Sei sulla pagina 1di 96

Ladomanda

chei russi si
fannoamezza
boccaquale
sarebbestatolesito
del votoseleelezioni
fosserostate
realmentelibere
etrasparenti
Atrentanni
dallostudio
cheimpose
lachirurgia
conservativa
nel tumoredel seno
stannonascendo
nuoveterapie
per arrivare
allobiettivo
mortalitzero
ILa manovra passa il primo
esame dei mercati: le Borse
chiudono in positivo, lo spread
scende a 375 punti, dopo unme-
se di corsa folle. EMonti assicu-
ra: lItalia non fallir. Berlusco-
ni gli consiglia per di chiedere
la fiducia: altrimenti non passe-
r. Intanto, Merkel e Sarkozy
guardano auna nuova Ue.
DAPAG. 2 APAG. 17
LOSHOWDI FIORELLOFINISCECOL MONOLOGODI BENIGNI SUL CAVALIERE
MiriamMassone APAGINA24
Non ha i requisiti
Ma vince il posto
Le dimissioni pibelle in150 anni
S
tiamo vivendo gior-
ni stranissimi, im-
provvisamente un
senso di gravit ha
contagiato il Paese.
Era ora che accadesse, da me-
si avevamo perso credibilit e
vivevamo sullorlo del bara-
tro, ma n la classe politican
i cittadini sembravano davve-
ro rendersene conto ipnotiz-
zati da scontri e divisioni.
Ieri Monti ha parlato alla
Camera nel silenzio e anche
nel gelo: niente ovazioni e
nemmeno grida e fischi. Non
eravamo pi abituati. Nella
manovra presentata e nei di-
scorsi che lhanno accompa-
gnata non c quella ricerca
del consenso che da anni la
politica rincorre a ogni latitu-
dine, anche se da noi in modo
pi smaccato e plateale. Sem-
bra esserci solo lurgenza di
fermare il crollodella diga, un
crollo che avrebbe nonsolo di-
strutto la nostra economia
maanche la moneta.
Un politico pensa alle
prossime elezioni, uno stati-
sta alle prossime generazio-
ni, sosteneva De Gasperi, e
mai come oggi abbiamo biso-
gno di recuperare uno sguar-
do lungo e unidea di futuro.
Anche nel Paese, tra i cittadi-
ni, c malumore per il peso
dei sacrifici decisi dal gover-
no. Eppure in gioco c il no-
stro presente e il futuro no-
stro e dei nostri figli. Non lo
facciamo per lEuropa, ha fat-
to bene Monti a sottolinearlo,
ma per noi, perch il debito
nostro e cos la responsabilit
di fare ordine incasa.
MarcoAccossato APAGINA29
La battaglia del
cioccolato puro
Poletti e Sapegno APAGINA23
Erika: Voglio
una nuova vita
Buongiorno
MASSIMO GRAMELLINI
Universit di Alessandria
Il presidente del concorsodi
Economia politica cambia in corsa
Hopremiatoloriginalit
Etichette sotto accusa
Vietatousare il termine puro
LEuropaminacciasanzioni
Coldiretti: danni al madeinItaly
Primo giorno di libert
Laragazzaguardaal suofuturo
dopoaver presoledistanzeda Omar
Unaltroamoreuccisodal crimine
(s.f.) Contrazione di E-qui-taglio. Diffusissima fra i
cavalli e le altre bestie da tiro, come i muli, i buoi e i la-
voratori con almeno 42 anni di contributi. Ex moglie
dellex ministro Tremonti, con il quale ha avuto una fi-
glia: Equitalia.
Esempio di equit: andare in pensione alla stessa
et dei tedeschi senza per avere mai percepito gli sti-
pendi francamente esosi dei tedeschi. Altro caso tipico
di equit il raddoppio dellIci alle vedove che vivono in
case fin troppo grandi, per contribuire al fondo di soli-
dariet Mansarde di Stato con vista panoramica abi-
tate dai parlamentari a loro insaputa.
Aggettivo: equo. Nel sentire comune equo che pa-
ghino gli altri, mentre iniquo che paghi io. La saga
Lamento dellEquo di Evasor Multiplex racconta le
avventure dei possessori di yacht in nero, che la tassa
sui posti-barca costringer a tentare un attracco di for-
tuna in qualche isolotto dei mari del Sud, dopo una so-
sta nei centri di raccolta svizzeri per fare il pieno di
banconote non scudabili e difficilmente scusabili.
Sinonimi: torna qua, hai da pag, ma va l.
Frasi celebri: Rogito, equo suv (pronunciata dal
filosofo Cartesio, gi ministro tecnico nel governo
Ciampi, alla notizia della rivalutazione degli estimi
catastali).
Curiosit: dopo le lacrime della ministra Elsa Forne-
ro, alla manovra Lacrime e Sangue verr presto ag-
giunto il sangue dei pensionati. Per equit.
Equit
L
Italia ha davanti a s
una cruna dellago: un
pertugio stretto, ma
inevitabile, da attraversare.
Mare e monti
Tagliola Ici
I sindaci liguri: un freno
al mercato immobiliare
Masci e Rembado APAGINA10
La Casta?
Nonsiamo noi
Rivolta delle Province
Ci dimettiamo subito
AntonioPitoni APAGINA8
Come calcolare
let giusta
Ecco le tabelle: tartassati
quelli nati nel 1952
ALLE PAGINE12 E 13
Il Nobel Prescott
Ora lo sviluppo
Micossi: Misure eque
ma pi tagli di spesa
Mastrolilli e Zatterin PAG. 14 E 15
494
375
574
ANNIVERSARIO
La forza
della scienza
UMBERTO VERONESI
CONTINUAAPAGINA39
Un mese di spread
Il valore
di ieri sera
Ultimi giorni
di Berlusconi
Primi giorni
di Monti
RobertoBenigni e Fiorelloieri seraal pigrande spettacolodopoil weekend Comazzi APAG. 17
CONTINUAAPAGINA38
LA PARTITA
DELLITALIA
NON DI MONTI
MARIO CALABRESI
APAGINA19
ILVOTORUSSO
Se Putinscopre
lincertezza
MARK FRANCHETTI
LA STRADA
OBBLIGATA
DELLA CRESCITA
DANIELE MARINI
Gi lo spread, bene le Borse: Milano +2,9%. Berlusconi: fiducia, altrimenti non passa. Merkel-Sarkozy: una nuova Ue anche solo con i 17
I mercati promuovono la manovra
Il premier: il Paese nonfallir. Il debito di Francia e Germania a rischio declassamento
QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867
CASA POLITICA PENSIONI INTERVISTE
ILDIVARIOTRABTPITALIANI EBUNDTEDESCHI
LASTAMPA
APAGINA39
*

D
o
m
a
n
i

c
o
n

L
a

S
t
a
m
p
a



*
BRUNO
VESPA
UESTO
AMORE
w
w
w
.
l
i
b
r
i
m
o
n
d
a
d
o
r
i
.
i
t
IL SENTIMENTO MISTERIOSO
CHE MUOVE IL MONDO
220.000
COPIE
2
EDIZIONI
MARTED 6 DICEMBRE 2011 ANNO 145 N. 336 1,20 IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04) ART. 1 COMMA 1, DCB - TO www.lastampa.it
R W
CARLO BERTINI
ROMA
Mario Monti affronta il ringdi
Montecitorioconlanimosolle-
vato dalle borse che volano, e
dal fatidico spread che fin dal-
la mattina plana verso i 380
punti, per la prima volta da fi-
ne ottobre, segno che la sua
manovra stata gi promossa
dai mercati. E anche per que-
sto si pu permettere parole
soavi allindirizzo dellex pre-
mier Berlusconi, carezzando-
ne lego con sapienza tutta po-
litica, ringrazio il mio prede-
cessore che sono lieto di salu-
tare in questa aula, rivolgen-
dosi a lui persino con la dizio-
ne presidente del Consiglio.
Ben sapendo che dalle parti
del Pdl, dove i banchi sono
freddi e semivuoti, i fedelissi-
mi del Cavaliere lo considera-
noancoraunusurpatore.
Il Cavaliereloavverte
I maldipancia sono cos tanti
e la paura di spezzare lesile
filo con il Carroccio cos for-
te, da indurre Berlusconi,
che pure lo va ad omaggiare
di persona ai banchi di gover-
no, a consigliargli di mette-
re la fiducia, altrimenti non
credo ci sia la possibilit di far
passare la manovra. Ma an-
che in casa Pd le cose non van-
no meglio e pure se Bersani va
dicendo che le misure vanno
migliorate e corrette, la via
duscita di una fiducia in aula
nondispiace a nessuno: cos co-
me il Pdl teme di dover subire
gli emendamenti della Lega su
bandiere un tempo comuni co-
me il no allIci sulla prima ca-
sa, per il Pd sarebbe imbaraz-
zante misurarsi con le richie-
ste dei dipietristi di non tocca-
re le pensioni degli operai. Per-
fino Casini, nel momento in cui
incalza chi sostiene il governo
a metterci la faccia in maniera
trasparente si associa alla
previsione del Cavaliere.
LospettrodellaGrecia
Lo agitail premier quandocita i
nostri vicini per far capire cosa
potrebbe succedere, perch la
riduzione del nostrodebitopub-
blico unesigenzafondamenta-
le e ogni deviazione farebbe
sprofondare il Paese in un abis-
so. Unfantasma che va a brac-
cetto conquellodi unritorno al-
la lira, che Monti evoca con fra-
si lapidarie: vistocheal di fuori
delleuroci sono- e misurole pa-
role - il baratro della povert e
della stagnazione, il crollo dei
redditi edel potere dacquisto, il
prosciugamento delle fonti del
credito, lisolamento e soprat-
tutto lassenza di futuro per le
giovani generazioni. Ma il pre-
mier trova il modo di usare ba-
stone e carota coni suoi contra-
enti politici, notandoche la cri-
si del debito sovrano non solo
crisi di finanza pubblica, ma di
riforme mancate. Tanto da co-
stringere Berlusconi a un sorri-
socontratto visto che certe co-
se anche noi le avremmo volute
fare, ma ci mancata la coesio-
ne della nostra maggioranza.
Monti consapevole che nes-
suno dei gruppi soddisfatto,
deluderemo la vostra natura e
nonintende minimizzarelenti-
t di ci che chiediamo agli ita-
liani sonoforti sacrifici, matem-
poranei, circoscritti e distribui-
ti inmodoequo. Mabisognasa-
pere che non farli vorrebbe di-
re farne di ben pi gravi tra po-
che settimane o pochi giorni e
mettere a rischio la ricchezza
conquistata in 60 anni da quat-
tro generazioni. E che cos fa-
cendolItalianonfallir.
Pd-Pdl, stessodiscorso
Parla quindi Cicchitto e fa sor-
ridere Silvio quando gli scap-
pa la gaffe, non stiamo dando
vita a un governo consociati-
vo, le differenze politiche fra
noi e il Pdl rimangono inaltera-
te. Carezza lalleato leghista
quando prende le distanze dal
decreto che se lavessimo fat-
to noi, non lavremmo fatto
identico, non avremmo messo
lIci sulla prima casa che ave-
vamo tolto, sul quale esprimia-
mo la nostra netta riserva. In-
somma intesta alla paternit
del governo i sacrifici, come fa
Franceschini. Che invoca il ri-
spetto del principio di giusti-
zia sociale in cui ogni cittadino
deve avvertire che ogni sacrifi-
cio chiesto ad ognuno in base
ai propri mezzi. E spiega che
il Pd avrebbe fatto e chieder
un maggior prelievo sullo scu-
do fiscale, gradualit sulle pen-
sioni, franchigia sulla prima
casa. Casini usa toni gravosi,
Leffetto-acquario
per il marziano inaula
D
a 41 minuti il presiden-
te del Consiglio sta
leggendo il suo discor-
so in unaula di Montecitorio
immersa in unatmosfera ra-
refatta, mai vista in tanti an-
ni di Repubblica. I trecento
deputati presenti ascoltano
senza manifestare sentimen-
ti, tutti silenziosissimi e iner-
ti: in quasi trequarti dora gli
onorevoli del Pdl, del Pd e del
Terzo Polo non hanno mai
sentito il bisogno di applaudi-
re coralmente neppure per
una volta il capo del loro go-
verno. Neppure quando Ma-
rio Monti, dopo aver som-
messamente rivendicato il
merito dellabbassamento
dello spread, ha scandito una
di quelle frasi (LItalia non
fallir!), che di solito chia-
mano lapplauso. Un silenzio
da record nella storia parla-
mentare, fino a quando - alle
16,43 - il professore dice:
Sappiamo che lItalia
pronta a fare ci che deve fa-
re, ma non vuole che lEuro-
pa non faccia lei ci che deve
fare!. A questo punto si ma-
terializza il miracolo: dai
banchi del Pdl, del Pd, del-
lUdc, del Fli e dellApi si alza
un battimani tiepido ma cora-
le. Rester lunico consenso
collettivo della maggioranza
al suo Presidente, oltre allap-
plauso finale, che peraltro ha
una durata da minimo sinda-
cale, diciannove secondi. Due
ore pi tardi Monti si trasferi-
sce al Senato e qui - complice il
forte assenteismo Pdl - leffet-
to-acquario si raddoppia: Mon-
ti viene gratificato di due brevi
battimani e di uno finale.
Certo, Mario Monti non ti-
po da cercare lapplauso faci-
le. Certo, in Italia i salvatori
della patria, a cominciare da
De Gasperi, sul breve non han-
no mai avuto archi di trionfo.
Ma laccoglienza delle due Ca-
mere al presidente del Consi-
glio che lEuropa applaude, ha
fatto apparire Monti come una
sorta di marziano in aula.
Come mai? Sostiene Giorgio
Stracquadanio, Pdl: Diciamo
la verit, laula ascoltava un
po groggy, come cattivi alun-
ni allUniversit. In particola-
re i nostri ascoltavano Monti
con lanimo frustrato di chi
pensa che i tecnici stanno riu-
scendo a fare cose che in fondo
erano possibili anche per noi.
Dice Sandra Zampa, pd, tra
laltro portavoce di Romano
Prodi: Sul nostro fronte il si-
lenzio esprimeva la consapevo-
lezza della gravit del momen-
to, ma anche il senso di una
certa frustrazione per non ave-
re trovato una soluzione poli-
tica, per aver dovuto
cedere le decisioni a qualcu-
no di cui fidarsi, un senso di fal-
limento del sistema. Sostiene
Pino Pisicchio, vicepresidente
dellApi: C stato anche un
effetto-straniamento, genera-
to dalluso, da parte di Monti,
di un italiano corretto, che
stato declinato spezzando la
recente tradizione della prosa
politica, fatta di... borgorigmi
e riflessi iatali. Naturalmen-
te la freddezza che ha circon-
dato Monti, si spiega anche
con ci che hanno detto Fabri-
Reportage
FABIOMARTINI
ROMA
Borse in alto, spread gi
Monti: lItalia nonfallir
Ma comprate i nostri prodotti. Berlusconi: fiducia, o la manovra salta
Atantoammontano
i titoli
di Statochescadono
il prossimoanno
edovrannoessere
rifinanziati
sui mercati
Unpuntodi rialzo
dei tassi di interesse,
consolidatoper unanno,
si tradurrin18miliardi
di eurodi interessi dapagare
sul debitopubblicoinpi
ogni anno
La giornata
Lospreadcon
il governodiretto
daSilvioBerlusconi
eraarrivato
aunrecord
di 574punti base
il novenovembre
450
miliardi
di euro
18
miliardi
di euro
Hanno
detto
Norme da modificare
alleggerendoalcuni punti
a partire dallindice
di rivalutazione delle
pensioni. Vannotutelati
lavoratori precoci e
pensionati a bassi redditi
Bersani, Pd
574
Punti base
con Silvio
LaCamera
Lassemblea
di Montecitorio
duranteil
discorsodel
premier
Applauso corale solo quando parla dei doveri dellEuropa
U
LACRISI
I MERCATI ELITALIA
2 Primo Piano
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

non siamo contenti, ma con-
vinti e consapevoli che la stra-
da da percorrere esattamen-
te quella indicata da noi in que-
sti anni. Eil fronte del no si al-
larga: dietro a Bossi che liqui-
da una manovra che non ser-
ve a niente, o a Vendola che
boccia un governo audace
con i poveri e timido con i ric-
chi, spunta Di Pietro che av-
verte, non mettete la fiducia
se no ci costringete a dire no a
una manovra iniqua.
zio Cicchitto e Dario France-
schini: noi la manovra lavrem-
mo fatta in un altro modo.
Ma altrettanto vero che il
marziano Monti, con il suo
lessico garbato, ha spiazzato
gran parte degli onorevoli.
Quando ha spiegato la formula
(geniale, ammette Stracqua-
danio), con la quale riuscito a
svuotare le Province senza fa-
re una riforma costituzionale,
i deputati dei partiti intima-
mente ostici (Pdl, Pd, Lega) so-
no rimasti a braccia conserte,
a differenza di quelli Udc, Fli e
Idv. LItalia a due passi dal ba-
ratro? Una crisi di riforme
mancate, con buona pace di
destra e sinistra. Cade nel vuo-
to, nel fastidio di tanti, un ap-
pello fatto con nonchalance:
Ladozione di un regime di
trasparenza diffuso che coin-
volga la classe politica. Cora-
le il gelo al passaggio che ha
alluso allo smantellamento di
tanto sottogoverno dei parti-
ti, la promessa di liberalizzare
i servizi pubblici locali e la
riduzione delle cariche onori-
fiche in organi non costituzio-
nali. E davanti a quel diffuso,
eloquente silenzio, il professo-
re ha voluto distillare una goc-
cia sulfurea: Ovviamente
questo solo linizio.... Bru-
sio. Monti: Ovviamente non
proporremo altrettante misu-
re ogni 17 giorni, di questo vi
posso assicurare.... Sospiro
di sollievo e Monti: Speria-
mo non sia necessario.
Jena
Amleto
97.386
Lo stipendio
che non ritira
Lindennitper unministro
parlamentare3.746euro
lordi per 13mensilit, per un
totaledi 48.698euro(pi
lindennitdasenatore a
vita). Moltiplicando48.698
per due( il cumulotra
premier eministro
delleconomia) il totale
97.396
Sulla casa vorremmo
che ci fosseromodifiche
inParlamento,
perch nella casa
che si concentrano
le ricchezze
degli italiani
jena@lastampa.it
Gasparri, Pdl Ironia Fornero
La commozione
non permanente
Il dilemma esistenziale dei
partiti: monti, smonti o morti?
Il governoMonti non
puessere figlio
di nessunoinParlamento
Chi losostiene ci metta
la faccia inmaniera
trasparente,
senza furberie
Casini, Udc
Il premier
MarioMonti
inaulaillustra i contenuti
dellamanovra
da30miliardi
ILaltro ieri sera si com-
mossa fino alle lacrime mentre
pronunciava la parola sacrifici,
pensando a quelli che dovran-
no fare gli italiani dopo la ma-
novra annunciata dallesecuti-
vo. Ieri il ministro del Welfare
Elsa Fornero tornata sullepi-
sodio con una battuta: Stavo
per dire sono commossa,
ma non la mia condizione
persistente. Cos preferisco di-
re sono felice di essere qui
convoi, ha detto portandoil
propriosalutoalla Giornata in-
ternazionale del volontariato.
Il ministro- secondoquantori-
ferisconoalcuni suoi collabora-
tori - tranquilla e serena e
dopo esser stata alla riunione
del Forumdel terzo settore si
rimessa al lavoro al ministero
del Welfare. La commozione
stata il risultato di un accumu-
lo di stress. Sentiva la respon-
sabilit - spiegano - di un pas-
saggio molto delicato.
MARTED 6DICEMBRE 2011 Primo Piano 3
LA STAMPA

TONIAMASTROBUONI
C
he la manovra Monti sia stata fe-
steggiatadai mercati conuncrol-
lo dello spread molto, molto
importante, per Pier Carlo Padoan.
Certo, sulla crescita si poteva fare di
pi per il vicesegretario generale del-
lOcse. Ma positivaanchelaccelerazio-
neimpressaalivelloeuropeodatutti per
garantireunfuturoallamonetaunica.
Qual il suo giudizio sulla mano-
vra?
Limperativo era quello di garantire
lobiettivodi bilancio nel 2013 attraver-
so elementi di crescita ed equit: mol-
te cose vanno nella direzione giusta.
C una redistribuzione degli oneri, ci
sono sgravi che favoriscono la cresci-
ta, lassunzione di giovani e donne. Ol-
tre, certo, a un aumento dellimposta
sugli immobili e un piccolo prelievo
sul rientrodei capitali.
C anche un intervento contestato
dai sindacati sulle pensioni.
Che va nella direzione giusta, invece,
perch favorisce lallungamento dellet
rendendo pi sostenibile il sistema, an-
che con la flessibilit in uscita. impor-
tante che si lasci al lavoratore la scelta
di andare in pensione prima ma con un
assegnopibasso.
Monti hapromessocrescita-equit-ri-
gore. Manca qualcosa?
Indubbiamente sulla crescita si pu e
si deve fare di pi. Soprattutto in mate-
ria di liberalizzazioni e di mercato del
lavoro. Ma mi pare che Monti abbia an-
nunciato che vuole concertare con le
parti sociali misure pi eque su Welfa-
re e lavoro.
Anchelei pensa che vada abolitooin-
debolito larticolo 18?
Sul mercato del lavoro c tanto da fa-
re, acominciaredal fattochenonci sono
ammortizzatori sociali adeguati e che
continua a esserci in Italia un dualismo
forte tra tutelati e non tutelati - per lo
pi giovani. Esiste anche il problema di
avvicinare le retribuzioni alla produtti-
vit, a livello territoriale. Se mi consen-
te: banale dire che si tratta solo di au-
mentare la flessibilit: serve una rifor-
maarticolatache permettauna maggio-
remobilitnel mondodel lavoromache
diaanchemaggiori garanzieai giovani.
Ieri i mercati hannofesteggiatola ma-
novra conuncrollodellospreadtra ti-
toli italiani e tedeschi.
La caduta dello spread italiano mol-
to, molto significativa. Contiene due
elementi: uno europeo e uno, molto evi-
dente, italiano. il
primo impatto im-
portante della mano-
vraitaliana.
Il vertice Merkel-
Sarkozy di ieri
sembrafar spera-
re in una schiarita anche sul versante
europeo.
Si aperta una settimana decisiva e
nella scorsa cerano gi state avvisaglie
che la politica si stesse svegliando - pen-
so allintervento coordinato delle ban-
che centrali, allintervento della cancel-
liera al Bundestag ma anche alle parole
di Draghi che ha invocato unpatto fisca-
le come condizione necessaria per una
maggioreazione dellaBce. Il datoimpor-
tante politico: c stata una accelera-
zioneforteversosoluzioni concordate.
Che si aspetta dal vertice di gioved?
Oltre alla discussione sulla modifica
dei Trattati, importante che si raf-
forzino le banche, che si concordi il
destino del fondo salva-Stati e si valu-
ti a che punto il progetto di ristrut-
turazione del debito greco - nessuno
ne parla pi....
giusto che in mancanza di unaccor-
do a 27 si proceda con il metodo
Schengen, con i Paesi dellEurozona
che si accordano sulle modifiche ai
Trattati con accordi bilaterali?
chiaro che la soluzione deve copri-
re larea euro, se qualcuno restasse
fuori non mi preoccuperebbe, di fatto
siamo gi in quella situazione. im-
portante evitare di-
vergenza dentro
larea euro; stato
questo il problema
in questi anni.
Anche Sarkozy
ha escluso ieri la
proposta sugli Eurobond. Sonomorti
o tattica?
Credo che con una disciplina fiscale
pi forte la resistenza agli eurobond
verr meno. Il problema, adesso, che
vengono visti come una scappatoia da
furbetti.
Intervista
,,
LEuropasi svegliata
Lapoliticahacapito
che bisognafare presto
MARCO ZATTERIN
CORRISPONDENTEDABRUXELLES
Un nuovo Patto fiscale e un
nuovo Trattato da approva-
re entromarzo, conle dicias-
sette firme dei soci dellEuro-
zona se non ci saranno le ven-
tisette dei leader dellUnione.
Eccoil veicoloconcui Parigi e
Berlinosuggeriscono di salva-
re lEuropa, un pacchetto con
sanzioni automatiche per chi
manda i conti pubblici in tilt,
la regola aurea rafforzata e
armonizzata per scolpire il
pareggio di bilancio nelle co-
stituzioni, il fondo anticrac
permanente(Esm) anticipato
al 2012. I dettagli saranno co-
municati domani al presiden-
te del Consiglio Ue, VanRom-
puy, e gioved finiranno ai ca-
pi di stato e di governo riuniti
aBruxelles per unvertice cru-
ciale che, vista la recente spie-
tatezza dei mercati, non pu
permettersi di fallire.
Nonc ungranche di nuo-
vo, ma il presidente Nicolas
Sarkozye la cancelliera Ange-
la Merkel hanno ancora una
giornata per ordinare le idee.
Intanto, dopo la colazione di
lavoro a due allEliseo, colpi-
scono soprattutto la cosa di
cui non si parlato e quella
che stata fermamente nega-
ta. I due hanno evitato la paro-
la Bce, che il francese vorreb-
be interventista e la tedesca li-
mitata ai compiti di protezione
della stabilit dei monetaria
conlalevadei tassi.
E una scelta che attribuisce
a Mario Draghi piena libert di
azione per il sostegno agli stati.
Buon segno. Meno che gli euro-
bond siano stati la merce di
scambio per lintesae siano fini-
ti fuori della porta come ambi-
va Berlino (Non sono la solu-
zione della crisi). Almeno per
ora, dicono le fonti. Sarkozy
parla di marcia forzata per ri-
stabilire la fiducia nella moneta
unica. Insieme con la Merkel
ha cercato di sotterrare i dissa-
pori registrati sullasse franco-
tedesco. La nostra intesa
completa, hanno detto i due.
E almeno una mezza bugia, ma
i tempi lo richiedono. La specu-
lazione offre allEuropa una tre-
gua difficilmente lunga. Il verti-
ce di gioved e venerd deve tro-
vare una ricetta credibile per
convincere il mondo che la Gre-
cia stato caso unico e altri non
seneavranno.
Intanto lagenzia Standard&
Poors mette sotto osservazio-
ne (creditwatch negative) i
rating di 15 Paesi di Eurolan-
dia: lItalia rischia ulteriori pe-
nalizzazioni e Germania e
Francia possono perdere la tri-
pla A. La coppia Merkozy
convinta di avere la soluzione e
in una nota congiunta rispon-
de a S&P: Prendiamo atto del-
la prospettiva di riesame. Le
nostre proposte consentiran-
no di rafforzare la governance
della zona euro, al fine di ripor-
tare stabilit, competitivit e
crescita. Il programma co-
mincia con rafforzamento del
Patto di stabilit che sovrinten-
de la gestione della moneta uni-
ca. Oltre allimpianto gi vara-
to in ottobre, il Six pack che
entra in vigore fa una settima-
na con controlli pi forti azioni
e pi coordinate, Parigi e Berli-
no invocano sanzioni imme-
diate per chi si ritrovasse un
deficit oltre il 3% del pil, misu-
re che richiederebbe una mag-
gioranza per essere bloccate.
Ci sarconsenso, come sulla
laproposta di costituzionalizza-
re il pareggio di bilancio (lItalia
lo ha fatto) e far si che i disequi-
libri siano materia di giudizio
per le Consulte europee. Come
chiesto da Sarkozy, la Corte eu-
ropea di Giustizia non potr
annullare i bilanci nazionali. Il
rigore dovrebbe in questo mo-
doessere garantito, cos da por-
si quale contraltare al fondo sal-
vastati permanete (Esm) che si
vuol far nascere da quello tem-
poraneo (Efsf) un anno prima. I
suoi esborsi, fa sapere il fronte
Merkozy, saranno deliberati
con una maggioranza dell85%.
Un modo per evitare che Slo-
vacchia si rimetta di traverso,
mentre solo Italia, Germania e
Francia avranno potere di veto.
Spariti i riferimenti al ruolo dei
privati nei salvataggi come nel
caso di Atene. E un vittoria
francese che ci costa gli euro-
bond (vince Berlino), partita
non chiusa, comunque. Si pu
arrivare a un nuovo trattato ri-
voluzionario e a un inverno di
summit. Sinch ci sar crisi i
leader dellEurozona si riuni-
rannotutti i mesi, per ristabili-
re la fiducia e per la crescita, as-
sicura Sarkozy. Il quale non di-
sdegner uneuropasserella in
vistadel votopresidenziale.
Lagenziadi rating:
sottoosservazione
quindici Paesi europei
Inbilicoanche lItalia
Padoan (Ocse): manovra italiana ok, ma ora serve pi crescita
DOPPIAVELOCIT
Sulle nuove regole basta
che siano daccordo tutti
i Paesi dellarea euro
Economista
Pier Carlo
Padoan
vicepresidente
generale
ecapo-
economista
dellOcse
IIn vista del summit eu-
ropeo del 9 dicembre, il se-
gretario al Tesoro Usa Ti-
mothy Geithner premer af-
finch siano compiuti passi
decisivi per risolvere la crisi
del debito. Lo far durante il
viaggio che, da domani all8
dicembre, lo porter a berli-
no, parigi, marsiglia e mila-
no, dove gioved vedr Ma-
rio Monti. stato lo stesso
obama a chiedere a Geith-
ner di recarsi in europa, do-
ve vedr anche il governato-
re della Banca centrale euro-
pea Mario Draghi, il gover-
natore della Bundesbank
Jens Weidmann, il ministro
delle finanze tedesco Wolf-
gang Schauble, il presidente
francese Nicolas Sarkozy e
il primo ministro spagnolo
incaricato Mariano Rajoy.
Geithner discuter lipotesi
della creazione di un fondo
da 100 miliardi di euro con
versamenti da parte della
Fed e delle banche centrali
dei Paesi di Eurolandia per
mettere a disposizione del
Fmi risorse a sufficienti per
salvare i Paesi europei in dif-
ficolt. In questo modo Fmi
avr i fondi sufficienti per in-
tervenire e, allo stesso tem-
po, la Bce non tradir il suo
mandato che le impedisce
prestiti unilaterali ai paesi.
IL MINISTRODELLE FINANZEUSADADOMANI INEUROPA
Geithner: un fondo da 100 miliardi con Fmi e Bce
Merkel e Sarkozy
Primo accordo
sul nuovo trattato
Fondo salva-Stati dal 2012, ma niente eurobond
S&P: a rischio la tripla A di Francia e Germania
Nicolas Sarkozy edAngela Merkel: si sonoincontrati ieri
U
LACRISI
IL VERTICE FRANCO-TEDESCO
4 Primo Piano
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
R
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA5
Casa, pensioni, fisco
I tre fronti aperti
per i democratici
Eora spunta lipotesi di un maxi-emendamento
Intervista
,,
Alla Camera
Pierluigi Bersani e DarioFranceschini sugli scranni di
Montecitoriodurantela seduta
FRANCESCA SCHIANCHI
ROMA
La manovra dura, e non po-
teva essere altrimenti. Ma non
abbastanza equa. Il pre-
mier ha appena presentato in
Aula i provvedimenti da tren-
ta miliardi, il leader del Pd Ber-
sani esce in Transatlantico e
riconosce le lacune di quel te-
sto: E giusto non pretendere
che in un decreto ci sia tutto il
mondo, ma si possono fare al-
tri interventi. Pensioni, casa,
tassazione troppo bassa sui ca-
pitali scudati (l1,5% un buf-
fetto): aspetti indigesti che
creano malessere nel partito
(cos com io non la voto,
sbotta il deputato Stefano
Esposito) e su cui ancora i de-
mocratici sperano di strappa-
re qualcosa.
Si riuniscono i gruppi par-
lamentari, c un vertice tra
segretario, vice e capigrup-
po, in serata il coordinamen-
to del partito. La linea quel-
la di tentare di ottenere qual-
che miglioramento, ma tenen-
dosi a distanza di sicurezza
da una manovra che ci aspet-
tavamo pi equa, come am-
mette il segretario: Noi
avremmo fatto una manovra
diversa, ripete Franceschini
in Aula alla Camera. Tenuto
conto poi che il pacchetto
Monti aprir un paio di fronti
caldi nellimmediato futuro
del Pd: con lalleato Di Pietro,
ancora pi duro con i provve-
dimenti, gi quasi pronto a
mettersi fuori dalla maggio-
ranza - cos com non la vo-
tiamo, ha tuonato ieri - e con
il sindacato pi vicino, la Cgil,
che, contro la manovra che il
Pd voter, sia pure per re-
sponsabilit, ha indetto uno
sciopero per luned prossimo.
La cosa destinata a creare
forti tensioni nel partito: qual-
cuno, nellala pi sinistra del
partito, da Nerozzi a Fassina,
ha gi annunciato ladesione.
Aspettiamo correzioni an-
che se ci sono molte tracce del-
le nostre proposte, apre in se-
rata il coordinamento del par-
tito il segretario Bersani. I
punti che nel Pd creano pro-
blemi sono chiari: prima di tut-
to, insistono per portare a cir-
ca 1400 euro, tre volte la mini-
ma, le pensioni che mantengo-
no ladeguamento allinflazio-
ne. Per farlo, la proposta di
aumentare la tassazione dei
capitali riportati in Italia tra-
mite scudo fiscale dall1,5%
proposto da Monti al 2%, inter-
venire sulle dismissioni e sul-
lasta delle frequenze tv. Sulle
pensioni, chiedono unadozio-
ne pi morbida e graduale del-
la riforma, e sullevasione fi-
scale maggiore durezza, maga-
ri abbassando la soglia di uso
del contante. Ancora, esatta-
mente come vorrebbe il Pdl,
anche nel Pd si spinge perch
venga alzata la franchigia di
soli 200 euro stabilita dal go-
verno sul pagamento dellIci
prima casa (per le fasce pi de-
boli, ricordano i democratici,
prima di Berlusconi era stato
Prodi a eliminare la tassa).
Come interverranno, come
proporre emendamenti, anco-
ra si sta discutendo. Pier Fer-
dinando Casini la sua propo-
sta lha fatta: un coordina-
mento dei gruppi parlamenta-
ri per individuare e avallare
insieme alcune modifiche. I
luoghi per parlarsi ci sono
gi, taglia corto Franceschi-
ni, ne dobbiamo parlare, re-
sta vago Bersani: ma nel Pd
lidea gi circola.
Daltra parte, che un nuovo
corso sia stato inaugurato lo
dimostrano scene inedite in
Parlamento come i berlusco-
niani Cicchitto e Baldelli ap-
partati a parlare fitto fitto con
i Pd Franceschini e Letta, o
levidente, insistito annuire di
Berlusconi allintervento in
Aula di Franceschini. Lidea
potrebbe essere quella di un
coordinamento in cui ognuno
porta avanti unistanza - il Pd
le pensioni, il Pdl laumento
sulla franchigia dellIci, il Ter-
zo Polo interventi per la fami-
glia -, per trovare un accordo
in Commissione e realizzare
un unico maxiemendamento
praticamente blindato da por-
tare in Aula. Dove il governo,
si augurano Casini e Berlusco-
ni, dovrebbe mettere la fidu-
cia. Per evitare trappole e ten-
tazioni di Lega e Idv: Altri-
menti - sospira un democrati-
co - se per esempio i dipietristi
presentassero un emendamen-
to per tassare al 15% i capitali
scudati, noi come potremmo
nonvotarlo?.
Finocchiaro: unacarezza
achi hafattorientrare
i capitali grazie allo scudo
Vergognatevi
Avete tradito
milioni di persone
conle pensioni
di anzianit
Pierluigi Bignami
Sei finitoperch
Vendola e Di Pietro
ti porterannovia
unsaccodi voti
Tualleati conCasini
Giangiacomo Delogu
Per ottenere il 100%
della mia pensione
dovr lavorare 49 anni
inaccettabile
che loaccettiate
Giovanni Varotto
Hoappena sentito
dire che questa
non la manovra
che avreste varato voi
Allora nonvotatela
Laura Piccari
La bacheca Facebook di
Bersani ospita decine di
critiche sulle pensioni.
Il Pd distante
dai lavoratori
Incompenso
stiamodiventando
chierichetti di Casini
Dino Cortellazzi
Che dire se non
che sonodeluso?
Pdaddio...
avete sfasciato
la sinistra
Vigile del fuoco
Tupensi che il 2013
sia lontanoe che
la gente si dimentichi
Non cos, la gente
nonsi dimenticher
Mario Trinca
LACRISI
I PARTITI ILGIORNODOPO
PAOLOFESTUCCIA
ROMA
Q
uesta manovra ancora sbilan-
ciata. Penso, ad esempio, alla vi-
cenda degli scudati: per quei sog-
getti che hanno violato la legge portan-
do allestero i loro capitali, per poi farli
rientrare pagando solo il 4 per cento,
francamente ancora una carezza.
La pensa cos, Anna Finocchiaro, pre-
sidente dei senatori del Partito demo-
cratico che aggiunge: E giusto che
chi con quello scudo ha guadagnato
molto, ora aiuti il Paese.
Sulla patrimoniale le richieste del Pd
non hanno trovato spazio nelle pro-
poste del governo Monti...
Anche la questione degli scudati non
era prevista nella prima stesura. E
stata introdotta dopo la concertazio-
ne, che stata vera, e mi auguro che
prosegua nelle commissioni. Comun-
que, dopo quel confronto c stato an-
che un alleggerimento sulle pensioni
di vecchiaia e di anzianit con la revi-
sione sulle indicizzazioni. Penso, per,
che si possa agire di pi sui grandi pa-
trimoni, sulla dismissione dei beni del-
lo Stato, e sulle frequenze televisive.
Ma certamente occorre insistere sulle
grandi ricchezze.
I sindacati sono sul piede di guerra.
La Cgil ha proclamato uno sciopero
di quattro ore...
Tutti i sindacati si sono mossi in
questo senso. Noi lavoreremo perch
nella discussione parlamentare que-
sta manovra venga rimodulata in ma-
niera da garantire meglio il principio
di equit.
Pensate a degli emendamenti?
Ci troviamo in una situazione un po
strana: perch non essendoci in aula
n una maggioranza ne unopposizio-
ne ben definita si potrebbero registra-
re anche cose un po stravaganti. La
mia opinione che dobbiamo cercar di
far approdare in aula il testo sul quale
nelle commissioni si sia svolto il massi-
mo della concertazione possibile.
Crede che il governo porr la fidu-
cia?
Non lo so. Vedremo. Noi, per, abbia-
mo davvero la necessit di agire al me-
glio e in un tempo pi che ragionevole.
Ricorder che il mio partito, i nostri
gruppi parlamentari hanno garantito
lapprovazione di manovre che non
erano le nostre, che non condivideva-
mo assolutamente nel giro di tre gior-
ni per il bene dellItalia, e quindi, pen-
so che ci si debba muovere con la stes-
sa responsabilit anche adesso.
Perch cos pochi applausi per Monti
in aula?
Lapplauso pi significativo arriva-
to dai mercati. Lo avevamo detto che
sarebbe potuto accadere se si fosse
dato un segnale di seriet. Ma comun-
que una situazione esclusivamente
psicologica, perch laula una realt
che bisogna conoscere per interpreta-
re. Il rapporto tra le forze politiche e
il governo una relazione tutta nuo-
va. E quindi, quel pezzo che esclusi-
vamente legato al tifo di partito ov-
vio che non c. E tutto pi asciutto,
pi laico. E la cosa, francamente, non
mi sconvolge.
Anna
Finocchiaro,
capogruppo
del Pdal
Senato
U
Bersani nel mirino
6 Primo Piano
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

Il Pdl tratta modifiche
Il Cavaliere frena:
Turiamoci il naso
Crosetto: Monti come Tremonti. Partito diviso
Intervista
,,
Per salvare
il vostropatrimonio
ci tartassate di tasse
La prossima volta
votoper la Lega
Paolo
Lupi: Democrazia sospesa
gli elettori ci capiranno
Perservonocorrezioni
Fra i post del forum Pdl
Spazio Azzurro aleggia
gi lo spettro della Lega.
Tutto ci aspettavamo
ma che il Pdl
appoggiasse
questa manovra
scandaloso
Anna Stella
Complimenti
vi siete alleati
coni comunisti
per fare
questa manovra
Oreste
Conci
mortoil Pdl
Che sia morto
anche il Pd magra
consolazione
Lia
Stretta di mano
SilvioBerlusconi eRobertoMaroni si salutanoalla Camera
dopole polemichedei giorni scorsi
Neanche Bertinotti
avrebbe fatto
una manovra simile
Il miovotononlo
vedrete mai pi
Lauro
Speroproprioche
Bossi spacchi tutto
una vergogna
andate a casa
tagliagole!
Andrea
Pensate veramente
che se il Pdl approver
il reintegrodellIci
avrete ancora
gli stessi elettori?
Andrea P.
AMEDEO LA MATTINA
ROMA
Berlusconi consiglia a Monti di
mettere la fiducia sulla mano-
vra, altrimenti non ne esce vivo
dal Parlamento. Per capire la
preoccupazione del Cavaliere,
bastava ascoltare alcuni espo-
nenti del Pdl. Ieri pomeriggio,
quando Montecitorio si era
svuotato e ancora riecheggiava-
no le parole pronunciate da
Monti, GuidoCrosetto si aggira-
va cupo involto. Ho tanto criti-
cato Tremonti perch non face-
va nulla per lo sviluppo e ora ve-
do che in questa manovra non
c nullaper lo sviluppo. Hosem-
pre sostenuto una riforma delle
pensione ma mai avrei potuto
immaginarne di farne una cos
dura. Non parliamo poi della
tassazione sulla casa... Faccio
unaprevisione: cos laLega arri-
ver al 50% e anche noi parla-
mentari del Nord, del Pdl e del
Pd, saremo costretti a chiedere
lasecessione. Pochi minuti pri-
maunaltro esponente del Popo-
lodellelibert, lex ministroRaf-
faele Fitto, faceva ben altre pre-
visioni. Vedrete, il consenso di
Monti si consolider. In 18 gior-
ni lo spread calatodi 200punti
e le Borse continuano a cresce-
re. Sar pure ungioco della spe-
culazione ma la realt questa.
Epoi diciamola tutta, la riforma
delle pensioni lavremmo dovu-
ta fare noi, ma con la Lega non
ci siamo riusciti. Che poi quel-
lo che ha sostenuto lo stesso
Berlusconi quando ha ricordato
che certe cose il suo governo
non le ha potute fare perch
non cera un accordo nella sua
maggioranza.
Il Cavaliere deve gestire le
due anime del partito che oggi
si confronteranno nellufficio di
presidenza. Deve sedare la pro-
testa della base e dallelettorato
di riferimento che minaccia di
abbandonarlo e votare Lega.
Un rapporto fortemente incri-
nato, quello con lex alleato, che
ieri inaula era plasticamente vi-
sibile: i due non si sono nemme-
no stretti la mano. In ogni caso,
per lex premier gli interventi
messi in campo da Monti sono
necessari. Certo, questa mano-
vra contiene diverse cose su cui
nonsiamo aperti, tuttaviail pro-
blema non una singola parte
ma la necessit di approvare
lintera manovra per la situazio-
ne che si creata. Adesso vedia-
mo incommissione se possiamo
portare qualche miglioramen-
to, ma noi sosteniamo questogo-
verno lealmente e continuere-
moasostenerlo.
Modifiche e miglioramenti,
innanzitutto per la tassazione
della casa. Ad esempio La Rus-
sa pensa a un emendamento
che esenti il pagamento dellIci
fino ai 100 metri quadri. Se ci
sar un voto di fiducia, garanti-
remo un certificato di sopravvi-
venza - precisa lex ministro
della Difesa - ma alcune cose
non ci piacciono. Un altro ex
ministro, Franco Frattini, inve-
ce consiglia di non mettere
troppi bastoni tra le ruote a
Monti, anzi chiede che dal Pdl
venga un assist.
Insomma sono cos tante le
voci nel Pdl, ma anche del Pd,
che lunico modo per non aprire
il vaso di Pandora metterela fi-
duciasulla manovra. Altrimen-
ti - avverte Berlusconi - noncre-
do ci sia la possibilit di appro-
varla. Fiducia per evitare che
cominci la sarabanda degli
emendamenti. Noi dobbiamo
percorrere questo tratto di stra-
da - ha spiegato il Cavaliere nel-
la riunione con il segretario del
Pdl Alfano e i capigruppo - tu-
randoci il naso. Non possiamo
fare altro. Credo che alla fine le
maggiori tensioni si scateneran-
no nel Pd, soprattutto quando si
comincer a parlare di riforma
del contrattodi lavoro. Intanto
bisogner sparare fumogeni
per far vedere che il Pdl non ac-
cetta la manovra a scatola chiu-
sae ce la mettetuttaper render-
la pi equa. Perch, come ha
spiegato il capogruppo Cicchit-
to nel suo intervento in aula, i
partiti devono fare i conti con il
problemadel consenso.
E se non sar possibile fare
delle modifiche, ha aggiunto La
Russa, vorr dire che il decre-
to sar solo ed esclusivamente
del governo, non nostro. Un
tentativo di prendere le distan-
ze dalle dolorose misure di Mon-
ti. Unmodo per negare lesisten-
za di una maggioranza di larghe
intese ed esorcizzare Casini che
invece ricorda che il governo
Monti non pu essere figlio di
nessuno(chi lo sostiene ci met-
ta la faccia in maniera traspa-
rente, senzafurberie).
MARCOALFIERI
MILANO
C
onosco bene le reazioni dei nostri
elettori, ammette Maurizio Lu-
pi, vice presidente Pdl della Ca-
mera. Alla faccia delle reazioni! I forum
Web del Pdl grondano rabbia, delusione,
accuse di inciuci coi comunisti, tradi-
mento e minacce di abbandonare il parti-
tone per la Lega. Un disco rotto: Nella
manovra ci sono troppe tasse, la stan-
gata del ceto medio....
Sono gli stessi messaggi che ricevo
da amici e conoscenti. Da chi 20 giorni fa
spingeva per andare al voto anticipato.
E quindi, Lupi?
Quindi dico che le osservazioni del no-
stro popolo sono giuste, legittime. Dal-
tronde questo non il nostro governo,
non la nostra manovra. Siamo in una fa-
se di sospensione della democrazia.
E il governo di Salute pubblica.
Appunto. Esiste unemergenza pi
grande delle nostre ragioni che rischia di
far saltare il Paese e lintera Europa. E
giusto che la politica si assuma le pro-
prie responsabilit, spiegando agli eletto-
ri che il costo che avrebbe pagato il pae-
se sarebbe stato molto pi alto del salas-
so di questa manovra.
Un amaro calice da trangugiare.
E che ci impone di guardare al bene co-
mune. Peraltro
Peraltro?
Il calo sensibile dello spread Btp/Bund
ci rinforza nella giustezza di questa scel-
ta e, insieme, ci spinge a lavorare per mi-
gliorare la manovra in Parlamento. An-
che criticandola confranchezza.
Dove?
SullIrpef abbiamo gi cominciato a cor-
reggerla. Nonostante Monti lo abbia
smentito, nelle bozze cera lipotesi di in-
nalzamento delle due aliquote maggiori
(41 e 43%). Grazie al Pdl questo stato
evitato. Non potevano pagare sempre i
soliti noti.
E adesso dove si pu modificarla per
placare lira dei vostri elettori?
Va resa pi equa almeno su 3 punti: Ici,
Irpef e deduzioni. La prima casa non
un bene di lusso. Laumento degli estimi
del 60% insieme alla reintroduzione del-
lIci sar drammatico perch trasversa-
le alle famiglie. Chiederemo di modulare
la nuova imposta sul rapporto mq/nu-
cleo familiare oppure di reintrodurla so-
lo per le abitazioni sopra i 100mq.
LIrpef?
Laumento delladdizionale regionale ri-
schia di far rientrare dalla finestra lin-
nalzamento delle aliquote che abbiamo
bocciato. Occorre una verifica.
Infine le deduzioni?
In Italia esiste una giungla di agevola-
zioni e sussidi a imprese e famiglie per
250 miliardi. E probabile che qui ci sia
spazio per recuperare risorse da destina-
re allo sviluppo e alla riduzione del peso
delle tasse.
Teme la fuga di elettori verso la Lega?
Se sapremo spiegare le nostre ragioni,
gli elettori capiranno il gesto di respon-
sabilit. Ovvio non ci potranno essere so-
lo lacrime e sangue.
E latteggiamento del Carroccio?
Badano allinteresse di partito e non al
bene comune. Ma nel lungo periodo il lo-
ro atteggiamentonon premier.
Bufera sul Pdl
MaurizioLupi
del Pdl
vicepresiden-
te della
Camera
MARTED 6DICEMBRE 2011 Primo Piano 7
LA STAMPA

ANTONIO PITONI
ROMA
Li riconosci dagli zainetti por-
tati in spalla, dagli sguardi pre-
occupati e dalla voglia di reagi-
re alla mannaia annunciata. La
linea del fronte si spostata a
Roma, dove gli indignados
delle Province si preparano ad
alzare le barricate contro labo-
lizione delle giunte e la riduzio-
ne dei consiglieri. Che secondo
il presidente dellUpi, Giusep-
pe Castiglione, produrrebbe
un risparmio di soli 30 milioni
di euro. Il numero uno della
provincia di Torino, Antonio
Saitta minaccia le dimissioni.
IdemFabio Melilli, predecesso-
re proprio di Castiglione: Il
decreto chiaro. Ma che ci stia-
mo a fare? Qui non si approve-
ranno nemmeno i bilanci, me-
glioandar via subito.
Nella sala stracolma, a due
passi da Piazza di Spagna, al-
lAssemblea nazionale del-
lUnione delle Province italia-
ne, tira aria di rivolta. Perch
la casta non siamo noi e i dati
lo dimostrano - continua Casti-
glione -. Daltra parte ammon-
ta a 7 miliardi di euro il costo
degli enti intermedi nel nostro
Paese, di cui 2,5 miliardi ven-
gono spesi solo per i consigli
damministrazione: ecco i veri
costi della politica. Seicento
posti a sedere tutti occupati
da presidenti, assessori e con-
siglieri provinciali provenienti
da tutta Italia per rispondere
al fuoco del governo, ma
senza chiudere al dialogo.
Noi abbiamo dichiarato da
subito a Monti la nostra piena
disponibilit al dialogo - ricor-
da il presidente dellUpi -.
ora di aprire immediatamente
un confronto vero. Il presup-
posto il piatto forte della
giornata conclusiva in pro-
gramma per oggi: uno studio
dellUniversit Bocconi, la
stessa del premier, di cui Ca-
stiglione anticipa le conclusio-
ni: Se spostassimo le funzioni
delle Province ai Comuni e alle
Regioni, lefficienza dei servizi
diminuirebbe ed aumentereb-
bero i costi. Studio che, dal-
tra parte, mette per in evi-
denza un altro dato: la dimen-
sione territoriale ottimale, fis-
sata per le Province a non me-
no di 350mila abitanti.
Parole che accendono il di-
battito e riscaldano la platea.
Ha vinto lanti-politica a tutti
i costi, la voglia di dare qualco-
sa in pasto allopinione pubbli-
ca per distoglierla da altri
provvedimenti - accusa il pre-
sidente della Provincia di Ro-
ma, Nicola Zingaretti -. Quello
che costa davvero allItalia so-
no gli enti di secondo livello
(consorzi, autorit, universit
agrarie), nominati dalla catti-
va politica e che nessuno vuole
mai toccare. Applausi, ma an-
che cenni di contestazione per
Zingaretti, interrotto dal grido
di un gruppo di amministratori
in galleria: Comunista, vallo a
dire a Bersani.... Episodio liqui-
dato come marginale dallo
stesso presidente della Provin-
cia di Roma. Sul piede di guerra
anche la Lega che, con il gover-
natore del Piemonte Roberto
Cota, d un tocco di trasversali-
t alla battaglia dellUpi. Mi
chiedo se Monti si renda conto
che in una grande Regione, sen-
za le Province, non si potrebbe
neppure amministrare corretta-
mente il territorio - fa notare -.
Prendiamo ad esempio la mia
Regione, dove ci sono 1.206 Co-
muni e le Province sono molto
estese, in alcuni casi anche pi
grandi di alcune Regioni.
A proprio discarico, lUpi
batte molto sui numeri. Oltre al-
lo studio della Bocconi, spunta
pure unsondaggiocommissiona-
to allIpsos di Pagnoncelli dal ti-
tolo Il ruolo e limmagine della
Provincia per i cittadini. Utile
per mettere inevidenza una con-
traddizione sututte. Se il 67%de-
gli intervistati favorevole a in-
terventi di abolizione o di razio-
nalizzazione, il dato cambia so-
stanzialmente se la domanda
riferita allabolizione della pro-
pria Provincia: in questo caso il
60%si pronunciaper il no.
Province inrivolta
La casta non qui
Eil torinese Saitta apre il fronte di chi vuole dimissioni immediate
GIANNI MARTINI
CUNEO
Dobbiamosbaraccare? Hogi
iniziato togliendo la fotografia
di Giorgio Napolitano dalluffi-
cio di presidenza della Provin-
cia. Gianna Gancia, leghista,
compagna dellex ministro Cal-
deroli, furibonda per la mano-
vra Monti. Lo ero gi prima.
La nomina del governo cosid-
dettotecnico statouncolpodi
mano orchestratodal Capo del-
lo Stato. stata ignorata la vo-
lont degli elettori. Per questo
ho tolto limmagine del Capo
dello Stato italiano dallufficio
dovelavoro ogni giorno.
Preoccupata per la sua pol-
trona? Assolutamente no. Chi
conoscelamiastoria sache per
due volte ho rifiutato la candi-
datura da parlamentare in col-
legi sicuri per la Lega. No. Il
problemache nonsopportodi
essere presa in giro. Dicono di
risparmiareeliminando le giun-
te delle Province e portando a
10il numerodi consiglieri. Quel-
loche facciamonoi lo dovranno
fare altri. E allora spiegatemi
dovestail risparmio.
Gesto plateale che arriva a
due mesi dalla visita di Giorgio
Napolitano a Cuneo. Gi allora
alcuni leghisti (soprattutto i
giovani) avrebbero voluto con-
testarlo, ma fu proprio la presi-
dente Gianna Gancia ad evitar-
lo. Non solo. Gianna Gancia
partecip sia allincontro in
municipio a Cuneo e il giorno
successivo ricevette il Presi-
dente della Repubblica in Pro-
vincia. Ora il gesto plateale
che potrebbe avere ripercus-
sioni anche sulle alleanze.
Eletta al primo turno nel
2009, Gianna Gancia ha finora
governato grazie al sostegno
del Pdl, partito di maggioran-
za relativa in Provincia di Cu-
neo. Chiss se accetteranno la
scelta che non ci sia pi lim-
magine simbolo del Capo dello
Stato in quellufficio che fu an-
che di Giovanni Giolitti, uno
dei primi presidenti della Pro-
vincia di Cuneo.
LAGANCIAACUNEO
Ci tagliano?
Io ho gi tolto
la fotografia
di Napolitano
Seicentoassessori
e consiglieri riuniti
aRoma: Senzadi noi
servizi meno efficienti
U
LACRISI
I COSTI DELLAPOLITICA
La rabbia di Zingaretti
Acostaredavvero- hadettoil presidentedella
provinciadi Roma- sonoconsorzi e autorit
8 Primo Piano
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

L
a Provincia di Genova, con i
suoi 987 dipendenti e un bi-
lancio 2011 di 204 milioni di
euro di cui 40 destinati a
personale, contributi e Irap,
sar una delle prime a cadere sotto la
scure del decreto Monti: lamministra-
zione di centrosinistraguidata da Ales-
sandro Repetto (ex Margherita, oggi
Pd) scade la prossima primavera e
quindi la cancellazione delle province
decise dal governo tecnico coincider
con la fine naturale della legislatura.
Una coincidenza che non entusiasma
neanche un po il presidente Repetto,
nonostante la questione, in fondo, lo ri-
guardi solo relativamente: al suo secon-
do mandato, non pu (e non avrebbe
comunque voluto) ricandidarsi. Far
il pensionato chiosa con una battuta.
Salvopoi dire lasua conuntono a met
tra lamareggiato e il polemico: Si
voluto dare untaglio alla politica facen-
do affogare il pesciolino pipiccolo e in-
difeso, lasciandoindisturbati gli squali.
Tagliare i costi della politica? Vedete
un po voi: il consiglio e la giunta pro-
vinciale di Genova costano un milione
e 200 mila euro, le strutture analoghe
della Regione 29 milioni e 600 mila eu-
ro. Noi amministriamo per conto di
800mila abitanti, la Regione per unmi-
lione e 400 mila: meno del doppio, ma
con costi 25 volte superiori. Da sem-
premisurato nei toni, Repettodora la
sensazione di volersi togliere qualche
sassolino dalle scarpe. Dal passacarte
della scrivania tira fuori un ritaglio del-
la Stampa. Vede? Lo tengo come pro-
memoria. Se davvero si vuole rispar-
miare sui costi della politica, allora si
deve colpire in alto. Come i rimborsi
elettorali ai partiti: nel 2008 ci sono co-
stati quasi 300 milioni di euro, contro i
133 della Germania o gli 80 della Fran-
cia. Il Pdl ha speso 68 milioni di euro e
ne ha ricevuti 206, il Pd 18, incassando
unrimborsodieci volte superiore.
Non tutto, nella riforma che cancel-
ler le Province, da buttare. Qui sia
Repetto che i capigruppo di maggio-
ranza e opposizione mostrano un pun-
to di vista bipartisan: s alla cura dima-
grante, se serve a razionalizzare il si-
stema; no allalibi del risparmio, della
casta da punire senza per intacca-
re davvero i privilegi. Giuseppe Rotun-
no assessore Pdl al Comune di Recco
e capogruppo in Provincia. Se la ri-
forma fosse inserita in un contesto di
riordino generale, di riorganizzazione
dei servizi, delle competenze e degli
assetti amministrativi, non avrei nulla
in contrario. Se mi si dice che cancel-
lando i consiglieri provinciali, che per-
cepisconoin media 4-500euro al mese
di gettoni, si tagliano i costi della politi-
ca, allora consentitemi qualche dub-
bio. E ancora: Quando la manuten-
zione delle ex strade statali era del-
lAnas, che non doveva rendere conto
ai cittadini del suo operato, i costi era-
no del 30 per cento superiori a oggi,
che se ne occupano Province e Comu-
ni. Sicuri che il futuro assetto ci far ri-
sparmiare?. Gabriele Gronda, geno-
vese, capogruppo Pd, arriva alle stes-
se conclusioni: Che le Province do-
vessero essere ridimensionate dal
punto di vista costituzionale indub-
bio: cos come sono oggi sono sovradi-
mensionate rispetto alle competenze.
Ma la cura Monti le trasformer in una
sorta di ibrido consiglio damministra-
zione, senza vere e proprie competenze.
Molto meglio, allora, creare la Citt Me-
tropolitanadi cui si parla dal 94.
E i dipendenti? Per loro i prossimi
mesi saranno densi di cambiamenti: un
passaggio indolore nei ranghi di Comu-
ni e Regioni? AGenova Bruno Cervetto,
63 anni, direttore dellarea Affari ge-
nerali e vicesegretario generale della
Provincia, oltre che - dal 90 - segreta-
rio dellUnione delle province liguri. Un
dirigente innamorato del suo lavoro
(Se potessi rimarrei in servizio fino a
settantanni) che per non nasconde i
suoi dubbi da tecnico: Il decreto
fresco di stampa, dovremo studiarlo be-
ne, ma mi chiedo come si potranno ri-
partire le molte competenze delle Pro-
vince sui Comuni, molti dei quali non
hanno le strutture adatte e sulla Regio-
ne che dovrebbe avere altri compiti, non
quello di erogare servizi ai cittadini. Ci
sar molto da fare nei prossimi mesi.
Lauthorityper linfanzia
soffocatanellaculla
Personaggio
FLAVIAAMABILE
ROMA
CIPE: IL PONTESULLOSTRETTORIMANEFUORI
Il premier Monti : Oggi sbloccheremo
5,2 miliardi per le infrastrutture
il caso
MARCORAFFA
INVIATOAGENOVA
AGenova, che morir in primavera: Folla, la Regione costa 25 volte tanto
ILa strada della crescita passa
anche attraverso il rilancio delle in-
frastrutture. Lo aveva annunciato
domenica il ministro allo Sviluppo
Corrado Passera, spiegando che
grazie alle nuove regole sulla realiz-
zazione delle infrastrutture varate
con la manovra, sarebbero stati
presto sbloccati progetti per deci-
ne di miliardi. Ieri il Presidente
del Consiglio Mario Monti lo ha ri-
badito convocando per oggi una
riunione del Cipe (il Comitato In-
terministeriale per la Programma-
zione Economica). Allordine del
giorno c la mobilitazione di risor-
se per 5,2 miliardi di euro. Tra
gli interventi allesame del Cipe,
Monti ha indicato lalta velocit
Treviglio-Brescia e il Terzo Valico
dei Giovi. E, ancora, il Mose di Ve-
nezia e gli interventi sul territorio
di Anas e Rete Ferroviaria Italia.
Sono previsti inoltre interventi nel
Mezzogiorno come per la Strada
statale 106 Jonica, la metropolita-
na di Napoli, la Palermo-Agrigento
e il porto di Taranto. Monti non ha
invece nominato il progetto per il
Ponte sullo Stretto di Messina, pi
volte messo in agenda negli anni
scorsi da Silvio Berlusconi.
COMPETENZE, RISPARMI E RISCHI
Quando della manutenzione
delle strade si occupava lAnas
spendevamo il 30%in pi
S
ono poche righe secche in
una manovra sterminata. Ba-
stano per cancellare anni di
lavoro. LAgenzia per il Terzo Set-
tore, lAgenzia per la diffusione del-
le tecnologie per linnovazione,
lEnte nazionale per il microcredi-
to e lAutorit Garante per lInfan-
zia e lAdolescenza vengono sop-
presse, recita il provvedimento.
Per lente che doveva occuparsi di
minori una fine inaspettata e deci-
samente prematura ma soprattut-
to un insieme di paradossi e situa-
zioni al limite del surreale.
LAutorit ha poco pi di quattro
mesi di vita, un presidente nomina-
to da sei giorni, e si vista uccidere
sul nascere un futuro che si annun-
ciava roseo e pieno di promesse a
leggere solo quello che avveniva
nemmeno una settimana fa quando a
capo della giovane Autorit veniva
nominato Vincenzo Spadafora, allora
brillante presidente dellUnicef Italia,
il pi giovane mai arrivato cos in alto
nellorganizzazione, come recita il
suo curriculum. Spadafora accetta, si
dice commosso e orgoglioso e si impe-
gna a realizzare il suo compito nel
superiore ed esclusivo interesse dei
bambini e degli adolescenti.
il primo presidente della nuova
Authority. Alla sua nomina provve-
dono cinque mesi dopo il via dellor-
ganismo i presidenti di Camera e Se-
nato, Gianfranco Fini e Renato Schi-
fani, cos come prevede la legge. Do-
vrebbe durare in carica quattro anni
e la sua nomina potr essere rinno-
vata una sola volta.
La nomina viene accolta da un co-
ro di apprezzamenti da ogni parte,
centrodestra e centrosinistra. Mara
Carfagna, ormai non pi ministro,
ma reduce insieme a molti altri da un
lungo periodo di lavoro per arrivare
allistituzione del Garante, applaude
con entusiasmo: Da oggi i bambini
saranno pi tutelati.
quello che ci chiedeva lOnu da
venti anni. Il Garante infatti una fi-
gura istituzionale gi presente in gran
parte dei Paesi europei ed attesa da
tempo in Italia tenuto conto che era
prevista e sollecitata gi nella Conven-
zione sui diritti dellinfanzia dellOnu
del 1991. Trattative, stop, marce indie-
tro, e una legge che fatica ad avanza-
re. Viene presentata in Assemblea nel
settembre del 2009 e poi rinviata alle
commissioni Affari Costituzionali e
Affari Sociali. Il loro lavoro si conclu-
de il 9 marzo e il via libera della Came-
ra arriva il 16 marzo. Il 22 giugno lap-
provazione del Senato.
Da questo momento nulla sembra
pi ostacolare il provvedimento che
per la prima volta attua larticolo 31
della Costituzione che prevede lage-
volazione con misure economiche del-
la formazione della famiglia e in parti-
colare delle famiglie numerose. Final-
mente - dicono tutti - lItalia ha un
punto di riferimento per chi voglia de-
nunciare - anche solo telefonicamen-
te - violazioni o situazioni di rischio
per i minori. Finalmente c chi ga-
rantir che al centro dellagenda poli-
tica vi sia anche la garanzia di ade-
guati investimenti sullinfanzia - at-
traverso la destinazione di fondi spe-
cifici a sostegno delle politiche e delle
normative nazionali. Finalmente c
lorganismo che potr avere un dialo-
go alla pari con le Istituzioni naziona-
li e regionali, con le magistrature, so-
prattutto con quella minorile, come
pure con il sistema dei servizi sociali
nazionale e regionale. Si sbagliavano:
due giorni fa stato soppresso.
Noi, le prime vittime
dellademagogia
IL PRESIDENTE USCENTE
Bisognerebbe puntare in alto
I rimborsi elettorali ai partiti
ci costano 300 milioni di euro
LexpresidenteVincenzoSpadafora
Era nata quattro mesi fa: il presidente in carica sei giorni
PalazzoDoria-Spinola, sede dellamministrazione provinciale di Genova
MARTED 6DICEMBRE 2011 Primo Piano 9
LA STAMPA

L
aumento, dal 7 per mille
(medio) di oggi sino al 10,6
per mille, dellaliquota del-
lImposta comunale sugli immobili
(Ici, oggi Imu) e lincremento degli
estimi catastali spaventa chi pos-
siede una seconda casa in Riviera.
Una decisione del governo Monti
che obbligher i sindaci, gi alle
prese con tanti problemi per far
quadrare i bilanci, a mettere ulte-
riormente le mani nelle tasche dei
cittadini e dei turisti che hanno
scelto le loro citt per investire nel
mattone. La Riviera Savonese ,
con il 57%, ai vertici in Italia per
numero di case non occupate da
residenti. Il record assoluto (dati
Assimil Savona del 2009) a Bor-
ghetto Santo Spirito, dove il 79%
degli appartamenti costituito da
seconde case. A seguire Borgio Ve-
rezzi con il 76%, Ceriale con il 74%,
Finale Ligure con il 72%, Bergeggi
con il 71% ed Andora con il 70%. A
preoccupare anche laumento del-
le imposte per lacquisto di un ap-
partamento.
C un primo paradosso: i Comu-
ni che pi hanno fatto costruire mo-
no e bi-locali, favorendo spesso la
speculazione edilizia o la trasforma-
zione di alberghi in mini-alloggi, sa-
ranno avvantaggiati. Commenta
Santiago Vacca, sindaco di Borghet-
to: Nel momento in cui la fiscalit
spostata ulteriormente sulla casa,
per noi che ne abbiamo tante pu es-
sere persino un vantaggio. Per
avremo una leggera, o importante,
frenata nel mondo immobiliare.
Non si pu solo colpire la casa. Era
stata introdotta la cedolare secca al
21%, molti lhanno scelta, e faceva
emergere un po di sommerso. Oggi
si fa un passo indietro.
Dice Luigi Pignocca, primo citta-
dino di Loano: Acaldo difficile de-
cidere. Voglio capire quanto rester
realmente nelle casse dei Comuni.
Solo dopo si potr decidere se e qua-
li aumenti fare. I
conti bisogna farli
con loste, lo Stato.
Abbiamo retto be-
ne quando stata
tolta lIci sulla pri-
ma casa. Bisogne-
r tutelare, con aliquote contenute,
chi non vive in una casa di sua pro-
priet ma laffitta a residenti o la ce-
de in comodato duso a parenti.
Se la tassa sulla casa serve per
fare cassa in favore dello Stato, e
nulla rimarr ai Comuni, non cer-
to una cosa positiva, dice Roberto
Avogadro, primo cittadino di Alas-
sio. Aggiunge: Attueremo tutte le
detrazioni possibili per la prima ca-
sa, per non danneggiare i proprieta-
ri. Inoltre cercheremo di portare al-
lo scoperto le finte prime case, e su
questo ci siamo gi attivati, tanto
che nel prossimo anno uno dei no-
stri obiettivi principali sar proprio
quello di farle riemergere, ha con-
cluso Avogadro. Il primo cittadino
della citt del muretto tocca un ta-
sto dolente. Lacquisto fittizio di una
prima casa ( relativamente sempli-
ce ottenere la residenza) consente
di pagare unimposta di solo il 4 per
cento contro il 10%delle seconde ca-
se. Anche lImu sar in ogni caso pi
bassa, anche se il governo Berlusco-
ni laveva cancellata.
Ugo Giribaldo, ex presidente pro-
vinciale Fiaip, ha unagenzia immo-
biliare a Pietra Ligure da trentano-
ve anni. Dice: In quasi quattro de-
cenni non ho mai visto il prezzo del-
le seconda case scendere di pi del
cinque per cento. Forse oggi in Ri-
viera non ci siamo
ancora, ma dopo
questa batosta
dobbiamo aspet-
tarcelo. La rivalu-
tazione delle rendi-
te catastali influi-
r in modo pesante sia sullIci che
sulla compra-vendita di seconde ca-
se. E una prospettiva pesante desti-
nata a incidere moltissimo. La nuo-
va Ici passer dal 7,6 per mille con la
possibilit di salire sino al 10,6. Un
macigno. I Comuni senza soldi do-
vranno per forza di cose aumentar-
la. Il balzo in avanti dei costi di ge-
stione delle case sar un freno per
chi vuol comprare per investire.
RAFFAELLO MASCI
ROMA
Nelle case, nei bar, per le strade
nonsi parla che di pensioni e ca-
sa. Su questultima voce - refu-
gium peccatorum di tutti i ri-
sparmi degli italiani - si abbatte
la pi pesante mazzata degli ul-
timi anni. A conti fatti, dal mat-
tone si tireranno fuori 22 miliar-
di lanno, il doppio di quanto si
mungeva fino ad ora, con un
extragettito (si chiama cos)
di 11 miliardi. Loperazione av-
viene grazie alleffettocombina-
to di due provvedimenti paralle-
li: la rivalutazione delle rendite
catastali del 60%, che faranno
lievitare la base imponibile, e
laumento delle aliquote Imu
(ex Ici) sugli immobili. Tutto il
nuovo incasso, per, non finir
ai comuni (per cui lIci era stata
pensata) maalloStato.
Ora la gente si chiede quan-
topagherdi pi, malarisposta
non semplice, perch le va-
rianti in campo sono molte.
LImu, infatti, non sar uguale
per tutti, n lo sar ovunque. In-
fatti laliquota base del 7,6 per
mille (quella dellIci era del 5)
nonvarrper laprima casa, per
la quale previsto uno sconto
di legge dello 0,4per mille. Quin-
di sulla prima casa si pagher il
3,6 come base. Un ulteriore
sconto previsto per le abitazio-
ni pimodeste che potranno be-
neficiare di una franchigia di
200 euro. Allora c poco da
mungere - si dir - consideran-
doche lItaliadei piccoli centri
fatta per buona parte di case
modeste. Non cos, e per due
motivi: il primo che la rivaluta-
zione degli estimi far crescere
la base imponibile anche per
queste case, e il secondo - molto
importante - che i comuni han-
no facolt di manovra per
due millesimi, possono, cio, in-
nalzare (o abbassare) laliquota
del 3,6 per mille al 5,6 (o all1,6).
Tuttavia non saranno le prime
case a fare cassa, tant che ci si
attende unextragettito di appe-
na un miliardo e mezzo. Tutto il
resto graver su seconde case e
immobili destinati ad attivit
produttive, ai quali si appliche-
rlaliquota base del 7,6 per mil-
le, con una manovrabilit da
parte dei sindaci di 3 millesimi.
E poi, beninteso, anche questi
immobili conoscerannouna riva-
lutazione catastale, come tutti
gli altri. Sintesi: si potr pagare
sulle seconde case fino al 10,6
per mille e suunestimo rivaluta-
todel 60%.
Una casa media di civile
abitazione classificata al cata-
sto come A2 - per fare un esem-
pio - come prima casa non pa-
gava niente, ora sar rivaluta-
ta del 60% e pagher poco pi
di 1000 euro a Milano, 1.300 a
Torino, 1.500 a Roma. La stes-
sa casa, se sar seconda abita-
zione, sempre nelle rispettive
citt, potr pagare a Milano
tra i 1600 e i 2.200 euro a se-
conda che si applichi laliquota
base o quella maggiorata, a To-
rino passer dai 1900 ai 2.600,
nella capitale da 2.200 euro a 3
mila. Se poi, per dire, abbiamo
una villetta, tra prima casa e
seconda limposta potrebbe
perfino raddoppiare.
La nuova tassa - diceva ieri
ironicamente il presidente del-
lAssociazione dei Comuni, Gra-
ziano Delrio - dovrebbe in realt
chiamarsi Isi, impostastatale su-
gli immobili, perch di comuna-
le non ha pi niente. Infatti del-
lextragettitodi 11 miliardi, ai co-
muni nonandrnulla. Anzi, subi-
ranno un taglio dei trasferimen-
ti di un altro miliardo e 400 mi-
lioni. Secondo voi, con questi
chiari di luna, i comuni useran-
no la manovrabilit delle aliquo-
teal ribassooal rialzo?
E lIci abbuonata a tutti gli
immobili commerciali ecclesia-
stici? No, di quello non ci sia-
mo occupati ha chiarito il pre-
mier Mario Monti. Anzi, se
per questo, la Conferenza dei
vescovi si perfino lamentata
perch la manovra non appari-
va abbastanza equa. Sprezzan-
te il segretario radicale Staderi-
ni: Che faccia tosta!. Cauta
ma ferma la deputata del Pdl
Gabriella Giammanco: E tem-
po che anche la Chiesa deve fa-
re la sua parte.
80%
La
percentuale
di famiglie
italiane
chepossiede
lacasa
incui abita
I risparmiatori
italiani hanno
sempre
predilettoil
mattone,
ritenuto
sicuro. Lo,
manonal
riparodal
Fisco
La stangata, pi che dallaliquota, si dovr alla rivalutazione delle rendite
I sindaci liguri preoccupati
Frenerlimmobiliare
il caso
AUGUSTOREMBADO
SAVONA
Primocittadino
SecondoSantiagoVacca, sindaco
di Borghetto, lIci provocheruna
frenatanel mondoimmobiliare
LanuovaIci fapaura
al popolodei proprietari
Quanto si pagher in pi per la casa
129.00
71.786
280.929
157.500
82.857
221.786
178.500
81.429
212.143
206.400
114.858
449.486
252.000
132.571
354.858
285.600
130.286
339.429
A2
A3
A7
Milano
A2
A3
A7
Torino
Roma
A2
A3
A7
645 +304 + +1.543
949 1.569 2.188
359 +169 +514 +859
528 873 1.217
1.405 +663 +3.360
2.068 3.416 4.765
788 +372 +1.128 +1.884
1.159 1.915 2.671
414 +196 +991
610 1.008 1.405
1.109 +523 + +2.360
1.632 2.697 3.347
893 +421 +2.135
1.314 2.171 3.207
407 +192 +583 +974
599 990 1.381
1.061 +1.561
501 1.519 3.598
626
259
1.598
808
330
1.219
942
321
1.158
Centimetri - LA STAMPA
classe
catasto
imponib.
pre-riforma
Monti
imponib.
post-riforma
Monti
ICI
medio
1 casa
ICI
seconda casa
Ici 2011
Ici 2012
Aliquota 4,6
Ici 2012
Aliquota 7,6
Ici 2012
Aliquota 10,6
gg
Dossier/Lamanovra-1
C
A
S
A
LEuropa
Aiuti per i cantieri
ALASSIO
La giunta proporr
una serie di detrazioni
per alleviare gli oneri
Viaggio nei Comuni nei quali le seconde case sono pi del 70%del totale
IEntro la fine dellinverno la
Banca europea per gli investimenti
dovrebbe varare un prestito di
100-130 milioni per la cantieristica
navale europea. Lo ha detto il vice-
presidente della Commissione Ue e
responsabile per lIndustria, Anto-
nio Tajani. Il commissario ha antici-
pato che entro fine anno la Com-
missioneapproverunregolamen-
to che render pi flessibile lacces-
so ai finanziamenti nel settore.
10 Primo Piano
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

P
er qualcuno quello di ieri
stato un risveglio con un bel
fardello in pi da portare. La
riforma del sistema pensionistico
appena varato da Monti ha riaper-
to per molti la partita del ritiro dal
lavoro. La doccia fredda arrivata
per sui nati nel 1952, quelli che
compiranno 60 anni nel corso del
2012, e che, calcoli alla mano, era-
no gi pronti a lasciare il lavoro tra
poco pi di un anno, nel 2013. Da ie-
ri quei calcoli non valgono pi nul-
la. Tutto da rifare con la certezza
di dover lavorare ancora a lungo
perch il posticipo rischia di arri-
vare a cinque anni, fino al 2018.
Dallaltra parte del fatidico an-
no di confine, un bel p di fortuna
lhanno invece avuta i nati nel 1951,
quelli che hanno compiuto i 60 an-
ni di et nel 2011 e hanno maturato
36 anni di contributi. Potranno an-
dare in pensione con i requisiti at-
tuali. Per i nati nel 51 luscita in
tempi brevi verso la pensione di-
pender comunque dagli anni di la-
voro fatti. Si salvato chi lavora al-
meno dal 1975 e ha raggiunto i 36
anni di contributi nel 2011 mentre
dovr lavorare ancora a lungo chi
ha cominciato nel 1976. Ma la rifor-
ma ha portato un bel groviglio di
numeri e calcoli da rifare per tutti,
non solo per i nati nel 52 o nel 51. E
sono tante le domande e gli interro-
gativi finiti su siti, sui forum e i blog
fin dalla mattina presto di ieri.
Ogni post esponeva un caso di-
verso. Sembra che i nati nel 1952,
come me, siano i pi sfortunati: da
poche settimane o
mesi di attesa per
la pensione passia-
mo a sei anni (o
cinque con penaliz-
zazione) nel giro di
una notte com-
mentava in Internet PatrizioB.
Spero, con tutto me stesso, di
essermi sbagliato ed avere capito
male i numeri della riforma delle
pensioni scriveva invece gc070653
dopo aver rimesso mano ai calcoli
sul suo caso. Licenziato e messo in
mobilit nel Luglio 2009 avrebbe do-
vuto ritirarsi dal lavoro nellottobre
2013 allet di 60 anni e 4 mesi e con
una contribuzione di 40 anni. Ades-
so che sono senza lavoro e senza al-
cuna prospettiva di trovarlo, mi vie-
ne chiesto di contribuire alla crisi
con i seguenti sacrifici: 40.000 euro
per il pagamento di 2 anni di contri-
buzione volontaria
per passare da 40
a 42 anni. A cui si
sommano 60.000
per 2 anni di man-
cato ricevimento
della pensione. Pi
un 8% di decurtazione della pensio-
ne per pensionamento anticipato
(2% per ogni anno di anticipo da 62
anni a 66 anni). Adeguamento al
contributivo pro rata per i contribu-
ti versati dal 2012 in poi. Lalternati-
va quella di rimanere senza alcuna
retribuzione per 6 anni (dai 60 ai
66) per una perdita pari a 180.000
euro rifletteva amareggiato ieri sul
forumde LaStampa.
La nuova architettura del siste-
ma pensionistico per tanti non fa
che peggiorare una situazione gi
precaria. Ho 56 anni, sono in mobi-
lit dal 1/5/2010, il 31/12 avr 39anni
e 50 (sic) settimane. Sarei andato in
pensione nel 2012, ma ora chi paga i
restanti contributi? La mobilit arri-
ver fino ad aprile 2013, manca an-
cora quasi un anno. Certo che avrei
lavorato se lazienda non avesse spo-
stato tutto in India e Cina, lamenta-
va dan ieri in rete. Tanti poi i beffati
per un soffio. Giuseppe del 56 per
esempio stato assunto il 10 genna-
io del 1972, significa che il prossimo
10 gennaio maturer quarantanni
di contributi. Con questi numeri ave-
va la pensione a portata di mano.
Ma ora la riforma ha rimescolato
le carte in tavola, e per soli dieci
giorni di differenza, gli toccher con-
tinuare a lavorare ancora due anni.
Non sono tra i pi sfortunati, di-
ce. Speriamo per che le regole re-
stino queste e che non le cambino
ancora.
ROSARIA TALARICO
ROMA
Le lacrime le ha messe la
Fornero, il sangue ce lo mette-
ranno gli italiani. Su internet
non sono teneri i commenti alla
riforma previdenziale approva-
ta dal consiglio dei Ministri. E
non difficile capire perch: tra
aumento dellet di vecchiaia,
estensione del metodocontribu-
tivo a tutti i lavoratori e blocco
della rivalutazione delle pensio-
ni rispetto allinflazione per un
biennio non ci sono buone noti-
zie per nessuno. Nemmeno per
le liquidazioni milionarie, che
verranno tassate quasi del dop-
pio. La novit di giornata infat-
ti una norma - gi ribattezzata
norma Guarguaglini, dal no-
me del presidente di Finmecca-
nica che si appena dimesso
dallacarica dopo le indagini del-
la magistratura su presunte
tangenti e fatture gonfiate, con
una liquidazione di oltre 5 milio-
ni di euro. Chi tira avanti con
una pensioncina al minimo po-
tr consolarsi sapendo che per
il trattamento di fine rapporto
di importo elevato (superiore al
milione di euro), invece della
classicatassazione separatadel
23% si applicher laliquota or-
dinaria del 43%. Ecco nel detta-
gliolealtre novit.
Vecchiaia, aumental'et
Le donne dipendenti del setto-
re privato dal 2012 dovranno
andranno in pensione a 62 an-
ni, mentre entro il 2018 si arri-
ver a 66 come gli uomini e le
donne del settore pubblico (a
66 anni dal 2012). Sar esteso
a tutti quanti il metodo contri-
butivo pro rata (cio propor-
zionale), anche a coloro che
avendo cominciato a versare
contributi prima del 1978 ave-
vano mantenuto il pi genero-
so metodo retributivo. Per
questi lavoratori il nuovo mec-
canismo varr dal 2012, quindi
gli anni di lavoro fino al 2011 sa-
ranno calcolati con il sistema
retributivo. Non solo: nel peri-
odo 2012-2013 ci sar il blocco
delle rivalutazioni. Unica ecce-
zione per quellepensioni fino
al minimo (467,42 euro) che
avranno la rivalutazione piena
mentre sar prevista una riva-
lutazione al 50% per quelle fi-
no a 935 euro.
Viaagli incentivi
Sparisce lanzianit, si chiame-
r pensione anticipata. Sono
abolite le cosiddette quote (et
pi contributi) e per i dipen-
denti dal 2012 sar possibile
uscire dal lavoro in anticipo ri-
spetto all'et di vecchiaia solo
con almeno 41 anni di contribu-
ti per le donne e 42 per gli uo-
mini. Al momento gli anni di la-
voro necessari per andare in
pensione indipendentemente
dall'et anagrafica erano 41
per uomini e donne (40 pi la fi-
nestra mobile). Per gli autono-
mi si andr in pensione prima
dell'et di vecchiaia con 41 an-
ni e mezzo di contributi per le
donne e 42 e mezzo per gli uo-
mini. Chi andr in pensione pri-
ma dei 62 anni con il pensiona-
mento anticipato verr pena-
lizzato del 2% per ogni anno di
anticipo sulla quota retributi-
va dell'importo della pensione,
in modo da costituire un disin-
centivo al pensionamento anti-
cipato rispetto a quello di vec-
chiaia. Al contrario, chi libe-
ramente decider di restare a
lavoro fino ai 70 anni potr
usufruire di coefficienti di tra-
sformazione (quelli cio che de-
terminano il moltiplicatore del
montante nel sistema contribu-
tivo) pi convenienti nella fa-
scia dai 65 ai 70anni.
Aliquoteautonomi
previsto un aumento delle
aliquote contributive degli au-
tonomi di 0,3 punti ogni anno
per arrivare a due punti in pi
nel 2018 (adesso sono al
20-21% a fronte del 33% dei di-
pendenti). Scompare la fine-
stra mobile: niente pi decor-
renza di 12 mesi per i dipen-
denti e 18 per gli autonomi pre-
visto dalla manovra 2010 a par-
tire dal 2011, che allungava di
fatto i tempi per l'accesso al
pensionamento. Il periodo sa-
r per assorbito nei requisiti
che per la vecchiaia degli uomi-
ni dipendenti saranno dall'an-
no prossimo, quindi pari a 66
anni (65 anni attuali pi 12 me-
si di finestra).
Bastacontante
Anche le pensioni rientrano
tra i pagamenti che dovranno
essere tracciati se di importo
superiore a 500 euro. Questo
potrebbe comportare l'apertu-
ra di conti correnti ad esempio
per gli anziani che finora han-
no ritirato la pensione in con-
tanti alla posta. Ma i limiti di
importo potrebbero subire va-
riazioni con decreti successivi.
Sistema
contributivo
Nel grafico
inalto,
alcuni esempi
di come
cambier
lapensione
dopo
lariforma
del governo
Monti
Il calendario
Gli uomini
andranno
inpensione
a66anni
Ledonnea62
edal 2018a66
La classe 52 sotto choc
Lavoreremofino
acinque anni inpi
il caso
SANDRARICCIO
TORINO
P
E
N
S
I
O
N
I
+
+ 69
+
+
96
+
+421
+192
1
Come cambia la pensione contributiva dopo la riforma
Centimetri - LA STAMPA
Impiegato
medio
Quadro
medio
Dirigente
medio
Retribuz.
annua
lorda 2011
Anzianit
contributiva* Et*
* a fine 2011
Et di
pensionamento
Pensione
pre-riforma
Pensione
post-riforma Differenza
65 anni
67 anni
65 anni
67 anni
24.523
24.607
23.755
24.502
23.990
24.607
23.434
24.502
-533 euro
nessuna
-321 euro
nessuna
30
mila
euro
59
anni
61
anni
34
35
65 anni
67 anni
65 anni
67 anni
45.463
45.577
44.099
45.418
44.927
45.577
43.802
45.418
-536 euro
nessuna
-297 euro
nessuna
60
mila
euro
59
anni
61
anni
34
35
65 anni
67 anni
65 anni
67 anni
70.433
70.584
68.382
70.395
70.433
70.584
68.382
70.395
nessuna
nessuna
nessuna
nessuna
120
mila
euro
59
anni
61
anni
34
35
g
Incentivi per chi resta fino a 70 anni
Sei milioni di assegni congelati
Spunta la norma Guarguaglini per tassare del doppio le maxi-liquidazioni
Sar estesoa tutti
il metodocontributivo,
pro-rata, anche a chi ha
versatoprima del 1978
La protesta anche su Internet: Molti di noi
sono in mobilit, come pagheremo?
I FORTUNATI
Si salvano i nati nel 51
se lavorano dal 75
con 36 anni di contributi
MARTED 6DICEMBRE 2011 Primo Piano 11
LA STAMPA

Prime misure daanni
afavore dei giovani
Analisi
TONIAMASTROBUONI
TORINO
P
er ora, margini per le
grandi riforme a favore
dei giovani, a partire da
un riordino degli ammor-
tizzatori sociali che ci con-
senta di uscire dalla fiction di un
Paese con le grandi industrie per le
quali basti un paracadute come la
cassa integrazione, non ce ne sono.
Con limperativo di un pareggio di bi-
lancio nel 2013, trovare i 12-15 miliar-
di di euro per introdurre un sussidio
di disoccupazione serio, su modello
nordeuropeo, che tuteli davvero i mi-
lioni di giovani precari, un obietti-
vo da spostare ine-
vitabilmente in
avanti. Com poli-
ticamente difficile
dipanare la matas-
sa delle decine di
contratti precari
che rendono oggi il mercato del lavo-
ro una giungla con un forte dualismo
tra protetti e non, cercando soluzio-
ni come il contratto unico o simili. I
sindacati sono gi schierati con i fu-
cili sul Governo a causa del dossier
pensioni, al momento solleticarli con
misure che andrebbero eventual-
metne ad intaccare il totemdellarti-
colo 18 rischioso. Insomma, anche se
in entrambi i casi si tratta di grandi ri-
forme delle quali il ministro del Welfa-
re Elsa Fornero ha riconosciuto lim-
portanza, dovremo aspettare i prossi-
mi mesi per capire se sui giovani la re-
sponsabile del Welfare fa sul serio.
Certo , per, che alcuni capitoli
della manovra che ora passer dalle
forche caudine del
Parlamento con-
tengono gi la trac-
cia di una direttri-
ce molto diversa,
rispetto ai governi
precedenti. Sparsi
qua e l nelle misure fiscali, in quelle
sulle pensioni e anche nel pacchetto
lavoro, ci sono gi interventi che di-
mostrano una sensibilit allequit
intergenerazione e infrageneraziona-
le di cui ha parlato la Fornero. Se-
condo il presidente dellInps, Antonio
Mastrapasqua, locchio di riguardo
per i giovani si riconosce gi in modo
evidente in questo primo provvedi-
mento targato Monti. Esempio: la
norma che obbliga i lavoratori dei co-
siddetti regimi speciali a un contri-
buto di solidariet, un segnale che
non c pi spazio per i regimi previ-
denziali privilegiati, osserva.
Per citare la novit pi macrosco-
pica, la manovra introduce un taglio
Antonio Mastrapasqua Corrado Passera Elsa Fornero
Nonc pispazio
per categorie
previdenziali
privilegiate
La norma sui regimi
speciali va inquesta
direzione
Nella manovra
sonoprevisti
con lIrap interventi
a favore di donne
e giovani
per unmiliardo
di euroallanno
Puntiamoa una
maggiore equit
intergenerazionale
e infragenerazionale
Ci sonoimportanti
riforme da mettere
incantiere
I giovani imprenditori
Morelli: I sacrifici saranno ripagati
gg
Dossier/Lamanovra-2
Hanno
detto
ICon la manovra stata data
una prima risposta alle esigenze di ri-
gore e di credibilit. Non dimenti-
chiamo che il Governo Monti stato
chiamato a svolgere proprio questo
compito, scomodo ma necessario, a
causa dellincapacit della politica di
compiere scelte anche impopolari
ma essenziali per lo stato in cui versa-
no i nostri conti. quanto afferma
il presidente dei Giovani Imprendito-
ri di Confindustria, Jacopo Morelli.
Riconosciamo al Governo Monti -
prosegue Morelli - il coraggio di aver
parlato chiaro e di aver agito conse-
guentemente, adottando i primi
provvedimenti per conseguire il risa-
namentodel nostro Paese e per resti-
tuire allItalia leadership e autorevo-
lezza. Perch, secondo Morelli, le ri-
nunce sarannoricompensate in futu-
ro. Nella manovra, che certamente
contiene sacrifici, non si perde co-
munque di vista il mondo delle im-
prese e del lavoro, e, dopo 15 anni di
attesa, vengonoaffrontate seriamen-
te le criticit del nostro sistema previ-
denziale, riallocando il peso del wel-
fare in modo pi equo fra generazio-
ni. Adesso essenziale rafforzare le
disposizioni sulla crescita e lo svilup-
po, e procedere con determinazione
nellimpegnopreso nei confronti del-
le nuove generazioni, senza la cui for-
za, economica e di innovazione, non
si potr consolidare il percorso di ri-
presa dellItalia conclude il presi-
dente dei Giovani Imprenditori.
Non ci sono ancora le riforme importanti, ma alcune novit li tutelano di pi
LE GRANDI RIFORME
Mancano allappello quella
sugli ammortizzatori
e il contratto unico
Calcolate let della pensione UOMINI (TUTTI I DIPENDENTI) E DONNE DEL SOLO SETTORE PUBBLICO
1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959 1960 1961 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1970
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
E
T


I
N

C
U
I

S
I


I
N
I
Z
I
A
T
O

A

L
A
V
O
R
A
R
E
ANNO DI NASCITA
- -
- -
- -
- -
- -
- -
- -
- -
2016
2016
2016
2016
2016
2016
2016
2016
2016
2016
- -
- -
- -
- -
- -
- -
- -
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
- -
2013
2014
2015
2016
2017
2018
2018
2018
2018
2018
2018
2018
2018
2018
2018
2018
2018
2013
2014
2015
2016
2017
2018
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2014
2015
2016
2017
2018
2019
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2015
2016
2017
2018
2019
2020
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2016
2017
2018
2019
2020
2021
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2017
2018
2019
2020
2021
2023
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2018
2019
2020
2021
2023
2024
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2019
2020
2021
2023
2024
2025
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2020
2021
2023
2024
2025
2026
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2021
2023
2024
2025
2026
2027
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2023
2024
2025
2026
2027
2028
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2024
2025
2026
2027
2028
2029
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2025
2026
2027
2028
2029
2030
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2026
2027
2028
2029
2030
2032
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2027
2028
2029
2030
2032
2033
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2028
2029
2030
2032
2033
2034
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2029
2030
2032
2033
2034
2035
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2030
2032
2033
2034
2035
2036
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2032
2033
2034
2035
2036
2037
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
12 Primo Piano
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

al cuneo fiscale attraverso uno sgra-
vio Irap per le imprese che assumano
lavoratori under-35 e donne da un mi-
liardo di euro allanno. Dai 4.600 eu-
ro attuali il costo del lavoro che di-
venta deducibile dallIrap sale a
10.600 euro. Nel Sud la riduzione del
cuneo per chi assume donne e giova-
ni sale da 9.200 a 15.200 euro.
Una seconda misura che crea
unequit maggiore non solo tra lavo-
ratori di ieri e oggi ma anche tra diver-
se categorie, larmonizzazione tra le
aliquote contributive cui Fornero ha
impresso unaccelerazione. Al mo-
mento c un abisso tra contributi ver-
sati dagli autonomi - il 20-21 per cento
- e il 33 per cento dei lavoratori dipen-
denti. Nella manovra si prefigura un
aumento di 0,3 punti per gli autonomi
ogni anno per arrivare a due in pi nel
2018. Un modo per alleviare le casse
dellInps che costretta oggi in parte
a prendere i soldi dallo Stato per ero-
gare le pensioni, visto che i contributi
non bastano. Anche perch con il vec-
chio sistema retributivo in vigore fino
al 1995 quasi nessuno riceve quello
che ha versato, bens molto, molto di
pi. Gli autonomi, ad esempio, incassa-
no oltre tre volte e mezzo quello che
hanno versato. In altre parole i lavora-
tori attivi pagano oggi due volte, per i
pensionati: sia con i contributi, sia con
le tasse che servono a coprire il bu-
co Inps. La manovra punta dichiara-
tamente al principio tanto verso -
tanto incasso che varr per tutti i gio-
vani ma che non vale mai per chi og-
gi sul punto di andare in pensione.
Infine, un altro macroscopico pas-
so in direzione di misure pi eque
per i giovani, proprio il pacchetto
previdenziale. Sia lestensione del
contributivo pro rata per tutti, sia
laumento dellet pensionabile per i
lavoratori che hanno diritto alla pen-
sione di anzianit, sia linnalzamento
di quella di vecchiaia per le donne, ri-
spondono a una logica precisa. Chie-
dono, visti gli squilibri attuali, che
sui lavoratori attuali gravi un po me-
no il peso di chi va in pensione. Un sa-
crificio che per la classe dei lavorato-
ri nata nel 1952 potrebbe costare si-
no a cinque anni di lavoro in pi.
DONNE NEL SETTORE PRIVATO
E
T


I
N

C
U
I

S
I


I
N
I
Z
I
A
T
O

A

L
A
V
O
R
A
R
E
ANNO DI NASCITA
1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959 1960 1961 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1970
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
- -
- -
- -
- -
- -
2015
2015
2015
2015
2015
2015
2015
2015
2015
2015
2015
2015
2015
2012
2013
2014
2015
2016
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2017
2013
2014
2015
2016
2017
2018
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2019
2014
2015
2016
2017
2018
1019
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2020
2015
2015
2017
2018
2019
2020
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2021
2016
2017
2018
2019
2020
2021
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2023
2017
2016
2019
2020
2021
2023
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2024
2018
2019
2020
2021
2023
2024
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2025
2019
2020
2021
2023
2024
2025
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2026
2020
2021
2023
2024
2025
2026
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2027
2021
2023
2024
2025
2026
2027
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2028
2023
2024
2025
2026
2027
2028
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2029
2024
2025
2026
2027
2028
2029
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2030
2025
2026
2027
2028
2029
2030
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2032
2026
2027
2028
2029
2030
2032
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2033
2027
2028
2029
2030
2032
2033
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2034
2028
2029
2030
2032
2033
2034
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2035
2029
2030
2032
2033
2034
2035
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2036
2030
2031
2033
2034
2035
2036
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2037
2032
2032
2034
2035
2036
2037
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
2038
19
20
2
22
23
24
25
26
27
28
29
30
3
C
e
n
t
i
m
e
t
r
i

-

L
A

S
T
A
M
P
A
PENSIONI
Il pacchetto previdenziale
punta a una maggiore
equit tra generazioni
Carenze
InItalia
nonesiste
unsussidio
di disoccupazione
di tipoeuropeo
chegarantisca
lefascepi
giovani
2017 2018
MARTED 6DICEMBRE 2011 Primo Piano 13
LA STAMPA
R

curiosa questa voglia dei giornalisti italiani


di sapere sempre cosa pensano i colleghi
stranieri. Lo humor tutto britannico ser-
ve a Guy Dinmore per rompere il ghiaccio: La
manovra? Una medicina amara ma necessaria. Il
rischio che abbia effetti recessivi, ovvero pena-
lizzi troppo la crescita di un paese che negli ultimi
anni ne ha registrata veramente poca. Sono le
dosi della ricetta Monti che non convincono il
giornalista del Financial Times: Troppa tassa-
zione e pochi tagli alla spesa, temo che limpatto
complessivo non sia ottimale. Nessun dubbio
sulle capacit del Presidente del consiglio: Un
esperto in grado di valutare tutte la variabili in
gioco, non come chi lo ha preceduto.
Tuttavia ci sono delle forze in campo
che condizionano il lavoro del tecno-
governo: In Parlamento ci saranno
modifiche, il Pd spinger sulle pensio-
ni, il Pdl probabilmente sullIci.
La speranza per la crescita del pae-
se, secondo il corrispondente britanni-
co, nel prossimo pacchetto di rifor-
me che dovr essere varato, quello
sulle liberalizzazioni, grazie a cui
lItalia potrebbe riacquistare la ne-
cessaria competitivit eliminando le
ingerenze statali che turbano il mer-
cato. Dinmore appare tuttavia fidu-
cioso sul futuro del Paese: Penso che
ce la far, ma rispetto ai colleghi del
Ft sono in minoranza.
L
a stampa estera un servizio pubblico.
questa la frase di Mario Monti che pi
ha colpito Philippe Ridet, il quale sottoli-
nea che gi dallincontro con i corrispondenti
stranieri si nota la differenza rispetto al prece-
dente governo, piuttosto avaro nei confronti
dei media doltre confine. La maratona comu-
nicativa dei due giorni scorsi un ottimo inizio
per il nuovo governo, spiega il giornalista di
Le Monde. Ridet sottolinea lattenta gestione
del tempo mostrata dal presidente del Consi-
glio: Tutti eravamo pronti ad affilare la penna
dopo i primi dieci giorni di governo in cui sem-
brava tutto fermo. Poi la mossa a sorpresa con
lanticipo di 24 ore del Consiglio dei
ministri e il varo della manovra gi
nel fine settimana: Ed oggi siamo
tutti davanti a lui quasi a osannar-
lo. In questo il governo cosiddetto
tecnico appare pi politico degli al-
tri, chiosa il corrispondente france-
se che in merito alla manovra dice:
Amio giudizio appare per certi ver-
si meno pesante in termini numerici
rispetto a quelle di Tremonti. Cer-
to sono chiesti sacrifici enormi ad
esempio ai pensionati, ma siamo in
stato di crisi. Anche noi francesi dob-
biamo metterci in testa che occorre-
r farli. E sul futuro dellItalia av-
verte: Siete bravissimi a gestire le
emergenze, nel vostro Dna.

