Sei sulla pagina 1di 76

La copertina

La storia

Gli spettacoli

Droni e spie la guerra segreta del terzo millennio


ALBERTO STABILE VITTORIO ZUCCONI

Il mio diario dalla prigionia dei pirati somali


DANIELE MASTROGIACOMO

Che bello il film se muto e in bianco e nero


NATALIA ASPESI

Fondatore Eugenio Scalfari


1 2 www.repubblica.it

Direttore Ezio Mauro


marted 6 dicembre 2011

mar 06 dic 2011

Anno 36 - Numero 289

1,00 in Italia

SEDE: 00147 ROMA, VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - TEL. 06/49821, FAX 06/49822923. SPED. ABB. POST., ART. 1, LEGGE 46/04 DEL 27 FEBBRAIO 2004 - ROMA. CONCESSIONARIA DI PUBBLICIT: A. MANZONI & C. MILANO - VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/574941. PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA, GRECIA, IRLANDA, LUSSEMBURGO, MALTA, MONACO P., OLANDA, PORTOGALLO, SLOVENIA, SPAGNA 2,00; CANADA $1; CROAZIA KN 15; EGITTO EP 16,50; REGNO UNITO LST 1,80; REPUBBLICA CECA CZK 61; SLOVACCHIA SKK 80/ 2,66; SVIZZERA FR 3,00 (CON D O IL VENERD FR 3,30); TURCHIA YTL 4; UNGHERIA FT 495; U.S.A $ 1,50

Tecnici ancora al lavoro sul testo, oggi la firma di Napolitano. I sindacati proclamano scioperi separati. Bersani: ce laspettavamo pi equa

Monti in aula: lItalia non fallir


Volano le Borse, crolla lo spread. Berlusconi: voto di fiducia o il decreto rischia
TAGLIARE TASSE E SPESA
ALBERTO BISIN
A MANOVRA Monti si snoda su due linee principali: un riordino della previdenza che struttura e anticipa il passaggio al sistema contributivo e un aumento delle entrate fiscali ottenuto in larga parte per mezzo di una patrimoniale sugli immobili. La ristrutturazione della previdenza procede nel solco di interventi gi definiti negli anni precedenti ed assolutamente opportuna, direi addirittura necessaria. I suoi effetti sul bilancio sono importanti e si vedranno nel medio-lungo periodo. SEGUE A PAGINA 51

Guida alla manovra La famiglia La casa

Ogni nucleo pagher Quanto ci coster il prelievo almeno 600 euro allanno tra Imu e rendite catastali
Le pensioni Lettere a Monti

Beffata la classe del 1952 cinque anni di lavoro in pi

Caro premier, cos non va lausterit a senso unico


SERVIZI ALLE PAGINE 2, 3, 10, 12 E 15

Sanzioni a chi non rispetta le regole, niente bond comunitari

LIBERALIZZAZIONI SI NAVIGA A VISTA


ALESSANDRO DE NICOLA
E MISURE del governo sono state certamente apprezzate dai mercati. Bene: quando si sullorlo del baratro, primum vivere deinde philosophari. Tuttavia, come lo stesso presidente del Consiglio, Mario Monti, ha ricordato, la vita del governo tecnico non finisce qui e, secondo le raccomandazioni contenute anche nella famosa lettera della Banca centrale europea, urgente metter mano ad incisivi processi di liberalizzazione e privatizzazione. SEGUE A PAGINA 50

Euro, patto Merkel-Sarkozy Berlino rischia la tripla A


Mario Monti ieri al dibattito in Senato SERVIZI DA PAGINA 2 A PAGINA 15

LE LACRIME E LE PAROLE
BARBARA SPINELLI

ENDIAMO a dimenticare che in tutti i monoteismi, il cuore non la sede di passioni o sentimenti sconnessi dalla ragione. Nelle tre Scritture, compresa la musulmana, il cuore lorgano dove alloggiano la mente, la conoscenza, il distinguo. SEGUE A PAGINA 51

PARIGI Standard and Poors mette sotto osservazione persino Berlino. La Germania potrebbe perdere la tripla A. Anche la Francia rischia il declassamento. La notizia arriva nel giorno del vertice tra il presidente francese, Sarkozy e la cancelliera tedesca, Angela Merkel. Il patto franco-tedesco ha stabilito sanzioni per chi non rispetter le regole di adesione allEuro. Ancora nuovamente bocciati gli Eurobond. La decisione di mettere sotto osservazione il debito di Francia e Germania ha indebolito leuro. BONANNI E MARTINOTTI ALLE PAGINE 16 E 17

Le idee

La crisi morde, cambiate vita


ANGELO SCOLA*
ORREI offrire, in occasione della festa di SantAmbrogio, tre brevi indicazioni di carattere culturale necessarie allallargamento della ragione economica e di quella politica. Se non vogliamo ricorrere al drastico ammonimento del Signore Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia perch, anche se uno nellabbondanza, la sua vita non dipende da ci che egli possiede (Lc 12,15) . *Arcivescovo di Milano SEGUE A PAGINA 24

Il caso

La serata trasgressiva di Fiorello e Benigni


ANTONIO DIPOLLINA
UE mattatori, Fiorello e Roberto Benigni per la chiusura dello show tv dellanno. Ed subito satira, sospiri di Benigni al pubblico non c pi, non ci posso credere, le pi belle dimissioni degli ultimi 150 anni. Ma anche la goliardia del vecchio Inno del Corpo Sciolto e un finale ricordando lex presidente della Repubblica, Sandro Pertini. SEGUE A PAGINA 68

R2

Prof e alunni su Facebook lamicizia da vietare?


CATERINA PASOLINI
PROFESSORI non possono dare lamicizia su Facebook ai loro studenti. Poche parole, scritte nero su bianco nella circolare scolastica, sono arrivate allimprovviso a dettar legge nei rapporti di classe di un piccolo borgo ligure sulla Riviera di ponente. E la notizia del provvedimento, dalle medie di Albisola superiore, in un clic arrivata in tuttItalia. SEGUE A PAGINA 59

Pressioni per le discariche

Scandalo Pirellone spuntano due assessori

A PAGINA 22

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI FINANZIARIA ECONOMIA


Nelle stime della Cgia di Mestre gli effetti delle misure varate dallesecutivo Monti LOcse: lItalia uno dei Paesi avanzati con la maggiore disuguaglianza dei redditi

I2

IL DOSSIER. Le misure del governo

La manovra
Addizionali, casa, Iva, benzina su ogni famiglia tasse e rincari peseranno per oltre 600 euro
ETTORE LIVINI
MILANO Tanti (soldi), maledetti e subito. I mercati non attendono. Frau Merkel ci aspetta con la matita rossa per controllare se abbiamo fatto i compiti a casa. Il Governo Monti cos, causa tempi stretti, ha partorito una manovra che ha il pregio di riavvicinare lItalia al pareggio di bilancio e allEuropa come dimostra la retromarcia degli spread di ieri ma fatica ancora, complici i tempi stretti, a tener alta la bandiera dellequit. Certo, come ha detto il premier, i sacrifici non riguardano solo i soliti noti: laumento dellIva colpisce sia i contribuenti virtuosi che i furbetti del fisco, ci sono luna tantum sui capitali rientrati con lo scudo e la stangata su yacht, elicotteri e auto di lusso (gettito, va detto, poche decine di milioni). Mentre il ritorno sotto mentite spoglie dellIci e laumento degli estimi catastali spostano dal reddito al patrimonio il carico dei sacrifici. Il risultato finale per uguale: a cantare e portare la croce, anche nellera del governo tecnico, sono sempre gli stessi. Il costo medio per famiglia del decreto Salva-Italia ha calcolato lufficio studi della Cgia di Mestre sar di 635 euro, mentre secondo le stime delle associazioni dei consumatori arriverebbe addirittura a 1700 euro. Ma proprio i provvedimenti lineari nati per spalmare la manovra sulle spalle di tutti hanno il paradossale effetto di penalizzare di pi chi gi ha il fiato corto: i lavoratori dipendenti che guadagnano di meno. I casi elaborati dal think tank degli artigiani lagunari che riportiamo di seguito parlano da soli: il conto finale della stangata per una famiglia con il reddito inferiore ai 30mila euro (in proporzione) superiore del 15% rispetto a chi di euro ne guadagna 50mila e addirittura del 60% a quello di una famiglia nelle cui tasche ne entrano 150mila, sfuggita in zona Cesarini allaumento delle aliquote Irpef. Peggio ancora si era capito dalle lacrime agrodolci di Elsa Fornero va ai pensionati con assegni previdenziali appena superiori ai mille euro lordi, non certo una fortuna da Paperoni. Colpiti alla voce uscite con gli aumenti delle tasse (la falce di Imu, Iva e accise varie non sta a guardare la data di nascita sulla carta didentit) e beffati pure dalla sterilizzazione della rivalutazione degli assegni previdenziali. Piove sul bagnato: lOcse ha certificato ieri che lItalia uno dei paesi pi avanzati con la maggiore disuguaglianza dei redditi. Una leadership consolidata negli ultimi anni in cui il divario tra ricchi e poveri tricolori si allargato a ritmi da primato: la penisola allottavo posto (su 34 nazioni) nella hit parade per la disparit sociale, mentre viaggia al quinto posto nella graduatoria per lallargamento della forbice tra inizio anni 80 e 2010. Il decreto Salva-Italia, purtroppo, rischia di farci guadagnare ancora qualche posizione in classifica. Anche perch chi ne esce meglio manco a dirlo sono davvero i soliti noti: quei professionisti dellevasione fiscale che nascondono ogni anno al fisco 220 miliardi di euro. Pagheranno un po pi di Iva e di Ici, sborseranno qualche euro in pi per il pieno allauto. Si faranno furbi per dribblare lasticella (non proprio insormontabile) del tetto ai mille euro per il contante. Ma tutto l. Almeno a loro, per ora, andata bene.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In proporzione pagano pi i poveri in arrivo un salasso da 480 euro

POVERI e pure infelici. I redditi pi bassi fino ai 30mila euro (34 milioni sui 41,5 dei contribuenti tricolori) sono quelli che, in proporzione, pagano il conto pi salato al decreto Salva-Italia. Presi uno per uno, i loro sacrifici paiono poca roba: un centinaio di euro in pi per laddizionale Irpef, un salasso (203 euro) per lImu, qualche decina di euro per il pieno dellauto e gli aumenti Iva. Risultato finale: 480 euro lanno di tasse in pi. In totale l1,6% del loro reddito, il 60% in pi di chi di euro ne guadagna 150mila lanno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.oecd.org www.cgiamestre.com

I3

Il sondaggio
Su Repubblica.it il voto alle misure
OLTRE 42.500 lettori avevano votato alle 22.40 di ieri il sondaggio sulla manovra di Repubblica.it. I risultati sono molto diversi a seconda del tema. I s superano il 90% per il taglio delle Province, labbattimento dei costi della politica e il taglio dellIrap per chi assume, per la tassa sul lusso si arriva al 97%. Ma prevale il no sullaumento dellIva (73%) mentre su pensioni e aumento Ici le percentuali sono pi equilibrate.

La pressione fiscale sale dell1,6% lesborso massimo di 790 euro

SALE un poco lo stipendio (gli italiani che dichiarano tra 30mila e 50mila euro sono circa 4 milioni) e per assurdo il carico fiscale della manovra diminuisce. In termini assoluti, naturalmente, chi guadagna 50mila euro lanno pagher pi nuove tasse di chi fermo a quota 30mila: 790 euro contro 480. Ma fatte le debite proporzioni le uscite aggiuntive pesano un filo meno sul bilancio di famiglia: l1,58 per cento, con un esborso annuo tra Ici, addizionale Irpef, Iva e accise in crescita da 1.112 a 1902 euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Graziati dal mancato aumento Irpef Il fisco chiede solo l1% delle entrate

RICCHI (abbastanza) e felici. Una famiglia con 150mila euro di reddito dopo le novit del decreto Salva-Italia paga 1.483 euro in pi di gabelle. Una bella cifra, per carit, ma solo lo 0,98% delle entrate di casa. Gli italiani in questa fascia di reddito (pochissimi, tra i 70mila e i 150mila euro ce ne sono solo 780mila) se ne sono fatti rapidamente una ragione dopo aver scampato il pericolo del rialzo delle aliquote Irpef. Fossero state aumentate di due punti per scaglione dopo la soglia dei 70mila euro, ogni famiglia avrebbe pagato altri 1.600 euro in pi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI FINANZIARIA ECONOMIA

I4

PER SAPERNE DI PI www.ecb.int www.borsaitaliana.it

I mercati

Da Borse e titoli pubblici ok alla manovra Ue: bene cos, ora uno slancio per la crescita
Lo spread Btp-Bund crolla a quota 375, Piazza Affari guadagna il 3%
ELENA POLIDORI
ROMA La manovra spinge gi lo spread fino a quota 375, ben 80 punti in meno rispetto allo scorso venerd e galvanizza la Borsa che guadagna quasi il 3%. La Ue, con il commissario Olli Rehn, plaude al rigore di Mario Monti ma chiede uno slancio per la crescita e il lavoro. LOcse convinto che azzerando il peso fiscale su imprese e nuove assunzioni ci sar una spinta per il Pil e loccupazione. Ed un giorno di festa sui mercati, attenti anche allincontro Merkel-Sarkozy tutto dedicato alleuro e alla modifica dei Trattati. Lo stesso premier lo riconosce quando in Parlamento accenna appunto allo spread, quellindice che nessuno di noi considera mitico e che ci piace di pi quando scende che quando sale: adesso sta mostrando grande attenzione positiva per quanto abbiamo deliberato. Il suo andamento ci ha confortato. servono appunto pi crescita e pi occupazione. Angel Gurria, segretario generale dellOcse, loda il consolidamento di bilancio, il calo del fisco su imprese e nuove assunzioni, le tasse su ricchezza e beni di lusso che affrontano il problema della disuguaglianza. E comunque presto per dire che sui mercati tornata la fiducia. E azzardato pensare che sia tornata la calma. Le agenzie di rating tengono sotto tiro i paesi Ue con la tripla A. Questa settimana inoltre sannuncia cruciale per leuro: giovedi la Bce decider se ridurre o meno ancora i tassi e se il caso di varare altre misure anti-crisi, dopo che nellultima settimana si sono molto ridotti gli acquisti di titoli di Stato. Lindomani a Bruxelles il consiglio europeo dei capi di stato e di governo sannuncia come uno snodo importante per la soluzione della crisi del debito sovrano: il mercato chiede proposte convincenti sulla governance economica e sul rafforzamento della rete di protezione, oggi insufficiente, per salvare i paesi colpiti dalla speculazione. Preoccupato, il presidente Usa Obama decide di inviare ancora una volta in Europa il suo ministro delleconomia, Tim Geithner, per un tour sulla crisi: da oggi fino all8 dicembre sar a Francoforte (dove vedr il presidente della Bce, Mario Draghi), quindi Berlino (il ministro Schaeuble), poi Parigi dove sar ricevuto da Sarkozy. Giovedi a Milano vedr il presidente Monti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I TWEET DI ROUBINI

Nouriel Roubini

Sempre necessario laiuto di Bce e Fmi

Il commissario Rehn: Un pacchetto di misure tempestivo e ambizioso

Il pacchetto Monti porta ad un significativo aggiustamento fiscale: ma cosa si fa per stimolare la crescita? Un cospicuo intervento finanziario di Fmi, Ue e Bce sar ancora necessario
Sar un Natale senza panettone

OTTIMISMO
Euforia sui mercati, manovra ok per gli operatori

I consumatori italiani si avviano al peggior Natale dalla fine della seconda guerra mondiale: dovranno dire addio al panettone e al prosecco per pagare le nuove tasse
Questione-chiave rilanciare la crescita

La questione-chiave resta: che cosa potr ripristinare la crescita, dato che le misure aggiuntive di austerit e gli aggravi fiscali renderanno la recessione pi severa?

In effetti, fa una certa impressione vedere la curva di questo indicatore che scende con il passare delle ore, via via che il premier spiega la logica che sta dietro ai sacrifici, il senso degli interventi dolorosi, gli obiettivi: non fallire, anzitutto, ma anche essere pi forti nella Ue, ora che si deve ridisegnare la cornice della moneta unica. Perci, apertura a quota 445, poi a met mattina intorno ai 400, fino al crollo finale a 375, il minimo da ottobre, oltre 200 punti pi sotto rispetto al picco negativo del 9 novembre. Scende il rendimento dei Btp sotto il 6% , a 5,95%, anche qui il minimo da ottobre: per il Tesoro si calcolano risparmi potenziali per quasi 5 miliardi. Vanno a gonfie vele le Borse, con Milano che dice s al decreto salva-Italia mettendo a segno un rialzo del 2,91%, la migliore performance della Ue: banche e assicurazioni tirano la volata. Lo stesso euro si rafforza, fino a 1,3467 sul dollaro, per poi ripiegare a tarda sera, quando in Italia i mercati sono gi chiusi. Il commissario Rehn il primo in ordine di tempo a commentare la manovra che lui stesso ha aiutato a mettere a punto dopo i rilievi della missione Ue-Bce e la visita al governo dieci giorni fa. Un pacchetto "tempestivo e ambizioso, poich d il segnale che serviva: quello di un nuovo approccio alla politica economica". Ma sanare i conti non basta: ora

Lintervista

Lex ministro delle Finanze ed esponente del Pd: bisognava essere coraggiosi sui capitali scudati

Visco: i sacrifici erano inevitabili ma sullevasione andava fatto di pi


LUISA GRION
ROMA vero, il tempo era poco, le pressioni tante, il rischio di default dietro langolo. La manovra non poteva che essere durissima, ma almeno per quanto riguarda la lotta allevasione fiscale si poteva fare di pi e meglio. Il punto cruciale del testo, per Vincenzo Visco, Pd, ex ministro delle Finanze, proprio questo. Si rischia di far passare un messaggio devastante: i pensionati possono essere massacrati, ma gli evasori non si toccano. C la tracciabilit per pagamenti oltre i mille euro, non basta? No, non basta. Un conto limitare luso del contante - misura tipica contro il riciclaggio e solo indirettamente utilizzabile contro levasione fiscale - un conto preparare un pacchetto di provvedimenti sulla tracciabilit delle transizioni che aumenti il controllo, spinga i contribuenti allemersione spontanea e crei un clima di consapevolezza. Poteva fare tutto questo un governo in carica da tre settimane? Si trattava di riprendere in mano alcune misure gi introdotte dallallora governo Prodi e ispirarsi a quello che fanno tutti gli altri paesi. Penso allelenco clienti-fornitori, allinvio telematico dei corrispettivi, allobbligo per i professionisti di non richiedere pagamento in contanti. Si poteva, per esempio, introdurre il borsellino elettronico per le spese spicciole, dal giornale al bar, come gi fanno in Francia e Belgio. mancato invece un progetto organico contro levasione. Su questo tema il governo Monti ha agito in continuit con quello Berlusconi concentrandosi sui grandi evasori, ma il gettito si recupera solo agendo a tutto raggio. Monti ha perso unoccasione? Spero ci sia tempo e modo per rimediare. Con una seria lotta allevasione, gli interventi sulle pensioni potevano essere meno pesanti? Le misure previdenziali si

,,

Rischia di passare un messaggio devastante: i pensionati possono essere massacrati, chi non paga le tasse no

Vincenzo Visco

possono considerare inevitabili, ma anche qui si poteva fare meglio, allargando la fascia dei trattamenti da indicizzare. Bastava alzare laliquota del prelievo sui capitali scudati: quella prevista dalla manovra un buffetto sulla

guancia. Perch il governo ha evitato la patrimoniale? LIci in realt gi una patrimoniale, ma anche qui si poteva fare di pi, se non altro per un fatto simbolico. E lequit - secondo me - sarebbe stata maggiore se invece di basare limposta sul patrimonio sulle rendite catastali si fosse fatto riferimento ai prezzi di mercato delle abitazioni. Poco sviluppo e troppe misure recessive, dicono gli oppositori, condivide? Purtroppo tutte le manovre che stanno chiedendo la Bce e l'Europa provocheranno una recessione nei vari Paesi. E un problema di miopia teutonica. Negli anni Trenta ci fu il grande dibattito fra il Tesoro inglese e Keynes, vinse lortodossia. Ne deriv la crisi e il nazismo, la ripresa arriv solo dopo la guerra. La storia non ha insegnato nulla.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI FINANZIARIA POLITICA INTERNA


Cruciale Rischio Grecia Made in Italy

I6

Questa una settimana cruciale per il futuro delleuro ma noi abbiamo fatto la nostra parte

Senza questo pacchetto lItalia crolla e va in una situazione simile alla Grecia, che non vogliamo imitare

Per Natale comprate prodotti made in Italy: non si acquista soltanto la qualit ma si rafforzano i posti di lavoro

Il premier
ALBERTO DARGENIO
ROMA Gli occhi del mondo sono puntati su di noi, lItalia non fallir. Stampa estera, Camera e Senato. Mario Monti continua a spiegare il decreto salva-Italia nel tentativo di potenziarne gli effetti su mercati e cancellerie straniere. Con le ore il pacchetto approvato domenica sera diventa il salva-Europa, siamo entrati nella settimana cruciale per leuro che si chiuder con il summit di Bruxelles di venerd. Noi abbiamo fatto la nostra parte, assicura Monti dopo la manovra da 30 miliardi lordi, se vero che il futuro della moneta unica dipende anche dalle nostre scelte. Il rischio chiaro: Ridurre il debito una esigenza totale, ogni deviazione rischia di far sprofondare il Paese in un abisso, lesempio della Grecia vicino e senza il pacchetto di riforme crolleremmo esattamente come Atene. Il premier nega che il decreto preparato in soli 17 giorni stroncher il Paese: se scendono gli spread come avvenuto ieri ci sar pi sollievo di quanto i singoli provvedimenti potrebbero avere di effetto recessivo. Proprio per parlare ai mercati, oltre che alle capitali europee, Monti ricorda che lItalia deve risolvere i problemi che la rendono poco credibile se non addirittura fonte di possibile infezione nellEurozona. il noto problema di credibilit accumulato dal governo Berlusconi. Proprio il Cavaliere

Monti: Stiamo rischiando il baratro lItalia si salva solo con questa manovra
Berlusconi: metta la fiducia o non passa. Bersani: va corretta
alla Camera ad ascoltare Monti, che lo ringrazia per quanto fatto a Palazzo Chigi (il Professore attento a non urtare la suscettibilit dei partiti) e con un lapsus lo chiama presidente del Consiglio. Ma a tutti i leader di partito che Monti si rivolge quando in-

La petizione

ELLEKAPPA

Il premier non vada da Vespa da Libert e Giustizia 3mila firme


ROMA Un appello via internet affinch il premier Monti stasera non vada a Porta a porta. A lanciarlo Libert e Giustizia, che ieri sera, sul proprio sito, aveva gi raccolto quasi 3mila adesioni. E sulla sua partecipazione al programma di Vespa, ha parlato anche Monti, definendo le polemiche frutto solo di unonda di eccitazione psicodrammatica, e aggiungendo che prima della breve apparizione televisiva (come lo stesso premier lha definita), avrebbe parlato pubblicamente in almeno altre tre occasioni. Monti parteciper alla prima parte di Porta a Porta, rispondendo alle domande di Vespa.
abbinata a pi sicurezza sociale (accrescendo di molto la possibilit di transito e di training dei lavoratori). Infine annuncia azioni a sostegno delle famiglie e per Natale invita tutti a comprare Made in Italy. Ad ogni modo assicura che Roma far la sua parte, ma poi tocca allEuropa fare la perch il nostro mandato proprio quello di chiedere sacrifici. A scanso di equivoci ricorda che se Roma fallisce crolla lEuropa. Ammonisce: Fuori dalleuro e dalla casa comune dellUe ci sono il baratro della povert e della stagnazione, il crollo dei redditi e del potere dacquisto, lassenza di futuro per il paese e le giovani generazioni. Non esiste alternativa. Poi rimarca la sua sicurezza che comunque lItalia non fallir, ma serve il contributo di tutti. Il professore della Bocconi ricorda che quello approvato domenica solo il primo passo. Promette tagli pi incisivi ai costi della politica, invita il Parlamento ad attivarsi per abolire le province, conferma che la riforma del mercato sar il prossimo cantiere a distanza di qualche giorno e sar oggetto di un confronto con le parti sociali. La bussola guarda al modello del Nord Europa, una maggiore flessibilit

Il sollievo per lo spread in calo Questo compensa i rischi di effetti recessivi dei tagli
quadra il presente in uno di quei momenti storici nel quale il dovere di tutti esser fedeli allItalia, in cui pensare ogni istante alla salvezza della nazione. Insomma, se confida che saremo sostenuti dal Parlamento, comprende che nessun partito sar soddisfatto delle misure e non dovr esserlo

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.camera.it

I7

Il retroscena

Palazzo Chigi orientato a chiedere il voto su un maxiemendamento. La scelta condivisa dai due partiti maggiori

I dissensi di Pd e Pdl scuotono il governo Modifiche pilotate, poi testo blindato


DISCORSO
Il premier Mario Monti ieri durante il discorso alla Camera, dove ha illustrato i contenuti della manovra

GIOVANNA CASADIO CARMELO LOPAPA


ROMA Metteremo la fiducia, ma sia chiaro che lo faremo perch ce lo chiedono i partiti. Il presidente del Consiglio Mario Monti tiene la barra dritta sul decreto che tra poche ore, con la firma del capo dello Stato, entrer in vigore e che rischia di spaccare Pdl e Pd. Berlusconi non regge lurto degli ex An sulla tagliola dellIci e non vuole bocciare coi suoi voti gli emendamenti della Lega. Bersani gi sotto tiro sulle pensioni e deve fronteggiare la protesta della Cgil. I due partiti sono in subbuglio e il percorso parlamentare della manovra rischia di diventare accidentatissimo. In questo clima, i due soci di maggioranza vedono allora nella fiducia lunica via duscita. La blindatura della manovra dietro langolo. Palazzo Chigi non ne fa mistero, il Quirinale non porr il veto. Il presidente Napolitano ha esaminato solo una bozza della manovra da 30 miliardi, entro stamattina atteso al Colle il decreto nella versione definitiva alla quale in via XX Settembre hanno lavorato fino a tardi. Qualora fosse posta la fiducia, ragionano alla Presidenza della Repubblica, avrebbe un peso politico. Tanto pi che Monti non intende congelare il decreto cos com. Dei correttivi saranno possibili in commissione gi alla

La polemica

La Cei esprime insoddisfazione Fatto poco, serviva pi equit


ROMA La manovra necessaria, ma poteva essere pi equa, si fatto ancora poco. Si sono fatti passi ma potevano essere ancora pi equanimi e soprattutto si poteva fare di pi sui redditi alti. A dirlo stato monsignor Giancarlo Bregantini, responsabile della Commissione Cei per i Problemi sociali e il Lavoro, e arcivescovo della diocesi di Campobasso e Boiano.
segretario si era sfogato prima: Nei passaggi cruciali della storia repubblicana, la sinistra a essere chiamata al salvataggio del paese, nella Liberazione e nella lotta al terrorismo, quando si doveva entrare nelleuro e ora che rischiamo il fallimento. La linea su cui sta insieme tutto il partito si riassume nella parola: Correzioni. Sono gi state abbozzati emendamenti che sintetizzano

EX PREMIER
Silvio Berlusconi Propone la fiducia sulla manovra

schiano di non reggere questa manovra davanti ai suoi elettori. Nellinsieme si percepisce la dolorosa necessit..., linizio del discorso di Bersani nella riunione serale, dove si tirano le somme. Il

almeno sei punti critici. Pi la questione dellasta delle frequenze tv e 11 emendamenti pronti sulla lotta allevasione fiscale. Per non dire di Di Pietro, che resta spina nel fianco del Pd. Dobbiamo essere come in quella vecchia pubblicit, quella che faceva gigante, pensaci tu..., e il gigante il Pd, per non possiamo ingoiare tutto, avverte nel caminetto Ermete Realacci. Lobiettivo arrivare al massimo di correzioni condivise. Prima tappa, gi oggi, con la partita relatori. La svolta trasversale potrebbe portare alla designazione di doppi relatori (Pd-Pdl) sia alla Camera che al Senato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le frasi
CASINI
Per il governo serve un coordinamento dei gruppi parlamentari limpido e trasparente

DI PIETRO
La montagna ha partorito il topolino. LIdv dice no a una manovra di una banalit disarmante

Il governo sta ancora lavorando al testo definitivo del decreto. Oggi la firma di Napolitano
Camera. La fiducia interverr sul maxiemendamento in aula. A saldi invariati, qualche piccolo ritocco sar possibile spiega il sottosegretario ai Rapporti col parlamento, Giampaolo DAndrea. Se metteremo la fiducia sar perch la invocano i partiti, ha confidato il premier ai ministri. E i partiti la chiederanno. Silvio Berlusconi ha tratto le sue conclusioni gi dopo aver riunito lo stato maggiore Pdl a Palazzo Grazioli a ora di pranzo. Ci batteremo per cancellare lIci sulla prima casa ha spiegato il Cavaliere ai dirigenti preoccupati per le ricadute elettorali Ma sar complicato. Poi si presenta in aula per ascoltare il discorso del suo successore ma resta stupito dagli enormi vuoti nellemiciclo del Pdl. Raccontano che Stefano Baldelli gli consegni su richiesta lelenco degli assenti. Ex An ma non solo. La Russa in Transatlantico ragiona gi di emendamenti per rivedere lIci sulla prima casa, escludendola almeno per i primi cento metri quadrati. Oggi, battaglia in Ufficio di presidenza. Occorre la fiducia chiude la partita lo stesso Berlusconi. Per dirla con Denis Verdini, lunico modo per uscirne vivi. A margine dei lavori daula, Casini parla con Alfano e Bersani sullipotesi di un coordinamento politico. Ottima idea dice Enrico Letta. Daltronde, anche nel Pd la spinta per la fiducia forte. Non possiamo rischiare lo spettacolo delle maggioranze variabili: Bersani lo dice nella riunione ristretta con i caprogruppi e i vice alla Camera. Se ne discute nel caminetto serale con i leader e i segretari regionali. I democratici ri-

BOSSI
La manovra non serve a niente. da buttare. Monti eroe di una guerra gi persa

sua dotandosi di regole che risolvano il problema euro a livello sistemico. Ai giornalisti stranieri riserva un aneddoto sulla Tatcher che in un colloquio gli disse: Dopo averla ascoltata capisco perch gli italiani hanno bisogno dellEuropa per avere un vincolo esterno che li costringa ad avere

Promessi interventi pi incisivi sui costi della politica Riforma del lavoro prossimo cantiere
un bilancio sano, ma gli inglesi non hanno bisogno perch hanno avuto me. Dopo avere ascoltato Monti alla Camera Berlusconi gli consiglia di porre la fiducia altrimenti non credo che ci sia la possibilit di approvare la manovra. Bersani la giudica non abbastanza equa e chiede miglioramenti, mentre Casini sprona i partiti a sostenere il governo senza furberie e pavidit. LIdv annuncia il suo no al decreto, mentre Bossi vede solo misure depressive e chiede: Ma Monti cos venuto a fare?.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI FINANZIARIA POLITICA INTERNA

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.partitodemocratico.it

I9

Le reazioni

I sindacati subito in sciopero, ma divisi


Due ore di Cisl e Uil, quattro della Cgil. Domani vertice Camusso, Bonanni, Angeletti
ANNALISA CUZZOCREA
ROMA Uniti nel considerare la manovra iniqua, e da cambiare. Divisi - ancora una volta - sulle risposte da mettere in campo. Susanna Camusso aveva chiesto a Cisl e Uil di pensare a uniniziativa comune. Domenica, dopo lincontro con il premier a Palazzo Chigi, i tre leader sindacali avevano deciso di vedersi. E invece, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti hanno indetto una conferenza stampa e annunciato due ore di sciopero, a fine turno, luned, per tutti i loro iscritti e per le confederazioni che vorranno aderire. Senza informare la Cgil. Invitiamo i lavoratori a protestare davanti alle prefetture. A Roma saremo sotto al Parlamento, ha detto Bonanni, aggiungendo: La Cgil ci chiede di discutere, ne siamo felici, se sono d'accordo con noi sulla richiesta preliminare di contrattazione, di negoziato, benissimo. Diversamente, marcere-

La numero uno di Corso Italia protesta contro lo stop allindicizzazione: una tassa sulla povert

mo divisi e colpiremo uniti, dice citando Luciano Lama. Cos sar, marceranno divisi. Dopo poche ore la confederazione di Susanna Camusso proclama quattro ore di sciopero sempre per luned. La non indicizzazione per le pensioni basse una tassa sulla povert, l'anzianit oltre 40 anni diventa impraticabile, sottrae un diritto e destabilizza il mercato del lavoro. Sono solo due dei punti dolenti indicati. Chiederemo al Parlamento di cambiare la manovra, dice Corso dItalia. E fa

trapelare tutta lirritazione per latteggiamento di Cisl e Uil: In continuit con la strategia del sottoscala di palazzo Grazioli, si legge sulla pagina Facebook del sindacato. Che accusa: Bonanni e Angeletti puntano al confronto pi che alle modifiche. Protesterebbero, insomma, perch si sentono tagliati fuori. Un chiarimento arriver: a sera i leader annunciano che si vedranno domani per fare il punto su manovra e mobilitazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista
GOFFREDO DE MARCHIS
ROMA Dario Franceschini propone un patto alle forze politiche che sostengono il governo Monti. Possiamo fare in 18 mesi quello che non siamo riusciti a fare in 20 anni. Non solo con la cura da cavallo sui conti pubblici. Ma una riforma delle regole fondamentali dello Stato. Questa la proposta del capogruppo democratico alla Camera. Prima di tutto: c ancora spazio per modificare la manovra in Parlamento secondo le vostre indicazioni? Lesecutivo, muovendosi tra vincoli europei e opinioni lontane, ha dovuto costruire una sintesi. Non espressione del centrosinistra come non lo del centrodestra. Ma senza snaturare la manovra si pu arrivare ad altre correzioni. Questo quello che chiede il suo partito a Monti. Cosa si chiede invece ai partiti mentre il governo salva lItalia? C un clima diverso. Ci siamo arrivati in una situazione difficile, tra avversari che lo sono ancora e lo saranno alle prossime elezioni. Stiamo insieme solo per affrontare lemergenza. Ma il lavoro da fare duplice. Al governo tocca il risanamento, leconomia, la crescita. Il Parlamento invece pu utilizzare questanno e mezzo per cambiare finalmente le regole istituzionali. Sono due facce della stessa medaglia. Siamo sicuri che questa seconda faccia non danneggi la prima? gi

Mettere fine al bicameralismo e cambiare la legge elettorale in 18 mesi si pu fare tutto


Franceschini: serve laccordo di tutti i partiti
Clima diverso Meno parlamentari

C un clima nuovo, diverso, tra avversari che lo sono ancora e lo saranno alle prossime elezioni. Il Parlamento pu cambiare le regole del gioco
successo in passato: il dibattito sulle riforme ha messo in difficolt lesecutivo. vero, i precedenti sono negativi. Ma il quadro era di durissime contrapposizioni. Oggi sosteniamo lo stesso governo. Vuole cambiare la seconda parte della Costituzione? Per arrivare al risultato dobbiamo darci un obiettivo meno ambizioso. Penso a tre modifiche strutturali fondamentali, niente di pi ma niente di meno. Un sistema istituzionale lento, distante dai tempi reali della societ il costo della politica pi alto pagato dai cittadini. Dobbiamo mettere lo Stato e le istituzioni in grado di funzionare. In modo che chi vince la prossima volta sia poi in grado di governare e di decidere. Da dove si comincia?

Ci vuole una Camera non elettiva, il Senato delle regioni. Avremo cos unautomatica riduzione del numero dei parlamentari. Sono tutti daccordo
Dalla modifica radicale dei regolamenti parlamentari che regolano oggi il rapporto tra governo, maggioranza e opposizione secondo uno schema antiquato. Tutto qua? Il secondo punto la fine del bicameralismo, una materia su cui tutti i partiti hanno un loro progetto di legge. Ci vuole una Camera non elettiva, il Senato delle regioni. Avremo cos unautomatica riduzione del numero dei parlamentari. Con i difetti dellattuale bicameralismo un taglio ai membri delle Camere non servirebbe a molto. Una sola Camera elettiva che d la fiducia al governo, risolve il problema in s.

BREVIARIO

CAPOGRUPPO
Dario Franceschini il capogruppo democratico alla Camera dei deputati

bello stare allopposizione Le puoi sparare come vuoi tu


Paola Goisis deputata Lega
RIPRODUZIONE RISERVATA

Terza proposta. Una nuova legge elettorale. Comunque. Sia che il referendum venga dichiarato ammissibile dalla Consulta sia che venga respinto. Nel primo caso dovremo andare di corsa, nel secondo abbiamo un anno di tempo. Quale legge elettorale? Deve avere due punti fermi. Restituire ai cittadini il diritto di scegliersi gli eletti. Consentire un bipolarismo per scelta e non per costrizione. Con il maggioritario o con il proporzionale? Il bipolarismo si pu difendere anche con una legge proporzionale. Che fa adesso? Presenta la proposta alle commissioni parlamentari? Non faccio lipocrita. difficile pensare che unoperazione cos ambiziosa si realizzi attraverso il semplice iter nelle commissioni Affari costituzionali. In maniera trasparente, alla luce del sole, occorre un accordo tra i partiti che sanno di essere avversari ma vogliono cogliere lopportunit. A quale strumento pensa? Una Bicamerale? No. A me interessa registrare se esiste la volont di tutti i partiti per cambiare le regole. Lo strumento si trova. Una sessione parlamentare ad hoc, un altro appuntamento in aula: vedremo. Non devessere una mega riforma, ma un aggiustamento fondamentale dello scheletro istituzionale. Su questo piano dobbiamo dialogare anche con la Lega. E il governo che fa, sta a guardare? Come noi avevamo suggerito, nella squadra di Monti non esiste il ministro delle Riforme. una scelta che abbiamo apprezzato. Un governo tutto tecnico sa di avere una vocazione precisa. Ma il cambiamento delle regole affidato al Parlamento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI FINANZIARIA ECONOMIA


Nasce il pensionamento flessibile: possibile andare a riposo da 62 (per le dipendenti private) o 66 anni fino ai 70

I 10

PER SAPERNE DI PI www.inps.it www.lavoro.gov.it

Il contributivo meno generoso del retributivo, dove lassegno calcolato sugli ultimi stipendi

IL DOSSIER. Le misure del governo

Le pensioni
ROBERTO MANIA

La riforma colpisce la classe del 1952 cinque anni di attesa in pi rispetto a prima
Chi prossimo al ritiro sar danneggiato in misura piuttosto modesta perch con il meccanismo pro-quota le nuove regole incidono poco
OGNI riforma delle pensioni fa le sue vittime. Nel 1995 , la riforma Dini, colp duro chi, allepoca, era ad un passo dai diciotto anni di contribuzione limite necessario per essere escluso dal contributivo. Le vittime delle riforma Fornero sono i sono i nati nel 1952, coloro che nel 2012, anno di entrata in vigore delle nuove regole, compiranno 60 anni di et. Perch la classe del 1952 la pi danneggiata dalle nuove regole pensionistiche? Perch dal 2012 let minima per la pensione di vecchiaia delle donne sale dal 60 a 62 anni. Dunque una donna che aveva programmato di andare in pensione, dovr restare al lavoro fino al 2015, ben tre anni in pi, perch gradualmente let crescer per raggiungere i 66 anni nel 2018. Per un uomo, invece, che compir 60 anni nel 2012 non ci sar quota 96 (somma tra contributi e et anagrafica) per poter andare in pensione di anzianit. Dovr attendere anche oltre sei anni. Entrambi, donne e uomini, potrebbero andare via prima solo con i requisiti del pensionamento anticipato, come stato battezzato dalla riforma Fornero. Quali sono i requisiti per il pensionamento anticipato? Per gli uomini sono richiesti 42 anni e un mese di contribuzione; per le donne 41 anni e un mese. Fino al 2014 i requisiti saliranno, per poi attestarsi, rispettivamente a 42 e tre mesi e 41 e tre mesi. Chi andr in pensionamento anticipato ricever un assegno pieno come succede oggi con il sistema retributivo? No. La riforma prevede una penalizzazione per chi lascia il lavoro prima di avere compiuto i 62 anni, nel caso abbia 42 anni e un mese di versamenti, se uomo, o 41 e un mese, se donna. Per ogni anno di anticipo ci sar una decurtazione dellassegno pari al 2 per cento. La pensione sar per piena con oltre 62 anni. Sar il lavoratore o la lavoratrice a decidere quando abbandonare il lavoro. Si introduce cos il principio delle flessibilit di pensionamento in coerenza con lo spirito di un sistema contributivo. Cosa vuol dire un pensionamento flessibile? Significa che si stabilisce una forchetta entro la quale i lavoratori possono scegliere di andare in quiescenza, purch si abbiano almeno venti anni di contribuzione. Per gli uomini (e per le donne del pubblico impiego) let flessibile parte da 66 anni e arriva a 70 anni; per le donne private da 62 a 70. Nel sistema contributivo non c pi unet rigida per il pensionamento. E il sistema dovrebbe tendenzialmente raggiungere lequilibrio finanziario tra entrate (versamenti) e uscite (pensioni). Ma con il sistema contributivo le pensioni sono pi basse? Nel sistema contributivo lammonta-

2035
E lanno a partire dal quale tutte le pensioni saranno calcolate con il metodo contributivo

re dellassegno commisurato ai versamenti. Pi si lavora, pi si versa, pi si accantona per la pensione. Viceversa il sistema retributivo era pi generoso visto che la pensione veniva calcolata sulla base degli ultimi stipendi. Lestensione del contributivo dannegger i lavoratori prossimi alla pensione? Si applicher nella forma pro quota.

Fino al 31 dicembre 2011 la futura pensione sar calcolata con il vecchio metodo, dal prossimo anno (pro quota) con il nuovo. Concretamente per chi prossimo alla pensione la penalizzazione sar piuttosto modesta. In che anno tutte le pensioni saranno calcolate con il metodo contributivo? Nel 2035.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI FINANZIARIA ECONOMIA


La lotta alla recessione parte dai cantieri, poi sconti alle imprese che assumono e pi competizione

PER SAPERNE DI PI www.sviluppoeconomico.gov.it www.agcm.it

I 11

Monti dar al Garante del Mercato i poteri per togliere i freni alleconomia

IL DOSSIER. Le misure del governo

Lo sviluppo
Subito 5 miliardi per le infrastrutture LAntitrust bloccher le leggi anti-mercato
LUCIO CILLIS
Cinque miliardi e 200 milioni di euro per ridare fiato alle opere pubbliche. Sar il Cipe, convocato per oggi, a dare il via libera a interventi sullalta velocit, sullammodernamento di strade statali, porti, favorendo il completamento della metro di Napoli. Tutti provvedimenti attesi e anticipati ieri alla Camera dallo stesso presidente del Consiglio Mario Monti che ha parlato di una riunione che movimenter 5,2 miliardi di euro per nuove opere infrastrutturali. Cantieri certo, ma anche farmaci liberalizzati, deducibilit totale dellIrap sul costo del lavoro, e latteso rafforzamento dellAntitrust e delle sue prerogative.

Opere pubbliche
Oggi dal Cipe fondi per lAlta velocit e la metro di Napoli
IL CIPE pronto a movimentare 5,2 miliardi per nuove opere infrastrutturali. In cima alla lista ci sono il completamento del tratto di 40 chilometri di ferrovia ad alta velocit Treviglio-Brescia e il Terzo Valico dei Giovi, curati da Rfi. Pronti ad entrare in campo anche lAnas, che dovrebbe procedere a diversi interventi medio-piccoli sul territorio oltre allammodernamento di strade statali nel Meridione, come la 106 Ionica (una delle arterie pi pericolose del Paese) o la Agrigento-Palermo. Una parte dei 5 miliardi stanziati andranno anche al Mose, alla metro di Napoli e al porto di Taranto.

Liberalizzazioni
LAutorit impugner anche le norme locali contro la concorrenza
MAGGIORI poteri allAutorit garante della concorrenza. lo stesso premier Mario Monti a spiegare in Parlamento il rafforzamento dellAntitrust: Per togliere i freni alleconomia abbiamo previsto un forte pacchetto di liberalizzazioni. LAntitrust potr impugnare in giudizio provvedimenti della Pubblica amministrazione restrittivi della concorrenza e sollevare questioni di legittimit costituzionale di leggi che ostacolino il libero sviluppo dei mercati. Un campo dazione pi ampio che dovr per fare i conti con il restringimento del numero di commissari (previsto dalla manovra) che passano da cinque a tre.

Commercio
Deregulation totali i negozi sceglieranno gli orari di apertura
UNA rivoluzione sta per abbattersi sui negozi. Nel decreto Salva Italia, stata inserita la completa liberalizzazione degli orari e dei giorni di apertura delle attivit commerciali. Allo stesso tempo verranno eliminati tutti gli ostacoli che si frappongono alle aperture di nuovi negozi. Insomma, una deregulation totale, che dalle citt darte o dalle zone turistiche (come previsto dallattuale normativa) si allargher a tutto il Paese. Lapertura di nuovi esercizi non avr (quasi) vincoli. Se non quelli legati alla tutela della salute, dei lavoratori, dell'ambiente o dei beni culturali. Gli Enti locali hanno 90 giorni di tempo per adeguarsi alla normativa.

Farmaci
Medicinali in fascia C nei supermercati esentati i piccoli centri
I FARMACI di fascia C, quelli con prescrizione non rimborsati dal servizio sanitario, potranno essere venduti anche fuori dal circuito tradizionale delle farmacie. una piccola vittoria per le parafarmacie, comprese quelle della grande distribuzione, che resta per confinata ai comuni al di sopra dei 15 mila abitanti: il governo ha infatti mitigato lapertura del settore per tutelare le realt pi piccole. Se venisse confermata, questa norma, cos com, rischia di scontentare tutti: sia i farmacisti che promettono una dura protesta, sia i rappresentanti delle parafarmacie, che chiedono una vera liberalizzazione.

Imprese
Sgravi sulle assunzioni di giovani e donne e deducibilit dellIrap
PER sostenere la crescita il governo ha deciso di inserire nella manovra la completa deducibilit dellIrap sul costo del lavoro ai fini dellIres. Le aziende, avranno la possibilit di dedurre dallIres e dallIrpef la quota dellimposta regionale sulle attivit produttive relativa alle spese per i dipendenti. Questo sgravio sar riconosciuto anche per lassunzione di giovani e donne. Il minore gettito per le casse delle Regioni, sar compensato da un incremento dei trasferimenti statali. Questa norma dar maggiori benefici agli istituti di credito, alle aziende pi grandi dei settori manifatturiero, media, telecomunicazioni e energia.

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI FINANZIARIA ECONOMIA


Limposta in teoria graver su tutti i proprietari di immobili, ma c una detrazione di 200 euro

I 12

PER SAPERNE DI PI www.confedilizia.it www.fiscooggi.it

Gli 11 miliardi di incasso complessivo finiranno nelle casse dello Stato, per i Comuni ristretti margini di manovra

IL DOSSIER. Le misure del governo

La casa
DallImu alle rendite, cos la nuova tassazione e arriva il salasso sulle abitazioni delle vacanze
VALENTINA CONTE ROSA SERRANO

Un sacrificio di almeno 400 euro a famiglia, per la prima casa. Non meno di 500 dalla seconda in poi. Ma limporto pu salire fino a tre volte. Lapporto chiesto al mattone per mettere in sicurezza i malandati conti pubblici si configura come un salasso. Forse la pi indigesta tra le misure della manovra. Tra meno di un mese, allo scoccare dellanno nuovo, anche le case degli italiani contribuiranno a salvare il Paese e leuro. Non senza qualche malumore.

RITORNO dellIci, nella versione federalista di Imu, sulla prima casa. Scure sulle seconde case. Rivalutazione record delle rendite catastali (60 per cento). A freddo, piovono i primi calcoli. Che allarmano le famiglie, ma anche gli enti locali. Una stangata enorme, la definisce Graziano Delrio, presidente Anci, lAssociazione dei Comuni. Pi che Ici o Imu la chiamerei Isi, imposta statale sugli immobili, ironizza. Perch gli 11 miliardi attesi di gettito - su 20 netti di manovra complessiva - andranno dritti nelle casse dello Stato. I sindaci potranno recuperare qualcosa manovrando le aliquote (sempre che questa leva sia confermata). Il timore che i cittadini siano gi troppo vessati per rincarare la dose. E che sia pure necessario sacrificare servizi via via depotenziati per i 5 miliardi di tagli ai Comuni nel 2012, tra vecchi e nuovi. Costi in pi sulle tasche di tutti. COME SI CALCOLA LIMU? Limposta municipale unica - anticipata in via sperimentale, dice il decreto, di due anni al 2012 - si calcola moltiplicando le rendite catastatali per 160, il nuovo coefficiente

trale (categoria A2, di tipo civile) costano 260 euro di Imu a Bari, 373 a Firenze, quasi due volte tanto a Roma (615 euro). Sette vani in centro a Milano, evidentemente, sono pi cari: 1.330 euro di Imu ogni dodici mesi. E LE SECONDE CASE? Anche qui dipende. Unabitazione non troppo grande e non collocata in centro (categoria A3, di tipo economico), fa correre lImu a 775 euro a Bari e a 956 euro a Firenze. Se parliamo di Roma, in centro, sette vani (e categoria A2) allora voliamo a 3.116 euro. determinato dalla revisione al 60 per cento delle rendite. E poi applicando laliquota dello 0,4 per cento (agevolata per la prima casa) e dello 0,76 (di base per le seconde case). I Comuni hanno un margine di gestione dello 0,2 e dello 0,3 per cento, rispettivamente (in gi o in su). Possono temperare la stretta o acuirla. CHI LA PAGA? Tutti i proprietari e dunque l80 per cento degli italiani. Sulla prima casa (il 66 per cento delle abitazioni esistenti nel Paese, 20 milioni di immobili) si applica la detrazione di 200 euro. Questo sconto esenter molti. Secondo alcune valutazioni, il 60-70 per cento di prime case. Anche lentit della detrazione potr essere ampliata dai singoli Comuni. CONSIDERIAMO QUATTRO CITT. DOV LIMU PI ALTA? Dipende da zona, ampiezza e categoria catastale dellappartamento. Cinque vani in una zona semicenCASE AL MARE. COME SONO CONSIDERATE? Seconde case. A cui applicare laliquota base, maggiorata, dello 0,76 per cento. Un bilocale a Forte dei Marmi fa sborsare 811 euro di Imu allanno. Una magione a Rapallo, poco pi grande, non si discosta molto dalla quasi equivalente toscana e costa 873 euro. Una piccola casa vacanza a Sabaudia da 3 vani (categoria A2), sul litorale laziale, pi economica: solo 427 euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I numeri

2012
LANTICIPO

7,6 per mille


ALIQUOTA BASE

4 per mille
LA PRIMA CASA

200 euro
LA DETRAZIONE

LImu sar applicata in via sperimentale dal 2012 al 2014 Entrer a regime a partire dal 2015

LImu avr unaliquota del 7,6 per mille. I sindaci potranno aumentarla o diminuirla del 3 per mille

La percentuale dovuta per la prima casa sar del 4 per mille. I Comuni potranno ridurla al 2 per mille

I possessori di una sola casa beneficeranno di una detrazione fino a 200 euro

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI FINANZIARIA ECONOMIA


Il bollo dovrebbe passare da un importo in cifra fissa a una percentuale da applicare al deposito titoli

PER SAPERNE DI PI www.abi.it www.borsaitaliana.it

I 13

La tassazione si allargherebbe a conti correnti, fondi e polizze. Imponibile non pi calcolato al nominale

IL DOSSIER. Le misure del governo

La finanza
Mini-patrimoniale sul risparmio sar unaliquota sui valori di mercato
VITTORIA PULEDDA
MILANO Si va a prelevare dove ci sono i soldi, applicando unaliquota sulla ricchezza finanziaria pi facilmente identificabile. Del resto, o si fa cos, oppure si scelgono soluzioni anche peggiori, come laumento dellaliquota Iva o i tagli alla Sanit, spiega Tommaso Di Tanno, professore di Diritto tributario a Siena. I dettagli quelli fondamentali, a partire dallaliquota fiscale a tarda serata non si conoscevano ancora. Ma il senso si sta delineando con sufficiente chiarezza. Di certo il nuovo regime di bollo sugli strumenti finanziari non sar indolore. Vediamone le tappe principali. CRESCE LA BASE IMPONIBILE Secondo le prime interpretazioni, anche il conto corrente entrer a far parte di titoli, prodotti e strumenti finanziari su cui si abbatter la scure del fisco. In realt, si sta ancora studiando lelenco esatto di cosa verr compreso nel paniere, ma le prime ipotesi includono il conto corrente, i fondi comuni di investimento, le polizze vita a contenuto finanziario (a partire dalle index linked) tutti gli strumenti insomma, anche quelli che non hanno bisogno di un deposito; oltre, ovviamente, alle azioni, ai bond e ai titoli di Stato. Uniche eccezioni, i fondi pensione e fondi sanitari. CAMBIA IL METODO DI CALCOLO Differenza non di poco conto, limposta sar calcolata non sul valore nominale/di rimborso, ma su quello di mercato. Con i fortissimi cali dei titoli di Stato (nonostante il rimbalzo di ieri) molto diverso pagare unimposta sul prezzo di mercato o su quello nominale e la nuova formulazione rispetto a quella del vecchio governo fa giustizia del disastro dei mercati finanziari negli ultimi tempi. SI PAGA CON UNA ALIQUOTA UNICA Il governo Berlusconi aveva introdotto tre importi fissi, da applicare a scaglioni (vedi tabella); dunque, chi aveva una ricchezza finanziaria compresa tra 50 e 150 mila euro pagava la stessa cifra, e cos via. Ora invece ci sar unaliquota (ancora da determinare,) che verr applicata alla ricchezza finanziaria presso la banca (o la Sim, o un altro intermediario finanziario) e si pagher quindi in modo proporzionale a quanto si possiede, ma con un probabile tetto al prelievo. IL RUOLO DEGLI INTERMEDIARI

Il Tesoro ancora alle prese con la norma del decreto che rivedr il trattamento fiscale delle attivit finanziarie. Era stato da poco inasprito dal governo precedente

La logica della nuova imposta di agire dal punto di vista degli intermediari. Per cui se una persona ha pi depositi titoli, la base imponibile si somma e su quella si applica laliquota fiscale. Se invece una persona ha polizze, dossier, conti di deposito etc... presso vari operatori, ogni intermediario finanziario (che funge da sostituto dimposta) provveder al prelievo, per la parte depositata presso di lui. LA FRANCHIGIA Rispetto allimpianto di Berlusconi, chi ha un risparmio contenuto, fino a cinquemila euro, non paga niente. Non

ancora chiarito se questa franchigia scatta anche nel caso di ricchezze superiori se insomma quel primo gruzzoletto sia per tutti esente dal prelievo mentre dovrebbe essere abbastanza certo che se si ha un prodotto finanziario per meno di 5mila euro con un intermediario diverso da quello presso cui sono concentrate le disponibilit finanziarie, per quella parte non si paga. A CHI CONVIENE IL NUOVO REGIME Fino a quando non saranno pubblicati i decreti, con tutti i dettagli, quasi impossibile fare simulazioni e confronti. Di

sicuro pagandosi in maniera proporzionale il prelievo pi equo (non ci sono medie di Trilussa) ma il salasso rischia di essere rilevante. Ma chi cercher di fare il furbo potrebbe rischiare di far peggio. Tutti quelli che hanno trasferito lecitamente i soldi in Svizzera, tra spese e commissioni se ne sono pentiti, conclude Di Tanno. Del tutto ininfluente invece la nazionalit dellintermediario in Italia: banche, Sim, Sgr che agiscono nel nostro paese sono considerati soggetti italiani dal punto di vista fiscale, al pari di qualsiasi cassa di risparmio o banca provinciale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NUOVI INGRESSI
Cresce la base imponibile: entrano i conti correnti, i fondi comuni e le polizze vita. Esclusi fondi pensione e polizze sanitarie

IL CALCOLO
Limposta sar calcolata non sul valore nominale di rimborso dei prodotti finanziari posseduti, ma su quello di mercato

ALIQUOTA UNICA
Finora si applica una cifra fissa secondo tre scaglioni di ricchezza. In arrivo unaliquota che render proporzionale il prelievo sui titoli depositati

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI FINANZIARIA POLITICA INTERNA

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.governo.it

I 15

Lettere a Monti
Il Vaticano dia lesempio
LEGGO su Repubblica. it che un rappresentante della Conferenza episcopale ha chiesto che la manovra deve contenere pi equit. Ecco, benissimo: a cominciare da loro, magari, con unIci anche per la Chiesa. Potrebbe essere una tassazione simbolica. Ma senza neanche esagerare con lo stare bassi. (lacustremigrato)

Fate saltare i miei piani


CARO Presidente Monti, ho iniziato a lavorare a 18 anni, ora ne ho 51 e lavoro da 33 anni. Con i provvedimenti che avete preso dovr lavorare fino a 66 anni, in alternativa mi toccher andare in pensione con 42 anni di contributi a 60 anni di et e sopportando una penalizzazione del 2%. Non ho gi dato abbastanza? (cam1900 )

Forbici sulle pensioni doro


CARO Presidente Monti, prima di decidere di congelare ladeguamento della maggior parte delle pensioni al costo della vita, non sarebbe stato pi giusto che la manovra stabilisse un significativo contributo di solidariet per le pensioni pi alte? (falconline)

Mario Monti parla nellaula del Senato attorniato dai suoi ministri

Province, abolirle meglio


CHE senso ha tenere Province con 10 consiglieri? Meglio abolirle e basta. E poi leggo che i soggetti chiamati all'ufficio della presidenza del consiglio, di ministro e sottosegretario cessano da qualunque altro trattamento retributivo gravante sullo Stato. Dubbio: se lavorano per enti privati allora i deputati potranno avere un doppio salario? (totorebruno)

Senza lavoro n previdenza


CARO Presidente, considerato linnalzamento dellet pensionabile, chi ha firmato laccordo di accompagnamento al pensionamento con la propria azienda destinato a rimanere senza stipendio e senza pensione. Terr in considerazione il destino di queste persone? (ott2011)

Caro Presidente, sui Ici, evasori e pensioni restano troppe iniquit


MARCO BRACCONI
tutti i messaggi, a senso unico. Tocca pensionati e ceto medio, ma sostanzialmente assolve LA REAZIONE sul web scatta allunisono. E in grandi patrimoni e redditi alti. Quell1,5% sui poche ore la manovra salva-Italia diventa tema capitali scudati sembra troppo poco, e troppo di discussione on line. Sono migliaia i post di poco incisiva appare la mossa della tracciabilit commento alle notizie pubblicate in tempo sopra i 1000 euro. E poi la Chiesa, che non paga reale da Repubblica.it sul decreto Monti. Nu- tasse sugli immobili, le spese militari da contemerosi messaggi sono rivolti direttamente al nere, e una infinit di commenti di sconcerto presidente del Consiglio. Dagli articoli agli edi- per il mancato giro di vite sui costi della politica. toriali, dai blog alla pagina Facebook del nostro Pagano sempre i soliti, il refrain che ricorre giornale, i lettori si esprimono in Rete. Tra i dubbi pi frequensenza filtri. E senza sconti. Conti, quelli di chi in mobilit a sapevolezza, delusione, preoc- Migliaia di causa di crisi aziendali e adesso cupazione, in alcuni casi rab- di messaggi su non sa quale destino lo aspetti bia. E poi dubbi, qualche ironia, in conseguenza dello slittaRepubblica.it. richieste di chiarimento. mento in avanti dellet pensioIl rischio default dellItalia Questausterit nabile; o di chi si chiede quanto un dato che tutti percepiscono a senso unico abbia pesato il no di Berlusconi come reale, la prudenza dei alla patrimoniale. Ma c anche momenti difficili vale per tutti. la voce di chi coltiva la speranza Ma la delusione nelle lettere si di vedere migliorato, durante liter parlamentasente eccome. Le critiche alla stretta sulle pen- re, un decreto che tutti sanno necessario, ma sioni e alla reintroduzione dellIci sono batten- nessuno riesce a vedere cos equo come aveti. La vera irritazione non tanto per ci che nel- va promesso il Professore arrivato a Palazzo la manovra c, ma per ci che invece manca. La Chigi per rimettere in carreggiata lItalia. scure del risanamento ha agito, secondo quasi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Avete salvato i super-ricchi


SIGNOR Presidente del Consiglio, vi costava molto aumentare laliquota Irpef anche solo di un punto per i redditi superiori ai 70.000 euro allanno? E poi viene spontaneo domandare: perch al super ricco non avete di fatto chiesto nulla? (mammalaura01)

Decisi sui grandi patrimoni


SIGNOR Presidente del Consiglio, lei dice che una patrimoniale sulle grandi ricchezze come in Francia avrebbe determinato una fuga in attesa di essere resa operativa. Sono parole che fanno pensare. forse unammissione di impotenza del governo? (ias39)

Fate pagare lIci alla Chiesa


CARO Presidente, la Cei dice che la sua manovra poteva essere pi equa se avesse colpito maggiormente i redditi pi alti. Allora perch non provvede al recupero dellIci sugli innumerevoli immobili in possesso della Chiesa cattolica e utilizzati per svolgere attivit economiche e finanziarie? (emc)

Tracciabilit gi a 500 euro


LA MANOVRA si propone di rendere un po pi dura la vita agli evasori fiscali. Ma per scovare davvero questi ultimi non sarebbe stato meglio se la tracciabilit dei pagamenti fosse stata fissata a partire da 500 euro invece che al di sopra dei mille euro? (aldorabbiati)

Coraggio a corrente alternata


MI PIACEREBBE capire una cosa, caro Presidente: perch avete avuto il coraggio di bloccare ladeguamento allinflazione delle pensioni superiori ai mille euro e avete invece fatto marcia indietro sullaumento Irpef per i redditi superiori ai 75 mila euro? (13leonardo)

Pensi a chi fa i turni di notte


CARO Presidente, la sua manovra ha aumentato let pensionabile per uomini e donne. Ma nel deciderlo ha pensato a quelle mamme e nonne che lavorano di notte negli ospedali, nelle fabbriche? E ha pensato a quelle maestre di 62-65 anni alle prese con classi di 25-30 alunni? (42ne07)

Obbligo di 730 sugli yacht


PER chi possiede un aereo, uno yacht o una Ferrari, pagare una soprattassa significa ben poco. Occorre verificare la compatibilit con la dichiarazione dei redditi. Perch non obbligare a tenere a bordo copia del mod. 730? Si potrebbe magari scoprire che c chi gira in Ferrari e denuncia redditi minimi. (fernando esposito)

Patrimoniale, chi lha vista?


