Sei sulla pagina 1di 54

La trasmissione da mente a

I Maestri del mente dei Buddha


IL DHARMAKAYA:
Lineage SAMANTABHADRA (TIB.

Dzogchen
KUNTUSANGPO)

Nyingthig

di Italo Cillo
(Chonyi Dorje)

Tutti gli insegnamenti dello


Dzogchen discendono direttamente
dallo stato della più alta
realizzazione, dalla condizione
primordiale di completa libertà da
ogni punto di riferimento
concettuale. Questo stato di
perfetto risveglio, privo di
caratteristiche e attributi
osservabili, è inseparabile dallo
spazio stesso e dalla mente di tutti
gli esseri illuminati; viene chiamato
Dharmakaya, cioè Stato di verità, e
rappresenta l’illuminazione stessa –
intesa non soltanto come meta, ma
anche come condizione naturale
(riconosciuta o meno) di tutti gli
esseri. Lo stesso livello di incontro non–
Nei lignaggi della tradizione concettuale da mente a mente,
Nyingma, il Dharmakaya viene accade quando l’insegnante
rappresentato nell’aspetto di introduce lo studente all’esperienza
Samantabhadra (tib. Kuntusangpo dello stato naturale della mente.
= “Tutto ciò che è positivo”), un Questo primo livello, o stadio, della
Buddha blu nudo (cioè privo di diffusione dell’insegnamento viene
attributi o elaborazioni) e in unione chiamato “Trasmissione da mente
con una consorte di colore bianco a mente dei Buddha”.
(Samantabhadri, tib.
Kuntusangmo). Il Buddha maschile Note:
blu rappresenta lo splendore della
Saggezza Primordiale [1] e di tutte 1]In tibetano Yeshe (sanscr. Jinana); gli
esseri senzienti possiedono l’ordinaria
le qualità illuminate. Il Buddha coscienza dualistica (tib. sem), gli esseri
femminile bianco rappresenta la illuminati possiedono la Saggezza
Natura Ultima (Dharmata, tib. Primordiale – una modalità cognitiva
Chönyi): l’inseparabilità di totalmente diversa, libera dall’illusione di
apparenze e vacuità, di presenza soggetto e oggetto.
2] Questi con cetti sono
spontanea e purezza primordiale, straordinariamente profondi e hanno un
di samsara e nirvana [2]. Questi potere di liberazione illimitato, quando
due aspetti (la Saggezza vengono compresi. Per approfondirli,
Primordiale e la Dharmata, cioè leggi i testi della nostra Introduzione al
l’oggetto realizzato dalla saggezza Budd hi smo.
3]Il blu Vairochana al centro (famiglia
primordiale stessa) non sono
Tathagata, dei Buddha) rappresenta la
distinti, ma inseparabilmente uniti trasformazione dell’ignoranza in Saggezza
nell’esperienza del Rigpa, la Onnipervadente. Il bianco Vajrasattva a
consapevolezza intrinseca non– est (famiglia Vajra, adamantina)
duale. rappresenta la trasformazione della rabbia
in Saggezza Simile a uno Specchio. Il
A livello del Dharmakaya,
giallo Ratnasambhava a sud (famiglia
l’esperienza dello stato risvegliato Ratna, del gioiello) rappresenta la
(l’origine di tutti gli insegnamenti) trasformazione dell’orgoglio in Saggezza
viene trasmessa in modo non– dell’Equanimità. Il rosso Amitabha a ovest
verbale, senza neppure simboli né (famiglia Padma, del loto) rappresenta la
trasformazione del l’attaccamento in
indicazioni, attraverso l’incontro
Saggezza del Discernimento. Il verde
non–concettuale fra mente e Amogasiddhi a nord (famiglia karma,
mente. Per esemplificare questo, si dell’azione) rappresenta la trasformazione
dice che Samantabhadra – dell’invidia nella Saggezza dell’Attività
nell’aspetto di Vajradhara (tib. realizzatrice.
Dorje Chang) – trasmetta gli
insegnamenti Vajrayana ai Buddha
delle Cinque Famiglie [3], che sono
sue stesse emanazioni:

“Io sono l’insegnante, io sono la


dottrina e – dotato del mio seguito
– sono anche gli ascoltatori”
(Hevajra Tantra).
La trasmissione simbolica dei in comunicazione con esseri di
grandi esseri realizzati elevate capacità spirituali, per
IL SAM BHOGAKAYA: mezzo di esperienze visionarie.
VAJRASATTVA (TIB. DORJE Non si tratta però di un essere
SEMPA) (illuminato) che entra in contatto
con un altro essere (non–
illuminato), apparendogli sotto
forma di visione e trasmettendogli
insegnamenti, pratiche, mantra e
così via. Bisogna sempre ricordare
che:

“Chi insegna i Tantra è la realtà


indistruttibile della mente; è questa
che trasmette l’insegnamento, ed è
questa che lo riceve” (Guhyasiddhi
Tantra)

L’esperienza visionaria [1], quindi,


non è altro che il sorgere di simboli
all’interno della Saggezza
Primordiale del Rigpa, direttamente
sperimentata dal praticante di
elevate capacità. Per esemplificare
questo, si dice che Vajrasattva [2]
(nella sua consueta forma
pacificatrice, o nella forma più
energica di Vajrapani) sia apparso
Proprio come da un unico sole in visione a esseri dalle speciali
sorgono innumerevoli raggi e da qualità, appartenenti a diverse
una sfera di cristallo scaturiscono classi di esistenza [3], per
luci di molti colori (senza che né il trasmettere loro gli insegnamenti
sole né la sfera di cristallo dei “tre tantra interiori”: il Maha-
subiscano cambiamenti nella yoga, l’Anu-yoga e l’Ati-yoga (o
propria natura), allo stesso modo Dzogchen).
dalla dimensione assoluta del Queste trasmissioni erano conferite
Dharmakaya scaturisce la attraverso mezzi simbolici – come
dimensione risplendente del rituali di iniziazione, mudra [4],
Sambhogakaya, o Stato di gioia, in frasi criptiche, sillabe e mantra –
cui tutte le molteplici qualità grazie ai quali il significato
“implicite” nello Stato di verità si essenziale dello stato primordiale
rivelano esplicitamente attraverso veniva istantaneamente compreso.
innumerevoli forme, colori, suoni, Questo stesso livello di
visioni, simboli e indicazioni. comunicazione, simbolico, accade
A livello del Sambhogakaya, la fra la mente dell’insegnante e
Saggezza Primordiale (che di per quella dello studente durante i
sé è priva di caratteristiche) entra wang, i rituali di iniziazione che
trasmettono sia l’esperienza, sia I Maestri dell’antica India: Il
l’autorizzazione a praticare un Nirmanakaya
certo metodo di realizzazione. (TIB. GARAB DORJE)
Questo secondo livello, o stadio,
della diffusione dell’insegnamento
viene chiamato “Trasmissione
simbolica dei Vidyadhara” [5].

Note:

1]La stessa cosa accade per i Tertön,


quando rivelano una pratica spirituale in
uno stato di samadhi, o di non–
concettualità.
2]Una forma di energia e luce dal colore
bianco, che indossa diversi ornamenti
simbolici e regge un vajra e una
campana – indicanti l’inseparabilità di
metodi e saggezza.
3]Otto grandi esseri in particolare: due
esseri divini (Adhicitta e Varapala), tre
esseri non umani (uno Yaksha, un
Rakshasa e un Naga) e tre umani:
Vimalakirti, il Re Dza (o Indrabhuti) e
Garab Dorje.
4]Gesti, speciali posizioni delle mani.
5]Vidyadhara (tib. Rigdzin) significa
“detentore della consapevolezza non
duale” (rigpa).
Se il Sambhogakaya è la
manifestazione estremamente
sottile del Dharmakaya, il
Nirmanakaya ne è la
manifestazione più grossolana e
visibile. La differenza è più o meno
la stessa che corre fra
un’esperienza di sogno (o visione)
e un’esperienza concreta di vita
“reale” nello stato di veglia. Il
Nirmanakaya – o Stato di
manifestazione – viene anche detto
Stato di compassione, perché è il
livello in cui gli esseri illuminati si
mostrano nel mondo, come
persone fisiche in carne ed ossa, al
puro e compassionevole scopo di
addestrare coloro che sono
abbastanza fortunati da poter
recepire e praticare il Dharma dei
vari veicoli. tibetano.
Così Garab Dorje, primo detentore Si racconta che Garab Dorje, nato
“umano” degli insegnamenti fra segni straordinari, abbia chiesto
Dzogchen, è ritenuto una e ottenuto, all’età di soli sette anni,
compassionevole manifestazione di poter affrontare in dibattito
del Dharmakaya (cioè della mente cinquecento maestri di dottrine
illuminata); e, benché abbia religiose.
ricevuto la trasmissione della Avendoli pubblicamente sconfitti
Grande Perfezione da tutti, venne unanimemente
giovanissimo, attraverso profonde riconosciuto come una
esperienze di meditazione in cui manifestazione illuminata, e
Vajrasattva gli appariva in visione, ricevette il nome di Prajnabhava
la sua mente non era in realtà (“natura di saggezza”). Rimase poi
diversa né separata da Vajrasattva in ritiro, meditando in solitudine
stesso. A questo livello, per quasi trent’anni; durante
l’insegnamento avviene ancora questo periodo tutte le realizzazioni
secondo i principi della si manifestarono in lui
“Trasmissione simbolica dei compiutamente e, attraverso
Vidyadhara”. frequenti visioni di Vajrasattva e
Circa 360 anni dopo la scomparsa Vajrapani, divenne il depositario
del Buddha, Garab Dorje (sanscr. dell’intero corpus di iniziazioni e
Prahevajra) nacque nella Terra di istruzioni della Grande Perfezione.
Oddiyana (tib. Urgyen) – a Si dice che la terra abbia tremato
quell’epoca uno straordinario sette volte quando Garab Dorje
crocevia di insegnamenti spirituali raggiunse lo stato chiamato “non
e itinerari obbligati, sia di più addestramento”, la Buddhità
commercio che di pellegrinaggio – completa. Trascrisse quindi, dalla
che gli studiosi collocano vasta sfera della sua memoria e
nell’odierno Turkestan cinese, o della sua realizzazione, i cosiddetti
nella Valle di Swat in Pakistan, o “6400000 versi della Grande
comunque nell’area in cui oggi si Perfezione”, che costituiscono i
affacciano (vicinissimi) i confini di Tantra–radice dello Dzogchen, di
India, Pakistan, Afghanistan, Cina cui è il compilatore.
e Tibet. Oddiyana, chiamata anche Garab Dorje si trasferì quindi in
la Terra delle Dakini, era la culla India, a nord–est di Bodhgaya, nel
più importante del Vajrayana (gli cosiddetto cimitero (o luogo di
insegnamenti esoterici dei Tantra cremazione) di Shitavana [1]. Qui
buddhisti), nonché il luogo in cui le diede insegnamenti a innumerevoli
istruzioni Dzogchen sono apparse discepoli, fra cui il suo erede
per la prima volta in questo spirituale Manjushrimitra, che gli
mondo; si dice che fosse un restò vicino per più di settanta anni
territorio di potere spirituale e di [2]. Dopo aver trasmesso tutte le
bellezze naturali, pieno di foreste, istruzioni, Garab Dorje dissolse il
animali selvatici e migliaia di proprio corpo fisico, fra segni
templi. Oddiyana è anche il Paese straordinari come dolci terremoti,
che diede i natali a Guru Rinpoche, immensi arcobaleni e suoni
il fondatore del Buddhismo meravigliosi. In quel momento
Manjushrimitra mentre meditava – I maestri dell’antica india:
unendo la propria mente a quella Manjushrimitra
del maestro – si ritrovò in possesso (TIB. JAM PEL SHENYEN)
del cosiddetto “testamento di
Garab Dorje”, le Tre frasi che
colpiscono nel punto essenziale.
Queste brevi istruzioni sono
considerate ancora oggi la
quintessenza dell’insegnamento
Dzogchen; alla semplice lettura del
testamento, Manjushrimitra
raggiunse un livello di realizzazione
identico a quello di Garab Dorje.

Note:

1]“Questi ossari, o luoghi di


cremazione, sono ricchi di significato
simbolico. Sono il luogo in cui il senso
dell’io viene sradicato, e in cui cessano
tutti gli attaccamenti verso il corpo fisico
e la vita stessa. Sono il luogo in cui i
fenomeni cosiddetti negativi si
trasformano nel loro stato
naturale, e in cui si impara ad
abbandonare la paura e l’avversione.
Leggendo i racconti dei maestri Manjushrimitra, nato in India in
dell’Essenza del cuore (Nyingthig), si una famiglia di bramini, aveva
scopre che questi luoghi hanno una vissuto in meditazione
grande energia naturale, e potere
spirituale. Sono spaventosi, pieni di spiriti
un’esperienza visionaria, in cui gli
vaganti, corpi vecchi e nuovi, fiumi di era apparso Manjushri dicendogli:
sangue e bestie selvatiche; ma sono “Se vuoi ottenere il risultato
anche luoghi di piacevole solitudine, ricchi completo della Buddhità in questa
di fiori e frutti, uccelli cinguettanti, un stessa vita, vai nel luogo di
vasto cielo aperto e nessuna distrazione,
né restrizioni di sorta. Dunque questi
cremazione di Shitavana!”.
ossari possiedono un forte spirito, energia Recatosi lì, Manjushrimitra incontrò
e potere – sia in senso negativo che Garab Dorje, che lo accolse con
positivo – il che è ideale per lo yogi che queste parole:
pratica le discipline esoteriche, che può
così trasformarli in potere spirituale ed
energia di illuminazione”. Da Tulku
La natura della mente è
Thondup, “Masters of Meditation and inseparabile dal Buddha, fin dal
Miracles”, traduzione di Italo Cillo. principio.
2]Gli “anni” di cui si parla in questo La mente, proprio come lo spazio,
racconto, come in quelli successivi, è libera dal sorgere e dal cessare.
possono corrispondere a periodi molto Avendo realizzato il significato
diversi da ciò che intendiamo oggi. Una
delle tradizioni più diffuse, ad esempio,
dell’identità di tutti i fenomeni,
consisteva nel contare per “anno” un restare in questa esperienza, senza
periodo di sei mesi; in questo caso il cercare nulla, è la meditazione.
conto va dimezzato.
Nel momento in cui Garab Dorje – I Maestri dell’antica India: Shri
dopo averlo guidato per 75 anni – Simha
abbandonò il corpo fisico entrando (TIB. PALGYI SENGHE O SHRI
nel nirvana, Manjushrimitra SINGHA)
indirizzò al suo maestro questa
preghiera:

Alas, alack, alas! [1] Oh immensa


estensione!
Se la luce irradiata dall’insegnante
si spegne, chi disperderà l’oscurità
nel mondo?

Fu in quel momento che egli si


ritrovò in possesso di un minuscolo
cofanetto, contenente il testamento
di Garab Dorje.
Manjushrimitra classificò i 6400000
versi della Grande Perfezione in tre
categorie, dette le “tre serie”
dell’insegnamento Dzogchen:
1)chiamò Semde le spiegazioni
sulla natura della mente;
2)chiamò Longde gli insegnamenti
che enfatizzano l’assenza di sforzo;
3)chiamò Mengagde le più
profonde istruzioni quintessenziali.
Egli visse per molti anni nel luogo
di cremazione di Sosadvipa, Shri Singha era originario della
praticando le discipline esoteriche e Cina. In un’esperienza visionaria di
insegnando a numerosi studenti e meditazione gli apparve
dakini; in particolare, trasmise gli Avalokiteshvara che gli disse: “Se
insegnamenti Dzogchen a Shri desideri davvero ottenere il
Singha. risultato, c’è un luogo in India
Alla fine della sua vita, chiamato Sosadvipa: è lì che devi
Manjushrimitra si dissolse nel andare”. Shri Singha preferì invece
corpo di arcobaleno nel mezzo di prendere l’ordinazione monastica e
straordinari segni, suoni e luci. In raggiungere la famosa montagna
seguito alle preghiere di Shri sacra di Wu Tai Shan (i “Cinque
Singha, quest’ultimo si ritrovò in picchi”), pensando che per
possesso de Le sei esperienze di comprendere gli insegnamenti della
meditazione, il testamento Grande Perfezione avrebbe dovuto
spirituale di Manjushrimitra. prima padroneggiare la pratica dei
Tantra; così studiò per sette anni
Note: con il maestro Bhelakirti. Poi ebbe
nuovamente una visione di
[1] È un’esclamazione di dolore e Avalokiteshvara che lo esortava a
tristezza.
raggiungere Sosadvipa; questa congiunzione fra samsara e nirvana
volta seguì l’indicazione e, [per riconoscerne l’inseparabilità].
raggiunto il luogo di cremazione, Pianta il chiodo della libertà da ogni
incontrò Manjushrimitra, dal quale punto di vista, nel punto di
ricevette insegnamenti per 25 anni. congiunzione fra i concetti di
Secondo il Khandro Nyingthig e esistenza e non–esistenza.
altre fonti, Shri Singha si recò Pianta il chiodo della
anche nel cimitero di Shitavana, consapevolezza [Rigpa], nel punto
dove poté ricevere insegnamenti di congiunzione fra i fenomeni e la
direttamente da Garab Dorje, Natura Ultima [l’indivisibilità di
trasmettendoli poi a Guru apparenze e vacuità].
Padmasambhava.
Quando il suo maestro
Manjushrimitra passò nel nirvana,
Shri Singha ricevette il testo Le sei
esperienze di meditazione, il
testamento spirituale scritto su una
foglia con un inchiostro formato da
diverse sostanze preziose. Egli
raggiunse l’apice della realizzazione
e decise di ritornare in Cina.
Qui suddivise gli insegnamenti
dello Dzogchen Mengagde in
quattro cicli: Esterno, Interiore,
Segreto e Insuperabilmente
Segreto. Definì i primi tre cicli
come “elaborati” e li nascose
all’interno di un tempio; il ciclo
Insuperabilmente Segreto, detto
Nyingthig (“Essenza del cuore”) lo
nascose nel pilastro del tempio di
Tashi Trigo e, trasferitosi nel luogo
di cremazione di Siljin, praticò gli
speciali esercizi esoterici –
circondato da innumerevoli
discepoli.
Quando, alla fine della sua vita
terrena, si dissolse nel corpo di
arcobaleno, il suo erede spirituale
Jnanasutra (pron.: Gianasutra)
ricevette il testamento spirituale
chiamato I sette chiodi, che include
istruzioni estremamente concise
come:

