Sei sulla pagina 1di 3

La Route dello Spirito stata unesperienza indimenticabile.

. Nella mia vita mi sempre capitato di incontrare in ambito religioso persone cupe e severe e il mio giudizio nei confronti della chiesa non mai stato positivo. Qui mi hanno aperto gli occhi. Ho visto per la prima volta laltra particolarmente

faccia della chiesa. Ho conosciuto persone piene di vita, capaci di esprimere se stesse nellamore per Dio, sono rimasta sbalordita nellammirare la vera gioia della preghiera, la spontaneit era la Danza del Signore. Ho ascoltato la testimonianza di Padre Bruneaux che mi ha toccato nel profondo, le sue parole cos sincere, umili, a cuore aperto, mi hanno insegnato molto. Ho capito soprattutto che la preghiera va vissuta nellesperienza concreta, che non stando seduti aspettando chiss cosa che si risolvono i propri dubbi. Dopotutto fermi; se invece ci apriamo, ci lasciamo attraversare se rimaniamo chiusi in noi stessi, come il Mar Morto, moriremo, resteremo dalle correnti, dagli imprevisti della vita, come il mare di Tiberiade, allora vivremo e cresceremo. Per la prima volta ho potuto vivere la preghiera con piacere. Questa Route mi ha dato la possibilit di confrontarmi, di vivere nuove esperienze, mi ha

offerto nuovi stimoli e soprattutto mi ha consentito di mettere ordine alla mia confusione generale. Se al primo anno di reparto dissi non creder mai adesso, da scolta dellultimo anno di clan, posso dire Io Credo in Dio, ed questa la direzione verso cui voglio camminare e se magari era unidea vaga e confusa, annidata in profondit, la Route dello Spirito me lha tirata fuori, mi ha aiutato a trovare questa certezza che mi arricchisce ogni giorno di pi. Con questo non voglio dire che partecipando a questa Route avrete tutti una sorta di illuminazione, ma semplicemente che lesperienza veramente intensa e utile, e sicuramente vi dar nuovi stimoli e modo di riflettere sulla vostra situazione di fede(o non-fede). Non potrei infine non citare i capi: un misto di ero partita con qualche pregiudizio per via della presunta noia disponibilit, simpatia, voglia di fare, impegno, pronti allascolto e stimolanti. Se preghiera beh, posso davvero dirvi: ne vale la pena, cogliete loccasione di questo viaggio che la vita e mettetevi in gioco fino in fondo. della

Flavia Belladonna, Roma 26

Un aggettivo per questa Route? Direi... Ricca! Di attivit, idee, stimoli, strada, condivisione, amicizia, sole, luoghi, persone, testimonianze, voglia di mettersi in gioco, voglia di cantare, di divertirsi, di scoprire, di confrontarsi, di imparare... Ingredienti per partecipare? Ci vogliono un quintale di

mezzo di domande, un pizzico di curiosit, due etti di pazienza, stile e voglia

dubbi,

di mettersi in gioco qb (quanto basta ...ma non basta mai!). Quello che NON serve: conoscenze particolari di carattere teologico, sentirsi arrivati da qualche parte, discussioni sulla fede senza addormentarsi. preoccupazioni, orologi, capacit di sostenere interminabili e noiose

Adesso basta solo infornare a Poggio Mirteto per quattro giorni a 38 gradi all'ombra di giorno e -80 gradi di notte e... La Route dello Spirito fatta! E dopo L'esperienza attraverso l'esperienza essersela le di Dio gustata che si si mostra anche portano lungo a casa la strada, i davvero che tante si parla non a esperienze... solo casa

di

persone,

diventare

ma

davvero

compagni

attraverso

mangiando

luoghi;

lo

stesso

porta

pane,

di

sentirsi fratelli di ogni altra guida o scout, di cantare per affrontare le sopra lo stesso prato e sotto lo stesso cielo, e molto altro ancora...!

salite, di aiutarsi se ci si stanca, di abbeverarsi alla stessa fonte, di dormire Marta Pauri - Colibr Tenace, Ancona 7

Route

Queste sono state le mie parole prima di partecipare a questa condivisione. Parlo di condivisione perch si descrive meglio cos: la parola stessa ne d il significato, ma mi piace sottolineare le cose. Ho condiviso la strada, che, anche se dura, mi ha insegnato tutte le canzoni di Jovanotti, ho condiviso i mie

dello

spirito?

