Sei sulla pagina 1di 17

Angelova Raya Valerieva

http://rayavangelova.blogspot.com/

Lassetto mediatico in Bulgaria dopo la caduta del comunismo

Tesi di Laurea in Scienze Umanistiche della Comunicazione Universit degli Studi di Firenze, 2011

3. Luso della rete

Lo sviluppo sociale e la diffusione dinternet in Bulgaria sono avvenuti contemporaneamente con la sua penetrazione nel resto del mondo. Il collegamento agli utenti bulgari alla rete mondiale avviene agli inizi degli anni 90 del XX secolo, utilizzando i parametri dei gi esistenti sistemi BBS (prototipi della rete attuale). Fino al 1994 in Bulgaria operavano soltanto due reti BITNET (Because Its Time Network), la quale si utilizzava esclusivamente per la posta elettronica, forniva le universit ed era mantenuta da BAN. La seconda Cifrovi servicii (Servizi numerici) operante a Varna, forniva universit e grande aziende. In un secondo momento della diffusione dellinternet sono apparse le prime aziende fornitrici dinternet a largo consumo, i cosiddetti provider o fornitori: KIT, BBS e Bulnet. Sono differenti anche i modi di collegamento allinternet, passando dal deal-up, allinternet via cavo e la rete locale fino allADSL e il Wireless. (). 55 Uno studio indicativo effettuato da un test di mercato nel luglio 2009, dimostra che il 44,69% della popolazione bulgara tra i 15 e 69 anni utilizza internet. Tuttavia, questa percentuale in pratica pi elevata, se si considera anche l'uso elevato dinternet tra i bambini di et inferiore a 15. La Bulgaria classificata tra i migliori UE utenti per quanto riguarda l'uso dinternet ad alta velocit (di oltre 10 Mbps). La Bulgaria tra i paesi, che hanno una qualit dinternet a banda larga necessaria per le future applicazioni web (come le Internet TV in HD), che diventer presto una pratica. Negli ultimi tre anni, la penetrazione dinternet aumentata notevolmente. Nel 2006 stata del 28,5%. Il numero di utenti internet in rapida crescita a causa del crescente accesso alla banda larga, la quale viene usata dal 70% delle persone in opposizione al 30% dutilizzo dinternet tramite i dispositivi senza fili e via satellite. L'ultima indagine rappresentativa mostra che nel novembre 2009 gli utenti internet sono 3,45 milioni di persone, con un aumento del 24% soltanto in un anno. Gli utenti internet a Sofia sono il 68% di tutta la popolazione. C' una grande differenza dutilizzo dinternet tra gruppi di et. I pi giovani sono gli utenti internet pi
Cfr.: M. Popova, Le parole dei media in transizione ( ), Faber, Veliko Turnovo, 2010, p.44
55

60

regolari - 74,76% nella fascia di et tra 15-19 anni. Il 60% di loro usa internet a casa. Gli utenti regolari tra le persone anziane nella fascia di et over 60 sono solo 11,57% (solo il 7,61% di questo gruppo utilizza internet a casa). L'indagine mostra le principali aree di utilizzo di Internet nel 2009, come segue - musica/mp3 - 44,23%; e-mail 38,37%; news / giornali on line il 38% ; sport - 24,22%; chat 22,86%, in linea TV - 18,92%, su Radio line - 17,85%. 56

3.1. Lutilizzo delle tecnologie dinformazione e di comunicazione in Bulgaria

LIstituto Nazionale di Statistica bulgara attua analisi sullutilizzo delle tecnologie dinformazione e di comunicazione in Bulgaria in due fasce:

3.1.1. Lutilizzo delle tecnologie dinformazione e di comunicazione e del commercio elettronico nelle imprese nel 2010

I risultati del sondaggio svolto nel 2010, riflettono ancora una volta il trend di crescita nell'utilizzo delle ICT e del commercio elettronico nelle imprese. Nel 2010 quasi tutte le grandi imprese con oltre 250 dipendenti hanno accesso a Internet (99%) e l88% di loro ha anche una connessione a banda larga. Il tasso medio annuo di crescita dimprese con accesso a una rete globale per il periodo 2006 - 2010 del 2,5%. La percentuale pi alta di dipendenti che utilizzano un computer sul posto di lavoro nelle attivit finanziarie e assicurative (89,0%) e subito dopo viene il settore ICT (74,4 %). La pi bassa percentuale di utilizzo delle tecnologie dinformazione e comunicazione quella dei lavoratori nel settore edile, i cui compiti comprendono l'uso del computer (12,8%).