MI DOMANDO perch non si fatta una vera patrimoniale, per esempio alla francese? Vorrei sapere quanto ha pesato su questo il veto di Berlusconi? E poi dove sarebbero le misure per lo sviluppo? E non capisco in che modo sarebbero tutelati gli over 50 rimasti senza lavoro? (Rodolfo)

Per me del 52 equit addio


SONO nato nel 52. Avrei potuto andare in pensione nel 2012 con 60 anni e 36 di contributi. La manovra 2011 mi aveva spinto al 2013. Con questa riforma, 66 anni o 42 di contributi, arriver al 2018. I miei colleghi del 51 sono andati con 58 anni e 35 di contributi. Con la differenza di 8 anni di et oppure 7 di contributi, come si fa a parlare di equit? (giuseppe amore)

Non c nulla per i giovani


SIGNOR Presidente del Consiglio, se assieme ai tanti tagli previsti dalla manovra ci fosse stato anche un pacchetto di provvedimenti per dare una mano ai giovani e per favorire la la crescita, non crede che i dubbi di tanti, a cominciare da quelli dei sindacati, sarebbero stati meno forti? (Bud1966)

Ora mano pesante sui ladri


CARO Presidente Monti, la manovra che avete varato durissima ma io sono comunque disposto a digerirla. Le chiedo: lei per disposto con il suo prossimo decreto a fare un provvedimento severissimo contro chi ruba o anche soltanto sperpera il denaro pubblico? (cannes57) REPUBBLICA.IT Su Pubblico la rubrica di Odifreddi, con i blog di Bracconi, Caporale e Vecchio

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA CRISI MONDO FINANZIARIA

I 16

LEuropa

Lasse Merkel-Sarkozy sul debito Adesso un Trattato Ue pi duro


No agli eurobond. A rischio la tripla A di Germania e Francia
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE GIAMPIERO MARTINOTTI
PARIGI Una disciplina alla tedesca con qualche piccolo ammortizzatore made in France: laccordo tanto atteso fra Angela Merkel e Nicolas Sarkozy stato raggiunto ieri allEliseo e sar formalizzato mercoled in una lettera al presidente dellUe, Herman Van Rompuy. Avremo un nuovo trattato europeo in cui sar iscritta la regola doro, cio lobbligo per ogni Stato di iscrivere nella propria costituzione lobiettivo del pareggio di bilancio. La disciplina finanziaria diventa cos la stella polare delleurozona, che dovr applicare la filosofia tedesca della stabilit. Non ci saranno eurobbligazioni, ma i francesi sperano che la Bce, sulle cui mosse i governi non faranno commenti, dia ossigeno al sistema bancario acquistando titoli pubblici sul mercato secondario. E, proprio a testimonianza dellaggravamento della crisi, lagenzia Standard & Poors si prepara a mettere sotto osservazione con implicazioni negative il rating tripla A di Germania, Francia, Paesi Bassi, Austria, Finlandia, Lussemburgo. In tutto i Paesi sotto osservazione potrebbero essere

Le tappe
LA LETTERA
Merkel e Sarkozy invieranno domani una lettera con le proposte al presidente del Consiglio Ue Van Rompuy

La proposta: Sanzioni per chi sfora e pareggio di bilancio nella Costituzione


17, e sotto la lente dellAgenzia c anche lItalia. Secondo Sarkozy, laccordo franco-tedesco il pi completo possibile. e in assenza di una governance comunitaria nessuno potr opporsi alle sue proposte. La prima, e pi importante, una revisione dei trattati per inserire lobbligo del pareggio dei bilanci nelle costituzioni nazionali e il

IL VERTICE
I leader dellUnione europea saranno gioved e venerd a Bruxelles per un summit cruciale per leuro

Herman Van Rompuy principio di sanzioni immediate contro chi presenta un disavanzo superiore al 3 per cento. La firma di un nuovo trattato sar proposta gioved a Bruxelles a tutti i 27 membri dellUe, ma previsto (ed probabile) che esso finisca per essere sottoscritto solo dai 17 Stati delleurozona. S a una modifica dei trattati, ma solo se fatta a 27, senza creare un club ristretto di

Paesi, replicano fonti dellUe. I tempi fissati sono stretti: il nuovo protocollo dovr essere pronto entro marzo e la sua ratifica parlamentare prevista dopo le elezioni francesi di primavera. Si tratta di avanzare a tappe forzate, ha spiegato Sarkozy, per ristabilire la fiducia nelleuro. Chi avr un deficit superiore al 3 per cento sar immediatamente punito e la

sanzione potr essere bloccata solo da una maggioranza qualificata. Non sar per la Corte di giustizia europea ad avere potere di controllo, ma gli organi nazionali, come la nostra Corte costituzionale. I giudici comunitari potranno solo verificare la conformit delle varie regole doro ai trattati. Per quanto riguarda la governance, presidente e cancelliera hanno deciso che i capi di Stato e di governo delleurozona si riuniranno una volta al mese per tutta la durata della crisi, con un ordine del giorno preciso, focalizzato sulla necessit di stimolare la crescita. Vittoria schiacciante della Merkel anche per quanto riguarda gli eurobond: per il momento non se ne parla, non sono in nessun caso una soluzione alla crisi, ha detto Sarkozy. Silenzio sul ruolo della Bce: indipendente e la sua azione non verr commentata, anche se i francesi sperano che intervenga sui mercati, con acquisti di titoli pubblici, per accompagnare luscita dalla crisi. Berlino

LA STRETTA DI MANO
Angela Merkel e Nicolas Sarkozy si sono incontrati ieri allEliseo, a Parigi

cede solo su due punti: il futuro Meccanismo europeo di stabilit, cio il fondo salva-Stati rinnovato, vedr la luce nel 2012, con un anno di anticipo; e la partecipazione dei privati al salvataggio della Grecia rester un caso isolato. Adesso, la parola passa agli altri partner europei, attesi gioved a Bruxelles per il vertice decisivo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.europa.eu www.ecb.int

I 17

Lo scenario

ANDREA BONANNI
BRUXELLES C molta pi coreografia che sostanza nelle conclusioni del vertice MerkelSarkozy di Parigi. E se i mercati e le borse europee e mondiali hanno reagito in modo tanto positivo perch la sostanza sta da qualche altra parte: pi precisamente nella concretezza (dolorosa) della manovra italiana varata da Mario Monti, e nellaspettativa di un intervento pi energico da parte della Bce di Mario Draghi. Ma la coreografia messa in scena dal duo francotedesco non priva di effetti n di significato. Illuminando il complesso di norme sulla governance, in larga misura gi adottate, con la solenne liturgia di una riforma dei Trattati, Parigi e Berlino conferiscono alla manovra di Monti un messaggio e un valore che va al di l degli effetti sui conti pubblici italiani e si fa prototipo di una virtuosit di governo che dovr divenire la norma europea. Inoltre offrono a Draghi lopportunit di considerare in via di compimento quel fiscal compact, quellinsieme di norme di bilancio concordate, che il presidente della Bce aveva posto come condizione per un maggiore impegno della Banca centrale in difesa del debito pubblico europeo e soprattutto delle banche che ne sono strangolate. Nel percorso di una crisi che da due anni avanza sul doppio binario dei dati concreti ma anche delle suggestioni emotive, lidea di solennizzare con un Trattato il rinnovato impegno alla disciplina di bilancio dei governi europei (in larga misura rinnovati anchessi), pu forse sortire quelleffetto di annuncio che ladozione alla spicciolata delle varie norme sulla governance nel corso degli ultimi mesi non erano riuscite ad avere.

Passa la linea di Berlino contro lassedio alla Bce Carta bianca a Draghi
Sostegnoalrigoredellamanovraitaliana
stanzialmente la sovranit di bilancio dei singoli governi. Ma Francia e Germania lo hanno gi annacquato prima ancora di proporlo ufficialmente spiegando che in nessun caso la Corte potr cancellare un bilancio votato da un Parlamento nazionale. Di fatto, la Commissione continuer ad avere pi potere di ingerenza sui bilanci di quanto ne avr la Corte. Lanticipazione di sei mesi dellentrata in vigore dellESM, il fondo salva stati permanente che dovr sostituire lEFSF nel 2012 invece che a met 2013, non ha di per s nessun significato. A meno che il nuovo fondo non riparta con una capacit di credito tutta nuova, senza ereditare gli impegni gi assunti dallEFSF in favore di Irlanda, Grecia e Portogallo e che hanno gi notevolmente ridotto la sua capacit di fuoco. Ma su questo dettaglio, quanto mai cruciale, i due non si pronunciano. Infine la decisione di tenere vertici mensili dei capi di governo delleurozona forse una iniziativa lodevole, ma certo non ri-

chiede una modifica dei Trattati. Si direbbe che Merkel e Sarkozy, al momento di stilare la lista delle loro proposte, abbiano avuto pi allocchio le proprie esigenze di politica interna che una visione lungimirante sul futuro della costruzione europea. La cancelliera porta a casa lassenso francese ad accantonare temporaneamente lidea degli euro-bond. Sarkozy riesce a rinfrescare la propria immagine di decisionista rinviando per tutte le scelte pi difficili a dopo le elezioni presidenziali. In realt la parte pi significativa della proposta franco-tedesca sta in quella frasetta apparentemente anodina sulla Banca centrale: Abbiamo fiducia nella Bce, e siamo favorevoli alla sua indipendenza. Non faremo commenti alle sue decisioni. Questo equivale dare a Draghi quella carta bianca che il suo predecessore Trichet non ha mai avuto, e che costata due dimissioni dei membri tedeschi del board di Francoforte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mario Draghi, presidente Bce

I PUNTI
UN NUOVO TRATTATO
Per Francia e Germania serve un nuovo trattato europeo sottoscritto da tutti i 27 Paesi dellUnione o, in assenza di accordo, dai 17 delleurozona

LE SANZIONI
Regole pi severe sui bilanci pubblici e sanzioni automatiche per i Paesi che sforano il tetto del deficit al 3% del prodotto interno lordo

Abbiamo fiducia nella Banca Centrale, non faremo commenti alle sue decisioni
Ma bene sottolineare il forse. Perch, se si va a vedere nei dettagli la sostanza del Trattato anticipata da Merkel e Sarkozy, si pu facilmente constatare che c ben poco di nuovo. Lidea dellinserimento della regola del pareggio di bilancio nelle Costituzioni era gi stata approvata al vertice europeo di giugno. E comunque, per definizione, le modifiche alle costituzioni nazionali non possono essere decretate con un Trattato internazionale. Senza contare che proprio la Francia di Sarkozy oggi il Paese che ha maggiori difficolt a mettere in atto la modifica costituzionale, per lopposizione dei socialisti che non consente di raccogliere la necessaria maggioranza parlamentare. Il meccanismo delle sanzioni automatiche a chi sfonda il tetto del tre per cento di deficit gi stato approvato nella riforma della governance varata in codecisione con il Parlamento europeo. E bisogna sottolineare che proprio Francia e Germania si erano opposte alla proposta della Commissione. E solo grazie alla dura resistenza del Parlamento europeo se la norma oggi sbandierata dal duo franco-tedesco rimasta nella versione finale della legislazione comunitaria. Il ruolo della Corte di Giustizia europea potrebbe essere, in effetti, una novit rivoluzionaria perch in teoria ridurrebbe so-

LA GOLDEN RULE
Una regola aurea sul pareggio di bilancio, rinforzata e armonizzata allinterno delleurozona, da inserire nelle Costituzioni

NO AGLI EUROBOND
Escluso il ricorso agli eurobond, emissioni comuni alleurozona: per Merkel e Sarkozy ripartirsi il debito non la soluzione alla crisi

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

IL VOTO MONDO IN RUSSIA

I 18

Ora una Russia senza Putin la sfida della piazza dopo il voto
Gorbaciov: Il premier stia attento. La Clinton: inchiesta sui brogli
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE NICOLA LOMBARDOZZI
MOSCA In tv dicono che non cambiato niente ma c una folla nuova per strada che urla sotto la pioggia: Rossija bez Putina, Una Russia senza Putin. E non sono i soliti volti schedati delle manifestazioni del 31 del mese, attivisti di professione, e politici banditi dal parlamento. Ci sono mamme con bambini, studenti, pensionati con colbacco e bandiera russa sventolante. Diecimila persone, che a Mosca un numero che non si vedeva dai tempi della fine dellUrss. Un coro che scuote le vetrine del quartiere snob di Cistje Prudy e che arriva lontano fino alle rive della Moscova, alle atmosfere cupe delle stanze del premier Vladimir Putin alle prese con una crisi personale e politica che non si sarebbe mai aspettato fino a pochi mesi fa. arrivato davanti a una linea rossa dice preoccupato Mikhail Gorbaciov ai microfoni di Radio Eco di Mosca Adesso si fermi e rifletta bene. ancora in tempo per lasciare che tutto resti dentro un processo democratico e senza violenze. Attenzione ai gesti che possano chiamare il popolo alla rivolta.

La linea rossa

Il premier davanti a una linea rossa, adesso si fermi e rifletta. Eviti gesti che chiamano il popolo alla rivolta
PREMIO NOBEL
Mikhail Gorbaciov

Il risultato ufficiale del voto di ieri ha in effetti il senso di una linea di confine verso un futuro incerto. Il partito Russia Unita, ha comunque vinto le elezioni, ha pure salvato in extremis la maggioranza assoluta dei seggi. Ma ha avuto appena il 49,5 per cento dei voti. Oltre il 15 per cento in meno che nel 2007. Putin fa sapere ai tg che non preoccupato. Che per varare le leggi bastano 220 deputati e noi ne abbiamo 238. Ma sono calcoli buoni per un premier qualunque, non per uno che ha fondato il suo potere sul mito del grande consenso. E poi a quelle cifre, alle percentuali che la televisione continua a ripetere da ventiquattro ore, sono sempre meno a credere. Le denunce di brogli, calcoli falsati, minacce ai seggi, dilagano su Internet e perfino sui giornali pi moderati. Lo ribadiscono autorevolmente gli osservatori dellOsce che hanno controllato, tra mille ostacoli e difficolt burocratiche, le operazioni di voto in tutto il Paese. Fanno dire a Hillary Clinton: Il popolo russo ha diritto a uninchiesta approfondita e indipendente. E pi che la dichiarazione del Segretario di Stato Usa, fa colpo tra la gente di Cistje Prudy, la mancata reazione sdegnata di Putin, la

REPUBBLICA.IT Aggiornamenti sulle elezioni in Russia, gli audio del nostro corrispondente
frecciatina di routine contro le ingerenze straniere. Stavolta invece niente. Il premier tace. Il presidente Medvedev, che invece continua a ricevere giornalisti e telecamere, sorride e cambia discorso: Macch brogli. tutto regolare. Fondi distolti per falsare il voto? E dove sono questi fondi?. Notizie che sembrano segnali di debolezza alla folla sotto la pioggia. Il coro si fa sempre pi forte: Rossija bez Putina. E poi anche imprudente: Putin Vor Putin ladro. Succede quando sul palchetto da fiera agricola allestito tra un cordone di poliziotti sale leroe dei blogger di Russia, eletto sindaco di Mosca e una volta perfino Presidente, in una delle simulazioni di voto che il gioco preferito dagli internettari del Paese. Alkesej Navalnjy, finito pure sulle copertine dei magazine americani per il suo blog anticorruzione. Fisico da marine, volto da ragazzo timido, sbaraglia tutti i convenuti quanto ad applausi e cori di sostegno. Lo applaudono lambientalista Evgenja Chjrokova, lex vicepremier eltsiniano Boris Nemtsov, lex deputato putiniano Vladimir Ryzhkov, giovani gestori di blog diffusi in tutta la Russia. Una strana alleanza di gente diversa per cultura, idee politiche, scelte di vita. Siamo diversi ma abbiamo un solo obiettivo grida Navalny chiamando lennesimo applauso ritornare al rispetto delle regole. Ma non sono soli i brogli a far male. La cosa pi grave resta lesclusione a priori di partiti e movimenti attraverso decisioni della commissione generale elettorale che non hanno convinto nessuno. Ed questa la domanda che tutti si pongono tra un intervento

e laltro: Che far Putin? Continuer a chiudere la strada a tutte le opposizioni? O allargher un po le maglie potere?. la linea rossa di cui parla Gorbaciov. Si vedr presto, gi alla vigilia delle elezioni presidenziali del 4 marzo. Al momento, Putin lunico candidato. Per sfidarlo ci vogliono un milione di firme che vengono controllate ad arte dalla solita commissione. Tra le pause della manifestazione gli oppositori discutono di un candidato unico che possa affrontare il grande avversario. Le trattative sono in cor-

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.themoscowtimes.com www.itar-tass.com/en

I 19

Lintervista

Latto di accusa di Vladimir Bukovskij, scrittore ed ex dissidente sovietico

PIETRO DEL RE
MA quali elezioni? Quale voto democratico? Le legislative che si sono tenute in Russia domenica scorsa sono state solo una pantomima, e per di pi fraudolenta. Questo pensa Vladimir Bukovskij, scrittore ed ex dissidente sovietico che, nel 1976, dopo undici anni di prigionia negli ospedali psichiatrici, fu scambiato con lallora leader comunista cileno Luis Corvalan, a sua volta detenuto nelle carceri di Pinochet. Dopo il voto niente cambiato, al potere rimangono quelli che cerano prima, dice ancora Bukovskij, che raggiungiamo al telefono nella casa di Cambridge dove vive dagli anni dellesilio. Eppure, rispetto alle precedenti elezioni, Putin e il suo partito Russia Unita hanno perso quasi 16 punti percentuali. Che cosa far adesso il premier per fermare questa emorragia di consensi? Non far nulla, perch ha comunque ottenuto ci che voleva: vincere.

Elezioni farsa, niente cambiato al potere restano sempre gli stessi


La preoccupa il fatto che i comunisti abbiano raggiunto il 20 per cento delle preferenze? No, n mi stupisce, poich se alcuni oppositori avevano invitato allastensionismo, altri avevano invece chiesto ai russi di votare qualsiasi partito salvo, ovviamente, Russia Unita. Hanno cos guadagnato consensi il Partito comunista e Russia Giusta. Ma stato solo leffetto di un voto di protesta. Cosa prevede per le presidenziali di marzo? Sono pronto a scommettere un miliardo di dollari che Putin ridiventer presidente della Russia. Sono altrettanto certo che sar eletto al primo turno. E ci avverr in ogni caso, anche se la gente decidesse di non andare a votare. Purtroppo, le elezioni russe prescindono da quello che il suo po-

LAUTORE
Vladimir Bukovskij, scrittore ed ex dissidente nellUnione sovietica

Un paese normale

Io, una Russia normale, non far in tempo a vederla. Morir prima che ci accada

polo desidera. Ci sar un ulteriore giro di vite contro gli oppositori? Mi sembra che ci sia gi abbastanza repressione in Russia. Domenica, gli oppositori che manifestavano contro i palesi brogli elettorali sono stati caricati dalla polizia. Duecentocinquanta di loro sono stati arrestati. A Mosca questa la normalit. Ma quanto bisogner aspettare prima che la Russia diventi un Paese democratico? Anzi: lo diventer mai? Me lo auguro. Ma io, una Russia normale, non far in tempo a vederla. Morir prima che ci accada. Ho 69 anni, e ci vorrebbe un miracolo perch ci avvenga nei prossimi 10. Ma un giorno, anche nel mio Paese, verranno rispettate le regole pi elementari del vivere civile e democratico.

Eppure ne ha fatta di strada la Russia rispetto agli anni in cui al Cremlino cerano i dittatori sovietici? Senza dubbio. Da allora sono stati compiuti enormi progressi. Una volta non era neanche concepibile lidea di scendere in piazza per protestare contro un candidato di regime. E poi, durante il comunismo, di candidati ce nera uno soltanto. Ma rimasto intatto il riflesso di imputare le colpe alle potenze straniere, ogni volta che qualcosa sinceppa. S, una forma di propaganda storica che serve a costruire accuse di complotti, tradimenti e attivit sovversive contro chiunque esca dai ranghi. E gli attuali dirigenti del Cremlino adorano questo tipo di calunnie, il che caratteristico della mentalit dei servizi segreti. Il problema che la gente diventa sempre pi paranoica. E che se c un terremoto, e Putin dice che colpa degli Stati Uniti, ci crede.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I numeri del voto

49,54%
RUSSIA UNITA

Al partito di Putin il 49,54% dei voti e 238 seggi

19,16%
PARTITO COMUNISTA

Raggiunge il 19,16%, sette punti in pi

13,22%
RUSSIA GIUSTA

Il partito di centro ottiene il 13,22% dei consensi

11,66%
LIBERAL DEMOCRATICI

GLI OPPOSITORI
Scontri e festa il giorno dopo le elezioni russe che hanno segnato il crollo del partito di Putin

Exploit del nazionalista Zhrinovsky

so. Con i comunisti che dovrebbero per rinunciare al loro leader ventennale Zjiuganov, troppo compromesso. Con i democratici di Grigorj Javlinskij che per ha cominciato male rifiutando linvito a scendere in piazza. Con i populisti di Russia Giusta gi contesi anche dal partito di Putin. Ma potrebbe mai un candidato alla guida di una coalizione ancora tutta da inventare, avere qualche possibilit di successo? Nella serata della gioia e della contestazione ogni utopia ammessa. Navalnjy risponde serio: Se fossero

elezioni corrette, s. Dipende da loro, se scelgono di giocare pulito, devono mettersi a rischio. E se ne va, quasi ignorato dai giovani poliziotti di leva che sorridono e dicono pure arrivederci. Lo arrestano invece agenti speciali, nascosti in auto dai vetri oscurati, trecento metri pi lontano. Niente di grave: accertamenti, controlli, notifiche. Succede ad un altro centinaio di giovani. E un migliaio di altri manifestanti in tutto tra San Pietroburgo e altre citt. La linea rossa sempre pi vicina.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Offerta valida fino al 31/12/2011 per Fiesta Ikon 3 porte 16V 1.2 benzina 60CV a fronte di rottamazione o permuta di un veicolo immatricolato prima del 31/12/2002. Grazie al contributo dei FordPartner. IPT esclusa. Fiesta: consumi da 4,1 a 7,1 litri/100 km (ciclo misto); emissioni CO2 da 107 a 129 g/km. La vettura in foto pu contenere accessori a pagamento.

Nella mia

nuova

FIESTA il 2012 inizia

ADESSO
Fiesta IKON 9.500

ESP, Clima, Radio CD, Cerchi in lega

Acquista la tua nuova Fiesta e la targhi a gennaio.


Gioca danticipo. Ma solo fino al 31 dicembre.

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

MONDO

PER SAPERNE DI PI www.isaf.nato.int www.esteri.it

I 21

Afghanistan, aiuti fino al 2024 Karzai convince lOccidente


Accordo alla conferenza di Bonn. Il Pakistan diserta i lavori
VINCENZO NIGRO
APPOGGIO, finanziamenti e soldi al governo afgano in cambio di lotta alla corruzione e impegno di buon governo. Alla conferenza di Bonn Hamid Karzai ancora una volta sembra esser riuscito ad ottenere quel che voleva: per stabilizzare il suo paese, per limitare la minaccia dei Taliban, la comunit internazionale ha promesso a lui e al suo paese non solo appoggio militare diretto fino al 2014, ma se servir anche un altro decennio di finanziamenti e sostegno, ovvero fino al 2024. I numeri non ci sono ancora, le cifre saranno abbozzate nella conferenza dei donatori che si terr nel 2012 a Tokyo. Ma il risultato politico del vertice di Bonn chiaro: Karzai rimane lunica leva possibile su cui possano appoggiarsi gli americani, la Nato, lEuropa e con loro tutti i paesi donatori. La conferenza di Bonn stata amputata dallassenza del Pakistan, vero giocatore strategico in questa partita che si gioca a cavallo del suo confine con lAfghanistan. Non sono bastate le telefonate del weekend di Barack Obama e Hillary Clinton a far cambiare idea ai dirigenti pachistani, che hanno deciso di saltare Bonn per protesta dopo lattacco americano che per errore ha ucciso 24 soldati pachistani. Mentre lIran ha ribadito di essere contrario ad una presenza militare straniera dopo il 2014. Questo non ha indebolito la forza del segnale che da Bonn la Clinton ha voluto lanciare: Gli Stati Uniti vogliono rimanere al fianco dei loro amici afgani fintanto che sar

Le cifre precisate lanno prossimo LIran: niente soldati stranieri dopo il 2014
AL SUMMIT
A Bonn, il presidente afgano Hamid Karzai (a sinistra) e il segretario di Stato americano Hillary Clinton (sotto)

necessario. Lesempio negativo sempre quello, ovvero la ritirata americana dalla regione dopo la vittoria dei mujaheddin in Afghanistan contro linvasione sovietica. Un abbandono che ha permesso la salita al potere dei Taliban e il rafforzamento delle basi di Al Qaeda in quel paese. Sar una presenza che coster molto alla comunit internazionale: limpegno finanziario fino al 2014 dovrebbe aggirarsi attorno ai 7 miliardi di dollari; da quel momento in poi dovrebbero essere ridotte di molto le spese militari, ma altri finanziamenti saranno destinati a migliorare le condizioni economiche del paese. Ieri a Bonn gli Stati Uniti hanno annunciato

che sbloccheranno alcune centinaia di milioni di dollari di aiuti che erano stati bloccati dopo il grande scandalo della Kabul Bank. Si tratta dello scandalo di una banca su cui transitavano milioni di dollari di aiuti destinati al paese, fondi che in buona parte sono ripartiti dal paese per fermarsi nei conti in Dubai intestati ad alcuni uomini di vicini a Karzai. Era stato innanzitutto lFmi a sospendere il suo programma di aiuti, nel mese di giugno, per la corruzione della Kabul Bank. A met novembre, lFmi ha ripreso i prestiti, annunciando di aver accordato un versamento di 133,6 milioni di dollari.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La lettera
ARO direttore, sono passati dieci anni dallinizio del nostro impegno in Afghanistan, cominciato subito dopo quel tragico 11 settembre. tempo di bilanci e prospettive. Il bilancio di questi dieci anni, in un contesto cos complesso non pu essere, ovvio, sempre linearmente positivo. La sicurezza non ancora pienamente garantita (certamente non lo in maniera uniforme sullintero territorio), ci vorr ancora molto per rendere il paese economicamente e fiscalmente autonomo. Ma i segnali di progresso sono anchessi numerosi ed evidenti, e non possono essere sottostimati. LAfghanistan ha oggi istituzioni democraticamente elette, non ha originato negli ultimi dieci anni attentati terroristici allestero; con la transizione un numero crescente di province e distretti passato o passer nei prossimi mesi sotto il controllo diretto delle forze di sicurezza afgane (in pratica il 50% della popolazione), addestrate dai paesi della coalizione internazionale, tra cui lItalia. Ancor pi importanti sono tuttavia le prospettive. Ed qui che la Conferenza di Bonn ha segnato un punto molto importante. stata infatti ribadita la comune consapevolezza dellimportanza di restare impegnati in Afghanistan sul piano civile anche dopo il 2014, quando sar stato ultimato limpegno militare della coalizione internazionale. Nessuno intende insomma abbandonare lAfghanistan al proprio destino, ancora fresca essendo la memoria collettiva di ci che accadde in quel paese negli anni Novanta dopo limprovviso ritiro delle truppe sovietiche. Nessuno pu permettersi il rischio della ricaduta dellAfghanistan in una situazione di caos. Un Afghanistan stabile una precondizione per la sicurezza globale ed europea. In cambio dellassistenza inter-

LIMPEGNO DELLITALIA NON SI FERMA


GIULIO TERZI
nazionale lAfghanistan si impegnato a portare avanti con responsabilit le riforme interne (mutual credible commitment). Un Afghanistan stabile e sicuro continuer ad essere nellinteresse dellItalia. Il nostro Paese ha fornito in questi dieci anni un contributo di primo piano: oltre 4000 uomini e donne delle nostre forze armate, 570 milioni di aiuti attraverso la Cooperazione

IL MINISTRO
Il ministro degli Esteri Giulio Terzi ha partecipato alla Conferenza di Bonn sullAfghanistan

del Ministero degli Esteri. Un impegno notevole, che abbiamo sostenuto tenendo conto anche delle nostre primarie responsabilit nei confronti dellAlleanza Atlantica. LItalia potr continuare ad assicurare il proprio specifico contributo in tre aree principali. Innanzitutto, lassistenza al consolidamento delle istituzioni afgane. nostra intenzione costruire sulle numerose iniziative gi avviate e finalizzare con lAfghanistan un partenariato di lungo periodo che ponga al centro la formazione per favorire capacit di governo autonome. Il secondo

ambito riguarda lo sviluppo della societ civile e la promozione dei diritti. La Conferenza della societ civile afgana svoltasi a Roma nel maggio scorso stata propedeutica alla preparazione anche degli incontri di Bonn. Abbiamo stabilito forti credenziali nella difesa dei diritti delle donne e delle minoranze: dobbiamo continuare perch una societ partecipativa e dove i diritti vengono garantiti anche una societ meno violenta e pi sicura. Infine dobbiamo impegnarci nello sviluppare la dimensione regionale della stabilizzazione. Un Afghanistan sicuro richiede un vicinato che sia stabile e cooperativo. Due anni mezzo fa, al G8 di Trieste lanciammo lapproccio regionale, cercando di coinvolgere direttamente tutti i paesi vicini, dallIndia, al Pakistan, alla Cina, alla Russia, ai paesi centro-asiatici. Il consolidamento di un contesto regionale cooperativo essenziale per sfuggire ai falsi determinismi storici. LAfghanistan non stato sempre terra di guerre o ostaggio di conflitti legati agli interessi di potenze esterne (il grande gioco). Un Afghanistan integrato economicamente e culturalmente con i suoi vicini pu trasformarsi da problema in opportunit per tutti, inclusa lItalia. Occorrer ovviamente recuperare il Pakistan, grande assente a Bonn. LItalia e lUnione Europea possono e devono fare di pi per associare Islamabad in un dialogo politico indispensabile per una positiva evoluzione del dossier afgano. C insomma un ruolo importante per lItalia. Questo nostro impegno sar certamente oneroso. Ma i costi di un disimpegno sarebbero senzaltro maggiori per la nostra sicurezza. Non possiamo permetterci di disperdere quanto di positivo - ed molto - costruito in questi anni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

CRONACA

I 22

Tangenti al Pirellone, spuntano due assessori


Negli atti dellinchiesta le pressioni per le discariche. Volevano mettere le scorie sotto la Tav
DAL NOSTRO INVIATO PAOLO BERIZZI
BRESCIA Franco Nicoli Cristiani non era lunico politico su cui potevano contare i maneggioni delle strade, dellamianto e delle scorie (volevano seppellirle anche sotto la Tav). In Regione Lombardia, e in almeno tre Province lombarde, oltre al vicepresidente del consiglio (finito in manette per una tangente da 100 mila euro) Locatelli&co avevano altri santi che si adoperavano per loro. LA RETE DEI POLITICI Assessori, dirigenti di prima fascia, funzionari. Quasi tutti disponibili a spingere gli affari dellimprenditore bergamasco Pierluca Locatelli, arrestato insieme a altre dieci persone per corruzione e traffico illecito di rifiuti. Sono una decina i nuovi nomi che emergono dagli atti della Regione), Locatelli incontra di persona Rossano Breno, presidente della Compagnia delle Opere di Bergamo. Vuole avere accesso a nuove risorse finanziarie. Soldi e spintarelle. La nuova legge delle cave ce lho in mano io, dice Oldrati a Locatelli. Parlano di Enrico Zucchi, assessore alle politiche del lavoro della Provincia di Bergamo. Adesso fa da segretario al Nano (Raimondi?).... Oldrati confida molto su una persona che si fa dare la roba da Angelo Elefanti e da Franco Picco (due dirigenti del Pirellone, il primo responsabile della Valutazione di impatto ambientale, laltro direttore generale Ambiente Energia, ndr), poi me la da, io gliela commento, gli porta i miei commenti e loro gliele aggiustano. SOTTO LA TAV Pi difficile, per il clan di Locatelli, era riuscire a centrare un nuovo, spregiudicato business: utilizzare le scorie di acciaio per il fondo della Tav. La tratta in questione lalta velocit Brescia-Treviglio. Limprenditore ne parla con il suo braccio destro Giovanni Pagani. Ho incontrato Trotta (responsabile per la Pizzarotti spa del cantiere Brebemi di Urago dOglio, ndr)... non mi sono permesso di dirgli se si possono usare le scorie al momento.... Pagani: Eh, una cosa per volta. S, perch sai che sotto la ferrovia non volevano, perch dicevano che facevano... il discorso del magnetismo. Ieri il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, nella sua relazione sullinchiesta di Brescia, passato al contrattacco. Tentano di delegittimarci, ma la Regione, oltre che essere assolutamente estranea ai fatti, parte lesa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LARRESTO

LE ACCUSE
Nicoli indagato per aver ricevuto una mazzetta da 100mila euro per la gestione e lo smaltimento dei rifiuti tossici

Dopo Nicoli i nomi di Raimondi e Rossoni. Formigoni: noi parte lesa


dellinchiesta della Procura di Brescia. Se tra loro vi siano indagati non ancora dato sapere IL NANO GHIACCIATO Un politico che ricorre nelle telefonate tra Locatelli e i suoi collaboratori quello dellassessore allambiente Marcello Raimondi, che la cricca aveva soprannominato Nano ghiacciato. Raimondi, agganciato per conto di Locatelli dal consulente aziendale Luigi Brambilla, si attiva, sul modello Nicoli Cristiani, per accelerare liter dellautorizzazione della discarica (amianto) di Cappella Cantone: per Locatelli, laffare della vita. Lo fa in due modi: intervenendo sui funzionari regionali Territorio Ambiente, e inviando una lettera al sindaco e al vicesindaco di Cappella Cantone. Una missiva in cui chiede al Comune di dare lok alla discarica nonostante il rischio inquinamento delle falde acquifere. Gli investigatori annotano che non essendo Raimondi competente in materia il suo interessamento strumentale e volto a accorciare i tempi e quindi eludere le verifiche previste per attestare lidoneit del sito ad accogliere la discarica. Gli sforzi, per, vanno a vuoto. I funzionari non ci stanno, rimbalzano le pressioni di Raimondi tanto da irritarlo ( la prima volta in 11 anni che vedo una resistenza di questo tipo, confessa lassessore a Brambilla). NON FATE I FURBI Si irrita anche Pierluigi Tadi, sindaco di Cappella: ... fai il furbo e a me i furbi non piacciono..., dice a un dipendente di Locatelli in riferimento alloperazione-lettera. Dopo il buco nellacqua di Raimondi, la cricca non si perde danimo: c gi pronto un altro assessore regionale al quale ricorrere (scrivono gli inquirenti). Gianni Rossoni, con deleghe a Istruzione, formazione e lavoro. Il mediatore il solito Brambilla. Io faccio il mio su Rossoni... annuncia al consulente ambientale Andrea Oldrati, legato a Locatelli. Rossoni, per i signori degli appalti, non uno sconosciuto. ...nelloperazione che montiamo su Mantova coinvolto anche lui, eh!, aggiunge Brambilla. Linterlocutore di Oldrati invece lassessore provinciale per lambiente di Cremona, Gianluca Pinotti. Io ho gi appuntamento da lui..., ahah ragazzo!. Bene, bene. SOLDI E SPINTARELLE Mentre il dirigente Arpa Giuseppe Rotondaro (oliato con 10mila euro) e Brambilla muovono le leve della politica (gli amici

Mercoled scorso viene arrestato Franco Nicoli Cristiani (foto), vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia

La provocazione dellIdv: uno striscione delle Big Babol, il nome in codice delle tangenti

Il caso

ALESSIA GALLIONE TERESA MONESTIROLI


MILANO Lemergenza smog fa chiudere le scuole. Dopo ventidue giorni consecutivi di polveri sottili alle stelle, il sindaco Giuliano Pisapia decide di bloccare la circolazione di auto e moto per due giorni di fila, venerd e sabato. Ma per diminuire i disagi alle famiglie gi pronto a fir-

Smog, Pisapia gioca lultima carta Due giorni di stop e scuole chiuse
mare unordinanza che chiede a tutti i presidi di sospendere le lezioni causa inquinamento. La misura drastica e oggi il sindaco la porter al tavolo provinciale con tutti i comuni dellhinterland gi convocato a Palazzo Isimbardi. Ma vista laria sempre pi irrespirabile Milano determinata e andr avanti anche da sola. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, quando Pisapia decise di fare marcia indietro su un provvedimento che lui stesso aveva firmato appena un mese prima, la giunta vuole dare un

Un aiuto per ricostruire

Stefania con i figli Paola, Giulia e Tommaso con Giovanna e il piccolo Giorgio annunciano con grande dolore la scomparsa dellamato

LIstituto di Cibernetica del CNR si stringe alla famiglia di

Antonio Barone
Direttore dellIstituto per oltre un decennio, figura di eminente scienziato, fondatore della scuola napoletana di superconduttivit. Napoli, 6 dicembre 2011 Il Dipartimento Materiali e Dispositivi del CNR si associa al dolore della famiglia per la scomparsa di

Giorgio Cattan
I funerali si terranno mercoled 7 dicembre, alle ore 10, nella parrocchia di Regina Pacis in p.zza Rosolino Pilo Roma. Roma, 6 dicembre 2011 Il fratello Alessandro con Laura e le figlie Livia e Isabella con le loro famiglie piangono la triste scomparsa di

Salviamo la scuola di Monterosso

Antonio Barone
Professore Emerito di Struttura della Materia dellUniversit di Napoli Federico II, brillante scienziato e straordinario docente, fondamentale figura di riferimento per la comunit di fisica del CNR. Roma, 6 dicembre 2011 I Ricercatori di Superconduttivit dellIstituto di Cibernetica del CNR commossi partecipano al dolore per la scomparsa di

segnale forte. Il rischio, infatti, di superare i quaranta giorni di fila di veleni sopra i limiti. Il provvedimento prevede lo stop della circolazione di tutti i veicoli dalle 10 alle 18 venerd e sabato, due giorni che cadono in mezzo al lungo ponte di SantAmbrogio, patrono della citt, quando Milano tradizionalmente si svuota. Incassato il via libera di Atm, che ieri ha garantito il potenziamento dei mezzi pubblici e lassorbimento dei passeggeri in pi anche nelle ore pi critiche, il sindaco sceglie la linea dura. Ma indora la pillola ai commercianti concedendo il prolungamento dellorario di apertura dei negozi fino alle 24, da domani a domenica. Lidea quella di spostare lo shopping di Natale nelle ore serali, interferendo il meno possibile sulle casse dei negozianti. Inoltre per venire in-

Giorgio Cattan
Roma, 6 dicembre 2011 Carissima

Il piano
IL BLOCCO
Venerd e sabato, nel mezzo del lungo ponte di SantAmbrogio, il sindaco Pisapia ferma auto e moto dalle 10 alle 18

Anna Gambacurta Di Palermo


ogni volta arrivavi come un raggio di sole, con il tuo sorriso, il tuo garbo innato, la tua eleganza sensibilissima ai neonati e alle madri come alla musica, grande maestra a noi tutti. Ci mancherai tanto tanto: Il Centro Nascita Montessori Roma, 6 dicembre 2011 mancata allaffetto dei suoi cari

A Milano auto ferme venerd e sabato ma negozi aperti fino a mezzanotte. Oggi la decisione ufficiale
contro alle famiglie, la giunta sceglie di chiudere tutte le scuole (quelle aperte sono soprattutto superiori): una misura che aiuterebbe anche a migliorare la qualit dellaria perch garantirebbe cinque giorni a riscaldamenti spenti in tutti gli istituti. Sul tavolo di oggi Pisapia porta anche il rinnovo dellordinanza attualmente in vigore a Milano e in 46 comuni dellhinterland che prevede (fino a oggi) lo stop dei diesel Euro 3. La proposta quella di rinnovare la misura da luned fino al 23 dicembre, sabato e domeniche comprese. Critica lopposizione con la Lega che ieri ha acceso un fumogeno davanti a Palazzo Marino mentre si svolgeva il Consiglio Comunale. Le promesse di Pisapia vanno in fumo hanno detto i consiglieri . Il vento nuovo inquinato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonio Barone
maestro e guida scientifica, uomo gentile, esempio di cordialit e disponibilit. Pozzuoli, 6 dicembre 2011

Prosegue la raccolta fondi di La Repubblica e Sky per salvare la scuola elementare e media Enrico Fermi di Monterosso (nelle Cinque Terre), travolta dallalluvione dello scorso ottobre. I versamenti si possono effettuare sul conto corrente aperto presso la banca Unicredit. Il beneficiario da indicare : Alluvione, un aiuto per ricostruire. Ecco liban:

Maria Teresa Dimiziani


ne danno il triste annuncio i figli Virgilio, Michela ed i nipoti. I funerali avranno luogo nella chiesa di San Giuseppe in via Nomentana, mercoled 7, alle ore 11. Roma, 6 dicembre 2011
Soc. Zega Armando Tel. 06/4696

GLI ISTITUTI
Per la prima volta il sindaco di Milano firma unordinanza che chiude tutte le scuole venerd e sabato causa inquinamento

Circondata dallaffetto dei suoi cari, ha concluso la sua lunga e operosa vita terrena la Professoressa

Gisella Palmieri ved. Bolle


Le esequie si terranno oggi, alle ore 10, presso la parrocchia di Santa Paola Romana, alla Balduina. Roma, 6 dicembre 2011 06-12-1988 06-12-2011 Il marito Luigi e la figlia Barbara ricordano con amore e rimpianto la N.D.

LO SHOPPING
Per salvare lo shopping di Natale Palazzo Marino concede ai negozi di tenere aperto fino alle 24 da domani a domenica

IT 07 U 02008 09432 000101739561

Robinia Scaramucci dei Baroni Trojani


Roma, 6 dicembre 2011

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

CRONACA
I 23

Erika libera riabbraccia il padre Adesso lasciatemi vivere in pace


DAL NOSTRO INVIATO MEO PONTE
NOVI LIGURE la tarda mattina di ieri quando una bimba scende dalla scuolabus alla fermata di via Martiri di Nassyria, proprio di fronte alla villetta a due piani della famiglia De Nardo e chiede alla mamma: vero che oggi Erika torna a casa? Ho paura, mi hanno detto che stata tanto cattiva. Lattesa per il ritorno di Erika a Novi Ligure per svanisce in una sera di nebbia pesante. Giovanni Mazzi, uno dei coordinatori delle comunit Exodus ai giornalisti che sin dalle prime luci dellalba assediano la sede nel bresciano, confida: Non ancora arrivato lordine di scarcerazione, quindi per oggi non se ne fa nulla. Pi tardi don Antonio Mazzi, leader e fondatore di Exodus, senza nascondere il suo fastidio per la curiosit intorno alla ragazza di Novi Ligure, si presenta in tv per leggere davanti alle telecamere della Vita in diretta, lultima lettera di

IL DELITTO
Il 21 febbraio 2001 vengono uccisi a Novi Ligure Susy Cassini e il figlio Gianluca

LARRESTO
Due giorni dopo il delitto vengono arrestati Erika De Nardo e il fidanzato Omar Favaro

LA CONDANNA
Nel 2003 la Cassazione conferma le condanne di 16 anni a Erika e di 14 anni a Omar

Le tappe

Erika De Nardo ieri nella comunit Exodus a Sedena di Lonato Erika: Caro don Mazzi, come tu sai ho deciso di lavorare con te per un certo periodo perch sono contenta di continuare a maturare e ad aiutare gli altri ha scritto la giovane Continuer il mio percorso comunitario e ti prego di dire alla stampa di non contattare n me, n la mia famiglia che merita un po di serenit, di lasciarla in pace. Per poi aggiungere: Non vorrei trovarmi da sola il 5 dicembre ad affrontare una nuova vita che voglio costruire giorno per giorno. A don Mazzi in pi di unoccasione avrebbe confidato: Pensa, ora non sarei capace di ammazzare una mosca e undici anni fa ho ucciso mia madre. Il sacerdote rivela alle telecamere che lei gli ha pi volte chiesto di consigliare allingegner De Nardo di occuparsi anche di se stesso. Vuole che lui faccia la sua vita sottolinea don Mazzi precisando che oggi probabilmente il padre sar ancora l, come in tutti questi anni, accanto a lei. Questa volta per riportarla a casa, finalmente libera. Ieri la villetta dove undici anni fa Erika e Omar massacrarono a coltellare Susy Cassini e suo figlio, il piccolo Gianluca, rimasta chiusa per tutto il giorno. Lingegner Francesco, contrariamente alle voci che circolano da mesi in citt, abita ancora l. Lo vedo ogni mattina uscire per andare al lavoro confida una vicina. Nel curatissimo giardino ha piantato nelle settimane scorse un piccolo ulivo. Quindici giorni fa era tutto aperto come se stessero facendo le pulizie di primavera rivela unaltra vicina. Erano i preparativi per accogliere Erika? Nel quartiere del Lodolino per avanzano unaltra ipotesi spiegando: Potrebbe ospitare la figlia in una casa diversa, meno nota di questa. Intanto la gente si divide tra una gelida indifferenza e qualche timore per leventuale ritorno dellassassina di undici anni fa. Quella notte non sentii nulla ricorda unimpiegata che abita aldil della strada ora quando passo davanti a quella casa mi sembra di sentire le urla di Susy e di suo figlio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il giallo

Madre e figlio tredicenne uccisi a coltellate orrore a Genova, la porta non era forzata
GENOVA Madre e figlio uccisi a coltellate. A Genova, in un appartamento di Sampierdarena, Pepe Ramirez, immigrato ecuadoriano, ha ritrovato ieri pomeriggio i corpi privi di vita della moglie Monica Gilse, connazionale di 38 anni e del figlio Marcos Kleyner 13, stesi a terra nella camera da letto. Secondo un primo sopralluogo sarebbero stati uccisi forse ieri mattina e lassassino avrebbe utilizzato un coltello da cucina che si trovava in casa. Pepe Ramirez stato sentito a lungo nella notte per verificare il suo alibi e capire se la famiglia avesse dei nemici o se di recente avesse litigato con qualcuno. La coppia ha un altro figlio che in questi giorni si trova in Equador.

La casa del delitto

Lomicidio

Sardegna, strage in azienda: tre vittime forse giustiziati da killer professionisti


CAGLIARI Un regolamento di conti firmato da killer professionisti o unimprovvisa esplosione di violenza dopo la cessione di unazienda: i carabinieri lavorano su diverse piste per stabilire il movente della strage compiuta ieri mattina nellarea industriale di Villacidro, centro di 15mila abitanti a 40 km da Cagliari. Tre le vittime, forse fatte mettere in ginocchio e giustiziate con una fucilata alla testa. Sono i fratelli oristanesi Roberto e Andrea Cuccu, di 38 e 35 anni, da poco subentrati nella propriet della societ Logistica Alimentare, e il loro contabile, Roberto Parrella, 36 anni, anche lui di Oristano. Limpiegato non sarebbe stato tra i bersagli prescelti, solo un testimone scomodo. (p.g.p.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

I carabinieri a Villacidro

Il caso

Il giudice a Corona: trovi subito lavoro Altrimenti sconter la pena in carcere


MILANO Fabrizio Corona ha un mese di tempo per trovare un lavoro altrimenti torner in carcere. La Procura generale di Milano, nella persona del sostituto Antonio Lamanna, gli ha notificato un provvedimento in base al quale gli consiglia di trovare un occupazione altrimenti, avendo a carico una pena complessiva di 2 anni e 8 mesi da scontare per il caso dei fotoricatti ai danni dei vip, rischia di finire di nuovo in prigione. Se Corona potesse certificare di avere un lavoro stabile potrebbe richiedere al Tribunale di sorveglianza laffidamento ai servizi sociali.

