Sei sulla pagina 1di 3
Regione Calabria Il Presidente Ministero per i Beni e le Attività Culturali della Repubblica italiana

Regione

Calabria

Il Presidente

Regione Calabria Il Presidente Ministero per i Beni e le Attività Culturali della Repubblica italiana Città
Regione Calabria Il Presidente Ministero per i Beni e le Attività Culturali della Repubblica italiana Città

Ministero per i Beni e le Attività Culturali della Repubblica italiana

i Beni e le Attività Culturali della Repubblica italiana Città di Locri Premio “n.d. ELVIRA DE

Città

di

Locri

PremioCulturali della Repubblica italiana Città di Locri “n.d. ELVIRA DE CIA PALERMO dei PRINCIPI di SANTA

“n.d. ELVIRA DE CIA PALERMO dei PRINCIPI di SANTA MARGHERITA

V I R T U S

A C

F I D E S

REGOLAMENTO/BANDO 2011 / 2012 - IIIª Edizione

“per la vita, le tradizioni e le culture storiche e militari del Meridione d’Italia, ed eccezionalmente del Lazio, comprese tutte le terre e le isole mediterranee (anche la Dalmazia) in ogni tempo e sotto ogni Governo o dominazione, legati alla Storia italiana ed alle nostre quattro Repubbliche Marinare.”

PREMESSA

Il Premio, annuale e perenne nel tempo, basato sul volontariato, è stato voluto dal nipote ing. Alberto De Cia fin dal 2009 (Edizione 2009 - Comune di Locri, Edizione 2010 - Comune di Grotteria). Inizialmente aperto alla sola Calabria, viene esteso per l’anno 2011 e successivi a tutta l’Italia Meridionale ed ai territori e per i temi indicati nell’intestazione. Il Premio è stato istituito e basato sulla persona di Elvira De Cia Palermo dei Principi di Santa Margherita , per ricordare nel tempo l’intera famiglia Palermo di Santa Margherita originaria di Messina i cui numerosi appartenenti vengono indicati nel libro d’oro della nobiltà italiana. Fin dall’inizio, nel 1066, annovera Ammiragli che combatterono per i Normanni contro l’Emiro Arabo Amitir. Successivamente, in ben cinque pagine del libro, risulta un nutrito elenco di Grandi di Spagna, Ammiragli, Legali e Notai della Corona, Magistrati, Ufficiali, Professori ed Ecclesiastici, tutti di particolare rilievo. Dal 1500 alcuni rami si trasferirono in Calabria ed altri a Palermo, di questi ultimi, molte famiglie risiedono, ancora con lo stesso titolo nobiliare, in Canadà, negli Stati Uniti d’America, in Argentina ed in Brasile. Le persone da ricordare nel Premio sono:

- Giambattista (1786-1861), nonno di Elvira, Capitano Napoleonico della Cavalleria Napoletana, con Murat in Russia (1812), a Tolentino, prima battaglia per l’Unità d’Italia, a Waterloo (1818). Fu firmatario nel 1860 della richiesta calabrese ai Savoia per l’Unità d’Italia.

- Nicola (1826-1876), padre di Elvira, incarcerato dai Borboni per quasi un decennio nei carceri duri, condannato inizialmente a morte e poi esiliato con i maggiori esponenti meridionali (Settembrini, Nicotera, Spaventa). Rientrato in Italia, fu con Garibaldi nella spedizione dei Mille in Calabria, come Maggiore Com.te dei Cacciatori d’Aspromonte. Condivise quanto disse il generale Cialdini il 14/2/1861, subito dopo la resa dei difensori di Gaeta : “Soldati, combattemmo contro Italiani: fu necessario, ma doloroso. Non ci siano insultanti tripudi del vincitore. Alla messa funebre, che sarà celebrata oggi sotto le mura di Gaeta, pregheremo per i prodi che perirono combattendo nelle nostre linee e sui baluardi nemici. La morte copre di un mesto velo le discordie umane. Tutti i caduti per i generosi, meritano onore”.