56

Cfr.: V. Tabakova, Media Landscape: Bulgaria, (cit.)

61

La quota dimprese che hanno un sito web aumentata del 3% entro un anno e nel 2010 ha raggiunto il 44% per tutte le imprese. Le grandi imprese con pi di 250 dipendenti sono cresciute del 5% rispetto al 2009 e il 76% desse supporta un sito web per far crescere le loro aziende anche nello spazio web. La firma elettronica un documento moderno di crittografia che garantisce la nostra sicurezza in un software di distribuzione, le transazioni finanziarie e dove le informazioni critiche siano scambiate per via elettronica. Essa ci consente di risparmiare tempo e denaro e legittimit alle nostre istituzioni importanti per lo scambio

dinformazioni. La firma elettronica utilizzata dal 48% delle imprese nel paese e la tendenza alla posta sempre pi diffusa tra le imprese e la societ. Per il periodo 2004 - 2010, il tasso medio annuo di crescita nell'uso di firma elettronica delle imprese del 7,2%. La quota maggiore di utilizzo dinternet da parte delle aziende riguarda lutilizzo dei servizi online che fornisce il governo, le informazioni ricercate dalle aziende riguardano le istituzioni pubbliche (70%) e il 66% scarica da internet diverse informazioni come tasse, statistiche, ecc. Sempre pi aziende inviano i documenti completati tramite internet (62%) e il 52% delle imprese usano procedure amministrative svolte interamente per via elettronica, quali la registrazione, autorizzazione, dichiarazione, pagando per i servizi online ecc. Il commercio elettronico fornisce velocit e convenienza ai clienti, risparmiando tempo e offrendo prezzi pi bassi direttamente dal produttore o dal rivenditore, senza mediazione. La quota dimprese che hanno beneficiato dei vantaggi del commercio elettronico e hanno ordinato prodotti o servizi via Internet nel 2010 dell8%, escludendo gli ordini effettuati tramite e-mail. Soltanto il 4% sono le aziende che hanno compiuto vendite tramite reti informatiche nel 2010. 57

57

Cfr.: National Statistical Institute of Bulgaria, ICT usage and eCommerce in enterprises in 2010, Sofia, 2010, pp. 1-3

62

3.1.2. L'utilizzo delle tecnologie dinformazione e di comunicazione da parte delle famiglie e degli individui nel 2010

I dati del sondaggio confermano la sempre maggiore tendenza di diffusione e utilizzo delle tecnologie dinformazione e di comunicazione da parte delle famiglie e degli individui in Bulgaria. Nel 2010, c stata una crescita del 3,5% sulla percentuale di famiglie con accesso a internet da casa. Nel 2010, c stato un lieve cambiamento di valore rispetto all'anno precedente delle famiglie che utilizzano linternet; i dati mostrano che il 26% delle unit rilevate si basa sull'accesso a internet ad alta velocit compreso DSL, cavo, wireless, satellite, ecc. Le famiglie che non hanno ancora accesso a internet da casa sono 66,9%; le motivazioni di tale scelta sono diverse. La quota pi alta di famiglie ha individuato nella mancanza di competenze la ragione del mancato accesso (43,1%), mentre il 41,9% crede che i costi di accesso siano alti e di conseguenza ostacolano la loro piena integrazione nella societ dell'informazione. E ancora una grande porzione di famiglie ha risposto che non vogliono o non hanno bisogno di connessione internet a casa (39,3%). Le persone che rientrano nell'indagine sull'uso delle tecnologie dinformazione e di comunicazione da parte delle famiglie sono di et compresa tra i 16 e i 74 anni. I dati mostrano che il tasso di crescita medio annuo di chi utilizza regolarmente internet per il periodo 2006 2010, stato del 5,0%. I giovani tra i 16 e i 24 anni sono caratterizzati come il gruppo di et pi attiva della popolazione in Bulgaria, la navigazione sul World Wide Web ogni giorno o una volta alla settimana di 76,1%. Dopo aver analizzato i risultati della ricerca attuale sull'uso delle tecnologie dinformazione e di comunicazione, stata stabilita la correlazione inversa tra et e frequenza d'uso regolare dinternet e del computer - con l'aumentare dell'et della popolazione si riduce l'uso di computer e dinternet. Dal numero totale di persone che hanno dichiarato di aver sempre lavorato con computer, la quota maggiore rappresentata da persone che 63

