Sei sulla pagina 1di 56

CORSO DI CHIMICA

PREPARAZIONE per le selezioni di personale operativo destinato alla societ Enel Green Power SpA
Docente: Stefano Nocci

Atomo:

PROGRAMMA

Definizione, struttura, numero atomico e di massa (isotopi) ,ioni, massa atomica, regola dell'ottetto, legami intramolecolari (covalente, ionico, dativo, metallico) Tavola periodica: Orbitali, elettronegativit, numeri di ossidazione, gruppi e periodi, classi di elementi Molecole: Peso molecolare, sostanze pure, miscugli, composti, reazioni, legami intermolecolari, stati di aggregazione, classi di composti, passaggi di stato, leggi dei gas

Nomenclatura:

PROGRAMMA

Ossidi, anidridi, acidi, basi, idracidi, sali, idruri, Riconoscimento Reazioni: Bilanciamento, acido-base, redox, resa delle reazioni Mole Soluzioni: Concentrazioni (molarit, g/l, %), pH

LA CHIMICA
Cos la materia? tutto, tutto ci che non vuoto materia. La chimica generalmente si occupa delle trasformazioni di sostanze pure (molecole) in altre sostanze.

STRUTTURA DELL'ATOMO

Al centro dellatomo c il nucleo (circa 104 volte pi piccolo del diametro dellatomo). Il nucleo formato da due tipi di particelle (nucleoni): i protoni (carica positiva) ed i neutroni (nessuna carica). Attorno al nucleo ruotano, a grandissima distanza e velocit (circa 1/100 della velocit della luce), gli elettroni: piccole particelle aventi carica negativa e massa circa 103 pi piccola dei nucleoni. Latomo elettricamente neutro.

Numero atomico e numero di massa


Numero atomico Z = n di protoni in un atomo In un atomo neutro n protoni = n elettroni Se Z > e allora si ha un catione, se Z < e allora si ha un anione (specie ioniche)
A Z

Il numero di massa A la somma del numero di protoni (Z) e il numero di neutroni. Si parla di isotopi quando si hanno due o pi nuclidi che presentano stesso Z, ma diverso A

IONI

Massa atomica
un atomo 12C =12 uma -24 1 uma = 1.66 x 10 g

Massa protone: 1.00757 uma (circa 1) Massa neutrone: 1.00893 uma (circa 1) Massa elettrone: 0.000548 uma (circa zero)

ATOMO

ORBITALI

Regola dell'ottetto
Gli atomi tendono a conseguire una configurazione elettronica esterna a ottetto (tipica dei gas nobili) acquistando o cedendo elettroni realmente (ionizzazione) o formalmente (elettroni di valenza o di legame).

Legame ionico

Struttura di un solido ionico

Legame Covalente

H-H

Legame Covalente

Cl - Cl

Legame Covalente triplo

Molecole covalenti

Legame covalente polarizzato

Legame covalente polarizzato

Legame dativo

Legame metallico

ELETTRONEGATIVITA'

Numero di ossidazione
In chimica, lo stato di ossidazione (o numero di ossidazione) di un elemento chimico in un composto definito come il numero di elettroni ceduti o acquisiti realmente o virtualmente durante la formazione di un composto.

MOLECOLE

Il peso molecolare dato dalla somma dei pesi atomici

Composti
Un composto chimico una sostanza formata da due o pi elementi, con un rapporto fisso tra di loro che ne determina la composizione (composto stechiometrico)

Miscugli
In chimica si intende per miscela o miscuglio l'insieme di pi sostanze chimiche (composti chimici ed elementi chimici) che insieme conservano comunque inalterate le loro singole caratteristiche (come il colore, il sapore, l'odore) e lo stato fisico. Omogenei: i componenti non sono distinguibili all'osservazione diretta e si presenta in un'unica fase. Deve essere separato mediante passaggi di stato. Eterogenei: costituito da due o pi fasi e i suoi componenti sono facilmente distinguibili. Pu essere separato anche con sistemi meccanici.

