Sei sulla pagina 1di 5

1

Autovalori e autovettori di matrici

Formule utili

Inversa di matrice 2 2
A= a c b d A1 = 1 ad bc d b c a

Polinomio caratteristico di matrice 2 2 det(A I) = det


Problema 1

a c

b d

= 2 Tr(A) + det(A)

Sia A la matrice 2 2
A=

7 8

8 13

Si risolva il problema agli autovalori e si diagonalizzi A costruendo la corrispondente matrice di coniugazione.


Soluzione

L'equazione caratteristica data da


2 Tr(A) + det(A) = 0 2 6 27 = 0

come pu essere viato calcolando det


7 8 8 13 =0

e quindi gli autovalori sono le soluzioni 1 = 9 e 2 = 3. I corrispondenti autospazi sono ottenuti risolvendo il sistema lineare
7 8 8 13 a1 a2 = 0 0

Quindi
Per = 9 16 8 8 4 a1 a2 = 0 0 a2 = 2a1 a1 2a1 = a1 1 2

Perci il primo autovalore normalizzato dato da


1 |1 >= 5 1 2

e soddisfa
A|1 >= 1 |1 >

in notazione astratta e
7 8 8 13 1 5 1 2 1 = 9 5 1 2

in notazione matriciale.
Per = 3 4 8 8 4 a1 a2 = 0 0 a1 = 2a2 2a2 a2 = a2 2 1

Perci il secondo autovettore normalizzato dato da


1 |2 >= 5 2 1

e soddisfa
A|2 >= 2 |2 >

in notazione astratta e
7 8 8 13 1 5 2 1 1 = 3 5 2 1

in notazione matriciale. La matrice di diagonalizzazione e data da


C= 1 5 5 3 1 2 1 2 2 1 2 1

il cui inverso
C 1 =

Come si pu controllare direttamente, abbiamo C 1 C = CC 1 = I . Perci la matrice diagonalizzata


AD = C 1 AC = = =
Problema 2

5 3 9 0

1 2 0 3

2 1

7 8

8 13

1 5

1 2

2 1

Siano A e B le martici 2 2
A= 1 5 1 8i 8i 11 B= 1 5 14 12i 12i 4

Si risolva il problema agli autovalori e si diagonalizzino le matrici. E' possibile diagonalizzarle simultaneamente? Se cos , si mostri che lo si pu prevedere dal fatto che [A, B] = AB BA, calcolando il commutatore esplicitamente. 2

Soluzione

A)

L'equazione caratteristica
2 2 3 = 0

con soluzioni 1 = 3 e 2 = 1. Gli autospazi sono ottenuti risolvendo il sistema


1 5 8i 8i 11 5 a1 a2 = 0 0

che da
1 = 3 2 = 1 1 i |1 >= 2 5 1 2i |2 >= 1 5

La matrice di diagonalizzazione perci


1 C= 5 i 2 2i 1

e, poich la base degli autovettori che abbiamo trovato ortonormale (si pu controllare che < 1|2 >= 0, usando la denizione di prodotto scalare in spazio vettoriale complesso) sappiamo che la matrice C unitaria (cio C = C 1 come si pu controllare esplicitamente). Quindi la forma diagonalizzata di A
AD = C 1 AC = 1 = 5 1 = 25 1 = 25 B) i 2i i 2i 2 1 2 1 = 1 5 1 8i 8i 11 15i 10i 30 5 3 0 0 1 1 5 = i 2 2i 1 =

75 0 0 25

L'equazione caratteristica
2 + 2 8 = 0

con soluzioni 1 = 4 e 2 = 2. Gli autospazi sono ottenuti risolvendo


14 5 12i 12i 4 5 a1 a2 = 0 0

che da
1 = 4 2 = 2 1 2i |3 >= 1 5 1 i |4 >= 2 5

Gli autovettori trovati sono esattamente gli stessi del caso precedente. Perci possiamo usare la stessa matrice di diagonalizzazione C per ottenere
B D = C 1 BC = 1 = 5 1 = 25 1 = 25 i 2i i 2i 2 1 2 1 1 5 14 12i 12i 4 = 1 5 i 2i 2 1 =

10i 40i 20 20 = 2 0 0 4

50 0 0 100

Si noti che gli autovalori sono disposti nell'ordine inverso perch abbiamo cambiato l'ordine di inserimento degli autovettori nella matrice di diagonalizzazione. Riassumendo, abbiamo trovato una base di autovettori comune alle matrici A e B . Un veloce controllo che non abbiamo fatto errori dato dal calcolo del commutatore
[A, B] = AB BA = = 1 5 1 = 25 1 8i 110 20i 8i 11 20i 140 1 5 14 12i 12i 4 1 25 110 20i 20i 140 1 5 14 12i 12i 4 =0 1 5 1 8i 8i 11 =

che conferma il nostro risultato.

Problemi da risolvere n.1

Si diagonalizzino, se possibile, le seguenti matrici:


4 0 0 10 3 1 4 1 5 0 7 9 4 5 1 0 9 17

2 + i 1 2i 0 1 + 2i 2+i 0 2 2i 2i 1 0 3 0 2 0 3 0 1 1 1 1 1 0 2 1 2 0 2 0 2 2i i 2i 1 0 1 0 0 i 0 1 0 i 0 0