Fabrizio Corona

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

ATTUALIT

I 24

PER SAPERNE DI PI www.chiesadimilano.it www.comune.milano.it

Le tappe
LA VOCAZIONE
IL TESTO del primo Discorso alla citt dellarcivescovo di Milano monsignor Angelo Scola, che sar pronunciato oggi alle 18 nella basilica di SantAmbrogio
Nato nel 1941, Angelo Scola, entrato in seminario nel 1967. Partecipa attivamente al movimento di Cl

IL VESCOVATO
ANGELO SCOLA
(segue dalla prima pagina) AR sufficiente ricordare che gi Aristotele giudicava inaccettabile una vita che identificasse la felicit con la ricchezza, ovvero che scambiasse un mezzo con il fine. Non ci si pu rassegnare di fronte ad una concezione dello scambio che non solo diventata sempre pi diffusa, ma che sembra governare lintera macchina economica. Secondo questa visione il cittadino (pessimisticamente) ridotto allhomo oeconomicus, preoccupato esclusivamente di massimizzare il profitto. Alla base dellattivit economica e finanziaria sembra infatti esservi solo lassunto secondo cui laumento della ricchezza in ogni caso e, meglio, quanto prima, un bene da perseguire. In secondo luogo merita di essere denunciato lindebolimento di quelle voci che porterebbero a questo auspicato allargamento della ragione. Responsabile in parte di questo indebolimento il variegato processo di secolarizzazione, che ha di fatto favorito laffermarsi della mentalit positivistica denunciata da Benedetto XVI. per doveroso in proposito notare che, anche in campo cattolico, una ambiguit latente in certa interpretazione del principio dellautonomia delle realt terrene, ha giocato un suo ruolo. Nato come appropriato riconoscimento dellautonomia dei fedeli laici nel campo loro proprio, il riferimento al principio dellautonomia si talora traNel 1991 viene nominato vescovo di Grosseto. Nel 2003 diventa cardinale di Venezia

LA SUCCESSIONE
Il 28 giugno scorso papa Ratzinger lo nomina arcivescovo di Milano al posto di Dionigi Tettamanzi

La crisi morde, cambiamo stili di vita anche i politici cattolici devono capirlo
Milano, il primo discorso alla citt del nuovo arcivescovo
sformato in una pericolosa rinuncia a far emergere la valenza antropologica ed etica necessaria per affrontare i contenuti concreti dellazione sociale, politica ed economica. In tal modo, per, autonomo diventato di fatto sinonimo di indifferente rispetto a tali sostanziali valenze. La stessa dottrina sociale della Chiesa ha rischiato, in questo quadro, di essere considerata pi come una premessa di pie intenzioni che come un quadro organico ed incisivo di riferimento. Insomma, c da chiedersi se il mondo cattolico, per sua natura chiamato ad essere attento alle grandi sfide antropologiche ed etiche in gioco, non

La follia

Unirresponsabilit diffusa spinge a spendere ci che ancora non si guadagnato Un comportamento che fino a poco tempo sarebbe stato considerato folle
I partiti

Non in discussione lautonomia dei credenti, ma serve una pi diretta adesione alla dottrina sociale della Chiesa, senza alchimie partitiche

sia stato, da parte sua, corresponsabile, almeno per ingenuit o ritardo o scarsa attenzione, dellattuale stato di cose. Gli autorevoli inviti ai fedeli laici ad un pi deciso impegno politico diretto domandano lassunzione integrale della Dottrina sociale della Chiesa basata su princpi di riflessione, criteri di giudizio e direttive di azione e non alchimie partitiche. C ancora un terzo fattore che merita di essere segnalato. Neppure la combinazione di congiunture tanto sfavorevoli avrebbe condotto allodierna crisi economicofinanziaria se essa non avesse potuto attecchire sul terreno di unirresponsabilit diffusa: quella che spinge a

spendere sistematicamente per i propri consumi ci che non si ancora guadagnato. Un comportamento che fino a poco tempo fa sarebbe sembrato cos folle da oltrepassare perfino il livello della qualifica morale (di fronte alla saggia formica, limmorale cicala in fondo consumava soltanto ci che aveva), ora percepito sempre pi come normale ed sistematicamente provocato (fino a giungere alla pubblicit che senza vergogna incoraggia ad indebitarsi per fare una seconda vacanza). A comprova di questa deriva basti pensare ad un certo modo di concepire i diritti nella nostra societ. Negli scorsi decenni, anche in ragione di un considerevole benessere e senza fare i conti con le risorse veramente disponibili, si sono avanzate pretese eccessive in termini di diritti nei confronti dello Stato. Il risultato stato il formarsi di una societ sempre pi disarticolata e scomposta. Tale processo ha oscurato un insieme di valori antropologici, etici e, quindi, pedagogici di primaria importanza: la capacit di attendere per la realizzazione di un desiderio; la limitazione dei propri bisogni e il controllo dellavidit; la cura delle cose invece della loro compulsiva sostituzione; uno sguardo complessivo sulla durata della propria vita ed il senso della vita eterna; la solidale condivisione, in nome della giustizia, dei bisogni altrui a cominciare da quelli degli ultimi. Si potrebbe quasi dire che lodierna crisi ha manifestato una diffusa oscenit, nel suo significato etimologico di cattivo auspicio, nelluso dei beni. Tutto questo impone un radicale mutamento degli stili di vita, tanto pi che, come molti sottolineano, non sar possibile e non neppure auspicabile ritornare al modus vivendi precedente alla crisi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

ATTUALIT

PER SAPERNE DI PI www.auditel.it www.agcm.it

I 25

I padroni del telecomando Cos lAuditel gonfia i dati sullaudience in tv


LAntitrust: sovrastimati gli ascolti di Rai e Mediaset
ALDO FONTANAROSA
ROMA Provate a digitare su Google le parole auditel e polemiche, e finirete travolti da decine e decine di risultati. Sono anni che questo arbitro del piccolo schermo attira su di s dubbi e contestazioni. Alcuni esperti del settore, nel titolare i loro libri inchiesta, ci sono andati gi di brutto. Come Roberta Gisotti, autrice de La favola dellAuditel. Fino ad ora, per, lAuditel ha sempre salvato le penne. Fino ad ora, nessuno ha mai potuto certificare gli errori del giudice della tv, che nel suo sito pu ancora fregiarsi di parole come super partes o indipendenza. Fino ad ora, appunto. Ora in arrivo una dura condanna formale, la prima ad investire lAuditel con tanta chiarezza. A firmarla sar lAutorit Antitrust, sentinella della corretta concorrenza sui mercati. Spinta da un esposto di Sky, do di tempo, quindi, le scelte di Auditel hanno ostacolato lo sviluppo di nuove offerte da parte delle emittenti televisive gi operanti e non hanno certo favorito lingresso di nuovi editori sul mercato. Se ne deduce che lAuditel ha avvantaggiato le maggiori emittenti generaliste, come Rai e Mediaset, che sono i principali azionisti di Auditel stessa. LAntitrust contesta, poi, lerrata attribuzione dei risultati della sua rilevazione anche alle famiglie italiane che non hanno un televisore. Pratica che ha avuto inizio nella prima met dellanno 2008 ed ancora in corso. La produzione di dati di ascolto che sovrastimano la performancesolo di alcuni canali (ed in maggiore proporzione quella dei canali pi seguiti) costituisce un comportamento abusivo. idoneo infatti a produrre effetti di natura discriminatoria e pregiudizievole nei confronti delle emittenti attive sul mercato, il cui corretto funzionamento non pu prescindere da una valutazione veritiera dellaudience tv. I comportamenti di Auditel costituiscono violazioni gravi della disciplina a tutela della concorrenza. Azioni ancora pi gravi perch lAuditel opera in posizione dominante nel mercato della rilevazione degli ascolti televisivi in Italia. Su questa bozza di provvedimento dellAntitrust, il secondo Garante (quello per le Tlc) ha espresso un parere (solo consultivo e non vincolante). In questo parere, il Garante per le Tlc quasi assolve lAuditel per aver rinviato la diffusione dei dati canale per canale e piattaforma per piattaforma. Questo rinvio pu essere avvenuto in buona fede perch Auditel era preoccupata di disporre di campioni statistici significativi per poi divulgare dati attendibili. Il Garante per le Tlc considera grave invece - proprio come lAntitrust - il fatto che lAuditel abbia incluso nellelaborazione dei suoi dati anche quei cittadini che non hanno un televisore in casa. Questo errore metodologico penalizza Sky perch gli ascolti della pay-tv sono riferiti invece ai soli italiani dotati di televisore ed abbonati. Il parere del Garante Tlc, dunque, pi cauto e problematico rispetto alle tesi dellAntitrust. Troppo cauto per 3 degli 8 componenti del Garante Tlc (sono DAngelo, Lauria e Sortino) che hanno votato contro. I tre componenti chiedono, per ora invano, che il problema Auditel sia affrontato in modo deciso, frontale, una volta e per sempre. Come pu essere equidistante un soggetto come Auditel domandano che Rai controlla al 33 e Mediaset al 26,67 per cento?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Garante del Mercato trasmette allAgcom il suo verdetto di condanna


partito nellautunno del 2009, lAntitrust ha avviato un processo allAuditel che arriva adesso alla fine del suo percorso, dopo due lunghi anni. Nelle ultime settimane, lAntitrust ha scritto una bozza di provvedimento, quindi lo ha trasmesso ad una seconda Autorit (il Garante per le Telecomunicazioni) perch esprimesse un parere. Il Garante per le Tlc ha dato il suo parere gioved scorso. Ed ora lAntitrust potr ufficializzare la sua condanna. Nella sua bozza di provvedimento (dal punto 215 al 217), lAntitrust elenca i peccati dellAuditel. Tra la seconda met del 2009 e lottobre del 2010 questo soggetto non ha pubblicato i dati di ascolto per ciascun canale e per ciascuna piattaforma trasmissiva, come invece avrebbe dovuto. In questo modo lAuditel non ha permesso di cogliere limpatto - sulle performance delle diverse piattaforme trasmissive - delle profonde trasformazioni che stanno interessando il settore tv. In quel perio-

Le gaffes

HAREM
Nel 95 la Rai trasmette due volte, per errore, una puntata di Harem con ascolti sempre alti Auditel: nessuna anomalia

SKY
Qualche gara venduta in pay-per-view da Sky nel 2010 alle volte ha avuto ascolti inferiori alle attese rispetto agli acquirenti

VENIER A LECCE
Nel 2000 la diretta Rai da Lecce interrotta dalla pioggia. In onda il monoscopio, ascolti alti. Ed polemica

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

I 28
Ieri
FTSE MIB ....................15926,47 FTSE IT ALL.................16659,28 FTSE IT STAR ................9657,53 FTSE IT MID ................19133,03 COMIT .............................846,78 FUTURE.......................15935 (+2,91%) (+2,74%) (+2,39%) (+2,68%) (+1,76%) (+3,03%)

ECONOMIA
FINANZA&MERCATI
I migliori
FTSE MIB Var.% Banco Popolare.....................................11,65 Monte Paschi Si. ...................................10,68 Finmeccanica .........................................9,80 Banca Generali .......................................7,29 Bca Pop.Milano.......................................7,28

Principali titoli del Mercato azionario


Titolo
A2A.............................................0,782 Ansaldo Sts .................................7,405 Atlantia .....................................12,040 Autogrill ......................................7,750 Azimut ........................................6,380 Banca Generali ............................7,800 Banco Popolare ...........................1,035 Bca Pop.Milano ...........................0,305 Buzzi Unicem ..............................7,150 Campari ......................................5,205 Diasorin ....................................21,430 Enel ............................................3,240 Enel Green Pw .............................1,654

Pr. Rif
1,56 0,82 2,21 0,78 6,33 7,29 11,65 7,28 4,15 0,77 0,80 3,05 0,61

I peggiori
STMicroelectr........................................-0,97 Parmalat.................................................0,40 Tods ......................................................0,58 Enel Green Pw.........................................0,61 Campari .................................................0,77

Eni ............................................16,150 Exor ..........................................16,000 Fiat .............................................4,110 Fiat Industr..................................6,875 Finmeccanica..............................3,562 Fondiaria-Sai ..............................1,185 Generali ....................................12,620 Impregilo.....................................2,326 Intesa Sanpaolo...........................1,348 Lottomatica...............................12,000 Luxottica...................................21,620 Mediaset.....................................2,290 Mediobanca ................................5,130 Mediolanum................................2,830 Monte Paschi Si...........................0,305

1,89 2,43 6,20 3,15 9,80 3,22 1,69 1,84 3,85 5,54 0,89 4,57 4,82 3,82 10,68

Parmalat .....................................1,516 Pirelli & C.....................................7,055 Pop.Emilia Romagna ...................5,990 Prysmian ..................................10,540 RCS Mediagroup .........................0,799 Saipem .....................................33,730 Snam Gas....................................3,434 STMicroelectr..............................4,680 Telecom IT ..................................0,864 Tenaris .....................................14,290 Terna ..........................................2,708 Tods ........................................69,600 UBI Banca ...................................3,204 Unicredit .....................................0,836

0,40 1,51 4,72 3,74 5,07 2,09 1,00 -0,97 2,25 2,07 1,58 0,58 5,26 5,42

Fiat, la Fiom fuori dalla trattativa


Scontro tra i sindacati, ma laccordo sul modello contrattuale vicino
TORINO Questa volta non stata la Fiom ad abbandonare la trattativa ma la trattativa ad abbandonare la Fiom. Alle 15, su sollecitazione scritta di Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Quadri che hanno scritto una lettera allazienda, il capodelegazione della Fiat ha chiesto a Maurizio Landini di lasciare il tavolo della trattativa:Non avete firmato laccordo di Pomigliano, che cosa state ancora a fare qui?. Il leader della Fiom ha replicato che stata la Fiat a convocarci al tavolo e noi non lasceremo il tavolo della trattativa. Il rappresentante dellazienda ha allora annunciato: Ce ne andremo noi in unaltra stanza ed uscito dalla sala seguito dalle delegazioni dei sindacati. La trattativa sullestensione del modello Pomigliano a tutto il gruppo Fiat proseguita senza i metalmeccanici della Cgil ed stata aggiornata a questa mattina quando, hanno garantito i protagonisti, inizier la stesura dei testi. Noi non abbiamo cacciato la Fiom, abbiamo chiesto che accettasse laccordo di Pomigliano, sostiene il leader del Fismic, Roberto Di Maulo aggiungendo: Siccome ladesione della Fiom al modello Pomigliano non stata possibile, abbiamo proseguito con chi aveva aderito. Ci avevano convocato per discutere un nuovo contratto - replica Landini - non per estendere quelli separati. Che cosa pretendevano? Che avremmo detto s oggi dopo aver detto no a Pomigliano, Mirafiori e alla ex Bertone?. Il leader della Fiom durissimo con le altre organizzazioni: Chiedere la nostra esclusione dal tavolo significa compiere un nuovo strappo. Siamo alla mutazione genetica di sindacati che diventano aziendalisti e corporativi. La Fiat stupisce meno: chiaro che intende trattare soltanto con coloro che le danno ragione. Duro anche il segretario della Cgil, Vincenzo Scudiere: Il Lingotto continua sulla strada dellesclusione ma cos facendo lede il diritto dei lavoratori a scegliere liberamente il loro sindacato. La trattativa dovrebbe concludersi entro pochi giorni, come prevedevano ieri sera i sindacalisti del fronte del s. Pi che in fretta, intendiamo chiudere bene, ha puntualizzato il leader della Fim Giuseppe Farina. Il leader del Fismic, Di Maulo, propone un premio aziendale per attutire gli effetti della cassa integrazione prolungata. Si porr poi un nuovo problema: i dipendenti Fiat che passeranno dal vecchio al nuovo contratto verranno chiamati al referendum per confermare questa scelta? Ci dobbiamo pensare - ha risposto Farina ma potremmo utilizzare laccordo del 28 giugno con Cgil e Uil e far votare le rsu. In mattinata, davanti allingresso della palazzina delle trattative, si sono fronteggiati a lungo lavoratori del s e del no. Tra questi ultimi un gruppo di Cobas e Usb che ha tentato di sfondare il cordone di polizia per raggiungere gli avversari sul lato opposto della strada. Sono state lanciate uova ma i due gruppi non sono entrati in contatto. (p. g.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

IN CONFLITTO
Lad della Fiat Sergio Marchionne (a sinistra) e il leader della Fiom Maurizio Landini

Il caso

Con le nuove regole due rappresentanti per ogni confederazione

Lautogol di Cisl e Uil ora contano pi gli autonomi


PAOLO GRISERI
TORINO Il problema serio. In base alle stesse norme che da gennaio escluderebbero la Fiom dai consigli di fabbrica di tutto il gruppo Fiat, Fim e Uilm finirebbero in minoranza. Il nuovo accordo in discussione in queste ore a Torino prevede infatti che venga abolito qualsiasi criterio di rappresentanza in fabbrica e che dunque ogni organizzazione abbia nei consigli due membri indipendentemente dal suo peso reale tra i lavoratori. Cos accadr che i sindacati non confederali, Fismic, Associazione quadri e Ugl avranno in tutto sei rappresentanti mentre Fim e Uilm insieme si fermeranno a quattro. I metalmeccanici di Bonanni e Angeletti finirebbero cos per essere stritolati dallo stesso meccanismo che hanno messo in moto escludendo la Cgil. E la Fiat avrebbe ottenuto di consegnare ai sindacati autonomi la maggioranza in tutti i suoi consigli di fabbrica. La questione comincia a preoccupare i vertici di Fim e Uilm. Tanto che ieri mattina, a margine della trattativa torinese, un dirigente della Fim avanzava una proposta per superare limpasse. Si potrebbe risolvere decidendo di far eleggere in fabbrica i rappresentanti dei sindacati e impegnandosi a rispettare le proporzioni di voto nella composizione dei consigli. Una strada stretta. In concreto se in consiglio di fabbrica siedono dieci rappresentanti, il voto delle tute blu servirebbe a distribuire i seggi in modo proporzionale

Spunta una proposta di compromesso, che premierebbe i pi grandi ma ai piccoli non starebbe bene
alla rappresentanza superando il sistema di attribuirne due a ogni organizzazione. Il meccanismo premierebbe certamente le organizzazioni pi grandi ma non si ca-

pisce per quale motivo le pi piccole dovrebbero accettare, potendo invece sfruttare la situazione di vantaggio data dal sistema della nomina paritetica. Inoltre lintroduzione del criterio della rappresentanza in aperta contraddizione con la logica dellaccordo che si sta discutendo a Torino. Se infatti si accetta che i consigli di fabbrica siano espressione dellorientamento dei lavoratori, evidente che non si pu escludere da quei consigli il sindacato pi forte in Fiat che la Fiom. Sarebbe infatti difficile spiegare come mai alle elezioni per le rsa si possono presentare tutte le organizzazioni tranne la Cgil.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La lettera
GIANNI BULGARI*
ARO Direttore, Se nessuno ha mai spiegato come una moneta sovrana potesse vivere senza uno stato sovrano, nessuno oggi spiega come economie diverse e indebitate possano crescere se non con una politica economica e monetaria la carte e non a prezzo fisso. La gestione della moneta centrale alleconomia. Gli stimoli sono i tassi dinteresse e il valore della moneta (svalutazione competitiva). La moneta unica invece li ha preclusi tutti e due. La moneta per definizione lo strumento della politica economica, ma resta uno strumento. Leuro invece non pi uno strumento in mano ad uno stato, ma una moneta gestita dalla Banca Centrale nellinteresse di se stessa. E quale il suo interesse? Il proprio valore. La moneta come fine non come

Il nodo delleuro, moneta senza patria


mezzo, questo il paradosso delleuro. Da qui il fatto che lunica cosa che la Bce pu fare una politica di stabilit dei prezzi e quindi una politica deflattiva. La Bce non ha un governo come lo ha la Federal Reserve in concerto con cui decidere di stampare moneta. Per farlo eventualmente dovr cambiare statuto e ottenere lassenso dei 17 membri che la compongono. Ce ne sar certamente pi di uno che si rifiuter di farlo e fra questi ci sar per forza la Germania. Perch alla fin fine alla Germania che si chiede oggi di fare da prestatore di ultima istanza. Per comprensibili ragioni la Germania non lo pu fare. Non si pu farle una colpa di essere la prima della classe. Leuro, moneta errante alla ricerca di un sovrano, sembra oggi occhieggiare al grande elemosiniere. Ma la Germania non vuole governare lEuropa. Il dilemma della signora Merkel

GIOIELLIERE
Gianni Bulgari ha legato il suo nome allalta oreficeria

ricorda quello che si pose il presidente degli Stati Uniti Eisenhower durante la guerra fredda: Possiamo pure vincere la guerra, ma poi della

Russia che ne facciamo?. Il fallimento delleuro il fallimento di una certa idea di Europa che pensava che una burocrazia e una moneta comune venuti dallalto potessero sostituirsi al potere sovrano venuto dal basso. La ricetta oggi non tanto come salvare leuro, ma come salvarci dalleuro. Perch il problema s far fronte ai debiti, ma i debiti si sono creati perch non crescevamo abbastanza. La crescita il destino dellOccidente indebitato, ma con la moneta unica cos come oggi insostenibile, rischia di rimanere soffocata. Alla Grecia si potr pur condonare met del debito, ma non sopravviver se gli alberghi di Atene

restano pi cari di quelli di Berlino. Come andr a finire difficile dirlo. Certo che sciogliere il nodo delleuro sar molto pi lungo e penoso di quanto immaginiamo. Non c pi tempo e, o lo si gestisce prevenendo la catastrofe con decisioni coraggiose o ne saremo travolti. Se siamo rimasti incastrati con il piede nei binari e sta arrivando il treno, dovremmo prendere il coraggio di tagliarcelo. Ma se uscire dalleuro per i paesi latini sembra difficile, la soluzione pi indolore potrebbe rivelarsi quella che la Germania tolga il disturbo e si faccia una sua moneta con tre o quattro altri paesi. Leuro, opportunamente svalutato, rimarrebbe in capo ai paesi latini presieduti

dalla Francia. Le due Europe accompagnerebbero cos non solo le differenze economiche, ma prenderebbero atto civilmente dellesistenza di due concezioni della vita differenti. In altri tempi, agli squilibri emersi, sarebbero seguite svalutazioni, se non delle guerre. La moneta unica ha reso impossibile le prime. Leconomia come proseguimento della guerra fatta con altri mezzi come forse oggi la definirebbe Clausewitz, ha sostituito le seconde. Perch proprio di tutto questo che oggi si tratta, n pi, n meno. Il confronto sar non necessariamente tra i pi ricchi, ma tra i pi valorosi. Sar una guerra certamente meno sanguinosa, ma probabile che quello che non verseremo in sangue saremo costretti a farlo in lacrime. *Imprenditore
RIPRODUZIONE RISERVATA

BORSE EUROPEE
Paese/Indice 05-12 Amsterdam (Aex) ..................305,10 Bruxelles-Bel 20 .................2117,39 Francoforte (Xet Dax)...........6106,09 FTSE Eurotrack 100 ............2081,49 Londra (FTSE 100)...............5567,96 Madrid Ibex35.....................8705,80 Oslo Top 25...........................354,74 Parigi (Cac 40) ....................3201,28 Vienna (Atx) ........................1871,86 Zurigo (SMI) ........................5739,86 Var.% +1,44 +1,94 +0,42 +0,78 +0,28 +1,72 +0,77 +1,15 +0,95 +0,37

BORSE INTERNAZIONALI
Paese/Indice 05-12 DJ Stoxx Euro........................230,12 Hong Kong HS...................19179,69 Johannesburg ..................28800,80 New York (S&P 500) ............1257,08 New York (DJ Ind.).............12097,83 Nasdaq Comp. ....................2655,76 Singapore ST ......................2766,23 Sydney (All Ords).................4379,50 Tokio (Nikkei)......................8695,98 Var.% +1,22 +0,73 +1,07 +1,03 +0,65 +1,10 -0,26 +0,76 +0,60

EURIBOR
SCADENZA 1 mese TASSO 360 1,2060 TASSO 365 1,2227
+0,028 -0,515 -0,412 -0,480 -0,372 -0,511 +0,292 -0,110 -0,418

ORO E MONETE AUREE


05 DICEMBRE Oro Milano (Euro/gr.) Oro Londra (usd/oncia) Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) Palladio Milano (Euro/gr.) 05 DICEMBRE Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Krugerrand Marengo Italiano
MATTINO SERA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

VALUTE
CORONA DK...............................7,4353 CORONA N.................................7,7260 CORONA S.................................9,0460 DOLLARO AUS ...........................1,3072 DOLLARO CDN...........................1,3644 DOLLARO USA ...........................1,3442 FRANCO CH ...............................1,2379 STERLINA UK.............................0,8593 YEN J ....................................104,8100

42,13 1.744,00 DENARO

42,06 1.744,00 814,62 38,47 16,10


LETTERA

310,94 310,94 310,94 1.143,95 232,94

340,39 340,81 340,81 1.363,19 253,01

I 29

La garanzia statale sui bond bancari far riaprire i rubinetti del credito
Ai mercati piace la mossa di Monti. Il collegamento con lEfsf
GIOVANNI PONS
MILANO Credo sia ottima la decisione dellItalia di partire per prima con le garanzie governative sui bond a valle della deliberazione dellEcofin di settimana scorsa - commenta a caldo un operatore specializzato in trading di titoli bancari - in questo modo si allevia il problema della liquidit del sistema bancario e si riprendono a finanziare le imprese e i privati. Forse il rialzo delle Borse di ieri non dipende solo da questo provvedimento ma certo tutti sono concordi nel sostenere che ha aiutato a stemperare le tensioni sui mercati. Ora bisogna capire tecnicamente come funzioner questa garanzia governativa. Il provvedimento varato non infatti illimitato ma vengono fissati dei paletti importanti: intanto limitato a quanto strettamente necessario per ripristinare la capacit di finanziamento a medio lungo termine per le banche beneficiarie e poi verr attentamente monitorato dalla Banca dItalia che deve verificare ladeguatezza dei livelli

Il provvedimento limitato a quanto necessario a ripristinare i finanziamenti Bankitalia vigiler sulladeguatezza dei livelli patrimoniali reddituali
Il ministero dellEconomia patrimoniali reddituali e di merito di credito. Vi sar dunque una corsa da parte degli istituti italiani, e anche europei, a emettere nuovi bond societari? Come noto gi da diversi mesi lo spread sovrano sopra i 300 punti ha contagiato il merito di credito dei singoli istituti che non possono avere un rating migliore dello stato italiano e che per questa ragione si sono viste chiudere un importante canale di finanziamento della loro attivit. Una banca non pu infatti raccogliere soldi al 7-8% sul mercato e poi prestare ai clienti, fossero esse imprese o famiglie, a tassi decisamente inferiori. Cos da luglio scorso in poi lattivit di erogazione del credito alleconomia si rarefatta, ottenere un nuovo mutuo oggi impresa quasi impossibile. Il provvedimento varato con la manovra del governo Monti va dunque nella direzione di ripristinare il circuito della liquidit interbancaria e quindi di riaprire il rubinetto del credito alle aziende e alle famiglie. In pratica una banca come il Monte dei Paschi o come il Banco Popolare potranno emettere corporate bond con lo stesso spread dellItalia, con la speranza che vengano acquistati anche dagli investitori istituzionali. Questi dovrebbero tornare compratori in quanto potranno offrire gli stessi titoli in garanzia alla Bce per ottenere in cambio liquidit. La garanzia dello Stato permette leligibilit e uno sconto (haircut) minore rispetto al rischio associato alle banche in questione. Tuttavia il mercato aspetta di sapere come il provvedimento sui bond garantiti dallo Stato si collegher allintervento previsto dal fondo salva-Stati (Efsf). In un primo momento si pensava che le garanzie dovessero essere europee e lintervento del fondo sulle singole banche, mentre ora le parti sembrano invertite. Le garanzie sono nazionali mentre il fondo Efsf andr a sostenere gli Stati. Oppure il fondo entrer direttamente nel capitale delle banche se queste non rispetteranno i parametri patrimoniali. Se ne sapr di pi domani quando Merkel e Sarkozy esporranno i contenuti dellaccordo franco-tedesco per salvare leuro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

I 30

IMPRESE
tore elettrico, con il divorzio di Enel dalla rete ad alta tensione che ha dato vita a Terna. E da come le due utility si affrontino polemicamente non si pi dire che non sia un modello che non funziona. I vertici Eni, invece, sono riuscito a convincere il governo a procedere per laltra strada prevista dal terzo pacchetto energia della Ue: la separazione

&MERCATI

Indipendenti da Eni, cresceremo in Europa


Snam approva la separazione funzionale della rete. S&P boccia Edison per la crisi del gas
LUCA PAGNI
MILANO In attesa che lItalia diventi il centro di distribuzione del gas per tutto il Mediterraneo, grazie allo sviluppo delle infrastrutture e dei rigassificatori, Snam si dice gi pronta a varcare i confini per crescere in Europa. Ci guardiamo attorno e non appena si presenter loccasione cercheremo di coglierla, magari in alleanza con altri: Sono le prime parole dellamministratore delegato Carlo Malacarne nel giorno in cui Snam Rete Gas, con il voto dellassemblea degli azionisti, ha conquistato lautonomia dalla casa madre. Eni continua a mantenere il 52 per cento delle quote, ma da ieri le due societ sono separate dal punto di vista funzionale. Lo ha imposto lUnione Europa: entro la met del 2012 chi gestisce la rete di distribuzione deve, come minimo, avere una muraglia cinese che lo divide da chi fornisce servizi e forniture. Il che significa, per esempio, maggioranza di amministratori indipendenti, nessun legame di tipo aziendale, nessuna sinergia. Come si proceder? Il voto dellassemblea di ieri ha deliberato il conferimento del ramo dazienda trasporto, telecontrollo e misura del gas a Snam Trasporto (che diventer Snam Rete Gas). Sopra, la societ madre si chiamer semplicemente Snam che dal primo gennaio avr sotto di s Italgas (la rete di distribuzione nelle citt), Stogit (gli stoccaggi) e Gnl Italia (gli impianti di rigassificazione), oltre alla rete di trasporto. In molti, addetti ai lavori cos come investitori, avrebbero preferito una separazione proprietaria, sul modello di quanto avvenuto a suo tempo nel set-

Lagenzia abbassa il rating di Foro Bonaparte anche per i litigi tra Edf e le utility italiane
funzionale, sul modello di quanto ha fatto Telecom con la sua rete. Anche se lad di Eni Paolo Sca-

roni, negli ultimi tempi, si sia dimostrato possibilista nei confronti di una cessione della quota di maggioranza. del resto, anche il resto dEuropa si diviso sullargomento: Germania e Francia si sono orientate come lItalia, mentre Spagna, Inghilterra e Belgio hanno preferito la separazione proprietaria. Nel settore del gas, ben altri problemi affliggono Edison.

Dopo lennesimo rinvio per la firma degli accordi per il passaggio nelle mani dei francesi di Edf, ieri arrivato il downgrade di Standard & Poors: lagenzia di rating ha abbassato il giudizio sul debito di Edison da BBB+ a BBB-, un gradino prima del giudizio junk, con un credit watch negativo. Il che significa che indebitarsi per nuovi investimenti coster di pi. Per lagen-

zia di rating, Edison paga il momento negativo del mercato del gas e i litigi tra i soci, con Edf sempre pi ai ferri corti con le utility italiane guidate da A2a e Iren. Le quali si sono ancora date un mese di tempo per trovare un accordo, ma con i francesi che, in qualsiasi momento, potrebbero decidere di andare allasta sulla societ.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I numeri

Loperazione

La Argo finanziaria intende acquistare le quote degli altri due soci nella holding Igli

66,6%
LE QUOTE

Gavio ha presentato unofferta per le quote in mano a Benetton e Ligresti

Gavio vuole il controllo Impregilo fatta lofferta a Fonsai e Benetton


MILANO Affondo a sorpresa del gruppo Gavio su Impregilo. Ieri, tramite Argo Finanziaria ha fatto pervenire ai suoi due soci in Igli una proposta per lacquistaro i loro pacchetti nella finanziaria che controlla il 29,9% del leader italiano delle costruzioni. Ma, nel mentre le lettere di Gavio venivano consegnate ad Atlantia e a Fonsai, la notizia gi circolava sul mercato. Fatto sta che gli azionisti storici di Impregilo, hanno appreso di unofferta loro destinata, dopo che gi se ne parlava tra gli operatori di Borsa. Una mossa poco elegante, soprattutto per alcuni soci come la famiglia Benetton, che da tempo lavora e condivide diversi interessi con il gruppo di Tortona. E in attesa di sapere di pi sui contenuti dellofferta, i due soci del gruppo Gavio sembrano avere idee diverse sul da farsi. Fonsai, che naviga tra i debiti, sarebbe orientata ad accettare la proposta di Gavio e ha fatto saper che nel consiglio convocato per il 20 dicembre, esaminer tutti i dettagli. Viceversa, Atlantia giudicherebbe linvestimento in Impregilo strategico, almeno limitatamente alle attivit in concessione; per cui non interessata a fare cassa. Inoltre, per Fonsai si pone anche un problema di valutazioni. Nel bilancio della societ che fa capo alla famiglia Ligresti i titoli di Impregilo sono iscritti a un prezzo di circa 3,2 euro, quasi il 40% in pi dellattuale valore di mercato (2,3 euro); pertanto il gruppo vorrebbe non dover contabilizzare una simile minusvalenza. Tanto pi che ieri il gruppo di costruzioni Salini, che un mese fa ha rilevano sul mercato l8% di Impregilo, ha fatto sapere che ritiene il suo investimento strategico. La societ guidata da Pietro Salini ha poi annunciato che presto presenter al mercato un piano industriale, che verosimilmente, avr ad oggetto lintegrazione tra le attivit del gruppo romano delle costruzioni con Impregilo. Infine, anche Mediobanca e Unicredit, che di Igli sono creditori e hanno in pegno il pacchetto di azioni custodite dalla finanziaria, potrebbero avere un ruolo nella trattativa. La soluzione ideale pensata dalle banche sarebbe quella di procedere a uno scorporo che divida le attivit delle concessioni da quella delle costruzioni. A quel punto si creerebbero due scatole di controllo come Igli: Gavio controllerebbe le costruzioni, mentre Atlantia le concessioni. Un escamotage, che stando ai patti di sindacato di Igli che prevedono la prelazione per le quote dei tre soci partiteti, permetterebbe di liquidere Fonsai e consentirebbe al gruppo assicurativo di massimizzare il valore della sua partecipazione cedendo ai rispettivi soci le sue quote. Questultima soluzione che prevede lo scorporo delle attivit di Impregilo, oltre a mediare interessi ed equilibri dei tre azionisti storici, avrebbe anche il beneficio di creare pi valore per tutti gli investitori, dato che non previsto il lancio di unofferta pubblica sul mercato. Non a caso ieri le azioni di Impregilo (+1,8%) sono salite meno dellindice principale di Borsa (+2,9%). (s.b.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

3,2 euro
IL PREZZO

Fonsai ha in bilancio le quote di Igli a un prezzo di carico di 3,2 euro

SARA BENNEWITZ AFFARI IN PIAZZA BUON NATALE MR.TODS

hiss questanno quale pacchetto di azioni si regaler per Natale Diego Della Valle. Mr Tods ha prenotato da Mediobanca 8 milioni di titoli dei grandi magazzini Saks, di cui controlla gi il 16% del capitale. Ma in passato limprenditore marchigiano aveva espresso il desiderio di salire in Rcs, e ora almeno uno dei soci (Fonsai) potrebbe invece dover ridurre la sua partecipazione nel gruppo editoriale. Inoltre, per rilevare entro fine anno quella quota di Saks che lo porterebbe ad essere il primo socio, Della Valle dovrebbe pagare a Mediobanca il 33% in pi (12,95 dollari per azione) di quanto il titolo valga a Wall Street (ieri 9,7 dollari). Meglio allora rimandare la crescita allestero, per avere pi liquidit da investire nelle aziende made in Italy. E sempre insieme a Mediobanca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL BENESSERE Sali da bagno, un mix di benessere per corpo e umore. Allarme Usa per quelli drogati LE LETTERE Bruxismo, uricemia, dolori al coccige, nei, biopsie e Psa: gli esperti rispondono

BORTOLATO IN ULTIMA

MARTED 6 DICEMBRE 2011/NUMERO 727

I 31

Allinterno

Lalimentazione

Cibo, cervello e patologie Tutti i danni dei malnutriti


MARGRETH

La medicina

Crohn & Co. la parola passa ai pazienti


LENZO

La chirurgia

Mal diconosciloeviti testa se lo


Emicrania, sinusite oppure a grappolo? Scopri la tua cefalea avrai la cura giusta
ELVIRA NASELLI
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA DI FRAZER HUDSON/CORBIS IMAGES

Emorroidi, bisturi facile: sfida sulle tecniche


DEL BELLO

Le terapie

La sindrome dello sportivo Quando si blocca la gamba


LODISPOTO

CAPSULE E PONTI STACCATI?

GUGLIELMO PEPE NOI & VOI NASCER UNA NUOVA MEDICINA?

FARMACEUTICI

KIT DI FISSAGGIO PER PONTI E CAPSULE.


PRODOTTO TASCABILE CHE CONSENTE DI RIFISSARE DA SOLI PONTI, CORONE, CAPSULE E DENTI A PERNO.
LEGGERE ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI PER LUSO

FIMO srl - MILANO tel. 0266983865 www.fimosrl.it

finitoil tempo del camice bianco che ricorre ad ununica pratica terapeutica? Sta cadendo il muro che separa la cura ortodossa, tradizionale, che dir si voglia, da quella complementare, alternativa? presto per dirlo, per un cambiamento profondo sta scuotendo il mondo di Ippocrate: i pazienti oggi sono attenti, informati, esigenti, e i medici soprattutto i pi preparati professionalmente e culturalmente oltre a curare la malattia, prestano maggiore attenzione alla persona. Di questo rinnovamento si sta facendo interprete anche la Siomi (Societ italiana di omeopatia) che ha presentato a istituzioni e associazioni sanitarie un Manifesto per la medicina integrata. Obiettivo? Promuovere lalleanza tra risorse di cura armonizzate tra loro... e maturate in discipline diverse. In pratica significa curare con la terapia pi efficace a disposizione, sia essa allopatica che non convenzionale, avendo al centro il paziente. Questo non vuol dire mettere insieme il diavolo con lacqua santa, bens nuova medicina. Sono convinto che la sfida lanciata dalla Siomi sia una occasione da non perdere, se vogliamo cambiare in meglio la nostra sanit. g.pepe@repubblica.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

www.sellafarmaceutici.it

FERMENTI LATTICI SELEZIONATI E ATTIVI PER IL BENESSERE DELLINTESTINO


BIOLACTINE SUBTILIS Riequilibra la flora intestinale particolarmente alterata
12 miliardi di fermenti lattici.

nov

it

BIOLACTINE PROBIOTICO Formula Benessere Quotidiano in flaconcini o compresse, per adulti e bambini
SELLA FARMACEUTICI sostiene

PRONTO INTERVENTO DENTALE

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

SALUTE IN PRIMO PIANO

I 32

Tensiva o a grappolo, da sbalzo di pressione o da sinusite, al capo o al collo

LOms la considera una delle pi importanti cause di disabilit al mondo


Il primo passo perch non si cronicizzi, evitare il fai-da-te

e andare dal medico per individuare tipologia e inquadramento terapeutico


Flash

La ricerca
DONNE MANAGER PREZZI ALTI IN SALUTE
Donne manager, ancora lunga la strada per affermarsi senza pagare prezzi troppo alti anche in termini di salute. Lo conferma una ricerca qualitativa su 20 manager di sesso femminile condotta da Onda, osservatorio nazionale sulla salute della donna e Key2People, in collaborazione con Pirelli e Nestl. Tra le proposte anche limpegno a sostenere la salute femminile con prevenzione e controlli periodici E programmi per imparare a gestire lo stress legato nellambito professionale (al. mar.)

Cefalea Diversi i tipi, diverse le cure


non un semplice mal di testa
ELVIRA NASELLI

Lappello
ALLARME GINECOLOGI IN FUTURO POCHI
Nei prossimi 10 anni mancheranno allappello 580 ginecologi. Il presidente della Sigo (Societ italiana di ginecologia e ostetricia), Nicola Surico, plaude alla decisione del Governo di ampliare del 10% le nuove immatricolazioni alle facolt di medicina. Ma non basta infatti urgente intervenire anche sulla formazione post laurea

Liniziativa
CORNER ALLATTAMENTO NEL CENTRO SHOPPING
Promosso dallassociazione Salvamamme, stato inaugurato il primo corner allattamento in un centro commerciale romano, quello di Roma est Allinterno del corner unarea poppataio, con scaldabiberon, e unarea relax dove poter allattare il neonato in tutta tranquillit

Il simposio
LA CULTURA FA BENE ANCHE ALLA SALUTE
La cultura non solo migliora la vita ma incide anche sulla salute se vero che chi fruisce raramente di eventi culturali ha un rischio di mortalit maggiore. In particolare negli anziani, diminuisce il tasso di ospedalizzazione e medicalizzazione a fronte di intensa fruizione culturale Cultura e benessere, dunque, secondo scienziati di fama mondiali riunitisi a Milano in un simposio di Fondazione Bracco, sono strettamente correlati. Unindagine realizzata da Doxa ha rivelato anche le differenze di gusto tra i sessi: per le donne, in ordine decrescente, le attivit preferite sono opera lirica, visite ai musei, lettura di romanzi e teatro; per gli uomini musei, concerti di musica classica, mostre di pittura e teatro

enericamentesi definisce mal di testa. E altrettanto genericamente il 50 per cento di chi ne soffre non va dal medico e si cura abusando di farmaci da banco che provocano spesso la cronicizzazione della malattia. Malattia vera, invalidante, diffusissima tanto che lOms, lOrganizzazione Mondiale della Sanit, la considera una delle pi importanti cause di disabilit al mondo. Trasversale, anche se alcune forme sono pi frequenti nelle donne e altre negli uomini, e con un costo salatissimo per il sistema sanitario: le stime indicano circa 600 euro annui per paziente, tra visite, farmaci ed esami, per almeno 8 milioni di malati solo nel nostro Paese. Per non parlare delle giornate di lavoro perse. Il primo passo cercare di capire di che tipo di mal di testa si soffre per individuare diagnosi e terapia. Per farlo bisogna andare dal medico. Secondo lIhs, lInternational Headache Society, la cefalea questo il termine pi corretto si classifica in due forme: la primaria, che a sua volte comprende emicrania, cefalea tensiva donne. Si manifesta con dolore pulsante e violento, in una met del capo ma talvolta anche in tutta la testa, collo e spalle compresi, spesso associata a nausea, vomito, fotofobia e osmofobia, cio fastidio nei confronti di alcuni odori, qualche volta disturbi visivi. I fattori scatenanti possono essere vari premette Lorenzo Pinessi, direttore della clinica neurologica e del centro cefalee dellospedale universitario le Molinette di Torino ma si innestano sempre su una predisposizione genetica. Gli attacchi sono infatti provocati dal malfunzionamento di alcune aree cerebrali di fronte ad alcuni eventi stressanti. Per questo importante evitare stress al lavoro, in famiglia, e persino nelle riunioni di condominio, cos come alcuni alimenti con sostanze vasoattive, come formaggi, vino, cioccolato, crostacei, e, destate, il caldo e, dinverno, il freddo e il vento. La terapia farmacologica. C unampia gamma di farmaci precisa Pinessi si va dal vecchio propranololo alla flunarizina, entrambi per con controindicazioni per alcune patologie. Funzionano abbastanza bene anche gli ansiolitici, magari cominciando con quelli a base di sostanze naturali, come valeriana o passiflora e, in casi selezionati, alcuni antiepilettici, come il topiramato, gravato per da effetti collaterali, o alcuni antidepressivi. Come terapia dellattacco sono molto efficaci i triptani. La cefalea tensiva, tipicamente femminile ma anche delle persone che hanno posture sbagliate con contrazioni dei muscoli del collo e delle spalle, quella in cui si sente dolore a casco e gli attacchi possono durare anche alcuni giorni. In realt noi della scuola torinese crediamo che queste cefalee, indagate a fondo, siano quasi sempre forme di emicrania molto legate ad ansia e stress continua Pinessi diverso invece il caso della cefalea a grappolo, con dolori intensissimi ma di minor durata rispetto allemicrania, trafittivi intorno allocchio e allo zigomo. Questi pazienti spesso uomini devono evitare gli alcolici e utilizzare il verapamile quando arrivano le crisi e poi per un certo periodo per prevenirne altre. In caso di attacchi, invece, si utilizza il sumatriptan, che il capostipite dei triptani, in fiale sottocutanee perch le compresse non sono sufficienti e agiscono pi lentamente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono vari anche i fattori scatenanti, la loro intensit e durata. Lemicrania pi frequente nelle donne
e a grappolo, e la cefalea secondaria, legata cio a una causa scatenante: traumi, processi infettivi, vascolari o tumorali a carico del cervello, sbalzi di pressione, sinusiti, o improvvisa sospensione, in consumatori abituali, di caff e di alcuni farmaci. Tutte sono caratterizzate da attacchi di diversa durata da poche ore a diversi giorni dallesordio poco prevedibile e, soprattutto, prevenibile. Lemicrania pi frequente nelle

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.sisc.it www.anircef.it

I 33

Nei giovani la componente emotiva spesso causa scatenante degli attacchi. I consigli dellesperto

I segnali dallarme per i bambini ecco quando serve andare dal pediatra C
irca il 7 per cento dei bambini tra 6 e 7 anni e ben lundici per cento dei ragazzini tra 12 e 14 anni soffre di emicrania. Ancora pi alte le percentuali di chi soffre di cefalea tensiva, che ha per nei pi piccoli effetti meno invalidanti e dolorosi che negli adulti. A differenza degli adulti, gli attacchi di emicrania nei bambini e negli adolescenti possono essere pi brevi, spesso bilaterali e con meno sintomi di accompagnamento premette Vincenzo Guidetti, che insegna Neuropsichiatria dellInfanzia e dellAdolescenza alla Sapienza di Roma ma non si pu mai generalizzare. La diagnosi pi difficile, e ci si arriva per esclusione, soprattutto nei piccolissimi: a un anno e mezzo difficilmente sono in grado di spiegare che cosa hanno. Gi a 4-5 anni, invece, sono in grado di rispondere alle domande del medico dettagliatamente, e anzi sono pazienti particolarmente precisi se interrogati bene. Nei pi piccoli, oltre a una componente genetica delle cefalee, gioca un ruolo importante lambiente, in particolare il rapporto con la madre. Negli adolescenti quello con i pari, con i compagni di scuola o gli amici. Ma quali sono i segnali che dovrebbero insospettire o preoccupare un genitore? Il timore della famiglia precisa ancora Guidetti, past president della societ italiana per lo studio delle cefalee che le cefalee possano essere secondarie a un tumore cerebrale. Oppure a un deficit visivo, cosa che accade, ma in casi piuttosto rari. Ci sono, per, le cosiddette bandiere rosse, i segnali

di allarme che devono indurre i genitori ad andare dal pediatra. Primo, quando compare improvvisamente una cefalea che non c mai stata prima, oppure quando, in chi soffre invece di cefalea, c un improvviso cambiamento della modalit dellattacco, da tensivo a pulsante. Oppure quando la cefalea sveglia di notte, quando viene scatenata dal movimento, quando si accompagna a cambiamenti nella personalit o nel rendimento scolastico e sempre quando ci si sveglia al mattino con la cefalea. Sar poi il pediatra ad indirizzare eventualmente ad un centro cefalee. I fattori emotivi restano comunque, in et evolutiva, causa scatenante del mal di testa nell80 per cento dei casi. Questo perch sottolinea Guidetti linterfaccia tra psiche e corpo molto pi connessa. Se un bambino piccolo ha un rapporto difficile con la mamma, avr difficolt anche nellallattamento al seno, tanto per capire. Mentre per i pi grandi basta un cattivo voto, o la paura di uninterrogazione a scatenare una crisi di emicrania. In questi giovani e giovanissimi come se funzionassero meno bene i meccanismi di protezione e di difesa nei confronti del mondo esterno, con una conseguente minore risposta ad eventi stressanti. Per questo motivo importante parlare a lungo e diffusamente con i pazienti giovani e non un caso che una visita media non duri meno di unora. (e. nas.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA CURIOSIT ATTIVIT SESSUALE PI TRASGRESSIVA? SI INTENSIFICA LEMICRANIA AL MASCHILE


i definisce cefalea primaria da attivit sessuale, e, contrariamente a quanto si sarebbe portati a credere, non ha nulla a che vedere con il caro/a, ho un terribile mal di testa. , infatti, unemicrania che colpisce prevalentemente i maschi, in modo anche molto violento, con unintensit legata alleccitazione, e dunque alle variazioni di pressione correlate, e che spesso spaventa perch i pazienti temono malori ben pi gravi, tanto che spesso si accasciano. Questi attacchi di cefalea sono pi frequenti nel caso di relazioni trasgressive, con pi tensione e maggiore emotivit.

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

SALUTE LA RICERCA

I 34

PER SAPERNE DI PI www.bmassociation.it www.parkinson.it

In libreria

Psicologia
UNA GUIDA PER ENTRARE NEL MONDO MASCHILE
Con intelligenza e sensibilit uno psicoterapeuta analizza le cause della nota tendenza degli uomini a tacere le proprie emozioni. E ribalta lo stereotipo della loro mancanza di introspezione
QUELLO CHE GLI UOMINI NON DICONO

Alimentazione
ALLA SCIENZIATA NON PIACE LA CARNE
Ricorrendo alla scienza e alle testimonianze di personaggi del passato e del presente Margherita Hack astrofisica, spiega la motivazioni etiche che lhanno portata a risparmiare gli animali
PERCH SONO VEGETARIANA

Myform, ti fa dormire meglio


orm
ES

tempo di addormentamento
Riposando sui materassi in Myform si riduce il tempo di addormentamento.


Bjorn Sufke 200 pagine 14 euro Urra Margherita Hack 126 pagine 12 euro Edizioni dellAltana

Alimentazione
MALNUTRIZIONE
Il 45% dei nuovi pazienti ricoverati ha un elevato rischio di malnutrizione Indagine 2008 dellospedale San Matteo di Pavia

Non solo quando il cibo carente. Anche se troppo e, come succede spesso negli obesi, squilibrato sotto il profilo dei nutrienti, si possono instaurare patologie e malfunzionamenti del sistema nervoso. Gli effetti del diabete e delle sindromi metaboliche
BAMBINI
Da una indagine eseguita in Italia nel 2010 risulta che il 22,9 per cento dei bambini italiani in sovrappeso e l11,1 per cento obeso

ADULTI
Dalle ultime rilevazioni Istat risulta che il 33% della popolazione italiana in sovrappeso e il 9 % obeso

DIABETE
Secondo il ministero della Salute gli italiani con diabete accertato nel 2009 erano il 4,2 per cento della popolazione

LA SCHEDA

ALESSANDRA MARGRETH
ervello, malnutrizione e malattie croniche, un intreccio stretto sui cui importante intervenire. Spiega Gianni Pezzoli, presidente della Fondazione Grigioni, istituzione che sostiene la ricerca in campo nutrizionale nella malattia di Parkinson: Il cervello il responsabile della regolazione di tutte le funzioni dellorganismo e anche del controllo degli impulsi tramite lazione di molecole (neurotrasmettitori) come la serotonina e la dopamina. Questultima coinvolta nel controllo degli impulsi e nei meccanismi di regolazione di fame e saziet. La sua attivit, ad esempio, si riduce nei malati di Parkinson. Se presente nel cervello in quantit eccessive, la dopamina pu aumentare

Dieta e cervello relazioni pericolose


il senso di fame e causare un eccesso di ingestione di cibo. La malnutrizione un problema diffuso anche nelle degenze ospedaliere. Conferma Emanuele Cereda, ricercatore presso il servizio di nutrizione e dietetica presso il Policlinico San Matteo di Pavia: In ospedale un paziente seguito non correttamente dal punto di vista nutrizionale va incontro a complicanze. Ad esempio, nei malati di tumore i trattamenti chemio e radioterapici modificano lo stato di nutrizionale del malato, con gravi ricadute anche sul sistema nervoso. Occorre ricalibrare lequilibrio nutrizionale. Conseguenze neurologiche anche per una malattia cronica molto diffusa, il diabete: modificare la dieta e lo stato nutrizionale sono i primi trattamenti da seguire. Malnutrizione significa anche unalimentazione squilibrata in eccesso o in difetto. Troppo cibo porta un numero sempre maggiore di persone a essere sovrappeso o addirittura obese, con i conseguenti rischi per la salute. Chi malnutrito per difetto invece una persona debole perch,

ad esempio, soffre di anoressia o, per diversi motivi, non si alimenta in modo corretto. C poi la malnutrizione endemica nei Paesi in via di sviluppo, causa di un alto tasso di mortalit, soprattutto infantile. Per combattere questi problemi nata Brain and Malnutrition in Chronic Diseases (BM Association), associazione scientifica no profit. Lassociazione studia in modo particolare la relazione causale tra le attivit neurologiche e le malattie derivanti da malnutrizione. Il suo portale (www.bm-association.it) aiuta a coordinarne le attivit, e offre notizie, progetti studi relativi alle malattie da malnutrizione. Oltre 50 i referenti per patologia e area. Gianni Pezzoli ne il presidente scientifico, Emanuele Cereda responsabile scientifico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

programma immagine

YFOR YFOR ERGONO ICO


orm segue perfettament omia del nostr rpo sos nendol rrettamente tutta la nott

ESC

SIV

un mat esclusiv elan on propriet s dinarie in grado di miglior sensi ilment ualit del nostro riposo

YFOR

RASPIRAN

La struttur del Myf il c saggio dellaria mantenendo cos il so sempr e ac glient

un mat

unic ed esclusiv
minuti
30 20

odott sol

lan, in grado di miglior


movimenti

sensibilmente la qualit del nostro riposo.


efficienza del sonno
A parit di ore dormite, la qualit del riposo su un materasso in Myform pi elevata.
minuti sonno delt
95 91

Scientificamente provato dai Laboratori Universitari di Bologna sui consumatori


movimenti durante il sonno
Con i materassi in Myform si riducono i movimenti durante il sonno.
Materasso in Myform Altro materasso Materasso in Myform

Altro materasso

Altro materasso

Materasso in Myform

CO

YFORM

SO

YFOR

CCOG IENZA PROGRESSIV


La combinazione fra diverse densit ti regala la piacevole sensazione dellaccoglienza progressiva.

www.dorelan.it

Il Myform un materiale unico prodotto solo da Dorelan. Il Myform dotato di caratteristiche ineguagliabili frutto della ricerca e della tecnologia Dorelan.

