Sei sulla pagina 1di 164

MENSILE - ANNO XVI - Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art.

1 comma 1 - DCB Roma - Gestione rete di vendita e logistica: Press-Di - Diffusione: C.D.M. Centro Diffusione Media - Roma - Tel. 06/5291419 - www.cdmitalia.it

N TU U T O T V O O !
N 159 - MARZO 2011
ANNO XVI - MENSILE - 4,90
MARZO 2011 - N. 159 - 4,90 - ISSN 1124519

CONSIGLIATO DA

Batterie per auto

TECNICA TESTER

I collaudatori ufficiali Elaborare

ANNA

Show a Rimini

ESCLUSIVO

Happy Racer
BMW M3 480 CV
HI-FI NEWS
Autoradio con Android

Vin Diesel

Intervista a

Alfa Romeo MiTo 196 CV


ATE PROV

LE A CI PE S

O IL F

TO ET IR D

N O C

RI TO RA PA RE IP

ELABORARE

Fiat 500 VW 1.9 TDI

IN ! PISTA

DAIHATSU Charade GTti 175 CV

LOTUS Elise S 1,6 136 CV

NISSAN GTR 619 CV

VOLKSWAGEN Golf VI R 310 CV

RENAULT Clio

sommario
6 8 10 14
Dico la mia>> Car News>>

E l a b o r a r e

a n n o

X V I

1 5 9

M a r z o

2 0 1 1

64 66 74 82 90 98 106 112 116 122 123 124 126 128 130 134 136 138 140 144 146 154 156 158 162

Tester per un giorno>>

NISSAN, CHEVROLET, MINI


Anteprima>>

ADRIANO SPINELLI NIKOLAS BENINCASA


Speed Test>>

74

FAST FIVE: INTERVISTA A VIN DIESEL


Fari accesi>>

NISSAN GTR BY FRANCO ALOSA 619 CV


Speed Test>>

18 22 26 30 44 48 56

SIMONI, MAK, ABARTH, OZ, RAGAZZON, NTP, BLACK, ALCAR, LAMPA, AUTODECO, RABANSER, EVORACINGSHOP, LAIDELLI, YOKOHAMA, FERGIA, EMA MOTORSPORT, BREMBO
Body Kit>>

VW GOLF VI R BY EMA MOTORSPORT 310 CV


Speed Test>>

ALFA ROMEO MITO 1.4 T BY AUTOSERVICE POWER FUTURE 196 CV


Speed Test>>

VESTITE SU MISURA
Top Tuning>>

DAIHATSU CHARADE GTTI BY AUTO DEL LETTORE 175 CV


Speed Test>>

82

MASERATI GRANTURISMO MC STRADALE


Concept Car>>

BMW M3 E92 BY HAPPY RACER 480 CV


Long Run>>

I MAGNIFICI 7
Racing>>

PORSCHE 918 RSR


Scanner>>

24 ORE DI ADRIA DI TELETHON


Elaboraudio>>

FIAT 500
Tecnica

RENAULT CLIO BY SUPER SPORT


Hi-Fi & Video>>

BATTERIE PER AUTO


Dossier Volkswagen TDI 1.9>>

126

NEWS DAL MONDO DELLELETTRONICA


Test Hi-Fi>>

COME ELABORARLA
Stock Test>>

LOTUS ELISE S 1.6 141 CV

PROCESSORE DI SEGNALE/AMPLIFICATORE JBL MS8


Tuning games>>

Anna Miani

GUIDA VIRTUALE
Attualit >>

DEATH RACE 2 INTERVISTA AI PROTAGONISTI


My Special Car>> Raduni Sprint>> Miss copertina>>

30

ANNA MIANI
Centro Stile>>

CREATIVIT DEI LETTORI


MMS>> Posta>>

CONSIGLI DELLESPERTO
Preparazioni>>

NOVIT DAL MONDO DEL TUNING


Consigli Sprint>>

90

LA POSTA IN PILLOLE
Last minute>> Mercatino>> Elenco Club>> Fanalino di coda>>

18

22

26

30

56

[4 ]

ELABORARE 159

dico la mia
Dalla parte dei lettori
Gomme per Renault Clio V6?
>>Mi chiamo Antonio Gargiuli, ho 54 anni ed la prima volta che scrivo ad una rivista.

Il problema che desidero sottoporre alla vostra attenzione gi stato esposto alla Renault Italia di Roma tra maggio e giugno 2010. Sono il proprietario di una Renault Clio 3000 V6 II serie del 2003 con 255 CV e 50mila chilometri percorsi. Circa due anni fa, avendo consumato il primo treno di gomme, ho provveduto alla loro sostituzione.
Ho rimontato la medesima copertura (Michelin Pilot Sport nelle misure 205/40 R18 ant. 245/40 R18 post.) e utilizzato lauto solo per brevi tragitti. Lanno scorso per, prendendo lautostrada, mi sono accorto che la vettura tendeva a galleggiare come se avesse le gomme sgonfie (premesso che sono una persona molto pignola e controllo la pressione una volta al mese!). Quindi ho fatto controllare lauto alla Renault di Belluno, ma non avendo riscontrato alcuna anomalia, sono arrivati alla conclusione che il problema dipendeva dalle coperture (che ad oggi hanno percorso circa 12.000 km). A questo punto il mio gommista ha contattato la Michelin che ha inviato un tecnico, il quale ha confermato il fatto che lauto, oltrepassati i 140 km/h, poco stabile dando la sensazione di essere sul bagnato. Dov' il problema direte voi? Basta sostituire i pneumatici! La Michelin sfortunatamente non fabbrica pi la misura anteriore, cio 205/40 ZR18, e l'unica Marca con queste misure la Yokohama. Di conseguenza mi sono rivolto alla Renault Italia, chiedendo se la gomma in questione potesse essere una valida alternativa alla Michelin; inoltre ho proposto loro di omologare le 215/40 R18, visto che queste misure sono facilmente reperibili. Ad oggi per non ho avuto nessuna risposta. Ho anche fatto presente che quando i pneumatici saranno usurati non potr pi utilizzare lauto e, qualora riuscissi a trovare un treno di gomme, sarebbero stagionate perch la Michelin non fabbrica queste coperture da oltre 4 anni. In listino ci sarebbe il nuovo Pilot 3, ma purtroppo disponibile solo nella misura 245/40 R18. Vivo in una zona di montagna e nel periodo invernale utilizzo le gomme da neve (lamellari) nella misura 205/45 R17 e 225/45 R17; nonostante questa copertura sia pi tenera, il problema sopracitato non si manifesta. Inoltre ho fatto presente alla Renault che la copertura posteriore, confrontata con unaltra di pari misura ma di un'altra marca, ha la spalla pi alta. In conclusione, penso che sia proprio il rotolamento a creare dei problemi visto che non uguale. Spero che qualcuno possa darmi una soluzione in tempi brevi!
Antonio Gargiuli - Falcade (BL)

La Renault Clio V6 montava gomme Michelin Pilot Sport nelle misure di 205/40/zr18 anteriori e 245/40/zr18 posteriori. Il proprietario come da consiglio sul libretto uso e manutenzione restio a cambiare marca.

Ciao Antonio, ti rispondo dopo la nostra lunga chiacchierata al telefono. Riguardo al problema della reperibilit di pneumatici di altra marca e misure alternative risponde direttamente Laurent Reboul Iacopi per Renault Italia. Se il Cliente decide di cambiare le gomme, le strade da percorrere sono due: 1) Sembra effettivamente che la Michelin non produca pi le Pilot Sport 205/40 ZR18, ma sul libretto del
La Michelin non produce pi la misura 205/40 ZR 18. Il nuovo Pilot3 disponibile solo nella misura 245/40 18, con grande problemi per i possessori di Clio V6.

Antonio Gargiuli ci scrive dalla provincia di Belluno. Sulla Clio V6 nel periodo invernale monta gomme termiche.

veicolo non ovviamente scritto che le gomme devono essere per forza di questa marca/modello. L'affermazione del Cliente riguardo al fatto che la Yokohama l'unico a produrre questa misura errata. Infatti sia la Bridgestone (modello Potenza), la Pirelli (modello P Zero) e Hankook (modello Ventus S1 Evo) propongono questa taglia a listino. Il Cliente dunque libero di montare le gomme di un costruttore diverso da Michelin, a condizioni che siano rispettate le misure omologate: ant. 205/40 ZR18 (alternativa 75W); post. 245/40 ZR18 (alternativa 84W). Se il

Cliente vuole montare una taglia diversa, il 215/40 R18 di cui parla, deve rivolgersi al CETOC (il centro tecnico omologazioni e consulenze), un ente esterno a Renault ma che opera per conto nostro. Non la Renault Italia il responsabile del rilascio del nullaosta. Rivolgersi al Cetoc semplice: HYPERLINK "http://www.cetoc.it/"www.cetoc .it; HYPERLINK "mailto:renault@cetoc.it"renault @cetoc.it; Via della Bufalotta 374, 00139 Roma Tel. 06/872521. A questo punto credo che il Cliente debba rivolgersi unicamente alla Michelin. Noi di Elaborare

di Giovanni Mancini - dicolamia@elaborare.org

[6 ]

ELABORARE 159

abbiamo inoltrato la tua lettera anche a Michelin. Sul prossimo numero seguiremo l'evolversi della vicenda con la Casa produttrice di pneumatici francese.

>>Drag Racing a Udine


Volevo informarvi che stiamo aprendo una pista per gare di accelerazione a Udine. Ad aprile inaugureremo la pista con 300 metri per auto e 200

per moto. Il 24 aprile si svolger il primo evento locale con l'inaugurazione della pista, mentre il 15 maggio ospiteremo le gare CSAI. Volevamo sapere come coinvolgere Elaborare per divulgare questi eventi che sono aperti a tutte le categorie di auto, moto e quad. Io sono lorganizzatore e sarei interessato a parlare con qualcuno della vostra redazione. Il club che organizza gli eventi sulla pista la Fast

Company con la collaborazione di altri Club locali. Stiamo preparando il sito della pista e dovrebbe essere tutto pronto per la fine del mese.
Pier Luigi Odorico (Udine)

Per pubblicare le vostre lettere in questa rubrica scrivere a: Elaborare Dico la mia - Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma oppure via e-mail a: dicolamia@elaborare.org indicando anche un riferimento telefonico per essere contattati.

Ciao Pierluigi, come vedi diamo spazio alla tua lettera per informare tutti gli appassionati di questa nuova realt a Udine, con una pista di accelerazione dedicata agli amanti dello sparo!

Flyraceway il nome della nuova pista lunga 200 metri e larga 12 metri (con adesivo sui primi 100 metri) aperta a tutti i veicoli moto, quad e auto. Prossima apertura il 25 aprile prossimo. Per settembre 2011 previsto lallungamento per ospitare i 300 metri (1000 piedi) ufficiali NHRA, con 550 metri di decellerazione e 20 metri di larghezza. Limpianto si trova a Lavariano di Mortegliano (Udine)

ELABORARE 159

[7 ]

Per pubblicare le vostre lettere in questa rubrica scrivere a: Elaborare Dico la mia - Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma oppure via e-mail a: dicolamia@elaborare.org indicando anche un riferimento telefonico per essere contattati.

ELABORARE 159

[7 ]

car news
NISSAN
GT-R MY 2011
A poco pi di tre anni dal debutto si rinnova nellaspetto e nei contenuti la punta di diamante di casa Nissan. La portentosa GT-R, infatti,
beneficia di numerose migliorie e aggiornamenti che la rendono ancora pi impressionante. Il motore della nuova versione, vero e proprio cuore pulsante della vettura, grazie a interventi mirati sulla pressione del turbo, sulla fasatura delle valvole e sui condotti di aspirazione e scarico, raggiunge la potenza di 530 CV a 6.400 g/m e un valore di coppia pari a 612 Nm costanti tra i 3.200 e i 6.000 g/m. Tutto questo, unitamente ad un launch control rivisto, permette alla Nissan GT-R di accelerare da 0 a 100 Km/h in 3 secondi netti e di raggiungere una velocit massima ben superiore ai 300 Km/h: numeri da capogiro! Esternamente la versione 2011 si distingue per le luci a LED, il diverso disegno dei paraurti, il nuovo

ha sfondato la barriera dei 500 cavalli

estrattore posteriore e laerodinamica rivista, con un Cx che migliora rispetto a prima scendendo a quota 0,26. Per quanto riguarda la dinamica di guida, gli ingegneri giapponesi sono intervenuti sullassetto dotando l'auto di una barra duomi in fibra di carbonio e alluminio che consente una maggiore precisione in fase di inserimento e percorrenza di curva. In generale tutto il comparto sospensioni ha beneficiato di interventi mirati, con modifiche agli ammortizzatori, alle molle e alle barre stabilizzatrici. La versione base, che comunque ha di serie fari allo xeno, navigatore satellitare, sedili elettrici e impianto audio Bose, offerta a 89.900 Euro. Poi, salendo con i prezzi, troviamo la Black Edition, la Spec-V e la Egoist a 180.000 Euro.
www.gtrnissan.com

CHEVROLET
Captiva
Grande anno in casa Chevrolet: in occasione del centenario della Casa americana, infatti, saranno numerosi i nuovi modelli lanciati sul mercato. Dopo la Orlando, ecco arrivare la
nuova Captiva, giunta alla seconda generazione. Il popolare SUV a stelle e strisce fa della razionalit e della ricca dotazione i suoi punti di forza: nonostante le dimensioni non siano da primato, nei 4,67 metri di lunghezza sono stati ricavati

rinnovata dentro e fuori mantiene i 7 posti


equipaggiamento davvero ricco, considerando che gi la versione base denominata LT, offre di serie 6 airbag, fendinebbia, cruise control, sensori di parcheggio, vetri elettrici, cerchi da 17, clima automatico e radio CDmp3 con comandi al volante. Lallestimento superiore, LTZ, aggiunge anche i sedili riscaldabili, interni in pelle e sistema di navigazione con telecamera per la retromarcia. Per quanto riguarda le motorizzazioni, nel nostro Paese saranno commercializzate soltanto vetture a gasolio che monteranno un 2.2 da 163 o 184 CV; la versione meno potente avr solo il cambio manuale a 6 rapporti e sar solo a trazione

sette posti a sedere con una buona abitabilit per tutti gli occupanti. La vettura, disponibile sia a trazione anteriore sia integrale, pu contare su un

di Marco Valerio Condorelli

anteriore mentre quella pi potente, a trazione integrale, potr essere equipaggiata con il cambio automatico, sempre a 6 marce. Le prestazioni sono buone, con un'accelerazione che in entrambi i casi si attesta sotto i 10 secondi e un consumo in linea con le performance e il peso della vettura. La Chevrolet

Captiva, ufficialmente disponibile a partire dal mese di aprile, avr un prezzo dattacco di 28.100 Euro (163 CV in versione LT) fino ad arrivare ai 33.600 o 35.100 Euro della 184 CV LTZ con cambio manuale o automatico.
www.chevrolet.it

[8 ]

ELABORARE 159

MINI
Cooper SD
Nella gamma Mini mancava solo un nome allappello: la sportiva Diesel. Per completare la gi ricca offerta della Casa anglotedesca arriva infatti la Cooper S a gasolio. Equipaggiata con un 2 litri
di derivazione BMW, la vettura pu contare su una potenza di 143 CV a 4.000 g/m e una coppia pari a 300 Nm costanti tra i 1.750 e 2.700 g/m. Questi valori consentono alla Mini Cooper SD berlina di coprire il classico 0-100 Km/h in 8,1 secondi e di raggiungere una velocit massima di 215 Km/h. Le altre versioni, Clubman, Cabrio, Countryman e ALL4, anche a causa del peso maggiore, offrono prestazioni di poco peggiori. Tutte le Cooper SD monteranno un cambio manuale a sei rapporti, con la possibilit dellautomatico come optional; saranno di serie il sistema Start&Stop, quello per il recupero dellenergia in frenata e lindicatore per il cambio ottimale di marcia. Esteticamente l'auto si discosta poco dalla sorella a benzina, se non per le specifiche

anche la Cooper S ora a gasolio

placche sul passaruota anteriore e sul portellone posteriore; rimangono quindi i tratti caratteristici della versione sportiva come la presa daria sul cofano motore e il doppio terminale di scarico. facile ipotizzare che in un futuro non troppo lontano arriver anche una versione incattivita, come stato con la John Cooper Works: con molta probabilit adotter lo stesso 2.0 Diesel ma con una potenza maggiore, sempre di derivazione BMW e quindi con una potenza di 177 o 204 CV. I prezzi, non ancora comunicati ufficialmente, non dovrebbero discostarsi di molto rispetto alla omonima a benzina, quindi nellordine dei 25-26 mila Euro per la berlina. (M.V.C.)
www.mini.it

ELABORARE 159

[9 ]

cinema

ESCLUSIVO!

Fast & Furious 5: intervista a Vin Diesel

THE FAST MAN


Abbiamo incontrato Vin Diesel, il mitico protagonista dei film Fast & Furious, per un interessante intervista su Fast & Furious 5

ast and Furious 5 il quinto episodio della saga Fast and Furious che arriver nelle sale allinizio del mese di maggio. Alcuni retroscena e tante piccole indiscrezioni sulla pellicola, da parte di chi ormai considerato un'icona del tuning. Dopo il successo di Fast & Furious siamo tutti in attesa del prossimo film della serie: Fast and Furious 5. S, anche se io non amo molto girare i sequel solo perch il film precedente andato bene. Per questo ho voluto prima scrivere
di Paolo Turco e Rossella Nicoletti

una storia coinvolgente. Quindi com venuto fuori Fast and Furious 5? Dopo Fast and Furious: Tokyo Drift mi stato chiesto di ritornare anche in veste di produttore e dirigere il progetto della serie verso unaltra direzione. Abbiamo immaginato altre tre storie: le prime due si dovevano svolgere cronologicamente prima di quel film, mentre la terza successivamente. Quindi abbiamo distribuito il primo chiamandolo semplicemente Fast and Furious; si tratta di un modo di dire, due parole per far capire che eravamo tornati sullidea iniziale, quella del primo film. In seguito abbiamo girato Fast and Furious 5 e se tutto va come programmato, ricominceremo presto con le riprese del prossimo film. Come hai accolto lidea di tutti i personaggi della produzione riuniti per Fast and Furious 5? Mi piaceva lidea di tutti loro insieme, ma ci doveva avere un

Il regista Justin Lin, nella foto a sinistra, con Vin Diesel.

senso. I personaggi dovevano essere pi forti. Chi Dominic Toretto in questo film? In Fast and Furious 5 il mio personaggio si trova un po in una fase di transizione. Non ha necessariamente un proprio obiettivo, perch alla fine dellultimo film non pensavo che avrebbe continuato. Brian e Mia hanno sacrificato se stessi per la sua libert. Cosa ti piaciuto nellinterpretare questo

personaggio? Prima di tutto il sogno di ogni ragazzo interpretare un film sulla velocit. Credo che dentro di me ci sia una piccola parte di Dom Toretto, nel senso di avere una propria banda di amici e di essere in qualche modo una sorta di Padrino. Mi piace quella fratellanza che si viene a creare con questo personaggio. Fra tutti i ruoli che ho interpretato non ce ne sono molti che esprimono questo tipo di sentimento. Ti ritrovi di nuovo a lavorare con

Paul Walker. Cosa hai in comune con lui? Per molti aspetti noi due siamo molto simili. Non abbiamo nessun tipo di tolleranza nei confronti delle cazzate e ci teniamo davvero tanto a questo progetto. Ci che la gente non sa che il mio fratello gemello somiglia proprio a lui! Dwane Johnson entrato a far parte della produzione di questo film! Siamo stati molto fortunati ad averlo nel ruolo di Hobbs. Dwayne un gran bravo ragazzo ed anche un mio grande amico. Questo stato importante, perch insieme abbiamo dovuto creare unavvincente sequenza di lotta che ci ha impegnato nelle riprese per quasi una settimana. Si lavorato tanto e molto duramente per girarla. La nostra amicizia, quindi, stata importante perch ognuno ha fatto da spalla allaltro. Quanto importante il ruolo di Dwayne in Fast and Furious 5? E molto importante! La parte, inizialmente, era stata pensata per

[10]

ELABORARE 159

Una scena di Fast and Furious 5.

lattore Tommy Lee Jones. Ma mentre sviluppavamo il personaggio ci allettava lidea di prendere qualcuno che fosse lopposto di quel tipo, tanto spaventoso quanto Dom Toretto e persino pi grosso Unaltra new entry nel film lattrice spagnola Elsa Pataky, cosa ne pensi? Elsa ha contribuito a dare al suo personaggio qualcosa di molto speciale. Quando ha fatto il provino appariva evidente come volesse calarsi completamente nella parte e dare tutta se stessa. E ha avuto la sua parte! Nel film interessante vedere il feeling tra il personaggio di Dom, che in lutto per la perdita di Leti, e lei.

Fast and Furious 5 stato girato in luoghi diversi! Penso che dopo aver fatto le riprese del film Los Bandoleros nella Repubblica Domenicana, il nostro pubblico avrebbe preferito delle locations pi viscerali e realistiche rispetto a quelle viste in passato. E, al contempo, la produzione cinematografica era pi stimolata per gli esterni. Buona parte dellazione del film stato girata a Puerto Rico! Puerto Rico straordinario! E unisola meravigliosa e un posto spettacolare dove girare. Siete andati anche ad Atlanta! Una location fantastica adatta a tutte quelle scene che dovevamo

realizzare con gli effetti speciali da aggiungere in post-produzione. La terza location stata in Brasile! Il Brasile mi ha sempre affascinato, ma non cero mai stato prima. E stato indispensabile andare l proprio per loriginalit e la pienezza del film. C qualcosa di molto bello riguardo al Brasile. Com stata lesperienza di girare nelle favelas di Rio? E abbastanza figo poter girare nelle favelas. Sono pochi i film di Hollywood ambientati l. Cosa pensi che renda cos speciali e di successo questi film in tutto il mondo? La nostra idea era di coinvolgere immediatamente il pubblico con

>>

Con Fast and Furious 5 prosegue il ritorno al concept del primo film della saga...
azioni spettacolari e scene mozzafiato. Poi ci siamo concentrati sulla storia e i legami del personaggio. Lo abbiamo fatto in un modo che non vi aspettereste mai di trovare in un tipico film dazione. Mi piace pensare che in questo progetto abbiamo portato in scena delle tematiche che altri film dazione non riescono a sviscerare. A quali temi ti riferisci? Quello della famiglia stato il tema centrale della produzione a partire gi dal primo film. Dom era un criminale, ma con un forte senso della famiglia. Lidea della famiglia e della devozione che culmina con lamicizia sono essenziali per lintera storia. Cosa pensi che Justin Lin abbia riportato in questa produzione come regista? Justin riusc a conquistarmi inizialmente con Fast and the Furious: Tokyo Drift, perch mi fece cantare la canzone Los Bandoleros alla fine del film quando entrai per fare il mio cameo. Il suo contributo tangibile nei film. Ci sa fare con le auto e poi sa creare delle scene dazione intense e drammatiche. In questo film le scene dazione portano inequivocabilmente la sua firma. Dove hai scoperto la canzone Los Bandoleros? Stavo in moto su una strada chiamata El Malecon nella Repubblica Domenicana quando ad un tratto incontrai un ragazzino che apr la sua scatola di lucido per le scarpe contenente cassette di ogni tipo. Le comprai e da l scoprii questa canzone. Cosa ti piace della velocit?

C qualcosa nella componente pericolo della velocit che la rende cos attraente, mentre la tua vita si riduce ad una manciata di secondi. Questo ci che la rende elettrizzante! Che auto guidi in Fast and Furious 5?
Penso che il primo film della serie dove guido una macchina che si pu praticamente acquistare, cio la nuova Charger.

ELABORARE 159

[11]

fari accesi
www.simoniracing.com - Tel. 0532/849828

simoni racing

MAKE YOUR CHOICE!


Terminali e Terminali Easy Fit 2011 by Simoni Racing
Le auto non sono tutte uguali, e questo i patiti del tuning lo sanno bene; anzi la loro mission renderle ancora pi diverse possibilmente uniche! Perch dunque non facilitare ancor pi il loro lavoro? Ci ha pensato
Simoni Racing che mette a disposizione il proprio sito internet sul quale possibile ammirare, valutare e ordinare una grandissima variet di accessori. Lultima arrivata, in ordine di tempo, la rinnovata gamma di terminali universali, consultabile presso lomonima sezione del sito www.simoniracing.com per trovare finali e marmitte universali adatti ad ogni gusto ed esigenza. Si pu scegliere tra una vastissima serie (oltre 80 modelli) di terminali Easy Fit cromati, con sfumatura blutitanio, tondi, ovali, quadrati, rettangolari, romboidali, dritti, inclinati, doppi, singoli, con griglia in uscita, tagliati in obliquo, ricurvi ecc. Insomma impossibile non trovare l'uscita della marmitta adatta allo stile della propria auto o ai propri gusti. Per venire incontro anche alle esigenze di chi ha poco tempo o poca manualit ci sono modelli fissabili con fascette, con U-clamp, con bulloni, oltre ai tradizionali terminali da saldare. Alcuni modelli inoltre smettono i panni di terminale universale poich creati specificamente per alcuni modelli di vetture, come Mercedes o BMW. Ma non finisce qui! Per chi vuole azzardare qualcosa in pi e modificare magari anche il sound e, perch no, anche le prestazioni, ora sono disponibili altri modelli dal design veramente sportivo e grintoso. Prezzi da 11,88 a 576 Euro IVA compresa.

di Paolo Turco - topnews@elaborare.org

[12]

ELABORARE 159

Nuovi cerchi da MAK


Sono due le novit di questo mese presentate da MAK: la prima si chiama Venti ed una ruota nata, tra laltro, per celebrare il ventesimo compleanno dellAzienda; la seconda invece denominata Scorpio ed stata presentata in anteprima allo scorso Salone Automechanika di Francoforte MAK VENTI
Creata per festeggiare il ventennale dellAzienda che ricorre questanno, MAK Venti mostra un design multirazze molto originale e raffinato, adatto ad equipaggiare vetture caratterizzate da uno stile elegante. Le razze, sottili e appuntite, si protraggono sino al limite del canale esterno della ruota, conferendole grande leggerezza e dinamicit. Le razze sono differenziate nella finitura a coppie di due: met sono verniciate nella sfumatura Gun Metallic, mentre le altre sono diamantate. Questalternanza di colori dona un look unico e altamente distintivo, creando una personalizzazione molto originale. Creativit,

MAK SCORPIO
E la nuova ruota fashion by MAK dal raffinato design a 5 razze, armoniche e snelle, che presentano una struttura ben bilanciata, tale da garantire slancio estetico alla ruota stessa. Lattacco delle razze al cerchio esterno protratto sino allestremit, in modo tale da rendere ancora pi allungato e leggero il design di MAK Scorpio. Le razze, verniciate come tutta la base della ruota nel nuovissimo colore Iron (un grigio antracite/canna di fucile), contrastano con la superficie diamantata delle proprie finiture esterne. Questultimo dettaglio estetico permette di dare una chiara impronta di stile a MAK Scorpio. Il MAK Style, da sempre riconosciuto come elemento

di qualit e trend-setter in fatto di ruote, si rafforza con questo nuovo modello. MAK Scorpio, prodotta nellinnovativa verniciatura Iron Mirror oltre al tradizionale colore Silver, disponibile in un insieme di misure comprese fra i 15 e i 17. I prezzi partono da 195,90 fino a 273,60 Euro IVA inclusa.

Linea abbigliamento Abarth by Fergia


Il Gruppo Fergia, concessionario auto di Vicenza e provincia, da poco pi di un mese ha rinnovato il
sito web con l'adozione di una nuova veste grafica, attivando nuove funzionalit e proponendo maggiori servizi con una struttura del tutto semplificata, in modo da facilitare l'accesso degli utenti alle informazioni. Sul sito, inoltre, presente la vetrina Abarth dove tutti gli appassionati del Marchio con lo Scorpione potranno acquistare gli accessori e la linea di abbigliamento ufficiale Abarth.

dinamismo, azzardo nelle forme e nelle finiture, innovazione, design di altissimo livello, sono le qualit che caratterizzano le ruote MAK e il modello Venti non sfugge a questa regola. Dotata di un attacco a 5 fori disponibile nelle seguenti misure: 6,5jx15, 7jx16, 7jx17, 8jx17, 7,5jx18 e 8jx18. I prezzi partono da 195,90 Euro, sino ad un massimo di 348,00 Euro IVA inclusa.

www.makwheels.it - Tel. 030/969969

mak

www.fergia.it - Tel. 0444/587000

fergia

ELABORARE 159

[13]

fari accesi
www.abarth.com

abarth
Kit ESSEESSE ABARTH KONI per Abarth 500 e Abarth 500C
disponibile il nuovo kit esseesse Abarth Koni per i modelli Abarth 500 e Abarth 500C. Proposta per entrambe le vetture con un prezzo di listino di 3.100 Euro
(IVA inclusa manodopera esclusa), lelaborazione esseesse Abarth Koni interviene sul motore 1.4 16V Turbo T-Jet incrementando la potenza massima fino a 160 CV a 5.750 g/m. In modalit Sport, la coppia massima sale a 230 Nm a 3.000 g/m, con performance da vera sportiva: la velocit massima di 211 km/h con unaccelerazione da 0-100 km/h in appena 7,4 secondi (i valori per lAbarth 500C sono rispettivamente 209 km/h e 7,6 secondi). Questo kit inoltre prevede ladozione di freni a disco anteriori forati e ventilati (d. 284 mm), freni a disco posteriori forati (d. 240 mm), pastiglie freni anteriori ad alte prestazioni, cerchi in lega Abarth esseesse 7jx17 ET35, verniciati in colore bianco o titanio, abbinati a pneumatici 205/40 ZR17. Un discorso a parte merita ladozione di molle specifiche Abarth Brembo (anteriori e posteriori) a flessibilit variabile e di ammortizzatori Koni valvola FSD (Frequency Selective Dumping). In sintesi, aumentano sensibilmente la tenuta di strada, la maneggevolezza, la stabilit, il comfort e il piacere di guida. Inoltre, la cassetta di trasformazione comprende quattro rilevatori della corretta pressione dei pneumatici, lo specifico filtro aria powered by BMC e le sigle badge esseesse per il cover motore e il portellone vettura.

Quaranta, by OZ
In OZ da 40 anni la dolce vita Made in Italy e con questo spirito OZ presenta la collezione Via Veneto, dove le tecnologie produttive pi innovative incontrano la
tradizione del made in Italy. Quaranta uno dei design pi esclusivi della nuova collezione, un tributo per celebrare lanniversario OZ Racing (il Gruppo veneto stato fondato nel 1971). Il design multirazze a stella d origine a forme complesse, elaborate con arte fin nel minimo dettaglio. Costruite in monoblocco con finiture grigio corsa diamantato per la 5 fori e Matt black pi Diamond cut per la 4 fori, tutte le Quaranta riportano la scritta Made in Italy a rilievo sul bordo. Quaranta disponibile nelle dimensioni 16 e 17 con attacco a 4 fori, e da 17, 18 e 19 nella versione a 5 fori. La dolce vita della collezione Via Veneto particolarmente consigliata per BMW, Mercedes e Audi (5 fori) Fiat, Peugeot e Mini (4 fori). In particolare la ruota Quaranta 5 fori consigliata da OZ per Alfa Romeo Giulietta, Alfa Romeo GT, BMW Serie 3, 4, 6 o Mercedes SLK. La Quaranta 4 fori invece perfetta per Citron DS3, Fiat 500 e Mini Cooper.

www.ozracing.com - Tel. 049/9423001 www.evoracingshop.com - Tel. 338/4725712

oz

evoracingshop
Special parts by Evo Racing Shop
Evo Racing Shop un negozio online specializzato nei ricambi sportivi e racing per auto
giapponesi come Mitsubishi e Subaru, ma anche europee come Lotus, Mini, Alfa Romeo e altre. Questo mese ci presenta la nuova paratia Cosworth per coppa olio specifica per la Subaru Impreza EJ20/25. Si installa all'interno della coppa olio, ed stata progettata con deviatori interni per evitare che il lubrificante torni indietro dalle testate del motore alla stessa coppa provocando danni irreparabili. E' un articolo molto indicato per chi pratica Rally, Drift, corse su ghiaccio o chi utilizza l'auto in maniera molto impegnativa in pista. Da questo mese, inoltre, Evo Racing Shop diventato dealer ufficiale di Torque Solution, Azienda americana specializzata nella produzione di supporti motore.
www.autodeco.it Tel. 030/941632

autodeco
Fanaleria Dectane by Autodeco
A partire dallo scorso mese di febbraio, Autodeco Distribuzione diventato importatore esclusivo per lItalia dellAzienda tedesca Dectane, leader mondiale
nella distribuzione della fanaleria speciale e vera esperta di questo settore. Allinterno del nuovissimo catalogo 2001, questAzienda propone oltre 1.000 diversi tipi di fanali tra gruppi ottici anteriori Angel Eyes, Dayline e D-Lite con anelli luminosi o luci diurne a led; fanali posteriori neri, cromati e con tecnologia a LED; i nuovissimi Kit Modulite che permettono di aggiungere a diverse vetture le luci diurne a led senza doverne sostituire i gruppi ottici e tanto altro ancora. Fotografie, descrizioni e prezzi sono presenti sul catalogo online.

www.blackit.it - Tel. 011/7734288

novline
Tappetini Novline by Black
I tappetini per auto sono un accessorio dalla duplice valenza: estetica, perch rifiniscono
labitacolo secondo i propri gusti; funzionale perch proteggono i rivestimenti originali dallusura, dalla sporcizia e dalle macchie. Ecco perch importante che siano realizzati con materiali di altissima qualit e progettati su misura per ciascun tipo di vettura. I tappetini della Novline si distinguono proprio per questi requisiti in quanto sono specifici per ogni modello di auto. Riempiono bene gli spazi, prevedendo anche lappoggiapiedi, quindi non lasciano punti scoperti e sono dotati di un bordo estremamente rialzato: una sorta di vaschetta che incrementa la protezione anche sui bordi e impedisce il movimento del tappetino rispetto al pavimento della vettura. Per quanto riguarda la qualit dei materiali, questi tappetini sono realizzati in TPE, elastomero termoplastico, un materiale sviluppato recentemente che ha come applicazione pi significativa il cover degli airbag. Il TPE, a differenza della gomma, interamente riciclabile, pi leggero, non presenta odori, molto flessibile e resistente alle alte temperature.

[14]

ELABORARE 159

Novit Bilstein ed Eibach by NTP


I cataloghi Eibach e Bilstein, i famosi Marchi per assetto distribuiti in Italia dalla NTP, sono in continuo aggiornamento. Per
il 2011 le novit sono numerose e toccano un po tutte le recenti proposte del mercato automobilistico. Nel catalogo Eibach, dunque, ora sono disponibili gli specifici assetti Pro Kit per molte vetture, alcune delle quali abbiamo riportato in tabella; Bilstein invece, fra le altre novit, ha messo a punto ammortizzatori specifici per lAudi A1. Si tratta del tipo B8 (stelo corto), B14 (stelo corto e molla su ghiera) e B16 (stelo corto, molla su ghiera e taratura regolabile).
Modello Anno Articolo Abbassamento Citron C4 (N) 1.6 VTI, 1.6 THP 11.10 10-22-011-01-22 30/25 mm Dacia Duster (SD) 1.5 DCi, 1.6 06.10 10-26-003-02-22 30/30 mm Mini One, One D, Cooper, Cooper S, Cooper D 08.10 10-57-003-01-22 30/20 mm Opel Astra (P-J) Sports Tourer 1.6T, 1.7 CDTi, 2.0 CDTi 10.10 10-65-020-06-22 35/35 mm Renault Clio C (R) 1.2, 1.2T 04.09 10-75-008-10-22 30/30 mm Suzuki Swift (NZ/FZ) 1.2 10.10 10-80-010-01-22 30/30 mm Volkswagen Passat (3C) Limousine/Sedan 1.4 TSI 11.1010-85-016-01-22 30/25 mm Passat (3C) Limousine/Sedan 1.8 TSI, 2.0 TSI, 1.6 TDI, 2.0 TDI 11.1010-85-016-02-22 30/25 mm Passat (3C) Limousine/Sedan 2.0 TDI 11.1010-85-016-10-22 30/25 mm Passat (3C) Variant/Station Wagon 1.8 TSI, 2.0 TSI, 1.6 TDI, 2.0 TDI 11.1010-85-016-04-22 30/25 mm Passat (3C) Variant/Station Wagon 2.0 TDI 11.1010-85-016-10-22 30/25 mm Volvo V60 (F) D3, D5, Automatik 10.1010-84-014-03-22 30/30 mm V60 (F) T6 AWD, D5 AWD 10.1010-84-014-03-22 30/30 mm V60 (F) 2.0 T, D3, D5 10.1010-84-014-07-22 30/30 mm Euro(escl.IVA) 214,50 210,00 236,40 186,00 201,25 201,25 222,30 222,30 248,40 220,80 248,40 264,00 264,00 264,00

www.rabanser-tuning.it. Tel. 0471/654555

rabanser
Kit luci diurne Carlssonn by Rabanser
Rabanser Tuning, dealer ufficiale in Italia del noto preparatore Carlsson, propone i kit luci diurne dellAzienda tedesca per Mercedes GLK
e ML. Questi kit vanno ad integrare la gi ampia offerta di luci diurne Carlsson, che copre la gran parte dei modelli Mercedes attualmente sul mercato. La sostituzione facilissima, poich ogni kit specifico e completo per ciascun modello cui destinato e comprende la centralina e il cablaggio. Utilizzandoli in modalit luci diurne, i LED vengono attivati al 100% della loro potenza e garantiscono maggiore visibilit sulla strada. Quando invece vengono inserite le luci anabbaglianti, il rendimento dei LED si riduce automaticamente al 20% e funzionano come luci di posizione. La mansione svolta dai fendinebbia rimane inalterata. I kit luci diurne Carlsson vantano l'omologazione CE e sono riconosciuti ufficialmente dalla Mercedes.

www.ntp.it - Tel. 0471/062830

ntp

ELABORARE 159

[15]

fari accesi
www.lampa.it - Tel. 0375/820700 www.emamotorsport.com - Tel. 334/3004133

lampa

ema motorsport

CarPlan Demon by Lampa


Per chi desidera pulire e lucidare lauto in poco tempo e senza troppa fatica, Lampa suggerisce la linea Demon di CarPlan. Demon Shine una particolare cera istantanea a contatto che permette di lucidare velocemente lauto senza alcuno sforzo. Una volta lavata la
vettura, sufficiente spruzzare o versare il prodotto sulla carrozzeria. La particolare formula della cera consente alla stessa di depositarsi sulla carrozzeria, facendo scivolare via immediatamente i residui dacqua del lavaggio. Demon Shine disponibile nella versione spray pronta alluso da 1 litro o in flacone da 2 litri, questultima da diluire con acqua. Demon Green, invece, un detergente multiuso particolarmente indicato per la pulizia di tutte le superfici dure. Rimuove efficacemente lo sporco e il grasso dai vetri, dal cruscotto e dalle rifiniture in plastica, lasciando un gradevole profumo di pulito. Demon Green pu essere utilizzato anche su cerchioni e pneumatici per togliere lo sporco superficiale. Il Demon Shine in confezione Spray da 1 litro costa 11,40 Euro, mentre il flacone da 2 litri (da diluire) 10,50 Euro. Demon Green invece offerto a 4,50 Euro. Tutti i prezzi sono IVA inclusa.
www.yokohama.it - Tel. 030/99871

Ultraracing by EMA
Si amplia lofferta delle famose barre di rinforzo Ultraracing importate e distribuite in esclusiva per lItalia da
EMA Motorsport. Al gi nutrito catalogo si aggiungono le barre specifiche per Mitsubishi Evo. 3 Barra duomi anteriore 157,20 3 Barra duomi posteriore 178,80 3 Barra posteriore interna abitacolo 111,60 3 Barra antirollio posteriore 291,60 3 Trapezio anteriore inferiore 4 punti di attacco 140,407 3 Barre inferiori longitudinali 178,80 I prezzi sono IVA inclusa

yokohama
Primi equipaggiamenti by Yokohama
Il 2011 si apre per Yokohama con una serie di importanti novit tecniche relative ai primi equipaggiamenti. Sar infatti lAdvan Sport V103 il pneumatico scelto da Audi come primo equipaggiamento per la nuova A7 Sportback.
Advan il Marchio che identifica lalto di gamma by Yokohama, le performance al top, leccellenza in termini di tenuta, comfort e sicurezza. LAudi A7 Sportback viene allestita con la misura 265/35 R20 99Y ed la quarta vettura Audi ad essere equipaggiata con questo pneumatico che, essendo omologato direttamente da Audi dopo rigorosi test, per loccasione stato contraddistinto con la sigla AO (Audi original), a testimonianza dellapprofondito lavoro tecnico eseguito sulla copertura. Dopo la S6, la S8 e la Q7, questo nuovo modello rinsalda la partnership tecnica fra Yokohama e Audi, allinsegna del top delle performance.

Scarico per Ford Focus II RS500 2.5 Turbo by Ragazzon


Sar disponibile sul mercato il nuovo impianto di scarico completo per Ford Focus II RS500 2.5 Turbo (modello dal 2010 >), una
vettura sulla quale il reparto Ricerca e Sviluppo di Ragazzon ha lavorato per ottenere un buon incremento prestazionale unitamente al miglioramento del sound. Limpianto prevede differenti composizioni:
Codice 55.0105.00 - Tubo sostituzione catalizzatore Gr. N Codice 55.0176.00 - Tubo centrale Gr. N senza silenziatore Codice 50.0316.61 - Posteriore sdoppiato con terminali rotondi 2/102 mm Sport Line Codice 50.0317.61 - Posteriore Gr. N sdoppiato con terminali rotondi 2/102 mm Sport Line LINEA MAGGIORATA DIAMETRO 70 mm Codice 55.0189.00 - Downpipe Codice 55.0190.00 - Tubo sostituzione catalizzatore Gr. N Codice 57.0061.00 - Centrale Codice 55.0203.00 - Tubo centrale Gr. N senza silenziatore Codice 50.0318.61 - Posteriore sdoppiato con terminali rotondi 2/102 mm Sport Line.

www.alcar.it - Tel. 0362/488301

alcar
AEZ Valencia by ALCAR
AEZ propone il nuovo cerchio in lega Valencia, disponibile nelle due versioni dark e high-gloss. Questo nuovo cerchio multirazza prima di tutto Made in Germany;
perci possiede tutti i requisiti di grande qualit e affidabilit che distinguono i prodotti AEZ sul mercato. Valencia stato sviluppato in collaborazione con la societ Svizzera Rinspeed. La versione prodotta in serie ha 21 razze che fanno sembrare il cerchio ancora pi grande grazie alla sua geometria e forma. Sul bordo, poi, la scritta in rilievo AEZ attira lattenzione, soprattutto nella versione dark, dove diamantata in modo da creare un forte contrasto con il bordo stesso che invece nero. Disponibile nelle misure da 7jx16 fino a 9,5jx20 il Valencia offerto a partire da 242,40 Euro, IVA inclusa.

Ricordiamo che tutti gli scarichi Ragazzon sono realizzati in acciaio inox

www.ragazzon.it - Tel. 0438/73523

ragazzon

[16]

ELABORARE 159

www.brembo.com - Tel. 035/60521111

brembo
Kit freni GT Porsche Cayenne by Brembo
Il livello di tecnologia e di prestazioni garantito dai sistemi frenanti della linea Gran Turismo non ha eguali sul mercato. Lutilizzo
di pinze e dischi maggiorati conferisce ai freni maggiore capacit termica e coppia frenante. Brembo presenta oggi i nuovi kit GT per Porsche Cayenne 2011 composti da: 3 Pinze Brembo a 6 pistoni (ant.) e 4 pistoni( post.) a diametro differenziato; le pinze sono disponibili nei colori rosso, nero, argento, giallo o GT-R (ricavate dal pieno). 3 Dischi composti Brembo forati o baffati diametro 405 mm (anteriore) e 380 mm (posteriore). I gruppi campana e disco flottante Brembo riducono le masse non sospese e disperdono il calore pi rapidamente. 3 Tubi in treccia metallica: omologati DOT/TV 3 Pastiglie frenanti Brembo dalle elevate prestazioni 3 Componenti di fissaggio del disco Brembo flottante che riducono la rumorosit. Le staffe di montaggio per pinze Brembo sono ricavate dal pieno. I sistemi frenanti Brembo sono pienamente compatibili con i sistemi ABS e di controllo della trazione.

Fox FX004 by Laidelli Wheels


Se il multirazze in generale il cerchio sportivo per eccellenza, FX004 il top dei multirazze: design leggero,
peso contenuto, carattere deciso. Le razze sottili e lievemente appuntite donano alla ruota un aspetto leggero e fortemente sportivo. Neanche i dettagli sono stati trascurati, grazie al coprimozzo e agli inserti racing dedicati: performance senza tralasciare l'estetica. Estremamente versatile proposto con attacchi a 4 o 5 fori, dimensioni che partono da 14 per arrivare a 19 e 4 curatissime finiture: la nuovissima Black Diamond Cut e le versioni, in edizione limitata, Hyper Silver, Gloss White e Matt Black tra cui scegliere. I prezzi vanno da 154,80 a 370,80 Euro IVA inclusa.

laidelli wheels
www.laidelliwheels.com - Tel. 030/675906

ELABORARE 159

[17]

body kit

ZOOM

CADAMURO DESIGN ALFA ROMEO GIULIETTA


Con questo kit estetico firmato Cadamuro Design, la Giulietta acquista sportivit senza compromettere l eleganza. Prezzi non esagerati e qualit di prim ordine

www.cadamurodesign.it Tel. (+39) 0421/331824

Nel frontale il kit prevede un sottile spoiler inferiore aggiuntivo, di lato minigonne pi consistenti in luogo di quelle standard quasi assenti e dietro un nuovo dam con diffusore tripartito al centro e sedi per 4 scarichi gemellati Ragazzon ai lati.

Il tuning termina con uno spoiler sopralunotto maggiorato ben raccordato al profilo del tetto, assetto ribassato KW e ruote multirazze OZ da 18. Il risultato senza dubbio valido, ma forse il discusso frontale avrebbe bisogno di un tocco in pi.

Per elaborare il look della Giulietta, la Cadamuro Design ha scelto una strada soft che da un lato non richiedesse alti costi di realizzazione per contenere i prezzi finali e dallaltro non stravolgesse lestetica dellauto con soluzioni troppo vistose.

il tuning
di Giorgio Zehnder
3 Spoiler sottoparaurti anteriore 274,80 3 Coppia minigonne laterali 342,00 3 Sottoparaurti post. 226,80 3 Spoiler sopralunotto250,80 3 Opzione scarichi neri opachi 120,00 Prezzi in Euro IVA inclusa

[18]

ELABORARE 159

FM Evoluzione ALFA ROMEO GIULIETTA


Il tuning-garage svizzero FM Evoluzione ha allestito un bodykit per la Giulietta. La trasformazione include uno spoiler sottoparaurti anteriore, lame dello scudetto carbon-look, minigonne pi sporgenti, cover specchietti carbon-look, dam posteriore con estrattore carbonlook, spoiler sopralunotto anchesso carbon-look e ruote maggiorate di raffinato disegno. Sportivo ma sobrio il risultato ottenuto.
www.tuning-suisse.com In Italia presso: Cadamuro Design www.cadamurodesign.it Tel. (+39) 0421/331824

Musketier CITRON C3
La tedesca Musketier ha messo in produzione un body-kit per lultima Citron C3. Lelaborazione prevede uno spoiler sottoparaurti anteriore, inedite luci a led ai lati del frontale, codolini passaruote aggiuntivi, minigonne pi consistenti e dam posteriore con scarichi ovali in duplex. I componenti possono essere verniciati in tinta vettura, o meno. Completano il tutto ruote maggiorate di disegno sportivo.
www.musketier.com Tel. (+49) 0 208 884210

S-Tuning AUDI A5 COUP


Tra i body-kit della polacca S-Tuning Professional Aerodinamics c anche quello riservato alla Audi A5 Coup. La trasformazione estetica prevede davanti un semplice sottoparaurti con spoiler integrato o un nuovo paraurti completo, di lato inedite minigonne sagomate e dietro un differente estrattore aria con scarichi in duplex pi un nolder sul bordo del baule. I componenti sono ordinabili online.
www.exclusiveshop.s-tuning.eu Tel. (+48) 519 731025

ELABORARE 159

[19]

body kit

FLASH

NTC VW GOLF V R32


E della tedesca NTC questa elaborazione estetica della VW Golf V R32. Comprende un nuovo paraurti frontale con mascherina e prese daria modificate, eleganti minigonne di nuovo disegno e un inedito sottoparaurti posteriore con doppio scarico centrale inserito in un finto estrattore nero opaco. Inalterato lo spoiler sopralunotto, mentre le ruote maggiorate sono a discrezione degli utenti.

Elia

LSD Doors

RENAULT WIND
Il preparatore tedesco Elia, specializzato Renault, ha allestito un kit estetico per la piccola coup/cabrio Wind.
www.elia-ag.de

ALFA ROMEO MITO


Tra i pi recenti kit di apertura alare delle porte Lambo-Style della tedesca LSD Doors c quello per la MiTo.
In Italia da: Co.Mar www.comarsport.com

www.nrw-tuning-center.de In Italia presso: Casarotto Group www.casarottogroup.com Tel. (+39) 0444/531305

JMS Racelook AUDI A3


La tedesca JMS ha realizzato un nuovo body-kit per lAudi A3 berlina. Lallestimento include uno spoiler sottoparaurti anteriore aggiuntivo, nuove minigonne aerodinamiche, nonch un inedito sottoparaurti posteriore con sfoghi aria grigliati e scarichi duplex. Inalterato lo spoiler sopralunotto, mentre le ruote maggiorate sono a parte. Alcuni componenti sono adatti anche alla Sportback.
www.racelook.de Tel. (+49) 0 712 731487

RDX Racedesign
Cobra Lester

TOYOTA iQ

VW POLO

FORD FOCUS
E della tedesca RDX questo body-kit per la Focus. Include uno spoiler sottoparaurti frontale con prese daria aggiuntive, palpebre per i gruppi ottici anteriori, minigonne con fori di ventilazione freni, sottoparaurti posteriore con sfoghi aria e doppio scarico, spoiler sopralunotto maggiorato, fanalini posteriori bruniti e decals sulle fiancate, mentre le ruote sportive vanno acquistate a parte.
www.rdx-racedesign.de Dealer per lItalia: TRC Italia www.trcitalia.it Tel. (+39) 0 55 8953628

La tedesca Cobra ha in Litaliana Lester ha realizzato produzione una completa serie alcuni componenti estetici per di componenti estetici cromati lultima VW Polo. Nei prossimi adatti alla Toyota iQ. numeri forniremo maggiori dettagli.
In Italia da: Mattouno www.mattouno.com www.lester.it

[20]

ELABORARE 159

Piecha Design MERCEDES CLASSE E CABRIO


Si chiama Caractre RS questo body-kit della tedesca Piecha Design per lultima Mercedes Classe E Cabrio. Prevede un inedito sottoparaurti anteriore con spoiler a lama, minigonne di nuovo disegno, diffusore posteriore scuro con 4 scarichi gemellati, spoiler baule in tre parti e ruote da 19 a otto razze sdoppiate. Tutti i componenti si possono acquistare on-line attraverso unapposita sezione shop.
www.piecha.com Tel. (+49) 0 741 1743040

AC Schnitzer BMW SERIE 5 TOURING


Il tuner tedesco AC Schnitzer, specializzato BMW, ha messo in atto una serie di modifiche per lultima Serie 5 Touring. Il look prevede nel frontale un nuovo spoiler in carbonio e la griglia inferiore cromata, di lato minigonne ridisegnate e dietro un inedito sottoparaurti in carbonio con scarichi alle estremit. Completano il tutto uno spoiler sopralunotto pi dimensionato e ruote maggiorate di vari tipi.
www.ac-schnitzer.com Dealer per lItalia: Franco Alosa www.francoalosa.com Tel. (+39) 0 55 300348

IN EDICOLA!

errata corrige
Sullo scorso numero abbiamo pubblicato questa interessante elaborazione realizzata dalla Panzani Design, sulla base della Jaguar S-Type R. Diversamente da quanto
abbiamo riportato, per, la Vintage GT (questo il nome della vettura) esclusivamente opera della suddetta carrozzeria, che cura personalmente la realizzazione della componentistica. Il kit in gran parte prodotto lavorando i lamierati della vettura originale, riservando lutilizzo della vetroresina ai soli paraurti. Il look di questa Jaguar applicabile a moltissimi altri tipi di auto.
www.panzanituning.it www.vintagegt.it

ELABORARE 159

[21]

top tuning
Maserati GranTurismo MC Stradale

PIT-STOP ALLA SCALA!


Dalla Maserati GranTurismo MC Trofeo, realizzata per le corse, nasce la versione Stradale adatta anche per andare a teatro. Anima racing in abito da gran sera

on la GranTurismo MC Stradale, la Maserati rinnova le prodezze dei gentleman-driver di un tempo; ricchi clienti che durante la settimana usavano la loro auto normalmente, e la domenica scendevano in pista applicandovi il numero di gara, indossando tuta e casco. Lauto nasce dalla MC Trofeo espressamente riservata alle corse a sua volta derivata dalla versione S di serie che, rispetto al modello base 4.2 V8 da 405, dotata di motore 4.7 V8 da 440 CV e cambio Transaxle. Di questultima la MC Stradale mantiene il powertrain con una serie di opportuni miglioramenti, mentre della MC Trofeo conserva la filosofia votata al risparmio di peso tipica delle corse. Ne scaturita una vettura adatta agli odierni

gentleman-driver in possesso di circa 155.000 Euro, ovvero 25.000 in pi della GranTurismo S da cui deriva. Design e abitacolo>>In fatto di estetica, come noto, i gusti sono gusti, ma se a qualcuno la Maserati Granturismo non piace forse meglio che si faccia vedere da un buon oculista! A nostro parere, infatti, la vettura davvero splendida nelle sue classiche forme da GT allitaliana modernamente interpretate da Pininfarina con tocco magistrale. Il look della MC Stradale praticamente identico alla MC Trofeo salvo i dettagli adatti al solo uso in pista (cristalli in policarbonato, staccabatteria, cofano a sgancio rapido, anelli traino, ecc.), mentre nei

di Giorgio Zehnder

A met tra la GranTurismo S e la versione MC Trofeo concepita per le corse, la gamma della sportiva Maserati si arricchisce con la MC Stradale omologata per la guida su strada, ma adatta anche alluso in pista in stile gentlemandriver.

[22]

ELABORARE 159

>>>
confronti della versione S le differenze sono pi consistenti ad iniziare dall'aerokit in carbonio destinato a diminuire la portanza del 25% davanti e del 50% dietro alla velocit di 200 km/h. Le modifiche prevedono un nuovo spoiler frontale, sfoghi aria sul cofano motore e dietro i passaruota anteriori, minigonne pi sporgenti, diffusore posteriore con doppio scarico centrale e spoiler bordo baule. Nuovi anche i cerchi ruote ultraleggeri da 20 che, rispetto

La bella carrozzeria della Granturismo MC Stradale praticamente identica a quella della versione Trofeo con leliminazione delle modifiche necessarie alluso in pista. Il risparmio di peso rispetto alla versione S di partenza di ben 110 kg.

a quelli della S di egual diametro, permettono un consistente risparmio di peso, cos come il telaio alleggerito di 25 kg grazie ad opportuni interventi. Anche nellabitacolo leliminazione del divano posteriore e ladozione di sedili con scocca in carbonio hanno consentito di eliminare ben 35 kg complessivi. Il totale degli alleggerimenti di 110 kg nei confronti della S passando da 1.780 a 1.670 kg, mentre la corsaiola Trofeo pesa solo 1.400 kg.

