Sei sulla pagina 1di 8

LE ORIGINI CONTEMPORANEE DELLA FOTOGRAFIA

LA CAMERA OSCURA/UNINVENZIONE TRA ARTE E SCIENZA Camera oscura = se in una stanza immersa nelloscurit si pratica un foro su di una parete, i raggi luminosi prodotti dal sole entreranno proiettando sulla parete opposta limmagine capovolta di ci che si trova allesterno della stanza stessa. Met 500 Gerolamo Cardano descrisse la camera oscura con lente convessa. Daniele Barbaro aggiungeva un diaframma alla lente immagine pi precisa. 1646 Kircher parla di lanterna magica

1685 Joanne Zahn progetta la CO.REFLEX = quando limmagine riflessa dentro la scatola raggiungeva sul fondo uno specchio posto a 45 , essa veniva proiettata (non capovolta) su un piano orizzontale posto alla sommit della scatola stessa in modo tale da rendere anche pi facile e preciso il ruolo del disegnatore. 1807 W.H. Wollaston diffuse la camera lucida o camera chiara = un prisma di vetro legato ad unasticella sormontante una tavoletta su cui era posto un foglio di carta. La camera oscura realizza quello che la prospettiva brunelleschiana realizza manualmente una comune intenzione teorica e ideologica.

IL DAGHERROTIPO/LA POLAROID 1822 Nipce inizia a sperimentare incisione su bitume

1826 FOTOINCISIONI = sfruttavano la propriet del bitume di giudea dindurire se esposto per lungo tempo alla luce. 1826-27 riesce a fissare unimpronta stabile a presa dal vero che intitola Veduta da una finestra dalla casa di Gras, immagine positiva (copia unica non riproducibile), incisa su una lastra di peltro sulla quale le luci e le ombre sono costituite dallalternanza del bitume e del metallo. 1829 accordo societario Nipce-Daguerre

1835 Daguerre scopre la fotosensibilit dello ioduro dargento e pot individuare la presenza sulla lastra di rame argentato di unimmagine latente che poteva essere rivelata se la lasta veniva sottoposta ai vapori di mercurio fissazione dellimmagine tramite una soluzione di sale comune in acqua calda. 1837 Natura morta prima DAGHERROTIPIA

7 gennaio 1839 presso lAccademia delle scienze di Parigi viene annunciata la nascita della fotografia 1839 Boulevard du Temple prima immagine fotografica in cui compare una figura umana.

POLAROID lidea della copia unica la collega al dagherrotipo. Il principio della polaroid si basa sulla frantumazione di alcune capsule contenenti le sostanze chimiche necessarie allo sviluppo, che si rompono nel momento in cui viene tirata la linguetta che sporge dallapparecchio. Dimensioni ridotte UNICITA POP ART = polaroid della pittura Mapplethorpe (primi anni 70, autoritratti) e Araki (anni 90) uso intimo&privato nella performance

IL CALOTIPO/LA RIPRODUCIBILITA TECNICA 1833 Talbot scopre la fotosensibilit dei sali dargento 1835 realizza la sua prima immagine un negativo su carta, fotografia riproducibile in serie. CALOTIPIA o TALBOTIPIA = rendendo trasparente con glicerina o cera la carta su cui si era impressa limmagine negativa, poteva produrne infinite copie positive usandola come matrice. 1844-45 primi testi illustrati con foto incollate The pencil of Nature e Sun pictures in Scotland Il dagherrotipo era pi preciso nei dettagli, ma era un esemplare unico. Sperimentazioni sulle sostanze per lastre fotosensibili e carte portarono all albumina sensibilizzata, al collodio e infine alla gelatina di bromuro dargento, valida ancora oggi. Per i negativi il vetr sostitu la carta. Fine anni 1860 Cros e Du Hauron giunsero alla sintesi tricroma tre negativ di tre filtri (verde, arancio, violetto) 1891 Panchon realizza per i Lumiere una pellicola costituita da lastrine di colludio secco dentro piccole cornici metalliche. 1903 i fratelli Lumiere inventano la pellicola AUTOCHROME, basata su un reticolo a tre colori costituito da tanti granelli trasparenti di fecola di patate. 1935 1936 KODACHROME = incorporamento della emulsioni fotosensibili nei tre colori fondamentali pellicola tedesca AGFACOLOR

