Sei sulla pagina 1di 133

Patrologia Latina Database

MANUALE DUSO

CHADWYCK-HEALEY

Copyright 1996 Chadwyck-Healey Inc. Manuale dellutente. Tutti i diritti riservati. Per nessun motivo nessuna parte di questo manuale pu essere riprodotta in qualsiasi forma o mezzo (incluse la registrazione e la fotocopia) senza il permesso scritto della Chadwyck-Healey Inc. Data selection and arrangement copyright 1995 Chadwyck-Healey Inc. Tutti i diritti riservati. Software copyright 1995-1996 Enigma Information Retrieval Systems and Chadwyck-Healey Ltd. Windows un marchio depositato della Microsoft Corporation. ISBN: 0-89887-138-7 (solo Manuale dellutente) ISBN: 0-89887-134-4 (Manuale dellutente con il cofanetto CD-ROM) ProQuest Information and Learning The Quorum Barnwell Road Cambridge, CB5 8SW UK Tel: (01223) 215512 Supporto tecnico (il Regno unito soltanto): 0800 220710 Fax: (01223) 215513 Email: marketing@proquest.co.uk In America del Nord: ProQuest Information and Learning Company 300 North Zeeb Road Ann Arbor, MI 48106-1346 USA Tel: (734) 761-4700 Supporto tecnico: (800) 889-3358 Email: tsupport@il.proquest.com In Spagna ed in America Latina: ProQuest Information and Learning C/ Catello n95, 6 D 28006 Madrid Espaa Tel: (91) 575-55-97 Fax: (91) 575-98-85 Email: editor@spain.proquest.com URL ProQuest Information and Learning Company: http://www.proquest.co.uk URL Chadwyck-Healey Ltd: http://www.chadwyck.co.uk/
I diritti d'autore dei dati consultabili su computer sono di propriet della Chadwyck-Healey. Tuttavia alcuni testi restano di propriet di altri editori. Prima di ricevere questo prodotto, la vostra biblioteca ha firmato un accordo che la obbliga a prendere determinate misure per proteggere questi diritti d'autore. Queste misure, applicabili anche all'utente finale, riguardano principalmente la stampa e l'esportazione di testi e sono definite nell'Appendice F di questo manuale.

SOMMARIO
INTRODUZIONE ....................................................................................................................... 5
POLITICA EDITORIALE ........................................................................................................................................... 5 IL CORREDO DI PATROLOGIA LATINA ............................................................................................................. 7 HARDWARE E SOFTWARE NECESSARI ............................................................................................................. 7 QUESTO MANUALE ................................................................................................................................................ 8 COME INSTALLARE PATROLOGIA LATINA DATABASE ............................................................................... 9

GUIDA INTRODUTTIVA ...................................................................................................... 10


COME AVVIARE PATROLOGIA LATINA .......................................................................................................... 10 COME USARE PATROLOGIA LATINA ............................................................................................................... 11 COME SELEZIONARE O CAMBIARE IL DISCO ATTIVO ............................................................................... 11 OPZIONI DI AVVIO ................................................................................................................................................. 12 NUOVA RICERCA ................................................................................................................................................... 14 COME USCIRE DA PATROLOGIA LATINA ....................................................................................................... 15

CARATTERISTICHE DI BASE ............................................................................................. 16


CARATTERISTICHE DELLA FINESTRA DI PATROLOGIA LATINA ............................................................ 16 COME ACCEDERE ALLE FINESTRE ................................................................................................................... 20 COME SPOSTARE LE FINESTRE .......................................................................................................................... 20 USO DELLA GUIDA ................................................................................................................................................ 23

RICERCA STANDARD ........................................................................................................... 24


INTRODUZIONE ..................................................................................................................................................... 24 IL DIALOGO DI RICERCA STANDARD ............................................................................................................. 24 COME USARE GLI INDICI DI SFOGLIATURA ................................................................................................. 27 COME USARE PI CASELLE DI RICERCA ....................................................................................................... 30 COME PREDISPORRE LE OPZIONI DI RICERCA ............................................................................................ 32 COME EFFETTUARE RICERCHE PER PAROLE CHIAVE ............................................................................... 33 RICERCA PER PAROLE CHIAVE GRECHE ....................................................................................................... 38 RICERCA PER NOMI DI AUTORI ........................................................................................................................ 38 RICERCA PER VOLUMI ......................................................................................................................................... 41 COME ESEGUIRE E ABBREVIARE UNA RICERCA ......................................................................................... 42 COME SALVARE E CARICARE DELLE ESPRESSIONI DI RICERCA ............................................................ 44

RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE ....................................................................... 45


INTRODUZIONE ..................................................................................................................................................... 45 RIASSUNTO RISULTATI RICERCA ...................................................................................................................... 45 LA FINESTRA DI RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE ......................................................................... 46 COME PERCORRERE IL RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE ............................................................ 47 COME SELEZIONARE DEI DOCUMENTI ......................................................................................................... 47 COME VISUALIZZARE LINFORMAZIONE CONTESTUALE PER IL RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE .......................................................................................................................................... 49 COME VISUALIZZARE DEI DOCUMENTI ........................................................................................................ 51

VAI A .......................................................................................................................................... 53

INDICE ....................................................................................................................................... 55
LA FINESTRA DELLINDICE ................................................................................................................................. 55 LA VISUALIZZAZIONE DELLINDICE .............................................................................................................. 56 COME PERCORRERE LINDICE ........................................................................................................................... 57 COME ESPANDERE E COMPRIMERE LE DIRAMAZIONI ............................................................................ 57 COME USARE LA FINESTRA DELLINDICE INSIEME CON LA FINESTRA DEL TESTO COMPLETO 59

COME VISUALIZZARE IL TESTO COMPLETO ............................................................. 60


LA FINESTRA DEL TESTO COMPLETO ............................................................................................................. 60 LA VISUALIZZAZIONE DEL TESTO COMPLETO ........................................................................................... 61 COME PERCORRERE IL TESTO COMPLETO .................................................................................................... 63 COME VISUALIZZARE LAPPARATO TESTUALE .......................................................................................... 67 COME VISUALIZZARE GLI ORNAMENTI ....................................................................................................... 68 COME VISUALIZZARE LE TABELLE .................................................................................................................. 70 RIFERIMENTI ........................................................................................................................................................... 71 COPIARE E INCOLLARE ....................................................................................................................................... 71

COME STAMPARE E SALVARE ........................................................................................... 74


COME SELEZIONARE UNA STAMPANTE ........................................................................................................ 74 COME STAMPARE .................................................................................................................................................. 76 COME STAMPARE DAL RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE ............................................................ 76 COME SALVARE ...................................................................................................................................................... 81

RICERCA CON RIGA DI COMANDO ............................................................................... 92


IL DIALOGO DI RICERCA RIGA COMANDO ................................................................................................... 92 COME ESEGUIRE UNA RICERCA ....................................................................................................................... 93 I CODICI DI DATI DI PATROLOGIA LATINA ................................................................................................... 96 COME FORMULARE UNESPRESSIONE DI RICERCA CON RIGA DI COMANDO ................................. 98 PATROLOGIA LATINA DATABASE: STRUTTURA GENERALE ................................................................... 99

APPENDICE A ........................................................................................................................ 104


CONVENZIONI USATE IN QUESTO MANUALE .......................................................................................... 104 COMANDI .............................................................................................................................................................. 105

APPENDICE B......................................................................................................................... 106


AUTORI PRINCIPALI CONTENUTI IN PATROLOGIA LATINA DATABASE PER VOLUME ............... 106

APPENDICE C ........................................................................................................................ 112


CONSIGLI PER UNA RICERCA EFFICIENTE .................................................................................................. 112

APPENDICE D ........................................................................................................................ 113


ELEMENTI E ATTRIBUTI ..................................................................................................................................... 113

APPENDICE E ......................................................................................................................... 124


CONSIGLI SULLA RICERCA CON RIGA DI COMANDO ............................................................................. 124

APPENDICE F ......................................................................................................................... 127


ESTRATTO DELL'ACCORDO DI LICENZA ..................................................................................................... 127

Benvenuti alla versione finale di Patrologia Latina Database. Questa versione contiene 221 volumi e rappresenta una versione elettronica completa della prima edizione della Patrologia Latina (1844-1855 e 1862-1865) di Jacques-Paul Migne. Lelenco completo dei autori principali contenuti in questi volumi pu essere consultato nellAppendice B.

INTRODUZIONE

POLITICA EDITORIALE
La preparazione di Patrologia Latina Database stata iniziata con laiuto e lassistenza di un comitato editoriale. Il comitato ha stabilito fin dallinizio che il database doveva contenere lintera opera della Patrologia Latina. Nessuna parte dei testi doveva essere omessa, n il materiale introduttivo, n le note, n le appendici. La Patrologia Latina era ed tuttora un vero e proprio monumento bibliografico, non solo al pensiero patristico e medioevale, ma anche all'erudizione filologica e teologica moderna. Essa non solo offre unincomparabile selezione di testi dal II al XIII secolo, ma anche una biblioteca del sapere umanistico ed ecclesiastico dal XVI secolo in poi. Ognuno di questi testi pu essere ricercato separatamente nel database poich non ne stato omesso alcuno. La Patrologia Latina fu inizialmente stampata in 217 volumi (rilegati in 218 in quarto) dal 1844 fino al 1855. Ne furono pubblicate due serie: la series prima, comprendente i volumi dall1 al 73, da Tertulliano a Gregorio VII, negli anni 1844-1849 e la series secunda, comprendente i volumi dal 74 al 217 (da Gregorio VII a Innocenzo III), negli anni 18491855. I quattro volumi dellindice furono aggiunti dal 1862 al 1865. Migne stesso fece ristampare dei volumi fino al 1865, anno in cui vendette i diritti letterari della Patrologia Latina alla casa editrice Garnier di Parigi. Nel febbraio del 1868, un incendio distrusse la tipografia di Migne e le sue lastre tipografiche. Garnier aveva gi iniziato a ristampare parte della Patrologia Latina tre anni prima e continu la stampa dellintera opera fino al 1880. Purtroppo queste ristampe e tutte le edizioni successive di Garnier sono di qualit inferiore rispetto alle prime edizioni di Migne. Per questo motivo Patrologia Latina Database basato esclusivamente sulle copie della prima edizione dei testi e degli indici. Sebbene Migne desiderasse inizialmente che la Patrologia Latina abbracciasse lintera storia della cristianit latina fino agli albori della Riforma, ritenne in seguito pi opportuno concludere la serie con lanno 1216. Dopo questa data, infatti, vi fu una vera e propria esplosione di scritti filosofici e teologici e ci avrebbe reso impossibile che unopera, per quanto ampia, potesse includere anche solo parti anche solo rappresentative dei testi principali. Per questo la principale sequenza cronologica di autori della Patrologia Latina va dal 200 circa al 1216 d.C. Tuttavia, in vari punti, Migne incorpor dei testi medioevali pi recenti come parte integrante delle serie. Ag cos soprattutto qualora un testo scritto dopo il 1216 si collegava tradizionalmente a un lavoro precedente, spesso come commento o introduzione al testo. impossibile considerare questi testi medioevali pi recenti come secondari, quantunque
5

non rientrino nella cronologia principale della Patrologia Latina. Migne non concep le due serie come una stratificazione di testi principali e secondari ma come unopera che doveva illustrare il progresso di una tradizione teologica unificata, anche se immensamente complicata. Cercando di rispettare i suoi desideri, abbiamo tuttavia dovuto fare una sommaria distinzione tra autori medioevali e moderni per aiutare gli utenti del database. Questa distinzione consente agli utenti di escludere i testi moderni dalle loro ricerche, ossia di escludere da una ricerca standard la maggior parte del materiale introduttivo ed esplicativo. Abbiamo raggruppato gli autori come medioevali o moderni seguendo la metodologia moderna e prendendo come punto di riferimento il 1500. Sebbene questo anno non segni con precisione la fine del medioevo e linizio dellera moderna, pu servire come spartiacque fra i due termini per il sapere moderno. Poich il comitato editoriale si posto come principio di mantenere intatta la migliore edizione di Migne, ha in seguito preso la decisione di non introdurre emendamenti testuali nella Patrologia Latina. Il database riproduce il testo di Migne senza omissioni o aggiunte e non tenta in alcun modo di indicare questioni sollevate da studiosi pi moderni sulle versioni di Migne. Lutente di Patrologia Latina Database dovr considerarlo con lo stesso occhio rispettoso e critico con cui considererebbe i testi stampati sui quali si basa. Tuttavia, il comitato editoriale ha pensato che sarebbe stato utile per lutente inserire informazioni bibliografiche pi recenti nella codificazione dei dati. Per questo motivo, a ogni documento stato assegnato un codice che si riferisce a una o pi delle tre opere seguenti: Codice C DEKKERS (Eligius) Clavis patrum latinorum qua in novum Corpus Christianorum edendum optimas quasque scriptorum recensiones a Tertulliano ad Bedam commode recludit Eligius Dekkers opera usus qua rem praeparavit et iuvit Aemilius Gaar. ppxxiii. 461. Brugis, 1951. 8o. Codice G Pour revaloriser Migne. Tables rectificatives par Mgr. P. Glorieux. pp 82. Lille, 1952. 8o Codice S Ad utramque J.P. Migne Patrologiam Supplementum sive Auctarium Solesmense. Solesmis, 1900, etc. 8o Il codice appare tra parentesi dopo la voce per ogni documento attinente nel Riassunto delle corrispondenze e sopra il Testo completo e significa che si fa riferimento al documento nellopera o opere specificate dal codice. Se un asterisco appare accanto al codice, significa che in una o pi delle opere di riferimento citate, lattribuzione dautore di Migne messa in dubbio o cambiata. Esempi: (C)* significa che un documento ha un autore alternativo specificato nel Clavis patrum latinorum, oppure che lattribuzione dautore di Migne messa in dubbio. (C,S) significa che si fa riferimento al documento nel Clavis patrum latinorum e nel Supplementum.
6

(C,G,S)* significa che si fa riferimento al documento in tutte e tre le opere e che in una o pi di esse lattribuzione dautore di Migne messa in dubbio oppure precisato un altro autore.

IL CORREDO DI PATROLOGIA LATINA


Il vostro corredo di Patrologia Latina include i seguenti elementi: 1. 2. 3. 4. Cinque CD-ROM contenenti Patrologia Latina Database. Due dischetti da 3,5" contenenti il software che devono essere installato prima di eseguire Patrologia Latina. Questa nuova versione del manuale dellutente che spiega come servirsi del software. Una Guida di consultazione rapida che riassume le principali caratteristiche di Patrologia Latina Database.

HARDWARE E SOFTWARE NECESSARI


Per poter eseguire Patrologia Latina avrete bisogno come minimo della configurazione seguente: IBM o PC 386 compatibile funzionante a 25 MHz. 8 Mb di RAM Disco rigido con almeno 10 Mb liberi (un maggiore spazio migliorer le prestazioni). Unit per dischetti ad alta densit. Scheda e monitor VGA. Mouse Microsoft o compatibile. Versione DOS 3.3 o superiore. Versione di Microsoft Windows 3.1 in modalit avanzata. Unit per CD-ROM con estensioni CD-ROM Microsoft versione 2.10 o superiore.

ALTRE OPZIONI FACOLTATIVE

Una stampante che sia supportata da Windows, per poter stampare del materiale di Patrologia Latina.
7

Sebbene il minimo indispensabile per eseguire Patrologia Latina Database sia specificato qui sopra, evidente che con un database dellimportanza di Patrologia Latina, pi il computer potente, migliori saranno le prestazioni del software. Per poter sfruttare pienamente le possibilit di ricerca e di reperimento offerte da Patrologia Latina Database, raccomandiamo di installare il database su un computer con una configurazione superiore al minimo indispensabile, cio: un computer pi potente, per esempio un 486 anzich 386. un processore pi veloce che funzioni a 33 MHz e non a 25. pi di 8Mb di RAM.

Lutilizzo di un CD-ROM a doppia velocit migliorer ulteriormente le prestazioni. In ogni caso, qualunque sia la configurazione di cui disponete, le raccomandazioni seguenti vi aiuteranno a ottenere dei risultati migliori e vi permetteranno di servirvi di Patrologia Latina Database in modo pi efficace: accertatevi di aver parecchia memoria disponibile prima di eseguire Patrologia Latina. accertatevi che Windows sia eseguito nella modalit avanzata (se siete in dubbio circa la versione di Windows, standard o avanzata, consultate la vostra documentazione Windows). se possedete meno di 8 Mb di RAM, chiudete tutti gli altri programmi Windows prima di eseguire Patrologia Latina Database.

QUESTO MANUALE
Questo manuale ha lo scopo di aiutarvi a usare Patrologia Latina. Vi consigliamo di leggerlo se usate Patrologia Latina per la prima volta e di tenerlo a portata di mano per poterlo consultare in caso di bisogno. Le descrizioni delle funzionalit disponibili in Patrologia Latina sono seguite da una ricapitolazione a passo a passo identificata dal simbolo attinenti da eseguire sia con il mouse sia con la tastiera e che comprende i comandi .

Altre convenzioni usate in questo manuale sono descritte nellAppendice A. Se il software Patrologia Latina non ancora installato nel vostro computer, consultate la sezione qui di seguito. Se il software installato e se siete in grado diniziare le ricerche, passate al Capitolo 2 Guida introduttiva.

COME INSTALLARE PATROLOGIA LATINA DATABASE


Dapprima dovete installare Patrologia Latina nel vostro computer. Un volta installato, potete avviare Patrologia Latina Database su Windows o su DOS ogni volta che volete usarlo. Questa sezione vi indica come installarlo. Per installare Patrologia Latina Database: Accendete il computer e lunit CD-ROM (se separata dal computer). Digitate win sul prompt MS-DOS (Windows si apre automaticamente in alcuni sistemi). Inserite uno dei CD-ROM di Patrologia Latina Database nellunit CD-ROM e il primo dischetto dinstallazione nellunit per dischetti ad alta densit. Aprite Program Manager (Program Manager si apre automaticamente in alcuni sistemi). Selezionate File, Esegui (ALT+F, E) Digitate a:\setup nella casella della riga di comando. Selezionate OK (premete INVIO) Seguite le istruzioni che appaiono sullo schermo Durante linstallazione vi sar chiesto di dare un nome alla directory nella quale volete installare Patrologia Latina Database. La directory che vi suggeriamo C:\PLD ma potete scegliere una directory gi esistente o crearne una nuova. Terminata linstallazione, ritornerete al Program Manager in Windows.

Il programma per linstallazione di Patrologia Latina Database crea il gruppo di programmi Patrologia Latina Database. Allinterno di tale gruppo potrete vedere licona di Patrologia Latina. Dopo aver installato Patrologia Latina Database, siete oramai pronti a usare il programma. Le informazioni sulla Guida introduttiva e su come usare il programma si trovano al Capitolo 2.

GUIDA INTRODUTTIVA
Patrologia Latina pu essere avviata a partire dal prompt DOS o da Windows.

Potete scegliere le finestre che si aprono in modo predefinito quando avviate Patrologia Latina. Se non conoscete ancora Patrologia Latina, vi consigliamo di servirvi del dialogo di Ricerca standard per iniziare.

COME AVVIARE PATROLOGIA LATINA


Ci sono due modi diversi per avviare Patrologia Latina: sia dal prompt DOS, sia da Windows. Tuttavia, bisogna notare che potete avviare Patrologia Latina direttamente dal prompt DOS solo se siete allinterno della directory che contiene Patrologia Latina, oppure se si trova nella vostra istruzione di percorso. Quando avviate Patrologia Latina, appare uno schermo dintroduzione che visualizza brevemente i diritti di copyright. In seguito appariranno una o pi finestre di avvio predefinito, di solito un dialogo di ricerca. A questo punto siete in grado diniziare il reperimento dei documenti dai CD-ROM. Per avviare Patrologia Latina:

Digitate win_pld nel prompt DOS. Questo comando avvier sia Windows sia Patrologia Latina. oppure

Accertatevi che la finestra della directory contenente licona di Patrologia Latina sia aperta e attiva. Evidenziate licona di Patrologia Latina usando i tasti CTRL+TAB e premete INVIO.

Avviate Windows e seguite le istruzioni seguenti: Assicuratevi che la finestra della directory contenente licona di Patrologia Latina sia aperta. Fate doppio clic sullicona di Patrologia Latina.

10

COME USARE PATROLOGIA LATINA


I dati della versione finale dellopera Patrologia Latina sono contenuti in cinque CDROM. Il primo disco contiene i volumi dall1 al 47, il secondo i volumi dal 48 all89, il terzo i volumi dal 90 al 137, il quarto i volumi dal 138 al 181 e il quinto i volumi dal 182 al 221. Se volete eseguire una ricerca nellintero Patrologia Latina Database, oppure in un gruppo di documenti di un autore o di volumi che comprendono i cinque dischi, il software ricercher tutti i dischi automaticamente. Se il vostro computer ha una sola unit CDROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario. da notare che lordine dei dischi durante la ricerca irrilevante. Potete trovare una spiegazione completa su come effettuare una Ricerca standard nel Capitolo 4. Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo. A questo punto potete selezionare il disco che volete studiare per primo. Il disco da voi selezionato diventer il disco attivo e sar visualizzato nella Barra di stato sul bordo inferiore della finestra di Patrologia Latina. Nota: Potete vedere solamente un Riassunto delle corrispondenze, un Contesto delle corrispondenze, un Indice e/o una finestra di Testo completo per il disco attivo. Dopo aver selezionato un disco, apparir una finestra di Riassunto delle corrispondenze nella quale potrete vedere il Contesto delle corrispondenze o selezionare un documento. Le finestre di Riassunto delle corrispondenze, di Contesto delle corrispondenze e di Testo completo sono descritte rispettivamente ai Capitoli 5 e 8. In alternativa potete scorrere lIndice che elenca tutte le voci presenti nel disco attivo di Patrologia Latina, oppure utilizzare la finestra di Vai a per consultare un volume e un numero di colonna preciso. Gli indici sono descritti nel Capitolo 7; Vai a descritto nel Capitolo 6. Gli utenti pi specializzati possono voler eseguire delle ricerche con riga di comando per ricerche pi complesse. La Ricerca con riga di comando descritta nel Capitolo 10. Avete inoltre la possibilit di stampare o di salvare su un dischetto i risultati delle vostre ricerche. Troverete le spiegazioni su come stampare e come salvare nel Capitolo 9.

COME SELEZIONARE O CAMBIARE IL DISCO ATTIVO


Potete visualizzare un Riassunto delle corrispondenze, lIndice e una finestra di Testo completo solamente del disco attivo che state utilizzando. perci necessario selezionare quale sar il disco attivo per queste finestre. Il disco attivo indicato nella Barra di stato sul bordo inferiore della finestra di Patrologia Latina. Per cambiare il disco attivo, selezionate lIcona Seleziona disco dalla Barra degli strumenti (premete ALT+O, D). Il dialogo Seleziona disco si aprir e potrete scegliere il disco desiderato facendo clic sul punto appropriato (premete 1, 2, 3, 4 o 5). Dopo aver scelto, selezionate OK (premete INVIO). Se il vostro computer ha un sistema multi-CD-ROM, il disco attivo cambier automaticamente.
11

Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario. Quando effettuate il cambiamento, attendete qualche secondo affinch lunit CD-ROM abbia il tempo di riconoscere il nuovo disco (cio attendete che la spia luminosa dellunit CD-ROM smetta di lampeggiare) prima di selezionare OK (o di premere INVIO). Se stata effettuata una ricerca sul disco che avete appena cambiato, apparir il Riassunto delle corrispondenze per quel disco. Se cambiate il disco attivo senza aver effettuato una ricerca, si apriranno le finestre specificate nelle vostre Opzioni di avvio. Nota: Non cambiate mai il disco attivo nellunit CD-ROM senza aver dapprima selezionato il disco appropriato sia nella Barra degli strumenti sia nel menu delle Opzioni. In caso contrario, Patrologia Latina non sar in grado di riconoscere il nuovo disco. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario, a meno che non abbiate limitato la ricerca ad Autori o Volumi specifici di un solo disco. Un computer fornito di un sistema multi-CD-ROM cercher automaticamente le informazioni nei vari dischi.

OPZIONI DI AVVIO
Potete selezionare quale finestra o finestre si devono aprire ogni volta che avviate Patrologia Latina. Queste finestre si chiamano Opzioni di avvio. Le Opzioni di avvio disponibili sono: Ricerca Indice Testo completo

Nota: Quando cambiate il disco attivo, si apriranno le opzioni di avvio relative al nuovo disco (a meno che la finestra attiva non sia Riassunto delle corrispondenze; in questo caso si aprir il Riassunto delle corrispondenze per il nuovo disco).

12

da notare che potete selezionare una finestra, tutte o nessuna. Se selezionate tutte e tre le finestre, quando avviate Patrologia Latina, le finestre di Indice e di Testo completo saranno affiancate sul sottofondo, mentre il dialogo di Ricerca sar in primo piano. Il dialogo di Ricerca sar attivo. Se non selezionate nessuna finestra, si visualizzeranno solo i menu, la Barra degli strumenti e la Barra di stato. Se selezionate Ricerca, il programma aprir una della due opzioni di ricerca (cio Ricerca standard o con riga di comando) che avevate selezionato al momento dell'ultima modifica delle Opzioni di avvio. Quest' opzione di ricerca verr visualizzata sul bordo inferiore del dialogo di Opzioni di avvio. Se selezionate l'Indice e/o il Testo completo, quelle finestre si apriranno automaticamente mostrando i dati contenuti nel primo disco individuato da Patrologia Latina. Selezionate Opzioni, Opzioni di avvio (premete ALT+O, O) per aprire il dialogo di Opzioni di avvio e selezionate la finestra o le finestre di avvio predefinite.

Una croce in una casella di controllo indica che la finestra selezionata. Annullate o confermate la selezione facendo clic nella casella di controllo (premete ALT+lettera sottolineata). Potete anche scegliere se desiderate o no che la Ricerca troncata sia disattivata. (Consultate la pagina 4-20 per una descrizione di questa opzione di modifica di ricerca.) Selezionate o deselezionate questa funzionalit facendo clic nella casella di controllo (premete ALT+C). Una volta indicate le vostre scelte, selezionate Salva (premete ALT+S) per salvare le selezioni. Queste Opzioni di avvio diventeranno operative quando avrete chiuso e riaperto Patrologia Latina. Per chiudere il dialogo di Opzioni di avvio senza apportare nessuna modifica, selezionate Annulla (premete ALT+A).
13

Per modificare le opzioni di avvio:

Selezionate Opzioni, Opzioni di avvio. Si aprir il dialogo di Opzioni di avvio.

Premete ALT+O, O. Si aprir il dialogo di Opzioni di avvio.

Selezionate le opzioni desiderate con le apposite caselle. Selezionate Salva per salvare le Opzioni di avvio prescelte. Il dialogo si chiuder. oppure Selezionate Annulla per chiudere il dialogo senza apportare nessuna modifica.

Selezionate le opzioni attinenti. Premete:


ALT+R ALT+I

per selezionare Ricerca per selezionare Indice

ALT + T

per selezionare Testo completo


ALT + C

per selezionare Ricerca troncata Premete ALT + S per salvare le Opzioni di avvio prescelte. Il dialogo si chiude. oppure Premete ALT + A per chiudere il dialogo senza apportare delle modifiche. Uscite e rientrate in Patrologia Latina per far diventare operative le opzioni.

Uscite e rientrate in Patrologia Latina per far divertare operative le opzioni.

NUOVA RICERCA
Lopzione di File, Nuova ricerca (premete ALT+F, N) cancella tutte le istruzioni e risultati di ricerca e vi riporta al dialogo di ricerca attiva. Consiglio: Questo comando utile se volete cancellare i ritrovamenti evidenziati dal Testo completo.

14

COME USCIRE DA PATROLOGIA LATINA


Ci sono tre modi per uscire da Patrologia Latina: Selezionate File, Esci (premete ALT+F, E) oppure Selezionate Menu di controllo, Esci (premete ALT+F4) oppure Fate doppio clic con il mouse nel Menu di controllo della finestra principale di Patrologia Latina.

