriscopi. Esportando un deposito gestito su un supporto scollegabile si ottiene un deposito non gestito che puessereutilizzatoneiseguentiscenari: tenereunacopiaoffsitedeldepositoodegliarchivipiimportanti trasportofisicodiundepositopressounafilialedistante ripristinosenzadoveraccederealnododiarchiviazionenelcasodiproblemidireteoguastial nododiarchiviazione ripristinodelnododiarchiviazionestesso. L'esportazionedaundepositobasatosuHDDaundispositivoanastropuessereconsideratauna sempliceattivazioneondemanddell'archivio. Ilnomedell'archivioderivante Per impostazione predefinita, l'archivio esportato eredita il nome dell'archivio originale. Dal momentochenonsarebbeconsigliabileaverepiarchiviconlostessonomenellastessaposizione, leseguentiazionisonodisabilitateconilnomepredefinitodell'archivio: esportarepartediunarchivionellastessaposizione esportare un archivio o una parte di esso in una posizione dove esiste gi un archivio con lo stessonome esportareunarchivioounapartediessonellastessaposizioneduevolte Inciascunodeicasidicuisoprabisognafornireunnomediarchiviochesiaunivoconellacartellao nel deposito di destinazione. Qualora dovesse essere necessario rifare l'esportazione utilizzando lo stessonomediarchivio,cancellarel'archivioderivantedallaprecedenteoperazionediesportazione. Leopzionidell'archivioderivante L'archivio esportato eredita le opzioni di quello originale, comprese la crittografia e la password. Quando si esporta un archivio protetto da password, viene chiesto di fornire la password. Se l'archiviooriginalecrittografato,lapasswordutilizzatapercifrarel'archiviorisultante. Posizionidiorigineedestinazione Quandolaconsolecollegataunamacchinagestita,possibileesportareunarchivioounapartedi esso da e verso ogni posizione accessibile all'agente che risiede sul computer. Sono compresi i depositipersonali,leperifericheanastrocollegatelocalmente,isupportirimuovibilie,nelleversioni advanceddelprodotto,idepositicentralizzatigestitienongestiti. Quandolaconsolecollegataaunserverdigestione,sonodisponibiliduemetodidiesportazione: esportazionedaundepositogestito.L'esportazionevieneeseguitadalnododiarchiviazioneche gestisceildeposito.Ladestinazionepuessereunacondivisionedireteounacartellalocaledel nododiarchiviazione. esportazionedaundepositocentralizzatonongestito.L'esportazionevieneeseguitadall'agente installato sulla macchina gestita specificata. La destinazione pu essere qualsiasi posizione accessibiledall'agente,compresoundepositogestito.
Suggerimento.Quando si configura l'esportazione verso un deposito gestito di deduplicazione, scegliere una macchina dove installato l'addon di deduplicazione per l'agente. In caso contrario, l'esportazione non funzioner.

254

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Operazioniconun'attivitdiesportazione Un'attivit di esportazione si avvia immediatamente dopo che stata completata la sua configurazione.Un'attivitdiesportazionepuessereinterrottaoannullataallostessomododelle altreattivit. Quantol'attivitdiesportazionecompleta,possibileeseguirlanuovamenteinqualsiasimomento. Prima di procedere, cancellare l'archivio generato dalla precedente esecuzione dell'attivit qualora dovesse essere ancora presente nel deposito di destinazione. In caso contrario, l'attivit non funzioner.Nonpossibilemodificareun'attivitdiesportazionepercambiareilnomedell'archivio didestinazione(sitrattadiunalimitazione).
Suggerimento. possibile implementare manualmente lo scenario di attivazione eseguendo con regolarit l'attivitdicancellazionedell'archivioseguitadall'attivitdiesportazione.

Modidiversipercreareun'attivitdiesportazione L'utilizzo della pagina Esporta rappresenta il modo pi generale per creare un'attivit di esportazione.Daquipossibileesportareognibackupoarchivioperilqualesiabbiailpermessodi accesso. possibileaccedereallapaginaEsportadallavistaDepositi.Fareclicconiltastodestrosull'oggetto daesportare(archivioobackup)eselezionareEsportadalmenucontestuale.LapaginaEsportasar apertaconglioggettipreselezionaticomefonte.sufficienteselezionareunadestinazioneefornire (opzionalmente)unnomeperl'attivit.

Peresportareunarchivioounbackupeseguireiseguentipassaggi. Informazionigenerali
Nomeattivit [Facoltativo] Immettere un nome univoco per l'attivit. Un nome scelto specificamente consentediidentificarerapidamentel'attivitfralealtre. Credenzialidell'attivit(p.256) [Facoltativo] Il piano di backup verr eseguito per conto dell'utente che crea l'attivit. Se necessario,possibilemodificarelecredenzialidell'attivit.Peraccedereaquestaopzione, selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Cosaesportare
Esporta Selezionareunoggettodaesportare. Archivio(p.227):inquestocaso,necessariospecificaresolol'archivio. Backup(p.257):specificareprimal'archivio,quindiselezionareibackupdesideratiinquesto archivio Credenzialidiaccesso(p.257) [Facoltativo] Fornire le credenziali per l'accesso all'origine se l'account dell'attivit non dispone di privilegi sufficienti per accedervi. Per accedere a questa opzione, selezionare la caselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Doveesportare
Archivio(p.258) Immettereilpercorsodellaposizioneincuiilnuovoarchivioverrcreato. Assicurarsidifornireunnomeeuncommentoseparatoperilnuovoarchivio.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 255

Credenzialidiaccesso(p.259) [Facoltativo] Fornire le credenziali per la destinazione se se le credenziali dell'attivit non dispongonodiprivilegisufficientiperaccedervi.Peraccedereaquestaopzione,selezionare lacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata. Una volta effettuate tutte le operazioni necessarie, fare clic su OK per avviare l'attivit di esportazione.

6.7.1

Credenziali dell'attivit

Forniscicredenzialiperl'accountconcuiverreseguital'attivit.

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Eseguiconl'utentecorrente L'attivitverreseguitaconlecredenzialiconcuicollegatol'utentecheavvialeattivit.Se l'attivit deve essere eseguita in base a una pianificazione, verr chiesta la password dell'utentecorrentealcompletamentodellacreazionedelpiano. Utilizzaleseguenticredenziali L'attivit verr sempre eseguita con le credenziali specificate dall'utente, sia che venga avviatamanualmentesiachevengaeseguitainbaseaunapianificazione. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo delle credenziali in Acronis Backup & Recovery 10, vedere la sezioneProprietariecredenziali(p.33). Per ulteriori informazioni sulle operazioni disponibili a seconda dei privilegi dell'utente, vedere la sezionePrivilegiutenteinunamacchinagestita(p.32).

6.7.2

Selezione dell'archivio

Perselezionareunarchivio
1. Immettere il percorso completo dell'ubicazione nel campo Percorso o selezionare la cartella desideratanellastrutturaadalbero. Sel'archiviomemorizzatoinundepositocentralizzato,espandereilgruppoCentralizzatoe fareclicsuldeposito. Sel'archiviomemorizzatoinundepositopersonale,espandereilgruppoPersonaleefare clicsuldeposito. Se l'archivio memorizzato in una cartella locale nella macchina, espandere il gruppo Cartellelocaliefareclicsullacartellaappropriata.
Sel'archiviocollocatoinunsupportorimovibile,adesempiounDVD,inserireprimal'ultimoDVDequindii dischinell'ordine,cominciandodalprimo,quandorichiestodalprogramma.

Sel'archiviomemorizzatoinunacondivisionedirete,espandereilgruppoCartelledirete, selezionare la macchina in rete appropriata e fare clic sulla cartella condivisa. Se la condivisionediretenecessitadicredenzialidiaccesso,questeverrrichiestedalprogramma.
256 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Note per gli utenti di Linux: Per specificare una condivisione di rete CIFS (Common Internet File System) montatainunpuntodimontaggiocome/mnt/share,selezionarequestopuntodimontaggioinvecedella condivisionediretestessa.

Sel'archiviomemorizzatoinunserverFTPoSFTP,immettereilnomeol'indirizzodelserver nelcampoPercorso,comediseguitoindicato: ftp://server_ftp:numero_portaosftp://server_sftp:numero_porta Seilnumerodiportanonvienespecificato,vieneutilizzatalaporta21perFTPelaporta22 perSFTP. Dopo l'immissione delle credenziali di accesso, le cartelle contenute nel server diventano disponibili.Fareclicsullacartellaappropriatacontenutanelserver. Al server possibile accedere come utente anonimo, se il server consente questo tipo di accesso.Atalfine,fareclicsuUtilizzaaccessoanonimoinvecediimmetterelecredenziali.
ComeindicatodallaspecificaFTPoriginaria,lecredenzialinecessarieperl'accessoaiserverFTPvengono trasferite in una rete in testo semplice. Ci implica che il nome utente e la password possono essere intercettatidautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

Sel'archiviomemorizzatoinunaperifericaanastrocollegatainlocale,espandereilgruppo Perifericheanastroefareclicsullaperifericaappropriata. Perilserverdigestione:nellastrutturaadalberodicartelle,selezionareildepositogestito. 2. Nellatabellaadestradellastruttura,selezionarel'archivio.Latabellariportainomidegliarchivi contenutiinognicartellaodepositoselezionato.Sel'archivioprotettodapassword,inserirela password. Mentre viene esaminato il contenuto dell'ubicazione, gli archivi possono essere aggiunti, eliminatiomodificatidaunaltroutenteodalprogrammastesso,inbaseaoperazionipianificate. UtilizzareilpulsanteAggiornaperaggiornarel'elencodiarchivi. 3. FareclicsuOK.

6.7.3

Selezione backup

Specificareunoopibackupdaesportare
1. Selezionarelerispettivecaselledicontrollonellapartealtadellafinestra. Peresserecertidiscegliereilbackupgiusto,fareclicsulbackupeprenderevisionedellatabella inbassochemostraivolumicontenutinelbackupselezionato. Per informazioni su un volume, fare clic con il pulsante destro del mouse su tale volume e selezionareInformazioni. 2. FareclicsuOK.

6.7.4

Credenziali di accesso per l'origine

Specificare le credenziali necessarie per l'accesso alla posizione in cui memorizzato l'archivio di origine(oilbackup).

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzalecredenzialidell'attivit Il programma acceder all'ubicazione utilizzando le credenziali dell'account dell'attivit specificatonellasezioneInformazionigenerali. Utilizzaleseguenticredenziali
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 257

Il programma acceder all'ubicazione utilizzando le credenziali specificate dall'utente. Utilizzare questa opzione se l'account dell'attivit non dispone delle autorizzazioni per l'accessoall'ubicazione.Perunacondivisioneinreteoundepositodinodidiarchiviazione, potrebbeesserenecessariofornirecredenzialispeciali. Specificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK.
Come indicato dalla specifica FTP originaria, le credenziali necessarie per l'accesso ai server FTP vengono trasferiteinunareteintestosemplice.Ciimplicacheilnomeutenteelapasswordpossonoessereintercettati dautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

6.7.5

Selezione della posizione

Specificare una destinazione dove memorizzare gli oggetti esportati. Non consentito esportare i backupnellostessoarchivio

1.Selezionedelladestinazioneperl'esportazione
ImmettereilpercorsocompletodelladestinazionenelcampoPercorsooselezionareladestinazione desideratanellastrutturaadalberodellecartelle. Per esportare i dati verso un deposito centralizzato non gestito, espandere il gruppo Depositi centralizzatiefareclicsuldeposito. Peresportareidativersoundepositopersonale,espandereilgruppoDepositipersonaliefare clicsuldeposito. Peresportareidativersounacartellalocalesullamacchina,espandereilgruppoCartellelocalie fareclicsullacartellarichiesta. Peresportareidativersounarisorsadirete,espandereilgruppoCartelledirete,selezionarela macchina di rete desiderata e quindi fare clic sulla cartella condivisa. Se la condivisione di rete richiedecredenzialidiaccesso,questeverrrichiestedalprogramma.
Note per gli utenti di Linux. Per specificare una condivisione di rete CIFS (Common Internet File System) montatainunpuntodimontaggiocome/mnt/share,selezionarequestopuntodimontaggioinvecedella condivisionediretestessa.

PeresportareidativersounserverFTPoSFTP,digitareilnomedelserverol'indirizzonelcampo Percorsocomediseguito: ftp://server_ftp:numero_portaosftp://server_sftp:numero_porta Seilnumerodiportanonvienespecificato,vieneutilizzatalaporta21perFTPelaporta22per SFTP. Dopo l'immissione delle credenziali di accesso, le cartelle contenute nel server diventano disponibili.Fareclicsullacartellaappropriatacontenutanelserver. Alserverpossibileaccederecomeutenteanonimo,seilserverconsentequestotipodiaccesso. Atalfine,fareclicsuUtilizzaaccessoanonimoinvecediimmetterelecredenziali.
Come indicato dalla specifica FTP originale, le credenziali necessarie per l'accesso ai server FTP vengono trasferite in una rete in testo semplice. Ci implica che il nome utente e la password possono essere intercettatidautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

258

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Per esportare i dati verso una periferica a nastro collegata in locale, espandere il gruppo Perifericheanastroequindifareclicsullaperifericarichiesta. Perlagestionedeiserver,lastrutturaadalberodellecartellecontiene: gruppidicartellelocaliperesportareidatisudischirigidilocalirispettoalnododiarchiviazione; gruppidicartelledireteperesportareidatisuunarisorsadiretecondivisa.Selacondivisionedi reterichiedecredenzialidiaccesso,questeverrrichiestedalprogramma.
Note per gli utenti di Linux: Per specificare una condivisione di rete CIFS (Common Internet File System) montatainunpuntodimontaggiocome/mnt/share,selezionarequestopuntodimontaggioinvecedella condivisionediretestessa.

2.Utilizzodellatabellaarchivi
Comeausilionellasceltadelladestinazioneadeguata,latabellaadestramostrainomidegliarchivi contenutiinogniubicazioneselezionatanell'albero. Mentrevieneesaminatoilcontenutodell'ubicazione,gliarchivipossonoessereaggiunti,eliminatio modificati da un altro utente o dal programma stesso, in base a operazioni pianificate. Utilizzare il pulsanteAggiornaperaggiornarel'elencodiarchivi.

3.Denominazionedelnuovoarchivio
Per impostazione predefinita, l'archivio esportato eredita il nome dell'archivio originale. Dal momentochenonsarebbeconsigliabileaverepiarchiviconlostessonomenellastessaposizione, leseguentiazionisonodisabilitateconilnomepredefinitodell'archivio: esportarepartediunarchivionellastessaposizione esportare un archivio o una parte di esso in una posizione dove esiste gi un archivio con lo stessonome esportareunarchivioounapartediessonellastessaposizioneduevolte Inciascunodeicasidicuisoprabisognafornireunnomediarchiviochesiaunivoconellacartellao nel deposito di destinazione. Qualora dovesse essere necessario rifare l'esportazione utilizzando lo stessonomediarchivio,cancellarel'archivioderivantedallaprecedenteoperazionediesportazione.

6.7.6

Credenziali di accesso per la destinazione

Specificare le credenziali richieste per l'accesso alla posizione in cui verr memorizzato l'archivio risultante.L'utentedicuivienespecificatoilnomesarconsideratoilproprietariodell'archivio.

Perspecificarelecredenziali
1. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Utilizzalecredenzialidell'attivit Il programma acceder all'ubicazione utilizzando le credenziali dell'account dell'attivit specificatonellasezioneInformazionigenerali. Utilizzaleseguenticredenziali Il programma acceder all'ubicazione utilizzando le credenziali specificate dall'utente. Utilizzare questa opzione se l'account dell'attivit non dispone delle autorizzazioni per l'accessoall'ubicazione.Perunacondivisioneinreteoundepositodinodidiarchiviazione, potrebbeesserenecessariofornirecredenzialispeciali. Specificare:

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

259

Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\NomeutenteoNomeutente@dominio) Password.Lapasswordperl'account. 2. FareclicsuOK.
Come indicato dalla specifica FTP originaria, le credenziali necessarie per l'accesso ai server FTP vengono trasferiteinunareteintestosemplice.Ciimplicacheilnomeutenteelapasswordpossonoessereintercettati dautentimalintenzionaticonunosnifferdipacchetti.

6.8 Acronis Secure Zone


Acronis Secure Zone una partizione sicura che consente di conservare gli archivi di backup nello spaziosudiscodiunamacchinagestitaediconseguenzadiripristinareundiscosullostessodiscoin risiedeilbackup. Alla zona possono accedere determinate applicazioni di Windows, ad esempio gli strumenti di gestionediscodiAcronis. PerulterioriinformazionisuivantaggiesuilimitidiAcronisSecureZone,vederel'argomentoAcronis SecureZone(p.53)nellasezione"TecnologiediAcronisproprietarie".

6.8.1

Creazione di Acronis Secure Zone

possibilecreareAcronisSecureZonementreilsistemaoperativoinesecuzioneoppureutilizzando supportidiavvio.

PercreareAcronisSecureZone,eseguirelaproceduraseguente. Spazio
Disco(p.260) Scegliere un disco rigido (se vi sono pi dischi rigidi) in cui creare la zona. Acronis Secure Zone viene creata nello spazio non allocato, se disponibile, oppure nello spazio libero del volume. Dimensione(p.261) Specificare la dimensione esatta della zona. Lo spostamento o il ridimensionamento di volumi bloccati, ad esempio il volume contenente il sistema operativo al momento attivo, richiedeilriavvio.

Impostazioni
Password(p.261) [Facoltativo]ProteggereAcronisSecureZonedaaccessinonautorizzaticonunapassword.La passwordvienerichiestaognivoltachesiesegueun'operazionerelativaallazona. Unavoltaconfigurateleimpostazioninecessarie,fareclicsuOK.NellafinestraConfermarisultato(p. 261)rivedereillayoutprevistoefareclicsuOKperavviarelacreazionedellazona.

Disco Acronis Secure Zone


Acronis Secure Zone pu essere posizionata in qualsiasi disco rigido. Acronis Secure Zone viene sempre creata nella parte finale del disco rigido. Una macchina pu contenere solo una Acronis SecureZone.AcronisSecureZonevienecreatanellospaziononallocato,sedisponibile,oppurenello spazioliberodelvolume.
260 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

AcronisSecureZonenonpuessereorganizzatainundiscodinamicooppureinundiscocheutilizzailsistemadi partizionamentoGPT.

PerallocarespazioperAcronisSecureZone
1. Scegliere un disco rigido (se vi sono pi dischi rigidi) in cui creare la zona. Per impostazione predefinita, selezionato lo spazio non allocato. Viene visualizzato lo spazio totale disponibile perAcronisSecureZone. 2. Senecessarioallocarealtrospazioperlazona,possibileselezionarevolumidacuipossibile ricavare spazio libero. A seconda della selezione eseguita, viene visualizzato lo spazio totale disponibileperAcronisSecureZone.possibileimpostareledimensioniesattedellazonanella finestraDimensionidiAcronisSecureZone(p.261). 3. FareclicsuOK.

Dimensioni di Acronis Secure Zone


Immettere le dimensioni di Acronis Secure Zone o trascinare il dispositivo di scorrimento per selezionareunadimensionequalsiasifraquellaminimaequella massima.Ladimensione minima circa50MB,asecondadellageometriadeldiscorigido.Ladimensionemassimaugualeallospazio deldiscononallocatoacuisiaggiungelospazioliberototaleintuttiivolumiselezionatinelpasso precedente. Senecessarioacquisirespaziodalvolumediavvioodalvolumedisistema,tenerepresentequanto segue: Lospostamentooilridimensionamentodelvolumedacuistatoavviatoilsistemarichiederun riavvio. L'acquisizione di tutto lo spazio libero da un volume di sistema pu causare instabilit nel funzionamento del sistema operativo, che potrebbe anche non avviarsi. Non impostare la dimensionemassimadellazonaseselezionatoilvolumediavviooilvolumedisistema.

Password per Acronis Secure Zone


L'impostazione di una password consente di proteggere Acronis Secure Zone da accessi non autorizzati. La password verr richiesta per eseguire qualsiasi operazione relativa alla zona e agli archivi che contiene, ad esempio backup e ripristino dei dati, convalida degli archivi, ridimensionamentoedeliminazionedellazona.

Perimpostareunapassword
1. 2. 3. 4. ScegliereUsapassword. NelcampoInserirelapassword,digitareunanuovapassword. NelcampoConfermarelapassword,digitarenuovamentelapassword. FareclicsuOK.

Perdisabilitarelapassword
1. ScegliereNonutilizzare. 2. FareclicsuOK.

Conferma risultato
LafinestraConfermarisultatovisualizzaillayoutdellapartizioneprevistoin basealleimpostazioni scelte.Seillayoutquellodesiderato,fareclicsuOK.VerravviatalacreazionediAcronisSecure Zone.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

261

Elaborazionedelleimpostazioni
Di seguito viene illustrato il modo in cui la creazione di Acronis Secure Zone determina la trasformazionediundiscoincuisonocontenutipivolumi. Acronis Secure Zone viene sempre creata nella parte finale del disco rigido. Quando viene calcolatoillayoutfinaledeivolumi,ilprogrammautilizzaprimalospaziononallocatoallafine. Se non presente spazio non allocato, o se questo non sufficiente, alla fine del disco, ma presentespaziononallocatotraivolumi,essiverrannospostatiperaggiungereulteriorespazio nonallocatoallafine. Quando tutto lo spazio non allocato viene riunito, ma non ancora sufficiente, il programma utilizza lo spazio libero dai volumi selezionati, riducendo proporzionalmente la dimensione dei volumi.Ilridimensionamentodivolumibloccatirichiedeunriavvio. Tuttavia,dovrebbeesserepresentespazioliberosuunvolume,inmodocheilsistemaoperativo eleapplicazionipossanofunzionare;adesempio,percrearefiletemporanei.Ilprogrammanon ridurrunvolumequandolospazioliberoodiventainferioreal25%delledimensionitotalidel volume. Solo quando tutti i volumi sul disco dispongono del 25% o meno dello spazio libero, il programmacontinueraridurreivolumiproporzionalmente. Comeevidentedaquantoindicato,nonconsigliabileimpostarelemassimedimensionipossibiliper lazona.Sifinirebbesenzaspazioliberosuqualsiasivolumeequestopotrebbeimpedirealsistema operativooalleapplicazionidifunzionareinmodostabileopersinodiavviarsi.

6.8.2

Gestione di Acronis Secure Zone

Acronis Secure Zone viene considerata come un deposito (p. 385) personale. Una volta creata una zonainunamacchinagestita,talezonasemprepresentenell'elencodiDepositipersonali.Ipianidi backupcentralizzatipossonoutilizzaresiaAcronisSecureZonechepianilocali. Gli utenti che hanno utilizzato Acronis Secure Zone in precedenza noteranno un cambiamento radicale nella funzionalit della zona. La zona non esegue pi la pulizia automatica, vale a dire l'eliminazione dei vecchi archivi. Per eseguire il backup della zona utilizzare schemi di backup con puliziaautomaticaoppureeliminaregliarchiviobsoletimanualmentetramitelafunzionedigestione deposito. LenuovefunzionalitdiAcronisSecureZoneconsentonodieseguireleoperazioniseguenti: ottenereunelencodegliarchivicollocatinellazonaedeibackupinclusiinogniarchivio esaminareilcontenutodelbackup montareunbackupdivolumepercopiareifiledalbackupaundiscofisico eliminareinsicurezzaarchiviebackupdagliarchivi. Perulterioriinformazionisulleoperazioniconidepositi,vederelasezioneDepositi(p.134).

Aumento di Acronis Secure Zone PeraumentareAcronisSecureZone


1. NellapaginaGestisciAcronisSecureZonefareclicsuAumenta. 2. SelezionareivolumiilcuispazioliberoverrutilizzatoperaumentareAcronisSecureZone. 3. Specificarelanuovadimensionedellazonautilizzandoiseguentimetodi: trascinando la barra di scorrimento e selezionando una dimensione compresa tra il valore correnteequellomassimo.Ladimensionemassimapariallospaziononallocatodeldisco pilospazioliberototaledituttelepartizioniselezionate;
262 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

digitandounvaloreesattonelcampoDimensionidiAcronisSecureZone. Incrementandoladimensionedellazona,ilfunzionamentodelprogrammasarilseguente: utilizzer prima lo spazio non allocato. I volumi verranno spostati, se necessario, ma non ridimensionati.Lospostamentodivolumibloccatirichiedeunriavvio. Selospaziononallocatononsufficiente,ilprogrammautilizzerspazioliberodaivolumi selezionati,riducendoproporzionalmenteladimensionedelvolume.Ilridimensionamentodi partizionibloccaterichiedeunriavvio.
La riduzione di un volume di sistema alla dimensione minima potrebbe impedire l'avvio del sistema operativodellamacchina.

4. FareclicsuOK.

Riduzione di Acronis Secure Zone PerridurreAcronisSecureZone


1. NellapaginaGestisciAcronisSecureZonefareclicsuRiduci. 2. Selezionareivolumichericeverannospazioliberodopolariduzionedellazona. 3. Specificarelanuovadimensionedellazonautilizzandoiseguentimetodi: trascinando la barra di scorrimento e selezionando una dimensione compresa tra il valore correnteequellominimo.Ladimensioneminimacirca50MB,asecondadellageometria deldiscorigido; digitandounvaloreesattonelcampoDimensionidiAcronisSecureZone. 4. FareclicsuOK.

Eliminazione di Acronis Secure Zone Pereliminarelazonasenzadisinstallareilprogramma,procederecomediseguitoindicato:


1. NelriquadroAzioniestrumentisullabarraAzionidiAcronisSecureZoneselezionareElimina. 2. Nella finestra Elimina Acronis Secure Zone selezionare i volumi a cui si desidera aggiungere lo spazioliberatodallazona,quindifareclicsuOK. Se vengono selezionati diversi volumi, lo spazio sar distribuito proporzionalmente a ogni partizione.Senonsiselezionaalcunvolume,lospazioliberatodiventanonallocato. DopoaverfattoclicsuOK,AcronisBackup&Recovery10avvierl'eliminazionedellazona. Quandosirimuovel'agenteAcronisBackup&Recovery10dalsistema,sonodisponibilidueopzioni: conservareAcronisSecureZoneconilrelativocontenuto,inmododaconsentireilripristinodeidati dalsupportodiavvio,orimuovereAcronisSecureZone.

6.9 Acronis Startup Recovery Manager


AcronisStartupRecoveryManagerunamodificadell'agentediavvio(p.382),residenteneldiscodi sistema di Windows o nella partizione /boot di Linux, e configurata in modo da essere avviata all'avvio del sistema mediante il tasto F11. Elimina la necessit di un supporto separato o una connessionedireteperl'avviodell'utilitdiripristinoavviabile.

Attiva
Abilitalarichiestaall'avvio"PremereF11perAcronisStartupRecoveryManager"(senonsidispone del caricatore di avvio GRUB) o aggiunge la voce "Acronis Startup Recovery Manager" al menu di GRUB (se si dispone di GRUB). Se l'avvio del sistema non riesce, sar possibile avviare l'utilit di ripristinoriavviabilerispettivamentepremendoF11oselezionandoladalmenu.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 263

Per l'attivazione di Acronis Startup Recovery Manager, nel disco di sistema o nella partizione /boot di Linux devonoesseredisponibilialmeno70MB.

A meno che non si adoperi un caricatore di avvio GRUB installato nel record di avvio principale, o MBR(MasterBootRecord),l'attivazionediAcronisStartupRecoveryManagersovrascrivel'MBRcon unpropriocodicediavvio.Potrebbeesserenecessario,quindi,riattivarecaricatoridiavvioditerzi,se sonoinstallati. In Linux, quando si utilizza un caricatore di avvio diverso da GRUB (ad esempio LILO), valutare l'opportunitdiinstallarloinunrecorddiavviodellapartizioneLinuxroot(odiavvio)enonnell'MBR prima di attivare ASRM. In alternativa, riconfigurare il caricatore di avvio manualmente dopo l'attivazione.

Nonattivare
Disabilita la richiesta all'avvio "Premere F11 per Acronis Startup Recovery Manager" (o la voce di menuinGRUB).SeAcronisStartupRecoveryManagernonattivato,sarnecessarioeffettuareuna delleseguentioperazioniperripristinareilsistemaquandol'avviononriesce: avviarelamacchinadaunsupportodiripristinoavviabileseparato utilizzarel'avviodiretedaAcronisPXEServeroMicrosoftRIS(RemoteInstallationServices). Perinformazionidettagliate,vederelasezioneSupportodiavvio(p.264).

6.10 Supporto di avvio


Supportodiavvio
Ilsupportodiavviounsupportofisico(unitCD,DVD,USBoaltrodispositivosupportatodalBIOS dellamacchinacomedispositivodiavvio)ingradodiavviarsisuqualsiasimacchinacompatibilecon PC e che consente di eseguire l'agente Acronis Backup & Recovery 10 in un ambiente Linux o Windows Preinstallation Environment (WinPE), senza l'intervento del sistema operativo. Nella maggiorpartedeicasiilsupportodiavviovieneutilizzatoper: ripristinareunsistemaoperativoimpossibilitatoadavviarsi accedereaidatiancoradisponibiliinunsistemacorrottoedeseguirneilbackup distribuireunsistemaoperativosuunsistemavuoto crearevolumidibaseodinamicisuunsistemavuoto eseguireilbackupsettorepersettorediundiscoconfilesystemnonsupportato eseguireilbackupofflinedituttiidatiperiqualinonpossibileeseguireilbackuponlineacausa dilimitazioneall'accesso,delbloccopermanentedelleapplicazioniinesecuzioneoperqualsiasi altromotivo. possibileavviareunamacchinanegliambientiindicatisopraconsupportifisicioppureutilizzando l'avviodallaretedaiserverAcronisPXE,WindowsDeploymentServices(WDS)oRemoteInstallation Services(RIS).Anchequestiserverconcomponentidiavviocaricatipossonoessereconsideraticome un tipo di supporto di avvio. possibile creare un supporto di avvio o configurare il server PXE o WDS/RISusandolastessaproceduraguidata.

SupportodiavviobasatosuLinux
I supporti basati su Linux contengono l'agente di avvio Acronis Backup & Recovery 10 basato sul kernelLinux.L'agenteingradodiavviareedeseguireoperazionisuqualsiasihardwarecompatibile

264

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

conPC,compresisistemivuotiemacchineconfilesystemcorrottoononsupportato.Leoperazioni possonoessereconfigurateecontrollateinlocaleoinremotoutilizzandolaconsoledigestione.

SupportodiavviobasatosuPE
Il supporto di avvio basato su PE contiene un sistema Windows minimo chiamato Windows PreinstallationEnvironment(WinPE)eilpluginAcronisperWinPE,ovverounaversionemodificata dell'AgenteAcronisBackup&Recovery10ingradodiavviarsinell'ambientedipreinstallazione. WinPEsidimostratolasoluzionediavviopipraticainambientiestesiconcomponentihardware eterogenei. Vantaggi L'utilizzo di Acronis Backup & Recovery 10 in Windows Preinstallation Environment offre una funzionalit maggiore rispetto all'uso di supporti di avvio basati su Linux. Quando si esegue l'avvio in WinPE di componenti hardware compatibili con PC possibile utilizzare non solo l'Agente Acronis Backup & Recovery 10, ma anche i comandi e gli script di PE e altri plugin aggiuntiaPEdall'utente. IlsupportodiavviobasatosuPEagevolalarisoluzionediproblemideisupportidiavviolegatia Linux,qualiilsupportosoloperalcunicontrollerRAIDolimitatoadalcunilivellidiarrayRAID.Il supporto basato su PE 2.x, ovvero kernel Windows Vista o Windows Server 2008, consente il caricamentodinamicodeidriverdelleperiferichenecessarie.

6.10.1 Come creare un supporto di avvio


Per consentire la creazione di supporti fisici, la macchina deve disporre di un'unit di registrazione CD/DVDoesserepredispostaperilcollegamentodiun'unitflash.Perpermetterelaconfigurazione diPXEodiWDS/RIS,lamacchinadevedisporrediunaconnessionedirete.IlGeneratoredisupporti riavviabili pu anche creare l'immagine ISO di un disco di avvio per masterizzarla in seguito su un discovuoto.

SupportodiavviobasatosuLinux
Avviare il Generatore di supporti di ripristino riavviabili dalla console di gestione, selezionando Strumenti>Creasupportoriavviabileocomecomponenteseparato. Selezionareilmodoincuiverrannogestitiivolumielerisorsedirete,chiamatostiledelsupporto: unsupportoconunagestionedeivolumiinstileLinuxvisualizzaivolumicome,adesempio,hda1 esdb2.ProvaaricostruireleperifericheMDevolumilogici(LVM)primadiiniziareunripristino. UnsupportoconunagestionedeivolumiinstileWindowsvisualizzaivolumicome,adesempio, C:eD:.Fornisceaccessoaivolumidinamici(LDM). La procedura guidata assister l'utente nelle operazioni necessarie. Per ulteriori dettagli, fare riferimentoaSupportodiavviobasatosuLinux(p.266).

SupportodiavviobasatosuPE
possibile aggiungere il plugin Acronis per WinPE alle distribuzioni WinPE basate su uno qualsiasi deikernelseguenti: WindowsXPProfessionalconServicePack2(PE1.5) WindowsXPProfessionalconServicePack1(PE1.6) WindowsVista(PE2.0)

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

265

WindowsVistaSP1eWindowsServer2008(PE2.1) SesidisponegidiunsupportoconladistribuzionePE1.x,decomprimerelaISOdelsupportoinuna cartellalocaleeavviareilGeneratoredisupportoriavviabilidallaconsoledigestione,selezionando Strumenti>Creasupportoriavviabile,ocomecomponenteseparato.Laproceduraguidataassister l'utente nelle operazioni necessarie. Per ulteriori dettagli consultare Aggiunta del plugin Acronis a WinPE1.x(p.271). Per creare o modificare le immagini di PE 2.x, installare il Generatore di supporti riavviabili su una macchina con Windows Automated Installation Kit (AIK) installato. Le operazioni successive sono descrittenellasezioneAggiuntadelpluginAcronisaWinPE2.x(p.271). SenonsidisponediunamacchinaconWAIK,procederecomesegue: 1. ScaricareeinstallareWindowsAutomatedInstallationKit(WAIK). AutomatedInstallationKit(AIK)perWindowsVista(PE2.0): http://www.microsoft.com/Downloads/details.aspx?familyid=C7D4BC6D15F342849123 679830D629F2&displaylang=en AutomatedInstallationKit(AIK)perWindowsVistaSP1eWindowsServer2008(PE2.1): http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=94bb6e34d890493281a5 5b50c657de08&DisplayLang=en 2. [Facoltativo]MasterizzareWAIKsuDVDocopiarlosuun'unitflash. 3. Installare Microsoft .NET Framework v.2.0 dal kit (NETFXx86 o NETFXx64, a seconda dell'hardwareutilizzato). 4. InstallareMicrosoftCoreXML(MSXML)5.0o6.0Parserdalkit. 5. InstallareWindowsAIKdalkit. 6. InstallareilGeneratoredisupportiriavviabilisullastessamacchina. SiconsigliadileggereattentamenteladocumentazionefornitaconWindowsAIK.Peraccederealla documentazioneselezionareMicrosoftWindowsAIK>Documentazionedalmenudiavvio.

UtilizzodiBartPE
possibilecreareun'immaginediBartPEconilpluginAcronisutilizzandoilgeneratoreBartPE.Per ulterioridettagliconsultareCreazionediBartPEconilpluginAcronisdalladistribuzioneWindows(p. 272).

Supporto di avvio basato su Linux Durantelacreazionedelsupportooccorrespecificare:


1. [facoltativo]IparametridelkernelLinux.Diversiparametrimultipliconspazi. Adesempio,perpoterselezionareunamodalitdivisualizzazioneperl'agentediavvioognivolta chevieneavviatoilsupporto,digitare:vga=ask Perunelencodeiparametri,vedereParametridelkernel(p.267). 2. IcomponentidiavvioAcronisdacollocarenelsupporto. possibile abilitare Universal Restore se sulla macchina in cui viene creato il supporto installatoAcronisBackup&Recovery10UniversalRestore. 3. [Facoltativo] L'intervallo di timeout per il menu di avvio pi il componente che si avvier automaticamentealtimeout. Senonconfigurato,ilcaricatoreAcronisattende chel'utenteselezioniseavviareilsistema operativo(qualorasiapresente)oilcomponenteAcronis.