Pianta il chiodo della Saggezza


Primordiale nel punto di
I Maestri dell’antica India: Al suo ritorno in India, raccontò a
Jnana sutra Jnanasutra del suo incontro con il
(TIB. YESHE DO) grande maestro in Cina. A quel
punto toccò a Jnanasutra
intraprendere il grande viaggio in
cerca di Shri Singha; lo trovò nel
luogo di cremazione di Siljin. Qui
ricevette per dodici anni la
trasmissione dei primi tre cicli dello
Dzogchen, ma non di quello
Insuperabilmente Segreto
(Nyingthig). Jnanasutra era
soddisfatto e pronto a ripartire per
l’India, ma Shri Singha lo fermò
chiedendogli: “Sei veramente
sicuro di essere pienamente
soddisfatto?”; “Credo proprio di sì”,
rispose Jnanasutra. “Non ti ho
ancora affidato tutti gli
insegnamenti”, disse Shri Singha, e
gli conferì le istruzioni del
Nyingthig per tre anni consecutivi,
mentre lui le metteva in pratica.
Poi gli diede ulteriori istruzioni; per
un anno, Jnanasutra praticò sulle
montagne la disciplina esoterica
chiamata Rushen. Quindi Shri
Nato in India orientale in una
Singha gli trasmise ancora altre
famiglia di casta inferiore,
istruzioni, che lui praticò per un
Jnanasutra divenne erudito e visse
mese. Infine Jnanasutra ricevette
nell’università monastica di
l’iniziazione “completamente libera
Bodhgaya, in compagnia di
da elaborazioni” e realizzò con
Vimalamitra. Mentre camminavano
assoluta certezza lo stato naturale.
insieme, ebbero una visione in cui
Per altri sedici anni rimase con il
il Buddha Vajrasattva diceva loro:
suo maestro – che, nello stile di un
“Siete già rinati come eruditi per
grande yogi, si comportava spesso
cinquecento vite, ma non avete
in modi estremamente eccentrici.
ancora ottenuto la Buddhità! Se
Quando Jnanasutra ricevette il
volete realizzare la completa
testamento spirituale de I sette
illuminazione in questa vita dovete
chiodi – alla morte del maestro –
andare al tempio che si trova vicino
ottenne anche un’istruzione
all’albero della Bodhi in Cina”. Fu
profetica: “I testi dell’Essenza del
Vimalamitra a seguire l’indicazione
cuore (Nyingthig), del ciclo
per primo, incontrando Shri Singha
Insuperabilmente Segreto, sono
e ricevendone la trasmissione orale
nascosti in un pilastro del tempio di
dei tre cicli Esterno, Interiore e
Tashi Trigo; prendili con te e recati
Segreto dello Dzogchen Mengagde.
nel luogo di cremazione di
Bhasing”. È qui, a Est di Bodhgaya I Maestri dell’antica India:
in India, che egli si trasferì, Vimalamitra
continuando a praticare e (TIB. DRIME SHENYEN)
insegnare le discipline esoteriche a
numerosi daka e dakini. È qui che
fu raggiunto da Vimalamitra,
l’antico compagno, che diventò
anche il suo principale studente ed
erede spirituale.
Alla fine della sua vita, Jnanasutra
dissolse il proprio corpo mortale e
conferì a Vimalamitra il testamento
chiamato I quattro metodi di
contemplazione

Vimalamitra viveva a Bodhgaya ed


era uno dei famosi cinquecento
eruditi di quel luogo di studio e
pratica. Si recò in Cina da Shri
Singha, dopo aver ricevuto
l’indicazione profetica mentre
passeggiava con Jnanasutra;
ritornò senza aver ricevuto le
istruzioni del Nyingthig, e neppure i
testi dei primi tre cicli dello
Dzogchen. Jnanasutra tornò invece
dalla Cina, molti anni più tardi,
avendo ricevuto la trasmissione
integrale e i testi dell’Essenza del
cu ore.
Vimalamitra, che già praticava gli
esercizi esoterici del Mengagde in
India, ebbe la visione di una Dakini
che gli diceva: “Se vuoi ricevere le
istruzioni più profonde che tu abbia
mai udito, vai nel luogo di nell’ossario di Prabhaskara, dove
cremazione di Bhasing”. Seguite le fece tre copie dei sacri testi del
indicazioni ritrovò Jnanasutra, Nyingthig, nascondendoli poi in
l’antico compagno che era ritornato luoghi diversi.
dopo i molti anni trascorsi ad In quella stessa epoca, il Re del
addestrarsi col suo maestro in Tibet Trisong Detsen aveva iniziato
Cina. Vimalamitra divenne suo a promuovere lo studio e la pratica
discepolo e, dopo un anno, fu già del Buddhismo, e aveva ricevuto il
in grado di ricevere i testi del consiglio di invitare Vimalamitra in
Nyingthig. Praticò per sei mesi Tibet. Inviò due traduttori in India,
sulla cima di una montagna gli che trovarono il maestro tantrico e
esercizi preparatori del Rushen lo invitarono formalmente: egli
(“esperienza del samsara e accettò subito. Prese con sé una
nirvana”), ricevette nuove copia dei testi del Nyingthig e si
istruzioni e dopo altri sei mesi mise in viaggio con un attendente.
ottenne l’iniziazione Per dieci anni Vimalamitra lavorò
“completamente libera da insieme a un team di traduttori
elaborazioni”, in seguito alla quale tibetani. Dei diciotto testi dello
realizzò lo stato naturale al di là di Dzogchen Semde, cinque erano
ogni dubbio. Per perfezionare stati già tradotti da Vairochana;
questa realizzazione, restò col suo Vimalamitra tradusse i restanti
insegnante per altri quattordici tredici con Yudra Nyingpo, uno dei
anni. venticinque discepoli principali di
Quando Jnanasutra realizzò il corpo Guru Rinpoche. Con un altro di
di arcobaleno, Vimalamitra si questi, Nyak Jnanakumara,
ritrovò un minuscolo cofanetto tradusse il Guhyagarbha Tantra
contenente il suo testamento (“La profonda essenza segreta”) e
spirituale, detto I quattro metodi di altri testi di Maha-yoga e Dzogchen
contemplazione; nel leggerlo, Semde e Longde. Tradusse anche i
ottenne istantaneamente un livello testi di istruzione dello Dzogchen
di realizzazione identico a quello Mengagde, i tre cicli Esterno,
del suo maestro. Interiore e Segreto. Quello
Per vent’anni Vimalamitra visse in Insuperabilmente Segreto del
una capanna di bambù, insegnando Nyingthig (il tesoro spirituale che
a discepoli eccellenti come il Re proveniva dai grandi maestri
Haribhadra e il Re Dharmapala. realizzati dell’antica India) venne
Dopodiché si trasferì nel grande tradotto in assoluta segretezza e
luogo di cremazione di trasmesso soltanto al Re Trisong
Prabhaskara, dove continuava a Detsen e a Nyang Tingdzin
praticare le discipline esoteriche Sangpo; gli insegnamenti del
del Nyingthig insegnandole a un Nyingthig portati in Tibet da
seguito vastissimo di studenti, Vimalamitra sono conosciuti col
daka e dakini; si dice che tremila nome di Vima Nyingthig (“Essenza
praticanti abbiano raggiunto del cuore di Vimalamitra”).
l’illuminazione sotto la sua guida. Nyang Tingdzin Sangpo fu l’unico
Vimalamitra restò per vent’anni erede spirituale del lignaggio orale
(detto Ka’ma); non riuscendo a Dall’India al Tibet: Guru
trovare altri discepoli all’altezza di Rinpoche
ricevere le istruzioni PADMASAMBHAVA (TIB. PEMA
quintessenziali, Vimalamitra GIUNG-NE, O GURU RINPOCHE)
nascose i testi del suo Nyingthig a
Chimpu, vicino Samye. La
trasmissione del Vima Nyingthig
divenne così in parte orale [1] e in
parte nascosta (detta Terma), cioè
destinata ad essere rivelata in
futuro da discepoli dotati di
un’adeguata maturità spirituale.
Dopo tredici anni di permanenza in
Tibet, Vimalamitra partì per il
Monte Wu Tai Shan (i “Cinque
picchi” sacri a Manjushri, in Cina).
Si dice che, avendo egli realizzato il
“Corpo di arcobaleno della grande
trasformazione”, si trovi ancora lì
in una forma indistruttibile e possa
essere incontrato da pellegrini
dotati di grande fede.

Note:

