Sei sulla pagina 1di 41

1

Portfolio

Il progetto interessa lintera area di foce della fiumara Calopinace, importante corso dacqua a carattere torrentizio. Il ruolo giocato da questultima allinterno dellidea progettuale importantissimo. La fiumara come una lama affilata recide di netto il tessuto della citt di Reggio Calabria (il calopinace attraversa Reggio trasversalmente rispetto la linea di costa).Questa cesura lascia verso nord un tessuto urbano regolare e rigido con percorsi a sezione costante e rettilinea, mentre a sud isola ancora di pi il recente tessuto urbano scaturito per lo pi da una incontrollata espansione edilizia Ho associato i percorsi urbani a dei condotti dentro i quali giornalmente scorre una massa fluida di pedoni e auto, facendoci aiutare dalla fiumara che idealmente recide questi condotti, immaginando che tale massa fluida in costante movimento fuoriuscisse da questi tubi e (come per quanto avviene in una erosione di tipo carsico) cominciasse a scavare, erodere, consumare tutto ci che incontra. Loggetto pi studiato di tutto il sistema un edificio fluido e allungato ,anche esso come un blocco di roccia solida viene investito da questi flussi esterni che lo scolpiscono e lo rendono fluido e leggero. Al suo interno una distribuzione su quattro livelli permette di contenere:sale espositive,una bibliotaca multimediale, sale lettura e relax, un caff letterario, uffici e servizi.

TIPOLOGIA: tesi di laurea TITOLO: Generating flows of shapes ANNO: 2009

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

Portfolio

Lo storico ponte pedonale che attraversa il vallo ferroviario nel Pigneto lunico punto di collegamento tra due aree del quartiere. Lintervento mira a dare un carattere unitario allarea e vuole contribuire a favorire la connessione tra le due aree del quartiere: da un lato il nuovo volto giovane del Pigneto, dallaltro un tessuto a prevalente uso residenziale. Immaginando il ponte come un collante in grado di unire le due parti, si arrivati alla definizione di un particolare concept che racchiude in s tutti i nostri intenti progettuali, intesi come integrazione tra architettura e contesto urbano e tra sostenibilit e tecnologia. Il ponte vuole adattarsi al contesto urbano e collegarsi alle realt del Pigneto. La morfologia del nuovo ponte del Pigneto nasce dallo studio dei flussi pedonali e motociclabili. Particolare attenzione stata riposta nellanalisi degli spostamenti dei pedoni allinterno del quartiere; da un lato flussi di ragazzi e studenti, che si generano tra la fermata dellautobus, listituto professionale Virginia Woolf e la nuova fermata della metro, dallaltro flussi di casalinghe e anziani che mettono in stretta relazione larea a prevalente uso residenziale e lo storico mercato del Pigneto. A questi due importanti spostamenti diurni si aggiunge poi laltrettanto importane flusso della vita notturna del nuovo volto del Pigneto, con i suoi locali e le attivit nate negli ultimi anni. Il ponte

pensato e disegnato in modo da ottenere un ruolo di centralit nella zona, e diventare il simbolo del quartiere, cos legato alle tradizioni ma che guarda al futuro. TIPOLOGIA: concorso di idee TITOLO: pontPigneto ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

Portfolio

TIPOLOGIA: concorso di idee TITOLO: pontPigneto ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

Portfolio

Concept: Partendo da una distribuzione compatta ed ordinata di 8 parallelepipedi con base rettangolare (fig1), si procede con lapertura delle due stecche in maniera tale da permettere al verde di insinuarsi tra di esse (fig2). Successivamente si passa a scompattare i due sistemi rigidi, mediante la rotazione su uno dei vertici di contatto dellescatole,dando al verde la possibilit di abbracciare ogni singolo parallelepipedo e la funzione di spazio per la didattica fig3. Concentrando lattenzione sulla fondamentale funzione pedagogica del sistema del verde e cercando di impostare delle corrispondenze biunivoche tra esigenze reali e particolari richieste del bando (budget, edificio di classe A, modularit etc.), lidea si sviluppa partendo da tre principi fondamentali: economicit e velocit di realizzazione tramite lutilizzo di elementi modulari e prefabbricabili; il verde e il connettivo come spazi con funzioni pedagogiche grazie al rapporto continuo e il pi possibile diretto degli ambienti interni con il verde; risparmio ed efficienza energetica, tenendo conto degli orientamenti dei materiali e dellilluminazione naturale.