non hanno mai frequentato corsi di formazione, ma sono autodidatti di 44,3%. Pi di un quarto invece sono le persone che hanno partecipato a corsi informatici (almeno per tre ore) per pi di tre anni - 26,2%, negli ultimi tre mesi del 2010 sono stati educati 13,9% di persone. Nel 2010, il 90,7% delle persone dichiara di utilizzare internet maggiormente per comunicare nei social network, per guardare video e inviare e ricevere e-mail. Tra i motivi pi comuni per navigare nella rete c anche la ricerca dinformazioni e di servizi online. Il 90,2% delle persone utilizzano linternet per guardare televisione o ascoltare la radio, scaricare software, giochi, foto, musica e film o pubblicare i propri file (di testo, foto, video, musica, ecc). Inclusi in questa cifra sono anche i consumatori che giovano della convenienza dinternet per leggere o scaricare libri, riviste e materiali per la formazione elettronica online. I servizi online elettronici messi a disposizione dal governo sono utilizzati dal 35,4% delle persone. Nonostante l'abbondanza e la diversit di negozi e aste online, i dati per il 2010 non riflettono cambiamenti nello schema di uso del commercio elettronico da parte dei bulgari. La percentuale dei cittadini che preferiscono acquistare beni o servizi online, del 5,1% negli ultimi dodici mesi. Gli uomini sono leggermente pi attivi in termini di acquisti online - 5,4% di loro hanno effettuato ordini online, rispetto al 4,8% delle donne. Sta aumentando la domanda di alcuni beni e servizi online, per esempio il 47,3% delle persone che utilizzano il commercio elettronico, ha fatto ordini per abbigliamento e attrezzature sportive, invece nellanno precedente erano soltanto 43,0%. E cresciuta anche del 3,3% la percentuale di persone che si affidano ai servizi online per l'acquisto o per la prenotazione di pacchetti viaggio e hotel. Quasi un terzo dei clienti di servizi online ha ordinato libri, riviste, giornali o materiali elettronici dapprendimento (31,6%). La quota pi ampia di quelli che non hanno ancora utilizzato il commercio elettronico nel 2009 ha dichiarato che preferisce fare acquisti in un negozio e vedere il prodotto (21,7%) o non hanno bisogno di fare acquisti online ( 19,4%). Molto spesso le persone hanno acquistato beni e servizi da negozi bulgari online, nel corso degli ultimi dodici mesi risultano 76,7%. In 64

crescita di preferenza sono i siti e le offerte di articoli anche daltri paesi soprattutto membri dellUE, poco pi di un terzo degli acquisti sono stati fatti da tali siti (34,6%). Il commercio elettronico tra la Bulgaria e l'UE ha un tasso di crescita medio annuo del 7,3% per il periodo 2008 2010; si nota che le persone gradualmente perdono interesse per lo shopping online da venditori di altri paesi al di fuori della Comunit Europea. 58

