Sei sulla pagina 1di 4

il bandolo del lavoro

Circolo di Seriate del Partito Democratico dicembre 2011

COME CORRE VELOCE IL TEMPO


Come corre veloce il tempo di questa crisi che sembra non avere limiti n per la dimensione n per il tempo! Quando abbiamo progettato il Numero 3 del Bandolo Lavoro, avevamo pensato di continuare nel numero successivo a riflettere sullarticolo 8 della Manovra economica di Tremonti-Sacconi e sullattacco in essa contenuto allarticolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, quello che impedisce i licenziamenti senza giusta causa nelle Aziende con pi di 15 dipendenti. In effetti la CGIL ci ha gentilmente fatto avere il suo punto di vista che avremmo volentieri pubblicato, dopo quello della Cisl comparso sul Bandolo Lavoro 3, ma a che scopo ormai? Il Governo Berlusconi caduto, di Tremonti si sono, per ora, perse le tracce e Sacconi sta reclamando improbabili elezioni anticipate che lo tolgano dallimbarazzo di stare nella maggioranza con i nemici del PD e, in maniera indiretta, della odiata CGIL. Ora tutti si aspettano che il nuovo Governo Monti abbia il coraggio di intervenire, senza una maggioranza politica, proprio l dove il Governo Berlusconi, con una

strabordante maggioranza uscita dalle urne non riuscito a farlo e cio sulla organizzazione del lavoro e degli ammortizzatori sociali. Non possiamo che augurargli la miglior riuscita, soprattutto se sapr farlo, come ha annunciato, con il pi largo consenso delle parti sociali.

DAL BLOG

Come penso avrete visto entrando nel sito del Blog IL BANDOLO LAVORO, abbiamo avuto ben tre commenti al numero 3 ( che coincidenza) del nostro periodico. Ringraziamo molto chi si preso la briga di leggere il Bandolo Lavoro e anche di commentare: come sarebbe bello se riuscissimo davvero ad instaurare un dialogo aperto ed un confronto costruttivo su tutti i problemi del Lavoro e dei Lavoratori di Seriate e delle zone vicine. taiarbo ha detto... Oggi ho parlato con uno di quelli che comunemente chiamiamo "padroncini". Ha regolarmente assunto alcuni lavoratori per i suoi cantieri nell'edilizia. Mi diceva che preoccupato perch ha dovuto mettere in cassa alcuni di questi e che ha due grossi clienti sull'orlo del fallimento. Ha paura di finire nei guai pure lui. Dice che la nostra zona satura e le banche hanno chiuso i rubinetti. Era anche incazzato perch dice di essere tra quelli considerati evasori certi mentre, in coscienza, si sentiva di aver fatto tutto il possibile per salvare la sua attivit ed il lavoro ai suoi dipendenti. Mi ha fatto impressione, anche se conferma i dati preoccupanti citati da pi fonti e negati, in sostanza, solo dal ns. governo. Ha finito il discorso dicendomi: "spero succeda qualcosa...". -Il primo commento riporta la giusta preoccupazione che molti piccolissimi e piccoli imprenditori del nostro territorio hanno rispetto al futuro che reso pi difficile dalle leggi e dai regolamenti a volte complicati da rispettare e cos poco flessibili da impedire qualsiasi possibilit di sviluppo delle attivit e delloccupazione.

Speriamo che il nuovo Governo si prenda carico di questo e faccia interventi reali per permettere, sia da un punto di vista economico (riduzione e razionalizzazione delle tasse), sia da un punto di vista normativo (revisione delle politiche contrattuali, riorganizzazione ed estensione degli ammortizzatori sociali) la ripresa delle attivit produttive di tante piccole aziende oggi in profonda sofferenza. bokonon ha detto... E' il sistema che va a catafascio. Parole come liberismo, libero mercato, privatizzazioni, modernizzazione sono servite a spostare l'attenzione dalla realt dell'economia. In pi continuata l'apologia dei furbi. Nemmeno la sinistra ha provato ad ipotizzare dei cambiamenti reali nel sistema produttivo e nei meccanismi finanziari. La destra intanto impazza, tanto loro i soldi ce li hanno. Ed i furboni della Lega gli sono andati dietro come allocchi. - Sul secondo commento poco da aggiungere, se non che siamo daccordo sulla sciagura che stata in questi anni uneconomia basata sulla carta e non sulla produzione reale di beni e servizi. La sinistra ha avuto forse pochi strumenti dallopposizione per cambiare le cose; ora, con il sostegno a Monti vedremo. La destra, quantomeno quella berlusconiana, non impazza pi (per ora) e la Lega, dopo lincapacit di prendere qualsiasi decisione a Roma, tornata a sbraitare di Secessionecan che abbaia Anonimo ha detto... Questi lavoratori sono i pionieri di una nuovo processo economico basato sulle dottrine dellanticonsumismo, della disobbedienza civile, dellidealismo pratico e forse la costituzione potrebbe non essere pi fondata solo sul lavoro -Chiss se il lettore che ha postato il terzo commento ha ragione? Certo pone problemi di grandissima importanza, un po come quelli sollevati dai referendum che abbiamo vinto sullacqua come bene comune e il rifiuto del nucleare come tecnologia pericolosa e dannosa. Vedremo se saremo capaci di svilupparli nei prossimi numeri.

AUGURI E SALUTI
Con questo numero, costituito solo dal breve commento iniziale e dai doverosi commenti, non risposte purtroppo, a chi ha voluto farci avere il proprio commento sul nostro lavoro, si conclude la breve esperienza del BANDOLO LAVORO. Sar frutto dei tempi o dei luoghi, di Seriate in particolare, ma non sembra che i problemi del lavoro e dei lavoratori siano una delle priorit attorno a cui si abbia voglia di riflettere per proporre sia esperienze, sia suggerimenti o anche solo per cercare di condividere esperienze che, purtroppo, in questi tempi temiamo siano pi facilmente negative, piuttosto che positive. La fatica di dare vita al periodico si mostrata troppo elevata per le piccole forze a nostra disposizione, cos non abbiamo scelta e, con rammarico, interrompiamo questo lavoro. Potremmo per sbagliarci, e ce lo augureremmo; quindi, se qualcuno fosse ancora comunque interessato a parlare e scrivere di lavoro e lavoratori, magari con idee diverse e nuove rispetto a quelle attorno a cui noi abbiamo lavorato, lo faccia, sapere: il blog d questa possibilit oppure ci contatti il luned sera presso la Sede del Partito Democratico in Via Monte Campione il Luned sera dalle 21 alle 22, oppure chiami il 335-6178589, saremo molto felici di rispondere.

Cogliamo loccasione per augurare a tutti i lettori

Buon Natale e un Felicissimo 2012!