Sei sulla pagina 1di 47

Trekking col treno 2011

Colophon
A cura di Provincia di Bologna Servizio Attivit Produttive e Turismo U.O. Turismo turismo@provincia.bologna.it www.provincia.bologna.it/turismo Si ringrazia Servizio Pianificazione Paesistica per la collaborazione Organizzazione Marina Falcioni Michelangelo Stanzani Claudia Nerozzi (Provincia di Bologna) Sergio Gardini Marinella Frascari Valerio Marani (Club Alpino Italiano) Giovanna Braghieri (Trenitalia) Gabriele Monaco (Atc) Fabrizio Amici (Fer) Coordinamento editoriale Michelangelo Stanzani Escursioni Club Alpino Italiano, Sezione M. Fantin di Bologna, con la collaborazione della Sezione CAI Alto Appennino Bolognese di Porretta Terme e della Sottosezione CAI Valbrasimone di Castiglione dei Pepoli Progetto grafico Chia Lab Stampa Tipografia Metropolitana Bologna Foto di copertina Fiume Idice, Parco dei Gessi Bolognesi e Calanchi dellAbbadessa, Grazioli Foto interno copertina Parco del Corno alle Scale, Vivarelli Foto escursioni CAI, Bologna Provincia di Bologna
Tutti i diritti sono riservati. vietata ogni riproduzione integrale o parziale di quanto contenuto in questa pubblicazione senza lautorizzazione delleditore e degli autori. In ogni caso obbligatoria la citazione della fonte. Finito di stampare nel mese di febbraio 2011 www.provincia.bologna.it/turismo 2011 Provincia di Bologna

Informazioni turistiche Informazioni turistiche Colophon


Bologna Palazzo del Podest Piazza Maggiore 1/e Bologna Stazione FS Piazza Medaglie dOro 1 (temporaneamente chiuso) Bologna Aeroporto G. Marconi Via Triumvirato 84 tel. 051 239660 / 251947 / 6472113 touristoffice@comune.bologna.it http://iat.comune.bologna.it Imola Galleria del Centro Cittadino Via Emilia 135 tel. 0542 602207 iat@comune.imola.bo.it http://visitare.comune.imola.bo.it Lizzano in Belvedere Piazza Marconi 6 tel. 0534 51052 iat.lizzano@comune.lizzano.bo.it www.comune.lizzano.bo.it Lizzano in Belvedere Via Marconi 31 Loc. Vidiciatico tel. 0534 53159 iat.vidiciatico@comune.lizzano.bo.it www.comune.lizzano.bo.it Porretta Terme Piazza della Libert 11 tel. 0534 22021 iat@comune.porrettaterme.bo.it www.comune.porrettaterme.bo.it Borgo Tossignano Via Rineggio 22 tel. 334 7041312 info.gessi.fiume@ecosistema.it Monghidoro Via Matteotti 1 tel. 051 6555132 iat@monghidoro.eu www.comune.monghidoro.bo.it Castel San Pietro Terme Piazza XX Settembre 4 tel. 051 6954137 iat@cspietro.it www.castelsanpietroterme.it Zola Predosa Villa Garagnani Via Masini 11 tel. 051 752472 info@iatzola.it www.iatzola.it Granaglione Via Roma 56/1 Loc. Molino del Pallone tel. 0534 62468 info@molinodelpallone.it www.molinodelpallone.it Sasso Marconi Via Porrettana 312 (Piazza dei Martiri) tel. 051 6758409 info@infosasso.it www.infosasso.it

CLUBALPINO ITALIANO
In collaborazione con

Con il patrocinio di

A cura di Provincia di Bologna Servizio Attivit Produttive e Turismo U.O. Turismo

Trekking col treno 2011

Trekking col treno 1992-2011


Una scoperta che non finisce mai

asso dopo passo, il Trekking col treno giunge alla sua ventesima edizione e si presenta a questo importante traguardo con un 2011 ricco di novit, prestigiose collaborazioni e originali proposte escursionistiche, anche di pi giorni. Dal 1992 al 2011 il calendario di passeggiate in provincia ha accompagnato di anno in anno migliaia di escursionisti lungo un viaggio, paziente e generoso, nel verde dellAppennino tosco-emiliano, offrendo a un numero sempre crescente di camminatori un percorso comune di scoperta del territorio che, una volta intrapreso, non si vuole smettere di seguire. Il 2010 si chiuso con 40 escursioni realizzate, ciascuna delle quali ha contato in media 27 partecipanti, per un totale di oltre 1.200 escursionisti coinvolti. I contatti alla pagina dedicata sul sito www.provincia.bologna.it/turismo ne hanno fatto la pi cliccata dagli utenti (oltre 100.000). In pi liniziativa ha stimolato negli anni altri gruppi escursionistici e moltissimi escursionisti individuali a seguire, spesso pedissequamente, gli itinerari proposti. Anche perch questo opuscolo, al pari di quelli degli anni passati, per la qualit degli itinerari proposti resta valido anche una volta trascorse le date in calendario e merita pertanto di essere conservato.

Ecco i numeri e le novit delledizione 2011: 52 date da salvare in agenda per altrettante escursioni da non mancare. Si inizia a marzo per poi continuare fino a dicembre, arrivando a toccare, week end dopo week end, tutte le vallate dellAppennino bolognese, dal Santerno al Panaro, senza sdegnare qualche sconfinamento in terra di Toscana. 3 livelli di difficolt facile, medio, alto perch ciascuno possa trovare il giro giusto per le sue gambe e i suoi polmoni. 4 escursioni con livello di difficolt alto, tra cui la riproposizione dellantico pellegrinaggio Monte Pastore San Luca. 1 trekking speciale di 7 giorni, dal 30 maggio al 5 giugno, da Barbiana a Monte Sole, sulle tracce di due maestri del Novecento, don Lorenzo Milani e don Giuseppe Dossetti. 13 marzo escursione a Monte San Pietro, nei luoghi in cui stato girato il film Luomo che verr, dedicato alla strage di Marzabotto. Liniziativa, come sempre, promossa dalla Provincia di Bologna in convenzione con il CAI di Bologna e con la collaborazione di ATC Bologna, Trenitalia e Ferrovie dellEmilia-Romagna. Questanno, per ledizione del ventennale, si sono aggiunte anche la Provincia di Firenze, che si impegnata nella promozione del trekking da Barbiana a Monte Sole, e la Provincia di Pistoia, nel cui territorio numerose saranno le incursioni. Le due province hanno concesso il loro patrocinio alliniziativa in unottica di comune valorizzazione dellAppennino e dei mezzi di trasporto sostenibili per raggiungerlo, a cominciare dalla linee ferroviarie storiche come la Porrettana. La scoperta che le distanze sono soggettive, che il tempo si pu misurare in giornate di cammino, che durante le giornate di escursione tutti i sensi sono stimolati, dalla vista di un crinale, dallodore di un bosco o di una fonte, dal contatto con i sentieri e i prati, fanno del camminare uno dei modi forse pi veri della conoscenza di un territorio, nonch una delle attivit pi richieste, non solo dai residenti, ma anche dai turisti, specie stranieri, che per turismo di piacere, daffari, o di studio, sono a diverso titolo ospiti di Bologna, Firenze e Pistoia. Graziano Prantoni Assessore Attivit produttive e Turismo Provincia di Bologna Federica Fratoni Presidente Provincia di Pistoia Giacomo Billi Assessore Sviluppo Programmazione e Turismo Provincia di Firenze

Escursioni

Come partecipare
Quota
Quota di partecipazione: Soci CAI 5, non soci 8
Spese organizzative, contributo manutenzione sentieri, assicurazione per i non soci. La quota non comprende le spese di trasporto che ognuno regoler personalmente. Il versamento della quota non soci, attestato dalla firma dellaccompagnatore sulla Tessera Frequentatore, d diritto allo sconto di 3 sulliscrizione al CAI Sezione di Bologna, cumulabile al massimo fino a 24. Al momento dellincontro con lAccompagnatore occorre provvedere al pagamento della quota assicurativa e CAI. A tutti i partecipanti alle escursioni del Trekking col treno che siano in possesso della ricevuta CAI, la sezione CAI di Bologna applicher le condizioni riservate ai soci sulle pubblicazioni e sui gadget CAI disponibili presso la propria sede.

Rischi e responsabilit
Gli Accompagnatori di Trekking col treno sono coperti da apposita polizza assicurativa (Responsabilit Civile Terzi) nei confronti di tutti i partecipanti regolari alle escursioni. Si declina ogni responsabilit per incidenti che potrebbero verificarsi prima dellinizio o dopo il termine della escursione.

Accettazione del regolamento


La partecipazione a Trekking col treno comporta laccettazione incondizionata del presente regolamento.

Soccorso Alpino
In caso di necessit assicurata lassistenza del Soccorso Alpino (118).

Equipaggiamento
Pedule, zaino, giacca a vento e/o mantellina e borraccia. Gli escursionisti non adeguatamente equipaggiati potrebbero, a giudizio dellAccompagnatore, non essere ammessi a partecipare allescursione.

Informazioni
Per i dettagli su ciascuna escursione rivolgersi alla sede del CAI di Bologna, www.caibo.it, via C. Battisti, 11/a (mercoled, gioved, venerd, ore 16,00-19,00) tel. 051 234856. Al numero 331 9184640 risponde laccompagnatore di turno.

Territori
Le escursioni interessano il territorio dei seguenti Comuni. Emilia Romagna: Bologna, Borgo Tossignano, Camugnano, Casalfiumanese, Casola Valsenio (RA), Castel dAiano, Castel del Rio, Castel di Casio, Castello di Serravalle, Castiglione dei Pepoli, Crespellano, Fontanelice, Gaggio Montano, Granaglione, Grizzana Morandi, Lizzano in Belvedere, Loiano, Marzabotto, Monghidoro, Monte San Pietro, Montese (MO), Monterenzio, Monteveglio, Monzuno, Pianoro, Porretta Terme, San Benedetto val di Sambro, San Lazzaro di Savena, Sasso Marconi, Savigno, Vergato, Zola Predosa. Toscana: Barberino del Mugello, Borgo San Lorenzo, Fiesole, Pistoia, S.Marcello Pistoiese, S.Piero a Sieve, Sambuca Pistoiese, Scarperia, Vaglia, Vernio, Vicchio.

Regolamento
Modalit di partecipazione
La partecipazione aperta a chiunque intenda aderire a una escursione organizzata e inserita nel programma di Trekking col treno. Ogni escursionista tenuto a leggere attentamente le note del presente regolamento e a uniformarsi alle sue indicazioni, particolarmente per ci che riguarda le difficolt del percorso, le note organizzative, le richieste effettuate dallAccompagnatore nelle singole iniziative.

Norme di comportamento
I partecipanti sono tenuti a: a. rispettare lorario di partenza e il programma stabilito, adeguandosi alle eventuali variazioni apportate dagli Accompagnatori; b. possedere una preparazione psicofisica, un abbigliamento e una attrezzatura adeguati alla escursione; c. osservare un comportamento disciplinato nel corso delliniziativa, rispettando le persone e le propriet private attenendosi alle disposizioni impartite dagli Accompagnatori; d. seguire il percorso stabilito senza allontanarsi dal gruppo; e. gestire i propri rifiuti fino agli appositi cassonetti affinch lambiente venga lasciato senza tracce, cos come lo si vorrebbe trovare, oltre a non raccogliere fiori, piante o erbe protette; f. collaborare con gli Accompagnatori per la buona riuscita delliniziativa, oltre a essere solidali con le loro decisioni, soprattutto nel caso in cui dovessero insorgere delle difficolt (condizioni ambientali e/o dei partecipanti).

Accompagnatori CAI
Gli Accompagnatori del Club Alpino Italiano sono volontari, operano gratuitamente nellattuazione dellart. 1 dello Statuto dellAssociazione: divulgare la conoscenza e lo studio della montagna [] e la difesa del loro ambiente naturale.

Biglietti treni e autobus


Alla partenza indispensabile premunirsi anche del biglietto di ritorno. Le tariffe e gli orari possono essere soggetti a cambiamenti. In particolare opportuno verificare prima di ogni escursione lorario effettivo dei treni e dei bus: infatti possibile che alcuni orari siano oggetto di modifiche successivamente alla data di stampa del presente opuscolo. Trenitalia: tel. 199 892021 www.trenitalia.com ATC: tel. 051 290290 www.atc.bo.it FER: tel. 840 151152 www.fer-online.it Ulteriori informazioni: U.R.P. Provincia di Bologna, tel. 051 6598218 numero verde 800 239754.

