Sei sulla pagina 1di 15

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

Guadagnare con un sito web in 10 mosse


Ebook distribuito per gli utenti del sito Qualcosadafare .com

Sempre pi presto si vedono persone che con il web 2.0 hanno fatto fortuna, ovviamente questo molto difficile, ma al contrario abbastanza semplice guadagnare qualcosina giusto per
Pagina 1

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

arrotondare lo stipendio e questa mini-guida spiega proprio come raggiungere questo obbiettivo.

Esistono molti modi per guadagnare con il web 2.0 ma il modo pi sicuro gestire un sito web. Non il pi rapido, n il pi semplice, ma sicuramente se si ha la pazienza di lavorare al meglio e con continuit allora questo metodo di sicuro il migliore e quello che vi far guadagnare di pi. E questa guida fa per voi!

Pagina 2

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

In questa guida infatti spiegher in 10 passi, non pi lunghi di una pagina, tutto su un sito web: da come si crea, a come si gestisce a come si guadagna con la pubblicit.

Pagina 3

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

Ecco le 10 mosse:
1 - Che tipo di sito web scegliere 2 - Scegliere il nome 3 - Installare un sito web 4 - Scegliere l' argomento per il sito 5 - La grafica e la sua importanza 6 - Come scrivere 7 - Fedelt degli utenti 8 - Condividere i tuoi contenuti 9 - Guadagnare con il sito web - Parte 1 10 - Guadagnare con il sito web - Parte 2

Pagina 4

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

1 - Che tipo di sito web scegliere


Come tutti sanno esistono moltissimi tipi di siti web , ma tutti i siti web generalmente si possono dividere in due categorie: i primi, pi datati e attualmente meno diffusi sono i siti web statici: cio siti web che come un libro hanno solo lo scopo di fornire informazioni, hanno un men e pagine statiche ( cio che non cambiano mai ). Il secondo tipo ti sito che attualmente pi diffuso, ma pi complesso da gestire, il sito web dinamico, che interagisce con l' utente ( un esempio clamoroso pu essere Facebook ). I primi vengono solitamente scritti in solo linguaggio HTML, mentre i secondi vengono scritti sia con HTML sia con altri linguaggi come il PHP, che rendono il sito dinamico. Un tempo i siti web dinamici erano molto complessi e potevano essere creati solo da programmatori esperti, ma adesso con la nascita di nuove tecnologie come i CMS creare un sito web dinamico diventato facilissimo. Le tipologie di siti dinamici pi diffuse sono il blog e il forum, entrambe sono molto facili da gestire grazie ai CMS che sono modelli gi creati di blog o forum che noi possiamo modificare a nostro piacimento, spesso molto facilmente. Il Blog in parole povere una specie di giornale online dove noi inseriamo articoli che generalmente vengono chiamati post. I Forum invece sono community dove chiunque si pu inscrivere e scrivere piccoli post o porre domande agli altri utenti del forum. Mentre il blog gestito da uno o due scrittori (chiamati blogger ), all' interno di un forum c' una gerarchia di gestori: si parte dall' admin che controlla l' intero forum all' moderatore che controlla una categoria.
Pagina 5

