Sei sulla pagina 1di 30

MATERIALI MAGNETICI

Metalli magnetici: Fe, Co, Ni. Ago magnetico si allinea con il campo magnetico terrestre; calamita esercita un campo magnetico visualizzabile con della limatura di ferro

Il campo magnetico prodotto anche da conduttori in cui circola corrente.


15/12/2011

Chimica Applicata

MATERIALI MAGNETICI

Ponendo un pezzo di ferro allinterno del solenoide il campo magnetico molto pi intenso.

= permeabilit magnetica del vuoto = 4 x107 Tm/A


0

B = induzione magnetica B = 0H (vuoto) e B = H (materiale di permeabilit ) B = 0H + 0M


15/12/2011

Chimica Applicata

MATERIALI MAGNETICI

Definizione delle propriet magnetiche dei materiali:

B H
r 0

permeabili t magnetica permeabili t relativa

M H

suscettivi t magnetica

15/12/2011

Chimica Applicata

MATERIALI MAGNETICI

DIAMAGNETISMO: il materiale reagisce al campo H con una debolissima magnetizzazione opposta ad H ( m ~ 106). Cu, Ag, Zn, Sn sono diamagneti. PARAMAGNETISMO: il materiale reagisce al campo H con una debolissima magnetizzazione concorde ad H ( m~ 102 106). Al, O2, Pt, Ti sono paramagneti. Nei diamagnetici e paramagneti leffetto si annulla al cessare della causa. FERROMAGNETISMO: il materiale reagisce al campo H con una fortissima magnetizzazione concorde ad H ( m~104 106). Fe, Co, Ni, Gd sono ferromagneti. Nei ferromagneti la magnetizzazione pu esistere in assenza di campi esterni. Antiferromagnetismo e ferrimagnetismo casi particolari.
15/12/2011

Chimica Applicata

MATERIALI MAGNETICI
La caratteristica B-H ha i seguenti andamenti per i vari materiali magnetici (per piccoli valori di H)

15/12/2011

Chimica Applicata

MATERIALI MAGNETICI
Origine del magnetismo a livello atomico: momenti magnetici connessi al movimento degli elettroni: spin (numero quantico di spin s) e moto orbitale (numero quantico magnetico ml) ogni atomo come una minuscola calamita

Momento magnetico fondamentale (spin di un e):


15/12/2011

magnetone di Bohr = 9.27x1024 Am2.


Chimica Applicata
6

MATERIALI MAGNETICI

Come si accoppiano nellatomo isolato i momenti magnetici di tutti gli elettroni? Livelli completi: il momento magnetico complessivo nullo perch:

a e con s = corrisponde un e con s = + e quindi momento di spin totale = 0 a e con ml = m corrisponde un e con ml = m e quindi il momento magnetico orbitale totale = 0

Sono importanti solo i livelli incompleti


15/12/2011

Chimica Applicata

MAGNETISMO NEI SOLIDI

Come passare dal momento magnetico dei singoli atomi a quello dei solidi? Livelli incompleti relativi a sottolivelli di tipo s e di tipo p Livelli incompleti relativi a sottolivelli di tipo d (3d)

15/12/2011

Chimica Applicata

MAGNETISMO NEI SOLIDI


Il ferromagnetismo di Fe, Co e Ni legato agli elettroni spaiati sul livello 3d: 4 per il ferro, 3 per il cobalto e 2 per il Ni.

15/12/2011

Chimica Applicata

MATERIALI MAGNETICI

3 situazioni possibili:

Non ci sono i dipoli magnetici elementari (materiali diamagnetici) e il campo H esterno induce dipoli magnetici opposti ad H Ci sono i dipoli magnetici elementari ma essi sono orientati a caso e solo in presenza di H esterno tendono ad allinearsi, ma ci avviene in scarsa misura a causa di effetti termici e di interazioni con gli atomi circostanti (materiali paramagnetici) I dipoli magnetici presenti su atomi adiacenti si allineano parallelamente anche su lunghe distanze ed anche in assenza di H esterno (materiali ferromagnetici)
Chimica Applicata
10

15/12/2011

FERROMAGNETISMO

In pochi casi a bassa (relativa) T lenergia di interazione >> energia termica: ferromagnetismo con una circa 104 volte maggiore = temperatura di Curie, trasformazione (reversibile) paramagnetico-ferromagnetico Legge di Curie-Weiss (T > ): ) m = C/(T
15/12/2011

