Sei sulla pagina 1di 18

qwertyuiopasdfghjklzxc vbnmqwertyuiopasdfghj klzxcvbnmqwertyuiopas dfghjklzxcvbnmqwertyu Pura felicit iopasdfghjklzxcvbnmqw Teo Rema ertyuiopasdfghjklzxcvb nmqwertyuiopasdfghjkl zxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuio pasdfghjklzxcvbnmqwer tyuiopasdfghjklzxcvbnm

qwertyuiopasdfghjklzxc vbnmqwertyuiopasdfghj klzxcvbnmqwertyuiopas dfghjklzxcvbnmqwertyu

Ci trovavamo sdraiati sul poggio presso la propriet degli Weed, la famiglia di Sarah. Assieme a noi due cerano, come di consueto, Joe e Jacinta. Allepoca si disquisiva della tanto amata fine degli studi, che per tutti equivaleva alla fine delle fatiche: in ben pochi lasciavano Dumont per la citt, molto semplicemente perch qui si lavorava molto poco e la ricchezza abbondava. Ci era possibile perch tutte le famiglie di Dumont avevano una fattoria con ampi appezzamenti di terreno e la meccanizzazione dei lavori agricoli permettevano un basso utilizzo di manodopera, in linea di massima ogni fattoria possedeva un proprio fattore, tra laltro ben retribuito, che si occupava di coordinare le attivit agricole. Ma neanche il suo mestiere era pesante, poich garantiva molta libert, visto che il lavoro era svolto da macchine semi-autonome. I fattori erano quasi tutti uomini che in citt erano caduti nellabisso della disoccupazione e a Dumont avevano riscoperto come vivere serenamente. Noi quattro, oltre ad intrattenere quotidianamente quellappuntamento pomeridiano, ci concedevamo cavalcate presso i posti pi sperduti della contea, ci dilettavamo nel cinema dessai lungo Main Street che avevamo largamente contribuito a costituire. Mi ricordo che io, per raccogliere un po di soldi autonomamente, decisi di trasformare temporaneamente uno dei miei passatempi preferiti in una specie di occupazione. Infatti scommisi con Philip Baker, il padre di Joe, circa diecimila dollari, frutto di anni di risparmio sulla retribuzione puerile, che altrove viene gergalmente chiamata paghetta, di non tornare a casa prima di aver ucciso sette capi. Era mattino presto quando lo salutai alle Nove Querce, il punto di ritrovo pi noto per i cacciatori della zona. Dopo cinque ore arrivai alla fattoria dei Baker con quattro caprioli, un montone e due daini. La rapidit con cui condussi limpresa mi frutt un aumento di circa due terzi lammontare stabilito. Mi ritrovai con diciassettemila dollari dopo sole cinque ore di lavoro, pensare che a Dumont un fattore guadagna in un giorno in media solo duecento dollari.

Alla somma riscossa aggiunsi i miei risparmi riuscii a versare sia la mia quota, che la quota di Sarah, che non da molto era mia fidanzata. Joe, parrallelamente, scelse di fare lo stesso con la sua ragazza, Jacinta. Ogni volta che compivo ogni pi semplice azione in nome di quellamatissimo rapporto, mi veniva in mente il momento in cui tutto era cominciato. Ci trovavamo in una gita a cui partecipavano un discreto numero di giovani del paese, tra cui io e Sarah, e la destinazione era la vetta del Mount Pleegh. Il gruppo si articolava in divisioni sempre pi numerosi, spargendosi su tutto il sentiero. Io ero rimasto a confabulare con Sarah, che era anche allora una tra le pi belle ragazze di Dumont, e con Anne, allepoca una delle mie pi ferventi spasimanti, che dopo anni di corteggiamento non aveva ceduto, rimanendo costantemente attratta dal mio fascino. Io mi ero sempre scansato e avevo rifiutato con disinvoltura tutte le sue numerose profferte. Si stava parlando degli Howard, una nuova famiglia arrivata in citt, che aveva rilevato le attivit dei Florterson, i quali erano stati decimati dai decessi per motivi completamente slegati luno dallaltro e per cui avevano deciso di ricongiungersi con un ramo metropolitano della loro famiglia. A parere mio e di Sarah, gli Howard portavano una ventata daria nuova a Dumont, ma secondo Anne erano una minaccia per lintegrit della comunit, soprattutto per i loro costumi, che rispetto ai nostri erano cos sgarbati. Ma noi due confidammo nel buon adattamento alla collettivit, evento che ben presto si rivel completo. Infatti la secondogenita, Susan, non era vista di buon occhio in paese in quanto adultera, nonch richiedente di divorzio: a Dumont entrambe i fatti sollevavano una pesantissima condanna sociale che divent insostenibile, costringendo gli Howard a allontanare la figlia da Dumont. Il gesto fu ben accolto dalla popolazione che sanc definitivamente lintegrazione della famiglia nel tessuto sociale cittadino. Questa accoglienza e lungimiranza caratterizz i pensieri di noi due in quei momenti, mentre Anne