Meccanica>>Come accennato, la base meccanica della GranTurismo MC Stradale quella della versione 4.7 V8 S da 440 CV con cambio robotizzato MC-Shift posteriore (transaxle) anzich anteriore in blocco col motore come nella meno potente 4.2 V8 da 405 CV. Naturalmente ci permette una migliore distribuzione dei pesi, che insieme allottimizzazione dellunit motrice per complessivi 450 CV, ai nuovi freni carboceramici Brembo, allassetto ribassato di una
ELABORARE 159

[23]

top tuning
ISTICH CARATTER HE TECNIC E ISTICH CARATTER HE TECNIC E

Maserati GranTurismo MC Stradale


Stesse caratteristiche della Maserati GranTurismo S tranne: Motore Potenza max 450 CV (331 kW) a N.D. giri/min, coppia max 52,0 kgm (510 Nm) a 4.750 giri/min, centralina elettronica ottimizzata, filtri aria sportivi, impianto di scarico specifico Cambio 3 modalit di funzionamento (Normale, Sport, Race) Ruote Ultraleggere da 20, pneumatici ant. 255/35 ZR20, post. 295/35 ZR20 Corpo vettura Aerokit in composito, telaio e allestimenti interni alleggeriti, roll-bar di sicurezza optional Sospensioni Assetto ottimizzato e ribassato (ant. -10 mm, post. -12 mm) Freni Carboceramici Brembo ad alte prestazioni Dimensioni e pesi Peso 1.670 kg Prestazioni Velocit max 301 km/h, accelerazione 0-100 km/h 4,6 s rapp. peso/potenza 3,68 kg/CV Prezzo 155.000 Euro (optional esclusi)

Maserati GranTurismo S
Motore A benzina, anteriore/long., 8 cilindri a V (90), cilindrata 4.691 cc, alesaggio x corsa 94,0 x 84,5 mm, potenza max 440 CV (323 kW) a 7.000 giri/min, coppia max 49,9 kgm (490 Nm) a 4.750 giri/min, 2 alberi a camme in testa per bancata, 4 valvole per cilindro, iniezione elettronica Cambio Transaxle, MC Shift elettroattuato a 6 rapporti con comandi al volante. Rapporti I) 3,210:1; II) 2,050:1; III) 1,430:1; IV) 1,100:1; V) 0,900:1; IV) 0,760:1; Ponte) 4,180:1, 2 modalit di funzionamento (Normale e Sport) Trazione Posteriore, frizione bidisco a secco, controlli elettronici di stabilit ESP e trazione TCS disinseribili Ruote in lega leggera, ant. 8,5j x 20, post. 10,5j x 20, pneumatici ant. 245/35 R20, post. 285/35 R20 Corpo vettura Coup, 3 volumi, 2 porte, 4 posti Sospensioni Indipendenti sulle 4 ruote a doppi triangoli oscillanti sovrapposti, ammortizzatori idraulici, molle elicoidali, barre antirollio Freni A disco autoventilanti e forati sulle 4 ruote, (ant. 360 mm, post. 330 mm), ABS, EBV Sterzo A cremagliera con servocomando idraulico Dimensioni e pesi Lungh. 4,88 m, largh. 1,85 m, alt. 1,35 m, peso 1.780 kg, serbatoio 86 lt, bagagliaio 260 lt. Prestazioni Velocit max 295 km/h, accelerazione 0-100 km/h 4,9 s, rapp. peso/potenza 4,28 kg/CV Prezzo 130.000 Euro (optional esclusi)

La base meccanica quella della GranTurismo S con cambio transaxle robotizzato e motore 4.7 con potenza innalzata a 450 CV. Rivisitati anche telaio, freni, assetto e ruote per una velocit di 301 km/h e uno 0-100 di 4,6 secondi.

decina di mm, alle ruote ultraleggere e alla consistente riduzione di peso assicura alla vettura prestazioni eccezionali nonostante sia lunga quasi 5 metri. In dettaglio la velocit massima passa da 294 a 301 km/h e lo zerocento da 4,9 a 4,6 secondi, ma soprattutto la cura dimagrante a determinare un comportamento dinamico ben pi agile e sportivo del modello da cui deriva. Insomma, lideale per andare alla prima della Scala, o alle

>>>
Flash
PORSCHE PANAMERA EDO COMPETITION
www.edo-competition.de Tel. (+49) 0 2302 940520

riunioni del Consiglio di Amministrazione e darci dentro in qualche track-day in stile gentleman-driver dove la passione conta pi di et e manico!
www.maserati.com

Sembra incredibile ma, nonostante la crisi, la vettura pi elaborata degli ultimi tempi sembra essere la Porsche Panamera. Il dato fa
riflettere, poich dimostra ancora una volta che i beni di lusso risentono meno delle recessioni finanziarie. Lultima della lunga lista stata allestita dalla tedesca Edo Competition e si chiama Mobydick, come la corsaiola Porsche 935 di 35 anni fa derivata dalla 911 Turbo. I detrattori della superberlina tedesca diranno che il soprannome le calza a pennello vista la stazza, le forme pingui e il colore bianco della balena del celebre romanzo. Fuori presenta un vistoso aerokit in carbonio ed enormi ruote da 22, mentre allinterno le modifiche denotano uninattesa eleganza. Motore 4.8 V8 biturbo potenziato fino a 750 CV, velocit 340 km/h, da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi.

ASTON MARTIN CYGNET WHITE E BLACK

Cosa centra nella rubrica Top Tuning unauto di tre metri con soli 99 CV? Centra perch si tratta della Cygnet, la minicar derivata dalla Toyota iQ che la
Aston Martin ha realizzato per ridurre le emissioni medie della propria produzione in vista delle severe normative antipollution in vigore dal 2014. Unidea che, al di l delle facili ironie, non affatto peregrina poich consente alla Casa britannica di continuare a produrre le proprie assetate supercar senza restrizioni di sorta. La versione di lancio White e Black sar in vendita da aprile al prezzo di circa 30.000 Euro, dapprima per i soli clienti Aston Martin e in seguito anche per gli altri. Il look strizza locchio alle vetture di Newport Pagnell e anche labitacolo non da meno con finiture davvero lussuose. Motore 1.3, cambio CVT, velocit 170 km/h.
www.astonmartin.com - Tel. (+44) 0 1908 612632

[24]

ELABORARE 159

concept car
Porsche 918 RSR

DALLA STRADA ALLA PISTA!


Ha debuttato al NAIAS 2011 la versione chiusa del concept 918 Spider esposto a Ginevra lo scorso anno. E la 918 RSR e sar impiegata nelle gare endurance

a Carrera GT avr un'erede? Sembra di s e la notizia non frutto di rumors, ma di fonti ufficiali che hanno fatto seguito al lancio dellultimo concept Porsche al NAIAS 2011: la 918 RSR. Lauto in oggetto la versione coup del concept 918 Spider esposto al Salone di Ginevra 2010, e sar proprio questultima a seguire le orme della Carrera GT venduta al pubblico in quasi 1.300 esemplari con identica veste dotata di tettino asportabile. Il prezzo sar di oltre 500.000 Euro, mentre alla RSR con tetto chiuso di queste pagine verr

affidato il compito di difendere i colori Porsche nelle competizioni di durata ad iniziare dalla prossima 24 Ore del Nurburgring che si disputer il prossimo mese di maggio. Carrozzeria e abitacolo>>Dal lato strettamente estetico la RSR ricalca, come la Spider, larchitettura a motore posteriore centrale con abitacolo avanzato e un accuratissimo studio dei flussi aerodinamici; in questo caso per sono presenti anche alcune citazioni nostalgiche riprese

di Giorgio Zehnder

Con il concept 918 RSR presentato al Naias 2011 e destinato alle corse, Porsche ha decretato che lerede della Carrera GT sar la versione Spider della stessa vettura, munita di tettino rigido amovibile, esposta allo scorso Salone di Ginevra.

[26]

ELABORARE 159

La 918 RSR ricalca esteticamente gli stilemi delle vetture chiuse utilizzate nelle gare endurance con tutti i pi attuali aggiornamenti aerodinamici. La livrea del prototipo evoca per colorazione e numero di gara quella della celeberrima 917 K.

cilindri boxer raffreddato ad aria e alla fascia arancio che per era abbinata al celeste nelle vetture ufficiali Gulf-Porsche. Altre differenze estetiche rispetto alla Spider consistono nella presenza del padiglione chiuso da un piccolo lunotto verticale sul retro, di nuove portiere ad apertura verticale, di un grosso alettone di coda e di inedite ruote multirazze nere da 19, mentre le telecamere in luogo degli specchietti retrovisori restano invariate. Anche il raffinato interno sportivo della Spider stato semplificato nella RSR in funzione di un uso agonistico, bench lambiente sia ingentilito da rivestimenti in pelle marrone e da guarnizioni in alluminio e carbonio su plancia e consolle centrale a ponte. Nel contesto domina, tuttavia, lincombente presenza di un grosso volano accumulatore collocato al posto del passeggero di cui trattiamo di seguito.

dalla 917, la pi celebre auto da corsa Porsche di sempre. Ci riferiamo al numero di gara 22 con cui lantenata di quarant'anni fa vinse la 24 Ore di Le Mans, alla ventola sul cofano motore che nella 917 serviva a smaltire il calore del 12

r, co la RSR ricalca, come la Spide Dal lato strettamente estetitore posteriore centrale larchitettura a mo

ELABORARE 159

[27]

concept car

La motorizzazione ibrida, costituita da un 3.4 V8 posteriore centrale da 563 CV a cui si aggiungono 2 unit elettriche sulle ruote anteriori da 102 CV ciascuna azionate da un volano nellabitacolo. Le potenza totale, quindi, di ben 767 CV!

Meccanica>>Innovativo il comparto meccanico dove la ricerca Porsche si concentrata su un sistema di propulsione ibrido utile a gestire al meglio le strategie di gara. Ad un 3,4 litri V8 a benzina che eroga 563 CV a 10.300 g/m sistemato dietro labitacolo si aggiungono 2 motori elettrici sulle ruote anteriori, che sviluppano 204 CV complessivi dando luogo anche a una trazione integrale. Le batterie che azionano le unit elettriche vengono alimentate dal suddetto volano posto nellabitacolo che, ruotando a ben 36.000 g/m, recupera lenergia dissipata durante le frenate distribuendola poi nel

modo pi opportuno alle ruote anteriori su richiesta del pilota. La potenza massima complessiva di ben 767 CV ma, come accennato, c' soprattutto la possibilit di utilizzare il surplus elettrico per ritardare i rifornimenti in corsa, imbarcare meno benzina durante gli stessi guadagnando tempo o utilizzarlo come Kers durante i sorpassi affinando le strategie di gara. Da notare che tale sistema ibrido gi stato utilizzato sulla 911 GT3 R Hybrid alla scorsa 24 Ore del Nurburgring e ad esso abbinato un cambio sequenziale a 6 marce sempre in presa con comandi al volante.

[28]

ELABORARE 159

scanner
Fiat 500

MIRACOLO ITALIANO!
Il successo della 500 dimostra che in tema di city-car la Fiat ha poche rivali. Look, meccanica, doti dinamiche, qualit e appeal sono ok, mentre i prezzi un po meno

on la prima volta che Scanner tratta della 500, ma regolarmente deve tornarci sopra per vari motivi. Il primo che il pubblico ha tributato alla citycar Fiat un brillante successo a prescindere da et, ceto sociale e sesso. Poi c il fatto che dal suo debutto avvenuto nel 2007, lauto ha ricevuto una serie di aggiornamenti meccanici lasciando inalterata la linea che, senza dubbio, stata la principale chiave della sua affermazione. Un altro motivo lampliamento della gamma con le Abarth e Cabrio, che hanno allargato il target in attesa della Giardinetta che lo estender ancor pi. Infine c

il capitolo tuning, per cui la 500 diventata una delle auto pi elaborabili in circolazione con numerose opportunit di renderla pi grintosa nellaspetto e sportiva nella guida. Solo i prezzi destano qualche perplessit, considerando il segmento di mercato e le massicce sinergie con la meno costosa Panda. Tuttavia quasi scontato che unauto modaiola come la 500 costi pi della sorella a parit di contenuti e nonostante la minore praticit. Insomma, per chi in una citycar antepone il lato funzionale e per chi invece preferisce lappeal, la Fiat propone due alternative a seconda di gusti, esigenze e portafoglio. Non poco!

I motori a benzina disponibili sulla 500 sono il nuovo 0.9 TwinAir da 85 CV e i gi noti 1.2 da 69 CV, 1.4 da 100 CV e 1.4 turbo da 135 CV montato sulla Abarth. Tra i turbodiesel il nuovo 1.3 da 95 CV ha rimpiazzato liniziale unit da 75 CV.

Carrozzeria e interni>>Se c una cosa che lattuale 500 ha conservato rispetto alla mitica antenata la pluralit dellutenza. Infatti, ora come allora la guidano tutti: uomini e

donne, neopatentati e meno giovani, agiati e meno abbienti, mandando in soffitta le pi trite e discutibili tesi classiste in fatto di auto. Semmai c da analizzare perch la 500 sia piaciuta tanto ad un pubblico

cos eterogeneo. A nostro parere, il motivo da ricercare nel ricordo del periodo in cui ebbe vita lantenata, seguendo il boom economico di mezzo secolo fa. Il fatto che oggi la sua erede evochi tutto ci in un

di Giorgio Zehnder

[30]

ELABORARE 159

Anche gli esterofili pi incalliti hanno riconosciuto, seppure a denti stretti, che la 500 una delle vetture pi riuscite degli ultimi anni. Una sorta di miracolo italiano che ha risollevato le quotazioni Fiat tra i numerosi sostenitori delle auto estere.

LA GAMMA 500
Mot. BENZINA 0.9 TA 1.2 1.2 GPL 1.4 DIESEL 1.3 MJT CC 875 1242 1242 1368 1248 n. cil. 2 4 4 4 4 CV (kW) 85 (63) 69 (51) 69 (51) 100 (74) 95 (70) Kgm (Nm) 14,8 (145) 10,4 (102) 10,4 (102) 13,4 (131) 20,4 (200) Km/h 173 160 160 182 180 0-100 11,0 s 13,0 s 13,0 s 10,5 s 10,7 s Km/l 24,4 20,8 15,1 16,4 25,6

Prezzo da 13.250 da 11.650 da 13.250 da 15.450 da 14.050

momento di grande incertezza, se non altro ha portato a una ventata di ottimismo, e anche i giovani non coinvolti per motivi anagrafici in quellepocale sviluppo ne hanno beneficiato, attingendo dai ricordi di famiglia. Il risultato che il successo della 500 ha, di fatto, ridestato lorgoglio italiano che pareva sopito, mixandolo col desiderio di apparire tipico del periodo in cui viviamo. E inutile ripetere cose gi dette allinfinito sulla riuscitissima linea della 500; perci, in tal senso, ribadiamo solo che per la forma nostalgica della carrozzeria i posti retrostanti sono assai limitati e che il bagagliaio scarso per i 4 passeggeri previsti. E' meglio quindi considerare la 500 una 2+2 con vano di carico flessibile

grazie ai sedili posteriori trasformabili. Insomma, per chi in fatto di spazio vuole la botte piena e la moglie ubriaca, la 500 non adatta ma, restando in casa Fiat, la suddetta Panda non affatto un ripiego pur ammettendo che la 500 ha tutto un altro fascino. Essenziale per i pi esigenti la scelta della ruote che, nelle misure pi generose disponibili in opzione, rendono lauto molto pi accattivante rispetto alle 14 di base e la guida pi sportiva. Il rovescio della medaglia, tuttavia, una diminuzione del comfort, i consumi un po pi alti e un lieve calo della velocit di punta. Notevole la qualit costruttiva di esterni e abitacolo, con questultimo assai curato per dotazioni e dettagli, nonch caratterizzato

da un intrigante gusto rtro ispirato come lesterno allantenata. Gli allestimenti previsti sono tre, Pop, Sport e il ricco Lounge, con cui la 500 diventa una citycarpremium a tutti gli effetti. Meccanica>>Al momento del debutto avvenuto nellestate del 2007, la gamma motori della 500 era composta da un 1.2 da 69 CV, un pi generoso 1.4 da 100 CV e da un 1.3 turbodiesel da 75 CV. Lanno successivo fu la volta del 1.4 turbo T-Jet da 135 CV montato sulla Abarth e realizzato anche in altri livelli di potenza (140 CV nella Cabrio, 160 CV nella EsseEsse e 180 CV nella special-edition Tributo Ferrari e circa 200 CV nella Trofeo destinata alle gare in

pista). Attualmente i motori disponibili vedono confermato il millequattro aspirato da 100 CV con cui la vettura esprime una notevole vivacit dinamica a fronte, per, di consumi tuttaltro che irrisori. Il 1.3 turbodiesel Multijet da 75 CV stato sostituito da una nuova unit da 95 CV, che consente una grande souplesse di marcia e prestazioni quasi sportive con consumi di gasolio

pi che ragionevoli. Detta unit con il turbo a geometria variabile ha rimpiazzato una precedente versione da 90 CV, provvista di una meno efficiente turbina fissa e montata su altri modelli Fiat. Abbiamo lasciato per ultimo il neonato novecento benzina TwinAir, che affianca il vecchio 1.2 da 69 CV ora disponibile anche in versione bifuel benzina/gpl. Questultimo una valida scelta per chi bada soprattutto al risparmio, ma il nuovo TwinAir vanta doti ben superiori. Si tratta, infatti, di un vivace 2 cilindri di soli 875 cc che, grazie alle modernissime soluzioni tecniche, eroga ben 85 CV con
ELABORARE 159

[31]

scanner
LE ALTERNATIVE
Chevrolet Spark 1.0
Motore A benzina, anteriore trasv., 4 cilindri, cilindrata 995 cc, potenza 68 CV (50 kW) a 6.400 g/m, coppia 9,5 kgm (93 Nm) a 4.800 g/m, 2 alberi a camme in testa, 16 valvole, iniezione elettronica Trazione Anteriore Corpo vettura Berlina, 2 volumi, 5 porte, 5 posti Dimensioni e pesi Lungh. 3,64 m, largh. 1,60 m, alt. 1,55 m, peso 920 kg Prestazioni Velocit max 154 km/h, 0-100 km/h 15,5 s, rapp. peso/potenza 13,5 kg/CV Prezzo Da 9.250 Euro (optional esclusi)

IL CONFRONTO
consumi ed emissioni finora impensabili. Riguardo ai suoi raffinati dispositivi rimandiamo i lettori alla scheda tecnica rimarcando che, soprattutto abbinato al cambio robotizzato Dualogic offerto in opzione, il TwinAir fa della 500 una citycar assolutamente attuale per contenuti e fruibilit. Gli altri organi meccanici prevedono un cambio manuale a 5 marce standard su tutte le versioni, tradizionali sospensioni anteriori McPherson e posteriori a ponte torcente, sterzo con servo elettrico Dualdrive che rende pi facili i parcheggi in citt, e freni misti per tutte le versioni ad esclusione della 1.4 e ovviamente della Abarth che montano 4 dischi. Poco accettabile che lESP sia di serie solo su 1.4 e Abarth e a pagamento sulle versioni meno costose in un pack che include ESP, ASR, HBA/MSR e Hill Holder al costo di soli 250 Euro.
Fiat - www.fiat.it

Citron C1 1.0 3p

Motore A benzina, anteriore trasv., 3 cilindri, cilindrata 998 cc, potenza 68 CV (50 kW) a 6.000 g/m, coppia 9,5 kgm (93 Nm) a 3.600 g/m, 2 alberi a camme in testa, 12 valvole, iniezione elettronica Trazione Anteriore Corpo vettura Berlina, 2 volumi, 3 porte, 4 posti Dimensioni e pesi Lungh. 3,43 m, largh. 1,48 m, alt. 1,60 m, peso 875 kg Prestazioni Velocit max 157 km/h, 0-100 km/h 13,7 s, rapp. peso/potenza 12,8 kg/CV Prezzo Da 9.650 Euro (optional esclusi)

Toyota iQ 1.0

Motore A benzina, anteriore trasv, 3 cilindri, cilindrata 998 cc, potenza 68 CV (50 kW) a 6.000 g/m, coppia 9,3 kgm (91 Nm) a 4.800 g/m, 2 alberi a camme in testa, 12 valvole, iniezione elettronica Trazione Anteriore Corpo vettura Berlina, 2 volumi, 3 porte, 4 posti Dimensioni e pesi Lungh. 2,99 m, largh. 1,68 m, alt. 1,50 m, peso 860 kg Prestazioni Velocit max 150 km/h, 0-100 km/h 14,7 s, rapp. peso/potenza 12,6 kg/CV Prezzo Da 11.950 Euro (optional esclusi)

ISTICH CARATTER HE TECNIC

Opel Agila 1.0

Motore A benzina, anteriore trasv, 3 cilindri, cilindrata 996 cc, potenza 65 CV (48 kW) a 6.000 g/m, coppia 9,2 kgm (90 Nm) a 4.800 g/m, 2 alberi a camme in testa, 12 valvole, iniezione elettronica Trazione Anteriore Corpo vettura Berlina, 2 volumi, 5 porte, 5 posti Dimensioni e pesi Lungh. 3,74 m, largh. 1,68 m, alt. 1,59 m, peso 975 kg Prestazioni Velocit max 160 km/h, 0-100 km/h 14,7 s, rapp. peso/potenza 15,0 kg/CV Prezzo Da 11.000 Euro (optional esclusi)

Fiat 500 TwinAir


Motore A benzina, anteriore trasv., 2 cilindri in linea, cilindrata 875 cc, alesaggio x corsa 80,5 x 86 mm, potenza max 85 CV (63 kW) a 5.500 giri/min, coppia max 14,8 kgm (145 Nm) a 1.900 giri/min, 1 albero a camme in testa (catena), 4 valvole per cilindro, 1 albero controrotante, distribuzione MultiAir con fasatura variabile lato aspirazione, turbocompressore, intercooler, iniezione elettronica multipoint, Euro 6 ready Cambio Manuale a 5 marce. Rapporti: I) 3,910:1; II) 2,160:1; III) 1,480:1; IV) 1,120:1; V) 0,900:1; rapp. finale al ponte 3,440:1. A richiesta robotizzato Dualogic a 5 marce Trazione Anteriore (a richiesta pack ESP, ASR/MSR, HBA, Hill Holder) Ruote In lega da 5,5j x 14, pneumatici 175/65 R14 (richiesta ruote da 15 o 16) Corpo vettura Berlina, 2 volumi, 3 porte, 4 posti Sospensioni Ant. indipendenti (McPherson), post. a ruote interconnesse con ponte torcente. Freni Ant. a disco autoventilanti (240 mm), post. a tamburo (180 mm) ABS, EBV Sterzo A cremagliera con servocomando elettrico Dimensioni e pesi Lungh. 3,55 m, largh. 1,63 m, alt. 1,49 m, peso 900 kg, serbatoio 38 l, bagagliaio da 185 a 520 l Prestazioni Velocit max 173 km/h, acceleraz. 0-100 km/h 11,0 s, rapp. peso/potenza 10,58 kg/CV Consumi dichiarati Urbano 20,4 Km/l, extraurbano 27,0 km/l, misto 24,4 km/l Prezzo Da 13.250 Euro (optional escl.)

Renault Twingo 1.2

Motore A benzina, anteriore trasv., 4 cilindri, cilindrata 1.149 cc, potenza 75 CV (55 kW) a 5.500 g/m, coppia 10,9 kgm (107 Nm) a 4.250 g/m, 2 alberi a camme in testa, 16 valvole, iniezione elettronica Trazione Anteriore Corpo vettura Berlina, 2 volumi, 3 porte, 4 posti Dimensioni e pesi Lungh. 3,60 m, largh. 1,65 m, alt. 1,47 m, peso 944 kg Prestazioni Velocit max 169 km/h, 0-100 km/h 12.0 s, rapp. peso/potenza 12,5 kg/CV Prezzo Da 10.400 Euro (optional esclusi)

Smart Fortwo 1.0 62 kW

Motore A benzina, anteriore trasv., 3 cilindri, cilindrata 999 cc, potenza 84 CV (62 kW) a 5.250 g/m, coppia 12,2 kgm (120 Nm) a 3.250 g/m, 2 alberi a camme in testa, 12 valvole, turbocompressore, iniezione elettronica Trazione Posteriore Corpo vettura Monovolume, 3 porte, 2 posti Dimensioni e pesi Lungh. 2,70 m, largh. 1,56 m, alt. 1,56 m, peso 770 kg Prestazioni Velocit max 145 km/h, 0-100 km/h 10,7 s, rapp. peso/potenza 9,16 kg/CV Prezzo Da 13.000 Euro (optional esclusi)

[32]

ELABORARE 159

500C

Si chiama 500C la versione convertibile della city-car Fiat in vendita dal 2009. Per la capote in tela scorrevole su
guide sarebbe in realt una Landaulet, ma il pi familiare Cabrio ha escluso tale semisconosciuta definizione. E prodotta con tutte le unit motrici della berlina inclusa la Abarth, che per ha 140 CV anzich 135 CV. Cambio robotizzato a richiesta e prezzi da 15.150 a 22.700 Euro senza optional.

ELABORARE 159

[33]

scanner
500 USA 500 RACING
Si chiama Assetto Corse la versione racing dellAbarth 500 impiegata nei Trofei monomarca ad essa dedicati in Italia e allestero.
Deriva dalla piccola minibomba dello Scorpione normalmente in vendita, ma in tal caso la potenza arriva a circa 200 CV e insieme ad altri interventi di preparazione vanta prestazioni davvero elevate. Chi vuole prendere parte alle gare pu trovare le informazioni su www.abarth.it In occasione dello scorso Salone Internazionale dell'Auto di Los Angeles, Fiat ha presentato la versione della 500 riservata al mercato Nordamericano. Prodotta in Messico e proposta ad un prezzo di partenza di 15.500 dollari, la piccola quattro posti viene venduta con il 1.4 MultiAir da 101 CV, sospensioni riviste, serbatoio carburante maggiorato e sistema di riscaldamento e raffreddamento perfezionato per i climi estremi del Nord America.

ABARTH 500

500 SPECIAL EDITION

La Abarth senzaltro la versione pi ambita della 500. Look grintoso ma senza eccessi, interni pi sportivi e soprattutto un 1.4
turbo da 135 CV che ne fa una minibomba da oltre 200 km/h. Inoltre per i pi esigenti c un kit di trasformazione che eleva la potenza fino 160 CV e adegua il resto della meccanica. E in vendita nelle vesti Berlina e Cabrio con prezzi a partire da 18.800 Euro optional esclusi.

Sin dal debutto la 500 stata oggetto di una serie di edizioni speciali. Tra le versioni normali ricordiamo la Diesel, mentre la Abarth ha contato sulle Opening e 0-100.
Lultima la 695 Tributo Ferrari, ora disponibili anche nelle inedite colorazioni Blu Abu Dhabi e Grigio Titanio oltre alla classica Rosso Scuderia e Giallo Modena. Il motore oltrepassa i 180 CV, il cambio elettroattuato, i cerchi sono in lega da 17 con design ispirato a quelli Ferrari. Assetto e freni sono marchiati Brembo e adeguati alle prestazioni. Lo

scarico di tipo dual mode a contropressione variabile Record Monza. Viene prodotta in numero limitato a partire da 35.000 Euro.

[34]

ELABORARE 159

ta visdesign da... digital


Fiat 500 Abarth SS Italia

by Guglielmo Rovere

CLUB NUOVA FIAT 500


Il Club Nuova Fiat 500 nato con lintenzione di riunire il maggior numero di proprietari e appassionati della nuova piccola di casa Fiat. Il portale ha un ampio forum e, grazie al supporto di ogni iscritto, possibile alimentare il sito con ogni tipo di informazione sulla 500 con conseguente beneficio per chiunque voglia ricevere notizie e consigli sulla vettura.
www.clubnuovafiat500.it

Club

Versione celebrativa per l'auto italiana pi rappresentativa nell'immaginario collettivo. La colorazione "azzurro italia" e i badge tricolore non mitigano l'aspetto da miniGT di questa 500 con l'anima pistaiola. Il bodykit comprende passaruota rivettati, per dissimulare limponente allargamento, grandi pneumatici slick, l'alettone posteriore biplano di ispirazione GT, il sottoscocca a fondo piatto che termina con un generoso estrattore posteriore e un nuovo frontale con ampie finestrature.

CINQUECENTISTI. COM
Cinquecentisti.com la community italiana dedicata alla Nuova Fiat & Abarth 500 in grado di rispondere alle domande di proprietari e visitatori; il sito offre tante notizie e anteprime sul mondo 500, migliaia di foto, video, recensioni, listini e la possibilit di individuare la tua 500 ideale grazie all'intuitiva funzione Garage. La community organizza numerosi incontri in tutta Italia, raggruppando moltissimi appassionati della piccola di casa Fiat & Abarth.
www.cinquecentisti.com

ELABORARE 159

[35]

scanner
AZNOM
www.aznom.it - Tel. (+39) 039/471721

kit
CASTAGNA
www.castagnamilano.com - Tel. (+39) 02/45495999

CARZONE SPECIALS
www.carzonespecials.com - Dealer per lItalia: TRC Italia www.trcitalia.it - Tel. (+39) 055/8953628

Prezzi indicativi IVA inclusa

Prezzi indicativi IVA inclusa

Prezzi indicativi IVA inclusa


BODY KIT COMPLETO 1.225 EURO

TUNING COMPLETO DA 4.500 EURO

BODY KIT COMPLETO (EST./INT.) 12.000 EURO

CHD TUNING
www.chdtuning.com - Tel. (+39) 011/9689760

CADAMURO DESIGN
www.cadamurodesign.it - Tel. (+39) 0421/331824

COBRA
www.cobra-sor.com - Dealer per lItalia: Mattouno www.mattouno.com - Tel. (+39) 031/879001

Prezzi indicativi IVA inclusa

Prezzi indicativi IVA inclusa

BODY KIT COMPLETO 1.760 EURO

BODY KIT COMPLETO DA 1.700 EURO (SCARICO INCLUSO)

Prezzi indicativi IVA inclusa

BODY KIT COMPLETO 985 EURO

[36]

ELABORARE 159

kit
G&S TUNING
www.gstuning.de - Dealer per lItalia: Tuning City www.tuningcity.it - Tel. (+39) 0 861 249170

HELVETIA
www.helvetia-spoiler.it Tel. (+39) 0144 765185

HAMANN MOTORSPORT
www.hamann-motorsport.de - Tel. (+49) 0 7392 97320

Prezzi indicativi IVA inclusa Prezzi indicativi IVA inclusa


BODY KIT COMPLETO DA 1.385 EURO (SCARICO INCLUSO)

BODY KIT ABARTH-LOOK COMPLETO 1.050 EURO

H&R
Prezzi indicativi IVA inclusa
www.h-r.com - In Italia presso: Weiss www.weiss.it - Tel. (+39) 8358141

BODY KIT COMPLETO PREZZO N.D.

LESTER
www.lester.it - Tel. (+39) 0 321 777676

Prezzi indicativi IVA inclusa Prezzi indicativi IVA inclusa

BODY KIT COMPLETO DA 725 EURO

KIT MOLLE ASSETTO 275 EURO

LSD DOORS
www.lsddoors.de - In Italia presso: Co.Mar Sportline www.comarsport.com - Tel. (+39) 0 376 396344

KIT PARAFANGHI WIDE BODY 215 EURO

Prezzi indicativi IVA inclusa

BODY KIT ABARTH-LOOK DA 1.325 EURO

BODY KIT COMPLETO DA 1.020 EURO

ELABORARE 159

[37]

scanner
LAMPA/PILOT KW
www.kw-suspensions.eu - In Italia presso: Co.Mar Sportline www.comarsport.com Tel. (+39) 0 376 396344 www.pilot-tuning.it - de In Italia presso: Lampa S.p.A. www.lampa.it - Tel. (+39) 0 375 820700

kit

LINEXTRAS
www.starextrasline.pt In Italia presso: Autodeco www.autodeco.it - Tel. (+39) 0 30 941632

Prezzi indicativi IVA inclusa

KIT ASSETTI RIBASSATI DA 800 EURO

Prezzi indicativi IVA inclusa

Prezzi indicativi IVA inclusa Prezzi indicativi IVA inclusa

BODY KIT COMPLETO 940 EURO

BODY KIT COMPLETO 935 EURO

MERKUR MBC ITALIA


www.mbcitalia.net - In Italia presso: Cadamuro Design www.cadamurodesign.it - Tel. (+39) 0 421 331824 www.merkur-tuning.de - In Italia presso: Scorpiontuning www.scorpiontuning.it - E-mail: info@scorpiontuning.it

NTC
www.nrw-tuning.de - In Italia presso: Casarotto Group www.casarottogroup.com - Tel. (+39) 0444/531305

Prezzi indicativi IVA inclusa

Prezzi indicativi IVA inclusa

KIT COMPLETO 1.410 EURO

BODY KIT COMPLETO DA 1.350 EURO

BODY KIT COMPLETO 930 EURO

[38]

ELABORARE 159

kit
ORCIARI
www.orciari.it - Tel. (+39) 035/844626

RIEGER
www.rieger-tuning.de - In Italia presso: Rabanser www.rabanser-tuning.it - Tel. (+39) 0 471 654555

ROMEO FERRARIS
www.romeoferraris.com - Tel. (+39) 02/57601636

Prezzi indicativi IVA inclusa

Prezzi indicativi IVA inclusa

BODY KIT COMPLETO 1.700 EURO (SCARICO INCLUSO)

BODY KIT COMPLETO DA 600 EURO

Prezzi indicativi IVA inclusa

TUNING COMPLETO ESTREMO DA 15.350 EURO

ELABORARE 159

[39]

scanner
MONACO ELITE
www.monacoelite.com - Tel. (+39) 02/90361161

kit
MS DESIGN
www.ms-design.com - In Italia presso: Ms Design Italia Tel. (+39) 0471 786336 - E-mail: info@msdesign.at

Prezzi indicativi IVA inclusa


TUNING ESTERNO COMPLETO DA 6.600 EURO

Prezzi indicativi IVA inclusa

BODY KIT COMPLETO PREZZO N.D.

NOVITEC
www.novitec.net - In Italia presso: Rabanser www.rabanser-tuning.it -Tel. (+39) 0 471 654555

STUDIOTORINO
www.studiotorino.com - info@studiotorino.com

Prezzi indicativi IVA inclusa

TUNING COMPLETO DA 1.750 EURO

ZATTISPORT
www.zattisport.com - Tel. (+39) 0522/484711

Prezzi indicativi IVA inclusa

VETTURA COMPLETA 25.000 EURO

Prezzi indicativi IVA inclusa

BODY KIT COMPLETO 2.350 EURO (SCARICO INCLUSO)

[40]

ELABORARE 159

scanner
Cerchio BBS by NTP
BBS un Marchio sinonimo di alta tecnologia nello sviluppo e nella produzione di cerchi in lega leggera per veicoli di serie e da competizione. Per la Fiat 500 propone il cerchio da 7,5jx17 ET 30, distribuito in Italia dalla rinomata Azienda altoatesina NTP. Sportivo, dinamico ed evoluto, il cerchio BBS vanta l'innovativo design della serie CS caratterizzata dalla nuova interpretazione del modello BBS a raggi incrociati. Mentre la versione nero/diamante riflette lultimo trend del cerchio bicolore, quella argento brillante indicata per i fan pi tradizionali. Stampaggio a bassa pressione per una performance di vita ancora pi lunga. Colori: argento, prezzo 238,80, cod. 0358343; nero, prezzo 250,80, cod. 0358341; nero/antracite prezzo 250,80, cod. 0358442. Prezzi in Euro IVA inclusa.
N.T.P.srl: Tel. 0471/062 839 - www.ntp.it

accessori

NTP

supersprint

Impianto di scarico Supersprint


Per la 500 Abarth 1.4T (ma anche 500 Abarth kit SS 1.4T, 500 Abarth 1.4T "695 Tributo Ferrari" e 500 Abarth 1.4T "Assetto Corse"), la Supersprint propone un impianto di scarico interamente costruito in acciaio inox 304. Il silenziatore posteriore dotato di sistema a "flusso diretto" per un ottimale abbattimento della "contropressione" allo scarico. Inoltre il dimensionamento e le caratteristiche tecniche di assoluta prima scelta del catalizzatore metallico "HJS" garantiscono un sensibile e costante aumento delle prestazioni motore su tutto l'arco di giri. I terminali sono disponibili in due design, tondi da 100 mm oppure "Backfire" del medesimo diametro ma con doppio bordo; entrambi si integrano perfettamente negli alloggiamenti dello spoiler originale. E possibile realizzare diverse configurazioni, montando solo il posteriore oppure il centrale silenziato (o meno) pi il posteriore, o infine l'impianto completo di tubo turbina. Il costo del kit completo stradale omologato CEE, comprensivo del catalizzatore metallico HJS, di 2.706 Euro IVA inclusa. Se si sceglie il centrale non silenziato, il prezzo scende a 2.490 Euro IVA inclusa. Per l'utilizzo in pista si pu optare per la versione priva di catalizzatore e di silenziatori, pi leggera ed economica, che costa 1.446 Euro IVA inclusa.
Supersprint Srl Tel. 0376/2671 www.supersprint.com

Kit assetto D2 by Ema Motorsport


Il kit D2 per la nuova Fiat vanta innumerevoli regolazioni in modo da poter settare lassetto secondo le proprie esigenze, dal comfort come loriginale fino alla rigidezza tipica delle vetture da gara. Inoltre anche laltezza regolabile: si pu impostare lauto addirittura pi alta delloriginale o scendere progressivamente fino a -10 cm (o limite strutturale vettura). Le peculiarit dellassetto D2 Racing sono: regolazione carico molla, regolazione altezza vettura separata dalla regolazione della molla, regolazione idraulica (estensione) 36 click differenti, regolazione camber da fusello. Lassetto D2 viene fornito di chiavi speciali per la regolazione dellidraulica, e di chiavi a settori per regolare le ghiere. Il kit D2 vanta anche lomologazione TV e ARTC.
EmaMotorsport Tel. 02/98126609 - www.emamotorsport.com

ema
Kit Brembo per Fiat 500
Brembo per la Fiat 500 offre diverse soluzioni: 3 Kit Gran Turismo anteriore codice 1A1.3004A composto da: dischi forati 280x28 mm con campana flottante; pinze a 4 pistoni (nere, rosse o silver); pastiglie, tubi freno, staffe e minuteria necessaria. Prezzo di listino 2.016 Euro. 3 Kit Gran Turismo anteriore codice 1A4.3001A composto da: dischi forati monolitici 285x28 mm; pinze a 4 pistoni (nere, rosse o silver); pastiglie, tubi freno, staffe e minuteria necessaria. Prezzo di listino 1.776 Euro. 3 Kit Brembo Sport anteriore codice FD/FS.054.000 composto da: dischi forati o baffati monolitici 257x22 mm intercambiabili alloriginale. Prezzo di listino 276 Euro. 3 Kit Brembo Sport posteriore codice RD/RS.009.000 composto da: dischi forati o baffati monolitici 240x11 mm intercambiabili alloriginale. Prezzo di listino 169,20 Euro. Tutti i prezzi sono IVA compresa.
Motorquality S.p.A. Tel. 02/24951253 - www.motorquality.com

di Domenico Sofia

brembo
[42]
ELABORARE 159

t
Laccumulatore

ENERGIA VITALE
Le batterie si sono evolute e i nuovi modelli molto pi performanti fanno gi parte della dotazione di serie! Quali sono le differenze, perch invecchiano e come salvaguardarne l integrit
ino a qualche anno fa le auto avevano pochi accessori che assorbivano corrente, il compito pi gravoso era avviare il motore e tenere accesi i fari. Lelettrauto era una sorta di elettricista per i veicoli, perch a bordo cerano solo dispositivi semplici, mentre oggi giocoforza si dovuto evolvere in tecnico elettronico, poich lauto zeppa di dispositivi complessi e di centraline interfacciate tra loro che li governano! Come se non bastasse, le attuali dotazioni di serie includono utilizzatori molto assetati di corrente, quali il climatizzatore, gli sbrinatori e il servosterzo, spesso abbinati a sedili riscaldati, impianti HiFi, navigatori e via dicendo, che si vanno a sommare con lobbligo di circolare con le luci accese! Bene, se ora state

pensando meno male che non pago la bolletta, vi state sbagliando di grosso, perch i moderni accumulatori sono (e saranno!) sempre pi efficienti e costosi! Il motivo semplice: provate a guardare il tipo di batterie che equipaggiavano le auto ventanni fa e confrontatele con quelle attuali; vi accorgerete che a parit dingombro sono assai pi performanti, pi avanti vedremo come e perch. Capacit e spunto>>Tra le caratteristiche che contraddistinguono le batterie dalle automobili, due parametri sono di fondamentale importanza, poich sintetizzano il tipo di applicazione che se ne pu fare. Laccumulatore si comporta come se fosse un bacino idrico che lalternatore

tenta sempre di riempire fino allorlo. La sua capacit, cio lacqua che pu contenere, si misura in Ah e rappresenta la quantit denergia che la batteria pu erogare in un determinato intervallo di tempo fino a raggiungere una tensione prestabilita. Ad esempio, 75 Ah stanno ad indicare che laccumulatore pu erogare una corrente di 2,5 Ampere per 30 ore. Lo spunto, invece, la quantit dacqua che si pu spillare in un solo rapido colpo e che, nel nostro caso, il picco massimo di corrente (misurata in Ampere) che pu essere erogata istantaneamente per avviare il propulsore. La corrente di spunto che prima era allincirca sei volte pi grande della capacit espressa in Ah, oggi quasi 10 volte maggiore. Perch perde efficacia?>>La batteria formata da una serie di celle; ciascuna di esse costituita da due elettrodi o piastre immerse in un elettrolita (soluzione di acqua e acido solforico) che, grazie a un processo chimico,

I dispositivi Start-Stop, nel disegno quello proposto dalla Bosch, sono gi presenti su molte auto di nuova generazione e rendono necessaria l'adozione di performanti batterie con tecnologia AFB o AGM.

di Piero Plini

[44]

ELABORARE 159

permettono di immagazzinare lenergia. Lefficienza dellaccumulatore col tempo si riduce a causa della solfatazione, poich sugli elettrodi si viene a formare un deposito di solfato di piombo che ostacola lattivit chimica di una o pi celle, limitandone sempre pi il rendimento fino a renderla inservibile. Laltro fenomeno inevitabile lautoscarica, che si verifica anche se la batteria scollegata dallimpianto elettrico. La perdita della carica causata da vari fattori

Le batterie di qualit >>Gli accumulatori non sono tutti uguali, e se pensate di risparmiare acquistando marche semisconosciute come quelle che si vendono nei supermercati, sappiate che raramente farete un buon affare! Il maggiore costo di una batteria di qualit giustificato dalla progettazione molto pi attenta, dalla qualit dei materiali utilizzati e dal processo produttivo che la rende assai pi robusta delle altre. Pochi sanno, ad

scorie sul fondo del contenitore che col tempo cortocircuiteranno le celle o inquineranno lelettrolita, mettendo fuori uso prematuramente la batteria! Spesso tra una batteria di qualit e una low cost ci sono differenze pure in termini di quantit di materiale utilizzato; ad esempio lo spessore delle lamine di metallo degli elettrodi pu essere ridotto allosso oppure pi abbondante e questa differenza incide in termini di longevit e affidabilit del prodotto! Ecco

Ecco cos' la solfatazione: un deposito di solfato di piombo che si deposita sulle piastre impedendone l'attivit chimica.

Ecco come fatta la batteria AFB che equipaggia le auto con Start-Stop, ed eredita molte soluzioni tecniche dalla AGM, il top disponibile sul mercato.

va aggiunta esclusivamente acqua distillata!), mentre oggi le batterie sono senza manutenzione In realt (tranne quelle di ultima generazione che sono sigillate davvero!) spesso sono dotate di un coperchio per verificare il livello dellelettrolita ed eventualmente ripristinarlo. Ad ogni modo, se le piastre non sono completamente sommerse, sinnesca un processo che mette rapidamente fuori uso la batteria. Un altro nemico il caldo, che accelera tutti i processi dinvecchiamento e di corrosione; perci meglio evitare di superare i 35-40 C. Il freddo, invece, non danneggia le celle, ma aumenta la resistenza interna dellaccumulatore che ne riduce temporaneamente le prestazioni. Pi potente meglio!>>A parit di tipologia costruttiva, pi grande la batteria, meglio ! Tuttavia la fattibilit della sostituzione dipende dagli ingombri, perch oggi su certe auto non c spazio a sufficienza per ospitare un accumulatore maggiorato. Attenzione per, poich grande sta ad indicare sia la capacit sia lo spunto allavviamento, i due requisiti che fanno la differenza!
Sotto, la batteria Optima da Hi-Fi. A lato la S5 (EFB) e la S6 (AGM) by Bosch.

Quanti tipi ce ne sono?>>Senza entrare troppo nei dettagli tecnici che presuppongono la conoscenza dei fenomeni chimici dei

La batteria al Gel, utilizzata su navi, fuoristrada e per l'Hi-Fi.

perch c chi sostiene che una buona batteria deve essere pi pesante delle altre come dargli torto? Cosa uccide la batteria?>>Il nemico peggiore senza dubbio linattivit, perch lautoscarica (che inevitabile) se si protrae per un tempo troppo lungo fa diminuire la carica sotto un livello di sicurezza e ci fa da innesco alla solfatazione. Al contempo, il livello dellelettrolita potrebbe abbassarsi facendo rimanere le piastre scoperte. In questo caso si formano immediatamente degli ossidi che inquinano la soluzione acida e riducono lefficienza dellaccumulatore. Una volta le batterie avevano i tappi per permettere il rabbocco del liquido (nel caso

materiali prescelti, possiamo dire che tutte le batterie tradizionali presenti sulle auto sono di tipo senza manutenzione con acido libero, cui se ne aggiungono altri due tipi di nuova concezione, quelle AFB (denominate anche EFB) e quelle AGM, espressamente dedicate alle vetture ibride (in abbinamento a quelle al litio) o dotate di sistemi Start-Stop. Se la vostra auto equipaggiata con questi due nuovi tipi, non pu montare un accumulatore di tipo tradizionale, a prescindere dalle doti di spunto o di capacit, poich avrebbe una vita brevissima! Infine, ci sono le batterie al gel, conosciute dallappassionato che le utilizza per alimentare gli impianti Hi-Fi. AGM: il top!>>Gli accumulatori AGM (Absorbent Glass Material) costituiscono il top in termini di prestazioni,

dovuti ad un imperfetto isolamento, ad una contaminazione dellelettrolita e alle reazioni chimiche spontanee nella cella. Questo processo si accelera quando la temperatura ambiente elevata: a 35 C lautoscarica pu persino raddoppiare la sua velocit. Questi due fenomeni spontanei non possono essere eliminati, ma sappiamo come si pu fare per rallentarli o per prolungare e addirittura raddoppiare la vita di una batteria ben curata rispetto a una maltrattata!

esempio, che una delle principali cause di morte dellaccumulatore la rottura meccanica dovuta a urti e vibrazioni provocati dalla marcia del veicolo. Le griglie metalliche, le piastre e le strutture che le supportano se non sono ben progettate o se realizzate con materiali di scarsa qualit, non conferiranno allaccumulatore la necessaria resistenza. In questo caso al suo interno si possono generare cricche, sgretolamenti con perdita di materiale e formazione di

ELABORARE 159

[45]

tecnica
poich sfruttano una ricombinazione dei gas interni frutto di una tecnologia innovativa. Il segreto risiede nei separatori in lana di vetro, dei veri e propri tappetini posti tra le piastre che assorbono la soluzione acida; questa tecnologia evita qualsiasi stratificazione dellacido, la prima causa di guasto nei veicoli auto dotate di tecnologie volte al risparmio dei consumi che richiedono per forti spunti di correnti. Questi accumulatori assicurano elevate potenze di avviamento, assenza di manutenzione e resistenza ai cicli di carica e scarica (richiesti dai sistemi di recupero denergia in frenata), quattro volte superiori rispetto alle batterie AFB: da Start&Stop!>>Gli accumulatori AFB (Advanced Flooded Battery) o EFB sono dedicati alle auto con dispositivi Start&Stop che ora stanno dilagando sul mercato, perch fanno risparmiare carburante e quindi permettono di rientrare agevolmente nelle normative Euro5 e Euro6. Si tratta di

Le auto con sistemi di recupero dell'energia in frenata sono dotate di accumulatori AGM che sopportano cicli di carica e scarica 4 volte pi intensi rispetto a quelli tradizionali.

Ecco come fatta la batteria AGM, che utilizza dei tappetini in lana di vetro che assorbono la soluzione acida. Le prestazioni la rendono indispensabile per applicazioni che richiedono forti spunti di corrente e scariche profonde!

ad elevato assorbimento. Inoltre, le batterie sono totalmente sigillate, poich i gas che si generano nella ricarica vengono riassorbiti chimicamente. Le AGM equipaggiano le nuove vetture micro ibride (Micro-HEV Hybrid Electric Vehicle), le Brake Energy Regeneration e altre

tradizionali. Il fatto che siano perfettamente sigillate permette di collocarle anche nellabitacolo o nel bagagliaio, che proprio il posto pi idoneo giacch non devono essere esposte alle alte temperature, tenendo presente che queste ultime sono quasi inevitabili quando vengono posizionate nel vano motore!

batterie con acido libero che, per, hanno ereditato alcuni accorgimenti costruttivi dalle AGM (sono dotate di uno speciale rivestimento in poliestere che trattiene il materiale attivo a contatto con le piastre che sono anche pi spesse), infatti sono migliorate molto in prestazioni e robustezza. Sono adatte al montaggio nel vano motore, ma non accettano ricariche intense come le AGM. Tuttavia sono in grado di sopportare cicli continui di carica e scarica e soprattutto di fornire lenergia necessaria in caso di avviamenti ripetuti (tipici dei dispositivi Start&Stop che sfruttano alternatori e motorini davviamento potenziati). Le batterie tradizionali non potrebbero sopportare questo tipo di spegnimento e ripartenza del motore ( stimata una vita pi che dimezzata!), mentre le AFB si sono dimostrate notevolmente pi longeve e affidabili. AGM e AFB: prezzi e ricarica!>>Prestazioni e tecnologia si pagano: il prezzo

delle batterie AFB, rispetto al corrispettivo tradizionale, superiore di almeno 50-60 Euro, che diventano un centinaio o pi, in caso di AGM! Le auto equipaggiate con questi accumulatori sono dotate di sistemi di ricarica e di controllo del livello di energia dedicati. Pertanto se la batteria si scarica e deve essere ricondizionata, c bisogno di un moderno caricabatterie, uno di quelli a controllo elettronico, che esegue un checkup e fornisce corrente e tensione seguendo la strategia pi idonea a non danneggiarla. Si tratta di un ciclo pi lungo fatto di vari step lenti o ad impulso, che non hanno nulla a che vedere con i vecchi dispositivi che ricaricavano le batterie in fretta e con tensioni elevate, letali per questo tipo di accumulatori!

Batterie al Gel>>Spesso si tende a confondere queste batterie con quelle AGM; in realt in comune hanno solo il notevole livello qualitativo, le performance e il costo elevato. Quelle al Gel hanno anchesse piastre al piombo calcio, ma allinterno lacido non imbevuto nel materiale assorbente bens si trova sotto forma di gelatina, da cui prende il nome. Questa caratteristica permette di posizionare laccumulatore in qualsiasi modo (pure capovolto!) senza il pericolo che possa perdere lacido, e gli dona una robustezza impareggiabile agli urti e alle vibrazioni; infatti il gel non fuoriesce neppure quando linvolucro si rompe! Ecco perch la batteria al Gel viene usata nella nautica e per il fuoristrada. La sua autoscarica molto lenta, dunque la sua efficienza resta

TECNOLOGIA SPIRALCELL

Ecco le prestazioni delle batterie a confronto, le AGM e quelle al Gel hanno prestazioni notevolmente superiori a quelle delle AFB ma costano anche molto di pi!

Molti credono che le Optima, dalla particolare forma a cilindri accoppiati, siano batterie al Gel... Invece sono AGM con tecnologia brevettata SpiralCell!

[46]

ELABORARE 159

valida anche dopo lunghi periodi dinattivit. Infine capace di erogare notevoli picchi di potenza e resistere ai cortocircuiti, perci lideale sia come batteria tampone, sia per alimentare potenti impianti Hi-Fi. A differenza di una batteria AGM, quella al Gel non sopporta bene ripetuti e profondi cicli di carica scarica, poich tende a surriscaldarsi, ecco perch non equipaggia le vetture micro ibride dotate del recupero denergia in frenata. La scarica a rischio!>>Attenzione a usare lo starter (o booster), cio la batteria portatile per gli avviamenti demergenza, con troppa disinvoltura! Difatti, lintensit della corrente che assorbe

laccumulatore stanco dipende dallo stato della sua carica; se all80% il flusso sar modesto, ma se al 50% o anche meno, la scarica sar decisamente pi forte. Quando la batteria ha subto una scarica profonda o inattiva da un tempo troppo lungo e non d segni di vita, collegandola a un Jump Starter capace di liberare picchi denergia molto elevati, potrebbe subire un trauma tale da decretarne la sua morte definitiva! Infatti, un intenso flusso di corrente, oltre a provocare un rapido riscaldamento dellaccumulatore, potrebbe causare un cortocircuito interno immediato o dopo breve tempo a seguito del distacco di ossidi o di scorie che si depositano sul fondo. Occhio alla ricarica!>>Pi la batteria scarica, pi lentamente dovr essere rigenerata. Il problema non si pone quando laccumulatore collegato sempre a un sistema di ricarica, o viene connesso appena la carica diminuisce di poco, poich in questo caso lintensit della

corrente sar sempre moderata tale procedura la migliore per garantire una lunga vita a questo accessorio! Il problema si pone in quanto i caricabatterie tradizionali erogano una tensione fissa (che su quelli pi vecchi pu addirittura arrivare a 15 Volt!), ma non controllano il flusso di corrente ecco perch pu raggiungere picchi dannosi! Come abbiamo visto in precedenza, le nuove batterie
Ecco cosa pu fare un moderno caricabatterie elettronico, capace di gestire tensione e corrente per una perfetta ricarica con tanto di solfatazione (grafico CTEK MULTI XS 25000).

checkup per stabilire il livello di energia e lo stato di salute dellaccumulatore, cui seguono una serie di programmi con livelli di tensione e di corrente diversi per intensit o per impulsi, in base alle esigenze! Secondo le necessit erogano intensit di corrente di 1/10, ma anche meno di 1/20 della

Smaltire le batterie>>Per liberarsi delle batterie esauste bisogna utilizzare i sistemi di raccolta, altrimenti si commette un reato e sinquina lambiente! Chi se ne occupa il COBAT (Consorzio Nazionale Batterie Esauste -www.cobat.it-): un sistema di raccolta,

EFB e AGM sono dotate di sistemi di ricarica e di controllo del livello di energia che non le danneggiano; per questo motivo vanno rigenerate esclusivamente con un caricabatterie moderno! Caricabatterie elettronici>>Da tempo in commercio sono disponibili caricabatterie di nuova generazione gestiti elettronicamente, compatibili con tutti i tipi di batterie per auto e moto e possono persino ringiovanirle! La strategia in genere prevede un ciclo di

Lo Starter per l'avviamento di emergenza... non sempre una manna!

capacit nominale dellaccumulatore (quella espressa in Ah) in esame. Questi dispositivi elettronici possono rimanere collegati anche a tempo indefinito, poich quando la ricarica terminata si disinseriscono per riattivarsi al primo accenno di autoscarica! I modelli pi evoluti si spingono oltre effettuando, se necessario, anche un ciclo di desolfatazione preventivo che innesca un processo inverso rispetto a quello che le fa invecchiare in questo caso laccumulatore si rinnova nel vero senso della parola!

trattamento e riciclo di rifiuti di pile e accumulatori, riconosciuto nelle sue funzioni dal D.lgs. 188/08 in attuazione della Direttiva Comunitaria 2006/66/CE. E importante ricordare che chi distribuisce nuove pile e accumulatori ha lobbligo di porre a disposizione del pubblico dei contenitori per il conferimento dei rifiuti di pile e accumulatori nel proprio punto vendita, senza che il servizio comporti oneri per gli utilizzatori finali n lobbligo di acquistare nuove pile o nuovi accumulatori.

