Sei sulla pagina 1di 1

Al via i mini cantieri finanziati dalla Regione in ballo 36 mila posti di lavoro a termine

Repubblica 27 marzo 2010 pagina 4 sezione: PALERMO

PARTE la carica dei 36 mila disoccupati che aspirano a un posto nei cantieri di lavoro che stanno per essere aperti in tutti i comuni della Sicilia. Da luned le domande. Si tratta di una misura per dare sollievo temporaneo a quella fascia di senza lavoro che domina le classifiche dell' occupazione in Sicilia. I posti sono riservati infatti solo a disoccupati di lungo corso e d' et compresa tra i 18 e i 65 anni. Il lavoro da svolgere sar di breve durata, tra i due e i tre mesi. Ad aprire i nuovi 1750 cantieri di lavoro previsti, per un totale di 220 milioni di euro di fondi Fas, saranno tutti i comuni siciliani, afflitti dall' emergenza lavoro, che ne hanno fatto in massa richiesta Ieri stata emanata la circolare che regola l' avviamento dei disoccupati. La domanda per entrare nella graduatoria che dar diritto d' accesso ai cantieri in palio, pu essere presentata da luned a venerd 23 aprile presso i centri provinciali per l' impiego e gli sportelli multifunzionali. Sorgeranno cantieri per sistemare piazze e scuole, marciapiedi e muri di cinta, per realizzare nuove aree di verde pubblico, strade sovracomunali, e per ripristinare edifici comunali di valore artistico. Lavori di miglioramento urbano, manutenzione di opere di pubblica utilit appartenenti al demanio, piccoli e medi interventi spalmati su tutto il territorio regionale: sono stati previsti cantieri da 100 mila euro per ciascun comune. Per ogni cantiere, sar assunta una squadra di una ventina di disoccupati. La selezione terr conto, oltre ai requisiti del carico familiare e della maggiore et, della residenza nel Comune dove si svolgono i lavori e, in subordine, della residenza nell' ambito del centro provinciale per l' impiego che comprende il Comune. Precedenza avr chi ha lavorato meno nell' arco dei 12 mesi trascorsi. una circolare appena emanata dal dipartimento regionale del Lavoro e disponibile sul sito Internet della Regione a stabilire i termini per la presentazione delle istanze e anche per gli eventuali ricorsi. Il piano straordinario dei cantieri di lavoro dar occupazione temporanea a 36 mila persone. una misura anticiclica che consentir la realizzazione di quasi 1800 opere, costituir una boccata d' ossigeno per le famiglie coinvolte e dar respiro all' economia dell' indotto, ha detto ieri l' assessore regionale al Lavoro Lino Leanza. In proporzione al numero di abitanti i comuni potranno avviare da un minimo di2 ad oltre 12 cantieri di lavoro. L' obiettivo, riconoscono i sindacati, quello di coinvolgere il numero pi ampio possibile di disoccupati. Si tratta di una sorta di ammortizzatore sociale speciale, una forma di assistenzialismo ai comuni per sostenere il bisogno di lavoro delle proprie comunit- afferma il segretario regionale della FilleaCgil Franco Tarantino - Non certo un provvedimento che rilancia il settore edilizio. Ci sar, s, un aumento vendita di materiali e di noleggi. Ma il settore edile, in forte crisi, non ne beneficer nel complesso. La gestione delle risorse demandata ai comuni che spenderanno quasi tutto per il personale. Un plauso all' iniziativa, a sorpresa, arriva da uno degli esponenti pi critici della giunta Lombardo. Oggi fortunatamente nel grigiore di questo governo regionale che brilla per assenza di iniziative, c' alle politiche del lavoro una figura illuminata come l' assessore Lino Leanza, asserisce il presidente dell' Upi e della Provincia di Catania, Giuseppe Castiglione, coordinatore regionale del Pdl lealista. C' un tema grave che riguarda l' emergenza sociale - aggiunge Castiglione - Come presidente dell' Upi col ministro Sacconi con il quale presto firmeremo un protocollo per rafforzare i servizi dell' impiego che dipendono dalle province. -

Interessi correlati