Sei sulla pagina 1di 11

Blocking sets m-irriducibili

Sandro Rajola e Maria Scafati Tallini

Sommario Si fornisce una limitazione superiore per la cardinalit` di un bloa cking set irriducibile di uno spazio lineare. Qualora lo spazio lineare sia un piano proiettivo nito q di ordine q, tale limitazione migliora quella di Bruen e Thas. Si dimostra, inoltre, che in un piano ane nito q di ordine q due blocking sets tra loro complementari sono entrambi irriducibili, se e soltanto se, q = 4. Inne si determinano delle limitazioni per la cardinalit` di un insieme di classe [0, n1 , n2 , . . . , nl ] a di q , ni 1 mod d, i = 1, 2, . . . , l, 2 d < q.

Introduzione

Come ` noto, un blocking set B di un piano proiettivo nito q di ordine e q ` un insieme di punti tale che ogni retta contiene almeno un punto di B e e almeno un punto non in B. Un blocking set si dice irriducibile se esso non contiene propriamente un altro blocking set o, equivalentemente, se per ogni suo punto passa almeno una retta tangente ad esso (cio` avente un solo e punto in comune con esso). Diremo che un blocking set ` m-irriducibile, e lo e

denoteremo con Bm , se per ogni suo punto passano almeno m rette tangenti, m 1. Si ottiene una limitazione superiore per |Bm | che ` migliore di quella e ottenuta da Bruen e Thas [3], qualora sia q2 + q q q m> . q q+1 Si dimostra, inne, che in un piano ane nito q di ordine q il complementare di un blocking set irriducibile ` anchesso irriducibile, se e soltanto e se, si ha q = 4. Invece, in un piano proiettivo nito di ordine q, come ` noto e [5], il complementare di un blocking set irriducibile ` sempre riducibile. e Inne, denotato con I un insieme di classe [0, n1 , n2 , . . . , nl ], con ni 1 mod d, i = 1, 2, . . . , l, 2 d < q, diamo delle limitazioni per |I| .

Limitazione superiore per le cardinalit` di a un insieme Tm in uno spazio lineare

Uno spazio lineare ` una coppia (S, L), dove S ` un insieme non vuoto i cui e e elementi sono detti punti ed L ` una famiglia di parti di S che chiamiamo e rette, tale che per due punti passa una ed una sola retta. Denotiamo con Tm un insieme di (S, L) tale che per ogni suo punto passano almeno m, m 1, rette tangenti ad esso. Sia b = |L|, sia e il numero delle rette 0-secanti Tm , t il numero delle rette tangenti a Tm , s il numero delle rette secanti Tm , cio` delle rette che e intersecano Tm in pi di un punto. u

Si ha: e +s + t = b, t |Tm | m. (1) (2)

Sia L(Tm ) la famiglia delle intersezioni di Tm con le rette di (S, L) secanti Tm . La coppia (Tm , L(Tm )) ` uno spazio lineare. Per il Teorema di de e Bruijn-Erds [4] si ha: o s |Tm | , (3)

il segno di uguaglianza valendo, se e soltanto se, la coppia (Tm , L(Tm )) ` un e piano proiettivo. Dalla (1) segue t + s = b e. Dalle (2) e (3) segue t + s |Tm | m + |Tm | = (m + 1) |Tm | . Da (4) e (5) si ottiene b e (m + 1) |Tm | . Ne segue che |Tm | be b . m+1 m+1 (6) (5) (4)

Si ottiene cos il Teorema 1. Per un insieme Tm di uno spazio lineare, si ha |Tm | be b . m+1 m+1

Limitazione superiore per la cardinalit` di a un blocking set di q m-irriducibile

Sia (S, L) un piano proiettivo nito q di ordine q e sia Tm un blocking set m-irriducibile Bm di q . Dal Teorema 1 si ha: |Bm | q2 + q + 1 . m+1 (7)

La limitazione superiore di Bruen e Thas [3] `: e

|Bm | q q + 1, il segno di uguaglianza valendo, se e solo se, Bm ` un arco hermitiano. e

(8)

Si prova facilmente che la (7) migliora la limitazione di Bruen e Thas, se ` e q2 + q q q m> . q q+1 (9)