Club Alpino Italiano


Per i biglietti ferroviari di Trenitalia, i partecipanti in gruppo al Trekking col treno possono usufruire dello sconto del 10% riservato a comitive ordinarie costituite da un minimo di 10 persone paganti. Per lofferta di cui sopra e per informazioni su altre agevolazioni proposte da Trenitalia, rivolgersi a una biglietteria ferroviaria della regione. I biglietti possono inoltre essere acquistati presso le emettitrici di Trenitalia situate nelle stazioni ferroviarie. Atc, noto il programma delle escursioni e informata del numero indicativo dei partecipanti, si adopera per garantire la efficacia dellesercizio dei mezzi di trasporto pubblico in presenza dei partecipanti alle escursioni nei termini indicati dal relativo programma; a tal fine Atc organizza, ove necessario, la disponibilit di bus pi capienti o leffettuazione di corse bis. Va sottolineato che leffettuazione dei servizi supplementari da parte di Atc rispetto a quanto gi programmato in base al relativo contratto di servizio (quantit di servizio, tipologia e capienza dei bus impiegati), sar subordinata alla tempestivit dellinformazione in merito alla necessit di tali servizi ed alla possibilit di reperire le relative risorse, spesso limitate dal verificarsi di fatti contingenti e contemporanei (effettuazione di ulteriori servizi, picchi di malattia del personale viaggiante, ecc.). Atc mette a disposizione del CAI i numeri telefonici dei propri referenti al fine di consentire quanto necessario alla migliore effettuazione dei servizi: a titolo di esempio, per ricevere informazioni sulleffettivo numero dei partecipanti allescursione se significativamente differente da quanto preventivato, al fine di attivarsi per leffettuazione o lannullamento di corse supplementari. Si raccomanda di controllare sempre prima della partenza gli orari dei bus; gli orari riportati sono quelli in vigore al momento della stampa del materiale informativo; Atc si riserva la possibilit di modificare gli orari, dandone comunque preavviso con informazione alle fermate e modificando le tabelle pubblicate nel sito internet, in base alle necessit di servizio e secondo quanto prescritto dai contratti di servizio. In particolare, gli orari dei bus a partire dallescursione del 11 giugno sono indicativi, in quanto riferiti allorario di servizio del periodo estivo 2010 e del periodo invernale 2010/2011, non essendo ancora disponibili al momento della stampa gli orari di servizio relativi allestate 2011 e allinverno 2011/2012. La vendita dei biglietti Atc a bordo dei mezzi potrebbe non essere garantita: si consiglia, pertanto, di acquistare in anticipo i titoli di viaggio per landata e/o il ritorno. Verificare la tariffazione a zona in caso di interscambio dopo Casalecchio. I biglietti ATC sono validi anche per la tratta ferroviaria FER Bologna-Vignola. Per maggiori informazioni e per conoscere le offerte per comitive e giovani, per essere aggiornati sugli orari in vigore e per ogni altra esigenza visitate il sito internet www.fer-online.it Sezione M. Fantin - Bologna Via Cesare Battisti 11/a Bologna cai-bo@iperbole.bologna.it www.caibo.it Sezione Alto Appennino Bolognese Piazza della Libert 42 Porretta Terme (BO) info@caiporretta.it www.caiporretta.it Sottosezione Val Brasimone Via Fiera 2 Castiglione dei Pepoli (BO) cai@caibrasimone.net www.caibrasimone.net Sezione Imola Via Canti della Bordella 18 Imola (BO) cai@imola.it www.cai-imola.it

Trekking speciale per il 20anno

30 maggio-5 giugno. Da Barbiana a Monte Sole a piedi. Percorsi di pace tra Toscana e Emilia Romagna Toscana ed Emilia Romagna: due Regioni amiche, vicine di casa, un meraviglioso Appennino in comune solcato da una fitta rete di sentieri sui quali hanno vissuto, lavorato e camminato migliaia di boscaioli, contadini e carbonai. Toscana ed Emilia Romagna, lungo la linea gotica, hanno per condiviso anche linfinito dolore e la distruzione causati dalla guerra. LAppennino, ora restituito alla pace e al silenzio dei suoi boschi e dei suoi crinali, ci permette, camminando insieme, di cogliere tutte le ricchezze del nostro patrimonio naturalistico. Nellagosto 2006 fu possibile unesperienza indimenticabile: accompagnare attraverso lAppennino, la sua storia, la sua natura, un gruppo di 34 giovani e 3 Padri Comboniani da Barbiana, dove educ don Milani, a Monte Sole, ultimo ritiro di don Dossetti e teatro di uno dei pi crudeli eccidi della seconda Guerra Mondiale. Durante i dieci giorni, il gruppo visse godendo della bellezza della natura, della buona cucina e dei sentieri che incontrarono lungo il percorso. E, camminando, parlarono, parlarono molto di pace, di giustizia, della Costituzione. Quando si pratica escursionismo di certo ci si arricchisce, ma quella volta fu davvero importante, tanto importante che abbiamo pensato di descrivere quellesperienza in una piccola guida e di ripetere questanno lo stesso trekking. Lo abbiamo fatto sperando che altri siano tentati di camminare dalla Stazione di Vicchio a quella di Marzabotto, attraverso quel verde e ricchissimo mare che il nostro Appennino. La guida suddivide in sette tappe il percorso, fornendo tutte le indicazioni necessarie e i suggerimenti utili per le tappe. Ad ogni tappa collegato un breve racconto, una breve lettura per trascorrere le serate e riflettere. Marinella Frascari e Sergio Gardini

I sentieri: un lavoro silenzioso


Il Club Alpino Italiano, grazie allapporto diretto dei soci organizzati in Sezioni, segue i sentieri per aiutarti a conoscere i grandi spazi della natura e della cultura delle nostre montagne. Il colore bianco-rosso il filo di Arianna dellescursionismo che ti guida su itinerari prescelti in sicurezza e nel rispetto dellambiente. Per questo il CAI, attraverso la Commissione Centrale per lEscursionismo, impegnato ad armonizzare la segnaletica su tutti i sentieri. Dagli Appennini alle Alpi, anche tu puoi aiutarci a mantenere in efficienza la rete escursionistica, seguendo i segnavia, evitando scorciatoie, informando le Sezioni locali del CAI e i gestori dei rifugi di eventuali danni o mancanze che noterai lungo i sentieri, o meglio ancora, unendoti ai nostri volontari della sentieristica.

dislivello +/1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 22 Maggio (d) 15 Maggio (d) Prima-vera festa a Loghetto Da Monteveglio a Loghetto S.Giacomo - Futa - S.Giacomo Da S.Giacomo a S.Giacomo 8 Maggio (d) 1 Maggio (d) Il Parco di Montovolo, Monte Vigese e dintorni Da Grizzana a Riola Dalla stazione di Grizzana a Monte Salvaro Da Grizzana a Pioppe di Salvaro 25 Aprile (l) Vado - Gardelletta Da Vado a Castelletto (la Fiorina) 24 Aprile (d) Monte Radicchio Da Pioppe di Salvaro a C Bortolani 17 Aprile (d) Anello della Quercia Buca Da Carteria di Sesto a Carteria di Sesto 17 Aprile (d) Monte Cavallo un rifugio tra le nubi Da Porretta Terme a Molino del Pallone 10 Aprile (d) Le colline degli Etruschi Da Lama di Reno a Marzabotto 850/850 1000/850 500/500 650/150 610/590 750/750 600/650 500/500 570/570 3 Aprile (d) Le alture di ponente Da Vergato a Tol 900/400 16 18 14 15 12 14 18 13 12 14 27 Marzo (d) Di castello in castello Da Castelletto a Monteveglio 400/450 15 6 7 7 8 6 5 6 7 5 5 5 10 16 17 dal 30 Maggio al 5 Giugno 18 19 20 11 Giugno (s) 21 22 23 12 Giugno (d) 19 Giugno (d) 26 Giugno (d) 5 Giugno (d) 11 24 3 Luglio (d) 25 3 Luglio (d) 26 10 Luglio (d) 27 17 Luglio (d) 2 Giugno (g) 29 Maggio (d) 29 Maggio (d) Grande traversata dalla Ferrovia Direttissima alla Ferrovia Porrettana Da Vernio a Porretta Terme Camminando a ritroso nel tempo Da Loiano a Bisano Da Barbiana a Monte Sole A piedi La Berta filava. Mulini a Monghidoro Da Monghidoro a Monghidoro Rocca Corneta - Monte Belvedere Da Rocca Corneta a Silla La valle dei ciliegi Da Riola a Silla Un rifugio nelle valli modellate dai ghiacci Da Madonna dellAcero a Cavone Il sentiero della pace Da La C a Madonna dellAcero Al Parco la Martina a cercare la buca dellamorosa Da La Palazza a La Palazza Anello di Boccadirio Da Roncobilaccio Forno a Roncobilaccio Forno 550/550 700/900 900/900 700/500 1200/600 500/500 500/500 800/300 500/250 Nelle foreste degli Alberti e dei Pepoli Da Vernio a Roncobilaccio Antiche borgate tra i boschi Da Biagioni a Porretta Terme 950/700 12 21 21 10 13 12 11 16 10 16 1200/1400 19 5 7 7 5 7 5 6 5 4 7 8 facile medio medio facile medio facile facile facile facile medio alto La via Francesca della Sambuca - Itinerario A Da Ponte della Venturina a Passo della Collina La via Francesca della Sambuca - Itinerario B Da Ponte della Venturina a S.Pellegrino 900/1200 250/650 31 12 26 Marzo (s) Percorso delle sette chiese Da Savigno a Savigno 700/700 16 6 medio facile facile facile medio facile facile facile medio facile facile facile 20 Marzo (d) Pietra di luna Da Ponticella a Bologna centro 330/360 12 4 facile 13 Marzo (d) Luomo che verr Da Oca a Montepastore 550/200 11 4 facile 6 Marzo (d) La Badia Da Calderino a Badia 350/220 10 4 facile

km ore difficolt

9 5

alto facile

Calendario escursioni

dislivello +/28 24 Luglio (d) 29 31 Luglio (d) 30 2 Agosto (ma) 12 31 32 33 4 Settembre (d) 34 35 36 37 38 25 Settembre (d) Grotte e sorgenti pietrificate Da Riola a Riola 24 Settembre (s) Orrido di Gea Da Montese a Montese 18 Settembre (d) Di qua e di l dallIdice Da La Rocca a La Rocca 17 Settembre (s) Storica camminata da Montepastore a S. Luca - 2 edizione Da Montepastore a Meloncello 11 Settembre (d) I celti, gli etruschi e le formiche volanti Da S.Benedetto del Querceto a Monterenzio Smielatura al Poranceto - Itinerario B Da Castiglione dei Pepoli a Poranceto 4 Settembre (d) Smielatura al Poranceto - Itinerario A Da Castiglione dei Pepoli a Poranceto 28 Agosto (d) Tra il Santerno e il Senio Da Castel del Rio a Casola Valsenio 600/550 350/160 600/400 750/850 500/1000 670/670 410/410 750/750 7 Agosto (d) La cascata dellAcquacaduta Da Pennola a Porretta Terme 700/1200 20 16 8 11 14 32 11 10 15 39 40 9 Ottobre (d) 41 42 43 13 45 46 13 Novembre (d) 47 6 Novembre (d) Anello di Crespellano Da Crespellano a Crespellano Marzabotto - Monte Caprara - Marzabotto Da Marzabotto a Marzabotto 400/400 600/600 300/600 200/500 Il Contrafforte, antico mare Da Livergnano a Livergnano 50 8 Dicembre (g) 51 52 8 Dicembre (g) 11 Dicembre (d) Il sentiero dei Gessaroli Da Pilastrino a Pilastrino Passeggiata per il pranzo del CAI Da Pilastrino a Pilastrino Camminata per TELETHON Da Monteveglio a Monteveglio 400/400 350/320 100/60 200/200 16 14 11 13 8 12 6 5 5 5 5 4 5 2 facile facile facile facile facile facile facile facile 20 Novembre (d) Dal Sillaro al Santerno Da Belvedere a Castel del Rio 48 27 Novembre (d) Sentiero CAI 007 per godere del paesaggio e per ragionare Da Castiglione dei Pepoli a S.Benedetto V.S. 49 4 Dicembre (d) 30 Ottobre (d) 23 Ottobre (d) 16 Ottobre (d) 2 Ottobre (d) Marroni, il pane dei poveri Da La Pineta a La Pineta Il paesaggio che muta Da Casella a Ozzano Emilia Da Gardelletta a Pioppe di Salvaro Da Castelletto a Pioppe di Salvaro Da Pioppe di Salvaro a Montepastore Da Pioppe di Salvaro a Montepastore Pietre di solitudine Da Castel del Rio a Castel del Rio 450/450 550/650 550/650 1100/675 920/920 550/650 13 20 12 15 15 12 44 1 Novembre (ma) Loiano - Monzuno Da Loiano a Monzuno 6 6 3 5 7 9 5 5 6 200/200 6 3 2 Agosto (ma) 150/150 4 2 facile facile medio facile facile facile facile alto facile facile facile Camminata notturna della memoria - Itinerario A Da Montepastore a Montepastore Camminata notturna della memoria - Itinerario B Da Montepastore a Montepastore Dal percorso dellenergia grande traversata del Parco dei Laghi Da Ponte della Venturina a Castiglione dei Pepoli 1200/900 23 8 alto Lappennino che divide e unisce Da Rifugio del Cavone a Maresca 500/1200 13 7 medio

km ore difficolt

6 7 5 7 8 5

facile medio facile medio medio facile

Mappa escursioni
Parchi e riserve 1 2 3 4 5 6 6 52 14 5 1 51 50 4 30 42 10 6 13 37 12 38 19 20 24 4 15 26 48 2 46 7 41 1 11 44 17 23 18 43 32 39 47 8 49 34 36 5 35 9 40 7 45 3 2 7 8 Parco Storico Regionale di Monte Sole Parco Regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dellAbbadessa Parco Regionale del Corno alle Scale Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola Parco Regionale dellAbbazia di Monteveglio Riserva naturale orientata del Bosco della Frattona Riserva naturale generale Contrafforte Pliocenico Escursioni

21 22

3 8 28 27 31

25 16

29 33ab

ESCURSIONE

ESCURSIONE

1
Domenica 6 Marzo 2011

LA BADIA DI S. FABIANO E SEBASTIANO DEL LAVINO

A met del percorso altomedievale che dallAbbazia di Nonantola raggiungeva Santa Lucia di Roffeno

2
Domenica 13 Marzo 2011

LUOMO CHE VERR

La storia, la memoria, un grande film

Itinerario Calderino Municipio Molino di Pramarano Sanguineto Scopeto Venezia Palazzo Baravelli Badia Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FBV da Bologna Centrale h 9,16 Bus da Pilastrino Stazione h 9,45 Arrivo a Calderino (Municipio) h 9,52 RITORNO Bus da La Badia linea 686 h 17,54 Arrivo a Casalecchio h 18,28 Bus per Bologna centro linee 20 o 89 Caratteristiche Dislivello metri + 350 - 220 circa Tempo di percorrenza ore 4 circa Lunghezza Km 10 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
450 400 350 300 250 200 150 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 9.1