[1] Detta Ka’ma, fu trasmessa poi da


Nyang Tingdzin Sangpo a Dro Rinchen
Bar, da questi a Lodrö Wangchuk e così
via, in un lignaggio ininterrotto che da “Guru Rinpoche, uno dei più grandi
Kumaraja passò direttamente a yogi dell’India buddhista, è il
Longchen Rabjam. fondatore del Buddhismo tibetano.
È conosciuto come
Padmasambhava (tib. Pema Jung-
ne), cioè “Nato dal Loto”, e come
Guru di Oddiyana. In Tibet è
famoso come Guru Rinpoche, il
Maestro Prezioso; i Tibetani lo
riveriscono come il Secondo
Buddha” [1].
La storia della sua vita è una
formidabile sequenza di prodigi e
imprese sovrannaturali; è una delle
più miracolose rintracciabili in
qualsiasi tradizione spirituale del
mondo. Per comprendere questo,
bisogna considerare che davvero –
al di là di ogni retorica – i normali
cinque sensi di cui siamo dotati in rispetto verso gli insegnamenti e la
quanto esseri umani, e i nostri dedizione nei confronti della
schemi di pensiero abituali, non pratica. I racconti della liberazione
sono assolutamente capaci (con e delle attività illuminate dei grandi
tutta la buona volontà) di cogliere Yogi non sono “storia”, ma
le infinite possibilità contenute in insegnamenti di Dharma veri e
tutto ciò che appare ed esiste. propri.
Possiamo considerare Guru Tuttavia, qualsiasi dubbio uno
Rinpoche come uno di quegli esseri possa nutrire sulla “verità storica”
straordinari che irrompono di tanto delle biografie di Guru Rinpoche
in tanto nella nostra dimensione (dubbio che si potrebbe applicare
ordinaria, mettendo a soqquadro le alla vita di qualsiasi leader
consuete credenze abituali e le spirituale, o fondatore di religioni),
concezioni rigide. Molti di questi di una cosa si può essere
esseri straordinari (a cominciare da completamente sicuri: nel nono
Gesù di Nazareth, per finire con secolo d. C. un individuo
tutti i mistici e santi di ogni straordinario cambiò per sempre la
tradizione spirituale) si sono storia di tutta la regione
manifestati all’unico scopo di himalayana. Guru Padmasambhava
portare beneficio agli esseri viventi, entrò, da solo e a piedi, in un
in accordo con la mentalità e la territorio immenso e ostile [2]
cultura del luogo e del tempo in cui conquistandolo con la sola forza del
sono apparsi (e in accordo con le proprio carisma e potere spirituale.
predisposizioni karmiche degli Come nel caso di Gesù per le aree
individui). Per i buddhisti di religione cristiana, la venuta di
vajrayana, Guru Rinpoche è stato Guru Rinpoche era destinata a
senza dubbio uno dei più grandi segnare indelebilmente un “prima”
benefattori che la storia abbia mai e un “dopo” per tutto il Tibet, la
conosciuto, il “Secondo Buddha” regione himalayana e i praticanti
che si è manifestato dopo la buddhisti di ogni tempo.
scomparsa del Buddha storico (che Padmasambhava impersona
aveva trasmesso principalmente gli l’archetipo del guru, è la
insegnamenti generali dei Sutra) quintessenza di tutti gli insegnanti
per propagare gli straordinari spirituali; egli personifica un
insegnamenti esoterici dei Tantra e principio, prima ancora che un
dello Dzogchen. individuo in carne e ossa. Uno degli
Nella tradizione buddhista in aspetti più portentosi contenuti
generale, bisogna sottolineare che nella storia della sua vita, è il fatto
la “verità storica” non è il criterio che egli abbia manifestato le sue
fondamentale con cui sono state attività non nell’arco limitato di una
scritte le biografie dei grandi vita umana di durata media, ma
maestri realizzati. La maggior parte lungo il corso di svariati secoli. È
di queste opere è stata composta come se Guru Rinpoche si sia
da insegnanti spirituali ad esclusivo emanato in diversi esseri realizzati,
uso e consumo dei praticanti, con tutti appartenenti al suo continuum
lo scopo di rinvigorire il senso di mentale, ognuno dei quali
impersonava un particolare aspetto
del “principio” senza tempo del essenza degli esseri viventi, ma
maestro spirituale: l’asceta sono di natura temporanea; così il
rinunciatario, il monaco virtuoso, lo fiore di loto, benché affondi le
yogi vagabondo ed eccentrico, radici nel fango, non è macchiato
l’erudito in filosofia buddhista, il in modo permanente dalla sua
leader carismatico, il siddha dai sporcizia, ma è destinato a
poteri sciamanici in grado di raggiungere quella sublime purezza
soggiogare qualsiasi ostacolo o che è la sua vera natura. Inoltre il
influenza nociva. La spiegazione fiore di loto, in un certo senso, si
tradizionale dice che Guru nutre proprio del fango – di cui ha
Rinpoche abbia realizzato il “Corpo bisogno per raggiungere la sua
di arcobaleno della grande completa fioritura; allo stesso
trasformazione”, un corpo di modo, nella via dei Tantra e dello
energia e luce in cui egli è rimasto Dzogchen, la pratica si nutre
a lungo per portare a compimento proprio delle emozioni
tutte le sue attività, per il beneficio perturbatrici, che costituiscono per
di innumerevoli esseri viventi. lo yogi la materia prima da
trasformare nella più alta
Otto anni dopo la scomparsa del saggezza.
Buddha storico, nel Nord–ovest di Il fanciullo nato dal loto, nello
Oddiyana [3] – la “Terra delle spirito di questo racconto,
Dakini” – il grande e generoso Re probabilmente si trovava al centro
Indrabhuti tornava da un viaggio di quel lago da sempre; oppure, si
con il suo seguito di ministri e può essere certi che si sia
attendenti. Sulle rive di un lago manifestato in quel luogo già
chiamato Dhanakosha il Re, che completamente formato, come se
aveva sempre desiderato un erede avesse avuto sempre otto anni.
che potesse prendersi cura dei suoi Allo stesso modo, la Natura di
sudditi, vide un meraviglioso Buddha non “nasce” e non “cessa”
bambino di circa otto anni, seduto secondo i nostri criteri ordinari: la
su un fiore di loto al centro del sua presenza si manifesta in modo
lago. totalmente atemporale, non
Questo è il racconto della nascita appena gli strati di identificazione
miracolosa di Padmasambhava, il illusoria vengono abbandonati.
Nato–dal–Loto. Per il praticante Guru Padmasambhava viene al
vajrayana, non è difficile leggere i mondo come un essere pienamente
profondi significati che stanno realizzato, identificato con la
dietro a questa descrizione saggezza primordiale piuttosto che
metaforica. La Natura di Buddha, con il normale senso dell’io
presente in tutti gli esseri senza samsarico. In alcune biografie sono
eccezioni, è primordialmente pura citati i nomi dei suoi genitori; che
– perfettamente incontaminata dai egli abbia avuto un padre e una
difetti transitori, come le emozioni madre in carne ed ossa, o meno, è
perturbatrici e i veli oscuratori completamente irrilevante. Il
creati dal pensiero concettuale e significato della sua nascita
dalle tendenze abituali. Questi miracolosa (da un raggio di luce
difetti non costituiscono la vera emesso dal cuore del Buddha
Amitabha) sta tutto nella natura rifiutato il permesso di
senza tempo dell’esperienza abbandonare le responsabilità
risvegliata. regali per dedicarsi alla pratica
Il racconto continua con spirituale. Per fuggire dal regno,
l’esterrefatto Re, che interroga il finge di uccidere un coetaneo –
fanciullo: “Chi sono i tuoi genitori? figlio di un ministro – nel momento
Qual è la tua discendenza? Come ti stesso in cui la vita di quest’ultimo
chiami? Da quale Paese vieni? Di stava giungendo a termine. A
cosa ti nutri qui? Come passi il malincuore, il Re Indrabhuti è
tempo?”. Il Nato–dal–Loto risponde costretto a bandirlo per sempre dal
cantando in versi: Paese.
Così Guru Rinpoche inizia a vagare
“Mio padre è Samantabhadra, la da un luogo di cremazione all’altro
consapevolezza non–duale. nell’India Settentrionale,
Mia madre è Samantabhadri, la scegliendo quei luoghi terrificanti
sfera assoluta. come proprie dimore. Soggiogando
La mia discendenza è l’unione di molti ostacoli sia esterni che
consapevolezza non–duale e sfera interiori, completa il suo
assoluta. addestramento nei sistemi esoterici
Mi chiamo Padmasambhava, il Nato del Vajrayana, ricevendo
dal Loto. innumerevoli trasmissioni dai più
Il mio Paese è la sfera assoluta, famosi e importanti yogi viventi.
libera da sorgere e cessare. Riceve le iniziazioni e le istruzioni
Il cibo di cui mi nutro è il pensiero di otto grandi Maestri [4], in otto
dual i sti co. grandi discipline di realizzazione
Dedico il mio tempo a compiere le [5].
attività di un Buddha”. Guru Rinpoche è già pienamente
illuminato, ancor prima di lasciare
Il Re e i presenti, sopraffatti dalla il regno di Oddiyana; eppure,
meraviglia e dalla fede, invitano il perseguendo la via dello studio e
bambino a corte; egli accetta e della pratica, sceglie di mostrare a
diventa l’erede al trono. tutti gli esseri l’esempio della
Il giovane principe cresce migliore condotta da seguire, per
circondato dall’amore di tutti e ciò che riguarda l’addestramento
dagli agi della vita a corte. Eccelle nel Dharma. Riceve il Tantra di
in tutti gli studi e nelle gare Guhyagarbha (la “Profonda
atletiche. Sposa la Dakini essenza segreta”, il tantra–radice
Prabhavati e si dedica al benessere di tutti gli insegnamenti su morte,
dei suoi sudditi, secondo la stato intermedio, rinascita,
condotta etica del Dharma. In “Divinità pacifiche e irate” e così
questo periodo è conosciuto come via) dal maestro Buddhaguhya.
Pema Gyalpo (Re del Loto). Riceve la trasmissione degli
insegnamenti Dzogchen, la Grande
Ben presto Guru Rinpoche Perfezione, da Manjushrimitra [6] e
riconosce nella vita a corte un si addestra nelle pratiche del
ostacolo al compimento della Nyingthig, l’Essenza del cuore.
propria missione, ma gli viene Raggiunge il livello di sviluppo
chiamato “Rigdzin con residui della pratica buddhista. In questa
karmici” [7]. In questo periodo è fase è conosciuto come Shakya
conosciuto come Loden Chokse. Senghe (il Leone degli Shakya).
Guru Rinpoche si reca a Bodhgaya, Nella sua successiva
il luogo in cui il Buddha storico ha manifestazione/emanazione (si
manifestato la piena illuminazione; parla solitamente di “Otto aspetti di
compie diversi miracoli, Guru Rinpoche”), il Guru Nato dal
affermando di essere un Buddha Loto acquista nuovamente le
auto–realizzato, ma decide poi di sembianze esteriori di uno Yogi
offrire un esempio più facile da senza fissa dimora, si dedica
seguire per chiunque (inclusi i prevalentemente alla pratica delle
praticanti del futuro): quello di discipline chiamate Tsalung [8] e
stabilire una connessione con un mostra il comportamento yogico
lignaggio e con un maestro definito “pazza saggezza”, una
spirituale vivente. A questo unico condotta eccentrica che si pone al
scopo chiede l’ordinazione e di fuori della ordinaria distinzione
diventa monaco buddhista, fra bene (ciò che va praticato) e
praticando e insegnando il Vinaya male (ciò che va abbandonato). È
(la condotta etica monastica), i la condotta dei Siddha (maestri
Sutra (gli insegnamenti generali realizzati) dell’antica India, che
del Buddhismo ortodosso) e ispiravano negli altri la fiducia
l’Abhidharma (gli insegnamenti verso il Dharma non attraverso
filosofici). Mostra una completa l’esposizione degli insegnamenti,
padronanza della pratica del Piccolo ma tramite l’esibizione di vari
Veicolo, lo Hinayana. Si reca poi a poteri sovrannaturali. A Varanasi
Rajgir e medita sui Sutra della Guru Rinpoche si accosta al banco
Perfezione della Saggezza di una donna che vende birra e, un
(Prajnaparamita), le scritture bicchiere dopo l’altro, finisce per
fondamentali del Grande Veicolo; berla tutta; non avendo denaro,
qui mostra una completa pianta per terra la sua lunga asta a
padronanza degli insegnamenti forma di tridente (katvanga) e
Mahayana. Quindi in Nepal pratica promette di pagare non appena
intensivamente una della otto l’ombra di questa si sarebbe
grandi discipline tantriche di mossa: per un giorno intero il sole
realizzazione, che aveva resta fermo in alto nel cielo. Non
precedentemente ricevuto: la appena si sparge la voce che un
sadhana di Vajrakilaya (tib. Dorje potente yogi ha arrestato il moto
Phurba). Vajrakilaya è lo Yidam che del sole, il Re decide di pagare il
rappresenta il potere spirituale e conto della (incredibile) quantità di
l’attività di tutti i Buddha; birra consumata; Guru Rinpoche –
completando questa pratica, Guru senza mai manifestare alcun segno
Rinpoche acquisisce la capacità di di ubriachezza – riprende il
allontanare gli ostacoli e katvanga e in pochi minuti il giorno
soggiogare le forze nocive che si si trasforma in notte, fra la
oppongono al progresso spirituale. meraviglia di tutti i presenti. Grazie
In questo modo egli manifesta la a questo episodio, in questo
padronanza di tutti e tre i Veicoli periodo egli è conosciuto come
Nyima Özer (Raggi di Sole). mesi, in ritiro, praticano la sadhana
del Buddha Amitayus – il Buddha
In seguito Guru Rinpoche si reca della lunga vita – e raggiungono
nel Paese di Zahor, a Nord–ovest di insieme il livello di sviluppo
Bodhgaya. Qui la principessa chiamato “Rigdzin del controllo
Mandarava, famosa per la sua sulla forza vitale”. A questo livello,
bellezza, aveva rinunciato alla vita lo yogi è libero dalla mancanza di
mondana per dedicarsi alla controllo sulla propria salute fisica,
meditazione; viveva con sulla morte e sulle condizioni della
cinquecento compagne in un successiva rinascita. In questa
monastero femminile. Guru fase, Guru Rinpoche è conosciuto
Rinpoche appare durante una propriamente con il nome di Guru
pratica all’aperto e viene invitato a Padmasambhava, o anche Pema
insegnare nella sala di Thötreng Tsal.
meditazione; così diventa il
maestro residente e istruisce le In Orissa, non lontano da Calcutta,
monache nella pratica del Maha- Guru Rinpoche distrugge l’enorme
yoga, Anu-yoga e Ati-yoga. In città scultura dedicata ad una divinità
la presenza di un uomo fra le indù, dove ogni giorno centinaia di
cinquecento monache viene animali venivano sacrificati –
scoperta e fraintesa; per ordine del sgozzati e bruciati. Da quel giorno i
Re, la principessa e le monache sacrifici animali cessano.
vengono arrestate e Guru Rinpoche Nel monastero di Nalanda, la
viene condannato al rogo su un grande università buddhista a Nord
immenso falò. Invece di bruciare, di Bodhgaya, cinquecento seguaci
egli trasforma il fuoco in acqua e il di una setta indù (i Tirthika),
giorno dopo viene trovato seduto dedita anche alla magia nera,
(con la gamba destra semi–distesa, sfidano a dibattito i monaci; la
nella posizione dell’agiatezza regola di quell’epoca imponeva che
regale) al centro di un lago; questo chi venisse sconfitto nel dibattito
lago miracoloso è ritenuto quello di avrebbe dovuto convertirsi
Rewalsar (tib. Tso Pema), all’insegnamento del vincitore. I
nell’Himachal Pradesh in India, Tirthika perdono nel dibattito, ma
ancora oggi meta di pellegrinaggi. sfidano i monaci buddhisti sul
Il Re si pente, diventa – con tutti i terreno dei poteri magici; in
suoi sudditi – discepolo di Guru procinto di essere annientati, i
Rinpoche e gli dona i suoi abiti monaci ricevono la visione di una
regali (il “Cappello di Loto”, le Dakini che suggerisce loro:
scarpe e il mantello di broccato “Chiamate in aiuto mio fratello! Il
rosso) con cui egli è raffigurato suo nome è Padmavajra e vi
nella maggior parte dei dipinti e raggiungerà istantaneamente, se
delle statue. recitate questa invocazione in sette
Dopo aver condotto alla liberazione versi”. Questo episodio segna la
innumerevoli abitanti di Zahor (fra data di nascita della famosa
cui il Re stesso) Guru Rinpoche si Preghiera a Guru Rinpoche in sette
trasferisce con Mandarava nella versi, tenuta nella più alta
Grotta di Maratika in Nepal; per tre considerazione e praticata
quotidianamente in tutti lignaggi – livello di sviluppo chiamato
sia orali (Ka’ma) che rivelati “Rigdzin del grande sigillo”,
(Terma) – della tradizione equivalente al nono stadio (bhumi)
Nyingma. Questa preghiera è il del sentiero dei Bodhisattva.
sistema più veloce per connettersi Quindi incontra Shri Singha, il
all’energia spirituale di Guru grande maestro detentore del
Rinpoche. Egli appare lignaggio della Grande Perfezione;
istantaneamente sulla scena della per tre anni studia e pratica
battaglia in corso a Nalanda e, con insieme a lui le discipline
la forza di un mudra e di un esoteriche dell’Essenza del cuore, e
mantra, scaglia i tuoni e fulmini ottiene la realizzazione del “Corpo
(creati magicamente dai Tirthika) di arcobaleno della grande
contro loro stessi, annientandoli. La trasformazione” [9]. I grandi
più grande università monastica praticanti Dzogchen, se lo
buddhista del mondo è salva e lo scelgono, al momento della morte
studio e la pratica possono possono dissolvere il proprio corpo
continuare a fiorire in quel luogo. fisico senza lasciare traccia, fra
In questo periodo Guru Rinpoche è fenomeni multicolori simili a sfere e
conosciuto in un aspetto raggi di luce; questa realizzazione
potentemente irato, chiamato è chiamata “Corpo di arcobaleno”
Senghe Dradok (Il ruggito del (Jalu). Oppure possono
leone). La manifestazione irata è a trasformare il corpo fisico in un
volte indispensabile, per puro fenomeno di energia e luce
interrompere una negatività troppo usandolo per il beneficio degli altri,
potente per poter essere domata che lo percepiranno come se fosse
con i mezzi della ragione e del un corpo ordinario (o non lo
buon senso; scegliendo il male percepiranno affatto). Questa
minore, lo yogi che compie realizzazione è chiamata “Corpo di
un’attività irata protegge sia le arcobaleno della grande
vittime che gli aggressori, trasformazione” (Phowa Chenpo
impedendo a questi ultimi di Jalu), ed è la forma con cui Guru
accumulare una grande quantità di Rinpoche visita il Tibet. Si dice che
karma negativo. La meditazione su egli abbia visitato e insegnato in
Guru Senghe Dradok è molti altri luoghi; nel regno di
particolarmente utile per Shang-Shung, [10] ad esempio,
soggiogare energie irrazionali, Guru Rinpoche si manifesta come
magia nera, ostacoli, invidia, cattivi Tapihritsa [11] e insegna lo
auspici e incubi notturni. Dzogchen Nyen Gyü, tutt’oggi uno
dei principali insegnamenti
Prima del suo storico ingresso in Dzogchen della tradizione Bön.
Tibet, Guru Rinpoche prende come
Gli ultimi due degli “Otto aspetti di
sua consorte la principessa
Guru Rinpoche” sono quelli in cui
Shakyadevi, figlia del Re del Nepal.
egli conquista spiritualmente il
Qui, in ritiro nella famosa grotta
vicino all’odierna Pharping, Tibet.
raggiunge con la sua compagna il Nel 740 d. C. nasce Trisong