I DISEGNI FOTOGENICI/I RAYOGRAPHS, I FOTOGRAMMI, LE SHADOGRAFIE SCOTOFORO = scoperta nel 1727 da Thomas Wedgwood, una miscela di gesso, argento e acido nitrico, capace di annerire se esposta ai raggi del sole. Wedgwood sensibilizzata carta e cuoio immergendoli nel nitrato dargento, poi vi posava sopra dei disegni traslucidi realizzando delle immagini da lui dette profiles. Non riusc a trovare il modo di desensibilizzare le parti chiare che a poco a poco annerivano, distruggendo cos limmagine. Fu Talbot ad ottenere, in modo stabile, le prime immagini a contatto DISEGNI FOTOGENICI = appoggiando degli oggetti su una superficie sensibile, esponendo il tutto alla luce e procedendo allo sviluppo e al fissaggio del materiale utilizzato, si otterr un negativo, una forma bianca su sfondo nero. Man Ray RAYOGRAPHS Moholy-Nagy FOTOGRAMMI Shad SHADOGRAFIE Bruno Munari e Luigi Veronesi OFF-CAMERA

IL PITTORIALISMO/IL FORMALISMO E IL CITAZIONISMO 1859 Baudelaire accusa la fotografia di essere la scappatoia per gli artisti mancati. La troppa realisticit della fotografia, il suo essere dipendente dai meccanismi industriali e indipendente dalle abilit manuali dei singoli non potevano essere accettati nellOttocento. Nel Novecento saranno, invece, i punti di forza tramite il READY-MADE e lASSEMBLAGE.

PITTORIALISMO = idea della fotografia intesa puramente come immagine, il termine sottolinea lo sforzo di innalzarla al liveello nobile e raffinato della pittura. - Peter Henry Emerson fotografia vicina allimpressionismo, soggetti naturalistici, uso della gomma bicromata per dare alle fotografie le sembianze di un carboncino. - Demachy grazie alluso sapiente della gomma bicromata, realizzava immagine fotografiche molto pi simili a disegni che a fotografie FORMALISMO = accettare la fotografia per quello che , valorizzare le foto non per la somiglianza ai dipinti. Fotografia americana di primo 900 Strand, Stieglitz, Adams, Weston 291 e straight photography precisione dei dettagli, cura delle stampe, nemici del pittorialismo. CITAZIONISMO = attenzione al passato mitico ed esotico, stile che presenta iperdecorativismo e retorica barocca gusto KITSCH - Barone Von Gloeden sostenitore della messa a fuoco precisa e nitida, elabora una dimensione fantastica, immaginaria. Fotografia di moda: Adolph De Meyer e Sir Cecil Beaton.

IL FOTOMONTAGGIO/IL DADA BERLINESE/IL DIGITALE 1857 Rejlander realizza il primo fotomontaggio della storia The two ways of life: di grandi dimensioni (40x78cm) ed stato ottenuto mettendo insieme trenta negativi. Furono arruolati i membri di una compagnia specializzata in tableaux vivants. Il risultato un complicato mosaico dimmagini, una sorta di grande affresco allegorico che doveva rappresentare la lotta tra bene e male sulla terra. Lintenzione era mostrare che il fotomontaggio potesse far acquisire alla fotografia la dignit dellarte perch tecnica complicata, prodotto dellestro e dellinterpretazione creativa di un autore. Il fotomontaggio proponeva una realt fantastica, manipolata, ma credibile. 1858 Robinson realizza Fading away o Lagonia utilizzando cinque negativi diversi. Considerato unimmagine contraria al comune pudore perch conferiva alla morte quella brutalit e al nudo quella provocazione che mai la pittura aveva potuto attribuire (viene acquistato dalla Regina Vittoria). Difetto del fotomontaggio era quello di proporre uno spazio privo di prospettiva: le figure apparivano sproporzionate e con grandezze stridenti PRERAFFAELITI, gruppo fondato nel 1848 che voleva rifarsi ad uno stile pittorico arcaico precedente a quello di Raffaello. DADAISMO BERLINESE usava il fotomontaggio contro la politica filo-nazista. Hannah H och si occup poi di tematiche moderne, come lidentit di genere sessuale

