Sei sulla pagina 1di 7

DICHIARARE I REDDITI

DA QUESTANNO LUNICO MINI

FISCO

HA DECISO DI SALVARE

dallInferno del modello Unico 2009 ben 4 milioni di contribuenti, facendoli salire sulla barca di Caronte per portarli nel Purgatorio dellUnico Mini, non un paradiso fiscale, ma un modello pi facile da compilare. Le anime salvate dallAgenzia delle entrate avranno a disposizione istruzioni di 24 pagine, al posto delle oltre cento del modello classico, e saranno condannate a compilare solo la met delle facciate.

NON

SOLO

730

UNICO:

I CONTRIBUENTI POS-

LIGHT DELLUNICO PER FARE I CONTI CON IL FISCO. CHE PI MAGNANIMO CON I COLLABORATORI OCCASIONALI.
SONO RICORRERE A UNA VERSIONE

LA GUIDA DA TENERE SOTTO MANO Per compilare l'Unico Mini consultate anche la nostra Guida al 730, soprattutto per il calcolo dell'imposta.

La versione light del modello Unico modello tutto il popolo della Partita Iva, Persone Fisiche lanciata questanno cos come gli eredi e i curatori e tutti stata studiata soprattutto per sempli- coloro che presentano la dichiarazione ficare lappuntamento con la dichiara- per conto di altri, ma anche chi deve zione dei redditi ai disoccupati e a quei correggere errori fatti in dichiarazioni lavoratori atipici, per esempio i collabo- gi presentate. ratori occasionali, che non LUnico Mini ci sembra un possono contare sul sosti- Al via un modello piccolo passo importante pi snello tuto dimposta, ma intendel Fisco per rendere mee pi facile dono fruire delle detrazioni no complicato il momenda compilare e deduzioni a cui hanno to della dichiarazione dei diritto. Non basta. Per imredditi e anche per andabarcarsi nellUnico Mini bisogna essere re incontro alla maggiore precariet residenti in Italia e non aver cambiato del mondo del lavoro. Una flessibilit residenza dal primo novembre 2007 che emerge anche dalla risoluzione, del fino alla data di presentazione della marzo scorso, con cui lAgenzia delle endichiarazione. Se volete che il Fisco trate consente ai collaboratori occasionotifichi eventuali atti a un indirizzo di- nali o professionali pagati con ritenuta verso da quello in cui avete la residenza dacconto di inserire questi compensi dovete usare il modello classico. nella dichiarazione dei redditi anche Caronte lascia nellInferno del vecchio senza la certificazione rilasciata dal
SOLDI&DIRITTI n.106 maggio 2009

37

DA QUESTANNO LUNICO MINI


sostituto dimposta, ma semplicemente con lestratto conto della banca che riporti quanto percepito (vedi riquadro a pag. 39). Peccato che questi piccoli progressi non ci siano ancora nei tempi di rimborso, quando si hanno crediti con il Fisco: per chi fa lUnico (Mini e non) restano biblici rispetto a quelli garantiti ai lavoratori dipendenti (trovano i soldi in busta paga a luglio) e ai pensionati (nella pensione di agosto o settembre). spesa, anche perch essendo al momento disoccupato non ha un sostituto dimposta e non pu presentare il 730. Familiari a carico Possono essere considerati a carico: il coniuge (anche legalmente separato), i figli, i nipoti, i genitori, i suoceri, i nonni, i generi e le nuore e i fratelli. Per essere considerati a carico, i familiari devono aver percepito nel 2008 un reddito inferiore a 2.840,51 euro. Oltre a questo limite di reddito, se il familiare a carico non il coniuge o un figlio, la legge richiede che questi siano conviventi o percepiscano da voi assegni alimentari volontari (non derivanti da un provvedimento dellautorit giudiziaria). Si compila come lo stesso quadro del 730, consultate la nostra "Guida al 730" a pag. 9. Case e terreni Il nostro eroe, Carlo, nullatenente, non ha case o terreni da dichiarare, ma per voi potrebbe non essere cos. Chi possiede un terreno o un fabbricato in Italia a titolo di propriet, usufrutto o altro diritto reale deve compilare rispettivamente il quadro RA e RB dellUnico. Terreni - Quadro RA. Non sono da dichiarare i terreni che non producono reddito do-