266

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Sesiimposta,adesempio,10sec.perl'agentediavvio,essoverravviato10secondidopola visualizzazione del menu. Ci consente il funzionamento non assistito sul posto quando si avviadaunserverPXEoWDS/RIS. 4. [Facoltativo]Impostazionidiaccessoremoto: Nomeutenteepassworddaimmetterenellaconsoleperlaconnessioneall'agente.Sequesti campivengonolasciativuoti,laconnessionesarabilitataimmettendoqualsiasisimbolonei campidelprompt. 5. [Facoltativo]Impostazionidirete(p.269): ImpostazioniTCP/IPdaassegnareagliadattatoridiretedellamacchina. 6. [Facoltativo]Portadirete(p.270): PortaTCPsucuil'agentediavviosiponeinascoltoperlaconnessioneiningresso. 7. Tipodisupportodacreare.possibile: creareCD,DVDoaltrisupportidiavviocomeunitflashUSBrimovibiliseilBIOShardware permettel'avviodatalisupporti creareun'immagineISOdiundiscodiavviodamasterizzareinseguitosuundiscovuoto caricareicomponentiselezionatisulserverAcronisPXE caricareicomponentiselezionatisuWDS/RIS. 8. [Facoltativo]DriverdelsistemaWindowscheAcronisUniversalRestoredeveutilizzare(p.270). QuestafinestravienevisualizzatasoloseinstallatoilcomponenteaggiuntivoAcronisUniversal RestoreesiselezionaunsupportodiversodaPXEoWDS/RIS. 9. PercorsodelfileISOdelsupporto,nomeoIPecredenzialidiaccessoaPXEoWDS/RIS.

Parametri del kernel


QuestafinestraconsentedispecificareunoopiparametriperilkerneldiLinux.Sarannoapplicati automaticamentequandoparteilsupportodiavvio. Questiparametrisonoutilizzatitipicamentequandosiverificanoproblemiconl'utilizzodisupportidi avvio.Dinorma,questocampoandrebbelasciatovuoto. possibilespecificareognunodiquestiparametripremendoF11dalmenudiavvio.

Parametri
Sesispecificanopiparametri,bisognasepararliconlospazio. acpi=off Disabilita ACPI (Advanced Configuration and Power Interface). Questo parametro pu essere utilizzatoquandosiverificanoproblemiconunaparticolareconfigurazionehardware. noapic Disabilita APIC (Advanced Programmable Interrupt Controller). Questo parametro pu essere utilizzatoquandosiverificanoproblemiconunaparticolareconfigurazionehardware. vga=ask Richiedelamodalitvideodautilizzaretramitel'interfacciagraficadelsupportodiavvio.Senzail parametrovga,lamodalitvideorilevataautomaticamente. vga=mode_number

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

267

Specifica la modalit video da utilizzare tramite l'interfaccia grafica del supporto di avvio. Il numerodellamodalitfornitotramitemode_numberinformatoesadecimaleadesempio: vga=0x318 La risoluzione dello schermo e il numero di colori che corrispondono a un codice di modalit possono variare a seconda della macchina. Consigliamo di utilizzare anzitutto il parametro vga=askperassegnareunvaloreamode_number. quiet Disabilita la visualizzazione dei messaggi di avvio durante il caricamento del kernel di Linux, ed eseguelaconsoledigestionedopoilcaricamentodelkernel. Questo parametro specificato implicitamente quando si crea il supporto di avvio, ma pu essereeliminatodalmenudiboot. Senza questo parametro, verranno visualizzati tutti i messaggi della fase di avvio del sistema, seguiti da un prompt dei comandi. Per avviare la console di gestione dal prompt dei comandi, eseguirel'istruzione:/bin/product nousb DisabilitailcaricamentodelsottosistemaUSB(UniversalSerialBus). nousb2 Disabilita il supporto USB 2.0. I dispositivi USB 1.1 funzionano ancora con questo parametro. Questo parametro permette di utilizzare alcune unit USB in modalit USB 1.1 nel caso in cui nondovesserofunzionareinmodalitUSB2.0. nodma Disabilital'accessodirettoallamemoria(DMA)pertuttiidischirigidiIDE.Impediscealkerneldi bloccarsiconalcunidispositivihardware. nofw Disabilitailsupportodell'interfacciaFireWire(IEEE1394). nopcmcia Disabilitailrilevamentodell'hardwarePCMCIA. nomouse Disabilitailsupportoperilmouse. module_name=off Disabilitailmoduloilcuinomespecificatodamodule_name.Adesempio,perdisabilitarel'uso delmoduloSATA,specificare:sata_sis=off pci=bios Forza l'utilizzo del PCI BIOS invece di accedere direttamente alle periferiche hardware. Questo parametropuessereutilizzatoseilcomputerhaunbridgehostPCInonstandard. pci=nobios Disabilital'utilizzodelPCIBIOS;sonoconsentitisoloimetodiperl'accessodirettoall'hardware. Questo parametro pu essere utilizzato quando il supporto di avvio non parte, situazione che potrebbeessereprovocatadalBIOS. pci=biosirq

268

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

UtilizzachiamatePCIBIOSperrichiamarelatabelladiroutingdiinterrupt.Questoparametropu essereutilizzatoseilkernelnoningradodiallocarerichiestediinterrupt(IRQ)osesirilevano busPCIsecondarisullaschedamadre. Queste chiamate potrebbero non funzionare correttamente su alcune macchine. Tuttavia, potrebbeessereilsolomodoperottenerelatabelladiroutingdiinterrupt.

Impostazioni di rete
DurantelacreazionedelsupportodiavvioAcronis,sihal'opzionedipreconfigurareleconnessionidi retechesarannoutilizzatedall'agentediavvio.possibilepreconfigurareiparametriseguenti: IndirizzoIP Subnetmask Gateway ServerDNS ServerWINS. Quandol'agentesiavviasuunamacchina,laconfigurazionevieneapplicataallaschedadiinterfaccia direte(NIC)dellamacchinastessa.Seleimpostazioninonsonostatepreconfigurate,l'agenteutilizza laconfigurazioneautomaticadelDHCP.inoltrepossibileconfiguraremanualmenteleimpostazioni diretequandol'agentediavvioinesecuzionesullamacchina.

Preconfigurazionedipiconnessionidirete
possibilepreconfigurareleimpostazioniTCP/IPdiunmassimodidiecischedediinterfacciadirete. Per garantire che a ogni NIC vengano assegnate le impostazioni appropriate, creare il supporto sul server per il quale il supporto stesso personalizzato. Quando si seleziona una NIC esistente nella finestradellaproceduraguidata,lerelativeimpostazionivengonoselezionateperesseresalvatesul supporto.Vienesalvatosulsupportoanchel'indirizzoMACdiogniNICesistente. possibile modificare queste impostazioni, tranne l'indirizzo MAC, oppure configurare le impostazionidiunaNICinesistente,senecessario. Quandol'agentediavviosiavviasulserver,recuperal'elencodelleNICdisponibili,cheordinatoin baseaglislotoccupatidalleNIC:quellepivicinealprocessorecompaionoperprime. L'agentediavvioassegnaaogniNICnotaleimpostazioniappropriate,identificandoleschedeinbase al loro indirizzo MAC. Dopo la configurazione delle NIC con indirizzo MAC noto, alle NIC restanti vengono assegnate le impostazioni definite dall'utente per le NIC non esistenti, iniziando dalla NIC nonassegnatachefiguraperprimanell'elenco. possibilepersonalizzareilsupportodiavvioperqualsiasimacchina,nonsoloperlamacchinasucui il supporto viene creato. A tal fine, configurare le NIC in base all'ordine dello slot occupato su tale macchina: NIC1 occupa lo slot pi vicino al processore, NIC2 lo slot successivo e cos via. Quando l'agentediavviosiavviasullamacchinainquestione,nontroveralcunaNICconindirizzoMACnoto econfigurerleNICnellostessoordineutilizzatodall'utente. Esempio L'agente di avvio pu utilizzare uno degli adattatori di rete per la comunicazione con la console di gestione attraverso la rete di produzione. Per tale connessione potrebbe essere utilizzata la configurazione automatica. Una grande quantit di dati per il ripristino potrebbe essere trasferita attraversolasecondaNIC,inclusanellaretedibackupdedicatapermezzodelleimpostazionistatiche TCP/IP.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

269

Porta di rete
Nellacreazionedelsupportodiavviosidisponedell'opzionedipreconfigurarelaportadiretesucui l'agentediavviosiponeinascoltoperlaconnessioneiningresso.Leopzionidisponibilisono: portapredefinita portaattualmenteutilizzata nuovaporta(immettereilnumerodellaporta). Se la porta non stata preconfigurata, l'agente utilizza il numero della porta predefinita (9876.) Questa porta inoltre utilizzata per impostazione predefinita da Acronis Backup & Recovery 10 Management Console. disponibile la configurazione di una porta temporanea. Durante la connessione della console all'agente, specificare la porta per la sessione data nella notazione URL <AgenteIP>:<porta>.

Driver per Universal Restore


Durante la creazione del supporto di avvio possibile aggiungere i driver Windows al supporto. I driver verranno utilizzati da Universal Restore per ripristinare Windows su una macchina con un processoredissimile,schedamadredifferenteoperifericadiarchiviazionedimassadiversarispetto alsistemadicuistatocreatoilbackup. possibileconfigurareUniversalRestore: perlaricercanelsupportodeidrivermiglioriperl'hardwaredidestinazione per ottenere dal supporto i driver della periferica di archiviazione di massa esplicitamente specificati dall'utente. Ci necessario quando l'hardware di destinazione dotato di un controller per l'archiviazione di massa (ad esempio adattatore SCSI, RAID o Fiber Channel) specificoperildiscorigido. PerulterioriinformazioniconsultareUniversalRestore(p.238). I driver saranno collocati nella cartella Driver visibile sul supporto di avvio. I driver non vengono caricatinellaRAMdellamacchinadidestinazione,pertantoilsupportodeverestaresemprecollegato oconnessoduranteilfunzionamentodiUniversalRestore. L'aggiuntadeidriveralsupportodiavviodisponibileacondizioneche: 1. L'addondiAcronisBackup&Recovery10UniversalRestoresiainstallatosullamacchinasucui vienecreatoilsupportodiavvioE 2. Si crei un supporto di avvio o i relativi ISO o supporto rimovibile, come un'unit flash. Non possibilecaricareidriversuunserverPXEoWDS/RIS. I driver possono essere aggiunti all'elenco solo in gruppi, aggiungendo i file INF o le cartelle contenentitalifile.NonpossibileselezionaresingolidriverdaifileINF,mailgeneratoredisupporti visualizzailcontenutodeifilepercompletezzadiinformazione.

Peraggiungereidriver:
1. FareclicsuAggiungiesfogliareilpercorsodelfileINFodiunacartellachecontengaifileINF. 2. SelezionareilfileINFolacartella. 3. FareclicsuOK. possibilerimuovereidriverdall'elencosoloingruppi,rimuovendoifileINF.

Perrimuovereidriver:
1. SelezionareilfileINF.
270 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

2. FareclicsuRimuovi.

Aggiunta del plug-in Acronis a WinPE 1.x


possibileaggiungereilpluginAcronisperWinPEa: WindowsPE2004(1.5)(WindowsXPProfessionalconServicePack2) WindowsPE2005(1.6)(WindowsServer2003conServicePack1).

PeraggiungereilpluginAcronisaWinPE1.x:
1. Decomprimeretuttiifiledell'ISOdiWinPE1.1inunacartellaseparatasuldiscorigido. 2. Avviare il Generatore di supporti di ripristino riavviabili dalla console di gestione, selezionando Strumenti>Creasupportoriavviabileocomecomponenteseparato. 3. SelezionareTipodisupportoriavviabile:WindowsPE. 4. 5. 6. 7. SelezionareUsaifilediWinPEposizionatinellacartellaspecificata SpecificareilpercorsodellacartellacontenenteifilediWinPE. SpecificareilpercorsocompletodelfileISOderivante,inclusoilsuonome. VerificareleimpostazioninellaschermatadiriepilogoefareclicsuProcedi. Masterizzareilfile.ISOsuCDoDVDusandounostrumentoditerzepartiocopiarlosuun'unit flash.

QuandolamacchinasiavviainWinPE,AcronisBackup&Recovery10siavviaautomaticamente.

Aggiunta del plug-in Acronis a WinPE 2.x


IlGeneratoredisupportiriavviabilioffretremetodiperl'integrazionediAcronisBackup&Recovery 10conWinPE2.x: AggiuntadelpluginAcronisall'ISOdiPE2esistente.Questometodoparticolarmentecomodo quandooccorreaggiungereilpluginall'ISOdiPE2precedentementeconfiguratoegiinuso. Creazionedazerodell'ISOdiPE2conilplugin. AggiuntadelpluginAcronisaunfileWIMperqualsiasifuturoutilizzo(creazionemanualediISO, aggiuntadialtristrumentiall'immagineecosvia). Perpotereseguireleoperazioniindicatesopra,installareilGeneratoredisupportiriavviabilisuuna macchina su cui installato Windows Automated Installation Kit (WAIK). Se non si dispone di una macchina contaleinstallazione,procederecomedescrittoinComecreareunsupporto diavvio(p. 265).
IlGeneratoredisupportiriavviabilisupportasoloWinPE2.xx86.QuestadistribuzionediWinPEpufunzionare anchesuhardwarex64. Un'immaginediPEbasatasuWinPE2.0richiedealmeno256MBdiRAMperfunzionare.Ledimensionidella memoriaconsigliateperPE2.0sono512MB.

AggiuntadelpluginAcronisall'ISOdiWinPE2.x PeraggiungereilpluginAcronisall'ISOdiWinPE2.x:
1. Peraggiungereilpluginall'ISOdiWinPE2esistente,decomprimeretuttiifiledell'ISOdiWinPE 2inunacartellaseparatasuldiscorigido. 2. Avviare il Generatore di supporti di ripristino riavviabili dalla console di gestione, selezionando Strumenti>Creasupportoriavviabileocomecomponenteseparato. 3. SelezionareTipodisupportoriavviabile:WindowsPE.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

271

PercreareunanuovaISOdiPE2: SelezionareCreateWindowsPE2.xautomaticamente Ilsoftwareesegueloscriptappropriatoeprocedeallafinestrasuccessiva. Peraggiungereilpluginall'ISOdiPE2esistente: SelezionareUsaifilediWinPEposizionatinellacartellaspecificata 4. SpecificareilpercorsodellacartellacontenenteifilediWinPE. [facoltativo] Specificare i driver di Windows da aggiungere a Windows PE 2.x. Quando si avvia una macchina in Windows PE, i driver possono aiutare ad accedere al dispositivo in cui posizionato l'archivio di backup. Fare clic su Aggiungi e specificare il percorso del file *.inf necessarioperuncontrollerSCSI,RAID,SATA,unadattatoredirete,un'unitanastroounaltra perifericacorrispondente.Sarnecessarioripeterequestaproceduraperognidriverdaincludere nelsupportodiavvioWinPEderivante. Sceglieresecreareun'immagineISOoWIMocaricareilsupportosuAcronisPXEServer. Specificare il percorso completo del file di immagine derivante, o specificare il server PXE e fornireilnomeutenteelapasswordperaccedereadesso. VerificareleimpostazioninellaschermatadiriepilogoefareclicsuProcedi. Masterizzareilfile.ISOsuCDoDVDusandounostrumentoditerzepartiocopiarlosuun'unit flash.

5. 6. 7. 8.

QuandolamacchinasiavviainWinPE,AcronisBackup&Recovery10siavviaautomaticamente.

Percreareun'immaginediPE(fileISO)dalfileWIMderivante:
sostituireilfileboot.wimpredefinitochesitrovanellacartellaWindowsPEconilnuovofileWIM appenacreato.Perl'esempioprecedente,digitare:
copyc:\AcronisMedia.wimc:\winpe_x86\ISO\sources\boot.wim

utilizzarelostrumentoOscdimg.Perl'esempioprecedente,digitare:
oscdimgnbc:\winpe_x86\etfsboot.comc:\winpe_x86\ISO c:\winpe_x86\winpe_x86.iso

Per ulteriori informazioni su come personalizzare Windows PE, consultare il manuale utente di WindowsPreinstallationEnvironment(Winpe.chm).

Creazione di Bart PE con il plug-in Acronis dalla distribuzione di Windows


1. OttenereilgeneratoreBartPE. 2. Installare il Generatore di supporti riavviabili dal file di configurazione di Acronis Backup & Recovery10. 3. Dallacartellacorrente,passareaquellaincuiperimpostazione predefinitainstallatoAcronis PluginforWinPE:. Seilplugininstallatoinun'altracartellaenoninquellapredefinita,modificarediconseguenza il percorso (controllare la posizione del plugin attraverso la chiave di registro HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Acronis\BootableComponents\Settings\WinPE). 4. Eseguireilseguentecomando:
export_license.bat

5. Copiare il contenuto della cartella corrente, che per impostazione predefinita : C:\Programmi\Acronis\BootableComponents\WinPE,in%BartPEfolder%\plugins\Acronis. 6. InserireilCDdelladistribuzionediWindowssesuldiscorigidononpresenteunacopiadeifile diinstallazionediWindows. 7. AvviareilgeneratoreBartPE.
272 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

8. Specificare il percorso dei file di installazione di Windows o del CD della distribuzione di Windows. 9. FareclicsuPlugineverificareseilpluginAcronisBackup&Recovery10attivato.Attivareil pluginqualorasiadisattivato. 10. SpecificarelacartelladioutputeilpercorsocompletodelfileISOderivante,compresoilnome delfileodelsupportodacreare. 11. CreareBartPE. 12. MasterizzareilfileISOsuCDoDVD(senonsiprovvedutoinprecedenza)ocopiarlosuun'unit flash. Dopol'avviodellamacchinainBartPEedopoaverconfiguratolaconnessionedirete,selezionareVai a>Sistema>Archiviazione>AcronisBackup&Recovery10periniziare.

6.10.2 Connessione a una macchina avviata da supporto


Dopoaveravviatounamacchinadaunsupportodiavvio,ilterminaledellamacchinavisualizzauna finestra di avvio con l'indirizzo o gli indirizzi IP ricevuti dal DHCP o impostati in base ai valori preconfigurati. Connessioneremota Perconnetterelamacchinainremoto,selezionareConnetti>Gestisciunamacchinaremotanel menu della console e indicare uno degli indirizzi IP della macchina. Fornire il nome utente e la password,qualorasianostaticonfiguratiinfasedicreazionedelsupportodiavvio. Connessionelocale Acronis Backup & Recovery 10 Management Console sempre presente sul supporto di avvio. Tutti gli utenti che hanno fisicamente accesso al terminale della macchina possono eseguire la consoleeconnettersi.sufficientefareclicsuEseguiconsoledigestionenellafinestradiavvio dell'agente.

6.10.3 Lavorare con il supporto riavviabile


Le operazioni su una macchina avviata con il supporto riavviabile sono molto simili al backup e al ripristinonelsistemaoperativo.Quidiseguitosonoriportateledifferenze: 1. Le lettere dei dischi visualizzate nel supporto riavviabile in stile Windows possono differire da quelle utilizzate da Windows per identificare le unit. Ad esempio, l'unit D: nell'utilit di ripristinopotrebbecorrispondereall'unitE:inWindows.
Attenzione.Permaggioresicurezza,siconsigliadiassegnarenomiunivociaivolumi.

2. Il supporto riavviabile in stile Linux visualizza i dischi e i volumi locali come se non fossero montati(sda1,sda2...). 3. I supporti di avvio basati su Linux non consentono di scrivere un backup in un volume con formattazione di tipo NTFS. Se necessario eseguire questa operazione, passare allo stile Windows. 4. possibileapplicarelostileWindowsolostileLinuxalternativamenteaisupportiselezionando Strumenti>Cambiarappresentazionedelvolume. 5. LaGUIdelsupportononvisualizzaunastrutturadiNavigazione.UtilizzareilmenuNavigazione perspostarsidaunavisualizzazioneall'altra.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

273

6. Non possibile pianificare le attivit, che di fatto non vengono create. Se occorre ripetere l'operazione,configurarladall'inizio. 7. La durata del registro limitata alla sessione corrente. possibile salvare l'intero registro o le vocidiregistrofiltrateinunfile. 8. I depositi centralizzati non vengono visualizzati nella struttura delle cartelle della finestra Archivio. Peraccedereaundepositogestito,immetterelastringaseguentenelcampoPercorso: bsp://indirizzo_nodo/nome_deposito/ Per accedere a un deposito centralizzato non gestito, immettere il percorso completo della cartelladeldeposito. Dopol'immissionedellecredenzialidiaccesso,verrvisualizzatounelencodiarchivicollocatinel deposito.

Impostazione di una modalit di visualizzazione


Per una macchina avviata da un supporto, viene rilevata automaticamente una modalit video in baseallaconfigurazionehardware(specifichedelmonitoredellaschedagrafica).Seperunmotivo qualunquelamodalitvideovienerilevatainmanieranoncorretta,effettuareleseguentioperazioni: 1. Nelmenudiavvio,premereF11. 2. Aggiungerealpromptdeicomandiilseguentecomando:vga=askequindiproseguireconl'avvio. 3. Dall'elencodellemodalitvideosupportate,sceglierequellaappropriataimmettendoilrelativo numero(ad318)epremereINVIO. Pernondovereffettuarequestaproceduraognivoltachevieneeseguitol'avviodaunsupportoin unadeterminataconfigurazionehardware,crearenuovamenteilsupportoavviabileconilnumerodi modalit appropriato (nel precedente esempio vga=0x318) immesso nella finestra Parametri del kernel(perinformazionidettagliate,consultarelasezioneGeneratoredisupportidiavvio(p.266)).

Configurazione delle periferiche iSCSI e NDAS


Questa sezione descrive come configurare le periferiche iSCSI (Internet Small Computer System Interface)eNDAS(NetworkDirectAttachedStorage)quandosilavoraconsupportiriavviabili. Questeperiferichesonocollegateallamacchinatramiteunainterfacciadireteerisultanocomese fosserodispositiviconnessilocalmente.Sullarete,unaperifericaiSCSIidentificatadalsuoindirizzo IP,mentreunaperifericaNDASidentificatadalsuoIDdidispositivo. LeperifericheiSCSItalvoltasononoteanchecometargetiSCSI.Uncomponentehardwareosoftware che fornisce interazione tra la macchina e il target iSCSI chiamato iniziatore iSCSI. Il nome dell'iniziatoreiSCSIdisolitodefinitodaunamministratoredelservercheospitaildispositivo.

PeraggiungereunaperifericaiSCSI
1. Inunsupportoriavviabile(basatosuLinuxosuPE),eseguirelaconsoledigestione. 2. Fare clic su Configura periferiche iSCSI/NDAS (in un supporto basato su Linux) o Esegui l'installazioneiSCSI(inunsupportobasatosuPE). 3. SpecificareindirizzoIPeportadell'hostdeldispositivoiSCSIeilnomedell'iniziatoreiSCSI. 4. Sel'hostrichiedel'autenticazione,specificarenomeutenteepassword. 5. FareclicsuOK. 6. SelezionareildispositivoiSCSIdall'elencoefareclicsuConnetti. 7. Serichiesto,specificarenomeutenteepasswordperaccederealdispositivoiSCSI.

274

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

PeraggiungereunaperifericaNDAS
1. 2. 3. 4. 5. InunsupportoriavviabilebasatosuLinux,eseguirelaconsoledigestione. FareclicsuConfiguraperifericheiSCSI/NDAS. InPerifericheNDAS,clickAggiungiperiferica. Specificarel'IDdiperiferica,compostoda20caratteri. Per consentire la scrittura di dati sul dispositivo, specificare la chiave di scrittura da cinque caratteri.Senzaquestocodice,ildispositivosardisponibileinmodalitsolalettura. 6. FareclicsuOK.

6.10.4 Elenco di comandi e utility disponibili nei supporti di avvio basati su Linux
Il supporto di avvio basato su Linux contiene i comandi e utility di linea di comando seguenti, utilizzabiliquandosiesegueunacommandshell.PeravviarelacommandshellpremereCTRL+ALT+F2 dallaconsoledigestionedelsupportodiavvio.

UtilitydilineadicomandoAcronis
acronis asamba lash restoreraids trueimagecmd trueimagemnt

ComandieutilityinLinux
busybox cat ifconfig init readcd reboot rm rmmod route scp scsi_id sed sg_map26 sh sleep ssh sshd strace swapoff
275

cdrecord insmod chmod chown chroot cp dd df dmesg dmraid e2fsck e2label echo egrep iscsiadm kill kpartx ln ls lspci lvm mc mdadm mkdir mke2fs mknod

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

fdisk fsck fxload gawk gpm grep

mkswap more mount mtx mv parted

swapon sysinfo tar tune2fs udev udevinfo udevstart umount uuidgen vconfig vi

growisofs pccardctl grub gunzip halt hexdump hotplug ping pktsetup poweroff ps

raidautorun zcat

6.10.5 Ripristino di periferiche MD e volumi logici


PerripristinareperiferichesoftwareRAIDLinux,notecomeperifericheMD,e/operiferichecreateda Logical Volume Manager (LVM), note come volumi logici, occorre creare la struttura del volume corrispondenteprimadiiniziareilripristino. possibilecrearelastrutturadelvolumeinunodeiseguentimodi: automaticamentemedianteisupportidiavviobasatisuLinuxutilizzandolaconsoledigestione oppureunoscript.Perinformazioni,vedereCreazioneautomaticadellastrutturadelvolume(p. 276). manualmentemediantel'utilitylvm.Perinformazioni,vedereCreazionemanualedellastruttura delvolume(p.277).

Creazione automatica della struttura del volume


Sisuppongachelastrutturadelvolumesiastatasalvatanelladirectory/etc/Acronisecheilvolume incuipresenteladirectorysiainclusonell'archivio.Perinformazioni,vedereBackupdivolumiLVM (Linux)(p.48). PerricrearelastrutturadelvolumeinunsupportodiavviobasatosuLinux,utilizzareunodeimetodi descrittidiseguito.
Attenzione: come risultato delle procedure seguenti, la struttura del volume corrente nella macchina verr sostituitaconquellapresentenell'archivio.Inquestomodoidatiattualmentearchiviatiinunoointuttiidischi rigididelcomputerverrannodistrutti.

Configurazione del disco modificata. Una periferica MD o un volume logico risiede in uno o pi dischi,ognunodellapropriadimensione.Sesisostituisceunoditalidischitraleoperazionidibackup e di ripristino o se si ripristinano i volumi in una macchina diversa, verificare che nella nuova configurazione sia presente un numero sufficiente di dischi le cui dimensioni siano pari almeno a quelledeidischioriginali.
276 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Percrearelastrutturadelvolumemediantelaconsoledigestione
1. AvviarelamacchinadaunsupportodiavviobasatosuLinux. 2. FareclicsuAcronisBootableAgent.FarequindiclicsuEseguiconsoledigestione. 3. NellaconsoledigestionefareclicsuRipristina. Sottoilcontenutodell'archivio,inAcronisBackup&Recovery10verrvisualizzatounmessaggio incuivieneindicatochesonostaterilevateinformazionisullastrutturadelvolume. 4. FareclicsuDettaglinell'areachecontieneilmessaggio. 5. Rivederelastrutturadelvolume,quindifareclicsuApplicaRAID/LVMpercrearla.

Percrearelastrutturadelvolumemedianteunoscript
1. AvviarelamacchinadaunsupportodiavviobasatosuLinux. 2. FareclicsuAcronisBootableAgent.FarequindiclicsuEseguiconsoledigestione. 3. Sulla barra degli strumenti fare clic su Azioni, quindi su Avvia shell. In alternativa possibile premereCTRL+ALT+F2. 4. Eseguireloscriptrestoreraids.sh,specificandoilnomefilecompletodell'archivio,adesempio:
/bin/restoreraids.sh smb://server/backups/linux_machine_2010_01_02_12_00_00_123D.tib

5. TornareallaconsoledigestionepremendoCTRL+ALT+F1oeseguendoilcomando:/bin/product 6. FareclicsuRipristina,specificareilpercorsodell'archivioetuttiglialtriparametririchiesti,quindi fareclicsuOK. SeAcronisBackup&Recovery10noningradodicrearelastrutturadelvolumeosequest'ultima nonpresentenell'archivio,crearlamanualmente.

Creazione manuale della struttura del volume


DiseguitovienefornitaunaprocedurageneraleperilripristinodiperifericheMDevolumilogicicon l'utilizzo di un supporto di avvio basato su Linux, oltre a un esempio di tale ripristino. possibile utilizzareunaprocedurasimileinLinux.

PerripristinareperifericheMDevolumilogici
1. AvviarelamacchinadaunsupportodiavviobasatosuLinux. 2. FareclicsuAcronisBootableAgent.FarequindiclicsuEseguiconsoledigestione. 3. Sulla barra degli strumenti fare clic su Azioni, quindi su Avvia shell. In alternativa possibile premereCTRL+ALT+F2. 4. Se necessario, esaminare la struttura dei volumi memorizzati nell'archivio facendo ricorso all'utility trueimagecmd. inoltre possibile utilizzare l'utility trueimagemnt per montare uno o pi di questi volumi come se si trattasse di volumi consueti (vedere "Montaggio di volumi di backup"nelproseguodelpresenteargomento). 5. Creare la struttura dei volumi secondo quella dell'archivio usando l'utility mdadm (per le perifericheMD),l'utilitylvm(perivolumilogici)oentrambe.
Nota: le utilit di Logical Volume Manager come pvcreate e vgcreate, normalmente disponibili in Linux, non sono incluse nell'ambiente del supporto di avvio, pertanto necessario utilizzare l'utilit lvm con un comandocorrispondente:lvmpvcreate,lvmvgcreateecosvia.

6. Seinprecedenzailbackupstatomontatoconl'utilitytrueimagemnt,utilizzarelastessautility per smontare il backup (vedere "Montaggio di volumi di backup" nel proseguo del presente argomento). 7. TornareallaconsoledigestionepremendoCTRL+ALT+F1oeseguendoilcomando:/bin/product

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

277

(Non riavviare la macchina a questo punto, altrimenti sar necessario creare nuovamente la strutturadelvolume). 8. FareclicsuRipristina,specificareilpercorsodell'archivioetuttiglialtriparametririchiesti,quindi fareclicsuOK.
Nota:questaproceduranonfunzionaincasodiconnessioneremotaaAcronisBackup&Recovery10Bootable Agent,perchlacommandshellnondisponibileinquestocaso.

Esempio
Si supponga di aver eseguito in precedenza un backup del disco di una macchina con la seguente configurazionedeldisco: La macchina ha due dischi da 1 gigabyte e due dischi rigidi SCSI da 2 gigabyte, montati rispettivamentesu/dev/sda,/dev/sdb,/dev/sdce/dev/sdd. La prima e la seconda coppia di dischi rigidi sono configurate come due periferiche MD, entrambe nella configurazione RAID 1, e sono montate rispettivamente su /dev/md0 e /dev/md1. Un volume logico basato sulle due periferiche MD ed montato su /dev/my_volgroup/my_logvol. Lafiguraseguenteillustralaconfigurazione.

Perripristinareidatidaquestoarchivioprocederenelmodoseguente. Passo1:creazionedellastrutturadelvolume 1. AvviarelamacchinadaunsupportodiavviobasatosuLinux. 2. Nellaconsoledigestione,premereCTRL+ALT+F2. 3. EseguireicomandiseguentipercreareleperifericheMD:


mdadmcreate/dev/md0level=1raiddevices=2/dev/sd[ab] mdadmcreate/dev/md1level=1raiddevices=2/dev/sd[cd]

4. Eseguireicomandiseguentipercreareilgruppodivolumilogici:
Attenzione:Ilcomandopvcreatedistruggetuttiidatinelleperiferiche/dev/md0e/dev/md1. lvmpvcreate/dev/md0/dev/md1 lvmvgcreatemy_volgroup/dev/md0/dev/md1 lvmvgdisplay

L'outputdelcomandolvmvgdisplayconterrdellerighesimilialleseguenti:
278 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Volumegroup VGNamemy_volgroup ... VGAccessread/write VGStatusresizable ... VGSize1,99GB ... VGUUID0qoQ4lVk7WyDG3uF1lQ2ALC0z0vMeACu

5. Eseguire il comando seguente per creare il volume logico; nel parametroL specificare la dimensioneindicatadaVGSize:
lvmlvcreateL1.99Gnamemy_logvolmy_volgroup

6. Attivareilgruppodivolumieseguendoilcomandoseguente:
lvmvgchangeaymy_volgroup

7. PremereCTRL+ALT+F1pertornareallaconsoledicomando. Passo2:avviodelripristino 1. NellaconsoledigestionefareclicsuRipristina. 2. InArchivio,fareclicsuModificaespecificareilnomedell'archivio. 3. In Backup, fare clic su Modifica, quindi selezionare il backup dal quale si desidera ripristinare i dati. 4. InTipodidatiselezionareVolumi. 5. InElementidaripristinare,selezionarelacasellaaccantoamy_volgroupmy_logvol. 6. InDoveripristinare,fareclicsuModifica,quindiselezionareilvolumelogicocreatonellafase1. Fareclicsullefrecceperespanderel'elencodidischi. 7. FareclicsuOKperiniziareilripristino. Per un elenco completo di comandi e utility utilizzabili nell'ambiente del supporto di avvio vedere Elenco di comandi e utility disponibili nei supporti di avvio basati su Linux (p. 275). Per una descrizionedettagliatadelleutilitytrueimagecmdetrueimagemnt,vedereilriferimentodellalinea dicomandodiAcronisBackup&Recovery10.

Montaggiodivolumidibackup
Se lo si desidera possibile montare un volume archiviato in un backup su disco, ad esempio, per visualizzareifilecontenutiprimadiiniziareilripristino.

Permontareunvolumedibackup
1. Utilizzareilcomandolistperelencareivolumiarchiviatinelbackup.Esempio:
trueimagecmdlistfilenamesmb://server/backups/linux_machine.tib

L'outputconterrrighesimilialleseguenti:
NumIdxPartitionFlagsStartSizeType Disk1: Table0Table Disk2: Table0Table ... Dynamic&GPTVolumes: DYN14my_volgroupmy_logvol12533760Ext2

L'indicedelvolume,indicatonellacolonnaIdx,sarnecessarionellafasesuccessiva.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 279

2. Utilizzareilcomandomount,specificandol'indicedelvolumenelparametroi.Esempio:
trueimagemnt mount /mnt filename smb://server/backups/linux_machine.tib i 4

Questo comando consente di montare il volume logico DYN1, il cui indice nel backup 4, sul puntodimontaggio/mnt.

Persmontareunvolumedibackup
Utilizzareilcomandounmount,specificandotraiparametriilpuntodimontaggiodelvolume. Esempio:
trueimagemntunmount/mnt

6.10.6 Acronis PXE Server


IlserverAcronisPXEconsentediavviaremacchinesucomponentidiavvioAcronisattraversolarete. Avviodallarete: eliminalanecessitdiavereuntecnicosulpostoperinstallareilsupportodiavvionelsistema chedeveessereavviato. durante le operazioni di gruppo, riduce il tempo necessario per avviare pi macchine rispetto all'utilizzodisupportidiavviofisici. I componenti riavviabili vengono caricati in Acronis PXE Server usando il Generatore di supporti riavviabili Acronis. Per caricare componenti riavviabili, avviare il Generatore di supporti riavviabili (dallaconsoledigestione,selezionandoStrumenti>Creasupportoriavviabileocomecomponente separato) e seguire le istruzioni passo a passo descritte nella sezione "Generatore di supporti riavviabili(p.266)". Il riavvio di pi macchine dal server Acronis PXE conveniente se il server della rete utilizza il protocolloDHCP(DynamicHostControlProtocol).Inquestocasoleinterfaccediretedellemacchine riavviate ottengono automaticamente gli indirizzi IP. Senza DHCP, necessario preconfigurare e caricareseparatamentesulserverPXEl'agentediavvioperognimacchina.

Installazione del server Acronis PXE PerinstallareilserverAcronisPXE:


1. EseguireilfiledisetupdiAcronisBackup&Recovery10. 2. SelezionareilserverAcronisPXEnell'elencoComponentidigestionecentralizzati. 3. Seguireleistruzionisulloschermo. Il server Acronis PXE viene eseguito come servizio subito dopo l'installazione. In seguito verr lanciatoautomaticamenteadogniavviodelsistema.possibilechiudereeavviareilserverAcronis PXEnellostessomodoutilizzatoperglialtriserviziWindows.

Configurazione di una macchina per l'avvio da PXE


Perpartiredazero,sufficientecheilBIOSdellamacchinasupportil'avviodallarete.

280

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Suunamacchinaconunsistemaoperativosuldiscorigido,ilBIOSdeveessereconfiguratoinmodo chelaschedadell'interfacciadiretesialaprimaperifericadiavvio,oalmenoquellaprecedenteal dispositivodeldiscorigido.L'esempiodiseguitomostraunadellepossibiliconfigurazionidelBIOS.Se nonsiinserisceunsupportodiavvio,lamacchinasiavvierdallarete.