- la n.d. Elvira De Cia Palermo dei Principi di Santa Margherita (1863-1902), sposata nel 1880 a Locri con Giovanni De Cia, Ispettore Capo del Demanio italiano per l’intera zona calabrese.

- Amedeo (1883-1971), figlio di Giovanni e padre dell’Ing. Alberto, Gen. Div., Ufficiale decorato con 8 medaglie al valore (Guerra di Libia, 1912 Grande Guerra, 1915-1918 IIª Guerra Mondiale, 1940-43), generale com.te Div. Alpina Pusteria e Legnano, Ispettore delle truppe Alpini RSI con il Maresciallo Graziani. E’ sepolto a Bassano del Grappa, nel cui Museo Alpini al Ponte, sono esposte le sue medaglie.

Già dal 2008, ogni anno è stato realizzato il “Premio Gen. Div. Amedeo De Cia” nel Nord – Italia, di carattere militare, aperto anche alla pacificazione alle truppe regolari fra Esercito Italiano di Liberazione e Rep. Sociale Italiana.

 

Partecipazione libera per tutti i presentatori fra:

ASSEGNATARI

-studiosi o scrittori, laureati (3 o 5 anni) con tesi inerenti ai temi del Premio, case editrici, enti militari o di studi storici, giornalisti, articolisti, esperti in dossier riepilogativi (non singoli); produttori diretti o case produttrici di documentazioni in film, in DVD ( tipo universale), documentari, fotografici o mixaggi, relativi a precisi periodi storici o artistici. Le presentazioni, limitate agli argomenti ed ai territori ben precisati e formulati nel presente bando, verranno esaminate da 2 Giurie per:

ED ARGOMENTI

a)

LA VITA, LE TRADIZIONI E LA STORIA DI OGNI TEMPO (anche dell’Arte, dell’Archeologia,

DEL PREMIO

dell’Architettura, della Tradizione locale, documentazione geografica)

b)

LA VITA, LE TRADIZIONI E LA STORIA MILITARE(sia italiana che straniera) di ogni tempo e sotto

ogni dominazione o governo, di : singoli o reparti di eserciti regolari di terra, di mare, di cielo, per fatti

degni di importanza. Possono pervenire segnalazioni ufficiali: per sacrifici, atti particolari, compiuti in operazioni oltremare, da militari delle zone precisate nel presente bando (ivi compreso eccezionalmente il Lazio), purché recenti. Quanto presentato che esuli dai temi e dai riferimenti suddetti verrà eliminato, dichiarato “fuori concorso” e non restituito.

 

Per concorrere al premio annuale è necessario inviare:

-

triplice copia dell’opera sia in forma cartacea, che in volumi, nonché in supporto magnetico, in

DVD, in Film, o quant’altro.

- riassunto di ogni opera presentata in modo sintetico, ma chiarificatore.

- indicazione dell’indirizzo: postale, telefonico (meglio se fisso), e-mail, ed eventuale curriculum.

-documentazione precisa inerente la laurea con ogni precisazione utile (per i laureati che presentano tesi).

-

accettazione delle decisioni insindacabili della Giuria.

 

Inoltre:

PARTECIPAZIONE

-

ogni opera presentata deve essere stata prodotta o ristampata in edizione ampliata non oltre i 6

anni precedenti, (cioè 2005/2006/2007/2008/2009/2010) il Premio 2011-2012.

- possono partecipare opere già vincitrici di altri premi.

- quanto presentato non sarà restituito e non avrà né onere né compenso.

- ognuno ed ogni casa editrice o produttrice o ente specialistico potrà concorrere con il numero di

singole opere che desidera, sempre in triplice copia.

-

fra i concorrenti possono esserci: professori, professionisti, giornalisti professionisti, compresi

eventuali giurati (che in tal caso dovranno astenersi dall’esprimersi e dare il proprio voto).

le produzioni giornalistiche (secondo le norme) devono rispettare le modalità di taglio, formato e stile giornalistico, sempre in triplice copia.

-

- non possono concorrere opere già presentate allo stesso concorso.

- quanto non presentato,secondo bando, sarà sollecitato per invio completo immediato.

