Sei sulla pagina 1di 7

Filippo Vescovo 575374 ECI

Maggio 2009

Possibili soluzioni di Export Finance ad unoperazione di fornitura tra Veneto Beverage e Russia Wines

Corso di Economia e Tecnica degli Scambi Internazionali prof. G. Garioni 1

Problema da Risolvere:
Veneto Beverage (VB) una societ con sede a Padova, che produce macchinari industriali per limbottigliamento di bevande non alcoliche (succhi) e alcoliche (birre e vini). La societ ha un fatturato intorno a 60 m, rivolto verso Italia (30%) ed estero (70%). VB ha in corso la negoziazione del terzo contratto di fornitura dei propri macchinari a Russia Wines (RW), societ russa che li deve importare per conto di altre societ del paese che li utilizzano nei loro processi industriali (imbottigliamento del vino e di altre bevande). Negli anni precedenti erano stati gi stipulati altri due contratti, di importi inferiori (circa 700.000), che erano stati regolati a vista, con crediti documentari aperti da una banca russa a favore di VB e confermati da una banca commerciale italiana. Questa volta, tuttavia, RW chiede a VB di ottenere un pagamento dilazionato a 5 anni per l85% dellimporto della fornitura al tasso fisso CIRR vigente alla data di firma del contratto (come previsto dallaccordo di Consensus), mentre per il restante 15% propone un pagamento a vista contro documenti di spedizione. Il valore del nuovo contratto di circa 1.600.000. Il cliente RW richiede, nel corso della negoziazione, due soluzioni alternative: 1. pagamento senza titoli di credito; 2. pagamento con titoli di credito non avallati da banca russa,mentre si rifiuta di pagare con titoli avallati, perch il costo dellavallo della banca russa troppo elevato (4-5% per anno). Individuare la risposta (possibile operazione di export finance) alle due alternative, il costo delle soluzioni proposte per le due controparti, i rischi residui per VB, le modifiche (clausole contrattuali, prezzo e tasso dinteresse) necessarie. Identificare inoltre il piano di ripagamento del credito fornitore, nellipotesi della firma del contratto commerciale entro la prima settimana di maggio 2009. N.B.: il costo di una Polizza SACE credito fornitore per questo caso, se disponibile, (copertura 95% rischio politico, 85% rischio commerciale) circa del 7%.

Prima Possibilit
Nella prima alternativa, il nostro importatore russo ci propone di pagare senza titoli di credito 1, il che significa in poche parole che noi mandiamo la nostra fornitura senza avere garanzie reali sulla contropartita: accettare queste condizioni sarebbe una scelta molto rischiosa, soprattutto visto che il nostro rapporto con la controparte non cos consolidato (siamo solo al terzo contratto con tale ditta, ed i precedenti erano di importi molto inferiori). Tale ipotesi implicherebbe inoltre: - inacessibilit cronica al mercato del forfaiting; - inacessibilit cronica alle polizze SACE ed a qualsiasi altra polizza privata; - impossibilit di finanziare la propria fornitura e di liberarsi dei propri crediti (appesantendo il Working Capital di bilancio). Tuttavia esiste la possibilit di attenuare il rischio di credito per mezzo di una fideiussione (che una garanzia, e nel sistema giuridico russo non sembra essere molto diversa da quella italiana 2) da parte di una banca russa (che la nostra banca ci suggerir se affidabile o meno). In tale ipotesi comunque impossibile finanziare la fornitura, mantenendo aperte delle linee di credito per 5 anni. - Nel migliore dei casi, ossia quello che vede la controparte pagare regolarmente tutte le rate, non ci sarenno problemi e nel maggio 2014 saremmo stati completamente ripagati; - Se qualcosa va storto, noi avremmo la possibilit di escutere la fideiussione dalla banca russa, mettendo in tasca il credito rimanente, ma con grossa probabilit seguir un ricorso, che implica spese legali molto onerose.
1