Itinerario Oca sent. 209 Rovere C Monetti Monte Bonsara Olivetta Borra Montepastore Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FBV da Bologna Centrale h 9,16 Bus da Pilastrino Stazione linea 686 h 9,45 Arrivo a Oca h 10,00 RITORNO Bus da Montepastore linea 686 h 17,43 Arrivo a Casalecchio h 18,28 Bus per Bologna centro linee 20 o 89 Caratteristiche Dislivello metri + 550 - 200 circa Tempo di percorrenza ore 4 circa Lunghezza Km 11 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.1

Baldazzi

16

17

ESCURSIONE

Parco Regionale Gessi Bolognesi e Calanchi dellAbbadessa. Camminando sul gesso, dal Parco alla base delle Due Torri

ESCURSIONE

3
Domenica 20 Marzo 2011

PIETRA DI LUNA

4
Sabato 26 Marzo 2011

PERCORSO DELLE SETTE CHIESE

Una tappa di pellegrinaggio sulla strada per Roma? Molto probabilmente s

Itinerario Ponticella Palestrina Rastignano Paleotto Forte Bandiera S. Michele in Bosco Centro di Bologna (Due Torri) Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Ritrovo capolinea Bus linea 11B a Ponticella h 9,00 RITORNO A piedi fino alle Due Torri Caratteristiche Dislivello metri + 330 - 360 circa Tempo di percorrenza ore 4 circa Lunghezza Km 12 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
300 250 200 150 100 50 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 11.2

Itinerario Savigno sentiero PSC La Pieve Castello di Samoggia Marano S.Prospero Farfarelli Piant di Sotto Savigno Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FBV da Bologna Centrale h 9,16 Bus da Bazzano linea 658 h 10,10 Arrivo a Savigno h 10,42 RITORNO Bus da Savigno linea 658 h 18,15 Treno FBV da Bazzano h 17,03 Arrivo a Bologna Centrale h 17,48 Caratteristiche Dislivello metri + 700 - 700 circa Tempo di percorrenza ore 6 circa Lunghezza Km 16 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco
600 550 500 450 400 350 300 250 200 0.0 2.5 5.0 7.5 10.0 12.5 15.0 17.6

18

Grazioli

19

ESCURSIONE

Parco Regionale Abbazia di Monteveglio. Da sempre zone di confine, luoghi di incontri e di scontri tra popoli e culture

ESCURSIONE

5
Domenica 27 Marzo 2011

DI CASTELLO IN CASTELLO

6
Domenica 3 Aprile 2011

LE ALTURE DI PONENTE
Da Vergato a Tol

Itinerario Castelletto S.Apollinare Mercatello Castello di Serravalle Monte S. Giovanni Tagliolina Monte Freddo Monteveglio Alto Monteveglio Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FBV da Stazione di Bologna h 9,16 Bus da Bazzano linea 657 h 10,20 Arrivo a Castelletto di Serravalle h 10,35 RITORNO Bus da Monteveglio linea 656 h 17,45 Bus da Bazzano linea 671 h 19,00 Arrivo a Bologna Autostazione h 19,48 Caratteristiche Dislivello metri + 400 - 450 circa Tempo di percorrenza ore 6 circa Lunghezza Km 15 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
400 350 300 250 200 150 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 14.0 15.6

Itinerario Vergato sent. 150 Cavacchio C Nova Chiesa Liserna Monte Pero Cereglio Monte 7 croci Vedettola Saccadello Monte Croce Tol Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 9,04 Arrivo a Vergato stazione h 9,53 RITORNO Bus da Tol linea 686 h 17,30 Arrivo a Casalecchio h 18,28 Bus per Bologna centro linee 20 o 89 Caratteristiche Dislivello metri + 900 - 400 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 16 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
900 800 700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 15.6

Baldazzi

20

Vivarelli

Baldazzi

21

ESCURSIONE

Antica citt di Kainua, quanti piedi prima dei nostri!

ESCURSIONE

7
Domenica 10 Aprile 2011

LE COLLINE DEGLI ETRUSCHI

8
Domenica 17 Aprile 2011

MONTE CAVALLO UN RIFUGIO TRA LE NUBI

Itinerario Lama di Reno Monazzo C Nova Poggio Calvane Medelana Luminasio C degli Amadesi Casetto Molino Mazzagatti Caricatore Monte dAvigo Belvedere Miana Marzabotto Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 9,04 Arrivo a Vergato stazione h 9,53 RITORNO Treno FS da Marzabotto per Bologna Centrale h 17,55 Arrivo a Bologna Centrale h 18,32 Caratteristiche Dislivello metri + 850 - 850 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 18 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 200 100 0 0.0 2.5 5.0 7.5 10.0 12.5 15.0 17.8

Itinerario Porretta Terme Borgata Varano Tre Croci Rifugio Monte Cavallo Tideri Sambucedro 1400 Molino del Pallone 1200 Quota 1000 euro 8 800 euro 5 Soci CAI
600

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,04 Arrivo a Porretta Terme h 8,14 RITORNO Treno FS da Molino del Pallone h 17,58 Treno FS da Porretta Terme h 18,21 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 Caratteristiche Dislivello metri + 1000 - 850 circa Tempo di percorrenza ore 8 circa Lunghezza Km 14 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco

Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

400 200 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 13.4

Grazioli

22

23

ESCURSIONE

Le dolci colline di Pianoro, tra altura ed altura. Labbandono, la TAV, il recupero della natura

ESCURSIONE

9
Domenica 17 Aprile 2011

ANELLO DELLA QUERCIA BUCA

10
Domenica 24 Aprile 2011

MONTE RADICCHIO

Sotto i nostri piedi fondali marini dai 30 ai 6 milioni di anni fa, sopra le nostre teste i falchi da rispettare. Rete natura 2000

Itinerario Carteria di Sesto Canovaccia Monte C DellAlbero Botteghino di Zocca Monte Gradizza Tagliacane Canovaccia Carteria di Sesto Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Bologna Piazza Cavour linea 96 h 9,00 Arrivo a Carteria h 9,22 RITORNO Bus da Carteria linea 96 h 16,24 - 17,24 Arrivo a Bologna Piazza Cavour h 16,50 - 17,50 Caratteristiche Dislivello metri + 500 - 500 circa Tempo di percorrenza ore 6 circa Lunghezza Km 15 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
350 300 250 200 150 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 15.2

Itinerario Pioppe di Salvaro Malfolle Monte Radicchio Madonna di Rodiano Molino del Dottore C Bortolani Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 9,04 Arrivo a Pioppe di Salvaro h 9,46 RITORNO Bus da C Bortolani linea 686 h 17,33 Arrivo a Casalecchio h 18,28 Bus per Bologna centro linee 20 o 89 Caratteristiche Dislivello metri + 650 - 150 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 12 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
900 800 700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 11.4

Vivarelli

24

25

ESCURSIONE

Parco Storico Regionale di Monte Sole. Dal percorso Da Barbiana a Monte Sole: una camminata, un libro, percorsi di pace tra Toscana ed Emilia Romagna

ESCURSIONE

11
Luned 25 Aprile 2011

VADO - GARDELLETTA

12
Domenica 1 Maggio 2011

IL PARCO DI MONTOVOLO, MONTE VIGESE E DINTORNI


Rete Natura 2000

Itinerario Vado Nuvoleto Monte Sole Monte Caprara Casaglia - Cerpiano Le Murazze Gardelletta Castelletto (La Fiorina) Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,39 Arrivo a Vado h 8,05 RITORNO Bus da Castelletto Linea 826 h 19,30 Arrivo a Bologna Autostazione h 20,35 Caratteristiche Dislivello metri + 610 - 590 circa Tempo di percorrenza ore 6 circa Lunghezza Km 14 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 13.7

Itinerario Stazione di Grizzana Morandi Tavernola Collina Boscalto Il Torlai Montovolo Campolo La Scola Riola Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FS da Bologna Centrale Piazzale Est h 6,46 Arrivo a Grizzana Morandi h 7,14 RITORNO Treno FS da Riola h 18,34 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 Caratteristiche Dislivello metri + 750 - 750 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 18 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco
1000 900 800 700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.5 5.0 7.5 10.0 12.5 15.0 18.1

26

27

ESCURSIONE

ESCURSIONE

13
Domenica 8 Maggio 2011

DALLA STAZIONE DI GRIZZANA A MONTE SALVARO

Parco Storico Regionale di Monte Sole. La durezza della guerra ieri, la delicatezza delle orchidee oggi

14
Domenica 15 Maggio 2011

PRIMA-VERA FESTA A LOGHETTO


Parco Regionale Abbazia di Monteveglio. Da Monteveglio camminiamo verso la Festa di Loghetto

Itinerario Stazione di Grizzana Morandi Castelvecchio Veggio Nadia Monte Pezza Monte Salvaro C Degli Schiavi Pioppe di Salvaro Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 9,02 Arrivo a Grizzana Morandi h 9,41 RITORNO Treno FS da Pioppe di Salvaro h 18,48 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 Caratteristiche Dislivello metri + 600 - 650 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 13 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
900 800 700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 11.6

Itinerario Monteveglio Tombetto Serra Crocetta Casale C Casini Agriturismo la Quercia Fagnano Chiesa 350 C Silvestri 300 Il Palazzo 250 Monte San Pietro 200 Via delle Olle 150 Loghetto 100 Quota 50 0.0 euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FBV da Bologna Centrale h 9,16 Bus da Bazzano linea 656 h 10,20 Arrivo a Monteveglio h 10,28 RITORNO Trasferimento con bus privato da Loghetto a Zola Predosa stazione Pilastrino Treno FBV da Pilastrino h 17,22 Arrivo a Bologna Centrale h 17,48 Caratteristiche Dislivello metri + 500 - 500 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 12 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco o presso la festa, prenotando la mattina stessa allaccompagnatore

2.0

4.0

6.0

8.0

10.0

12.1

28

Zaniboni

Rossi

29

ESCURSIONE

Strade medioevali, romane, etrusche, sentieri? La nostra storia anche nelle fortificazioni di Monte Citerna o nelle lapidi del Cimitero della Futa

ESCURSIONE

15
Domenica 22 Maggio 2011

S. GIACOMO-FUTA-S.GIACOMO

16
Domenica 29 Maggio 2011

GRANDE TRAVERSATA DALLA FERROVIA DIRETTISSIMA ALLA FERROVIA PORRETTANA


150 anniversario della Ferrovia Porrettana

Itinerario S. Giacomo Castagnolo Ripanaio Monte Citerna Poggio della Mandria Passo della Futa Campo allOrzo S. Giacomo Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Bologna autostazione linea 826 h 8,50 Arrivo a S. Giacomo h 10,50 RITORNO Bus da S. Giacomo h 18,25 Arrivo a Bologna autostazione h 20,35 Caratteristiche Dislivello metri + 570 - 570 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 14 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
1100 1000 900 800 700 600 500 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 13.3

Itinerario Vernio Alpe di Cavarzano Montecalvi Chiapporato Stagno S. Giorgio C del Cucco Sentiero 167 Poggio Barone Porretta Terme Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 6,45 Arrivo a Vernio h 7,36 RITORNO Treno FS da Porretta Terme h 19,21 20,21 Arrivo a Bologna Centrale h 20,32 - 21,32 Caratteristiche Dislivello metri + 900 - 1200 circa Tempo di percorrenza ore 9 circa Lunghezza Km 31 Grado di difficolt Alto Pranzo Al sacco
1400 1200 1000 800 600 400 200 0.0 5.0 10.0 15.0 20.0 25.0 30.3

30

31

ESCURSIONE

ESCURSIONE

17
Domenica 29 Maggio 2011

CAMMINANDO A RITROSO NEL TEMPO

Loiano, Monte Bibele, Bisano. Celti ed Etruschi. Lasciamoci suggestionare dal sepolcreto e dagli scavi del villaggio e ammiriamo gli antichi borghi di pietra

Trekking speciale per il 20 anno dal 30 Maggio al 5 Giugno 2011

DA BARBIANA A MONTE SOLE A PIEDI


Per percorrere insieme un tratto del nostro Appennino, che fu barriera, ma anche ponte tra le diverse culture

Itinerario Loiano Vezzano C di Rizzi Scanello Valle Gnazzano La Fonte Quinzano Monte Bibele Il Borgo Bisano Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus 96 da piazza Cavour h 8,00 Arrivo a Loiano h 9,03 RITORNO Bus 916 da Bisano h 18,09 Arrivo a Bologna Autostazione h 19,05 Caratteristiche Dislivello metri + 250 - 650 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 12 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
900 800 700 600 500 400 300 200 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.3

Come Partecipare
Si pu partecipare in tre modi: tutto il viaggio, solo da Vicchio a San Pietro o da San Pietro a Marzabotto. In regalo ai partecipanti la guida Da Barbiana a Monte Sole edita da Tamari e una maglietta tecnica. Difficolt Il percorso non presenta difficolt (T/E), tuttavia laccompagnatore si riserva di modificare litinerario in caso di necessit. I tempi di percorrenza sono puramente indicativi, in quanto possono variare a seconda delle condizioni ambientali e/o dei partecipanti. Prenotazioni entro il 9 Maggio 2011: serata di incontro in sede con gli accompagnatori per illustrare il percorso e per eventuali chiarimenti. Informazioni Accompagnatori Sergio 338 7491322, Marinella 338 4788611 Sono previsti incontri con testimoni che hanno vissuto personalmente quelle realt.