FOTOGRAFIA DIGITALE resta comunque un rapporto stretto fra oggetto-strumeto-autore, ma viene annullata limportanza del negativo.

NADAR/IL RITRATTO PSICOLOGICO PITTORICO A partire dal 1839, quando la nuova tecnica fotografica cominci a diffondersi tra il pubblico, il genere del RITRATTO conobbe un enorme successo. Gaspar Felix Tournachon, con lo pseudonimo di NADAR = giornalista e caricaturista diventato il protagonista della ritrattistica fotografica dell800. Amava fotografare i suoi clienti in piano americano,

facendoli guardare dentro lobbiettivo, di 3/4 , illuminazione laterale, cercando di cogliere la loro espressione pi intima. Il RITRATTO ALLA NADAR (N) finiva per valorizzare il ruolo e le capacit delloperatore. 1858 Nadar immortala la citt di Parigi dallalto di un pallone aerostatico (FOTOGRAFIA AEREA). 1870-71 durante la guerra franco-prussiana comand un reparto di osservatori su palloni aerostatici. Prima foto intervista (allo scienziato Eugene Chevreul). Irving Penn (anni 50) e David Lachapelle (anni 90) raccolgono leredit di Nadar Arbus, Ruff e Warhol = antepongono la concettualit delloperazione fotografica alle esigenze interpretative e psicologiche del singolo soggetto che la pittura ha da sempre inseguito.

DISDERI/LA FOTOTESSERA 1854 Disdri brevetta lapparecchio della CARTE-DE-VISITE, basato sulla ripresa simultanea di otto fotografie sulla medesima lastra dimensioni ridotte = prezzi ridotti. Emancipazione dellimmagine verso il processo di massificazione difusione sempre pi allargata e popolare dellimmagine artistica. Utilizzo dellimmagine fotografica nel taschino o nellalbum di famiglia come inconfutabile testimonianza del reale forte valore concettuale! I clienti di Disdri desiderano travestirsi, incarnare come in un sogno ad occhi aperti lidentit altrui, evadere quindi dalla realt. FOTOTESSERA = attiva gi nell800, Francis Bacon intravede la possibilit di usufruire di unesperienza di solitudine, di angoscia e di spietata analisi di s. Operazioni in cabina automatica auto realizzate o innescate da Francis Bacon, Andy Warhol, Arnulf Rainer e, soprattutto, Franco Vaccari. 1963-66 Self-Portrait in Photobooth di Warhol 1968-69 cabina come luogo perfetto di prove anatomiche di esistenza e di corporeit Rainer (Body Art) 1888 Eastman commercializza la macchina KODAK con unautonomia di 100 scatti Chiunque abbia unintelligenza sufficiente per guardare dentro una scatola e premere un bottone, pu ora far fotografie.

