Sei sulla pagina 1di 3

Quartiere Navile

P.G. N.: 291624/2011 N. O.d.G.: 39/2011 Data Seduta: 22/12/2011

Adottato
Oggetto: ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLA PROMOZIONE DELL'EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI RESIDENZIALI E NEGLI EDIFICI PUBBLICI ESISTENTI

- Ordine del giorno -

Su proposta del Gruppo CentroSinistra per Navile Il Consiglio del Quartiere Navile riunito nella seduta del 22 dicembre 2011

Azione per lefficienza energetica degli edifici residenziali e degli edifici pubblici esistenti Premesso: - che Il Comune di Bologna ha aderito al Patto dei Sindaci nel dicembre 2008 (delibera 230 PG 277949/2008) promosso dalla Commissione Europea, impegnandosi nella realizzazione di azioni concrete per la riduzione di CO2 a seguito di un lungo processo di attenzione alla pianificazione energetica e alle tematiche energetico-ambientali: previsto dalla legge 10/91 (legge che attua il Piano energetico nazionale), iniziato con lesperienza BEST (1982) e proseguita poi con il progetto Urban CO2 Reduction (1995) e con il Piano Energetico Comunale (1999) ed infine con l'approvazione del Programma Energetico Comunale (ODG 240 PG. N.241448/2007); - che il Comune di Bologna attualmente impegnato nella redazione del Piano d'azione per l'energia sostenibile - PAES, come richiesto dalla Commissione europea alle citt che hanno sottoscritto il Patto dei sindaci. Nel PAES molte delle azioni sono rivolte alla riqualificazione dell'edificato, proponendo sia azioni puntuali sui singoli edifici sia azioni estese ad aree omogenee dell'edificato, come ad esempio quartieri direzionali o di edilizia popolare. La riqualificazione degli edifici esistenti sar la priorit immediata per essere in grado in 9 anni di raggiungere gli obiettivi proposti dallUE per il 2020, tra cui edifici nuovi a consumo zero;

Considerato: - che il consumo di fonti energetiche fossili la causa riconosciuta dellincremento globale delle concentrazioni in atmosfera dei gas serra (di cui il CO2 lindicatore pi noto) i cui effetti negativi sui cambiamenti climatici mondiali sono costantemente monitorati ed evidenti; - che la 6a conferenza Europea delle Citt Sostenibili che si tenuta a Dunkerque nel 2010 si conclusa con lapprovazione della Dunkerque 2010 Call on Climate Action in cui, tra laltro, si afferma la consapevolezza che gli interventi per migliorare lefficienza energetica delle citt

giocano un ruolo strategico nelle politiche di mitigazione dei suriscaldamento del clima sia nelle citt europee e statunitensi che nelle aree metropolitane dei paesi in via di sviluppo che vedono processi di urbanizzazione dinamici e crescite rapide; - che nel Quartiere Navile sono nate diverse progettualit riguardo il risparmio energetico degli edifici pubblici comunali (ad esempio, la proposta di riqualificazione energetica dellIstituto Comprensivo 3 e la riqualificazione della centrale PEEP Corticella); DELIBERA

- di chiedere al Settore Ambiente del Comune di Bologna di definire un protocollo di intesa con lUniversit di Bologna per la realizzazione di uno studio di rigenerazione energetica finalizzato allindividuazione delle trasformazioni ammissibili del residenziale esistente, che riducano limpatto ambientale e i consumi energetici; individuando interventi di approvigionamento di energia da fonti rinnovabili in linea con le normative vigenti e compatibilmente con le esigenze abitative. Il caso di studio dovr porsi lobiettivo di analizzare le prestazioni dello stato di fatto degli edifici residenziali esistenti e di proporre interventi di riqualificazione energetica che conseguano gli obiettivi di: * ridurre al massimo le dispersioni con interventi sullinvolucro edilizio, individuando e risolvendo i ponti termici, realizzando il cappotto e cambiando gli infissi per ridurre la trasmittanza complessiva e quindi il consumo di energia delledificio, qualsiasi tipo di energia, da teleriscaldamento e o pannelli solari; * usare pannelli per la produzione di acqua calda; * produrre energia elettrica per i consumi delledificio e per vendere la restante o per usarla per i veicoli elettrici, in un futuro prossimo. Lo studio, inoltre, dovr prevedere lelaborazione di un modello dintervento, tecnico e finanziario, replicabile in altre aree residenziali del Quartiere Navile e della citt di Bologna, finalizzato alla riqualificazione energetica del patrimonio edilizio privato esistente; - di proporre come caso di studio e di intervento, su cui costruire il modello, il comparto PEEP Corticella; tale comparto, infatti, coerente alle linee progettuali promosse dalla commissione europea (il cui obiettivo quello di sviluppare tecnologie intelligenti per la fornitura di energia efficiente e sostenibile per il riscaldamento e il raffrescamento, con particolare attenzione allo sviluppo delle reti di teleriscaldamento), ed interessa edifici pubblici e privati; - di lavorare con lAssessorato ai Lavori pubblici ed il settore Opere Pubbliche, Manutenzione ed Ambiente del Comune di Bologna, per realizzare, presso il Quartiere Navile, gli interventi di efficienza e risparmio energetico degli edifici pubblici contenuti nel PAES, a partire dalla riqualificazione degli edifici e delle palestre scolastiche; - di impegnare le Commissioni Politiche per listruzione, la sostenibilit ambientale, linnovazione e la coesione sociale, Urbanistica e mobilit e "Bilancio, Lavori Pubblici e Relazioni istituzionali" a costruire il percorso di messa in atto di quanto deliberato. Il Presidente pone in votazione lO.d.G. n. 39. Esito della votazione:

Presenti n. 18 Favorevoli n. 18 (Centro Sinistra per Navile, Popolo della Libert, Movimento 5 Stelle, Bologna 2016) Contrari n. Astenuti n. Il Presidente dichiara approvato latto O.d.G. n. 39 all'unanimit.