I titoli di credito sono documenti in base ai quali un soggetto tenuto ad effettuare una prestazione (tipicamente, versare denaro) a chi li presenta, essendone legittimamente in possesso. Il diritto del possessore ad ottenere la prestazione prescinde dalla dimostrazione delle ragioni che hanno generato il diritto stesso: sufficiente il possesso del titolo per avere diritto alla prestazione indicata, senza dover dimostrare le ragioni giuridiche ed economiche che hanno fatto sorgere il credito. Da Contabilit e bilancio 2/ed - Fabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sostero
2

http://www.intesasanpaolo24.com/Csi/Bollettini/LeggiENorme/36.htm

Vediamo verosimilmente come sarebbe unoperazione di questo tipo: > Piano di pagamento 15% pagamento a vista contro documenti di spedizione; 85% pagamento in contanti a scadenze semestrali (a partire dal 01/12/2009; applicazione del tasso fisso Cirr (3,05%) sul capitale residuo. La firma del contratto avviene il 01/05/2009, e la merce viene spedita pochi giorni dopo. Vengono inviati alla banca dellesportatore i documenti di spedizione e contestualmente si riceve la somma di 240.000,00 Euro (15%). Le rate semestrali iniziano l 1/12/2009, e comprendono una frazione di capitale fisso, ed interessi al tasso Cirr su capitale rimanente.

- Per Veneto Beverage Costi: commissioni bancarie Rischi: ricorsi ad una nostra eventuale escussione e rischio politico russo (medio con outlook stabile secondo SACE 3). - Per Russia Wines Costi: 15% della merce (240.000 Euro) - subito 85% della merce (1.360.000 Euro) - in 5 anni Interessi al tasso Cirr 4 su capitale rimanente (114.218,48 Euro) Costi della fideiussione bancaria Commissioni bancarie. Complessivamente si tratta di unoperazione poco desiderabile, soprattutto tenendo conto che non si riesce a finanziare la fornitura, e leliminazione del rischio non affatto ottimale. Nella valutazione di questa alternativa conter molto la fiducia ed i rapporti che Veneto Beverage ha nei confronti di Russia Wines, e molteplici altri fattori.

3 4

Vedi sito della SACE, http://www.sace.it/countryrisk/ Interesse Cirr viene moltiplicato, secondo la revisione Consensus del 1998, per il Minimum premium Rate (MPR), che per paesi 3/7 OCSE a 5 anni di 1,0013 (Circolare Simest n.1/2009). Il tasso finale : 3,05*1,0013 = 3,05397.

Seconda Possibilit
Nella seconda alternativa Russia Wines ci propone un pagamento con titoli di credito, ma senza avallo di una banca russa in quanto esso risulta troppo oneroso (5% allanno). Le alternative (in ordine di gradimento) sono 3: 1) sconto il prezzo alla controparte, ma in cambio esigo un avallo da parte di una banca russa (gradita ai forfaiter), avendo cos accesso al mercato del forfaiting ; 2) rinuncio allavallo, ma contestualmente alzo il tasso dinteresse alla mia controparte, e mi copro con una polizza SACE, con lobiettivo di uno sconto pro-soluto con voltura di polizza; 3) accetto le condizioni di Russia Wines e mi tengo in portafoglio i crediti ed il rischio sulla corporate per 5 anni, oppure rifiuto lofferta. 1 - Forfaiting Il 'forfaiting' unoperazione con cui un'istituzione finanziaria specializzata acquista crediti differiti, nella forma tecnica di sconto 'pro-soluto' (vale a dire senza diritto di rivalsa sul cedente) assumendo quindi tutti i rischi di insolvenza commerciale e valutaria, contro pagamento di un prezzo che funzione della lunghezza della dilazione, della divisa in cui espresso il credito e del rischio sottostante. Si tratta senza dubbio delloperazione a noi pi gradita, in quanto essa permette di: 1) eliminare completamente il rischio; 2) finanziare la fornitura, aumentando la propria liquidit; 3) coprire i costi delloperazione con i contributi di Simest. Nella nostra particolare operazione laccesso al forfaiting vincolata allavallo dei titoli di credito da parte di una banca gradita ai broker: questo perch la nostra controparte, Russia Beverage, non una grande corporate internazionale, ed i crediti a suo nome necessitano quindi di questo tipo di garanzie. Una volta raggiunto unaccordo sullavallo (di seguito verr proposto uno sconto del 2% sul costo totale della fornitura) si deve solo trovare un broker disposto a scontare i nostri crediti, e quindi concludere il contratto. > Se Russia Wines - diversamente da quanto dice nel punto 2 della consegna accettasse le condizioni iniziali del contratto, ed accettasse quindi anche lonere dellavallo del 5% avrebbe costi (nei 5 anni) per: 15% iniziale 240.000,00 Euro 85% dilazionato 1.360.000,00 Euro Interessi Cirr 3,05% (5anni) 114.218,00 Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) Interessi Banca avallante 5% 187.000,00 Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) TOTALE costi 1.901.218,00 Euro In tale ipotesi il nostro ricavo (in 5 anni) sarebbe stato di: 15% iniziale 240.000,00 85% dilazionato 1.360.000,00 Interessi Cirr 3,05% (5anni) 114.218,00 TOTALE ricavi 1.714.218,00 Euro Euro Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) Euro

