Sei sulla pagina 1di 7

Aggiornamento elaborato

L operazione di aggiornamento dell elaborato ha come obiettivo la modifica dei dati presenti sull elaborato generato da Maia ed il mantenimento delle impostazioni grafiche effettuate con InDesign. La procedura di aggiornamento completamente differente nel caso si tratti di elaborato generato da Layout o elaborato importato da un file di InDesign esistente. Questo documento riepiloga il comportamento del sistema nell operazione di aggiornamento dati e fornisce alcune indicazioni al grafico per usare Maia al meglio.

Sommario
Elaborato generato ...................................................................................................................................... 2 Template.................................................................................................................................................. 2 Aggiunta ............................................................................................................................................... 2 Eliminazione ......................................................................................................................................... 2 Modifica ............................................................................................................................................... 2 Spostamento ........................................................................................................................................ 2 Elemento ................................................................................................................................................. 4 Immagini .............................................................................................................................................. 4 Altri elementi grafici ............................................................................................................................. 4 Testi ..................................................................................................................................................... 5 Vademecum ............................................................................................................................................. 7 Elaborato importato..................................................................................................................................... 7

Versione aggiornata al 31/08/2011

Elaborato generato
Il sistema agisce a due livelli principali: A livello di template. Sulla base delle regole del layout ed alla nuova versione dei dati, Maia verifica che sull elaborato siano presenti tutti e soli i template che devono esserci. A tal livello viene verificata anche la coerenza con il template da applicare e la pagina di pertinenza. A livello di singolo elemento. Maia verifica che il singolo contenuto testuale o l immagine sia in linea con i dati. Aggiorna i contenuti preservando determinate impostazioni grafiche.

Template
Durante la fase di aggiornamento vengono interpolate le regole del layout applicate ai dati attuali. A livello di template, sono previste le seguenti situazioni: Aggiunta Esiste un nuovo template da aggiungere all elaborato. In tal caso Maia inserisce il template nella posizione nella quale sarebbe in prima generazione. Eliminazione Un vecchio template da eliminare in quanto non pi presente nei dati. Maia si preoccupa di eliminare ogni traccia del template presente sull elaborato, anche se alcuni componenti sono stati modificati in InDesign o spostati. Vengono mantenuti inalterati gli elementi aggiunti dal grafico. Modifica Il template utilizzato nell elaborato non corrisponde a quello dettato dalle regole del layout. Tale situazione si applica anche se cambiata la versione dello stesso template (quindi modificata la sorgente e ricreato il template). In tal caso Maia elimina tutti gli elementi del vecchio template e ricrea un nuovo template. possibile inibire tale comportamento agendo sull opzione di configurazione (attiva di default) ELABORATO_UPDATE_CAMBIO_TEMPLATE. Opzionalmente, possibile posizionare il nuovo template, appena ricreato, in una posizione prossima a quella che aveva il vecchio template eliminato. L opzione di configurazione da attivare ELABORATO_UPDATE_CAMBIO_TEMPLATE_SET_OLD_POSITION. Spostamento Il template non si trova nella pagina nella quale dovrebbe essere. Maia provvede ad eliminare ogni traccia del vecchio template e a crearne uno nuovo nella posizione dettata dalle regole del layout. possibile attivare tale funzionalit (di default disattivata) agendo sulle opzioni di configurazione: ELABORATO_UPDATE_CAMBIO_SPREAD e ELABORATO_UPDATE_CAMBIO_PAGINA. Questa funzionalit essenziale nel caso di elaborato con timone. Per tali elaborati, le opzioni sono attivate automaticamente.

Aggiornamento elaborato

possibile modificare il comportamento di spostamento template agendo sull opzione di configurazione ELABORATO_UPDATE_CAMBIO_PAGINA_RICREA_TEMPLATE. Se il sistema non deve ricreare il template, sposta i singoli elementi che costituisco i template nella pagina corretta mantenendo le modifiche fatte dal grafico in InDesign. In tal caso, eventuali eliminazioni di parti del template non vengono ricreate. Se gli elementi che compongono i template sono stati raggruppati con altri elementi aggiunti dal grafico in InDesign, il sistema sposta l intero gruppo. Se l utente ha raggruppato pi template destinati dall aggiornamento alla stessa pagina, l intero gruppo viene spostato. Contrariamente, se i template hanno destinazione di pagina differenti, il sistema non pu tenere unito il gruppo e sposta comunque ciascun componente del gruppo nella pagina designata, separando il gruppo.