Osserviamo che se q ` un quadrato, un subpiano di Baer di q ` un e e blocking set m-irriducibile, con m = q q, di cardinalit` q + q + 1. In a tal caso, vale il segno di uguaglianza. Pi precisamente proviamo il seguente u Teorema 2. Sia q un piano proiettivo nito di ordine q, con q quadrato. Allora un insieme B di q ` un subpiano di Baer, se e soltanto se, B ` un e e blocking set m-irriducibile Bm , con m = q q. Dimostrazione. Proviamo che, se B ` un subpiano di Baer di q , si ha che e B ` un blocking set m-irriducibile, con m = q q. Infatti un subpiano e 4

di Baer ` un (q + q + 1)-insieme di tipo (1, q + 1) e per ogni suo punto e passano q + 1 ( q + 1) = q q rette tangenti. Viceversa, sia Bm un blocking set m-irriducubile di q con m = q q. Dalla (7) segue |Bm | q2 + q + 1 = q + q + 1. q q+1 (10)

In [2] Bruen ha provato che |Bm | q + q + 1, (11)

valendo il segno di uguaglianza, se e soltanto se, Bm ` un subpiano di Baer. e Dalle (10) e (11) si ha: |Bm | q + q+1

e quindi Bm ` un subpiano di Baer. e

Se lo spazio lineare (S, L) ` un piano ane nito q di ordine q, dal e Teorema 1 segue il Teorema 3. Per un qualsiasi blocking set m-irriducibile Bm di q si ha |Bm | q2 + q . m+1

Blocking sets irriducibili in q e loro complementari

` E noto [5] che in un piano proiettivo nito q di ordine q, si ha il 5

Teorema 4. In q il complementare di un blocking set irriducibile ` riducibile. e

Se q ` un piano ane nito di ordine q, si ha il seguente e Teorema 5. Sia q un piano ane nito di ordine q e siano B e B due blocking sets di q tra loro complementari. Allora B e B sono entrambi irriducibili, se e soltanto se, q = 4. Ne segue che in q , q > 4, il complementare di un blocking set irriducibile ` riducibile. e Dimostrazione. Sia B un blocking set irriducibile di q tale che il suo complementare B sia anchesso irriducibile. Osserviamo che |B | > q + 1. Infatti B contiene almeno due punti distinti X e Y (un solo punto non ` un blocking e set). La retta XY contiene un punto Z non in B , in quanto B non contiene rette. Ciascuna retta per Z distinta dalla retta XY contiene almeno un punto di B e dunque si ha |B | q + 2 > q + 1. Poich B ` irriducibile, per ciascun punto di B passa almeno una retta e e tangente a B e per punti distinti passano tangenti distinte. Da quanto precede segue allora che vi sono almeno q + 2 rette distinte (q 1)-secanti B. Tali rette non possono avere direzioni tutte distinte, in quanto le direzioni di q sono in numero q + 1. Dunque esistono due rette distinte, siano esse z e t, che sono entrambe (q 1)-secanti B e che hanno una stessa direzione . Siano Z e T i punti rispettivamente di z e t non in B. Siano
1 , 2 , . . . , q2 j,

le rette di q aventi direzione distinta da z e t. In ciascuna delle rette

j = 1, . . . , q 2, vi ` almeno un punto di B. Per ogni j = 1, . . . , q 2, sia e

allora Lj un punto di U = (z\ {Z})

B. Sia {L1 , L2 , . . . , Lq2 }.

(t\ {T })

Evidentemente si ha B U . Proviamo che B U . Sia infatti per assurdo X B\U . Si ha X = T , X = Z, in quanto Z e T non appartengono a B. Ne segue che vi ` un indice j, 1 j q 2, tale che X e
j \{Lj }.

Poich B e

` irriducibile, per Lj deve passare almeno una retta u tangente a B in Lj . La e retta u ` distinta da e
j,

perch e

non ` tangente B ( e

contiene i due punti

distinti X ed Lj di B) e dunque la direzione di u ` distinta da . Ne segue e che la retta u incide z e t rispettivamente in Z e T (Z e T sono gli unici punti di z e t non in B). Dunque si ha u = ZT ed Lj = ZT su X come su Lj si ricava che X = ZT
j. j.

Ragionando

Ne segue che X = Lj , il che

` assurdo, in quanto X = Lj . Lassurdo prova che non esiste un punto X e contenuto in B\U . Dunque ogni punto di B ` punto di U e quindi B U . e Da B U e B U segue B = U . Ne segue che |B| = |U | = q 1 + q 1 + q 2 = 3q 4. In modo del tutto analogo si prova che |B | = 3q 4. Poich B e B sono tra e loro complementari, si ha |B| + |B | = q 2 , cio` e 3q 4 + 3q 4 = q 2 . Si ottiene cos q 2 6q + 8 = 0, che fornisce le soluzioni q1 = 2 e q2 = 4. La soluzione q1 = 2 ` da escludere, perch in 2 = AG(2, 2) non esistono e e blocking sets. Dunque, deve essere q = 4. Viceversa, se q = 4, due blocking sets B e B tra loro complementari sono entrambi irriducibili, poich ` noto [5] che in AG(2, 4) esiste un unico blocking ee 7

set a meno di anit`, di cardinalit` 8, il quale ` necessariamente irriducibile a a e ed equivalente a B e B .