ELABORARE 158

[47]

d
Motore Volkswagen R4 TDI 1.9 101-160 CV

CHIAMALO DIESEL!
Il motore Volkswagen R4 TDI 1.9 8 valvole ad iniettore pompa la quinta essenza del diesel ad alte prestazioni. Costruito in un infinit di versioni, da 101 a 160 CV, un eccellente base per elaborazioni

ellolimpo dei motori turbodiesel ad iniezione diretta ad alte prestazioni, un posto di rilievo indiscutibilmente occupato dal Volkswagen R4. Un motore 1,9 litri 8 valvole equipaggiato con sistema iniettore pompa, in grado di erogare una potenza compresa tra i 101 e i 160 CV nelle varie versioni messe a punto dai tecnici tedeschi. Sostituito oggi dai pi moderni motori 2 litri turbodiesel 16 valvole, prima con iniettori piezoelettrici e poi con tecnologia common rail, il vecchio R4 8 valvole ancora capace di assicurare prestazioni brillantissime e consumi ridotti, oltre ad unaffidabilit a prova di bomba. Il merito della sua

straordinaria resistenza da ascriversi alla componentistica di primissimo ordine impiegata per la sua costruzione, tra cui i pistoni della Mahle, bielle e alberi motore realizzati con tecnologie di fusione molto sofisticate e un robustissimo basamento in ghisa grigia in grado di sopportare stress terrificanti, che ha subito diversi sviluppi nel tempo. Tuttavia non tutti gli R4 sono uguali tra loro e, nel corso degli anni, sono stati evoluti in modo piuttosto radicale al salire delle potenze in modo tale da assicurare livelli di

affidabilit sempre in linea con la tradizione del Gruppo VW. Ad ogni upgrade di potenza la reazione era sempre la stessa: incredulit mista ad ammirazione per il fatto di aver

portato un motore 1,9 litri diesel prima a 115, poi a 130 e a 150 CV. La versione pi potente, da 160 CV, fu realizzata soltanto per un'esclusivissima versione della Seat Ibiza. Questa

escalation di potenza ha richiesto turbocompressori capaci di abbinare ottime doti di erogazione a potenze elevate, impiegando la tecnologia della geometria variabile, insieme a bielle e pistoni sempre pi robusti: per questo la Mahle mise addirittura in produzione pistoni con fibre di rinforzo inserite in fase di fusione allinterno delle conchiglie! Un altro punto su cui i tecnici tedeschi lavorarono moltissimo fu il comparto trasmissione, soprattutto su volani bimassa e frizioni capaci di resistere ai terribili stress di questi motori. Il basamento stato oggetto di diverse evoluzioni nel corso degli anni e al salire delle potenze. La versione 115 CV present il primo basamento

rinforzato, che fu trasformato nella versione 130 CV con limpiego di una ghisa di migliore qualit. Nella versione 150 CV fu ulteriormente modificato con laggiunta di una serie di nervature di rinforzo. I punti caldi dellelaborazione di un motore Volkswagen 1.9 TDI restano sempre e comunque due: la riprogrammazione della centralina elettronica e la scelta del turbocompressore. E di fondamentale importanza, poi, saper scegliere il livello di potenza oltre il quale non spingersi con ogni versione delle numerose prodotte dalla VW: in base alla tipologia iniziale, infatti, al tipo di pistoni e di bielle, non si devono superare certi livelli di potenza per non rischiare di ritrovarsi con un pistone rotto o con una biella piegata! Ecco cosa ci dicono i preparatori in merito alle loro esperienze su questi motori

di Pierluigi Mancini

[48]

ELABORARE 159

Via Valletta San Cristoforo 24/14 17100 Savona Tel. 019/862 936 www.pensotech.it

PENSO TUNING

Mirko Penso stato uno dei primi preparatori in Italia ad ottenere potenze di oltre 200 CV, elaborando una Golf GTD 150 solo nellelettronica. E quello fu solo linizio
Pregi del motore Volkswagen 1.9 TDI: Questi motori TDI hanno il pregio di andare fortissimo con una spesa piuttosto contenuta. A volte basta modificare correttamente la mappatura della centralina elettronica per soddisfare le esigenze della maggior parte dei clienti. Difetti: Le prime serie dei TDI avevano problemi ai pistoni, in quanto allinterno delle fusioni erano presenti bolle daria e si rompevano. Ma la Volkswagen pose

presto rimedio a questo problema. Sono motori che fumano abbastanza e volutamente abbinati a turbocompressori piuttosto piccoli per ridurre al massimo il turbolag. Esperimenti: Abbiamo lavorato su questi propulsori sia a livello di elettronica che di turbocompressore. Con la versione 150 CV ci siamo spinti fino alla soglia dei 210 CV solo con il tuning elettronico. Abbiamo notato che, per via delle ridotte dimensioni dei turbocompressori, alzare la pressione di sovralimentazione non ha molto senso. Preferiamo lavorare sui tempi di iniezione di gasolio. Per chi vuole esagerare, abbiamo verificato che il turbocompressore Garrett GT22 si abbina benissimo a questi motori e, ovviamente, con esso le potenze salgono vertiginosamente. Soft tuning: Ai nostri clienti consigliamo una riprogrammazione accurata della centralina elettronica (550 Euro) senza aumentare la pressione di sovralimentazione. La potenza sale fino a 180 CV per i motori 130 e 205 CV per i motori 150 CV. Hard tuning: Per chi non si accontenta, suggeriamo di sostituire il turbocompressore di serie con un Garrett GT22, abbinato alla riprogrammazione della centralina elettronica. La potenza massima raggiungibile di circa 220 CV con una fumosit contenuta. La spesa per

questo intervento si aggira sui 4.500 Euro. Consigli ai proprietari: Noi consigliamo sempre di non aumentare la pressione di sovralimentazione, se si lascia

il turbo di serie. E, in presenza di modifiche pi spinte, bisogna cambiare subito volano e frizione per evitare rotture.

SCHEMA MOTORI

I motori Volkswagen TDI 1.9 8V iniettore pompa non sono tutti uguali e, anche tra versioni della stessa potenza, possono esserci differenze tra diversi anni di produzione. Ecco quelle principali:

101 CV rapporto di compressione 19:1, turbocompressore Garrett VNT 15. 115 CV turbocompressore Garrett VNT 15, rapporto compressione 18:1, iniettori a 5 fori di
immissione, pressione massima di sovralimentazione 1,15 bar, bielle ricavate per frattura. 130 CV basamento realizzato in ghisa speciale, bielle in acciaio 42 CroMo4 con cappelli separati tramite lavorazione meccanica, perni biella maggiorati, pompa olio maggiorata 25%, pistoni raffreddati con getto dolio e con camera Heron rivista, iniettori maggiorati del 18%, pressione massima di sovralimentazione 1,3 bar, turbocompressore Garrett VNT17. 150 CV stesse caratteristiche del 130 CV, basamento in ghisa GG27 rinforzato con nervature zona supporti di banco, pressione massima di sovralimentazione 1,6 bar, perni di banco passati da 49,8 mm a 50,9 mm. 160 CV elettronica rivista rispetto al 150 CV. Per tutte le motorizzazioni la centralina impiegata una Bosch EDC15 P.

ELABORARE 159

[49]

dossier
Via di Torre Spaccata 147b - 0010 Roma Tel. 06/78344624 www.abbascianotuning.it

ABBASCIANO TUNING

I fratelli Abbasciano di Roma realizzano i propri turbocompressori ibridi in casa, grazie ad unattrezzatura di primordine. Ecco le loro esperienze sul TDI 1.9
Pregi del motore Volkswagen 1.9 TDI: Sono motori pieni di pregi: affidabili, ricchi di coppia e consumi ridotti. Sono piacevolissimi da guidare e si preparano con poco, ripagando con grandi risultati. Difetti: Fumano un po e quando si elaborano sono un po delicati a livello di complessivo frizione/volano. Esperimenti: Abbiamo lavorato moltissimo sui

turbocompressori, sia sul Garrett GT15 VNT della versione 105 CV sia sulle varianti GT17 VNT che equipaggiano le altre motorizzazioni. Sono stati prodotti diversi tipi di turbo a seconda degli anni e dei modelli e, per ciascuno di essi, abbiamo messo a punto svariate soluzioni. Generalmente lavoriamo sulla chiocciola di aspirazione, in modo da non dover sostituire il collettore di scarico (di tipo integrato sulla maggior parte dei modelli). Interveniamo sullo scarico solo quando si cercano livelli di potenza molto

elevati, ma poi ovviamente si ha un piccolo ritardo di risposta. Soft tuning: Il soft tuning ideale per questi motori si basa sullelaborazione della centralina elettronica, che garantisce incrementi di potenza di circa 30 CV reali su ogni motorizzazione ad un costo di 400 Euro. Hard tuning: Per chi desidera prestazioni superiori, proponiamo diverse soluzioni di turbocompressore da noi stessi modificato, da abbinare allo scarico sportivo non catalitico e, ovviamente, al

volano monomassa e alla frizione rinforzata. La potenza sale di circa 60 CV rispetto al motore di serie con una fumosit accettabile. Il costo di questo intervento di circa 4.000 Euro. Consigli ai proprietari: Consigliamo a tutti, anche a chi effettua solo la riprogrammazione della centralina elettronica, di montare un catalizzatore metallico: la vita del turbocompressore si allunga in modo drastico, oltre ad ottenere un ulteriore incremento di potenza.

Via G. di Vittorio 5/48-49 50145 Firenze Tel. 055/300348 www.francoalosa.com

FRANCO ALOSA

Franco Alosa ha curato moltissime VW TDI 1.9 ed effettuato molti esperimenti eliminando, quando possibile, la valvola EGR
Pregi del motore Volkswagen 1.9 TDI: I Volkswagen 1,9 8 valvole TDI sono motori affidabilissimi, dotati di una grande coppia e in grado di offrire notevoli prestazioni anche con interventi di elaborazione non eccessivamente invasivi. Difetti: La fumosit di scarico stata sempre il tallone dAchille dei motori TDI iniettore pompa, cos come le vibrazioni e la tenuta delle frizioni e dei volani bimassa.

Esperimenti: Abbiamo lavorato sui turbocompressori ed effettuato anche diversi esperimenti sullEGR, che escludiamo e modifichiamo al fine di ridurre i suoi effetti negativi in termini di prestazioni. Abbiamo maturato una grande esperienza su questi motori, in modo da accontentare tutte le richieste possibili. Soft tuning: La nostra ricetta per il soft tuning di abbinare alla riprogrammazione della centralina elettronica un filtro aria sportivo ed escludere la valvola EGR. Con un simile intervento dal costo di circa 900 Euro, si

ottengono incrementi di potenza di quasi 30 CV senza problemi di affidabilit con una fumosit di scarico accettabile. Hard tuning: Sono convinto che non serva toccare il motore in nessun modo: basta concentrarsi sul turbocompressore e gli accessori. Su un 150 CV, con il turbo maggiorato, siamo arrivati a 230 CV, ma

occorre abbinare allelettronica di serie riprogrammata anche una centralina aggiuntiva per incrementare ulteriormente la portata di gasolio, in quanto lelettronica di serie permette di arrivare fino ad un certo punto. Sulla versione 130 CV non mi spingo oltre i 170 CV. Il prezzo di questa elaborazione di circa 4.000 Euro. Consigli ai proprietari: Io suggerisco a tutti di escludere la valvola EGR sia per questioni prettamente pratiche, ovvero ridurre la formazione di residui carboniosi, sia per motivi prestazionali.

[50]

ELABORARE 159

Motore Volkswagen R4 TDI 1.9 101-160 CV


Leone Motorsport, Km. 13.500 Via Appia Nuova - 00178 Roma Tel. 06/7185496 www.leonemotorsport.it

LEONE MOTORSPORT

Mimmo Leone stato uno dei primi preparatori a lavorare sullo sviluppo di alberi a camme per il motore TDI 1.9. Ecco cosa ci racconta
Pregi del motore Volkswagen 1.9 TDI: Il motore Volkswagen 1.9 TDI stato il primo diesel ad altissime prestazioni mai prodotto. La tecnologia delliniettore pompa stata un grande passo avanti rispetto ai motori ad iniezione indiretta. Sono propulsori potenti e affidabili. Difetti: Una serie di motori 115 CV aveva problemi agli spinotti dei pistoni, che per sono stati presto superati dalla Volkswagen. La fumosit piuttosto evidente sui

propulsori elaborati. A livello meccanico non hanno mai lamentato altri inconvenienti, fatta eccezione per le frizioni e i volani bimassa. I sensori sono stati spesso problematici. Esperimenti: Abbiamo condotto moltissimi esperimenti a livello di elettronica e turbocompressori, ma quello che ci ha dato le maggiori soddisfazioni stato il lavoro a livello di albero a camme. Con il nostro profilo dedicato, che prevede unalzata maggiorata di 1,5 mm e un aumento contenuto della durata delle fasi, abbiamo ottenuto un incremento di potenza di quasi 13 CV e un notevole miglioramento in rotazione, ottenendo regimi superiori ai 5.000 g/ m senza lamentare problemi di tenuta delle bielle. E una modifica che non richiede la sostituzione delle molle valvola e la suggeriamo a tutti i nostri clienti. Soft tuning: Il soft tuning che raccomandiamo a tutti consiste nella riprogrammazione della centralina elettronica di gestione. Bisogna evitare di

esagerare con le potenze per non mettere a repentaglio laffidabilit del comparto frizione/volano. Si ottengono circa 25 CV veri con una fumosit contenuta. La spesa di 450 Euro.

Hard tuning: Il nostro kit prevede ladozione dellalbero a camme con profilo pi spinto, intercooler maggiorato, tubazioni turbo speciali, complessivo frizione e volano rinforzato, turbocompressore maggiorato e riprogrammazione della centralina. La potenza sale di circa 85 CV rispetto alla configurazione di serie e il prezzo di 3.750 Euro. Consigli ai lettori: Il consiglio di montare un complessivo frizione rinforzato con volano monomassa, anche se vi limitate a una semplice riprogrammazione della centralina elettronica.

CERCHI OZ
www.ozracing.it

OZ dispone di numerosi cerchi adatti a personalizzare lestetica della vostra Golf IV TDI. Ne
abbiamo selezionato 3 modelli ricordando che, sul sito internet dellAzienda, possibile ammirare tutte le altre ruote disponibili. Scegliendo il modello Alleggerita HLT si pu ottenere anche una consistente riduzione di peso.

OZ Adrenalina
Modello: Monoblocco Design: 5 razze aperte Finiture: Matt Black pi Diamond Cut Dimensioni: 15" - 16" - 17" - 18" Processo produttivo: Bassa pressione pi trattamento tecnico Materiali: Al Si 7 Mg

OZ Alleggerita
Modello: Monoblocco HLT Design: 9 razze Coprimozzo: Fibra di carbonio nero Finiture: Matt Red Dimensioni: 16 (NEW) - 17- 18 Processo produttivo: Bassa pressione, trattamento termico e HLT Materiali: Al Si 7 Mg

OZ Power
Modello: Monoblocco Design: 5 razze Finiture: Matt Black pi Diamond Cut Dimensioni: 15" - 16" - 17" - 18" Processo produttivo: Bassa pressione pi trattamento tecnico Materiali: Al Si 7 Mg

ELABORARE 159

[51]

dossier
Cris 2000 di Luca Fusar Poli, Via del Macello 38 - 26013 Crema (CR) Tel. 0373/256134 www.cris2000.com

La Cris 2000 ha effettuato alcune prove di soft tuning su diverse Golf TDI 1.9, cercando di ottimizzare il rapporto prestazioni/affidabilit
Pregi del motore TDI 1.9: Si tratta di un buon motore, affidabile e parco nei consumi. Difetti: Non abbiamo riscontrato particolari difetti su questo propulsore, se non una carenza di prestazioni nel 105 CV, soprattutto ai bassi regimi. Esperimenti: Abbiamo effettuato diverse prove di mappature sul motore 105 CV, cercando di ottimizzare laffidabilit e i consumi. I risultati sono stati buoni.

Soft tuning: Come soft tuning proponiamo labbinamento di un filtro aria a pannello, centralina aggiuntiva, catalizzatore metallico e terminale di scarico sportivo. Si ottiene un incremento di 30 CV e una riduzione dei consumi, con una spesa di 1.795 Euro. Hard tuning: Come hard tuning proponiamo un filtro ad aspirazione dinamica, turbina maggiorata, collettore di scarico maggiorato, catalizzatore 100 celle, centrale e terminale di scarico, kit frizione e volano rinforzato, kit pompa e iniettori maggiorati, intercooler maggiorato e centralina pedale acceleratore. Lincremento di potenza di 60 CV con un costo di 6.555 Euro. Consigli ai lettori: Il suggerimento di effettuare il nostro soft tuning, in quanto lhard tuning tende ad incrementare la rumorosit, i consumi e il costo decisamente elevato. C anche qualche problema di gestione del minimo.

TURBO E INTERCOOLER MAGGIORATI PER VW GOLF IV 1.9 TDI 150 CV


Domorace Curr Giorgio Tel. 335/6096128

La Domorace ha messo a punto un'elaborazione del propulsore 1.9 TDI nella versione da 150 CV che raggiunge quota 244 CV. Tutto ruota intorno alla sostituzione del turbocompressore, al montaggio dellintercooler maggiorato e
alla specifica rimappatura della centralina. Il turbo originale viene sostituito da un Garrett GT 22 ibrido a geometria variabile. Lapplicazione viene effettuata utilizzando il collettore di scarico originale, opportunamente tornito; in questo modo si riesce ad ottenere un montaggio semplificato nonostante la radicalit dellintervento. Insieme alla turbina viene fornito il kit guarnizioni in acciaio per il collettore e il down-pipe senza catalizzatore, da adattare a quello originale catalizzato. Il nuovo turbo va collegato allintercooler maggiorato plug&play e successivamente bisogna rimappare la centralina. Gli altri componenti sono descritti di seguito 3 Turbo Garrett GT22E (comprensivo di lavorazione collettore scarico originale, guarnizioni in acciaio e down-pipe) 3 Intercooler maggiorato plug&play 3 Modifica della centralina specifica 3 Pompa del gasolio a immersione plug&play 3 Modifica profilo albero a camme originale 3 Frizione maggiorata del cliente 3 Volano bimassa rinforzato e precaricato

1.380 960 480 460 360 438 840

La vettura cos elaborata, testata su banco a rulli frenato a correnti parassite, ha erogato 244,6 CV a 4.290 g/m con 486,2 Nm di coppia max a 2.252 g/m. I prezzi sono in Euro IVA inclusa.

[52]

ELABORARE 159

Motore Volkswagen R4 TDI 1.9 101-160 CV


Via Trinit 311, Sala Consilina (SA) - Tel. 0975.45254 - www.dmpmotors.it

DMP MOTORS

Pasquale Di Mare, titolare della DMP Motors, ha elaborato moltissime vetture motorizzate VW 1.9 TDI. Ecco le sue esperienze
Pregi del motore TDI 1.9: un motore eccellente, affidabile, potente e in grado di sopportare benissimo le elaborazioni. Si ottiene molto con poco Difetti: I difetti sono pochi. Il complessivo frizione/volano non robustissimo, il cablaggio degli iniettori che nellolio tende a danneggiarsi col

tempo e la pompa dellacqua che ogni tanto cede. Sulle Seat pi potenti il cambio, talvolta, mostrava qualche segno di cedimento. Esperimenti: Abbiamo fatto tantissimi esperimenti su questo motore. Ad esempio, lavorando sullalbero a camme di serie, abbiamo notato che con 4 di anticipo il motore rende molto di pi. Anche con lalbero a camme riprofilato in base alle nostre indicazioni, si ottiene molto agli alti regimi. A livello di turbo, abbiamo montato un ibrido di derivazione BMW che ci ha dato ottimi riscontri. Soft tuning: Come soft tuning consiglio la riprogrammazione della centralina elettronica. Si ottengono circa 35 CV su tutte le versioni, qualcosa in meno sulle Ibiza 160 CV, senza mettere a repentaglio laffidabilit complessiva. Il costo di 390 Euro IVA compresa. Hard tuning: Lintervento hard prevede il montaggio del nostro turbo ibrido maggiorato, scarico completo, albero a camme riprofilato, frizione rinforzata con volano monomassa, intercooler maggiorato. Si ottengono circa 230 CV con una spesa di 4.500 Euro. Consigli ai proprietari: In caso di elaborazione, bisogna effettuare i tagliandi ogni 10.000 km. Per il resto, non ci sono altri problemi!

VOLKSWAGEN GOLF CLUB ITALIA


Il Volkswagen Golf Club Italia il primo Club italiano interamente dedicato alle VW Golf. Esso riunisce i possessori e gli appassionati della compatta tedesca permettendo sia lo scambio di informazioni, curiosit e consigli tramite la frequentazione del forum, sia la partecipazione a raduni ed eventi nazionali e internazionali organizzati dallo staff o da altri Club. Il Club nasce nel luglio 2002 dalla fusione di due gruppi di "golfisti" che decidono di dare vita ad un unico soggetto. L'iniziativa dei primi soci viene poi condivisa e apprezzata da molti altri cultori del mito Golf che si iscrivono al Club e animano il forum di discussione. I soci provengono da tutta Italia e anche dall'estero, in maggioranza hanno un'et compresa tra i 20 e i 45 anni e sono rappresentate svariate categorie professionali.

VW ITALIA.IT
Il forum VW Italia.it nato nel dicembre 2008 e in pochissimo tempo ha registrato ben oltre 500 utenti. Il sito composto da una pagina introduttiva in flash che linka un ampio forum diviso in sezioni; gli amministratori hanno cercato di creare unimmagine semplice e pulita allinsegna del divertimento. Avere una Volkswagen per alcuni un vero piacere, ma per i veri Golfisti una grande passione!

VWGOLFMANIA.IT
Vw Golf Mania.it si propone come gruppo di appassionati che si ritrova nel Web per scambiare opinioni sul tuning riguardo alla mitica auto della casa di Wolfsburg. Il sito indicato anche per tutti gli amanti dei motori e del piacere di guida e per coloro che non considerano l'automobile solo come un semplice mezzo di trasporto. Per tutte le novit del settore, scoop e curiosit, vi consigliamo di registrarvi gratuitamente al portale in modo da partecipare attivamente alla comunit in continuo miglioramento.

www.vwitalia.it

www.vwgolfmania.it

www.vwgolfclub.it

ELABORARE 159

[53]

CLUB

dossier
I consigli di Elaborare
Fino a 1.000
Con questo budget possibile riprogrammare la centralina elettronica per ottenere una trentina di cavalli in pi, senza intaccare minimamente laffidabilit della vettura. Intervento adatto a chi percorre tantissimi chilometri con lauto. Sulla vettura consigliamo di installare molle ribassate e pastiglie freno a mescola sportiva.

Fino a 6.000

Con questa cifra ci si pu permettere la sostituzione del turbocompressore con uno maggiorato, magari in abbinamento ad un intercooler di maggiori dimensioni. Nuovo impianto di scarico completo, catalizzatore metallico e limmancabile riprogrammazione della centralina esauriscono le modifiche sul propulsore. Dato lincremento prestazionale consigliamo di intervenire sui freni con un impianto maggiorato e sullassetto montando un regolabile coilover.

Fino a 3.000

Oltre 6.000

Si pu osare di pi, intervenendo anche sul turbocompressore originale. La riprogrammazione della centralina e limpiego del catalizzatore metallico completano la lista della spesa almeno per ci che riguarda il propulsore. Sullauto consigliamo gli stessi interventi della soluzione da 1.000 Euro, quindi molle ribassate e pastiglie sportive.

Se la spesa non un vostro problema, potete sbizzarrirvi con interventi pi o meno radicali. A partire dal turbocompressore maggiorato passando per la sostituzione completa dello scarico (Kat. Metallico), si pu intervenire anche sulla testata, con un albero a camme dal profilo pi spinto e la lavorazione dei condotti. Consigliati anche iniettori maggiorati abbinati ad una riprogrammazione dellelettronica. Per la vettura suggeriamo un kit freni con pinze multipompante, assetto regolabile anche nella taratura del freno idraulico e barre di irrobustimento.

[54]

ELABORARE 159

Motore Volkswagen R4 TDI 1.9 101-160 CV

ASSETTO KW PER GOLF IV 1.9 TDI


www.comarsport.com

MODULO AGGIUNTIVO TBOX PDE


Tbox Digital Performance Tel. 06/97247266 www.tboxdigital.com www.tboxdiesel.com

Una delle auto che ha ospitato il motore 1.9 TDI stata la VW Golf serie IV, sulla quale era disponibile nelle versioni da 130 e 150 CV. Una volta elaborato il
propulsore consigliabile sistemare a dovere anche lassetto, e quale scelta migliore di un componente a ghiera regolabile? Nel catalogo KW sono presenti numerose soluzioni per effettuare un setup delle sospensioni di questa vettura. 3 Variante 1 Basic Codice 05210005 Prezzo 806,00 3 Variante 2 Basic Codice 17410005 Prezzo 1.058,00 3 Variante 1 Codice 10210005 Prezzo 927,00 3 Variante 2 Codice 15210005 Prezzo 1.230,00 3 Variante 3 Codice 35210005 Prezzo 1.613,00 Laltezza pu essere impostata da un minimo di 35 mm ad un massimo di 65 mm sia avanti che dietro. Ricordiamo che il Variante 1 permette la sola regolazione dellaltezza, il Variante 2 aggiunge anche la possibilit di tarare il freno idraulico, mentre il Variante 3 offre questultima possibilit differenziata per compressione ed estensione. La linea Basic in acciaio zincato a differenza della normale che in acciaio inox.

La centralina aggiuntiva digitale TBOX PDE agisce direttamente sui tempi di iniezione; pertanto riesce ad effettuare regolazioni molto precise, in modo molto simile a ci che avviene con una
mappatura. L'aumento della potenza regolabile e pu arrivare a +30 CV e +60 Nm di coppia. Il valore ottimale viene impostato in fase di collaudo, perci non sono necessarie modifiche (salvo esigenze particolari). Il modulo fornito pretarato con software di gestione specifico, per ottenere il massimo incremento delle prestazioni in totale affidabilit e regolarit di funzionamento del motore, nonch garantire un risparmio di carburante a velocit moderata. L'installazione veloce e di estrema semplicit grazie al cablaggio con connettori originali e alle specifiche istruzioni per il montaggio, complete di foto. Nel kit fornito anche un interruttore con il quale sar possibile inserire/disinserire il modulo dall'interno dell'abitacolo. Il modulo (cod. 220040) proposto a 360 Euro, mentre il telecomando wireless 2 tasti On/Off a 48 Euro. Prezzi IVA inclusa.

IMPIANTO DI SCARICO RAGAZZON


www.ragazzon.it

Per il 1.9 TDI Ragazzon ha in catalogo numerosi componenti per realizzare un impianto di scarico completo, altamente performante e in grado di migliorare il
sound di scarico 3 Tubo centrale Cod. 55.0002.00 3 Marmitta posteriore con terminale 2x80 mm Cod. 58.0002.26 3 Top Line marmitta posteriore sdoppiata con terminali ovali 128x80 mm Cod. 50.0028.11 Prezzo 132,00 Prezzo 414,00 Prezzo 588,00

FILTRO ARIA SPORTIVO ITG


FTC Tel. 392/9855557

Per far respirare al meglio il 4 cilindri turbodiesel si pu montare un elemento filtrante sportivo a pannello. ITG produce questi componenti utilizzando il Trifoam,
un materiale spugnoso a tre strati differenziati e filtraggio progressivo. Caratterizzato da intervalli di manutenzione estremamente ampi, pesa circa la met di un tradizionale filtro in cotone e rete metallica. Perfettamente lavabile assicura un filtraggio adeguato anche in caso di elevata sporcizia accumulata. Il codice WB-568, mentre il prezzo di 67 Euro IVA inclusa.

Le marmitte posteriori sono tutte omologate CEE e i prodotti sono realizzati in acciaio inox.

ELABORARE 159

[55]

stock test

Lotus Elise S 1,6

an c

ini,

C. Galiena

QUESTIONE DI CUORE
Lennesima versione della Lotus Elise ora dotata di un motore 1.6 a fasatura variabile da 136 CV. Costa 37.000 Euro, 5.000 in meno della 192 CV. Ne vale la pena?
[56]
ELABORARE 159

en tili

, Di
M P.

Barbora

Potenza 141 CV Coppia 166,2 Nm Peso 897,2 Peso/pot. 6,36 Kg/CV Prezzo 37.000 Euro

ELABORARE 159

[57]

Lotus Elise S 1,6

BASTERANNO 136 CAVALLI E MENO DI 900 KG A GARANTIRE IL SOLITO PIACERE DI GUIDA?

na Lotus, come poche altre auto al mondo, si compra col cuore! Non devi pensare dove diavolo

infilerai i tuoi bagagli o se potrai montare il portasci. Sai benissimo che entrare e uscire richiede sempre un contorsionismo che, alla lunga, pu stancare i meno propensi a questo genere di sacrifici, quelli che apprezzano pi un bel sedile comodo alla quinta essenza dellhandling! In compenso ti porterai a casa una vettura che, per quello che costa, il miglior modo di sentirsi un pilota anche se al volante non sei nessuno! Con una posizione di guida sdraiata, con la scocca che ti abbraccia come su un prototipo, con quei

[58]

ELABORARE 159

Esterni e interni
La linea dellElise 2011 una sorta di ritorno al passato: dopo lesasperato passaggio dalla prima alla seconda serie, in cui si
passati da un design tutto tondo ad uno molto pi spigoloso e spaziale, su questa

pi bella e matura! L'Elise S non spartana come la prima serie ed molto pi confortevole, tanto che la si pu usare tutti i giorni.

aperture di sfogo aria per il radiatore sono meglio integrate nellinsieme e molto pi piacevoli. Lateralmente restano le ampie prese daria sagomate, che tanto contribuiscono a donare un look racing alla vettura. La parte posteriore, invece, ha subto interventi meno invasivi, eccetto qualche ritocco volto ad ammorbidirne le linee, come il nuovo cofano motore pi alto di 34 mm per far posto al nuovo propulsore e l'inedito diffusore inferiore. Nota interessante che, grazie a questo restiling, stato possibile migliorare lefficienza aerodinamica del 4%. Inoltre

rumori e quelle sensazioni che solo un'auto da corsa pu realmente trasmetterti, lacquisto dellElise una sorta di sacrificio agli dei della velocit! Ma che ripaga subito con gli interessi! Nonostante questa doverosa premessa, sono qui a contraddirmi dopo sole 4 righe: il punto se acquistare o meno una Lotus Elise 1,6 nel fatto che, per 5.000 Euro in pi, si pu avere la versione con motore 1,8 VVTI L da 192 CV, ben 56 CV in pi della versione base. Conoscendo bene la prima, e avendo provato la seconda, il fulcro di tutto il ragionamento sar proprio quello: dovendo comprare una vettura che non stata concepita per un uso quotidiano, ma per le enormi

terza serie si fatto un piccolo passo indietro ammorbidendone gli angoli. Sembra una piccola Evora. Il muso ora molto meno tagliente rispetto alla S2 e il disegno dei fari a LED sintetizza al meglio questo ritorno ad unimpronta pi classica, sebbene sempre molto attuale. Anche le prese aria anteriori, lo spoiler basso e le

sono disponibili due differenti tipi di cerchi: un forgiato e uno classico. Il forgiato assicura un risparmio di peso di oltre 2 kg sulle masse non sospese. Nessuna novit per quanto riguarda gli interni, con i sedili ProBax, gi montati dal 2006 e in grado di migliorare il feeling di guida e ridurre laffaticamento muscolare. La posizione di

guida, che rende questa vettura unesperienza unica nel suo genere soprattutto se posta in relazione con il prezzo di acquisto, rimasta inalterata. Rispetto alle prime Elise gli interni sono pi curati, pi insonorizzati e un po pi borghesi. Il che, quando si affronta un viaggio, non male!

emozioni che sa dare, meglio scegliere la versione 1,6 litri e risparmiare un bel gruzzolo o puntare direttamente alla 1,8 e alla sua mandria di cavalli in pi? E un bel dilemma, senza ombra di dubbio In pista>>Possiedo una Lotus Elise dal 1997 e, da quel giorno, ne ho guidate a decine, tra originali ed elaborate ad ogni livello. La prima cosa che mi sorprende il livello di

finitura dellabitacolo, ora decisamente pi curato e insonorizzato rispetto alla rozza S1, sulla quale cera solo qualche pezzettino di plastica o pelle a coprire lalluminio del telaio a vista. Ci ha comportato una notevole riduzione della rumorosit. Tra scarico strozzato e abitacolo insonorizzato, sembra quasi di guidare un'auto elettrica! Prendo la via della pista con grande curiosit, per vedere

cosa successo in questi quindici anni di Lotus Elise e come si evoluta la vettura in tre lustri di storia. Motore>>Anche se l'auto ha un peso ancora abbondantemente sotto la tonnellata, i 136 CV non bastano a farmi rizzare i peli sulla schiena! Lerogazione anche piacevole: fino a 5.000 g/m il motore spinge con una certa regolarit, anche se in modo

non eclatante. Oltre quota 5.000 g/m, invece, la musica cambia e la spinta si fa decisamente pi consistente, anche se in modo non proprio entusiasmante, fino alla soglia di intervento del limitatore, posta a quota 7.000 g/m. La prima Lotus Elise che ho guidato, la S1 120 CV con motore Rover K, pesava 720 kg e aveva circa 125 CV. Questa pesa 180 kg in pi e ha 10 CV in pi, ma in termini di coppia il
ELABORARE 159

[59]

Lotus Elise 1,6

vecchio motore inglese aveva molto pi da spendere: 18 kgm a 3.000 g/m contro i 16 kgm a 4.400 g/m del 1,6 giapponese. In cosa si traduce questa serie di numeri? E presto detto: la vecchia S1, in confronto a questa versione, andava pi forte, era molto pi reattiva al pedale dellacceleratore e,

...OLTRE QUOTA 5.000 g/m LA MUSICA CAMBIA E LA SPINTA SI FA DECISAMENTE PI CONSISTENTE...


soprattutto, aveva molto pi da spendere in termini di prestazioni pure. Magari era rumorosa, ci pioveva dentro, destate era come guidare in un forno, ma il rapporto peso/potenza era tutto dalla sua parte. Per carit: questo nuovo 4 cilindri sar anche un miracolo della tecnica, e una Elise S1 oggi non la omologherebbe pi neanche la Motorizzazione delle isole Bora Bora, ma per quanto possa essere lodato per le sofisticazioni tecniche, i ridotti consumi e per chiss cosaltro, un po troppo asfittico per ben figurare su una supercar sui generis come deve essere una Lotus. Soprattutto se abbinato ad un cambio, come vedremo, troppo lungo.
Il tempo segnato dallElise S all'ISAM denota la notevole sportivit di questa mitica sempreverde, che eguaglia le prestazioni di vetture ben pi potenti. Il crono pu scendere ancora un po' ma al prezzo di un notevole impegno nella guida! Cosa sarebbe capace di fare con pi cavalli sotto al cofano?

IST CARATTER NICHE TEC

ICHE

Motore Centrale trasversale

Cambio>>Sufficientemente preciso sia in salita che in scalata, ben spaziato tra un

[60]

ELABORARE 159

1.598 cc 16V; 1ZR-FAE 4 cilindri in linea in alluminio; fasatura variabile Dual VVT-i e variatore alzata valvole su aspirazione Valvematic; potenza massima 136 CV a 6.800 g/m, coppia massima 160 Nm a 4.400 g/m. Trasmissione Cambio a 6 marce 1) 3,538:1; 2) 1,913:1; 3) 1,310:1; 4) 0,971:1; 5) 0,818:1; 6) 0,700:1; riduzione finale 4,294:1 Sospensioni Sospensioni indipendenti con ammortizzatori Bilstein e molle Eibach. Freni ABS, pinze anteriori a 4 pistoni AP-Racing e posteriori Brembo a singolo pistone; dischi ventilati da 282x26 mm Ruote Cerchi anteriori 5,5jx16 con pneumatici 175/55 R16, cerchi posteriori 7,5jx17 con pneumatici 225/45 R17. Prestazioni e peso 0-100 km/h 6,5 sec.; velocit massima 204 km/h; peso 876 kg.

ELABORARE 159

[61]

stock test
8

Lotus Elise S 1,6

DATI STRUMENTALI
8

GRAFICO POTENZA

8 Potenza max 141 CV a 6.571 g/m 8 Coppia max 166 Nm a 4.551 g/m 8 Peso / Potenza 6,36 Kg/CV
Temperatura 13 C Pressione atm. 983 mbar

x 206 Km/h

V. ma

RAPPORTI CAMBIO

IL SETTING DELLE GEOMETRIE E DEL COMPARTO SOSPENSIONI SFIORA LA PERFEZIONE


RILEVAMENTI CRONOMETRICI
ACCELERAZIONE
100 m 200 m 400 m 1000 m
Tempo Vel. uscita (sec.) Km/h Tempo (sec.)

6,9 9,8 15,9 28,1


Tempo (sec.)

102 113 148 182

0-100 Km/h 0-140 Km/h 0-180 Km/h 0-200 Km/h

6,8 14,5 27,9 Tempo (sec.)

RIPRESA IV
80-100 Km/h 80-140 Km/h

RIPRESA V
80-100 Km/h 80-140 Km/h

3,9 12,8
Tempo (sec.)

4,9 16,6
Spazio (mt.)

RIPRESA VI
80-100 Km/h 80-140 Km/h

FRENATA
100-0 Km/h 140-0 Km/h

8,1 28,4

36,8 73

rapporto e laltro (cosa non sempre riscontrabile sulle varie Elise Rover e Toyota), ha un solo enorme difetto: ha i sei rapporti troppo lunghi! La curva Mare, ad esempio, che personalmente affronto con la maggior parte delle auto in terza marcia, va percorsa in seconda. Questa eccessiva lunghezza del cambio fa pensare che la pi grande responsabilit in termini di scarsit di prestazioni sia da ascrivere pi ad esso che al motore. Una coppia conica pi corta sistemerebbe le cose. Assetto>>Il passo avanti pi consistente compiuto sulla Lotus Elise 2011 nellassetto. Le prime, nel 96, arrivavano in Italia con le geometrie regolate un po alla meglio e con delle gomme non proprio favolose. Ora le nuove Yokohama Advan Neova, il setting delle geometrie e del comparto sospensioni sfiorano la perfezione. Con i pneumatici 195 anteriori, al posto dei 175

PESI
38,1% ant.

897,2 kg con 25 kg di carbur.

61,9% post.

ALTEZZE

montati sulle prime S2, non c pi ombra di sottosterzo anche affrontando le curve pi impegnative da questo punto di vista. Nel mio hot lap ho voluto mettere lElise alla frusta in due punti essenziali del tracciato dellISAM: lingresso della chicane Cavatappi e la percorrenza della Esse Bagnata. E in questi due tratti linserimento eccezionale, da riferimento. Lo sterzo ha la stessa comunicativit di sempre e un equilibrio tra leggerezza, precisione e consistenza che dovrebbe essere tenuto in grande considerazione da tutti coloro che ambiscono a progettare un'auto sportiva. In percorrenza e in uscita, sia dalle curve lente sia da quelle pi veloci, eccellente lequilibrio tra solidit e scorrevolezza del retrotreno: le prime Elise avevano una spiccata tendenza al sovrasterzo, mentre su questa MY2011, quando il retrotreno comincia a scivolare, lo fa in modo progressivo,

gestibilissimo e molto proficuo in termini di resa dinamica. Una vettura che lega troppo d grande sicurezza, ma non mai veloce Sui punti pi veloci, invece, non si ha quella spiacevole sensazione di galleggiamento che tanto infastidiva sui precedenti modelli. Gran parte del merito spetta sia al setting della vettura, sia ai nuovi pneumatici che, anche dopo molti giri condotti col coltello tra i denti, non mostrano segni di cedimento: un eccellente compromesso tra fruibilit in pista e su strada. Freni>>Un impianto che ormai conosciamo tutti: brillava sulle Elise da 700 kg e svolge ancora egregiamente il suo dovere anche su questa MY 2011! Resistente al fading, ha un pedale che trasmette un migliore feeling rispetto alla prima versione con ABS montata su unElise alcuni anni fa. Ancora perfettibile lingresso dellABS, forse un po troppo sfrontato.

[62]

ELABORARE 159

A LA PAGELL motore
cambio

3333333333 3333333333 3333333333 3333333333 3333333333

assetto

freni

conclusioni

6 5 9 7 7

PRO
Eccellenti doti di handling. Ridotti costi di gestione.

CONTRO
Cambio esageratamente lungo. Prestazioni non allaltezza del blasone.

Motore e meccanica La novit pi interessante


introdotta sulla Lotus Elise 2011 il nuovo motore Toyota 1ZR-FAE di 1.598 cc dotato di sistema Valvematic. Quest'ultimo regola in modo variabile lalzata delle valvole di aspirazione ed abbinato alla fasatura variabile Dual VVT-i
(Variable Valve Timing-intelligent). La fasatura dellapertura e della chiusura delle valvole e lalzata di quelle di aspirazione sono regolate in modo continuo, al fine di variare il volume d'aria aspirata e migliorare cos lefficienza di funzionamento del motore, ridurre il consumo di benzina e le emissioni inquinanti (Euro 5). La potenza massima di 136 CV viene raggiunta ad un regime di rotazione di 6.800 g/m, molto vicino al limitatore posto invece a quota 7.000 g/m; la coppia massima di 160 Nm a 4.400 g/m. Laltezza del cofano motore stata aumentata di 34 mm per accogliere il nuovo motore 1Z che, per la presenza del sistema Valvematic, risulta leggermente pi alto del precedente 1ZZ. Ci ha imposto ai

Il motore molto regolare, spinge ma non entusiasma su una vettura di questo calibro. Il resto della meccanica, invece, al top... come sempre!

progettisti di modificare leggermente il cofano motore in modo da adattarlo al tema stilistico delle parti anteriore e posteriore della vettura. A questo moderno motore abbinato un nuovo cambio manuale a 6 marce; la gestione del propulsore 1.600 affidata al sistema Lotus T6. Il controllo automatico della velocit di crociera, disponibile per la prima volta su Lotus Elise, attivato tramite unasta a sinistra del

piantone dello sterzo. Nessuna novit particolare per limpianto frenante, con il classico abbinamento pinze AP Racing (anteriori) e Brembo (posteriori) con dischi freni ventilati e forati da 282 mm e ABS. rimasto inalterato anche il telaio, realizzato in estrusi di alluminio incollati a freddo con tecnologia aeronautica: una sorta di biglietto da visita Lotus che brilla per economia costruttiva, efficienza e leggerezza.

Conclusioni>>La Lotus Elise MY 2011 sempre una grandissima sportiva, adatta per chi ama guidare anche senza disporre di motori pieni di cavalli. E come un fioretto: fa dellagilit e delle doti dinamiche i suoi punti di forza. Quello che si fa fatica ad accettare il peso, ormai sui 900 kg con il pieno di benzina: gli oltre 150 kg in pi delle 120 CV 1 e 2 serie (anche la seconda serie Rover pesava circa 740 kg) si fanno sentire... tanto! Potendo scegliere, per uno sportivo pistaiolo lideale sarebbe puntare sulla versione 1,8 da 192 CV: chi compra una vettura di questo tipo ha gi una prima auto e, ovviamente, 5.000 Euro di differenza non sono pochi, ma neanche troppi per 56 CV in pi! Tuttavia anche vero che non tutti vanno in pista o guidano con il coltello tra i denti e che ormai questa Elise, grazie al comfort raggiunto, pu essere una bella spider con cui divertirsi anche senza strafare e godersi una passeggiata col vento tra i capelli. La S1, da questo punto di vista, era molto pi limitata dalla notevole scarsit di comfort. La nuova Elise 1,6 quindi ha un senso per chi non ha ambizioni di pista o, quanto meno, per chi vuole pi unauto fruibilissima ed disposto a rinunciare a un bel po di potenza, risparmiando anche una cifra consistente.
ELABORARE 159

[63]

tester per un giorno


Questo mese ci siamo superati! Abbiamo selezionato ben due tester per un giorno , che hanno avuto il piacere di provare insieme a noi la Lotus Elise S sul circuito dell ISAM. Ecco il loro resoconto...

Adriano Spinelli
Impressioni sulla giornata>>La giornata all'ISAM stata davvero piacevole anche grazie allo staff tecnico di Elaborare: Claudio Galiena, Paolo Turco e tutti gli altri, che hanno accolto me e Nicolas con entusiasmo, cortesia e tanta professionalit. Guidare la Lotus in pista stata una bella esperienza, da vero tester, ed ho provato una grande emozione quando sono salito a bordo con il Direttore che mi ha mostrato come va guidata una vettura simile, precisa nelle
di tornare presto con voi magari per testare la mia Golf VI GTI!

L'identikit
Et 39 Professione Odontotecnico Citt Agropoli (SA) Hobby Motociclismo Sport Cintura nera di judo, ciclismo Auto posseduta Golf VI GTI Sogno nel cassetto Ducati Desmosedici GP

Impressioni sulla Lotus Elise VVT-i 1.6 136 CV>>A prima vista la Lotus Elise colpisce subito per la sua linea affilata, l'aspetto racing e per come schiacciata al suolo, come poche sportive sul mercato. Le dimensioni molto compatte e il colore arancio esaltano il carattere corsaiolo. Una volta entrato nell'abitacolo con un pizzico di difficolt e regolato il sedile, mi sembra di indossare un bel vestito

SEMBRA DI STARE SEDUTO SU UN GO-KART PER QUANTO ATTACCATA ALL'ASFALTO!


traiettorie e con un controllo della trazione incredibile. E anche con Claudio, quando in un paio di giri lanciati con una Evo da circa 500 CV, mi ha regalato delle forti scariche di adrenalina! Grazie a tutti, spero cucito su misura. Tutto al posto giusto: dallo sterzo alla leva del cambio, dai pedali fino al quadro strumenti. E mi pare quasi di stare seduto su un go-kart per quanto attaccata all'asfalto! Accendo il motore e il suono emesso alluminio della Lotus hanno funzionato alla grande regalandomi belle emozioni. Anche l'impianto frenante si dimostrato al contempo modulabile e potente senza grossi cedimenti; insomma una vera sportiva... complimenti alla Lotus! A questo punto ho pensato: "Chiss quanta adrenalina in pi potrebbe dare la versione dell'Elise SC Supercharged da 222 CV: gli stessi della mia Golf VI GTI, ma con 400 kg in meno"! Ringrazio tutto lo staff e il Direttore di Elaborare per avermi invitato a questa stupenda iniziativa, che permette a noi lettori di guidare e testare in pista una vettura che altrimenti non avremmo modo di provare.

VW GOLF VI GTI

piacevole e corposo, non sembra proprio un 1.600 cc; anche se questa versione dispone di soli 136 CV, appena percorro le prime curve dell'ISAM sento che il motore risponde bene gi dai 3.000 g/m ma offre il meglio di s oltre i 5.000 g/m, e continua a spingere ancora con irruenza per altri 1.500/2.000 giri circa. L'Elise si lascia guidare con una facilit disarmante. Il suo punto di forza il rapporto peso-potenza, che le dona una velocit di inserimento fulminea. L'erogazione piatta del

motore aspirato 1.600 cc permette di spingere la Lotus al limite, senza rischiare di perdere il posteriore in uscita riuscendo a sfruttare tutto il potenziale a disposizione. Il meteo stato magnanimo e ci ha regalato una bellissima gionata di sole con circa 16 gradi nelle ore di punta, e all'ISAM con questa temperatura ho percepito un bel grip. Quando dopo qualche giro ho provato a forzare l'andatura, soprattutto nei bruschi cambi di direzione nella Esse Bagnata, l'assetto di serie e il telaio in

DIVENTA PROTAGONISTA DEI NOSTRI TEST!


PARTECIPA ATTIVAMENTE ALLE NOSTRE PROVE IN PISTA CON LINIZIATIVA "TESTER PER UN GIORNO".
Continua l'iniziativa tester per un giorno che, di volta in volta, permette ad un lettore selezionato di scendere in pista al fianco del nostro Test Team per provare una delle vetture dei nostri Stock Test. Il fortunato lettore avr la possibilit di vivere una giornata in pista a fianco dei tester di Elaborare e scoprire nel "dietro le quinte" i backstage dei servizi fotografici. Ma non solo! Avr modo di provare in circuito anche una vettura sportiva. Il programma di massima il seguente: arrivo all'ISAM (www.isam-spa.it) in mattinata entro le 11.00/11.30, saluti e presentazione staff, illustrazione metodologia di lavoro e procedure test, pranzo con lo staff, pomeriggio inizio prove a fianco dei tester, minicorso sulle traiettorie dell'ISAM. Possibilit di effettuare qualche giro con la propria auto e successivamente test della vettura selezionata. Dopo le 17:00 chiusura sessione test, foto di rito e saluti. Il lettore selezionato sar avvisato e contattato direttamente dalla redazione. Dopo la giornata vissuta con lo staff di ELABORARE, dovr esprimere le proprie impressioni di guida che saranno pubblicate sulla rivista (con relative foto). Che aspetti? Dai gas!

di Marco Valerio Condorelli

Nikolas Benincasa
Impressioni sulla giornata>>470 km non sono poi tanti, se pensi che stai andando incontro ad una giornata carica di emozioni e adrenalina allo stato puro, e soprattutto se sai di essere uno dei due fortunati lettori selezionato dalla tua rivista di auto preferita, per vestire i panni del tester per un giorno! All'arrivo in pista ad Anagni mi trovo di fronte ad uno spettacolo che non avevo mai visto: auto di ogni genere elaborate e messe in fila, pronte per essere pesate e provate dai tester professionisti. Incontro subito Claudio Galiena e Paolo Turco, che mi presentano anche l'altro fortunato vincitore, Adriano. Dopo le presentazioni comincio a guardarmi intorno, ammirando tutte le vetture elaborate che mi circondano. Mentre giro nel backstage, i tester in pista fanno "cantare" le auto in prova, producendo una melodia che solo un appassionato di
bisogno di molti fronzoli!), sono veramente eleganti e le rifiniture ben curate. L'unica seccatura di questa splendida due posti la scomodit per entrare e uscire dallabitacolo, a cui per si pu rimediare in parte togliendo la cappottina in tela che la copre. Il motore, nonostante sia il pi piccolo proposto dalla Casa inglese su questo modello, avvantaggiato dal peso della vettura (900 kg col pieno di benzina) e, forte dei suoi 136 CV, si fa trovare subito pronto; gi ai bassi regimi infatti spinge bene incollandoti al sedile, fino a raggiungere in tempi brevi alte Direttore Giovanni Mancini. Dopo aver testato la Lotus non poteva mancare anche la prova del mio piccolo mezzo sul circuito dell'ISAM. La giornata stata molto divertente e mi ha regalato emozioni fortissime... sicuramente non la dimenticher mai!

L'identikit
Et 21 Professione Geometra Citt Sassuolo (MO) Hobby Computer / Mgane Club Italia Sport Calcio / Palestra Auto posseduta Mgane III Coup Luxe 1.4 Tce 130 Sogno nel cassetto Non si pu dire, altrimenti non si avverer mai!

FARE IL TESTER, ANCHE SE PER UN GIORNO, STATA UN'ESPERIENZA ADRENALINICA!


motori pu apprezzare: gomme che fischiano, turbine che sibilano e scarichi che emettono suoni con frequenze talmente basse da far tremare la pancia! Durante la giornata non sono mancate le scariche di adrenalina, offerte da Claudio Galiena che ha dato il meglio di s portandomi come passeggero in un giro di pista su una Evo VIII elaborata a dovere; molto bello e intenso stato anche l' "hot lap" a fianco del

Impressioni sulla Lotus Elise VVT-i 1.6 136 CV>>La prima cosa che mi ha colpito della Lotus Elise VVTi 1.6 la carrozzeria dal design davvero aggressivo e aerodinamico, che ne esalta le doti da vera sportiva. Appena mi sono seduto al volante ho notato i sedili molto contenitivi e, sebbene gli interni siano un po spogli (daltronde una sportiva non ha

renault megane coupe

velocit. Il cambio preciso e permette cambiate veloci. Durante i giri in pista, la Lotus si comportata egregiamente: molto precisa negli inserimenti in curva grazie alle sospensioni sportive, ai pneumatici semislick Yokohama Advan Neova incollati a terra e al telaio irrigidito, indispensabile per un'auto di questo tipo. I freni con dischi forati svolgono ottimamente il loro lavoro e si

sono rivelati allaltezza di ogni situazione, garantendo una frenata decisa e corposa senza far intervenire quasi mai lABS. Fare il tester, anche se per un giorno, stata un'esperienza molto divertente e adrenalinica! Ringrazio tutto lo staff di Elaborare che mi ha seguito per tutta la permanenza in pista, regalandomi un'occasione unica ed emozionante!

COME FARE PER PARTECIPARE?


Per partecipare a queste iniziative bisogna essere iscritti alla newsletter di Elaborare (dal sito di elaborare www.elaborare.com), essere Fan di Elaborare su Facebook e inviare une-mail con le seguenti informazioni a test@elaborare.org, o inviare per posta le informazioni a Elaborare - Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma 3 Dati anagrafici (nome, cognome, indirizzo, telefono, e-mail ecc.) 3 Dati vettura (marca, modello, misura pneumatici, chilometraggio medio mensile) 3 Foto della vettura e dellaspirante tester con l'ultimo numero della rivista ben visibile! 3 Una descrizione delle tue esperienze in ambito motoristico e di guida La scelta del nostro secondo Long Run Tester sar pubblicata sul prossimo numero di Elaborare.

La passione gira in pista.

speed test

Nissan GTR by Franco Alosa

an cini

rbo Di Ba

OLTRE IL LIMITE
Con 620 CV la Nissan GTR di Franco Alosa una supercar dalle prestazioni devastanti, ma sorprendentemente facile anche grazie alla doppia frizione che consente la cambiata in 200 msec
[66]
ELABORARE 159

/C on dor elli
ra

P.

Potenza 619 CV Coppia 638 Nm Peso 1.713 Kg Tuning 10.900 Euro

139
CV

ELABORARE 159

[67]

speed test

Nissan GTR

uando ho iniziato a spostare la mia attenzione dalle moto alle automobili, il giorno dopo aver conseguito la patente B, le
supercar avevano 300 CV e promettevano prestazioni leggendarie. Oggi non dico che le utilitarie debbano avere 300 CV, ma per una sport compact che si rispetti ne occorrono almeno 250 CV! In tutto questo tempo dacqua sotto i ponti ne passata tanta e se una volta, per condurre al limite una supercar erano indispensabili doti di coraggio e di guida al di sopra della norma, oggi non pi cos. Prendiamo la Nissan GTR. E una supercar, ma non costa quanto un monolocale a Fontana di Trevi. Va forte, anzi fortissimo, ma non difficile! Anzi, cos facile e ti prende talmente la mano che ti fa sentire molto pi bravo di quello

issima! Gi di serie... cattiv

PESA TROPPO? AGGIUNGO CAVALLI!

pesa 20 kg in meno! Lo scarico in titanio


[68]
ELABORARE 159

tivi Gli interni sono spor da videogame ne e la strumentazio

LAZIENDA
Franco Alosa SRL
Via G. Di Vittorio 5/48-49 Firenze Tel. 055/300348 Web www.francoalosa.com E-mail f.alosa@tin.it Persona di riferimento: Franco Alosa Specializzazione elaborazioni stradali su ogni tipo di auto Marche trattate Mektronik, AC Schintzer, BMC Superficie Azienda 250 mq coperti e 200 scoperti Personale 3 addetti Attrezzature tecniche 4 ponti sollevatori, tester diagnosi elettroniche TDD, consolle e software per riprogrammazione centraline elettroniche, analizzatore gas di scarico, banco prova a rulli Garanzia s Pagamenti rateizzati in base al tipo di intervento

che puoi essere in realt con un volante tra le mani; questo, se vogliamo, il suo pi grande pregio e, al contempo, il suo pi grande limite. In configurazione di serie, addirittura, i quasi 500 CV non sembrano neanche troppi, considerando le sue straordinarie doti dinamiche e un peso che sfiora i 18 quintali. L'opinione di tutti quelli che lhanno guidata che le manca ancora qualcosa per essere perfetta. Questo qualcosa sono un centinaio di cavalli, che bastano a farle sentire di meno il peso e a renderla ancora un po pi selvaggia. Franco Alosa, con lelaborazione di questa GTR, ha voluto cogliere tale risultato: liberare i cavalli imbrigliati nel cofano della supersportiva Nissan per donarle quel tanto di cattiveria in pi da non farla sembrare troppo facile. Il suo obiettivo stato pienamente centrato!