Dove si presenta
LUnico Mini pu essere presentato solo per via telematica: direttamente allAgenzia delle entrate via internet. Per accedere ai servizi telematici del Fisco dovete avere il Pin, che si ottiene con liscrizione al sito www.agenziaentrate.it; tramite uno degli uffici dellAgenzia delle entrate abilitati a fornire assistenza, che lo presenter per via telematica oppure tramite un Caf o un qualsiasi altro intermediario autorizzato (commercialista, consulente del lavoro, ragioniere...). Possono consegnare lUnico Mini in versione cartacea in Posta solo i contribuenti che potrebbero presentare il 730, ma sono disoccupati al momento della dichiarazione dei redditi e, quindi, non hanno un sostituto dimposta.

Compiliamo insieme

Quando e come pagare


Dal 2 maggio al 30 settembre 2009 potete presentare il modello Unico Mini per via telematica (direttamente o tramite intermediario abilitato o ufficio dellAgenzia delle entrate). Se lo presentate in versione cartacea avete meno tempo: la scadenza ultima infatti il 30 giugno 2009. Le scadenze per i pagamenti risultanti dalla dichiarazione sono le stesse del modello Unico Persone Fisiche classico. Entro il 16 giugno 2009 deve essere fatto il versamento del saldo Irpef 2008 e del primo acconto Irpef 2009 tramite modello F24 in banca o in posta. Se volete prendere tempo e fare il primo versamento entro il 16 luglio, sulle somme versate dovete sborsare al Fisco lo 0,4% in pi a titolo di interesse. Se dalla dichiarazione risulta un credito o un debito per ogni imposta considerata singolarmente (Irpef o addizionali) inferiore o uguale a 12 euro, il Fisco non vi chiede il pagamento e non vi rimborsa. Entro il 30 novembre 2009 deve essere fatto il versamento del secondo o unico acconto Irpef 2009.

Compiliamo il modello Unico Mini anche con laiuto della nostra Guida al 730 che avete ricevuto in allegato al numero di Altroconsumo di aprile e che trovate anche sul nostro sito www.altroconsumo.it. Tenetela a portata di mano (vedi riquadro a pag. 41). Ci accompagna in questa avventura CarIl popolo della partita lo, un giovane neolauIva resta escluso reato che vive ancora dall'Unico Mini con i genitori. Carlo si laureato nel marzo del 2008 e nei primi mesi dellanno ha fatto una collaborazione occasionale, poi riuscito ad avere un contratto a progetto che si concluso a marzo del 2009. Il nostro eroe pu presentare lUnico Mini versione cartacea per conguagliare quanto guadagnato e per scaricare qualche

Carta d'identit

I dati anagrafici, che nel modello Unico classico richiedono una pagina intera, nella versione Mini sono concentrati in un solo rigo. Attenzione, per, per poter presentare l'Unico Mini non bisogna aver cambiato la residenza dal primo novembre 2007 fino alla data di presentazione del modello.

38

SOLDI&DIRITTI n.106 maggio 2009

minicale e agrario, come ad esempio le pertinenze di fabbricati urbani (giardini, cortili...). Se nel 2008 ci sono stati cambiamenti (per esempio, sono cambiate le quote di possesso, il terreno stato dato in affitto...) dovete compilare un rigo per ogni variazione, indicando nella colonna 4 il relativo periodo e barrando la colonna 8 per indicare che si tratta dello stesso terreno del rigo precedente. Attenzione: i redditi dominicale e agrario devono essere indicati gi rivalutati. Fate i conti e indicate: a colonna 1 il reddito dominicale rivalutato dell80%: prendete quello indicato sui certificati catastali e moltiplicatelo per 1,80; a colonna 3 il reddito agrario rivalutato del 70%: prendete quello indicato sui certificati catastali e moltiplicatelo per 1,70. Nella colonna 2 indicate il codice 1 se siete proprietari del terreno, 2 se lo avete dato in affitto in regime di libero mercato o 4 se siete conduttore o affittuario del fondo. A colonna 4 e 5 indicate rispettivamente il numero di giorni per cui lavete posseduto e la vostra percentuale di possesso. A colonna 9 indicate il risultato di queste operazioni: se a colonna 2 avete indicato i codici 1 o 3, riportate il reddito dominicale di colonna 1 rapportato ai giorni e alla percentuale di possesso; se a colonna 2 avete indicato il codice 4, non compilate questa colonna. A colonna 10 indicate il risultato di queste operazioni: se a colonna 2 avete indicato i codici