Chimica Applicata

11

MATERIALI MAGNETICI
Nei materiali ferromagnetici per T < i momenti di dipolo magnetico si allineano uno allaltro in piccole regioni (analoghe ai grani cristallini ma per nulla coincidenti) dette domini magnetici o domini di Weiss.
In ogni dominio la direzione del momento magnetico la stessa per tutti i dipoli che vi appartengono. Ogni dominio ha una direzione diversa da quello adiacente. La somma vettoriale di tutti i momenti dei singoli domini pu essere nulla: materiale non magnetizzato.
15/12/2011

Chimica Applicata

12

MATERIALI MAGNETICI
Applicando ad un materiale ferromagnetico non magnetizzato (riscaldandolo a T > e poi raffreddando molto lentamente) un campo magnetico via via crescente: i domini pi favorevolmente orientati rispetto al campo esterno H crescono a spese degli altri. Dopo la fase di crescita ha luogo la rotazione dei domini residui (zona della curva a bassa pendenza) fino a raggiungere la saturazione. La forma, la dimensione e la struttura dei domini ferromagnetici derivano da considerazioni volte alla minimizzazione dellenergia globale connessa al sistema, che prevede normalmente moltissimi domini.
15/12/2011

Chimica Applicata

13

MATERIALI MAGNETICI: CICLO DI ISTERESI


Cosa succede quando viene smagnetizzato un materiale portato a saturazione? Ciclo di isteresi.
Bs induzione di saturazione

Br induzione residua quando H = 0


Hc campo coercitivo, ossia H necessario per avere B = 0 Il ciclo simmetrico rispetto allorigine. Larea del ciclo una misura dellenergia spesa (o lavoro compiuto) per un ciclo completo. [B] = T; [H] = A/m; [area] = TA/m TA/m = Vsm2Am1 = Wsm3 = Jm3

15/12/2011

Chimica Applicata

14

MATERIALI MAGNETICI DOLCI E DURI

Magneti dolci: bassa forza coercitiva e area del ciclo piccola. Ideale: ciclo stretto e lungo (materiali soggetti a frequenti cicli di magnetizzazionesmagnetizzazione)
Magneti duri: alta forza coercitiva ed elevata induzione residua (magneti permanenti)
15

15/12/2011

Chimica Applicata

MATERIALI SUPERCONDUTTORI
Materiali che mostrano resistivit nulla al di sotto di una temperatura particolare detta Temperatura di transizione critica Tc. Soltanto alcune sostanze mostrano questo particolare comportamento.

15/12/2011

Chimica Applicata

16

MATERIALI SUPERCONDUTTORI
Elementi superconduttori

15/12/2011

Chimica Applicata

17

MATERIALI SUPERCONDUTTORI
Effetto Meissner: diamagnetismo perfetto.

~ 105 cm

15/12/2011

Chimica Applicata

18

SUPERCONDUTTORI DI TIPO I e DI TIPO II


I materiali di Tipo I hanno valori di Hc troppo bassi per applicazioni pratiche.
Tipo I

15/12/2011

Chimica Applicata

19

PROPRIET DI ALCUNI SUPERCONDUTTORI


Sostanza
Hg Nb

Tc (K)
4.15 9.26

Hc (T)

Tipo di materiale

0.0411 Metallo 0.198 Metallo

Pb
Nb3Sn

7.19
18.05

0.0803 Metallo
26.4 Intermetallico

Nb3Ge
V3Ga NbTi

23.2
16 11

36.4 Intermetallico
23.9 Intermetallico 12 Lega metallica

YBa2Cu3O7-x
15/12/2011

92

~200 Ceramico
20

Chimica Applicata

DIAGRAMMA DI STATO DEI SUPERCONDUTTORI


Effetto della Densit di Corrente: Jc. Influenza della microstruttura sulla densit di corrente circolante. Diagramma di stato della superconduttivit.