InalcuneversionidiBIOS,necessariosalvarelemodifichesulBIOSdopoavereabilitatolascheda dell'interfacciadirete,inmodocheessacompaianell'elencodelleperiferichediavvio. Sel'hardwaredisponedidiverseschededell'interfacciadirete,assicurarsichelaschedasupportata dalBIOSabbiailcavodireteinserito.

PXE e DHCP sul medesimo server


SeilserverAcronisPXEeilserverDHCPsitrovanosullastessamacchina,aggiungerealserverDHCP l'opzione 60: Identificatore client con il valore della stringa Client PXE. Questa operazione pu essereeseguitacomesegue:
C:\WINDOWS\system32>netsh netsh>dhcp netsh>dhcp>server\\<server_machine_name>o<indirizzoIP> netsh dhcp>add optiondef 60 PXEClient STRING 0 comment=Opzione aggiunta per supportoPXE netshdhcp>setoptionvalue60STRINGPXEClient

Attivit su pi sottoreti
PerabilitareilserverAcronisPXEalavorareinun'altrasottorete(attraversoloswitch),configurarelo switchperinoltrareiltrafficoPXE.GliindirizziIPdelserverPXEsonoconfiguratiinbaseall'interfaccia utilizzando una funzione di assistente IP nello stesso modo degli indirizzi del server DHCP. Per ulterioriinformazioni,fareriferimentoa:http://support.microsoft.com/default.aspx/kb/257579.

6.11 Gestione disco


Acronis Disk Director Lite uno strumento che consente di preparare la configurazione di un disco/volume in una macchina per il ripristino delle immagini salvate mediante il software Acronis Backup&Recovery10.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

281

Talvolta,successivamenteall'esecuzionedelbackupdiunvolumeealposizionamentodellarelativa immagineinunospaziodiarchiviazioneprotetto,puaccaderechelaconfigurazionedeldiscodella macchinacambi,acausadellasostituzionediundiscorigidoodellaperditadihardware.Incasidel genere, Acronis Disk Director Lite consente all'utente di ricreare la configurazione del disco necessaria per ripristinare l'immagine del volume esattamente "com'era" o con le alterazioni della strutturadelvolumeodeldiscochel'utentereputieventualmentenecessarie.
Tutte le operazioni eseguite su dischi e volumi comportano un certo rischio di danneggiamento dei dati. Le operazioni su volumi di sistema, di avvio o di dati devono essere eseguite con molta attenzione per evitare potenzialiprobleminelprocessodiavvioodiarchiviazionedeidatineidischirigidi. Leoperazionieseguitesudischirigidievolumirichiedonotempoel'eventualeinterruzionedell'alimentazione,lo spegnimento accidentale della macchina o la pressione involontario del pulsante reset durante la procedura possonocausareildanneggiamentodelvolumeelaperditadidati. Tutte le operazioni sui volumi di dischi dinamici in Windows XP e Windows 2000 richiedono che il servizio AcronisManagedMachinesiainesecuzionenell'accountcondirittidiamministratore.

Perevitarepossibiliperditedidatiindispensabileadottaretuttelenecessarieprecauzioni(p.282).

6.11.1 Precauzioni essenziali


Perevitaredanniallastrutturadeivolumiedeidischioperditedidatinecessarioadottaretuttele necessarieprecauzionieseguirealcunesempliciregole: 1. Creareun'immaginedeldiscoincuiverrannocreatiogestitivolumi.Eseguendoilbackupdeidati pi importanti in un altro disco rigido o CD possibile lavorare sui volumi del disco con la sicurezzacheidatisianocomunquealsicuro.
Acronis Backup & Recovery 10 una soluzione completa ed estremamente efficace per il backup e il ripristinodeidati.Consentedicreareunacopiadibackupdeidatiodeldisco,archiviatainunfilearchivio compressochegarantisceilripristinoincasodinecessit.

2. Verificare che il disco utilizzato sia perfettamente funzionante e che non contenga settori difettosioerrorinelfilesystem. 3. Noneseguirealcunaoperazionesudischi/volumidurantel'esecuzionedisoftwarecheaccedeal discoabassolivello.ChiuderequestiprogrammiprimadieseguireAcronisDiskDirectorLite. Questesempliciprecauzioniconsentonodiproteggersidallaperditaaccidentaledidati.

6.11.2 Esecuzione di Acronis Disk Director Lite


possibileeseguireAcronisDiskDirectorLitedaWindowsoppureavviarlodaunsupportodiavvio.

EsecuzionediAcronisDiskDirectorLitedaWindows
Se si esegue Acronis Backup & Recovery 10 Management Console e la si connette a una macchina gestita,lavisualizzazioneGestionediscosardisponibilenellastrutturadiNavigazionedellaconsole, conlaqualepossibileavviareAcronisDiskDirectorLite.

EsecuzionediAcronisDiskDirectorLitedaunsupportodiavvio
possibileeseguireAcronisDiskDirectorLitesuunamacchinavuota,noningradodiavviarsiocon sistema operativo non Windows. A tal fine, avviare la macchina da un supporto di avvio (p. 394)

282

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

creato con Acronis Bootable Media Builder; eseguire la console di gestione, quindi fare clic su Gestionedisco.

6.11.3 Selezionare il sistema operativo per la gestione del disco


Suunamacchinacondueopisistemioperativi,larappresentazionedidischievolumidipendeda qualesistemaoperativocorrentementeinesecuzione. UnvolumepuavereunaletteradiversainsistemioperativiWindowsdiversi.Adesempio,ilvolume E: pu apparire come D: o L: quando si avvia un altro sistema operativo Windows installato sulla stessamacchina.(anchepossibilechequestovolumeabbialastessaletteraE:inogniSOWindows installatosullamacchina). UndiscodinamicocreatoinunsistemaoperativoWindowsvieneconsideratocomeDiscoesternoin un altro sistema operativo Windows o potrebbe non essere supportato dallo stesso sistema operativo. Quando si deve eseguire un'operazione di gestione del disco in una macchina simile, necessario specificareperqualesistemaoperativoillayoutdeldiscoverrvisualizzatoel'operazionedigestione deldiscoverreseguita. Ilnomedelsistemaoperativocorrentementeselezionatovienemostratonellabarradeglistrumenti dellaconsoledopoIllayoutcorrentedeldiscoper:.FareclicsulnomedelSOperselezionareun alto sistema operativo nella finestra Selezione del sistema operativo. Nel supporto riavviabile, questa finestra compare dopo avere fatto clic su Gestione del disco. Il layout del disco verr visualizzatoinbasealsistemaoperativoselezionato.

6.11.4 Visualizzazione "Gestione disco"


AcronisDiskDirectorLitecontrollatomediantelavisualizzazioneGestionediscodellaconsole. La parte superiore della visualizzazione contiene una tavola dei dischi e volumi che consente l'ordinamento dei dati, la personalizzazione delle colonne e la barra degli strumenti. La tavola presenta i numeri dei dischi, oltre a lettera assegnata, etichetta, tipo, capacit, dimensione dello spazio libero, dimensione dello spazio utilizzato, file system e stato di ogni volume. La barra degli strumenticomprendeleiconecheconsentonodieseguireleazioniAnnulla,RipristinaeConferma perleoperazioniinsospeso(p.297). Il riquadro nella parte inferiore della visualizzazione illustra inoltre in forma grafica tutti i dischi e i relativivolumicomerettangolirecantiidatidibase(etichetta,lettera,dimensione,stato,tipoefile system). Leduesezionidellavisualizzazioneillustranoinoltrelospaziononallocatodeldiscochepuessere utilizzatoperlacreazionedeivolumi.

Avviodelleoperazioni
Tutteleoperazionipossonoesserelanciate: Dalmenucontestualedelvolumeodeldisco(sianellatabellachenelriquadrografico) DalmenuGestionediscodellaconsole DallabarraOperazioninelriquadroAzioniestrumenti

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

283

Si noti che l'elenco dioperazioni disponibili nel menu contestuale,nelmenu Gestione discoe nella barra Operazionidipendedalvolumeselezionatoodaltipodidisco.Civaleancheperlospaziononallocato.

Visualizzazionedeirisultatidelleoperazioni
Irisultatiditutteleoperazioniappena pianificaterelativeaidischioaivolumivengonovisualizzati immediatamentenellavisualizzazioneGestionediscodellaconsole.Seadesempiosicreaunvolume, questosarimmediatamentevisualizzatosianellatavola,sianellagraficanellaparteinferioredella visualizzazione. Anche eventuali modifiche del volume, comprese le modifiche della lettera o dell'etichetta,vengonoimmediatamentevisualizzate.

6.11.5 Operazioni sui dischi


AcronisDiskDirectorLiteincludeleseguentioperazionieseguibilisuidischi: Inizializzazionedeldisco(p.284)consentediinizializzareinuovicomponentihardwareaggiunti alsistema Clonazionedeldiscodibase(p.285)consenteditrasferireidaticompletidaldiscoMBRdibase dioriginealladestinazione Conversionedeldisco:daMBRaGPT(p.287)consentediconvertireunatavoladipartizione MBRinGPT Conversionedeldisco:daGPTaMBR(p.288)consentediconvertireunatavoladipartizione GPTinMBR Conversione del disco: da disco di base in disco dinamico (p. 288) consente di convertire un discodibaseindinamico Conversione del disco: da disco dinamico in disco di base (p. 289) consente di convertire un discodinamicoindiscodibase La versione completa di Acronis Disk Director fornisce ulteriori strumenti e utility per lavorare sui dischi.
AcronisDiskDirectorLitedeveottenerel'accessoesclusivoaldiscodidestinazione.Cisignificachenessun'altra utilit (ad esempio l'utilit Windows Gestione disco) pu accedervi nello stesso momento. Se si visualizza un messaggio indicante che il disco non pu essere bloccato, chiudere le applicazioni di gestione del disco che utilizzanotalediscoeripartiredall'inizio.Senonsiriesceadeterminarequaliapplicazionistianousandoildisco, chiuderletutte.

Inizializzazione del disco


Se si aggiunge un nuovo disco alla macchina, Acronis Disk Director Lite rilever la modifica della configurazioneeanalizzerildiscoaggiuntoalfinediinserirlonell'elencodeidischiedeivolumi.Seil discononvieneinizializzatoaquestopuntoo,eventualmente,presentaunastrutturadifileignotaal sistema della macchina, significa che non possibile installare su di esso alcun programma n archiviarvideifile. AcronisDiskDirectorLiterilevercheildiscononutilizzabiledalsistemaedeveessereinizializzato. LavisualizzazioneGestionediscomostrerl'hardwareappenarilevatosottoformadiunbloccogrigio coniconaanch'essaingrigio,indicandointalmodocheildiscononutilizzabiledalsistema.

Sesideveinizializzareundisco:
1. Selezionareildiscodainizializzare. 2. Fare clic con il tasto destro sul volume selezionato, quindi fare clic su Inizializza nel menu contestuale. Si verr portati alla finestra Inizializzazione disco, che fornir i dettagli di base
284 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

dell'hardware come il numero del disco, la capacit e lo stato per aiutare nella selezione delle azionipossibili. 3. Nellafinestra,sarpossibileimpostareloschemadipartizionamentodeldisco(MBRoGPT)eil tipodidisco(dibaseodinamico).Lostatodelnuovodiscoverrimmediatamenterappresentato informagraficanellavisualizzazioneGestionediscodellaconsole. 4. SelezionandoOK,siaggiungerun'operazioneinsospesodell'inizializzazionedeldisco (per terminare l'operazione aggiunta occorre premere Conferma (p. 297). L'uscita dal programma senzaconfermareleoperazioniinsospesoannullerdefinitivamentetalioperazioni). Dopo l'inizializzazione, tutto lo spazio su disco rimane non allocato e quindi ancora impossibile utilizzarlo per l'installazione di programmi o per l'archiviazione di file. Per poterlo utilizzare, procederecomediconsuetoall'operazioneCreavolume.
Se si decide di modificare le impostazioni del disco, possibile eseguire questa operazione in un secondo momentoutilizzandoglistrumentistandardperdischidiAcronisDiskDirectorLite.

Clonazione del disco di base


Talvoltanecessariotrasferiretuttiidatideldiscosuunnuovodisco,perchsidesideraampliareil volume del sistema, avviare un nuovo layout del sistema o perch necessario svuotare il disco a causa di un guasto hardware. In ogni caso, il motivo per cui si esegue l'operazione Clona disco di basepuessereriassuntocomelanecessitditrasferiretuttidatideldiscodiorigineesattamente comesonoinundiscodidestinazione. AcronisDiskDirectorLiteconsentedieseguirel'operazionesolosudischiMBRdibase. Perpianificarel'operazioneClonadiscodibase: 1. Selezionareundiscodaclonare. 2. Selezionareildiscodidestinazionedell'operazionediclonazione. 3. Selezionareilmetododiclonazioneespecificareleopzioniavanzate. La struttura del nuovo volume sar immediatamente rappresentata in forma grafica nella visualizzazioneGestionedisco.
SeAcronisStartupRecoveryManager(p.381)(ASRM)attivo,siconsigliadidisattivarloprimadiclonareun discodisistema.Incasocontrario,ilsistemaoperativoclonatopotrebbenonavviarsi.ASRMpuessereattivato nuovamente al termine della clonazione. Se la disattivazione non possibile, per clonare il disco scegliere il metodoCoscom'.

Selezione dei dischi di origine e di destinazione


Ilprogrammavisualizzaunelencodidischiconpartizioniechiedeall'utentediselezionareildiscodi originedacuiidatisarannotrasferitiaunaltrodisco. Lafasesuccessivaconsistenellaselezionediundiscodidestinazioneperl'operazionediclonazione. Ilprogrammaconsentediselezionareundiscoseladimensionesufficienteaconteneretuttiidati provenientidaldiscodioriginesenzaalcunaperdita. Seneldiscodidestinazioneselezionatosonopresentideidati,sivisualizzerunavviso:Ildiscodi destinazionenonvuoto.Idaticontenutineivolumisarannosovrascritti",chesignificacheidatial momentopresentisuldiscodidestinazioneselezionatoandrannoirrimediabilmentepersi.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

285

Metodo di clonazione e opzioni avanzate


L'operazioneClonadiscodibasesignificachedinormaidatideldiscodioriginevengonotrasferiti alla destinazione "cos come sono". Pertanto, se il disco di destinazione ha dimensione uguale o anchemaggiore,possibiletrasferirvituttiidatiesattamentecomesonoarchiviatinell'origine. Datal'ampiagammadicomponentihardwaredisponibili,tuttavia,normalecheledimensionidel disco di destinazione differiscano da quelle del disco di origine. Se il disco di destinazione pi capiente,siconsigliadiridimensionareivolumideldiscodiorigineperevitaredilasciarespazionon allocato sul disco di destinazione selezionando l'opzione Ridimensiona volumi in modo proporzionale.L'opzionediclonazionedeldiscodibase"coscom'"rimaneattiva,mailmetododi clonazione predefinito sar eseguito con l'ampliamento proporzionale di tutti i volumi del disco di origineinmodochesuldiscodidestinazionenonrimangaspaziononallocato. Se il disco di destinazione di dimensioni inferiori, l'opzione di clonazione Cos com' non sar disponibileeilridimensionamentoproporzionaledeivolumideldiscodioriginesarobbligatorio.Il programmaanalizzaildiscodidestinazioneperdeterminareselasuadimensionesufficienteper contenere tutti i dati del disco di origine senza alcuna perdita. Se tale trasferimento con ridimensionamento proporzionale dei volumi del disco di origine possibile senza che si verifichi alcunaperditadidati,l'utentepotrcontinuarel'operazione.Qualora,acausadilimitidimensionali, iltrasferimentosicurodituttiidatideldiscodioriginealdiscodidestinazionesiaimpossibileanche con il ridimensionamento proporzionale dei volumi, l'operazione Clona disco di base non consentitael'utenteimpossibilitatoacontinuare. Se si intende clonare un disco contenente un volume di sistema, prestare attenzione alle Opzioni avanzate. FacendoclicsuTermina,siaggiungerannoleoperazioniinsospesodellaclonazionedeldisco (Per terminare l'operazione aggiunta occorre premere Conferma (p. 297). L'uscita dal programma senzaconfermareleoperazioniinsospesoannullerdefinitivamentetalioperazioni).

Utilizzodelleopzioniavanzate
Quando si clona un disco costituito da un volume di sistema, occorre mantenere la possibilit di riavvio del sistema operativo sul volume del disco di destinazione. Ci significa che il sistema operativo deve presentare informazioni del volume di sistema (ad esempio la lettera del volume) corrispondentiallafirmaNTdeldisco,conservatanelrecorddeldiscoMBR.Duedischiconlastessa firmaNTnonpossonotuttaviafunzionarecorrettamentenellostessosistemaoperativo.
SesuunamacchinasonopresentiduedischiconlastessafirmaNTcostituitidaunvolumedisistema,all'avvioil sistemaoperativovieneeseguitodaundisco,rilevalastessafirmasulsecondo,generaautomaticamenteuna nuovafirmaNTunivocaelaassegnaalsecondodisco.Tuttiivolumidelsecondodiscoperdonodiconseguenza laproprialettera,tuttiipercorsisuldiscocessanodiesserevalidieiprogramminontrovanoirispettivifile.Il sistemaoperativodeldiscoinquestionenonriavviabile.

Sono disponibili due alternative per mantenere la possibilit di riavvio del sistema sul volume del discodidestinazione: 1. CopiarelafirmaNTperfornirealdiscodidestinazionelafirmaNTdeldiscodiorigineabbinata allechiavidiregistroanch'essecopiatesuldiscodidestinazione. 2. LasciarelafirmaNTpermantenerelaprecedentefirmadeldiscodidestinazioneeaggiornareil sistemaoperativoinbaseallafirma.

286

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

PercopiarelafirmaNT:
1. SelezionarelacasellaCopiafirmaNT.Vienevisualizzatol'avviso:"Sesuldiscorigidopresente un sistema operativo, disinstallare dalla macchina l'unit del disco rigido di origine o di destinazioneprimadiriavviarelamacchina.IncasocontrarioilSOsiavvierdalprimodeiduee ilSOdelsecondodiscononsarpiriavviabile".LacasellaSpegnilamacchinadopol'operazione diclonazioneselezionataedisattivataautomaticamente. 2. FareclicsuTerminaperaggiungerel'operazioneinsospeso. 3. FareclicsuConfermasullabarradeglistrumenti,quindisuProcedinellafinestraOperazioniin sospeso. 4. Attendereilcompletamentodell'attivit. 5. Attenderechelamacchinasiaspenta. 6. Scollegaredallamacchinaildiscorigidodiorigineoquellodidestinazione. 7. Avviarelamacchina.

PerlasciareunafirmaNT:
1. FareclicperdeselezionarelacasellaCopiafirmaNT,senecessario. 2. Fare clic per deselezionare la casella Spegni la macchina dopo l'operazione di clonazione, se necessario. 3. FareclicsuTerminaperaggiungerel'operazioneinsospeso. 4. FareclicsuConfermasullabarradeglistrumenti,quindisuProcedinellafinestraOperazioniin sospeso. 5. Attendereilcompletamentodell'attivit.

Conversione del disco: da MBR a GPT


opportunoconvertireundiscodibaseMBRinundiscodibaseGPTneicasiseguenti: Quandooccorronopidi4volumiprimarisuunsolodisco. Senecessariamaggioreaffidabilitdeldiscocontroeventualidannideidati.

SeoccorreconvertireundiscodibaseMBRinundiscodibaseGPT:
1. SelezionareundiscodibaseMBRdaconvertireinGPT. 2. Fareclicconiltastodestrosulvolumeselezionato,quindifareclicsuConvertiinGPTnelmenu contestuale. VerrvisualizzatounavvisocheindicachesistaperconvertireildiscoMBRinGPT. 3. FacendoclicsuOK,siaggiungerun'operazioneinsospesodiconversionediMBRinGPT (Per terminare l'operazione aggiunta occorre premere Conferma (p. 297). L'uscita dal programma senzaconfermareleoperazioniinsospesoannullerdefinitivamentetalioperazioni).
Nota:idischiGPTconpartizioneriservanolospazionecessarioalterminedell'areaconpartizioneperl'areadi backup, che memorizza copie dell'intestazione GPT e della tavola di partizione. Se il disco pieno e non possibile ridurre automaticamente la dimensione del volume, l'operazione di conversione del disco da MBR a GPTnonandrabuonfine. L'operazioneirreversibile.SesidisponediunvolumeprimarioappartenenteaundiscoMBRelosiconverte primainGPTepoidinuovoinMBR,ilvolumesarditipologicoenonsarpossibileutilizzarlocomevolumedi sistema.

SesiintendeinstallareunSOchenonsupportaidischiGPT,anchepossibileeseguirelaconversione inversa del disco in MBR mediante le stesse voci di menu. Il nome dell'operazione nell'elenco sar ConvertiinMBR.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 287

Conversionedidischidinamici:daMBRaGPT
AcronisDiskDirectorLitenonsupportalaconversionedirettadaMBRaGPTperidischidinamici. tuttaviapossibileeseguireleconversioniseguentiperraggiungereloscopoutilizzandoilprogramma: 1. ConversionedidischiMBR:dadinamicoabase(p.289)utilizzandol'operazioneConvertiindisco dibase. 2. Conversionedidischidibase:daMBRaGPTutilizzandol'operazioneConvertiinGPT. 3. ConversionedidischiGPT:dabaseadinamico(p.288)utilizzandol'operazioneConvertiindisco dinamico.

Conversione del disco: da GPT a MBR


Se si intende installare un SO che non supporta i dischi GPT, possibile convertire il disco GPT in MBR.Ilnomedell'operazionenell'elencosarConvertiinMBR.

PerconvertireundiscoGPTinundiscoMBR:
1. SelezionareundiscoGPTdaconvertireinMBR. 2. Fareclicconiltastodestrosulvolumeselezionato,quindifareclicsuConvertiinMBRnelmenu contestuale. VerrvisualizzatounavvisocheindicachesistaperconvertireildiscoGPTinMBR. Sivisualizzerunaspiegazionedellemodifichecheavrannoluogodopolaconversionedeldisco selezionatodaGPTinMBR.Seadesempiotaleconversioneimpediscealsistemadiaccedereal disco,ilcaricamentodelsistemaoperativosiinterromperdopotaleconversioneoppurealcuni volumi sul disco GPT selezionato non saranno accessibili con MBR (ad esempio i volumi che si trovanoaoltre2TBdall'iniziodeldisco)esivisualizzerquiunavvisorelativoataledanno.
Si noti che i volumi di un disco GPT da convertire saranno di tipo logico dopo l'operazione, che irreversibile.

3. FacendoclicsuOK,siaggiungerun'operazioneinsospesodiconversionediGPTinMBR (Per terminare l'operazione aggiunta occorre premere Conferma (p. 297). L'uscita dal programma senzaconfermareleoperazioniinsospesoannullerdefinitivamentetalioperazioni).

Conversione del disco: da disco di base in disco dinamico


Laconversionediundiscodibaseindinamicopuessereopportunaneicasiseguenti: Sesiintendeutilizzareildisconell'ambitodiungruppodidischidinamici. Sesidesideraottenereunamaggioreaffidabilitdeldiscoperl'archiviazionedidati.

Perconvertireundiscodibaseindiscodinamico:
1. Selezionareildiscodibasedaconvertireindinamico. 2. Fareclicconiltastodestrosulvolumeselezionato,quindifareclicsuConvertiindiscodinamico nelmenucontestuale.Sivisualizzerunavvisofinaleindicantelaconversionedeldiscodibasein dinamico. 3. SesifaclicsuOKnell'avviso,laconversionevieneeseguitaimmediatamentee,senecessario,la macchinaverrriavviata.
Nota: i dischi dinamici occupano l'ultimo megabyte del disco fisico per l'archiviazione del database, compresaladescrizioneaquattrolivelli(volume,componente,partizione,disco)diognivolumedinamico. Se durante la conversione del disco in dinamico risulta che il disco di base pieno e che non possibile ridurre automaticamente le dimensioni dei suoi volumi, l'operazione di conversione del disco da base a dinamicononandrabuonfine.

288

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Qualora si decidesse di riconvertire i dischi dinamici in dischi di base, ad esempio se si desidera iniziareautilizzaresullamacchinaunSOchenonsupportaidischidinamici,possibileconvertirei dischiutilizzandolestessevocidimenu,mal'operazioneorasarindicatacomeConvertiindiscodi base.

Conversionedeldiscodisistema
AcronisDiskDirectorLitenonrichiedeilriavviodelsistemaoperativodopolaconversionedeldisco dabaseadinamicose: 1. SuldiscoinstallatounsolosistemaoperativoWindows2008/Vista. 2. Lamacchinaeseguetalesistemaoperativo.
Laconversionedeldiscocomprendenteivolumidisistemadabaseindinamicorichiedeunacertaquantitdi tempo ed eventuali interruzioni dell'alimentazione, spegnimenti involontari della macchina o pressioni accidentalidelpulsantediripristinopossonodareluogoall'impossibilitdiriavviare.

A differenza di Windows Disk Manager, il programma assicura la possibilit di avviare sul disco un sistemaoperativononinlineadopol'operazione.

Conversione del disco: da disco dinamico in disco di base


Puessereopportunoriconvertireidischidinamiciindischidibaseseadesempiosidesiderainiziare autilizzaresullamacchinaunSOchenonsupportaidischidinamici.

Perconvertireundiscodinamicoindiscodibase:
1. Selezionareildiscodinamicodaconvertireindiscodibase. 2. Fareclicconiltastodestrosulvolumeselezionato,quindifareclicsuConvertiindiscodibase nelmenucontestuale.Verrvisualizzatounavvisofinalesullaconversionedeldiscodinamicoin discodibase. Verr visualizzata una spiegazione sulle modifiche che avranno luogo nel sistema se il disco selezionato viene convertito da dinamico in disco di base. Se ad esempio tale conversione impedisce al sistema di accedere al disco, il caricamento del sistema operativo si interromper dopo tale conversione, oppure se il disco che si desidera convertire in disco di base contiene volumi di tipi supportati solo da dischi dinamici (tutti i tipi tranne i volumi semplici), verr visualizzatounavvisosulpossibiledannoaidatiinteressatidallaconversione.
Sinotichel'operazionenondisponibileperidischidinamicicontenentivolumispanned,stripedoRAID5.

3. SesifaclicsuOKinquestoavviso,laconversioneverreseguitaimmediatamente. Dopolaconversione,gliultimi8 Mbdispaziodel discosonoriservatiperlafutura conversioneda discodibaseindiscodinamico. Inalcunicasiilpossibilespaziononallocatoeladimensionemassimaprevistadelvolumepotrebbero differire(adesempioquandoladimensionediunmirrordeterminaladimensionedell'altromirror, oppuresegliultimi8Mbdispaziosudiscosonoriservatiperlafuturaconversionedadiscodibasein discodinamico).

Conversionedeldiscodisistema
AcronisDiskDirectorLitenonrichiedeilriavviodelsistemaoperativodopolaconversionedeldisco dinamicoindiscodibasese: 1. SuldiscoinstallatounsolosistemaoperativoWindows2008/Vista. 2. Lamacchinaeseguetalesistemaoperativo.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

289

La conversione del disco comprendente i volumi di sistema da dinamico a disco di base richiede una certa quantit di tempo ed eventuali interruzioni dell'alimentazione, spegnimenti involontari della macchina o pressioniaccidentalidelpulsantediripristinopossonodareluogoall'impossibilitdiriavviare.

AdifferenzadiWindowsDiskManager,ilprogrammaassicura: conversionesicuradiundiscodadiscodinamicoindiscodibasequandoessocontienevolumi condati,pervolumisempliciemirror insistemimultivolume,avviabilitdiunsistemacheeraofflinedurantel'operazione

Cambiare lo stato del disco


IlcambiamentodellostatodeldiscoefficaceperisistemioperativiWindowsVistaSP1,Windows Server2008,Windows7esiapplicaall'attualelayoutdeldisco(p.283). Unodeiseguentistatideldiscoapparesemprenellavisualizzazionegraficadeldisco,accantoalsuo nome. Online Onlinesignificacheildiscoaccessibileinmodalitlettura/scrittura.Sitrattadelnormalestato deldisco.Sesidesideracheildiscosiaaccessibileinmodalitsolalettura,selezionareildiscoe quindicambiarelostatoponendoloanoninlineaselezionandoCambialostatodeldiscoanon inlineadalmenuOperazioni. Noninlinea Lostato"nonin linea"indica che un discoaccessibileinmodalitdisolalettura.Perportare onlineundisco"noninlinea"selezionato,scegliereCambialostatodeldiscoaonlinedalmenu Operazioni. Se il disco non in linea e il suo nome compare come Mancante, il disco non pu essere individuato o identificato dal sistema operativo. Potrebbe essere danneggiato, scollegato o spento.Perinformazionisullemodalitperportareundiscononinlineaomancantenellostato online, fare riferimento al seguente articolo della Knowledge Base di Microsoft: http://technet.microsoft.com/enus/library/cc732026.aspx.

6.11.6 Operazioni sui volumi


AcronisDiskDirectorLiteincludeleseguentioperazionieseguibilisuivolumi: Creavolume(p.291)Consentedicreareunnuovovolumeconl'aiutodellaproceduraguidatadi creazionedivolumi. Eliminavolume(p.294)Consentedieliminareilvolumeselezionato. Impostacomeattivo(p.295)Consentediimpostarecomeattivoilvolumeselezionatoinmodo chelamacchinasiaingradodiavviarsiconilsistemaoperativoinstallatosudiesso. Modificalettera(p.296)Consentedimodificarelaletteradelvolumeselezionato Modificaetichetta(p.296)Consentedimodificarel'etichettadelvolumeselezionato Formattavolume(p.297)Consentediformattareunvolumeconferendoadessoilfilesystem necessario La versione completa di Acronis Disk Director fornisce ulteriori strumenti e utilit per lavorare sui volumi.
Acronis Disk Director Lite deve ottenere l'accesso esclusivo al volume di destinazione. Ci significa che nessun'altra utilit (ad esempio l'utilit Windows Gestione disco) pu accedervi nello stesso momento. Se si visualizzaunmessaggioindicantecheilvolumenonpuesserebloccato,chiudereleapplicazionidigestionedel 290 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

disco che utilizzano questo volume e ripartire dall'inizio. Se non si riesce a determinare quali applicazioni utilizzinoilvolume,chiuderletutte.

Creazione di un volume
Unnuovovolumepuesserenecessarioper: Ripristinare una copia di backup precedentemente salvata nella configurazione "esattamente com'"; Archiviareseparatamenteraccolteofileanaloghi,adesempiounaraccoltadiMP3odifilevideo suunvolumeseparato; Archiviarebackup(immagini)dialtrivolumi/dischisuunappositovolume; Installareunnuovosistemaoperativo(ofilediswap)suunnuovovolume; Aggiungereaunamacchinanuovicomponentihardware. In Acronis Disk Director Lite lo strumento per la creazione di volumi la Procedura guidata Crea volume.

Tipi di volumi dinamici


Volumesemplice Volume creato dallo spazio libero di un solo disco fisico. Pu essere costituito da una o pi regionideldiscounitevirtualmentedaLogicalDiskManager(LDM).Questotipodivolumenon forniscemaggioreaffidabilit,nessunmiglioramentodellavelocitnspazioaggiuntivo. Volumespanned Volume creato dallo spazio libero di pi dischi fisici collegati virtualmente da LDM. In un solo volume possono essere inclusi fino a 32 dischi, superando in tal modo i limiti dimensionali dei componenti hardware. Tuttavia, se si guasta un solo disco, tutti i dati vanno persi e non possibile rimuovere alcune parti del volume spanned senza danneggiare in modo irreparabile l'intero volume. I volumi spanned pertanto non offrono maggiore affidabilit n migliori prestazionidiinput/output. Volumestriped Questo tipo di volume, talvolta definito anche RAID 0, costituito da strisce di dati di uguali dimensioni, scritte su tutti i dischi del volume. Ci significa che per creare un volume striped occorrono almeno due dischi dinamici. Non necessario che i dischi presenti in un volume striped siano identici, ma deve essere disponibile spazio non utilizzato su ogni disco che si desidera includere nel volume e la dimensione del volume dipender dalla dimensione dello spaziopipiccolo.L'accessoaidaticontenutisuunvolumestripeddisolitopivelocerispetto all'accessoaglistessidatisuunsolodiscofisico,inquantol'I/Odistribuitosupidiundisco. Ivolumistripedvengonocreatiperottenereprestazionimigliori,manonoffronounamaggiore affidabilit,inquantononcontengonoinformazioniridondanti. Volumemirrored Volumeinsensibileaglierrori,talvoltaanchechiamatoRAID1,incuiidatisonoduplicatisudue dischi fisici identici. Tutti i dati di un disco vengono copiati su un altro disco per fornire la ridondanzadeidatistessi.Pressochtuttiivolumipossonoesseremirrored,compresiivolumidi sistema e di avvio, e se uno dei dischi si guasta ancora possibile accedere ai dati sui dischi rimanenti.Ilimitihardwarerelativiadimensionieprestazionisonopurtroppoancorapirigidi conl'usodivolumimirrored.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

291

Volumemirroredstriped Volume insensibile agli errori, talvolta anche chiamato RAID 1+0, che somma i vantaggi dell'elevata velocit I/O del layout striped e la ridondanza del tipo mirrored. Lo svantaggio evidente rimane quello inerente l'architettura mirrored, ovvero un basso rapporto delle dimensionidisco/volume. RAID5 Volume insensibile agli errori i cui dati sono distribuiti su una rete di tre dischi o pi. Non necessariocheidischisianoidentici,masuognidiscodelvolumedevonoesserepresentiblocchi dispaziononallocatodidimensioniequivalenti.Anchelaparit(unvolumecalcolatocheservea ricostruire i dati in caso di guasto) distribuita nella rete di dischi. Questa inoltre sempre archiviata su un disco diverso dal disco di archiviazione dei dati. Se si guasta un disco fisico, la parte di volume RAID 5 che si trovava sul disco guasto pu essere ricreata a partire dai dati rimanenti e dalla parit. Un volume RAID 5 affidabile ed in grado di superare i limiti dimensionalideidischifisiciconunrapportodidimensionidisco/volumepielevatorispettoal tipomirrored.

Procedura guidata Crea volume


LaproceduraguidataCreavolumeconsentedicrearequalsiasitipodivolume(compresiivolumidi sistemaeattivi),selezionareunfilesystem,assegnareun'etichetta,unalettera,oltreaoffrirealtre funzionidigestionedeldisco. Nelle schermate della procedura possibile immettere i parametri operazione, procedendo passo per passo e, se necessario, tornare a qualsiasi passaggio precedente per modificare le opzioni gi selezionate. Al fine di agevolare le scelte dell'utente, per ogni parametro vengono fornite informazionidettagliate. Percreareunvolume: Eseguire la Creazione guidata di volume selezionando Crea volume sulla barra delle Procedure guidate, oppure fare clic con il tasto destro in qualsiasi punto di spazio non allocato e selezionare Creavolumenelmenucontestualevisualizzato.

Selezione del tipo di volume da creare


Comeprimopassaggiooccorrespecificareiltipodivolumechesidesideracreare.Sonodisponibilii seguentitipidivolume: Base Semplice/spanned Striped Mirrored RAID5 Verr fornita una breve descrizione di ciascun tipo di volume per una migliore comprensione dei vantaggiedeilimitidellepossibiliarchitetturedeivolumi.
Seilsistemaoperativoalmomentoinstallatosullamacchinanonsupportailtipodivolumeselezionato,verr visualizzato un avviso in proposito. In questo caso il pulsante Avanti sar disabilitato e per procedere sar necessarioselezionareunaltrotipodivolumenellacreazionedelnuovovolume.

Dopo aver fatto clic sul pulsante Avanti, si proceder alla schermata successiva della procedura guidata:Selezionedeidischididestinazione(p.293).
292 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Selezione dei dischi di destinazione


La schermata successiva della procedura guidata richieder di scegliere i dischi il cui spazio sar utilizzatoperlacreazionedelvolume. Percreareunvolumedibase: Selezionare un disco di destinazione e specificare lo spazio non allocato su cui creare un volumedibase. Percreareunvolumesemplice/spanned: Selezionareunoopidischididestinazionesucuicreareilvolume. Percreareunvolumemirrored: Selezionareduedischididestinazionesucuicreareilvolume. Percreareunvolumestriped: Selezionaredueopidischididestinazionesucuicreareilvolume. PercreareunvolumeRAID5: Selezionaretredischididestinazionesucuicreareilvolume. Dopo la scelta dei dischi, la procedura guidata calcoler la dimensione massima del volume derivante,inbasealladimensionedellospaziononallocatosuidischiselezionatieairequisitideltipo divolumesceltoinprecedenzadall'utente. Sesistacreandounvolumedinamicoesiselezionanounoopidischidibasecomedestinazione, verrvisualizzatounavvisorelativoallaconversioneautomaticadeidischiindinamici. possibile visualizzare la richiesta di aggiungere il numero di dischi necessario alla selezione, a secondadeltiposelezionatoperilvolumedacreare. FacendoclicsulpulsanteIndietropossibiletornareallaschermataprecedente:Selezionedeltipodi volumedacreare(p.292). Facendo clic sul pulsante Avanti si proceder alla schermata successiva: Impostazione della dimensionedelvolume(p.293).

