Sei sulla pagina 1di 9

PIANODISVILUPPO INCUBATOREPOLOORAFO LABULLA Labulla,segnodistintivodeigiovanettinatiliberi,venivaportatafinoal raggiungimentodellamaggioreet. Labullaavevavalorediamuleto:traleduevalvecelavaunportafortunache dovevaproteggereilfanciullo.

Comelabulla,lincubatoreorafodiBorgoOreficiaccompagnergiovaniimprenditoridallanascita finoalraggiungimentodelmomentodiingressosulmercato,proteggendole.

Il modello nella foto la riproduzione fedele delloriginale presente nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli realizzato in serie limitata di 100 pezzi certificato dalla Soprintendenza ArcheologicadiNapoliaisensidelTestoUnicodeiBeniCulturali,daiMaestriorafideConsorzio AnticoBorgoOreficiperlalineadigioielliconsortileAureaVenus

www.borgorefici.it www.comune.napoli.it
email:assessorato.sviluppo@comune.napoli.it;info@borgorefici.it

INCUBATOREDIMPRESE:LABULLA Nel1998,lAmministrazioneComunalediNapolihacommissionatounoStudiodi Fattibilit,finanziatoconfondiCIPE,relativoadunProgettodiriqualificazione urbanaedirivitalizzazionesocioeconomicadelBorgodegliOreficiinNapoli. LanecessitdiunoStudiodiFattibilitnascevadallaconsapevolezza,daunaparte, dellimportanzadelBorgoOreficiallinternodelsistemadellartigianatoartisticoe delcommercionapoletano;dallaltra,dellepotenzialitdirilancioturisticoculturale delCentroAnticodiNapolidicuiilBorgoOreficicostituisceilnaturaleportale daccesso. Lattivit distudiohaportatoalla definizione di unPianointegrato diinterventi urbanistici,architettonici,infrastrutturali,diincentivialleimprese,diformazione. LerisultanzedelloStudiosonostateacquisitedallaGiuntaComunaleesonostate candidateallinternodeglistrumentidiprogrammazionecomunitaria20002006 Nellospecifico: 1PITNAPOLI Il 19 luglio 2002 lAmministrazione Comunale di Napoli ha ufficializzato il contenuto del Progetto di riqualificazione del Borgo Orefici, nellambito del pi ampiopianodisviluppodellaCitt,definitoProgettoIntegratoCittdiNapoli (PIT). Questointervento,diinteressevitaleperlacategoriadeglioreficinapoletani(350 impresepresentinelBorgo). Ilavoridiriqualificazioni(arredourbanoesottoservizi),ilpiimportanteintervento mai realizzato nel Centro Storico di Napoli (m.27.000 di strade), iniziato nel maggio2005edproseguitofinoaldicembre2008conlapedonalizzazionedigran partedellestradeedellepiazze. Ilbandopergliaiutialleimpresescadutoil21aprile2006eprevedevainterventi diristrutturazionedelleaziendeartigiane,commercialiediservizidelBorgoorefici conuncontributoafondoperdutofinoal70%perunmassimodi100.000,00ad azienda. Attualmenteiprogettiaziendalisonostatiultimati.

2PROGETTOINTEGRATODIFILIERAPOLOORAFOCAMPANO IlcomunediNapolihaattivatounacontinuativaattivitdiconcertazione,alfianco dellaRegioneCampania,dellaProvinciaedeglialtriEntieConsorziinteressati,che ha portato, con Delibera della Giunta Regionale n.1788 del 30 settembre 2004 allapprovazionedelProgettoIntegratodiFilieraPoloOrafoCampano,chevede

nel Borgo Orefici uno dei tre Sistemi di Sviluppo Locale del Settore orafo in Campania(insiemeaTorredelGrecoeMarcianise). SutaleprogettolaRegioneCampaniahaimpegnato35milionidieurochesonostati destinati al rafforzamento dei tre Sistemi in unottica di crescita sinergica complessivadellafiliera. LeazionicomplessiveprevistedalPoloOrafoCampanosonostateindividuatedal TavolodiConcertazioneincoerenzaconlideaforzaesonostateraggruppatesulla basedeimacroobiettivispecificidiriferimento. Una delle azioni fondamentali il potenziamento infrastrutturale delle aree di insediamento produttivo dei 3 Sistemi Locali di Sviluppo (Marcianise, Napoli e TorredelGreco)(Macrobiettivo1). MOTIVAZIONIECRONISTORIA Per quanto riguarda Napoli, il Comune, acquisendo le risultanze dello studio di Fattibilit, ha individuato quale infrastruttura portante la realizzazione di un incubatorediimpresaperilBorgoOrefici. Il fabbisognodasoddisfareperilripopolamentodelleimpreseartigianeinfatti quellodicrearelecondizioneaffinchragazzipossanotrovareunambienteprotetto incuiavviareillavoroacostiminimi. DallanalisisvoltadagliufficicompetentidelComunestatoindividuatoallinterno delcomplessodiSantEligioalMercato,lunicoimmobilenellevicinanzedelborgo oreficidiproprietdelComunecheavessespazisufficienti.
Cronologiadegliattiamministrativiedeglieventi