continuava ad irrompere con discorsi irragionevoli e con tentate adulazioni al sottoscritto, alle quali eravamo esausti. Forse furono proprio quelle il motivo scaturente del nostro primo bacio e quindi dellinizio del nostro fidanzamento, poich a Dumont per costituire un fidanzamento sufficiente un bacio, mentre per troncarlo necessario un affronto diretto, a meno che il moroso non abbia terminato di respirare. Con quel segno demmo inizio ad un rapporto duraturo allinsegna della felicit reciproca e della fedelt. Non ricordo chi per primo avvicin le labbra, ricordo che fu un atto in assoluta complicit e, possi aggiunge, simmetria. Quella gita al Pleegh fu indimenticabile: io e Sarah ci distaccammo dalla comitiva e, dopo che ebbi dato a Joe una lettera per mio padre che indicava un prolungamento della mia permanenza pro sponsaliis. La tradizione locale, infatti, imponeva un periodo comunitario allinizio di un fidanzamento, comunemente denominato viaggio di fidanzamento; tuttavia, secondo i costumi di Dumont, i viaggi per rendere affiatata la coppia sono numerosi e costanti, pare almeno dieci allanno, per cui il primo viaggio viene definito pro sponsaliis, anche perch il fidanzamento viene celebrato con il bacio, ma necessaria una cerimonia ufficiale che formalizzi il nuovo rapporto. Essa in linea di massima una serata da ballo alla quale devono essere presenti rappresentanze di entrambe le famiglie; esse non possono interferire nei rapporti tra fidanzati, n impedirli, tuttavia possibile apporre il non-consenso, cio dare lapprovazione non totale nel caso ci siano gravi inadempienze morali del nuovo partner. Nel caso in cui il partner sia discriminato dalla famiglia opposta a causa della famiglia di appartenenza, la condanna sociale sempre sufficiente a sedare i dissidi. Ma il nostro fidanzamento fu anche ben voluto dalle nostre famiglie. Il nostro viaggio pro sponsaliis ebbe come alloggio un rifugio, il cui onorario fu, come da tradizione, interamente versato dal partner maschile. Dedicammo circa una settimana e mezza, questo era il periodo concessoci dallapplicazione della tradizione del viaggio

pro sponsaliis in sede di calendario scolastico. Furono giorni


indimenticabili: scalammo il Pleegh pi volte, intraprendemmo numerose cavalcate presso i colli della zona e dimostrammo il nostro amore in ogni modo lecito e morale. La sera del ritorno fummo accolti nella fattoria dei Kukree, la mia famiglia, per la cerimonia di fidanzamento. Il tutto fu salutato nel migliore dei modi e non insorse alcun problema sia di natura formale che informale. Ci ritrovavamo sempre sul poggio presso casa sua, molto pi spesso del quotidiano appuntamento con Joe e Jacinta. Ci dedicavamo alla lettura di interi libri damore, ci scambiavamo aforismi sentimentali che venivano generati dal nostro sprizzante cuore che era colmo di amore e felicit. Cara, chi interiormente pi forte tra noi due? domandai una volta. Sei tu amore, che sei cos dolce, romantico, intellettuale e coraggioso rispose. Non credo, penso piuttosto che lo sia tu, perch sei semplice, attiva, sportiva e comprensiva controbattei. Se non sei uno sportivo nato non colpa tua, ti amo lo stesso, anzi di pi disse. Amo correre e pedalare, ma la cosa che amo di pi al mondo sei tu dichiarai. Darei la vita per te e non vorrei mai ferirti, vorrei che il nostro rapporto non debba creare alcuna cicatrice. Dar tutto me stesso perch ci avvenga aggiunsi. Anchio mimpegno che ci rimanga la verit fino alla nostra morte, la nostra pelle sentimentale deve rimanere liscia per sempre, senza bisogno di alcuna coagulazione sostenne. Bada per che io sono un uomo e che non metto in gioco la mia virilit con prodotti cosmetici, nonostante ti permetta di farne uso, sia chiaro ribadii. Stai tranquillo, amore mio, il sentimento sar il nostro cosmetico naturale! esclam.