Estetica e interni>>Con un design coraggioso e innovativo, anche se non apprezzato da tutti per alcune forzature sulle linee di cintura e del tetto, la Nissan GTR non ha faticato a raccogliere consensi entusiastici, soprattutto tra chi non ama passare nellanonimato e guarda un'auto pi sotto che sopra. Pi convenzionali, nella loro sportiva modernit, sono gli interni della giapponese, la cui strumentazione stata curata dai designer della Polyphony Digital (la stessa software house che ha creato i videogame della saga Gran Turismo) e che, nonostante il largo impiego di tecnologia di altissimo livello, risulta sempre facilmente leggibile e gestibile attraverso i vari comandi. Ottima la finitura della plancia e dei sedili in pelle rosso/nera,

botta e ... con risposta tario il proprie


EUGENIO PASTORELLI Imprenditore edile, il fortunato proprietario di questa Nissan GTR, che usa almeno tre volte alla settimana. Grande appassionato di guida, ha frequentato diversi corsi di pilotaggio. Sei iscritto ad un club?
S, sono iscritto al Club GTR Italia: www.clubgtritalia.it

Cosa ti piace della tua auto?


Tutto, dal motore al telaio, dalle prestazioni alla incredibile facilit di guida.

Cosa apprezzi meno?


Il peso, anche se non si sente guidandola, eccessivo!

Quali sono i prossimi interventi che intendi realizzare?


Con Franco abbiamo pensato di montare una coppia di turbine maggiorate la potenza non mai troppa!

Come usi la tua auto?


A 360: anche molto comoda e piacevole da guidare tutti i giorni. Ma mi diverto anche a sfruttarla in pista

ELABORARE 159

[69]

speed test
88

Nissan GTR
da guardare Il biturbo pure bello

DATI STRUMENTALI
GRAFICO POTENZA

8 Potenza max 619,4 CV a 6.740 g/m 8 Coppia max 619,4 Nm a 1.713 g/m 8 Peso / Potenza 2,77 Kg/CV
Temperatura N.D. Pressione atm. N.D. mbar

x 321 Km/h

V. ma

RAPPORTI CAMBIO

Per rendere leggibili le curve di coppia e potenza (grafico fornito dal preparatore) abbiamo ripassato le linee originali. Da notare che, per problemi tecnici, la coppia massima risulta inferiore al valore di 72,5 kg misurato in precedenza sullo stesso banco prova.

RILEVAMENTI CRONOMETRICI
ACCELERAZIONE
100 m 200 m 400 m 1000 m
Tempo Vel. uscita (sec.) Km/h Tempo (sec.)

piacevolmente avvolgenti e perfettamente in linea con le caratteristiche della supersportiva Nissan. Manca ancora qualcosa per competere con i materiali Porsche, di cui vuole essere la spina nel fianco, ma visto il rapporto prestazioni/prezzo, si pu anche chiudere un occhio! Motore e meccanica>>Il V6 3,8 litri della Nissan GTR, in configurazione di serie, in grado di erogare una potenza massima di 480 CV a 6.400 g/m, con una coppia massima di 588 Nm da 3.200 a 5.800 g/m. Valori elevatissimi, soprattutto riguardo alla qualit di

4,9 7,3 11,1 Tempo (sec.)

132,6 167,5 206,3 -

0-100 Km/h 0-140 Km/h 0-180 Km/h 0-200 Km/h

3,2 5,3 8,3 10,3


Tempo (sec.)

RIPRESA IV
80-100 Km/h 80-140 Km/h

RIPRESA V
80-100 Km/h 80-140 Km/h

1,2 4,2
Tempo (sec.)

1,9 5,2
Spazio (mt.)

RIPRESA VI
80-100 Km/h 80-140 Km/h

FRENATA
100-0 Km/h 140-0 Km/h

erogazione, ma che possono non soddisfare in pieno le aspettative dei pi esigenti se rapportati con i quasi 18 quintali di stazza della vettura. Per ripristinare il giusto ordine delle cose, Franco Alosa ha messo a punto un soft tuning (se cos si pu chiamare un intervento che innalza la potenza fino alla soglia dei 620 CV!) basato sulla sostituzione dellimpianto di scarico originale con uno in titanio, su un nuovo intercooler e sulla riprogrammazione della centralina elettronica di serie tramite presa OBD. Nel dettaglio, lo scarico originale stato sostituito con centrali e terminali HKS in titanio, pi leggeri di circa 20 kg rispetto agli originali. Inoltre sono stati eliminati i secondi catalizzatori (sono rimasti soltanto quelli a ridosso del downpipe). Sempre della HKS sono i nuovi filtri aria pi permeabili per airbox

il tuning
3 Centrali e terminali di scarico in titanio, -20 kg, senza secondo catalizzatore 4.800 3 Kit 2 intercooler maggiorati e alleggeriti HKS con convogliatori in carbonio 4.000 3 Kit tubazioni intercooler maggiorati 900 3 Riprogrammazione centralina elettronica su banco frenato 900 3 Filtri aria HKS 300

Prezzi in Euro IVA inclusa

2,9 7,5

PESI
55,6% ant.

ISTICH CARATTER HE TECNIC Nissan GTR

1.713,4 kg con 40 kg di carbur. 44,4% post.

ALTEZZE

Motore anteriore longitudinale, 6 cilindri a V 60, alesaggio x corsa 95,5x88,4 mm, 3799 cc, rapporto di compressione 9:1, 4 valvole per cilindro, 2 alberi a camme per bancata, turbocompressori con intercooler, potenza max 480 CV a 6400 giri/min, coppia max 588 Nm a 3300 g/m Cambio meccanico robotizzato a sei rapporti con doppia frizione, in posizione transaxle (I 4,056:1; II 2,301:1; III 1,595:1; IV 1,248:1; V 1,001:1; VI 0,796; rapporto di riduzione finale 3,700:1) Trazione integrale Ruote cerchi in lega anteriori 9,5x20,

posteriori 10,5x20; pneumatici Dunlop SP Sport 600 DSST CTT anteriori 255/40 ZRF 20 97Y, posteriori 285/40 ZRF 20 100Y Corpo Vettura 3 porte, 2+2 posti SOSPENSIONI: avantreno quadrilateri sovrapposti, multi link Freni dischi carboceramici autoventilanti e forati (diametro 390 mm), posteriori a dischi carboceramici autoventilanti e forati (diametro 380 mm); ABS Sterzo a pignone e cremagliera con servosterzo elettrico Dimensioni E Peso lunghezza 4655 mm; larghezza 1821 mm; altezza 1370 mm; passo 2780 mm; massa 1750 Kg ; capacit serbatoio 45 litri Prestazioni velocit massima 314 Km/h, 0-100 Km/h 3,5 sec.

standard e i due intercooler maggiorati, completi di convogliatori in fibra di carbonio e tubazioni specifiche. La riprogrammazione della centralina elettronica stata eseguita tramite presa OBD: la pressione di sovralimentazione aumentata fino a 1,3 bar di picco e 1,2 bar costanti e il limitatore di giri stato posto a quota 7.200 g/m. Ovviamente sono state riviste le mappature dellaccensione e iniezione, per adeguare questi parametri alle mutate esigenze del motore e di una pressione di sovralimentazione pi alta. Il risultato conseguito stato di 620 CV e ben 72,5 kgm di coppia massima. E' importante anche sottolineare che, con queste modifiche, il peso della vettura sceso di oltre 40 kg: oltre 20 kg grazie allo scarico in titanio e il resto per merito dei nuovi intercooler HKS.

[70]

ELABORARE 159

Nissan GTR

ta in pis
[72]

con

pi erlu ig

GIOCARE CON LA DINAMITE


Mentre cerco di adattare la posizione di guida della GTR alle mie esigenze, cosa peraltro ottenibile con un paio di mosse, i miei occhi cadono immediatamente sui tre
pulsanti posti nella consolle centrale. Sono i controlli elettronici che gestiscono la velocit del cambio, la regolazione delle sospensioni e la soglia dintervento del controllo di stabilit. Scelgo per tutti e tre la soglia GTR, evidenziata da una luce rossa che ne conferma lavvenuta selezione, e prendo la via della pista. Le prime sensazioni non sono quelle che potrebbe, o dovrebbe, trasmettere una vettura che ha sgretolato i record dei track day di mezzo mondo. E tutto molto filtrato, molto confortevole...

Motore>> ma basta schiacciare

lacceleratore a fondo per mettersi paura! La sensazione immediata quella di velocit pura, completamente filtrata da altre impurit. Ho provato decine di auto che facevano venire la pelle doca ogni volta che schiacciavo lacceleratore vuoi per il rombo e il salire dei giri, vuoi per la difficolt crescente di gestire lo sterzo allaumentare
ELABORARE 159

10

ma
i
ARTI! SAGERATA IN TUTTI I COMP E

nc ini

A LA PAGELL motore 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 10 cambio 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 9 assetto 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 9 freni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 9


conclusioni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3

PRO
Motore. Assetto. Facilit di guida.

CONTRO
Pneumatici non allaltezza. Paddle cambio non fisse.

Rende tutto facile...della luce! ma alla velocit


della velocit. Sulla GTR questo non succede. Lei schizza via come un proiettile dalla canna di una Colt 357 Magnum, ma riesci a controllarla in qualsiasi istante. E cos si ha una sensazione di velocit pura, incontaminata da altre percezioni di pericolo. Il brivido arriva immaginando le conseguenze di un imprevisto a simili andature, non dal fatto di doverla controllare e gestire. Fino ad un 80% del suo potenziale, chiunque pu permettersi di fare il fenomeno con questa vettura. A chi mi chieder dopo il test qual stata la mia impressione, risponder che ho avvertito le stesse emozioni provate al momento del decollo su un aereo. Anche il rombo, il sibilo nel salire di giri, molto simile a quellesperienza. Il V6 Nissan, in questa versione rivista e corretta, perfettamente in linea con le caratteristiche dellauto. Con circa 500 CV e 18 quintali di peso, infatti, non si ha un rapporto peso/potenza da record. Con 120 CV in pi, e oltre 40 kg in meno, le cose cambiano. Non si ha mai la sensazione che ci si possa abituare. Gi a poco meno di 3.000 g/m il motore inizia a spingere forte, ma dove toglie il fiato in prossimit dei 5.000 g/m fino alla soglia del limitatore di giri, posto poco oltre quota 7.000 g/m. E perfetto in tutto: come potenza, coppia, qualit di erogazione e sound. Tutto questo senza mettere a repentaglio laffidabilit del motore e della trasmissione, grazie a un tuning sapientemente eseguito.

Freni>>Non ho avuto modo di affrontare staccate ad altissime velocit, anche perch la pista dellISAM non proprio quella pi adatta alle caratteristiche di una supercar come la GTR ma, da quanto si visto, i 4 mostruosi Brembo brillano per potenza e resistenza al fading. Chi ha avuto modo di provarla sui terrificanti saliscendi del Nordschlife ne ha tessuto le lodi. Condivido e sottoscrivo!

Cambio>>Questo doppia frizione


la risposta che darei a chi, comprando un robotizzato DSG o similari, ha creduto alle parole di uno scaltro venditore che lo ha convinto di avere acquistato un pezzo di tecnologia da F1. I 200 millisecondi necessari per salire di marcia hanno il suono di una fucilata e, in staccata, digerisce piuttosto bene anche qualche manovra piuttosto irriguardosa. Quello che proprio non mi piace sono le palette poste dietro il volante che, purtroppo, non girano con esso: la cloche troppo piccola, lontana e priva di feeling per essere usata quando si guida al limite e le palette, anche se piuttosto grandi, spesso non si trovano quando si ancora a volante girato. Su una vettura simile si fa fatica ad accettare una simile leggerezza

9
9
[73]

Conclusioni>>La cura Alosa ha

Assetto>>Ma come, non dai un 10


all'auto che ha ridicolizzato supercar leggendarie sulle piste pi difficili del mondo?, sar la prima cosa che mi chiederanno i lettori No, non posso! Ma non per qualche recondito difetto o per qualsivoglia forma di antipatia nei confronti della perfezione, quanto per un peccato veniale: la GTR oggetto del nostro test non equipaggiata con i pneumatici Dunlop appositamente sviluppati, ma con 4 Pirelli PZero Corsa che, pur molto pi gestibili nella stagione fredda e con la pioggia rispetto alle coperture giapponesi, quando messi

alle corde nelluso in pista, tendono a mostrare alcuni limiti. Comunque la vettura ha uno sterzo fantastico: un equilibrio tra leggero/pesante ideale, comunicativo fino a superare qualsiasi soglia di immaginazione tanto da non far pensare assolutamente di essere alla guida di un'auto che sfiora le 2 tonnellate di stazza. Ad ogni minimo movimento della corona, si ha una reazione istantanea e di una precisione chirurgica. In inserimento nelle curve lente, la GTR segue il comando impartito con una rapidit degna di una Lotus, ha una percorrenza fulminea e tanta trazione in uscita. Solo quando si esagera, nel tratto della Esse Bagnata, si avverte un leggero ma persistente sottosterzo, causato senza dubbio dai pneumatici non allaltezza della situazione o, quanto meno, non idonei alle

caratteristiche della vettura. Sul veloce le sensazioni che trasmette questo mostro su 4 ruote sono contrastanti. Da un lato la vettura ha delle velocit di percorrenza di pieghe difficili, come la Mare e la Curva del Ponte, da primato; daltro canto sembra ancora tutto troppo semplice nonostante gli oltre 130 CV che si sono aggiunti ai gi devastanti 480 CV del motore di serie. Una Porsche 997 GT2 preparata mette paura non solo per le prestazioni impressionanti che in grado di esprimere, ma anche perch non si fa dare del tu in nessun caso. La GTR Alosa spaventa perch permette di fare tutto a velocit folli, non facendo capire quanto realmente vicino il limite entro il quale si pu ancora scherzare con questa tigre feroce senza rimetterci losso del collo!

sicuramente fatto bene a questa Nissan GTR, che risulta ancora pi devastante e meno filtrata di quanto non possa apparire la versione di serie. Per farvi capire a quale livello siamo con le prestazioni, vi basti leggere i dati cronometrici da primato che ha fatto segnare nei nostri test. I pregi sono uninfinit! I difetti, a volerli proprio cercare, sono lassenza delle palette cambio girevoli con il volante e pneumatici non allaltezza della situazione. E un peso di almeno 250 kg oltre il dovuto. Lemozione di guidare unauto cos veloce e potente che, paradossalmente, potrebbe ridicolizzare auto di ben altro blasone anche nelle mani di un caprone, lascia riflettere: sar questo il futuro dellauto sportiva? E, soprattutto, conter ancora labilit del pilota? Non so dare una risposta a queste domande. Ma se volete togliervi la soddisfazione di fare polpette di Porsche al prossimo track day, fateci un pensiero!
ELABORARE 159

speed test

VW Golf VI R by EMA Motorsport

Cr i st ian o

r bo Bar Di

ADDIOV6!
[74]
ELABORARE 159

a/ Co ndo relli

R.

Un soft tuning semplice e redditizio in grado di esaltare le qualit della nuova Golf R che, rispetto alla serie precedente pi veloce, pi efficiente e con margini pi ampi di elaborazione

Potenza 310 CV Coppia 410 Nm Peso/Pot. 4,87 Kg/CV Tuning 2.360 Euro

40
CV

ELABORARE 159

[75]

speed test

VW Golf VI R by EMA Motorsport

ENTRA IN GIOCO IL 2.0 TSI NELLA SUA VERSIONE STRADALE PIU, SPINTA DA

270 CV !

a serie R della Volkswagen quella che contraddistingue le vetture pi spinte della Casa di Wolfsburg: a

differenza della celebre sigla GTI, presente dal debutto dell'omonima versione della Golf I nel lontano 1976, la R ha radici ben pi moderne, risalenti a cavallo del millennio, con la Golf IV R32. Era un'auto esagerata in tutto: motore aspirato 3,2 litri 6 cilindri a V di 15 da 240 CV, trazione integrale permanente con sistema Haldex, cerchi da 18 e carrozzeria allargata. Stessa ricetta per la Golf V R32, con qualche modifica al motore per innalzare fino a 250 CV la potenza massima e l'introduzione del cambio DSG come opzione sul mercato italiano. Con la serie attuale, la VI, complici le sempre pi severe norme europee su consumi ed emissioni, e anche i limitati margini di sviluppo dell'ormai datato VR6, si cambia totalmente registro: i cilindri diminuiscono,

a n... botta e rispopsrtopco tario rie il


Daniele Pallavicini
Sei iscritto ad un club?
S, sono iscritto al Volkswagen Golf Club Italia, fonte ricca di informazioni e spunti. disinseribili, talvolta sono un po' troppo mortificanti nella guida al limite.

Quali sono i prossimi interventi che hai in mente?


Sicuramente monter un assetto regolabile a ghiera sempre D2 Racing, con montaggio e taratura su bilance elettroniche. Vorrei guadagnare un po' di camber negativo all'anteriore.

Cosa ti piace della tua auto?


Mi piace esteticamente, ritengo molto valido il comparto meccanico e in particolar modo il cambio DSG.

al pari della cilindrata, mentre vengono introdotti l'iniezione diretta e la sovralimentazione mediante turbocompressore: entra in gioco il 2.0 TSI, nella sua versione stradale pi spinta da 270 CV. Estetica>>Anche se completamente originale, la Golf R non fa nulla per nascondere la sua indole! Il

I cerchi da 19 anteriori ospitano dischi freno componibili da 356 mm con pinze a 8 pistoncini D2 Racing.

Cosa non apprezzi invece?


I controlli elettronici, non

Come usi la tua auto?


A 360: citt, gite fuoriporta, viaggi, pista.

paraurti anteriore integra generose prese d'aria per massimizzare il raffreddamento del 2 litri turbo, con luci a tecnologia LED diurne integrate; minigonne sagomate adornano la fiancata, mentre uno spoiler posto al di sopra

del lunotto e un paraurti dotato di estrattore con doppio scarico centrale completano la prepotente visione posteriore. Giusto per non dare adito ad eventuali altri dubbi, la fanaleria anteriore e posteriore (realizzata sempre con diodi

[76]

ELABORARE 159

LAZIENDA
EMA Motorsport
Via Martiri della Libert, 26 20077 Melegnano (MI) Tel. 334/3004133 emanuele@emamotorsport.com

LED) pi scura di quella montata sulle Golf pi civili. I cerchi sono dei pentarazza da ben 19 pollici con pneumatici 235/35 R19, sempre originali Volkswagen, acquistabili come accessorio in sede d'ordine. Interni>>Gli interni, al pari degli esterni, sono completamente originali: caratterizzati da ottimi materiali e da finiture veramente valide, sono un passo avanti rispetto alla vecchia Golf V, che aveva dato un po' troppo spazio a particolari di fattura economica. I sedili, rivestiti in morbida pelle nera, sono molto comodi e riescono ad essere al

Alla sportivit degli interni ha gi provveduto Mamma Volkswagen... mancava solo l'estintore!

IL VOLANTE COMODO SIA DA IMPUGNARE CHE DA MANEGGIARE, ED TAGLIATOIN BASSO IN MODO DA CONTENERE IL DIAMETRO NEI RIALLINEAMENTI VELOCI

ELABORARE 159

[77]

speed test
DATI STRUMENTALI
8 8

VW Golf VI R by EMA Motorsport

GRAFICO POTENZA

8 Potenza max 310 CV a 6.140 g/m 8 Coppia max 410 Nm a 3.764 g/m 8 Peso / Potenza 4,87 Kg/CV
Temperatura N.D. Pressione atm. N.D. mbar

x 250 Km/h

V. ma

Via l'airbox per far posto a un filtro conico con tubazione metallica Fujita.

RAPPORTI CAMBIO

il tuning
Motore
3 Mappatura personalizzata EMA Motorsport 500 3 Filtro conico con condotto Fujita 280

Freni

3 Kit maggiorato D2 Racing 356 mm 1.580

Prezzi in Euro IVA inclusa

PESI
61,7% ant.

1.510,6 kg con 25 kg di carbur.

38,3% post.

UN'UNIT MODERNA, RAFFINATA, CON UNA POTENZA SPECIFICA ECCEZIONALE ANCHE IN CONFIGURAZIONE DI SERIE

ALTEZZE

tubazione specifica Fujita, che sostituisce l'airbox di serie, e una mappatura specifica curata dalla EMA Motorsport. La mappatura non assolutamente esasperata, ed stata realizzata in modo da privilegiare la prontezza di risposta e la fruibilit ad ogni regime, evitando pressioni di esercizio troppo elevate, in modo da affrontare lunghe sessioni di pista senza pensieri. Assetto>>Gli ammortizzatori della nostra R sono i DCC regolabili elettronicamente dall'abitacolo proposti come accessorio dalla stessa Volkswagen: prevedono uno smorzamento variabile su 3 livelli preimpostati, selezionabili tramite un tasto sulla consolle appena davanti la leva del cambio. L'impianto frenante stato oggetto di profonde rivisitazioni: all'anteriore troviamo infatti un kit D2 Racing maggiorato con pinza fissa ad attacco radiale e 8 pistoncini, che morde un disco componibile da 356 mm di diametro, con baffatura di tipo Curved Groove.

ISTICHE CARATTER TECNICHE


Volkswagen Golf VI R Motore 4 cilindri in linea, 4 valvole per cilindro, 1.984 cc, alesaggio x corsa 82,5 mm x 92,8 mm; rapporto di compressione 10,5:1; potenza massima 199 kW (270 CV) a 6.000 giri/min; coppia massima 320 Nm da 2.500 a 5.000 giri/min; sovralimentazione mediante turbocompressore e intercooler Trasmissione cambio a doppia frizione a 6 rapporti: I) 2,923:1; II)

1,957:1; III) 1,400:1; IV) 1,032:1; V) 1,077:1; VI) 0,870:1; rapporto al ponte (I, II, III) 4,769 (IV, V, VI) 3,444:1 Sospensioni anteriori McPherson e barra antirollio, posteriori multilink a 4 bracci con ammortizzatore e molla disaccoppiati e barra antirollio; servosterzo a comando elettromeccanico con servoassistenza variabile Freni pinze anteriori, disco monolitico autoventilante 345 mm; pinze posteriori monopistoncino, disco monolitico 310 mm Ruote Cerchi in lega leggera, 7,5jx18 con pneumatici 225/40 R18

contempo sufficientemente contenitivi. La posizione di guida validissima, e le ampie escursioni della regolazione sterzo/sedile permettono a chiunque di trovare la posizione ideale e sentirsi a proprio agio. Il volante comodo sia da impugnare che da maneggiare, ed tagliato in basso in modo da contenere il diametro nei riallineamenti veloci.

Motore>>Il propulsore una vecchia conoscenza, trattandosi del 2.0 litri TSI che equipaggia anche la Audi TT-S, depotenziato per questioni di marketing, di appena 2 CV rispetto a questa. E' un'unit moderna, raffinata, con una potenza specifica eccezionale anche in configurazione di serie: sulla Golf in prova presentava un filtro aria con

[78]

ELABORARE 159

ELABORARE 159

[79]

VW Golf VI R by EMA Motorsport

co n

Ra ffael e

EFFICIENZA E FACILITA
Salgo sulla Golf pi cattiva del listino trovando subito la posizione di guida ideale, con una pedaliera correttamente allineata al volante, in
un abitacolo non opulento ma rifinito con materiali che qualche anno fa era impensabile trovare su un'auto di questa categoria. La visibilit ampia in tutte le direzioni e ogni comando si trova a portata di mano. Metto in moto il 2.0 TSI, con il suo familiare minimo ticchettante e poco emozionante. Cambio in D, lascio il freno e prendo la via della pista.

ris
C
guida istintiva e permette alla Golf di uscire dalle curve con una rapidit notevole, anche grazie alla motricit assicurata dalla trazione integrale. Anche, volutamente, selezionando una marcia in pi del necessario, il 2 litri da 300 CV non fa una piega e trascina senza problemi il peso non certo contenuto della Golf: roba da turbodiesel spinto! L'erogazione, quindi, si presenta molto regolare dal minimo al limitatore (posto a 7.000 g/m) senza guizzi particolari. Ad alcuni potr non piacere questa

ta in pis
[80]

tiano

Motore>>Cos'altro c' da dire

su un propulsore di cui ogni volta si costretti a tessere le lodi? Pronto al gas, privo di turbolag, ricco di coppia ad ogni regime, con un allungo che non fa rimpiangere un motore aspirato e dai consumi contenuti se si va a passeggio. Il motore perfetto! In questa configurazione, per, ha un sound diverso: merito del filtro conico Fujita, ben pi permissivo dell'airbox di serie, sia in termini di portata d'aria sia di insonorizzazione. La mappatura della EMA Motorsport, come gi accennato, punta pi che altro ad ottimizzare l'erogazione e a mantenere pressioni (e temperature...) di esercizio relativamente basse, anzich cercare di tirare fuori ogni cavallo possibile: ci si traduce in un funzionamento efficace, che supporta una
ELABORARE 159

Adesso il cambio, pur continua ndo a da eventuali scalate assassin salvaguardare il motore e oltre il fuorigiri, puntuale e asseconda perfe ttamente il volere del guidator e

estrema piattezza, ma avere un motore sempre pronto e praticamente privo di turbolag significa spesso andare pi forte, specie su percorsi ricchi di curve e di ripartenze.

Cambio>>Il DSG, in quest'ultima evoluzione, una bomba! Le sue ben note virt di velocit e morbidezza di funzionamento sono esaltate da una logica di funzionamento migliorata rispetto a

prima: infatti sono finiti i tempi in cui, utilizzando la modalit manuale, si era costretti a chiamare pi volte una scalata che talvolta veniva rifiutata. Adesso il cambio, pur continuando a salvaguardare il motore da eventuali scalate assassine oltre il fuorigiri, puntuale e asseconda perfettamente il volere del guidatore. Insomma i tempi in cui ci si doveva adattare stanno scomparendo! Prontissimo nel salire di rapporto, un po' meno nello scalare, fa la doppietta automatica e si riconferma l'unica

A LA PAGELL motore 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 8 cambio 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 8 assetto 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 8 freni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 10


conclusioni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3

PRO
Frenata formidabile. Dinamica complessiva. Erogazione motore.

CONTRO
Poco emozionante. Progetto che merita di essere sviluppato.
controlli elettronici, non completamente disattivabili, non sono mortificanti e intervengono molto di rado adottando una tecnica di guida corretta, segno evidente che il telaio stato messo a punto correttamente. Il retrotreno saldo e non accenna a scivolare neanche portando il freno sin dentro la curva, mentre in uscita si pu aprire il gas totalmente senza modulare, tanto la motricit enorme e non c' neanche un accenno di pattinamento. Complessivamente la R offre una guida facile e intuitiva, e permette di tenere andature folli con un impegno minimo: ovviamente a chi piace sentire l'auto e giocare con i trasferimenti di carico, non apprezzer questa vettura, giudicandola sin troppo facile ed elettrica. Ma proprio tale facilit che fa di di questa Golf un brutto cliente per auto pi potenti e blasonate, ma anche pi selettive e complicate da portare al limite.

Ha un solo difetto: fa tutto lei

I FRENI ? INECCEPIBILI ! POTENTI, MODULABILI E RESISTENTI


trasmissione automatizzata veramente godibile e non mortificante per le prestazioni, nonch utilizzabile con soddisfazione anche in pista (su auto di grande serie, s'intende!). I 6 rapporti sono corti e ben spaziati, supportando alla grande il 2.0 TSI. I cupi borbottii provenienti dallo scarico, provocati dall'interruzione dell'alimentazione durante il cambio marcia, sono da libidine assoluta!

Assetto>>Raramente capita di
trovare auto totalmente di serie cos a loro agio tra i cordoli: la Golf R con gli ammortizzatori DCC, una volta selezionata la modalit Sport, incredibilmente piatta e neutra, conservando un assorbimento delle sconnessioni validissimo, considerata anche la spalla quasi inesistente dei pneumatici da 19. Il rollio limitato e presente soltanto nei rapidi cambi di direzione, ma non una fonte di disturbo; l'auto riesce a girare con naturalezza e non ci si trova mai a desiderare un avantreno pi saldo. Il beccheggio altrettanto limitato, e non d fastidio nemmeno nelle staccate pi violente e ritardate. Il comportamento, forzando oltremodo la mano, leggermente sottosterzante, ma guidando in maniera fluida si ha una vettura tendenzialmente neutra, ben piantata sia all'anteriore sia al posteriore, che perdona errori anche

grossolani e offre ampissimi margini di recupero. Lo sterzo un buon comando, non troppo demoltiplicato e abbastanza diretto nella sua azione; peccato che non sia molto presente n comunicativo: si apprezzerebbe un comando pi sodo in modo da percepire con i polpastrelli l'effettivo lavoro dell'asse anteriore. Questo comportamento un po' artificiale, per, comune a tutti i servosterzi elettrici, anche se esistono comandi pi presenti nonostante la servoassistenza elettrica. C' da spezzare una lancia in favore della trazione integrale con sistema Haldex, che in passato non era molto apprezzato a causa del suo comportamento in 2 tempi. Giunto alla IV generazione, questo sistema ormai

maturo: il fastidioso trasferimento di coppia dall'anteriore al posteriore, tipico delle generazioni precedenti, adesso non si avverte pi. Il sistema velocissimo e perfettamente messo a punto; guidando la Golf R sembra proprio di avere a che fare con una trazione integrale permanente vera. La cosa che pi balza all'occhio la perfetta integrazione e simbiosi che c' tra telaio e controlli elettronici. Si riesce a mantenere unandatura molto sostenuta e ad avvicinarsi al limite con un minimo impegno al volante, talmente minimo che ha quasi del ridicolo: ci fa riflettere... immaginate cosa si pu fare con 4 ammortizzatori a ghiera, una coppia di antirollio maggiorate e 4 belle semislick! I

Freni>>Ineccepibili! Potenti, modulabili, resistenti. Il kit freni D2 Racing ha svolto egregiamente il suo lavoro, frenando i quasi 16 quintali della Golf senza tradire il bench minimo cenno di affaticamento. La corsa del pedale breve e compatta, con una modulabilit fantastica: le pastiglie non emettono fischi, e le baffature del disco non hanno ripercussioni negative sul comfort acustico. Una nota: proprio per la conformazione del disco, necessario eliminare i parapolvere interni fissati al fusello. In questo modo si riesce a massimizzare il raffreddamento dell'impianto. L'ABS dell'auto tarato correttamente e non trasmette pulsazioni sgradevoli sul pedale quando entra in funzione. L'olio freni, nonostante quello utilizzato di serie, non si nemmeno avvicinato all'ebollizione, mantenendo un pedale dalla corsa breve. Conclusioni>>La base di partenza

10
[81]

veramente ottima. La Golf R ha un potenziale notevole, e sarebbe un delitto non svilupparla pi a fondo! E' una vettura efficiente, facile e incline a perdonare gli errori; la tipica auto che ti porta per mano nonostante una potenza ragguardevole. Per alcuni ci pu essere un limite, per altri potr sembrare troppo avara di emozioni, ma proprio questa la filosofia della vettura: massime prestazioni con il minimo impegno e in totale sicurezza!
ELABORARE 159

speed test Alfa Romeo MiTo 1.4 T by Autoservice Power Future

Pi er oP lini

/ tili Gen

MiTO ROSSO 200


[82]
ELABORARE 159

Freni esagerati, tanta coppia e quasi 200 cavalli per questa preparazione stradale che prover a mordere la pista con grossi pneumatici rossi!

iB arb ora

Potenza 196,5 CV Coppia 294 Nm Peso/Potenza 6,32 kg/CV Tuning oltre 8.700 Euro

41

CV

ELABORARE 159

[83]

speed test

Alfa Romeo MiTo 1.4 T

PUNTO TUTTO SUL ROSSO!

a MiTo by Autoservice Power Future unelaborazione prettamente stradale

ta e risposrteapcon...ore bot arat

il p

Claudio Grasso
Sei iscritto a un club?
No.

molto attenta al look, persino troppo, perch arrivata in pista con le scarpe da sera, anzich con quattro belle semislick. In verit, sembrano pi scarponi che calzature col tacco a spillo; infatti, sono imponenti coperture da 18, realizzate da Marangoni per far arrossire le ruote delle auto da gara destetica. Non si tratta di una novit, perch le Mythos a mescola rossa le avevamo gi viste sullAlfa Romeo M430 in veste di coperture prototipo e tali sono rimaste, anche se queste sono di una misura differente. La preparazione motoristica non di quelle hard ma la potenza, prossima ai 200 cavalli, non manca! Anzi, stata volutamente limitata per privilegiare la fruibilit e laffidabilit. Design e interni>>Il design della MiTo non piace a tutti, non perch lo trovino

Cosa ti piace di pi di questauto (di serie)?


Il design, compatta ma le sue linee si addicono a una piccola Alfa Romeo.

inutile avere cavalli quando il fantino viene scaraventato a terra, occorre un buon assetto e ottimi freni per correre veloci e rimanere in sella!.

Quanto usi lauto su strada e in pista?


Questa una preparazione stradale e rester tale: dunque, oggi pista e poi basta!

Cosa vorresti migliorare di questa elaborazione?


Niente, per me un gioiello cos: affidabile e divertente al massimo farei qualche piccolo ritocco.

Quali sono secondo te i pregi e i difetti della guida di questa vettura?


Essendo un'elaborazione sportiva che viaggia solo su strada, secondo me ha solo pregi; se proprio devo trovare un difetto, nelluso di tutti i giorni consuma un po troppo. D'altronde, i 200 cavalli dovranno pure mangiare, no?

Quale aspetto del Tuning privilegi (estetica, motore, freni, assetto) e perch.
Motore, assetto e freni a pari merito! Il motivo chiaro, come dico sempre ai miei clienti

Che spettacolo i cerchi Barracuda Karizzma da 8jx18 col bordino rosso!

[84]

ELABORARE 159

LAZIENDA
Autoservice Power Future
Via Genova, 26 - 57014 Collesalvetti (LI) Tel. 0586/966506 Fax 0586/963935 E-mail autoservicepf@tiscali.it Persona di riferimento Claudio Grasso Specializzazione Elaborare Check Point: meccanica, elettrauto, gommista Superficie azienda 1.200 mq di cui 500 m coperti e 700 m di piazzale Personale 3 Attrezzature 5 ponti sollevatori, 2 equilibratrici, 2 smonta gomme, una diagnosi convergenza, analizzatore dei gas di scarico, tornio e vari tipi di saldatrici. Marche trattate Tutte Pagamenti rateizzati s Garanzia s Carta di credito s Auto di cortesia s Anni di attivit 34
Autofficina e centro assistenza con 34 anni di esperienza e specializzazione in elaborazioni, assetti sportivi, soft tuning e montaggio kit, riprogrammazione centraline. Inoltre, ampia disponibilit di pneumatici anche di grandi dimensioni e vasta scelta di cerchi in lega (pure su ordinazione), sempre reperibili in tempi celeri. Tra i pregi, lAzienda vanta prezzi vantaggiosissimi, particolarmente sui pneumatici. La Autoservice Power Future opera in un ampio capannone di 1.200 mq suddiviso in due zone di lavoro, pi un piazzale esterno di altri 1.200 mq, attrezzato con 5 ponti sollevatori, 2 equilibratrici, 2 smonta gomme, 1 convergenza, analizzatore gas di scarico, tornio, saldatrici e uno staff operativo di 3 addetti alle auto.

PIU LOOK E PIU SOSTANZA!


o Solo col turb to maggiora ta l'Alfa diven un MiTo!

brutto, al contrario, ma perch si rif sfacciatamente al Biscione pi affascinante della recente produzione, la 8C Competizione e questo suona come un affronto della piccolina che vuole darsi le arie da grande. La millequattro Turbo by Autoservice Power Future non personalizzata in modo estremo, ma sfoggia un bel paraurti capace di incattivire la vista frontale, con sfoghi e prese daria che si addicono alla grinta di unAlfa Romeo. Non passa inosservata neppure la coda, con limponente estrattore dotato di luce retromarcia, che incornicia due generosi terminali Ragazzon. A

calamitare lattenzione, per, il gruppo ruota esagerato con cerchi neri Karizzma Barracuda da 8jx18, ammantati di rosso dalle coperture Mythos 225/40! Tra le razze a Y anteriori spicca un gigantesco kit freni speciale Tarox (in commercio solo da pochi giorni!), composto da giganti pinze ricurve B33 a 10 pistoncini che abbracciano i dischi scomponibili da 330 mm forati e baffati! Per il momento si deciso di non intervenire sugli interni, ma credo che rimarranno originali ancora per poco Meccanica>>La preparazione motoristica ruota attorno alla nuova

turbina Garrett ibrida con giranti su cuscinetti, che lavora con una pressione di circa 1,4 bar. Laspirazione dinamica in carbonio, e lo scarico praticamente tutto nuovo con laggiunta del catalizzatore metallico a 200 CPI e di un terminale doppio tondo Ragazzon. Claudio di Autoservice Power Future ha effettuato pure un trattamento completo MotecX sia per pulire la linea di alimentazione e la camera di combustione del propulsore con un additivo per il carburante, sia con uno destinato allolio motore che migliora lo scorrimento meccanico e protegge dallusura il propulsore. Tra le peculiarit del Motor Oil c anche quella di mantenere
ELABORARE 159

[85]

speed test
8 8

Alfa Romeo MiTo 1.4 T

DATI STRUMENTALI
GRAFICO POTENZA

L'elaborazione stradale, fluida e coppiosa

il tuning
3 Paraurti anteriore completo di griglie metalliche by TRC Italia 390 3 Estrattore posteriore in ABS verniciabile con luce retromarcia incorporata by TRC Italia 390 3 Kit assetto coilover ad altezza regolabile Weitec Hicon GT 1.066 3 Modifica aspirazione dinamica in carbonio 185 3 Kit manicotti siliconici con tubazioni olio speciali e raccordi 380 3 Turbina Garrett ibrida su cuscinetti 1.140 3 Modifica raccordo turbina-downpipe 80 3 Downpipe scarico (senza catalizzatore originale) 110 3 Riprogrammazione centralina elettronica 450 3 Trattamento carburante MotecX Power 25 3 Trattamento olio motore MotecX Motor Oil 25 3 Scarico centrale originale ma con catalizzatore metallico 200 celle 590 3 Terminale di scarico sdoppiato Ragazzon con uscite tonde da 80 mm 480 3 Kit freni anteriori Tarox da 330 con dischi scomponibili forati/baffati e pinze EVO 10 pistoni 2.350* 3 Pneumatici Marangoni Mythos 225/40 ZR18 a mescola rossa N.D.** 3 Cerchi multirazze a Y Karizzma Barracuda 8jx18 990 3 Distanziali anteriori e posteriori da 16 mm 90

8 Potenza max 196,5 CV a 5.328 g/m 8 Coppia max 294 Nm a 4.238 g/m 8 Peso / Potenza 6,32 Kg/CV
Temperatura 17C Pressione atm. 1.017 mbar

x 226 Km/h

V. ma

RAPPORTI CAMBIO

PESI
64,1% ant.

1.243,0 kg con 33 kg di carbur.

35,9% post.

ALTEZZE

* Il Kit freni Tarox con pinze B33 ricurve EVO a 10 pistoni commercializzato da pochi giorni ** Pneumatici Marangoni Mytos a mescola rossa sono sperimentali e non in commercio Prezzi in Euro IVA inclusa

CERCHI GIGANTI E PINZE MOSTRUOSE!


ISTICHE CARATTER TECNICHE Alfa Romeo MiTo 1.4 T-Jet
Motore anteriore trasversale, 4 cilindri in linea, alesaggio x corsa 72x84 mm, 1.368 cc, rapporto di compressione 9,8:1, turbocompressore con intercooler, potenza max 155 CV a 5.500 giri/min, coppia max 230 Nm a 3.000 g/m Cambio cambio manuale a 6 rapporti, I) 3,818:1, II) 2,158:1, III) 1,475:1, IV) 1,067:1, V) 0,875:1, VI) 0,744:1, riduzione finale 4,176:1 Trazione anteriore Ruote pneumatici 195/55 R16 Corpo Vettura 3 porte, 5 posti Sospensioni avantreno McPherson, retrotreno a ponte torcente Freni anteriori a disco 305 mm, posteriori a disco 251 mm; ABS Sterzo a pignone e cremagliera con servosterzo elettrico su colonna Dimensioni e peso lunghezza 4063 mm; larghezza 1721 mm; altezza 1446 mm; passo 2511 mm; massa 1145 Kg ; capacit serbatoio 45 litri Prestazioni velocit massima 215 Km/h, 0-100 Km/h 8,0 sec.

pulito il sistema di lubrificazione tra una sostituzione e laltra, prevista a 20-25mila chilometri. La preparazione, che pu contare anche su altri piccoli aggiustamenti, orchestrata da una riprogrammazione dellelettronica che non mirata allottenimento della massima potenza (che comunque di 196,5 CV), ma

alla fruibilit della coppia (di 294 Nm a 4.240 g/m!) ai regimi tipici dellutilizzo stradale. Il preparatore ha privilegiato questa soluzione per garantire unerogazione fluida e priva di indecisioni anche ai carichi parzializzati, abbinata a unottima affidabilit. Per lassetto si puntato sui coilover Weitec regolabili in altezza della serie

Hicon GT, con taratura fissa degli ammortizzatori bitubo. Infine, per far posto ai freni sovradimensionati, figurano le gi citate ruote multirazze da 18, montate su distanziali, che fanno la loro bella figura ma in pista (come sul banco prova, dove rubano qualche cavallo) penalizzano laccelerazione e lagilit a causa dellinerzia.

[86]

ELABORARE 159

Alfa Romeo MiTo 1.4 T

con PIE RO

PELLEROSSA TRA I CORDOLI


La MiTo una di quelle vetture che su strada sa farsi apprezzare per la prontezza di risposta dello sterzo e lESP dallazione progressiva (ma non disinseribile) che ti
permette di fare un po di tutto anche se poi non ti fa andare davvero forte! Sono proprio curioso di vedere cosa cambier guidandola in pista Effettuo la prova in modalit Dynamic, che predispone lauto alla guida sportiva agendo elettronicamente sullerogazione della potenza, sullo sterzo e inducendo leffetto autobloccante denominato Q2. Mentre porto i liquidi in temperatura provo a guidare in modo fluido, senza forzare mai, e la MiTo risponde prontamente e sembra vogliosa di girare tra i cordoli. Man mano che aumento landatura, per, emerge un diverso carattere ma andiamo con ordine ad iniziare dal motore.

PLI

Motore>>Il sound pi sportivo

delloriginale con una tonalit civile e cupa, che non diventa mai graffiante allaumentare del regime di rotazione. La risposta del turbo apatica ai bassi regimi, ma a 3.600 g/m inizia a spingere e a farsi davvero robusta ai

[88]

i in p

st a

NI

ELABORARE 159

medi, fino a circa 5.500 g/m. Volendo si pu tirare anche fino a quota 6.000 g/m, ma preferisco cambiare subito marcia per sfruttare la coppia che non manca dove serve! Anche se il taglio del limitatore arriva a 6.500 g/m indicati dallo strumento, inutile cercare la grinta del piccolo millequattro verso la zona rossa del contagiri. Il carattere dellerogazione frutto della gestione elettronica che sprigiona il massimo delle performance in termini di coppia ma poi, andando a smorzare lallungo, limita il potenziale a livello di cavalleria massima. Daltro canto si voluto rendere la MiTo sempre pronta e reattiva ai regimi di maggiore utilizzo stradale, sia per garantire laffidabilit che la linearit di risposta; infatti, la mappatura priva di incertezze e fluida anche alle piccole aperture del gas. Le accelerazioni non sono fulminanti, sia a causa dei 1.243 kg, che non sono pochi, sia per linerzia delle ruote da 18!

la guida di tutti i giorni ma non sportivo, perch non d modo di abbreviare i tempi di cambiata e non coinvolge emotivamente. La spaziatura tra i rapporti mi sembra adeguata, e con la coppia a disposizione non mai un problema trovare la marcia giusta.

Assetto>>Appena ruoto il volante la


piccola milanese molto reattiva, dando

limpressione che possa tuffarsi nelle curve con una sorprendente sveltezza; invece lo sterzo (servoassistito elettronicamente) sembra avere un angolo morto, oltre il quale pi apatico e assai meno preciso rispetto alle piccole rotazioni. Su una pista tortuosa come lISAM, la carreggiata anteriore cos larga anestetizza lagilit della MiTo, gi rallentata dagli scarponi da 18. Ecco

Cambio>>Il cambio quello che : Fiat! La corsa della leva lunga e non si sente linnesto col clack dellingranaggio ma morbidissimo da manovrare. inutile cercare di sveltire la manovra, il comando a cavo perfetto per

Una MiTo stradale che cerca li! la gloria tra i cordo

dare una mano alle medie velocit, negli inserimenti pi veloci la risposta rapida dello sterzo mette a dura prova la stabilit attivando lESP. Linserimento alla Curva Mare cos fulmineo che la coda sembra voler proseguire dritta; ecco perch devo cercare un appoggio pi dolce, usando lo sterzo con delicatezza. In questo modo la MiTo pu sfruttare meglio tutta limpronta delle generose coperture e garantire unaccelerazione laterale soddisfacente. La spinta in uscita di curva abbastanza efficace solo se lazione progressiva, altrimenti affiora un po di sottosterzo di potenza. Il voto allassetto 6, perch le Marangoni Mythos colorate di rosso sono sperimentali e non certo destinate alluso pista (vanno pure fuori temperatura in fretta!). La massima aderenza in curva si ottiene al prezzo di sensibili angoli di deriva e, solo in appoggio stabilizzato, la tenuta di strada migliora.

A LA PAGELL motore 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 cambio 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 assetto 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 freni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3


conclusioni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3

8 6 6 8 7

PRO
Erogazione elastica e corposa. Freni esagerati.

CONTRO
Setup assetto. Pneumatici.

Conclusioni>>Certo i Karizzma

Con tutta quella coppia, nda! dal Cavatappi esce... a fio

Freni>>Tanta potenza e subito... dopo una sensibile corsa a vuoto del pedale, le pinze Tarox si accaniscono sul disco con un bel morso! La modulabilit accettabile, ma per sfruttare il potenziale devo pigiare con decisione sul pedale dalla risposta un po gommosa. Le tubazioni aeronautiche gioverebbero a migliorare la precisione e a ridurre la corsa, ad ogni modo la potenza frenante sovradimensionata per una vettura di questo calibro! Se gli spazi darresto non sono eccezionali, solo per via dei pneumatici che chiamano subito in causa lABS. Tra l'altro ad ogni frenata si attiva lHazard (le 4 frecce demergenza), una vera tortura!

Barracuda 8jx18 neri incorniciati con la gomma rossa, fanno la loro bella figura! Le Mythos, per, col rossetto e lo sterzo impreciso hanno penalizzato il rendimento della MiTo che, come frecce al suo arco, ha i freni persino esagerati e il motore da quasi 200 cavalli che sfoggia 30 kgm di coppia. proprio questultima che rende sfruttabile lerogazione del piccolo millequattro, conferendo pi sportivit allelaborazione e alla guida! Limpressione che non si sia voluto spremere a fondo il potenziale in termini di cavalleria, non solo ai fini dellaffidabilit ma proprio per rendere stradale la trasformazione, con una risposta convincente ai medi regimi che non ha bisogno di cattiveria agli alti per farsi apprezzare. Con un setup meno rigido al posteriore, angoli ruota ritoccati e pneumatici pi sportivi, le performance dinamiche sarebbero migliorate parecchio. Daltro canto questa una preparazione stradale che ha girato in pista solo per questa occasione!

perch nei primi istanti della manovra ho limpressione di poter aggredire la curva, ma poi non riesco a proseguire efficacemente lazione sia per la deriva dei pneumatici che fanno allargare la linea, sia per lintervento subdolo dellESP che mi rallenta. In pieno appoggio dellavantreno devo usare pi angolo di

sterzo e le cose non migliorano quando accelero per uscire dalla curva, perch la coppia pu far pattinare le ruote. La milanese beccheggia poco e rolla il giusto per luso sportivo, ma il posteriore troppo rigido e la sospensione spara un po, reagendo alla compressione con colpi secchi. Se un retrotreno scivoloso pu

I DISCHI FORATI E BAFFATI DA 330 MM SONO MORSI DA PINZE A 10 PISTONI: IN FRENATA MOSTRUOSA!
ELABORARE 159

[89]

speed test

Daihatsu Charade GTti by Auto del lettore

ud i

oG aliena

i nt Ge

TREMENDA
Riscopriamo insieme il mito della Charade GTti, una super compatta anni 90 capace di prestazioni esaltanti. Il 1.0 turbo tre cilindri per loccasione stato portato a 175 CV su soli 845 kg tante emozioni in formato zip!
[90]
ELABORARE 159

li/ Di

Bar bora
a Cl

Potenza 175 CV Coppia 182 Nm Peso/pot. 4,8 kg/CV Peso 845 kg Tuning oltre 10.386 Euro

75

CV

ELABORARE 159

[91]

speed test

Daihatsu Charade GTti

n produzione dall87 al 92, la Charade GTti una di quelle vetture mitiche che non hanno pi

OLD STYLE: POCHI CHILI E TANTI CAVALLI!

avuto un seguito. Una piccola peste, compatta e sportiva mossa da un motore tre cilindri 1.000 cc di cilindrata turbo intercooler; una vettura capace di prestazioni esagerate per la categoria con una potenza specifica da record 100 CV/l, e soprattutto minicar carica di una forte personalit che ha fatto breccia nel cuore degli appassionati. Proprio come Flavio, il nostro lettore, che dopo aver acquistato la sua prima Charade nel 2002, non pi riuscito a farne a meno tanto che nel 2006, in seguito ad un incidente, ne ha comprata e preparata unaltra; persino la sua ragazza, con cui condivide la passione per la GTti, ne possiede una rossa completamente di serie. Quella del nostro test, invece, tuttaltro che originale allestetica pressoch stock si affianca un buon intervento sulla meccanica, tanto che ora

Cura maniacale per ogni dettaglio

Lo spoiler maggiorato aumenta il carico al posteriore

[92]

ELABORARE 159

SEMPLICE E RAZIONALE SIA FUORI CHE DENTRO

botta e ... con risposta tario il proprie


Flavio
Sei iscritto ad un club?
No, sono in contatto con alcuni Club esteri e vorrei crearne uno italiano a breve.

Cosa ti piace di pi della tua Charade?


E' una vettura particolare e originale, molto curata e tecnologica per l'epoca. Oggi ce ne sono veramente poche ed praticamente una rarit!

Quanto viene usata su strada e in pista questa vettura?


Praticamente uso la Charade sempre ci percorro circa 15.000 km l'anno. Questo per "lei" stato l'esordio in pisa!

Quale aspetto del tuning privilegi (estetica, meccanica) e perch?


Prettamente la meccanica. Sono un appassionato di motori e tanti interventi li eseguo direttamente a casa. L'estetica deve essere poca e solo funzionale.

sviluppa poco meno di 180 CV. Vediamo allora su cosa intervenuto il nostro lettore per potenziare la sua Charade. Esterni>>Sicuramente attempata e anche un po insolita nella configurazione di serie, la Charade fa della compattezza e della semplicit delle sue linee il suo punto di forza. La GTti di Flavio con piccoli aggiustamenti ha un aspetto decisamente pi simpatico e aggiornato. E una vettura unica nel suo genere: acquattata e piccolina, sembra uscita da un fumetto manga! Il frontale ha beneficiato di un cofano verniciato in nero opaco e un kit di fari allo xeno. La vista laterale impreziosita dalle minigonne rubate a una Suzuki Swift e riadattate, abbinate ai nuovi cerchi in lega Rota Grid da 15 incassati nel corpo vettura grazie anche al ribassamento ottenuto con lassetto. Il posteriore invece presenta stop bruniti, uno spoiler maggiorato

Cosa vorresti migliorare ancora di questa elaborazione?


Ho modificato l'aspirazione lavorando sulla farfalla ma senza ottenere grandi risultati. Mi piacerebbe montare tre corpi farfallati separati e lavorare sul collettore d'aspirazione e scarico. Vorrei anche sostituire bielle e pistoni in modo da aumentarne l'affidabilit a parit di pressioni e prestazioni. Inoltre devo montare nuove pinze a quattro pompanti e dischi da 276 mm.

Quali sono secondo te i pregi e i difetti di questa GTti?


Tra i pregi soprattutto il motore piccolo e regolare, ma potente. Il peso poi aiuta molto nelle prestazioni. La doppia mappatura tramite l'HKS EVC con due pressioni di esercizio una cosa a cui tengo particolarmente. Tra i difetti sicuramente i freni. Diciamo che sono innamorato di questauto. particolare, ha una forte personalit... chi ce l'ha, infatti, se la tiene!

Un cuore piccolo, ma molto potente

e lo scaricone da 63 mm. Completano il quadro estetico le pellicole oscuranti sui vetri. Interni>>Salendo a bordo della piccola Charade, un po come fare un salto nel passato. Le linee sono quelle semplici e squadrate tipiche degli anni 90.

Allingresso siamo accolti dal battitacco in acciaio serigrafato GTti; i sedili di serie sono stati sostituiti con quelli pi contenitivi e accoglienti della Suzuki Swift. La pedaliera di tipo sportivo, cos come il pomello del cambio e il volante Momo originale Daihatsu. Per

tenere sotto controllo i parametri vitali del tre cilindri turbo troviamo nuovi strumenti aggiuntivi posti sulla consolle centrale, che informano su pressione turbo e olio, nonch
ELABORARE 159

[93]

speed test
8 8

Daihatsu Charade GTti

DATI STRUMENTALI
GRAFICO POTENZA

il tuning
Motore
3 Aspirazione diretta con BMC Dia over 1600 cc 110 3 Turbina ibrida Uno turbo aspirazione e Maserati Biturbo allo scarico con foro Wastegate di 17 mm 700 3 Downpipe in acciaio Camskill 270 3 Tubi aspirazione in acciaio lucidati a specchio (produzione propria) 3 Intercooler frontale (Produzione propria) 3 Farfalla maggiorata a 42 mm (Paolo spec) 270 3 Lucidatura e raccordatura dei condotti d'aspirazione e scarico (produzione propria) 3 Cavi candele 8.5 mm Magnecor 70 3 Candele Denso iridium 35 3 Regolatore di pressione manuale benzina Weber 100 3 Tubi in silicone Samco in tutta l'aspirazione e sensori 250 3 Electronic Valve Controller 5 HKS 350 3 Pop-off HKS 270 3 Raccoglitore separato dei vapori dell'olio 30 3 Frizione Exedy +50% rinforzata (Paolo spec) 400 3 Volano alleggerito ed

equilibrato (paolo Spec) 350 3 Scarico Blue Flame 2,5" completo 450 3 Centralina DRS 800 3 Pulegge servizi in ergal 300 3 Differenziale a giunto viscoso con molle soft 350 3 Alleggerimento ingranaggio finale del cambio (Paolo Spec) 150

3 Fari allo xeno Kit centralina e fari 140 3 Cofano nero opaco (produzione propria) 3 Fanali posteriori e frecce fum 70

Interni

Assetto e freni

8 Potenza max 175 CV a 7.514 g/m 8 Coppia max 182 Nm a 6.038 g/m 8 Peso / Potenza 4,8 Kg/CV
Temperatura 10C Pressione atm. 969 mbar

PESI
62,8% ant.

845 kg con 15 kg di carbur.

37,2% post.