il lato umano del governo Mon-


ti ci che ha impressionato in
Germania. Parola di Jorg
Bremer. Nonostante la necessit di
sacrifici, il premier e il suo governo
hanno trasmesso un segnale forte,
di solidariet umana, lo abbiamo vi-
sto con le lacrime del ministro Forne-
ro, e ne abbiamo avuto conferma dal
premier ieri mattina. Certo la Fi-
nanziaria non un bel regalo di Na-
tale per il Paese, ma quello che ap-
prezzo del presidente di aver cerca-
to di inviare un messaggio di carit
per dare un segnale di speranza agli
italiani e far tornare a sorridere i gio-
vani. Il giudizio, a tratti ecumenico,
del corrispondente di Frankfurter
Allgemeine Zeitung, nasce dalla critica mossa
al precedente governo: Con Berlusconi nulla
era serio. Un giudizio che trae forza anche da-
gli altri membri dellesecutivo: Il ministro Ter-
zi ad esempio mi ha fatto una grande impressio-
ne, non che Frattini non fosse capace, per alla
fine si vedeva che era alle dipendenze di Berlu-
sconi. Sulla manovra in s, Bremer non ha mol-
to da obiettare: Si tratta di misure note, anzi si
temeva peggio in termini di sacrifici. La perce-
zione tedesca dellItalia a guida Monti del resto
chiara: quello che la Merkel si aspettava.
Del resto non ci sono dubbi, noi tedeschi voglia-
mo che il vostro Paese rimanga in Europa.
Intervista
,,
Il Nobel Prescott
La strada quella giusta
orasi punti allacrescita
PAOLOMASTROLILLI
INVIATOANEWYORK
C
omincio ad essere ottimi-
sta, almeno per lItalia. Le
misure contenute nella
nuova manovra vanno nel-
la direzione giusta e indi-
cano che avete compreso la necessit
di fare finalmente riforme serie.
Sono positivi i giudizi a caldo del
premio Nobel per leconomia Ed-
ward Prescott, professore allArizo-
na State University e consulente del-
la Federal Reserve. Subito dopo, pe-
r, aggiunge un avvertimento: Ora
indispensabile cementare il con-
senso politico per realizzare i cam-
biamenti necessari, e poi concentrar-
si sulla crescita. Dovete cominciare
dalle iniziative per creare un am-
biente pi favorevole alle imprese, e
liberare finalmente le energie e il
grande talento dei vostri giovani.
Quali sono gli aspetti di questa
manovra che lei trova pi incorag-
gianti?
Lintervento sulle pensioni. Tutto il
mondo deve muoversi verso un siste-
ma previdenziale in cui si lavora pi
a lungo e si riceve in base a quanto si
d. Non ci sono alternative a questa
svolta. Poi sono utili la lotta alleva-
sione, i tagli ai costi della politica e
quelli alle amministrazioni locali. Al
di l degli importi, questi provvedi-
menti dimostrano che voi avete capito
la direzione in cui bisogna andare. Da
questo punto di vista state facendo
molto meglio della Grecia, che invece
non si ancora rassegnata a fronteg-
giare la realt.
La manovracontieneanchealcuni au-
menti alle tasse: lei li condivide?
Fosse per me, avrei usato solo la leva
dei tagli, perch nelle condizioni in cui
vi trovate c sempre il rischio che lin-
cremento della pressione fiscale freni
ancora leconomia e favorisca la reces-
sione. Per capisco che per far qua-
drare i conti fossero necessari anche
interventi di questo tipo. In termini di
volumi, la mia speranza che quanto
volete fare sulle pensioni sia sufficien-
te ad ammortizzare gli effetti negativi
sulla crescita che deriva dagli aumen-
ti delle tasse.
Cosaltroconsiglierebbe allItalia, per
uscire definitivamentedalla crisi e co-
struire uneconomiavirtuosa sosteni-
bile nel lungo periodo?
Dovete puntare sul-
la crescita, sono
quindici anni che in
pratica siete immobi-
li. Per ottenere risul-
tati avreste bisogno
di due cose: creare
un ambiente pi fa-
vorevole a chi vuole
fare business, elimi-
nando le troppe rego-
le cattive che soffo-
cano la vostra econo-
mia, e liberare finalmente il talento e
le energie dei giovani. Da voi si conti-
nua a vivere con la famiglia fino a qua-
rantanni, non si trova lavoro, non ci
sono le condizioni per avviare attivit
imprenditoriali. Tutto questo deve
cambiare: difendere lo status quo non
ha pi senso, per nessuno. Servono
meno regole, anche nel mercato del la-
voro, agevolazioni fiscali che rendano
conveniente per le imprese investire
da voi, e aiuti per i giovani che voglio-
no avviare un business.
Eppure in Italia c chi storce gi il
naso per la manovra appena pre-
sentata.
Nel breve termine qualcuno ci perde-
r, con queste riforme, ma nel lungo
termine salverete il Paese. Chiunque
abbia un figlio, o abbia a cuore il futuro
dellItalia, deve essere favorevole.
Avremo comunque bisogno di aiuti
esterni, ad esempio dal Fondo Mone-
tario Internazionale?
Io sono contrario, perch questi aiuti
diventano solo scuse per rimandare le
riforme necessarie.
LItalia ha i mezzi e
le forze per uscire
da sola dalla crisi, e
deve metterli in
campo.
Questa una set-
timana cruciale
per leuro. co-
minciata con il
vertice tra il presi-
dente francese
Sarkozy e la can-
celliera tedesca Merkel, e si conclu-
der con il Consiglio europeo che
dovrebbe produrre la road map
per uscire dalla crisi. Si pu ancora
salvare la moneta unica e come?
Leuro, nei termini attuali, un espe-
rimento fallito. Penso che sar diffici-
le evitare il default e luscita di alcuni
Paesi pi piccoli e deboli. La Grecia,
ad esempio, avrebbe dovuto scegliere
la via del fallimento controllato due
anni fa. Chi invece rester in piedi, se
vorr andare avanti, dovr creare una
vera unione fiscale.
Questogoverno
pipolitico
degli altri:
promosso
in comunicazione
InParlamento
sar modificata
Il Pdspinger
sulle pensioni
e il Pdl sullIci
IL FUTURODELLEURO
un esperimento fallito
Sar difficile evitare il default
e luscita dei Paesi pi deboli
LE PROSSIME MOSSE
Da 15 anni siete immobili
Si eliminino le regole che
soffocano chi fa business
Edward
Prescott
Philippe Ridet, Le Monde
Sono ottimista per il futuro
Gestire le emergenze
fa parte del vostro Dna
LE LEVE DELLAMANOVRA
Con laumento delle tasse
c un rischio recessione
Io avrei fatto solo tagli
LASTRETTAPREVIDENZIALE
Giusto lavorare pi a lungo
e ricevere una pensione
in base a quanto si ha dato
Leconomistastatunitense
haricevutoil premioNobel
per leconomianel 2004
Attualmenteconsulente
dellaFederal Reserveeprofessore
allArizonaStateUniversity
Jorg Bremer, Frankfurter Allgemeine
Questo esecutivo ha dato
un segnale molto forte
di solidariet umana
I provvedimenti?
Sinceramente
intermini
di sacrifici
pensavopeggio
Diba
I PARERI DEI CORRISPONDENTI DI ALCUNEDELLEPRINCIPALI TESTATESTRANIERE
Leconomista: lItalia ha i mezzi per uscire da sola dalla crisi
Guy Dinmore, Financial Times
Tassazione troppo elevata
InunPaese che cresce poco
si rischiano effetti recessivi
14 Primo Piano
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

A
vrei voluto chiedere a Monti
cosa ne pensa di Bossi, ma il
tempo non me lo ha permes-
so. Il rammarico di Eusebio Val Mi-
tjavila nasce dal suo giudizio sul go-
verno tecnico: Una grande svolta,
un salto di qualit non solo rispetto a
Berlusconi ma anche ad altri perso-
naggi, dice in riferimento al leader
del Carroccio. Lo so, avrebbe glis-
sato, il premier un galantuomo e
un professionista serio, per questo
diverso. la comunicativa di Monti
ci che pi ha impressionato il gior-
nalista di La Vanguardia: La dialet-
tica, luso di diverse lingue. Il presi-
dente del Consiglio stato persino
toccante: Se tutto quanto andr be-
ne sar anche grazie allopinione pubblica inter-
nazionale. Il premier e la scenografia che gli
fa da contorno sono promossi a pieni voti. Non
vale lo stesso per la manovra: Non si sono vo-
luti colpire come si doveva i ceti medio-alti, que-
sto per non strozzare i consumi ma il rischio
liniquit. E allora chi rischia di pi tra Italia e
Spagna? Eusebio non ha dubbi: Da un punto di
vista economico voi, avete un debito pubblico
pi alto, ma il nostro debito privato maggiore,
la disoccupazione doppia e le strutture pro-
duttive meno capaci. E dal punto di vista poli-
tico? Noi puntiamo a un governo che duri 4 an-
ni, il vostro quanto durer?.
M
onti riuscito laddove la Grecia ha falli-
to, ovvero a dar vita a un governo com-
pletamente tecnico. Per Dimitri Deliola-
nes, il premier ha gi ottenuto il primo importan-
te risultato. Noi abbiamo compiuto un passo fal-
so gi prima di iniziare, il nostro un premier tec-
nico ma il resto dellesecutivo espressione delle
diverse formazioni politiche: socialisti, centrode-
stra e persino destra pi estrema. Questo rischia-
mo di pagarlo in termini di programma. Sulla
manovra il corrispondente di Ethnos non ha dub-
bi: coraggiosa e i primi risultati li abbiamo gi
visti sui mercati, gli spread sono diminuiti e le
piazze hanno reagito bene. Meno importante
stato lo sforzo sul lato dellequit se-
condo il giornalista ellenico: Noto un
forte sbilanciamento a carico dei lavo-
ratori sicuri, mentre i grossi capitali
mi sembra vengano colpiti meno. Del
resto non cera alternativa a Monti:
In un momento come questo le deci-
sioni sono imposte dai mercati a dai
partner europei, solo un governo co-
me quello in carica poteva assumersi
responsabilit cos importanti. E in
riferimento al dibattito su un indeboli-
mento delle democrazie con gli esecu-
tivi tecnici, Deliolanes tiene a precisa-
re che con Monti non c nessun ri-
schio, occorre chiederci come mai
non siamo in grado di dar vita a una
leadershippolitica capace.
V
era Goncalves lavora per la tv
pubblica giapponese Nhk Ja-
pan Broadcasting. Ne , anzi,
un volto noto: qual il giudizio sul pre-
mier Monti? Mi ha dato una buona
impressione di partenza, lo trovo pre-
parato e serio. Ovviamente sono con-
tenta della sua attenzione e disponibi-
lit alla stampa estera. E poi, mi fa
piacere sentirlo parlare: il suo italia-
no facilita molto la traduzione. In-
somma, Monti una scoperta, al-
meno per il confronto pacato, anche
per il mondo nipponico. Cos come lo
sono alcuni ministri. Certamente -
spiega Vera Goncalves - alcuni mini-
stri hanno un profilo molto valido, co-
me per esempio Elsa Fornero. Vorrei
vedere come lavorano, ma trovo che sia molto po-
sitivo avere ministri che hanno esperienza prece-
dente dei settori di cui si occupano. Certo, en-
trare nel merito dei provvedimenti non facile,
non sono in grado di dire se la manovra giusta
o meno, afferma, ma le prime reazioni positive
dei mercati sono unbuon segnale. I cambiamenti
nel sistema pensionistico sono importanti, spera-
vo in ulteriori riduzioni alla spesa pubblica e mi
auguro che le misure di prelievo fiscale sulla clas-
se media non provochino un effetto depressivo.
Lauspicio che lItalia possa farcela. Comun-
que, la fine del governo Berlusconi ha avuto mol-
to risalto sulla stampa giapponese.
Intervista
,,
Micossi: Misure eque
Malaspesavatagliata
con maggiore incisivit
MARCOZATTERIN
CORRISPONDENTE DABRUXELLES
L
incisivit giusta, Mon-
ti ha fatto quello che do-
veva, anche se manca-
no delle cose, spiega
Stefano Micossi, diret-
tore generale di Assonime e docen-
te al dipartimento di Economia del
Collegio dEuropa di Bruges, appe-
na rientrato da una serie di colloqui
negli Stati Uniti.
Partiamo da quello che c?
Le misure che sono severe quanto
dovuto. E bilanciate. Rispettano
limpegno del riequilibrio e dellequi-
t, con passi da non sottovalutare
anche per la crescita, come lallegge-
rimento dellIrap e il sostegno alla ri-
capitalizzazione delle imprese. Per-
sonalmente, gli do pieni voti.
Per resta da fare, diceva...
Passo dopo passo, Monti deve
prendere la scure per tagliare la spe-
sa pi incisivamente, sfruttando le
misure di riduzione del pubblico im-
piego impostate dal precedente go-
verno. C un blocco degli stipendi
nel 2014; se allora il numero dei di-
pendenti sar fermo non avremo
spazio per aumenti. Gli organici sta-
tali vanno tagliati del 10-15%.
Mica facile. Poi?
Aspettiamo lazione sul mercato
del lavoro. Come quella sulle infra-
strutture che offre un margine
enorme per investimenti e svilup-
po tecnologico. Penso alla banda
larga e allenergia che lItalia paga
troppo cara. Infine la distribuzio-
ne, con una maggiore concentrazio-
ne dei siti commerciali. Non si do-
vrebbero pi vedere casi come
quello di Palermo e Torino, dove
stato bloccato un doppio investi-
mento Ikea, immagino, dalla lobby
del commercio locale.
Tutto questo basta per recuperare
la credibilit smarrita?
Monti ha accelerato il riequilibrio
fiscale verso il pareggio di bilancio.
Vedo la giusta enfasi. Ora pu anda-
re a Bruxelles e dire sono stato se-
rio, ho fatto i compiti.
LItalia si salva se si salva lUe e vi-
ceversa. Come valuta la strategia
francotedesca?
I mercati sono ottimisti da qualche
giorno, ma io preferisco la pruden-
za. uno scenario gi visto, c un
vertice Ue che non
pu non decidere e
dunque gli operato-
ri ci danno credito.
Tuttavia le notizie
che arrivano da
Berlino restano po-
co incoraggianti. I
tedeschi volevano
che lItalia cambias-
se regime e lItalia
lo ha fatto. Frau Me-
rkel deve risponde-
re accettando unEurozona pi fles-
sibile e un fondo salvastati che non
sia fatto coi soldi degli altri, uno
strumento serio con risorse serie. Il
problema che non la vedo muover-
si in questa direzione.
Arriva lamericano Geithner. Ci la-
vora ai fianchi?
una missione importante. Viene
a timbrare la credibilit italiana.
Poi chieder che lEurosummit fac-
cia la sua parte, che trovi il modo
per dire che la Grecia lultimo de-
fault e che poi si impegner per la
crescita. In America, la gente non
capisce come si possa pensare che
il Fmi salvi leuro per accontentare
gli elettorati locali, i Veri finlande-
si o i bavaresi. La comunit inter-
nazionale non ci sosterr se non ci
sosteniamo da soli.
Previsioni per il summit Ue?
Se guardo lontano, penso che sia
impossibile sfasciare tutto, dunque
che anche la Merkel cambier stra-
tegia. Se per ragiono sugli ultimi
eventi, sono preoc-
cupato dalle incer-
tezze.
Qual lo scena-
rio peggiore?
Bisogna evitare
quello che gli ame-
ricani chiamano
the game of the
chicken, il gioco
della gallina. una
sfida in cui se nes-
suno cede, muoio-
no entrambi i contendenti. Ogni vol-
ta che i leader europei si incontrano
finiscono per trovare unintesa, e
questo rincuorante. La Merkel
chiede per misure sempre pi dure
per i bilanci in un momento di reces-
sione in cui lo spazio per stringere le
viti si esaurito. Il vertice costret-
to a dire cose serie e concrete, senn
avremo ancora pi turbolenze. De-
vono sapere che la situazione cos
tesa che scapper loro di mano se
non trovano un accordo vero. Il che
non conviene a nessuno.
I CONSIGLI ALLAMERKEL
Accetti unEurozona
pi flessibile e un fondo
Salva-Stati con risorse serie
IL MERCATODEL LAVORO
Servono investimenti
sulle infrastrutture, sullenergia
e una migliore distribuzione
Stefano
Micossi
La vostra
economia
piinpericolo
rispettoa quella
spagnola
I primi risultati
li abbiamovisti
sui mercati
e lospread
diminuito
LOTTIMISMODEI MERCATI
Io preferisco la prudenza
Le notizie da Berlino
sono poco incoraggianti
PASSI AVANTI PER LACRESCITA
Lalleggerimento dellIrap e
il sostegno alla ricapitalizzazione
non vanno sottovalutati
Leconomistabolognesedirettore
generaledi Assonime, coordinatore
del comitatoscientifico
di Confindustriaedocente
al dipartimentodi Economia
del CollegiodEuropadi Bruges
Speravo
inulteriori
riduzioni
della spesa
pubblica
Eusebio Val Mitjavila, La Vanguardia
Monti rappresenta la svolta
Per i ceti medio-alti
andavano colpiti di pi
a ttito
Dimitri Deliolanes, Ethnos
Il vostro premier riuscito
laddove la Grecia ha fallito
La manovra coraggiosa
Vera Goncalves, tv giapponese Nhk
positivo avere dei ministri
esperti nei loro settori
Bene la stretta previdenziale
Il direttore di Assonime: organici statali da ridurre del 10-15%
E TESTI ACURADI FRANCESCOSEMPRINI
MARTED 6DICEMBRE 2011 Primo Piano 15
LA STAMPA

6 dicembre 2011. Dieci anni in borsa di Snam. Una buona occasione per parlare di noi, dei nostri valori e
dei nostri obiettivi. Cambiamo marchio, ma il sistema integrato Snam non cambia: trasporto, stoccaggio,
rigassicazione e distribuzione del gas naturale. Continueremo a garantire la sicurezza energetica del Paese
nel rispetto del territorio e delle comunit. E ad assicurare il nostro impegno in termini di investimenti e
tecnologia, per rafforzare quello che gi oggi il nostro ruolo: essere la rete di domani. Con lobiettivo di
diventare lhub europeo che mette al centro lo sviluppo. Snam. La rete del futuro nel nostro presente.
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA16
E
rano esattamente
le 22,48 quando Ro-
bertoBenigni hafat-
toirruzionecantan-
do, un po stonato,
La porti un bacione a Firen-
ze, nellultima puntata di Il
pi grande spettacolo dopo il
weekend, Raiuno: era attesis-
simo, ma Fiorello tergiversava.
Anche troppo. Alla fine, non
stato uno dei migliori interven-
ti del comico toscano. La stes-
sa gag parlo di Berlusconi o
no, Mazza vuole che ne parli,
mi ha detto daje sembrava
una reale incertezza. Forse
davvero Benigni era tentato,
saggiamente, di non parlare
pidellex premier, ma poi, tra-
scinato da una sorta di volup-
tas, lo ha fatto. Alternando
sfott a Berlusconi, e compli-
menti al conduttore. Ammic-
cando al pubblico: Non c
pi. E, rivolgendosi a Rosario:
Sei il pi grande show man
dItalia. Sei rimasto lunico. A
meno che non voglia dare le di-
missioni anche tu. Daquan-
do cominciato questo pro-
gramma, non mi sono mai per-
so il Grande Fratello. Mi pia-
ciuta lidea di quando parli con
i capi di Stato stranieri. Lho
gi sentita, un comico che par-
laconi capi di Stato. Le pi
belle dimissioni degli ultimi
150 anni. I tagli? Alla Roma
laltro giorno giocavano tre in
meno. Questa crisi terrifican-
te. Ci sono i momenti belli e i
momenti brutti. Anche in tele-
visione. Ora c Fiorello, dopo
c Vespa. Che ieri ha parlato
di te, e stasera c Monti. Mon-
ti, il suo destino, viene sem-
pre dopo un comico. Non sia-
mo mica nel Medioevo, non c
gente, nei parlamenti, conavvi-
si di garanzia, unsacco di privi-
legi, scorte, cavalli blu, che fan-
no le orge. Un mese fa, prima
che Berlusconi si dimettesse,
lItalia aveva due grandissimi
problemi: ora rimasto solo il
debito pubblico. Si pu dire
quello che si vuole, ma quanto
ci siamo divertiti noi con Berlu-
sconi! QuandoMonti dice: ce la
faremo, sappiamo che si riferi-
sce alla situazione dellItalia.
Di questi, nessuno ruba. Monti
nonruba, gi ricco di suo. An-
che Berlusconi era ricco di no-
stro. Bossi e la secessione,
lidea fissa di tutta la vita, ci
affezionato. Ho sentito un le-
ghista dire che la Padania esi-
ste perch esiste il grana pada-
no. Quando Berlusconi ha dato
le dimissioni, mi sono chiesto:
perch? Lui fa rimettere a posto
tutto, poi nel 2013 si ripresenta.
Adesso non ne parla pi nessu-
no, di lui, ma io ti sar sempre fe-
dele, come lArma dei Carabinie-
ri, ti saremo sempre al fianco,
uno a destra, uno a sinistra. Lui
ha lasciato lItalia mezza morta:
ritorna, vedrete che ritorna, non
gli piace fare le cose a met. Tut-
ta la storia si potrebbe racconta-
re come una favola. Lui aveva
tante principesse, tutte sul pisel-
lo. Cerano anche tante nipoti,
ma una era nipote del gatto con
gli stivali, e cera unorca tede-
sca, culona, culetta.
Poi fanno, i due, lInnodel cor-
po sciolto (anche Fiorello dice le
parolacce, Checcoinsegna). Beni-
gni ricorda Pertini, la pace, la
guerra, la solidariet e lonest,
grazie, prego, sipario. DopoBeni-
gni c stato Pippo Baudo, e pri-
ma cerano gi stati Jovanotti e
Roberto Bolle, che aveva solleva-
toil Rosariocomeunfuscello. Gi
era stato lodato il profilattico, il
salvalavitapischelli, alla faccia
di Raiuno e del Vaticano, Monti
gi gratificato della canzoncina
allafieradel premierper duesol-
di un pochettino le tasse aumen-
t. Gi era stato, il presidente
del Consiglio, criticato alla fiorel-
liana maniera per la scelta di an-
dare da Vespa: Non ci doveva
andare, lha gi fatto qualcun al-
tro e fece il contratto agli italiani.
Ora lei che far? Il testamento?.
Prima di Benigni, gi era stata
presa in giro Elsa Fornero per le
sue lacrime: Mi ha commosso il
ministro Fornero. Mi ha fatto
pensare al coccodrillo, ma la no-
bilt danimo della signora rima-
ne. Eancora: Ci hanno sempre
aspettato. Quando lui si dimise, il
giorno dopo arrivai io. E adesso,
qual la frase che di pi si dice?
Lacrime e sangue, allegria!. Ar-
rivederci, Fiorello.
il caso
ALESSANDRACOMAZZI
ROMA
Nonci si capisce pi
niente, cambiato
tutto. Lunicouguale
il Pdche continua
a sostenere il governo
Prima che lasciasse,
lItalia aveva
due problemi
Ora rimasto
solo il debito pubblico
Fiorello, bella lidea
di uncomico
che parla coni capi
di Statostranieri...
Ma non nuova
I tagli? Laltra sera
hovistouna partita
della Roma intv
ederanoinotto...
Qui si esagera
Scatenato
Roberto
Benigni stato
il mattatore
dellaserata,
chehavisto
tragli ospiti
anche
Jovanotti
La politica italiana
Sulla manovra
Le pibelle
dimissioni
in150anni
Benigni showda Fiorello, 15 minuti
con Berlusconi al centro del monologo
U
LACRISI
SATIRAINTV
Il presentatore Il premier da Vespa?
Un altro and per fare il contratto
Monti che fa, testamento?
Lo spettacolo
Lex premier
.
MARTED 6DICEMBRE 2011 Primo Piano 17
LA STAMPA
R
ANNA ZAFESOVA
La rivoluzione russa si consu-
ma nelle urne, ma in piazza in-
contra ancora i manganelli. Ie-
ri gli oppositori di Mosca han-
no cercato di sfilare per il cen-
tro della capitale protestando
contro i brogli elettorali e chie-
dendo le dimissioni del pre-
mier. Migliaia di persone al-
lappuntamento dato via so-
cial network a Chistye Prudy,
non si riusciva a passare. Ma
quando i leader della protesta
giornalisti dopposizione,
blogger famosi come Alexey
Navalny, politici liberali come
Boris Nemzov hanno cerca-
to di portare la folla verso la
Commissione elettorale cen-
trale, lo scenario stato lo
stesso di sempre. I giovani che
gridavano Russia senza Pu-
tin, Rivoluzione e Russia
senza Russia Unita sono sta-
ti bloccati dalla polizia e dalle
truppe del ministero dell'Inter-
no. A decine sono riusciti ad ag-
girare le transenne e arrivare fi-
no al Bolshoi, dove i manifestan-
ti sono stati arrestati, la polizia
ammette 300 fermi.
Un test che molti si aspetta-
vano dopo la batosta presa nelle
urne da Russia Unita. Il partito
del potere si fermato appena
sotto il 50%, anche se Vladimir
Putin riapparso ieri nella ver-
sione pragmatica e sbrigativa
di premier, dopo che nella notte
gli exit poll gli hanno impedito il
trionfo da eroe popolare ha ri-
badito che si tratta di un suc-
cesso, in quanto Russia Unita
comunque riesce, grazie al mini-
premio di maggioranza, a otte-
nere 238 seggi su 450. Ma il
successo apparso sempre
meno convincente man mano
che sono arrivati i dati dalle re-
gioni russe. A parte la perdita
di 77 seggi e di 14 punti percen-
tuali, in alcune zone il partito di
Putin non nemmeno al primo
posto, avendo ceduto il primato
ai comunisti, e in diverse regio-
ni soprattutto della Russia cen-
trale e industriale, non supera il
33-38%. A Pietroburgo, feudo
putiniano, stato incalzato da
Russia Giusta, la formazione di
sinistra dellex fedelissimo dello
zar Serghey Mironov, che ieri
ha gi annunciato che sfider il
premier alle presidenziali del 4
marzo. Stessa mossa stata fat-
ta dallo storico leader comuni-
sta Ghennady Ziuganov, forte
del raddoppio dei consensi e del-
la vittoria in una serie di seggi
importanti. Il leader del Pc ha
anche chiamato tutti gli opposi-
tori a fare fronte unico contro il
Cremlino. Ma Mironov rima-
sto prudente: coalizioni solo su
temi singoli.
Di coalizione, parola rima-
sta fuori dal vocabolario politi-
co russo per anni, ieri tornato
a parlare anche Dmitry Medve-
dev, dicendosi soddisfatto per
un Parlamento pi diverten-
te, dove nessuno ha il mono-
polio sulla verit. Il presidente
tornato a ribadire che il risul-
tato di Russia Unita merita-
to, anche se non ha escluso
conclusioni per i governatori
con risultati elettorali partico-
larmente scarsi, pur smenten-
do l'utilizzo delle risorse ammi-
nistrative nel voto. Che invece
stato ammesso esplicitamen-
te dagli osservatori occidentali,
che hanno parlato di ingeren-
za delle autorit. Il capo della
missione del Consiglio dEuro-
pa e dellOsce, Petros Eftimiu,
ha fatto una lunga lista di viola-
zioni: Osservatori non ammes-
si ai seggi, violazioni dello scru-
tinio, inserimento di schede pre-
compilate nelle urne, iniquit
nel trattamento dei concorren-
ti. Giudizio di una durezza sen-
za precedenti, forse dovuto an-
che al fatto che il presidente del-
la Cec russa Churov aveva accu-
sato gli emissari occidentali di
essere prevenuti. Anche Hil-
lary Clinton ha espresso preoc-
cupazione per i brogli invocan-
do un'indagine.
La valanga di brogli stavolta
stata difficile da ignorare, gra-
zie anche alla tecnologia e alle
associazioni indipendenti, che
hanno messo sul Web decine di
filmati girati nei seggi. Perfino
Medvedev stato costretto ad
ammettere di averli guardati:
Non si capisce molto, si vede
poco e tutti gridano vergogna
e orrore, ma bisogna indaga-
re, ha detto. Ziuganov ha pro-
messo decine di ricorsi e ha di-
chiarato le elezioni illegitti-
me. Mironov vuole contestare
il conto dei voti a Pietroburgo e
Astrakhan. Yabloko, pur non
avendo superato la soglia del
7%, riuscito a dimostrare i bro-
gli in un seggio di Mosca dove,
dopo il riconteggio, risultavano
il primo partito, e i suoi leader
non escludono che la percentua-
le nazionale di Russia Unita sia
in realt intorno al 30%. Nella
capitale le violazioni sono state
particolarmente diffuse, con de-
cine di segnalazioni di protocol-
li con discrepanze anche di cen-
tinaia di voti (per Russia Unita,
ovviamente) rispetto ai verbali
iniziali, e diversi osservatori ag-
grediti brutalmente. Il sito dell'
associazione Golos ha registra-
to 7000 denunce, e gli attacchi
alla Ong durante la campagna
elettorale sono stati criticati da-
gli osservatori occidentali.
Mosca, ora la piazza a sfidare Putin
Scontri fra manifestanti e polizia, 300 arresti. LOsce: ci sono stati brogli. Medvedev: indagheremo
Laprotesta
Oltre300
personesono
statearrestate
ieri durante
leproteste
controi brogli
alleelezioni
di domenica
RUSSIA
DOPOLEELEZIONI
Siamopreoccupati
per le modalit
di svolgimento
delle elezioni
Serve unindagine
Hillary Clinton
Segretario di Stato
americano
Queste elezioni erano
come ungiocoincui
soloadalcuni giocatori
statoconsentito
andare incampo
Petros Efthymiou
Coordinatore
della missione Osce
La nuova Duma
C
e
n
t
i
m
e
t
r
i

-

L
A

S
T
A
M
P
A
Liberal
Democratici
Russia Giusta
Partito
Comunista
Russia
Unita
SEGGI TOTALI
450
Dem
SEGGI TOTALI
450
238
92
64
56
4
0
3
8
5
7
3
1
5
L
e
g
i
s
l
a
t
u
r
a

p
r
e
c
e
d
e
n
t
e
U
Grazieal minipremio
RussiaUnita
riuscitaatenere
lamaggioranzadei seggi
.



18 Primo Piano
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

Diventainsalitalacorsa
delluomo che non sa perdere
In marzo torner al Cremlino, ma il suo sistema di potere meno stabile
P
resentandosi dinanzi ai
suoi sostenitori mentre i
risultati delle elezioni di
domenica stavano gi flu-
endo, Vladimir Putin,
luomo forte della Russia, ha fatto
sfoggio di coraggio. Bench Russia
Unita abbia ottenuto il 14% in me-
no dei consensi rispetto alle elezio-
ni del 2007 perdendo pure la mag-
gioranza dei due terzi dei seggi di
cui ha goduto negli ultimi cinque
anni, Putin si sforzato di apparire
soddisfatto, rivendicando che i ri-
sultati assicurano lo sviluppo sta-
bile del nostro Stato.
Ma nessuno, nemmeno i suoi
pi stretti alleati, ha creduto alla
sua recita. Il partito di Putin ha fal-
lito per un soffio il 50% delle prefe-
renze. E se in una democrazia que-
sto sarebbe un gran risultato, non
lo nella Russia autoritaria di Pu-
tin dove al contrario fermarsi sotto
la soglia della met dei voti rappre-
senta la pi grande sconfitta che il
Cremlino ha incassato da quando
Vladimir Vladimirovich salito al
potere 12 anni fa.
Nonostante alcuni esponenti
dellopposizione abbiano definito
quelle di domenica le elezioni pi
sporche della storia post-sovietica
della Russia il Cremlino ha man-
cato il bersaglio. Allunico vero
partito di opposizione era stato im-
pedito di partecipare alle elezioni;
dipendenti pubblici, medici, inse-
gnanti, studenti e soldati hanno la-
mentato pesanti pressioni per vo-
tare Russia Unita e la minaccia di
subire tagli dei finanziamenti se
non addirittura il licenziamento.
La copertura sulla tv di Stato sta-
ta cos servile da ricordare la pro-
paganda dei tempi sovietici. Epoi i
brogli, diffusi. In uno scenario si-
mile, la domanda che i russi si fan-
no a mezza bocca quale sarebbe
stato lesito del voto per Russia
Unita se le elezioni fossero state
realmente libere e trasparenti. Il
risultato uno schiaffo per Putin
poich questa tornata elettorale
era vista come un voto di fiducia
verso il premier che due mesi fa ha
annunciato che a marzo si candide-
r alla presidenza. Una mossa que-
sta che potrebbe proiettarlo al po-
tere fino al 2024 e lo farebbe diven-
tare il pi longevo leader russo dai
tempi di Stalin.
Putin non abituato alle sconfit-
te. Qualunque cosa dica in pubbli-
co, non c dubbio che il deludente
risultato elettorale sia un chiarissi-
mo avvertimento per lui ed il
Cremlino che il malumore fra la
gente sta crescendo. E in un siste-
ma, quello putiniano che finora
ha avuto il totale controllo della si-
tuazione e non tollera critiche, la
batosta elettorale spiazzante.
Non a caso la leadership russa fino-
ra ha rifiutato di rispondere a do-
mande su come si spieghi il netto
calo di popolarit.
Per tutta la giornata elettorale
di domenica, diversi siti Web,
molto seguiti, che avevano pubbli-
cato una mappa che riportava 5
mila casi di irregolarit elettorali,
sono stati vittime di cyber-attac-
chi e sono stati oscurati. Certo
non questa la prova che le elezio-
ni possano non essere definite li-
bere e trasparenti. Piuttosto indi-
cano chiaramente quanto ora de-
bole e traballante appaia il siste-
ma creato da Putin.
Non fraintendiamo per: i procla-
mi dellopposizione che la Russia vi-
vr una rivoluzione nei prossimi due
anni sono fantasie. Il ritorno al
Cremlino di Putin, che anche da pri-
mo ministro resta il politico pi po-
polare del Paese, scontato. Eppure
qualcosa cambiato nel Paese e per
la prima volta in 12 anni il suo regno
vacilla. Il leader russo sempre sta-
to abile nel cogliere gli umori del suo
popolo, di capire distinto quello che
la gente vuole e vuole sentirsi dire.
Ma ha commesso un errore sottova-
lutando limpatto sullumore di milio-
ni di russi dellannuncio del suo ri-
torno al Cremlino. Per gli storici che
descriveranno lascesa e la caduta di
Putin, la data cruciale sar il 24 set-
tembre 2011. il giorno nel quale lui
e il delfino Dmitry Medvedev hanno
annunciato durante un congresso di
Russia Unita che si sarebbero scam-
biati lincarico. La maggior parte dei
russi si aspettava che Putin sarebbe
tornato, ma il modo cinico con cui ha
comunicato la scelta - con Putin che
ha confessato candidamente i due
leader si erano gi accordati anni
prima sulla staffetta - sembrato
profondamente offensivo.
Ora per la prima volta c un pal-
pabile senso di stanchezza nei con-
fronti di Putin, rabbia verso lende-
mica corruzione e amarezza per co-
me un clan di insider vicini a Putin
diventata immensamente ricca.
Due anni fa uno dei pi famosi blog-
ger anti corruzione etichett Russia
Unita come il partito dei truffatori
e dei ladri. Il marchio diventato
cosi di moda che persino lo stesso
partito lha usato ironicamente in
uno dei video ufficiali della campa-
gna elettorale.
Un numero crescente di giovani
in Russia - rivela un sondaggio - ora
sogna di emigrare in cerca di un fu-
turo migliore. Sempre pi ricchi
stanno vendendo societ e aziende e
trasferendo famiglia e i profitti al-
lestero poich sotto temono che con
Putin il futuro non sar abbastanza
prevedibile, sicuro e stabile.
In quello che molti hanno descrit-
to come il momento chiave, il mese
scorso Putin stato fischiato dagli
spettatori durante un discorso che
ha tenuto alla fine di un combatti-
mento di arti marziali. stata la pri-
ma volta da quando il premier arri-
vato al potere nel 2000 che una folla
lo ha schernito in tal modo in faccia.
In un altro segno di crescente pub-
blico malcontento, inconcepibile so-
lo sei mesi fa, moscoviti che vengono
bloccati in ingorghi lunghi chilome-
tri quando la polizia li ferma per far
passare il convoglio di Putin e Me-
dvedev, ora strombazzano il clacson
per protestare contro i due leader.
un piccolo segnale, ma significativo.
Ora tutti gli occhi sono puntati
sulle presidenziali del 4 marzo. Il ri-
sultato chiaro: Putin vincer. Ma
quello che le urne domenica hanno
dimostrato che il margine con il
quale il leader russo torner al suo
vecchio incarico non per nulla cer-
to. E se c una cosa a cui Vladimir
Vladimirovich non abituato, quella
lincertezza.
* Corrispondente da Mosca
per il Sunday Times di Londra
Reportage
MARKFRANCHETTI*
MOSCA
STANCHEZZA
Dai fischi, alle proteste
per i privilegi: si spezzato
lincantesimo con il popolo
SORPRESA
Il premier non abituato
alle sconfitte, difficile per lui
capire cosa successo
Il record
Cecenia, il premier
ottiene il 99 per cento
Voglia di voltare pagina
Lamanifestazione anti-Putindi ieri nel centrodi Mosca, conuna sagomadel premier
IPercentuali bulgare in Ce-
cenia per Russia Unita. Nella Re-
pubblica caucasica, a lungo tea-
tro di un sanguinoso conflitto, il
partito di Vladimir Putin e Dmi-
try Medvedev nelle elezioni legi-
slative di ieri ha ottenuto il
99,48 per cento dei consensi.
Laffluenza, secondo i risultati uf-
ficiali stata del 99,51 per cen-
to. Russia Unita andata male,
invece, nella citt natale di Putin
e Medvedev, San Pietroburgo.
Ha ottenuto solo il 32,3% dei vo-
to, 17 punti in meno rispetto al-
la gi deludente media nazio-
nale. Nellantica citt degli zar,
che ha una tradizione liberale,
sono andati bene Russia Giusta
(25,3%) e Iabloko (12%).
Proe contro
Unattivistafermato, asinistrasostenitrici di Putin
MARTED 6DICEMBRE 2011 Primo Piano 19
LA STAMPA

MARCO ZATTERIN
CORRISPONDENTEDABRUXELLES
Dopo 540 giorni di vuoto e di
governo sospeso in una pro-
rogatio senza precedenti,
laccelerazione della politica
belga appare brutale. Chiuso
laccordo per una coalizione
a sei nel fine settimana, ieri
sera il presidente del consi-
glio incaricato, Elio Di Rupo,
andato da Alberto II con
lelenco dei ministri e dopodo-
mani potr debuttare al verti-
ce del leader dellUe. Figlio di
emigrati abruzzese, ses-
santanni compiuti in luglio, il
socialista vallone sar il pri-
mo premier francofono dal-
laprile 1974. Dovr dare sta-
bilit a un Paese diviso da
sempre e giunto a un passo
dallo sgretolarsi, fra gli av-
versari che lo chiamano (an-
cora) Petit Macaroni e gli
alleati bizzosi che gli chiedo-
no comunque di andare avan-
ti come ha promesso.
In Belgio si votato nel
giugno 2010. Il partito che ha
ottenuto pi seggi (27) sta-
to il N-Va di Bart De Wever,
formazione fiamminga e indi-
pendentista, il cui leader un
Bossi che non insulta la stam-
pa e parla le lingue; secondi i
socialisti di Di Rupo (26 seggi).
In una terra dove il federali-
smo ha sdoppiato tutto, la poli-
tica come le lingue, i nazionali-
sti di Fiandra si sono trovato
soli a non avere una contropar-
te in Vallonia. Il re, arbitro del-
la formazione del governo co-
me da noi il Quirinale, avreb-
be dovuto dare il mandato a lo-
ro, ma i numeri non sarebbero
bastati. Col tempo si arrivato
al Ps francofono che, forte di
un omologo fiammingo, ha co-
minciato a tessere la tela.
Impresa immane, vista la
durata dello sforzo. Cerano in-
toppi di distribuzione di poste
di bilancio, vecchia questione
di dissensi fra i ricchi e dinami-
ci fiamminghi, i valloni che
hanno bisogno di pi fondi sta-
tali per campare. Anche qui c
un Nord e un Sud che litigano,
in modo estremo. Di Rupo ha
mediato con talento e pazien-
za, ha pure ceduto sullo roven-
te dossier delle municipalit
dellarea Bhv - Bruxelles, Hal-
le, Vilvoorde -, togliendo le con-
cessioni francofone a comuni
geograficamente fiamminghi.
Il Belgio anche questo. Due
idiomi prevalenti, due mondi
uniti dalla storia, dalle esigen-
ze e dal re, detto dei belgi.
Schiumano i duri del N-va,
volevano spaccare tutto e a
forza di negare lintesa sono ri-
masti fuori gioco. Ora c una
prospettiva di equilibrio, co-
munque delicato, che potreb-
be erodere i loro consensi: il
potere logora chi non ce lha.
Di Rupo ha messo insieme i
partiti tradizionali, cristiano
democratici, liberali e sociali-
sti, fiamminghi e valloni. Avr
una maggioranza di 86 seggi
su 150 in Parlamento, dove il
voto di fiducia in programma
sabato. Nel frattempo Elio,
luomo del farfallino nato in un
campo di transito per immi-
grati, gioved potr sedere al
tavolo dei grandi, perch oggi
giurer sulla costituzione. Poi
da luned, si tratter di ridare
la carica a un Belgio che, mai
come adesso, ha bisogno di se-
renit per crescere senza il
dramma della divisione.
GIAPPONE, COINVOLTE8FERRARI E3MERCEDES
Lincidente pi caro: 3 milioni di danni
PARIGI, ISSATOUNOSTRISCIONE SUL REATTORE
Francia, Greenpeace
violacentrale atomica
Grandi esclusi sono
i fiamminghi
separatisti, primo
partitoal voto2010
SI ALLONTANALASPACCATURADEL PAESE, DIVISOTRAFIAMMINGHI EFRANCOFONI
Belgio, Di Rupo premier
dopo540giorni di attesa
Chiusa la crisi-record, al via il nuovo governo del socialista vallone
ElioDi RuponatoinValloniail 18luglio1951, daemigrati abruzzesi
IOtto Ferrari, tre Mercedes e una Lamborghini hanno datovita
domenica in Giappone al pi costoso incidente automobilistico
della storia. Le vetture, impegnate in una gara clandestina, si sono
scontrate su una strada della prefettura di Yamaguchi.
PARIGI
Blitz di Greenpeace in una
centrale nucleare francese.
Nove militanti dellorganiz-
zazione ecologista hanno fat-
to irruzione ieri mattina nel
sito di Nogent-sur-Seine, 95
chilometri a Sud di Parigi. Il
gruppo riuscito ad arriva-
re nel centro dellimpianto in
circa quindici minuti, vici-
no al cuore nucleare e al
combustibile ed riuscito ad
issare uno striscione con la
scritta il nucleare sicuro
non esiste. Greenpeace ha
rivendicato anche lirruzio-
ne in altre centrali francesi.
Il nostro obiettivo mostra-
re la debolezza degli impianti
nucleari francesi, dimostrata
dalla facilit con cui possibi-
le entrare, ha dichiarato
Sophia Majnoni, responsabile
per il nucleare dellassociazio-
ne. Edf ha replicato che quella
di Nogent lunica centrale in
cui stata fatta irruzione. Se-
condo Edf, le persone che so-
no entrate in modo illecito nel
sito sono state immediatamen-
te rilevate dal dispositivo di si-
curezza, senza che si sia deci-
so di fare uso della forza, in
quanto era stato capito che si
trattava di militanti pacifici
e non armati. [P. DM.]
20 Estero
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
W
LUIGI GRASSIA
La rivoluzione pu attende-
re. LIndia era l l, giusto a
un passo dallaprire il suo
mercato della grande distri-
buzione agli operatori stra-
nieri, e gi molte aziende (an-
che in Italia) si fregavano le
mani pronte a balzare sul
Subcontinente, quando tutto
si bloccato, perch milioni
di piccoli negozianti indiani
hanno fatto pressione sui lo-
ro politici di riferimento e co-
s il Parlamento di NewDelhi
ha sospeso lapprovazione
della legge. Il governo di
Manmohan Singh spingeva
per la riforma, da cui si atten-
deva grandi benefici per i
consumatori in termini di
prezzi pi bassi. Ma i nego-
zianti hanno trovato una
sponda politica presso i na-
zionalisti ind del Bharatiya
Janata Party. Evidentemen-
te, le lobby, gli interessi di
parte, le caste esistono an-
che in India (anzi, le caste in
India pi che mai...). Comun-
que il provvedimento di libera-
lizzazione non bocciato, sol-
tanto sospeso. Il governo fa sa-
pere che si prende un po di
tempo per costruire in Parla-
mento un consenso pi vasto,
poi torner alla carica.
Il progetto di legge prevede
due cose. Numero uno: auto-
rizza lapertura di negozi mul-
timarca con un 51% di capitale
straniero. I negozi multimarca
sono i supermercati e gli iper-
mercati. Questa una parte
che (anche se la legge fosse
passata) non avrebbe benefi-
ciato i gruppi italiani come Co-
op, Conad ed Esselunga, per-
ch, vista la maniera in cui il
provvedimento congegnato,
avrebbero potuto approfittar-
ne solo i colossi globali, tipo
Auchan, Carrefour, Tesco e
Walmart. Comunque, una vol-
ta passato il principio non
detto che in un secondo mo-
mento non arrivasse lora del-
la gloria per anche i nostri.
Numero due: la legge elimi-
nava anche il limite massimo
(vigente) di 51% di capitali
stranieri nei negozi indiani mo-
nomarca. Questo avrebbe inte-
ressato moltissime aziende ita-
liane, soprattutto le grandi fir-
me della moda e del design,
che finora sono state costret-
te, per aprire catene di negozi
in India, a cercarsi un partner
locale al 49%, a volte gradito
ma a volte subto perch non
se ne poteva fare a meno. Se e
quando la riforma entrer in
vigore, le nostre firme potran-
no finalmente aprire boutique
e showroom di cui controllano
il 100%. A beneficiarne sareb-
bero anche catene e marchi in-
ternazionali come Ikea, Nike o
Apple che non condividono
con altri partner le loro inizia-
tive commerciali.
Questo il punto di vista del-
le aziende straniere. E il punto
di vista degli indiani? Al mo-
mento nel Paese c un siste-
ma distributivo considerato
dagli economisti molto ineffi-
ciente. Liberalizzando il setto-
re il governo Singh si aspetta
grandi investimenti esteri,
lapertura di catene straniere
e molta pi offerta di prodotti
a prezzi pi bassi. Ieri alla Bor-
sa di Mumbai sono crollate (a
due cifre) le azioni delle socie-
t indiane che contavano di al-
learsi al 49%con i gruppi stra-
nieri. Ma hanno fatto festa mi-
lioni di piccoli negozianti che
campano esponendo la loro
mercanzia in bottegucce spes-
so minuscole. I loro prezzi so-
no gi infimi, avranno ragione
di temere la concorrenza dei
supermercati? Forse s, forse
no. Di certo il vento della Sto-
ria non dalla loro parte. Ma
intanto, ieri hanno vinto.
Intervista
,,
Pichiusi della Cina
unfattoculturale
Il mercatodellortofrutta nellacittdi Chandigarh, nellIndia settentrionale: la maggior parte dei negozi indiani sonoancoraoggi a conduzione familiare
PAOLAGUABELLO
S
e vero una brut-
ta notizia. Esordi-
sce cos Armando
Branchini, segretario genera-
le della Fondazione Altagam-
ma che riunisce le aziende del-
leccellenza italiana i cui mar-
chi sono famosi a livello inter-
nazionale.
Che cosa pensate di fare?
Domani mattina (oggi ndr)
verificher immediatamente
la situazione; mi sono gi mes-
so in contatto con i nostri refe-
renti ma ora in India notte
fonda. Fino alla scorsa settima-
na le cose sembravano diver-
se, visto che il disegno di legge
era stato approvato dal gover-
no. Il provvedimento aveva in-
contrato tutta la nostra soddi-
sfazione, anche se eravamo
consapevoli che la cosa avreb-
be scatenato reazioni da parte
dei partiti nazionalisti, su un
capitoloinparticolare.
Cio lingresso delle grandi
catene straniere al 51%?
S, era evidente che ci sarebbe-
rostatepressioni sul fattocheca-
tene come Walmart o Carrefour
sbarcando nel Paese, avrebbero
potuto cancellare i Mama and
papas shop, piccole botteghe
gestite in famiglia. Non avevamo
invece avuto sentore di obiezioni
controlatitolarital 100%del re-
tail monomarcadi lusso, anzi. Co-
s come era successo nel 2006
con le partnership al 51% (prov-
vedimento che aveva permesso
agli investitori stranieri di realiz-
zare centri commerciali di alta
qualit), si supponeva che, con
un ulteriore scatto avanti, nuovi
finanziatori si sarebbero presen-
tati per aprire negozi monomar-
ca di alta gamma, dando fiato a
importanti investimenti. E mi ri-
feriscoancheal mercatoimmobi-
liare, quindi aunvantaggioperlo
stessoPaese.
Da sette anni Fondazione Al-
tagamma lavora con le istitu-
zioni per migliorare le condi-
zioni in un ottica di Free and
Fair Competition...
Il mercato indiano, alle condi-
zioni attuali, rappresentameno
dell1% dei consumi mondiali
dei beni di lusso, anche a causa
degli alti dazi che vengono ap-
plicati alle merci in ingresso.
Masappiamo bene che gli india-
ni ricchi comprano allestero 4
volte tanto, anche se limitata-
mente a ci che possono indos-
sare o mettere in valigia per
non dover pagare tasse alla do-
gana: scarpe, gioielli abiti, effet-
ti personali e non certo auto,
mobili o oggetti di design. Rite-
niamo anche che, se la politica
protezionistica (che impone da-
zi doppi di quelli cinesi per in-
tenderci) non cambia, il busi-
ness sar comunque limitato.
Possiamo fare un paragone?
In Cina ci sono attualmente
500 negozi italiani monomar-
ca, in India una trentina. evi-
dente che se si raggiungesse
un accordo di libero commer-
cio aprire in India diventereb-
be interessante. pur vero
che il mercato cinese decisa-
mente pi motivato rispetto a
quello indiano che ha atteggia-
mento e cultura diversi.
COSTADAVORIO
Gbagbo
davanti
alla corte
dellAja
Qualit
Armando
Branchini
segretario
generale
della
Fondazione
Altagamma
cheriunisce
i marchi di
lussoitaliani
DAMASCO
La Siria dice s agli osservato-
ri della Lega Araba. La mos-
sa di Damasco dovrebbe bloc-
care le sanzioni minacciate
dalla Lega. Unapertura im-
portante, anche se condizio-
nata, che per cozza con le
nuove misure repressive. Ieri
il governo ha deciso di vieta-
re limportazione - e implici-
tamente luso - delliPhone, lo
smartphone dotato di video-
camera e applicazioni per la
condivisione di informazioni
sui social network, usato da-
gli attivisti per denunciare le
violenze. E, mentre tentava
di attraversare la frontiera
con la Giordania, stata arre-
stata la blogger Razan Ghaz-
zawi. [M. F.]
LONDRA
Si allontana lestradizione di
Julian Assange verso la Sve-
zia. LAlta corte di Londra ha
accolto la richiesta del fonda-
tore di WikiLeaks: potr fare
ricorso alla Corte Suprema
britannica. Assange stato ar-
restato quasi un anno fa, il 7 di-
cembre 2010. I giudici hanno
riconosciuto un elemento di
pubblico interesse in una
delle motivazioni depositate
dai legali. Ovvero se si possa
davvero concedere a membri
della magistratura requirente
la possibilit di emettere man-
dati darresto europei. La
lunga lotta per avere giustizia
continua, per me e per altri,
ha detto Assange sui gradini
dingresso del tribunale. [L. A.]
Branchini, Altagamma: il vero nodo sono i dazi
LAJA
Lex presidente della Costa
dAvorio, Laurent Gbagbo,
comparso per la prima volta
dinanzi alla Corte Penale In-
ternazionale, accusato di cri-
mini di guerra e contro uma-
nit. il primo ex capo di
Stato costretto a rendere
conto delle sue azioni dinan-
zi al tribunale dellAja. In abi-
to scuro, camicia bianca e
cravatta blu, Gbagbo (66 an-
ni) comparso dinanzi al giu-
dice Silvia Fernandez de
Gurmendi, nel quartier gene-
rale dellAja. Imprigionato
mercoled scorso in Olanda,
Gbagbo sospettato di esse-
re coautore indiretto dei
crimini commessi tra il 26 di-
cembre 2010 e il 12 aprile
2011. [P. DM.]
IL GOVERNOSI ATTENDEVAPREZZI PIBASSI, MAHANNOVINTOI NAZIONALISTI INDE LALOBBY DEI PICCOLI NEGOZIANTI
India, nonpassalostraniero
Il Parlamento congela lapertura di catene grandi firme straniere
Il giro di affari
Centimetri - LA STAMPA
Dati in
milioni di euro
Dati in
milioni di euro
1.572
Fatturato delle imprese indiane
partecipate da imprese italiane
Interscambio commerciale
dellItalia con lIndia
Principali Paesi di provenienza dell'import (2010)
0
340
680
1020
1360
1700
1.061
1.083
1.157
1.284
1.441
1.634
1 Cina
33.014
12,3%
PAESE
MILIONI DI DOLLARI
% SUL TOTALE
DELL'IMPORT INDIANO
2 E.A.U.
23.627
8,8%
4 USA
15.453
5,8%
24 Italia
3.212
1,2%
2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 03 2001 02 04 05 06 07 08 09 2010
0,0
0,9
1,8
2,7
3,6
4,5
1,668
1,034
2,522
1,92
m r a
Export Italia x r a
Fonte: Elaborazioni su dati Istat
3 Svizzera
16.863
6,3%
Laleggeconsentirebbe
anche allefirme italiane
dellamodadi aprire
boutique monomarca
BLOGGERARRESTATA
La Siria blocca
gli iPhone
ma apre
alla Lega araba
LONDRA, S AL RICORSO
Per Assange
si allontana
lestradizione
inSvezia
MARTED 6DICEMBRE 2011 Estero 21
LA STAMPA

I delitti
NICOLAPINNA
VILLACIDRO(Vs)
Q
uesto non un omi-
cidio alla barbarici-
na. una feroce
esecuzione dal sa-
pore mafioso-ca-
morristico, organizzata in
una tranquilla cittadina del
Medio Campidano, dove gli
omicidi non sono mai stati
un'abitudine. C'era una ven-
detta da compiere, ieri matti-
na a Villacidro, e il killer ha
seguito il metodo pi spieta-
to: ha obbligato le sue vitti-
me a inginocchiarsi e poi ha
premuto sul grilletto del fuci-
le. In un minuto, forse meno,
ha fatto una strage.
Roberto e Andrea Cuccu,
38 e 32 anni, avevano acqui-
sito da poco tempo un'azien-
da di trasporti e proprio all'
interno del loro capannone
c' stato il massacro. La ter-
za vittima uno dei dipen-
denti della Logistica Alimen-
tare: Roberto Parrella, tren-
taseienne originario di un
piccolo paese dell'Oristane-
se, si occupava della contabi-
lit ed era stato assunto ap-
pena un mese fa.
Per tutta la giornata, in
mezza Sardegna, c' stata
una gigantesca caccia all'uo-
mo: l'assassino non ha anco-
ra un nome, anche se i carabi-
nieri qualche sospetto gi ce
l'hanno. Forse hanno in ma-
no anche una registrazione.
Gli indizi, insomma, si con-
centrano quasi tutti su un
giovane dell'Oristanese, for-
se socio dei fratelli uccisi,
che sembra essere scompar-
so nel nulla.
Erano accusati di aver
compiuto uno sgarro molto
grave i fratelli Cuccu e il loro
segretario evidentemente
era considerato complice.
Cos, solo cos,
si spiega il fatto
che l'assassino
li abbia obbliga-
ti a inginoc-
chiarsi prima
di essere mas-
sacrati. Comun-
que sia, tutta la
vicenda e an-
che i retrosce-
na della storia
si sviluppano
quasi certamente all'interno
della Logistica Alimentare
di Villacidro. E non solo per-
ch il capannone il luogo
del delitto. Forse anche il
movente legato all'acquisi-
zione dell'impresa o a qual-
che altro dissidio che sareb-
be scoppiato recentemente
tra dipendenti e datori di la-
voro. Da qui, infatti, nasce
l'ipotesi della vendetta.
La prima a trovare i cada-
veri stesi per terra, poco do-
po le 10.30 del mattino, sta-
ta una delle dipendenti della
Logistica Alimentare. en-
trata nel capannone e si tro-
vato sotto gli occhi una scena
da brivido. Subito ha lancia-
to l'allarme e nella zona indu-
striale di Villacidro sono arri-
vati i carabinieri. Di un'ambu-
lanza non c' stato neanche bi-
sogno, perch la strage era sta-
ta compiuta oramai da diverse
ore: al medico legale non ri-
masto altro che firmare il cer-
tificato di morte.
I Ris di Cagliari tentano di
trovare una traccia del killer,
ma nel frattempo i carabinieri
di Cagliari e Oristano lavora-
no su due fronti: il movente e
la caccia dell'assassino.
Sul movente, per il momen-
to, soltanto chiacchiere e po-
chissime indiscrezioni. Davan-
ti ai cancelli della Logistica Ali-
mentare i lavoratori racconta-
no poco o nulla. Ma la versione
che si ripete pi spesso quel-
la di un vendet-
ta legata alla
cessione di un
ramo d'azien-
da. Questione
di affitti, com-
pensi da salda-
re e trattative
difficili da con-
cludere. E non
un caso se l'ex
propri et ari o
del capannone,
ieri pomeriggio, ha passato di-
verse ore in caserma sotto in-
terrogatorio. Pu sapere qual-
cosa? Ha raccontato qualche
dettagli interessante per gli in-
vestigatori? Tutte le attenzio-
ni ora si concentrano sul giova-
ne in fuga. Perch scappato?
Ha fatto tutto da solo?
I carabinieri temono che si
sia suicidato, ma le ricerche
non si fermano. Una cosa
certa: se lui non il killer, di
certo, sa qualcosa su questa
storia di denaro, odio e san-
gue che ha sconvolto uninte-
ra comunit.
Dice il il sindaco, Maria Te-
resa Pani: Un fatto gravissi-
mo e inaudito, senza preceden-
ti dalle nostre parti.
RAPHALZANOTTI
GENOVA
D
alle paludi della
pericolosa e ten-
tacolare Gua-
yaquil al quartie-
re multietnico di
Sampierdarena a Genova.
La famiglia Ramirez, ecuado-
riani immigrati, cercava
tranquillit economica e sicu-
rezza trasferendosi dallal-
tra parte dellOceano. Ma co-
s non stato.
Quando Pepe Ramirez, ie-
ri sera poco dopo le 18,
rientrato a casa in via Balbi
Piovera 13, ha trovato la pro-
pria famiglia massacrata. La
moglie, Monica Gilse, 38 anni,
e il figlio pi piccolo, Marcos
Klejner, di 14, erano uno ac-
canto allaltro nella cameret-
ta del figlio. Sdraiati sul pavi-
mento, in una pozza di san-
gue. Sul corpo segni evidenti
di arma da taglio.
Pepe Ramirez ha subito
chiamato i soccorsi. Unambu-
lanza della Croce dOro arri-
vata in poco tempo, ma per la
madre e il ragazzino non cera
pi nulla da fare. Morti. Ucci-
si da qualcuno che, evidente-
mente, li conosceva. La pove-
ra ma dignitosa casa della fa-
miglia ecuado-
riana si trova in-
fatti al primo
piano di una pa-
lazzina. Una fi-
nestra, facil-
mente raggiun-
gibile dalla strada era aperta,
ma i carabinieri del nucleo in-
vestigativo e quelli della com-
pagnia di Sampierdarena non
hanno trovato segni di effra-
zione n sulla finestra n tan-
tomeno sulla porta.
Chi li ha uccisi entrato
nellappartamento e poi ha
usato quel che ha trovato a
portata di mano: un coltello di
grosse dimensioni che gli inve-
stigatori hanno trovato allin-
terno dellappartamento. La
casa era a soqquadro. Larma-
dio della cameretta del ragaz-
zino era aperto, i cassetti era-
no stati rovistati. Potrebbe
trattarsi di una rapina, anche
se i militari dellArma stanno
vagliando tutte le ipotesi. Pe-
pe Ramirez stato sentito a
lungo come persona informa-
ta sui fatti, cos come alcuni
parenti della coppia.
Difficile che la famiglia Ra-
mirez tenesse in casa grosse
somme di denaro. Monica Gil-
se faceva la badante. Daltra
parte possibile che qualcuno
fosse convinto del contrario.
La famiglia, infatti, stava per
partire per lEcuador dove
avrebbe raggiunto il figlio pi
grande, Jhon, 18 anni, che li
aveva anticipati. Lidea era
quella di passare le vacanze di
Natale insieme ai parenti. Si
attendeva solo il momento giu-
sto, quando an-
che Marcos Klej-
ner, che frequen-
tava la seconda
media alla scuo-
la Barabino di
via Cantore, sa-
rebbe rimasto a casa per le fe-
rie. Possibile che lassassino (o
gli assassini) saputa la cosa, ri-
tenessero di trovare in casa i
soldi del viaggio?
Gli investigatori non lo
escludono e sono in corso gli
accertamenti della Scientifica
per cercare di capire se il di-
sordine trovato in casa sia rea-
le o non sia piuttosto una mes-
sinscena. I numerosi fendenti
inferti col coltello, infatti, sem-
brerebbero far pensare pi a
un delitto passionale che a una
rapina finita male. I militari
hanno a lungo rovistato nei
cassonetti intorno allapparta-
mento, in cerca di altri indizi
utili a far luce sul delitto.
VIAPOMA, I RISULTATI FRATREMESI
Una maxiperizia per accertare
chi ha ucciso Simonetta Cesaroni
IL SOSPETTO
Un giovane in fuga:
potrebbe essere
uno dei soci
IArriveranno non prima
di tre mesi le risposte dei
consulenti chiamati a chiari-
re le cause della morte di Si-
monetta Cesaroni, uccisa
con 29 coltellate il 7 agosto
del 1990 in uno stabile di via
Poma a Roma. La corte dAs-
sise dAppello ha affidato la
maxiperizia che dovr ac-
certare lorario della morte,
la natura delle lesioni ripor-
tate e la modalit di conser-
vazione dei reperti utilizzati
per le analisi genetiche. Ri-
sposte anche sullimpronta
del morso sul seno sinistro
della vittima e sulle tracce
ematiche su una porta del-
lappartamento dove fu ucci-
sa. Per lomicidio in primo
grado stato condannato a
24 anni Raniero Busco, ex fi-
danzato di Simonetta.
IL MOVENTE
Lipotesi: regolamento
di conti legato
allacquisto della ditta
SimonettaCesaroni
Strage inazienda
I titolari e il contabile
uccisi per vendetta
Orrore in Sardegna: i due fratelli e limpiegato
costretti a inginocchiarsi e finiti a colpi di fucile
Cacciaalluomoper tuttoil giornoinSardegna, ma senzaesito
IL PADRE
Ha trovato i corpi
e dato lallarme: sentito
nella notte in caserma
Donna e il figlio 14enne
massacrati acoltellate
Giallo a Genova: i killer si accanito sui corpi
Leindagini
I carabinieri nel
piccolo
appartamento
di
Sampierdarena
doveieri
si consumato
latroceduplice
delitto

I nostri occhi pieni di la-
crime guardano i tuoi pie-
ni di luce.
(S. Agostino)
Cristianamente mancato allaffet-
to dei suoi cari
Ernesto Clara
Lo ricordano: Margherita, Guido con
Elisabetta e Niccol; Mauro con Mar-
zia, Elisa, Francesca e Valentina; Fe-
derica con Paolo, Matilde, Giovanni e
Artiom, parenti tutti. Rosario e Fune-
rali parrocchia Natale del Signore. Non
iori ma offerte Associazione Scintilla
parrocchia Natale del Signore. Per in-
formazioni telefonare 011.3174544.
Torino, 5 dicembre 2011
O.F. LOnoranza - tel. 011.6193398
Ciao NONNO, i tuoi nipoti.
Renza, Ettore, Marco, Anna, Michele
ricordano con affetto lo ZIO.
Momi e Lele Orecchia con Emanuela
e Eugenio, Federica e Sergio, Marco e
Lula, Donatella e Vittorio, Luca vi sono
vicini in questo triste momento e ab-
bracciano Fede con affetto.

E mancato
Alessandro Tancredi
Guglielminetti
Addolorati lo annunciano, a Funerali
avvenuti, la consorte Mariella, il iglio
Emanuele con Annalia, la sorella Na-
nette, le cognate, i cognati, i nipoti e
parenti tutti. Un grazie a chi ci stato
vicino in questo triste momento.
Torino, 5 dicembre 2011

Ha raggiunto ladorata Maria
Armando Nigro
anni 86
Lannunciano i igli Ines, Giampiero
con Nicoletta, il nipote Filippo con la
mamma Rosella e parenti tutti. Fune-
rali in Baldissero marted 6 dicembre
alle ore 14,45 in chiesa.
Baldissero Canavese, 5 dicembre 2011
Carlo e Mirella, Roberto e Paola con Mo-
nica e Matteo partecipano commossi.

Improvvisamente morto
Alessandro Viani
A Funerali avvenuti ne danno lan-
nuncio: Liliana, Carlotta, Giovanni con
Ludovica e Camilla. La presente par-
tecipazione e ringraziamento.
Collegno, 6 dicembre 2011
La famiglia Damilano partecipa al do-
lore di Marco e Walter per la perdita
della cara mamma
Mafalda Ravasotti Ceresa
Luserna San Giovanni, 5 dicembre 2011

E serenamente mancata allaffetto
dei suoi cari la
N.D.
Eugenia Picella Ferrati
Lo annunciano con profonda tristezza i
igli Teresamaria con il marito Gaetano
Trotta ed Enrico con la moglie Livia Bru-
nori e la carissima Carla Elisa Ormezza-
no. Mercoled 7 dicembre alle ore 12
verr impartita una benedizione allin-
gresso del Cimitero Monumentale.
Torino, 5 dicembre 2011
I nipoti Francesco con Cristina, Andrea
con Federica ed Edgardo commossi e
addolorati ricordano con tanto affetto
lamatissima NONNA.
Maurizio con Amanda e Camillo, Elvira
e Marina sono vicini a Enrico e fami-
glia per la perdita della cara MAMMA.

E mancata allaffetto dei suoi cari
Vanna Sala
in Cordero
di anni 74
Ne danno lannuncio il marito, il iglio,
la nuora, nipoti, fratello e parenti tut-
ti. I Funerali si svolgeranno in Torino
nella parrocchia di SantErmenegildo.
Non iori ma offerte per la Ricerca sul
Cancro.
Torino, 5 dicembre 2011
ANNIVERSARI
2010 2011
Mario Ardito
Un anno senza te. Hai lasciato un vuo-
to immenso, tanta nostalgia.
1986 2011
Giovanni Boetti
Moglie e igli.
2008 8 DICEMBRE 2011
DOTTOR
Paolo Cosola
Non si muore del tutto inch si resta
vivi nel cuore di un altro.
22 Cronache
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

Q
uando il maresciallo Savoia ven-
ne adarrestarli, lui le fece unsor-
riso mentre gli mettevano le ma-
nette: Amore, non ti preoccupare. Va
tutto bene. Li chiamavano gli amanti
diabolici. Anno 1973, scioperi nelle fab-
briche e cortei nelle piazze. Paolo Pan
e Franca Ballerini scappavano sulle
fuoriserie. Gli amanti diabolici, a volte,
sono solo undelittoallo specchio, rifles-
so dalla nostra coscienza, dalla condan-
na a una morte, anche la loro. Nel pri-
mo giorno di libert, Erika e Omar si
accusano come odiosi nemici. Bonnie
& Clyde morirono insieme. che lo
specchioa voltesi rompe, a volte no.
DorettaGraneris, che conil fidanza-
to stermin la sua famiglia, dice sem-
pre che vorrebbe solo farsi dimentica-
re, mache lei nondimenticanulla: C
questo mio dolore dentro che solo
mio, che non si pu condividere con
nessuno e concui si deve imparare a vi-
vere. Ora lavora fuori dal carcere e
aiuta i ragazzi perduti. Al suo ex fidan-
zato, Guido Badini, invece, gli trovaro-
no una lettera che aveva scritto per
chiedere due Browning e una 38 pro-
prio prima di uscire, perch ho certi
conti in sospeso da regolare a Nova-
ra. Non lo fecero pi uscire. Anche lo-
ro erano una coppia diabolica. Ma oggi
sarebbero due persone inesistenti,
luno per laltra. Lei, allora, si fece tra-
scinare a fare la strage: Il mio era un
mondo piccolo. Stavo a casa, uscivo
per andare ascuola, e innegozioa dare
unamano. Poi venne Guido Badini.
Gli amanti sono fatti di una malat-
tia, molte volte. questo che non si
capisce: nella sua grandezza, lamore
pu anche essere un abisso che ti
guarda. Come Martha Beck e Ray-
mond Fernandez. Lei era stata violen-
tata da piccola due volte dai fratelli.
Lui era un eroe di guerra che era ri-
masto ferito alla testa: era cambiato
da allora. Sera messo a fregare le
donne dei Cuori Solitari. Incontr l
Martha e si misero insieme. In due an-
ni ne uccisero dodici. Per, morirono
ancora insieme condannati dallo Sta-
to di NewYork l8 marzo 1951.
In un libro sulle Coppie Diaboli-
che, Giordano Lupi e Sabina Marche-
si dicono che una coppia omicida si
forma, tendenzialmente, per tratti
complementari: c un elemento domi-
natore e uno succube, soggiogato e se-
dotto. Vivono una sensazione di in-
vulnerabilit, non estranea al delirio
di onnipotenza. Poi, invece, vengono
sempre presi. E nella maggior parte
dei casi, in aula, questa follia comune
si spezza e ognuno ritorna a essere se
stesso. Nel 90 per cento dei casi lele-
mento incube il maschio.
Era stato cos anche per Paolo Pan
e Franca Ballerini. Paolo Pan sembra-
va un Alain Delon dei poveri, un po
pi torvo e un po pi spaccone, ma in
quella foto che i giornali continuavano
a pubblicare, a torsonudo abbracciato
a Franca Ballerini, cera il senso di un
tempo che suquello sfondo metteva in-
sieme qualche utilitaria Fiat e una
macchina da corsa, una spiaggia di
Ventimiglia, e la villetta alla Pellerina
dove era stato ucciso il marito di lei,
Fulvio Magliacani. Lei la chiamavano
Occhi di ghiaccio. Sera innamorata
di lui da ragazzina, cos tenebroso. Era
bella e bionda, troppo bella per mio fi-
glio, come raccontava il padre della
vittima al maresciallo Savoia, quando
gli confessava i suoi sospetti. Ci volle-
ro quattro processi. Lei fu assolta. Lui
si becc lergastolo. Franca s rifatta
una vita. Non ha pi i capelli biondi e
dicono che rimasta una gran bella
signora. Lavorava come segretaria e
sera messa assieme a un fisioterapi-
sta. Lui invece era stato graziato nel
96. Era uscito di prigione e a un croni-
sta aveva fatto sempre lo stesso sorri-
so: Beh, il primo amore non si scorda
mai. Poi, cinque anni dopo, lavevano
beccato allaeroporto di Lima assieme
a un amico con tre chili di cocaina. Li
avevano sbattuti in carcere e condan-
nati a 8 anni. Lamico implorava aiuto.
Lui, niente. Nel 2004 tornato in Ita-
lia. Di nuovo in galera. Franca Balleri-
ni nonvolle pisaper niente di lui. Fini-
sce quasi sempre cos.
I coniugi Bebawi, che erano la cop-
pia diabolica dellItalia del boom, riu-
scirono a scappare dopo la sentenza
di primo grado. Furono condannati a
22 anni per aver ucciso Farouk Chor-
bagi, il ricchissimo amante di lei,
quando erano gi via. Da liberi, divor-
ziarono. Lei ha vissuto al Cairo, facen-
do la guida turistica. Lui, in Svizzera,
con i figli, ed diventato un industria-
le di prodotti dietetici.
Olindo e Rosa, gli spietati assassini
di Erba, continuano a scriversi lettere
damore in carcere. Amanda e Raffae-
le, ora che sono tornati a essere due ra-
gazzi normali anche per la Giustizia,
hanno ripreso le loro vite comerano
prima di incrociare lincubo della mor-
te in una sera qualunque con le luci fio-
che e i rumori della noia.
Perch c molto del destino e del
nostro tempo, nella perdizione che ci
aspetta oltre lamore e la solitudine.
A volte, il riflesso dello specchio
semplicemente pi grande di quello
che sembra.
Clair
Bebawi
Condannata
anchelei
per lomicidio
Chorbagi,
tornataal Cairo
dovevive
facendolaguida
turistica
Youssef
Bebawi
Condannato
per lomicidio
di Farouk
Chorbagi, fugge.
Si separadaClair,
viveinSvizzera
coi figli. Vende
prodotti dietetici
Rosa
eOlindo
Gli spietati
assassini di Erba
continuano
ascriversi
letteredamore
mentresi trovano
incarcere
condannati
Fernandez
eBeck
Raggiranoricche
signoredei Cuori
Solitari, trail 1947
eil 1949
neuccidono12.
Presi, saranno
giustiziati insieme
l8marzo1951
Amanda
eRaffaele
Accusati di aver
uccisoMeredith
sonostati assolti.
Tornati liberi
hannopreso
duestrade
diverse: lei negli
Usa, lui inItalia
Bonnie&Clyde
Iconadi tutte
lecoppie
diaboliche,
vennerouccisi
insieme
il 23maggio1934
inLouisiana
dopoanni
di fugheerapine
Coppie assassine
quel che resta dellamore
FABIO POLETTI
INVIATOASEDENADI LONATO
Dietro al cancello grigio sfila
un paio di volte. Impossibile
non notarla: la tuta fucsia
griffata bucherebbe qualsiasi
nebbia, figuriamoci questa fo-
schia leggera che accarezza
le colline verdissime con i ma-
neggi e le ville e la comunit
di recupero di don Mazzi. Ci
sono fotografi che la aspetta-
no dalle sei del mattino: Erika
passa con un mezzo sorriso,
poi ripassa tirandosi la trec-
cia, poi ancora con altri ragaz-
zi. Chi le vuole male la chiama
la principessa. Lei sembra
solo lattrice molto consuma-
ta di una tragedia andata in
onda a febbraio di dieci anni
fa, 97 coltellate al fratellino e
alla madre alla quale ora asso-
miglia in modo spaventoso in
un villino di Novi Ligure, cit-
tadina tranquilla e assai rassi-
curante se non fosse per quel-
lo che hanno fatto lei e laltro,
Erika e Omar.
Omar ogni tanto va in tele-
visione. Erika ci va con una
lettera che don Mazzi legge
in diretta: Lasciatemi in pa-
ce a me e alla mia famiglia.
Quel che resta, perch ora-
mai della famiglia De Nardo
rimasto solo un padre premu-
roso aggrappato allultimo af-
fetto che gli rimasto, malgra-
do tutto. Di Erika che ieri nel
suo primo giorno di libert to-
tale non ha avuto nemmeno il
coraggio di andare oltre al can-
cello della comunit dove vive
da mesi e dove sogna di conti-
nuare a vivere, si sa tutto. Si sa
della sua laurea in Filosofia
con 110 e lode con una tesi su
Socrate, della foto che tiene sul
comodino con il fratellino e la
mamma che sorridono, mica
come lultima volta che li ha
avuti davanti. E poi si sa della
sua passione per i cavalli e per
i pony che scorrazzano liberi
nella comunit dove vivono
venti ragazzi difficili da recupe-
rare - molto difficili, nessuno
quanto lei - rinchiusi da un can-
cello grigio e si spera dal tor-
mento delle loro coscienze.
Qualcuno dei venti ospiti as-
sediati da fotografi e televisio-
ni fa la faccia un po cos. Don
Mazzi va a un programma del
pomeriggio per dire che fuori
dalla comunit c un assedio
mediatico che non fa il bene di
nessuno. Poi giura che lei non
uscir oggi, forse domani, ma-
gari con il padre pronto a ve-
nirla a prendere, giusto per
non spegnere i riflettori. Soler-
ti vigili urbani controllano i
sentieri attorno alla comunit.
Come se ci fosse qualcosa da
nascondere. Come se non fos-
se tutto cos ordinario, come ie-
ri, come domani. Si sa che
Erika rimarr a fare volonta-
riato nella comunit di Don
Mazzi, qui o chiss dove. Lei lo
scrive nella lettera che il sacer-
dote legge in tv: Sono conten-
ta di continuare a maturare e
ad aiutare gli altri. Continuer
il mio percorso comunitario e
ti prego di dire alla stampa di
non contattare me n la mia fa-
miglia che merita un po di pa-
ce, di essere lasciata in pace.
Dopo decine di foto che la
ritraggono sorridente mentre
gioca a pallavolo, laltra sua
grande passione, nella comuni-
t si intravede un campo ac-
canto alla piscina. Dopo deci-
ne di lettere, vere o verosimili
spedite ai giornali, adesso
Erika finalmente libera, vor-
rebbe essere libera davvero:
Voglio affrontare una nuova
vita da costruire giorno per
giorno. Giovanni Mazzi, nipo-
te del sacerdote e coordinato-
re per il Nord di tutti i centri
Exodus, si sforza di dipingere
Erika uguale a tutti gli altri:
Un conto finire la pena, un
conto quello che ti porti den-
tro. Nessuno dei nostri ragaz-
zi ha finito il percorso.
Il calendario della normali-
t dei venti ragazzi di Sedana
di Lonato passa anche attra-
verso le feste di Natale da tra-
scorrere in famiglia. Lo stesso
sar per Erika con suo padre.
Dove, non si sa. Difficile che
sia ancora a Novi Ligure. An-
che il padre vive altrove, vici-
no ma altrove, in citt dicono
con unaltra compagna. Erika
attraverso don Mazzi confida
che il padre si occupi pi di se
stesso che di lei. A questo ci
pensano i ragazzi della comu-
nit che non la mollano un mo-
mento, quasi avesse bisogno
di protezione. Dallalba quan-
do suona la sveglia alla cola-
zione in comune, ai lavori ca-
salinghi fino alla cura dei ca-
valli. A cercare quella normali-
t che Erika quando faceva
parte di Erika ed Omar non
aveva. A distanza ora si man-
dano lettere velenose. Giovan-
ni Mazzi spera che smettano
di fare pure questo: Meno so-
no in contatto meglio per tut-
ti. Loro due hanno scritto pagi-
ne molto brutte. Spero che
adesso ne scrivano di belle.
Franca
Ballerini
Assoltadopo
quattroprocessi
hapoi fatto
lasegretaria
DELITTODI NOVI LIGURE, LARAGAZZAHATRASCORSOIL PRIMOGIORNODACITTADINALIBERAINCOMUNIT
Erika: Lamiafamigliameritapace
Libera da ieri la 27enne che ammazz mamma e fratello: voglio farmi una nuova vita
Ti pregodi dire
alla stampa
di noncontattare
n me
n la mia famiglia
La storia
PIERANGELOSAPEGNO
TORINO
Doretta
Graneris
Oggi lavora
fuori eaiuta
i ragazzi perduti
GuidoBaldini
Rimasedentro
perchaveva
cercatodi avere
duepistole
PaoloPan
Graziatonel 96
vennearrestato5
anni dopoaLima
con3kgdi coca
Legami solidi o fugaci: il crimine uccide anche il sentimento
Proseguiril mio
percorso, sono felice
di continuare
a maturare
e adaiutare gli altri
Il coordinatore
Unconto scontare
la pena, unaltroci
che ti porti dentro
La vittima
Lamadre di Erika,
Susy Cassini, a cui
lei assomiglia
sempre di pi
La lettera letta alla tv
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronache 23
LA STAMPA

U
na ricercatrice
dai capelli lunghi
e il curriculum
corto (sostengo-
no i colleghi) fa
mormorarel'universit Avoga-
dro di Alessandria: Anna Spa-
da, 35 anni, la vincitrice, di-
scussa e per ora solo ufficiosa
(i verbali usciranno a giorni),
del concorso
per ricercatori
inEconomia po-
litica alla facol-
t di Giurispru-
denza. L'ultimo
posto a tempo
indeterminatoprima delle nuo-
ve regole della riforma Gelmi-
ni: se l' aggiudicato lei, quel-
la conmeno titoli, mala preferi-
ta del preside di facolt, Salva-
tore Rizzello, che era anche pre-
sidente della commissione esa-
minatrice sostengono alcuni
dei 12 candidati sconfitti. Dalla
loro parte ci sono altri 232 stu-
denti che pubblicano su face-
bookil curriculummignondel-
la vincitrice se-
guito da una raffi-
ca di commenti
sarcastici, indi-
gnati, rassegnati.
Si grida all'enne-
simo concorso
scandalo, amplificato sul social
network (l'hanno chiamato Se-
cs in the city giocando sul no-
me: Secs il codice del concor-
so) creato per denunciare pre-
sunti torti. Come primo passo si
sonogi attivati per contattareil
rettore Garbarino e avviare una
proceduradi diffida.
Contestano la sostanza. Nel
mirino ci sono le pubblicazioni:
troppo scarse, e di poca impor-
tanza quelle di Spada, la tesi
degli indignati, corroborata da
una tabella degli indici biblio-
metricidi tutti i candidati. Sem-
plificando, sono una sorta di pun-
teggio con il quale si misura la
qualit e la quantit delle pubbli-
cazioni internazionali, uno stru-
mento per cos dire neutro, tec-
nico, secondo il quale Spada
avrebbe totalizzato zero punti.
Nel bando - che non prevedeva
test scritti, ma una valutazione
comparata dei titoli e un collo-
quio - c'era scritto gli indici ver-
ranno presi in considerazione.
Ma poi, dicono gli altri ricercato-
ri, nel verbale con cui la commis-
sione spiega i criteri di valutazio-
negli indici scompaiono.
Abbiamodeciso di nonavva-
lercene nella valutazione delle
pubblicazioni - si legge - poich
in corso un dibattito sull'effica-
cia del loro uso e non c' ancora
un unanime riconoscimento del-
la loro validit. Poco importa,
quindi, se la mole di articoli pre-
stigiosi della Spada meno ele-
vata degli altri: dall'Avogadro
fanno sapere di aver tenuto in
considerazione altri fattori,
l'originalit delle pubblicazioni,
la rilevanza scientifica della col-
locazione editoriale ad esem-
pio. E qui, i pi maliziosi, fanno
notare che la maggior parte dei
suoi scritti hanno come co-auto-
re, guarda caso, proprio il presi-
de-presidente Rizzello, laureato
in filosofia all'universit di Lec-
ce, la stessadove si laureata an-
cheAnna Spada.
Lei non parla: Voglio resta-
re fuori dalla vicenda. Gentile,
ma lapidario il preside Rizzello:
Chi protesta sul web non ha an-
cora visionato gli atti. Una volta
approvati dal rettore e pubblica-
ti, potranno fare le loro osserva-
zioni. Ma sono certo che rimar-
ranno stupiti dalle motivazioni
della Commissione, che ricordo
era compostada altri due profes-
sori, unodi Urbino, l'altro di Reg-
gio Calabria. E noi tre, oltretut-
to, nonci conoscevamo.
PAOLO COLONNELLO
MILANO
Non pi lui. Dopo avere ten-
tato per tutti questi anni di far
approvare leggi che limitasse-
ro la libert di stampa, dal di-
vieto di pubblicare intercetta-
zioni al carcere per il giornali-
sti, Silvio Berlusconi riscopre
improvvisamente il valore del
diritto dinformazione. E ieri,
per difendersi dallaccusa di
concorso in rivelazione di se-
greti dufficio per la pubblica-
zione su Il Giornale nel
2005 dellintercettazione Fas-
sino-Consorte, ha fatto deposi-
tare ai suoi avvo-
cati una sentenza
della Corte Euro-
pea di Strasbur-
go il cui senso
che la pubblica-
zione delle noti-
zie deve prevale-
re sul segreto di
giustizia e dun-
que sugli atti an-
cora coperti da
segreto.
Esattamente
il contrario di
quanto aveva so-
stenuto lex pre-
mier finora. Con
un aggravante:
che se le intercet-
tazioni pubblica-
te normalmente
dai giornali hanno almeno il
pregio di essere state deposita-
te prima alle parti, la famosa
telefonata tra lex segretario
dei Ds e lex presidente di Uni-
pol, irrilevante penalmente
ma micidiale politicamente,
addirittura non era stata nem-
meno portata a conoscenza
dei magistrati. Ora, per difen-
dersi dal rischio di un rinvio a
giudizio chiesto ieri dalla Pro-
cura davanti al gip Maria Gra-
zia Domanico, i legali del Cava-
liere, oltre a sollevare unecce-
zione di competenza territoria-
le, hanno portato una senten-
za di Strasburgo del 2010 che
assolse una cronista (giudizia-
ria!) portoghese condannata
nel suo paese per aver mostra-
to in tiv degli atti di uninchie-
sta su una fuga di notizie. Eco-
sa scrivono i giudici europei?
Che la libert di espressione co-
stituisce uno dei fondamenti es-
senziali di una societ democra-
tica e che le garanzie da ricono-
scere alla stampa rivestono dun-
que particolare importanza,
anche quando si violano in linea
di principio delle leggi perch,
secondo la Corte, se la vicenda
trattata riveste i caratteri di
una questione di interesse ge-
nerale prevale linterese a in-
formare il pubblico.
Per la Corte Europea, in
questa materia un divieto di
pubblicazione generale e assolu-
to relativo a ogni tipo di informa-
zione difficilmente conciliabile
con lesercizio della libert di
espressione. Parole doro che
evidentemente Berlusconi con-
divide. Come si ricorder, il file
della telefonata venne portato
ad Arcore la vigilia di Natale del
2005 dallAd della Rcs, la socie-
t che era stata incaricata dalla
Procura di svolgere le intercet-
tazioni. Il manager, Raffaelli, in-
tendeva cos ingraziarsi la bene-
volenza dellallora Premier per
ottenere degli aiuti in alcuni ap-
palti con la Romania. Dopo que-
sto incontro, passata una setti-
mana, la telefonata comparve in
prima pagina sul quotidiano il
Giornale. Il gip si riservata la
decisione per il 30 gennaio, in
unudienza nella quale il Cavalie-
re far delle dichiarazioni.
il caso
MIRIAMMASSONE
ALESSANDRIA
Nonhai requisiti: il posto suo
SilvioBerlusconi
Il
professore
Salvatore
Rizzello,
presidedi
Giurispruden-
za: presiedeva
la
commissione
desame
Alessandria, bufera allUniversit. Il presidente del concorso: premiata loriginalit
GLI ESCLUSI
Proteste su Facebook
e richieste di chiarimenti
al rettore Garbarino
Lacandidata
AnnaSpada,
35anni, ha
vintoil posto
daricercatrice
concontratto
atempo
indeterminato
MILANO, LATELEFONATACONSORTE-FASSINO
CasoUnipol, Berlusconi
invoca il dirittodi cronaca
.
24 Cronache
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1T2 PRCV
il caso
MARIAVITTORIAGIANNOTTI
FIRENZE
L
a caccia allaffresco per-
duto di Leonardo da Vin-
ci, lormai leggendaria
Battaglia di Anghiari,
cominciata. Ma limpre-
sa dello staff impegnato nella ricer-
ca del capolavoro rinascimentale -
forse nascosto dietro una parete
del Salone dei Cinquecento di Pa-
lazzo Vecchio, affrescata da Gior-
gio Vasari - potrebbe rivelarsi pi
impervia del previsto. Da mesi, il
mondo della cultura si interroga, di-
videndosi, sullopportunit o meno
di tentare loperazione. La novit
del giorno che il dibattito, finora
squisitamente accademico, si spo-
stato nelle stanze della Procura.
Lassociazione Italia Nostra ha in-
fatti presentato un esposto ipotiz-
zando il reato di danneggiamento
di opera darte - la ricerca mettereb-
be a rischio il sovrastante dipinto va-
sariano - e chiedendo il sequestro
preventivo del cantiere.
Il documento approdato ieri sul
tavolo del procuratore Giuseppe
Quattrocchi, che ha aperto un fascico-
lo. Al momento, non stata formulata
alcuna ipotesi di reato, n ci sono in-
dagati. Ma nei prossimi giorni, i cara-
binieri del nucleo tutela del patrimo-
nio culturale entreranno in azione, av-
valendosi della consulenza di esperti
e professionisti. Poi si decider se ar-
chiviare oppure imporre, come richie-
sto nellesposto, uno stop del cantie-
re. Al lavoro ci sono ricercatori del-
lUniversit di San Diego, esperti del
National Geographic e personale del-
lOpificio delle Pietre Dure.
Per mappare la maestosa parete
di quella che fu la Sala del Maggior
Consiglio della Repubblica fiorenti-
na si deciso di utilizzare delle son-
de endoscopiche millimetriche muni-
te di telecamera, come quelle che si
usano in ambito sanitario. Lidea
dellingegner Maurizio Seracini che
da quarantanni lavora al progetto,
inseguendo il sogno di svelare uno
dei misteri pi appassionanti della
storia dellarte. Era il 1503 quando il
gonfaloniere Pier Soderini affid a
Leonardo lincarico di rappresenta-
re i sanguinosi scontri della battaglia
in cui, sessantanni prima, si erano
affrontati lesercito fiorentino e quel-
lo milanese. Ma di quellaffresco, che
rimase esposto per alcuni anni, si so-
no perse le tracce. Non tutti, per,
sono convinti che la parete del Salo-
ne dei Cinquecento sia il posto giusto
dove cercare. Vasari non avrebbe
mai coperto un dipinto di Leonardo,
sostengono alcuni studiosi. Laffre-
sco potrebbe essere andato distrut-
to, non ha senso mettere a rischio
lopera del Vasari, argomentano al-
tri. Sono 101, al momento, gli intellet-
tuali che hanno apposto la loro firma
su un appello per bloccare i lavori.
Anche tra gli addetti ai lavori ci
sono forti perplessit. E non sono
mancate le clamorose obiezioni di co-
scienza. Come quella di Cecilia Frosi-
nini, la responsabile del settore pittu-
re murarie dellOpificio delle Pietre
Dure, che si rifiutata di forare la pa-
rete. Motivi etici ha spiegato la stu-
diosa. Tra i sostenitori della ricerca,
c il sindaco, Matteo Renzi. Credo
che sia innegabile - sostiene - che an-
che nella capacit di andare a investi-
gare, con tecniche assolutamente ri-
spettose non soltanto delle regole del
gioco, ma soprattutto della qualit
dellopera del Vasari, ci che sta sot-
to e ci che schiude unopportunit,
ci sia una parte della nostra storia.
Firenze non sarebbe stata Firenze se
non fosse stata capace di farsi delle
domande e di andare a ricercare.
Con loccasione, traccia anche un pri-
mo bilancio: Il lavoro svolto finora
ha confermato il quadro indiziario.
Nel prossimo mese avremo tutte le
analisi. Ma se vero quello che emer-
ge dal primo sondaggio, credo che
sia difficile negare che l sotto ci sia
qualcosa. E se Maurizio Seracini si
chiude in un silenzio amareggiato, i
consiglieri comunali Ornella De Zor-
do e Tommaso Grassi tuonano: Si
ascoltino gli studiosi e non gli esperti
di marketing. No ai predatori del Le-
onardo perduto.
Villa Adriana
Intellettuali contro
la discarica a Tivoli
ICrociata del mondo del-
la cultura per salvare Villa
Adriana dai rifiuti. Ad ade-
rire alla mobilitazione con-
tro la costruzione della nuo-
va discarica di Roma a Cor-
colle, non lontano dal noto si-
to archeologico, si sono
schierati attori come Gior-
gio Albertazzi e Franca Va-
leri, rappresentanti del Fai,
del Wwf, dellUnesco e di
Italia Nostra.
Scomparve nel 1970
Morte De Mauro
Sentito DellUtri
IIl senatore del Pdl Mar-
cello DellUtri stato sentito
come persona informata sui
fatti nellambito di una nuo-
va indagine aperta dalla Pro-
cura di Palermo sulla morte
del giornalista Mauro De
Mauro. DellUtri disse di
aver letto il cosiddetto ap-
punto 21, un capitolo del ro-
manzo Petrolio in cui Pierpa-
olo Pasolini ricostruiva i
retroscena sulla morte del-
lex presidente dellEni Enri-
co Mattei ricollegandola alla
scomparsa di De Mauro.
Rossella Urru
Arrestati i rapitori
della cooperatrice
IDue uomini considerati i
presunti rapitori della coope-
rante italiana, Rossella Ur-
ru, e di altri due colleghi spa-
gnoli, presi in ostaggio in Al-
geria lo scorso ottobre, sono
stati arrestati oggi a Noua-
dhibou, nel nord-ovest della
Mauritania. Lo ha detto una
fonte della polizia.
Il 18la maratona tv
Telethon: riparte
la raccolta fondi
IPartita ieri, col primo sms
inviato dal presidente di Te-
lethon, Luca Cordero di Mon-
tezemolo, si concluder dome-
nica 18 dicembre al termine
della tradizionale maratona te-
levisiva che andr in onda sul-
le reti Rai. la maratona an-
nuale di Telethon, presentata
presso il Policlinico Gemelli di
Roma e dedicata questanno
agli Eroi, ai ricercatori, i vo-
lontari, i pazienti che quotidia-
namente lottano contro le ma-
lattie genetiche. Lobiettivo
finanziare la ricerca contro
malattie gravi e invalidanti.
Per fare la propria donazione,
baster telefonare o inviare
un sms al numero 45502 fino
al 21 dicembre. attivo anche
un numero verde (800-113377)
per la raccolta fondi con carta
di credito fino al 31 dicembre.
In breve
Villa Adrianaa Tivoli
Laffresconascosto
Si troverebbenel Salone
dei Cinquecento
aPalazzoVecchio,
aFirenze, coperto
daunaffrescodel Vasari
Inchiesta sui cacciatori
del Leonardoperduto
La disputa sulla Battaglia di Anghiari arriva in Procura
Via G.G. Winckelmann, 1 - 20146 MILANO - Tel. 02.244.24.611 - Fax 02.244.244.90
Via Marenco, 32 - 10126 TORINO - Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00
Per la pubblicit su:
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Seconda Civile
R.G. 25105/10 - Delegato Not. Carlo Alberto Migliardi. Lotto unico - comu-
ne di Torino, via Foligno, 67 ang. via Borgaro, 80. Piena prop. di autorimes-
sa privata al p. terreno (1 f.t.) di basso fabbricato, composto da un solo
vano. (A catasto: C.F. Fg. 1109, n. 515, sub. 1). Vendita senza incanto il
14/02/2012 ore 16,00. Prezzo base: Euro 22.000,00. Nel caso in cui lim-
mobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 08/03/2012 ore
16,00. Prezzo base: Euro 22.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le
offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro
le ore 12 del 13/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con
incanto vanno depositate entro le ore 12 del 07/03/2012, entrambe presso
lo studio del delegato in Torino, via A. Avogadro, 16 (tel. 011.545858 dal
lun. al ven. h. 9-12 e 15-18). Le vendite avranno luogo presso lo studio pre-
detto. Custode: IVG (tel. 011.4731714; www.torino.astegiudiziaria.com).
Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A179786),
www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Carlo Alberto Migliardi
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione II Civile
R.G.N. 30645/2008 - Delegato notaio Giovanni Schettino. Lotto unico -
In San Sebastiano da Po, via Cosola 9: nuda propriet di fabbricato di
civile abitazione elevato a due piani fuori terra entrostante a terreno
pertinenziale di complessivi mq. 598 (C.F. Fg. 11, particella 421; C.T. Fg.
11, particella 422); piena propriet di: adiacente appezzamento di ter-
reno pianeggiante coltivato ad orto di mq. 814 (C.T. Fg. 11, particella
423). Vendita senza incanto: 26 gennaio 2012 ore 15,00; apertura buste
ore 14,30. Prezzo base: Euro 80.000,00. Nel caso in cui gli immobili
restino invenduti la vendita con incanto si terr: 1 marzo 2012 ore
15,00. Prezzo base: Euro 80.000,00. Aumenti minimi: Euro 2.000,00.
Le vendite si terranno presso la Erre Esse in Torino, via Vittorio Ame-
deo II 21 ove sono consultabili gli atti relativi alla vendita. Le offerte in
busta chiusa o le istanze di partecipazione devono essere depositate
dal luned al venerd dalle ore 10,30 alle ore 12,30 presso la Erre Esse.
Sito internet: www.legaleentieaste.it.
NOTAIO Giovanni Schettino
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione II Civile
R.G.N. 32519/2009 -Delegato notaio Alessandro Stefani. Piena pro-
priet: in Torino, via delle Peonie 1, alloggio al piano primo e canti-
na (Fg. 58, particella 37, sub. 6). Vendita senza incanto: 2 febbraio
2012 ore 15.30; apertura buste ore 14.30. Prezzo base: Euro
85.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto la vendita con
incanto si terr: 6 marzo 2012 ore 17.00. Prezzo base: Euro
85.000,00. Aumenti minimi: Euro 2.000,00. Le vendite si terranno
presso la Erre Esse in Torino, via Vittorio Amedeo II 21 ove sono
consultabili gli atti relativi alla vendita nei giorni ed orari di cui
infra. Le offerte in busta chiusa o le istanze di partecipazione devo-
no essere depositate dal luned al venerd dalle ore 10.30 alle ore
12.30 presso la Erre Esse. Sito internet: www.legaleentieaste.it.
NOTAIO Alessandro Stefani
TRIBUNALE DI TORINO
VENDITE GIUDIZIARIE
VEDI CONDIZIONI GENERALI
A PAG. 30
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronache 25
LA STAMPA
W
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA26
Cos ho restaurato la Lancia Aurelia B24, guidata da Gassman: andr alle Mille Miglia
I
visitatori sono accolti da un cartel-
lo: Rompipalle astenetevi, vorrei
lavorare. Gianni Torelli ha i modi
ruvidi di chi non ha tempo da sottrar-
re alle sue creature, le auto depoca di
cui in grado di ricostruire qualsiasi
pezzo nella sua officina di Campagno-
la, Bassa reggiana. Qui sono venuti
personaggi famosi, come David Gil-
mour dei Pink Floyd. Lui non ne par-
la: Se vuole le racconto come lavoro
sulle macchine, ma le chiacchiere sui
vip non mi interessano. Ma vero o
no che i Pink Floyd si rivolgono a lei?
Vabb s vero, ho restaurato la loro
Bugatti. Anche Renato Pozzetto un
mio cliente, ma almeno lui non usa la
macchina per farsi vedere in giro, un
appassionato vero. Gli attori in genere
sono noiosi, non si sa mai dove vogliono
andare a parare. Allora Torelli prefe-
risce le macchine. Ho restaurato una
Fiat 8V Pininfarina del 1954 per esem-
pio. Ne esistono solo due esemplari al
mondo, una era del cognato di Agnelli e
una di Ingrid Bergman. Ma come si fa
ad essere un bravo meccanico? Cono-
sco tutto di una macchina, al contrario
di quello che si fa oggi, che ognuno
specializzato solo in una piccola cosa!
Del resto sono figlio legittimo di questa
terra, dove la meccanica sempre sta-
ta fortissima e nel giro di 50 chilometri
trovi gente in grado di fare una macchi-
na dalle ruote alla carrozzeria.
Torelli ha cominciato allet di un-
dici anni, riparavo le scavatrici, poi mi
sono fatto le ossa come meccanico in
unofficina Fiat. Per hobby ho sempre
curato le cose vecchie, finch non di-
ventato un lavoro: ho cominciato con le
moto nel 1968, quando stava nascendo
il collezionismo e la gente mi considera-
va un mezzo matto perch prendevo
una vecchia moto e la rimettevo a po-
sto. Allora il sogno era aprire una botte-
ga per conto mio, cos ho imparato a
usare la saldatrice e gli altri utensili da-
gli artigiani, ho imparato il mestiere e
mi sono messo in proprio. [F. G.]
A
risentirlo dal vivo oggi
quel clacson indispo-
nente e inconfondibile,
degno accompagna-
mento delle spaccona-
te di Vittorio Gassman ne Il sor-
passo, sembra di rivederli, lui e la
sua vittima sacrificale Jean-Louis
Trintignant, su e gi per lItalia un
po cafona dei dorati Anni 60 a bor-
do dellAurelia B24 convertibile.
La macchina simbolo della comme-
dia allitaliana appena uscita da
due anni di cure nellofficina Mar-
chioni di Lizzano in Belvedere, ap-
pennino bolognese, ed pronta a
passare il tagliando che le permet-
ter di scendere in strada alla
prossima Mille Miglia.
Aoccuparsi di questa vecchia si-
gnora che nel filmrifletteva a mera-
viglia il narcisismo coatto del Mat-
tatore un artigiano discendente
da una stirpe di meccanici, Romano
Marchioni, 71 anni: il mestiere lo ha
imparato dal padre, che lo aveva im-
parato dal proprio padre e cos via
risalendo fino al Settecento, quan-
do le auto non esistevano ma i Mar-
chioni erano gi maestri orologiai
da torre. Meccanica di precisione,
un patrimonio che si trasmesso di
generazione in generazione adat-
tandosi poi ai motori quando la civil-
t delle quattro ruote ha preso il so-
pravvento nel secolo scorso.
Oggi la premiata ditta stata ri-
conosciuta bottega storica e tutta
la famiglia Marchioni, Romano, il fi-
glio Simone, la moglie Anastasia e
la figlia, sono impegnati nel restau-
ro di vetture depoca che fanno la
passione di miliardari e collezioni-
sti. Quando il proprietario dellAu-
relia de Il sorpasso gliela port,
solo il motore era in uno stato accet-
tabile, per il resto la convertibile
era in condizioni non belle, per
usare lespressione del signor Mar-
chioni: Lacqua bolliva, limpianto
elettrico andava rifatto, cos come il
carburatore, lo stesso serbatoio an-
dava sostituito perch in una ripa-
razione precedente ne era stato
messo uno Volkswagen. Cos sono
cominciati gli interventi su unauto
dal valore intorno ai 400 mila euro.
Non sono molti in Italia e nel
mondo i meccanici capaci di fare un
lavoro come questo, quando si
trattato di rivolgersi a un esperto
dunque il passaparola ha portato il
proprietario Adalberto Berib, di
Civitanova Marche, a rivolgersi al-
lofficina di Lizzano in Belvedere su
segnalazione di un altro cliente dei
Marchioni. Ci ho messo pi di due
anni, serve pazienza ed esperienza
per operare su macchine come que-
ste. Qualche esempio di macchina
che salita sul suo ponte di lavoro?
LAlfa Romeo 6CAnni 40, una super-
sport forse ancora pi prestigiosa
dellAurelia, fa notare il meccanico.
Da buon artigiano e da quella perso-
na concreta che , Romano Marchio-
ni non uomo da emozionarsi al pen-
siero che quel volante sia stato impu-
gnato da un mostro sacro del cinema:
Cosa vuole, mi emoziona di pi vede-
re un motore che sapere che l sopra
cera Gassman, mi emoziona la mec-
canica. Sto restaurando la macchina
della famiglia Ruffo, che poi la fami-
glia di Paola di Liegi, regina del Bel-
gio, ma non che saperlo cambi qual-
cosa per me. C lemozione di vedere
un motore aperto, quella s c.
Ci tiene a sottolineare che qui
non si effettuano repliche, cio non
si ricostruiscono componenti dauto
depoca sul modello originale, ma si
compie un ripristino, un restauro, su
una macchina esistente. Anche il fi-
glio Simone ha imparato il mestiere,
e oltre a mettere mani e attrezzi nei
motori compie il lavoro di ricerca ne-
cessario per documentarsi sul mon-
do delle automobili antiche. Ci vuole
preparazione per sapere come re-
staurare i pezzi rari, ragion per cui
lofficina Marchioni diventata an-
che una sorta di biblioteca con un
numero imponente di volumi dedica-
ti alle quattro ruote nelle loro evolu-
zioni attraverso il tempo.
La Mille Miglia, vetrina di vanit e
di macchine fascinose come signore
del secolo scorso, le vedr sfilare una
dopo laltra facendone risuonare il
rombo che nel secolo scorso dava i
brividi, ma quando da dietro una cur-
va apparir lAurelia B24, il rombo
del motore sar sovrastato da quel
clacson, insolente come la faccia da
schiaffi di Gassman ne Il sorpasso.
Colloquio
,,
La competizione Il modello parteciper
alla storica gara che parte da Brescia
Il suo valore intorno ai 400 mila euro
Lemozione Si prova vedendo vecchi
motori aperti non sapendo chi li ha accesi
e portati in giro, che siano attori o no
Tornaacorrere lautodel Sorpasso
Elofficinadei PinkFloyd
a Campagnola nellEmilia
La storia
FRANCOGIUBILEI
BOLOGNA
2011
LaLanciaAurelia
B24rimessa
alucido
dallafamiglia
Marchioni
Il film
Romano
Marchioni
71anni, titolare
di unofficina
nel Bolognese
celebre
per il restauro
dautodepoca
Anticamente
lasuafamiglia
riparavaorologi
datorre
1962
VittorioGassman
eJean-Louis
Trintignant
inunascena
deIl sorpasso
1968
annodinizio
Hacominciato
conlemoto
Gianni Torelli,
nellepocaincui
nasceva
il collezionismo
Gianni Torelli ricostruisce autodepoca nellasuaofficina
ILa commedia allitaliana de Il
sorpasso di Dino Risi racconta nel
1962 una giornata di scontro tra il
rampante Bruno Cortona (Vittorio
Gassman) e il piccoloborghese Rober-
to Mariani (Jean-Louis Trintignant) in
giroper Romae poi finoa Capalbio. Ri-
si li mette non a caso su una Aurelia.
Uscita nel 1956, da simbolo di elegan-
za infatti diventa un auto prepotente,
spesso truccata nel motore e negli al-
lestimenti come si nota anche nel
film. Simbolo di una societ in calo di
fiducia nel miracolo economico, in cui
prevalgono i cialtroni alla Cortona.
MARTED 6 DICEMBRE 2011 Societ 27
LA STAMPA

MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA28
Q
ualcuno lo ha gi ri-
battezzato lEuro-
inganno del ciocco-
lato. LEuropa ha
messo in mora lIta-
lia per non aver bandito luso
della denominazione ciocco-
lato puro sui prodotti made
in Italy. Dopo le battaglie co-
munitarie che hanno diviso
Nord Europa e Sud Europa
dagli anni Novanta fino al
2003, la Commissione euro-
pea ha ribadito che non esiste
un cioccolato puro e un pro-
dotto non puro, ma anche
chi utilizza
grassi vegetali
diversi dal bur-
ro di cacao (en-
tro il limite del
5 per cento) ha
diritto di chia-
mare il proprio prodotto -
semplicemente - cioccola-
to. Senza aggettivi.
Una norma che il nostro
Paese non ha rispettato, e per
cui ora lEuropa ci bacchetta:
indicare come puro solo il
cioccolato senza i grassi che
non siano burro di cacao equi-
vale a introdurre due denomi-
nazioni per lo stesso prodot-
to. Peggio: in tal modo - dice
la Corte europea - si trae in in-
ganno il consumatore sottin-
tendendo che laltro cioccola-
to sarebbe impuro. Unin-
formazione non obiettiva.
Nel giugno scorso, in real-
t, le autorit italiane aveva-
no assicurato alla Commissio-
ne europea che la legge nazio-
nale incriminata sarebbe sta-
ta abrogata nel corso dello
stesso mese. Ma lEsecutivo
comunitario non ha poi rice-
vuto alcuna conferma. Bru-
xelles ha cos deciso di dare
inizio a una nuova procedura
che potrebbe approdare a un
secondo ricorso in Corte Ue e
a una seconda condanna, con
sanzioni pecuniarie giornalie-
re per ogni giorno in pi di
una norma da cancellare.
Tra i puristi estremi del
cioccolato ci sono gi le pri-
me levate di scudi: una minac-
cia alla qualit. Immediata an-
che la reazione della Coldiretti:
Ostacolare il cioccolato puro
di cacao dopo aver aperto al
formaggio senza
latte e al vino
senza uva sem-
plicemente una
minaccia al ma-
de in Italy.
Una curiosi-
t: la prima procedura dinfra-
zione della Commissione era
stata avviata contro lItalia pro-
prio dallattuale premier, Ma-
rio Monti, allora commissario
europeo a Bruxelles. Prima che
la direttiva del 2000 entrasse
in vigore, Monti mise sotto ac-
cusa Italia e Spa-
gna per aver in-
trodotto la dicitu-
ra surrogato di
cioccolato per i
prodotti a base
di cacao prove-
nienti da alcuni Paesi Ue come
Austria, Danimarca, Finlandia,
Gran Bretagna, Irlanda, Porto-
gallo e Svezia. Paesi che utiliz-
zavano gi allora - in regime di
deroga - i grassi di sostituzio-
ne non ancora ammessi per gli
altri Stati membri. Nel genna-
io 2003, la Corte
europea di giu-
stizia diede ra-
gione a Monti, e
costrinse Italia
e Spagna a eli-
minare il concet-
to di surrogato. LItalia ri-
spose allora con unastuzia:
lintroduzione della denomina-
zione cioccolato puro.
Cioccolatopuro?
LItaliasbaglia
Sanzioni dallUe
Sotto accusa la denominazione sulle etichette
La Coldiretti: cos si danneggia il made in Italy
domande
a
Giorgio Calabrese
nutrizionista
domande
a
Guido Gobino
cioccolatiere 3 3
il caso
MARCOACCOSSATO
TORINO
Attenzione
ai grassi
che non brillano
per salutismo
un errore:
il consumatore
sa riconoscere
le differenze
Se lEuropa ci impedisce di
scrivere cioccolato puro
sui nostri prodotti, allora ob-
blighi chi utilizza grassi vege-
tali diversi dal burro di cacao
a indicarlo sulle loro confe-
zioni. Cos il consumatore sa-
pr regolarsi.
Il professor Giorgio Cala-
brese, nutrizionista dellUni-
versit del Piemonte Orien-
tale, preoccupato non tan-
to della questione commer-
ciale, ma della salute dei
consumatori.
In che modo unetichetta
pu difendere il consuma-
tore?
Io sono dellidea che il bur-
ro di cacao sia la cosa mi-
gliore che esista, anche se
sarebbe un
errore non
r i c or dar e
che co-
munque un
grasso. Ma
di che cosa
sono preoc-
cupato, ve-
r a me nt e ?
Del burro di illipe, del bur-
ro di dika, di quello di ko-
kum. Ci sono grassi che po-
chi conoscono, sempre di
natura vegetale, sempre di
origine africana, che non
brillano certo per il loro sa-
lutismo. Vengono aggiunti
non certo per migliorare il
gusto o per rispettare le
tradizioni di un Paese, ma
esclusivamente per ragioni
economiche.
Qual la differenza tra
grassi?
Gli altri sono di tipo satu-
ro: se io mangiassi in conti-
nuazione cioccolato ricco di
burro di illipe o dika, le mie
arterie si sporcherebbero
molto pi e molto prima di
quanto accade mangiando
burro di cacao.
Professore, parliamo di
una percentuale bassissi-
ma, massimo il 5%...
Mi rendo conto che non si
tratta del 50% del prodotto e
sono daccordo che, se siamo
figli dellEuropa, dobbiamo
rispettare ci che dice lEuro-
pa. Ma lEuropa rispetti allo-
ra tutti i consumatori: chi uti-
lizza altri grassi vegetali lo
deve indicare chiaramente
in etichetta. [M. ACC.]
Francamente non ho mai
indicato cioccolato puro
nei miei prodotti, n mai lo
far. Sono assolutamente
convinto che troppe denomi-
nazioni confondano soltan-
to. Piuttosto che inventare
tante sigle, addirittura lega-
te alle differenze tra le pro-
vince, spieghiamo ai consu-
matori qual il vero ciocco-
lato. Ecco: facciamo una
campagna intelligente.
Guido Gobino, maestro cioc-
colataio, giudica questa guer-
ra europea sulla denomina-
zione assolutamente insigni-
ficante. Non temo.
Non teme che in questo
modo si esponga il consu-
matore allarrivo sul no-
stro mer-
cato di
prodotti
non cer-
to della
qual i t
italiana?
Il consuma-
tore di quali-
t, oggi, in
grado di riconoscere addirit-
tura la differenza tra un tipo
di cacao e un altro. Si figuri
se non si render conto del-
la diversit tra il nostro cioc-
colato e quello che arriva
dal Nord Europa dove si uti-
lizzano grassi vegetali diver-
si dal burro di cacao. Il sapo-
re cambia. Mi creda: nel
Nord Europa sono abituati a
gusti che il nostro palato ri-
fiuterebbe subito.
Perch, allora, questo con-
tenzioso?
La scelta di utilizzare grassi
vegetali diversi dal burro di
cacao esclusivamente una
questione di costi.
Eppure non la prima vol-
ta che in Europa si discute
di purezzaomenodel cioc-
colato.
Oggi, semmai, scontiamo il
fatto di non aver fatto ci
che si doveva fare qualche
anno fa. Le nazioni del Nord
Europa che usavano grassi
diversi dal burro di cacao so-
no riuscite a far passare al-
lepoca la norma che voleva-
no, il che ha danneggiato
lItalia, la Spagna e la Fran-
cia che sono nazioni che pro-
ducono il cioccolato puro
senza scriverlo. [M. ACC.]
Le soluzioni dei giochi
a cura di
REBUS [6, 5, 8]: a U d cetra MA,
tea TR a LE = audace trama teatrale
SCACCHI ROMPICAPO
Partita giocata nel Grand Prix
femminile di Nalchik (Russia) 2011.
Il Bianco decide rapidamente il
finale con un bel sacrificio di Torre.
1. Ta6!, A:a6; 2. a8=D, e vince.
Non andava bene invece 1. Aa6?, a
causa di 1...A:a6; 2. a8=D, Af1+!;
e poi il Nero cattura la Donna con
la Torre.
TEXAS HOLD'EM
Alex. Sono visibili 10 carte, dunque
ne restano 42. I tre giocatori si
dividono il piatto con 4 carte: 5 ,
5 , 8 e 8 ; Alex vince con 14
carte: A , K , Q , J , 10 , 7 ,
4 , 3 , 2 , 6 , 6 , 7 , 9 e 9 ;
Bea vince con 13 carte: A , Q ,
10 , 9 , 7 , 6 , 4 , 3 , 2 , J ,
J , K e K ; Carlo vince in tutti gli
altri 11 casi: A , Q , Q , 10 , 10 ,
4 , 4 , 3 , 3 , 2 e 2 .
GOAL!
Noi abbiamo trovato in tutto 66
parole: efimero, efori, emeri,
emero, emersi, emerso, emiro,
EMISFERO, eremi, eremo, erose,
erosi, femore, femori, ferie, ferme,
fermi, fermio, fermo, ferse, fiere,
fiero, fiore, firme, forese, foresi,
forme, formi, forse, freise, frese,
fresie, fris, friso, ireos, irose,
isomere, merie, merio, meseri,
mesero, misere, misero, moire,
morfee, morfi, morie, morse, morsi,
omeri, ormesi, risme, romee, romei,
rosee, rosei, serie, serio, sermo,
sfere, sfori, siero, sirme, smorfie,
soire, somiere.
Claudio ha dato 47 risposte
corrette, la persona della Toscana ha
impiegato 27 minuti e Flavia viene
dal Piemonte. Ecco comunque gli
abbinamenti completi: Claudio del
Lazio ha impiegato 26 minuti per
dare 47 risposte corrette; Irma della
Toscana ne ha impiegati 27 per
darne 49; Bianca della Campania ne
ha impiegati 28 per darne 46; Flavia
del Piemonte ne ha impiegati 29 per
darne 50; Angelo del Veneto ne ha
impiegati 30 per darne 48.
3
8
4
1
5
7
9
6
2
6
1
7
2
9
8
4
3
5
2
9
5
4
3
6
7
1
8
4
3
8
6
1
9
2
5
7
9
5
6
7
8
2
3
4
1
1
7
2
5
4
3
8
9
6
8
4
1
9
2
5
6
7
3
5
6
3
8
7
4
1
2
9
7
2
9
3
6
1
5
8
4
E O O 0 P O 0 O R
T O R E
D O N
A T
I L 0 O
E L E
T 0 A N
A 0 G R A
0 T A D A E
G N
A N I O 0
0 A R M
0 G A
S F
D O L I
Z I A
I A G L
0 C
E L A
N A T A L
G R A
B 0 N A
I
O 0 0
S 0
0 R E
A L
0 0
T 0 A
A N I N
O
0 C A I S L I
R 0
A
I G E R I T A R 0
A N E G R I 0 R
M N T E 0
N 0 A D
O R A E L S A M
D
0
P A O
I S S M I
R
M
D
I
C
O
N
U
I
0
D A A 0 R A 0 L U C
S P I N A 0 C 0 S O
N I R I M I A N O 0
A L E 0 M E L A N I
0 T S I N O L A M A
I A M E R I N I 0 T
I C D D A 0 D E L E
I I N Z B U R G 0 R
A 0 A I O S S T I 0
N E I 0 I T 0 0 C N
N E I S B A G 0 B R
O O C R A 0 T O R I
A N H A T T 0 M A N
MA MA
UU
TR TR
LE LE
Bruxelles
Il s al vino
senza uva
IL VERDETTO
Due categorie
di vendita inducono
allerrore
IL CONTENZIOSO
Nasce dalluso
di sostanze diverse
dal burro di cacao
IIl casodel cioccolatopu-
ro di cacao non lunica stra-
nezza in etichetta e sulle no-
stre tavole. Per effetto della
normativa comunitaria e na-
zionale gi possibile infatti
vendere sul mercato il vino
senza uva ovvero ottenuto
dalla fermentazione di frut-
ta, dai lamponi al ribes. Non
solo: si pu trovare persino il
formaggio senza latte so-
stituitoparzialmentedallaca-
seina e dai caseinati per otte-
nere formaggi a pasta filata.
Una legge nazionale prevede
inoltre che le bevande al gu-
sto di agrumi possano essere
colorate a condizione che
contengano appena il 12 per
cento di succo vero di agru-
mi. Laltro 88 per cento
composto da acqua e altro.
MARTED 6 DICEMBRE 2011 Societ 29
LA STAMPA

CHI PU PARTECIPARE. Chiunque eccetto il debitore pu partecipare alla vendita. Listanza deve essere sottoscritta dallofferente o dal
legale rappresentante della societ/ente. Persone fisiche: indicare nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, regime
patrimoniale (stato libero, comunione o separazione di beni), residenza, recapito telefonico dellofferente. Allegare allofferta: copia della
carta didentit e del tesserino di codice fiscale. Societ e altri enti: denominazione, sede dellente, codice fiscale e recapito telefoni-
co. Allegare allofferta: copia della carta didentit del legale rappresentante, certificato camerale aggiornato o altro documento equiva-
lente da cui risulta lidentit del legale rappresentante, i relativi poteri e i dati della societ o ente. Partecipazione tramite mandatario
speciale: nella vendita senza incanto NON possibile fare lofferta in busta chiusa mediante procuratore generale o speciale; possi-
bile dare mandato speciale, per atto notarile, solo per partecipare alla gara sullofferta pi alta. Nella vendita con incanto possibile
dare mandato speciale, per atto notarile, per fare listanza di acquisto e partecipare alla gara. Soltanto gli avvocati possono fare offerte
per s o per persona da nominare.
VENDITA SENZA INCANTO
Lofferta deve essere depositata in busta chiusa almeno il giorno prima della data di udienza e recare, allesterno, unica-
mente lindicazione del giorno di udienza e il nome del giudice o del professionista delegato. Lofferta irrevocabile per 120
giorni dal deposito. Indicare nellofferta: numero di procedura, lotto che si intende acquistare e prezzo offerto (non infe-
riore al prezzo base dellavviso). Allegare allofferta: marca da bollo; cauzione pari ad almeno il 10% del prezzo offerto da
versare con assegno circolare NON TRASFERIBILE intestato a Poste Italiane S.p.A. o (se lesecuzione delegata a professio-
nista) al professionista delegato. Alludienza, il giudice (o il professionista) apre le buste e delibera sulla convenienza dellof-
ferta. Se vi sono pi offerte valide si svolge tra tutti gli offerenti una gara a rilancio sullofferta pi alta. Il termine di paga-
mento di giorni 90 dallaggiudicazione (salva diversa indicazione in avviso).
VENDITA ALLINCANTO
Listanza deve essere depositata almeno tre giorni prima della data dellincanto fissata nellavviso. Indicare nellofferta:
numero di procedura, lotto che si intende acquistare. Allegare allofferta: marca da bollo; cauzione pari al 10% del prez-
zo base da versare con assegno circolare NON TRASFERIBILE intestato a Poste Italiane S.p.A. o (se lesecuzione dele-
gata a professionista) al professionista delegato. Il termine di pagamento del prezzo di giorni 60 dallaggiudicazione.
Se listante non partecipa, senza giustificato e documentato motivo, 1/10 della cauzione potr essere confiscato a norma
di legge.
DOPO LAGGIUDICAZIONE
Il residuo prezzo devessere versato nel termine di cui sopra. Se dallavviso di vendita limmobile risulta gravato da un mutuo fon-
diario laggiudicatario pu subentrare nel mutuo, pagando alla banca entro 15 giorni dallaggiudicazione rate scadute, accessori
e spese. Se non savvale di questa facolt ha in ogni caso lobbligo di versare direttamente alla banca, fino a concorrenza del prez-
zo di aggiudicazione, lammontare precisato per capitale interessi e spese. Verificare lavviso integrale per termini e modalit
di pagamento. Insieme al prezzo, laggiudicatario deve versare il fondo per le spese di trasferimento nella misura indicata dalla
Cancelleria o dal delegato e, in mancanza di indicazioni, nella misura del 20% del prezzo di aggiudicazione (il tutto salvo congua-
glio o rimborso delle somme inutilizzate). In ogni caso di mancato, insufficiente o tardivo versamento del residuo prezzo, verr
dichiarata la decadenza dallaggiudicazione e confiscata la cauzione, salvi gli ulteriori provvedimenti di cui allart. 587 c.p.c.. Le
spese di cancellazione delle formalit di pregiudizio sono definitivamente a carico dellaggiudicatario, salvo che nelle vendite fal-
limentari. NOTA BENE: sulle vendite giudiziarie non previsto e non dovuto alcun compenso di mediazione.
MUTUO IPOTECARIO
Chi partecipa allasta, pu ottenere un mutuo garantito da ipoteca sullimmobile per pagare il prezzo di aggiudicazione,
per un importo non superiore al 70-80% del valore dellimmobile ai tassi e condizioni prestabiliti dalle singole banche.
Lelenco delle banche che aderiscono alliniziativa, con indirizzi e numeri telefonici si trova sul sito www.abi.it (sotto la
finestra Aste immobiliari. Finanziamenti ai privati). Lelenco dei notai che hanno dato disponibilit a stipulare questi atti
di mutuo pu essere richiesto al Consiglio Notarile (Torino, Via Botero n. 15, tel. 0115613781).
CUSTODIA
Il custode (Istituto Vendite Giudiziarie: Torino Via Bonzanigo n. 16; tel. 011-4731714; sito web www.torino.astagiudizia-
ria.com) o il curatore fallimentare sono a disposizione per dare informazioni sullimmobile in vendita e concordare i tempi
delleventuale visita.
AVVERTENZA
Verificare in ogni caso lestratto e lavviso di vendita integrale (disponibile anche su sito internet) per ulteriori informa-
zioni utili, eventuali condizioni particolari o deroga alle condizioni generali. Linteressato pu chiedere maggiori noti-
zie presso la competente Cancelleria del Tribunale di Torino (C.so Vittorio Emanuele II n. 130) o presso il recapito del
professionista delegato.
TRIBUNALE DI TORINO VENDITE GIUDIZIARIE
Per questa pubblicit: 011.6665241 Gli avvisi legali de La Stampa li puoi trovare anche su: www.legaleentieaste.it
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 3/08 + 919/08 - Delegato Not. Enrico Mambretti. Lotto unico - Comune di Alpignano, Via Val
della Torre, 127. Piena prop. di villa a 2 p. f.t. oltre p. interrato composto da: parte principale (villa
padronale) con: ingresso, salone, soggiorno, cucina, 3 camere, 2 bagni, corridoio, 2 ripostigli e 2
logge al p. terreno; soggiorno, camera, bagno, 2 disimpegni ed ampio terrazzo, al p. 1: ampio
locale di sgombero, lavanderia con antibagno, 2 cantine e 2 ripostigli nel sottoscala, al p. interrato;
e da 3 unit ad uso civ. abitazione di piccole dimensioni, composte da: piccolo appartamento al p.
terra(1 f.t.) con soggiorno - cucina, 2 camere, bagno, ripostiglio, loggia, porzione di loggia e canti-
na al p. interrato; piccolo appartamento al p. 1 (2 f.t.) con ingresso, cucina, bagno, disimpegno,
camera e loggia; piccolo appartamento al p. 1 (2 f.t.) con ingresso, cucina, bagno, disimpegno,
camera, loggia e terrazzo; oltre ad autorimessa e locali accessori al p. interrato. (A catasto: NCEU
Fg. 3, p.lla 35: sub. 108, sub. 109, sub. 110, sub. 7 e sub. 4; Fg. 3, p.lla 462 (area urbana)). Sussistono
alcune difformit (v. perizia). Vendita senza incanto il 27/01/2012 ore 16.30, apertura buste ore
15.00. Prezzo base: Euro 646.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con
incanto si terr il 08/03/2012 ore 11.45. Prezzo base: Euro 646.000,00, aumenti minimi Euro
10.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore
12.30 del 26/01/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate alme-
no 3 gg. prima della vendita, entrambe presso la sede Erre Esse, in Torino, Via Vittorio Amedeo II,
21 (dal lun. al ven. h. 10.30 - 12.30). Le vendite avranno luogo presso la sede predetta. Custode: IVG
(tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A134914), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Enrico Mambretti
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 16/10 - Delegato Dott.ssa Giulia Bisanti. Lotto unico - Comune di Torino,
Via Sandigliano, 4. Piena prop. di alloggio al p. rialzato (1 f.t.) composto da
ingresso, camera comunicante con il cucinino e bagno oltre locale cantina al p.
interrato e balconcino tra il p. rialzato ed il p. 1 e quote di compropriet sulle
parti comuni. (A catasto: Fg. 1129, n. 218, sub. 2). L'immobile gravato da
mutuo fondiario. Sussistono irregolarit edilizie (v. pagg. 19 - 20 perizia). Ven-
dita senza incanto il 31/01/2012 ore 15.45, apertura buste ore 15.15. Prezzo
base: Euro 20.250,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con
incanto si terr il 28/02/2012 ore 15.45. Prezzo base: Euro 20.250,00, aumenti
minimi Euro 500,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto
vanno depositate entro le ore 12 del 30/01/2012; le istanze di partecipazione
alla vendita con incanto vanno depositate entro le ore 12 del 23/02/2012,
entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via A. Saffi, 21 (tel.
0114342333). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode:
IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tri-
bunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A157555), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott.ssa Giulia Bisanti
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 50/10 - Delegato Avv. Gilberto Nuvolin. Lotto unico - Comune di Torino, Via Bel-
monte, 8. Piena prop. di alloggio al p. 2 (3 f.t.) con accesso da ballatoio composto da
3 camere, cucina e bagno, oltre a 2 vani uso cantina di pertinenza (A catasto: NCEU Fg.
1127, n. 105, sub. 42). Stato di occupazione: sono in corso le operazioni di liberazione
dell'alloggio a seguito di convalida di sfratto per morosit (si v. avviso integrale). Sus-
sistono modeste irregolarit edilizie (v. perizia). L'immobile gravato da mutuo fon-
diario (si v. avviso integrale per modalit e termini di pagamento). Vendita senza
incanto il 07/02/2012 ore 16.00. Prezzo base: Euro 42.000,00. Nel caso in cui l'immo-
bile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 02/03/2012 ore 16.00. Prezzo
base: Euro 42.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la
vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 13 del 06/02/2012; le istanze di
partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate entro le ore 13 del
28/02/2012, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, C.so Francia, 9 (dal lun.
al ven. h. 10 -13). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: Avv.
Gilberto Nuvolin (tramite proprio ausiliario Ing. Giovanni Marra tel. 3923410405 fax
0114330187 0114331746 e-mail: giovannimarra_002@fastwebnet.it). Siti internet:
www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A159155), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Gilberto Nuvolin
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 99/10 - Delegato Dott. Alessandro Conte. Lotto unico - Comune di Colle-
gno, Via Gioberti, 17 (ex civ. 19) ang. Via Settembrini. Piena prop. di autori-
messa privata di sup. comm. ca. mq. 13. Libera e nella disponibilit del debi-
tore esecutato. (A catasto: NCEU Fg. 8, p.lla 1942, sub. 14). Vendita senza
incanto il 10/02/2012 ore 15.00. Prezzo base: Euro 15.000,00. Nel caso in cui
l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 16/03/2012 ore
15.00. Prezzo base: Euro 15.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le
offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro il
09/02/2012 ore 17; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto
vanno depositate almeno 3 gg. prima della vendita entro il 13/03/2012,
entrambe presso lo studio del delegato in Torino, C.so Svizzera, 30 - p.3. Le
vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Siti internet: www.tribuna-
le.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A179963), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott. Alessandro Conte
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 128/08 - Delegato Not. Enrico Mambretti. Lotto unico - Comune di Pianezza, Via dei Prati, 42.
Piena prop. di complesso industriale entrostante a terreno di sup. cat. mq. 9.648 recintato, con 4
accessi carrai e 2 pedonali da Via Biella e da Via dei Prati, composto da: - palazzina a uffici a 3 p. f.t.
oltre seminterrato con: archivio, uffici e servizi igienici al p. terreno e 1; refettorio, spogliatoio e
magazzino al p. seminterrato; uffici ed alloggio al p. 2 (3 f.t.); - capannone industriale ad 1 p. f.t.
parzialmente soppalcato, annesso alla palazzina; - tettoia autovetture; - vecchia palazzina composta
da: fabbricato a 2 p. f.t. con 2 vani e bagno al p. terreno (1 f.t.) e alloggio di 3 camere, cucina e
bagno al p. 1 (2 f.t.); - tettoia industriale; - prefabbricato adiacente alla tettoia; - area cortilizia sco-
perta su cui insistono 2 prefabbricati ad uso magazzino e ricovero attrezzature ed automezzi. Par-
zialmente occupati con contratto di locazione (v. perizia pagg. 17 e ss). (A catasto: NCEU Fg. 26, p.lla
193; Fg. 26, p.lla 194: sub. 1, 2, 3 e 4; NCT Fg. 26, p.lla 196 e p.lla 198). Sussistono irregolarit edilizie
(v. perizia). Vendita senza incanto il 27/01/2012 ore 16.15, apertura buste ore 15.00. Prezzo base:
Euro 1.100.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il
08/03/2012 ore 11.30. Prezzo base: Euro 1.100.000,00, aumenti minimi Euro 20.000,00. Le offerte
in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12.30 del 26/01/2012; le
istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg. prima della vendi-
ta, entrambe presso la sede Erre Esse, in Torino, Via Vittorio Amedeo II, 21 (dal lun. al ven. h. 10.30 -
12.30). Le vendite avranno luogo presso la sede predetta. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.tori-
no.astagiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A144209),
www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Enrico Mambretti
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.G. 190/06 - Delegato Avv. Cecilia Ruggeri. Alloggio in piena propriet, in
Torino (TO), Via Scarlatti 3, al piano terzo (4 f.t.) di circa mq 40 composto da:
camera, cucina, bagno sul ballatoio (in comune con altri due appartamenti)
con cantina al piano seminterrato (A catasto Foglio 1148, n. 327, sub. 26). Ven-
dita senza incanto alludienza del 31 gennaio 2012 ore 16,30; prezzo base
Euro 21.000,00. Nel caso in cui limmobile resti invenduto, leventuale incanto
si terr in data 24 febbraio 2012 ore 16,30; prezzo base Euro 21.000,00 e
aumenti minimi Euro 1.000,00. Immobile gravato da mutuo fondiario (si v.
avviso integrale per termini e modalit di pagamento). Le offerte in busta
chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 13,00 del 30
gennaio 2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate entro le ore 13,00 del 21 febbraio 2012, entrambe presso lo studio
del delegato avv. Cecilia Ruggeri in Torino, C.so Francia 9 (tel. 011.4330187 -
011.4331746) dal luned al venerd dalle ore 10,00 alle ore 13,00. Le vendite
avranno luogo presso la studio predetto. Custode IVG (tel. 011.47.31.714 -
www.torinoastagiudiziaria.com). Sito internet www.legaleentieaste.it.
IL PROFESSIONISTA DELEGATO avv. Cecilia Ruggeri
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 222/10 - Delegato Avv. Stellina Martelli. Lotto unico - Comune di Torino, Via Rovi-
go, 3. Piena prop. di alloggio al p. 3 (4 f.t.) composto da ingresso, 3 camere, tinello,
cucinino, bagno, ripostiglio e 2 balconi oltre a vano uso cantina al p. interrato. Occu-
pato da terzi privi di titolo opponibile alla procedura esecutiva. (A catasto: NCEU Fg.
173, p.lla 232, sub. 49). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza
incanto il 10/02/2012 ore 15.45, apertura buste ore 15.30. Prezzo base: Euro
134.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il
15/03/2012 ore 15.45. Prezzo base: Euro 134.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00.
Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore
12 del 09/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno deposi-
tate almeno 3 gg. prima della vendita (di lun. - gio. - ven. h. 10 - 12), entrambe presso
lo studio del delegato in Torino, C.so Re Umberto I, 3 (tel. 011543015 nei gg. di lun. e
mar. h. 15 - 19). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: Avv.
Stellina Martelli tramite Soc. FRA.MOR. s.r.l. tel. 01119826165 6127 fax 0115561226
e-mail fra.mor.servizi@gmail.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.aste-
giudiziarie.it (A165896), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Stellina Martelli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 226/10 - Delegato Dott. Paolo Cacciari. Lotto unico - Comune di Chieri,
P.zza Europa, 10 scala 5. Piena prop. di alloggio al p. 3 (4 f.t.) composto
da ingresso, corridoio, cucina, 2 camere, soggiorno e gabinetto - bagno,
oltre a cantina pertinenziale al p. interrato. (A catasto: NCEU Fg. 54, p.lla
532, sub. 20). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza
incanto il 01/02/2012 ore 15.30. Prezzo base: Euro 65.000,00. Nel caso in
cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 08/03/2012
ore 15.30. Prezzo base: Euro 65.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le
offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro
le ore 12.30 del 31/01/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con
incanto vanno depositate entro le ore 12.30 del 05/03/2012 (dal lun. al ven.
h. 10.30 - 12.30), entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via G.
Casalis, 49 (tel. 0114473842 - fax 0114331231). Le vendite avranno luogo
presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.aste-
giudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudizia-
rie.it (A165602), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott. Paolo Cacciari
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 242/10 - Delegato Not. Leonardo De Luca. Lotto unico - Comune di
Moncalieri, C.so Parini, 24. Unit immobiliare al p. rialzato (1 f.t.) composto
da ingresso, zona soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, ripostiglio e 2 balco-
ni. (A catasto: CF Fg. 29, p.lla 641, sub. 7 e 8 graffati). L'immobile gravato
da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 06/02/2012 ore 15.05, apertura
buste ore 15.00. Prezzo base: Euro 151.500,00. Nel caso in cui l'immobile
resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 12/03/2012 ore 15.00.
Prezzo base: Euro 151.500,00, aumenti minimi Euro 2.000,00. Le offerte in
busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12
del 03/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate almeno 3 gg. prima della vendita (dal lun. al ven. h. 10 - 12),
entrambe presso lo studio Legale Gaezza in Torino, Via Schina, 7 (tel.
0114732105 St. Legale Gaezza). Le vendite avranno luogo presso lo studio
predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com).
Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A181558),
www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Leonardo De Luca
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 258/10 - Delegato Dott.ssa Vittoria Rossotto. Lotto unico - Comune di Torino,
Via Nicomede Bianchi, 116. Piena prop. di alloggio al p. 4 composto da camera,
cucina e servizi; oltre a cantina al p. seminterrato, per sup. comm. di ca. mq. 55.
Occupato dall'esecutato quindi da considerarsi libero. (A catasto: NCEU Fg. 69, n.
1193, sub. 26). Sono presenti difformit edilizie sanabili. L'immobile gravato da
mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 25/01/2012 ore 17.00. Prezzo base:
Euro 69.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto
si terr il 08/02/2012 ore 15.00. Prezzo base: Euro 69.000,00, aumenti minimi
Euro 2.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depo-
sitate entro le ore 12 del 24/01/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con
incanto vanno depositate entro le ore 12 del 07/02/2012 (tutti i gg. dal lun. al ven.
h. 10 - 12), entrambe presso l'Associazione SAED in Torino, C.so Regina Margheri-
ta, 258. Le vendite avranno luogo presso l'Associazione predetta. Custode:
Dott.ssa Vittoria Rossotto (tel. 01119823248 3356705197 fax 01119835848 e-
mail: infocustodie@associazionesaed.it). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A169546), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott.ssa Vittoria Rossotto
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 283/10 - Delegato Dott. Massimiliano Basilio (tel. 01119504567). Lotto unico -
Comune di Gravere, Via Fontana, 5 (ora via Monte Morone). Piena prop. di immobile
composto da: appartamento al p. 3 con ingresso, 2 disimpegni, cucina, soggiorno, 2
camere e bagno; locale mansardato a vano unico uso deposito, al p. 4; locale cantina
uso deposito, al p. seminterrato; area coperta da tettoia con fronte aperto uso ricove-
ro mezzi, al p. terreno. (A catasto: NCEU Fg. 6: part. 398, sub. 3; part. 1421, sub. 2).
L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 02/02/2012 ore
15.30. Prezzo base: Euro 39.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la
vendita con incanto si terr il 24/02/2012 ore 15.30. Prezzo base: Euro 39.000,00,
aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto
vanno depositate entro le ore 12 del 01/02/2012; le istanze di partecipazione alla ven-
dita con incanto vanno depositate entro le ore 12 di almeno 3 gg. prima della vendita
(lun. - ven. h. 9 - 12), entrambe presso l'Associazione SAED in Torino, C.so Regina Mar-
gherita, 258. Le vendite avranno luogo presso l'Associazione predetta. Custode: Dott.
Massimiliano Basilio (tramite propria ausiliaria Ass. SAED tel. 01119823248 o
3356705197 fax 01119835848 infocustodie@associazionesaed.it). Siti internet:
www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A168553), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott. Massimiliano Basilio
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione II Civile
R.G.N. 32554/2009 - Delegato notaio Alessandro Scilabra. Piena propriet:
in Santena, via Carlo Alberto 4, alloggio al piano secondo con cantina (Fg.
12, particella 854, sub. 6). Vendita senza incanto: 7 febbraio 2012 ore 16,15;
apertura buste ore 14,30. Prezzo base: Euro 90.100,00. Nel caso in cui lim-
mobile resti invenduto la vendita con incanto si terr: 13 marzo 2012 ore
16,15. Prezzo base: Euro 90.100,00. Aumenti minimi: Euro 2.000,00. Le
vendite si terranno presso la Erre Esse in Torino, via Vittorio Amedeo II 21
ove, nei giorni ed orari di cui infra, sono consultabili gli atti relativi alla ven-
dita. Le offerte in busta chiusa o le istanze di partecipazione devono essere
depositate dal luned al venerd dalle ore 10,30 alle ore 12,30 presso la Erre
Esse. Sito internet: www.legaleentieaste.it.
NOTAIO Alessandro Scilabra
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 331/10 - Delegato Not. Francesca Piccirella. Lotto unico - Comune di
Torino, Via Fenoglio, 11/A (e civ. 13). Alloggio al p. 6 (5 f.t.) composto da
camera, salone, cucina e servizi oltre a locale non abitabile al p. sottotetto e
locale uso cantina al p. seminterrato. (A catasto: NCEU Fg. 1230, n. 615, sub.
31 e 46). Vendita senza incanto il 10/02/2012 ore 10.15, apertura buste ore
10.00. Prezzo base: Euro 209.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti inven-
duto, la vendita con incanto si terr il 09/03/2012 ore 09.50. Prezzo base:
Euro 209.000,00, aumenti minimi Euro 3.000,00. Le offerte in busta chiusa
per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del
09/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate almeno 3 gg. prima della vendita (dal lun. al ven. h. 10 - 12),
entrambe presso lo studio Legale Gaezza in Torino, Via Schina, 7 (tel.
0114732105 St. Legale Gaezza). Le vendite avranno luogo presso lo studio
predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com).
Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A181565),
www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Francesca Piccirella
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 359/98 + 1628/10 - Delegato Avv. Claudia Guzzo. Lotto unico - Comune di
Torino, Lungo Dora Napoli, 22. Appartamento al p. 6 (7 f.t.) di mq. 93,69 com-
posto da ingresso, soggiorno, 2 camere, tinello con cucinino, servizio igienico,
terrazzo e ripostiglio oltre a terrazzo al p. soprastante di ca. mq. 112 con acces-
so dal vano scale, oltre a cantina al p. 2 interrato. (A catasto: NCEU Fg. 171,
p.lla 961, sub. 13). Sussistono irregolarit edilizie (v. perizia). L'immobile gra-
vato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 23/02/2012 ore 16.30. Prez-
zo base: Euro 258.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita
con incanto si terr il 15/03/2012 ore 15.30. Prezzo base: Euro 258.000,00,
aumenti minimi Euro 3.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza
incanto vanno depositate entro le ore 18 del 22/02/2012; le istanze di partecipa-
zione alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg. prima della ven-
dita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via Peyron, 19 (tel.
011485332). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG
(tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribuna-
le.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A180308), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Claudia Guzzo
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 440/08 + 210/10 - Delegato Avv. Alberto Frasc. Lotto unico - Comune di
Torino, C.so regina Margherita, 278. Piena prop. di alloggio al p. 2 con
ingresso da ballatoio composto da camera, cucina e servizio e relativa cantina
al p. sotterraneo, di sup. comm. di ca. mq. 42. Libero. (A catasto: NCEU Fg.
176, p.lla 9, sub. 38). Sussistono irregolarit edilizie (v. perizia pagg. 26, 27 e
28). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il
23/02/2012 ore 15.00. Prezzo base: Euro 34.000,00. Nel caso in cui l'immobi-
le resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 15/03/2012 ore 15.00.
Prezzo base: Euro 34.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in
busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12.30
del 22/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate almeno 3 gg. prima della vendita, entrambe presso la sede
FRA.MOR. in Torino, C.so V. Emanuele II, 78 (tel. 01119826165 01119826127;
fax 0115561226; e-mail fra.mor.servizi@gmail.com). Le vendite avranno luogo
presso la societ predetta. Custode: Avv. Alberto Frasc. Siti internet: www.tri-
bunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A145183), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Alberto Frasc
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 488/10 - Delegato Not. Giovanna Ioli. Lotto unico - Comune di Torino,
C.so Brescia, 4/bis. Piena prop. di alloggio al p. 2 (3 f.t.) composto da cucina,
2 camere, servizio igienico, vano centrale termica con accesso dal balcone ed
annessa 2 cantina al p. interrato. Occupato con contratto di locazione (v.
perizia pag. 23). (A catasto: CF Fg. 171, p.lla 435, sub. 204). L'immobile gra-
vato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 07/02/2012 ore 16.00,
apertura buste ore 15.00. Prezzo base: Euro 45.000,00. Nel caso in cui l'im-
mobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 15/03/2012 ore 15.30.
Prezzo base: Euro 45.000,00, aumenti minimi Euro 2.000,00. Le offerte in
busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12
del 06/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate almeno 3 gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del
delegato in Torino, Via Alfieri, 17 (dal lun. al ven.h 11 - 12). Le vendite avran-
no luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714;
www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A167820), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Giovanna Ioli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 531/09 - Delegato Avv. Cecilia Ruggeri. Lotto unico - Comune di Torino,
Via Ceva, 40. Piena prop. di alloggio al p. 1 (2 f.t.) composto da 2 camere,
cucina, bagno e cantina (A catasto: NCEU Fg. 174, p.lla 13, sub. 19). Sup.
comm. computata di ca. mq. 65. Sussistono blande irregolarit edilizie (si v.
perizia). Immobile gravato da mutuo fondiario (si v. avviso integrale per
modalit e termini di pagamento). Vendita senza incanto il 31/01/2012 ore
17.00. Prezzo base: Euro 32.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti inven-
duto, la vendita con incanto si terr il 24/02/2012 ore 17.00. Prezzo base:
Euro 32.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per
la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 13 del 30/01/2012; le
istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate entro le
ore 13 del 21/02/2012, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, C.so
Francia, 9 (dal lun. al ven. h. 10 - 13). Le vendite avranno luogo presso lo stu-
dio predetto. Custode: Avv. Cecilia Ruggeri (tramite ausiliaria FRA.MOR. S.r.l.
tel. 01119826165 01119826127 fax 0115561226). Siti internet: www.tribu-
nale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A138540), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Cecilia Ruggeri
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 565/10 - Delegato Dott.ssa Vittoria Rossotto. Immobili siti in Comune di Villardora: Lotto 1 - V.lo Coletto,
4. Piena prop. di alloggio al p. 1 (2 f.t.) composto da ingresso su soggiorno, cucina, piccolo disimpegno,
camera e bagno. Occupato con contratto di locazione con scadenza 05/12/2012. (A catasto: NCEU Fg. 7, mapp.
201, sub. 106). Lotto 2 - V.lo Coletto, 4/6. Piena prop. di alloggio al p. terreno e 1 (2 f.t.) composto da ingresso
su cucina, locale ripostiglio, camera, bagno, altra camera con scala di accesso al p. superiore con 2 camere, ser-
vizio igienico e ripostiglio sottoscala; oltre ad autorimessa nel cortile interno. Occupato dalla figlia degli ese-
cutati, quindi libero. (A catasto: NCEU Fg. 7, mapp. 14, sub. 105 e mapp. 201, sub. 1). Sussistono difformit edi-
lizie sanabili. Lotto 3 - V.lo Coletto, 4/6. Piena prop. di alloggio al p. 2 (3 f.t.) composto da ingresso su cucina,
camera, bagno, altro ingresso da terrazzino, disimpegno e 2 camere, oltre ad autorimessa nel cortile interno.
Occupato dagli esecutati, quindi libero. (A catasto: NCEU Fg. 7, mapp. 14, sub. 106 e mapp. 201, sub. 2). Sussi-
stono difformit edilizie sanabili. Gli immobili sono gravati da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il
25/01/2012 ore 17.00. Prezzo base: lotto 1 Euro 29.000,00; lotto 2 Euro 96.000,00; lotto 3 Euro 62.000,00. Nel
caso in cui gli immobili restino invenduti, la vendita con incanto si terr il 08/02/2012 ore 15.00. Prezzo base:
lotto 1 Euro 29.000,00, aumenti minimi Euro 2.000,00; lotto 2 Euro 96.000,00, aumenti minimi Euro 3.000,00;
lotto 3 Euro 62.000,00, aumenti minimi Euro 3.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto
vanno depositate entro le ore 12 del 24/01/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate entro le ore 12 del 07/02/2012 (tutti i gg. dal lun. al ven. h. 10 - 12), entrambe presso l'Associazione
SAED in Torino, C.so Regina Margherita, 258. Le vendite avranno luogo presso l'Associazione predetta. Custo-
de: Dott.ssa Vittoria Rossotto (tramite propria ausiliaria Ass. SAED tel. 01119823248 o 3356705197 fax
01119835848 e-mail: infocustodie@associazionesaed.it). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.aste-
giudiziarie.it (A170823, A170824, A170825), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATOdott.ssa Vittoria Rossotto
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA30 W
MARINA CASSI
TORINO
Riprende oggi il confronto
tra Fiat e sindacati per arriva-
re a un accordo che valga co-
me contratto collettivo del
gruppo. E possibile chiudere
a breve, forse oggi; di certo in
settimana. Un tavolo al quale
non parteciper la Fiom. Non
ha risposto s alla richiesta
aziendale di aderire allaccor-
do collettivo di primo livello
del 29 dicembre del 2010 - sul
modello Pomigliano - e che
la base della nuova intesa che
non sar sottoposta a referen-
dum. Maurizio Landini parla
di attacco alle libert sindaca-
li, gli altri sindacati di Fiom
che si autoesclude.
Ieri - nella palazzina del-
lUnione industriale di Tori-
no - si vissuta unaltra gior-
nata convulsa. Ancora una
volta andata in scena la rot-
tura sindacale. Fuori due pre-
sidi - uno di Fim, Uilm, Fi-
smic, Ugl, Associazione Qua-
dri, Ugl laltro di Cobas e Usb
- si sono fronteggiati.
E la prima volta che i fir-
matari di tutte le intese fino-
ra sottoscritte si sono mobili-
tati per chiedere che si arrivi
a un contratto visto che la Fiat
ha disdettato, da gennaio, sia
quello nazionale sia gli accordi
che nel corso degli anni si sono
accumulati negli stabilimenti.
Dal presidio del sindacali-
smo di base sono state lanciate
uova che si sono spiaccicate
sulla porta della palazzina. E
urla di venduti, servi rivolte
al presidio dei firmatari. In
mezzo - in una sorta di no
mans land - la polizia che ha
trattenuto, discusso, mediato,
spintonato a seconda delle fasi.
Dentro un film gi visto. A ini-
zio incontro la delegazione Fiat
interroga su chi sia disposto a
impegnarsi sul contratto del di-
cembre 2010. Ovvie le risposte:
Fim, Uilm, Fismic, Ugl, Quadri
per il s. La Fiomper il no.
La riunione si chiude con la
Fiat che ritiene sospeso lincon-
tro. Forse - come racconta
qualche sindacalista - addirittu-
ra finito. La nutrita delegazio-
ne Fiat esce per pranzo. Ci si
aggiorna alle 14,30. E nellora
di pausa i cinque firmatari scri-
vono alla Fiat una lettera per
chiedere la ripresa immediata
del tavolo per arrivare a un
contratto sul modello del 29 di-
cembre. A quel punto scatta
lesclusione della Fiom che an-
nuncia di non voler lasciare il
tavolo. Allora azienda e sinda-
cati firmatari se ne vanno -
qualcuno nella delegazione
Fiat dice certo non chiamere-
mo i carabinieri - e migrano in
unaltra sala dove si prosegue
in ristretta fino a sera.
Il segretario Fiom, Landini,
attacca: E un attentato alle li-
bert sindacali. Altri sindacati
hanno chiesto di proseguire il
negoziato che esclude la Fiom
per estendere laccordo di Po-
migliano a tutto il gruppo.
Aggiunge: La Fiat non ha
mai voluto trattare. E da oggi
cambia la natura del sindacato:
da confederale a aziendale.
Chiede che intervengano la po-
litica e il governo per ripristina-
re regole democratiche di rap-
presentanza.
Una strada potrebbe essere
la proposta di Cesare Damiano
del Pd di riportare larticolo 19
dello Statuto alla formula origi-
naria con la possibilit di rap-
presentanza non solo per i sin-
dacati firmatari, ma per quelli
maggiormente rappresentativi.
Il segretario Uil Angeletti li-
quida la cosa con un che non
ci sia la Fiom non una noti-
zia. Di Maulo della Fismic
spiega: Siamo in applicazione
dellaccordo del dicembre 2010
che assegna ai firmatarie la
possibilit di accettare o meno
altre societ o altri sindacati
che vogliono applicare quellin-
tesa. Noi abbiamo esteso linvi-
to alla Fiom, che per non ha
aderito e quindi andiamo avan-
ti per migliorare il contratto.
Farina della Fim racconta
che non proseguire nella trat-
tativa stata una scelta della
Fiom pi che nostra, la Fiom
deve fare i conti con la realt.
E DAnolfo dellUgl: Stiamo
ponendo le basi per prospetti-
ve di sviluppo.
Oro
ECONOMIA
FINANZA
Petrolio
FTSE/MIB
FTSEItaliaAll Share
&
LANDINI: UNATTENTATOALLE LIBERT, INTERVENGAIL GOVERNO. ANGELETTI: CHE LORONONCI SIANONON UNANOTIZIA
Fiat, adessosi trattasenzalaFiom
Sul nuovo contratto i sindacati si dividono lungo le linee dellintesa di Pomigliano
Euro-Dollaro
DOWJONES(NewYork)
NASDAQ(NewYork)
DAX(Francoforte)
FTSE(Londra)
In Italia
1,3467 CAMBIO
dollari/barile 100,99
IGrandi opere e gran-
di manovre. Proprio quan-
do il Cipe si prepara ad
approvare opere pubbli-
che per 5 miliardi di euro,
tra cui il secondo lotto del
Terzo valico Milano-Ge-
nova, la famiglia Gavio
vuole stringere la presa
sul controllo di Impregilo,
il primo gruppo italiano
di costruzioni. Argo Fi-
nanziaria, la holding della
famiglia Gavio, ha offerto
ai Benetton e ai Ligresti,
gli altri due soci di Igli, la
holding che ha il 29,9% di
Impregilo, di comprare le
loro quote a un prezzo
che valuta il colosso delle
costruzioni a qualcosa
di pi di 3 euro per azio-
ne (ora in Borsa vale cir-
ca 2,32 euro per azione).
Abbiamo ricevuto unof-
ferta, la valuteremo con
attenzione e la sottoporre-
mo al Cda del 20 dicem-
bre, ha detto una porta-
voce di FonSai che ha in
carico la quota in Impre-
gilo a 3,2 euro.
ABENETTONE LIGRESTI
Impregilo,
Gavio offre oltre
3 euro ad azione
MILANO
stato rivisto il Codice di au-
todisciplina delle societ
quotate alla Borsa di Milano.
La nuova versione stata
presentata ieri a Milano, a
Palazzo Mezzanotte (sede di
Borsa Italiana) da Gabriele
Galateri di Genola e Domeni-
co Siniscalco, presidente e
vicepresidente del Comitato
per la Corporate Governan-
ce. Il Codice stato scritto
da un triumvirato di esperti
composto dallavvocato Bru-
no Cova, dal professor Pier-
gaetano Marchetti e dal pro-
fessor Angelo Provasoli.
Gli emittenti sono invitati
ad applicare le modifiche en-
tro la fine dellesercizio che
inizia nel 2012, informando-
ne il mercato. Per i tempi di
adeguamento fanno eccezione
le modifiche che hanno effetto
sulla composizione del consi-
glio di amministrazione o dei
relativi comitati, per le quali il
Codice prevede un periodo
transitorio pi ampio. In parti-
colare stato raccomandato
che tutti gli amministratori si-
ano dotati di adeguata com-
petenza e professionalit (an-
che se non viene precisato ul-
teriormente come si possa giu-
dicare lo status). Sono anche
state fornite pi puntuali indi-
cazioni sul numero minimo di
amministratori indipendenti:
almeno un terzo di indipen-
denti nei consigli delle societ
appartenenti allindice Ftse
Mib, almeno due indipendenti
nelle altre.
Il Comitato ha apportato al-
cune innovazioni al testo del
Codice che, con la sola eccezio-
ne della disciplina delle remu-
nerazioni aggiornata nel 2010,
era ormai risalente al 2006.
Il nuovo Codice, che si pre-
senta nella forma di decalogo,
stato semplificato e allo stes-
so tempo potenziato. Da un la-
to, stato adeguato ai nume-
rosi interventi normativi degli
ultimi anni che hanno reso ob-
solete alcune raccomandazio-
ni ed stato graduato per age-
volare le Pmi quotate. Dallal-
tro, stato rivisitato per forni-
re maggiore efficacia alle rac-
comandazioni, anche alla luce
delle pi recenti best practi-
ce nazionali e internazionali:
in particolare, stata rafforza-
ta la centralit dellazione del
consiglio di amministrazione
e dei comitati e la loro compo-
nente indipendente ed stato
razionalizzato il sistema dei
controlli.
La nuova edizione del Co-
dice - spiega Gabriele Galateri
- in un momento cos delicato
per il nostro sistema economi-
co, rappresenta un segnale im-
portante dei principali attori
del mercato finanziario. Sono
state raggiunte intese signifi-
cative in tempi ragionevoli.
Ladesione alle raccomanda-
zioni del Codice da parte delle
societ quotate ne rafforzer
la credibilit. [R. E.]
AllEstero
S
+2,91%
+2,74%
euro/grammo 42,0617
Presidi
contrapposti
Di fronte
allapalazzina
dovelaFiat
trattavacoi
sindacati, ieri
laFiom
elealtresigle
si sono
fronteggiate
ingruppi
separati
Possibileunaccordo
gioggi oinsettimana
conFim, Uilm, Ugl,
Fismic eQuadri
Unalettera delle sigle
pronte al negoziato
per chiedere al Lingotto
di procedere comunque
PRESENTATEIERI AMILANOLENORMEDI AUTO-REGOLAMENTAZIONE
Eccoil nuovoCodicedellaBorsa
Pi spazio incda agli indipendenti
In dieci punti
la governance
delle societ
quotate
.
+0,62%
+1,07%
+0,42%
+0,28%
R
Questi e molti altri avvisi
li puoi trovare
anche su internet
Consulta i siti
www.legaleentieaste.it
www.lastampa.it
MARTED 6DICEMBRE 2011 31
LA STAMPA

Lorologio perfetto esiste.
www.citizen.it
Scopri lintera collezione
Eco-Drive Radiocontrollato
a partire da 348
AS4050-51E 538
Regolato dallo spazio.
Preciso al milionesimo
di secondo.
Mai pi batterie grazie
allenergia della luce.
VETRO
ZAFFIRO
Perfetta trasparenza,
preziosit
e inalterabilit
nel tempo.
Pi resistente e pi leggero
dellacciaio inossidabile.
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA32
FRANCESCO MANACORDA
MILANO
Un consiglio straordinario di
FonSai, convocato oggi, per
cercare di stringere sulle ope-
razioni destinate a rinforzare il
margine di solvibilit della
compagnia fino a portarlo a
quota 120%. Un consiglio nel
quale, spiegano fonti finanzia-
rie, il tema di unaumentodi ca-
pitalenonsarufficialmenteal-
lordine del giorno, ma verr
certamente discusso assieme
adaltreopzioni.
Per la compagnia dei Ligre-
sti, cheieri ha festeggiatolarri-
vo di un nuovo e finora scono-
sciuto - almeno al mercato - so-
cio forte con il 12,5%, il tempo
stringe e si cerca di correre ai
ripari al pi presto. La societ
veicolo che FonSai ha deciso di
allestire con il Credit Suisse -
dentro ci sono le quote posse-
dute in Mediobanca, Generali,
Rcs Gemina e Pirelli - vale ai
prezzi di mercato poco pi di
600milioni e se la banca elveti-
ca guidata in Italia da Federico
Imbert ne prendessecome pre-
visto il 40%, nella compagnia
arriverebbero circa 250 milio-
ni. Non abbastanza, pare, per
rimettere in sesto la situazio-
ne. Cos, mentre il cda di oggi
sar anche propedeutico allin-
contro di mercoled 7 tra Fon-
Sai e lIsvap che dovr pronun-
ciarsi proprio sulla societ vei-
colo, lamministratore delega-
to Emanuele Erbetta e il diret-
tore generale Piergiorgio Pelu-
so - i due risanatori alla guida
del gruppo dopo lingresso di
Unicredit nel capitale - esami-
nano ogni via disponibile per
raggiungereunlivello patrimo-
niale di sicurezza. Un livello
che oggi non c. Ecco allora
tornare lipotesi dellaumento -
finorasempresmentita ufficial-
mente dallacompagnia- che si-
gnificherebbeperunpasso in-
dietro dei Ligresti Da una par-
te infatti la famiglia guidata dal
patron Salvatore, le cui holding
affrontano serie difficolt con le
banche, non ha i mezzi per af-
frontare un altro aumento. Dal-
laltra unoperazione sul capitale
di Fonsai potrebbe attrarre qual-
che nuovo socio, ma solo se la
compagnia fosse delegrestizza-
ta, il dominio della famiglia ces-
satoofortementeridotto.
La pressione forte su Fon-
Sai, maanche ai piani alti dellim-
pero Ligresti. Ieri in banca Leo-
nardo si tenuto un vertice coni
creditori - inprimoluogoUnicre-
dit e Banco Popolare - di Siner-
gia ed Imco, le holding di fami-
glia che controllano il 20% Pre-
mafin, a sua volta primo azioni-
sta di FonSai, e che hanno rine-
goziato appena a giugno debiti
per 325 milioni ma adesso non
possono ripagare le rate perch
non hanno rispettato limpegno
di vendere almeno 100 milioni di
immobili entro il 2011. Al piano
inizialmente proposto da Banca
Leonardo - liquidazione in bonis
con congelamento della situa-
zione debitoria per due anni in
pi a partire da inizio 2013 e im-
pegno della societ a vendere le
partecipazioni immobiliari e il
20%inasset - si aggiunta unal-
ternativa. Si tratta di cedere tut-
ti gli asset, compresa la quota in
Premafin, alle banche che poi
provvederanno alla vendita per
conto proprio: se gli istituti do-
vesseroricavarne pidei 325 mi-
lioni dovuti i Ligresti avrebbero
il ricavato eccedente; se le ban-
che dovessero invece incassare
di meno dovrebbero comunque
considerare estinto il debito.
Adesso tocca ai creditori muo-
versi e la loro intenzione di far-
lo in fretta: il prossimo incontro
convocatoper marted 19, visto
che lobiettivo chiudere entro
fine dicembre. I Ligresti, in ogni
caso, hanno anche chiesto nuova
finanza alle banche: gli servono
almeno 30 milioni entro fine di-
cembre per far fronte ad alcuni
obblighi. Un altro segnale di
quanto la situazione si stia rapi-
damentecompromettendo.
PREOCCUPATI GLI ENTI REGGIANI
Unicredit, la Fondazione Crt
conferma il sostegno a Ghizzoni
MILANO
Un socio occulto che arri-
va dalle Bahamas, un pac-
chetto del 12,5% di Prema-
fin che spunta a sorpresa
grazie agli accertamenti
della Consob e tante doman-
de ancora senza risposta.
Al centro, un signore di 74
anni, italiano residente a
Montecarlo e da anni in rap-
porti daffari con la fami-
glia Ligresti. Giancarlo de
Filippo da Chieti, classe 1937,
il firmatario del fax che ieri
ha rivelato lesistenza di un
socio con in mano il 12,5% di
Premafin almeno dalla fine
del 2010. Si tratta di un fondo
di Bahamas, The Heritage
Fund. De Filippo anche am-
ministratore della spagnola
Minoritaria Holding, control-
lata dalla Starlife della fami-
glia Ligresti nella quale de-
positato un 5% di Sinergia.
Fino a qualche tempo fa era
anche consigliere della Mari-
na di Loano, altra societ del
gruppo Ligresti. Alcune delle
domande troveranno una ri-
sposta a breve, almeno secon-
do quanto assicura lo stesso
de Filippo nel suo fax. Nei
prossimi giorni - afferma de
Filippo - verr comunicato il
dettaglio delle partecipazio-
ni possedute dalle singole so-
ciet controllate da The Heri-
tage Trust e i nominativi del-
le stesse, nei modi e secondo
i tempi duso ai sensi delle
norme vigenti.
Il fax di ieri il passaggio
pi recente di una lunga inda-
gine avviata dalla Commissio-
ne oltre un anno fa, quando
emerse che lo storico pac-
chetto detenuto dal Credit
Agricole Suisse nella finanzia-
ria dei Ligresti si era ridotto
fino a poco meno del 3% da ol-
tre il 9%, senza che fosse co-
municato a Consob. Un pac-
chetto che sarebbe stato in
mano a dieci soggetti con sedi
in paradisi fiscali, poi ridottisi
a due, secondo quanto dichia-
rato dal gruppo bancario.
Il lavoro della commissio-
ne prosegue, oltre che per in-
dividuare leffettiva titolare
delle quote, anche per accer-
tare lesistenza di altri pac-
chetti occulti della stessa
finanziaria in mano ad altri
soggetti.
Il pacchetto del Credit
Agricole Suisse, secondo le
voci che per anni sono circo-
late sul mercato milanese, sa-
rebbe stato riconducibile pro-
prio ai Ligresti, una circo-
stanza sempre smentita dal-
la famiglia. La vicenda del
pacchetto Premafin ha an-
che portato allapertura di
una indagine della magistra-
tura, con il pm Luigi Orsi che
ha indagato il patron Salvato-
re Ligresti per ostacolo alla
Consob. [G. PAO.]
II vertici della Fonda-
zione Crt ribadiscono pie-
na fiducia in Federico
Ghizzoni e nelle sue scel-
te. Ma a sollevare criti-
che verso listituto di piaz-
za Cordusio sono stati gli
enti reggiani, territorio
dazione della Fondazione
Manodori.
In una nota diffusa al termi-
ne della riunione delle com-
missioni consiliari congiun-
te dellente torinese, nel
corso della quale Federico
Ghizzoni, amministratore
delegato di Unicredit, ha il-
lustrato il piano strategico
del gruppo varato luned 14
novembre, la Crt ha anche
ribadito limpegno a sotto-
scrivere il nuovo aumento
di capitale. Alla riunione
hanno partecipato il vice-
presidente Fabrizio Palen-
zona e il consigliere Anto-
nio Maria Marocco. Provin-
cia di Reggio Emilia, comu-
ne e Camera di Commer-
cio hanno invece espresso
la propria preoccupazione
per leventualit che la Ma-
nodori, azionista con lo
0,79% di Unicredit, possa
sottoscrivere laumento fa-
cendo ricorso al debito.
Riassetto
Salvatore
Ligresti conla
figliaJonella
Lafamiglia
impegnata
nel riassetto
del debito
di Sinergia
eImco, le
holding
cheacascata
controllano
Fondiaria-Sai
CONVOCATOOGGI IL CONSIGLIOPERUNAMESSAAPUNTODELLE AZIONI SUL CAPITALE
FonSai, cdastraordinario
Si pensa anche allaumento
Per Sinergia Ligresti d alle banche due opzioni e chiede altri 30 milioni
Prosegue lindagine
dellaConsob
per individuare altre
quote nascoste
Alle Bahamas il socio occulto
conil 12,5%di Premafin
Domani lesame Isvap
sulla societveicolo
che conterrquote
Generali e Mediobanca
Il pacchetto in mano
ad un finaziere
monegasco
vicino al gruppo
.
TRIBUNALI
VENDITE GIUDIZIARIE
Per questa pubblicit: 011.6665241
Gli avvisi legali de La Stampa li puoi trovare
anche su: www.legaleentieaste.it
TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO
Ufficio Fallimenti - Vendite Immobiliari
Vendita di immobili senza e con incanto
Si rende noto che nel Fallimento n. 254/09 - Curatore: Rag. Fulvia Formentini. Il Giudice Dele-
gato Dott.ssa M. Giusta ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti immobili: Lotto
unico - In comune di Borgaro Torinese via Donatello 61-63, piena propriet di: Fabbricato
industriale, suddiviso nelle seguenti porzioni: - Porzione articolata su due piani fuori terra,
composta da: ingresso, disimpegno, locali deposito, ripostiglio, magazzino, locale produtti-
vo/deposito e vano centrale termica al piano terreno (primo fuori terra); disimpegni, locali
ufficio e servizi igienici al piano primo (secondo fuori terra); vano scale collegante i piani ter-
reno e primo. - Porzione elevata ad un piano fuori terra, composta da: ampio locale produtti-
vo/deposito con modulo interno costituito da locale spogliatoio, nucleo servizi igienici, locale
deposito e sovrastante solaio di copertura adibito a deposito. Con annesse aree esterne desti-
nate a cortile, sul quale sorge una tettoia aperta. Il fabbricato industriale presenta diversit
catastali, meglio esposte nella perizia fallimentare in atti. Il fabbricato industriale risulta
sprovvisto di autorizzazione alla agibilit. Limmobile presenta irregolarit edilizie, meglio
esposte nella perizia fallimentare in atti. Limmobile da ritenersi libero. Fissa per l'esame
delle offerte e per leventuale gara fra gli offerenti ludienza del 10/02/2012 ore 11,00. Offer-
te non inferiori al prezzo base fissato in Euro 560.000,00 (Euro cinquecentosessantami-
la/00). Deposito per cauzione: 10% del prezzo offerto. Lofferta deve essere presentata alla
Cancelleria Fallimenti - Vendite Immobiliari (sabato escluso) entro le ore 12,30 del giorno
antecedente la vendita, in busta chiusa e in bollo da Euro 14,62, allegando, per la cauzione,
assegno circolare non trasferibile intestato a Poste Italiane S.p.A. Per il caso in cui nella
vendita senza incanto uno o pi lotti rimanessero invenduti, per qualsiasi motivo, si dispone
la vendita con incanto per il giorno 09/03/2012 alle ore 9,30. Prezzo base: Euro 560.000,00
(Euro cinquecentosessantamila/00). Aumenti minimi: Euro 2.000,00 (duemila/00). Deposito
per cauzione: 10% del prezzo offerto da versarsi alla Cancelleria Vendite Fallimenti (sabato
escluso) entro le ore 12,30 del terzo giorno antecedente la vendita, mediante assegno circola-
re Non Trasferibile intestato a Poste Italiane S.p.A. Atti relativi alla vendita consultabili
presso la Cancelleria Fallimenti - Vendite Immobiliari - corso Vittorio Emanuele II n. 130 - Tori-
no. Si rammenta che lart. 585 3 comma c.p.c. prevede che se il versamento del prezzo
avviene con lerogazione a seguito di contratto di finanziamento che preveda il versamento
diretto delle somme erogate in favore della procedura e la garanzia ipotecaria di primo grado
sul medesimo immobile oggetto di vendita, nel decreto di trasferimento deve essere indicato
tale atto ed il Conservatore dei registri immobiliari non pu eseguire la trascrizione del decre-
to se non unitamente alliscrizione dellipoteca concessa dalla parte finanziata. Gli interes-
sati possono assumere informazioni presso il proprio Istituto Bancario.
IL CANCELLIERE
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Fallimentare
R.F. 276/11 - Delegato Dott. Alfredo Robella. Beni mobili giacenti in Torino, C.so Mar-
che, 34: Lotto 1 - Autovettura FIAT 500 Abarth cabriolet, targata EH555RX, colore gri-
gio, km 165, alimentazione benzina, cilindrata 1368, kw 99, immatricolazione
15/04/2011 (n. 1 di inventario). Lotto 2 - Autovettura FIAT Punto Evo Abarth, targata
EB608PR, colore bianco, km 5.578, alimentazione benzina, cilindrata 1368, kw 120,
immatricolazione 11/06/2010 (n. 2 di inventario). Lotto 3 - Autovettura FIAT Punto Evo
Abarth, targata EH368RX, colore bianco, km 5, alimentazione benzina, cilindrata 1368,
kw 120, immatricolazione 31/03/2011 (n. 3 di inventario). Lotto 4 - N. 76 circa fotografie
incorniciate e poster, varie dimensioni, raffiguranti automobili (n. 41 di inventario) e
marchio Abarth a parete. Lotto 5 - Rimanenti beni (oggettistica di merchandising a
marchio Abarth, kit di trasformazione, arredi e attrezzature ecc.) inventariati dal n. 4 al
n. 88 (esclusi nn. 5, 22, 41 e 84). Vendita: 15/12/2011 ore 15.30. Prezzo base: lotto 1
Euro 11.000,00; lotto 2 Euro 7.000,00; lotto 3 Euro 10.000,00; lotto 4 Euro 800,00; lotto
5 Euro 31.000,00. Le offerte irrevocabili in bollo, in busta chiusa, per la vendita senza
incanto, vanno depositate entro le ore 18.30 del 14/12/2011 presso lo studio del dele-
gato in Torino, Via Susa, 15 (tel. 0114343042 - e-mail: a.robella@ragionieri.com). La
vendita avr luogo presso lo studio predetto. Ciascun interessato ha l'onere di prende-
re visione dellavviso di vendita. Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudi-
ziarie.it (A182535, A182536, A182537, A182538, A182539), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATOdott. Alfredo Robella
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Fallimentare
Fallimento: n.ro 184/2011 R.G.
Si comunica che stata disposta la gara volta a cedere lazienda della fallita
costituita da attivit di autotrasporto per conto terzi di prodotti alimentari e
merci deperibili in genere sommariamente costituita da: arredi, macchine elettro-
niche da ufficio, avviamento, licenze ed iscrizioni al prezzo di Euro 50.000,00. Il
termine entro il quale gli interessati dovranno depositare presso lo studio del
curatore, dr. Michele Vigna, via Perrone n. 16 (tel. 011.5068001), le offerte in busta
chiusa recante la dicitura offerta dacquisto per lazienda del fallimento n.
184/2011 R.G. fissato per il giorno 12/01/2012 alle ore 12,00. Lapertura delle
buste e leventuale successiva gara al rialzo sono fissate per il giorno 13/01/2012
ore 16,00 presso lo studio del curatore stesso. La busta dovr contenere: a) Loffer-
ta di acquisto dellazienda come sopra indicata ad un prezzo che non potr essere
inferiore al prezzo base di Euro 50.000,00; b) Il versamento a mezzo assegno cir-
colare intestato al Fallimento n.ro 184/2011 di cauzione pari al 10% del prezzo
offerto; c) Accettazione incondizionata di tutte le condizioni e modalit contem-
plate nel bando eventualmente visibile presso il curatore e depositato in atti.
IL CURATORE
TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO
Ufficio Fallimenti
Vendita di immobili ex artt. 107 e seguenti L.F. e 567 e seguenti c.p.c.
Si rende noto nel fallimento n. 226/08, Curatore Dott. Carlo Rava, Il Giudice delegato dott. Francesco
Donato ha disposto la vendita senza incanto per il giorno 02/03/2012 alle ore 11,00 del seguente
Lotto unico di vendita, nel comune di Moncalieri (TO), nello stabile posto in strada Torino n. 24-bis
(ter), e precisamente: Intero piano sottotetto delledificio comprendente nella parte centrale una tor-
retta, gi prevista per il macchinario dellascensore, elevata tale da emergere da tutto il restante sot-
totetto invece ribassato. Coerente a quattro lati con giardino e cortile comune di pertinenza delledi-
ficio. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui limmobile si trova. Condizioni di vendi-
ta: le offerte, irrevocabili salvo quanto disposto dallart. 571 c. 3 c.p.c., non inferiori al prezzo base
di Euro 6.000,00 oltre oneri fiscali, devono essere depositate in cancelleria entro le ore 13 del giorno
antecedente la vendita. Atti consultabili presso la Cancelleria Vendite Fallimenti - c.so Vittorio Ema-
nuele II, 130 - Torino, nonch su asteonline.it.
IL CANCELLIERE
TRIBUNALE ORDINARIO
DI CASALE MONFERRATO
Fallimento n.ro 4/2011
Si comunica che in data 15/02/2012, ore 15,00, presso lo studio del curatore dr. Michele
Vigna, via Perrone n. 16, Torino (tel. 011.5068001) saranno posti in vendita i beni mobili
strumentali (impianti e stampi) ubicati presso lo stabilimento della fallita ubicato in Bassano
del Grappa, via Trozzetti n. 46, afferenti lattivit di produzione industriale di elettrodomestici,
in particolare di frigoriferi, costituenti le linee di profilatura, verniciatura, schiumatura, ter-
moformatura, estrusione, premontaggio, finitura e collaudo, il tutto come da verbale dinven-
tario disponibile presso gli studi dei curatori. Restano escluse dalla presente vendita le gia-
cenze di magazzino. Si precisa che il sito produttivo da tempo inattivo e che tutti i beni ven-
gono ceduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano ed al netto di interventi di messa a
norma i cui oneri sono a carico dellacquirente. Lacquirente sar altres tenuto allo sgombero
dellarea entro 60 giorni dal versamento del saldo prezzo che dovr avvenire entro 30 giorni
dallaggiudicazione definitiva. Le eventuali offerte, non inferiori al prezzo base indicato
nella misura di Euro 1.800.000,00, corredate da cauzione, a mezzo assegno circolare non tra-
sferibile intestato Fallimento 4/11, pari al 10% del prezzo offerto, dovranno pervenire in
busta chiusa entro le ore 12,00 del giorno 13/02/2012 presso lo studio del curatore dr. Miche-
le Vigna e prevedere: a) Lofferta di acquisto ad un prezzo che non potr essere inferiore al
prezzo base indicato nella misura di Euro 1.800.000,00, b) Il versamento a mezzo assegno cir-
colare intestato al Fallimento n.ro 4/2011 di cauzione pari al 10% del prezzo offerto, c) Accet-
tazione incondizionata di tutte le condizioni e modalit contemplate nel bando eventualmen-
te visibile, cos come linventario dei beni, presso lo studio del curatore, dr. Michele Vigna (tel.
011.5068001) e depositato in atti.
I CURATORI avv. Mariangela Restaino - dott. Michele Vigna
APPUNTAMENTO a
TUTTOAFFARI di
DOMENICA
11 DICEMBRE 2011
MARTED 6DICEMBRE 2011 Economia 33
LA STAMPA
W
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 628/09 - Delegato Not. Giovanna Ioli. Lotto unico - Comune di Torino,
Lungo Dora Napoli, 6 - int. 4. Piena prop. di alloggio al p. terreno (1 f.t.)
composto da camera, cucina e servizio ed annessa cantina al p. interrato. (A
catasto: NCEU Fg. 171, p.lla 641, sub. 38). Sussistono alcune irregolarit edi-
lizie (v. perizia). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza
incanto il 07/02/2012 ore 17.00, apertura buste ore 15.00. Prezzo base:
Euro 19.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con
incanto si terr il 15/03/2012 ore 16.30. Prezzo base: Euro 19.000,00,
aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita
senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del 06/02/2012; le istanze di
partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg.
prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via
Alfieri, 17 (dal lun. al ven. h. 11 - 12). Le vendite avranno luogo presso lo
studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiudizia-
ria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it
(A147920), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Giovanna Ioli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 599/10 - Delegato Not. Enrico Mambretti. Lotto unico - Comune di Vol-
piano, Via Anna Frank, 8. Prop. superficiaria di anni 99 di alloggio al p. 3 (4
f.t.) composto da soggiorno, 2 camere, cucina, bagno e ripostiglio oltre a
posto auto scoperto al p. terreno. (A catasto: CF Fg. 14, p.lla 837: sub. 13 e
152). Sussistono irregolarit edilizie (v. perizia). L'immobile gravato da
mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 27/01/2012 ore 15.45, apertura
buste ore 15.00. Prezzo base: Euro 77.600,00. Nel caso in cui l'immobile resti
invenduto, la vendita con incanto si terr il 08/03/2012 ore 12.15. Prezzo
base: Euro 77.600,00, aumenti minimi Euro 2.000,00. Le offerte in busta chiu-
sa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12.30 del
26/01/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depo-
sitate almeno 3 gg. prima della vendita, entrambe presso la sede Erre Esse, in
Torino, Via Vittorio Amedeo II, 21 (dal lun. al ven. h. 10.30 - 12.30). Le vendite
avranno luogo presso la sede predetta. Custode: IVG (tel. 0114731714;
www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A181563), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Enrico Mambretti
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 614/10 - Delegato Not. Sandra Beligni. Lotto unico - Comune di Torino, Via
delle Ghiacciaie, 1 ang. C.so Svizzera. Piena prop. di unit abitativa al p. 1 (2 f.t.)
composta da camera, cucina e servizi, oltre a cantina al p. sotterraneo e diritto del
gabinetto esterno sul ballatoio in comune con altri. (A catasto: NCEU Fg. 65, mapp.
63, sub. 47). Sussistono difformit edilizie (v. perizia). L'immobile gravato da
mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 06/02/2012 ore 18.00. Prezzo base:
Euro 42.700,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si
terr il 05/03/2012 ore 18.00. Prezzo base: Euro 42.700,00, aumenti minimi Euro
1.300,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate
entro le ore 12 del 03/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto
vanno depositate entro le ore 12 del 02/03/2012, entrambe presso lo studio del
delegato in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 78 (tel. 0115162086 il mer. h. 15 18).
Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: Not. Sandra Beligni
(tramite propria ausiliaria soc. FRA.MOR. tel. 01119826165 fax 0115561226 e-
mail: fra.mor.servizi@gmail.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.aste-
giudiziarie.it (A182264), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Sandra Beligni
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 732/10 - Delegato Dott.ssa Vittoria Rossotto. Lotto unico - Comune di Tori-
no, Via Pier Fortunato Calvi, 26. Piena prop. di alloggio al p. 1 (2 f.t.) composto
da ingresso su soggiorno con angolo cottura, 2 camere, bagno, oltre a cantina
n. 4. Occupato dagli esecutati quindi da considerarsi libero. (A catasto: NCEU Fg.
40, n. 670, sub. 6). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza
incanto il 25/01/2012 ore 17.00. Prezzo base: Euro 134.000,00. Nel caso in cui
l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 08/02/2012 ore
15.00. Prezzo base: Euro 134.000,00, aumenti minimi Euro 3.000,00. Le offerte
in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12
del 24/01/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate entro le ore 12 del 07/02/2012 (tutti i gg. dal lun. al ven. h. 10 - 12),
entrambe presso l'Associazione SAED in Torino, C.so Regina Margherita, 258. Le
vendite avranno luogo presso l'Associazione predetta. Custode: Dott.ssa Vitto-
ria Rossotto (tel. 01119823248 3356705197 fax 01119835848 e-mail: infocu-
stodie@associazionesaed.it). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.aste-
giudiziarie.it (A171311), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott.ssa Vittoria Rossotto
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 695/10 - Delegato Not. Francesca Piccirella. Lotto unico - Comune di Gassino Tori-
nese, loc. Collina Serra - fraz. Bardassano, S.da dei Pini, 5. Piena prop. di casa di civ.
abitazione ad 1 piano f.t. oltre a p. interrato su terreno di pertinenza, composta da:
soggiorno, cucina, 2 camere, disimpegno, veranda e 2 servizi igienici, al p. terreno (1
f.t.); cantina, locale di sgombero, ripostiglio ed altro locale di sgombero, al p. semin-
terrato; locale ad uso autorimessa privata al p. terreno. (A catasto: CF Fg. 13, n. 303:
sub. 4, 2 e 3). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il
10/02/2012 ore 10.10, apertura buste ore 10.00. Prezzo base: Euro 193.000,00. Nel
caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 09/03/2012 ore
09.40. Prezzo base: Euro 193.000,00, aumenti minimi Euro 3.000,00. Le offerte in
busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del
09/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate
almeno 3 gg. prima della vendita (dal lun. al ven. h. 10 - 12), entrambe presso lo stu-
dio Legale Gaezza in Torino, Via Schina, 7 (tel. 0114732105 St. Legale Gaezza). Le ven-
dite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714;
www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.aste-
giudiziarie.it (A181559), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Francesca Piccirella
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 696/09 - Delegato Not. Sandra Beligni. Lotto unico - Comune di Moncalieri, C.so
Roma, 45 scala G. Piena prop. di alloggio al p. 3 (4 f.t.) composto da ingresso nel
soggiorno con angolo cottura, 2 camere, lavanderia, bagno e ripostiglio; oltre balcon-
cino in comunione con altro alloggio, e locale uso cantina al p. sotterraneo. Sono
comprese quote su parti comuni. (A catasto: NCEU Fg. 1, n. 1582, sub. 10). Sussistono
irregolarit edilizie. L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto
il 30/01/2012 ore 18.00. Prezzo base: Euro 111.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti
invenduto, la vendita con incanto si terr il 05/03/2012 ore 18.15. Prezzo base: Euro
111.000,00, aumenti minimi Euro 3.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita
senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del 27/01/2012; le istanze di partecipa-
zione alla vendita con incanto vanno depositate entro le ore 12 del 02/03/2012,
entrambe presso lo studio del delegato in Torino, C.so Vittorio Emanuele II, 78 (tel.
0115162086 il mercoled h. 15 - 18). Le vendite avranno luogo presso lo studio predet-
to. Custode: Not. Sandra Beligni (tramite propria ausiliaria Soc. FRA.MOR. S.r.l. tel.
01119826165 fax 0115561226 e-mail: fra.mor.servizi@gmail.com). Siti internet:
www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A155743), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Sandra Beligni
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 848/08 - Delegato notaio Francesco Pene Vidari. Piena propriet: in Bar-
bania, piazza Don Robiola 2, monolocale di mq. 68 circa con ingresso di mq.
13 circa al piano primo, totalmente privo di impianti, e con sottotetto di
mq. 81 circa e cantina di mq. 23 circa (Fg. 18, particella 171, sub. 12). Lim-
mobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto: 2 febbraio
2012 ore 17,45; apertura buste ore 17,00. Prezzo base: Euro 9.000,00. Nel
caso in cui limmobile resti invenduto la vendita con incanto si terr: 8
marzo 2012 ore 18,30. Prezzo base: Euro 9.000,00. Aumenti minimi: Euro
500,00. Le vendite si terranno presso la Erre Esse in Torino, via Vittorio
Amedeo II 21. Le offerte in busta chiusa o le istanze di partecipazione devo-
no essere depositate dal luned al venerd dalle ore 10,30 alle ore 12,30
presso la Erre Esse. Custode: IVG. Sito internet: www.legaleentieaste.it.
NOTAIO Francesco Pene Vidari
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 757/07 - Delegato Not. Paolo Bertani. Lotto unico - Comune di Torino, C.so
Regina Margherita, 119. Piena prop. di alloggio al p. 1 (2 f.t.) composto da 7
locali (A, B, C, D, E, F e G), servizi igienici esterni e ballatoio. Locale D, E e G occu-
pati con contratto di locazione rispettivamente: dal 08/05/2006 al 07/05/2007; dal
01/01/2006 al 31/12/2007 e dal 01/01/20007 al 31/12/2007, tutti tacitamente rinno-
vabili. (A catasto: NCEU Fg. 209, n. 30, sub. 22). L'immobile gravato da mutuo
fondiario. Vendita senza incanto il 09/02/2012 ore 16.30, apertura buste ore
16.15. Prezzo base: Euro 86.250,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto,
la vendita con incanto si terr il 08/03/2012 ore 16.00. Prezzo base: Euro
86.250,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendi-
ta senza incanto vanno depositate entro l'08/02/2012 ore 17; le istanze di parteci-
pazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg. prima della ven-
dita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via D. Bertolotti, 2 - p. 2
(tel. 011.5170011). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode:
IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribu-
nale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A167055), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Paolo Bertani
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 801/09 + 2116/09 - Delegato Avv. Enrico Garelli Pachner. Lotto unico -
Comune di Torino, c.so Vercelli, 148. Alloggio composto da 2 vani e servizio.
(A catasto: NCEU Fg. 1129, part. 17, sub. 37). Sussistono irregolarit edilizie (v.
perizia pagg. 27 - 28). Vendita senza incanto il 10/02/2012 ore 16.30. Prezzo
base: Euro 23.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con
incanto si terr il 15/03/2012 ore 16.30. Prezzo base: Euro 23.000,00, aumen-
ti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto
vanno depositate entro le ore 12 del 09/02/2012; le istanze di partecipazione
alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg. prima della vendita
(nei gg. di lun. - gio. e ven. h. 10 - 12), entrambe presso lo studio del delegato
in Torino, C.so Re Umberto I, 3. Le vendite avranno luogo presso lo studio pre-
detto. Custode: Avv. Enrico Garelli Pachner (tramite Soc. Servizi FRA.MOR. tel.
01119826165 6127 fax 0115561226 e-mail: fra.mor.servizi@gmail.com).
Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A164917),
www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Enrico Garelli Pachner
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1115/09 - Delegato Dott.ssa Stefania Goffi. Lotto unico - Comune di Torino,
C.so Rosselli, 68. Grande appartamento al p. 3 (4 f.t.) di palazzo signorile, nel
quartiere "Crocetta", composto da soggiorno/pranzo, cucina con ripostiglio, 3
camere, disimpegni e 2 bagni, veranda e lavanderia, oltre a cantina al p. terreno
per sup. globale di ca. mq. 200. Libero. (A catasto: CF Fg. 182, n. 812, sub. 23). Sus-
sistono irregolarit edilizie (v. perizia). L'immobile gravato da mutuo fondiario.
Vendita senza incanto il 21/02/2012 ore 15.30. Prezzo base: Euro 630.000,00. Nel
caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 23/03/2012
ore 15.30. Prezzo base: Euro 630.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le
offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore
13 del 20/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate entro le ore 13 del 20/03/2012 (orario: 9.00/13.00 - 14.30/18.30),
entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via Duchessa Jolanda, 21. Le
vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714;
www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A180804), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott.ssa Stefania Goffi
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1079/10 - Delegato Avv. Roberto Bella. Lotto unico - Comune di Torino,
Via Borriana, 12. Alloggio al p. 2 (3 f.t.) composto da ampio ingresso/disim-
pegno, 2 camere, cucina e servizio igienico oltre a 2 arie e 2 cantine di perti-
nenza, al p. interrato, per sup. comm. di ca. mq. 80. (A catasto: CF Fg. 48, p.lla
157, sub. 30). Sussistono irregolarit edilizie (vd. Perizia). L'immobile grava-
to da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 01/02/2012 ore 15.30. Prez-
zo base: Euro 60.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita
con incanto si terr il 29/02/2012 ore 15.30. Prezzo base: Euro 60.000,00,
aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza
incanto vanno depositate entro il 31/01/2012, h. 9 - 12 e 15 - 18; le istanze di
partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg.
prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, C.so
Vinzaglio, 2 (dal lun. al ven. h. 9 - 12 e 15 - 18). Le vendite avranno luogo
presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.aste-
giudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudizia-
rie.it (A171944), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Roberto Bella
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1090/09 - Delegato Not. Alessandro Stefani. Lotto unico - Comune di San-
tena, Via Cavour, 11. Piena prop. piccolo stabile unifamiliare, su 2 livelli colle-
gati da scala interna a chiocciola, composto da ingresso living su soggiorno con
angolo cottura e bagno, al p. terreno ed un locale ad uso deposito al p. 1
mansardato. Libero. (A catasto: NCEU Fg. 16, p.lla 356, sub. 1). L'immobile
gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 02/02/2012 ore 15.15,
apertura buste ore 14.30. Prezzo base: Euro 37.000,00. Nel caso in cui l'im-
mobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 06/03/2012 ore 16.45.
Prezzo base: Euro 37.000,00, aumenti minimi Euro 2.000,00. Le offerte in
busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12.30
del 01/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate almeno 3 gg. prima della vendita, entrambe presso la sede Erre
Esse, in Torino, Via Vittorio Amedeo II, 21 (dal lun. al ven. h. 10.30 - 12.30). Le
vendite avranno luogo presso la sede predetta. Custode: IVG (tel. 0114731714;
www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A156495), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Alessandro Stefani
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1211/09 + 1529/09 - Delegato Not. Giovanna Ioli. Lotto unico - Comune di
Torino, Via Chiesa della Salute, 92. Piena prop. di alloggio al p. terra rialzato
(1 f.t.) composto da 2 camere, cucina e servizi ed annessa cantina al p. semin-
terrato. (A catasto: CF Fg. 1106, p.lla 860, sub. 1). L'immobile gravato da
mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 07/02/2012 ore 15.30, apertura buste
ore 15.00. Prezzo base: Euro 75.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti inven-
duto, la vendita con incanto si terr il 15/03/2012 ore 15.00. Prezzo base:
Euro 75.000,00, aumenti minimi Euro 2.000,00. Le offerte in busta chiusa per la
vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del 06/02/2012; le
istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3
gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via
Alfieri, 17 (dal lun. al ven. h. 11 - 12). Le vendite avranno luogo presso lo studio
predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti
internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A170092),
www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Giovanna Ioli
Questi e molti
altri avvisi
li puoi trovare
anche su internet
Consulta i siti
www.legaleentieaste.it
www.lastampa.it
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1191/07 + 320/08 - Delegato Avv. Caterina Bertani. Lotto unico - Comune di Lanzo
Torinese, Via Cibrario, 51 (ang. via della Tettoia). Piena prop. di 2 unit imm. di cui una
abitativa al p. terreno (1 f.t.) con ingresso - disimpegno, 2 locali, bagno con antiba-
gno, cucina, camera, soggiorno e wc; ed una cantina al p. seminterrato; unite tra loro
e collegate con scala interna ad unit di prop. di terzi, al p. superiore. (A catasto:
NCEU Fg. 13, n. 149: sub. 52 e 53). Sussistono varie irregolarit edilizie (v. perizia).
L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 07/02/2012 ore
15.45, apertura buste ore 15.30. Prezzo base: Euro 33.000,00. Nel caso in cui l'immo-
bile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 05/03/2012 ore 15.30. Prezzo
base: Euro 33.000,00, aumenti minimi Euro 500,00. Le offerte in busta chiusa per la
vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 17 del 06/02/2012; le istanze di
partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg. prima della
vendita (dal lun. al ven. h. 15.30 - 19.00), entrambe presso lo studio del delegato in
Torino, c.so Vinzaglio, 31 (tel. 0115611772 - fax 0115113399). Le vendite avranno
luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiu-
diziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it
(A133441), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Caterina Bertani
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1324/09 - Delegato Avv. Franca Quagliotti. Lotto unico - Comune di Tori-
no, C.so Brescia, 13. Piena prop. di alloggio al p. 4 (5 f.t.) composto da
ingresso - disimpegno, cucina, 2 camere, bagno e balcone oltre a locale uso
cantina al p. interrato. (A catasto: NCEU Fg. 171, p.lla 441, sub. 65). Sussisto-
no irregolarit edilizie (v. perizia pagg. 10 - 11). L'immobile gravato da
mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 21/02/2012 ore 16.00. Prezzo
base: Euro 33.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita
con incanto si terr il 23/03/2012 ore 16.00. Prezzo base: Euro 33.000,00,
aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza
incanto vanno depositate entro le ore 12 del 20/02/2012; le istanze di parteci-
pazione alla vendita con incanto vanno depositate entro le ore 12 del
20/03/2012, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via Sagliano
Micca, 3. Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG
(tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribu-
nale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A169944), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Franca Quagliotti
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1215/08 - Delegato Avv. Barbara Ferrero. Lotto unico - Comune di Mez-
zenile, fraz. Pugnetto, 95. Alloggio, facente parte di maggiore fabbricato,
al p. S1 - 1, composto da cucina, 2 locali e bagno esterno con accessori loca-
li ripostiglio, cantina e portico. (A catasto: Fg. 28, p.lla 9, sub. 4). Sussistono
alcune irregolarit edilizie. L'immobile gravato da mutuo fondiario. Ven-
dita senza incanto il 01/02/2012 ore 15.00. Prezzo base: Euro 13.000,00.
Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il
23/02/2012 ore 15.00. Prezzo base: Euro 13.000,00, aumenti minimi Euro
1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno
depositate entro le ore 12 del 31/01/2012; le istanze di partecipazione alla
vendita con incanto vanno depositate entro il 22/02/2012 ore 12, entrambe
presso lo studio del delegato in Torino, Via Palmieri, 25. Le vendite avranno
luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.tori-
no.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.aste-
giudiziarie.it (A133144), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Barbara Ferrero
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1299/10 - Delegato Avv. Roberto Bella. Lotto unico - Comune di Volpiano, Via G.
Verdi, 20. Piena prop. di alloggio al p. terreno/rialzato (1 f.t.), facente parte Palazzina n.
3 della "Residenza Alpis" composto da ingresso su salotto, adiacente cucina con angolo
cottura, 2 camere, bagno e loggia esterna coperta, oltre ad area a verde privato; locali
praticabili non abitabili con annessi locali ripostiglio e bagno con anti wc, al p. sottotet-
to; vano ad uso locale di sgombero di ca. mq. 16, disimpegno, locale wc/lavanderia ed
area esterna a verde privato e ripostiglio, al p. seminterrato; - Box locale ad uso autori-
messa privata al p. seminterrato. (A catasto: Fg. 39, p.lla 538, sub. 70 e 64). Sussistono
irregolarit edilizie. L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il
01/02/2012 ore 15.10, apertura buste ore 15.00. Prezzo base: Euro 225.000,00. Nel caso
in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 29/02/2012 ore 15.10.
Prezzo base: Euro 225.000,00, aumenti minimi Euro 2.000,00. Le offerte in busta chiusa
per la vendita senza incanto vanno depositate entro il 31/01/2012, dal lun. al ven. h. 9 -
12 e 15 - 18; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate alme-
no 3 gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, C.so Vin-
zaglio, 2. Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel.
0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A170608), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Roberto Bella
TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. N. 1393/07 - Delegato notaio Emanuela Lazzerini. In Almese, frazione Milane-
re, via Musin n. 12 (gi 35): nello stabile a due piani fuori terra, e precisamente: -
piena propriet: - al piano terreno (1 f.t.): alloggio composto di ingresso, due
camere, cucina, servizi e cantina, con annessa porzione di area esclusiva (Fg. 13 -
part. 233 - sub. 5 - part. 237 - sub. 3 e part. 240 sub. 3 graffate); - quota di compro-
priet pari ad una met: - al piano terreno: locale caldaia (Fg. 13 - part. 233 sub. 7 -
part. 237 sub. 5 e part. 240 sub. 5 graffate). Irregolarit catastali. Locali occupati
dallesecutata. Limmobile gravato da mutuo fondiario (vedi avviso integrale per
termini e modalit di pagamento). Vendita senza incanto alludienza del giorno 31
gennaio 2012 ore 11,00 per lapertura buste e ore 11,30 per leventuale gara.
Prezzo base: Euro 25.000,00, termine per la presentazione delle offerte ore 12,00
del giorno precedente la vendita. Nel caso in cui limmobile resti invenduto, leven-
tuale incanto si terr in data 1 marzo 2012 ore 11,00. Prezzo base: Euro
25.000,00 e aumenti minimi Euro 1.000,00. Termine per istanze di partecipazione
27 febbraio 2012. Offerte e istanze di partecipazione vanno depositate presso lo
studio del delegato, in via Pietro Micca n. 9, Torino, (tel. 011.534505) ove si terran-
no anche le vendite. Custode: IVG (tel. 011.4731714). Sito internet:
www.lastampa.it/legali.
IL NOTAIO DELEGATO dott.ssa Emanuela Lazzerini
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione II Civile
R.G.N. 18267/2007 - Delegato notaio Carlo Alberto Marcoz. Piena propriet:
in Buttigliera Alta, localit Cornaglio, via Mario Greco 51, fabbricato abita-
tivo elevato a tre piani fuori terra oltre mansardato entrostante a terreno di
pertinenza di mq. catastali 641 (Fg. 11, particella 427, sub.ni 1, 2, 3 e 4). Ven-
dita senza incanto: 9 febbraio 2012 ore 17,30; apertura buste ore 16,30.
Prezzo base: Euro 458.775,00. Nel caso in cui limmobile resti invenduto la
vendita con incanto si terr: 20 marzo 2012 ore 17,45. Prezzo base: Euro
458.775,00. Aumenti minimi: Euro 5.000,00. Le vendite si terranno presso la
Erre Esse in Torino, via Vittorio Amedeo II 21 ove sono consultabili gli atti
relativi alla vendita nei giorni ed orari di cui infra. Le offerte in busta chiusa
o le istanze di partecipazione devono essere depositate dal luned al
venerd dalle ore 10,30 alle ore 12,30 presso la Erre Esse. Sito internet:
www.legaleentieaste.it.
NOTAIO Carlo Alberto Marcoz
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1390/09 - Delegato Avv. Gilberto Nuvolin. Lotto unico - Comune di Volpiano,
Via Novara, 20. Piena propr. di alloggio al p. 3 (4 f.t.) composto da camera, tinello
con cucinino, piccolo ripostiglio, bagno e balcone oltre a cantina al p. cantinato (A
catasto: NCEU Fg. 11, p.lla 711, sub. 11). Sup. lorda comm. di ca. mq. 68. Sussistono
alcune irregolarit edilizie (v. perizia). Immobile gravato da mutuo fondiario (v.
avviso per modalit e termini di pagamento). Vendita senza incanto il 31/01/2012
ore 16.00. Prezzo base: Euro 48.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto,
la vendita con incanto si terr il 24/02/2012 ore 16.00. Prezzo base: Euro
48.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita
senza incanto vanno depositate entro le ore 13 del 30/01/2012; le istanze di parte-
cipazione alla vendita con incanto vanno depositate entro le ore 13 del 21/02/2012,
entrambe presso lo studio del delegato in Torino, C.so Francia, 9 (dal lun. al ven. h.
10 - 13). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: Avv. Gilberto
Nuvolin (tramite ausiliario Ing. Giovanni Marra tel. 3923410405 fax 0114330187
0114331746, e-mail: giovannimarra_002@fastwebnet.it). Siti internet: www.tribu-
nale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A148383), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Gilberto Nuvolin
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1408/09 - Delegato Avv. Cecilia Ruggeri. Lotto unico - Comune di Torino, Via
Cuneo, 44. Piena prop. di alloggio al p. 2 (3 f.t.) composto da ingresso - living - cuci-
na, bagno, 2 camere e ripostiglio, 2 arie, ingresso dal vano scala e dal ballatoio, per
sup. comm. di ca. mq. 63, oltre a locale uso cantina al p. interrato. (A catasto: NCEU
Fg. 1151, n. 257, sub. 20). L'immobile gravato da mutuo fondiario (si v. avviso inte-
grale per termini e modalit di pagamento). Vendita senza incanto il 07/02/2012 ore
15.30. Prezzo base: Euro 65.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la
vendita con incanto si terr il 02/03/2012 ore 15.30. Prezzo base: Euro 65.000,00,
aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incan-
to vanno depositate entro le ore 13 del 06/02/2012; le istanze di partecipazione alla
vendita con incanto vanno depositate entro le ore 13 del 28/02/2012, entrambe pres-
so lo studio del delegato in Torino, C.so Francia, 9 (dal lun. al ven. h. 10 - 13). Le ven-
dite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: Avv. Cecilia Ruggeri (tramite
ausiliario Ing. Giovanni Marra tel. 3923410405 fax 0114330187 0114331746 e-
mail: giovannimarra_002@fastwebnet.it). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A159153), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Cecilia Ruggeri
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1450/08 + 27/10 - Delegato Dott. Paolo Cacciari. Lotto unico - Comune di Coazze,
Borgata Ruffinera, 5/A. 1) Piena prop. di villetta prefabbricata ad 1 p. f.t. oltre p. semin-
terrato e sottotetto, insistente su terreno con sup. cat. di mq. 467, composta da: 2 canti-
ne ed ampio locale sistemato in parte a tavernetta ed in parte a ricovero auto, al p.
seminterrato; ingresso su soggiorno, cucina, 2 camere, disimpegno, 2 bagni e balcone, al
p. terreno; soffitta non abitabile al p. sottotetto. (A catasto: NCEU Fg. 58, p.lla 10881:
sub. 2, 3 e 1). 2) Limitrofo terreno con sup. cat. di mq. 32. (A catasto: NCEU Fg. 59, p.lla
682). 3) Limitrofo terreno con sup. cat. di mq. 475, sul quale insiste la rampa di accesso
alla villetta. (A catasto: NCT Fg. 59, p.lla 684). Sussistono irregolarit edilizie (v. perizia
pag. 26). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 01/02/2012
ore 16.30. Prezzo base: Euro 116.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la
vendita con incanto si terr il 08/03/2012 ore 16.30. Prezzo base: Euro 116.000,00,
aumenti minimi Euro 2.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto
vanno depositate entro le ore 12.30 del 31/01/2012; le istanze di partecipazione alla ven-
dita con incanto vanno depositate entro le ore 12.30 del 05/03/2012 (dal lun. al ven. h.
10.30 - 12.30), entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via G. Casalis, 49 (tel.
0114473842 - fax 0114331231). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto.
Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tri-
bunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A166031), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott. Paolo Cacciari
TRIBUNALE
DI TORINO
VENDITE
GIUDIZIARIE
VEDI CONDIZIONI GENERALI
A PAG. 30
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA34 W
(Traduzioni a cura del Gruppo Logos)
Pideficit e menoturismo
LEgitto avr bisogno di aiuti
Dopole elezioni inRussia
i petrolieri sonoquelli che
rischianodi perdere di pi
N
el gruppo delle grandi economie emergenti, la Russia
in coda alla classifica con riferimento a quattro dei sei
indicatori di governance usati dal Fondo monetario in-
ternazionale. Per quanto riguarda gli altri due, la stabilit politi-
ca e la dimensione denominata voice and accountability, che
valuta la libert di espressione e la responsabilit di chi gover-
na, la valutazione del paese comunque scarsa. Il voto di do-
menica una conferma di questa cupa analisi. I risultati rifletto-
no il calo di popolarit di Vladimir Putin, attuale primo mini-
stro nonch ex e probabile futuro presidente. Nonostante il qua-
si-monopolio dei mezzi di informazione e il sospetto di brogli
elettorali, il suo partito Russia Unita ha ricevuto meno di met
dei voti totali. Ci significa che avr diritto a poco pi di met
dei seggi nella Duma, contro i due terzi di cui disponeva nel par-
lamento uscente. In teoria, e nelle parole del presidente Dmitry
Medvedev, questa democrazia in atto. In pratica, difficile
che la nuova costellazione politica possa migliorare il piazza-
mento della Russia rispetto agli altri indicatori dellFmi - effi-
cienza del governo, qualit dei regolatori, primato della legge e
controllodella corruzione resterannofattori a rischio.
Il successo elettorale ha premiato unopposizione che fa po-
chi progressi sul piano della credibilit politica. Il Partito comu-
nista e il partito nazionalista Ldpr non hanno una politica eco-
nomica coerente, mentre il partito Russia Giusta era stato crea-
to dal governo per generare piccole dosi di critica leale. La nuo-
va Duma sar pi populista, ma questa una caratteristica che
di solito si traduce in politiche economiche autodistruttive. Ad
esempio, la scelta di usare i proventi dellexport di energia per
accontentare i pensionati pu essere una buona notizia per que-
sta fascia della popolazione, forte in una Russia sempre pi vec-
chia, ma pu rivelarsi disastrosa quando i prezzi di petrolio e
gas scendono vicino ai costi di produzione. In Russia manca
una tradizione di governance trasparente. N esiste liniziativa
economica necessaria per lo sviluppo di una moderna econo-
miaindustriale. [EDWARDHADAS]
Conil contributo del
I
n Egitto, il parlamento secolare uscente sar sostituito da
una rappresentanza a guida islamica. Le necessit econo-
miche dovrebbero evitare gli estremismi. Ma lagenda a
lungo termine dei Fratelli Musulmani, e il sorprendente suc-
cesso degli ultra-conservatori salafiti, potrebbe dare agli inve-
stitori qualche motivo di preoccupazione. Gli investitori hanno
accettato con fatica lascesa dellala politica del movimento
moderato dei Fratelli Musulmani. Il loro partito Libert e Giu-
stizia stato il pi votato - i risultati della prima tornata eletto-
rale gli assegnano il 37% delle preferenze, una percentuale su-
periore a quella di tutte le altre liste. Ma ora il gioco si allarga-
to a forze nuove. Il programma generale dei Fratelli Musulma-
ni non presenta punti particolarmente negativi. Il movimento
auspica uneconomia ispirata al libero mercato e uno stato civi-
le guidato dai principi generali della legge islamica: libert, giu-
stizia e sviluppo. Le riforme in materia di fiscalit e sussidi so-
no condivise da tutte le forze politiche. Inoltre, i Fratelli Musul-
mani vorrebbero probabilmente rinegoziare anzich rinnega-
re completamente laccordo di pace stipulato conIsraele.
Certo, il movimento non ha illustrato chiaramente la pro-
pria posizione su questioni come gli alcolici e i bikini sulle
spiagge - fattori importanti per il turismo e che in passato rap-
presentavano il 10% delleconomia, considerando che la mag-
gior parte dei visitatori proviene dallEuropa. Ma le previsioni
di un deficit all11%del Pil nellanno fiscale che terminer a giu-
gno del 2012, unite allassottigliamento delle riserve estere, si-
gnificano che lEgitto avr bisogno di aiuti e investimenti dal-
lestero. Il primo grande rischio identificato dal Brookings In-
stitute che lagenda pragmatica a breve termine dei Fratelli
Musulmani possa differire da quella a lungo termine. Risanan-
do leconomia, i Fratelli Musulmani potrebbero acquisire il ca-
pitale politico necessario per adottare pi avanti una posizio-
ne pi conservatrice. Il secondo grande timore per gli investi-
tori deriva dalla forte performance degli ultra-conservatori
salafiti, che con il loro partito al-Nour hanno ottenuto il 25%
dei consensi. [UNAGALANI]
I TUBI PASSANOAUNACONTROLLATA, LASTESSASOLUZIONESCELTADAFRANCIAEGERMANIA
Snamseparalaretedel gas
FRANCESCO SPINI
INVIATOARIODEJANEIRO
In un Brasile dove i social
network spopolano anche
nelle favelas, Tim Brasil ac-
celera sulla banda larga, met-
tendo a frutto la recente ac-
quisizione di Aes Atimus. Il
risultato il lancio di TimFi-
ber, la societ con cui la con-
trollata carioca di Telecom
Italia offrir ai brasiliani con-
nessioni Internet a banda ul-
tralarga, con unofferta resi-
denziale che segna il ritorno
anche nella telefonia fissa,
seppure per il solo segmento
dati. Lobiettivo? Catturare
un milione di clienti nel giro
di cinque anni.
I 5.500 chilometri di fibra
ottica urbana acquisiti con
loperazione Aes si riveleran-
no preziosi di fronte a una do-
manda che trova imprepara-
ti gli operatori ex monopoli-
sti, visto che solo il 21% delle
43 milioni di linee fisse d un
accesso veloce alla Rete. I ca-
vi di TimFiber corrono a Rio
de Janeiro e San Paolo. Due
poli strategici, in cui si con-
centra il 27% del Pil brasilia-
no. Grazie alla rete capillare
di Tim Fiber saremo concor-
renti di Telefonica e Oi non so-
lo nel mobile ma anche nel fis-
so, con possibilit di crescere
pure nel segmento corporate,
potenziando lofferta di Inte-
lig, spiega Luca Luciani, am-
ministratore delegato di Tim
Brasil. Linfrastruttura paga-
ta 1,6 miliardi di reais (666 mi-
liardi di euro circa), prosegue
lad ci porter un valore di
4,8 miliardi (circa 2 miliardi di
euro) in termini di flussi di cas-
sa attualizzati grazie a un ri-
sparmio su investimenti e co-
sti, unita allaccelerazione sui
tre business coinvolti. Dunque
Tim Fiber nel medio periodo
(al 2016) impatter per un mi-
liardo di reais (circa 417 milio-
ni di euro) in ricavi aggiunti-
vi. Gi oggi la corsa del fattu-
rato di Tim Brasil, che a fine
anno dovrebbe attestarsi a cir-
ca 16 miliardi di reais (6,6 mi-
liardi di euro), ha anticipato di
un anno i target del piano indu-
striale. Nei primi nove mesi la
crescita del secondo operato-
re mobile del paese, stata del
12%, quando le attese erano
tra il 7 e l8%.
Ora laccelerazione sulla
banda larga. Da un lato Tim
Brasil offrir connessioni do-
mestiche da 50 a100 Mbps,
dallaltro potr aumentare lef-
ficienza della navigazione mo-
bile, collegando la fibra con le
antenne per una velocit supe-
riore a 21 Mbps. A supporto
dellesplosione dellutilizzo de-
gli smartphone (oggi al 20% di
penetrazione sulla base clien-
ti, quasi come in Europa) nel
2012 ci saranno 10 mila nuovi
punti wi-fi nel Paese, per una
domanda che cresce, non solo
nei quartieri pi ricchi. Non
un caso che ieri Luciani a Rio
de Janeiro abbia inaugurato il
servizio di wi-fi ad alta veloci-
t alla Rocinha, la favela pi
grande di tutto il Sud Ameri-
ca. Fino a met novembre era
inaccessibile, poi le forze spe-
ciali di polizia il Bope - lhan-
no liberata dalla morsa degli
Amigos dos amigos, gang di
trafficanti di droga che ne ave-
va fatto il proprio fortino. Ora
quei 150 mila abitanti (il 22,9%
di 20-30enni) sono tutti po-
tenziali clienti. Anche questo,
un segno della continua tra-
sformazione di un Paese che
attende i mondiali di calcio del
2014 e le olimpiadi del 2016 per
fare un nuovo salto di qualit.
LUIGI GRASSIA
Il problema (posto dallUnio-
ne europea): come garantire
che la rete nazionale del me-
tano venga gestita in manie-
ra neutrale, senza favorire o
svantaggiare alcuna delle
compagnie che la usano in
concorrenza fra loro. La solu-
zione (scelta fra quelle pro-
spettate dalla stessa Ue): ieri
lassemblea di Snam Rete
Gas ha approvato la cosiddet-
ta separazione funzionale
delle attivit di trasporto.
Tradotto: la rete rester di
propriet della compagnia,
che a sua volta controllata
dal gigante Eni, per i tubi
del gas verranno conferiti a
una societ ad hoc, possedu-
ta al 100%da Snam.
La soluzione prescelta
pu sembrare blanda, nel
senso che non garantisce
molta indipendenza di gestio-
ne, e infatti era stata critica-
ta dal precedente presidente
dellAutorit per lenergia elet-
trica e il gas, Alessandro Or-
tis, e anche il successore Gui-
do Bortoni aveva detto di pre-
ferire la pi drastica separa-
zione proprietaria - cio la ven-
dita a terzi. Tuttavia anche la
semplice separazione funzio-
nale rientra fra le opzioni con-
siderate accettabili da Bruxel-
les, e infatti stata scelta an-
che in Francia e in Germania
(mentre in Gran Bretagna e in
Spagna si presa la strada del-
la separazione proprietaria,
vendendo a terzi le compagnie
locali equivalenti alla Snam).
Quanto alla capogruppo
Eni, non ci sta a giocare il ruo-
lo del monopolista a tutti i co-
sti e di recente lamministrato-
re delegato Paolo Scaroni ha
detto di non avere dogmi
sulla gestione della quota azio-
naria in Snam, ricordando pe-
r che qualsiasi soluzione ha
bisogno dellautorizzazione
del governo italiano, che so-
cio di controllo dellEni. Insom-
ma l un allentamento della pre-
sa su Snam possibile.
In ogni caso, per lUe va be-
nissimo la soluzione prescelta
da Snam. Loperazione si ac-
compagna a un complicato
cambio di nomi. Lassemblea
ha votato il trasferimento del-
la rete a una societ controlla-
ta al 100%, la Snam Traspor-
to, che a partire dal 1 genna-
io 2012 assumer la denomi-
nazione di Snam Rete Gas,
mentre lattuale Snam Rete
Gas si chiamer semplicemen-
te Snam. Per rendere pi visi-
bile la distanza dallazionista
di controllo Eni, il gestore del-
le reti adotter un nuovo mar-
chio, ispirato a quello storico
degli Anni 40, da cui scompari-
ranno sia il cane a sei zampe
sia il colore giallo che fa da
sfondo al brand dellEni.
A guidare la nuova Snam
Rete Gas sar un board di cin-
que persone, che verr nomi-
nato oggi, composto per la
maggioranza da indipendenti.
La direttiva europea impone-
va che fossero solo due su cin-
que, noi faremo in modo che si-
ano tre dice lamministratore
delegato Carlo Malacarne.
La separazione fra gestori
e operatori del gas potrebbe
stimolare cambiamenti nel set-
tore. I gruppi integrati come
Gdf e Rwe potrebbero non ave-
re in futuro linteresse a man-
tenere la rete spiega Malacar-
ne, sottolineando che dallar-
monizzazione delle regole in
Europa si aprono delle possibi-
lit anche per noi.
Il wi-fi Telecomper i bambini dellafavela di Rocinha di Rio
Per approfondimenti: http://www.breakingviews.com/
Telecomportail wi-fi
nelle favelas: obiettivo
unmilione di clienti
inpiincinque anni
LADLUCIANI: SAREMOCONCORRENTI DI TELEFONICAANCHENEL FISSO
TimBrasil anticipa
i target di unanno
Il fatturato salir a 6,6 miliardi di euro
.
LUe chiedeva
una gestione
pi indipendente
dellinfrastruttura
Gasdotti
I tubi del gas
verranno
conferiti
aunasociet
adhoc,
posseduta
al 100%
daSnam,
il gruppo
controllato
daEni
MARTED 6DICEMBRE 2011 Economia 35
LA STAMPA

TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1535/10 - Delegato Not. Giovanna Ioli. Lotto unico - Comune di Nicheli-
no, Via Bengasi, 37. Piena prop. di magazzino al p. seminterrato. (A catasto:
CF Fg. 7, p.lla 1293, sub. 27). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Ven-
dita senza incanto il 14/02/2012 ore 16.00, apertura buste ore 15.00. Prez-
zo base: Euro 32.300,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendi-
ta con incanto si terr il 22/03/2012 ore 16.30. Prezzo base: Euro
32.300,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la
vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del 13/02/2012; le
istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno
3 gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino,
Via Alfieri, 17 (dal lun. al ven. h. 11 - 12). Le vendite avranno luogo presso lo
studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiudizia-
ria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it
(A180613), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Giovanna Ioli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1495/10 - Delegato Avv. Claudia Guzzo. Lotto unico - Comune di Torino,
Via Ravenna, 5. Appartamento al p. 3 (4 f.t.) composto da soggiorno - cuci-
na, corridoio, disimpegno, 2 camere e bagno, ripostiglio sul balcone e soffit-
ta al p. 4 (sottotetto), accessibile da vano scale. (A catasto: NCEU Fg. 173, n.
262, sub. 50). Sussistono irregolarit edilizie (v. perizia pag. 14). L'immobile
gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 24/02/2012 ore
15.30. Prezzo base: Euro 88.400,00. Nel caso in cui l'immobile resti inven-
duto, la vendita con incanto si terr il 15/03/2012 ore 16.30. Prezzo base:
Euro 88.400,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa
per la vendita senza incanto vanno depositate entro il 23/02/2012 ore 18; le
istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno
3 gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino,
Via Peyron, 19 (tel. 011485332 - e-mail avvocatoclaudiaguzzo@gmail.com).
Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: Avv. Claudia
Guzzo. Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it
(A181007), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Claudia Guzzo
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1500/09 - Delegato Avv. Maria Teresa Favulli. Lotto 1 - Comune di Rivoli, Via Cavour,
18 - scala A. Piena prop. di: A) negozio al p. terra (1 f.t.) composto da 2 vani e servizio;
B) locale uso cantina al p. seminterrato; C) ampio vano ad uso magazzino al p. seminter-
rato; per complessivi mq. 41,50 per il negozio (comprensivo di cantina) e mq 68,00 per il
vano uso magazzino; oltre a quote di compropriet sulle parti comuni. Occupato da sog-
getto terzo senza titolo opponibile alla procedura. (A catasto: NCEU Fg. 26, mapp. 685,
sub. 1 et sub. 16). Sussistono irregolarit edilizie su negozio e magazzino (v. perizia).
Vendita senza incanto il 25/01/2012 ore 16.00, apertura buste ore 15.30. Prezzo base:
Euro 70.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr
il 20/02/2012 ore 15.30. Prezzo base: Euro 70.000,00, aumenti minimi Euro 3.000,00. Le
offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 17.30
del 24/01/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate
entro il 17/02/2012 ore 17.30, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via Ste-
fano Clemente, 22 (nei gg. dal lun. al ven. ore 15.30 - 17.30). Le vendite avranno luogo
presso lo studio predetto. Custode: Avv. Maria Teresa Favulli. (informazioni nei gg. di
mart. - mer. e giov. dalle ore 15,30 alle ore 17,30, tramite proprio incaricato Ing. Andrea
Enrico Bianchi). Per maggiori informazioni consultare lavviso di vendita. Siti internet:
www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A156346), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Maria Teresa Favulli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1587/07 - Delegato Avv. Maria Teresa Favulli. Lotto unico - Comune di Giaveno: 4 appezza-
menti di terreno. (A catasto: NCT 1) Fg. 99, p.lla 83, are 44.41; 2) Fg. 107, p.lla 23, are 39.89; 3) Fg.
1107, p.lla 26, are 30.08; 4) Fg. 111, p.lla 78, are 10.48). Comune di Trana: 3 appezzamenti di ter-
reno oltre fabbricato ex rurale, di diversa qualit ed estensione. (A catasto: NCT 5) Fg. 24, p.lla
159, are 00.75; 6) Fg. 25, p.lla 5, are 35.47; 7) Fg. 25, p.lla 131, ha 05.57.61). Borgata San Giovan-
ni: Fabbricato ex rurale a 2 p. f.t. insistente su appezzamento di terreno di mq. 36, composto da
2 locali di sgombero al p. terreno e da deposito al p. sottotetto (A catasto: NCT Fg. 25, p.lla 132;
NCEU Fg. 25, p.lla 132). Parte degli immobili risultano occupati con contratto di locazione (v.
avviso). Limmobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 31/01/2012 ore 15,45.
Prezzo base: Euro 57.500,00. Nel caso in cui limmobile resti invenduto, la vendita con incanto
si terr il 23/02/2012 ore 15,45. Prezzo base: Euro 57.500,00, aumenti minimi Euro 2.500,00. Le
offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 17,30 del
30/01/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg.
prima della vendita, entro le ore 17,30 del 20/02/2012, entrambe presso lo studio del delegato in
Torino, Via Stefano Clemente, 22 (dal lun. al ven. h. 15,30 - 17,30). Le vendite avranno luogo
presso lo studio predetto. Custode: Avv. Maria Teresa Favulli (tramite proprio ausiliario, Ing.
Andrea Enrico Bianchi; per informazioni nei gg. di mart. - mer. e giov. dalle ore 15,30 alle ore
17,30. Recapiti: tel. 011.198.233.85 - fax 011.198.243.13 - e-mail: mariateresa.favulli@libero.it). Si
pu visionare la perizia e gli allegati previo appuntamento. Siti internet:
www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A166595), www.legaleentieaste.it
IL DELEGATOavv. Maria Teresa Favulli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1537/10 - Delegato Not. Enrico Mambretti. Lotto unico - Comune di Borgone
di Susa, Via Benvenuto Florio, 45. Piena prop. di alloggio al p. 1 (2 f.t.) compo-
sto da ingresso su soggiorno con angolo cottura, disimpegno, servizio igienico e
camera, oltre a locale di sgombero con servizio igienico e disimpegno al p. terre-
no. (A catasto: CF Fg. 5: p.lla 477, sub. 2; p.lla 478, sub. 1 graffate). Sussistono
irregolarit edilizie (v. perizia). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendi-
ta senza incanto il 27/01/2012 ore 16.00, apertura buste ore 15.00. Prezzo base:
Euro 50.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto
si terr il 08/03/2012 ore 12.00. Prezzo base: Euro 50.000,00, aumenti minimi
Euro 2.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno
depositate entro le ore 12.30 del 26/01/2012; le istanze di partecipazione alla
vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg. prima della vendita, entram-
be presso la sede Erre Esse, in Torino, Via Vittorio Amedeo II, 21 (dal lun. al ven.
h. 10.30 - 12.30). Le vendite avranno luogo presso la sede predetta. Custode: IVG
(tel. 011 4731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribuna-
le.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A181564), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Enrico Mambretti
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1546/09 - Delegato Avv. Caterina Bertani. Lotto unico - Comune di Tori-
no, c.so Novara, 8. Piena prop. di alloggio al p. 2 (3 f.t.), sc. B, composto da
camera, tinello con cucinino, servizio igienico e disimpegni oltre a locale
cantina al p. interrato, sc. A. (A catasto: NCEU Fg. 171, n. 10, sub. 86). Sussi-
stono alcune irregolarit edilizie (v. perizia). Limmobile gravato da mutuo
fondiario. Vendita senza incanto il 07/02/2012 ore 16,15, apertura buste ore
15,30. Prezzo base: Euro 25.000,00. Nel caso in cui limmobile resti inven-
duto, la vendita con incanto si terr il 05/03/2012 ore 16,00. Prezzo base:
Euro 25.000,00, aumenti minimi Euro 500,00. Le offerte in busta chiusa per
la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 17 del 06/02/2012; le
istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno
3 gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino,
corso Vinzaglio, 31 (tel. 0115611772). Le vendite avranno luogo presso lo
studio predetto. Custode: IVG (tel. 011.4731714; www.torino.astegiudizia-
ria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it
(A155948), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Caterina Bertani
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1772/09 - Delegato Not. Giuseppe Tomaselli. Lotto unico - Comune di Torino,
C.so Svizzera, 149bis. Alloggio al p. terreno (1 f.t.) composto da monolocale dota-
to di servizio igienico interno oltre a cantina pertinenziale al p. sotterraneo e latri-
na in prop. comune con altro alloggio. Sussiste contratto di locazione ad uso abita-
tivo di 4 anni dal 26/06/2007 al 25/06/2011, pertanto da ritenersi occupato con
titolo di locazione registrato in data antecedente al pignoramento. (A catasto:
NCEU Fg. 53, mapp. 177, sub. 5012). Vendita senza incanto il 28/02/2012 ore 12.30.
Prezzo base: Euro 26.300,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendi-
ta con incanto si terr il 27/03/2012 ore 12.20. Prezzo base: Euro 26.300,00,
aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza
incanto vanno depositate entro le ore 12 del 27/02/2012; le istanze di partecipazio-
ne alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3 gg. prima della vendita
(dal lun. al ven. h. 10 - 12), entrambe presso lo studio del delegato in Torino, P.zza
Castello, 139 (tel. 0114732105 St. Legale Gaezza). Le vendite avranno luogo presso
lo studio predetto. Custode: Not. Giuseppe Tomaselli (c/o Avv. Gaezza 0114732105
- fax 0114304704 - e-mail: avvocatogaezza@virgilio.it). Siti internet: www.tribuna-
le.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A174944), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Giuseppe Tomaselli
TRIBUNALE DI TORINO
Vendita di immobili senza incanto
R.G.E. 1642/08 - Delegato avv. Vito Di Luca - Piena propriet immobile sito
in Torino, via Santhi 97, alloggio al piano 5 (6 f.t.). A catasto: f. 40, part.
756, sub. 46, vani 3, gravato da mutuo fondiario (vedi avviso integrale).
Vendita senza incanto alludienza del 7 febbraio 2012 ore 16,00 prezzo
base: Euro 25.000,00. Nel caso in cui limmobile resti invenduto, leventuale
incanto si terr il 28 febbraio 2012 ore 16,00. Prezzo base: Euro 25.000,00,
aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa e le istanze di par-
tecipazione vanno depositate nei giorni dal luned al venerd dalle ore 9
alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18 presso lo studio del delegato Avv. Vito
Di Luca in Torino, via Cialdini n. 15. Le vendite avranno luogo presso lo stu-
dio del predetto. Custode giudiziario: IVG. Sito internet:
www.lastampa.it/legali.
IL DELEGATO avv. Vito Di Luca
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1715/10 - Delegato Not. Giovanna Ioli. Lotto unico - Comune di Torino,
Via A. Cecchi, 68. Piena prop. di alloggio al p. 1 (2 f.t.) composto da camera,
cucina e servizio ed annessa cantina al p. interrato. Occupato con contratto di
comodato (v. perizia pag. 12). (A catasto: CF fg. 1151, p.lla 93, sub. 25). L'im-
mobile gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 14/02/2012 ore
17.00, apertura buste ore 15.00. Prezzo base: Euro 29.000,00. Nel caso in cui
l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 22/03/2012 ore
17.30. Prezzo base: Euro 29.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offer-
te in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore
12 del 13/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate almeno 3 gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del
delegato in Torino, Via Alfieri, 17 (dal lun. al ven. h. 11 - 12 ). Le vendite avran-
no luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.tori-
no.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it, www.astegiu-
diziarie.it (A180615), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Giovanna Ioli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1998/09 - Delegato Dott. Roberto Reynaud. Lotto unico - Comune di Torino,
P.zza Edmondo De Amicis, 76. Piena prop. di alloggio al p. 1 (2 f.t.) composto da
ingresso, tinello con accesso su ballatoio, cucina, camera, ampio disimpegno - locale
sgombero e bagno, per sup. comm. di ca. mq. 64 oltre a locale cantina al p. interrato
di ca. mq. 3. Libero (v. ordinanza). (A catasto: CF Fg. 184, part. 47, sub. 14). Sussistono
irregolarit edilizie (v. perizia). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita
senza incanto il 14/02/2012 ore 16.00. Prezzo base: Euro 86.700,00. Nel caso in cui
l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 08/03/2012 ore 16.00.
Prezzo base: Euro 86.700,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiu-
sa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del 13/02/2012; le
istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate entro il
05/03/2012 ore 12 (dal lun. al ven. h. 9 - 12, salvo il 09/12/2011 e periodo di chiusura
dal 20/12/2011 al 08/01/2012), entrambe presso l'Associazione SAED in Torino, C.so
Regina Margherita, 258. Le vendite avranno luogo presso l'Associazione predetta.
Custode: Dott. Roberto Reynaud (c/o Ass. SAED tel. 01119823248 o 3356705197 fax
01119835848 o e-mail: infocustodie@associazionesaed.it). Siti internet: www.tribu-
nale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A180900), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott. Roberto Reynaud
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1868/08 - Delegato Not. Giovanna Ioli. Lotto unico - Comune di Torino, Via Balangero,
17. Piena prop. di intera palazzina uffici con terreno di pertinenza uso cortile di ha 00.05.74,
composta da: 3 magazzini, cantina, centrale termica, locale ad uso deposito, disimpegno,
spogliatoio, bagno wc ed anti wc, al p. seminterrato; locale soggiorno e sala ristorante, atrio
con cabina guardaroba, disimpegno, locale lavaggio stoviglie, cucina, 4 bagni wc con anti-
wc, al p. rialzato (1 f.t.); disimpegno, sala esposizione, ripostiglio, sala riunioni, ufficio, sala
lettura, 2 bagni wc ed anti-wc, al p. 1 (2 f.t.); ingresso, locale reception, sala di attesa, ripo-
stiglio, salotto riunioni, 3 uffici, sala riunioni, 2 bagni wc con anti-wc, al p. 2 (3 f.t.); locale
macchina ascensore e locale uso sgombero, al p. 3 (sottotetto 4 f.t.). Occupato con contrat-
to di locazione (v. perizia pagg. 15 e 16). (A catasto: CF Fg. 53, p.lla 48, sub. 7 e p.lla 220, sub.
4 graffati, NCT Fg. 1156, p.lla 383). Vendita senza incanto il 07/02/2012 ore 16.30, apertura
buste ore 15.00. Prezzo base: Euro 790.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la
vendita con incanto si terr il 15/03/2012 ore 16.00. Prezzo base: Euro 790.000,00, aumenti
minimi Euro 5.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno deposita-
te entro le ore 12 del 06/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno
depositate almeno 3 gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Tori-
no, Via Alfieri, 17 (dal lun. al ven. h. 11 - 12). Le vendite avranno luogo presso lo studio pre-
detto. Custode: IVG (tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet:
www.tribunale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A169367), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Giovanna Ioli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 1879/10 - Delegato Not. Giovanna Ioli. Lotto unico - Comune di Torino,
Lungo Dora Napoli, 20. Piena prop. di alloggio al p. 1 (2 f.t.) composto da
2 camere, cucina e servizi. (A catasto: CF Fg. 171, p.lla 390, sub. 4). L'immobi-
le gravato da mutuo fondiario. Vendita senza incanto il 14/02/2012 ore
15.30, apertura buste ore 15.00. Prezzo base: Euro 55.000,00. Nel caso in
cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 22/03/2012
ore 16.00. Prezzo base: Euro 55.000,00, aumenti minimi Euro 2.000,00. Le
offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro
le ore 12 del 13/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incan-
to vanno depositate almeno 3 gg. prima della vendita, entrambe presso lo
studio del delegato in Torino, Via Alfieri, 17 (dal lun. al ven. h. 11 - 12). Le
vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Siti internet: www.tribu-
nale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A180614), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Giovanna Ioli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 2182/09 + 64/10 - Delegato Avv. Stellina Martelli. Lotto unico - Comune di
Torino, Via Elvo, 12. Piena prop. di alloggio al p. 4 (5 f.t.) composto da camera,
cucina e servizi oltre a locale uso cantina al p. interrato. Occupato da terzi senza
titolo a seguito di sfratto per morosit in corso di esecuzione. (A catasto: NCEU Fg.
1148, p.lla 395, sub. 26). Sussistono irregolarit sanabili (v. perizia pag. 10). Vendi-
ta senza incanto il 10/02/2012 ore 15.30. Prezzo base: Euro 31.000,00. Nel caso in
cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 15/03/2012 ore
15.30. Prezzo base: Euro 31.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in
busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del
09/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate
almeno 3 gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Tori-
no, C.so Re Umberto I, 3 (tel. 011543015). Le vendite avranno luogo presso lo stu-
dio predetto. Custode: Avv. Stellina Martelli (tramite propria ausiliaria Soc.
FRA.MOR. tel. 01119826165 01119826127; fax 0115561226; e-mail fra.mor.servi-
zi@gmail.com nei gg. di lun. e mar. h. 15 19). Siti internet: www.tribunale.tori-
no.it, www.astegiudiziarie.it (A155093), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Stellina Martelli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 2035/09 - Delegato Avv. Caterina Bertani. Lotto unico - Comune di Borgone
Susa, Via Felice Falco, 41. Piena prop. di fabbricato di civ. abitazione a 2 p. f.t. oltre
seminterrato, collegati da scala interna ed esterna, con annessa area di pertinenza
gravata da servit di passaggio a favore di terzi, composto da: locale uso cantina
ed autorimessa privata, al p. seminterrato; cucina, camere e bagno, al p. terreno -
rialzato; 2 camere e bagno, al p. 1. (A catasto: NCEU Fg. 6, n. 1008: sub. 3 e 4). Sussi-
stono alcune irregolarit edilizie (v. perizia). L'immobile gravato da mutuo fondia-
rio. Vendita senza incanto il 07/02/2012 ore 16.00, apertura buste ore 15.30. Prezzo
base: Euro 36.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con
incanto si terr il 05/03/2012 ore 15.45. Prezzo base: Euro 36.000,00, aumenti
minimi Euro 500,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno
depositate entro le ore 17 del 06/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita
con incanto vanno depositate almeno 3 gg. prima della vendita (dal lun. al ven. h.
15.30 19.00), entrambe presso lo studio del delegato in Torino, C.so Vinzaglio, 31
(tel. 0115611772). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode:
IVG (tel. 011 4731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribu-
nale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A156499), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO avv. Caterina Bertani
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 2180/09 - Delegato Not. Dorothy Dacomo. Lotto unico - Comune di Tori-
no, Via Cuneo, 4. Piena prop. di alloggio al p. 1 (2 f.t.) composto da camera,
soggiorno con angolo cottura e bagno, oltre a cantina al p. interrato. (A cata-
sto: Fg. 171, n. 78, sub. 8). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita
senza incanto il 07/02/2012 ore 11.00, aperture buste ore 10.00. Prezzo
base: Euro 28.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con
incanto si terr il 13/03/2012 ore 11.00. Prezzo base: Euro 28.000,00, aumen-
ti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto
vanno depositate entro le ore 12 del 06/02/2012; le istanze di partecipazione
alla vendita con incanto vanno depositate entro le ore 12 del 08/03/2012,
entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via Roma, 243 (tel.
011530717). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG
(tel. 0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribu-
nale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A168914), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Dorothy Dacomo
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 2269/09 + 1276/10 - Delegato Dott. Federico Baroni (tel. 0114342724).
Lotto unico - Comune di Torino, C.so Palermo, 105. Piena prop. di appartamen-
to al p. 4 (5 f.t.) composto da ingresso-soggiorno, piccola cucina senza fine-
stra, piccola cantina. Libero. (A catasto: NCEU Fg. 1149, part. 533, sub. 30). Sus-
sistono lievi difformit (v. perizia). L'immobile gravato da mutuo fondiario.
Vendita senza incanto il 13/02/2012 ore 15.00. Prezzo base: Euro 34.500,00.
Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il
20/02/2012 ore 15.00. Prezzo base: Euro 34.500,00, aumenti minimi Euro
1.000,00. Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno deposi-
tate entro le ore 12 del 12/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita
con incanto vanno depositate entro le ore 12 del 17/02/2012 (salvo chiusura nei
gg. 08/12/2011 e dal 19/12/2011 al 05/01/2012 compresi), entrambe presso l'As-
sociazione SAED in Torino, C.so Regina Margherita, 258. Le vendite avranno
luogo presso l'Associazione predetta. Custode: IVG (tel. 0114731714;
www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A162784), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott. Federico Baroni
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 2231/10 - Delegato Not. Giovanna Ioli. Lotto 1 - Comune di Mattie, Via Grandi Tanze, 16.
Piena prop. di fabbricato di civ. abitazione, ex rurale, a 3 piani f.t. collegati da scala esterna
che collega i 2 ballatoi dei p. 1 e 2, con antistante cortile pertinenziale, composto da: 2 came-
re, cantina, ripostiglio, gabinetto sottoscala esterno e retrostante portico, al p. terreno (1 f.t.);
cucina, sala da pranzo, soggiorno, camera e bagno, al p. 1 (2 f.t.); 5 camere, bagno, riposti-
glio e disimpegni, al p. 2 (3 f.t.). (A catasto: CF Fg. 1, p.lla 1402, sub. 4). Lotto 2 - Comune di
Mattie, Via Grandi Tanze, 22/B. Piena prop. di fabbricato di civ. abitazione, ex rurale, a 2 p. f.t.
collegati da scala esterna, composto da: cantina e ripostiglio, al p. terreno (1 f.t.); cucina e
ripostiglio, al p. 1 (2 f.t.). (A catasto: CF Fg. 1, p.lla 2065). Gli immobili sono gravati da mutuo
fondiario. Vendita senza incanto il 14/02/2012 ore 16.30, apertura buste ore 15.00. Prezzo
base: lotto 1 Euro 41.000,00; lotto 2 Euro 10.000,00. Nel caso in cui gli immobili restino inven-
duti, la vendita con incanto si terr il 22/03/2012 ore 16.30. Prezzo base: lotto 1 Euro
41.000,00, aumenti minimi Euro 1.000,00; lotto 2 Euro 10.000,00, aumenti minimi Euro 500,00.
Le offerte in busta chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del
13/02/2012; le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno 3
gg. prima della vendita, entrambe presso lo studio del delegato in Torino, Via Alfieri, 17 (dal
lun. al ven. h. 11 - 12). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Custode: IVG (tel.
0114731714; www.torino.astegiudiziaria.com). Siti internet: www.tribunale.torino.it,
www.astegiudiziarie.it (A180892, A180893), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO NOTAIO Giovanna Ioli
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione Esecuzioni Immobiliari
R.E. 2262/09 - Delegato Dott. Roberto Dosio (tel. 011.19715983). Lotto unico -
Comune di Torino, Via L. Galvani, 14/C. Piena prop. di negozio al p. terreno (1 f.t.)
composto da locale principale, retro e bagno con accessoria cantina al p. interrato e
porzione del sottotetto in ragione dell'area occupata dalla cantina. (A catasto:
NCEU Fg. 176, p.lla 379, sub. 10). L'immobile gravato da mutuo fondiario. Vendita
senza incanto il 15/02/2012 ore 16.00. Prezzo base: Euro 57.500,00. Nel caso in cui
l'immobile resti invenduto, la vendita con incanto si terr il 07/03/2012 ore 15.30.
Prezzo base: Euro 57.500,00, aumenti minimi Euro 1.000,00. Le offerte in busta
chiusa per la vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del 14/02/2012;
le istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate entro le ore
12 del 02/03/2012 (dal lun. al ven. h. 9 - 12, salvo periodo di chiusura dal 20/12/2011
ed il 08/01/2012), entrambe presso l'Associazione SAED in Torino, C.so Regina Mar-
gherita, 258. Le vendite avranno luogo presso l'Associazione predetta. Custode:
Dott. Roberto Dosio (c/o Ass. SAED tel. 01119823248 o 3356705197 fax
01119835848 o e-mail: infocustodie@associazionesaed.it). Siti internet: www.tribu-
nale.torino.it, www.astegiudiziarie.it (A166164), www.legaleentieaste.it.
IL DELEGATO dott. Roberto Dosio
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione II Civile
R.G.N. 16953/2009 - Delegato notaio Giovanni Schettino. Piena propriet:
in Torino, via Cottolengo 6, alloggio al piano secondo composto di due
vani e servizio igienico (Fg. 1217, particella 3, sub. 19). Limmobile risulta
occupato in assenza di titolo abilitativo (perizia pag. 9). Vendita senza
incanto: 26 gennaio 2012 ore 15,45; apertura buste ore 14,30. Prezzo
base: Euro 17.000,00. Nel caso in cui limmobile resti invenduto la ven-
dita con incanto si terr: 1 marzo 2012 ore 15,45. Prezzo base: Euro
17.000,00. Aumenti minimi: Euro 1.000,00. Le vendite si terranno pres-
so la Erre Esse in Torino, via Vittorio Amedeo II 21 ove sono consulta-
bili gli atti relativi alla vendita nei giorni ed orari di cui infra. Le offerte
in busta chiusa o le istanze di partecipazione devono essere depositate
dal luned al venerd dalle ore 10,30 alle ore 12,30 presso la Erre
Esse. Sito internet: www.legaleentieaste.it.
NOTAIO Giovanni Schettino
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione II Civile
R.G.N. 4532/2010 - Delegato notaio Alessandro Scilabra. Piena pro-
priet: in Torino, corso Racconigi 60 int. 46, alloggio al piano terreno
con cantina (Fg. 1237, particella 66, sub. 1). Vendita senza incanto: 7
febbraio 2012 ore 15.45; apertura buste ore 14.30. Prezzo base:
Euro 65.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto la vendita
con incanto si terr: 13 marzo 2012 ore 15.45. Prezzo base: Euro
65.000,00. Aumenti minimi: Euro 2.000,00. Le vendite si terranno
presso la Erre Esse in Torino, via Vittorio Amedeo II 21 ove sono
consultabili gli atti relativi alla vendita nei giorni ed orari di cui infra.
Le offerte in busta chiusa o le istanze di partecipazione devono esse-
re depositate dal luned al venerd dalle ore 10.30 alle ore 12.30 pres-
so la Erre Esse. Sito internet: www.legaleentieaste.it.
NOTAIO Alessandro Scilabra
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione II Civile
R.E. 6697/10 - Delegato Not. Francesca Piccirella. Lotto unico in Torino, via
Madama Cristina n. 85 e precisamente: al piano terzo (4 f.t.) alloggio com-
posto da ingresso living su soggiorno, cucina, bagno cieco, ripostiglio,
disimpegno e due camere, balcone verso via e balcone verandato verso cor-
tile oltre a cantina pertinenziale al p. sotterraneo. Occupato senza alcun
contratto di locazione. (A catasto: N.C.E.U. fg. 185, n.115, sub. 40) Vendita
senza incanto il 10/2/2012 ore 10.10, apertura buste ore 10.00. Prezzo
base: Euro 150.000,00. Nel caso in cui l'immobile resti invenduto, la vendita
con incanto si terr il giorno 9/3/2012 ore 09.30. Prezzo base: Euro
150.000,00, aumenti minimi Euro 3.000,00. Le offerte in busta chiusa per la
vendita senza incanto vanno depositate entro le ore 12 del 9/2/2012; le
istanze di partecipazione alla vendita con incanto vanno depositate almeno
3 gg. prima della vendita (dal luned al venerd h. 10 - 12), entrambe presso
lo Studio Legale Gaezza, in Torino, Via Schina, 7 (tel. 0114732105 St. Legale
Gaezza). Le vendite avranno luogo presso lo studio predetto. Siti internet:
www.legaleentieaste.it
IL DELEGATO NOTAIO Francesca Piccirella
APPUNTAMENTO
a TUTTOAFFARI
di DOMENICA
11 DICEMBRE 2011
TRIBUNALE DI TORINO
Sezione II Civile
R.G.N. 19365/2009 - Delegato notaio Alessandro Scilabra. Piena propriet:
in Torino, via San Paolo 35, alloggio al piano terzo (Fg. 80, particella 2398,
sub. 7). Vendita senza incanto: 7 febbraio 2012 ore 15,00; apertura buste
ore 14,30. Prezzo base: Euro 42.000,00. Nel caso in cui limmobile resti
invenduto la vendita con incanto si terr: 13 marzo 2012 ore 15,00. Prez-
zo base: Euro 42.000,00. Aumenti minimi: Euro 2.000,00. Le vendite si ter-
ranno presso la Erre Esse in Torino, via Vittorio Amedeo II 21 ove, nei
giorni ed orari di cui infra, sono consultabili gli atti relativi alla vendita. Le
offerte in busta chiusa o le istanze di partecipazione devono essere deposi-
tate dal luned al venerd dalle ore 10,30 alle ore 12,30 presso la Erre Esse.
Sito internet: www.legaleentieaste.it.
NOTAIO Alessandro Scilabra
TRIBUNALE
DI TORINO
VENDITE
GIUDIZIARIE
VEDI CONDIZIONI GENERALI
A PAG. 30
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA36 W
MERCATI QUOTAZ. VAR.%
TITOLI PUBBLICI REND. TITOLI PUBBLICI REND.
VALUTA EURO
PER. TA.360 TA.365 PER. TA.360 TA.365
RENDIMENTI ESTERI
A
A.S. Roma 0,450 -1.85 0,450 nr 0,450 1,256 185994 61
A2A 0,782 +1.56 0,781 0,036 0,716 1,182 7024003 2446
Acea 5,605 +1.72 5,624 0,450 5,066 8,591 94765 1198
Acegas-Aps 3,254 -1.33 3,267 0,180 3,145 4,573 7053 180
Acque Potabili 0,720 +2.35 0,719 nr 0,645 1,466 6565 26
Acsm-Agam 0,656 -0.30 0,672 0,060 0,623 1,183 11610 51
AdF-Aeroporti Firenze 10,000 +11.11 9,394 0,080 8,555 12,370 627 85
Alerion 4,112 +2.24 4,106 0,011 3,263 5,886 13449 181
Amplifon 3,370 +2.31 3,341 0,033 3,090 4,532 710289 737
Antichi Pell 0,251 -1.26 0,243 nr 0,243 0,600 168422 11
Apulia Pront 0,215 +2.53 0,227 nr 0,170 0,377 115561 54
Arena 0,006 -1.56 0,007 nr 0,007 0,029 58476640 10
Arkimedica 0,083 +3.50 0,082 nr 0,075 0,461 324595 7
Atlantia 12,040 +2.21 11,975 0,355 9,362 16,090 3184376 7548
Autogrill 7,750 +0.78 7,780 0,240 7,206 10,956 491290 1979
Autostrada To-Mi 7,485 +3.10 7,403 0,240 6,614 11,380 107430 651
Autostrade Mer. 17,930 +5.16 17,564 0,800 16,455 24,442 2248 77
Azimut 6,380 +6.33 6,356 0,250 4,369 8,468 1173394 910
BB&CSpeakers 2,988 +0.27 2,992 0,160 2,510 3,997 150 33
Banca Generali 7,800 +7.29 7,525 0,450 6,311 11,529 378450 840
Banco Popolare 1,035 +11.65 1,004 0,080 0,810 2,722 16797112 1770
Basicnet 2,070 -1.52 2,092 0,165 1,862 3,068 40710 128
Bastogi 1,100 +8.37 1,070 nr 0,905 1,693 9999 19
Bca Carige 1,545 +2.32 1,532 0,070 1,270 1,805 1453816 2476
Bca Carige r 2,058 0.00 2,051 0,090 1,907 2,774 365 358
Bca Intermobiliare 3,000 0.00 2,987 nr 2,913 4,371 7800 467
Bca Pop.Milano 0,305 +7.28 0,299 0,100 0,258 1,032 84749790 776
Bca Pop.Spoleto 1,786 -0.78 1,799 0,030 1,799 3,451 1553 54
Bca Profilo 0,268 +3.12 0,261 0,005 0,243 0,441 1016347 176
Bco Desio-Brianza 3,020 +2.37 2,988 0,105 2,740 4,096 18392 350
Bco Desio-Brianza rnc 2,410 +5.06 2,362 0,126 2,307 3,724 4063 31
Bco Popolare w10 0.00 nr 0
Bco Santander 5,940 +3.57 5,923 0,135 5,209 9,281 15040 50747
Bco Sardegna rnc 3,700 +12.80 3,478 0,150 3,223 9,891 25839 23
Bee Team 0,310 +8.74 0,300 nr 0,251 0,555 82481 21
Beghelli 0,448 +1.04 0,456 0,020 0,421 0,729 104287 91
Benetton Group 3,660 +0.49 3,646 0,250 3,107 5,709 547255 666
Beni Stabili 0,340 +6.48 0,325 0,022 0,301 0,764 3586982 623
Best Union Co. 0,990 -0.15 0,988 nr 0,901 1,441 8200 9
Bioera 0,420 0.00 0,413 nr 0,400 1,012 1500 15
Boero Bartolomeo 21,000 0.00 21,000 0,400 20,000 21,000 0 91
Bonifiche Ferraresi 20,350 +0.30 20,125 0,120 19,778 31,311 2708 113
Borgosesia 0,889 +2.30 0,889 nr 0,802 1,325 2 40
Borgosesia rnc 1,318 0.00 1,318 nr 1,250 1,415 0 1
BPM09-13 w 0,200 +33.27 0,200 nr 0,140 1,255 374 0
Brioschi 0,081 0.00 0,080 nr 0,070 0,171 3486496 63
Buone Societ 0,285 +1.82 0,278 nr 0,269 0,735 5002 3
Buzzi Unicem 7,150 +4.15 7,054 0,180 5,643 10,820 993265 1166
Buzzi Unicemrnc 3,494 +4.55 3,501 0,030 2,974 6,072 51650 143
CCaleffi 1,547 +4.95 1,514 0,010 1,143 1,514 71191 19
Caltagirone 1,424 -0.77 1,443 0,080 1,256 2,094 14665 173
Caltagirone Editore 1,080 +1.89 1,066 0,050 1,030 1,948 10280 133
Cam-Fin 0,255 +2.25 0,251 nr 0,233 0,425 934765 169
Camfin 09-11 w 0,006 +23.40 0,005 nr 0,002 0,083 928023 0
Campari 5,205 +0.77 5,219 0,060 4,427 5,909 1419325 3031
Cape Live 0,037 0.00 0,037 nr 0,036 0,428 30000 2
Carraro 1,899 +2.65 1,890 nr 1,802 4,450 75122 87
Cattolica As 15,430 +4.68 15,377 0,900 13,842 20,331 19717 832
CDC 0,959 +3.12 0,927 0,120 0,927 1,880 4488 11
Cell Therap 0,825 +0.73 0,835 nr 0,749 1,948 1006029 161
Ceramiche Ricchetti 0,159 +1.14 0,159 nr 0,144 0,311 37251 13
CHL 0,081 +6.04 0,081 nr 0,067 0,152 1825600 13
CIA 0,265 -0.08 0,260 nr 0,238 0,350 6661 24
Ciccolella 0,331 +1.38 0,341 nr 0,310 0,760 108010 61
Cir 1,313 +4.37 1,298 0,025 1,154 1,766 848977 1030
Class Editori 0,297 +4.04 0,294 0,010 0,266 0,500 188239 31
Cofide 0,584 +4.10 0,578 0,010 0,524 0,780 503354 416
Cogeme Set 0,046 +8.81 0,044 nr 0,034 0,377 162500 3
Conafi Prestito' 0,610 +0.41 0,612 0,080 0,572 1,069 95632 28
Cred. Artigiano 0,763 +2.48 0,772 0,080 0,677 1,499 53382 243
Cred. Bergamasco 19,190 +0.05 18,935 0,900 18,038 24,744 1109 1169
Cred. Emiliano 3,080 +3.43 3,079 0,100 2,659 5,398 250737 1023
Cred. Valtellinese 1,897 +4.23 1,871 0,120 1,643 3,691 318309 505
Crespi 0,029 -4.28 0,030 nr 0,028 0,221 239061 5
Csp 0,767 +3.16 0,749 0,050 0,688 1,295 30540 25
DDanieli 17,730 +0.91 17,737 0,330 14,350 24,635 129786 725
Danieli rnc 9,230 +2.67 9,256 0,351 7,674 13,658 75858 374
De'Longhi 8,025 +3.15 7,969 0,146 5,810 9,239 130309 1191
EEdison 0,821 +0.37 0,819 0,043 0,744 0,955 2700330 4244
Edison r 0,806 -0.43 0,813 0,073 0,801 1,281 35439 90
Enel 3,240 +3.05 3,237 0,280 2,834 4,828 52321307 30439
Enel Green Pw 1,654 +0.61 1,657 0,027 1,489 2,050 7694812 8286
Enervit 1,918 +0.42 1,847 0,035 1,240 2,301 9010 33
Eni 16,150 +1.89 16,102 0,500 12,278 18,428 14623464 64495
Erg 9,340 +0.38 9,344 0,400 7,886 10,454 249388 1405
Ergy Capital 0,271 +0.52 0,278 nr 0,270 0,501 31070 26
ErgyCapital w16 0,090 0.00 0,090 nr 0,070 0,143 2000 0
Exor 16,000 +2.43 15,923 0,310 13,638 25,701 752960 2552
Exor priv 14,560 +2.18 14,480 0,362 12,429 21,275 73041 1112
Exor risp 13,310 +1.68 13,202 0,388 10,906 20,231 11601 121
FFerragamo 11,390 +0.98 11,412 nr 8,589 13,586 306231 1922
Fiat 4,110 +6.20 3,977 0,090 3,356 8,084 56058816 4345
Fiat Ind. priv 4,724 +3.01 4,705 nr 2,663 7,304 319021 486
Fiat Ind. risp 4,940 +2.87 4,932 nr 2,726 7,250 341898 394
Fiat Industr. 6,875 +3.15 6,851 nr 4,950 10,443 6937636 7484
Fiat prv 3,526 +5.25 3,418 0,310 2,532 6,418 565335 353
Fiat rnc 3,690 +5.13 3,582 0,310 2,590 6,399 709066 286
Finarte C.Aste 0.00 nr 0
Finmeccanica 3,562 +9.80 3,466 0,410 2,965 9,808 22125274 2004
FNM 0,321 -1.14 0,325 nr 0,325 0,524 36585 81
Fondiaria-Sai 1,185 +3.22 1,199 0,400 0,996 4,294 5653430 440
Fondiaria-Sai rnc 0,603 +6.45 0,596 0,452 0,495 2,866 1355886 76
Fullsix 2,040 +1.49 2,019 nr 1,062 3,240 5451 23
GGabetti 09/13 w 0,016 +6.62 0,016 nr 0,014 0,098 105342 0
Gabetti Pro.Sol. 0,056 +3.52 0,055 nr 0,049 0,246 631539 14
Gas Plus 5,830 +10.42 5,683 0,150 2,250 6,862 40109 255
Gemina 0,688 +1.18 0,683 nr 0,539 0,758 800931 1004
Gemina rnc 0,839 -1.29 0,839 nr 0,799 1,155 31 3
Generali 12,620 +1.69 12,611 0,450 10,665 16,911 7059731 19633
Geox 2,570 +1.18 2,570 0,180 2,217 4,911 689495 666
Greenvision 4,958 +0.16 4,920 nr 4,253 5,318 300 29
Gruppo Ed. L'Espresso 1,256 +2.70 1,244 0,074 1,091 2,104 481894 510
Gruppo Minerali M. 4,006 0.00 4,006 nr 2,848 4,490 3082 24
HHera 1,111 +2.97 1,104 0,080 1,018 1,756 1667490 1231
I I Grandi Viaggi 0,680 +0.74 0,680 nr 0,623 1,085 4800 31
Il Sole 24 Ore 0,833 +0.24 0,840 nr 0,756 1,494 38100 36
Immsi 0,590 +0.68 0,595 0,030 0,541 0,911 135247 204
Impregilo 2,326 +1.84 2,329 nr 1,522 2,442 14324868 937
Impregilo rnc 7,900 0.00 7,761 0,260 7,050 8,220 1200 13
Indesit 3,960 +1.02 3,954 0,030 3,391 8,979 516543 449
Indesit rnc 4,114 +8.26 3,898 0,168 3,800 7,378 3983 2
Industria e Inn 2,100 0.00 2,100 nr 1,671 2,800 0 49
Intek 0,360 +2.86 0,345 0,060 0,267 0,533 9189 45
Intek r 0,725 0.00 0,723 0,060 0,639 0,825 0 4
Intek w11 0,001 0.00 0,001 nr 0,001 0,029 0 0
Intesa Sanpaolo 1,348 +3.85 1,355 0,080 0,898 2,424 220549582 20996
Intesa Sanpaolo rnc 1,042 +3.58 1,045 0,091 0,781 2,084 8086622 974
Invest e Svil w09 0,003 +23.81 0,003 nr 0,002 0,007 16000 0
Invest e Sviluppo 0,381 -1.30 0,383 nr 0,377 2,110 39461 5
Iren 0,760 +5.12 0,750 0,085 0,681 1,407 1898413 886
Italcementi 5,000 +4.56 4,934 0,120 4,081 7,647 508370 874
Italcementi rnc 2,100 +4.06 2,059 0,120 1,718 3,890 245070 217
Italmobiliare 17,000 +5.20 16,851 0,856 14,725 29,961 6831 374
Italmobiliare rnc 10,300 +0.98 10,369 0,934 9,998 19,590 24231 169
Italy 1 Invest w 0,400 0.00 0,400 nr 0,379 0,788 0 0
Italy 1 Invest. 9,770 +1.66 9,509 nr 8,768 10,107 54 143
J Juventus FC 0,609 +7.13 0,603 nr 0,486 0,975 1059816 122
KK.R.Energy 0,019 +2.13 0,019 nr 0,018 0,064 2581790 19
Kerself 1,536 +3.57 1,528 0,010 1,255 3,664 101786 27
Kinexia 1,124 -6.33 1,144 nr 1,053 2,115 98129 24
KME Group 0,303 +3.73 0,296 0,011 0,246 0,381 130461 133
KME Group 06-11 w 0,001 -37.50 0,001 nr 0,001 0,021 1369692 0
KME Group 09-11 w 0,000 -60.00 0,000 nr 0,000 0,017 1432572 0
KME Group rnc 0,549 +0.27 0,549 0,072 0,510 0,720 2720 24
L Lazio 0,578 +5.00 0,566 nr 0,410 0,904 314833 38
Lottomatica 12,000 +5.54 11,882 0,740 9,002 15,381 1375903 2045
Luxottica 21,620 +0.89 21,582 0,440 18,627 23,486 426269 10085
MM&C 0,201 -0.64 0,202 nr 0,195 0,230 18474 96
Maire Tecnimont 1,098 +0.73 1,107 0,058 0,562 3,591 3483563 357
Marcolin 3,732 -0.64 3,754 0,100 3,197 5,488 113583 233
Mediacontech 1,500 +0.67 1,492 nr 1,335 2,426 1100 28
Mediaset 2,290 +4.57 2,263 0,350 1,883 4,930 5584158 2673
Mediobanca 5,130 +4.82 5,061 0,170 4,371 8,009 4095406 4358
Mediolanum 2,830 +3.82 2,827 0,070 2,244 4,035 1105379 2074
Meridiana Fly 0,041 +3.02 0,042 nr 0,035 0,088 2948923 58
Meridie 0,093 +16.98 0,088 nr 0,071 0,353 651111 4
Mid Industry Cap 9,500 0.00 9,500 nr 9,049 10,442 100 36
Milano Ass. 0,264 +2.80 0,263 0,100 0,215 0,887 3859364 511
Milano Ass. rnc 0,242 +4.49 0,242 0,116 0,202 0,890 297839 25
Mittel 1,707 +0.12 1,714 0,100 1,623 3,181 15859 121
MolMed 0,511 +0.69 0,519 nr 0,384 0,763 380852 109
Mondadori 1,394 +1.09 1,378 0,170 1,237 2,857 1230086 340
Mondo HE 0,510 +3.34 0,507 nr 0,157 0,720 246050 10
Monrif 0,314 +1.42 0,304 nr 0,288 0,462 18269 46
Monte Paschi Siena 0,305 +10.68 0,303 0,025 0,236 0,859 116695706 3284
Montefibre 0,108 -0.19 0,109 nr 0,102 0,179 321120 14
Montefibre rnc 0,206 +7.87 0,200 nr 0,184 0,328 39269 5
Monti Ascensori 0,202 0.00 0,199 nr 0,194 0,844 0 3
NNoemalife 5,490 0.00 5,248 nr 5,194 6,291 0 23
Novare 1,090 0.00 1,090 nr 1,090 1,175 0 15
OOlidata 0,314 +7.53 0,307 nr 0,284 0,638 171617 10
PParmalat 1,516 +0.40 1,517 nr 1,417 2,638 1706785 2662
Parmalat w15 0,520 +1.07 0,519 nr 0,413 1,554 95149 0
Piaggio 2,258 +0.80 2,273 0,070 2,074 3,020 832618 845
Pierrel 0,920 -0.16 0,925 nr 0,880 3,841 26156 14
Pierrel 08/12 w 0,087 +8.64 0,083 nr 0,040 0,245 22845 0
Pininfarina 2,786 +4.42 2,769 nr 2,269 7,378 25279 84
Piquadro 1,744 +1.99 1,762 0,100 1,618 2,927 152985 88
Pirelli &C. 7,055 +1.51 7,016 0,165 4,956 7,654 3485430 3338
Pirelli &C. rnc 4,638 +0.74 4,672 0,229 3,924 6,274 10453 57
Poligrafici Editoriale 0,320 -2.17 0,327 0,017 0,291 0,490 5547 43
Poltrona Frau 0,899 +3.51 0,894 nr 0,772 1,451 232989 125
Pop Emilia 01/07 0.00 nr
Pop.Emilia Romagna 5,990 +4.72 5,922 0,180 4,549 9,846 808608 1502
Pop.Sondrio 6,520 +3.33 6,435 0,210 5,028 6,645 973248 1983
Pramac 0,858 +1.54 0,852 nr 0,694 1,277 11643 26
Prelios 0,112 +13.40 0,108 nr 0,080 0,586 13028033 90
Premafin Finanziaria 0,145 +6.62 0,145 nr 0,145 0,798 435865 59
Premuda 0,400 +12.36 0,387 0,030 0,351 0,769 6074 73
Prysmian 10,540 +3.74 10,471 0,166 9,291 16,037 1069206 2245
RR. Ginori 1735 0,286 +1.06 0,286 nr 0,220 0,604 105177 13
Ratti 1,710 +8.50 1,625 nr 1,600 2,395 14403 44
RCF 0,610 +0.49 0,610 0,030 0,605 0,873 1830 20
RCSMediaGroup 0,799 +5.07 0,777 nr 0,636 1,347 402370 569
RCSMediaGroup risp 0,527 -1.50 0,531 nr 0,499 0,880 45120 16
Retelit 0,351 +0.29 0,353 nr 0,279 0,612 247312 56
Retelit w08-11 0,092 0.00 0,092 nr 0,031 0,183 0 0
Rich Ginori 11 w 0,008 0.00 0,008 nr 0,005 0,027 0 0
Risanamento 0,094 +4.58 0,092 nr 0,087 0,290 605288 75
Rosss 0,803 +7.00 0,761 nr 0,740 1,410 14082 9
SSadi 0,301 +3.08 0,297 nr 0,230 0,402 43700 28
Safilo Group 5,350 +2.49 5,300 nr 4,433 13,672 422779 301
Saipem 33,730 +2.09 33,602 0,630 23,771 38,607 1553357 14828
Saipemrisp 30,000 0.00 30,000 0,660 30,000 39,250 0 4
Saras 1,160 -0.09 1,178 nr 0,858 2,006 2618535 1120
Sat 8,965 -3.60 9,052 0,130 8,887 10,832 1150 89
Save 6,550 +3.15 6,482 0,325 6,123 8,129 8879 359
Screen Service BT 0,342 -2.23 0,344 0,022 0,286 0,635 107962 48
Seat PG 0,031 +0.32 0,031 nr 0,028 0,091 13507158 60
Seat PGr 0,780 +4.00 0,780 nr 0,725 1,700 158 1
SIAS 5,930 +2.51 5,927 0,160 5,002 8,760 546977 1348
Sintesi 1,070 -0.65 1,060 nr 1,060 5,350 21731 1
Snai 1,650 -1.79 1,683 nr 1,683 2,739 62756 196
SnamGas 3,434 +1.00 3,443 0,100 3,173 4,285 12084095 12294
Sol 3,990 +0.10 3,983 0,095 3,981 6,039 13728 361
Sopaf 0,024 +26.32 0,022 nr 0,020 0,099 7127336 9
Sorin 1,370 -0.44 1,372 nr 1,247 2,102 983499 657
STMicroelectronics 4,680 -0.97 4,739 0,100 4,065 9,596 5827233 4315
TTamburi 1,435 +0.35 1,430 0,035 1,392 1,580 3550 195
Tas 0,535 +14.95 0,508 nr 0,362 1,490 59707 21
TelecomIT 0,864 +2.25 0,862 0,058 0,728 1,144 40896195 11567
TelecomIT Media 0,176 +4.02 0,175 nr 0,144 0,238 2458334 253
TelecomIT Media rnc 0,201 -0.20 0,201 nr 0,200 0,400 620 1
TelecomIT rnc 0,732 +0.48 0,734 0,069 0,656 1,014 9687977 4423
Tenaris 14,290 +2.07 14,266 0,130 9,020 18,734 2615046 16842
Terna 2,708 +1.58 2,704 0,080 2,402 3,463 5898725 5434
Tiscali 0,039 +1.03 0,040 nr 0,037 0,092 11765697 74
Tiscali 09/14 w 0,001 0.00 0,001 nr 0,001 0,003 626440 0
Tod's 69,600 +0.58 69,556 2,000 61,528 96,373 163238 2129
Toscana Fin 1,235 0.00 1,235 nr 1,235 1,720 0 38
Trevi Finanziaria Ind. 6,075 +3.76 6,056 0,130 5,218 11,358 295137 388
UUBI Banca 3,204 +5.26 3,166 0,150 2,236 7,352 6375292 2855
Uni Land 0,504 0.00 0,502 nr 0,493 0,525 0 80
Unicredit 0,836 +5.42 0,831 0,030 0,666 1,990 250054559 16019
Unicredit risp 1,124 +5.54 1,095 0,045 1,018 2,142 80420 27
Unipol 0,279 +4.70 0,279 0,040 0,241 0,550 3823516 589
Unipol 2013 w 0,008 +5.00 0,009 nr 0,007 0,024 437526 0
Unipol pr 0,200 +6.60 0,198 0,045 0,172 0,417 3476606 258
Unipol prv 2013 w 0,009 +12.35 0,009 nr 0,007 0,025 472741 0
VValsoia 4,100 0.00 4,100 0,180 3,922 4,789 5 43
Vianini Industria 1,260 +2.44 1,237 0,020 1,142 1,501 22749 37
Vianini Lavori 3,500 +2.34 3,511 0,100 3,194 4,627 4927 154
WwCr Val 2010 0.00 nr 0
wCr Val 2014 0,090 +26.48 0,085 nr 0,070 0,281 98686 0
wMeridie 11 0,001 +25.00 0,001 nr 0,000 0,018 130000 0
War ErgyCapital 11 0,001 0.00 0,001 nr 0,001 0,029 750000 0
War Tamburi 2013 0,095 0.00 0,095 nr 0,071 0,473 2000 0
Warr Kre 09/12 0,006 0.00 0,006 nr 0,003 0,024 1910 0
Z Zucchi 0,130 -0.46 0,132 nr 0,109 0,391 3834728 3
Zucchi 11/14 w 0,015 -1.94 0,016 nr 0,010 0,017 2920879 0
Zucchi rnc 0,230 +13.30 0,224 nr 0,077 0,288 66693 1
STAR
Acotel Group 22,400 +13.65 22,151 nr 19,916 43,943 20320 92
Aedes 0,070 +18.47 0,065 nr 0,051 0,228 6720321 48
Aeffe 0,619 +1.81 0,617 nr 0,485 1,463 353379 66
Aicon 0,122 0.00 0,120 nr 0,119 0,269 0 13
Ansaldo Sts 7,405 +0.82 7,365 0,280 5,463 9,606 652883 1031
Ascopiave 1,271 +0.39 1,266 0,100 1,237 1,719 28900 297
Astaldi 5,130 +5.08 5,049 0,150 3,619 5,957 510266 497
Banca Ifis 4,018 -0.15 3,962 0,060 3,914 5,588 56290 213
BBBiotech 47,220 +2.65 47,235 nr 39,719 55,079 1931 775
Bca Finnat 0,271 +4.04 0,267 0,010 0,258 0,524 221337 97
Bca Pop.Etruria Lazio 1,269 +10.54 1,205 nr 1,074 3,206 402041 91
Bialetti Industrie 0,273 +1.15 0,271 nr 0,237 0,420 161433 20
Biancamano 1,320 +1.54 1,336 0,040 1,295 2,026 28605 45
Biesse 3,344 +1.89 3,324 nr 2,313 7,879 109191 91
Bolzoni 1,720 +3.06 1,717 nr 1,536 2,344 5450 45
Brembo 7,285 +2.39 7,222 0,300 6,131 10,258 262553 482
Buongiorno 1,060 +3.62 1,068 nr 0,731 1,455 360755 114
Cad It 3,278 +8.83 3,165 0,250 2,764 4,325 2763 28
Cairo Communication 2,948 +0.89 2,944 0,250 2,408 3,275 35237 231
Cembre 5,580 -0.18 5,610 0,260 5,498 8,731 2581 95
Cementir Hold 1,690 +5.69 1,659 0,060 1,310 2,327 103894 264
Centrale Latte Torino 1,700 0.00 1,680 nr 1,680 4,080 5673 17
Cobra 0,327 -1.72 0,326 nr 0,305 0,996 67945 13
D'Amico 0,450 0.00 0,455 nr 0,419 1,004 66192 68
Dada 2,090 +3.67 2,043 nr 1,918 4,894 86339 33
Damiani 0,915 +1.11 0,900 nr 0,837 1,246 2700 74
Datalogic 5,870 -0.42 5,892 0,150 5,381 6,544 5673 344
Dea Capital 1,335 +4.71 1,301 nr 1,123 1,594 74412 399
Diasorin 21,430 +0.80 21,491 0,400 20,795 35,893 389424 1197
Digital Bros 1,257 +2.70 1,239 nr 0,909 1,579 36305 17
DMail Group 1,271 +7.08 1,255 nr 1,058 3,215 32140 10
Dmt 16,340 +5.42 16,153 nr 14,610 23,286 19764 183
EEMS 0,648 +4.52 0,641 nr 0,558 1,543 116615 28
El.En. 10,090 -2.32 9,889 0,200 8,502 15,099 7026 48
Elica 0,832 +3.10 0,856 0,025 0,795 1,798 92307 54
Emak 0,469 -2.82 0,468 0,150 0,468 1,481 877281 13
Engineering 23,450 +2.85 23,372 nr 19,243 24,392 12912 292
Esprinet 2,818 +1.00 2,812 0,175 2,272 6,285 95342 147
Eurotech 1,678 +1.57 1,673 nr 1,547 2,501 57082 59
Exprivia 0,666 +2.15 0,666 0,040 0,555 1,123 92932 35
Falck Renewables 0,861 +3.93 0,844 0,012 0,688 1,747 1074650 246
Fidia 2,750 0.00 2,780 nr 2,455 3,996 5560 14
Fiera Milano 3,656 -0.44 3,666 nr 3,420 4,907 5786 155
Gefran 2,974 +9.66 2,889 0,150 2,652 5,277 69656 42
IGD 0,883 +5.18 0,872 0,075 0,801 1,735 710569 270
Ima 13,050 +0.54 13,030 0,900 12,810 15,186 9490 480
Interpump 5,075 +1.70 5,134 0,110 3,812 6,158 555777 501
Interpump 09/12 w 0,450 +3.45 0,461 nr 0,360 0,874 4360 0
Irce 1,829 +4.45 1,792 0,060 1,560 2,663 3576 50
Isagro 2,678 +4.94 2,628 0,300 2,267 4,005 28143 46
IT WAY 1,213 +7.54 1,196 nr 1,085 2,695 19987 9
La Doria 1,664 0.00 1,683 0,090 1,445 2,089 2000 52
Landi Renzo 1,092 -1.62 1,108 0,055 1,018 2,992 307137 125
MARR 7,030 +1.96 7,013 0,500 6,792 9,437 45678 467
Mirato 0.00 nr 0
Mondo Tv 2,702 -6.12 3,020 nr 2,112 7,415 119239 13
Mutuionline 3,478 -0.06 3,453 0,370 3,453 5,543 3407 136
Nice 2,544 +2.58 2,578 0,074 2,385 3,394 9912 299
Panariagroup 0,974 +0.62 0,970 nr 0,934 1,614 7249 44
Poligrafica S.Faustino 4,300 +0.70 4,385 nr 3,958 9,851 20 5
Prima Ind 09/13 w 1,450 +17.98 1,414 nr 0,981 2,973 37 0
Prima Industrie 6,660 +4.63 6,572 nr 5,848 9,738 3416 57
Reno de Medici 0,150 -7.06 0,156 nr 0,156 0,248 771528 59
RDB 0,300 +3.45 0,294 nr 0,274 2,062 59975 13
Recordati 5,740 +1.15 5,778 0,200 5,340 7,733 393538 1208
Reply 16,210 +1.12 16,113 0,450 14,713 21,402 9163 149
Sabaf S.p.a. 12,210 +2.52 12,205 0,800 11,970 25,242 3407 141
Saes 6,300 +1.45 6,286 0,200 5,281 8,731 4884 92
Saes rnc 4,100 +3.33 4,002 0,200 3,640 6,106 16488 30
Servizi Italia 4,850 -4.90 4,890 0,250 4,555 7,328 15156 79
Seteco International 0,299 0.00 0,299 nr 0,297 0,299 0 8
Sogefi 2,268 +2.25 2,274 0,130 1,921 2,931 133913 265
Stefanel 0,344 -1.29 0,349 nr 0,296 0,663 44267 29
Stefanel risp 167,500 0.00 167,500 nr 166,700 167,500 0 0
TerniEnergia 2,620 +5.73 2,596 0,190 2,087 3,781 69570 72
Tesmec 0,390 +2.63 0,396 0,028 0,348 0,708 69860 42
TXT e-solution 14,100 +1.37 14,084 nr 5,392 14,084 47860 38
Vittoria Assicurazioni 3,198 0.00 3,186 0,170 2,590 4,113 16494 215
Warr Aedes 14 0,012 +9.09 0,011 nr 0,007 0,049 1780440 0
Yoox 10,130 +3.37 10,090 nr 8,098 13,274 238989 535
Zignago Vetro 4,690 +3.76 4,653 0,300 4,302 5,678 18912 372
Dollaro Usa 1,3442 1 0,7439 0,51
Yen giapponese 104,8100 100 0,9541 0,42
Sterlina inglese 0,8593 1 1,1638 0,11
Franco Svizzero 1,2379 1 0,8078 -0.29
Corona ceca 25,146 100 3,977 0,22
Corona danese 7,435 10 1,345 -0.03
Corona islandese 100
Corona norvegese 7,726 10 1,294 0,52
Corona svedese 9,046 10 1,105 0,41
Dollaro australiano 1,307 1 0,765 0,48
Dollaro canadese 1,364 1 0,733 0,37
Dollaro Hong Kong 10,445 1 0,096 0,48
Dollaro neozelandese 1,719 1 0,582 0,61
Dollaro Singapore 1,723 1 0,580 0,42
Fiorino ungherese 299,980 100 0,333 0,57
Lat lettone 0,698 1 1,433 0,00
Leu rumeno 4 10000 2296,633 0,08
Lev bulgaro 1,956 1 0,511 0,00
B IMI dc15 Tv Eur 80,37
B Intesa 04/14 90,28
B Pop lg14 Sc Eur 101,23
B Pop lg17 Mc Eur 99,78
Barclays lug19 Fixed Ra 99,87
Barclays dic15 eur 4.4% 102,51
Barclays gn19 TV Eur 88,00
Barclays ST13 It Inf 97,59
Bei 96/16 Zc 87,23
Bei 97/17 Zc 38,91
Bei 98/18 Fix Sticky Fix 119,09
Bei/15 eu var 99,70
BimImi Mg12 Inf_Link 98,17
Bnl 06/12 R2 BP 99,16
Comit 98/28 Zc 33,90
Cr.Suisse ago15 MC eur 104,39
Crediop 98/18 Tf Capped 53,44
Dexia Cr giu 12 F. to C 86,28
Dexia Cr mar 12 Fix to C 93,94
Dexia Cr mar 12 Fix to H 92,09
Dexia Cred. Mz 12 Sc.R 92,46
Dexia Mz16 4.85 63,72
Efibanca 98/13 Fix Rev 1 95,57
EMBei gen21 eur 3.625 101,90
Enel 07/15 Eu 5.25% 100,89
Enel 07/15 Ind 88,25
Enel 10/16 TV Eur 84,48
Enel Feb16 Eur 3.5 94,63
Enel TF 05/12 99,96
Enel TV 05/12 99,20
Eni giu 15 4%Eur 100,47
Eni giu 15 Eurib 6m+0.89 91,74
Eni ott 17 4.875 100,04
Eni ott 17 Tv Eur 98,89
Goldman S-13 Rel BP 92,02
IBRD/25 83,36
IMI fb15 Bposta MC Eur 104,96
Intesa 12 Rel 3 BP IV 94,86
Medio giu21 TV 4to Atto 78,63
Medio mag20 Eur 4.5 83,83
Medio nov 14 Eur 2.65 85,35
Medio Nv 20 Eur 5 81,77
Medio Nv14 Eur 3 89,55
Medio Nv14 TV Eur 83,36
Medio set 13 Eur 4 98,02
Medio/12 Inf. Linked 95,80
Medio/13 Rend Pr 93,00
Medio/15 MC Eur 103,74
Medio/15 Plus BP II 104,93
Mediob 96/11 Zc 99,85
Merrill 12 BP3 Rel 3 99,05
Merrill 13 CMS 10/2Y 96,90
Morgan GN13 CMS10 90,76
Morgan ST13 Rel BP 90,22
Morgan STE AP 13 96,15
MPaschi/13 94,44
MS 12 Rel 2 BP2 97,42
Rbs 01-15 MC 92,74
Rbs 01-20 tv Eurib. 90,54
Rbs 04-14 tv 92,88
Rbs 04-19 5.5% 86,26
Rbs 09-14 tv 89,15
Rbs 10-12 zc 98,07
Rbs 10-19 6% 71,80
RBSnov16 Tasso M. BP 96,40
RBSott16 Tasso Misto BP 96,06
Rep Aus/22 FBL 91,82
Rep Aus/CMS 2035 79,70
SGANV15 MC Eur 94,93
Soc Gen AG15 TV Eur 84,95
Soc.Gen mag15 MC Eur 86,21
UBI ago12 TF Welcome Edi 97,38
UBI feb17 Lower TierII T 78,80
UBI lug14 Tasso Misto 84,86
UBI mar19 LowT2 Call 73,97
UBI nov15 LowT2 Amor 83,46
UBI St12 Eur 2.15 97,47
UBSlug17 Classica 4% 99,33
UniCr mag 13 BP R3 98,83
UniCr mar 13 BP Reload3 90,59
TITOLI DI STATO
BoT 10-15/12/11 A 99,95
11-15/12/11 T 99,96
11-27/12/11 T 99,94
11-30/12/11 S 99,86
11-16/01/12 A 99,64
11-31/01/12 S 99,40
11-15/02/12 A 99,20
11-29/02/12 S 99,05
11-15/03/12 A 98,81
11-30/03/12 S 98,53
11-16/04/12 A 98,25
11-30/04/12 S 98,00
11-15/05/12 A 97,85
11-31/05/12 S 97,47
11-15/06/12 A 97,47
11-16/07/12 A 97,13
11-15/08/12 A 96,61
11-14/09/12 A 96,09
Il MercatoAzionario del 05-12-2011 Dati forniti da IL SOLE 24 ORE - RADIOCOR.
I dividendi indicati si riferiscono allanno solare corrente o a quello precedente.
BORSE ESTERE
EURIBOR
FUTURES SUFTSE MIB
MONETEAUREE
1 sett 0,8950 0,9074
1 mese 1,2060 1,2227
2 mesi 1,3060 1,3241
3 mesi 1,4700 1,4904
4 mesi 1,5390 1,5603
5 mesi 1,6150 1,6374
6 mesi 1,7030 1,7266
7 mesi 1,7560 1,7803
8 mesi 1,8190 1,8442
9 mesi 1,8720 1,8980
10 mesi 1,9280 1,9547
11 mesi 1,9830 2,0105
12 mesi 2,0360 2,0642
SCADENZA GIORNI PREZZO TASSO%
SCADENZA APERT. CHIUS. MIN. MAS.
OROCHIUSURE
(Prezzi vendita in $ per oncia). Unoncia Troy=gr. 31,1035.
Giu11 15750 15935 15685 15990
Mar12 15820 15957 15750 16005
USA10 anni 2,090%
CAN10 anni 2,130%
UK10 anni 2,340%
GER10 anni 2,200%
FRA 10 anni 3,120%
ESP 10 anni 5,160%
HOL 10 anni 2,590%
SVE 10 anni 1,810%
GIA10 anni 1,050%
INDICE BORSA
MERCATI QUOT. X EURO %
QUOTAZIONI BOT
CAMBI VALUTE
OBBLIGAZIONI 05-12-2011
il punto
LUIGI
GRASSIA
RALLY DI BANCO POPOLARE E MPS
EXPLOIT DI FINMECCANICA E FIAT
L
a Borsa di Milano ha fiducia in Mario Monti e lindice
Ftse Mib fa +2,91% sfiorando il ritorno a 16.000 punti
mentre lAll Share fa +2,74%. Il differenziale di rendi-
mento dei Btp italiani sui Bund tedeschi che scende sotto
400 punti rid fiato alle banche: il Banco Popolare fa un bal-
zo dell11,65%, Mps del 10,68%e Bpmdel 7,28%. Vanno forte
anche Unicredit (+5,42%) e Intesa Sanpaolo (+3,85%). Tra
gli assicurativi Fonsai guadagna il 3,22%, la Milano il 2,8% e
Premafin il 6,62%. Generali +1,69%.
Nel comparto industriale rialza la testa Finmeccanica
con un +9,8%. Corrono Fiat (+6,20%), Industrial (+3,15%) ed
Exor (+2,43%). Avanza anche Impregilo (+1,84%), mentre
lunico calo nel paniere principale quello di Stm(-0,97%).
Nellenergia Eni +1,89%, Enel +3,05%, Snam+1%e Terna
+1,58%. Nelle comunicazioni Telecom lucra un 2,25% e nei
giochi Lottomatica fa un balzo del 5,54%.
LEGENDA.
AZIONI: il prezzo ufficiale rappresenta il prezzo medio dellintera quantit di titoli trat-
tata nella seduta. Il prezzo di riferimento costituito dal prezzo medio dellultimo 10%
di titoli trattati. La capitalizzazione espressa in milioni di Euro. EURO 50: selezione
dei 50 titoli pi significativi quotati in Europa. Prezzo con variazione percentuale sul
precedente. OPZIONI: call il prezzo di chi acquista; put quello di chi vende. Sono
indicati: il mese di scadenza dellopzione; la base del prezzo del titolo; il prezzo, cio il
premio da pagare; il volume dei pezzi negoziati; linteresse aperto, riferimento per i
future. EURIBOR: il tasso interbancario comune delle piazze finanziarie dellarea eu-
ro: lettera il prezzo di chi vende; denaro quello di chi acquista.
Sterlina (v.c) 310,940 - 340,390
Sterlina (n.c) 310,940 - 340,810
Sterlina (post.74) 310,940 - 340,810
Marengo Italiano 232,940 - 253,010
Marengo Svizzero 231,380 - 252,050
Marengo Francese 231,370 - 250,510
Marengo Belga 231,370 - 250,510
Marengo Austriaco 242,170 - 250,510
20 Marchi 255,650 - 307,290
10 Dollari liberty 617,170 - 694,630
10 Dollari Indiano 619,230 - 744,110
Amsterdam(Aex) 305.10 +1.44
Bruxelles (Bel 20) 2117.39 +1.94
Francoforte (Dax Xetra) 6106.09 +0.42
Hong Kong (Hang Seng) 19179.69 +0.73
Londra (Ftse 100) 5567.96 +0.28
Madrid (Ibex 35) 8705.80 +1.72
Parigi (Cac 40) 3201.28 +1.15
Sydney (AllOrd) 4379.50 +0.76
Tokio (Nikkei) 8695.98 +0.60
Zurigo (Smi) 5739.86 +0.37
NewYork (DowJones) 12093.70 +0.62
Nasdaq 2654.99 +1.07
MERCATI 05-12-2011 02-12-2011 EURO
Londra 1744,00 1747,00 1297,4259
Milano (Euro/gr.) 42,0617 42,0938 -
Argento (Euro/Kg.) 814,6198 829,8202 -
Fondi su LaStampa.it
I fondi di investimento sono on line su LaStampa.it.
Per consultarli lindirizzo www.lastampa.it/fondi
VALORI DI MILANO 05-12-2011 VAR%
FTSE MIB 15926,47 +2.91
FTSE Italia All Share 16659,28 +2.74
FTSE Italia Mid Cap 19133,03 +2.68
FTSE Italia MIB Storico 12885,02 +1.80
FTSE Italia Stars 9657,53 +2.39
FTSE Italia Small Cap 14720,35 +2.29
D.J.Eurostoxx 50 2369,39 +1.15
TITOLI PREZZO TITOLI PREZZO TITOLI PREZZO
Prezzo Differ. % Ufficiale Minimi Massimi Quantit Prezzo Differ. % Ufficiale Minimi Massimi Quantit
AZIONI Riferim. Riferim. Euro Divid. Anno Anno trattate Capitalizz. AZIONI Riferim. Riferim. Euro Divid. Anno Anno trattate Capitalizz.
15/12/11 8 99,948 0,000
16/01/12 40 99,637 3,060
15/02/12 70 99,204 3,950
15/03/12 99 98,811 4,170
16/04/12 131 98,251 4,700
15/05/12 160 97,850 4,740
15/06/12 191 97,467 4,690
16/07/12 222 97,126 4,390
15/08/12 252 96,605 4,680
14/09/12 282 96,088 4,720
15/10/12 313 95,672 4,800
15/11/12 344 95,302 4,440
Sopaf +26,32%
Mar Gio Ven Lun Mer
0,024
Reno De Medici -0,76%
Mar Gio Ven Lun Mer
0,15
IL MIGLIORE IL PEGGIORE
Prezzo Differ. % Ufficiale Minimi Massimi Quantit Prezzo Differ. % Ufficiale Minimi Massimi Quantit
AZIONI Riferim. Riferim. Euro Divid. Anno Anno trattate Capitalizz. AZIONI Riferim. Riferim. Euro Divid. Anno Anno trattate Capitalizz.
Mercati
MARTED 6 DICEMBRE 2011 Borsa 37
LA STAMPA

BravoMonti
malaCastasguazza
INonsocome il prof.
Monti intendalequitma,
visti i provvedimenti dellasua
manovra, questanonmi pare
tantoequa. Se guardiamoai
grandi numeri, abbiamo17
miliardi di nuovetasse e solo
13miliardi di minori spese.
Per quantoattienelaCasta,
Monti dice di volersi battere
contronepotismi, privilegi,
renditee lui, per dare
lesempio, harinunciatoallo
stipendio. Tantodi cappello,
maforsesarebbestatomeglio
dimezzarloai parlamentari
nostri, chesonoi pipagati
del mondo. Di provvedimenti
controlaCastanemmeno
lombra: perch? Nonera
nellesuefacoltoppurei
politici intal campolhanno
stoppato?
FRANCESCORELLECATI
ALESSANDRIA
Quellastangata
sullacasa
INonho sentito n letto
alcunch di esaustivo sul
forte aumentodi entrate per
lerarioche deriverdalla
rivalutazione(alta) degli
estimi catastali, che mi pare
arriverebberoanche a
superare il valore di mercato.
Laumentodei valori
catastali stato menzionato
persolo per il calcoloIci o
Imuche dir si voglia, mentre
sicuramenteunmaggior
cespito arriver dalle tasse
previste sulle
compravendita, che sono
calcolate sul valore catastale
(girivalutato del 15%) e che
gravanomolto sul costodegli
immobili. Quindi questa
sicuramenteuna tassasul
patrimonio, e subir unforte
adeguamento al rialzo.
Altre maggiori entrate
arriverannosempre per la
stessa via nel calcolo futuro
del reddito personale Irpef
della quota reddito catastale
dellabitazione principale, che
sicuramenteverr anchesso
riadeguatoma di cui nonsi
parlato. Atal fine chiss se
potremoavere qualchepi
attentainformazione, vistoche
quasi l80%delle famiglie ha
casadi propriet e che nuovi
pocovisibili balzelli sommati
possonodar corso atassazioni
pesanti.
AMEDEOSCHIAVONI
GENOVA
Anchestavolta
i ricchi nonpiangono
II contenuti della manovra
presentata dal governo Monti
sono francamente deludenti
perch scontentano non solo
chi si aspettava di vedere
finalmente i volti dei ricchi
rigati dalle loro prime vere
lacrime ma soprattutto
perch fanno perdere ogni
speranza a coloro che
avrebbero voluto vedere
anche solo un primo vero
sorriso sia sulle bocche dei
poveri di lungo corso sia di
quelli impoveritisi di recente a
causa della crisi economica
mondiale. Nel Sermone sulle
ricchezze di Louis
Bourdaloue si pu leggere:
Passate in rassegna le case e
le famiglie distinte per la
ricchezza e labbondanza dei
beni; se risalite alla fonte di
quellopulenza, ben
difficilmente ne troverete una
dove nonsi scoprano,
nellorigine e nel principio,
cose che fanno tremare.
L.N.
Sacrifici per tutti
manonper laChiesa
IIl Governo ha varato una
manovralacrime e sangue per
salvare lItalia dal baratro
finanziario: speriamovada a
buonfine nellinteresse di tutti.
Mi sembra tuttavia che manchi
labolizione dellesenzione
dellIci sugli immobili
commerciali della Chiesa. Tale
odiosoprivilegio fuintrodotto
dal governo Berlusconi: pens
bene di fare uncospicuo regalo
allaChiesa incambio
dellappoggio dei voti dei
cattolici, il tutto ascapito delle
finanze pubbliche. Ma la
mancanzadi senso delloStato
hacaratterizzato tutto il
periodo berlusconiano.
Orail prof. Monti ha
precisatoche la suamanovra
risponde a principi di equit.
Mapermettere agli alberghi e
allecliniche di lussodi
proprietdegli enti
ecclesiastici di nonpagare lIci,
mentresi blocca
ladeguamento al carovita per
le pensioni di 1000euro al
mese, noncredo risponda a
principi di equit. Speriamo in
una correzione infuturo.
GIANPIEROAURELI
Pensioni: unbaluardo
chenonandavatoccato
ICaroMonti, alcuni giorni
fa avevodecisamente
apprezzatoequite sviluppo
comeaveva dichiarato.
Apprezzato anche limmagine
di ritornosulla scena europea
conMerkel e Sarkozyper il
nostro Paese. Ma oggi no. Sia
per il metodo applicato sia per
aver colpito ancora una volta i
ceti pideboli e chi hail reddito
invetrina. Poi conle pensioni
di anzianit siamo davvero
caduti a terra. Quarantanni
eranounbaluardo. Averlo
smantellatoper far piacere a
Marcegagliano.
SERGIOBAZERLA
Metodocontributivo
ezerotagli allapolitica
ILe nuove norme per le
future pensioni introducono il
sistemacontributivo per tutti e
questosarebbe equo e logico se
la riformavenisse
accompagnatada opportune
misure per salvaguardare chi
incassa integrazione, chi ha 50
anni e si trova senza unlavoro,
le donne che hanno dovuto
usufruiredellaspettativa per
la maternito per lassistenza
famigliare. Inderogabile
senza dubbioassociare alla
riformadelle pensioni (con
probabile aumento dellet
lavorativa) una drastica
riduzione dei costi della
politica.
RENATOINVERNIZZI
Perchapagaresono
semprei soliti noti?
IConla presente manovra,
nonostante una vita di sacrifici
e rinunce, ora sar pi povera
di 30anni fa: sono ottimista
visto che nel mio piccolo,
anche se in maniera coatta,
partecipo alla salvezza della
Patria. Ovviamente ci sono
innumerevoli domande alle
quali difficilmente avr una
risposta, e cio: perch nella
manovra nonsi inseriscono i
grandi sprechi pubblici?
Ancora: perch tanto sfacelo
italiano devessere pagato
dagli italiani e nondai diretti
responsabili che ben
conosciamo?
MATILDEBONELLO
Leditoriale
dei
lettori
C
i si perdoni la sfrontatezza. Ma vorremmo di-
re sottovoce, al professor Mario Monti, attua-
le presidente del Consiglio, che occuparsi de-
gli anziani e delleloro pensioni come si sta facendoin
questi giorni senzaltro giusto, ma non risolver
mai la crisi, soprattutto morale, culturale e sociale
prima che economica e finanziaria, che lItalia sta at-
traversandocome peraltroil resto del mondo.
Lei conoscer, illustre signor presidente, poich
proviene dalle file dellinsegnamento universitario e
dunque dal rapporto diretto e vitale coi nostri ragaz-
zi, il romanzo del 1913 di Luigi Pirandello I vecchi e i
giovani. Chi scrive, consapevole di sollevare una
vexataquaestio ma nonperci meno attuale, profes-
sore di lettere inun liceo napoletano: e, checch si di-
ca del degrado e della malavita partenopei ognora
imperanti ai piedi del Vesuvio secondo un usurato
clich giornalistico, il contatto quotidiano coi ragaz-
zi del centro storico d al sottoscritto la forza di af-
frontare ogni nuovo giornoe lavita onestamente.
Con queste poche righe, professor Monti, le chie-
diamo soltanto di rendere onore a questo suo titolo
professionale intramontabile, come lei stesso ha af-
fermato ricordando le parole di Giovanni Spadolini,
e di dedicare nonmaggiori imposte ma, al contrario,
alleviamenti fiscali pi cospicui e iniziative statali
pi generose rivolte ai giovani che ritengono loro do-
vere formarsi una solida preparazione culturale: e
quindi le chiediamo di promuovere e foraggiare
listituzione scolastica dove essi crescono e matura-
no. Un fatto , crediamo, inconfutabile: se vi sar
una rinascita dItalia, se dovremo applaudire a un
nuovo Risorgimento nazionale in cui Nord e Sud
sabbraccino come fratelli, queste novit rivoluzio-
narie prenderanno le mosse proprio dai banchi di
scuola sui quali studiano i nostri ragazzi e dalle seve-
re aule incui essi preparano lavvenire della nazione
e del mondo.
professore dItaliano e Latino, 56 anni, Napoli
c.
contatti
I VECCHI
E I GIOVANI
VITTORIO GENNARINI
MARIO
CALABRESI
LETTERE AL DIRETTORE
il titolo di un romanzo di Pirandello, ma anche
una relazione sociale oggi problematica. Prof. Monti
ascolti i giovani, la rinascita partir dalle scuole
LASTAMPA
Quotidiano fondato nel 1867
m
DIRETTORE RESPONSABILE
MARIO CALABRESI
VICEDIRETTORI
MASSIMO GRAMELLINI, CESARE MARTINETTI
LUCA UBALDESCHI
REDATTORI CAPO CENTRALI
FLAVIO CORAZZA, MARCO BARDAZZI
LAURA CARASSAI
(RESPONSABILE EDIZIONI PIEMONTE E VALLE DAOSTA)
DARIO CORRADINO
CAPO DELLA REDAZIONE ROMANA
PAOLO BARONI
CAPO DELLA REDAZIONE MILANESE
MICHELE BRAMBILLA
RESPONSABILE EDIZIONI LIGURIA
ALESSANDRO CHIARAMONTI
ART DIRECTOR CYNTHIA SGARALLINO
REDAZIONI
GIAMPIERO PAVIOLO ITALIA, FRANCESCA SFORZA ESTERI,
BRUNO VENTAVOLI SOCIET,
MARCO SODANO, GIANLUCA PAOLUCCI ECONOMIA E FINANZA,
RAFFAELLA SILIPO SPETTACOLI, GUIDO BOFFO SPORT,
GUIDO TIBERGA CRONACA DI TORINO
m
EDITRICE LA STAMPA SPA
PRESIDENTE JOHN ELKANN
AMMINISTRATORI
LUCA CORDERO DI MONTEZEMOLO, JAS GAWRONSKI, ANTONIO MARIA MAROCCO,
LODOVICO PASSERIN DENTRVES, GIOVANNA RECCHI, LUIGI VANETTI
DIRETTORE GENERALE LUIGI VANETTI
RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DEI DATI (D. LGS.196/2003):
MARIO CALABRESI
m
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE E TIPOGRAFIA: VIA MARENCO 32 - 10126 TORINO, TEL. 011.6568111
STAMPA IN FACSIMILE:
LA STAMPA, VIA GIORDANO BRUNO 84, TORINO
LITOSUD SRL, VIA CARLO PESENTI 130, ROMA
ETIS 2000, 8
a
STRADA, CATANIA, ZONA INDUSTRIALE
MPA PRINTING, VIALE RISORGIMENTO 12, SENAGO (MILANO)
LUNIONE EDITORIALE SPA, VIA OMODEO, ELMAS (CAGLIARI)
2011 EDITRICE LA STAMPA S.P.A.
REG. TRIB. DI TORINO N. 26 14/5/1948 CERTIFICATO ADS 7040 DEL 21/12/2010.
LA TIRATURA DI LUNED 5 DICEMBRE 2011 STATA DI 414.339 COPIE
Editrice LaStampa
REDAZIONE
AMMINISTRAZIONETIPOGRAFIA10126Torino, viaMarenco32, tel. 011.6568111, fax 011.655306;
Roma, viaBarberini 50, tel. 06.47661, fax06.486039/06.484885; Milano, viaPaleocapa7, tel. 02.762181,
fax02.780049. Internet: www.lastampa.it.
ABBONAMENTI 10121Torino, viaMontedi Piet 2, tel 011.56381, fax 011.5627958. Italia6numeri
(c.c.p. 950105) consegnadec. posta anno 290; Estero: 746. Arretrati: unnumerocostail doppio
dellattualeprezzodi testata. UsaLa Stampa(Usps 684-930) publisheddaily inTurinItaly, $Usa745
yearly. Periodicals postagepaidat L.I.C. NewYorkandaddress mailingoffices. Sendaddress changes to
LaStampac/ospeedimpex Usa inc.- 350248thavenue- L.I.C. NY11101-2421.
SERVIZIOABBONATI Abbonamentopostaleannuale6giorni: 290. Per sottoscriverelabbonamento
inoltrarelarichiestatramite Faxal numero0115627958; tramitePostaindirizzandoa: LaStampa, viaMontedi
Piet2, 10121Torino; per telefono: 011.56381; indicando: Cognome, Nome, Indirizzo, Cap, Telefono.
Formedi pagamento: c. c. postale 950105; bonificobancariosul conton. 12601IstitutoBancarioS.
Paolo; Cartadi Creditotelefonandoal numero011-56.381oppurecollegandosi al sito
www.lastampashop.it; pressogli sportelli del SaloneLaStampa, via Montedi Piet 2, Torino.
INFORMAZIONI ServizioAbbonati tel. 01156381; fax0115627958. E-mail abbonamenti@lastampa.it
CONCESSIONARIAPERLAPUBBLICITA PUBLIKOMPASSSPA. Direzione: Milano20146via
Winckelmann1, tel. 0224424.611, fax 0224424.490. Torino10126via Marenco32, tel. 0116665.211,
fax 0116665.300. Bari viaAmendola166/5, tel. 0805485111. BolognaviaParmeggiani 8, tel. 051
6494626. Albignasego(Padova) viaStradaBattaglia71/B, tel. 0498734711. CataniacorsoSicilia 37/43,
tel. 0957306311. Firenzevia Turchia9, tel. 0556821553. PalermoviaLincoln19, tel. 0916235100.
Romavia C. Beccaria16, tel. 0669548111, fax 0669548245. Napoli via dellIncoronata20/27, tel. 081
4201411. Messinavia UbertoBonino15/c, tel. 0906508411.
DISTRIBUZIONEITALIATO-DIS S.r.l. via Marenco32, 10126Torino. Telefono011670161, fax 011
6701680.
LAPARTITADELLITALIA, NONDI MONTI
I
eri la differenza tra i tassi di interesse italiani e quelli tede-
schi, lormai famoso spread, scesa a una velocit mai vista
(di oltrecentopunti rispettoagioved scorso) ei mercati han-
no festeggiato. Ma anche i cittadini dovrebbero tirare un so-
spirodi sollievo: il calodel costodel denarosignificamenode-
bitopubblicoemenosacrifici futuri.
stato fatto un primo passo, ma deve essere per evidente che
questo solo il primo tempo, che dovr essere seguito al pi presto
damisuredecisiveperil lavoroelacrescita.
Nella manovra molti non hanno trovato quellequit che spera-
vano (nel sondaggio sul nostro sito i lettori si sono divisi a met tra
chi la giudica iniqua e chi invece pensa che pur avendo difetti fosse
inevitabile), eppure ci sono misure che sembravano impensabili.
Chi chiedeva a gran voce che pagassero di pi i ricchi non pu non
vedere che la tassazione del patrimonio immobiliare cresce pro-
prioal crescere dei metri quadrati e del numero degli appartamen-
ti posseduti e questo equo. Per non parlare delle tasse su barche,
autodi grossacilindrataeaerei.
C poi la decisione, che verr di certo contestata e impugnata,
di recuperare un altro miliardo e mezzo di euro da chi aveva fatto
rientrare dallestero i capitali con lo scudo fiscale. Si era detto per
mesi chenonsi potevafareeppureaccaduto.
E cos lo svuotamento delle Province, il taglio dei membri delle
Autorit e il passaggio al sistema pensionistico contributivo per
tutti ( gisuccesso per i parlamentari e ora lo si aspetta anche per
magistrati e militari). Inutile dire che tutti attendono decisioni pi
incisiveper quantoriguardai costi dellapolitica, anchese nonsfug-
gecomesiaarduofarleapprovaredaquestoParlamento.
Restanoinsospesoaltre trequestioni capitali: lalotta allevasio-
ne fiscale (Monti sostiene che una sua priorit ma non ancora
chiaroquali sarannolemossedecisive), ladisoccupazionegiovanile
e la precariet e i servizi per le famiglie (tra laltro si dovr supplire
al fatto che le donne andranno in pensione pi tardi e che ci saran-
nomenononneacasaconi nipotini).
Unacosapercerta, nonpotevamopensaredi salvarci chiuden-
doci in difesa, provando a vivere in una trincea sempre pi stretta.
Ora abbiamo dato un segnale al mondo di seriet, di capacit di rea-
gire e anche di orgoglio. Da qui dobbiamo ripartire per costruire un
Paese diverso, con meno privilegi, pi meritocrazia, capace ancora
di inventare e di crescere, in cui la formazione e la cultura tornino a
essere considerate opportunit e non costi da tagliare. Ma non pu
essereuna missione per tecnici, MarioMonti si caricatoil peso del-
limpopolarit, adessola politicae la societciviledevonoavereil co-
raggiodi farelaloroparte, fuori dalleideologieedai vecchi schemi.
Questa manovra dolorosa e pesante pu essere il primo passo
verso luscita dal buio o soltanto una delle tante pezze che lItalia
metteai suoi guai. Ladifferenzalafarognunodi noi.
..
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
LELETTEREVANNOINVIATEA
LASTAMPAVIAMARENCO32,
10126 TORINO
E-MAIL: LETTERE@LASTAMPA.IT
FAX: 011 6568924
www.lastampa.it/lettere
Il libro ufciale di
CLAUDIO MARCHISIO
Parte dei proventi a favore di
Crescere insieme
al S.ANNA ONLUS
NAPOLEONE
di Baima Bollone
DALLE CAMPAGNE DITALIA
ALLA MORTE CRIMINALE
A SANTELENA
8,90 IN PI
LA MEMRIA
DL TEMP
CALENDARIO
PIEMONTESE 2012
4,90 IN PI 12,90 IN PI
Dal 7 dicembre
LA GRANDE
PASTICCERIA DAUTORE
7 uscita
DOLCI DELLE FESTE
E TRADIZIONALI
14,90 IN PI
In edicola con La Stampa
38 Lettere e Commenti
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
R
U
n pertugio stretto dopo un
tragitto vizioso iniziato al-
meno un decennio fa. Il pre-
sidente del Consiglio Monti
lha chiaramente evocato
nella sua prolusione. Le previsioni sul Pil
nazionale hanno il segno meno davanti, il
ministro Passera prefigura una fase re-
cessiva. Il sistema produttivo chiede in-
terventi rapidi e incisivi, perch stiamo
terminandoanchei tempi supplementari
di una partita che si gioca, peraltro, su
pi piani. Ma che vede lItalia ancora ai
bordi del campo, inuna posizione di forte
incertezza agli occhi degli investitori in-
ternazionali. Certo, non semplice coniu-
gare rigore e crescita, tagli ai costi ed
equit. Tantopiche le misure presenta-
te dal governo, e di cui si discuterinque-
sti giorni, dovranno essere prese da una
maggioranza (e da parti sociali) cui spet-
teruncompito arduo: sostenere sostan-
zialmente le misure dellesecutivo e, allo
stesso tempo, mantenere il consenso con
le proprie constituency di riferimento,
nonostante la pesantezza degli interven-
ti richiesti. Lurgenza di approvare i
provvedimenti utili a riprendere un per-
corso di crescita economica proviene
non solo dagli investitori internazionali,
ma soprattutto dai segnali delleconomia
reale: le prospettive dei prossimi mesi ve-
dono addensarsi nubi pericolose. Il siste-
ma produttivo del Nord-Est costituisce
una cartina di tornasole interessante e,
per molti versi, premonitrice. Lultima ri-
levazione congiunturale sugli imprendi-
tori dellarea (Fondazione Nord Est -
Friuladria Crdit Agricole) mette in luce
una serie di indicatori preoccupanti. Do-
po la brusca frenata delleconomia avve-
nuta fra la fine del 2008 e il 2009, dal feb-
braio 2010 le imprese avevano intrapre-
so un progressivo processo di risalita.
Tranne lindicatore sulloccupazione,
che pur migliorando progressivamente
comunque portava sempre un segno ne-
gativo, gli ordinativi eranoinleggeracon-
tinua crescita, cos come la produzione e
lutilizzo degli impianti. Soprattutto, a
trainare erano gli ordinativi provenienti
dai Paesi esteri. La tradizionale vocazio-
ne allinternazionalizzazione dellecono-
mia del Nord-Est ha rappresentato la ve-
raancoradi salvezza. Frail 2009eil 2010
le esportazioni sono cresciute del 15,0%,
poi del 15,9%nel primo trimestre del 2011
e del 14,8% nel secondo. Non si poteva
parlare di ripresa, ma il Nord-Est aveva
saputo agganciare il traino della crescita
mondiale. Lultima rilevazione di fine no-
vembre 2011 riporta tutti, per, con i pie-
di per terra. Di pi, sembra gelare le
aspettative future nel loro complesso. Gli
indicatori sulle previsioni per il primotri-
mestre 2012, misurati come saldi di opi-
nione (fra chi sostiene una crescita e chi,
invece, uncalo), evidenzianounanetta in-
versione di tendenza: la produzione scen-
de a -10,9 (era +22,5 a maggio scorso), gli
ordinativi a-11,5(da+23,5), lutilizzodegli
impianti a-11,6(da+19,6), loccupazionea
-20,6 (da -1,5). Dunque, una gelata sulla
strada della risalita della china. A desta-
re una preoccupazione ulteriore sono, in
pi, tre fattori. Il primoattiene alle condi-
zioni di sfondo denunciate dalle imprese
del Nord-Est: benil 39,7%detiene unpor-
tafoglio ordini che non supera 1 mese.
Peggio di quanto registrato allinizio del
2011 (34,7%). Il 29,1%ha ordinativi per 1-3
mesi e il 31,2% per un periodo di oltre 3
mesi (Fondazione Nord Est-Cariveneto).
Quindi, una quota rilevante del sistema
produttivo vive sostanzialmente alla gior-
nata: pu contare solo sullincertezza. In
questecondizioni diventaassai complicato
decidere investimenti, assumere persone.
Il secondofattore di preoccupazione si rife-
risce alloccupazione: in un orizzonte neb-
bioso, meglio non assumere rischi e costi
ulteriori. Di conseguenza, grande cautela
nellassumerepersonale, conle evidenti ri-
percussioni soprattutto sulle giovani gene-
razioni. Il terzo fattore rinvia agli ordinati-
vi provenienti daPaesi esteri. Lultimapre-
visione racconta di un saldo ancora positi-
vo pari a +17,4, ma in deciso calo rispetto a
maggio scorso (+40,4). La proiezione sui
mercati esteri rimane, ma si restringe: se-
gna il passo. Tale risultato, a sua volta, la
cartinadi tornasole di almeno due fenome-
ni. In primo luogo, per essere competitivi
sui mercati esteri necessario avere una
dimensione e una struttura organizzativa
industriale minima. Le piccole imprese, da
sole, rischiano la sopravvivenza. In secon-
do luogo, linternazionalizzazione richiede
anche un sistema paese che preliminar-
mente avvii relazioni istituzionali. Bene,
dunque, la riproposizione dellIce annun-
ciata dal ministro Passera, anche se dovr
essere ben ricalibrato sulle reali esigenze
del sistema produttivo. Ma la flessione at-
tesa negli ordinativi esteri apre unulterio-
re questione: il caso Europa e Germania in
particolare. Complessivamente, il 72,8%
dei prodotti del Nord-Est ha come sbocco
lEuropa. Il 33,2%dellexport della zonaeu-
ro diretto in Germania. Leconomia tede-
sca il maggior partner industriale norde-
stino. Gli imprenditori probabilmentesi at-
tendono un rallentamento della locomoti-
vatedesca. Ma se questa rallenta, nontrai-
na pi il Nord-Est (e non solo). Dunque,
servonomisure urgenti e incisive per far ri-
partire leconomia. LItalia un tassello
fondamentale per il superamento della cri-
si, ma nello stesso tempo lEuropa intera
che deve riprendere rapidamente un per-
corso di crescita. Altrimenti, il rischio di
non passare la cruna dellago pu diventa-
reunamararealt.
*Docente dellUniversit di Padova
e direttore scientifico
della Fondazione NordEst
ALEXEY MESHKOV*
LASTRADA
OBBLIGATA
DELLA CRESCITA
C
aroDirettore
Il risultato delle elezioni in Russia
non stato cos scontato come molti
analisti internazionali avevano pre-
detto, a riprova, per usare le parole
di Dmitri Medvedev, che siamo in democrazia.
Proprio per questo credo si imponga una rifles-
sione su quanto le trasformazioni globali abbiano
modificatoil campodellerelazioni internazionali,
delleconomia e della cultura. Ritengo inutile na-
sconderechemolti di noi sonorimasti imprepara-
ti ai cambiamenti di tale portata. Ancora oggi in
Europa non tutti hanno compreso le grandi tra-
sformazioni avvenute nei Paesi vicini. Ci si spie-
ga, ingenerale, conil fattochedifficileriuscirea
stare dietro ai cambiamenti senza averli vissuti
direttamente. Da qui la pretesa di valutare feno-
meni completamente nuovi, adoperando criteri,
riferiti allaRussia, ancoradaguerrafredda.
Prima di tutto non c la comprensione del fat-
to che in questi anni il nostro Paese ha fatto un
enorme passo avanti sul piano della costruzione
della societ democratica. Lidea stessa della de-
mocrazia, storpiata negli Anni 90 del XX secolo
dal feroce capitalismo nel nostro Paese, ha ricon-
quistato il proprio significato iniziale. Sono stati
effettuati grandi cambiamenti nella struttura del-
lordinamento statale, in Russia stato rianimato
il sistema di autogovernolocale. Forse, nel mondo
non esiste altro Stato dove in un periodo cos bre-
ve rinata la societ civile, che tramite meccani-
smi consultativi ha acceso il dialogo con le forze
politiche e con le organizzazioni non governative
acquisendo accesso diretto ai processi decisionali
sulle questioni nazionali. Sono state elaborate
nuove riforme sociali e nel campo dellistruzione.
In meno di dieci anni lo stipendio medio nel Paese
aumentatodi ottovolte.
Il sistema dei partiti si sta sviluppando e raf-
forzando in maniera dinamica e sono convinto
che lassetto del Parlamento cos come uscito
dal voto rappresenti un ulteriore sviluppo della vi-
ta democratica.
A tale proposito, a volte suona strano sentire
parlare i nostri partner di un partito politico russo
fondato solo sette anni fa e trattenuto al potere
per cos tanto tempo, mentre inEuropa ci sonoPa-
esi dove alcuni partiti, con poche variazioni di as-
setto, sono rimasti al potere per decenni. Inoltre
bene ricordare che la storia della democrazia mo-
derna strettamente legata a personaggi politici
di rilievo e, a volte, a intere dinastie familiari che
nei periodi cruciali della vita dei propri Paesi han-
no svolto un ruolo determinante. Basti ricordare
W. Churchill e M. Thatcher, F. D. Roosevelt e H.
Kohl. La longevit politica, se basata su un grande
consenso da parte dei cittadini e una costante evo-
luzione, d la possibilit di realizzare progetti vera-
menteambiziosi nellinteressedei propri Stati.
Noi, in Russia, non possiamo non preoccuparci
di quei momenti di crisi di cui attualmente risento-
no i nostri partner in Europa e negli Stati Uniti.
Grazie alle materie prime siamo un Paese autosuf-
ficiente, ma negli ultimi anni abbiamo posto una
particolare attenzione alla modernizzazione della
nostra economia. Ce la faremo a realizzare tutti
questi progetti ambiziosi da soli? Probabilmente
s, ma alla fine il benessere dei cittadini russi po-
trebberisentirne.
Per questo la nostra scelta di principio unal-
tra: favorire una stretta e proficua collaborazione
con gli altri Paesi in vista di un arricchimento co-
mune non solo economico, ma anche etico e politi-
co. Siamo pronti a lavorare instretta collaborazio-
ne con i nostri partner del G8 e G20 per superare
con successo questo periodo di crisi. Insieme sar
pi facile. E da questo punto di vista limminente
ingresso della Russia nellorganizzazione Mondia-
le del Commercio pu essere un ulteriore vantag-
gio. Da una parte, la nostra economia nazionale di-
venter pi efficiente e competitiva, dallaltra
aprir in modo ampio le porte ai propri partner
contribuendo cos alla crescita e lo sviluppo del
commerciomondiale.
* Ambasciatore della Federazione Russa in Italia
I
l pensieronon incrisi. La situazione economica mon-
dialeassorbe, giustamente, la nostra attenzione quoti-
diana e ci assilla di preoccupazioni per il domani, ma
dobbiamoricordare che le difficolt riguardanoi capi-
tali e i flussi finanziari, mentre la creativit scientifica,
che la chiave per il futuro, sta vivendo uno dei periodi pi
floridi della sua storia. Per lanciare questo messaggio ho ac-
cettatoche i miei collaboratori pistretti organizzasseroog-
gi a Roma la celebrazione dei 30 anni dalla pubblicazione -
sul NewEnglandJournal of Medicine- dello studio che cam-
bi da subito le sorti delle donne colpite da tumore del seno,
epoi di tutti i malati di cancro. Perchsarunacelebrazione
della forza innovativa del pensiero razionale scientifico e
della eccellenza della ricerca medica italiana, che pure non
ha mai goduto n di grandi risorse, n di grande considera-
zione nellestrategie di crescitadel nostro Paese. Volli perso-
nalmente quello studio (che dur dal 1973 al 1981 su 700 pa-
zienti), contro il parere delloncologia mondiale. Il lavoro ha
dimostratoche i tumori del senoinfase iniziale potevano es-
serecurati congli stessi risultati, conservandolamammella
e asportando solo la parte sede del nodulo. Fu una rivoluzio-
ne profonda che pose fine allaccanimento sul corpo femmi-
nile e a ogni forma di eccesso di cura, e insegn agli oncologi
nel mondo a tener conto della qualit di vita dei malati e del-
la loro percezione della malattia. Le donne furono motivate
a controllare periodicamente il proprio seno e, poich i tu-
mori iniziali guariscono di pi, limpatto fuenorme: in40an-
ni la guaribilit passatadal 40%all85%dei casi. Oramiria-
moadunobiettivopiambizioso: sviluppare questa tenden-
za, fino a trasformare il tumore del seno in una malattia con
mortalitvicinoallo zero. Come? Sappiamo che la probabili-
t di guarigione del tumore del seno proporzionale alla
tempestivitdelladiagnosi e oggi abbiamoa disposizione co-
noscenze pi avanzate (abbiamo decodificato il genoma
umano) e strumenti di indagine molto pi efficaci e accurati
di 40 anni fa. La sfida quindi di applicarli su ampia scala e
uniformemente a livello nazionale. AllIstituto Europeo di
Oncologiaabbiamodimostratoconunostudiopilotasu1258
pazienti che, se il tumore del seno scoperto quando im-
palpabile e rilevabile solo con gli esami strumentali (mam-
mografia, ecografia, risonanza magnetica), la percentuale
di guaribilit del 98%. Chirurgia e radioterapia si sono ve-
locemente attrezzate per trattare tumori sempre pi picco-
li, diventando ancora meno invasive e pi mirate: cos sono
nateesi svilupperannoletecnichedi chirurgiaradioguidata
e la radioterapia intraoperatoria. Quando arriveremo ad in-
tercettarela maggioranzadelle lesioni impalpabili, la chirur-
gia lascer il passo a tecniche di cura senza bisturi, come i
fasci di protoni, ioni carbonio e gli ultrasuoni (la tecnica Hi-
fu). Molto ci attendiamo ancora dalla rivoluzione molecola-
re. Nella diagnosi la novit la ricerca di MicroRNA (Mir-
na) nel sangue: frammenti di Rna (la copia del Dna) che ci
permetteranno di agire sul tumore prima che sia un nodulo
rilevabile da qualsiasi apparecchio diagnostico. Lanalisi di
questi frammenti in grado di identificare quei tumori che
non infiltreranno mai altri organi, e di distinguerli da quelli
cheinvecetendonoper loronaturaadaremetastasi. Conun
semplice esame del sangue, quindi, otterremo indicazioni
fondamentali per lapprofondimentodella diagnosi e lorien-
tamento della cura. Avremo pi farmaci biologici diretti a
bersagli molecolari e riusciremo a colpire le cellule stamina-
li del cancro al seno, che giabbiamo individuato, e che sono
le responsabili delle temute metastasi. La medicina quindi
inpienofermento, ma i suoi risultati oggi nondipendonosol-
tanto dal pensiero e dallo sviluppo, perch stiamo vivendo il
passaggio, come dice il motto inglese, da un Welfare State a
una Welfare Community. Non pi pensabile che lo Stato
offra ai suoi cittadini unassistenza totale, come era nel so-
gnogarantista, malacomunitcivilechedeve assumerein
prima persona la responsabilit della propria salute. Nella
lotta ai tumori il primo passo aderire ai programmi di dia-
gnosi precoce. Per i tumori del seno, solo se le donne prende-
ranno coscienza, si faranno controllare in massa, eduche-
ranno le loro figlie, faranno lobby, ove necessario, lobiettivo
mortalitzeropotrdavveroessere raggiunto.
Illustrazione
di Irene Bedino
DANIELE MARINI*
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
LAFORZA
DELLA SCIENZA
UMBERTO VERONESI
LA RUSSIA OFFRE UNPATTOINTERNAZIONALE
MARTED 6DICEMBRE 2011 Lettere e Commenti 39
LA STAMPA