Impostazione della dimensione del volume


Alla terza schermata della procedura guidata sar possibile definire la dimensione del volume da creare in base alle opzioni selezionate in precedenza. Per scegliere la dimensione necessaria tra i valoriminimoemassimo,utilizzareilcursoreoimmettereivaloridesideratinelleappositefinestre tra i valori minimo e massimo, oppure fare clic sull'apposita maniglia e trascinare i bordi dell'immaginedeldiscoconilcursore. Ilvaloremassimodinormaincludelamassimaquantitpossibiledispaziononallocato.Inalcunicasi, tuttavia, il possibile spazio non allocato e la dimensione massima prevista del volume potrebbero differire(adesempioquandoladimensionediunmirrordeterminaladimensionedell'altromirror, oppuresegliultimi8Mbdispaziosudiscosonoriservatiperlafuturaconversionedadiscodibasein discodinamico). Perivolumidibase,sesuldiscorimanespaziononallocato,inoltrepossibilesceglierelaposizione delnuovovolumesuldisco.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

293

FacendoclicsulpulsanteIndietropossibiletornareallaschermataprecedente:Selezionedeidischi didestinazione(p.293). FacendoclicsulpulsanteAvantisiprocederallaschermatasuccessiva:Impostazionedelleopzioni delvolume(p.294).

Impostazione delle opzioni del volume


Nella schermata successiva della procedura guidata possibile assegnare la lettera (per impostazione predefinita vengono utilizzate le prime tre lettere dell'alfabeto) e, se lo si desidera, un'etichetta (per impostazione predefinita: nessuna). Nella stessa schermata inoltre possibile specificareilfilesystemeladimensionecluster. LaproceduraguidatarichiederdiscegliereunodeifilesystemdiWindows:FAT16(disabilitatosela dimensione del volume impostata su un valore superiore a 2 GB), FAT32 (disabilitato se la dimensione del volume impostata su un valore superiore a 2 TB), NTFS o lasciare il volume Non formattato. Nell'impostazione della dimensione dei cluster possibile scegliere qualsiasi numero nei valori preimpostati per ogni file system. Si noti che il programma suggerisce la dimensione cluster pi idoneaalvolumeconilfilesystemselezionato. Se si sta creando un volume di base, che pu essere trasformato in un volume di sistema, questa schermataavrunaspettodiversoefornirlapossibilitdiselezionareilTipodivolume:Primario (Attivoprimario)oLogico. Di norma si selezioner Primario per installare un sistema operativo in un volume. Selezionare il valoreAttivo(predefinito)sesidesiderainstallaresuquestovolumeunsistemaoperativodaavviare all'avviodellamacchina.SenonsiselezionailpulsantePrimario,l'opzioneAttivosardisabilitata.Se ilvolumedestinatoall'archiviazionedidati,selezionareLogico.
Un disco di base pu contenere fino a quattro volumi primari. Se questi esistono gi, il disco dovr essere convertito in dinamico, in caso contrario le opzioni Attivo e Primario saranno disabilitate e sar possibile selezionareesclusivamenteiltipodivolumeLogico.L'avvisoinformerl'utentedelfattocheunSOinstallatosu questovolumenonsarriavviabile. Se per impostare una nuova etichetta del volume si utilizzano caratteri non supportati dal sistema operativo correntemente installato, si visualizzer un avviso in proposito e il pulsante Avanti sar disabilitato. Sar necessariomodificarel'etichettaperprocedereconlacreazionedelnuovovolume.

FacendoclicsulpulsanteIndietropossibiletornareallaschermataprecedente:Impostazionedella dimensionedelvolume(p.293). FacendoclicsulpulsanteTerminasicompleterlapianificazionedell'operazione. Pereseguirel'operazionepianificatafareclicsuConfermanellabarradeglistrumenti,quindifareclic suProcedinellafinestraOperazioniinsospeso.


Sesiimpostaunadimensioneclusterdi64KperFAT16/FAT32odi8KB64KBperNTFS,Windowspumontare il volume, ma possibile che alcuni programmi (ad esempio i programmi di installazione) calcolino in modo erratolospaziodeldisco.

Eliminazione del volume


Questa versione di Acronis Disk Director Lite presenta una funzionalit ridotta in quanto si tratta principalmentediunostrumentoperlapreparazionedisistemivuotiaifinidelripristinodiimmagini
294 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

dei volumi salvate in precedenza. Le funzionalit di ridimensionamento dei volumi esistenti e di creazionedivoluminuoviutilizzandolospazioliberodiquelliesistentisonodisponibilinellaversione completa del software, pertanto con questa versione l'eliminazione di un volume esistente talvolta pu rappresentare l'unico metodo per liberare lo spazio del disco necessario senza modificare la configurazionedeidischiesistenti. Dopol'eliminazionediunvolume,ilrelativospaziovieneaggiuntoallospaziononallocatodeldiscoe puessereutilizzatoperlacreazionediunnuovovolumeopermodificareiltipodiunaltrovolume.

Pereliminareunvolume:
1. Selezionareundiscorigidoeunvolumedaeliminare. 2. Selezionare Elimina volume o voce analoga nell'elenco Operazioni della barra laterale oppure fareclicsull'iconaEliminailvolumeselezionatosullabarradeglistrumenti. Seilvolumecontienedativerrvisualizzatounavvisoindicantechetutteleinformazionipresentinel volumeandrannoirrevocabilmenteperdute. Facendo clic su OK nella finestra Elimina volume, si aggiunger l'operazione in sospeso di eliminazionedelvolume. (Per terminare l'operazione aggiunta occorre premere Conferma (p. 297). L'uscita dal programma senzaconfermareleoperazioniinsospesoannullerdefinitivamentetalioperazioni).

Impostazione del volume come attivo


Sesonopresentipivolumiprimarinecessariospecificarneunocomevolumediavvio.Atalfine possibileimpostareunvolumeinmodochediventiattivo.Inundiscopuesserepresenteunsolo volumeattivo,pertantosesiimpostaunvolumecomeattivoverrautomaticamentedeselezionatoil volumecheeraattivoinprecedenza.

Perimpostareunvolumecomeattivo:
1. SelezionareunvolumeprimariosuundiscodibaseMBRdaimpostarecomeattivo. 2. Fareclicconiltastodestrosulvolumeselezionato,quindifareclicsuContrassegnacomeattivo nelmenucontestuale. Senelsistemanonpresentealcunaltrovolumeattivo,verraggiuntal'operazioneinsospesodi impostazionedelvolumecomeattivo.
Si noti che, a causa dell'impostazione del nuovo volume come attivo, la lettera del precedente volume attivopotrebbeesseremodificataedpossibilechealcunideiprogrammiinstallaticessinodifunzionare.

3. Se nel sistema presente un altro volume attivo, verr visualizzato un avviso indicante che il precedente volume attivo dovr prima essere impostato come passivo. Facendo clic su OK sull'avviso,siaggiungerl'operazioneinsospesodiimpostazionedelvolumecomeattivo.
Nota:ancheseilsistemaoperativorisiedenelnuovovolumeattivo,inalcunicasilamacchinanonsarin grado di avviarsi da questo. necessario confermare la decisione per impostare il nuovo volume come attivo

(Per terminare l'operazione aggiunta occorre premere Conferma (p. 297). L'uscita dal programma senzaconfermareleoperazioniinsospesoannullerdefinitivamentetalioperazioni). La struttura del nuovo volume sar immediatamente rappresentata in forma grafica nella visualizzazioneGestionedisco.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

295

Modifica della lettera del volume


I sistemi operativi Windows assegnano delle lettere (C:, D: e cos via) ai volumi del disco rigido all'avvio.Taliletterevengonoutilizzatedalleapplicazioniedaisistemioperativiperindividuarefilee cartelleneivolumi. Ilcollegamentodiundiscoaggiuntivo,coscomelacreazioneol'eliminazionediunvolumesudischi esistenti, potrebbe modificare la configurazione del sistema. Di conseguenza alcune applicazioni potrebbero cessare di funzionare normalmente o alcuni file utente potrebbero non essere trovati automaticamenteeaperti.Perevitaretaleevenienza,possibilemodificaremanualmentelelettere assegnateautomaticamenteaivolumidalsistemaoperativo.

Permodificareunaletteraassegnataaunvolumedalsistemaoperativo:
1. Selezionareilvolumedicuisidesideramodificarelalettera. 2. Fareclicconiltastodestrosulvolumeselezionato,quindifareclicsuModificaletteranelmenu contestuale. 3. SelezionareunanuovaletteranellafinestraModificalettera. 4. Facendo clic su OK nella finestra Modifica lettera, si aggiunger un'operazione in sospeso all'assegnazionedellaletteraalvolume. (Perterminarel'operazioneaggiuntaoccorrepremereConferma(p.297).L'uscitadalprogramma senzaconfermareleoperazioniinsospesoannullerdefinitivamentetalioperazioni). La struttura del nuovo volume sar immediatamente rappresentata in forma grafica nella visualizzazioneGestionedisco.

Modifica dell'etichetta del volume


L'etichetta del volume un attributo facoltativo. Si tratta di un nome che viene assegnato a un volumeperagevolarneilriconoscimento.UnvolumepuadesempioesserechiamatoSISTEMA,per indicare che contiene il sistema operativo, oppure PROGRAMMI, ovvero si tratta di un volume di applicazioni,DATI,seilvolumecontienedati,ecosvia,macinonimplicachesulvolumepossano esserearchiviatisolodatideltipoindicatosull'etichetta. InWindowsleetichettedeivolumivengonovisualizzatenellastrutturadidischiecartellediGestione risorse:LABEL1(C:),LABEL2(D:),LABEL3(E:)ecosvia.LABEL1,LABEL2eLABEL3sonoetichettedi volumi. L'etichetta di un volume viene visualizzata in tutte le finestre di dialogo delle applicazioni relativeall'aperturaealsalvataggiodifile.

Permodificarel'etichettadiunvolume:
1. Fareclicconiltastodestrosulvolumeselezionato,quindifareclicsuModificaetichetta. 2. ImmettereunanuovaetichettanelcampoditestodellafinestraModificaetichetta. 3. Facendo clic su OK nella finestra Modifica etichetta, si aggiunger l'operazione in sospeso di modificadell'etichettadelvolume.
Se per impostare una nuova etichetta del volume si utilizzano caratteri non supportati dal sistema operativocorrentementeinstallato,sivisualizzerunavvisoinpropositoeilpulsanteOKsardisabilitato. necessarioutilizzareesclusivamentecaratterisupportatiperprocedereconlamodificadell'etichetta

(Perterminarel'operazioneaggiuntaoccorrepremereConferma(p.297).L'uscitadalprogramma senzaconfermareleoperazioniinsospesoannullerdefinitivamentetalioperazioni). La nuova etichetta verr immediatamente rappresentata in forma grafica nella visualizzazione Gestionediscodellaconsole.

296

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Formattazione del volume


Puessereopportunoformattareunvolumesesidesideramodificarneilfilesystem: per risparmiare una maggiore quantit di spazio che verr perso a causa della dimensione dei clusternelfilesystemFAT16oFAT32 comemetodorapidoerelativamenteaffidabilepereliminaredefinitivamentedaticherisiedono nelvolume

Performattareunvolume:
1. Selezionareunvolumedaformattare. 2. Fare clic con il tasto destro sul volume selezionato, quindi fare clic su Formatta nel menu contestuale. VerrvisualizzatalafinestraFormattavolume,incuipossibileimpostarelenuoveopzionidel file system. possibile scegliere uno dei file system di Windows: FAT16 (disabilitato se la dimensione del volume superiore a 2 GB), FAT32 (disabilitato se la dimensione del volume superiorea2TB)oNTFS. Nella finestra successiva possibile immettere l'etichetta del volume, se necessario: per impostazionepredefinitaquestafinestravuota. Nell'impostazione della dimensione dei cluster possibile scegliere qualsiasi numero nei valori preimpostati per ogni file system. Si noti che il programma suggerisce la dimensione clusterpiidoneaalvolumeconilfilesystemselezionato. 3. Facendo clic su OK per procedere con l'operazione Formatta volume, si aggiunger un'operazioneinsospesodiformattazionediunvolume. (Perterminarel'operazioneaggiuntaoccorrepremereConferma(p.297).L'uscitadalprogramma senzaconfermareleoperazioniinsospesoannullerdefinitivamentetalioperazioni). La struttura del nuovo volume sar rappresentata in forma grafica nella visualizzazione Gestione disco.
Sesiimpostaunadimensioneclusterdi64KperFAT16/FAT32odi8KB64KBperNTFS,Windowspumontare il volume, ma possibile che alcuni programmi (ad esempio i programmi di installazione) calcolino in modo erratolospaziodeldisco.

6.11.7 Operazioni in sospeso


Tutte le operazioni preparate dall'utente in modalit manuale o con l'ausilio di una procedura guidata sono considerate in sospeso fino a quando l'utente non imposta il comando specifico per rendere definitive le modifiche. Prima di tale comando, Acronis Disk Director Lite si limiter a visualizzare la struttura del nuovo volume che deriver dalle operazioni pianificate per essere eseguitesudischievolumi.Questoapproccioconsentedicontrollaretutteleoperazionipianificate, di svolgere un ulteriore controllo sulle modifiche desiderate e, se necessario, di annullare le operazioniprimachevenganoeseguite. Al fine di impedire l'esecuzione di qualsiasi modifica involontaria sul disco, il programma visualizza anzituttol'elencoditutteleoperazioniinsospeso. La visualizzazione Gestione disco contiene la barra degli strumenti con le icone per lanciare le operazioni Annulla, Ripristina e Conferma destinate alle operazioni in sospeso. inoltre possibile lanciaretaliazionidalmenuGestionediscodellaconsole. Tutteleoperazionipianificatevengonoaggiunteall'elencodioperazioniinsospeso.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

297

L'azione Annulla consente di annullare l'ultima operazione in elenco. Questa azione disponibile quandol'elencononvuoto. L'azioneRipristinaconsentedireintegrarel'ultimaoperazioneinsospesochestataannullata. L'azioneConfermaindirizzal'utenteallafinestraOperazioniinsospeso,incuivisualizzatol'elenco di tali operazioni. Per eseguirle fare clic su Procedi. Non possibile annullare alcuna azione o operazione dopo aver selezionato Procedi. inoltre possibile annullare l'azione facendo clic su Annulla.Lamodificadell'elencodelleoperazioniinsospesononverrquindieseguita. L'uscita da Acronis Disk Director Lite senza confermare le operazioni in sospeso annulla definitivamente tali operazioni, quindi se si tenta di uscire da Gestione disco senza confermare le operazioniinsospesovienevisualizzatounavvisoalriguardo.

6.12 Raccolta delle informazioni di sistema


Lo strumento di raccolta delle informazioni di sistema raccoglie i dati relativi alla macchina a cui collegatalaconsoledigestione,elisalvasuunfile.Questofilepuessereinviatoalsupportotecnico diAcronis. QuestaopzionedisponibilesottosupportodiavvioepermacchinesucuisiainstallatoAgentper Windows,AgentperLinuxoppureAcronisBackup&Recovery10ManagementServer.

Perraccogliereleinformazionidisistema
1. Nellaconsoledigestione,sottoStrumenti,fareclicsuRaccogliereinformazionidisistema. 2. Specificaredovesalvareilfileconleinformazionidisistema.

298

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

7 Gestione centralizzata
Questa sezione illustra le operazioni che possono essere eseguite centralmente utilizzando i componentiperlagestionecentralizzata.Ilcontenutodiquestasezionevalidosoloperleedizioni avanzatediAcronisBackup&Recovery10.

7.1 Amministrazione di Acronis Backup & Recovery 10 Management Server


Questasezionedescrivelevistedisponibilinell'alberodinavigazionedellaconsolecollegataalserver digestioneefornisceistruzioniperl'utilizzodiognivista.

7.1.1

Pannello di controllo

UtilizzareilPannellodicontrolloperunarapidastimadellostatodisalutedellaprotezionedeidati sulle macchine registrate. Il Pannello di controllo mostra il riepilogo delle attivit degli agenti di Acronis Backup & Recovery 10, consente la verifica dello spazio disponibile nei depositi gestiti e la rapidaidentificazioneerisoluzionedieventualiproblemi.

Avvisi
La sezione avvisi attira l'attenzione sui problemi che si sono verificati sul server di gestione e nelle macchineregistrate,neidepositicentralizzati,offrendosoluzioniperlacorrezioneolavalutazione.I problemipicriticisonovisualizzatinellapartesuperiore.Sealmomentononvisonoavvisioallarmi, ilsistemavisualizza"Nessunavvisooallarme".

Tipidiavvisi
Latabellasottostantemostraitipidimessaggichepossibileincontrare.
Descrizione Offerta Visualizza attivit Risolvi Commento VisualizzaattivitaprirlavisualizzazionePianie attivitdibackupconleattivitfallite,dovepossibile esaminarelacausadelfallimento. Quandoalmenoun'attivitpresenteneldatabasedel serverdigestionerichiedel'interazioneumana,il Pannellodicontrollomostraunavviso.Fareclicsu Risolvi...peraprirelafinestraL'attivitrichiede interazione,dovepossibileesaminareciascuncasoe indicarelapropriadecisione. L'agentediAcronisBackup&Recovery10sicollegaal ServerlicenzediAcronisall'inizioeogni15giorni, comeindicatoneiparametridiconfigurazione dell'agente.Sealmenounagentenonriuscitoa eseguireilcontrollodellalicenza,vienevisualizzato questoavviso.CipotrebbeverificarsiseilServer licenzenoneraraggiungibileoppureseidatidella chiavedilicenzaeranodanneggiati.Fareclicsu Visualizzaregistroperindividuarelacausadelcontrollo nonriuscito.

Attivitfallite:X

un'interazione:X

Attivitcherichiedono

inXmacchine

Impossibilecontrollarelelicenze Visualizza registro

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

299

Selaverificadellalicenzahaesitonegativoper160 giorni(comeindicatoneiparametridiconfigurazione dell'agente),l'agenteinterromperilfunzionamento finchilcontrollodellalicenzanonavresitopositivo.

insufficiente:X

Depositiconspaziolibero

Visualizza depositi

L'avvisovienevisualizzatosealmenoundeposito centralizzatodisponedimenodel10%dispaziolibero. VisualizzadepositiaprelavisualizzazioneDepositi centralizzati(p.136),dovesipuesaminarela dimensionedeldeposito,lospaziolibero,ilcontenuto edeseguireipassagginecessariall'aumentodellospazio disponibile. Perpoterripristinareunsistemaoperativodiuna macchinachenonriesceadavviarsi,eseguirela seguenteprocedura: 1. Eseguire il backup del volume di sistema (e del volumediavvio,sediverso) 2. Crearealmenounsupportoavviabile(p.394). CreaadessoavvierBootableMediaBuilder(p.388).

statocreato

Ilsupportoriavviabilenon

Creaadesso

giornisuYmacchine

NessunbackupcreatodaX

Mostra elenco

IlPannellodicontrolloavvisal'utentecheperuncerto periododitempononstatoeseguitoilbackupdeidati sullemacchineregistrate. Perconfigurareladurataditempoconsideratacritica, selezionareOpzioni>Opzioniconsole>Avvisi temporizzati.

gestionedaXgiorni:Ymacchine macchine

Nonconnessoalserverdi

Visualizzale

IlPannellodicontrolloavvisal'utentechenonstata stabilitaunaconnessionetraalcunedellemacchine registrateeilserverdigestioneperundeterminato periododitempo,indicandocoschelemacchine potrebberononesseregestitecentralmente. FareclicsuVisualizzalemacchineperaprirela visualizzazioneMacchineconl'elencodimacchine filtratoinbasealcampo"Ultimaconnessione". Perconfigurareladurataditempoconsideratacritica, selezionareOpzioni>Opzioniconsole>Avvisi temporizzati.

delserverdigestioneper

Siconsigliadieseguireilbackup Installai componenti proteggerelasua Acronis configurazione.Installare l'agentesullamacchinadel serverdigestioneeaggiungere lamacchinaadAMS. Nonstatoeseguitoilbackup Backup&Recovery10perX giorni Esegui backup adesso

InstallareAcronisBackup&Recovery10Agentfor Windowspereseguireilbackupdellamacchinadovesi trovailserverdigestionediAcronisBackup&Recovery 10. FareclicsuInstallaoraperavviarelaproceduraguidata d'installazione. L'avvisovienevisualizzatosoloseAcronisBackup& Recovery10forWindowsinstallatosulserverdi gestione.L'avvisoinformal'utentecheperuncerto periododitempononstatoeseguitoilbackupdeidati sulserverdigestione. EseguibackupadessoaprelapaginaCreapianodi backup,dovepossibileconfigurareeeseguire

delserverdigestioneAcronis

300

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

istantaneamenteun'operazionedibackup. Perconfigurareladurataditempoconsideratacritica, selezionareOpzioni>Opzioniconsole>Avvisi temporizzati.

Attivit
L'istogramma in pila consente di esplorare la cronologia giornaliera delle attivit degli agenti di AcronisBackup&Recovery10.Lacronologiabasatasullevocidiregistro,raccoltedallemacchine registrateedalserverdigestione.L'istogrammamostrailnumerodivocidiregistroperciascuntipo (errore,attenzione,informazioni)duranteungiornoparticolare. Le statistiche per la data selezionata vengono visualizzate nel lato destro dell'istogramma. Tutti i campidistatisticasonointerattivi:facendoclicsuunqualsiasicampo.vieneapertalavisualizzazione Registroconlevocidiregistroprefiltrateinbasealcampoinquestione. Nellapartesuperioredell'istogrammapossibilescegliereleattivitdavisualizzare,asecondadella presenzaedellagravitdeglierrori. IlcollegamentoSelezionadataattualebasalaselezionesulladataattuale.

Visualizzazionesistema
La sezione Visualizzazione sistema mostra delle statistiche riepilogative di macchine registrate, attivit, criteri di backup e piani di backup centralizzati. Fare clic sugli elementi di queste sezioni (eccettoipianidibackupcentralizzati)perotteneremaggioriinformazionisudiessi.Siaprequindila visualizzazione appropriata, rispettivamente con il prefiltraggio delle macchine, attivit o criteri di backup.Adesempio,selezionandoInattivosottoAttivit,verrapertalavisualizzazioneAttivitcon leattivitfiltrateinbaseallostatoInattivo. LeinformazionipresentatenellasezioneVisualizzazionesistemavengonoaggiornateognivoltache il server di gestione si sincronizza con le macchine. Le informazioni delle altre sezioni vengono aggiornateogni10minutieognivoltachesiaccedealPannellodicontrollo.

Depositi
La sezione Depositi visualizza le informazioni sui depositi centralizzati gestiti. I depositi possono essere ordinati per nome o in base allo spazio occupato. In alcuni casi, le informazioni sullo spazio disponibileinundepositopotrebberononesseredisponibili,adesempioquandoildepositositrova in una libreria a nastro. Se il deposito stesso non disponibile (non in linea), verr visualizzato il messaggio"Depositonondisponibile".

7.1.2

Criteri di backup

Per essere in grado di gestire e proteggere pi macchine come un insieme unico, si pu creare un modello di piano di backup, detto "criterio di backup". Applicando questo modello a un gruppo di macchine,sarpossibiledistribuirepianidibackupmultipliconunasingolaazione.Icriteridibackup esistonosolosulserverdigestioneAcronisBackup&Recovery10. Percontrollareseidatisonosufficientementeprotetti,nonnecessarioconnettersiaognimacchina separatamente. Invece, controllare lo stato cumulativo del criterio (p. 302) su tutte le macchine gestitecuivieneapplicato. Perscoprireseuncriteriodibackupattualmenteimplementato,revocatooaggiornato,controllare lostatodiimplementazione(p.302)delcriterio.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 301

Modalitdilavoroconlavisualizzazionedeicriteridibackup
Percrearenuovicriteri,applicarequelliesistentiallemacchineoeseguirealtreoperazioniconi criteridibackup,utilizzareipulsantioperatividellabarradeglistrumenti.(p.304) Per visualizzare informazioni dettagliate sul criterio selezionato ed eseguire operazioni aggiuntive,qualilarevocadelcriterio,lavisualizzazionedeidettaglidellamacchina(gruppo)cui applicatoilcriterio,ealtroancora,utilizzareleschededelriquadroInformazioni.Ilpannello compresso per impostazione predefinita. Per espandere il pannello, fare clic sulla freccia . Il contenutodelriquadroduplicatoanchenellafinestraDettaglicriterio(p.305). Perfacilitarelaricercael'esame,utilizzarelecapacitdifiltraggioeordinamento(p.305)della tabellacriteri.

Stati di implementazione del criterio di backup


Uno stato di implementazione di un criterio di backup una combinazione degli stati di implementazionedeicriterisututtelemacchinecuiapplicatoilcriterio.Adesempio,seilcriterio applicatoatremacchineesullaprimavienevisualizzatolostato"Implementazione",sullasecondalo stato"Aggiornamento"esullaterzainvece"Implementato",lostatodelcriteriosar"Distribuzione, aggiornamento,implementato". Uno stato di implementazione su un gruppo di macchine una combinazione di stati di implementazionediuncriteriosullemacchineinclusenelgruppo. Permaggioriinformazionisuglistatidiimplementazionedeicriteridibackup,consultarelasezione Statoestatusdelcriteriodibackup(p.71).

Status criterio di backup


Lostatodelcriteriodibackuplostatocumulativodeglistatusdelcriteriosututtelemacchinecui vieneapplicato.Adesempio,seilcriterioapplicatoatremacchineesullaprimavienevisualizzato lo stato "OK", sulla seconda lo stato "Attenzione" e sulla terza invece "Errore", lo stato del criterio sar"Errore". Lo stato di un criterio di backup su un gruppo di macchine lo stato cumulativo degli status del criteriosullemacchineinclusenelgruppo. Laseguentetabellamostraunriepilogodeglistatusdicriteriodibackuppossibili.
Stato Determinazione Modalitd'azione Visualizzareilregistrooidentificareleattivitfalliteper individuareilmotivo,quindieseguireunadelleseguenti operazioni: Rimuovere il motivo del fallimento > [facoltativo] Avviare manualmentel'attivitfallita Modificareilcriteriodibackupperimpedirefallimentifuturi 2 Avviso Sualmenounamacchina,lo Visualizzareilregistroperleggereimessaggidiattenzione> statodelcriterio"Attenzione". [facoltativo]Eseguiredelleazioniperimpediremessaggidi attenzioneofallimentifuturi. Altrimenti,vedere3. 3 OK Lostatodelcriteriosututtele macchine"OK". Nessunaazionenecessaria.Seuncriteriodibackupnon applicatoanessunamacchina,ancheilsuostato"OK".

1 Errore Sualmenounamacchina,lo statodelcriterio"Errore". Altrimenti,vedere2.

Operazionidaeseguireseuncriterioriportalostatodierrore
1. Perindividuareimotividelfallimento,eseguireunadelleseguentioperazioni:
302 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

FareclicsulcollegamentoipertestualeErrorepervisualizzarelavocediregistrodell'ultimo erroreverificatosi. Selezionare il criterio e fare clic su Visualizza attivit. Controllare le attivit il cui ultimo risultato Non riuscito. selezionare un'attivit, quindi fare clic su Visualizza registro. Selezionare una voce di registro, quindi fare clic su Visualizza dettagli. Questo approccio risultautileselostatodelcriterioImplementato,ovveroseleattivitdeicriteriesistono gisullemacchinegestite. SelezionareilcriterioefareclicsuVisualizzaregistro.Perindividuareimotividelfallimento, controllare le voci di registro "errore": selezionare una voce di registro, quindi fare clic su Visualizzadettagli.Questoapprocciorisultautileseilcriteriopresentadeglierroridurante l'implementazione,larevocaol'aggiornamento.
NellavisualizzazioneAttivit,applicareilfiltroUltimorisultato>Nonriuscitosevisonotroppeattivit.Le attivitfallitepossonoessereordinateancheinbaseaipianidibackupoallemacchine. NellavisualizzazioneRegistro,applicareilfiltro Errore,sevisonotroppevocidiregistro.Levoci"errore" possonoessereordinateancheinbaseaipianidibackup,alleentitgestiteoallemacchine.

2. Unavoltachiaritiimotividell'errore,eseguireunadelleseguentioperazioni: Rimuovere i motivi dell'operazione non riuscita. A questo punto, possibile avviare manualmente l'attivit fallita per mantenere la coerenza dello schema di backup, ad esempio,seilcriterioutilizzaloschemadibackupGFSoTorrediHanoi. Modificareilcriteriodibackupperimpedireoperazioninonriusciteinfuturo.
UtilizzarelasezioneAttivitdelPannellodicontrollo,peraccedererapidamenteallevocidiregistro"errore".

OperazionidaeseguireseuncriterioriportalostatodiAttenzione
1. Perindividuareimotividell'avviso,eseguireunadelleseguentioperazioni: Fare clic sul collegamento ipertestuale Attenzione per visualizzare la voce di registro dell'ultimoavviso. Selezionare il criterio e fare clic su Visualizza attivit. Controllare le attivit il cui ultimo risultatoRiuscitoconavvisi:selezionareun'attivit,quindifareclicsuVisualizzaregistro. QuestoapprocciorisultautileselostatodelcriterioImplementato,ovveroseleattivitdei criteriesistonogisullemacchinegestite. Selezionare il criterio e fare clic su Visualizza registro. Per individuare i motivi degli avvisi, controllarelevocidiregistro"attenzione":selezionareunavocediregistro,quindifareclicsu Visualizzadettagli.Questoapprocciorisultautileseilcriteriopresentadegliavvisidurante l'implementazione,larevocaol'aggiornamento.
Nella visualizzazione Attivit, applicare il filtro Ultimo risultato > Riuscito con avvisi, se vi sono troppe attivit. Le attivit riuscite con avvisi possono essere ordinate anche in base ai piani di backup o alle macchine. Nella visualizzazione Registro, applicare il filtro Attenzione, se vi sono troppe voci di registro. Le voci "attenzione"possonoessereordinateancheinbaseaipianidibackup,alleentitgestiteoallemacchine.

2. Unavoltachiaritelemotivazionidell'avviso,sipossonoeseguiredelleazioniperimpedirefuturi avvisiooperazioninonriuscite.
Utilizzare la sezione Attivit del Pannello di controllo, per accedere rapidamente alle voci di registro "attenzione".

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

303

OperazionidaeseguireseuncriterioriportalostatoOK
Nessunaazionenecessaria.

Azioni sui criteri di backup


Tutteleoperazionidiseguitodescrittevengonoeseguitefacendoclicsuglielementicorrispondenti presenti sulla barra degli strumenti delle attivit. Le operazioni possono essere effettuate anche mediante il menu contestuale (selezionando il criterio di backup con il pulsante destro del mouse) oppureutilizzandolabarraazioni"Nomecriteriodibackup"delriquadroAzioniestrumenti. Seguonodellelineeguidasullamodalitdiesecuzionedelleoperazioniconicriteridibackup.
Elenco azioni

Creazionediuncriterio Fareclicsu Creacriteriodibackup. dibackup. Laproceduradicreazionediuncriteriodibackupdescrittaampiamentenella sezioneCreazionediuncriteriodibackup(p.360). Applicazionedel criterioamacchineo gruppi Fareclicsu Applicaa.

NellafinestraSelezionecomputer(p.305),specificarelemacchine(gruppi)cuiverr applicatoilcriteriodibackupselezionato.Selamacchinaattualmentenoninlinea,il criterioverrimplementatoquandolamacchinasarnuovamenteinlinea. Fareclicsu Modifica.

Modificadiuncriterio

Lamodificadelcriterioseguelastessaproceduradellacreazione(p.360).Unavolta modificatoilcriterio,ilserverdigestioneloaggiornasututtelemacchinesucui statodistribuito. Eliminazionediun criterio Fareclicsu Elimina.

Diconseguenza,ilcriterioverrrevocatodallemacchinedoveerastatoimplementato everreliminatodalserverdigestione.Selamacchinaattualmentenoninlinea,il criterioverrrevocatoquandolamacchinasarnuovamenteinlinea.

Visualizzazionedettagli Fareclicsu Visualizzadettagli. diuncriterioorevoca NellafinestraDettaglicriterio(p.305),esaminareleinformazionisulcriterio diuncriterio selezionato.Quipossibileancherevocareilcriteriodallemacchineodaigruppicui applicato. Visualizzazioneattivit Fareclicsu Visualizzaattivit. diuncriterio LavisualizzazioneAttivit(p.331)mostraunelencodelleattivitrelativealcriterio selezionato. Visualizzazioneregistro Fareclicsu Visualizzaregistro. diuncriterio LavisualizzazioneRegistro(p.334)mostral'elencodellevocidiregistrorelativeal criterioselezionato. Aggiornamentodiun elencodicriteri Fareclicsu Aggiorna.

Laconsoledigestioneaggiornerl'elencodeicriteridibackupsullabasedelle informazionipirecentipresentisulserverdigestione.Anchesel'elencodeicriteri vieneaggiornatoautomaticamentesullabasedeglieventi,idatipotrebberonon venirerecuperatiimmediatamenteacausadiunacertalatenza.L'aggiornamento manualegarantiscelavisualizzazionedeidatipirecenti.

304

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Selezione macchine
Applicazionedelcriteriodibackupamacchineogruppidimacchine
1. Scegliereseapplicareilcriterioselezionatoa Gruppi Nell'albero dei gruppi, specificare il gruppo/i cui verr applicato il criterio. La parte destra dellafinestraelencalemacchinedelgrupposelezionato. Macchineindividuali Nell'albero dei gruppi, scegliere quello richiesto. Quindi, nella parte destra della finestra, selezionarelemacchinecuiapplicareilcriteriodibackup. 2. FareclicsuOK. Il server di gestione di Acronis Backup & Recovery 10 implementer il criterio nelle macchine selezionateeinquelleappartenentiaigruppiselezionati.

Criteri di backup di filtraggio e ordinamento


Seguonodellelineeguidasullamodalitdifiltraggioeordinamentodeicriteridibackup.
Elenco Ordinamentodeicriteridibackuppercolonna azioni Fareclicsull'intestazionedellacolonnaperordinarei criteridibackupinordinecrescente. Farenuovamenteclicsudiessaperordinareicriteridi backupinordinedecrescente. Filtraggiodeicriteridibackupper nome/proprietario Digitareilnomediuncriterioodelproprietarioneicampi seguenti,sottol'intestazionedellacolonnacorrispondente. Diconseguenza,verrvisualizzatol'elencodeicriteridi backup,icuinomi(oinomideiproprietari)coincidono completamenteoinparteconilvaloreimmesso. Filtrareicriteridibackupinbaseastato dell'implementazione,status,tipodiorigine, ultimorisultato,pianificazione Nelcamposottol'intestazionedellacolonna corrispondente,selezionaredall'elencoilvalorerichiesto.

Configurazionedellatabelladeicriteridibackup
Perimpostazionepredefinita,latabellacontienesettecolonnevisualizzabili,lealtresononascoste. Lapresentazionedellecolonnepuessereadeguataalleproprienecessitepreferenze.

Permostrareonasconderecolonne
1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un'intestazione di colonna per aprire il menu contestuale. Le voci di menu non selezionate corrispondono alle intestazioni di colonna presentatenellatabella. 2. Fareclicsullevocichesidesideravisualizzare/nascondere.

Dettagli criterio
La finestra Dettagli criterio riunisce su cinque schede tutte le informazioni sul criterio di backup selezionato e consente di eseguire le operazioni sulle macchine e i gruppi di macchine cui viene applicatoilcriterio. QuestainformazionevieneduplicataanchenelriquadroInformazioni.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

305

Criteriodibackup
Questaschedavisualizzaleinformazionisulcriterioselezionato.

Origine
Questa scheda visualizza le informazioni sul tipo di origine di cui eseguire il backup e le regole di selezionedellasorgente.

Destinazione
Questaschedavisualizzaleinformazionisulladestinazionedibackup.

Impostazioni
Questaschedavisualizzaleinformazionisulloschemadibackuputilizzatodalcriterioesulleopzioni dibackupchesonostatemodificaterispettoalleimpostazionipredefinite.