Detsen, il ventottesimo della
dinastia dei Chögyal (“Re del abitano in questo Paese. Se lo
Dharma”) del Tibet; in questo inviti, egli verrà”.
periodo il Tibet è indipendente, Così nell’anno della “Tigre di
potente, molto più esteso di oggi e Ferro”, 810 d. C., Guru Rinpoche –
temuto dai Paesi confinanti. Maestro tantrico realizzato, yogi e
Trisong Detsen, profondamente siddha dagli immensi poteri
ispirato dagli insegnamenti spirituali – entra in Tibet, per
buddhisti, manda dodici portare a compimento la missione
messaggeri in India per invitare in cui aveva fallito l’erudito monaco
colui che è ritenuto il più erudito Shantarakshita, seguace della Via
fra tutti gli insegnanti buddhisti dei Sutra. Guru Rinpoche, che ha
dell’epoca: l’abate del monastero di mandato avanti i messaggeri che lo
Nalanda, Shantarakshita. Questi, avevano invitato, viaggia da solo e
giunto in Tibet, si dedica a piedi; il Re in persona, con un
all’insegnamento dei principi di seguito di ministri, nobili e
base del Piccolo Veicolo, spiegando cinquecento cavalieri gli va
le dieci azioni virtuose e il incontro per accoglierlo. Trisong
funzionamento del principio di Detsen si aspetta che il nuovo
causa ed effetto (il karma). maestro si comporti come l’abate
Contemporaneamente getta le Shantarakshita, cioè che gli porga
fondamenta del primo monastero omaggio, lo elogi e si sottometta;
buddhista del Tibet: Samye. Nello per tutta risposta, Guru Rinpoche
stesso tempo, il Tibet è scosso da canta numerosi versi, cominciando
un’impressionante serie di con:
catastrofi naturali: terremoti,
siccità, grandine, inondazioni ed Oh grande Re del Tibet, ascoltami
epidemie; inoltre il lavoro di adesso:
costruzione portato avanti a Samye in tutti e sei i reami di esistenza,
durante il giorno, viene gli esseri sono soggetti alla morte.
misteriosamente smantellato Ma io sono colui che ha raggiunto
durante la notte. I Tibetani, lo stato al di là di nascita e morte,
leggendo in tutto ciò la collera degli che possiede le istruzioni segrete
spiriti locali per l’introduzione di della realizzazione senza tempo.
una religione estranea, chiedono al Per me tutto l’universo non è altro
Re di espellere Shantarakshita dal che una manifestazione della
Paese. Trisong Detsen comunica a mente.
Shantarakshita il proprio Ostacoli e spiriti nocivi sono il mio
imbarazzo, e il desiderio di passatempo, e i miei fedeli
introdurre il Dharma del Buddha in assistenti.
Tibet; Shantarakshita risponde: Tutto ciò che appare ed esiste mi
“Qui ci sono ostacoli potenti e forze appartiene:
ostili al Dharma; se vuoi avere sono il Re dell’universo ed esercito
successo, devi invitare Guru il controllo su tutti i fenomeni.
Padmasambhava: egli è il più Io sono il grande Guru
grande e potente maestro che Padmasambhava, il Re
esista al mondo, e può riuscire a Padmasambhava...
soggiogare le forze negative che
e così via... Il Guru Nato dal Loto Rinpoche, Vimalamitra (giunto
unisce i palmi delle mani e dalla anch’egli in Tibet), Shantarakshita
punta delle dita sprizzano fiamme e Kamalashila, 108 giovani
di saggezza; il Re e i suoi sudditi vengono formati come traduttori
capiscono chi deve porgere dal sanscrito e traducono la
omaggio a chi, si stendono per maggior parte degli insegnamenti
terra e cominciano a prostrarsi. che formano ancora oggi il canone
Questo episodio sottolinea buddhista tibetano: i testi dei Sutra
l’importanza di collocare nella e dei Tantra di tutti e nove i veicoli
giusta cornice il rapporto fra del Dharma. Shantarakshita
insegnante e studente, nell’ambito conferisce l’ordinazione ai primi
del Buddhismo Vajrayana. sette monaci tibetani della storia,
Così Guru Rinpoche percorre il per testare la loro capacità di
Tibet in lungo e in largo, condurre una vita monastica;
manifestando attività miracolose e l’esperimento ha successo e molti
soggiogando le interferenze altri seguono l’esempio di quei
negative e gli ostacoli creati da pionieri.
esseri umani e non–umani. Guru Rinpoche trasmette al Re e ai
Danzando sulla cima di una suoi sudditi innumerevoli iniziazioni
montagna che sovrasta Samye, e istruzioni tantriche, in particolare
egli doma tutti i potenti spiriti del la Grande Sadhana degli Otto
Tibet e li porta sotto il proprio Mandala (Drupa Kagye) che aveva
comando, cantando a gran voce i ricevuto in India dagli Otto Grandi
versi conosciuti come “Soggiogare Vidyadhara. Molti fra i suoi studenti
gli esseri arroganti”; le forze ostili raggiungono la piena illuminazione
e irrazionali che abitano il Tibet in quella stessa vita, alcuni molto
promettono di non ostacolare più la rapidamente. In questo periodo
propagazione del Dharma, ma di vengono fondati due tipi di Sangha
proteggere i praticanti del presente (comunità spirituali): quello dei
e del futuro. Il monastero di monaci – che vestono di rosso,
Samye (modellato secondo la sono celibi e vivono nei monasteri
forma di un gigantesco mandala, – e quello dei Ngakpa (i praticanti
un universo perfetto) viene tantrici del Mantra Segreto) che
terminato in soli cinque anni [12] e vestono di bianco, portano i capelli
consacrato da Guru Rinpoche e lunghi e vivono in famiglia nei
Shantarakshita – che nel frattempo villaggi. Grazie all’introduzione di
era ritornato – fra segni miracolosi questo secondo tipo di sangha, il
e di buon augurio, come piogge di Dharma fiorisce non solo nei
fiori, musiche spontanee udite in monasteri, ma fra gli uomini e le
lontananza e arcobaleni a cielo donne di ogni luogo.
sereno. Samye diventa luogo di In questa fase del suo soggiorno in
pratica, di studio, di conservazione Tibet, Guru Rinpoche è conosciuto
di tesori spirituali e sede degli col nome di Guru Pema Jung-ne
insegnamenti dei più grandi (Nato dal Loto in tibetano), la
maestri dell’epoca. forma che sintetizza e racchiude in
Sotto la supervisione di Guru sé tutti gli “Otto aspetti” principali.
Nell’ultimo degli otto aspetti Guru straordinariamente accurate.
Rinpoche assume nuovamente una Guru Rinpoche trasmette un
connotazione potente e irata, ed è numero incalcolabile di istruzioni
conosciuto col nome di Dorje Dröllo spirituali a Yeshe Tsogyal, che le
(Furia adamantina). Questa trascrive fedelmente. Per impedire
manifestazione sarebbe avvenuta la perdita di questi preziosi
negli ultimi cinque anni della sua insegnamenti, e il progressivo
permanenza in Tibet [13]. Guru deterioramento della loro forza,
Rinpoche è adesso inseparabile questi vengono nascosti per il
dalla sua consorte e discepola beneficio dei praticanti del futuro –
tibetana, la grande dakini Yeshe in modo tale che possano
Tsogyal, incarnazione dell’energia riemergere nel luogo e nel tempo
illuminata di Kuntusangmo (il più opportuni, in base al grado di
Buddha femminile primordiale), maturità e alle inclinazioni mentali
Tara e Vajravarahi/Vajrayogini. degli individui. Grazie a questi
Insieme visitano tutto il Tibet e preziosi Terma (tesori rivelati)
lavorano incessantemente per la ancora oggi i praticanti dei Tantra
felicità e la realizzazione spirituale e dello Dzogchen ricevono la
dei praticanti del futuro. Praticano trasmissione di metodi appropriati
sadhana tantriche, trasmettono ai tempi moderni e freschissimi, in
benedizioni e lasciano ovunque termini di potere spirituale; questo
impronte – stampate nella roccia – potere, infatti, non viene diluito nel
delle loro mani, piedi e corpo. passaggio attraverso un lignaggio
Benedicono un gran numero di umano di maestri e discepoli, da
luoghi, considerati ancora oggi di una generazione alla successiva.
immenso potere spirituale e mete Esistono due categorie principali di
di pellegrinaggi, come venti Terma, i tesori spirituali rivelati:
montagne nella provincia di Ngari,
ventuno luoghi di realizzazione nel 1) I cosiddetti Sa Ter (“Tesori di
Tibet centrale, venticinque luoghi terra”) vengono materialmente
di pellegrinaggio in Tibet orientale, portati alla luce (spesso in modo
quattro luoghi nascosti, cinque spettacolare, alla presenza di
burroni e tre valli. In tredici diversi centinaia di testimoni oculari) sotto
luoghi chiamati Taktsang (tana forma di rotoli di carta, nascosti
della tigre) – il più famoso dei quali nella roccia o sotto terra,
è in Bhutan – Guru Rinpoche contenenti istruzioni in linguaggio
soggioga definitivamente tutte le simbolico ed esoterico. Il Tertön (il
diverse classi di spiriti ed esseri rivelatore dei tesori, incarnazione
non–umani, impegnandoli con un di uno dei discepoli principali di
giuramento a proteggere i Guru Rinpoche) legge le istruzioni
praticanti vajrayana del presente e e viene guidato alla scoperta di una
del futuro. Lascia quindi realizzazione che si trovava già –
innumerevoli profezie sullo da molte vite – all’interno della sua
sviluppo degli insegnamenti mente. A volte le istruzioni
durante le epoche storiche conducono alla scoperta di ulteriori
successive, predizioni che – ancora insegnamenti scritti, oppure
oggi – continuano a rivelarsi sostanze medicinali, dipinti, statue,
oggetti rituali nascosti nelle rocce, provengono dall’attività illuminata
nei laghi, nei fiumi o sottoterra. e dall’ispirazione di Guru Rinpoche.
2) I cosiddetti Gong Ter (“Tesori Durante gli ultimi anni della sua
della mente”) affiorano invece permanenza in Tibet, egli
spontaneamente alla mente del trasmette innumerevoli sadhana
Tertön, non appena un particolare tantriche a Yeshe Tsogyal, che lo
metodo di realizzazione può essere aiuta a nasconderle in tutti i luoghi
di beneficio per gli uomini e le da loro visitati. Per quanto riguarda
donne di un certo tempo e di un gli insegnamenti Dzogchen
certo luogo. Senza affidarsi ad “insuperabilmente segreti”
alcun supporto materiale esterno, il dell’Essenza del cuore, Guru
Tertön rivela la pratica in uno stato Rinpoche trasmette il suo Nyingthig
di perfetta non–concettualità, nel – conosciuto come Khandro
vasto spazio della sua Nyingthig (Essenza del cuore delle
consapevolezza non–duale (rigpa). Dakini) – a Yeshe Tsogyal, che ne
sotterra i testi a Chimpu, il luogo di
La tradizione dei Terma ha ritiro vicino a Samye. Egli quindi
un’importanza enorme nella scuola profetizza che sarebbe toccato alla
Nyingma. Si ritiene che, col figlia del Re Trisong Detsen
passare del tempo e delle (principessa Pemasel) morta a otto
generazioni di praticanti, la forza di anni, rivelarli in una successiva
un metodo di realizzazione vada incarnazione; fino ad allora, gli
via via deteriorandosi; questo insegnamenti Nyingthig prevalenti
accade per un normale processo sarebbero stati quelli trasmessi da
collegato allo scorrere del tempo, e Vimalamitra (Vima Nyingthig).
anche per eventuali problemi che All’inizio del XIV secolo il Tertön
potrebbero sorgere nella relazione Pema Ledrel Tsal (reincarnazione
fra insegnanti e studenti delle della principessa Pemasel) riporta
diverse generazioni: ogni qualvolta alla luce il Khandro Nyingthig a
il samaya [14] viene infranto, il Chimpu; tocca alla successiva
potere spirituale di un lignaggio incarnazione Longchen Rabjam
subisce un grave deterioramento. (1308-1363) propagarli attraverso
Questo significa che è più difficile i suoi scritti e i suoi insegnamenti.
ottenere qualsiasi realizzazione Nell’anno 864 (55 anni dopo il suo
praticando quei metodi. Per questa ingresso in Tibet) Guru Rinpoche,
ragione si dice che un Terma antico recatosi al Passo di Kungthang con
sia come il lato piatto, non un imponente seguito di discepoli,
tagliente, di una spada – mentre annuncia che – completato il suo
un Terma recente sia come una lavoro in Tibet – sta per trasferirsi
lama perfettamente affilata. Ad in una dimensione illuminata
esempio se pratichiamo un Tesoro conosciuta come Zangdok Palri
rivelato da Adzom Rinpoche, fra (Montagna Color Rame). Un
Guru Rinpoche e noi ci sarà meraviglioso cavallo bianco
soltanto Adzom Rinpoche stesso: discende dal cielo; montando su di
un lignaggio brevissimo, dalle esso, Guru Rinpoche e Yeshe
benedizioni assolutamente integre. Tsogyal si alzano in volo verso
Tutti i tesori spirituali rivelati Ovest, accompagnati da musiche
celestiali e luci d’arcobaleno. avranno bisogno della sua
Lasciata la consorte presso la ispirazione, Guru Rinpoche rimarrà
grotta sacra di Tsawa Rong, Guru nella sua dimensione illuminata
Rinpoche le consegna le ultime della Montagna Color Rame e nel
parole di istruzione spirituale, per i suo corpo sottile di “Rigdzin della
praticanti presenti e futuri: Presenza Spontanea”. Questo è il
quarto e ultimo livello di sviluppo
Padmasambhava va nella terra spirituale [16]; qui l’essere
della grande beatitudine. realizzato si differenzia dal Buddha
Mi trasferisco nel Dharmakaya, la solo perché, anziché dissolversi nel
condizione libera da nascita e Dharmakaya, conserva una forma
morte: estremamente sottile, fatta di
questo non ha nulla a che vedere energia e luce, allo scopo di
con la separazione fra corpo e ispirare i praticanti che hanno fede
mente che accade per gli esseri in lui.
ordinari.
Medita sul Guru Yoga, la Guru Rinpoche in Tibet ebbe un
quintessenza di tutti i metodi. seguito di discepoli vastissimo. Tre
Sulla tua testa, su un cuscino di dei suoi studenti sono sempre
loto e luna, circondato da luci, raffigurati sotto di lui, nei dipinti
visualizza Padmasambhava, il chiamati albero del lignaggio o
Lama. albero del rifugio: la Dakini Yeshe
Quando la visualizzazione diventa Tsogyal, il Re Trisong Detsen e “lo
chiara, ricevi le quattro iniziazioni e Studente” Vairochana. Yeshe
medita sul loro significato. Tsogyal fu la compagna e discepola
Recita il mantra “Bendzra Guru” che viaggiò con lui in tutto il Tibet,
[15], quintessenza di tutti i mantra ricevette ogni suo insegnamento e
e invocazioni. lo mise in pratica, ottenendo la più
Infine unifica i tuoi corpo, parola e alta realizzazione; continuò a
mente con i miei, riempire il Tibet di tesori spirituali
insepa rabilmente. nascosti anche dopo la partenza di
Dedica i meriti e formula auspici Guru Rinpoche. Trisong Detsen fu
per realizzare la mente del Guru. discepolo strettissimo e
Contempla l’essenza dello protagonista dell’introduzione del
Dzogchen, senza sforzo. Buddhismo in Tibet, grazie alla sua
Non esistono insegnamenti
determinazione nell’invitare Guru
superiori a questo. Rinpoche, Shantarakshita e
L’amore di Padmasambhava non Vimalamitra. Vairochana fu “il
conosce alti e bassi, ma rimane per traduttore” per eccellenza; si recò
se m p re. in India, dove ricevette iniziazioni e
Per quelli che mi rivolgono le loro testi di Tantra e Dzogchen,
preghiere, io sarò sempre di fronte incontrò direttamente il grande
a loro. maestro Shri Singha e fu uno dei
Per quelli che hanno fede, non primi sette tibetani a ricevere
esiste separazione da me! l’ordinazione monastica. Al
momento della morte realizzò il
Si dice che, finché i praticanti
corpo di arcobaleno, così come il precedente.
suo discepolo principale, il 7]Nella tradizione dei Sutra i livelli di
discepolo di questo e così via per evoluzione spirituale sono classificati per
mezzo dei cinque sentieri e dieci stadi.
sette generazioni consecutive di Nella tradizione tantrica della scuola
praticanti. Nyingma, si usano per lo più i quattro
I discepoli principali di Guru livelli di Rigdzin (sanscr. Vidyadhara,
Rinpoche in Tibet furono “Detentore della consapevolezza non–
venticinque, più il Re Trisong duale).
Detsen; ognuno di essi ottenne le 8]Le forme di yoga in cui si ottiene
il controllo delle energie interne (Prana),
più alte realizzazioni – incluso il dei canali in cui le energie sottili scorrono
corpo di arcobaleno – ed è famoso (Nadi) e delle “essenze” (Bindu).
per qualche aspetto della sua L’esempio più conosciuto è lo yoga del
pratica e della sua attività. Ci sono Tummo, in cui si raggiunge la piena
inoltre gli ottanta studenti che padronanza del calore corporeo. Lo
scopo di queste discipline tantriche è
realizzarono il corpo di arcobaleno raggiungere l’unione di gioia spontanea
a Yerpa; i centootto grandi e realizzazione della vacuità.
meditatori del Monte Chuwo; i 9]Q ue sta r ealiz z az io ne corrisponde
trenta grandi Ngakpa (sanscr. al quarto (e supremo) livello di sviluppo,
Tantrika o Yogi) della Valle di Drak; chiamato “Rigdzin della presenza
i cinquantacinque realizzati della spontanea”, equivalente al decimo stadio
del sentiero dei Bodhisattva.
Valle di Yarlung; le venticinque
0]Situato all’estremo Ovest del Tibet e
dakini e le sette yogini. Fra il suo confinante con Oddiyana, è il luogo di
seguito di discepoli, Guru Rinpoche nascita e la culla della tradizione spirituale
ebbe numerosissime donne che pre–buddhista chiamata Bön.
ottennero straordinarie 0]Il fondatore della tradizione Bön.
realizzazioni spirituali. 1]Si dice che gli esseri umani
lavorassero alla costruzione di giorno,
Note: gli spiriti durante la notte.
2]Ci sono molte discordanze, nei racconti
1]Da Tulku Thondup, “Masters of della vita di Guru Rinpoche, sulla durata
Meditation and Miracles”. complessiva del suo soggiorno in Tibet.
Secondo molti, sarebbe rimasto in tutto
2]Una guerra fra il Regno del Tibet e
55 anni.
gli odierni India e Kashmir si era appena
conclusa. 3]Il legame di fiducia fra
insegnante e studente.
3]In effetti la stessa Oddiyana
viene collocata nell’estremo Nord– ovest 4]Il mantra di Guru Rinpoche: Om Ah
dell’odierna India. Hum Bendzra Guru Pema Siddhi Hum.
4]Gli “Otto Vidyadhara”: Humkara, 5]Corrispondente al decimo stadio
Manjushrimitra, Nagarjuna, (bhumi) del sentiero dei Bodhisattva.
Prabhahasti, Vimalamitra,
Dhanasamskrita, Rombuguhya,
Shantigarbha.
5]Nello stesso ordine dei rispettivi maestri,
le pratiche tantriche di Yangdak Heruka,
Yamantaka, Hayagriva, Vajrakilaya,
Amritakundali, Mamo Bötong, Jigten
Chöto, Möpa Drak Ngag.
6]Si dice che questo sia stato un secondo
Manjushrimitra, nuova incarnazione del
Longchen Rabjam (tib. Sarma) del Buddhismo
(1308–1363) tibetano, come il Lamdre della
tradizione Sakya, i Sei Yoga della
tradizione Kagyu e le trasmissioni
del Chöd e del Kalachakra. Dall’età
di diciannove anni studiò le più
importanti scritture del Buddhismo
Mahayana, come i Cinque trattati
di Maitreya, i diversi soggetti di
log ica e le filosofie del
Madhyamaka (“Via di mezzo”) e
della Prajnaparamita (“Perfezione
della saggezza”). Per otto anni, con
più di venti maestri, studiò e
praticò innumerevoli insegnamenti
di Sutra, di Tantra e della prima
delle tre serie dello Dzogchen
(Semde, le spiegazioni sulla natura
della mente).
A ventisette anni si unì al grande