Apparir un dialogo per confermarvi la richiesta di chiusura. Selezionate OK (premete INVIO) per chiudere; selezionate Annulla (premete ESC) per rimanere in Patrologia Latina.

15

Tutte le ricerche e i risultati di ricerca sono visualizzati in finestre allinterno della finestra principale di Patrologia Latina. In questo capitolo parleremo essenzialmente della finestra principale di Patrologia Latina e delle funzioni di Guida. Un certo numero di caratteristiche di Patrologia Latina sono le stesse dei programmi Windows 3 mentre certe altre appartengono esclusivamente a Patrologia Latina.

CARATTERISTICHE DI BASE

CARATTERISTICHE DELLA FINESTRA DI PATROLOGIA LATINA


Lo schema seguente illustra gli elementi principali della finestra di Patrologia Latina. Tali elementi sono descritti qui di seguito.

Menu di controllo

Barra dei menu

Titolo di finestra

Barra del titolo Pulsante di ripristino

Barra degli strumenti Bordo di finestra

Pulsante di riduzione Pulsante di ingrandimento Casella di scorrimento Barra di scorrimento Freccia di scorrimento

Icone

Barra di stato

Angola di finestra

BARRA DEGLI STRUMENTI

La Barra degli strumenti appare sotto la Barra dei menu nella finestra principale di Patrologia Latina.

16

La Barra degli strumenti contiene sei gruppi di icone:

Seleziona disco

Copia e Incolla

Guida

Finestra

Esporta

Icone Testo completo

Icona ? Icone Icona Icone Icone Icone

apre una finestra di guida sensibile al contesto Finestra aprono una finestra specifica oppure, se gi aperta, la rendono attiva Seleziona disco cambia il disco attivo Copia e Incolla incollano testo dal Testo completo al dialogo di ricerca Esporta stampano o salvano i dati Testo completo scorrono il Testo completo del database

Per iniziare selezionate unicona con il mouse. Tutte queste funzioni possono essere eseguite anche premendo un tasto di funzione o con il menu. La guida sensibile al contesto pu essere consultata premendo il tasto F1. Le funzioni Finestra ed Esporta possono essere eseguite premendo un tasto di funzione o selezionando rispettivamente dai menu Finestre o File. Potete cambiare il disco attivo utilizzando il menu Opzioni. Le funzioni Testo completo possono essere eseguite premendo il tasto di scelta o effettuando una selezione dal menu Testo completo. Quando posate il puntatore del mouse su unicona della Barra degli strumenti appare la Descrizione comandi che visualizza una descrizione di questa icona. Inoltre apparir un messaggio nella Barra di stato indicante la funzione di questa icona. Quando non necessaria, la Barra degli strumenti pu essere chiusa per aumentare lo spazio disponibile. Per chiudere la Barra degli strumenti selezionate Opzioni, Barra degli strumenti (premete ALT+O, B). Se invece la Barra degli strumenti non c, selezionate Opzioni, Barra degli strumenti (premete ALT+O, B) per farla apparire.
BARRA DI STATO

La Barra di stato appare sul bordo inferiore della finestra principale di Patrologia Latina e costituisce una guida per le voci del menu e per le icone della Barra degli strumenti. Per attivare questa guida, puntate il mouse sullicona della Barra degli strumenti o su una casella di una voce del menu e premete il pulsante di sinistra del mouse. Un messaggio
17

apparir nella Barra di stato per indicare la funzione della voce del menu selezionata o dellicona. Se non desiderate selezionare la funzione, spostate la freccia del mouse prima di rilasciare il pulsante. La Barra di stato indica anche qual il disco attivo di Patrologia Latina. Quando non necessaria, la Barra di stato pu essere chiusa per aumentare lo spazio disponibile. Per chiudere la Barra di stato, selezionate Opzioni, Barra di stato (premete ALT+O, S). Se invece la Barra di stato non c, selezionate Opzioni, Barra di stato (premete ALT+O, S) per farla apparire.
BARRA DEL TITOLO

C una Barra del titolo sul bordo superiore di ogni finestra. Ogni barra contiene il Titolo di finestra. Se una finestra stata ingrandita, i due titoli appaiono nella finestra principale della Barra del titolo, con il titolo della finestra secondaria tra parentesi quadre. Potete servirvi del mouse per spostare una finestra facendo clic sulla Barra del titolo e spostandolo al punto voluto.
BARRA DEI MENU

La Barra dei menu elenca tutti i menu disponibili: File, Modifica, Finestre e ? sono i menu standard di Windows; Opzioni, Ricerca e Testo completo sono specifici di Patrologia Latina. Per iniziare unoperazione relativa a una voce del menu, selezionate il menu desiderato (premete ALT+lettera sottolineata). Poi selezionate la voce desiderata (premete lettera sottolineata). Alcune voci del menu sono accessibili dalla Barra degli strumenti oppure utilizzando un tasto di scorciatoia chiamato tasto di scelta. I tasti di scelta sono elencati in una colonna sulla destra del menu a discesa attinente. Quando puntate il mouse su una voce del menu e premete il pulsante sinistro del mouse, apparir un messaggio nella Barra di stato indicante la funzione di questa voce del menu. Se non desiderate selezionare questa voce, spostate il mouse prima di rilasciare il pulsante.
MENU DI CONTROLLO

Il Menu di controllo appare nellangolo in alto a sinistra di tutte le finestre. Potete usare il menu di controllo per ripristinare, spostare, ridimensionare, espandere, ridurre e chiudere le finestre, oltre che per spostarvi su altre applicazioni di Windows. Un doppio clic sul menu di controllo chiude la finestra. Nel caso della finestra principale di Patrologia Latina, il doppio clic vi far uscire da Patrologia Latina. Inoltre, la maggior parte delle funzioni del Menu di controllo puo essere eseguita direttamente servendosi del mouse. Per esempio, potete spostare una finestra trascinando la Barra del titolo e potete ridurre o espandere una finestra facendo clic sui pulsanti attinenti nellangolo a destra in alto della finestra.

18

BARRE DI SCORRIMENTO E CASELLA DI SCORRIMENTO

Le Barre di scorrimento appaiono su una finestra solamente quando ci sono pi informazioni di quante ne possano essere disposte nello spazio disponibile dello schermo. La Casella di scorrimento vi indica a che punto siete della finestra.
BORDO DELLA FINESTRA E ANGOLO DELLA FINESTRA

Il Bordo della finestra e lAngolo della finestra sono utilizzati per ridimensionare una finestra. Il puntatore del mouse diventa una freccia a due punte quando viene posizionato sul bordo o sullangolo. Trascinate la freccia e la finestra sar ridimensionata. Se possibile, il contenuto della finestra sar ridimensionato per adattarsi alle nuove dimensioni della finestra.
PULSANTE DINGRANDIMENTO

Il Pulsante dingrandimento permette di allargare una finestra per riempire lo spazio disponibile. Se ingrandite la finestra di Patrologia Latina, riempirete tutto lo schermo; unaltra finestra ingrandita (per esempio, Ricerca standard, Indice o Testo completo) riempir larea di lavoro di Patrologia Latina.
PULSANTE DI RIDUZIONE

Il Pulsante di riduzione permette di ridurre una finestra a icona. Bisogna notare che le icone ridotte si trovano in genere dietro ogni finestra aperta.
PULSANTE DI RIPRISTINO

Il Pulsante di ripristino vi permette di ripristinare una finestra ingrandita alle sue dimensioni e posizione iniziali. Per esempio, se la finestra occupava inizialmente langolo in fondo a sinistra dello schermo, ritorner in quella posizione quando selezionerete il pulsante di ripristino.
ICONE DI PATROLOGIA LATINA

Ogni finestra pu essere ridotta alle dimensioni di unicona. Cio utile quando volete tenere aperta una finestra senza aver bisogno di vederla. In Patrologia Latina vengono usate cinque icone diverse per rappresentare le finestre. Queste icone sono essenzialmente le stesse dei pulsanti nella Barra degli strumenti. Oltre a queste, una sesta icona rappresenta le finestre di Apparato o di Ornamento ridotte; una settima rappresenta la finestra principale inizialmente visualizzata nel Program Manager in Windows e quando riducete Patrologia Latina.

19

Ogni icona include il nome di una finestra particolare che stata ridotta. Le icone possono essere spostate in qualunque punto allinterno dellarea di lavoro di Patrologia Latina. Selezionate alternativamente Finestre, Disponi icone (premete ALT+T, I) per sistemare le icone con ordine sul bordo inferiore dello schermo. Bisogna notare che le icone ridotte si troveranno in genere dietro una finestra aperta.

COME ACCEDERE ALLE FINESTRE


Una finestra deve essere attiva per poter essere utilizzata; una sola finestra alla volta pu essere attiva. Vi sono diversi modi per attivare una finestra: Selezionate licona della finestra attinente dalla Barra degli strumenti. oppure Fate clic su un punto qualunque della finestra con il mouse. oppure Selezionate Finestre e quindi la finestra desiderata (premete ALT+T, lettera sottolineata). oppure Premete il tasto di funzione che rappresenta la finestra attinente. oppure Premete CTRL+TAB per passare da una finestra allaltra. Ogni finestra diventer attiva a turno.

COME SPOSTARE LE FINESTRE


possibile cambiare la posizione delle finestre sullo schermo. particolarmente utile farlo se usate varie finestre allo stesso tempo. Potete posizionare le finestre in uno dei tre modi seguenti: trascinare le finestre affiancare le finestre sovrapporre le finestre

20

COME TRASCINARE LE FINESTRE

Potete selezionare una finestra particolare e trascinarla nella nuova posizione allinterno della finestra principale di Patrologia Latina servendovi del mouse o della tastiera. Per trascinare una finestra:

Fate clic su una parte visibile della finestra per renderla attiva. oppure Se non potete vedere la finestra, fate clic sullicona della Barra degli strumenti attinente oppure selezionatela dal menu Finestre.

Premete il tasto di funzione che rappresenta la finestra attinente. oppure

Premete ALT+T, lettera sottolineata per rendere attiva la finestra. Premete ALT+SEGNOMENO, S. Usate i TASTI DI DIREZIONE per posizionare la finestra. Quando la finestra si trova nella posizione desiderata, premete INVIO.

Fate clic sulla Barra del titolo e trascinate la finestra fino alla posizione desiderata.

COME AFFIANCARE LE FINESTRE

Il comando Affianca dispone automaticamente lo schermo in modo da poter vedere tutte le finestre disponibili in Patrologia Latina. Lo schema seguente lo spiega.

21

Consiglio: Potete ridurre qualunque finestra aperta che non volete affiancare. Per esempio, in questo schema la finestra di Indice pu essere ridotta se volete lavorare solamente con le finestre di Testo completo e di Apparato. Per affiancare le finestre:

Selezionate Finestre, Affianca orizzontalmente. oppure

Premete ALT+T, O oppure Premete ALT+V

Selezionate Finestre, Affianca verticalmente

COME SOVRAPPORRE LE FINESTRE

Il comando Sovrapponi ridimensiona automaticamente e sovrappone tutte le finestre aperte allinterno dellarea di lavoro di Patrologia Latina in modo da rendere visibile ogni Barra del titolo. Lo schema seguente ne fornisce la spiegazione.

Per sovrapporre le finestre:

Selezionate Finestre, Sovrapponi.

Premete ALT+T, S.

22

USO DELLA GUIDA


Per consultare la Guida, selezionate ? dal menu. Ci sono tre comandi di Guida, come descritto qui di seguito. ?, Sommario vi porta a una pagina dIndice che introduce Patrologia Latina e vi fa conoscere gli argomenti principali. Potete avere delle informazioni pi dettagliate sulle parole evidenziate in verde. ?, Comandi un elenco di definizioni per ogni comando contenuto in ogni menu. ?, Uso della guida vi conduce ai file della Guida.

Potete selezionare in alternativa lIcona dalla Barra degli strumenti (premete F1). Vi ritroverete quindi di fronte a una finestra di guida sensibile al contesto, cio alla pagina della Guida relativa alla finestra attiva. Quando siete in una pagina della Guida, puntate il mouse su una parola evidenziata in verde. Il puntatore del mouse diventer una mano. Con la mano posizionata sulla parola giusta, fate un doppio clic sul pulsante del mouse. La Guida vi porter quindi a unaltra pagina che spiega pi dettagliatamente le parole selezionate. Se usate la tastiera, premete TAB fino a evidenziare la parola giusta e poi premete INVIO. Per ritornare alla pagina precedente della guida selezionate Precedente (premete ALT+P). Per un indice dettagliato, selezionate Cerca (premete ALT+E). Le varie funzionalit della Guida allinterno di Patrologia Latina forniscono un aiuto rapido molto prezioso e sono sempre disponibili anche quando questo manuale non lo !

23

4
Vai a

RICERCA STANDARD

INTRODUZIONE
Questo capitolo descrive il dialogo di Ricerca standard e inoltre fornisce informazioni generali sulla ricerca, per esempio su come cercare parole con una radice comune e su come usare gli operatori booleani e di vicinanza. Oltre al dialogo di Ricerca standard descritto in questo capitolo, sono disponibili le seguenti funzionalit: Se volete andare direttamente al rimando di un volume e di una colonna in particolare, dovete usare Vai a. Vai a descritto nel Capitolo 6. Indice vi consente di scorrere lindice della Patrologia Latina, che elenca tutte le opere contenute nel database in ordine di volume. Ci significa che potete vedere i documenti nel loro contesto originale. Indice descritto nel Capitolo 7. La Ricerca con riga di comando consente di effettuare ricerche molto complesse nel database e richiede una notevole conoscenza sia della struttura dei dati sia del linguaggio di interrogazione di ricerca. La Ricerca con riga di comando descritta nel Capitolo 10.

Indice

Ricerca con riga di comando

IL DIALOGO DI RICERCA STANDARD


Lopzione di ricerca che userete pi frequentemente in Patrologia Latina Database Ricerca standard. Per aprire il dialogo di Ricerca standard, selezionate Ricerca, Ricerca standard (premete ALT+R, S), oppure fate clic sullIcona Ricerca sulla Barra degli strumenti (premete F2) per aprire la finestra. Ricerca standard vi permette di cercare singole parole (parole chiave) in un documento o in un titolo di documento, di cercare documenti di un autore in particolare e di compiere una ricerca per volume. Nota: Patrologia Latina di solito non fa distinzione fra lettera maiuscola e minuscola. Ci significa che potete usare lettere maiuscole o minuscole o una combinazione di entrambe nelle vostre istruzioni di ricerca. I segni di punteggiatura come punti e virgole sono trattati come spazi e non sono oggetto di ricerca. Troverete utile leggere questo capitolo insieme con i suggerimenti per rendere pi efficace la vostra ricerca forniti nellAppendice C.

24

Il dialogo di Ricerca standard vi consente di effettuare ricerche nel database per mezzo di una delle seguenti caselle o qualsiasi combinazione di esse: Parole chiave (compresi tutti gli elementi del documento) Parole chiave greche Parole chiave titolo (cio dei titoli dei documenti) Autori Volumi.

Molti documenti contengono inoltre delle note, per esempio note a pi di pagina, note come apparato critico. Si pu specificare se una ricerca per parole chiave deve includere o escludere lapparato testuale, oppure si pu cercare solo lapparato. Si pu anche specificare se una ricerca per parola chiave deve essere compiuta su tutti gli autori, oppure solo su autori medioevali o moderni. Per aprire la finestra di Ricerca standard, selezionate Ricerca, Ricerca standard (premete ALT+R, S). Per cercare in un campo in particolare, digitate il termine di ricerca nella casella di ricerca appropriata oppure selezionatelo dallelenco appropriato e selezionate Ricerca (premete ALT+I). Una volta che avete iniziato la ricerca, potete abbreviarla o abbandonarla scegliendo le opzioni dai dialoghi di Ricerca in corso e Generazione Riassunto corrispondenze in corso. Per chiudere il dialogo di ricerca senza eseguire un ricerca, fate doppio clic nel menu di controllo (premete ALT+F4) Per cancellare lintero contenuto di un dialogo di ricerca e ricominciare da capo, selezionate Cancella.

25

Per eseguire una Ricerca standard:

Selezionate Ricerca, Ricerca standard. Si aprir il dialogo di Ricerca standard. oppure Selezionate lIcona Ricerca dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo di Ricerca standard.

Premete ALT+R, S per selezionare Ricerca standard. Si aprir il dialogo di Ricerca standard. oppure Premete F2. Si aprir il dialogo di Ricerca standard. Spostatevi sulla casella o caselle di ricerca attinenti. Premete:
ALT+P

Fate clic nella casella di ricerca attinente e digitate il termine di ricerca. Ripetete questo procedimento per tutte le caselle di ricerca desiderate. Selezionate Ricerca per eseguire la ricerca. Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione, a meno che non abbiate limitato la ricerca ad Autori o Volumi specifici di un unico disco. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario.

per Parole chiave ALT+G per Parole chiave greche ALT+L per Parole chiave titolo ALT+A per Autori ALT+V per Volumi e digitate il vostro termine (o termini) di ricerca. Premete ALT+I per eseguire la ricerca. Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione, a meno che non abbiate limitato la ricerca ad Autori o Volumi specifici di un unico disco. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario. Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco selezionato elencante tutti i documenti ritrovati dalla vostra ricerca su quel disco.
26

Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco selezionato elencante tutti i documenti ritrovati dalla vostra ricerca su quel disco.

Nota: Una volta che una ricerca iniziata, potete interromperla selezionando SPAZIATRICE.

LA BARRA

Nota: Si pu salvare il contenuto di un dialogo di Ricerca standard e caricare il file salvato pi tardi.

COME USARE GLI INDICI DI SFOGLIATURA


Si pu consultare un indice di sfogliatura alfabetico o numerico che elenca tutti i termini di ricerca disponibili per ogni campo di ricerca. Per accedere agli indici di sfogliatura per qualunque campo, spostate il cursore sulla casella di ricerca attinente e selezionate Sfoglia. Per spostarvi in un punto particolare dellindice, digitate le prime lettere (o numeri) della parola o nome desiderato. Lelenco scorrer fino alla parola o nome che sono pi vicini alle lettere da voi digitate.

GI, FINE

Per scorrere lelenco, fate clic sullelenco stesso (premete TAB). Scorrete usando PG SU, PG e i TASTI DI DIREZIONE, oppure fate clic sulle frecce di scorrimento o sulla barra di scorrimento, oppure trascinate la casella di scorrimento. Potete trasferire uno o pi termini dagli indici di sfogliatura allo schermo di ricerca. Per trasferire un termine, assicuratevi che sia stato evidenziato e selezionate OK (premete INVIO), oppure fate doppio clic con il mouse sulla voce desiderata. Per trasferire pi di un termine, fate clic sulla prima voce che desiderate selezionate, quindi premete e tenete premuto CTRL facendo clic su ogni voce successiva desiderata. Altrimenti,

27

se desiderate selezionare una sequenza di voci, fate clic sulla prima voce, quindi premete e tenete premuto MAIUSC facendo clic sullultima voce desiderata; questoperazione evidenzier tutte le voci nella sequenza. Per annullare una selezione, premete e tenete premuto CTRL mentre fate clic sulla voce. Per trasferire pi di un termine usando la tastiera, premete e rilasciate MAIUSC+F8; il cursore di selezione (levidenziazione punteggiata) inizier a lampeggiare. Usate i TASTI DI DIREZIONE per spostarvi sulla voce o sulle voci desiderate e premete LA BARRA SPAZIATRICE per selezionarli. Per annullare la selezione, premete di nuovo LA BARRA SPAZIATRICE quando vi trovate sulla voce desiderata. Quando avete evidenziato i termini desiderati, selezionate OK (premete trasferirli sullo schermo di ricerca e chiudete gli indici di sfogliatura.
ALT+K)

per

Quando trasferite pi di un termine da uno degli indici di sfogliatura alla casella di ricerca, Patrologia Latina li collega automaticamente con loperatore booleano O, che pu essere sostituito con loperatore booleano E o E NON. Le caselle Autori e Parole chiave greche hanno una funzionalit di sfogliatura automatica. Ci significa che lindice di sfogliatura si apre non appena iniziate a digitare nelle caselle di ricerca. La sfogliatura si ferma al termine pi vicino ai caratteri digitati. Potete cancellare tutte le voci nei campi con la funzionalit di sfogliatura automatica. A questo scopo, premete CANC o BACKSPACE; tutte le voci nella casella di ricerca attinente verranno cancellate. Potete anche tornare alla sfogliatura e cambiare le voci nella casella di ricerca premendo ALT+S ed effettuando cancellature e/o nuove selezioni come descritto sopra.
COME SFOGLIARE LE PAROLE CHIAVE GRECHE IN RICERCA STANDARD

Per sfogliare lelenco delle Parole chiave greche disponibili, fate clic nella casella di Parole chiave greche (premete ALT+G) e selezionate Sfoglia (premete ALT+S). Si aprir la finestra di sfogliatura di Parole chiave greche, mostrando le parole che cominciano con la lettera a. Per fare scorrere le parole che cominciano con una particolare lettera dellalfabeto, digitate la lettera desiderata. Le parole greche devono essere digitate secondo la seguente traslitterazione convenzionale:
=A =B =G =D =E =Z =H =Q =I =K =L =M =N =X =O =P =R =S =T =U =F =C =Y =W

Per esempio, se digitate M nella casella di sfogliatura, lindice di sfogliatura scorrer fino alla prima delle parole greche di Patrologia Latina Database che cominciano con la lettera m.

28

Evidenziate la parola che desiderate trasferire nella casella di ricerca di Parole chiave greche e selezionate OK (premete INVIO). Se desiderate selezionare pi parole, riaprite lindice di sfogliatura e sceglietele. Ci necessario quando dovete selezionare la stessa parola con accenti diversi per assicurarvi che la ricerca ritrovi tutte le ricorrenze di una particolare parola. Loperatore booleano O, rappresentato da una sbarretta verticale (|), verr inserito automaticamente fra le parole nella casella di Parole chiave greche. da notare che le parole greche in Patrologia Latina possono essere cercate soltanto usando la sfogliatura Parole chiave greche. Nota: Il mapping del tipo PLDGreek stato eseguito da LaserGreek per Windows ed disponibile presso Linguists Software, Inc., P.O. Box 580, Edmonds, WA 98020-0580, USA (Tel: 206-775-1130). Se volete usare il tipo PLDGreek con programmi diversi da Patrologia Latina (per esempio, con programmi di elaborazione di testi), potete ottenere informazioni pi dettagliate presso Linguists Software, Inc. Linguists Software Inc. commercializza LaserGreek per conto di The Payne Loving Trust.

Per trasferire un termine di ricerca da una casella di sfogliatura a una casella di ricerca:

Con il cursore nella casella di ricerca attinente, selezionate Sfoglia. Digitate le prime lettere della parola desiderata oppure scorrete lelenco. Dopo aver evidenziato il termine di ricerca desiderato, selezionate OK. Lindice di sfogliatura verr chiuso e il termine di ricerca verr trasferito di nuovo nella casella di ricerca attinente.

Con il cursore nella casella di ricerca attinente, premete ALT+S. Digitate le prime lettere della parola desiderata oppure s p o s t a t e v i con TAB allelenco e scorretelo usando i TASTI DIDIREZIONE, PG SU, PG GI, HOME e FINE. Dopo aver evidenziato il termine di ricerca desiderato, premete INVIO. Lindice di sfogliatura verr chiuso e il termine di ricerca verr trasferito di nuovo nella casella di ricerca attinente.

29

Per trasferire pi termini di ricerca da una sfogliatura a una casella di ricerca:

Con il cursore nella casella di ricerca attinente, selezionate Sfoglia. Usate i tasti di scelta o scorrete fino al primo termine desiderato. Premete e tenete premuto CTRL facendo clic su ogni voce successiva che volete selezionare oppure

Con il cursore nella casella di ricerca attinente, premete ALT+S. Usate i tasti di scelta o usate i TASTI DI DIREZIONE per spostarvi sul primo termine desiderato. Premete e rilasciate MAIUSC+F8 Il cursore di selezione inizier a lampeggiare. Usate i TASTI DI DIREZIONE per spostarvi sulle voci desiderate e premete LA BARRA SPAZIATRICE per selezionarle tutte. Dopo aver evidenziato i termini di ricerca desiderati, premete INVIO. Lindice di sfogliatura verr chiuso e i termini di ricerca appariranno separati dalloperatore booleano O nella casella di ricerca attinente.

Premete e tenete premuto MAIUSC facendo clic sulla prima e lultima voce della sequenza desiderata. Dopo aver evidenziato i termini di ricerca desiderati, selezionate OK. Lindice di sfogliatura verr chiuso e i termini di ricerca appariranno separati dalloperatore booleano O nella casella di ricerca attinente.

COME USARE PI CASELLE DI RICERCA


Potete eseguire una ricerca usando pi caselle di ricerca. Per esempio, potete cercare la ricorrenza di una parola chiave particolare nei documenti di un autore specifico. A questo scopo, basta digitare le voci di ricerca nelle caselle di ricerca appropriate o, nel caso di ricerche per Parole chiave greche e Autori, selezionarle dallindice di sfogliatura. da notare che tra le caselle di Parole chiave e di Parole chiave greche implicito un operatore booleano O, mentre tra queste e tutte le altre caselle di ricerca implicito un operatore booleano E. Ci significa che, quando effettuate una ricerca in pi campi, il programma restringer automaticamente la ricerca ai documenti che soddisfano tutti i termini di ricerca da voi specificati.

30

Per esempio, se digitate christus nella casella di Parole chiave e selezionate Hilarius Arelatensis dalla sfogliatura Autori, il programma ritrover solo i documenti che contengono la parola christus nel testo del documento e che sono stati redatti da Hilarius Arelatensis. Consiglio: Non necessario riempire tutte le caselle di ricerca per effettuare una Ricerca standard. Pi caselle e opzioni specificate, pi limitata sar la vostra ricerca e pi tempo impiegherete a eseguirla. Per eseguire una ricerca in pi caselle:

Selezionate Ricerca, Ricerca standard oppure Selezionate lIcona Ricerca dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo di Ricerca standard.

Selezionate Ricerca, Ricerca standard oppure Premete F2. Si aprir il dialogo di Ricerca standard.

Fate clic nella casella di ricerca e digitate o selezionate il termine o i termini di ricerca. Ripetete questo procedimento per tutte le caselle di ricerca attinenti. Selezionate Ricerca per eseguire la ricerca

Premete ALT+lettera sottolineata per spostarvi su una casella di ricerca e digitate o selezionate il termine o i termini di ricerca. Ripetete questo procedimento per tutte le caselle di ricerca desiderate. Premete ricerca.
ALT + I

per eseguire la

31

Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione, a meno che non abbiate limitato la ricerca ad Autori o Volumi specifici di un unico disco. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario.

Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione, a meno che non abbiate limitato la ricerca ad Autori o Volumi specifici di un unico disco. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario.

Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco selezionato elencante tutti i documenti ritrovati dalla vostra ricerca.

Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco selezionato elencante tutti i documenti ritrovati dalla vostra ricerca.

COME PREDISPORRE LE OPZIONI DI RICERCA


Potete limitare la vostra ricerca ad alcuni elementi particolari dei documenti contenuti in Patrologia Latina. Selezionate Opzioni di ricerca (premete ALT+Z) se volete modificare le opzioni predefinite Includi apparato e Tutti gli autori. Si aprir il dialogo di Opzioni di ricerca.

