Sei sulla pagina 1di 10

www.scibile.

it

Pensavi di farla franca? Balzi fino alla Luna, sfoderi artiglieria da 50 megatoni e i tuoi denti masticano 600 milioni di quadrupedi allanno. (per non parlar dei polli aggiungerebbe Jerome K. Jerome) Neanche i tirannosauri ti superano, ma mica per scrupolo: solo che non hanno larma larma di sterminio pi devastante mai apparsa nel nostro universo. Un cervello umano. Ragnatele invisibili, avvolgono il pianeta Capire condivide letimo con carpire e infatti catturi tutto quello che si muove: atomi, stelle o pollame; avvolgendoli nei sottili fili del ragionamento per intrappolarli nellimmensa tela del sapere, un sapore del potere. Come mai hai la guancia sul monitor, per caso ti sto annoiando? Qui si cattura il mondo e tu ti annoi? Il diritto di uccidere un cervo o una mucca l'unica cosa sulla quale l'intera umanit sia fraternamente concorde anche nel corso delle guerre pi sanguinose Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere

Il ragno intrappolato dalla tela Gli antichi miti sono concordi: devi avere incasinato qualcosa, e ora nulla come prima. Se ne mangerai si apriranno i tuoi occhi e diventerai come Dio, conoscendo il bene e il male (Gen 3, v. 6) Che lalbero proibito sia figura della conoscenza appare chiaro, infatti mangiando il suo frutto si accorsero di essere nudi. (Gen 3, v. 7) Spgliati: scoprirai la bestialit.

Ecco luomo diventato come uno di noi, per la conoscenza del bene e del male. Ora, egli non stenda pi la mano e non prenda anche dellalbero della vita, ne mangi e viva per sempre Gen 3, v. 22

Fig. 1 - Incisione del XVI secolo raffigurante lalbero della Conoscenza

Tutti gli uomini sono mortali, Socrate un uomo, dunque Socrate mortale Socrate, ovvero il filosofo, ovvero tu che stai pensando: morirai. E il guaio che ora lo sai. Sapere angoscia Scopri la tua natura + le bestie crepano + chi muore sparisce per sempre = sapere angoscia. Per Heidegger ci che determina l'uomo l'esperienza dell'angoscia perch siamo esseri per la morte: l'uomo appena nato gi vecchio, dice il contadino di Boemia.

"Ostico, lottare. Sfacelo m'assale, gonfia fiumana. Oceano cieco, pozzo nero di pena mi accerchia senza spiragli. Non esiste approdo" Eschilo, Le supplici, 13 La specie maledetta Sar stata una mela, il fuoco degli dei, la Hybris o la legge del Dharma: fatto sta che i cancelli dellEden si sono chiusi alle tue spalle, let delloro finita e landrogino squartato. Stirpe miserabile ed effimera, figlia del caso e della pena, perch mi costringi a dirti ci che per te meglio non sapere? La cosa migliore per te di non essere nato. Perci la cosa in secondo luogo migliore, per te, morire prima possibile Nietzsche, Apologo de: La nascita della tragedia Immortalarsi A parte il suicidio, la soluzione che diventi onnipotente, onniscente, ubiquo e perfetto. E soprattutto immortale... Dio deve esistere, vero? probabile che l'uomo si sia inventato Dio per santificare il dominio che egli ha usurpato sulla natura. Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere Eternit provvisorie Il desiderio di eternit si desta nei momenti di picco dellesistenza, che abitualmente chiamiamo felicit. E vengono seguiti dal terrore: la cognizione dello scorrere inesorabile terrorizza la persona felice. Le tazze sporche di caff, le labbra tumefatte di passione e fuori il crepuscolo ormai ottenebrato Subentra il disperato tentativo di sospendere il tempo: ritmo musicale, tic nervosi e spinte pelviche sono (fallimentari) tentativi di gripparne lo scorrere. Ogni volta che inseguiamo la ripetizione stiamo tentando una provvisoria eternit. (Leterno ritorno nicciano curvare la retta del tempo in un cerchio) In corsa contro il tempo? Ahim forare! Le forme di vita hanno linopportuna tendenza ad alimentarsi e crescere. Tu sei sfrenato (e senza ABS): per quale ragione dovresti accontentarti di vivere quarantanni come nellottocento? Certo, le persone comuni sembrano miti Sono solo rassegnate: se avessero pi potere scatenerebbero la stessa brama di tradimenti e matrimoni in serie, cupidigia della bella vita, superbia sconfinata e imbarazzante sete di gloria che ossessiona i potenti. E di nuovo langoscia della morte, il pungiglione che fora lanima rendendola incolmabile. Abboffandoti di fagottini ti fai un harem di minorenni e il novantanovesimo paio di stivaletti... Soddisfare ogni appetito con il Marchese De Sade? Avere il potere di Hitler, Stalin o i Borg? La conoscenza infinita come il dottor Faust? Pi famosa di Madonna o pi amata di Maria? I confini dellanima non li potrai mai trovare Eraclito, Sulla natura, 45DK Gli abissi infiniti dello spazio-tempo hanno adesso il loro specchio. Un cuore umano. Solvet cosmos in favilla Il presentimento della morte rende maledetto il pensiero e forato il cuore. Immortalarti tramite eternit provvisorie o altri surrogati (i figli, un impero,

