Sei sulla pagina 1di 18

Enrico Linaria

torture
atto unico tragicomico in diciotto scene

Enrico Linaria

torture
atto unico tragicomico in diciotto scene

tortura
Il mezzo sicuro di assolvere i robusti scellerati, e di condannare i deboli innocenti.
Cesare Beccaria Dei delitti e delle pene

estra

tre scene tto, prime

personaggi
(in ordine di apparizione)
PADRONA DI CASA PADRONE DI CASA, suo marito, detto Billy. UOMO I, impiegato con lhobby del ciclismo

o ciclista con lhobby dellufficio? UOMO II, rappresentante di zona delle piscine Hawaii (costruzione di impianti in vetroresina, in cemento armato, prefabbricati in pvc e fuori terra con relativa manutenzione). UOMO III, professore universitario, bibliofilo. UOMO IV, macellaio, allepoca dei fatti soldatino di belle speranze.
DONNA I, animatrice-creatrice di feste ed eventi,

allepoca dei fatti responsabile relazioni esterne di una compagnia di telefonia fissa e mobile, nei giorni non lavorativi assidua frequentatrice (allora e anche adesso) di centri benessere. DONNA II, imprenditrice del settore tessile molto impegnata nel sociale.
FRA TINO, frate francescano di mezza et, alto e robusto. FRA TEMISTO*, frate francescano giovincello.

(entrambi i frati indossano il saio)

* rara variante di TEMISTOCLE, preceduto da Fra conferma la regola del nomen omen latino essendo Fra Temisto un fifty-fifty sotto ogni punto di vista.
2

scena prima
La vicenda si svolge ai giorni nostri. Prato erboso davanti a un casolare finto rustico con colonnine che con la tradizione architettonica della zona centrano come i cavoli a merenda e inferriate arzigogolate da beceri arricchiti. La scena mostra (al centro e a destra) parte della facciata principale. Parcheggiata sulla destra una Hammer rossa fiammante. una calda serata di settembre, mancano pochi minuti a mezzanotte. Attraverso le finestre aperte del piano terreno si vedono, allinterno che bene illuminato, un uomo e una donna muoversi da una stanza allaltra e se ne coglie il dialogo. In primo piano, quasi al buio sul prato erboso, due figure maschili nascoste dietro a un cespuglio di rosmarino, vicine a loro due piccole borse da viaggio.
PADRONA DI CASA Che palle sti Bacci! Non se ne

andavano pi.
PADRONE DI CASA Loro son fatti cos. PADRONA DI CASA Ti prego, non invitarli pi a

cena. A un funerale ci si diverte di pi.


PADRONE DI CASA Lui per un penalista coi

coglioni. Ti ricordi, no? come mi tir fuori da quella rogna della discarica abusiva?
PADRONA DI CASA S s mi ricordo! Ma lo stesso

che palle! E poi a lui gli puzza lalito che una roba del genere io non lho mai sentita. Dai che tardi. Chiudi tu le finestre che intanto io carico la lavastoviglie?

SCENA PRIMA

PADRONE DI CASA S, ci penso io. Prima per

chiudo la macchina, le chiavi devono essere ancora sopra. Si apre la porta principale della casa, lui esce e si dirige verso la Hammer. Mentre apre la portiera per prendere le chiavi i due tipi nascosti dietro il rosmarino avanzano silenziosi verso di lui. Dopo averlo raggiunto, uno gli immobilizza le braccia, laltro gli mette del nastro adesivo sulla bocca. Inutile che tenti di liberarsi. I due lo tengono stretto come in una morsa. Allinterno della casa la donna mette su un cd (lInno alla gioia dalla Nona di Beethoven) mentre continua a sparecchiare e a caricare la lavastoviglie.
PADRONA DI CASA Caro... ci sei? (affacciandosi alla

finestra) Caro, hai fatto? Dai, muoviti! Uno dei due tipi che hanno immobilizzato luomo nel giardino si dirige verso la casa e si nasconde presso la porta dingresso che aperta.
PADRONA DI CASA Amore? Ma che cavolo stai fa-

cendo? (uscendo in giardino) Appena la donna esce, il tipo la immobilizza. La donna si divincola, lancia qualche urlo. Luomo le mette una mano sulla bocca e la trascina verso la Hammer. Vengono aperte le due portiere sul lato destro rivolto al pubblico e tirati gi i vetri. Prima la donna a quella dietro, poi luomo a quella davanti, vengono immobilizzati alle due portiere. Anche a lei viene incerottata la bocca.
4 SCENA PRIMA