Potete selezionare Includi apparato (premete ALT+I) o Escludi apparato dalla Ricerca per parole chiave (premete ALT+E) oppure Solo apparato (premete ALT+S). Nello stesso modo potete selezionare Solo autori medioevali (premete ALT+M), Solo autori moderni (premete ALT+D) o Tutti gli autori (premete ALT+T).
32

Nota: Se selezionate Solo autori medioevali o Solo autori moderni, Patrologia Latina eseguir la ricerca unicamente nei documenti di autori medioevali o moderni. Se selezionate Solo autori medioevali insieme con Solo apparato, Patrologia Latina eseguir la ricerca unicamente nelle note aggiunte ai documenti di autori medioevali; le note sono di solito redatte da studiosi moderni. Dopo aver indicato le vostre opzioni, selezionate OK (premete INVIO o ALT+K) per ritornare allo schermo di Ricerca standard. Altrimenti potete chiudere la finestra di Opzioni di ricerca senza cambiare le opzioni predefinite selezionando Annulla (premete ALT+A). Selezionate Guida (premete F1) se desiderate visualizzare una finestra di guida sensibile al contesto. Come predisporre le Opzioni di ricerca:

Selezionate Opzioni di ricerca Si aprir il dialogo Opzioni di ricerca.

Premete ALT+Z. Si aprir il dialogo Opzioni di ricerca.

Fate clic sullopzione desiderata e selezionate OK. Apparir il dialogo di Ricerca standard che indicher le opzioni da voi prescelte.

Usate i TASTI DI DIREZIONE per selezionare lopzione desiderata e premete INVIO. Apparir il dialogo di Ricerca standard che indicher le opzioni da voi prescelte.

COME EFFETTUARE RICERCHE PER PAROLE CHIAVE


Potete cercare qualsiasi parola in un documento o titolo di documento usando le caselle di ricerca per Parole chiave. Per eseguire una ricerca per Parole chiave, digitate le parole che volete cercare nella casella appropriata. Per esempio, per cercare la parola christus in documenti dovete digitare christus nella casella di Parole chiave. La funzionalit di sfogliatura vi consente di scegliere da un elenco di parole chiave disponibili. da notare che dovete usare lindice di sfogliatura quando cercate nelle caselle Parole chiave greche e Autori. Quando digitate pi parole chiave in una casella di parole chiave, potete collegarle usando degli operatori booleani (vedi sotto), di contiguit o di vicinanza.

33

COME CERCARE PI PAROLE CHIAVE: OPERATORI BOOLEANI

Potete cercare due o pi parole che ricorrono nella stessa campa di parole chiave. Per esempio, volete cercare i documenti che contengono la parola haeres* e la parola Arian*. A questo scopo dovete digitare le due parole nella casella di ricerca attinente, separate da un operatore booleano. Nelle caselle di ricerca Parole e Parole chiave titolo in Ricerca standard potete usare due operatori booleani: E e O. da notare che se se trasferite pi di un termine da sfogliatura in queste caselle di ricerca, Patrologia Latina li separer automaticamente con loperatore booleano O. Se lo desiderate, potete cancellarlo e inserire E. E ritrova tutti i documenti che contengono entrambi i termini di ricerca. Questo tipo di ricerca porta a un numero minore di ritrovamenti rispetto a quando si usa un solo termine. Verranno evidenziate tutte le ricorrenze dei termini ricercati in quei documenti. Per esempio: haeres* e Arian*. O ritrova tutti i documenti che contengono uno dei due o tutti e due i termini di ricerca. Questo tipo di ricerca porta a un numero maggiore di ritrovamenti rispetto a quando si usa un solo termine. Verranno evidenziate tutte le ricorrenze dei termini ricercati quei documenti. Per esempio: haeres* o Arian*. Nota: Potete usare loperatore booleano O anche nelle caselle di ricerca Autori e Volumi. Loperatore booleano O, rappresentato da una sbarretta verticale, sempre inserito nella casella di ricerca di Parole chiave greche. Il software di ricerca elabora loperatore E prima di O. Si possono usare delle parentesi per specificare lordine di elaborazione. Per esempio: Arian* e haeres* o schism* viene elaborato come (Arian* e haeres*) o schism*. Se invece volete trovare i documenti che contengono Arian* e haeres* o schism*, dovete digitare Arian* e (haeres* o schism*). Nota: Tra le caselle di Parole chiave e di Parole chiave greche implicito un operatore booleano O, mentre tra queste e tutte le altre caselle di ricerca implicito un operatore booleano E. Ci significa che, quando cercate in pi caselle, il programma restringer automaticamente la ricerca ai documenti che soddisfano tutti i termini di ricerca da voi specificati.
COME CERCARE PI PAROLE CHIAVE CONTIGUE

Potete cercare due o pi parole contigue nella stessa campa di parole chiave. A questo scopo, dovete digitare le due parole nella casella di ricerca attinente, separate da uno spazio.
34

Per esempio, potete cercare la frase ex Cave (secondo Cave) in qualunque documento, digitando ex Cave nella casella di Parole chiave.
COME CERCARE DELLE PAROLE CHIAVE VICINE: OPERATORI DI VICINANZA

In certi casi unespressione di ricerca non trova lesatta corrispondenza in Patrologia Latina Database perch lordine delle parole leggermente diverso. Per esempio, sanct* spiritu* non trover spiritu* sanct*, nonostante entrambe le espressioni significhino Spirito Santo. Per cercare delle varianti in una sequenza di parole, potete usare gli operatori di vicinanza. Ci sono tre operatori di vicinanza: DA, DOPO e PRIMA. Per effettuare una ricerca di vicinanza, dovete separare le due parole chiave con la frase entro # parole $ dove # rappresenta il numero massimo di parole che volete consentire fra le due parole chiave e $ rappresenta loperatore di vicinanza da voi scelto. Per esempio: sanct* entro 1 parola da spiritu* sanct* entro 3 parole dopo spiritu* spiritu* entro 3 parole prima sanct* da notare che solo la prima parola in ogni esempio verr evidenziata.
RICERCA PER PAROLE CHIAVE: PAROLE RISERVATE

In e O Le parole in e o fanno parte del linguaggio di interrogazione di ricerca e perci non possono essere cercate in modo normale. Se volete cercare queste parole, dovete racchiuderle fra virgolette doppie: in e o. Per esempio, potete cercare la frase in evangeli* (nel Vangelo o nei Vangeli) digitando in evangeli*
ALTRE PAROLE COMUNI

Certe parole comuni sono state definite parole riservate, poich le ricerche su queste parole tendono a essere troppo lunghe e il vostro computer pu esaurire la memoria durante lesecuzione della ricerca. Non potete cercare le seguenti parole: ad de est et non

ejus ut

35

Se provate a eseguire una ricerca su una parola riservata, questa verr sostituita con il carattere jolly *. La ricerca ritrover qualsiasi parola, compresa la parola riservata, al suo posto. Cos, se digitate patris et filii nella casella di Parole chiave, la vostra ricerca porter a ritrovamenti non desiderati come patris ac filii o patris sed filii insieme con patris et filii.
COME CERCARE FORME DIVERSE DI UNA PAROLA

Il latino una lingua fortemente flessiva, ossia la maggior parte delle parole ha pi forme a seconda del caso, numero, ecc. Quando cercate delle parole chiave, potete usare dei caratteri jolly per cercare le varianti della radice di una parola. Altrimenti potete usare delle parentesi quadre nel caso in cui un carattere specifico abbia varianti conosciute e intercambiabili.
COME USARE I CARATTERI JOLLY

Il modo pi comune di cercare delle varianti in una parola o radice di parola di usare un carattere jolly.
IL CARATTERE JOLLY *

Il carattere jolly * rappresenta un numero qualunque di caratteri (compreso nessuno, ma esclusi i segni di punteggiatura e gli spazi). Poich le ricerche che si avvalgono del carattere jolly * tendono a risultare in un gran numero di ritrovamenti spesso non pertinenti, si raccomanda che la radice sia specificata il pi possibile (con un minimo di 3 caratteri). Per esempio, se volete trovare le ricorrenze della parola latina per Cristo, i vostri risultati devono includere: Christus, Christe, Christum, Christi e Christo. Perci dovete digitare christ* nella casella di ricerca di Parole chiave. In certi casi potete eseguire una ricerca pi specifica usando loperatore booleano O. Per esempio, se state cercando le ricorrenze della parola latina per morte, i vostri risultati devono includere: mors, mortem, mortis, morti, morte. Se digitate il termine di ricerca mor*, ritroverete un gran numero di parole non pertinenti. Invece potete eseguire una ricerca pi specifica usando loperatore booleano O e digitare mors o mort* nella casella di ricerca di Parole chiave. Ogni ricerca per parole chiave terminante con il carattere jolly * attiver lavviso Ricerca troncata, che elenca tutte le parole ritrovate dalla vostra ricerca. Potete effettuare fino a 20 selezioni dallelenco di parole. Premendo OK, sinizier una ricerca sulle parole che avete selezionato. Se desiderate cercare tutte le parole trovate dalla ricerca usando il carattere jolly *, dovete semplicemente premere OK.

36

Selezionate Annulla (premete ALT+A) per ritornare allo schermo di Ricerca standard e modificate la vostra espressione di ricerca. Nota: Si pu spegnere il dispositivo Ricerca troncata cambiando le Opzioni di avvio. Il carattere jolly ? Esiste anche un carattere jolly ? che rappresenta qualsiasi carattere singolo, esclusi i segni di punteggiatura e gli spazi. Questo metodo di ricerca con carattere jolly utile soprattutto se volete evitare il gran numero di ritrovamenti che risultano dalle ricerche che si avvalgono di un carattere jolly *. Per esempio, se volete cercare le forme singolari di dominus e siete certi di voler evitare le forme plurali o altre parole come dominatio, potete digitare: domin? o domin?? Nota: Evitate di cercare una parola che comprende solo caratteri jolly e nessun carattere specificato. Per esempio, evitate di digitare ????? per ritrovare tutte le ricorrenze di parole di cinque lettere.
COME SPECIFICARE DEI CARATTERI ALTERNATIVI

Se state cercando una parola che contiene un carattere le cui alternative sono note e intercambiabili, il modo pi rapido e accurato di eseguire la ricerca di specificare le varianti fra parentesi quadre. Per esempio, se state cercando epistola ed epistula, potete digitare epist[ou]la nella casella di Parole chiave. da notare che si possono raggiungere gli stessi risultati con una ricerca con operatore booleano (vedi sopra), per esempio epistola o epistula.
37

COME CERCARE DELLE PAROLE CHIAVE COPIANDO E INCOLLANDO

Potete copiare del testo da Testo completo (inclusa la finestra di Apparato) e incollarlo nella finestra di Ricerca standard per incorporarlo in unespressione di ricerca. Nota: Se copiate e incollate del testo contenente un punto interrogativo nella finestra di Ricerca standard, dovete eliminare il punto interrogativo prima di eseguire la ricerca, dato che il punto interrogativo un carattere jolly. Inoltre, le parole in e o debbono essere racchiuse fra virgolette doppie.

RICERCA PER PAROLE CHIAVE GRECHE


Potete cercare qualunque parola greca in un documento selezionando una parola dal dispositivo di sfogliatura Parole chiave greche. Nota: Potete combinare una ricerca di Parole chiave greche con delle ricerche in qualunque altro dei campi di ricerca. Fra le caselle Parole chiave e Parole chiave greche implicito un operatore booleano O, mentre tra queste e tutte le altre caselle di ricerca implicito un operatore booleano E. Ci significa che se selezionate nouV nella casella di Parole chiave greche e digitate Marius Victorinus nella casella di Autori, il programma ritrover i documenti che contengono la parola nouV e sono stati redatti da Marius Victorinus. Se selezionate anima nella casella di Parole chiave, nouV nella casella di Parole chiave greche e Marius Victorinus nella casella di Autori, il programma ritrover i documenti redatti da Marius Victorinus che contengono sia anima, sia nouV, sia entrambi.

RICERCA PER NOMI DI AUTORI


Potete cercare tutti i documenti e sezioni di documenti di un autore particolare digitando il nome completo dellautore nella casella di Autori. Non appena iniziate a digitare, si apre automaticamente un indice alfabetico di sfogliatura. Lindice scorre fino alla parola o nome che assomiglia di pi alle lettere da voi digitate. Se selezionate pi autori, loperatore booleano O viene inserito a collegare i nomi. Potete specificare fino a un massimo di cinque autori. da notare che, quando si compie una ricerca per Autori, vengono sempre usate le opzioni predefinite Includi apparato e Tutti gli autori.
NOMI DEGLI AUTORI

I documenti di autori medioevali sono catalogati secondo la forma latina del nome dellautore, per esempio Hilarius, Ambrosius Mediolanensis o Hieronymus Stridonensis. I documenti di autori moderni sono stati generalmente catalogati secondo la versione latinizzata del loro nome. Per esempio, i documenti di Schoenemann sono elencati sotto Schoenemannus, Fredericus G. Tuttavia, nel caso in cui un commentatore moderno sia conosciuto principalmente con la forma volgare del suo nome, questa stata mantenuta, come nel caso di Hervet, Gentian. Quando un autore ha un secondo nome (per esempio, un toponimo), il secondo nome
38

stato incluso, per esempio Salvianus Massiliensis. Quando due autori hanno lo stesso nome, per esempio Arnobius Afer e Arnobius junior, dovete specificarne il nome completo nella vostra istruzione di ricerca. Se tentate di eseguire una ricerca usando un nome di autore che corrisponde a pi di un nome in Patrologia Latina Database, per esempio se digitate Arnobius invece di Arnobius junior, si aprir una finestra di dialogo che elenca tutti i nomi che corrispondono al vostro termine di ricerca. Evidenziate il nome giusto e selezionate OK (premete INVIO) per trasferire il nome giusto nella casella di ricerca e continuate a cercare. Nota: Sanctus, Beatus e titoli simili sono omessi.
PATERNIT

Quando la paternit di un documento incerta, Auctor incertus precede il nome dellautore, che viene racchiuso fra parentesi e seguito da un punto interrogativo, per esempio Auctor incertus (Patricius Hiberniae?). I documenti di paternit dubbia sono catalogati separatamente dai documenti senza punto interrogativo. Questo vi permette di escludere dalla vostra ricerca gli autori incerti. Per includere entrambe le forme del nome dellautore dovete usare loperatore booleano O, per esempio, Auctor incertus (Patricius Hiberniae?) o Patricius. Per visualizzare lelenco completo dei nomi degli autori, compresi gli autori incerti, dovete consultare lindice di sfogliatura. Nota: Non potete usare caratteri jolly nella casella di ricerca di Autori. Se volete cercare tutti gli autori che hanno in comune un nome particolare, o sia una versione standard sia una versione incerta del nome di un autore, dovete selezionarli dalla lista di sfogliatura e collegare i nomi con loperatore booleano O. Alcuni documenti principali e molti documenti secondari non hanno autori chiaramente specificati. stato fatto un tentativo di differenziare le categorie di tali documenti adottando le seguenti convenzioni: Auctor incertus dove un documento non ha un autore chiaramente specificato o dove Migne dice o suggerisce che la paternit incerta. Ogni volta che Migne nomina uno o pi di questi candidati, ogni nome dautore appare nel Testo completo fra parentesi dopo Auctor incertus. Per semplicit duso, tali voci sono elencate nellindice di sfogliatura con un punto interrogativo dopo il nome, senza la dicitura Auctor incertus. dove Migne ha indicato diversi autori individuali per un documento o antologia di documenti dove il testo stato composto da Migne o da suoi redattori.

Auctores varii Editores

Nota: Se un autore appare come coautore, verr catalogato sia individualmente sia come coautore con lautore o gli autori del caso. Per esempio, Innocentius I catalogato sia individualmente, sia come coautore con Dionysius Exiguus, nel seguente modo: Innocentius I/Dionysius Exiguus. Perci, per cercare tutte le opere di Innocentius I, dovrete specificare entrambi i termini.
39

Nel caso di autori incerti, un / nella sfogliatura di autori indica che la paternit del documento disputata tra diversi autori, sebbene la disputa possa anche riferirsi alla paternit comune. Nota: Al momento della Quinta Pubblicazione sono state aggiunte altre informazioni bibliografiche pi recenti nella codificazione dei dati. Laddove lattribuzione di autore di Migne in Patrologia Latina viene messa in dubbio in una o pi di queste opere di consultazione, appare un asterisco con il codice nel Riassunto delle corrispondenze e sopra il Testo completo per il documento appropriato per maggiori informazioni sui rimandi e i codici bibliografici). Ricerca per Nomi di autori:

Con il dialogo di Ricerca standard aperto, fate clic nella casella di Autori. Digitate le prime lettere del nome dellautore che desiderate cercare per attivare lindice di sfogliatura. Selezionate lautore o gli autori desiderati evidenziandone il nome e premete OK per ritornare al dialogo di Ricerca. Lautore o gli autori appariranno nella casella di Autori. Se selezionate pi autori, loperatore booleano O verr inserito fra i nomi.

Con il dialogo di Ricerca standard aperto, premete ALT+A per spostarvi sulla casella di Autori. Digitate le prime lettere del nome dellautore che desiderate cercare per attivare lindice di sfogliatura. Selezionate lautore o gli autori desiderati evidenziandone il nome e premete INVIO per ritornare al dialogo di Ricerca. Lautore o gli autori appariranno nella casella di Autori. Se selezionate pi autori, loperatore booleano O verr inserito fra i nomi.

Selezionate Ricerca per eseguire la ricerca. Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione, a meno che non abbiate limitato la ricerca ad Autori specifici di un unico disco. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario.

Premete ricerca.

ALT + I

per eseguire la

Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione, a meno che non abbiate limitato la ricerca ad Autori specifici di un unico disco. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario.
40

Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco selezionato.

Quando la ricera verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco selezionato.

Nota: Potete limitare ulteriormente la vostra ricerca, per esempio per parole chiave o parole chiave di titolo, ma non necessario riempire tutte le caselle di ricerca per effettuare una Ricerca standard. Pi caselle e opzioni specificate, pi limitata sar la vostra ricerca e pi tempo impiegherete a effettuarla.

RICERCA PER VOLUMI


Potete ricercare tutti i documenti in un volume, serie di volumi o selezione di volumi particolare. Patrologia Latina Database in versione completa contiene 221 volumi, compresi quattro volumi che contengono gli indici. Poich i volumi delledizione stampata di Migne sono in ordine cronologico (dal II/III secolo al XIII secolo d. C.), la ricerca per volume vi permette anche di cercare in un periodo particolare. Per cercare dei documenti in un volume particolare, digitate il numero del volume desiderato o usate lindice di sfogliatura. Per cercare dei documenti in una serie di volumi consecutivi, selezionate il primo e lultimo volume della serie, separandoli con spazio - (trattino) spazio o con loperatore booleano A. Per esempio: 9 - 10 oppure 9 a 10. Per cercare dei documenti in una selezione di volumi, selezionate i volumi desiderati con una virgola o con loperatore booleano O. Per esempio: 10, 52, 53 oppure 10 o 52 o 53.

41

da notare che le opzioni predefinite Includi apparato e Tutti gli autori sono sempre

usate quando si effettua una ricerca per volume. Per cercare per Volumi:

disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco appropriato. Con il dialogo di Ricerca standard aperto, premete ALT + V per spostarvi sulla casella di Volumi. Digitate il volume o la serie di volumi desiderati, usando gli operatori elencati sopra. Premete ricerca.
ALT + I

Con il dialogo di Ricerca standard aperta, fare clic nella casella di Volumi. Digitate il volume o la serie di volumi desiderati, usando gli operatori elencati sopra. Selezionate Ricerca per eseguire la ricerca. Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione, a meno che non abbiate limitato la ricerca a volumi specifici di un unico disco. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario.

per eseguire la

Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione, a meno che non abbiate limitato la ricerca a volumi specifici di un unico disco. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario. Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca.

Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il

Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco appropriato.

COME ESEGUIRE E ABBREVIARE UNA RICERCA

42

Una volta che avete iniziato una ricerca selezionando Ricerca dal dialogo di Ricerca standard, appare una serie di dialoghi che vi informa sul procedere della ricerca. La ricerca viene eseguita su ogni disco appropriato a turno, e dialoghi vi mostrano su quale disco si sta eseguendo la ricerca in un dato momento.

Quando la ricerca terminata, gli eventuali ritrovamenti vengono compilati in un Riassunto delle corrispondenze. Il dialogo Generazione Riassunto corrispondenze in corso vi aggiorna sui risultati, mostrando quanti ritrovamenti sono stati effettuati sul disco e quanti ne sono stati elaborati e aggiunti al Riassunto delle corrispondenze. Durante questo processo avete numerose possibilit: annullare la ricerca. Se scegliete questopzione, non vi apparira ne' un Riassunto delle corrispondenze ne' i risultati della ricerca. interrompere la generazione dellelenco del Riassunto delle corrispondenze, in modo che non vengano aggiunte altre voci a quelle gi elaborate. Se scegliete questopzione, vi apparir un Riassunto delle corrispondenze contenente solo i ritrovamenti gi elaborati nel dialogo Generazione Riassunto corrispondenze in corso. saltare un disco e passare a quello successivo. Utilizzate questopzione se sapete che non siete interessati ai ritrovamenti su un determinato disco. La ricerca continuer su dischi successivi. non fare nulla. Il processo di ricerca sui dischi e la compilazione dei ritrovamenti effettuati nel Riassunto delle corrispondenze continuer automaticamente e quando la ricerca completata, vi apparir un dialogo Seleziona disco.

Per abbandonare una ricerca, selezionate Annulla dai dialoghi Ricerca in corso o Generazione Riassunto corrispondenze in corso. Questo annuller la ricerca. Per interrompere la generazione di un Riassunto delle corrispondenze, selezionate
43

Interrompi dai dialoghi Ricerca in corso o Generazione Riassunto corrispondenze in corso. Se sono apparsi dei ritrovamenti nel dialogo Generazione Riassunto corrispondenze in corso, apparir il Riassunto delle corrispondenze, a meno che la ricerca non sia stata effettuata su pi di un disco, nel qual caso apparir il dialogo Seleziona disco. Per saltare un disco, selezionate Salta disco dai dialoghi Ricerca in corso o Generazione Riassunto corrispondenze in corso. La ricerca continuer sul disco successivo. Se scegliete Salta disco dal dialogo di Generazione Riassunto corrispondenze in corso, qualunque ritrovamento gi elaborato verr aggiunto al Riassunto delle corrispondenze, ma non verranno elaborati altri ritrovamenti da quel disco e sinizier la ricerca sul disco successivo. Quando la ricerca sar stata effettuata su tutti i dischi, apparir il dialogo di Seleziona disco con i ritrovamenti elaborati da tutti i dischi elencati.

COME SALVARE E CARICARE DELLE ESPRESSIONI DI RICERCA


Mentre state cercando in Ricerca standard, potete salvare le espressioni di ricerca correnti per poterle riusare pi tardi.

44

RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE

INTRODUZIONE
La finestra di Riassunto delle corrispondenze riassume i risultati di una Ricerca standard. Se avete effettuato una ricerca su pi dischi, ci sar un Riassunto delle corrispondenze separato per ogni disco. Dal Riassunto delle corrispondenze potete: visualizzare il Testo completo del documento o dei documenti ritrovati dalla vostra ricerca visualizzare brevi dettagli contestuali dei vostri ritrovamenti stampare i risultati della vostra ricerca salvare i risultati della vostra ricerca in un file sul vostro disco rigido o su un dischetto.

Potete stampare, salvare o visualizzare tutti i riassunti ritrovati dalla vostra ricerca, oppure potete prima effettuare delle selezioni dal Riassunto delle corrispondenze. Stampa e salvataggio sono descritti separatamente nel Capitolo 9.

RIASSUNTO RISULTATI RICERCA


Quando avete eseguito una Ricerca standard, appare un dialogo che mostra i risultati della ricerca con il numero totale dei ritrovamenti su ogni disco.

45

Da questo dialogo dovete selezionare il disco che volete studiare per primo. Non ha importanza quale disco scegliete per primo. Se non scegliete il disco attivo (indicato nella Barra di stato) e il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi sar richiesto di cambiare disco. Quando selezionate un disco, il dialogo Seleziona disco si chiude e appare il Riassunto delle corrispondenze attinente. Se in seguito volete visualizzare il Riassunto delle corrispondenze per un altro disco, dovete cambiare il disco attivo. Se la ricerca gi stata eseguita nel disco che cambiate, apparir il Riassunto delle corrispondenze per quel disco. Se cambiate il disco attivo e non viene eseguita nessuna ricerca, si apriranno le finestre specificate nelle vostre Opzioni di avvio.

LA FINESTRA DI RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE


Il Riassunto delle corrispondenze elenca il numero dei documenti ritrovati dalla vostra ricerca e fornisce brevi dettagli di ognuno come segue: Volume Autore del documento o della suddivisione Titolo del documento o della suddivisione Numero di ritrovamenti Referenze bibliografiche se appropriato.

Se avete chiuso la finestra di Riassunto delle corrispondenze e volete aprirla di nuovo o volete attivarla, selezionate lIcona Riassunto delle corrispondenze dalla Barra degli strumenti (premete F5); altrimenti selezionate Finestre, Riassunto delle corrispondenze (premere ALT+T, C).

46

La Barra del titolo di Riassunto delle corrispondenze indica il disco di Patrologia Latina al quale corrisponde il Riassunto delle corrispondenze. Sono elencati il numero del Volume, lAutore e il Titolo. Gli Autori e i Titoli dei documenti principali sono stampati in grassetto; i documenti principali sono quelli attribuiti allautore o autori principali del volume in questione, a eccezione del materiale introduttivo e delle appendici. La cifra nella colonna dei Ritrovamenti rappresenta il numero di volte in cui la parola o lespressione cercata ricorre in un particolare documento. Per esempio, se avete cercato la parola christus e la cifra nella colonna dei Ritrovamenti 10, significa che la parola christus ricorre dieci volte in quel documento. Inoltre, una casella di Documenti ritrovati nellangolo in alto a destra della finestra vi dice quanti documenti (rispetto ai ritrovamenti) sono stati ritrovati dalla vostra ricerca.

COME PERCORRERE IL RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE


Percorrete il Riassunto delle corrispondenze trascinando la casella di scorrimento o facendo clic sulla barra o sulle frecce di scorrimento, oppure usate i tasti PG SU, PG GI, HOME e FINE. Per spostare levidenziazione un documento alla volta, fate clic con il mouse nel documento, oppure usate i TASTI DI DIREZIONE. La finestra di Riassunto delle corrispondenze si riferisce al disco attivo di Patrologia Latina. Per cambiare il disco attivo e studiare i risultati di una ricerca effettuati su un altro disco, selezionate lIcona Seleziona disco dalla Barra degli strumenti (premete ALT+O, D). Apparir allora il dialogo Seleziona disco dal quale dovete scegliere il disco desiderato.

COME SELEZIONARE DEI DOCUMENTI


Potete selezionare dei documenti dinteresse particolare dal Riassunto delle corrispondenze. Quando visualizzate, stampate o salvate dei documenti consecutivamente, siete in grado di scegliere se visualizzare solo le vostre selezioni o tutti i documenti nel Riassunto delle corrispondenze. Un documento selezionato evidenziato in grassetto. Per selezionare un singolo documento fate clic su di esso con il mouse. Per selezionare pi documenti, fate clic sulla prima voce che desiderate selezionare e premete e tenete premuto CTRL mentre fate clic su ogni ulteriore documento desiderato. Altrimenti, se volete selezionare due o pi documenti di seguito, fate clic sul primo documento e premete e tenete premuto MAIUSC mentre fate clic sullultima voce del gruppo. Per annullare una selezione, premete e tenete premuto selezionata.
CTRL

mentre fate clic sulla voce

In alternativa, potete compiere selezioni usando la tastiera. A questo scopo, premete e rilasciate MAIUSC+F8; il cursore di selezione inizier a lampeggiare. Usate i TASTI DI DIREZIONE per spostarvi sulla voce desiderata e premete LA BARRA SPAZIATRICE per selezionarla. Ripetete
47

loperazione per tutte le voci che desiderate. Potete annullare qualunque selezione spostandovi sulla voce e premendo LA BARRA SPAZIATRICE. Accertatevi che il cursore di selezione stia lampeggiando (premete MAIUSC+F8 per attivarlo o disattivarlo) quando effettuate o annullate delle selezioni.