Reazioni
Una reazione chimica una trasformazione della materia che avviene senza variazioni misurabili di massa, in cui uno o pi reagenti iniziali modificano la loro struttura e composizione originaria per generare i prodotti coinvolgendo gli elettroni esterni attraverso la formazione o la rottura dei cosiddetti legami chimici. 2H2 + O2 -------> 2H2O 2Na + Cl2 --------> 2NaCl

Reazioni
Le equazioni chimiche descrivono le reazioni chimiche e indicano: a) I reagenti, ovvero le sostanze che reagiscono. b) I prodotti, ovvero le sostanze che si formano. c) I rapporti ponderali delle sostanze che partecipano alla reazione per mezzo dei coefficienti stechiometrici. Data una certa quantit di un reagente, si chiama quantit stechiometrica la quantit dellaltro (o degli altri) reagenti richiesta appunto dalla stechiometria della reazione. Le equazioni chimiche in modo succinto ci indicano che cosa si trasforma in cosa, e quanto prodotto posso ottenere a partire da una certa quantit di reagente/i. Reagenti e prodotti vengono scritti a sinistra e a destra rispettivamente di una freccia o di una doppia freccia, a secondo del tipo di reazione. CH4 + 2 O2 -----> CO2 + 2 H2O N2 + 3 H 2 ----- > 2 NH3

Determinazione del numero di ossidazione


1) Il numero di ossidazione degli elementi nel loro stato elementare 0. 2) Lidrogeno, nei suoi composti ha N.O. + 1 ( tranne che negli idruri dei metalli con elettronegativit minore di 2,1). 3) Lossigeno nei suoi composti ha N.O. -2 (tranne che nei perossidi ove il N.O. -1; i perossidi sono caratterizzati dal legame - O - O -). 4) Il numero di ossidazione degli ioni monoatomici pari al numero della loro carica con lo stesso segno. 5) Le molecole neutre hanno la somma algebrica dei N.O. degli elementi costituenti pari a 0; per gli ioni la somma invece pari al numero delle cariche con lo stesso segno. 6) Nei composti covalenti, il N.O. degli elementi si calcola assegnando i doppietti elettronici di legame allatomo pi elettronegativo; le cariche che ne risultano sui diversi elementi rappresentano anche il N.O.

Polarit delle molecole

Solvatazione

Legami dipolari

Forze di van der Waals

Stati di aggregazione

Teoria cinetica molecolare


La materia formata da atomi, molecole o ioni, che sono in costante movimento. Lenergia associata al movimento delle particelle (energia cinetica) fa si che siano vinte le forze di attrazione fra le particelle.

Passaggi di stato

Curva di riscaldamento

Calore sensibile Q = m Cs t

Calore latente Q=m

Leggi dei gas

Volumi uguali di diversi gas occupano lo stesso volume in condizioni di temperatura e pressione uguali Costante universale dei gas: R = 0,08205784 L atm K1 mol1

NOMENCLATURA
METALLI + O2 Ossidi + H2O Acidi H aX bO c SALI Idrossidi (basi) M+n(OH)n MX bOc Anidridi NON METALLI

NOMENCLATURA

Metallo + Ossigeno Ossido Non Metallo + Ossigeno Anidride Ossido + Acqua Idrossido Anidride + Acqua Acido Idrossido + Acido Sale+Acqua

Ossidi e anidridi
Metallo + Ossigeno Ossido 2Fe0 + O2 ------> FeO Ossido ferroso 4Fe0 + 3O2 ------> 2Fe2O3 Ossido ferrico Non Metallo + Ossigeno Anidride

S0 +

O2 ------> SO2

Anidride solforosa

2S0 +

3O2 ------> 2SO3

Anidride solforica

Ossido + Acqua Idrossido FeO +


H2O -----> Fe(OH)2

Ossido ferroso + acqua -----> idrossido ferroso

Fe2O3 +

3H2O -----> 2Fe(OH)3

Ossido ferrico + acqua -----> idrossido ferrico

Anidride + Acqua Acido


SO2 + H2 O -----> H2 SO3 Anidride solforosa + acqua -----> acido solforoso SO3 + H2 O -----> H2 SO4 Anidride solforica + acqua -----> acido solforico

ACIDI
X:O: H+ H

BASI
M OH:O : H

Teoria di Arrhenius: Gli acidi in acqua si dissociano e rilasciano H +(o meglio si dovrebbe indicare H3O+) Le basi in acqua si dissociano e rilasciano OH -

Idracidi
HX HF, HCl, HBr, HI Acido fluoridrico, cloridrico, bromidrico, iodidrico H :Cl H+ H2S Acido solfidrico

IN ACQUA
Fe(OH)2 ------> Fe + 2OH
+2 -

H2SO3 -----> 2H+ + SO32H2SO4 -----> 2H+ + SO42HCl -------> H+ + ClSALI

Fe(OH)3 ------> Fe+3 + 3OH-

Fe(OH)2 + H2SO4 -----> FeSO4 (Fe+2 + SO42-) + H2O Solfato (<--ico) ferroso 2Fe(OH)3 + 3H2SO3 -----> Fe2(SO3)3 (2Fe+2 + 3SO42-) + 6H2O Solfito (<--oso) ferrico Fe(OH)2 + 2HCl -----> FeCl2 (Fe+2 + 2Cl-) + 2H2O Cloruro (<---idrico) ferroso