Mezzo di Trasporto Treno o mezzo proprio RITROVO E PARTENZA Ore 10,30 in Piazza della Vittoria, angolo Via Beato Angelico a Vicchio (raggiungibile in treno da Bologna e da Firenze) Itinerario e Caratteristiche 30 Maggio Vicchio - Barbiana - Tamburino Dislivelli + 650 Tempo di percorrenza ore 3/4 Pochi passi e siamo nel cuore del percorso: Barbiana 31 Maggio Tamburino - Olmo Dislivelli + 700 - 700 Tempo di percorrenza ore 5/6 Il Parco Culturale della memoria di Monte Giovi, La Riserva di S. Brigida, la Sieve 1 Giugno Olmo - S. Piero a Sieve Dislivelli + 720 - 1000 Tempo di percorrenza ore 6,30 Monte Senario, Buonsollazzo, Trebbio Siamo a S. Piero a Sieve dove c la Stazione FS. Possiamo raggiungere il gruppo, lasciarlo o continuare fino in fondo. 2 Giugno S.Piero a Sieve - Monte di F Dislivelli + 1280 - 720 Tempo di percorrenza ore 8 Schifanoia, Bosco ai Frati, S. Agata, Panna 3 Giugno Monte di F - Madonna dei Fornelli Dislivelli + 900 - 870 Tempo di percorrenza ore 8/9 Flaminia Militare, Cimitero Germanico al Passo della Futa, Il Passeggere 4 Giugno Madonna dei Fornelli - Il Poggiolo Dislivelli + 750 -700 Tempo di percorrenza ore 5/6 Cedrecchia, Monte Venere, Il Setta, Cerpiano Il Parco Storico Regionale di Monte Sole 5 Giugno Il Poggiolo - Marzabotto Dislivelli + 300 - 700 Tempo di percorrenza 4 ore Laltro cuore: Monte Sole Monte Caprara, Casaglia, S. Martino

32

33

ESCURSIONE

ESCURSIONE

18
Gioved 2 Giugno 2011

LA BERTA FILAVA. MULINI A MONGHIDORO

Lacqua, un bene prezioso, li faceva e li fa girare

19
Domenica 5 Giugno 2011

ROCCA CORNETA-MONTE BELVEDERE


Testimonianze dellultima guerra

Itinerario Monghidoro C di Spini C Del Tosco Mulino del Pirotto Mulino di Mazzone C dei Rossetti Mulino di Guglielmo Piamaggio Pian dei Grilli Monghidoro Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Bologna Autostazione linea 916 h 8,05 Arrivo a Monghidoro h 9,35 RITORNO Bus da Monghidoro h 17,35 Arrivo a Bologna Autostazione h 19,05 Caratteristiche Dislivello metri + 550 - 550 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 12 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
1000 950 900 850 800 750 700 650 600 550 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 11.7

Itinerario Rocca Corneta Passo della Polla Ronchidoso Monte Castello Abetaia Silla Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6
1200 1000 800 600 400 200

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,04 Arrivo a Porretta h 8,14 Coincidenza bus da Porretta h 8,20 Arrivo a Vidiciatico h 9,00 Coincidenza Bus per Rocca Corneta h 9,00 Arrivo a Rocca Corneta h 9,20 RITORNO Treno FS da Silla h 18,24 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 Caratteristiche Dislivello metri + 700 - 900 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 21 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco

0.0

5.0

10.0

15.0

20.7

Ballanti

34

Ballanti

35

ESCURSIONE

Da Riola allAbetaia tra antichi borghi e i ciliegi in fiore

ESCURSIONE

20
Sabato 11 Giugno 2011

LA VALLE DEI CILIEGI

21
Domenica 12 Giugno 2011

UN RIFUGIO NELLE VALLI MODELLATE DAI GHIACCI

Parco Regionale del Corno alle Scale. Larrivo a un rifugio di alta montagna una delle pi dolci emozioni della vita alpina

Itinerario Riola sent. 162 Costonzo Panigale Palazzo dAffrico Castellaccio Torre di Nerone sent. 166 Pietracolora Senoveglio Abetaia Silla Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,04 Arrivo a Riola stazione h 8,01 RITORNO Treno FS da Silla h 18,24 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 Caratteristiche Dislivello metri + 900 - 900 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 21 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco

1000 900 800 700 600 500 400 300 200 0.0 5.0 10.0 15.0 21.2

Itinerario Madonna DellAcero Rifugio Duca Degli Abruzzi al Lago Scaffaiolo Cavone Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,04 Bus da Porretta Terme linea 776 h 8,20 Arrivo a Vidiciatico h 9,00 Coincidenza bus per Madonna dellAcero h 9,00 Arrivo a Madonna DellAcero h 9,20 RITORNO Bus dal Cavone linea 776 h 16,50 Treno FS da Porretta Terme h 18,21 Arrivo a Bologna Autostazione h 19,32 Caratteristiche Dislivello metri + 700 - 500 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 10 Grado di difficolt Facile Pranzo Possibilit di pranzo al rifugio da prenotare a cura del partecipante tel 335 8217056, 347 712914, oppure al sacco
1900 1800 1700 1600 1500 1400 1300 1200 1100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 9.2

Baldazzi

36

37

ESCURSIONE

Parco Regionale del Corno alle Scale. Parte del sentiero della pace che va da Spignana (PT) a Trignano (MO)

ESCURSIONE

22
Domenica 19 Giugno 2011

IL SENTIERO DELLA PACE

23
Domenica 26 Giugno 2011

AL PARCO LA MARTINA A CERCARE LA BUCA DELLAMOROSA


Per salire sul Balzo di Gurlano

Itinerario La C Farn Pianacci Monte Cappelbuso Monte Serrasiccia Lago di Pratignano Passo dei Ronchi Passo della Riva Cascate del Dardagna Madonna dellAcero Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,04 Bus da Porretta Terme linea 776 h 8,20 Arrivo a La C h 9,06 RITORNO Bus da Madonna dellAcero linea 776 h 18,10 Treno FS da Porretta Terme h 19,21 Arrivo a Bologna Centrale h 20,32 Caratteristiche Dislivello metri + 1200 - 600 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 13 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco
1800 1600 1400 1200 1000 800 600 400 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.9

Itinerario La Palazza Camping La Martina C di Gurlano Monte Gurlano Tre Poggioli La Martina La Palazza Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Bologna Autostazione linea 916 h 8,05 Arrivo a La Palazza h 9,22 RITORNO Bus da La Palazza linea 916 h 17,55 Arrivo a Bologna Autostazione h 19,05 Caratteristiche Dislivello metri + 500 - 500 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 12 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
1100 1000 900 800 700 600 500 400 300 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 11.6

Rossi

38

39

ESCURSIONE

ESCURSIONE

24
Domenica 3 Luglio 2011

ANELLO DI BOCCADIRIO

Tradizionale meta di pellegrinaggio in una gemma del nostro Appennino

25
Domenica 3 Luglio 2011

LA VIA FRANCESCA DELLA SAMBUCA


Unimportante tributaria della Via Francigena, che i pellegrini percorrevano per recarsi a Roma

Itinerario Roncobilaccio Forno Boccadirio Spazzavento Case Monte Tavianella Monte Coroncina Valli Bocca Di Rio 1300 Roncobilaccio Forno 1200 1100 Quota 1000 euro 8 900 euro 5 Soci CAI 800 Per dettagli e regolamento vai a pagina 6
700 600 500

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Autostazione di Bologna linea 826 h 8,50 Arrivo a Roncobilaccio Forno (fermata n. 84) h 10,45 RITORNO Bus da Roncobilaccio Forno h 18,20 Arrivo a Bologna Austostazione h 20,35 Caratteristiche Dislivello metri + 500 - 500 circa Tempo di percorrenza ore 6 circa Lunghezza Km 11 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco

0.0

2.0

4.0

6.0

8.0

10.9

Itinerario A Ponte della Venturina Pavana Castello di Sambuca Bellavalle S. Pellegrino in Cassero Spedaletto Passo della Collina Itinerario B Ponte della Venturina Pavana Castello di Sambuca Bellavalle S. Pellegrino Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus Privato Itinerario A ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,04 Treno FS da Porretta Terme h 8,17 Arrivo a Ponte della Venturina h 8,21 Itinerario B ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 9,04 Treno FS da Porretta Terme h 10,21 Arrivo a Ponte della Venturina h 10,25 RITORNO A e B Bus messo a disposizione dalle Proloco fino a Ponte della Venturina. Treno FS da Ponte della Venturina h 18,04 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 Caratteristiche Itinerario A Dislivello + 800 - 300 Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 16 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco Caratteristiche Itinerario B Dislivello metri + 500 - 250 Tempo di percorrenza ore 4 circa Lunghezza Km 10 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
itinerario A
900 800 700 600 500 400 300 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 14.0 16.0

1000

800 700 600 500 400 300 0.0

itinerario B

2.0

4.0

6.0

8.0

10.1

40

41

ESCURSIONE

ESCURSIONE

26
Domenica 10 Luglio 2011

NELLE FORESTE DEGLI ALBERTI E DEI PEPOLI

Terre di lotta, ma anche di grande solidariet

27
Domenica 17 Luglio 2011

ANTICHE BORGATE TRA I BOSCHI

Comune di Granaglione, borghi e boschi a sbalzo sulla valle del Reno, antichi insediamenti di confine tra Bologna e Pistoia

Itinerario Vernio S. Quirico Il Gallo Poggio della Giogana Lago Tavianella Santuario di Boccadirio Roncobilaccio Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 9,02 Arrivo a Vernio h 9,59 RITORNO Bus da Roncobilaccio linea 826 h 18,20 Arrivo a Bologna Autostazione h 20,35 Caratteristiche Dislivello metri + 950 - 700 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 16 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco
1200 1000 800 600 400 200 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 14.0 15.6

Itinerario Biagioni Trogoni Case Calistri Rifugio di Monte Cavallo Monte Dei Prati Monte di Granaglione Varano Porretta Terme Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,04 Treno FS da Porretta Terme h 8,17 Arrivo a Biagioni Lagacci h 8,29 RITORNO Treno FS da Porretta Terme h 18,21 19,21 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 20,32 Caratteristiche Dislivello metri + 1200 - 1400 circa Tempo di percorrenza ore 8 circa Lunghezza Km 19 Grado di difficolt Alto Pranzo Possibilit di pranzo al rifugio, da prenotare a cura del partecipante tel 0534-21329 3409418897, oppure al sacco
1600 1400 1200 1000 800 600 400 200 0.0 2.5 5.0 7.5 10.0 12.5 15.0 18.7

42

Vivarelli

43

ESCURSIONE

Un ponte dalle praterie del Papato alle foreste del Granduca

ESCURSIONE

28
Domenica 24 Luglio 2011

LAPPENNINO CHE DIVIDE E UNISCE

29
Domenica 31 Luglio 2011

DAL PERCORSO DELLENERGIA GRANDE TRAVERSATA DEL PARCO DEI LAGHI

Tra gli impianti idroelettrici dellalto Reno, Limentra e Setta e magici boschi

Itinerario Rifugio del Cavone Passo della Porticciola Croce del Corno Passo dello Strofinatoio Passo del Cancellino Passo della Maceglia Casetta Pulledrari Maresca 2200 Quota 2000 euro 8 1800 1600 euro 5 Soci CAI
1400

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,04 Bus da Porretta Terme linea 776 h 8,20 Arrivo a Cavone h 9,28 RITORNO Bus da Maresca h 17,18 Treno FS da Pracchia h 17,49 Treno FS da Porretta Terme h 18,21 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 Caratteristiche Dislivello metri + 500 - 1200 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 13 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco

Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

1200 1000 800 600 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.9

Itinerario Ponte della Venturina Mulino di Chicon C del Cucco La Collina Lago di Suviana Mulino dei Sassi Stagno Monte di Stagno C Fontana del Boia Lago del Brasimone Fonte del tassinaro Via Piana Castiglione dei Pepoli Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna centrale h 7,04 Treno FS da Porretta Terme h 8,17 Arrivo a Ponte della Venturina h 8,21 RITORNO Bus da Castiglione dei Pepoli linea 826 h 18,40 Arrivo a Bologna Autostazione h 20,35 Caratteristiche Dislivello metri + 1200 - 900 circa Tempo di percorrenza ore 8 circa Lunghezza Km 23 Grado di difficolt Alto Pranzo Al sacco
1400 1200 1000 800 600 400 200 0.0 5.0 10.0 15.0 22.0 22.8

44

45

ESCURSIONE

ESCURSIONE

30
Marted 2 Agosto 2010

CAMMINATA NOTTURNA DELLA MEMORIA PER NON DIMENTICARE

31
Domenica 7 Agosto 2011

LA CASCATA DELLACQUACADUTA
Parco Regionale del Corno alle Scale

Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6
675 650 625 600 575 550 525 500 475 750 700 650 600 550 500 450

Mezzo di Trasporto Proprio Ritrovo Bar Ristorante Belletti a Montepastore h 21,00 Caratteristiche Itinerario A Dislivello metri + 150 -150 Tempo di percorrenza ore 2 circa Lunghezza Km 4,2 Grado di difficolt Facile Caratteristiche Itinerario B Dislivello metri + 200 -200 Tempo di percorrenza ore 3 circa Lunghezza Km 6 Grado di difficolt Facile
itinerario A

Itinerario Pennola Santuario della Madonna del Faggio Cascata dellAcquacaduta Pian dello Stellaio Monte Toccacelo Tre Croci Borgata di Varano Rio delle Fonti Porretta Terme Quota euro 8 euro 5 Soci CAI
3.0 4.2

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,04 Bus da Porretta Terme linea 787 h 8,20 Arrivo a Pennola h 8,50 RITORNO Treno FS da Porretta Terme h 17,22 Arrivo a Bologna Centrale h 18,32 Caratteristiche Dislivello metri + 700 - 1200 circa Tempo di percorrenza ore 6 circa Lunghezza Km 20 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco
1600 1400 1200 1000 800 600 400 200 0.0 2.5 5.0 7.5 10.0 12.5 15.0 17.5 19.8

0.0

1.0

2.0

itinerario B

Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

0.0

1.0

2.0

3.0

4.0

5.0

6.0

Il 2 agosto 1980, alle ore 10,25, una bomba, collocata nella sala daspetto di seconda classe della stazione di Bologna, esplose, provocando la morte di 85 persone e il ferimento di altre 200. Per mantenere viva la memoria di tutte le vittime degli atti di terrorismo, che, negli anni, si sono susseguiti nel nostro paese (Cecilia Luzzi)
46

Vivarelli

47

ESCURSIONE

Solo chi conosce il passato ha un futuro (dal sentiero della pace di Monte Battaglia)

ESCURSIONE

32
Domenica 28 Agosto 2011

TRA IL SANTERNO E IL SENIO

33a
Domenica 4 Settembre 2011

FESTA DELLA SMIELATURA AL PORANCETO

Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone.