Per selezionare dei documenti nel Riassunto delle corrispondenze:

Fate clic sulla voce che desiderate selezionare. Se desiderate selezionare altre voci, premete e tenete premuto CTRL mentre fate clic su ogni ulteriore voce desiderata. Ogni voce verr evidenziata. oppure

Premete e rilasciate MAIUSC+F8 Il cursore di selezione inizier a lampeggiare. Usate i TASTI DI DIREZIONE per spostarvi sulla voce o voci desiderate e premete LA BARRA SPAZIATRICE per selezionarle tutte. Ogni voce verr evidenziata.

Premete e tenete premuto MAIUSC mentre fate clic sulla prima e ultima voce nella sequenza desiderata. Ogni voce della sequenza sar evidenziata.

48

Come annullare i documenti selezionati nel Riassunto delle corrispondenze:

Premete e tenete premuto CTRL mentre fate clic sulla voce prescelta. Levidenziazione scomparir dalle voci.

Accertatevi che il cursore di selezione stia lampeggiando (premete MAIUSC+F8 per attivarlo o disattivarlo) Usate i TASTI DI DIREZIONE per spostarvi sulla voce che desiderate annullare. Premete LA BARRA SPAZIATRICE. Levidenziazione scomparir dalle voci.

Ripetete loperazione per annullare tutte le voci che desiderate.

Ripetete loperazione per annullare tutte le voci che desiderate.

COME VISUALIZZARE LINFORMAZIONE CONTESTUALE PER IL RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE


Dalla finestra di Riassunto delle corrispondenze potete spostarvi direttamente al Testo completo dei documenti ritrovati dalla vostra ricerca, oppure potete visualizzare brevi dettagli contestuali dei vostri ritrovamenti. Nota: Potete visualizzare i dettagli contestuali dei vostri ritrovamenti solo se la vostra ricerca ha incluso una parola chiave. Dovete prima selezionare il documento o i documenti desiderati (vedi sopra). Quindi selezionate Visualizza contesto (premete ALT+V) per spostarvi sulla finestra di Contesto delle corrispondenze. Il Contesto delle corrispondenze fornisce dettagli su ogni ritrovamento come segue: Numero del volume Autore Titolo Numero della colonna Una riga di contesto.

49

La vostra parola o frase di ricerca evidenziata nella finestra di Contesto delle corrispondenze. La vostra istruzione di ricerca apparir nella riga di contesto come un breve estratto del documento attinente. Se avete eseguito una ricerca con un operatore di vicinanza, la prima parola chiave nella vostra istruzione di ricerca evidenziata nel Contesto delle corrispondenze, proprio come lo nel Testo completo. Come procedere dal Riassunto delle corrispondenze alla finestra di Contesto delle corrispondenze:

Sulla finestra attiva di Riassunto delle corrispondenze, evidenziate la voce o le voci per cui desiderate visualizzare i dettagli contestuali. Selezionate Visualizza contesto. Apparir una finestra di Contesto delle corrispondenze con linformazione contestuale per tutte le voci selezionate.

Con la finestra attiva di Riassunto delle corrispondenze, evidenziate la voce o le voci per cui desiderate visualizzare i dettagli contestuali. Premete ALT+V. Apparir una finestra di Contesto delle corrispondenze con linformazione contestuale per tutte le voci selezionate.

COME USARE LA FINESTRA DI CONTESTO DELLE CORRISPONDENZE

Una volta nella finestra di Contesto delle corrispondenze, potete visualizzare il Testo completo di tutti i documenti elencati nella finestra, oppure potete effettuare delle selezioni e visualizzare solo quei documenti.

50

In alternativa, potete tornare dal Contesto delle corrispondenze al Riassunto delle corrispondenze selezionando Visualizza riassunto (premendo ALT+V). Questo vi consente di effettuare selezioni nuove o aggiuntive e di visualizzare, salvare o stampare quelle voci.

COME VISUALIZZARE DEI DOCUMENTI


Per visualizzare il Testo completo di qualsiasi documento, potete procedere dalla finestra di Riassunto delle corrispondenze o dalla finestra di Contesto delle corrispondenze.

Se non avrete effettuato selezioni in nessuna di queste due finestre, quando userete le funzioni Riassunto delle corrispondenze successivo/precedente verr visualizzata ogni voce elencata nel Riassunto delle corrispondenze. Se avrete effettuato pi selezioni, verranno visualizzate solo le voci da voi selezionate. ( da notare che le funzioni Ritrovamento successivo/precedente vi conducono sempre attraverso ogni ritrovamento elencato nel Riassunto delle corrispondenze, che voi abbiate compiuto delle selezioni o no.) Le opzioni nei dialoghi di Stampa e Salva vi consentono di scegliere se caricare tutte le corrispondenze o solo le corrispondenze selezionate (vedi il Capitolo 9). Quando selezionate Apri testo (premete ALT + A ) dalla finestra di Riassunto delle corrispondenze, il Testo completo si sposta sul bordo superiore del documento selezionato o al primo dei documenti selezionati se avete fatto delle selezioni. Usate Ritrovamento successivo (premete FRECCIA DESTRA) per spostarvi sul primo ritrovamento e su quelli successivi. Quando selezionate Apri testo (premete ALT + A ) dalla finestra di Contesto delle corrispondenze, il Testo completo si sposta sul ritrovamento selezionato o sul primo dei ritrovamenti selezionati se avete compiuto delle selezioni. Una volta nella finestra di Testo completo, potete visualizzare ogni ritrovamento oppure ogni voce elencata nel Riassunto delle corrispondenze, compreso qualunque apparato.
51

Potete anche visualizzare il Testo completo di ogni altro documento in Patrologia Latina Database. (Per maggiori informazioni su come usare la finestra di Testo completo, consultate il Capitolo 8) Come procedere dal Riassunto o dal Contesto delle corrispondenze alla finestra di Testo completo:

Selezionate la voce che desiderate visualizzare per prima oppure Selezionate pi voci.

Selezionate la voce che desiderate visualizzare per prima oppure Selezionate pi voci.

Selezionate Apri testo per visualizzare la voce evidenziata o la prima voce selezionata nella finestra di Testo completo.

Premete ALT+A per visualizzare la voce evidenziata o la prima voce selezionata nella finestra di Testo completo.

52

Il dialogo Vai a vi consente di specificare un volume e numero di colonna particolare e di spostarvi immediatamente su quel punto nel Testo completo di Patrologia Latina Database. Per aprire il dialogo Vai a, selezionate lIcona Vai a dalla Barra degli strumenti (premete F3), oppure selezionate Finestre, Vai a (premete ALT+T, A).

VAI A

Tutti i volumi sul disco attivo di Patrologia Latina Database sono elencati nella casella di Volume. Se desiderate visualizzare un volume sullaltro disco, dovete cambiare il disco attivo. A questo scopo, selezionate lIcona Seleziona disco dalla Barra degli strumenti (premete ALT+O, D) e fate clic sul disco desiderato nel dialogo di Seleziona disco. Tutti i numeri di colonna disponibili per il volume selezionato sono elencati nella casella di Colonna. I numeri di colonna sono elencati in cifre romane o arabe secondo il tipo di notazione usata nel volume specificato. Dovete prima selezionare il volume desiderato. Fate clic sulla freccia gi di Volume (premete ALT+V, quindi ALT+FRECCIA GI) per ottenere un elenco di tutti i volumi disponibili. Evidenziate il numero di volume che desiderate. Lelenco dei numeri di colonna si aggiorner includendo il volume selezionato. Fate clic sulla freccia gi di Colonna (premete ALT+C, quindi ALT+FRECCIA GI) per ottenere un elenco di tutti i numeri di colonna disponibili in un volume selezionato. Scorrete lungo la lista usando le barre di scorrimento, oppure usate i TASTI DI DIREZIONE, PG SU o PG GI. Nella colonna desiderata evidenziata, selezionate Vai a (premete ALT+A). La finestra di Testo completo si aprir sul punto appropriato nel Testo completo. Il bottone Ritorna vi consente di ritornare al volume e selezione di colonna precedente se avete scorso il Testo completo o di tornare sui vostri passi attraverso una serie di selezioni. Quando vi spostate fra Vai a e Testo completo, ricordate che una finestra devessere attivata prima di poterla usare. Una finestra si attiva se fate clic con il mouse su un suo punto qualunque o se premete il tasto di funzione appropriato. Per chiudere il dialogo Vai a, fate doppio clic nel Menu di controllo (premete ALT+F4).

53

Come andare a un volume e numero di colonna:

Selezionate lIcona Vai a dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo Vai a.

Premete F3. Si aprir il dialogo Vai a.

Fate clic sulla freccia gi della casella di Volume e selezionate un volume. La casella di Colonna si aggiorner automaticamente includendo il volume selezionato. Fate clic sulla freccia gi della casella di Colonna e selezionate un numero di colonna. Selezionate Vai a. La finestra di Testo completo si aprir sul punto appropriato.

Premete ALT+V, quindi ALT+FRECCIA GI per aprire lelenco dei volumi. Scorrete lelenco ed evidenziate il volume desiderato. Premete ALT+C, quindi ALT+ FRECCIA GI per aprire lelenco dei numeri di colonna. Scorrete lungo lelenco ed evidenziate la colonna desiderata.

Premete ALT+A. La finestra di Testo completo si aprir sul punto appropriato.

Per tornare alle selezioni precedenti: Nota: Prima di poter usare il comando Ritorna, dovete avere gi usato Vai a almeno una volta.

Selezionate Ritorna. La finestra di Testo completo scorrer fino alla colonna alla quale avete acceduto precedentemente usando Vai a.

Premete ALT+R. La finestra di Testo completo scorrer fino alla colonna alla quale avete acceduto precedentemente usando Vai a. Continuate a premere ALT+R finch non siete alla colonna desiderata.

Continuate a selezionare Ritorna finch non siete alla colonna desiderata.

Per una descrizione su come visualizzare il Testo completo, consultate il Capitolo 8.


54

LIndice vi consente di sfogliare il contenuto di tutti i volumi contenuti in Patrologia Latina Database ed esaminarne la struttura. Per esempio, potete sfogliare i documenti di un particolare volume o esaminare il contesto originale del documento che state visualizzando in quel momento. Potete inoltre usare lIndice per accedere al Testo completo di ogni voce del database. Per aprire la finestra dellIndice, selezionate lIcona Indice dalla Barra degli strumenti (premete F4), oppure selezionate Finestre, Indice (premete ALT+T, D). La finestra dellIndice si riferisce al disco attivo (indicato nella Barra di stato). Potete cambiare il disco attivo e visualizzare il contenuto del disco di Patrologia Latina facendo clic sullIcona Seleziona disco sulla Barra degli strumenti (premete ALT+O, D) e scegliendo il disco appropriato dal dialogo. Lordine dellIndice lo stesso del Testo completo; le opere sono ordinate numericamente per volume. Il contenuto dei volumi stessi segue nella struttura e nellordine i testi di origine in modo che le intestazioni, le sezioni e le suddivisioni contenute nel testo dorigine sono conservate in Patrologia Latina Database. Questi vari livelli di intestazione sono rappresentati nellIndice con diramazioni che possono essere espanse e compresse. Se visualizzate le finestre dellIndice e di Testo completo simultaneamente, mentre scorrete lungo la finestra di Testo, unevidenziazione si muove nellIndice per indicare la vostra nuova posizione nel Testo completo.

INDICE

LA FINESTRA DELLINDICE
L'Indice organizzato numericamente per volume. Ogni volume diviso in intestazioni, sezioni e suddivisioni che riflettono la struttura dellopera originale. Anche la presenza di elementi come i sommari e gli indici analitici che appaiono fuori dei documenti indicata nella finestra dellIndice. Una diramazione nella finestra dellIndice pu essere contrassegnata da un simbolo o una combinazione di simboli: una cifra indica il numero dei ritrovamenti (cio il numero di volte in cui il corrente (o ultimo) termine o espressione di ricerca ricorre nel testo) compresi in quella diramazione un + (segno pi) o un - (segno meno) indica se potete espandere o comprimere la diramazione per cambiare il livello visualizzato nellIndice unevidenziazione indica la vostra posizione nel Testo completo.
55

Nota: Il numero di ritrovamenti non lo stesso di Documenti ritrovati nel Riassunto delle corrispondenze, il quale indica il numero dei documenti che contengono il vostro termine o espressione di ricerca. Per aprire la finestra dellIndice:

Selezionate lIcona Indice dalla Barra degli strumenti. Si aprir la finestra dellIndice.

Premete ALT+T, D. oppure Premete F4. Si aprir la finestra dellIndice.

LA VISUALIZZAZIONE DELLINDICE
I titoli dei gruppi di documenti sono visualizzati in viola. I titoli dei documenti sono in grassetto nero. I titoli delle sezioni sotto il livello del documento sono in grigio, la prima suddivisione in grassetto grigio, la seconda suddivisione e quelle successive in caratteri normali.

56

COME PERCORRERE LINDICE


Potete scorrere lIndice una riga alla volta usando i TASTI DI DIREZIONE, oppure facendo clic sulle frecce di scorrimento. Potete spostare uno schermo alla volta usando mouse sulla barra di scorrimento.
PG SU

PG GI,

oppure facendo clic con il

Per far scorrere pi di uno schermo, trascinate la casella di scorrimento sulla posizione desiderata. Se avete scorso lIndice, potete ritornare allintestazione evidenziata premendo HOME. La finestra dellIndice si riferisce al disco attivo (indicato nella Barra di stato). Potete cambiare il disco attivo e visualizzare lIndice relativo a qualunque altro disco di Patrologia Latina facendo clic sullIcona Seleziona disco sulla Barra degli strumenti (premete ALT+O, D) e selezionando il disco appropriato dal dialogo.

COME ESPANDERE E COMPRIMERE LE DIRAMAZIONI


Quando aprite lIndice per la prima volta, appare lelenco dei volumi contenuti in Patrologia Latina Database. Un + (pi) accanto al nome del volume indica che esiste un altro livello di intestazione che pu essere espanso. Quando espandete un livello della gerarchia, il + (pi) viene sostituito con un - (meno). Per espandere una diramazione dellIndice e visualizzare il livello successivo di intestazione, fate clic sul + (pi) accanto alla diramazione, oppure evidenziate lintestazione appropriata usando i TASTI DI DIREZIONE e premete <+>. Per esempio, facendo clic sul + (pi) accanto a un titolo di volume, si espander la diramazione e si visualizzeranno i gruppi di documenti di quel volume; facendo clic sul + (pi) accanto a uno di questi gruppi si espander di nuovo la diramazione per mostrare i documenti individuali o i sottogruppi.

57

Se avete eseguito una ricerca ed espanso lIndice, il numero dei ritrovamenti elencati accanto a ogni diramazione verr ricalcolato per visualizzare il numero dei ritrovamenti compresi in ogni livello non appena questo viene aperto. Per comprimere una diramazione espansa e ritornare a un livello superiore dinformazione, fate clic sul segno - (meno) accanto al livello al quale volete ritornare, oppure evidenziate il livello appropriato usando i TASTI DI DIREZIONE, e premete <->. Tutte le diramazioni sotto quel livello verranno compresse e il numero dei ritrovamenti accanto alle intestazioni verr ricalcolato. Per esempio, facendo clic sul - (meno) accanto al titolo del volume, si comprimeranno tutte le diramazioni espanse e si ritorner a visualizzare lIndice solo sul titolo del volume. Facendo clic sul - (meno) accanto a una suddivisione, la visualizzazione dellIndice si comprimer a livello del volume e della sezione. Potete anche comprimere tutte le diramazioni al livello pi alto di voce semplicemente premendo CANC. Per espandere una diramazione:

Fate clic sul + (pi) accanto al livello che volete espandere. La diramazione si espander per mostrare il livello dinformazione successivo, pi basso.

Selezionate lintestazione che volete espandere usando i TASTI DI DIREZIONE e premete <+>. La diramazione si espander per mostrare il livello dinformazione successivo, pi basso.

Per comprimere una diramazione:

Fate clic sul - (meno) accanto al livello a cui volete ritornare. Le diramazioni sotto quel livello si comprimeranno per mostrare solo il livello dinformazione che avete selezionato.

Selezionate il livello di intestazione al quale volete ritornare usando i TASTI DI DIREZIONE e premete <->. Le diramazioni sotto quel livello si comprimeranno per mostrare solo il livello dinformazione che avete selezionato.

58

COME USARE LA FINESTRA DELLINDICE INSIEME CON LA FINESTRA DEL TESTO COMPLETO
Potete usare la finestra dellIndice insieme con la finestra di Testo completo aprendo le due finestre contemporaneamente. Questo vi consente di spostarvi su un nuovo punto del Testo completo selezionando unintestazione dallIndice, oppure di visualizzare il contenuto di una voce del Testo completo riguardante altri documenti o sezioni dellattuale documento. Nota: Potete percorrere solo la finestra attiva. Per attivare una finestra, fate clic sulla Barra del titolo (premete il tasto di funzione appropriato). La vostra posizione nel Testo completo indicata da unevidenziazione nellIndice. Mentre scorrete il Testo completo, levidenziazione nellIndice si sposter per indicare la vostra nuova posizione nel Testo completo. In alternativa, potete spostarvi su un nuovo punto del Testo completo selezionando unintestazione dallIndice (usando i TASTI DI DIREZIONE per evidenziare unintestazione e premendo INVIO ). da notare che se la finestra di Testo completo chiusa, verr automaticamente aperta quando selezionate una voce nellIndice. Se la finestra di Testo completo gi aperta ma nascosta da altre finestre, selezionate lIcona Testo completo dalla Barra degli strumenti (premete F6) per renderla visibile. Nota: Le diramazioni nella finestra dellIndice non si comprimono o espandono automaticamente quando scorrete Testo completo. Ci significa che levidenziazione si sposter se il livello attinente di intestazione aperto.

59

COME VISUALIZZARE IL TESTO COMPLETO

Questo capitolo descrive il contenuto e il formato della finestra di Testo completo e spiega come usarla. Se avete precedentemente eseguito una ricerca, dalla finestra di Testo completo potete: visualizzare i risultati della vostra ricerca visualizzare il documento o i documenti ritrovati dalla vostra ricerca.

Che abbiate o no precedentemente eseguito una ricerca, dalla finestra di Testo completo potete: visualizzare qualunque documento sul disco attivo visualizzare il testo dei documenti insieme con lIndice visualizzare oggetti incorporati nei documenti, come apparato, ornamenti e tabelle usare la funzionalit Vai a per spostarvi direttamente a un numero di volume e di colonna stampare o salvare del testo (vedi Capitolo 9).

Se state usando Vai a o avete eseguito una Ricerca standard o con riga di comando, vi apparir automaticamente una finestra di Testo completo. Se la finestra di Testo completo dalla Barra degli strumenti non ancora aperta, selezionate lIcona Testo completo (premete F6) per aprirla, oppure selezionate Finestre, Testo completo (premete ALT+T, T). La finestra di Testo completo si riferisce al disco attivo (indicato nella Barra di stato). Potete cambiare il disco attivo e visualizzare il Testo completo dei documenti contenuti su altri dischi di Patrologia Latina selezionando lIcona Seleziona disco dalla Barra degli strumenti (premete ALT+O, D) e scegliendo il disco appropriato dalla casella di dialogo.

LA FINESTRA DEL TESTO COMPLETO


La finestra di Testo completo contiene il Testo completo dei documenti nel disco attivo di Patrologia Latina. Lordine del Testo completo lo stesso che nellIndice: le opere sono ordinate numericamente per volume. Il contenuto dei volumi stessi segue gli originali nella struttura e nellordine, in modo che le intestazioni, le sezioni e le suddivisioni contenute nelloriginale sono conservate nel database.

60

La barra di scorrimento sulla destra della finestra vi dice fino a che punto avete scorso il disco attivo di Patrologia Latina Database. La riga di testo allinizio della finestra di Testo completo la riga attiva o cursore, cio indica la vostra posizione nel Testo completo. Nellillustrazione sopra, la riga attiva Mabillonius, Joannes. Una barra subito sopra la prima riga di testo indica il numero del volume, lautore e il titolo del documento che si trova nella riga attiva. Nellillustrazione sopra, il numero del volume 090, lautore del documento Joannes Mabillonius e il titolo del documento Elogium historicum. Se avete eseguito una ricerca, qualunque parola o termine di ricerca verr evidenziato. Nellillustrazione sopra, il termine di ricerca Beda. Per aprire la finestra di Testo completo:

Selezionate lIcona Testo completo dalla Barra degli strumenti. Si aprir la finestra di Testo completo.

Premete F6. Si aprir la finestra di Testo completo.

LA VISUALIZZAZIONE DEL TESTO COMPLETO


Per una descrizione completa della struttura di Patrologia Latina Database, consultate lAppendice D.

61

Il Testo completo di Patrologia Latina Database riproduce il testo dei volumi originali della Patrologia Latina, compresi il materiale introduttivo, lapparato testuale e le appendici. (Consultate il Capitolo 1 per una descrizione completa delle edizioni usate.) da notare che non stato fatto alcun tentativo di alterare o correggere i testi originali. Il Testo completo segue gli originali nella struttura e nellordine, in modo che le intestazioni, le sezioni e le suddivisione contenute nelloriginale sono conservate in Patrologia Latina Database. Sebbene gli originali varino nel formato, in Patrologia Latina Database sono stati usati dei formati di visualizzazione standard. Le intestazioni dei documenti sono in grassetto. Le intestazioni dei gruppi di documenti sono viola. Le intestazioni sotto il livello di documento sono grigi. I nuovi paragrafi sono preceduti da uninterlinea. I numeri di colonna di Migne appaiono in blu, racchiusi fra parentesi quadre. Quando Migne include nella sua edizione i numeri delle pagine originali della fonte, questi numeri appaiono nel database in grassetto, cos come appaiono nella pagina stampata. I riferimenti ai libri della Bibbia e ad altre opere classiche o della Patristica appaiono in viola. Le referenze sono normalizzate e le modifiche dovute a interpretazione sono ignorate. Il testo evidenziato stampato in corsivo appare in corsivo sullo schermo e il testo stampato in grassetto appare in grassetto. Il testo non lineare, come versi, liste e tabelle, conserva la stessa chiusura di righe delloriginale e i versi conservano anche le rientranze. Le lacune (cio gli spazi vuoti nel testo originale) sono contrassegnate con [...]. La posizione dellapparato testuale, degli ornamenti e delle tabelle indicato da icone. Per visualizzare loggetto, fate doppio clic sullicona. Lapparato testuale un insieme di diverse note critiche, delle quali Pi significa nota pi di pagina. Nota: I dati nella versione finale di Patrologia Latina Database sono stati codificati in modo da includere riferimenti bibliografici pi recenti. Laddove un documento in Patrologia Latina appare in uno di questi riferimenti, inserito un codice sopra la finestra di Testo completo e di Riassunto delle corrispondenze.
COME CAMBIARE LE DIMENSIONI DEI CARATTERI

Si possono cambiare le dimensioni dei caratteri nelle finestre di Testo completo e di Apparato. Questo pu essere utile se, per esempio, volete copiare e incollare unampia porzione di testo. Per cambiare le dimensioni dei caratteri, dovete accertarvi che la finestra attinente sia attiva. Per ingrandire i caratteri, premete MAIUSC+FRECCIA SU. Le dimensioni dei caratteri aumenteranno. Potete ingrandire i caratteri fino a cinque volte rispetto alle dimensioni predefinite. Per rimpicciolire i caratteri, premete MAIUSC+FRECCIA GI. Le dimensioni dei caratteri diminuiranno. Potete rimpicciolire i caratteri fino a due volte rispetto alle dimensioni predefinite. Nota: Ogni volta che aprite le finestre di Testo completo o di Apparato, il testo apparir nelle dimensioni di caratteri predefinite.
62

Per ingrandire i caratteri:

Accertatevi che la finestra attinente sia attiva. Premete MAIUSC+FRECCIA SU. Le dimensioni dei caratteri aumenteranno.

Per rimpicciolire i caratteri:

Accertatevi che la finestra attinente sia attiva. Premete MAIUSC+FRECCIA GI.

Le dimensioni dei caratteri diminuiranno.

COME PERCORRERE IL TESTO COMPLETO


Potete percorrere il Testo completo usando la barra di scorrimento, oppure usando i TASTI DI DIREZIONE, PG SU e PG GI. Oltre alle funzioni standard di mouse e di tastiera descritte sopra, potete spostarvi nella finestra di Testo completo selezionando le Icone Testo completo dalla Barra degli strumenti. Per spostarvi sulla ricorrenza precedente del vostro termine o espressione di ricerca Per spostarvi sulla ricorrenza successiva del vostro termine o espressione di ricerca Per spostarvi allinizio del documento precedente elencato/selezionato nel Riassunto delle corrispondenze Per spostarvi allinizio del documento successivo elencato/selezionato nel Riassunto delle corrispondenze Per spostarvi allinizio del documento precedente sul disco attivo di Patrologia Latina Database Per spostarvi allinizio del documento successivo sul disco attivo di Patrologia Latina Database Inoltre il tasto HOME vi porta allinizio del documento corrente. In alternativa, potete spostarvi su un punto specifico nel Testo completo selezionando una voce nellIndice.
63

Ricordate che una finestra devessere attivata prima di poterla usare . Una finestra diventa attiva facendo clic con il mouse in qualunque suo punto (premete il tasto di funzione appropriato). La finestra di Testo completo si riferisce al disco attivo (indicato nella Barra di stato). Potete cambiare il disco attivo e visualizzare il Testo completo dei documenti contenuti nellaltro disco di Patrologia Latina selezionando lIcona Seleziona disco dalla Barra degli strumenti (premete ALT+O, D) e scegliendo il disco desiderato dalla casella di dialogo.
COME VISUALIZZARE I TERMINI E LE ESPRESSIONI DI RICERCA RITROVATI DALLA VOSTRA RICERCA

Se avete eseguito una Ricerca standard o con riga di comando, potete spostarvi sulla ricorrenza successiva o precedente del vostro termine o espressione di ricerca selezionando le Icone Ritrovamento successivo/precedente dalla Barra degli strumenti (premendo FRECCIA DESTRA o FRECCIA SINISTRA). Il termine o lespressione di ricerca verr evidenziato. Se il vostro termine di ricerca incluso nellapparato testuale, lIcona Ritrovamento successivo/precedente vi condurr allIcona Apparato, che verr evidenziata. Per visualizzare il termine di ricerca dovete aprire la finestra di Apparato (vedi p.8-11). Se il vostro termine di ricerca non visibile nella finestra di Apparato, usate di nuovo lIcona Ritrovamento successivo (FRECCIA DESTRA) per saltare alla prima ricorrenza del vostro termine di ricerca allinterno dellapparato. Il vostro termine di ricerca verr evidenziato. Per spostarvi sulla ricorrenza successiva del vostro termine di ricerca:

Selezionate lIcona Ritrovamento successivo dalla Barra degli strumenti. La finestra di Testo completo scorrer fino alla ricorrenza successiva del vostro termine di ricerca sul disco attivo.

Premete FRECCIA DESTRA. La finestra di Testo completo scorrer fino alla ricorrenza successiva del vostro termine di ricerca sul disco attivo.

64

Per spostarvi sulla ricorrenza precedente del vostro termine di ricerca:

Selezionate lIcona Ritrovamento precedente dalla Barra degli strumenti. La finestra di Testo completo scorrer fino alla ricorrenza precedente del vostro termine di ricerca sul disco attivo.

Premete FRECCIA SINISTRA. La finestra di Testo completo scorrer fino alla ricorrenza precedente del vostro termine di ricerca sul disco attivo.