comparire in tv, firmare una panchina) non una soluzione abbastanza ermetica da tappare linarrestabile dissanguamento di secondi. Gilgame dove ti affretti? Non troverai mai la vita che cerchi. Quando gli di crearono l'uomo, gli diedero in fato la morte e tennero la vita per s Epopea sumera di Gilgame, re di Uruk, risalente al 2500 a.c. Inseguito dal labirinto Pensare entrare nel labirinto, pi esattamente far essere e apparire un labirinto, quando si sarebbe potuti restare adagiati tra i fiori, giacendo di fronte al cielo Castoriadis C., Gli Incroci del Labirinto, p.8 I confini del labirinto sono il pensabile, leroe il tuo flusso di coscienza. Mentre cercavi luscita hai notato che la tua ombra ha le corna: sei tu il minotauro, perch sei di natura bestiale. La morale a sua volta un labirinto: mascheramento dell'ideale ascetico e religioso. Dall'ideale ascetico all'ideale morale, dall'ideale morale all'ideale della conoscenza: sempre la stessa impresa che si persegue, quella di uccidere il toro, cio di negare la vita, di schiacciarla sotto un peso, di ridurla alla sua forza reattiva. Deleuze G., Divenire Molteplice, p.5 L'esorcismo della morte esige la negazione della bestialit: morale, ascesi e razionalizzazione ci spellano di dosso il scimmiesco. Proprio come lEpilady. E se hai la maschera di Perseo, leroe giusto che difende il bene dal male, soltanto per giustificare una volutt sanguinaria. Perch tu adori spargere sangue: se non puoi farlo in trincea lo vuoi vedere nella corrida o allo stadio, o almeno in un filmetto horror. E vai a messa per berlo. Non c' bisogno di proibire ci che nessuno desidera. Proprio il modo in cui formulata la proibizione non uccidere pu darci la certezza che noi discendiamo da una serie infinitamente lunga di generazioni di assassini che, come forse anche noi oggi, avevano nel sangue la passione per l'omicidio. Freud, Aforismi e pensieri, 1913 Devi fuggire dalla consapevolezza come un pallone da uno spillo e sprofondare nelloscurit la ragione, affinch la tua ombra scompaia. Se aborri la luce e la vita oscuro labirinto, perch non sprofondarci dentro? Potente come la ragione, infinita come il desiderio limmaginazione Lanalisi logica una scomposizione mentre limmaginazione una decomposizione. Cosmo significa ordine, poesia viene da creazione. (Pi il mondo interiore creativo meno lo controlli, ma dandogli ordine/i inaridisce) Che sia con l'uso di stupefacenti, attivit onirica o ludica, virili metafisiche o uterine apparizioni, le manifestazioni fantastiche conducono dentro. La coperta immaginaria Perci quando il mondo razionale gela puoi coprirti con limmaginazione. Nessuno si stupir che un pensiero finale, supremo, scaturisca dal cervello del sognatore: sono diventato Dio! [] Ma lindomani! Il terribile indomani Baudelaire, I Paradisi Artificiali, Cap.IV-V
Sogno = magazzino dellimmaginario Gioco = diventare spettAttore (recitare per te stesso, essere il pubblico e lo spettacolo)

Innamoramento = credere di aver trovato un Dio o esserlo per qualcuno Arte = modellare la materia a forma di anima Fede = non sapere di prendere limmaginazione un po troppo sul serio Superstizione = riconoscere di prendere limmaginazione un po troppo sul serio Indottrinamento = sottomettere qualcuno allimmaginazione di qualcun altro Mitologia = conservare in un museo limmaginazione di qualcun altro Ideologia = incarnare un ideale per conquistare il mondo reale