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

SALUTE LA MEDICINA

PER SAPERNE DI PI www.amiciitalia.net www.efcca.org

I 35

Morbo di Crohn
Malattie intestinali autoimmunitarie, in Italia ne soffrono 200mila persone. Al via uno studio:
Diagnosi tardive e difficile accesso alle cure

Flash

Le linee guida
COM DIFFICILE DIVENTARE MAMME
Presentate le prime linee guida italiane sulla depressione in gravidanza e maternit. Frutto della collaborazione tra sei centri di eccellenza italiani coinvolti nella campagna A smile for Moms e di Onda, le linee guida prevedono di uniformare lapproccio diagnostico per un fenomeno che colpisce il 16% delle donne nel periodo della maternit. Servizi on line www.depressionepostpartum.it

Convivere con la patologia, voce ai malati


TIZIANA LENZO
itardo nella diagnosi, assenze dal lavoro, rapporti affettivi a rischio. Le malattie infiammatorie croniche intestinali (Mici) incidono molto sulla salute e sulla vita professionale e sociale dei pazienti. Gli ostacoli che questi pazienti devono superare ogni giorno emergono dal Progetto Diogene, indagine sulla qualit della vita delle persone con malattia di Crohn e colite ulcerosa, condotta in Sicilia dallAssociazione per le malattie infiammatorie croniche dellintestino (Amici Onlus). Lo studio, che sar esteso su scala nazionale, ha coinvolto 325 pazienti attraverso la somministrazione di un questionario e si inserisce in un pi ampio progetto internazionale promosso dallEuropean Federation of Crohns and Ulcerative Colitis Associations (Efcca) che riunisce 27 associazioni europee. Gli elementi di rilievo emersi dallindagine europea spiega Marco Greco, presidente dellEfcca sono la necessit di garantire un equo accesso alla terapia e alla diagnosi precoce; limpatto sociale ed affettivo; lessenzialit di una standardizzazione dei servizi da offrire, e, ovviamente, il rischio della discriminazione lavorativa. In Italia soffrono di Mici circa 150-200mila persone, principalmente in et giovanile: tra i 20 e i 40 anni let media di esordio della colite ulcerosa e tra i 15 e i 35 let media in cui si manifesta la malattia di Crohn. Lincidenza delle Mici in Sicilia pari a 14,3 nuovi casi lanno ogni 100.000 abitanti e la prevalenza stimata di circa 7.000 pazienti. Lindagine rilevante data la carenza di dati sulla qualit di vita dei pazienti spiega Mario Cottone, direttore della divisione di Medicina I degli Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello di Palermo Il risultato dello studio su scala nazionale potr colmare un vuoto e consentire lattuazione di programmi utili a migliorare la qualit della vita dei malati. Dalla ricerca emergono, infatti, numerose difficolt. Prima fra tutte il ritardo nella diagnosi con conseguenze cliniche, potenzialmente gravi, sulla progressione della malattia e delle sue complicanze. In Sicilia passano in media 5 anni dalla comparsa dei sintomi alla diagnosi (contro i 2,5 della media europea) e circa 3 anni per giungere alla visita di uno specialista gastroenterologo. Fatta la diagnosi, i pazienti iniziano a confrontarsi con gli effetti e i limiti della patologia. La paura rappresenta il comune denominatore di tutte le fasi della malattia. Un altro motivo di apprensione rappresentato dalla disponibilit di un bagno: per il 61% dei pazienti questa la prima preoccupazione quando si recano in posti nuovi.

Le malattie rare
UNA RETE ITALIANA PER DIAGNOSI GRATUITE
Migliorare la diagnosi e la terapia delle malattie rare di origine genetica. Con questo obiettivo stato firmato un accordo tra la Magi onlus (International Association of Medical Genetics) e lospedale San Giovanni Battista di Roma (Sovrano ordine dei cavalieri di Malta). Magi onlus metter a disposizione dellospedale la sua esperienza nella diagnosi delle patologie rare e le sue tecnologie di diagnosi genetica molecolare tra le pi avanzate dItalia del suo laboratorio di Rovereto, unico, ad esempio, ad offrire il test per le forme familiari e primarie di linfedema. Laccordo, estendibile poi alla rete sanitaria italiana dellOrdine di Malta, permetter ai pazienti di avere diagnosi pi tempestive e senza spostarsi. Magi onlus rimborser anche limporto di eventuali ticket

Non meno preoccupante la condizione lavorativa. I risultati rivelano infatti che l11% dei malati disoccupato o sottoccupato. Il 9% non in grado di lavorare a tempo pieno e, in media, le assenze dal lavoro

sono 11,7 giorni lanno. Sul fronte dei rapporti affettivi le difficolt non sono da meno: il 16% del campione si sente ostacolato nel consolidare i rapporti affettivi, e l8% attribuisce a queste patologie la

causa dellinterruzione di un rapporto. Ritengo fondamentale conclude Salvatore Leone, direttore di Amici la gratuit dei farmaci e il riconoscimento degli effetti invalidanti della malattia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La ricerca
I FATEBENEFRATELLI
SI INCONTRANO A VENEZIA Si conclude oggi pomeriggio a Venezia (Centro Culturale Don Orione Artigianelli) il Meeting Europeo dellAFaR (Associazione Fatebenefratelli per la Ricerca Biomedica e Sanitaria) che riunisce ricercatori provenienti dalle varie sedi nel mondo dellordine ospedaliero

Liniziativa
TELETHON ARRIVA SUI BANCHI DI SCUOLA
Torna Telethon Young, il progetto destinato alle scuole primarie e secondarie di primo grado per raccontare la missione e le attivit di Telethon In collaborazione con Giunti Progetti Educativi, il progetto prevede un kit con un giornalino per la classe, una guida per gli insegnanti e i materiali per organizzare una raccolta fondi a scuola. Info: 055.5062353 (9-18) www.lavitascolastica.it/telethon

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

SALUTE LA CHIRURGIA

PER SAPERNE DI PI www.sichirurgia.it www.siucp.org

I 37

Emorroidi
Secondo molti medici italiani ci sono troppe complicanze con la tecnica di Antonio Longo. Che ribatte: quella di prima scelta per lIstituto delle eccellenze cliniche Usa

Flash

Come toglierle bene I chirurghi discutono lintervento migliore


GIUSEPPE DEL BELLO
roppi interventi, indicazioni spinte e tecnologie sotto esame. Emorroidi, polemica tra gli specialisti. A innescare la miccia Aldo Infantino, presidente della Societ italiana di Chirurgia colo-rettale che d i voti alla tecnica inventata da Antonio Longo, il chirurgo palermitano direttore del Department of

Loncologia
LOTTA AL CANCRO AIUTO DALLA NATURA
Due giorni di convegno a Roma dellAssociazione ricerca terapie oncologiche integrate (Artoi): al centro limportanza del cibo nella lotta la cancro Salvia, ginger, olio di oliva, vino ricco di resveratrolo, germogli di grano. Migliorare la condizione del paziente, tenendo sotto controllo e riducendo il dolore e i sintomi di stress correlato a radio e chemioterapia. Cos la massofisioterapia, utile a ridurre i sintomi fino al 50% e per 48 ore. Nel corso del congresso stata presentata anche la sintetizzazione della polidatina, una molecola presente nei frutti rossi (ciliege, mele, mirtilli, ribes, uva), in grado di svolgere un potente ruolo antiossidante e antiradicali liberi, ha sottolineato Giampiero Ravagnan, ordinario di Microbiologia a Venezia

coloproctology and pelvic diseases dellHert Jesus di Vienna. Si tratta della suturatrice circolare Pph (Procedure for prolapse haemorroids), che taglia e mette i punti automaticamente. Non sarebbero in discussione i risultati (minor dolore, degenza di un giorno e ritorno precoce allattivit quotidiana), ma le complicanze, rare ma invalidanti. I dati presentati da Infantino al recente Congresso della Societ
INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

La pediatria
LEGGERE PER CRESCERE I 10 ANNI DEL PROGETTO
Leggere fiabe ad alta voce ai bambini, anche per pochi minuti al giorno, fa bene, contribuisce al loro sviluppo mentale e previene difficolt di apprendimento, soprattutto in coloro che vivono in ambienti svantaggiati Per questo bisognerebbe iniziare gi quando hanno sei mesi di vita. Linvito arriva dai pediatri, in occasione della presentazione dei risultati dei dieci anni del progetto di responsabilit sociale Leggere per crescere promosso da GlaxoSmithKline a Verona

Il dibattito

Confronto tra le strategie di trattamento, la tradizionale e quella nuova, di un disturbo molto frequente

Una le asporta, laltra le ripara L


a tecnica tradizionale Milligan-Morgan (pi in uso in Europa) prevede lasportazione dei cuscinetti emorroidari (interni ed esterni) e ferite che possono essere suturate oppure lasciate aperte per consentire la cosiddetta guarigione per seconda intenzione, cio spontaneamente. La metodica secondo Ferguson invece la pi utilizzata negli Stati Uniti e consiste nella chiusura della ferita con una sutura. Entrambe partono dal presupposto che le emorroidi sarebbero una alterazione irreversibile delle vene del retto (varicosit o iperplasia). La tecnica di Longo parte dal presupposto secondo cui le

emorroidi sono formazioni anatomiche naturali che aiutano a conservare la continenza anale e che, quindi, andrebbero conservate. In questo caso infatti i sintomi sarebbero la conseguenza di un prolasso rettale interno che spinge allesterno i cuscinetti emorroidari durante levacuazione. La suturatrice circolare Pph, non reseca le emorroidi ma solo il prolasso rettale, facilitando una sorta di lifting che le ricolloca nella posizione anatomica naturale allinterno del canale anale. In questo mo(g. d. b.) do non residuano ferite aperte allesterno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

italiana di Chirurgia raccontano di un 12,7% di complicanze precoci e di un 27% di tardive, con un successivo ricorso al bisturi nel 9% dei casi. Si sono verificate nellimmediato post-operatorio infezioni che hanno messo a repentaglio la vita dei pazienti, rivela Infantino, o a distanza di tempo, quando gli operati hanno lamentato difficolt evacuatorie, dolore o fistole retto-vaginali. E pur se raramente, in alcune condizioni, il chirurgo stato costretto a confezionare un ano artificiale. Ma anche il numero di emorroidectomie (il 35% di tutti gli interventi chirurgici) in Italia sarebbe eccessivo rispetto alle esigenze e, soprattutto, a confronto con gli Usa dove lintervento di emorroidi rappresenta il 10% del totale. Imperturbabile, Longo che anche presidente onorario della Societ italiana di Colonproctologia, replica: A parte il fatto che non esiste tecnica chirurgica esente da complicanze, parlano i dati, incontrovertibili. Dal 98 a oggi, si sono eseguiti nel mondo 3 milioni di interventi con la suturatrice circolare. lunica tecnica in trend positivo che ogni anno registra un aumento degli interventi. Per il National institute clinical excellence la tecnica di prima scelta che non ha una maggior percentuale di recidive. Longo lo fa capire, ma non lo dice, la sua metodica sarebbe criticata soprattutto nel Belpaese: Soltanto gli autori italiani pubblicano percentuali alte di complicanze, eppure la tecnica ritenuta la pi valida contro lincontinenza di muco, la stipsi e la dermatite perineale. Longo ricorda che i pazienti possono tornare al lavoro in media entro 4 giorni, mentre con la chirurgia tradizionale ce ne vogliono ventidue.
RIPRODUZIONE RISERVATA

APPASSIONATI ALLA VITA


CI SONO MOMENTI CHE VALGONO ANNI DI RICERCA.
OGNI GIORNO PORTIAMO LA PASSIONE PER LA VITA NEI NOSTRI LABORATORI, NEI NOSTRI UFFICI, NEGLI OSPEDALI, NELLE VOSTRE CASE. LAVORIAMO PER MIGLIORARE LA SALUTE ATTRAVERSO LA RICERCA E LO SVILUPPO DI FARMACI E VACCINI INNOVATIVI. IL NOSTRO IMPEGNO RAGGIUNGE TUTTI, ANCHE ATTRAVERSO PROGRAMMI UMANITARI DI DONAZIONE E DISTRIBUZIONE DI FARMACI. PER ASSICURARE AD OGNI SINGOLA PERSONA UN FUTURO MIGLIORE.

09-13-MSD-2011-IT-5849-RI -

www.contattamsd.it info@contattamds.it www.univadis.it www.msd-italia.it

Be well.

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

SALUTE LE TERAPIE
Un bruciore intenso colpisce la parte anteriore e ne impedisce il movimento

I 38

Si chiama sindrome compartimentale acuta. Ne vittima chi fa attivit che impegnano gli arti inferiori: calcio, basket, volley, rugby e corsa Per curarla non basta fermarsi un po, ci vuole un piccolo intervento

Troppo
Flash

Il farmaco
NUOVO ANTIMALARICO CON LOK DELLEUROPA
Via libera dellautorit europea alla nuova terapia combinata in dose fissa per combattere la malaria (Eurartesim), frutto della ricerca italiana di Sigma-Tau e Medicines for Malaria Venture (MMV) Si tratta di compresse (1 dose al giorno per 3 giorni) a base di diidroartemisinina e piperachina; gli studi hanno dimostrato unalta percentuale di guarigione, superiore al 95%, e una significativa riduzione dei tassi di reinfezione

sport

Il rapporto
SANIT PEGGIORATA PER UN ITALIANO SU TRE
Quasi un italiano su tre (28,9%) giudica peggiorato negli ultimi due anni il servizio sanitario, il 60% registra una sostanziale stabilit, l11% vede un miglioramento: la risposta al quesito sul Servizio sanitario secondo il 45mo Rapporto annuale del Censis (dati indagine Forum per la Ricerca BiomedicaCensis). Critiche sul fronte delle differenze tra sistemi regionali (35,2%), danni causati dallinterferenza della politica (35%), tagli allofferta per i disavanzi (21,8%), ma anche scarsa innovazione e poche risposte alle vere esigenze dei pazienti (come lassistenza domiciliare territoriale, 18%)

Quel dolore acuto che blocca la gamba Cos e cosa fare


FABIO LODISPOTO *

Il progetto
DENTI CURATI GRATIS PER I BIMBI IN AFFIDO
I bambini e i ragazzi in affido a Bari in strutture o case famiglia avranno cure ortodontiche e odontoiatriche gratuite Arrivato anche in Puglia, con la firma del protocollo tra Sido, societ italiana di ortodonzia, e Comune, il progetto Un sorriso in affido che conta gi oltre mille odontoiatri e 420 bimbi in cura, adottati da uno studio dentistico che garantisce tutte le prestazioni gratuitamente fino ai 14 anni Per adesioni di dentisti e amministrazioni 0256808224 o www.sido.it (am. m.)

n doloresordo, urente e crampiforme alla parte anteriore della gamba, cos forte da richiedere limmediata sospensione dellattivit sportiva. Potrebbe essere un segno di sindrome compartimentale acuta. Se poi il dolore regredisce rapidamente in pochi minuti di riposo la diagnosi quasi confermata. Si tratta infatti di una sindrome frequente nello sportivo, ma che raramente viene correttamente diagnosticata. La sindrome compartimentale dello sportivo, sfugge infatti a tutti gli esami diagnostici tradizionali, compresa la Rmn e la Tac. La si diagnostica con la misurazione diretta della pressione intramuscolare prima, durante e dopo lesercizio fisico. Si tratta di una sofisticata manometria che si compie sotto guida ecocolordoppler solo nei centri di medicina dello sport pi allavanguardia e attrezzati. Il dolore scatenato da un aumento eccessivo della pressione dei liquidi interstiziali nella loggia muscolare anteriore della gamba. Sono pi esposti alla sindrome sportivi come calciatori, giocatori di rugby, chi pratica la corsa e la pallavolo o il basket e quanti sottopongono larto inferior e a sforzi intensi e ripetuti. Durante lattivit sportiva, infatti, il muscolo, a causa del maggior afflusso di sangue, aumenta del 20-30% il suo volume e la pressione interna ha un brusco rialzo, da 0-15 mm di mercurio a 30-40. Si tratta di un fenomeno fisiologico cui segue ladattamento della fascia muscolare fibrosa che avvolge e contiene il muscolo. Ma a volte manca ladattamento. Di qui la stasi capillare e linfatica che fanno impennare la pressione intramuscolare fino a picchi di 70-80 mm di mercurio col blocco della circolazione del sangue e accumulo di acido lattico e altre molecole di scarto del metabolismo energetico nelle fibre muscolari. Si scatena cos il dolore violento che ferma lattivit sportiva in corso. Tuttavia bastano tipicamente pochi minuti di riposo per far regredire completamente il dolore e dare allo sportivo

Il giornalismo
VIVERE SENZA DOLORE, PREMIO A SALUTE
In occasione della seconda edizione del premio giornalistico Vivere senza dolore, promosso dallassociazione omonima, stato assegnato il riconoscimento per la carta stampata a Maria Paola Salmi, collaboratrice di Repubblica Salute per larticolo Dolore Attenti alla cronicit

lillusione che tutto sia a posto e che sia pronto a tornare in campo. Un errore, perch i sintomi si ripresentano puntualmente ogni volta che lesercizio raggiunge una soglia di intensit critica che scatena nuovamente laumento della pressione intramuscolare, la congestione vascolare e linevitabile dolore che costringe lo sportivo a tornare in panchina. La sindrome compartimentale cronica dello sportivo, inizialmente si giova del riposo e delle comuni fisioterapie e delle terapie con antinfiammatori, ma con il tempo tende a cronicizzare e viene scatenata da sforzi muscolari sempre pi blandi fi-

no a persistere anche a riposo. Un problema che colpisce prevalentemente la loggia muscolare anteriore della gamba, ma che con frequenza inferiore pu interessare anche le altre logge muscolari (mediale, laterale e posteriore della gamba) e pi raramente la coscia, lavambraccio, il piede e la mano. Esiste una sola terapia: la fasciotomia chirurgica. Si tratta della sola opzione di trattamento che permette una risoluzione completa dei sintomi e un ritorno dello sportivo al precedente livello di prestazione. Si pu fare in anestesia periferica (addormentando la gamba) e per via mini-invasiva:

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.siot.it www.fmsi.it

I 39

Anche queste colpiscono soggetti giovani impegnati in allenamenti frequenti

Mini-fratture da stress, il riposo unica terapia


l dolore scatenato dallattivit sportiva riguarda altre due sindromi. Ma le cause sono diverse. Nella frattura da stress il dolore deriva da una vera e propria frattura frequente in chi pratica sport di durata, come la corsa, o che sottopone larto inferiore a continue e intense sollecitazioni, come accade nei giocatori di calcio o di basket. Invece di prodursi in un unico e violento evento traumatico come in caso dinfortunio, la frattura si sviluppa incrinando lentamente le trabecole interne dellosso sino al cedimento dellosso corticale. Inizialmente solo dolori leggeri che passano con il riposo. Ma poi i disturbi diventano severi e invalidanti tanto da costringere ad abbandonare momentaneamente lo sport. La natura di Negli adolescenti questa particolare si pu verificare frattura da stress (o da la rottura fatica o da durata) sta della cartilagine nellequilibrio tra osso prodotto e osso riasdi accrescimento sorbito. Nellosso lungo della gamba, nel punto di massima sollecitazione elastica, si formano correnti piezoelettriche debolissime. Ma se lo sport troppo, le correnti rallentano la rigenerazione dellosso. Di qui la debolezza progressiva sino allinevitabile frattura. Le radiografie mostrano solo dopo alcune settimane di dolore una piccola reazione dellosso intorno alla frattura che si sta sviluppando. Per una diagnosi precoce meglio la risonanza magnetica. Il riposo lunica terapia risolutiva: in poche settimane losso si rimineralizza e si salda senza lasciare tracce del doloroso episodio.

INFOGRAFICA PAULA SIMONETTI

La sindrome di Osgood-Shlatter connessa sempre allattivit sportiva ma nei soggetti in crescita. Colpisce la tibia dei giovani sportivi, in particolare di et compresa tra i 10 e i 15 anni. Si tratta di una osteocondrosi giovanile della apofisi tibiale anteriore: un piccolo nucleo di accrescimento della tibia al quale si ancora il tendine rotuleo. Una cartilagine, dunque, assai vulnerabile in fase di accrescimento che pu risentire di eccessive sollecitazioni sportive. Difatti ne sono pi colpiti i giovani maschietti con masse muscolari pi sviluppate e che svolgono discipline sportive traumatizzanti come il calcio, ma ne sono colpiti anche i piccoli giocatori di basket, i tennisti e i piccoli campioni di atletica leggera. La diagnosi semplice, basta la visita dellortopedico: quattro dita sotto il ginocchio dove la tibia si fa pi sporgente, si localizza il dolore, facilmente evocabile alla palpazione. Una radiografia conferma la diagnosi di sindrome di Osgood-Shlatter: la frammentazione del nucleo di accrescimento mostra la sofferenza della cartilagine. Nei casi dubbi la Rmn fa chiarezza. Semplice ed efficace la terapia: il riposo. sufficiente sospendere lattivit sportiva e mettere a riposo la cartilagine sofferente per far regredire spontaneamente il dolore e scongiurare eventuali complicanze. Ignorare il problema infatti e insistere stoicamente a praticare sport spiana la strada a calcificazioni del tendine della rotula. Un problema che dar luogo a disturbi e dolori del ginocchio molti anni dopo e che in certi casi richiede lasportazione chirurgica della calcificazione. (f. lod.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

attraverso quattro incisioni cutanee millimetriche, si introduce sottopelle tra la fascia muscolare e il muscolo stesso una sonda ottica e un bisturi retrogrado. Sotto il controllo ottico della telecamera la fascia muscolare viene recisa per tutta la sua lunghezza. Tanto basta a restituire al muscolo lo spazio di cui necessiter quando sotto sforzo aumenter di volume. La deambulazione concessa gi in prima giornata post-operatoria, ed incoraggiato un ritorno rapido alle attivit sportive. * Specialista in Ortopedia e Traumatologia, Medicina dello Sport
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

SALUTE IL BENESSERE

I 40

PER SAPERNE DI PI www.unipro.org www.idi.it.

Sali da bagno
Grazie alla sinergia con limmersione in acqua calda, diminuiscono pressione e stress. Agli effetti psicologici positivi si aggiungono quelli della stimolazione sensoriale indotta da colori e profumi gradevoli
LA DURATA POLVERI
Le polveri da bagno, a differenza dei sali, sono anche detergenti come un normale sapone, ma sono pi morbide e gradevoli

LE BOMBE
Detti dischetti o anche bombe effervescenti, sono un mix di sali e burro di karit o altri emollienti che si sciolgono da soli in acqua

SALI TERMALI
Sono prodotti dagli stabilimenti termali per proseguire a domicilio alcuni dei trattamenti effettuati nei centri con le loro acque

LEI & LUI LA SCHEDA


ROBERTA GIOMMI *

Tempi e modi del bagno o dellidromassagg ioTemperatura dellacqua da 37 a 38 gradi. Durata della immersione media 20 minuti

I MODELLI CHE UCCIDONO IL SESSO


ellintimit di coppia il sesso compare come un universo denso di modelli contrapposti. Molti uomini e donne hanno modelli stereotipati dove limmagine del sesso giusto o sbagliato finisce per ostacolare la sessualit sino a renderla inesistente. Il modello dellintensit molto femminile come lidea che il maschio sia dominante e capace. Il modello maschile del desiderio la sicurezza dellerezione con fantasie strettamente sessuali per integrare la ridotta eccitazione, con lidea di una donna attiva, ma non troppo, creativa nei gesti del piacere utili per il maschio. In prima seduta la coppia racconta spesso di un sesso diventato pesante o impossibile. Elaborare i miti diventa importante per la ripresa della sessualit. Nella seduta individuale si cerca di capire cosa renderebbe il sesso di nuovo positivo per avere intimit e piacere e cosa lo ha reso difficile. I miti sessuali sono legati a immagini di forza del desiderio, dellamore, sono raccontati come un essere presi da emozioni che rendono il sesso spontaneamente positivo. raro trovare il desiderio di una cornice allegra, divertente, ironica, di gioco, ancora pi raro incontrare lidea di un sesso come risorsa che va costruita e guidata. Invece resiste il mito dellistintualit come unica risorsa del buon sesso. Ci sono persone invece che hanno bisogno di costruzioni per arrivare al corpo sensoriale, che mantengono divieti alle sensazioni attraverso fastidio, dolore o insensibilit, ancora pi forti oggi che il sesso sembra autorizzato, mentre non viene quasi mai vissuta la linearit solare del sesso corpo - fantasia- relazione, dimenticando che abbiamo un corpo, che sente, parla, annusa, tocca, vibra. Le dimensioni emancipate della coscienza sessuale richiederebbero di rendere accessibile il piacere dellincontro ad occhi aperti in cui il dialogo, la risata, lironia possano creare confidenzialit, senza dover relegare il sesso alla dimensione dove sia possibile solo essere stregati o assenti. * www.irf-sessuologia.it

Un toccasana per il corpo e lumore


CLAUDIA BORTOLATO

apita che prodotti beauty-cult di radicata tradizione, come i sali da bagno,

con il tempo perdano appeal, salvo poi riconquistarsi una rinnovata notoriet. Cos, in pieno stile rtro chic, si riscopre anche il piacere di farli in casa partendo da materie-ba-

se, come il comune sale da cucina o il bicarbonato di sodio miscelati, per esempio, a burro di karit. E basta digitare sali da bagno on-line per accedere a numerosi blog e video-tu-

torial con spiegazioni dettagliate in materia. Anche i sali da bagno delle linee cosmetiche conservano interessanti propriet estetiche e salutistiche. Dal punto

di vista chimico - spiega Umberto Borellini, cosmetologo e psicologo, universit Tor Vergata di Roma - sono il risultato della miscelazione di differenti sali, come carbonato di sodio, bicarbonato di potassio, cloruro e solfato di magnesio, allume di potassio, e di oli essenziali, per esempio di eucalipto e menta (balsamici), che vengono rilasciati a contatto con lacqua. Un cocktail che produce benefici soprattutto a livello epidermico, grazie alleffetto levigante e allaccelerazione del rinnovamento cellulare indotti sia dalle propriet esfolianti dei sali sia dalle sostanze contenute negli oli essenziali, che possono sortire vari effetti secondo la composizione (ad esempio stimolanti la circolazione, drenanti). I sali da bagno, unitamente allimmersione in acqua calda, seppur blandamente aiutano ad abbassare la pressione e ad alleviare gli stati di stress emotivo e fisico aggiunge la dermatologa Marcella Ribuffo, dirigente medico dellIstituto Dermopatico dellImmacolata di Roma - e contribuiscono a migliorare lossigenazione dellorganismo. Questi prodotti, poi, non essendo schiumogeni, sono li-

Scoperti negli Usa quelli addizionati con smart drug simili a cocaina e anfetamine
deale complemento allidromassaggio che, come noto, ha un ottimo effetto rilassante e di incentivo per la circolazione. Un aspetto non trascurabile anche quello psicologico offerto dal bagno e dalla stimolazione sensoriale indotta dai sali, che hanno consistenze, colori e profumi molto gradevoli, osserva ancora Borellini. Un good mood che non dipende solo dal forte potere evocativo (leffetto imprinting delle prime toilette, dolcemente aggrappati alle braccia materne, resta indelebile nella mente), ma anche dalla capacit dellacqua di favorire la liberazione nellorganismo di neurotrasmettitori del buonumore, come la serotonina. Niente a che vedere, ovviamente, con lo sballo indotto da alcuni prodotti venduti negli Usa come semplici sali da bagno e in realt addizionati con pericolose smart drug, che causano effetti simili a quelli della cocaina e delle anfetamine. Un fenomeno che negli Stati Uniti sta diventando allarmante, come ribadito al recente meeting annuale dellAmerican College of Chest Physicians.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

SALUTE LETTERE & RUBRICHE

MANDATE LE VOSTRE DOMANDE A: salute@repubblica.it la Repubblica Salute, via C. Colombo 90, 00147 Roma

I 45

I Odontostomatologia Come proteggere i denti rovinati dal bruxismo?


Luciana De Luca e-mail

Sono possibili interventi non invasivi di protezione e risanamento di una dentatura fortemente consumata da bruxismo?

I PROF. ENRICO GHERLONE

Malattie odontostomatologiche univ. Vita-Salute San Raffaele, Milano

Il bruxismo un atteggiamento che porta a scaricare lo stress quotidiano prima serrando e poi digrignando i denti. Questo fenomeno si evidenzia soprattutto durante il sonno, quando manca il controllo cosciente e non si pu controllare lattivit della muscolatura, e in tutti quei casi nei quali lattenzione di un individuo pu essere particolarmente concentrata in unattivit. Possiamo considerare il bruxismo come un problema odontoiatrico in virt dei suoi effetti ed possibile aiutare il paziente difendendo i suoi denti, quando non siano troppo usurati, con una placca occlusale in resina da usare la notte e tutte le volte che il paziente lo ritiene necessario. Questa placca non cura il disturbo ma si limita unicamente a costituire uno scudo che assorbe linsulto meccanico del serramento. Sar necessario che il dentista cerchi di recuperare, con appropriate indagini, loriginaria dimensione e altezza dei denti abrasi e che, dopo aver provveduto a consegnare al paziente idonee protesi provvisorie ed averne verificato leffettiva portabilit, finalizzi il caso con elementi ceramizzati.

(100-200 mg) e dalla sintesi endogena (600 mg) e soprattutto dalleliminazione renale. Il 60% dellacido urico soggetto a ricambio giornaliero. La dieta nellIperuricemia (e nella gotta) prevede di non abusare con lapporto di proteine. Vi sono alcuni alimenti ricchi di nucleoproteine, ossia di proteine (alimentari) presenti nel nucleo della cellula, quindi fegato, cuore, rognone, cervello (frattaglie e animelle), selvaggina, alcuni pesci (alici, acciughe, sardine, aringhe, salmone), legumi (fagioli, lenticchie, piselli), brodi ed estratti di carne, verdure (spinaci e funghi). Alcuni soggetti hanno una particolare sensibilit al fruttosio, lo zucchero della frutta e si consiglia di non usarlo come dolcificante, evitando anche miele e frutta zuccherina (datteri, fichi, uva, uva passa, cachi, pere). Per favorire leliminazione dellacido urico con le urine bene bere acqua in abbondanza, anche pi di 2 litri al giorno, limitando luso di vino ed alcolici (che riducono leliminazione). Alcune metilxantine (caffeina, teina, teobromina), in eccesso, possono dare acido urico. Quindi uso moderato, anche perch non tutti concordano con tale effetto.

I Dermatologia Ho un nevo blu devo toglierlo o no?


lettera firmata e-mail

Da alcuni anni ho un nevo blu sul polso ed un altro sulla caviglia. La dermatologa che mi segue mi ha consigliato di togliere quello sul polso ma un altro specialista mi ha detto che inutile. Che cosa mi consigliate?

I Nutrizione Ho luricemia alta quali alimenti evitare?


Barbara e-mail

I DOTT.SSA CATERINA CATRICAL


Direttore dip. Dermatologia Oncologica Ist. San Gallicano, Irccs, Roma

Dalle ultime analisi di sangue il medico ha riscontrato un livello elevato di acido urico. I consigli alimentari che mi ha dato non sono esaustivi, potete aiutarmi?

I PROF. GIACINTO MIGGIANO

Direttore centro ricerche Nutrizione pol. univ. Gemelli, Roma

Luricemia influenzata dallapporto purinico della dieta

Il nevo blu si presenta sulla pelle come una macchia o una rilevatezza di colore bluastro o grigio ardesiaco che pu essere di pochi millimetri di diametro, ma anche superare il centimetro. Di solito pi frequentemente localizzato alle mani, ai piedi o al viso ed statisticamente pi frequente nella donna. Altre sedi possibili sono i glutei e le superfici estensorie degli arti: rare sono le localizzazioni alla mucosa orale e genitale. Esiste una variante acquisita, che compare durante la vita del paziente, ed una congenita,

Il medico risponde
A CURA DI ELVIRA NASELLI
cio presente alla nascita o subito dopo. Nell'approccio si deve partire dal presupposto che i nei possono potenzialmente degenerare e trasformarsi in un melanoma. Cosa consigliare quindi al lettore? Una visita accurata di tutti i nei presenti sulla superficie della sua pelle e sulle mucose, effettuata da un dermatologo esperto in dermatoscopia. Infatti ci che ad occhio nudo pu sembrare innocuo potrebbe essere potenzialmente a rischio di melanoma, ma anche ci che appare ad occhio nudo pi aggressivo potrebbe essere del tutto tranquillo. Inoltre il dermatologo esperto pu valutare anche levoluzione a breve dei nei del paziente e decidere, quindi, quali asportare e quali no. Non esiste purtroppo una regola matematica, ma per fortuna criteri dermatoscopici e clinici basati sullevidenza scientifica.

CAMICI & PIGIAMI


PAOLO CORNAGLIA FERRARIS

SE SALTA IL PATTO DI FIDUCIA TRA IL MEDICO E IL PAZIENTE


medici sanno quanto possano essere maleducati certi pazienti. Pretese, minacce, rifiuto daccettare limiti, richieste di privilegi ed esenzioni sono allordine del giorno. Molti curanti hanno la sensazione che le cose vadano sempre peggio e la maleducazione (propagata dalle Tv) diventi uno standard comportamentale. Impossibile instaurare con costoro una relazione di cura basata sulla reciproca fiducia, pur essenziale a cure appropriate. La sanit pubblica pu sostenersi solo se si sviluppa coi curanti una relazione di buona qualit, se il medico pu fidarsi dei propri pazienti e non averne timore. Quando cos non , i sanitari prescrivono pi esami e pi farmaci, sebbene inutili, per evitare denunce. La minoranza vociante di maleducati danneggia anche chi avanza corrette rivendicazioni, non spreca, non chiede falsi certificati, e chiede solo dessere curato in modo equo, solidale, umano e competente, perch paga le tasse. camici.pigiami@gmail.com
RIPRODUZIONE RISERVATA

I Urologia Qual il limite di Psa e quante biopsie fare?


M. T. e-mail

Ho 62 anni e soffro di ipertrofia prostatica con residuo piuttosto alto (assumo Xatral 10). Il problema il Psa, che negli ultimi 4-5 anni salito costantemente. Un anno fa era a 4,72 ho fatto una biopsia con esito negativo. A distanza di un anno, con Psa a 4,33 me ne stata proposta unaltra. Qual il valore limite del Psa? Ed giusto fare tante biopsie?

A TAVOLA
EUGENIO DEL TOMA

I PROF. ALDO F. DE ROSE

Urologo e andrologo, osp. univ. San Martino, Genova

PER MANGIARE SANO SEGUIAMO LETICHETTA


dati epidemiologici insegnano che con adeguate scelte alimentari e comportamentali si pu contrastare lobesit e le patologie collegate. Resta, per, la difficolt di scoprire per tempo gli sfortunati candidati genetici, oltre a come persuaderli a migliorare lo stile di vita senza concentrarsi solo sulla medicalizzazione del cibo. La prevenzione dietetica (la dietoterapia unaltra cosa e non ammette transazioni) non deve cancellare il piacere della buona tavola ma pu aiutare a scegliere e ad alternare i cibi in base ai loro effettivi contenuti e allo stile di vita di ciascuno. Facevo queste riflessioni, osservando il comportamento dei clienti dei supermercati: un tempo attratti solo dal paghi due e prendi tre o da altre promozioni diseducative, ed oggi molto pi attenti alletichetta nutrizionale. Dopo 4 anni di gestazione lUe ha formulato nuove regole chiarificatrici e i consumatori dovrebbero approfittarne perch letichetta non pu barare sui contenuti salvo penalit e discredito insostenibili per i produttori. edeltoma@gmail.com
RIPRODUZIONE RISERVATA

I Ortopedia Dolori al coccige che mi resta da fare?


Armando Cocurullo Piano di Sorrento (NA)

Da 13 mesi soffro di forti dolori al coccige dopo una caduta. Da risonanza e radiografia risultata unaccentuazione della curvatura. Sono state tentate, senza successo, due riduzioni e i problemi sono aumentati: impossibilit di stare seduto, sensazione di occlusione e gonfiore anale. Secondo una recente risonanza il coccige in posizione regolare, ma ispessito. Che fare?

I PROF. SANDRO ROSSETTI


Primario Ortopedia e Traumatologia, osp. San Camillo Roma

Da quanto descritto sembra che il lettore abbia effettuato tutte le terapie possibili per il trattamento della coccigodinia di cui affetto. Un ultimo tentativo che potrebbe essere effettuato uneventuale associazione di terapia infiltrativa (cortisonica), con applicazioni locali di termoterapia (tecar, infrarossi, ultrasuoni ecc.). Il tutto dovrebbe dare un sollievo importante al paziente. Ma non si pu escludere un fallimento anche di questa terapia. In questo caso diventa assolutamente indispensabile ricorrere al trattamento chirurgico che comporta lasportazione del coccige danneggiato. Lintervento relativamente semplice e deve essere effettuato comunque da unquipe chirurgica esperta.

Molti ricercatori sono contrari agli screening di massa del tumore prostatico in quanto a modesti aumenti del Psa spesso non corrisponde un tumore, oppure si scoprono tumori non aggressivi che nella vita sarebbero rimasti sempre silenti. Ma quando il valore del Psa risulta noto e non rientra nei limiti (0-4 ng/ml), lesplorazione rettale sospetta, allora si scatenano ansie e preoccupazioni per cui la biopsia prostatica viene ripetuta anche a distanza di sei mesi, specialmente nei 50-65enni. Oggi comunque, dopo una o due biopsie negative, un ulteriore esame bioptico pu essere evitato effettuando il dosaggio del PCA3, marcatore tumorale presente nelle urine, in gran quantit e dopo massaggio prostatico ma solo in presenza di tumore. Al contrario, in caso di positivit, sar invece necessario ripetere la biopsia. Ogni anno in Italia vengono effettuate tra 150 e 170mila biopsie ma, per fortuna, poco meno del 20% risulta positiva al tumore. In considerazione di tutto questo (biopsia negativa e Psa aumentato) molti specialisti ritengono rassicurante un Psa al di sotto di 10 ng/ml. Quando per presente un residuo urinario elevato, a causa delladenoma prostatico, come riferisce il lettore, sarebbe consigliabile un intervento endoscopico: resezione transuretrale della prostata (Turp o Tecnica laser). E lobiettivo sarebbe duplice: ripristinare il normale svuotamento della vescica, abbattendo anche i disturbi della minzione, e ottenere pi materiale per lesame istologico che si andrebbe ad aggiungere a quello dei prelievi mirati.

LERBA VOGLIO
ROBERTO SUOZZI

LAPIGENINA DEL PREZZEMOLO CONTRO IL TUMORE AL SENO


no studio delluniversit del Missouri (Usa) sostiene che un componente del prezzemolo, e di altre piante, compresi frutti e noci, pu fermare il tumore al seno. Lo studio, pubblicato su Cancer Prevention Research e condotto dal team di Salaman Hyder, ha dimostrato che animali da esperimento, con un determinato tipo di tumore al seno, possono risultare sensibili allapigenina, presente in sedano, prezzemolo, mele, arance, noci e altri vegetali. Lapigenina per non viene assorbita in modo ottimale dallorganismo e ci rende gli scienziati incerti nellindicare la dose da somministrare. In passato, inoltre, lapigenina ha anche dimostrato (Cell Death Disease) di contrastare lo sviluppo di cellule leucemiche, ma non va associata a farmaci chemiopreventivi per possibili interferenze. Il prezzemolo, inoltre, non va usato impropriamente perch potrebbe dare seri effetti tossici: emolisi, danno epato-renale, emorragie profuse (ipotensione, collasso, coma). rmsuozzi@mclink.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

IMPRESE&MERCATI
LONDRA Lo shopping digitale continua a crescere e quello reale continua a diminuire. Questo dicono i dati e le previsioni del Regno Unito per il periodo natalizio, le settimane di dicembre che solitamente registrano il pi grande volume di affari. Ieri in Gran Bretagna era CyberMonday, il giorno pi proficuo dellanno per gli acquisti online: 85 milioni di consumatori hanno visitato un sito per comprare qualcosa nellarco di 24 ore, mille al secondo; e il fatturato per il commercio di Natale su internet viene stimato in quasi 8 miliardi di sterline (circa 9 miliardi e mezzo di euro), un incremento del 15% rispetto al 2010. Contemporaneamente, gli acquisti natalizi nei grandi magazzini e nei negozi sono in calo costante: la stima che questanno scenderanno del 2,1% rispetto allanno precedente, raggiungendo quota 55 miliardi di sterline (62 miliardi di euro). La crisi nel centro di Londra e delle altre citt si fa sentire a tal punto che molti grandi magazzini hanno gi iniziato i saldi: questo sar il Natale pi scontato degli ultimi

PER SAPERNE DI PI www.tim.com.br www.fondiaria-sai.it

I 47

Global market

FLASH

Shopping natalizio agli inglesi piace sempre pi online

Sulla gara secondo il modello beauty contest per le frequenze televisive digitali si perso fin troppo tempo, mi aspettavo che arrivasse un risultato prima
Francesco Di Stefano, Europa 7

trentanni. Fanno eccezione soltanto i negozi di lusso, meta di turisti e dellelite di residenti stranieri della capitale, lunica nicchia che continua ad andare forte. Bench il commercio reale generi un fatturato che ancora sette volte pi grande di quello digitale, gli esperti predicono che le distanze si ridurranno sempre di pi e il sorpasso sar prima o poi inevitabile. La stagnazione economica accentua il fenomeno, perch i consumatori riescono a risparmiare, o perlomeno hanno limpressione di risparmiare, facendo acquisti sul web, dove pi facile e rapido confrontare i prezzi. In media, per i regali di Natale, ogni internauta trascorrer 9 ore online per fare i suoi acquisti. Enrico Franceschini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Spunta il socio occulto di Ligresti


Il finanziere De Filippo ha il 12,15% di Premafin. Banche a consulto
VITTORIA PULEDDA
MILANO Spunta un socio occulto per il gruppo Ligresti, anche se il nome rischia di essere sconosciuto solo per il mercato, vista la vicinanza al gruppo Ligresti e alle sue societ. Ma andiamo per gradi. Ieri, Giancarlo de Filippo, sole trustee di The Heritage trust (sede alle Bahamas) ha informato il mercato - tramite Radiocor - di possedere attraverso varie societ una partecipazione pari al 12,15% di Premafin. De Filippo persona molto vicina ai Ligresti: presidente de La Minoritaria holding investments, societ spagnola controllata dalla lussemburghese Starlife, la societ che ha il controllo del 20% di Premafin (un altro 30 intestato in quote uguali ai tre figli di Salvatore). Inoltre, in passato ha fatto parte del cda di Marina di Loano (gruppo Fonsai). Insomma, il trustee molto vicino alla famiglia e ora ha dichiarato il controllo di una quoditrici di Sinergia-Imco si sono infatti incontrate con ladvisor Leonardo e co (presso la cui sede in un secondo momento si sono recati anche amministratore delegato, direttore generale e presidente di Fonsai) per discutere del piano. Due le ipotesi sul tappeto: la liquidazione in bonis del gruppo, sulla schema Tassara (tra i nomi dei possibili ristrutturatori si fa quello di Enrico Bondi) oppure la cessione di asset alle banche, a sconto dei debiti. Una parte almeno degli istituti per propenderebbe per una soluzione pi drastica, con un concordato preventivo. Sul tappeto c anche la richiesta di nuova finanza, fino a 30 milioni, su cui difficilmente il 19 dicembre, giorno del prossimo incontro, ci sar lok delle banche.
RIPRODUZIONE RISERVATA

AL VERTICE
Salvatore Ligresti alla guida del gruppo Fonsai

La strategia

Luca Luciani

Tim Brasil 7 miliardi di ricavi gi nel 2011


RIO DE JANEIRO Tim Brasil anticipa di un anno gli obiettivi di ricavo e lancia Tim Fiber. La forza della telefonia brasiliana (quarto mercato mondiale) ha permesso un rilancio veloce al gruppo, che nel terzo trimestre 2011 ha utili netti per 317 milioni di reais (+116%) e 4,4 miliardi di ricavi (+19%). La rete fissa in Brasile lenta, e gli italiani hanno buon gioco a cogliere gli spostamenti di traffico voce e dati sul comparto mobile. Nel 2011 Tim Brasil prevede di aumentare i ricavi del 12% a 16 miliardi di reais e una quota del 26% del mercato e anticipare di un anno gli obiettivi di crescita. Per il 2011, il fatturato era visto salire del 7-8% dai 14,5 miliardi del 2010, mentre la crescita del 12% era attesa lanno prossimo. Lanno venturo il gruppo si avvarr inoltre dellapporto di Tim Fiber, nuovo nome di Aes Atimus, comprata mesi fa con 1,7 miliardi di reais. La societ gestisce 5.500 chilometri di banda ultralarga nei distretti di Rio e San Paolo. Potr cos accedere al mercato residenziale, con obiettivo di un milione di clienti in cinque anni e maggiori entrate di un miliardo di reais. Tim Fiber offrir gli accessi pi veloci per fisso e mobile di tutta lAmerica Latina, ha detto Luca Luciani, ad di Tim Brasil. (a. gr.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

lamministratore di un trust alle Bahamas ma anche di alcune societ della famiglia


ta non irrilevante, rimasta invariata dalla data del 31 dicembre. Dunque, almeno dalla fine dello scorso anno che esiste il pacchetto. Che avrebbe dovuto essere comunicato - lobbligo scatta sopra il 2% - entro cinque giorni lavorativi dallacquisizione, mentre solo ora de Filippo spiega che verr comunicato il dettaglio nei modi e secondo i tempi duso, ai sensi delle norme vigenti. Praticamente scontata la sanzione da parte della Consob, che peraltro ha sollecitato il manager a darne subito informazione al mercato. E possibile che la Consob si sia imbattuta in de Filippo nellambito degli accertamenti sulla quota del Credit Agricole Suisse, che un anno fa era sceso dal 9 al 2,59% di Premafin, anche in quel caso violando le regole sulle comunicazioni sociali. Quel pacchetto era intestato fiduciariamente al Credit Agricole per conto di misteriosi clienti (poi emerso essere soggetti con base in paradisi fiscali). Un anno fa la Consob aveva avviato indagini, attivando anche i canali della cooperazione internazionale e ora spunta il nome di de Filippo. Le indagini di allora peraltro erano state avviate nellambito dell'operazione Groupama-Premafin, contestuale a un investimento del 5% fatto dal finanziere Vincent Bollor, la cui tempistica era apparsa quanto meno curiosa, sempre su Premafin. Ieri, peraltro stata una giornata importante anche per la ristrutturazione del debito nelle societ a monte della catena di controllo Ligresti. Le banche cre-

6 dicembre 2011. Dieci anni in borsa di Snam. Una buona occasione per parlare di noi, dei nostri valori e dei nostri obiettivi. Cambiamo marchio, ma il sistema integrato Snam non cambia: trasporto, stoccaggio, rigassicazione e distribuzione del gas naturale. Continueremo a garantire la sicurezza energetica del Paese nel rispetto del territorio e delle comunit. E ad assicurare il nostro impegno in termini di investimenti e tecnologia, per rafforzare quello che gi oggi il nostro ruolo: essere la rete di domani. Con lobiettivo di diventare lhub europeo che mette al centro lo sviluppo. Snam. La rete del futuro nel nostro presente.

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

IMPRESE&MERCATI
I 49

www.finanza.repubblica.it in tempo reale quotazioni di Borsa, commenti e notizie


TITOLO
A A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aerop.Firenze Aedes Aeffe Aicon Alerion Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pell Apulia Pront Arena Arkimedica Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Autostrada To-Mi Autostrade Mer. Azimut B B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Basicnet Bastogi BB Biotech Bca Carige Bca Carige r Bca Finnat Bca Intermobiliare Bca P.Etruria e Lazio Bca P.Milano Bca P.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Stabili Best Union Co. Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Boero Bart. Bolzoni Bon.Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc Brembo Brioschi Buone Societ Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc C Cad It Cairo Comm. Caleffi Caltagirone Caltagirone Ed. Cam-Fin Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Cembre Cementir Hold Cent. Latte Torino Ceram. Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori Cobra Cofide Cogeme Set Conafi Prestito Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp D DAmico Dada Damiani

Rif ieri
0,450 0,782 5,605 3,254 22,400 0,720 0,656 10,000 0,070 0,619 0,122 4,112 3,370 7,405 0,251 0,215 0,006 0,083 1,271 5,130 12,040 7,750 7,485 17,930 6,380 2,988 7,800 4,018 2,070 1,100 47,220 1,545 2,058 0,271 3,000 1,269 0,305 1,786 0,268 3,020 2,410 1,035 5,940 3,700 0,310 0,448 3,660 0,340 0,990 0,273 1,320 3,344 0,420 21,000 1,720 20,350 0,889 1,318 7,285 0,081 0,285 1,060 7,150 3,494 3,278 2,948 1,547 1,424 1,080 0,255 5,205 0,037 1,899 15,430 0,959 0,825 5,580 1,690 1,700 0,159 0,081 0,265 0,331 1,313 0,297 0,327 0,584 0,046 0,610 0,763 19,190 3,080 1,897 0,029 0,767 0,450 2,090 0,915

ieri

Var % inizio anno


-57,31 -22,10 -34,60 -10,30 -49,08 -49,83 -39,43 -7,66 -63,73 21,85 -31,03 -22,19 -10,85 -19,34 -46,81 -39,09 -75,39 -81,70 -19,61 3,53 -18,33 -27,23 -26,69 -21,36 -5,56 -20,53 -14,85 -24,05 -26,07 -28,34 -2,84 -1,59 -25,84 -45,41 -28,23 -58,39 -64,69 -48,16 -39,09 -25,43 -35,08 -58,01 -24,62 -60,85 -22,81 -34,82 -26,80 -46,94 -28,26 -22,88 -37,84 -58,50 5,00 -19,34 -30,85 -31,14 -2,30 -7,14 -41,78 -26,92 -8,93 -17,67 -35,89 -19,95 8,68 33,71 -19,50 -37,17 -31,83 6,77 -85,29 -51,15 -19,43 -41,56 -26,21 -10,14 -20,00 -30,61 -36,99 -38,90 -10,54 -49,16 -4,37 -34,26 -64,52 -13,29 -87,62 -38,88 -41,22 -6,75 -34,08 -42,73 -69,91 -28,72 -54,45 -57,26 8,87

2009- 2010 min max


0,450 0,716 5,066 3,145 19,916 0,645 0,623 8,555 0,051 0,285 0,119 3,263 2,889 5,463 0,243 0,170 0,007 0,075 1,237 3,619 9,362 7,206 6,614 15,870 4,369 2,457 6,286 3,914 1,862 0,905 39,719 1,270 1,907 0,258 2,913 1,074 0,258 1,799 0,243 2,740 2,307 0,810 5,209 3,223 0,251 0,421 3,107 0,301 0,901 0,237 1,252 2,313 0,400 19,000 1,365 19,778 0,802 1,056 4,446 0,070 0,269 0,731 5,643 2,974 2,764 2,164 0,946 1,256 1,030 0,233 3,505 0,036 1,802 13,841 0,927 0,749 4,398 1,310 1,680 0,144 0,067 0,238 0,310 1,154 0,266 0,305 0,524 0,034 0,572 0,677 18,038 2,659 1,643 0,028 0,688 0,419 1,918 0,734 1,256 1,404 9,064 4,630 72,282 1,947 1,183 14,309 0,253 1,463 0,349 6,357 4,532 11,002 0,784 0,459 0,041 0,741 1,719 6,248 17,195 10,956 11,489 24,442 9,624 3,997 11,529 5,913 3,302 2,219 55,079 2,023 2,990 0,619 4,371 4,198 1,804 4,951 0,677 4,348 4,127 3,973 12,059 10,903 0,555 0,760 6,738 0,764 1,600 0,645 2,026 7,879 1,709 21,500 2,344 35,352 1,413 1,530 10,258 0,240 0,735 1,455 12,034 7,651 5,824 3,275 1,514 2,454 2,172 0,430 5,909 0,428 4,450 24,257 2,460 5,057 8,731 3,354 4,080 0,527 0,189 0,350 1,033 1,929 0,695 1,499 0,790 0,954 1,200 1,910 25,646 5,714 5,690 0,221 1,295 1,386 6,134 1,246

Cap. in mil. di
61 2446 1198 180 92 26 51 85 48 66 13 181 737 1031 11 54 10 7 297 497 7548 1979 651 77 910 33 840 213 128 19 2476 358 97 467 91 776 54 176 350 31 1770 23 21 91 666 623 9 20 45 91 15 91 45 113 40 1 482 63 3 114 1166 143 28 231 19 173 133 169 3031 2 87 832 11 95 264 17 13 13 24 61 1030 31 13 416 3 28 243 1169 1023 505 5 25 68 33 74

IL PUNTO

TITOLO

Rif ieri
4,638 4,300 0,320 0,899 5,990 6,520 0,858 0,112 0,145 0,400 6,660 10,540 0,150 0,286 1,710 0,610 0,799 0,527 0,300 5,740 16,210 0,351 0,094 0,803 12,210 0,301 6,300 4,100 5,350 33,730 30,000 1,160 8,965 6,550 0,342 0,031 0,780 4,850 0,299 5,930 1,070 1,650 3,434 2,268 3,990 0,024 1,370 0,344 167,500 4,680 1,435 0,535 0,864 0,176 0,201 0,732 14,290 2,708 2,620 0,390 0,039 69,600 1,235 6,075 14,100 3,204 0,504 0,836 1,124 0,279 0,200 4,100 1,260 3,500 3,198 10,130 4,690 0,130 0,230

ieri
0,74 0,70 -2,17 3,51 4,72 3,33 1,54 13,40 6,62 12,36 4,63 3,74 -7,06 1,06 8,50 0,49 5,07 -1,50 3,45 1,15 1,12 0,29 4,58 7,00 2,52 3,08 1,45 3,33 2,49 2,09 -0,09 -3,60 3,15 -2,23 0,32 4,00 -4,90 2,51 -0,65 -1,79 1,00 2,25 0,10 26,32 -0,44 -1,29 -0,97 0,35 14,95 2,25 4,02 -0,20 0,48 2,07 1,58 5,73 2,63 1,03 0,58 3,76 1,37 5,26 5,42 5,54 4,70 6,60 2,44 2,34 3,37 3,76 -0,46 13,30

Var % inizio anno


-18,63 -52,67 -34,65 -7,23 -36,95 5,16 -17,55 -75,48 -81,05 -46,84 -8,14 -18,29 -36,71 -18,29 -20,09 -27,94 -23,81 -27,41 -85,23 -19,04 -18,01 -1,13 -57,67 -42,35 -51,72 -8,93 -7,35 -17,17 -61,01 -10,48 -17,81 -27,50 -10,53 -13,47 -46,27 -62,01 -4,88 -18,49 -18,32 -32,79 -37,62 -7,63 -9,46 -19,39 -68,63 -20,12 -29,80 0,48 -41,79 2,21 -21,68 -11,93 -26,35 -37,77 -10,89 -22,76 -15,11 -28,22 -39,77 -51,06 -5,78 -14,00 -44,06 161,11 -48,47 1,61 -47,22 -41,31 -40,55 -44,70 -1,86 -4,11 -12,50 -10,79 2,22 -3,05 16,59 176,84

2009- 2010 min max


3,924 3,958 0,291 0,676 4,549 5,028 0,694 0,080 0,145 0,351 5,848 9,291 0,156 0,220 1,492 0,605 0,636 0,499 0,274 5,112 14,713 0,279 0,087 0,656 11,970 0,230 4,806 3,640 4,433 23,078 23,000 0,858 8,504 5,755 0,286 0,028 0,725 4,555 0,297 5,002 1,060 1,683 3,173 1,797 3,620 0,020 1,195 0,296 3,412 4,065 1,163 0,362 0,728 0,144 0,200 0,656 9,020 2,402 1,707 0,348 0,037 43,470 1,234 5,218 5,065 2,236 0,476 0,666 1,018 0,241 0,172 3,800 1,141 3,194 2,590 5,113 3,799 0,094 0,076 6,274 12,321 0,542 1,451 11,380 7,604 2,361 0,586 1,080 1,036 9,738 16,037 0,273 1,096 2,850 0,981 1,419 0,880 2,298 7,733 21,402 0,612 0,436 1,839 26,756 0,509 8,731 6,106 13,700 38,607 39,250 2,311 10,832 8,129 0,736 0,207 1,750 7,328 0,299 8,760 18,650 3,116 4,285 2,931 6,039 0,131 2,102 7,776 177,000 9,596 1,580 4,533 1,144 0,528 0,780 1,014 18,734 3,463 4,863 0,708 0,187 96,373 1,720 13,152 14,084 9,776 0,950 2,336 2,949 0,862 0,570 4,789 1,501 4,731 4,113 13,274 5,678 0,391 0,288

Cap. in mil. di
57 5 43 125 1502 1983 26 90 59 73 57 2245 59 13 44 20 569 16 13 1208 149 56 75 9 141 28 92 30 301 14828 4 1120 89 359 48 60 1 79 8 1348 1 196 12294 265 361 9 657 29 195 21 11567 253 1 4423 5434 72 42 74 2129 38 388 38 2855 80 16019 27 589 258 43 37 154 215 535 372 3 1

-1,85 1,56 1,72 -1,33 13,65 2,35 -0,30 11,11 18,47 1,81 2,24 2,31 0,82 -1,26 2,53 -1,56 3,50 0,39 5,08 2,21 0,78 3,10 5,16 6,33 0,27 7,29 -0,15 -1,52 8,37 2,65 2,32 4,04 10,54 7,28 -0,78 3,12 2,37 5,06 11,65 3,57 12,80 8,74 1,04 0,49 6,48 -0,15 1,15 1,54 1,89 3,06 0,30 2,30 2,39 1,82 3,62 4,15 4,55 8,83 0,89 4,95 -0,77 1,89 2,25 0,77 2,65 4,68 3,12 0,73 -0,18 5,69 1,14 6,04 -0,08 1,38 4,37 4,04 -1,72 4,10 8,81 0,41 2,48 0,05 3,43 4,23 -4,28 3,16 3,67 1,11

Volano Lottomatica e Finmeccanica In recupero Exor Stm controcorrente

MILANO Borse europee tutte in rialzo grazie anche al calo dellallarme sul debito italiano, dopo la manovra presentata dal governo Monti. I bancari hanno guidato al rialzo il Ftse-Mib (+2,91% a 15.926 punti). Superstar della seduta Banco Popolare (+11,6%) e Mps (+10,7%). Bene anche Bpm (+7,3%), che torna sopra i 30 centesimi dellaumento di capitale, Unicredit (+5,4%), Ubi (+5,3%), Mediobanca (+4,8%), Bper (+4,7%) e Intesa (+3,8%). Tra gli industriali, si messa in luce Finmeccanica (+9,8%) dopo il cambio ai vertici, ma anche Lottomatica (+5,5%) che si aspetta un buon 2012. Forte Fiat Auto (+6,2%), meno lIndustrial (+3,1%) ed Exor (+2,4%). Unica nota stonata nel paniere principale quella di Stm, che ha perso lo 0,97%. Tra i titoli minori brillano Sopaf (+26,3%), Aedes (+18,5%) e Meridie (+17%).
Cap. in mil. di
725 374 344 1191 399 1197 17 10 183 4244 90 28 48 54 13 30439 8286 33 292 64495 1405 26 147 59 2552 1112 121 35 246 1922 4345 486 394 7484 353 286 14 155 2004 81 440 76 23 14 255 42 1004 3 19633 666 29 510 24 1231 31 270 36 480 204 937 13 449 2 49

TITOLO
Danieli Danieli rnc Datalogic DeLonghi Dea Capital Diasorin Digital Bros Dmail Group DMT E Edison Edison r EEMS El.En. Elica Emak Enel Enel Green Pw Enervit Engineering Eni Erg Ergy Capital Esprinet Eurotech Exor Exor priv Exor risp Exprivia F Falck Renewables Ferragamo Fiat Fiat Ind. priv Fiat Ind. risp Fiat Industr. Fiat prv Fiat rnc Fidia Fiera Milano Finarte C.Aste Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai rnc Fullsix G Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gefran Gemina Gemina rnc Generali Geox Greenvision Gruppo Ed.LEspresso Gruppo Minerali M. H Hera I I Grandi Viaggi IGD Il Sole 24 Ore Ima Immsi Impregilo Impregilo rnc Indesit Indesit rnc Industria e Inn

Rif ieri
17,730 9,230 5,870 8,025 1,335 21,430 1,257 1,271 16,340 0,821 0,806 0,648 10,090 0,832 0,469 3,240 1,654 1,918 23,450 16,150 9,340 0,271 2,818 1,678 16,000 14,560 13,310 0,666 0,861 11,390 4,110 4,724 4,940 6,875 3,526 3,690 2,750 3,656 3,562 0,321 1,185 0,603 2,040 0,056 5,830 2,974 0,688 0,839 12,620 2,570 4,958 1,256 4,006 1,111 0,680 0,883 0,833 13,050 0,590 2,326 7,900 3,960 4,114 2,100

ieri
0,91 2,67 -0,42 3,15 4,71 0,80 2,70 7,08 5,42 0,37 -0,43 4,52 -2,32 3,10 -2,82 3,05 0,61 0,42 2,85 1,89 0,38 0,52 1,00 1,57 2,43 2,18 1,68 2,15 3,93 0,98 6,20 3,01 2,87 3,15 5,25 5,13 -0,44 9,80 -1,14 3,22 6,45 1,49 3,52 10,42 9,66 1,18 -1,29 1,69 1,18 0,16 2,70 2,97 0,74 5,18 0,24 0,54 0,68 1,84 1,02 8,26 -

Var % inizio anno


-26,74 -29,92 -3,22 37,41 16,09 -32,08 -17,84 -56,40 6,24 -5,09 -34,03 -50,83 -20,30 -42,22 -67,30 -14,17 5,22 54,18 9,12 -1,64 -9,76 -44,46 -50,21 -10,27 -35,82 -22,55 -28,82 -30,20 -48,63 14,47 -41,49 -24,42 -20,06 -23,61 -33,35 -30,18 -25,42 -15,95 -58,63 -36,38 -67,57 -76,61 85,45 -74,59 47,59 -33,62 27,41 -11,68 -12,36 -25,34 5,55 -26,59 -10,38 -28,32 -17,02 -39,97 -40,29 -12,83 -28,92 8,44 1,94 -51,68 -40,25 -13,04

2009- 2010 min max


13,854 7,650 2,995 2,763 1,107 20,795 0,909 1,058 11,536 0,744 0,801 0,558 8,502 0,795 0,468 2,834 1,489 1,102 18,948 12,278 7,886 0,270 2,272 1,547 10,937 6,116 8,215 0,555 0,688 8,588 3,337 2,663 2,726 4,950 2,218 2,375 2,455 3,420 2,965 0,325 0,996 0,495 1,054 0,049 2,250 2,028 0,448 0,799 10,665 2,217 4,253 1,091 2,848 1,018 0,623 0,801 0,756 12,810 0,541 1,522 7,050 3,390 3,800 1,671 24,692 13,658 6,544 9,239 1,594 35,892 2,334 5,698 23,286 1,156 1,566 1,719 15,099 1,996 1,481 4,828 2,050 2,301 27,750 18,634 10,776 1,162 9,840 2,918 25,701 21,275 20,231 1,267 2,986 13,586 8,084 7,304 7,250 10,443 6,418 6,399 4,758 5,030 11,359 0,597 7,016 5,316 3,240 0,424 6,862 5,277 0,758 1,701 19,099 5,316 7,340 2,428 5,411 1,756 1,085 1,735 1,958 15,186 0,954 2,605 8,649 10,303 8,491 2,800

TITOLO
Intek Intek r Interpump Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Sviluppo Irce Iren Isagro IT WAY Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc Italy 1 Invest. J Juventus FC K K.R.Energy Kerself Kinexia KME Group KME Group rnc L La Doria Landi Renzo Lazio Lottomatica Luxottica M M&C Maire Tecnimont Marcolin MARR Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mirato Mittel MolMed Mondadori Mondo HE Mondo Tv Monrif Monte Paschi Si. Montefibre Montefibre rnc Monti Ascensori Mutuionline N Nice Noemalife Novare O Olidata P Panariagroup Parmalat Piaggio Pierrel Pininfarina Piquadro Pirelli & C.