Ma

si,

ci

vado,

tanto

non

posso

cambiare

idea.

dubbi, che in buona parte sono stati cancellati, ho condiviso i miei sorrisi, che magicamente si solo moltiplicati, ho condiviso una tenda che mi ha permesso di conoscere due compagne di strada eccezionali, ho condiviso lo stesso

fazzolettone, che ha fatto di noi una comunit, ho condiviso le testimonianze ricevute, perch non potevo aspettarmi di meglio. Ho condiviso anima, cuore e che mi ha aperto gli occhi e mi ha fatto notare le mille meraviglie. stessi pensieri, paure o dubbi tutto pi facile. Se non scarponcini, tornado a casa come se niente potesse abbattermi. E' un percorso faticosa ma quando si in compagnia di persone che condividono i tuoi avessi altro imparare la rifarei.

La strada da

Sara Palomby, Napoli 8

Confesso che allinizio ero un po restia a partecipare, ma, per fortuna, i miei capi hanno visto pi lontano di me e mi hanno proposto questesperienza. Penso che le mie aspettative non erano molto diverse da quelle degli altri ragazzi: giorni di preghiera ininterrotta, che magari io ero lunica ad avere cos tanti ricordo di aver pensato che sicuramente sarebbero stati quattro

dubbi, invece mi sbagliavo. Quando sono arrivata e ho capito pi o meno quale

era lo spirito con cui tutti avevamo deciso di partecipare mi si aperto un mondo. I giochi, i canti, le discussioni, le esperienze degli altri ragazzi e dei capi, senza dimenticare la grande disponibilit di Don Paolo sono cose che ancora mi porto nel cuore e che mi hanno aiutato a capire che anche pregare pu essere un gioco in cui tutti si possono cimentare. Lesperienza

nella

Comunit delle Beatitudini stata indescrivibile: vedere come tante persone con tante caratteristiche diverse legate solo dallamore per Dio siano in grado di vivere in pace ed armonia mi ha lasciata quasi sbalordita. stato proprio in questo luogo che ho capito che pregare non significa solo andare in chiesa, sedersi e parlare con Lui, ma che anche un ballo, una canzone, un sorriso pu diventare un omaggio rivolto al Signore. Non a caso SantAgostino diceva che chi canta prega due volte!!! Come avrete capito questesperienza non si pu non aspettatevi che in quattro giorni troverete tutte le risposte alle vostre descrivere, per capire quello che ci ha lasciato si pu solo vivere. Sicuramente domande, forse tornerete a casa con pi domande di quando siete partiti come me, ma vi assicuro che, alla fine della route, sarete voi a mettervi in viaggio per trovare quello di cui avete bisogno. Sara Vecchio, Roccasecca 1

Tornata dalla RdS, i miei occhi parlavano della gioia che questa esperienza mi aveva dato. E anche oggi, a quasi un anno di distanza, ripensando a quel meraviglioso tratto di Strada, un enorme sorriso mi ricorda di un viaggio di

ricerca, in cui ho trovato una comunit nuova ma affiatata, una staff di testimoni entusiasta e disponile... ed una preghiera vera, sincera, appassionata... Dio cera! Era negli eremi in cui ci siamo riposati, nei boschi attraversati, nelle notte... era in tutti noi che lo cercavamo, e anche in chi non se laspettava! parole di padre Bruneaux, nel cielo sotto il quale abbiamo trascorso lultima Federica De Leo, Ciampino 2