TIPOLOGIA: concorso di idee TITOLO: scuola materna Cazzago S. Martino Ente banditore: Comune di Brescia ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

Portfolio

TIPOLOGIA: concorso di idee TITOLO: scuola materna Cazzago S. Martino Ente banditore: Comune di Brescia ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

Portfolio

TIPOLOGIA: concorso di idee TITOLO: scuola materna Cazzago S. Martino Ente banditore: Comune di Brescia ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

Portfolio

Partendo da una logica di personalizzazione estrema dell'oggetto, che pu avvenire in fase di progettazione con l'utilizzo di un ventaglio ampio di colori e dimensioni, abbiamo intrecciato il concetto di riciclo e riutilizzo di due materiali (alluminio e plastica), arrivando all' ideazione di un oggetto frutto del riciclo per il 95% delle sue parti. UP&DOWNtRASh nasce da una reinterpretazione del "bicchiere estensibile" anni 80. L'idea di poterlo chiudere e regolare in altezza in funzione delle esigenze, grazie ad un "sistema magnetico" inserito nel bordo (inferiore e superiore di ogni cestello in plastica), ha dato risposta alle molteplici richieste dei futuri utenti. Cercando di coniugare estetica/innovazione/realizzabilit/eco nomicit in un oggetto, siamo arrivati all'ideazione di un "cestino portarifiuti" versatile, con elevate caratteristiche di aggregabilit e modularit, concetti essenziali per un oggetto di produzione industriale. Il cestino, oltre a poter essere utilizzato in luoghi pubblici, in genere dedicati al ristoro ed al divertimento, pu trovare utilizzo in uffici, aziende, depositi e persino in casa! Grazie alle sue caratteristiche di estensibilit, quindi di regolabilit in funzione delle esigenze e all'aggregabilit di pi pezzi (fino ad un massimo di 4), si riescono a "configurare" diverse soluzione formali (in pianta), che possono ulteriormente essere implementate giocando con le altezze ed i colori dei diversi cestini aggregati.

TIPOLOGIA: concorso di idee TITOLO: up&down trash ENTE BANDITORE: Coca-Cola Italia ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

Portfolio

MEL-a-PRI Costituto da una semplice sfera in mater-b o similari e con un diametro esterno max di 120 mm, ricorda appunto una mela. La sua geometria semplice, si divide in due parti magicamente e aprendosi, mostra al suo interno un giochino di incastri che il risultato di una operazione di taglio su diversi piani incrociati tra loro. Allinterno, linvolucro che esternamente forma il guscio-capsula protettivo e che risulta perfettamente sferico, si trasforma in un duplice contenitore di frutta fresca a pezzettini accompagnata da frutta secca, zucchero di canna, ecc. Il gioco dei tagli consente grazie anche ad una particolare distribuzione dei pesi di avere i due pezzi di sfera perfettamente in equilibrio sul piano di appoggio. Il contenitore presenta sulla sommit 3 fori ovoidali ispirati dai semi interni del frutto che consentono una presa a tre dita in modo simpatico divertente e comodo per poter spostare-giocare con la palla. Una contro calotta interna, posta sotto i tre fori, consente al contenuto di non entrare in contatto con laria fino alla volontaria ed effettiva apertura dellintero involucro.

TIPOLOGIA: concorso TITOLO: europa food design 2009 ENTE BANDITORE: disegno srl ANNO: 2009

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

Portfolio

Osservavo alcuni disegni di Antonio SantElia, minnamoravo delle sue centrali idroelettriche, di quei volumi precisi e severi nella loro pura geometria tanto quanto tremendamente armonici e violentemente marcati. Immaginavo lacqua che sotto di esse scorreva con forza per alimentare la loro Fame/Sete, sentivo il rumore di quelle turbine accese che divoravano il silenzio dei luoghi in cui sarebbero dovute sorgere. Ad un tratto la Luce, quella che producevano quelle centrali forse, o meglio lelettricit che presto sarebbe divenuta LUCE. Acqua, luce, volumi puri che danzano, mancava un solo ingrediente immagino lacqua in caduta violenta verso quelle centrali e la vedo nebulizzarsi ai margini di quelle cascate artificiali e scomporre la luce in 7 colori... ecco lH2OLIGHT_7.