Rif ieri
0,360 0,725 5,075 1,348 1,042 0,381 1,829 0,760 2,678 1,213 5,000 2,100 17,000 10,300 9,770 0,609 0,019 1,536 1,124 0,303 0,549 1,664 1,092 0,578 12,000 21,620 0,201 1,098 3,732 7,030 1,500 2,290 5,130 2,830 0,041 0,093 9,500 0,264 0,242 1,707 0,511 1,394 0,510 2,702 0,314 0,305 0,108 0,206 0,202 3,478 2,544 5,490 1,090 0,314 0,974 1,516 2,258 0,920 2,786 1,744 7,055

ieri
2,86 1,70 3,85 3,58 -1,30 4,45 5,12 4,94 7,54 4,56 4,06 5,20 0,98 1,66 7,13 2,13 3,57 -6,33 3,73 0,27 -1,62 5,00 5,54 0,89 -0,64 0,73 -0,64 1,96 0,67 4,57 4,82 3,82 3,02 16,98 2,80 4,49 0,12 0,69 1,09 3,34 -6,12 1,42 10,68 -0,19 7,87 -0,06 2,58 7,53 0,62 0,40 0,80 -0,16 4,42 1,99 1,51

Var % inizio anno


-8,51 5,84 -11,51 -30,06 -37,87 15,10 -39,53 -22,99 -52,88 -24,24 -42,43 -33,95 -42,43 8,86 -36,25 -68,68 -55,83 -47,35 -8,35 -5,59 -11,11 -63,39 -24,11 27,52 -5,63 -10,09 -67,39 -18,29 -19,57 -36,17 -49,61 -24,11 -9,51 -9,29 -72,81 -5,00 -65,30 -68,95 -44,40 24,79 -48,27 221,88 -42,78 -21,69 -57,98 -28,56 -30,34 -76,13 -29,46 -16,38 -14,08 -6,84 -48,10 -36,55 -26,76 -6,79 -72,27 -27,64 -9,64 15,00

2009- 2010 min max


0,267 0,586 3,156 0,898 0,781 0,377 1,299 0,681 2,267 1,085 4,081 1,718 14,725 9,998 8,768 0,486 0,018 1,255 1,053 0,246 0,500 1,445 1,018 0,301 9,002 17,871 0,130 0,562 1,314 5,907 1,335 1,883 4,371 2,244 0,035 0,071 9,049 0,215 0,202 1,623 0,319 1,237 0,110 2,112 0,288 0,236 0,102 0,184 0,194 3,453 2,385 5,194 1,090 0,284 0,934 1,417 1,816 0,880 1,635 1,048 3,780 0,636 0,965 6,158 2,998 2,314 3,811 2,663 1,517 4,005 3,586 10,280 5,455 32,985 23,365 10,107 0,981 0,176 9,128 2,881 0,381 0,720 2,497 3,962 1,478 15,381 23,486 0,230 3,591 5,488 9,437 3,348 6,487 8,827 4,568 0,120 0,600 15,490 1,388 1,385 4,136 1,298 3,228 0,720 8,095 0,481 1,127 0,206 0,521 1,457 5,980 3,394 6,752 1,190 0,931 2,200 2,638 3,020 5,101 7,378 2,926 7,654

Cap. in mil. di
45 4 501 20996 974 5 50 886 46 9 874 217 374 169 143 122 19 27 24 133 24 52 125 38 2045 10085 96 357 233 467 28 2673 4358 2074 58 4 36 511 25 121 109 340 10 13 46 3284 14 5 3 136 299 23 15 10 44 2662 845 14 84 88 3338

Pirelli & C. rnc Poligr. S.Faustino Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Pramac Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prima Industrie Prysmian R R. De Medici R. Ginori 1735 Ratti RCF RCS Mediagroup RCS Mediagroup risp RDB Recordati Reply Retelit Risanamento Rosss S Sabaf S.p.a. Sadi Saes Saes rnc Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r Servizi Italia Seteco International SIAS Sintesi Snai Snam Gas Sogefi Sol Sopaf Sorin Stefanel Stefanel risp STMicroelectr. T Tamburi TAS Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna TerniEnergia Tesmec Tiscali Tods Toscana Fin Trevi Fin.Ind. TXT e-solution U UBI Banca Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol pr V Valsoia Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass. Y Yoox Z Zignago Vetro Zucchi Zucchi rnc

FONDI COMUNI APERTI - SICAV ITALIANI E LUSSEMBURGHESI DEL 2 DICEMBRE 2011


TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri
3,920 5,666 5,687 9,597 3,655 13,150 17,677 11,868 6,478 6,522 5,250 5,004 4,698 4,554 4,317 4,396 4,930 4,636 5,188 6,502 6,611 6,429 11,912 5,994 11,812 11,381 4,663 10,320 7,055 9,670 6,686 18,975 33,349

Diff.% 12 mesi
-6,37 -11,25 -7,12 -12,43 -15,33 -7,26 -11,68 -10,77 -1,86 -7,52 -10,04 -8,83 -6,71 -8,62 -4,46 -11,61 2,55 -16,77 -9,68 -17,97 -20,37 -5,57 -9,61 2,94 -5,77 -4,54 -2,60 -6,50 -5,15

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri

Diff.% 12 mesi

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri

Diff.% 12 mesi

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri

Diff.% 12 mesi

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri
3,368 5,519 5,516 20,609 5,452 3,579 6,435 6,034 6,821 5,594 3,841 4,851 4,884 5,231 12,228 4,793 5,728 4,361 8,402 5,016 4,444 2,106 7,425 9,371 6,932 4,761 4,783 5,159 4,588 4,482 5,765 5,064 5,105 5,117 4,983 5,381 4,933 5,083 5,044 4,927

Diff.% 12 mesi
-14,08 -15,02 -10,26 -6,45 -1,28 -7,82 -1,29 0,53 -0,85 -6,39 -6,71 -11,54 -12,26 -10,10 -12,26 -11,03 -11,10 -18,86 -16,35 -4,76 -7,97 -21,49 0,01 -1,55 -2,00 -7,34 -20,53 -16,31 -16,60 -18,00 -10,52 -3,87 -6,31 -9,44 -0,30 -0,54 -2,18 -1,60 0,18 -5,96

tel.02-72206431(EX L)/800-893989 AcomeA (EX L) Italian Opportunity6,781 AcomeA (EX L) Monetario.............5,601 AcomeA (EX L) Obbligazionario....6,749 AcomeA (EX L) Trend ....................5,502 AcomeA America A1 ..................11,355 AcomeA America A2 ..................11,444 AcomeA Asia Pac. A2 ...................3,029 AcomeA Asia Pacifico A1 .............3,018 AcomeA Breve Term. A1............10,913 AcomeA Breve Term. A2............10,929 AcomeA Etf Attivo A1....................3,586 AcomeA Etf Attivo A2....................3,593 AcomeA Eurobb. A1...................11,800 AcomeA Eurobb. A2...................11,824 AcomeA Europa A1 ......................8,326 AcomeA Europa A2 ......................8,368 AcomeA Globale A1......................7,541 AcomeA Globale A2......................7,636 AcomeA Italia A1 ........................12,212 AcomeA Italia A2 ........................12,271 AcomeA Liquidita A1 ...................7,390 AcomeA Liquidita A2 ...................7,390 AcomeA Obblig.Corp. A1 .............5,396 AcomeA Obblig.Corp. A2 .............5,414 AcomeA Paesi Em. A1 ..................5,666 AcomeA Paesi Em. A2 ..................5,690 AcomeA Patr. Aggr. A2.................2,975 AcomeA Patr. Aggr.A1..................2,958 AcomeA Patr. Dinam.A1...............3,855 AcomeA Patr. Prud. A1.................4,576 AcomeA Patr. Prud. A2.................4,590 AcomeA Perform. A1..................15,637 AcomeA Perform. A2..................15,682

6,659 5,586 6,723 5,461 11,310 11,398 3,015 3,004 10,854 10,870 3,567 3,574 11,696 11,719 8,246 8,288 7,486 7,581 12,017 12,075 7,362 7,362 5,356 5,374 5,623 5,646 2,956 2,938 3,824 4,544 4,558 15,518 15,563

-20,92 -7,16 -10,20 -9,40 -3,96 -14,72 -4,86 -7,15 -19,83 -11,51 -25,79 -18,55 -14,50 -20,27 -16,47 -9,69 -10,12 -

ANM Anima America ....................3,937 ANM Anima Asia ...........................5,698 ANM Anima Convertibile ..............5,717 ANM Anima Emerging Mkts .........9,634 ANM Anima Europa ......................3,689 ANM Anima Fondattivo ..............13,242 ANM Anima Fondimpiego..........17,688 ANM Anima Fondo Trading........11,967 ANM Anima Liquidit ....................6,499 ANM Anima Obbl.Euro .................6,567 ANM Anima Obiettivo Rend..........5,267 Anm Anima Trag 2016 Ced3.........5,043 ANM Anima Trag II 2016 ...............4,776 ANM Anima Traguardo 2016 ........4,605 ANM Anima Traguardo 2018 ........4,450 ANM CapitalePi Comp.Az. .........4,430 ANM CapitalePi Comp.Bil.15 .....4,966 ANM CapitalePi Comp.Bil.30 .....4,667 ANM CapitalePi Comp.Obb. ......5,222 ANM Corporate Bond...................6,541 ANM Emerging Mkts Bond...........6,638 ANM Emerging Mkts Equity..........6,456 ANM Europa...............................12,001 ANM Iniziativa Europa ..................6,039 ANM Italia ...................................11,976 ANM Monetario..........................11,415 ANM Pacifico ................................4,691 ANM Pianeta ..............................10,353 ANM Risparmio ............................7,094 ANM Sforzesco.............................9,718 ANM Tesoreria..............................6,705 ANM Valore Globale...................19,164 ANM Visconteo ..........................33,519

Azimut Trend America ..................9,115 9,094 -3,64 Azimut Trend Europa..................10,124 10,054 -14,97 Azimut Trend Italia......................11,835 11,638 -21,01 Azimut Trend Pacifico...................6,179 6,138 -7,42 Azimut Trend Tassi .......................8,453 8,427 -4,71 Formula 1 Absolute.......................5,896 5,895 -9,78 Formula 1 Conservative................6,114 6,107 -4,53 Formula 1 Target 2013..................6,204 6,190 -6,30 Formula 1 Target 2014..................5,711 5,689 -10,05

tel.800-255783 ANM Americhe .............................9,565

9,510

2,04

tel.02-88981 Azimut Bil. ..................................21,882 Azimut Garanzia .........................11,948 Azimut Reddito Euro ..................14,814 Azimut Reddito Usa......................5,867 Azimut Scudo ...............................7,005 Azimut Solidity ..............................7,239 Azimut Str. Trend ..........................4,787 Azimut Trend ..............................19,900

21,738 11,935 14,769 5,814 6,970 7,219 4,741 19,668

-6,48 -2,44 -4,59 -2,00 -8,11 -7,94 -7,84 0,27

tel.02-88101 EC Focus Cap Pro 12/14 ..............4,569 Eurizon Az. Asia Nuove Economie9,937 Eurizon Az. Finanza ....................14,514 Eurizon Az. Int. Etico .....................5,523 Eurizon Az. Salute e Amb. ..........14,163 Eurizon Az. Tecn.Avanz ................4,136 Eurizon Az.EnMatPrime................8,935 Eurizon Az.PMI Amer. ................21,256 Eurizon Az.PMI Europa.................7,448 Eurizon Az.PMI Italia .....................3,692 Eurizon Azioni America .................9,013 Eurizon Azioni Area Euro ............21,180 Eurizon Azioni Europa...................7,397 Eurizon Azioni Internazionali.........7,082 Eurizon Azioni Italia.......................9,496 Eurizon Azioni Pacifico .................3,639 Eurizon Azioni Paesi Emergenti ....8,225 Eurizon Bilan.Euro Multimanager33,250 Eurizon DiversEtico.......................7,668 Eurizon F. Garantito 03/13 ............4,939 Eurizon F. Garantito 06/12 ............5,039 Eurizon F. Garantito 09/12 ............4,980 Eurizon F. Garantito 12/12 ............4,955 Eurizon F. Garantito 2sem06 ........5,214 Eurizon F. Garantito 2tri07 ............5,066 Eurizon F. Garantito 3tri07 ............4,920 Eurizon F. Garantito 4tri07 ............5,087 Eurizon F. Garantito Itri07 .............5,095 Eurizon Liquidit cl. A....................7,250 Eurizon Liquidit cl. B ...................7,455 Eurizon Ob. Internaz. ....................9,045 Eurizon Obb. Euro Breve T. ........14,832

4,571 9,897 14,220 5,491 14,215 4,135 8,903 21,131 7,379 3,634 8,991 20,932 7,318 7,044 9,373 3,616 8,188 33,114 7,647 4,946 5,038 4,984 4,961 5,213 5,065 4,922 5,084 5,092 7,243 7,448 9,013 14,815

-9,52 -14,89 -17,70 -7,47 -5,78 -0,27 -7,49 -5,95 -17,16 -20,29 -1,42 -16,14 -12,29 -7,38 -18,58 -12,98 -17,10 -8,03 -3,39 -3,57 -1,23 -1,93 -2,65 -0,32 -0,73 -0,38 -1,98 -0,89 -0,06 0,22 3,76 -1,47

Eurizon Obb. Euro Corp. BreveT. .7,403 Eurizon Obb. Euro Corporate .......5,414 Eurizon Obb. Euro High Yield .......6,986 Eurizon Obblig. Etico ....................5,288 Eurizon Obbligazioni Cedola ........5,855 Eurizon Obbligazioni Emergenti.12,120 Eurizon Obbligazioni Euro..........13,559 Eurizon Obiettivo Rend.to.............7,861 Eurizon Profilo Conservativo ........5,357 Eurizon Profilo Dinamico ..............5,122 Eurizon Profilo Moderato..............5,226 Eurizon Rend. Assoluto 2 Anni......5,141 Eurizon Rend. Assoluto 3 Anni......5,210 Eurizon Rendita ............................5,853 Eurizon Soluzione 10 ....................6,606 Eurizon Soluzione 40 ....................5,864 Eurizon Soluzione 60..................22,827 Eurizon Strat.Protetta III trim 20115,257 Eurizon Team 1 .............................5,899 Eurizon Team 1 Cl G .....................5,899 Eurizon Team 2 .............................5,571 Eurizon Team 2 Cl G .....................5,584 Eurizon Team 3 .............................4,631 Eurizon Team 3 Cl G .....................4,681 Eurizon Team 4 .............................3,920 Eurizon Team 4 Cl G .....................3,970 Eurizon Team 5 .............................3,725 Eurizon Team 5 Cl G .....................3,774 Eurizon Tesoreria Dollaro ...........12,370 Eurizon Tesoreria Dollaro ($).......16,614 Eurizon Tesoreria Euro A ..............7,670 Eurizon Tesoreria Euro B ..............7,743 Passadore Monetario ...................7,108 Teodorico Monetario ....................7,475 Unibanca Azionario Europa..........5,388 Unibanca Monetario .....................5,719 Unibanca Obbligazionario Euro....5,712

7,395 -1,37 5,394 -3,67 6,966 -6,23 5,282 -2,67 5,838 -3,56 12,098 3,82 13,509 -2,91 7,780 -3,11 5,348 -2,07 5,106 -6,31 5,214 -3,54 5,137 -1,96 5,201 -5,01 5,844 -1,76 6,596 -3,76 5,841 -5,92 22,770 -7,46 5,259 -0,34 5,888 -1,29 5,888 -1,29 5,561 -2,14 5,573 -1,90 4,619 -3,66 4,669 -3,23 3,906 -4,65 3,956 -4,11 3,708 -6,90 3,757 -6,35 12,335 -1,53 16,616 -2,22 7,664 0,42 7,737 0,69 7,107 0,44 7,469 0,69 5,326 -13,42 5,713 0,44 5,706 -1,02

Fideuram Rendimento..................8,429 8,423 -8,61 FMS - Absolute Return .................8,628 8,623 -8,12 FMS - Eq.Glob.Resources .........10,698 10,675 -10,35 FMS - Equity Asia..........................8,048 7,972 -13,29 FMS - Equity Europe.....................8,297 8,290 -10,44 FMS - Equity Gl Em Mkt .............11,668 11,587 -15,36 FMS - Equity New World ............14,291 14,131 -20,82 FMS - Equity Usa ..........................8,369 8,340 -2,45

tel.800-551-552 Pion. Eur Gov BT (ex Mon.).........13,188 Pioneer Az. Crescita ..................10,232 Pioneer Az Area Pacifico...............3,256 Pioneer Az Valore Eur Dis..............6,442 Pioneer Az. Am. ............................7,180 Pioneer Az. Europa.....................13,707 Pioneer Az. Paesi Em....................9,726 Pioneer Liquidita Euro..................5,113 Pioneer O.Euro C.Et. Dis...............4,529 Pioneer Obb. Euro Dis ..................6,497 Pioneer Obb. Paesi E. Dis .............9,836 Pioneer Obb. Pi Dis.....................8,268 Pioneer Target Controllo...............5,244 Pioneer Target Equilibrio ..............5,151 Pioneer Target Sviluppo.............22,048 UniCredit Soluzione 20A...............4,896 UniCredit Soluzione 20B ..............4,883 UniCredit Soluzione 40A...............4,831 UniCredit Soluzione 40B ..............4,817 UniCredit Soluzione 70A...............4,738 UniCredit Soluzione 70B ..............4,724 UniCredit Soluzione BTA ..............4,886 UniCredit Soluzione BTB..............4,872

13,121 0,33 10,115 -19,27 3,239 -14,50 6,389 -6,72 7,171 -0,65 13,627 -7,18 9,719 -18,41 5,112 0,85 4,505 -2,78 6,482 1,03 9,797 1,37 8,186 0,65 5,230 -3,25 5,134 -6,00 22,006 -4,04 4,892 4,879 4,823 4,809 4,725 4,711 4,876 4,862 -

tel.800-546961 Fideuram Bilanciato ...................11,424 Fideuram Italia............................18,057 Fideuram Liquidit .....................16,689 Fideuram Moneta.......................14,615

11,353 -8,34 17,814 -16,27 16,692 -0,64 14,606 0,16

tel.800-614614 Bim Az. Small Cap Italia ................5,782 Bim Azionario Europa ...................7,886

5,694 -16,64 7,734 -19,36

Bim Azionario Globale ..................3,416 Bim Azionario Italia .......................5,591 Bim Azionario Usa ........................5,587 Bim Bilanciato ............................20,759 Bim Corporate Mix........................5,460 Bim Flessibile................................3,584 Bim Obblig. Breve Term................6,444 Bim Obblig. Globale......................6,034 Bim Obbligazionario Euro.............6,846 Symphonia MS Adagio.................5,607 Symphonia MS America...............3,854 Symphonia MS Asia .....................4,897 Symphonia MS Europa.................4,901 Symphonia MS Largo...................5,244 Symphonia MS P. Emer. ............12,311 Symphonia MS Vivace..................4,805 Symphonia SC Asia Flessibile ......5,753 Symphonia SC Az. Euro ...............4,466 Symphonia SC Az. Italia................8,518 Symphonia SC Bil. Equil. Italia......5,038 Symphonia SC Europa Flessibile .4,470 Symphonia SC Fortissimo............2,145 Symphonia SC Monetario ............7,432 Symphonia SC Obblig. Area Eur...9,384 Symphonia SC Patrim.Glob.Redd.6,952 Symphonia SC Patrim.Globale.....4,798 Synergia Az. Europa .....................4,866 Synergia Az. Globale ....................5,229 Synergia Az. Italia..........................4,648 Synergia Az. Sm.Cap It. ................4,550 Synergia Azionario Usa.................5,807 Synergia Bilanciato 15 ..................5,086 Synergia Bilanciato 30 ..................5,136 Synergia Bilanciato 50 ..................5,159 Synergia Monetario ......................4,989 Synergia Obbl Corporate..............5,390 Synergia Obbl. Euro BT ................4,942 Synergia Obbl. Euro MT................5,102 Synergia Tesoreria........................5,048 Synergia Total Return ...................4,952

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LETTERE,COMMENTI&IDEE

I 50

LIBERALIZZAZIONI SI NAVIGA A VISTA


ALESSANDRO DE NICOLA
(segue dalla prima pagina) ARTENDO da questultimo capitolo, sarebbe bene che Monti, con la sua autorevolezza di economista, la propriet di linguaggio che lo contraddistingue e i convincimenti liberali di cui portatore, spiegasse ai cittadini perch bene vendere i beni pubblici. Finora le privatizzazioni sono state quasi sempre giustificate con la necessit di fare cassa, abbattere il debito pubblico e conseguentemente risparmiare sugli interessi. Giustissimo: in un periodo di tassi alti, poi, i risparmi sono pi evidenti. Se il governo mettesse sul mercato propriet per 200 miliardi (cifra ragionevolissima visto che si calcola che linsieme del patrimonio pubblico si aggiri sui 7800 miliardi), con gli interessi dei Btp al 5/6% (cio meno di oggi) si risparmierebbero 12 miliardi lanno, met della manovra varata domenica. Ma non tutto: il privato non perfetto, ma le recenti tristi vicende di Finmeccanica, di Alitalia, di Tirrenia, di molti acquedotti pubblici, della Rai, di Fincantieri, ci insegnano che le aziende in mano al Leviatano possono ingenerare perdite enormi che poi devono essere coperte dal contribuente: peraltro quasi inevitabile che, essendo un certo numero di amministratori scelti per meriti politici, e non di competenza ed essendo le scelte gestionali influenzate da motivi elettorali e di consenso anzich di efficienza, la redditivit delle imprese pubbliche ne abbia a soffrire. E ci a voler dimenticare i fenomeni di corruzione quali quelli che esplosero ai tempi di Tangentopoli, ma che riempiono costantemente ancora oggi le pagine dei giornali. La mano dello Stato, inoltre, tende a proteggere i monopoli di sua propriet anche per la contiguit tra regolatori e regolati, tutti e due, in ultima istanza, nominati dallo stesso potere politico. La vecchia polemica sul fatto che si debba prima liberalizzare e poi privatizzare, mal posta. Meglio sarebbe liberalizzare in anticipo, ma finch il governo azionista di maggioranza tender a bloccare la concorrenza: non un caso che servizi idrici, postali, ferroviari e del trasporto pubblico locale occupino gli ultimi posti in classifica dellindice delle liberalizzazioni preparato annualmente dallIstituto Bruno Leoni. Non c che limbarazzo della scelta: una quantit enorme di immobili; partecipazioni azionarie del Tesoro in societ come Eni, Enel, Finmeccanica, Fincantieri, Rai, Poligrafico dello Stato, Cinecitt, Sogei, Sace Poste, Anas e Ferrovie, molte delle quali operano gi in concorrenza con privati; una miriade di municipalizzate. Il professor Monti spieghi beni agli italiani lo svantaggio di mantenere intatti questi pascoli riservati alla politica e poi proceda con celerit e coraggio. Liberalizzazioni: Palazzo Chigi non perda molto tempo con la modifica della Costituzione cos come laveva elaborata il precedente governo. Era astrusa, mentre, se proprio si vuol fare qualcosa, si introduca direttamente il principio contenuto nella Carta europea e stabilito nel Trattato di Maastricht: LItalia uneconomia di mercato aperta e in libera concorrenza, giacch una simile formulazione basterebbe a spazzare via tutte le leggi-lacciuolo che bloccano il Paese. Nel frattempo, il governo adotti subito quanto di positivo cera nel decreto di Ferragosto e nella legge di stabilit del governo Berlusconi, sfrondando le norme ivi contenute da tutti quei distinguo che le rendevano soggette ad eccezioni o contenziosi: ad esempio, larticolo 9 del decreto di Ferragosto stabiliva che le restrizioni allaccesso di attivit economiche che limitavano il numero di esercizi in un determinato territorio erano abrogate salvo che tale numero sia determinato, direttamente o indirettamente sulla base della popolazione o altri criteri di fabbisogno. Oppure, singole attivit economiche potevano essere escluse dallabolizione delle restrizioni con decreto del governo se la limitazione era funzionale a ragioni di interesse pubblico o ragionevolmente proporzionata allinteresse pubblico cui destinata. Con eccezioni cos, quando mai si applicher la regola? Infine gli ordini professionali. Monti ha detto qualcosa che in linea di principio giusta: a lui piacciono le consultazioni aperte e trasparenti in stile europeo. Si pubblica un bel Libro Verde con le proposte dellesecutivo lasciando un mese o due a tutti gli interessati per commentarle. Dopodich segue un bel Libro Bianco, altre controdeduzioni ed infine si emana la norma.Corretto:tuttaviainItaliadai tempi del ministro Clelio Darida, quasi 30 anni fa, che si parla di riforma degli ordini, passando per progetti di ogni tipo, da Mirone a Vietti, da Mastella a Tremonti. I professionisti hanno fatto conoscere il loro punto di vista in tutte le salse, la Commissione europea pure. Alcuni principi fondamentali, quali la conferma dellabolizione delle tariffe e lammissione delle societ di professionisti, sono gi contenute nel decreto ferragostano e nella legge di stabilit: insomma quello che c da sapere si sa. Poich il governo tecnico non se ne andr dans lespace dun matinma non eterno, non ponzi troppo prima di deliberare: stato capace di tassarci ben bene in 17 giorni, dimostri la stessa solerzia nel liberare leconomia dai troppi gioghi che la bloccano. Docente allUniversit Bocconi e presidente dellAdam Smith Society
RIPRODUZIONE RISERVATA

MONTI A PORTA A PORTA, UNA SCELTA INOPPORTUNA

G
CORRADO AUGIAS c.augias@repubblica.it

entile Augias, ci mancava proprio il salotto di Bruno Vespa... mi rifiuter di avallare una simile caduta di stile e di educazione. Una seria conferenza stampa in un luogo consono era chiedere troppo?

Esa Viacava esavcv9@gmail.com

Gentile Augias, non so a lei, ma a me risulta incomprensibile che un uomo del calibro di Monti abbia accettato linvito di Vespa. come se una parte in qualche modo rilevante di Berlusconi, si fosse intrufolata nel modo di comportarsi del nuovo presidente del Consiglio. Piero Turconi turconipiero@gmail.com Caro Augias, pessima e incomprensibile la scelta di parlare agli italiani attraverso Porta a porta. Una trasmissione squalificata da una lunga serie di partigianerie e di sceneggiate. Alle spalle di Monti vedremo i manifesti dellultimo libro di Vespa? Franco Salghetti-Drioli fm.salghetti@tiscali.it Caro Augias debbo ricredermi sulla sobriet del senatore Monti? Difficile accettare il fatto che marted sar alla trasmissione di Vespa senza rendersi conto di cosa rappresenti per i milioni di italiani che hanno aborrito Berlusconi. Franco Sarta frsarta@tin.it os altre decine di lettere. Prescindendo da ogni nuit, chiamato ad annunciare scelte dolorosissime, giudizio su Bruno Vespa, un collega che fa abil- non andasse a sedere nel luogo dove sono stati officiati mente il suo lavoro con un duraturo intuito per i riti, i delitti e le risse, della seconda repubblica. Pi in la parte giusta del tavolo, resta la decisione inspiega- generale, non avrebbe dovuto andare ospite, quando bile dovuta credo a ingenuit da parte del presidente ospiti avrebbero dovuto essere i direttori dei giornali del Consiglio. Intendo che il professor Monti, che de- in una qualche sede di governo. Quasi altrettante letve di necessit parlare a tutti gli italiani, poich tutti tere ho ricevuto sulla mostruosa liquidazione dellex siamo chiamati a collaborare, probabilmente ignora presidente di Finmeccanica Guarguaglini, indagato che il salotto di Vespa considerato da molti italiani per episodi vergognosi. Due eventi che si sarebbe doun ambiente di parte. Era preferibile che il capo dun vuto fare di tutto per evitare. Peccato. governo che vuole e deve rappresentare la disconti RIPRODUZIONE RISERVATA

Tantosmog Aspettando il miracolo a Milano


Sergio Ennio Milano
SONO andato a vedere Miracolo a le Havre. Un bellissimo film in una giornata rovinata ancora una volta dall'aria di Milano dove tutti vanno in centro con l'auto per fare compere. Le folate di aria caldissima provenienti dai locali dello shopping (le porte sono tutte e sempre aperte) ed i rombi dei motori hanno reso la citt irritante e tropicale. A quando il Miracolo a Milano?

La banda cambiata ora musica nuova


Roberta Corradini Trento
SIAMO passati da una gestione discinta del nostro Paese a una distinta ma, se la banda cambiata, si pu dire lo stesso della musica? Questo nuovo governo concluder lanno del 150 dellUnit dItalia con il massimo degli onori al tricolore: il popolo sempre pi al verde, che passa le notti in bianco, per colpa dei conti pubblici in rosso. Spirito patriottardo? Troppo tardi o troppo tardo?

Ora anche le patenti in pensione pi tardi


Stefano Bandioli Castelvetro Piacentino
VORREI richiamare lattenzione del governo sul fatto che quasi tutte le patenti in vigore in Italia per uso professionale vengono revocate al compimento del 65 anno det. Qualche esempio: camion, autobus di linea/gran turismo, caldaie a vapore, gas tossici, addetto antincendio. Se dobbiamo andare in pensione a 67 sarebbe opportuno prorogare di almeno 2 anni la loro validit e consentire a queste

persone di non perdere il posto di lavoro.

La barba di Socrates medico e atleta generoso


Marco DErcole Marcodercole56@gmail.com
DOMENICA, ore 10.58: su Rai News 24 scorre la notizia della morte di Socrates. Penso alla congruenza tra quel nome (splendido) di filosofo guerriero e quel viso. Quel viso un po' alla Che cos raro nel mondo del calcio dove le barbe non si tengono lunghe, semmai di duetre giorni per sembrare pi aggressivi agli avversari. E penso infine al suo lavoro di medico, all'impegno politico e morale dell'uomo, anch'esso cos raro in quel mondo.

Io, preside e i miei prof senza un soldo a Natale


Angela Emoli Collegno (Torino)
SONO un dirigente scolastico e mi duole dover confessare di essere inadempiente ai miei doveri di responsabile della gestione efficace ed efficiente dellistituzione scolastica che dirigo. Da settembre ad oggi non stato possibile pagare lo stipendio al personale supplente, docente e non docente. I finanziamenti di cui avremmo diritto non arrivano. Molte istituzioni scolastiche vantano un credito notevole di denaro mai arrivato. Si avvicina il Natale ed io mi sento in colpa per non essere riuscita a pagare tutte quelle persone che hanno lavorato e continuano a lavorare senza vedere un centesimo.

LAMACA

MICHELE SERRA

i deve essere grati al capogruppo del Pdl, il socialista Cicchitto, per averci solennemente ricordato in Parlamento che il governo Berlusconi aveva abolito lIci. anche da misure demagogiche come quella che sono nati lo sfascio dei conti pubblici, la prostrazione economica degli enti locali, il conseguente ritrarsi dei servizi sociali. Niente di quanto ci sta accadendo ora compresa una manovra economica aspra con tutti ma inclemente soprattutto con chi ha faticato di pi e ha evaso di meno spiegabile senza la catastrofe politica che lo ha preceduto. Si vorrebbe che gli esponenti di punta del precedente governo, che di questa crisi sono la quintessenza, e ne incarnano il volto, ne parlassero, se non con umilt, almeno con accenti di incertezza, come accade, in genere, agli sconfitti. Ne parlano, invece, con boria immutata, come se la ricetta dellabbondanza e del bel vivere fosse una specialit della casa, e labolizione dellIci, anzich una smargiassata senza copertura economica, fosse stata il do di petto di una maggioranza in stato di grazia, che stava trascinando il Paese a un trionfale benessere. Poi, come accade ai Grandi della Storia, stato il destino cinico e baro a rispedirli a casa e a reintrodurre lIci.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Conferenza di governo TgCom24 lha seguita


Angelo Santoro Ufficio stampa Mediaset
NELLA notizia relativa alla copertura della conferenza stampa di Mario Monti pubblicata ieri a pagina 11, sono state citate alcune emittenti ma non TgCom24. Il nuovo canale all news di Mediaset invece stato il primo a collegarsi in diretta con Palazzo Chigi e lultimo a staccare il segnale, rinunciando ai break pubblicitari per garantire a tutti gli italiani la massima informazione (gratuita) senza alcuna interruzione.

Via Cristoforo Colombo, 90 00147 Roma Fax: 06/49822923 Internet: rubrica.lettere@repubblica.it

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI FIRENZE AVVISO DI PROCEDURA APERTA PER VENDITA IMMOBILE
La Camera di Commercio di Firenze, in attuazione delle Deliberazioni della Giunta nn. 204 del 18/10/2011, 213 del 27/10/2011 e 243 del 29/11/2011, e della deliberazione dellAssemblea dei soci della PIETRO LEOPOLDO S.R.L, in data 30/11/2011, e della Determinazione del Segretario Generale 30/11/2011 n. 699 , ha disposto, anche per conto della sua partecipata, PIETRO LEOPOLDO SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA O, IN FORMA ABBREVIATA PIETRO LEOPOLDO S.R.L. A SOCIO UNICO, che il giorno 28/12/2011 alle ore 11.30 verr esperita una gara a procedura aperta con offerte solo in aumento sul prezzo a base di gara di 45.500.000,00 (euro quarantacinquemilionicinquecentomila e zero centesimi) per la vendita in blocco dei seguenti beni immobili: - la cui nuda propriet di spettanza della CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI FIRENZE - con sede in Firenze (FI), Piazza dei Giudici n. 3, codice fiscale 80002690487, - ed il cui diritto di usufrutto - anchesso oggetto di vendita - di spettanza della PIETRO LEOPOLDO SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA O, IN FORMA ABBREVIATA PIETRO LEOPOLDO S.R.L. A SOCIO UNICO, con sede in Firenze (FI) Via del Castello dAltafronte n. 11, codice fiscale e numero di iscrizione presso il registro delle imprese di Firenze 05787000487; il lotto consiste in porzioni del fabbricato di vecchia costruzione, in parte ad uso commerciale ed in parte ad uso direzionale, siti nel Comune di Firenze, in angolo tra la Via Por Santa Maria e la Volta dei Mercanti e precisamente: a) - immobile ad uso commerciale, allinterno del Palazzo della Borsa Merci, con ingresso da Volta dei Mercanti numeri civici 2, 4, e 6, articolato sui piani interrato primo e interrato secondo, terreno, ammezzato e primo, collegati tra loro da pi vani scala, il tutto adibito a area di vendita oltre vari magazzini, accessori, servizi, spogliatoi, camerini e locali impianti. b) - porzioni immobiliari ad uso commerciale, con ingressi da Via Por Santa Maria civico numero 55/r e dalla Volta dei Mercanti civico numero 7/r, denominate BAR LA BORSA articolate sui piani interrato, terreno e ammezzato, collegate tra loro da pi vani scala, il tutto adibito a negozio-bar, oltre vari locali accessori. c) - porzioni immobiliari ad uso direzionale, con ingresso dalla Volta dei Mercanti civico n. 1, al piano primo, costituite da dieci unit catastali ad uso uffici e relativi servizi. Le offerte dovranno pervenire alla Camera di commercio I.A.A. di Firenze - Piazza dei Giudici 3 - 50122 Firenze entro e non oltre le ore 11,00 del giorno 28 dicembre 2011 con le modalit prescritte nel bando di gara. Il bando di gara integrale pubblicato sul sito WEB camerale www.fi.camcom.gov.it sezione Bandi e concorsi. Pu essere inoltre ritirato, su richiesta e non oltre il sesto giorno antecedente la data di esperimento la gara, direttamente su supporto informatico, presso la Segreteria di Presidenza e Direzione della Camera di Commercio I.A.A. di Firenze - Piazza dei Giudici 3 - 50122 Firenze: tel. 055.27.95.243/233, negli orari di apertura al pubblico. Responsabile del procedimento: Geom. Andrea Dandoli - tel. 055/2795288 - e-mail: andrea.dandoli@fi.camcom.it Firenze, l 2/12/2011 Il Segretario Generale Dr.ssa Laura Benedetto

FONDATORE EUGENIO SCALFARI DIREZIONE Ezio Mauro direttore responsabile vicedirettori Gregorio Botta, Dario Cresto-Dina, Massimo Giannini, Angelo Rinaldi (art director) caporedattore centrale Fabio Bogo, caporedattore vicario Massimo Vincenzi, caporedattore internet Giuseppe Smorto GRUPPO EDITORIALE LESPRESSO Spa Consiglio di amministrazione Presidente: Carlo De Benedetti Amministratore delegato: Monica Mondardini Consiglieri Agar Brugiavini, Rodolfo De Benedetti, Giorgio Di Giorgio, Francesco Dini, Sergio Erede, Mario Greco, Maurizio Martinetti, Tiziano Onesti, Luca Paravicini Crespi Direttori centrali Alessandro Alacevich (Amministrazione e Finanza), Pierangelo Calegari (Produzione e Sistemi informativi), Stefano Mignanego (Relazioni esterne), Roberto Moro (Risorse umane), Divisione Stampa Nazionale - Via Cristoforo Colombo, 98 - 00147 Roma Direttore generale: Corrado Corradi
Certificato ADS n. 7037 del 21-12-2010
REDAZIONI Redazione centrale Roma 00147 - Via Cristoforo Colombo, 90 - tel. 06/49821 G Redazione Milano 20139 - Via Nervesa, 21 - tel. 02/480981 G Redazione Torino 10123 - Via Bruno Buozzi, 10 - tel. 011/5169611 G Redazione Bologna 40125 - Via Santo Stefano, 57 - tel. 051/6580111 G Redazione Firenze 50121 - Via Alfonso Lamarmora, 45 - tel. 055/506871 G Redazione Napoli 80121 - Riviera di Chiaia, 215 - tel. 081/498111 G Redazione Genova 16121 - Via XX Settembre, 41 - tel. 010/57421 G Redazione Palermo 90139 - Via Principe di Belmonte, 103/c - tel. 091/7434911 G Redazione Bari 70122 - Corso Vittorio Emanuele II, 52 - tel. 080/5279111. PUBBLICIT A. Manzoni & C. - Via Nervesa, 21 - 20139 Milano TIPOGRAFIA Rotocolor SpA - 00147 Roma, Via Cristoforo Colombo, 90 STAMPA - Edizioni teletrasmesse: G Bari Dedalo Litostampa srl - Via Saverio Milella, 2 G Catania ETIS 2000 Spa - Zona Industriale VIII strada G Livorno Finegil Editoriale - Via dellArtigianato G Mantova Finegil Editoriale presso Citem Soc. Coop. arl - Via G. F. Lucchini G Paderno Dugnano (MI) Rotocolor SpA - Via Nazario Sauro, 15 G Padova Finegil Editoriale - Viale della Navigazione Interna, 40 G Roma Rotocolor SpA - Via del Casal Cavallari, 186/192 G Salerno Arti Grafiche Boccia SpA Via Tiberio Claudio Felice, 7 G Sassari La Nuova Sardegna SpA - Zona Industriale Predda Niedda Nord Strada n. 30 s.n.c. G Gosselies (Belgio) Europrinter S.A. - Avenue Jean Mermoz G Toronto (Canada) Newsweb Printing Corporation, 105 Wingold Av. G Norwood (New Jersey) 07648-1318 Usa - Gruppo Editoriale Oggi Inc., 475 Walnut Street G Malta Miller Newsprint Limited - Miller House, Airport Way - Tarxien Road - Luqa LQA 1814 G Cipro Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 206 Yiannou Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia, Cyprus ABBONAMENTI Italia (c.c.p. n. 11200003 - Roma): anno (cons. decen. posta) Euro 403,00 (sette numeri), Euro 357,00 (sei numeri), Euro 279,00 (cinque numeri). Tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari). E-mail: abbonamenti@repubblica.it Arretrati e servizio clienti: www.servizioclienti.repubblica.it, e-mail: servizioclienti@repubblica.it, tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari) gli orari sono 9-18 dal luned al venerd, il costo massimo della telefonata da rete fissa di 14,26 cent. al minuto + 6,19 cent. di Euro alla risposta, IVA inclusa.

RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI (D. LGS. 30-6-2003 N. 196): EZIO MAURO REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N. 16064 DEL 13-10-1975

La tiratura de la Repubblica di luned 5 dicembre 2011 stata di 639.281 copie

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

I 51

LE LACRIME E LE PAROLE
BARBARA SPINELLI
(segue dalla prima pagina) e il cuore di una persona trema, se quello del buon Samaritano addirittura si spacca alla vista del dolore altrui, vuol dire che alla radice delle emozioni forti, vere, c un sapere tecnico del mondo. Per questo il pianto del ministro Fornero, domenica quando Monti ha presentato alla stampa la manovra, ha qualcosa che scuote nel profondo. Perch dietro le lacrime e il non riuscire pi a sillabare, c una persona che sa quello di cui parla: in pochi attimi, abbiamo visto come il tecnico abbia pi cuore (sempre in senso biblico) di tanti politici che oggi faticano a rinnovarsi. Pascal avrebbe detto probabilmente: il ministro non ha solo lo spirito geometrico, che analizza scientificamente, ma anche lo spirito di finezza, che valuta le conseguenze esistenziali di calcoli razionalmente esatti. Balbettavano anche i profeti, per esprit de finesse. significativo che il ministro si sia bloccato, domenica, su una precisa parola: sacrificio. La diciamo spesso, la pronunciano tanti politici, quasi non accorgendosi che il vocabolo non ha nulla di anodino ma colmo di gravit, possiede una forza atavica e terribile, il fondamento stesso delle civilt: latto sacrificale pu esser sanguinoso, nei miti o nelle tragedie greche, oppure quando la comunit sincivilisce il piccolo sacrificio di s cui ciascuno consente per ottenere una convivenza solidale tra diversi. Non saper proferire il verbo senza che il cuore ti si spacchi come una rinascita, dopo un persistente disordine dei vocabolari. come se il verbo si riprendesse lo spazio che era suo. Nella quarta sura del Corano un peccato, alterare le parole dai loro luoghi. Credo che lincessante alterazione di concetti come sacrificio, riforma, bene comune, etica pubblica, abbia impedito al ministro del Lavoro un segno dei tempi, quasi di compitare una locuzione sistematicamente banalizzata, ridivenuta dun colpo pietra incandescente. Riformare le pensioni e colpire privilegi travestiti da diritti giusto, ma fa soffrire pur sempre. Di qui forse la paralisi momentanea del verbo: al solo balenare della sacra parola, risorge la dimensione mitica del sacrificio, il terrore di vittimizzare qualcuno, la tragedia di dover per salvare la plis sgozzare il capro espiatorio, l'innocente. Medicare le parole presuppone che si dica la verit ai cittadini, e anche questo sembra la missione che Monti d a s e ai partiti. Riportare nel loro luogole parole significa molto pi che usare correttamente i dizionari: significa rimettere al centro concetti come il tempo lungo, il bene comune, il patto fra generazioni. Significa, non per ultimo: rendere evidente il doppio spazio nazionale, europeo che oggi nostra cosmo-poli e pi vasta res publica. Il presidente del Consiglio lo sa e con cura schiva il lessico localistico, pigro, in cui la politica s accomodata come in poltrona. Stupefacente stato quando ha detto, il 17 novembre al Senato: Se dovete fare una scelta mi permetto di rivolgermi a tutti ascoltate! non applaudite!. Lapplauso, il peana ipnotico (meno male che Silvio c), le grida da linciaggio: da decenni ci inondavano. Era la lingua delle tv commerciali, del mondo liscio che esse pubblicizzavano, confondendo rclame e realt: illudendo la povera gente, rassicurando la fortunata o ricca. Erano grida di linciaggio perch anchesse hanno come dispositivo centrale il sacrificio: ma sacrificio tribale, che esige il capro espiatorio su cui vien trasferita la colpa della collettivit. Erano capri gli immigrati, i fuggitivi che giungevano o morivano sui barconi. E anche, se si va pi in profondit: erano i malati terminali che reclamano una morte senza interferenze dello Stato e di lobby religiose. La nostra scena pubblica stata dominata, per decenni, dalla logica del sacrificio: solo che esso non coinvolgeva tutti, proprio perch nel lessico del potere svaniva lidea di un bene disponibile per diversi interessi, credenze. Solo contava il diritto del pi forte, che soppiantava la forza del diritto. Ascoltare quello che effettivamente vien detto e fatto non ci apparteneva pi. Anche il ministro Giarda si presentato domenica come medico delle parole: Son qui solo per correggere errori. Non ha esitato a correggere i colleghi, e ha avuto lumilt di dire: Se avessimo pi tempo, certo la nostra manovra sarebbe migliore. Monti ha fatto capire che questa, anche se siamo tecnici, per politica piena: Lesperienza nuova per il sistema politico italiano. A noi piace esser cavie da questo punto di vista. Singolare frase, in un Paese dove a far da cavie sono di solito i cittadini. Ma frase coerente alla politica alta: dotata di una veduta lunga, indifferente alla popolarit breve. Pensare i sacrifici non semplice, perch gli italiani e gli europei da tempo si sacrificano, e tuttavia constatano disuguaglianze scandalose. Perch sacrificandosi deprimono oltre leconomia. Lo stesso Sarkozy, che campeggi come Presidente che poteva abbassare le tasse ai ricchi visto che le cose andavano cos bene, oggi costretto ad ammettere che i francesi stringono la cinghia da trent'anni. Quel che mancato, nel sacrificio cui i popoli hanno gi consentito, lequit, labolizione della miseria, delle disuguaglianze. Forse lemozione dei potenti resta misteriosa Elsa Fornero ha pianto perch le misure sono dure per chi ha pensioni grame. Se solo le pensioni sotto 936 euro saranno indicizzate allinflazione, tante pensioni basse rattrappiranno come pelle di zigrino. Si poteva fare diversamente forse, e non tutte le misure sono ardite. La lotta allevasione fiscale iniziata dallultimo governo Prodi ricomincia, ma pi blanda. La cruciale tracciabilit introdotta da Vincenzo Visco (1000 euro come soglia, da far scendere in due anni a 100) fissata durevolmente a 1000. Oltre tale cifra vietato accettare pagamenti in contanti, che sfuggono al fisco: una draconiana stretta anti-evasione evitata. N si pu dire che tutto sia equo, e la crescita veramente garantita. Il fatto che si parla di decreto salva-Italia, ma si manca di chiarire come il decreto sia anche salva-Europa. Non unomissione irrilevante, perch il doppio compito spiega certe durezze del piano. Speriamo sia superata. Ogni azione italiana, infatti, urgentissimo accompagnarla simultaneamente ad azioni in Europa: per smuovere anche l incrostazioni, privilegi, dogmi. Per dire che non si fa prima ordine in casa e poilEuropa, come nella dottrina tedesca, ma che le due cose o le fai insieme, con un nuovo Trattato europeo pi solidale e democratico, o ambedue naufragheranno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TAGLIARE TASSE E SPESA


ALBERTO BISIN
(segue dalla prima pagina) A COMPOSIZIONE delle fonti di entrata stata ovviamente studiata nei dettagli con grande attenzione, sia dal punto di vista economico che da quello politico: nessun inasprimento delle aliquote Irpef, nuove tasse sui consumi dei beni di lusso, e vari interventi di natura patrimoniale, alcuni contenuti, altri importanti come quello sulla casa. Il segnale chiaro: si cercano imposte anche progressive ma su base imponibile larga e ben distribuita tra la popolazione (ad esempio, la casa), mentre si evitano quelle imposte che, come lIrpef, sono pi soggette a evasione od elusione. Da questo punto di vista stona invece la parziale de-indicizzazione delle pensioni, che le assoggetta alla tassa inflazionistica, una tassa inefficiente e per giunta non direttamente controllabile dal governo, bens dalle autorit monetarie europee. Se lobiettivo di questa manovra era dichiarare agli investitori, ai mercati, allEuropa, che il Paese ha finalmente un governo competente e responsabile, in grado di operare con coerenza e seriet e addirittura di chiedere sacrifici ai cittadini, io credo che lobiettivo sia stato pienamente centrato. Dove la manovra mostra i segni del vincolo politico e forse anche di una certa mancanza di prospettiva nella mancanza di interventi sulla spesa pubblica. Come molti osservatori hanno gi notato, a parte la ristrutturazione della previdenza, il contenuto della manovra infatti composto quasi esclusivamente da un inasprimento del carico fiscale del Paese. Quella di aumentare le tasse senza toccare la spesa (o quasi) la strategia che negli ultimi decenni ogni governo del Paese ha adottato nei periodi di crisi. Cos il governo Amato ha cercato di ritardare luscita dellItalia dal sistema monetario nel 1992, cos il governo Ciampi ha reagito alla crisi finanziaria lanno successivo, e cos il governo Prodi ha portato il Paese nelleuro nel 1998. Non vi dubbio che intervenire sulla spesa invece che sulle entrate operazione estremamente complessa. Sarebbe assurdo pensare che un governo attento ai dettagli come questo possa intervenire su dipendenti pubblici, istruzione, sanit, lavoro o quantaltro in poche settimane e senza ricorrere a quegli inefficienti e iniqui tagli orizzontali cui ci ha abituato il governo Berlusconi. Ma ciononostante, sarebbe stato desiderabile che il governo Monti segnalasse sin da ora un netto e deciso cambiamento di rotta. Linasprimento del carico fiscale non infatti una via duscita dalla crisi per lItalia, se non nel brevissimo periodo. Lo per gli Stati Uniti, forse, che hanno un carico fiscale inferiore al 30% del Pil; ma non per lItalia che viaggia ormai verso il 45%. Semplicemente, nel nostro Paese, non vi spazio di manovra sufficiente dal lato delle entrate: nessun Paese Ocse ha un carico fiscale superiore al 48% (Svezia e Danimarca) e un ulteriore 3% non risanerebbe certo la situazione debitoria del Paese. Ma le cose stanno ancora peggio di cos. La Svezia e la Danimarca, infatti, a fronte di un elevatissimo carico fiscale, hanno evasione controllata e servizi sociali allavanguardia. In Italia, al contrario, il carico fiscale, a causa dellenorme evasione, molto mal distribuito: colpisce soprattutto lavoratori dipendenti, pubblici e privati, e colpisce soprattutto il Nord del Paese (non solo perch il Nord pi ricco: al Sud la percentuale di reddito evaso sostanzialmente superiore). Larghi settori del Paese, in altre parole, sono soggetti ad un carico fiscale dellordine del 60%. Non vi alcun dubbio che questi livelli di tassazione abbiano effetti di primordine sulla struttura economica e quindi sulla crescita del Paese. Infine, a fronte del carico fiscale, in Italia, la spesa pubblica assolutamente inefficiente. In altre parole, i cittadini italiani pagano con il 50% del Pil servizi pubblici che ad altri Paesi costano 20%, massimo 30%, del Pil. Per fissare un ordine di grandezza, ad esempio, la Svizzera e il Canada, spendono circa il 30% del Pil nel settore pubblico, producendo servizi ben superiori ai nostri. Non vi alcun dubbio allora che, di fronte ai livelli di carico fiscale raggiunti in Italia, e di fronte allincapacit del Paese di raccogliere entrate in modo equo e di spenderle in modo efficiente, non resti altra strada percorribile che ridurre limposizione fiscale e al contempo la spesa pubblica. Nel contesto in cui si trova il Paese queste rappresenterebbero misure non solo di efficienza economica ma anche di equit sociale; e libererebbero risorse per la crescita di cui il Paese ha disperato bisogno. Pi precisamente: non vi altro percorso possibile per il risanamento, a meno di credere alle favole sulla lotta allevasione e la razionalizzazione e la riforma del settore pubblico che ci vengono raccontate ormai da decenni con i risultati che abbiamo tutti sotto gli occhi. Professore al Department of Economics, New York University
RIPRODUZIONE RISERVATA

MARTED 6 DICEMBRE 2011

La storia

La cultura

Il whisky di Braveheart alla conquista del mondo


ENRICO FRANCESCHINI

Monete e brand oggetti di culto la mistica del capitalismo


ROBERTO ESPOSITO

I 53

Aerei senza pilota, telecamere a infrarossi, virus telematici. In Medio Oriente va in scena un conflitto ad alta tecnologia. Ecco come

ALBERTO STABILE

BEIRUT immenso altipiano dove regnano miseria e paura, abitato soltanto da pastori nomadi e da contrabbandieri, avvolto nel silenzio appena incrinato dal lontano ronzio di un motore. Il cielo un lastra di opaline. Le capre, in cerca di cibo, infilano il muso bianco e nero fra le rocce. Nulla deve essere sembrato pi alieno a questo angolo di mondo del grande uccello di metallo grigio che, volteggiando senza direzione sulle sue enormi ali, andato a schiantarsi, sabato scorso, sulla terra arida del Balucistan, al confine tra lIran e lAfghanistan. Eppure questo lultimo fotogramma di una guerra che coinvolge mezzo continente, grandi potenze militari, eserciti, laboratori, scienziati. Mezzi del secolo scorso, come lesplosivo, o la polvere da sparo, e congegni avveniristici. Una guerra micidiale e spietata, come tutte le guerre, ma anche silenziosa, chirurgica e mirata come non se ne sono mai viste. Le bombe, il sangue, i morti arriveranno dopo. SEGUE NELLE PAGINE SUCCESSIVE

Laguerra L del terzo millennio

VITTORIO ZUCCONI

WASHINGTON o disse per primo Nicholas Negroponte, il profeta della new age informatica: Vincer la prossima guerra non chi avr pi atomi, ma chi avr pi bit, la molecola delluniverso digitale. E se la prospettiva del campo di battaglia senza pi esseri umani in lotta, di guerre condotte nel flusso silenzioso di pacchetti di bit fra server, satelliti, robot volanti, centrali, e reattori nucleari che possono essere distrutti anche senza sparare un missile, come accadde gi in Iran, ancora largamente prematura, la transizione dalla guerra del fuoco al combattimento tra intelligence umane e cibernetiche gi in corso. Sono trascorsi neppure cinquantanni dallincubo del Dottore Stranamore nel 1964 e dellolocausto nucleare o dal confronto a muso duro fra gli arsenali atomici di Usa e Urss attorno a Cuba, in quello stesso anno. Ma levoluzione della guerra, da macelleria sui fronti del 1914, ai bombardamenti sulle citt della Seconda Guerra fino allultima grande operazione militare di massa nel 2003 con linvasione dellIraq per deporre Saddam Hussein, si sta accelerando. SEGUE NELLE PAGINE SUCCESSIVE

OGGI SU REPUBBLICA.IT
Ricerca Tecno

LUNED

FEDERICO RAMPINI

LESODO INTERROTTO DEI MESSICANI


finito lesodo dei messicani negli Stati Uniti. Si ridotta a un rigagnolo limmigrazione che per un secolo ha plasmato la geografia etnica di molti Stati di confine come California, Arizona, Texas, ma anche di grandi metropoli come New York. sceso ai minimi storici dagli anni Settanta il numero di ingressi, mentre molti messicani tornano nel loro Paese. Il cambiamento si riflette anche negli arresti alla frontiera: solo 300.000 i clandestini fermati, mentre erano 1,6 milioni nel 2000. Molte le spiegazioni, in testa ci sono le ragioni economiche: il mercato del lavoro Usa non tira pi; viceversa va meglio leconomia del Messico, nonostante che il Paese faccia notizia allestero soprattutto per la guerra dei narcos. Pesano anche le dinamiche demografiche, una parte degli immigrati tornano a casa a godersi la pensione. Ma questo cambiamento improvvisamente depotenzia la campagna anti-immigrati della destra, uno dei temi forti per alcuni candidati conservatori alla Casa Bianca. Diversi esponenti della destra in corsa per la nomination nel 2012 hanno accusato Barack Obama di lassismo nei confronti dellimmigrazione clandestina, ora il tema rischia di svanirgli fra le mani.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dormire poco e rendere al top: ecco come fare


Spettacoli

Svizzera paradiso dei pirati

Quando la tv perse linnocenza


La storia Immagini iPad

Il ritorno del soldato su YouTube


Il sondaggio

Coblenza evacuata per una bomba

GIUDICATE LA MANOVRA PUNTO PER PUNTO

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

IL CASO R2MONDO
Gli aerei senza pilota che scovano le centrali nucleari. I virus telematici capaci di mandare in tilt tutti i pi sofisticati sistemi di controllo. Le telecamere a raggi infrarossi che hanno portato alluccisione di Bin Laden. Battaglie silenziose, chirurgiche e mirate. la guerra
del terzo millennio

I 54

MedioOriente

games
(segue dalla prima pagina)

War
ALBERTO STABILE
BEIRUT la guerra del terzo millennio quella che ha visto la contraerea iraniana abbattere laereo spia americano Rq-170 Sentinel, il gioiello dellindustria aeronautica Lockheed, dalle caratteristiche tuttora segrete, ma da tempo considerato il campione riconosciuto fra gli UAN (Unmanned aereal vehicle), aerei senza pilota, volgarmente detti drone, ma questo, a differenza degli altri, dotato della tecnologia stealth che lo rende invisibile ai radar. Subito gli Stati Uniti si sono affrettati a far sapere, tramite il comando delle forze Nato in Afghanistan che potrebbe trattarsi di un drone di cui i controllori a terra avevano perso le tracce mentre era impegnato in una missione nei cieli dellAfghanistan. Ma non

Mezzi del secolo scorso, come lesplosivo, accanto ai congegni avveniristici

pegnate le maggiori potenze, direttamente, o tramite comodi alleati, siano essi regimi clientelari o milizie assoldate alla bisogna, propri agenti catapultati oltre le linee nemiche, o killer professionisti eterodiretti, lo scontro che vede contrapporsi Stati Uniti e Israele, da una parte, e lIran dallaltra, sicuramente il pi manifesto, eclatante e gravido di conseguenze, vista la posta in gioco. Ed , innanzitutto, uno scontro per legemonia che il possesso (o non possesso) della bomba atomica da parte dellIran pu facilitare o allontanare per sempre.

A dimostrazione che in questa guerra sommersa c un filo rosso che collega tutto, basti pensare che la storia dellaereo-spia ha riacceso i fari sulla misteriosa esplosione che il 12 novembre scorso ha praticamente raso al suolo il centro di esperimenti balistici non molto lontano da Teheran, dove, a quanto pare, venivano testati missili a lungo raggio capaci di colpire Israele e non soltanto Israele. Fra le perdite provocate dalla esplosione devastante, il capo del programma, Hassan Teherani Moghaddam, un quadro di alto profilo dei Guardiani

della Rivoluzione, vicino alla guida spirituale, Ali Khamenei che, infatti, ha officiato il suo funerale, ed altre 17 persone, fra cui sicuramente tecnici ed esperti non facilmente sostituibili. Quale segreto, ci si chiesti subito, veniva custodito in quella base? Lanalisi delle foto satellitari del sito distrutto hanno spinto alcuni analisti americani ad ipotizzare che l si stava sperimentato, per la prima volta, un nuovo tipo di carburante solido, per i missili a lungo raggio, la cui tecnologia sarebbe in qualche modo approdata in Iran nonostante lembargo cui da anni sot-

toposto il regime degli Ayatollah. La caratteristica principale di questo solid fuel sarebbe quella di permettere il lancio degli ordigni in tempi enormemente pi brevi che se venissero alimentati da carburante liquido. Il che, deducono gli esperti implicherebbe che, in caso di attacco aereo israeliano o americano, o di entrambi, attacco ipoteticamente diretto contro le centrali atomiche, per bloccare il programma nucleare di Teheran, le forze armate iraniane sarebbe in grado di indirizzare la loro risposta missilistica contro gli obbiettivi nemici (oltre a Israele hanno posto nel mirino gli interessi americani nella regione del Golfo) prima ancora che lattacco venga portato a termine. Teheran, grazie alle sue nuove acquisizioni in campo missilistico, non perderebbe quella che viene definita la sua deterrenza. Nella guerra del terzo millennio chi possiede la tecnologia ha un vantaggio di partenza sugli av-

E tra gli obiettivi ci sono anche gli scienziati dellarricchimento delluranio


stato precisato di che tipo di aereo si trattava. E in ogni caso, hanno subito ribattuto alcuni esperti occidentali, la Nato non avrebbe bisogno di impiegare un aereo cos sofisticato e prezioso contro i Taliban, che non hanno n radar, n aviazione, n contraerea. Conclusione: il velivolo abbattuto, o precipitato per un qualche guasto (la versione ufficiale di Teheran non suffraga da immagini, n da prove certe) era impegnato in una missione di spionaggio contro lIran e, verosimilmente, contro il programma nucleare iraniano. Perch, fra i tanti conflitti a bassa intensit, che si combattono nel mondo, e che vedono im-

Tra i tanti conflitti a bassa intensit lo scontro tra Usa e Iran certamente il pi rilevante
versari. Di conseguenza dimportanza strategica impedire che il nemico acquisisca certe tecnologie. Uno dei successi che vengono attribuiti allex capo del Mossad israeliano, Meir Dagan, di essere riuscito a rallentare il passo della ricerca iraniana verso la realizzazione dellatomica. Questi non sono argomenti che le autorit israeliane hanno labitudine di commentare. Ma sono le stese autorit iraniane ad attribuire ai servizi segreti israeliani, ed al Mossad in particolare, la moria che ha colpito scienziati nucleari e tecnici iraniani impegnati nella concretizzazione del piano di arricchimento delluranio. Al-

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.nytimes.com www.haaretz.com

I 55

Lo scenario

Anche Obama taglia i fondi per la Difesa. Ma non quelli della ricerca cibernetica

La sfida delle grandi potenze si combatte a colpi di bit


(segue dalla copertina)

VITTORIO ZUCCONI WASHINGTON lo sta facendo con la stessa vertiginosa rapidit con la quale escono sul mercato computer, telefoni smart, chip e software gi obsoleti e superati nel momento stesso in cui sono messi in vendita. E per questo, negli incubi del pianificatori strategici del Pentagono prende corpo la minaccia cinese. Non i milioni di soldati che discesero sulla penisola coreana negli anni 50, ma i miliardi di bit, appunto, e di circuiti integrati che oggi i cinesi fabbricano, e quindi copiano, sulle specifiche dei committenti americani, civili e militari. La combinazione fra i costi ormai insostenibili, in vite umane e in tesoro pubblico, della guerra tradizionale e le possibilit aperte dalla tecnologia si sta rivelando inarrestabile. Al centro della revisione del bilancio americano per la Difesa, in corso in questi giorni a Washington fra il ministro Panetta e i generali dello Stato Maggiore del Pentagono c esattamente questo. Per disposizione diretta del Comandante in Capo, del presidente Obama, anche lapparato militare dovr tagliare qualcosa da quei 650 miliardi di dollari che oggi spende, ma mentre divisioni e navi, panzer e cannoni ne soffriranno la sola voce che dovr essere aumentata sar quella della cyberwar, della guerra dei computer, pensando ai russi, da sempre formidabili matematici e ingegneri, e ai cinese. Tutto, oggi, vulnerabile a un assalto condotto dalle Forze speciali che, nei quadri dello spionaggio, come negli stati maggiori militari, sanno che nessun sistema darma e ormai nessun soldato pu funzionare se viene paralizzato il sistema di controllo computerizzato che regola una centrale nucleare come il cervello di un missile o il volo di un aereo. In un rapporto gi del 2002, presentato allUniversit di Harvard, un futurologo, Stephen Rosen, arriv addirittura a immaginare un mondo nel quale non soltanto i reattori atomici o i programmi di puntamento della nuova artiglieria potranno essere disabilitati e paralizzati con il telecomando e con quei vermi introdotti nel software, come pare stia avvenendo per opera della Cia e del Mossad, per sparigliare i progressi iraniani verso la bomba. Ma addirittura, in una teoria che si sta ogni giorno di pi avvicinando alla pratica, che ogni singolo individuo in ogni parte del mondo possa essere sorvegliato direttamente.

I DRONI
Una base militare israeliana per gli Unmanned Aerial Vehicle, aerei senza pilota

meno cinque negli ultimi due anni, uccisi con metodi diversi. Il pi ingegnoso: due killer in motocicletta che si affiancano alla automobile della vittima designata e vi attaccano un ordigno dotato di un magnete, che esploder da l a poco. Allo steso fine stato utilizzato anche il super virus Stuxnet che, attaccando i computer del laboratorio nucleare di Natanz hanno imposto alle turbine iraniane una perdita di potenza del 30 per cento. Anche qui, nessuna rivendicazione esplicita. Alla fine, a parte le indagini sul terreno, larsenale tecnologico quello che ha permesso agli Stati Uniti la cattura e luccisione di Osama Bin Laden. Quello stesso tipo di aereo-spia di cui lIran vanta labbattimento, lRq-170 Sentinel, ha svolto decine di missioni nella zona di Abbottabad, in Pakistan, dove si era rifugiato il fondatore di Al Qaeda. Ed altamente probabile che le sue potenti telecamere abbiano ripreso lintera irruzione delle forze speciali americane nel covo, inviando le immagini nel famoso studio della Casa Bianca dove Barack Obama, Hillary Clinton, Biden e gli altri consiglieri hanno potuto seguire tutta loperazione in diretta. E se l, nel Waziristan, il drone americano ha smesso di operare, perch i militari di Islamabad, sentendosi a loro volta spiati dagli alleati americani, hanno protestato, seppure a cose fatte, con Washington. Laereo senza pilota della Lockheed andr presto a far parte dellarsenale della Corea del Sud nella sua schermaglia infinita contro la Corea del Nord. Finch, inevitabilmente, non sar rimpiazzato da qualcosa di ancora pi invisibile, sofisticato e letale. E chiss che, di questo passo, diventata una corsa capace di scavare fossati incolmabili tra schiere nemiche, la guerra non possa un giorno assegnare la vittoria prima ancora di combattere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ormai anche i ragazzini, che vivano in Indonesia o in Italia, in Argentina o in Giappone, sanno che chiunque metta in funzione un computer, usi un telefonino, utilizzi la Rete e i social network pu essere, e di fatto , controllato. Esistono ovunque, e negli Usa sono offerti da una societ della California, programmi che permettono non soltanto di sapere chi sei, dove sei, con chi parli e di che cosa. Ma di riprodurre su un monitor allaltro capo del mondo le lettere e i caratteri mentre sono battuti sulla tastiera. Se a qualcuno interessasse, lo schermo sul quale sto battendo questo articolo potrebbe essere visto, in contemporanea, da un Grande fratello. Controllare e vedere una quantit cos mostruosa di informazioni evidentemente oltre le possibilit umane, anche del servizio di intelligence pi gigantesco. Ma oggi, nella guerra dei bit che sta spodestando le guerre dei reggimenti o le guerre asimmetriche fra grandi potenze e piccoli gruppi, non sono pi i droni umani del Kgb o della Stasi alla maniera della Vita degli altri. Sono computer che controllano altri computer, in una capacit praticamente infinita e sempre meno costosa di sorveglianza e di selezione. Gi gli aerei senza pilota volano sui fronti della cosiddetta guerra al terrore, e si progettano pezzi di artiglieria semoventi, o navi da guerra, capaci di funzionare a distanza, senza presenza umana o con un minimo di equipaggio. Ma la future war oltre le frontiere non pi fantascientifiche della guerre dei robot e delle chip, prevede che alle bombe intelligenti, che tanti errori hanno commesso, resti saldamente affiancata la intelligence delle bombe, la versione moderna dellantica guerra delle spie, dei sabotatori. Sono gli uomini, le persone, anche le donne, come la seducente spia russa arrestata lo scorso anno dallo Fbi a New York o gli agenti come quelli che sono stati pilotati e addestrati dal Mossad in Iran per la serie di attentati e attacchi alle case e alle persone di tecnici e scienziati addetti al programma nucleare iraniano. Erano sleeper agent, talpe, nella pi classica tradizione dello spionaggio e del sabotaggio, resistenti locali del maquis anti-ayatollah. Un atto di terrorismo, o di contro terrorismo, secondo il punto di vista di chi lo organizza o di chi lo subisce e la dimostrazione che comunque il fattore umano non potr mai essere eliminato, trasformando le guerra in asettiche versioni militari di video game Perch i computer non sanguinano. Gli essere umani, invece, s.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

LA STORIA R2MONDO

I 56

PER SAPERNE DI PI www.scotch-whisky.org.uk www.ft.com

Mentre le economie del mondo tremano, la Scozia si gode il suo record Mai cos alte le esportazioni di alcol: Per bere un sorso di tradizione
La scheda
LA CLIENTELA
Il whisky scozzese non ha mai avuto tanto successo allestero. Merito dellemergere della nuova clientela asiatica e sudamericana

IL TREND
Le esportazioni del prodotto nazionale scozzese, solo nellultimo anno, sono aumentate di circa il 23 per cento

LA STRETTA
In Scozia, per, si tende a diminuire i consumi. Il numero di morti legati a un consumo eccessivo di alcolici sono
triplicati in 30 anni

Il whisky di Braveheart che non conosce la crisi


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE ENRICO FRANCESCHINI

LONDRA on piangere sul whisky versato, dice Jack Lemmon a Marylin Monroe in A qualcuno piace caldo, film pieno zeppo di battute indimenticabili, non soltanto sul bere. E di whisky non se n mai versato tanto, nei bicchieri sintende, come in questepoca di problemi, dolori e preoccupazioni dogni genere, in cui piangono perfino i ministri annunciando sacrifici alla popolazione. Mentre le economie di tutto lOccidente tremano sotto i colpi del debito, della disoccupazione, delleuro, una nicchia di sfolgorante produttivit aumenta vertiginosamente i suoi guadagni: il liquido alcolico distillato dallorzo sulle Highlands del leggendario Braveheart. Nei primi nove mesi di questanno, infatti, il whisky scozzese ha visto le sue esportazioni raggiungere i 3 miliardi di sterline, circa 3 miliardi e mezzo di euro, con un incredibile aumento del 23 per cento rispetto allo stesso periodo del

concetto di bere responsabilmente, ovvero senza sbronzarsi. Inoltre il whisky scozzese costa pi di altri alcolici e di al-

tri whisky, in alcuni casi molto caro, un po troppo per berlo a garganella. I nostri clienti non lo bevono

certo per prendersi una sbornia, spiega la numero uno della Grants. Al contrario, nei mercati emergenti, in Cina, in

Brasile, in Russia, lo vendiamo perch le nuove e sempre pi numerose classi medie scelgono whisky scozzese, piuttosto

che un drink locale, per dimostrare la propria raffinatezza e il proprio cosmopolitismo. Ma quelle sono le economie dove tutto va bene: e in Europa, negli Usa, nellOccidente in crisi e in declino? Inizialmente siamo rimasti sorpresi anche noi notando la tenuta che abbiamo anche sui mercati maturi, dichiara la David al Financial Times. Poi ha capito il perch. Anche quando i tempi sono duri la gente vuole trattarsi bene, vuole conservare una sia pur piccola fetta di lusso, afferma, dati alla mano, la donna in cima allimpero del whisky. Forse sanno di dover rinunciare alle cose grosse, a unauto, a un vestito, a una vacanza, ma vogliono almeno continuare a godersi un momento di relax. Cos, scelgono un brand di alta qualit e gli restano fedeli. Un buon esempio la Spagna, uno dei paesi europei pi tartassati dalla recessione, dove nellultimo anno le vendite del Glenfiddich sono addirittura raddoppiate. Non insomma per il tasso alcolico che il whisky scozzese attraversa un inarrestabile boom. Per accorgersene basta chiedere informazioni allUfficio del Turismo di Edimburgo:

Nei primi nove mesi di questanno c stato un incredibile aumento del 23 per cento rispetto allo stesso periodo del 2010
2010, che era stato a sua volta un anno da record, come del resto quello precedente. E la produzione di Glenfiddich, il whisky al malto pi popolare del mondo, ha superato per la prima volta quota un milione di barili allanno. La cosa pi straordinaria che cresciamo uniformemente un po ovunque, nei mercati emergenti come in quelli maturi e tradizionali, sentusiasma Stella David, presidente della Grants, lazienda leader mondiale nella distillazione di questo antico liquore. Lambrato prodigio proveniente dalla Scozia rappresenta dunque molto pi di un successo economico: un fenomeno culturale, sociale, psicologico. Lo si beve per dimenticare, verrebbe la tentazione di concludere pensando alla crisi, ma unimmagine che evoca ubriachezza o sonnolenza, forse valida per altri tipi di alcolici ma apparentemente fuorviante in questo caso. In primo luogo le case produttrici costruiscono le loro campagne di marketing tutto attorno al

In Cina, Brasile, Russia, le nuove e pi numerose classi medie scelgono il nostro liquore piuttosto che un drink locale
il Whisky Trail, il sentiero del whisky, uno degli itinerari turistici pi frequentati di Scozia, uno dei motivi pi citati per visitarla. Quarantanni or sono la distilleria Glenfiddich di Dufftown, fondata nel 1886 e da cinque generazioni in mano alla stessa famiglia, fu la prima ad aprire un visitors centre fra le case produttrici di whisky scozzese: oggi attira 75 mila turisti allanno. Se scegli un whisky scozzese, conclude Stella David, lo gusti con il cuore e con la mente tanto quanto con il palato. Bevi un sorso di storia, di tradizione, di atmosfera. In tempi di crisi, insomma, beviamo pi whisky scozzese non per dimenticare i guai, bens per vivere unesperienza e provare almeno un attimo di conforto. Probabilmente la stessa ragione per cui i Braveheart delle Highlands, che non avevano una vita facile, impararono a distillarlo, e a berlo, dai monaci irlandesi capitati sulle loro montagne intorno al 1200.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

IL PERSONAGGIO R2CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.icc-ccs.org www.esteri.it

I 57

Per quattro mesi, nel 2009, Mario Albano, vicecomandante della Buccaneer stato ostaggio dei banditi. Ecco il suo diario Ho giurato che non superer mai pi i confini del Mediterraneo. Quando ricordo quelle giornate mi sembra di morire
CORSARI DEL 2000
Un gruppo di pirati somali, armati, pronti ad entrare in azione

DAL NOSTRO INVIATO DANIELE MASTROGIACOMO ITRI (LATINA) li occhi nascondo ancora la paura. Si salvato, libero, ma una parte della sua vita rimasta l. Davanti alle coste della Somalia. Lho giurato: non supero pi i confini del Mediterraneo, ci dice con un groppo alla gola. Due mesi fa, con la nave, siamo scivolati lungo lAfrica occidentale. Mi bastato sentire il clima che cambiava, gli odori che arrivavano da terra. Le gambe hanno cominciato a tremare, non reggevo pi la ruota del timone. Di colpo, sono tornato laggi, a Eye, sulla punta del Corno dAfrica. Mi sono sentito morire. Mario Albano oggi ha 60 anni, 40 trascorsi sui mari del mondo. L11 aprile del 2009 la sua vita cambiata. Navigava, come vice comandante, a bordo del Buccaneer, un rimorchiatore daltura di 70 metri della Micoperi, societ armatoriale di Rimini. Stavano rientrando a Suez e poi a Ortona. Con lui cerano altri 9 italiani, 5 romeni e un croato. Assaltati dai pirati somali sono rimasti prigionieri per 4 mesi: 123 giorni e 123 notti che tornano incessanti come un incubo. Capisce molto bene cosa hanno provato i 21 marinai della Rosalia DAmato rilasciati dopo sette mesi di prigionia e proprio domenica rientrati a Procida, accolti da fuochi dartificio, abbracci e lacrime. Per la prima volta, chiuso nella sua casa di Itri, sulle montagne dietro Formia, racconta in questo diario la sua Odissea del terrore.

I miei giorni nelle mani dei pirati somali


i serbatoi dellacqua. Facciamo turni di sei ore. Siamo costretti a stare seduti, per terra. 10 maggio, ore 8. quasi un mese che siamo bloccati qui. Larmatore sa tutto. Abbiamo contatti sporadici ma gi stata comunicata la richiesta di riscatto. Stanno per finire le riserve di cibo. C solo un pirata che parla inglese. lui che chiama il mediatore. Ci dice che presto tutto si concluder. 13 maggio, ore 13. La tensione alle stelle. arrivato un nuovo capo di un nuovo gruppo. Ha lo sguardo che fa paura. Larmatore ha offerto un riscatto di 500 mila dollari. Il pirata si infuriato. Vuole 30 milioni. Ha strappato un fucile dalla mani di uno dei carcerieri. Voleva ucciderci con una sventagliata. Gli altri pirati si sono avventati su di lui, c stata una lotta, lo hanno disarmato. Ma furibondo, giura che ci ammazzer. Lo hanno rispedito a terra. 4 giugno, ore 11. Il nostromo d segni di follia. Ha affrontato un pirata urlando, lo hanno picchiato. Lo accusano di aver contaminato lacqua potabile con quella di mare. Si solo sbagliato. Il capo di uno dei gruppi, quello con la faccia terribile, ha fatto un cappio e lo ha messo in bella mostra in coperta. Lo vediamo penzolare dalla plancia. Lo tengono l come memoria. 7 giugno, ore 16,30. tornato il capo del gruppo. Uno dei tanti. Perch i gruppi sono almeno quattro, ognuno con il suo capo e i suoi vice. E tutti alzano il prezzo del riscatto. Pi tempo passa, pi arrivano i pretendenti, pi difficile individuare il vero interlocutore. Quello cattivo ha afferrato il nostromo e gli ha infilato la testa nel cappio. Ha stretto la corda e ha tirato un po. Una scena surreale. Mi ha fissato negli occhi e si passato la mano sulla gola come un coltello. Ci uccider uno alla volta, dice. 14 luglio, ore 10. Ci hanno razziato tutto. Anche i vestiti. Siamo riusciti a nascondere qualche oggetto, vestiti, radioline, pc, gioielli. Li usiamo come merce di scambio: ci danno delle informazioni. Sappiamo che le trattative sono riprese. Questa volta con lo Stato. A terra c solo deserto. Alte dune di sabbia e un container, sulla spiaggia, che i pirati usano come deposito. 23 luglio, ore 12. Il piano di rivolta messo a punto. Abbiamo deciso di riprenderci la nave. Tutti sono disposti a battersi. Ma sarebbe un suicidio, dovremmo sparare e uccidere. Non siamo guerrieri ma soprattutto eroi. Rinunciamo. 5 agosto, ore 17. I pirati sono diventati 70. C molta agitazione, dicono che siamo ad un passo dallaccordo. arrivato anche un funzionario del governo somalo. Sta trattando gli ultimi dettagli prima della liberazione. Siamo esausti: ormai beviamo lacqua dei radiatori e quella raccolta dai pozzi a terra. 9 agosto, ore 14.30. Siamo liberi. Cos dicono. Ci caricano su un barchino e ci avviciniamo alla nave militare San Giorgio. Serviamo ancora come ostaggi. A met strada arriva un altro barchino. Si scambiano qualcosa. Torniamo indietro. Ci ordinano di salpare e iniziamo a risalire lungo la costa. I pirati scendono a gruppi ogni dieci miglia. Li riconoscerei ovunque. Sono facce che non si scordano. Una in particolare. Sono sicuro: tra i pirati cera anche un infiltrato dei nostri servizi. Se lo incontrassi lo ringrazierei. Ci ha salvato la vita: ha dissuaso le forze speciali dal fare un blitz. Se lo avessero tentato questo diario oggi non esisterebbe.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono sicuro che tra di loro cera un infiltrato dei nostri servizi e che stato lui a salvarci la vita

Abbiamo pensato anche di organizzare una rivolta. Ma non siamo guerrieri n eroi: ci siamo fermati

Le tappe
11 APRILE
Il rimorchiatore Buccaneer viene sequestrato dai pirati nel Golfo di Aden l11 aprile del 2009

11 aprile, ore 2.30. la vigilia di Pasqua, entriamo nel Golfo di Aden. Forse tra una settimana siamo a casa. Ma siamo preoccupati. Abbiamo gettato catene lungo la fiancata e passato il grasso sulle paratie. il solo modo per impedire larrembaggio da parte dei pirati. 11 aprile, ore 14. C molta tensione a bordo. Ogni nave che incrociamo un tuffo al cuore. Siamo allarmati da un peschereccio che ci incrocia a prua. Non ha reti in acqua. Un barchino veloce si stacca e punta su di noi. Siamo troppo lenti, ci hanno raggiunto, sono una ventina, armati, sparano. Rientriamo tutti dentro, in coperta. Sento i colpi degli Ak-47 che si schiantano sulle pareti di ferro. 14 aprile, ore 20. Ci siamo dovuti arrendere e ora siamo alla fonda davanti alle coste somale. I pirati sono in quindici. Tutti giovani, sulla trentina. Ci hanno divisi in tre gruppi. In coperta e gi in sala macchine: dobbiamo controllare i generatori, per laria condizionata, lenergia elettrica e

12 APRILE
Si muove la Farnesina. Il giorno dopo sul luogo del sequestro arriva la fregata Maestrale della Marina militare

16 APRILE
Il governo somalo parla di trattative in corso. Il Buccaneer accusato di trasportare rifiuti tossici

24 APRILE
I parenti dellequipaggio dicono di aver ricevuto per telefono un ultimatum dai rapitori, larmatore nega

9 AGOSTO
Lequipaggio (tra cui 10 italiani) viene liberato dopo 4 mesi. Il governo nega il pagamento del riscatto

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

STILI DI VITA R2CRONACA


In Liguria, prima circolare di una scuola italiana Gi una legge era stata promulgata in Missouri

PER SAPERNE DI PI http://scuolachefarete.it www.repubblica.it

I 59

Facebook
(segue dalla prima pagina)

CATERINA PASOLINI

i riapre cos il dibattito sullopportunit di condividere bacheche, foto private, conversazioni virtuali tra chi sta in cattedra e chi dovrebbe imparare, dopo che questestate una legge identica era stata approvata in Missouri provocando proteste e ricorsi. Il rapporto online tra chi insegna e chi studia continua a far discutere. Questione di opportunit, ruoli, privacy e libert, dicono studenti e insegnanti. Divisi tra chi considera il social network solo un altro mezzo di comunicazione come il preside torinese che ha 899 amici tra gli alunni e chi teme di perdere autorevolezza in cambio di una impossibile amicizia reale. Mentre molti ragazzi, se non lo usano per continuare le lezioni dopo scuola via web, lo vivono come un mezzo di controllo da parte dei prof sulle nostre vite. Perch, come dice lo psichiatra Pietropolli Charmet, favorevole al social network per motivi di studio, la relazione con gli studenti deve essere educativa, il controllo sullapprendimento, non sulle emozioni. Il nodo resta sempre quello: in rete o in classe, al centro c il legame tra insegnanti e alunni. Come deve essere, cosa vo-

Se lamicizia vietata tra gli studenti e i prof


senza contare che la mia classe usa Facebook per fare lezione. Tino Pessina, preside del liceo milanese Berchet, della scuola di Don Milani: severit, rispetto e partecipazione. La nostra generazione voleva abbattere la vecchia scuola e abbiamo condannato il concetto di autorit, ma lautorevolezza fondamentale. Si pu essere amichevoli, ma lamicizia come in ogni rapporto asimmetrico, impossibile. E poi i ragazzi non vogliono docenti amici, stimano chi insegna con passione anche se severo, chi li rispetta. Io per capire come sta un alunno ho bisogno di guardarlo negli occhi. Un altro professore, precario, ha rifiutato lamicizia degli studenti in rete. Ermanno Ferretti autore del libro Per chi suona la campanella (Fazi). Non voglio vedere quello scrivono, sono ingenui non si rendono conto cosa rischiano se leggo che saltano scuola per un compito in classe o scrivono che si fanno le canne. Preferisce quattro chiacchiere in corridoio piuttosto che navigare in rete Mario Rusconi, vicepresidente dellassociazione nazionale presidi che insegna al liceo Newton di Roma, ma di colleghi e professori che hanno rapporti con gli alunni su Facebook ne conosce schiere. Limportante che prevalga la ragionevolezza delladulto, la capacit di non confondere i ruoli. Anche perch, racconta Nina studentessa di quarta ginnasio, a lei interessa che la prof insegni in modo che io capisca, che mi interroghi senza essere spietata. Non voglio sapere se stata mollata dal fidanzato. Cos, tra allievi e docenti chi decide di essere amico in rete, deve comunque autocensurarsi un po. E nascondere un pezzo di s agli altri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

Riccardo Galler, preside a Torino

Qualche battuta sul calcio mica li controllo

Il rischio quello di perdere autorevolezza senza creare un rapporto reale


gliono i ragazzi e cosa si aspettano i docenti. Non bisogna creare confusione di ruoli n fingere unimpossibile parit: perch il rapporto sbilanciato visto che noi diamo i voti. Tiziana Sallusti preside del liceo Mamiani di Roma e il suo non amore per Facebook condiviso, non significa distanza, anzi: rispetto per i ragazzi, per il loro mondo, che non deve essere invaso dagli adulti, genitori compresi. E a confermare la sua ipotesi arrivano i commenti dei ragazzi sul web: temono di essere inquadrati, giudicati, vittime di pregiudizi dei loro insegnanti per commenti, politici e non, letti sulle loro bacheche. E mamma e pap su Facebook non li vorrebbero mai. A differenza di Federica Cenci, 17 anni, presidente della consulta provinciale degli studenti laziali, che ha parenti e professori sul network. Perch non ho nulla da nascondere e poi mica racconto i fatti miei! I rapporti con i docenti possono migliorare,

o chiamano il preside di Facebook. Riccardo Galler, ha 899 amici in rete e la maggior parte sono studenti del suo liceo, lAlfieri di Torino. Maniaco del web? No, tutto nato per caso, dovevo tenere un conferenza sui social network e per vedere come funzionavano e mi sono fatto fare laccount dagli studenti che poi mi hanno chiesto lamicizia. Gli altri hanno seguito a ruota. possibile lamicizia con gli allievi? Chiariamo subito: Facebook non un rapporto di amicizia, il sostituto tecnologico delle due chiacchiere in corridoio, non si parla di cose private, al massimo della fatica di tornare in classe il luned. E ricordiamoci comunque che lamicizia tra pari mentre tra un alunno e un docente il rapporto non lo mai. Cosa chiedono i ragazzi? Informazioni tecniche, se la scuola chiusa, come andare a fare il quarto anno allestero. Ci si scambia qualche battuta, magari sul calcio. E loro si fidano di me perch sanno che non lo uso come strumento di controllo. Non vado mica a guardare dove sono se saltano le lezioni. Cosa ha imparato grazie a Facebook? I loro stati danimo, cosa hanno nella testa te lo dicono solo, e forse neanche, a quattrocchi, ma a me interessa luniverso di chi ha 40 anni in meno. Come quel ragazzo che a 15 anni ha scoperto Dostoesvkij e ha scritto sulla sua bacheca: la cosa pi bella della mia vita. (c. p.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

190 anni fa
un uomo cambi per sempre lorologeria, puntando su una corsa di cavalli.

Nel 1821, durante una corsa di cavalli a Parigi, Nicolas Rieussec collaud con successo la sua rivoluzionaria invenzione, misurandone il tempo con la precisione di
www.montblancitalia.it

un quinto di secondo. Era nato il cronografo. Oggi, il TimeWalker TwinFly Titanium Chronograph un omaggio ai 190 anni di evoluzione tecnica del cronografo, arricchito da movimento automatico e funzione yback. Cronografo automatico yback, movimento di manifattura calibro , display 24 ore con indicazione del proprio fuso orario, cassa 43 mm in titanio con rivestimento DLC. Realizzato presso la Manifattura Montblanc di Le Locle, in Svizzera. Celebriamo questo anniversario con il concorso di cortometraggi The Beauty of a Second, presentato da Wim Wenders. Entra in montblanc-onesecond.com. Ogni secondo importante.

Nelle Boutique e nei Concessionari Autorizzati Servizio Clienti: 800 397182 - servizio.clienti@montblancitalia.it

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

CULTURA
IL RITRATTO
Amlie Nothomb La scrittrice belga nata nel 1967

*
I 61

Lautrice, a Roma per Pi libri pi liberi, sullinvenzione letteraria

LEBBREZZA DELLA SCRITTURA


SE UNA STORIA MEGLIO DI UNA SBRONZA
gliato e contento di procedere: perch dovresti andare veloce? Grazie al motore a scoppio, la sensazione dello sforzo scompare rapidamente: le deflagrazioni interne continuano senza che uno se ne renda conto, a ritmo serrato. Si vede sfilare il paesaggio. Improvvisamente, la macchina parte a razzo: limplosione arriva al cervello. Ecco, sei ubriaco. Nelle testa, l che accade. Leccitazione intensa, la pressione folle. Vorresti che questa condizione durasse in eterno: con un po di esperienza, si pu almeno prolungarla. Bisogna continuare a scrivere: puoi lasciarti andare allesaltazione della velocit, se sei sicuro del veicolo. Lunica condizione per abbandonarsi allebbrezza

LA DECIMA EDIZIONE

Tra crisi e proposte i piccoli editori tornano in Fiera


RAFFAELLA DE SANTIS
a crisi e il rallentamento del mercato librario approdano a Pi libri pi liberi, la Fiera nazionale della Piccola e media editoria, che si tiene a Roma al Palazzo dei Congressi. In occasione della decima edizione, infatti, non poche iniziative avranno come tema la situazione attuale della cultura. A cominciare da domani, giorno di inaugurazione, con due incontri dedicati alleditoria: Nuovi percorsi. Come cambier leditoria (ore 10.45, Sala Diamante, con Pierdomenico Baccalario, Emanuele Di Giorgi e Alessandro Furlan) e Crescere senza risorse (ore 13.30, Sala Smeraldo). Mentre in serata verr presentato il Rapporto sullo stato del Paese (Quo vadis, Italia?, ore 20, Sala Ametista). Negli ultimi anni abbiamo avuto una crescita costante, ma ormai la curva discendente e temo peggiorer, spiega Antonio Monaco, coordinatore del Gruppo Editori per Ragazzi Aie ed editore di Sonda, che parler anche di questo domenica alle ore 10.45 (Sala Smeraldo). Dallinizio degli anni Novanta a oggi il peso delle piccola e media editoria raddoppiato, ma ora si registrata una diminuzione: tra il 2009 e il 2010 gli editori con 11-50 titoli pubblicati nellanno sono calati del 6,7% (da 1.297 a 1210). Crescono invece i titoli e-book, arrivati a oltre 18mila, mentre soffrono sempre di pi le librerie indipendenti, cio quelle su cui punta la piccola e media editoria, che a sua volta rappresenta il 13,6% del mercato editoriale italiano. Una fetta considerevole, sulla quale pesano i costi in costante aumento della promozione e della distribuzione, con un conseguente impatto negativo sul margine di guadagno. La crisi c, ma registrare un dato non vuol dire subirlo. In fiera ci saranno grandi ospiti, dallattivista messicana Lidia Cacho (gioved ore 17, Sala Smeraldo), da Andrea Molesini (gioved ore 19, Sala Rubino) a Andrea Camilleri (domenica ore 12, Sala Diamante). Inoltre tra i partecipanti c una forte voglia di essere propositivi. Non solo tra gli editori, che starebbero pensando di unire le forze sul modello dei grandi gruppi, ma anche da parte delle riviste. La rivista online doppiozero lancia il progetto Che fare, chiedendo a chi vive nelle varie citt italiane di proporre idee concrete per la cultura (domani, Sala Diamante, ore 17, con Stefano Chiodi, Andrea Cortellessa, Christian Raimo), mentre Minima & Moralia, il blog culturale targato minimum fax, torna a riflettere su La conoscenza come bene comune da Elinor Ostrom alluniversit e scuola (sabato, ore 17). E c chi trasforma le difficolt in idee di marketing. La casa editrice indipendente Miraggi, fondata da un gruppo di giovani precari torinesi solamente un anno e mezzo fa, questanno presente alla manifestazione con ben 18 titoli. Segno dei tempi e della voglia di farcela.
RIPRODUZIONE RISERVATA

AMLIE NOTHOMB
rovarci facile... Basta un foglio e una matita. La scrittura provoca unebbrezza meno onerosa, pi sensuale e pi duratura dellaltra, quella etilica. Trip garantito. Senza luna o laltra forma di ebbrezza, la vita non tollerabile. Di tutte le ubriachezze, la scrittura la pi riuscita. Non che io sia contraria al bere, tuttaltro, ma lebbrezza etilica esige gli alcolici e i vini migliori, e soprattutto la migliore compagnia, mentre lebbrezza scrittoria non esige nulla, n una presenza particolare, n materiale di qualit: carta riciclata, una penna a sfera, perfetto. Mai come in questo caso, il contenitore non ha importanza, dal momento che tu stesso sei il contenitore, un involucro senza valore.

l, nella testa, che ti ubriachi Leccitazione intensa, la pressione folle. Vorresti che questa condizione durasse in eterno: con un po di esperienza si pu prolungarla
A parit di alcolemia, lebbrezza da scrittura pi interessante, pi sensuale, pi potente e pi duratura. Certo pi pericolosa per la nostra vita, ma non mette a repentaglio quella degli altri, soprattutto se non si viene letti, obiettivo facile da raggiungere. Le istruzioni per luso sono semplici: bisogna scrivere. Per farlo, inutile aspettare lidealizzata ispirazione. Ti svegli al mattino, ti prepari una bella dose di un eccitante legale, t o caff, e lo assumi senza pensarci su. Poi, senza farti domande, ti metti allopera. In un primo tempo, lunica cosa che conta avviare la macchina. Inutile cercare la folgorazione: si fa girare il motore nella speranza che scocchi la scintilla sperata. Se ci si comporta con onest, senza esitazioni, come lumilissimo meccanismo che sappiamo di essere, le polveri non tarderanno a prendere fuoco. Si parte. Allinizio, lentamente. Sei gi tanto meraviscrittoria la seguente: proibito montarsi la testa. Non dimenticare mai che sei un contenitore, punto e basta. Si sono visti troppi principianti prendere il volante della scrittura e immaginare che i bei meccanismi esplosivi fossero unemanazione del loro io pi profondo. Ricordati che tutto questo sbronzografia e ringrazia ogni istante la musa ebbrezza: se la mente in grado di mollare gli ormeggi solo grazie a lei. Se ti ricorderai sempre della tua nullit e del tuo debito verso la musa degli eccessi, potrai scrivere pagine e pagine, per ore, ti potrai sbronzare, ubriacare, potrai bere fino allo sfinimento: non avrai mai il dopo sbornia. (Traduzione di Monica Capuani) Pubblicato per gentile concessione dellautrice (il suo ultimo romanzo Una forma di vita edito da Voland)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli incontri
GLI SCRITTORI
Amlie Nothomb gioved alle 16 sar nella sala Diamante per un incontro con Elena Stancanelli. In calendario anche gli appuntamenti con Dacia Maraini e Andrea Camilleri

LE TAVOLE ROTONDE
Tra gli appuntamenti dedicati al futuro delleditoria Marketing 2.0: dalla carta al digitale e ritorno. Gioved alle 10.45 alla Sala Smeraldo con Mussinelli e Peresson

LE MOSTRE
Libri, incontri e anche mostre per bambini come Prima del tuffo. Il mondo di Olivia nelle tavole originali di Fiato sospeso allestita nello spazio ragazzi

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

CULTURA R2CULTURA
Il discorso economico e finanziario, nel corso del tempo, ha assunto toni quasi religiosi Adesso gli studiosi discutono di come sia possibile uscire dal paradigma liturgico

I 62

Parla Rolf Heuer, a capo del Cern, che ha invitato i rappresentanti della Chiesa a Ginevra

FAREMO INCONTRARE IL PAPA CON LA PARTICELLA DI DIO


ELENA DUSI
ttocento trilioni di protoni pi tardi, il Large Hadron Collider di Ginevra diventato il pi grande caleidoscopio della fisica moderna. Tante sono le particelle che questanno si sono scontrate nellanello sotterraneo di 27 chilometri che lambisce le montagne del Giura e il lago di Levano. Tra i loro frammenti, oltre 3mila fisici di tutto il mondo setacciano le particelle subnucleari pi interessanti e foriere di novit. A colpi di collisioni fra i protoni, il gioiello del Cern si propone di superare la fisica subatomica di oggi (il cosiddetto modello standard) per esplorare teorie nuove. A capo dellimpresa c Rolf Heuer, fisico tedesco di 63 anni, da due direttore generale dellOrganizzazione europea per la ricerca nucleare. A Roma in Vaticano ha recentemente partecipato a un incontro di scienziati organizzato dalla Pontificia Accademia delle Scienze. Il suo titolo: Subnuclear Physics: past, present and future. Lhc dovrebbe essere ormai vicino al bosone di Higgs, la cosiddetta particella di Dio. La Chiesa non apprezza la metafora. N il dialogo fra scienza e fede su Big Bang e origine del mondo mai stato facile. Come sono i rapporti fra Cern e Vaticano? Molto buoni, ho avuto un incontro con papa Benedetto XVI nel giugno 2010. Allinizio del prossimo LISTITUTO Lacceleraanno abbiamo in agenda la visita di un gruppo di tore cardinali al Cern. La domanda su cosa esistesse pridi particelle ma del Big Bang riguarda noi tutti, non solo gli uodel Cern mini di fede. Ma il rischio di incomprensioni alto, di Ginevra soprattutto a causa di una mancanza di vocabolario LIstituto comune. Chiesa e scienza devono lavorare per far fu fondato coincidere i significati delle parole che usano, ma se 50 anni fa riusciamo a superare questa difficolt, il dialogo pu portarci lontano. La teologia, la filosofia e la fisica sono tutte facce del sapere umano. Nessuna pu escludere le altre. Se il papa stesso decider di visitare il Cern non spetta a me deciderlo. Ma lui sa di aver ricevuto un invito. Sarebbe un ospite molto gradito. Il bosone di Higgs solo Il 13 dicembre previsto un seminario al Cern il primo dei misteri da con le ultime novit sulla ricerca del bosone di Higgs. Ma la particella che spiega come mai la ma- risolvere. Dopo cercheremo teria abbia una massa non lunico obiettivo di di gettare una prima luce Lhc. Cosa c nel futuro dellacceleratore? sulla materia oscura Siamo solo al secondo anno di lavoro nel quadro di un programma ventennale. Abbiamo raggiunto livelli di energia mai esplorati prima: 3,5 Tev per cia- questo interesse ritorna in Europa. Molti scienziati scuno dei due fasci di protoni destinati a collidere. raggiungeranno il Cern dallAmerica, e questa una Ma siamo pronti al salto verso energie ancora pi al- grande responsabilit per noi. Lhc daltra parte rapte. Alla fine del 2012 chiuderemo la macchina per presenta la frontiera nel mondo degli acceleratori. 18-20 mesi e rivedremo le 10mila connessioni fra i La sua energia senza pari, anche se gli Usa cerchemagneti. A quel punto saremo in grado di raggiun- ranno di migliorare dal punto di vista dellintensit gere i 14 Tev e avremo un nuovo, enorme, potenzia- dei fasci di particelle e porteranno avanti gli esperile di scoperta. menti con i neutrini. Con quali obiettivi? Il Cern stata una delle prime istituzioni euroIl bosone di Higgs solo il primo dei misteri da pee a nascere sulle rovine della guerra. Anche oggi risolvere. Subito dopo cercheremo di gettare una resta un luogo in cui collaborano scienziati di quaprima luce sulla materia oscura. Sappiamo che la si tutte le nazionalit del mondo. materia cos come la conosciamo costituisce solo il La cooperazione internazionale il motivo per 4-5% delluniverso. Lo dimostrano i comportamen- cui il Cern fu fondato e 50 anni pi tardi quella rati delle galassie, e il Nobel di questanno andato a gione fondante resta viva. Il mondo ha molti protre fisici per le loro osservazioni sullespansione ac- blemi, ma la scienza rappresenta un linguaggio cocelerata delluniverso. Pensiamo che la materia mune capace di far parlare anche persone di paesi oscura componga un quarto delluniverso. Siamo in guerra. Alla sua fondazione, il Cern era composto alla caccia di un primo indizio sulla sua natura. da 12 paesi. Oggi i membri sono 20, e contiamo di A differenza del bosone di Higgs, non sappiamo arrivare a 26. Siamo nati come laboratorio europeo, nemmeno dove andare a cercare? ma stiamo diventando un laboratorio mondiale. Abbiamo dei candidati, come le particelle suCome si pu migliorare il rapporto fra scienza e persimmetriche. Ma troppi parametri restano sco- pubblico? nosciuti e i modelli usati per descriverle sono ancoCome noi scienziati siamo eccitati dalle scoperra vaghi. La ricerca di queste particelle richieder te scientifiche, cos lo il pubblico. Le scoperte sotempo, bisogner procedere per tentativi. Lhc pro- no affascinanti, bisogna solo trovare le parole giubabilmente dedicher a questo tutti i suoi ventan- ste per raccontarle. Per questo a Ginevra accogliani di vita. mo le scuole e organizziamo corsi per i docenti. C A settembre lacceleratore Tevatron a Chicago poi uno strumento inusuale di cui ci possiamo serha chiuso i battenti per carenza di finanziamenti. vire: scienza ed arte sono molto simili e compleOra Lhc resta senza rivali. mentari. C bisogno di immaginazione in entramUn quarto di secolo fa linteresse della fisica del- bi i campi, e lobiettivo comune rendere visibile le particelle si spost dal Cern al Fermilab, il labora- quel che prima era invisibile. torio che ospita Tevatron. Come un pendolo, oggi RIPRODUZIONE RISERVATA

LA MISTICA DEL CAPITALISMO


DALLE MONETE AI BRAND I NUOVI OGGETTI DI CULTO
ROBERTO ESPOSITO
el capitalismo pu ravvisarsi una religione, vale a dire, il capitalismo serve essenzialmente alla soddisfazione delle medesime ansie, sofferenze, inquietudini, cui un tempo davano risposta le cosiddette religioni. Queste fulminanti parole di Walter Benjamin tratte da un frammento del 1921, pubblicato adesso nei suoi Scritti politici, a cura di M. Palma e G. Pedull per gli Editori Internazionali Riuniti esprimono la situazione spirituale del nostro tempo meglio di interi trattati di macroeconomia. Il passaggio decisivo che esso segna, rispetto alle note analisi di Weber sulletica protestante e lo spirito del capitalismo, che questo non deriva semplicemente da una religione, ma esso stesso una forma di religio- re, ma, imponendoci il suo culto, ne. Con un solo colpo Benjamin ci destina ad un indebitamento sembra lasciarsi alle spalle sia la senza tregua che finisce per diclassica tesi di Marx che lecono- struggere la nostra vita quotidiamia sempre politica sia quella, na. Gi Lacan aveva identificato in negli stessi anni teorizzata da Carl Schmitt, che la politica la questa potenza autodistruttiva vera erede moderna della teologia. Del resto quel che chiamiamo Lanalogia funziona credito non viene dal latino anche per i paesi credo? Il che spiega il doppio significato, di creditore e fede- dellOriente dove le, del termine tedesco Glubi- laccostamento ger. E la conversione non ri- con il taoismo guarda insieme lambito della fede e quello della moneta? Ma Benjamin non si ferma qui. Il ca- la cifra peculiare del discorso del pitalismo non una religione co- Capitalista. Ma lo sguardo di me le altre, nel senso che risulta Benjamin penetra talmente a caratterizzato da tre tratti speci- fondo nel nostro presente da sufici: il primo che non produce scitare una domanda cui la riflesuna dogmatica, ma un culto; il se- sione filosofica contemporanea condo che tale culto perma- non pu sottrarsi. Se il capitalinente, non prevede giorni festivi; smo la religione del nostro teme il terzo che, lungi dal salvare o po, vuol dire che oltre di esso non redimere, condanna coloro che possibile sporgersi? Che quallo venerano a una colpa infinita. siasi alternativa gli si possa conSe si tiene docchio il nesso se- trapporre rientra inevitabilmenmantico tra colpa e debito, lat- te nei suoi confini al punto che tualit delle parole di Benjamin il mondo stesso dentro il capiappare addirittura inquietante. tale, come suona il titolo di un liNon soltanto il capitalismo di- bro di Peter Sloterdijk (Il mondo venuto la nostra religione secola- dentro il capitale, Meltemi 2006)?

