Sei sulla pagina 1di 1

LETTERA APERTA A TUTTI I CITTADINI DI NAVELLI E DI CIVITARETENGA

Care Concittadine e Cari Concittadini, raccogliendo le sollecitazioni che soprattutto in questi giorni mi giungono da parte di molti di voi, ho deciso di candidarmi alla carica di sindaco del nostro Comune alle prossime elezioni amministrative di marzo. In realt ho avuto modo di riflettere a lungo sullipotesi di impegnarmi in prima persona, eventualit che mi era stata prospettata gi prima del tragico evento del 6 Aprile da numerosi amici e compagni, sia allinterno del mondo politico, sia tra voi cittadini che ogni giorno incontro e con i quali dialogo. Ora che la scelta stata fatta, mi sento di affermare che la voglia di misurarmi in questa nuova sfida grande e le idee sono tante. Di sicuro intendo farlo con la stessa passione e determinazione con cui in questi anni ho condotto su pi fronti il mio impegno civile e politico ma anche con la stessa umilt e spirito di servizio verso la comunit a cui appartengo e verso i valori e gli ideali in cui fermamente credo. Un esperienza nel complesso entusiasmante anche se segnata da grandi delusioni e momenti difficili, attraverso la quale ho comunque acquisito la forza e gli strumenti per capire fino in fondo la nostra comunit e poter oggi farmi carico di un impegno che mi rende fiero ed orgoglioso: restituire finalmente al nostro Comune dopo oltre dieci anni la democrazia e la libert che merita mettendo fine ad un modo di amministrare in favore di alcuni e a danno di tutti gli altri. Le prossime elezioni amministrative sono in tal senso un appuntamento decisivo per il nostro paese che pu e deve voltare pagina soprattutto davanti ad una evidente liquefazione del concetto stesso di comunit nella quale non c pi spazio per le iniziative, le proposte, le idee, il dissenso, la partecipazione consapevole e libera, dove i diritti sono divenuti favori e dove la mancanza da troppo tempo di una opposizione, sia a livello istituzionale che allesterno, ha determinato un forte deficit di democrazia, un vuoto di trasparenza e di vigilanza che ha consentito ogni arbitrio da parte di chi detiene il potere decisionale insieme allesercizio di una volont opprimente di comando e di controllo sulle persone. Sar allaltezza dellarduo compito se sarete tuttavia anche voi stessi a farvi parte attiva, a rompere gli indugi e il muro di omert, a rendervi protagonisti del cambiamento che dia forza alle idee nuove di cui vogliamo farci tutti insieme portatori. Sono certo di poter contare anche questa volta sul vostro sostegno ed il vostro aiuto per centrare il risultato della vittoria, che non sar la mia personale ma di tutto il nostro paese per dar corso ad una nuova stagione, la stagione di tutti indistintamente. Per questo ho deciso di impegnarmi ancora, insieme a voi, come sempre, con tutte le mie forze. Cordialmente Gaetano Cantalini Navelli, l 2 Gennaio 2009

e-mail: gaetanocantalini@alice.it blog: http://gaetanocantalini.ilcannocchiale.it/