Reazioni di ossido riduzione

REDOX

OSSIDAZIONE: Aumento del numero di ossidazione RIDUZIONE: Riduzione del numero di ossidazione 1)
2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) scrivere i numeri di ossidazione delle specie chimiche per individuare chi si ossida e chi si riduce; dissociare le sostanze elettroliti e prenderle in considerazione cos come realmente si trovano in soluzione; bilanciare la valenza dell'elemento mediante l'aggiunta di elettroni; bilanciare la carica dello ione mediante l'aggiunta di ioni H+ (se si in ambiente acido) oppure di OH- (se si in ambiente basico); bilanciare la massa degli idrogeni con l'aggiunta di H 2O; moltiplicare le reazioni di ossidazione per il numero di elettroni della riduzione e viceversa; sommare le due semireazioni facendo il minimo comune multiplo degli elettroni in modo che possano essere semplificati dal calcolo; se necessario, effettuare il bilanciamento degli ossigeni.

Reazioni
EQUILIBRIO Acidi deboli CH3COOH <--------> H+ + CH3COOaA + bB <--------> cC + dD

Resa relativa (o resa percentuale): frazione o percentuale di prodotto ottenuto rispetto alla quantit teoricamente ottenibile. Quest'ultima viene calcolata come: (Moli prodotte / moli teoriche) 100

Velocit delle reazioni


La velocit delle reazioni aumenta allaumentare della temperatura, della concentrazione e della suddivisione dei reagenti
Catalizzatore: sostanza che accelera una reazione chimica senza parteciparvi e quindi senza essere consumato

MOLE
La mole la quantit di sostanza di un sistema composto di tante entit elementari quanti sono gli atomi in 0.012 kg di Carbonio12. Gli atomi di 12C contenuti in 12 g di carbonio-12 sono pari al numero di Avogadro: 6.023 * 1023
Perci il numero di Avogadro definito come mole Esso rappresenta il numero di atomi in un campione di un certo elemento con una massa in grammi numericamente uguale alla sua massa atomica. Es: in 12 g di 12C c un numero di Avogadro di atomi di 12C in 15.999 g di 16O c un numero di Avogadro di atomi di 16O in 1.008 g di 1H c un numero di Avogadro di atomi di 1H in 4.003 g di 2He c un numero di Avogadro di atomi di 2H Il peso molare il peso di una mole ed espresso in g/moli Se si tratta di atomi si parler di Peso Atomico (PA), se si tratta di molecole si parler di Peso Molecolare (PM). ecc.

MOLE
Il grammo-atomo (mole) il peso atomico espresso in g (12 g per il carbonio); la grammo-molecola (mole) il peso molecolare espresso in g (18 g per lacqua). In un grammo-atomo e in una grammo-molecola contenuto lo stesso numero di atomi o di molecole cio il numero di Avogadro NA(6.023x1023) 1 particella (atomo/molecola) peso in uma stesso peso in g NA particelle Mole = peso atomico o molecolare espresso in g; contiene 6.023x1023 atomi/molecole

Concentrazione delle soluzioni


percentuale in peso (%P/P m/m: massa soluto / massa soluzione x 100) Indica quanti grammi di soluto sono sciolti in 100g di soluzione. percentuale peso/volume (% P/V ) Indica quanti grammi di soluto sono sciolti in 100 cm di soluzione percentuale in volume (C % V/V: volume soluto / volume soluzione x 100) Indica quanti cm di un soluto liquido sono sciolti in 100 cm di soluzione percentuale mista (C % m/V: massa soluto / volume soluzione x 100) concentrazione in massa di un componente i data dal rapporto tra la massa del componente i rispetto al volume della soluzione. parti per milione (ppm) Indica quanti milligrammi di soluto sono sciolti in 1 dm di soluzione molarit (M = moli soluto / litri soluzione) Indica quante moli di soluto sono sciolte in 1 dm (1 L) di soluzione molalit (m = moli soluto / kg solvente) Indica quante moli di soluto sono state aggiunte a 1000 grammi di solvente normalit (N =equivalenti / litri soluzione) frazione molare (x = moli soluto / moli soluto+solvente) Indica il rapporto tra il numero di moli di un componente della soluzione e il numero di moli totali.

Potrebbero piacerti anche