LA FOTOSEGNALETICA/WANTED La nuova invenzione della fotografia venne da subito considerata unalleata preziosa da parte delle autorit mediche e giudiziarie impegnate nella classificazione e nella schedatura. Tale uso della fotografia si basava sullindiscussa veridicit rappresentata dal segno fotografico. Guillaume Duchenne De Boulogne, neurologo, sottopose alcuni suoi pazienti a scariche elettriche e ne fotograf le smorfie dei volti sembrano unanticipazione della Body Art. 1851 Hugh Welch Diamond, dottore, volle che la sua struttura ospedaliera si dotasse di un sistema in grado di archiviare, e quindi studiare, i volti dei pazienti. 1878-81 Jean Martin Charcot tramite la fotografia immortal e teorizz listerismo dei suoi pazienti Iconographie Photographique.

1873 i manicomi italiani cominciarono ad utilizzare le foto (San Servole e San Clemente a Venezia, San Lazzaro a Reggio Emilia). 1872 Cesare Lombroso fautore del primo manicomio criminale. Nel 1903 fonda una polizia scientifica utilizzando cartellini segnaletici per gli indagati costituiti da fotografie di fronte e di profilo, accompagnati da riferimenti a segni particolari. Umberto Ellero fu linventore delle GEMELLE ELLERO, in grado di fotografare il sospettato in sincrono e tramite due diversi obbiettivi, di fronte e di profilo. Luso della fotografia avveniva anche per documentare, questo avveniva nelle campagne antropologiche e etnologiche. 1869 il Colonial Office chiese a Thomas Henry Huxley lallestimento di un grande archivio delle razze umane sottoposte allImpero Britannico. 1923 Marcel Duchamp realizza Wanted$2000 Reward dove appare lautore nei panni di un ricercato (Rrose Selavy) 1964 1970 Warhol riprende lidea di Duchamp e realizza Thirteen Most Wanted Men Christian Boltanski si immortale in due foto e distanza di 5 anni e 3 mesi (questo il titolo)

1981-85 Thomas Ruff fotogra i volti di giovani anonimi potente effetto di straniamento perch fototessere molto grandi, ma minutissime nei dettagli. 1996 Olivieri Toscani realizza Faces per Benetton.

LA FOTOGRAFIA DI NUDO/IL RECUPERO DEL CORPO 1839 le modella posavano ammiccanti e seminude, il fatto che i dagherrotipi potessero essere trasportati e gelosamente custoditi in taschini e astucci, accresceva il potenziale di eccitazione privata che suscitavano nei cultori del genere. Letichetta DAPRES NATURE assicurava la seria volont di studio accademico e il loro esclusivo fine funzionale, alimentando una sorta di mercato clandestino delle immagini. Van Gloeden e Plushow CITAZIONISMO atmosfere sospese tra definizione perfetta dei corpi ed evocazione nostalgica del passato. Muybridge componente voyeristica, omosessuale ed esibizionista (Horse in Motion with Male Nude) 1850 Martino Diotallevi fece della pornografia un mestiere. Si spos con Caterina (modella) e adottarono un castrato 12enne che spos a sua volta una modella, giovane e procace, Costanza. Utilizzavano anche immagini stereoscopiche (Wheastone, 1838) che consentivano di avere una visione illusoria in profondit e tridimensionale. Creavano situazioni oscene con personaggi famosi, tramite fotomontaggi e per questo furono arrestati nel 1862. Anche i bordelli incominciarono a vendere foto che fruttavano bene anche alle prostitute che posavano. Foto di nudo per testimoniare larretratezza dei paesi colonizzati EXPO 1851 e 1855 con padiglione per adulti. Vidocq organizz una squadra di polizia ed un archivio per schedare delinquenti e tipologie criminali 1888 Bertillon ordin la revisione del lavoro di Vidocq a Jules Jarnes che, con una classificazione minuziosa e fantasiosa, cercher di salare il maggior numero possibile di foto e archiviarle come utili.