COME VISUALIZZARE I DOCUMENTI DAL RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE

Se avete eseguito una Ricerca standard, il programma vi conduce al Testo completo attraverso un Riassunto delle corrispondenze, portandovi dapprima allinizio di qualunque documento sia stato evidenziato o selezionato nel Riassunto delle corrispondenze. Potete spostarvi sulla corrispondenza successiva o precedente elencata nel Riassunto delle corrispondenze selezionando le Icone Voce precedente/successiva nel Riassunto delle corrispondenze dalla Barra degli strumenti (premendo <+> o <->). Le Icone Riassunto delle corrispondenze funzionano insieme con le selezioni effettuate nella finestra di Riassunto delle corrispondenze. Se avete solo una voce selezionata (cio evidenziata), le Icone Voce precedente/successiva vi porteranno a turno al documento successivo/precedente elencato nella finestra di Riassunto delle corrispondenze. Se avete effettuato pi selezioni, le icone vi porteranno solo attraverso i documenti successivi/ precedenti selezionati. Potete cambiare il disco attivo e visualizzare il Testo completo contenuto negli altri dischi di Patrologia Latina selezionando lIcona Seleziona disco dalla Barra degli strumenti (premete ALT+O, D) e scegliendo il disco desiderato dalla casella di dialogo di Seleziona disco. Per spostarvi sul documento successivo dal Riassunto delle corrispondenze:

Selezionate lIcona Voce successiva dalla Barra degli strumenti. La finestra di Testo completo scorrer fino allinizio del documento (o documento selezionato) successivo dallelenco di Riassunto delle corrispondenze.

Premete <+>. La finestra di Testo completo scorrer fino allinizio del documento (o documento selezionato) successivo dallelenco di Riassunto delle corrispondenze.

65

Per spostarvi sulla ricorrenza precedente del vostro termine di ricerca:

Selezionate lIcona Voce precedente dalla Barra degli strumenti. La finestra di Testo completo scorrer fino allinizio del documento precedente (o documento selezionato) dallelenco di Riassunto delle corrispondenze.

Premete <->. La finestra di Testo completo scorrer fino allinizio del documento precedente (o documento selezionato) dallelenco di Riassunto delle corrispondenze.

PER SPOSTARVI ATTRAVERSO I DOCUMENTI IN PATROLOGIA LATINA DATABASE

Nella finestra di Testo completo, potete spostarvi direttamente sul documento successivo o precedente sul disco attivo di Patrologia Latina Database selezionando le Icone Documento successivo/precedente dalla Barra degli strumenti (premendo F11 o F12). da notare che le Icone Documento successivo/precedente vi portano allinizio del documento successivo o precedente. Ci significa che, se siete a met di un documento, selezionando lIcona Documento precedente (premendo F11) vi sposterete allinizio del documento precedente e non a quello corrente. Se desiderate spostarvi allinizio del documento corrente, premete HOME. Potete cambiare il disco attivo e visualizzare i documenti contenuti sullaltro disco di Patrologia Latina selezionando lIcona Seleziona disco dalla Barra degli strumenti (premete ALT+O, D) e scegliendo il disco desiderato dal dialogo Seleziona disco. Per spostarvi sul documento successivo sul disco attivo di Patrologia Latina Database:

Selezionate lIcona Documento successivo dalla Barra degli strumenti. La finestra di Testo completo scorrer fino allinizio del documento (o documento selezionato) successivo sul disco attivo del database.

Premete F11. La finestra di Testo completo scorrer fino allinizio del documento (o documento selezionato) successivo sul disco attivo del database.

66

Per spostarvi sul documento precedente sul disco attivo di Patrologia Latina Database:

Selezionate lIcona Documento precedente dalla Barra degli strumenti. La finestra di Testo completo scorrer fino allinizio del documento precedente sul disco attivo del database.

Premete F12. La finestra di Testo completo scorrer fino allinizio del documento precedente sul disco attivo del database.

COME VISUALIZZARE LAPPARATO TESTUALE


Gli elementi dellapparato testuale sono indicati nel Testo completo dallicona seguente:

Licona appare in loco per gli elementi di apparato che si riferiscono a parti specifiche del testo. Gli elementi di apparato non ancorati sono raggruppati allinizio della prima colonna della pagina attinente o nellintestazione della sezione a cui appartengono. Le note apposte alle note sono indicate nella finestra di Apparato dallicona seguente: Nota: Potete accedere allapparato e visualizzarlo solo usando il mouse. Per visualizzare lapparato, fate doppio clic sullicona. Si aprir una finestra di Apparato contenente linformazione attinente.

Scorrete la finestra di Apparato usando i TASTI DI DIREZIONE per visualizzare interamente la nota. In alternativa, fate clic sulle frecce di scorrimento oppure trascinate la casella di scorrimento usando il mouse.
67

Consiglio: Se lapparato troppo grande per entrare nella finestra di Apparato, potete ingrandire la finestra. A questo scopo, selezionate il Pulsante di ingrandimento (premete ALT+SEGNOMENO, N). Per ripristinare la finestra di Apparato alle dimensioni precedenti, selezionate il Pulsante di ripristino (premete ALT+SEGNOMENO, R). Per chiudere completamente la finestra e ritornare al Testo completo, selezionate Chiudi (premete ESC). Se volete consultare la finestra di Apparato mentre state visualizzando il Testo completo, potete lasciarla aperta. Se la finestra di Apparato aperta ma non visibile, selezionate Finestre, Apparato (premete ALT+T, P) per attivarla. da notare che potete avere solo una finestra di Apparato aperta alla volta. Potete stampare o salvare tutto lapparato di un documento particolare dalla finestra dellIndice o di Riassunto delle corrispondenze (vedi Capitolo 9). Per visualizzare lapparato testuale: Nota: Potete accedere allapparato e visualizzarlo solo usando il mouse.

Fate doppio clic sullIcona Apparato nel Testo completo. Si aprir una finestra che visualizza lapparato attinente. Fate scorrere la finestra facendo clic sulle frecce di scorrimento per visualizzare completamente lapparato. Per chiudere la finestra, selezionate Chiudi.

COME VISUALIZZARE GLI ORNAMENTI


Alcuni documenti contengono grafici o illustrazioni noti come ornamenti. Essi sono indicati nel Testo completo dallicona seguente: LIcona Ornamento appare in loco nel testo originale. Nota: Potete accedere a un ornamento e visualizzarlo solo usando il mouse. Per visualizzare un ornamento, fate doppio clic sullicona. Si aprir una finestra di Ornamento.

68

Se lornamento pi grande della finestra di Ornamento, potete visualizzare il resto dellornamento usando i TASTI DI DIREZIONE; in aggiunta, potete spostarvi sul bordo superiore dellornamento premendo PG SU e sul bordo inferiore premendo PG GI. Potete lasciare la finestra di Ornamento aperta. Se una finestra di Ornamento aperta non visibile, premete CTRL+TAB per attivarla. Per stampare lornamento, selezionate Stampa. Se il Pulsante di stampa non visibile quando lornamento si apre nelle dimensioni predefinite, riducete le dimensioni dellornamento (vedi sotto) perch appaia. Lornamento verr stampato sulla vostra stampante predefinita. Per chiudere completamente la finestra di Ornamento e ritornare al Testo completo, fate doppio clic nel Menu di controllo (premete ALT+F4), oppure selezionate Menu di controllo, Chiudi (premete ALT+SEGNOMENO, C). Per visualizzare un ornamento: Nota: Potete accedere a un ornamento e visualizzarlo solo usando il mouse.

Fate doppio clic sullIcona Ornamento nel Testo completo. Usate i TASTI DI DIREZIONE, PG SU e PG GI per visualizzare gli sono pi grandi della finestra di Ornamento. ornamenti che

Per chiudere la finestra, fate doppio clic nel Menu di controllo (premete ALT+F4).

COME CAMBIARE LE DIMENSIONI DELLORNAMENTO

Quando aprite per la prima volta la finestra di Ornamento facendo doppio clic sullIcona Ornamento, lornamento apparir nelle dimensioni predefinite. Potete ridurre le dimensioni dellornamento premendo MAIUSC+FRECCIA GI. La finestra di Ornamento si adatter alle nuove dimensioni dellornamento. Potete ingrandire di nuovo lornamento
69

premendo MAIUSC+FRECCIA predefinite.

SU.

Premendo

HOME,

lornamento ritorner alle dimensioni

Per rimpicciolire lornamento:

Accertatevi che la finestra di Ornamento sia attiva. Premete MAIUSC+FRECCIA GI. Le dimensioni dellornamento diminuiranno e la finestra di Ornamento si adatter alle nuove dimensioni dellornamento. Per ingrandire lornamento:

Accertatevi che la finestra di Ornamento sia attiva. Premete MAIUSC+FRECCIA SU. Le dimensioni dellornamento aumenteranno e la finestra di Ornamento si adatter alle nuove dimensioni dellornamento.

Nota: Non potete ingrandire lornamento oltre le dimensioni predefinite.

COME VISUALIZZARE LE TABELLE


Le tabelle sono indicate nel Testo completo dallornamento seguente:

LIcona Tabella appare in loco nel Testo completo. Nota: Potete accedere alle tabelle e visualizzarle solo usando il mouse. Per visualizzare una tabella, fate doppio clic sullicona. Si aprir una finestra di Tabella. Se la Tabella pi grande della finestra, la finestra avr delle barre di scorrimento. Per visualizzare il resto della Tabella, fate clic sulle frecce di scorrimento o trascinate la casella di scorrimento usando il mouse. In alternativa, spostatevi nella finestra usando i TASTI DI DIREZIONE, PG SU e PG GI. Potete ingrandire la finestra di Tabella facendo clic sul pulsante di ingrandimento. Potete anche ingrandire o rimpicciolire la Tabella usando MAIUSC+FRECCIA SU o MAIUSC+FRECCIA GI. Per chiudere la finestra di Tabella e ritornare al Testo completo, selezionate Chiudi (premete ALT+SEGNOMENO, C.)
70

RIFERIMENTI
I riferimenti sono indicati nella finestra del Testo completo dallicona seguente:

Se un riferimento indica un punto di destinazione che appare sul disco attivo, esso contiene un collegamento dipertesto che vi consente di scorrere automaticamente fino a quel punto. Per consultare un riferimento, fate doppio clic sullIcona Riferimento. Il Testo completo scorrer automaticamente fino al punto di destinazione. Per ritornare al punto di partenza, premete TASTO DI RITORNO. Nota: Le icone di riferimento appaiono solo se il punto di destinazione contenuto nel disco attivo di Patrologia Latina Database. Per consultare un riferimento: Nota: Potete accedere a un riferimento e consultarlo solo usando il mouse.

Fate doppio clic sullIcona Riferimento. Il Testo completo scorrer automaticamente fino al riferimento.

Per ritornare al punto di partenza, premete TASTO DI RITORNO.

COPIARE E INCOLLARE
Potete copiare e incollare del testo usando gli appunti standard di Windows. Questo vi consente di copiare del testo da Patrologia Latina Database e dincollarlo sia in un dialogo di ricerca, sia in qualunque programma di software supportato da Windows. da notare che non potete copiare e incollare del testo greco. Potete copiare e incollare usando Modifica o le Icone Copia e Incolla dalla Barra degli strumenti. Potete copiare del testo dalle finestre di Testo completo e di Apparato. Il testo pu essere incollato con o senza etichette SGML (Standard Generalised Mark-up Language) in qualunque programma di scrittura supportato da Windows (per esempio, Microsoft Word o Write). In alternativa, potete incorporare del testo copiato senza etichette SGML in unespressione di ricerca incollandolo nei dialoghi di Ricerca standard o di Ricerca con riga di comando. Nota: LAppendice D contiene un elenco completo delle etichette SGML usate in Patrologia Latina Database. Il testo da usare per ricerche standard o con riga di comando devessere copiato senza la codificazione SGML.

71

COME COPIARE DEL TESTO

Per evidenziare il testo da copiare, fate clic con il mouse allinizio del testo desiderato, premete e tenete premuto il tasto MAIUSC, quindi fate clic con il mouse alla fine del testo desiderato. In alternativa, evidenziate il testo desiderato facendo clic con il mouse e trascinandolo. Nota: Potete evidenziare del testo solo usando il mouse. Per copiare il testo evidenziato senza le etichette SGML, selezionate Modifica, Copia (premete ALT+M, C o CTRL+INS); per copiare il testo con le etichette SGML, selezionate Modifica, Copia SGML (premete ALT+M, G).
COME INCOLLARE DEL TESTO

Per incollare del testo senza le etichette SGML nei dialoghi di Ricerca standard o Ricerca con riga di comando, aprite il dialogo di ricerca attinente. Fate clic con il mouse (premete TAB) per spostare il cursore sul punto in cui volete incollare il testo e selezionate Modifica, Incolla (premete ALT+M, I o MAIUSC+INS). Per incollare del testo con o senza etichette SGML in un altro programma Windows, caricate il programma e incollatevi il testo normalmente. Nota: Se copiate e incollate del testo contenente un punto interrogativo in un dialogo di ricerca, dovete cancellare il punto interrogativo prima di eseguire la ricerca, poich il punto interrogativo un carattere jolly (per una descrizione dei caratteri jolly, consultate p.4-19). Tutti gli altri segni di punteggiatura vengono ignorati quando si esegue una ricerca dal dialogo di Ricerca standard. Nelle espressioni di ricerca con riga di comando, anche le virgole e i punti devono essere cancellati, altrimenti la ricerca pu impiegare molto tempo e il vostro computer pu esaurire la memoria. Se copiate e incollate del testo contenente le parole in o o in un dialogo di ricerca, dovete racchiuderle fra virgolette doppie. Per copiare del testo dalle finestre di Testo completo o di Apparato: Nota: Potete evidenziare del testo solo usando il mouse.

Evidenziate il testo che desiderate copiare. Selezionate Modifica, Copia (premete ALT+M, C o CTRL+INS) se desiderate copiare il testo senza etichette SGML, oppure selezionate Modifica, Copia SGML (premete ALT+M, G) se desiderate copiare il testo con le etichette SGML. Il testo evidenziato verr copiato negli appunti Windows.

72

Per incollare del testo nelle finestre di Ricerca standard o di ricerca con Riga di comando:

Accertatevi che il dialogo di ricerca attinente sia aperto e che il cursore sia puntato sul punto in cui volete incollare il testo. Selezionate Modifica, Incolla. Il testo verr incollato nel dialogo di ricerca.

Accertatevi che la finestra di ricerca attinente sia aperta e che il cursore sia puntato sul punto in cui volete incollare il testo. Premete ALT+M, I o MAIUSC+INS. Il testo verr incollato nel dialogo di ricerca.

Nota: Quando copiate del testo, questo viene copiato negli appunti Windows. Per incollare il testo degli appunti in un altro programma supportato da Windows, dovete prima caricare il programma e poi incollarvi il testo dagli appunti Windows. Potete anche incollare del testo da un altro programma nei dialoghi di Ricerca standard o Ricerca con riga di comando di Patrologia Latina. Per le istruzioni, consultate le informazioni sugli appunti nella vostra documentazione Windows.

73

COME STAMPARE E SALVARE


Questo capitolo spiega come stampare i risultati di una ricerca da Patrologia Latina e come salvarli per usarli con altri programmi di software.

Inoltre spiega come salvare le espressioni di ricerca correnti in un dialogo di ricerca. Quando stampate, potete farlo su qualunque stampante supportata da Windows. Quando salvate, i dati vengono salvati nel formato di testo ASCII standard. In conformit con lAccordo di licenza di Patrologia Latina, unindicazione di copyright verr incorporata automaticamente in qualunque dato stampato o salvato da Patrologia Latina. LAppendice F contiene gli estratti della Licenza relativi al copyright.

COME SELEZIONARE UNA STAMPANTE


Potete stampare dei documenti di Patrologia Latina usando una qualsiasi stampante installata sul vostro computer che possa essere usata con Windows. Queste stampanti appaiono nella finestra di dialogo di Imposta stampante.

Nota: Da Patrologia Latina potete stampare solo in verticale. Potete anche definire le opzioni di stampa nel dialogo Imposta stampante. Le opzioni di stampa varieranno secondo il tipo di stampante che usate, ma di solito includono le dimensioni della pagina, il colore e i caratteri extra. Se la stampante che desiderate non elencata nel dialogo di Imposta stampante, oppure se elencata ma non configurata sulla porta corretta, usate il Pannello di controllo di Windows per effettuare le correzioni necessarie (consultate la vostra documentazione Windows per i dettagli). Nota: Potete accedere al dialogo Imposta stampante anche da uno qualsiasi dei dialoghi di Stampa.

74

Per selezionare una stampante:

Selezionate stampante; oppure

File,

Imposta

Premete ALT+F, I oppure

selezionate Imposta stampante da un dialogo Stampa. Selezionate Stampante predefinita; oppure Selezionate Stampante specifica, quindi selezionate dallelenco la stampante desiderata. Accertatevi che la stampante che avete scelto sia configurata sulla porta corretta.

Premete Stampa.

ALT + I

da un dialogo

Premete ALT+T per selezionare la stampante predefinita oppure Premete ALT+P per selezionare una stampante specifica ed evidenziate la stampante desiderata nellelenco usando i TASTI DI DIREZIONE. Accertatevi che la stampante che avete scelto sia configurata sulla porta corretta. Se volete cambiare le opzioni della stampante, premete ALT + O . Il dialogo Opzioni varier secondo la stampante che state usando. Selezionate le opzioni desiderate (premete ALT+lettera sottolineata) e premete INVIO. Quando siete soddisfatti delle vostre selezioni dimpostazione della stampa, premete INVIO per confermarle.

Se volete cambiare le opzioni della stampante, selezionate Opzioni. Il dialogo Opzioni varier secondo la stampante che state usando. Selezionate le opzioni desiderate e premete OK per confermarle.

75

COME STAMPARE
Prima diniziare a stampare da Patrologia Latina Database, dovete controllare lAppendice F per i dettagli sul copyright. Potete stampare dalle seguenti finestre: Riassunto delle corrispondenze Contesto delle corrispondenze Indice Testo completo Finestre di Apparato e di Ornamento.

COME STAMPARE DAL RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE


Dal Riassunto delle corrispondenze, potete stampare lelenco completo o voci selezionate dallelenco. Per stampare, assicuratevi che la finestra di Riassunto delle corrispondenze sia attiva e selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti (premete F9), oppure selezionate

File, Stampa (premete ALT+F, T). Si aprir il dialogo Stampa dal Riassunto corrispondenze. Selezionate Tutte le corrispondenze (premete ALT+C) per stampare lelenco completo. Selezionate Corrispondenze selezionate (premete che avete selezionato.
ALT+S)

per stampare soltanto le voci

76

Per stampare dal Riassunto delle corrispondenze:

Accertatevi che la finestra di Riassunto delle corrispondenze sia attiva. Selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo Stampa dal Riassunto corrispondenze. Selezionate lopzione che desiderate stampare. Selezionate Stampa per iniziare a stampare.

Accertatevi che la finestra di Riassunto delle corrispondenze sia attiva. Premete F9. Si aprir il dialogo Stampa dal Riassunto corrispondenze. Selezionate lopzione che desiderate stampare premendo ALT +lettera sottolineata. Premete stampare.
ALT + T

per iniziare a

Nota: Una volta che la stampa iniziata, potete interromperla selezionando Annulla (premendo ALT+A).
COME STAMPARE DAL CONTESTO DELLE CORRISPONDENZE

Dalla finestra di Contesto delle corrispondenze, potete stampare lelenco completo o voci selezionate dallelenco. (Consultate p. 5-4 per maggiori informazioni su come selezionare delle voci nella finestra di Riassunto o di Contesto delle corrispondenze.) Per stampare, accertatevi che la finestra di Contesto delle corrispondenze sia attiva e selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti (premete F9). Si aprir il dialogo Stampa dal Contesto corrispondenze.

Selezionate Tutti i contesti (premete ALT+C) per stampare lelenco completo. Selezionate Contesti selezionati (premete ALT+S) per stampare soltanto le voci che avete selezionato.
77

Per stampare dal Contesto delle corrispondenze:

Accertatevi che la finestra di Contesto delle corrispondenze sia attiva. Selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo Stampa dal Contesto corrispondenze.

Accertatevi che la finestra di Contesto delle corrispondenze sia attiva. Premete F9. Si aprir il dialogo Stampa dal Contesto corrispondenze. Selezionate lopzione che desiderate stampare premendo ALT +lettera sottolineata. Premete stampare.
ALT + T

Selezionate lopzione desiderate stampare.

che

Selezionate Stampa per iniziare a stampare.

per iniziare a

COME STAMPARE DALLINDICE

Potete stampare il documento o la sezione di documento evidenziata in Indice. Nota: DallIndice potete stampare soltanto documenti individuali o sezioni di documenti. Non potete, per esempio, stampare un volume intero. Ci significa che Indice devessere aperto almeno al livello di documento. Con la finestra Indice attiva e dopo aver selezionato il documento o sezione di documento che volete stampare, selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti (premete F9), oppure selezionate File, Stampa (premete ALT+F, T). Si aprir il dialogo Stampa dall'Indice.

78

Il dialogo Stampa dall'Indice vi consente di specificare quale delle seguenti opzioni stampare: il Testo completo di Documento o suddivisione selezionata, escluso apparato il Testo completo di Documento o suddivisione selezionata, solo l'apparato il Testo completo di Documento o suddivisione selezionata, con etichette SGML.

Nota: LAppendice D contiene lelenco completo delle etichette SGML (Standard Generalised Mark-up Language) usate in Patrologia Latina. Se scegliete dincludere delle etichette SGML nella vostra stampa, ci includer automaticamente lapparato. Per stampare dallIndice:

Controllate le condizioni di copyright nellAppendice F. Accertatevi che la finestra dellIndice sia attiva e che il documento o sezione di documento attinente sia stato selezionato. Selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo Stampa dall'Indice. Selezionate lopzione che desiderate stampare. Selezionate Stampa per iniziare a stampare.

Controllate le condizioni di copyright nellAppendice F. Accertatevi che la finestra dellIndice sia attiva e che il documento o sezione di documento attinente sia stato selezionato. Premete F9. Si aprir il dialogo Stampa dallIndice.

Selezionate lopzione che desiderate stampare premendo ALT +lettera sottolineata. Premete stampare.
INVIO

per iniziare a

Nota: Una volta che la stampa iniziata, potete interromperla selezionando Annulla (premendo ALT+A).
COME STAMPARE DAL TESTO COMPLETO

Dalla finestra di Testo completo, potete evidenziare una sezione di testo e stamparla. Per evidenziare una sezione di testo, fate clic con il mouse allinizio del testo desiderato, premete e tenete premuto il tasto MAIUSC, quindi fate clic con il mouse alla fine del testo desiderato.
79

In alternativa, potete evidenziare il testo desiderato facendo clic con il mouse e trascinandolo. Quando avete evidenziato il testo, selezionate File, Stampa (premete ALT+F, T), oppure selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti (premete F9). Si aprir il dialogo Stampa dal Testo completo.

Potete scegliere se includere o escludere lapparato quando stampate dal Testo completo effettuando la selezione appropriata nella casella di controllo contrassegnata con Apparato. Una croce nella casella di controllo significa che lapparato verr stampato. Facendo clic sulla casella di controllo (premendo ALT+P) potete attivare o disattivare la selezione. Per stampare dal Testo completo: Nota: Potete evidenziare del testo da stampare solo usando il mouse.

Evidenziate il testo che desiderate stampare. Selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti (premete F 9) oppure selezionate File, Stampa (premete ALT+F, T) Si aprir il dialogo Stampa dal Testo completo.

Scegliete se volete includere o escludere lapparato quando stampate dal Testo completo. Per includere lapparato fate clic nella casella di controllo (premete ALT+P) per far apparire la croce. Per escludere lapparato fate clic nella casella di controllo (premete ALT+P) per togliere la croce.

Selezionate Stampa per iniziare a stampare. Il testo evidenziato verr stampato con o senza apparato.
80

COME STAMPARE DALLE FINESTRE DI APPARATO E DI ORNAMENTO

Potete stampare il contenuto di una finestra di Apparato. Per stampare, accertatevi che la finestra desiderata sia attiva e selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti (premete F9). Lintero contenuto della finestra verr stampato. Per stampare dalle finestre di Apparato e di Ornamento:

Accertatevi che la desiderata sia attiva.

finestra

Accertatevi che la finestra desiderata sia attiva. Premete F9. Lintero contenuto della finestra verr stampato.

Selezionate lIcona Stampa dalla Barra degli strumenti. Lintero contenuto della finestra verr stampato.

COME SALVARE
Potete salvare sia espressioni di ricerca, sia documenti di Patrologia Latina Database in un file sul vostro disco rigido o su un dischetto. Se state salvando unespressione di ricerca, potete salvare sia il contenuto di una finestra di Ricerca standard, sia unespressione di ricerca nella casella di Comando ricerca in Ricerca con riga di comando. Se state salvando dei documenti, le parti di Patrologia Latina Database che potete salvare dipendono dalla finestra dalla quale state salvando. Per ulteriori informazioni, consultate le sezioni specifiche pi sotto.
COME SALVARE DEI DOCUMENTI

Prima diniziare a salvare da Patrologia Latina Database, dovete controllare i dettagli che riguardano il copyright nellAppendice F. Potete salvare dalle seguenti finestre: Riassunto delle corrispondenze Contesto delle corrispondenze Indice Testo completo Apparato.
81

I dati vengono salvati nel formato di testo ASCII standard. da notare che qualunque carattere ASCII non compreso nellintervallo non verr salvato. Con la finestra desiderata attiva, selezionate lIcona Salva dalla Barra degli strumenti (premete F10), oppure selezionate File, Salva (premete ALT+F, S). Si aprir lattinente dialogo Salva. Se scegliete di salvare un intero documento, un dialogo vi chieder di confermare che desiderate continuare. Questo accade perch certi documenti sono molto lunghi e il loro salvataggio pu richiedere parecchio tempo. da notare che, una volta che il salvataggio iniziato, non potete interromperlo. Quando salvate, dovete specificare il nome del file in cui volete salvare i dati. Il nome del file pu essere composto di un numero di caratteri non superiore a otto, con unestensione di tre caratteri. Si suggerisce di usare lestensione .txt. Per esempio, potete salvare una parte di un documento di Boetius in un file chiamato boetius.txt. da notare che, se salvate un nuovo file usando un nome di file preesistente, il vecchio file verr sovrascritto. Nota: Se salvate del testo che include del testo greco, dovete convertirlo nel formato PLDGreek quando caricate il file. Potete fare questo caricando Write o qualunque altro programma di scrittura mentre Patrologia Latina ancora in fase di esecuzione, evidenziando il testo greco e cambiando i caratteri in PLDGreek (selezionare Carattere, Carattere oppure premete ALT+C, C). PLDGreek disponibile come scelta di tipi di carattere solo mentre Patrologia Latina in fase di esecuzione. Per ulteriori informazioni su come cambiare i tipi di carattere, consultate la vostra documentazione Windows. Potete salvare su un file sul vostro disco rigido o su un dischetto. Le caselle Unit e Directory nelle caselle di dialogo Salva vi consentono di specificare dove volete salvare il file. Se non specificate ununit e una directory, il file verr salvato nellunit e nella directory correnti, di solito c:\pld\salvata. Lunit e la directory correnti sono elencate sopra, nella casella di Directory. Selezionate OK (premete INVIO) per salvare il file come specificato. Selezionate Annulla (premete ESC) per chiudere il dialogo Salva senza salvare.
COME SALVARE DAL RIASSUNTO DELLE CORRISPONDENZE

Come salvare dal Riassunto delle corrispondenze Dalla finestra di Riassunto delle corrispondenze, potete salvare lelenco intero o voci selezionate dallelenco.

82

Per salvare dal Riassunto delle corrispondenze:

Accertatevi che la finestra di Riassunto delle corrispondenze sia attiva. Selezionate lIcona Salva dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo Salva dal Riassunto corrispondenze.

Accertatevi che la finestra di Riassunto delle corrispondenze sia attiva. Premete F10. Si aprir il dialogo Salva dal Riassunto corrispondenze. Premete elenco oppure Premete ALT+S per salvare solo le voci selezionate dallelenco. Premete ALT+N per spostarvi sulla casella di Nome del file e digitate il nome del file e lestensione. Cambiate lunit e la directory se necessario. Premete ALT+K per salvare.
ALT+C

per salvare lintero

Selezionate Tutte le corrispondenze per salvare lintero elenco oppure Selezionate Corrispondenze selezionate per salvare solo delle voci selezionate dallelenco.

Fate clic sulla casella di Nome del file e digitate il nome del file e lestensione. Cambiate lunit e la directory se necessario. Selezionate OK per salvare.