Case - Quadro RB. Se durante il 2008


ci sono state variazioni nellutilizzo dellimmobile (abitazione principale, a disposizione, locato...) o nella quota di possesso, dovete compilare un rigo per ogni diversa situazione barrando la colonna 7. Se non ci sono state variazioni, alla colonna 1 dovete indicare la rendita catastale rivalutata del 5% (moltiplicate la rendita per 1,05). Nella colonna 2 indicate il codice 1 se limmobile utilizzato come abitazione principale, 2 se tenuto a disposizione, 3 se locato in regime di libero mercato o patti in deroga, 4 se locato a equo canone; 5 se una pertinenza dellabitazione principale (box, cantina...), 9 se non rientra in nessuno di questi casi (come per esempio gli immobili dati in uso gratuito a un proprio familiare, a condizione che lo stesso vi dimori abitualmente e ci risulti dalliscrizione anagrafica). Ricordate che per labitazione principale e le sue pertinenze compete la deduzione dal reddito complessivo, pertanto dovrete indicarne il valore nel rigo RN2, nel quadro RN dedicato al calcolo dellimposta. A colonna 3 e colonna 4 indicate rispettivamente il periodo in giorni e la percentuale di possesso dellimmobile. La colonna 5 deve essere compilata se date in locazione limmobile, inserendovi il canone che percepite. Avete diritto a una deduzione del canone del 15% (25% per i fabbricati situati a Venezia centro e nelle isole della Giudecca, di Murano e di Burano), quindi in questa colonna indicherete l85% dellaffitto

4 milioni di contribuenti possono optare per la versione "light"

1 o 4, riportate il reddito agrario di colonna 1 rapportato ai giorni e alla percentuale di possesso; se a colonna 2 avete indicato il codice 3, non compilate questa colonna. Nel rigo RA11 indicate i totali delle colonna 9 e 10, che dovrete sommare agli altri redditi e inserire nel rigo RN1. Attenzione, non potete usare lUnico Mini se ci sono canoni di locazione in regime vincolistico o situazioni particolari come la mancata coltivazione del terreno. Allo stesso modo, per i fabbricati userete lUnico Persone Fisiche classico in caso di locazioni a canone convenzionale o in presenza di situazioni particolari quali limmobile distrutto oppure inagibile.

RITENUTA DACCONTO: NON PI CACCIA ALLA CERTIFICAZIONE


Per i collaboratori occasionali, fino allanno scorso il periodo precedente alla dichiarazione dei redditi era troppo spesso dedicato alla caccia alla certificazione dei compensi percepiti durante lanno. Infatti, per chi faceva collaborazioni occasionali o professionali pagate con ritenuta dacconto, non era sempre semplice, lanno successivo, reperire dal datore di lavoro (sostituto dimposta) la certificazione dei compensi. Per cui al momento della dichiarazione dei redditi si ritrovavano senza certificazione e non potevano inserire nel modello 730 o nell'Unico il compenso ricevuto con i conseguenti possibili accertamenti, sanzioni e liti per dimostrare che le ritenute erano state versate. LAgenzia delle entrate ha chiuso definitivamente la stagione della caccia con una risoluzione (n. 68 del 19 marzo 2009) che consente al popolo della ritenuta dacconto (professionisti e collaboratori) di scomputare dallIrpef le ritenute subite anche senza la certificazione rilasciata dal sostituto dimposta, purch il compenso risulti dalla fattura o quietanza emessa dai lavoratori stessi e dalla relativa documentazione della banca da cui risulta il versamento netto (estratto conto, bonifico...). In caso di controllo del Fisco, a questa documentazione deve essere aggiunta una dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet. Il contribuente dovr affermare, sotto la propria responsabilit, che la documentazione presentata relativa alla fattura emessa e che su questultima non ci sono altri pagamenti da parte del sostituto dimposta. Per una volta, c' il volto intelligente del Fisco.
SOLDI&DIRITTI n.106 maggio 2009