maestro Kumaraja, detentore del
lignaggio orale dell’Essenza del
cuore di Vimalamitra (Vima
Nyingthig), entrando così
finalmente in contatto con gli
“Künkyen” in tibetano significa
straordinari insegnamenti del ciclo
onnisciente; Longchen Rabjam è il
“insuperabilmente segreto” dello
più grande erudito che la scuola
Dzogchen Mengagde. Kumaraja
Nyingma abbia mai avuto, il
viveva con circa settanta discepoli
“grande delucidatore” che mostrò
in un campo mobile, spostandosi
la completa coerenza fra i veicoli
continuamente da una località
comuni dei Sutra e le discipline
all’altra per scoraggiare qualsiasi
esoteriche della Grande Perfezione.
forma di attaccamento nei suoi
Egli nacque nel 1308, nel Tibet
studenti; ad esempio, durante
Centrale; rivelò da giovanissimo
nove mesi di addestramento il loro
un’intelligenza fuori dal comune e
accampamento fu trasferito per
ricevette la trasmissione di diverse
ben nove volte, causando molti
pratiche e insegnamenti da suo
disagi a tutti. Longchenpa stentava
padre, che era un Ngakpa (yogi
a trovare luoghi adatti per
tantrico). A dodici anni ricevette
proteggersi dal freddo e dalla
l’ordinazione monastica a Samye e
pioggia, mangiava poco e
a quattordici era già in grado di
possedeva una sola lunga veste
insegnare il Vinaya, i testi
che usava anche come materasso e
riguardanti la condotta etica
coperta. In queste difficili
secondo il Piccolo Veicolo. Dall’età
circostanze egli ricevette e praticò
di sedici anni studiò e praticò
gli esercizi esoterici,
diversi Tantra delle Nuove scuole
straordinariamente rari e preziosi, sfere di luce dai colori
del Nyingthig sotto la guida del dell’arcobaleno, che furono visti in
Lama Kumaraja che, dopo due soli tutta la zona. La mente dei
anni, lo proclamò suo successore presenti entrò in uno stato,
nel lignaggio [1]. estremamente intenso, di chiarezza
Per sette anni – come aveva e beatitudine e Longchen Rabjam
promesso al suo maestro – cantò in versi spontanei:
Longchenpa visse in ritiro a
Chimpu, vicino Samye, O yogi, sono molto felice e gioioso:
perfezionando la sua padronanza oggi siamo tutti in una Dimensione
dei metodi e la sua realizzazione Pura.
dello stato assoluto. Di tanto in Nel nostro corpo fiorisce
tanto tornava a far visita a l’assemblea di tutti i Buddha,
Kumaraja per raffinare l’unione di chiarezza e vacuità.
ulteriormente la sua comprensione. La Buddhità non è altrove, ma
Egli stesso scrisse in quel periodo: dentro di noi.
O meditatori, voi che controllate la
In me non c’è più nessuna traccia mente con grande concentrazione,
di attaccamento al samsara. non sforzatevi di trattenerla su un
Sono liberato dalle catene della unico punto,
speranza e della paura. ma lasciatela vagare liberamente,
Rimango sempre nella visione e a suo piacimento.
nella contemplazione dello La mente è vacuità, non importa
Dzogchen. che stia ferma o vaghi.
Qualsiasi cosa sorga nella mente,
All’età di trentadue anni entrò in non è altro che il gioco della
possesso del testo del Khandro saggezza primordiale.
Nyingthig, scoperto dalla sua
precedente incarnazione Pema Longchen Rabjam si trasferì a
Ledrel Tsal, che era a sua volta Kangri Thökar, dove trascorse la
incarnazione della Principessa maggior parte della sua vita e
Pemasel, a cui Guru Rinpoche compose i suoi famosi trattati
aveva affidato profeticamente la (circa 270 opere in tutto). Ispirato
trasmissione del suo Nyingthig. da Vimalamitra compose il Lama
Benché egli fosse la reincarnazione Yangtig, trentacinque volumi di
del Tertön che aveva rivelato quel commento e istruzioni sul Vima
testo, Longchen Rabjam – per Nyingthig. Ispirato da una visione
mostrare l’importanza e il valore di meditativa, in cui gli erano apparsi
un lignaggio vivente – chiese e Guru Rinpoche e Yeshe Tsogyal,
ricevette la trasmissione del compose il Khandro Yangtig, i
Khandro Nyingthig da un discepolo cinquantacinque volumi di
di Pema Ledrel Tsal (Shö Gyalse). commento e istruzioni sul Khandro
A trentatré anni Longchenpa Nyingthig. Scrisse anche lo Zabmo
trasmise le prime iniziazioni e Yangtig, un commentario di
istruzioni del Khandro Nyingthig a entrambi i Nyingthig: quello di
otto studenti e studentesse, fra Vimalamitra e quello di Guru
segni straordinari come raggi e Rinpoche che, proprio grazie a
Longchen Rabjam, vennero offerta, la utilizzò esclusivamente
unificati confluendo in un’unica al servizio del Dharma e mai per
trasmissione. Fra le altre opere di altri scopi, né tantomeno per se
Longchenpa ci sono i Sette Tesori stesso. Non mostrò mai alcun tipo
(tib. Dzödun), i Tre cicli sul di reverenza nei riguardi delle
rilassare la mente (tib. Ngalso persone ordinarie, anche se fossero
Korsum) e i Tre cicli sull’auto– nobili o altolocate; anche quando
liberazione naturale (Rangdrol riceveva offerte molto sostanziose
Korsum); con questi scritti non esprimeva mai la sua
Longchenpa giunse alla gratitudine, ma diceva: “Diamo ai
codificazione completa delle benefattori la possibilità di
dottrine e delle pratiche della accumulare meriti, invece di
scuola Nyingma, dimostrando la mostrare riconoscenza; la
loro armonia con tutti i veicoli riconoscenza dev’essere rivolta a i
dell’insegnamento dei Sutra e dei Tre Gioielli, non agli individui
Tantra di ogni tradizione buddhista. mondani”. Egli era poi
Scrive Tulku Thondup Rinpoche in straordinariamente gentile verso la
“Masters of Meditation and gente povera e sofferente, e
Miracles”: godeva con grande piacere del cibo
semplice che gli veniva offerto dai
Longchen Rabjam fu uno dei più poveri [2].
grandi eruditi e maestri realizzati
del Tibet, eppure dedicò tutta la Longchen Rabjam visse gran parte
sua vita alla stretta disciplina della propria vita in luoghi di ritiro,
spirituale dell’apprendere, circondato dalla pace e dalla
meditare, scrivere e insegnare, allo bellezza di boschi e montagne. Una
scopo di esaudire il principale caratteristica della sua opera è il
scopo della sua manifestazione profondo apprezzamento per le
illuminata: quello di offrire il buon meraviglie della natura, il cui
esempio di ciò che è un praticante contatto può ispirare qualità molto
e un insegnante di Dharma. La sua positive nei praticanti. Il brano
mente e la sua vita erano semplici, seguente è estratto dal suo
aperte, naturali, spontanee, pure e “Racconto della gioia nella foresta”:
profonde. Dovunque si trovasse e
qualsiasi cosa facesse, per lui era Immersi nella natura, ci sono
naturale essere sempre in uno poche distrazioni e superficialità
stato di meditazione. Grazie al e si è lontani dalla sofferenza
diffondersi della fama della sua creata dai pericoli e dalla violenza.
erudizione e del suo livello di Qui la gioia supera quella delle
realizzazione, egli avrebbe potuto città divine.
facilmente costruire imponenti Godiamo della tranquilla natura dei
monasteri o ampie strutture per i boschi!
praticanti laici, ma evitò di O mente, ascolta le virtù della
intraprendere opere simili, perché foresta:
non era minimamente interessato a i preziosi alberi, ben degni di
fondare qualsiasi tipo di istituzione. essere offerti ai Buddha,
Qualunque cosa egli ricevesse in si piegano sotto il peso dei frutti
che crescono splendidamente. La vita nella natura si accorda con
I fiori sbocciano e le foglie la pratica del Dharma:
emettono dolci odori, doma la mente e porta alla felicità
fragranti profumi riempiono l’aria. dello stato assoluto [3].
I torrenti di montagna suonano
l’incantevole musica delle I più grandi maestri tibetani,
percussioni. solitamente, hanno sempre
La freschezza della luna bacia ogni mantenuto l’usanza di sminuirsi e
cosa. di definire se stessi poco intelligenti
La cima delle montagne è coperta (anche quando erano di
con una veste di nuvole, straordinaria saggezza), privi di
mentre il cielo è decorato di stelle qualità positive (anche quando
e pianeti. brillavano per la forza delle loro
Stormi di cigni si librano intorno ai realizzazioni) e “ultimi fra gli
laghi dal dolce profumo. ultimi” (anche quando erano
Uccelli e cervi si spostano in pace, letteralmente venerati dalla gente).
i nd istu rbati. Questo atteggiamento ha due
Alberi, fiori di loto e gigli blu scopi: quello di mantenere un alto
Sono pieni di api che cantano “dar” livello di vigilanza contro il sorgere
e “dir”. dell’orgoglio e dell’arroganza, e
Gli alberi si muovono con gesti di quello di insegnare agli altri il
danza. valore dell’umiltà e i difetti della
Gli stagni freschi e chiari ricoperti superbia. Longchen Rabjam,
di loti invece, proclamò spesso a chiare
risplendono come volti sorridenti. lettere e senza paura, nei suoi
Giardini meravigliosi, abbelliti da scritti, il livello di realizzazione che
alberi in fiore, egli aveva raggiunto (e da cui
sono come il sorgere di stelle e scaturivano i suoi insegnamenti),
pianeti in un cielo cristallino. per ispirare un alto livello di fiducia
I cuculi emettono dolci suoni, come e certezza interiore nei suoi
intossicati dalla gioia. studenti e lettori. Ad esempio:
Le brezze stagionali soffiano
distribuendo fiori. Grazie all’addestramento che ho
Il cibo offerto da radici, foglie e seguito per molte vite
frutti non è contaminato da e ai santi maestri che mi hanno
azioni nocive e abbonda in ogni introdotto in questo sentiero,
stagione. ho realizzato il significato
Nella natura le emozioni dell’essenza più profonda
perturbatrici si placano da se e ho perfezionato la comprensione
stesse. dei più supremi “Yana”.
Nessuno pronuncia parole che Perciò dallo spazio della mia
causano disarmonia. saggezza vasta come il cielo
Lontano dalle distrazioni e sono scaturite nuvole di erudizione
dalla superficialità delle città, e fulmini di beneficio e gioia,
nei boschi la pace della accompagnati da tuoni di
med itazione cresce realizzazioni e contemplazione,
spontaneamente. seguiti infine da questa grande
pioggia di insegnamenti. Rabjam visse poi in celibato per il
resto della vita.
(...) Affinché tutti gli esseri possano A Lhodrak insegnò il Nyingthig a
realizzare questo, circa mille persone. A Lhasa fu
condensando l’essenza di tutti i ricevuto da migliaia di monaci con
Sutra e di tutti i Tantra cerimoniali molto elaborati; seduto
spiegherò adesso ciò che io stesso su un alto trono, trasmise i voti del
ho realizzato [4]. bodhisattva e insegnamenti
generali a un pubblico vastissimo.
Longchen Rabjam – che scrisse su A Shugseb insegnò lo Dzogchen a
tutti i veicoli dell’insegnamento oltre mille studenti. A Trok Orgyen
buddhista, ma principalmente sullo diede iniziazioni e istruzioni a
Dzogchen – spiegava spesso lo tremila praticanti, fra cui quaranta
spirito della pratica con uno stile grandi maestri. A Zha Lhakang
assolutamente semplice: insegnò a un vasto pubblico fra
eventi portentosi come arcobaleni
Bisogna guardare la natura e piogge di fiori.
insostanziale dei pensieri, appena Nel 1363, all’età di cinquantasei
sorgono. anni, iniziò improvvisamente a
Bisogna rimanere nello stato dettare il suo testamento
naturale, appena si è certi di averlo spirituale, che comprendeva i
riconosci uto. seguenti versi:
Bisogna che la propria meditazione
sia “priva di meditazione”. Poiché ho riconosciuto da molto
Senza sforzo, mantieni lo stato tempo la vera natura del samsara,
naturale: questo è il mio consiglio. so che tutti i fenomeni mondani
sono privi di sostanza.
La mente di questo preciso Adesso, che sto per separarmi da
momento, questo corpo impermanente e
libera dall’afferrarsi a “questo” o illusorio,
“quello”, vi dirò quali sono le cose utili e di
lasciata a se stessa senza nessun beneficio: ascoltate.
tentativo di modificarla,
non contaminata dal dualismo di Pensate che questa vita sia reale,
“chi si afferra” e “ciò a cui ci si ma così vi prenderà in giro.
afferra”, La sua natura è mutevole e priva di
ha la natura della verità assoluta: sostanza.
mantieni questo stato. Comprendendo il suo carattere
In Bhutan centomila persone si i naffid a bile,
radunarono per ascoltare i suoi praticate il Dharma iniziando da
insegnamenti. Qui, all’età di oggi.
quarantatré anni, ebbe una figlia.
Dopo cinque anni gli nacque anche La natura degli amici è effimera,
un figlio (Tragpa Özer) destinato a come avere ospiti per una serata.
diventare un detentore del Stanno insieme per un po’, ma poi
lignaggio del Nyingthig; Longchen si separano per sempre.
Liberandovi dall’attaccamento appaiono,
verso gli amici, e la vacuità non è nient’altro che le
praticate il Dharma, che è di apparenze stesse.
beneficio per sempre. Riconoscete la natura ultima
proprio adesso.
La ricchezza cola fra le dita come il
miele, appena la mettete insieme. La mia felicità al momento della
Anche se ve la siete guadagnata, morte è molto più grande della
toccherà agli altri godersela. gioia
Ora che potete farlo, investitela per di quei commercianti che hanno
mantenervi nelle vite future, fatto fortuna viaggiando per mare,
guadagnando meriti attraverso la di quegli esseri divini che trionfano
carità e la beneficenza. per aver vinto una guerra,
o di quei saggi che dimorano
Gli esseri sono impermanenti, nell’assorbimento meditativo.
come visitatori arrivati in ore Pema Ledrel Tsal [Longchen
diverse: Rabjam] non resterà qui molto a
i più vecchi se ne sono già andati, i lungo.
più giovani se ne andranno più Adesso andrò al sicuro, a dimorare
tardi. nello stato naturale della
Fra le persone di oggi, nessuna beatitud i ne
sarà viva fra cent’anni. che è libero dalla morte.
Riconoscete la verità Per questa vita la nostra
dell’impermanenza, proprio adesso. connessione si interromperà,
sono come un mendicante che sta
Le apparenze di questa vita sono per morire dove e come preferisce,
come gli avvenimenti di oggi, non siate tristi, ma continuate a
le apparenze del bardo sono come i pregare [5].
sogni di questa notte,
le apparenze della prossima vita Poi si mise in viaggio per Chimpu
arrivano velocemente come il e, arrivato qui, disse: “Il potere
domani. spirituale di Chimpu eguaglia quello
Per favore, praticate il Dharma del luogo di cremazione di
proprio adesso. Shitavana, in India. La morte in
questo luogo è meglio della nascita
Fra tutti gli insegnamenti, la vetta
più alta della luminosità in qualsiasi altro luogo. È qui che
è l’Essenza del cuore (Nyingthig), il abbandonerò il mio corpo esausto”.
significato essenziale. Dopodiché iniziò a manifestare i
Questo è il sentiero supremo che segni della malattia. Continuò però
porta alla Buddhità in una sola vita. a insegnare instancabilmente, a
Realizzate l’assoluta e sublime tutti i numerosissimi studenti che
grande beatitudine. lo raggiungevano lì per ricevere
istruzioni; quando questi lo
I diversi fenomeni sono come imploravano di riposarsi
riflessi in uno specchio: rispondeva: “Vorrei finire gli
sono vuoti proprio mentre i nseg name nti ”.
Il sedicesimo giorno del dodicesimo recuperati i suoi resti, si trovò che
mese dello stesso anno diede il suo dalle ossa erano scaturite molte
ultimo insegnamento pubblico, ringsel (reliquie di forma sferica,
dicendo: “Dedicatevi con passione simili a perle o pillole medicinali).
alla pratica del Dharma; tutto il Longchen Rabjam aveva ricevuto e
resto è completamente privo di praticato gli insegnamenti di tutti i
ogni sostanza. In particolare, lignaggi buddhisti presenti in Tibet;
applicatevi alle pratiche del quando – in ritiro nelle sue grotte –
Trekchö e del Tögal. Se incontrate citava nelle sue opere i titoli e
difficoltà in queste pratiche, interi brani di scritture e
leggete il Lama Yangtig: sarà come commentari, lo faceva servendosi
un gioiello che esaudisce tutti i esclusivamente della sua memoria.
desideri. Così realizzerete lo stato Nelle circa 270 opere che compose,
del dissolvimento di tutti i tutto il sentiero che conduce alla
fenomeni nella Dharmata, la liberazione e all’illuminazione è
Natura Ultima”. esposto in maniera esauriente e
Due giorni dopo disse ai pochi senza errori, includendo tutti i
discepoli che si trovavano con lui: livelli di pratica dei Sutra, dei
“Preparate un’offerta e lasciate Tantra e dello Dzogchen. Tutti i
questa stanza”. Loro insistettero lignaggi del Buddhismo tibetano
per rimanergli vicino e lui rispose: riconoscono in Longchenpa uno dei
“Va bene, adesso lascio questo più grandi maestri di saggezza,
corpo illusorio esausto; evitate di erudizione e realizzazione che il
fare qualsiasi rumore e restate in Tibet abbia mai avuto: insieme a
contemplazione”. Così la sua Sakya Pandita (della tradizione
mente si rilassò nello stato Sakya) e a Je Tsongkhapa (della
primordiale e abbandonò il corpo, tradizione Gelug), Longchen
seduto in perfetta posizione di Rabjam è considerato una delle tre
meditazione. I presenti udirono più importanti manifestazioni
lievi scosse di terremoto e suoni tibetane del Buddha Manjushri [6].
roboanti in lontananza; nelle Moltissimi Lama ritengono che le
scritture, questi vengono descritti sue opere fossero in realtà dei
come segni di altissima Gong–Ter, tesori spirituali affiorati
realizzazione. Durante i venticinque dalla “vasta estensione” (tib.
giorni in cui il suo corpo fu “Longchen”) della sua
conservato – con l’area intorno al realizzazione.
cuore calda e nessun segno di
rigore o decomposizione – ci fu la Note:
costante presenza di stupendi
arcobaleni nel cielo circostante. 1]Il lignaggio di trasmissione del Vima
Nyingthig, da Vimalamitra a Longchen
Benché fosse il periodo più freddo Rabjam, è costituito da: Vimalamitra,
dell’anno in Tibet, la terra si Nyang Tingdzin Sangpo, Dro Rinchen Bar,
riscaldò, il ghiaccio si sciolse e Be Lodrö Wangchuk, Neten Dangma
fiorirono le rose. Nel giorno della Lhüngyal, Jetsun Senghe Wangchuk,
sua cremazione la terra tremò tre Shengtön Tashi Dorje, Se Nyima Bum,
Guru Jober, Trülshik Senghe Gyapa,
volte e si udì un suono roboante Drupchen Melong Dorje, Rigdzin
per sette volte; quando vennero
Kumaraja, Longchen Rabjam. Da
Longchenpa in poi, la trasmissione del
Vima Nyingthig è di fatto unificata a
quella del Khandro Nyingthig. Con Jigme
Lingpa, entrambe le trasmissioni
confluiscono nel Longchen Nyingthig. Jigme Lingpa
2]Da Tulku Thondup, “Masters of (1730–1798)
Meditation and Miracles” pagg. 113-
114, trad. di Italo Cillo.
3]Citato da Tulku Thondup, “The Practice
of Dzogchen” pagg. 168- 169, trad. di
Italo Cillo.
4]Citato da Tulku Thondup, “The Practice
of Dzogchen” pagg. 173- 174, trad. di
Italo Cillo.
5]Citato da Tulku Thondup, “Masters of
Meditation and Miracles”, traduzione di
Italo Cillo.
6]Il Buddha della saggezza e della
conoscenza spirituale.