3 Kit completo poly flex Camskill 240 3 Assetto Giraldi 480 3 Molle Apex 120 3 Front stopper (parastrappi motore in poliuretano) (paolo Spec) 60 3 Antirollio rinforzata Whiteline 160 3 Supporti rinforzati antirollio posteriori (paolo Spec) 90 3 Cerchi ultraleggeri Rota Grid di 15" con Yokohama 195/50 VR15 900 3 Dischi freno forati anteriori e posteriori Camskill 300 3 Pastiglie freno Mintex anteriori 70 3 Pastiglie freno Pagid blu posteriori 60 3 Tubi freno aeronautici 80

3 Manometri Turbo e pressione olio 200 3 Centralina wideband2 della Dynojet per controllo carburazione con sensore 3 Lambda Bosch di ultima generazione a 5 fili autoalimentato 400 3 Sedili Suzuki Swift modificati (produzione propria) 3 Tappetini artigianali personalizzati GTti (produzione propria) 3 Fondini Birba 100 3 Volante Momo Daihatsu 80 3 Pomello cambio 30 3 Battitacco in acciaio serigrafati GTti 70

Impianto stereo

Estetica

ALTEZZE

3 Minigonne Suzuki Swift modificate (produzione propria) 3 Spoiler allungato (produzione propria) 3 Vetri oscurati 150

3 Woofer in neodimio Ciare 165 mm in portiera 160 3 Tweeter neodimio Coral he48 120 3 Medi Res Competition da 100 mm 50 3 Amplificatore Audison lrx4.300 650 3 Sub Hertz 200mm con cassa artigianale 150 3 Sorgente VDO 200

Prezzi in Euro IVA inclusa

sul rapporto stechiometrico. I fondini della strumentazione di serie sono sostituiti con quelli della Birba. Esclusivi anche i tappetini artigianali che riportano il logo GTti. Meccanica>>Il cuore della GTti il 1.0 3 cilindri turbo capace di sviluppare in configurazione di serie 100 CV a 6.500 g/m con una coppia massima di 126 Nm a 3.500 g/m. Niente male considerando che stiamo parlando di una vettura entrata in produzione nell87, che gi disponeva di 100 CV/l e il tutto era scaricato su poco pi di 800 kg! La nostra Charade in prova ha fatto molto meglio, fermando la bilancia a 845 kg e segnando sul nostro banco a rulli ben 175 CV a 7.500 g/m con una coppia massima di 182 Nm al regime di 6.000 g/m. Per arrivare a tale potenza, Flavio intervenuto nel corso degli anni su molti dettagli. La turbina, in origine una IHI RHB51, ora ibrida con laspirazione della Uno Turbo e lo scarico di una Maserati

ta Anche la farfalla di serie sta 42 mm allargata da 35 a diametro interno di


Biturbo con wastegate da 17 mm e pop off HKS; il down pipe in acciaio della Camskill. Della HKS anche lEVC Electronic Valve Controller 5. Lintercooler artigianale, mentre laspirazione beneficia di un filtro BMC DIA e utilizza tubi in acciaio lucidato. La farfalla di serie maggiorata a 42 mm, i condotti di aspirazione e scarico sono stati allargati e lucidati ad hoc. Il regolatore della pressione benzina Weber. La gestione elettronica demandata alla centralina della DRS (il reparto corse Dahiatsu), pi unica che rara. Il cambio un cinque marce sul quale stato montato un differenziale autobloccante a giunto viscoso con taratura soft; la frizione rinforzata della Exedy, mentre il volano alleggerito ed equilibrato. Per lassetto troviamo molle Apex e ammortizzatori by Giraldi, barra antirollio maggiorata Whiteline, supporti motore e antirollio rinforzati. Infine, per quanto riguarda limpianto frenante figurano quattro dischi forati Camskill, pastiglie sportive e tubazioni in treccia.

Il turbo di serie IHI stato modificato sostituendo le giranti di aspirazione e scarico rispettivamente con quelle della Uno Turbo e della Maserati Biturbo.

[94]

ELABORARE 159

Daihatsu Charade GTti

UN FRULLINO NEL MOTORE


con molta curiosit che mi avvicino alla Charade GTti. Ne ho sentito parlare molto, ma non ho mai avuto il piacere di provarla. Come sempre
siamo al circuito dellISAM, che stavolta sembra decisamente adatto per provare questa compatta di 3 metri e mezzo da quasi 180 CV e solo 850 kg le premesse per divertirsi ci sono tutte!

Motore>>Girata la chiave, il 3

cilindri 12V si avvia senza incertezze e cos, inserita la prima, mi avvio al circuito. La prima impressione che la GTti sia decisamente vivace mi basta percorrere qualche altro metro per avere solo certezze. Riprendendo dai 2.500 g/min sono colpito dalla regolarit di funzionamento e dalla coppia a disposizione... tutto sommato, sempre un mille! Il sound che mi accompagna nellesplorazione di quelli sensazionali e pi salgo di giri e pi rimango colpito. Step by step, la Charade acquista carattere e grinta; oltrepassati i 5.000 g/m, il CB70 ( la sigla tecnica del 1.0 turbo) inizia a diventare decisamente cattivo. Insistendo sul gas, mi trovo in un crescendo senza fine! Sembra di guidare un aspirato jappo, tipo VTEC per intenderci, ma ancora pi consistente. Presa confidenza con questa piccola peste, riesco a rimanere sempre sopra ai 6.000 g/m allungando ben oltre gli 8.000 g/m un vero spettacolo! Il tre cilindri urla che

st in pi
[96]

ac G on C LAUDIO

8
, LA SUA FORZA E NEL PESO RIDOTTO

ELABORARE 159

ALI

ENA

A LA PAGELL motore 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 cambio 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 assetto 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 freni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3


conclusioni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3

8 7 7 6 7

PRO
Motore. Peso. Guida.

CONTRO
Freni.
non stiamo parlando di una vettura da trackday, ma di una anzianotta che se varca la soglia di qualche autodromo consente comunque di togliersi belle soddisfazioni. Alla guida ci si ritrova con uno sterzo senza servoassistenza diretto e duretto! L'auto, grazie al peso contenuto, gira bene soprattutto nel misto ed svelta come non ci si aspetterebbe. Il muso punta e il posteriore segue fedele la traiettoria senza mai concedersi divagazioni. Non una vettura sottosterzante, anzi direi piuttosto che quasi gira sulle quattro ruote. Se si esagera con la velocit di ingresso diventer difficile uscire dalle svolte, anche a causa della consistente cavalleria da scaricare a terra. La trazione discreta anche perch lassetto lascia spazio sia al rollio che al beccheggio, evidenti ma non invadenti. La sua forza proprio nella leggerezza che comporta una guida diretta e divertente soprattutto nella parte pi guidata dellISAM, quella della Esse Bagnata.

Diretta e reattiva, l'ISAM il suo terreno di caccia


un piacere, dando vita ad un sound e ad una spinta davvero emozionante. Oltre quota 8.000 g/m sento una leggera flessione, ma la Charade potrebbe girare anche pi in alto. Personalmente ho letto 8.500 di strumento un vero frullino! Se considerate che ha un rapporto potenza di 4,8 kg/CV, i conti sono presto fatti al volante puro divertimento!

Cambio>>Dotata di un cambio a

cinque rapporti, la GTti si difende ancora alla grande. Se fosse stata una vettura europea avremmo trovato un cambio lungo e molle. Invece gli innesti sono

76

Freni>>Il peso per non pu fare tutto! I cavalli ci sono, e quando si inizia a pestare forte e tardi sui freni, bastano pochi giri a mandare in crisi un impianto che denuncia qualche annetto di troppo. Nulla di trascendente; sicuramente su strada adeguato, ma la pista non concede sconti!

ancora rapidi e precisi, con una corsa abbastanza breve e poco contrastata. Sulla nostra Charade Flavio ha montato un differenziale autobloccante a giunto viscoso, ma ad essere onesti la sua azione a centro curva quanto meno timida e poco invasiva. I pattinamenti della ruota interna sono ridotti, ma con quasi 180 CV i vantaggi sono sicuramente pi tangibili in strada che in pista.

Conclusioni>>Ogni volta che

Assetto>>Sono rimasto

piacevolmente sorpreso anche per quanto riguarda lassetto. Le cure hanno riguardato ogni aspetto: molle, ammortizzatori e barre, nonch modifiche strutturali ai supporti di serie. Certamente

guido una vettura come la Charade GTti vado in crisi! E possibile che al giorno doggi le Case non riescano pi a produrre auto di questo tipo? Compatte, leggere, con pochi cavalli, ma dotate di forte personalit, bassi consumi, ottime prestazioni, ecc.?! La Charade proprio cos una vettura piccola, amabile, facile e divertente che consente di togliersi grandi soddisfazioni. Non pi attualissima, ma ancora molto efficace e divertente. La GTti di Flavio sbalorditiva una compattina curata sotto ogni aspetto che non sfigura di certo di fronte alle tante auto banali dei nostri giorni!
ELABORARE 159

7
[97]

speed test

BMW M3 E92 by Happy Racer

nr ico

Lazz

ari

i til Gen

Mx3
[98]
ELABORARE 159

La M sempre stata sinonimo di grandi emozioni alla guida, figuriamoci se si tratta della E92 V8 sulla quale stata effettuata una preparazione racing, adatta alla pista, ai rally e al drift. Happy Racer ci ha permesso di scatenarla allISAM...

/D i

Bar bora

Potenza 480 CV Peso 1.573,6 Rapporto Peso/Pot. 3,28 kg/CV

60
CV

ELABORARE 159

[99]

speed test
possibile trovare una vettura capace di ben figurare nelle competizioni in pista (rally, track day e drifting),
che sia entusiasmante da guidare, divertente, veloce, semplice nella gestione e poco propensa a rotture e a piccoli e continui rialzi? Insomma esiste un mulo con prestazioni da cavallo da corsa, che possa rispondere a diverse finalit? La scuderia Happy Racer ha provato a risolvere questa questione. Tutto ruotato intorno al budget "limitato" a circa 35.000 Euro, che ha ristretto il campo di ricerca; il passo successivo stato quello di escludere le quattro ruote motrici, perch pesanti, pi soggette a rotture o fastidi; infatti, come disse qualcuno che di auto se ne intendeva (Enzo Ferrari ndr), "quello che non c... non si rompe"! Un bel rompicapo insomma... esiste allora questauto? Guardando al Vecchio Continente, spunta qualcosa di interessante, un evergreen che attraverso anni, sigle, modelli, aumento di cilindri e cilindrata ha sempre spaventato tutti gli avversari... ma certo, lM3! Sembrerebbe proprio la scelta giusta, quindi andiamo a scoprire come i tecnici del gruppo Happy Racer e DGS Autosport sono riusciti in questa difficile e articolata alchimia, partendo proprio dallacquisto di una BMW M3 E92 immatricolata nel 2007. Esterni>>Per ragioni regolamentari legate alle gare, in questo raggruppamento fatto espresso divieto nellallegato J, di variare in qualsivoglia modo laspetto estetico dellauto che deve corrispondere fedelmente al modello prodotto in serie. Di nuovo, nella bella M3 E92, ci sono quindi pochi dettagli: intanto le altezze da terra sono cambiate, risultando ora acquattata al suolo, come un felino che sta per spiccare un balzo rapido e letale per afferrare la sua vittima. Inediti

BMW M3 E92

E'

IZIONE TETICA DA COMPETTICA L'ES N DEVE RESTARE IDEE! ALL'ORIGINAL

Tutti i ritocchi sono in chiave racing!

[100]

ELABORARE 159

LAZIENDA
Gruppo Happy Racer
Tel. 335/209272 Fax 011/9006189 Persona di riferimento Agostino Alberghino Specializzazione Preparazione auto e noleggio delle stesse, manifestazioni sportive e attivit motoristiche Superficie Azienda 500 mq Anni di attivit 10 Personale 5 Auto di cortesia s, in base alle disponibilit Risultati sportivi per lanno 2010 Vincitori con la Ginetta del Campionato Italiano GT4 Dettagli auto in prova: BMW M3 E 92, anno 2007, acquistata usata in ottime condizioni e pochi chilometri.

Volante estraibile e sedili monoscocca... ingabbiati con 38 metri di tubi!

anche i cerchi in lega, Arcasting, belli e grintosi, nelle misure di 9jx18" allanteriore e 10,5jx18" al posteriore, che oltre a fornire unottima ventilazione ai freni, sono leggeri e apportano benefici importanti sia in termini assoluti di peso sia nei riguardi delle masse sospese a tutto vantaggio dell'handling in curva. Assolutamente spettacolari anche alla vista gli enormi freni AP Racing che ne accentuano il carattere corsaiolo. Le grafiche "Happy Racer" concludono il quadro estetico rendondola pi attraente e aggressiva, grazie anche ai due minacciosi terminali di scarico realizzati artigianalmente dai tecnici della Happy Racer.

Interni>>Qui il discorso cambia, si inizia a fare sul serio! Aprendo lo sportello, si nota subito labitacolo spoglio, tipico delle auto racing, ma per vederlo in tutta la sua bellezza e precisione teutonica, occorrono dei movimenti ben precisi... contorsioni e rotazioni necessarie per calarsi nell'abitacolo circondato da ben 38 metri di tubi che proteggono il pilota! E' il roll-bar, imbullonato alla scocca come prevede il noto allegato J, realizzato artigianalmente dalla stessa Happy Racer DGS Autosport. Questo anche un "controtelaio", un formidabile moltiplicatore di rigidit per la scocca, ancora meglio se

solidale ad essa tramite saldature, ma come sappiamo i regolamenti in questo caso non lo permettono. Entriamo nel dettaglio delle modifiche, partendo dai pannelli porta che sono stati lavorati e ridotti nelle dimensioni, ma non possono essere sostituiti con quelli in carbonio o simili in maniera arbitraria. Allinterno dellabitacolo spicca la grossa "leva" di fianco al tunnel centrale: il freno a mano idraulico collegato ad una pompa a tandem idraulica della AP; semplice da usare e molto efficace, consente di "girare rapidamente lauto nei tornanti stretti. La ricca e bella dotazione degli interni comprende molti particolari

Un impianto frenante cos... lo sogno tutte le notti!

ELABORARE 159

[101]

speed test
PESI
50,9% ant.

BMW M3 E92

DATI STRUMENTALI
1.573,6 kg con 20 kg di carbur. 49,1% post.

ALTEZZE

il tuning
Interni
3 Volante Sparco 35 cm a calice, estraibile con mozzo artigianale per sgancio rapido by Happy Racer e DGS autosport 3 Pedaliera Sparco 3 Pedana poggiapiede Sparco 3 Pomello cambio artigianale DGS 3 2 Sedili Sparco 3 Cinture Sparco 3 Rollbar fabbricazione artigianale Gruppo Happy Racer e DGS autosport conforme allegato J imbullonato 3 Freno a mano idraulico con pompa tandem AP Racing 3 Estintore Sparco ad impulso

alloriginale Gruppo Happy Racer e DGS autosport 3 Olio cambio racing 3 Differenziale posteriore Torsen

Impianto frenante

3 Dischi ant. e pinze: dischi da 355x36 mm di spessore AP Racing 6 pompanti 3 Dischi post.e pinze: dischi da 332x 32 mm di spessore AP Racing 4 pompanti 3 Raffreddamento aria forzata all'anteriore 3 Tubazioni aeronautiche 3 Liquido freni: DOT 5 AP 551 racing 3 Altro: freno a mano idraulico con pompa tandem AP Racing

E... MA POCHI RITOCCHI AL MOTORGIANALE GUARDATE IL DUOMO ARTI


piombato" e non modificabile! Quindi tutto di serie tranne l'elettronica rivista nei parametri della centralina e in grado di garantire un incremento prossimo al 10% che porta l'M3 a circa 480 CV. Esattamente quelli dichiarati dal Gruppo Happy Racer e DGS Autosport. Gli interventi pi sostanziosi hanno riguardato le sospensioni, i freni, il differenziale e, laddove possibile, lo scarico. Per lassetto, troviamo molle Eibach abbinate a 4 ammortizzatori Orap tarati e personalizzati in estensione e compressione, anche nelle pluri frequenze. L'avantreno ha beneficiato anche di speciali cure ai bracci delle sospensioni anteriori; mediante luso di uniball sono stati ottenuti interessanti valori di incidenza, mentre i top mount regolabili hanno fatto il resto con il camber. Completano il quadro i distanziali allanteriore e al posteriore, mentre le barre antirollio e la duomi sono rimaste quelle previste dal costruttore, che risultano molto efficaci e ben dimensionate. Un altro intervento di rilievo ha interessato il differenziale, che ha lasciato il sistema elettronico di serie e ora adotta un Torsen, per il quale lo staff Happy Racer ha realizzato un pignone

Assetto

Meccanica

3 Candele Bosch 3 Filtro aria a pannello BMC 3 Scarico centrale Supersprint 3 Terminale fabbricazione artigianale Gruppo Happy Racer e DGS autosport Catalizzatore sportivo, fabbricazione artigianale Gruppo Happy Racer e DGS autosport 3 Centralina di serie con mappatura Gruppo Happy Racer e DGS autosport 3 Cambio con coppia conica modificata 30% rispetto

3 Ammortizzatori ant e posteriori Orap 3 Molle anteriori e posteriori Eibach 3 Modifica camber mediante top mount lavorazione artigianale Gruppo Happy Racer e DGS autosport 3 Modifica incidenza tramite bracci montati su uniball lavorazione artigianale Gruppo Happy Racer e DGS autosport 3 Cerchi in lega Arcasting, 9jx18 anteriore, 10,5jx18 posteriore

della Sparco come i sedili anteriori abbinati alle cinture a cinque punti, il volante a semicalice da 35 cm estraibile mediante un mozzo artigianale a sgancio rapido che facilita l'ingresso/uscita in abitacolo. Artigianale anche il pomello del cambio, semplice, comodo e funzionale. Della Sparco anche la pedaliera montata e regolata su misura per il pilota, che per a me va un po' stretta, e limmancabile estintore ad impulso.

Meccanica>>Preparare una vettura da corsa ben diverso e pi complesso che lavorare sulla propria auto per puro divertimento. Per avere una vettura competitiva e "regolare" bisogna sottostare ai regolamenti, tenendo sempre in considerazione la fiche tecnica, per sapere cosa e come si pu elaborare. Le restrizioni sulla M3 sono talmente tante che praticamente tutto ci che riguarda il motore e il gruppo frizione-cambio quasi

dedicato con una riduzione del rapporto finale di circa il 30%. Per lo scarico stato adottato un elemento centrale della Supersprint, al quale abbinato un catalizzatore sportivo artigianale, come i terminali "fatti in casa" che hanno permesso di non rinunciare alle prestazioni e ad avere oltre ad un bel suono, uno scarico degno dellauto che lo ospita. Riguardo allimpianto frenante, la Happy Racer, grazie all'esperienza maturata con le vetture da competizione, ha scelto niente

meno che il kit freni obbligatorio sulle vetture Superstars! Si tratta di un impianto freni AP Racing, allanteriore con pinza AP STS a 6 pompanti e dischi freno dal diametro 355x36 mm di spessore, mentre al posteriore con una pinza AP a 4 pompanti e dischi freno diametro 332 x 32 mm. Vale la pena ricordare che molte altre modifiche non si sono potute effettuare in rispetto delle norme sportive; invece, laddove permesso, i tecnici hanno operato al meglio e in profondit.

[102]

ELABORARE 159

BMW M3 E92

OLTRE IL TUNING!
Lamico Alberghino, responsabile del Gruppo Happy Racer e DGS Autosport, freschi vincitori nel 2010 con la Ginetta nella serie riservata alle GT4 del Campionato Italiano mi telefona:
"Vuoi provare la mia M3? Magari con loccasione potresti scrivere due righe per gli specialisti di Elaborare..." Neanche a dirlo, ho accettato subito l'invito e cos mi sono recato all'ISAM per la prova. Una volta avviata l'auto, lascio salire gradualmente le temperature del motore, dei freni e soprattutto delle gomme (slick); nel contempo cerco di capire i messaggi che Lei mi manda... purtroppo sono in tedesco e ci vorr il vocabolario, non semplicissimo! Scherzo naturalmente! Dopo qualche giro inizio a spingere a fondo sul gas, passaggio dopo passaggio la confidenza aumenta, e pur rimanendo sempre entro i limiti di sicurezza, con enorme sorpresa scopro che la tedesca estremamente docile, precisa... Anche saltando sui cordoli la ritrovi proprio dove la volevi!

a
SI METTE DI TRAVERSO... MA CON ELEGANZA!

is in p

ta

con enrico l

[104]

ELABORARE 159

ari

A LA PAGELL motore 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 8 cambio 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 7 assetto 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 8 freni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 10


conclusioni 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3

PRO
Entusiasmante. Sincera. Rapporto prezzo/prestazioni.

CONTRO
Pedali gas/freno troppo vicini. Cambio standard inadeguato alle prestazioni dellauto.

I freni sono esagerati pure per i 1.574 kg di una M3... da 480 CV


Motore>>La voce del V8 sorda e
cupa. La prima sensazione che il motore sia "elettrico", sempre pronto a rispondere con energia e potenza, indipendentemente dalla marcia innestata e dal regime di giri. Che ci si trovi a 1.500 g/m in 3a marcia o a quota 4.000 g/m, la spinta sempre poderosa e costante; anzi pi piacevole sentirlo salire dal basso, senza mai la minima esitazione o incertezza, fino agli oltre 8.000 g/m. Dei suoni celestiali arrivano dall'aspirazione e dallo scarico. La coppia tanta e praticamente ovunque; ai regimi pi bassi ha tiro come uno dei pi evoluti propulsori turbodiesel; poi intorno ai 6.000 g/m sfoga tutta la grinta e la cattiveria di un 4.000 cc V8, arrivando allo stacco del limitatore in un lampo. Si cambia il rapporto e via ancora con le possenti sensazioni del tuono daria che le otto farfalle cercano sotto il cofano motore! Se solo avesse un cambio dedicato sarebbe veramente paradisiaca.

8
strapazzandola resta incollata al suolo. Il sovrasterzo di potenza sempre ben gestibile, pure in terza marcia, anche quando i chilometri orari diventano tanti e iniziano a fare paura. Per si capisce che "settata" diversamente potrebbe fare ancora meglio. Per arrivare al set-up ideale, dovremmo cambiare un poco le regolazioni di assetto e geometrie; l'M3 nello stretto avrebbe bisogno di pi carico sullanteriore. Nel complesso si comporta in maniera sempre garbata; fedele nelle linee e mai nervosa nelle reazioni, potrei definirla la compagna ideale, un mezzo che fino all80% del suo potenziale fruibile da tutti; oltre ci vuole manico e alcuni chilometri per prenderci confidenza! Pi si aumenta il ritmo e pi senti che ti dice: Dai fidati, possiamo fare meglio!", allora rincuorato aumenti il ritmo e scopri che puoi accelerare a fondo parecchi metri prima delluscita di quella data curva. "Lei", sempre molto educatamente, si mette un po di traverso e sporca di nero lasfalto della curva con le ruote posteriori. Il motore a questo punto sprigiona latteso temporale, la terza marcia finisce fin troppo presto e cos pure la quarta: insomma prendendoci la dovuta confidenza, nellarco di 5/6 giri si anticipa lapertura del gas di almeno 30 metri, con un vantaggio in termini velocistici di circa 20 Km/h sul finire del rettifilo principale... niente male davvero!

potremmo quasi definirli sovradimensionati, per quanto frenano e ben assolvono la loro funzione anche nelle situazioni e nei modi pi disparati. Merita due parole esplicative la leva del freno a mano aggiuntivo. Molto potente e semplice da usare, anche per chi come me di estrazione pistaiola; una volta acquisita quella minima manualit per cambiare direzione in un attimo, pronta ad allungare le marce verso la nuova direzione.

Conclusioni>>E' un gran bella


vettura lM3! Loperazione del Gruppo Happy Racer e DGS Autosport, che si era posto lobiettivo mezzo divertente-costi contenuti, dunque perfettamente riuscita. Per chi vuole seguire questa strada, dovete sapere che oggi possibile acquistare un M3 gemella al di sotto dei 30.000 Euro; poi affidandosi alle sapienti mani dei tecnici Happy Racer, potrete replicare questa M3 e se non siete interessati alle competizioni sarete anche liberi da tutti quei vincoli normativi descritti, potendo incrementare di molto le gi fantastiche prestazioni. Considerate, inoltre, che lauto da noi provata si pu noleggiare e anche nelle cosiddette categorie minori (gare club ad esempio), dove possibile correre anche con vetture di scaduta omologazione, lM3 sempre decisamente competitiva. Insomma potremmo definirla... intramontabile!

Cambio>>La "nostra" M3 ha manifestato qualche problema di innesto della terza marcia, un postumo dell'ultima gara disputata. A parte questo difetto va detto che il cambio di per s va benissimo; ottimo negli innesti, ben spaziato, con una corsa della leva breve e precisa... allora direte, ma dov il problema? La nota dolente sta nel fatto che non adeguato alle prestazioni, cio ci vorrebbe quantomeno un ravvicinato, magari sequenziale. Un piccolo aiuto arriva dalla riduzione finale pi corta, ma ci si applica a tutti i rapporti, mentre qui bisognerebbe intervenire singolarmente.

10

Freni>>Super super! I 20 pompanti totali a disposizione del pilota lavorano egregiamente per potenza, modulabilit del pedale, efficacia, sensibilit e chi pi ne ha pi ne metta! I dischi dei freni, tanto per dare unimmagine fotografica, sono grandi come quei piatti per ospitare le pizze... ma non le normali... le super, quelle con sovraprezzo! Quindi sar difficile mandare in crisi tanta opulenza, cosa che la pista ci ha puntualmente confermato. Anche dopo tanti giri in sequenza non stato rilevato nessun fenomeno di fading, n tanto meno di spugnosit del pedale centrale; una prova senzaltro severa per tutto il sistema, tenendo conto che la frenata principale iniziava ad oltre 200 km/h. Insomma

Assetto>>Provare unauto in pista


con un assetto da rally non il massimo: le tarature, le geometrie, i pneumatici sono assolutamente inadeguati. E per questo che meriterebbe un 9, ma non per i componenti di cui dotata che invece sono al vertice. Il potenziale infatti c tutto: lauto precisa, dipinge le curve, sta perfettamente in traiettoria e pur

ELABORARE 159

[105]

collaudatori
Long Run Tester

COLLAUDATORI... SI DIVENTA!
Ecco i primi 7 fortunati lettori che abbiamo estratto per collaudare gratis, sulle proprie vetture, vari accessori tuning! Da loro sapremo impressioni, usura, pregi e difetti del componente che stanno testando...
i primi fortunati Tester per un giorno, di cui gi da tempo leggete i resoconti, si sono aggiunti i primi sette Long run tester, lettori cui affideremo il compito di testare per nostro conto una serie di accessori che faremo installare direttamente sulle loro vetture! Tutto gratis: in cambio chiediamo solo dettagliati

report periodici, con le impressioni di guida, il chilometraggio percorso, i pregi e i difetti, il livello di usura e tutto quello che c' da raccontare sul prodotto in esame. Non lasciarti sfuggire questa occasione, partecipa alla sfida, ecco la lista dei primi 7 accessori in prova: Assetto completo a ghiera VMaxx

Set pastiglie freno della ETF Additivi Ceramic Power Liquid + Atomic Fuel Power Liquid Pneumatici Yokohama C-Drive 2 Filtro aria BMC kit completo Sintoflon per trattamento motore. Questi sono soltanto alcuni degli accessori messi a disposizione ma la lista completa ancora pi nutrita. Per essere scelti come collaudatori di Elaborare sufficiente seguire le indicazioni sulla pagina a fianco e inviare le informazioni richieste. Le probabilit di essere selezionato sono davvero molte! Che aspetti?
Auto posseduta Audi TT 1.8 T 180 CV Chilometraggio medio mensile 1.800 Km

RONNY TRIFONI - Rocca Priora (RM)


MI CHIAMO RONNY, SONO UN APPASSIONATO DI MOTORI ED ELABORAZIONI. Il primo
Elaborare che ho comprato era il numero 76 del 2003 di cui ricordo un'auto che mi colp molto: una Fiat Punto 1.9 jtd preparata da Rifino Racing. Una vettura che poco dopo ho acquistato ed elaborato ispirandomi proprio a quell'articolo su Elaborare. Da allora vi seguo sempre e ogni mese aspetto con ansia l'uscita del nuovo numero... un appuntamento che non perdo mai! Da piccolo volevo fare il perito meccanico, ma purtroppo non ho potuto studiare. Ora faccio tutt'altro, ma la voglia di smanettare ed elaborare i motori rimasta la stessa: dal primo motorino che ho avuto, all'ultima vettura che possiedo, fino a quelle dei miei amici, prendendo sempre spunto dalla vostra bellissima rivista!

di firma foto firma

Ronny effettuer, sulla sua Audi TT 1.8T, il test del kit Sintoflon trattamento e protezione motore.

[106]

ELABORARE 159

MARCO QUEROTI - Castelli Calepio (BG)


MI CHIAMO MARCO E SONO SEMPRE STATO UN APPASSIONATO DI MOTORI FIN DA PICCOLO! IL MIO PRIMO SCOOTER ERA UN APRILIA SR DI VALENTINO Rossi che ho sottoposto
subito ad una serie di modifiche; purtroppo fin la sua carriera dopo soli due anni e venne rimpiazzato dal mio grande sogno, un Booster Spirit bianco perla, che poi ho venduto per comprare la macchina in quanto ormai era arrivata l'ora della patente! Acquistai una Honda Civic Eg6 VTEC rossa da 160 CV, urlava come poche, solo a pensarci mi vengono ancora i brividi! Nel 2008 ho comprato una Grande Punto Abarth e, come ogni tuner che si rispetti, ho iniziato subito l'elaborazione: dalle molle assetto al filtro aria K&N a pannello, fino agli ammortizzatori ritarati da Cappelli. Ora l'auto presenta anche una wastegate originale lavorata artigianalmente, i tubi in treccia CTF, l'olio RBF 600 Motul, la mappatura by Serial Tuning, lo scarico artigianale, il centrale diretto e finale omologato col finalino doppiotondo lucidato tagliato a "fetta di salame". Adoro partecipare alle varie giornate in pista e agli Speedday. Spesso sono a Franciacorta sia a girare che a vedere gli altri piloti. Ormai diventata una droga per me, ma questa fa bene alla mente!

Auto posseduta Abarth Grande Punto Chilometraggio medio mensile circa 3.000 km

Marco installer sulla sua Grande Punto Abarth le pastiglie freno sportive ETF.

COME FARE PER PARTECIPARE?


Per partecipare a queste iniziative bisogna essere iscritti alla newsletter di Elaborare (dal sito di elaborare www.elaborare.com), essere Fan di Elaborare su Facebook e inviare une-mail con le seguenti informazioni a test@elaborare.org, o inviare per posta le informazioni a Elaborare - Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma 3 Dati anagrafici (nome, cognome, indirizzo, telefono, e-mail ecc.) 3 Dati vettura (marca, modello, misura pneumatici, chilometraggio medio mensile) 3 Foto della vettura e dellaspirante tester con l'ultimo numero della rivista ben visibile! 3 Una descrizione delle tue esperienze in ambito motoristico e di guida La scelta del nostro secondo Long Run Tester sar pubblicata sul prossimo numero di Elaborare.

La passione gira in pista.

ELABORARE 159

[107]

collaudatori
STEFANO DELFINO - Saluggia (VC)
SONO SINCERO, ESPERIENZE MOTORISTICHE VERE NON NE HO MAI FATTE... A PARTE IL MIO SCOOTER CHE ELABORAI NEL GARAGE DI CASA, LA MIA prima auto (Fiat Panda
Young) su cui installai con grande pazienza e cura un impianto audio da competizione totalmente artigianale e la mia attuale Abarth a cui sto apportando modifiche semplici a livello di estetica e meccanica. Tutto ci che conosco sul mondo dei motori
Stefano doter la sua Punto Abarth 1.4T dell'assetto coilover V-Maxx!

Auto posseduta Abarth Grande Punto 155 CV Chilometraggio medio mensile 3.000 km

lo devo in primis a mio padre e a mio nonno che, spinti dalla passione per le auto e dalla mia insaziabile curiosit, mi hanno insegnato quello che necessario sapere in questo

campo. Poi ci sono i vari forum a cui sono iscritto da tempo (Abarthisti, SciroccoForum, AbarthClubItaly, ElaborareForum, ecc...) dove ho sempre trovato persone preparate sul tema motoristico e disponibili a rispondere alle mie domande, sul quale io stesso offro agli utenti tutto il mio know how. Per quanto riguarda le mie esperienze di guida, posso menzionare gli innumerevoli turni in pista con i go-kart e i tre turni con la mia attuale auto nellautodromo di Lombardore (TO).
Auto posseduta Fiat Coup 1800 16V Chilometraggio medio mensile 2.000/2.500 km

MARCO GROSSO - Orbassano (TO)


APPASSIONATO DI MOTORI DA UNA VITA, NONOSTANTE SIA ARRIVATO AL TRAGUARDO DEI 45 ANNI, LA PASSIONE CONTINUA! VI SEGUO DAL SETTEMBRE 1998
(da quella data ho tutti i numeri della rivista). Da ragazzo ho lavorato presso un concessionario Kawasaki, a 19 anni mi sono arruolato nella Guardia di Finanza dove presto servizio da 26 anni. Ho avuto l'opportunit di prendere la qualifica di meccanico collaudatore e di lavorare con grande soddisfazione personale per sei anni presso la nostra officina nella sede di Torino (ora svolgo mansioni d'ufficio). Sono appassionato della Fiat Coup, moderatore e uno dei soci fondatori (con il nick "pallmall66") del forum www.fiatcoupepassion.it

Marco tester sulla sua Coup 1.8 il trattamento Ceramic Power Liquid per l'olio motore e l'Atomic Fuel Power Liquid per il carburante.

[108]

ELABORARE 159

EMANUELE OLIVIERI - Roma


POSSIEDO UNA HONDA ACCORD TYPE R CHE STO PREPARANDO PER I TRACK DAY. MONTA PNEUMATICI BRIDGESTONE POTENZA RE050 PER L'UTILIZZO STRADALE e delle Dunlop
SP Sport Slick per i track day. Quotidianamente utilizzo un'Alfa Romeo Giulietta 2.0 MJT 140 CV (l'auto dellAzienda dove lavoro poich sono un venditore del glorioso Marchio milanese), con la quale percorro circa 4.000 km al mese. La prima volta che ho guidato in pista stata un'esperienza memorabile! Di quella magica giornata ricordo ogni istante, ogni immagine, ogni odore. Era un caldissimo 6 giugno, e allora guidavo una Honda S2000. Ore 10,00: arrivo all'ISAM. Ero emozionato, fremevo e scalpitavo, e cos dopo una notte insonne, una sveglia all'alba e una capatina all'autolavaggio per preparare la mia "bambina", arrivo all'autodromo con largo anticipo. Avevo il cuore in gola e la vista dei cordoli non ha contribuito a rallentare i battiti! Le ore scorrono lente, cerco di ammazzare il tempo parlando con gli amici; chiedo a tutti informazioni e consigli, guardo gli altri girare cercando di rubare con gli occhi ma lorologio sembra fermo. Allora controllo e ricontrollo il livello dell'olio, la pressione delle gomme, il serraggio dei bulloni delle ruote... ma niente di tutto ci sembra placare la mia agitazione. Ore 14.50... lantidoto arriva con le sembianze di un casco! Cinfilo subito la testa, tanto il motore gi caldo e sto l, nell'angusto abitacolo della mia Esse, sudando per via dellaltissima temperatura, sotto

Auto posseduta Honda Accord Type R Chilometraggio medio mensile 1.000/4.000 Km

Emanuele tester l'aspirazione dinamica CDA by BMC sulla sua Type R da track day... che sta elaborando giorno per giorno!

il sole che mi cuoce la testa e con l'agitazione di chi aspetta solo un gesto per voltare la pagina di un libro ancora tutto da scrivere. Ore 15.00... scatta il verde ed entro. Il cuore pompa all'impazzata mentre comincio a guidare piano piano, cercando di capire com' davvero questa pista che tante volte ho studiato, guardando vari cameracar e

leggendo per anni le prove di Elaborare. Cos scopro, anzi riscopro il Cavatappi, linterminabile Misto e la Mare. Sul rettifilo lancio al galoppo i 240 cavalli giapponesi che si fanno sentire prepotenti, stacco in fondo al rettilineo e inizio a forzare: prime curve, prima scodata! Provo un brivido freddo, e chi aveva mai scodato per un blocco di ponte? Continuo a girare aumentando il ritmo mentre il mio "Racecrono", instancabile e spietato GPS, registra tutto. Il toboga comincia a essere pi divertente, la curva Mare diventa sempre pi breve, proprio come il rettilineo del traguardo che divoro sempre pi voracemente finch scopro che i freni sono alla frutta perch lodore di bruciato mi entra nelle narici e mi annebbia il cervello. Elaboro velocemente come stanno le cose: l'S2000 sta tirando i remi in barca! Provo a rallentare per raffreddare limpianto, ma ormai ha gi

sventolato la bandiera bianca. Sono stanco e col fiatone... felice per come quando, da bambino, ho visto per la prima volta un natale con la neve! Ore 15.20... rientro ai box. Scendo dallauto in preda ad un attacco deuforia, sono contentissimo... mi metto a parlare con gli amici, ma non riesco a riprendere fiato con quel fiume dadrenalina che mi scorre ancora nelle vene! Accidenti, stavo quasi dimenticando di controllare il Racecrono che implacabilmente mi mette di fronte levidenza: non sono Ayrton Senna come credevo di essere! Col mio 1235 sono stato pi lento di tantissimi... ma non mi importa; continuo ad essere euforico, felice e appagato, perch io e la mia Esse finalmente abbiamo scritto uninedita storia da incorniciare tra i cordoli. Ore 17.00 arrivato il momento di tornare a casa! Guido piano in autostrada, a 80 km/h, perch dentro rivivo ogni istante di quella magnifica esperienza appena conclusa e gi il mio cervello rovista nella memoria la data del prossimo track day: ormai sono un "pista dipendente"!

ELABORARE 159

[109]

collaudatori
FEDERICO GIGLIO - Bogliasco (GE)
LE MIE ESPERIENZE IN AMBITO MOTORISTICO SONO QUELLE DI UN COMUNE APPASSIONATO DI AUTO. ACQUISTO QUANTIT industriali di
riviste da quando sono bambino, ho alcuni amici che corrono nelle prove slalom e rally, adoro seguire le loro corse e chiacchierare con meccanici e appassionati. Sto eseguendo pian piano una serie di modifiche volte a migliorare gradualmente la mia vettura. Ritengo di aver maturato una discreta competenza in ambito tecnico per essere un profano! Sono socio e moderatore del forum del Corsa OPC Club, una piccola comunit di appassionati: http://opcclub.forumfree.it/. Sulla mia auto mi piacerebbe provare gli ammortizzatori a gas come i Bilstein B8 da
Auto posseduta Opel Corsa OPC 1.6 Turbo 192 CV Chilometraggio medio mensile 1.500 Km

Federico tester l'assetto a ghiera regolabile V-Maxx sulla sua Corsa OPC Turbo che ora dotata solo di molle sportive.

abbinare alle molle che ho gi montato (H&R rosse) per capire le differenze con i miei attuali ritarati e accorciati ad olio, o uno a ghiera di qualit con la regolazione separata del precarico molla, oppure qualsiasi tipo di impianto frenante, dischi baffati e forati, pinze, filtro ad aspirazione dinamica tipo il CDA (ora ho un pannello), qualunque tipo di pneumatico purch non semislick visto che utilizzo la vettura a 360 gradi!
Auto posseduta Nuova Mazda3 2.2 185 CV Sport Chilometraggio medio mensile 2.500 Km

MARCO PALMISANO - Roma


SONO STATO IL FONDATORE DELLO STILO TUNING CLUB, HO PROMOSSO E ORGANIZZATO VARI RADUNI NAZIONALI ANCHE CON IL VOSTRO PATROCINIO. HO PORTATO LA MIA STILO da 115 CV a 200 CV
(rullati) nel 2004 con una pesante elaborazione. Ho fondato e sono il Presidente del Mazda3 Club Italia; abbiamo organizzato il nostro primo Raduno nazionale con il vostro patrocinio. Ho girato molto in pista (Vallelunga, Monza, ISAM, Binetto) e provato in anteprima la BMW M3 E90 a Vallelunga; ho fatto lo stesso per Lamborghini con la nuova (all'epoca) Gallardo Superleggera; spesso giro con una Porsche Carrera 911 e pi volte ho girato anche con la Mazda. Sono appassionato di auto e delle modifiche meccaniche, mi piace molto la guida in pista e porto sempre la vettura e i suoi componenti al limite. Nella mia auto sono d'obbligo freni e assetto al top (nonch gomme al top), poich spesso e volentieri brucio gli impianti di serie. Spero di essere scelto come vostro tester in pista o anche per i test su componenti come freni, ammortizzatori, molle, gomme e quant'altro sia fondamentale per un buon pilota.

Marco tester sulla sua potente turbodiesel nipponica le coperture Yokohama C-Drive 205/50 R17.

[110]

ELABORARE 159

racing
24h di Telethon

24 ORE DI SANO AGONISMO


24 ore di competizione con un finale da gara sprint per assegnare la vittoria proprio al team Adria Raceway capitanato da Thomas Biagi. Una prova durissima per tutti i 26 equipaggi e le loro vetture. Noi c eravamo! Con la squadra ETF/Elaborare al via sulla Kia Rio Sport Cup numero 5
ormula vincente non si cambia, anche perch in ballo oltre allo sport nel weekend ad Adria cera anche il discorso legato alla solidariet. Cos per il settimo anno consecutivo, la settimana prima di Natale si svolta la 24 Ore di Telethon sul circuito Adria International Raceway. Questanno le novit sono state molte: il ritorno delle Kia Rio Sport Cup ben 20 al via, lingresso di 6 mitiche Fiat 500 del Five Hundred Cup, ma soprattutto la neve e il freddo che hanno reso pi entusiasmante un weekend gi di per s eccitante. Come sempre, invece, non sono mancati i protagonisti dello spettacolo e dello sport compresi numerosi piloti di alto livello come Fisichella, Capelli, Biagi, Caffi e tanti altri. Noi di Elaborare abbiamo preso parte alla competizione, gareggiando

con una Rio Sport Cup allestita dallo sponsor tecnico della manifestazione, la ETF, che ha fornito le pastiglie freno AF 800 a tutti i concorrenti. Andiamo a vedere come si svolta questa gara davvero entusiasmante! La gara>>Avete presente quel weekend verso met dicembre in cui si bloccata la circolazione stradale, ferroviaria e aerea per via del freddo, della neve e del ghiaccio? Ecco, quello stato il fine settimana della 24 Ore di Telethon! Anche ad Adria naturalmente nevicato, e questo imprevisto ha portato un extra lavoro per lorganizzazione che in poco tempo ha provveduto a liberare il circuito per dare il via alla 24 Ore. Lo scenario era davvero surreale: un cielo terso e un bel sole che illuminava il circuito con il nastro dasfalto pulito e

tutto il resto immerso nella candida neve! Tutta la gara quindi si svolta in condizioni difficili, con il bagnato e le temperature che nella notte hanno sfiorato i -10 C. Ma non ci siamo di certo scoraggiati, anzi le condizioni proibitive hanno reso la guida pi impegnativa e attenta, e la gara davvero spettacolare. Il mio equipaggio, lETF, parte dalla settima casella con Flavio Chiusso al volante, che conosce molto bene la Kia avendo vinto il Campionato nel 2006 insieme al secondo pilota Ruggero Bisi. Partiamo decisi, ma attenti alla tattica cercando come tutti di consumare meno possibile carburante, freni e pneumatici per non finire lesiguo materiale dei ricambi limitato da regolamento. Man mano che passano le ore cambiano le condizioni del circuito e pi ci si addentra nella notte, pi

Kia Rio Sport CUP


Sopra lequipaggio 7 vincitore della 24h di Telethon 2011.

Motore 1.5 turbodiesel Potenza circa 140 CV Peso circa 1.000 kg Pneumatici 195/50 R15 stradali estivi Best Lap 1522

di Claudio Galiena foto Fotomoto.it

Durante la notte calata la nebbia e le temperature sono scese fino a -8C... la 24h stata una gara davvero estrema!

[112]

ELABORARE 159

diventa impegnativa la guida. Al terzo cambio decidiamo di fare uno stint lungo, cercando di portare la Kia alle quattro ore con un pieno. Ma evidentemente abbiamo fatto il classico passo pi lungo della gamba e siamo costretti a rientrare senza carburante e ad effettuare un cambio poco prima di una delle soste imposte dal regolamento. Questo stato il momento pi delicato della gara, poich abbiamo provato a recuperare ma il danno ormai era fatto! Finalmente tocca a me!>>I cambi di guida si susseguono cos come le sostituzioni di pastiglie e pneumatici fino a quando arriva il mio turno. Sono circa le 3,30 del mattino, ma sono sveglio come un grillo... ormai sono 12 ore che aspetto di guidare! Entro in pista e cerco di capire subito le condizioni dell'asfalto, visto che siamo ben sotto lo zero termico e la nebbia limita il campo visivo! Il fondo non male, cerco e trovo il ritmo giusto e continuiamo la rimonta. Guidare di notte con la neve a bordo pista spettacolare. Alcuni punti sono ghiacciati, in altri invece posso sfruttare i cordoli esterni fino a sfiorare la neve esterna bellissimo! La Kia in queste condizioni richiede una guida di precisione. Bisogna evitare le traiettorie gommate in cui laderenza minore e inventarsi nuove linee. In frenata lABS sempre pronto ad entrare, e in curva con i

pneumatici estivi bisogna calcolare ogni manovra con precisione per non trovarsi nella neve fresca. La trazione scarsa e si usano solo terza, quarta e quinta marcia. Ogni giro si prova a sfruttare meno motore-freni cercando di mantenere il tempo segnato nel passaggio precedente. E qui il trucco per rimanere svegli e concentrati: cercare sempre di migliorare spremendo meno la meccanica! Il 1.5 CRDi si comporta alla grande e, grazie alla coppia regolare sin dal basso, possiamo cambiare sotto i 3.000 g/m per mantenere i consumi pi bassi possibili. Giro quasi tre ore per il mio stint, ma sembrano molte meno... purtroppo gi finito il turno! Il nuovo giorno>>Finalmente si affaccia un timido sole e latmosfera inizia a scaldarsi il peggio sembra essere passato! E invece il sale buttato a terra nei giorni precedenti non tiene pi e lasfalto inizia a ghiacciare, creando una leggera patina nei punti pi esterni. Serve ancora correggere le traiettorie per mantenere il ritmo imposto. La gara procede regolare, mentre cerchiamo di rimontare alcune posizioni. Operazione in parte riuscita perch nellultimo stint il povero Ruggero, su cui contavamo per una chiusura veloce e costante, si trovato senza ABS e soprattutto senza il ripartitore di frenata su un fondo cos precario per

PASTIGLIE ETF
Le pastiglie usate per la 24h di Telethon sono le AF 800, specifiche per le
competizioni e garantiscono un coefficiente dattrito medio, con una frizione stabile a tutte le temperature comprese tra i 350 e i 600C. Il coefficiente di attrito compreso tra 0,42 e lo 0,52. Nella nostra prova abbiamo potuto verificare come siano completamente esenti da fading e dotate di una risposta pronta, potente e lineare. Per completare i nostri 4.563 km percorsi siamo riusciti a cambiare solo due set di pastiglie anteriori, senza terminare lultima serie montata. Non abbiamo accusato vibrazioni o rumori di nessun genere e tutto sommato possiamo tranquillamente affermare che si tratta di unottima pastiglia. Peccato solo che laccoppiamento con le pinze Tarox equipaggiate sulla Kia abbia provocato consumi irregolari, anche se abbiamo ovviato al problema girando le pastiglie ogni sei ore di gara.

I turni di guida notturni sono stati i pi impegnativi per la concentrazione, ma anche fondamentali per le strategie di gara.

Le pastiglie AF800 hanno dimostrato il loro valore regalando staccate al limite per tutte le 24 ore di gara. A breve lETF dovrebbe immettere sul mercato anche dei nuovi dischi freno CR Sport... Ovviamente vi terremo aggiornati e saremo tra i primi a provarli!

IL CIRCUITO

SONO CIRCA LE 3,30 DEL MATTINO, MA E SONO SVEGLIO COM UN GRILLO...

laderenza, frenare con la Kia storta non proprio il massimo! La gara stata vinta dallequipaggio Adria Raceway, condotta sotto alla bandiera scacchi da un pilotino di nome Thomas Biagi! Noi abbiamo concluso quindi in 11a posizione su 26 equipaggi; non male sicuramente, ma rimane un po di amarezza perch avremmo potuto fare molto meglio! Vorr dire che il prossimo anno ci prenderemo la rivincita! Le compagne di gara>>Spettacolare anche la gara delle pi veloci Five Hundred Cup gommate con

pneumatici semislick Marangoni, nella quale la parte del leone lhanno fatta due team, che per 24 ore hanno Ivan Capelli lottato a suon di giri veloci e sorpassi, per concludere poi la battaglia negli ultimi giri dellultimo stint di gara. Da una parte lequipaggio Kaspersky Lab schierato dallAF Corse con al volante Giancarlo Fisichella, Marco Cioci e il magnate degli antivirus Russo sponsor Ferrari, dallaltra il 5 Hundred Cup- Salumi Motta con in pista i primi tre piloti protagonisti delledizione 2009 Argenti, Ferri, Nicoli, supportati per loccasione dagli altri romani Romagnoli e De Luca e dal pilota GT Riccardo Bianco. La vittoria di classe andata allequipaggio del mitico Fisico.

LAzienda attualmente interessata a trovare concessionari per la distribuzione di pastiglie freno.

Una maratona di solidariet


La gara per Telethon una competizione
automobilistica endurance di 24 ore per sostenere la fondazione nella ricerca sulle malattie genetiche. Un binomio di sport e solidariet nato nel 2004 e confermato anno per anno con auto sempre diverse. E ancora presto, ma per il 2011 si vocifera un doppio impegno con un weekend di gara con le Kia Rio Sport Cup e uno successivo con vetture tutte uguali, probabilmente le VW Golf VI GTI.

ELABORARE 159

[113]

racing
La 24h Telethon vista dallequipaggio
La gara di Cristiano>>Freddo, neve, nebbia. Una pista dal fondo viscido che non si asciuga mai. Quale miglior esordio su unauto da pista con gomme stradali estive? Le premesse non sono delle migliori, ma la gara lunga e la strategia sar fondamentale. Inizia la 24 Ore di Telethon. Decidiamo di partire in sordina e di non maltrattare lauto: questo ci aiuter a non compromettere la meccanica e ad interpretare correttamente il tracciato, sempre molto scivoloso, sin dai primi giri. E di grande importanza per ognuno di noi trovare i punti di riferimento lungo il tracciato per far scorrere gara. Ma questo non basta per concretizzare un buon risultato: il regolamento infatti ci impone molta attenzione nel rispettare i rifornimenti, i cambi piloti e le soste tecniche. Ci accordiamo per far lunghi turni di guida ciascuno e per cercare di risparmiare carburante, quindi fare meno soste possibili e recuperare tempo prezioso. Ogni sosta viene cronometrata con precisione, riusciamo ad avere un buon ritmo e ad evitare inutili errori in pista e ai box. Il mio turno di guida inizia alle 01.00 e termina alle 03.30. E' il momento pi freddo della gara (-8 C) e la nebbia complica le cose. Non appena prendo ritmo e comincio

Lequipaggio ETF/Elaborare al completo! Da sinistra Sebastiano, Cristiano e Flavio Chiusso. Al centro Ruggero Bisi e alla destra il nostro Claudio Galiena.

Ruggero Bisi>>La mia maratona iniziata gi il venerd sera in avvicinamento all'autodromo di Adria, a causa della violenta tormenta di neve. Il mattino seguente, mentre i mezzi liberavano la pista, assieme ai miei compagni di squadra ho percorso un giro di pista a piedi per controllare le condizioni dell'asfalto e le possibili traiettorie da poter utilizzare. Ho vissuto la prima parte di gara sperando che la nostra strategia fosse azzeccata; poi alcuni eventi hanno cambiato le carte in tavola. L'ultimo turno di circa tre ore l'ho concluso in rimonta, ma con problemi all'ABS. E stata comunque una gara affascinante condivisa con dei compagni fantastici, alla guida di una vettura divertente e affidabile. Sicuramente mi piacerebbe ripeterla lanno prossimo, se possibile proprio con lo stesso equipaggio! La famiglia Chiusso: la gara di Flavio>>Conosco la Kia Rio Cup abbastanza bene, dato che nel 2006 ho partecipato al Campionato promosso dallAutodromo di Adria, SportAutoMoto e Telethon, che comprendeva 6 gare ad un costo contenuto. Il regolamento prevedeva che ogni equipaggio fosse composto da tre piloti senza licenza: nessuno quindi

Il circuito di Adria per loccasione si mostrato in una veste inedita... completamente innevato. Una sfida nella sfida!

che avesse mai gareggiato fino ad allora. E stata una bella esperienza: il mio Team si classificato primo assoluto vincendo il Campionato, davanti ad altri 25 equipaggi, e abbiamo portato a casa una fiammante Kia Rio come primo premio. Un grande aiuto durante queste sei gare ci stato offerto dai miei figli Cristiano e Sebastiano (di 22 e 17 anni allora), che hanno rilevato i tempi delle soste ai box e nei cambi pilota, tenendoci al corrente delle strategie degli altri team. Abbiamo deciso di partecipare a questa edizione di Telethon una settimana prima della manifestazione: -perch non ci iscriviamo alla gara e formiamo un equipaggio Padri e Figli-?

Non ci voluto molto, vista la nostra passione per le auto da corsa, e cos ci siamo trovati subito a studiare la strategia di gara. La 24 Ore una prova di durata ed importante risparmiare freni, gomme e gasolio. Io e Cristiano abbiamo preparato una serie di tabelle con varie ipotesi dei tempi dei turni pilota, facendo un po ciascuno da direttore di gara del team. La gara iniziata alle 15.30, dopo che i mezzi spazzaneve avevano pulito la pista. Lequipaggio mi ha affidato il primo turno di gara, vista la passata esperienza con le Kia. La nostra posizione in griglia sorteggiata a caso era la settima. Via, si parte comincia il divertimento!

l'auto pi velocemente. I cordoli e le traiettorie ideali, quelle gommate, sono infatti i punti pi pericolosi della pista. Dobbiamo adattare la nostra guida alle condizioni dellasfalto e della

a capire la pista, inizia il divertimento... tre ore che vorrei non finissero mai! Le condizioni difficili non fanno altro che aumentare il piacere al volante della divertente Kia Rio.

Lesperto Flavio Chiusso, vincitore con Ruggero Bisi del Campionato Kia in griglia prima della partenza lanciata.

[114]

ELABORARE 159

Ladrenalina sale durante i sorpassi pi difficili, e lattenzione non deve mai calare: mancano ancora 12 ore al termine della gara. E il momento del cambio pilota e, soddisfatto, passo il testimone al veloce Claudio. Fino alla bandiera a scacchi la nostra gara prosegue molto bene. Solo un guasto allABS e una sosta rifornimento in pi rispetto al previsto rallentano una gara perfetta dal punto di vista strategico. La gara di Sebastiano>>Il divertimento assicurato in una bella giornata di sole, con

AZIENDA
ETF
E.T.F. SRL Via Asti 69 - 10026 Santena (TO) Tel. 011/9492065 www.etf-freni.it

Fondata nel 1978, la E.T.F gi nell'89 era la prima Azienda italiana a produrre pastiglie freno senza amianto e
ad ottenere le omologazioni di qualit presso il TV in Germania. Nel frattempo cresciuta molto conquistando sia la certificazione ECE R sia la ISO 9001. Attualmente il catalogo della E.T.F. copre oltre 1.500 modelli di pastiglie, 650 modelli di ganasce, 200 di ceppi freno e 700 modelli di dischi freno. Nel 2006 comincia lo sviluppo di un prodotto adatto anche alle auto da competizione, e la E.T.F. diviene fornitore dellautodromo di Adria, nello specifico della 24 Ore di Telethon con varie vetture. Nel settore delle auto da competizione si usano tre formulazioni diverse: AF400 adatta al tuning, cio a vetture che oltre a partecipare a track day vengono usate anche su strada. RM800 usata preferibilmente nelle gare di durata RM25 usata preferibilmente nelle gare rally, in salita e gare brevi

La Kia Rio Sport Cup impegnata al tornantino di rientro del circuito di Adria con Claudio Galiena al volante.