39

DA QUESTANNO LUNICO MINI


che avete incassato. Se il contratto di locazione comprende oltre allabitazione anche le sue pertinenze, bisogna indicare per ciascuna unit immobiliare la quota di canone relativa. A colonna 8 indicate il risultato delle seguenti operazioni: se nella colonna 2 avete riportato i codici 1, 5 e 9, indicate la rendita catastale di colonna 1 rapportata ai giorni e alla percentuale di possesso; se nella colonna 2 avete riportato il codice 2, indicate la rendita catastale aumentata di un terzo e rapportata ai giorni e alla percentuale di possesso; se nella colonna 2 avete riportato il codice 3 o il codice 1 ed stato indicato anche il canone di locazione (parziale locazione dellimmobile adibito ad abitazione principale), indicate limporto maggiore tra la rendita catastale rapportata ai giorni e alla percentuale di possesso e quello del canone di locazione rapportato alla percentuale di possesso; se nella colonna 2 avete riportato il codice 4, indicate limporto del canone di locazione rapportato alla percentuale di possesso. A colonna 9 riportate il codice catastale del Comune in cui si trova limmobile. Nella colonna 10 dovrete scrivere lIci dovuta per il 2008 per quellimmobile. Il rigo RB11 dedicato al totale degli importi della colonna 8, totale che dovrete riportare con gli altri redditi nel quadro RN dedicato al calcolo dellimposta, rigo RN1. Lavoratori e pensionati Il quadro RC dedicato ai redditi di lavoro dipendente, da pensione e assimilati. Non potete compilare questo quadro (e quindi lUnico Mini) se avete percepito redditi derivanti da lavoro socialmente utile, che possono essere riportati solo nellUnico classico. Nella colonna 1 dei righi RC1 e RC2 indicate il codice 1 se dichiarate redditi da pensione, 2 per redditi di lavoro dipendente o assimilati o trattamenti pensionistici integrativi. Nella colonna 2 indicate il codice 1 se il contratto di lavoro a tempo indeterminato, 2 se a tempo determinato. A colonna 3 inserire il reddito indicato al punto 1 del Cud consegnatovi dal 40
SOLDI&DIRITTI n.106 maggio 2009

Redditi da lavoro o pensione

Carlo riporta nel rigo RC1 i dati della collaborazione a progetto: a colonna 1 e a colonna 2 indica il codice 2 e a colonna 3 riporta limporto che trova al punto 1 del Cud che gli stato consegnato dal suo ex datore di lavoro. Fa lo stesso con le ritenute e laddizionale regionale, inserendole nei righi RC10 e RC11.

Se nel 2008 avete fatto lavori socialmente utili non potete fare l'Unico Mini

sostituto dimposta. Il rigo RC4 di questo quadro dedicato alla tassazione agevolata, a certe condizioni, dei redditi derivanti da lavoro straordinario o premi di produttivit (una novit positiva per il contribuente introdotta questanno). Per la sua com-

pilazione vi rimandiamo alla Guida al 730, pag. 18, o alle istruzioni ministeriali. Nel rigo RC6, colonna 1 o 2, indicate i giorni di lavoro o di pensione dellanno. Ricordate che se avete indicato pi redditi di lavoro dipendente, di pensione o assimilati, in questa colonna dovete riportare il totale dei giorni compresi nei vari periodi, tenendo conto che quelli che coincidono devono essere considerati una volta sola. Nel rigo RC7 dovete dichiarare i redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente per i quali la detrazione non rapportata al periodo di lavoro nellanno, come nel caso dellassegno allex coniuge o i vitalizi. Barrate la colonna 1 in presenza di assegni periodici ricevuti dallex coniuge in base a quanto previsto dallautorit giudiziaria, mentre a colonna 2 indicate il reddito riportato al punto 2 del Cud. La somma dei redditi che avete dichiarato e indicato nel rigo RC5 deve