Aggiornamento elaborato

Elemento
Il sistema si comporta in maniera differente in base alla natura degli oggetti presenti all interno dell elaborato dando alcune libert e ponendo limiti alle operazioni che il grafico pu fare con InDesign. Immagini Se cambia un immagine nei dati, Maia modifica l indirizzo dell immagine facendo puntare l elaborato alla nuova immagine e ricalcola alcune opzioni associative. In base alle opzioni d associazione attive per quell immagine vengono eventualmente attribuiti alcuni parametri che coinvolgono l immagine. Per esempio, viene modificato il fattore di scala per fare in modo che l immagine sia adattata automaticamente alla cornice. In particolar modo, le opzioni di associazione attive per la modifica dell immagine sono: adatta immagine alla cornice , scala , scosta , ruota . Queste opzioni vengono computate solo nel caso l indirizzo dell immagine sia da aggiornare, mentre non vengono alterate immagini il cui indirizzo non cambia, per evitare di interferire con il lavoro del grafico. Maia non aggiunge immagini. Questo comportamento per evitare che venga continuamente aggiunta un immagine volutamente cancellata dal grafico da InDesign. Nel caso si voglia gestire la visualizzazione di elementi grafici dipendenti dai dati, consigliata l attivazione dell opzione permetti cornici vuote senza immagini . In tal modo Maia inserir l immagine all interno della cornice nel momento in cui viene attivata dai dati la visualizzazione della stessa. Non viene alterata nessuna impostazione attribuita dal grafico alla cornice (es. attribuzione di stili di oggetto, posizione, dimensione). Con la stessa logica vengono aggiornate immagini create ciclicamente. Altri elementi grafici Gli elementi grafici che non contengono immagini non vengono in nessun modo alterati da Maia e continuano a mantenere lo stesso aspetto, dimensione e posizione impostati dal grafico in InDesign. Stesso comportamento per gli elementi che contengono immagini non generate da Maia. Anche i box di testo possono essere riposizionati, ridimensionati e manterranno dopo l aggiornamento, la stessa posizione attribuita e gli stessi attribuiti grafici impostati da InDesign. Non vengono ricreati elementi grafici eliminati in InDesign. Se dovesse capitare che alcuni template non sembrano completi o ci si accorge che erroneamente un qualche elemento del template non pi presente, il comportamento pi corretto consiste nel cancellare dall'InDesign ogni traccia del template, uploadare l'elaborato modificato ed aggiornare i dati. In tal modo, il sistema individua che manca un template e lo ricrea completo di tutti gli elementi grafici. Evitare di fare copia ed incolla di elementi generati dal sistema. Per riconoscere a quale dato un determinato elemento fa riferimento, il sistema marchia tali elementi con degli attributi nascosti. Se si fa copia/incolla di un elemento grafico, entrambi saranno collegati al prodotto di riferimento, ed entrambi verranno aggiornati come se fossero una cosa sola. Se gli elementi copiati si trovano su pagine differenti, il sistema non sa in che pagina il template, dando errori o comportamenti indesiderati. Se c la necessit di inserire nell elaborato elementi non presenti, fare copia ed incolla da file esterni di riferimento, non generati dal sistema, e quindi non collegati ai template. Chiaramente questo discorso non si applica per quegli elementi grafici non prodotti dal sistema. Aggiornamento elaborato