Resta il fatto che io far sempre quello che vuoi tu, o mia amatissima avvalorai. E cos sia profer. e cos sia. confermai. Cosa ti metterai per il ballo di fine anno? Ma non importa, il tuo fascino indipendente rispetto al tuo abbigliamento, e anche rispetto allacconciatura ammisi. Eserciti larte delleloquenza nellattivit delladulazione o sei sincero? domand. Esiste forse qualcuno che ha mai mentito dicendo la verit? enunciai. Se anche esistesse, non potresti essere mai tu, che con animo puro pronunci complimenti fondati sulle fondamenta della verit che sono avvalorati dalla tua grazia verbale disse. E neanche tu che non ripudi la verit, ma la accogli e la riempi di significato. affermai. Verit anche il nostro amore autentico che non cessa mai di palpitare profer. Poich esso mosso da sentimenti sinceri ed innocenti, che non costituiscono una impudica ricerca di piacere, bens il reciproco completamento interiore altrui sostenni. Esatto e con queste parole non resistette a baciarmi le labbra con un impeto che era tanto naturale tanto innocente. Era il completamento fisico massimo del nostro infinito sentimento reciproco. Dinnanzi a noi vediamo un mondo che vogliamo migliorare introdussi un nuovo capitolo alla nostra discussione. Ci riusciremo, perch grazie allamore che limpossibile diventa realizzabile disse. Lamore ci ha donato occhi nuovi e ci ha mostrato che limpossibile non che il possibile avente un altro nome espressi. Affermare il contrario equivarrebbe a mentire conferm. Si pu quindi dire che la nostra unione completa anche nel modo

di pensare, nonostante non venga compromessa alcuna nostra libert: non magnifico? sottolineai. Tu sei magnifico e la tua magnificenza si stende su ogni frutto della tua mente afferm. Non sei forse tu ora ad esagerare nei toni dei tuoi complimenti evidenziai. Chi pu mai esagerare utilizzando parole ispirate dal cuore? rispose. Ti amo troppo per contestarti, ma non potrei comunque contestarti poich hai detto bene che tali parole, in quanto espressioni damore, sono state ispirate dal cuore. Infatti lamore non unentit razionale, bens unentit che va ritenuta al di fuori della ragione, situata in una localit dove la ragione un ente inconcepibile, quindi impossibile controbattere lamore con la razionalit enunciai. La tua destrezza lessicale mi affascina sempre di pi e non ricordo come feci a vivere in tua assenza quando vissi anni pi giovani, per le tali elevazioni spirituali che con te riesco a raggiungere in ogni momento di ogni nostro incontro: sarebbe impensabile per me la privazione di tali prodezze interiori anche per soli pochi giorni e ringrazio Dio che fino ad ora non ci ha negato il tempo per queste meravigliose esperienze dichiar. Ti ammiro per che tu non ti discosti da me neanche nella fede, ma essa interagisce libera nel nostro rapporto e si fa fontana di gioia infusa che arricchisce la nostra incantevole relazione pronunciai. Nella nostra esistenza ci conformiamo luno allesigenza dellaltro, diventando una cosa sola che abita in due corpi distinti. Le poche cose che ci separano sono il tempo e lo spazio, il resto non riesce a sopraffare la nostra felicit, perch la purezza del nostro amore talmente ammirata da Nostro Signore che fino ad ora non ha ancora osato contaminare la nostra gioia afferm. Non posso che sottoscrivere ci che le tue labbra hanno appena pronunciato, poich se non ci dimentichiamo della base su cui ogni amore si dovrebbe fondare, lamore non verr n sradicato n