Lo stato del panorama dei media digitali in Bulgaria in gran parte determinato dalla struttura base dinternet. I principali operatori sul mercato con le maggiori quote di traffico internet, pubblicit e ricavi includono: NetInfo, Dir.bg, Investor.bg, Economedia, Mail.bg, Web Media Group, Atol Media, Web Ground Group, DarikWeb, e MS Group Key. Molti di loro devono il loro successo al fatto che si sviluppano utilizzando il format dei media, fornendo notizie, e-mail gratuita, accesso alle informazioni finanziarie, notizie sportive, piattaforme di chat rooms e contenuti che descrivono i diversi stili di vita. Negli ultimi anni, gli investitori stranieri hanno mostrato un crescente interesse in questo settore. Un esempio tipico la societ tedesca Handelsblatt, che diventata unazionista rilevante di Economedia; la situazione delle aziende Orbitel e Netspettro simile. L'unico provider DSL in Bulgaria, BTC, interamente di propriet straniera. da notare, che i fornitori dinternet e i fornitori di contenuti sono per regola diverse aziende del mercato. Non c' virtualmente alcuna convergenza grave ancora tra questi due gruppi. Dall'inizio del 2007, c' stato il consolidamento crescente tra i fornitori di servizi internet. Ci comporta una migliore qualit del servizio e la graduale stabilizzazione del mercato dopo un lungo periodo di caos e frammentazione. 59

Cfr.: National Statistical Institute of Bulgaria, Survey on ICT usage in households and by individuals in 2010, Sofia, 2010, pp. 1-5 59 Cfr.: O. Spassov, Public Service Television in Bulgaria at the End of the Analog Age, (cit.), p. 4

58

65

3.2. I media e la rete

Le caratteristiche di media online, sono rappresentate al meglio dai mezzi di informazione specializzati, che hanno diverse soluzioni di organizzazione. I popolari siti di notizie online, offrono una selezione di contenuti editoriali che possono essere autentici o raccolte mediante innumerevoli link da altri media, la modalit internet permette inoltre anche un moderato rapporto diretto con gli utenti. 60 Un numero crescente dei media bulgari offre servizi online. I media statali con servizi internet sono: il Bulgarian Telegraph Agency (www.bta.bg) con una versione in inglese (www.bta.bg/indexe.html), la televisione nazionale bulgara (www.bnt.bg), e la radio nazionale bulgara

(www.nationalradio.bg).

3.2.1. I servizi online dellassetto della stampa

Quasi tutti i giornali e riviste hanno gi la loro versione online. La mancata creazione di varianti online si rivelata uno strumento inefficace negli sforzi volti a mantenere alti i tassi di circolazione dei giornali cartacei. 61 I tre media stampati principali bulgari con edizioni on-line sono: Standart News (www.standartnews.com), Monitor (http://www. monitor.bg/) e Sega Daily (www.segabg.com). Altri giornali bulgari con edizioni sulla rete sono: Duma (http://duma.bg/), Trud (http://www.trud. bg/), Sega (http://www.segabg.com/), Novinar (http://www.novinar.net/) e Kultura (http://www.kultura.bg/). Due dei giornali sportivi con edizioni online sono 7 Dni Sport (http://www.7sport.net/) e Meridian Match (http:// www.meridianmatch. bg/). Il processo di migrazione dei lettori dai
60

Popova. M., Il processo mediale e la realt virtuale: i media online in Bulgaria, Il giornalismo Bulgaro, 160 anni, Passato, Futuro, Possibilit, University press St. Kliment Ohridski, Sofia, 2006, p. 293 61 Cfr.: V. Tabakova, Media Landscape: Bulgaria, (cit.)

66

giornali cartacei alle edizioni online di alcuni quotidiani realmente significativo. La maggior parte dei quotidiani nazionali online non sono molto visitati, in opposizione ad essi ci sono i quotidiani Standart, Dnevnik e Sega i quali riscuotono maggior numero di lettori dalla versione in rete del giornale rispetto a quella cartacea (30.000 visite al giorno per Standart, tra 16.000 e 18.000 visite per Dnevnik e tra 14.000 e 16.000 lettori per Sega). 62 I siti online dei giornali riportano le notizie delle edizioni stampate, notizie dellultima ora, foto, video ecc.. Il giornale Sega (Adesso), offre anche la possibilit al lettore di consultare larchivio del giornale, facendo una richiesta per iscritto e pagando delle tasse corrispettive alla domanda.