Oppure, al di l di esso, si pu pensare qualcosa di diverso come si sforzano di fare i numerosi teorici del postcapitalismo? Intorno a questo plesso di questioni ruota un intrigante libro, originato da un dibattito tra filosofi tedeschi, ora tradotto a cura di Stefano Franchini e Paolo Perticari, da Mimesis, col titolo Il capitalismo divino. Colloquio su denaro, consumo, arte e distruzione. Da un lato esso spinge lanalisi di Benjamin pi avanti, per esempio in merito allinesorabilit del nuovo culto del brand. Tale la sua forza di attrazione che, anche se vi scritto in caratteri cubitali che il fumo fa morire, compriamo lo stesso il pacchetto di sigarette. Come in ogni religione, la fede pi forte dellevidenza. Dior, Prada o Lufthansa garantiscono per noi pi di ogni nostra valutazione. Le azioni cultuali sono provvedimenti generatori di fiducia cui non possibile sfuggire. Non a caso anche i partiti politici dichiarano Fiducia nella Germania a prescindere, non diversamente da come sul dollaro scritto In God we trust. Ma, allora, se il destino non , come credeva Napoleone,

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

PER SAPERNE DI PI www.mimesisedizioni.it www.cern.ch

I 63

BENJAMIN
Scritti politici di Walter Benjamin (a cura di Massimo Palma, introd. di Gabriele Pedull, Editori Riuniti, pagg. 384, euro 26)

SLOTERDIJK
Il mondo dentro il capitale di Peter Sloterdijk (Meltemi, pagg. 336, euro 24)

I SAGGI
Capitalismo divino a cura di S. Franchini e M. Jongen, postfazione di P. Perticari (Mimesis, pagg. 160, euro 14)

Ieri il convegno con Ferraris, Rodot, Gotor e Zagrebelsky

I libri

LA LEZIONE DI ECO SU VERIT E REALISMO


VERA SCHIAVAZZI TORINO he cosa resta della verit dopo il declino pi o meno definitivo della stagione dei populismi mediatici in Italia? Ieri a Torino si sono confrontati sul tema molti dei pi importanti filosofi italiani, insieme a giuristi, storifatto anche di giovani convegno ci e altri studiosi, per il(e di au- sul Nuovo realismo promostori, come Franca DAgostini, so dalla Fondazione Rosselli insieme al Laboratorio di Ontologia che al tema della verit si dedidellUniversit di Torino. Dalla lectio introduttiva di Umberto cano da alle conclusioni di Stefano Rodot, un pubblico vivace Eco finotempo) ha seguito interventi ufficiali e altri nati sul momento: Gustavo Zagrebelsky, Massimo DellUtri, Diego LAUTORE Marconi, Andrea Lavazza, ArUmberto mando Massarenti, Massimo Eco era Mori, Paolo Flores dArcais, al convegno introdotti da Maurizio Ferradi ieri ris. Nel suo discorso, attesissia Torino mo, Eco ha ribadito: Intersul Nuovo pretazioni e schemi ci fanno realismo vedere la realt sotto prospettive diverse. Per c un limite morali, segue che possibile a tutto: se pretendi che lUlisse affermare la liceit di qualsiaracconti la storia di una con- si pratica, con gli effetti, anche sociali e politici, che abbiamo avuto sotto gli occhi fino a oggi: pensiamo al caso della lapiLintervento dazione delle adultere in alcudellautore ni paesi islamici, e chiediamoha introdotto ci che cosa direbbe se interroil dibattito con gata ciascuna di quelle donne. Contrariamente a quanstorici e filosofi to si pensa ha sottolineato Ferraris la modernit non tessa russa infelice in amore stata razionalista: uno dei suoi che si butta sotto il treno non eroi stato proprio Nietzsche, stai interpretando Joyce, stai che ha criticato la pretesa di facendo altro. Cos, noi non Socrate secondo cui la ragione abbiamo alcun criterio ultimo e il sapere portano la virt. per sapere se uninterpreta- Per dArcais, ermeneutica e zione assolutamente giusta, postmoderno non sono altro visto che non siamo nella che la consolazione puramente di Dio. Per contro, non mente immaginaria di una gec bisogno del sapere assolu- nerazione che stata sconfitta to per rendersi conto che qual- politicamente, e che ha cercacosa sbagliato. to una emancipazione teoriNon mancato un contrad- ca. Peccato che quella emandittorio interpretativo tra lo cipazione si sia trasformata in stesso Eco e Mario De Caro a una forma di conservatorismo proposito di un passo de Il no- e populismo. Miguel Gotor me della rosa, a dimostrare ha evocato le mezze verit che neppure lautorevolezza del caso Moro, e Alfredo Masdi chi ha partorito un testo pu sarenti ha passato in rassegna essere sempre decisiva. E tutti i nuovi problemi che un sempre per De Caro, invece, terreno come la bioetica pone se non si assume una posizio- al concetto stesso di verit. ne almeno moderatamente Non mancano esempi collerealistica, perdono senso al- gati allattualit non solo policune delle pi importanti di- tica: per De Caro, Joseph Ratscussioni contemporanee, da zinger oggi il pi grande anquella sullo statuto della mo- ti-relativista. Ma lapplauso rale a quella sulla responsabi- finale non per un filosofo ma lit collettiva delle imprese. per un giurista, e tocca a StefaMa, ha argomentato Rober- no Rodot quando evoca quel ta De Monticelli, dalla nega- realismo del diritto che si fonzione del cognitivismo mora- da sui diritti delle persone. Il le, cio della difendibilit con caso non chiuso. argomenti filosofici dei valori RIPRODUZIONE RISERVATA

la politica, ma piuttosto leconomia; se il capitale, come tutte le fedi, ha il suo luoghi di culto, i suoi sacerdoti, la sua liturgia oltre che i suoi eretici, apostati e martiri quale futuro ci attende? Su questo punto i filosofi cominciano a dividersi. Secondo Sloterdijk, con lingresso in campo del modello orientale nato a Singapore e di l dilagato in Cina e in India si va rompendo la triade occidentale di capitalismo, razionalismo e liberaldemocrazia in nome di un nuovo capitalismo autoritario. In effetti oggi si assiste a un curioso scambio di consegne tra Europa e Asia. Nel momento stesso in cui, a livello strutturale, la tecnologia europea, e poi americana, trionfa su scala planetaria, su quello culturale il buddismo e i diversi tao invadono lOccidente. La tesi di Zizek che tra i due versanti si sia determinato un perfetto (e perverso) gioco delle parti. In un saggio intitolato Guerre stellari III. Sulletica taoista e lo spirito del capitalismo virtuale (ora incluso nello stesso volume), egli individua nel buddismo in salsa occidentale lideologia paradigmatica del tardo capitalismo. Nulla

pi di esso corrisponde al carattere virtuale dei flussi finanziari globali, privi di contatto con la realt oggettiva, eppure capaci di influenzarla pesantemente. Da questo parallelismo si pu trarre una conseguenza apologetica o anche una pi critica, se riusciamo a non identificarci interiormente col giuoco di specchi, o di ombre cinesi, in cui pure ci muoviamo. Ma in ciascuno dei casi restiamo prigionieri di esso. questa lultima parola della filosofia? Diverremo tutti, prima

o poi, officianti devoti del culto capitalistico, in qualsiasi versione, liberale o autoritaria, esso si presenti? Personalmente non tirerei questa desolata conclusione. Senza necessariamente accedere allutopia avveniristica del Movimento Zeitgeist o del Venus Project entrambi orientati a sostituire lattuale economia finanziaria con unorganizzazione sociale basata sulle risorse naturali , credo che lunico grimaldello capace di forzare la nuova religione del capitale finanziario sia

costituito dalla politica. A patto che anchessa si liberi della sua, mai del tutto dismessa, maschera teologica. Prima ancora che sul terreno pratico, la battaglia si gioca sul piano della comprensione della realt. Nel suo ultimo

Il punto come togliere questa impronta teologica tornando alle pratiche reali
libro, Alla mia sinistra (Mondadori, 2011), Federico Rampini percorre lo stesso itinerario da Occidente a Oriente e ritorno ma traendone una diversa lezione. Allidea di mondo dentro il capitale di Sloterdijk possibile opporre una prospettiva rovesciata, che situi il capitale dentro il mondo, vale a dire che lo cali dentro le differenze della storia e della politica. Solo questultima pu sottrarre leconomia alla deriva autodissolutiva cui appare avviata, governandone i processi ed invertendone la direzione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso

SOSPESE LE INDAGINI PER INDIVIDUARE LA BATTAGLIA DI ANGHIARI DI LEONARDO


FIRENZE - Non si faranno altri fori nellaffresco di Giorgio Vasari sotto il quale, nella Sala dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, si cerca la Battaglia di Anghiari di Leonardo. La decisione giunge dopo una riunione fra la Soprintendente Cristina Acidini e il sindaco Matteo Renzi. Ieri, contro i sondaggi, Italia Nostra aveva presentato un esposto alla Procura (che ha aperto un fascicolo), temendo danni allopera vasariana. Inoltre stato diffuso un appello sottoscritto da un centinaio di illustri storici dellarte, che invitano a fermare le indagini. Fra i firmatari anche prestigiosi esponenti di musei internazionali.

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

I 64

LEGUIDE
Lincertezza il nemico numero uno dellattivit economica. I cittadini di Eurolandia da anni convivono in uno stato dinquietante precariet

DIREPUBBLICA
@ guide@repubblica.it

MARCO PANARA

CORBIS

Lunione monetaria richiede lunione economica. Occorre un trasferimento di sovranit fiscale. Serve lunione politica

Dentro o fuori: per la moneta unica sembrano non esserci alternative. Sempre pi paesi e persone sottolineano i limiti degli accordi di Maastricht. Ma cosa fare? Le linee dazione sono molteplici. Ecco le principali

NUOVISCENARI

Ripensare
l
L

euro

incertezza il nemico numero uno dellattivit economica. E noi, cittadini di Eurolandia, conviviamo ormai con la pi inquietante delle incertezze, quella che riguarda la sopravvivenza stessa della nostra moneta. una situazione estrema. Abbiamo convissuto a lungo con lerosione del potere dacquisto della lira a causa dellinflazione, e con il costante deperimento del cambio. Ma lincertezza sulla sopravvivenza della propria moneta di pi. una malattia che si sta facendo acuta e che condiziona i meccanismi economici, sociali, istituzionali. Al capezzale di questo euro malato si stanno adoperando in molti, con terapie e ricette diverse. Si stanno agitando soprattutto, con incertezza e confusione, i medici ufficiali, i governanti dei paesi delleuro e in particolare quelli dei due paesi maggiori, la Ger-

grande valore ed esperienza, legati idealmente al progetto europeo e realisticamente critici sul funzionamento dei meccanismi della moneta unica. Masera ha messo in luce i limiti dei trattati e degli aggiustamenti successivi ed i rischi che oggi leuro corre: Lunione monetaria richiede lunione economica. Occorre un trasferimento di sovranit fiscale accanto a quella monetaria, lUnione europea deve diventare una effettiva unione politica, altrimenti si vedr lillusione di costruire unEuropa soltanto attraverso la moneta. Tutto ci richiede cambiamenti rilevanti nei trattati, cambiamenti legittimati democraticamente, e in questo contesto si deve inserire il Patto di stabilit e di crescita con regole fiscali di ordine costituzionali nei singoli paesi. urgente - ha detto ancora Masera - ristabilire la fiducia attraverso un Fondo europeo per la stabilit finanziaria (Efsp) rafforzato e un rinnovato sostegno di liquidit della Bce.

Si stanno adoperando in tanti al suo capezzale. In particolare i governanti dei due paesi maggiori, la Germania e la Francia, le cui terapie si sono dimostrate inefficaci
mania e la Francia, le cui terapie si sono dimostrate sino ad oggi inefficaci e in alcuni casi controproducenti. LItalia comincia a interrogarsi sulla possibilit, opportunit o rischio di uscire dalleuro. Non una strada segnata. Nei trattati che hanno creato la moneta unica la possibilit di uscirne non stata prevista, n esistono, che si sappia, piani di gestione nel caso che ad un simile esito si dovesse giungere. Le posizioni sono diverse, anche se nella maggior parte dei casi preoccupate dal caos e dagli esiti imprevedibili di una repentina riconquista della sovranit monetaria. Antonio Maria Rinaldi, autore del Il fallimento delleuro, considera questa una opzione possibile e, se lItalia forse in grado di ristrutturare radicalmente la struttura della sua economia, anche fortunata. Il suo grande ruolo di paese industriale potrebbe riservargli unopportunit, un vantaggio enorme da una svalutazione del 25-30 per cento della sua recuperata moneta, ha detto intervenendo al convegno Pu lItalia uscire dalleuro, promosso lo scorso 11 novembre dalla Fondazione Roma. In quella stessa occasione si sono pronunciati Rainer Masera, Marcello De Cecco, Paolo Savona, tutti economisti di

La soluzione, secondo Paolo Savona, cominciare a rimettere in ordine la nostra casa. Dobbiamo risollevarci da soli. La situazione impone un nuovo trattato
I problemi economici dellEuropa sono rilevanti, ma la difficolt alla loro soluzione soprattutto politica. Non contribuiscono al raggiungimento di un equilibrio il peso della Germania e la scelta francese di fare un asse con essa. C un patto incomprensibile tra Francia e Germania - sostiene Marcello De Cecco - la Francia ha seguito le scelte del governo di Berlino diventando corresponsabile dei suoi errori, dalla scelta nellottobre del 2008 di non adottare strumenti europei per affrontare la crisi delle banche preferendo soluzioni nazionali, a quella presa a Deauville di far partecipare le banche al taglio del valore del debito greco, decisione che ha scatenato il contagio da Atene agli altri debiti pubblici. In realt, secondo De Cecco, c un problema strutturale che appesantisce leuro ed il fatto che: quando c un surplus strutturale al centro del sistema, non si pu avere una moneta di riserva. La soluzione, secondo Paolo Savona, cominciare a rimettere in ordine la nostra casa. Dobbiamo risollevarci da soli e dimostrare di sapere affrontare la situazione, in seguito dobbiamo modificare larchitettura europea. La situazione impone un nuovo trattato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PER SAPERNE DI PI www.fondazioneroma.it

I 65

urgente ristabilire fiducia con un Fondo europeo per la stabilit finanziaria rafforzato e rinnovare il sostegno di liquidit della Bce

ILENIA CARLESIMO

Chi ha negoziato per noi lentrata nella Ue non ha considerato due cose fondamentali: situazione patrimoniale e condizione reddituale

la questione PerEmanuelesonostaticommessialcunierroriiniziali

dasapere
Paesi al bivio
Stati a met strada tra euro e moneta propria

MalUnionenonnata conilpeccatooriginale
bbandonare leuro risolleverebbe leconomia italiana? E poi, sarebbe possibile? Il tema di quelli molto caldi. Quelli che mentre scrivi ti chiedi se gi nella notte cambieranno le cose. Quelli che portano tutti - dalleconomista alloperaio, da chi i soldi li studia per lavoro a chi i soldi li studia per arrivare a fine mese - a farsi unopinione. Tra i promotori del dibattito anche la Fondazione Roma - che allattivit filantropica in cinque settori (sanit, ricerca scientifica, istruzione, arte e cultura, assistenza alle categorie sociali deboli) ha aggiunto anche quella di think tank per lanalisi di problematiche socioeconomiche e politiche del vivere quotidiano - che circa un mese fa ha organizzato il convegno Pu lIta-

REGNO UNITO E DANIMARCA


Entrambi i paesi possiedono una delega al trattato di Maastricht e sono esonerati dallobbligo di aderire alla moneta unica

SVEZIA
previsto un referendum nel 2012 per arrivare alladozione delleuro nel 2015. Un primo referendum aveva bocciato la moneta nel settembre 2003 Paesi che usano leuro fuori dallEuropa

golamentazione. Basti pensare che il costo dei regolamenti Ue su cittadini e imprese tra l1 e il 3,5 per cento del pil complessivo dellEuropa a 27. Un carrozzone burocratico, come dice, su cui lItalia ha sbagliato a salire? Chi ha negoziato per lItalia lentrata nellUnione europea e nelleuro ha dimenticato che bisognava considerare due componenti fondamentali: situazione patrimoniale e condizione reddituale. Abbiamo il patrimonio pi rilevante in Europa (quello demaniale e artistico vale il 120 per cento del pil) e allo stesso tempo un disavanzo, e questo ci rende diversi rispetto agli altri paesi. In Germania, Inghilterra e America, infatti, c s un pesante disavanzo ma patrimonio pubblico e privato sono meno consistenti. Il nostro disavanzo per cos dire strutturale: in 150 anni di Italia unita, per ben 111 anni lo stock di debito pubblico ha superato il

LEuropa unita stata unavventura ambiziosa ma mal avviata, fondata su falsi in bilancio, come emerso nel caso della Grecia. Ad oggi lEuropa in effetti non esiste, dal punto di vista giuridico e da quello istituzionale
lia uscire dalleuro?. Obiettivo: riflettere sulla scelta di aderire al sistema delleuro, valutare costi e benefici e capire quanto al paese convenga restare nel sistema monetario europeo. Ne parliamo con Emmanuele F.M. Emanuele, presidente della Fondazione Roma, professore di Scienza delle finanze e politica economica alluniversit europea di Roma e autore di numerosi saggi economici, tra cui: Limposizione dei redditi di capitale delle persone fisiche residenti nei paesi dellUnione europea e Il ruolo dellimpresa pubblica: un dibattito ancora aperto. Dal debito pubblico, spesso insostenibile, allItalia sorvegliata speciale dellEuropa. Quale problema ha portato al terremoto finanziario delleurozona? LEuropa unita stata unavventura ambiziosa ma mal avviata, fondata sui falsi in bilancio, come emerso nel caso della Grecia. Bisogna prendere atto che lEuropa in effetti non esiste, sia dal punto di vista giuridico che da quello istituzionale: per esempio, non esiste una normativa fiscale che bilanci le differenze economiche dei paesi e in politica estera ognuno va da s, con interessi nazionali. LEuropa per lo pi un costoso carrozzone burocratico che ha prodotto un eccesso di re60 per cento del pil. In un certo senso, il nostro paese un malato cronico; anche se ci non ha impedito, forse proprio per questo sbilanciamento, la grande crescita avvenuta nel secondo dopoguerra. Guarire possibile? Servono soluzioni che consentano di rimodellare il progetto europeo e non bisogna escludere a priori di ripensare e rivedere la nostra adesione allUnione. Credo che i margini di manovra degli Stati debbano essere ridefiniti, cos come tutto limpianto della moneta e dellUe stessa. Dentro lEuropa ma fuori dallEuro? Tecnicamente, per ora, non si pu fare. Il trattato di Maastricht prevede lobbligo di adottare leuro per tutti i paesi che hanno raggiunto i requisiti stabiliti dai criteri di convergenza (Trattato di Roma del 1957). E se invece la soluzione fosse uscire dallUe? Paradossalmente questa possibilit esiste, formalizzata dal trattato di Lisbona del 2007. Il testo non si addentra nelle modalit ma si limita a indicare i criteri generali come lobbligo di tenere negoziati e la necessit che sia il Paese interessato a chiedere di uscire. In pratica, nessuno pu essere espulso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MAYOTTE
Nellestremit nord del canale di Mozambico costituita da due isole: la Grande Terra e la Piccola Terra

LA RIUNIONE
Isola dellOceano Indiano ad est del Madagascar, una regione francese

GUADALUPA
Isola delle Antille, dal 1983 regione francese doltremare

MARTINICA
una regione e dipartimento doltremare francese. Ha come capitale Fort-de-France

SAINT-PIERRE E MIQUELON
una collettivit doltremare della Francia e si compone di otto isolotti

listituto

GUYANA FRANCESE
Situata nellAmerica meridionale, ha come capitale Caienna, regione doltremare francese

Fondazione Roma: promuovere talenti e territorio


Roma cinque settori dintervento: sanit, ricerca La Fondazionesinergiaoperaleincultura, assistenza alleicategorieprivati scientifica, istruzione, arte e sociali deboli. Agisce in con istituzioni pubbliche e soggetti pi dinamici nella realt locale, nazionale e internazionale. Suo scopo promuovere lo sviluppo del territorio cui si rivolgono le varie attivit e, come obiettivo, ha quello di costruire una welfare community che risponde ai bisogni di una societ sempre pi in evoluzione. La Fondazione Roma, che rappresenta la pi grande fondazione di natura associativa in Italia, punta a distribuire risorse ma soprattutto a promuovere talenti e progetti che possono rappresentare un valore aggiunto per la collettivit. Agisce sul territorio di Roma, Latina e Frosinone

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

I 66

SPETTACOLI

&TELEVISIONE

Diverte ed emoziona loperazione retr del regista francese Michel Hazanavicius nel film The artist Una storiella vecchia e risaputa colpisce al cuore grazie proprio alla sua raffinata ed elegante semplicit
SEQUENZE
The Artist il film di Michel Hazanavicius con John Goodman e Missi Pyle

Le immagini del film

NATALIA ASPESI
hi lha mai visto il cinema muto? Oggi probabilmente quasi nessuno, a parte i frequentatori, che non saranno migliaia, delle annuali Giornate di Pordenone dedicate ai silent movies, a parte i pi volonterosi docenti di cinema e i critici pi nostalgici, o certi insonni cui la televisione propina poco prima dellalba, ma molto molto raramente, una Greta Garbo tutta occhi e niente voce, o uno dei tanti Tom Mix depoca da cui ogni suono bandito. E anche per questo che The artist ha riscosso tanta eccitazione (e il premio al miglior attore, il francese Jean Dujardin) allultimo Festival di Cannes. Era, ed , la massima cinenovit, in tempi in cui non si sa pi come ingigantire un film a suon di milioni di dollari, mentre si comincia a non poterne pi delleccesso di 3D con insopportabili occhialini che isolano dal film, e pure gli effetti speciali, anche i pi magnificenti, finiscono con lo stordire, quasi sempre incapaci di alimentare ricordi e facendosi quindi dimenticare in un baleno. The artist un film muto come tutto il cinema sino al 1929; un film in bianco e nero, tecnica abbandonata, a parte rarissime sofisticate opere anche degli ultimi anni, con lavvento del colore a partire dagli anni 40. Anche se capolavoro del sonoro, protagonisti divi tuttora indimenticati, il bianco e nero un genere aborrito dalla televisione, in quanto si presume, e forse vero, che il pubblico giovane non lo sopporti. Ma il film diretto dal francese Michel Hazanavicius, ha soprattutto una virt eccezionale quasi dimenticata dal cinema: con una storiella vecchia come il cucco riesce, proprio perch muto, proprio perch in bianco e nero, proprio perch di massima elegante, raffinata semplicit, a commuovere: risultando quindi inutili, per le emozioni, sia il colore che le parole, se una faccia o un gesto danno al silenzio il suo e il colore del pathos: e da quanto tempo in un cinema si smesso di singhiozzare per il trionfo dellamore, approdando a un casto bacio solo alla fine? The artist, travestito da film girato alla fine degli anni 20 anche con una lieve accelerazione delle immagini, racconta del cinema hollywoodiano di quegli anni, quando lavvento del sonoro lo rivoluzion; racconta di un attore rubacuori (detto allora matine idol), George Valentin (Jean Dujardin), star del cinema muto, che si rifiuta di passare a quello sonoro, mentre una sua giovane ammiratrice, Peppy Miller (Brenice Bjo), entrata col suo aiuto nel mondo del cinema, col sonoro diventer una diva.

Silenzio in sala
E una storia che ricorda quel musical del 1952 (ovviamente a colori e col sonoro) che fu Cantando sotto la pioggia, con Gene Kelly, ambientato proprio nella stessa Hollywood e negli stessi anni. Ma Hazasnavicius sin dalla prima scena sa rallegrarci e stupirci e lo far sino alla fine: non muto solo il film muto in cui Valentin con i suoi baffetti e capelli imbrillantinati alla Ronald Colman un pirata con maschera nera come fosse Douglas Fairbanks: ma alla fine della proiezione, nel grande cinema, non hanno sonoro le risate e gli applausi del pubblico in tenuta da gran sera, n lorchestra che accompagna il film. Quindi si capisce che The artist trae dalla sua incongruenza la capacit di divertire, perch restano muti
da evitare si pu perdere si pu vedere da vedere da non mancare indimenticabile

Lamore? muto e in bianco e nero


delle loro parole. La storia tipica del cinema del passato: lui da ricco e celebre diventa povero e dimenticato, lei da povera e ignota diventa ricca e famosa, ma lamore trionfer nel finale alla Cappello a cilindro, con i due innamorati che muto o sonoro che sia il cinema, ballano freneticamente il tip-tap, come fossero Fred Astaire e Ginger Rogers. Gli altri personaggi, attori americani (il film, francese, stato girato a Hollywood, nei vecchi studios, nella casa di Mary Pickford, negli uffici di Mack Sennett) sono tipici del vecchio, amabile cinema per le masse, il fedele autista (James Cromwell), il produttore cinico ma non troppo (John Goodman), la bella moglie annoiata (Penelope Ann Miller). Meraviglioso il cagnolino Jack Russell, formidabile attore, che salva il suo adorato padrone Valentin da sicura morte, e uno cos irresistibile si era visto solo nella serie anni 30 dellUomo ombra con William Powell e Mirna Loy. Pur essendo francese, ma anche con attori americani, non parlato in inglese in quanto muto (alla fine la sola parola che si sente, quella ovvia di un set, Action!) si sussurra che potrebbe partecipare agli Oscar per il miglior film.
RIPRODUZIONE RISERVATA

pure i film parlati e il set, e i tycoon degli studios, e le strade, e tutti i personaggi, come se il mondo si fosse azzittito nello sguardo e nei pensieri del disperato Valentin. Sino quasi allultimo, quando il ritorno alla realt fosse scandito dal rumore di un bicchiere posato sul tavolo, dallabbaiare di un cane, dallaccorgersi finalmente delle bocche umane impegnate ad arrotare freneticamente il suono

da non mancare

THE ARTIST
Regia di Michel Hazanavicius Con John Goodman, Missi Pyle Penelope Ann Miller, J.Cromwell

Per il suo film da regista

Al Piccolo di Milano

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

Angelina Jolie denunciata per plagio


Angelina Jolie stata accusata di plagio da un giornalista croato. Ha denunciato la star che avrebbe preso da un suo libro la trama del film In the land of blood and honey da lei diretto.

Gioele Dix conduce la serata premi Ubu


Sar Gioele Dix a condurre la serata di consegna dei Premi Ubu per il teatro che si terr a Milano, al Piccolo Teatro, luned 12. In memoria dellideatore Franco Quadri.

I 67

LEANDRO PALESTINI ROMA remate, tremate, Sabina Guzzanti tornata in tv. E non sar sola. Dopo otto anni di esilio televisivo, minaccia di tornare in video con un misterioso quarto fratello, comico illegittimo, a suo dire il pi divertente dei tre gi noti fratelli. La Guzzanti ha scelto il terzo polo televisivo: ha firmato il contratto con La 7, il suo one woman show debutter in marzo, di mercoled, in prima serata. Lannuncio lo ha dato lei stessa, con toni surreali, su Twitter, invitando gli interessati a leggere ulteriori novit sul suo blog. la bella notizia che stavo annunciando senza darla mai, intoppi, ritardi... Ma ora ufficiale. Reggetevi forte. Esiste un quarto fratello Guzzanti, comico illegittimo che fa ridere ancora pi degli altri tre. N maschio n femmina, un genio ancora pi genio, anticipa Sabina Guzzanti. Questa creatura si decisa a dare il suo contributo e a vincere la sua riservatezza. Questo quarto Guzzanti ha appena firmato un contratto con La 7. Lemittente ha richiesto una verifica del Dna di cui i nostri commissariati erano sprovvisti, il test pertanto stato effettuato negli Stati Uniti poi, verificata in Germania la Guzzanit dellindividuo, La 7 ha preteso che lartista si impegnasse ad assumere posizioni

Sabina Guzzanti dopo otto anni nuovo show in tv


Su La 7 far il quarto fratello
La carriera
RAIOT
Raiot su Rai3 nel 2003 fa ascolti ma chiude dopo il debutto. lultimo show tv di Sabina

W ZAPATERO!
2005: il film sulla libert di informazione in Italia. Da regista vince al festival di Villerupt

DRAQUILA
2010: il film racconta la ricostruzione dopo il sisma a LAquila. Ultimo lavoro da regista

controcorrente, nel timore che questultimo si potesse assopire nella pax montiana: queste le ragioni della trattativa durata pi di sette mesi. Mentre la Rai in letargo, La 7 continua a fare shopping, rafforzando il suo palinsesto. Dopo il crescente successo del Tg La7 di Mentana (supera anche i 3 milioni di spettatori), va bene Corrado Formigli con Piazzapulita, e da gennaio ci sar Serena Dandini

con lo show del sabato sera. Gongola quindi il direttore di rete, Paolo Ruffini, alla firma della Guzzanti: Sono molto contento che sul fronte della satira La 7 ac-

REPUBBLICA.IT Alessandra Amoroso: il nuovo video e il flashmob

quisti un vero talento come quello di Sabina Guzzanti. Metter insieme satira e attualit, con i suoi personaggi classici e altri nuovi. Larrivo dellattrice-regista era nellaria, la conferma di una trattativa in corso si era avuta il 14 ottobre scorso, quando La7 aveva trasmesso il suo film documentario Viva Zapatero!. Intanto, in rete i fan di Sabina salutano il suo ritorno in video. Alla domanda Che fa la satira dopo Berlusco-

SATIRA
Sabina Guzzanti in tour con lo spettacolo teatrale S s s... Oh s! A marzo debutter in prima serata su La 7 con il suo show televisivo

ni?, lei risponde: Be, per esempio torna in televisione. E qui ci starebbe bene il gesto della Santanch. E chiss se il suo nuovo programma su La7 non inneschi nuovi battibecchi su Twitter, come quelli scatenati di recente con Fiorello. Sabina Guzzanti manca dalla tv, con un suo programma, da otto anni. In Rai, la sua satira politica fu interrotta nel 2003: Raiot su RaiTre faceva buoni ascolti (18% di share), ma venne censurato e chiuso dopo una sola puntata: come ragione i vertici Rai addussero la minaccia di una querela di Mediaset verso il programma. Invitata da Michele Santoro, nel 2008, la Guzzanti partecip con alcuni blitz ad AnnoZero suscitando qualche polemica. Ma, in questi ultimi anni, lartista si dedicata al cinema in qualit di regista. Dopo il successo del film Viva Zapatero! e di Le ragioni dellaragosta (che aveva nel cast alcuni dei comici di Avanzi), il suo ultimo lavoro stato Draquila-LItalia che trema (2010) sul dopo-terremoto in Abruzzo. Dalla primavera impegnata nel tour teatrale di Si, Si, Si.. Oh, Si!, che verr interrotto per la preparazione del programma tv: rinviata la data dell8 dicembre al Palalottomatica di Roma.
RIPRODUZIONE RISERVATA

AZIENDA SANITARIA N. 1 IMPERIESE DIPARTIMENTO ECONOMICO FINANZIARIO STRUTTURA COMPLESSA GARE E CONTRATTI Bando di gara - Estratto Oggetto: Procedura Aperta. Costruzione di un nuovo edificio per servizi territoriali sanitari di alta complessit (Palasanit) in regione Baragallo Sanremo. Affidamento incarico professionale per la direzione lavori e il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione. CUP: E29H09000250003. CIG: 226388482B. (Deliberazione Direttore Generale n 751 del 17 novembre 2011). Stazione Appaltante: Asl n 1 Imperiese Via Aurelia 97- 18038 Bussana di Sanremo (IM). Sito Internet www.asl1.liguria.it. Procedura: aperta (Artt. 54 e 55 D.lgs. 163/2006). Luogo di esecuzione: Sanremo. Importo complessivo appalto: Euro 510.000,00. Requisiti di partecipazione: Artt. 34, 37,90 e 91 del D.lgs. 163/2006. Criterio di aggiudicazione: offerta Economicamente piu vantaggiosa. (Artt 83 e 86 comma 2 del D.lgs. 163/2006). Offerte pervenute: n 11. Aggiudicatario: R.T.P. costituito dal Consorzio Stabile Mythos, Capogruppo-Mandatario e Ingg. Federica Trucchi e Mario Galperti, Mandanti. Punti: 98,734. Ribasso: 59,22%. Importo di aggiudicazione pari ad Euro 207.978,00. Lavviso di aggiudicazione e stato trasmesso alla G.U.C.E. in data 22 novembre 2011. Informazioni: S.C. Gare e Contratti - Dottor Giovanni Roggero Tel. 0184-536948- e-mail: g.roggero@asl1.liguria.it. Bussana di Sanremo, li 1 dicembre 2011 IL DIRETTORE S.C. GARE E CONTRATTI F.to: Dott. Alessandro BALLI

PROVINCIA DI IMPERIA ESTRATTO AVVISO DI IDONEITA RICERCA DI MERCATO Provincia di Imperia Viale Matteotti n 147 18100 IMPERIA SETTORE DIREZIONE OPERATIVA AMBIENTE TERRITORIO E URBANISTICA - Telefono:0183/704264. Con riferimento allavviso di ricerca di mercato Prot. 25548 del 17.05.2011, a seguito di procedura aperta volta allindividuazione di soggetti idonei per lo svolgimento del servizio di trattamento dei rifiuti solidi urbani e speciali assimilati prodotti da tutti o parte dei Comuni della Provincia di Imperia, inclusi lo smaltimento/recupero finale dei rifiuti e la progettazione e realizzazione dellarea dotata di relativa impiantistica proposta, per una durata di 24 mesi, da svolgersi a seguito di specifici contratti liberamente conclusi dai singoli Comuni della Provincia di Imperia, si informa che risultata idonea al servizio lA.T.I. formata dalla Ditta IDROEDILE S.r.l. di ARMA di TAGGIA (IM) in qualit di Capogruppo e dalla Ditta ECOSCAVI S.r.l. di BUSSANA di SANREMO in qualit di mandante. Lavviso in versione integrale visionabile sul sito www.provincia.imperia.it Il RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (Ing. Enrico LAURETTI)

AZIENDA SANITARIA N. 1 IMPERIESE DIPARTIMENTO ECONOMICO FINANZIARIO STRUTTURA COMPLESSA GARE E CONTRATTI Bando di gara - Estratto Oggetto: Procedura Aperta. Costruzione di un nuovo edificio per servizi territoriali sanitari di alta complessit (Palasanit) in regione Baragallo Sanremo con trasferimento immobile di propriet. Affidamento lavori. CUP: E29H09000250003. CIG: 3039878AAC. (Deliberazione Direttore Generale n 752 del 17 novembre 2011). Stazione Appaltante: Asl n 1 Imperiese Via Aurelia 97- 18038 Bussana di Sanremo (IM). Sito Internet www.asl1.liguria.it. Procedura: aperta (Artt. 53 comma 6 e ss. 54 e 55 D.lgs. 163/2006). Luogo di esecuzione: Sanremo. Importo complessivo appalto: Euro 6.921.200,00 (di cui Euro 3.420.608,10 a base dasta). Valore dellimmobile soggetto a rialzo: Euro 2.535.500,00. Requisiti di partecipazione: Artt. 34, 37 e ss. del D.lgs. 163/2006. Criterio di aggiudicazione: Prezzo piu basso. (Artt 82 e 86 comma 1 del D.lgs. 163/2006). Offerte pervenute: n 04 Aggiudicatario:Impresa Blerana Spa di Barbarano Romano (Prov. di Viterbo). Ribasso sui lavori pari ad Euro 1.406.553,63. Rialzo sul valore dellimmobile pari ad Euro 500,00. Lavviso di aggiudicazione stato trasmesso alla G.U.C.E. in data 22 novembre 2011. Informazioni: S.C. Gare e Contratti - Dottor Giovanni Roggero Tel. 0184-536948- e-mail: g.roggero@asl1.liguria.it. Bussana di Sanremo, li 1 dicembre 2011 IL DIRETTORE S.C. GARE E CONTRATTI F.to: Dott. Alessandro BALLI

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI SIENA


Divisione Servizi Generali e Gestione Patrimonio Immobiliare Via Banchi di Sotto, 55 Siena tel. 0577 232101/12

AVVISO DI GARA
LUniversit degli Studi di Siena ha indetto una procedura aperta (ex art. 30, D.Lgs. 163/2006) per la concessione del servizio di ristoro a mezzo distributori automatici-sedi varie dellUniversit, per un periodo di 36 mesi dalla data di affidamento del servizio. CIG 3589592107. Le offerte, corredate dalla documentazione, dovranno pervenire alla Divisione Servizi Generali e Gestione Patrimonio Immobiliare dellUniversit degli Studi di Siena in Via Banchi di Sotto, 55 (I) 53100 Siena, entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 16.01.2012. I documenti di gara sono disponibili in formato elettronico e gratuito allindirizzo www.unisi.it/ateneo/gare_appalti. Richieste di chiarimenti sulla gara potranno essere inoltrate per scritto alla suddetta Divisione (asg@unisi.it , fax +39 0577232113, tel. +39 0577232101) entro le ore 13.00 del 10.01.2011. Il bando di gara stato inviato alla G.U.C.E. in data 24.11.2011 e pubblicato sulla G.U.R.I.-V Serie SpecialeContratti Pubblici n. 140 del 28.11.2011 Firmato: Il Rettore Prof. Angelo Riccaboni

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

SPETTACOLI R2SPETTACOLI & TV

I 68

PER SAPERNE DI PI http://trovacinema.repubblica.it/ www.teatrosancarlo.it/

Fiorello a tutta satira con il ciclone Benigni e lInno del Corpo Sciolto
Lo showman e Jovanotti esaltano il profilattico
Fiorello e Roberto Benigni a #Ilpigrandespettacolodopoilweekend (segue dalla prima pagina) nemmeno troppo, Inno del Corpo Sciolto, ovvero lirruzione della cacca nel posto pi visto dItalia, 30 anni dopo loriginale. E latto finale dello show, il mattatore Fiorello, che in precedenza si scatenato sul tema profilattico, che lascia la scena al supermattatore Benigni: e lui si avvicina al pubblico e sussurra: Non c pi, non c pi, non ci posso credere con il teatro di Cinecitt che, altrettanto classicamente, viene gi dagli applausi. Le pi belle dimissioni degli ultimi 150 anni, un Monti che arriva dopo un comico sono le altre concessioni alla satira di un Benigni pi misurato del solito, che chiude anzi con unaccorata memoria di Sandro Pertini e della sua generosit socio-politica: Ai giovani servono esempi di onest. Il duetto del tutto inedito tra Benigni e Fiorello, forse impensabile fino a poco tempo fa il clou, impossibile trovare nella tv di questi tempi qualcosa di lontanamente paragonabile. Finch Benigni si preso la scena e un Fiorello molto rispettoso si adattato al ruolo di spalla periferica e lo lascia andare, a scatenarsi tra manovre (la Roma che chiude in otto lultima partita un effetto dei tagli di Monti) e crisi e sferzate (non c niente di nuovo, il Pd sostiene il Governo come sempre). E via con Parlamenti storici e corrotti da sempre, le orge nel Medioevo e oggi che tutto cambia. Alludendo e ammiccando: Silvio ti sar sempre fedele, questi 18 anni con Berlusconi, ma quanto ci siamo divertiti? Quindi il ciclone Benigni di queste occasioni, ma anche Jovanotti, la manovra del Governo Monti e linno di Fiorello al Profilattico, mai cos nominato in Rai (anche in coro dal pubblico) come dopo la presunta circolare a tacerne perfino il nome. Chiude col superbotto lo spettacolo tv dellanno, come da attese: Fiorello impazza a destra e sinistra per il gran finale, ormai gioca in scioltezza e si scatena. E il paese da immaginare inchiodato alla tv di luned sera, per dimenticare per due ore abbondanti crisi e affanni e le famose lacrime e sangue. Chiude cos in trionfo Fiorello, affondando a piene mani nellattualit e ricreando come ha fatto per un mese i toni del variet classico, abbinato a tutto quello che si pu fare in tv oggi. Chicche fiorelliane dallultima puntata, Monti che va da Bruno Vespa e contrariamente al predecessore che firm il contratto con gli italiani a lui toccher stasera il Testamento. Il duetto con il ballerino Robnerto Bolle a torso nudo, il Buscaglione rivisitato con Jovanotti. E poi soprattutto, in maniera torrenziale, linno al profilattico, da ribattezzare Il salvalavita Pischelli. Un programma, #ilpigrandespettacolodopoilweekend nato, ricorda in apertura Fiore, il giorno dopo le dimissioni di Berlusconi e giunto a conclusione con leco delle lacrime e sangue della Manovra: come a dire, e Fiorello lo dice, la fatica e il compito improbo che gli costato reggere botta e assolvere la funzione assegnatagli da Pippo Baudo, ovvero quello di ansiolitico degli italiani.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ANTONIO DIPOLLINA
ON Fiorello che prima si era divertito con un altro inno, quello al Profilattico, quello vietato, forse, in Rai. Roberto Benigni in smoking impeccabile che entra in scena cantando La porti un bacione a Firenze e omaggia cos il mood a tutto variet antico dello spettacolo tv dellanno, un omaggio che si chiude addirittura con la riproposizione del goliardico, ma

Il premio Oscar: col Cavaliere il contratto con gli italiani, con Monti il testamento

Il personaggio
IN SCENA
Un momento di Il marito disperato di Cimarosa messo in scena da Paolo Rossi al Teatro San Carlo di Napoli

Da stasera al San Carlo di Napoli mette in scena Cimarosa

Paolo Rossi allopera Per me come il calcio


ANNA CEPOLLARO
NAPOLI Il buffo sempre in bilico tra ridicolo e tragico, dice Paolo Rossi, alla sua seconda regia dopera, Il marito disperato di Cimarosa diretto da Christophe Rousset, nuovo allestimento del San Carlo di Napoli, con scene di Nicola Rubertelli e costumi dello stesso Rossi e Concetta Nappi, da stasera al Teatrino di Corte di Palazzo Reale. Come per Il matrimonio segretoa Spoleto, la mia regola : c quello che c e di quello che c non manca niente. Funziona anche nella lirica? So cosa intende. Mi avevano avvertito che i cantanti lirici non mi avrebbero seguito e, dopo Spoleto, dicevano che mi avevano seguito perch erano giovani. Qui lavoro con professionisti che accolgono tutti i miei suggerimenti. Se non ti diverti tu non si diverte neanche il pubblico. E siccome credo che mi chiamino per portare a teatro persone che di solito non vanno allopera, io lavoro con il mio mestiere. Nessun modello ispiratore? No. Io non tiferei n per lopera n per loperetta, ma per loperaccia. Lattenzione dello spettatore non supera i 3 minuti, uno spot. Dovremmo rinchiuderci in campi di concentrazione per riabituarci ad ascoltare. E non vuol dire per forza provocare, ma avere idee che destino il pubblico: lottare contro lordine e dopo contro il disordine. Questa volta lei in scena S, e faccio anche un prologo, do una chiave di lettura perch non sia solo unoccasione mondana. Noi ci impegniamo in cose diverse rispetto agli ultimi 30 anni di devastazione culturale, e anche il pubblico deve sforzarsi un po. Noi aiutiamo il

Mi chiamano per portare a teatro persone che non ci vanno. Perci mi voglio divertire
pubblico a capire e il pubblico aiuta noi a fare. Ha imparato qualcosa dal cast? Una compagnia bellissima: faccio un cenno e loro mi seguono. Laltro giorno ho scoperto una cosa che non sapevo. Mi hanno detto: Maestro, i movimenti per noi sono importanti anche per memorizzare il canto. Allora ho fatto degli schemi calcistici e loro hanno eseguito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

R2PROGRAMMI
CANAL GRANDE DI ANTONIO DIPOLLINA CONTRO FIORELLO, ZALONE NON IN PARTITA
L FINALE fantasmagorico di Fiorello ha riportato nella giusta dimensione la presunta sfida lanciata da Checco Zalone. Non pu esserci ovviamente contesa tra uno il cui destino finire nel consumo frammentato di youtube e la centralit fiorelliana. C da rimpiangere che intorno al pugliese non sia stato costruito un prodotto che lo esaltasse invece di disperderlo, ma quelli della tv sono strani, tutti. Soprattutto quei dirigenti che hanno deciso che la tv generalista risorta, basta un Fiorello e tutte le

PER SAPERNE DI PI www.coldplay.com www.youtube.com/watch?v=tREkwlGfIcc

I 69

COLDPLAY LIVE Coldplay live alla Roundhouse di Camden Town, a Londra lo scorso luglio in occasione delliTunes Festival. Il gruppo di Chris Martin nelle classifiche con lalbum Mylo Xyloto. Italia 1 - 23.20 RAI 1
6.10 Unomattina caff 6.30 Tg1 Previsioni sulla viabilit / CCISS Viaggiare informati 6.45 Unomattina. Allinterno: 7.00 / 8.00 / 9.00 Tg1; allinterno Che tempo fa; 7.30 Tg1 L.I.S. / 7.35 Tg Parlamento / 8.20 Tg1 Focus / 9.30 Tg1 - Flash 10.55 Che tempo fa 11.00 Tg1 11.05 Occhio alla spesa 12.00 La prova del cuoco 13.30 Telegiornale 14.00 Tg1 Economia Tg1 Focus 14.10 Verdetto finale 15.15 La vita in diretta - con M. Liorni, M. Venier. Allinterno: 16.50 Tg Parlamento; 17.00 Tg1; 17.10 Che tempo fa 18.50 LEredit - con C. Conti 20.00 Telegiornale 20.30 Porta a Porta. A colloquio con il Presidente del Consiglio - Anteprima 21.10 Tutti pazzi per amore 3. Con E. Solfrizzi, A. Liskova, C. Natoli, R, Memphis Tg1 60 secondi 23.15 Porta a Porta 0.50 Tg1 Notte Tg1 Focus 1.20 Che tempo fa 1.25 Sottovoce 1.55 Scrittori per un anno 2.25 Mille e una notte - Memoria Signora e Signore -

altre sere diventano bellissime in automatico. Invece Fiore ha chiuso e si torna alla solita sbobba: i numeri pazzeschi collezionati servono poi a fare media di rete (una cosa del genere: io e lAga Khan abbiamo un sacco di soldi). E perseguendo questa logica da industria casearia si perde di vista la realt e non si fa nemmeno saltare una fiction qualsiasi per mandare in diretta Mario Monti, Fornero e gli altri, ovvero il pi grande spettacolo durante il weekend.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CANALE 5
Zalone nel Resto umile world show

RAI 2
6.00 Cuori rubati 6.30 Cartoon Flakes 10.00 Tg2punto.it Tg2 10.20 Tg2 Medicina 33 10.30 Tg2 S, Viaggiare 10.35 Tg2 Eat Parade 10.40 Tg2 Non solo soldi 10.45 Tg2 Costume e Societ 11.00 I fatti vostri - con G. Magalli, A. Volpe, M. Cirillo 13.00 Tg2 Giorno 13.30 Tg2 Costume e Societ 13.50 Medicina 33 14.00 Italia sul Due - con L. Bianchetti, M. Infante 16.10 Ghost Whisperer - Tf 16.50 Hawaii Five-0 - Tf 17.45 Tg2 Flash L.I.S. Meteo2 17.50 Rai Tg Sport 18.15 Tg2 18.45 Numb3rs - Tf 19.30 Squadra Speciale Cobra 11 - Tf 20.25 Estrazioni del lotto 20.30 Tg2 20.30 21.05 Castle - Tf 22.40 90 Minuto Champions 23.30 Tg2 Tg2 Punto di vista 23.45 Film: Out of Reach - di Leong Po-Chih, con Steven Seagal, Matt Schulze, Nick Brimbie 1.00 Tg Parlamento 1.10 Meteo2 1.15 Appuntamento al cinema 1.20 Italia sul Due 3.15 Tg2 Eat Parade

RAI 3
6.30 7.00 7.30 8.00 9.50 10.00 11.00 12.00 12.25 12.45 13.10 14.00 14.20 14.50 15.00 15.05 15.55 17.40 19.00 19.30 20.00 20.20 20.35 21.05 23.10 0.00 0.10 1.00 1.05 1.35 2.05 2.10 Il caff di Corradino Mineo Tgr Buongiorno Italia Tgr Buongiorno Regione Agor Dieci minuti di... programmi dellaccesso Rai 150 anni. La Storia siamo noi Apprescindere. Allinterno: 11.10 Tg3 Minuti Tg3 - Rai Sport Notizie Meteo3 Tg3 Fuori Tg Le storie - Diario italiano con C. Augias La strada per la felicit - Tf Tg Regione Tg Regione Meteo Tg3 Meteo3 Tgr Leonardo Tg3 L.I.S. Lassie (due episodi)- Tf Cose dellaltro Geo Geo & Geo. Allinterno: 18.10 Meteo 3 Tg3 Tg Regione Tg Regione Meteo La crisi. In 1/2 h Blob Un posto al sole Ballar - con G. Floris Boris - Serie Tv Tg3 Linea Notte Tg Regione Meteo3 Gap Prima della prima Fuori orario. Cose (mai) viste Rainews

CANALE 5
6.00 Prima pagina 7.55 Traffico / Meteo5 /Borse e Monete 8.00 Tg5 Mattina 8.40 La telefonata di Belpietro 8.50 Mattino Cinque. Conducono F. Panicucci, P. Del Debbio 9.55 Grande Fratello 10.00 Tg5 Ore 10 10.05 Mattino Cinque 11.00 Forum 13.00 Tg5 Meteo5 13.40 Beautiful 14.10 Centovetrine 14.45 Uomini e donne 16.15 Amici 16.55 Pomeriggio Cinque 18.05 Tg5 Minuti 18.10 Pomeriggio Cinque 18.50 Avanti un altro! - con P. Bonolis 20.00 Tg5 Meteo5 20.30 Striscia la notizia - La voce della contingenza 21.10 Il delitto di via Poma. Con Silvio Orlando, Giulia Bevilacqua, Massimo Popolizio 23.30 Matrix 1.30 Tg5 - Notte Meteo5 2.00 Striscia la notizia (r) 2.20 Uomini e donne (r) 3.45 Media Shopping 4.00 Amici (r) 5.00 Grande Fratello 5.15 Tg5 Notte (r) / Meteo5 Notte 5.45 Media Shopping

ITALIA 1
6.50 Cartoni animati 8.30 Una mamma per amica (due episodi) - Tf 10.35 Greys Anatomy (due episodi) - Tf 12.25 Studio aperto / Meteo 13.00 Studio Sport 13.40 I Simpson 14.35 Cartoni animati 15.00 Big Bang Theory - Sitcom 15.35 No Ordinary Family - Tf 16.25 La vita secondo Jim - Sitcom 16.50 Giovani campionesse - Tf 17.45 Dragon Ball - Cartoni 18.30 Studio Aperto Meteo 19.00 Studio Sport 19.25 Dr. House - Medical Division - Tf 20.20 C.S.I. Scena del crimine - Tf 21.10 Film: Cambia la tua vita con un click - di F. Coraci, con A. Sandler, K. Beckinsale, C. Walken 23.20 Coldplay: iTunes Festival 1.00 Poker1mania 1.50 Studio aperto - La giornata 2.05 Highlander (due episodi)Tf 3.35 Media Shopping 3.50 Film: The Tracker - La guida - di R. De Heer, con D. Gulpilil, G. Sweet 5.25 Media Shopping 5.40 True Jackson, VP- Sitcom 6.05 Media Shopping

RETE 4
5.35 Peste e corna e gocce di storia 5.40 Giornalisti - Tf 6.25 Media Shopping 6.55 Zorro - Tf 7.25 Starsky e Hutch- Tf 8.20 Hunter - Tf 9.40 R.I.S. Delitti imperfetti - Tf 10.50 Ricette di famiglia 11.30 Tg4. Allinterno: Meteo 4 12.00 Vie dItalia notizie sul traffico 12.05 Detective in corsia- Tf 13.00 La signora in giallo - Tf 13.50 Il Tribunale di Forum anteprima 14.05 Sessione pomeridiana: Il Tribunale di Forum 15.10 Hamburg Distretto 21 - Tf 16.15 Sentieri - Soap 16.50 Film: Un napoletano nel Far West - di R. Rowland, con R. Taylor, E. Parker 18.55 Tg4. Allinterno: Meteo 19.35 Tempesta damore 20.30 Walker Texas Ranger - Tf 21.10 Law & Order: Unit speciale - Tf 23.10 Film: Attacco al potere di E.Zwick, con D. Washington, A, Bening, B. Willis 1.30 Tg4 Night News 1.55 Film: Rag. Arturo De Fanti bancario-precario - di L. Salce, con P. Villaggio, C. Spaak, A. Mazzamauro 3.25 Media Shopping 3.40 Film: Intrigo a Los Angeles - di R. Freemont, con M. Luger, L. Marina

LA SETTE
6.00 Tg La7 Meteo Oroscopo Traffico 6.55 Movie Flash 7.00 Omnibus. Allinterno: Tg La7 9.40 Coffee Break, conduce Tiziana Panella 10.35 L'aria che tira, conduce Myrta Merlino 11.25 S.O.S. Tata (r) 12.25 I men di Benedetta, conduce Benedetta Parodi 13.30 Tg La7 - Informazione 14.05 Film: I complessi - di Dino Risi, Franco Rossi, Luigi F. DAmico, con Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Nino Manfredi 16.15 Atlantide - Storie di uomini e di mondi, conduce Greta Mauro 17.25 Movie Flash 17.30 The District - Tf 19.20 G' Day - di Geppy Cucciari 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, conduce Lilli Gruber 21.10 S.O.S. Tata (replica) 0.10 Tg La7 0.20 (ah)iPiroso 1.15 Prossima fermata 1.30 Movie Flash 1.35 GDay (r) 2.10 Otto e mezzo (r) 2.50 La7 Colors

DEEJAY TV
14.00 14.20 15.00 15.55 16.00 17.30 18.30 18.35 20.00 20.15 21.00 22.00 23.30 23.45 0.15 Lorem Ipsum Via Massena 2 The Flow Deejay Tg Popcake Rock Deejay Deejay Tg Platinissima presenta: Good Evening Lorem Ipsum Via Massena 2 Iconoclasts Deejay chiama Italia Lorem Ipsum Queen Size Shuffolato 2.0