> Ipotizziamo invece di fare uno sconto a Russia Wines del 2% sulla fornitura, e pretendere in cambio un avallo da parte sua per poter accedere al mercato del forfaiting. Costi RW diventano: 15% iniziale 235.200,00 Euro 85% dilazionato 1.332.800,00 Euro Interessi Cirr 3,05% (5anni) 111.934,00 Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) Interessi Banca avallante 5% 183.270,00 Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) TOTALE costi 1.863.194,00 Euro 4

Per noi il ricavo, nellipotesi di tenere i crediti in portafoglio per tutta la durata, diventa (in 5 anni): 15% iniziale 235.200,00 Euro 85% dilazionato 1.332.800,00 Euro Interessi Cirr 3,05% (5anni) 111.934,00 Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) TOTALE ricavi 1.679.934,00 Euro

Ora che i crediti (ipotizziamo siano nella forma di 10 promissory notes) sono avallati da una banca russa, possiamo accedere al mercato del forfaiting: ipotizziamo di trovare un broker specializzato che ci proponga uno sconto pro-soluto dei crediti che a noi costa in tutto l8% (compreso Euribor + remunerazione broker + spese e commissioni). Valore delle 10 promissory notes: 1.332.800,00 Euro 92% del loro valore (somma che ricevo subito dal broker): 1.226.176,00 Euro Ora, appurato che la nostra operazione in linea con le norme di Consensus, la nostra banca chieder un contributo a Simest, che ci aiuter a coprire parte del gap tra il valore nominale delle 10 promissoty notes e il prezzo a cui ci sono state scontate dal broker. Lintervento agevolativo concesso riconosciuto come differenza tra il valore attuale al tasso agevolato del credito scontato ed il netto ricavo dello stesso tasso di sconto. Il contributo sar quindi pari ad a+(b-c) dove: a: euribor b: margine congruo (redatto da Simest a seconda di durata e rischio) 2,5% per la Russia c: minimum premium rate (redatto da Simest) e vale 1,0013% Costo totale delloperazione: + S : sconto del 2% sul totale della fornitura (32.000 Euro) + (CI 5-S)*0,08*0,85 : costo complessivo delloperazione di forfaiting (sconto operato dal forfaiter, spese e commissioni) che corrisponde all8% del valore netto delle 10 Promissory notes. (106.624 Euro) - CS6 : contributi Simest () = Costo totale delloperazione di 32.000 + 106.624 - CS = 138.624,00 CS Euro
5 6

CI il valore iniziale della fornitura prima dello sconto S, e quindi 1.600.000Euro I calcoli dei contributi Simest sono stati tralasciati: si tratta di conteggi complessi che ci verranno forniti dalla nostra banca intermediaria.