1840 Hippolyte Bayard (scopr il metodo positivo diretto contemporaneamente a Daguerre), per protesta si fotograf in Autoritratto in forma di annegato la fotografia mostra di poter fingere e di poter anche mostrare la realt con la crudezza e la brutalit con cui si presenta normalmente. Straight Photography americana Edward Weston il nudo parte di una natura che si offre al suo obbiettivo per essere innalzata ad una perfezione formale (Nudo/Conchiglia). CORPO FANTASTICO = corpo esibito come una complessa architettura di rimandi, citazioni, allusioni, sollecitazioni e trasformazioni Bayard e Disderi CORPO A GRADO ZERO = brutale presentazione del corpo in s, forte delleffetto straniante sulla realt immortalata. Anni 70: - Diane Arbus fotografa coppie al parco, bambini con bombe a mano giocattolo, nudisti seduti in poltrona, feste di club per anziani in sintesi la mostruosit che si cela dietro la quotidianit. - Rainer e Nauman (Body Art), che fotografano il loro corpo durante gesti quasi infantili, sforzi fisici, smorfie, atti a testare i limiti della propria corporeit. La banalit e i difetti dei loro corpi allontanano ancora di pi allusioni o citazionu. - Araki ha fotografato con uno sguardo freddo e distaccato i bordelli di Tokio - Tilmanns e Goldin, lidea del corpo a grado zero, una corporeit mostrata senza filtri e mediazioni. Anni 30 Sander fa una schedatura per tipi del popolo tedesco, una schedatura per classi sociali, professione e ambiente.

CARROL-CAMERON-CONTESSA DI CASTIGLIONE/LA FINZIONE IMMAGINARIA Charles Dogson, conosciuto a noi come Lewis Carroll, scatt circa 3000 immagini tra il 1856 e il 1880, erano prevalentemente ritratti di bambine, figlie dei suoi superiori o conoscenti, ritratte su sfondi malinconici e sognanti con ambientazioni fiabesche e scenografie favolose e teatrali. Obbiettivo fotografico come una protesi in grado di scrutarle, indagarle e infine, virtualmente, possederle. La componente pittoricista e lallusione ad un mondo di sogno arricchisce il preponderante ingrediente erotico e voyeuristico. Julia Margaret Cameron ritratti famosi e inconfondibili per contorni sfumati (effetto alla Rembrant). Il ritratto come una finestra sullanima, elegante, studiatissima e costruita. La passione letteraria e teatrale la portava ad allestire fantasiosi tableaux-vivants servendosi di parenti, amici e domestici La morte di Re Art (1875). Clementina E. Fleeming, detta Lady Hawarden, passa dai paesaggi alle proprie figlie, travestite anche da uomo, che si abbracciano, accarezzano, guardano languidamente mentre la madre, con giochi di specchi e finestre, nasconde la propria presenza vena erotica e ammiccante (Clementina e Isabbella Grace, 186263). Virgina Oldoini Verasis, Contessa Di Castiglione pretese di essere sempre lei la protagonista delle esibizioni di fronte a Pierre-Louis Pierson. Dopo ogni ballo o ricevimento accorreva da Pierson ricostruendo la serata precedente, nelle scenografia, nei vestiti, nel trucco. Pierson era un mero, anche se raffinato, esecutore, la Castiglione una vera e consumata artista, in grado di seguire tutto il processo estetico dallelaborazione concettuale alla realizzazione pratica. Difficile non vedere i collegamenti di questi esempi del corpo immaginario con moltissima arte contemporanea che ha fatto del corpo loggetto delle proprie indagini estetiche e in particolare di quelle relative ad unidentit molteplice: dalla Rrose Selavy di Duchamp ai mille mimetismi visivi di Luigi Ontani.

IL PAESAGGIO/IL REPORTAGE/L?ESPERIENZA DEL VIAGGIO Ci furono fotografi-viaggiatori che nel riportare in patria le foto indulsero a degli effetti sostanzialmente pittorici, tipici delle suggestioni da cartolina, altri privilegiavano un atteggiamento pi rigoroso inteso a mettere in luce lidea della schedatura e della campionatura. Scattare una fotografia impone al viaggiatore una sosta, una pausa che gli assicurer di non aver tralasciato qualcosa dimportante. 1839 Vernet e Goupil-Fesquet realizzarono le prime foto delle terre dAfrica.