INVIO E PRESENTAZIONE OPERE

Quanto inviato, in opere ed allegati, dovrà pervenire entro il 29 febbraio 2012, a mano o a mezzo postale (farà fede il timbro postale) ed avrà cenno di ricevuta, alla Segreteria del Premio.

PREMIAZIONE

La cerimonia di premiazione avverrà, salvo diversa comunicazione, nel Teatro del Palazzo della Cultura del Comune di Locri, sabato 31 marzo 2012. I nomi dei vincitori ( debitamente avvertiti per tempo) saranno pubblicati sul sito della Casa Editrice Franco Pancallo Editore (www.francopancalloeditore.it ) sede della Segreteria del Premio

 

2011/2012.

PREMIO

Sarà di 2500 euro, anche frazionabile, a giudizio delle Giurie. Può essere aumentato in funzione del numero di opere presentate e valide per il bando e sarà costituito in diplomi di Merito (con danaro) fissati dalle Giurie e diplomi d’Onore su segnalazione del Donatore o del Presidente del Premio.

PRESIDENTE

Avv. Francesco Palermo, dei Principi di Santa Margherita ramo di Vibo Valentia

PATROCINANTI

GIURIE

SEGRETERIA

DONATORE

Ministero della Difesa - Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Regione Calabria - Comune di Locri

SEZIONE

VITA,TRADIZIONI E STORIA DI OGNI TEMPO

Presidente

prof.ssa Alda Minici

Già docente Lettere classiche nei Licei

Componente

dott. Aldo Dattilo

Assessore alla Cultura del Comune di Locri

Componente

prof. Vincenzo Naymo

Prof. Università degli Studi di Messina

Componente

prof.ssa Carmelita Mittoro

Già docente di Lettere classiche nei Licei

Componente

prof. Rocco Tassone

Pres. Libera Università “Ponti con la società”

Componente

prof. Ugo Mollica

Prof. Istituto Comprensivo di Gerace

Componente

prof.ssa Marisa Reale

Già docente Lettere moderne negli Istituti Superiori

Segretario

dott.ssa Isabella Marra

 

SEZIONE

 

VITA, TRADIZIONI E STORIA MILITARE

Presidente

Ing.Giuseppe F. Macrì

Studioso di Storia militare e navale, scrittore,libero professionista

Componente

Gen. Pasquale

In rappresentanza del Comando regionale militare Sicilia e del Comando militare Calabria

Martinello

Componente

Col

Salvatore

Medico, Studioso di Storia militare del XIX°secolo.

Moschella

Componente

Ten.Col. Giampiero

In rappresentanza del Comando di divisione Acqui, studioso di Storia militare

Romano

Componente

dr.

Mario Saccà

Presidente della società Calabria in armi

Componente

Ing. Roberto Avati

Studioso di Storia Patria dell‟ „800, scrittore, giornalista

Segretario

Ing. Francesco Mirarchi

 

Segreteria

Premio

“n.d. ELVIRA DE CIA PALERMO dei PRINCIPI di SANTA MARGHERITA

c/o FPE Franco Pancallo Editore

via Mercurio n. 1

89044 Locri (RC)

Referent i: Avv.

Franco

Pancallo

tel. 0964 29168

Dott.essa

Isabella

Marra

cell. 339 4369269

(dalle ore 9,00 alle ore 12,00 di tutti i giorni feriali escluso il sabato)

Tel.

Ing. Alberto De Cia

via Leonardo da Vinci n° 84

:

0182 642572

e mail:

17021 Alassio (SV.)

(unica e-mail ad entrambe le Banche, all’attenzione dell’Ing. De Cia)

Per chi fosse interessato ad ulteriori approfondimenti, l‟archivio di tutte le annate (bandi, elenchi partecipanti, elenchi vincitori) del Premio “Elvira De Cia Palermo” e di tutti i premi De Cia sarà reperibile:

sul sito:

tel.

:

0432

668986

Presidente gruppo penna nera :

e mail:

sig. Ezio Zanor

cell.:

340 4978584