Sei sulla pagina 1di 3

Alle segreterie regionali e territoriali SPI-CGIL/FNP-CISL/UILP-UIL Loro sedi

Roma, 22 dicembre 2011 Circ. n. Ieri, 21 dicembre, lINPS ci ha convocato per comunicazioni sul rinnovo dei mandati di pensione per il 2012. Nel corso dellincontro sono stati trattati i seguenti argomenti: Perequazione automatica Pur non essendo stato ancora pubblicato il decreto ministeriale, lInps ci ha comunicato che la perequazione delle pensioni per il 2012 stabilita nellaliquota del 2,6% in via provvisoria. Laliquota sar applicata soltanto su trattamenti pensionistici di importo complessivo lordo mensile fino a tre volte il trattamento minimo (1.405,05 euro). LIstituto riuscito ad applicare le nuove norme in modo da garantirne lapplicazione fin dal 1 gennaio p.v.; tuttavia, per il momento, sono rimaste fuori le pensioni di importo compreso tra 1.405,05 euro e limporto pari al predetto limite regolarmente perequato che, secondo la legge, hanno diritto di ricevere come perequazione la differenza fino a 1.441,59 euro. Questa differenza verr attribuita a partire dalla rata di febbraio con gli arretrati di gennaio. Inoltre, confermato il conguaglio relativo alla differenza tra la perequazione dovuta nel 2011 (1,6%) e quella effettivamente attribuita (1,4%). Questo conguaglio verr attribuito a tutte le pensioni in ununica soluzione con la rata di gennaio. Limite di pagamento in contanti In base alle nuove disposizioni che impongono il limite di 1.000 euro per tutti i pagamenti in contanti, ivi comprese le pensioni, lINPS invier una lettera a tutti i soggetti che ricevono dallIstituto un pagamento a titolo di pensione, indennit o rendita Inail di importo mensile netto complessivamente superiore a 1.000 euro. Con questa lettera lINPS inviter i pensionati coinvolti ad aprire un conto corrente bancario o postale oppure altra modalit elettronica di pagamento e a comunicarne gli estremi alla locale sede dellInps (o, se si tratta di conto corrente postale, direttamente allufficio pagatore) entro la data che, attualmente, stata fissata per il 6 marzo p.v. . Come organizzazioni sindacali dei pensionati abbiamo chiesto di mantenere comunque il pagamento in contanti nel limite massimo stabilito per i soggetti che lo richiedano, fermo restando laccredito del rimanente.

Sospensione prestazioni legate al reddito per mancata dichiarazione Red


Spi-Cgil Via dei Frentani, 4/a 00185 ROMA Tel. 06444811 Fnp-Cisl Via Castelfidardo, 47 00185 ROMA Tel. 06448811 Uilp-Uil Via Po, 162 00196 ROMA Tel. 06852591

LInps ci ha comunicato che sta procedendo alla sospensione di 130 mila prestazioni legate al reddito (90 mila italiane e 40 mila estere), a partire dalla rata di XXXXX in applicazione del nuovo dispositivo di legge che sanziona in questo modo il soggetto che non risponda alla richiesta di presentare il modello Red. In questo caso si tratta del Red 2010 relativo ai redditi 2009, della cui assenza lInps aveva gi informato gli interessati con comunicazione precedente. LInps avviser gli interessati con la lettera di cui allallegato n. 1. Nella lettera si danno indicazioni relative alle modalit da seguire per ripristinare, eventualmente, la corresponsione della prestazione sospesa. In considerazione del fatto che, in pi di una precedente occasione le comunicazioni dellINPS relative alle dichiarazioni RED inoltrate dai pensionati sono risultate errate, le organizzazioni dei pensionati hanno chiesto allINPS di mettere in atto tutte le verifiche necessarie prima di procedere alla sospensione. Listituto ci ha assicurato di aver proceduto con la massima cautela nellesperire tutti gli incroci possibili compreso quello con le ricostituzioni gi avviate dalle sedi INPS territoriali. Conguaglio fiscale su agevolazione tariffaria praticata a ex dipendenti Enel ed altre aziende elettriche Qualche tempo fa avevamo chiesto allINPS di applicare anche ai conguagli fiscali derivanti da agevolazioni tariffarie quanto previsto dallart. 38, c. 8, del DL 78/2010 conv. nella L. n.122/2010 per i pensionati che percepiscono reddito da pensione inferiore a 18.000,00 euro annui lordi. Applicando questa norma, infatti, limporto del conguaglio potrebbe essere ripartito in rate da trattenere dalla pensione fino e non oltre la mensilit di novembre di ciascun anno anzich gravare, come oggi, su una sola mensilit, di solito quella di maggio. Nellincontro di ieri lInps ci ha comunicato di aver valutato la richiesta positivamente. Pertanto gi dal prossimo anno, dietro richiesta che gli interessati avanzeranno secondo modalit ancora da definire, il conguaglio sar diviso in 7 rate (maggio-novembre) fermo restando il limite di reddito da pensione non superiore a 18.000,00 euro. Nel frattempo potrebbe essere conveniente organizzare i titolari di pensione di importo superiore perch chiedano allInps e allAgenzia delle Entrate lapplicazione di una modalit analoga di pagamento del conguaglio anche se in un numero di rate minore. Disposizioni della manovra Salva Italia Per affrontare le prevedibili difficolt interpretative e applicative delle nuove disposizioni in materie che interessano i pensionati abbiamo chiesto e ottenuto dallInps listituzione di un Tavolo di confronto informale. Accogliendo la richiesta lInps ci ha convocato per il prossimo 5 gennaio . Cordiali saluti. SPI/CGIL Ivan Pedretti FNP/CISL Mario Menditto UILP/UIL Agostino Siciliano