Applicaa
Questaschedavisualizzaunelencodimacchineegruppicuiapplicatoilcriterio. Azioni
Elenco Visualizzazionedettaglidella macchina(gruppo) azioni Fareclicsu Visualizzadettagli.

NellafinestraDettaglimacchina(p.313)/Dettagligruppo(p.322),esaminare tutteleinformazionisullamacchina(oilgruppo)selezionata. Fareclicsu Visualizzaattivit.

Visualizzazioneattivitdella macchina(gruppo)

LavisualizzazioneAttivit(p.331)mostraunelencodelleattivit,prefiltrate inbaseallamacchina(gruppo)selezionata. Fareclicsu Visualizzaregistro.

Visualizzazioneregistrodella macchina(gruppo)

LavisualizzazioneRegistro(p.334)mostraunelencodellevocidiregistro, prefiltrateinbaseallamacchina(gruppo)selezionata. Fareclicsu Revoca.

Revocadelcriteriodalla macchina(gruppo).

Ilserverdigestionerevocherilcriteriodallamacchinaselezionataodal gruppodimacchine.Ilcriteriostessorimanesulserverdigestione.

7.1.3

Macchine fisiche

Acronis Backup & Recovery 10 consente all'amministratore di proteggere i dati e di eseguire operazioni di gestione su diverse macchine. L'amministratore aggiunge una macchina al server di gestioneutilizzandoilnomeol'indirizzoIPdellamacchina,importamacchinedaActiveDirectoryo da file di testo. Quando una macchina viene registrata (p. 393) sul server di gestione, essa diventa visibile per il raggruppamento, l'applicazione di strategie di backup e il monitoraggio delle attivit relativeallaprotezionedeidati. Pervalutareseidatisonoprotettisuunamacchinagestita,l'amministratoredelserverdigestione necontrollalostato.Definitocomelostatopirigorosodituttiipianidibackup(p.192)(sialocali che centralizzati) esistenti sulla macchina e di tutte le strategie di backup (p. 302) applicate alla macchina.Puessere"OK","Avvertimenti"o"Errori".

306

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Gruppi
L'amministratore del server di gestione ha la possibilit di raggruppare le macchine. Una macchina puesseremembrodi pidiun gruppo.possibilecreareunoopigruppinidificatiall'internodi ognigruppocreatodall'amministratore. Ilraggruppamentoaiutaaorganizzarelaprotezionedeidatiinbaseairepartiaziendali,aidominio alleunitorganizzativeActiveDirectoryall'internodiundominio,allevariepopolazionidiutenti,alle ubicazionidellesedi,ecc. L'obiettivo principale del raggruppamento la protezione di macchine diverse con un criterio. Quando una macchina compare in un gruppo, il criterio applicato al gruppo viene applicato alla macchinaelenuoveattivitvengonocreatedalcriteriosullamacchina.Quandounamacchinaviene rimossadaungruppo,ilcriterioapplicatoalgruppovienerevocatodallamacchinaeleattivitcreate dalcriteriovengonorimosse. Gruppointegrato:ungruppodimacchinecheesistesempresuunserverdigestione.Ilgrupponon pu essere eliminato o rinominato. Un gruppo integrato non pu includere gruppi nidificati. E' possibileapplicareunastrategiadibackupaungruppointegrato.Unesempiodigruppointegratoil gruppo Tuttelemacchinefisiche,checontienetuttelemacchineregistratesulserverdigestione. Gruppipersonalizzati:gruppicreatimanualmentedall'amministratoredelserverdigestione. Gruppistatici Igruppistaticicontengonomacchineaggiunte manualmenteal gruppodall'amministratore.Un membro statico rimane nel gruppo fino a quando l'amministratore rimuove il membro dal gruppooeliminalamacchinagestitacorrispondentedalserverdigestione. Gruppidinamici I gruppi dinamici contengono macchine aggiunte automaticamente in base ai criteri specificati dall'amministratore. Una volta specificati i criteri, il server di gestione inizia ad analizzare le proprietdellemacchineesistentieanalizzaognimacchinaaggiuntadapoco.Lamacchinache soddisfauncertocriteriodinamicoapparirintuttiigruppicheloutilizzano. Perulterioriinformazionisulraggruppamentodimacchine,vederelasezioneRaggruppamentodelle macchineregistrate(p.63). Per ulteriori informazioni su come i criteri vengono applicati a macchine e gruppi consultare la sezioneCriterinellemacchineeneigruppi(p.66).

Mododilavorareconlemacchine
Prima,aggiungerelemacchinealserverdigestione.L'aggiuntadimacchinedisponibilequando si seleziona la vista Macchine fisiche o il gruppo Tutte le macchine fisiche nell'albero Navigazione. Selezionareilgruppoincuisitrovalamacchinarichiesta,quindiselezionarelamacchina. Utilizzareilpulsanteoperativodellabarradeglistrumentipereffettuareazionisullamacchina(p. 308). Utilizzare le schede del riquadro Informazioni per visualizzare informazioni dettagliate sulla macchina selezionata ed eseguire operazioni aggiuntive, come attivit di avvio/interruzione, revocare strategie, esplorare l'ereditariet della strategia. Il riquadro viene compresso per impostazione predefinita. Per espandere il riquadro, fare clic sulla freccia . Il contenuto del riquadroduplicatoanchenellafinestraDettaglidellamacchina(p.313). Utilizzarelefunzionalitdifiltraggioeordinamento(p.318)percercareedesaminarefacilmente lemacchineinquestione.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 307

Mododilavorareconigruppi
Nellavista Macchinefisiche,selezionareilgruppo. Utilizzare i pulsanti operativi della barra degli strumenti per eseguire azioni con il gruppo selezionato(p.319). Utilizzare la scheda del riquadro Informazioni per visualizzare le informazioni dettagliate sul gruppo selezionato ed eseguire operazioni addizionali, come revocare strategie o esplorare l'ereditariet di una strategia. Il pannello compresso per impostazione predefinita. Per espandereilpannello,fareclicsullafreccia .Ilcontenutodelriquadroduplicatoanchenella finestraDettaglidelgruppo(p.322).

Azioni sulle macchine Registrazionedellemacchinesulserverdigestione


QuandounamacchinevieneaggiuntaoimportatanelgruppoTuttelemacchinefisiche,essadiventa registrata sul server di gestione. Le macchine registrate sono disponibili per la distribuzione delle strategie di backup e per l'esecuzione di altre operazioni di gestione centralizzate. La registrazione offreunarelazioneattendibiletral'agentecherisiedesullamacchinaeilserverdigestione. Leazionidiaggiuntaeimportazionesonodisponibiliquandosiselezionalavista oilgruppo Tuttelemacchinefisichenell'alberodinavigazione.
Elenco Aggiungereunanuova macchinaalserverdi gestione Importaremacchineda ActiveDirectory azioni Fareclicsu AggiungiunamacchinaadAMS.

Macchinefisiche

NellafinestraAggiungimacchina(p.310),selezionarelamacchinachedeve essereaggiuntaalserverdigestione. Fareclicsu ImportamacchinedaActiveDirectory.

NellafinestraImportamacchinedaActiveDirectory(p.311),specificarele macchineoleunitorganizzativedicuinecessarioimportarelemacchinenel serverdigestione. Fareclicsu Importamacchinedafile.

Importaremacchinedaun fileditesto.

NellafinestraImportamacchinedafile(p.312),cercareunfile.txto.csv contenenteinomi(ogliindirizziIP)dellemacchinedaimportarenelserverdi gestione.

La console di gestione viene indirizzata all'agente e inizia la procedura di registrazione. Poich la registrazionerichiedelapartecipazionedell'agente,nonpuavvenirequandolamacchinanonin linea. Unagenteaggiuntivoinstallatosuunamacchinaregistratadiventaautomaticamenteregistratosullo stessoserverdigestione.Agentidiversivengonoregistratiederegistratiassieme.

Applicarestrategie
Elenco azioni Applicareunastrategiadibackup Fareclicsu Applicastrategiadibackup. aunamacchina NellafinestraSelezionedellastrategia,specificarelastrategiadibackup daapplicareallamacchinaselezionata.

308

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Raggruppareazioni
Elenco Creareungruppo personalizzatostaticoo dinamico azioni Fareclicsu Creagruppo.

NellafinestraCreagruppo(p.320),specificareiparametririchiestidelgruppo.Il nuovogruppoverrcreatonelgruppodicuimembrolamacchinaselezionata (eccettoperilgruppointegrato Tuttelemacchinefisiche).

Aggiungereunamacchina Fareclicsu Aggiungiadunaltrogruppo. adunaltrogruppostatico NellafinestraAggiungialgruppo(p.312),specificareilgruppoincuicopiarela macchinaselezionata.Lestrategiedibackupapplicateaigruppidicuimembrola macchinaverrannoapplicateallamacchina. Permacchineingruppipersonalizzati Aggiungeremacchineaun Fareclicsu Aggiungimacchinealgruppo. gruppostatico NellafinestraAggiungimacchinealgruppo(p.313),selezionarelemacchineda aggiungere. Spostareunamacchinain Fareclicsu Spostainunaltrogruppo. unaltrogruppostatico NellafinestraSpostanelgruppo(p.313),selezionareilgruppoincuispostarela macchina. Tuttelestrategiedibackupapplicatealgruppodicuifacevapartelamacchina verrannorevocate.Lestrategiedibackupapplicatealgruppodicuilamacchina adessomembroverrannodistribuiteallamacchina. Rimuovereunamacchina Fareclicsu Rimuovidalgruppo. dalgruppostatico Lestrategiedibackupapplicatealgruppoverrannorevocateautomaticamente corrente dallamacchina.

Eliminarelamacchinaselezionatadalserverdigestione
Elenco Eliminareuna macchinadal serverdigestione azioni fareclicsu EliminamacchinadaAMS.

Comerisultatolestrategiedibackupvengonorevocateeicollegamentiaidepositi centralizzativengonoeliminatidallamacchina.Selamacchinaalmomentonon disponibile,questeazioniverrannoeseguitesullamacchinaappenaessadiventa disponibileperilserverdigestione.

Altreazioni
Operazionidigestionediretta Creareunpianodi backupsuuna macchina Ripristinaredati Fareclicsu Backup.

Quest'operazionevienedescrittainmodoapprofonditonellasezioneCreazionediun pianodibackup(p.205). Fareclicsu Ripristina. Quest'operazionevienedescrittainmodoapprofonditonellasezioneRipristinodeidati (p.224).

Connettersi Fareclicsu Connettidirettamente. direttamenteaduna Stabilisceunaconnessionedirettaallamacchinagestita.Consentediamministrareuna macchinaremota Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 309

macchinagestitaedieseguiretutteleoperazionidigestionediretta. Altreoperazioni Visualizzare informazioni dettagliatesuuna macchina Visualizzarele attivitesistentisu unamacchina Visualizzavocidi registrodiuna macchina Aggiornaretuttele informazioni correlatealla macchina Fareclicsu Visualizzadettagli.

NellafinestraDettaglidellamacchina(p.313),esaminareleinformazionisulla macchina. Fareclicsu Visualizzaattivit.

LavistaAttivit(p.331)mostraunelencodelleattivitesistentisullamacchina. Fareclicsu Visualizzaregistro.

LavistaRegistro(p.334)mostral'elencodellevocidiregistrodellamacchina. Fareclicsu Sincronizza.

Ilserverdigestioneinterrogherlamacchinaeaggiornerildatabaseconle informazionipirecenti.Oltreallasincronizzazione,verreseguitaautomaticamente l'operazionediaggiornamentodell'elencodellemacchine.

Aggiornareunelenco Fareclicsu Aggiorna. dimacchine Laconsoledigestioneaggiornerl'elencodellemacchinesullabasedelleinformazioni pirecentipresentisulserverdigestione.Anchesel'elencodellemacchineviene aggiornatoautomaticamentesullabasedeglieventi,idatipotrebberononvenire recuperatiimmediatamenteacausadiunacertalatenza.L'aggiornamentomanuale garantiscelavisualizzazionedeidatipirecenti.

Aggiungere una macchina al server di gestione


PerpoteredistribuirelestrategiedibackupdalserverdigestionediAcronisBackup&Recovery10 adunamacchinagestitaedeseguirealtreoperazionidigestionecentralizzate,necessarioregistrare lamacchinasulserverdigestione.

Peraggiungereunamacchina
1. Nell'alberoNavigazione,scegliere Macchinefisicheo Tuttelemacchinefisiche. 2. Fareclicsu Aggiungimacchinanellabarradeglistrumenti. 3. Nel campo IP/nome, immettere il nome o l'indirizzo IP della macchina oppure fare clic su Sfoglia...ecercarelamacchinaall'internodellarete. 4. Perfornireunaccountvalidoperlamacchina,fareclicsuOpzioni>>especificare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, specificareancheilnomedeldominio(DOMINIO\Nomeutente). Password.Lapasswordperl'account. SelezionarelacasellaSalvapasswordpermemorizzarelapasswordperconnessionifuture. 5. FareclicsuOK.

Iniziarelaregistrazionedallatomacchina
L'amministratoredelserverdigestionediAcronisBackup&Recovery10puconfigurareilnomeo l'indirizzoIPdelservernelleimpostazionidell'agentedurante l'installazionedell'agente utilizzandolaconnessioneconsoleagente.

310

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Questolancerlaproceduradiregistrazionestandard. Per registrare un agente durante la sua installazione, necessario avere eseguito l'accesso con l'accountdell'amministratoredelserverdigestioneofornirelesuecredenzialialprompt. Per eseguire la registrazione attraverso una connessione consoleagente locale o remota, necessarioessereconnessiconlecredenzialidiamministratoredelserverdigestioneofornirelesue credenziali. Alla connessione, selezionare dal menu Opzioni Opzioni della macchina Gestione della macchina, quindi scegliere la Gestione centralizzata e immettere il nome o l'indirizzo IP del serverdigestioneelecredenzialidell'amministratoredelserverdigestione.

Importare macchine da Active Directory


PerImportaremacchinedaActiveDirectory
1. Nell'alberoNavigazione,scegliere Macchinefisicheo Tuttelemacchinefisiche. 2. Fareclicsu ImportamacchinedaActiveDirectorynellabarradeglistrumenti. 3. NelcampoCerca,immettereilnomedellamacchina(odell'unitorganizzativa),quindifareclic su Cerca.possibileutilizzarel'asterisco(*)persostituirezeroopicaratterinelnomediuna macchina(ounitorganizzativa). Lapartesinistradellafinestravisualizzainomidimacchina(ounitorganizzativa)checoincidono completamenteoparzialmenteconilvaloreimmesso.Fareclicsull'elementodaaggiungereper l'importazione,quindifareclicsuAggiungi>>.L'elementoverrspostatonellapartedestradella finestra.Peraggiungeretuttiglielementitrovati,fareclicsuAggiungitutti>>.
Sevengonotrovatepidi1000corrispondenze,soloiprimi1000elementiverrannovisualizzati.Inquesto caso,siconsigliadiaffinarelaricercaeriprovare.

Lapartedestradellafinestravisualizzaglielementiselezionatiperl'importazione.Senecessario, rimuovere gli elementi selezionati per errore utilizzando i rispettivi pulsanti Rimuovi e Rimuovitutti. 4. FareclicsuOKperiniziarel'importazione.

Sincronizzazione di macchine con un file di testo


Durantelasincronizzazione,ilserverdigestioneimpostailgruppoTuttelemacchinefisicheinbase all'elencodellemacchinefornitoinunfile.txto.csv.Ilserverdigestione: aggiungemacchinepresentinell'elenco,manonregistrate; eliminalemacchineregistratenonpresentinell'elenco; eliminaeprovanuovamenteadaggiungerelemacchineregistratechesonopresentinell'elenco, malacuidisponibilit(p.313)correnteRitirata. Di conseguenza, solo le macchine fisiche elencate nel file saranno presenti nel gruppo Tutte le macchinefisiche.

Requisitifileditesto
IlfiledevecontenerenomidimacchineoindirizziIP,unamacchinaperriga. Esempio: Nome_macchina_1 Nome_macchina_2 192.168.1.14 192.168.1.15
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 311

Specificando un campo vuoto si provoca l'eliminazione di tutte le macchine fisiche dal server di gestione.
Unamacchinafisicadeveesserespecificatadalrelativoindirizzodiregistrazione,ovvero,necessarioindicare esattamentelostessonomehost,ilnomedidominiocompletamentequalificato(FQDN)ol'indirizzoIPchesono stati specificati quando la macchina stata aggiunta inizialmente al server di gestione. In caso contrario, la macchina verr eliminata e aggiunta nuovamente come se fosse un'altra macchina. Ci significa che tutti i criteri,siaereditaticheapplicatidirettamente,verrannorevocatidallamacchinaelasuaappartenenzaagruppi staticiandrperduta.

L'indirizzo di registrazione di ogni macchina pu essere trovato nella colonna Indirizzo di registrazione in ogni visualizzazione del server di gestione contenente la macchina (la colonna nascostaperimpostazionepredefinita). Perevitarediscrepanze,inizialmentepossibileimportarelemacchinedaunfileditesto.Modificare questo file in seguito in base alle necessit, aggiungendo e rimuovendo le macchine, ma non modificareinomiegliindirizzidellemacchinechedevonorimanereregistrate.

Persincronizzarelemacchineconunfileditesto
1. NellastrutturaNavigazione,selezionare Macchinefisicheo Tuttelemacchinefisiche. 2. Fareclicsu Sincronizzalemacchineconfileditestosullabarradeglistrumenti. 3. Nel campo Percorso, immettere un percorso a un file .txt o .csv contenente l'elenco delle macchineofareclicsuSfogliaeselezionareilfilenellafinestraSfoglia. 4. In Impostazioni di accesso, specificare il nome utente e la password di un utente membro del gruppoAdministratorssututtelemacchineelencatenelfile. 5. FareclicsuOKperavviarelasincronizzazionedellemacchine.

Importare macchine da un file di testo


Importaremacchinedaunfile
1. Nell'alberoNavigazione,scegliere Macchinefisicheo Tuttelemacchinefisiche. 2. Fareclicsu Importamacchinedafilesullabarradeglistrumenti. 3. Nel campo Percorso immettere il percorso del file con estensione txt o csv oppure fare clic su SfogliaeselezionareilfilenellafinestraSfoglia. Unfile.txto.csvdevecontenerenomidimacchineoiloroindirizziIP,iniziandoconunanuova rigaperognunadellemacchine. Esempio: Nome_macchina_1 Nome_macchina_2 192.168.1.14 192.168.1.15 4. In Impostazioni d'accesso specificare il nome utente e la password di un utente membro del gruppoAmministratorisututtelemacchineelencatenelfile. 5. FareclicsuOKperiniziarel'importazione.

Aggiungere una macchina ad un altro gruppo


Peraggiungerelamacchinaadunaltrogruppo
1. Selezionareilgruppoacuiverraggiuntalamacchina. 2. FareclicsuOK.
312 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

La macchina da aggiungere diventa membro di pi di un gruppo. Di conseguenza, le strategie di backup applicate al primo gruppo rimarranno sulla macchina e le strategie di backup applicate al secondo,terzo,ecc.gruppoverrannodistribuitesullamacchina.

Spostare una macchina in un altro gruppo


Perspostarelamacchinainunaltrogruppo
1. Nell'alberodeigruppi,selezionareilgruppoincuiverrspostatalamacchina. 2. FareclicsuOK. Lamacchinadaspostarelasciaungruppoediventamembrodiunaltrogruppo.Diconseguenza,le strategie di backup applicate al primo gruppo verranno revocate dalla macchina e le strategie di backupapplicatealsecondogruppoverrannodistribuitesullamacchina.

Aggiungere macchine ad un gruppo


Peraggiungeremacchinealgrupposelezionato
1. 2. 3. 4. Nell'alberogruppi,selezionareilgruppolecuimacchinedevonoessereaggiunte. Nellapartedestradellafinestra,selezionarelemacchine. Peraggiungereulteriorimacchinedaaltrigruppi,ripetereipassaggi1e2perognigruppo. fareclicsuOKperaggiungerelemacchine.

Quando le macchine vengono visualizzate nel gruppo, la strategia che era applicata al gruppo (se presente), viene distribuita alle macchine. Se una delle macchine selezionate non al momento raggiungibileodisponibile,l'azioneverrconservatanelserverdigestionecomeinsospesoeverr eseguitaappenalamacchinadiventadisponibileperilserver.

Dettagli della macchina


Accumula in quattro schede tutte le informazioni sulla macchina selezionata. Consente all'amministratore del server di gestione di eseguire operazioni con i piani e le attivit di backup esistentisullamacchinaeconlestrategieapplicateallamacchina. QuesteinformazionivengonoduplicateanchenelriquadroInformazioni.

Macchina
Laschedavisualizzaleseguentiinformazionisullamacchinaregistrata: Nome:nomedellamacchinaselezionata(prelevatodaNomecomputerinWindows) IndirizzoIP:indirizzoIPdellamacchinaselezionata Stato:lostatodellamacchina.Determinatocomelostatopirigorosodituttiipianidibackup (p.193)(sialocalichecentralizzati)esistentisullamacchinaedellestrategiedibackup(p.302) applicateallamacchina. Ultimaconnessione:quantotempotrascorsodaquandoilserverdigestionesiconnessoper l'ultimavoltaallamacchina. Ultimobackupriuscito:indicailtempotrascorsodalmomentodell'ultimobackupriuscito. Disponibilit: Online: la macchina disponibile per il server di gestione. Questo significa che l'ultima connessione del server di gestione alla macchina riuscita. La connessione viene stabilita ogni2minuti.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

313

Noninlinea:lamacchinanondisponibileperilserverdigestione:disattivataoilsuocavo diretenoncollegato. Sconosciuto:questostatovienevisualizzatofinchnonvienestabilitalaprimaconnessione trailserverdigestioneelamacchinadopol'aggiuntadiquest'ultimaol'avviodelserviziodel serverdigestione. Ritirata:lamacchinastataregistratasuunaltroserverdigestioneoilparametroGestione autonoma stato selezionato nelle Opzioni >Opzioni della macchina > Gestione della macchina (p. 98). Come risultato non possibile controllare la macchina dal server di gestione attuale. Tuttavia, possibile riacquisire il controllo sulla macchina specificando l'indirizzodelserverdigestionenelleimpostazionidellaGestionedellamacchina. Scaduto:ilperiododiprovadell'agentesullamacchinascaduto.Perspecificareuncodicedi licenza completo, usare la funzionalit Cambia licenza o eseguire il programma di installazioneeseguirelerelativeistruzioni. Agentiinstallati:nomecompletodegliagentiAcronisinstallatisullamacchina. Sistemaoperativo:ilsistemaoperativosucuivieneeseguitol'agentedellamacchina. Processore:iltipodiCPUutilizzatanellamacchinagestita ClockCPU:frequenzadiclockdellaCPU RAM:dimensionidellamemoria Commenti:descrizionedellamacchina(prelevatadaDescrizionecomputerinWindows)

Strategiedibackup
Visualizza un elenco delle strategie di backup applicate alla macchina selezionata e consente all'amministratoredelserverdigestionedieseguireleseguentioperazioni:
Elenco azioni

Visualizzareidettaglidi Fareclicsu Visualizzadettagli. unastrategia NellafinestraDettaglidellastrategia(p.305),esaminaretutteleinformazioni relativeallastrategiadibackupselezionata. Visualizzareattivitdi unastrategia Fareclicsu Visualizzaattivit.

LavistaAttivit(p.331)mostraunelencodelleattivitrelativeallastrategiadi backupselezionata. Fareclicsu Visualizzaregistro.

Visualizzareregistrodi unastrategia

LavistaRegistro(p.334)mostral'elencodellevocidiregistrorelativeallastrategiadi backupselezionata. Fareclicsu Revoca.

Revocareunastrategia dallamacchina.

Ilserverdigestionerevocherlastrategiadallamacchina.Lastrategiastessarimane sulserverdigestione. Selamacchinamembrodiungruppoelastrategiavieneapplicataalgruppo,non possibilerevocarelastrategiadaunasingolamacchinasenzarimuovereprimala macchinadalgruppo.

Esaminarel'originedella Fareclicsu Esploraereditariet. strategiaapplicata LafinestraOrdinedell'ereditariet(p.318)visualizzerl'ordinediereditarietdella strategiaapplicataallamacchina.

Filtraggioeordinamento

314

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Il filtraggio e l'ordinamento delle strategie di backup viene eseguito allo stesso modo della vista Strategiedibackup.Permaggioridettagli,vederelasezioneFiltraggioeordinamentodellestrategie dibackup(p.305).

Pianieattivit
Visualizza un elenco dei piani (sia locali che centralizzati) e delle attivit esistenti sulla macchina selezionata. Operazioni Diseguitosiriportanoleindicazioniperl'esecuzionedioperazioniconattivitepianidibackup.
Elenco Visualizzarei dettaglidiun pianoodi un'attivit azioni Pianodibackup Fareclicsu Visualizzadettagli. NellafinestraDettaglidelpiano(p.201),rivederetaliinformazioni. Attivit Fareclicsu Visualizzadettagli. NellafinestraDettaglidell'attivit(p.199),rivederetaliinformazioni. Visualizzareil Pianodibackup registrodiun pianooun'attivit Fareclicsu Visualizzaregistro. ComparirlavistaRegistro(p.202)contenentel'elencodellevocidiregistrocorrelateal piano. Attivit Fareclicsu Visualizzaregistro.

ComparirlavistaRegistro(p.202)contenentel'elencodellevocidiregistrocorrelate all'attivit. Eseguire un'attivitoun piano Pianodibackup Fareclicsu Esegui.

NellafinestraEseguipianodibackup(p.199),selezionarel'attivitchedeveessere eseguita. L'esecuzionedelpianodibackupavviaimmediatamentel'attivitditalepianoselezionata, indipendentementedallerelativecondizioniedallarelativapianificazione. Attivit Fareclicsu Esegui.

L'attivitverreseguitaimmediatamente,indipendentementedallerelativecondizionie dallarelativapianificazione.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

315

Arrestare un'attivitoun piano

Pianodibackup Fareclicsu Termina.

L'arrestodell'esecuzionedelpianodibackupimplical'arrestodituttelerelativeattivit.In talmodo,tutteleoperazionidell'attivitverrannointerrotte. Attivit Fareclicsu Termina.

Conseguenzedell'arrestodiun'attivit Normalmente,l'arrestodiun'attivitneinterrompel'operazione(backup,ripristino, convalida,esportazione,conversione,migrazione).L'attivitentraprimanellostatoIn arresto,quindiinquelloInattivo.Lapianificazionedell'attivit,sestatacreata,rimane valida.Percompletarel'operazione,sarnecessarioeseguirenuovamentel'attivit. attivit di ripristino (dal backup del disco): Il volume di destinazione verr eliminato e sarannullatal'allocazionedelrelativospazio(ilrisultatoanalogoseilripristinonon riesce). Per ripristinare il volume "perduto", sar necessario eseguire nuovamente l'attivit. attivitdiripristino(dalbackupdeldisco):Laproceduraannullatapotrebbeprovocare deicambiamentinellacartelladidestinazione.Alcunifilepotrebberoessererecuperati, ma altri no, a seconda del momento in cui stata terminata l'attivit. Per recuperare tuttiifile,sarnecessarioeseguirenuovamentel'attivit. Modificare un'attivitoun piano Pianodibackup Fareclicsu Modifica.

Lamodificadiunpianodibackupvieneeseguitainmanieraanalogaallacreazione(p.205), adeccezionedelleseguentilimitazioni: Sel'archiviocreatononvuoto(ciocontienebackup),nonsemprepossibilemodificare leproprietdelloschemadibackup. 1. NonpossibilemodificareloschemainNonnoPadreFigliooTorrediHanoi. 2. SesiutilizzaloschemaTorrediHanoi,nonpossibilemodificareilnumerodilivelli. Intuttiglialtricasiloschemapuesseremodificatoecontinuaafunzionarecomesegli archiviesistentifosserocreaticonunnuovoschema.Perarchivivuoti,possibileeseguire qualunquemodifica. Perchnonpossibilemodificareilpianodibackup? Ilpianodibackupalmomentoinesecuzione. Lamodificadelpianodibackupinfasediesecuzionenonpossibile. Ilpianodibackuphaun'originecentralizzata. La modifica diretta di piani di backup centralizzati non possibile. necessario modificarelestrategiedibackuporiginali. Attivit Fareclicsu Modifica.

Attivitnonmodificabili L'attivitappartieneaunpianodibackup Sipossonomodificaredirettamentesololeattivitchenonfannopartediunpianodi backup, come ad esempio un'attivit di ripristino. Quando necessario modificare un'attivitchefapartediunpianodibackuplocale,modificareilpianodibackup.Per 316 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

cambiare un'attivit appartenente a un piano di backup centralizzato, modificare il criteriocentralizzatodacuiderivailpiano. Eliminare un'attivitoun piano Pianodibackup Fareclicsu Elimina.

Cosasuccedesesieliminailpianodibackup? L'eliminazionedelpianoimplical'eliminazionedituttelerelativeattivit. Perchnonpossibileeliminareilpianodibackup? Lostatodelpianodibackup"Inesecuzione" Unpianodibackupnonpuessereeliminatoseinesecuzionealmenoun'attivit. Ilpianodibackuphaun'originecentralizzata. Unpianocentralizzatopuessereeliminatodall'amministratoredelserverdigestione revocandolestrategiedibackupconcuistatoprodottoilpiano. Attivit Fareclicsu Elimina.

Impossibileeliminareunattivit L'attivitappartieneaunpianodibackup Un'attivitappartenenteaunpianodibackupnonpuessereeliminataseparatamente dalpiano.Perrimuoverel'attivit,modificareoeliminareilpianocompleto. Aggiornarela tabella Fareclicsu Aggiorna.

Laconsoledigestioneaggiornerl'elencodiattivitepianidibackupesistentinella macchinaconleinformazionipirecenti.Anchesel'elencovieneaggiornato automaticamenteinbaseaglieventi,idatipotrebberononessererichiamati immediatamentedallamacchinagestita,acausadiunacertalatenza.L'aggiornamento manualegarantiscelavisualizzazionedeidatipirecenti.

Filtraggioeordinamento Ilfiltraggioel'ordinamentodellestrategiedibackupvieneeseguitoallostessomododellavistaPiani estrategiedibackupdellagestionediretta.Perinformazionidettagliate,vederelasezioneFiltroe ordinamentodiattivitepianidibackup(p.198).

Membrodi
Questa scheda appare solo se la macchina selezionata viene aggiunta a uno o pi gruppi personalizzatievisualizzaunelencodeigruppidicuilamacchinamembro. Operazioni
Elenco Visualizzareidettaglidiun gruppo azioni Fareclicsu Visualizzadettagli.

ComparirlafinestraDettaglidelgruppo,dovepossibileesaminaretutte leinformazioniinerentialgruppo.

Visualizzareleattivitinerentiad Fareclicsu Visualizzaattivit. ungruppo ComparirlavistaAttivit,conleattivitprefiltrateinerentialgruppodi backupselezionato.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

317

Visualizzareilregistroinerente adungruppo

Fareclicsu

Visualizzaregistro.

QuestoaprelavistaRegistroconlevocidiregistroprefiltratedelgruppo selezionato. Fareclicsu Rimuovi.

Rimuovereunamacchinadaun gruppo.

Ipianicentralizzatidistribuitinelgruppogenitorenonriguarderannopila macchina.

Macchinevirtualihosted
Laschedapresental'elencodellemacchinehostedsulserverdivirtualizzazioneselezionatoogestite dall'appliancevirtualespecificato. possibile creare un gruppo dinamico in base all'elenco delle macchine virtuali hosted. Per fare questo,fareclicsuCreaungruppodinamico.IlgruppocreatosaraccessibilenellaVisualizzazione macchinevirtuali(p.325).

Ordine dell'ereditariet
La finestra Ordine dell'ereditariet consente di esaminare l'origine della strategia applicata alla macchina. Lastrategiaapplicatadirettamenteallamacchinavienevisualizzatacomesegue: Nomemacchina La strategia applicata alla macchina attraverso l'ereditariet viene visualizzata come nell'esempio seguente: Gruppo1> Gruppo2>Gruppo3>Macchina1 Il Gruppo1 nella cartella root contiene il Gruppo2 a cui la strategia viene applicata direttamente. Il Gruppo2,asuavolta,contieneilfiglioGruppo3cheereditalastrategiadalgenitoreelaapplicaalla Macchina1rispettivamente. Lamacchina(ogruppo)acuilastrategiastataapplicatadirettamentevieneevidenziataingrassetto econtrassegnataconun'icona. Tuttiglielementisonointerattivi,cioquandosifaclicsuunamacchinaosuungruppo,vieneaperto ilrelativogruppogenitore.

Filtraggio e ordinamento delle macchine


Elenco Ordinarelemacchinepercolonna azioni Fareclicsull'intestazionedellacolonnaperordinarelemacchine inordinecrescente. Farenuovamenteclicsudiessaperordinarelemacchinein ordinedecrescente. Filtrarelemacchinepernome. Immettereilnomediunamacchinanelcamposotto all'intestazionedellacolonnacorrispondente. Intalmodo,verrvisualizzatol'elencodimacchineicuinomi coincidonointeramenteoparzialmenteconilvaloreimmesso. Filtrarelemacchineperstato,ultima connessione,ultimobackup,disponibilit. Nelcamposottostantel'intestazionecorrispondente,selezionare dall'elencoilvalorerichiesto.

318

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Configurazionedellatabellamacchine
Perimpostazionepredefinita,latabellacontienecinquecolonnevisualizzabili,lealtresononascoste. Senecessario,sipossononasconderelecolonnevisibilievisualizzarequellenascoste.

Permostrareonasconderecolonne
1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un'intestazione di colonna per aprire il menu contestuale. Le voci di menu non selezionate corrispondono alle intestazioni di colonna presentatenellatabella. 2. Fareclicsullevocichesidesideravisualizzare/nascondere.

Azioni sui gruppi


Leazionisonodisponibiliquandosiselezionalavista faclicsuungruppo. Macchinefisichenell'alberoNavigazioneesi

Diseguitosiriportanoleindicazionipereseguireazionisuigruppiselezionati.
Elenco azioni

Creareungruppo Fareclicsu Creagruppo. personalizzatostatico NellafinestraCreagruppo(p.320),specificareiparametririchiestidelgruppo. odinamico possibilecrearegruppipersonalizzatinellacartellaroot( altrigruppipersonalizzati. Applicareuna strategiadibackupa ungruppo Fareclicsu Applicastrategiadibackup. Macchinefisiche)oin

NellafinestraSelezionedellastrategia,specificarelastrategiadibackupdaapplicare algrupposelezionato.Sesonopresentigruppifiglionelgrupposelezionato,la strategiadibackupverrapplicataancheadessi. Fareclicsu Visualizzadettagli.

Visualizzare informazioni dettagliatesuun gruppo

NellafinestraDettaglidelcriterio(p.322),esaminareleinformazionisulgruppo selezionato.

Rinominareungruppo Fareclicsu Rinomina. osottogruppo NellacolonnaNome,immettereunnuovonomeperilgrupposelezionato. personalizzato Nonpossibilerinominaregruppiintegrati. Modificareungruppo Fareclicsu Modifica. personalizzato NellafinestraModificagruppo(p.322),specificareiparametririchiestidelgruppo. Spostareungruppo personalizzatoinun altro Eliminareungruppo personalizzato Fareclicsu Spostain.

NellafinestraSpostanelgruppo(p.322),specificareungruppochesarunnuovo genitoredelgrupposelezionato. Fareclicsu Elimina.

L'eliminazionediungruppogenitoreeliminerancheisuoigruppifiglio.Lestrategiedi backupapplicatealgruppogenitoreedereditatedaisuoigruppifiglioverranno revocatedatuttiimembridelgrupposelezionato.Lestrategieapplicatedirettamente aimembririmarranno.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

319

Aggiornamentodiun elencodigruppi

Fareclicsu

Aggiorna.

Laconsoledigestioneaggiornerl'elencodeigruppisullabasedelleinformazionipi recentipresentisulserverdigestione.Anchesel'elencodeigruppivieneaggiornato automaticamentesullabasedeglieventi,idatipotrebberononvenirerecuperati immediatamenteacausadiunacertalatenza.L'aggiornamentomanualegarantiscela visualizzazionedeidatipirecenti.