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

2 - Scegliere il nome
Il nome davvero molto importante per un sito web, infatti molto importante che gli utenti ricordino facilmente il nome del sito per visitarlo successivamente. Il nome deve essere molto originale e d' impatto. Sono sconsigliati i nomi in inglese se il sito italiano. Il nome deve avere un senso in modo che si possa ricordare facilmente ( vietati per esempio nomi come www.jdre.com ), per esempio se si fa un sito sulle tartarughe possiamo chiamarlo tuttotartarughe.com .Infatti anche se abbastanza lungo ha un senso, in tema con il sito ed molto facile da ricordare anche grazie alle t ripetute molte volte che danno un ritmo al titolo ( anche questo aiuta). Il nome inoltre deve essere anche facile da pronunciare e non deve essere gi usato( se esiste pincopallino.it non useremo pincopallino.com ) per evitare confusioni. Infatti un utente che magari cerca il tuo sito finisce sull' omonimo, che tratta argomenti totalmente differenti. Negli ultimi anni sono diventati molto famosi anche siti che hanno come nome il nome del gestore del sito, come giorgiotave.it, un forum amministrato da Giorgio Taverniti. Questa non una brutta idea, infatti un nome molto facile da ricordare e fa in modo che l' utente conosca l' amministratore e ponga in lui fiducia. sconsigliabile un nome troppo lungo, infatti sarebbe difficile da ricordare e noioso da scrivere, quindi per dare un limite di lettere questo potrebbe essere 12 lettere. Inoltre dobbiamo anche scegliere il dominio di primo livello ( cio .it, .com, .net ecc...) se il sito italiano consigliabile il .it o al massimo il .com o .net gli altri come .info , .biz .tv ecc.. Sono sconsigliati
Pagina 6

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

perch considerati meno sicuri vengono indicizzati peggio dai motori di ricerca.

3 - Installare un sito web


Come ho gi detto il modo migliore per creare e mantenere un sito usare un CMS (Content management system: Un content management system, in acronimo CMS, in italiano Sistema di Gestione dei Contenuti, uno strumento software installato su un server web studiato per facilitare la gestione dei contenuti di siti web, svincolando l'amministratore da conoscenze tecniche di programmazione Web. Fonte: wikipedia ). Quindi adesso vi insegner a installare sul vostro dominio (se non ne avete uno compratelo su internet e, consiglio hostbig.com che fa pagare 15 euro all' anno con spazio illimitato o potete averlo gratis su altervista.com, ma il dominio con Altervista non sar www.tuosito.com come per hostbig ma www.tuosito.altervista.org ) i CMS pi famosi per blog e per forum che sono entrambi gratuiti. Per i blog il miglior CMS il famosissimo Wordpress scaricabile gratuitamente in inglese su http://wordpress.org/ o in italiano su http://www.wordpress-it.it/. E molto facile da usare e intuitivo.Esistono migliaia di temi gi creati per lui sia gratis che a pagamento e pu essere modificato molto facilmente all infinito, installandoci sopra dei plug-in gratuiti. Per installarlo seguite questa guida che spiega come installarlo in 5 minuti: http://cms.html.it/guide/lezione/3510/installazionein-cinque-minuti/ . Invece il CMS pi famoso per i forum PHPBB, anche questo molto comodo e facile da usare, e da installare. Troviamo la versione in italiano sul sito: http://www.phpbbitalia.net/ e la guida per installarlo a questo
Pagina 7

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

link: http://www.articolista.com/computer-e-internet/guidainstallazione-forum-phpbb.html. Mentre se si vuole installare un sito statico il miglior CMS joomla : http://www.joomla.it/ .

4 - Scegliere l' argomento per il sito


Probabilmente molti di quelli che stanno leggendo questa guida hanno gi pensato all' argomento che il loro sito affronter, ma per chi non lo ha ancora scelto conviene che non salti questa parte! Allora innanzi tutto vivamente consigliato un sito web di nicchia, cio un sito che si occupa solo di un argomento e che quindi raccoglie solo gli utenti che sono veramente interessati e non sono pochi. Infatti poniamo che uno crei un sito sul collezionismo di francobolli: certo sono molto pochi quelli che collezionano francobolli, ma se poniamo che siano 5 su mille e se si moltiplica per 60 milioni di italiani, allora gli utenti che potrebbero essere interessati al sito sono molti. Se poi il webmaster (amministratore del sito) appassionato di francobolli allora il divertimento si unisce al guadagno. Quindi innanzitutto vivamente consigliato che abbia un solo argomento e che questo argomento coincida con le vostre passioni, in modo da essere ben informati sull' argomento e in modo da non perdere da voglia di continuare l' avventura dell' webmaster. Se non si hanno particolari passioni e non si ha davvero un idea su qualche argomento il nostro sito web potrebbe trattare, il consiglio comunque quello di trovare un argomento ben delineato. Per avere sempre informazioni aggiornate sull' argomento non necessario passare il giorno sul web a cercare informazioni, magari su siti stranieri, ma grazie ad alcuni servizi come i feed RSS possiamo comodamente ricevere le informazioni automaticamente da siti da noi scelti. Un altro servizio molto
Pagina 8

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

simile ai feed RSS ma ancora pi semplice da usare Google Alert, un servizio gratuito che invia giornalmente sulla tua casella email news e informazioni legate a parole chiave che noi gli abbiamo prima comunicato: http://www.google.it/alerts .

