Sei sulla pagina 1di 2

Dove guardare

Gli indici di Borsa


In Borsa hanno grande importanza gli indicatori che sintetizzano l'andamento del mercato nel suo complesso o quello di determinati comparti
Gli indici di Borsa servono per misurare e indicare in ogni istante landamento dei titoli cui fanno riferimento. Vengono utilizzati come indicatori del rialzo (o del ribasso) delle quotazioni delle azioni nel listino di Piazza Affari. importante per sottolineare che il valore dellindice (e conseguentemente la relativa tendenza) calcolato sulla base di medie ponderate, tiene conto cio delle dimensioni e della capitalizzazione delle singole societ quotate. In altri termini, pi grossa la societ quotata in termini di numero di azioni circolanti e del loro valore di mercato e pi peso avr sullindice. Ecco una breve descrizione dei principali indici utilizzati in Borsa.

Mibtel Nato allinizio del 1994 con base 10.000 praticamente lindice pi importante della Borsa poich quello che tutti gli operatori considerano il punto di riferimento per valutare landamento delle quotazioni. Aggiornato ogni minuto d il polso della situazione relativamente alla continua variazione dei prezzi. A fine seduta il Mibtel viene aggiornato sulla base dellultima quotazione in ordine di tempo fatta registrare da ciascun titolo. Il valore cos ottenuto serve per confrontare landamento della giornata con quella precedente. Mib30 Limitato alle 30 principali azioni quotate in Borsa, il Mib30 funziona come il precedente: viene aggiornato ogni minuto e a fine seduta sulla base degli ultimi prezzi. nato con base 10.000 il 31 dicembre 1992. Mib30R analogo al precedente, ma viene calcolato solo a fine giornata e sulla base dei prezzi di riferimento delle azioni che lo compongono. Mib Questo indice viene azzerato e riportato al valore convenzionale 1.000 ogni anno. Serve per misurare levoluzione della Borsa dallinizio dellanno ed calcolato a fine seduta sui prezzi ufficiali dei titoli. Comit lindice storico di Piazza Affari. Nato allinizio del 1972 ed elaborato dalla Banca Commerciale Italiana ha base 100 e viene aggiornato ogni giorno a fine seduta sulla base dei prezzi ufficiali. ancora molto utilizzato dagli analisti tecnici che ne studiano levoluzione per prevedere landamento futuro della Borsa.

Dove guardare
Indici e indicatori settoriali
Abbiamo visto che lacquisto di azioni di una determinata azienda significa entrare a farne parte e, pertanto, legarsi allandamento dei risultati che verranno ottenuti dal suo management in funzione del contesto in cui opera e delle condizioni generali delleconomia. Poich una valutazione completa ed esaustiva un lavoro estremamente lungo e complesso e che, oltretutto, richiede competenze tecniche notevoli, sono stati realizzati degli appositi indici che, osservati e interpretati con attenzione, possono darci preziose informazioni sullo stato di salute dellazienda. La prima cosa da fare analizzare il comparto in cui lazienda opera. Abbiamo osservato come i cicli economici influiscano sullandamento delle aziende ma abbiamo anche sottolineato che non tutti i settori sono ugualmente esposti a fenomeni politicoeconomici (cfr. La Borsa gioca danticipo, pag. 21). In realt le variabili sono tantissime e non detto che eventi considerati positivi per determinate aziende o per interi settori lo siano anche per altri. Pensiamo, per esempio, alleventualit di un deciso rafforzamento della nostra moneta nei confronti delle monete estere, fattore generalmente indice di un buon andamento delleconomia. Ma siamo sicuri che le aziende che esportano saranno poi cos soddisfatte? Non dimentichiamo che i loro clienti si troveranno a dover pagare di pi (a causa dello svantaggio in termini di cambio) per gli stessi prodotti e potrebbero decidere di ridimensionare gli acquisti con un conseguente calo di fatturato per le aziende nostrane. In ogni caso, una volta identificato il settore possibile passare allanalisi delle potenzialit delle societ che lo compongono. Il documento che riassume il risultato della gestione di qualsiasi azienda il bilancio. disponibile a chiunque e pu essere richiesto alla Camera di Commercio della citt dove ha sede la societ, anche se esistono svariate possibilit di ottenerlo, addirittura commentato, magari tramite Internet. Diviso in due sezioni ben distinte, lo stato patrimoniale e il conto economico, il bilancio offre una panoramica sia sul patrimonio sia sulla redditivit di ogni azienda. Lo stato patrimoniale una fotografia in un dato istante, tipicamente alla data di chiusura del bilancio, del valore delle attivit dellazienda. Contiene infatti tutti i beni, quali fabbricati, denaro, materie prime, prodotti finiti, crediti e riporta anche i debiti verso i fornitori, eventuali prestiti obbligazionari e il capitale sociale. Parallelamente allo stato patrimoniale il conto economico misura invece la redditivit dellazienda in termini di differenza tra ricavi e costi. Ovviamente quanto pi elevata sar questa differenza tanto pi elevato sar lutile di esercizio. Come fare allora per valutare le performance di una societ? A fianco, una breve descrizione degli indici pi utilizzati.