Creare un gruppo personalizzato statico o dinamico


Percreareungruppo
1. NelcampoNomegruppo,digitareilnomeperilgruppodacreare. 2. Scegliereiltipodigruppo: a. Statico:percreareungruppocheconterrmacchineaggiuntemanualmente. b. Dinamico:percreareungruppocheconterrmacchineaggiunteinbaseaicriterispecificati. FareclicsuAggiungicriterieselezionareilmodellodelcriterio. Sistemaoperativo Tutte le macchine che eseguono il sistema operativo selezionato diventeranno membri delgruppodinamico. Unitorganizzativa(p.321) Tutte le macchine appartenenti all'unit organizzativa (UO) specificata diventeranno membridelgruppodinamico. IntervalloindirizzoIP Tutte le macchine il cui indirizzo IP si trova all'interno del campo IP specificato diventerannomembridelgruppodinamico. Macchineelencateinfileconestensionetxt/csv(p.321) Tutte le macchine elencate nel file con estensione txt o csv diventeranno membri del gruppodinamico. 3. NelcampoCommenti,aggiungereunadescrizionedelgruppocreato. 4. FareclicsuOK.

Aggiungerecriterimultipli
L'aggiuntadicriterimultiplicreaunacondizioneinbasealleseguentiregole: a) Tuttelevocideglistessicriterivengonocombinateperaggiuntalogica(OR). Adesempio,ilseguentesetdicriteri Sistemaoperativo: WindowsServer2008 Sistemaoperativo: WindowsServer2003 aggiungerallostessogruppotuttelemacchineilcuisistemaoperativoWindows2000OR Windows2003. b) Levocidicriteridiversivengonocombinatepermoltiplicazionelogica(AND) Adesempio,ilseguentesetdicriteri Sistemaoperativo: WindowsServer2008 Sistemaoperativo: WindowsServer2003 Unitorganizzativa:SERVER IntervalloIP: 192.168.17.0192.168.17.55

320

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

aggiungerallostessogruppotuttelemacchineilcuisistemaoperativoWindows2000o Windows2003echeappartengonoall'unitorganizzativaSERVERconindirizzoIPcompreso tra192.168.17.0192.168.17.55.

Perquantotempounmembrodiungruppodinamicorimanenelgruppo?
Un membro di un gruppo dinamico rimane nel gruppo fino a quando soddisfa i criteri. Il membro vienerimossodalgruppoautomaticamentenonappena vienemodificatoinmododanonsoddisfarepiicriteri l'amministratoremodificaicriteriinmodocheilmembrononlisoddisfipi Non c' modo di rimuovere una macchina da un gruppo dinamico manualmente ad eccezione dell'eliminazionedellamacchinadalserverdigestione.

Criterio unit organizzativa


Ilcriteriodell'unitorganizzativavienespecificatoperildominioincuisitrovaalmomentoilserver digestioneUO=UO1 Selezionare un'unit organizzativa dalla struttura di Active Directory facendo clic su Sfoglia o digitandola manualmente. Se le credenziali di accesso al dominio non sono state specificate nelle opzioni del server di gestione, il programma richieder di fornirle. Le credenziali verranno salvate nell'opzioneCredenzialidiaccessoaldominio(p.96). Adesempio,supponiamocheildominious.corp.example.comabbiaUO1(chesitrovainroot),che UO1abbiaUO2e che UO2abbiaUO3.Ed necessarioaggiungerelemacchinedell'UO3. Quindi, il criteriosar:UO=UO3,UO=UO2,UO=UO1 Se UO3 dispone di contenitori figlio ed necessario aggiungerele macchine di tali contenitori al gruppo,selezionarelacaselladicontrolloIncludicontenitorifiglio.

Criterio Elencato in file txt/csv


Quandosiutilizzaquestocriterio,ilgruppodinamicoincluderlemacchinedell'elencofornitodalfile .txto.csvspecificato. Seinseguitosimodificailfile,ilcontenutodelgruppoverrmodificatodiconseguenza.Ilfileviene controllatoogni15minuti. Seinseguitosieliminailfileosequestononpidisponibile,ilcontenutodelgruppocorrisponder all'elencoarchiviatoperultimonelfile.

Requisitifileditesto
IlfiledevecontenerenomidimacchineoindirizziIP,unamacchinaperriga. Esempio: Nome_macchina_1 Nome_macchina_2 192.168.1.14 192.168.1.15 Una macchina fisica deve essere specificata dal relativo indirizzo di registrazione, ovvero, necessarioindicareesattamentelostessonomehost,ilnomedidominiocompletamentequalificato (FQDN)ol'indirizzoIPchesonostatispecificatiquandolamacchinastataaggiuntainizialmenteal server di gestione. In caso contrario, la macchina non verr aggiunta al gruppo. L'indirizzo di

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

321

registrazione di ogni macchina pu essere trovato nella colonna Indirizzo di registrazione in ogni visualizzazione del server di gestione contenente la macchina (la colonna nascosta per impostazionepredefinita).

Spostare un gruppo in un altro


Perspostareilgrupposelezionatoinunaltrogruppoonellacartellaroot
1. Nell'albero dei gruppi, fare clic sul gruppo in cui spostare il gruppo selezionato. possibile spostare qualsiasi tipo di gruppo personalizzato (sia statico che dinamico) in un altro gruppo personalizzatodiqualsiasitipoonellacartellaroot. La cartella root dell'albero delle macchine contiene gruppi del primo livello. I gruppi che includono altri gruppi vengono chiamati gruppi genitore. I gruppi inclusi in gruppi genitore vengonochiamatigruppifiglio.Tuttelestrategiedibackupapplicatealgruppogenitoreverranno applicateancheaisuoigruppifiglio. 2. FareclicsuOK.

Modifica di gruppi personalizzati


Lamodificadiungruppopersonalizzatoseguelastessaproceduradellacreazione(p.320). Lamodificadeltipodigrupponeprovocalaconversione.Qualsiasigruppopersonalizzatopuessere convertitoingruppodinamicoseerastatico,eviceversa. Quando si converte un gruppo statico in dinamico, fornire i criteri di raggruppamento. Tutti i membri esistenti nel gruppo statico che non soddisfano i criteri forniti verranno rimossi dal gruppodinamico. Quando si converte un gruppo dinamico in statico, sono disponibili due opzioni: lasciare il contenutocorrentedelgruppoosvuotareilgruppo.

Dettagli del gruppo


Aggrega in due schede tutte le informazioni sul gruppo selezionato. Consente l'esecuzione delle operazioniconlestrategieapplicatealgruppo. QuestainformazionevieneduplicataanchenelriquadroInformazioni.

Gruppo
Visualizzaleseguentiinformazionisulgruppo: Nome:nomedelgrupposelezionato Gruppogenitore(solopersottogruppi):nomedelgruppogenitore Macchine:numerodimacchinenelgruppo Tipo:tipodelgruppo(staticoodinamico) Criteri(solopergruppidinamici):criteridiraggruppamento Commenti:descrizionedelgruppo(sespecificato)

Strategiedibackup
Visualizza un elenco delle strategie di backup inerenti al gruppo e consente l'esecuzione delle seguentioperazioni:

322

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Elenco

azioni

Visualizzaredettaglidiun Fareclicsu Visualizzadettagli. criterio NellafinestraDettaglidellastrategia(p.305),esaminaretutteleinformazioni relativeallastrategiadibackupselezionata. Visualizzareleattivitdi unastrategia Fareclicsu Visualizzaattivit.

LavistaAttivit(p.331)mostraunelencodelleattivitrelativeallastrategiadi backupselezionata. Fareclicsu Visualizzaregistro.

Visualizzareilregistrodi unastrategia

LavistaRegistro(p.334)mostral'elencodellevocidiregistrorelativeallastrategia dibackupselezionata.

Revocareunastrategiadal Fareclicsu Revoca. gruppo. Ilserverdigestionerevocalastrategiadalgruppo.Mentrelemodifichevengono trasferiteallemacchineegliagentieliminanoipianidibackup,lostatodella strategiadelgruppoInrevoca.Lastrategiastessarimanesulserverdigestione. Esaminarelaprovenienza Fareclicsu Esploraereditariet. dellastrategiaapplicataal LafinestraOrdinedell'ereditariet(p.323)visualizzerl'ordinediereditariet gruppo dellastrategiaapplicataalgruppo.

Filtraggioeordinamento Ilfiltraggioel'ordinamentodellestrategiedibackupvieneeseguitoallostessomododellavistadelle strategiedibackup.Permaggioridettagli,vederelasezioneFiltraggioeordinamentodellestrategie dibackup(p.305).

Ordine dell'ereditariet
La finestra Ordine dell'ereditariet consente di esaminare l'origine della strategia applicata al gruppo. Lastrategiaapplicatadirettamentealgruppovienevisualizzatacomesegue: Nomegruppo Il seguente esempio illustra come viene visualizzata la strategia che viene applicata al gruppo attraversol'ereditariet. Gruppo1> Gruppo2>Gruppo3 Il Gruppo1 nella cartella root contiene il Gruppo2 a cui la strategia viene applicata direttamente. Il Gruppo2,asuavolta,contieneilfiglioGruppo3cheereditalastrategiadalgenitore. Il gruppo a cui la strategia stata applicata direttamente viene evidenziato in grassetto e contrassegnatoconun'icona. Tuttiglielementisonointerattivi,cioquandosifaclicsuungruppo,vieneapertoilrelativogruppo genitore.

7.1.4

Macchine virtuali

possibilegestirecentralmentelemacchinevirtualiutilizzandounoopideiseguentimetodi: aggiungereunamacchinavirtualecomemacchinafisica
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 323

Installa l'agente Acronis Backup & Recovery 10 per Windows o l'agente per Linux sulla macchina virtualeeregistrarlo(p.308)sulserverdigestione.Lamacchinaverrtrattatacomemacchinafisica. Sarpossibileapplicarequalsiasistrategiadibackupallamacchina,inclusestrategiecheeseguonoil backupdeifile. Questoapprocciorisultautilequando: lamacchinanonospitatasuunserverdivirtualizzazione il prodotto di virtualizzazione installato nel server host non supportato da Acronis Backup & Recovery10AdvancedServerVirtualEdition sivoglionoutilizzarecomandipre/postbackupopre/postacquisizionedeidatisullamacchina sivoglionoapplicarestrategiedibackupdeifileallamacchina. aggiungereunamacchinavirtualecomemacchinavirtuale InAcronisBackup&Recovery10ManagementServer,unamacchinaconsideratavirtualeseilsuo backuppuessereeseguitodall'hostdivirtualizzazionesenzainstallareunagentesudiessa.Ci possibilequandosiutilizzaAcronisBackup&Recovery10AdvancedServerVirtualEdition.Dopola registrazionedelserverdivirtualizzazionecheospitalamacchina,unamacchinavirtualeapparirsul server di gestione, ammesso che l'agente Acronis Backup & Recovery 10 per macchine virtuali sia installatosulserver. AggiuntadimacchinevirtualiHyperV 1. IServizidiintegrazionedevonoessereinstallatineisistemiguest. 2. Installare Acronis Backup & Recovery 10 Agent for HyperV sull'host HyperV. L'agente viene installatocomecomponenteaggiuntivodiAcronisBackup&Recovery10AgentforWindows. 3. Registrare(p.308)l'hostHyperVsulserverdigestione.Selamacchinagiregistrata,ignorare questopassaggio. 4. Le macchine virtuali ospitate sul server HyperV appariranno nel gruppo Tutte le macchine virtuali. AggiuntadimacchinevirtualiESX/ESXi 1. IServizidiintegrazionedevonoessereinstallatineisistemiguest. 2. AcronisBackup&Recovery10AgentforESX/ESXivienefornitocomeappliancevirtuale.Eseguire unadelleseguentioperazioni: Distribuirel'agente(p.326)nelserverESX/ESXi o Installareeconfiguraremanualmentel'agentecomedescrittoin"Installazionedell'appliance virtualeESX/ESXi" Aggiungere (p. 308) l'appliance virtuale al server di gestione come una comune macchine fisica Le macchine fisiche ospitate sul server ESX/ESXi (eccetto l'appliance virtuale con l'agente) sono visualizzatenelgruppoTuttelemacchinevirtuali. LemacchinevirtualiaggiuntealserverdigestionecomemacchinevirtualisonopresentiinMacchine virtuali nella struttura Navigazione. Questa sezione descrive le operazioni disponibili con queste macchine.

324

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Macchine virtuali su un server di gestione Disponibilitdellemacchinevirtuali


Lemacchinevirtualivengonovisualizzatecomedisponibiliquandol'agentedisponibileperilserver di gestione e le macchine sono disponibili per l'agente. L'elenco delle macchine virtuali viene aggiornatodinamicamenteognivoltacheilserverdigestionevienesincronizzatocongliagenti. Quandoilserverdivirtualizzazioneol'appliancevirtualediventanondisponibileovieneritirato,le macchinevirtualisonocolorateingrigio. Quandolemacchinevirtualidiventanonondisponibiliperl'agente(ciaccadequandolemacchine vengonorimossedall'inventariodelserverdivirtualizzazione,eliminatedaldiscooquandolostorage del server inattivo o disconnesso), scompaiono dai gruppi Tutte le macchine virtuali e dagli altri gruppi in cui sono incluse. Le attivit di backup di queste macchine virtuali non verranno eseguite fornendo un record di registro appropriato; di conseguenza, le strategie di generazione avranno lo statoErrore. Lostatoonlineononinlineadiunamacchinavirtualenonnepregiudicailbackup,poichilbackup dellemacchinevirtualipuessereeseguitoinentrambiglistati.

Strategiepermacchinevirtuali
Qualsiasistrategiaperilbackupdidischievolumipuessereapplicatasiaallemacchinevirtualiche allemacchinefisiche.Lestrategiecheeseguonobackupalivellodifilenonpossonoessereapplicate allemacchinevirtuali.Perulterioriinformazionisulbackupeilripristinodellemacchinevirtuali,sui sistemi operativi guest supportati e sulle configurazioni dei dischi, consultare "Backup di macchine virtuali". Cosaaccadequandounastrategiavieneapplicataadungruppodimacchinevirtuali Vieneeseguitoilbackupdiognimacchinadaun'attivitseparatainunarchivioseparato.Ilnomedi archiviopredefinitoincluderilnomedellamacchinavirtualeedilnomedellastrategia.Siconsiglia dimantenereilnomedell'archiviopredefinitoinmododapoteretrovarefacilmenteibackupdiogni macchinaneldepositodiarchiviazione.

Raggruppamentodimacchinevirtuali
LasezioneMacchinevirtualidell'alberodinavigazionecontieneungruppointegratochiamatoTutte lemacchinevirtuali.Nonpossibilemodificarequestogruppomanualmente,eliminarloospostarlo. possibileapplicareaquestogruppostrategieperl'esecuzionedibackupdidischiovolumi. possibile creare sia gruppi statici che dinamici di macchine virtuali. Ogni macchina virtuale attualmentedisponibilepuessereaggiuntaadungruppostatico.Nonpossibilecrearegruppiche contenganosiamacchinefisichechevirtuali. Icriteridiappartenenzadinamicaperlemacchinevirtualisonoiseguenti: Tipodiserverdivirtualizzazione(HyperV,ESX/ESXi). Utilizzandoquestocriterio,possibilecreareungruppodinamicodimacchinevirtualisututtiiserver HyperV (o server ESX/ESXi). Ogni macchina aggiunta ai server apparir in questo gruppo. Ogni macchinaeliminatadaiserverscomparirdalgruppo. Host/AV Utilizzandoquestocriterio,possibilecreareungruppodinamicodimacchinevirtualiospitatesuun serverdivirtualizzazionespecificatoogestitedall'appliancevirtualespecificato.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 325

Distribuzione di Agent for ESX/ESXi


AcronisBackup&Recovery10ManagementServerfornisceunmodosempliceperdistribuireAgent for ESX/ESXi su ogni server VMware ESX o ESXi delle cui macchine virtuali deve essere eseguito il backup. UnappliancevirtualeconunagenteverrcreatosuogniserverESX/ESXispecificatoeregistratosul serverdigestione.Lemacchinevirtuali,raggruppatedinamicamenteinbaseailorohost,appariranno sulserverdigestioneesarpossibileapplicareadessecriteridibackupoeseguireilbackupdiogni macchinasingolarmente. Se si sta utilizzando VMware vSphere, si consiglia di integrare (p. 327) il server di gestione con vCenter Server prima di iniziare la distribuzione dell'agente. In questo caso non sar necessario specificareognihostmanualmente.

PerdistribuireAgentforESX/ESXisuserverVMwareESX/ESXi:
1. Nella struttura Navigazione, fare clic con il tasto destro su Macchine virtuali o fare clic con il tastodestrosulgruppoconlostessonomedelvCenterServer. 2. FareclicsuDistribuisciagenteESX. 3. HostESX/ESXi PerunvCenterServer,verrvisualizzatounelencodihostESX/ESXiottenutodavCenterServer. Selezionareglihostincuidistribuirel'agenteoselezionarelacaselladicontrolloSelezionatutti. possibileaggiungereununicohostall'elencospecificandonel'indirizzoIPoilnome.Fornireun nomeutenteeunapasswordperognihostchesiaggiungeall'elenco.Nonpossibilespecificare unvCenterServerinquestafinestra. 4. [Facoltativo]Impostazionidell'agente possibile distribuire gli Agent for ESX/ESXi con le impostazioni predefinite o specificando impostazionipersonalizzateperogniagente.Leimpostazionisonoleseguenti: Datastore:Questoildatastoresull'hostESX/ESXiincuiverrarchiviatol'appliancevirtuale. Interfacciadirete:Questalareteinternadell'hostincuiverrinclusol'appliancevirtuale.Se sono presenti diverse reti sull'host, il programma seleziona quella pi adatta per il funzionamento dell'agente e specifica tale rete come predefinita. Solo le reti con una connessione alla console di servizio dell'host (o alla rete di gestione, in termini di VMware Infrastructure) possono essere selezionate. Questo fondamentale per il funzionamento dell'agente. Passwordperlaconnessioneremotaall'agente:Ilserverdigestioneutilizzerquestapassword per stabilire una relazione attendibile con l'agente durante la registrazione. Quando l'agente statoregistrato,lapasswordpotrebbeesserenecessariasolonelcasoincuiilserverdigestione debbaregistrarenuovamentel'agente.Perpoterconnetterelaconsoledigestionedirettamente all'agente, specificare esplicitamente la password (il nome utente root). Con una password generata automaticamente, sar possibile connettersi all'agente solo attraverso il server di gestione.Questosufficientenellamaggiorpartedeicasi. Il fuso orario dell'appliance virtuale sar impostato automaticamente in base al fuso orario del server di gestione. possibile modificare il fuso orario direttamente nella GUI dell'appliance virtuale come descritto in "Installazione dell'appliance virtuale ESX/ESXi". La modifica della password o delle impostazioni di rete possibile, ma non consigliata, se non strettamente necessaria. 5. Licenze FareclicsuForniscilicenza.

326

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Quandosiinstallalaversionetrialdelprodotto,selezionareUtilizzalaseguentechiavedilicenza trial e immettere la chiave di licenza trial. La deduplicazione sempre abilitata nella versione trial. Quando si installa il prodotto acquistato, selezionare Utilizza una licenza dal seguente Acronis License Server e specificare il server licenze con il numero appropriato di licenze per Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. necessaria una licenza per ogni host selezionato. Per potere deduplicare i backup, un agente richiede una licenza venduta separatamente per la deduplicazione. Se le licenze sono state importate nel server licenze, possibile selezionare la casella di controllo Abilita deduplicazione... per permettere agli agenti di acquisire queste licenze. 6. FareclicsuDistribuisciagenteESX.

Monitoraggiodell'avanzamentoedeirisultatidelladistribuzione
Lacreazionediappliancevirtualipurichiederedeltempo.Osservarel'avanzamentodelleoperazioni in fondo alle visualizzazioni delle macchine virtuali sotto alla barra Informazioni. Quando un appliancevirtualestatocreatoeregistrato,appareungruppocorrispondentedimacchinevirtuali sulserverdigestione.

Seladistribuzionestatacompletata,mailgruppodimacchinevirtualirisultamancante
Accedereallaconsoledell'appliancevirtualeutilizzandoilclientdivSphere/VMwareInfrastructuree controllare la configurazione dell'agente. Configurare l'agente manualmente, se necessario, come descritto in "Installazione dell'appliance virtuale ESX/ESXi". Aggiungere manualmente l'appliance virtuale al server di gestione come descritto in "Aggiunta di una macchina al server di gestione (p. 310)".

VMware vCenter Integration


SesistautilizzandoVMwarevSphere,siconsigliadiintegrareilserverdigestioneconvCenterServer.

PerintegrareilserverdigestioneconunVMwarevCenterServer:
1. Nella struttura Navigazione, fare clic con il tasto destro su Macchine virtuali e selezionare VMwarevCenterIntegration 2. FareclicsuConfiguraintegrazione 3. SelezionarelacaselladicontrolloAbilitaVMwarevCenterintegration 4. Specificarel'indirizzoIPoilnomedelvCenterServerefornirelecredenzialidiaccessoalserver 5. FareclicsuOK Come risultato un gruppo con lo stesso nome del vCenter Server viene visualizzato sul server di gestione in Macchine virtuali. Per ulteriori informazioni, fare riferimento a "VMware vCenter Integration(p.97)".

Perrimuoverel'integrazioneconVMwarevCenterServer:
1. Nella struttura Navigazione, fare clic con il tasto destro su Macchine virtuali e selezionare VMwarevCenterIntegration 2. FareclicsuConfiguraintegrazione 3. DeselezionarelacaselladicontrolloAbilitaVMwarevCenterintegration 4. FareclicsuOK IlgruppoconilnomedelvCenterSerververrrimossoeicriteriapplicatiaquestogruppooaisuoi gruppifiglioverrannorevocati.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 327

LemacchinevirtualirimangononelgruppoTuttelemacchinevirtualieinaltrigruppiseillorohost gestito da Agent for ESX/ESXi. I criteri applicati a questi gruppi o direttamente alle macchine continuano a funzionare sulle macchine. In questo modo, rimuovendo l'integrazione si rimuovono sololemacchinenongestibili.

7.1.5

Nodi di archiviazione

Il nodo di archiviazione di Acronis Backup & Recovery 10 consente di ottimizzare l'uso delle varie risorse richieste per una protezione dati a livello di impresa. Questo obiettivo viene realizzato mediante l'organizzazione di depositi gestiti (p. 386) che fungono da archiviazioni dedicate degli archividibackupaziendale. Ilnododiarchiviazioneconsentedi: liberarelemacchinegestitedalcaricoCPUnonnecessarioutilizzandolapuliziadellatonodo(p. 392)diarchiviazioneelaconvalidadellatonododiarchiviazione(p.384). ridurre drasticamente il traffico di backup e lo spazio di archiviazione presi dagli archivi utilizzandoladeduplicazione(p.74). tramiteidepositicriptati(p.386),prevenirel'accessoagliarchividibackupancheseilsupporto diarchiviazioneandatopersoovihaavutoaccessounmalintenzionato. Per maggiori informazioni sul nodo di archiviazione di Acronis Backup & Recovery 10, vedere la sezioneNododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10(p.20).

Glielementichiavedellavisualizzazione"Nodidiarchiviazione"
Elenconodidiarchiviazioneconbarradeglistrumenti La barra degli strumenti consente di eseguire operazioni (p. 329) con il nodo di archiviazione selezionato. L'elenco dei nodi di archiviazione visualizza i nodi in linea e non in linea che sono statiaggiuntialserverdigestione.Fornisceancheinformazionisulnumerototaledeibackupe degliarchivisulnododiarchiviazione. Pannelloinformazioni Contiene informazioni dettagliate sul nodo di archiviazione selezionato e consente di gestire l'attivitdicompattazione.Ilpannellocompressoperimpostazionepredefinita.Perespandere il pannello, fare clic sulla freccia . Il contenuto del riquadro duplicato anche nella finestra Dettaglinododiarchiviazione(p.330).

Operazioniconinodidiarchiviazione(caricodilavorotipico)
1. InstallareilnododiarchiviazionediAcronisBackup&Recovery10. 2. Creare un account utente per ciascun utente cui si intende consentire l'accesso al nodo di archiviazione.
Nota: Se il nodo di archiviazione e le macchine degli utenti si trovano nello stesso dominio di Active Directory,possibilesaltarequestopassaggio.

Per informazioni sui diritti che gli utenti hanno su un nodo di archiviazione e nei suoi depositi gestiti,vedereDirittiutentesulnododiarchiviazione(p.83). 3. Aggiungere(p.330)ilnododiarchiviazionealserverdigestionediAcronisBackup&Recovery 10. 4. Creazionediundepositogestito(p.139):indicareilpercorsoaldeposito,selezionareilnododi archiviazionechegestirildepositoescegliereleoperazionidigestione,qualiladeduplicazione olacrittografia. 5. Creareuncriteriodibackup(p.360)ounpianodibackupcheutilizziildepositogestito.
328 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Azioni sui nodi di archiviazione


Tutte le operazioni di seguito descritte vengono eseguite facendo clic sui pulsanti corrispondenti presenti sulla barra degli strumenti. possibile accedere alle operazioni dalla barra Nodi di archiviazione (nel riquadro Azioni e strumenti) e dall'elemento Nodi di archiviazione presente nel menuprincipale. Pereseguireun'operazioneconunnododiarchiviazioneaggiuntoalserverdigestione,selezionare primailnododiarchiviazione. Seguonodellelineeguidasullamodalitdiesecuzionedelleoperazioniconinodidiarchiviazione.
Elenco Aggiuntadiunnododi archiviazionealserverdi gestione azioni Fareclicsu Aggiungi.

NellafinestraAggiunginododiarchiviazione(p.330),indicarelamacchinasucui installatoilnododiarchiviazione. L'aggiuntadiunnododiarchiviazionestabilisceunarelazionedifiduciatrail serverdigestioneeilnododiarchiviazione,comequandosiaggiungonodelle macchinealserver.Unavoltacheilnododiarchiviazioneaggiuntoalserverdi gestione,sulnodosarpossibilecrearedeidepositigestiti.

Rimozionediunnododi Fareclicsu Rimuovi. archiviazionedalserverdi Unavoltacheilnododiarchiviazionestatorimossodalserverdigestione,i gestione depositigestitidalnodononverrannopivisualizzatinell'elencodepositi(p.134) enonsarannopidisponibiliperl'esecuzionedelleoperazioni.Tuttiipianiele attivitcheutilizzanoquestidepositinonverrannoutilizzati.Nonverreseguita nessunaoperazionesututtiidatabaseeidepositidiquestonododi archiviazione. Ilnododiarchiviazioneprecedentementerimossopuessereaggiunto nuovamentealserverdigestione.Diconseguenza,tuttiidepositigestitidalnodo diarchiviazioneverrannovisualizzatinell'elencodepositiesarannonuovamente disponibilipertuttiipianieleattivitcheutilizzavanotalidepositi. Creazionediundeposito centralizzatogestitosul nododiarchiviazione selezionato Modificapianificazione dell'attivitdi compattazione Fareclicsu Creadeposito.

VieneapertalapaginaCreadepositogestito(p.139),conilnododiarchiviazione preselezionato.Eseguireipassagginecessariallacreazionedeldeposito. Dopoavereliminato(attraversounaproceduramanualeodurantelapulizia)i backupdaidepositidideduplicazione,neidepositidideduplicazioneerelativi databasepotrebberoesservideidatiprividiriferimenti.Laproceduradi compattazioneeliminatalidati,alfinediliberareunmaggiorespaziodi archiviazione.Perciascunnododiarchiviazionedisponibilesoloun'attivitdi compattazione. Fareclicsu Ripianificacompattazione.

NellafinestraPianifica,impostarelapianificazioneperlaproceduradi compattazione.Sologlieventitemporali(pianificazionigiornaliere(p.174), settimanali(p.176)emensili(p.178))sonodisponibiliperlaconfigurazione. L'impostazionepredefinita:Avvial'attivitogni1settimanadidomenicaalle 03.00.00.Ripetiunavolta. Visualizzazionedettaglidel Fareclicsu Visualizzadettagli. nododiarchiviazione NellafinestradettaglidelNododiarchiviazione(p.330)(ilcuicontenutoviene

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

329

duplicatosulpannelloInformazioni),esaminareleinformazionisulnododi archiviazioneesuidepositidaessogestiti.possibileanchegestirel'attivitdi compattazione:avviareearrestaremanualmentel'attivit. Aggiornamentodell'elenco Fareclicsu Aggiorna. deinodidiarchiviazione Laconsoledigestioneaggiornerl'elencodeinodidiarchiviazionesullabase delleinformazionipirecentipresentisulserverdigestione.Anchesel'elencodei nodidiarchiviazionevieneaggiornatoautomaticamentesullabasedeglieventi,i datipotrebberononvenirerecuperatiimmediamentedalserverdigestionea causadiunacertalatenza.L'aggiornamentomanualegarantiscelavisualizzazione deidatipirecenti.

Aggiunta di un nodo di archiviazione


Modalitdiaggiuntadiunnododiarchiviazione
1. Nel campo IP/nome, immettere il nome o l'indirizzo IP della macchina dove si trova il nodo di archiviazioneoppurefareclicsuSfoglia...ecercarelamacchinaall'internodellarete. Utilizzarel'FQDN(FullyQualifiedDomainName)delnododiarchiviazione,cioilnomedominio completo che termina con un dominio di livello superiore. Non immettere 127.0.0.1 o localhost come nome/IP del nodo di archiviazione. Queste impostazioni non sono adatte neppure se il server di gestione e il nodo di archiviazione si trovano sulla stessa macchina, in quanto,unavoltadistribuitoilcriteriocheutilizzailnododiarchiviazione,ogniagentetenterdi accederealnododiarchiviazionecomesefosseinstallatosull'hostdell'agente. 2. Perfornireunaccountutentevalidoperlamacchina,fareclicsuOpzioni>>eindicare: Nome utente. Quando si immette il nome di un account utente di Active Directory, assicurarsi di indicare anche il nome del dominio (DOMINIO\nomeutente o nomeutente@dominio). L'account utente deve far parte del gruppo amministratori della macchina. Password.Lapasswordperl'account. SelezionarelacasellaSalvapasswordpermemorizzarelapassworddell'account. 3. FareclicsuOK. Poichlaregistrazionerichiedelapartecipazionedelnododiarchiviazione,nonpuavvenirequando lamacchinanoninlinea.

Dettagli nodo di archiviazione


LafinestraDettaglinododiarchiviazioneraccogliesuquattroschedetutteleinformazionisulnodo diarchiviazioneselezionatodiAcronisBackup&Recovery10.Questainformazioneviene duplicata anchenelriquadroInformazioni.

Proprietnododiarchiviazione
Laschedavisualizzaleseguentiinformazionisulnododiarchiviazioneselezionato: Nomeilnomedellamacchinadoveinstallatoilnododiarchiviazione IPl'indirizzoIPdellamacchinadoveinstallatoilnododiarchiviazione Disponibilit: Sconosciutoquestostatusvienevisualizzatofinchnonvienestabilitalaprimaconnessione trailserverdigestioneeilnododiarchiviazionedopol'aggiuntadiquest'ultimool'avviodel serviziodelserverdigestione.

330

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Onlineilnododiarchiviazionedisponibileperilserverdigestione.Questosignificache l'ultimaconnessionedelserverdigestionestatacompletata.Laconnessionevienestabilita ogni2minuti. Noninlineailnododiarchiviazionenondisponibile. Ritirato il nodo di archiviazione stato registrato su un altro server di gestione. Di conseguenza,nonpossibilecontrollareilnododalserverdigestioneattuale. Archiviilnumerototaledegliarchivipresentiintuttiidepositigestitidalnododiarchiviazione Backupilnumerototaledeibackuppresentiintuttigliarchividituttiidepositigestitidalnodo diarchiviazione.

Depositi
Questaschedavisualizzaunelencodeidepositigestitidalnododiarchiviazione. Per aprire un deposito gestito al fine di esaminarlo in modo approfondito ed eseguirvi delle operazioni, selezionare il deposito, quindi fare clic su Visualizza deposito (sulla barra degli strumentidellascheda).NellavisualizzazioneDepositocentralizzato(p.135),eseguireleoperazioni necessarie.

Servizi
Questaschedavisualizzaiparametridipianificazionedell'attivitdicompattazione.

Attivitdiservizio
Questa scheda consente all'amministratore del server di gestione di gestire l'attivit di compattazione e di rivederne i parametri. Su ciascun nodo di archiviazione pu esistere solo un'attivitdicompattazione.

7.1.6

Attivit

La visualizzazione Attivit consente di monitorare e gestire le attivit esistenti sulle macchine registrate.Sipossonovisualizzareidettaglidelleattivit,ilorostatierisultatidiesecuzione,oltread eseguire,arrestareedeliminareleattivit. Perscoprirel'operazionecheun'attivitstaeffettuandoattualmentesuunamacchina,controllarelo statodiesecuzionedell'attivit.Lostatodiun'attivitaiutaavalutaresel'attivitstatacompletata. Permaggioriinformazionisuglistatieglistatusdelleattivit,vederelesezioniStatiattivit(p.193)e Statusattivit(p.195).

Operazioniconleattivit
Utilizzare le capacit di filtraggio e ordinamento (p. 333) per visualizzare le attivit desiderate nellatabella. Selezionareun'attivitpereseguireun'operazionesudiessa.

Azioni sulle attivit


Seguonodellelineeguidasullamodalitdiesecuzionedelleoperazioniconleattivit.
Elenco azioni

Creareunnuovopianodi Fareclicsu Nuovo,quindiselezionareunodeglielementiseguenti: backupoppure Pianodibackup(p.205) un'attivitinun Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 331

macchinaregistrata

Attivitdiripristino(p.224) Attivitdiconvalida(p.246) Aquestopuntonecessariospecificarelamacchinaregistrataincuiverreseguito ilpianodibackupol'attivitselezionata.

Visualizzazionedettagli diun'attivit Visualizzazionedel registrodiun'attivit

Fareclicsu Visualizzadettagli. NellafinestradeidettagliAttivit(p.199),esaminaretutteleinformazionirelative all'attivitselezionata. Fareclicsu Visualizzaregistro.

LavisualizzazioneRegistro(p.334)mostral'elencodellevocidiregistrorelative all'attivitselezionata. Esegui.

Esecuzionediun'attivit Fareclicsu

L'attivitverreseguitaimmediatamente,aprescinderedallasuapianificazione. Arrestodiun'attivit Fareclicsu Termina.

Conseguenzedell'arrestodiun'attivit Normalmente,l'arrestodiun'attivitneinterrompel'operazione(backup, ripristino,convalida,esportazione,conversione,migrazione).L'attivitentraprima nellostatoInarresto,quindiinquelloInattivo.Laprogrammazionedelleattivit, secreata,rimanevalida.Percompletarel'operazione,sarnecessarioeseguire nuovamentel'attivit. attivit di ripristino (dal backup del disco): Il volume di destinazione verr eliminato e il suo spazio non sar allocato, lo stesso risultato che si ottiene quando il ripristino non riuscito. Per recuperare il volume perduto, sar necessarioeseguirenuovamentel'attivit. attivit di ripristino (dal backup del disco): La procedura annullata potrebbe provocaredeicambiamentinellacartelladidestinazione.Alcunifilepotrebbero essererecuperati,maaltrino,asecondadelmomentoincuistataterminata l'attivit. Per recuperare tutti i file, sar necessario eseguire nuovamente l'attivit. Modificareun'attivit Fareclicsu Modifica.

Attivitnonmodificabili L'attivitappartieneaunpianodibackup Sipossonomodificaredirettamentesololeattivitchenonfannopartediun piano di backup, come ad esempio un'attivit di ripristino. Quando necessario modificare un'attivit che fa parte di un piano di backup locale, modificare il piano di backup. Per cambiare un'attivit appartenente a un pianodibackupcentralizzato,modificareilcriteriocentralizzatodacuideriva ilpiano.Questaoperazionepuessereeseguitasolodall'amministratoredel serverdigestione. Mancanzadeiprivileginecessari In mancanza dei privilegi amministrativi sulla macchina, un utente non pu modificareleattivitcheappartengonoadaltriutenti.

332

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Eliminazionedi un'attivit

Fareclicsu

Elimina.

Impossibileeliminareunattivit L'attivitappartieneaunpianodibackup Un'attivit appartenente a un piano di backup non pu essere eliminata separatamente dal piano. Per rimuovere l'attivit, modificare o eliminare il pianocompleto. Mancanzadeiprivileginecessari In mancanza dei privilegi amministrativi sulla macchina, un utente non pu eliminareleattivitcheappartengonoadaltriutenti. Questaun'attivitdicompattazioneintegrata Ciascunnododiarchiviazionedisponediun'attivitdiserviziointegrata,detta attivitdicompattazione.Questaattivitnonpuessereeliminata.

Aggiornamentotabella attivit

Fareclicsu

Aggiorna.

Laconsoledigestioneaggiornerl'elencodelleattivitesistentisullemacchine sullabasedelleinformazionipirecenti.Anchesel'elencodelleattivitviene aggiornatoautomaticamentesullabasedeglieventi,idatipotrebberononvenire recuperatiimmediatamentedallamacchinagestita,acausadiunacertalatenza. L'aggiornamentomanualegarantiscelavisualizzazionedeidatipirecenti.