Questi territori stanno ai confini dellanima, allesterno dellinterno: una volta celeste dipinta nella volta cranica. Non c pi Eracle, San Francesco e la sfera delle stelle fisse: ma Eluana, Che Guevara e Steve Jobs. Agiscono come motori aristotelici che muovono teleologicamente (tele-ideologicamente?) suscitando desideri e paure: animandoci. I termini 'psiche' e 'anima' sono usati in modo interscambiabile, ma Anima ha una valenza metafisica e romantica. Le sue frontiere toccano quelle della religione: la mente non cessa mai di far sgorgare all'esterno la linfa dellimmaginazione, e di congelare poi questo gioco in paranoidi monumenti di verit eterna. Ma c un parallelo anche tra il pensare mitologico dell'antichit e il pensare analogo che riscontriamo nel gioco dei fanciulli, nei racconti primitivi e nel sogno. Hillman J., Fuochi Blu, pp. 39-40 e 177 Stai l e non ti muovere che non ho finito Adesso guardati dentro. Trovi una sostanza stabile che corrisponde allio? Se domani cambi idea, resti ancora tu? E se invece cambiassero i tuoi sentimenti? E quando dimentichi? Di ci che sei dentro (ricordi, sentimenti, pensieri e fantasie) nulla permane immutabile. Adesso piglia quello straccio di concetto metamorfico che ancora ti rimasto incollato alla nozione di io: che fine fa per quelle sei ore tutte in cui fai la pennichella e non vivi e non sogni indi non sei? Scotta, sapere di non esistere, vero? Identit viandante Il nostro io lillusione di se stesso: la sua essenza erotica perch si tende tra la terra e il cielo; tra un mito passato e un futuro sognato. Se Prospero ha ragione e noi siamo della materia di cui son fatti i sogni (La tempesta IV, i, 158-160) allora possiamo rifugiarci in un sogno. Hai mai fatto un sogno tanto reale da sembrarti vero? Se da un sogno cos non dovessi pi svegliarti come potresti distinguere il mondo dei sogni dalla realt? (Wachowski Brothers, The Matrix) Come Neo finch non prende la pillola rossa, Alice attraversando lo specchio, Mia Farrow lo schermo della Rosa Purpurea del Cairo, anche tu entri nellimmaginario quando tramuti un sogno in delirio: le malattie mentali constano per lo pi di affezioni corrispondenti a un irruzione dellinconscio, che viene a sommergere la coscienza Jung, Simboli della Trasformazione, Vol.5 Ma il guaio, questa volta, che non lo sai. Il cervello nel domopak Chiamiamo cultura lossario dei sogni: una stratificazione ontofilogenetica (la storia umana viene riprodotta in ogni individuo tramite leducazione) di passate fughe: le piramidi sono i tentativi di evasione dei faraoni, i vangeli il cartello di una uscita demergenza, il Dalai Lama la reincarnazione di una porta sul nulla.

La cultura ti avvolge in una pellicola semitrasparente come un tramezzino. Comprende le categorie di giudizio, la scala dei valori, le nozioni (credenze, costumi, codici) ma plasma anche i vissuti emotivi; per questo, quando perdi la fede, come quando chi ami ti lascia, crolla il mondo. Schopenhauer lo chiama velo di Maya, Bowlby internal working model, Sandler e i cognitivisti mondo rappresentazionale. Tu lo chiami: il mondo.

Affabulazione collettiva Si pu sostituire ci che con ci che vorresti che fosse? Autoingannandosi. E se la favola te la racconta qualcun altro convince di pi... per questo sei grato alla societ -soprattutto a una fonte autorevole come il genitore per il bambino e il medium per la massa- se ti anestetizza con un sistema apotropaico: insieme di elementi in relazione logica tra loro che ti persuadano del lieto fine. Gli spot pubblicitari ti promettono una vita felice acquistando il loro prodotto, lEden non ha data di scadenza quindi per sette sacramenti un vero affare (ma ci sono i costi occulti dei precetti morali come non toccare il feto, non toccare l8x1000, non toccare il bigolo o la patatina) i cinegiornali Luce e i telegiornali dispensano la consolante legittimazione dellautorit in cambio del voto, e Hollywood garantisce che i buoni vincano sempre, che se usano la forza contro i cattivi solo quando giusto, e che tu avendo pagato il biglietto- fai parte dei buoni. Prova questo scioglilingua: patetiche utopie apotropaiche. Al denaro, allamore e al cielo Sesso, potere e sopore: qualunque paradigma culturale un ingranaggio che si addentella agli impulsi animali, al controllo egoico e alla rimozione del nulla. Ne usa la spinta e ne edulcora lessenza. Prendiamo la libido: come viene rimossa o sublimata dal prisma culturale: nei luoghi pubblici obbligatorio coprirsi, per vengono tappezzati di nudit. Se un maschio ha molte donne ammirato, se una donna ha molti uomini disprezzata. La passione esaltata dallarte, per ci offendiamo con epiteti

