Sei sulla pagina 1di 3

PREMESSA Le disposizioni del presente Codice Etico si applicano, senza alcuna eccezione, a tutti gli Associati, ai Coordinatori, agli

Amministratori, ai Collaboratori, a qualunque livello, e a tutti coloro che, direttamente o indirettamente, stabilmente o temporaneamente, instaurano rapporti o relazioni con il Movimento Nazionale Cristiano-Liberale e operano per perseguirne gli obiettivi. Pertanto tutti hanno lobbligo di conoscere le norme e di astenersi da comportamenti contrari alle stesse. Tutti i soggetti appartenenti al Movimento devono astenersi dal porre in essere, collaborare o dare causa alla realizzazione di comportamenti che, sebbene risultino tali da non costituire di per s fattispecie di reato, possano potenzialmente diventarlo.

PRINCIPI ETICI E DI COMPORTAMENTO 1) Principio generale - Rispetto della legge Il Movimento Nazionale Cristiano-Liberale riconosce come principio imprescindibile il rispetto delle normative vigenti in tutti i Paesi in cui lo stesso opera. Gli Associati sono tenuti a rispettare le leggi vigenti nazionali e comunitarie, i regolamenti, i codici interni e, ove applicabili, le norme di deontologia professionale. In nessun caso giustificata o tollerata una condotta in violazione di tali norme. 2) Onest e correttezza Lonest rappresenta il principio fondamentale per tutte le attivit del Movimento e costituisce elemento imprescindibile. Il comportamento degli Associati nello svolgimento delle loro attivit deve essere pertanto improntato a criteri di correttezza, collaborazione e lealt. L'iscritto tenuto ad ispirare la propria condotta, sia all'interno che all'esterno del luogo ove si trova a svolgere il proprio ruolo ai pi elevati standard di probit, dignit e decoro. Deve essere sottoposto a procedimento disciplinare l'iscritto al quale sia imputabile con sentenza definitiva, un comportamento in violazione delle norme della legge dello stato in cui vive o opera, anche se non abbia nello specifico compiuto alcuna violazione delle norme del presente codice. L'iscritto deve essere sottoposto a procedimento disciplinare anche se i fatti di cui si sia reso responsabile non riguardano l'attivit connessa al ruolo politico o all'attivit del Movimento, quando tali fatti si riflettano sulla sua reputazione e/o compromettano o possano compromettere l'immagine del Movimento o di suoi appartenenti. L'iscritto, indagato o imputato in un procedimento penale, tenuto a comunicare il suo status, non appena ne venga a conoscenza, al Presidente o agli organi del Movimento a ci preposti. L'iscritto deve avere consapevolezza del fatto che, la propria immagine, attraverso le cariche che assume, influenzata anche dal comportamento che gli viene attribuito. 3) Imparzialit Il Movimento Nazionale Cristiano-Liberale, in tutte le decisioni che influiscono sulle relazioni con gli Associati, si impegna ad evitare ogni discriminazione in base allet, al sesso, alla sessualit, allo stato di salute, alla razza, alla nazionalit, alle opinioni politiche e alle credenze religiose.

4) Principio di lealt e fedelt Il Movimento Nazionale Cristiano-Liberale mantiene un rapporto di fiducia e di fedelt reciproca con ciascuno degli Associati. Tutti gli Associati devono considerare il rispetto delle norme del Codice Etico come parte essenziale dei loro doveri nei confronti del Movimento. 5) Doveri e responsabilit Le relazioni tra gli Associati devono svolgersi secondo i principi di civile convivenza, trasparenza, fiducia e integrit, nel rispetto reciproco e garantendo la tutela dei diritti e delle libert delle persone. I rapporti tra le diverse posizioni allinterno del Movimento devono essere improntati ai principi di lealt e correttezza e debbono ispirarsi al principio della responsabilit condivisa avendo come obiettivo comune linteresse del Movimento al fine di concorrere insieme al raggiungimento delle sue finalit. 6) Trasparenza e completezza delle informazioni Il Movimento Nazionale Cristiano-Liberale si impegna ad informare in modo chiaro e trasparente tutti gli Associati relativamente alla propria situazione ed al proprio andamento in relazione al rapporto instaurato con gli stessi, senza favorire alcun gruppo di interesse o singolo individuo. 7) Informazioni riservate e tutela della privacy Il trattamento al quale saranno sottoposti i dati raccolti nelle banche dati e negli archivi cartacei, sar diretto esclusivamente allespletamento da parte del Movimento delle finalit attinenti allesercizio della propria attivit. I Destinatari sono tenuti a tutelare la riservatezza di tali dati e ad adoperarsi affinch siano osservati tutti gli adempimenti previsti dalla normativa in materia di privacy (D.Lgs. 196 del 30/06/2003). 8) Organi di informazione I rapporti tra il Movimento Nazionale Cristiano-Liberale ed i mass-media sono espressamente designate dall Organo Direttivo e devono essere svolte in coerenza con la politica di comunicazione definita dallo stesso. Gli Associati nel fornire informazioni ai rappresentanti dei mass-media dovranno perci attenersi alle norme fornite dallOrgano Direttivo (Presidente, Vice Presidente, Coordinatore Regione di appartenenza). La partecipazione, in nome del Movimento o in rappresentanza dello stesso, a convegni e/o manifestazioni di qualsiasi tipo, deve essere regolarmente autorizzata ed ufficializzata per iscritto dallOrgano Direttivo. Le informazioni e le comunicazioni fornite dovranno essere veritiere, complete, accurate e tra loro omogenee. 9) Provvedimenti disciplinari L'iscritto che si rende responsabile della violazione in tutto o anche solo in parte del presente codice, dovr rispondere del proprio comportamento all'organo locale o centrale all'uopo predisposto. Tale organo adotter, in funzione della gravit del comportamento, il provvedimento ritenuto pi idoneo che pu comportare anche la sospensione temporanea o definitiva dall'azione del Movimento, o da alcune cariche. 10) Disposizioni finali Nessun comportamento di chiunque potr mai essere inteso come deroga tacita o esplicita del presente codice deontologico che deve intendersi come parte di un complesso di norme etiche e comportamentali che ogni singolo individuo tenuto a rispettare nei confronti di tutti e del Movimento. Ogni diversa disposizione in deroga potr essere emanata solo ed esclusivamente in forma scritta.

Il complesso di norme del presente codice ha valore convenzionale e non si pone in contrasto con qualsiasi norma di legge i cui contenuti possano esser eventualmente incompatibili, in tutto o anche solo in parte con lo stesso. Ogni comportamento contrario alle disposizioni del Codice Etico verr perseguito e sanzionato, in quanto contrario ai principi cui si ispira il Movimento Nazionale Cristiano-Liberale. Le violazioni delle disposizioni del Codice Etico costituiscono lesione del rapporto fiduciario con il Movimento stesso. / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / /

Angelo Sciascia Il Presidente Movimento Nazionale Cristiano-Liberale

FIRMA PER PRESA VISIONE ED ACCETTAZIONE ____________________________________________