TIPOLOGIA: Concorso TITOLO: artlight 2009 ENTE BANDITORE: tergetti sankey spa ANNO: 2009

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

10

Portfolio

CONCEPT Ero piccolo e giocavo col mio cubetto di legno, era un semplice ciocco di legno squadrato tutto pieno, resistente e pesante come lacciaio che io immaginavo di poter svuotare e metterci dentro tutto ci che mi piaceva. Conteneva i miei pensieri, era un cubo magico dove lo spazio interno lo immaginavo solo io, il mio spazio era tutto dentro quel cubo. Lopera ricrea quella condizione di spazio racchiuso in un cubo, al suo interno un gioco sinuoso di fibre crea suggestivi effetti visivi, le fibre disegnano lembi di piano che si piegano racchiudendo e liberando lo spazio che li accoglie. Praticamente un esercizio psico-visivo che libera la mente e stuzzica la curiosit. MATERIALI E COLORI La pesantezza, la resistenza leleganza e lapparente fragilit dellopera risultano fondamentali, i materiali usati devono quindi rispecchiare tali concetti. Il cubo con un involucro esterno in angolari di acciaio ed un anima in barre di acciaio liscio cromato risulter poggiato su un blocco cavo di pietra squadrata di colore bianco e sopra di esso a testimoniare la resistenza di questo spazio cos elegante e delicato ma anche cos tanto robusto da non lasciarsi schiacciare; un ulteriore cubo cavo

TIPOLOGIA: concorso non consegnato TITOLO: opera darte Univ. Trentina ENTE BANDITORE: Prov. Trento ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

11

Portfolio

in pietra bianca squadrata cinger lopera. I due blocchi cavi di pietra maschereranno un doppio sistema di illuminazione il cui fascio luminoso punter al centro dellopera. TECNICHE E FASI ESECUTIVE La realizzazione dellopera darte si articola in tre fasi, per terminare poi con il trasporto e la ricomposizione in sito. Prima fase (costruzione del cubo in acciaio): La realizzazione del cubo prevede un primo assemblaggio tramite saldatura dei 12 spigoli esterni della sagoma (profilati in acciaio ad L con giunto a 45 sui quattro vertici del cubo) ed un secondo step per la saldatura delle barre in acciaio liscio cromato da 15/20 mm di diametro. Seconda fase (realizzazione del cubo di base e del cubo sovrastante la scultura in acciaio): Per la costruzione del cubo cavo di base verranno predisposti dei casseri che conterranno il calcestruzzo leggermente armato. Alla fase di rimozione dei casseri seguir il martellamento della superficie esterna e la stesura di una soluzione impregnante per il successivo trattamento di verniciatura con pittura atossica ai silicati di colore bianco. Ai quattro angoli di ogni blocco un sistema di fori consentir il successivo aggancio con la scultura in acciaio. Terza fase (sistema di illuminazione e messa a terra): Allinterno di ogni

blocco cavo in cls saranno inseriti due proiettori led sospesi in posizione baricentrica i cui fasci luminosi punteranno luno contro laltro intercettando centralmente la scultura in acciaio e creando degli effetti di luce particolari. La scultura in metallo e lintero sistema saranno dotati di idoneo impianto di messa a terra.

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

12

Portfolio

pinecon bowl La pinecon bowl, (Scodella in materiale biodegradabile), nasce dalla volont di voler realizzare un oggetto con geometrie apparentemente semplici e/o scontate ma assolutamente naturali e di grande impatto visivo. Scopo del prototipo quello di indagare le geometrie straordinarie della natura e di trasferire su di un oggetto semplice, leggero e pratico tutta la bellezza di queste forme naturali. Una forma semisferica pratica ed una dimensione massima di 120mm di diametro consentono una presa ergonomica perfetta, visto che la semisfera pu essere con assoluta naturalezza contenuta nel palmo di una mano. Il concept vuole rispondere a molteplici esigenze dei fruitori ed al requisito di riciclabilit e salvaguardia dellambiente; con la sua praticit, leggerezza e la sua caratteristica di biodegradabilit al 100%. Aspetto non meno importante, quello della possibilit di impilaggio con la riduzione degli ingombri, di personalizzazione per manifestazioni ed eventi ed ancora con i bassi costi di produzione e sostenibilit. Si prevede una tecnica di produzione con stampaggio ad iniezione di biopolimeri che utilizzano componenti vegetali come l'amido di mais.