“Rigdzin” (in sanscrito


“Vidyadhara”) significa in tibetano
“detentore del rigpa”, la
consapevolezza non–duale che è il
frutto pienamente maturo della
pratica. Jigme Lingpa è considerato
un’emanazione delle menti
illuminate di Trisong Detsen e
Vimalamitra, ed è colui che ha
rivelato il vasto e profondo ciclo di
insegnamenti conosciuto come
Longchen Nyingthig, un tesoro
spirituale scaturito dalla sua mente
e dalla sua realizzazione, in forma
di Gong–Ter.
Nelle predizioni contenute in un
Terma scoperto quattro secoli
prima, Guru Rinpoche aveva commentari e il Vajrayana. Però
profetizzato (con un anticipo di non riuscii mai, in gioventù, a
quasi mille anni) la venuta di Jigme sviluppare una certa cultura
Lingpa, che è anche conosciuto col studiando con un maestro.
nome di Khyentse Ozer (“Raggi di Tuttavia, quando nel glorioso luogo
saggezza e compassione”): di Samye Chimpu ebbi per tre volte
la visione del corpo di saggezza di
Nel Sud del Tibet verrà un Tulku Longchenpa, e ricevetti le sue
chiamato Ozer. benedizioni, il karma della mia
Egli libererà gli esseri attraverso le saggezza ed erudizione si risvegliò
profonde istruzioni del Nyingthig. istantaneamente, dalle profondità
Chiunque abbia una connessione della Grande Perfezione.
con lui sarà condotto nella
dimensione pura dei Vidyadhara. Le prime importanti trasmissioni
che ricevette furono quelle del
Jigme Lingpa nacque nel 1730 in Trölthik Gongpa Rangdröl (Terma
un villaggio della Valle di Chongye rivelato da Drödul Lingpa), del
nel Tibet meridionale. La sua Lama Gongdü (il ciclo rivelato da
famiglia era povera e lui era un Sangye Lama quattrocento anni
bambino di grande bontà d’animo, prima) e dei Sette Tesori (Dzödun)
intelligenza e coraggio. Entrò come di Longchenpa. All’età di tredici
novizio nel monastero della sua anni incontrò il Tertön Tugchok
valle all’età di sei anni e ricevette il Dorje e, per la prima volta nella
nome di Pema Khyentse Ozer. sua vita, provò un forte senso di
Fino a tredici anni si dedicò più ai devozione verso un insegnante;
semplici giochi con i coetanei che Tugchok Dorje divenne il suo guru–
agli studi; tuttavia, egli stesso radice per molti anni e gli trasmise
ricordava come la sua fanciullezza il lignaggio della Mahamudra e altri
fosse abbellita dalla devozione insegnamenti. Ricevette anche
spontanea verso Guru Rinpoche, trasmissioni da molti altri maestri
dalla fede nel Dharma e dalla del suo tempo.
compassione verso tutti gli esseri, All’età di ventotto anni intraprese
specialmente gli animali. Le sue uno stretto ritiro nel luogo di
giornate erano piene di gioia e eremitaggio collegato al suo
spontanee esperienze meditative, e monastero; per tutta la durata del
i suoi sogni notturni erano visioni ritiro mantenne sette voti, che
pure, colme di ispirazione. mostrano l’importanza di lavorare
Per lo più i grandi maestri di profondamente sulla propria mente
Dharma diventano eruditi grazie prima di dedicarsi all’insegnamento
allo studio, e realizzati attraverso e a qualsiasi attività in aiuto degli
la pratica; Jigme Lingpa invece altri. I sette voti erano: 1)
racconta: astenersi dall’entrare nella casa di
un laico e dal dedicarsi a qualsiasi
Per mia natura mi sentivo felice svago o divertimento; 2) astenersi
nello studiare qualsiasi argomento, dall’invitare altri nella sua cella o
sia di natura secolare che di dal partecipare a incontri di
Dharma, come le scritture, i gruppo, per sradicare le tendenze
all’attaccamento e all’antipatia svanita. Fu a questo punto che
verso gli altri; 3) astenersi dal Jigme Lingpa abbandonò i rossi
corrispondere, in qualsiasi forma, abiti monastici, adottando le vesti
con chiunque si trovasse nel color bianco (non tinte) del sangha
mondo esterno; 4) astenersi non–celibe; anziché tenere i capelli
dall’insegnare il Dharma [1]; 5) rasati, li lasciò crescere lunghi
evitare ogni distrazione che assumendo l’aspetto del Tantrika
esulasse dalle attività di studio, (Yogi o Ngakpa). In quel periodo
lettura, scrittura, memorizzazione, compose il suo primo trattato, il
riflessione e meditazione sugli “Khyentse Melong Ozer Gyawa”, un
insegnamenti; 6) vivere in commentario sul ciclo di
austerità e semplicità, evitando di insegnamenti del Lama Gongdü.
godere con noncuranza di eventuali Durante questo ritiro Jigme Lingpa
offerte; 7) astenersi da ogni rivelò (come Gong–Ter) il tesoro
attività di tipo “esteriore”, spirituale dell’Essenza del cuore di
dedicando ogni azione alla Longchenpa (Longchen Nyingthig).
liberazione dal samsara. Racconta Tulku Thondup [2]: “Una
All’inizio di questo ritiro, Jigme sera egli andò a letto con una
Lingpa seguì le pratiche Maha-yoga straordinaria devozione verso Guru
e Anu-yoga (stadi di creazione e Rinpoche nel cuore; le sue guance
completamento) esposte nel terma erano costantemente bagnate da
chiamato Trölthik Gongpa Rangdröl lacrime di tristezza, perché non
(Essenza della liberazione, poteva trovarsi alla presenza di
spontanea liberazione della Guru Rinpoche, e col suo respiro
mente); egli perfezionò la uscivano incessanti parole di
concentrazione meditativa e – preghiera. Per molto tempo rimase
grazie allo studio dei Sette Tesori profondamente assorto
di Longchenpa – dissipò ogni nell’esperienza meditativa della
dubbio sulla base, sul sentiero e chiara luminosità. In questo stato
sulla meta dell’insegnamento. provò la sensazione di volare nel
Grazie agli esercizi yogici raggiunse cielo per una lunga distanza, a
la piena padronanza del corpo cavallo di un leone bianco; infine
sottile (canali, energie interne ed raggiunse un percorso circolare,
essenze). Poi si dedicò alle pratiche che egli identificò con il cammino
esposte nel Lama Gongdü per la circum-ambulazione del
(Realizzazione della mente del Grande Stupa di Bodhnath, un
Guru). In seguito a profonde gigantesco monumento buddhista
esperienze meditative e ripetute che si trova a Kathmandu in
visioni di Guru Rinpoche, Yeshe Nepal”.
Tsogyal e Manjushrimitra, scoprì Qui una Dakini gli consegnò un
che l’abituale senso dell’io si era cofanetto contenente cinque “rotoli
sfaldato, e non c’era più un gialli” [3], contenenti le indicazioni
illusorio punto di riferimento profetiche che avrebbero guidato
“interno” nelle sue esperienze; Jigme Lingpa alla rivelazione del
anche l’illusione che percepisce la suo tesoro spirituale. Nel prosieguo
solidità di un “mondo esterno” era della sua esperienza visionaria, egli
inghiottì i cinque rotoli e
istantaneamente gli sembrò che risvegliò in lui. Questo accadde in
“tutte le parole del ciclo del seguito a tre profonde esperienze
Longchen Nyingthig, insieme al meditative, in cui il “Corpo di
loro significato, si fossero Saggezza” [5]. di Longchen
risvegliate nella sua mente come Rabjam gli trasmise le complete
se fossero state impresse lì da benedizioni di corpo, parola e
sempre. Anche dopo la fine di mente, trasformandolo nel suo
quell’esperienza meditativa, egli erede spirituale e successore nel
restò inseparabile dalla lignaggio [6].
realizzazione della consapevolezza Continua Tulku Thondup in
intrinseca (Rigpa), la grande “Masters of Meditation and
unione di beatitudine e vacuità” Miracles”: “Adesso per Jigme
[4]. Lingpa, poiché non esisteva più
Fu così che Jig me Lingpa divenne alcun punto di riferimento
uno dei Tertön più venerati della oggettivo, le apparenze esterne
tradizione Nyingma e codificò il erano diventate assolutamente
ciclo completo di insegnamenti prive di limiti. Non c’era più una
Maha-, Anu- e Ati-yoga conosciuto meditazione, distinta e separata, o
come Longchen Nyingthig. Egli uno stato meditativo da
trascrisse le istruzioni, come se perseguire. Poiché nella sua mente
ricopiasse qualcosa che era già non c’era più l’illusione di un
scritto nella vasta estensione della soggetto che “analizza” e
sua mente. Non ancora soddisfatto, “denomina”, tutto divenne libero e
alla fine del suo ritiro triennale si completamente aperto nell’unità”.
trasferì nello straordinario luogo di La conoscenza e l’erudizione
potere di Samye Chimpu, nelle formali che egli aveva sempre
stesse grotte in cui avevano schivato nel corso della sua
vissuto e meditato Yeshe Tsogyal, giovinezza, si manifestarono in
Trisong Detsen e Longchen misura illimitata nello spazio
Rabjam. Qui egli tenne nascosta a naturale della sua realizzazione –
tutti la sua rivelazione spirituale e, portandolo a comporre nel corso
come un semplice praticante, iniziò della vita opere come lo Yönten
un secondo ritiro di tre anni. Nel Rinpoche Dzö (Prezioso tesoro
frattempo, però, cresceva delle qualità illuminate) in cui tutto
spontaneamente la fede delle il sentiero dei sutra e dei tantra è
persone che avevano modo di spiegato con assoluta semplicità ed
venire in contatto con lui. efficacia al lettore. Il potere della
Durante il ritiro a Chimpu, Jigme sua saggezza si esprimeva
Lingpa si applicò profondamente frequentemente in forma di versi,
alle pratiche che egli stesso aveva che egli indirizzava
rivelato. Infatti era usanza che il spontaneamente a chi andasse a
Tertön, prima di trasmettere i fargli visita e a porgli domande. Ad
propri tesori spirituali a esempio:
chicchessia, li praticasse in prima
persona per un certo periodo di La mente che osserva la mente
tempo. Fu così che la più alta non è affatto consapevolezza non–
realizzazione dello Dzogchen si duale [Rigpa].
Quindi resta semplicemente, in definitivo del tuo cattivo karma,
maniera naturale, e gioisci di queste!
nella mente dell’attimo presente, Non guardare al volto delle tue
senza sforzarti di modificarla. ma la tti e,
ma al soggetto [la mente] che
Quando fai esperienza di qualcosa sperimenta la malattia.
richiamandola alla mente in modo Il corpo, di per sé, è inanimato e la
intenzionale, mente, di per sé, è vacuità:
manchi proprio il punto essenziale cosa potrà mai causare dolore a
della meditazione. qualcosa di inanimato,
Quindi, senza afferrarti ad o danneggiare qualcosa che è
alcunché, vacuità?
rimani nello stato fresco e naturale Indaga: da dove vengono, dove
del Rigpa. vanno e dove dimorano le
malattie?
La gente crede che focalizzare la Le malattie sono mere proiezioni
mente su un unico punto sia momentanee dei tuoi pensieri;
med ita re, quando questi pensieri
ma così manca l’integrazione di scompaiono, anche le malattie si
shamatha e vipashyana [7]. dissolvono.
Quindi, senza accettare né rifiutare Nell’estate del 1765, dopo sette
la quiete o la proiezione mentale, anni durante i quali il suo tesoro
lascia che la consapevolezza spirituale era rimasto segreto, per
intrinseca [Rigpa] dimori libera da la prima volta Jigme Lingpa
ogni punto di riferimento. trasmise le iniziazioni e le istruzioni
per le pratiche del Longchen
Ancora: Nyingthig a quindici discepoli. Fu
così che la fama di questo
Le malattie sono la scopa che straordinario ciclo di insegnamenti
spazza via le tue azioni nocive. incominciò a diffondersi in ogni
Vedendo le malattie come direzione, fino a farne ancora oggi
insegnanti, rivolgi a loro le tue la raccolta di istruzioni più seguita
preghiere. e praticata all’interno della
Le malattie arrivano grazie alla tradizione Nyingma.
gentilezza dei maestri e dei Tre A 34 anni Jigme Lingpa si trasferì a
Gioielli. Tsering Jong (“Terra di lunga vita”)
Le malattie sono le tue nel Tibet meridionale, dove fondò
realizzazioni, adorale come se un modesto centro di ritiro e
fossero divinità. meditazione che rimase la sua
Le malattie sono il segno che il tuo residenza per tutto il resto della
karma negativo si sta esaurendo. sua vita. A chi gli chiedeva di
Non esiste combustibile migliore creare un istituto più grande e di
[delle malattie] per bruciare il adoperarsi maggiormente per
karma. divulgare il suo lignaggio, Jigme
Non indulgere nella tristezza o nei Lingpa rispondeva citando un verso
pensieri negativi [sulle malattie], preso dai Trenta consigli essenziali
ma vedile come segni del tramonto di Longchenpa:
Radunare un numeroso seguito di questi difetti ad alta voce senza
discepoli con diversi mezzi, alcun ritegno, anche se si trattasse
costruire monasteri ampi e di leader spirituali rispettati o
accoglienti: benefattori di Dharma generosi”.
se uno prova a far questo, All’età di 55 anni Jigme Lingpa si
potrebbe riuscirgli bene per un po’, recò al monastero principale della
ma alla lunga finisce per distrarre tradizione Sakya per trasmettere i
la mente. suoi insegnamenti al Sakya Trichen
Il mio consiglio essenziale è quello e a tutto il suo seguito. Subito
di rimanere soli. dopo questo viaggio si unirono a lui
quelli che erano destinati a
Racconta Tulku Thondup, diventare i suoi due discepoli
nell’opera già citata: “Uno sciame principali: Dodrupchen Rinpoche
di grandi discepoli raggiunse (conosciuto anche come Kunsang
questo semplice eremitaggio, per Shenpen e Jigme Trinle Ozer) e
ricevere le profonde istruzioni e Jigme Gyalwe Nyugu. A
trasmissioni – simili a un nettare – quest’ultimo – prima di
del più grande fra i maestri raggiungere Jigme Lingpa a Tsering
Dzogchen, Rigdzin Jigme Lingpa; Jong – erano stati rubati tutti i suoi
gli studenti, però, ritornavano ai averi; il Maestro per consolarlo
loro luoghi di provenienza per scrisse questo poema:
condividere quegli insegnamenti
con gli altri. Quindi Tsering Jong Se sai come si fa a portare la
rimase un semplice eremitaggio e sofferenza nel sentiero dell’unico
Jigme Lingpa un semplice eremita”. sa pore,
tutte le circostanze sfavorevoli
Jigme Lingpa stesso diceva: rinforzeranno le qualità positive.
Quindi evita di mantenere punti di
Non ho alcun interesse per gli affari vista errati [sulle situazioni
mondani, avverse].
né scendo in città a compiere Se pratichi seguendo i miei
cerimonie per averne in cambio insegnamenti,
donazioni. la tua mente e la mia si
Tengo con me non più di dieci unificheranno come una sola.
misure di orzo. Allora sorgerà la realizzazione che
Finché sarò vivo, faccio voto di trascende tutti i concetti
continuare questa vita ascetica. e dimorerai nello stato naturale in
cui non esiste dualità.
Ancora Jigme Lingpa, a proposito Possano tutti i tuoi desideri essere
della semplicità del suo stile di vita esauditi.
e del suo temperamento: “Le mie
percezioni sono diventate come Superati i sessant’anni, Jigme
quelle di un bambino. Addirittura Lingpa riceveva ormai continui
mi diverto tantissimo a giocare coi inviti ad insegnare nei principali
piccoli. Quando poi incontro luoghi di pratica del Tibet; tuttavia
persone con tratti caratteriali non fu in grado di accogliere tutti
fortemente negativi, espongo questi inviti, in parte a causa della
sua età avanzata e in parte a causa energie interne. Iniziò quindi a
della sua costante premura di non lasciar intendere ai suoi discepoli
infliggere sofferenze agli animali più vicini che sarebbe morto ben
per i propri viaggi. Nelle occasioni presto; questi lo esortarono a
in cui visitò alcuni importanti e consultare un dottore, ma la sua
famosi monasteri per insegnare, la risposta fu: “Certo, se volete
sua visita lasciò un’impressione potete portare qui un dottore; ma
profondissima e il Longchen – dal momento che non c’è traccia
Nyingthig fu spesso adottato come di malattia in me – a cosa
la pratica ufficiale del monastero. servirebbe? Comunque, se proprio
All’età di 65 anni, Jigme Lingpa e la insistete, evitate di farlo arrivare
sua consorte Gyalyum Drölkar da un luogo lontano, causerebbe
ebbero un figlio chiamato Gyalse solo sofferenza a persone ed
Nyinje Ozer, che venne presto animali”. Per qualche giorno
riconosciuto come la reincarnazione continuò a ricevere visite, dare
di uno dei due leader spirituali benedizioni e insegnare quando gli
della tradizione Drikung Kagyu. veniva richiesto; poi si trasferì in
Così all’età di 69 anni l’anziano un nuovo luogo di ritiro sopra a
maestro si mise in viaggio, con suo Tsering Jong, chiamato Namdröl
figlio, per il monastero di Drikung, Tse, e si mostrò molto felice di
dove sarebbe avvenuta la essere lì. Il mattino successivo
cerimonia di insediamento sul insegnò la pratica di meditazione
trono del predecessore. Questa fu su Tara e, da un cielo
una straordinaria opportunità, per assolutamente azzurro, venne giù
migliaia di persone, di vedere il una sottilissima pioggia, fra lo
grande maestro Dzogchen e di stupore di tutti i presenti. Al calare
riceverne brevi insegnamenti, del sole sistemò il suo altare con
lungo la strada che lo avrebbe nuove offerte, sedette in posizione
condotto a Drikung. Fu anche un di meditazione e la sua mente
periodo pa rticolarmente stremante, entrò nello stato primordiale,
in cui la salute di Jigme Lingpa lasciando il corpo.
venne messa duramente alla Dopo mesi di cerimonie tenute in
prova. La stessa cosa si ripeté tutto il Tibet, il suo corpo fu
durante il viaggio di ritorno, sistemato all’interno di uno Stupa
quando fece sosta in un gran dorato a Tsering Jong, dove rimase
numero di luoghi di pratica per fino alla metà degli Anni Sessanta
trasmettere insegnamenti e dello scorso secolo – quando le
iniziazioni. distruzioni sistematiche operate dai
All’età di 70 anni, una volta Cinesi, durante la Rivoluzione
ritornato a Tsering Jong, Jigme Culturale, raggiunsero anche quel
Lingpa appariva in buona salute, luogo.
ma non si curava di mangiare o Il continuum mentale di Jigme
dormire; sedeva giorno e notte in Lingpa si emanò in tre grandissimi
meditazione, senza mai sbattere le maestri del 1800: [8] Do Khyentse
palpebre. Disse che il suo corpo Yeshe Dorje (incarnazione del
restava in vita soltanto grazie al corpo), Patrul Rinpoche
controllo che aveva ottenuto sulle (incarnazione della parola) e
Jamyang Khyentse Wangpo ogni forma di ostentazione, eppure
(incarnazione della mente). Questi lo splendore della sua saggezza
diedero il via alla celebre lignaggio raggiunse ogni angolo del mondo
di successione dei “Khyentse” [9]. buddhista in generale, e Nyingma
Oggi il continuum mentale di Jigme in particolare. Ancora oggi, coloro
Lingpa splende nelle realizzazioni di che hanno una connessione
Adzom Rinpoche, il nostro maestro karmica con lui possono essere
considerato una sua incarnazione. profondamente ispirati dal racconto
Fra le opere lasciate da Jigme della sua storia o dal semplice
Lingpa – oltre al ciclo del Longchen udire il suo nome.
Nyingthig e al già citato trattato Note:
Yönten Rinpoche Dzö – ci sono un
volume di pratiche su Vajrakilaya 1]Il senso di questo voto è che, se
avesse insegnato, inevitabilmente
(tib. Dorje Purba), uno degli Yidam avrebbe ricevuto offerte in cambio. Per
più cari alla tradizione Nyingma, e sradicare ogni attaccamento o aspettativa
lo straordinario manuale chiamato di ricompensa, Jigme Lingpa prese
Yeshe Lama (“Maestro di saggezza questo impegno.
primordiale”), il più completo testo 2]“Masters of Meditation and Miracles”,
di guida alle pratiche della pagg. 122-123, trad. di Italo Cillo.
“Essenza del cuore” (Nyingthig) 3]Questa è la forma esteriore che
assumono molti Sa–Ter, i tesori spirituali
dello Dzogchen, ancora oggi
risalenti a Guru Rinpoche e Yeshe
considerato il distillato e la Tsogyal sotterrati o nascosti nella roccia.
quintessenza delle specialissime 4]Vedi nota [8].
discipline esoteriche trasmesse 5]Cioè il Dharmakaya stesso; in pratica
dagli antichi maestri della Grande un’esperienza non–duale e non–
Perfezione. concettuale, in cui non esiste separazione
Jigme Lingpa profetizzò: “Nel fra soggetto e oggetto della “visione”.
lignaggio della mia Essenza del Tutto accade nella vasta estensione
(“Longchen Rabjam” significa appunto
Cuore della Luminosità Interiore,
“vasta estensione”) del Rigpa, lo stato
verranno figli [discepoli] che assoluto.
saranno migliori dei loro padri, e 6]A causa della straordinaria
nipoti che supereranno i loro connessione fra Longchen Rabjam e
nonni”. Benché egli abbia avuto Jigme Lingpa, nel lignaggio di
numerosi studenti altolocati nella trasmissione del Nyingthig i due sono
considerati come maestro e discepolo,
società tibetana del tempo, Jigme
benché fra le loro vite ci siano quattro
Lingpa impegnò le sue energie secoli di distanza.
principalmente nel formare 7]Shamatha (tib. Shiné) = “stabilità
autentici, futuri detentori del nella quiete”, la concentrazione
lignaggio, che spesso erano meditativa su un solo punto, libera da
persone semplici. Diceva: “È distrazioni. Vipashyana (tib. Lhagtong) =
“introspezione”, l’esperienza diretta della
meglio avere come studente un
natura di vacuità presente in tutte le cose,
unico e solo mendicante, capace di libera dalla fissazione su un oggetto.
detenere e trasmettere il lignaggio, 8]La intenzione (o aspirazione) di essere
piuttosto che avere migliaia di di beneficio agli altri, formulata da un
discepoli ricchi e famosi”. grande maestro illuminato, può risultare
Jigme Lingpa restò per tutta la vita in una continuazione della sua energia
mentale in più esseri
un semplice eremita, lontano da
contemporaneamente. Quando questo
accade, di solito si parla
(convenzionalmente) di incarnazioni del
corpo, della parola e della mente, a
seconda delle qualità predominanti nel
Tulku (maestro reincarnato). I grandi yogi del Tibet: Jigme
9]Fra cui Khyentse Chökyi Lodrö (uno Gyalwe Nyugu
dei più grandi Lama del 1900), Dilgo (1765–1843)
Khyentse Rinpoche (già leader spirituale
di tutta la scuola Nyingma, scomparso
nel 1990) e il presente Dzongsar
Khyentse Rinpoche (col nome di
Khyentse Norbu conosciuto anche per la
sua attività di regista cinematografico).