U
na squadra di calcio
che come Le lezioni
americane di Calvino -
leggera, rapida, esatta,
visibile, molteplice cio
complessa. Che come il quan-
tum di luce della fisica quantistica,
continuit assoluta delle parti conti-
nue e quelle discrete. Che suona co-
me un coro di Bach, o al limite come
Kid A (o Amnesiac) dei Radiohead.
Ocome un quadro di Pollock.
Fino a non tantissimo tempo fa a
illuminare le epoche cerano i libri, i
film, la musica e larte. Oggi, nella
stagione pi ripetitiva che abbiamo
mai attraversato, pu anche darsi
che lunico fenomeno culturale in-
novativo sia una squadra di calcio.
Ecome tale, meriti di essere studia-
ta come unopera darte: il Barcello-
na di Guardiola. Dire che questa la
tesi di Bara, lultimo libro di San-
dro Modeo (appena uscito da Isbn),
sarebbe fare una piccola forzatura.
Eppure in fondo questo il segreto
della grandezza dei blaugrana: aver
predisposto la regola che tuttavia
gestisce infinite eccezioni.
Il Bara insomma diventato
ms que un club, pi che una
squadra di calcio, come recita il suo
motto. Certo, c il sistema di allena-
mento, c la leggendaria cantera di
giovani talenti, c quellidea che i
grandi te li cresci in casa e non li ac-
quisti per forza spendendo patrimo-
ni. Ma il punto, osserva Modeo ci-
tando lo scrittore di fantascienza
William Gibson, un altro, questa
squadra di pallone ha aperto un var-
co nella matrice: la notte del 28
maggio 2011 a Wembley (quando il
Barcellona polverizza nella finale di
Champions il Manchester United)
in molti avevamo la sensazione de-
finitiva che qualcosa si fosse spo-
stato nel cuore delle cose. Il Man-
chester era stato disinnescato e ini-
bito, come fosse un team di catego-
ria inferiore. Riflettendo per su
come si sia arrivati a quellesito pa-
radigmatico, si scopre che Guardio-
la non ha solo - come dice lui finto
modesto - lavorato sui dettagli.
Partendo dalle origini di una visio-
ne costruttivistica, utopica e offen-
siva del gioco del calcio - il tootal-
voetbal - nato in Olanda nel 71 con
Rinus Michels e Johan Cruyff, ma
trapiantato per innesti successivi in
Catalogna (dallo stesso Cruyff alle-
natore, Van Gaal, Rijkaard), ci ren-
diamo conto che quegli undici blau-
grana non alti (la statura media
1,77, e due difensori centrali la alza-
no di molto), n fisicamente mo-
struosi, hanno attivato un Evento.
Non un segre-
to: una dinami-
ca; un sistema,
che tuttavia il
contrario della ri-
gidit, perch que-
sto meccanismo
produce una tota-
le impalpabilit:
potremmo dire,
p a r a f r a s a n d o
Bauman, la squa-
dra liquida. A
partire da questa liquidit sono
previste infinite soluzioni di dai-e-
vai offensivi (mutuate dal grande
lavoro di Cruyff sul tridente dat-
tacco), ma anche appunto il pres-
sing (che Guardiola riprende dalla
lezione di Sacchi) o il fuorigioco,
che gli olandesi degli Anni Settan-
ta usavano poco non fidandosene,
e che in certi allenatori belgi diven-
tava spesso puro ostruzionismo.
un sistema di gioco aperto per-
ch tollerante, dove tutti si mesco-
lano con tutti, e a nessuno precluso
in partenza il ruolo decisivo. Per ca-
pirlo, Modeo suggerisce tante meta-
fore, una anche letteraria. Tutto que-
sto non poteva che nascere nella Ca-
talogna di questi ultimi ventanni (vo-
lete che una qualche squadra tolle-
rante possa esser stata espressa nel-
la Lombardia degli Anni Novanta? O
nella rude Man-
chester del decli-
no postfordista?).
Quella Catalogna
di cui sono spec-
chio certe pagine
di Roberto Bo-
lao. Se c uno
scrittore nella cui
opera si riflette
lidentit mobile e
tollerante dei blau-
grana, proprio il
grande cileno che era andato a vivere
a Blanes, sulla Costa Brava. Quando,
alla fine degli Anni Ottanta, comin-
cia la rivoluzione che porter al
Bara di oggi, in citt sono al lavoro
per costruire le immense Torri di Ca-
latrava, arriva Jean Nouvel, c il
Museo darte contemporanea di Ri-
chard Meier, c tutta una citt che
sta ridisegnando pianta e funzioni
urbanistiche per uscire definitiva-
mente dalleredit opprimente del
franchismo (il Barcellona tra laltro
la squadra che ha pagato pi vitti-
me alla dittatura, il contrario del Re-
al franchista e di regime).
Bolao quando racconta quella
terra - in particolare la Selva Mariti-
ma - come se descrivesse il gioco
della squadra di Guardiola, di l da
venire: Uno spazio vuoto, lo spazio
dellhula-hop infantile [vedere le mo-
venze da video-
game di Messi,
ndr], lo spazio sen-
za tempo del Medi-
terraneo, ovvero-
sia orti, alberi e
una solitudine iera-
tica e orgogliosa,
quel mix di anar-
chia libertaria e in-
tensit di luce e co-
lore che era stato il
paradis bleu di Cha-
gall, o il luogo della felicit di Ava
Gardner. Ma non uno spazio elitario:
Blanes e soprattutto la costa di Llo-
ret sono anche il sogno del proleta-
riato europeo, con le sue strade de-
mocratiche e deliranti. In quel luo-
go tutto si pu fondere, senza puzze
sotto al naso. Come appunto nella
Masia, la fucina dei talenti bambini
del futuro Barcellona. Onegli schemi
della squadra liquida.
Il Bara appunto questo, la liqui-
dit specchio di unepoca: non rag-
giunta neanche nelle performance ar-
tistiche, o nella body art. N, tanto
meno, toccata dalle squadre attendi-
ste come restano quelle di Mourinho
(che in Uruguay venivano chiamate
di difesa y contragolpe o da noi
semplicemente allitaliana); e per
- attenzione - anche il calcio totale in
passato spesso stato noioso, troppo
prevedibile, a volte
difensivistico. Il
Barcellona insom-
ma rompe in par-
te con ci da cui
proviene, secondo
il commentatore
Arrigo Sacchi.
come lirruzione in
unaltra dimensio-
ne, che per coglie
e descrive tutto lo
spirito di unepoca.
Ha ragione Irvine Welsh, e non sta
parlando solo di pallone, quando dice
mi auguro che se qualcuno riuscir
a superarli, lo far giocando un calcio
migliore - impresa epica - piuttosto
che cercando un modo per soffocare
il loro gioco maestoso. Rivolto, in
ogni sfera umana, a tutti i soffocatori
del gioco altrui.
In un libro di Sandro Modeo, Messi &C. studiati come
il vero fenomeno culturale innovativo di questi anni
CULTURA
SPETTACOLI &
Bara, i campioni
della societ liquida
SULLE TRACCE DI CALVINO
Leggerezza, rapidit,
esattezza, molteplicit: come
nelle Lezioni americane
SPECCHIODELLACATALOGNA
Bolao vedeva questa terra
come un mix di anarchia
libertaria e intensit di luce
AddioallOmeromodernista
morto a Londra, a 85 anni, il poeta Christopher Logue, uno dei pi
significativi rappresentanti dello sperimentalismocontemporaneo.
La sua maggiore opera poetica un progetto, iniziato negli Anni 60
e non terminato, per rendere lIliade in un linguaggio modernista.
Nel 1960 Logue fu tra i firmatari del Committee of 100, gruppo
a sostegno della campagna per il disarmo nucleare lanciata
dal filosofo Bertrand Russell, finendo anche arrestato.
Tutto il Bara - giocatori, dirigenti, staff tecnico e lallenatore Pep Guardiola (il secondo da destra, in piedi) - festeggia
in mezzo al campo, a Wembley, il trionfo nella finale di Champions, 3-1 contro il Manchester Utd: il 28 maggio 2011
PARAFRASANDOBAUMAN
Un sistema di gioco che
il contrario della rigidit,
che produce impalpabilit
PARADIGMADI TOLLERANZA
Tutti si mescolano con tutti
e a nessuno precluso
in partenza il ruolo decisivo
Il Barcellona, come gi
lOlanda di Cruijff, esprime
un sistema di gioco
pi vicino allastrazione che
a certe performance o alla
body art. Le sue geometrie
possono ricordare un
Mondrian; le linee corte e
compatte richiamano
laction painting di Jackson
Pollock (nellimmagine
The key, 1946)
Come nel principio
dindeterminazione della
fisicaquantistica
impossibile determinare
allo stesso tempo posizione
e velocit dei quanti, cos
nel gioco del Barcellona
impossibile distinguere
nettamente la continuit
di possesso palla e
pressing, le partiti discrete
e quelle continue del gioco
La squadra liquida e
tollerante quasi una
metafora del luogo, lo spirito
della Catalogna aperta e
tollerante cresciuta negli
Anni 90, ridisegnata da
Calatrava, Meier, Nouvel
(nella foto la sua Torre
Agbar), amata dallo
scrittore cileno Roberto
Bolao che qui aveva eletto
il suo paesaggio dellanima
JACOPO IACOBONI
La fisica
dei quanti
Laction painting
di Pollock
La Barcellona
delle archistar
40
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

Q
ual il momento in cui la
fotografia diventa arte?
Londra, Mayfair, la galle-
ria al primo piano si chia-
ma Brancolini Grimaldi,
enclave italiana a cinquecento metri
da Buckingham Palace. Lo spazio
un salone doppio, molto ampio, con
vetrate che guardano Albemarle
Street. Un uomo su una scala di ac-
ciaio sistema i faretti che illuminano
opere imponenti, un metro e ottanta
per tre, o anche due per cinque. Re-
steranno montate su queste pareti
bianche fino al 28 di gennaio. Sono
spiagge, italiane e spagnole, magnifi-
che. Ma questo secondario. E pi
rilevante che in qualche modo spa-
ventano. La natura incombente,
padrona. Eppure sono gli uomini a
contare. Piccoli, schiacciati dallam-
biente, definiti con una precisione
da film in 3D. Gli sguardi, i costumi,
le relazioni, i gruppi, gli asciugama-
ni. Ogni punto a fuoco lungo oriz-
zonti profondi anche due chilometri.
Come se fossero stati messi l in un
altro momento, con un computer. In-
vece sono scatti puliti. Click. Nessun
ritocco. Ogni profilo una storia.
Uso delle macchine con lastre di
grande formato. Con il digitale que-
sta precisione impossibile. Massi-
mo Vitali uno dei fotografi italiani
pi conosciuti nel mondo. A Londra
ci ha vissuto, ma ha esposto in molte
capitali, da Berlino a NewYork. I ca-
pelli molto bianchi, 67 anni, un fisico
che trasmette unidea di forza. In ge-
nere per storicizzare i litorali studia
il posto mesi prima. Poi, in un gior-
no, monta una impalcatura in fibra
di carbonio, in cui la macchina foto-
grafica sospesa a cinque metri e
mezzo daltezza. Dal 1994 fa spiagge.
E passata una generazione. LItalia
di Berlusconi al mare. Dal consumi-
smo alla crisi. Il trash catodico eleva-
to a stile di vita. Qual il momento in
cui la fotografia diventa arte? E
complicato dirlo, ma in questa mo-
stra succede.
Vitali, perch le spiagge?
Perch laccoppiata sociologia-foto-
grafia mi attira da sempre. E volevo
concentrarmi sulla gente comune.
Gli scatti sono documenti. Ele spiag-
ge, quelle libere, sono dei campioni
straordinari.
Che faccia aveva lItalia nel 94?
Diversa da quella dei miei ricordi
da ragazzo.
Lei aveva 15 anni negli Anni Ses-
santa.
La ricostruzione. La gente compra-
va due paia di scarpe e duravano per
la vita. Di sicuro non esistevano i ve-
stiti col nome.
Scusi?
La marca. Una volta chiedevi una
giacca, i pantaloni di fustagno. Anes-
suno sarebbe venuto in mente di di-
re voglio le Nike. Le scarpe erano
scarpe e basta.
Torniamo agli Anni Novanta.
Il Paese era gi decisamente cam-
biato, ma col berlusconismo c
stata unaccelerazione ulteriore.
Mai stato berlusconiano?
Per fortuna non ho avuto questo
problema.
Che problemi ha avuto?
No, cambiamo strada. Non mi va di
politicizzare. Chi si ferma davanti al
mio lavoro libero di farsi lopinione
che vuole.
Che cosa cera nelle foto 15 anni fa?
Faccio un esempio di due scatti a
Marina di Pietrasanta. Uno del 96
e uno recente. Stesso posto, stesso
giorno di inizio agosto. Io osservo
le cose minime. I tatuaggi, gli asciu-
gamani, i costumi, i gruppi, le fami-
glie. Beh, un altro pianeta.
Peggiore?
Non giudico. Guardo. Oggi c pi
gente che vende cose. La spiaggia un
territorio di scambio. Sia umano che
di oggetti. Un grande suk. Come se
per campare ci si dovesse inventare
qualcosa. Ecome se non si potesse pi
fare a meno di esibirsi.
Una necessit o una passione lego-
centrismo?
Le due cose. Un tempo le spiagge li-
bere erano piene, affollate. Ma ci si an-
dava per stare tranquilli.
Oggi?
Sono pi vuote. E composte da gio-
vani che non hanno i 50 euro neces-
sari per gli stabilimenti. Sono il vol-
to dalla crisi.
Come sono questi ragazzi?
Facile. Sono figli della televisione.
Volgari?
S. Sfacciati. Ci sono donne aggressi-
ve, tremende. Uomini folli.
Eppure nelle sue ultime foto la natu-
ra riprende il suo posto.
E vero. La natura dominante e gli
uomini sembrano colonie di pinguini,
mammiferi incidentalmente ospiti di
uno spazio.
Siamo moscerini arroganti?
Noi e la natura abbiamo cicli diversi.
Facciamo di tutto per sfasciarla, ma
fortunatamente uno sforzo vano.
Siamo formiche che attaccano un bue
e non ce la fanno ad abbatterlo. Guar-
di quello scatto. E una spiaggia in Ga-
lizia. Le persone sanno che presto ar-
river la marea. Sono inquiete perch
il mare pi forte di loro. Eppure stan-
no l. Anche perch simbolicamente
lacqua lava ogni peccato. Ma quella
foto stata scattata in Spagna.
E allora?
Gli spagnoli sono pi educati di noi.
Meno invadenti.
I governi filtrano i costumi di unPae-
se?
Forse. Ma il berlusconismo esistito
non perch Berlusconi cattivo, ma
perch gli italiani sono come lui. Non
venuto dallIslanda. Etanto meno da
Marte. E un nostro prodotto doc.
MassimoVitali
stessafotostessomare
Intervista
,,
Le spiagge libere sono uno spaccato sociologico, per questo
le riprendo da 20 anni. Parla il fotografo in mostra a Londra
DublinolaureaCamilleri
Laurea honoris causa in letteratura dallIrlanda a Andrea Camilleri
(foto): gliela ha conferita ieri lo University College di Dublino.
Lo scrittore siciliano, che aveva pubblicato in gaelico il suo primo
libro allestero, Un filo di fumo, in qualit di regista era stato il primo
a rappresentare in Italia lirlandese Samuel Beckett. Sono davvero
onorato, per me che sono un joyciano e non un proustiano,
di ricevere la laurea a Dublino, ha commentato. Mi dispiace
che in Irlanda di me si conosca solo il lato montalbaniano.
Allastai tesori di Pavarotti
Capolavori di arte moderna e contemporanea allasta oggi a Parigi da
Artcurial: tra i pezzi forti Pomeriggio dautunno di De Chirico,
stimato tra i 2,3 e i 2,8 milioni di euro, e alcuni pezzi della collezione
di Luciano Pavarotti (tra laltro un acquarello di Chagall, Villaggio
russo, stimato tra 300 e 400 mila euro, un disegno di De Chirico,
Cavallo, 15-20 mila euro, un olio di Campigli, Ragazze che giocano,
200-300 mila euro). Unaltra parte pi consistente di oggetti del
tenore, morto nel 2007, sar venduta a NewYork in primavera.
I CAMBIAMENTI
Ora c pi gente che vende
cose. La battigia un territorio
di scambio. Un grande suq
ANDREA MALAGUTI
CORRISPONDENTE DA LONDRA
Tra arte e scienza
Massimo Vitali nato a Como.
Ha67 anni ed uno dei fotografi italiani
piconosciuti nel mondo. In alto
una spiaggiadi Vitali in mostraa Londra
MARTED 6DICEMBRE 2011 41
LA STAMPA

S
e la musa di Omero
poteva sonnecchiare
senza rimorso, figura-
tevi come pu dormirsela
quella di Neil Simon. Questo
genio della risata leggera ha
consegnato al teatro un Din-
ner party che, nelladatta-
mento italiano diretto con
amorosa cura da Giovanni
Lombardo Radice, diventa-
to Cena a sorpresa. Comme-
dia in puro stile Simon, al-
meno nella trovata e per
una buona met, ma trauma-
tizzata poi dal colpo di son-
no di cui si parlava.
Tre uomini sconosciuti
luno allaltro si ritrovano in
un ristorante per una cena
al buio organizzata dal-
lavvocato che ha curato i lo-
ro divorzi. Si scopre dopo un
po che gli altri convitati al-
tro non sono che le ex mogli
dei tre mal assortiti signori.
Lo scopo del raduno? Tenta-
re tre riconciliazioni. Pur ac-
cidentata, limpresa non ap-
pare impossibile. In una spe-
cie di psicodramma le tre
coppie, a turno, si rinfaccia-
no colpe e si svelano tenerez-
ze. Per qualcuno la marcia
indietro sar possibile, per
qualcun altro improponibi-
le. Ecco, la seconda parte fa
pencolare la commedia sul
versante di uno psicologi-
smo e di un clima alla Albee
che non sembrano congenia-
li alla svagatezza non super-
ficiale di Simon. Affiorano
seriosit, verbosit, lacera-
zioni che offuscano la volubi-
le grazia della prima parte.
Gli attori ce la mettono tutta
e reggono il gioco con consu-
mata bravura, a cominciare
dalla coppia Giuseppe Pam-
bieri e Lia Tanzi, proseguen-
do con Giancarlo Zanetti,
Maria Letizia Gorga, Simo-
na Celi e Michele De Mar-
chi. Il pubblico per un po ci
sta, ma alla fine sembra ap-
plaudire conriserva.
***
S
iamo nel prato con
Alice e la sorella.
Sullo sfondo un vi-
deo con grandi alberi sti-
lizzati e bianchi. Poi l'im-
magine vola improvvisa
verso l'altro e Alice preci-
pita gi. Bell'effetto per
raccontarci le avventure
di Alice (nel Paese delle
meraviglie), nuova produ-
zione di Aterballetto de-
stinata a lungo sfrutta-
mento (in tour sino al 14
aprile) perch diverten-
te e di facile vendibilit
distribuzione. In Inghil-
terra solo la stagione
scorsa ne sono andati in
scena due versioni.
Dunque ecco France-
sco Nappa, giovane coreo-
grafo, alla prova con uno
spettacolo a serata inte-
ra: una ottantina di minu-
ti. Set molto asettico, sol-
tanto video che rappre-
senta spazi astratti o ra-
dure boschive. Grande
spazio ai personaggi con
costumi molto allusivi ad
alcuni personaggi della
fiaba di Lewis Carroll. Ec-
co allora, tutto bianco, il
coniglio, ecco il bruco in
blu, lungo quanto tre bal-
lerini messi in fila a terra,
ecco i gemelli che danza-
no con una giacca per
due. Ecco la regina di cuo-
ri che qui diventa la regi-
na degli scoop con una
ampia gonna formata da
fogli stracci di giornale. E
poi Alice che la bella e
brava spagnola Andrea
Tortosa Vidal.
Saggiamente Nappa
non imbocca la strada di
una eccessiva astrazione,
ma sceglie di descrivere
personaggi ed episodi con
un linguaggio contempo-
raneo estremamente sti-
lizzato. Regalandoci al ter-
mine delle avventure un
bel passo a due fra Alice e
il suo amato (Valerio Lon-
go), due giovani coetanei
che celebrano l'amore.
Da sfondo sonoro a tut-
to questo una antologia
minimalista che va da
Byrne a Nyman e Lurie
eseguita dal Balanescu
Quartett. Scelta molto col-
ta e forse da mercato glo-
bale. Ma non avrebbe gua-
stato qualche incursione,
magari rischiosa, in un
terreno pi camp. Per fa-
re un solo esempio, Mina.
Che c' di pi nonsense di
una Una zebra a pois o Tin-
tarella di luna?
Reggio Emilia , Teatro
Arioso
***
TEATROe DANZA
L
a commedia origi-
nale de Il vizietto,
di Jean Poiret,
del 1973, il film di
E. Molinaro, del
1978, il musical di Jerry Her-
man e Harvey Fierstein, del
1983: quanto sono cambiati
generazioni e costumi nel
frattempo? La situazione di
una coppia gay che gestisce
lietamente un locale di trans
ma che per una sera deve fin-
gersi normale onde non
scandalizzare i futuri suoceri
del proprio figlio (nato da una
antica scappatella di lui: il
vizietto del titolo) si pu pro-
porre oggi solo invitando a
trovare patetica tanta bigot-
teria un pubblico che si suppo-
ne tutto dalla parte dei prota-
gonisti. Allo stesso modo or-
mai maniera limitazione della
femminilit da parte dei trave-
stiti, che esagerano gesti e at-
teggiamenti di donne mai esi-
stite se non, episodicamente,
sugli schermi del cinema muto.
La Cage aux folles, i numeri del-
le cagelles, i falsetti e gli scu-
lettamenti della sua principale
drag queen, sono dunque oggi
unArcadia, convenzionale co-
me, mettiamo, il mondo dei
film western: e quando capita,
altrettanto lietamente rivisita-
ta, specie se la confezione
squisita come quella odierna di
Massimo Romeo Piparo, che ol-
tre a una mai abbastanza ben-
trovata orchestra dal vivo si av-
vale di vivaci scene di Gianluca
Amodio e costumi di Nicoletta
Ercole, di tonici balletti di dieci
giovanotti in tacchi alti, di vali-
di comprimari tra cui un atleti-
co giovanottone di colore (Rus-
sell Russell) che continua a pro-
porsi come vispa servetta. Tut-
to ruota ovviamente intorno ai
due principali, lenergico, ele-
gante Cesare Bocci come quel-
lo che nella coppia porta i baffi
e i pantaloni, e lo spiritoso Mas-
simo Ghini, combinato in modo
da assomigliare a qualcosa tra
Peppe Barra e Mae West, e ap-
plaudito quando non riesce a
stare seduto a gambe larghe.
Cantassero con la stessa classe
con cui recitano, potremmo im-
maginarci a Broadway.
Al Sistinadi Roma finoal 18
****
OSVALDO GUERRIERI
Aterballetto
Alice
nel paese
del nonsense
.
MASOLINO DAMICO
Bocci e Ghini nellallestimentodi Piparo
*
**
***
****
*****
PESSIMO
MODESTO
DISCRETO
BUONO
OTTIMO
SERGIO TROMBETTA
Unascena di Alice
Lieta rivisitazione di un classico per Bocci e Ghini
UnVizietto degno
(quasi) di Broadway
Cena a sorpresa
Talvolta
anche Simon
sonnecchia
42 Spettacoli
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

LORENZOSORIA
NEWYORK
N
on molti statisti la-
sciano un segno.
Margaret Tha-
tcher una di loro.
Intanto, stata la
prima donna premier di una de-
mocraziaoccidentale. Negli undi-
ci anni al 10 di Downing Street
dal 1979 al 1990 stata venerata
dalla destra conservatrice, dete-
statadasinistraeforzesindacali.
Insomma, una figura da raccon-
tare e adesso The Iron Lady, co-
me veniva chiamata, diventa un
film diretto da Phyllida Lloyd,
chedopoMammaMia! tornaala-
vorare conMeryl Streep. Si par-
te da una Thatcher ultraottan-
tenneeunpo' annebbiatacheim-
magina dialoghi col marito Den-
nis (Jim Broadbent) e in una se-
rie di flashbacksricostruisce la
suavita straordinaria, da figliadi
un fruttivendolo alla salita al po-
tere, dalle epiche battaglie con i
sindacati alla guerra delle Falk-
land. Pi uno studio su un carat-
tere che una ricostruzione stori-
ca con cui la Streep offre un'in-
terpretazione che, a 30 anni da
Sophie's Choice e 13 nominationin
cui rimasta sempre a bocca
asciutta, potrebbe finalmente
tornarearegalarlel' Oscar.
Lei una nota liberal. Co-
me stato entrare nei panni
di un simbolo conservatore?
Quandola Thatcherstataelet-
ta tifavoper i laburisti, masegre-
tamenteioele mieamicheerava-
mo contente, perch ci era sem-
brato incredibile che una donna
andasseal potere nel Regno Uni-
to. Pensavano che se era accadu-
to li sarebbe accaduto entro cin-
queanni anchedanoi. Stiamoan-
coraaspettando
A20anni dalla cadutac' an-
cora chi incolpa la Thatcher
per la crisi di oggi
Riconoscoche tendo a difende-
re i miei personaggi, ma con
quello che sono diventati i re-
pubblicani da noi la Thatcher
oggi sarebbe una pericolosa li-
beral! Comunque questo non
un documentario. Abbiamo
piuttosto voluto raccontare la
storia di una donna che ha vissu-
to a fondo la sua vita.
Cosa l'ha sorpresa?
Che non aveva un cuoco, che per
11 anni al poterehasemprecercato
di cucinareperDennis.
C'e qualcuno che vede lei co-
me una donna di ferro?
A casa sono semmai la donna
del ferro da stiro!
Come stato vedersi ultraot-
tantenne?
La parte pi difficile stata non il
trucco, ma il dovere stare curva. Il
filmhaunpiccolobudget, lavorava-
mo12oreal giornosenzapause. Mi
sonosentitacomeunacontorsioni-
sta e sognavo sempre grandi mas-
saggi. Ma mi sono sentita anche
molto me stessa. Tutte le donne
studiano allo specchio le proprie
rughe, ma gi a dieci anni sappia-
mochi saremo. Alloracontavo11 li-
nee sullafronte e ancoraadessone
ho 11. Sappiamo gi chi saremo,
dobbiamosolotrovarlo.
Intervista
,,
Streep: che privilegio
diventare la Thatcher
FULVIACAPRARA
ROMA
U
n registavisionario, fan-
tasioso, appassionato.
Sentendolo parlare del
suo gioiello, The artist, in arrivo
nellesaledopoil trionfo al festi-
val di Cannes (il protagonista
Jean Dujardin ha vinto il pre-
mio per la migliore interpreta-
zione) si capisce che alla base
dellopera c un grande amo-
re, anzi una venerazione, per
letdoro del cinema: I registi
leggendari che ho sempre am-
mirato vengono tutti dallepo-
ca del muto, parlo di Hi-
tchcock, Lang, Ford, Lubitsch,
Murnau. Conle loroimmagini
negli occhi, Michel Hazanavi-
cius ha portato a termine lin-
credibileimpresadi unfilmmu-
to e in bianco e
nero, girato in
piena esplosione
del 3D, mentrele
tecnologie del ci-
nemaraggiungo-
no risultati sem-
pre pi alti ed
elaborati: Vole-
vo che il pubbli-
co condividesse
lesperienza for-
temente sensua-
le del guardare
unapellicolasen-
za parole, se-
guendo una sto-
ria di cui diventa
fortemente par-
tecipeperchde-
ve riempirla del-
le proprie emo-
zioni. Lassenza di suono spin-
ge la gente a mettere nel film
moltodi pidi sestessa.
Il risultato meraviglioso,
100minuti di bianchi sfolgoran-
ti, neri lucidissimi, grigi fuliggi-
nosi, per raccontare la parabo-
la, nella Hollywood del 1927, di
George Valentin (Jean Dujar-
din), divo allapice del successo
spintonel conodombradallav-
vento dei filmparlati, e alla fine
salvatodallamoredi unagiova-
ne comparsa, Preppy Miller
(Brnice Bjo), destinata a un
fulgido avvenire di star. Riusci-
reagirareThe Artist, in35gior-
ni, noninunluogoqualsiasi, ma
esattamente nel cuore di Hol-
lywood, trale stradedi Warner
e Paramount, nella casa di
MaryPickford, vicinoagli uffici
di Chaplin, sta-
to un altro mira-
colo: Devo rin-
graziare il pro-
duttore Thomas
Langmann, do-
po me stesso,
la seconda persona che ho do-
vuto convincere. Gli ho parlato
del progetto e, a un certo pun-
to, ho visto nei suoi occhi la do-
se di follia necessaria per spin-
gerlo a realizzarlo. Gli altri
pazzi, pronti adunirsi allimpre-
sa, sono stati gli interpreti, non
solo i due personaggi principa-
li, maanchevari attori america-
ni, James Cromwell, Malcolm
McDowell e John Goodman
che di The artist ha sintetizzato
il senso: Il tuo film, mi ha det-
to, come un orologio. Di fuori
sembra una cosa semplicissi-
ma, dentro, invece, ha un mec-
canismo estremamente com-
plesso. Il lavoroprimadelle ri-
prese stato immenso: Ho
scrittoil soggettosui dueprota-
gonisti, poi hochiestolorolamas-
sima naturalezza, rassicurandoli
sul fattochenonavrebberodovu-
to recitare usando la classica ge-
stualit da film muto, ma sapen-
do bene che non avrebbero avu-
to un testo a cui ancorarsi, ovve-
ro quello di cui tutti gli attori ge-
neralmentedispongono. Fonda-
mentali, ovviamente, le musiche:
Mi sono rivolto a Ludovic Bour-
ce, gli hodatoi dischi che ascolta-
vo scrivendo, i brani di Waxman,
Steiner, lui risalito ai musicisti
a cui si erano ispirati, Prokofiev,
Debussy, Ravel. Per i costumi,
oltre alla perfetta aderenza al-
lepoca, sono stati messi a punto
veri e propri stratagemmi: Il co-
loredominante, quandoValentin
entraincrisi, il grigio. Gli abbia-
mofattoindossare vestiti pilar-
ghi e messo dei pesi nelle scarpe
per rallentare il passo in modo
darenderemeglio lideadellade-
pressione che lo sta pervaden-
do. E poi The artist pieno di
scale: E per via della mia osses-
sione, le volevo ovunque, servo-
no a comunicare la sensazione
dellascesa e della caduta nel
mondo dello spettacolo. Altro,
fondamentale interprete del film
il cane del divo Valentin, un ve-
ro talento: La cosa pi difficile
stato riuscire a dirigerlo, non po-
tevo spiegargli niente di quello
che avevo intesta, ma, dopo aver
lavoratoconlui, hoimparatodav-
veromoltissimecose.
Nessuna paura, nessun dub-
bio, neanche un attimo di ripen-
samento? Hazanavicius dice di
no, altrimenti non sarebbe il te-
merario che : Non potevo fer-
marmi a pormi
domande, il tem-
po per girare era
talmente po-
co.... La reazio-
ne di pubblico,
critica e giuria a
Cannes lo ha ripagato di tutto,
per non parlare della Francia e
poi di New York, Los Angeles e
San Francisco dove il film gi
uscito con successo: Non ho
niente contro il 3D, aspetto con
ansia Hugo Cabret di Scorsese e
mi sono divertito moltissimo a
vedere Lalba del pianeta delle
scimmie. Nonsoqualesaril futu-
rodel cinema, masoche, conlav-
vento del sonoro, abbiamo sicu-
ramente perso lutopia di un lin-
guaggio universale. Il prossimo
film, cui ancora non ha tempo di
pensare, sar una cosa sempli-
ce, a colori, sul tema dei senti-
menti, con attori che parlano.
Ci auguriamo, per, che, dopoes-
sere stati folli una volta, lo si rie-
scaadesseredi nuovo.
Lattrice in Iron Lady: le mie idee sono diverse
ma la ammiro perch credeva in ci che faceva
IronLady
Meryl Streep
Margaret
Thatchernel
filmsullalady
di ferrodella
GranBretagna
Anni 80Ho
ringraziatoil
cielodi essere
unaattriceedi
avere
l'opportunit
di indagare
conempatiala
vitadi una
persona
Hazanavicius
Artist, sogno
senzaparole
JeanDujardine BrniceBejo
INVECCHIATASUL SET
Non una sorpresa
gi a 10 anni sappiamo
cosa diventeremo
Mammamia!
Protagonistadellaversione
cinematograficadel musical
ispiratoagli Abba.
Il diavolovestePrada
GoldenGlobeper il ruolodi
MirandaPriestly, perfida
direttricedi unarivistadi moda
I suoi ultimi ruoli
Il filmmuto e in bianco e nero
Molto pi sensuale del 3D
LOSSESSIONE SCALE
Simboleggiano
ascesa e caduta
nello showbusiness
.
MARTED 6DICEMBRE 2011 Spettacoli 43
LA STAMPA
W
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA44 T1T2 PRCV
Programmi tv
Dal satellite
Rai 1 Rai 2 Rai 3 Canale 5 Italia 1 Rete 4 La 7
6.00 Euronews
6.10 Unomattina CaffAttua-
lit Conduce Guido Bar-
lozzetti
6.30 Tg 1
6.45 UnomattinaAttualit
10.55 Che tempo fa
11.00 Tg 1
11.05 Occhio alla spesaAttua-
lit
12.00 La prova del cuocoVarie-
t
13.30 Telegiornale
14.00 Tg 1 EconomiaAttualit
14.10 Verdetto finaleAttualit
15.15 La vita in diretta
18.50 LereditGioco
20.00 Telegiornale
20.30 Porta a Porta.A colloquio
con il Presidente del Con-
siglio Anteprima
Attualit
23.15 Porta a PortaAttualit
Conduce Bruno Vespa
0.50 Tg 1 - Notte. Che tempo
fa
1.25 SottovoceAttualit La
chiacchierata notturna
di Gigi Marzullo
6.00 Cuori rubati Serie
6.30 Cartoon Flakes Program-
ma per bambini
10.00 Tg 2punto.it
11.00 I fatti vostri Variet
13.00 Tg 2 Giorno
13.30 Tg2 Costume e societ
Attualit
13.50 Tg2 Medicina 33Rubrica
di attualit medica
14.00 Italia sul dueMagazine
16.10 Ghost Whisperer Tele-
film
16.50 Hawaii Five-OTelefilm
17.45 Tg 2 Flash L.I.S.
17.50 Rai Tg Sport Sport
18.15 Tg 2
18.45 Numb3rs Telefilm
19.30 Squadra Speciale Cobra
11Telefilm
20.25 Estrazioni del Lotto
20.30 Tg 2 20.30
22.40 90 Minuto Champions
23.30 Tg 2
23.45 Out of ReachFilm (azio-
ne, 2004) con Steven
Seagal, Ida Nowakow-
ska. Regia di Po-chih
Leong
9.50 Dieci minuti di... pro-
grammi dellaccesso
10.00 La Storia siamo noi
11.00 ApprescindereAttualit
11.10 Tg3 Minuti
12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie
12.25 Tg3 Fuori Tg
12.45 Le storie - Diario Italiano
13.10 JuliaSoap Opera
14.00 Tg Regione.Tg Regione
Meteo
14.20 Tg 3. Meteo 3
14.50 Tgr LeonardoAttualit
15.00 Tg3 Lis
15.05 LassieTelefilm
15.55 Cose dellaltro Geo
17.40 Geo & GeoDocumentari
19.00 Tg 3.Tg Regione.Tgr
Meteo
20.00 La crisi. In 1/2 h
20.20 BlobVideoframmenti
20.35 Un posto al soleSO
23.10 Boris Serie
24.00 Tg3 Linea notte.Tg regio-
ne
1.00 Meteo
1.05 GapAttualit
1.35 Prima della PrimaMaga-
zine
I programmi settimanali completi delle principali tv satellitari, del digitale terrestre e delle radio su: www.lastampa.it/programmi
23.30 MatrixAttualit Condu-
ce Alessio Vinci
1.30 Tg 5 Notte. Meteo 5
2.00 Striscia la notiziaVariet
satirico
2.20 Uomini e donneTalk-
show
8.30 Una mamma per amica
Telefilm
10.35 Greys AnatomyTelefilm
12.25 Studio Aperto. Meteo
13.00 Studio Sport
13.40 I SimpsonCartoni ani-
mati
14.35 Whats my destiny Dra-
gon Ball Cartoni animati
15.00 Big bang theoryTelefilm
15.35 No ordinary familyTF
16.25 La vita secondo JimTele-
film
16.50 Giovani campionesse
Telefilm
17.45 Dragon Ball Cartoni
18.30 Studio Aperto. Meteo
19.00 Studio Sport
19.25 Dr. House - Medical divi-
sionTelefilm
20.20 C.S.I. - Scena del crimine
Telefilm
23.20 Coldplay: iTunes Festival
1.00 Poker1maniaSport
1.50 Studio aperto - La gior-
nata
2.05 Highlander Telefilm
3.05 The Tracker Film
(dramm., 2002)
6.55 ZorroTelefilm
7.25 Starsky & HutchTelefilm
8.20 Hunter Telefilm
9.40 R.I.S. - Delitti imperfetti
Serie
10.50 Ricette di famiglia
11.30 Tg4 - Telegiornale
12.00 Detective in corsiaTF
13.00 La signora in gialloTF
13.50 Il tribunale di Forum
15.10 Hamburg distretto 21
Telefilm
16.15 Sentieri SO
16.50 Un napoletano nel Far
West Film (western,
1955) con Eleanor Par-
ker, Victor McLaglen,
Robert Taylor
18.55 Tg4 - Telegiornale
19.35 Tempesta damoreSO
20.30 Walker Texas Ranger
Telefilm
23.05 Attacco al potereFilm
(thriller, 1998) con Den-
zel Washington, Bruce
Willis
1.30 Tg4 Night News
1.55 Rag.Arturo De Fanti,
bancario precarioFilm
6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo.
Traffico
6.55 Movie Flash
7.00 Omnibus Magazine
7.30 Tg La7
9.40 Coffee BreakAttualit
10.35 Laria che tiraAttualit
Conduce Myrta Merlino
11.25 S.O.S.TataReality show
12.25 I men di Benedetta
Magazine
13.30 Tg La7
14.05 I complessi Film (comm.,
1965) con Nino Manfre-
di, Ugo Tognazzi, Alber-
to Sordi
16.15 Atlantide - Storie di
uomini e mondi
17.30 The District Telefilm
19.20 G DayAttualit
20.00 Tg La7
20.30 Otto e MezzoAttualit
0.10 Tg La7
0.20 (ah)iPirosoAttualit Pro-
gramma dinformazio-
ne e approfondimento
condotto da Antonello
Piroso
1.15 Prossima fermata
11.05 Alias
11.50 Lost World Serie
12.40 Medium Serie
13.25 Desperate Housewives
Serie
14.10 Brothers And Sisters
Telefilm
14.55 Alias
15.40 90210 Serie
16.25 One Tree Hill Serie
17.10 Being Erica Serie
17.55 Legend Of The Seeker
Serie
18.40 Lost World Serie
19.25 Doctor Who Serie
20.25 Supernatural Serie
21.10 The Myth - Il Risveglio Di
Un EroeFilm
23.05 Il Male Cabaret
23.10 UndisputedFilm
21.10
Tutti pazzi
per amore 3
SERIE.Con Emilio Solfrizzi. Paolo
vede Claudia, la mamma di
Raoul, e la riconosce: ventanni
prima, hanno trascorso una
notte di follia insieme
21.05
Castle
TELEFILM. Con Stana Katic. Bec-
kett riceve una telefonata da
un killer che la sfida a fermarlo.
Kate e Castle uniscono le loro
forze a quelle dellFbi per cat-
turarlo
21.05
Ballar
ATTUALIT. Appuntamento con
il programma di Giovanni Floris,
un luogo di confronto sullat-
tualitpolitica.Lapuntatapre-
ceduta dalla copertina satirica di
Maurizio Crozza
21.10
Il delitto di via Poma
FILM-TV. Con Giulia Bevilacqua.
Il 7 Agosto del 1990, in un con-
dominio di via Poma 2, a Roma,
una ragazza veniva assassina-
ta. Quella ragazza si chiamava
Simonetta Cesaroni
21.10
Cambia la tua vita
con un click
FILM. (comm., 2006) con A. San-
dler, C. Walken. Regia di F. Cora-
ci. Michael Newman crede di
aver trovato la soluzione alla
cronica mancanza di tempo
21.10
Law & Order - Unit
speciale
TELEFILM.Con Sharon Stone. Sta-
bler e Benson indagano sul rapi-
mento di un bambino. I genito-
ri sono i primi sospettati. Il caso
seguito anche da Jo Marlowe
21.10
S.O.S. Tata
REALITY SHOW. Il docu-reality
dedicato alla famiglia. Tata
Lucia alle prese con una dif-
ficile missione: trasformare dei
piccoli scalmanati in bimbi
obbedienti
I film
15.50 Notte folle a Manhattan
Per una coppia sposata,
unuscita serale si tra-
sforma in qualcosa di
inatteso SKY HITS
Prova a volare Il giorno
delle nozze Alessandra
Mastronardi decide di
scappare SKY FAMILY
16.55 Detenuto in attesa di
giudizio Appena messo
piede in Italia, lemi-
grante Alberto Sordi
finisce in carcere SKY
CLASSICS
17.00 Brooklyns Finest A
Brooklyn i poliziotti
non sono tutti dei
santi. Con Richard Gere
SKY MAX
17.05 Come lo sai Manny e
George, uomini molto
diversi, in competizione
per aiutare Lisa SKY
CINEMA 1
La casa di sabbia e neb-
bia Unex tossicodipen-
dente viene sfrattata e
la casa acquistata da
un iraniano SKY PASSION
17.25 Rat Race Otto bizzarri
personaggi a caccia di
due milioni di dollari.
Con Whoopi Goldberg
SKY FAMILY
18.40 Funny Lady Barbra
Streisand Fanny Brice,
la stella del musical SKY
CLASSICS
19.10 Vicino alla fine
Ardenne 1944: il ser-
gente Ethan Hawke
guida una pattuglia di
soldati americani MGM
Sono il numero quattro
John un giovane stra-
ordinario ma anche un
latitante in fuga da
nemici spietati SKY
CINEMA 1
19.20 Benvenuti al Sud In
Campania, il lombardo
Bisio rivedr tutti i suoi
pregiudizi sul Sud Italia
SKY HITS
21.00 A testa alta The Rock,
agente speciale torna al
paesello, lo trova malri-
dotto e lo ripulisce MGM
Lultimo dominatore
dellaria Aang, lultimo
dominatore dellaria,
combatte contro la
Nazione del Fuoco SKY
FAMILY
Letters to Juliet Sophie
Hall vola in Italia col
suo ragazzo per un
romantico viaggio
damore SKY PASSION
21.10 Le spie Agente Fbi e il
pugile Eddie Murphy
indagano sulla scom-
parsa di un jet militare
SKY HITS
22.30 La strada per il paradi-
so Un ragazzino viene
mandato in vacanza in
campagna da amici
della madre MGM
22.40 Mariti Dopo il funerale
di un amico, tre uomini
girano per New York
SKY CLASSICS
22.50 I poliziotti di riserva
Allen Gamble e Terry
Hoitz, i due peggiori
poliziotti di New York
SKY HITS
La lista dei clienti Da una
storia vera valso a
Jennifer Love Hewitt una
nomination ai Golden
Globe SKY CINEMA 1
La banda dei Coccodrilli
indaga Kai, un ragazzi-
no in carrozzella sogna
di entrare nella banda
dei Coccodrilli SKY
FAMILY
Men in the city Cinque
uomini si confrontano
sui rispettivi problemi
di cuore e di carriera
SKY PASSION
23.00 Attrazione mortale
Erotico. Di comune
accordo marito e
moglie fanno sesso con
altre persone SKY MAX
0.05 La forca pu attendere
Scozia nell800: David,
ossessionato dal mito
del padre, diventa un
bandito MGM
0.25 Wall Street - Il denaro
non dorme mai
Michael Douglas
Gordon Gekko, un cini-
co ed irredento specu-
latore di Borsa SKY
CINEMA 1
0.40 Agora Alessandria
dEgitto, IV sec. d.C.
Uno schiavo sinnamora
della filosofa Hypatia
SKY PASSION
Paura.com Un serial kil-
ler tortura le sue vittime
on line. Horror di
William Malone SKY MAX
0.45 Questo e quello Le vicen-
de di un disegnatore in
crisi e di un gentiluomo
innamorato SKY HITS
0.55 Shampoo Warren
Beatty parrucchiere
unisce utile e dilettevo-
le: fa lamore con le
clienti SKY CLASSICS
1.40 Texasville Ovvero
Lultimo spettacolo
20 anni dopo secondo
lo stesso Peter
Bogdanovich MGM
2.25 Brooklyns Finest A
Brooklyn i poliziotti
non sono tutti dei
santi. Con Richard Gere
SKY MAX
Rai 4
7.20 La nave dei folli
9.50 Sapore di mare 2 - Un
anno dopoFilm
11.40 Spaghetti HouseFilm
13.25 LavaroFilm
15.20 IreneFilm
17.05 Albatros - Oltre la tempe-
sta
19.20 About AdamFilm
21.00 Elizabethtown
23.05 Rogue il solitarioFilm
0.50 Appuntamento al Cine-
ma
0.55 Lamore sospettoFilm
2.15 Il resto della notte
4.00 Elephant
Rai Movie
14.45 Calcio: Magazine Cham-
pions League Rubrica
15.15 Calcio: Lega Pro - Partita
del luned Monza-Como
16.54 TG Sport FlashSport
16.59 Filler Basket Sport
17.00 Basket: Campionato Ita-
liano Serie A Maschile
Siena-CantSport
19.00 Filler Basket Sport
19.01 Memoria Rai Sport Sport
19.35 Rai Tg Sport - replica
20.00 Atletica Leggera: Mezza
Maratona del Garda
20.25 Rubrica: Hockey Ghiaccio
rubricaSport
20.55 Biliardo: Gran Premio di
Goriziana Finali Sport
22.50 Kick Boxing: Fight Never
End 3Sport
Raisport 1
16.00 Dixit - Rai 150 Anni -
NuvoleDocumentari
17.00 Questo secolo.Viaggio
negli anni che contano:
1935 e dintorni
18.00 Falqui Show
19.00 Res Gestae Fatti
19.05 Le tre luci - 2 tempo
Documentari
19.40 Le citta del Jazz - Chigago
Documentari
20.00 Viaggio in Italia - Marche
Documentari
21.00 Dixit Biografie - Il miste-
ro di Lawrence DArabia
Documentari
22.00 Dixit Biografie - Amedeo
Guillet Documentari
23.00 Gian Maria Volonte:un
attore contro
Rai Storia
13.30 SI News delle 13 diretta
da Si24 (Calcio Con Ospiti
E Telefonate) Sport
14.00 SI News delle 13 diretta
da Si24 No Sommario
14.30 Magazine Arsenal Sport
15.00 Arsenal Tv Premier Lea-
gue Wigan - Arsenal
Sport
17.00 Magazine Arsenal Sport
17.30 Magazine Manchester
UtdSport
18.00 Magazine Manchester
UtdSport
18.45 Manchester Tv Premier
League Aston Villa - Man-
chester UtdSport
20.30 Solocalcio News Sport
21.00 Solocalcio DirettaSport
24.00 Prima OraSport
Sportitalia
9.48 Speciale Ti Racconto Un
Libro - Sfogliando Il
Medioevo
10.04 7 donne doro contro due
07Film
11.46 Acquasanta JoeFilm
13.30 Note Di Cinema
13.38 Virus Film
15.28 Iris La Settimana - Le
Novit In Scena
15.43 Rag.Arturo De Fanti Ban-
cario-PrecarioFilm
17.25 Note Darte
17.30 L Incredibile VoloFilm
19.29 Criminal Intent Telefilm
21.08 Fantozzi Film
23.03 Lets ComedyFilm
0.50 Noir Miniserie
2.30 Mutande pazzeFilm
Iris
21.00 Law & Order: Unit
Speciale FOX CRIME
Body of Proof FOX LIFE
Terra Nova FOX
21.55 Law & Order: Unit
Speciale FOX CRIME
Castle - Detective tra
le righe FOX LIFE
22.45 Revenge FOX LIFE
American Horror
Story FOX
Nip/Tuck JIMMY
22.50 N.C.I.S. FOX CRIME
23.35 I Griffin FOX
23.45 C.S.I. - 100% Grissom
FOX CRIME
American Dad FOX
0.30 Lie to Me FOX
0.40 Dexter FOX CRIME
1.20 True Blood FOX
1.35 C.S.I. Miami FOX CRIME
2.05 Earth: Final Conflict
JIMMY
Intrattenimento
20.00 Biliardo: Campionato
Regno Unito
EUROSPORT 1
Atletica Leggera:
Mezza Maratona del
Garda RAISPORT SAT
20.25 Rubrica: Hockey
Ghiaccio rubrica
RAISPORT SAT
20.45 Calcio: UEFA
Champions League
SKY SPORT 1
Volley: Coppa del
Mondo Maschile SKY
SPORT 2
20.55 Biliardo: Gran Premio
di Goriziana Finali
RAISPORT SAT
22.45 Rubrica: Champions
League Postpartita
SKY SPORT 1
Vela: Diario di Bordo
SKY SPORT 2
Sport
17.07 Champions
League
2011/12: Milan
- Viktoria
Plzen Sport
19.00 La Moviola E
Uguale Per
Tutti
20.00 Champions
League Live
2011/12
20.45 Champions
League
2011/12:
Viktoria Plzen
- Milan Sport
22.41 Champions
League Live
2011/12 Rubrica
sportiva
24.00 All Sport News
11.46 Piccolo Angelo
Cortometraggio
12.11 Free Willy - La
Grande Fuga
Film
13.59 Somewhere
Film
15.44 Last Night Film
17.24 La Mummia
Film
19.37 Saw - Il
Capitolo
Finale - Vm.14
Film
21.15 Incontrerai
luomo dei
tuoi sogni Film
23.01 Hellboy: The
Golden Army
Film
1.07 Sin City Film
12.05 Stelle E
Produttori
13.15 Quarto potere
Film
15.30 Amori e incan-
tesimi Film
17.20 Inside The
Actors Studio:
Robert
Downey Jr
Variet
18.10 Cuori ribelli
Film
20.40 Hollywood
Collection:
Gary Cooper
21.15 Insider -
Dietro la veri-
t Film
23.55 Focus: Cape
Fear
JOI MYA STEEL
12.31 Camelot TF
13.30 Miami Medical
Telefilm
14.56 Ultra
Documentari
15.12 Monk Telefilm
16.03 Il cavaliere
oscuro Film
18.36 Packed To The
Rafters Telefilm
19.29 Rescue Special
Operations TF
20.18 Camelot
Telefilm
21.15 Miami Medical
Telefilm
22.45 Ultra
Documentari
23.09 Dr. House -
Medical divi-
sion Telefilm
13.09 Whatever Lola
Wants Film
15.08 Being Erica
Telefilm
16.49 Le cose che
amo di te TF
17.18 Sea Of Dreams
Film
19.02 Le cose che
amo di te
Telefilm
19.31 Close To Home
II - Giustizia
ad ogni costo
Telefilm
21.15 The Vampire
diaries Telefilm
22.52 Single By
Contract Film
0.40 United States
Of Tara Telefilm
13.40 Moonlight TF
14.30 Una famiglia
del 3 tipo
Telefilm
15.55 Smallville
Telefilm
16.45 Mike & Molly
Telefilm
17.30 Studio 60 on
the Sunset
Strip Telefilm
18.20 R.I.S. Roma 2
Delitti imper-
fetti Telefilm
20.20 Mike & Molly
Telefilm
21.15 Haven Telefilm
22.05 Warehouse 13
Telefilm
22.55 Knight Rider
Telefilm
P. CALCIO P. CINEMA S. UNIVERSAL
Joy+1, Mya+1,Steel+1 ripetono la programmazione Joi, Mya, e Steel posticipati di unora
6.00 Tg 5 Prima pagina
7.55 Traffico
7.57 Meteo 5
8.00 Tg 5 Mattina
8.40 La telefonata di Belpie-
tro
8.50 Mattino Cinque
11.00 ForumAttualit
13.00 Tg 5. Meteo 5
13.40 Beautiful Soap Opera
14.10 CentoVetrineSoap
Opera
14.45 Uomini e donneTalk-
show Come apparire in
televisione per parlare
di s e cercare lanima
gemella
16.15 Amici Reality show
16.55 Pomeriggio cinque
18.50 Avanti un altroQuiz
20.00 Tg 5. Meteo 5
20.30 Striscia la notizia
G
li sgommati, dal
luned al venerd
su SkyUno, una
striscia veloce di pura sa-
tira politico-sociale che
si va via via affinando e
rafforzando. Satira fatta
da pupazzoni che rappre-
sentano personaggi poli-
tici italiani e stranieri,
Papa compreso. E chi di-
ceva che con questo nuo-
vo governo ci sarebbe
stato ben poco da sati-
reggiare, pu andare sul
web, dove puntualmente
ogni puntata caricata,
e verificare. Durante tut-
to il tira e molla e i boa-
tos sullIci, a esempio,
avete notato che non si
pi parlato della tassa-
zione dei beni immobili
della Chiesa? Una cosa
che molti cittadini riten-
gono sacrosanta, ma che
ogni governo, ancorch
alla canna del gas, tra-
scura? Ebbene gli
Sgommati hanno insi-
stito con caparbiet, sug-
gerendo di denunciare la
propria casa come fosse
una parrocchia, se co-
me chiesa sei accatasta-
to, almeno lIci te lo sei ri-
sparmiato. Daltronde,
c il Papa in persona
che fulmina Monti a ogni
suo pur flebile tentativo
di autonomia. E Bersani
in bianco e nero? Descri-
ve bene linanit di que-
sta sinistra che Dante
metterebbe allinferno,
tra gli ignavi, a Dio spia-
centi ed a nemici sui.
Continua a ripetere, Ber-
sani: Si deve dimette-
re. Ma chi? Boh. Ei poli-
tici vampiri? E quelli che
fanno la Settimana Enig-
mistica (Casini) o la ma-
glia (Bindi) in Parlamen-
to? Una bella banda, se li
vedevaDante.
TV&TV
ALESSANDRA
COMAZZI
.
MARTED 6DICEMBRE 2011 Spettacoli 45
LA STAMPA

MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA46
Speciale
LASTAMPA
MARTED 6 DICEMBRE 2011
IAPAGINA52 IALLE PAGINE 48E 49
MAX CASSANI
La danza della neve non ha an-
cora portato i risultati attesi
ma non il caso di disperare.
vero, non certo un avvio di
stagione coi fiocchi quello che
si apre ufficialmente domani
per il tradizionale battesimo
delle piste per il ponte dellIm-
macolata. Ma anche vero
che linverno solo agli inizi.
Qualche spruzzata sulle cime
al confine con Francia e Sviz-
zera prevista gi in questi
giorni e un fronte di aria fred-
da in arrivo dallAtlantico ha
gi abbassato le temperature
in modo da poter almeno favo-
rire linnevamento artificiale.
In attesa delle grandi nevica-
te, si spera, prima di Natale: il
che sarebbe una manna per
tutto il settore, gi in sofferen-
za per via della congiuntura
non certo favorevole.
Se la crisi ha frenato i con-
sumi, non ha certo scalfito la
voglia di sciare. Di necessit
virt: cambia solo il modo di vi-
vere la neve. Questanno cre-
sceranno i weekend lunghi e si
scioglie un po la settimana
bianca, si cercher sempre pi
lofferta last-minute su Inter-
net anzich affidarsi allagen-
zia di viaggio per la classica va-
canza da catalogo in alta sta-
gione. A proposito: le occasio-
ni migliori fioccano proprio
adesso, prima di Natale: dalle
Dolomiti allAdamello al Mon-
te Rosa, sono molte le localit
che propongono skipass gra-
tuito col soggiorno o che rega-
lano un giorno di vacanza. Op-
pure che offrono vantaggi per
le famiglie con bambini. Dun-
que, carpe nivem!
Questinverno sar la sta-
gione della consacrazione del
freeride e del freestyle, con i lo-
ro attrezzi versatili - pi larghi
e con le punte davanti e dietro
- pensati per scivolare in pista
ma anche galleggiare in neve
fresca e fare acrobazie negli
snowpark. Ma sar soprattut-
to lanno dello slow ski, del
fondo, delle escursioni a piedi
o con le ciaspole nei boschi.
Dallo Stelvio allEtna c sem-
pre pi voglia di contatto con
la natura, di ski safari, di va-
canze sostenibili lontani dallo
stress, dalla folla, dallinquina-
mento delle citt.
Anche gli impianti sono
sempre pi comodi e veloci:
Cervinia ha una funivia pano-
ramica nuova di zecca, che
porta su in cima al Plateau Ro-
sa; telecabine nuove anche a
Campiglio (ora collegata a Pin-
zolo) e a Gressoney (la Stafal-
Gabiet); impianti rinnovati
dalle Montagne Olimpiche al
Dolomiti Superski, il compren-
sorio sciistico pi vasto del
mondo, dove da qualche anno
si scia con gusto. qui infat-
ti, fra Trentino, Alto Adige e
Veneto, che si trova la pi alta
concentrazione di rifugi gour-
met di tutte le Alpi, dove poter
gustare con gli scarponi ai pie-
di piatti doc cucinati espressi
dagli chef stellati altoatesini.
Gi, sciare un piacere.
Se non c anche gusto, che
piacere ?
SPECIALESCI
A TAVOLA
Chef stellati
in alta quota
per una sosta
di qualit
Voglia
di neve
S
ciare passione: ho sci
e scarponi ai piedi da
quando avevo tre anni,
la neve la mia droga. Non
solo questione di arrivare pri-
ma, essere pi forte: contat-
toconlamontagna, immersio-
ne nella natura, ma anche co-
noscenzadei propri limiti, una
sfida continua per migliorare
e riuscire ad
avere il con-
trollodellapro-
priapotenza.
Il bello del-
lo sci si prova
quando ci si
sente sicuri:
perquestocon-
siglio una preparazione atleti-
ca e il rispetto delle regole per
divertirsi. Quando si impara
ad avere confidenza con la ne-
ve, ecco, quello il momento
incui lasciarsi andare, assapo-
rare il piacere di una discesa e
godere di ci che ci circonda.
Se lo si prende conla giusta fi-
losofia, lo sci pu dare moltis-
sime emozioni: se non sei in
gara, perch perdersi il piace-
re di sentirela neve sotto le la-
mine per arrivare in fondo pi
velocemente? Io sono stato
fortunatoa crescere inuna lo-
calit montana, abito a Gais,
vicino a Brunico, le piste sono
una seconda casa. Sono vici-
nissimo al comprensorio di
Monte Spicco, e appena sono
liberoscioinlibertaSpeikbo-
den. C chi pu approfittare
solo del weekend o della setti-
manabiancaper sciare, e que-
ste occasioni sono un toccasa-
na per la vita quotidiana. Il
mioconsiglio?Nonstrafate, ri-
scoprite il gusto di uno sci
slow, magari con qualche
escursionefuori pista, godete-
vi i panorami, abbiamo la for-
tuna di avere le montagne pi
belledel mondo.
Certo, lo sci la mia vita:
lobiettivo salire sul podio.
Ma quello che mi fa andare
avanti affrontare tutto con il
sorriso, anche se non facile,
se la delusione pu essere die-
tro langolo. Le vittorie di que-
stanno sono state una grande
soddisfazione, mi hanno mes-
so sotto le luci della ribalta e
mi hanno aperto grandi possi-
bilit. Ora voglio dare il massi-
mo e per farlo ho bisogno di
provare le emozioni di quando
ho iniziato. Per me questo
vincere.
Innerhofer il vincitore di
tre medaglie ai Mondiali di
Garmisch: oro in superG,
argento in supercombinata
e bronzo in libera
IN PISTA
Dal Piemonte
alle Dolomiti
le proposte
per linverno
Fotografia di
GiacomoBuzio
cacciaallofferta
Leoccasioni migliori
sonoadesso: soggiorni
scontati eskipassinclusi
Freestyle, escursioni, ski tour, buona cucina: ecco
le tendenze dellinverno2012. Inattesadei fiocchi
LINTERVENTO
RISCOPRITE
IL GUSTO
DELLE DISCESE
SLOW
CHRISTOF INNERHOFER
TOTALE SPORTIVI
DELLA NEVE
IN ITALIA
3,5 milioni
OLTRE
I PRATICANTI DELLO
SCI DA DISCESA
-3,4%
SU 2010/11
2 milioni
Fonte: Skipass Panormana
Turismo
GLI SNOWBOARDER
-1,7%
580 mila
I FREESTYLER
+11,7%
105 mila
GLI SCIALPINISTI
+9,1%
36 mila
QUELLI CHE VANNO
CON LE CIASPOLE
+27%
410 mila
PRATICANTI
ALTRE DISCIPLINE
+18,5%
100 mila
I FONDISTI
+4,8%
325 mila
47
V
a
l
l
e
d

A
o
s
t
a
P
i
e
m
o
n
t
e
AMEDEO MACAGNO
Sci in spalla, si comincia. Anzi, in
Piemonte, a Ghigo di Praly sopra
Pinerolo, alcune piste a quota
2000 metri hanno gi aperto.
Ora, con il ponte dellImmacola-
ta, tocca alle pi rinomate localit
della Regione. Linizio con riser-
va soprattutto per ci che riguar-
da il numero degli impianti di risa-
lita e i chilometri di piste a dispo-
sizione. Unincertezza comune
anche agli altri comprensori, per
lo pi legata alla poca neve (sia
naturale sia artificiale) che in que-
sto inizio di stagione scarseggia
ovunque. Comunque le novit
messe sul piatto dello sci piemon-
tese 2011/2012 sono parecchie.
VIALATTEA
Il comprensorio della Via Lattea,
ben 400 chilometri di piste tra Se-
striere, Sauze d'Oulx, Cesana-
SanSicario, Claviere-Monti della
Luna e la francese Montgnevre,
prosegue nel processo di riorga-
nizzazione dei propri impianti.
Dopo il restyling dell'anno scorso
nel vallone del Rio Nero, stata
completamente ridisegnata
larea tra Clotes e Sportinia dove
sono stati allargati alcuni traccia-
ti tra cui la mitica Gran Pista,
mentre due moderne seggiovie
sono state smontate e riposizionate
su diversi percorsi. La seggiovia
Nuova Triplex, conosciuta come
Findus (a causa del vento freddo
che soffiava lungo il tragitto), non
parte pi da Piandella Rocca, ma da
Sportiniaeportagli sciatori alleRoc-
ce Nere. Un'altra novit riguarda la
seggiovia Pian della Rocca da Cima
Clotes per arrivare al Lago Nero di
fronte all'omonimo chalet disegnato
nel 1946/47 dal noto architetto tori-
nese Carlo Mollino. Invariati i prezzi
degli skipass rispetto allo scorso an-
no: giornaliero festivo a 34 euro. Nel
ponte dellImmacolata si possono
utilizzare 15 impianti su 72 conscon-
toskipass (www.vialattea.it).
BARDONECCHIA
Nella vicina Bardonecchia (ski pass
festivo 34 euro) il comprensorio del
Colomionancorachiusoper scarsa
neve. Si scia sulle piste alte dello Jaf-
freau. Oltre ad alcune novit legate
allo snowboard con un nuovo easy
park al Melezet e riservato a chi si
vuole avvicinare per la prima volta
alla tavola da neve, sono state allar-
gate le piste Chapelle e Sole (www.
bardonecchiaski.com).
LIMONE
ALimonePiemonte, laparolad'ordi-
ne quest'anno sciare risparmian-
do. La Lift spa, che gestisce gli im-
pianti, ha tenuto i prezzi degli ski
pass con le tariffe della passata sta-
gione e ha pure aumentato le agevo-
lazioni per famiglie, universitari esci
club (ski pass giornaliero festivo 33
euro). Rinnovato completamente il
rifugio Morel, alla fine dell'omonimo
impianto che con gli altri 16, tra seg-
giovie e skilift, fa di questo compren-
sorio del cuneese uno dei pi grandi
del Piemonte (www.riservabianca.
it). Mani libere ai tornelli degli im-
pianti e skipass invariati (giornalie-
ro festivo 31 euro) anche al Mon-
dolski, il comprensorio che unisce
Frabosa Soprana, Prato Nevoso e
Artesina: 9 seggiovie, 14 skilift e otto
tapis roulant per scorrazzare su cir-
ca130kmdi piste(www.mondole.it).
LE ALTRE STAZIONI
Il Piemonte d'inverno significa an-
che piccole e medie stazioni meno
conosciute dove, neve permetten-
do, possibile trascorrere gradevo-
li giornate sugli sci. Sono Pragelato,
Col del Lys, PianNeiretto, Usseglio,
Ala di Stura, Balme, Chialaberto,
Groscavallo, Crissolo, Pian Mun,
Rucas, Viola, Bellino, Sampeyre,
Argentera, Entraque e Ceresole Re-
ale. Vicino a Biella c' Oropa che of-
fre una funivia e una cabinovia
(www.funivieoropa.it) e a Bielmon-
te operanoben5seggiovie e 3 skilift
(www.oasizegna.com). AMera si sa-
le a quota 1700 e c' uno snow park
per i rider pi pretenziosi (www.
scopello.com). All'estremit dell'Os-
sola, Formazza fa parte del grande
comprensorio Monterosaski (www.
formazzaski.com) mentre al Motta-
rone, tra il lago d'Orta e Maggiore,
le piste sono servite da 7 impianti.
ENRICO MARTINET
C unisola di neve in Valle dAo-
sta che ha dato lavvio alla stagio-
ne e chiama a raccolta gli appas-
sionati in cerca di piste: la Val-
tournenche, ai piedi del Cervino.
L ancora tiene il manto delluni-
ca abbondante nevicata di novem-
bre e fa da traino a una stagione
che partir nelle altre localit nel
lungo ponte dellImmacolata.
Ma le previsioni non lasciano spe-
rare in unapertura totale dei 743
chilometri di piste della pi picco-
la regione italiana.
COLLEGAMENTI OLTRALPE
Uno sconfinamento che offre ver-
santi molto diversi agli sciatori
sia a Cervinia, sia a La Thuile. I
confini superati dagli impianti so-
no con la Svizzera e con la Francia.
Dalla faccia Sud del Cervino a quel-
la Nord di Zermatt attraverso il
ghiacciaio di Plateau Rosa; e dai
pianori alti del Piccolo San Bernar-
do ai soleggiati pendii della savo-
iarda La Rosire. Collegamenti
che promettono anche possibilit
di interrompere lo sci con piatti di
tre gastronomie tipiche. Fra le no-
vit di Cervinia, la nuova panora-
mica funivia da 1450 persone lora
tra Cime Bianche laghi e il Plateau
Rosa.
LACONCASULLACITT
Alle spalle di Aosta, verso Sud, ci
sono i 71 chilometri di piste di Pila.
La stazione della citt che ormai
da anni diventata anche il punto
darrivo degli inglesi. Nellattesa
del freddo che consentirebbe di
sparare con i cannoni, la localit
ha pronti i nuovi impianti (con baci-
no dacqua pi capiente) per linne-
vamento artificiale.
INTORNOAL ROSA
Uno dei pi grandi comprensori
dEuropa fa il giro del massiccio
del Monte Rosa: da Champoluc a
Gressoney, quindi ad Alagna. Esul-
lo spartiacque tra Valle dAosta e
Vercellese c anche la funivia per
gli appassionati del fuoripista, ol-
tre il ghiacciaio dellIndren. A
Champoluc, terra dei sabot, le cal-
zature tipiche in legno, c anche la
possibilit di raggiungere le prime
piste con la funicolare di Saint-Jac-
ques.
DI FRONTE AL RE
Courmayeur e la Val Veny; ancora,
lanello di fondo della Val Ferret.
Tutto di fronte al Monte Bianco.
Se neve non ci sar per lImmacola-
ta, il panorama per assicurato
senza spese perch le funivie offri-
ranno il viaggio in funivia fino al
Plan Chcrouit.
LOSCI NEL PARCO
Il Gran Paradiso e le sue valli: da
Cogne a Valsavarenche e a Rh-
mes-Notre-Dame. Sci per famiglie
in mezzo alla natura, dove non ra-
ro incontrare camosci e stambec-
chi. Cogne poi fra le regine alpine
del fondo. Ai confini del Parco
unaltra possibilit, eliski compre-
so, quella di Valgrisenche.
DOVE BRILLAIL SOLE
Nelle stazioni pi piccole di Crva-
col al Gran San Bernardo, ai confi-
ni con la Svizzera, e di Champor-
cher, dove un metro e 20 di neve in
quota consentir lapertura di Ci-
metta Rossa.
LELOCALIT
LINIZIATIVA
Dal 15 dicembre La Stampa
proporr una novit editoriale
per gli amanti della montagna
intitolata A spasso sulla neve.
Uno splendido volume che
illustra 60 itinerari per i forzati
delle ciaspole arricchito dalle
escursioni in Piemonte e Valle
dAosta. Un gradito regalo per
chi ha il culto degli sport
invernali. Il libro, scritto da
Davide Zangirolami e Umberto
Bado, edito da Priuli &
Verlucca, viene distribuito con
La Stampa a 8.90 euro in pi
nelle edicole del Piemonte e
Valle d'Aosta o su
www.lastampa.it.
Con La Stampa
60 itinerari
per le ciaspole
ViaLattea il comprensorio pigrande: 400 kmdi piste tra Sestriere, Sauze d'Oulx, Cesana-SanSicario eMontgnevre
Le perle delle Alpi
Cervinia e la spettacolare funivia panoramica
ABreuil-Cervinia ripartitala stagione
DISCESEDEPOCAASAUZE
Per i nostalgici, a Sauze dOulx,
lAssociazione attrezzature e sci
d'epoca mette a disposizione
materiale dagli Anni 30agli Anni
60per sciare sulle nevi di oggi. La
sede in cui affittare il materiale
presso il vecchio municipio di via
Assettia. Il sodalizio, di cui fa
parte lex azzurro degli Anni 50
Carlo Schenone, il 18 marzo
organizza anche ungigante con
paletti rigorosamente in legno
sulla pista Clotes a Sauze
(www.comune.sauzedoulx.to.it)
APILAMONDIALINOPERCLUB
Sport individuale che diventa di
squadra? Pila ci prova con il
Memorial Pietro Fosson: due
giganti e un superGper club in
cui vince la formazione di 12
giovani e nonil singolo. Quattro
giorni per un Challenge che si
propone come il Mondiale
giovani per sci club, dal 17 al 20
dicembre. Al via quasi 500 atleti
delle categorie allievi e ragazzi da
tutta Italia e da sette nazioni, tra
cui anche le squadre di Stati
Uniti e Canada.
Discese magiche
dallaViaLattea
alla Riserva Bianca
48
SPECIALE LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
R
T
r
e
n
t
i
n
o
-
A
l
t
o
A
d
i
g
e
L
o
m
b
a
r
d
i
a
MAX CASSANI
La stagione della Valtellina parte
conpochi fiocchi e piste ridotte, ma
con la marcia giusta. Per raggiun-
gerla c sempre lincubo-code del-
laStatale maquestanno laviabilit
dovrebbe essere migliorata grazie
ad alcune modifiche. La scelta, per
sciatori e rider, come sempre am-
pia. In media valle, Aprica e Chiesa
in Valmalenco, pi in alto Livigno,
Bormioe Santa CaterinaValfurva.
ALTAVALTELLINA
Se si va a sciare prima di Natale si
pu approfittare della collaudata of-
ferta Skipass Free, valida a Bor-
mio, Livigno e Santa Caterina: chi
prenota per pi notti nelle struttu-
re convenzionate ha lo skipass in
omaggio per altrettanti giorni. In-
somma, si scia gratis, e di questi
tempi non poco. Se poi non si ha
voglia di infilarsi gli sci da discesa,
ci si sono valide alternative. ALivi-
gno (per ora aperta solo larea del
Mottolino) va forte il fondo, con 30
kmdi tracciati, e lo snowboard, con
unosnowparkda urloal Mottolino.
A Santa Caterina, racchette da
neve ai piedi, si percorrono i sentie-
ri allinterno del Parco naturale del-
lo Stelvio. ABormio, se fuori c bu-
fera, tanto vale lasciare gli sci in ri-
postiglio e tuffarsi nelle acque ter-
mali: con lofferta Bormio Pass
Sci e Terme, da gennaio si posso-
no acquistare carnet da 4 a 8 in-
gressi per decidere allultimo se
scegliere la neve delle piste o i vapo-
ri delle terme.
VALCHIAVENNA
Lofferta Free Ski vale anche a
Madesimo e Campodolcino, dov
apertasolo lapista Vanoni ma ci so-
no pacchetti famiglia e proposte di
soggiorno in hotel o residence da 4
a7notti conskipass incluso.
VALMALENCO
Tante promozioni e appuntamenti
anchea Chiesa, dove il weekenddel
16-17 dicembre si celebra il Free-
style day e il 21-22 gennaio lo
Snow Day: un giorno in mezza
pensione e due giorni di skipass a
110 euro. Il park del Pal sar tea-
trodi diversi eventi per rider.
ADAMELLO
Qui la stagione ha preso il via in an-
ticipo, sul ghiacciaio del Presena.
Impianti aperti anche al Tonale,
non cos a Pontedilegno. Lultima
novit tecnologica: il sito del com-
prensorio (www.adamelloski.com)
ora scaricabile anche dallo smar-
tphone. Un occhio al telefono e si
scopre in tempo reale la situazione
neve e piste.
BOBBIO-VALTORTA
Apertura rinviata inattesa dellane-
ve. La novit riguarda gli impianti
di risalita: forte dellandamento po-
sitivo della scorsa stagione (+15%
di presenze nellinverno 2010/11, un
dato in controtendenza), la stazio-
ne lecchese ha aumentato la porta-
ta oraria della nuova seggiovia Val-
torta-Piani di Bobbio e quella della
cabinovia che parte da Barzio. Con-
siderato che la stazione pi vicina
a Milano ed presa dassalto nei
weekend, ce nerabisogno.
Per chi ha figli minori di 13 anni,
la giornata giusta per portarli a
sciare nelle stazioni della Lombar-
dia domenica 18 dicembre: per l
OpenDay bambini e ragazzi pren-
donolezioni di sci due ore gratis.
preparanoil debutto
COPPADEL MONDO
DANIELA COTTO
Chilometri di piste, impianti mo-
derni, grande attenzione allacco-
glienza: se la vostra passione la
neve, scegliete a colpo sicuro e
andate a Est. Il sogno di ogni scia-
tore corre sui pendii delle tante
localit sparse fra Veneto, Trenti-
no e Alto Adige: ecco le proposte
di alcune fra le pi note.
ALTABADIA
Tra le prime a lanciare la sfida in-
vernale c lAlta Badia anche se,
a causa della scarsa neve caduta
finora, sono aperti cinque chilo-
metri di pista su 130. pronta la
Santa Croce e lapertura di Col
Alto prevista per domani (www.
altabadia.org). Sulla Gran Risa
c grande lavoro per la coppa del
Mondo, ma per ora non percor-
ribile per i turisti. Da provare, la
Bamby 2 sul Piz La Ila, tracciato
di allenamento delle squadre in-
ternazionali. Per chi ha gi gli sci
ai piedi c la proposta Dolomiti
Superski Premiere 2011/12, vali-
da fino al 23 dicembre: prevede 4
pernottamenti, 4 giorni di ski-
pass, 4 giorni di noleggio sci, e 4
lezioni di sci, il tutto al prezzo di
3. La stagione prosegue fino al 15
aprile. In Badia si va a colpo sicu-
ro: Corvara, Colfosco, San Cassia-
no e La Villa sono localit con uno
dei comprensori pi rinomati in
Italia e nel mondo, oltre 130 km di
piste servite da pi di 200 impianti
di risalita. Per lo skipass in presta-
gione si parte dai 38 euro.
VAL GARDENA
Se amate latmosfera pi tedesca
dellAlto Adige, la Val Gardena fa
per voi. Il collegamento con il pi
grande carosello sciistico del mon-
do, il Dolomiti Superski, e la vicina
Alpe di Siusi sono un eldorado per
gli appassionati degli sport inver-
nali. Attraverso lo skipass Dolomi-
ti Superski gli impianti di risalita
sono fruibili con 500 km di piste
collegate con le altre zone intorno
al Sella Ronda e un totale di 1220
km di piste in 12 zone. Piste pi o
meno ripide, semplici o impegnati-
ve e romantici ritrovi in malga. Gli
impianti sono gi in funzione; ri-
marranno aperti fino al 15 aprile
2012. Per il soggiorno scegliete Or-
tisei, Santa Cristina e Selva e, se
amate cambiare posto ogni sera
per la cena, prenotate un Garni: vi
offriranno bed and breakfast e al
mattino uscirete da casa con gli sci
ai piedi. La Val Gardena il posto
ideale per un soggorno allinsegna
del wellness. Limmenso parco gio-
chi che la natura ha studiato, la
felicit dei bambini e la tranquillit
delle mamme. E non solo: se i vo-
stri figli devono imparare a sciare,
questo il posto giusto.
CORTINA
Per chi ama la mondanit Cortina
dAmpezzo lideale. La Perla del-
le Dolomiti una meta turistica
internazionale dalla bellezza moz-
zafiato. Ben 110 chilometri di piste
da discesa e 60 da fondo offrono
sport e divertimento. Cortina, co-
ronata da splendide vette come le
Tofane e il Cristallo, oltre ad esse-
re la capitale delle vacanze, an-
che luogo di tradizioni e di cultura
che offre mostre d'arte e incontri
letterari. Molte le promozioni per
gli sciatori: dalliniziativa di pre
stagione (valida entro Natale) che
prevede quattro giorni al prezzo di
tre alle offerte per i pi piccoli (ski-
pass gratis fino a otto anni). Il prez-
zo dello skipass per un adulto par-
te da 35 euro in pre-stagione.
MADONNADI CAMPIGLIO
Paese discreto ed elegante adagia-
to a 1550 metri di quota nella bellis-
sima conca tra il gruppo delle Dolo-
miti di Brenta ed i ghiacciai del-
lAdamello e della Presanella, la
numero uno tra le stazioni sciisti-
che italiane. La novit la nuova te-
lecabina che collega Pinzolo a Ma-
donna di Campiglio attraverso Pu-
za dai F-Plaza-Colarin-Patascoss,
rendendo lintera skiarea Campi-
glio, Pinzolo, Folgarida-Marilleva
utilizzabile sci ai piedi con lo ski-
pass Superskirama. Con 150 km di
piste da discesa servite da 62 im-
pianti di risalita uno dei compren-
sori pi ampi dellarco alpino.
Ortisei, Cortina
e Corvara: qui
il record delle piste
lpi
LaValtellinascommette sulle promozioni
Neve e paesaggiomozzafiato: lAltaBadia unterritorioda scoprire nonsoloper losci
La Valgardena non solo meta
turistica ma anche sede di una
delle pi importanti tappe della
coppa del Mondo maschile.
Venerd 16 e sabato 17 dicembre
sulla celebre pista Saslong si
disputeranno un supergigante e
una discesa libera. Il giorno dopo,
atleti allenatori e skimen si
trasferiranno nella vicina Alta
Badia dove saranno di scena le
prove tecniche - sempre maschili -
con il gigante domenica 18
dicembre e lo slalomluned 19. Il
teatro di gara sar sempre la Gran
Risa, luniversit dello sci, dove gli
azzurri cercheranno di difendere i
podi conquistati negli anni scorsi.
Velocit sulla Saslong
Gigante e slalom
sulla GranRisa
LESTELLEALLAPAGANELLA
La skiarea della Paganella torna
protagonista conil Pay Alpine
Rockfest, uno degli eventi di
cartello per i campioni del circo
bianco, pronti a dare spettacolo a
suondi rock il 23 dicembre. Le
stelle, da Bode Miller e Ted
Ligety, da Aksel Lund Svindal a
Davide Simoncelli e Christof
Innerhofer, saranno impegnate
suuno spettacolare tracciato di
gigante per contendersi i 60mila
euro di montepremi messi in
palio per il vincitore.
LASGAMBEDARADDOPPIA
Uno degli appuntamenti pi
attesi dagli amanti del fondo la
Sgambeda, in pista dal 14 al 18
dicembre a Livigno. Oltre mille
fondisti da tutto il mondo si
sfidano sui tracciati di 42 e 21
chilometri. Questanno la gara
classica si arricchisce di una
prova sprint che dar il via allo
spettacolo. Per loccasione c un
pacchetto-soggiorno di 3 notti
che comprende iscrizione,
assistenza tecnica e altri servizi
da 170 euro. Info: lasgambeda.it
MARTED 6DICEMBRE 2011 49
SPECIALE LA STAMPA