TIPOLOGIA: concorso TITOLO: Pinecon Bowl ENTE BANDITORE: one-off food design ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

13

Portfolio

TIPOLOGIA: concorso TITOLO: Wsh table ENTE BANDITORE: infiniti ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

14

Portfolio

Frutto di una ricerca trasversale tra architettura parametrica, design computazionale ed arte generativa, la sedia nasce da un semplice ed unico gesto che piega su se stessa una superficie ritagliata. Non presenta segni di giunzione e/o saldature, requisito questo che risulta essenziale per poter soddisfare quell'esigenza estetico-formale della continuit materica e di superficie.

TIPOLOGIA: concorso TITOLO: Bag chair ENTE BANDITORE: cristalplant ANNO: 2011

"la superficie unica e continua si piega su se stessa intersecandosi e portandosi dietro lo spazio che la circonda...,irrompendo cos nella terza dimensione e conformando la RChair".

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

15

Portfolio

Pouf luminoso con sistema di autoaccensione. La pressione esercitata sul pouf quando ci si siede innesca un sistema soft-touch che consente laccensione dei led allinterno. Nel momento in cui ci si alza il pouf si spegne.

TIPOLOGIA: concorso non consegnato TITOLO: LamPouf ENTE BANDITORE: Ilide ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

16

Portfolio

Mini lampada da comodino pu essere sollevata dalla base e usata come luce demergenza in caso di necessit

TIPOLOGIA: concorso non consegnato TITOLO: Take your light ENTE BANDITORE: Ilide ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

17

Portfolio

TIPOLOGIA: concorso non consegnato TITOLO:mangi-o ENTE BANDITORE: one-off food design ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

18

Portfolio

TIPOLOGIA: concorso TITOLO: Ztable/Zlamp/Zchair ENTE BANDITORE: Lamberti De Rosa ANNO: 2009

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

19

Portfolio

TIPOLOGIA: concorso TITOLO: Ztable/Zlamp/Zchair ENTE BANDITORE: Lamberti De Rosa ANNO: 2009

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

20

Portfolio

TIPOLOGIA: concorso TITOLO: Ztable/Zlamp/Zchair ENTE BANDITORE: Lamberti De Rosa ANNO: 2009

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

21

Portfolio

TIPOLOGIA: concorso TITOLO: sedia vela ENTE BANDITORE: CNA Prato ANNO: 2009

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

22

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design TITOLO:wave table ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

23

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design-arte TITOLO:austerUM ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

24

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design TITOLO:sediauno ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

25

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design TITOLO:cuspchair ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

26

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design TITOLO:love pouf ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

27

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design TITOLO: bicchiere ber2 ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

28

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design TITOLO: cruci-library ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

29

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design TITOLO: sedia stuoia ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

30

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design TITOLO: sedia ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

31

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca design TITOLO: paso doble ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

32

Portfolio

TIPOLOGIA: rendering modellazione grafica TITOLO:meeting point Committente: privato C.F. C.P. ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

33

Portfolio

TIPOLOGIA: rendering modellazione grafica TITOLO:meeting point Committente: privato C.F. C.P. ANNO: 2010

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

34

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca arte TITOLO:trittico virgin art ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

35

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca arte TITOLO:donna vita ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

36

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca arte TITOLO:quadrimensione ANNO: 2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

37

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca architettura generativa, parametrica e design computazionale TITOLO:varie ANNO: 2009/2010/2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

38

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca architettura generativa, parametrica e design computazionale TITOLO:varie ANNO: 2009/2010/2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

39

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca architettura generativa, parametrica e design computazionale TITOLO:varie ANNO: 2009/2010/2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

40

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerche architettura generativa, parametrica e design computazionale TITOLO:varie ANNO: 2009/2010/2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com

41

Portfolio

TIPOLOGIA: ricerca architettura generativa, parametrica e design computazionale TITOLO:varie ANNO: 2009/2010/2011

Andrea Foti Architetto blog su www.apiuda.com