Lerebours spediva fotografi in giro per il mondo a scattare immagini di tutto ci che vedevano. I 1200 dagherrotipi che gli riportarono furono riprodotti in incisioni e pubblicati in due volumi dal titolo Excursions Daguerriennes (1841-44). 1849 Maxime Du Camp e Gustave Flaubert fecero un viaggio in Egitto-Siria-Palestina-Grecia-Italia, fotografarono i luoghi con gusto archeologico, quasi scientidico. Nel 1852 venne stampato il libro Egypte, Nubie, Palestine, Syria con 125 immagini originali incollate sulle pagine. 1852 i fratelli Alinari avviarono il progetto di catalogare le bellezze architettoniche e artistiche dItalia.

Giacomo Brogi specializzato in fotografie di quadri. Giuseppe Vittorio Sella, alpinista ed esploratore, realizz documentazioni visive delle vette montuose. Le vette fotografate comunicano la piacevolezza visiva di ci che immortalano, ma rimandano contemporaneamente alla componente di unesperienza unica, una sfida alla natura. Samuel Bourne riusc ad immortalare vette come lHimalaya (1863) e il Kashmir (1868). Francis Frith, tra il 1856 e il 1860, risal il Nilo sul dorso di un dromedario, le sue immagini rimandavano al fascino dellesotico. La prima guerra fotografata fu quella di Crimea combattuta a partire dal 1864. Roger Fenton riprese solamente la distribuzione dei rifornimenti, i cambi di battaglia deserti, le truppe schierate e gli ufficiali in posa. Felice Beato, invece, quando prese il suo posto in Crimea, realizz un freddo reportage di guerra. Non evit i cadaveri e realizz fotografie sempre pi orientate verso il sensazionale: mostrare quali drammatici esiti di repressione e violenza potevano scatenare i tentativi di ribellione verso i colonizzatori inglesi. Dal 1862 si rec in Giappone, realizzando le prime foto del paese. Matthew Brady document la guerra di secessione americana (1864-65). Anni 60-70 viaggio fotografico come dimensione relazionale col mondo. - Huebler, Veduta di Parigi, 1 Luglio 1970. - Franco Vaccari, Viaggio per un trattamento completo allalbergo diurno Cobianchi (1971), dove Vaccari focalizza la sua attenzione sulla fase mentale e sensoriale di transizione esistenziale a cui sottopone il corpo e la mente. - Luca Patella viaggio fotografico come possibilit di auto documentarsi e conoscersi nel corso di attivit quotidiane . - Luca Ghirri, Atlante (1973), serie di fotografie sfogliando un manuale scolastico, realizzando un viaggio immaginario. Infinito (1979), 365 foto, una per giorno dellanno, del cielo sopra di lui, fissate tutte insieme su un pannello. - Jacob Riis dalla Danimarca a NY nel 1870, inizi la sua indagine tra i derelitti e i dimenticati, documentando il lavoro nero, le affollate stanze dormitorio, i bamini nei toguri (SLAMS).

- Lewis Hine cominci a fotografare gli immigrati europei al loro arrivo in America. Si convinse che la fotografia potesse rendere giustizia ai soprusi ed esaltare il lavoro e la fatica di tanti uomini onesti Men at Work (1932). 1904 il Daily Mirror divenne il primo quotidiano a pubblicare regolarmente fotografie a corredo delle notizie. Negli anni 30 alcuni fotografi furono incaricati dal governo americano di creare un immenso archivio visivo della povert estrema e delle precarie condizioni di vita in cui versavano migliaia di abitanti delle zone rurali e pi arretrate delle province statunitensi, con lintenzione di documentare e affrontare la grande depressione economica: Walker Evans, Dorothea Lange, Ben Shahn e Marion Post Wolcott.