sessuali. La foto di un pisello scandalosa ma quello degli eroi olimpici il canone del bello. Patria ha la radice di padre, madre di materia. I bambini nascono per mezzo del sesso ma il sesso -insieme alla morte- lultima cosa che devono scoprire. Amare significa desiderio di possedere e anche desiderio di donare. Se un minorenne racconta un abuso scatta la custodia cautelare, se in tribunale sotto giuramento dichiara che era consenziente, stato soddisfacente e vuole rifarlo, il suo parere del tutto ininfluente. Lincesto vietato se i parenti hanno convissuto, ma quando ci si sposa si convive per il resto della vita. Gli animali hanno comportamenti omosessuali ma lomosessualit contronatura. Sei obiettore antiabortista per puoi fare il ginecologo della mutua in un paese che sancisce il diritto delle donne di scegliere. Chiamiamo il sesso fare lamore e Dio amore, per rimane single per leternit. Non desiderare la donna daltri e il Padre mette incinta sua figlia Maria, moglie di Giuseppe. Lappartenenza al popolo santo si sancisce strappando un pezzettino di pene, la castit di una sposa strappando limene. Dio genera ed un maschio, la madonna partorisce ed vergine. Mostrare gli organi riproduttivi osceno, per Dio ci ha fatto a sua immagine... Ma cos, giochiamo a schiaffo? Ideologie e religioni ti imprigionano nel delirio di qualcun altro. Verso la fine degli anni Sessanta cominciava a trionfare lirrealt della sottocultura dei mass media e lultimo baluardo della realt parevano essere i corpi, con larcaica vitalit dei loro organi sessuali. Ma anche linnocente realt dei corpi stata violata, manipolata, manomessa dal potere consumistico: anzi, tale violenza sui corpi diventato il dato pi macroscopico della nuova epoca umana. Pasolini, Abiura dalla Trilogia della Vita (Corriere della Sera)

(cartelloni affissi pubblicamente in Italia di cui ho contraffatto i marchi)

Chiesa catodica Langoscia della consapevolezza viene sedata da un baluginio che riscalda ogni dimora umana. Ma il suo fuoco una cineseria kitch su cui sfilano le stesse telenovelas, gli stessi paterni sorrisi presidenziali, gli stessi packaging

industriali: immagini geniali e interessanti / di presidenti solidali e di mamme piangenti / voi vi buttate sul disastro umano / col gusto della lacrima in primo piano Gaber, Io se fossi Dio (singolo censurato uscito negli anni di piombo) Questo tele-utero un trust: la proporzione aritmetica tra le frequenze televisive planetarie e il numero di testate giornalistiche online, portali tematici, blog, forum e newsgroup, le rende meno pluralistiche delle dita di Topolino. Questo inespugnabile focolare domestico sposta masse intercontinentali di esseri umani a succhiare tutti dalla stessa cannuccia, bruciare petrolio e i bambini degli altri con bombe intelligenti, mentre i terroristi (che sono gli eroi di quelli che chiamano i nostri eroi terroristi) ammazzano i figli nostri con stupidi temperini. Credi tu negli UFO, nelloroscopo, nel calendario Maya e nei tarocchi, nella reincarnazione o nellascensione di Maria? Non ha pi importanza: ti stanno tutti aspettando in sala.

Ciao, io me ne vado Naturalmente, se la natura e la societ avessero a cuore la tua felicit, criticarle sarebbe superfluo. Tu sei felice? Solvente caos Caos il diluvio che tutto affonda nei flutti del pantarei. Lumano ci che cerca soluzioni. Ma nessuna vita ha una soluzione: la vita muore. Stelle di carne

E invece, per quanto sia ridicolo amarsi tra orfani terminali, quando sarai di fronte al plotone di esecuzione rifiuterai la benda, guarderai il nulla avvicinarsi e sorriderai, salutando la vita che hai tanto amato. I tuoi occhi abbaglieranno di lucidit. Solleverai il mento al cielo e griderai ci per cui accetti di morire: il nome di chi ami, che stai raggiungendo o che ti raggiunger. Il nome del Dio a cui hai creduto da bambino o la giustizia per cui hai vissuto. La verit che hai avuto il coraggio di proclamare, o la bellezza. Esploderai in mille scintille rosse che saliranno come stelle. E forse, per qualcuno, anche solo un attimo, delle stelle scintilleranno.

Grazie della lettura, se hai dei commenti o delle critiche scrivimi!

Yuri Radaelli scrivi@yuriradaelli.it

www.scibile.it

Potrebbero piacerti anche