Sei sulla pagina 1di 8

Soluzione Esercitazione

NB: per semplicit i risultati sono arrotondati al primo decimale SOLUZIONE ESERCIZIO 1 La valutazione delle rimanenze di magazzino
ESERCIZIO X Quantit in rimanenza al 31/12/X = (100+400+250-600+150-50) = 250 250 1 Costo medio ponderato di periodo

Costo medio ponderato di periodo unitario (100*9+400*10+250*11+150*12) (100+400+250+150) = (9.450 / 900) = 10,5 Valore delle rimanenze = (10,5*250) = 2.625 2.625 2 Costo medio ponderato di acquisto

Costo medio ponderato di acquisto unitario (400*10+250*11+150*12) (400+250+150) = (8.550 / 800) = 10,7 Valore delle rimanenze = (10,7*250) = 2.675 2.675

Costo medio ponderato per movimento


O p e ra zio n e Q u a n tit 100 400 250 750 -6 0 0 150 150 300 -5 0 250 C o sto u n ita r io 9 10 11 1 0 ,2 12 1 1 ,1 TOTALE 900 4 .0 0 0 2 .7 5 0 7 .6 5 0 -6 .1 2 0 1 .5 3 0 1 .8 0 0 3 .3 3 0 -5 5 5 2 .7 7 5 C o sto m e d io

RI A c q u is t o A c q u is t o R IM A N E N S c a r ic o R IM A N E N A c q u is t o R IM A N E N S c a r ic o R IM A N E N

ZA ZA ZA ZA

1 0 ,2 1 0 ,2 1 1 ,1 1 1 ,1

Valore delle rimanenze = (11,1*250) = 2.775 2.775 4 LIFO di periodo

Valore delle rimanenze = (100*9+150*10) = 2.400 2.400 5 LIFO a scatti

Valore delle rimanenze = (100*9+150*10,7) = 2.505 2.505 6 LIFO continuo

Operazione RI Acquisto Acquisto RIMANENZA Scarico RIMANENZA Acquisto RIMANENZA Scarico RIMANENZA

Quantit 100 400 250 750 -600 150 150 300 -50 250

Costo unitario 9 10 11

TOTALE 900 4.000 2.750 7.650 -6.250 1.400 1.800 3.200 -600 2.600

Strati LIFO residui

(100*9+400*10+250*11) (100*9+50*10) (100*9+50*10+150*12) (100*9+50*10+100*12)


(50*12)
( 250*11+350*10

12

Valore delle rimanenze = (100*9+50*10+100*12) = 2.600 2.600 7 FIFO

Valore delle rimanenze = (150*12+100*11) = 2.900 2.900 Valore di mercato al 31/12/X = [(13 2,5) * 250] = 2.625 2.625 Esercizio X Valore accettabile ai fini civilistici? SI NO X X X X X X X

CRITERIO costo medio ponderato di periodo costo medio ponderato dacquisto costo medio ponderato per movimento LIFO di periodo LIFO a scatti LIFO continuo FIFO

SOLUZIONE ESERCIZIO 2 La riclassificazione e gli indici di bilancio


STATO PATRIMONIALE riclassificato secondo il criterio finanziario ATTIVO Liquidit immediate banca attiva titoli di stato TOTALE Liquidit differite crediti entro i 12 mesi risconti attivi partecipazioni destinate alla vendita TOTALE Disponibilit rimanenze TOTALE Attivit immobilizzate immobilizzazioni materiali nette immobilizzazioni immateriali nette immobilizzazioni finanziarie TOTALE TOTALE ATTIVO PASSIVO Passivit correnti finanziamenti bancari (entro 12 mesi) debiti verso fornitori (entro 12 mesi) TOTALE Passivit a medio lungo mutui passivi (da rimborsare in un'unica soluzione nell'esercizio X+5) debiti per TFR TOTALE Patrimonio netto capitale sociale riserve risultato d'esercizio TOTALE TOTALE PASSIVO + PN
(1)

2.000 3.000 5.000 4.000 1.000 800 5.800 1.200 1.200 8.000 2.000 1.000 11.000 23.000

(1)

3.000 8.000 11.000 4.500 1.600 6.100 2.000 900 3.000 5.900 23.000

Qualora le partecipazioni destinate alla vendita fossero rappresentate da titoli azionari con liquidabilit pressoch certa ed immediata (ad esempio titoli quotati nel MIB 30) sarebbe accettabile anche la loro collocazione nelle liquidit immediate.