contaminato nella bench minima forma avvalorai. Potrei sottoscrivere anchio? e con queste parole si lanci in un altro bacio che ben accolsi e che non fece altro che consolidare ci che avevamo costruito insieme. Come bello vivere in un posto dove la preoccupazione un evento remoto e la serenit regna serena, dobbiamo essere grati per questo sottolineai. Con laccoglienza restituiamo ci che ci stato donato: chiunque chiedesse ospitalit a Dumont non verrebbe mai rifiutato, ma trattato con la massima cordialit sostenne. Potrei forse contraddire un simile elogio alla nostra comunit uscito dalla bocca della donna che amo pi di tutto al mondo? replicai. La tua abilit verbale si intreccia inestricabilmente con il tuo inguaribile romanticismo ammise. Fortunatamente tutto ci non unilaterale, ma riesci sempre a lusingarmi con la tua perizia intellettuale che riesce a pareggiare tra noi qualsiasi confronto di ogni genere pronunciai. Sei tu che lusinghi me per i sentimenti che il tuo cuore ha appena rielaborato in parole rendendomi piena di gioia disse. La vita stata gentile con noi perch ci ha permesso di non rinnegarla affermai. Gentile troppo poco: stata generosa, stata colta da un amore indissolubile verso le nostre esistenze equivalente allindissolubilit della nostra unione evidenzi. Speriamo che la vita non ci affligga con situazioni che possano minare il nostro rapporto invocai. Non posso darti torto, perch il nostro amore, sebbene sia

inscindibile neanche nel pi piccolo degli atomi, ha sempre bisogno delle condizioni favorevoli per sfociare a livelli sempre superiori che non cesseranno mai di elevarsi ammise. Ma anche se la vita diventasse tutto dun tratto crudele verso di noi, il nostro sentimento si riveler come un armatura che non potr essere mai sconfitta, se non con il ricongiungimento presso chi ha avuto lottima idea di plasmarci dichiarai. E anche allora compiremo congiuntamente le nostre ultime azioni consegu. Spero anchio che il nostro ricongiungimento a Lui non sia disgiunto tra noi proferii. Anchio auspico che il nostro fidanzamento non sia finch morte non ci separi, ma che la morte non ci separi, perch ci conduca insieme alla destinazione ultima pronunci. Nonostante ci, Padre non il nostro, ma il Tuo volere. Dinnanzi a Te ci prostriamo e ti adoriamo con riverenza evidenziai. Pater noster, qui es in clis: sanctifictur Nomen Tuum; advniat Regnum Tuum; fiat volntas Tua, sicut in clo, et in terra. introdusse. Panem nostrum cotidianum da nobis hdie; et dimtte nobis dbita nostra, sicut et nos dimttimus debitribus nostris; et ne nos indcas in tentatinem; sed lbera nos a Malo. conclusi. La nostra fede il caposaldo del nostro amore, senza di essa non saremmo niente e non avremmo potuto costruire nulla rilev. Quanto sono vere le parole che sono state appena pronunciate dalla tua bocca osservai.

E quanto sincera la constatazione che tu hai or ora espresso, o mio amatissimo replic. La tua bellezza e la tua eloquenza si affascinano lun laltra. Se fossi privato della vista, potrei sempre ascoltare e condividere con te opinioni sulle pi alte questioni culturali, se, invece, ludito mi fosse tolto potrei ammirare estasiato la magnificenza dello splendido mosaico che il tuo corpo. E, dunque, ti amerei sempre ed in ogni situazione, sebbene ora sono in grado di carpire con ogni mezzo che Dio mi ha donato ogni aspetto della tua bellezza sia esteriore che interiore, anche se devo ammettere che ne trovo di migliaia di nuovi ogni giorno che passa. Come potrei non amarti? Sarebbe come sostituire un albero che produce frutta in abbondanza con una colonna di marmo sperando che aumenti la produzione dichiarai. La magnificenza tua quantificabile elevando il numero delle stelle nel cielo ai secondi dallinizio alla fine dellesistenza di questo pianeta. Non posso non notare lo splendore del tuo corpo che affascina soprattutto in quanto a rettitudine di virilit, ma conserva una galanteria di fisicit rarissima. E poi le tue frasi che sono intrise di sentimento per me rappresentano non solo le fondamenta, dopo Nostro Signore, del nostro amore, bens della mia stessa esistenza. Ringrazio chi mi ha creato perch mi ha fatto il dono della vita, ma ringrazio anche te che, pur non avendola creata, lhai trasformata e completata rendendola migliore: non ti sar mai grata abbastanza per questo espose. Non posso che condividere le tue parole che sono frutto di un sentimento che palpita costantemente senza mai fermarsi, rendo grazie a chi mi ha dato la vita perch mi ha dato lopportunit di