Filtraggio e ordinamento delle attivit


Seguonodellelineeguidasullamodalitdifiltraggioeordinamentodelleattivit.
Elenco Impostazionediunnumerodi attivitdavisualizzare azioni SelezionareOpzioni>Opzioniconsole>Numerodiattivit(p.93)e impostareilvaloredesiderato.Ilnumeromassimodichepuessere visualizzato500.Seilnumerodiattivitsuperailvaloreindicato, utilizzaredeifiltripernonvisualizzareleattivitchenoninteressano. Fareclicsull'intestazionedellacolonnaperordinareleattivitinordine crescente. Farenuovamenteclicsudiessaperordinareleattivitinordine decrescente. Filtraggiodelleattivitpernome, proprietarioopianodibackup. Immettereilnomedell'attivit(nomeproprietarioonomedelpianodi backup)nelcamposottoall'intestazionedicolonnacorrispondente. Diconseguenza,verrvisualizzatol'elencodelleattiviticuinomi(oi nomideiproprietari)coincidonocompletamenteoinparteconilvalore immesso. Filtrareleattivitpertipo,statodi Nelcamposottostantel'intestazionecorrispondente,selezionare esecuzione,status,tipo,origine, dall'elencoilvalorerichiesto. ultimorisultato,pianificazione.

Ordinamentodelleattivitper colonne

Configurazionedellatabellaattivit
Perimpostazionepredefinita,latabellacontieneottocolonnevisualizzabili,lealtresononascoste.Se necessario,sipossononasconderelecolonnevisibilievisualizzarequellenascoste.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

333

Permostrareonasconderecolonne
1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un'intestazione di colonna per aprire il menu contestuale. Le voci di menu non selezionate corrispondono alle intestazioni di colonna presentatenellatabella. 2. Fareclicsullevocichesidesideravisualizzare/nascondere.

7.1.7

Registro

IlregistrodiAcronisBackup&Recovery10archivialacronologiadelleazionicheilsoftwareesegue suunamacchinaocheunutenteeffettuasullamacchinatramiteilsoftware.Adesempio,quandoun utente modifica un'attivit, viene aggiunta una voce al registro. Quando il software esegue un'attivit,aggiungepivociperfornireinformazionisulleoperazionichestaeffettuando.

RegistrazionelocaleecentralizzatainAcronisBackup&Recovery10
AcronisBackup&Recovery10disponediregistrilocaliecentralizzatideglieventi.

Registroeventilocale
UnregistroeventilocalecontieneleinformazionisulleoperazioniAcronisBackup&Recovery10su unamacchinagestita.Adesempio,operazioniqualicreazionediunpianodibackup,esecuzionediun pianodibackup,gestionedegliarchivineidepositipersonali,effettuazionediun'attivitdiripristino; generano eventi che verranno registrati nel registro eventi locale. Fisicamente, un registro eventi locale una raccolta di file XML archiviati sulla macchina. Il registro eventi locale della macchina gestita accessibile quando la console connessa alla macchina. Non possibile disattivare la registrazionedell'eventolocale. Vengonoregistrateancheleoperazionieffettuateconisupportiriavviabili,maladuratadelregistro limitataallasessioneattuale.Ilriavvioeliminailregistro,mapossibilesalvarlosuunfile,mentre lamacchinavieneavviataconisupporti. IlNododiarchiviazioneAcronisBackup&Recovery10disponedelproprioregistroeventilocale.Gli eventidiquestoregistrosonoaccessibilisolodalregistrocentralizzato.

Registroeventicentralizzato
IlRegistroeventicentralizzatoaccessibilequandolaconsoleconnessaalserverdigestione.Dal registro centralizzato si pu esaminare la cronologia delle operazioni della gestione centralizzata, come la creazione di un gruppo di entit gestite, l'applicazione di un criterio, la gestione di un deposito centralizzato, oltre alla cronologia delle operazioni registrate nei registri locali delle macchineregistrateeinodidiarchiviazione. Fisicamente, il registro eventi centralizzato una tabella all'interno del database di Microsoft SQL dedicato.Latabellacontienelevocidiregistrodeglieventichesisonoverificatinelserverdigestione e le voci dei registri locali, estese nel formato della voce di registro centralizzata. Si possono selezionareitipidivocidaraccoglieredairegistrilocalieinserireneldatabasecentralizzatooppure disattivarelaraccoltadellevocilocali.Permaggioridettagli,vederelasezioneLivellodiregistrazione (p.94).Laregistrazionedeglieventidelserverdigestionenonpuessereregolataodisattivata. Esistonodellelimitazioni sulnumerodivocidiregistropresenti nelregistroeventicentralizzato,in quantoildatabaseSQLExpressnonpusuperarei4GB.

334

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Operazioniconlevocidiregistro
Il numero massimo di voci archiviate nel registro centralizzato 50.000. Il numero massimo di vocivisualizzabili10.000.Qualorailnumerodivocidiregistrosiasuperiorea10.000,utilizzare le capacit di filtraggio e ordinamento per visualizzare le voci desiderate nella tabella. Se necessario,sipossononasconderelecolonnenonnecessarieevisualizzarequellenascoste.Per maggioridettagli,vederelasezioneFiltraggioeordinamentodellevocidiregistro(p.336). Selezionarelavoce/idiregistroinmododapoterviagire.Permaggioridettagli,vederelasezione Azionisullevocidiregistro(p.335). UtilizzareilpannelloInformazioni per rivedereleinformazionidettagliatesullavocediregistro selezionata. Il pannello compresso per impostazione predefinita. Per espandere il pannello, fareclicsullafreccia .IlcontenutodelpannelloduplicatoanchenellafinestraDettaglivoce diregistro(p.337).

Modalitdiaperturadellavisualizzazione"Registro"conlevocidiregistroprefiltrate
Una volta selezionati degli elementi nelle altre visualizzazioni di amministrazione (Pannello di controllo,Macchine,Criteridibackup,Attivit),sipuaprirelavisualizzazioneRegistroconlevocidi registro gi filtrate per l'elemento in questione. Pertanto, non sar necessario dover configurare personalmenteifiltrinellatabellaregistro.
Visualizzazione Pannellodi controllo Macchine Azione Nelcalendario,fareclicconilpulsantedestrodelmousesuunaqualsiasidataevidenziata, quindiselezionareVisualizzaregistro.VieneapertalavisualizzazioneRegistro,conl'elenco dellevocidiregistrogifiltrateinbasealladatainquestione. Selezionareunamacchinaoungruppodimacchine,quindifareclicsuVisualizzaregistro.La visualizzazioneRegistromostral'elencodellevocidiregistrorelativeallamacchina selezionataoalgruppo.

Criteridibackup Selezionareuncriteriodibackup,quindifareclicsuVisualizzaregistro.Lavisualizzazione Registromostral'elencodellevocidiregistrorelativealcriterioselezionato. Attivit Selezionareun'attivit,quindifareclicsuVisualizzaregistro.Vieneapertalavisualizzazione Registroconlevocidiregistrorelativeall'attivitselezionata.

Azioni sulle voci del registro


Tutteleoperazionidescrittediseguitovengonoeseguitefacendoclicsuglielementicorrispondenti nellabarradeglistrumentidelregistro.Tuttequesteoperazionipossonoessereeseguiteancheconil menu contestuale (facendo clic con il pulsante destro del mouse sulla voce del registro) o con la barraAzioniregistro(nelriquadroAzioniestrumenti). Diseguitosiriportanoleindicazionipereseguireazionisuvocidelregistro.
Elenco azioni

Selezionareunasingolavoce Fareclicsudiessa. delregistro Selezionarepivocidel registro noncontigue:tenerepremutoCTRLefareclicsullevocidelregistrounaper una contigue:selezionareunasingolavocedelregistro,tenerepremutoMAIUSe fareclicsuun'altravoce.Verrannoselezionateanchetuttelevocitralaprima el'ultima.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

335

Visualizzareinformazioni dettagliatesuunavocedel registro

1. Selezionareunavocedelregistro 2. Effettuareunadelleseguentioperazioni Fareclicsu Visualizzainformazionidettagliate.Leinformazionidettagliate sullavocedelregistroverrannovisualizzateinunafinestraseparata. EspandereilpannelloInformazionifacendoclicsullafreccetta.

Salvarelevocidelregistro selezionateinunfile

1. Selezionareunaopivocidelregistro. 2. Fareclicsu Salval'elementoselezionatoinunfile.

3. Nellafinestrachesiapre,specificareilpercorsoeilnomedelfile. Salvarelevocidelregistro selezionateinunfile 1. Accertarsichenonsiaimpostatoalcunfiltro. 2. Fareclicsu Salvatuttoinunfile.

3. Nellafinestrachesiapre,specificareilpercorsoeilnomedelfile. Salvarelevocidelregistro filtrateinunfile 1. Impostare filtri per ottenere un elenco di voci del registro che soddisfano i criteridifiltro. 2. Fareclicsu Salvatuttoinunfile.

3. Nellafinestrachesiapre,specificareilpercorsoeilnomedelfile.Intalmodo, verrannosalvatetuttelevocidelregistroditaleelenco. Eliminaretuttelevocidel registro Fareclicsu Cancellaregistro.

Tuttelevocidelregistrosarannoeliminatedalregistroeverrcreataunanuova vocediregistro.Leinformazioniincluseindicherannol'utentechehaeliminatole vocieilmomentoincuilevocisonostateeliminate. Fareclicsu Configuralivellodiregistrazione.

Impostazionedellivellodi registrazione

NellafinestraLivellodiregistrazione(p.94),indicareseglieventidiregistrodalle macchineregistratedevonoessereraccoltinelregistrocentralizzato.

Filtraggio e ordinamento delle voci di registro


Diseguitosiriportanoleindicazioniperfiltrareeordinarevocidelregistro.
Elenco Visualizzarevocidelregistroperun determinatoperiododitempo azioni 1. NelcampoDa,selezionareladatainizialedacuivisualizzarelevoci delregistro. 2. Nel campo A, selezionare la data fino a cui visualizzare le voci del registro. Filtrarevocidelregistropertipo Premereorilasciareiseguentipulsantidellabarradeglistrumenti: perfiltraremessaggidierrore perfiltraremessaggidiavvertenza perfiltraremessaggidiinformazioni Filtrarevocidelregistroinbaseal pianodibackuporiginariooaltipodi entitgestita Filtrarevocidelregistroperattivit, entitgestita,macchina,codice, proprietario 336 Nell'intestazionedellacolonnaPianodibackup(oTipodientit gestita),selezionareilpianodibackupoiltipodientitgestita dall'elenco. 11:0717/7/2552,nomemacchina,nomeproprietarioecosvia)nel campoaldisottodellarelativaintestazionedicolonna.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Intalmodo,sivedrchel'elencodivocidelregistrocoincider interamenteoparzialmenteconilvaloreimmesso. Ordinarevocidelregistroperdatae ora Fareclicsull'intestazionedellacolonnapervisualizzarelevocidel registroinordineascendente.Farenuovamenteclicpervisualizzarele vocidelregistroinordinediscendente.

Configurazionedellatabelladelregistro
Perimpostazionepredefinita,latabellacontienesettecolonnevisualizzabili,lealtresononascoste. Senecessario,sipossononasconderelecolonnevisibilievisualizzarequellenascoste.

Permostrareonasconderecolonne
1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un'intestazione di colonna per aprire il menu contestuale. Le voci di menu non selezionate corrispondono alle intestazioni di colonna presentatenellatabella. 2. Fareclicsullevocichesidesideravisualizzare/nascondere.

Dettagli della voce di registro centralizzato


Visualizzainformazionidettagliatesullavocediregistrochestataselezionataeconsentelacopia deidettaglinegliappunti. Percopiareidettagli,fareclicsulpulsanteCopianegliappunti.

Campidativocediregistro
Unavocediregistrocentralizzatacontieneiseguenticampididati: Tipotipodievento(Errore,Attenzione,Informazione) Datadataeoraincuil'eventosiverificato Criterioilcriteriodibackupcuicorrelatol'evento(sepresente) Attivitl'attivitcuicorrelatol'evento(sepresente) Tipodientitgestitatipodientitgestitadovesiverificatol'evento(sepresente) Entitgestitailnomedell'entitgestitadovesiverificatol'evento(sepresente) Macchinanomedellamacchinadovesiverificatol'evento(sepresente) Codice campo vuoto oppure il codice errore del programma, se il tipo di evento errore. Il codicedierroreunnumerointerochepuessereutilizzatodalserviziodiassistenzadiAcronis perlarisoluzionedelproblema. Modulocampovuotooppureilnumerodelmodulodelprogrammadovesiverificatol'errore. un numero intero che pu essere utilizzato dal servizio di assistenza di Acronis per la risoluzionedelproblema. Proprietarionomeutentedelproprietario(p.33)delcriterio/pianodibackup Messaggiodescrizionedell'evento. Idettaglidellavocediregistrochevengonocopiatiavrannoilseguenteaspetto:

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

337

Dettaglivocediregistro Tipo:Informazioni Dataeora:DD.MM.YYYYHH:MM:SS Pianodibackup:Nomepianodibackup Attivit:Nomeattivit Tipodientitgestita:Macchina Entitgestita:ENTITY_NAME Macchina:MACHINE_NAME Messaggio: Descrizionedell'operazione Codice:12(3x45678A) Modulo:Nomemodulo Proprietario:Proprietariodelpiano

7.1.8

Elaborazione di rapporti

L'elaborazionedirapportifornisceall'amministratoredelserverdigestioneinformazionidettagliate e ben strutturate riguardo le operazioni di protezione dei dati aziendali. I report possono essere utilizzaticomestrumentoperanalisiapprofonditedell'interainfrastrutturachesioccupadibackup all'internodiunareteaziendale. Il server di gestione genera i report utilizzando statistiche e registri recuperati dalle macchine registrateechesonomemorizzatiindatabasededicati. Ireportsonogeneratiinbaseamodellispecifici.Imodellidefinisconoleinformazionidaincludere nelreporteilmodoincuiessesonorappresentate. AcronisBackup&Recovery10ManagementServeroffremodellidireportper: Macchineregistrate Strategiedibackupesistentisulserverdigestione Pianidibackuplocaliecentralizzatiesistentisullemacchineregistrate Attivitlocaliecentralizzateesistentisullemacchineregistrate Archiviebackuparchiviatineidepositigestiticentralizzati Statistichesuidepositigestiticentralizzati Cronologiaoperazioniattivit I report su macchine, strategie di backup, piani di backup, attivit, archivi e backup contengono informazioniapartiredalmomentocorrente. I report sulle statistiche dei depositi e sulle operazioni delle attivit sono basati su intervalli e fornisconoinformazionistoricheperl'intervalloditempospecificatochepuduraredagiorniaanni, asecondadellaquantitdidaticonservatineidatabase.

Generazionedirapporti
Periniziareagenerareunreport,selezionareunmodellodireportnellavisualizzazioneReportefare clicsuGenerasullabarradeglistrumenti. Sono previste due tipologie di modelli di report: personalizzati e predefiniti. In un report personalizzato, possibile specificare le voci da includere, tramite filtri. Un modello di report predefinitopreimpostatoinmodochesiapossibilegenerareunrapportoconunsoloclic.

338

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Ilreportconterrleinformazioniselezionate,raggruppateeriordinateinbasealleimpostazionidel modello. Il report visualizzato in una finestra interattiva separata, che consente di espandere e comprimere le tabelle. possibile esportare il report in un file XML e successivamente aprirlo utilizzandoMicrosoftExceloppureMicrosoftAccess.

Report sulle macchine


Inquestavisualizzazione,possibilegenerareunreportrelativoallemacchineregistratesulserverdi gestione.Questoreportcostituitodaunaopitabelle.

Filtri
Sotto Filtri, scegliere le macchine da includere nel report. Verranno incluse solo le macchine che soddisfanotuttiicriteridelfiltro. Macchine:l'elencodellemacchine.Selezionaremacchinefisicheovirtuali. Stato:lostatodiognisingolamacchina:OK,Avviso,e/oErrore. Ultima connessione (solo macchine fisiche): il periodo entro il quale avvenuta l'ultima connessionetralemacchineeilserverdigestione. Ultimobackupriuscito:ilperiodoentroilqualeavvenutol'ultimobackupriuscitosuciascuna macchina. Backup successivo: il periodo entro cui il prossimo backup pianificato verr avviato su ognuna dellemacchine. Sistemaoperativo:isistemioperativiinfunzionesullemacchine. IndirizzoIP(solomacchinefisiche):l'intervallodegliultimiindirizziIPnotidellemacchine. Disponibilit(solomacchinefisiche):iltipodidisponibilitdellemacchine:OnlineoppureNonin linea. Conleimpostazionidifiltropredefinite,ilreportincludetuttelemacchinefisiche.

Visualizzazionedelreport
SottoVisualizzazionedelreport,sceglierel'aspettodelreport. Selezionare se mostrare tutte le voci in una sola tabella o raggrupparle per mezzo di una particolarecolonna. Specificarelecolonnedamostrareeilloroordine. Specificarecomeordinarelatabella.

Report delle strategie di backup


Inquestavista,possibilegenerareunreportrelativoallestrategiedibackupesistentisulserverdi gestione.Questoreportcostituitodaunaopitabelle.

Filtri
Sotto Filtri, scegliere le macchine da includere nel report. Verranno incluse solo le macchine che soddisfanotuttiicriteridelfiltro. Strategiedibackup:l'elencodellestrategiedibackup. Tipodiorigine:iltipodidatidicuistatoeffettuatoilbackupsecondolestrategiedibackup Dischi/volumie/oFile. Stato dell'implementazione: lo stato di implementazione delle strategie di backup ad esempio,Implementata.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

339

Stato:lostatodellestrategiedibackupOK,Avviso,e/oErrore. Pianificazione: il tipo di pianificazione delle strategie di backup Manuale e/o Pianificata. La pianificazionemanualeindicacheilpianodibackupcentralizzatovieneeseguitosoloseavviato manualmente. Proprietario:l'elencodegliutentichehannocreatolestrategiedibackup. Conleimpostazionidifiltropredefinite,ilreportincludetuttelestrategiedibackup.

Visualizzazionedelreport
SottoVisualizzazionedelreport,sceglierel'aspettodelreport. Selezionare se mostrare tutte le voci in una sola tabella o raggrupparle per mezzo di una particolarecolonna. Specificarelecolonnedamostrareeilloroordine. Specificarecomeordinarelatabella.

Report dei piani di backup


In questa vista, possibile generare un report relativo ai piani di backup esistenti sulle macchine registrate.Questoreportcostituitodaunaopitabelle.

Filtri
SottoFiltri,scegliereipianidibackupdaincluderenelreport.Verrannoinclusisoloipianidibackup chesoddisfanotuttiicriteridelfiltro. Origine:iltipodioriginedeipianidibackup:Localee/oCentralizzato. Strategiedibackup(disponibilesoloperpianidibackupcentralizzati):lestrategiedibackupsu cuisibasanoipianidibackupcentralizzati. Macchine:l'elencodellemacchineperlequaliesistonoipianidibackup. Statodiesecuzione:lostatodiesecuzionedeipianidibackupadesempio,Inesecuzione. Stato:lostatodeipianidibackup:OK,Avviso,e/oErrore. Tempoultimaconclusione:ilperiodoimpiegatoperlaconclusionedell'ultimobackupinognuno deipianidibackup. Pianificazione: il tipo di pianificazione dei piani di backup:Manuale e/o Pianificata. La pianificazione manuale indica che un piano di backup viene eseguito solo se avviato manualmente. Proprietario:l'elencodegliutentichehannocreatoipianidibackup. Conleimpostazionidifiltropredefinite,ilreportincludetuttiipianidibackupdatuttelemacchine.

Visualizzazionedelreport
SottoVisualizzazionedelreport,sceglierel'aspettodelreport. Selezionare se mostrare tutte le voci in una sola tabella o raggrupparle per mezzo di una particolarecolonna. Specificarelecolonnedamostrareeilloroordine. Specificarecomeordinarelatabella.

Report delle attivit


Inquestavista,possibilegenerareunreportsulleattivitinesecuzionesullemacchineregistrate. Questoreportcostituitodaunaopitabelle.
340 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Filtri
Sotto Filtri, scegliere le attivit da includere nel report. Verranno incluse solo le attivit che soddisfanotuttiicriteridelfiltro. Origine: il tipo di origine delle attivit Centralizzata, Locale, and/or Locale senza piano di backup.Un'attivitcentralizzataappartieneaunpianodibackupcentralizzato.Un'attivitlocale potrebbenonappartenereaunpianodibackup(adesempio,un'attivitdiripristino). Strategie di backup (solo attivit centralizzate): le strategie di backup su cui sono basate le attivit. Macchine:l'elencodellemacchineperlequaliesistonoattivit. Tipo:iltipodiattivitadesempio,attivitdibackupdeldisco. Statodiesecuzione:lostatodiesecuzionedelleattivitadesempio,Inesecuzione. Ultimorisultato:gliultimirisultatidelleattivitRiuscita,Riuscitaconavvisie/oNonriuscita. Pianificazione: il tipo di pianificazione delle attivit Manuale o Pianificata. La pianificazione manualeindicacheun'attivitvieneeseguitasoloseavviatamanualmente. Proprietario:l'elencodegliutentichehannocreatoleattivit. Durata:illimiteditempoentroilqualeavvenutal'ultimaesecuzioneperciascunadelleattivit. Conleimpostazionidifiltropredefinite,ilreportincludetutteleattivitpertuttelemacchine.

Visualizzazionedelreport
SottoVisualizzazionedelreport,sceglierel'aspettodelreport. Selezionare se mostrare tutte le voci in una sola tabella o raggrupparle per mezzo di una particolarecolonna. Specificarelecolonnedamostrareeilloroordine. Specificarecomeordinarelatabella.

Report sugli archivi e sui backup


In questa vista possibile generare un report degli archivi memorizzati nei depositi centralizzati gestiti.Questoreportcostituitodaunaopitabelle.

Filtri
Sotto Filtri, scegliere gli archivi da includere nel report. Verranno inclusi solo gli archivi che soddisfanotuttiicriteridelfiltro. Depositi:l'elencodeidepositicentralizzatigestitichecontengonogliarchivi. Macchine:l'elencodellemacchineregistratedacuisonostaticreatigliarchivi. Tipo:iltipodiarchivioarchivialivellodidiscoe/oarchivialivellodifile. Proprietario:l'elencodegliutentichehannocreatogliarchivi. Tempo di creazione: il periodo di tempo entro cui sono stati creati i backup pi recenti in ciascunodegliarchivi. Spaziooccupato:ilimitidispaziooccupatoperciascunodegliarchivi. Dati di cui stato fatto il backup: i limiti per la dimensione totale dei dati attualmente memorizzatiinciascunodegliarchivi.Questadimensionepudifferiredallospaziooccupatoper effettodellacompressioneodelladeduplicazione. Numerodibackup:ilimitiperilnumerodibackupchecontieneciascunarchivio.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

341

Con le impostazioni di filtro predefinite, il report include tutti gli archivi memorizzati nei depositi centralizzatigestiti.

Visualizzazionedelreport
SottoVisualizzazionedelreport,sceglierel'aspettodelreport. Selezionare se mostrare tutte le voci in una sola tabella o raggrupparle per mezzo di una particolarecolonna. Specificarelecolonnedamostrareeilloroordine. Specificarecomeordinarelatabella.

Report delle statistiche dei depositi


In questa visualizzazione possibile generare un report sull'uso dei depositi gestiti centralizzati attualmente aggiunti al server di gestione. Questo report costituito da una o pi tabelle e diagrammi.

Coperturadelreport
Sotto Copertura del report, scegliere l'intervallo di tempo per cui si desidera generare il report. Il reportmostrerlostatodeidepositiselezionatiall'oraspecificataognigiornodelperiododelreport.

Filtri
Sotto Filtri, selezionare i depositi gestiti da includere nel report e decidere se includere le informazionirelativealtotalecombinatodituttiidepositiselezionati. Untotalecombinatocomprendelospaziototaleliberoeoccupato,ilnumerototaledidatidicui stato effettuato il backup, il numero totale di archivi e backup, e i rapporti medi tra i depositi selezionati. Con le impostazioni di filtro predefinite, il report include informazioni su tutti i depositi gestiti centralizzati,oltrealtotalecombinato.

Visualizzazionedelreport
SottoVisualizzazionedelreport,sceglierel'aspettodelreport. Specificarelecolonnedamostrareeilloroordine. Selezionareidiagrammidaincluderenelreport.Idiagrammimostranol'utilizzodellospazionei depositi.

Report delle attivit


Inquestavista,possibilegenerareunreportdelleattivitcheesistevanosumacchineregistratein undeterminatoperiodo.Questoreportconsistediunoopidiagrammi,undiagrammaperciascuna macchina. I diagrammi mostrano quante volte terminata ogni attivit in un particolare giorno con uno di questirisultati:Riuscita,Riuscitaconavvisi,eNonriuscita.

Coperturadelreport
SottoCoperturadelreport,sceglierel'intervalloditempopercuisidesideragenerareilreport.

342

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Filtri
Sotto Filtri, scegliere le attivit da includere nel report. Verranno incluse solo le attivit che soddisfanotuttiicriteridelfiltro. Origine:iltipodioriginedelleattivitCentralizzata,Locale,e/oLocalesenzapianodibackup. Un'attivit centralizzata appartiene a un piano di backup centralizzato. Un'attivit locale potrebbenonappartenereaunpianodibackup(adesempio,un'attivitdiripristino). Strategie di backup (solo attivit centralizzate): le strategie di backup su cui sono basate le attivit. Le impostazioni predefinite definiscono tutte le strategie di backup che esistevano duranteilperiododelreport. Macchine:l'elencodellemacchineperlequaliesistonoattivit. Tipo:iltipodiattivitadesempio,attivitdibackupdeldisco. Proprietario:l'elencodegliutentichehannocreatoleattivit. Con le impostazioni di filtro predefinite, il report include tutte le attivit che esistevano sulle macchineregistrateinognimomentoduranteilperiododelreport.

Selezione della colonna


NellafinestraSelezionedellacolonna,possibilesceglierelecolonnedellatabelladaincluderenel reporteilrelativoordine. Le tabelle nel report conterranno le colonne, da sinistra a destra, come elencato in Visualizza nel report.Lacolonnapiinaltonell'elencosarlacolonnapiinaltonelreport. Quando si scelgono le colonne da visualizzare, utilizzare i pulsanti "freccia a sinistra" e "freccia a destra" per includere o escludere colonne e i pulsanti "freccia in alto" e " freccia in basso" per cambiarnel'ordine. AlcunecolonnecomeNomemacchinainunreportrelativoallemacchinenonpossonoessere esclusedall'elenco,ospostateinaltooinbasso.

Visualizzazione del report


Perpermetterealbrowserwebdivisualizzarecorrettamenteledateealtreinformazionineireport generati, abilitare il contenuto attivo (JavaScript). possibile abilitare il contenuto attivo per l'esecuzione contemporanea alla pagina web visualizzata al momento o abilitarlo in modo permanente. Per consentire al contenuto attivo l'esecuzione temporanea in Internet Explorer, fare clic sulla barra delle informazioni che viene visualizzata nella parte superiore della pagina web per impostazionepredefinitaefareclicsuConsenticontenutobloccato.

Perconsentireilcontenutoattivoinmodopermanente
inInternetExplorer 1. NelmenuStrumenti,fareclicsuOpzioniinternetefareclicsullaschedaAvanzate. 2. SelezionarealcaselladicontrolloConsentialcontenutoattivodieseguirefilesuComputer personaleinSicurezza. 3. FareclicsuOK. inMozillaFirefox 1. NelmenuOpzioni,fareclicsuContenuto. 2. AssicurarsichelacaselladicontrolloAbilitaJavaScriptsiaselezionata. 3. FareclicsuOK.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 343

7.2 Configurazione dei componenti di Acronis Backup & Recovery 10


possibileadoperaretremetodiperconfigurarevariparametrideicomponentidiAcronisBackup& Recovery10inWindows: Conl'utilizzodelmodelloamministrativoAcronis Utilizzandol'interfacciautentegrafica(GUI,GraphicalUserInterface) ModificandoilregistrodiWindows In Linux, anzich usare il modello amministrativo e modificare il registro, i parametri vengono configuratimodificandoifilediconfigurazionecorrispondenti. Seivaloridiognunodiquestiparametriimpostatiattraversoilmodelloamministrativosonodiversi da quelli impostati attraverso l'interfaccia utente grafica, i parametri basati sul modello avranno la precedenza e saranno subito efficaci; i parametri mostrati nella GUI verranno modificati di conseguenza. Neiseguentiargomentisecondarivengonodescrittiisingolimetodidiconfigurazioneeiparametri chepossibileconfiguraretramitetalimetodi.

7.2.1

Parametri impostati attraverso il modello amministrativo

DiseguitosonoriportatiiparametrideicomponentidiAcronisBackup&Recovery10chepossibile impostare utilizzando il modello amministrativo di Acronis. Per informazioni sulla modalit di applicazione del modello amministrativo, vedere Modalit di applicazione del modello amministrativodiAcronis(p.344). Il modello amministrativo contiene i parametri di configurazione di Acronis Backup & Recovery 10 Agent,AcronisBackup&Recovery10ManagementServereAcronisBackup&Recovery10Storage Node,descrittineicorrispondentiargomentisecondaridiquestoargomento.

Applicazione del modello amministrativo di Acronis


Il modello amministrativo fornito da Acronis consente la regolazione dettagliata di alcune funzioni correlate alla sicurezza, incluse impostazioni di comunicazione crittografate. Attraverso il meccanismodeiCriteridigruppoMicrosoft,leimpostazionidelcriteriodelmodellopossonoessere applicateaunsingolocomputeroaundominio.

PercaricareilmodelloamministrativodiAcronis
1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. Eseguirel'EditordeglioggettiCriteridigruppodiWindows(%windir%\system32\gpedit.msc.) Aprirel'oggettoCriteridigruppo(GPO,GroupPolicyObject)chesidesideramodificare. EspandereConfigurazionecomputer. FareclicconilpulsantedestrodelmousesuModelliamministrativi. FareclicsuAggiungi/Rimuovimodelli. FareclicsuAggiungi. Individuare il modello amministrativo di Acronis (\Programmi\File comuni\Acronis\Agent \Acronis_agent.adm o \Programmi\Acronis\BackupAndRecovery\Acronis_agent.adm) e fare clic suApri.

344

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Unavoltacaricatoilmodello,possibileaprirloemodificareleimpostazionidesiderate.Dopoaver caricato il modello o averne modificato le impostazioni, necessario riavviare il componente o i componenticonfiguratioalcunideirelativiservizi. Perinformazionidettagliatesull'editorGPOdiWindowsGPO,vedere: http://msdn2.microsoft.com/enus/library/aa374163.aspx PerinformazionidettagliatesuiCriteridigruppo,vedere: http://msdn2.microsoft.com/enus/library/aa374177.aspx

Acronis Backup & Recovery 10 Storage Node


DiseguitosonoriportatiiparametridiAcronisBackup&Recovery10StorageNodechepossibile impostareutilizzandoilModelloamministrativoAcronis. Limitediconnessioniclient Descrizione: Specificailnumero massimodi connessionisimultaneeal nododiarchiviazioneda partedegliagenticheeseguonoilbackupoilripristino. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra1e2147483647 Valorepredefinito:10 GliagentidiAcronisBackup&Recovery10siconnettonoalnododiarchiviazioneperaccedereai suoi depositi gestiti durante il backup o il ripristino. Il parametro Limitedi connessioneclient stabilisce il numero massimo di tali connessioni che il nodo di archiviazione pu gestire contemporaneamente. Quando viene raggiunto il limite, il nodo di archiviazione utilizza la coda di backup (vedere il parametrosuccessivo)peragentiinattesadellaconnessione. Limitecodabackup Descrizione:SpecificailnumeromassimodicomponentidiAcronisBackup&Recovery10nella codadibackupdelnododiarchiviazione. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra1e2147483647 Valorepredefinito:50
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 345

La coda di backup un elenco di componenti di Acronis Backup & Recovery 10 in attesa della connessione al nodo di archiviazione o attualmente connessi ad esso (vedere il parametro precedente). QuandoilnumerodicomponentinellacodadibackupugualealvaloreinLimitecodabackupe un altro componente tenta di stabilire una connessione, il nodo di archiviazione non colloca il componentenellacoda. In questo caso, la connessione del componente al nodo di archiviazione non riesce. Se il componente un agente di Acronis Backup & Recovery 10, l'attivit di backup o ripristino corrispondenteterminerconlostatoNonriuscito. Avvisielimitideidepositi Specificalaquantitdispazioliberoinundeposito(siacomevaloreassolutochecomepercentuale) aldisottodelqualevieneregistratonellogunavvisoounerrore. Questoparametrocontieneleseguentiimpostazioni: Limitediavvisodispazioliberodeldeposito Descrizione: Specifica la quantit di spazio libero in un deposito gestito, in megabyte, al di sottodellaqualenelregistrodelnododiarchiviazionevieneregistratounavviso. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra0e2147483647 Valorepredefinito:200 Lospazioliberodeldepositolaquantitdispazioliberonelsupporto,adesempioilvolume diundisco,chearchiviaildeposito. Quando la quantit di spazio libero in un deposito uguale al valore in Limite diavviso dispaziolibero deldeposito o inferiore, nel registro del nodo di archiviazione viene registrato un avvertimento indicante il deposito in questione. Gli avvertimenti del nodo di archiviazionepossonoesserevisualizzatinelPannellodicontrollo. Percentualediavvisospazioliberodeldeposito Descrizione: Specifica la quantit di spazio libero in un deposito gestito, sotto forma di percentualedellarelativadimensionetotale,aldisottodellaqualenelregistrodelnododi archiviazionevieneregistratounavviso. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra0e100 Valorepredefinito:10 La dimensione totale di un deposito lo spazio libero del deposito a cui si aggiunge la dimensionedituttigliarchivicontenutineldeposito. Si supponga, ad esempio, che due depositi, DepositoA e DepositoB, siano entrambi archiviati nel volume di un disco. Si supponga, inoltre, che la dimensione degli archivi nel DepositoAsia20GBequelladegliarchivinelDepositoBsia45GB. Se il volume ha 5GB di spazio libero, la dimensione totale del DepositoA 20GB+5GB=25GB, e quella del Deposito B 45GB+5GB=50GB, a prescindere dalla dimensionedelvolume. La percentuale di spazio libero in un deposito lo spazio libero del deposito diviso la dimensione totale del deposito. Nell'esempio precedente, il Deposito A dispone di 5GB/25GB=20% di spazio libero, mentre il Deposito B ha 5GB/50GB=10% di spazio libero. QuandolaquantitdispazioliberoinundepositougualealvaloreinPercentualediavviso dispaziolibero deldeposito o inferiore, nel registro del nodo di archiviazione viene registrato un avvertimento indicante il deposito in questione. Gli avvertimenti del nodo di archiviazionepossonoesserevisualizzatinelPannellodicontrollo.
346 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Nota: I parametri Limite diavviso dispaziolibero deldeposito e Percentuale diavviso dispaziolibero deldeposito sono tra loro indipendenti: ogni volta che viene raggiunta una delle soglie, verr registrato un avviso.

Limitedierroredispazioliberodeldeposito Descrizione:Specificalaquantitdispazioliberoinunnodogestito,inmegabyte,aldisotto della quale nel registro del nodo di archiviazione viene registrato un errore e i backup nel depositononsonoconsentiti. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra0e2147483647 Valorepredefinito:50 Quando la quantit di spazio libero in un deposito uguale al valore in Limite dierrore dispaziolibero deldeposito o inferiore, nel nodo del registro di archiviazione viene registratounerrore.Ibackupeseguitineldepositorimarrannononconsentitifinoaquando lospazioliberodeldepositononsiasuperioreallimite. Limitediavvisodispazioliberodeldatabasedeldeposito Descrizione: Specifica la quantit di spazio libero, in megabyte, nel volume contenente un database del deposito gestito, al di sotto della quale nel nodo del registro di archiviazione vieneregistratounavviso. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra0e2147483647 Valorepredefinito:20 Se la quantit di spazio libero nel volume contenente un database del deposito gestito inferiorealvaloreinLimitediavvisodispazioliberodeldatabasedeldeposito,nelregistro delnododiarchiviazionevieneregistratounavvertimentoindicanteildepositoinquestione. Gli avvertimenti del nodo di archiviazione possono essere visualizzati nel Pannello di controllo. Ildatabasevienememorizzatonelnododiarchiviazioneinunacartellalocaleilcuinome specificatoinPercorsodatabaseinfasedicreazionedeldeposito. Limitedierroredispazioliberodeldatabasedeldeposito Descrizione: Specifica la quantit di spazio libero nel volume contenente un database del deposito gestito, in megabyte, al di sotto della quale nel registro del nodo di archiviazione vieneregistratounerroreeibackupneldepositononsonoconsentiti. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra0e2147483647 Valorepredefinito:10 Selaquantitdispazioliberoneldiscocontenenteundatabasedelnodogestitoinferiore alvalorediLimitedierroredispazioliberodeldatabasedeldeposito,nelregistrodelnodo di archiviazione viene registrato un errore. I backup eseguiti nel deposito rimarranno non consentitifinoaquandolospazioliberononsuperioreallimite. GlierroridelnododiarchiviazionepossonoesserevisualizzatinelPannellodicontrollo. Ildatabasevienememorizzatonelnododiarchiviazioneinunacartellalocaleilcuinome specificatoinPercorsodatabaseinfasedicreazionedeldeposito.