3.2.2. I servizi online della Radio Bulgara

Sui siti internet delle radio c una descrizione dei diversi programmi radiofonici con riportati la foto, il sito o il blog del conduttore. Ci sono delle immagini di diversi eventi svolti dalla rispettiva radio, forum, classifiche musicali, notizie, giochi ecc.. Alcune delle stazioni radio bulgare con connessioni a internet sono: Darik Radio

(http://darikradio.bg/), Radio FM + (http://fmplus.net/), Radio Vitosha (www.radiovitosha.com), Radio The Voice (http://www.radiovoicebg.net/) e Radio Free Europe Radio Liberty (www.rferl.org ) ecc.. Sul sito di radio Fresh! (http://radiofresh.bg/), c il collegamento diretto su You tube. Anche Radio City (http://city.bg/) d allutente la possibilit di guardare i video delle canzoni che vanno in onda, utilizzando una piattaforma simile a You tube rinominata City tube. Radio City oltre alla stazione radiofonica possiede anche un canale musicale televisivo. Da tutti i siti delle radio, direttamente o installando un semplice programma, lutente ha la possibilit di ascoltare la radio online.

62

Cfr.: V. Tabakova, Media Landscape: Bulgaria, (cit.)

67

3.2.3. I servizi online della Televisione Bulgara

I tre principali canali televisivi bulgari hanno dei siti internet ben sviluppati. La visita delle pagine web moderatamente elevata soprattutto da parte dei bulgari che vivono all'estero. Gli utenti possono guardare le notizie e i programmi televisivi in tempo reale. 63 Negli ultimi anni BNT ha fatto seri tentativi per sviluppare servizi interattivi. Per il momento, tali servizi sono disponibili solo sul sito web del servizio pubblico radiotelevisivo presso http://bnt.bg/. Sul sito del BNT oltre al tipo dinformazione tradizionale, come la storia della televisione, la struttura della gestione, il contenuto delle trasmissioni, il sito offre agli utenti l'accesso a: ultime notizie, previsioni meteo, trasmissioni in arrivo, ecc. Il sito di BNT offre anche la possibilit di vedere molte trasmissioni online. Alcune delle trasmissioni pi popolari (come l'attuale programma Panorama o il programma investigativo Otkrito e Chasten slouchai) hanno anche un archivio video con i programmi trasmessi. Uno dei servizi pi sviluppati la possibilit di visualizzare una registrazione del telegiornale in prima serata, Po sveta i u nas ( Tutto il mondo e Bulgaria), alle 20 di sera (la registrazione disponibile il giorno stesso), nonch di accedere a un archivio video online di tutti i telegiornali di Kanal 1. () L83,9% degli utenti del sito della BNT accedono al sito dalla Bulgaria; il 32% di tutti gli utenti visita il sito web per leggere il palinsesto, il 22% visita soltanto la prima pagina (con contenuto misto), il 19% utilizza la sezione notiziario, il 14% visita la sezione dedicata alla trasmissione adolescenti Yako, l8% sceglie le notizie sportive, due 2% utilizza i servizi del centro informazioni BNT, ecc. Il numero medio di pagine uniche viste per utente al giorno per questo sito di 4 negli ultimi tre mesi (aprile, maggio, giugno 2007). Il traffico medio giornaliero nello stesso periodo stato di 39.804 persone (in conformit a una misura combinata di pagine viste e di utenti raggiunti). 64 I social network e

Cfr.: V. Tabakova, Media Landscape: Bulgaria, (cit.) Cfr.: O. Spassov, Public Service Television in Bulgaria at the End of the Analog Age, (cit.), p. 14
64

63

68

soprattutto Face book sono diventate delle forme di intercomunicazione molto popolari tra la televisione e gli spettatori. Il Mediapool.bg una web-based media che beneficia di un notevole prestigio tra il pubblico colto, con la sua alta qualit e professionalit. E 'iniziato come un supporto basato sul web all'inizio del 2000 e si sta sviluppando con molto successo. 65

3.2.4. Digitalizzazione internet e televisione

Il termine digitalizzazione ha da qualche tempo perso il suo significato sacro. Internet e le tecnologie informatiche hanno reso il processo di digitalizzazione, se non banale, almeno qualcosa che dato per scontato. In questa situazione, i termini internet e televisione non hanno pi un significato cosi diverso, inoltre, sono sempre pi utilizzati in contemporaneit. La televisione online ora in fase di lancio, anche se in assenza di alcuna norma regolativa in Bulgaria. Visualizzare i contenuti online delle televisioni stato possibile per diversi anni. Fenomeni globali come YouTube indicano che tempo per gli spettatori di abbandonare il ruolo passivo ad essi attribuito dalla televisione. Oggi, questoggetto elettronico sempre pi sostituito dal monitor del computer e anche dallo schermo di una nuova generazione dei telefoni cellulari. Alcuni teorici osano perfino anticipare la fine della televisione cos come la conosciamo. 66