83

COME SALVARE DAL CONTESTO DELLE CORRISPONDENZE

Dalla finestra di Contesto delle corrispondenze, potete salvare lelenco completo o solo delle voci selezionate dallelenco.

Per salvare dal Contesto delle corrispondenze:

Accertatevi che la finestra di Contesto delle corrispondenze sia attiva. Selezionate lIcona Salva dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo Salva dal Contesto corrispondenze.

Accertatevi che la finestra di Contesto delle corrispondenze sia attiva. Premete F10. Si aprir il dialogo Salva dal Contesto corrispondenze.

Selezionate Tutti i contesti per salvare lintero elenco oppure Selezionate Contesti selezionati per salvare solo le voci selezionate dallelenco.

Premete elenco oppure

ALT+C

per salvare lintero

Premete ALT+S per salvare solo le voci selezionate dallelenco.

84

Fate clic sulla casella di Nome del file e digitate il nome del file e lestensione. Cambiate lunit e la directory se necessario. Selezionate OK per salvare.

Premete ALT+N per spostarvi sulla casella di Nome del file e digitate il nome del file e lestensione. Cambiate lunit e la directory se necessario. Premete ALT+K per salvare.

COME SALVARE DALLINDICE

Potete salvare il documento o la sezione di documento evidenziata nellIndice. Levidenziazione pu essere spostata usando il mouse o i TASTI DI DIREZIONE. Nota: DallIndice potete salvare soltanto documenti individuali o sezioni di documenti. Non potete, per esempio, salvare un volume intero. Ci significa che lIndice devessere aperto almeno al livello di documento. Con la finestra di Indice attiva e dopo aver selezionato il documento o sottosezione di documento che volete salvare, selezionate lIcona Salva dalla Barra degli strumenti (premete F10), oppure selezionate File, Salva (premete ALT+F, S). Si aprir il dialogo Salva dall'Indice.

Il dialogo Salva dall'Indice vi consente di specificare quale delle seguenti opzioni salvare: il Testo completo di Documento o suddivisione selezionata, escluso apparato il Testo completo di Documento o suddivisione selezionata, solo lapparato il Testo completo di Documento o suddivisione selezionata con etichette SGML.
85

Nota: Un elenco completo delle etichette SGML (Standard Generalised Mark-up Language) usate in Patrologia Latina appare nellAppendice D. Se scegliete dincludere delle etichette SGML nella vostra stampa, ci includer automaticamente qualunque apparato. Quando salvate un documento, potete salvarlo in un file sul vostro disco rigido o su un dischetto. Le caselle di Unit e di Directory vi consentono di specificare dove volete salvare il file. In alternativa, potete digitare lunit, la directory e il nome del file nella casella di Nome del file come una stringa di caratteri. Se non specificate ununit e una directory, il file verr salvato nellunit e nella directory correnti, di solito c:\pld\salvata. Lunit e la directory correnti sono elencate sopra, nella casella di Directory. Selezionate OK (premete ALT+K) per salvare il file come specificato. Selezionate Annulla (premete ALT+A) per chiudere il dialogo Salva dall'Indice senza salvare. Per salvare dallIndice:

Controllate le condizioni di copyright nellAppendice F. Accertatevi che la finestra dellIndice sia attiva e che il documento o sezione di documento attinente sia stato selezionato. Selezionate lIcona Salva dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo Salva dall'Indice. Selezionate lopzione che desiderate salvare. Digitate il nome del file e lestensione nella casella di Nome del file, oppure selezionate un file esistente. Cambiate lunit e la directory se necessario. Selezionate OK per salvare.

Controllate le condizioni di copyright nellAppendice F. Accertatevi che la finestra di Indice sia attiva e che il documento o sezione di documento attinente sia stato selezionato. Premete F10. Si aprir il dialogo Salva dall'Indice. Premete ALT+T lettera sottolineata per selezionare lopzione che desiderate salvare. Premete ALT+N per spostarvi sulla casella di Nome del file. Digitate il nome del file e lestensione, oppure spostatevi con TAB sulla casella dellelenco ed evidenziate un file esistente usando i TASTI DI DIREZIONE. Cambiate lunit e la directory se necessario. Premete ALT+S per salvare.
86

COME SALVARE DAL TESTO COMPLETO

Prima dovete evidenziare il testo che desiderate salvare : Fate clic con il mouse allinizio del testo che volete salvare, premete e tenete premuto il tasto SHIFT, poi fate clic con il mouse alla fine del testo. Altrimenti, potete evidenziare il testo facendo clic e muovendo il mouse attraverso il testo. Quando il testo evidenziato, selezionate lIcona Salva dalla Barra degli strumenti (premete F10) o selezionate File, Salva (premete ALT+F, S). Si aprir il dialogo Salva dal Testo completo.

Quando salvate dovreste specificare il nome del file nel quale volete trasferire i dati. Lestensione suggerita per il file .txt. Dovreste anche specificare dove volete salvare il file. Se non specificate una unit e una directory, il file verr salvato nella unit e directory corrente, cio c:\pld\salvata.

87

Per salvare dal Testo completo

Evidenziate il testo che volete salvare. Selezionate lIcona salva dalla Barra degli strumenti. Il dialogo Salva Testo selezionato si aprir. Digitate un nome di file nella casella Nome del File. Cambiate lunita e la directory se necessario. Selezionate OK.

Evidenziate il testo che volete salvare. Premete F10. Il dialogo Salva Testo selezionato si aprir. Premete ALT+N per digitare un nome di file. Premete ALT+D e ALT+U per accedere rispettivamente la casella di directory e di unit e cambiare le se necessario. Premete ALT+K per salvare.

COME SALVARE LAPPARATO

Potete salvare il contenuto di una finestra di apparato testuale dal Testo completo. La finestra di apparato deve essere aperta. Per salvare lApparato testuale

Assicuratevi che la finestra di apparato sia aperta e attiva. Selezionate lIcona Salva dalla Barra degli strumenti. Il dialogo Salva dallApparato si aprir. Digitage un nome di file nella casella Nome del File. Cambiate lunit e la directory se necessario. Selezionate OK.

Assicuratevi che la finestra di apparato sia aperta e attiva. Premete F10. Il dialogo Salva dallApparato si aprir. Premete ALT + N per accedere la casella Nome del File e digitate un nome di file. Premete ALT+D e ALT+U per accedere rispettivamente la caselle di unit e directory e cambiarle se necessario. Premete ALT+K per salvare.
88

COME SALVARE E CARICARE LE ESPRESSIONI DI RICERCA

Quando effettuate ricerche in Ricerca standard o Ricerca con riga di comando, potete salvare lespressione di ricerca corrente. Ci vi consente di usare di nuovo la stessa ricerca. In Ricerca standard, tutte le parole e selezioni nella finestra verranno salvate. In Ricerca con riga di comando, lespressione di ricerca nella casella di Comando ricerca verr salvata. A questo punto potete caricare di nuovo lespressione di ricerca nella finestra di Ricerca attinente. da notare che potete caricare una ricerca soltanto nella finestra Ricerca dalla quale stata salvata. In altre parole, potete caricare una Ricerca standard soltanto nel dialogo di Ricerca standard o una Ricerca con riga di comando nel dialogo di Ricerca con riga di comando.
COME SALVARE UNESPRESSIONE DI RICERCA

Per salvare unespressione di ricerca, accertatevi che il dialogo di Ricerca sia attivo e selezionate lIcona Salva dalla Barra degli strumenti (premete F10), oppure selezionate File, Salva (premete ALT+F, S).

Si aprir un dialogo di Salva ricerca nel quale dovrete specificare un nome di file. Il nome del file pu avere un numero di caratteri non superiore a otto, con unestensione di tre caratteri. Si suggerisce di usare lestensione .sts per Ricerca standard o .cls per Ricerca con riga di comando. Per esempio, potete salvare un dialogo di Ricerca standard in un file chiamato boetius.sts o epistola.sts. Nota: Se salvate un nuovo file usando un nome di file preesistente, il vecchio file verr sovrascritto. Quando salvate unespressione di ricerca, potete salvarla in un file sul vostro disco rigido o su un dischetto. Le caselle di Unit e di Directory vi consentono di specificare dove volete salvare lespressione di ricerca. In alternativa, potete digitare lunit, la directory e il nome del file come una stringa di caratteri nella casella di Nome del file. Se non specificate ununit e una directory, la ricerca verr salvata nellunit e nella directory correnti, di solito c:\pld\salvata. Lunit e la directory correnti sono elencate sopra la casella di Directory.

89

Selezionate OK (premete ALT+K) per salvare il file come specificato. Selezionate Annulla (premete ALT+A) per chiudere il dialogo Salva ricerca senza salvare. Per salvare unespressione di ricerca:

Accertatevi che la finestra di ricerca attinente sia attiva. Se state salvando una Ricerca con riga di comando, accertatevi che lespressione di ricerca desiderata si trovi nella casella di Comando ricerca. Selezionate lIcona Salva dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo Salva ricerca.

Accertatevi che la finestra di Ricerca attinente sia attiva. Se state salvando una Ricerca con riga di comando, accertatevi che lespressione di ricerca desiderata si trovi nella casella di Comando ricerca. Premete F10. Si aprir il dialogo Salva ricerca. Digitate il nome del file e lestensione nella casella di Nome del file, oppure usate TAB per spostarvi sullelenco dei nomi di file ed evidenziate un nome di file esistente usando i TASTI DI DIREZIONE. Cambiate lunit e la directory se necessario. Premete ALT+K per salvare la vostra espressione di ricerca.

Digitate il nome del file e lestensione nella casella di Nome del file, oppure selezionate un file esistente dallelenco. Cambiate lunit e la directory se necessario. Selezionate OK e la vostra espressione di ricerca verr salvata.

COME CARICARE UNESPRESSIONE DI RICERCA PRECEDENTEMENTE SALVATA

Se avete salvato precedentemente unespressione di ricerca in un file sul vostro disco rigido o su un dischetto, potete caricare il file salvato usando File, Carica ricerca (premendo ALT+F, C). Ricordate che, se avete salvato il file su un dischetto, dovete inserire lo stesso dischetto nellunit appropriata per potere caricare lespressione di ricerca. Nota: Potete caricare una ricerca solo nel dialogo di Ricerca dal quale stata salvata. In altre parole, potete caricare una Ricerca standard solo nel dialogo di Ricerca standard o una Ricerca con riga di comando nel dialogo di Ricerca riga comando.

90

Per caricare unespressione di ricerca precedentemente salvata:

Accertatevi che la finestra di Ricerca attinente sia attiva. Selezionate File, Carica ricerca. Si aprir il dialogo Carica ricerca.

Accertatevi che il dialogo di Ricerca attinente sia attivo. Premete ALT+F, C Si aprir il dialogo Carica ricerca. Digitate il nome del file desiderato nella casella di Nome del file. oppure spostatevi con TAB sullelenco dei nomi di file ed evidenziate il file desiderato usando i TASTI DI DIREZIONE. Se il file desiderato non elencato, dovete probabilmente cambiare unit e directory.

Digitate il nome del file desiderato nella casella di Nome del file, oppure selezionate un file esistente dallelenco. Se il file desiderato non elencato, dovete probabilmente cambiare unit e directory.

Selezionate OK e il file verr caricato nel dialogo di Ricerca.

Premete INVIO e il file verr caricato nel dialogo di Ricerca.

91

Mentre le necessit di ricerca della maggior parte degli utenti sono soddisfatte dalla finestra di Ricerca standard, alcuni specialisti vorranno effettuare ricerche pi complesse. Ricerca con riga di comando vi consente di creare intere interrogazioni di ricerca usando il linguaggio di interrogazione di Riga di comando insieme con i codici di dati in Patrologia Latina Database. Una nota di precauzione riguardo alle ricerche complesse. Pi complessa la vostra espressione di ricerca, pi tempo impiegher il programma a eseguirla. Perci vi raccomandiamo di dedicare un certo tempo a capire pienamente la struttura dei dati in modo che le interrogazioni possano essere espresse nel modo pi preciso ed economico possibile. Inoltre, alcune espressioni di ricerca possono essere perfettamente legittime ma non condurre al risultato atteso. Si pu sprecare molto tempo tentando di eseguire ricerche che non hanno senso nel contesto di Patrologia Latina Database. Note: Nel presente capitolo implicito il fatto che voi abbiate assimilato i princpi fondamentali della ricerca descritta nel Capitolo 4, incluse le ricerche con operatori booleani.

10

RICERCA CON RIGA DI COMANDO

IL DIALOGO DI RICERCA RIGA COMANDO


Usando Ricerca con riga di comando potete ricercare : qualunque testo in qualunque elemento dei dati qualunque elemento dei dati (per esempio, apparato) attributi specifici (per esempio, la lingua greco).

Per eseguire una Ricerca con riga di comando, dovete perci capire: i codici di dati di Patrologia Latina come formulare unespressione di Ricerca con riga di comando.

Per aprire il dialogo di Ricerca con riga di comando, selezionate Ricerca, Ricerca riga comando (premete ALT+R, C).

92

Nota: Una volta che avete selezionato Ricerca riga comando dal menu di Ricerca, non dovete usare di nuovo il menu di Ricerca per aprire il dialogo di Ricerca con riga di comando. Invece selezionate lIcona Ricerca dalla Barra degli strumenti (premete F2).

COME ESEGUIRE UNA RICERCA


Per effettuare una ricerca nel database, digitate la vostra espressione di ricerca nella casella di Comando ricerca e selezionate Ricerca (premete INVIO). Quando avrete eseguito la ricerca, un dialogo vi dir quanti ritrovamenti sono risultati dalla vostra ricerca. da notare che questo numero rappresenta il numero di volte in cui lespressione di ricerca ricorre nel Testo completo, invece del numero dei documenti che contengono lespressione di ricerca. Potete cancellare il contenuto del dialogo di Ricerca e ricominciare selezionando Cancella (premendo ALT+A). Per chiudere il dialogo di Ricerca con riga di comando senza eseguire una ricerca, fare doppio clic nel Menu di controllo (premete ALT+F4). Una volta che una ricerca iniziata potete annullarla selezionando Annulla (premete LA BARRA SPAZIATRICE). Nota: Si pu salvare la ricerca nella casella di Comando ricerca e caricare il file salvato pi tardi.

93

Per eseguire una Ricerca con riga di comando:

Selezionate Ricerca, Ricerca riga comando. oppure Con Ricerca riga comando attivata, selezionate lIcona Ricerca dalla Barra degli strumenti. Si aprir il dialogo di Ricerca riga comando.

Premete ALT+R, C per aprire il dialogo di Ricerca riga comando oppure Con Ricerca riga comando attivata, premete F2. Si aprir il dialogo di Ricerca riga comando.

Digitate lespressione di ricerca. Premete INVIO per eseguire la ricerca. Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario. Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco appropriato elencante tutti i documenti ritrovati dalla vostra ricerca su quel disco.

Digitate lespressione di ricerca. Selezionate Ricerca per eseguire la ricerca. Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione.

Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario. Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco selezionato elencante tutti i documenti ritrovati dalla vostra ricerca su quel disco.

Nota: Una volta che una ricerca iniziata, potete interromperla selezionando Annulla (premete LA BARRA SPAZIATRICE).

94

COME ACCEDERE A UNESPRESSIONE DI RICERCA PRECEDENTE

Ogni volta che formulate ed eseguite una Ricerca con riga di comando, lespressione di ricerca viene aggiunta alla casella di Elenco ricerche precedenti. Potete accedere a qualunque delle espressioni precedenti sia per ripetere la ricerca, sia per modificare lespressione prima di eseguire la ricerca. A questo scopo, selezionate lespressione dalla casella di Elenco ricerche precedenti (premete TAB ed evidenziate la ricerca usando i TASTI DI DIREZIONE), quindi selezionate Modifica (premete ALT+D). Altrimenti fate doppio clic con il mouse sullespressione desiderata. Potete fare clic nella casella attinente (premete TAB) per spostarvi fra la casella di Comando ricerca e la casella di Elenco ricerche precedenti. Altrimenti premete ALT+C per spostarvi sulla casella di Comando ricerca o spostarvi sulla casella di Elenco ricerche precedenti. Per accedere a unespressione di ricerca precedente:
ALT+E

per

Selezionate lespressione di ricerca desiderata dalla casella di Elenco ricerche precedenti e selezionate Modifica, oppure fate doppio clic sullespressione di ricerca desiderata. Lespressione di ricerca verr aggiunta alla casella di Comando ricerca.

Premete ALT+E per spostarvi sulla casella di Elenco ricerche precedenti. Evidenziate lespressione di ricerca desiderata usando i TASTI DI DIREZIONE e premete ALT+D. La vostra espressione di ricerca verr aggiunta alla casella di Comando ricerca. Se volete modificare lespressione, usate i TASTI DI DIREZIONE per mettere il cursore in posizione e digitate i nuovi caratteri che d e s i d e r a t e aggiungere o cancellate i caratteri non voluti. Quando siete soddisfatti dellespressione di ricerca, premete INVIO per eseguire la ricerca. Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione.
95

Se volete modificare lespressione, fate clic con il mouse per mettere il cursore in posizione ed effettuate i cambiamenti desiderati. Quando siete soddisfatti dellespressione di ricerca, selezionate Ricerca per eseguire la ricerca. Patrologia Latina eseguir la ricerca su tutti i dischi in successione.

Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario. Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco appropriato elencante tutti i documenti ritrovati dalla vostra ricerca su quel disco.

Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario. Quando la ricerca verr completata, apparir un dialogo che mostra i risultati della ricerca. Selezionate il disco che volete studiare per primo. Apparir un Riassunto delle corrispondenze per il disco appropriato elencante tutti i documenti ritrovati dalla vostra ricerca su quel disco.

I CODICI DI DATI DI PATROLOGIA LATINA


Patrologia Latina Database diviso in una gerarchia di elementi, ognuno contrassegnato con un codice noto come etichetta. Per esempio, ognuno dei 221 volumi di Migne chiamato <volume>; il corpo principale del materiale contenuto in ogni volume chiamato <volbody>; ogni parte di un <volbody> chiamato <group>; infine ogni testo o documento individuale del <body> di un <group> chiamato <doc>. necessario assimilare la struttura dei dati e le etichette per poter eseguire ricerche significative nel database. LAppendice D contiene un elenco completo delle etichette e dei loro attributi in ordine alfabetico e una descrizione su come usare le etichette e gli attributi in Patrologia Latina. da notare che le etichette sono sempre racchiuse entro parentesi ad angolo (< >). Inoltre certe etichette hanno elementi qualificatori descrittivi associati con esse, noti come attributi. Questi possono essere usati per affinare ulteriormente una ricerca aggiungendo parametri qualificanti alle etichette.
LE ETICHETTE DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI PRINCIPALI

La struttura gerarchica principale consiste nelle seguenti etichette: <volume> uno dei 221 volumi delledizione stampata di Migne e consiste in <volfront>, <volbody> e un <volback> opzionale. <volfront> contiene uno o pi frontespizi (<ser.tp>), un frontespizio di volume (<vol.tp>) e pagine di <contents>. <volbody> contiene uno o pi <group>. <volback> contiene uno o pi <doc> e/o uno o pi <group>. Ogni <group> contiene un <body> e pu contenere un <front> e/o un <back>.

96

Ogni <body> contiene uno o pi <doc> e/o uno o pi <group>. Ogni <doc> diviso in sezioni (<div?>) e paragrafi (<p>). Un <doc> pu contenere solo paragrafi (<p>) o pu essere suddiviso in sezioni (<div?>).Ci sono quattro livelli di sezione: <div1>, <div2>, <div3>, <div4>. I paragrafi (<p>) sono la suddivisione pi bassa e contengono soltanto testo. Pi alta la gerarchia, pi ampia sar la ricerca. Per esempio, una ricerca a livello di <group> includer i componenti preliminari che possono non essere dellautore principale. Una ricerca a livello di <body> escluder tutto o quasi tutto il materiale di autori secondari.
ALTRE ETICHETTE DI ELEMENTI STRUTTURALI

Oltre agli elementi strutturali principali, vi sono altri elementi strutturali che sono etichettati in modo specifico: per esempio, <head> per le intestazioni e i titoli, principalmente per i <doc>, ma anche per i <group>, i <list>, i <poem>, ecc. (Consultate lAppendice D per un elenco completo delle etichette in ordine alfabetico.) La maggior parte di queste etichette pu ricorrere in pi di uno degli elementi strutturali principali definiti sopra. Se volete cercare uno di questi elementi secondari a un livello specifico, piuttosto che per ogni esempio dellelemento, dovete specificarne il livello nella vostra espressione di ricerca. Per esempio: psalm* in <head> trova la parola psalm* (salmo o salmi) in ogni intestazione in qualunque punto del database psalm* in <head> in <body> trova la parola psalm* (salmo o salmi) solo nelle intestazioni nei <body>.
ETICHETTE VARIE

Certe etichette non mostrate nellalbero degli esempi dei dati possono ricorrere praticamente in qualunque punto del database. La pi importante di queste etichette <note>. Letichetta <note> circonda ogni porzione di apparato testuale che appare nelledizione stampata sia come nota a pi di pagina, sia come nota al testo. Altre etichette sono <foreign> per il testo in greco e <hi> per il testo che evidenziato in grassetto o corsivo. Consultate lAppendice D per un elenco completo delle etichette in ordine alfabetico.
ATTRIBUTI

Gli attributi sono elementi qualificatori descrittivi associati con unetichetta di elemento e consistono in un nome e un valore dellattributo. Per esempio, potete associare con lelemento <note> il nome dellattributo anchored (ancorato) e il valore Y (S, cioe, si), (cio, s). Questo indica che la nota ancorata a un luogo specifico, cio ha un numero o una lettera di rinvio nel testo. Gli attributi seguono sempre il testo delletichetta (preceduti da uno spazio) e sono racchiusi entro la parentesi ad angolo di chiusura delletichetta. Il nome e il valore dellattributo
97

sono separati da un segno di uguale, senza spazi attorno. Gli attributi sono sensibili ai caratteri maiuscoli e minuscoli, cio dovete usare la combinazione corretta di lettere maiuscole e minuscole; inoltre, alcuni attributi devono essere racchiusi entro virgolette doppie (vedi Appendice D, dove viene fornita la sintassi corretta per ogni attributo). Gli attributi possono essere usati per restringere la ricerca a elementi le cui etichette hanno valori specifici. Per esempio: <p> cont haeres* in <author=Hilarius Pictaviensis> trova i paragrafi che contengono la parola haeres* (eresia) solo nei <doc> redatti da Hilarius. Consultate lAppendice D per un elenco completo degli attributi.

COME FORMULARE UNESPRESSIONE DI RICERCA CON RIGA DI COMANDO


La flessibilit della ricerca con Riga di comando significa che non esiste un solo modo di formulare unespressione di ricerca. In generale, tuttavia, le espressioni di Ricerca con riga di comando possono includere alcuni o tutti gli elementi seguenti: parole chiave, cio la parola o le parole in Patrologia Latina Database che volete trovare etichette degli elementi, che definiscono la parte del database nella quale volete cercare attributi, che qualificano ulteriormente le etichette degli elementi operatori contestuali, che definiscono la relazione fra la parola o le parole chiave e le etichette degli elementi operatori di vicinanza, che definiscono la posizione delle parole chiave relative fra di loro operatori booleani, che vi consentono di ampliare o restringere una ricerca.

Nota: Le parole chiave in e o fanno parte del linguaggio di interrogazione e quindi non possono essere cercate in modo normale. Se volete cercare queste parole, dovete racchiuderle fra virgolette doppie: in e o. Per esempio, per cercare la frase in evangeli*, dovete digitare in evangeli* Alcune parole chiave del database sono considerate come parole comuni. In Ricerca standard queste parole vengono intercettate e sostituite con il carattere jolly *. Sebbene queste parole non siano intercettate in Ricerca con riga di comando, preferibile evitare le espressioni di ricerca contenenti queste parole comuni poich possono impiegare molto tempo e il vostro computer pu esaurire la memoria.

98

PATROLOGIA LATINA DATABASE: STRUTTURA GENERALE


Nota: Elementi raggruppati in una stringa di caselle sono alternativi

VOLUME

VOLFRONT

VOLBODY

VOLBACK

SER.TP

VOL.TP

CONTENTS

GROUP

DOC GROUP

LIST LIST.GL

CAPTION

FRONT

BACK

DOC

GROUP

LIST

LIST.GL

CAPTION

DOC

GROUP

LIST

LIST.GL

CAPTION

BODY

DOC

GROUP

LIST

LIST.GL

CAPTION

99

Le parole comuni sono: ad de ejus est Prima di tentare di eseguire una Ricerca con riga di comando, potete trovare utile guardare gli esempi di espressioni di ricerca forniti nellAppendice E.
COME USARE GLI OPERATORI CONTESTUALI

et non ut

Per cercare una parola o stringa di parole specifica in un elemento dei dati, dovete specificare lesatto contesto o posizione della parola o delle parole chiave relative alletichetta dellelemento prescelta. La parola o parole chiave e letichetta dellelemento dovranno perci essere collegate da un operatore contestuale. Gli operatori di contesto sono come segue: Operatore contenente Forma cont Funzione alternativa trova lelemento o gli elementi dei dati contenenti la parola o parole chiave specificate trova la parola chiave allinterno dellelemento di dato specificato associa un nome e valore di attributo specifico con un elemento dei dati fa compiere a un altro operatore contestuale il contrario della sua funzione abituale. Esempio <head> cont psalm*

in con

in

epistol* in <head> <doc> con author=Beda <head> non contenente psalm*

non

Per esempio, per cercare psalm* (salmo o salmi) in unintestazione, potete digitare psalm* allinterno di <head>. Loperatore IN specifica che la parola chiave psalm* devessere trovata allinterno del tipo di elemento dei dati definito dalletichetta <head>.
COME DEFINIRE LA POSIZIONE RELATIVA DEI TERMINI DI RICERCA: OPERATORI DI VICINANZA

Una Ricerca con riga di comando pu incorporare uno degli operatori di vicinanza DA, DOPO e PRIMA. Per esempio, sanct* entro 1 parola da spiritu*

100

trover Sanct* Spiritu* o Spiritu* Sanct*. Invece spiritu* entro 2 parole prima sanct* trover Spiritu* Sanct* o Spiritu* (...) Sanct*, ma non Sanct* Spiritu* o Sanct* (...) Spiritu*. La prima parola chiave specificata nella istruzione di ricerca sar evidenziata in Testo completo.
COME DECIDERE SE RICERCARE ELEMENTI O PAROLE CHIAVE

Potete cercare in Patrologia Latina Database una parola chiave particolare allinterno di un elemento dei dati specifico, oppure un elemento dei dati particolare contenente una parola chiave specifica. Per esempio, potete cercare haeres* in <doc> per ritrovare tutti gli esempi della parola haeres* (eresia) allinterno di un documento. Ogni ricorrenza della parola haeres* verr evidenziata nel testo completo. Il numero dei ritrovamenti equivarr al numero totale delle volte in cui haeres* appare nei documenti. In alternativa, potete cercare <doc> cont haeres* per ritrovare tutti i documenti contenenti la parola haeres*. In questo caso, ogni documento contenente la parola haeres* verr evidenziato. Il numero di ritrovamenti equivarr al numero totale delle volte in cui haeres* appare nei documenti. Nota: Gli operatori booleani possono collegare solo gli elementi dello stesso genere. Per esempio, possono collegare solo parole chiave con parole chiave o elementi con elementi (vedi sotto).
COME AMPLIARE O RESTRINGERE LA VOSTRA RICERCA: OPERATORI BOOLEANI

La Ricerca con riga di comando pu incorporare gli operatori booleani E, O e E NON. Per esempio, potete usare loperatore booleano E per cercare i paragrafi che contengono le parole chiave haeres* (eresia) e Arian* (ariano): <p> cont haeres* e Arian* In alternativa, potete collegare gli elementi con gli elementi, in questo caso <head> e <caption>: <head> o <caption> cont epistol* Nota: Gli operatori booleani possono collegare solo elementi dello stesso genere. Per esempio, possono collegare solo parole chiave con parole chiave (haeres* e non Arian*) o elementi con elementi (<head> o <caption>).