CONTO ECONOMICO riclassificato a ricavi netti e costo del venduto RICAVI DI VENDITA Costo delle materie prime Costo per servizi vari Costo del lavoro Ammortamenti Quota TFR Variazioni delle rimanenze di mp TOTALE COSTO DEL VENDUTO REDDITO OPERATIVO GESTIONE CARATTERISTICA Svalutazione partecipazioni Affitti attivi REDDITO OPERATIVO AZIENDALE Oneri finanziari REDDITO LORDO DI COMPETENZA REDDITO ANTE IMPOSTE Imposte REDDITO NETTO 20.000 5.000 3.000 6.000 800 600 -200 15.200 4.800 -200 1.000 5.600 -600 5.000 5.000 -2.000 3.000

CONTO ECONOMICO riclassificato a valore della produzione e valore aggiunto Ricavi di vendita TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE Costo delle materie prime Costo per servizi vari Variazioni delle rimanenze di mp TOTALE COSTO DEI FATTORI PRODUTTIVI ESTERNI VALORE AGGIUNTO Costo del lavoro Quota TFR MARGINE OPERATIVO LORDO Ammortamenti REDDITO OPERATIVO LORDO Svalutazione partecipazioni Affitti attivi REDDITO OPERATIVO AZIENDALE Oneri finanziari REDDITO LORDO DI COMPETENZA REDDITO ANTE IMPOSTE Imposte REDDITO NETTO 20.000 20.000 5.000 3.000 -200 7.800 12.200 6.000 600 5.600 800 4.800 -200 1.000 5.600 -600 5.000 5.000 -2.000 3.000

INDICI DI SOLIDITA' grado di indebitamento globale grado di indebitamento strutturale grado di copertura delle immobilizzazioni margine di struttura INDICI DI LIQUIDITA'-SOLVIBILITA' liquidit primaria margine di tesoreria liquidit secondaria capitale circolante netto INDICI DI REDDITIVITA' ROE INDICI DI EFFICIENZA Durata media del magazzino Durata media dei crediti (1) Durata media dei debiti
(1)

(11.000+6.100) / 5.900 (3.000+4.500) / 5.900 5.900 / 11.000 5.900 - 11.000

2,90 1,27 0,54 -5.100

(5.000+5.800)/ 11.000 5.000+5.800-11.000 (5.000+5.800+1.200)/ 11.000 5.000+5.800+1.200 -11.000

0,98 -200 1,09 1.000

3.000 / 5.900

50,8%

1.200 / (15.200/360) 4.000 / (20.000/360) 8.000 / (8.000/360)

28 72 360

Il totale acquisti del denominatore (8.000) pari alla somma del costo delle materie prime (5.000) e del costo per servizi vari (3.000)

SOLUZIONE ESERCIZIO 3 Flussi di cassa e di CCN


Si indichi se ed in quale misura gli accadimenti di seguito riportati danno origine a flussi di CCN e a flussi di cassa (si attribuisca il segno + alle fonti della risorsa finanziaria considerata ed il segno agli impieghi). Si ipotizzi che lazienda oggetto di esame sia unazienda industriale ed abbia il periodo amministrativo coincidente con lanno solare. Gli accadimenti riportati si verificano nel corso dellesercizio X; gli stessi vanno peraltro valutati, ai fini della individuazione dei rispettivi flussi di CCN e di cassa, in data 31.12.X. Flussi di CCN + 800 Flussi di Cassa + 300

2 3

In data 01/09/X si acceso un mutuo passivo per 800, il cui rimborso inizier nellanno X+2; la Banca ha trattenuto 500 per estinguere uno scoperto di c/c, la restante parte stata corrisposta in contanti Nellesercizio X stato acceso un mutuo quinquennale di 2.000 da rimborsare con rate annuali costanti di 400 la prima scadente il 30/9/X+1 Nellesercizio X stata pagata la rata in scadenza , pari a 500, di un mutuo acceso nellesercizio X-1. La rata successiva (sempre pari a 500) scadr nellesercizio X+1 Nel corso dellesercizio X-1 stato acceso un mutuo decennale per 10.000. Il rimborso previsto in 10 rate annuali costanti la prima scadente il 30/6/X. Il 30/6/X la societ rimborsa non solo la rata in scadenza ma anche un ulteriore importo di 500, che si andr a sottrarre allultima rata da rimborsare (quella dellesercizio X+9) Nel corso dellesercizio X viene rimborsata lultima rata in scadenza di 1.000 relativa ad un mutuo decennale acceso nellesercizio X-10

+1.600 -500

+2.000 -500

-1.500

-1.500

-1.000