Intervista
,,
Interfonoe videoanalisi
cos oggi insegno
afare lacurvaperfetta
DANIELACOTTO
Q
uando vinceva in coppa del
Mondo era il Maestro e i suoi
slalom dolce sinfonia sulla ne-
ve. La neve rimasta e lui diventa-
to professore: non pi tra i pali in
coppa del Mondo ma sui pendii di
Saint Moritz, Livigno, Madonna di
Campiglio, Deux Alpes. Giorgio
Rocca ora insegna stile nella sua
scuola, la Giorgio Rocca sky Aca-
demy (www.grskiacademy.com).
Come si trova nei panni per lei in-
soliti dellinsegnante?
unattivit che mi diverte mol-
to perch i corsi che organizzo
prevedono una full immersion su-
gli sci e questo mi consente di tra-
scorrere molto tempo con i miei
allievi. Bambini o adulti che siano.
Le lezioni tenute dal mio staff du-
rano sei giorni, in tre garantita
la mia presenza. Dipende molto
dalle richieste, ci adeguiamo alle
esigenze del cliente.
La filosofia del suo insegnamen-
to?
Io non ho mai smesso di lavorare
su me stesso. Da quando ho deciso
che sciare sarebbe stato il mio lavo-
ro ho dedicato alla neve tutte le mie
energie. Non c stato un giorno in
cui non abbia pensato alla curva
perfetta. La curva perfetta dentro
ciascuno di noi, bisogna solo sapersi
ascoltare.
E sulla sicurezza che posizione ha?
Nella mia scuola il casco obbligato-
rio. Chi non lo indossa non prende
neppure la seggiovia. Chiedo ai miei
allievi di sciare con intelligenza e
buon senso. Intelligenza significa affi-
nare la capacit di valutare la pista e
i propri limiti, di guardare quanta
gente sta scendendo e capire come
evitare un inciden-
te o un pericolo.
Tecnologieparti-
colari?
Ho sperimentato
Midland, un inter-
fono che il mio
cliente mette nel casco consenten-
domi di comunicare con lui. utilis-
simo, perch posso correggere il
mio allievo mentre scende. A mio av-
viso un metodo che dovrebbero
utilizzare anche gli atleti del circo
bianco. C un terzo di fatica in me-
no per noi maestri e anche per chi
impara pi facile. Io sto sulle code
dei miei allievi e li correggo. Funzio-
na. In pi usiamo la videoanalisi, co-
me quella dei professionisti.
Nuovi progetti?
Stiamo lavorando sulla carta diden-
tit del cliente, un tesserino sul quale
vengono registrati i dati tecnici degli
allievi. Cos lanno successivo, se uno
dovesse preferire Roccaraso a St.Mo-
ritz, potrebbe comunque presentare
la propria scheda e lo staff del posto
conoscerebbe gi le sue caratteristi-
che sportive senza perdere tempo
nella divisione in gruppi e nei test
preliminari.
Lallievo ideale?
Tutte le persone che non hanno ne-
cessit di imparare, ma tanta voglia
di farcela. Rinnovare il loro entusia-
smo per le piste pu essere un motivo
di crescita per lintero settore.
Con i piccoli che atteggiamento
ha?
Nella mia scuola si fa molto sci in
campo libero. I bimbi devono impara-
re divertendosi, a volte si va in neve
fresca e, perch no?, si fanno anche i
pali: ma non deve essere obbligato-
rio. Io ho imparato cos e ho un ricor-
do bellissimo delle giornate trascor-
se sulla neve da pic-
colo. Oggi tutto
troppo esagerato e
spesso purtroppo
ci si dimentica la
parte ludica dello
sport che fonda-
mentale per imparare a cavarsela
sempre.
Rocca, le mancano le gare?
S, soprattutto quando vedo che i
vecchietti sono ancora in grado di
vincere e dare filo da torcere ai giova-
ni, forse non per la tecnica ma per la
tenacia, che quella che manca ai ra-
gazzi. Seguo le prove di coppa ( com-
mentatore televisivo per la tv svizze-
ra, ndr) e posso dirvi che devono an-
cora imparare molto.
MAX CASSANI
Sar che si ha sempre pi voglia di
relax, di staccare la spina. Sar il ri-
chiamo della natura o che di soldi in
tasca non ce ne sono molti: fatto sta
che tra gli sport invernali si regi-
stra unimpennata di tutte le attivi-
t extra sci lontano dalle piste e da-
gli impianti, a contatto con neve im-
macolata, boschi, silenzi.
Se lo sci da discesa perde
qualche praticante (-3,4% secon-
do le previsioni di Skipass Pano-
rama Turismo), crescono lo sci
nordico, lo scialpinismo, le rac-
chette da neve, il nordic walking,
lo slittino. Laltra neve insom-
ma, a costo (quasi) zero.
Tecnica libera o tecnica classica,
atleti o principianti: con il fondo si
scivola lungo i tracciati che si sno-
dano tra boschi e paesaggi da carto-
lina. Il prezzo per accedere alle pi-
ste pop: si aggira sui 5 euro, una ci-
fra che permette di godersi sport e
paesaggi senza svenarsi. Non un
caso che in Italia lo pratichino circa
300 mila persone, un popolo che si
infoltisce inverno dopo inverno
(+4,8%rispetto allanno scorso).
Stesso discorso per i puristi del-
lo scialpinismo, che registra un au-
mento del 9% di appassionati. Le
racchette da neve (comunemente
chiamate ciaspole) hanno invece
fatto registrare un boom: +27,3% di
appassionati. Il motivo di tanto suc-
cesso? Sono economiche, permetto-
no di galleggiare sulla neve e di arri-
vare a esplorare luoghi altrimenti
inaccessibili a un normale turista.
Crescono le escursioni con le rac-
chette da neve ma anche a piedi su
sentieri segnalati. Se poi ci si procu-
ra un paio di bastoncini telescopici
si entra nel mondo del nordic
walking: la camminata che fa tanto
bene al fisico e conquista sempre
pi appassionati, non solo destate.
Scuole sci, guide alpine e associazio-
ni organizzano corsi per tutti.
Persino il maestro di sci non pu
pi permettersi di insegnare solo lo
stile: devessere anche una guida
che accompagna i turisti sulla neve
dispensando consigli e indicazioni
su come vivere la montagna in tut-
ta sicurezza.
Tranquillit e contatto con la na-
tura ma anche voglia di libert fuori
dalle piste battute: freeride e freesty-
le sono le discipline preferite dai gio-
vani per godersi la neve fresca e di-
vertirsi nei park, i terreni battuti dal-
la trib degli snowboarder (circa 600
mila in Italia).
La nouvelle vague della neve con-
ta anche una schiera di bambini cre-
sciuti che si divertono come matti a
scendere con lo slittino. Ma attenzio-
ne: in Alto Adige un gioco preso
molto sul serio. Qui si concentra in-
fatti la maggior parte delle piste (140
su circa 150 in tutta Italia) dove si lan-
ciano circa 70-80 mila persone a sta-
gione. Eproprio allombra delle Dolo-
miti nata di recente lassociazione
Slittino Sicuro, per diffondere e tute-
lare la sicurezza di questa disciplina
che appassiona ragazzi e adulti.
Sempre di slitta si tratta se si
parla di sleddog, unaltra attivit
che tira sempre pi, anche se in
questo caso i veri protagonisti sono
i cani che trainano. Ma le motivazio-
ni per chi lo pratica sopra sono sem-
pre quelle: contatto con la natura e
voglia di avventura.
INPISTA
Fondo, ciaspole, slittino
Il boomdellaltraneve
Fondo
Atecnicaliberaoclassica, i percorsi si snodanoin
paesaggi dacartolina, traboschi evallateimmacolate
Crescono anche lo scialpinismo e lo snowboard tra i giovanissimi
Snowboard
Unaspecialitma anche unostile di vita. Per la tribdei rider, la tavola la
massimaespressione di libert, nei park oinneve fresca (foto: Trentino)
LE RAGIONI DEL SUCCESSO
Costano poco e consentono
unimmersione totale
nella natura lontano dal caos
Ciaspole
Conleracchette da neve si galleggia sullaneve esi
possonoraggiungereluoghi altrimenti inesplorabili
Rocca ha aperto una Ski Academy: Fondamentale divertirsi
GiorgioRocca, 36anni, havintouna coppadel mondoinslalom
LEXSTELLAAZZURRA
Le gare mi mancano
vedo tanti vecchietti vincere
Ai giovani manca tenacia
50
SPECIALE LA STAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA51
DANIELA COTTO
Pioggia, neve e ghiaccio. Din-
verno prima di mettersi in
viaggio bisogna attrezzarsi,
non solo per raggiungere le pi-
ste da sci. E sono le gomme
lelemento pi delicato. Se
una precauzione utile pu es-
sere portarsi al seguito le ca-
tene, la soluzione ideale, gi
con temperature inferiori ai 7
gradi, resta montare un treno
di quattro gomme invernali
(che destate vanno natural-
mente sostituite).
Il loro costo in linea con
quello dei normali pneumatici,
in pi offrono grandi vantaggi
e aumentano la sicurezza sulle
strade. Presentano una mesco-
la termoattiva, in grado di ri-
manere morbida, e quindi di
fornire grip anche alle basse
temperature. Inoltre la carat-
teristica conformazione del
battistrada a lamelle garanti-
sce aderenza e trazione a ter-
ra. I pneumatici invernali (o le
catene) vengono prescritti per
legge sui territori di molti co-
muni e regioni che emanano
ordinanze specifiche.
Come orientarsi nellacqui-
sto? Tutti i principali produt-
tori di gomme offrono soluzio-
ni di ogni tipo. Pirelli, Miche-
lin, Bridgestone, Goodyear,
Dunlop, Continental e Yokoha-
ma sono le case specializzate
in un settore che registra
unaccresciuta attenzione da
parte degli automobilisti. Non
quindi un caso che di gomme
e sicurezza si parli anche nelle
rassegne degli sport invernali.
Skipass, lappuntamento prin-
cipale che si svolge a Modena,
ha visto a questo proposito un
evento di Yokohama per la
presentazione delle novit per
vetture e Suv. La casa giappo-
nese ha ampliato la gamma
per ogni tipo di utilizzo, com-
presi i modelli sportivi ad alte
prestazioni. Il Winter Drive
V902, ad esempio, sviluppa-
to per un uso quotidiano e per
velocit fino a 240 km lora. E,
per esigenze ancora pi estre-
me, c IceGuard IG30, un mo-
dello con mescola nordica.
MAX CASSANI
Una volta era il panino in seg-
giovia e via. Oggi sulle piste
ci si tratta bene e se pranzo
devessere, che almeno sia
gustoso. La nuova frontiera
lo sci goloso: si scia abbi-
nando i piaceri della tavola,
ormai arrivati anche in cima
ai monti.
ALTOADIGE
LOscar del gusto in quota
spetta allAlta Badia, che
ogni anno sforna nuove stelle
ai fornelli e diverse iniziati-
ve. Una di questa Sciare
con gusto, nomen omen: per
tutto linverno in 11 rifugi sul-
le piste si potr gustare a
prezzi pop un piatto cucinato
da uno chef stellato di fama
internazionale (quelli locali
si chiamano DoloMitici). In-
somma, c di che leccarsi i
baffi, specie se si ha la possi-
bilit di sciare qui durante la
settimana enogastronomica
della Chefs Cup, dal 22 al 27
gennaio, quando i migliori
chef del mondo si danno ap-
puntamento tra ski safari e
corsi di cucina.
Si brinda invece in quota
con i migliori vini altoatesini
in occasione del d dlvin,
un wine-safari sugli sci in
scena il 18 marzo, ancora sul-
le nevi della Badia. Scollinan-
do in Val Gardena il profu-
mo di frittura mista a guidar-
ci sulle piste: sembra di esse-
re al mare ma siamo sotto il
Sassolungo, al Rifugio Comi-
ci, rinomato per avere il pe-
sce pi fresco delle Alpi.
TRENTINO
A San Martino di Castrozza
si celebra il Carosello delle
Malghe: tra una discesa e
laltra si fa tappa nei rifugi pi
gourmand (Malga Tognola,
Frattazza, Ces) dove gustare
tosla fritta (un formaggio tipi-
co) e altri piatti locali.
Anche la Val di Fassa offre
molti spunti gustosi. Uno tra
tutti: la Baita Paradiso, al pas-
so San Pellegrino, nella Ski
area Trevalli: da questinver-
no si possono organizzare gri-
gliate sulla terrazza, come se
fosse Ferragosto.
A Madonna di Campiglio
uno dei posti pi gettonati per
pranzo e cena la Cascina Ze-
ledria, che si raggiunge con gli
sci: in tavola, largo polenta,
funghi, gnocchi e canederli.
VENETO
Sulle piste di Cortina le ener-
gie si recuperano al Rifugio Po-
medes, zona Tofana, con il
piatto dello sciatore a base
di patate allampezzana e spe-
ck; per chi ama la classica po-
lenta coi funghi, gli indirizzi
giusti sono il Duca dAosta o la
Capanna Tondi, dove si preno-
tano anche cene accompagna-
ti dai gatti delle nevi.
LOMBARDIA
In Valtellina lo sanno bene gli
habitu dello Chalet La Rocca
a Bormio e del Sunny Valley a
Santa Caterina Valfurva. Qui
aprs-ski e cene in quota so-
no unistituzione: pizzocche-
ri, scitt e carne alla griglia
prima di lanciarsi nelle dan-
ze e poi scendere a valle sugli
sci Basta non esagerare coi
grappini.
PIEMONTE
Una gustosa novit anche nel-
la Via Lattea. Dopo oltre 60 an-
ni di abbandono, da questan-
no sar possibile rifrequenta-
re lo chalet del Lago Nero (a
Sauze dOulx, quota 2315) fir-
mato nel 1946/47 dallarchitet-
to Carlo Mollino e ora trasfor-
mato in bar-ristorante dov
possibile cenare a lune di can-
dela dopo una bella sciata.
VALLE DAOSTA
Stessi ingredienti ma ricetta
diversa a Lo Riondet sulle pi-
ste di La Thuile, in Valle dAo-
sta: qui carbonade, lardo di Ar-
nad e polenta con fontina con-
discono per bene la giornata
sugli sci. Al cospetto del Mon-
te Bianco vale una sosta la Bai-
ta La Grolla, sulle piste della
Val Veny, a Courmayeur.
Allombra del Cervino, inve-
ce, al Tuktu in zona Plain Mai-
son si pasteggia a base di pe-
sce fresco di Santa Margheri-
ta, ostriche e champagne. Eal-
laperitivo c pure la musica.
Con le gomme da neve
per viaggi senza rischi
SICUREZZA
Test drive
Sullaneve
conlegomme
termiche
TEMPOLIBERO
DoloMitici
Norbert
Niederkofler
ealtri chef
stellati
dellAlta
Badia.
Per tutto
linvernoin11
rifugi della
vallesi pu
gustareun
piattosuper
Rifugi gourmet
quandoasciare
c pigusto
La buona cucina sale in vetta: gli indirizzi doc
ALTISSIMO, FRESCHISSIMO
ACervinia e in Val
Gardena si pu gustare
pesce doc a 2000 metri
Chalet
Mollino
Riaprequesto
rifugio
dautore
trasformatoin
bar-ristorante
a2300metri
inmezzo
allepiste
della
viaLattea
PRIMACOLAZIONEINQUOTA
Per chi la mattina si sveglia
col canto del gallo e non
vuole perdersi la prima
funivia c una bella
iniziativa, targata Alta
Badia: la Colazione in
vetta organizzata il marted
e il gioved dal Rifugio Col
Alt di Corvara (28 euro, info:
rifugiocolalt.it). Sveglia
allalba quando gli impianti
di risalita dormono ancora,
salita a quota 2000 col gatto
delle nevi, super colazione
energetica a base di
formaggi, marmellate dei
masi locali, miele, pane,
speck, uova, e poi, alle prime
luci del giorno, gi sulle piste
ancora immacolate. Eil
pomeriggio c l aprs-ski
con ostriche e bollicine docg.
52
SPECIALE LA STAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA53
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA54
MASSIMILIANO NEROZZI
TORINO
Da buon pap, il signor Stefa-
no Marchisio era lunico ad
aver previsto tutto: A Clau-
dio lo dicevo, da questestate:
nelle gambe hai almeno dieci
gol. E lui non ci credeva: Ma
figurati. Domenica arriva-
to a sei, in dodici partite: Pro-
prio prima del Cesena gli ave-
vo mandato un messaggio per
ricordargli la scommessa.
Cio che avrebbe fatto almeno
dieci reti. Mica spacconata,
al massimo affettuosa fiducia,
se a casa lhanno sempre tenu-
to con i piedi imbullonati a ter-
ra. Con la maglia della Juve ad-
dosso gi a sette anni, poteva
essere facile montarsi la testa:
Bimbo, occhio alla tara, mi di-
ceva sempre mio nonno - conti-
nua Stefano Marchisio - e chis-
s quante volte lho ripetuto a
Claudio. Significa che molte
volte la tara delle cose molto
di pi del peso netto: lho capi-
to dopo, in questera moderna
dove c molta apparenza e po-
ca sostanza. Laltra verit
che anche questione di fortu-
na, trovarsi al posto giusto, e
che le cose possono sempre
cambiare.
Se per misceli talento e la-
voro, la pozione pu far davve-
ro magie. Prendete quel gol
mancino al Cesena: lha prepa-
rato 21 anni fa. Pur a livello
amatoriale, io giocavo solo di
destro. Cos la prima cosa che
insegnai a Claudio, che aveva
quattro anni, fu di calciare con
tutte e due i piedi: mi doveva
passare la palla girando attor-
no, solo che lo facevo correre
nelle due direzioni, cos era co-
stretto a usare il sinistro. E
pazienza se la prima accade-
mia non funzion: A Cambia-
no, dove abitavamo: lo faceva-
no giocare a palla avvelenata.
Non ci and pi. La porta
dingresso fu la Sisport: Lo
iscrissi l, perch a sette anni
aveva un po le idee confuse:
gli piaceva il calcio, lo sci, lat-
letica, e nel mezzofondo anda-
va forte. Se lo rap il pallone:
Tre allenamenti e gli osserva-
tori della Juve se lo presero.
Da l, la vita si srotola tra cam-
petti di periferia, viaggi in auto,
sacrifici. Senza tante illusioni:
In serie Acerano circa 150 gio-
catori italiani - mi dissi - di dieci
annate, pi o meno: fanno nep-
pure uno a regione. Il destino
vir con Lippi e Capello: Co-
minciarono a chiamarlo per gli
allenamenti della prima squa-
dra, a sedici anni. Bivio: Con
Claudio avevamo insistito per lo
studio, cos si era iscritto allisti-
tuto per geometri. Per gli alle-
namenti erano al mattino: deci-
demmo di tentare con il pallo-
ne. Il che non significa dimenti-
care i libri per sempre: Pi
avanti avr tempo, spero. Da so-
lo s studiato linglese, lo vedo
in tv quando parla congli arbitri
nelle partite internazionali. Se
la cava bene. Del resto, anchio
ho dovuto iniziare a lavorare
presto, poi ho preso il diploma
alle serali, e sono quasi arrivato
alla laurea in Scienze politiche,
lavorando. Tre esami: mia mo-
glie, Anna, me lo rimprovera an-
cora. Da come addenta le parti-
te, un po di carattere deve aver-
lo ereditato: un bastian con-
trario, e ostinato, come me. In-
dizi erano spuntati anche pri-
ma: Atredici anni, a Viareggio,
part dalla nostra tre quarti, sal-
t due giocatori, uno-due conDe
Ceglie, altri due dribbling, gol.
Tutto il pubblico della Fiorenti-
na ad applaudire. Stefano me-
no esagitato: Lultr di fami-
glia la mamma. Anche se una
volta pure il pap sarrabbi:
Avr avuto otto anni e un alle-
natore gridava: spaccategli le
gambe. Dissi: Prima insegni ai
suoi bimbi a giocare, tirano tutti
di puntone. Il gol fu il mestie-
re fino a quindici anni: Giocava
attaccante, o numero dieci. Fu-
rono Gentile e Schincaglia a far-
ne un centrocampista: gli disse-
ro che non poteva superare la
met campo. Allinizio non era
contento. Ma poi lo fu, molto.
Manca solo il debutto nellare-
na: Alla prima a San Siro o a
Napoli avevo paura dellimpatto
con il pubblico, ma lo vidi fred-
do. Forse la fortuna stata aver
avuto addosso la maglia della Ju-
ve fin da piccolo. Sa quanti insul-
ti s preso? Storia perfetta,
non fosse per il luogo di nascita,
errato: Mi scappa da ridere,
perch ovunque c scritto che
Claudio nato a Chieri, anche
su Wikipedia. Invece a Torino,
al SantAnna. Alla cui Fonda-
zione andr parte del ricavato
del libro fotografico su Marchi-
sio. Uno che adesso ha molto pe-
so netto, e pochissima tara.
SPORT
Un
fuoriclasse
normale
A4anni pap Stefano
gli insegnil sinistro
A16lochiamLippi
ela vitacambi
Scudetto Primavera
Claudio, al centro, festeggiala vittoria
del campionatoPrimavera2003/04
Oggi in Tv
Marchisio e la scommessa col padre: Dieci gol in A? Ma figurati...
Coni Pulcini ungol decisivonel derby
ClaudioMarchisio, allora 9anni e oggi 25, esultadopoaver segnatola rete ai granata: era il 1995, fin 1-0
Eraentratoalla Juvedue anni prima: per farsi notare gli bastaronotre allenamenti alla Sisport
Il grande salto
Nel derby conil Toronel 2005/06. La
stagionesuccessivaesordirinserie B
C
apolista solitaria e im-
battuta dopo 13 parti-
te. Gi la classifica di-
ce che la nuova Juve di Conte
sta riprendendo le buone abi-
tudini di una volta. Vittorie e
sorrisi che ritornano, ma non
solo. Perch tutta la stagio-
ne bianconera che, finora, ha
il sapore dei tempi che furo-
no. un tuffo nel passato, in
un calcio di cui si era persa
traccia: una squadra che gio-
ca praticamente sempre con
i soliti undici ed a stragran-
de maggioranza italiana; uno
stadio sempre pieno; la parti-
ta una volta alla settimana e
spesso e volentieri alla dome-
nica pomeriggio, campo prin-
cipale di Tutto il calcio mi-
nutoper minuto.
Dunque: Juve vincente,
ma anche Juve molto vinta-
ge. Roba da anni Ottanta.
Conuna differenzasostanzia-
le: allorala Signoraandavadi
gran moda anche in Europa,
oggi ne fuori. Un guaio per i
bilanci, ma pure un vantag-
gio mica da poco nella lotta
per tornare al top, riprenden-
dosi intantolo scudetto.
Eccola, allora, questa Ju-
ve che, guardando al futuro,
profuma tanto di passato.
Un po come il suo stadio, ap-
pena inaugurato: moder-
nissimo, ma colleziona esau-
riti in serie come capitava
nel vecchio Comunale quan-
do Trapattoni raccoglieva
scudetti e Platini regalava
mage. Era, quella, la Juve di
Zoffgentilecabrini eccetera
eccetera. Una squadra che
noncambiava mai. Un po co-
me, trovata la formula giu-
sta, quella di Conte delle ulti-
me settimane. Buffonlicht-
steinerbarzagli e cos via suo-
na un po pi ostico ma , per
il momento, un ritornello
ugualmente efficace. Non ci
sono infortuni, il turnover
figlio solo delle squalifiche.
Ci sono 11 titolarissimi e si va
da Barzagli, Chiellini, Licht-
steiner e Pepe che non han-
no saltato un turno a Bonuc-
ci, lunico con appena 10
presenze su 13.
Questa, poi, una Juve
tanto italiana. Quasi da fron-
tiere poco aperte, come 30
anni fa. Solo Lichtsteiner, Vi-
dal e Vucinic giocano sem-
pre. In totale, appena 6 stra-
nieri finora in campo, contro
i 20 dellInter, i 13 del Napoli,
gli 11 del Milan. La conseguen-
za logica che il bianconero
sia diventato di nuovo molto
azzurro: sei in Nazionale nel-
lultima partita dellottimo
2011 di Prandelli, cos come
sei furono i protagonisti della
finale del Mundial 1982. Vin-
sero tutto, quegli juventini.
Molti di questi sono ancora a
zero titoli. Ma sono sulla buo-
nastradaper sbloccarsi.
Ricorsi
IL PRIMATO
VINTAGE
DI UNA JUVE
ANNI 80
ROBERTO CONDIO
NATOATORINO, BIANCONERODADICIOTTOSTAGIONI
IIl libro su Claudio Mar-
chisio(ed.Priuli&Verlucca) sa-
r in edicola con La Stampa.
Il libro fotografico
12,00Sport Raitre
13,05Studiosport Italia1
14,30TgSport Rai Sport1
16,15Olympic magazine Sky Sport2
17,30Sci. Cdm, gigantem. Raisport1/Eurosport1
17,50TgSport Raidue
18,30Curling. Europeo Eurosport
19,00Studiosport Italia1
19,30Champions prepartita Sky Sport1
20,30Sci. Cdm, gigantem. Raisport1/Eurosport1
20,45Ch.L. Viktoria-Milan Sky Sport1/Premium
20,45Ch.L. Borussia-Marsiglia PremiumCalcio1
20,45Ch.L. Chelsea-Valencia PremiumCalcio2
20,45Porto-Zenit S.Pietroburgo PremiumCalcio3
22,4090minutoChampions Raidue
23,00Auto. GtaroadtoDubai Eurosport
MARTED 6DICEMBRE 2011 55
LA STAMPA

Colloquio
,,
Baggioe Platini, 10 contro
Meglio il Milan, No, la Juve
GUGLIELMOBUCCHERI
INVIATOAFIRENZE
I
l campionato con gli oc-
chi dei numeri dieci
un cammino intrigante
ed incerto. Michel Plati-
ni e Roberto Baggio, 10
per definizione, giocano la lo-
ro partita e il verdetto a me-
t: per la Juve Le Roi, per i
rossoneri il Divin Codino.
Il campo il Salone dei
Cinquecento, Palazzo Vec-
chio a Firenze. C un pallo-
ne di cristallo come premio e
il riconoscimento degno di
un oscar perch, da ieri, Pla-
tini e Baggio, ma anche Lip-
pi, Sacchi, Collina, Gigi Riva
e Galliani entrano nella Hall
of Fame, la Sala della Fama,
del nostro calcio. Dieci e pal-
lone, sorrisi, battute e il fi-
schio dinizio. Il duello fra la
Juve e il Milan? A dir la veri-
t vedo male il Milan..., il
colpo, ad effetto, di Platini.
Le Roi si muove con laria di
sempre, anche ora che il
gran capo dellUefa. Li
aspetto in Champions Lea-
gue, ho ancora un mandato
di tempo per premiare i bian-
coneri con la coppa pi gran-
de..., cos un simbolo della
storia juventina. Platini guar-
da tutti dal palco e il suo un
tuffo nel passato. Se oggi so-
no qua per ricevere questo
premio lo devo ai compagni e
alla societ in cui ho giocato.
Non lo faccio mai, ma stavol-
ta voglio ringraziare la Juve:
lavvocato Agnelli mi ha inse-
gnato cosa sia la vita, il presi-
dente Boniperti cosa signifi-
chi spendere e il Trap come
si deve attaccare. E poi, c
Cesare (Prandelli, ndr), a lui
- precisa il presidente del-
lUefa - devo linsegnamento
del gioco delle carte....
Il campionato dei numeri
dieci cambia colore non ap-
pena Roberto Baggio ad ad-
domesticare il pallone. Parla
poco, il Codino. Ma quando
decide di entrare in partita,
sono tocchi mai banali. Cos
il Milan a scalare posizioni
con i rossoneri in prima fila
per tagliare il traguardo co-
me nello scorso maggio. La
Juve mi piace, mi piacciono il
suo spirito e il suo allenatore,
ma - sostiene Baggio - il Milan
sa come si fa a vincere. I rosso-
neri sono pi collaudati, hanno
appena vinto uno scudetto e
questo pu fare la differen-
za.... Un confine sottile per-
ch, per Roby, il duello rimar-
r aperto fino allultima tappa.
S, la Juve pu vincerlo il tito-
lo, ma - ripete Baggio - vedo il
Milan leggermente avanti. Dei
bianconeri mi ha sorpreso lat-
teggiamento, non pensavo che
Conte avesse un impatto tanto
decisivo sul gruppo. E poi c
Marchisio, oggi il simbolo di
questa nuova Juve....
Platini vota per il suo passa-
to, Baggio per una delle maglie
indossate in carriera. Il cam-
pionato mi diverte e penso an-
che che, nonostante il distac-
co, una squadra come lInter
abbia i giocatori giusti per risa-
lire in classifica. Chi mi asso-
miglia? Mi rivedo in Jovetic, il
gioiello della Fiorentina: torna
da un infortunio grave, ha fat-
to vedere cose straordinarie.
Il pallone di cristallo brilla
fra le mani dei numeri dieci.
Baggio entra nella Hall of Fa-
me e lascia come cimelio per il
Museo del calcio di Covercia-
no la maglia che indoss a Pa-
rigi nellestate 1998 contro la
Francia nei quarti di finale del
Mondiale. Platini, di cimeli da
consegnare, non ne ha pi per-
ch, sorride, non ho niente
nemmeno a casa, ho dato via
gi tutto....
Juve e Milan scaldano i mo-
SIMONE DI SEGNI
ROMA
Inneggiano a Luis Enrique, i
tifosi della Lazio, mentre gli
uomini di Reja affondano il
colpo sul Novara: lOlimpico
ritrova i tre punti e il senso
dellironia, mentre il tecnico
goriziano vede allontanarsi
lo spettro di un ambiente osti-
le, visto che in campionato
aveva conseguito fino a ieri
soltanto due vittorie e due pa-
reggi. Noi non siamo america-
ni, il coro che si leva dalla
Curva Nord: mica male per
Claudio Lotito, il presidente
contestato (anche ieri) che ora
gongola di fronte agli esiti del
derby a distanza.
Tutte le scelte hanno sorri-
so allallenatore biancoceleste,
che nella soluzione del caso Cis-
se - fuori il francese per Rocchi
- sistemava pi di una grana: la
sterile Lazio arrivava al postici-
po dei posticipi con una dote di
soli 5 gol segnati in casa e con il
digiuno dei bomber che durava
dal 30 ottobre scorso, con il
successo esterno a Cagliari. Il
capitano ai margini, adesso mi-
ster 102 gol con la maglia della
Lazio, metteva due volte la fir-
ma sul 3-0 finale, dopo che Bia-
va aveva concretizzato il for-
cing iniziale. Nella notte roma-
na ci sar gloria anche per Cis-
se, almeno dal punto di vista
dei sentimenti: sar osannato
dalla Nord, prima del match e
dopo il palo che ha impedito al-
la Lazio di calare il poker.
Il Monday Night non preve-
deva sbalzi di classifica, ma i
tre punti in palio avrebbero in-
fluito, eccome, sulla lettura: il
Novara cos resta ancorato a
quattro lunghezze dalla zona
salvezza; mentre la Lazio com-
pie un passo avanti verso il ter-
zetto Champions. Soprattutto,
si sbarazza per una notte della
sindrome da occasione spreca-
ta. La sconfitta con il Genoa e i
pareggi con Palermo e Catania
rappresentavano qualcosa in
pi di semplici indizi. Traietto-
ria corretta, a differenza del vo-
lo fuori programma di Olimpia,
laquila-mascotte, che prima
del fischio di inizio si ribellava
alla planata sul campo e decide-
va di gustarsi il match sulla co-
pertura dello stadio. Il peggio-
re dei presagi. Questione di sca-
ramanzia. Che tale rimaneva.
Sulla capolista
Sui rossoneri
Sul suo erede
Nonpensavoche
Conte avesse un
impatto tanto decisivo
sul gruppo. E poi c
Marchisio, il simbolo
di questa nuova Juve
Ha detto
La squadra che
mi diverte di pi?
Il Milan, anche per
affetto, e insieme
coni rossoneri
Juventus e Pescara
Sacchi, elogio di Zeman
IL POSTICIPODI SERIEA. CORI DI SCHERNODAI TIFOSI BIANCOCELESTI PERLUISENRIQUE
TroppaLazioper il Novara
Ha
detto
Baggio
Il Milansa come si fa
a vincere e questo
pufare la differenza
Sonopicollaudati
e loscudettosul petto
ce lhannoloro
Mi rivedoinJovetic
il gioielloviola. Torna
da un grave infortunio
come successe a me
e ha gi fattovedere
cose straordinarie
La classifica
JUVENTUS 29
MILAN 27
UDINESE 27
LAZIO 25
NAPOLI 20
PALERMO 20
CAGLIARI 17
ROMA 17
CATANIA 17
FIORENTINA 16
CHIEVO 16
PARMA 16
ATALANTA(-6) 15
GENOA 15
SINEA 14
INTER 14
BOLOGNA 14
NOVARA 10
CESENA 9
LECCE 8
Da recuperare Genoa-Inter (marted 13/12)
Ispirato
Lesultanza
di Tommaso
Rocchi,
102gol
conlamaglia
dellaLazio
Rocchi (doppietta)
e Biava sfatano
il tab Olimpico
Tesser nei guai
Entranoa Covercianonella nuova Hall of Fame del calcio
Apre aCovercianola Hall of Famedel calcioitaliano. Settei primi adentrarvi, premiati ieri a Firenze: come
giocatoreRobertoBaggio, come giocatorestranieroMichel Platini, come allenatori a pari meritoMarcello
Lippi edArrigoSacchi, come arbitroPierluigi Collina, come dirigente AdrianoGalliani ecome mito Gigi Riva
Le Roi Michel: AllUefa mi resta un mandato, aspetto i bianconeri in Champions
LINTER INCRISI
Il Divin Codino: Ma
ha i giocatori giusti per
risalire la classifica
ArrigoSacchi
Lazio 3
Novara 0
Lazio Novara
(4-3-1-2) (4-3-1-2)
Marchetti 6,5;
Konko6(37 st Scalo-
ni sv), Stankevicius
6,5, Biava7, Radu6;
Gonzalez 6,5, Lede-
sma6,5, Lulic7; Her-
nanes 6,5(19 st Ca-
na 6); Klose 6, Roc-
chi 7,5 (33 st Cisse
sv).
Ujkani 5; Morganel-
la5, Centurioni 5, Lu-
di 5, Garcia 5,5; Por-
cari 6, Radovanovic
5 (10 st Pesce 5,5),
Rigoni 5,5; Mazzara-
ni 5 (31 st Giorgi
sv); Rubino5, Grano-
che 4,5 (18 st Jeda
5).
ALL. Reja 7 ALL. Tesser 5,5
RETI: pt16 Biava, 23 Rocchi; st 27
Rocchi.
ARBITRO: Gava6.
AMMONITI: Porcari, Biava, Ludi.
SPETTATORI: 18milacirca.
56 Sport
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

M
anca soltanto
il s del City
d o p o d i c h
Carlitos Te-
vez potr fi-
nalmente tornare a giocare
a calcio lontano dallInghil-
terra. Ha scelto il Milan, ta-
gliandosi lo stipendio e sen-
za pretese tecniche. Per
adesso va cos, a giugno se
ne riparler. Dopo mesi di
inattivit, lApache vuole
mettere da parte la mazza
da golf e riprendere familia-
rit con il pallone. Lapproc-
cio del club rossonero nei
suoi confronti stato lusin-
ghiero e poco importa se al-
meno per questa stagione
non potr giocare la Cham-
pions League. Il suo agente
Kia Joorabchian arrivato
ieri sera a Milano con un vo-
lo privato per mettere nero
su bianco quanto era stato
pattuito per telefono e nel-
lincontro che cera stato
due settimane fa in via Tu-
rati. Ci sar da discutere
sul capitolo commissioni
ma le parti sono ben dispo-
ste. Nessuno nel frattempo
si fatto vivo in maniera de-
cisa per scatenare una vera
e propria asta. La Juve, in-
fatti, dopo le email pubbli-
cizzate da Galliani ha molla-
to la presa e Tevez non si
crucciato. Il suo desiderio,
infatti, era proprio quello di
trasferirsi a Milano. Gallia-
ni, di ritorno da Firenze, ha
accolto lentourage del gio-
catore nel solito ristorante
in cui ha concluso le pi im-
portanti trattative di merca-
to degli ultimi tempi. In
mattinata lad rossonero
con difficolt aveva dribbla-
to largomento: Tevez?
Pi se ne parla pi sale il
prezzo. Abbiamo avuto lau-
torizzazione dal City per
parlare con il manager.
Non aggiungo altro senn
dico bugie.
La cena da Giannino
servita per sistemare alcu-
ni dettagli, lo sceicco Man-
sour stato messo al cor-
rente di tutti i termini e
sembra ben disposto a chiu-
dere in tempi brevi. Il Milan
vuole portare lataccante in
ritiro a Dubai e quindi spin-
ge perch le firme arrivino
subito. Per i suoi quattro me-
si in rossonero intanto perce-
pir circa tre milioni di euro
(al City ne prendeva otto per
tutta lannata), se verr ri-
scattato ne guadagner cin-
que per altri tre anni pi vari
bonus legati a obiettivi perso-
nali. Agli inglesi sono state
date ampie garanzie per giu-
gno, mentre lesborso di gen-
naio sar piutto-
sto basso (mas-
simo 2 milioni
di euro). Berlu-
sconi si impe-
gnato personal-
mente e pare
che il gesto sia stato molto ap-
prezzato. Il resto del paga-
mento arriver in varie tran-
ce a partire dal prossimo giu-
gno: lofferta che il City ha ri-
cevuto di circa 15 milioni,
Joorabchian ha capito che ci
sono i margini per arrivare
ad un accordo. Le prossime
ore saranno decisive. ACata-
nia, intanto, aspettano di sa-
pere che fine far Maxi Lo-
pez gi opzionato dai rosso-
neri. Limpressione che laf-
fare si far a prescindere da
Tevez visto che Inzaghi mi-
naccia di andarsene per sem-
pre e il giovane El Sharaawy
ha bisogno di fare esperien-
za. Galliani attivo su tutti i
fronte e per fare mercato
molto probabilmente non as-
sister neppure alla sfida di
questa sera in Champions. Il
Milan nel frat-
tempo cerche-
r di aiutarlo
economicamen-
te vincendo la
gara con il Pl-
zen. Ormai Alle-
gri certo del secondo posto
quindi le motivazioni sono
piuttosto limitate. Lidea
quella di fare turnover la-
sciando Ibrahimovic in pan-
china. In attacco, al fianco di
Robinho, si rivedr Pato che
il tecnico livornese ha descrit-
to cos: Sar il nostro colpo
di mercato di gennaio. In
campionato per il papero do-
vr vedersela con Tevez. tori in quella che si preannun-
cia, Udinese permettendo, co-
me la sfida della stagione.
Aver gi vinto aiuta a vince-
re, ma i bianconeri sono cre-
sciuti e non poco, cos il Divin
Codino mentre Le Roi gioca al
fianco di Conte e dei suoi ra-
gazzi. Chi prende una strada
completamente diversa il ct
mondiale Marcello Lippi. Ju-
ve o Milan? Per lo scudetto c
anche il Napoli e, comunque,
lUdinese non molla: non vedo
una lotta a due, ma un campio-
nato pieno di sorprese ed in-
certo fino allultimo, precisa
Lippi. La luce nel Salone dei
Cinquecento si spegne. Platini
e Baggio si regalano uno sla-
lom da numeri dieci: li perdi
un attimo di vista e sono gi
lontano da Palazzo Vecchio.
Retroscena
LAURABANDINELLI
MILANO
Allegri, arriva Tevez
Il Manchester City
versoil vialibera
Il duelloinA? Adire
la verit vedomale
il Milan. E hoancora
unmandatoinUefa
per dare la Champions
ai bianconeri
Previsioni e sogni
Il passato a Torino
Grazie, Signora
Manchester City
Bayern Monaco
Villarreal
NAPOLI
GIRONE A
Chelsea
Valencia
Genk
Bayer Leverkusen
GIRONE E
Lille
Trabzonspor
INTER
Cska Mosca
GIRONE B
Olympiacos Pireo
Arsenal
Borussia Dortmund
Olympique Marsiglia
GIRONE F
Basilea
Manchester United
Benca
Otelul Galati
GIRONE C
Porto
Zenit San Pietroburgo
Apoel Nicosia
Shakhtar Donetsk
GIRONE G
Dinamo Zagabria
Olympique Lione
Ajax
Real Madrid
GIRONE D
Barcellona
Bate Borisov
Viktoria Plzen
MILAN
GIRONE H
Domani
Raiuno, Sky sport 1,
Premiumcalcio
Domani
Sky sport 3,
Premiumcalcio1
Domani Domani
oggi oggi oggi oggi
Sky sport 1,
Premiumcalcio
Centimetri
LA STAMPA
CLASSIFICA
Chelsea 8
Bayer
Leverkusen
9
Valencia 8 Genk 2
CLASSIFICA
Basilea 8
Manchester
United
9
Otelul
Galati
0
Benfica 9
CLASSIFICA
Real
Madrid
15
Olympique
Lione
5
Ajax 8
Dinamo
Zagabria
0
CLASSIFICA
Bate
Borisov
2
Viktoria
Plzen
4
Barcellona 13 MILAN 8
CLASSIFICA
Manchester
City
7
Bayern
Monaco
13
Villarreal 0
NAPOLI 8
CLASSIFICA
Trabzonspor 6
Cska
Mosca
5 Lille 5
INTER 10
CLASSIFICA
Zenit
San Pietroburgo
8
Porto 7
Apoel
Nicosia
9
Shakhtar
Donetsk
2
CLASSIFICA
Arsenal 11
Olympiacos
Pireo
6
Borussia
Dortmund
4
Olympique
Marsiglia
7
Qualificate agli ottavi
Rischiano il Chelsea e lo Zenit di Spalletti
Galliani a cena con gli agenti dellargentino
Agli inglesi offerti 2 milioni subito, 15 a giugno
Ha
detto
Platini
LAvvocatomi ha
insegnatocos la vita
Boniperti cosa significa
spendere, il Trapcome
si attacca, Prandelli
il giocodelle carte
Nonlofacciomai
ma stavolta devo: se
sonoqui per ricevere
questo premio grazie
ai compagni e al club
incui hogiocato
Carlos Tevez, 26anni, conil MilannongiocherebbeinChampions
CONCORRENZA
Il tecnico rassicura
Pato: Il nostro colpo
di gennaio sarai tu
STASERACHAMPIONS
Con il Viktoria Plzen
gara inutile: turno
di riposo per Ibra
LIPPI FUORI DAL CORO
Per lo scudetto c
anche il Napoli e poi
lUdinese non molla
ViktoriaPlzen Milan
(4-5-1) (4-3-1-2)
SKYSPORT1EPREMIUMORE20,45
24 Cech Amelia 1
27 Rajtoral DeSciglio 52
18 Bystron Bonera 25
28 Cisovsky Mexes 5
8 Limbersky Taiwo 2
11 Petrzela Emanuelson 28
10 Horvath Ambrosini 23
20 Jiracek Nocerino 22
26 Kolar Seedorf 10
6 Pilar Pato 7
23 Bakos Robinho 70
ARBITRO: Vad(Ungheria)
ALL: VRBA ALL: ALLEGRI
MARTED 6DICEMBRE 2011 Sport 57
LA STAMPA
T1 T2PRCV
C
he fare di Padova-
Torino sospesa sul-
l1 a 0 a un quarto
dora dalla fine? Sgrania-
mo un rosario di pareri:
1) Giocare i minuti che
restano? Pazzesco, anti-
sportivo: lungo viaggio di
una delle due squadre per
uno sketch assurdo, fra
una formazione che ha re-
cuperato tutte le energie e
giustamente tende al
bunker se non anche alla
perdita di tempo, e una
che stata fermata pro-
prio quando, come sta nel-
le sue corde (mezzi atleti-
ci e abitudini questanno
ribadite), aveva avviato
lassalto finale per la ri-
monta. Se una decisione
in questo senso era stata
gi presa, per il giorno do-
po, si era trattato di un er-
rore, ed bene che si sia
soprasseduto.
2) Un guasto allim-
pianto elettrico non un
uragano, cio una causa di
forza maggiore, che po-
trebbe anche motivare il
recupero del giorno dopo.
Se lEnel conferma che la
responsabilit del buio
non sua e le perizie la ap-
poggiano, il Padova deve
risponderne e pagare: co-
me se fossero mancati i
palloni. Ci sono precedenti
in merito.
3) Allora darla vinta al
Toro? I veri tifosi del Toro
non se ne fanno nulla di un
successo cos, certe acro-
bazie non stanno nel loro
repertorio, le conoscono e
le lasciano volentieri ad al-
tri, e ricevere un favore,
ancorch regolamentare,
potrebbe tramortirli. E i
veri tifosi del Padova pro-
prio non dovrebbero ama-
re un match con il succes-
so offerto alla loro squa-
dra anche da unappendi-
ce balorda. Ricordiamo
che uno degli spettacoli
pi belli dellultimo cam-
pionato stato lapplauso
dei granata al Padova che
a Torino aveva sconfitto,
per i playoff, il Toro. Un
momento da non sciupare.
4) E allora? Si faccia
giurisprudenza in fieri,
cio seguendo il divenire
delle cose, come i pretori
che a Roma legiferavano
sentenziando (jus honora-
rium). Si decida cio per la
ripetizione dellintero in-
contro. Con incasso in be-
neficienza.
Sembra troppo giusto,
e dunque pensiamo che
non se ne far nulla.
Unpo di luce
suPadova-Toro:
pu essere ripetuta
Padova-Torinostata
sospesaal 31' st per un
blackout sul risultato
di 1-0. Checosa
succedeora?
Oggi il giudice sportivo Va-
lente, dopo aver letto il refer-
to dell'arbitro Calvarese, de-
cider se sospendere l'omolo-
gazione del risultato, visto
che la partita non si conclu-
sa, oppure decretare diretta-
mente la sconfitta a tavolino
del Padova per responsabili-
t oggettiva. una possibili-
t, ma pi facile che atten-
da lannunciato ricorso del
Toro per pronunciarsi.
Il Toroquando
presenteril ricorso?
Ha tempo fino a domani.
I granataquante
possibilithannodi
vincerelapartitaa
tavolino?
Molte, se verr contestata la
responsabilit oggettiva al
Padova.
Il Padovasostienedi
essereestraneoal
blackout. Chi ha
ragione?
I veneti avevano subito parla-
to di uno sbalzo di tensione
provocato dall'Enel. Che, pe-
r, ancora ieri ha precisato
che la fornitura di energia
non ha subto nessuna ano-
malia n di tensione n di
continuit. Il comunicato
verr usato dal Torino per
sostenere che il guasto rien-
tra sotto la responsabilit
della squadra ospitante.
Il giudicesportivo
potrebbefar ripetere
lapartita?
Solo sulla base del comma 4
dell'art. 17: gli organi di giu-
stizia sportiva possono di-
chiarare la regolarit della
gara, decretare la vittoria a
tavolino o ordinare la ripeti-
zione quando si siano verifi-
cati, nel corso di una gara,
fatti che per la loro natura
non sono valutabili con crite-
ri esclusivamente tecnici.
Quandosi giocheril
recuperodi
Padova-Torino?
Oggi la Lega Serie B decider
ed probabile che la data sia
mercoled 14 dicembre.
verochedovranno
giocaregli stessi
uomini cheeranoin
campo? Esequalcuno
si infortunadomani?
L'articolo 29, comma 4, dello
statuto della Lega Serie B spe-
cifica che possono essere
schierati tutti i calciatori che
erano gi tesserati per le due
societ, indipendentemente
dal fatto che fossero o meno
sulla distinta dell'arbitro il
giorno dell'interruzione. Dun-
que i due tecnici possono cam-
biare le formazioni per i re-
stanti 14', ma non impiegare
chi stato sostituito e chi era
squalificato per quella partita.
Basha, Parisi eVives,
cheeranosqualificati
controil Padova,
possonogiocaresabato
controil Pescara?
S, in base allo statuto della Le-
ga: la partita non stata rin-
viata, ma sospesa. Loro hanno
di fatto scontato la sanzione.
Distorsione
Si ferma Ogbonna
allarme per il Pescara
INCAMPOOATAVOLINO?
MEGLIOCOS
CHE
VINCERE
DUFFICIO
LarbitroCalvarese durante unodei blackout di Padova-Torino
GIAMPAOLO ORMEZZANO
GiampieroVentura
Oggi il giudice sportivo. E lEnel inguaia i veneti
GIANLUCA ODDENINO
I favori ci disturbano
I veri tifosi granata
certe acrobazie
le lascianoadaltri
Lintervento
ISi riempie e si svuota
linfermeriagranata. Alla ri-
presa degli allenamenti, ie-
ri alla Sisport, si sono rivisti
in campo sia Surraco che il
giovane Chiosa, mentre
Ogbonna (foto) dovuto
uscire in anticipo per una
lieve distorsione al ginoc-
chio destro da valutare.
58 Sport
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011

L
ui torna a vincere
sul green forse gra-
zie alla carica dovu-
ta ad una fiamma
ventenne, lei va in
canoa in Svezia assieme al
compagno miliardario e lex
amante sverna in unisola
messicana con un abbronza-
tissimo toy-boy da cui avr
un beb: a poco pi di due an-
ni dallo scandalo sessuale che
travolse la famiglia e la carrie-
ra di Tiger Woods i principali
protagonisti sembrano avvia-
ti su nuovi binari anche con
stati danimo ben diversi.
La vittoria dellex re del
golf nel torneo Chevron Wor-
ld Challenge, sul campo di
Tousand Oaks in California,
la prima che coglie da quando
il 25 novembre 2009 il Natio-
nal Enquirer pubblic le in-
discrezioni sulla relazione
con Rachel Uchitel che porta-
rono alla rottura con la mo-
glie Elin Nordegren sotto una
pioggia di successive rivela-
zioni a luci rosse da parte di
una dozzina di amanti. Woo-
ds assapora un riscatto a lun-
go inseguito, affermando di
essere tornato in forma
esplosiva grazie ai pesanti al-
lenamenti sostenuti.
In realt c chi assicura
che dietro la forma smaglian-
te di Tiger, 35 anni, ci sia Aly-
se Lathi Johnson, la bionda
22enne con cui venne avvista-
to in marzo su uno yacht e
che gli avrebbe permesso di
dare un taglio definitivo con il
passato. A confermare tale
stato danimo c la decisione,
presa in luglio, di licenziare
Steve Williams, linseparabi-
le body man che lo ha aiuta-
to a vincere 13 dei titoli pi im-
portanti portandogli ovunque
la sacca con le mazze. Resta
tuttavia il fatto che Tiger in
pubblico evita di farsi vedere
con Alyse Lathi, tradendo un
perdurante imbarazzo sul fron-
te dei rapporti sentimentali.
Anche Elin Nordegren, 31
anni, ha un nuovo compagno: il
finanziere newyorkese Jamie
Dingman, 37 anni, con cui fa
coppia fissa da aprile e con cui
ha passato lestate andando in
canoa in Svezia. Ma fra i due
c ancora qualche velo perch,
secondo i gossip ripresi dalla tv
Abc, lei non gli ha ancora pre-
sentato i figli avuti da Tiger,
Sam e Charlie, rispettivamen-
te di 4 e 2 anni, tradendo unin-
sicurezza sulla tenuta del rap-
porto che forse si spiega con i
precedenti di Dingman. Il figlio
del miliardario Michael Ding-
man infatti, oltre ad avere alle
spalle numerose relazioni con
star americane, anche un ex
di Rachel Uchitel ovvero la
stessa donna che ha fatto falli-
re il matrimonio con Tiger. E
non basta perch Dingman e
Tiger, secondo il sito di gossip
di Hollywood Tmz, frequenta-
vano Uchitel nello stesso perio-
do lasciando supporre che per
Nordegren averlo al fianco si-
gnifica non essersi ancora del
tutto emancipata da quanto av-
venne. Forse anche per questo
negli ultimi giorni stata vista
passeggiare con unamica sulla
spiaggia di South Beach a Mia-
mi, dove a intrattenerla ha tro-
vato il 70enne designer Rober-
to Cavalli. Se Tiger non mostra
in pubblico la compagna ven-
tenne e Elin ha dubbi su Ding-
man, assai pi sicura appare
Uchitel che dopo aver travolto
il matrimonio di Tiger - era lei
infatti lamante pi consolidata
- e incassato una notevole cifra
per non svelare ci che avven-
ne, convolata a nozze con il
26enne Matt Hahnin, dieci an-
ni pi giovane di lei, e assieme
stanno trascorrendo la luna di
miele nella romantica isola
messicana di Loreto allietati
dalla notizia, ovviamente non
confermata, dellerede in arri-
vo. E le altre 12 amanti di Ti-
ger? Nel 2010 si ritrovarono
nel calendario delle Girls di Ti-
ger tentando di moltiplicare
linattesa celebrit ma la scom-
messa deve essere stata delu-
dente perch la nuova edizione
ancora non c.
Personaggio
MAURIZIOMOLINARI
CORRISPONDENTE DA NEW YORK
Conlanuovafiamma
Tiger si riprende il golf
Pallone doro
Derby Bara-Real
ISono Messi, Cristiano
Ronaldo e Xavi i finalisti per
il Pallone dOro 2011. Nessu-
na sorpresa nelle nomina-
tion annunciate ieri da Fifa e
France Football. Per i book-
makers Messi favorito. Bar-
cellona protagonista anche
per il premio di allenatore
con Guardiola.
Serie B, posticipo
Bari-Cittadella 2-2
IPosticipo della 18 di B:
Bari-Cittadella 2-2 (38 pt
Job, 5 st Bogliacino, 32 st
Donati e al 35 st Maah). Do-
po le dimissioni di Giannini, il
Grosseto a Viviani.
Basket, Siena infortunata
Si ferma McCalebb
INon c pace in casa
MontePaschi Siena. Dopo lo
stop di Kauneas e quello di
Lavrinovic, operato ieri alla
schiena (torner in 2-3 mesi),
si fermato anche Bo McCa-
lebb. Il play di passaporto
macedone contro Cant ha
riportato una lesione al retto
femorale che sar valutata
nelle prossime ore. Si pensa
a uno stop di 2 settimane.
Sci, Cdma Beaver Creek
Oggi gigante uomini
IOggi a Beaver Creek
(Usa) gigante maschile (di-
retta tv 17,30 e 20,30 Rai-
sport1/Eurosport1). Domani,
sempre a Beaver Creek, su-
perG femminile (18,30 Rai-
sport1/Eurosport); gioved
slalom maschile (17,30-20,30
Raisport1/Eurosport1). Con-
fermate le gare della Val Gar-
dena, superG e discesa ma-
schile (16 e 17 dicembre): po-
sitivo il controllo Fis.
In breve
Lex moglie eil nuovoamore
ElinNordegren, (sopra) 31anni,
facoppiafissaconunfinanziere
Sotto, lanuovapassionedi Tiger
AlyseLathi Johnson, 22anni
Woods torna alla vittoria due anni dopo lo scandalo
LADONNADEI TRADIMENTI
La Uchitel sverna su unisola
in Messico con un toy-boy
da cui presto avr un beb
ATTIVITA COMMERCIALI
Negozi/aziende acqu./gerenze
ACQUISTIAMO conto terzi attivit indu-
striali, artigianali, commerciali, turistiche,
alberghiere, immobiliari, aziende agricole,
bar. Clientela selezionata paga contanti.
Business Services 02.29518014.
Negozi/aziende vend./gerenze
BALDINI 011.596771, importante centro
adiacenze Torino con avviamento qua-
rantennale cediamo primaria edicola con
Superenalotto e biglietterie. Alto volume
annuo atto a garantire interessante utile
di sicuro interesse. Contratto locazione
(locale 3 vetrine di mq 80) di 900 men-
sili con scadenza nel 2023.
PRIMISSIMA cintura con fronte multive-
trinato su piazza centrale cediamo oppure
offriamo in gestione ristorante bar con
annessa vendita prodotti. Ampia super-
cie. Attrezzatura completa a norma.
Baldini 011.596771.
STELLA 011.19707927 - 338.3762423,
calzature pelletteria zona via Chiesa della
Salute, vetrinato, buon giro affari.
40.000.
TABACCHERIA lotto pressi Avigliana
arredatissima sufcienti 2 addetti ottimo
reddito dimostrabile. 360.000. Acomm
011.5621307.
TABACCHERIA Lotto Superenalotto
adiacenze via Roma aggi 80.000 cedesi
a 340.000 trattabili. Affare! Frana
011.5623895 - www.studiofrana.it
TABACCHERIA Lotto Superenalotto
Torino nord zona intensamente popolata,
aggi 120.000 cedesi con ampie dilazio-
ni. Frana 011.5623895.
TABACCHERIA Lotto Superenalotto zona
corso Peschiera aggi 100.000 cedesi a
prezzo interessante. Frana 011.5623895 -
www.studiofrana.it
TABACCHERIA lotto super zona alta-
mente popolata valli di Lanzo ricavi oltre
160.000 richiesta interessante. Acomm
011.5621307.
LAVORO OFFERTE
Impiegati
ASSUMIAMO per ufcio commerciale
estero esperto ingegnere meccanico tec-
nico commerciale. Essenziale inglese pi
altra lingua. Possibilit come responsabi-
le. Sede lavoro Torino. Ambosessi scrivere
a: personale02011@libero.it
Tecnici
AZIENDA meccanica assume program-
matori PLC Siemens e Telemecanique.
Ambosessi curriculum a: dir.pers@libero.it
LAVORO DOMANDE
Operai, autisti, fattorini
DINAMICO sessantenne ex commercian-
te, eventualmente autovettura Picasso, di-
sponibile come autista, piccole consegne
ecc... Tel. 339.6949211.
Impiegati
AMMINISTRATIVA contabile in mobilit,
dinamica, esperienza ultraventennale
lavori ufcio, prima nota, quadratura
banche, gestione ordini-personale,
recupero crediti problem solving offresi
full-time. Tel. 328.6727681.
Lavori vari e part-time
COPPIA 60enne italiana, ottime referenze
ed esperienza, valuta proposte come
custodi. Tel. 339.6243552.
Prestazioni, consulenze
AMMINISTRATORE CEO esamina pro-
poste collaborazione da medie aziende
anche in difcolt purch con azionisti
veramente interessati ad un progetto di
riorganizzazione ristrutturazione sviluppo
nanziario commerciale produttivo
innovazione. Esperienza pluriennale
notevolissima analoga posizione su base
internazionale fatturati e redditivit stabi-
liti su contratto. Tel. 348.1500765.
IMMOBILIARE VENDITA
Torino citta
CAVORETTO in casale ville mono/bi/
trifamiliari, di pregio, giardino, terrazzi,
pertinenze. Taba&tabai 011.6502132 -
www.italrealestate.com
LUCIANA VOLA 011.8138289, collina, a
pochi minuti da Crimea, villa rinitissima
mq 400. Ampio giardino.
LUCIANA VOLA 011.8159079, Giardini
della Cittadella, in elegante casa 900, ri-
strutturato mq 185. Terrazzo panoramico.
LUCIANA VOLA 011.8159079, precolli-
nare, in palazzina liberty attualmente in
ristrutturazione, appartamenti mq 180
personalizzabili. Terrazzo.
LUCIANA VOLA 011.8159079, via Santa
Teresa, in signorile stabile anni 70, piano
alto mq 220.
PRECOLLINA in palazzina bifamiliare ap-
partamento di mq 220, giardino privato,
tavernetta, posti auto in garage. Emmevi
011.546565.
Torino provincia
LUCIANA VOLA 011.8138289, precollina
San Mauro, comoda al centro, villa mq
335. Ampio giardino pianeggiante.
Piemonte
ATTENZIONE lago dOrta ottimo
investimento nuovissimo villino, vista
lago, ampio terrazzo, giardino privato
89.000 in 12 mesi senza interessi. Tel.
035.4123029.
Liguria
ALBISOLA Centralissimo, piano alto
alloggio composto da ingresso, cucina
abitabile, ampia camera, bagno, due
balconi. Rara opportunit. 205.000
trattabili. Fondocasa Tel. 019.4002046.
IMPERIA Porto Maurizio, Borgo Prino,
fronte mare, terrazzo, trilocale ristrut-
turazione eccelsa, optionals di design
moderno, domotica. 350.000. Tel.
329.0679000.
PIETRA LIGURE Vista mare! Nuova
costruzione, termoautonomo con solare,
soggiorno angolo cottura, camera,
bagno, terrazza mq. 20, box auto.
Tel. 019.626286 Cell. 392.0657888 -
347.9103049.
PIETRA LIGURE 20 mt mare. Monolocale
arredato a nuovo con piccolo cortile di
propriet. Termoautonomo. Minime spese
condominiali. 120.000. Fondocasa Tel.
019.615951.
SAN REMO corso degli Inglesi, splendida
vista mare, appartamento di mq 100
circa, terrazzo mq 95, giardinetto privato.
Box auto. Emmevi 011.546565.
Costa Azzurra
FREJUS nuovo porto, residenza Le New
Port tra mare e verde, appartamenti
di standing, terrazze, garage sotter-
raneo, costi notarili ridotti. Icade Tel
0033(0)98120411. Ufcio vendite sul
posto www.lenewport-frejus.com
MEDIEM AGENCY 0184.506500, Men-
tone, centro, bilocale ristrutturato, piano
alto, vista mare. 259.000. Rif. 1544.
www.mediemagency.com
MENTONE appartamenti nuovi, dispo-
nibili immediatamente, ampie terrazze
soleggiate. Monolocale da 129.000,
bilocali 249.000. Vefa Immobilier
0033(4)93714308.
MONTECARLO centro, spazioso due
vani uso ufcio o abitazione, buon rendi-
mento, cantina, posto auto 2.200.000
Rif 433. Dotta +377.97982000 - www.
dotta.mc
AFFITTI OFFERTE
Torino citta
PIAZZA STATUTO in splendido palazzo,
lussuoso panoramico appartamento arre-
dato mq. 85, aria condizionata, box, por-
tineria, privato aftta. Tel. 337.217507.
Locali, ufci, capannoni
CENTRO DEL DROSSO adiacente
tangenziale prestigioso ufcio mq
250. 8 posti auto. 2.500 mese. Torta
011.5612077.
AUTOVEICOLI
AUTO GILLIA acquista autoveicoli ogni
tipo, massima valutazione e seriet. Corso
Casale 464 Torino - 011.8903777.
VIAGGI E VACANZE
Alberghi, pensioni, residences
ASTRA HOTEL * * * Diano Marina,
0183.497011, www.astrahotel.it. Buone
feste a tutti!!! Apertura il 30 dicembre.
Capodanno, cenone con musica da
cd. Parcheggio, familiarit, benvenuti
bambini.
VARIE
A.A. GIOIELLERIA M.C. 011.334832
acquista oro, argenteria, monete, gioielli,
in contanti. Corso Peschiera 163 - Torino.
ACQUISTIAMO oro, argento, orologi.
Massima valutazione. Pagamento imme-
diato. Via XX Settembre 1 - Corso San
Maurizio 71. Tel. 011.2767440.
OREFICERIA GE.MA. 011.6502212
acquista in contanti: oro, argenteria, mo-
nete, preziosi. Via Madama Cristina 42.
SPAZIO AFFARI
>
Per uno speciale accordo intervenuto con INTESA-SAN PAOLO e con UNICREDIT, gli avvisi possono essere
ordinati presso tutte le Sedi o Dipendenze di tutte queste Banche esistenti in Italia. In tema di offerte
di impiego o lavoro, lEditore ricorda che la legge 9.12.1977 n 903 vieta discriminazioni sul sesso e la
legge 10.9.2003 n276, vieta la pubblicazione di avvisi effettuati in forma anonima, e linserzionista
impegnato a rispettare tali leggi.
Gli avvisi si ordinano presso: TORINO, via Monte di Piet 2, t. 011.6665252/259 - via Marenco 32,
t. 011.6665211/258; MILANO, via Winckelmann 1, t. 02.24424611; ALESSANDRIA, Borgo Citt
nuova 72, t. 0131.445522; AOSTA, piazza Chanoux 28/A, t. 0165.231424; ASTI, corso Dante 80,
t. 0141.351011; BARI, via Amendola 166/5, t. 080.5485111; BIELLA, via Colombo 4,
t. 015.2522926-8353508; BOLOGNA, via Parmeggiani 8, t. 051.6494626 r.a.; CATANIA, corso Sicilia
37/43, t. 095.7306311; CATANZARO, piazza Serravalle 9 int 38, t. 0961.724090-725129; COSENZA,
via Monte Santo 39, t. 0984.72527; CUNEO, corso Giolitti 21bis, t. 0171.609122; FIRENZE,
via Turchia 9, t. 055.6821553; LECCE, via Trinchese 87, t. 0832.314185; MESSINA, via U. Bonino
15/c, t. 090.6508411; NAPOLI, via dellIncoronata 20/27, t. 081.4201411; NOVARA, Corso Cavour
17, t. 0321.393023-442387; PADOVA, via Strada Battaglia 71b 35020 Albignasego (PD),
t. 049.8734717; PALERMO, via Lincoln 19, t. 091.6235100; REGGIO CALABRIA, via Diana 3,
t. 0965.24478-24479; ROMA, via C. Beccaria 16, t. 06.69548111; VERBANIA, Piazza San Vittore 82,
t. 0323.405057-581858; VERCELLI, via Balbo 2, t. 0161.503148-211795; GENOVA, Piazza della Vit-
toria 11 int. 9, t. 010.5959909; SAVONA, corso Italia 20/4, t. 019.8429950; SANREMO, via Giacomo
Matteotti 178, t. 0184.507223; oltrech per corrispondenza presso lo sportello di TORINO, via
Monte di Piet 2.
Il prezzo delle inserzioni deve essere corrisposto anticipatamente per contanti o vaglia. Esso risulta
dal prodotto del numero di parole (minimo 15) per la tariffa della Rubrica, con laggiunta dei diritti
ssi e delle imposte pari al 21% globale.
AVVISO PER
I CONTRATTISTI
ORARIO
ACCETTAZIONE
ANNUNCI ECONOMICI
Dal Luned al Gioved
ore 9,00 - 13,00
14,00 - 17,30
Venerd e Prefestivi
ore 9,00 - 13,00
14,00 - 17,00
Tel. 011.654.87.11
Fax 011.666.52.99
e-mail:
spazioaffari@publikompass.it
SPORTELLI
Via Monte di Piet, 2
Tel. 011.666.52.59
Via Marenco, 32
Tel. 011.666.52.80
MARTED 6DICEMBRE 2011 Sport 59
LA STAMPA
W
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA60 W
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA61 W
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA62 T1T2 PRCV
Il Governatore. Rober-
to Cota difende il ruolo
delle province - Senza
di loro non si potrebbero
amministrare corretta-
mente i territori - e si di-
ce disponibile ad incon-
trare tutti gli otto presi-
denti: Una cosa del ge-
nere non pu passare, ci
deve essere una mobilita-
zione, serve uno scatto
dorgoglio.
Gli altri enti. La scure si
abbatter anche sul Comu-
ne e sulle circoscrizioni.
Dalle prime indiscrezioni
la manovra dovrebbe ag-
gravare sia il patto di sta-
bilit che i tagli per Palaz-
zo Civico. Nei quartieri, in-
vece, addio agli stipendi
dei presidenti e ai gettoni
di presenza dei consiglieri.
Ciattaglia, Rossi e Tropeano
ALLE PAGINE 64 e 65
La protesta. Il presiden-
te della Provincia, Anto-
nio Saitta, contesta la
scelta del governo Monti:
E un golpe bianco, per
la prima volta unistituzio-
ne eletta dal popolo viene
sciolta per decreto e an-
nuncia: Se le norme non
saranno modificate non
aspetter lanno prossi-
mo, mi dimetto subito.
LADECISIONEDEL COMUNE DOPOLATRAGEDIADI CORSOPESCHIERA
Alberto Gaino
APAGINA75
Allinterno
Viale strisce senzaprotezione
Lex-proprietario
del Cambio
merita 8 anni
La richiesta del pm
per Ramondetti
Quasi 6 anni per Lera
IDagli uffici che stanno
sbaraccando in via Verdi arri-
vano i risultati definitivi: il To-
rino Film Festival ha chiuso la
ventinovesima edizione conun
incremento del 6%. Dato che
equivale a un incasso comples-
sivo pari a 191 mila euro e a 69
mila ingressi. Nota significati-
va del programma sotto la dire-
zione di Gianni Amelio, la cresci-
ta del numero di accreditati, so-
prattutto quelli stampa, aumen-
tati del 25 per cento a testimo-
nianza di quanto il festival abbia
consolidato, anzi, ampliato lin-
teresse dei media nazionali e in-
ternazionali. E definitivamente
abbandonato la dimensione di
evento per cinefili di nicchia.
Il pubblico anche domenica ha
gremito le sale del Massimo do-
ve sono passati i film vincitori,
su tutti la pellicola del concorso
Torino 29 di Hafsteinn Gun-
nar Sigurdsson Ether way/
Unaltra strada. [T. PL.]
LAMANOVRA LARIVOLUZIONESTRAVOLGEPALAZZOCISTERNAELE CIRCOSCRIZIONI
Saitta: mi dimetter
primadellariforma
Eliminare le Province soltanto inutile propaganda
Nadia Bergamini, Massimiliano Peggio e Andrea Rossi APAGINA69
C
hi si ricordadellaLenad?
Di Piera Piatti? Della sua
battaglia contro la dro-
ga? Destri li liquidava chi so-
gnava la rivoluzione e la societ
che ne sarebbe nata dove i dro-
gati nonavrebberoavutoalcuna
ragione di esistere. Si sa com
andata. La societ sempre
quella e ce ne siamo fatti una ra-
gione. I tossicomani sono passa-
ti dallavvilente eroina alla per-
formante cocaina. La Lenad, in-
tanto, compie oggi trentanni e
continua a esistere e a lottare in
mezzo a noi. La sede in via Del
Carmine 4. Un piccolo apparta-
mento affittato dal Comune, e
unatrentinadi tossici incura. Al-
cuni dei quali inviati daquei Sert
che negli Anni 80 rappresenta-
vanoil problemaelunicasolu-
zione per chi come Piera Piatti,
oggi 83enne, denunci pubblica-
mentelimpossibilit, per unafa-
migliachenonavessei suoi mez-
zi, di affrontare il dramma di un
figlio tossicomane. Se non, ap-
punto, i Sert e la fasulla panacea
del Metadone. La soluzione in-
trodotta dalla Lenad fu, ed an-
cora, rivoluzionaria: la droga
non libert e il tossicomane
noningradodi togliersi dasolo
dalla schiavit, bisogna aiutarlo.
E non solo con le comunit, ma
anche proponendo un itinerario
allinternodel qualeeraedpos-
sibile mantenere le normali atti-
vit di studio e lavoro. Dura da
trentanni, funziona e oggi, alle
12, la Lenad si celebra in via Del
Carmine con il sindaco Fassino
eil rettorePelizzetti.
Profumo di ladro
P
er arrotondare lo sti-
pendio rubavano co-
smetici nellazienda do-
ve lavorano, per rivenderli.
Sette dipendenti dellOreal di
Settimo avevano messo in pie-
di una piccola ma efficientissi-
ma organizzazione. Finch
qualcuno ha fiutato linganno
e ha permesso ai carabinieri -
grazie a telecamere nascoste
- di smascherare quel traffico.
Tutte le sette dipendenti sono
state denunciate.
In strada Cebrosa 52 pi
duno si era accorto che qual-
cosa non andava. Era emerso
che diversi prodotti sparivano
durante la fase di lavorazione.
Per diverso tempo le teleca-
mere hanno registrato le dipen-
denti e i furti. Immagini chiaris-
sime. Nessuna ombra di dub-
bio. Cos i carabinieri hanno
aspettato le operaie finite in
trappola davanti allazienda, al-
luscita di un normale turno di
lavoro. Nelle tasche delle sette
donne i militari hanno trovato i
cosmetici rubati. Alla fine sono
stati recuperati ben 3 mila pro-
dotti, anche negli armadietti e a
casa delle dipendenti. Un dan-
no da 30 mila euro: ora si lavora
per scoprire dove e a chi quei
cosmetici venivano rivenduti.
DIEGO ANDR
*
*
*
IL BILANCIODELLAKERMESSE: +6PERCENTO
In69 milaal TorinoFilmFestival
Annorecordper il Tff
ILCASO
Che cosa
resta
della Lenad
BEPPE MINELLO
Via Brofferio, 17 - 10023 Chieri - To
Tel. 011.9414223 - Cell. 347 1052001
e-mail: traslochibalan@alice.it
TRASPORTI & TRASLOCHI
BALAN
TRASPORTI & TRASLOCHI
BALAN
Montaggio e smontaggio mobili
Servizio per uffici
Sgombero locali e cantine
TORINO
Via Marenco 32, 10126 Torino, tel. 011 6568111 fax 011 6639003, e-mail cronaca@lastampa.it fspecchiotempi@lastampa.it fquartieri@lastampa.it
LASTAMPA
M
A
X
M
IN
(
C
)
2.8
0.1
13.2
4.7
9
-1
IL TEMPO IN CITT
Oggi Ieri Un anno fa
.
LASTORIA
Chiude bottega
Musy, il pi antico
gioielliere dItalia
Elisabetta Graziani
APAGINA71
SETTEMORTI
Quarto anniversario
del rogo alla Thyssen
Fassino: mai pi
Elena Lisa
APAGINA67
RETROSCENA
La Sitaf nel mirino
dei No Tav
E complice
Servizi
APAGINA68
63
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1 T2
C chi come lassessore pro-
vinciale allIstruzione, Umber-
to DOttavio, ieri mattina ar-
rivato in ufficio convinto di do-
ver fare gli scatoloni per porta-
re via le mie poche cose dal-
lassessorato. Ec chi dallas-
semblea nazionale dellUnione
della province (una delegazio-
ne di 26 persone con una spesa
prevista di 20mila euro) si dice
pronto a rinunciare allindenni-
t da assessore pur di mante-
nere in vita la funzione perch
solo cos si riescono a fare cose
utili per i cittadini razionaliz-
zando la gestione dei servizi,
spiega lassessore provinciale
al Bilancio Carlo Chiama. Eag-
giunge: Alla fine mi piacereb-
be che a giudicare sullutilit
del mio lavoro fossero dipen-
denti, dirigenti e cittadini e
nonoscuri burocrati romani.
Nel day after della morte an-
nunciata in televisione delle
province italiane a prendere le
difese dellistituzione provin-
cia scende in campo il governa-
tore del Piemonte: Mi chiedo
se il Presidente Monti si renda
conto del fatto che in una gran-
de regione, senza le province,
nonsi potrebbe neppure ammi-
nistrare correttamente il terri-
torio. E Roberto Cota fa
lesempio del Piemonte e an-
nuncia: Nei prossimi giorni in-
contrer tutti i presidenti di
provincia della mia regione
perch una cosa del genere
non pu passare, ci deve esse-
LAMANOVRA
I COSTI DELLAPOLITICA
Intervista
,,
MAURIZIOTROPEANO
S
e le norme non sa-
ranno modificate io
non aspetter certo
lanno prossimo per
farmi da parte. Me
ne vado prima. Io sono stato
eletto dal popolo e non sono
stato nominato da altri. O ci
sono le condizioni per gover-
nare oppure saluto tutti. Non
sono attaccato alla poltrona e
non sono un accattone di pre-
bende. Ho una dignit perso-
nale da difendere. Antonio
Saitta, presidente della Pro-
vincia di Torino e vicepresi-
dente nazionale dellUnione
delle province italiane raccon-
ta al telefono la sua amarezza
per una scelta che giudica in-
comprensibile almeno per
quanto riguarda i risparmi
che potrebbe produrre e che
invece ha il sapore amaro di
un decisionismo populista.
Populisti i professori che de-
vono risanare lItalia?
Il messaggio chiaro: taglia-
mo le pensioni ma colpiamo
anche la casta. Peccato che
chi abbia scritto quelle nor-
me conosca poco della mac-
china amministrativa. Non si
risparmieranno certo 12 mi-
liardi ma al massimo 30, for-
se 40 milioni. Io sono il primo
a dire che serve una raziona-
lizzazione ma deve essere fat-
ta per ottenere risparmi
strutturali e non limitarsi alla
propaganda.
E un modo elegante per di-
fendere la sua poltrona?
Assolutamente no. Il mio man-
dato in scadenza e come le ho
gi detto sono pronto a farmi da
parte anche adesso. Il problema
un altro: la prima volta che
nella storia della Repubblica en-
ti eletti dal popolo vengono can-
cellati per decreto. Una sorta di
golpe bianco accompagnato dal
fatto che i consiglieri provincia-
li vengono descritti come il ma-
le del paese mentre il governo
tecnico e il parlamento sono
quelli che vogliono fare del be-
ne. Purtroppo non cos.
Ho capito, tagliate pure, ta-
gliate tanto ma iniziate dalle
altre poltrone. E cos?
Non cos. E lufficio legislati-
vo del Senato ad affermare che
cancellando le province non si
risparmierebbero miliardi ma
qualche decina di milioni. Quei
dodici miliardi di fondi destinati
alle province sono infatti legati
non alle poltrone ma alle compe-
tenze e alla gestione di funzioni
e servizi. In Piemonte, in parti-
colare, la Regione nel corso de-
gli anni e indipendentemente
dal colore politico del governo,
ha delegato alle province molti
poteri. Noi gestiamo rifiuti, ac-
qua, strade, trasporto su gom-
ma. E lo facciamo con un perso-
nale che abbiamo ridotto di 600
unit. Via noi qualcuno dovr
gestirli e se lo far la Regione i
costi aumenteranno perch l il
personale pagato di pi.
Presidente Saitta ma da qual-
cheparte bisognerpur inizia-
re a tagliare i costi della politi-
ca...
Certo, ma rispettando la Co-
stituzione e la volont popola-
re. Si pu partire ad esempio
dagli enti di nomina politica o
dagli uffici periferici e centrali
dello stato che sono rimasti in
vita anche dopo il trasferimen-
to delle funzioni alle regioni e
alle province. E poi allinterno
di una riforma generale della
pubblica amministrazione si ri-
formino anche le province. E
chiaro che ci sono realt trop-
po piccole nate per esigenze
della politica che non riescono
a svolgere una funzione di go-
verno sovracomunale. Si posso-
no accorpare. In Piemonte, ad
esempio, si potrebbe tornare al-
le quattro province nate duran-
te il regno dei Savoia.
Secondo il presidente del Pie-
monte, Roberto Cota, nelle
grandi regioni le provincie so-
no necessarie. Immagino che
sia daccordo con lesponente
leghista. E cos?
Il presidente Cota coglie un
aspetto centrale del problema.
Le province devono assumere
una serie di iniziative a livello
nazionale e locale. Oggi decide-
remo che cosa fare ma chiaro
che la nostra iniziativa non
pu che avere una relazione e
una modalit di alleanze con le
Regioni e i comuni. Questo
fondamentale per ottenere ri-
sparmi veri senza fare propa-
ganda e garantendo i servizi
per i cittadini.
Saitta: ocambianoidea
ome ne vadosubito
Iosonostatoeletto
dal popoloe houna
dignit da difendere
Nonaspetter
lannoprossimo
Antonio Saitta
presidente
della Provincia
Gli assessori provinciali
Rinunciamo allindennit
ma lasciateci fare il nostro lavoro
IPrima ancora di ve-
derlo nascere Torino ri-
schia di perdere il garan-
te per linfanzia. La deci-
sione del governo, che
ha deciso di sopprimere
lauthority a livello na-
zionale, potrebbe avere
ripercussioni immedia-
te su Torino, dove una
delibera di giunta - forte
proprio dellistituzione
della figura di garanzia
a livello nazionale - ave-
va deciso di prevedere
questa figura anche per
la citt. Alla luce della
manovra del governo
Monti tutto dovrebbe es-
sere cancellato.
AUTHORITY
Salta anche
il garante
per linfanzia
U
Il presidente della Provincia: non sono un accattone di prebende
APalazzoCisterna 45 poltrone
I consiglieri provinciali sono45: secondoSaittaeliminare loro
etutti quelli del restodItalia nondar risparmi significativi
64 Cronaca di Torino
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1T2 PRCV
re una mobilitazione, uno scat-
to di orgoglio.
Il passaggio della Lega Nord
allopposizione rende pi age-
vole laffondo del presidente
del Piemonte ma quando Cota
parla di un modo pi corretto
e rispettoso degli enti locali
scelto dal precedente governo
per affrontare questo proble-
ma coglie il senso della cre-
scente irritazione che sta mon-
tando negli amministratori del
Pd. Sentite che cosa dice Ser-
gio Bisacca, presidente del con-
siglio provinciale: E la prima
volta che unistituzione eletta
dal popolo viene sciolta per de-
creto e questo rende perplessi
soprattutto per quanto riguar-
da il tema della democrazia. E
poi c un altro problema: Si
eliminano i consi-
gli ma nessuno si
preoccupa di do-
ve finisce il perso-
nale, chi gestir i
servizi? Chi far
la manutenzione
delle strade?.
Lassessore provinciale al
Bilancio, Carlo Chiama, parte
da qui per criticare una scelta
che giudica illogica: Come si
fa ad interrompere unattivit
amministrativa in corso deser-
cizio per sostituirla con un
complesso meccanismo di ele-
zione e di definizione delle com-
petenze che rischia di creare
solo un grande circo Bar-
num?. Senza dimenticare co-
me spiega DOttavio la diffi-
colt di lavorare sapendo che
sei a scadenza per una decisio-
ne che tra laltro stata annun-
ciata intelevisio-
ne. Epoi c an-
che una questio-
ne politica:
Mentre cresce
lidea della ne-
cessit di un go-
verno di area vasta per quanto
riguarda problemi come rifiu-
ti, acqua, strade viene fatta
una scelta diversa che di fatto
cancella le province che non
avranno pi la funzione di go-
vernare ma solo quella di coor-
dinare favorendo cos scelte di
campanile. [M. TR.]
I
l ministroFornerosi com-
mosso. Io ho finito i fazzo-
letti. La prima impressione
drammatica. Chi sperava
che il governo dei tecnici
avrebbe frenato lescalation di
tagli sugli enti locali rimasto
presto deluso. E le parole del-
lassessore al Bilancio Giangui-
do Passoni la dicono lunga sul-
lumore che le prime indiscre-
zioni giunte da Roma hanno
prodotto a Palazzo Civico. La
sinfoniasembranonessere de-
stinata a cambiare: tagli, tagli
eancoratagli.
Il sindaco Fassino ha tra-
scorso due giorni nella capitale
per cercare di capire gli effetti
del decreto. Il suo vice, Tom
Dealessandri, non si sbilancia.
Per ammette: La manovra
pesante. Molto pesante. Ci so-
noproblemi di equit. Eci sono
problemi sui Comuni. I conti
non li abbiamo ancora: resta
da capire quali margini avre-
mosulle leve fiscali e sugli inve-
stimenti. Le indiscrezioni arri-
vate in citt, per, non lasciano
presagirenulladi buono.
Dalle primeavvisaglie si de-
lineauna sconfittasututta la li-
nea. Nel testo sarebbe stato in-
serito un comma secondo cui il
maggior gettitoImu(dovutoal-
la rivalutazione delle rendite)
verrebbe sottratto dal fondo
perequativo, cio dai trasferi-
menti statali. Inoltre il patto di
stabilit dovrebbe essere stato
inasprito. Infine, previsto un
altro taglio forfait ai trasferi-
menti. presto per fare il con-
to. Maunacosasembrachiara:
la stretta stata inasprita, nel
2012 Torino non solo avr me-
no soldi e pi vincoli rispetto al
2011, ma pagher ancora di pi
di quanto stabilito dal governo
Berlusconi.
Piange il Comune. E piango-
no le circoscrizioni. Per loro
quasi un de profundis. La mano-
vra stabilisce che tutte le cari-
che degli organismi territoriali
non previsti dalla Costituzione
saranno onorifiche. Addio a get-
toni di presenza, stipendi e in-
dennit di funzione. La sforbicia-
ta del governo Berlusconi aveva
lasciato in vita le municipalit
sono nelle otto citt con pi di
350 mila abitanti. Per ora so-
pravviveranno, ma niente getto-
ne per i 250 consiglieri torinesi
(60 euro lordi a seduta, massi-
mo 500 euro al mese per i pre-
senzialisti) e niente indennit
per i dieci presidenti (3.500 eu-
ro lordi al mese, 2.300 netti).
Saremo costretti a chiudere i
battenti dice la coordinatrice
dei presidenti, Nadia Conticelli,
professoressa in aspettativa .
impossibile lavorare a titolo
volontaristico. Io tornerei di cor-
sa alla mia professione di inse-
gnante. Daniele Valle, della cir-
coscrizione Tre, conferma: La
carica di presidente non pu es-
sere lasciata vacante; impensa-
bile anche coprirla a tempo par-
ziale. un incarico a tempo
pieno, dice Paola Bragantini,
presidente della Cinque. Di fat-
to significa chiudere le circoscri-
zioni. Decisione legittima. Il pro-
blema che la politica ha sba-
gliato a sottovalutare il proble-
ma dei suoi costi e dei suoi appa-
rati. E ora arrivata la scure
che, ovviamente, prende di mira
innanzituttoi pi deboli.
Reazioni
ANDREAROSSI
ANDREACIATTAGLIA
IL SOCCORSODI COTA
Senza le province
difficile amministrare
bene il territorio
Lassessore Passoni: prima impressione drammatica
Carlo
Chiama
assessore
provinciale
La scure sugli enti locali
Per Comune ecircoscrizioni si profila una manovra durissima
tratagli ai fondi e soppressionedelle indennit
Strettasul Comune
Ele circoscrizioni
restanosenzasoldi
Le buste paga
C
e
n
t
i
m
e
t
r
i

