Sei sulla pagina 1di 1

Le cellule staminali mieloidi pluripotenti, o unit formanti colonie spleniche (CFU-S, colony forming units - spleen), a loro volta,

diventeranno cellule progenitrici pi mature e orientate, dette unit formanti grandi colonie eritroidi (BFU-E, burst forming units, erythroid), sotto lo stimolo di varie citochine, fra cui linterleuchina-1 (IL-1), linterleuchina-6 (IL-6) e il fattore di crescita granulocitario (G-CSF, granulocyte colony stimulating factor). Sotto linfluenza dellinterleuchina-3 (IL-3), del fattore di crescita granulocitario e macrofagico (GM-CSF, granulocyte-macrophage colony stimulating factor) e del fattore di crescita eritrocitario (distinto dalleritropoietina), prodotti nel midollo osseo e ad azione locale, le cellule BFU-E si orientano verso la produzione di eritrociti. Esse danno luogo quindi a unit formanti colonie di eritrociti (CFU-E, colony forming units erythrocyte), che generano a loro volta numerose colonie di eritrociti. La CFU-E la prima cellula progenitrice della linea eritrocitaria ad avere recettori per leritropoietina. Le grandi colonie cellulari multicentriche tipiche delle BFU-E contengono migliaia di eritroblasti. Queste cellule raggiungono le loro dimensioni massime dopo quattordici giorni e producono ognuna da 3 a 6 CFU-E. Ogni CFU-E forma un agglomerato di circa 20-25 eritrociti nel giro di sette giorni. Le BFU-E si sviluppano come isolotti di eritroblasti con al centro un istiocita o macrofago. Questultimo estende i suoi processi in mezzo agli eritroblasti in via di sviluppo e ha il ruolo di fagocitare i nuclei che vengono estrusi dai normoblasti maturi quando diventano reticolociti. Il primo precursore delleritrocita riconoscibile morfologicamente il pronormoblasto o proeritroblasto. Questa cellula ha un diametro di 15-20 m (micron), possiede un nucleo contenente uno e due nucleoli e mitocondri ma non emoglobina. Si divide per mitosi tre volte, dando luogo a tre generazioni di eritroblasti: precoci o basofili, intermedi o policromatofili e maturi o eosinofili (o ortocromatici). RIASSUMENDO Nel midollo avviene il processo di formazione del sangue, denominato emopoiesi, ad opera di un piccolo gruppo di cellule progenitrici chiamate staminali (vedi la figura 1). Figura 1 - Diagramma sintetico dellemopoiesi che porta alla formazione delle cellule del sangue e del sistema immunitario.

Nel midollo le cellule staminali si riproducono e si differenziano fino ad acquisire le caratteristiche dei globuli bianchi, rossi e delle piastrine che circolano nel sangue. Le cellule del sangue vengono prodotte dagli elementi staminali presenti nel midollo emopoietico contenuto nelle ossa, e quando sono mature lasciano il midollo per entrare nel sangue. I globuli rossi trasportano lossigeno ai tessuti e le piastrine controllano le emorragie. I globuli bianchi (neutrofili, monociti, linfociti, basofili ed eosinofili) sono essenziali per lintegrit del sistema immunitario e per la difesa dalle infezioni.