Prezzo/utili (p/u) Detto anche price earning (p/e),

rappresenta il rapporto tra il prezzo di Borsa di unazione e il relativo utile. lindice pi sintetico e anche il pi utilizzato. Si ottiene dal rapporto fra il prezzo di mercato di un titolo (la quotazione di Borsa) e lutile di esercizio diviso per il numero di azioni in circolazione. Pi elevato sar tale valore e pi sar valutato il titolo. La differenza tra il rapporto prezzo/utili e la quotazione di Borsa pu dare unidea della sua sopravvalutazione o sottovalutazione, anche se, lo ricordiamo, gli analisti ragionano sempre in termini prospettici e raramente guardano al passato.

Prezzo/utili pi ammortamenti (p/cf) Simile al precedente, questo indice, detto anche rapporto tra utile e cash flow, si differenzia dal p/u perch considera il prezzo di Borsa in rapporto allutile pi gli ammortamenti. La differenza sostanziale risiede nel fatto che spesso per motivi di gestione si adottano politiche di ammortamento che possono influenzare in misura anche rilevante lutile. Questo indice prende invece in considerazione la redditivit dellazienda senza le eventuali distorsioni legate alle politiche fiscali. Prezzo/patrimonio (p/mp) Indica il rapporto tra il prezzo di Borsa di unazione e i mezzi propri (mp) dellazienda. Detto anche price/book value (p/bv), esprime quante volte la Borsa valuta una societ rispetto ai suoi mezzi propri. Un risultato uguale a uno significa che c una perfetta corrispondenza tra il valore del titolo e il patrimonio della societ. Analogamente valori superiori o inferiori ne indicano una sopravvalutazione o una sottovalutazione. Yield Termine inglese che significa letteralmente rendimento,
indica il rapporto tra il prezzo dellazione e il relativo dividendo. Esprime, in sostanza, il guadagno che un investitore potrebbe realizzare acquistando un determinato titolo e incassando i dividendi distribuiti dallazienda. Accanto agli indici sopra descritti, tipicamente borsistici, ne esistono altri utili in valore assoluto per valutare la redditivit di unazienda indipendentemente dalla quotazione delle sue azioni in Borsa.

Roe Dallinglese Return on Equity, il Roe lindice fondamentale


di redditivit di unimpresa. Si calcola dividendo lutile netto per i mezzi propri (intesi come capitale sociale, riserve ed eventuali utili non distribuiti). Pi elevato e pi redditizio si dimostra linvestimento in una societ. Concettualmente il Roe il tasso di rendimento del capitale investito.

Roi Molto simile al precedente, il Roi (Return on investment),

misura il rapporto tra il reddito operativo e il capitale investito con lobiettivo di misurare la validit della gestione: un risultato elevato dimostra che il management ha fatto un buon lavoro. Il Roi lindice fondamentale sul quale si calcola lefficienza di chi guida lazienda.
33