Itinerario Castel Del Rio Ponte Alidosi La Canovazza Monte Battaglia Monte Fortino Casola Valsenio Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 7,06 Bus da Imola linea 44 h 8,15 Arrivo a Castel del Rio h 9,00 RITORNO Bus da Casola Valsenio linea 3/RA (Coop. Trasporti Riolo Terme) h 16,35 Treno FS da Imola h 18,22 Arrivo a Bologna Centrale h 18,54 Caratteristiche Dislivello metri + 600 - 550 circa Tempo di percorrenza ore 6 circa Lunghezza Km 16 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 14.0 15.9

Itinerario Castiglione dei Pepoli Visita al Centro storico Sentiero 001 (Via Piana) Lago del Brasimone Poranceto Quota euro 8 1000 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6
* Bus navetta messo a disposizione gratuitamente dal Comune di Camugnano, in occasione della Festa della Smielatura

Mezzo di Trasporto Bus + Treno + Bus* ANDATA Bus da Bologna Autostazione linea 826 h 8,50 Arrivo a Castiglione Dei Pepoli h 10,24 RITORNO Bus* da Poranceto per Riola di Vergato Treno FS da Riola di Vergato h 18,34 o 19,34 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 o 20,32 Caratteristiche Dislivelli metri + 350 -160 Tempo di percorrenza 3 ore Lunghezza Km 8 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
itinerario A

950

900 850 800 750 700 650 0.0 1.0 2.0 3.0 4.0 5.0 6.0 7.0 7.6

48

Baldazzi

49

ESCURSIONE

Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone

ESCURSIONE

33b
Domenica 4 Settembre 2011

FESTA DELLA SMIELATURA AL PORANCETO

34
Domenica 11 Settembre 2011

I CELTI, GLI ETRUSCHI E LE FORMICHE VOLANTI

Da S. Benedetto del Querceto a Monterenzio. Ogni anno, a fine estate, milioni di formiche alate raggiungono le rupi del Monte delle Formiche

Itinerario Castiglione dei Pepoli Rifugio Ranuzzi Segni Monte Bagucci Fonte di Rozzaro La Serra Casa di Sopra Fonte del Tassinaro Fonte della Chiesina Fonte del Faggio Poranceto Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6
* Bus navetta messo a disposizione gratuitamente dal Comune di Camugnano, in occasione della Festa della Smielatura

Mezzo di Trasporto Bus + Treno + Bus* ANDATA Bus da Bologna Autostazione linea 826 h 8,50 Arrivo a Castiglione Dei Pepoli h 10,24 RITORNO Bus* da Poranceto per Riola di Vergato Treno FS da Riola di Vergato h 18,34 o 19,34 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 o 20,32 Caratteristiche Dislivelli metri + 600 -400 Tempo di percorrenza 5 ore Lunghezza Km 11 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
1200 1100 1000 900 800 700 600 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.4

itinerario B

Itinerario S. Benedetto del Querceto C Dei Maestri Monte Bibele Castelnuovo di Bisano Monte delle Formiche Monterenzio Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Autostazione linea 916 h 8,05 Arrivo a S. Benedetto del Querceto h 9,05 RITORNO Bus da Monterenzio linea 916 h 18,20 Arrivo a Bologna Autostazione h 19,05 Caratteristiche Dislivello metri + 750 - 850 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 14 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 14,2

50

Baldazzi

51

ESCURSIONE

Vecchio itinerario percorso dagli abitanti di Montepastore per il pellegrinaggio alla Madonna di San Luca, con visita al Borgo di Colle Ameno

ESCURSIONE

35
Sabato 17 Settembre 2011

STORICA CAMMINATA DA MONTE PASTORE A SAN LUCA 2 EDIZIONE

36
Domenica 18 Settembre 2011

DI QUA E DI L DALLIDICE, ATTORNO A MONTERENZIO

Ovvero 4 passi fuori dai segni convenzionali

Itinerario Montepastore San Giacomo Chiesa di Monte Severo La Borra Medelana Lagune Mongardino Colle Ameno Palazzo de Rossi Parco della Chiusa Bregoli San Luca Meloncello Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FBV da Bologna Centrale h 7,15 Bus da Pilastrino linea 686 h 7,43 Arrivo a Montepastore h 8,14 RITORNO Bus urbano dal Meloncello linea 20 (corse ogni 5 - 7 minuti) Caratteristiche Dislivello metri + 500 - 1000 circa Tempo di percorrenza ore 9 circa Lunghezza Km 32 Grado di difficolt Alto Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 200 100 0 -100 0.0 5.0 10.0 15.0 20.0 25.0 31,4

Itinerario La Rocca incrocio sent. 811 Monterenzio (Parco del Museo) C di Pippo La Vigna La Rocca Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Autostazione linea 916 h 8,05 Arrivo a Loc. La Rocca h 8,45 RITORNO Bus Monterenzio linea 916 h 18,20 Arrivo a Bologna Autostazione h 19,05 Caratteristiche Dislivello metri + 670 - 670 Tempo di percorrenza ore 5 ore circa Lunghezza Km 11 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
550 500 450 400 350 300 250 200 150 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.4

Baldazzi

52

Ballanti

53

ESCURSIONE

ESCURSIONE

37
Sabato 24 Settembre 2011

LORRIDO DI GEA

A Montello le trincee e le postazioni della linea gotica. Torrente Gea, cascatelle, buche, ripide pareti scavate in profondit dallacqua, boschi, vecchi mulini e le trincee

38
Domenica 25 Settembre 2011

GROTTE E SORGENTI PIETRIFICATE

A Labante, un piccolo gioiello (solo 5 ettari, basta guardarsi attorno). Rete natura 2000

Itinerario Montese Coste La Lienza Montello Paiarolo di Sopra Gea Montese Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 8,04 Bus da Vergato linea 737 h 9,05 Arrivo a Montese h 9,50 RITORNO Bus da Montese linea 727 h 17,25 Treno FS da Vergato Terminal h 18,41 Arrivo a Bologna Centrale h 19,32 Caratteristiche Dislivello metri + 410 - 410 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 10 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
950 900 850 800 750 700 650 600 550 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 9.5

Itinerario Riola Palazzo dAffrico Castellaccio S. Cristoforo di Labante Povolo 800 C di Ceco 700 Torziano 600 Costonzo 500 Riola 400 Quota 300 euro 8 200 euro 5 Soci CAI 0.0 Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 9,04 Arrivo a Riola h 10,01 RITORNO Treno FS da Riola h 17,33 Arrivo a Bologna Centrale h 18,32 Caratteristiche Dislivello metri + 750 - 750 circa Tempo di percorrenza ore 6 circa Lunghezza Km 15 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco

2.0

4.0

6.0

8.0

10.0

12.0

14.5

54

Vivarelli

55

ESCURSIONE

La Flaminia Minor, i Casoni di Romagna, antiche strade, nuovi impianti eolici e due chiacchiere con giovani famiglie che hanno scelto di vivere quass. Saper fare i cesti o i muri a secco cultura, o no?

ESCURSIONE

39
Domenica 2 Ottobre 2011

MARRONI, IL PANE DEI POVERI

40
Domenica 9 Ottobre 2011

IL PAESAGGIO CHE MUTA

Parco Regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dellAbbadessa. Ieri Etruschi e Romani, oggi un Parco e la natura alla continua ricerca di un equilibrio

Itinerario La Pineta Villa Sassonero C del Monte Casa dei Gatti Casoni di Romagna Angirelle (visita ad Azienda Agrituristica) Poggio delle Costanze Villa di Sassonero La Pineta Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Bologna linea 101 h 7,15 Bus da Castel S. Pietro h 8,00 Arrivo a Pineta Villa Sassonero h 8,34 RITORNO Bus da Pineta Villa Sassonero h 19,15 Bus da Castel S. Pietro Terme h 19,50 Arrivo a Bologna Autostazione h 20,35 Caratteristiche Dislivello metri + 450 - 450 circa Tempo di percorrenza ore 6 circa Lunghezza Km 13 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 200 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.3

Itinerario Casella Abbadia Casetta C del Vento Settefonti Dulcamara Villa Torre Pieve di Pastino S. Andrea Ozzano Emilia Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Bologna autostazione linea 916 h 8,05 Arrivo a C di Bazzone h 8,45 RITORNO Bus da Ozzano Emilia linea 101 h 17,34 Arrivo a Bologna Autostazione h 18,05 Caratteristiche Dislivello metri + 550 - 650 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 20 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco
600 500 400 300 200 100 0 0.0 5.0 10.0 15.0 20.3

56

Zaniboni

57

ESCURSIONE

Attraverso il Parco Storico Regionale di Monte Sole, lungo i sentieri dei contadini e dei partigiani

ESCURSIONE

41
Domenica 16 Ottobre 2011

DA GARDELLETTA A PIOPPE DI SALVARO

42
Domenica 23 Ottobre 2011

DA PIOPPE DI SALVARO A MONTEPASTORE


La Torre di Malfolle

Itinerario Castelletto Gardelletta Le Murazze Porta C di Serra Rivabella C di Durino Valico di Sopra Maccagnano Pioppe di Salvaro Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus + Treno ANDATA Bus da Bologna Autostazione linea 826 h 8,50 Arrivo a Castelletto h 9,30 RITORNO Treno FS da Pioppe di Salvaro h 17,48 Arrivo a Bologna Centrale h 18,32 Caratteristiche Dislivello metri + 550 - 650 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 12 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
550 500 450 400 350 300 250 200 150 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 11.8

Itinerario Pioppe di Salvaro sent. 138 Malfolle Trebbo Mirandola Montasico Porcinasio Vedegheto sent. 209 il Poggio Montepastore Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 9,04 Arrivo a Pioppe di Salvaro stazione h 9,46 RITORNO Bus da Montepastore linea 686 h 17,43 Arrivo a Casalecchio h 18,28 Bus per Bologna centro linee 20 o 89 Caratteristiche Dislivello metri + 1100 - 675 circa Tempo di percorrenza ore 7 circa Lunghezza Km 15 Grado di difficolt Medio Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 14.7

Baldazzi

58

Vivarelli

59

ESCURSIONE

Anello di S. Andrea e Castiglioncello

ESCURSIONE

43
Domenica 30 Ottobre 2011

PIETRE DI SOLITUDINE

44
Marted 1 Novembre 2011

LOIANO-MONZUNO

Il Savena, lacqua, la sua energia. Fra la Valle dei Mulini

Itinerario Castel del Rio Quota Rioquerciolo di Sotto S. Andrea Castiglioncello Negheredola Lama di Ronchi Rioquerciolo di sotto Castel del Rio Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno da Bologna Centrale h 7,06 Bus da Imola linea 44 h 8,15 Arrivo a Castel del Rio h 9,00 RITORNO Bus da Castel del Rio linea 44 h 17,30 Treno da Imola h 18,22 Arrivo a Bologna Centrale h 18,54 Caratteristiche Dislivello metri + 920 - 920 circa Tempo di percorrenza ore 8 circa Lunghezza Km 15 Grado di difficolt Medio (breve tratto esposto) Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 15.2

Itinerario Loiano Bibulano Fondovalle Savena Campaduno Zardino Monzuno Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Piazza Cavour linea 96 h 8,00 Bus da Pianoro linea 906 h 8,38 Arrivo a Loiano Municipio h 9,03 RITORNO Bus da Monzuno Municipio linea 827 h 18,50 Bus da Vado linea 826 h 19,40 Arrivo a Bologna Autostazione h 20,35 Caratteristiche Dislivello metri + 550 - 650 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 12 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 11.8

60

Ballanti

61

ESCURSIONE

Tra Crespellano e Oliveto nel Paleolitico luomo abit queste colline

ESCURSIONE

45
Domenica 6 Novembre 2011

ANELLO DI CRESPELLANO

46
Domenica 13 Novembre 2011

MARZABOTTOMONTE CAPRARA MARZABOTTO


Parco Storico Regionale di Monte Sole. Dallantica Kainua, alla moderna linea gotica

Itinerario Crespellano S. Maria Rinascente Torre Cattanei S. Michele Villa Le Puglie Oliveto S. Savino S. Francesco Oratorio di S. Rocco Torre e Palazzo Garagnani Crespellano Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FBV da Bologna Centrale h 9,16 Arrivo a Crespellano h 9,54 RITORNO Treno da Crespellano h 17,10 Arrivo a Bologna Centrale h 17,48 Caratteristiche Dislivello metri + 400 - 400 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 16 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
300 250 200 150 100 50 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 15.3