Nato in una famiglia di nomadi del


Tibet Orientale, fin da bambino
sentiva il bisogno di isolarsi e
restare in contemplazione. All’età
di 12 anni imparò a leggere e
scrivere, e a 15 anni ricevette le
sue prime istruzioni sullo Dzogchen
dal Lama Rigdzin Gyatso. A 17
anni, durante un pellegrinaggio a
Lhasa con altri membri del suo
clan, cercò di fuggire per praticare
il Dharma, ma venne preso e
riportato in Kham.
A 19 anni, trovando impossibile
praticare nella sua terra di origine,
fuggì nuovamente per il Tibet
Centrale. Fu il primo Dodrupchen la sua riserva di tsampa [1], si
Rinpoche, già discepolo di Jigme nutrì bevendo un brodo ricavato
Lingpa, a indirizzarlo a Tsering dalla bollitura di vecchi impasti,
Jong per ricevere insegnamenti dal usati per le offerte rituali (Torma);
grande maestro Dzogchen. Jigme finiti anche questi, bevve una volta
Gyalwe Nyugu racconta che, al giorno l’acqua di bollitura delle
quando vide Jigme Lingpa per la ortiche. Un giorno trovò un vecchio
prima volta, tutte le sensazioni che osso di capra, lo bollì e ne bevve il
aveva conosciuto in quella vita si brodo, calmando
dissolsero, lasciando spazio a una temporaneamente gli squilibri
beatitudine e a una chiarezza mai dell’energia che ormai lo
sperimentate prima. Per quindici affliggevano.
giorni ricevette iniziazioni, la Al termine del suo ritiro, dovette
trasmissione dello Yönten Rinpoche camminare per quattro giorni
Dzö (Il prezioso tesoro delle qualità (pregando e pensando che stava
illuminate) e istruzioni individuali di per morire) prima di incontrare
Dzogchen, basate sul suo livello di qualcuno che gli offrisse del cibo.
maturità ed esperienza (Sem Tri). Le sue ossa si potevano contare
Jigme Gyalwe Nyugu tornò a una per una, non riusciva a
Lhasa, fece diverse tappe per reggersi in piedi e perfino bere gli
ricevere alcune trasmissioni da altri procurava dolore quando arrivava il
insegnanti e, nella regione di momento di urinare. Questo
Tsang, completò un ritiro di due dimostra in quale considerazione
anni e nove mesi. Sulla via per erano tenute, dai praticanti di
tornare a Tsering Jong incontrò un Tantra e Dzogchen, le istruzioni dei
anziano lama, dall’aspetto e dagli loro maestri; una volta ricevuta
abiti molto trasandati, che gli una semplice indicazione
predisse una prima parte di vita in personale, lo yogi non esitava a
cui avrebbe costantemente metterla in pratica nel senso più
cambiato dimora; nella seconda letterale e a qualsiasi costo.
parte della vita, disse, sarebbe Perdere la vita era considerato
invece rimasto in una valle meno grave del perdere
affacciata a Sud–est, in cui l’opportunità di seguire le istruzioni
avrebbe realizzato il beneficio del Lama.
proprio e di molti altri esseri. Al termine di un viaggio di molti
Tornato finalmente a Tsering Jong, giorni, Jigme Gyalwe Nyugu tornò
poté ricevere molte trasmissioni e dal suo maestro e ricevette una
istruzioni dal suo amato maestro breve benedizione. Proseguì poi
Jigme Lingpa. Seguendo poi i suoi per il luogo di eremitaggio di
consigli, intraprese un duro viaggio Orgyen Ling, dove restò in ritiro
per raggiungere la montagna di per sei mesi. Qui un giorno, all’ora
Tsari; rimasto senza scarpe, del tramonto, guardò il cielo
dovette camminare per molti giorni dall’intenso colore blu e vide
a piedi nudi, perfino nella neve. A un’unica e sola nuvola; provò la
Tsari completò un ritiro di nove sensazione che il suo Lama Jigme
mesi in completa solitudine. Finita Lingpa fosse presente in quella
nuvola e pregò con profonda
devozione. Nel momento di natura ultima sia grazie alla
maggiore intensità perse coscienza benedizione del Lama che grazie
e svenne. Al suo risveglio, trovò all’aver completato la pratica dello
che la sua mente e quella del Lama Yidam. Quindi, da ora in poi, sarà
si erano unite indissolubilmente, e valido anche per te quel che diceva
lui poteva dimorare senza sforzo il grande Padampa Sangye:
nel Rigpa, lo stato naturale della “Quando dormo, nascosto in
consapevolezza non–duale. solitudine,
L’illusione di un punto di rimango nella nuda consapevolezza
riferimento interno si era dissolta non–duale.
completamente. La devozione – Quando mi trovo nel mezzo di una
per lui come per tutti i grandi grande folla,
praticanti che l’avevano preceduto guardo il volto di tutto ciò che
– fu un fattore essenziale per appare.”
raggiungere le esperienze e le
realizzazioni che sono il frutto della Fu in quell’occasione che Jigme
pratica. Lingpa gli conferì il nome di Jigme
Ritornato a Tsering Jong, Jigme Gyalwe Nyugu, “Figlio senza paura
Gyalwe Nyugu raccontò la sua del Vittorioso” (cioè del Buddha), in
esperienza di meditazione a Jigme accordo con la predizione secondo
Lingpa; riferì che per lui non c’era cui avrebbe avuto quattro grandi
più il senso di un “meditatore” che discepoli chiamati Jigme.
si applicasse a una “meditazione”. A 28 anni tornò nel Tibet Orientale
Jigme Lingpa rispose: per far visita alla sua famiglia di
“Molto bene! La realizzazione dello origine; sua madre, benché
stato assoluto sorge in uno di malata, fu molto contenta della sua
questi quattro modi: alcuni sincera dedizione al Dharma. Jigme
praticanti (dotati di devozione, Gyalwe Nyugu continuò a spostarsi
diligenza, compassione e saggezza) di frequente da un luogo di
la ottengono quando ricevono eremitaggio all’altro, completando
formalmente il “conferimento della numerosi ritiri solitari.
saggezza” durante un’iniziazione. Ritornò quindi nel Tibet Centrale a
Altri la ottengono al “ricevimento trovare il suo maestro Jigme
delle Siddhi”, dopo aver completato Lingpa, ormai anziano; per due
la meditazione e la recitazione mesi e mezzo ricevette i suoi
della sadhana di uno Yidam. Altri la profondi insegnamenti. Durante il
ottengono trasferendo in se stessi loro ultimo incontro, Jigme Lingpa
la realizzazione del Lama, gli disse: “Prima non mi ero
generando una profonda fede e accorto di quanto tu fossi
considerando il Lama come un intelligente; se resti qui con me per
Buddha. Altri la ottengono quando tre anni, farò di te un essere molto
riescono a domare le influenze speciale”. Gyalwe Nyugu spiegò
nocive provenienti da forze sinceramente che doveva tornare
negative che dimorano in luoghi di nella sua regione, a causa di
potere come gli ossari e i luoghi di impegni che aveva assunto verso
cremazione. Tu hai realizzato la altre persone; Jigme Lingpa
rispose:
“Va bene. La qualità più importante desolato, sul fianco della
di un amico spirituale è l’essere montagna, spazzato dal vento e
degno di fiducia. Di fatto, per totalmente privo di ripari o
praticare il Dharma non occorre sporgenze nella roccia. Quel luogo
conoscere tante cose; accumulare era destinato a diventare la sua
informazioni non è dimora principale per i successivi
necessariamente di beneficio per la vent’anni.
mente. In qualsiasi caso, tu sei Durante il primo anno, Gyalwe
abbastanza saggio nell’imparare, Nyugu meditò per la maggior parte
riflettere e meditare da poter del tempo e si nutrì delle poche
essere indipendente. Non c’è erbe e radici che trovava. Pensò
nessun bisogno di dipendere da spesso di essere sul punto di
strutture monastiche o istituzionali; morire, a causa degli stenti e delle
cerca di meditare in grotte o difficoltà di quello stile di vita.
capanne, dove non possano L’estate successiva, un giovane
sorgere circostanze sfavorevoli. Se pastore nomade vide la sua testa
le persone vengono da te in cerca sporgere nel mezzo di quello
di insegnamenti, istruiscile con scenario desertico e, temendo che
piena fiducia nelle tue capacità: dal si trattasse di un demone, corse a
momento che il tuo atteggiamento chiamare i suoi familiari in aiuto. I
verso gli insegnamenti è eccellente nomadi tornarono e gridarono: “Chi
come l’oro, tu sarai di beneficio per sei? Cosa fai?”. “Medito un
gli altri”. pochino”, fu la sua risposta. Così la
sua fama iniziò a diffondersi e i
Tornato in Kham, Gyalwe Nyugu nomadi gli offrirono cibo e pellicce
completò anni di ritiri nell’area di yak, con cui lui (che aveva
intorno al monastero di Dzogchen, vissuto in una semplice
incluso un ritiro di tre anni. A volte depressione nel terreno) costruì
gli veniva chiesto di assumere la una rudimentale tettoia. Quando gli
guida di qualche Gompa [2], ma lui chiedevano cosa facesse in quel
puntualmente rifiutava. A 40 anni, posto, rispondeva che il suo Lama
seguendo un’indicazione profetica gli aveva predetto che, se fosse
di Jigme Lingpa, si stabilì su una rimasto lì a meditare, sarebbe
montagna chiamata Tramolung; stato di beneficio per molte
era un luogo totalmente disabitato, persone. E così fu: centinaia di yogi
privo perfino di animali o si radunarono intorno a lui su
vegetazione. Solo in estate qualche quella montagna, vivendo in tende
nomade passava da quelle parti col e praticando le istruzioni di Jigme
suo gregge. Jig me Gyalwe Nyugu Gyalwe Nyugu.
decise che avrebbe preferito morire All’età di 54 anni spostò la sua
lì, piuttosto che disattendere il residenza principale a Gyagö
consiglio del suo guru; si sistemò Photrang, seguendo la visione
esattamente nel punto che profetica di Dodrupchen Rinpoche
sembrava corrispondere alle [3]:
descrizioni visionarie di Jigme
Lingpa: era un luogo freddo e C’è un luogo solitario simile a un
fiore appena sbocciato,
la montagna che sta dietro è come 2]Tempio, luogo di med itazione; a volte
un grande yogi in contemplazione, istituzione monastica o yogica.
la montagna di fronte è come un 3]L’altro “figlio spirituale” di Jigme
recipiente sollevato, Lingpa, che Gyalwe Nyugu considerò
sempre come suo secondo maestro.
la montagna sulla destra è come
4]Le autobiografie segrete possono
un tessuto arrotolato verso il cielo, essere lette solo dopo la morte del
i corsi d’acqua cantano il suono di maestro, che ne è autore e protagonista;
vocali e consonanti, questo accorgimento serve ad evitare che
la terra è colorita di vegetazione e queste opere siano inquinate da
fiori: preoccupazioni mondane, come il
desiderio di buona reputazione, fama e
trasferisciti a vivere in questo seguito.
luogo eccellente. 5]Tradotto in lingua inglese col titolo di
“Words of My Perfect Teacher”.
In questa valle andò a vivere per
più di dieci anni, continuando a
insegnare a una crescente
moltitudine di discepoli e
guidandoli alle più alte realizzazioni
meditative. La sua autobiografia
segreta [4] – da cui è tratta la
maggior parte di queste
informazioni – si interrompe all’età
di 74 anni.
Jigme Gyalwe Nyugu lasciò il corpo
all’età di 79 anni, dopo aver
interamente dedicato la seconda
parte della propria vita a
trasmettere i più profondi
insegnamenti, iniziazioni e
istruzioni orali a tutti coloro che
erano sinceramente interessati a
praticarli. Fra questi c’era Patrul
Rinpoche, che ricevette per ben
venticinque volte i suoi
insegnamenti sul Ngöndro del
Longchen Nyingthig e li mise per
iscritto nel famoso testo di pratica
chiamato Kunsang Lame Shelung
(“Le parole del mio maestro
Samantabhadra”) [5].

Note:

1]Farina d ’o rzo a rrostita, p ronta da


consumare mescolandola con acqua, tè
o brodo caldi. È
l’alimento principale dei Tibetani.
I grandi yogi del Tibet: Patrul più grandi maestri del suo tempo,
Rinpoche e si addestrò in essi con grande
(1808–1887) diligenza.
Era ancora adolescente quando
incontrò i due maestri che, per
tutta la vita, considerò i suoi guru–
radice: Jigme Gyalwe Nyugu e Do
Khyentse Yeshe Dorje. Per quanto
riguarda Gyalwe Nyugu, lo
raggiunse nel famoso eremitaggio
sul Monte Tramolung: quando si
propagò la fama di quel grande
yogi che viveva sul fianco brullo
della montagna, Patrul Rinpoche fu
tra i primi discepoli ad accamparsi
vicino a lui. Ricevette per ben
venticinque volte la spiegazione
delle pratiche fondamentali
chiamate Ngöndro, e si applicò
nella pratica del Longchen
Nyingthig studiando tutto il
sentiero fino alle istruzioni
essenziali della Grande Perfezione.
Il suo secondo lama–radice fu Do
Khyentse Yeshe Dorje,
incarnazione della mente di Jigme
Lingpa; questo maestro era famoso
Patrul Rinpoche fu un maestro di per i suoi straordinari poteri
vasta erudizione e profonde spirituali, che esprimeva attraverso
realizzazioni – fra i più grandi che il frequenti gesta miracolose. Inoltre
Tibet abbia mai conosciuto – ma era famoso per l’eccentricità della
visse per tutta la vita come un sua condotta yogica, un
semplice eremita vagabondo. comportamento al di fuori di
Nacque in un clan nomade del qualsiasi convenzione o norma
Kham (Tibet Orientale) e fu sociale. Un giorno Do Khyentse
riconosciuto giovanissimo come il chiamò a gran voce Patrul
Tulku di un Lama chiamato Palge Rinpoche: “Ehi tu, vieni fuori dalla
Samten Phuntsok; in realtà egli è tenda, se hai coraggio!”. Quando
considerato l’incarnazione della Patrul uscì rispettosamente, Do
parola del grande Jigme Lingpa. Da Khyentse lo aggredì afferrandolo
bambino ricevette l’ordinazione per i capelli, lo buttò per terra con
monastica e fu istruito nel violenza e lo trascinò nella polvere.
monastero del Lama considerato Dall’odore dell’alito, Patrul
suo predecessore; ebbe la fortuna Rinpoche fu sicuro che il maestro
di ricevere insegnamenti di Sutra, fosse completamente ubriaco di
Tantra e Dzogchen da alcuni fra i birra e pensò: “Che tristezza,
benché il Buddha abbia messo in insegnamenti da altissimi Lama, e
guardia contro i danni causati girò a piedi tutte le valli più
dall’alcool, perfino un grande importanti del Tibet Orientale.
praticante come lui può ubriacarsi Innumerevoli volte insegnò la
in questo modo!”. In quel Guida al modo di vita del
momento Do Khyentse mollò la Bodhisattva (Bodhicaryavatara) di
presa e urlò: “Soltanto voi, Shantideva e le meditazioni per
gentaglia intellettuale, siete capaci sviluppare bodhicitta, che egli
di produrre pensieri così impuri e considerava il fondamento di tutto
negativi! Sei solo un vecchio il sentiero spirituale. A tutti diceva:
cane!”; nel dire questo gli sputò in “Sviluppare un buon cuore e
faccia, fece un gesto molto comportarsi con gentilezza: non c’è
offensivo con la mano e andò via. niente di più importante”; era
Patrul Rinpoche rimase convinto che la realizzazione dello
completamente sconvolto: dal Dzogchen crescesse di pari passo
comportamento del suo con il rafforzarsi della motivazione
insegnante, dall’aver dubitato di lui altruistica. Grazie ai suoi
e dalla chiaroveggenza che Do insegnamenti, il Buddhismo entrò
Khyentse aveva dimostrato nel nella vita quotidiana del Kham,
leggere i suoi pensieri; pensò: anziché restare confinato nei
“Che essere confuso sono! Ho monasteri: la gente prese a
dubitato del mio maestro, mentre recitare abitualmente il mantra Om
lui compiva un esercizio esoterico Mani Peme Hum; l’attività di ladri e
per introdurmi allo stato naturale rapinatori diminuì fin quasi a
della mente!”. Messosi a sedere cessare; la caccia, i sacrifici di
nella posizione di meditazione, lo animali e l’usanza di servire carne
stato assoluto della consapevolezza ai Lama si interruppero.
non–duale (rigpa) sorse in lui con Per molti anni, Patrul Rinpoche
la forza e la chiarezza di un visse sotto un albero nella foresta
immenso cielo senza nuvole. di Ari. Viveva in un ampio e verde
Quando Jigme Gyalwe Nyugu gli altopiano circondato da una
aveva impartito l’introduzione allo vegetazione fittissima, dove
stato naturale, era stato come il nessuno si trovava mai a passare:
sorgere dell’alba; questa era il luogo ideale per la pratica
esperienza con Do Khyentse fu per degli esercizi esoterici dello
lui come lo splendere del sole a Dzogchen Nyingthig. Aveva con sé
mezzogiorno. Da quel momento in soltanto il suo vestito, un sacchetto
poi, Patrul Rinpoche considerò di tsampa e un paio di libri.
scherzosamente l’epiteto “Vecchio Gradualmente, fu raggiunto da un
cane” come il suo nome esoterico, gran numero di discepoli:
e lo utilizzò per firmare alcuni dei mangiavano insieme a
suoi scritti. mezzog iorno, poi Patrul Rinpoche
All’età di 20 anni, Patrul Rinpoche insegnava e infine si separavano
abbandonò il Gompa del suo per praticare nella foresta, fino a
predecessore e, da quel momento, mezzogiorno del giorno seguente.
visse come un eremita vagabondo. In realtà non avevano molto da
Continuò a ricevere iniziazioni e
mangiare, poiché si dedicavano Rinpoche stabilì anche la tradizione
essenzialmente alla pratica. Patrul di un ritiro (ogni anno per tre mesi)
Rinpoche scrisse: di insegnamenti e pratica del
Bodhicaryavatara – che egli
La felicità è negativa, mentre la trasmise un numero incalcolabile di
sofferenza è positiva. volte nella sua vita. A Tramolung, il
La felicità infiamma la passione dei luogo di ritiro che era stato del suo
cinque veleni, Lama Gyalwe Nyugu, insegnò
mentre la sofferenza estingue il diverse volte le pratiche esoteriche
karma negativo accumulato in dello Dzogchen, inclusi il Trekchö e
passato. il Tögal.
La sofferenza è la benedizione del Il terzo Dodrupchen Rinpoche –
Lama. all’epoca giovanissimo – riferì che,
I complimenti sono negativi, quando Patrul Rinpoche si fermava
mentre le critiche sono positive. nel monastero, dalla sua stanza si
Se si ricevono complimenti ci si poteva udire il canto del Chiamare
gonfia di arroganza, il Lama da lontano, l’invocazione
mentre se si ricevono critiche i contenuta nel Guru Yoga del
propri difetti vengono messi a Ngöndro del Longchen Nyingthig:
nudo. questo sta ad indicare che il
La ricchezza è negativa, mentre la Ngöndro era probabilmente una
povertà è positiva.
delle sue pratiche principali.
La ricchezza causa le sofferenze del
Con i suoi lunghi capelli, gli abiti di
guadagnare di più
una persona ordinaria, il modo
e del preoccuparsi di conservare
semplice di comportarsi con quelli
ciò che si è guadagnato,
che non conosceva, Patrul
mentre la povertà causa
Rinpoche non veniva mai
l’applicazione e la realizzazione nel
riconosciuto per quel Lama di alto
Dharma.
rango che era; egli preferiva
Di tanto in tanto, Patrul Rinpoche si viaggiare a piedi nel più perfetto
recava presso i più importanti anonimato e, più di una volta, gli
monasteri della tradizione Nyingma capitò che altri Lama – non
(come quelli di Dzogchen, Kathok e riconoscendolo – gli dessero
Dodrupchen) per trasmettere insegnamenti sui suoi stessi scritti
insegnamenti essenziali come il (cosa che in realtà lo deliziava).
Bod hica ryavata ra, Letteralmente, Patrul Rinpoche non
l’Abhisamayalamkara, il possedeva nulla. Era distaccato da
Madhyamakavatara, il qualsiasi preoccupazione mondana
Mahayanasutralamkara, e non accettava mai offerte; se
l’Abhidharmakosha, il Tantra di insistevano per lasciargliele, lui le
Guhyagarbha, lo Yönten Rinpoche affidava a qualcun altro o le
Dzö di Jigme Lingpa e così via. I abbandonava sul posto quando
testimoni dell’epoca dicono che partiva. Quando si tratteneva in
fosse un oratore impareggiabile, qualche luogo lo faceva senza
capace di toccare le corde più alcun piano preciso e, quando
profonde nei suoi ascoltatori. Patrul ripartiva, non aveva una
particolare destinazione. Portava Patrul Rinpoche ebbe addirittura re
con sé solo il vestito che e potenti fra i suoi seguaci, ma per
indossava, un po’ di tsampa, un tutta la vita rimase umile, di
pentolino d’argilla per bollire il tè e carattere semplice e amante
una copia del Bodhicaryavatara. Si dell’anonimato. Una volta,
fermava dove preferiva – in grotte, viaggiando da solo e a piedi,
sotto gli alberi, in aperta montagna incontrò una donna che le chiese di
– per periodi di tempo aiutarla a portare in braccio il suo
indeterminati. figlioletto. Con assoluta
Chiunque avesse la possibilità di naturalezza, lui la accompagnò per
trascorrere del tempo con lui, diverse settimane di viaggio; quasi
diceva che Patrul Rinpoche parlava a destinazione, la donna gli disse
soltanto di Dharma; poteva che – essendo stati così bene
insegnare o raccontare storie dei insieme – forse avrebbero dovuto
grandi maestri del passato, ma pensare al matrimonio. Lui declinò
nessuno lo udì mai chiacchierare di l’offerta con gentilezza, e fu
cose futili o mondane. Scriveva il soltanto due giorni dopo il loro
terzo Dodrupchen Rinpoche: arrivo che lei, esterrefatta, lo vide
seduto su un trono altissimo,
“Patrul ispira rispetto e addirittura
paura, all’inizio; per gli altri ha a circondato da una moltitudine di
volte parole estremamente dure, persone a perdita d’occhio: quelle
ma senza traccia di avversione o persone erano arrivate dagli angoli
attaccamento. Tutto ciò che dice è più remoti del Tibet Orientale per
genuino e vero; tratta tutti allo ricevere i suoi insegnamenti e
stesso modo, mai lodandoli in loro iniziazioni.
presenza o biasimandoli in loro In un’altra occasione si trovò ad
assenza. Non finge mai di essere attraversare un campo di nomadi
qualcosa di diverso da ciò che è, e e, notando una famiglia con una
tutti lo rispettano come un tenda molto spaziosa, chiese di
autentico maestro. Non è mai poter restare da loro per qualche
tenero con i potenti, né manca mai giorno, dal momento che veniva da
di rispetto agli umili. Se qualcuno un lungo viaggio a piedi. La
compie azioni nocive (a meno che famiglia rispose: “Sei capace di
non sia una persona senza leggere qualche preghiera ad alta
speranze) Patrul mette il dito nella voce per noi?” Patrul rispose:
piaga ed espone ogni difetto, ad “Qualche cosetta”. Così gli
alta voce e in pubblico. Egli loda e permisero di restare a dormire
ispira continuamente quelli che si nell’angolo più basso della tenda.
dedicano a una vita spirituale. Nel frattempo la gente del villaggio
Essere al suo servizio [1] è sembrava indaffarata in grandi
un’esperienza piuttosto dura, ma – preparativi per la visita di un
pur essendo costantemente al suo importante Lama, che avrebbe
fianco – è impossibile imbattersi in dovuto svolgere una speciale
un solo istante di ipocrisia, cerimonia. Due giorni dopo, alla
disonestà o instabilità. Separarsi da notizia che il Lama stava per fare il
lui è molto difficile.” suo ingresso nel campo, tutti gli
corsero incontro per riceverlo. mangiò qualcosa e bevve del tè.
Patrul non voleva uscire dalla sua Quando il sole cominciò ad alzarsi,
tenda, e la famiglia adirata dovette si tolse tutti i vestiti e sedette
quasi trascinarlo affinché anche lui dritto nella posizione di
porgesse omaggio al Lama. Questi meditazione – con le gambe
indossava preziose vesti di incrociate e le mani poggiate sulle
broccato, ed era scortato da un ginocchia. Quando gli misi qualche
seguito di quaranta cavalieri che vestito addosso, non disse nulla.
sventolava no alte bandiere. Patrul Dopo un po’, guardò dritto di fronte
Rinpoche, contro la sua volontà, a sé nello spazio, schioccò le dita di
dovette uscire e mettersi in riga entrambe le mani, le mise sotto i
insieme agli altri. Quando gli occhi vestiti nel mudra dell’equanimità
del Lama caddero su di lui, egli si [2] ed entrò nel grande e luminoso
precipitò giù dal cavallo e si buttò spazio della purezza primordiale, la
ai piedi del maestro – rosso di perfetta sublimazione di ciò che
vergogna per quello sfoggio di chiamiamo morte.”
cerimoniale, di fronte all’umile Note:
presenza del grande Patrul. Il Lama
era stato naturalmente un suo 1]Cioè essergli vicini in quanto stud
discepolo e, da quel giorno in poi, enti.
rinunciò a ogni pomposità, divenne 2]La destra poggiata sulla sinistra,
un eremita e non salì mai più a palmi verso l’alto, pollici a contatto,
quattro dita sotto l’ombelico.
cavallo, spostandosi sempre a
piedi.
Insieme a Jamyang Khyentse
Wangpo, al primo Jamgon Kongtrul
e a Lama Mipham, Patrul Rinpoche
fu protagonista del movimento
non–settario (tib. Rimé) del
diciannovesimo secolo, che riportò
in vita molti insegnamenti di
lignaggi in via di estinzione,
appartenenti a tutte e quattro le
scuole del Buddhismo tibetano (o
cinque, se si calcola anche il Bön).
A 77 anni Patrul Rinpoche tornò a
vivere nella sua terra di nascita, la
valle di Dzachuka, dove rimase fino
alla morte, due anni dopo. Così il
suo assistente personale raccontò
le sue ultime ore:

“Il giorno 17 fece diverse


prostrazioni, alcuni esercizi yogici e
una pratica per sbloccare la ruota
di canali (sanscr. Chakra) del
cuore. All’alba del giorno seguente
I grandi yogi del Tibet: Adzom mente, la consapevolezza non–
Drukpa duale (rigpa) a 21 anni e, fino
(1842–1924) all’età di 34, la sua meditazione si
concentrò sul rendere stabile quel
riconoscimento – fino a
raggiungere la realizzazione più
alta.
Adzom Drukpa fu discepolo dei più
straordinari Lama della sua epoca.
Seguì da vicino il grande maestro
Nyagla Pema Dudül, che gli
consigliò di lasciarsi crescere i
capelli, indossare le vesti bianche e
seguire lo stile di vita di un
Tantrika (tib. Ngakpa). Al momento
della morte, nel 1872, Nyagla
Pema Dudül realizzò il corpo di
arcobaleno: circa cinquecento dei
suoi studenti furono testimoni di
questo evento.
Adzom Drukpa ricevette gli specifici
insegnamenti del lignaggio Palyül
[2] e il Lam–Rim della tradizione
Gelug; gli scritti di Je Tsongkhapa
contribuirono a chiarire ogni suo
Conosciuto anche come Natsok dubbio. Da Jamyang Khyentse
Rangdröl, fu uno dei più grandi Wangpo ricevette il Longchen
detentori e propagatori del Nyingthig e altre preziose
lignaggio del Longchen Nyingthig. trasmissioni. Dal primo Jamgon
In giovane età venne riconosciuto Kongtrul ricevette il Rinchen
come Tulku di Adzom Sangye Tashi Terdzö e il Kagyu Ngadzö. Da
e, da un altro importante Lama, Patrul Rinpoche ricevette
come Tulku di Pema Karpo, innumerevoli insegnamenti, fra cui
maestro della scuola Drukpa il Kunsang Lame Shelung e il raro e
Kagyu; per questa ragione divenne prezioso Yeshe Lama, il manuale di
noto col nome di Adzom Drukpa. meditazione Dzogchen di Jigme
Quando aveva 13 anni ricevette al Lingpa. Studiò anche con Nyoshül
monastero di Kathok la pratica del Lungtok e Lama Mipham.
Ngöndro, cui si dedicò Nella seconda parte della sua vita
intensamente per molti anni, insegnò ai Lama dei più importanti
generando una forte esperienza monasteri della tradizione
dell’impermanenza della vita. Poi Nyingma: Kathok, Dzogchen,
ricevette dal primo Kathok Situ Shechen e Palyül. Pubblicò le opere
Rinpoche la trasmissione dello complete di Longchen Rabjam e
Tsalung [1] e dello Dzogchen. Jigme Lingpa, inclusi i loro Terma.
Realizzò lo stato naturale della Scoprì lui stesso numerosi tesori
spirituali come Gong–Ter, racchiusi
nel ciclo chiamato Ösel Dorje Adzom Gyalse Pema Wangyal
Sangdzö (L’indistruttibile tesoro Rinpoche
segreto della luminosità interiore).
La sua residenza principale era un
accampamento yogico, una
comunità dedita alle pratiche
esoteriche dello Dzogchen
Nyingthig, chiamata Adzom Gar.
Qui, dopo aver istruito
instancabilmente un grandissimo
numero di studenti, morì all’età di
83 anni nel mezzo di segni
straordinari come arcobaleni,
cerchi e raggi di luce, e suoni.
Adzom Drukpa ebbe tre fig li che,
sotto la sua attenta guida,
divennero grandi praticanti e
maestri di Dzogchen: due figli
maschi – Gyurme Dorje e Pema
Wangyal – e una figlia, Kunsang
Chime Wangmo. Questi crebbero,
con lui e la sua consorte, nella
fertile comunità spirituale di Adzom È nato il 15 Gennaio 1971 in
Gar. Nello stesso luogo (fra alterne Chamdo, Tibet Orientale, dove
vicende sopravvissuto all’invasione risiede tuttora. È un Lama di
cinese del 1959 e alla Rivoluzione conoscenza e realizzazioni
Culturale del 1965-68) sorge oggi straordinarie, tenuto nella più alta
Adzom Gompa, il luogo di pratica considerazione all’interno della
Dzogchen attualmente sotto la tradizione antica (Nyingma) del
guida dei Tulku dei tre figli di Buddhismo tibetano.
Adzom Drukpa: Gyurme Thubten Da bambino è stato riconosciuto
Gyatso, detto Adzom Rinpoche, come il tulku (incarnazione) del
tulku del secondogenito Pema maestro Gyalse Pema Wangyal,
Wangyal; Gyurme Tsering figlio di Adzom Drukpa, grande
Rinpoche, tulku del primogenito detentore e propagatore del
Gyurme Dorje, in questa vita lignaggio Longchen Nyingthig.
cugino di Adzom Rinpoche; e Ani Autentico fanciullo prodigio,
Sherab Rinpoche, tulku della figlia dall’età di 5 anni è stato istruito
Chime Wangmo, in questa vita nelle più profonde pratiche
sorella di Adzom Rinpoche. Vajrayana e Dzogchen dai
principali Lama residenti in Tibet.
Note: [1] Le pratiche yogiche che Fra questi Druktrül Rinpoche
lavorano con i canali, le energie e le
(1926–2002), Tulku di Adzom
essenze del “corpo sottile”.
[2] Interno alla tradizione Nyingma. Drukpa e già suo padre
nell’esistenza precedente; e il suo
affezionato insegnante Khenpo
Karma Bendzra.
Ha intrapreso il suo primo ritiro di ordinari e miracolosi, di alcuni dei
med itazione a 11 anni e ha iniziato quali esiste anche una
a insegnare nel 1984, a 13 anni; testimonianza in fotografie e
gradualmente la fama della sua filmati, anche molto recenti. Inoltre
realizzazione si è diffusa in tutto il ha lasciato impronte dei suoi piedi,
Tibet, dove oggi i suoi discepoli si mani e corpo nella roccia, in
contano a decine di migliaia. Molti svariati luoghi del Tibet;
di questi sono monaci e monache, recentemente è stato fotografato
che egli stesso contribuisce a dopo aver piantato un bastone di
mantenere con le sue attività di legno in una parete di roccia
Dharma. verticale, al termine di una potente
I suoi studenti percorrono distanze cerimonia.
inimmaginabili, da tutto il Tibet e
dalla Cina, per ricevere i suoi Nella primavera 1998 (su invito di
insegnamenti sui testi e le pratiche Anne Klein, insegnante buddhista
di una delle principali tradizioni americana, traduttrice e autrice di
all’interno della scuola Nyingma, la diversi testi di filosofia e pratica
“Essenza del cuore della vasta buddhista) Adzom Rinpoche è
uscito per la prima volta dal Tibet
estensione” (Longchen Nyingthig). per far visita agli Stati Uniti – dove
Questa tradizione è stata codificata un primo gruppo di studenti si è
nel 1700 da Jigme Lingpa, di cui riunito intorno a lui. Fin da quel
Adzom Rinpoche è considerato primo viaggio, Rinpoche ha
un’emanazione: è infatti ritenuto il mostrato di prendere molto
trentesimo in una successione di seriamente l’impegno nei confronti
incarnazioni che comprende il dei suoi studenti occidentali,
Bodhisattva Manjushri e il Re promettendo ogni volta di ritornare
Trisong Detsen, che era fra i per continuare a guidarli, sia in
venticinque discepoli principali di gruppo che individualmente. Con
Guru Rinpoche. visite a cadenza annuale, Adzom
Adzom Rinpoche è famoso per la Rinpoche ha continuato a tener
sua capacità di guidare fede al suo impegno; in compagnia
individualmente i suoi studenti del giovanissimo cugino Gyurme
nelle profonde pratiche esoteriche Tsering Rinpoche (suo fratello nella
dello Dzogchen; fra le sue vita precedente) e della
innumerevoli attività, organizza giovanissima sorella Ani Sherab
ogni anno un ritiro di tre mesi sulla Rinpoche (considerata
pratica dello Yeshe Lama, il un’emanazione di Tara e sua
manuale che racchiude la sorella anche nella vita
quintessenza delle istruzioni orali precedente), ha portato in
del Nyingthig – l’essenza del cuore Occidente gli straordinari
della Grande Perfezione. insegnamenti della sua tradizione,
Adzom Rinpoche è un maestro che seguendo un’indicazione profetica
esprime le sue realizzazioni contenuta negli scritti di Adzom
spirituali nello stile dei grandi Drukpa, suo padre nella vita
Siddha dell’antica India e del Tibet: precedente. Ha trasmesso
è spesso al centro di eventi non– personalmente istruzioni
dettagliate sulla pratica del segue i suoi studenti: insegna
Ngöndro del Longchen Nyingthig; giorno e notte, instancabilmente e
di questa ha dato una versione con gioia, e dedica una quantità di
abbreviata (particolarmente adatta tempo minima a dormire e
alla nostra epoca, così mangiare. Quando tiene un corso
caratterizzata da una cronica di meditazione, trova il tempo per
“mancanza di tempo”) ai suoi incontrare tutti i suoi studenti
studenti occidentali. Per molti di individualmente, trasmettendo loro
loro, è diventata un’amata pratica le preziose istruzioni orali chiamate
quotidiana. A più riprese ha Sem–Tri (“istruzioni sulla mente”);
trasmesso il ciclo di pratiche Terma ogni studente riceve una pratica di
rivelate dal grande Adzom Drukpa, meditazione personale e viene
denominato Ösel Dorje Sangdzö guidato individualmente, secondo il
(“L’indistruttibile tesoro segreto suo livello di esperienza.
della luminosità interiore”); fra le Recentemente, i due Lama
pratiche di questo ciclo più care ai Nyingma più anziani e rispettati di
suoi studenti, ci sono la tutto il Tibet hanno chiesto
meditazione sul Buddha femminile formalmente ad Adzom Rinpoche di
“Tara Verde” e quella sul potente trasmettere i suoi “Tesori della
yidam “Vajrakilaya” (tib. Dorje mente” (tib. Gong–Ter), e di
Phurba). iniziare a manifestare la sua
Invitato da Tsultrim Allione – sua attività di Tertön, ossia “rivelatore
discepola e autrice del libro “Donne di tesori spirituali”. Questo è un
di saggezza” – nel vasto e avvenimento senza precedenti, dal
bellissimo centro di ritiri “Tara momento che i grandi Tertön del
Mandala” in Colorado (U.S.A.), per passato hanno sempre appartenuto
due anni consecutivi Adzom al Sangha non–celibe dei Tantrika
Rinpoche ha trasmesso e spiegato (tib. Ngakpa), mentre Adzom
ai suoi studenti le pratiche Rinpoche è un monaco.
Dzogchen contenute nel prezioso Alcuni dei suoi studenti occidentali
Yeshe Lama di Jigme Lingpa. hanno avuto la straordinaria
Un’esperienza indimenticabile per fortuna di assistere al “sorgere” di
tutti i partecipanti. queste rivelazioni spirituali nella
A Tara Mandala, che Rinpoche ha mente di Adzom Rinpoche; come in
riconosciuto come “luogo di grande trance, e in uno stato privo di
potere spirituale”, egli ha stampato elaborazione concettuale, con gli
nella roccia l’impronta di due dita – occhi spalancati Rinpoche detta
sotto gli occhi di ventuno studenti istruzioni profondissime, contenute
testimoni. Altre gesta miracolose – in versi che hanno esattamente lo
come quelle legate al controllo stesso numero di sillabe, ad alta
degli elementi e della pioggia, o ai velocità. Almeno tre persone
fenomeni luminosi – continuano a devono contemporaneamente
correre di bocca in bocca in tutto il trascrivere le istruzioni, per poter
mondo dei praticanti Nyingma. reggere il passo. Questi potenti
Ciò che più impressiona di Adzom metodi di realizzazione stanno
Rinpoche, però, è la profonda confluendo in un unico ciclo di
compassione e umiltà con cui Terma denominato “Ösel
Nyingthig” (“Essenza del cuore
della luminosità interiore”); per
molti discepoli di Rinpoche, sono
già diventati pratica quotidiana.
Nel Gennaio del 2003, Adzom
Rinpoche ha dato il nome di
“Dzogchen Nyingthig” al mandala
dei suoi studenti occidentali.
Nella nostra bella lingua italiana non
esiste quasi nulla sulle vite straordinarie
di questi grandi maestri realizzati.
Per questo io, che ho ricevuto il nome
di Chönyi Dorje, ho scritto tutto
questo, senza alcun merito da parte
mia, attingendo da diversi testi in
lingua inglese, per poter io stesso
gioire di questi meravigliosi racconti.
Leggendo, possano anche gli altri
ricevere l’ispirazione e le benedizioni
che io ho sperimentato scrivendo!