I due aggressori fanno dei segnali luminosi con una pila. Nel silenzio della notte solo la musica di Beethoven. Buio in scena.

scena seconda
Battute iniziali della Musica per il funerale della Regina Maria di Henry Purcell. In scena i padroni di casa legati alla Hammer, UOMO I e UOMO II. Con linizio del dialogo la musica scompare.
UOMO I Tra poco dovrebbero arrivare. Hanno risposto al segnale che gli abbiamo fatto con la pila. UOMO II Bene, cos possiamo comincia. UOMO III Eccoci qua! (sbucando dagli ulivi) UOMO IV Dove sono quei bastardi? (avvicinandosi e rivolgendosi alluomo e alla donna legati alla Hammer) Chi non muore si rivede, eh? (appoggia sullerba la ventiquattrore che ha con s e sputa nellocchio del padrone di casa che geme e si dimena) UOMO II Se so invertite le parti, lavresti mai detto

stronzo? (anche lui avvicinandosi e sputandogli nellocchio)


UOMO III Ragazzi, calma! nostro compito giudicarlo, non siamo qui per vendicarci. UOMO I Beh un po s. Visto che non siamo proprio

un tribunale ufficiale, ammesso pure che ce la metteremo tutta per darci un contegno, ovvio che qualche
SCENE PRIMA-SECONDA 5

pedata nei coglioni ci scapper, il minimo.


UOMO III S, ma se la evitiamo meglio. DONNA I Sono qua. Dov quel figlio di puttana?

(sbucando dagli ulivi e dirigendosi veloce verso la Hammer) Gran pezzo di merda! (e molla un calcio nello stinco del prigioniero che emette un gemito mentre la moglie si accucciata a terra e sta piagnucolando).
UOMO III (rivolto alla donna) Fermati! Non vorrai metterti alla sua stregua, scendere ai suoi infami livelli! UOMO I E poi dobbiamo esserci tutti prima di co-

minciare. Sulla Musica per il funerale della Regina Maria di Henry Purcell arriva una seconda donna. Buio in scena .

scena terza
Sulla parte finale dellouverture della Gazza ladra di Rossini in scena i due padroni di casa legati alla Hammer e, attorno a loro i quattro uomini, le due donne e due frati. La musica (molto bassa, che appena si sente) fa da sottofondo a FRA TINO che parla.
FRA TINO (legge un foglio) In qualit di presidente di

questo tribunale estemporaneo chiamato a giudicare il comportamento dellimputato che, cinque anni fa, allepoca dei fatti, fu per quattro mesi al comando dello
6 SCENE SECONDA-TERZA

speciale reparto di polizia politica incaricato di sopprimere con qualsiasi metodo ogni forma di dissenso, anche il pi democratico, do inizio a questa seduta. nostra intenzione che il processo che sta per iniziare si svolga (per quanto non professionisti della legge) nel rispetto assoluto delle norme giuridiche e dei diritti umani. A titolo di cronaca, va detto che limputato assunse il comando del famigerato e tristemente noto reparto proprio nei mesi caldi che precedettero la caduta del regime e dunque oper nel caos assoluto e spesso senza direttive dallalto. Ma forse proprio per questo pu essere considerato il diretto e sotto certi aspetti anche lunico responsabile di quanto accadde in quei tristi giorni. Va inoltre detto che la pseudodemocrazia succeduta al regime non ha minimamente perseguito, come invece avrebbe dovuto, tutti coloro che negli anni della dittatura si resero responsabili di gravi reati legati allabuso di potere. dunque anche per tentare di colmare evidenti inadempienze istituzionali che ci ritroviamo qui a giudicare, ad anni di distanza, i criminali comportamenti dellimputato, reo, nel caso specifico trattato in questa sede, di avere torturato le sei persone qui presenti. Darei dunque inizio al processo ricordando ai presenti, a suo tempo vittime e ora giurati, che sia il sottoscritto in qualit di presidente super partes della giuria e sia Fra Temisto... (la musica sinterrompe bruscamente)
FRA TEMISTO (rivolto ai presenti) Non Frate e stac-

cato Misto, Fra staccato Temisto. Chiaro, no? Qualche risatina tra i sei giurati.
SCENA TERZA 7