Itinerario Marzabotto Sperticano Monte Caprara Monte Sole Ronzano Marzabotto Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FS da Bologna Centrale h 9,04 Arrivo a Marzabotto h 9,38 RITORNO Treno FS da Marzabotto h 16,55 Arrivo a Bologna Centrale h 17,32 Caratteristiche Dislivello metri + 600 - 600 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 14 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.0 13.6

Baldazzi

62

Ballanti

63

ESCURSIONE

Castagni e castelli

ESCURSIONE

47
Domenica 20 Novembre 2011

DAL SILLARO AL SANTERNO

48
Domenica 27 Novembre 2011

SENTIERO CAI 007 PER GODERE DEL PAESAGGIO E PER RAGIONARE


4 agosto 1974 strage delIItalicus; 23 dicembre 1984 rapido 904 strage di Natale

Itinerario Belvedere La Rocca Le Selve Case Morara Monte Bernasino Castel del Rio Visita al Museo della Guerra Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus + Treno ANDATA Bus da autostazione di Bologna linea 101 h 7,15 Bus da Castel S. Pietro linea 103 h 8,00 Arrivo a Belvedere h 8,47 RITORNO Bus da Castel Del Rio linea 44 h 17,30 Treno FS da Imola h 18,22 Arrivo a Bologna Centrale h 18,54 Caratteristiche Dislivello metri + 300 - 600 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 11 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 200 100 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.2

Itinerario Castiglion Dei Pepoli Cavaniccie Casoni C DOnofrio Spianamento Stazione di S.Benedetto Val di Sambro Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus + Treno ANDATA Bus da Bologna Autostazione linea 826 h 8,50 Arrivo a Castiglion dei Pepoli h 10,24 RITORNO Treno FS da San Benedetto Val di Sambro h 18,02 Arrivo a Bologna Centrale h 18,43 Caratteristiche Dislivello metri + 200 - 500 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 13 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
800 700 600 500 400 300 200 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 12.7

Rossi

64

65

ESCURSIONE

Scrigno di biodiversit, una ricchezza per tutti

ESCURSIONE

49
Domenica 4 Dicembre 2011

IL CONTRAFFORTE, ANTICO MARE

50
Gioved 8 Dicembre 2011

IL SENTIERO DEI GESSAROLI

Venti anni di Trekking col treno: si brinda!

Itinerario Livergnano Ospedale Casino Sadurano Sentiero 809 poi 809A Sentiero 813A Sentiero 813 Fondo Antaneto Livergnano Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Bus ANDATA Bus da Piazza Cavour linea 96 h 8,00 Arrivo a Livergnano h 8,47 RITORNO Bus da Livergnano linea 906 h 14,01 Arrivo a Bologna Piazza Cavour h 14,50 Caratteristiche Dislivello metri + 400 - 400 circa Tempo di percorrenza ore 4 ore circa Lunghezza Km 8 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco
600 550 500 450 400 350 300 250 0.0 2.0 4.0 6.0 8.1

Itinerario Pilastrino stazione Via Gessi Strada dei Gessaroli Via Boschi Via Monte Capra Chiesa di S. Martino di Tignano Via Olivetta Ponterivabella Pilastrino stazione Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FBV da Bologna Centrale h 9,16 Arrivo a Pilastrino Stazione h 9,40 RITORNO Treno FBV da Pilastrino h 17,22 Arrivo a Bologna Centrale h 17,48 Caratteristiche Dislivello metri + 350 - 320 circa Tempo di percorrenza ore 5 circa Lunghezza Km 12 Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco, pi bicchierata di saluto con gli amici del pranzo del CAI
450 400 350 300 250 200 150 100 50 0.0 2.0 4.0 6.0 8.0 10.0 11.7

Vivarelli

66

67

ESCURSIONE

ESCURSIONE

51
Gioved 8 Dicembre 2011

PASSEGGIATA PER IL PRANZO DEL CLUB ALPINO ITALIANO

Venti anni di Trekking col treno: si brinda!

52
Domenica 11 Dicembre 2011

CAMMINATA PER TELETHON

Parco Regionale dellAbbazia di Monteveglio. Escursione a sorpresa per scambiarsi gli auguri

Itinerario Pilastrino stazione Percorso vita Zola Predosa Via Piave Parco Montesi Ponterivabella (pranzo) Pilastrino stazione Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno ANDATA Treno FBV da Bologna Centrale h 9,16 Arrivo a Pilastrino Stazione h 9,40 RITORNO Treno FBV da Pilastrino h 17,22 Arrivo Stazione Bologna Centrale h 17,48 Caratteristiche Dislivello metri + 100 - 60 circa Tempo di percorrenza ore 2 circa Lunghezza Km 5,8 Grado di difficolt Facile Pranzo Da prenotarsi presso la segreteria del CAI 051234856
130 120 110 100 90 80 70 60 0.0 1.0 2.0 3.0 4.0 5.0 5.8

Itinerario A sorpresa Quota euro 8 euro 5 Soci CAI Per dettagli e regolamento vai a pagina 6

Mezzo di Trasporto Treno + Bus ANDATA Treno FBV da Bologna Centrale h 9,14 Bus da Bazzano linea 657 h 10,20 Arrivo a Monteveglio h 10,29 RITORNO Bus da Monteveglio linea 656 h 17,45 Coincidenza Treno FBV da Bazzano h 18,00 Arrivo a Bologna Centrale h 18,44 Caratteristiche Dislivello metri + 200 - 200 circa Grado di difficolt Facile Pranzo Al sacco

68

Baldazzi

69

Parchi e riserve

Ballanti

70

71

PARCHI E RISERVE

PARCO STORICO REGIONALE DI MONTE SOLE

Centro Parco Via Porrettana Nord 4/f Marzabotto tel. 051 932525 / fax 051 6780056 segreteria@parcostoricomontesole.it www.parcostoricomontesole.it Centro visita Il Poggiolo loc. San Martino Marzabotto tel. / fax 051 6787100 www.ilpoggiolomontesole.it

Nella media montagna, tra le valli del Reno e del Setta, il Parco Storico sorge sui luoghi della strage nazifascista di Marzabotto dellautunno del 1944. Oggi vi trovano sede la Fondazione Scuola di Pace di Monte Sole e la comunit di religiosi fondata da don Giuseppe Dossetti, che qui riposa. La piccola dorsale dei monti Pezza, Slvaro, Termine e Sole, si dispiega lungo uno spartiacque dove si attest durante la Seconda Guerra Mondiale la linea del fronte. Le presenze naturali pi significative sono i pini silvestri del monte Termine, qui al loro limite meridionale europeo, testimonianza di passati climi pi freddi. Da segnalare la presenza del cervo e del lupo che, assieme ad alcune specie di uccelli rapaci che frequentano larea, rappresentano la possibilit di un incontro emozionante durante le escursioni allinterno del Parco: dalla visita al Memoriale, lungo i luoghi toccati dagli eccidi, agli itinerari Montovolo, Etrusco e Naturalistico, fino a quello Morandiano, dedicato ai luoghi che ispirarono il pittore Giorgio Morandi.
72

Itinerario del Memoriale itinerario del Memoriale un percorso nel ricordo della drammatica e violenta storia recente di questa terra. Durante la Seconda Guerra Mondiale qui 955 persone vennero uccise dai nazifascisti. Venne annientata unintera comunit, che risiedeva da secoli su questi monti. La maggioranza delle uccisioni fu compiuta nelle giornate tra il 29 settembre e il 5 ottobre del 1944, poi note come quelle dellEccidio di Marzabotto, in cui persero la vita 770 persone. Altre violenze avvennero nel periodo precedente e successivo la strage. I luoghi toccati da questo percorso sono anche tra i pi significativi nella storia della Brigata Partigiana Stella Rossa. Nata a Vado, lungo la valle del Setta, essa combatt con coraggio tra queste alture fino ai giorni delleccidio, che segnarono la fine di questa formazione. Durante il cammino, ricordate il sacrificio di queste persone, dei civili, dei partigiani. Molti dei sentieri che percorrerete saranno gli stessi un tempo utilizzati dagli abitanti di Monte Sole e, durante la guerra, dai partigiani. Vari ruderi, testimonianze in pietra di quegli eventi drammatici, emergeranno tra campi, alberi e cespuglieti, in localit quasi tutte teatro deccidio. A S. Martino, dove troverete i resti della chiesa e di unabitazione, i nazisti infierirono con violenza il 30 settembre 1944. Vicino al cimitero un cippo ricorda i religiosi uccisi dai nazifascisti nel 1944. Attualmente a S. Martino restano i ruderi della chiesa e dellantico borgo; il cimitero stato ricostruito nel dopoguerra. Caprara di Sotto ci ricorda tempi antichi in cui la maggioranza della popolazione abitava sulla montagna. I ruderi che

potete intravedere sono quelli di una casa in sasso, che ospit la sede comunale fino al 1828. Quelli di Caprara di Sopra riportano invece al massacro, il 29 settembre del 44, di una cinquantina di persone che si erano radunate nellosteriadrogheria che qui sorgeva. Presso Casaglia sono visibili i ruderi della Chiesa di S. Maria Assunta e il cimitero, dove vennero massacrate circa 80 persone e dove ora riposa don Giuseppe Dossetti, fondatore della Comunit della Piccola Famiglia dellAnnunziata ospitata dai due monasteri di Casetta e Podella. A Cerpiano il massacro dur due giorni, fu perpetrato allinterno delloratorio di cui ora restano i ruderi. Su Monte Sole troverete anfratti nella roccia che servirono da rifugio e riparo per chi combatt in questi luoghi nel 1944-45, e trinceramenti costruiti dallesercito tedesco durante lultima guerra, visibili anche su Monte Caprara. Sulla vetta, un cippo in pietra a ricordo della Brigata Stella Rossa. La bellissima vista che si pu godere dalla vetta riporta alle motivazioni di tipo strategico che spinsero i nazisti a voler occupare questarea, le cui cime permettono di dominare le vallate dei fiumi Setta e Reno e le due linee stradali e ferroviarie che qui corrono. Ora la natura ha, in buona parte, riconquistato ci che luomo ha dovuto abbandonare. Subito dopo la guerra, infatti, le strade erano difficilmente percorribili, le case distrutte, le mine disseminate ovunque e i ricordi troppo dolorosi. Vorremmo che la pace e il silenzio che incontrerete sul vostro cammino vi lascino un ricordo positivo di questi luoghi, simbolo dellorrore ma anche della forza della memoria.

Grazioli

73

PARCHI E RISERVE

PARCO REGIONALE DEI GESSI BOLOGNESI E CALANCHI DELLABBADESSA

Centro Parco Casa Fantini Via Jussi 171, loc. Farneto, San Lazzaro di Savena tel. 051 6254811 / fax 051 6254521 info@parcogessibolognesi.it www.parcogessibolognesi.it Centro visita Villa Torre Via Tolara di Sopra 99, Settefonti, Ozzano dellEmilia tel. 051 6254821 Orari: in marzo, oltre alle giornate con iniziative programmate, aperto la domenica ore 15-18 (a cura delle GEV), sabato pomeriggio e domenica mattina, solo su prenotazione telefonica. Da aprile a giugno, aperto sabato e domenica ore 10-13 e 15-18.30. In luglio aperto sabato e domenica ore 10-13 e 16-19, agosto chiuso.

Il Parco uno spettacolare complesso carsico: i Gessi offrono un paesaggio unico, fatto di doline, valli cieche, inghiottitoi, erosioni a candela. Un vero labirinto in cui si nascondono gli ingressi di oltre cento grotte, tra cui quelle famosissime del Farneto e della Spipola. Un ambiente che sa davventura e di mistero, dove anche la fauna si evoluta e specializzata alla vita nelle tenebre. Persino i torrenti hanno imparato a convivere con i Gessi, scavando nella roccia complessi sistemi di acque sotterranee. Lesempio pi significativo si trova presso la Croara: il rio dellAcquafredda si inabissa per tornare alla luce dopo quasi tre chilometri, in una sorta di seconda sorgente lungo il Savena. Il Parco tutela anche una zona di ambienti desertici conosciuta con il nome di Calanchi dellAbbadessa, formata da argille scagliose, le rocce pi antiche dellAppennino bolognese.

Trekking attraverso il Parco uesto itinerario, che attraversa tutti gli ambienti del Parco, risulta assai interessante anche se piuttosto impegnativo, in quanto lungo circa 12 km (dislivello totale 700 m), richiede dalle 7 alle 9 ore di cammino ed consigliabile quindi ad escursionisti allenati. Partendo dalla Palazza si attraversano gli affioramenti gessosi della Croara, la valle dellAcquafredda, Monte Calvo (punto panoramico), per ridiscendere al Centro Parco e poi di nuovo sui gessi di Gaibola, la valle dellIdice, passando sul torrente si arriva ai gessi di Castel de Britti: localit questultima nota per il suggestivo punto panoramico del vecchio castello (di cui rimane lantico portale daccesso), dal quale si domina la valle. Attraversando i selvaggi e ripidi Calanchi di Rio Calvane si giunge poi a Ciagnano e infine, prendendo la panoramica via del Pilastrino, si raggiunge il Centro Visita Villa Torre. Da qui si percorre il sentiero Natura che ci condurr, attraverso il selvaggio bacino dei Calanchi dellAbbadessa, fino a SantAndrea e quindi a Ozzano Emilia. Si consiglia di munirsi di acqua potabile poich non sono reperibili fontane lungo il tragitto. Centro Visita Villa Torre, inaugurato nellottobre 2005, si trova in splendida posizione collinare allinterno di un gruppo di edifici di epoche diverse, il cui primo nucleo risale con molta probabilit al XVI secolo. La nuova struttura consente lo svolgersi di iniziative e attivit didattiche grazie alla presenza di aule laboratorio e la mostra permanente sul territorio del Parco arricchita con plastici, diorami e la visita virtuale del Parco attraverso

un computer collegato con un grande schermo, dove possibile sorvolare il territorio del Parco. A questo si aggiunge lesposizione della mostra geopaleontologica Da mare a mare che racconta la storia geologica del nostro territorio attraverso rocce, minerali e fossili. Sono inoltre presenti pubblicazioni, carte escursionistiche e materiale informativo sul Parco. Il Centro Visita aperto la domenica pomeriggio da marzo a met luglio e settembre e ottobre e su prenotazione. I Calanchi dellAbbadessa nescursione lungo il suggestivo Sentiero di S. Andrea, che da S. Andrea giunge allAgriturismo Dulcamara e al Centro Visita Villa Torre, dotato di ampi spazi, acqua potabile e servizi igienici. Un ambiente aspro e poco frequentato dalluomo, in cui non difficile imbattersi nelle tracce di qualche mammifero selvatico; non mancano neppure i rapaci, che sorvolano la zona in cerca di prede e sfruttano il calore proveniente dalle argille denudate per librarsi nel cielo senza sforzo. I calanchi, considerati a ragione un ambiente affascinante, offrono numerosi spunti per scoprire, oltre che la flora e la fauna, anche la storia di unimportante fase della storia geologica del nostro Appennino, quella legata alle antichissime argille scagliose.