3.3. I partiti politici bulgari e la rete

Sui siti dei partiti politici si pu leggere la storia del partito, il loro programma politico, lelenco dei membri del partito, eventuali pubblicazioni,
Cfr.: V. Tabakova, Media Landscape: Bulgaria, (cit.) Cfr.: O. Spassov, Public Service Television in Bulgaria at the End of the Analog Age, (cit.), p. 2
66 65

69

interviste, la campagna elettorale ecc. Alcuni dei partiti politici che gestiscono un sito internet sono: il Movimento nazionale per Simeone II

(www.novotovreme.bg), il Partito Socialista Bulgaro (http:// www.bsp.bg/), il partito del primo ministro GERB, (Cittadini per lo Sviluppo Europeo della Bulgaria) Boyko Borisov (http://www.gerb.bg/), l'Unione delle Forze Democratiche (http://www.sds .bg/); in supplemento a questo sito c la possibilit di scaricare banner, poster o canzoni dedicate al partito democratico. Sui siti dei partiti politici sono disponibili anche dei video, dei link di blog appartenenti ai membri del partito, foto di diversi eventi o manifestazioni. I siti dei partiti politici danno anche la possibilit al cittadino di iscriversi online al partito o di mettersi in contatto con esso.

70

Conclusioni

Analizzando la storia della Bulgaria da un punto di vista politico e mediatico, si evinto come lo sviluppo di queste due dimensioni sia il frutto di uninfluenza reciproca. Nel testo sono stati sottolineati i diversi momenti e i diversi rapporti instauratisi nel tempo fra queste due realt. Gli esempi riportati riguardavano il periodo rivoluzionario nelle lotte contro loppressore ottomano, il regime comunista, quello postcomunista e la realt attuale. Il panorama dei media in Bulgaria ha offerto e offre tuttora periodicamente cambiamenti imprevisti. Trasformazioni dovute non soltanto allinfluenza politica ma anche alla societ moderna, ai suoi gusti e fabbisogni. Nei giorni nostri i mezzi di comunicazione, stampa, radio e televisione, pur soggetti ad una lieve censura non vengono pi usati come un mezzo di radicale propaganda. I media strutturano e riportano contenuti ricercati dal pubblico. La loro principale funzione basata sul soddisfare la domanda, in conformit a questo sono alla continua ricerca di novit e originalit. Con il progressivo sviluppo dinternet i diversi media hanno subito un inaspettato sviluppo. La rete, con la sua struttura ha uguagliato i format della stampa, della radio e della televisione digitalizzandoli. Soltanto il futuro e lingegno umano possono mostrare i successivi sviluppi dei mezzi di comunicazione. I media online possiedono infinite potenzialit e di sicuro attireranno verso di s ulteriore interesse. Migliorando le modalit di connessione aumenteranno anche gli utenti, i finanziamenti e sicuramente sorgeranno delle nuove figure mediatiche. Il principale vantaggio dinternet lillimitata possibilit despressione che esso d al singolo utente. Lindividuo non pi soltanto un ignoto spettatore, ma una persona libera di esprimere i suoi pensieri, di fare commenti e di partecipare apertamente agli eventi che lo circondano. Uno degli obiettivi fondamentali che i media devono cercare di mantenere la libert di stampa, devono conservare la loro funzione di servizio pubblico imparziale, obiettivo e affidabile. I media non devono avere paura di cambiare,

71

non devono essere alla disperata conservazione del loro format. Leggere un giornale cartaceo o scorrere con il mouse sullo schermo di un computer non cambia la funzione e lessenza di un giornale. La stessa deduzione pu essere fatta per la radio e la televisione. La storia ha mostrato che i cambiamenti arrivano nei momenti in cui lumanit pronta ad accettarli. Il lento cambiamento mediatico che sta avvenendo sar completato quando la societ allargher la sua prospettiva di pensiero.