MTV
12.05 13.00 13.05 14.00 14.05 15.00 15.05 16.00 17.00 18.00 19.00 19.05 20.00 21.00 22.00 23.00 23.30 0.30 1.30 Teen Cribs Mtv News Hitlist Italia - Daily Mtv News Scrubs Mtv News Ginnaste: Vite parallele Made Teen Mom Disaster Date Mtv News Ginnaste: Vite parallele My Life As Liz Flash Prank Pranked Speciale Mtv News South Park I soliti idioti Hitlist Italia- Daily

SKY

DIGITALE TERRESTRE

SATELLITE

[servizio a pagamento]

RAI

cinema mattina

cinema pomeriggio

cinema sera

cinema notte

I
6.20 6.30 6.50 7.35 8.15 9.00 9.40 10.30 11.15 11.55 12.40 13.25 14.10 14.55 15.40 16.25 17.10 17.55 18.40 19.25 20.25 21.10 23.05 23.10 0.40 0.45 1.00 1.55 2.25 3.05 3.50

RAI 4
Maddechea La situazione comica 30 Rock - Serie Tv Being Erica - Serie Tv 90210 - Serie Tv One Tree Hill - Serie Tv Desperate Housewives - Serie Tv Brothers and Sisters - Serie Tv Alias - Tf Lost World - Serie Tv Medium Desperate Housewives - Serie Tv Brothers and Sisters - Serie Tv Alias - Tf 90210 - Serie Tv One Tree Hill - Serie Tv Being Erica - Serie Tv Legend of the Seeker - Serie Tv Lost World - Serie Tv Doctor Who - Serie Tv Supernatural - Serie Tv Film: The Mith - Il risveglio di un eroe - di S. Tong, con J. Chan Il male cabaret - Rubrica Film: Undisputed - di W. Hill, con W. Snipes, V. Rhames Appuntamento al cinema Wonderland - Magazine Film: Timecop - di P. Hyams, con J. Claude Van Damme Appuntamento al cinema Alias - di Tf Lost World - Serie Tv Doctor Who - Serie Tv

I
8.20 9.20 10.20 11.20 12.15 13.15 13.30 14.25 15.20 16.15 16.20 17.10 18.00 18.50 20.05 21.00 22.50

PREMIUM

09.30 Sono il Numero Quattro - di D. Caruso Sky Cinema 1 HD 10.30 Lui peggio di me - di E. Oldoini Sky Cinema Hits HD 11.20 Il cacciatore di ex - di A. Tennant Sky Cinema 1 HD 12.10 Il comandante - di P. Heusch Sky Cinema Classics 12.50 Viaggio nella vertigine - di M. Gorris Sky Cinema Passion 12.50 Il Missionario - di R. Delattre Sky Cinema Comedy 13.15 Wall Street - di O. Stone Sky Cinema 1 HD 13.45 Deadly Impact - di R. Kurtzman Sky Cinema Max HD 13.55 Domenica d'agosto - di L. Emmer

Sky Cinema Classics 14.40 Baciami ancora - di G. Muccino Sky Cinema Passion 15.15 La mia droga si chiama Julie di F. Truffaut Sky Cinema Classics 15.50 Prova a volare - di L. Cicconi Massi Sky Cinema Family HD 16.00 Tutto l'amore del mondo-di R. Grandi Sky Cinema Comedy 17.25 Rat Race - di J. Zucker Sky Cinema Family HD 18.40 Funny Lady - di H. Ross Sky Cinema Classics 19.10 La valigia sul letto - di E. Tartaglia Sky Cinema Comedy 19.15 Trappola d'amore - di M. Rydell

Sky Cinema Passion 19.20 Benvenuti al Sud - di L. Miniero Sky Cinema Hits HD 21.00 Il pistolero - di D. Siegel Sky Cinema Classics 21.00 L'ultimo dominatore dell'aria di M. Shyamalan Sky Cinema Family HD 21.00 48 ore di terrore - di G. Erschbamer Sky Cinema Max HD 21.00 Letters to Juliet - di G. Winick Sky Cinema Passion 21.00 Il ritorno del Monnezza - di C. Vanzina Sky Cinema Comedy 21.10 Cinema verite - di S. Berman Sky Cinema 1 HD 21.10 Le spie - di B. Thomas

Sky Cinema Hits HD 22.40 Mariti - di J. Cassavetes Sky Cinema Classics 22.40 Lezioni Di Sesso - di S. Gutierrez Sky Cinema Comedy 22.50 La lista dei clienti - di E. Laneuville Sky Cinema 1 HD 22.50 La banda dei coccodrilli...- di C. Ditter Sky Cinema Family HD 22.50 I poliziotti di riserva - di A. McKay Sky Cinema Hits HD 22.50 Men In The City - di S. Verhoeven Sky Cinema Passion 23.00 Attrazione mortale - di K. Cauthen Sky Cinema Max HD 00.25 Wall Street - di O. Stone Sky Cinema 1 HD

sport
20.45 20.45 20.45 21.00 21.30 22.45 Champions League Diretta, Dolby Digital Sky Sport 1 HD Volley: Iran - Italia CdM Maschile Replica Sky Sport 2 HD Calcio: Chelsea - Valencia UEFA Champions League Diretta, Dolby Digital Sky Sport 3 HD Calcio: Diretta Gol Champions League Diretta Sky Supercalcio HD Volley: Italia - Brasile CdM Femminile Replica Sky Sport Extra Biliardo: Campionato Regno Unito Diretta Eurosport 2 Champions League Postpartita Diretta Sky Sport 1 HD 22.45 Vela: Diario di Bordo Sky Sport 2 HD 22.45 Calcio: Viktoria Plzen - Milan UEFA Champions League Sky Sport 3 HD 22.45 Volley: Italia - Serbia CdM Femminile Replica Sky Sport Extra 22.45 Champions League Postpartita Diretta Sky Supercalcio HD 23.00 Motori: GTA Road to Dubai EuroSport HD 23.00 Basket: Una partita Eurocup Differita Eurosport 2 23.00 Altri: The Ultimate Fighter Reality Sky Sport 2 HD 23.15 Watts Replica EuroSport HD 23.30 (E' sempre) Calciomercato Diretta Sky Sport 1 HD 23.30 (E' sempre) Calciomercato Diretta Sky Supercalcio HD 23.50 Nissan The Quest Sky Sport 2 HD 00.05 Poker: Women's World Open PartyPoker.net Sky Sport 2 HD 00.15 Equitazione: Horse Racing Time Replica EuroSport HD 00.15 Azzurro Forte Sky Sport Extra 00.30 Night News Eurosport 2 00.30 Highlights Champions League Sky Sport 1 HD

Un medico in famiglia - Tf Ho sposato uno sbirro - Tf Medicina generale - Tf Incantesimo - Soap Raccontami - Serie Tv Andata e ritorno - Sitcom Un medico in famiglia - Tf Ho sposato uno sbirro - Tf Orgoglio - Tf Appuntamento al cinema Raccontami - Serie Tv Medicina generale - Tf Incantesimo - Soap Ho sposato uno sbirro - Tf Un medico in famiglia - Tf Un caso di coscienza - Tf Film: Crimini 2 - Mork e Mindy di S. Sollima 0.40 Un caso di coscienza

Nicholson 19.00 Film: La febbre - di A. DAlatri, con Fabio Volo, Valeria Solarino 21.00 Film: Elizabethtown - di C. Crowe, con O. Bloom, K. Dunst, S. Sarandon 23.10 Film: Anything for her - di F. Cavaye, con V. Lindon 0.45 Appuntamento al cinema 0.50 Film: Lamore sospetto - di E. Carrere, con V. Lindon, E. Devos 2.10 Film: Il resto della notte - di F. Munzi, con A. Recoing, S. Ceccarelli 3.55 Film: Elephant - di G. Van Sant, con A. Frost, E. Deulen 5.15 Film: Sherlock Holmes - Lartiglio scarlatto - di R. W. Neill

I
14.35 15.20 15.25 16.00 16.55 17.05 18.05 19.00 19.50 20.45 21.15 21.20 23.20 0.05 0.35 1.30

RAI 5
David Letterman Show Appuntamento al cinema Cool Tour Les Nouveaux Explorateurs Top 5 Gordon Ramsays F- World Avventure immobiliari David Letterman Show Dreams Road: Australia 1 Passepartout 5 buoni motivi Film: K-Pax da un altro mondo - di I. Softley, con K. Spacey, J. Bridges David Letterman Show Cool Tour Larte di arrangiarsi Top 5

19.30 Bollettino Sportivo Eurosport 2 19.30 Champions League Prepartita Diretta Sky Sport 1 HD 19.30 Champions League Prepartita Diretta Sky Sport 3 HD 19.30 Champions League Prepartita Diretta Sky Supercalcio HD 19.45 Basket: Una partita Eurocup Diretta Eurosport 2 19.45 Volley: Cina - Brasile CdM Femminile Replica Sky Sport Extra 20.00 Biliardo: Campionato Regno Unito Diretta EuroSport HD 20.45 Calcio: Viktoria Plzen - Milan UEFA

MOVIE

7.20 Film: La nave dei folli- di S. Kramer, con V. Leigh, S. Signoret 9.50 Film: Sapore di mare 2 - di B. Cortini, con E. Giorgi, I. Ferrari, M. Ciavarro 11.40 Film: Spaghetti House - di G. Paradisi, con M. Manfredi, L. Gullotta 13.25 Film: LAvaro - di T. Cervi, con A. Sordi, L. Antonelli 15.20 Film: Irene - di I. Calberac, con C. De France, B. Putzulu 17.30 Film: Due uomini e una dote - di M. Nichols, con W. Beatty, S. Channing, J.

FOX
10.15 Megastrutture National Geographic Channel 10.45 I Griffin Fox HD 10.55 Life on Mars Fox Crime HD 11.15 Tutto in famiglia Fox HD 11.40 Kitchen in Love Fox Life 11.45 Mystery Files National Geographic Channel 11.55 Otto sotto un tetto Fox Retro 12.15 Indagini ad alta quota National Geographic Channel 12.35 Will & Grace Fox Life 13.00 Grey's Anatomy Fox Life 13.10 Dog Whisperer National Geographic Channel 13.30 La Tata Fox Retro 14.10 Megastrutture National Geographic Channel 14.30 Tre cuori in affitto Fox Retro 14.40 Megafabbriche National Geographic Channel 15.15 'Til Death - Per tutta la vita Fox HD 15.30 Law & Order: Fox Crime HD 15.40 Gli indimenticabili di Nat Geo National Geographic Channel 16.10 Tutto in famiglia Fox HD 16.25 Kitchen in Love Fox Life 16.45 Dog Whisperer National Geographic Channel 17.00 Missione Impossibile Fox Retro 17.20 N.C.I.S. - Fox Crime HD 17.50 La Rivoluzione Industriale National Geographic Channel 18.10 Off the Map Fox Life 18.30 Tutto in famiglia Fox HD 18.50 Megastrutture National Geographic Channel 19.05 Medium Fox Life 19.30 La Tata Fox Retro 19.55 Megafabbriche National Geographic Channel 20.05 C.S.I. Miami Fox Crime HD 20.35 I Simpson Fox HD 20.55 Drugs Inc. National Geographic Channel 21.00 21.00 21.50 21.55 22.45 22.50 23.00 23.30 23.40 0.00 0.00 0.30 Body of Proof Fox Life Moonlighting Fox Retro Terra Nova Fox HD Prigionieri di viaggio National Geographic Channel American Horror Story Fox HD N.C.I.S. - Unit anticrimine Fox Crime HD Megastrutture National Geographic Channel Happy Days Fox Retro S.O.S. Tata Fox Life Tre cuori in affitto Fox Retro Tab National Geographic Channel Lie to Me Fox HD

MEDIASET PREMIUM

cinema
19.10 21.15 21.15 21.15 21.15 22.50 23.05 23.10 0.05 Studio Universal Pleasantville - di G. Ross Premium Cinema Emotion Boogeyman -Luomo nero - di S. Kay Premium Cinema Energy Insider - Dietro la verit - di M. Mann Studio Universal Calendar Girls - di N. Cole Premium Cinema Emotion Incontrerai luomo dei tuoi sogni di W. Allen Premium Cinema Venom - di J. Gillespie Premium Cinema Energy Hellboy: The Golden Army di G. Del Toro Premium Cinema Rapimento e riscatto - di T. Hackford Premium Cinema Emotion Cape Fear - Il promontorio della paura - di M. Scorsese Studio Universal

I
08.10 09.10 09.50 10.45 11.10 12.20 12.30 1310 13.40 15.10 16.05 16.45 17.20 18.20 19.35 20.20 20.25 21.15 21.15 21.15 22.55 22.55 23.10

intrattenimento
Hamburg Distretto 21 - Tf Steel ER - Medici in prima linea - Tf Joi Non sopporto pi... i miei genitori Mya Packet to the Rafters - Tf Joi Haven - Tf Steel Veronica Mars - Tf Mya Camelot - Tf Joi Whatever Lola Wants - Tvm Mya Moonlight - Tf Steel Monk- Tf Joi Il cavaliere oscuro - Film Joi Mike & Molly - Sitcom Steel Sea of Dreams -Tvm Mya Ris Roma 2 Delitti imperfetti - Tf Steel Close to Home - Tf Mya Camelot - Tf Joi Close to Home - Tf Mya The Vampires Diaries - Tf Mya Haven - Tf Steel Miami Medical - Tf Joi Single by Contract - Tvm Mya Knight Rider - Tf Steel Dr. House - Tf Joi

9.20 The Clique - di M. Lembeck Premium Cinema Emotion 10.20 Moonwalker - di J. Kramer Studio Universal 11.25 Shutter Island - di M. Scorsese Premium Cinema Energy 12.05 Free Willy - di W. Geiger Premium Cinema 13.15 Quarto potere - di O. Welles Studio Universal 13.45 Green Zone - di P. Greengrass Premium Cinema Energy 14.00 Somewhere - di S. Coppola Premium Cinema 15.00 Autumn in New York - di J. Chen Premium Cinema Emotion 15.45 Diamond 13 - di G. Behat Premium Cinema Energy 16.50 Invictus - Linvincibile - di C. Estwood Premium Cinema Emotion 17.25 La Mummia - di S. Sommers Premium Cinema 18.10 Cuori ribelli - di R. Howard

IRIS
10.05 Film: 7 donne doro contro due 07 - di V. Cascino, con L. Paoli, M. Hargitay, M. Vincent, V. Cascino Film: Acquasanta Joe - di M. Gariazzo, con L. Tate, Ty Hardin Note di cinema Film: Virus - di J. Bruno, con J. Lee Curtis, W. Baldwin Iris la settimana - Le novit in scena Film: Rag. Arturo De Fanti bancario precario - di L. Salce, con P. Villaggio, C. Spaak, A. Mazzamauro 17.30 Note darte 17.35 Film: Lincredibile volo - di C. Ballard con J. Daniels, D. Delaney 19.30 Criminal Intent - Tf 21.15 Film: Fantozzi - di L. Salce, con P. Villaggio, A. Mazzamauro 23.10 Film: Ti amer... fino ad ammazzarti-di L. Kasdan, con K. Kline 0.55 Miniserie: Il mostro di Firenze - di A. Grimaldi, con E. Fantastichini, N. Grimaudo 11.50 13.30 13.40 15.30 15.45

CIELO
13.00 13.10 14.00 14.30 15.30 16.30 17.30 18.30 19.00 20.00 21.00 22.00 00.00 00.30 00.45 Gli Sgommatio Hell's Kitchen Masterchef Magazine Voglio vivere cos Dog Whisperer con Cesar Millan Project Runway - Taglia, cuci... sfila! Voglio vivere cos Masterchef Magazine Hell's Kitchen Dog Whisperer con Cesar Millan Project Runway - Taglia, cuci... sfila! SuxBad - Tre menti sopra il pelo Sky Tg24 Notte Gli Sgommati Sex Therapy

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

I 70

SPORT
qualificate

Oggi Gruppo

Domani

qualificate

Gruppo

Gruppo

Gruppo

Gruppo

Gruppo

Gruppo

Gruppo

Chelsea-Valencia Genk-Bayer Lev.


classifica

2 1 5 0

Olympiacos-Arsenal 0 1 Borussia D.-Marsiglia 3 1


classifica
Pt G V N P Gf Gs

Porto-Zenit Apoel-Shakhtar D.
classifica

2 2 1 1

Barcellona -Bate B. 2 0 V. Plzen-Milan


classifica

Villarreal-Napoli Man. City-Bayern


classifica

1 1 2 1

Inter-Cska M. Lille-Trabzonspor
classifica

3 0 0 1

Basilea-Man. Utd Benfica-Otelul G.


classifica

0 2 0 2

Ajax-Real Madrid Dinamo Z.-Lione


classifica

4 0 0 2

2 0

Pt G V N P Gf Gs

Pt G V N P Gf Gs

Pt G V N P Gf Gs

Pt G V N P Gf Gs

Pt G V N P Gf Gs

Pt G V N P Gf Gs

Pt G V N P Gf Gs

Bayer Lev. 9 5 3 0 2 7 7 Chelsea Valencia Genk 8 5 2 2 1 10 4 8 5 2 2 1 12 4 2 5 0 2 3 1 15

Arsenal Marsiglia

11 5 3 2 0 6 3 7 5 2 1 2 4 2

Apoel Zenit Porto

9 5 2 3 0 6 4 8 5 2 2 1 7 5 7 5 2 1 2 7 7

Barcellona 13 5 4 1 0 16 4 Milan V. Plzen 8 5 2 2 1 9 6 4 5 1 1 3 2 9

Bayern M. 13 5 4 1 0 11 4 Napoli Man. City Villarreal 8 5 2 2 1 8 6 7 5 2 1 2 7 6 0 5 0 0 5 2 12

Inter Lille Cska M.

10 5 3 1 1 7 5 5 5 1 2 2 6 6 5 5 1 2 2 7 7

Benfica Man. Utd Basilea

9 5 2 3 0 7 4 9 5 2 3 0 10 6 8 5 2 2 1 9 9

Real Madrid 15 5 5 0 0 16 2 Ajax Lione Dinamo Z. 8 5 2 2 1 6 3 5 5 1 2 2 2 6 0 5 0 0 5 2 15

Trabzonspor 6 5 1 3 1 3 5

Olympiacos 6 5 2 0 3 5 5 Borussia D. 4 5 1 1 3 4 9

Shakhtar D. 2 5 0 2 3 4 8

Bate Borisov 2 5 0 2 3 2 10

Otelul Galati 0 5 0 0 5 3 10

Champions, stasera rossoneri a Praga gi qualificati (sar un allenamento) Galliani ieri sera ha cenato a Milano col manager dellattaccante

Doppio
gioco
stadio Eden, e la partita il paradiso degli allenatori, come conferma Allegri: Un buon allenamento. Soltanto letichetta Champions la stessa del duello di due settimane fa col Barcellona, perso s, ma ammantato depica. Gi qualificato agli ottavi come secondo del girone, il Milan rischia pi per il prato sconnesso (un disastro secondo Ambrosini) che per il risultato. Mica vero: le sconfitte danno sempre fastidio e abbiamo imparato la lezione

Milan allegro in Coppa Galliani chiude con Tevez


DAL NOSTRO INVIATO ENRICO CURR PRAGA e Galliani ieri ha preferito alla vigilia di Viktoria-Milan la cerimonia per lingresso nella Hall of fame della Figc, lui che non si perdeva una trasferta europea da una ventina danni, significa che cena ci cova: quella da Giannino a Milano ieri sera con Joorabchian, il procuratore di Tevez. La confessione stata pubblica. Siamo autorizzati dal City a trattare col manager di un suo giocatore. Si conoscono sia la proposta a Tevez (3 mi-

dellanno scorso, sostiene lallenatore: ha in mente lo 0-2 casalingo con lAjax, capolinea di Ronaldinho. Pi che altro non darebbe fastidio la vittoria: vale 800 mila euro e permetterebbe a Galliani di continuare a prendersela con le squadre italiane di Europa League per il loro distratto approccio al torneo, dal quale discende il crollo nella classifica Uefa. Ogni partita fondamentale per il coefficiente: non bastano la qualificazione certa delle due milanesi,

quella possibile del Napoli e quella probabile dellUdinese in Europa League, dove la Lazio appesa alle disgrazie altrui. Solo che non semplice impegnarsi sempre al massimo. Il Barcellona, ad esempio, nemmeno ci prova: al Camp Nou, contro il Bate Borisov, Guardiola rinuncia ai 13 migliori, Messi e Xavi in testa, in vista del clasico della Liga, sabato al Bernabeu col Real Madrid. Allegri sceglie un ibrido, gi privo com di Nesta, Abbiati, Van

Bommel e Aquilani, squalificato a posteriori dallUefa: larbitro Stark gli aveva risparmiato col Bara il cartellino giallo (da espulsione), destinato per errore al quasi sosia Nesta. Lallenatore ancora in attesa di rinnovo fino al 2014 (ma solo una formalit, garantisce Galliani) lancia dunque Mexs, che non gioca da marzo, ma risparmia Thiago Silva e Abate. Custodisce in panchina anche il preziosissimo Ibra, che gradisce il ruolo co-

me una doccia gelata al Polo Nord: Il Pallone dOro va agli altri? Tanto io mi sento il numero uno. Agli occhi di Allegri la coppia Pato-Robinho troppo bisognosa di gol. Per Robinho non deve preoccuparsi: le occasioni facili si possono sbagliare, per me conta il rendimento. E Pato sar il vero acquisto di gennaio, finora non ha quasi mai giocato. Tra gli eventi collaterali figurano il debutto del diciannovenne terzino destro De Sciglio - con i centrocampisti Cri-

Hall of Fame
FULVIO BIANCHI FIRENZE ome la vedo fra Juve e Milan? La vedo male per il Milan: non rinuncia al gusto della battuta Michel Platini e figuriamoci se Arrigo Sacchi, linnovatore, si tira indietro: Le squadre che mi divertono di pi? La Juve e il Pescara. Proprio cos, il Pescara. Bella atmosfera a Firenze, a Palazzo Vecchio: nasce la Hall of Fame del calcio, davanti allex arbitro Matteo Renzi (Ero scarso, per questo ho fatto il sindaco). C il gotha dello sport: Petrucci, Abete, Abodi, Macalli, Ulivieri, Nicchi, Prandelli, Albertini, Tommasi,

Spazio a chi ha giocato meno, in avanti Robinho e Pato: Loro hanno bisogno dei gol
lioni netti fino a giugno, poi 5 per le stagioni a seguire), sia lobiettivo del prestito gratuito, sia la richiesta del club inglese, in verit irritato: 4 milioni per il prestito fino a giugno, pi 20 per la cessione definitiva dopo lestate. Dopodomani si sapr se il Napoli sar riuscito a eliminare Mancini dalla Champions e sar noto anche il destino di Tevez: il Milan lo vuole in ritiro il 29 dicembre a Dubai. Nel frattempo qui si gioca, allo

E Platini stuzzica i rossoneri Contro la Juve li vedo male


Valentini. Premiati: Platini, Galliani, Collina, Lippi, Sacchi, Roberto Baggio e Riva (unico assente). Baggio aspetta che il consiglio federale approvi il suo piano di rilancio del settore tecnico (ma non se ne parla il 20 dicembre), lancia la Juve verso lo scudetto (Ha tutto per andare sino in fondo) e cerca di rincuorare lInter (Non me laspettavo cos gi ma ha i giocatori per risalire). Platini non pensa, per ora, alla poltrona di Blatter e nemmeno stupito dal fatto che Havelange si sia autosospeso da membro Cio per evitare

Arrigo Sacchi

Le squadre devono essere padrone del campo e del gioco Quelle che oggi mi divertono di pi? I bianconeri e il Pescara

lallontanamento, perch beccato con le mani nel sacco quando era n.1 della Fifa (ora tocca ad altri due dirigenti, di cui uno importantissimo del mondo del calcio). Gi sospira Roi Michel che volete che dica: capita LEuropeo 2012? Sar una bellissima edizione, io avevo votato Italia. Se sono qui lo devo alla Juve dove ho imparato tante cose: da Prandelli a giocare a carte e dal Trap ad attaccare. E poi, se fossi stato italiano avrei vinto anche il Mundial 82 Ovazione del pubblico. Lippi cerca una panchina di prestigio

ed sorpreso nel vedere due bandiere come Del Piero e Totti in panchina. Sacchi spezza il pane del suo calcio (Le squadre devono essere padrone del campo e del gioco, la Nazionale di Prandelli lo e il Milan sta ritrovando le sue caratteristiche) ma a divertirlo sono soprattutto Conte e Zeman. Il designatore europeo Collina soddisfatto dei due arbitri di porta (li vedremo anche a Euro2012) e aspetta che lInternational Board cancelli la regola che penalizza con rosso e rigore (vedi Antonioli e Juan) un fallo da ultimo uomo in area. I britannici si sono messe di traverso. E contano loro. Pi Blatter, che annuncia la tecnologia contro il gol-fantasma dal Mondiale 2014. Ma sar vero?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Blatter

Inter

Mondiali 2014, tecnologia contro i gol fantasma


BARCELLONA Dai prossimi Mondiali via libera alla tecnologia: in Brasile verranno utilizzate nuovi sistemi per evitare gol fantasma o reti convalidate ingiustamente. Lo ha detto il presidente della Fifa, Sepp Blatter (foto), in unintervista rilasciata al quotidiano spagnolo El Mundo Deportivo: Ledizione del 2014 utilizzer le tecnologie.

Voci sulladdio a febbraio di Branca. Torna Oriali?


MILANO LInter proprio non va e tornano dattualit le voci su nuovi assetti in seno alla dirigenza. Starebbe per tramontare lera di Marco Branca, dt dal 2003: potrebbe lasciare a febbraio. Per sostituirlo si fa il nome di Pantaleo Corvino, ds della Fiorentina, e dei rientranti Oriali e Materazzi. Nella foto, Massimo Moratti.

I 71

Le quote bwin delle altre partite


Queste le quote bwin sugli altri incontri di Champions League che si giocheranno questa sera. Gruppo E Chelsea-Valencia: 1: 1.70; X: 3.70; 2: 4.50; Genk-Bayer Leverkusen: 1: 6.75; X: 4.20; 2: 1.44. Gruppo F Olympiacos-Arsenal: 1: 1.91; X: 3.50; 2: 3.70; Borussia D.-Marsiglia: 1: 1.60; X: 3.80; 2: 5.25. Gruppo G Porto-Zenit: 1: 1.62; X: 3.80; 2: 5.00; Apoel-Shakhtar: 1: 2.15; X: 3.25; 2: 3.25. Gruppo H Barcellona-Bate: 1: 1.22; X: 6.00; 2: 10.50.

oggi - Viktoria Plzen-Milan ore 20.45

24
Cech

(4-5-1) all. Vrba

27
Rajtoral

18
Bystron

28
Cisovsky

8
Limbersky

11
Petrzela

20 10
Horvath Jiracek

6 26
Kolar Pilar
Quote 1: 2.95 X: 3.25 2: 2.30

Clasico e Pallone doro Messi-Ronaldo senza fine


Svelati i finalisti del premio, Leo favorito
MAURIZIO CROSETTI
ono rimasti in tre, ma come se fosse uno solo. Il Pallone dOro lo vincer Messi al novantanove per cento, oppure Xavi, oppure Cristiano Ronaldo: questa la lista finale di France Football e Fifa, in attesa della proclamazione del 9 gennaio a Zurigo. Ma tutto il mondo sa che Messi avr il suo terzo premio consecutivo, come Cruyff, Platini e Van Basten. Lo avr perch il pi fantasioso, il pi geniale, il pi bello da vedere. E la sua serie destinata a continuare fino a dove mai nessuno arriv. Sembra una corsa a tre, invece un derby: Barcellona (Messi, Xavi) contro Real Madrid (Cristiano Ronaldo), e succede proprio nella settimana che porter al duello del Bernabeu, sabato sera. Lultimo capitolo di un romanzone popolare, una storia dappendice dove non mancano passioni, amori, tradimenti, gloria e dolore. Di solito, il Bara guarda il Real dallalto, invece stavolta indietro di tre punti

23
Arbitro Vad (Ungheria)

Bakos

7
Pato

70
Robinho

10
Seedorf

22
Nocerino

23
Ambrosini

28
Emanuelson

2
Taiwo

25
Bonera

5
Mexs

52
De Sciglio
(4-3-1-2) all. Allegri

1
Amelia
Tv ore 20.45: Sky Sport1, Sky Calcio1; Dt Premium Calcio e Hd2

3 ANNO AL CITY
Carlos Tevez, 27 anni, prima del City ha giocato con Boca Juniors, Corinthians, West Ham e Manchester Utd. arrivato al City nel 2009: per lui 53 gol in 89 gare

Uefa

Come si calcola la classifica


Sistema punti
2 punti ogni vittoria 1 punto ogni pareggio
met nelle qualificazioni e spareggi

Ronaldo e Messi durante Bara-Real del 29 novembre 2010 del mondo, metronomo umano di quel meccanismo perfetto che si chiama tique-taque. Formidabile campione, meno evocativo per dellerede di Maradona e del superman di Madrid. Che poi Xavi sia lunico spagnolo dei tre, dentro il doppio derby di Spagna (Messi argentino, Cristiano Ronaldo portoghese) un dettaglio che non sposta il gusto dei giurati, n il destino dei candidati. Messi sar, perch s. Non solo suggestione estetica quella che vedr Messi e Cristiano Ronaldo arrivare primo e secondo, in un voto che avr i contorni del plebiscito. Perch i due sono anche i fuoriclasse pi presenti tra i grandi dEuropa, gli irrinunciabili ai quali Guardiola e Mou (guarda caso, finalisti per il titolo di miglior allenatore insieme a nonno Ferguson) concedono sempre il massimo dei minuti. Mai fuori squadra, mai fuori dal gioco. Gemelli anche nella formidabile voracit darea: identico il numero di gol segnati, 17, anche se nessuno dei due una prima punta. Il loro calcio variazione sul tema della bellezza, inarrivabile Messi per levit, unico Ronaldo per tecnica e potenza insieme, estro e velocit mai vista. Il vero sogno sarebbe ammirarli nella stessa squadra, magari prima o poi succeder. Nellattesa, ci si pu collegare sabato col Bernabeu (Sar una partita fantastica dice la pulce e noi sappiamo perfettamente cosa fare per non perderla, i premi individuali valgono meno dei risultati della squadra), e godersi il massimo che il calcio possa offrire dentro un forziere pi che uno stadio, dove sar doro ogni pallone.
RIPRODUZIONE RISERVATA

4 punti 4 punti

partecipazione fase ai gironi Champions qualificazione agli ottavi Champions

dagli ottavi alla finale di Champions e dai quarti alla finale di Europa League un punto extra ogni turno

Ranking attuale
1 Inghilterra 2 Spagna 3 Germania 4 Italia 5 Portogallo 6 Francia 79.160 72.329 68.186 55.124 51.013 50.511

C anche Xavi. Il 9 gennaio largentino potrebbe affiancare Cruyff, Platini e Van Basten con 3 trofei
(ma con una gara giocata in pi), lento come mai in campionato da quando lo governa Guardiola. E per Mourinho loccasione per lenire quei cinque segni in faccia, una sberla pi che una manita, insomma il 5-0 dello scorso inverno. Incancellabile, non incurabile. Larte di Messi, le architetture di Xavi, le finte di Cristiano Ronaldo: quasi lo stesso trio dellanno scorso, quando Iniesta, altra gemma del Barcellona, stava al posto di Ronaldo. Sarebbe bello, e quasi impossibile, se per una volta il Pallone dOro andasse alla sostanza di Xavi, il centrocampista pi completo e decisivo del pianeta, anima del Barcellona e della Spagna campione

La curiosit

stante (16 anni) e Innocenti (18) in preallarme - e la prova della verit per Taiwo, incognita del mercato di gennaio, come Montolivo (se non rinnova con la Fiorentina, valuteremo, Galliani dixit). Pure Vrba, lallenatore del Viktoria, ha grattacapi di mercato. Il gioiellino Pilar, in prestito dallHradec Kralove, ha firmato col Wolfsburg senza autorizzazione e il caso qui spopola, assieme alla vicenda dei biglietti per Euro 2012: la Nazionale giocher nella

vicina Wroclaw, ma per i tifosi cechi ci sono solo 6400 biglietti. Al Viktoria manca un centimetro per il terzo posto della qualificazione allEuropa League. Basta un punto o anche nessuno, se il Barcellona fa il suo dovere col Bate. Cos ha intimato Vrba, dopo essere caduto rovinosamente dal tavolo delle interviste: forse per lemozione di chi la Champions non ancora abituato a frequentarla.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL RANKING Uefa si basa sui risultati dei club nelle ultime 5 stagioni di Champions ed Europa League. La classifica aggiornata dopo ogni turno e determina il numero di posti per ogni federazione nelle successive competizioni europee. Per calcolare il coefficiente si dividono i punti totali delle squadre di una nazione per il numero delle squadre della nazione partecipanti alle coppe, e si somma la cifra a quella delle precedenti 4 stagioni.

Iniesta azionista dellAlbacete


BARCELLONA Andres Iniesta diventa lazionista di maggioranza dellAlbacete, club di terza divisione spagnola e dove il giocatore ha mosso i primi passi prima di passare alla Masia blaugrana. Il giocatore del Bara ha acquistato 7mila azioni per 420mila euro. Suo padre, Jos Antonio, sar coinvolto direttamente nella societ dove ricoprir il ruolo di vicepresidente del CdA.

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

R2SPORT

PER SAPERNE DI PI twitter.com/BoKrkic www.asroma.it

I 73

La scena madre
di GABRIELE ROMAGNOLI
FALLO DA ROSSO
edi, a volte, come finiscono le illusioni. Guardiola vince 5 a 0 e il pubblico, festante, fa la manita. Luis Enrique perde 3 a 0 e Bojan, sperduto, gli fa pure la manata. Sulla linea di porta, inutilmente, provocando rigore ed espulsione, lasciando la squadra in otto. Otto undicesimi di niente, elevato al cubo, togli il 14 e il prodotto non cambia: un Barcellona Zero, ultra light, senza caffeina, sgasato. Ingrediente principale: Bojan, lattaccante che sta a Messi come Luis Enrique sta a Guardiola. Cio: stan messi male. Al punto da fare la bojata. Accade quando ormai gi successo tutto, la Roma in 9, la Fiorentina non si accanisce, Jovetic (che da solo vale tutta la squadra avversaria) si riposa e le lancette avanzano senza ferire. Anche tenendo conto dellinferiorit numerica c qualcosa di paradossale nellazione: al tiro va il centrale difensivo Nastasic, sulla linea di porta c luomo che dovrebbe marcare, il centravanti nemico, luomo teoricamente pi avanzato. Avanzato? al confine del nulla. Un passo (o una manata) ed fuori. Bojan sta sulla riga, in aiuto alla difesa. lo scudo umano che dovrebbe respingere di corpo o di testa. Con le mani, ci pensa semmai il portiere. Quando parte il tiro di Nastasic, diretto nello specchio della porta, in alto e alla sua sinistra, ha un fatale istante a disposizione per decidere che cosa fare. uno di quei momenti in cui il pensiero un riflesso, un distil-

Sul 2-0 per la Fiorentina, con la Roma gi in 9, Bojan (foto Sky) para sulla linea: rigore, espulso

CATALANO
Nato nel 90 a Linyola e cresciuto nel Bara. Con Jos Angel il 7 spagnolo alla Roma dopo Del Sol, Peir, Gomez, Helguera (foto) e Guardiola (foto)

Dalla manita alla manata il barcellonismo sgasato del bimbo confuso Bojan
ficace lha tirata luruguayano Suarez a un sospiro dalla fine del quarto di finale mondiale contro il Ghana. La palla andava dentro, la sua squadra era fuori e lui lha fermata in quel modo. Anche chi non ha visto piangere lAfrica in diretta ricorda il seguito, quasi ineluttabile: Asamoah Gyan va sul dischetto, il pallone una pietra e non pu che tirare malamente. Supplementari, rigori e vince la squadra di Manolesta Suarez. Un ladro, un eroe nazionale. Che cosa conta se sono in malafede, dato che combatto per la causa giusta?. Allopposto: Che cosa conta se combatto per la causa sbagliata, dato che sono in buona fede?. Ma si pu com-

la dimostrazione che se Guardiola ti lascia andare un motivo ci sar. Pu sbagliare con Ibra, per poi studia e la volta successiva capisce
mettere un gesto sbagliato per una causa sbagliata? Che cosa

diablo difende Bojan sullo 0 a 2 quando para il tiro di Nastasic? Torvo pi che mai, ammantato di popolare saggezza, lapidario come un sms, Totti sentenzier: Se non la prendeva era uguale. Esatto. E allora perch fare la bojata? come autoaccusarsi dopo che la rappresaglia gi avvenuta. A chi o a che cosa serve? Nel momento preciso a niente e a nessuno. Quel gesto un sintomo definitivo, la prova della confusione che regna nella mente dei giocatori della Roma, Bojan per primo. Era lemblema della barcellonizzazione. Oggi solo lennesima dimostrazione che se Guardiola ti lascia andare un motivo ci sar. Ha esordito bambino, nessuno pi giovane di lui al debutto in Champions League, ha avuto occasioni e qualcuna lha pure colta, ma un cultore delleccellenza gli ha preferito Pedro, e poi Sanchez, y Cuenca Perch? I grandi allenatori sono anche attenti psicologi. Possono sbagliare una diagnosi e non cogliere lautismo di Ibrahimovic, poi si rimettono a studiare e la prossima volta capiscono. Che cosa? Se in un ragazzo che gioca in attacco anzich listinto del killer c una vocazione suicida. Se non la prendeva era uguale. Ma se la prendeva si faceva del male. Salter la partita con la Juve. Magari al suo posto gioca Totti. Sta a vedere che cambia idea sul senso della bojata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ESPULSIONI
Secondo rosso della carriera, dopo quello al mondiale U17 del 2007

LE CRITICHE
Bojan Krkic salter per squalifica la partita di luned allOlimpico contro la Juventus. I tifosi lo criticano per aver gettato la maglia a terra mentre lasciava il campo dopo lespulsione a Firenze

La crisi Cosa difende sullo 0-2 quando para quel tiro? Torvo pi che mai, Totti sentenzier: Se non la prendeva era uguale. Ma allora perch la bojata?
lato di esperienza e personalit: fai quel che sei. Nella circostanza, le possibilit sono due: saltare di testa, sapendo che probabilmente non ci arriverai, goffo ricadrai e sar gol, oppure bloccare la palla con le mani e provocare il rigore. Scegliere la seconda ipotesi un gesto al limite della sportivit, ma se sei sul confine di tutto, campo e sconfitta, ammissibile. mettere il piede nelluscio che si sta chiudendo. Alzarsi in piedi per una dichiarazione spontanea prima che la corte si ritiri dopo un processo che ha sparso una marea di indizi sulla tua colpevolezza. Le decisioni istintive sono specchi del carattere, creano eroi come Salvo DAcquisto o macchiette come lo zio Michele. C gente che si autoaccusa per salvare e altra che lo fa per niente. Nel calcio la manata pi mortale e mortalmente ef-

Enrique non esclude laddio oggi confronto con i giocatori


MATTEO PINCI
ROMA Il pranzo di ieri a Trigoria tra il presidente DiBenedetto e i dirigenti della Roma stato un aperitivo di quanto atteso per oggi. Quando Luis Enrique incontrer la squadra per un confronto dopo il disastro di Firenze. Incassata da Baldini fiducia incondizionata, lallenatore ha trascorso una giornata blindato nella propria villa allOlgiata con la famiglia, Luis Enrique per affrontare i dubbi sul futuro. La sensazione di non riuscire a trasmettere la propria idea di gioco ha aperto una crepa nel suo orgoglio asturiano, frustrato dal rendimento in campo, indispettito dalla scarsa applicazione di alcuni giocatori in allenamento e indebolito dal caso Totti, nervosissimo per lesclusione in una gara che era convinto di giocare. Oggi la dirigenza imporr al gruppo la conferma del tecnico. A Luis lonere di capire se qualcuno vorr chiamarsi fuori. Oppure, se lorgullo lo avr tradito, di firmare la propria resa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PRIMO GOL
Finora 3 reti con la Roma, il primo a Consigli (foto, Atalanta) l1 ottobre

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

R2SPORT

I 74

PER SAPERNE DI PI www.sslazio.it www.novaracalcio.com

Lazio facile con Rocchi Cisse pace coi tifosi e palo


Apre Biava, allOlimpico Novara ko: 3-0
GIULIO CARDONE ROMA iola che segna di destro, di sinistro, di testa, in rovesciata. Prima della partita passano immagini cos: potevano non ispirare gli attaccanti della Lazio disperatamente a caccia di gol? E allora, dopo l1-0 di Biava, si sblocca Rocchi, con le reti numero 101 e 102 in biancoceleste: quinto nella classifica all time, a 6 gol da Giordano. Piola, primissimo a 150 totali, ancora lontano, ma insomma la Lazio stende il Novara (3-0), ora peggiore difesa del campionato, e a Reja interessava questo: la sua squadra viva e lotta insieme alla prime. Riscattata

Reja

Il dualismo tra i due attaccanti? Qui sono tutti titolari, ci sar spazio per chiunque La squadra merita i risultati ottenuti
la triste prova contro il Vaslui, i biancocelesti tornano a -4 dalla Juve e a -2 da Udinese e Milan; per il Novara, terzultimo, la salvezza resta una faccenda complicata. In casa la Lazio aveva vinto solo con Roma e Parma, ma stavolta lapproccio alla partita finalmente aggressivo: ben diretta da Ledesma, la squadra romana chiude subito nella propria area la coraggiosa formazione di Tesser, schierata con due punte, un trequartista pi la mezzala Rigoni. Al 15 Klose fa cose deliziose da rifinitore lancia Lulic che libera Rocchi davanti a Ujkani: gran parata. Sembra in serata s, il portiere del Novara: impressione sbagliata. Un minuto dopo, la

Il gol del 2-0 di Rocchi. A sinistra Biava festeggiato dopo l1-0 Lazio non spreca mille occasioni per raddoppiare ma chiude subito la questione: al 23 punizione da destra ben tirata da Ledesma e altro colpo di testa vincente, stavolta di Rocchi. Inquietante, per una squadra che deve salvarsi, la dormita della difesa piemontese. Almeno, dopo quasi mezzora di assedio, il Novara tenta di costruire qualcosa: gli spazi ci sono, ma la retroguardia si ormai abituata allassenza del leader Dias e protegge bene Marchetti. Con il risultato al sicuro, la curva biancoceleste prima della gara aveva coccolato Cisse, che entra nel finale e colpisce il palo interno si concentra sulla crisi della Roma: cori per Luis Enrique, invitato a restare sulla panchina rivale, concetto rafforzato poco dopo con un eloquente Luis Enrique vi manda in B. Nella ripresa, Rocchi concede il bis: cross di Gonzalez e zampata sotto porta. Ma succede anche una cosa incredibile: su intuizione di Hernanes, Klose salta il portiere e tira fuori a porta vuota. Pare che Piola ci sia rimasto malissimo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

frittata: uscita a vuoto su corner di Hernanes, Biava ringrazia e di testa firma il vantaggio. C davvero qualcosa di diverso rispetto alle precedenti partite della Lazio allOlimpico: non solo laquila si rifiuta di esibirsi nei suoi soliti due-tre giretti e invece si piazza ribelle sulla copertura dello stadio; laltra novit che la

LAZIO NOVARA

3-0
LAZIO (4-3-1-2) Marchetti 6 Konko 6 (37 st Scaloni sv), Biava 7, Stankevicius 6.5, Radu 6 Gonzalez 6.5, Ledesma 6.5, Lulic 6.5 Hernanes 6.5 (19 st Cana 6) Rocchi 7.5 (32 st Cisse 6), Klose 6. NOVARA (4-3-1-2) Ujkani 4.5 Morganella 5, Centurioni 5, Ludi 5, Garcia 5.5 Porcari 5.5, Radovanovic 5.5 (10 st Pesce 5.5), Rigoni 6 Mazzarani 5.5 (30 st Giorgi 5) Rubino 5.5, Granoche 5 (18 st Jeda 6). Arbitro: Gava 6. Reti: 16 pt Biava, 23 pt e 27 st Rocchi. Note: ammoniti Porcari, Biava, Ludi. Spettatori 25mila circa.

La classifica
JUVENTUS MILAN UDINESE LAZIO NAPOLI PALERMO CAGLIARI ROMA CATANIA FIORENTINA 29 27 27 25 20 20 17 17 17 16

*una gara in meno

PARMA CHIEVO ATALANTA (-6) GENOA* SIENA INTER* BOLOGNA NOVARA CESENA LECCE

16 16 15 15 14 14 14 10 9 8

Golf

Tiger vince e fa di nuovo paura Ho ritrovato il mio gioco


THOUSAND OAKS Settecentoquarantanove giorni senza Tiger. Senza una vittoria per il golfista che pi di tutti rappresentava il dominio sul green. Dopo due anni di infortuni e disavventure assortite, Tiger Woods tornato primo in un torneo. Non valido per il circuito Pga, ma ricco di campioni: diciotto tra i migliori del mondo, nel Chevron World Challenge. Battuti in unaltalena di emozioni che ha spinto Tiger ad una rimonta su Zach Johnson: birdie alla buca 15 e alle ultime due, per battere il rivale di un colpo. E urlo liberatorio alla fine, con il pugno verso il cielo. Mi sento alla grande dice alla fine, giocare testa a testa con Johnson per tutto il giorno stato divertentissimo. stato tutto normale, mi sono sentito a mio agio, per niente nervoso. Finalmente sono riuscito ad allenarmi con continuit, a ricostruire il mio gioco e sono tornato a vincere. Se ne sono accorti anche gli avversari, che ora cominciano a temerlo come un tempo: Credo che giocher una grande stagione. Quando in forma, resta un golfista supremo, che sa vincere in qualsiasi situazione spiega Johnson. Ora Tiger andr in vacanza per un paio di settimane, poi riprender gli allenamenti: Credo proprio che torner protagonista. Dal 26 gennaio, ad Abu Dhabi, si potr capire se davvero il golf ha recuperato il suo uomo doro. In sua assenza, molti sponsor hanno abbandonato, compresa la Chevron che lascer il torneo della resurrezione della Tigre. (m.ch.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

In breve Sci
massimi sabato a Dusseldorf: il detentore Wladimir Klitschko, sfidato dal francese Mormeck, ha dolori alla schiena. Recupero il 3 marzo. CIO Dopo 48 anni lascia il Cio lex presidente della Fifa Joao Havelange, 95 anni: motivi di salute, anche se tra pochi giorni dovr essere esaminato dalla commissione etica. SERIE BWIN Bari-Cittadella 22. Grosseto: Fabio Viviani il nuovo allenatore. PREMIER Fulham-Liverpool 1-0.

Gigante negli Usa recupera Val dIsre


BEAVER CREEK Cdm, oggi il recupero del gigante maschile annullato a Val dIsre. Dovrebbe farcela invece Val Gardena: positivo il controllo Fis in vista del superG del 16 dicembre e della discesa del 17. PALLANUOTO Alle 21 il Settebello nella 2 gara del gruppo A di World League a Manchester con la Gran Bretagna. BOXE Annullato il mondiale dei

la Repubblica
MARTED 6 DICEMBRE 2011

METEO

PER SAPERNE DI PI meteo.repubblica.it

I 75
dati a cura di 3BMeteo.com - Elaborazione grafica: Centimetri.it

Bolzano T Trento Aosta Torino

Meteo in tempo reale su

Milano

Repubblica.it
Bologna

Firenze

Mare e venti oggi

Mattino
Ancora instabile su Calabria tirrenica, Stretto e Sardegna occidentale con piogge sparse, fiocchi di neve sulle creste di confine oltre i 500-900m. Strati al Sud e sulle Prealpi, bello altrove. Minime in calo, gelate al Nord. Venti tesi-forti di Maestrale.

Perugia Peru Peru erug LAquila a

Gioved
Torma il bello su buona parte del Paese, eccezion fatta per addensamenti e qualche fenomeno attorno allo Stretto e nubi in diradamento sulle Alpi. Peggiora la notte tra Spezzino e NO Toscana. Temperature in contenuta ascesa. Ventilazione moderati da NO.
Potenza

ROMA Campobasso C m Camp b ss Napoli

Pomeriggio
Ancora piovaschi sparsi tra ovest Sardegna, Messinese e bassa Calabria tirrenica. Nevicate sulle Alpi oltre i 9001300m, in attenuazione, bello altrove ma con nubi in arrivo sulle Tirreniche. Massime stabili o in lieve calo. Venti sino a tesi tra NO e OSO. Mattino: La perturbazione si appresta a lasciare l'Italia, rinnovando tuttavia in mattinata cieli irregolarmente nuvolosi al Sud con piogge sparse e qualche rovescio su Cilento, Calabria tirrenica e buona parte della Sicilia. Molte nubi anche su Alpi e Nordest con residue piogge tra Mantovano e Polesine nonch fiocchi qua e l sulle confinali oltre i 600-800m. Variabilit tra Adriatiche e basso Lazio, soleggiato altrove. Minime in calo, venti tesi tra NO e OSO. Pomeriggio: Ancora instabile tra Cilento, Calabria tirrenica, Stretto e Sicilia ionica con fenomeni in graduale confinamento tra messinese e bassa Calabria tirrenica. Qualche piovasco in arrivo entro sera anche su Puglia garganica, termolese ed Abruzzo orientale nonch la notte sulla Sardegna occidentale. Ultime nevicate sulle Alpi di confine oltre i 900-1200m, poco o al pi parzialmente nuvoloso altrove. Massime in calo al Centro Nord. Venti tesi nordoccidentali.

Venerd
Nubi in aumento su Tirreniche, Lombardia e Triveneto con piogge diurne tra Spezzino ed alta Toscana nonch verso sera anche su basso Lazio, Campania ed alta Calabria tirrenica. Maggiori spazi soleggiati altrove. Temperature stabili. Venti in rinforzo da SO. SOLE Sorge 7.02 7.11 7.08 7.21 7.35 7.33 7.46 7.44 7.51 Bari Napoli Palermo Roma Bologna Firenze Milano Genova Torino Tramonta 16.24 16.35 16.47 16.39 16.35 16.38 16.40 16.45 16.48

Ieri
min max min

Oggi
max percep. UV

Domani
min max UV

Ieri
min max min

Oggi
max percep. UV

Domani
min max UV

Ieri
min max min

Oggi
max percep. UV

Domani
min max UV

10 DIC

18 DIC

24 DIC

1 GEN

Alghero Ancona Aosta Bari Bologna g Bolzano Brindisi Cagliari g Campobasso p Catania Catanzaro

15 16 7 15 6 6 14 14 10 11 11

19 19 13 19 12 11 17 17 12 18 18

10 7 3 11 2 -2 12 12 4 14 11

16 12 8 16 9 8 17 18 11 19 16

16 12 7 16 9 8 17 18 11 19 16

10 6 3 8 0 -2 11 12 3 13 10

17 15 7 12 10 8 13 19 11 18 16 0-2

Firenze Genova Imperia L'Aquila Messina Milano Napoli p Olbia Palermo Perugia g Pescara Basso 3-5

12 14 14 10 14 8 14 13 15 14 17

14 18 18 12 20 15 17 19 19 16 20

5 10 12 3 14 3 12 12 14 4 8

15 14 16 9 19 11 17 17 18 11 13 6-7

15 15 16 9 19 11 17 17 18 11 13 Alto

0 10 12 1 13 1 13 13 13 3 6

14 16 17 10 18 11 16 19 17 11 15

Pisa Potenza Reggio C. Rimini Roma Fium. Roma Urbe Torino Trento Trieste Venezia Verona >11 Estremo

13 7 11 12 16 15 5 5 11 7 7

15 7 13 4 19 15 18 3 18 9 17 6 13 -1 13 -1 13 6 10 4 10 1

16 10 18 10 17 16 10 9 9 9 9

16 10 18 10 17 16 10 9 9 9 9

2 2 15 3 6 5 -1 -3 7 2 -1

14 10 17 14 17 15 11 9 9 8 8

INDICE UV

Moderato

8-10 Molto alto

IN EUROPA
Oggi
Amsterdam Atene Barcellona Belgrado Berlino Berna Bratislava Bruxelles Bucarest Budapest Chisinau Copenhagen Dublino Edimburgo Francoforte Helsinki Istanbul Kiev Larnaca Lisbona Londra Lubiana Lussemburgo Madrid Malaga Minsk Mosca Oslo Parigi Praga Reykjavik Riga S. Pietroburgo Sarajevo Skopje Sofia Stoccolma Tallinn Tirana Valletta Varsavia Vienna Vilnius Zagabria Zurigo

Fronte caldo
Min Max
6 10 10 4 3 3 2 2 6 0 2 2 1 -1 5 0 12 0 12 14 1 4 3 7 19 1 -1 -2 4 2 -1 0 0 1 7 7 -2 0 14 16 0 4 0 3 3 12 20 17 7 5 4 7 7 9 6 7 6 7 5 7 2 19 6 22 18 9 6 6 12 26 2 3 3 8 4 3 5 3 5 10 9 0 3 15 22 5 9 3 9 5

NEL MONDO
Oggi
Algeri Ankara Auckland Baghdad Bangkok Beirut Bombay Buenos Aires Calgary Caracas Casablanca Chicago Citt del Capo Citt del Messico Dakar Dubai Filadelfia Gerusalemme Hong Kong Il Cairo Johannesburg Kinshasa L'Avana Lima Los Angeles Manila Melbourne Miami Montreal Nairobi New Delhi New York Pechino Perth Rio de Janeiro San Paolo Santiago Santo Domingo Seoul Shanghai Singapore Sydney Tokyo Toronto Washington

Domani

Reykjavik

984

980

Fronte freddo
Helsinki Helsink Tallinn 988
992

Min Max
10 -5 15 5 23 10 24 21 -1 17 14 0 13 7 21 18 15 5 19 12 19 23 20 17 7 25 17 19 7 17 14 14 -3 22 23 17 23 20 1 11 25 17 5 3 15 17 10 19 15 34 19 31 26 2 22 19 1 24 21 32 24 16 13 26 21 28 29 27 23 17 28 25 25 8 25 24 15 4 26 27 20 28 30 6 15 30 21 8 4 16

Domani

Oslo
988 1000

Stoccolma Stocco Gteborg


992

Riga
996

Edimburgo Belfast Dublino Dublino


1008 1004

Copenaghen Co Cop ope h op Amsterdam

Vilnius K Kaliningrad 1000 ngrad Minsk Varsavia Kiev


1012 1008

1004

Amburgo
1004

Birmingham B gh Londra Londr

Berlino

Gijon Porto o Lisbona

Colonia 1008 Francoforte Francofor r rt Praga Lussemburgo Lussemburgo b burg Monaco Bratislava Bratisla Bratislava 1016 Nantes Parigi Vienna Budapest Tours Berna Berna r Zagabria b Lubiana L b Lubiana Bordeaux Lione Milano Belgrado Belgrado 1020 1012 Sarajevo r o ra evo Tolosa Bilbao Roma Marsiglia Bruxelles r

1008 1012

Chisinau Chi Bucarest Bucares

A Madrid
Valencia Malaga

Barcellona

Sofia Skopje Skop Skopj k Salonicco c Atene ne

A
1012

Tirana r

Istanbul bu

1016

1020

Smirne rne r Iraklion

1020

Algeri

Tunisi Tunis Valletta

Larnaca Larn

Potrebbero piacerti anche