5 - La grafica e la sua importanza


Adesso abbiamo installato in nostro CMS e che sia Wordpress PHPBB o Joomla la grafica ci appare un po bruttina e un po semplice. Pensate che molti siti web anche famosi e molto complessi in realt hanno come base un semplice CMS come il nostro ( es. ispazio ), ma modificando la grafica hanno reso il loro sito "professionale" (ripeter questa parola molte volte nella guida). L' importanza della grafica enorme, infatti un utente quando entra per la prima volta sul nostro sito la prima volta non guarder come prima cosa gli articoli, bens l' aspetto, e se questo lo aggrada o no.Potrebbe anche decidere di uscire a priori dal sito senza manco guardare i contenuti. La grafica per andar bene ad un utente deve essere professionale. Con professionale intendo una grafica semplice, ma con giusti accostamenti si colori che non siano troppo pesanti, ma facilitino la lettura. Questa volta prendo come esempio proprio qualcosadafare.com , infatti la sua grafica un modello di grafica quasi professionale come deve essere la vostra, infatti semplice, come accostamenti giusti (giallo crema e marroncino ), non molto pesanti (come potrebbero essere grigio e nero) e che quindi facilitano la lettura. Inoltre proprio per facilitare la lettura il miglior sfondo di un articolo o discussione uno sfondo bianco con scritte nere o grigie. Un altro punto i portante per la grafica il logo del sito web, che deve riportare il nome del sito, questo deve essere chiaro e molto bello per rimanere impresso alla gente,
Pagina 9

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

sconsiglio loghi in movimento perch stufano l' utente. Per cambiare la grafica dei vostri rispettivi siti cercate delle guide su come cambiare la grafica del vostro CMS ( non sono difficili da trovare). Mentre per creare il logo usate Photoshop, e se non lo sapete usare imparate perch serve molto.

6 - Come scrivere
Sia che si abbia un blog, che un forum o un normale sito statico, eccetto alcuni casi la maggior parte dei contenuti composta da testi scritti. Quindi dobbiamo pensare che ogni testo scritto sia appunto scritto alla perfezione per far si che il lettore sia pi invogliato alla lettura. Solo se i contenuti saranno originali, completi e scritti in italiano semplice, ma corretto il lettore continuer a leggere i nostri articoli e magari decider anche se tornare un altra volta sul nostro sito. I contenuti devono essere si originali, ma non troppo ( se facciamo un articolo su come agisce il cloruro d' ammonio non penso che lo visiteranno in molti). Addirittura alcune volte possiamo prendere spunto da articoli di altri siti per poi rielaborare i contenuti e renderlo magari pi interessanti e completi. Un modo per rendere gli articoli pi completi e dimostrare all' utente che ti sei informato molto sull' argomento dell' articolo inserire dei link dentro all' articolo che inviino l' utente a pagine di approfondimento sull' argomento ( se facciamo un articolo sul cibo egiziano, potremmo mettere il link alla pagina di wikipedia dove elenca i cibi egiziani). Un altro punto molto importante l' italiano, che come ho detto deve essere semplice ma corretto, con frasi non troppo lunghe e periodi non troppo complessi. Inoltre per facilitare la lettura consigliabile usare caratteri chiari e scrivere abbastanza grosso. Inoltre molto importante che un
Pagina 10

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

articolo non sia troppo lungo perch stuferebbe subito l' utente ne troppo breve . Il succo del discorso va espresso in poche righe senza girarci troppo intorno, meglio un articolo breve ma preciso che un articolo lungo pieno di divagazioni.