Zaniboni

74

75

PARCHI E RISERVE

PARCO REGIONALE DEL CORNO ALLE SCALE

Centro Parco Via Roma 1, loc. Pianaccio, Lizzano in Belvedere tel. 0534 51761 / fax 0534 51763 promozione@parcocornoallescale.it www.parcocornoallescale.it sabato e domenica, solo luglio e agosto, 10-13 e 15-18 Centro visita Pian dIvo loc. Madonna dellAcero, Lizzano sabato e domenica settembre/giugno 10-13; luglio/agosto 10-13 e 15-18 Museo Etnografico G. Carpani loc. Poggiolforato, Lizzano Orari: sabato e domenica settembre/giugno 14,30-17,30; luglio e agosto 15-18 Per informazioni e prenotazioni Sede Parco IAT Vidiciatico tel. 0534 53159 iat.vidiciatico@comune.lizzano.bo.it IAT Lizzano tel. 0534 51052 iat.lizzano@comune.lizzano.bo.it

Un Parco di crinale dagli spettacolari tratti alpini cinge il massiccio del Corno alle Scale. Coperto per gran parte da boschi, il Parco ospita numerose specie botaniche protette, come lastro alpino e la primula orecchia dorso. Numerosi e facilmente avvistabili sono anche gli animali, dai mufloni e le marmotte fino allaquila reale. Nel Parco anche possibile partecipare al monitoraggio della presenza del lupo tramite la tecnica del wolf howling. Numerosi sono poi gli sport che si possono praticare in tutte le stagioni, dai pi classici fino ai pi insoliti come il parapendio o il tiro con larco di campagna. Tutta larea dotata di una rete di sentieri segnalati, rifugi e bivacchi: da non perdere lescursione alle Cascate del Dardagna. Affascinanti per la loro collocazione nel Parco e per la loro storia sono i Santuari di Madonna dellAcero e di Madonna del Faggio, mentre esempi di architettura della montagna che meritano certamente una visita sono i borghi di Pianaccio (paese natale di Enzo Biagi), Poggiolforato e Monteacuto delle Alpi.
76

Il Monte La Nuda Durata 5 ore Sentieri 123, 129, 117 l monte La Nuda si eleva a nord del Corno alle Scale, da cui lo separa il passo del Vallone. Sulla sua vetta, libera dal bosco, si estendono vaccinieti e praterie sassose che ospitano rare fioriture di specie rupicole. Litinerario sale dapprima alla Sboccata dei Bagnadori, lungo il fosso omonimo, e prosegue per raggiungere la vetta; nella parte alta del tracciato alcuni passaggi esposti possono risultare impegnativi in caso di fondo scivoloso. Durante la salita possibile osservare in successione le diverse fasce vegetazionali che caratterizzano lalto Appennino bolognese, mentre la cima regala ampie e spettacolari vedute sul parco. Il ritorno si effettua con una ripida discesa verso Segavecchia, dalla quale si raggiunge Pianaccio per una panoramica strada forestale. A Pianaccio, punto di partenza dellitinerario, situato il pi grande dei centri visita del Parco. Il borgo si raggiunge deviando al bivio situato in corrispondenza del tornante a valle di Lizzano in Belvedere e seguendo poi le indicazioni per il paese.

Zaniboni

dellAlto Appennino Modenese. Svolgendosi per la maggior parte al di fuori del bosco, litinerario dedicato alla scoperta degli ambienti appenninici dalta quota; molto interessanti sono gli aspetti geomorfologici e vegetazionali, per la presenza della brughiera a mirtillo, con risvolti legati alle attivit umane del passato e del presente (praterie, pascoli, impianti e piste di sci). La partenza dellitinerario in localit Cavone, a lato del rifugio e del laghetto, dove termina la carrozzabile che, passando per Vidiciatico, La Ca e Madonna dellAcero, conduce ai parcheggi della stazione sciistica. Le cascate del Dardagna e il santuario di Madonna dellAcero Durata 3 ore e 30 Sentieri 331A, 333, 331 itinerario, di media lunghezza e privo di particolari difficolt, ha inizio nei pressi del santuario di Madonna dellAcero e conduce in un paio di ore alla scoperta di una delle maggiori emergenze naturali del parco, le cascate del torrente Dardagna; lungo il percorso si trovano sintetizzati molti degli aspetti geomorfologici e vegetazionali pi caratteristici di questa singolare vallata. Il sentiero si adentra nel bosco mantenendosi, per la prima parte dellitinerario, sempre sulla riva destra e in vista del torrente e dei salti dacqua. Si prosegue quindi, nella seconda parte, con modesti saliscendi attraverso boschi di faggio e rimboschimenti di conifere fino al retro del santuario di Madonna dellAcero Al santuario si giunge da Vidiciatico seguendo le indicazioni per Madonna dellAcero e il Cavone.

Il Corno alle Scale e lAlpe di Rocca Corneta Durata 3 ore e 30 Sentieri 337, 335, 129, 329A itinerario, che non presenta grosse difficolt, consente di salire in maniera agevole alla cima del Corno alle Scale. Oltre a offrire unampia veduta sui vaccinieti e le praterie dellAlpe di Rocca Corneta e dellalta valle del Dardagna, raggiunge la conca a ovest di monte Cupolino, dove le acque piovane si raccolgono a formare il bel lago Scaffaiolo, gi nel Parco Regionale

77

PARCHI E RISERVE

PARCO REGIONALE DEI LAGHI DI SUVIANA E BRASIMONE

Esteso lungo il crinale tra i torrenti Limentra e Brasimone, il Parco caratterizzato dai due grandi bacini di Suviana e del Brasimone. I laghi, con le numerose aree di sosta attrezzate lungo le sponde e la possibilit di fare canoa e windsurf fanno del Parco una piacevole Centro Parco meta turistica estiva. Simbolo del Parco il Piazza Kennedy 10, 40032 Camugnano cervo, nobile frequentatore dellarea: intorno tel. 0534 46712 / fax 0534 46504 a settembre, durante il periodo degli amori, promozione.parcodeilaghi@cosea.bo.it escursioni guidate permettono di assistere agli www.ilparcodeilaghi.it Orari: dal luned al venerd 9.00-13.00 emozionanti duelli vocali tra maschi. Boschi di querce, faggi e conifere rivestono quasi per Museo del Bosco intero i versanti e le arenarie dei principali loc. Poranceto, Baigno aprile e maggio: domenica 14.00-18.30 rilievi nella parete occidentale della dorsale e giugno e luglio: sabato 9.00-13.00 a Valle del bacino del Brasimone, formando e domenica 14.00-18.30 lo spettacolare fronte dei Cinghi delle Mogne. agosto: tutti i giorni (eccetto luned) Folti castagneti si incontrano intorno a Mogne 09.30-13.00 e 14.00-18.30 e a Poranceto, dove il parco ha allestito il settembre e ottobre: domenica 14.00-18.30 Museo del bosco. Di grande interesse il Laboratorio delle Acque complesso sistema tecnologico che regola gli loc. Suviana impianti idroelettrici di Suviana, dove si trova Aperto su prenotazione. il Laboratorio delle acque, e del Brasimone, Presidio tutte le domeniche che ospita una struttura informativa dellEnea. e i festivi del periodo estivo
presso la Spiaggetta di Suviana.
78

Flora e storia di Crinale Itinerario Stagno, Chiapporato, La Pianaccia, Monte di Stagno, Capravecchia, Stagno Tempo di percorrenza 5 ore Difficolt Alta l punto di partenza a 2 km da Stagno presso il piazzale dove si pu lasciare lauto. Scendendo a valle lungo la strada asfaltata si incontra, sulla sinistra, una strada sterrata. Qui si osservano le opere di regimazione idraulica in pietra locale dellinizio del secolo scorso. Tra queste, caratteristica una ramificazione a ventaglio con il compito di convogliare le acque superficiali per evitare il pericolo di frane verso Stagno. Il percorso costeggia le pendici del versante occidentale di Monte Calvi, spettacolare finestra sulla storia geologica di queste zone: siamo in presenza della Formazione del Monte Cervarola composta da arenarie torbiditiche intercalate a strati di marne e argille. Ci accompagna un ambiente a bosco misto, con stazioni a suolo quasi affiorante e conseguente diversificazione della sua fisionomia e struttura. Superata una fonte ed oltrepassato un tratto di ruscello a cascata, tra castagni secolari si scorgono i tetti delle prime case, ormai in abbandono, dellabitato di Chiapporato, antica borgata di confine tra i territori dello Stato Pontificio e del Granducato di Toscana. Il sentiero continua (percorso CAI 021) attraverso il bosco, dapprima un castagneto da frutto poi un ombroso ceduo via via pi rado man mano che ci si avvicina al valico. In questo tratto litinerario inizia ad essere impegnativo sia per la costante salita, sia per la presenza di massi sul sentiero, testimoni delle vicine

pareti rocciose di Monte Calvi. Si prosegue in direzione della Pianaccia (il cosiddetto Eremo del Viandante, un bivacco curato dalla sottosezione del CAI di Castiglione dei Pepoli) e del Monte delle Scalette, toponimo che sottolinea la presenza di affioramenti rocciosi stratificati di origine sedimentaria. Valicata una sella ci si trova sulla testata di valle del torrente Brasimone, da cui si apre un ampio panorama . Si attraversa ora un versante spoglio esposto a sud, caratterizzato da minima vegetazione aggrappata al pendio, dove dominano la ginestra odorosa e laromatico elicriso. Dalla Pianaccia ci si immette nel percorso CAI 001 in direzione del Monte di Stagno, attraversando pendii in parte rimboschiti. Lungo il versante orientale di Monte Calvi si attraversa una zona che, secondo recenti teorie geologiche, durante lultima glaciazione fu occupata da circhi glaciali, che ne hanno modellato il profilo e arricchito il terreno, rispetto alle aree limitrofe: tale teoria spiegherebbe perch a queste altitudini si trovassero anche campi coltivati e non solamente boschi. Giunti al Monte di Stagno, dove il panorama spazia sullintero territorio del Parco e oltre, ci si immette nel percorso CAI 155 in direzione di Capravecchia, scendendo verso Stagno immersi in boschi di faggio, rimboschimenti di conifere e campi abbandonati. Nellultimo tratto si segue lantica strada lastricata che ci riporta in localit Belvedere. Tra la vegetazione sar facile scorgere antichi terrazzamenti ed edifici che, insieme alle opere di regimazione idraulica incontrate allinizio del percorso, testimoniano lattivo utilizzo del territorio da parte delle popolazioni locali.

Baldazzi

79

PARCHI E RISERVE

PARCO REGIONALE DELLA VENA DEL GESSO ROMAGNOLA

Sede amministrativa Corso Matteotti 40, 48025 Riolo Terme (RA) mcosta@mail.provincia.ra.it www.venadelgesso.org Per informazioni e prenotazioni: Centro Visita C Carn via Rontana 42, Brisighella Tel. 0546 81468 Ass.ne Culturale Pangea Faenza Tel. 338 4710140 - 339 2407028 www.pangea-faenza.it Centro visita I gessi e il Fiume Palazzo Baronale Piazza Andrea Costa, Tossignano Ecosistema s.c.r.l. tel./fax 0542 628143 ecosistema@ecosistema.it gessi.fiume@ecosistema.it www.ecosistema.it/gessifiume

Tra le province di Bologna e Ravenna, le colline romagnole sono solcate da una spettacolare dorsale grigio argentea che conferisce un aspetto unico al paesaggio. laffioramento gessoso pi grande dEuropa (25 km): una ricchezza naturale e storica che sorprende e affascina il visitatore. La Vena del Gesso prende il nome dalla pietra di gesso, detta anche selenite per la sua caratteristica di riflettere la luce, compresa quella della luna (Selene). I suoi riflessi cangianti dipendono dalle scaglie di sale incastonate tra la roccia, memoria dellantico mare pliocenico che lambiva queste terre. Lescursione pi emozionante quella lungo il crinale della Vena: da un lato il profilo dellAppennino, dallaltro la pianura bordata dalla linea del mare. Larea presenta anche peculiari morfologie carsiche, che comprendono doline, valli cieche e numerosissime grotte, tra cui spiccano gli abissi, cavit verticali che qui raggiungono profondit record.