dedicarla e donarla integralmente a te e rendo grazie anche te, o mia carissima, che sei fonte di eterna gioia che zampilla nel mio cuore e che riflette lamore che Dio ci ha umilmente donato. Tu sei per me una biblioteca avente milioni di volumi ed ogni giorno insieme ne sfogliamo uno insieme. Il grande mistero che la vita non ci permette di capire se ne stiamo scrivendo noi le pagine o se stiamo solo ricalcando parole gi scritte per mezzo dello Spirito Santo, ma questo indifferente perch lamore il sentimento che ogni giorno caratterizza le nostre due esistenze enunciai. Dio ha avuto unindulgenza ed una lungimiranza infinita nel creare lamore, senza di esso la vita sarebbe una somma di giorni privi di senso, senza lamore luomo sarebbe costretto a vendere se stesso alle dipendenze per cercare invano di debellare la monotonia sottoline. E chi ancora che lamore sia uninvenzione si ricreda, sebbene detesto chi lo finge per laridit di cui impregnato il suo cuore affermai. Non bisogna essere troppo duri con costoro, salvo che con i pi vigliacchi e i pi sfacciati, poich chi non ha conosciuto il Signore meno fortunato di noi e non ancora riuscito a raggiungere i livelli che lamore tra noi e per Dio sono riusciti ad elevarci controbatt. Sarebbe ingiusto contestare una simile carme ad una cotanto virtuosa attivit quale levangelizzazione comprovai. Io, innanzitutto, suggerirei unevangelizzazione interna e con questa frase mi sfior nuovamente le labbra per accingersi ad un ulteriore bacio. Questo momento di intima felicit, chiss perch, lo introduci sempre tu interruppi temporaneamente.

Forse perch alcuni doni che Dio ci ha fatto tu passi tanto tempo a ringraziarli, io dopo averli ringraziati in modo consono, penso che venga il momento di assaporarli replic riprendendo a baciarmi. Dopo aver concluso dissi: PregarTi e ringraziarTi, Signore, comportano modalit che variano da persona a persona, speriamo che col tempo le modalit che noi due usiamo adoperare con riverenza verso la Tua maestosissima autorit siano anchesse una cosa sola. Rupert, tu sei lunico uomo al mondo che riesce ad essere romantico anche quando prega e ringrazia lAltissimo. La tua personalit si spalma con perfetta livellatura su ogni suo tratto e ci fa di te il miglior uomo che io abbia conosciuto espresse. Vederti rispondermi con cotanta bont danimo mi riempie il cuore di gioia: esso, colmo di amore per te, zampilla felicit in un continuum la cui fine pu essere segnata solo da una lapide pronunciai. Come atteggi argomenti cos delicati con una finezza tale da renderli innocui esisti solo tu al mondo ed io ho la gioia al mondo di essere tua. Infatti la felicit di due che si amano non fare proprio laltro, bens essa sta nellessere dellaltro dichiar. Anche da me questa gioia condivisa, quanta ne provo nellessere esclusivamente tuo. Non potrei vivere altrimenti la tua assenza sarebbe peggiore della privazione di ogni membra del mio corpo avvalorai. Se tu non avessi membra del tuo corpo non saresti in vita e la mia assenza sarebbe comunque reale constat. In ogni modo non esiste dolore al mondo pi grande che quello di perderti, preferirei un milione di colpi di rattan, piuttosto che venire