-

L
A

S
T
A
M
P
A
CIFRE LORDE MENSILI
IN EURO
Gettone
presenza
60,00
per un massimo
di 14,5 al mese
Consiglieri
250
Coordinatori
di commissione
1.186,00
CONSIGLIO
25
consiglieri
Presidente
9.123,50
Presidente
2.400,00
Presidente
Consiglio Provinciale
5.930,00
Consiglieri
(se arrivano al tetto)
3.021,00
Assessori
5.930,00
Vicepresidente
6.842,50
Provincia
Circoscrizione
Gettone presenza
(solo consiglieri)
159,00
per ogni seduta,
massimo 19 al mese
Rimborso
chilometrico
Solo per i consiglieri
residenti fuori Torino,
tariffa Aci
CONSIGLIO
45
consiglieri
2
P
9
V
netti
I DIECI QUARTIERI
I presidenti perdono
lo stipendio: Saremo
costretti a chiudere
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronaca di Torino 65
LA STAMPA
T1 T2PRCV
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA66 T1T2 PRCV
il caso
ELENALISA
Mai pialtre morti
come allaThyssen
N
essuno dovr pi
morire lavorando.
Una speranza a
metstradatrare-
alismo e utopia.
Un impegno messo nero su
bianco dal sindaco Piero Fassi-
no che, in occasione dellatroce
anniversariodel rogo alla Thys-
senKrupp, ha scritto una lette-
ra ai famigliari degli operai
morti bruciati mentrefacevano
il loromestiere.
Angelo, Antonio, Bruno,
Giuseppe, Roberto, Rocco, Ro-
sario vivono nei nostri cuori e
nelle nostre menti - ha scritto
Fassino -. Il loro tragico sacrifi-
cio ci indica quanto sia indi-
spensabile battersi ogni giorno
perch il lavoro sia riconosciu-
to nella sua dignit e chi lavora
siagarantitonella suaincolumi-
tpsico-fisicaenella suaprofes-
sionalit. E per spiegare le ra-
gioni che lhannospinto a unge-
sto distante dalla prassi forma-
le, inviareunalettera, il sindaco
ha aggiunto: Vi scrivo per ma-
nifestarvi la vicinanza della cit-
t e mia personale in un giorno
che rinnova il vostro enorme
dolore e il cordoglio di tutti i to-
rinesi. Oggi inItaliasonomille e
cinquecento le persone che
muoiono sul lavoro ogni anno.
Migliaiasono le vittime di infor-
tuni conmenomazioni irreversi-
bili. Cifre impressionanti che si
unisconoa una diffusa precarie-
t del lavoro, di cui le prime vit-
time sono i giovani. Tutto que-
sto deve spingere ognuno di noi
allimpegno quotidiano e attivo
perch al lavoro sia restituita di-
gnit, sicurezzaetutela.
La tragedia alle acciaierie
ThyssenKrupp avvenuta quat-
troanni fa, nellanottetrail 5eil 6
dicembre. La dinamica dellinci-
dente, liter giudiziario necessa-
rio a individuare cause e colpevo-
li ele polemicheseguite al proces-
so sonouna paginaneraper Tori-
no e per la storia del lavoro. La
sentenza diventata un prece-
dentestorico sui manuali di giuri-
sprudenzae il rogo, un filmdocu-
mentario girato dal regista Mim-
mo Calopresti e celebrato con
unovazione al festival di Venezia
nel 2008. I fatti sono noti. Da un
incendio di piccole dimensioni -
la testimonianza di Antonio
Boccuzzi, lunico sopravvissuto
oggi deputatodel Pd- si sviluppa-
ronounesplosionee unondaano-
mala fatta di fuoco che in pochi
istanti divoril reparto. Ungrup-
po di lavoratori fu avvolto dalle
fiamme. Alcuni morirono subito,
altri dopo unagonia durata setti-
mane. I loro nomi sono Antonio
Schiavone, Roberto Scola, Ange-
loLaurino, BrunoSantino, Rocco
Marzo, Rosario Rodin e Giusep-
peDemasi.
Linchiesta giudiziaria accer-
t lo stato di abbandono dello
stabilimento: estintori scarichi o
malfunzionanti, scarso persona-
le, sudiciume. Vennero contate
almeno 114 violazioni delle nor-
me sulla sicurezza. Lo scorso 15
aprile la Corte di Assise di Tori-
no condann lamministratore
delegato Espenhahn a 16 anni e
mezzo di reclusione per omici-
dio volontario con dolo eventua-
le. Adaltri dirigenti, accusati di
omicidio colposo con colpa co-
sciente, venneroinflittepenedi
pocoinferiori.
Ora che si profila il processo
dappello, i parenti delle vittime
sperano in tempi rapidi. Lo han-
no detto Grazia Cascino e Rosi-
na Plat, madri di Rodin e De-
masi, intervenendoieri a uncon-
vegno della Settimana per la si-
curezza: Chiediamo che i re-
sponsabili della morte dei nostri
cari non restino impuniti affin-
ch tragedie come quella che ci
ha colpiti non accadano pi.
Che il dramma nonsi ripeta an-
che laugurio di Fassino: Il mi-
glior modo per onorarne le vitti-
me battersi perch pi nessu-
no debba morire lavorando. Con
questo impegno e con i senti-
menti della pi grande solidarie-
tdi tuttalacittvi abbraccio.
Fassino nel quarto anniversario della tragedia
Sette morti allacciaieria
Lincendio, avvenutola notte trail 5e il 6dicembre,
hacoinvoltoeuccisogli operai che lavoravanosulla linea5
LE FAMIGLIE
Tempi rapidi
per lappello: i colpevoli
non restino impuniti
Il procuratorecapo
dellaRepubblicascrive:
ILa rubrica Specchio
dei tempi ha una consolidata
tradizione di nobilt e presti-
gio. Perci mai mi sarei imma-
ginatoche potesse ospitare an-
cheesercizi di sciacallaggio.
Purtroppo avvenuto con
la lettera del 5 dicembre di un
tal Luca Viola, che specula sul-
levittime di ungravissimoinci-
dente stradale (quello di corso
Peschiera angolo via Sacra di
San Michele) per provare a
gettare qualche ombra sul sot-
toscritto, che l'ineffabile Viola
riesce ad offendere senza ne-
anchetrovare il coraggiodi no-
minarlo.
Loffesa viscida e volgare
allaverit e al buonsenso evi-
dente se solo si considera che
l'impareggiabile Viola omette
dolosamente di ricordare che
io abito nella zona da oltre 40
(quaranta) anni! Ma tant':
calunniate calunniate qualco-
sa rester l'evidente credo
di chi - come il Viola - non esita
a prendere fischi per fiaschi
pur di denigrare qualcuno a
gratis, cio senzaalcuna plau-
sibilite fondamento.
GIANCARLOCASELLI
Unlettorescrive:
ILa tragedia del bambino
di 7anni edellasuafamigliatra-
volti in corso Peschiera, oltre a
colpirmi, mi fa ribollire il sangue
per la rabbia. Il colpevole primo
sicuramente il pazzo pirata che
non ha neppure pensato di fer-
marsi, masul bancodegli imputa-
ti ci metto a pieno titolo le strisce
pedonali di tutti i grandi corsi del-
la citt: cos sono pericolose, co-
memetterelestrisceperattraver-
sare un'autostrada, che speranze
ci sonochequalcunosi fermi?An-
che volendolo fare come si pu
con il traffico veloce che preme
dietro?Perch nonsi mettono se-
mafori a chiamata dei pedoni?
Perchi passaggi pedonali nonso-
norialzati comesuccedeadesem-
pio inmolte citt europee? Fatevi
un giro a Londra, non c' niente
dainventare!.
LUCAPIOMBINO
Unlettorescrive:
IQualchegiornofaaMilano
moriva il piccolo Giacomo,
schiacciato da un tram per zig-
zagareconlasuabiciclettaunau-
toindoppia fila. Domenicalatra-
gediahatoccatoTorinoesi por-
tata via una famiglia. Ed ogni
giorno vengono investiti e uccisi
2 pedoni (per un totale di 5000
morti l'anno in incidenti stradali,
il 70%dei quali avvienesullestra-
deurbane).
E che tutti proviamo sgo-
mentoetristezzanel leggereque-
ste notizie ma poi siamo i primi a
boicottare o storcere il naso di
fronteaqualsiasi provvedimento
che limiti questa presunta e falsa
libertdi fare ciche vogliamoin
auto. Emi riferisco a tutti i prov-
vedimenti di traffic calming, zo-
ne 30, ciclabilit, ztl, autovelox,
multeatappeto(nessunoapplau-
direbbe per un autovelox, ma la
lungimiranza viene sempre pre-
miata). Esiamo sempre i primi a
parcheggiareinsecondafila(tan-
to 5 minuti che fa?), a bruciare
qualche arancione all'ultimo (so-
no di fretta!) e parcheggiare su
qualche striscia pedonale (non
c' parcheggio!). Perch? Sinda-
co, giunta, consigliocomunale, vi-
gili urbani, cambiate direzione
perchcos nonva. Lestatistiche
sullasicurezzastradale(suInter-
net si trova ogni dato) pongono
impietosamente l'Italia a cavallo
fral'Europaeil terzomondo.
FABIO
Unlettorescrive:
ICinema Massimo, film in
3D. Oltre al prezzodel bigliettosi
pagauneuropergli occhialini. Fi-
nisce lo spettacolo precedente e
gli addetti ritiranogli occhialini a
chi esce.
Nienteusae getta, li steriliz-
zeranno, penso. Da unaltrosca-
tolone li distribuiscono a chi en-
tra: altrochesterilizzazione!
Buste non solo non sigillate,
madirettamenteaperte, lenti pie-
ne di ditate e ingrassate, che fati-
chi a farle venire pulite. Un vago
senso di disagio a pensare a chi
ha usato gli occhiali prima... il
pensiero vaga fra congiuntivite e
pidocchi, passando, meno cata-
stroficamente, per lepielemen-
tari norme igieniche. I gentili ad-
detti ammettono candidamente
il riutilizzosenza progressi di pu-
lizia e promettono che riferiran-
no le lamentele. Ho preferito far-
le anche di persona. Dal Museo
del Cinemaci si aspetterebbeil ri-
spetto delle indicazioni in mate-
riaigienicosanitaria.
L. BUNI
Unalettricescrive:
IE da un paio di mesi che,
in un ampio raggio della zona
San Salvario, a ore svariate del
giornoedellanotte, si percepisce
nell'aria un odore nauseabondo
chepenetraanchenellacaseain-
fissi chiusi. Cosastiamorespiran-
do? Decomposizione o solventi
vari?Mi fasorriderel'imputazio-
ne dei vari veleni solo al traffico
caotico di questa citt, a quanto
parec'dell'altro.
Alleautoritpreposteallacu-
ra dell'aria chiedo risposte, an-
che perch di nasi sofferenti da
questeparti, oltreal mio, ceneso-
noparecchi.
GIOVANNA
specchiotempi@lastampa.it
viaMarenco32, 10126Torino
fax011.6568185
Forumletteresu
www.lastampa.it/specchiotempi
m
Caselli: quella lettera sciacallaggio - Strisce pedonali pericolose,
megliounsemaforoachiamata- Lasicurezzastradale meritaunimpe-
gnomaggiore- Piigiene per gli occhiali 3D- PuzzaaSanSalvario
m
Specchiodei tempi
m
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronaca di Torino 67
LA STAMPA
R T1 T2PRCV
MAURIZIO TROPEANO
La Sitaf, la societ che gesti-
sce lautostradaTorino-Bardo-
necchia e il tunnel del Frejus
da ieri ufficialmente un avver-
sario del movimento No Tav.
Laprotestadell8dicembre, in-
fatti, punta sicuramente adas-
sediare larea del cantiere di
Chiomonte ma servir anche
per denunciare laresponsabili-
t della Sitaf che complice
delloccupazione militare della
Valle, spiega Luca Abb del
coordinamento dei comitati
dellalta valle. Non un caso
che uno dei tre cortei in pro-
gramma nel giorno della Festa
dellImmacolata si concluder
proprio allautoporto di Susa
dove il movimento sta organiz-
zandola nottebiancadellapro-
testa. Enon uncasoche il mo-
vimentosi impegni atener libe-
rele statali elaferrovia
Secondo i comitati le colpe
della Sitaf sono legate alla
concessione dei terreni su cui
si sta sviluppando il cantiere
che non c e al via libera alla
realizzazione dello svincolo
verso la Maddalena che - spie-
ga ancora Abb - ha trasfor-
mato lautostrada in una via
di comunicazione e transito
per le truppe doccupazione
mettendo a rischio la sicurez-
za. Nel corso della conferen-
za stampa non si parlato di
blocco dellautostrada da par-
te del movimento ma di forme
di protesta tipiche delladisob-
bedienza civile. I No Tav, in-
fatti, danno per scontato che
cos come successo nei mesi
scorsi la decisione di chiusura
sar presa dalla Sitaf o delle
forzedellordine.
Gi, perch in contempora-
nea con il corteo di Susa (ap-
puntamento alle 10 alla stazio-
ne) sono previsti altri due con-
centramenti a Chiomonte e
Giaglioneconlobiettivodichia-
rato di stringere dassedio il
cantiere per logorare lappa-
rato di occupazione, spiega
Fabrizio Salmoni del Tg Mad-
dalena. Assedio/girotondo che
avverr a volto scoperto e sen-
zanessunatteggiamentooffen-
sivo nei confronti delle forze
dellordine: Noi - precisa Ab-
b - abbiamo intenzione di pro-
testare in modo determinato
ma pacifico e non violento. Ta-
gliarele reti nonunapriorite,
in ogni caso, eventuali violenze
sono da imputare allatteggia-
mentodelleforzedellordine.
GiuseppeCerutti, presidente
della Sitaf, respinge le accuse al
mittente: Hanno scelto delle
motivazioni che devono giustifi-
careloccupazione dellautostra-
da. La A32, infatti, uninfra-
struttura a servizio della valle,
della sua economia e del rilancio
turistico di questo territorio e
per questo ci spiace subire azio-
ni di ritorsionequandolasociet
e i suoi dipendenti nonsonocoin-
volti nella realizzazione di que-
stopera. Eper Cerutti eventua-
li interruzioni del traffico crea-
nogravi danni nonsolo per la Si-
taf ma anche per la valle. E ag-
giunge: E innegabileche la per-
dita del traffico in favore del
Bianco legataalle proteste e al-
lincertezza di poter usare libe-
ramentelautostrada.
Per i comitati, per, la prote-
sta di gioved sar linizio di una
campagna di protesta contro la
Sitaf che per quanto ci riguar-
da - - spiega Luigi Casel - non
pi da considerare una zona
franca. La societ la principale
artefice delloccupazione milita-
re. Eper questo motivo il movi-
mento sconsiglia di utilizzare
lA32per recarsi i valle ma di uti-
lizzare statali e ferrovia che re-
sterannosempreaperti.
La nuova protesta dei No
Tav, per, desta molte preoccu-
pazioni nel mondo politico. Lal-
larmelolanciail deputatodel Pd
Stefano Esposito: Mi auguro
che tutti i rappresentanti delle
istituzioni, dal Ministro dellIn-
terno al Prefetto al Questore, si-
ano consapevoli del fatto che le
manifestazioni potrebbero tra-
sformarsi inuniniziativa di con-
testazioneal governo Monti e al-
la sua manovra. E aggiunge:
Esattamente come avvenuto
aluglio, il periodo festivo potreb-
be favorire larrivo da ogni dove
dei gruppi insurrezionalisti ed
antagonisti che adoperano la
Tavcome unpretestoper cerca-
re lo scontro con le forze dellor-
dine. E il coordinatore vicario
del Pdl, Agostino Ghiglia, chiede
chenonsia consentitala forma-
zione di blocchi che impegnereb-
berosupifronti le forze dellor-
dine, compromettendo leffica-
cia nella difesa dei cantieri della
TorinoLione.
AMEDEO MACAGNO
Sale la preoccupazione tra
gli amministratori dell'alta
valle Susa sul rischio di un
flop turistico in occasione
del ponte dell'Immacolata.
Non solo la neve che tarda
ad arrivare, ma preoccupa la
manifestazione dei No Tav di
gioved. Una protesta che ob-
bligher la Sifaf a chiudere il
tratto Susa-Bardonecchia.
Uno stop agli automobilisti
che influirebbe molto sul nu-
mero delle presenze turisti-
che e che fa letteralmente im-
bestialire i sindaci dell'Alta
valle. Con loro commercianti
e albergatori che hanno in-
tenzionati ad intraprendere
una class action contro il
novimento No Tav, per chie-
dere il rimborso dei danni
che potrebbero subire a cau-
sa della loro manifestazione.
Una linea condivisa da Ro-
berto Borgis, primo cittadi-
no di Bardonecchia che sbot-
ta: Non discuto il diritto dei
No Tav di manifestare, ma
devono anche capire che
d'ora in avanti dovranno or-
ganizzare le loro manifesta-
zioni in altre date, non in
quelle pi importanti per
l'economia turistica locale.
Nella vicina Sauze d'Oulx, il
sindaco Mauro Meneguzzi al-
za le braccia al cielo: Ho la
sensazione che ci sia una sor-
ta di congiura da parte di pi
soggetti per penalizzare il tu-
rismo locale. Gi la neve po-
ca, e oltre alla manifestazio-
ne dei No Tav, proprio in
questi giorni nel Comune che
rappresento viene fuori la
questione del pericolo amian-
to. Un problema reale, ma da
gestire con le dovute precau-
zioni e senza allarmismi. Ci
sono gli estremper agire tut-
ti insieme per un'eventuale
richiesta danni ai No Tav.
Preoccupato anche il vice sin-
daco di Sestriere Gianni Pon-
cet: Se chiudono l'autostrada
siamo rovinati. Nelle localit
della vallata si lavorato per
aprire pi piste e impianti pos-
sibili: 15/16 nel solo compren-
sorio della ViaLattea. Se poi si
sparge la voce che anche le
strade secondarie sono a ri-
schio chiusura, non ci rimetto-
no solo i gestori degli impianti
e gli albergatori, ma tutto un
indotto di operai, camerieri e
gli addetti nei negozi di artico-
li sportivi. Meno preoccupa-
to di tutti il sindaco di Oulx
Paolo De Marchis: Sono favo-
revole a qualsiasi tipo di mani-
festazione non violenta, com-
presa quella dei No Tav. Sono
invece contrario alla chiusura
preventiva dell'autostrada e a
tutte quelle altre azioni che
possono penalizzare il turi-
smo locale.
Lareplica: E una
scusa, noi serviamo
il territorio. Le proteste
favorisconoil Bianco
Lautostradanel mirinoNoTav
La protesta: gioved tre cortei per assediare il cantiere di Chiomonte e contestare la Sitaf complice delloccupazione
Esposito(Pd) lancialallarme: Antagonisti inarrivodatuttaItalia, potrebbeesserelaprimaazione controil governo
Lobiettivodichiarato
LAutofrejus stata pivolte chiusaa causa dellemanifestazioni NoTav che ora la indicano
comeloroobiettivo: Eunavia di comunicazione etransitoper le truppe doccupazione
I sindaci dellAlta Valle
Se bloccano i turisti
chiederemo i danni
conuna class action
Roberto
Borgis
sindaco
di
Bardonecchia
Manifestino
inaltredate
Mauro
Meneguzzi
sindacodi
Sauze
Vogliono
penalizzareil
turismo
Giovanni
Poncet
Vicesindaco
di Sestriere:
Sechiudono
lautostrada
sarun
disastro
68 Cronaca di Torino
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1T2 PRCV
Il Comune: via
gli attraversamenti
pedonali pericolosi
il caso
ANDREAROSSI
NADIA BERGAMINI
MASSIMILIANO PEGGIO
Omicidio colposo con laggra-
vante della colpa cosciente, e
omissione si soccorso. Profili
di estrema gravit, che incide-
rannosullacondanna. Sonole
ipotesi formulate dalla procu-
ra nei confronti del pirata che
sabato sera, in corso Peschie-
ra, ha travolto e ucciso il Ales-
sandro Sgr, il bimbo di 7 an-
ni che stava attraversando la
strada con il pap Calogero e
la mamma Simonetta. Le con-
dizioni delluomo permango-
no gravi ma stazionarie. La
donna, ricoverata in Trauma-
tologia, sotto shock, con il
cuore straziatodal dolore.
La caccia dellauto pirata
ancora aperta. Indagini ser-
rate. Decine le segnalazioni
alle forze dellordine. Control-
li nelle conces-
sionarie e nelle
carrozzerie. Ie-
ri gli agenti del-
la sezione scien-
tifica della poli-
zia municipale
hanno esaminato le immagi-
ni degli impianti di videosor-
veglianza dei negozi di corso
Peschiera e corso Monte Cuc-
co, a caccia della Renault
Clio grigia che ha investito la
famiglia di Caselle sulle stri-
sce pedonali, alluscita da un
negozio di giocattoli. Filmati
importanti. Uno in particola-
re. Abbiamo molti elementi
ma confidiamo che si costitui-
sca spiega Paola Loiacono,
dirigente della polizia munici-
pale. Le indagini sono coordi-
nate dal pm Gabriella Viglio-
ne. Gli agenti hanno cercato
lauto pirata anche in alcuni
campi nomadi, in particolare
a Moncalieri, dopo una segna-
lazione. Si sta pure valutan-
do lipotesi che a bordo ci fos-
se un passeggero. Elemento
gi emerso dopo lincidente
ma non confermato da tutti i
testimoni. Col passare delle
ore cresce il timore che lau-
to che ha ucciso Alex possa
essere bruciata per far perde-
re ogni traccia.
Ieri i compagni di Alessan-
dro sono tornati inclasse. Qual-
cuno ha messo un pupazzo di
peluche sul suo banco vuoto.
Tanta tristezza tra piccoli alun-
ni della 2A della scuola ele-
mentare Rodari. Ad acco-
glierli, oltre alle maestre, anche
ladirigente scolastica e una psi-
cologa. Al di l del dolore per
la perdita di Alessandro spie-
galapreside, LoredanaMeuti
nostro dovere preoccuparci
anche dei compagni. Ecco per-
ch abbiamo deciso di far inter-
venireuna psico-
loga. I piccoli
sono stati ac-
compagnati nel-
la stanza del
circletime, do-
ve hanno potuto
esprimere le loro emozioni. La-
crime e domande. Per aiutarli
prosegue la preside li abbia-
mo coinvolti nel gioco del ricor-
do. Ognuno ha ricordato Ales-
sandro nei momenti pi belli: a
scuola, ai giardinetti, in cortile,
nelle attivit.
La scuola ha deciso di assi-
stere i suoi genitori che rimar-
ranno sempre dice ancora la
Meuti parte del nostro istitu-
to. Vogliamo stargli vicino, met-
tendo a disposizione il nostro
sportello psicologico soprattut-
to quando i riflettori si saranno
spenti e rimarranno soli ad af-
frontare questo incommensu-
rabile dolore. Intanto le fami-
glie della classe stanno organiz-
zando una fiaccolata. Ci sem-
bra il modo migliore per ricor-
darlo dice Giovanni Liuni ne
abbiamo gi parlato con il par-
roco. Mentre la scuola ha gi
preso contatti con lassociazio-
ne Vittime della strada per
organizzare una raccolta fondi.
N
on arriver un
nuovo semafo-
ro in corso Pe-
schiera, l do-
ve sabato po-
meriggio il piccolo Ales-
sandro stato investito da
unauto che per ora sem-
bra essersi dissolta nel
nulla. Il vertice di ieri mat-
tina in Comune ha partori-
to una contromisura forse
pi drastica: lamministra-
zione ha intenzione di eli-
minare tutti gli attraversa-
menti pedonali non tutela-
ti da semafori che si trova-
no sui viali di grande scor-
rimento. Esattamente la
situazione del tratto in cui
la famiglia Sgr stata fal-
ciata dalla vettura lancia-
ta a tutta velocit.
A breve riuniremo per
la prima volta la consulta
cittadina per la sicurezza
stradale, annuncia las-
sessore alla Viabilit Clau-
dio Lubatti, e allordine
del giorno metteremo pro-
prio la discussione sugli
attraversamenti potenzial-
mente pericolosi. Non so-
no pochi. I grandi viali in
cui sono tratteggiate stri-
sce pedonali non protette
- senza semafori o dossi
capaci di fare scudo ai pe-
doni - sono un centinaio:
quaranta, come nel caso
di corso Peschiera, sono
segnalati da impianti lumi-
nosi; altri quaranta hanno
una segnaletica comple-
mentare di accompagna-
mento; infine venti sono
considerati a bassa perico-
losit. Li accomuna una
caratteristica: si trovano
su strade a pi corsie, do-
ve le auto corrono, spesso
ben oltre i limiti di veloci-
t. Verranno rivisti e ana-
lizzati uno ad uno. E quelli
considerati a rischio sa-
ranno eliminati. Se verifi-
cheremo che possono co-
stituire un pericolo li ri-
muoveremo, spiega Lu-
batti. Del resto, questi at-
traversamenti si trovano
non lontani da altri regola-
ti da semafori o barriere.
Per i pedoni si tratterebbe
di percorrere cento o due-
cento metri in pi.
Il vertice di ieri servito
per valutare la situazione di
corso Peschiera. Abbiamo
verificato che nel tratto do-
ve avvenuto lincidente
presente la massima segna-
lazione possibile secondo
quanto previsto dal codice
della strada, ha spiegato
Lubatti in Consiglio comuna-
le. E a 130 metri di distanza
dallattraversamento teatro
dellincidente ve ne sono al-
tri due regolati dai semafori:
uno allangolo con via Bardo-
necchia e un secondo allan-
golo con corso Montecucco.
Il limite minimo per la collo-
cazione di nuovi semafori
cento metri. Dei tre incro-
ci, per di pi, quello in cui si
verificata la tragedia
quello con il tasso di inciden-
talit pi basso secondo i da-
ti rilevati dal 1997 in poi.
Il vertice in Comune ha
poi fatto il punto sul piano di
messa in sicurezza di alcune
strade considerate partico-
larmente pericolose gi ap-
provato nel corso dellulti-
ma giunta, la scorsa settima-
na. La delibera stanzier
400 mila euro per interventi
urgenti su quattro vie consi-
derate pericolose. C via
Lanzo, in zona Madonna di
Campagna. C via Reiss Ro-
moli, poco distante. C cor-
so Grosseto. Einfine via San
Marino, a Santa Rita. Gli in-
terventi di messa in sicurez-
za rientrano in un progetto
co-finanziato dalla Regione.
Sono stati individuati sulla
base di unanalisi scrupolo-
sa, che ha analizzato i tassi
di incidentalit e mortalit,
conferma Lubatti. E i pro-
getti sono immediatamente
esecutivi. I lavori partiran-
no a breve.
Indagini
Caccia allauto pirata
Una traccia nei filmati
delle telecamere
Per la Procura
ipotesi di omicidio
colposo aggravato
da colpa cosciente
La decisione dopo la tragedia in corso Peschiera
LoredanaMeuti, preside
SUI GRANDI VIALI
Sono un centinaio
piazzati in tratti
dove le auto corrono
SCUOLAINLUTTO
Una psicologa aiuta
i compagni di Alex
ad affrontare il dolore
Lestrisce senza protezioni
Sonouncentinaio, segnalate dainsegne luminose ocartelli, ma nonprotette daunsemaforo
oda altri tipi di barriere, epercipotenzialmentea rischio
Lultimavittima AlessandroSgr
GIOIELLI - ORO - ARGENTO
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronaca di Torino 69
LA STAMPA
T1 T2PRCV
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA70 T1T2 PRCV
Musy, gioielliere del re
chiude bottegainviaPo
La storia
ELISABETTAGRAZIANI
Sanit, appello del commissario Manuguerra
Non smantellate
lAmedeo di Savoia
ILospedale Amedeo di
Savoia va rilanciato e non
smembrato. Si tratta di recu-
perare i 43 milioni di euro gi
assegnati con una legge del
1990 e avviare al pi presto la
ristrutturazione: lo ha affer-
mato il commissario della Asl
To2, Giacomo Manuguerra,
durante lincontro sul futuro
della struttura per malattie
infettive, sede di un laborato-
rio di microbiologia e virologia allavanguardia. Eventuali
ipotesi di trasferimento di reparti dellospedale - ha detto
Manuguerra - sarebbero incoerenti anche sotto il profilo
economico, visto che i conti dellAmedeo di Savoia sono at-
tualmente quasi in equilibrio. LAmedeo di Savoia, ha re-
gistrato nel 2010una media di 530 pazienti al giorno per un
totale di circa 140mila passaggi lanno.
I sindacati: scioperi e proteste da domani
Le piccole imprese
approvano la manovra
ILa manovra del governo
Monti nel suo insieme equili-
bratae contiene dal puntodi vi-
sta delle piccole e medie impre-
se una serie di primi strumenti
importanti perriavviareunper-
corsodi crescita, diceFabrizio
Cellino, presidente di Api Tori-
no. I sindacati, intanto, hanno
organizzato proteste. La Fim
haproclamato4ore di sciopero
per domani nelle fabbriche
meccaniche conunpresidio alle 9 a Porta Nuova. Nello stesso
presidioancheper laCisl. LaCgil, invece, sarinpiazzaCastel-
loapermanifestaresottolaPrefettura. I meccanici dellaFiom
hannogiindettounoscioperogeneraleil 16- ancheper prote-
starecontroladisdettadel contrattodapartedellaFiat - e che
ora sar anche contro la manovra. La Fismic ha comunicato
cheaderirnellefabbricheainiziativeunitariedi fermata.
Scuola
Cisl e Uil contro i ritardi
del decreto salva-precari
II segretari regionali di Cisl e Uil Scuola, Enzo Pappa-
lettera e Diego Meli, sottolineano in una nota che in merito
ai circa 600 posti del decreto salvaprecari nei giorni scor-
si la Regione Piemonte ha comunicato quali sono le scuole
che beneficeranno del contributo per assumere precari
che lavoreranno sul sostegno o su progetti specifici per il
tempo scuola. Ora - dicono - sono pronti gli elenchi del
personale da contattare, secondo le regole nazionali. Ma la
giunta presieduta da Cota ha continuato ad insistere per-
che il Miur firmasse un accordo in base al quale le scuole
avrebbero dovuto dare la priorit a coloro che avevano
prestato servizio in scuole piemontesi nel passato, modifi-
cando in maniera forte le regole delle graduatorie naziona-
li. N il governo Berlusconi n quello dei "professori" ne ha
voluto sapere. Se nellarco di tre mesi non si sono determi-
nate le condizioni per avere lavvallo del Miur allo stravol-
gimento delle graduatorie meglio riconoscere che stato
compiuto un errore e non protrarre ulteriormente l'attesa
e la sofferenza delle scuole.
Nella sede dellOrdine
Premiati i decani
del giornalismo piemontese
ICerimonia di fine anno al-
lOrdinedei Giornalisti conlapre-
miazione degli iscritti da 40, 50o
60anni. Tralorogli storici Ange-
lo Del Boca, Angelo DOrsi e lex
vicesegretariodcGuidoBodrato.
Ecco lelenco completo: 60 anni,
professionisti: FulvioCinti, Ange-
loAntonioDel Boca, RemoLugli,
Gian Giacomo Pignata. 50 anni,
professionisti: Cesare Castellotti
Michele Petrosillo, Gianni Ranie-
ri, Alessandro Rigaldo, Marzio Torchio Giovanni Tortolini. Pub-
blicisti: RiccardoAccornero, GuidoBodrato, AntonioCostantini ,
PierCarloGabbio, SerenaZaratin. 40anni, professionisti: Mauri-
zioAlfisi, GiorgioBarberis, MarcoBarberis, NevioBoni, Giovanni
Brusasca, CarlaFontana, PietroGalasco, BrunoGianotti, Giorgio
Lombardi, CarloNovara, GuidoPaglia, FrancaPagliero, Raffaele
Sasso. Pubblicisti: AngeloArpaia, LucioBassi, BeppeBrucco, Ro-
dolfoCastellaro, CristinaCerchioMarchiaro, GianLuigi DeMar-
chi, AngeloDOrsi, SilvanaFazio, GianfrancoFiori, ElenaGaribal-
di Accati, Franco Graziola, Giorgio La Malfa, Fausto Lamberti,
Giorgio Lindo, Enrico Martino, Michelangelo Massano, Gianni
EliaMontani, MassimoNardilli, GraziaNovellini, BrunoSignorel-
li, FrancoTosca, GianfrancoVerrua, ClaraVirgili.
S
obrio, mai ostenta-
to, elegante. Questo
dal 1707 lo stile di
Musy, la pi antica
gioielleria dItalia.
FondatanonacasoinviaPo 1,
nel padiglione che allora uni-
va Palazzo Reale e palazzo
Madama, stata a lungo un
simbolo per il centro storico e
i suoi negozi suo lorologio
nel proscenio di Teatro Cari-
gnano . Ma tutto passa e la
crisi spazza in un soffio quat-
trosecoli di storia.
Nel silenzio generale, lore-
ficeria di casa Savoia ha defi-
nitivamente chiuso i battenti
a met settembre e ha ceduto
il passo al nuovo che avanza.
Al posto del settecentesco gi-
nevrino Giacomo Musy - ce lo
immaginiamo a cavallo - oggi
sono gli eredi di Walter Moro-
sini, capostipite di unaltra
stirpe di gioiellieri e padre del-
la catena Castoro, a far scor-
rere le porte innoce scuro del-
lagioielleria.
La nuova oreficeria aprir
sabato 17 dicembre. Altra sto-
ria, altro marchio. Anche se
linsegna, splendida e incarat-
teri dorati, resta quasi la stes-
sa: Musy padre e figli di Ma-
rio Bellitti. Nessuna scritta
Castoro. il ramo Bellitti
dellafamiglia - allargata, co-
me sottolinea il futuro titolare
- araccogliere il testimonedai
gioiellieri del re. Tutto cam-
bia. I polsini con lo stemma
dei Savoia cedono il posto alle
collezioni di Pomellato; i figu-
rini militari con i dragoni Niz-
za e Savoia, sostituiti dai dia-
manti di Damiani. Proporre-
mo idee di lusso, ma anche di
un lusso pi accessibile, co-
m nella mentalit della Ca-
storo spiega Mario Bellitti -.
Collaboreremo con lIstituto
europeo di design per dare
spazio alle creazioni di nuovi
talenti. I giovani avranno a di-
sposizione il laboratorio del-
loreficeria, rimesso a nuovo ap-
posta. Per completare il balzo
di qualit verso una clientela
medio-alta, la famiglia della
Castoro company ha in pro-
gramma lacquisizione di altri
due negozi inTorino, inprossi-
mitconMusy.
Insomma, unpezzo di Gatto-
pardosi staconsumandosottoi
portici del centro. Bisogna che
tuttocambi se vogliamoche tut-
to resti com, diceva il princi-
pe di Salina in una Sicilia tardo
borbonica e la formula pare ri-
petersi identicaper Torino. Per
conservare invita i negozi stori-
ci alcuni sotto la tutela della
Sovrintendenza, come quello di
via Po occorre aprirsi al nuo-
vo. La torinesit, fruttodi tra-
scorsi nobili, mai ostentata e un
po dantan, sta cedendo il pas-
so. DopoMaschio, Cartier e Mu-
sy chiude anche De Candia, la
boutique dabbigliamento ma-
schile, in piazza San Carlo dal
74. Nellannuncio pubblicato
sui giornali, asciutto come un
epitaffio, si legge che si liquida
tutto, anche gli arredi. Addio
quindi a un altro pezzo di stile
made in Turin, questa volta
rivisitato british. Laconico il
commento del titolare, Gianpie-
ro De Candia, alto, bianco e ri-
servato: Sono venuto in silen-
zio e in silenzio me ne vado. E
conlui unaltro tassellodellaTo-
rinobene.
Pi si sale la scala sociale,
pi difficile scoprire cosa stia
accadendo ai negozi storici del
centro. E se del futuro non v'
certezza, consoliamoci con
quel che offre il presente: la pa-
rolaofferta promozionalenel-
le vetrine di due tra i piimpor-
tanti negozi di abbigliamento
del centro storico. Un altro mo-
do, un po sabaudo, per dire
saldi.
Avrebbe dovuto essere la set-
timana buona. Invece no.
Tutto fermo, tutto bloccato.
Se ne riparla luned prossi-
mo. Forse. Perch adesso c
chi chiede di riaprire la di-
scussione ed estenderne il
perimetro. Di sicuro c che
la delibera sulle Ogr, che
avrebbe dovuto dare il via li-
bera alla riqualificazione del-
le ex Officine di corso Castelfi-
lardo si arenata in Sala Ros-
sa. Varata dalla giunta Chiam-
parino e non approvata duran-
te lultimo Consiglio comuna-
le, la pratica rimasta in eredi-
t alla nuova giunta, che dopo
qualche tempo lha ripresa im-
ponendo una brusca accelera-
zione. Dopo un iter nelle com-
missioni Urbanistica e Cultu-
ra, segnato da qualche frizio-
ne dentro la maggioranza, il
provvedimento approdato ie-
ri in Consiglio per essere vota-
to, dando cos il via al proget-
to: area assegnata alla Fonda-
zione Crt, che avrebbe acquisi-
to gli immobili dalle Ferrovie e
poi investito 80 milioni di euro
per costruire un polo per ricer-
ca, innovazione e creativit,
che dovrebbe realizzarsi en-
tro il 2015. Niente da fare inve-
ce. I Moderati, gruppo di mag-
gioranza, hanno chiesto un rin-
vio per approfondire la discus-
sione. Piera Levi Montalcini,
vice capogruppo dei Modera-
ti, in commissione pi volte
aveva sollevato perplessit e
dubbi sulla delibera, fino a in-
gaggiare un duello vero e pro-
prio con lassessore allUrbani-
stica Ilda Curti.
Il rinvio dellapprovazione
ha fornito ad altri gruppi las-
sist per portare a galla ulte-
riori perplessit. Il consiglie-
re di Sinistra e libert Marco
Grimaldi, ad esempio, ha
chiesto che il provvedimento
sulle Ogr vada di pari passo
con lex Westinghouse, area
attigua su cui dovrebbe inter-
venire sempre la Crt, chje pe-
r ultimamente ha sollevato
pi di un dubbio.
La partita ora, dopo la battu-
ta darresto di ieri, potrebbe
complicarsi. Enella maggioran-
za potrebbe aprirsi una nuova
discussione capace di bloccare
i provvedimenti. [A. ROS.]
Sala Rossa
Il progetto Ogr si arena
i Moderati chiedono unrinvio
LAmedeodi Savoia
Unaprotesta dellaCgil
AngeloDel Boca
IIl 28 aprile 1832 Carlo
Alberto rilasci a Pietro Ni-
colao Musy ed ai suoi due fi-
gli la patente di fornitori
della Real Casa. Dei due fi-
gli, Carlo Luigi e Stefano
Amedeo, uno lavorava fisso
a corte, laltro operava in
bottega.
Diario
LeOfficine Grandi Riparazioni
La pi antica oreficeria dItalia passa alla catena Castoro
Lostile dellaristocrazia dal 1707
Musy, la piantica gioielleria dItalia, fondata nel 1707invia Po1, nel padiglione che allora
univaPalazzoReale epalazzoMadama, stata unsimboloper il centrostoricoei suoi negozi
Slitta il via alla
riqualificazione
da affidare
a Fondazione Crt
CarloAlberto
La tradizione
I preferiti
di Carlo Alberto
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronaca di Torino 71
LA STAMPA
R T1 T2PRCV
Non fu omicidio. Simon Bacoiu,
33 anni, il muratore romeno ar-
restato lo scorso luglio con lac-
cusa di aver ucciso il fratello
Eduard, 24 anni, spingendolo
gi dal balcone, dal terzo piano
di una palazzina di via Caselette
1, tornato in libert. La perizia
disposta dal pm Emanuela Pe-
drottahastabilitochesi trattdi
unincidente. I duefratelli, inpre-
da allalcol litigarono furiosa-
mente, per una piccola somma
di denaro. Ma la caduta fu una
conseguenzaaccidentale.
Luomo, assistitodallavvoca-
toMarioBerruto, statoscarce-
ratodi recente. tornatoacasa,
accolto dallaffetto dei familiari,
che non avevano mai creduto fi-
no in fondo alla prima ricostru-
zionedei fatti formulatadagli in-
vestigatori della Questura. Si-
monBacoiu- spiega il suo legale
- hasempreammessodi averliti-
gato con il fratello, ma non di
averlo spinto gi dal balcone. La
cadutafuunatragicafatalit.
Laperiziache loscagiona, di-
spostadal pm, portalafirmadel-
lingegner Giulietta. Stando una
primaricostruzione, gli investiga-
tori trovarono numerose tracce
di sangue allinterno dellalloggio.
La lite scoppi la sera del 7 luglio
scorso. I duefratelli litigaronoper
cento euro incassati da Eduard
per un lavoretto fatto con Simon.
I due erano ubriachi. Si affronta-
rono nella stanza da letto. Una
scazzottatabrevemaviolenta. Fe-
cero pace e andarono a dormire.
Alcuni vicini di casa trovarono
nella notte il corpo di Eduard ri-
verso sulla strada. Non cera pi
nulladafare. Lapoliziacontattil
fratello: ispezionando lalloggio,
gli agenti trovarono le tracce di
sangue. Il suoraccontononfurite-
nuto credibile. Cos fin in galera,
accusato di omicidio volontario
del fratello.
Al momento, nonostante la
scarcerazionepermancanzadelle
esigenze cautelari, luomo rimane
formalmente indagato. Mi augu-
ro a questo punto - aggiunge lav-
vocatoBerruto- cheallalucedelle
conclusioni della perizia, la procu-
ra concluda le indagini conuna ri-
chiestadi archiviazione. Nonvedo
altrasoluzione. [M. PEG.]
ALBERTO GAINO
Alla fine il giudice Roberto
Arata si apre un varco nella
giungla di giudizi contrastanti
e riassume in questi termini la
straziante agonia di un bambi-
no di otto anni in un letto del
ReginaMargherita: Selernia-
zione dei visceri inizia nella
mattinata del 7 marzo, si ese-
gue una Tac e la si vede, si
provvede di conseguenza ad
un monitoraggio del piccolo,
mi riesce difficile pensare che
inunospedalemodernoe orga-
nizzato non si riesca a interve-
nire.... E a scongiurare il peg-
gio: la morte di Martino Audi-
bert nelleprime ore dell8mar-
zo 2008. Era stato ricoverato
settegiorni primaper unpoli-
traumadopounvolodi 30me-
tri da uncastello gonfiabile sol-
levato a sua volta da raffiche di
ventoa140kmallora.
Il professor Mario Morino,
perito della prima ora che ha
sempre insistito sulla tesi del
fattore acuto e improvviso per
la lacerazione del diaframma e
lo spostamento di tutti i visceri
nel polmone sinistro, coglie
che il giudice pu aver colto e,
alle tre del pomeriggio, vira
quel tanto che basta per affer-
mare: Non c dubbio che se
lerniazione succede piano piano
fanno in tempo a portarlo in sala
operatoria. E una breccia ma
la concede dopo aver ripetuto
solo per la giornata del 7 ho un
dubbio; dal momento che il dolo-
re del bambino persisteva con-
cordo con il dottor Cesarani e
penso anchio che sarebbe stato
opportuno sottoporlo ad un esa-
me strumentale pesante, come
unaTacaddominale.
Aveva puntualmente aggiun-
to per ore che quel dolore diffu-
so alladdome poteva far pensa-
re ad un disturbo da canalizza-
zione intestinale, nonalla lacera-
zionedel diaframmma; chelaRx
e lecografia del 5 sera avevano
indicato gli organi insede, che
in ogni caso non vi sarebbe stata
urgenza di operarlo. Ma dopo le
pacate osservazioni del dottor
Federico Cesarani, chirurgo del-
laddome che ha fatto parte del
secondo collegio peritale, anche
il professore concede qualcosa.
Cesarani aveva appena detto:
Qui si fa troppo pragmatismo
medico. E un fatto che il pazien-
te non era in terapia intensiva.
Disponiamo soltanto di testimo-
nianze di infermiere e di consu-
lenze mediche per gli ultimi due
giorni di vita del bimbo. In medi-
cina nonci sono solo il bianco e il
nero, c anche il grigio. Cos co-
me non c solo il fatto acutissi-
mo. C pure il casodellerniazio-
ne dei visceri che si evolve in 2-3
giorni. La questione piuttosto:
ci si posti il problema di capire
che stava accadendo qualcosa di
diverso e che il paziente non ri-
spondeva alla terapie? Stiamo
parlando di una situazione, leg-
go dalla cartella clinica, che sta-
va diventando drammatica: il
bambino doveva essere sottopo-
stoanuovi esami, trasferitointe-
rapia intensiva. Lerniazione dei
visceri non una bomba atomi-
ca: inunrepartospecialisticopo-
teva essere adeguatamente mo-
nitorato, a maggior ragionedal 7
marzo, esalvato.
Morino aveva iniziato con il
dire E stato uncaso ecceziona-
le e finito per convenire: Que-
sto caso cambia la nostra espe-
rienza. Ma la questione vera
che, al di l delle responsabilit
individuali (ieri tre imputati - Pi-
neschi, Tommasoni e Gamba -
hanno dichiarato di aver fatto
per intero il loro dovere), emer-
gono le gravi carenze dellospe-
dale infantile di riferimento: un
bambino politraumatizzato di-
rottatoinunlettodi otorinolarin-
goiatria e visitato ogni volta da
differenti chirurghi. Non forse
uncasocheinseguitoquellorga-
nizzazionesiastatamodificata.
LAPERIZIA IL GIOVANECADUTOERAUBRIACO
Nonhabuttato
il fratellodal balcone
Lapalazzina di via Caselette 1
PROCESSOPERLAMORTEDEL BIMBOPRECIPITATODAUNASTRUTTURAGONFIABILE
Martinosi potevasalvare
bastavafareunaltraTac
Scaraventato a terra dal vento
Il bambinofaceva gare di sci, ma lincidente avvenuto
mentre giocava suungonfiabile catapultatodal vento
I periti: emergono
responsabilit
del Regina
Margherita
72 Cronaca di Torino
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1T2 PRCV
Per informazioni
Telefono 011 2213500
agency@prelios.com - prelios-agency.com
Ufficio vendite: Torino - via S. Quintino, 3 bis
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA73 T1 T2PRCV
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA74 T1T2 PRCV
L
estate se nera
andata in un
estenuante mi-
nuetto di Ra-
mondetti &Lera
sul leitmotivrisarciamoepat-
teggiamo. I bancarottieri dei
grandi alberghi, che avevano
collezionato in giro per lItalia
(a Torino il Palace e il Turin,
oltre al ristorante Del Cam-
bio), alla fine hanno offerto so-
lo spiccioli. E il pm Giuseppe
Riccaboni si ripreso un po
del tempopersoda una tratta-
tiva allaltra chiudendo la re-
quisitoria in una sola udienza
e chiedendo al gup Roberto Ru-
scello8anni e 8mesi per Amato
Ramondetti, il big e anche il big
spender della premiata coppia
di faccendieri. Mentre il socio di
minoranza Giulio Lera, per cui
era gi stato annunciato il pat-
teggiamento, la pena deve esse-
re di 5 anni e 10 mesi. Anche
questi al netto
dellautomatico
sconto di un ter-
zo della condan-
naprevistodal ri-
toabbreviato.
Eranostati ar-
restati a settembre 2010. Un
gran botto di 50 milioni di euro
per mancati versamenti Iva e
contributi previdenziali dei di-
pendenti, distrazioni di fondi e
debiti verso fornitori. Il pm
stato durissimo: Sono stati
dieci anni di artifici contabili
parlando di un progetto im-
prenditoriale destinato da un
lato alla bancarotta e dallaltro
allarricchimento in particola-
re di Ramondetti. E ha prose-
guito adombrando altri scena-
ri: Gli imputati hanno messo
su un orchestra di 40 societ
che poteva essere gestita solo
da un alto livello di professioni-
sti disposti ad abusare delle
normesocietarie.
Riccaboni ha
parlato di com-
mercialisti (fa-
cendo fra gli altri
il nome di Ales-
sandro Braja, fra
i pi noti in citt,
indagato per concorso inalcune
bancarotte del suo cliente), no-
tai, avvocati. Con la collabora-
zione- haaggiunto- di prestano-
mi edi parenti di Ramondetti.
Di seguito, il pm ha elencato
le distrazioni di fondi dai conti
dellesocietdi gestionedegli ho-
tel acinquestelle: Inunsoloan-
no 300 mila euro sono stati spe-
si per il noleggio di aerei per le
puntate di Ramondetti a Saint
Tropez e Cortina, 90 mila euro
di gasolio per la sola casa di
Courmayeur, sempre di Ramon-
detti; 140 mila euro per le divi-
se dei camerieri ma la fatture
sonodi boutiquedaltamoda....
Ramondetti ha offerto, a tito-
lo di risarcimento, il credito far-
locco vantato nei confronti della
moglieseparataper lavillaincol-
lina (sotto sequestro e confisca-
bile) che ha fatto costruire pro-
sciugando gli incassi del Palace
Hotel. Unasommaenorme: qual-
cosa come 12 milioni di euro. E,
per sovrabbondare, ha aggiunto
il marchio del Cambio, che non
nella sua disponibilit. Lera era
disposto a rinunciare a 200 mila
euro e rotti sotto sequestro e a
met di un immobile. I curatori
di 6 fallimenti, costituitisi parte
civileconlavvocatoVittorioNiz-
za, chiederanno alla prossima
udienza (21 dicembre) 10 milioni
di sola provvisionale per danni
di almeno il doppio. Dopo Nizza,
toccher ai difensori Mario Ber-
tolinoePaoloChicco.
Chiesti ottoanni
per il bancarottiere
del Cambio
il caso
ALBERTOGAINO
Alessandria
Tramonta
alle ore 16.41
Culmina
alle ore 12.06
Situazione e avvisi meteo
Soleggiato su pianure e colline, salvo locali
banchi di nebbia nel primo mattino su
Piemonte orientale e Lombardia.
Irregolarmente nuvoloso sulle alte vallate di
confine con Savoia e Svizzera, con nevischio
o temporanea neve debole specie sulla
zona del Bianco. Soleggiato in Liguria.
Masse daria fredda dal nord-Europa stanno valicando le Alpi e i venti da nord riportano
garantiscono soleggiate sulle nostre regioni, ma con clima pi rigido soprattutto nel
primo mattino quando si avranno le prime lievi gelate anche in pianura. Le perturbazioni
rimangono infatti pi attive sul versante nord-alpino interessando marginalmente anche
le alte vallate piemontesi e valdostane al confine con Savoia e Svizzera, con deboli
cadute di neve o nevischio, pi fitte sulla zona del Monte Bianco.
Nuvoloso sulle zone di confine con la Savoia
e la Svizzera con deboli nevicate, pi fitte
sulla zona tra Monte Bianco e Gran San
Bernardo. Soleggiato altrove con venti forti
da nord-ovest nei fondovalle e sulle zone
pedemontane tra Torinese e Biellese.
Soleggiato anche in Liguria.
A cura di www.nimbus.it
Alessandria
Sorge
alle ore 7.30
IL SOLE
A TORINO
FRANCIA
SVIZZERA
AOSTA
Biella
TORINO
Novara
Pavia
Vercelli
Cuneo
Imperia
Savona
MILANO
GENOVA
Verbania
Asti
La Spezia
Gap
Grenoble
Nizza
FRANCIA
SVIZZERA
AOSTA
Biella
TORINO
Novara
Pavia
Vercelli
Cuneo
Imperia
Savona
MILANO
GENOVA
Verbania
Asti
La Spezia
Gap
Grenoble
Annecy
Nizza
OGGI DOMANI
Annecy
MIN MAX CITT
AOSTA
VERBANIA
BIELLA
NOVARA
VERCELLI
TORINO
ASTI
ALESSANDRIA
CUNEO
MILANO
GENOVA
SAVONA
IMPERIA
Temperature C
-2
1
-1
0
0
-1
1
0
0
1
8
7
8
7
10
9
9
8
9
9
9
8
9
15
16
17
MIN MAX CITT
AOSTA
VERBANIA
BIELLA
NOVARA
VERCELLI
TORINO
ASTI
ALESSANDRIA
CUNEO
MILANO
GENOVA
SAVONA
IMPERIA
Temperature C
-2
0
-2
-2
-2
-1
-1
-1
0
-1
8
8
8
9
10
8
9
8
9
10
10
10
10
16
17
17
Il tempo: soleggiato ma pi freddo. Un po di neve sui rilievi di confine con Savoia e Svizzera.
MARE AGITATO MARE CALMO POCO MOSSO MARE MOSSO SOLE COPERTO TEMPORALE NUVOLOSO VARIABILE PIOGGIA DEBOLE-
MODERATA
PIOGGIA INTENSA NEVE VENTO NEBBIA POCONUVOLOSO
Si leva alle ore 14.10
Cala alle ore 3.47
Fasi Lunari
LA LUNA A TORINO
Centimetri-LA STAMPA
18 DIC 10 DIC 24 DIC 1 GEN
.
S
u
d
o
k
u
9
4
8
7
6
1
3
2
5
1
5
3
2
9
4
6
7
8
7
6
2
5
3
8
4
1
9
5
7
4
9
8
6
1
3
2
3
9
6
4
1
2
8
5
7
8
2
1
3
5
7
9
6
4
2
1
7
8
4
3
5
9
6
4
3
9
6
2
5
7
8
1
6
8
5
1
7
9
2
4
3 M
e
d
i
o
D
i
f
f
i
c
i
l
e
Junior Sudoku
Junior 1 Junior 2
Il sudoku
Il gioco consiste nel riempire tutte le caselle in modo tale che
ogni riga, ogni colonna e ogni settore contenga tutti i numeri
senza alcuna ripetizione: negli junior sudoku sono in gioco
i numeri da 1 a 6, nel sudoku medio e difficile i numeri da 1 a 9
2
6
9
4
7
3 4
6
5
1
5
6
9
8
2
8
9
5
8
9 4
9
3
3
1
5
Medio Difficile
5
2
9
8
4
2
7
4
1
6
7
4
4
6
9
4
3
3
5
2
1
4
3
1
8
6
Junior 2
Junior 1
2
1
9
8
6
3
5
4
7
8
9
4
6
1
7
2
3
5
7
2
5
9
3
8
4
6
1
1
6
3
2
5
4
7
8
9
9
4
1
5
8
2
3
7
6
3
7
2
1
4
6
9
5
8
6
5
8
3
7
9
1
2
4
4
3
6
7
9
5
8
1
2
5
8
7
4
2
1
6
9
3
5
4
1
4 2
1
2
6
5
6
1
5
3
2
1
3
2
3
6
4
2
5
1
4
5
1
6
3
2
6
3
2
5
1
4
5
1
6
4
2
3
2
4
3
1
6
5
1
2
5
3
4
6
2
4
5
3
6
1
5
6
4
1
3
2
4
5
6
2
1
3
3
2
1
4
5
6
6
1
3
5
2
4
1
3
2
6
4
5
La soluzione dei giochi
di domenica
Le soluzioni dei
giochi di domenica
Era andato a rapinare una
banca in bicicletta. Cappelli-
no ben calcato sulla testa e
sciarpa a coprire il viso, si era
persino infilato un paio di
guanti trasparenti, come quel-
li utilizzati nei reparti di frut-
ta e verdura dei supermerca-
ti. Ma queste precauzioni non
sono servite a evitare larre-
sto a Luigi Antoniello, 44 an-
ni, torinese, ma andato a col-
pire la filiale del Monte dei
Paschi di Siena, nel centro di
Vicenza. Il bandito ha agito
senzarmi, gli bastato strin-
gere le mani al collo della cas-
siera per farsi consegnare
quasi 11 mila euro.
Antonielli stato tradito
dallalito da avvinazzato. Gli
agenti della Squadra mobile
di Vicenza hanno incomincia-
to a cercare nei ricoveri e ne-
gli ostelli, finch non spunta-
to il nome di Antonielli, gi co-
nosciuto dalle forze dellordi-
ne. Gli investigatori torinesi
hanno aiutato i colleghi a rin-
tracciare il bandito: nei suoi
confronti cera anche un prov-
vedimento del Tribunale di
sorveglianza speciale del ca-
poluogo. [C. L.]
TROPPOALCOL
Rapinatore
inbicicletta
smascherato
dallalito
Gli artifici contabili di Ramondetti e Lera
LACCUSA
Hanno orchestrato
40 societ gestite
in maniera illegale
.
Il futuro del ristorante
Per lacquistodel Cambioc lofferta di una cordata
capeggiatadallattuale direttore dellostoricoristorante
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronaca di Torino 75
LA STAMPA
T1 T2PRCV
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA76 T1T2
Marchisiosi racconta
ai tifosi dellaJuve
L
uomo dei sogni
si tuffa in mezzo
al popolo della
Juve. il grande
giorno dei tifosi
bianconeri: alle 18,30 potran-
no incontrare Claudio Marchi-
sio, la grande rivelazione di
questo campionato, il golden
boy fatto in casa che a suon di
gol - 6 in 12 partite, ha segnato
anche a Milan e Inter - ha tra-
scinato in vetta la squadra di
Conte. Per il bagno di folla ap-
puntamento alla libreria Fel-
trinelli di Porta Nuova con la
presentazione del volume foto-
grafico Claudio Marchisio
(in vendita con La Stampa a
14,90 euro pi il prezzo del
quotidiano, Priuli & Verlucca,
124 pagine, prodotto ufficiale
Juve) che ne racconta la sto-
ria, incampo e nella vita, attra-
versoduecentoscatti.
Ma non finita. In serata,
alle 21 al Circolo dei Lettori di
via Bogino 9, i tifosi potranno
raddoppiare con Juventus -
La leggenda continua, altro
volume fotografico (sempre
Priuli & Verlucca editore, 280
pagine, 29,90 euro, prodotto
ufficiale Juve, ingresso libero
fino a esaurimento posti) a cu-
radi Maner Palma. Unviaggio
completo nella storia del club
piseguito dItalia, finoalla re-
alizzazione del nuovo stadio
che rappresenta la prima vit-
toria del futuro. Con lautore
ci saranno lex bandiera Bep-
pe Furino, il criticoe tifosoLuca
Beatrice, il giornalista Paolo
Rossi (Juve Channel) e Giorgio
Conigliodi Piuli &Verlucca.
Sarunmarted speciale per
chi ama il bianconero: a pochi
giorni da Natale c la possibili-
t di celebrare il ritorno ai verti-
ci del calcio italiano insieme con
lemblema di questa rinascita,
lex ragazzino di Andezeno par-
tito dalle giovanili e sbocciato
campione. Non segnavo mai,
era il cruccio del Principino
qualche tempo fa. Ora, dopo i
sei centri che hannoportato cin-
que delle otto vittorie biancone-
re, per sua stessa ammissione ri-
schia di soffrire dellastinenza
del bomber nel caso dovesse
umanamente rallentare il ritmo
sotto porta. Nel libro, a va sans
dire, c molto di pi, dalla tri-
pletta nel primo derby giocato
da bambino al sogno realizzato
di diventare leader. E di aiutare
il SantAnna, cui sar devoluta
partedei proventi.
Evento
JACOPODORSI
Da bambino
Unadelle 200fotografie del libroinvendita
conLa Stampa: Marchisioa 10anni nel 96
CorsoVittorio
Auto si ribalta
traffico bloccato
IUn auto si ribalta, si tra-
sforma in un rottame ma,
per fortuna, gli occupanti so-
no rimasti illesi, salvo qual-
che lieve contusione. E acca-
duto ieri sera alle 18, in corso
Vittorio angolo corso Re Um-
berto, proprio nellora di pun-
ta. Il traffico rimasto bloc-
cato sino alle 19,20. Sono in-
tervenuti i vigili della sezione
Infortunistica.
Commercio
S alla nuova legge
per i mercati
I La legge regionale che
esentava i lavoratori mercata-
li dallapplicazione della diret-
tivaeuropeaBolkestein, impu-
gnatadalloStatoinalcunepar-
ti, stata riscritta in modo da
recepirele osservazioni del go-
verno ed stata approvata ie-
ri. La legge attuale demanda
allesecutivoregionale, conap-
posito regolamento, di stabili-
re i criteri e le modalit per
lassegnazionedei posteggi sui
mercati, perseguendogli obiet-
tivi di concorrenza ed efficien-
zadel sistema.
Invia dei Mille 42
Da oggi in vendita
gli accessori Fumne
ISi inaugura oggi alle 18 e
prosegue fino a marted 10
gennaio presso Eventa, in
via dei Mille 42, la vendita de-
gli accessori Fumne - bor-
se, sciarpe, collane e molto al-
tro ancora - realizzati dalle
donne detenute della Casa
Circondariale Lorusso e Cu-
tugno nei laboratori creativi
dellAssociazione Lacasadipi-
nocchio. Orario: ogni giorno
dalle 15 alle 19.
In breve
APorta Nuova presenta il suo libro: atteso un bagno di folla
Alle 18,30a tuper tuconil campione
ClaudioMarchisio, 25anni, esulta conla manosul cuore esullostemma
dellaJuve dopoil gol di domenicascorsache haapertoil 2-0 al Cesena
La leggenda
GiampieroBoniperti conla CoppaItalia 59:
unadelle immagini del volume di Palma
LALTROVOLUME
Alle 21 tocca al lavoro
di Maner Palma
al Circolo dei Lettori
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronaca di Torino 77
LA STAMPA
T1 T2
PAOLO COCCORESE
C il signore che stato li-
cenziato e che per sbarcare il
lunario ha scelto di vendersi
anche il suo giaccone preferi-
to. Oggi l sullasfalto, ac-
canto ad un vecchio comodi-
no. Chi, magari un lavoro ce
lha ancora, ma per sfamare
la famiglia numerosa ha scel-
to di vendersi persino la bici-
cletta e i quadri del salotto.
In tempo di difficolt econo-
miche lungo il canale Molassi
e al suo mercatino delle pulci
sono apparsi volti e storie
che si pensavano estinte per
sempre. Tra le montagne di
stracci e le distese di scarpe
logore nel Balon al tempo del-
la crisi sono tornati anche lo-
ro: gli italiani in difficolt.
Io sono nuovo - ammette
Maurizio Marchisio -. Sono
stato licenziato e per sbarca-
re il lunario vengo qui per
cercare di vendere qualcosa:
la mia valigia, la mia giacca di
renna e qualche mobile.
Il mercato del Baloon si
sta trasformando - dice Sal-
vatore Iovino, storico vendi-
tore del Canale dei Molassi
specializzato in piatti di cera-
mica -. Sono tornati tanti ita-
liani e i prezzi sono scesi di
molto, ormai i pezzi migliori
non vale pi neanche la pena
di portarli: tanto non si ven-
dono. Qui quando una perso-
na compra le posate non lo fa
per sfizio. Ma perch quando
torna a casa le lava e le usa
per mangiare.
Nel parcheggio di via San
Pietro in Vincoli i mobilieri
sono sempre meno. Mentre
si sono moltiplicate le presen-
ze dei venditori stranieri:
nord africani, romeni e diver-
si nomadi delle varie etnie.
Sono tornati anche gli strac-
ci e le scarpe usate. Uno spet-
tacolo che contrasta con le lu-
ci e i banchetti dei mercati di
Natale che dalla settimana
scorsa sono apparsi nel corti-
le del Maglio. Hanno deciso
di spostare anche il suk della
domenica da piazza della Re-
pubblica al canale Molassi -
dicono alcuni commercianti
-. Un mercato degli stracci
che rovina limmagine di una
zona che in questo periodo at-
tira migliaia di persone e che
avrebbe bisogno di altro.
Una critica allordinanza co-
munale che ha spostato il suk
regolamentato della domeni-
ca nelle stesse vie dove il sa-
bato corre il fiume del merca-
to del Balon tradizionale.
Senza dimenticare i problemi
legati allo spaccio, come emer-
so dai controlli della Polizia del
Commissariato Dora Vanchi-
glia domenica scorsa. Le forze
dellordine hanno sequestrato
ben 98 dosi droga, diverse cen-
tinaia di euro e 5 telefoni cellu-
lari appartenenti a tre extraco-
munitari che sono stati arre-
stati. Un problema da non sot-
tovalutare in un mercato che
da sempre specchio delle diffi-
colt di una citt. Soprattutto
in questo periodo di crisi.
Q
uartieri
Aurora
Natale al suk di Porta Pila
La crisi che svuota le case
Eal Magliolaprotesta: il mercatodegli stracci ci rovinagli affari
C stata ressa ieri pomerig-
gio alla riapertura della civi-
ca Carluccio di via Monte Or-
tigara 95, chiusa dal 9 mag-
gio per manutenzione. sta-
to rifatto il pavimento e sono
stati messi a norma impianto
elettrico e uscite di sicurez-
za. Lavori, questi ultimi, non
previsti, che hanno ritardato
di due mesi lapertura. La bi-
blioteca, che realizza 80 mila
prestiti lanno, riprende lora-
rio normale. Ripartir il
gruppo di lettura e scrittura
spiega la bibliotecaria Su-
sanna Bassi e stiamo pro-
gettando altre attivit. Insie-
me allassociazione Sea, par-
te anche la consegna a casa
dei libri agli anziani. Resta da
sciogliere il nodo, sollevato
dal consigliere Geninatti, de-
gli spazi rimasti vuoti nella
stessa struttura, di propriet
del Comune, dopo il trasferi-
mento dellanagrafe alla Ven-
chi Unica. Ci piacerebbe che
diventassero unaula studio,
lauspicio del presidente del-
la Circoscrizione 3 Daniele
Valle. [F. ASS.]
PAGINE A CURA
DI MONICA PEROSINO
Un chilo di cocaina, alcune so-
stanzada taglio, bilancini per le
dosi e quasi 9 mila euro in con-
tanti. Gli agenti della Polizia
Municipale hanno trovato un
vero e proprio laboratorio per
la droga in un appartamento di
via Cuneo. Unoperazione che
sinserisce nel piani di controlli
atappetoche questi giorni stan-
no battendo il quartiere e che
ieri mattina hanno portato al-
larresto di quattro persone ac-
cusate di spaccio di droga. Ad
insospettirei vigili statounra-
gazzo di origine africana che si
aggirava nervosamente allan-
golo di via Cecchi. Dopo averlo
seguitoeperquisitonellesueta-
sche sono state trovati oltre
250 grammi di cocaina. I vigili
allora hanno deciso di perquisi-
re anche la sua abitazione dove
sono stati scovati altri due uo-
mini, unadonnaeungranquan-
titativo di sostanza stupefacen-
te pronta per essere smerciata.
Una squadra di pusher che
stataarrestata. [PA. CO.]
Pozzo Strada
Riapre la biblioteca
dopo 7 mesi di lavori
Per le vostre
segnalazioni scrivete a
quartieri@lastampa.it
PozzoStrada
IAttenzione al falso inviato della
parrocchia. Dal pulpito della domenica,
donPaoloMarescotti, parrocodella San
BenedettoAbate di via Delleani, ha mes-
so in guardia dallaprire a chi suona ai
portoni a nome della chiesa. Nelle ulti-
me settimane si sono moltiplicate le se-
gnalazioni da parte dei parrocchiani.
Per necessit si vende
di tutto, dai quadri
del salottoal servizio
buono di piatti
Labiblioteca Carluccio
Il materiale sequestrato
FILADELFIA
In auto a guardia dellascensore guasto
Maurizio
Marchisio
Hopersoil
lavoro: per
sbarcare
il lunario
vendoquello
chepossiedo
ancora Unodei numerosi venditori di oggetti usati
Aurora
I vigili sequestrano
unchilo di cocaina
IAncoraguai per lascensoredella passerella olimpicadellEx Moi.
Limpianto stato riattivato ieri dopo dieci gironi di stop, dovuto alla
mancanza della linea telefonica demergenza allinterno della cabina.
Apresidiarela zona rimasto, almenoper tuttala mattinata, untecni-
co, intabarratoinauto, col compitodi segnalareallacentraleeventua-
li persone bloccate. I residenti del borgodisabili o condifficoltmoto-
rie si sonodetti indignati per lennesimoblackout dellimpianto, men-
treIren, che nonharesponsabilitsullalineatelefonica, dicedi aver av-
viato da subito le procedute per rimetterlo in funzione. [A. CIA.]
Salvatore
Iovino
Qui, ormai,
seuna
persona
comprale
posatenonlo
faper sfizio,
maper usarle
.
78 Cronaca di Torino
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1T2
CHIARA PRIANTE
Pi Zone 30. Sono sempre di
pi i quartieri di Torino che,
perridurregli incidenti, specie
quelli mortali, stanno pensan-
do a un sistema di limitazioni
del traffico, con dossi, semafo-
ri, restringimenti della carreg-
giata simili a quelli adottati a
Mirafiori Nord. Inquestoango-
lo di citt i dati parlano chiaro:
i sinistri sono diminuiti del 70
per cento rispetto al 2009 e lo
smogdel 40. Solo cinque gli in-
cidenti nel 2010, tutti con feriti
lievissimi. Ora San Salvario,
Madonna di Campagna e Cen-
tro stanno pensando di fare la
stessa cosa mentre lassessore
allambienteEnzo Lavolta, solle-
citato da molti consiglieri, vor-
rebbe trasformare i grandi con-
troviali della citt in corsie a
trentaallora.
IntantoaMirafiori si cercadi
migliorare ancora. Via Castel-
gomberto, strada interessata
dalla Zona 30, diventata una
scorciatoia per evitare i semafo-
ri di corso Siracusa. Una situa-
zione che naturalmente nonpia-
ce a chi abita in zona - e sono so-
prattutto anziani - e si trova a
convivere conunflusso di vettu-
re anomalo per una normale via
in mezzo ai palazzi, due elemen-
tari, un mercato e dei giardinet-
ti. Una lettrice ci scrive che que-
sta sarebbe dovuta essere una
zona bucolica in cui i bambini e
gli anziani avrebbero potuto cir-
colare liberi e senza paura, ma
che oggi il via vai particolar-
mente avvertito nel tratto tra
viaBostonecorsoSebastopoli.
Acontrastarloci sonoi dossi.
Sei cartelli coni limiti a30chilo-
metri orari vengono ignorati,
molti rallentanodavanti allosta-
colo. Qualcuno, certo, non frena
eprocede sparato, incurantean-
che del salto della vettura, ma la
maggior parte evita di mantene-
re il piede pigiato. I dossi sono
sicuramente un deterrente a
usare questa strada come scor-
ciatoiaconfermaRaffaellaPer-
rone, la coordinatrice della se-
conda commissione della Due
che ha tra le deleghe la viabilit.
Ed la stessa Perrone a sottoli-
neare come nel progetto iniziale
della Zona 30 nella via di dossi
ne fossero previsti anche altri:
I soldi per il progetto per fini-
rono, gi nella passata giunta,
dunque non tutti sono stati rea-
lizzati. Il nostroobiettivosarre-
perire le risorse per completare
il progetto: adesempio molti cit-
tadini ci hanno segnalato come
lincrocio con via Nuoro, dove
eraprevistoundossopoi nonre-
alizzato, pericoloso.
PAOLA ITALIANO
Luogo abituale di ritrovo di
pregiudicati che pu rappre-
sentare unpericolo costante
per lordine pubblico. Sono i
motivi con cui stata decreta-
ta la chiusura temporanea
del bar Somalita (noto co-
me Mogadiscio) di via Bel-
fiore 7/g, dopo i controlli dei
carabinieri di San Salvario
che hanno portato a due arre-
sti per spaccio.
Unaltrolocalechiuso, poco
dopo lanalogo provvedimento
per il bar Sofia di via Berthol-
let. Anche la chiusura del Mo-
gadiscio rientra nella stretta
dei controlli decisa dai carabi-
nieri di San Salvario: verifiche
amministrative, osservazioni
eidentificazionedegli avvento-
ri per contrastare la microcri-
minalit e i luoghi in cui si con-
centra. Un monitoraggio di
quel lato oscuro del quartie-
re, dove la riqualificazione non
ha eliminato bens ha spinto ai
margini il degrado, nelle vie
pivicineaPortaNuova. I mili-
tari hannomappatoi locali ari-
schio, almeno una dozzina, e li
stanno mettendo uno a uno sot-
tolalentedingrandimento.
Le verifiche al Mogadiscio
hanno portato a due arresti. Il
primo, il 14 novembre. Dentro il
localecerano alcuni pregiudica-
ti, e due extracomunitari, usciti
poco dopolarrivo dei carabinie-
ri. Cheperli hannoseguiti efer-
mati, nonostante il tentativo di
resistenzadi unodei due, gicol-
pito da un ordine di carcerazio-
ne. Addosso, aveva 16 ovuli di
eroina e cocaina e per lui sono
scattate le manette. Stessa sor-
te toccata nel secondo controllo,
lasettimanascorsa, aunsenega-
lese che ha tentato di disfarsi di
6ovuli, buttandoli aterra.
Ceneraabbastanzaper otte-
nere dal questore la chiusura
temporanea. Ma il Mogadiscio
rischia altre sanzioni. Sabato,
quandoi carabinieri sono andati
a notificare la misura, il locale
era chiuso. Erano le 14, la titola-
re arrivata solo alle 16, bench
il bar debba aprire alle 10. Dai
controlli emersoche questa di-
sinvoltura negli orari di apertu-
raechiusuraconsueta. Arrive-
r quindi un provvedimento su
questo versante, in linea con la
decisione di usare il pugno duro
ancheamministrativoper i loca-
li attornoai quali gravitanospac-
ciatori epiccoli delinquenti.
Lucento
La civica Cognasso
chiusa per lavori
IFino a sabato 10, per in-
terventi di manutenzione, la
biblioteca civica Francesco
Cognasso di corso Cincinnato
115 sar chiusa al pubblico.
Parella
Wifi gratis
alla Tesoriera
IIl Cai-Uget, che ha aper-
to la sua nuova sede nelle ex
scuderie, ha attivato la con-
nessione libera, nel raggio di
150 metri dal bar/ristoro, dal
lato di corso Francia verso
corso Montegrappa. La pas-
sword va chiesta al bar, aper-
to dalle 9 alle 20 e chiuso il lu-
ned pomeriggio.
PozzoStrada
Asfalto dissestato
in via Monte Ortigara
IAsfalto con trabocchetto
in via Monte Ortigara 6: di-
versi dislivelli rendono perico-
loso il transito ad automobili-
sti e ciclisti. Secondo alcuni
residenti, la strada fu danneg-
giata a settembre durante i la-
vori effettuati per una perdi-
ta di gas.
PozzoStrada
Un discarica
attorno al cinema
ISacchetti di plastica, latti-
ne, bottiglie, giornali: c di tut-
to lungo la recinzione che cir-
conda larea dismessa adiacen-
te al cinema di piazza Massaua,
e nellarea stessa; una situazio-
ne di degrado gi denunciata
su queste pagine dai residenti.
Centro
Carta e cartoni
durante le feste
IConsiderato laumento
previsto nelle festivit natali-
zie della produzione di rifiuti
derivanti da imballaggi di car-
ta e cartone, il Comune ha deci-
so che, esclusivamente nel peri-
odo tra l8 e il 27 dicembre, po-
tranno essere collocati, oppor-
tunamente ripiegati, a fianco
dei cassonetti dei rifiuti.
Mirafiori Nord
LaZona30
si attraversa
adaltavelocit
I carabinieri
mettono i sigilli
al Mogadiscio
di via Belfiore
in breve dai quartieri
Untrattodi via Castelgombertoallinternodella zona30
Crocetta
IAttornoai bidoni c una pic-
cola discarica: borse di plastica,
sacchi colmi di rifiuti e scatoloni
di cartone abbandonati lungo il
marciapiede. Lincivilt regna in
corso Re Umberto fra le vie Mon-
tevecchio e Legnano, davanti al-
listituto scolastico SantAnna.
Vanchiglia
ICome fanno a chiedere ai
cittadini di rispettare il codice del-
la stradase loroper primi nondan-
noil buonesempio? Se lochiedo-
no i lettori, che hanno pizzicato
unauto dei vigili di Villanova
dAsti parcheggiata sulle strisce,
in via Oropa angolo via Lessolo.
Lefarmacieaperteoggi
IOrario 7-19,30: Farmacia Comu-
nale 25, Atrio Stazione Porta Nuova,
corsoVittorioEmanueleII 53.
Orario 9-19,30: via San Donato 9; via
MadamaCristina 62; via Po4; corsoSe-
bastopoli 272; via Vandalino 9/11; via
Cardinal Massaia 45; piazza Carlo Feli-
ce 63; viale dei Mughetti 1; corsoPaler-
mo 119; corso Monte Grappa 55; via
Arnaldo da Brescia 25; via Santa Giulia
38; viaDi Nanni 42; viaCandiolo31.
Di sera(19,30-22,30): piazza Galimber-
ti 7; via Foligno 69; via Sempione 112;
viaSanRemo37; corsoFrancia1/bis.
Di notte (19,30-9): corso Belgio 151/B;
Via Nizza 65; corso Vittorio Emanuele
II 66; piazza Massaua 1; via Onorato
Vigliani 55/G.
Informazioni: www.farmapiemonte.org
San Salvario
Girodi vite anti-spaccio
Unaltrolocale chiuso
I carabinieri chiudonoil bar Mogadisciodi via Belfiore
Nonostante i dossi
via Castelgomberto
viene usata
come scorciatoia
Le Suore e i Volontari
della Casa Santa Luisa
La invitano a visitare la
apriremo i vecchi bauli delle nonne pizzi, tovaglie, copriletti, merletti e corredi antichi
per coniugare il delicato amore del passato con il raffinato sapore del presente.
Un viaggio da non perdere ma anche un modo per aiutare chi ha perso molto.
Il ricavato della vendita infatti permetter di sostenere le attivit ed i servizi a favore
delle persone senza dimora.
Con loccasione sar possibile visitare la Regia Cappella del SS. Salvatore, detta di
San Salvario, in via Nizza 20, gioiello architettonico del Seicento, opera di Carlo e Amedeo
Castellamonte. Una guida sar a disposizione per illustrare nel dettaglio la storia e lapparato
decorativo interno di un piccolo e prezioso monumento, da poco completamente restaurato.
CASA SANTA LUISA
via Nizza 24, Torino - tel. 011 5780824 / 011 6505816
in via Nizza 20
dall8 all11 dicembre 2011
con orario continuato dalle ore 9,00 alle 18,00
Fiera del bianco antico e Altrecose
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronaca di Torino 79
LA STAMPA
T1 T2
C
hi era davvero Au-
gusto Franzoj, av-
venturiero e gior-
nalista senza pau-
ra, esploratore un
po' bohmien che ispir perfi-
no la penna di Emilio Salgari e
patriota mazziniano nell'Italia
dellUnit?
A sentire lassessore alla
Cultura del Comune che l'ide-
alista Franzoj scelse come ul-
timo buen retiro, San Mauro,
non sarebbe neppure degno
dell'intitolazione di una biblio-
teca: La sua una vita che
non lo rende meritevole di da-
re il nome a un luogo come
quello, ha sbottato in Consi-
glio comunale Marino Rey-
mondet, bocciando la propo-
sta della collega dell'opposi-
zione Paola Antonetto, Udc.
Motivo? Ha affrontato ben
trenta duelli all'ultimo san-
gue, addirittura cinque in cin-
que giorni. Vicende che non
rendono onore al personag-
gio. A favore hanno votato
soltanto in due, e tanti saluti
all'eroe romantico, un po' San-
dokan, un po' Don Chisciotte:
il nome della biblioteca lo deci-
deranno in un sondaggio gli
utenti della struttura e i ra-
gazzi delle scuole.
Ma si pu liquidare cos chi
con i suoi scritti e le sue azio-
ni onor l'Italia ben meritan-
do anche l'incondizionato elo-
gio di Giosu Carducci, come
scritto sulla tomba, nel cimi-
tero di San Mauro? ASan Ger-
mano, il paese alle porte di
Vercelli che gli ha dato i natali,
la considerazione un'altra. Eil
trattamento riservato, pure.
uno dei nostri concittadini pi il-
lustri, sottolinea il sindaco,
Orazio Paggi, e pi di mezzo se-
colo fa il Comune gli ha dedica-
to un viale. Non fu soltanto un
avventuriero: nell'Ottocento
l'analfabetismo dilagava e lui in-
segnava a leggere e a scrivere
ai bambini.
E l'affronto di San Mau-
ro? Non ci voglio
entrare. Bisogne-
rebbe conoscere le
motivazioni vere.
Ricorda il sindaco:
Nel 2003 erava-
mo in contatto con
la giunta per una manifestazio-
ne in suo ricordo. Non li ho pi
sentiti da allora. L'ultima ceri-
monia pensata da San Germano
per celebrare il suo eroe re-
cente: a curarla era stata Felice
Pozzo, lo storico vercellese che
oltre ad essere considerato il
maggior esperto di Salgari au-
tore dell'unica biografia di Fran-
zoj. Anche lui difende a spada
tratta lo scrittore-avventurie-
ro: Quelle sfide all'ultimo san-
gue? Non uccise mai nessuno e
vi fu spesso costretto, come
giornalista anti governativo, in
seguito a soprusi.
E precisa che quei cinque
duelli in cinque giorni li affron-
t per difendere la libert di
stampa: Si trov la tipografia
devastata da cinque ufficiali, li
raggiunse e li sfid tutti. Intito-
lare una biblioteca civica a un
personaggio che al primo posto
metteva la libert e che dimo-
str ampia cul-
tura come scrit-
tore e giornali-
sta non affat-
to disdicevole.
Se gli spigoli
del carattere
fossero punti a sfavore, bisogne-
rebbe mettere a soqquadro tut-
ta la toponomastica nazionale.
E nemmeno a San Mauro il
caso Franzoj sembra chiuso.
C' chi ricorda che anche a Tori-
no gli stata dedicata una stra-
da e perfino una piscina. L'ex
consigliere comunale Renzo
Masiero va gi duro: San Mau-
ro per bendue volte ha ucciso la
memoria di questo eroe del ri-
sorgimento.
Chi era
Patriota mazziniano
viaggi in Africa
Polemica
ALESSANDROBALLESIO
SANGERMANO
ISu La Stampa di sabato
3 dicembre si dava notizia
della proposta dellUdc di
San Mauro Torinese di inti-
tolare la biblioteca allavven-
turiero Augusto Franzoj.
Ma la mozione ha ottenuto
soltanto due voti a favore.
Chieri
Il globo
ILhanno gi ribattezzato
il globo. E' la nuova scultura
dell'artista Silvio Vigliaturo
(foto), che fa bella mostra di s
all'ingresso di Chieri sulla
strada che porta a Torino.
Una sfera di acciaio ispirata
all'intreccio di meridiani e pa-
ralleli. Al centro tre pannelli
che raffigurano le bellezze della citt: l'Arco di via Vit-
torio, il Duomo e la rocca di San Giorgio. L'opera sta-
ta installata al centro della rotatoria che collega viale
Fiume a corso Buozzi: un omaggio al 45 parallelo che
ancora prima della posa definitiva era gi finito al cen-
tro di discussioni e polemiche. La pi accesa riguarda i
costi, circa 20 mila euro, sostenuti dall'amministrazio-
ne comunale. Il solito pretesto per criticare si difen-
de Domenico Motta, assessore ai Lavori pubblici. E pre-
cisa: I soldi arrivano da un avanzo dei contributi stan-
ziati per la sistemazione dell'incrocio. Erano anni che
la citt non inaugurava un nuovo monumento. Silvio
Vigliaturo,calabrese di Acri, rimasto orfano del padre,
si trasferisce con la famiglia a Chieri. All'et di sedici
anni incontra Luigi Bertagna, allievo di Giacomo Gros-
so, il quale gli trasmette le basi del disegno attraverso
lo studio sulla figura. Negli anni Settanta, approfondi-
sce l'utilizzo del colore e si avvicina al figurativo pae-
saggistico con il pittore chierese. [F. GEN.]
IAugusto Franzoj nasce a
San Germano nel 1848. Volon-
tario a 17 anni per la Terza
Guerradi Indipendenza, poi re-
pubblicano e mazziniano, par-
tecipa ai moti di Pavia del mar-
zo 1870. Viene imprigionato,
evade ma, ripreso, finisce in
cella al forte di Rocca d'Anfo, a
Gaeta e a Venezia. Espulsodal-
lesercito e va a vivere a Tori-
no, scrivendoanche per la Gaz-
zetta del Popolo e si fa apprez-
zareda EmilioSalgari. Protago-
nista di numerosi duelli deve
spostarsi all'estero, in Svizzera,
poi in Francia, Belgio, Spagna.
Nel 1882 parte per l'Africa con
interessi esplorativi ma senza
mezzi finanziari. Nonostante
ci recupera i resti di Giovanni
Chiarini da Ghera. Si stabilisce
infine a San Mauro Torinese,
dove muore suicida il 13 aprile
1911. [A. BAL.]
Diario
Non fu un violento, ma un autentico difensore della libert
Su La Stampa
SanMauro
Nessuna tentata rapina
ITutti scarcerati i personaggi coinvolti nella presunta
tentata rapina descritta nellarticolo pubblicato il 26 no-
vembre dal titolo: La gang dei disoccupati bloccata dai
carabinieri. San Mauro: assaltano un corriere, subito ar-
restati. Precisano i loro legali: Il gip ha escluso la sussi-
stenza dei gravi indizi di colpevolezza. Antonio Tantone
(avv. Antonio Vallone), titolare dellomonima ditta termo-
idrualica, e il suo collaboratore Luca Berlingeri (avv. Kati-
uscia Bonetto) si erano incontrati con Riccardo Parisi
(manutentore, difeso dallavv. Cinzia Nardelli) per discu-
tere di un importante cantiere di corso Duca degli Abruz-
zi. Lincontro e il relativo accordo era stato raggiunto al
termine di un pranzo nei pressi di San Mauro. I tre si era-
no quindi diretti verso il Bar del Porto per prendere il caf-
f. Di fianco al bar, Tantone effettua un prelievo nel vicino
sportello bancomat. Lo scambio di battute fra i tre viene
male interpretato da un giovane, che con il suo furgone si
accingeva a ritirare una busta, il quale temeva che i tre
fossero saliti nel furgone (forse lasciato aperto) durante la
consegna. Presto gli animi si accendono, Tantone viene
anche aggredito: a quel punto arrivano i carabinieri di
San Mauro. Il malinteso dellautista del furgone non solo
ha ingenerato forti equivoci sulla dinamica del fatto (erro-
neamente descritta come una tentata rapina) e sulla per-
sonalit dei soggetti coinvolti (artigiani impegnati nelle ri-
spettive attivit lavorative), ma ha indotto le forze dellor-
dine ad accostare lepisodio ad una vicenda (dialtra natu-
ra) accaduta nei giorni scorsi concludono i legali.
OSTEGGIATO NEL TORINESE
Il Comune ha respinto
la proposta di intitolargli
la biblioteca civica
AMATO NEL VERCELLESE
Ispiratore di Salgari
qui gli stato
dedicato un viale
Giornalista
esploratore
Augusto
Franzoj
nacquenel
1848,
volontario
a17anni nella
terzaguerra
dIndipenden-
za, poi
repubblicano
emazziniano
SanGermanosfidaSanMauro
Unvero eroe il nostro Franzoj
NOTIZIE dalle AZIENDE
Buosi presenta
Hamilton
La famosa azienda americana ha scelto lo
show-room Buosi per allestire il suo primo
corner in Torino. Cos da inizio dicembre la
prima capitale dItalia ha un angolo america-
no: Hamilton infatti nasce in America nel
1892 ed oggi una realt mondiale di gran-
de prestigio. Stile americano ma cuore sviz-
zero, ogni orologio Hamilton realizzato in
Svizzera con movimenti svizzeri ed in parti-
colare in questi giorni vengono presentati i
nuovi cronografi con esclusivo movimento
H31. Questo movimento presente nei
nuovi cronografi Khaki, nei nuovi
Jazzmaster Auto Chrono, e nel modello
commemorativo dellUnit dItalia (nella
foto), dotato di uno speciale packaging rea-
lizzato interamente dal celebre artista Ugo
Nespolo. LH31 testimone della bont dei
prodotti Hamilton e della cura orologiera tipi-
ca di questa maison.
Buosi si rispecchia nella passione di Hamilton ed suo ambasciatore privilegiato
per trasmetterne la cultura dello stile e del savoir faire. Questo nuovo corner si
armonizza nellinsieme del concept store di via Angrogna 16, un luogo dove ogni
marca ha un suo spazio e dove il pubblico pu ritrovare i valori che ogni maison
trasmette. La famiglia Buosi e il suo staff sanno introdurre ogni visitatore nellaffa-
scinante mondo dellorologeria e della gioielleria.
Lo showroom Buosi in Via Angrogna 16, angolo Corso Monte Cucco, con un
parcheggio dedicato ai clienti in Via Rey 5. Scoprite tutte le offerte della Buosi su
www.buosi.com
Via Marenco, 32 - 10126 TORINO
Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00
Per la pubblicit su:
80 Metropoli
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1T2 PRCV
L
ultimo sopral-
luogo (non
chiamatelo bli-
tz) nel Pronto
Soccorso dell'
ospedale Santa Croce di
qualche giorno fa. Il commis-
sario straordinario dell'Asl-
To5, Giovanna Briccarello,
passeggia nei corridoi: In
questi sei mesi di mandato ci
sono andata spesso, mi piace
sentire cosa dice la gente, il
modo migliore per capire co-
me vanno le cose.
Le cose al Dea del Santa
Croce vanno cosi: 57 mila pas-
saggi circa all'anno. Nel 2007
erano 41 mila. Un ingorgo paz-
zesco segnalato pi volte dai
sindacati come uno dei princi-
pali motivi di difficolt anche
solo fisica per medici e opera-
tori e adesso finalmente in ci-
ma all'agenda
dei vertici sani-
tari. I cittadini
che si rivolgono
all'ospedale in
caso di bisogno
sono aumentati
del 40%. Ed - da qualche tem-
po - il problema principale da
risolvere per migliorare offer-
ta e immagine dell'assistenza
sanitaria di Moncalieri.
Dei 15 mila passaggi in pi
registrati nel pronto del San-
ta Croce, la maggior parte so-
no codici bianchi e verdi. Una
questione di cultura medi-
ca, spiega il commissario
Briccarello, che necessita di
una rivisitazione del concetto
di cure ospedaliere: Molte
volte si tratta di problemi per
i quali il Dea un presidio fi-
nanche eccessivo. Influenze,
emicranie, sintomi amplifica-
ti, somatizzazioni. Il pronto
soccorso diventato una sor-
ta di contenitore omnibus,
per ogni evenienza.
I numeri sono per stessa
ammissione del direttore sani-
tario Massimo Aimone spro-
positati. E si vanno a unire ai
9 mila (circa) ricoveri ordinari
nei reparti all'anno e agli oltre
tremila in Day Hospital. Cifre
troppo alte alle quali fanno da
contraltare nu-
meri preoccu-
panti. Il primo:
la popolazione di
Moncalieri ri-
masta sostanzial-
mente invariata
negli ultimi tre anni. Lo stesso
- dice Aimone - vale per il perso-
nale del Dea che non si modi-
ficato in maniera significativa.
Stessi dipendenti dunque e mi-
gliaia di prestazioni aggiuntive.
Uno dei primi riflessi di que-
sto intasamento sanitario la
contrazione degli spazi vitali:
per i pazienti e per medici e in-
fermieri. Da qui le novit che
Briccarello ha messo in moto e
sulle quali si lavora incessante-
mente da giorni. Di cosa si trat-
ta? Dello spostamento dei codi-
ci bianchi e verdi in un piano
superiore del Pronto Soccorso
appositamente ricavato da lo-
cali utilizzati, fino a poco tem-
po fa, per altre funzioni. Sotto,
al piano terra, rimarranno sol-
tanto i rossi con evidente be-
neficio per tutti. I nuovi percor-
si del Pronto saranno com-
pletati e inaugurati con ogni
probabilit il prossimo 21 di-
cembre, insieme a una rivisita-
zione dell'area antistante all'in-
gresso del Dea, sgomberata dai
cassonetti della differenziata e
dalle auto in doppia fila.
il caso
GIUSEPPELEGATO
MONCALIERI
Code davanti al Dea
Negli ultimi treanni il Prontosoccorsodi Moncalieri hafattoregistrare circa 15 mila passaggi
inpi. Molti dei quali, lamentanoi medici, sonocodici bianchi e verdi, quindi nonurgenti
BRICCARELLO
Ho effettuato parecchi
sopralluoghi per capire
cosa chiede la gente
SantaCroce sottoassedio
Sdoppiato il pronto soccorso
Moncalieri
Sel, eletti i vertici
IL'assemblea di Sel ha
eletto la direzione. Coordina-
tore del circolo cittadino
stato confermato Michele
Santomauro, portavice Sil-
via Di Crescenzo, tesoriere
Rossella Perrone, Marco De
Felice il responsabile orga-
nizzazione.
Moncalieri
Fondi agli oratori
IIl Comune ha stanziato
10 mila euro per valorizzare
le attivit degli oratori citta-
dini. La proposta del vicesin-
daco Paolo Montagna stata
approvata in un protocollo si-
glato con l'Unit Pastorale
56 prevista dalla legge regio-
nale del 2002 in materia di
sostegno alle parrocchie.
Moncalieri
Lingue al Majorana
IL'istituto d'istruzione
superiore Ettore Majorana
ha chiesto alla Provincia la
concessione dell'indirizzo lin-
guistico, che, se rilasciato,
andr sostituire il classico at-
tivato negli anni scorsi.
Nichelino
Modello Toyota
IIl Comune di Nichelino
preso ad esempio come effi-
cienza e snellimento organiz-
zativo. A Palazzo DAccursio
a Bologna, durante il conve-
gno del Club dellAzione
Snella, uno dei tre casi ita-
liani affrontati dagli esperti
il progetto Toyota nel setto-
re edilizio che stato avviato
dal Comune nichelinese rea-
lizzato con la consulenza del
Gruppo Maggioli.
Moncalieri
T-rad in Comune
II 40 lavoratori del-
lazienda T-Rad che perde-
ranno il posto dal prossimo
11 gennaio sono stati ricevuti
ieri mattina dal sindaco Ro-
berta Meo e dall'assessore
provinciale Carlo Chiama:
Abbiamo chiesto l'immedia-
ta istituzione di un tavolo di
confronto all'Unione indu-
striale ha detto il sindaco.
Chieri
Si pattina in centro
ILa pista aprir al pubbli-
co gioved, all'interno del cor-
tile della chiesa di San Filip-
po, in via Vittorio Emanuele.
Una lastra di ghiaccio di 300
metri quadrati, che potr
ospitare un centinaio di patti-
natori.
In breve
Chiusa l'area ecologica, a
Cambiano arrivano tante pic-
cole discariche. Tutte abusi-
ve. Sedie, bidoni e mattoni so-
no in strada Mosetti. Per i di-
vani bisogna attraversare la
provinciale e arrivare sulle
sponde del rio Tepice. La pe-
riferia di Cambiano som-
mersa dall'immondizia. Sac-
chetti e detriti fanno bella
mostra di s tra le campagne
che circondano la citt. Le
zone pi colpite sono in dire-
zione di Chieri e al fondo di
via dei Prati: la strada che
porta alla vecchia area ecolo-
gica, chiusa alla fine di ago-
sto perch nonpi a norma.
Stiamo aumentando i
controlli per scoraggiare i re-
sponsabili assicura il sinda-
co Giancarlo Michellone, che
promette pene esemplari: I
cittadini sorpresi a gettare i
rifiuti nei campi rischiano
una multa fino a seimila eu-
ro. Non possiamo tollerare
che il paese si trasformi in
una pattumiera.
Ma Michele Mammolito,
ex primo cittadino di Cam-
biano, punta il dito contro la
stessa amministrazione.
Chiudere il centro di raccol-
ta stato un errore. Lui,
pur di non farlo, nel 2010 si
beccato una condanna a set-
te mesi di carcere per ina-
dempienza. Adesso il Comu-
ne deve correre ai ripari, cer-
cando un luogo adatto per ri-
pristinare il servizio. [F. GEN.]
Rifiuti abbandonati inuncampo
Moncalieri, i codici bianchi e verdi spostati al piano superiore
ISi amplia Casa Frassati.
La struttura, che dal 2004
ospita giovani disabili fisici
gravi, potr essere ampliata
nell'area dell'ex bocciofila
Rebaude. Cosi ha deciso l'am-
ministrazione comunale che,
nei giorni scorsi, ha delibera-
to la demolizione della vec-
chia struttura destinata alla
socializzazione degli anziani.
Si tratta di mille mq di super-
ficie che vengono affidati alla
Onlus per essere annessi alla
residenza fortemente voluta
da Pier Giorgio Mongiano e
realizzata in strada Cigala 9.
In questo terreno - spiega
l'assessore al Welfare Glau-
co Giacomelli (in foto) - po-
tranno essere ricoverati i
mezzi attrezzati dell'associa-
zione che curer in prima
persona la sistemazione dell'
area oggi in pessimo stato e
si accoller anche le spese
per la demolizione dei due
vecchi fabbricati. La boccio-
fila Rebaude, che nel 97 ave-
va ottenuto il terreno in con-
cessione dal Comune, avreb-
be voluto costruire un centro
sportivo, mai nato. [G. LEG.]
SULLEXBOCCIOFILAREBAUDE
Si amplia la sede di Casa Frassati
Il sindacominaccia
Chi viene sorpreso
agettarespazzatura
avr unamultasalata
.
CAMBIANO
Chiude larea
ecologica
Discariche
a cielo aperto
MARTED 6DICEMBRE 2011 Metropoli 81
LA STAMPA
T1 T2PRCV
433.620
Come versare
In banca, alla Posta, agli sportelli, on-line
Inbanca
IBonifico sul conto corrente
intestatoaFondazione- LaStam-
pa Specchio dei tempi; Iban:
IT10 V030 6901 0001 0000 0120
118 (Causale: Fondo 500).
Allaposta
IVersamento sul ccp 7104,
intestatoa La Stampa - Specchio
dei tempi, via Marenco 32,
10126 Torino, indicando il mit-
tente, cui sar inviata ricevuta.
Allosportello
IInviaMontedi Piet2(pres-
sola Libreria Mondadori) e in via
Marenco 32 a Torino.
SuInternet
ICon carta di credito sul sito
www.specchiodeitempi.org.
NELLECASEDI RINGHIERAASANSALVARIO
Bollette, riscaldamento ... e un panettone
Questanno difficile, pi dif-
ficile aiutare i poveri della cit-
t. La crisi economica fa pau-
ra, a tutti. E se acuisce la po-
vert di chi ha bisogno, come
dimostrano le oltre 3000 ri-
chieste di aiuto giunte sulle
nostre scrivanie, spinga alla
cautela anche le spese delle
famiglie. Ecco perch la con-
sueta generosit dei lettori
de La Stampa sembra que-
stanno meno impetuosa.
Sembra perch in realt, a
ben vedere, il numero di chi
versa rimasto sostanzial-
mente stabile, ma sono dimi-
nuite le cifre, gli importi. Co-
me a dire: Voglio comunque
essere vicino a chi soffre, ma
questanno dura anche per
me....
La Fondazione La Stampa-
Specchio dei tempi non si
comunque fermata. Oltre al-
la migliaia di offerte persona-
li o famigliari, c stata la ma-
no tesa della sempre attenta
Fondazione Crt (60.000 eu-
ro) e sono arrivati anche i
contributi che i nostri lettori
ci hanno destinato con il 5
per mille: 168.903 euro che
sono stati subito trasformati
in aiuti per gli anziani pi indi-
genti. Finora stato cos possi-
bile distribuire 970 tredicesi-
me, ognuna da 450 euro. Nei
prossimi giorni, man mano
che arriveranno nuovi contri-
buti, questa cifra salir con un
obiettivo che resta invariato, a
quota 2000 assegni. Per realiz-
zarlo saranno necessari
900.000 euro, il doppio di
quanto stato raccolto sinora.
Intanto, anche grazie alla
San Vincenzo ed a diverse al-
tre associazioni di volontaria-
to, la distribuzione procede
con regolarit. Unaltra parte
di aiuti viaggia invece per po-
sta, con assegni recapitati per
raccomandata, poi facilmente
esigibili, dagli interessati, in
tutte le banche. Una parte, pic-
cola ma significativa, rappre-
sentata dagli aiuti che vengo-
no consegnati personalmente
dai giornalisti de La Stampa.
Che si muovono sempre con in
mano la lettera di richiesta e -
quando possibile - preannun-
ciando le loro visite con una te-
lefonata. Questo per rassicura-
re gli anziani, sempre giusta-
mente diffidenti di fronte a chi
si presenta in casa.
6-9settembre
Wilma 300; Giovanni 250; Fla-
via 200; Sacco Liliana in memoria
di Franco200; PianaGiorgioeRo-
sella 200; Giovanni e Agnese da
TortiaGiovanni 100; Cuppari 100;
mammaAda96,67; AngelaSom-
ma50; inmemoriadel dottor Ro-
berto Topino la moglie e la figlia
50; Manuel 50; Oliveri Nervi 50;
MarchisioSergio50; Damiano50;
suffragio miei defunti Calcagno
50; inmemoriadi AntonioDrago-
netto, condomini di via Steffeno-
ne850; Aaa32,38; RossellaRaggi
20; OrnengoVilma20.
10-16Settembre
Tredicesimadell amiciziainme-
moriadi PieraeValentinoGuazzo
1.200; per RebeccaStasi, MarioC.
1.000; Giorgio 250; Veglia Mario
200; Massa Micon Piermaurizio
200; Laura Sandretto 200; Bruno
200; Laura200; Marcella150; Da-
rio150; CesareFornacca120; Gia-
comoBeltramo100; Pettazzi Ema-
nuela100; Gagliardi 100; Gugliel-
mo e famiglia 100; Orietta 100; ;
persuorGiulianaGalli cotolenghi-
na55; Paolo50; Balagna50; Alle-
granza, Pinerolo50; per lanascita
di Ginevra 30; Iorio Salvatore e
CannoneRosa25; di cuore20; 20;
MarioPinardi 20; Boari Cinzia 10;
Simonetti Vittorio 10; Marie D.
10.
17-24Settembre
Inmemoria della nonna Bertin
Eva 400; in memoria di Adalgisa
Serafinodapartedel GruppoFiori
Sci 310; in memoria di Adalgisa
Serafinoi condomini di viaVanda-
lino1 155; per Adele i condomini
140; MacarioCandido100; Baudi-
no100; inmemoriadi Ezio100; in
memoria di Adalgisa Serafino gli
amici di FianoTorinese100; Altie-
ri, Venezia 50; in ricordodi zia Le-
na 50; P.A.F. 50; Giacoletto 50;
per l'autista dei giornalisti, Dona-
tella40; LoMaglio20; berzanolui-
gi 20; Silvia, Caselle10.
26-30Settembre
In memoria zio Nino 430; in
memoria di Brunetti Cesare
281,12; in memoria di Vaccarino
Rinaldo 160; in memoria di Balla
paolo 140; le famiglie: Le Grazie,
Burdese140; per Greta100; Franco
Mattonello100; Moletto100; non-
na Franca 100; Gb8 70; per il mio
piccolo nipotino un augurio di una
vitaserena50; Moschetti 50; unpic-
colo pensiero in memoria di Scrin-
zioDomenicadai condomini di cor-
so racconigi 113 50; Sabatino 50;
Donadu50; P.P. 50; MonfrinoErika
25; Oggi lamiamanoadesserete-
sa verso di te. Domani la tua mano
potrebbeesserelamiasalvezza. 20;
Facchinetti Renato 20; Gai Angelo
20; Camarotto20; N. 12,50; inme-
moria del tenente Azzar 21 c.p.
alp. btg. Saluzzo10; Trevisan10; M.
6,40; RobertoTartaglia5.
3-7Ottobre
I condomini di viaMattie7inme-
moria di Giovanna Merlino 380;
M.A.250; inmemoriadi Serafini fEli-
cina ved. Scaglia da Gianni e Licia
250; EnricoB. 200; Falcione 200; in
ricordo di Emma e Gino Cochard
100; ApaeMario100; perSergioDe
Luca100; aGiorgio50; Mandelli Ric-
cardo 50; Sereno William 50; Duo'
Luisa50; Soldini 30; Salvatoree Ro-
sa 30; Verduci Domenico 20; buon
tutto 10; Bigheroni 10; Beltramo
10; Vindrola 9; Reynaudo 5; Borile
5;Pirilli 5.
8-14Ottobre:
Annamaria Cavll. 1.000; Cib.
1.000; N.P. 300; G.B200; inmemo-
ria di Biglia Domenico, i condomini
di via Catania 22 120; L.C. 100; Ele-
na100; EmmaeRossella100; fami-
gliaBertello100; Cavallero50; Bian-
ca e Adriano 50; Rosanna 50; Gio-
vanni 40; Molina 20; Toracchi 20;
Lombardo 10; Rita 10; Martini 10;
Giorlando Girolamo 10; Giuseppe
Trivero5.
15-23Ottobre
Per amore della mia Rosanna
1.000;Biscaretti 1.000; CarlaOccelli
250; Garuti, Cento200; TeresaeAl-
fonso100; Valle100; Lombardi Bru-
na 50; in memoria di Evelina Lironi
50; Antonio 50; De Michele Davide
50; perAnna50; perAlfredo50; Ber-
tolotti 30; CannoneRosaeIorioSal-
vatore 25; Maurizio 20; Baschiera
20; Maggini 20; Alessandro10; To-
masselli Paola e Pierangelo 10; N.
3,50.
25-31Ottobre
RicordandoPater3.000; CoroAl-
pette XXXI concerto dell'amicizia a
favore dell'Associazione Cammina-
reInsieme760; VanessaAtzori 350;
in ricordo dei nonni Nicola e Anna,
Piero e Fulvia, per sempre con noi
300; inricordomammadi PippoIn-
grao, gli amici 245; N.S. 200; riccar-
di Enrica200; Inricordodi Domeni-
co120; P.A.F.100; A.N.
100; Arianna 100; per Guido ed
Elena 100; dedicata a mia madre
50; Aragnetti 50; C.m. 50; inricordo
di Roberto 50; Laura Novarini 50;
Odello50; Caterina50; AntoninoB.
50; Fiandino, Bra25; Lomi 20; Gros-
si 20; Dusio20;
Giulio20; GiuseppeV. 20; Cogor-
no10; Consolata10; Bianchi 5; per i
miei defunti,Natta5.
12-18Novembre
G.B. 3.000; Giuseppina Bor.
2.000; Valentina e Vittorio 2.000;
Ottavio Cerutti 1.500; Gianni
1.500; SoftwareLineOsrasrl 1.000;
Evelina Christ. 1.000; in ricordo di
Paride 1.000; in memoria di Seba-
stiano. 1.000; Paola Botto 1.000;
per Maria Teresa 1.000; Lions Club
CrocettaDucad'Aosta900; Gugliel-
ma 600; in ricordo di nonna Lucia
600; Alaria600.
Terzano Anna Maria 500; Mat-
teoedEmilie500; inmemoriadi pa-
p e Pippo 500; B.M. in memoria
dei miei cari 500; inmemoriadi pa-
p450; Chiar,Siena450; Elena450;
Bea450; LauraB. 450; inricordodei
miei cari 450; ricordando Marmot-
ta 450; Irma e Carlo 450; inmemo-
riadi LudovicoeTeresa400; nonno
Mino 400; M. &G. 400; M.M. in ri-
cordo dei suoi cari 400; Tullio 400;
Luisa R. 400; M. M. 350; A.P. 300;
ciaopapi, Teresa, Luisaelamamma
300; Ronco 300; Silvana Cillario
300; G.B. 300.
Per una nonna disperata 250;
condomini viaDeSonnaz 13inme-
moria del gen. Alfonso Catalano
250; in memoria dei nonni, B. 200;
Benedetto 200; Michele, Carma-
gnola 200; in memoria di Enrico
200; MarioPeila 200; Bianca Adria-
no 200; Ressent 200; in memoria
dei miei cari 200; per i nostri morti
da G. e C. 200; in memoria di A.B.
200; Occella200; Bruna, Franca, Ol-
gainmemoriadellamammadi Fer-
nanada 150; in memoria di Roma-
nello Nello, i condomini 150; Luigi
150; Giuseppe. Tromb. 150; Traffa-
no 150; Piero 150; Roberto B. 150;
inmemoriadei genitori 150; inme-
moriadi Abrignani Angela125; Be-
nedetto 120; G.A. 120; Elda e Fer-
ruccio120.
Vallero Carlo e mamma 100;
Alessia e Valentina 100; Demonte
100; Roccia Graziella 100; Franca
100; Eraldo100; Francescho, Mathi
100; Emilio. 100; inricordodi Maria
100; Lidia e Gerardo 100; Alpigna-
no Franco 100; Belloni 100; Aimo
Guido 100; Cigliutti 100; Eugenio
100; LellaeGianni 100. (SEGUE)
Leoffertedei lettori raccolteper le
TREDICESIMEDELLAMICIZIA2011
ISan Salvario non solozona di forte immigrazione, ma resta an-
che area ad alta densit di anziani in difficolt. Qui non ci sono case
popolari eci sonospessodaaffrontare affitti pialti. Lepensioni mini-
mediventanocos ancora piminime. Qui le priorit sonoaffitto, bol-
lette e riscaldamento. Un panettone sar il lusso del giorno di Natale.
Lacrisi acuisce lapovert
Migliaia di richieste daiuto
Specchio di tempi ha gi consegnato 960 Tredicesime dellAmicizia
Dal cinque per mille arrivato un contributo di oltre 168.000 euro
Specchiodei tempi
ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI BALON
Info: 011.4369741
www.balon.it
ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI BALON
Info: 011.4369741
www.balon.it
TUTTO IL MESE
DI DICEMBRE
TUTTO IL MESE
DI DICEMBRE
CITT
DI
TORINO
NEGOZI APERTI E BANCARELLE
IL SABATO E LA DOMENICA
TRA LE VIE DEL BALON
82 Speciale Specchio dei Tempi
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1T2 PRCV
MARIA TERESA MARTINENGO
Successo straordinario e meri-
tato per la squadra dellIstituto
Avogadro alla competizione in-
ternazionale Zero Robotics,
unagaraspaziale- nel verosen-
sodellaparola- trateamdi stu-
denti di licei ed istituti tecnici
che contrappone Stati Uniti ed
Europa. Una gara dove i parte-
cipanti si sfidano sulla pro-
grammazione di robot grandi
comepalledabowling.
In questa super-gara, il Cy-
berAvonellesemifinali arriva-
toprimo europeo e primo asso-
luto. Coni cervelloni dellisti-
tuto di i corso San Maurizio -
capitano della squadra - hanno
lavorato alcuni studenti di due
scuole di Berlino. Ma i ragazzi
torinesi nonsi sonofermati qui.
E non un caso, dal momento
che nella provincia 13 istituti
hanno costituito (con il soste-
gno di Camera di Commercio,
Unione Industriale e Politecni-
co) la rete della robotica: nella
2asquadraeuropeae3aassolu-
ta, QED, capitanato dai tede-
schi, presente lItis Pininfari-
na di Moncalieri. Infine, 3 eu-
ropeo e 6 assoluto Zero Ro-
botics Fermi Team, capitanato
dai padovani dellItis Fermi, in
cui clItisOlivetti di Ivrea.
La competizione prevede
che i team, sulla base delle spe-
cifichetecnichefornitedal Mas-
sachusetts Institute of Techno-
logy di Boston, debbano pro-
grammare piccoli satelliti low
cost, gli Spheres, appunto. Le
sfereparteciperannoaunaga-
ra a bordo del laboratorio De-
stinydellaStazioneSpazialeIn-
ternazionale dellEsa, Agenzia
Spaziale Europea, e della Nasa,
interessate a sviluppare i miglio-
ri progetti.
Mah, se vogliamo fare i mo-
desti diciamo che abbiamo avuto
unpo di fortuna. Maineffetti ab-
biamo dimostrato competenza,
ammette Flavio Giobergia, uno
dei bravissimi del team. Nellafi-
nale, gli astronauti dellISSfaran-
noeseguireleazioni programma-
te inserendo i nostri codici. Fin
qui abbiamo usato un simulato-
re. Commenti? Marco Pompo-
nio: Ci siamo impegnati parec-
chio. A scuola, a casa, ci siamo
trovati pi volte la settimana. Il
lavoroconi ragazzi tedeschi onli-
ne?Quandosi condivideuninte-
resse, tuttodiventafacile.
I complimenti, ovviamente,
fioccano. Congratulazioni dal
Politecnicotutto- hascrittoClau-
dio Demartini, vice rettore del
Poli - agli studenti e ai docenti
per essere riusciti a dimostrare
come Scuola e Universit, insie-
me, possano primeggiare in Eu-
ropa grazie a passione, compe-
tenza, ambizione e solidariet.
Eil professor Leonardo Reyneri,
del Poli: Z-Robottisti compli-
menti per gli ottimi risultati e in
particolareallasquadradellAvo-
gadro che ha superato anche gli
americani. I finalisti inizinoapre-
pararelavaligie:si andrafesteg-
giareinOlanda.
Il preside dellAvo, Tommaso
De Luca: un risultato che
riempie dorgoglio. Poi, da am-
mirare il modo incui statootte-
nuto da un gruppo eterogeneo di
studenti appartenenti a tre spe-
cializzazioni e coordinato da un
teamdi professori anchesso ete-
rogeneo: di fisica, di informatica,
di elettrotecnica. Franco Fran-
cavilla, preside dellItis Galilei-
Ferrari, capofila della Rete:
Questo splendido risultato con-
ferma quanto ho sentito dire dal
ministroProfumosoloduegiorni
fa: gli studenti italiani, nonostan-
te tutti i problemi della nostra
scuola, raggiungono un livello di
preparazioneinlineaconi miglio-
ri standard europei. E linge-
gner Vincenzo Ilotte, presidente
del Comitato di indirizzo per la
robotica a scuola: La notizia del
bellissimorisultatoraggiuntodai
nostri Itis Avogadro, Pininfarina
e Olivetti conferma che la scuola
tecnicaitalianacontinuaadesse-
re un patrimonio di competenze
prezioso. un momento stra-
ordinario: questa vittoria dimo-
stra di che cosa capace la scuo-
la italiana, conclude Enzo Mar-
vaso, il docente del Galilei-Ferra-
ri chesullaRetedellaroboticave-
gliadapadrepremuroso.
S
cuola
PAGINA A CURA
DI MARIA TERESA MARTINENGO
Museodel Risorgimento
IIl Museo del Risorgimento
presenta ai docenti, ore 17, le
attivit della sezione didattica
per scuole di ogni grado, in par-
ticolare Ungiorno al Parlamen-
to e Il grande tema della Co-
stituzioni. Da marzo sono stati
40 mila gli studenti-visitatori.
LAvogadro primo in Europa
FABRIZIO ASSANDRI
Perch gli studenti non conti-
nuino ad essere rimandati in
culturafinanziaria, viene si-
glatooggi unprotocollodinte-
sa tra il consorzio tra banche
PattiChiari, la Fondazione per
la scuola della Compagnia di
San Paolo, lUfficio Scolastico
Regionalee laRegione. Unari-
cerca realizzata da PattiChiari
mostra infatti come gli studenti
italiani, in media, non conosca-
nonemmeno labc della finanza.
Eppure con bonifici, prestiti, in-
teressi presto o tardi, bisogner
farei conti.
Eccoallorache lebanche, co-
me previsto dal protocollo, fa-
rannoscuola: preparerannoma-
teriale didattico, incontreranno
i docenti, organizzeranno lezio-
ni. Dallimparareagestirele pri-
me paghette a inventarsi
unidea imprenditoriale: i pro-
grammi vertono su unampia
gamma di argomenti. Attraver-
so il web, giochi, quiz e videole-
zioni si cercher di rendere me-
no ostica (e quasi divertente)
una materia come la finanza.
Punto di riferimento sar il sito
www.economiascuola.it, che
aiuta genitori e insegnanti nel-
laffrontare con i ragazzi largo-
mentodenaro.
Per le elementari, le lezioni
saranno in relazione con la vita
quotidiana dei bambini e affron-
teranno temi come valore
del denaro, monete e bancono-
te, risparmio, lavoro e guada-
gno. Seconde e terze medie, ol-
tre agli incontri sul funziona-
mento delle banche e sul ruolo
delle assicurazioni, potrannoci-
mentarsi nel concorso Unim-
presa a quattro zampe. Si trat-
ta di simulare, attraverso un
software online, lelaborazione
del bilancio di un canile e lo svi-
luppodi unprogetto di raccolta
fondi. Allesuperiori si cercher
di avvicinare gli studenti alla re-
alt sociale e professionale che
li circonda, grazie anche al con-
corso nazionale Sviluppa la
tua idea imprenditoriale, che
chiede alle classi di realizzare
undettagliatobusiness plan.
Oggi la prima iniziativa, per
formare i docenti di Torino, con
lincontro A scuola di valori:
cittadinanza ed economia, alle
14,30, sala convegni di Xk? Il
laboratorio della curiosit, via
Gaudenzio Ferrari 1. Partecipa-
noFilippoCavazzuti, AlbertoCi-
rio, Claudia Porchietto, France-
sco De Sanctis, Anna Maria
Poggi, PaoloBorgna, PippoRan-
ci Ortigosa, MassimoRoccia.
Nella sfida tra robot spaziali promossa da Nasa ed Esa torinesi in testa nelle semifinali
(davanti agli americani). Al secondo e terzo posto allievi del Pininfarina e dellOlivetti
Zero Robotics
Ricerca
Adolescenti
egoisti?
Non vero
Lacompetenzafinanziaria degli studenti insufficiente
I cervelloniconil preside
Dallafine di novembre i 14 studenti dellAvogadro(qui conil preside TommasoDe Luca)
hannolavoratosul programma, correggendolo, affinandolo, per pidi novecentovolte
Progetto
Dalla paghetta agli investimenti
Esperti di finanza si diventa
SODDISFAZIONI
Adocenti e studenti
i complimenti
del vice rettore del Poli
Protocollo dintesa
tra PattiChiari
Fondazione Scuola
Miur e Regione
Ma gli adolescenti sono vera-
mente svogliati, apatici, egoi-
sti, disinteressati allo studio,
inclini alla violenza, poco re-
sponsabili e bamboccioni
come qualcuno li dipinge?
Una ricerca su 2156 studenti
di 4 istituti torinesi - lItcgSel-
la-Aalto, il Primo Artistico
(che ha realizzato le tavole il-
lustrate), lo scientifico Galilei
di Ciri e lIIS VIII Marzo di
Settimo - coordinata dal pro-
fessor Roberto Trinchero del-
la Facolt di Scienze della
Formazione e da Maria Loret-
ta Tordini, dirigente Sella-
Aalto, mette in luce una real-
tdiversa.
Ai ragazzi, tra i 14 e i 19 an-
ni, sono state sottoposte situa-
zioni di vita quotidiana riferi-
te alla scuola, alle relazioni
con i coetanei, al contesto so-
ciale, in cui dovevano prende-
re posizione a favore di una
delle due scelte possibili. Tra
le domande: Due compagni
litigano: chi te lo fa fare di im-
mischiarti? oppure Quel
che insegnano a scuola non
serve a niente. Ancora, nel
caso di un ragazzo di origine
straniera, Se vuole stare con
quelli come lui, affari suoi....
Oppure: Ache serve chiama-
relapolizia?.
Le due scelte - spiegano i
coordinatori dellindagine -
erano sempre entrambe ac-
cettabili, ma una denotava
una posizione di
responsabilit, ossia una po-
sizione di presa in carico
personale e responsabile del
problema in oggetto, laltra
denotava una soluzione tesa a
scaricare il problema su altri.
La grande maggioranza del
campione - in media oltre il
70% - ha optato per scelte
responsabili, ma non nella
stessa misura per tutte le si-
tuazioni. Dallanalisi dei risul-
tati emerso come una varia-
bile importante che sottende
tali scelte il livellodi empatia
dei ragazzi, ossia la loro capa-
citdi mettersi nei panni degli
altri, di vedere il mondo come
gli altri lo vedono, allo scopo
di comprenderne bisogni, spe-
ranze, paure, possibilit.
proprio questa la chiave della
formazione che la scuola do-
vrebbe dare ai ragazzi, dice
Trinchero. La scuola - ag-
giunge Tordini - dovrebbe la-
vorare sulla capacit empati-
ca dei ragazzi ma non lo pu
faresegli insegnanti nonsono
i primi ad entrare in empatia,
acercareil contattoumano.
.
MARTED 6DICEMBRE 2011 Cronaca di Torino 83
LA STAMPA
T1 T2PRCV
ADRIANAMARMIROLI
L
a magiadel cinema
rivive su un palco-
scenico, dal cine-
ma muto alle star
che hanno reso
grande Hollywood, ma anche
il maestro Fellini. Lon Cha-
ney, Mary Poppins, Casablan-
ca, Gelsomina, Crudelia De-
mon, Lesorcista, Chaplin,
Harry Potter... Abiti sfarzosi
e corpi mutanti in un battito
di ciglia. Tutto inunattore so-
lo, Arturo Brachetti. Luomo
dai cento volti e cento costu-
mi nello showcon cui stasera
arriva al Colosseo, ore 21, fino
a domenica. Ciak si gira, ren-
de omaggio alla Settima Ar-
te. C anche spazio, nelle due
ore di spettacolo e 80 perso-
naggi, per ricordare i suoi tra-
scorsi cinematografici di
bambino nella nebbiosa peri-
feria torinese anni Sessanta,
la visita al vecchio Museo del
Cinema a Palazzo Chiablese:
oggi non c pi e gi allora
era fatiscente e polveroso ma
non meno affascinante per
unbambino.
Come mai il cinema?
Ciak si gira nasce da unesi-
genza figlia della crisi: nel
2009 ero in scena a Londra
con Change, 20 persone al se-
guito, tonnellate di materiali,
3 Tir. Era un mammuth inge-
stibile se lo si voleva spostare.
Ho pensato alla possibilit di
una tourne, a una struttura
pi leggera con cui potermi
esibire anche in teatri pi pic-
coli, quelli dove non avrei mai
potuto portare quello spetta-
colo. Alla ricerca di un tema,
il cinema era quello giusto:
universale, trasversale, ha ri-
ferimenti che un po' tutti co-
noscono, popolari eppure col-
ti. Su quella traccia ho costrui-
to uno spettacolo che avesse
come riferimento lo spirito
del vecchio variet (quello
che ho fatto, anche se per po-
co tempo, con Macario), nu-
meri nuovi e miei cavalli di
battaglia, come le ombre cine-
si e il cappello del nonno. Ho
fatto gi 250 re-
pliche, il tutto
esaurito per 3
mesi alle Folies
Berres a Pari-
gi. La gente si di-
verte di pi. Io
mi diverto di pi. uno spet-
tacolo leggero e frizzante. La
crisi aguzza lingegno.
Parla di s e della sua prima
volta in una sala cinemato-
grafica.
Mio padre lavorava alla Fiat:
vinse due biglietti del dopola-
voro, davano I dannati di Var-
saria. Avevo 5 anni: non lo ve-
demmo tutto, uscimmo con
me che piangevo. Fortunata-
mente un anno dopo mi porta-
rono a vedere Mary Poppins e
il mio rapporto
con il cinema mi-
glior sensibil-
mente.
Cosera il ci-
nema nei pri-
mi anni 60?
Era una cosa irraggiungibile,
una specie di Las Vegas del-
limmaginario. Poi cera il ci-
nema del collegio dove venni
messo: per 6 anni sono stato
dai Salesiani. Ogni domenica
mattina veniva proiettato un
film. Eal mattino aiutavo il pa-
dre proiezionista a montare le
bobine (gi tutte approvate
dalle Edizioni Paoline): ho vi-
sto di tutto un po, Franco e
Ciccio, Ben Hur, I 10 Coman-
damenti, Tot, Via col Vento, i
Maciste. Nelle case invece ar-
rivava il cinema in b/n della
Tv. Anche a quello dedico un
omaggio.
E pure al vecchio Museo del
Cinema.
Lo ricordo polveroso e fan.
Cerano diverse installazioni
(niente a che vedere con
quelle del Museo attuale n
con quello che rappresento
nello show). Era tutto molto
triste, ma langolo dellhor-
ror era sufficientemente affa-
scinante per solleticare la
mia fantasia.
Lei definito lartista tra-
sformista piveloce al mon-
do. Qual il segreto della
sua rapidit?
I costumi truccati che inven-
to io stesso. Eunorganizzazio-
ne ferrea nei cambi, con tre
persone che mi "toccano", due
dedicate agli abiti e una alle
parrucche e cappelli. Non si
pensi a chiss quali marchin-
gegni. tutto molto artigiana-
le. Lhigh-tech in teatro non
funziona.
Trasformismo illusioni-
smo?
Ho iniziato a travestirmi per
fare i giochi di prestigio in cui
mi esibivo. Ero timido e questo
G&N
Giorno&Notte
Intervista
,,
FRANCA CASSINE
Oltre cento coristi guidati
dal maestro torinese Carlo
Pavese sono i protagonisti
di un grande e suggestivo
concerto dedicato alle musi-
che natalizie che mescola
suoni della tradizione a com-
posizioni create apposita-
mente. Per Giovani per tut-
ti, la parte della stagione di
Lingotto Musica rivolta ai
nuovi talenti, stasera alle
20,30 nella Sala Cinquecento
dellAuditorium Giovanni
Agnelli del Lingotto in pro-
gramma un appuntamento
con ben tre formazioni corali
composte da bambini, ragazzi
e adulti, accompagnate da Fe-
derica Mancini allarpa e di-
rette da Carlo Pavese.
Sul palco il Torino Vocalen-
semble, il Coro G e i Piccoli
Cantori di Torino, per un amal-
gama di voci ed esperienze im-
pegnate in un vero e proprio
evento musicale.
Ho immaginato il pro-
gramma - spiega il maestro
Pavese - come una tavolozza
di diversi colori, perch i vari
cori saranno combinati in tut-
ti i modi: tutti e tre insieme, a
coppie, singolarmente, le sole
voci femminili e le sole ma-
schili. Sfrutter anche la spa-
zializzazione del suono, dispo-
nendo i cori in modo da avvol-
gere il pubblico.
Le pagine musicali presen-
tate sono varie e scelte pro-
prio per valorizzare le poten-
zialit di questo straordina-
rio insieme di voci. A partire
da Alpha, la composizione
presentata al Lingotto in pri-
ma assoluta e scritta da Pave-
se stesso che, partendo dalla
suggestione dei nomi di stelle
e costellazioni, lascia ampio
campo all'improvvisazione
degli interpreti, creando di
volta in volta una performan-
ce differente.
Spazio poi ai canti popolari
declinati nelle sue forme pi
variegate, cominciando dal
canto negro spiritual con So-
metimes I feel like a mother-
less child che, anche in que-
sto caso, dominato dallim-
provvisazione. Si passa quindi
al folklore armeno con Loo-
sin Yelav, fino ad arrivare al-
la tradizione piemontese con
Ninna nanna di Ges bambi-
no. Non mancano incursioni
nel Novecento storico di Pou-
lenc (Un soir de neige) e di
Britten (una selezione da A
Ceremony of Carols, A
Hymn to the Virgin e Rosa
mystica), e nemmeno nel pri-
mo barocco tedesco con Mi-
chael Praetorius. Inoltre, pri-
ma esecuzione assoluta e pen-
sata specificamente per i tre
cori, Anthropos di Andrea
Venturini che ha utilizzato te-
sti liturgici e letterari sulla fi-
gura di Cristo salvatore.
Il biglietto al prezzo unico
di 3 euro e sar in vendita oggi
dalle 14,30 alle 19 presso la bi-
glietteria di Lingotto Musica e
unora prima del concerto alla
cassa nel foyer della Sala Cin-
quecento.
Auditoriumdel Lingotto
via Nizza 280, Torino
Tel: 011/63.13.721
PAGINE A CURA DI
ANTONELLA AMAPANE E ANTONELLA TORRA
Cinemae magia
lamiglior coppia
dellospettacolo
Auditoriumdel Lingotto
Cento voci cantano tutte insieme
per il concerto di Natale
Canti tradizionali
accanto a brani
composti
per la serata
AL COLOSSEO
Da oggi a domenica
il nuovo show
Ciak si gira
Ottanta personaggi, unsoloattore
Tanti sonoi ruoli che il trasformistatorinese ArturoBrachetti (asinistra esopra travestitoin
palcoscenico) ricoprir nel suonuovoshowdedicatoal cinema
CarloPavese
Torinese il giovane
direttore del concertodi
questa sera
coni centocoristi
.
Brachetti: amo i filmda quando ero in collegio
84 Giorno e Notte
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1T2 PRCV
S
otto i portici di
Torinoaccadevano e
accadonocose
magiche. Da Nietzsche e
Croceche, passeggiando,
vi trassero ispirazione, a
RoccoPinto, che dietro le
vetrine della Torre di
Abele, gi Petrini, invia
PietroMicca, rammenta
giornodopo giorno agli
scettici e ai distratti la
vitalitdi unafigura al
tramonto(o
romanticamente
intramontabile?), il libraio.
Nellacitt di Francesco
Casanova, amico di
Matilde Serao, Fogazzaro,
Verga, De Amicis,
nellalveodi Piero Femore,
di AngeloPezzana, dei
fratelli Fgola, questo
ostinatooperaio della
letteraturasi specchia, pi
omeno consapevolmente,
inunamitica anima
pavesiana, Gigi, tutto il
giornoingiroa consegnar
ordinazioni, rade le ore
passateinmagazzino a
disfar pacchi o cercare
volumi....
Il mestiere di vivere
che per RoccoPinto
coincide conlarte di stare
fragli scaffali, certo,
salendoe scendendo scale,
manonmettendo la
sordina al richiamo che
giunge di fuori,
inseguendoe indovinando
le passioni piomeno
intense dei clienti unpo
ovunque, a Prali come
lungoi Portici di Carta,
sue egregie creature.
Giornodopo giorno,
unavventurache si
riverberainFuori
catalogo: storie di libri e
librerie (Voland),
unautobiografia
meticolosae scapigliatae
sensitiva. Tra sognoe
realt, tralartigianale,
fiabescomondo di ieri (il
ritodi abbinare i colori, le
collane, i formati e
soprattuttoi profumi dei
libri appena sfornati dalle
diversestamperie) e
leBook, algido oforse no,
incommestibile oforse s.
Ogni capitolo oquasi, a
cominciare dal titolo, un
consiglio di lettura, un
classico(da Il nome della
rosaa Le notti bianche,
daMorte a Venezia a
Laleggenda del santo
bevitore) calatonella
commediaquotidiana,
cercandone gli echi strada
facendo. Iniziai come
fattorinoil giornodel mio
ventesimocompleanno....
Quanti anni avrRocco
Pinto? Di sicuro, come
PrimoLevi, pu
convenire: Lamare il
propriolavoro costituisce
la migliore
approssimazione concreta
allafelicit sulla terra.
La recensione
Abele
e il suo
libraio
mi davacoraggio. Volevoesibir-
mi per farmi notare, ma anche
nascondermi. Perch lillusioni-
smo lacapacit di fare appari-
rerealtchenonesistono.
Recentemente lei si esibi-
to con lOrchestra Sinfonica
della Rai di Torino in Pierino
e il lupo, una nuova strada,
lontana da quella fin qui
percorsa.
Finalmente non devo tenere
desta lattenzione del pubbli-
co in ogni momento dello spet-
tacolo. Ogni mio show fatico-
sissimo. Per questo sono sem-
pre a dieta, faccio attivit fisi-
ca. Ora sto studiando una nuo-
vo progetto con lOrchestra,
per il 2013, una serata Allegro
non troppo.
SILVIA FRANCIA
Attuale, attualissimo. Cos
tanto che, il pubblico, uscito
dalla sala, sentendo le notizie
dal telegiornale, potr riflette-
re suquantohagi ascoltatoin
teatro e pensarci, farsi doman-
de, responsabilizzarsi.
Eros Pagni parla sintetico
ma incisivo - nellintervallo
tra un atto a laltro - del suo
personaggio, il duca di Vien-
na, ma parla anche del testo
shakespeariano che affronta
per la prima volta. Quel Mi-
sura per misura prodotto
dallo Stabile di Genova e di-
retto da Marco Sciaccaluga,
che arriva a Torino, per la
stagione del Tst, questa sera
al Carignano, con repliche si-
no al 18 dicembre (il marted
e gioved alle 19,30, venerd e
sabato alle 20,
45, la domenica
alle 15,30; bigliet-
ti a 34 euro).
Del testo,
scritto nel 1604 e
impostato come
una miscela di commedia e
tragedia con ambientazione in
una Vienna immaginaria, do-
ve nulla davvero e quello che
sembra e niente sembra dav-
vero ci che , riferisce cos il
protagonista Pagni. E la sto-
ria un uomo, un duca, che vuo-
le capire quale sia, realmente,
la realt che lo circonda e se ci
sia, nel suo regno, qualche in-
giustizia. Cos, lascia il gover-
no del regno e si traveste,
prendendo le sembianze di un
prete, per mischiarsi alla gen-
te, incontrare il popolo. E sco-
pre che non tutti sono stinchi
di santo. Anzi.
Lacclamato attore di origi-
ne spezzina, che ha lavorato
con successo fra teatro, cine-
ma e tv (conriconoscimenti ti-
po lEti Gli Olimpici del Tea-
tro e il premio Gassman), ha
fattouna supersintesi e cos la
conclude: Neppure, lui, il du-
ca, si riconosce a posto in
quanto capisce di avere lacu-
nepreoccupanti.
Fra toni alti e toni bassi, tra-
gicoe comico, tutto inMisura
per misurafinisce col diventa-
re sogno, immagine vana e fu-
gace, falsa e mutevole apparen-
zache nonsembracelare alcuna
sostanza certa. Ma, sullo sfondo
ci sono, in questa commedia del-
lafollia umana, anche i grandi te-
mi sempre contemporanei della
tragedia del potere, della giusti-
zia e della corruzione, della lus-
suria e della devozione, del rap-
porto tra passioni umane e valo-
ri etici. Dove nulla, appunto,
come sembra o come ci si aspet-
ta. Dove le scoperte sono sorpre-
se e, spesso, dolori. E chiamano
domandesudomande.
Tutto in Misura per misu-
ra finisce col diventare sogno,
immagine vana e fugace, falsa e
mutevole apparenza che non
sembra celare alcuna sostanza
certa. Sullo sfondo ci sono in
questa commedia della follia
umana anche i grandi temi sem-
pre contemporanei della trage-
dia del potere,
della giustizia
e della corru-
zione, della lus-
suria e della de-
vozione, del
rapporto tra le
passioni umane e i valori etici.
Lo conferma il regista dello
spettacolo, Marco Sciaccaluga:
Come sempre in Shakespeare,
anche in questa dark comedy
troviamo il mondo che c stato,
che c e che verr. Allinterno
di questa universalit, vige poi
la rappresentazione di una real-
t, che per molti versi assomi-
glia molto alla nostra attuale.
Uno spaccato insieme mostruo-
so e affascinante, ben sintetizza-
to dalla battuta del Duca trave-
stito da frate: Il mondo sem-
pre uguale, non fa che peggiora-
re. E, cos conclude il regista:
Questa di Shakespeare la
rappresentazione di un mondo
devastato da false credenze e
ideologie, morbosit religiose,
pulsioni sessuali. Un mondo
osceno, governato dal caos o
se si preferisce creato da un
grande paranoico, come Pen-
nac definisce Dio. E questa pro-
spettiva d vita a una comme-
dia che, pur nel suo sadico nichi-
lismo, attraversata da una ir-
resistibile gioia di vivere.
Teatro Carignano
piazza Carignano
Tel: 011/517.62.46
A CURA DI
SILVIA FRANCIA
Centro Incontri
Stili di vita
per stare bene
UNIVERSIT
Battiston
interpreta
Steve Jobs
ventiquattrore
Al Massimo
Unfilmper aiutare
chi colpito da ictus
alle 16,30
Verdena
IDopo aver dovuto rinuncia-
re al loro live al Traffic Festival
per una sorta di tornado, i berga-
maschi Verdena approdano que-
sta sera al TeatroConcordia di Ve-
naria per lunica data in Piemon-
te della loro tourne. Sinizia alle
21, ingresso 10 euro. [D. CA.]
Grassoe Asherie
ILa rassegna imperniata sui
giovani a cura del Jazz Club Tori-
no, piazzale ValdoFusi, propone
stasera il concerto di Luigi Gras-
so (foto) e Ehud Asherie. Presen-
tanodalle 21,30una performan-
ce su diversi stili, dal ragtime all'
hard bop. Ingresso libero. [D. CA.]
AroundJoni
IOmaggio a Joni Mitchell
questa sera al Paglia e Fieno bi-
strot, corsoFiume 11: lopropon-
gono dalle 21,30 le Around Joni,
con la cantante Giulia Firpo, Ti-
ziana Cappellino al pianoforte,
Isabella Rizzo al contrabbasso e
Danielle Di Majo sax alto. [D. CA.]
Museo di scienze
Cultura e legalit
nella narrativa
IIl discorso di Ste-
ve Jobs ai neolaureati
dellUniversit di Stan-
ford reinterpretato da
Giuseppe Battiston. Si
chiuder cos una due
giorni di approfondi-
mento su cinema, tele-
visione, teatro, musica
e nuovi media propo-
sta dallUniversit og-
gi nel laboratorio Quaz-
za di Palazzo Nuovo e
domani nellaula ma-
gna del Rettorato, in
via Po 8. Domani ap-
punto alle 16,30 la ses-
sione Un nuovo
Dams: idee e progetti
e la performance di
Battiston. [N. PEN.]
alle 17
Palazzo Chiablese
Dipinti ispirati
al Piccolo Principe
alle 18
Al Vittoria
Ballerino nigeriano
per unopera inglese
LAPRIMA
Stasera al Carignano
Misura per misura
di Eros Pagni
alle 10
alle 20
Ultimoappuntamentoconi Marted
salute, organizzati daRegionee
associazioneEducazionePrevenzionee
Salute. Alle 10, al CentroIncontri della
Regione, corsoStati Uniti 23, si parladi
Cuoreestili di vita: consigli preziosi per
preveniredanni ecomplicanze. Relatori:
PieroAstegiano, vicedirettoreIstituto
MedicinadelloSport; SebastianoMarra,
direttoreCardiologia2alleMolinette.
Prenotazioni allo: 011/660.42.84.
Alle16,30, al cinemaMassimo(viaVerdi
18), presentazione del cortometraggio
Basilic: sceneggiaturadi Laboratorio
NarrAzioni Teatrali, regiadi Roberta
Zendrini, musiche originali di Davide
Sgorlon. Il cortoil risultatodi una
collaborazionetra il MuseoNazionale
del CinemaelaFondazione CarloMolo
onlus, che operaper migliorare la
qualitdellavitadellepersone colpite
daictus.
Per Larte controle mafie, alle 17al
MuseoRegionale di Scienze Naturali (di via
Giolitti 36), inprogramma unpomeriggio
letterariodal titoloCultura elegalit:
paroleinlibert. La scrittrice Margherita
OggeroeMaurizioBlini, giallista ex
investigatore di polizia, si confrontanocon
il pubblicosul tema della legalit esul
modoincui essostatotrattato, nel
tempo, dalla narrativa. Ingressolibero.
Si ispiraal PiccoloPrincipedi Antoine
deSaint-Exupry, lamostraFlyZone di
GiorgioRamella(a curadi Marcodi
Capua), chevieneinaugurataalle18a
PalazzoChiablesedi piazzaSanGiovanni
2. Esposti, sinoal 23gennaio, 30grandi e
piccoli dipinti realizzati negli ultimi due
anni, attraversati daunbimotoreche
viaggia, sorvolandopaesaggi esotici. Dal
marted alladomenica, ore10,30-18,30.
Per Confluenze. Cantieredi musica / danza
/ parola / arti visive, alle 20al Vittoria di via
Gramsci 4, prima assoluta di Kaddish: la
coreografia di econQudus Onikeku,
giovane danzatore nigerianointeragisce
conunopera dellinglese CerithWyn
Evans. Musichea curadellEnsemble
Confluenze direttoda GiampaoloPretto.
Consulenzascenica di Davide Livermore.
Replicadomani allastessa ora.
BRUNO QUARANTA
Carignano
Mai cos attuali
i politici
di Shakespeare
Misuraper misura lospettacolodi MarcoSciaccaluga
U
MARTED 6DICEMBRE 2011 Giorno e Notte 85
LA STAMPA
T1 T2PRCV
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA86 T1T2 PRCV
INCONTRI
Calabresi
Alle12, incontrodi Comunionee
Liberazione sul tema La crisi,
sfida per un cambiamento con
Mario Calabresi, direttore de
La Stampa e Paolo Gardino,
responsabilepiemontesedi CL.
Teatro Alfieri
piazza Solferino
Scabin
Alle 21, Clara e Gigi Padovani
parlano de Il sapore della sto-
ria: 1961-2011. Ospiti: lo chef
Davide Scabin e il fotografo-
gourmet Bob Noto.
Cambiano, biblioteca Jaco-
muzzi, via Lagrange 1
Kennedy
Per Biennale Democrazia, alle
21 Lucio Caracciolo presenta
John Fitzgerald Kennedy, di-
scorso di insediamento (20gen-
naio 1961). Ingresso gratuito.
Palazzo Madama
piazza Castello
Psicoanalisi
Alle 19,30, presentazione del-
listituto Psicoanalitico di
Orientamento Lacaniano. Con
Rosa Elena Manzetti, Ugo Pe-
rone e Giorgio Blandino.
Circolo dei lettori
via Bogino 9
CONVEGNI
Infanzia abusata
Oggi (dalle 9,30) e domani (dal-
le 8,40), convegno Io ti vedo.
Infanzia abusata e maltratta-
ta. Vedere, riconoscere, prov-
vedere. Organizzano Azien-
da Ospedaliera OirmSantAn-
na e Regina Margherita.
Sermig, piazza Borgo Dora
Estetica di Pareyson
Nel 20 della morte di Luigi
Pareyson, convegno dedicato
al filosofo torinese e lestetica.
Dalle 9,30, interventi di Fede-
rico Vercellone, Umberto Eco,
Paolo D'Angelo, Gianni Vatti-
mo, Carlo Ossola, Massimo
Cacciari e Sergio Givone.
Circolo dei Lettori
via Bogino 9
Salute per tutti
Convegno del Comitato Colla-
borazione Medica, alle 17, su
La salute per tutti? Disegua-
glianze e barriere nel mondo.
Biblioteca Italo Calvino,
Lungo Dora Agrigento 94
LIBRI
Religioni e politica
Alle 18,30si parla del libro Re-
ligioni e politica nel mondo glo-
bale di Vannino Chiti (Giunti).
Con lautore, il sindaco Piero
Fassino, l'imamdi Firenze Izzo-
lin Elzir e Andrea Olivero, pre-
sidente nazionale delle Acli.
Modera il caporedattore della
Stampa Guido Tiberga.
Libreria La Torre di Abele,
via Pietro Micca 22
Matti e dottori
Alle 11, presentazione del libro
Una vita da matto vestito da
dottoredellopsichiatraGiovan-
ni Rissone. CondonLuigi Ciotti.
Circolo della Stampa,
corso Stati Uniti 27
SPETTACOLI
In francese
Spettacolo in lingua francese
LAvare di Molire, ore 8,30 e
11,30; domani alle 9,15. Segue in-
contro con gli attori, sempre in
francese.
Teatro SanGiovanni Bosco,
via Sassari 28/b
Variet
Alle 21, va in scena il Variet
della Caduta, regia di France-
scoGiorda.
TeatrodellaCaduta
viaBuniva24
Performance
Alle 19,30 viene presentato
Inventario: mini storie vin-
tage live di Elena Pugliese, con
Lorenzo Fontana, Franca Pe-
none, Francesca Porrini.
Galleria Cristiani Art & De-
sign, via Porta Palatina 13
Sul buio
Alle21, Spogliandolanotte. Pa-
role sotto la luna di Giuseppe
Girardi, con Sergio Sereno. Al
violino, DomenicoVasciarelli.
Espace, via Mantova 38
acura di Silvia Francia
giornonotte@lastampa.it
TIZIANA PLATZER
Nomi grossi, nomi internazio-
nali, una bella abitudine
consolidata dal Sottodiciotto
FilmFestival ormai da diver-
se edizioni. E dunque, dopo
labbuffata al Tff, tempo 24
ore riecco il cinema formato
rassegna alla Mole per la pre-
sentazione del programma:
ieri, nello scandagliare di tito-
li, temi e anteprime in un con-
tenitore decisamente pesan-
te, la parte del leone se l, ov-
viamente, aggiudicata un
ospite sututti: AlanParker.
Al cinema fatto per i gio-
vani e dai giovani, secondo
filosofia e slogan didentit
del festival, lautore di The
commitments, Pink Floyd
The Wall, Evita e Fa-
me solo per citarne alcuni,
sar a Torino da venerd 9 a
marted 13 dicembre. Un col-
paccio messo a segno dai di-
rettori Sara Cortellazzo, del-
lAiace, e Aldo Garbarini, dei
Servizi Educativi del Comu-
ne. Al regista londinese que-
sta dodicesimo Sottodiciotto
dedica una retrospettiva,
che partir sabato alle 21,15
con la proiezione di The life
of David Gale, con Kevin
Spacey e Kate Winslet, e a se-
guire lincontro con Sir
Parker, Alberto Barbera e i
curatori Stefano Boni e Mas-
simo Quaglia. Ne seguiranno
altri di momenti con il cine-
asta, in questa edizione che,
con un programma dall8 al
17 dicembre al Massimo e in
alcuni altri spazi cittadini,
corre sul tema della Legali-
t e si propone con 426 film,
17 anteprime, 7 retrospetti-
ve, 70 lungometraggi e 353
corti e mediometraggi. Per
un costo complessivo di 300
mila euro coperto, a parte gli
sponsor privati, dal finanzia-
mento del Comune pari a 100
mila euro, mentre la direzione
ancora in attesa di sapere lo
stanziamento dellassessorato
alla Cultura della Regione (gi
sicura la perdita del contribu-
to dellassessorato al Turi-
smo) e ha annunciato il primo
sovvenzionamento del Mini-
stero: 10 mila euro. Certo, pro-
prio solo un gesto. Incorag-
giante per, visto il momento
ha detto la Cortellazzo. Che
ha dato spazio alla vitalit dei
ragazzi, truppa operativa al-
linterno del festival: Collabo-
rano e ci aiutano 200 studenti
di vari istituti superiori per i
servizi fotografici e video, il
blog, la grafica e laccoglienza
delle classi e del pubblico ha
sottolineato. Euna ventina fra
i 15 e i 20 anni ha messo in pie-
di il programma pomeridiano
TeenVision.
La partenza sar l8 alle
20,30 al Massimo con lante-
prima nazionale siglata Walt
Disney sul ritorno del cult di
un paio di generazioni fa, I
Muppet di James Bobin; e a
precedere pure lanteprima,
domani alle 15 incontro alla
Fabbrica delle e con lecono-
mista e antropologo francese
Serge Latouche: discuter
per e con i ragazzi su come
Educare a una crescita re-
sponsabile. Linaugurazione
ufficiale sar come sempre il
venerd alle 20,15 al Massimo:
omaggio al regista belga - al-
tra retrospettiva a lui dedica-
ta, come pure una sezione al-
lautore dellanimazione Jim-
my Teruaki Murakami, giunto
ai 50 anni di carriera -, Jaco
Van Dormael, che ha diretto
Tot le Hros e numerosi
corti e documentari: a Torino
anteprima del suo film Mr
Nobody, ambientato nel futu-
ro e con un protagonista
orientato su tre esistenze
possibili. Sar in sala e parle-
r della sua visione registica
con Andrea Bajani. Fra le pel-
licole pi attese, sempre in an-
teprima, quella natalizia della
Warner Il figlio di babbo Na-
tale, e quella di Gilles Paquet-
Brenner La chiave di Sarah,
con Kristin Scott Thomas, sul-
larresto dei 13 mila ebrei pari-
gini al velodromo dInverno
fra il 16 e 17 luglio 1942.
Sottodiciotto
Il sensodellalegalit
nel cinemadei giovani
Nella rassegna che parte gioved anche una retrospettiva su Alan Parker
DO LU MA ME GI VE SA
1 2 3
4 5
:
6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Dicembre
Mar. 6
blocknotes
Il figliodi Babbo Natale
E una delleanteprime del SottodiciottoFilmFestival: il lungometraggiodi SarahSmith
allIdeal il 15dicembre alle 20,30sar poi nei cinema italiani dal 23dicembre
LINAUGURAZIONE
Anteprima nazionale
dei Muppet
targati Disney
.
U
MARTED 6DICEMBRE 2011 Giorno e Notte 87
LA STAMPA
T1 T2PRCV
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA88 T1T2 PRCV
Diciassette anni, altezza
187 cm, peso 88 chili.
Questo il fisico di Federi-
co Pich, Allievo del Grup-
po Sportivo Chivassesi,
che ai campionati italia-
ni di Rieti ha lanciato il
disco a 51,51 salendo, a
sorpresa, sul terzo gradi-
no del podio.
Ti aspettavi questa me-
daglia?
Ci speravo e basta. Sono
soddisfatto perch ho fat-
to meglio di due anni fa
quando, alla prima stagio-
ne di lanci, nei tricolori
Cadetti a Desenzano mi
ero classificato 5, un
piazzamento veramente
insperato. Di questo devo
rendere merito al mio alle-
natore Ivano Julita, ex
lanciatore e grande com-
petente.
Hai lasciato il pallone
per il disco. Nessunrim-
pianto?
Solo quella volta che in
allenamento mi arrivato
un martello sulla schiena
che mi ha spedito allospe-
dale. Ma dopo una setti-
mana ero gi in pista.
Hai un modello?
Non nellatletica. Vado
pazzo per i Linkin Park.
Ammiro il loro cantante
Chester Bennington per
la grinta e lenergia che
mette nelle canzoni.
Eugenio Bocchino
Figurine
Il discobolo
sul podio
asorpresa
S
port
MARCO BOBBIO
Ultimo posto, cinque sconfitte
di fila, solo 6 vittorie in20parti-
te. E20punti, a -3 da Vipiteno e
Renon e -22 dalla capolista Val-
pusteria. La differenza tra le
ambizioni estive ela realt im-
pietosa per la Valpe. E stasera
(20,30) i Bulldogs torneranno
sul ghiaccio per una trasferta
complicata in casa dei campio-
ni dItalia dellAsiago: i due pre-
cedenti stagionali non fanno
ben sperare (5-1 in casa e 6-3 a
TorrePelliceperi veneti).
Contro lAsiago mi auguro
di portare a casa i tre punti -
spiegail presidentedellaValpe,
Marco Cogno -. Anche loro non
attraversano un gran periodo
di forma, per non sar facile,
siamo sempre in emergenza.
Oggi mancheranno ancora Re-
gan, Frigo, Canale e Huddy,
mentreSirianni, acciaccato, do-
vrebbefarcela.
In ogni caso, dopo le semifi-
nali raggiunte lo scorso anno, i
colpi di mercato e i proclami di
iniziostagione, lattualecammi-
no della Valpe ben al di sotto
delleaspettative: necessario
dareunasvolta- ragionaCogno
-. Per deve essere credibile, al-
trimenti si rischiano danni an-
cora maggiori. Il problema
che lasocietinquestomomen-
to sembra avere le mani legate.
Intanto, i limiti imposti dal bud-
get non consentono spese folli
per risistemare il roster, tanto
pidopoi movimenti gieffettua-
ti a novembre (gli ingaggi di Lei-
nonen e Kantee e la cessione di
Felicetti). Inoltre, proprio la se-
quela di infortuni blocca la possi-
bilit di sfoltire la rosa e tagliare,
eventualmente, qualcuno dei gio-
catori che finora ha reso meno.
Dopo la sconfitta di sabato negli
spogliatoi ho parlato con i ragaz-
zi - aggiunge Cogno -: non pen-
sabilecheunasquadracomeque-
sta sia ultima in classifica, nem-
meno loro riescono a darsi una
spiegazione.
La questione pi scottante ri-
guarda per lallenatore. Ad Ellis
erano state date tre partite per
raddrizzare la situazione, ma i ri-
sultati non sono stati allaltezza,
con un solo punto conquistato a
Cortina (sconfitta allovertime).
Troppopoco. Ladirigenzaquindi
si staguardandointornoper valu-
tare una sostituzione in panchi-
na, ma le alternative scarseggia-
no, vuoi per la difficolt di trova-
re una figura affidabile, vuoi per-
ch qualcuno dei papabili si or-
mai accasato altrove o perch al-
tri avanzanorichieste incompati-
bili con il bilancio. Dobbiamo in-
dividuare un personaggio rispet-
tato e autorevole che abbia la ca-
pacit di imporsi nello spogliato-
io - conclude Cogno -. Un tappa-
buchi non ci serve. Intanto si va
avanti con Ellis, che gode ancora
dellafiducia dellospogliatoio. Ma
il suotempoquasi scaduto.
PAGINA A CURA
DI SILVIA GARBARINO
BARBARA MASI
Pleiadi su, Sporting gi. Il Pie-
monte del tennis in rosa chiu-
deinpareggioil massimocam-
pionato italiano a squadre. Le
Pleiadi, conAlice Balducci, Ca-
ra Castellano, Lisa Sabino ed
Eva Hrdinova, restano in A1.
Epensare che alla vigilia della
stagione sembrava scontato
che i playout sarebbero stati
un derby torinese: Conside-
rando la superiorit di Parioli,
Prato, Albineae Mestre, lalot-
ta rimaneva fra Pleiadi, Spor-
ting e Canottieri Padova - di-
chiara Carlo Bucciero, presi-
dente del club moncalierese -.
Noi siamo stati in linea con le
attese e ab-
biamo chiu-
so a 9 punti
grazie allaal-
l insperata
vittoria con-
tro il Mestre
per lassenza
della Brian-
ti. Il Circolo
della Stam-
pa - Sporting
ha invece
scongiurato la retrocessione
diretta allultima giornata a
Padova. Peccato che nei
playout col Mestreadaspetta-
re Alice Canepa, Stefania
Chieppa e Drousile Dzeubou
questa volta ci fosse anche la
n6dItalia e 74del mondo Al-
bertaBrianti: risultato, 3-1 per
loro, unica vittoria quella di
Chieppa in tre set su Julia
Mayr. Pur consci dei nostri li-
miti con due neo mamme co-
me Alice Canepa e Giulia Ca-
soni, nel complesso ci man-
cata un po di fortuna - affer-
ma il dt Giampiero Arbino -.
Di pi era difficile fare, anche
seconLe Pleiadi avremmopo-
tuto giocarcela meglio. Nel
2012 lo Sporting ripartir dal-
lA2, serie in cui giocher per
la12 volta.
Per le vostre
segnalazioni scrivete a
sporttorino@lastampa.it
Atletica, campionatodi societ Allievi
IUfficializzate le classifiche del Campionato Italiano di Societ
Allievi. Tre podi per il Piemonte grazie al 2posto del Cus Torino al-
lieve negli ostacoli e ai due terzi posti in campo maschile dellAtl.
Piemonte nel settore velocit e del Vittorio Alfieri Asti nei salti. Per
il Cus, al maschile, anche il 6posto negli ostacoli mentre lAtl. Pie-
monte 6nel mezzofondo. Nel femminile, oltre al secondo posto
conquistatonegli ostacoli, per il Cus tra gli altri piazzamenti c da
registrare anche un 13posto nel mezzofondo.
OSCAR SERRA
Lattesoacutononcstato. Nel
Campionato italiano di difficol-
t, di scena nel weekend al-
lAprica, larrampicatoretorine-
seStefanoGhisolfi haconquista-
tounsecondopostochegli val-
so la vittoria almeno nella com-
binata. Unrisultatocerto di tut-
to rispetto per un atleta appena
18enne che chiude una stagione
da lui stesso definita positiva,
caratterizzata da un bronzo ai
Mondiali giovanili e un argento
inCoppaEuropajunior. Alivel-
lointernazionalehoconfermato
i risultati del 2010, aggiunge
soddisfatto. Tante conferme e
podi, ma nessuna vittoria, tanto
che questanno gli unici successi
infamigliasono arrivati grazie al-
lasorellaClaudia, 15 anni e tre tri-
colori assoluti unmese faaMode-
na. Stefano, invece, a gennaio en-
trer a far parte della Polizia di
Stato e a quel punto sar chiama-
to a dare una frustata definitiva
allasuacarriera. Oggi unottimo
scalatore, devediventareuncam-
pione. Per farlo cambier strate-
gia e allenamenti: Ho deciso di
specializzarmi nella difficolt,
svela. Non sar pi un atleta poli-
valente. Una scelta condivisa con
i suoi due allenatori, Gabriele Na-
tale e Andrea Branca, per ottene-
re ai prossimi Mondiali junior di
Singapore la definitiva consacra-
zioneinternazionale.
Hockey A1: stasera (20,30) ad Asiago
Valpe, lacrisi infinita
Si progettail dopoEllis
Cerchiamo un coach autorevole, il canadese vicino allesonero
Arrampicata
Ghisolfi tricolore
nella combinata
LATRADIZIONEDEGLI AMICI DEL FIUME
Le Babbe Natale vanno a remare sul Po
Tennis
Sporting in A2
mancata
la fortuna
Il precedente
Un anno fa al sesto ko pag Martinelli
Stefania
Chieppa
Dallasemifinale 10/11
allattualeultimoposto
dopo5sconfittedi fila
Serveunasvolta
Tecnico a scadenza
Mike Ellis, allenatore della Valpe, osserva i suoi ragazzi
dallapanchina. Lesonerosembra questione di tempo
IBabbo Natale gi arrivato sul Po. Anzi, le Babbe Natale. Anche
questanno, secondo unormai consolidata tradizione, otto ragazze
(e il timoniere) degli Amici del fiume si sono date appuntamento sul-
la banchina vestite di rosso e hanno fatto il consueto allenamento ri-
cordando agli amici dei circoli remieri e ai curiosi lungo le rive del Po
che non manca molto al 25 dicembre. Lallenamento dellotto con
statocome sempre impegnativo, ma anche ripagatoda tanti sguar-
di di piacevole sorpresa. E nessuno ha badato al fatto che le Babbe
Natale (nellordine Margherita, Chiara, Claudia, Manuela, Paola, Ro-
berta, Ilda e Lorena, pi Riccardo al timone) non avessero la barba.
Trainfortuni e cambi
dorganicola squadra
nondecolla. Eper ora
il mercato bloccato
.
FedericoPich, 17anni
ILo scorso anno, un filotto
di sei sconfitte consecutive era
costato il posto al tecnico Barry
Martinelli. Il coachcanadese, do-
po aver guidato la squadra a ri-
sultati eccezionali nella prima
partedella stagione, avevapaga-
to, oltre ai risultati negativi, an-
che lo scarso feeling che si era
venutoa creare conlospogliato-
io. Dopolesonero, avvenutoa fi-
ne gennaio, il teamera statoaffi-
dato prima al general manager
Giulio Francella e poi a Mike El-
lis, che aveva traghettato i Bull-
dogs fuori dalla crisi fino a rag-
giungere le semifinali scudetto.
E proprio lottimo finale di sta-
gione aveva convinto la societ
a confermarlo. [M. BOB.]
* o
ltre
a
l p
re
z
z
o
d
e
l q
u
o
tid
ia
n
o
D
is
trib
u
ito
n
e
lle
e
d
ic
o
le
d
i T
O
R
IN
O
E
P
R
O
V
IN
C
IA
- N