Collaborazioni occasionali e altri redditi

Nel rigo RL15 Carlo indica il reddito derivante dalla sua collaborazione occasionale con lUniversit. Al rigo RL20 riporta le ritenute dacconto che gli sono state trattenute.

essere aggiunta allimporto del rigo RC7 colonna 2 e il tutto riportato nel rigo RN1, della sezione dedicata al calcolo dellimposta. Nel rigo RC10 riportate il totale delle ritenute Irpef che trovate al punto 5 del Cud 2009 e quelli indicati nella colonna 9 del rigo RC4. Indicate il totale nel rigo RN30. I righi da RC11 a RC14 devono essere compilati con quanto indicato nel Cud (rispettivamente ai punti 6, 10, 11 e 13). Collaboratori occasionali e non Il quadro RL dedicato esclusivamente ad alcuni tipi di reddito diversi. Per ogni tipo di reddito bisogna compilare un rigo indicandone lammontare a colonna 1 e leventuale spesa sostenuta per produrlo deve essere riportata a colonna 2. I redditi dichiarabili in questo quadro sono quelli: derivanti da attivit commerciali non esercitate abitualmente (rigo RL14); derivanti da lavoro autonomo non esercitato abitualmente, ad esempio le collaborazioni occasionali e i premi per meriti artistici scientifici o sociali (rigo RL15); derivanti da obblighi di fare, non fare o permettere (RL16). Nel rigo RL18 riportate i totali delle due colonne e al rigo RL19 indicate il risultato della sottrazione delle spese totali dal reddito totale. Limporto risultante deve essere indicato con gli altri redditi nel rigo RN1 della sezione dedicata al calcolo dellimposta. Nel rigo RL20 scrivete il totale delle ritenute dacconto subite, che sommato alle altre ritenute va poi riportato nel rigo RN30, sezione calcolo dellimposta. Spese detraibili o deducibili Il Fisco tiene conto di tutta una serie di spese che abbiamo sostenuto nel 2008, dandoci la possibilit di detrarle o dedurle. Nel primo caso le spese incidono sullimposta riducendola (oneri detraibili), nel secondo caso si sottraggono al reddito imponibile, che quello su cui si calcolano le tasse da pagare (oneri deducibili). Nel quadro RP dellUnico Mini vanno indicate tutte queste spese. Per la compilazione di questa parte vi rimandiamo alla nostra Guida al 730

(pag. 25) oppure alle istruzioni ministeriali, dove trovate nel dettaglio i codici, le franchigie e tutte le informazioni utili a questo scopo. Attenzione, per: ci sono alcune spese e oneri per i quali non si pu usare lUnico Mini, ma bisogna ricorrere a quello classico e sono: le spese sanitarie per patologie esenti sostenute per familiari non a carico; la rateazione delle spese mediche; i contributi per la previdenza complementare; i canoni di locazione di unit immobiliari adibite ad abitazione principale

ALTROCONSUMO.IT

Il modello Unico Mini e le istruzioni dellAgenzia delle Entrate sono disponibili sul nostro sito, www. altroconsumo.it, insieme allarticolo. Potete anche scaricarli dal sito dellAgenzia delle entrate (www. agenziaentrate.it), nella sezione moduli. Se non potete fare la versione Mini trovate in entrambi i siti anche le istruzioni e il modello Unico Persone Fisiche classico e i relativi Fascicoli da compilare a seconda dei redditi percepiti. La nostra Guida al 730, che avete ricevuto con il numero di aprile di Altroconsumo, pu aiutarvi nella compilazione dellUnico Mini, soprattutto per il calcolo dellimposta. La trovate anche sul nostro sito insieme a questo articolo.