Acronis Backup & Recovery 10 Management Server


Di seguito sono riportati i parametri di Acronis Backup & Recovery 10 Management Server che possibileimpostareutilizzandoilmodelloamministrativoAcronis. Raccoltadeiregistri Specifica quando raccogliere le voci di registro dalle macchine gestite da Acronis Backup & Recovery10ManagementServer.
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 347

Questoparametrocontienedueimpostazioni: Statotraccia Descrizione: Specifica indica se raccogliere le voci dei log degli eventi dei componenti delle macchineregistrate. Valoripossibili:TrueoFalse Valorepredefinito:True Livellotraccia Descrizione:Specificaillivellominimodigravitdellevociraccolte.Sarannoraccoltesolole vocidilivellomaggioreougualealvaloreinLivellotraccia. Valori possibili: 0 (Evento interno), 1 (Informazioni di debug), 2 (Informazioni), 3 (Avvertimento),4(Errore)o5(Errorecritico) Valorepredefinito:0(verrannoraccoltetuttelevoci) Regoledicancellazionedelregistro Specificacomecancellareilregistroeventicentralizzatoarchiviatoneldatabasedeirapportidel serverdigestione. IlRegistroeventicentralizzatoaccessibilequandolaconsoleconnessaalserverdigestione.Dal registro centralizzato si pu esaminare la cronologia delle operazioni della gestione centralizzata, come la creazione di un gruppo di entit gestite, l'applicazione di un criterio, la gestione di un deposito centralizzato, oltre alla cronologia delle operazioni registrate nei registri locali delle macchineregistrateeinodidiarchiviazione. Fisicamente, il registro eventi centralizzato una tabella all'interno del database di Microsoft SQL dedicato.Latabellacontienelevocidiregistrodeglieventichesisonoverificatinelserverdigestione e le voci dei registri locali, estese nel formato della voce di registro centralizzata. Si possono selezionareitipidivocidaraccoglieredairegistrilocalieinserireneldatabasecentralizzatooppure disattivarelaraccoltadellevocilocali.Permaggioridettagli,vederelasezioneLivellodiregistrazione (p.94).Laregistrazionedeglieventidelserverdigestionenonpuessereregolataodisattivata. Esistonodellelimitazioni sulnumerodivocidiregistropresenti nelregistroeventicentralizzato,in quantoildatabaseSQLExpressnonpusuperarei4GB. Questoparametrocontieneleseguentiimpostazioni: Dimensionimassime Descrizione:Specificaledimensionimassimedelregistroeventicentralizzato,inkilobyte. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e2147483647 Valorepredefinito:1048576(ovvero,1GB) Percentualedaconservare Descrizione:Specificalapercentualedelledimensionimassimedelregistrodaconservarealla cancellazione. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e100 Valorepredefinito:95 Per i dettagli su come viene cancellato il registro eventi centralizzato, consultare Regole di cancellazionedelregistro(p.94). RegistroeventidiWindows SpecificaquandoregistrareglieventidiAcronisBackup&Recovery10ManagementServernel RegistroeventidelleapplicazioniinWindows. Questoparametrocontienedueimpostazioni:
348 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Statotraccia Descrizione: Specifica indica se registrare gli eventi di Acronis Backup & Recovery 10 ManagementServernelregistroeventi. Valoripossibili:TrueoFalse Valorepredefinito:False Livellotraccia Descrizione:Specificaillivellominimodigravitdeglieventidaregistrarenelregistroeventi. SarannoregistratisologlieventidilivellopariosuperiorealvaloreinLivellotraccia. Valori possibili: 0 (Evento interno), 1 (Informazioni di debug), 2 (Informazioni), 3 (Avvertimento),4(Errore)o5(Errorecritico) Valore predefinito: 4 (verranno registrati solo errori ed errori critici, se Statotraccia impostatosuTrue) SNMP SpecificaitipidieventideiserverdigestionedicuiinviarenotificheattraversoilSimpleNetwork ManagementProtocol(SNMP). Questoparametrocontieneleseguentiimpostazioni: Statotraccia Descrizione:SpecificaindicaseinviarelenotificheSNMP. Valoripossibili:TrueoFalse Valorepredefinito:False Livellotraccia Descrizione: Specifica il livello minimo di gravit degli eventi per l'invio di notifiche SNMP relative a tali eventi. Verranno inviate solo le notifiche relative agli eventi di livello pari o superioreaLivellotraccia. Valori possibili: 0 (Evento interno), 1 (Informazioni di debug), 2 (Informazioni), 3 (Avvertimento),4(Errore)o5(Errorecritico) Valorepredefinito:4(verrannoinviatisoloerroriederroricriticiseStatotracciaimpostato suTrue) IndirizzoSNMP Descrizione:Specificailnomedireteol'indirizzoIPdelserverSNMP. Valoripossibili:Qualunquestringadilunghezzacompresatra0e32765caratteri Valorepredefinito:Stringavuota CommunitySNMP Descrizione:SpecificailnomedellacommunityperlenotificheSNMP. Valoripossibili:Qualunquestringadilunghezzacompresatra0e32765caratteri Valorepredefinito:public Sincronizzazione Specifica la modalit con cui Acronis Backup & Recovery 10 Management Server si collega alle macchineregistrateperladistribuzionedeicritericentralizzati,perilrecuperodeiregistriedello statodeipianidibackupeazionisimili,chiamatecollettivamentesincronizzazione. Questoparametrocontieneleseguentiimpostazioni: Numeromassimodiconnessioni

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

349

Descrizione: Specifica il numero massimo di connessioni di sincronizzazione simultanee da mantenere. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra1e500 Valorepredefinito:200 Se il numero totale di macchine registrate in linea non supera il valore incluso in Numero massimo diconnessioni, le connessioni a tali macchine vengono sempre mantenute e il serverdigestioneesegueperiodicamentelasincronizzazioneconognimacchina. In caso contrario, si collega a un numero di macchine registrate, a seconda del numero di connessioni simultanee assegnato. Una volta terminata la sincronizzazione per una macchina,ilserverdigestionepuscollegarsidatalemacchinaeutilizzareunaconnessione liberaperlasincronizzazioneconun'altramacchina,ecosvia. (Nota:leconnessioniallemacchineconelevataprioritdisincronizzazione,vederePeriodo Priorit elevata di seguito in questo argomento, probabilmente devono essere sempre mantenute). Le connessioni di sincronizzazione non sono correlate a sincronizzazioni come quelle tra Acronis Backup & Recovery 10 Management Server e Acronis Backup & Recovery 10 ManagementConsole. Numeromassimodiprocessidilavoro Descrizione:Specificailnumeromassimodithreaddautilizzareperlasincronizzazione. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra1e100 Valorepredefinito:30 Il processo del server di gestione adopera thread speciali, chiamati thread di lavoro o processidilavoro,pereseguirelasincronizzazioneperunamacchinaregistratacollegataper lasincronizzazione. Ogniprocessodilavoroesegueunasincronizzazioneperunaeunasolamacchinaallavolta. Una macchina collegata per essere sincronizzata attende un processo di lavoro disponibile. Per tale motivo, il numero effettivo di processi di lavoro non superer mai il numero massimodiconnessioni(vedereNumeromassimodiconnessionisoprariportato). Periodo(insecondi) Descrizione:Specificalafrequenza,insecondi,concuivieneeseguitalasincronizzazioneper macchine con priorit di sincronizzazione normale: generalmente sono le macchine senza attivitdibackupcentralizzatoalmomentoinesecuzione. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra120e2147483647 Valorepredefinito:120 AcronisBackup&Recovery10ManagementServertentadieseguirelasincronizzazioneper ogni macchina con priorit normale una volta ogni numero di secondi indicato da Periodo, adoperandounthreaddilavorodisponibile(vedereNumeromassimodiprocessidilavoro sopradescritto). Se il numero di thread di lavoro inferiore a quello delle macchine con priorit normale, l'intervallo effettivo tra le sincronizzazioni pu allungarsi rispetto al valore di questo parametro. PeriodoPrioritelevata(insecondi) Descrizione:Specificalafrequenza,insecondi,concuivieneeseguitalasincronizzazioneper macchine con priorit di sincronizzazione elevata (generalmente sono le macchine in cui al momentosonoinesecuzioneattivitdibackupcentralizzato). Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra15e2147483647

350

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Valorepredefinito:15 QuestoparametroanalogoalparametroPeriodosopradescritto. Monitoraggiointemporeale Descrizione: Specifica indica se eseguire il monitoraggio in tempo reale delle macchine registrateinvecediutilizzareunmeccanismodipolling. Valoripossibili:TrueoFalse Valorepredefinito:False Perimpostazionepredefinita,AcronisBackup&Recovery10ManagementServersicollega allemacchineregistrate pereseguire lasincronizzazione,inparticolareperrichiamaredati, adesempioiregistridibackup.Questoapprocciovienedettomeccanismodipolling. Se il Monitoraggioin tempo reale impostato su True, invece, il server di gestione invia richiesteallemacchineperfornirenuovidatiogniqualvoltasipresenterannoequindientra inmodalitdiascolto.Questoapprocciovienedettomonitoraggiointemporeale. Ilmonitoraggiointemporealepuridurreiltrafficodirete,adesempioquandoleattivitdi backup centralizzato vengono eseguite raramente. Tuttavia, efficace solo quando le macchineregistratesonorelativamentepoche. Evitarediabilitareilmonitoraggiointemporealeseilnumerodimacchineregistratesupera il numero massimo di connessioni simultanee (vedere Numero massimo diconnessioni, precedentementedescrittoinquestoargomento). Secondotentativodiconnessione Descrizione: Specifica indica se eseguire un tentativo di connessione a una macchina registrata utilizzando l'ultimo indirizzo IP noto dopo che un tentativo di connessione a tale macchinautilizzandoilrelativonomehostnonriuscito. Valoripossibili:TrueoFalse Valorepredefinito:False Nella connessione a una macchina registrata, Acronis Backup & Recovery 10 Management Serverutilizzaprimailnomediretedellamacchina,postochelamacchinasiastataaggiunta alserverdigestionetramiteilnome. SeilSecondotentativodiconnessioneimpostatosuTrueeunaconnessioneallamacchina utilizzando il relativo nome di rete non riuscito, il server di gestione esegue un secondo tentativodiconnessione,utilizzandoquestavoltal'ultimoindirizzoIPassociatoatalenome direte. Si raccomanda di impostare Secondotentativo diconnessione su True solo in reti dove spesso si verificano problemi con i relativi server DNS e posto che gli indirizzi IP delle macchinecambinoraramente,comeneicasidiindirizziIPfissiotempilunghidiassegnazione DHCP. Questaimpostazionenonvieneapplicatainmacchineaggiuntealserverdigestionetramite l'indirizzoIP. Sogliadelperiodooffline(insecondi) Descrizione: Specifica l'intervallo massimo, in secondi, tra i tentativi di connessione a una macchinaregistratacheappareoffline. Valoripossibili:Qualunquenumerointerocompresotra120e2147483647 Valorepredefinito:1800 Normalmente,ilserverdigestionesiconnetteaognimacchinaregistrataconunintervallodi tempo specifico (vedere Periodo e Periodo Prioritelevata precedentemente in questa sezione). Quando il server di gestione rileva che la macchina offline, raddoppia questo intervallo; continua a raddoppiare questo intervallo per ogni ulteriore tentativo fino al
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 351

raggiungimento del valore specificato in Sogliadel periodooffline. Se la macchina torna online,l'intervalloditempotornanuovamentenormale. Questo approccio mira ad un utilizzo efficiente delle risorse del server di gestione e alla riduzionedelcaricodirete. Backup Specificalaposizioneeledimensioniinizialidell'archiviosnapshot:unfiletemporaneoutilizzato quando si esegue il backup dei dati creando uno snapshot. Questo file viene eliminato non appenailbackupcompleto. Conleimpostazionipredefinite,l'archiviosnapshotvienecreatoinunacartelladifiletemporanei diWindowseoccupail50percentodellospaziodisponibilesulvolumechecontienelacartella. Questedimensionipossonoaumentaresenecessariopispazioperlosnapshot. possibile aumentare le dimensioni iniziali dell'archivio snapshot, o posizionarlo in un volume diverso,quandosipresentanoproblemiconilbackupdidatichecambianoinmodoconsistente duranteilbackup. Questo parametro viene utilizzato quando si crea un criterio di backup e lo si applica a tutti i piani di backup centralizzati che si baseranno su questo criterio. Le modifiche a questo parametrononinfluenzanoicriteridibackupgiesistenti(eirelativipianidibackup). Questoparametrocontieneleseguentiimpostazioni: Percorsoarchiviosnapshot Descrizione:specificalacartellaincuiposizionarel'archiviosnapshot. Valoripossibili:qualsiasistringaconlunghezzatra0e32765caratteri Valorepredefinito:Stringavuota Una stringa vuota rappresenta una cartella di file temporanei, solitamente indicata dalla variabileambientaleTMPoTEMP. possibilespecificareunacartellalocaleinqualsiasivolume,inclusounvolumedicuisista eseguendoilbackup. Dimensioniassolutearchiviosnapshot Descrizione:specificaledimensioniinizialidell'archiviosnapshot,inmegabyte. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e2147483647 Valorepredefinito:0 Sequestaimpostazione0,ilserverdigestioneutilizzal'impostazioneDimensioniassolute archiviosnapshot. Ledimensioniinizialinonsupererannolospaziodisponibilemeno50MB. Dimensionirelativearchiviosnapshot Questa impostazione efficace solo quando l'impostazione Dimensioni assolute archivio snapshot0. Descrizione: specifica le dimensioni iniziali dell'archivio snapshot come percentuale dello spaziosudiscodisponibilealmomentodell'avviodelbackup. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e100 Valorepredefinito:50 sequestaimpostazione0,l'archiviosnapshotnonverrcreato. Ledimensioniinizialinonsupererannolospaziodisponibilemeno50MB. Senzal'archiviosnapshot,lacreazionedisnapshotancorapossibile. Ledimensionidell'archiviosnapshotnoninfluenzanoledimensionidelbackup.

352

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Acronis Backup & Recovery 10 Agent for Windows


Di seguito sono riportati i parametri dell'agente Acronis Backup & Recovery 10 che possibile impostareutilizzandoilModelloamministrativoAcronis. Concessionedellalicenza Specifica la frequenza con cui l'agente controlla la propria licenza sul server licenze e per quanto tempopufunzionaresenzaunserverlicenze. Intervallodicontrollodellalicenza(ingiorni) Descrizione:Specificalafrequenza,ingiorni,concuicontrollareladisponibilitdellalicenza inAcronisLicenseServer. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e5 Valorepredefinito:1 Acronis Backup & Recovery 10 Agent controlla periodicamente se il codice di licenza presente nel server licenze. Il primo controllo viene eseguito ogni volta che viene avviato AcronisBackup&Recovery10Agent,mentreicontrollisuccessivivengonoeseguitiunasola voltanelnumerodigiornifornitodaIntervallodicontrollodellalicenza. Quandol'agentenoningradodicollegarsialserverlicenze,nelregistrodell'agenteviene registratounavviso.QuestoavvisopuesserevisualizzatonelPannellodicontrollo. Se il valore 0, non verr eseguito alcun controllo della licenza; senza una licenza, la funzionalit di Acronis Backup & Recovery 10 sar disabilitata dopo il numero di giorni indicatodaTempomassimosenzaserverlicenze(vedereilparametrosuccessivo). Vedere anche Intervallonuovo tentativodi connessioneal serverlicenze, di seguito un questoargomento. Tempomassimosenzaserverlicenze(ingiorni) Descrizione: Specifica la durata del periodo, in giorni, in cui Acronis Backup & Recovery 10 funzionernormalmenteprimachelarelativafunzionalitvengadisabilitata. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e60 Valorepredefinito:30 Se Acronis License Server non disponibile, Acronis Backup & Recovery 10 continuer a funzionare per il numero di giorni specificato in Tempomassimosenzaserverlicenze, calcolatoapartiredalmomentoincuistataeseguital'installazioneoapartiredall'ultimo controlloconesitopositivo. Intervallonuovotentativodiconnessionealserverlicenze(inore) Descrizione:Specifical'intervallo,inore,traitentatividiconnessionequandoAcronisLicense Servernondisponibile. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e24 Valorepredefinito:1 Se,duranteuncontrollodelcodicedilicenza(vedereIntervallodicontrollodellalicenza,gi descritto in questo argomento), Acronis Backup & Recovery 10 Agent non in grado di collegarsi al server di licenza, eseguir un nuovo tentativo di connessione una volta ogni numerodioreindicatoinIntervallonuovotentativodiconnessionealserverlicenze. Se il valore 0, non verr eseguito alcun tentativo di riconnessione; l'agente controller la licenzasoloinbaseaquantostabilitodaIntervallodicontrollodellalicenza. Indirizzodelserverlicenze Descrizione:Specificailnomedireteol'indirizzoIPdiAcronisLicenseServer. Valoripossibili:Qualunquestringadilunghezzacompresatra0e32765caratteri
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 353

Valorepredefinito:Stringavuota Regoledicancellazionedelregistro Specificacomecancellareilregistrodell'agente. Questoparametrocontieneleseguentiimpostazioni: Dimensionimassime Descrizione: Specifica le dimensioni massime della cartella del registro dell'agente, in kilobyte. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e2147483647 Valorepredefinito:1048576(ovvero,1GB) Percentualedaconservare Descrizione:Specificalapercentualedelledimensionimassimedelregistrodaconservarealla cancellazione. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e100 Valorepredefinito:95 Peridettaglisucomevienecancellatoilregistrodell'agente,consultareRegoledicancellazione delregistro(p.101). RegistroeventidiWindows SpecificaquandoregistrareglieventidiAcronisBackup&Recovery10AgentnelRegistroeventi delleapplicazioniinWindows. Questoparametrocontienedueimpostazioni: Statotraccia Descrizione:Specificaindicaseregistrareglieventidell'agentenelregistroeventi. Valoripossibili:TrueoFalse Valorepredefinito:False Livellotraccia Descrizione:Specificaillivellominimodigravitdeglieventidaregistrarenelregistroeventi. SarannoregistratisologlieventidilivellopariosuperiorealvaloreinLivellotraccia. Valori possibili: 0 (Evento interno), 1 (Informazioni di debug), 2 (Informazioni), 3 (Avvertimento),4(Errore)o5(Errorecritico) Valore predefinito: 4 (verranno registrati solo errori ed errori critici, se Statotraccia impostatosuTrue) SNMP Specifica i tipi di evento dell'agente di cui inviare notifiche attraverso il Simple Network ManagementProtocol(SNMP). Questoparametrocontieneleseguentiimpostazioni: Statotraccia Descrizione:SpecificaindicaseinviarelenotificheSNMP. Valoripossibili:TrueoFalse Valorepredefinito:False Livellotraccia Descrizione: Specifica il livello minimo di gravit degli eventi per l'invio di notifiche SNMP relative a tali eventi. Verranno inviate solo le notifiche relative agli eventi di livello pari o superioreaLivellotraccia.
354 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Valori possibili: 0 (Evento interno), 1 (Informazioni di debug), 2 (Informazioni), 3 (Avvertimento),4(Errore)o5(Errorecritico) Valore predefinito: 4 (verranno registrati solo errori ed errori critici, se Statotraccia impostatosuTrue) IndirizzoSNMP Descrizione:Specificailnomedireteol'indirizzoIPdelserverSNMP. Valoripossibili:Qualunquestringadilunghezzacompresatra0e32765caratteri Valorepredefinito:Stringavuota CommunitySNMP Descrizione:SpecificailnomedellacommunityperlenotificheSNMP. Valoripossibili:Qualunquestringadilunghezzacompresatra0e32765caratteri Valorepredefinito:public Backup Specificalaposizioneeledimensioniinizialidell'archiviosnapshot:unfiletemporaneoutilizzato quando si esegue il backup dei dati creando uno snapshot. Questo file viene eliminato non appenailbackupcompleto. Conleimpostazionipredefinite,l'archiviosnapshotvienecreatoinunacartelladifiletemporanei diWindowseall'iniziooccupail50percentodellospaziodisponibilesulvolumechecontienela cartella.Questedimensionipossonoaumentaresenecessariopispazioperlosnapshot. possibile aumentare le dimensioni iniziali dell'archivio snapshot, o posizionarlo in un volume diverso,quandosipresentanoproblemiconilbackupdidatichecambianoinmodoconsistente duranteilbackup. Questo parametro viene utilizzato quando si crea un paino di backup. Le modifiche a questo parametrononinfluenzanoipianidibackupgiesistenti. Questoparametrocontieneleseguentiimpostazioni: Percorsoarchiviosnapshot Descrizione:specificalacartellaincuicrearel'archiviosnapshot. Valoripossibili:qualsiasistringaconlunghezzatra0e32765caratteri Valorepredefinito:Stringavuota Una stringa vuota rappresenta una cartella di file temporanei, solitamente indicata dalla variabileambientaleTMPoTEMP. possibilespecificareunacartellalocaleinqualsiasivolume,inclusounvolumedicuisista eseguendoilbackup. Dimensioniassolutearchiviosnapshot Descrizione:specificaledimensioniinizialidell'archiviosnapshot,inmegabyte. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e2147483647 Valorepredefinito:0 Sequestaimpostazione0,ilserverdigestioneutilizzal'impostazioneDimensioniassolute archiviosnapshot. Ledimensioniinizialinonsupererannolospaziodisponibilemeno50MB. Dimensionirelativearchiviosnapshot Questa impostazione efficace solo quando l'impostazione Dimensioni assolute archivio snapshot0.

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

355

Descrizione: specifica le dimensioni iniziali dell'archivio snapshot come percentuale dello spaziosudiscodisponibilealmomentodell'avviodelbackup. Valoripossibili:qualunquenumerointerocompresotra0e100 Valorepredefinito:50 sequestaimpostazione0,l'archiviosnapshotnonverrcreato. Ledimensioniinizialinonsupererannolospaziodisponibilemeno50MB. Senzal'archiviosnapshot,lacreazionedisnapshotancorapossibile. Ledimensionidell'archiviosnapshotnoninfluenzanoledimensionidelbackup.

Acronis Backup & Recovery 10


Questa sezione del modello amministrativo specifica i parametri di connessione e i parametri del tracciamentoeventiperiseguenticomponentidiAcronisBackup&Recovery10: AcronisBackup&Recovery10ManagementServer AcronisBackup&Recovery10Agent AcronisBackup&Recovery10StorageNode

Parametridiconnessione
Porteagenteremoto Specificalaportacheverrutilizzatadalcomponenteperlacomunicazioneinentrataeinuscita conaltricomponentidiAcronis. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Nonconfigurato IlcomponenteutilizzerilnumerodiportaTCPpredefinito,9876. Abilitato Ilcomponenteutilizzerlaportaspecificata;immettereilnumerodiportanellacasellaPorta TCPdelserver. Disabilitato EquivaleaNonconfigurato. Opzionidicrittografiaclient Specifica se criptare i dati trasferiti quando il componente funge da applicazione client e se riteneresicuriicertificatiSSLautofirmati. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Nonconfigurato Ilcomponenteutilizzerleimpostazionipredefinite,percuiverrutilizzatalacrittografia,se possibile,esarannoritenutisicuriicertificatiSSLautofirmati(vederel'opzioneseguente). Abilitato Lacrittografiaabilitata.InCrittografiaselezionareunadelleseguentiopzioni: Abilitato Il trasferimento dei dati verr criptato se la crittografia abilitata nell'applicazione server, altrimentinonsarcriptato. Disabilitato La crittografia disabilitata; tutte le connessioni aun'applicazione server che richiedono la crittografianonsarannostabilite. Richiesto
356 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Il trasferimento dei dati avverr solo se la crittografia abilitata nell'applicazione server (vedere"Opzionidicrittografiaserver")esarcriptato. Parametridiautenticazione Selezionando la casella di controllo Ritieni sicuri i certificati autofirmati, si consentir al client di collegarsi alle applicazioni server che adoperano certificati SSL autofirmati, ad esempiocertificaticreatidurantel'installazionedicomponentidiAcronisBackup&Recovery 10(vedereCertificatiSSL(p.90)). opportunolasciareselezionataquestacaselladicontrollo,amenochenell'ambienteinuso nonsidispongadiun'infrastrutturaachiavepubblica(PKI,PublicKeyInfrastructure). InUtilizzaautenticazionecertificaticlientselezionareunadelleseguentiopzioni: Nonutilizzare L'utilizzo di certificati SSL disabilitato. Tutte le connessioni a un'applicazione server che richiedonol'utilizzodicertificatiSSLnonsarannostabilite. Utilizzasepossibile L'utilizzodicertificatiSSLabilitato.IlclientadoperercertificatiSSLseilrelativoutilizzo abilitatonell'applicazioneserver,altrimentinonliadoperer. Utilizzasempre L'utilizzo di certificati SSL abilitato. La connessione verr stabilita solo se l'utilizzo di certificatiSSLabilitatonell'applicazioneserver. Disabilitato EquivaleaNonconfigurato. Opzionidicrittografiaserver Specificasecriptareidatitrasferitiquandoilcomponentefungedaapplicazioneserver. Selezionareunadelleseguentiopzioni: Nonconfigurato Il componente utilizzer l'impostazione predefinita, cio adoperer la crittografia se possibile(vederel'opzioneseguente). Abilitato Lacrittografiaabilitata.InCrittografiaselezionareunadelleseguentiopzioni: Abilitato Il trasferimento dei dati verr criptato se la crittografia abilitata nell'applicazione client, altrimentinonsarcriptato. Disabilitato La crittografia disabilitata; tutte le connessioni a un'applicazione client che richiedono la crittografianonsarannostabilite. Richiesto Il trasferimento dei dati avverr solo se la crittografia abilitata sull'applicazione client (vedere"Opzionidicrittografiaclient"),esarcriptato. Parametridiautenticazione InUtilizzaautenticazionecertificaticlientselezionareunadelleseguentiopzioni: Nonutilizzare L'utilizzo di certificati SSL disabilitato. Tutte le connessioni a un'applicazione client che richiedonol'utilizzodicertificatiSSLnonsarannostabilite. Utilizzasepossibile

Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

357

L'utilizzodicertificatiSSLabilitato.IlclientadoperercertificatiSSLseilrelativoutilizzo abilitatonell'applicazioneclient,altrimentinonliadoperer. Utilizzasempre L'utilizzo di certificati SSL abilitato. La connessione verr stabilita solo se l'utilizzo di certificatiSSLabilitatonell'applicazioneclient. Disabilitato EquivaleaNonconfigurato.

Parametriditracciadeglieventi
InWindows,glieventichesiverificanoinAcronisBackup&Recovery10possonoessereregistratinel logdeglieventi,inunfile,oentrambi. Ogni evento ha un livello da zero a cinque basato sulla gravit dell'evento, come mostrato nella seguentetabella: Livello Nome 0 1 2 3 4 5 Descrizione

Sconosciuto Eventoilcuilivellodigravitsconosciutoononapplicabile Debug Eventoutilizzatoperscopididebug

Informazione Evento informativo, relativo, ad esempio, al corretto completamento di un'operazioneodell'avviodiunservizio Attenzione Errore Critico Eventorelativoaunpossibileproblemaimminente,adesempiolacarenzadi spazioliberoinundeposito Eventochehaprovocatounaperditadidatiodellafunzionalit Evento che ha causato l'interruzione di un processo, ad esempioil processo dell'agente

Iparametriditracciamentodeglieventisonospecificaticomeleimpostazioniseguentinelmodello amministrativo: Livellominimoditraccianelfile Descrizione: Specifica il livello di gravit minimo degli eventi da registrare nel file. Verranno registratisologlieventidilivellomaggioreougualealLivellominimoditracciamentodelfile. Valoripossibili:QualsiasilivellodigravitdaSconosciutoaCriticooBloccatopernonregistrare nessuntipodievento Valore predefinito: 2 (indica che gli eventi con livello di gravit da due a cinque verranno registrati) I file di log si trovano all'interno della cartella %ALLUSERSPROFILE%\Application Data\Acronis, nellasottocartellaLogdelcomponenteinquestione. LivellominimoditracciadiWin32 Descrizione:Specificaillivellodigravitminimodellenotifichedaregistrarenellogdeglieventidi sistema. Verranno registrati solo gli eventi di livello maggiore o uguale al Livellominimodi tracciamentoWin32. Valoripossibili:QualsiasilivellodigravitdaSconosciutoaCriticooBloccatopernonregistrare nessuntipodievento Valorepredefinito:4(indicacheglieventidierroriederroricriticiverrannoregistrati)
358 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

7.2.2

Parametri impostati tramite GUI

I seguenti parametri possono essere impostati tramite l'interfaccia utente grafica (GUI, Graphical UserInterface): PerAcronisBackup&Recovery10ManagementServer:Raccoltalog,RegistroeventiWindows, SNMP,IndirizzoSNMPeCommunitySNMP Per Acronis Backup & Recovery 10 Agent: LogeventiWindows, SNMP, IndirizzoSNMP e CommunitySNMP Per la descrizione di questi parametri, fare riferimento all'argomento corrispondente, relativo alla configurazionetramiteilmodelloamministrativo.

7.2.3

Parametri impostati mediante il registro di Windows

IseguentidueparametrideterminanoipercorsideidatabaseinternidiAcronisBackup&Recovery 10StorageNode,contenentiinformazionisuidepositigestiti.Possonoesseremodificatisolotramite ilregistro.

Quandoeseguiremodifiche
Mentre le dimensioni del database collocato nella cartella determinata da DatabasePath generalmente sono limitate, le dimensioni del database dei nastri, collocato in TapeDatabasePath, possono essere notevoli se la libreria di nastri contiene migliaia di archivi, per cui potrebbe essere opportunoarchiviareildatabasedinastriinunvolumediversodaquellodisistema.

Parametri
Importante: Si raccomanda di non modificare tali parametri. Se necessario modificare uno dei parametri, l'operazione deve essere effettuata prima della creazione dei depositi gestiti (di nastri o non di nastri) corrispondenti. In caso contrario, il nodo di archiviazione perder l'accesso a tali depositi fino a quando non venganoricollegati,ericollegareundeposito,specialmenteundepositodideduplicazione,purichiederemolto tempo.

DatabasePath Descrizione: Specifica la cartella in cui Acronis Backup & Recovery 10 Storage Node archivia il propriodatabasedidepositinoncostituitidanastri. Questo database contiene un elenco di depositi gestiti dal nodo di archiviazione, diversi dai depositi di nastri (vedere il parametro successivo). La dimensione tipica non supera qualche kilobyte. Valoripossibili:Qualunquestringadilunghezzacompresatra0e32765caratteri Valorepredefinito:C:\Programmi\Acronis\StorageNode Chiavediregistro: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Acronis\ASN\Configuration\StorageNode\DatabasePath TapesDatabasePath Descrizione: Specifica la cartella in cui Acronis Backup & Recovery 10 Storage Node archivia il propriodatabasedidepositinoncostituitidanastri. Questo database contiene un elenco di depositi di nastri gestiti dal nodo di archiviazione. La relativadimensionedipendedalnumerodiarchivimemorizzatinellelibreriedinastri,edcirca 10MBperognicentinaiodiarchivi. Valoripossibili:Qualunquestringadilunghezzacompresatra0e32765caratteri
Copyright Acronis, Inc., 2000-2010 359

Valorepredefinito:C:\DocumentsandSettings\AllUsers\Application Data\Acronis\BackupAndRecovery\TapeLocation\ Chiavediregistro: HKLM\SOFTWARE\Acronis\BackupAndRecovery\TapeLocation\TapesDatabasePath

7.3 Creazione di una strategia di backup


Unastrategiadibackuppuessereapplicataaentrambelemacchine,WindowseLinux. Percreareunastrategiadibackup,effettuareiseguentipassaggi.

Generale
Nomestrategia [Facoltativo] Immettere un nome univoco per la strategia di backup. Un nome scelto specificamenteconsentediidentificarelastrategiafralealtre. Tipodiorigine Selezionareiltipodielementidadestinareabackup:Dischi/volumioFile. Credenzialidellastrategia(p.362) Senecessario,possibilemodificarelecredenzialidell'accountdellastrategia.Peraccedere aquestaopzione,selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata. Commentisullastrategia [Facoltativo] Digitare una descrizione della strategia di backup. Per accedere a questa opzione,selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Cosaincluderenelbackup
Elementidadestinareabackup(p.362) Specificare gli elementi di dati da destinare a backup su ciascuna macchina in cui verr distribuita la strategia. In ciascuna delle macchine, l'agente trover gli elementi di dati che utilizzano le regole specificate dall'utente. Ad esempio, se la regola di selezione [Tutti i volumi],tuttalamacchinaverrsottopostaabackup. Credenzialidiaccesso(p.367) [Facoltativo]Fornirelecredenzialiperidatidioriginesel'accountdellestrategiedibackup non dispone delle autorizzazioni di accesso ai dati. Per accedere a questa opzione, selezionarelacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata. Esclusioni(p.367) [Opzionale]Impostareleesclusioniperitipispecificidifiledicuinonsidesideraeseguireun backup. Per accedere a questa opzione, selezionare la casella di controllo Visualizzazione avanzata.

Doveeseguireilbackup
Archivio(p.368) Specificareilpercorsodellaposizioneincuil'archiviodibackupverrconservatoeilnome dell'archivio. Si consiglia un nome di archivio univoco nella posizione. La posizione deve esseredisponibilequandoilserverdigestioneavvialadistribuzionedellestrategie. Credenzialidiaccesso(p.369) [Optional] Provide credentials for the location if the backup policy account does not have accesspermissionstothelocation.Peraccedereaquestaopzione,selezionarelacaselladi controlloVisualizzazioneavanzata.
360 Copyright Acronis, Inc., 2000-2010

Commentiarchivio [Facoltativo]Immettereicommentinell'archivio.Peraccedereaquestaopzione,selezionare lacaselladicontrolloVisualizzazioneavanzata.

Comesiesegueilbackup
Schemadibackup(p.370) Specificareilmomentoelafrequenzadibackupdeidati,definireladurataincuimantenere gli archivi di backup creati nella posizione selezionata, importare una pianificazione per la proceduradipuliziadell'archivio.Usaredeglischemidibackupottimizzatieconosciuti,quali GrandfatherFatherSon e Torre di Hanoi, creare uno schema di backup personalizzato oppureeseguireilbackupdeidatiunavolta.

Convalidaarchivio
Quandoconvalidare [Opzionale] Definire quando e con quale frequenza eseguire la convalida e se convalidare l'interoarchiviool'ultimobackupnell'archivio.

Opzionidibackup
Impostazioni [Opzionale] Configurare i parametri dell'operazione di backup, ad esempio i comandi pre/postbackup,lalarghezzadibandadiretemassimaallocataperilflussodibackupoppure il livello di compressione dell'archivio di backup. Se non viene effettuata alcuna azione in questasezione,verrannoutilizzatiivaloripredefiniti(p.101)impostatinelserverdigestione. Dopoaveremodificatoilvalorepredefinitoditutteleimpostazioni,appareunanuovalinea chevisualizzailvaloreappenaimpostato.Lostatodell'impostazionepassadaPredefinitoa Personalizzato. Se l'impostazione viene modificata di nuovo, la riga visualizzer il nuovo valore, a meno che questo corrisponda al valore predefinito. Quando si imposta il valore predefinito, la linea scompare e, pertanto, vengono visualizzate sempre soltanto le impostazionidiversedaivaloripredefinitinellasezionedellapaginaCreastrategiadibackup. Per reimpostare tutte le impostazioni sui valori predefiniti, fare clic su Ripristina allo stato predefinito. Durante l'operazione di backup, le opzioni di backup predefinite delle macchine registrate vengonoignorate.

ConvertiinVM
Siapplicaa:Backupdidischi/volumi NonhaeffettonellemacchineincuiinesecuzioneLinux Se si imposta una conversione regolare, si otterr una copia del server o della workstation in una macchinavirtualechepuessereattivataimmediatamentenelcasoincuilamacchinaoriginal