Testi I testi vengono ricreati completamente in quanto la maggior parte delle informazioni contenute all interno dei testi provengono direttamente o indirettamente dai dati. Vengono comunque mantenute alcune formattazioni presenti nei brani che non dipendono dai dati e che il grafico libero di modificare. In particolar modo viene mantenuto quanto segue, mentre viene perso quanto non indicato. Per le tabelle e celle - Stile di tabella e cella - Tutti gli attributi grafici che possibile inserire in aggiunta agli stili (overrides) per la tabella o cella Per le righe e colonne - Attributi grafici impostabili sulle righe (es. altezza della riga, altezza minima o massima) - Attributi grafici impostabili sulle colonne (es. larghezza della colonna) Per le immagini ancorate al testo (o testo presente in celle di tabella) - Propriet dell ancoraggio (es. posizione dell immagine, punto di ancoraggio) - Stile d oggetto applicato al rettangolo contenitore dell immagine e qualsiasi overrides grafico - Dimensione, rotazione, inclinazione e qualunque trasformazione geometrica applicata sia al rettangolo contenitore dell immagine, sia all immagine contenuta nel rettangolo Alcune limitazioni del sistema: - Le celle, righe e colonne di tabelle vengono riconosciute dal sistema andando ad analizzare i tag e i riferimenti ai dati dei contenuti preseti al loro interno. Questo per fare in modo di riconoscere, per esempio, una riga anche se la sua posizione cambiata (in quanto presenti righe aggiuntive) e mantenere il colore di fondo alla riga corrispondente al prodotto che il grafico ha voluto risaltare. Di contro, se una riga o colonna risulta vuota (quindi senza alcun puntatore ai dati), non possibile ripristinare gli stili grafici che rimarranno quelli di default definiti nel template. - Le immagini vengono riconosciute sulla base dei dati presenti nella taggatura, in particolar modo dall ID dell immagine e dall ID del nodo al quale l immagine collegata. Se l immagine non presente nei dati, il sistema mostra una cornice vuota al posto dell immagine. Tale cornice vuota non identificabile, quindi la sua posizione non viene ripristinata durante la procedura di aggiornamento. Se l immagine cambia nei dati, non vengono mantenute le impostazioni grafiche. - Se avviene un cambio template (anche se conseguenza di una modifica alla versione del template) le modifiche fatte dal grafico al testo non vengono conservate. Funzionalit da implementare in futuro: - Testo al di fuori della taggatura Il sistema restituisce alcune informazioni di reportistica del brano analizzato. In particolar modo indica all utente: Presenza di nuove tabelle Presenza di nuove righe o colonne Presenza di nuove immagini ancorate

possibile disattivare la funzionalit di ripristino degli attributi grafici presenti nel brano con l opzione di configurazione ELABORATO_UPDATE_STORY, attiva di default.

Aggiornamento elaborato

La funzionalit di ripristino dei brani attivabile solo se i dati sono identificati univocamente con l attributo fieldId e recordId nel file XML dei dati. L abilitazione dell opzione di configurazione ELABORATO_NOTAG preclude pertanto il mantenimento delle modifiche grafiche apportate ai testi.

Aggiornamento elaborato

Vademecum
Maia mantiene in particolar modo: L aggiunta di elementi grafici e box di testo non creati da Maia (linee, rettangoli e quant altro) L attribuzione di stili ad elementi grafici creati da Maia o dal grafico in InDesign L attribuzione dell overrides agli stili di elementi grafici L assetto dei gruppi ( possibile fare anche gruppi annidati di elementi misti non solo di Maia) L eliminazione di elementi grafici che compongono il template L aggiunta di nuove pagine e spread Il cambio di assegnazione di mastro alle pagine Il cambio di margini

assolutamente fatto divieto al grafico, per uso standard di Maia: Fare copia-incolla di elementi grafici generati da Maia Spostare il punto 0,0 dei righelli Inserire oggetti grafici al di fuori delle pagine

Elaborato importato
Durante l importazione, l elaborato viene taggato dal sistema e i dati inseriti in Digital Asset. Tali informazioni possono essere modificate dall editing online di Maia, da Digital Asset o da altre interfacce appositamente studiate. L elaborato importato pu essere successivamente scaricato, modificato in InDesign e ricaricato in Maia per aggiornare eventuali modifiche apportate alle informazioni. Maia lascia inalterata qualsiasi modifica che possibile apportare da InDesign, mentre aggiorna le singole parti di informazioni racchiuse all interno dei tag. Verranno quindi perse, durante l aggiornamento dati, modifiche (anche di formattazione di testi) contenuti all interno dei tag. Nel caso l elaborato stato importato con l opzione solo per Maia , non vi alcun dato presente nel PIM e quindi nessun aggiornamento possibile.

Aggiornamento elaborato