LAmministrazione Comunale con deliberazione G.C. n.4713 del 9/12/2005 approvava il progetto esecutivo dei lavori di recupero statico e funzionale del suddetto fabbricato, sito inViaDucadi Sandonatoper realizzare unincubatore dimpresealfinea)dipromuoverelartigianatonelsettoreorafoconprocessidi innovazioneesvilupposostenibiledelterritorio,b)riqualificareiltessutodelcentro storico,c)valorizzareilpatrimoniocomunale Ilavorisonoiniziatiametdel2007esonostatiultimatinelfebbraiodel2009 Ilprogettostatofinanziatoinparteconfondicomunitarirelativiallamisura5.1 PORCampaniaedinparteconfondiCIPE. Il12dicembre2008ilComunehafirmatounprotocollodintesaperlaffidamento dellincubatorealConsorzioAnticoBorgoOrefici. Il26/2/2009laG.C.condeliberan.237hapresoattodelprotocollodintesa. Il16/4/2009limmobilestatoconsegnatoalConsorzioanticoBorgoOrefici.

Il consorzio nellarco dei 10 mesi successivi ha espletato tutte le pratiche urbanistiche,amministrativeedautorizzatorie(VigilidelFuoco,ISPESL,ASL)per lo svolgimento dellattivit, ha realizzato tutto linvestimento per linfrastrutturazione specialistica dellincubatore, ha organizzato la struttura gestionaleindividuandolerisorseprofessionaliadeguate. ATTIVITA'SVOLTENELL'INCUBATORE
Formazione

Lasedestataaccreditata pressolaRegioneCampaniacomestrutturaformativa orafaesonostatiavviatieconclusiiprimi2corsidiinserimentolavorativo.per18 artigianiorafieper18addettiallevendite. Igiovani sarannoassorbitiallinterno delleaziendedelConsorzioAnticoborgo Orefici.


Incubazionediimpresa

UngruppodilavorocostituitodacomponentidelComunediNapoliedelConsorzio AnticoBorgoOreficistapredisponendoilbandoperlincubazione delleimprese orafe. IlConsorzioaccompagnerlegiovaniimpresenelladellafasedistartupfavorendo anche un lavoro consortile legato alla realizzazione di linee di gioielli della tradizionenapoletanaconiltutoraggiodegliartigianidelconsorzio(statorealizzato unlaboratoriopivotallinternodellincubatore)elassistenzagestionalediesperti settoriali. Dopoiprimi4annileimpreseincubatesarannoaiutateatrovarelaboratorionel borgoelascerannoilpostoadaltre7neonateimprese. Daciilnomepensatoperlincubatore:Labulla,segnodistintivodeigiovanetti natiliberi,venivaportatafinoalraggiungimentodellamaggioreet.Labulla aveva anche valore diamuleto: tra le duevalve celava un portafortunache dovevaproteggereilfanciullo.Comelabullalincubatoreaccompagnaigiovani imprenditoridallanascitafinoalraggiungimentodelmomentoperesserepronteper andaresulmercato,proteggendole. LASTRUTTURAORGANIZZATIVA La struttura organizzativa dellincubatore tale da garantire la completa autosufficienzarispettoallefunzionidellinterafilieraorafa. Lottica quelladiricostruireilmodello borgoorefici inun microcosmo in ambienteprotetto.