72

Bibliografia

Agosti A., (2000), Enciclopedia della sinistra europea nel XX secolo, Editori Riuniti. Bakardjieva M., (1995), The New Media Landscape in Bulgaria, Canadian Journal of Communication, Vol 20, No 1. Borislavov Y., (2010), Il giornalismo bulgaro - gli alti e i bassi (1844-1944), I media e la comunicazione pubblica, Alma comunicacii, Sofia, Numero 4 / Gennaio. Buttazzo C., Graziosi M., (2003), Bulgaria, Un Paese allo stremo, L'ERNESTO, 6/2003. Ciuffoletti Z., (2007), Breve storia sociale della comunicazione, Carocci, Urbino. Courtesy S., Stulberg S., (1991), Graffiti-covered tomb of Georgi Dimitrov, first president of communist Bulgaria, Sofia. Deltcheva R., (1996), New Tendencies in Post-Totalitarian Bulgaria: Mass Culture and the Media, Europe-Asia Studies, Vol. 48, No. 2. Mangalkova T., (2009), Il trionfo di GERB, Osservatorio sui Balcani e Caucaso. National Statistical Institute of Bulgaria, (2010), ICT usage and eCommerce in enterprises in 2010, Sofia. National Statistical Institute of Bulgaria, (2010), Survey on ICT usage in households and by individuals in 2010, Sofia. Nikolchev I., (1999), Journalists as lawmakers: Grassroots initlative for media regulation in Bulgaria, 1996-1998, International Journal of Communications Law and Policy, Issue 2, Winter 1998/99.

73

Popova M., (2010), Le parole dei media in transizione ( ), Faber, Veliko Turnovo. Popova. M., (2006), Il processo mediale e la realt virtuale: i media online in Bulgaria, Il giornalismo Bulgaro, 160 anni, Passato, Futuro, Possibilit, University press St. Kliment Ohridski, Sofia. Robson S., (2002), La prima guerra mondiale, Bologna, Il Mulino, 1998. Russinov S., (1974), La Bulgaria, il paese e il popolo, Sofia, Sofia-Press. Spassov O., (2008), Public Service Television in Bulgaria at the End of the Analog Age, Public Service Television in the Digital Age: Strategies and Opportunities in Five South - East, European Countries, Mediacentar, Sarajevo.

74

Sitografia

Brucciani G., Storia Medievale della Bulgaria. http://www.bulgaria-italia.com/bg/info/storia/medioevo/bulgaria_08.asp Croce Rossa Italiana Piemonte, Progetto Internazionale con la Croce Rossa Bulgara Sliven, La Bulgaria e la sua storia. http://www.cri.piemonte.it/comitato/index2.php?option=comdocman&task=do c_view&gi d=2119&Itemid=27 Mangalkova T., (2002), Bulgaria: Media in transizione, Osservatorio Balcani e Caucaso. http://www.balcanicaucaso.org/ita/aree/Bulgaria/Bulgaria-Media-in-transizione Mangalkova T., (2006), Bulgaria: Parvanov bis, Osservatorio sui Balcani e Caucaso, 31 ottobre 2006. http://www.balcani caucaso.org/aree/Bulgaria/ Bulgaria-Parvanov-bis Paquette W. A., Bulgaria Press, Media, TV, Radio, Newspapers, Press Reference. http://www.pressreference.com/Be-Co/Bulgaria.html#ixzz10x1ylmEG Rivista Telematica della Solidariet, Bulgaria, EMI - Editrice Missionaria Italiana, Bologna. http://www.prosol-bo.org/Testi/Mondo/Europa/ Bulgaria.htm Russinov S., (1974), La Bulgaria, il paese e il popolo, Sofia, Sofia-Press, http://www.bulgaria-italia.com/bg/info/storia/bulgaria_02.asp Suggi Liverani R., (2003), La morte di Nikolaj Petkov e linizio della dittatura comunista in Bulgaria. http:// www.storico.org/Petkov.htm Tabakova V., (2010), Media Landscape: Bulgaria, European Journalism Center, 05 novembre 2010 http://www.ejc.netmedialandscape/article/bulgaria/

75