La spettacolare Riva di San Biagio itinerario parte dalla piazza di Tossignano, antico borgo costruito sul Gesso, in posizione dominante della vallata del Santerno. Si prosegue, sempre seguendo il segnavia CAI 705, fino alla chiesa di San Michele e ai ruderi della rocca medioevale, da cui si ammira il panorama della Vena verso la vallata del Senio. Si aggira il colle su cui sorge il paese, attraverso un sentiero scende fino alla gola di Tramosasso, da attraversare nel punto in cui il rio Sgarba scompare sotto i gessi, per proseguire sotto limponente rupe della Riva di San Biagio. Si cammina tra prati naturali, macchie di ginepro e ginestra, macereti di grandi massi di gesso staccatisi dalla Riva e rotolati a valle. Dopo i ruderi della Ca Nova, si comincia a salire, tra la vegetazione di roverella e orniello, fino alla vetta della rupe, in corrispondenza del passo della Pr (384 m). Da qui si prende il crinale, da seguire per lungo tratto facendo attenzione in caso di pioggia, ammirando lo splendido panorama sulle alte valli del Santerno e del Senio. Il sentiero bordato da macchie di terebinto, leccio a portamento arbustivo ed alaterno; frequenti le tracce di escavazione lasciate dallistrice di cui possibile anche rinvenire i lunghi aculei. Si sale, cos, fino al Monte del Casino (474 m), da cui si scende alla sella di Ca Budrio, ove, in un piccolo stagno, possibile ammirare in primavera il tritone crestato. Si aggira la casa a sud, costeggiando una dolina il cui prato un ottimo sito per losservazione di varie specie di orchidee. Si aggira la dolina, attraversandone il prato nella parte bassa e si segue ancora il sentiero 705 che, tra alcuni massi di Gesso, ricomincia a salire sulla

rupe. Si procede costeggiando a sinistra un bel castagneto ricco di fioriture di denti di cane, anemoni, scilla e a destra la tipica gariga dei gessi. Si giunge in vista della chiesa di Sasso Letroso, dove si imbocca una carraia che ritorna verso ovest, costeggiando alcuni frutteti e la parte bassa del castagneto, alternato a boschetti di carpino. Si oltrepassa prima Ca Oliveto, poi Ca Siepe; qui, il panorama spazia, verso nord, sui selvaggi anfiteatri calanchivi del rio Gambellaro. Al bivio, nei pressi della casa, si prende la strada a sinistra, che sale nuovamente, prima tra coltivi, poi nel bosco, fino a Ca Budrio. Questa volta si prende la carraia bassa in mezzo al bosco, a tratti sostituito da castagneti, fino ai resti di Villa Banzole. Qui si scende fino ad una piccola raccolta dacqua, dove si imbocca la strada comunale che prosegue fino al rudere del Casone Nuovo e scende nella stretta gola di Tramosasso, ove si procede costeggiando il rio Sgarba, che scende al fiume Santerno. Prima di giungere al fiume si sale a sinistra, in un sentiero tra i frutteti (in particolare albicocchi), che arriva al cimitero di Borgo Tossignano, da cui una serie di sentieri, tagliando i tornanti della strada asfaltata, permette di risalire a Tossignano. Il percorso, a cavallo tra le province di Bologna e Ravenna, ha una lunghezza di circa 11 km e una durata di circa 6 ore, compresa la sosta per il pranzo al sacco, da consumare nei bei prati sotto i castagneti. Ritornati a Tossignano merita senzaltro una sosta il Centro visite I gessi e il fiume, dedicato allecosistema della Vena del Gesso e dei torrenti appenninici che la solcano, scendendo verso la pianura. Un accogliente ostello, adiacente al Centro, pu ospitare gli escursionisti.

Rossi

80

81

PARCHI E RISERVE

PARCHI E RISERVE

PARCO REGIONALE DELLABBAZIA DI MONTEVEGLIO

Baldazzi

Centro Parco San Teodoro Via dellAbbazia 28, Monteveglio tel. 051 6701044 / fax 051 3513872 segreteria@parcoabbazia.it www.parcoabbazia.it Centro visita del Castello torre di ingresso al borgo di Monteveglio alto. Aperto tutte le domeniche e festivi da marzo a novembre ore 15-19.

Il Parco tutela il territorio collinare a ridosso dellAbbazia di Monteveglio. Nellarea protetta, delimitata dal torrente Ghiaia di Serravalle e dal rio Marzatore, si alternano paesaggi agricoli che conservano gli assetti tradizionali della collina bolognese, calanchi di notevole interesse geologico e ripidi versanti boscati che racchiudono piccole valli riparate di discreto valore naturalistico. La storica Abbazia occupa il punto pi elevato del borgo medievale che si erge su uno dei rilievi principali del Parco, inserendosi nella trama di antiche fortificazioni e centri religiosi che caratterizza la valli del Samoggia e del Panaro. Il Parco raggiungibile da Bologna e da Modena percorrendo la SS 569 Bazzanese fino alla localit Muffa e da qui deviando per Monteveglio.

Sentiero Natura LAfrica e i vecchi coltivi Durata 2 ore l percorso ad anello inizia nei pressi della Torre del Borgo, Centro Visite del Castello, e permette di conoscere i diversi ambienti del Parco. Dallingresso del borgo si scende verso il cimitero e si prosegue sul bacino calanchivo della testata di valle del Rio Ramato. Poco prima del rudere dellAfrica si scende a destra nel bosco per poi uscire in una zona di vecchi coltivi, cuore dellarea didattica. Dallo stagno una cavedagna riporta rapidamente al cimitero.

disabili. Per guidare i visitatori stato messo a punto anche un testo descrittivo registrato su supporto audio permette di sperimentare una passeggiata coi sensi. Itinerario Il Rio Ramato Durata 45 minuti l percorso, di estremo valore naturalistico, riservato a visite guidate. Parte dal capanno presso lo stagno didattico e si sviluppa lungo il fondovalle del Rio Ramato (bosco umido) e incontra una sorgente di acqua ferruginosa nota come acqua ramata.

Sentiero Natura La corte e i prati di San Teodoro Durata 1 ore l sentiero si sviluppa nelle vicinanze del Centro Parco e consente di conoscere gli aspetti pi significativi dellantico nucleo rurale di S. Teodoro. La prima parte un breve percorso ad anello fruibile anche da non vedenti e

82

83

PARCHI E RISERVE

RISERVA NATURALE ORIENTATA DEL BOSCO DELLA FRATTONA

Centro visita e Centro di Educazione Ambientale Via Pirandello 12, Imola c/o Complesso di Sante Zennaro tel. 0542 602183 / fax 0542 602185 bosco.frattona@comune.imola.bo.it www.comune.imola.bo.it/ boscofrattona

La prima fascia di colline, oggi ordinata in geometrici campi e frutteti, era un tempo occupata da estesi boschi. Splendida testimonianza di quei tempi il Bosco della Frattona, sulle pendici collinari tra Imola e Dozza, lungo il corso del torrente Correcchio. Il bosco copre quasi per intero la superficie della riserva e si presenta come un grande mosaico. La fascia meridionale si estende su un pianoro luminoso, che in autunno sfoggia i suoi colori migliori. Verso il torrente il bosco si fa pi ombroso e fresco, tappezzato dal pungitopo. A dominare sono le querce, ma il sottobosco a riservare le maggiori sorprese: a fine gennaio fa capolino il bucaneve, quindi via via la primula, il dente di cane, lanemone dei boschi, la viola. Il bosco la casa ideale di molte specie animali: il pi diffuso e facile da avvistare senza dubbio lo scoiattolo. Nel parco si trovano anche le cosiddette sabbie di Imola, relitti delle spiagge di quel mare che pi di un milione di anni fa occupava lintera pianura padana e lambiva i contrafforti dellAppennino.
84

Itinerario lungo e si sceglie litinerario pi lungo, il percorso segue larea pianeggiante del robinieto dove la presenza di specie (quali rovo, ortica ed edera) testimonia il recente abbandono delle pratiche colturali da parte delluomo. Il sentiero prosegue nei pressi del torrente Correcchio fino a quando, dopo aver incontrato notevoli esemplari di pioppo bianco, si arriva ad una delle aree pi belle e strategiche della Riserva, unarea fresca e umida in cui si affianca alla presenza delle querce quella del carpino bianco. Lasciando a destra le rive del torrente, il sentiero risale la parte del bosco dove si mescolano vari tipi di essenze arboree ad alto fusto: dalle zone pi fresche ed umide si passa a quelle pi calde e assolate (cartello: Il bosco al bivio). Si giunge in breve al confine meridionale della Riserva, caratterizzata da un microclima pi caldo e siccitoso: il pianoro luminoso. Si tratta di una fustaia di querce in cui la roverella, spesso ibridata alla rovere, forma lo strato dominante del bosco. In una splendida parete verticale di conglomerato, segnalata lungo il sentiero da un cartello, si apre una cavit di origine antropica in cui la presenza di alcuni particolari mammiferi, i Chirotteri, di estremo interesse e sottolinea un altro importante motivo che ha portato allistituzione della Riserva. Giunti a un bivio, si prosegue a destra e agevolmente si raggiunge unarea completamente pianeggiante costituita da uno strato arbustivo di agazzino molto fitto. Il buon rinnovo di querce e aceri, insieme alla siepe di rose selvatiche e prugnolo che chiudono il margine del bosco pi ombroso e fresco, rende questa area

molto interessante per la Riserva. Un habitat al quale sono legate oltre a interessanti e rare specie floristiche anche varie specie di uccelli, rettili e insetti. Uscendo dal sentiero che costeggia larbusteto si ritorna sul tracciato dellandata e giunti allingresso di servizio alla Riserva si ritorna al punto di partenza dellitinerario. Itinerario breve l percorso breve devia a sinistra rispetto alla piana del torrente Correcchio e sale gradatamente. In alcuni punti particolarmente interessanti possibile osservare laffioramento delle ghiaie di un terrazzo alluvionale di origine continentale. Questi depositi, insieme alle Sabbie Gialle di origine marina, costituiscono quasi per intero il substrato su cui si sviluppa la Riserva. Lungo la salita una breve deviazione conduce a unarea punto da cui si apre una bella veduta verso sud, sulla testata della valletta secondaria tanto preziosa per la fioritura del bucaneve.

Baldazzi

85

PARCHI E RISERVE

RISERVA NATURALE GENERALE CONTRAFFORTE PLIOCENICO

Ente gestore Provincia di Bologna Servizio Pianificazione Paesistica Via San Felice 25 40122 Bologna tel. 051 6598645 / fax 051 6598482 riservacontrafforte@provincia.bologna.it www.provincia.bologna.it/ambiente

La Riserva naturale contrafforte Pliocenico, nellalta collina bolognese tutela un singolarissimo e maestoso allineamento di pareti arenacee che si eleva, per una quindicina di chilometri, trasversalmente alle valli di Reno, Setta, Savena, Zena e Idice, culminando nei rilievi di Monte Adone, della Rocca di Badolo e di Monte Rosso. Le peculiari morfologie del Contrafforte hanno dato origine ad ambienti diversificati e contrastanti, che rivestono un notevole interesse floristico e faunistico (il territorio della riserva compreso nel Sito di Importanza Comunitaria Contrafforte Pliocenico). Larea protetta, che dista una ventina di chilometri da Bologna, agevolmente raggiungibile sia dal capoluogo che da Sasso Marconi, Pianoro e Monzuno per gradevoli strade collinari. Luscita Sasso Marconi dellautostrada A1 dista meno di un chilometro dallimbocco della strada per Badolo.

La forma del territorio e dorate arenarie che formano gli spettacolari paesaggi della riserva raccontano le vicende di un piccolo golfo marino le cui acque sommersero questo territorio durante il Pliocene (5-2 milioni di anni fa), quando lodierna Pianura Padana era ancora un ambiente di mare aperto e profondo, a ridosso del quale la catena appenninica era gi in gran parte emersa. Nella regione compresa tra le valli di Reno e Idice la linea di costa disegnava uninsenatura alla cui estremit gli antichi corsi di Reno, Setta, Savena, Zena e Idice, dopo aver inciso valli pi o meno coincidenti con quelle attuali, si gettavano nel mare scaricando i materiali trasportati (durante il Pliocene nel golfo si depositarono centinaia di metri di sedimenti). Dopo la sedimentazione i depositi del golfo pliocenico furono coinvolti nei movimenti orogenetici: sollevamenti e traslazioni che spiegano come i sedimenti pi antichi si trovino attualmente alcuni chilometri a NE rispetto alla zona di deposizione, mentre sui depositi di spiaggia pi recenti si pu oggi camminare sino a raggiungere la cima di Monte Adone (654 m).

Zaniboni

Itinerari n lungo itinerario escursionistico promosso dal CAI di Bologna, la Traversata delle cinque valli, collega Monteveglio a Ozzano Emilia per le strade e i sentieri della collina, percorrendo anche buona parte del Contrafforte (il tracciato dotato di unaccurata segnaletica e di posti tappa). Litinerario incrocia la Via degli Dei, un percorso escursionistico che ricalca gran parte dello storico collegamento tra Bologna e Firenze. Sempre utilizzando i sentieri CAI possibile compiere percorsi ad anello pi brevi nei diversi settori della riserva. Larrampicata sportiva oggi consentita nella sola area di Badolo.

Durata 5 ore a Badolo, seguendo le indicazioni della Via degli Dei, si raggiunge la cima di Monte Adone passando per Monte del Frate. Il percorso, a tratti molto panoramico, consente di apprezzare le principali caratteristiche geologiche e vegetazionali del Contrafforte.

Durata 4 ore al fondovalle Zena si sale a Livergnano, percorrendo un sentiero e poi una sterrata che attraversano lembi di bosco xerofilo e i boschi freschi del versante nord di Monte Rosso (con belle vedute panoramiche); il ritorno per via Sadurano offre scorci sulle sovrastanti pareti arenacee.

86

87

www.provincia.bologna.it/turismo

Potrebbero piacerti anche