Non mancata la safety car rientrata in circuito per sistemare la pista e spargere altro sale sullasfalto ghiacciato.

24 ORE DI SANO DIVERTIMENTO, SUDORE E QUALCHE BELLA BAGARRE...

il valore aggiunto di 20 centimetri di neve della sera prima a bordo pista, lasfalto bagnato e un treno di gomme da asciutto! Non male come inizio per una gara di durata da svolgere con una vettura mai provata prima! Insieme ai compagni di squadra si studiano le strategie, la gestione dei cambi, le tempistiche per il rifornimento benzina e tra un mix di ansia e divertimento le ore passano, i giri aumentano e anche il freddo della notte (-8 C) si fa sentire; arrivato il mio turno... infilo tuta, casco e guanti e finalmente salgo a bordo! La Kia si presenta in perfetta forma dopo un ottimo cambio freni e gomme; la pista bagnata e in qualche punto ghiacciata, ma i tempi sul giro migliorano sempre pi e il feeling con lauto straordinario! Il motore diesel della piccola Kia molto divertente e anche se di piccole dimensioni non perde un colpo; lassetto davvero a punto e i freni eccellenti permettono delle staccate poderose. Il tempo, per, passa in fretta tra un sorpasso e l'altro e il gasolio termina; ora di rientrare ai box. Quattro ore di divertimento, sudore e qualche bella bagarre... non le dimenticher mai, un'emozione unica, da vero pilota!
ELABORARE 159

[115]

elaboraudio
Super Sport
Il prop rie
testo e foto di Luca Tommolini

OMENIC io D O tar

Renault Clio

SARDEGNA SOUND SYSTEM


[116]
ELABORARE 159

a Renault Clio che vi presentiamo questo mese l'ultima realizzazione fotografata nella scorsa edizione del My Special Car Show, fonte inesauribile di straordinarie creazioni da proporre nella nostra rubrica Elaboraudio. La vettura stata ulteriormente modificata, soprattutto a livello estetico, per partecipare al prossimo appuntamento della kermesse riminese che si svolger nel mese di aprile.

Installazione Hi Fi o Tuning, chi prevale?>>Per la prima volta sulle pagine di Elaboraudio siamo di fronte ad una vettura che mostra una netta prevalenza di tuning rispetto allimpianto audio. Ci che mi ha colpito di quest'auto proprio

la perfetta fusione della sua struttura con limpianto, che si colloca esattamente al centro dellabitacolo. Il sistema non pu certo definirsi audiophile, ma stato concepito allo scopo di trasmettere allascoltatore quelle forti emozioni che un appassionato di rally chiede alla propria vettura quando impegnato a farla scivolare velocemente tra curve e controcurve. Credo di poter affermare che quanto vedremo su queste pagine sia il perfetto mix tra la passione per lauto elaborata e quella per la musica. Limpianto, quindi, segue fedelmente limpostazione corsaiola della Clio realizzata da Domenico, aggiungendo la verve dei bassi tiratissimi e profondi tipici delle discoteche. A

schema impianto

La Renault Clio di questo mese una realizzazione che sa fondere adeguatamente il Tuning con l Hi-Fi Car, secondo la concezione di un esperto installatore
ELABORARE 159

[117]

elaboraudio

Molto coreografico il bagagliaio della Clio che in tre strutture "stratificate" ospita la sezione sub, parte degli amplificatori del sistema e il due vie dedicato all'ascolto fieristico con portellone sollevato.

L'imponente portiera della Clio accoglie ben tre woofer Impact da 25 cm di diametro e altrettanti tweeter Pro Audio. Molto bella la realizzazione del pannello che posiziona due woofer diretti verso la zona posteriore dell'abitacolo e il woofer principale orientato verso il guidatore.

Da questa angolazione si riesce a vedere il terzo amplificatore Alpine, inserito bene in vista nel fianchetto laterale. Il modello PDX 4.100 dedicato al sistema posteriore si trova sul lato opposto.

Il quarto tweeter Pro Audio posizionato sul cruscotto ed rivolto verso il parabrezza dell'auto per sfruttarne le riflessioni. Il tweeter visibile sul montante un modello Impact e viene utilizzato per rinforzare la scena in altezza.

woofer Impact HS10/50 da ben 25 cm di diametro ciascuno. Da ci si capisce che linstallatore ha dovuto effettuare un grande lavoro di ottimizzazione della portiera per alloggiare gli altoparlanti. Pensate al peso di ogni singolo componente (i woofer col loro magnete) e a quello della struttura realizzata in MDF e vetroresina. Non

dello sportello con un bel lavoro di modellamento che li posiziona parzialmente fuori dal pannello porta. Il quarto tweeter invece stato inserito sul cruscotto, con emissione verso il parabrezza dellauto. Al fine di consentire la migliore condizione di lavoro per questi altoparlanti, linstallatore ha previsto una frequenza di

la giusta cubatura ai Non stato uno scherzo offrire


noi spetta di verificare che la riproduzione del sistema e la sua realizzazione siano allo stato dell'arte, come le fotografie ci fanno ipotizzare. Uno sguardo allo schema dell'impianto ci illustra una configurazione particolare, tutta votata all'ottenimento della massima pressione sonora indistorta e all'ascolto di brani rock e disco. Si parte dalla sorgente multimediale Kenwood DNX 7200, uno dei modelli pi apprezzati del costruttore nipponico, che grazie alle diverse uscite pre, alimenta direttamente e indirettamente tutti gli amplificatori dell'impianto. L'uscita principale collegata al completo crossover Arc Audio MX 3, cui demandato il compito di gestire i tagli di frequenza della sezione medioalti e della sezione mediobassi frontale. Il sistema a due vie anteriore, che si compone di ben 4 tweeter e 3 woofer per ciascun canale, sfrutta un amplificatore Alpine e uno Impact gestiti direttamente dal crossover Arc Audio. Tre dei quattro tweeter Pro Audio TW26 sono stati collocati in portiera insieme ai

tre woofer
crossover di circa 120 Hz, chiedendo un discreto impegno in gamma media al gruppo di tweeter (filtrato in parte, anche con un circuito passivo autocostruito). Nel montante dellauto visibile anche un piccolo tweeter aggiuntivo; si tratta del modello NT230 della Impact, collocato con il preciso scopo di ottenere un innalzamento della scena.

stato uno scherzo offrire la giusta cubatura ai tre woofer che, pur condividendo lo stesso supporto, hanno volumi di lavoro separati. Anzi, per essere precisi, i woofer pi esterni lavorano in un unico volume, mentre il woofer pi vicino alla cerniera dello sportello ha uno spazio proprio di circa 20 litri. I tweeter sono stati montati sulla sommit

[118]

ELABORARE 159

Questa zona del cruscotto stata completamente ricostruita per ospitare la sorgente Kenwood e gli strumenti di controllo della Simoni Racing.

Restando nella zona anteriore dellauto si nota che la plancia, pur mantenendo quasi integralmente la forma originaria, stata parzialmente ricostruita per ospitare parte dellimpianto e gli strumenti di controllo del motore. La parte superiore del cruscotto, idealmente divisibile in due aree separate dalla linea orizzontale che lo percorre sopra al volante, ospita i tweeter ProAudio TW 26 appena citati e una struttura che contiene gli strumenti di misura. La zona che comprende anche il cruscotto, oltre al lavoro di ricostruzione, stata rivestita con fogli adesivi che riproducono la trama del kevlar, dando allinsieme un piglio molto hi tech. Per ospitare nella migliore posizione la sorgente Kenwood stata ricostruita la parte centrale della plancia, ora espressamente dedicata alla DNX 7200. Subito sotto, alloggiato in un box ricavato nel tunnel centrale, si trova il crossover attivo Arc Audio MX3. La collocazione a portata

la sommit dello I tweeter sono stati montati sul dellamento che li mo sportello con un bel lavoro di dal pannello porta rzialmente fuori posiziona pa

Molto comoda la posizione del crossover Arc Audio utilizzato per il filtraggio del sistema anteriore. Raggiungibile comodamente stando seduti al posto guida, permette diversi interventi di calibrazione del sistema, non ultimo il livello della sezione sub.

ELABORARE 159

[119]

elaboraudio
diverte in pista, lo spazio alle spalle del guidatore stato utilizzato per ospitare la parte sostanziosa dellimpianto. In assenza anche del rollbar, di solito presente nelle vetture da rally, lo spazio stato dedicato alla sezione subwoofer del sistema. La struttura dedicata ai sub realizza una forma molto particolare; spero di riuscire a dare l'idea affiancando tale forma a quella di un fazzoletto di stoffa sollevato dalle dita, prendendolo nella parte centrale. Cos facendo l'installatore ha creato una sorta di doppia piramide con i lati irregolari e le punte che degradano verso gli angoli dell'abitacolo. La sommit di questo ipotetico fazzoletto ospita i due trasduttori Impact scelti per realizzare il subwoofer. Si tratta di una coppia di H6712 SVC da 32 cm di diametro che lavorano in una cassa chiusa di circa 60 litri. A seguirne "amorevolmente" le gesta ci pensano due amplificatori Alpine PDX 1.1000 da ben 1.000 W di potenza su un canale sia a 2 che a 4 Ohm. Questo particolare amplificatore, con stadi finali in classe D, riesce ad erogare questa incredibile potenza pur mantenendo una dimensione dello chassis tre volte inferiore

componenti
Sorgente Amplificatore Amplificatore Amplificatore Amplificatore Crossover elettronico Woofer Woofer Tweeter Tweeter Subwoofer Cablaggio Batteria Kenwood DNX 7200 Impact HE550.2 Alpine PDX 4.100 Alpine PDX 4.150 Alpine PDX 1.1000 Arc Audio MX3 Impact HS 10/50 Impact HS 6532 Pro Audio TW26 Impact NT 230 Impact 6712 SVC Impact Optima Yellow 1.219,00 1.299,00 598,00 958,00 1.078,00 490,00 268,00 cad. 120,00 cad. 96,00 cad. 88,00 cad. 349,00 cad. 400,00 196,00 cad.

Parte della sezione medioalti rappresentata da questo duo. Si tratta del tweeter Pro Audio posizionato sul cruscotto e del tweeter Impact, inserito sul montante dell'auto.

di mano ne permette il controllo completo direttamente dal posto di guida. Inutile dire che le regolazioni vanno fatte rigorosamente a vettura ferma, per evitare di distrarsi dalla guida!

Due soli posti per fare spazio allimpianto>>In una vettura con configurazione da rally, i posti per i passeggeri posteriori non sono necessari! Siccome con la Clio, Domenico non fa nemmeno i rally ma si

Questo particolare evidenzia la barra duomi della OMP che si posiziona proprio al centro del bagagliaio. Sotto di essa visibile il condensatore da 2 Farad espressamente dedicato agli amplificatori Alpine PDX 1.100 impiegati per la sezione sub.

ad un comune ampli in classe AB. Inoltre, per la ricerca della massima velocit di risposta alle sollecitazioni provenienti dai picchi di segnale, questi amplificatori si accoppiano perfettamente col sub realizzato da Domenico, progettato per ottenere un basso potente e veloce ma mai "gommoso". La struttura in MDF e vetroresina dei subwoofer fa da supporto anche alle due amplificazioni Alpine appena citate. Al centro della foto visibile un terzo componente, la cui forma potrebbe trarre in inganno. A dispetto di quello che si potrebbe pensare, al centro dei due ampli si trova un potente condensatore da circa 2 Farad, indispensabile per dare il massimo spunto alle amplificazioni dell'impianto. A ridosso del portellone, installato in un apposito supporto che si estende, come fosse una protuberanza, fino a sovrastare in parte il box del sub, vediamo la struttura dedicata al sistema a due vie per l'ascolto col portellone aperto. Per questo sistema, coreograficamente accompagnato da una coppia di monitor LCD da 7'', sono stati scelti altoparlanti Impact ovvero il woofer HS 6532 e il tweeter Impact NT230. A questo impianto inoltre associato un amplificatore Alpine a 4 canali, il modello PDX 4.100. Ora arrivato il momento di descrivere la coppia di tweeter installata sui montanti dell'auto, visto che stiamo parlando dell'amplificatore Alpine a 4 canali, due dei quali dedicati a

pilotare quei tweeter, ancora gli NT230 della Impact. I tweeter a montante sono molto importanti in questa installazione perch offrono un discreto innalzamento della scena, unito ad una buona profondit della stessa. Il dettaglio della gamma medioalta, infatti, si gioca tutto sul perfetto accoppiamento dei due tweeter e sul loro posizionamento. Dall'ascolto vedremo che la scena non proprio perfettamente distribuita davanti all'ascoltatore, ma il risultato ottenuto eccellente per questo tipo d'impianto. Spazio al Tuning>>Pur essendo un appassionato di tuning e respirando quotidianamente l'ambiente permeato di "conoscenza" qual la redazione di Elaborare, ne parlo comunque da neofita. Quindi concedetemi il beneficio di qualche escursione "fuori le righe"! Partiamo dall'interno della Clio che si apprezza subito per l'azzeccato mix di colori: blu elettrico e nero opaco. I sedili, il volante, il pomello del cambio e quello del freno a mano sono della Simoni Racing (i sedili sono comodissimi malgrado l'evidente impostazione corsaiola). Una barra duomi si trova al posteriore incastonata tra gli altoparlanti del sub e le amplificazioni, dove rende particolare tutto l'insieme. Una seconda barra duomi sempre OMP si trova invece nel motore, che ha subto solo la rimappatura della centralina e la modifica del filtro dell'aria.

[120]

ELABORARE 159

Luca Tommo

i in

la prova dascolto
Dall'impianto installato sulla Clio di Domenico non mi aspetto una timbrica equilibrata o prossima a quella di un sistema
domestico, ma piuttosto che l'ascolto sia divertente, coinvolgente e capace di restituire forti emozioni. Per questa occasione, quindi, cambio decisamente selezione musicale e mi affido a brani rock, soprattutto ai citati Deep Purple che possiamo tranquillamente inserire nel filone Havy Metal. Quindi un avvio molto vivace con il disco pi importante del gruppo che si intitola proprio Deep Purple in Rock. Un disco del 1970 che offre una registrazione molto dinamica e in grado di mettere facilmente in crisi anche gli impianti moderni. Con brani quali Child in time, Into the fire e Bloodsucker, viene fuori tutta la verve dei sei woofer frontali e degli otto tweeter. Un fiume di note invade l'abitacolo e l'ascoltatore, praticamente seduto ad un millimetro dalle membrane degli altoparlanti, viene travolto da una elevatissima pressione sonora. Dopo i primi secondi passati tra entusiasmo e sbigottimento, capisco che se voglio portare a termine l'ascolto devo togliere un poco di "manetta" dal volume! Riprendo facendomi "cullare" da alcuni pezzi dei mitici Led Zeppelin, quindi proseguo nel filone delle rock band britanniche! Scelgo l'album di maggior successo del gruppo che porta il loro nome, ovvero Led Zeppelin IV, che annovera nella file list il brano che ritengo pi bello in assoluto, ossia Stairway to Heaven, ancora oggi attualissimo. Anche se trovo questo album pi delicato di quello dei Deep Purple, l'ascolto condotto dal sedile di guida della Clio mi d la sensazione di essere sul palco con Page, Plant, Bonham e Jones. Una sensazione fisica dovuta prevalentemente alla pressione esercitata da sub e woofer, che ad ogni colpo di batteria massaggiano con decisione pancia e stomaco! Insomma, la dinamica sembra essere la principale caratteristica di questo impianto, cui si unisce la capacit di tirare fuori suoni su suoni senza distorsione. Certamente, malgrado gli sforzi, la parte pi carente proprio la scena, troppo schiacciata ai lati del cruscotto e vuota al centro. Ma non di certo la scena che Domenico aveva in mente quando ha progettato il sistema! Piuttosto ha giocato le sue carte sull'effetto fisico e il risultato stato sicuramente ottenuto. In sostanza quello installato sulla Clio pu essere considerato un impianto da rally. Non si cerca la prestazione intesa come velocit, comodit, facilit di guida ma piuttosto si vuole trovare la stabilit, la capacit di mantenere le traiettorie, lo spunto, la spinta. Il sistema offre dinamica, coinvolgimento, basso profondo, alta frizzante a scapito della scena, della gamma media un po arretrata e di qualche cenno di frammentazione. Insomma, un vero e proprio, impianto da rally!

Una delle due batterie Optima Yellow dell'impianto collocata nel vano predisposto dal costruttore dell'auto. La seconda batteria stata inserita in un supporto posto alle spalle del sedile di guida e nascosta alla vista dalla struttura del subwoofer.

In conclusione>>Un mix decisamente azzeccato di impianto tutto pepe e guida sportiva con assetto "come se stessi su un binario", la Clio di Domenico tutta da scoprire, anzi da assaporare! Immagino incredibili "tirate" con il suono del motore che si miscela a quello dell'impianto, magari durante la riproduzione di un brano dei Deep Purple. Non ci resta che scoprire se il suono del sistema riesce ad amalgamarsi bene con lo spirito di quest'auto.

Per quanto riguarda l'estetica notiamo il gran lavoro eseguito personalmente da Domenico, titolare del centro installazione e proprietario della Clio. Dapprima il kit estetico che replica il look della Renault Clio Super 1600, l'allargamento dei paraurti anteriori e posteriori e per finire le minigonne realizzate completamente a mano. Infine i cerchi da 18'' della Tecnomagnesio (modello TM Light) e i pneumatici

Yokohama Parada, insieme all'assetto completo H&R, danno un tocco veramente hard ad una elaborazione estetica che trovo equilibratissima e al contempo grintosa. Non ho potuto provare l'auto, ma solo ascoltare l'impianto. Chi la guida tutti i giorni, per, mi ha confermato che il divertimento assicurato e, anche usandola normalmente per le strade cittadine, questa Clio mantiene una guidabilit eccellente.

linstallatore
Super Sport s.a.s
di Porcu Domenico & c Via Sardegna, 115 09170 Oristano Tel/fax 0783/71399 E-mail supersportracing@hotmail.it

ELABORARE 159

[121]

hi-fi news
AVMAP: NUOVE MAPPE TOPOGRAFICHE
AVMAP, LA NOTA AZIENDA ITALIANA SPECIALIZZATA NELLA PRODUZIONE DI SISTEMI DI NAVIGAZIONE TERRESTRE, HA LANCIATO SUL MERCATO UN PACCHETTO DI MAPPE AGGIORNATE PER LA SERIE GEOSAT 6
Di recente, presso la sede dellIstituto Geografico Militare di Firenze, stato rinnovato il contratto di collaborazione commerciale tra lAzienda toscana e IGM, per la fornitura delle mappe topografiche tanto apprezzate dagli appassionati di fuoristrada. Grazie a questo accordo possibile aggiornare le mappe topografiche, ora compatibili con tutta la serie di navigatori Geosat 6. Al momento sono disponibili le mappe di seguito riportate: Europa: mappa Tele Atlas

AVMAP
Europa e software di navigazione 4x4 a 129 Euro. Italia: mappa Tele Atlas Italia e mappa topografica raster Italia (IGM) a 99 Euro. Spagna: mappa Tele Atlas Penisola Iberica e mappa topografica raster (Ceget) Spagna a 99 Euro. Portogallo: mappa Tele Atlas Penisola Iberica e mappa topografica raster (IGEOE) Portogallo a 99 Euro. A breve prevista anche luscita sul mercato della nuova mappa raster francese IGN. I Kit mappe 4x4, compatibili con Geosat 6, includono una scheda di memoria SD da 8 GB precaricata con: mappa Tele Atlas, mappe topografiche dell'Istituto Geografico Militare Nazionale, background del nord Africa (fino al 10 parallelo) adatto alla navigazione fuoristrada, e software AvMap per la navigazione su strada e fuoristrada. Per scoprire lampia offerta di mappe dedicata ai navigatori AvMap

consigliabile visitare il sito internet: www.avmap.it/ index.php?swt=0505&lng=en.


www.avmap.it

NOVERO UNA GIOVANE E DINAMICA AZIENDA TEDESCA NATA NEL 2008, SPECIALIZZATA NELLA PRODUZIONE DI SISTEMI CAR KIT VIVAVOCE CHE SI AVVALGONO DELLA TECNOLOGIA BLUETOOTH

GUIDARE SENZA RISCHI!


curato, c' il The Truly One: un sistema di tipo fisso, dotato di display, che implementa tutte le funzioni necessarie per gestire al meglio le conversazioni quando si alla guida di unautovettura. Il prodotto si compone di due unit: un telecomando e un display a due colori. Ad essi va aggiunta una basetta dove sono collocate le prese per le connessioni e un microfono unidirezionale regolabile. Dando unocchiata alle caratteristiche pi interessanti, del prodotto scopriamo non

NOVERO
solo la capacit di supportare la maggior parte dei telefoni cellulari oggi in commercio e di gestirne la rubrica, lo storico delle chiamate, i preferiti e la composizione del numero, ma anche la presenza della funzione di comando vocale utilizzata sia per le chiamate rapide, sia per il controllo degli SMS e le email. Il The Truly One, inoltre, anche un player musicale capace di suonare sia autonomamente, grazie ad un amplificatore integrato a quattro canali in grado di erogare 2,5 Watt su 8 Ohm 4,7 su 4 e ben 7,6 su 2 Ohm per singolo canale, sia attraverso linterfacciamento con limpianto audio dellautovettura. Il prezzo al pubblico di 139,00 Euro (IVA compresa).

Distribuito da: EB Acoustic Tel. 0321/91430 www.ebacoustic.it

Tra le ultime novit presentate di recente da Novero nel settore dei kit vivavoce per auto, caratterizzati da una semplicit duso disarmante e da un design particolarmente

LAUTORADIO CON ANDROID!


PARROT ASTEROID LULTIMA NOVIT DEL SETTORE CAR AUDIO PRODOTTA IN CASA PARROT, UNA DELLE AZIENDE LEADER NELLA PROGETTAZIONE DI PERIFERICHE SENZA FILI CON PROTOCOLLO BLUETOOTH
di Gianluca Manelli

PARROT
iPhone / iPod, lettore MP3, scheda SD e ora anche stazioni radio web, grazie alla connessione 3G. I file musicali possono anche essere inviati allautoradio tramite cellulare e Bluetooth stereo (tecnologia A2DP). Inoltre, il Parrot Asteroid offre le funzioni di unautoradio tradizionale come sintonizzatore radio AM/FM con funzionalit RDS. Fornita di comandi vocali, premendo un tasto baster pronunciare il nome dellartista o dellalbum senza utilizzare la ricerca testuale o la ghiera rotante per navigare nel menu. Se lartista o lalbum non verranno trovati nelle periferiche connesse ad Asteroid e se la chiavetta 3G collegata, la ricerca verr automaticamente indirizzata alle librerie musicali online. Compatibile con tutte le marche di telefoni cellulari dotati di Bluetooth, Parrot Asteroid offre le funzionalit avanzate della telefonia vivavoce. Si pu accedere alla rubrica senza nessuna operazione manuale, grazie al sistema di riconoscimento vocale (Text-To-Speech) immediato e multi-utente. Il display da 3.2 TFT a colori mostra tutte le informazioni: menu, musica, playlist, copertina dellalbum, rubrica telefonica, applicazioni e servizi internet. Parrot Asteroid dotato di 3 porte USB ad alta velocit per connettere una chiavetta 3G, una USB key e/o lantenna GPS, 2 coppie di output RCA pre-amplificate e 1 uscita RCA per subwoofer. Disponibile dal primo trimestre 2011, il prezzo da definire.
www.parrot.it

Si tratta di unautoradio che combina le caratteristiche avanzate di telefonia vivavoce, connessione web, navigazione satellitare e riproduzione musicale. Per svolgere queste

molteplici funzioni lunit si avvale di Android, il sistema operativo pensato per gli smartphone. Una volta connesso al modulo GPS integrato e ad una chiavetta 3G (acquistabile separatamente) capace di accedere a Parrot Maps, un servizio online in grado di identificare le strade e i punti dinteresse nelle vicinanze. Il Parrot Asteroid permette lascolto della musica da varie sorgenti: chiavetta USB,

[122]

ELABORARE 159

Processore di segnale/amplificatore JBL MS8

MIGLIORA LIMPIANTO DI SERIE!


Vincitore del premio EISA In Car Integration, col JBL MS8 si pu effettuare un upgrade dell impianto di serie o migliorare il suono di qualsiasi autoradio
BL (Azienda che prende il nome dalle iniziali del fondatore James B. Lansing) ben conosciuta per la realizzazione di diffusori professionali. La produzione dedicata allHi-Fi Car, che spazia dalle amplificazioni agli
Un particolare delle connessioni nel lato dedicato agli ingressi. Il piccolo jack all'estremit quello del display. A sinistra, la schermata di avvio del setup automatico.

suono tramite la presenza del processore sonoro e di un amplificatore interno da ben 8 canali (20W ciascuno). L'MS8 pu prelevare il segnale sia dalluscita amplificata (se non disponibile quella pre), sia dalluscita linea (dalle

registrare anche la distanza dellutente rispetto agli altoparlanti. In pochi minuti, il sistema rileva i parametri dellabitacolo e calibra il processore (che comprende un equalizzatore, un crossover, un controllo dei livelli di emissione di ciascun canale e un controllo di ritardo temporale), offrendo il migliore bilanciamento possibile per limpianto di cui disponiamo. In un secondo momento, comunque, possibile intervenire autonomamente su ogni singolo parametro impostato dal sistema. Gli amplificatori interni, pur non potentissimi, sono in grado di sonorizzare senza problemi abitacoli di medio/grandi dimensioni. Come fatto e come va>>Il JBL MS8 strutturato allinterno di uno chassis da circa 30x20x6 cm di lato (dimensioni dellunit principale), molto simile a quello di un comune amplificatore. Le connessioni si trovano nei lati lunghi dello chassis, mentre i lati corti accolgono le alette di raffreddamento degli amplificatori. Da un lato troviamo il parco ingressi (otto RCA per la sezione pre-in e il molex che accoglie altrettanti high level-in), il fusibile di protezione, i connettori di alimentazione (con la funzione di remote per laccensione ritardata di eventuali amplificatori esterni). Sul lato opposto si trova il molex con le

uscite degli altoparlanti e gli otto RCA del pre out, un ingresso Aux-in utilizzabile per collegare ad esempio un lettore MP3 e il connettore per il display di controllo LCD da 3.5. Insieme al MS8 il costruttore fornisce un piccolo e comodo telecomando e una serie di cavi terminati, che dovrebbero garantire il perfetto collegamento con le autoradio pi comuni. Per provare il JBL MS8 ho utilizzato una Peugeot 3008 dotata dellimpianto Wip Nav 3 Com. Per linstallazione, mi sono rivolto ad un centro

ISTICHE CARATTER TECNICHE

Sistema DSP/amplificatore JBL MS8


Amplificatore interno 8 canali x 18 Watt RMS su 4 Ohm 30 Watt massimi su 2 Ohm Risposta in frequenza 20 Hz 20kHz Rapporto segnale/rumore maggiore di 90 dB (ingresso linea) Massimo livello di ingresso 15 Volt (alto livello) 2.8 Volt (basso livello) Massimo livello di uscita pre 2,8 Volt Assorbimento massimo 16 A Equalizzatore grafico a 32 bande Processore di segnale allineamento temporale su 4 posizioni dascolto, controllo di livello su ogni canale, crossover attivo con tagli e pendenze variabili, processore surround Logic 7 a 7+1 canali Prezzo JBL MS8 799 Euro (IVA inclusa)

specializzato (Centro Servizi Auto di Colonna - Roma) data la necessit di lavorare su una presa Fakra, un'operazione fuori dalla mia portata! Effettuata la taratura del sistema, per la quale ci sono voluti circa 15 minuti totali, ho condotto lascolto sfruttando le impostazioni predisposte automaticamente dal DSP del JBL MS8. La timbrica dellimpianto ha immediatamente guadagnato in dinamica, profondit della gamma bassa ed estensione della gamma medioalta. La scena ha acquisito maggiore profondit e centratura grazie ad un perfetto allineamento sulla mia posizione dascolto. Indubbiamente la differenza si sente e il risultato ripaga pienamente lesborso economico! In conclusione>>Con il JBL MS8 a bordo non necessario avere un impianto coi fiocchi per ottenere risultati apprezzabili. E' sufficiente disporre di una buona autoradio (nemmeno il top di gamma!) e di buoni altoparlanti, al resto ci pensa il sistema americano in grado di rivoluzionare il nostro impianto di serie. E se in auto non abbiamo lo stereo? Nulla di meglio che acquistare una valida autoradio e affidare il lavoro rimanente al JBL MS8. Provare per credere!
Kenwood Italia Spa Tel. 02/204821 www.kenwood.it
ELABORARE 159

La cuffia/microfono che equipaggia il JBL MS8.

altoparlanti, si ampliata lo scorso anno con il processore di segnale che vi presentiamo questo mese. Processore ma non solo>>Il JBL MS8 un processore di segnale digitale (DSP) dotato di amplificatori interni, ingressi e uscite a pi canali, display di controllo e sistema di autocalibrazione dei parametri acustici. Grazie a questo insieme di funzioni, l'MS8 in grado di frapporsi tra lautoradio della nostra vettura e gli altoparlanti, potendo modificarne radicalmente il

pochissime autoradio di serie che ne sono dotate!). Essendo disponibili ben otto ingressi, non dovrebbe essere difficile adattare lMS8 ad ogni tipologia di impianto preesistente. Il segnale, quindi, viene processato dal DSP interno automaticamente grazie alla funzione di auto calibrazione, che si effettua sfruttando la finta cuffia fornita in dotazione. Quest'ultima contiene una coppia di microfoni e va indossata dallascoltatore principale (solitamente il guidatore) per far s che, oltre alla qualit timbrica, possa

PRO

p Prezzo contenuto per quello che fa! p Versatilit e facilit duso p Si integra con ogni impianto

CONTRO

p Per il montaggio consigliabile rivolgersi ad un installatore p Manca un ingresso digitale

[123]

testo Luca Tommolini foto di Gianluca Manelli

tuning games
software

TEST DRIVE UNLIMITED 2


Formato PS3, XBOX 360, PC Windows Prezzo n.d. Web www.testdriveunlimited2.com genere grafica sonoro giocabilit realismo longevit arcade 33333 33333 33333 33333 33333

provato consigliatoeda

PRO

3 Gameplay originale 3 Longevit garantita 3 Vasto comparto online

CONTRO

3 Molto simile al predecessore 3 Componente simulativa assente

Pagani Zonda, fascino a sei zeri.

SOCIAL RACING GAME


T
rovare videogame che vantino un minimo di originalit un'impresa sempre pi ardua: i titoli indipendenti raramente escono dalla nicchia e le grandi major non sono disposte, specialmente di questi tempi, a rischiare investimenti milionari con concept originali. Eden Studios ci riprova, forte del successo ottenuto dal primo Test Drive: Unlimited, coinvolgendo sia videogamers che appassionati di ruote virtuali. E lo fa approfondendo quel concept votato al social game che consente al giocatore di vivere un'esperienza virtuale non limitata alle abitudini di un semplice pilota, ma di un avatar che cura il proprio guardaroba quanto l'assetto e l'aspetto dei suoi bolidi. Lo scenario di gioco principale ambientato a Ibiza
Disponibile anche la McLaren stradale. Il lusso una componente del gioco.

Il secondo capitolo della serie non manca di originalit e tenta con successo di vivere il simracing con un'ottica diversa

e alle Hawaii, le vetture sono tra le pi desiderabili: Lotus, Audi, Mercedes, Ferrari, Aston Martin per citarne solo alcune. TDU2 strutturato come M.O.O.R, ovvero Massively Open Online Racing (gioco di corse online a partecipazione di massa). In un M.O.O.R., molteplici giocatori si connettono online in un mondo aperto e dinamico per

gareggiare, esplorare, esibire le loro novit, o semplicemente trascorrere il tempo insieme e socializzare. Se lo schema di gioco non troppo dissimile dal predecessore, stavolta il comparto online rappresenta il centro di tutte le attivit: i giocatori possono interagire con gli altri quando si trovano nelle aree di gioco e negli edifici, sfidarsi al volante quando si incrociano per strada ed effettuare compravendita e

scambio di automobili, oltre a creare dei club esclusivi che possono confrontarsi con gli altri. La componente socialgame di TDU2 la punta di diamante del titolo, al punto da celare quasi l'aspetto racing del gioco che pure si fa notare, grazie alle eccellenti licenze sopracitate e ad un comparto grafico che dedica notevole cura ai dettagli delle vetture,

anche in considerazione della possibilit di ammirare gli interni come raramente accade nei racing game. La componente offroad di questo capitolo rappresenta un'altra novit che garantir, se possibile, ulteriore longevit. Non una simulazione di guida e per come strutturata, non potrebbe esserlo: ma se siete alla ricerca di un racing game alternativo e di qualit, la scelta quasi obbligata!

di Marco Massarutto

[124]

ELABORARE 159

modding

NOBLESSE OBLIGE
Uno dei pi celebri e ambiti circuiti europei fa il suo ingresso in iRacing: in tutto il suo splendore, grazie al Laserscan, che ne fa un must irrinunciabile

SPA FERRARI VIRTUAL FRANCORCHAMPS Prodotto per iRacing ACADEMY Prezzo 9,90 Euro
Formato PC Windows Web www.iracing.com Web

l circuito di Spa non richiede presentazioni: uno dei pochissimi tracciati europei uscito indenne dalle mutilazioni che la Formula 1 ha imposto altrove per rilanciare sorpassi e uno spettacolo inesistenti. Spa Francorchamps non ne ha bisogno, grazie ad un layout leggendario che ancora oggi rende la sua percorrenza una sfida esaltante per qualsiasi pilota. IRacing, il simulatore di guida a stelle e strisce che gi con Donington, Brands Hatch e Silverstone ha abbracciato il Vecchio Continente, si arricchisce con una nuova

perla che quasi irrinunciabile, sia per le caratteristiche sopracitate sia perch, grazie all'utilizzo della tecnologia Laserscan, la trasposizione digitale del circuito belga la pi fedele mai realizzata finora. Un

sapiente utilizzo delle texture, fedelmente riprodotte tramite un'accurata ricerca fotografica, garantisce notevole immersivit

e rende davvero piacevole soffermare lo sguardo sui dettagli e sull'aspetto generale di un circuito davvero unico e caratteristico. La sua estensione rende quasi obbligata la scelta di

vetture in grado di divorare in pochi secondi i lunghi rettilinei che uniscono le curve uniche e leggendarie della pista, prima delle quali la Eau Rouge che genera compressioni irraggiungibili altrove. Non a caso la Williams F1 tra le pochissime auto selezionabili sui server di iRacing per correre online a Spa, unico neo che impedisce di godersi del tutto una riproduzione ineccepibile e altamente carismatica di un circuito storico ed esaltante.

hardware

AI PIEDI DEI PROFESSIONISTI


Manu-Factory presenta Pedal System Pro, il top per l'allenamento e la simulazione: un esempio di bellezza e funzionalit ovviamente , Made in Italy!
particolar modo per quello del freno. E' la frenata, infatti, una delle criticit che marcano le differenze tra realt e simulazione, sia per l'assenza totale di decelerazioni fisiche dovute alla staticit dei simulatori (e anche i motion simulator di norma non possono andare oltre 1 G) sia per la diversa risposta e reazione di un controller rispetto ai veri pedali. L'italianissima Manu-Factory ha ridotto ai minimi termini tali differenze con il Pedal System PRO: si tratta di una pedaliera professionale a due assi con uscita USB, dotata di un sistema idraulico per il comando del freno che cambia radicalmente la risposta alla pressione, rispetto a qualsiasi pedaliera convenzionale. Queste ultime infatti offrono una risposta elettronica lineare alla pressione sul pedale, demandando la progressione e la resistenza ad una semplice molla. Il Pedal System PRO replica invece il funzionamento di un vero sistema di frenata, nel quale la pinza sostituita da un pistone idraulico che agisce su una molla che si comprime e pu essere regolata in precarico, per consentire di variare la pressione da applicare al pedale. Tale pressione viene letta da una cella di carico e convertita in segnale digitale: questo fa s che la frenata applicata dal pilota e letta dal sistema non dipenda dalla distanza percorsa dal pedale del freno, ma dalla pressione applicata allo stesso. Tutto ci si traduce in una risposta ai comandi estremamente realistica, che elimina l'esigenza di regolare la

PEDAL SYSTEM PRO


Produttore Manu Factory Piattaforma PC Windows Prezzo c.a. 1.500 Euro Web www.manu-factory.it

amily feeling: per una periferica di guida questo termine indica la capacit della stessa di

restituire sensazioni e risposte molto simili a quelle di un vero volante o, in questo caso, dei pedali di una vera automobile, in

linearit dei comandi tramite pannello di controllo e di demandare un feeling realistico e verosimile al software, anzich all'hardware. Il comando dell'acceleratore gestito mediante potenziometro a resistenza infinita, soluzione che garantisce un'eccellente precisione e rapidit nella risposta. Anche il comando del gas dispone di tutte le regolazioni per corsa, pressione e orientamento del pedale. L'architettura della pedaliera richiede l'utilizzo di un telaio al quale agganciarla, considerando che le regolazioni del sistema idraulico assicurano una risposta eccellente anche applicando una pressione di 100 Kg al pedale. E' ideale per l'allenamento professionale e per i piloti virtuali che vogliono il meglio!
ELABORARE 159

[125]

attualit
Death Race 2 Intervista ai protagonisti

3, 2, 1 AZIONE
In arrivo in DVD e Bluray il prequel di Death Race, diretto dal creatore di Resident Evil, Paul W.S. Anderson, un action movie in perfetto stile videogame. Dieci killer, 20.000 munizioni e l unico modo per vincere restare vivo. Ecco la ricetta di Death Race 2...
INTERVISTA>> Luke Goss Luke Damon Goss, nato a Londra il 29 settembre del 1968, un attore e cantante britannico. Insieme al fratello gemello Matt e a Craig Logan fece parte del gruppo musicale dei Bros. Come attore ha raggiunto la fama mondiale per il ruolo del vampiro Nomak in Blade 2 e del principe Nuada in Hellboy - The Golden Army. Ciao Luke, grazie per averci concesso questa intervista. Grazie a voi! E' sempre un piacere parlare con gli appassionati di questo mondo. Cosa ti piaciuto di pi durante la realizzazione di Death Race 2? Sicuramente il regista, una persona eccezionale! La sua grande

di Morgan Beresford

[126]

ELABORARE 159

DEATH RACE 2
IN UN FUTURO MOLTO VICINO, corrotto da uneconomia in declino, la criminalit ormai fuori controllo e i delinquenti sono in continuo aumento. Nella dura prigione di Terminal Island nasce una sottocultura priva di legge, dominata dalle gang e da spietati assassini. Carl Lucas, condannato per luccisione di un poliziotto, arriva a Terminal Island per scontare la sua condanna proprio quando September Jones, noto personaggio Genere Action-sci-fi televisivo, lancia il suo ultimo reality Nazione Usa show, Death Race. Una brutale corsa, Anno 2010 uno contro laltro a bordo di potenti Regia Roel Rein veicoli rinforzati e pesantemente armati Durata 96 minuti ca. dove al vincitore, e unico sopravvissuto, In vendita dal 23 febbraio spetta il premio pi ambito: la libert!

Contenuti extra
Scene e montaggio riprese eliminati, levoluzione della gara della morte, rincorrere la morte, le acrobazie di Death Race, auto veloci e armi da fuoco, le auto di Death Race 2 e commento al film del regista.

personalit mi ha aiutato a dare il meglio sul set. Come stato guidare le auto di Death Race? L'esperienza pi emozionante di tutta la mia vita! Adoro quella dannata Mustang, il lato negativo che dall'abitacolo non si vede praticamente nulla perch dietro c' lo scudo, sulle fiancate sono alloggiate le mitragliatrici e il vetro posteriore rinforzato... visibilit scarsa e forte velocit sono inquietanti! Oltre a questo, il tuo personaggio indossa anche una maschera, un'ulteriore sfida? Hahahaha (ride!)... mi volevano proprio fare fuori con questo film! Grazie al cielo in quasi tutte le scene non ho la maschera per ragioni di sicurezza, ma durante alcune sessioni di guida stato difficile recitare. Nel film guidi come un professionista, ti sei allenato molto o sono solo gli stuntman?

Sono sempre stato un accanito pilota; al volante non me la cavo male, ma ho fatto un corso di guida con degli stuntman per imparare ancora meglio a controllare la vettura. Nel film le auto sembrano pesantemente modificate dal punto di vista estetico, ma lo sono anche meccanicamente? Certamente, le auto sono modificate anche meccanicamente! Sebbene la base di partenza sia una Ford Mustang GT 500 sono stati eseguiti degli interventi sullo scarico e sul motore, quindi la macchina davvero un mostro! Il film pieno di esplosioni, inseguimenti e azione. Quanto c' di reale e quanto dovuto agli effetti speciali? ll regista un grande fan di Steve Mc Queen e voleva realizzare il maggior numero possibile di scene reali; quindi le esplosioni, gli inseguimenti sono tutti veri. Gli

effetti speciali sono stati usati solo per due sequenze, dove per motivi di sicurezza meglio utilizzare un aiutino digitale. Da quando hai la passione per le auto? La mia passione per i motori risale all'et di 17 anni quando ho

prendo troppe. Quindi ho una media alta... purtroppo gli inglesi sono molto rigidi sui limiti, mentre in America sono pi tolleranti. Cosa ne pensi delle auto modificate? Adoro le modifiche meccaniche, ma non mi piacciono quelle

L'ESPERIENZA PI EMOZIONANTE DI TUTTA LA MIA VITA! ADORO QUELLA DANNATA MUSTANG, IL LATO NEGATIVO CHE DALL'ABITACOLO NON SI VEDE PRATICAMENTE NULLA LUKE GOSS
imparato a guidare... da allora non ho mai smesso! Andare in auto mi trasmette una sensazione di relax. Purtroppo il mio amore per la guida ogni tanto mi fa schiacciare troppo l'acceleratore. Quindi avrai un sacco di multe da pagare? Hahahaha (ride!)... a Los Angeles non mi capita mai, ma quando torno a Londra, dove vivo, ne estetiche che rovinano le linee originali delle vetture. Che vettura possiedi? Ho due auto: una Range Rover e una Porsche Carrera 4S. Luke, grazie per il tempo che ci hai concesso, speriamo di intervistarti presto per un nuovo film. Grazie a voi! La prossima volta che sono in giro per l'Italia mi dovete portare in pista con voi, magari con qualche auto sopra i 500 CV.

INTERVISTA>> Tanit Phoenix Molto famosa nella moda, stata ragazza cover di diverse riviste in tutto il mondo. Oltre ad essere modella anche unatleta, amante degli sport estremi, una ballerina e cantante. Dicono che in futuro le vogliano assegnare il ruolo per il film dedicato a Wonder Woman. Ciao Tanit, veramente un piacere intervistarti, abbiamo letto molto su di te. Ciao ragazzi, il piacere tutto mio!

Cosa ti piaciuto di pi durante la realizzazione di Death Race 2? Sicuramente lavorare con il regista, una persona speciale che ha saputo creare un bel clima sul set. Nel film sei il copilota del personaggio di Luke Goss, come ti sei trovata in auto? Per mia fortuna ho girato tutte scene facili, mentre Luke stato pi impegnato nelle sequenze di guida. La vettura era fantastica, ho avuto occasione di provarla a telecamere spente solo per fare un giro di piacere... amo quella Mustang! Preferisci recitare in film drammatici, commedia o d'azione? Sicuramente i film d'azione, non riesco a stare troppo tempo tranquilla. Sei mai stata in Italia? Cosa ti ha colpito? Sono stata in Sardegna e a Milano. Sicuramente mi ha colpito il paesaggio della Sardegna e la cucina italiana... spero di tornare presto nel vostro Paese! Cosa ne pensi delle auto modificate? Mi piacciono molto, alcune elaborazioni riescono a migliorare notevolmente sia le prestazioni sia l'estetica di alcuni modelli. Come te la cavi al volante? Non me la cavo affatto male, mio padre era un ottimo pilota e mi ha insegnato a guidare. Mi piace molto andare in macchina durante l'estate... magari con una cabrio! Grazie Tanit, speriamo di rivederti presto in Italia. Sicuramente torner per visitare altre citt e mangiare nuovamente la pasta!
ELABORARE 159

[127]

iscriviti!

BODY STYLE CHALENGE TROFEO INTERNAZIONALE CAR TUNING & DESIGN


RIMINI 1, 2, 3 APRILE 2011 CON ELABORARE!
Anche questanno Elaborare, in occasione del My Special Car Show, organizza il Body Style Challenge, Trofeo Internazionale Car Tuning & Design giunto alla sua 9 edizione. La gara di estetica sar suddivisa in tre categorie, Soft Tuning, Hard Tuning e No Limits, e vedr in mostra le migliori vetture italiane ed estere, selezionate da esperti di design della redazione, per una due giorni densa di passione allinterno della pi importante manifestazione di tuning italiana. Per partecipare alla gara necessario richiedere liscrizione alla redazione di Elaborare (trofeo2011@elaborare.org), inoltrando 2/3 foto rappresentative della vettura (anteriore e posteriore con dimensione max di 800 x 600 pixel) con una descrizione degli interventi effettuati. La redazione, dopo aver vagliato tutte le richieste, provveder a comunicare laccettazione (o respinta) delliscrizione ai diretti interessati entro 3/5 giorni giorni.

Preselezione per le migliori supercar Area espositiva esclusiva Partecipazione al concorso di estetica Top di ogni categoria + premi speciali Le migliori vetture verranno pubblicate sulla rivista Elaborare, sulla photogallery online e su Facebook In regalo numerosi gadget

RIMINI

My Special Car 2011

cipa! parte

APRILE
GARA DI ESTETICA
Fiera di RIMINI
Categorie
Hard - Soft - No limits Email a: trofeo2011@elaborare.org La redazione di Elaborare provveder a dare una risposta (positiva o negativa) entro e non oltre 3/5 giorni dalla e-mail con tutte le informazioni per procedere successivamente al pagamento della quota (inviare tassativamente via fax al n. 06/45231599 o scansionato via e-mail la copia dellavvenuto pagamento)

1 2 3
info

I premi
Soft Tuning 1 - 2- 3 Classificato Hard Tuning 1 - 2- 3 Classificato No limits 1 - 2- 3 Classificato

trofeo2011@elaborare.org www.elaborare.com

Premi speciali
Miglior interni - Miglior vano motore Migliore verniciatura - Miglior gruppo ruota - Miglior auto giapponese - Miglior auto europea

A tutti gli iscritti


- n 1 pass persona valido per lingresso in fiera per i giorni del 1, 2 e 3 aprile - Adesivo Trofeo - Copritarga Elaborare - Cappellino originale Elaborare - Foto della vettura e nome del proprietario su Elaborare - Copia gratuita in anteprima esclusiva (prima dell'uscita in edicola) del numero di Elaborare post My Special - Vettura inserita nella photogallery della pagina fan facebook ufficiale di Elaborare e sul sito ufficiale di Elaborare - Gadget esclusivo Fast Five

Iscrizioni al trofeo
- Iscrizione singola: 40 Euro a vettura - Iscrizione 4 vetture: 140 Euro - Iscrizione 6 vetture monomarca (club o gruppo di amici): 200 Euro

Modalit D'iscrizione
inviare 2/3 Foto rappresentative della vettura (anteriore, posteriore, interni) ed elenco delle modifiche apportate. Il tutto va inviato via

raduni sprint
Pescia (PT)

15 RADUNO CORSA CLUB ITALIA


Si svolto a Pescia il 15 Raduno del Corsa Club Italia, che si tenuto in due
giornate durante il weekend con la presenza di oltre 70 vetture provenienti da tutto lo Stivale. Durante il raduno si svolta la cerimonia per il cambio del Presidente. Il testimone passato a Francesco Rizzo, che ha dimostrato una grande passione per il Club. Un particolare ringraziamento da parte di tutti i partecipanti va a Massimo Friscina, organizzatore del raduno.

aut

70 o

info@corsaclub.it - www.corsaclub.it

track day
AUTODROMO DI VARANO DRIVING FAST DAY
Sabato 5 marzo, domenica 27 marzo e luned 25 aprile si svolger il Driving Fast Day organizzato dall'Autodromo di Varano. Sono accettate tutte le vetture stradali conformi al Codice della Strada (non valide le targhe prova). Saranno altres ammesse, con turni dedicati, le auto non targate. Tutte le vetture dovranno avere gli scarichi a norma con rumorosit massima a 95 dB(A). Non saranno accettate auto con scarichi aperti/modificati (scarichi CupChallenge-Step 2- Step 3 - senza catalizzatori-senza fondelli). Attenzione quindi agli scarichi perch verranno effettuati controlli. Casco e cinture sono obbligatori per tutti. Ci saranno 2/4 turni in cui si potr portare il passeggero (solo 1 e maggiorenne) a bordo.
www.varano.it

all'interno dell'Autodromo Internazionale del Mugello. Le date disponibili sono: 30 aprile, 17 luglio, 12 novembre e 13 novembre.
www.promoracing.it

della pista (non sar possibile entrare dopo questo orario). Non potranno accedere alla struttura le persone non iscritte alla manifestazione.
www.track4fun.com

PROMO RACING AUTODROMO INTERNAZIONALE DEL MUGELLO (FI)


Lo Promo Racing organizza prove libere per auto stradali e da competizione

TRACK4FUN BALOCCO (VC)


Domenica 20 marzo Track4fun organizza in esclusiva una giornata nel bellissimo autodromo di Balocco. Sono ammesse unicamente le auto stradali, che avranno a disposizione ben due circuiti: Langhe completo (8,2 km) e Alfa (5 km). Il ritrovo alle ore 08.00 presso i cancelli di ingresso

TRACK DAY BY PISTENCLUB


Il Pistenclub vi d un doppio appuntamento con le prove in pista: il 25 marzo presso l'Autodromo Internazionale del Mugello e il primo di aprile sul Circuito di Monza.
www.pistenclub.it

[130]

ELABORARE 159

Monza (MB)
Anche questanno il Club Fiat Coup Passion ha partecipato attivamente al primo
Speed Day 2010/2011 con tema Spider & Coup presso il circuito di Monza. Di primo mattino sono stati distribuiti i pass per lingresso riservato ai Club e successivamente piazzati il gazebo, gli striscioni e le bandiere del FCP. Nonostante la pioggia battente, numerosi partecipanti sono entrati in pista dando spettacolo. Appuntamento al prossimo incontro del Fiat Coup Passion!

FIAT COUP PASSION AGLI SPEED DAY 2011

aut
www.fiatcouppassion.it

27 o

ELABORARE 159

[131]

raduni sprint
Civitavecchia (RM)
L'Autosport Car Club ha festeggiato il settimo anniversario, disputando un
torneo in notturna nella pista La Scaglia di Civitavecchia. La gara si svolta con due giri secchi sul circuito e due partecipanti, Andra con Volkswagen Golf GTI e Silvano con Seat Ibiza Cupra, hanno fermato le lancette del cronometro nello stesso tempo: 1.27,30. Al secondo posto Giuseppe con Alfa Romeo GTV seguito da Nico con la sua Uno Turbo. Nella gara dei 0-200 metri si sono piazzati sul podio Cristian con Alfa Romeo 146, Adriano con Renault 5 Turbo e Nico. Non perdete i prossimi appuntamenti con il Club!

7 ANNIVERSARIO AUTOSPORT CAR CLUB

auto
Tel. 329/6148637 - toe.toe@inwind.it

17

clubmania
AMERICAN MOTOR PARTY
20 Marzo San Vito al Tagliamento (PN)
Il 20 marzo, nella zona industriale Ponterosso di San Vito al Tagliamento, si svolger una prova di accelerazione su 200 metri. Inoltre il Club Fast Company, in collaborazione con la Old School Garage, organizzer un raduno di auto americane: dalla vecchia model A alle pi moderne Corvette.
Tel. 331/2453796 bytheunit@yahoo.com www.fcm-performance.com

una tappa del Trofeo Body Style Challenge. Alla manifestazione faranno da contorno la musica dei deejay e gli immancabili spettacoli del sexy car wash. Non mancate!
www.salentotuningclub.com

contattate direttamente Ford RS Italia.


fordrsitalia@interfree.it

perdete una giornata di vero tuning!