2 Sconto pro-soluto con voltura di polizza SACE Lalternativa al Forfaiting chiedere una polizza credito fornitore SACE. Tale assicurazione, ci permette inanzitutto di eliminare gran parte del rischio (95% politico; 85% commerciale, come nel testo del problema), ed in secondo luogo la possibilit di finanziare la fornitura con uno smobilizzo dei crediti (sconto pro-soluto oppure pro-soluto per la parte assicurata ed il 15% pro-solvendo) con voltura della polizza SACE a favore dellaquirente dei nostri titoli di credito. Nel nostro caso, la polizza SACE costa il 7%, un costo considerevole che dovremmo almeno in parte coprire con 2 alternative: - alzando il tasso di interesse applicato a Russia Wines di qualche punto sopra il tasso concordato. - mantenedo il tasso Cirr, ed avendo cos accesso ai contributi Simest. > Nelle condizioni iniziali, ipotizzando di ottenere una polizza SACE e imponendo un tasso dinteresse Cirr alla controparte avremo: Per Veneto Bevarage: 15% iniziale 240.000,00 Euro 85% dilazionato (5anni) 1.360.000,00 Euro Interessi Cirr 3,05% (5anni) 112.200,00 Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) Premio polizza (7%) - 95.200,00 Euro TOTALE ricavo 1.617.000,00 Euro Per Russia Wines: 15% iniziale 240.000,00 Euro 85% dilazionato (5anni) 1.360.000,00 Euro Interessi Cirr 3,05% (5anni) 112.200,00 Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) TOTALE costi 1.712.200,00 Euro > Per coprire i costi della nostra polizza, supponiamo di alzare il tasso alla nostra controparte dal 3,05% Cirr al 5,2%:

Per Veneto Bevarage: 15% iniziale 85% dilazionato (5anni) Interessi 5,2% (5anni) Premio polizza (7%) TOTALE ricavo

240.000,00 1.360.000,00 194.480,00 - 95.200,00 1.699.280,00

Euro Euro Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) Euro Euro 6

Per Russia Wines: 15% iniziale 85% dilazionato (5anni) Interessi 5,2% (5anni) TOTALE costi

240.000,00 1.360.000,00 194.480,00 1.794.480,00

Euro Euro Euro (calcolati con tasso fisso su capitale decrescente) Euro

Alzando il tasso dinteresse a Russia Wines, abbiamo alzato il valore delle nostre promissory notes, che riuscirimo quindi a scontare con ricavi maggiori, in modo da coprire, almeno in parte, il costo della polizza SACE. Ora non ci resta che smobilizzare i crediti presso listituto scontante con cui avevamo preso accordi in fase di negoziazione del contratto e volturare la polizza. Se tale istituto sconta pro-soluto lintera somma (quindi sia la parte assicurata che quella non), si accoller il rischio residuo (5% politico e 15% commerciale); in caso contrario il rischio residuo rimarr su Veneto Beverage. Inutile dire che VB preferirebbe liberarsi del tutto del rischio, delle scartoffie varie, per potersi concentrare su nuove operazioni. Costo totale delloperazione: + CD*ts : (con CD capitale dilazionato e ts tasso di sconto applicato dallistituto scontante) si tratta della differenza tra il valore netto delle 10 promissory notes e il valore che ricevo in cambio dallistituto scontante + PS : Premio SACE (95.200,00 Euro) = Costo totale delloperazione di 95.200,00 + CD*ts

Conclusioni
Come visto, la prima alternativa pagamento senza titoli di credito la meno gradita, ma si tratta comunque di una via che in casi eccezionali pu essere intrapresa, magari garantendosi con una fideiussione da parte di una banca russa. Lassenza dei titoli di credito non permette invece laccesso agli altri strumenti di export finance pi diffusi per operazioni di queste entit come il forfaiting o lo sconto pro-soluto con voltura di polizza SACE. Ci logicamente spiegato dalla natura stessa dellimpegno incorporato in tali titoli, che autonomo, astratto e negoziabile: la funzione fondamentale infatti rendere pi agevole, rapida e sicura la circolazione dei diritti di credito (quindi della ricchezza), neutralizzando i rischi e gli inconvenienti che al riguardo presenta la cessione del credito. Nella seconda alternativa, grazie allemissione di titoli di credito da parte della corporate russa c molto pi spazio dazione per costruire piani molto pi sicuri, ed in generale vantaggiosi per la nostra corporate Veneto Beverage. Le due soluzioni che ho proposto forfaiting e sconto pro-soluto con voltura di polizza SACE sono entrambe molto valide: nel scegliere quale delle due vie intraprendere sar fondamentale, prima ancora del confronto dei costi e dei rischi, leffettiva fattibilit di mercato di ciascuna delle operazioni.