101

COME FORMULARE ESPRESSIONI DI RICERCA COMPLESSE

Per formulare unespressione di ricerca complessa che consista di termini di ricerca collegati da operatori contestuali e booleani, dovete capire lordine in cui un software di ricerca elabora unespressione di ricerca. Gli operatori CON e NON vengono elaborati con il loro elemento o operatore associato. Il software di ricerca elabora i restanti operatori nellordine seguente: E O CONT IN

Per esempio, poich CONT viene elaborato prima di IN <head> cont epistol* in <body> trova prima tutti gli <head> che contengono epistol* (lettera o lettere) e poi ritrova ed evidenzia tutti gli <head> di questo tipo che appaiono nei <body>. Se volete cambiare o chiarire lordine in cui sono elaborati gli operatori, dovrete usare le parentesi (vedi sotto).
COME USARE LE PARENTESI IN ESPRESSIONI DI RICERCA COMPLESSE

Le parentesi possono essere usate per cambiare o chiarire lordine nel quale il software di ricerca elabora unespressione di ricerca complessa (per i dettagli sullordine abituale di elaborazione, vedi sopra). Per evitare ambiguit, vi raccomandiamo di usare le parentesi per specificare lordine di elaborazione. Per esempio, E viene di solito elaborato prima di O, il quale a sua volta viene di solito elaborato prima di CONT, ossia <p> cont haeres* e Arian* o Hilari* viene elaborato come <p> cont ((haeres* e Arian*) o Hilari*) Se volete trovare i paragrafi contenenti haeres* (eresia) con Arian* (Arian) o Hilari* (Hilarius), dovrete digitare <p> cont haeres* e (Arian* o Hilari*) Nota: Di solito esiste pi di un modo per formulare unespressione di ricerca complessa, anche se un pu essere pi efficace, e quindi pi rapido, di un altro.

102

COME COPIARE E INCOLLARE

Potete copiare del testo dal Testo completo (compresa la finestra di Apparato) e incollarlo nel dialogo di Ricerca con riga di comando per incorporarlo in unespressione di ricerca. Nota: Se copiate e incollate del testo contenente un punto interrogativo nel dialogo di Ricerca con riga di comando, dovete cancellare il punto interrogativo prima di eseguire la ricerca, poich un punto interrogativo un carattere jolly. Anche i punti e le virgole vanno cancellati, altrimenti la ricerca pu impiegare molto tempo e il vostro computer pu esaurire la memoria.

103

APPENDICE A
CONVENZIONI USATE IN QUESTO MANUALE
In questo manuale sono state usate le seguenti convenzioni tipografiche: corsivo Tutto ci che deve essere digitato esattamente come appare. Per esempio, se vi si chiede di digitare a:\setup, dovrete digitare esattamente la stessa cosa. In una lista di comandi a passo a passo, una parola in grassetto indica che bisogna digitare delle informazioni specifiche. Per esempio, se la parola in grassetto era nome del file, dovrete digitare il nome del vostro file. I nomi dei vari tasti della tastiera, Per esempio CTRL o ESC. I nomi delle voci di menu e i comandi.

grassetto

MAIUSCOLETTO

Prima Lettera Maiuscola e grassetto Prima Lettera Maiuscola

Dialoghi e altri "nomi propri".

Indica linizio delle istruzioni a passo a passo.

Indica linizio delle istruzioni a passo a passo servendosi del mouse.

Indica linizio delle istruzioni a passo a passo servendosi della tastiera.

104

COMANDI
Nel testo generico sono forniti prima i comandi per il mouse e sono seguiti dai comandi per la tastiera tra parentesi. Per esempio, Finestre, Sovrapponi (premete ALT+T, S) insegna allutente come selezionare Finestre e poi Sovrapponi con il mouse, o premendo ALT+T, e in seguito S servendosi della tastiera. Laddove le istruzioni sono date a passo a passo, quelle per il mouse e quelle per la tastiera sono elencate separatamente. Nel caso in cui i comandi per la tastiera siano indicati, avranno il formato seguente:
TASTO1+TASTO2

Tenete premuto il TASTO1 e premete il TASTO2. Per esempio, ALT+TAB significa che bisogna tener premuto il tasto ALT, premere TAB e in seguito rilasciarli entrambi. Premete il TASTO1, poi rilasciatelo e premete il TASTO2. Per esempio, ALT, TAB significa premete e rilasciate ALT e poi premete e rilasciate TAB. Le quattro frecce di direzione della tastiera :

TASTO1, TASTO2

TASTI DI DIREZIONE

105

APPENDICE B
AUTORI PRINCIPALI CONTENUTI IN PATROLOGIA LATINA DATABASE PER VOLUME
Ecco un elenco dei principali autori in ognuno dei 221 volumi che compongono lopera completa di Patrologia Latina Database. Volume(i) 1-2 3 4 5 6-7 8 9-10 11 12 13 14-17 18 19 20 21 22-30 31 32-47 48 49-50 51 Autore(i) Tertullianus Minucius Felix, Dionysius Alexandrinus, Cornelius papa, Novatianus, Stephanus I Cyprianus Carthaginensis Arnobius Afer, Dionysius Alexandrinus, Commodianus Gazaeus Lactantius Constantinus I, Victorinus Petavionensis Hilarius Pictaviensis Zeno Veronensis, Optatus Milevitanus Eusebius Vercellensis, Firmicus Maternus Damasus, Pacianus, Lucifer Calaritanus Ambrosius Mediolanensis Ulfilas Gothorum, Symmachus, Martinus Turonensis, Tichonius Juvencus, Sedulius Coelius, Optatianus, Severus Rhetor, Faltonia Proba Sulpicius Severus, Paulinus Mediolanensis, Faustus Manichaeus, Innocentius I Rufinus Aquileiensis, Pelagius haeresiarcha Hieronymus Stridonensis Flavius Lucius Dexter, Paulus Orosius Augustinus Hipponensis Marius Mercator Joannes Cassianus Prosper Aquitanus
106

52 53 54-56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67

Petrus Chrysologus Mamertus Claudianus, Salvianus Massiliensis, Arnobius junior, Patricius Hiberniae Leo I Maximus Taurinensis Hilarus papa, Simplicius papa, Felix III Gelasius I, Avitus Viennensis, Faustinus Aurelius Prudentius, Dracontius Paulinus Nolanus, Orientius, Auspicius Tullensis Eugyppius Africae Boetius, Ennodius Felix, Trifolius presbyter, Hormisdas I, Elpis Boetius Fulgentius Ruspensis, Felix IV, Bonifacius II Benedictus pater monachorum Occidentalium Dionysius Exiguus, Viventiolus Lugdunensis, Trojanus Santonensis, Pontianus Africae, Caesarius Arelatensis, Fulgentius Ferrandus Primasius Adrumetanus, Arator, Nicetius Trevirensis, Aurelius Arelatensis Cassiodorus Gregorius Turonensis Pelagius II, Joannes II, Benedictus I Vitae Patrum Gregorius I Gregorius I Gregorius I Auctores VII saec. Isidorus Hispalensis Liturgia Mozarabica Auctores VII saec. Venantius Fortunatus, Crisconius Africanus Sergius I, Joannes VI, Felix Ravennatensis, Bonifacius Moguntinus Beda
107

68 69-70 71 72 73-74 75-76 77 78-79 80 81-84 85-86 87 88 89 90-95

96 97-98 99 100-101 102 103 104 105

Hildefonsus Toletanus, Julianus Toletanus, Leo II Carolus Magnus, Ludovicus I, Lotharius, Rudolphus I Paulinus Aquileiensis, Theodorus Cantuariensis Alcuinus Smaragdus S. Michaelis Benedictus Anianensis, Sedulius Scotus Agobardus Lugdunensis, Eginhardus, Claudius Taurinensis, Ludovicus Pius Theodulfus Aurelianensis, Eigil Fuldensis, Dungalus reclusus, Ermoldus Nigellus, Symphosius Amalarius Gregorius IV, Sergius II, Jonas Aurelianensis, Freculphus Lexoviensis, Frotharius Tullensis Rabanus Maurus Walafridus Strabo Leo IV, Benedictus III, Eulogius Toletanus, Prudentius Trecensis, Angelomus Lexoviensis Haymo Halberstatensis Nicolaus I, Florus Lugdunensis, Lupus Ferrariensis Paschasius Radbertus Ratramnus Corbeiensis, Aeneas Parisiensis, Remigius Lugdunensis, Wandalbertus Prumiensis, Paulus Alvarus Cordubensis, Gotteschalcus Orbacensis Joannes Scotus Ado Viennensis Usuardus Sangermanii, Carolus II Calvus Hincmarus Rhemensis Anastasius bibliothecarius Isidorus Mercator, Marcus Valerius Probus Remigius Antissiodorensis, Notkerus Balbulus Regino Prumiensis, Hucbaldus S. Amandi Odo Cluniacensis Atto Vercellensis Flodoardus Remensis, Joannes XIII
108

106 107-112 113-114 115 116-118 119 120 121

122 123 124 125-126 127-129 130 131 132 133 134 135

136 137

Ratherius Veronensis, Liutprandus Cremonensis Hrothsuita Gandersheimensis, Widukindus Corbeiensis, Dunstanus Cantuariensis, Adso Dervensis Richerus S. Remigii Sylvester II (Gerbertus), Aimoinus Floriacensis, Abbo Floriacensis, Thietmarus Merseburgensis Burchardus Wormaciensis, Henricus II imperator, Adelboldus Trajectensis Fulbertus Carnotensis, Guido Aretinus, Joannes XIX Bruno Herbipolensis, Odilo Cluniacensis, Berno Augiae Divitis Hermannus Contractus, Humbertus Silvae Candidae, Leo IX Petrus Damianus Othlonus S. Emmerammi, Adamus Bremensis, Gundecharus Eichstetensis, Lambertus Hersfeldensis, Petrus Malleacensis Joannes Abrincensis, Bertholdus Constantiensis, Bruno Magdeburgensis, Marianus Scottus, Landulfus Mediolanensis, Alphanus Salernitanus

138 139 140 141 142 143 144-145 146

147

148 149 150 151 152-153 154 155 156 157 158-159 160 161 162

Gregorius VII Victor III, Anselmus Lucensis, Willelmus I Lanfrancus Cantuariensis Urbanus II Bruno Carthusianorum Hugo Flaviniacensis, Ekkehardus Uraugiensis, Wolphelmus Brunwillerensis Godefridus Bullonius, Radulfus Ardens, Lupus Protospatarius Guibertus S. Mariae de Novigento Goffridus Vindocinensis, Thiofridus Efternacensis, Petrus Alphonsus Anselmus Cantuariensis Sigebertus Gemblacensis Ivo Carnotensis Ivo Carnotensis, Petrus Chrysolanus, Anselmus

109

Laudunensis 163 164-165 166 167-170 171 172 173 174 175-177 178 179 180 181 182-185 186 187 188 189 190 191-192 193 194 195 196 197 198 Paschalis II, Gelasius II, Calixtus II Bruno Astensis Baldricus Dolensis, Honorius II, Cosmas Pragensis Rupertus Tuitensis Hildebertus Turonensis, Marbodus Redonensis Honorius Augustodunensis Leo Marsicanus, Petrus diaconus, Rodulfus S. Trudonis Godefridus Admontensis Hugo de S. Victore Petrus Abaelardus Willelmus Malmesburiensis Eugenius III, Guillelmus S. Theodorici Herveus Burgidolensis Bernardus Claraevallensis Sugerius S. Dionysii, Robertus Pullus, Zacharias Chrysopolitanus Gratianus Ordericus Vitalis, Anastasius IV, Adrianus IV Petrus Venerabilis Thomas Cantuariensis, Herbertus de Boseham, Gilbertus Foliot Petrus Lombardus Garnerius S. Victoris, Gerhohus Reicherspergensis Gerhohus Reicherspergensis, Hugo Pictavinus, Isaac de Stella, Alcherus Claraevallensis Aelredus Rievallensis, Wolbero S. Pantaleonis, Elisabeth Schonaugiensis Richardus S. Victoris Hildegardis abbatissa Adamus Scotus, Petrus Comestor, Godefridus Viterbiensis

110

199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214-217 218-221

Joannes Saresberiensis Alexander III Arnulfus Lexoviensis, Guillelmus Tyrensis Petrus Cellensis, Urbanus III, Gregorius VIII, Hugo Eterianus, Gilbertus Foliot Philippus de Harveng Reinerus S. Laurentii Leodiensis, Clemens III Petrus Cantor Coelestinus III, Thomas Cisterciensis, Joannes Algrinus Petrus Blesensis Martinus Legionensis Martinus Legionensis, Wilhelmus Daniae, Gualterus de Castellione Alanus de Insulis Stephanus Tornacensis, Petrus Pictaviensis, Adamus Perseniae Helinandus Frigidi Montis, Guntherus Cisterciensis, Odo de Soliaco Sicardus Cremonensis, Petrus Sarnensis Innocentius III Indices

111

APPENDICE C
CONSIGLI PER UNA RICERCA EFFICIENTE
La maggior parte delle ricerche che volete eseguire pu essere fatta in vari modi diversi; i suggerimenti seguenti vi potranno aiutare a effettuare interrogazioni di ricerca che ottengano i risultati voluti il pi velocemente possibile: Le ricerche di parole comuni sono pi lente e richiedono pi memoria rispetto alle ricerche di parole pi rare. (Vi consigliamo di non fare ricerche di parole molto comuni come ad esempio ad o qui con un computer che abbia meno di 8 Mb di RAM). Le ricerche di frasi sono generalmente pi lente delle ricerche di una sola parola e le ricerche di frasi che contengono esclusivamente parole molto comuni andrebbero evitate. (Le frasi che contengono una combinazione di parole comuni e di parole pi ricercate non presentano alcun problema e una frase che contiene una parola molto comune e una parola molto rara sar in genere ritrovata pi velocemente che la parola molto comune da sola). Le ricerche semplici (cio nelle quali vengono riempite poche caselle nel dialogo di Ricerca standard) sono pi veloci delle ricerche complesse. Le ricerche che contengono delle note sono pi veloci delle ricerche che non contengono note. Le Ricerche con riga di comando che includono dei caratteri normali di punteggiatura sono pi lente delle stesse ricerche senza punteggiatura. (La punteggiatura in una stringa di ricerca non deve necessariamente corrispondere per poter essere ritrovata; i caratteri di punteggiatura comune sono ignorati durante le ricerche dal dialogo di Ricerca standard.). Le ricerche che utilizzano il carattere jolly * in genere ritrovano molte pi parole chiave rispetto alle ricerche ordinarie o alle ricerche che utilizzano il carattere jolly ? e quindi sono pi lente e necessitano pi memoria.

112

APPENDICE D
ELEMENTI E ATTRIBUTI
ELEMENTI DEI DATI E ETICHETTE CORRISPONDENTI

La tabella seguente elenca le etichette di elemento utilizzate in Patrologia Latina Database assieme ai loro attributi (bisogna notare che i valori degli attributi sono sensibili ai caratteri maiuscoli e minuscoli, cio dovete usare la combinazione corretta di lettere maiuscole e minuscole). Per sapere come servirsi delle etichette di elemento in una Ricerca con riga di comando, consultate il Capitolo 10. Per degli esempi di espressioni di Ricerca con riga di comando che comprendano delle etichette di elemento, consultate lAppendice E. Gli elementi sono elencati in ordine alfabetico. Nel caso in cui gli elementi e gli attributi si trovino allinterno di definizioni, saranno in corsivo se sono obbligatori e in carattere normale se sono facoltativi. <back> Designa i componenti finali di un gruppo. Un <back> pu avere un <head>. Un <back> deve contenere almeno uno degli elementi seguenti: <doc>, <group>, <p>, <list>, <list.gl>, <caption>. Designa il corpo principale di componenti in un <group>. Un <body> pu avere un <head>. Un <body> deve contenere almeno uno degli elementi seguenti: <doc>, <group>, <p>, <list>, <list.gl>, <caption>. Designa le cellule individuali contenute in ogni fila (<r>) di un <tbl>. Ha lattributo n=1, n=2 ecc. per designare il numero della colonna della cellula in questione. Ha anche lattributo align=?, dove ? designa sinistra, destra o centro. Designa una rubrica o un titolo che non sono allinizio di uno degli elementi elencati a <head> qui di seguito. Una <caption> si trova in genere con un titolo di un testo diviso in vari paragrafi (<p>). Designa una citazione. La maggior parte delle citazioni sono della Bibbia; alcune si riferiscono ad altri autori patristici o classici. Designa il numero della colonna delledizione stampata di Migne. Un <col> ha un attributo (n=?) che d il numero della colonna. I numeri delle colonne hanno quattro cifre e possono essere ulteriormente catalogate dalle lettere da A a D. Unetichetta <col> un primo elemento obbligatorio nelle <doc> e nelle <note>. Altrimenti letichetta pu apparire ovunque nel testo. Elenca il contenuto del volume. Il <contents> della pagina ha un <head>, e deve contenere almeno una delle etichette seguenti: <p>, <list>, <list.gl>, <caption>.
113

<body>

<c>

<caption>

<citn> <col>

<contents>

<div1>

Designa una suddivisione di un <doc>. Le suddivisioni si trovano di solito nei documenti divisi in libri e capitoli, o che hanno una prefazione o un prologo. Una <div1> pu avere un <head>, e pu avere gli attributi per il titolo (name=?) e autore (author=?). Pu avere lattributo per delle informazioni bibliografiche aggiornate (bib=C?). Contiene anche lattributo tempstat=mod/med che indica se lautore ha scritto durante il periodo moderno o medioevale, o tempstat=uncert se la suddivisione del documento non stata scritta da un autore specifico. Una <div1> deve contenere almeno una delle etichette seguenti: <div2>, <p>, <list>, <list.gl>, <caption>, <poem>, <tbl>. Designa una suddivisione di una <div1>. Una <div2> ha le stesse caratteristiche di una <div1>. Una <div2> pu essere ulteriormente divisa nella suddivisione <div3>, e la <div3> nella <div4>. Non ci sono altre suddivisioni oltre la <div4>. Designa una parte autonoma del testo o del documento. A questo livello opera la Ricerca standard. Un <doc> ha un <head> e un numero di colonna (<col>). Un <doc> ha un titolo (name=?) e un attributo dellautore (author=?). Pu anche avere lattributo per delle informazioni bibliografiche aggiornate (bib=C?). Contiene anche lattributo tempstat=mod/med che indica se lautore ha scritto durante il periodo moderno o medioevale, oppure tempstat=uncert se il documento non stato scritto da un autore specifico. Un <doc> deve contenere almeno una delle etichette seguenti: <div1>, <p>, <list>, <list.gl>, <caption>, <poem>, <tbl>. Nel caso in cui un <doc> si estenda a pi di un volume, avr un attributo che lo collegher al volume precedente (connect=P), o al volume successivo (connect=F), o ad entrambi (connect=B).

<div2>

<doc>

<foreign> <front>

Designa i punti in cui il testo in greco. Letichetta <foreign> ha lattributo lang=Greek. Designa i componenti preliminari di un gruppo. Un <front> pu avere un <head>. Un <front> deve contenere almeno una delle etichette seguenti: <doc>, <group>, <p>, <list>, <list.gl>, <caption>. Designa un singolo elemento nel secondo elenco di un elenco a colonna doppia (<list.gl>). Designa un singolo elemento nel primo elenco di un elenco a colonna doppia (<list.gl>). Designa un gruppo di documenti di un singolo autore e include degli elementi secondari che riguardano questi documenti. Un <group> ha un <head>. Un <group> contiene un <body>, e pu contenere un <front> e/ o un <back>. Un <group> pu avere un attributo dellautore (author=?). Nel caso in cui un <group> si estenda a pi di un volume, ha un attributo che lo collega al volume precedente (connect=P), o al volume successivo (connect=F), o ad entrambi (connect=B).
114

<gl.gloss> <gl.term> <group>

<h>

Designa le intestazioni individuali contenute in una riga dintestazioni (<hr>) di un <tbl>. Ha lattributo n=1, n=2 ecc. che designa il numero della colonna dellintestazione in questione. Ha anche lattributo align=?, dove ? specifica sinistra, destra o centro. Designa lintestazione o il titolo di uno degli elementi seguenti: <back>, <body>, <contents>, <div?>, <doc>, <front>, <group>, <list>, <list.gl>, <part>, <poem>, <tbl>. Le intestazioni sono obbligatorie allinizio di <contents>, <doc> e <group>, dove sono aggiunte di proposito se non c un titolo evidente nel testo. Queste intestazioni aggiunte dai redattori sono designate dallattributo type=edit, o type=mainedit per le rubriche di <doc>s o <div?>. Un <head> pu contenere un <headdate> o un <poem>.

<head>

<head.gl> <head.tm> <headdate> <hi>

Designa lintestazione del secondo elenco di un elenco a colonna doppia (<list.gl>). Designa lintestazione del primo elenco di un elenco a colonna doppia (<list.gl>). Designa la data della creazione di un <doc> o di un <group>. Designa che il testo in corsivo o in grassetto. Unetichetta <hi> non possiede un attributo se il testo in corsivo e ne possiede uno (rend=bold) se il testo in grassetto. Designa la riga di un <tbl> che contiene le intestazioni delle colonne. Pu contenere una o pi intestazioni (<h>). Designa un singolo elemento allinterno di un elenco. Designa una singola riga di un <poem>. Pu avere un attributo (indent=?) che indichi un rientro e/o un attributo (n=?) dove il testo poetico contiene dei numeri di riga nel testo e/o un attributo allineato dove le righe sono centrate. Indica una lacuna nella copia del testo. Designa uninterruzione della riga. Pu avere un attributo n=? che indichi il numero della riga. Designa un elenco. Un <list> pu avere un <head>, e deve contenere almeno una delle etichette seguenti: <caption>, <item>. Designa un elenco a colonna doppia (di solito un elenco in cui ogni voce ha un riferimento a una colonna di numeri). Un <list.gl> pu avere un <head>, un <head.tm> e/o un <head.gl>. Un <list.gl> contiene almeno una delle etichette seguenti: <gl.term>, <gl.gloss>. Pu anche contenere <caption>. Designa qualunque parte dellapparato associata ad un testo ma non una parte integrale di tale testo. Una <note> ha unetichetta di colonna (<col>). Una <note> pu contenere uno o pi dei seguenti elementi: <p>, <list>, <list.gl>, <caption>, <poem>, <tbl>.
115

<hr> <item> <l>

<lacuna> <lb> <list> <list.gl>

<note>

Una <note> possiede sempre gli attributi seguenti: anchored=Y/N, specifica che la nota ha una lettera di leggenda o un numero nel testo (anchored=Y), o che non ha leggenda (anchored=N) type=?, specifica il tipo della nota, Per esempio foot, Lectiones Variantes.

Una <note> pu avere gli attributi seguenti: block=YES, indica un insieme di note. ed=?, specifica lautore della nota. display=..., dove ... rappresenta lautore di una nota. Il nome dellautore visualizzato con la giusta icona della nota nel caso in cui appaiano contemporaneamente varie icone di nota. n=?, d la lettera o il numero di una nota ancorata.

<ornament>

Designa il punto in cui unimmagine nelledizione stampata di Migne stata letta anzich introdotta alla tastiera come testo. Letichetta <ornament> si usa essenzialmente per lebraico; viene usata anche per le immagini pittoriche. Un <ornament> possiede un attributo (image=?), che fornisce il nome del file BMP che contiene limmagine. Un <ornament> pu avere un attributo (text=?), che identifica il tipo di ornamento. Designa un paragrafo. Un testo che non pu essere ulteriormente suddiviso in <div?> diviso in paragrafi. Designa la suddivisione di un poema che non pu essere riconosciuto come una stanza ripetuta. Una <part> pu avere un <head>, e deve contenere almeno una delle etichette seguenti: <caption>, <part>, <l>, <stanza>. Designa una parte del testo in forma poetica. Un poem> pu avere un <head>. Un <poem> deve contenere almeno una delle etichette seguenti: <caption>, <part>, <l>, <stanza>. Designa una riga di un <tbl>. Contiene una o pi celle (<c>). Designa linsieme dei titoli delle pagine di ogni volume. Il titolo della pagina pu includere una qualunque delle etichette seguenti: <author> <auth.no> <date> <doc.ti> <imprint> autore(i) di documenti principali presenti nel volume numero del volume dellautore data della pubblicazione titoli di documenti principali inclusi nel volume editore/tipografo

<p> <part>

<poem>

<r> <ser.tp>

116

<ser.pt> <ser.ti> <vol.no> <source> <stanza> <tbl>

parte di una serie titolo di una serie Numero del volume di Migne.

Designa la fonte di un <doc> o di un <group>. Designa un insieme regolare di righe ripetute allinterno di un poema. Una <stanza> contiene una o pi <l>. Designa una tabella. Una <tbl> pu avere una <head> e/o una fila dintestazioni. Deve contenere almeno una delle etichette seguenti: <r>, <caption>. Ha un attributo col che designa il numero delle colonne, e un attributo width1, width2 ecc. che indica la larghezza di ogni colonna. Designa il titolo della pagina del volume di ogni volume. Il titolo della pagina pu includere uno o pi elementi seguenti: <author> <auth.no> <date> <doc.ti> <imprint> autore(i) di documenti principali inclusi nel volume numero del volume dellautore data della pubblicazione titoli di documenti principali inclusi nel volume editore/tipografo.

<vol.tp>

<volback> <volbody> <volfront>

Designa i componenti finali di ogni volume. Un <volback> contiene almeno una delle etichette seguenti: <group>, <doc>. Designa il corpo principale del volume. Un <volbody> contiene uno o pi <group>. Designa i componenti preliminari di ogni volume. Un <volfront> contiene un titolo della pagina della serie (<ser.tp>), uno o pi titoli di pagina del volume (<vol.tp>) e delle pagine che mostrano il contenuto del volume (<contents>). Designa uno dei 221 volumi delledizione stampata di Migne. Un <volume> contiene un <volfront> e un <volbody>. Un <volume> pu contenere un <volback>. Un <volume> ha un attributo (n=?), che fornisce il numero del volume. Designa un rinvio a unaltra parte di Patrologia Latina Database. Unetichetta <xref> ha un attributo (RID=?), il cui valore un unico numero a quattro cifre attribuito ad ogni rinvio, Per esempio <xref RID=A001>.

<volume>

<xref>

ATTRIBUTI E VALORI DEGLI ATTRIBUTI

La tabella seguente elenca tutte le etichette di elemento utilizzate in Patrologia Latina Database che possono avere degli attributi ad esse associate. Gli attributi obbligatori sono in corsivo; quelli facoltativi sono in caratteri normali. Viene dato un esempio delluso di ogni attributo, in modo da poter vedere la forma precisa dellespressione.

