Sei sulla pagina 1di 7

Matteo Nobile

20120114

Valutazioni Ecco un buon esempio della situazione corrente: fino a venerd, diciamo alle 14:00, sembrava tutto ok: le emissioni di Italia e Spagna erano state decenti e i primi risultati societari USA erano pi o meno in linea con le attese (chi pi, chi meno). Poi i primi rumors, trasformatisi poi in una sorta di cagnara: S&P ha ridotto il rating della Francia di un notch. Venerd sera, alla chiusura dei mercati USA, la conferma: gi la Francia, ma anche Austria, doppio downgrade per Italia, Spagna e altri, tanto che l'Italia si trova ora psicologicamente fuori dalla prima classe, passando a BBB+
MOODY'S Andorra Austria Belgium Denmark Finland France Germany Gibraltar Greece Iceland Ireland Isle of Man Italy Jersey Liechtenstein Luxembourg Malta Monaco Netherlands Norway Portugal San Marino Spain Sweden Switzerland United Kingdom 15)NR 16)Aaa 17)Aa3 18)Aaa 19)Aaa 20)Aaa 21)Aaa 22)NR 23)Ca 24)Baa3 25)Ba1 26)Aaa 27)A2 28)NR 13)NR 14)Aaa 15)A2 16)NR 17)Aaa 18)Aaa 19)Ba2 20)NR 21)A1 22)Aaa 23)Aaa 24)Aaa S&P 29)A 30)AA+ 31)AAu 32)AAA 33)AAA 34)AA+u 35)AAAu 36)NR 37)CC 38)BBB39)BBB+ 40)AA+ 41)BBB+u 42)NR 25)AAA 26)AAA 27)A28)NR 29)AAAu 30)AAA 31)BB 32)NR 33)A 34)AAA 35)AAAu 36)AAAu FITCH 43)NR 44)AAA 45)AA+ 46)AAA 47)AAA 48)AAA 49)AAA 50)NR 51)CCC 52)BBB+ 53)BBB+ 54)NR 55)A+ 56)NR 37)NR 38)AAA 39)A+ 40)NR 41)AAA 42)AAA 43)BB+ 44)NR 45)AA46)AAA 47)AAA 48)AAA R&I 57)NR 58)NR 59)AA+ 60)NR 61)NR 62)AAA 63)AAA 64)NR 65)CC 66)NR 67)BBB+ 68)NR 69)A+ 70)NR 49)NR 50)AAA 51)NR 52)NR 53)AAA 54)NR 55)NR 56)NR 57)NR 58)AAA 59)NR 60)AAA

*-

**-

**-

*-

Prevedibile? Gi scontato nei prezzi? A giudicare dalla reazione di EURUSD non era proprio gi tutto scontato. Il commento della Merkel forse altrettanto preoccupante: il downgrade significa che dobbiamo raddoppiare gli sforzi; mentre alcuni commentatori hanno preso la strada opposta il downgrade significa che la cura attuale non funziona. Un altro po' di polarizzazione, proprio quello che NON serviva.

Matteo Nobile

20120114

Bond

Gli indici EU e USA si trovano pi o meno al livello dei massimi di settembre (che significa che chi ha investito in obbligazioni governative da settembre scorso ad oggi ha patito solo volatilit e non ha incassato nulla). Proprio su questi livelli, spesso indicati come resistenze arriva lo schiaffo di S&P, al quale seguiranno, molto probabilmente, una serie di downgrade sulle banche. Si potrebbe produrre un mezzo panic selling che potrebbe portare l'indice USA a superare la resistenza (flusso da EU -> USA) mentre l'indice EU a fermarsi su questi livelli e partire per un altro giro di giostra. Tutta da valutare poi, la reazione dell'indice Emerging markets.

Matteo Nobile

20120114

Corporate bond

Il mondo corporate e high yield (AAA-BBB, sotto BBB) si sta comportando piuttosto bene, nonostante il maggiore legame tra le HY e l'azionario. In fondo, molte societ continuano a produrre beni reali e finanto che operano, continueranno a pagare i coupon. Gi un anno fa molti fund manager indicavano che era preferibile avere le obbligazioni della InBev (birreria) che del debito sovrano belga.

Matteo Nobile

20120114

Equity

Per il momento i mercati azionari sembrano essersi stabilizzati su un trend rialzista, soprattutto, almeno fino a venerd sera, la volatlit realizzata sembra essersi ridotta un po'. Quella intrinseca, dettata dal prezzo delle opzioni, ancora piuttosto alta, soprattutto in europa, mentre negli USA, anche questa scesa in area 20%, che un'enormit rispetto ai rendimenti attesi dai mercati azionari, comunque meglio 20% che 35%.

Matteo Nobile

20120114

Commodities

Materie prime ancora piuttosto ballerine e sembrano confermare un trend ribassista o comunque laterale. L'unca eccezione sembrano essere i metalli industriali, che dovranno per dimostrare di volersi realmente staccare dalla posizione attuale. Impostante invece la correzione delle materie prime legate all'energia con il tira e molla iraniano sullo stretto di Hormuz e le relative minacce da parte di mezzo mondo. Anche in questo caso, l'impatto del downgrade europeo potrebbe propagarsi a causa del movimento del dollaro (al rialzo) che avrebbe ovviamente effetto sulle materie prime (al ribasso).

Matteo Nobile

20120114

Forex

Ci stiamo avvicinando al livello di 1.20 tra EURCHF e per la BNS arriva quindi il momento di dimostrare che difender il PEG ad ogni costo cos come promesso. Il che potrebbe tradursi in un apprezzamento del USD contro CHF, sempre che il downgrade europeo abbia l'effetto di indebolire ulteriormente l'EUR (come sembrerebbe dal trend EURUSD).

Matteo Nobile

20120114

Considerazioni e portafogli Torna il problema delle valute in portafoglio. Qualcuno ha iniziato seriamente a scommettere che l'EUR si indebolir ulteriormente contro USD, magari fino a 1.20. Altri che la BNS aumenter addirittura il PEG a 1.25, 1.30 o anche oltre (e forse la riluttanza di Hildebrand nel voler alzare il PEG uno dei motivi per tutta la telenovela che si scatenata). Va sempre tenuto presente che le valute sono un'ulteriore asset class di investimento ! Pertanto comprare il 30% di USD in un portafoglio a posizionare il 30% del proprio portafoglio su una singola scommessa, che se lo si facesse con le azioni, o con le obbligazioni HY a molti verrebbe l'orticaria. Soprattutto perch un ritorno verso 1.35 (impossibile ? Mai dire mai su questi mercati) corrisponde a un movimento di circa il 6.3%, che sul 30% del portafoglio porta ad una perdita di 1.9% in performance. Simmetricamente, per ottenere lo stesso effetto in positivo, dobbiamo vedere il prezzo EURUSD (ad esempio) in area 1.19... vale veramente la pena ? In fondo, si riapre il discorso del cos' un asset class ? Concettualmente, conviene iniziare davvero a ragionare in termini di rischio e correlazione, e trasformare ogni elemento pi o meno decorrelato dagli altri, che pu modificare il valore del portafoglio come una asset class a parte. Un fondo di trading va classificato solo come alternativo ? Oppure una classe a s stante ? Io opto per la seconda ipotesi.