Nella parte produttiva sono state previste tutte le fasi di lavorazione: fusione, incastonatura,produzione.Estatoinoltrecreatounlaboratoriopivotcostituitoda dueartigianiesperticheassisterleimpresequotidianamente. Nella parte di servizi sono previsti: design, gemmologia, assistenza fiscale, amministrativaegestionale. La parte formativa funzionale allaggiornamento professionale periodica delle aziende incubate ed a progetti di formazione per il rilascio della qualifica professionaleeprogettidiinclusionesocialedicategoriesvantaggiateconparticolare attenzioneairesidentidelCentroStorico. LeFunzionidellincubatoresonoleseguenti: 1. centroservizi 2. scuoladiformazione 3. laboratori 4. areaespositiva
1.Ilcentroservizicompostoda:

1ufficioamministrazioneeassistenzatecnicaalleimprese 1ufficioformazioneeaggiornamentoprofessionale 1ufficioprogettazione(lineeconsortili,internazionalizzazione,marketing) 1ufficiodirezionale(incontri,riunioni) 1laboratoriodidatticoorafoda15postazioni 1aulainformaticadisegnocadda15postazioni 1auladisegnotecnicoda15postazioni 1laboratoriodidatticogemmologicoda15postazioni 7laboratori 1laboratoriopivot

2.scuoladiformazione

3.laboratoriorafi:

4.Areaespositiva

Areaperlapresentazionedellelineeconsortilidigioielli

LASTRUTTURALOGISTICA Lincubatoredistribuitosu4piani:

PIANOTERRA Reception Allingresso collocata la reception per laccoglienza allincubatore e la prima informazione con consegna di materiale su musei, eventi e inziative nel Centro Storico. Spazioespositivoesaladaspetto intaleareastatoallestitounsalottinoesonostateinstallatedellevetrineincuinel tempo sarannoesposti ilavori delle imprese incubate e degliallievi dei corsidi formazione. Saladidattica,conferenze,seminari: Lasaladic.a.40postihalafunzionedi: ospitare seminari di aggiornamento per le imprese incubate su storia del gioiello, gemmologia, normativa del settore orafo,normativa fiscale e del lavoro, sicurezza sul lavoro, gestione aziendale, lingue straniere. Infatti durantetuttoilperiododiincubazioneleaziendesarannoaccompagnatecon corsieseminariperiodiciperfavorirelafasedistartup. ospitareconferenzeetavolerotondesutemiriguardantiisettore; ospitareriunioniedincontritraleimpreseincubate accogliere gruppi organizzati di turisti a cui spiegare la storia di Borgo Oreficiedellarteorafanapoletanaancheconlaproiezionedifilmatididattici inlinguainunottica divalorizzazione turistica dellinteraareadellacitt bassa

Laboratorioorafodidattico: Nellaboratoriodidatticodi15postazionesarannosvolteleseguentiattivit:

lattuazionedelcorsobiennaleperlaqualificadimaestroorafo, lattuazionedicorsiextracurriculariconlescuoledelCentroStoricoalfine difavorirelavvicinamentodellenuovegenerazioniallartigianatoorafo lattuazione di progetti speciali di inclusione sociale rispetto a soggetti svantaggiati. Lattuazione di corsi aggiornamento delle imprese incubate rispetto allutilizzodinuovetecnologieodiparticolaritecnichedilavorazione

Leampievetrateconsentonoinoltrelavisionedellelavorazionianchedallesterno. Sivalutatoinfatticheunodeglielementidicriticitrispettoallavalorizzazionedel contenutoartisticodellalavorazioneartigianalaridottadimensionedeilaboratori degliartigianichenonconsenteunavisioneagruppiorganizzati.Sonoinfattistati

studiatiitinerarituristicichemettonoinsiemeleChiesedellaCittbassalungola direttricediSantEligiocheintercettalincubatorecreandomomentidispiegazione sullelavorazioni. PIANOPRIMO 3laboratoriorafi Ilaboratoriprevedono1moduloda3e2modulida5banchetti.Einoltreprevistoun ufficio con computer su cui pu essere installato un programma di disegno cad (Rinhos).Lobiettivofavorirelosviluppodellaprogettazioneorafaattraversola creazionediunafiguradidesignerorafonellambitodellesingoleimpreseincubate. 1laboratoriodiincastonatura Il laboratorio prevede tre banchetti. Nellottica di integrazione della filiera delle impreseediautosufficienzadellincubatoreillaboratoriodiincastonaturalavorera serviziodelleimpreseincubate PIANOSECONDO 3laboratoriorafi Ilaboratoriprevedono1moduloda3e2modulida5banchetti. 1laboratoriodifusione Limpiantodifusionerelativoallaprimafasedilavorazionedellaproduzioneorafa eddotatodellepiinnovativetecnologie. PIANOTERZO 1laboratoriodidatticoinformatico Nel laboratorio didattico informatico di 15 postazione saranno svolte le seguenti attivit:

lattuazionedelleattivitspecialistichediinformaticadibaseedisegnosu cadperilcorsobiennaleperlaqualificadimaestroorafo, lattuazionedicorsiextracurriculariconlescuoledelCentroStoricoalfine difavorirelavvicinamentodellenuovegenerazioniallafiguradeldesigner orafo; lattuazionediprogettispecialidiavvicinamentoinclusionesocialerispettoa soggettisvantaggiati.

Lattuazione di corsi di aggiornamento delle imprese incubate rispetto allutilizzodinuovetecnologieinformatiche,prototipazionerapida,reverse engineeringodivenditaconecommerce

1 ufficio amministrazione ed assistenza fiscale, amministrativa, normativa di settore, 1ufficioserviziformativi 1ufficioprogettispeciali(internazionalizzazione,lineeconsortili,marketing

QUARTOPIANO Ufficiodirezionale Lufficiodirezionalehafunzionidiufficioexecutiveperleimpreseincubate. Laboratoriodidatticogemmologico Nellaboratoriodidatticogemmologicodi15postazionesarannosvolteleseguenti attivit:

lattuazionedelleattivitspecialistichedigemmologiaperilcorsobiennale perlaqualificadimaestroorafo, Lattuazionedicorsidiaggiornamentodelleimpreseincubaterispettoalle materiespecialistiche(diamanti,pietrecolorate,perle)alfinedelrilasciodi attestatidapartedellIstitutoGemmologicoItaliano

Modalitdiincubazione Perlaselezionedeicandidatisiprocederadunavvisopubblico,icuicriterisono stati definiti di comune accordo con lAmministrazione Comunale di Napoli. La candidaturaprevederlapresentazionedellideaimprenditoriale. Sardefinitaunacommissionediselezionecostituitadaunsociologo,daunesperto orafo,daunrappresentantedelComunediNapoli. Ipartecipantiselezionaticostituirannoleimpresedaincubare. Dopolincubazionesiattiverlafaseditutoraggio. Iltutoraggiodisettoresaraffidatoallimpresapivotcheseguirquotidianamentele giovaniaziendepertuttoilperiododiincubazione. Iltutoraggioaziendalesaraffidatoadespertidisettorepresentiquotidianamente.

FACILITIESEAPPROVVIGIONAMENTI Approvvigionamenti: il Consorzio definir prezzi di vantaggio per lacquisto di materieprime(oro,argento,pietreprezioseminuterie,astucci,ecc.)pressoinegozi deiconsorziatialBorgo. Vitto: il consorzio garantir prezzi convenzionati con i ristoranti, le trattorie, le pizzerieedibardelBorgo. Produzioneecommercializzazione:Leaziendeincubatelavorerannopersestesse con produzioniproprie,perlealtre aziendeincubateinunotticaafiliera, perle aziendedelConsorzio,perlelineeconsortili. Sarannoorganizzatiworkshopperiodiciperpresentarelelineerealizzatealfinedi consentireunacrescitaimprenditorialeecommercialeautonoma;delparileimprese saranno aiutate facendole lavorare sulle produzioni consortili (borbonico, pompeiano,archeologico,artesacra,etc.)inunotticadirafforzamentoeconomicoe divalorizzazionedeiprincipiidentitaridellagioiellerianapoletanadeclinatasecondo criteridicreativitedinnovazione. NUMERIDISINTESIDELLINCUBATORE n.8impreseincubate n.25nuovigiovaniimprenditori n.10unitimpegnateatempopienoperlagestionedelCentro n.20partecipantialcorsobiennalediqualificaprofessionale n.45partecipantiacorsidiinclusionesocialeedavvicinamentoallarteorafa CONSIDERAZIONIFINALI Lincubatore presenta una struttura finanziaria passiva motivata dalla funzione sociale: supportare in maniera concreta aspiranti e nuovi imprenditori del settore orafonellaprogettazionedellideaimprenditorialediaccompagnamentodellenuove imprese, mettendo a disposizione uno spazio commisurato alle esigenze delle impreseeunsistemaintegratodiservizitecnicidiconsulenzachepermettanodi affrontareconsuccessoladelicatafasedistartup.