7 Fedelt degli Utenti


Dopo aver realizzato un Sito Web molto importante che gli utenti che arrivano siano catturati dai contenuti del sito e, soprattutto, ritornino a farci visita. Questo specialmente se vogliamo creare una community di utenti che partecipino attivamente. Ovviamente non un processo cos immediato, ma possiamo utilizzare alcune piccole strategie per fare s che ci avvenga. Principalmente bisogna fare una cosa: tenere il sito costantemente aggiornato.Inoltre bisognerebbe utilizzare un nome di registrazione abbastanza facile da ricordare. Poi, nel caso di un blog, cercate sempre di dimostrarvi gentili e disponibili con i vostri lettori. Scrivendo in maniera semplice, ma corretta, in modo che un utente venga attratto e si interessi. Create attorno a voi un ambiente familiare, e informale (senza esagerare). Unaltro trucco che funziona molto bene quello di organizzare una lotteria, o regalare qualcosa ai vostri utenti. Potreste per esempio scrivere un e-book gratuito da regalare in cambio di registrazione, oppure organizzare una lotteria a premi. Inoltre non vedete il sito unicamente come fonte di guadagno. Inserire annunci in ogni parte di esso rende sicuramente fastidiosa la visita dellutente, che probabilmente non verr pi sul vostro sito. Quando scrivete qualcosa metteteci passione, impegno e, soprattutto, scrivete qualcosa di unico e
Pagina 11

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

originale, senza copiarlo da altri siti. Se seguite questi consigli il vostro sito arriver ad avere molti utenti fidelizzati. Ovviamente ci vorr del tempo, ma voi dovete prendervelo, perch lavorare come webmaster richiede tempo e costanza. Per altri aiuti in questo ambito seguite le regole precedentemente elencate in questo E-book.

8 - Condividere i tuoi contenuti


Ebbene: questa una parte piuttosto importante dellebook. Vi voglio spiegare come pubblicizzare il vostro sito e condividere i contenuti di questo. Allinizio, soprattutto nei primi 2-3 mesi, riceverete poche visite. Questo perch google non indicizza ancora molto bene le vostre pagine. Il motore di ricerca,infatti, d la precedenza ai siti pi vecchi. Allinizio quindi potreste ricevere non pi di 100-150 visite al giorno, anche aggiornandolo quotidianamente. Ma non vi preoccupate. E normale. Se per fin da subito vogliamo iniziare ad avere utenti fidelizzati dobbiamo pubblicizzare il nostro sito. Ci sono vari modi. Il primo utilizzare Google Adwords. Avete mai visto su un sito web degli annunci con la scritta google? Ebbene i vostri annunci in questo modo appariranno su vari siti web e nel motore di ricerca google sotto la voce Annunci (situata alla destra di una pagina di ricerca). Ovviamente questo ha un prezzo. Potremo impostare un budget giornaliero da spendere in pubblicit e una remunerazione massima per ogni click che viene fatto al nostro annuncio. Se allinizio preferite non spendere soldi e cercate qualcosa di gratuito potete provare questi due metodi: 1. Social News. I Social News sono siti dove gli utenti iscritti possono mettere le notizie del proprio sito o di altri siti. Esse
Pagina 12

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

verranno visualizzate nelle varie categorie o in Home. Tutto dipende dai voti che verranno dati alla vostra notizia. Pi ne avr, migliore sar la posizione sul Social News. Ecco una lista dei migliori: Link. 2. Facebook. Un altro modo per pubblicizzare un sito Facebook. Potete creare una pagina Facebook per il vostro sito e pubblicizzarla ai vostri contatti. Inoltre nel caso aveste un blog, potete inserire un pulsante sotto il vostro articolo con il quale verr condiviso sul grande Social Network.