15/12/2011

Chimica Applicata

21

TEORIA DEI SUPERCONDUTTORI


Comprensione teorica del fenomeno: teoria BCS del 1957 (J. Bardeen, L.N. Cooper, J.R. Schrieffer), premi Nobel nel 1972. Teoria poggiata completamente sulla meccanica quantistica, cio la superconduttivit non pu essere spiegata con le leggi della meccanica classiche. La teoria BCS fondamentalmente spiega la superconduttivit con: - interazioni tra reticolo ed elettroni di conduzione

- i portatori di carica sono coppie di elettroni (coppie di Cooper)


15/12/2011

Chimica Applicata

22

TEORIA DEI SUPERCONDUTTORI


A temperatura molto bassa si rende possibile una debole attrazione tra elettroni (che dovrebbero respingersi) a causa di una lieve distorsione del reticolo cristallino. A causa di ci gli elettroni si uniscono a coppie aventi spin opposti (coppie di Cooper). Le coppie di Cooper (super-elettroni) non sono soggette a scattering (diffusione) con il reticolo cristallino e possono muoversi liberamente perch esse hanno spin complessivo nullo e quantit di moto totale nulla.

15/12/2011

Chimica Applicata

23

EVOLUZIONE STORICA DEI SUPERCONDUTTORI


Sviluppo storico della superconduttivit. Fino agli anni 70 erano noti superconduttori solo a base di metalli con una Tc massima di circa 23 K.

Rivoluzione del 1986: superconduttivit a 35 K nel composto La2-xBaxCuO4 scoperta da Bednorz e Muller, che diede il via ad una mole di ricerche scientifiche mai vista in tutta la scienza.
15/12/2011

Chimica Applicata

24

SUPERCONDUTTORI
I superconduttori vengono classificati in due grosse categorie:
di bassa Tc (convenzionali), utilizzabili in He liquido, e di alta Tc, utilizzabili in N2 liquido.

15/12/2011

Chimica Applicata

25

SUPERCONDUTTORI CONVENZIONALI
Sono quelli utilizzati a livello industriale per le poche applicazioni oggi ancora disponibili per i superconduttori. I pi importanti sono:

a) lega Nb-Ti (in assoluto il pi utilizzato superconduttore)


b) composto intermetallico Nb3Sn

15/12/2011

Chimica Applicata

26

SUPERCONDUTTORE CONVENZIONALE Nb-Ti


Propriet superconduttive alquanto modeste (Tc = 11 K, Hc2 = 12 T) ma elevatissima duttilit che rende agevole la preparazione di fili anche sottilissimi, necessari per produrre il cavo multifilamentare, la geometria pi comune di questo materiale. Le materie prime sono niobio e titanio, entrambi come metalli. Il Nb presente nel minerale columbite (Fe,Mn)(Nb,Ta)2O6 mentre il Titanio (0.6 % crosta terrestre) presente soprattutto come rutilo TiO2 e ilmenite FeTiO3

La metallurgia dei due metalli complicata da questi problemi:


- per il niobio la separazione dal tantalio sempre presente nella columbite; - per il titanio la riduzione non viene fatta a partire dallossido ma dal cloruro, che quindi deve essere preliminarmente formato dallossido
15/12/2011

Chimica Applicata

27

MICROGRAFIA DEL CAVO MULTIFILAMENTARE IN Nb-Ti


Microstruttura del cavo multifilamentare. Il Cu circa 1.5 volte il NbTi per ragioni di sicurezza e stabilit

15/12/2011

Chimica Applicata

28

SUPERCONDUTTORE CONVENZIONALE Nb-Ti


Il Nb-Ti il superconduttore di minore costo oggi disponibile; si stima che la richiesta annuale sia di circa 1000 ton (rame compreso) di cavi per apparecchiature di risonanza magnetica e altrettante per gli acceleratori di particelle.

Altra applicazione spettacolare per i superconduttori convenzionali il treno a levitazione magnetica (gi operante su una breve tratta in Giappone)

http://www.rtri.or.jp/r d/maglev/html/english /maglev_frame_E.html

Record di velocit: 581 km/h


15/12/2011

Chimica Applicata

29

SUPERCONDUTTORI DI ALTA Tc
Sono stati scoperti recentemente (1987) e sono costituiti da ossidi misti di 3 o pi elementi chimici diversi, tra i quali sempre presente il rame (cuprati superconduttori). Un elemento comune di tutti questi composti risiede nella particolare struttura cristallina, derivata dalla struttura perovskitica (CaTiO3).

Ne esistono varie famiglie:


YBCO (Y2O3 + BaO + CuO)

BSCCO (Bi2O3 + SrO + CaO + CuO)


TBCCO (Tl2O3 + BaO + CaO + CuO) HBCCO (HgO + BaO + CaO + CuO). Il record di Tc detenuto dal composto HgBa2Ca2Cu3O8+ con Tc = 133 K
15/12/2011

Chimica Applicata

30