Tel. 346/1205846 - 340/2970584 info.smmtc@libero.it www.smm-tc.com

1 RADUNO NAZIONALE CLUB OPEL SPEEDSTER ITALIA


2 - 3 Aprile Vicenza
Sabato 2 e domenica 3 aprile il Club Opel Speedster Italia, in collaborazione con la Racemax, parteciper alla quarta edizione della manifestazione Mondo Motori Show presso la fiera di Vicenza. L'evento organizzato dalla Mek Promotion. Il Club utilizzer un'area espositiva interna nel padiglione G, mentre le auto che parteciperanno al raduno verranno esposte tra le aree show 3 e 4.
Tel. 335/5643199 - 339/8931154 gilberto@yellowspeedster.com www.mondomotorishow.it

MEGA RADUNO TUNING FESTA DI PRIMAVERA

PILOTA PER UN GIORNO

17 Aprile Copparo (FE)


Il 17 aprile a Copparo, in piazza del Popolo, si svolger il mega raduno Tuning organizzato da Wolf Tuning Club in occasione della festa di primavera. In palio sono previste pi di 80 coppe e numerosi premi speciali.
Tel. 347/4443949 - 347/3131737 339/4997763 info@wolftuningclub.it www.wolftuningclub.it

19 Marzo Castelletto di Branduzzo (PV)


La manifestazione del 19 marzo inaugura la stagione sportiva per vari piloti che utilizzano i lubrificanti forniti dalla R&R. Si potranno effettuare turni di prove libere; inoltre verr presentato l'olio Royal Purple, senza dubbio uno tra i migliori lubrificanti race in commercio. Si dar spazio ai lubrificanti Gedol abbinati ad addititi anti-friction per un uso sportivo e per tutte le tasche. Inoltre saranno presentati la gamma Atas per la cura dell'auto, le batterie Varta, i prodotti start and go, additivi race, assetti KW, centraline Steinbauer, power pedal Tunekit e impianti frenanti hight performance. Pilota per un giorno rappresenta per R&R un importante evento di aggregazione e fidelizzazione con il cliente, il quale entra a far parte di un gruppo di simpatizzanti molto affiatati tra loro.
www.ricchiniautoricambi.it

2 EXPOMOTORS & TUNING


26 - 27 Marzo - Lecce
Il 26 e 27 marzo a Lecce, presso Piazza Palio (Lecce Fiere), si svolger il 2 Expomotors & Tuning. Negli oltre 7.000 mq di copertura e nellampia area esterna verranno esposti i migliori modelli di auto e moto sportive, barche di lusso, veicoli commerciali e caravan. Inoltre non mancheranno le migliori vetture tuning selezionate dal Salento Tuning Club di Taviano che parteciperanno ad

4 BOIA PANATERA TUNING SHOW


1 Maggio Caluso (TO)
Il Club Self Made Man, in collaborazione con il Centro Commerciale Planetarium, dopo il grande successo dello scorso anno rinnova linvito al 4 Boia Panatera Tuning Show, che si terr a Caluso nel piazzale del centro commerciale in via Nuova Circonvallazione 50. In palio verranno messe ben 70 coppe divise nelle categorie: estetica interna, estetica esterna, audio, dj, SPL, moltissimi premi speciali e numerosi premi a sorteggio. Le valutazioni saranno effettuate da personale qualificato. Non

1 RADUNO FORD RS ITALIA


17 Aprile - Verona
Domenica 17 aprile, nei dintorni di Verona, si svolger il primo raduno di Ford RS Italia. E' aperto a tutte le Rallye Sport dell'Ovale Blu, e quindi dall'Escort RS1600 Mk1 del 1970 fino all'ultima Focus RS500. Per informazioni dettagliate e iscrizioni

[132]

ELABORARE 159

miss
Anna Miani

AMERICAN GIRL
Dinamica e solare, Anna vanta un fisico scultoreo, ama la danza, il mare, lo shopping e la cucina napoletana
ata da genitori napoletani, Anna una ragazza semplice, ma dotata di una grinta carismatica e di una simpatia contagiosa, oltre che di grandi doti artistiche, con molta voglia di fare e soprattutto di imparare. Il ballo, che la sua grande passione, ha sicuramente determinato la scelta durante il provino con Diva's Production, anche perch pratica la danza da molti anni e la insegna ad allievi giovanissimi in alcune palestre del Trentino. Estroversa, eclettica, molto dinamica, Anna dopo gli studi all'istituto alberghiero, divenuta titolare di un bar-fast food nel suo paese di Riva del Garda (TN). Ha partecipato con grande entusiasmo a due concorsi di bellezza: nel 2009 a Una ragazza per il cinema e nel 2010 per La Bella d'Italia, classificandosi seconda a entrambi. Inoltre ha concorso a Veline su Mediaset e interpretato il

ruolo di una ballerina di hiphop in un film drammatico diretto da Mastrototaro. Il suo fisico perfettamente in forma e il suo particolare fascino, le danno una marcia in pi per calamitare gli sguardi e conquistare consensi. Oltre ad essere una delle pinup ufficiali del programma, Anna la coreografa del Gruppo Diva's Girls, ha fatto diverse provini per delle pubblicit e prossimamente la vedremo anche impegnata in un concorso di bellezza nazionale

e nel programma TV Tuning and Fanatics del vulcanico J.D Manasseri. Anna anche protagonista del catalogo della linea di abbigliamento Divas realizzata da Ricami Piemonte. Da quanto tempo fai la modella? Da circa tre anni. Ho iniziato con dei concorsi di bellezza, poi qualche sfilata, qualche scatto fotografico, qualche comparsata televisiva e poi eccomi a lavorare per Tuning and Fanatics, sotto la sapiente direzione di J.D. Manasseri. Altri interessi? Amo molto viaggiare e mi piacerebbe imparare meglio linglese, la danza e lo sport. Fidanzata o single? Per il momento single. Sei gelosa? Abbastanza, pretendo fiducia e seriet dalla persona che amo. Che rapporto hai con il tuo corpo? Un bel rapporto, soprattutto perch ho un buon metabolismo che mi permette di non limitarmi troppo sul cibo; infatti adoro mangiare, soprattutto i dolci! Pregi e difetti? Pregi: dolce, solare e credo molto nei principi tradizionali. Difetti: testarda, orgogliosa, forse troppo smemorata, ma per questo c la

di Domenico Sofia

[134]

ELABORARE 159

Anna Miani
Et 25 anni Occhi azzurri Altezza 1.67 m Misure 85- 61-86 Segno zodiacale Cancro Hobby ballare, fare sport, passare il tempo con gli amici e posare sulle belle auto Sport arti marziali e danza hip hop Temperamento vivace ed estroversa Segni particolari piercing sotto il labbro e allombelico Sogno nel cassetto una bella famiglia con un uomo che mi ami sinceramente

Fotografo Davide Ferreri

mia guida nel lavoro artistico, ovvero il formidabile J.D., che sa tenere tutto sotto controllo. Progetti per il futuro? Mi piacerebbe realizzare al meglio le cose che gi faccio, perfezionarmi nella danza e nel campo artistico, in attesa di avere una grande occasione per dimostrare tutte le mie doti. Cosa ti piace fare nel tempo libero? Fare tanto tanto shopping! Non esco da un negozio senza aver comprato qualcosa... mi piace spendere molto e vestire bene! In TV che programmi prediligi? Sono unappassionata spettatrice di film horror, come l'Esorcista, ma... sempre in compagnia! Quali attori e attrici ti piacciono? Raul Bova, Roberto Benigni, Monica Bellucci e Angelina Jolie. I tuoi piatti preferiti? Tutto, tranne il fegato. Sono infatti una buona forchetta, anche grazie alla cucina napoletanissima di mia mamma: pasta con cavolfiore, pasta e patate, gnocchi, pizza rigorosamente alla napoletana, ogni tanto anche i trentini canederli.

Che genere di musica ti piace ascoltare? Un po di tutto, dipende dallumore. Come ti piace vestire? Tacchi alti, minigonna e top! Poi dipende dalle esigenze; se si tratta di una serata di gala o una prima o una cena daffari, assolutamente elegante magari abito lungo e decollet, con i miei colori preferiti: il nero e il rosso. Quali sono gli animali che ami? Mi piacciono molto i cani. La tua stanza come arredata? Armadi con i lucchetti alle ante, perch sono gelosissima delle mie cose! Tantissimi pupazzetti e peluche, come la mia dolcissima tartaruga che ho chiamato Big Baby. Dappertutto c' un ordine maniacale e le mie foto attaccate alle pareti, con un grande specchio rettangolare per vedermi in ogni posa! Quali sono i posti che ami di pi? Il mare, soprattutto quello di Sharm el Sheik, ma anche Rimini e Riccione. Poi ho il mio piccolo paradiso ovvero una bella e ampia vasca Jacuzzi.

La tua auto preferita? Una fiammante Maserati Gran Cabrio, colore grigio metallizzato! Che ne pensi delle auto personalizzate? Fantastiche! Amo posare con loro; bello vedere la grande stravaganza e la cura dei dettagli con la quale i loro possessori o i loro preparatori le concepiscono, i gusti personali a volte bizzarri e originali dei loro proprietari. Fa davvero effetto una tale passione estrema per la performance estetica o motoristica. Come fai ad non esserne affascinata? E poi sul tuning ho il grande maestro in materia J.D., che ne sa una pi del diavolo al riguardo . Come ti sei trovata nel programma Tuning and Fanatics? Per me stata unesperienza avvincente che mi ha permesso di avvicinarmi ad un nuovo mondo a me sconosciuto, quello del tuning con tante straordinarie vetture, tutte diverse una dallaltra e molto stravaganti. Come va con il tuo manager J.D.? Con J.D. mi sono trovata molto bene; mi ha permesso di fare nuove esperienze perch, oltre ad essere un manager, anche un amico e sa metterti subito a proprio agio. Ma ligio sul lavoro e, se sgarriamo, perde le staffe! Esprimi un desiderio? Sarei tanto curiosa di visitare la famosa Area 51 negli Stati Uniti.
ELABORARE 159

[135]

centro stile
MANUAL DESIGN
Questa sezione comprende i lavori eseguiti con tecniche tradizionali (matite, pennarelli ecc.). I disegni devono avere un formato max di 29,7 x 21 cm (A4 orizzontale).

SUBARU IMPREZA
Andrea Virgillito
Andrea ha inviato questa Subaru Impreza disegnata a mano in uninsolita inquadratura. La tecnica in bianco e nero con solo pochi tocchi di rosso rende il bozzetto assai personale. Il secondo posto suo!

3
OPEL INSIGNIA Fabio Padovan
Ben riuscito e curato nei dettagli questo bozzetto realizzato totalmente a mano da Fabio. Rappresenta una Opel Insignia in veste coup adeguatamente elaborata. E' positivo il fatto che le linee di costruzione della base non siano state lasciate in vista, aumentando il realismo dellinsieme. Primo posto pi che meritato!

AUDI A1
Andrea De Cristofaro
Dopo aver tracciato le linee di costruzione a mano, Andrea ha gradevolmente colorato questa A1 al computer. La fine dei bozzetti su carta ormai segnata? Parrebbe di s, ma non detto che sia un male. Il terzo posto ci sembra equo.

LAMBORGHINI GALLARDO S. Langone


Piacevole questa Gallardo disegnata rigorosamente a mano da Saverio. Solo la ruota posteriore mostra qualche scompenso, ma uninezia rispetto al totale.

PORSCHE 911 Antonio Franchina


Antonio aveva gi inviato a Centro Stile una riuscita vista posteriore della 911 disegnata a mano. Il bozzetto valido, ma a quando uninquadratura differente?

VW POLO Leonardo Finotto


Per disegnare a mano questa VW Polo, Leonardo non si servito di una base fotografica per azzeccare la prospettiva e ci aggiunge valore al suo bozzetto.

di Giorgio Zehnder

PORSCHE 911 Giacomo Fomasi


Assai espressiva pur con qualche scompenso questa 911 disegnata a mano da Giacomo. Il fatto di non aver utilizzato una foto come base non ne sminuisce il valore.

FIAT 500 Lheo Barbalace


In questo bozzetto di una 500, Lheo ha dapprima tracciato la base su carta aiutandosi con una foto, poi ne ha fatto una fotocopia e infine ha colorato il tutto.

VOLVO C30 Daniele Cisotto


Daniele ha disegnato totalmente a mano questa Volvo C30. Il bozzetto non male, ma per aspirare a posizioni pi alte avrebbe avuto bisogno di una cura maggiore.

I disegni e i fotoritocchi possono essere inviati per posta (Elaborare Centro Stile, Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma), via e-mail (max 2 MB a centrostile@elaborare.org) o su supporto ottico, accompagnati da poche righe di descrizione, generalit degli autori e consenso alla loro pubblicazione. Il materiale pervenuto per posta ordinaria non verr restituito.

[136]

ELABORARE 159

centrostile@elaborare.org

DIGITAL DESIGN

Questa sezione riservata esclusivamente ai disegni o fotoritocchi eseguiti al computer.

HONDA S2000
Mario Maresca
Sar laria della bellissima Anacapri dove risiede, ma Mario davvero un asso nei fotomontaggi digitali. Lo dimostra questa Honda S2000 impegnata nel drifting, che sembra autentica tanto verosimile per dettagli e dinamicit.

3
FERRARI 458 ITALIA Andrea Plozza
Molto bello questo virtual-tuning in cui Andrea ha fotoritoccato una Ferrari 458 Italia, ricavandone una versione corsaiola. Oltre ai dettagli, il nostro lettore ha curato anche lo styling generale mostrando un talento da designer. Notevole anche la perizia nelluso degli strumenti elettronici che traspare dal render.

NISSAN SILVIA
Gianluca de Vito
Gianluca si affaccia per la prima volta a Centro Stile Digital e scala subito le posizioni con questo bel fotomontaggio di una Nissan Silvia. L'unica pecca lincerta definizione del posteriore che contrasta coi curatissimi dettagli.

VW GOLF IV Guglielmo Noce


Gugliemo un irriducibile fan della Golf a giudicare dai numerosi fotomontaggi dellauto tedesca inviati. Questo un bel virtual-tuning della IV serie.

AUDI TT Liviu Andronic


In questo fotomontaggio digitale, Liviu ha rappresentato unAudi TT elaborata. Il render valido pur con la pecca della ruota posteriore leggermente fuori scala.

VW SCIROCCO Andrea Di Baldo


Valida questa VW Scirocco fotoritoccata da Andrea. L'unico appunto per lo scarico laterale troppo grande e il lieve scompenso prospettico del paraurti anteriore.

FIAT PANDA 4X4 PICK UP R. Lazzarini


Renato torna a farci visita dopo qualche tempo con questa interessante Panda 4x4 trasformata in una piccola PickUp, che potrebbe benissimo essere prodotta.

VOLVO S60 Francesco Fascelli


Francesco ha immaginato che la Volvo S60 abbia la trazione posteriore anzich anteriore e lha resa protagonista di un drifting allultimo respiro. Niente male!

LANCIA DELTA INTEGRALE G. Nonnis


Andrea ha elaborato virtualmente una Delta Integrale con risultati altalenanti. Limpegno visibile, ma onestamente il look non pare migliore delloriginale.

Una graduatoria parziale dei top-ten di Centro Stile e le classifiche finali saranno pubblicate rispettivamente sul numero estivo e sul primo numero dellanno nuovo. Numerosi sono i premi in palio e per riceverli gli interessati devono comunicare alla redazione gli indirizzi e i numeri di telefono. Le classifiche verranno stilate in base al numero di posizione assegnato mensilmente alle opere. Gli autori potranno inviare i lavori sia per la sezione Manual che per quella Digital.
ELABORARE 159

[137]

mms

DIVENTA FAN DI ELABORARE!


invia un mms* al numero: 393/0098873
Tony Cacopardo Calogero Caiola BS

Spazio dedicato alle migliori foto! Per pubblicare la propria supercar in questo spazio basta inviare un MMS al numero 393/0098873 o aggiungere la foto dellauto sulla Pagina Facebook di Elaborare!

Cristian Carrucola Cristian Di Gloria RM

Davide Rosellini NO Cristian Pirola CT Fabrice Mion Domenico Fonsato RA

Francesco Turitto MB

Mikael Nicoli
ATTENZIONE: indicare sempre il nome e la localit (il costo del messaggio dipende dalloperatore utilizzato).

Leonardo Ottanelli

mms al top!
Ogni mese, fra i migliori MMS giunti in redazione, ne verr estratto uno che vincer una ricarica da 20 Euro o, a scelta, un abbonamento annuale ad Elaborare. Fatevi sotto con i telefonini!

Emanuele Marozzi MC

Luca Messina

Matteo Bruschi SI

HAI VINTO!

Ornella E Umberto

Vincenzo Grasso

Paolo Boschi GE

[138]

ELABORARE 159

Marco Sbaraglia

Simone Collalto

Stefano Della Rossa

Elia Loi

Mechanical Elements

Simone Sarchi

ELABORARE 159

[139]

posta
Per scrivere alla redazione inviare e-mail a: posta@elaborare.org oppure per posta a:

Elaborare Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma


N.B.
specificare Nome, Cognome e Localit.
(la ricezione della lettera ne autorizza la pubblicazione)

>>Semislick: questi sconosciuti


Vorrei acquistare dei pneumatici semislick, anche se uso la mia auto nelle strade di montagna e non in pista. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di queste coperture rispetto ad altre convenzionali ad alte prestazioni? Come si riconosce se sono omologate per uso stradale? Ci sono diverse mescole da scegliere? Perch non realizzate una comparativa tra questi pneumatici?
Diego Stella - Andreis (PN)

I pneumatici semislick rappresentano una scelta obbligata per chi vuole ottenere il massimo delle prestazioni in termini di tenuta di strada su fondi asciutti o, al massimo, leggermente umidi. Si differenziano da una normale copertura sia per la carcassa sia per la mescola, nettamente pi morbida. La tassellatura con superficie ampia evita la deformazione degli stessi tasselli e la scalettatura quando impiegati in pista. Le mescole sono studiate per garantire il massimo grip in abbinamento ad un

comportamento costante nel tempo: non a caso parecchi pneumatici convenzionali, una volta usati in pista, si deteriorano molto rapidamente. Oltre ad essere pi morbida, la mescola di queste coperture tende ad entrare in temperatura in modo pi progressivo e ad assicurare una maggiore costanza di rendimento. Le gomme convenzionali, invece, dopo pochi giri si surriscaldano e, a seconda della tipologia, si possono sgretolare o deteriorare velocemente. Ovviamente i pneumatici semislick non sono dotati di additivi antiinvecchiamento della gomma (che penalizza le performance) e, di conseguenza, devono essere comprati pi freschi possibile, verificando la data di vulcanizzazione stampigliata sulla spalla: un numero a 2 cifre indica il numero della settimana in cui sono stati vulcanizzati, mentre le seconde due cifre si riferiscono allanno di produzione. Ad esempio, una stampigliatura 02-11 indicherebbe che quel determinato pneumatico stato prodotto nella seconda settimana del 2011. In genere il consiglio di scegliere, possibilmente, gomme con non

con potenze di 210 e 225 CV, un motore Il mitico VW 1,8 litri 20 valvole turbo in dotazione all'Audi S3 affidabile che pu essere facilmente potenziato.

I pneumatici semislick, nella foto il Dunlop Direzza Sport Z1, garantiscono prestazioni superiori e maggiore resistenza allo stress prolungato. In genere queste coperture sono disponibili in varie mescole.

pi di un anno di vita. Lomologazione dei pneumatici data dalla presenza, sempre sul fianco, del logo E accompagnato al logo identificativo del Paese in cui sono stati omologati (un numero). In presenza di questo logo, la gomma pu essere usata su strada a patto che risponda alle indicazioni riportate sulla Carta di Circolazione in merito a misure e codice di velocit. Sempre sul fianco del pneumatico sono anche riportate le caratteristiche della mescola, qualora il prodotto in questione sia disponibile con diverse gradazioni di durezza. In genere si trovano delle sigle indicative come H (hard, duro), M (medio), S (soft, morbido) o combinazioni di queste (mh, medio duro). La scelta della mescola dipende dal tipo di vettura, dalle problematiche di assetto, dal genere di asfalto che si deve affrontare, dalle temperature esterne, ecc. Sfatiamo per alcuni miti. Una gomma dura non detto che duri sempre di pi di una morbida. Se si percorrono pochi chilometri lanno, una copertura dura potrebbe risultare buona per la prima parte della stagione, per poi indurirsi (cristallizzandosi per lassenza di additivi anti invecchiamento) e diventare inutilizzabile! Perci in questo caso meglio puntare su una mescola soft, che verr usata sino alla tela, piuttosto che una hard che dovr essere sostituita per invecchiamento. Un asfalto

abrasivo richiede generalmente una hard, mentre uno pi liscio e meno dotato di grip, una soft. Le auto che lamentano carenza di grip su un asse piuttosto che su un altro possono essere corrette impiegando mescola di diverso tipo tra anteriore e posteriore: le Lotus, ad esempio, che a parit di mescola consumano 2 treni di pneumatici posteriori contro 1 anteriore, vanno molto meglio quando si monta una soft allavantreno e una medium o una medium hard al retrotreno: si ha pi grip e si consumano nello stesso periodo di tempo. Un test comparativo tra gomme semislick richiederebbe uno sforzo logistico clamoroso, anche perch le coperture che vanno benissimo su certe vetture (per le quali sono state realizzate appositamente), magari potrebbero andare meno bene su altre che, a parit di misura impiegata, pesano il doppio! La Yokohama, ad esempio, impiega carcasse diverse tra i pneumatici destinati alle leggerissime Lotus e quelli per auto pi pesanti della stessa misura. Alcuni consigli per concludere: lassetto, con queste gomme, deve essere rivisto (occorre pi camber, diverse geometrie e una messa a punto di fino dellaltezza da terra per rendere la vettura pi scorrevole e non farla attaccare troppo: leccesso di grip penalizza le prestazioni); inoltre bisogna controllare scrupolosamente la pressione di gonfiaggio con un

manometro di precisione, e non con quello del distributore di benzina vicino casa. (P.M.)

>>Una S3 da tunizzare !
Possiedo un'Audi S3 2001 210 CV con scarico Protoxide. Vorrei montare una pop-off in alluminio a scarico interno: potrei avere dei problemi, visto che con una a scarico esterno si accesa la spia di avaria? Posso far riprogrammare la centralina elettronica, anche se il motore ha 120.000 km e la frizione 40.000? E' necessario sostituire il filtro aria originale con uno sportivo?
Marco (Parma)

La spia recovery del motore si accesa quando hai montato la pop-off a scarico esterno, in quanto questa non era specifica per la tua auto. Lelettronica di gestione di questi propulsori, infatti, in grado di verificare se laria viene baypassata dalla valvola o se viene fatta uscire. Ci non significa che non potrai montare una valvola pop off a sfiato esterno, a patto per che sia stata realizzata sulle specifiche del tuo motore e collaudata. La Power Pop Bonalume, ad esempio, pu essere montata senza nessun problema. Comunque esistono anche delle ottime valvole by-pass in alluminio a sfiato interno, come le Forge Motorsport. Per quanto riguarda

[140]

ELABORARE 159

posta@elaborare.org
la riprogrammazione della centralina elettronica, 120.000 km non sono molti per il tuo motore, considerando che il complessivo frizione stato anche cambiato di recente. Affidandoti ad un preparatore esperto e competente, che non esagerer con la pressione di sovralimentazione e curer in modo particolare la carburazione (impiegando una sonda lineare per la lettura dei valori Lambda dei gas di scarico) e la messa a punto dellanticipo di accensione, non avrai nessun problema anche con un incremento di potenza di circa 30 CV. Per evitare inconvenienti, il consiglio di impiegare sempre benzine con minimo 98 RON e di non insistere troppo con quinta e sesta marcia in velocit: i motori turbo creano sempre problemi in questi frangenti. Per quanto riguarda la sostituzione del filtro aria originale, c da dire che questo intervento porta sempre dei sensibili vantaggi in termini di incremento delle prestazioni. Aumentando la quantit daria aspirata dal propulsore, a parit di qualit del filtraggio (per questo bisogna sempre puntare su filtri aria di ottima fattura), si pu bruciare una maggiore quantit di combustibile e aumentare cos le prestazioni del motore. Pi il filtro aria efficiente, pi questi vantaggi sono evidenti. Si parte da un filtro aria a pannello, con il quale si sostituisce quello originale in cellulosa, fino ad arrivare a filtri con airbox dotato di presa dinamica, studiato per far respirare al motore aria fredda e pi densa di ossigeno comburente rispetto a quella che pu essere aspirata nel vano motore. Ottimi sono anche i filtri aria ad aspirazione diretta con paratie plastiche che isolano la zona di aspirazione dal propulsore. Il consiglio di montare il filtro aria prima di effettuare la riprogrammazione della centralina, al fine di adeguare alla perfezione la carburazione e sfruttare al massimo questo importante componente. (P.M.)

I kit di modifica del turbo IHI originale in dotazione alla Punto Abarth, garantiscono potenze dell'ordine dei 20 CV senza minare l'affidabilit.

riprogrammata e catalizzatore 200 celle. Vorrei modificare il turbocompressore originale, ma alcuni preparatori mi hanno detto che non possibile perch troppo piccolo, e dovrei sostituire gli iniettori, wastegate e regolatore pressione benzina. Cosa mi consigliate?
Lorenzo Franchin (Padova)

>>Il turbo dello Scorpione


Possiedo una Grande Punto Abarth con centralina

I preparatori che hanno maturato una lunga esperienza sui motori Abarth T-Jet hanno messo a punto diversi kit alternativi a quello Abarth SS che, come noto, basato sulla sostituzione del turbocompressore di serie IHI con un Garrett abbinato ad iniettori maggiorati. I kit alternativi pi gettonati sfruttano parte del turbocompressore originale che viene modificato con una nuova chiocciola e una nuova girante di aspirazione che, senza penalizzare il tiro ai bassi e medi regimi, permette di innalzare la potenza massima fino alla soglia dei 200 CV. Questi kit impiegano generalmente iniettori e regolatore pressione benzina originali. Lincremento della quantit di benzina iniettata viene ottenuto lavorando sulla mappatura della centralina elettronica di gestione. Di motori elaborati in questo modo ne girano molti, senza problemi di affidabilit. Ovviamente il lavoro di modifica del turbocompressore deve essere affidato ad un tecnico esperto, che abbia gi effettuato le sue prove e conosca il giusto abbinamento tra chiocciole e giranti. Il turbo inoltre deve essere assemblato con la

massima cura, dopo aver effettuato unattenta equilibratura dellasse giranti e impiegando la giusta attrezzatura per il rimontaggio, come i giravite dinamometrici. Una volta montato il turbo ibrido, che ha anche il vantaggio di utilizzare il collettore di scarico e le tubazioni originali, un altro elemento da tenere in massima considerazione per ottenere il migliore risultato possibile in termini di incremento della potenza e dell'affidabilit la riprogrammazione della centralina elettronica di gestione. indispensabile che la mappatura venga effettuata monitorando la carburazione con una sonda lambda molto veloce come lettura, senza esagerare con gli anticipi di accensione e, ovviamente, con la pressione di sovralimentazione. Per garantire la giusta affidabilit al motore, oltre al catalizzatore metallico 200 celle, raccomandabile montare anche un centrale e terminale di scarico sportivi che, abbattendo i valori di contropressione e le temperature di esercizio grazie a una migliore evacuazione dei gas combusti, ti permetter anche di ottenere una potenza massima pi elevata. Sul numero 153 di Elaborare abbiamo presentato un dossier sulla preparazione della 500 Abarth, che impiega praticamente lo stesso motore della tua Punto: prendi spunto da quellinteressante articolo e da quanto suggerito anche dai preparatori pi esperti su questa tipologia di propulsore per decidere come intervenire su quello della tua auto. (P.M.)
ELABORARE 159

[141]

posta
auto (Golf GTI, Abarth, ecc.) di abbinare alla riprogrammazione della centralina il downpipe e catalizzatore metallico per avere pi potenza e ridurre i valori di contropressione e temperatura di esercizio per una maggiore affidabilit. Considerando, per, che al momento nel tuo vano motore sonnecchiano almeno 25 CV e hai gi lo scarico completo, non sarebbe male riprogrammare la centralina. Non per affidabilit, ma per puro piacere di guida! (P.M.)

Non obbligatorio riprogrammare la centralina quando si sostituisce lo scarico della Golf TSI 170 CV... ma sempre meglio sfruttare il potenziale a disposizione!

>>Mappare o non mappare?


Possiedo una Golf TSI 170 CV elaborata con filtro K&N, valvola pop-off Forge e impianto di scarico Ragazzon completo di centrale e catalizzatore metallico 200 celle. Considerando che ho effettuato questo lavoro per questioni di sound e che il mio stile di guida piuttosto tranquillo, necessaria anche la riprogrammazione della centralina per evitare problemi di affidabilit dovuti ad un ipotetico smagrimento della carburazione?
Igor Tad (Varese)

Il montaggio di un impianto di scarico sportivo, in linea teorica, potrebbe determinare un leggero smagrimento della carburazione soprattutto se abbinato a un filtro aria sportivo. C da dire, per, che i motori di ultima generazione, come il Volkswagen TSI, sono dotati di centraline elettroniche molto sofisticate, in grado di assicurare una autocalibrazione tale da seguire le esigenze del propulsore quando le variazioni dei parametri non richiedono una vera e propria riprogrammazione, come invece potrebbe servire con una modifica pi radicale come quella del turbocompressore. I costruttori di impianti di scarico speciali, almeno i pi importanti, quando realizzano una nuova applicazione tendono a verificare al banco prova potenza non solo i valori di potenza e coppia massima ottenuti, ma anche i valori lambda per verificare la stabilit di funzionamento del motore anche senza abbinare al montaggio dellimpianto di scarico una riprogrammazione della centralina elettronica. Non detto che chi

monta un impianto di scarico voglia anche intervenire sullelettronica di gestione e, ovviamente, i costruttori di scarichi debbono mettersi al riparo da qualsiasi tipo di problematica simile. Di conseguenza, nel tuo caso, non necessario effettuare la riprogrammazione della centralina elettronica per mantenere costante laffidabilit del propulsore nel lungo periodo, a prescindere dal tipo di guida. Al contrario, quando si effettua la riprogrammazione della centralina elettronica sui motori turbo benzina, buona norma sostituire almeno i catalizzatori originali con altri a 100 o 200 celle (a seconda del tipo di vettura): in questo modo si ha la certezza che, aumentando la pressione di sovralimentazione, le temperature di esercizio e i valori di contropressione restino entro valori di assoluta sicurezza anche quando si mette duramente alla prova il motore negli allunghi con le marce alte. Non a caso molti preparatori, di norma, consigliano ai loro clienti con alcuni tipi di

>>Una Swift col singhiozzo


Ho una Suzuki Swift 1,3 MTJ DDIS 70 CV con 65.000 km. Dopo la prima riprogrammazione della centralina, al massimo dei giri fumava molto, ma sono riuscito a risolvere il problema. Da qualche mese, per, sui 150 km/h indicati il motore tende a perdere brio e a non salire pi di giri. Dalla diagnosi risultava un problema alla valvola EGR, che stata eliminata, e ho pulito il collettore di aspirazione (zeppo di catrame). L'inconveniente, per, ancora sussiste. Da cosa pu dipendere?
Dario De Pascalis

Elaborare i turbodiesel facile! I migliori risultati si hanno lavorando le chiocciole per ospitare giranti maggiorate, oppure sostituendo il turbo con uno pi grande... ma l'intervento diventa pi complesso.

Fare una diagnosi a distanza lascia sempre il tempo che trova, soprattutto quando anche con la strumentazione elettronica non si riusciti a venirne a capo. Se la valvola EGR e il collettore di aspirazione erano completamente

La valvola EGR e il debimetro, nella foto quello Bosch, sono spesso la causa dei problemi lamentati sui motori turbodiesel.

intasati di catrame, potrebbero esserlo anche le valvole e i condotti. In questo caso bisognerebbe procedere a un ciclo di pulizia della linea di aspirazione impiegando, ad esempio, la gamma prodotti della Sintoflon. Nel corso di un nostro test effettuato su auto diesel con un certo chilometraggio (parliamo di oltre 200.000 km!), stato possibile effettuare questa operazione nebulizzando uno spray a monte dellaspirazione mediante una cannula inserita in un tubo proveniente dallintercooler, per pulire in modo pi che soddisfacente il motore e restituirgli gran parte della cavalleria perduta. Quando nei motori diesel si avverte un calo prestazionale, molto spesso la causa da ascrivere ad un problema al debimetro. La diagnosi, in molti casi, non avverte questo tipo di inconveniente e il propulsore perde prestazioni, non solo in velocit. Il suggerimento pi sensato di provare un debimetro nuovo e, nel caso non fosse possibile averne uno in prestito per la verifica, bisognerebbe montare un modulo specifico per misuratori daria. Questi moduli permettono di ovviare ai problemi di inefficienza del misuratore daria e di incrementare anche la potenza massima erogata dal motore. Se anche questi interventi dovessero avere esito negativo, bisogner analizzare pi a fondo altre eventuali problematiche, ma solitamente tutto da ascriversi proprio ad un malfunzionamento del debimetro o ad un'eccessiva

presenza di incrostazioni nei collettori e nella testata. (P.M)

>>Pi potenza per la Civic


Quali altri interventi posso effettuare per incrementare le prestazioni del motore della mia Honda Civic CTDI, oltre al montaggio della centralina aggiuntiva?
Marco (LAquila)

I motori turbodiesel di ultima generazione hanno la peculiarit di reagire benissimo a modifiche sostanzialmente molto poco invasive, come ad esempio una riprogrammazione della centralina elettronica o il montaggio di una centralina aggiuntiva, ma tendono ad essere molto meno generosi quando ci si spinge oltre. Dopo aver montato un buon filtro aria ad aspirazione dinamica, per far respirare al motore aria fresca e densa di ossigeno al fine di bruciare una maggiore quantit di gasolio, un catalizzatore metallico e aver lavorato sullelettronica di gestione, gli altri due interventi fondamentali sono leliminazione del filtro antiparticolato (solo sulle auto da competizione o per uso esclusivo in pista) e l'elaborazione del turbocompressore. Leliminazione del filtro antiparticolato va abbinata ad una modifica mirata della centralina elettronica per eliminare i cicli di pulizia di questo filtro: se non si interviene in questo modo, o con un modulo aggiuntivo specifico, il motore pu lamentare problemi di irregolarit di funzionamento e di recovery. La modifica del

[142]

ELABORARE 159

posta@elaborare.org
turbocompressore, intesa come elaborazione delloriginale o sostituzione dello stesso con uno di maggiori dimensioni, quella che assicura il maggiore incremento di potenza in relazione alla spesa affrontata. La modifica del turbo originale, generalmente effettuata montando giranti maggiorate nelle chiocciole originali o abbinando alla chiocciola di scarico originale una leggermente pi grande di aspirazione, ha dei vantaggi evidenti: non si lavora in modo molto invasivo, si mantengono tubazioni e accessori originali e difficilmente si hanno problemi di messa a punto complicati da risolvere. Lincremento di potenza, su unauto come la tua elaborata in tal modo, pu essere di oltre 15 CV senza compromettere il tiro ai bassi regimi. Sostituendo il turbo di serie con uno dotato dello stesso sistema di funzionamento delle geometrie variabili (a depressione o elettronico), scegliendo con cognizione le misure delle chiocciole e delle giranti (magari realizzando un ibrido creato su misura), si ottiene un aumento di potenza ancora pi sostanzioso, ma necessario modificare anche le tubazioni e alcuni accessori. Con il giusto turbocompressore si possono guadagnare, su auto come la tua Civic, incrementi di potenza superiori ai 30 CV senza compromettere eccessivamente le caratteristiche di erogazione ai bassi regimi. In entrambi i casi indispensabile lavorare di fino sulla messa a punto dellelettronica di gestione e, ovviamente, sostituire il volano bimassa con un monomassa abbinato ad un complessivo frizione rinforzato. (P.M.)

La testata di una Calibra 2 litri 16V pu essere lavorata e, in abbinamento ad alberi a camme pi sportivi e ad altri piccoli ritocchi, permette di ottenere in affidabilit circa 190 CV.

buona base di partenza per elaborazioni anche spinte. Per ottenere un sostanzioso incremento delle prestazioni della tua Calibra, il primo intervento da effettuare l'installazione di una coppia di alberi a camme caratterizzati da un profilo pi spinto di quelli di serie. Riguardo allacquisto di questi componenti, potresti optare per i Kent Cams EC2202: durata 278, fasatura 31/67 simmetrica, alzata 11,04. Questi alberi possono lavorare anche con le molle e le punterie idrauliche Kent specifiche per gli alti regimi di rotazione in modo da ottenere le massime performance. Lavorando di fino sulla testata, a livello di geometria e finitura dei condotti, incrementando il rapporto di compressione fino a raggiungere un valore geometrico pari a 11:1 e, ovviamente, montando un impianto di scarico completo di collettore 4 in 1, la potenza massima ottenibile di circa 190 CV con oltre 22 kgm di coppia massima. I preparatori inglesi ottengono questi incrementi di potenza senza dover smontare il blocco motore e riprogrammando

la centralina originale. Se questo livello di potenza non ti dovesse soddisfare, potresti montare una batteria di corpi farfallati da 45 mm: la Jenvey produce un kit che si monta direttamente sulla testa del motore Ecotec ad un prezzo molto vantaggioso. Logicamente, con questi corpi farfallati dovresti installare anche una centralina sostitutiva in quanto quella di serie impiega lAPS (Absolute Pressare Sensor), che non pu essere montato in abbinamento con questa particolare aspirazione. Se la soluzione aspirata non di tuo gradimento, potresti optare per una turbo, prendendo per come base di partenza un motore di una serie successiva (come un OPC 2 litri) in quanto la versione montata sulla Calibra Turbo ha sempre lamentato una certa debolezza nella struttura della testata che, oltre certe pressioni di sovralimentazione, tendeva a spaccarsi. I propulsori di ultima generazione, invece, con le dovute cautele e impiegando i giusti componenti, riescono ad erogare oltre 450 CV senza troppi problemi. (P.M.)

>>Gallina vecchia
Mi hanno appena regalato una Opel Calibra 2.0 16V in condizioni eccellenti: 35.000 km e sempre tenuta in garage! Non ha un graffio! Ora vorrei elaborare un po il motore, senza esagerare: cosa mi consigliate?
Flavio

ci hanno scritto...
Federico Giglio (Genova); Giovanni Pappalardo (Cetara - SA); Enrico Causero, Cividale del Friuli (UD); Nicola (Parma); Davide Marro (Milano); Marco Agrati(Cernusco sul Naviglio - MI); Cristian Costel Catrinoiu (Padova); Alessandro Giorgi (Bosco di Corniglio - PR); Marco Cipriani (Grosseto); Giuliano Mancini (Roma); Massimiliano Poggiali; Marco Palmisano (Roma); Daniele Primo (Mogliano Veneto - TV); Nicola Clauser (Trento); Lorenzo Mansueto (Alberobello - BA); ; Sergio D'Alfonso; Glauco Tarasco (Sampierdarena - GE); Alfonso Iorio (Dossobuono - VR); Luciano Zizzari; Igor Tad (Porto Ceresio - VA); Paolo Roberto Ruggeri (Aprilia - LT); Marco Basso (Torino); Alessandro Marcon (Trieste).
ELABORARE 159

Il motore Opel Ecotec 2.0 16V che equipaggia la tua auto una

[143]

preparazioni

made in Italy
Ferraris 720 CV e oltre 330 km/h per lAudi RS6
La Romeo Ferraris ha messo a punto due differenti step di potenziamento, per incrementare la potenza del motore V10
accreditato di ben 580 CV e 650 Nm di coppia massima che spinge lAudi RS6. Il primo step prevede linstallazione di due filtri aria sportivi e laggiornamento della centralina elettronica, con ben 51 CV e 110 Nm di coppia in pi a disposizione. Se il primo step rappresenta gi un risultato fenomenale, solo con lo Step 2 (+140 CV, +200 Nm) che la vettura tedesca supera i 330 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in soli 38. Il risultato stato ottenuto ottimizzando la mappatura delle due centraline e intervenendo in maniera radicale sulla linea di scarico. Il centrale ha lasciato il posto ad un componente ad alte prestazioni abbinato a due catalizzatori metallici da 200 celle e i precatalizzatori sono stati eliminati. Come optional possibile
www.romeoferraris.com

MTRacing Fiat Grande Punto 1,9 Multijet da 190 CV


La MTRacing di Torino propone a tutti i possessori di Fiat Grande Punto 1.9 Multijet un kit di potenziamento che
assicura una potenza massima di 190 CV e 395 Nm di coppia, in grado di garantire prestazioni elevatissime alla vettura. Il kit comprende: albero a camme con profilo racing, turbocompressore maggiorato, intercooler maggiorato, centrale scarico inox, riprogrammazione centralina elettronica di serie con emulazione sistema DPF e frizione sinterizzata.
MTRacing Tel. 011/2624510 www.mtracing.eu

completare limpianto di scarico con i due terminali destro e sinistro in acciaio inox. A perfezionare il kit troviamo un impianto frenante anteriore Brembo con dischi maggiorati da 405 mm di diametro e 34 mm di spessore. Oltre allelaborazione meccanica, il programma di personalizzazione studiato per lAudi RS6 dalla Romeo Ferraris permette di attingere a un ampio catalogo di pellicole speciali dalle trame uniche (grigio spazzolato, carbonio, pelle, legno, effetto satinato opaco e colori pantone) per rivestire (e proteggere) la carrozzeria e di pregiati materiali per rendere ancora pi eleganti gli interni della vettura tedesca.

Chipbox Fiat Punto Natural Power: pi coppia, meno consumo Fede Racing Audi TT RS
Una delle ultime vetture elaborate presso la Fede Racing un'Audi TT RS. Eleganza e alte prestazioni si fondono in questo gioiello su quattro ruote. Il motore 2,5 litri 5 cilindri
turbocompresso, grazie ad un soft tuning basato sul montaggio di un impianto di scarico sportivo abbinato alla riprogrammazione della centralina elettronica, in grado di erogare una potenza massima di 402 CV contro i 340 CV della vettura di serie. Ci permette alla TT RS di raggiungere prestazioni eccezionali, diventando una potenziale rivale in pista di autentiche supercar!
www.federacing.it

La Seletron ha messo a punto una centralina aggiuntiva specifica per Fiat Punto Natural Power, che
utilizza un microprocessore a 32 bit per poter gestire rapidamente tutti i dati. Le auto di ultima generazione a benzina utilizzano un sistema di controllo "misfire", per questo la Seletron ha impiegato un potente microprocessore per gestire i dati in entrata e rielaborarli rapidamente. Il risultato un incremento di coppia, sia a benzina sia a metano, e un notevole risparmio in carburante. Dai test effettuati su vetture in prova, stato riscontrato un incremento del 10% di coppia e una diminuzione di carburante (benzina/metano) del 15%. Il prezzo del kit di 360 Euro IVA esclusa.

di Pierluigi Mancini

www.seletron.com Tel. 0424/536686

[144]

ELABORARE 159

MINI COOPER S COVER EFX

Il tuner tedesco Cover EFX ha elaborato una Mini Cooper S. Per il motore 1.6 turbo da 211 CV sono stati realizzati due diversi step di
elaborazione. Il primo impiega un impianto di scarico Milltek abbinato alla riprogrammazione della centralina elettronica di serie e permette di raggiungere una potenza massima di 236 CV e 350 Nm di coppia. Con il secondo step, invece, la potenza sale a 252 CV e 382 Nm di coppia massima con un programma della centralina ancora pi spinto. Inoltre viene montata una leva del cambio a corsa ridotta. I cerchi in lega bruniti e con finitura oro sono abbinati a pneumatici 205/40 da 17.

Tecnoracing Collettore di scarico per Mitsubishi Evo


Dopo numerose prove effettuate con collettori speciali per Mitsubishi Evo, il tuner Genni Motta ha realizzato artigianalmente dei nuovi collettori per turbina di
serie. Questi collettori sfruttano tubi con due diametri crescenti, che si uniscono prima dell'ingresso in turbina per aumentare la risposta e la portata agli alti regimi. Tali componenti rappresentano un abbinamento perfetto con i nuovi alberi a camme realizzati per la sportiva giapponese; a seconda della fase scelta possibile spostare la coppia e il regime di rotazione in base alle esigenze del cliente. Insieme ai collettori viene fornita una staffa supporto turbina.
www.trperformance.it Tel. 0376/522460

www.coverefx.de

COMPRESSORE CENTRIFUGO G POWER PER M3 V8

Non siete soddisfatti delle prestazioni della vostra M3 V8? Il tuner G-Power ha sviluppato un kit basato sullinstallazione di un compressore
centrifugo per la versione estrema della coup bavarese. Con questo sistema di sovralimentazione, la potenza massima sale fino alla soglia dei 600 CV. Completano lelaborazione nuove appendici aerodinamiche in fibra di carbonio, lo scarico in titanio, sospensioni regolabili e roll-bar a gabbia.

NOVITEC ROSSO RACE 606: FERRARI CALIFORNIA DA 606 CV

I tecnici della Novitec Rosso hanno ultimato il lavoro di sviluppo della Race 606, una rivisitazione della Ferrari California. La coup cabriolet
stata dotata di una nuova veste aerodinamica con spoiler anteriore, sfoghi daria sul cofano, diffusore posteriore e molti componenti in fibra di carbonio. Lassetto stato ribassato di 35 mm e abbinato a un sistema di sollevamento anteriore. I cerchi sono degli scomponibili NF3, con pneumatici 255/30 ZR21 anteriori e 315/25 ZR22 posteriori. Il propulsore V8 4,3 litri, invece, stato sovralimentato e rivisto conseguentemente a livello di iniettori, scarico ed elettronica. La potenza massima erogata di 606 CV, con 603 Nm di coppia massima. Questi valori assicurano uno 0-100 km/h in 3,8 secondi e una velocit massima di 325 km/h.

Alosa Renault Mgane RS: + 45CV!


Iniezione di potenza per la nuova Mgane RS elaborata presso lofficina di Franco Alosa! Alla sportiva Renault, infatti, stato
installato un nuovo scarico sportivo in acciaio e un filtro aria a pannello per lairbox di serie. Sviluppata una mappa al banco prova secondo le richieste e le impressioni di guida del cliente, Alosa ha ottenuto un incremento di ben 45 CV e 4 Kgm di coppia rispetto alla vettura in configurazione di serie, rendendola molto pi reattiva e divertente da guidare. Il tutto, ovviamente, senza mettere a repentaglio laffidabilit del gruppo motore/trasmissione.
www.francolaosa.com Tel. 055/300348

www.novitec-rosso.net

UNA R8 DA 710 CV AL SEMA!

In occasione del SEMA Show di Las Vegas, lAudi ha presentato un esclusivo prototipo di R8 V10 dotato di compressore volumetrico. Grazie a
questa soluzione, la biposto tedesca ora pu contare su una potenza massima di 710 CV e 709 Nm di coppia massima: valori tali da ridicolizzare numerose, esotiche supercar. Le prestazioni di questa R8 sono terrificanti: basti pensare che impiega solo 3,1 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h!

WORL HE

PREPA

ZIONI RA

OUND T AR
www.g-power.de www.semashow.com
ELABORARE 159

[145]

consigli sprint
Seat LEON FR TDI 170 CV Opel INSIGNA OPC

ELABORAZIONE DA 230 CV
Alex Garuti (Modena)

MONTAGGIO TUBI AERONAUTICI E OLIO FRENI DOT 5


Valerio (Massa)

Per arrivare a una potenza massima di 230 CV indispensabile spingersi oltre la solita riprogrammazione della centralina elettronica: infatti dovrai intervenire a livello di compressore, impianto di scarico, aspirazione e intercooler. Pi precisamente, non dovrebbe essere sufficiente la modifica del turbo di serie. Si potrebbe anche lavorare sulla chiocciola di aspirazione creando un ibrido, ma solo con un turbo maggiorato avresti la certezza di ottenere il risultato originariamente preventivato. Dovrai affidarti ad un tecnico

Ladozione dei tubi freno aeronautici ti permetter di eliminare leffetto polmone tipico dei tubi in gomma che equipaggiano le auto di serie. Potrai apprezzare la maggiore prontezza e la potenza di frenata garantita dallimpiego di questi tubi sia nellutilizzo stradale sia in pista. La loro resistenza alle dilatazioni anche con temperature elevate dellolio dei freni assicura inoltre una maggiore affidabilit dellimpianto frenante sotto sforzo. Riguardo allolio dei freni, per un impiego prevalentemente stradale preferibile optare per un DOT 4 piuttosto che per un 5: questultimo ha un punto di ebollizione pi alto, ma deve

niezione del GPL. Ovviamente non aspettarti incrementi di potenza radicali: il tuo motore, infatti, come tutti gli Alfa aspirati, gi dotato di serie di una mappatura molto spinta e, di conseguenza, il massimo che si pu fare di velocizzare ulteriormente la risposta dellacceleratore elettronico. Se invece dovessi montare una coppia di alberi a camme pi spinti, che si farebbero sentire molto, allora ti aiuterebbe la riprogrammazione della centralina elettronica e sarebbe necessaria anche una nuova messa a punto dellimpianto a gas per seguire meglio le esigenze respiratorie del motore. Tienici aggiornati sullevolversi della questione!

ATTENZIONE ! Per i Consigli Sprint scrivere a:

ELABORARE via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma indicando NOME, COGNOME E LOCALIT, oppure inviare una e-mail a: redazione@elaborare.org

interventi che vuoi eseguire sulla tua auto, dovresti acquistare un terminale di scarico omologato e un filtro a pannello per il cassoncino di aspirazione di serie. Lo spoiler posteriore, rientrando nella sagoma della vettura, non richiede omologazioni e aggiornamenti della Carta di Circolazione.

frizione rinforzato. Dischi maggiorati e assetto regolabile sono dobbligo in una simile realizzazione.

Alfa Romeo 147 MULTIJET 1.9

AUMENTO FUMOSIT DI SCARICO


Alessandra Colella (Palermo)

Renault TWINGO RS

UN SOVRALIMENTATO DA 300 CV
Maxim Sokurenko (Bergamo)

Fiat 500 1.4 16V

ATTRITI E PRESTAZIONI
Daniele Renzelli (Milano)

di Pierluigi Mancini

esperto in quanto, sbagliando il dimensionamento delle chiocciole (soprattutto quella di scarico), potresti ritrovarti con un fastidioso turbo lag. Per lo scarico, occorrerebbe una linea completa con downpipe e catalizzatore metallico, centrale e finale, oltre alleliminazione del FAP. Lintercooler di serie potrebbe lamentare problemi di tenuta alle alte pressioni e di superficie insufficiente: montarne uno pi grande sarebbe una scelta obbligata per mantenere costanti le prestazioni a caldo e nella stagione estiva. Inoltre servirebbe un volano monomassa, un complessivo frizione rinforzato, un filtro aria ad aspirazione dinamica e la riprogrammazione della centralina elettronica fatta ad arte. Con la sola riprogrammazione della centralina raggiungeresti 200205 CV, mentre lavorando sul turbo di serie dovresti contare su circa 15 CV in pi.

essere sostituito con maggiore frequenza per la sua alta igroscopicit, ovvero la capacit di condensare acqua allinterno del circuito idraulico dellimpianto frenante. Comunque esistono alcuni DOT 4 che, grazie a una particolare formulazione, hanno prestazioni vicine a quelle di un DOT 5 senza per richiedere sostituzioni altrettanto frequenti per problemi di igroscopia. Considerando la tipologia di auto e il suo peso, il consiglio di montare anche delle pastiglie freno a mescola sportiva, se desideri utilizzarla anche in pista.

Il montaggio dello spoiler posteriore e dei pneumatici maggiorati pu aver causato effettivamente una sensibile riduzione delle prestazioni della tua auto. Un motore da 100 CV molto pi sensibile alle variazioni di impronta a terra del pneumatico e alla presenza di appendici aerodinamiche di quanto non possa esserlo uno in grado di erogare una potenza pi elevata. Con la riprogrammazione della centralina elettronica, il montaggio di un terminale di scarico sportivo completo di catalizzatore metallico 100 celle e di un filtro aria pi permeabile, a pannello o ad aspirazione diretta, potrai ottenere un sensibile incremento della potenza massima e della

Il montaggio di un compressore centrifugo su un motore piccolo come quello della Twingo RS non consigliabile: sempre meglio puntare su un turbo quando si cercano potenze nellordine dei 200 CV litro piuttosto che affidarsi a sistemi originariamente concepiti per

Alfa Romeo GTV 1.8

GPL ED ELABORAZIONE MOTORE


Lorenzo Verdini (Roma)

Se la tua elaborazione dovesse limitarsi al montaggio di un filtro aria ad aspirazione dinamica, un impianto di scarico completo, catalizzatore metallico e riprogrammazione della centralina elettronica, non sar necessario effettuare modifiche radicali alla gestione delli-

rapidit del motore nel salire di giri, che ti garantir una migliore ripresa anche senza dover necessariamente scalare marcia. Non ci sono controindicazioni nelleseguire un buon trattamento antiattrito su un motore con 30.000 km di percorrenza. Per quanto riguarda lomologazione degli

livelli di potenza specifica inferiori. Ovviamente, con una simile elaborazione, sar necessario sostituire non solo le bielle originali con altre in acciaio ad H rovesciato, ma bisogner montare anche dei pistoni stampati decompressi fino ad un valore del rapporto di compressione pari a 9:1. Il resto dellelaborazione va bene (centralina unichip, intercooler aria/acqua, camme specifiche). Tuttavia dovrai prestare la massima attenzione al gruppo trasmissione, montando una coppia conica di derivazione diesel per avere la giusta rapportatura (una Twingo da 300 CV dovrebbe raggiungere i 250 km/h), un differenziale autobloccante TorSen (non devi impiegare quelli a dischi, che richiedono una manutenzione inaccettabile per uso stradale), volano in acciaio e complessivo

Se la centralina elettronica della tua auto stata riprogrammata, leccessiva fumosit di scarico non deve necessariamente essere ascritta ad una mappatura errata, soprattutto se per due anni tutto filato liscio e la vettura non ha lamentato problemi di fumosit. Il problema invece potrebbe essere causato dal cattivo funzionamento del misuratore daria, che alla lunga pu anche determinare un incremento dei consumi e un sensibile calo prestazionale. Non sempre questo inconveniente viene individuato in fase di diagnosi. Il modo pi semplice per verificare il corretto funzionamento di un debimetro consiste nel provare lauto con uno nuovo o con un modulo aggiuntivo per debimetri. Considerato il costo non proprio contenuto di questi ricambi, la soluzione pi sensata di rivolgersi ad unofficina autorizzata, che di solito dispone di alcuni pezzi nuovi per testare le vetture dei clienti.

Nissan GTR

PICCOLA PREPARAZIONE
Salvatore

Per ottenere un sostanzioso incremento di potenza dal motore V6 della tua Nissan si procede come su tutte le auto sovralimentate:

[146]

ELABORARE 159

riprogrammazione della centralina elettronica, montaggio di un impianto di scarico sportivo e di un filtro aria pi permeabile. Proprio in queste ultime settimane diventato possibile riprogrammare la centralina elettronica di serie tramite presa OBD; di conseguenza lintervento poco invasivo. Il suggerimento, considerato il tipo di vettura, di rivolgersi a un preparatore serio ed esperto su questo tipo di automobili, onde evitare spiacevoli sorprese.

Audi SPORT BACK 1.6 102 CV

PI POTENZA IN BASSO
Omar Pavan (Venezia)

per avere pi potenza ai bassi regimi, richiederebbe modifiche estremamente costose e invasive. Lidea di alleggerire il volano potrebbe anche essere interessante, ma la spesa non vale limpresa, visto che la tua auto anche molto pesante. Il catalizzatore metallico non accender mai la spia recovery, a meno che non sia di bassa qualit. Alla peggio potresti montare un modulo per inibire la sonda. Il montaggio degli alberi a camme riprofilati potrebbe aiutarti non solo agli alti regimi ma anche ai medi, soprattutto considerando che il motore, di serie, ha dei profili piuttosto blandi.

pu essere risolto non togliendo la pressione di sovralimentazione, ma montando un differenziale autobloccante tipo TorSen. Questi autobloccanti sono molto progressivi, facili da gestire e non necessitano di manutenzione. Il nostro

Se dopo il soft tuning effettuato sulla tua auto (terminale di scarico, filtro a pannello e riprogrammazione della centralina elettronica ) non hai ottenuto un miglioramento delle prestazioni dai 1.000 ai 3.000 giri perch i miracoli non si possono fare! Un motore 1,6 litri aspirato non un turbodiesel e,

Volkswagen SCIROCCO TFSI

PROBLEMI DI TRAZIONE
Matteo (Savona)

suggerimento, quindi, di montare il TorSen e imparare a gestirlo quando guidi lauto al limite: il miglior modo di sfruttare a fondo le prestazioni di unauto a trazione anteriore cos potente.

cercavi di ottenere il massimo risparmio e, da questo punto di vista, credo che tu sia estremamente soddisfatto. Se ora cerchi maggiori prestazioni, lunico consiglio di valutare lacquisto di unaltra vettura. Se avessi cercato pi potenza agli alti regimi sarebbe stato relativamente pi semplice, montando un catalizzatore metallico 100 celle, filtro a pannello e cercando di ottimizzare lelettronica di gestione. Ma se cerchi pi potenza ai bassi regimi, veramente difficile trovare una soluzione che possa garantire un giusto rapporto prezzo/prestazioni.

potr beneficiare di tutta la componentistica da te elencata nella e-mail. Nessuno, per, ti vieta di trapiantare lultima versione del 3,2 Alfa sulla tua auto: ho provato una 147 GTA turbo e posso garantirti che una Brera con quelle prestazioni sarebbe veramente una supercar!

Alfa Romeo BRERA V6

Mazda MX-5 2000

ELABORAZIONE MOTORE
Alessandro (Torino)

ELABORAZIONE MOTORE
Giuseppe (Roma)

Il fatto che la tua auto, dopo la riprogrammazione della centralina elettronica, tenda ad avere problemi di motricit in seconda e in terza marcia, soprattutto in uscita di curva,

Fiat PUNTO NATURAL POWER 1.2

RIPRESA DESOLANTE
Matteo Marcantognini - Fano (PU)

Se hai comprato una Punto 1,2 Natural Power vuol dire che

Purtroppo il tuo progetto non potr essere attuato: il motore V6 della tua Brera non ha nulla in comune con il vecchio V6 Alfa: si tratta invece di un Holden GM rivisto a livello di testate, che non

Per ottenere un sostanzioso incremento delle prestazioni dalla tua MX5 2000, la soluzione migliore di montare il kit compressore volumetrico della Cosworth: oltre ad un incremento della potenza

ELABORARE 159

[147]

consigli sprint
Honda CIVIC TYPE R KIT NOS

ELABORAZIONE MOTORE
Stefano

COME FUNZIONA
Gianni Resti

Ford FIESTA TDCI 95 CV

Volkswagen GOLF TDI 110

superiore ai 40 CV, otterrai anche tanta coppia in pi ai bassi regimi, proprio quello che occorre di pi su unauto come la tua per divertirsi. La garanzia di affidabilit di questo kit data dal nome del produttore: unAzienda come la Cosworth difficilmente mette in commercio un kit che possa dare problemi o non sia stato sufficientemente testato nelle condizioni di impiego pi estreme.

Il motore della Honda Civic Type R FN2 molto simile a quello del precedente modello. Lultima versione stata dotata di un contralbero antivibrazioni e di un nuovo corpo farfallato, oltre ad altri particolari volti a migliorare le caratteristiche di erogazione.