privato di te. Ad ogni sofferenza non languir per non scoraggiarti e il nostro sentimento rester intatto e non potr essere che scalfito dal passaggio a nuova vita proclamai. Scusami, o mio amatissimo, mi potresti definire cos un rattan? domand. A Singapore, come misura addizionale alla detenzione, il reo pu essere condannato alla fustigazione per mezzo di un bastone inumidito lunga circa un metro e venti risposi. E tu faresti questo per me? chiese, rispondendosi da sola dandomi un lungo bacio. Al termine, continuammo la discussione, Sarah evidenzi: Credo che il dolore inferto da un simile strumento debba essere esponenzialmente elevato Pu esistere al mondo un dolore pi forte di quello di perderti? Il sentimento che provo per te cos infinitamente grande che mi garantirebbe di superare ogni sevizia affermai. Anchio farei lo stesso per te, quello che sento per te incommensurabile ammise. A te non saranno necessari simili sforzi perch io sar sempre con te a proteggerti in ogni evenienza dissi. Lamore che capto in ogni parte della tua essenza vitale mi impedisce di contestare le tue parole, la mia mente arriva a ritenere inconcepibile una simile azione, poich ritiene insito in se stessa che ci che dici non in grado di contenere affermazioni dissimili dalla verit ed ogni tua parola che arriva alle mie orecchie non fa che confermare ci profer. Come potrei contraddire una simile affermazione che acclama a gran voce lamore che continui a provare per me? La tua fiducia in me mi

ha sempre colpito e mi colpir sempre, ma anchio intrattengo gli stessi pensieri verso di te: potresti mai infrangere la verit con le tue parole? Ogni istante che passa prova schiacciante dellimpossibilit di questa eventualit confermai. Non potr mai non amarti, ci equivarrebbe a ripudiare la mia stessa vita, poich tu sei lessenza della mia vita espresse. Vale anche per me tutto ci, il mio amore per te incancellabile e non n sovrascrivibile n intaccabile n soggetto a scolorimento, qualcosa che pu soltanto aumentare enunciai. Come bello parlare di questo nostro sentimento che non cesser di avvolgerci e continuer ad unirci profer e colse loccasione per dare un nuovo bacio allamato. Concluso latto affermai: Il tuo attaccamento a me non fa che colmarmi di gioia e di riempirti fino allorlo di felicit, ringraziarti per quello che sei per me limitativo Stai forse affermando che non sia cos anche per me? Dono tutta me stessa a te, ma credo sempre che ci che tu mi dai sia immensamente pi grande di ci che io riesco ad offrirti replic. Non dire cos, entrambe ci completiamo a vicenda e generiamo due persone nuove e migliori: annientiamo le nostre debolezze per creare nuove qualit controbattei. Hai ragione, amorissimo mio, noi insieme siamo la migliore cosa che avremmo potuto immaginare di essere, anzi molto meglio di una qualche proiezione di felicit che ipoteticamente facemmo anni fa sostenne. O mia amatissima, come potrei dare torto alla persona che ogni giorno sempre di pi appare ai miei occhi ci che di pi vero esista, per la quale provo un potentissimo sentimento che spero sia

allaltezza di una simile verit avvalorai. Potrebbe mai non essere allaltezza un sentimento che si mostra come vero compimento dellamore che svariati milioni di persone ora non riuscirebbero neanche ad emulare, poich ha le pi salde radici evangeliche e possiede una purezza che genera una forza interiore che conosce confini? afferm. Il tuo estremo fascino si compone anche di questa tua mirabile inclinazione alleloquenza verso il nostro sentimento, la quale genera orizzonti inaspettati e ci conduce a varcare soglie sempre pi lontane dal punto di partenza che ci fanno meravigliare del percorso che finora siamo riusciti a compiere insieme sottolineai. Nulla, in confronto al tuo fascino che riesce a coniugare ogni aspetto del nostro rapporto sotto un disegno comune, dandogli uno spirito profer. A tal condizione continuarono le nostre conversazioni e sulla stessa tonalit dargomento, ci fu esperienza della nostra pi bella quotidianit. Successe come noi ci augurammo, poich la nostra vita si comp integralmente fino alla fine nellindissolubile unione dei nostri due cuori. Passarono, infatti, molti tempi. Quello che ora vi narro fu uno dei viaggi che la tradizione locale ci lusingava di trascorrere congiuntamente: si era festosi perch era il cosiddetto viaggio decadico, ovvero il decimo secondo tradizione dopo il pro sponsaliis, erano quindi passati circa due anni. Una coppia danni che apparvero meravigliosamente secoli, una coppia che fu nostra, poich noi fummo coppia. La destinazione veniva scelta una volta dalluomo e una volta dalla donna ed allora fu il turno della mia dolce met, che,