ve
rd
e
: 8
0
0
0
1
1
9
5
9
www.lastampa.it


I
N

E
D
I
C
O
L
A

A

S
O
L
I


9
,
9
0
*
www.priulieverlucca.it
MARTED 6DICEMBRE 2011 Sport Cronaca 89
LA STAMPA
T1 T2PRCV
Sapore, sapere, bellezza.Un anno fa a Impe-
ria, nel cuore dello stabilimento Carli stato
aperto l'Emporio in via Garessio a Oneglia.
Un luogo ormai noto a tutti e che ogni anno
rinnova le offerte con prodotti nuovi. Una
vetrina di qualit - spiegano alla Carli - un ne-
gozio in cui parliamo di noi e di come lavoria-
mo, facendo vivere al visitatore un'esperien-
za fatta di sapere e di sapore per conquistar-
cene la fiducia. Entrare nell'Emporio vuol di-
re vivere la speciale relazione che da sempre
riserviamo ai nostri clienti. Ad accogliervi
nella Cucina dell'Emporio il sapore dell'Olio
Carli e di tutti gli altri nostri prodotti - dico-
no ancora alla Carli -. Potete assaggiarli, pote-
te gustarli in un pranzo sano e completo, po-
tete imparare a utilizzarli in tanti modi par-
tecipandoai nostri eventi e corsi di cucina.
Oltre al sapore, il nostrosapere che condivi-
diamo coni visitatori interessati a capire come
si conquista unbuonlivellodi conoscenza dell'
olio di oliva. E davvero cosa rara poter ricevere
un simile insegnamento da chi, come noi, ri-
conosciuto maestro inmateria da oltre 100 an-
ni, spieganoancora alla Carli. Per un'esperien-
za completa del mondo Fratelli Carli, l'Empo-
rio ha un'area dedicata ai cosmetici Mediterra-
nea che si possono provare e dove si pu parte-
ciparea eventi sul temae del benessereoessere
protagonisti di lezioni sulla bellezza. Un parti-
colare importante: nessuno dei cosmetici della
Carli testato sugli animali che come si sa, nel
campodei cosmetici, subisconotorture di ogni
tipo. Quindi ungrande, grandissimomotivo in
piper rivolgersi confiduciaallEmporioCarli.
Naturalmente nell'Emporio possibile acqui-
stare l'Olio Carli - dicono ancora in azienda - e
tutte le nostre bont, scegliere confezioni per-
sonalizzate e avere tutte le informazioni sulle
tante opportunit offerte a chi consuma i no-
stri prodotti. Achi ci apprezzaeci stima.
IL NEGOZIO A ONEGLIA DOVE E POSSIBILE CONIUGARE QUALIT E PIACERE DELLO SHOPPING
Sapore, sapere, bellezza: eccoil segreto
nascostoallEmporiodellaFratelli Carli
90
PUBLIKOMPASS
SPECIALE F.LLI CARLI SERVIZI PROMOZIONALI
T1T2 PRCV
Il divo Javier Bardem
premiato per Biutiful
I
f
i
l
m
N
O
N
V
I
S
T
O
N
V
B
R
U
T
T
O
*
M
E
D
I
O
C
R
E
*
*
I
N
T
E
R
E
S
S
A
N
T
E
/
D
I
V
E
R
T
E
N
T
E
*
*
*
B
E
L
L
O
*
*
*
*
ANONYMOUS
Drammatico. Regia di Ro-
land Emmerich, con Edward
Hogg e Vanessa Redgrave. Dura-
ta: 130minuti. Il cineasta di kolos-
sal quali Independence day e
2012 si cimenta in una singola-
re biografia del drammaturgoWil-
liamShakespeare.
ANCHESEE AMORENON
SI VEDE
Commedia. Regia di Ficarra
e Picone, con Ambra Angiolini.
Durata: 96 minuti. Le vicissitudini
sentimentali di due guide turisti-
che aTorino.
CARNAGE
Drammatico. Regia di Ro-
man Polanski, con Jodie Foster e
Kate Winslet. Durata: 79 minuti.
Dal romanzoIl diodel massacro
di Yasmina Reza, lincontroche di-
ventascontrotra due coppie di ge-
nitori che si vedono per riappacifi-
carei figli dopounlitigio.
ILCUOREGRANDEDELLE
RAGAZZE
Commedia drammatica. Re-
gia di Pupi Avati, con Cesare Cre-
monini e Micaela Ramazzotti. Du-
rata: 100 minuti. Nella prima me-
t degli anni Trenta, la storia
damore che nasce tra lattraente
benestante Francesca e Carlino, fi-
gliodi contadini.
FAUST
Drammatico. Regia di Alek-
sandr Sokurov, con Johannes Zei-
ler e Hanna Schygulla. Durata:
134 minuti. Mefistofele cerca di
portare sulla via della perdizione
lintegerrimo medico e teologo
Faust. Adattamento cinematogra-
fico della prima parte del roman-
zo di Goethe, Leone dOro allulti-
maMostra di Venezia.
HAPPYFEET2
Animazione. Regia di Geor-
ge Miller. Durata: 100 minuti. Ri-
torna sullo schermo il pinguino
Mambo, re del tiptap.
ILGIORNOINPIU
Commedia. Regia di Massimo
Venier, con Fabio Volo e Isabella Ra-
gonese. Durata: 111minuti. La tran-
quilla e poco impegnata esistenza
di Giacomo Pasetti cambia quando
vede sul tram che lo porta tutti i
giorni al lavoro una ragazza, Miche-
la. Dal best seller dellostessoVolo.
LAKRYPTONITENELLA
BORSA
Commedia. Regia di Ivan Co-
troneo, con Valeria Golino e Cristia-
naCapotondi. Durata: 98minuti. Lo
sceneggiatore di Mine vaganti de-
butta in regia raccontando la storia
di una singolare famiglia nella Na-
poli del 1973.
1921- ILMISTERODI
ROOKFORD
Thriller. Regia di Nick Murphy,
con Rebecca Hall e Dominic West.
Durata: 104 minuti. NellInghilterra
del dopoguerra, FlorenceCathcart
impegnata a smascherare le teorie
sul sovrannaturale: viene chiamata
avisitare Rookford, per indagare sul-
le presunte apparizioni di un fanta-
smadi unbambino.
MIDNIGHTINPARIS
Commedia. Regia di Woody
Allen, con Owen Wilson e Rachel
McAdams. Durata: 94minuti. APari-
gi sintrecciano le vicende di una fa-
miglia, in Francia per affari, e di due
giovani fidanzati prossimi alle noz-
ze. Nel cast, CarlaBruni.
MIRACOLOALEHAVRE
Commedia drammatica. Re-
gia di Aki Kaurismki, conAndr Wil-
ms e Kati Outinen. Durata: 93minu-
ti. Il maestro finlandese (Nuvole in
viaggio, Vita da Bohme) raccon-
ta la storia di ex scrittore ritiratosi a
vivere con la moglie nella citt por-
tuale di Le Havre: nella sua vita ir-
rompe un ragazzino, profugo dal-
lAfrica.
LENEVI DELKILIMANGIARO
Drammatico. Regia di Robert
Gudiguian, con Ariane Ascaride e
Jean-Pierre Darroussin. Durata:
107 minuti. Lautore di Marius e
Jeannette e La ville est tranquil-
le racconta la storia di una fami-
glia la cui felicit, non incrinata
dalla perdita del lavoro di lui, vie-
ne scalfita dalla brutale rapina che
subiscono.
ONEDAY
Commedia drammatica. Re-
gia di Lone Scherfig, con Anne Ha-
thaway e Jim Sturgess. Durata: 108
minuti. Dal best seller di Davis Ni-
cholls, la storia di due giovani di di-
versa estrazione sociale, Emma e
Dexter, che si conoscono alluniver-
sit e decidono di rivedersi ogni an-
no il 15 luglio. Dallautrice di An
education.
LAPEGGIORSETTIMANA
DELLAMIAVITA
Commedia. Regia di Alessan-
dro Genovese, con Fabio De Luigi e
Cristina Capotondi. Durata: 92 mi-
nuti. La settimana di preparazione
al matrimonio di Paolo e Margheri-
ta un susseguirsi di avvenimenti
tragicomici che mettono in pericolo
le nozze.
PINA3D
Documentario. Regia di Wim
Wenders, con Pina Bausch. Durata:
100 minuti. Lautore di Paris
Texas e Il cielo sopra Berlino ren-
de omaggio alla celebre ballerina e
coreografa.
REALSTEEL
Azione. Regia di Shawn Levy,
con Hugh Jackman ed Evangeline
Lilly. Durata: 127 minuti. Da un rac-
conto breve di Richard Matheson
ambientatonel 2020, le disavventu-
re di Charlie Kenton, pugile costret-
to a lasciare spazio all'invasione di
giganteschi robot d'acciaioeda pro-
porsi come organizzatore di incon-
tri clandestini per vivere.
ILRELEONE3D
Animazione. Regia di Roger Al-
lers e Rob Minkoff. Durata: 89minu-
ti. A 17 anni di distanza dalla pri-
ma, il cartoon della Disney e torna
inuninedita versione3D.
SCIALLA!
Commedia. Regia di France-
scoBruni, conFabrizioBentivoglioe
Filippo Scicchitano. Durata: 95 mi-
nuti. Premiato alla Mostra di Vene-
zia, lesordio alla regia dello sceneg-
giatore de La prima cosa bella ri-
trae il rapporto che si crea tra un ex
scrittore di talento ed un giovane
svogliatoquantolui.
I SOLITI IDIOTI
Comico. Regia di Enrico Lando,
con Francesco Mandelli e Fabrizio
Biggio. Durata: 89 minuti. Approda
sul grande schermo la serie tv di
Mtv: Ruggero, padre autoritario e
imbroglione, porta lingenuo figlio
Gianluca in viaggio attraverso lIta-
liaper farlocrescere.
THETWILIGHT: BREAKING
DOWN
Fantasy. Regia di Bill Condon,
con Kristen Stewart e Robert Pattin-
son. Durata: 117 minuti. Penultimo
capitolo cinematografica per la sa-
ga ormai celebre in tutto il mondo:
il vampiro Edward Cullen e Isabella
Swan si sposano e vanno in viaggio
di nozze in Brasile. Dal cineasta di
Demoni e dei.
THISMUSTBETHEPLACE
Drammatico. Regia di Paolo
Sorrentino, conSeanPenne Frances
McDormand. Durata: 118 minuti.
Lautore de Il divo racconta la sto-
ria di Cheyenne, rocker depresso
che comincia un viaggio attraverso
gli Stati Uniti alla ricerca del nazista
che perseguitil padre.
TOWERHEIST
Azione. Regia di Brett Ratner,
conBenStiller e Eddie Murphy. Dura-
ta: 104 minuti. Dopo aver scoperto
che il miliardario che vive nellattico
ha rubato loro la pensione, lo staff
del TheTower, lussuosocondominio
di Central Park, organizza un piano
per vendicarsi: una rapinaper ripren-
dersi quellochegli statosottratto.
A... COME AMBIENTE (corsoUmbria 90, telefono011 070.25.35). Sabato e domenica, 14-19.
ARCHIVIO DI STATO (piazza Castello 209 telefono 011 540382). Mostra: Il Teatro di tutte le
Scienze. Raccogliere libri per coltivare idee in una capitale di et moderna. Torino, 1559-
1861, fino al 29/1. Orario: 9-18,30 tutti i giorni, domenica chiuso, ultimo ingresso 17,45, in-
gressolibero. Sala studiodi piazza Castello e via Piave 21. Orario: dal luned al venerd 8-18,30;
sabato8-14, domenica chiuso.
ARCHIVIO STORICO DELLA CITTA (via Barbaroux 32, telefono 011 443.1811). Orario: luned
venerd 8,30-16,30. Sabatoe festivi chiuso. Ingresso libero.
ARMERIA REALE (piazza Castello 191, telefono 011 543889). Orario: da marted a domenica
e festivi 8,30-19,30; luned chiuso.
BASILICA DI SUPERGA E REALI TOMBE DI CASA SAVOIA (strada Basilica di Superga 75, telefo-
no 011 8997456). Orari chiesa: luned-venerd 9-12; 15-18; sabato, domenica e festivi 9-12;
15-19. Orari Tombe Reali dei Savoia e Appartamento Reale: sabato, domenica e festivi
9,30-19,30. Visite alla Cupola, gioved, venerd e sabato dalle 21,30alle 0,30.
BIBLIOTECANAZIONALE (piazza Carlo Alberto3, telefono0118101111). Orario: dal luned al
venerd 8,30-18,30; sabato 8,30-13,30, domenica chiuso.
BIBLIOTECAREALE (piazza Castello 191, telefono 011 543855). Orario: luned, marted e mer-
coled 8,15-18,45; gioved e venerd 8,15-13,45; 14-18,45; sabato 8,15-13,45.
BORGOE ROCCA MEDIEVALE (viale Virgilio - Parco del Valentino, telefono 011 4431701). Ora-
rio: la Rocca, da marted a domenica e festivi 10-18, ultimo ingresso 45 minuti prima; primo
marted del mese ingressogratuito. Luned chiuso. Borgo: Orario: tutti i giorni 9-19.
CENTRO STORICO FIAT (via Chiabrera 20, telefono 011 0066240). Orario: domenica 10-19. In-
gressogratuito.
FONDAZIONE ACCORSI OMETTO - MUSEO DI ARTI DECORATIVE (via Po 55, telefono 011
8376883). Mostra: Terre preziose - Reali maioliche di Torino, fino all8/1. Orario: da marted
a domenica 10-13; 14-18. Luned chiuso. Solovisite guidate.
FONDAZIONE SANDRETTO RE REBAUDENGO (via Modane 16, telefono 011 379.76.00). Mo-
stra: UnEspressione Geografica. Unit e Identit dellItalia attraverso lArte Contemporanea, fi-
noall8/1eAndreaSalvino- Nonriconciliati oSoloviolenzaaiutadoveviolenzaregnafinoall8/1,
Orario: mar., mer. even. 14-19, gio. 14-19,30; 20-23, sab. edom. 12-19, luned chiuso.
GALLERIA SABAUDA (via Accademia delle Scienze 6, telefono 011 547.440). Orari: tutti i gior-
ni e festivi 8,30-19,30, luned chiuso.
GAM(via Magenta 31, tel. 0114429518). Collezioni permanenti. Domenica ore 15visita guida-
ta. Mostre: Giuseppe PietroBagetti al serviziodi Napoleone, finoall11/12, Congli occhi chiu-
sifinoal 31/1, Gianlucae MassimilianoDeSerio, finoal 31/1, James Brown. Firmament fino
al 12/2. Orario: damarted adomenica 10-18. Luned chiuso. Labiglietteria chiude unoraprima;
primomarted del mese ingressogratuito. Visiteguidatesupren. 0114429546/7.
MAO - MUSEO DARTE ORIENTALE (Palazzo Mazzonis, via San Domenico 11, telefono 011
4436927). Rotazione di Emakimono. Orario: tutti i giorni 10-18, gioved 10-21, luned chiu-
so. La biglietteria chiude unora prima; primo marted del mese ingresso gratuito. Domenica
ore 15,30 visita guidata.
MUSEO DELLA FRUTTA F. GARNIER VALLETTI (via Pietro Giuria 15, tel. 011 6708195). Orario:
tutti i giorni 10-18, dom. chiuso, mer. ingresso gratuito.
MUSEODELLASINDONE(via San Domenico 28, tel. 011436.5832). Tutti i giorni 9-12; 15-19.
MUSEO DI ANTICHIT (via XX Settembre 88/c, telefono 011 5212251). Orario: tutti i giorni
8,30-19,30. Domenica ore 16 visita guidata gratuita.
MUSEO DIFFUSO DELLA RESISTENZA (corso Valdocco 4/A, telefono 011 4361433). Allesti-
mento permanente: Torino 1938-1948. Dalle leggi razziali alla Costituzione. Orario: tutti i
giorni 10-18, gioved 14-22. Luned chiuso.
MUSEO EGIZIO (via Accademia delle Scienze 6, telefono 011 5617776). Orario: tutti i giorni
8,30-19,30, luned chiuso. Ultimoingresso unora prima.
MUSEO LE NUOVE (via Paolo Borsellino 1, telefono 011 3090.115). Orario apertura 15-17.
Tutti i giorni visita guidata ore 15; 2 e 4 domenica del mese ore 9, ore 10,30 Santa Messa.
MUSEONAZIONALE DELLAUTO(corsoUnit dItalia 40, telefono011677666). Orario: luned
10-14, marted 14-19, mercoled, gioved, domenica 10-19, venerd e sabato 10-21. La bi-
glietteria chiude un ora prima.
MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA ALLA MOLE ANTONELLIANA (via Montebello 20, telefono
0118138560). Orario: tutti i giorni 9-20, luned chiuso. La biglietteria chiude un ora prima.
MUSEONAZIONALE DELLA MONTAGNA (piazzale Monte dei Cappuccini, 7, tel. 0116604104).
Mostra: Dal Vesuvio alle Alpi. Giorgio Sommer. Fotografie dItalia, Svizzera e Tirolo, fino al
11/3, I segni del silenzio. TinoAime, finoal 5/2. Orario: damar. adom. 10-18, lun. chiuso.
MUSEO NAZIONALE DEL RISORGIMENTO PALAZZO CARIGNANO (piazza Carlo Alberto 8, te-
lefono0115621147). Orario: damarted adomenica 9-19, ultimoingressoore18, luned chiuso.
MUSEOPIETROMICCA(via Guicciardini 7a, telefono 011 546317). Orario: 10-18. Luned chiu-
so. Visite guidate: sabato10,30-14,30-16,30; domenica 10,30-14,30- 15,30-16,30.
MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI (via Giolitti 36, telefono 011 4326354). Museo
storico di zoologia. Mostre permanenti: Arca, Mineralia 2, Le montagne del ferro e dello
zolfo. Storie di attrezzi e di fucili inValchiusella, fino al 8/1, La chimica e lUnit dItalia, fino
al 8/1. Cultura+Libert=Legalit, larte contro le mafie, Stive Jobs 1955-2011, fino al
26/2, Robert Doisneau. Les Doigts Pleins DEcr, fino al 15/1, Bulloni e farfalle 150 anni di
ambiente in Piemonte, fino 6/7, I tesori nascosti del Sacro Monte di Orta, fino al 12/1. Ora-
rio: tutti i giorni 10-19, marted chiuso.
PALAZZO BAROLO (via Delle Orfane 7, telefono 011 43603119). Visita appartamenti storici.
Orario: da luned a venerd 10-12,30; 15-18,30; sabato e domenica 15-18,30.
PALAZZO MADAMA - Museo civico di arte antica (piazza Castello, telefono 011 4433501 -
www.palazzomadamatorino.it). Mostra: Sar lItalia. La ricostruzione del primo Senato, fi-
noall8/1. Orario: tutti i giorni 10-18; domenica 10-20, luned chiuso, primo marted del mese
ingressogratuito.
PALAZZOREALE (piazza Castello, telefono 0114361455). Orario: tutti i giorni 9-19,30, luned
chiuso; sabato visite guidate dalle 9,30alle 18,10.
PINACOTECA GIOVANNI E MARELLA AGNELLI (Lingotto, 8 Gallery - via Nizza 230, telefono
011 0062713 - www.pinacoteca-agnelli.it). Mostra: The Urethra Postcard Art of Gilbert &
George, fino al 4/3. Or.: da marted a domenica 10-19, luned chiuso.
PROMOTRICE BELLE ARTI (viale Crivelli 11, telefono 011 6692545). Mostra: Dinosauri, fino
al 5/2. Orario: tutti i giorni 10,30-12,30; 16,30-20, domenica 10,30-12,30, luned chiuso.
Provincia
CASTELLODI MONCALIERI (piazza Baden Baden, Moncalieri, telefono 3665992861). Mostra:
Vita al Castello. Difesa, loisir, politica e presidio nellappartamento della principessa Maria Le-
tizia. Orario: da mercoled a domenica 10-18.
CASTELLODI RIVOLI - MUSEODARTE CONTEMPORANEA (piazza Mafalda di Savoia, telefono
011 9565220/22). Mostra: Arte Povera International, fino al 19/2. Orario: da marted a ve-
nerd 10-17, sabato e domenica 10-19, luned chiuso.
FORTE DI EXILLES (Exilles, telefono 0122 58270). Orario: marted e venerd 10-14; mercoled,
gioved, sabato e domenica 14-18, chiuso luned.
FORTE DI FENESTRELLE. Orario: da gioved a luned 10-17; chiuso marted e mercoled. Preno-
tazioni 012183600.
MUSEO DELLO SPAZIO E PLANETARIO DIGITALE (via Osservatorio 8, Pino Torinese, telefono
011 8118640, www.planetarioditorino.it). Orario: da marted a venerd 9,30-17,30, sabato e
domenica 14-19,30, luned chiuso. Ultimoingresso unora prima.
MUSEO STORICO DELLARMA DI CAVALLERIA (viale Giolitti 5, Pinerolo, telefono 0121
376344, www.museocavalleria.it). Orario: mar. e gio. 9-11,30; 14-16, dom.
10-12; 15-18.
PALAZZINA DI STUPINIGI (Stupinigi, telefono 011 3581220). Orario da luned a domenica
10-17. Solosuprenotazione 800329329
REGGIA DI VENARIA REALE (piazza Repubblica, Venaria, telefono 011 499.23.33 - www.lave-
nariareale.it). Mostre: Moda in Italia. 150 anni di eleganza, fino all8/1, Leonardo. Il genio,
il mito, fino al 29/1. Orario: dal marted al venerd 9-18; sabato e domenica 9-20, luned chiu-
so. Giardini: da marted a domenica 9-20, luned chiusi. La biglietteria chiude unora prima.
cesare.vai@mailbox.lastampa.it.
.
T
R
A
M
E
A
C
U
R
A
D
I
D
A
N
I
E
L
E
C
A
V
A
L
L
A
Baretti
La rassegna Portofranco propone questa sera al cine
teatro Baretti uno dei film pi premiati dello scorso an-
no: Biutiful di Alejandro Gonzales Inarritu. Il talen-
tuoso autore messicano di apprezzate opere quali 21
grammi e Babel si concentrato per la prima volta
su un unico personaggio, pedinato dalla prima allulti-
ma scena della pellicola (durata, 147 minuti): si chiama
Uxbal, vive a Barcellona, un uomo gravemente malato
e decide di dedicare il tempo che rimane della sua esi-
stenza ai due figli ed disposto a tutto, anche a infran-
gere la legge, pur di assicurare loro un futuro. Lui il di-
vo spagnolo Javier Bardem, miglior attore al Festival di
Cannes unitamente ad Elio Germano per La nostra vi-
ta di Daniele Luchetti.
La proiezione nella sala di via Baretti 4 comincia alle
21, biglietti dingresso a tre euro. [D. CA.]
.
M
u
s
e
i
T
e
a
t
r
o
AGIESSE - ALFA TEATROvia Casalborgone
16/I, tel. 011 81.93.529. Direttamente da
Colorado I Turbolenti saranno allAlfa
da gioved 8 a domenica 11 dicembre al-
le ore 21.30, con il loro nuovo spettacolo
Comedian Blues Un Natale con Comici,
Whisky e Rapine. Domenica 11 dicem-
bre alle 16.30 vi aspettiamo con La prin-
cipessapreziosaspettacolo di burattini con
Beppe Rizzo. Sono aperte le prenotazioni
per il Veglione di Capodanno Fratelli
dItalia Questa sera si ride! Apericena,
spettacolo, brindisi di mezzanotte, ani-
mazione e tanta musica. Prosa 16 e 17
dicembre con La locandieradi C. Goldo-
ni, regia A. Grilli. Prossima operetta 14 e 15
gennaio 2012 La vedova allegradi F. Lehr.
Per informazioni sugli spettacoli di ope-
rette della stagione 11/12 e per lacquisto
di carnet contattare 0118197259
ALFIERI piazza Solferino 2, tel. 011
56.23.800. In scena lo spettacolare Musi-
cal Fantasy 3DLive Larca di Giada. Saba-
to 10 e Domenica 11. Si prenota per La
veritdi Florian Zeller in scena dal 13 al
18 dicembre. Vendita abbonamenti e bi-
glietti singoli della Stagione 2011-2012:
Fiore allocchiello, Grande Prosa, Per far-
vi ridere, 3+3 e 5+5, Festival dellOperetta,
Piemonte in scena, Mezzogiorno a Teatro,
Solferino di sera e Buon Teatro a te. Bi-
glietteria: da mar. a sab dalle 11 alle 22.30
- dom 14- 20 - lun 11-20
AUDITORIUM GIOVANNI AGNELLI LINGOT-
TOvia Nizza 280. Piccoli cantori di Tori-
no. Coro G. Federica Mancini arpa, Carlo
Pavese direttore. Ore 20.30.
Insolito vedi Cavallerizza Reale. Info
sulle attivit di Assembla Teatro tel.
0113042808 (orario ufficio lun-ven),
www.assembleateatro.com
AUDITORIUM RAI p.zza Rossaro, tel. 011
81.04.653. ConcertoOrchestra Sinfonica
Nazionale della Rai. Semyon Bychkov di-
rettore, Benjamin Grosvenor pianofor-
te.Musiche di J. Brahms, R. Schumann. Gio-
ved 8 e Venerd 9. Ore 20.30
CARIGNANO/TEATRO STABILE TORINOpiaz-
za Carignano 6, tel. 011 88.15.241. Misu-
ra per misuradi William Shakespeare con
Eros Pagni, regia M. Sciaccaluga. Ore 19.30.
Dal 9 dicembre inizia la vendita dellab-
bonamento Regala il Teatro. Prosegue la
vendita on-line e in biglietteria degli ab-
bonamenti e dei singoli biglietti stagio-
ne TST e Torinodanza (solo biglietti). Bi-
glietteria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, do-
menica e luned riposo
CAVALLERIZZA/TEATRO STABILE TORINOvia
Verdi 9, tel. 011 563.452. Cavallerizza Rea-
le il 6 dicembre alle ore 21.00 Mestiere
Teatro in Dedicatoalleutopie; il 7 dicembre
alle ore 21.00 Veronica Caissiols in Rifka,
l8 e il 10 dicembre Assemblea Teatro in
Lacontadoradepeliculas. Info 0113042808
- www.assembleateatro.com.
Dal 9 dicembre inizia la vendita dellab-
bonamento Regala il Teatro. Prosegue la
vendita on-line e in biglietteria degli ab-
bonamenti e dei singoli biglietti stagio-
ne TST e Torinodanza (solo biglietti). Bi-
glietteria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, do-
menica e luned riposo. Info 0115176246
- www.teatrostabiletorino.it
COLOSSEOvia M. Cristina 71. Dal 6 Al 11 Di-
cembre Brachetti,CiakSiGiradi e con Artu-
roBrachetti.13e14dicembreore21Ariapre-
cariadi e con Ale e Franz. 16 dicembre ore
21 spettacolo con Sabina Guzzanti. La bi-
glietteria e aperta da luned a sabato in
orario10-13/15-19. www.teatrocolosseo.it
CONSERVATORIO GIUSEPPE VERDI piazza
Bodoni. Unione Musicale. ConcertoMar-
co Paolini voce narrante, Marco Rizzi
violino, Mario Brunello violoncello, An-
drea Lucchesini pianoforte. Ore 21.
Unione Musicale. ConcertoAngelika Kir-
chschlager mezzosoprano, Malcolm Mar-
tineau pianoforte. Mercoled 7. Ore 21.
Info 0115669811.
ERBA corso Moncalieri 241, tel. 011
66.15.447. Si prenota per Arsenico e vecchi
merletti con la Compagnia Torino Spet-
tacoli, di Joseph Kesselring in scena dal
20 dicembre. Per i vostri regali di Natale:
BuonTeatroate, la formula open per 1 spet-
tacolo a scelta dei cartelloni Operetta,
Grande Prosa allErba e al Gioiello, e Per
farvi Ridere al Gioiello e allErba. Vendi-
ta Abbonamenti e biglietti singoli della
Stagione 2011-2012: Fiore allocchiello,
Grande Prosa, Per farvi ridere,3+3,5+5, Fe-
stival dellOperetta, Piemonte in scena,
Mezzogiorno a Teatro e Solferino di se-
ra. Biglietteria Erba: da mar a sab dalle
11 alle 22.30 - dom 14-20 - lun 15-20. Gio-
ved 8 dicembre 15-22.30
GARYBALDI TEATROvia Garibaldi 4 - Set-
timo Torinese, tel. 011 643.038. La Dimora
Coreografica presenta Compagnia Koin
in Luz, dove lanima dormee Sara Simeo-
ni in Holy Skin & Lazy Bastard. Venerd
16. Ore 21. Informazioni e prenotazioni
(da Lun. a Ven. 10-13 1418) tel. 011643038
- www.santibriganti.it
GIANDUIA TEATROvia S. Teresa 5, tel. 011
530.238. La Compagnia Marionette Lupi
presenta Canto di Nataleal Teatro Giulia di
Barolo, P.zza S. Giulia 2/bis. Gioved 8 di-
cembre. Ore 21. Domenica 11, domeni-
ca 18 e luned 26. Ore 16,30. Spettacoli
per scuole o gruppi su prenotazione.
www.museomarionettelupi.com
GIOIELLO TEATROvia Cristoforo Colombo
31bis, tel. 011 58.05.768. Assemblea con-
dominiale, con la Compagnia Comica
Stabile del Teatro Gioiello. Ore 21, in sce-
na fino all8 gennaio. Apericena (prima
dello spettacolo) acquistabile a prezzo
scontato alla cassa del teatro (entro il gior-
no precedente). Vendita Abbonamenti
e biglietti singoli della Stagione 2011-
2012: Fiore allocchiello, Grande Prosa, Per
farvi ridere, 3+3,5+5, Festival dellOpe-
retta, Piemonte in scena, Mezzogiorno
a Teatro, Solferino di sera e Buon Teatro
a te. Biglietteria: da lun a dom 15-20 (fi-
no alle 22.30 quando c spettacolo sera-
le). info@torinospettacoli.it
GOBETTI TEATRO/TEATRO STABILE TORINO
via Rossini 8, tel. 011 81.59.132. Dal 9 di-
cembre inizia la vendita dellabbona-
mento Regala il Teatro. Prosegue la ven-
dita on-line e in biglietteria degli abbo-
namenti e dei singoli biglietti stagione TST
e Torinodanza (solo biglietti). Bigliette-
ria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, dome-
nica e luned riposo. Info 0115176246 -
www.teatrostabiletorino.it
I CONCERTI DEL POMERIGGIOpiazza Sol-
ferino 4. Rinnovo abbonamenti posti
numerati per stagione 2012 presso Teatro
Alfieri Tel. 0115623800. Biglietteria: feriali
11-20, festivi 15-20.
Inaugurazione stagione 2012: Concerto
per lanno nuovo..tra romanze dopera e
canzoni dautorecon Susy Picchio soprano,
Gabriele Bolletta basso-baritono, Cecilia
Novarino pianoforte. Mercoled 11 gen-
naio. Ore 16
LESPACE via Mantova 38, tel. 011
23.86.067. Allinterno della Stagione Mar-
ginalia XIV ed., Spogliando la notterea-
ding musicato. Testi di Giuseppe Girardi,
voce: Sergio Sereno, musiche: Domenico
Vasciarelli. Ore 21
MONCALIERI LIMONE FONDERIE TEATRA-
LI/TEATRO STABILE TORINOvia Pastrengo
88. Dal 9 dicembre inizia la vendita del-
labbonamento Regala il Teatro. Prosegue
la vendita on-line e in biglietteria degli ab-
bonamenti e dei singoli biglietti stagio-
ne TST e Torinodanza (solo biglietti). Bi-
glietteria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, do-
menica e luned riposo. Info 0115176246
- www.teatrostabiletorino.it
MONTEROSAvia Brandizzo 65, tel. 011
23.04.153. Per la Rassegna Il Nastro
dArgento: Appuntamento al cinema.
Marted 6 dicembre. Ore 15.30.
Per la Rassegna di Teatro in Lingua Pie-
montese Tudarije, la Compagnia Pic-
colo Variet di Pinerolo presenta Na
tta sfaragidi L. Oddoero. Sabato 10 di-
cembre. Ore 21 e Domenica 11. Ore 15.30.
Gran Gal di Capodanno con la Com-
pagnia Volti Anonimi che presenta Ri-
voiraPasqualeevasorefiscaledi Amendola
e Corbucci. Alle ore 24 brindisi di mezza-
notte e proseguimento della serata con
l animazione degli attori della Compa-
gnia. Sono aperte le prevendite dei bi-
glietti. Sabato 31 dicembre. Ore 21.15
TEATRO NUOVOcorso M. DAzeglio 17,
tel. 65.00.200. Marted 6 ore 21 al teatro
Erba: Heliotropion in Coreographies ur-
baines. Venerd 16 ore 21 Russian Classi-
cal Theater in Giselle. Si prenota per Il
gesto e lanima 33 rassegna internazio-
nale di Danza e Arti integrate dal 5/11/11
al 5/5/12. www.teatronuovo.torino.it
ORCHESTRA SINFONICA GIOVANILE DEL PIE-
MONTE. ConcertoOrchestra Sinfonica Gio-
vanile del Piemonte. Gianni Monte di-
rettore. Musiche di Bizet, Borodin, Deli-
bes, Dvorak, Gounod, Humperdinck, Mo-
zart, Offenbach, Saint-Saens, Wagner. Se-
rata a favore dellHospice Casainsieme. Lu-
ned 12 dicembre. Ore 21 (presso Audi-
torium ex Offiina H Olivelli - Ivrea)
PICCOLO REGIO GIACOMO PUCCINI. Sta-
gione dOpera 2011-12: vendita biglietti
per le recite di Fidelio, Langelo di fuoco,
Madama Butterfly, La bohme, Rigoletto,
Cos fan tutte, Norma, Un ballo in ma-
schera. Biglietteria (ore 10.30-18) - Tel.
011.8815.241/242. Info 011.8815.557 e
www.teatroregio.torino.it
PICCOLO TEATRO PEREMPRUNER- Gruglia-
sco, tel. 011 787.780. OmaggioaDaniloDol-
ci Compagnia Viartisti. Sabato 10 dicem-
bre. Ore 21
SALATEATROMURIALDOpiazza Chiesa del-
la Salute 17/b, tel. 011 22.15.161. Induesot-
to la docciadi Armando Lombardo. Com-
pagnia DellArchetto. Sabato 17. Ore 21.
I due gemelli veneziani di Carlo Goldoni.
Compagnia Dei Tragicanti. Sabato 1 gen-
naio. Ore 21.
SOLFERINOpiazza Solferino 2, tel. 011
56.23.800. Compagnia Torino Spettacoli
presenta TerzaLiceo1939romanzo di Mar-
cella Olschki, versione per la divulgazione
teatrale di G. Erba e I. Mesturino. Ore 10.30.
Compagnia Torino Spettacoli in scena con
Cicatrici spettacolo documento di E. Me-
sturino e D.- Amodeo, regia Enrico Fasel-
la. Ore 21. L80% dellincasso sar devo-
luto ad Interplast
TEATRO ASTRAvia Rosolino Pilo 6. Velvet
Bunnyregia di Carlo Nigra. La quarta scim-
miaNuove sensibilit. Mercoled 7. Ore 21.
Info e Biglietteria dal marted al sabato dal-
le ore 16 alle ore 19, tel. 011 5634352 -
www.fondazionetpe.it
TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011
655.187. 150x3 - tre anniversari rivisti
con Davide Livermore, tenore, attore; Xe-
nia Ensemble, quartetto darchi; Miche-
le Marelli, corno di bassetto e clarinetto.
Venerd 9. Ore 21.
Dovevate rimanere a casa, coglioni di
Rodrigo Garcia, con Fabrizio Bordignon,
Yuri DAgostino, Marco Lorenzi, Barba-
ra Mazzi, Maddalena Monti Regia di Giu-
seppe Roselli. Mercoled 14. Ore 21
TEATRO CARDINAL MASSAIAvia Sospello
32, tel. 011 257.881. L11 dicembre ore 16
Discolandia presenta I Fratelli Fiorello. Il 20
dicembre White Gospel Group in Christmas
GospelShow. Dal 27 dicembre all8 gennaio
Carlotta Iossetti, Andrea Beltramo e Gui-
do Ruffa ne I Connessi Sposi (Speciale CA-
PODANNO a Teatro). Info e prenotazio-
ni: prenotazioni@teatromassaia.it, tel.
011.257881 e presso la cassa del teatro
(da mar a gio 16-19; ven e sab 10-12 e 16-19)
TEATRODELLACONCORDIAc.so Puccini - Ve-
naria, tel. 011 42.41.124. VerdenaMarted
6 dicembre. Ore 21.30.
Fichensteincon i Fichi dIndia. Venerd 16
dicembre. Ore 21.30.
TEATRO CIVICO MATTEOTTI via Matteotti
1 - Moncalieri, tel. 011 64.03.700. Stagio-
ne teatrale 2011/12: Piccolo Teatro Co-
mico in Cos se vi pare. Sabato 10 dicem-
bre. Ore 21
TEATRO REGIO. Ore 15.30 Al Regio dietro le
Quinte, visita guidata al Teatro. Stagio-
ne dOpera 2011-12: dal 9 al 18/12 Fide-
lio, opera di L. van Beethoven. G. Nose-
da direttore. Regia di M. Martone. Or-
chestra e Coro del Teatro Regio. Nuovo
allestimento
TEATRO SUPERGApiazzetta Macario - Ni-
chelino www.teatrosuperga.it, tel. 011
62.79.789. Stagione lirica: Omaggio a
Giuseppe Verdi con la partecipazione
straordinaria del baritono Leo Nucci. Ve-
nerd 9 dicembre. Ore 20.30.
TEATRO VITTORIAvia Gramsci 4, tel. 011
51.76.246. Unione Musicale. Kaddishdi e
con Kudus Onikeku. Ensemble Confluen-
ze. Giampaolo Pretto direttore. Ore 20.
Info 0115669811
U
MARTED 6DICEMBRE 2011 Dove andiamo 91
LA STAMPA
T1 T2PRCV
Eventuali errori e variazioni nei programmi
sono causati dalla non tempestiva comu-
nicazione delle emittenti.
TELESTAR 13.30 Tg 9 Telegiornale; 20.00 Tg 9
Telegiornale; 1.30 Tg 9 Telegiornale;
TELECUPOLE 15.00 Informazioni Commerciali;
16.00 Superfolk musica, luoghi, tradizioni;
16.30 Informazioni Commerciali; 18.00 Car
Show; 18.30 Musica vera si o no?; 19.00 Borgo
Italia; 19.15 Coming Soon - News - Tg Econo-
mico; 19.30 Tg4 Notiziario - Paese che vai -
Meteo; 20.45 Ballando Le Cupole; 23.30 Tg4
Notiziario - Paese che vai - Meteo;
TELECITY 19.00 Tg 7; 19.30 Diretta stadio;
20.00 Superboy; 23.30 Film;
VIDEOGRUPPO 7.00 Cerea; 8.30 Shopping;
13.00 Orario continuato; 14.00 Qsvs News;
14.30Shopping; 19.00VpNews; 19.30VpSera;
20.00 Qsvs Sera; 20.30 Festa in piazza; 23.00
Automoto Channel; 24.00 Shopping;
PRIMANTENNA 14.00 Primantenna Shopping;
18.00 Diretta: Sportello Pensioni; 19.00 Pri-
manews Edizione Cuneo; 19.20 Primanews
Edizione Regionale; 19.45 Primanews - Extra;
20.00 Lappetito Vien Cantando; 21.00 Infor-
macasa; 22.00 Pianeta Toro; 23.00 Primanews
- Diario del giorno; 23.15 Primanews - Extra;
23.30 Peperine Show; 23.55 Autoccasioni;
QUARTA RETE 6.00 Affari doro; 7.00 Le auto
della settimana; 7.30 Affari doro; 8.45 Gente
Che Parla; 11.00 Affari doro; 11.30 Le auto
della settimana; 12.30 Gente che parla (Repli-
ca); 14.30 Affari doro; 17.00 K2; 19.00 T 4 Se-
rale; 19.30 T4 Sport; 20.00 Caronte; 20.30 Par-
tita Novara Calcio; 22.30 Big Match; 23.30 Go
Kart; 0.30 Affari doro;
TELETIME 9.00 Film; 12.00 Film; 14.30 Film;
22.30 Film;
QUINTA RETE 8.10 Le avventure di Pinocchio;
12.30 Caff della Versiliana; 17.00 Le avven-
ture di Pinocchio; 19.30 Andrea Celeste; 20.05
Radio santec; 21.00 Millevoci; 24.00 Film;
QUADRIFOGLIO - TV 13.30 Diretta gioielli;
16.00 Speciale cinema; 16.30 Approfondi-
menti; 17.45 Speciale Cinema; 18.00 Turismo;
18.30 Un libro per amico; 19.00 Cucioone;
19.30 Piemonte oggi; 20.30 Super sea; 21.00
Sky magazine; 21.30 Hard treck; 22.00 Turi-
smo; 23.00 Piemonte oggi; 24.00 Blu Italia;
RETE CANAVESE 20.00 Telenovela; 20.30 Az-
zurro cielo; 22.30 Telegiornale; 23.00 Le auto
della settimana;
G.R.P. 7.00 Territorio; 13.00 Monitor Tg; 18.30
TG Monitor Torino; 18.45 TG Monitor Cuneo;
19.00 TG Monitor Alessandria; 19.30 Alessan-
dria ; 19.45 Cuneo ; 20.30 Oltre la rete;
21.30 Mille Voci;
RETE 7 19.00 Informa 7; 19.30 Qui studio a voi
stadio; 20.30 Iceberg Nord-Ovest; 23.00 La
partita del Torino F.C.; 0.15 Sexy bar;
INTV 15.00 Programmi Telepace; 19.00 Tg;
20.15 Coming soon; 20.30 Programmi Telepa-
ce; 22.45 Rubrica dauto;
TELESUBALPINA-TORINO 6.30 Tg Roller; 8.30
Santa Messa; 13.00 Giorno per giorno 1 Parte;
13.45 Tg Flash; 14.00 Giorno per giorno 2 Par-
te; 18.30 Ocean Girl; 19.15 Tg Notizie; 19.45
Novastadio Sprint; 21.00 Linea dombra Pie-
monte; 23.00 Tg Notizie;
TELESUBALPINA 2 7.30 Buongiorno Piemonte;
8.30 Santa Messa; 12.30 Giorno per Giorno;
13.45 Tg flash; 18.30 Inu Yasha; 19.15 Tg Noti-
zie; 19.40 tg 2000; 20.00 Novastadio; 20.45
Dammi il 5; 23.00 Replica tg notizie;
VIDEONORD 20.00 Meteo - Lotto in salotto -
Cartoni animati - Rond - Soldi - 6 con Di
Pietro; 22.30 Shopping - Redazionali; 23.30
Meteo;
MOTORITV 14.30 Luomo e i motori; 15.00 Tg
Motori; 15.15 Luomo e i motori; 16.00 Tg
Motori; 16.15 La vetrina delle offerte; 17.30
Luomo e i motori; 18.00 No name - Puremo-
tion; 18.30 Autoccasioni; 19.00 La vetrina del-
lauto; 20.00 Autoccasioni; 20.30 La vetrina
dellauto; 21.05 Autoccasioni; 21.35 La vetri-
na dellauto; 22.30 Anteprima asta; 24.00 Au-
toccasioni; 0.30 La vetrina dellauto; 1.30 Tg
Motori; 2.00 Notte motori;
TELESTUDIO 13.30 Wishbone; 14.00 Andrea
Celeste; 18.05 Le avventure di Pinocchio;
19.40 Incontri...; 20.30 Le avventure di Pinoc-
chio; 21.00 Film; 24.00 Film;
Proposte culturali
ALFA TEATRO TORINO Via Casalborgone, 16/I - 10132
Torino (To) - Tel. 011.8193529 - 011.19504896. Fax
011.19503077 - Mob. +39333.7064407.
Il Corsopropedeuticodi teatrorivolto, inmodoparticola-
re, a tutti quelli che amanoil teatroe che per motivi det-
tati da impegni lavorativi, timidezza o quantaltro non
hanno mai avuto occasione di avvicinarsi al mondo del
teatro. Lematerieaffrontate: recitazione, improvvisazio-
ne, brevi cenni di dizione, portamentoecarattere. Il corso
hacadenzasettimanale, il luned, dalle20.00alle23.30fi-
no al 25 giugno. Saranno 34 appuntamenti da 3 ore e 30
minuti ciascuno. I docenti del corso, attori, registi ed au-
tori, sarannoMarcoGrilli, PierpaoloCongiuEloisaPerone
edAntonioVillella.
Il Corso di teatro per bambini rivolto ai pi piccoli di et
compresa tra i 5 e i 12 anni. E particolarmente adatto
per svilupparelecapacitcomunicativeedespressive, la-
vorando insieme per superare la timidezza. Le materie
affrontate: recitazione, espressione corporea e improv-
visazione. Il corso ha cadenza settimanale, il marted,
dalle 17.00 alle 19.00 fino al 29 maggio. (alle 16.30 me-
renda tutti insieme). Il laboratorio tenuto da Marco
Grilli esi suddividerin28incontri da2ore.
ASSOCIAZIONE CULTURALE A.G.S.T. propone un La-
boratorio Teatrale presso lAuditorium della Cascina
Marchesa in C.so Vercelli 141, Torino il luned dalle 18,30
alle 20,00 a partire dal 16 ottobre per 25 incontri ed
aperto a tutti senza limiti di et. Il laboratorio sar con-
dottodaAugustoGrilli, attoreeregista. Lapartecipazio-
ne prevede uniscrizione del costo di euro 50,00. Per
informazioni eiscrizioni tel. 011.8197259.
ASSOCIAZIONE MARCIDORJS E FAMOSA MIMOSA
(via Ferrante Aporti, 27). 011.4368730 - 328.7023604. So-
noaperteleiscrizioni al LaboratorioTeatralepermanen-
te. Temadi studio: "EdipoRe"di Sofocle.
EIKONTEATRO(ViaBertola57- TorinoTel. 0119703785).
Aperteiscrizioni ai corsi tenuti daIvoDePalma: doppiag-
gio, adattamentodialoghi, recitazione radiofonica, reci-
tazione cine-televisiva e Voce in Azione. www.eikon-
teatro.comIscrizioni: infocorsi@eikonteatro.com.
CENTRO JAZZ TORINO (Via Pomba 4 - Torino 10123 -
Info tel. 011 884477 - www.centrojazztorino.it). Sono
aperteleiscrizioni ai Laboratori di CantoeTecnicaVocalee
ai Corsi Strumentali Trimestrali eSemestrali - Tutti i livelli.
GIOVENTURA PIEMONTISA (via San Secondo, 7bis).
Corsi di avviamento al Teatro in lingua Piemontese, corsi
specifici per amatoriali, stages e laboratori di scrittura e
lettura condotti dal Teatro Zeta. Info: 0115660491 -
3392100604.
LABORATORIOSANFILIPPOSonoaperteleiscrizioni al
LaboratorioSanFilippodi educazioneteatrale. Annuale,
si organizzerinduecicli di incontri. Il laboratorioriser-
vato ai giovani di et non inferiore ai 18 anni. Info
0118173373- 3406771862
OASI (Via Saluzzo, 23 - Torino tel. 011 669.95.94) oa-
si@oasitopos.eu. eu. Marted 20dicembre, h.21, ingresso
gratuito, Chiesa Parrocchiale, P.za Libert, Sant'Antoni-
nodi Susa(TO): LaBuonaNovellaconcertoacappellacon
Il sestettovocaleGiranoVoci. Dagennaio, nuoveedizioni
dei corsi e stage alluso della voce, memoria creativa, co-
municazioneefficace, canto, letturaadalta voce, dizione,
tecnichedi narrazione, public speaking, recitazionecine-
televisiva. TuttopressoTopos, inViaPinelli 23aTorino.
SANTIBRIGANTI TEATRO (Via Artisti, 10 - Torino, tel.
011643038 - www.santibriganti.it). Sono aperte iscrizio-
ni ai corsi Teatro dal di dentro, realizzati in collabora-
zione con Associazione Piemonte delle Residenze, al
TeatroCivicodi CaraglioSantibriganti inLeServente 2
dicembre ore 21 al Tangram Teatro Santibriganti in
Garibaldi Fufferito dal 13 al 18 dicembre al Teatro Go-
betti - Informazioni tel.011.643038 (da Lun. a Ven. 10-13
1418). www.santibriganti.it
TEATRANZARTEDRAMA (Via Palestro, 9, Moncalieri
(TO) tel. 011 645.740). XXVAnno Corsi di FormazioneTea-
trale 2011/2012 sono aperte le iscrizioni presentazioni
adingressoliberoore20.30sededi TorinoviaArtisti 10
TEATRODELLE DIECI (Via P. Clotilde, 3 (TO) - www.tea-
trodelledieci.it. Sono aperte le iscrizioni ai corsi di recita-
zione2011/12diretti daM. Scaglione. Lelezioni si terran-
nopressola sede di C. Trento13 (TO) il luned e il gioved
orario preserale e serale. Info 392-3669574 - 347-
7851494- didattica@teatrodelledieci.it
O.D.S.s.c. (Via Nicola Fabrizi 16 tel. 011 4472759) Sono
aperte le iscrizioni alla scuola del doppiaggio 2011/12.
ods@odsweb.it, www.odsweb.it
TANGRAM TEATRO (Via Don Orione 5 Torino tel.
011.338698) Sonoaperteleiscrizioni al Corsodi dizione
edusodellavocedel TangramTeatroTorino16incon-
tri a cadenza settimanale in orario serale. Obiettivo
del corso di eliminare cadenze dialettali e/odifetti di
pronuncia acquisendo gli strumenti per un maggiore
controllonellusodellavoceedunamaggioreefficacia
espressiva.
Informazioni e costi al n 011/338698 dal luned al ve-
nerd (9-13e15.30-19)
Infosul sitowww.tangramteatro.it
TOPOS (Via Pinelli, 23 - Torino tel. 011 76.00.736 - to-
pos@oasitopos.eu). Tre attivit sul movimento ed il be-
nessere (lezioni di prova gratuite su prenotazione): Gin-
nasticaDolce(luned 17-18, conOrnellaSciortino); Pilates
(luned 18.15-19.15 e 19.30-20.30 e gioved 11.30-12.30,
con Gloriana Pilato); Yoga (mercoled, 11-12.30 e 18.30-
20, conFrancescaMagnonei gioved 18.30-20, conMaria
Marinaro). Mercoled 14 dicembre, giornata dedicata ai
Fiori di BachconChiaraMattea. Dal 27gennaio: Percorso
Gravidanza e Nascita, 20 ore, due corsi distinti (Yoga e
accompagnamento al parto, La voce materna). A segui-
re: Reiki, MetodoBates, Interpretazionedei sogni, Auto-
trattamento di stress e dolore, Feldenkrais, Costellazioni
familiari, Tarocchi, Astrologia. Sale a disposizione inaffi-
toper attivitospiti. www.oasitopos.eu
LeTVprivate
RITROVI
GARDEN 15-21 Mir.
LE ROI Torinobeat 2011 (sold out)
Camaleonti Dik Dik Giganti.
Insieme. Via Stradella 8 (To). Tel.
011.2409241.
TANGO serata promozionale.
GALLERIE
ARTE ANTICA SALAMON (L) via
Volta 9 tel. 011.5625834 - Stampe
originali antiche e moderne.
PIEMONTE ARTISTICO CULTU-
RALE piazza Solferino 7 - To ore
18 inaugurazione Poesia di
Natale Piccoli dipinti & sculture.
PIRRA Henry Maurice Cahours.
ASSOCIAZIONE LIGURE E
PIEMONTESE GALLERIE
DARTE MODERNA
E CONTEMPORANEA
CARLINA P. Pizzi Cannella
Almanacco 3.
DOMANI A TORINO
S
O
L
D

O
U
T
PINO TORINESE
(via Madama Cristina)
Palazzotto liberty che domi-
na la collina di Pino Torinese
con splendido parco piantu-
mato e due alloggi padrona-
li e 1 alloggio di servizio.
Trattativa riservata
PINO TORINESE
(via Bucaneve)
Affascinante villa padronale
unifamiliare anni 60 di 500
mq di abitazione, 300 mq
di locali di servizio, 5.000
mq di parco posizione
dominante e panoramica.
Trattativa riservata
Tel. 011 84 28 21
Dove
si viaggia
su comode
poltrone.
SCEGLI IL CINEMA
210
92 Spettacoli Cronaca
LASTAMPA
MARTED 6DICEMBRE 2011
T1T2 PRCV
I
f
i
l
m
ALFIERI piazza Solferino 4, tel. 01156.23.800. Prezzi: 6,50 int.; 4,50
rid. over 60, under 26; 2,50 abb+CVC
Riposo Solferino 1 o=P
Carnage Solferino 2 o=P 20.30-22.30
AMBROSIO CINECAFcorso Vittorio 52, tel. 011540.068. Prezzi:
7,00 int.; 5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari; 4,00 over 60;
4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass
Midnight in Paris Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
1921 - Il mistero di Rookford
Sala 2 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
Lo schiaccianoci Sala 3 o= 16.00-18.00-20.15-22.30
ARLECCHINOcorso Sommeiller 22, tel. 01158.17.190. Prezzi: 7,00 int.;
5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari; 4,00 over 60; 4,20 Abb. Una sera
al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
Il cuore grande delle ragazze
Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
La kryptonite nella borsaSala 2 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
CENTRALE ARTHOUSEvia Carlo Alberto 27, tel. 011540.110. Prezzi:
7,00 int.; 5,00 universitari, militari, Aiace; 4,00 over 65, under 18; 4,00 primo
spettacolo
Midnight in Paris VO = 16.10-18.10-20.10-22.00
(sott.it.)
CITYPLEX MASSAUApiazza Massaua 9, tel. 01177.40.461. Prezzi:
7,50 int. serale; 5,50 int. pom., under 18, universitari, militari; 4,00 over 60;
abbonamento Agis accettato: Proiezioni in 3D: 10,00 int., 8,00 rid.
Midnight in Paris o=P 16.50-18.40-20.30-22.30
The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 17.40-20.10-22.30
Anche se amore non si vede o=P 17.30-20.10-22.30
Happy Feet 2 o=P 17.40
Tower Heist o=P 20.10-22.30
Il giorno in pi o=P 17.40-20.10-22.30
DUE GIARDINI ARTHOUSEvia Monfalcone 62, tel. 01132.72.214.
Prezzi: 7,50 int.; 5,00 universitari, militari, Aiace; 4,00 primo spettacolo;
4,00 over 65, under 18
Il giorno in pi Sala Nirvana o=P 15.30-17.50-20.10-22.20
Anche se amore non si vede
Sala Ombrerosse o=P 16.10-18.10-20.20-22.10
ELISEOp.zza Sabotino, tel. 01144.75.241. Prezzi: 7,00 int.; 4,50
under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 over 60; 4,00 primo spettacolo
Midnight in Paris Eliseo Grande = 15.00-16.50-18.40-
20.30-22.20
Miracolo a Le Havre Eliseo Blu =P 15.30-17.30-20.00-22.15
Scialla! Eliseo Rosso =P 15.00-16.50-18.40-
20.30-22.20
ERBAcorso Moncalieri 241, tel. 01166.15.447. Prezzi: 6,50 int.; 4,50
rid. over 60, under 26; 2,50 abb+CVC
Faust Erba 1 o=P 19.50-22.30
Vedi Teatro Erba 2 o=P
F.LLI MARX ARTHOUSEcorso Belgio 53, tel. 01181.21.410. Prezzi:
7,50 int.; 5,00 universitari, militari, Aiace; 4,00 primo spettacolo; 4,00 over
65, under 18
Midnight in Paris Sala Groucho o=P 15.00-16.50-18.40-
20.30-22.20
Scialla! Sala Chico o=P 16.00-18.00-20.00-22.00
Il giorno in pi Sala Harpo o=P 15.30-17.50-20.10-22.20
GREENWICH VILLAGEvia Po 30, tel. 01183.90.123. Prezzi: 7,00 int.;
5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari; 4,00 over 60; 4,20 Abb. Una
sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
Il giorno in pi Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
Anche se amore non si vede
Sala 2 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
Real Steel Sala 3 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
IDEAL - CITYPLEXcorso Beccaria 4, tel. 01152.14.316. Prezzi: 7,50 int.
serale; 5,50 int. pom. fino alle 17.55; 5,50 militari, under 18, universitari, Agis,
Aiace; 4,00 over 65 fino alle 17.55; 54,00 Idealcinecard 12; Abb. Agis accetta-
to; Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
Il re leone 3D Sala 1 o=P 15.30
Real Steel Sala 1 o=P 17.30-20.00-22.30
Midnight in Paris Sala 2 o=P 15.15-17.40-20.10-22.30
Anche se amore non si vede
Sala 3 o=P 14.30-16.30-18.30-
20.30-22.30
The Twilight Saga: Breaking dawn
Sala 4 o=P 15.00-17.30-20.00-22.30
Happy Feet 2 3D Sala 5 o=P 14.30-16.30
Tower Heist Sala 5 o=P 18.30-20.30-22.30
LUXgalleria San Federico, tel. 01156.28.907. Prezzi: 7,00 int.; 5,00
ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari; 4,00 over 60; 4,20 Abb. Una sera
al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
Tower Heist Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30
The Twilight Saga: Breaking dawn
Sala 2 o=P 15.30-18.00-20.15-22.30
Happy Feet 2 Sala 3 o=P 16.00-18.00-20.15
La peggior settimana della mia vita
Sala 3 o=P 22.30
MASSIMOvia Verdi 18, tel. 01181.38.574. Prezzi Massimo 1 e 2: 7,00
int.; 5,00 rid., Aiace, stud. univ.; 3,50 over 60. Massimo 3: 5,50 int.; 4,00
rid., Aiace; 3,00 over 60. Proiezioni 3D 8,00 int.; 6,00 rid.; 5,00 anziani
Le nevi del Kilimangiaro VO
Massimo 1 =P 16.30-18.30-20.30-22.30
I primi della lista Massimo 2 =P 16.30-18.30-20.30-22.30
Presentazione del cortometraggio Basilic
Massimo 3 =P 16.30 (ingresso libero)
Sedotta e abbandonata Massimo 3 =P 18.30-22.30
La donna scimmia Massimo 3 =P 20.45
NAZIONALEvia Pomba 7, tel. 01181.24.173. Prezzi: 7,00 int.; 4,50
under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 over 60; 4,00 primo spettacolo
Pina Nazionale 1 = 15.45-17.50-20.00-22.00
One Day Nazionale 2 = 15.30-17.40-19.50-22.00
REPOSI via XX Settembre 15, tel. 011531.400. Prezzi: 7,50 int. serale;
5,50 int. pom., under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 anziani; 27,00 abb.
6 ingressi; 51,00 abb. 12 ingressi; abb. Arthouse accettato. Proiezioni 3D: int.
10,00, rid. 8,00
Happy Feet 2 3D Reposi 1 o=P 15.30
Opera: Rodelinda Reposi 1 o=P 19.00 (euro 15,00-12,00)
Il giorno in pi Reposi 2 o=P 15.15-17.40-20.05-22.30
Midnight in Paris Reposi 3 o=P 15.30-17.50-20.10-22.30
Il re leone Reposi 4 o= 15.45-18.00-20.15-22.30
Real Steel Reposi 5 o= 15.00-17.30-20.00-22.30
Anche se amore non si vede
Reposi 6 o= 15.45-18.00-20.15-22.30
Scialla! Reposi 7 o= 15.15-17.40-20.05-22.30
ROMANOgalleria Subalpina, tel. 01156.20.145. Prezzi: 7,00 int.;
4,50 under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 over 60; 4,00 primo spettacolo
Midnight in Paris Sala 1 =P 15.30-17.15-19.00-
20.45-22.30
Miracolo a Le Havre Sala 2 =P 15.00-16.45-18.30-
20.15-22.00
Il cuore grande delle ragazze
Sala 3 =P 15.15-16.55-18.45-
20.30-22.15
THE SPACE CINEMA TORINO - PARCO DORAsalita Michelangelo
Garove 24, tel. 892111. Prezzi: 8,00 int.; 6,00 rid.; 4,00 over 60, Soci
Aci; 4,50 Under 25 card
Midnight in Paris Sala 1 o=P 15.10-17.35-20.00-22.25
Happy Feet 2 3D Sala 2 o=P 14.45-17.15-19.45
I soliti idioti Sala 2 o=P 22.15
The Twilight Saga: Breaking dawn
Sala 3 o=P 14.45-17.25-20.05-22.45
Anche se amore non si vede
Sala 4 o=P 15.20-17.45-20.10-22.35
Il giorno in pi Sala 5 o=P 14.40
Rodelinda Sala 5 o=P 19.00
La peggior settimana della mia vita
Sala 6 o=P 15.15-20.25
Anonymous Sala 6 o=P 17.30-22.45
Immortals 3D Sala 7 o=P 20.05-22.40
Lo schiaccianoci 3D Sala 7 o=P 14.55-17.30
1921 - Il mistero di Rookford
Sala 8 o=P 17.20-19.50-22.20
I soliti idioti Sala 8 o=P 15.05
UCI CINEMAS LINGOTTOvia Nizza 262, tel. 01166.77.856. Prezzi:
8,00 int.; 6,30 studenti; 5,80 bimbi fino a 8 anni; 6,00 over 65; 8,00 nottur-
no. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 9,00, acquisto occhiali 3D 1,00
Real Steel o=P 14.20-17.00-19.50-22.35
Happy Feet 2 3D o=P 14.50-17.10
I soliti idioti o=P 15.30-18.30-21.30 (euro 3,00)
Tower Heist o=P 15.00-17.20-19.55-22.15
The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 15.20-17.30-19.50-22.00
The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 15.30-20.00-22.40
Il giorno in pi o=P 15.00-17.30-20.00-22.30
Anche se amore non si vede o=P 15.30-17.50-20.10
Anonymous o=P 15.45-18.40-21.40
Lo schiaccianoci 3D o=P 14.30-17.05-19.35
The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 22.05
1921 - Il mistero di Rookford o=P 15.10-17.30-20.00-22.30
Opera: Rodelinda o=P 19.00
Immortals 3D o=P 22.40
AGNELLI via P. Sarpi 111/a, tel. 01131.61.429.
Riposo
CINE TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011655.187.
Biutiful 21.00
CINE CARDINAL MASSAIAvia Sospello 32, tel. 011257.881.
Riposo
CUOREvia Nizza 56, tel. 01166.87.668.
Riposo
ESEDRAvia Bagetti 30, tel. 01143.37.474.
Riposo
MONTEROSAvia Brandizzo 65, tel. 01123.04.153.
Riposo
VALDOCCOvia Salerno 12, tel. 01152.24.279.
Riposo
Cinema: Torino e altre visioni
Cinema aperti: Area Metropolitana e Provincia
BARDONECCHIA
SABRINA012299.633.
Midnight in Paris 21.15
BEINASCO
THE SPACE CINEMA BEINASCO - LE FORNACI via G. Falcone, tel.
892.111. Prezzi: 8,50 intero; 6,50 rid., ragazzi fino 10 anni prima delle ore
18; 5,00 over 65; 4,50 rid. solo donne. Proiezioni 3D: 11 intero dal lun. al ven.
dopo le ore 18, sab. e dom. tutto il giorno, 9,00 rid. dal lun. al ven. prima delle ore
18, ragazzi fino 10 anni, anziani sopra i 60 anni
Midnight in Paris Sala 1 16.10-18.20-20.35-22.45
Happy Feet 2 3D Sala 2 16.10-18.20-20.30
Immortals 3D Sala 2 22.45
Opera: Rodelinda Sala 3 19.00
Il giorno in pi Sala 3 16.00
1921 - Il mistero di Rookford
Sala 4 16.45-20.00-22.30
The Twilight Saga: Breaking dawn
Sala 5 17.00-21.45
I soliti idioti Sala 5 19.35
Anche se amore non si vede
Sala 6 17.35-19.50-22.20
Lo schiaccianoci 3D Sala 7 17.00-19.30
Immortals 3D Sala 7 22.00
The Twilight Saga: Breaking dawn
Sala 8 17.45-22.30
La peggior settimana della mia vita
Sala 8 20.20
Real Steel Sala 9 17.00-19.45-22.30
CASCINE VICA - RIVOLI
DON BOSCO DIG. 01195.08.908.
Habemus Papam 18.30-21.15
CHIERI
SPLENDOR01194.21.601.
Midnight in Paris 21.15
CUORGN
MARGHERITA0124657.523.
La pelle che abito V.M. 14 = 21.30
GIAVENO
SAN LORENZO(Giaveno), tel. 01193.75.923.
Rassegna. Saddam 21.00
IVREA
ABC CINEMA DESSAI corso Botta 30, tel. 0125425.084.
Il giorno in pi 20.15-22.30
POLITEAMA0125641.571.
Angele et Tony 19.00-21.30
MONCALIERI
UGC CIN CIT 45 Nvia Postiglione, tel. 899.788.678. Prezzi: 7,20
int.; 5,70 rid.; 4,00 studenti; Abb.: Carta UGC5 5 posti a 20,90; Carta UGC7
5 posti a 27,50
Il giorno in pi o=P 15.55-18.35-21.15
Il giorno in pi o=P 14.35-17.15-19.55-22.35
Midnight in Paris o=P 15.25-17.45-20.05-22.20
1921 - Il mistero di Rookford o=P 14.55-17.20-19.45-22.10
Lo schiaccianoci o=P 14.20-17.00-19.40
Happy Feet 2 3D o=P 15.20-17.50
The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 21.00
Il re leone 3D o=P 15.30-17.45
Immortals 3D o=P 20.00-22.40
Lezioni di cioccolato 2 o=P 15.05-17.30-19.55-22.20
Anonymous o=P 14.10-17.00-19.50-22.40
Anche se amore non si vede o=P 15.10-17.35-20.00-22.30
The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 14.20-17.05-19.50-22.40
Real Steel o=P 14.00-16.45-19.30-22.15
Happy Feet 2 o=P 14.00-16.30
Anche se amore non si vede o=P 19.05-21.30
I soliti idioti o=P 15.30-18.30-21.30
Warrior o=P 22.30
Tower Heist o=P 15.05-17.30-19.55-22.20
La peggior settimana della mia vita o=P 14.00-16.10-18.20-
20.30-22.40
PIANEZZA
LUMIERE01196.82.088.
Hanna 21.15
Midnight in Paris 20.30-22.30
Il giorno in pi 20.30-22.30
Anche se amore non si vede 20.40-22.30
PINEROLO
HOLLYWOOD0121201.142.
Anche se amore non si vede 21.30
MULTISALA0121393.905.
Real Steel Italia 200 21.00
Tower Heist Italia 500 21.00
RITZ0121374.957.
The Twilight Saga: Breaking dawn 21.30
SAUZE DOULX
SAYONARA0122859.652.
Midnight in Paris 21.15
SETTIMO TORINESE
PETRARCAvia Petrarca 7, tel. 01180.07.050.
The Twilight Saga: Breaking dawn
Sala 1 21.10
Anche se amore non si vede
Sala 2 21.30
Midnight in Paris Sala 3 21.20
VENARIA
SUPERCINEMA01145.94.406.
Midnight in Paris o=P 20.00-22.30
Il giorno in pi o=P 20.00-22.30
Anche se amore non si vede o=P 22.30
The Twilight Saga: Breaking dawn o=P 20.00
AVIGLIANA AUDITORIUM E. FASSINO - BEINASCOBERTOLINO - BORGA-
RO TORINESE ITALIA - CESANA TORINESE SANSIPARIO - CHIVASSOPOLI-
TEAMA - COLLEGNOUNIPLEX LUCE - COAZZEPALAFESTE - IVREABOARO
- LEIN AUDITORIUM - NONECINEMA EDEN - PIOSSASCOIL MULINO -
RIVOLI BORGONUOVO - SAN MAURO TORINESEGOBETTI -SESTRIERE
FRAITEVE - SUSACENISIO - TORRE PELLICETRENTO - VALPERGAAMBRA
- VENARIATEATRO DELLA CONCORDIA - VILLAR PEROSANUOVO - VIL-
LASTELLONEJOLLY - VINOVOAUDITORIUM DIGITAL
Cinemachiusi oggi
Da luned 12 dicembre
in edicola a soli 8,90 in pi
Un fumetto dAutore per
Fabrizio De Andr
Grazie a questa storia Fabrizio sembra tornato tra noi con tutta la sua vitalit,
la sua umanit, la sua ironia, la sua fragilit, ma soprattutto la sua poesia
che non lo ha mai abbandonato, giorno dopo giorno, pensiero dopo pensiero.
Dal tratto inconfondibile di Ivo Milazzo e dalla penna vivace di Fabrizio Clzia nasce Uomo Faber:
un fumetto dautore per il pi grande poeta della musica italiana, un vero e proprio romanzo per
immagini che ci presenta Fabrizio De Andr in una prospettiva personale e profonda.
V. Mollica
MARTED 6DICEMBRE 2011 Spettacoli Cronaca 93
LA STAMPA
T1 T2PRCV
MARTED 6 DICEMBRE2011 LASTAMPA94 T1T2 PRCV
MIN C MAX C MIN C MAX C OGGI CITT OGGI CITT
LA TENDENZA DELLE
TEMPERATURE
Aria fredda dal nord-Europa
valica le Alpi e i venti da nord
riportano condizioni soleggiate
sul Settentrione con le prime
gelate in pianura al mattino e
addensamenti e deboli
nevicate limitati alle creste
alpine di confine, mentre lungo
lAdriatico e al sud il tempo
rimane pi instabile con
qualche rovescio.
Temperature in calo ovunque,
pi sensibile sulle Alpi e sulle
regioni adriatiche. Prime lievi
gelate al nord in pianura.
Deboli nevicate sulle Alpi al confine con Savoia,
Svizzera e Austria; rovesci su Sicilia e Calabria
tirrenica.
Nessuna allerta.
Irregolarmente nuvoloso sulle
alte vallate di confine con
Savoia, Svizzera e Austria con
deboli nevicate pi fitte sulla
zona del Bianco. Soleggiato al
nord-ovest ma ancora ventoso
al mattino, maggior variabilit
al nord-est in mattinata con
qualche rovescio passeggero
tra Prealpi e pianure venete e
Romagna.
Soleggiato su Sardegna, Lazio
e Toscana con addensamenti
sui rilievi appenninici e
sullUmbria e velature nel
pomeriggio. Maggior
variabilit sul versante
adriatico, con nubi pi estese e
possibilit di qualche isolato
rovescio su Abruzzo e Molise.
Venti forti di Maestrale in
Sardegna e sul Tirreno.
Al mattino nuvoloso con
residui rovesci su Cilento,
Calabria tirrenica e nord
della Sicilia, ma ampie
schiarite in giornata e nuovi
rovesci verso sera. Altrove
sole tra passaggi nuvolosi
con nubi nuovamente pi
estese e qualche rovescio
verso sera sul nord della
Puglia. Forti venti di
Maestrale sul Tirreno.
Soleggiato tra la
Penisola Iberica e il
Mediterraneo
occidentale, mentre
sul resto dEuropa
scorrono alcune
perturbazioni con
cieli spesso nuvolosi
e piogge oggi pi
frequenti su Irlanda,
Francia, Benelux,
Svizzera e sud della
Germania, Balcani,
Carpazi, Baltico e
Russia. Freddo
sullEuropa
orientale.
15
9
14
34
18
36
26
28
7
30
18
1
22
22
35
26
16
16
22
21
27
33
30
28
19
30
24
27
2
23
16
28
5
15
30
10
16
9
-3
4
23
11
20
17
20
-5
24
11
-4
15
10
23
19
7
8
20
9
14
22
20
18
5
25
10
18
-6
16
14
13
-3
12
24
6
6
5
13
9
1
3
2
2
3
5
-1
2
4
0
2
13
8
3
-2
4
0
-1
6
5
2
-4
9
2
1
5
0
-2
7
1
3
0
2
6
19
17
6
4
4
6
6
9
7
5
7
2
3
16
17
6
2
12
4
0
8
13
5
1
15
5
2
8
1
3
15
4
7
2
7

7 11
12 16
14 17
14 19
13 18
8 15
-1 9
-2 7
1 9
3 11
0 9
5 10
6 11
7 13
7 10
9 15
6 11
10 13
13 17
5 12
8 17
11 18
11 16
10 18
SITUAZIONE CENTRO NORD SUD
LE PREVISIONI DI OGGI
Le precipitazioni attese oggi
Vigilanza meteo di oggi e domani
IN EUROPA
Tempo e temperature previsti nel mondo e in Europa
Cagliari
Alghero
Catanzaro
Reggio Calabria
Bari
Potenza
Napoli
Campobasso
LAquila
Ancona
Perugia
Firenze
Bologna
Genova
Venezia
Trieste
Trento
Milano
Torino
Aosta
Palermo
Catania
Foggia
Roma
La Luna
Il Sole
Culmina
alle ore
12 e 1
minuto
Tramonta
alle ore
16 e 42
minuti
Sorge
alle ore
7 e 20
minuti
LUNA PIENA
10-dic
Cala
alle ore