Limitazioni per la cardinalit` di un insieme a di q di classe [0, n1, n2, . . . , nl ], ni 1 mod d, i = 1, 2, . . . , l, 2 d < q

Sia S un insieme di punti di q soddisfacente le seguenti condizioni i) Per ogni retta di q ad interserzione non vuota con S si ha 2 d < q,

| S| 1 mod d, ii)

= [1 + d(q + 2)]2 4d(q 2 + q + 1) > 0. Sussiste il seguente

Teorema 6. Sia S un insieme di q soddisfacente i) e ii). Allora si ha 1 + d(q + 2) , (12) |S| 2 oppure 1 + d(q + 2) + |S| 2 . (13)

Dimostrazione. Sia per assurdo 1 + d(q + 2) + 1 + d(q + 2) . < |S| < 2 2 8

Sia P un punto di S. Sia n il numero delle rette tangenti ad S in P . Le rette per P non tangenti ad S sono in numero di q + 1 n e ciascuna di esse ha in comune con S almeno d punti distinti da P . Ne segue che |S| (q + 1 n)d + 1 e dunque che nq+1 |S| 1 . d

Considerando i punti di S distribuiti sulle rette per un suo punto e tenendo conto della i), si ha |S| 1 mod d e perci` (|S| 1)/d ` un intero. Poniamo o e m=q+1 |S| 1 . d

Risulta che m ` un intero positivo in quanto ` d < q, si ha inoltre e e 1 + d(q + 2) + |S| < 2 ed ` e 1 + d(q + 2) + 2 Per la (7) si ha |S| q2 + q + 1 . |S| 1 q+1 +1 d < d(q + 1) + 1 d < q.

Ne segue che |S|2 |S| [1 + d(q + 2)] + d(q 2 + q + 1) 0. (14)

Le radici del polinomio a primo membro della (14) sono |S|1 = |S|2 = con 1 + d(q + 2) 1 + d(q + 2) + /2, /2, > 0 e quindi

= [1 + d(q + 2)]2 4d(q 2 + q + 1). Per lipotesi ii) ` e

|S|1 e |S|2 (|S|1 < |S|2 ) sono radici reali e distinte e si ha |S| |S|1 , oppure |S| |S|2 .

Ci` ` assurdo, in quanto in contrasto con lipotesi. Il Teorema ` cos provato. oe e

Se q ` un quadrato, q 9, e d = e |S| q + oppure |S| q q + q q. q + 1,

q, per il Teorema 6 si ha

Ne segue che, per q quadrato e q 9, i subpiani di Baer costituiscono esempi per i quali vale il segno di uguaglianza nella (12). Gli archi hermitiani, la cui cardinalit` ` q q + 1, costituiscono esempi che vericano la (13). ae

In [1] (Proposition 7) ` dimostrata una limitazione superiore per la care dinalit` di un insieme S di P G(2, q), q = ph , soddisfacente la i) con d = p. Il a Teorema 6 fornisce una limitazione superiore per |S| in un piano proiettivo qualsiasi.

10

Bibliograa
1. A. Blokhuis and F. Mazzocca. Special point sets in P G(n, q) and the structure of sets with the maximal number of nuclei. J. of Geometry, 41 (1991), 33-41. 2. A. A. Bruen. Baer subplanes and blocking sets. Bull. Amer. Math. Soc., 76 (1970), 342-344. 3. A. A. Bruen and J. A. Thas. Blocking sets. Geom. Dedicata, 6 (1977), 193-203. 4. N. G. de Bruijn and P. A. Erds. On a combinatorial problem. Indag. o Math., 10 (1948), 421-423. 5. G. Tallini. On blocking sets in nite projective and ane spaces. Ann. Discrete Math., 37 (1998), 433-450.

Sandro Rajola Maria Scafati Tallini Dipartimento di Matematica Universit` degli Studi di Roma La Sapienza a Piazzale Aldo Moro, 2 00185 Roma tallini@mat.uniroma1.it

11