Alfa Romeo GIULIETTA 1,6 JTDM

PI POTENZA
Matteo Marcantognini - Fano (PU)

Per ottenere ci che desideri dalla tua auto dovresti eliminare il FAP, sostituire il catalizzatore originale con un metallico 100 celle, montare un filtro aria sportivo e far riprogrammare la centralina elettronica. In questo modo otterresti un aumento della potenza valutabile in circa

30 CV con un netto miglioramento non solo ai bassi e ai medi regimi, ma anche agli alti e in termini di allungo. I motori diesel di ultima generazione, come noto, sono molto soffocati sulla linea di scarico per ridurre le emissioni di polveri sottili e ci, ovviamente, si fa sentire a livello di potenza erogata.

Lhardware Hondata, distribuito in Italia da Alientech, in grado di trasformare la centralina di serie in una vera e propria unit totalmente programmabile, con tanto di mappe distinte marcia per marcia e funzioni di controllo supplementari. Gi con ladozione di questo componente, correttamente messo a punto, potrai ottenere un sensibile incremento delle prestazioni. Lavorando sullimpianto di scarico, filtro aria, alberi a camme e alcuni dettagli strategici, senza aprire il motore, facile superare quota 230 CV mantenendo una buona affidabilit complessiva a patto di sostituire piattelli e molle valvola. Con i kit stroker e impianti di alimentazione 4 farfalle si possono oltrepassare anche i 300 CV, ma in questo caso la spesa sale in modo piuttosto consistente.

Il protossido dazoto un gas pi ricco di molecole di ossigeno rispetto allaria. Una volta aspirato dal motore permette di bruciare una maggiore quantit di benzina rispetto a quando il propulsore ingurgita soltanto aria. Per questa ragione lalimentazione del motore con protossido di azoto come comburente viene definita sovralimentazione chimica: la maggiore quantit di ossigeno viene data dal tipo di gas e non da un compressore che immette nel propulsore aria ad una pressione pi elevata di quella ambientale (sovralimentazione meccanica), aumentando la quantit effettiva di ossigeno comburente in camera di scoppio. I rischi che si corrono impiegando il protossido dazoto sono gli stessi di un motore sovralimentato mediante turbocompressore o compressore volumetrico: un eccesso di anticipo, una miscela

OLTRE IL SOFT TUNING


Andrea Girotti - Soliera (MO)

INTERCOOLER MAGGIORATO
Leonardo Salvemi

Oltre ai soliti interventi di soft tuning a livello di aspirazione, scarico, catalizzatore, FAP, l'intervento che si fa pi sentire su un motore turbodiesel di ultima generazione la modifica del turbocompressore originale o la sua sostituzione con uno caratterizzato da maggiori dimensioni. Nel primo caso otterresti un sensibile incremento dei valori di potenza e coppia senza mettere in crisi laffidabilit della trasmissione originale e senza dover modificare tubazioni e accessoristica del motore. Basterebbe un buon intervento

Lopportunit di montare un intercooler maggiorato pu essere seriamente presa in considerazione in abbinamento alla riprogrammazione della centralina elettronica, con conseguente incremento della pressione di sovralimentazione del turbocompressore, o nel caso venga adottato un turbocompressore di maggiori dimensioni. Su un motore completamente di serie i vantaggi garantiti da un intercooler maggiorato sono minimi, salvo i casi in cui questo componente sottodimensionato rispetto alle reali esigenze del motore, come nel caso della Mini Cooper S 1 serie, in cui lo scambiatore di calore, per dimensioni e posizionamento, era inefficiente anche con il motore standard!

Lancia Y MULTIJET

ASSETTO CON MOLLE EIBACH E FRENI


eseguito da un tecnico competente e una riprogrammazione ad hoc, non di quelle fatte dal distributore di benzina o allautolavaggio! Sostituendo il turbo, senza esagerare con le dimensioni per non dover far fronte a un notevole turbo lag, dovresti anche sostituire il complessivo frizione e montare un volano rinforzato, oltre a nuove tubazioni e a una flangia per il collettore di scarico. In questo caso, per, lavorando con cognizione, lincremento di potenza ancora maggiore senza mettere a repentaglio laffidabilit del motore e della trasmissione.
Paolo Savelli - Marsciano (PG)

troppo magra o una pressione di sovralimentazione pi alta in relazione al rapporto di compressione geometrico possono determinare linsorgere di deleteri fenomeni di detonazione, ovvero una combustione anomala e distruttiva di organi quali pistoni, bielle e bronzinaggio. Per questo ci si deve rivolgere ad un tecnico esperto che monti kit gi collaudati: gli esperimenti, in questo senso, sono molto costosi!

Alle molle Eibach Pro Kit potresti abbinare gli ammortizzatori Bilstein B8, caratterizzati da una minore escursione e specificamente realizzati per le molle gi montate. Il consiglio di rivedere ovviamente anche le geometrie delle ruote. Per quanto riguarda limpianto frenante, se i dischi sono ancora nuovi, sfruttali fino in fondo montando un set di pastiglie a mescola sportiva. Quando sar ora di cambiarli, potrai montarne altri maggiorati, anche conservando le pinze di serie opportunamente staffate. Il montaggio dei dischi al retrotreno sarebbe giusto soltanto dopo aver ottimizzato limpianto anteriore, altrimenti su unauto come la tua non avrebbe molto senso!

AVVISO AI LETTORI a migliorare la sicurezza e le prestazioni dellautomobile, ma I nostri consigli contribuiscono in maniera determinante
ricordiamo ai lettori che il Codice della Strada limita fortemente questi interventi. Pertanto alcune modifiche potranno essere effettuate esclusivamente su vetture destinate allutilizzo in pista o su spazi privati. Invitiamo inoltre i nostri lettori al rispetto scrupoloso delle norme contenute nel C.d.S. Ricordiamo infine che la redazione non risponde in forma privata ai quesiti dei lettori; risulta pertanto inutile allegare francobolli o buste gi affrancate.

[148]

ELABORARE 159

PAGINE SPECIALI

IL TOP PER LA PERSONALIZZAZIONE DELLA TUA AUTO


AFFIDATI ALLA NAZIONALE DEI TUNERS DI ELABORARE

SELEZIONATI PER VOI

SE VUOI ANCHE
Massima professionalit da un partner ufficiale di Elaborare Essere aggiornato sulle iniziative della rivista Accedere a campagne promozionali Acquistare Elaborare Partecipare a raduni locali e internazionali Acquistare il merchandising di Elaborare

VISITA LELABORARE CHECK POINT PI VICINO A TE... OPPURE MANDA LA TUA RICHIESTA DI PREVENTIVO NOVIT A: PREVENTIVI@ELABORARE.ORG
Ruote in lega Negozio specializzato Soft Tuning (montaggio) Servizio tessera Tuning Club Pneumatici Servizio carrozzeria Preparatore @ Banco prova potenza
Romeo Ferraris Elaborazioni DN Auto Tuning Passion
rif.: Cristiano Duse Via Padre Emilio Venturini, 108 30019 Chioggia (VE) Tel.: 041.491593 Fax: 041.491593 Dnauto@elaborare.org

PIEMONTE
Car Racing
rif.: Walter Guglielmetti Via Circonvallazione, 36/d 10090 S. Giorgio C.se (TO) Tel/Fax: 0124.325359 car.racing@elaborare.org

rif.: Mario Ferraris Via Lambro, 33 20090 Opera (MI) Tel: 02.57601636 Fax: 02.57605308 info@romeoferraris.it

@
SpecialCar
rif.: Rosario Aiello Via Giuseppe Mazzini, 32 21044 Cavaria con Premezzo (VA) Tel: 0331.1831923 cell: 392.9650914 Fax: 0331.1831928 specialcar2009@hotmail.it

@
Guglielmo Vittorio
rif.: Riccardo & Maurizio Viale Amendola, 48 a/b 45100 Rovigo Tel: 0425.360144 Fax: 0425.418500 guglielmo.vittorio@elaborare.org

Sestamarcia
rif.: Luca Via 1 Maggio, 41 10062 Luserna S. Giovanni (TO) Tel: 0121.901631 Fax: 0121.909184 - sestamarcia@elaborare.org

Toffetti Sport Equipment


rif.: Mario Toffetti Via S. Zeno,4 - 24047 Treviglio (BG) Tel/Fax: 0363.48967 toffetti@elaborare.org

EMILIA ROMAGNA
Carrauto Snc
rif.: Grillini Vittorio Via G. di Vittorio, 4-6 40057 Cadriano di Granarolo Emilia (BO) Tel: 051.766391 - Fax: 051.765599 info@carrauto.it - autoaccessori@carrauto.it

LOMBARDIA

I MIGLIORI DITALIA

Omnia Racing Shop


rif.: Luigi e Gianluca Via XXV Aprile, 52 B/D 25100 Brescia Tel/Fax: 030.3774088 omnia@elaborare.org

Tremauto
rif.: Milesi Moreno Via Cav. V. Veneto, 25 25010 Tremosine (BS) Tel/Fax: 0365.953255

Car Point
rif.: Enrico & Davide Via Emilia, 36 42043 Gattatico (RE) Tel/Fax: 0522.672457 carpoint@elaborare.org

VENETO
Aerocar Service
rif.: Biondani Massimo&C Via Roveggia, 148 37136 Verona Tel: 045.8230421 Aerocar@elaborare.org - www.aerocaronline.it

Mariani Tuning

LIGURIA
OmaRacing srl
rif.: Omar Lupi Via Lunigiana, 329 19020 La Spezia Tel/Fax: 0187.515854 omaracing@elaborare.org

rif.: Lorenzo Mariani Via Montalbano, 205 51030 Case Nuove di Masiano (PT) Tel: 0573.380103 Fax: 0573.382621 mariani.tuning@elaborare.org

MARCHE
Area 51
rif.: Luca Buresti Via Rosselli, 15 Santa Maria Nuova (AN) Tel./Fax: 0731.245005 area51@elaborare.org

@
Primula Design
rif.: Nicola Lucchetti Via Rosselli, 29 54033 Carrara (MS) Tel/Fax: 0585.71986 primula.design@elaborare.org

Pneus 2 Racing
rif.: Mauro Borra Via Bado Giannotto, 46 16043 Chiavari (GE) Tel/Fax: 0185.310593 pneus2.racing@elaborare.org

Autotecnica
rif.: Giancarlo & Franco Ferri Via Milano, 7561100 Pesaro Tel: 0721.26651 Fax: 0721.268509 autotecnica@elaborare.org

Sighieri Planet Tuning


rif.: Marco Sighieri Via A. Battelli, 17/A-B Pisa Tel: 050.564630 Fax: 050.8311670 sighieri@elaborare.org

Autotecnica
rif.: Alfredo Marconi Zona Industriale Sambucheto di Recanati (MC) Tel./Fax: 071.987073 autotecnica.m@elaborare.org

IL TOP PER LA TRASFORMAZION E DELLA TUA SUPERCAR

TOSCANA
Autoservice Power Future
rif.: Claudio Grasso Via Genova, 26/30 57014 Collesalvetti (LI) Tel: 0586.966506 Fax: 0586.963935 autoservice.power@elaborare.org

TRC
rif.: Valentina e Alessandro Via Cattaneo, 5 50013 Campi Bisenzio (FI) Tel: 055.8979360 Fax: 055.8948064 trc@elaborare.org

Bartoli Tuning Style


rif.: Marco Bartoli Via degli Altiforni, 27 57037 Portoferraio - Isola d'Elba (LI) Tel/Fax: 0565.915783 Bartoli@elaborare.org

LAZIO
Dido Racing
rif.: Nando e Gianni Via Angelo Emo, 25/a 00136 Roma Tel/Fax: 06.39722689 didoracing@elaborare.org

UMBRIA
Evolution Tuning Store
rif.: Valentino Gilocchi Via Livenza, snc Sferracavallo - Orvieto (TR) Tel/Fax: 0763.341678

Cerofolini Racing
rif.: Gianluca Cerofolini Via Case Nuove di Ceciliano, 98/100 52100 Arezzo Tel/Fax: 0575.320100 cerofolini.racing@elaborare.org

FSA Motorsport
rif.: Stefano & Daniele Via Pontina Vecchia, 31 a/b 00040 Pomezia (RM) Tel/Fax: 06.91968104 - Tel. 06.91969611 fullservice@elaborare.org

G.&C. Motorsport
rif.: Gianni Meniconi Via Gramsci, 30 52025 Montevarchi (FI) Tel/Fax: 055.980043 g&c.motorsport@elaborare.org

evolution.tuningstore@elaborare.org

K&G Racing Shop


rif.: Gianluca Benedetti Via Comotti, 19 02100 Rieti Tel/Fax: 0746.253162 kgracing@elaborare.org

Domauto
rif.: Antonia Rosi Via Settevalli, 205 06128 Perugia Tel: 075.5051241 Fax: 075.5009365 domauto@elaborare.org

Ruote in lega Negozio specializzato Soft Tuning (montaggio) Servizio tessera Tuning Club Pneumatici Servizio carrozzeria Preparatore @ Banco prova potenza

@
Giglio Tuning
rif.: Ivan e Valentina Via Ariosto, 16 59100 Prato Tel/Fax: 0574.631604 giglio.tuning@elaborare.org

Zucchet Racing
rif.: Piero Zucchet Via Salaria, 1254 00138 Roma Tel: 06.8888087 zucchetracing@hotmail.it

@
Domauto
rif.: Ennio Pierini Via Panzarola, 14 06154 Ponte S. Giovanni (PG) Tel/Fax: 075.398230 domauto2@elaborare.org

Lucarotti Team
rif.: Danilo Tomei Viale Carlo del Prete, 21 55100 Lucca Tel: 0583.55229 Fax: 0583.582356 lucarotti@elaborare.org

Powertech
rif.: Claudio Zona Ind. S. M. Degli Angeli, 11 06088 Assisi (PG) Tel/Fax: 075.8040829 powertech@elaborare.org

ABRUZZO
Di Fulvio Racing
rif.: Luciano e Stefano Di Fulvio Via Cavour, 75 66020 Sambuceto di S.Giovanni (CH) Tel/Fax: 085.4461721 difulvio.racing@elaborare.org

CAMPANIA
AG Racing
rif.: Gianni Guida Via Canonico de Luca, 254/256 84040 Celle di Bulgheria (SA) Tel: 0974.987542 - Fax: 0974.987656 ag.racing@elaborare.org

BASILICATA
Car Line
rif.: Domenico Genovese Contrada da Caira, 1 85100 Potenza Tel: 0971.55878 Fax: 0971.479005 carline@elaborare.org

Autofficina Laudicina Giovanni


rif.: Giovanni Viale Regione Siciliana Nord-Ovest, 3024 - 90145 Palermo Tel/Fax: 091.6760637 laudicina@elaborare.org

Car Racing
rif.: Alfredo Papa Via nazionale, 242 Galati Marina (ME) Tel/Fax: 090.639482 Car.racingme@elaborare.org

DMP Motors
rif.: Pasquale Di Mare Via Trinit, 309 84030 Sala Consilina (SA) Tel/Fax: 0975.45254 dmp.motors@elaborare.org

Officina Meccanica di Cuozzo Pietro


rif.: Pietro e Antonio Zona P.I.P. c/da Pietrasso 85040 Castelluccio Inf. (PZ) Tel e Fax: 0973.662270

Cosentino Car Tuning


rif.: Giuseppe & Lauretta Via del Bosco, 349 A/B Catania Tel: 095.412632 Tel/Fax: 095.8361255 cosentino@elaborare.org

@
Supercar
rif.: Raffaele Pulignano Zona Industriale, Viale Brodolini 84091 Battipaglia (SA) Tel/Fax: 0828.304483 supercar.ecp@elaborare.org

CALABRIA
Cerenzia Gaetano Autoricambi
rif.: Francesco Cerenzia Via L. da Vinci, 91 Rende (CS) Tel/Fax: 0984.830077 cerenzia@elaborare.org

Tuning Mania
rif.: Giovanni Padovano Via S. Domenico, 98 84016 Pagani (SA) Tel. 081.914277/Fax: 081.5159890 tuningmania@elaborare.org

MB Tuning
rif.: Marco Calogero Via Malaspina, 51 90141 Palermo Tel/Fax: 091/7828004 mbtuning@elaborare.org

Sanasi Sport
rif.: Antonio Sanasi Zona Industriale Corigliano Calabro 87065 Corigliano (CS) Tel/Fax: 0983.851380 sanasi.sport@elaborare.org

Ruote in lega Negozio specializzato Soft Tuning (montaggio) Servizio tessera Tuning Club Pneumatici Servizio carrozzeria Preparatore @ Banco prova potenza

PUGLIA
Guerrieri Elaborazioni
rif.: Vincenzo Guerrieri Via D. Cotugno,8 70124 Bari Tel: 080.5618419 Fax: 080.5616794 guerrieri.elaborazioni@elaborare.org

SARDEGNA
GT Garage Autoservice Sanfilippo
rif.: Vittorio Salis Predda Niedda Nord str 7 07100 Sassari Tel/Fax: 079.262276 Gtgarage@elaborare.org

SICILIA
rif.: Nicola Sanfilippo Via F. di Giorgi, 1/B 90145 Palermo Tel/Fax: 091.406440 sanfilippo@elaborare.org

@
Rifino Racing
rif.: Vito & Michele Strada Statale 378 Km 56,500 70022 Altamura (BA) Tel: 080.3147452 rifino.racing@elaborare.org

Autoservice Sanfilippo
rif.: Antonello Sanfilippo Via G. Galilei, 108 90145 Palermo Tel/Fax: 091.6257737 sanfilippo@elaborare.org

@
Autofficina Torelli
rif.: Salvatore Torelli Via Giuseppe Di Vittorio, 7 74016 Massafra (TA) Tel: 0998802783 salvatore.torelli@officinatorelli.it

ENTRA ANCHE TU NEL TEAM DI ELABORARE CHECK POINT www.elaborare.org/ecp


La migliore opportunit per ottenere massima visibilit nel mercato del TUNING e ottenere la pi quotata certificazione di professionalit di settore.
Invia un fax con i dati identificativi della tua azienda allo 06.45231599 o un e-mail a ecp@elaborare.org

CENTRO AUTORIZZATO ELABORARE

Professionalit e qualit al servizio degli appassionati

PAGINE SPECIALI

last minute
ARRIVANO LE DIVA'S GIRLS

Cari pneumatici
LA QUOTA DI VENDITA DEL PNEUMATICO INVERNALE CRESCE ESPONENZIALMENTE di anno in anno. Il sell out
della stagione invernale appena chiusa (2010-2011) si attesta a 6-6,5 milioni di pezzi in straordinaria crescita rispetto alla stagione passata (2009-2010), che aveva chiuso con un venduto di circa 4,5 milioni di pezzi. In due anni, dunque, le vendite si sono pi che raddoppiate. In tutta Europa il mercato del pneumatico invernale in forte crescita, ma i margini di sviluppo sono ancora ampi perch i 6 milioni di pezzi venduti in Italia corrispondono solo a un milione e mezzo di vetture gommate con pneumatici invernali. In Italia le auto sono circa 36 milioni e si stima che circa il 15% sia gi equipaggiato con il doppio treno, uno estivo e uno invernale.

NEOPATENTATI: NIENTE AUTO POTENTI

E' tutto pronto per la nuova stagione del programma TV Tuning and
Fanatics, l'unica trasmissione italiana dedicata al mondo della personalizzazione dei veicoli. I migliori raduni, fiere e grandi

Sono finalmente entrate in vigore le nuove regole per i neopatentati previste dal nuovo Codice della Strada. Novit
principale: chi ha conseguito la patente di guida a partire dal 9 febbraio (quindi la legge non si applica per chi ha gi preso la patente prima di questa data), per un anno non potr mettersi al volante di auto troppo potenti. Secondo larticolo 117 del Codice, il neopatentato non potr guidare autoveicoli che superano il rapporto potenza/tara di 55 kW/tonnellata. La tara la massa del veicolo vuoto pi quella del conducente (che per definizione si assume in 75 kg). Inoltre, nel caso di veicoli di "categoria M1" (destinati al trasporto di persone, con al massimo 8 posti a sedere), il neopatentato potr guidare veicoli con potenza massima pari a 70 kW. Ma il difficile rebus sar la tara, che non quasi mai segnalata sui libretti di circolazione degli autoveicoli e raramente le Case produttrici pubblicano questo dato nelle schede tecniche su internet. La multa parte da 148 fino a 594 Euro, con sospensione della patente da 2 ad 8 mesi.

eventi saranno la collaudata e sempre avvincente essenza della trasmissione, come sempre on the road in giro per l'Italia. Il nuovo cast delle pin-up ufficiali, le fascinose Diva's girls ( tra le quali la bella Sharon che ha da poco festeggiato gli anni), promettono a tutti i fan del tuning conturbanti e sensuali pose nonch interviste sui veicoli elaborati.
www.tuningandfanatics.tv

www.pneumaticisottocontrollo.it

SUSHI TUNING!

Tutti a scuola... di guida !


ATTUALMENTE LA MATERIA DEI CORSI DI GUIDA SICURA NON DISCIPLINATA da
norme specifiche. Siegfried Stohr, titolare della prestigiosa scuola di guida veloce e sicura GuidarePilotare, come previsto dal protocollo dintesa siglato in data 22 settembre 2009, rilancia la sua importante proposta che intende porre le basi per lavvio di uno studio e di una sperimentazione al fine di rappresentare un supporto conoscitivo per le valutazioni connesse con lintroduzione di una regolamentazione del settore. Esso fissa criteri e standard minimi comuni, affinch la fase di sperimentazione della validit dei corsi di guida sicura avanzata possa avvenire in conformit al protocollo dintesa, con verifica di efficienza ed efficacia delle azioni formative poste in essere. Il protocollo inoltre stabilisce le Regole dei corsi di Guida sicura avanzata per il Ministero, articolati con strutture, rapporto allievi istruttori (1 a 4) e parimenti per auto, programmi teorici, esercizi principali con frenata, evitamento ostacolo, sottosterzo, sovrasterzo, esempi di curve a vario raggio. Su questa base inizier una fase di sperimentazione, che dovr portare a una validazione statistica dellefficacia del protocollo stesso.
www.guidarepilotare.com

Le riprese del film documentario sul tuning prodotto dalla FanVision e Diego Vida
continuano in Giappone. Infatti durante levento internazionale di tuning, il noto Tokyo Auto Salon edizione 2011, la FanVision ha catturato i momenti migliori della manifestazione con le interviste ai pi famosi e facoltosi colossi del mondo del Tuning e del Drifting, che hanno lavorato con la Universal Pictures nella serie cinematografica di Fast and Furious, quali il Team Orange, campioni mondiali di Drifting e coreografi delle guide presenti nel film The Fast and the Furious Tokyo Drift, e la Veilside, la concessionaria che ha costruito tutte e quattro le auto di Fast and the Furious. Diego Vida, il produttore della FanVision e regista che segue il progetto, ha inviato al TAS 2011 le sue ultime due scoperte nellambito moda. Si tratta di due stupende e sexy ragazze del Sol Levante in qualit di FanVision Tuning Girls allinterno dellevento per scovare le auto pi belle e i VIP pi importanti. Anche il noto fotografo giapponese Sean Chan si unito a FanVision il primo giorno della manifestazione. Natsuko Kojima, modella giapponese, dopo essersi affermata negli Stati Uniti con una breve parentesi in Australia, ritorna in Giappone dove lavora come modella e insegnante dinglese, mentre nel tempo libero pratica il tuning. A guardarla ricorda la Streetracer Suki di 2 Fast 2 Furious con la Honda S2000, invece Natsuko guida la sua Mazda RX-8 che sfreccia senza bisogno di NOS! Cos lei stata la FanVision Tuning Girl nell'incontro con il Team Orange e i suoi piloti: il DK (Drift King) Nobishige Kumakubo, campione mondiale D1 e leader della squadra, il giovanissimo Naoto Suenaga e la esordiente DQ (Drift Queen) Sumika Kubokawa, Campionessa mondiale D1 femminile. Nella foto Maya vicina alla Lamborghini Gallardo della "HRD Harada engineering", importante brand giapponese nella grande distribuzione automotive.
www.fanvision.webs.com

GI LE TARIFFE!

L'ANEIS (l'Associazione Nazionale Esperti di Infortunistica Stradale) ha chiesto al Ministero dello


Sviluppo Economico di convocare urgentemente un tavolo di confronto e concertazione tra le Associazioni e le Organizzazioni competenti, per dibattere sulla proposta ISVAP di rendere obbligatorio il risarcimento diretto e nel contempo di ridurre i premi assicurativi. Luigi Cipriano, Presidente dell'ANEIS, ritiene prioritario

di Domenico Sofia

diminuire i margini per eventuali truffe alle Compagnie, adeguare i risarcimenti all'effettiva gravit del danno e abbassare le tariffe RC Auto, mettendo sempre al primo posto gli interessi dei danneggiati che sono prevalenti su quelli economici delle Compagnie di assicurazione.

NO SEXY CAR WASH!


Venezia scesa sul piede di guerra contro il progetto di un "sexy car wash" (quelli con le ragazze in t-shirt attillate e micro pantaloncini) che in primavera sbarcher a Mirano, paesino della provincia.

Sar che il tema donna-oggetto di scottante attualit, ma la Cgil di

[154]

ELABORARE 159

PAGINE SPECIALI

mercatino
LE AUTO

VENDO
AUDI A3 anno 99, motore 1,9
TDI, colore nero, vettura d'importazione tedesca, kit completo Rieger, kit allargamento, cerchi da 17 a canale rovesciato, gomme 245/32, tetto apribile, clima, vertical doors, tutta omologata. Emanuele Tel.347/2546252 audi801@yahoo.it CITRON C2 VTS 1.600 125 CV, 68.000 Km, nera, con assetto, giugno 2005. 4.500. Nevio. Tel. 0742/357844-328/4109774 FIAT GRANDE PUNTO Abarth, anno 2009, Km 51.000, colore bianco Abarth con interni neri, clima bizona, antifurto originale, cerchi Speedline linea accessori Abarth, molle H&R, centralina Marrocco Motorsport, dischi Tarox anteriori e posteriori, pastiglie nuove e tubi aeronautici, 12.000. Edoardo Tel.392/7988516 FIAT PUNTO GT, anno 94, colore blu metallizzato, motore nuovo, 230 CV. Marco Tel.347/1253199 HONDA INTEGRA Type R 1.8, anno 99, possibile anche eventuale permuta.

Massimiliano Tel.338/8420282 LANCIA THEMA Turbo 16 LX, anno 93, allestimento Ferrari, III serie, 205 CV, completamente originale, colore nero metallizzato, interni in pelle Frau neri, Climatronic, carrozzeria riverniciata completamente, Km 143.000 originali, meccanica perfetta, distribuzione completa nuova, gommata nuova, freni anteriori Brembo nuovi, tubi freno nuovi, antifurto Med originale, auto di sicuro interesse storico, targa originale Roma, velocissima, 7.000 non trattabili. Michele Tel.392/7195497 MAZDA MX5 1.8, sempre in box, Km 22.000 certificabili, valore auto con elaborazione 33.000, mai incidentata, tenuta in modo maniacale, pubblicata su Elaborare 11/2010 con ottima recensione, mai in pista tranne per quanto riguarda il suddetto test. Roberto Tel.347/8915337 Email: roberto.rad@alice.it PEUGEOT 106 Rally 1.6 8V, anno 98, solo scocca, auto targata, 300. Carlo Tel.333/8570499 RENAULT CLIO 3.0 V6 con volumetrico, potenza 510 CV,

ottima per gare in salita e accelerazione, ricambi vari, 35.000. Franco Tel.393/9235062 RENAULT CLIO 2.0 16V, anno 2001, riverniciata bianca e nera, Km 91.600, 5.000 trattabili. Norberto Tel.349/2981245 RENAULT SUPER 5 GT Turbo, anno 87, colore nero, carrozzeria perfetta, motore elaborato, pistoni Wossner, camme Gr. A, intercooler maggiorato Domo Race, Turbina Saito, scarico Gr. A, ammortizzatori Orap, molle Sparco, pneumatici Pirelli PZero, numerosi accessori, 3.000. Luigi Tel.320/9797729 SEAT LEON I modello, anno 2005, Top Sport 1.9 TDI, 130 CV, Km 60.300, colore originale grigio piombo metallizzato, riverniciata grigio cangiante, cerchi in lega da 18 omologati, Kit Tuning Full RS modificato artigianalmente. Matteo Tel.349/0218487

PER BMW 2.0 TD 135 CV: kit


modifica frizione e volano monomassa, spingidisco, cuscinetto Valeo per motori rimappati. Vincenzo Tel.338/5986802 PER HONDA INTEGRA: sedili Recaro, cerchi Work da 17, motore, centralina, alberi a camme, terminale e altro. Gianluca Tel.333/8288922 PER LANCIA DELTA INTEGRALE: piastra carbonio per il cambio Martini 6 mai montata, coprimotore in carbonio derivato da una Integrale GR A. Il tutto a 180. Gianluca Tel.340/1996374 PER PEUGEOT 106 1.6 16V: motore Km 81.000, cambio, scarico, centralina, tubazioni acqua e olio, ammortizzatori e molle, terminale CSC, cerchi, barra duomi, dischi CTF. Carlo. Tel.333/8570499 PER VW GOLF serie IV: portiere, sedili Recaro, portellone, fari posteriori, paraurti posteriore, calandra, specchietti, autoradio originale. Francesco Tel.346/7255346 PER VW GOLF 1.8 GTi serie II, 8V: albero a camme Kent Cams, puleggia regolabile in ergal mai usata, filtro aria a pannello K&N, barre duomi anteriori e posteriori, molle assetto, debimetro, motorino, specchietti retrovisori elettrici, strumentazione digitale e analogica 250. Tel.338/3353364 RICAMBI seminuovi per Alfa Romeo 147 1.9 JTD anno 2004 + cerchi con gomme Pirelli PZero da 17. Fabio Tel.347/1060943 RICAMBI usati poco per Lancia Delta Integrale Evo I serie, introvabili e a prezzi interessanti. Roberto Tel.055/603856 RICAMBI per Renault Super 5 GT Turbo a 150; testate complete a 250; radiatori acqua e olio 120 la coppia. Sergio. Tel.333/2127046 SCARICHI per Corvette: terminali C6 a quattro uscite, nuovissimi. Tel.347/2728051 TESTATE complete per Fiat Uno Turbo e Super 5 GT Turbo a 250. Sergio. Tel.333/2127046

GLI ACCESSORI

VENDO
ASSETTO regolabile a molla piccola per Renault Clio Williams Gr. N. a 750. Claudio Tel.333/2127046 CERCHI in lega (4) da 19 per Ford Focus RS, anno 2009, in perfette condizioni, colore bianco. Roberto Tel.055/603856 FILTRO CDA in carbonio a 190, usato pochissimo. Vincenzo Tel.338/2677925 GOMME (4) da 18 per BMW, marca Goodyear Runflat, usate poco, misura 225/45 R18 anteriori e 255/40 R18 posteriori a 900 non trattabili. Giuseppe Tel.340/2294166 MOLLE Eibach per Citron Saxo VTS, assetto -7 cm, ideale per tuning estetico, 50 non trattabili . Jonathan. Tel.347/2233104 PER ALFA ROMEO GT Junior: carburatori Weber, tromboncini, piastra, parafanghetti, cupolino portastrumenti, fanalini posteriori, maniglie, interni per portiere. Gennaro Tel.339/8069563

LA PUBBLICAZIONE DELLE INSERZIONI GRATUITA. PER INSERIRE I VOSTRI ANNUNCI SUL PROSSIMO NUMERO DI ELABORARE SPEDIRE IN BUSTA CHIUSA A:

IL MERCATINO DI ELABORARE
Via della Bufalotta, 378 - 00139 ROMA oppure faxare al n. 06/45231599 mercatino@elaborare.org

COMPRO

VENDO

03/11

NOME E COGNOME INDIRIZZO CAP TEL. E-MAIL CITTA PROVINCIA

[156]

ELABORARE 159

ELABORARE 158

[157]

club
Club Prov. Localit Telefono E-mail info@147vrc.com white_angel206@hotmail.com chrysler300c@me.com info@300zxclubitalia.it info@tusciaclub.it mary83_9@libero.it info@a112abarthclub.org segreteria@abarthclub-italia.it info@adriatic-company.it presidente@apuliatuningclub.it info@teambari.com stechio@astraclubitalia.it astroman16v@yahoo.it info@astrotuningclub.it franco.scuri@audittclub.it donato156@gmail.com lupipasquale@tiscalinet.it info@barchetta.it info@bianchinaclub.com info@bmwmania.it info@bmwpassion.com info@bravo198.it info@bugatticlubitalia.it direttivo@calibraclub.it info@camet.org info@cdmtuningclub.it autocultura@lamanovellaroma.it info@citroen-c-club.com info@citroenc3plurielclub.it info@clio16vclub.it info@cliosportclub.it vicepresidente@cliowilliamsclub.net Internet www.147vrc.com www.206clubitalia.com http://300c.forumitalian.com www.300zxclubitalia.it www.500tusciaclub.it 2ftuningclub.forumfree.net www.a112abarthclub.org www.abarthclub-italia.it www.adriatic-company.it www.apuliatuningclub.it www.astraclubitalia.it www.astraftuningclub.too.it www.astrotuningclub.it www.audittclub.it www.autostereo.it www.barchetta.it www.bianchina.org www.blackracer.it www.bmwmania.it www.bmwpassion.com www.bravotuningclub.it www.bravo198.it www.bugatticlubitalia.it www.calibraclub.it www.camet.org www.cdmtuningclub.it www.lamanovellaroma.it www.citroen-c-club.com www.citroenc3plurielclub.it www.clio16vclub.it www.cliosportclub.it www.cliowilliamsclub.net cliowilliamsfunsclub.forumfree.it www.club4x42monti.com www.clubalfa.it www.clubarduetto.it www.alfasport.net www.clubc2italia.it www.clubcartuningmessina.com www.clubcento.it www.cuorialfisti.com www.clubdelcoupefiat.com www.clubfiat500brambilla.it www.rav4.it www.palmerspeedracing.com www.clubminitalia.com www.3000gt.it www.x19.it www.clubnuovafiat500.it www.yellowspeedster.com www.clubcrs.it www.z3mendi.it www.corsaclub.it www.corvetteitalia.it www.cosworthclubrs.com www.crazyvanclub.it www.deltavirusclub.it www.diabloteam.it www.driftclub.it www.autoracingmania.it 4S Morgan drivers GE 147 Virtual Roma Club RM 206 Club Italia RM 300C Italian Forum 300 Zx Italian Club RM 500 Tuscia Club Viterbo VT 2F Tuning Club AL A 112 Abarth Club PD Abarth Club Italia MI Adriatic Company FC Apulia Tuning Club BR A.S.D. Team Bari BA Astra H Club MI AstraF Tuning Club Astro Tuning Club AP Audi TT Club Italia MI Autobots Team PO Autostereo Club PG Barchetta Club Italia VR Bianchina Club TS Black Racer Tuning Club PD BMW Mania VI BMW Passion Club NA Bravo Tuning Club Bravo198 Community MI Bugatti Club Italia MI Calibra Club Italia CAMET FI CDM Tuning Club TE Circolo Romano La Manovella RM Citroen C Club RM Citroen C3 Pluriel Club Italia VR Clio 16V Club Clio Sport Club CR Clio Williams Club Italia VR Clio Williams Funs Club PD Club 2 Monti AN Club Alfa Italia Club Alfa Romeo Duetto BI Club Alfa Sport Club C2 Italia SP Club Car Tuning Messina ME Club Cento Italia Club Cuori Alfisti CT Club Del Coupe Fiat Club Fiat 500 RG Club Italiano RAV4 RM Club Lotus Italia RM Club Mini Italia Club Mitsubishi 3000 Gt TO Club Nazionale X1/9 EN Club Nuova Fiat 500 MI Club Opel Speedster Italia VI Club Racing Sicilia CT Club Z3mendi Corsa Club Italia Corvette Italia NA Cosworth Club Rs BG Crazy Van Club MI Delta Virus Club RM Diablo Team Racing and Tuning BA Dinamica One Potenza PZ Drift Club SA Driver's & Golf GT Racing Club MN S.Margherita Ligure 0185/286231 Roma 329/9312220 Roma Roma Viterbo Basaluzzo Padova Arese Cesena Brindisi Bari Seregno/nuova sede imm. Ortezzano Robecco Prato Spoleto Sona Trieste Padova Vicenza Napoli Monza Paderno Dugnano Milano Firenze Giulianova Roma Roma Verona

0761/303076 340/2283035 049/617871 340/8855856 380/5479320 327/1563314 327/4941508 328/7869313 349/7170471 349/4993752 340/5331509 045/6095614 040/946334 340/6820652 393/3321685 038/6567885 328/1989633 02/86998000 055/7251311 085/8004872 06/3213446 045/528533

Cremona 333/4302045 Arcole 340/2470056 S. Giorgio delle Pertiche 349/1520270 Agugliano 071/2187076 392/8952151 Verrone 333/2223765 339/6862697 La Spezia Messina 345/9445975 Catania Modica Roma Roma Ivrea Catenanuova Arese Bolzano V.no Belpasso 348/7391922 347/6750757 333/5759760 06/30310779 06/8555949

328/1166929 340/8000968 340/8855856 335/5643199 334/8752840 329/8118553 340/7604739 Napoli 081/5635517 Bergamo 349/4240364 Milano 338/8513676 Roma 333/3463176 Cassano delle Murge 345/1303379 Pignola Salerno 393/9711222 Mantova 347/5734495

info@clubalfa.it info@clubarduetto.it info@alfasport.net info@clubc2italia.it clubcartuningmessina@hotmail.it france.dj@clubcentoitalia.it info@cuorialfisti.com presidente@clubdelcoupefiat.com info@clubfiat500brambilla.it info@rav4.it palmerspeed@gmail.com info@clubminitalia.com info@3000gt.it info@x19.it salvatore.lio@clubnuovafiat500.it gilberto@yellowspeedster.com clubracingsicilia@libero.it info@z3mendi.it info@corsaclub.it info@corvetteitalia.it presidentecsw@cosworthclubrs.com segreteria@crazyvanclub.it massimo.q@tin.it info@diabloteam.it visonecerqua@tiscali.it info@driftclub.it info@autoracingmania.it

[158]

ELABORARE 159

Club

Prov. Localit

Telefono

E-mail duecilindriclub@gmail.com massimiliano.ferri4@virgilio.it jonathan-84@live.it fatuzzo@gmail.com info@fastandtuning.tk info@fastangels.it info@passionerossaroma.it fiat500etnaclub@yahoo.it info@fiat500fansclub.com info@fiatcoupepassion.it info@fiestaclubitalia.it info@focusclubrs.com forlituningracing@libero.it infofreedomtc@libero.it gna@garagetorino.com info@girltuningpower.com info@www.grandepuntoclub.com

Internet www.duecilindri.it www.duettoclub.it www.etnatuningclub.it www.fastandtuning.tk www.fastangels.it www.passionerossaroma.it www.fiat500etnaclub.it www.fiat500fansclub.com www.fiatcoupepassion.it www.fiestaclubitalia.it www.focusclubrs.com www.forlituningracing.forumcommunity.net www.fordfiestatuningclub.it www.freedomtuningclub.it www.garagetorino.com www.girltuningpower.com www.grandepuntoclub.com www.hondaracingtuningclub.com www.highlanderclub.it www.hondacivicclub.it www.hondaclub.it www.hondagranturismo.it www.hotfuel.it www.hyundaiclub.it www.tiburondriversteam.com www.ibizatuningclub.com http://illusiontuningclub.forumcommunity.net www.infinitycarclub.it www.kaclub.it www.ceedclubitalia.it www.kaotikcustom.it www.deltahpe.it www.lanciayclubitalia.it www.leon-club.it www.lmtc.it www.m1clubitalia.it www.maggiolino.it www.beetle.it www.magiksound.it www.tuningracers.it matiz.too.it www.mazda3club.it www.messinacarclub.com www.mgzrclubitalia.com www.mjet.it www.lancerevoclub.com www.tuningclubmostwanted.it www.motormaniaci.com www.mr2.it www.mstuning.net www.mx5passion.it www.nicetc.tk www.nrgtuningclub.it www.naxosmotorclub.com www.nissanitalianclub.it www.nissansilviaclub.it www.nofeartuningclub.it www.nolimitscarclub.it www.nolimitstuningclub.com www.nsuclubitalia.cjb.net www.onlyfocus.com
ELABORARE 159

Duecilindri Fiat 500 Club NU Duetto Club Italia RM E.P. Tuning Club CS Etna Tuning Club CT Fashion Tuning Club FC Fast and Tuning Club LO Fast Angels Ventimiglia Tuning Club IM Ferrari Club Passione Rossa RM Fiat 500 Etna Club CT Fiat 500 fans club RM Fiat Coup Passion MI Fiesta Club Italia RI Focus Club RS VE Forl Tuning Racing FO Ford Fiesta Tuning Club Italia Freedom Tuning Club NA GarageTorino Racing Club TO Girl Tuning Power Grande Punto Club H.R.Tuning Club PE Highlander Club RM Honda Civic Club PC Honda Club Italia MI Honda Granturismo Italia Hot Fuel Club SV Hyundai Club Italia CZ Hyundai Coup Official Club Ibiza Tuning Club Illusion Tuning Club SA Infinity Car Club RM Ka Club BG Kia cee'd Club Italia LC Kaotik Custom Tuning Club BS Lancia Delta HPE Club Italia Lancia Y Club Italia NO Leon Club Italia PD Limited Tuning Club CN M1 Club Italia RM Maggiolino Kafer Club MI Maggiolinus Roma Club RM Magik Tuning Club BI Matera Tuning Club MT Matiz Italian Club Mazda3 Club Italia RM Messina Car Club ME Mg Zr Club Italia MI Mjetclub Mitsubishi Lancer Evo Club Italia RM Most Wanted Club Roma RM Most Wanted Tuning Club NA Motormaniaci.com MB MR2 Club Italia MI MSTuning MS MX-5 Passion Italia N.I.C.E. Tuning Club GE N.R.G. Tuning Club Naxos Motor Club ME Nissan Italian Club RM Nissan Silvia Club Italia RM No Fear Tuning Club RM No Liimits Car Club RM No Limits Tuning Club ME NSU Club Italia LC Only Focus Tuning Club

Nuoro 340/5532114 Roma 06/53270512 Rocca Imperiale 333/ 9035658 Catania 340/6461446 Savignano sul Rubicone 392/9181228 San Rocco al porto 338/3561261 Ventimiglia 329/0925082 Roma 06/43566665 Linera 347/8574979 Roma 393/5598409 Pozzuolo Martesana 328/9668653 Rieti 328/2882327 San Don di Piave 347/4122230 Forl 329/7624368 Brusciano Torino

Montesilvano Roma Piacenza Milano Carcare San Sostene

338/8506834 335/5496381 328/6261626 348/4507065 info@highlanderclub.it info@hondacivicclub.it info@hondaclub.it info@hondagranturismo.it info@hotfuel.it hyundai@hyundai-club.eu info@tiburondriversteam.com info@ibizatuningclub.com illusiontuningclub@live.it info@infinitycarclub.it info@kaclub.it info@ceedclubitalia.it info@kaotikcustom.it info@deltahpe.com forum@lanciayclubitalia.it info@leon-club.it ssarino@myclub.com info@m1clubitalia.it info@maggiolino.it info@beetle.it info@magiksound.it matiz@adriatic-company.it webmaster@mazda3club.it maverick270@tiscali.it presidenza@mgzrclubitalia.com r.greco@mjetclub.it skynight@lancerevoclub.com dario@tuningclubmostwanted.it

Pontecagnano Faiano Villanova Di Guidonia Madone Lecco Pian Camuno Trecate Padova Vicoforte Roma Lissone Roma Candelo Matera Roma Messina Milano Roma Roma Cercola Meda Milano Massa Genova Giardini Naxos Roma Roma Nettuno Roma Villafranca Tirrena Calolziocorte

328/3745347 0774/529571 329/3980862 0364/591835 340/7451606 348/4822044 335/5317609 338/5868774 039/4658014 06/7026886 015/2539349 380/5479320 339/3590326 340/9687936 327/6684852 347/5545208 329/0820727 320/8720634 340/8242620 02/6457736 328/5447486

info@mstuning.net nicetc@yahoo.it romoregna@libero.it naxosmotorclub@hotmail.it info@nissanitalianclub.it info@nissansilviaclub.it tuningclaudio54@gmail.com semino83@hotmail.com dario_dar@yahoo.com

347/6572137

338/9818959 349/5275828 0341/643808 348/4724634

[159]

club
Club Pajero World Club Italia Passione Peugeot Polo VW PowerTuningCS PRS Vicenza Punto Racing Club QBR Tuning Club RdO Registro Autobianchi Registro Italiano Porsche 914 Rieti Tuning Club Rimini Underground Salento Tuning club Sciroccomania Scuderia Corvette Italia Scuderia Tuning Scuderia Barchetta Seat Leon Italian Club Serani Motorsport Car Club Skid Tuning Club SM Team.it Smart Clubari Southriders Club Special 106 Speed Car Racing Team Sportevolutioncs Tuning Club Stile Alfa Romeo Stilo Tuning Club Street Boys Tuning Team Street Angels UTC Style Tuning Club Subaru Club.it Team Bari Club The Fast & C.Tuning Club The Italian Job The Pearl Tuning Club Thunders Tuning Club Rimini Tigra Club Italia Tigra Fans Toyota Club Italia Toyota Team Ticino Toyota Yaris Club Toys Garage Club Tribal Tuning Club Tuning Vultur Club Twingo2.it V8 American Car Club Velocity Racing Via Emilia Tuning Club Vicenza Xtreme Team Volkswagen Team Italia VW Corrado Club Italia VW Golf Club Italia VW Golf Mania VW Polo Club VW Scirocco Mania Wolf Tuning Club X Power Tuning Club X1/9 Club Italia Xtreme Power Tuning Club Yaris Club Italia Zena Tuning Club Prov. Localit MI CO CS VI MI RC RM TO TV RI RN LE VI PI RM TO RM PZ CO BA CZ BO CH TS GO VE BZ PD BL BA VR MI CS RN FR PA SVI Milano Cant Napoli Cosenza Vicenza Milano Reggio Calabria Roma Orbassano Cornuda Rieti Rimini Taviano Vicenza Pistoia Maccarese Torino Roma Rivello Como Bari Catanzaro Rioveggio Atessa Trieste Gorizia Oriago di Mira Bressanone Padova Belluno Bari Bovolone Rho Diamante Rimini Cassino Palermo Giubiasco (Ticino) Telefono 0584/945200 347/6548349 328/8028700 328/9557978 320/8124176 011/9015204 0423/839512 339/6240342 333/6677097 348/3074727 335/5602629 E-mail rickler@rteam.it info@passionepeugeot.it kynyo@polovw.it power@powertuningcs.net prsvicenza@email.it info@puntoracingclub.it queibraviragazzituningclub@hotmail.it info@rdoroma.com registro@autobianchi,.org presidente@rietituningclub.it info@riminiunderground.it Internet www.pajeroworld.it www.passionepeugeot.it www.polovw.it www.powertuningcs.net www.prsvicenza.it www.puntoracingclub.it www.rdoroma.com www.autobianchi.org www.vwporsche914.it www.rietituningclub.it www.riminiunderground.it www.salentotuningclub.com www.sciroccomania.it www.corvetteitalia.it www.scuderiatuning.it www.scuderiabarchetta.it www.leon-club.com www.seranimotorsport.com http://skidtuningclub.altervista.org www.smteam.it www.smartclubari.it www.southriders.com www.special106.it www.speedcaracingteam.net www.sportevolutioncs.it http://alfaromeogtv.blogspot.com www.stiloclub.it www.streetboys.it www.street-angels.it www.styletuning.it www.subaruclub.info http://nuke.teambari.com/ www.thefastandc.com www.theitalianjob.eu www.thepearl.it www.thunderstuningclub.it www.tigraclub.it www.tigrafans.it www.toyotaclubitalia.it www.toyotateamticino.ch www.yarisclubitalia.com www.toys-garage.it www.tribaltuning.it www.tuningvulturclub.it www.twingo2.it www.v8americancarclub.com www.velocityracing.it www.viaemiliatuningclub.it www.vxt.it www.volkswagenteamitalia.com www.vwcorradoclub.it www.vwgolfclub.it www.vwgolfmania.it www.vwpoloclub.com www.sciroccomania.it www.wolftuningclub.it www.xpower-tc.it www.x1-9.it www.xtremepower.it www.yarisclubitalia.com www.ztc.it

info@corvetteitalia.it scuderiabarchetta@gmail.com info@leon-club.com info@seranimotorsport.it moon.78@tiscali.it info@smteam.it info@smartclubari.it info@southriders.com promo@rallyesportclub.it mattomatteo80@gmail.it stilealfaromeo@gmail.com info@stiloclub.it info@streetboys.it info@street-angels.it info@styletuning.it subaruclub@libero.it tuningmicra@hotmail.it. presidente@thefastandc.com t3x@theitalianjob.eu thepearl@hotmail.it info@thunderstuningclub.it info@tigraclubitalia.it

320/0848556 06/23235611 348/1188110 349/8862767 080/5041664 339/2388032 339/8258038 348/0359923 348/1459192 377/1990910 328/1989633 340/3949531 348/8227517 380/3102025 338/3509244 393/3212529 339/1052206 392/4081146 340/5726122

328/6527204 4191/8573370 info@toyotateamticino.ch webmaster@yarisclubitalia.com info@toys-garage.it luca@tribaltuning.it infotiscali@tuningvulturclub.it twingo2@me.com info@v8americancarclub.com velocityracing@live.it viaemiliatuning@gmail.com info@vxt.it info@vwcorradoclub.it akerold@fastwebnet.it webmaster.golfmania@alice.it presidente@vwpoloclub.com sciroccomania@alice.it info@wolftuningclub.it xpowertuningclub@libero.it x1-9@x1-9.it webmaster@yarisclubitalia.com info@ztc.it

PD PZ AL MI MO VI GO MO VI RM VI FE RM TE MI GE

Legnaro Atella

349/1123719 392/1495450

Casale Monferrato 0142/563943 Novate Milanese 348/3721001 Ravarino 338/6508422 Montecchio Maggiore 329/0104252 Cormns 048/1630499 Modena 340/8548727 0372/427637 Vicenza Ciampino 328/9295319 Vicenza Copparo 347/3131737 Civitavecchia Corropoli Arcore Genova 393/3962128 349/1256486

Se volete inserire il vostro Club o modificare i dati presenti in questo elenco inviate la vostra richiesta a: club@elaborare.org [160]
ELABORARE 159

fanalino di coda

ELA
elaborare people elaborare people elaborare people

prossimamente su elaborare
Subaru STi

Anno XVI - n.159 - Marzo 2011


Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma Tel. +39 06 45.23.15.02 r.a. - Fax +39 06 45.23.15.98 www.elaborare.com - redazione@elaborare.org

Direttore Responsabile Giovanni Mancini


3 Photo 3 Art

Editor Roberto Brodolini, Igor Gentili e impaginazione Andrea Macchioni di direzione Paolo Turco

people

Director Marco Macchioni, Stefania Esuperanzi

3 Grafica

3 Consulente 3 Tecnica

Piero Plini, Pierluigi Mancini

3 Prodotto auto Bruno Perino, Giovanni Mancini, Marina Terpolilli 3 Fotografia Alessio Cipriani, Jacopo Di Barbora, Simone Colombo, Marco Valerio Condorelli, Cesare De Giglio, Andrea Fazzari, Simone Galbiati, Paolo Mazza, Stefano Raccamari, Claudio Signori, Roberto Viva, Fotospeedy di Gianluca e Niki Sciarra, Salvatore Urso, Raffaele Ventura 3 Hi-Fi 3 Club

& Video Marco Galloni, Luca Tommolini Domenico Sofia (club@elaborare.org) Roberta Mancini

3 Proofreading 3 Hanno

collaborato Marcello Attolino, Morgan Beresford, Gordon Casteller, Manuela Ceccarelli, Marco Valerio Condorelli, Daniele Conti, Raffaele Cristiano, Gordon De Adamich, Francesco Ippolito, J.D. Manasseri, Pierluigi Mancini (XX)), Gianluca Marotta, Vadim Odinzov, Guglielmo Rovere, Silvano Sbardella, Claudio Sisto, Domenico Sofia, Fabrizio Vegna, Giorgio Zehnder

Fabio Franco di Collegno (To) e la sua bibbia preferita...

3 Dallestero

Jim Maxwell, John Dillinger, Richard McDowell, Simon Cooke, Dino Dalle Carbonare

3 Internet

Davide Pasqualini gioca con Elaborare!

Nissan 350Z

Forum Amministratori Marco Badano (BiEDoS), Daniele Rongione (Osmosis) Moderatori Andrea Acquaroni (puma156), Stefano Algeri (Akerold), Maurizio Pezzutti (Moideck), Marco Riva (Riwa), Luciano Marchi (Lucky), Armando Dabbene (sanguemisto), Simone Vezzoli (Vex), Alessandro Meroni (Mugen NSX GT), Andrea Miniati (Andrea 16V), Luigi De Mori (JAMES), Ramon Stefanelli (Maverick), Stefano Tarenzi (TURBINOGrN), Tiziano Massazzi (Cowboy), Marco Bruni (diac), Tomaso Gerevini (Tommyford), Lara Vaghi (Shannara), Luca Astorino (Asto Delta)
3 CONCESSIONARIA

PER LA PUBBLICIT Eurosport Editoriale srl Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma Tel. +39 06 45.23.15.00 r.a. - Fax +39 06 45.23.15.99 adv@eurosposteditoriale.com Produzione Roberta Avino, Claudio Broussard, Ettore Broussard, Bruno Perino, Luigi Sodano Advertising Manager Rossella Nicoletti Marketing & Comunicazione Simone Zaccaria (zaccaria@eurosporteditoriale.com)
3 Elaborare

Angelo Madonia prova al banco un bicilindrico 700 cc ideato, progettato e costruito dallo stesso. Realizzato su monoblocco Fiat 500 d'epoca, dotato di doppio albero a camme in testa, 8 valvole, raffreddamento a liquido e carter secco.

Check Point Simone Neri (ecp@elaborare.org)


3 Amministrazione

Francesco Ambrosini, Paola Nicoletti (amministrazione@eurosporteditoriale.com) Tel. +39 06 45.23.15.01 - Fax +39 06 45.23.15.99 Mondadori Printing - Pomezia (Roma) Eurosport Editoriale Srl C.D.M. Centro Diffusione Media Viale Don Pasquino Borghi, 172 - 00144 Roma Tel. 06/5291419 - Fax 06/5291425 - www.cdmitalia.it 3 Gestione rete di vendita e logistica Press-Di Via Cassanese, 224 - 20090 Segrate (MI)
3 Editore 3 Diffusione 3 Stampa

Honda S2000

... e i raduni
3 Angels Racing Team & Avis: Convegno Tuning SI PU... Come, Dove, Quando Comune di Roveredo in Piano (PD) 3 Mgane Club Italia: Autodromo di Monza Monza (MB)

Testata registrata al Tribunale Civile di Roma n. 237/96 del 16/05/1996 Gli articoli e le fotografie ricevuti anche se non pubblicati non verranno restituiti. LEditore garantisce la riservatezza dei dati forniti, per i quali possibile esercitare i diritti di cui allArt. 13 L.675/96, chiedendo la rettifica e/o la cancellazione direttamente al responsabile Giovanni Mancini (mancini@elaborare.org)

Marco Bordone posa con il trofeo appena conquistato!

Centro prove Elaborare


3 Responsabile

Ing. Giovanni Mancini Claudio Galiena

3 Coordinamento 3 Tester

Gordon Casteller, Claudio Galiena, Pierluigi Mancini, Piero Plini, Paolo Turco

3 Rilevamenti

strumentali Claudio Galiena, Lorenzo Baroni, Marcello Attolino

3 Equipaggiamenti Datron Correvit (prestazioni), bilance Tassinari (pesi), Vamag (banco prova potenza), SHS (test molle)

Ugo Venturi posa accanto alla sua GTI (WV Golf).

[162]

ELABORARE 159