Senza sostituto d'imposta, il contribuente calcola e paga direttamente l'Irpef

per cui spettano specifiche detrazioni; le spese sostenute per interventi di manutenzione e salvaguardia dei boschi. Il calcolo dellimposta Una volta compilati tutti i quadri dellUnico Mini il momento di fare i conti per individuare limposta da pagare oppure il credito che avete con il Fisco. Siamo al quadro RN, che dedicato al calcolo dellIrpef. Bisogna copiare in questo quadro i risultati che avete gi indicato in altri quadri: il rigo RN1 deve

Detrazioni e deduzioni

Carlo indica nel quadro RP, rigo RP1, le spese dentistiche che ha sostenuto sottraendo dallimporto totale la franchigia di 129,11 euro. Mentre nel rigo RP23 indica il contributo Ssn (servizio sanitario nazionale) che paga per lassicurazione sulla moto.
SOLDI&DIRITTI n.106 maggio 2009

41

DA QUESTANNO LUNICO MINI


Il calcolo dell'imposta
contenere tutti i redditi che avete dichiarato, il rigo RN2 il reddito prodotto dallabitazione principale e dalle sue pertinenze, che sar dedotto dal reddito complessivo. Nei righi da RN15 a RN20 riportate le detrazioni che vi spettano, che avete inserito nel quadro RP. Le ritenute che avete dichiarato e gli eventuali acconti che avete versato in corso danno devono essere indicati nei righi successivi. Una volta copiati i dati, per fare i calcoli bisogna usare le formule di calcolo e le tabelle che trovate nella nostra Guida al 730 nel capitolo La resa dei conti (pag. 38). Qui trovate tutto liter da seguire per calcolare lIrpef e le addizionali. Se il Fisco in debito Se risultate a credito con il Fisco dovete compilare il quadro RX (Compensazioni e rimborsi), dove indicherete come volete utilizzare i crediti dimposta e le eccedenze di versamento a saldo. Nella colonna 1 dovete riportare:
Carlo pronto a fare il calcolo dellimposta. Nel rigo RN1 indica i due redditi che ha percepito nel 2008 e che ha dichiarato nei quadri RC e RL. Nel rigo RN3 Carlo riporta gli oneri deducibili che ha inserito nel rigo RP34 e calcola il reddito imponibile da indicare al rigo RN4 come differenza tra RN1, RN2 e RN3. Non avendo nessuna casa di propriet, Carlo non compila il rigo RN2. Per calcolare lIrpef lorda, Carlo applica la formula corrispondente allo scaglione di reddito a cui appartiene e riporta il risultato al rigo RN5: Irpef: 12.378 x 23% = 2.847 A Carlo spettano le detrazioni da lavoro dipendente per il periodo di lavoro in cui stato impiegato come collaboratore a progetto. Per individuare la detrazione, che varia in funzione del reddito, Carlo applica la formula (tabella a pag. 41 della guida al 730) prevista dallAgenzia delle entrate: Detrazione da lavoro: 1.338 x (15.000 - 12.400) x 245 7.000 = 334 365 Questo importo, sommato a quello del rigo RN13 deve essere indicato nel rigo RN21, dove sono indicate le detrazioni dimposta complessive. A questo punto Carlo calcola limposta netta, che indica al rigo RN26, sottraendo le detrazioni dallimposta lorda. Nel rigo RN30 somma le ritenute che ha subito in corso danno, cio quelle per la collaborazione occasionale e quelle per la collaborazione a progetto. Nel rigo RN31 Carlo calcola la differenza tra quanto deve al Fisco (RN26) e quanto ha gi versato (RN30). Riporta i 260 euro che deve allo Stato anche al rigo RN40. Non gli resta che calcolare lacconto Irpef con la formula prevista. Acconto Irpef 2009: 260 x 99% = 257,47 Per pochi centesimi, Carlo pu pagare lacconto in una sola soluzione entro il 30 novembre 2009. Quindi, verser tramite F24 entro il 16 giugno il saldo di 260 euro ed entro il 30 novembre lunico acconto di 257,47 euro. Carlo passa al calcolo delladdizionale regionale, applicando laliquota dello 0,90%, prevista per il suo scagliore di reddito, allimponibile che ha copiato dal rigo RN4 al rigo RV1. Indica laddizionale dovuta al rigo RV2 e riporta, copiandolo dal Cud, limporto di quanto ha versato al rigo RV3. La differenza porta a un debito con il Fisco di 18 euro, che Carlo indicher al rigo RV7 e verser, entro il 16 giugno 2009, insieme al saldo Irpef.