FRA TINO Certo, Fra staccato Temisto, in qualit di

difensore dellimputato... Dicevo che abbiamo entrambi accettato questo delicatissimo incarico consapevoli che il nostro rifiuto avrebbe sicuramente scatenato le vostre ire e le vostre vendette, e altre ingiustizie si sarebbero cos aggiunte a quelle terribili di cui si reso responsabile il Nostro. A questo punto darei la parola alla prima vittima. Come gi deciso, lordine degli interventi sar cronologico: ossia si partir da chi sub la tortura per primo e via via si arriver a chi la sub per ultimo. Prima di cominciare inviterei Fra Temisto a togliere il nastro dalla bocca dellimputato in modo che possa anche lui dire, quando richieste, le sue ragioni.
FRA TEMISTO Provvedo subito! (si dirige verso lim-

putato e gli toglie il nastro)


PADRONE DI CASA Stronzi che non siete altro! Che diritto avete di giudicarmi? E voi pidocchiosi frati di merda tornatevene nel vostro convento, che cazzo ne sapete voi di giustizia? Sapete s e no quattro acche sul vostro Dio...
UOMO III gli

si avvicina e gli mette una mano sulla bocca.

FRA TINO Si calmi! E sia meno volgare. Sappia che

queste sei persone da lei a suo tempo torturate lhanno cercata per mari e monti in questi anni. E quando, chi in un modo e chi in un altro, sono venuti a sapere, spiandola ognuno per conto suo, che lei stava qui, hanno finito col conoscersi tra loro e con lorganizzare questa cattura. Uno dei sei, un mio vecchio amico professore duniver8 SCENA TERZA

sit, venuto a trovarmi su al convento, quello qui sul colle, e ha chiesto, a nome di tutti, il mio aiuto dopo avermi spiegato quello che lei aveva fatto a loro.
UOMO III la verit. FRA TINO Subito ho tremato pensando alla vendet-

ta di gruppo che il movente dellAssassinio sullOrient Express di Agatha Christie. E sono stato lapidario: diabolico colui che tortura ma diabolico anche chi si vendica. Luomo, prendendo esempio da Dio, cerchi la giustizia. Ecco perch sono qui. E c anche Fra Temisto, confratello che conosce la legge avendola studiata prima di entrare in convento. Questo tutto. Prova (rivolto a UOMO III a cui d del tu essendo un vecchio amico) a toglierli la mano dalla bocca.
UOMO III

toglie la mano.

PADRONE DI CASA (scrollando il viso e ridacchiando)

Siete dei buffoni. Ho capito, qui bisogna fare buon viso a cattiva sorte, essere seri in questa farsa non autorizzata. E allora cominciamo. Avanti con le sei testimonianze! La seduta aperta!
FRA TINO (rivolto ai giurati) Direi, prima di co-

minciare, di togliere il cerotto anche alla signora.


UOMO IV

si avvicina alla donna e le toglie il cerotto.

PADRONA DI CASA Figli di troia! (urlando a squarcia-

gola) Bastardi! Vi venisse a tutti un accidente! Pezzi di...


SCENA TERZA 9

UOMO IV

le mette una mano sulla bocca.

PADRONE DI CASA (rivolto alla moglie) E datti una

calmata. Tanto, urlare non serve una sega di nulla.


FRA TINO Provi a toglierle la mano dalla bocca.
UOMO IV

toglie la mano. La donna si guarda attorno e scoppia a piangere.

10

SCENA TERZA

musiche di scena
in ordine di apparizione Ludwig van Beethoven

Inno alla gioia dalla Sinfonia n.9 op. 125 - Finale


Henry Purcell

Musica per il funerale della Regina Maria


Gioacchino Rossini

Ouverture dalla Gazza ladra


Luigi Boccherini

Minuetto dal Quartetto per archi op. 11 n.5


John Philip Souza

Washington Post March per pianoforte a quattro mani


Bert Kaempfert

African Beat per tromba e orchestra

11

12

Il cacciatore di Michael Cimino, USA 1978 (roulette russa nella giungla)

Cera una volta il West di Sergio Leone, ITALIA 1968

il protagonista senza nome che, ragazzino, cerca invano di sostenere il fratello per salvarlo dallimpiccagione

13

14

La pantera rosa sfida lispettore Clouseau di Blake Edwards, GRAN BRETAGNA 1976 (tortura della lavagna)

Qualcuno vol sul nido del cuculo di Milos Forman, USA 1975 (elettroshock a Randle Patrick McMurphy)

15

16

Rambo di Ted Kotcheff, USA 1983 (parallelo rasoio-coltello, Vietnam - stazione di polizia)

Arancia meccanica di Stanley Kubrick, GRAN BRETAGNA 1971

(stupro nella casa di campagna ed esperimenti-tortura nel Centro Medico Ludovico)

17