9 - Guadagnare con il sito web - Parte 1


E finalmente arriviamo al punto cruciale di questo e-book: Come guadagnare con un sito. Esistono vari modi. Il migliore e soprattutto pi remunerativo quello di inserire annunci pubblicitari nel proprio sito. Funziona cos: voi inserite degli annunci nel sito che possono essere testuali (solo testo) o grafici (con immagini). Guadagnerete in pi modi: PPC (Pay Per click) PPI (Pay per Impressions) PPL (Pay per lead) PPS (Pay per Sale). Il PPC ci fa guadagnare ogni volta che un utente clicca su un nostro banner. Viene conteggiato un solo click per IP. I valori dei click variano da compagnia a compagnia. Si parte dai 0,2 fino anche ad 1-2 euro per click. Il PPI. In questo caso si guadagna una certa cifra ogni mille impressioni effettuate sulle unit pubblicitarie. Le impressioni sono le visualizzazioni totali delle varie pagine. Per esempio: se Marco visualizza sul nostro blog 5 articoli avremo 5 impressioni. Una volta arrivati a mille avremo un ricavato che sar compreso tra i 25 centesimi e i 2 euro. Il PPL. Esso ci permette di guadagnare ogni volta che un utente si iscrive ad un sito cliccando sulle nostre pubblicit. Per esempio: Se
Pagina 13

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

Mario arriva sul nostro sito,clicca su un banner che pubblicizza il sito esempio.com e poi si iscrive a questultimo, esempio.com sapr che grazie a noi si iscritto un utente e ci dar una somma che va dai 2 ai 10 euro circa. Il PPS. Infine abbiamo questultima opzione di guadagno. Il guadagno avviene quando un utente passando per il nostro sito arriva sul sito pubblicizzato dal banner e compra un prodotto. In pratica funziona come il sistema precedente, per invece delliscrizione al sito si viene pagati quando viene acquistato un prodotto. In questo caso il nostro ricavato sar sotto forma di una percentuale del ricavato delloggetto, che oscilla fra il 3 e il 12-13% circa.

10 - Guadagnare con il sito web - Parte 2


Ora parliamo invece dei principali servizi che ci forniscono i banner da inserire nel nostro sito. Primo fra tutti e pi remunerativo Google Adsense. Esso fornisce dei banner pay per click con una remunerazione molto alta, che va dai 10 centesimi ai 4-5 euro a click(per il secondo caso, solo per siti molto specializzati come Assicurazioni,Economia aziendale ecc...). Offre comunque un ottima prospettiva di guadagno. Nel caso avessimo 1000 visitatori giornalieri potremmo ricavare anche 200-300 euro al mese. Saranno disponibili banner di varie grandezze e forme (728*90-250*250...) Inoltre potrete cambiare i colori di essi per integrarli al meglio al vostro sito. Dopo aver creato lannuncio, adsense vi fornir un codice in linguaggio HTML che dovrete inserire nelle vostre pagine. Ecco una Guida che vi spiega come farlo. Poi Abbiamo altri servizi dello stesso genere. Sprintrade. Esso a differenza di adsense un network di affiliazione, dove clienti da tutto il mondo possono
Pagina 14

Tutti i diritti riservati

Qualcosadafare .com

pubblicizzare la propria attivit pagando ovviamente per il servizio che viene offerto loro. Possiamo quindi far richiesta di affiliazione ad unazienda su questo sito. Se questa viene accettata essa ci fornir i codici per i banner da inserire nel sito. Abbiamo a disposizione tutte e 4 i metodi di guadagno elencati nella parte 1. Per ogni azienda ci saranno diversi tipi di guadagno. Poi abbiamo Virgilio Banner. E ancora un servizio sperimentale. Permette di guadagnare con il PPI. Potremo calcolare in maniera molto semplice i guadagni che possiamo raggiungere con il box presente nel sito. Forse questo il pay per impression pi remunerativo. Ecco infine una lista di altri sistemi di affiliazione: Heyos Juiceadv Eadv Zanox Tuxendo E questo tutto!. Non vi resta che darvi da fare e iniziare a monetizzare con il vostro sito. Buona fortuna!

Pagina 15