Se volete pagare le tasse a rate mettete in conto interessi salati

Carlo riporta la detrazione da lavoro al rigo RN9 e lo ricopia al rigo RN13, poich non ha altre detrazioni per carichi di famiglia da sommare. Al rigo RN15 riporta il 19% di quanto aveva indicato al rigo RP22 (in cui c il totale degli oneri per i quali spetta la detrazione dimposta del 19%).

42

SOLDI&DIRITTI n.106 maggio 2009

al rigo RX1 il credito di cui al rigo RN41, colonna 2; al rigo RX2 limporto a credito di cui al rigo RV8; al rigo RX3 limporto a credito di cui al rigo RV16; al rigo RX5 limporto risultante dalla colonna 1 del rigo RN41. Nella colonna 2 va indicata, con riferimento ai diversi tipi di imposta, leccedenza di versamento a saldo. In pratica, avete pagato al Fisco pi di quanto dovuto. Per ciascun rigo la somma degli importi di colonna 1 e colonna 2 deve essere ripartita tra le colonne 3 e/o 4. Nella colonna 3 dovete indicare limporto del credito di cui volete il rimborso. Nella colonna 4 dovete riportare il credito da utilizzare in compensazione con il modello F24 per pagare altre imposte (Ici, Tarsu...) o, esclusivamente per lIrpef, in diminuzione della stessa imposta dovuta per i periodi successivi, ad esempio per pagare lacconto dovuto per il 2009. Bonus famiglia e 5 e 8 per mille LUnico Mini si conclude con due parti riservate rispettivamente al bonus straordinario per famiglie e alla destinazione del cinque e dellotto per mille dellIrpef. Per la compilazione di queste parti e per la verifica delleventuale riconoscimento del bonus vi rimandiamo alle nostra Guida al 730, pag. 45 e 46. Non dimenticate la firma Ricordatevi sempre di firmare la dichiarazione dei redditi, che altrimenti si considera nulla. Barrando la casella Invio avviso telematico allintermediario inserita nel quadro della firma, autorizzate lAgenzia delle entrate a recapitare allintermediario (Caf, commercialista...) a cui vi siete rivolti per la compilazione il controllo formale della dichiarazione e qualsiasi altra comunicazione ad essa relativa. Se dal controllo delle dichiarazioni emerge unimposta da versare o un minor rimborso, i chiarimenti saranno chiesti allintermediario incaricato della trasmissione telematica. Se non fate questa scelta, la richiesta di chiarimenti sar inviata con raccomandata con avviso di ricevimento direttamente al vostro domicilio.

GLI ACCONTI IRPEF PER IL 2009


Limporto indicato al rigo RN31 minore di 51,65 euro?

No Il 99% dellimporto indicato al rigo RN31 minore di 257,52 euro?

Non dovete versare nessun acconto per il 2009

S Dovete versare un solo acconto pari al 99% dellimporto indicato al rigo RN31 da versare entro il 30 novembre 2009

No Sono dovuti entrambi gli acconti e cio: il 40% del 99% dellimporto del rigo RN31 entro il 16 giugno 2009 (rateizzabile); il 60% del 99% dellimporto del rigo RN31 entro il 30 novembre 2009

Il Fisco si fa anticipare le tasse presunte della prossima dichiarazione dei redditi: quindi, se siete a debito dovete versare gli acconti per il 2009

PAGARE A RATE: SONO DUE LE POSSIBILIT


Rata
1a rata 2a rata 3a rata 4a rata 5a rata 6a rata 7a rata

Versare entro
18 giugno 2 luglio 31 luglio 31 agosto 1 ottobre 31 ottobre 30 novembre

Interesse %
0 0,20 0,70 1,20 1,70 2,20 2,70

Versare entro (1)


16 luglio 31 luglio 31 agosto 1 ottobre 31 ottobre 30 novembre -

Interesse %
0 0,25 0,75 1,25 1,75 2,25 -

(1) L'importo da rateizzare deve essere prima maggiorato dello 0,4%.

SOLDI&DIRITTI n.106 maggio 2009

43