117

Nota: Alcuni attributi sono stringhe letterali e sono racchiusi tra virgolette; tutti gli attributi sono sensibili ai caratteri maiuscoli e minuscoli. Ci significa che dovete usare le virgolette e le lettere maiuscole o minuscole come indicato. Per degli esempi di espressioni per Ricerca con riga di comando che includano degli attributi, consultare lAppendice E. Etichetta <c> Attributo align <c> n n Valore dellattributo la posizione di il numero della colonna di <c> un numero a quattro cifre con una lettera facoltativa da A a D. il nome dellautore della <div?> Esempio <c align=left> <c n=1> <col n=0678B>

<col>

<div?>

author

bib

name tempstat <doc> author bib

(C) se linformazione bibliografica aggiornata, <div> incluso in Clavis; G) se incluso in Glorieux; (S) se incluso nel supplemento di Migne; una qualunque combinazione di quanto sopra citato, in ordine alfabetico, se inclusa in pi di una di queste fonti. Un asterisco * appare dopo la parentesi di chiusura delle modificazioni della fonte o mette in questione lattribuzione dellautore di Migne. il nome o il titolo <div? name=Veterum della <div?> testimonia> il periodo dellautore <div? tempstat =med> il nome dellautore del <doc <doc> author=Hilarius> (C) se linformazione <div1 bib= (C,G,S)*> bibliografica aggiornata, <div> incluso in Clavis; (G) se incluso

<div? author=Auctores varii> <div1 bib=" (C,G,S)*>

118

connect

name tempstat lang author connect

<foreign> <group>

<h>

align <n>

<head>

type

<hi>

rend

in Glorieux; (S) se incluso nel supplemento di Migne; una qualunque combinazione di quanto sopra citato, in ordine alfabetico, se inclusa in pi di una di queste fonti. Un asterisco * appare dopo la parentesi di chiusura delle modificazioni della fonte o mette in questione lattribuzione dellautore di Migne. P, se il <doc> <doc connect=F> continua dal volume precedente; F, se continua nel volume seguente; B, se continua in entrambi il nome o il titolo <doc name=Epistola del <doc> ad filiam suam> il periodo dellautore <doc tempstat=med> Greco <foreign lang=Greek> il nome dellautore <group del <group> author=Hilarius> P, se il <group> <group connect=F> continua dal volume precedente; F, se continua nel volume seguente; B, se continua in entrambi. la posizione della <h align=left> <h> il numero della <h n=2> colonna della <h> attributo del tipo edit <head type=edit> o mainedit, dove la <head> aggiunta dal redattore grassetto, dove il <hi rend=bold> tipo grassetto. Se il tipo corsivo, rend=italic la scelta per difetto
119

<l>

indent

align <lb> n

<note>

anchored

block

display

un numero unico, che indica la taglia relativa del rientro un numero unico che indica i numeri delle righe incluse nel testo del poema c, dove una riga centrata un numero unico che indica i numeri delle righe incluse nel testo Y o N: Y per le note ancorate (quelle con una lettera o un numero di leggenda nel testo); N per le note non ancorate YES, quando un gruppo di note unito in un unico blocco a unicona. Per delle note da sole, block=NO la configurazione per difetto il nome dellautore della nota il nome dellautore della nota lettera o numero della leggenda di una nota tipo di nota, Per esempio foot, Lectiones Variantes numero indicante il nome del file BMP che contiene limmagine identificazione del tipo di ornamento numero di colonna larghezza relativa dognuna delle colonne della <tbl>

<l indent=1>

<l n=5>

<l align=c> <lb n=10>

<note anchored=Y>

<note block=YES>

ed n

<note d i s p l a y = S o m m i e r, Claudius> <note ed=Binius, Severinus> <note n=a>

type

<note type=foot> <ornament image=0530779A> <ornament text= [Hebrew Text]> <tbl col=4> <tbl width1=10>

<ornament>

image

text <tbl> col width?

120

<volume>

<xref>

RID

numero a tre cifre corrispondente a ogni volume numero a quattro cifre attribuito a ogni rinvio

<volume n=001>

<xref RID=E035>

Per un unico elemento con pi di un attributo, gli attributi possono essere elencati in un ordine qualsiasi con una spaziatura tra un attributo e laltro. Per esempio: <note n=a type=foot anchored=Y>
APPROFONDIMENTO DEGLI ELEMENTI DEI DATI ELEMENTI NELLA STRUTTURA DI BASE

Patrologia Latina Database riflette lesatta struttura delledizione stampata originale di Migne. Le etichette di elemento sono invisibili per lutente del database, tuttavia hanno unincidenza sulla visualizzazione del testo sullo schermo, e sono essenziali per la ricerca. Lunit di base un <volume>, che riflette la suddivisione di Migne delle opere degli autori patristici in 221 volumi. Ogni volume in seguito suddiviso in un modo da riflettere il modello standard adottato da Migne. Un <volume> suddiviso in <volfront>, <volbody> e, se necessario, <volback>. Il <volfront> contiene i componenti preliminari del volume e di solito comprende tre pagine: un frontespizio di serie (<ser.tp>), un frontespizio di volume (<vol.tp>) e una pagina di indice (<contents>). I frontespizi di serie e di volume includono il titolo della serie (<ser.ti>), il numero della serie (<ser.pt>), gli autori principali (<author>) e le loro opere (<doc.ti>), il numero del volume (<vol.no>), il numero del volume dellautore (<auth.no>) e il luogo (<imprint>) e la data (<date>) di pubblicazione. Il <volback> corrisponde al <volfront> e contiene gli elementi finali del volume. Di solito sono costituiti dagli indici delle singole opere del volume, del volume completo o di una serie di volumi. Tuttavia, talvolta Migne separa alcuni testi in unappendice del volume: in questi casi, tali elementi sono inclusi nel <volback>. Un <volback> ha una o pi <doc> e/o <group>che sono descritti pi dettagliatamente nella sezione che segue <volbody>. Il <volbody> costituisce la parte pi consistente di ogni volume, e di solito contiene tutti i testi principali. Il <volbody> suddiviso in uno o pi <group>. Un <group> indica un insieme di documenti di un unico autore, quando un volume contiene pi di un autore, o indica un insieme di documenti su un tema specifico allinterno dellopera di un unico autore. Ogni <group> ha un <head> (che pu essere aggiunto dal redattore se il testo non ha unintestazione ben precisa). Il <group> viene in seguito suddiviso in tre elementi: <front>, <body> e <back>, dei quali solamente il <body> essenziale. In altre parole, un <group> pu essere formato solamente da un <body> e non avere n <front> n <back>. In genere bisogna immaginare un <group> concentrato in una o pi opere di un unico autore Patristico: ci che costituir il <body> del <group>. Questa opera o queste opere potranno essere precedute da una prefazione, come una praefatio o una admonitio, che saranno
121

generalmente opera di un altro (spesso non specificato) autore: ci che costituir il <front> del <<group>. Gli elementi finali, come per esempio unanalisi dellopera o delle opere (nuovamente, spesso opera di un altro autore), pu seguire il <body>: ci che costituir il <back> del <group>. I tre elementi del <group>, <front>, <body> e <back>, possono avere il loro proprio <head>, e si possono suddividere in altri sotto<group>. Dei testi singoli allinterno dei tre elementi del <group> sono chiamati <doc>. Generalmente, un testo un <doc> se elencato nellindice del volume e/o se ha unintestazione ricorrente nelledizione stampata di Migne (da notare che le intestazioni ricorrenti non sono incluse nel database). Il <doc> costituisce il livello di base della suddivisione dei testi. Quando si effettua una ricerca dal dialogo di Ricerca standard, la ricerca viene effettuata in <doc>. A un livello di base, un <doc> suddiviso in paragrafi (<p>). Tuttavia, spesso pi appropriato, specialmente nel caso di un documento costituito da molte colonne, di suddividerlo ulteriormente. Il primo livello di suddivisione <div1>; il secondo, <div2>; il terzo, <div3>; il quarto, <div4>. Non ci sono altre suddivisioni oltre la <div4>, eccetto <p>. Per fare un esempio, un documento pu essere suddiviso in libri (libri). Ogni libro (liber) sar una <div1>. Ogni libro pu quindi essere suddiviso in capitoli (capita). Ogni capitolo (caput) costituir una <div2>. La suddivisione si pu fermare qui, e quindi ogni paragrafo allinterno di ogni capitolo sar un <p>. Ogni <div1>, <div2>, ecc. pu avere il proprio <head>. I documenti (<doc>) possono contenere dei <poem>, <list>, <list.gl>, <caption> o <tbl>. Tali termini sono descritti qui di seguito. Il testo poetico viene indicato con letichetta <poem>. I poemi sono suddivisi in righe (<l>), <stanza>, o <part>. Una <stanza> un gruppo regolare di righe che si ripetono allinterno del testo poetico, mentre una <part> una suddivisione di un testo poetico che non pu essere identificata con una stanza. Una <part> pu anchessa essere costituita da delle righe (<l>), <stanza> o anche altre <parts>. Un <poem> e una <part> di un testo poetico possono avere un <head>. Ci sono due tipi di elenchi. Una <list> semplice suddivisa in singoli <item>. Un elenco a colonna doppia (che si ritrova in genere nelle pagine dellindice del <volfront>, dove ogni voce ha un riferimento a un numero della colonna) si chiama una <list.gl>, e si suddivide in <gl.term> per ogni voce nella prima colonna e <gl.gloss> per ogni voce nella seconda colonna. Una <list> o <list.gl> pu avere un <head>, e ogni colonna allinterno di una <list.gl> pu avere la propria intestazione, chiamate rispettivamente <head.tm> e <head.gl>. Una <tbl> una tabella presentata in righe e colonne. Pu avere un <head> e una intestazione di riga (<hr>). Una tabella suddivisa in righe (<r>). Ogni riga contiene una cella (<c>) per ogni colonna. Ogni <tbl> appare come unicona nel testo. Un doppio clic sullicona permette di visualizzare la tabella. Una <caption> descrive unintestazione mobile, cio unintestazione che non attaccata ad un <back>, <body>, <contents>, <div>, <doc>, <front>, <group>, <list>, <list.gl>, <part>, <poem> o <tbl>. Una <caption> si trover generalmente dove c unintestazione in un testo suddiviso unicamente in paragrafi.
122

Per concludere, un <head> di un <group> o <doc> pu contenere un <headdate>, che indica la data di composizione dellelemento in questione.
ELEMENTI MOBILI

In aggiunta agli elementi elencati sopra, ci sono degli elementi mobili, cio degli elementi che possono apparire ovunque nel testo. Ledizione stampata di Migne suddivisa in colonne, due per pagina. La maggior parte delle colonne sono ulteriormente suddivise in A, B, C o D, che rappresentano delle suddivisioni delle colonne. Visto che una colonna del testo visualizzata su una pagina completa del monitor, sono stati aggiunti al testo dei numeri per le colonne per indicare in che punti erano suddivise le colonne nelledizione stampata originale. Inoltre, ogni <doc> e ogni <note> (vedere oltre) hanno un riferimento a un numero di colonna. Molti testi hanno un apparato dettagliato, diviso generalmente in singole note, stampato in fondo a ogni colonna e con una lettera o un numero di leggenda. Dato che le note non possono comparire sullo schermo allo stesso modo, ogni <note> apparir come unicona nel testo (vicino alla lettera o al numero di leggenda, nel punto pi appropriato). Un doppio clic sullicona permette di visualizzare la nota. Il testo in greco contraddistinto dalletichetta <foreign>. Se c una lacuna nel testo, letichetta corrispondente sar <lacuna>. Se il testo diviso in righe numerate, unetichetta dinterruzione di riga (<lb>) indicher linizio di una nuova riga. Il materiale pittorico, alcune tabelle pi complesse e alcuni scritti in caratteri non romani come per esempio lebraico sono passati allo scanner come immagini grafiche e sono contraddistinti dalletichetta <ornament>. Poich tali <ornament> non possono essere visualizzati sullo schermo come appaiono nel testo originale, ogni <ornament> apparir come unicona nel testo. Un doppio clic sullicona permette di visualizzare lornamento. Il testo che messo in rilievo nelledizione di Migne con un carattere corsivo o grassetto viene contraddistinto dalletichetta <hi>. Le citazioni (di solito della Bibbia, ma talvolta anche dei riferimenti ad altri autori patristici o classici) sono contraddistinte dalletichetta <citn>. Letichetta <source> indica quando la fonte di un <doc> o <group> specificata. Letichetta <xref> indica quando si fa riferimento a un altro punto nel disco attivo di Patrologia Latina. Ci apparir sullo schermo come unicona. Un doppio clic sullicona vi porta al punto desiderato nel disco attivo.
ATTRIBUTI

Alcuni degli elementi elencati qui sopra hanno degli attributi. Un attributo uninformazione ulteriore associata a un elemento, per esempio ogni <doc> ha un attributo dautore. Alcuni attributi sono obbligatori, altri facoltativi. Sebbene gli attributi non siano visibili dallutente, sono essenziali per le ricerche. Gli attributi sono elencati a pagina D-8.

123

APPENDICE E
CONSIGLI SULLA RICERCA CON RIGA DI COMANDO
COME FORMULARE UNESPRESSIONE SEMPLICE DI RICERCA CON RIGA DI COMANDO

Nota: Questo capitolo va letto insieme con lAppendice D. Formulare delle espressioni di Ricerca con riga di comando pu essere complicato e sar efficace solamente se dovete eseguire una ricerca specifica che non potete ottenere con la Ricerca standard. La Ricerca standard effettua ricerche in un documento; per cercare due parole come pater e filius in un documento con la Ricerca con riga di comando, lepressione di ricerca sar 1) (pater e filius) in <doc> Nota: Lespressione di ricerca iniziale stata messa tra parentesi per evitare che linterrogazione di ricerca sia ambigua. Per formulare una Ricerca con riga di comando, bisogna conoscere un po la codificazione di Patrologia Latina Database. Per esempio, nella ricerca 1) dovete sapere che letichetta SGML (Standard Generalised Mark-up Language) di un documento <doc>. Le etichette sono sempre racchiuse tra parentesi ad angolo (<...>) per poterle distinguere dalle parole del database. Lespressione di ricerca qui sopra ritrover pater e filius allinterno di un singolo documento, anche se le due parole sono separate tra di loro da varie centinaia di colonne. Modificando questa espressione di base, potete cercare le due parole pater e filius allinterno di un solo paragrafo. Lespressione di Ricerca con riga di comando necessaria : 2) (pater e filius) in <p>
COME COMBINARE DELLE ESPRESSIONI SEMPLICI DI RICERCA CON RIGA DI COMANDO

Quando formulate delle espressioni di Ricerca con riga di comando, vi renderete conto che il modo pi semplice e preciso quello di combinare delle espressioni di ricerca semplici tra di loro per formarne di pi complesse. Quando combinate queste espressioni di ricerca, vi sar utile mettere tra parentesi ogni singola espressione per evitare ambiguit o errori. Unespressione di ricerca tra parentesi pu essere considerata esattamente come se fosse una semplice parola chiave e pu essere aggiunta ad altre parole chiave o espressioni utilizzando i vari operatori (vedere a pag. 10-12 e 10-14 per ulteriori precisioni). Per esempio, potete eseguire la ricerca 2) per ritrovare la presenza simultanea di particolari parole chiave in certi paragrafi, ma potete anche escludere le parole che appaiono nelle note. Potete farlo incorporando la vostra espressione di ricerca iniziale in unespressione
124

pi complessa: 3) ((pater e filius) non in <note>) in <p> Potete decidere di precisare ulteriormente la ricerca restringendola a un volume particolare. Anche in questo caso, sar pi semplice integrare lespressione appena creata in unespressione leggermente pi complessa: 4) (((pater e filius) non in <note>) in <p> ) in <volume n=106> Per creare lespressione qui sopra, dovete conoscere gli attributi, in questo caso n e anche i valori degli attributi, in questo caso il numero del volume. Come regola generale, i valori degli attributi vanno racchiusi tra virgolette.
COME CERCARE DEGLI ELEMENTI ANZICH DELLE PAROLE CHIAVE

Le espressioni di Ricerca con riga di comando possono essere utilizzate per ritrovare elementi oltre alle parole chiave. Per esempio, se volete ritrovare tutti i paragrafi che contengono pater e filius invece della frequenza dapparizione di tali parole, dovete invertire la vostra interrogazione di ricerca iniziale: <p> cont (pater e filius) Delle espressioni di ricerca pi complesse che incorporino questa espressione di ricerca possono essere costruite esattamente nel modo descritto qui sopra. In un elemento di ricerca, il numero di ritrovamenti riportato sempre il numero degli elementi reperiti, non il numero delle parole chiave nellelemento. Bisogna notare che lintero elemento reperito sar evidenziato nel Testo completo.
ALCUNI ESEMPI DI RICERCA CON RIGA DI COMANDO

Gli esempi seguenti mostrano alcune ricerche che possono essere eseguite utilizzando la Ricerca con riga di comando.
RICERCHE CON PAROLE CHIAVE

Per trovare haeres* in qualunque punto del database: haeres*

Per trovare haeres* nelle pagine dellindice: haeres* in <contents>

Per trovare haeres* in tutte le intestazioni ma non nelle note delle Intestazioni: (haeres* non in <note>) in (<head> o <caption>)

Per trovare haeres* dappertutto tranne nelle intestazioni: haeres* non in (<head> o <caption>)

Per trovare haeres* nei paragrafi che non contengono Arian*: ((haeres* e non in Arian*) in <p>)
125

RICERCHE DI ELEMENTI DI DATI

Per trovare le pagine dellindice che contengono epistol*: <contents> cont epistol*

Per trovare i paragrafi che contengono delle note che contengono Arnobi* (Arnobius): <p> cont (<note> cont Arnobi*)

Per trovare tutte le intestazioni di gruppi di documenti con una data di composizione: <head> cont <headdate>

Per trovare peccat* e poen? o poen?? assieme negli indici: ((<item> o <p> in <volback>) cont (peccat* e (poen? o poen??))

RICERCHE UTILIZZANDO GLI ATTRIBUTI

Nota: Alcuni valori di attributi sono parole letterali e devono essere racchiuse tra virgolette doppie; tutti i valori di attributi sono sensibili ai caratteri maiuscoli e minuscoli. Ci significa che dovete utilizzare le virgolette doppie e i caratteri maiuscoli o minuscoli come indicato. Un esempio di come deve essere digitato ogni attributo si trova a pag. D-8. Per trovare la presenza del greco nel database: <lang=Greek> Per trovare le vite degli autori di Schoenemann: (<head> cont vita*) in <author=Schoenemannus, Fredericus G.>

126

APPENDICE F
ESTRATTO DELL'ACCORDO DI LICENZA
I diritti d'autore dei dati consultabili su computer sono di propriet della ChadwyckHealey. Prima di ricevere questo prodotto, la vostra biblioteca ha firmato un accordo che la obbliga a prendere determinate misure per proteggere questi diritti d'autore. Queste misure, applicabili anche all'utente finale, riguardano principalmente la stampa e l'esportazione di testi e sono definite sotto :
RESTRICTIONS ON USE - DATA

4.1

LICENSEE and its Users may:a) b) display data from Patrologia Latina; print out extracts from Patrologia Latina for: i) ii) iii) c) d) private study and research, or inclusion in internally circulated essays and papers, or inclusion in materials for class/course work;

make xerographic copies of the above printouts for class/course work; download small extracts of Patrologia Latina only, to merge with other text and/or graphics for documents relating to private study and internally circulated essays and papers; copy portions of Patrologia Latina onto a temporary, non-commercial electronic database for temporary use or storage during research; include portions of Patrologia Latina, including parts of individual works and concordances of single words and phrases: i) ii) iii) in any article in a printed journal, or in a single essay or contribution which forms part of a printed collection, or in any printed monograph or critical edition.

e) f)

If such portions of Patrologia Latina comprise more than fifty percent (50%) of any individual work in Patrologia Latina the User must obtain permission in writing from Chadwyck-Healey Inc. which shall not be unreasonably withheld.

127

4.2

LICENSEE and its Users shall not: a) manipulate and use the data to create publications or services in print or in electronic form which in any way compete with or interfere with publications and services already provided by or publicly announced to be provided in the future by Chadwyck-Healey Inc.; use all or any part of Patrologia Latina for, or as part of the operation of, a service bureau or other business based on the redirection or resale of the licensed software, database, or system components; transmit on a network or make any portion of Patrologia Latina available in machine-readable form in any format to any person, group or organisation that is not itself a User, including for non-commercial uses, except for electronic delivery to a publisher or printer for publication in printed form as specified above in Clause 4.1.f, provided, however, that such distributed data must be returned to the User when no longer required for production of the publication and that the User must provide for such return in any agreement to publish such data; reproduce on CD-ROM or convert complete or substantial portions of Patrologia Latina into/onto any other medium; rent, lease, barter, assign, lend, sell, transfer, convey or give all or any part of Patrologia Latina to any person, firm, company or institution; attempt to reverse engineer, decompile or disassemble all or any part of any software program incorporated or used in Patrologia Latina ; download for use with any application other than Patrologia Latina the PLDGreek font which is copyright 1986-1994 The Payne Loving Trust, all rights reserved, 925 Hindley Lane, Edmonds, WA 98020-0580, USA.

b)

c)

d) e) f) g)

COPYRIGHT AND COPYRIGHT ACKNOWLEDGEMENTS

5.1

Without prejudice to the other provisions of this Agreement relating to any extract or text, all extracts from Patrologia Latina which are included in any publications, essays, internally circulated papers, or materials for class/course work must contain the following copyright statement: Reproduced from the Patrologia Latina Database, Copyright (c) [1992-1995] Chadwyck-Healey Inc.

128

Patrologia Latina Database


IL DATABASE DEL TESTO COMPLETO

GUIDA DI CONSULTAZIONE RAPIDA


ProQuest Information & Learning Telephone: (01223) 215512 Technical Support: (0800) 220710 Fax: (01223) 215513 Email: marketing@proquest.co.uk ProQuest Information & Learning Company (in North America) Telephone: (734) 761-4700 Technical Support: (800) 889-3358 Email: tsupport@il.proquest.com ProQuest Information & Learning (in Spain and Latin America) Telephone: (91) 575-55-97 Fax: (91) 575-98-85 Email: editor@spain.proquest.com

COME APRIRE PATROLOGIA LATINA


Da Program Manager di Windows, evidenziate l'icona che rappresenta Patrologia Latina Database e premete INVIO. Patrologia Latina si aprir visualizzando uno schermo di ricerca.

FUNZIONALIT DI RICERCA
Ricerca standard (F2): Digitate i termini di ricerca in qualunque o in tutte le caselle di ricerca: Parole chiave, Parole chiave greche, Parole chiave titolo, Autori, Volumi. Specificate se le Opzioni di ricerca devono includere o escludere l'apparato e/o cercare autori moderni o medioevali o entrambi. Premete INVIO per eseguire la ricerca.

Vai a (F3): Premete ALT+V ed evidenziate il numero del volume dalla casella di Volume. Premete ALT+C ed evidenziate il numero di una colonna dalla casella di Colonna. Premete Vai a. Una finestra di Testo completo scorrer fino al volume e alla colonna selezionati. Selezionate Torna per ripercorrere una serie di selezioni.
1

Copyright 1995. Chadwyck-Healey Ltd

Indice (F4): Evidenziate un volume servendovi dei TASTI DI DIREZIONE e premete <+> sul volume per espandere i livelli delle intestazioni. Per fare il contrario e ridurre i livelli, premete <-> sul volume. Premete INVIO per visualizzare il Testo completo nel punto corrispondente.

Ricerca complessa (ALT+R, C o F2): Effetuare una ricerca con gli elementi utilizzati nella codificazione del database. Premete INVIO per eseguire la ricerca.

RICERCA STANDARD
RICERCA PER PAROLE CHIAVE Per cercare una parola: Digitate la parola che desiderate cercare nella casella di Parole chiave o nella casella di Parole chiave titolo e premete INVIO.

Per cercare parole contigue: Digitate le due parole separate da uno spazio e premete INVIO: es. ex Cave Per cercare due o pi parole: Digitate le due parole nella casella di ricerca attinente separate da E / O / E NON: es. haeres* e Arian* Per cercare due parole una vicina all'altra: Separate le parole con la frase "entro # parole DA / DOPO / PRIMA DI" in cui # rapprasenta il numero massimo di parole che accettate tra le due parole chiave: es. sanct* entro 3 parole da spiritu* Per cercare varianti ortografiche/varie forme di parole: Se i caratteri alternativi sono conosciuti, digitateli tra parentesi quadre: es. epist[ou]la
Copyright 1995. Chadwyck-Healey Ltd

Se un unico carattere incerto, digitate ? al suo posto: es. domin? o domin??

Se pi di un carattere incerto , digitate un * nel luogo appropriato: es. christ* reperir christus, christe, christum, christi e christo.

Per cercare parole riservate: Digitate tutte le parole riservate tra virgolette doppie: es. "in" evangeli* Le parole riservate sono le seguenti: in, o,(parte del linguaggio di ricerca), ad, de, ejus, est, et, non, ut (queste verranno intercettate da un carattere jolly*). COME USARE GLI INDICI DI SFOGLIATURA Un indice di sfogliatura che elenchi tutti i termini disponibili pu essere consultato per ogni campo di ricerca. Le caselle Parole chiave greche e Autori hanno una funzionalit di scorrimento automatica. Con il cursore nella casella richiesta, premete ALT+S. Digitate le prime lettere della parola desiderata oppure scorrete utilizzando PG SU/PG GI.
TAB

sull'elenco e

Fate doppio clic sulla parola desiderata per trasferirla allo schermo di ricerca; oppure Premete e tenete premuto CTRL mentre fate clic su vari termini. Premete INVIO per trasferire i termini che saranno automaticamente collegati da O. Premete INVIO per eseguire la ricerca.

COME RICERCARE IN VARI CAMPI Con il cursore nella casella desiderata, digitate o selezionate il termine o i termini che volete cercare. Ripetete l'operazione per l'altre caselle di ricerca. Premete INVIO per eseguire la ricerca. es."christus" nella casella di Parole chiave e "Hilarius Pictaviensis" nella casella di Autori ritrover tutti gli sempi di "christus" solamente nelle opere di Hilarius Pictaviensis.

COME SELEZIONARE I DISCHI


Premete F7. Evidenziate un disco con nella modalit Seleziona disco e premete INVIO.
3

Copyright 1995. Chadwyck-Healey Ltd

Se il vostro computer ha un sistema multi-CD-ROM, il disco attivo cambier automaticamente. Se il vostro computer ha una sola unit CD-ROM, vi richieder di cambiare disco quando sar necessario.

SOMMARIO DEI RISULTATI


Eseguita la ricerca, apparir un elenco che riassume i documenti che avete ritrovato. Come percorrere il Sommario dei risultati: Usate , PG SU/PG GI e HOME/FINE per scorrere il Sommario dei risultati.

Come visualizzare i dettagli contestuali: Fate clic su un documento; oppure Premete e tenete premuto CTRL mentre fate clic su vari documenti. Selezionate Visualizza contesto (premete ALT+V) per reperire dei brevi dettagli contestuali su ogni occorrenza nel documento o nei documenti selezionati.

Come spostarsi al Testo completo: Fate doppio clic su un documento dell'elenco per visualizzare il Testo completo al punto corrispondente; oppure Premete e tenete premuto CTRL mentre fate clic su vari documenti. Premete INVIO per spostarvi sul Testo completo del primo documento selezionato. Usate il <+> e <-> il per spostarvi all'inizio del documento successivo o precedente dell'elenco. Poi usate per visualizzare la vostra prima occorrenza e quelle successive nel documento.

TESTO COMPLETO
Usate , PG SU/PG GI e HOME/FINE per scorrere il Testo completo. Usate F11 e F12 per spostarvi sul documento successivo o precedente nel database. Usate e per visualizzare le occorrenze successive o precendenti dei vostri termini di ricerca nel Testo completo. Usate MAIUSC e MAIUSC per ingrandire o rimpicciolire le dimensioni dei caratteri nel Testo completo.

Copyright 1995. Chadwyck-Healey Ltd

COME STAMPARE E SALVARE


Dalle finestre di Sommario dei risultati, Contesto dei risultati, dell'Indice e di Testo completo, premete F9/F10 per aprire le caselle di modalit per le opzioni di stampa e di salvataggio. Evidenziate una sezione del testo e premete F9 per stamparla o F10 per salvarla. Premete F9 o F10 per stampare o salvare il contenuto di una finestra attiva di Apparato.

TASTIERA
F1 F2 F3 F4 F5 F6 F7 F9 F10 F11 F12

Apre la Guida sensibile al contesto. Apre una modalit di Ricerca. Vai a. Apre l'Indice. Apre il Sommario dei risultati. Apre il Testo completo. Apre la modalit Seleziona disco. Apre una modalit di Stampa. Apre una modalit di Salva. Passa al documento successivo. Passa al documento precedente. Sposta il cursore una riga alla volta. Sposta il cursore uno schermo alla volta. Si sposta all'inizio o alla fine del documento attivo. Passa da una finestra attiva all'altra. Chiude la finestra attiva.

PG SU/PG GI HOME/FINE CTRL+TAB ALT+F4

Copyright 1995. Chadwyck-Healey Ltd