differentemente da ogni altra occasione precedente, mi nascose fino allarrivo la posizione precisa. Erano una zona montuosa stupenda di cui mi nascose pure il nome, poich feci il viaggio in auto bendato con Joe che guidava, mentre Sarah mi parlava e mi baciava. Fu anche quella unesperienza indimenticabile, che ci eravamo proposti di ripetere invertendo i ruoli al ritorno da quello che sarebbe stato un viaggio epocale. Arrivati presso lalta valle fui privato della benda e convinto da colei che fu per me sinonimo di amore a condurla presso i sentieri che mi indicava portandola in braccio. Ero abituato a simili vezzeggiamenti, poich il gentil aspetto grammico della mia fidanzata non era affatto ponderoso, sebbene il mio lo ricalcasse non di poco. La magnanimit della mia amatissima mi concesse delle pause, nonostante non accett mai un cambio di ruoli. Ti duole molto sollevare la mia umile mole? domand. Come potrebbe mai verificarsi in me un tale affronto? Lamore immateriale e dunque non ha mole. Ogni fatica che compio in nome tuo, per me fonte di ristoro risposi. Sono assai lusingata da come tu dipingi la verit del nostro amore e i suoi stupendi effetti constat. Tutto prende valore quando noi due siamo insieme, anche perch fin dora Nostro Signore non ha evidenziato macchia alcuna sottolineai. Come potrei non essere felice di una tale elevazione del nostro sentimento ad universale, grazie al sigillo divino che la nostra congiunta felicit? afferm. Che le nostre vite non cessino mai di intrecciarsi fino alla fine di ognuna di esse invocai.

Che il Signore ci esaudisca disse. che il Signore ci esaudisca confermai. Allo scoccare di tali invocazioni giungemmo presso il rifugio, donde la donna mia sinonimica aveva organizzato di soggiornare. La camera matrimoniale a letti separati, tradizionale per lo status di fidanzati, era adornata di splendide decorazioni, che per quanto splendide fossero, non riuscivano bench minimamente a superare la mia perla vivente che accompagnava il mio cammino di vita. Qualche giorno seguente a quello ci trovavamo nelle stupende alture della zona a prolungare disquisizioni filosofiche sul nostro amore, quando a distanza piuttosto ravvicinata udimmo degli spari. Echeggiarono nellaria per molto tempo, tale per cui interrompemmo la nostra discussione romantica per comprendere laccaduto, volgemmo lo sguardo e vedemmo un uomo dilaniato dai proiettili insieme ad un gruppo di loschi individui che si accorsero della nostra presenza. Afferrata la situazione ci venne spontaneo dissimulare la nostra visione con un bacio, ma ci non fu sufficiente. Quegli uomini armati di fucili di tutto punto si avvicinarono verso di noi. Io, di scatto mi avventai contro uno dei tizi, avendo la meglio su di lui, ma proprio sul punto di disarmarlo e finirlo, la mia amatissima disse: Lascia quelluomo, non allontanarti da Dio compiendo violenza verso di lui. Fa che non sia costretta fare altrettanto per assaporare la vita eterna nel medesimo tuo luogo Dopo qualche tentennamento lo lasciai, accerchiato poi dagli altri e esclamai: Se volete la mia vita, eccola, salvate il mio respiro vitale che la meraviglia che posata sul prato!

Anche gli occhi di una donna vedono inve luomo. Non mi voglio separare da te neppure negli ultimi momenti, o amore mio annunzi. Avvenga di me ci che desideri, le nostre candele vitali si spegneranno allunisono concordai. Ci avvolgemmo in un ultimo bacio che ci accolse nelle braccia del Creatore. Non ci staccammo neanche un secondo, i due proiettili ci assassinarono contemporaneamente, non provammo dolore alcuno, sicuri della vita eterna che Nostro signore ci avrebbe preparato.